Category Archives: Regionali

Promozione pronta per la terza giornata

Terzo giro di valzer per la Promozione. Il match-clou si disputerà nel girone D tra Audax e Peperoncino: in palio il primato solitario.

GIRONE A
MONTEBELLO BASKET 2011 – POL. PRIMOGENITA 71 – 50

IRA TENAX – AMBA 67 – 59

Cortemaggiore: Spotti 9, Pezzani 10, Maccagni A, Righi 1, Gorreri 22, Valla 8, Paini, Maccagni M 12, Guglielmetti 2, Bertoni 3, Laurenza. All. Podestà.

Ducale Parma: Ponticelli 7, Bertolini 9, Gozzi 6, Solimè 12, Montanaro, Frazzi 16, Ludergnani, Vento S., Rosi 7, Di Brino 2. All. Fochi.

Non riesce il colpaccio a Cortemaggiore, dove i Ducali, seppur giocando una buona partita, non riescono a portare a casa i due punti. Eppure gli ospiti erano partiti fortissimo: tra lo stupore generale l’inizio gara è tutto Ducale, con diversi contropiedi vincenti e una serie di palloni recuperati a Cortemaggiore, decisamente troppo lenta nella manovra offensiva. Ponticeli e Frazzi, come dei moderni Re Mida, trasformano in due punti qualsiasi cosa. Anche nel secondo quarto, le seconde linee tengono bene il campo. Unica nota stonata la marea di falli spesi, un po’ per aggressività, un po’ per ingenuità, nei quali è invece brava Cortemaggiore a concretizzare sempre, o quasi, i conseguenti tiri liberi restando in partita. Si chiude all’intervallo 39–28 Ducale. Purtroppo come finisce la leggenda di Re Mida la sanno tutti: la magia si interrompe e, manco a dirlo, i piacentini iniziano a segnare (Gorreri su tutti). Ducale in affanno, qualche canestro di Solimè tiene ancora a galla gli ospiti ma, oberati di falli, il sorpasso è inevitabile. Nell’ultimo quarto Cortemaggiore è avanti di due lunghezze. Tanti falli, da entrambe le parti, ma, per una partita punto a punto, il conto dei liberi è impietoso: Parma sbaglia troppo, Cortemaggiore non sbaglia mai. Tra un infortunio e un quinto fallo ci provano tutti, ma il recupero per i ducali è impossibile. Finisce 67-59 Cortemaggiore.

CUS PARMA – VALTARESE 80 – 87

(25-19, 38-43, 61-69)

Parma: Bettera, Giampellegrini 2, Andreoli 12, Bellicchi 14, Marcucci 2, Imbimbo n.e., Lusardi 3, Drisaldi 2, Orsenigo 22, Cervi 14, Bertoni 9. All. Marafetti.

Valtarese: Guri ne, Leonardi 12, Verti E.17, Sabini, Finardi, Reboli 17, Molinari ne, Del Maestro 17, Dellapina 6, Giraud 5, Verti N. 11, Oppo 2. All. Baldi.

Inizio di gara con il Cus che mette a segno tre contropiedi consecutivi. 6 a 0 ed una Valtarese, ancora a zero punti in classifica, che sembra già essersi arresa. L’esperienza dei padroni di casa, la differenza di centimetri, il fatto di giocare in casa: sembra tutto in discesa per la terza vittoria del Cus Parma. Ma non è così. Leonardi sblocca il punteggio per i borghigiani, Reboli segna dalla lunetta, i ragazzini iniziano a prendere entusiasmo. Il primo quarto finisce con il Cus avanti di sei lunghezze (25-19), ma con evidenti scricchiolii difensivi. Il secondo quarto è la svolta della partita: il Cus non riesce a tenere il ritmo degli ospiti, Reboli fa impazzire i lunghi del Cus, le rotazioni di Marafetti non aiutano i cussini a riprendere in mano il match e a metà gara si va negli spogliatoi con Valtarese avanti 43 a 38. Nel terzo quarto Bellicchi e compagni entrano in campo convinti di rientrate in partita, ma Nicola Verti non la pensa così e continua a bombardare da tre punti. Cervi ed Orsenigo provano a farsi sentire sotto le plance ed Andreoli si guadagna falli preziosi da far fruttare dalla lunetta. A 10’ dal termine Cus 61 Valtarese 69. Marafetti prova ad abbassare il quintetto con Cervi e Bellicchi da lunghi per permettere ai cussini di avere più spinta in contropiede e più aggressività in difesa. Sembra la mossa vincente con buoni palloni recuperati su zone press e canestri seguenti. Poi il quinto fallo di Bertoni e Cervi tolgono al Cus due pedine importanti. Edoardo Verti e Del Maestro non si arrendono e continuano a segnare, Orsenigo prova in tutti modi a non cedere (22 punti per lui alla fine), ma la precisione ai liberi dei ragazzi di Baldi permettono agli “scatenati” della Valtarese di mettere in bacheca la prima vittoria stagionale.

CSI SANT’ILARIO – SALSOMAGGIORE CITY 88 – 61

(15-25, 36-41, 69-48)

Sant’Ilario: Sistici 15, Simoni 16, Setti M. 4, Spaggiari G. 2, Medici G., D’Amore. 15, Reggiani 14, Bigliardi, Dotti 11, Rosi G. 6, Rosi F. 5, Masini. All. Violi.

Salsomaggiore: Bettati 2, Tedeschi 2, Antonicelli A. 7, Marchesi 2, Cicala 11, Antonicelli F. 6, Usai 4, Belli 8, Cremaschi, Cesari 2, Gianelli 17, Ravanetti. All. Antonicelli.

Scoppiettante inizio di Salsomaggiore che, con canestri da tre punti, da posizioni impossibili e soprattutto con percentuali stratosferiche, imprime alla gara una svolta quasi inverosimile. La palla si muove tipo X Box: Gianelli con tre bombe e i due Antonicelli, con altrettanti canestri in transizione e dalla media distanza producono un parzialone di 22 a 9 per Salso che annichilisce momentaneamente Sant’Ilario. Nel secondo periodo, Sant’Ilario con un po’ di orgoglio e soprattutto per merito dei cambi, ritrova il bandolo della matassa, recupera qualche punto e rimette la partita in equilibrio con la coppia Rosi F e Rosi G. e con Medici Guido in difesa e con l’intramontabile Reggiani Umberto in attacco. 36-41 per Salso al 20’. Terzo parziale che sotto la spinta della classe di Simoni, Sistici, D’Amore si conclude con un perentorio 33 a 7 per Sant’Ilario. Partita chiusa e ultimo quarto che permette un basket più sereno e divertente e maggiore spazio alle rotazioni.

PLANET – MARCONI 70 – 58

Parma: Ruozzi 17, Bozzetto 10, Veronese 8, Giublesi 7, Titi 5, Centofanti 7, Pignatelli 2, Anselmi 6, Gianferrari 5, Coliva 3.

Castelnovo Sotto: Montanari 2, Rossi, Ferretti 8, Benassi, Magnani 6, Rancati 6, Castagnaro, Fontanelli, Bellagamba, Mazza 20, Davolio 5, Bedenghi 6. All. Grobberio.

BASKET SOLE – CASTELLANA 48 – 62

(21-9; 34-30; 39-46)

Basket Sole: Ciuti 3, Protto, Poggi 6, A.Sebastiani 5, Azzali 10, Rancati, Lucev 5, Signaroldi, R. Mori 6, Arata 7, M. Mori 2, Ponzi 4. All. Cavagnoli.

Castelsangiovanni: Coppeta 7, Eccher 10, Di Giorgio 2 Fanaletti, Brandolini, Zanelli, Derba 8, Ziotti 7, Zamboni 16, Belli 4, Mazzocchi 8. All. Piva.

Il Basket Sole perde imbattibilità e derby. Succede al Palasport, dove la Castellana conquista i primi punti della sua stagione, costringendo nel contempo i rossoblù al primo stop stagionale. Ottima partenza dei padroni di casa, che ben presto raggiungono la doppia cifra di vantaggio: la tripla di Arata vale il 19-7. Il Basket Sole va al riposo avanti di dodici lunghezze, sullo slancio di una difesa solida e di efficaci soluzioni offensive. Ma è una pura illusione, perché già all’inizio del secondo periodo la squadra di Piava comincia una rimonta che la porterà ad annullare velocemente il ritardo. Un guizzo nei ultimi minuti, comunque, permette ai rossoblù di andare al riposo lungo sul +4: 34-30. Ma in pratica la partita del Basket Sole finisce qui. Basket Sole nel terzo periodo costretto a realizzare la miseria di 5 punti, mentre nell’ultimo andrà leggermente meglio: 9 punti. Decisamente troppo poco per reggere il passo di una Castellana adesso eccellente in difesa e disinvolta in attacco. E’ sorpasso e allungo deciso: +6, +8, senza però riuscire a chiudere in anticipo la contesa. Ma il Basket Sole ha idee troppo appannate per tenerla viva e, così, alla distanza, ecco la meritata vittoria della Castellana, sullo slancio di una prestazione sempre più convincente col passare dei minuti.

CLASSIFICA
S. Ilario 6; Cus Parma, Ducale Parma, Basket Sole Piacenza, Ira Tenax Cortemaggiore, Montebello Parma* 4; Marconi Castelnovo Sotto, Planet Parma*, Valtarese, Castellana Castelsangiovanni 2; Salsomaggiore City, Primogenita Calendasco 0.

GIRONE B

GO IWONS – VIRTUS CASALGRANDE 50 – 40

(16-8, 30-19, 38-28)

Albinea: Negri, Cervi, Canalini 3, Ballabeni 2, Masoni 11, Prati 4, Corradini 5, Guatteri 2, Casoni 9, Ferretti 12, Camellini 2. All. Brevini.

Virtus Casalgrande: Torelli ne, Campa, Govi 6, Bottazzi, Bonatesta, Bonaccini 12, Grazi, Oleari 6, Talami 7, Giacalone, Iemmi 5, Fusco 4. All. Pacifico.

I Virtussini si presentano con l’infermeria piena: infatti sono assenti Torelli M., Scianti, Guidelli e Bucci, tutti per infortuni. Il primo quarto inizia nel modo peggiore possibile per i Casalgrandesi con poca intensità in difesa e tanto disordine in attacco. I bianco-neri non trovano mai la via del canestro infatti tutti gli 8 punti del primo quarto sono stati segnati dal solo Bonaccini. Il quarto si chiude così con il vantaggio dei padroni di casa per 16 a 8. Coach Pacifico chiede ai suoi di tirare fuori la grinta e di “stringere le maglie” in difesa per evitare di farsi scappare sin da subito la partita. I Virtussini così scendono in campo con un po’ più di intensità, ma in attacco continuano a faticare. Si va all’intervallo sul 30 a 19 per gli Albinetani che finora hanno sempre avuto il controllo della partita. Nel terzo periodo c’è bisogno di una grande reazione da parte dei “ceramici” e di trovare qualche canestro in più; partono bene rubando qualche pallone in difesa e ripartendo in contropiede, poi, però, a difesa schierata, contro la zona 2-3, faticano a trovare canestri. La gara sembra cambiare quando i Casalgrandesi si portano a -7, ma poi vengono prontamente riallontanati dai padroni di casa. Nell’ultima frazione la Virtus passa a zona 3-2 per provare a mettere in difficoltà gli avversari; all’inizio sembra funzionare e si porta per due volte ancora a -7, ma i tanti errori in attacco e le tantissime palle perse (saranno 16 a fine partita) spengono i sogni di rimonta. Nell’ultimo minuto i Casalgrandesi cercheranno di ricucire lo strappo per lo meno per la differenza canestri e alla fine verranno premiati riuscendo almeno a contenere la sconfitta nei 10 punti. Si chiude con la vittoria Iwons per 50 a 40.

I GIGANTI DI MODENA – REGGIOLO 49 – 58

(15-15, 23-34, 40-44)

Modena: Panico 3, Giorgi 4, Manzotti 17, Fantuzzi, Ngansop 2, Quaresima, Adamo 3, Berardi 3, Larghetti 6, Forastiere 11. All. Fossali.

Reggiolo: Torreggiani 3, Carnevali ne, Pirondini 23, Cremaschi 10, Franzini 3, Verzellesi ne, Gambuzzi 8, Ferrari, Bigi, Setti, Bosi 11. All. Notari.

Partono forte i Giganti, trascinati da un Manzotti con la mano bollente: suoi i primi 10 punti dei padroni di casa che piazzano un parziale di 15-8. Gli ospiti però pian piano recuperano e riescono a chiudere la prima frazione in parità. Nel secondo quarto Reggiolo prende il comando delle operazioni trascinato dai punti di Pirondini (11 dei suoi 23 punti in questa frazione) e si arriva alla pausa lunga con gli ospiti saldamente al comando 23-34. Dagli spogliatoi i padroni di casa rientrano più tonici e motivati e grazie ad una buona difesa e una buona circolazione di palla riescono ad arrivare ad una sola lunghezza (42-44 all’inizio dell’ultimo quarto). A questo punto, però, la maggiore esperienza dei ragazzi di Reggiolo e ben quattro triple consentono agli ospiti di riprendere un buon vantaggio che conserveranno sino alla fine.

BIBBIANESE – MEDOLLA 64 – 40

(10-5, 31-14, 52-28)

Bibbianese: Zaccaria 3, Salati, Reni 6, Ghirardini 8, Gala 4, Vignali 6, Olivares 3, Bartoli 12, Camurri 14 Farioli 8. All. Reverberi.

Medolla: Cerretti 7, Galeotti F, Maini 6, Albrovandi 6, Tralli 12, Galeotti M, Bega 5, Spinelli 2, Nardi 2, Guernieri, Nussbaum ne. All. Carretti.

Si presentavano alla contesa con animi opposti le due formazioni: un po’ depressi (ma vogliosi di un riscatto) i Reverberi Guys per la sconfitta contro Scandiano di una settimana prima; di certo più carichi gli ospiti, reduci da due prestazioni convincenti suggellate dalla vittoria contro il Reggiolo. Palla a due e l’inizio è prettamente per gli amanti della pallacanestro: nel senso che solo chi ama questo sport può apprezzare fasi di gioco dove non si segna mai, per di più nella prima serata fredda di autunno. Ci pensa Olivares, con un bel contropiede a rompere il ghiaccio, ben emulato da Vignali che va il doppio dei suoi avversari. Ma il 5-0 interno sarebbe un segnale di forza dopo un paio di minuti giocati, dopo 5 (come in effetti è) è un tantino esagerato per definirlo tale. Medolla infatti non segna mai, sebbene ci provi spesso e volentieri dalla lunga distanza e alla fine il canestro di Aldovrandi è una liberazione: il tabellone inizia a lavorare anche sotto la scritta ospiti. Il quarto si chiude con due apprezzabili giocate di Senator Farioli da una parte e una bomba di Bega dall’altra. Bibbiano, si sa, è squadra profonda. Speriamo moralmente d’animo ma in questo caso parliamo di panchina e con un quintetto completamente diverso da quello di inizio partita mette prepotentemente la freccia: Camurri (Mvp, di ritorno dagli USA) e Bartoli non sono gli ultimi arrivati e con giocate tanto belle quanto efficaci portano i locali ad un vantaggio considerevole. Dall’altra parte sono Bega e Cerretti a tenere su la baracca. Si va quindi alla pausa lunga, non prima di aver applaudito una bomba di Ghirardini e due giocate di Reni (la seconda degna della sua classe). Nel terzo periodo Bibbiano riprende da dove aveva terminato: una bomba di Ghirardini e due canestri di Bartoli (intervallati dai liberi di Farioli) aumentano ancora il gap fra le due squadre. Medolla è al tappeto ma ha orgoglio da vendere che si esprime nelle mani di Tralli, autore di tre bombe consecutive che permettono di ricucire parzialmente lo strappo. Zaccaria, Farioli (bomba) e Camurri però rimettono in carreggiata i locali prima che Vignali decida che il quarto lo vuole finire decisamente meglio di quello precedente (tecnico) ovvero con un grandissimo canestro a fil di sirena. Si va così all’ultimo periodo con la partita che ha già un padrone: Bibbiano gioca in scioltezza, esprimendo anche un gioco corale a volte apprezzabile in cui Gala fa sia il buon direttore d’orchestra che il solista (bomba). Medolla d’altro canto è in giornata decisamente no, sia al tiro che nello sviluppare il gioco di squadra ammirato precedentemente.

CAMPAGNOLA – CENTRO LATTONIERI CARPINE 54 – 48

(13-12; 21-24; 40-36)

Basket Campagnola: Manicardi 5, Parmiggiani 5, Piuca F. 12, Rustichelli 16, Beltrami 4, Pignagnoli, Rondini, Zaccarelli 4, Bigliardi, Nasi 6, Sacchi, Sueri 2. All. Nannini.

Carpi: Meschiari 2, Testi 7, Piuca M. 8, Piuca R. 10, Solera 8, Verrini, Zanoli 4, Giovanardi 6, Braglia 3, Berra ne. All. Morettin

Esce sconfitta dall’ostico campo di Campagnola la compagine di coach Morettin. Partita sempre fisica con Campagnola che mette pressione e mani addosso fin dal primo minuto. Carpi perde un sacco di palloni, ma riesce a segnare con continuità lo stesso e a rimanere attaccata alla partita andando alla pausa in vantaggio di tre lunghezze. Nella ripresa Solera & co. iniziano bene e riescono a portarsi sopra di 6 punti, ma di colpo si spegne la luce in difesa e Campagnola ne approfitta caparbiamente con Rustichelli e Piuca che portano i reggiani in netto vantaggio. Ultima frazione al cardiopalma con i carpigiani che riescono a rimontare fino a -3, poi un pallone perso sanguinoso e il conseguente fallo per fermare il tempo fa chiudere la gara per i reggiani.

AQUILA – LA TORRE 55 – 63

(15-6, 28-33, 44-48)

Gualtieri: Magnanini 9, Canova 3, Miglioli 5, Bagni 4, Soliani 5, Guida 5, Pezzali 10, Manzali 4, Pellegrini 10, Berni S., Berni R. All. Volpato.

La Torre Reggio: Galassi, Panciroli 2, Mazzi G. 3, Passiatore, Vezzosi 4, Bochicchio 4, Pezzarossa 11, Mazzi F. 24, Mussini, Bertolini 9, Margaria 8. All. Spadacini.

La Torre trova a Gualtieri il secondo successo in campionato, al termine di una partita difficile e ostica contro le Aquile, che così devono rinviare la prima vittoria interna. Nel quarto iniziale gli ospiti segnano solo 6 punti, mentre la truppa di Volpato buca la retina, soprattutto dalla distanza, con Pezzali, Guida e Miglioli, per il +9 del 10′ (15-6). A questo punto La Torre cambia marcia con difesa, qualche contropiede e attacchi più attenti: Filippo Mazzi, Margaria e Bochicchio salgono in cattedra, mettendo a referto 21 dei 27 punti totali del quarto; dall’altra parte i canestri di capitan Pellegrini e di Guida riescono a limitare il passivo dei padroni di casa al -5 del 20′ (28-33). Il terzo periodo è di sostanziale equilibrio, i due coach alternano le difese nel tentativo di limitare gli attacchi avversari, ma Magnanini diventa assoluto protagonista e prova a dare la sveglia ai suoi, con tre bombe consecutive. Poi la coppia arbitrale decide per una quantomeno dubbia espulsione dello stesso Magnanini e del grigiorosso Passiatore, sanzione che sembra davvero esagerata per tutto il PalaNido. La decisione penalizza specialmente il Gualtieri, che perde un terminale offensivo importante, e La Torre riesce a mantenere la testa avanti (44-48 al 30′). Nell’ultimo parziale, per quasi 5′ il punteggio resta inchiodato sul 44-48, poi un fallo tecnico a Pellegrini per proteste e un altro a coach Volpato permettono finalmente alla Torre di muovere il tabellone (44-52). Da lì in poi la squadra di coach Spadacini è brava a sfruttare il momento di nervosismo dei padroni di casa: Filippo Mazzi (24) inizia di nuovo a segnare e un ottimo Pezzarossa (11) recupera palloni importanti. Una maggiore solidità sotto canestro e 15 punti realizzati in poco più di 4′ permettono ai biancorossi di vincere una partita importante, anche in vista del delicato impegno interno contro la capolista Scandiano.

SCANDIANO – SCHIOCCHI BALLERS 68 – 58

(9-12, 35-27, 54-45)

Scandiano: Fontanesi 9, Colacicco 19, Guidetti 4, Ferrarini 4, Acosta 3,  Garofoli 17, Bigi, Farioli 9, Siliprandi 2, Bianchi 1. All. Torreggiani.

Schiocchi Ballers Modena: Binotti 5, Zara 6, Sangermano 3, Righi R. 9, Minarini 10, Sassi 10, Forghieri 4, Vaccari 1, Guidetti 5, Alessandrini 5. All. Righi G.

Dopo un ottimo primo quarto chiuso in testa viene fuori la solidità della squadra di casa che riesce a chiudere il primo tempo in vantaggio di otto punti (35-27). I modenesi non si scompongono e restano attaccati alla gara fino al prologo finale, nonostante una direzione di gara a senso unico. Ne sono la conferma i 4 giocatori usciti per 5 falli e un computo degli stessi di 38 a 18 a favore degli avversari che hanno potuto segnare la metà dei punti su tiro libero, contro i 20 concessi alla squadra ospite.

CLASSIFICA

Scandiano 6; Carpine, Reggiolo, Bibbianese, Go Iwons Albinea, La Torre Reggio 4; Schiocchi Ballers Modena, Virtus Casalgrande, Aquile Gualtieri, Medolla, Campagnola 2; I Giganti Modena 0.

GIRONE C
S.P. PIUMAZZO 2002 – POL. GIOVANNI MASI 68 – 69 dts

(12-23; 28-35; 43-43; 60-60)

Piumazzo 2002: Dardi, Mezzetti 7, Lupato 1, Valenti 12, Cavani 8, Di Bona, Coloniali ne, Baroni ne, Verdoliva 14, Montorsi 23, Stanzani 3. All. Vannini.

Masi Casalecchio: Penna 4, Castaldini G. 4, Sechi 13, Forni 11, Di Marzio 6, Barili 4, Manfredini 2, Bertacchini 14, Cavazza, Fortuzzi 3, Verde 2, Castaldini 6. All. Guidetti.

Bel colpo della Masi a Piumazzo. Dopo una prima frazione nettamente favorevole ai casalecchiesi, i modenesi rientravano in partita grazie a Montorsi e al passaggio alla zona. Nella frazione contro break di 11 a 2 e sorpasso locale sul 39-37 (canestro di Verdoliva), Nella frazione conclusiva Montorsi è inarrestabile, ma la Masi rispondeva colpo su colpo e, nel supplementare, una tripla di Sechi e l’Mvp Bertacchini (classe 1998) facevano la differenza.

H4T – F. FRANCIA 61 – 54

(13-13; 33-30; 47-44)

SPV Vignola: Ganugi 13, Degli Angeli, Pantaleo 6, Zagni 7, Barbieri, Vannini 9, Guidotti 19, Midulla, Franchi 7, Malagodi. All. Smerieri.

Francesco Francia Zola Predosa: Galli 20, Barilli, Bosi 2, Tubertini, Migliori 7, Masina 4, Brochetto D. 4, Pagano 2, Gamberini 6, Balducci 2, Maresi 5, Guerrato 2. All. Brochetto L.

Come da tradizione tra queste due squadre, la partita si mantiene in pieno equilibrio per tutti i 40’ senza vedere un vantaggio superiore ai sei punti in nessun momento, ma solo nei minuti finali, con un 0/6 dalla lunetta per Zola e tre consecutive buone giocate in transizione per la H4T, i vignolesi riescono a scavare il solco decisivo per la vittoria. Pronti via e le squadre cercano subito di imporre il proprio gioco a discapito dello spettacolo ma nessuna delle due compagini riesce ad avere la meglio sull’altra e dopo 5′ di gioco il punteggio è sul 10 pari, le squadre, grazie anche a delle buone difese, vanno avanti a braccetto nel punteggio fino alla fine del 1° Quarto che si chiude sul 13 pari. Secondo periodo che riprende all’insegna dell’equilibrio, con nessuna delle due contendenti che riesce ad allungare sui propri avversari, ci provano prima Galli e poi Migliori con due Bombe ad allungare ma vengono subito ripresi grazie a due triple di Guidotti e metà quarto la squadra ospite si trova avanti di 2 punti (20-22), i ragazzi di coach Smerieri non hanno però nessuna intenzione di lasciare l’iniziativa ai Zolesi e grazie a Vannini e Guidotti (6 e 7 punti nel quarto) riescono prima a impattare e poi a mettere la freccia e ad andare all’intervallo lungo sopra di tre lunghezze (33-30). Al rientro dagli spogliatoi la musica è sempre la stessa, con le due squadre coinvolte in un testa a testa che non vede nessuna avere la meglio sull’altra e si arriva a metà quarto con i ragazzi di coach Brochetto avanti di un solo punto (39-40), i padroni di casa riescono a chiudere la difesa e grazie ai punti del duo Guidotti-Ganugi riescono a rimettere la testa avanti negli ultimi minuti del quarto e a chiudere il leggero vantaggio 47-44. Ultima frazione in cui tutto è ancora vivo che vede gli ospiti partire forte a raggiungere prima i padroni di casa e poi portarsi avanti di un punto a metà ultimo quarto (50-51); da qui in poi però gli attacchi si inceppano e il tempo scorre e, fino a tre minuti dalla fine, nessuna delle due squadra riesce a trovare la via del canestro, ci pensano i ragazzi della H4T a modificare nuovamente il risultato approfittando di due errori degli avversari riescono, grazie al solito Guidotti e Capitan Franchi a ribaltare la situazione e portarsi avanti (54-52 a 2′ dalla fine). Zola prova a forzare per recuperare, ma un’ottima azione di attacco dei padroni di casa porta Guidotti a un buono canestro più tiro che porta il risultato sul 57-52 ad un minuto dalla fine. La Francesco Francia cerca a tutti i costi i canestri che le possano permettere di rientrare, ma Vignola è brava a non farsi sorprendere e riesce a chiudere la partita sul 61-54.

GIARDINI MARGHERITA – MONTEVENERE 2003 55 – 58

(12-18; 22-29; 46-42)

Giardini Margherita: Grassitelli 14, Marcelli 4, Valenti 3, Marchesi 2, Pierini 6, Carafa 5, Brini 11, Stefani 2, Baldazzi 6, Florio 2. All. Lanzi.

Montevenere: Venturi 5, Lamandini, Gironi, Ottani 20, Cremonini 2, Veronesi 6, Costa 11, Palazzini 5, Fantoni 4, Zappoli 5. All. Rossi.

Bel colpo del Montevenere alla “Moratello”. I Giardini Margherita devono, però, battersi il petto per lo sciagurato finale dopo aver avuto anche dieci lunghezze di vantaggio. La cronaca: parte leggermente meglio la formazione di Rossi, ma nel secondo quarto la difesa dei locali si faceva valere (22-22). Un parziale finale di 0 a 7 illudeva gli ospiti, perché nella ripresa due missili di Grassitelli ed un gioco da tre punti di Brina davano il la per un importante break di 21-4 (43-33). Qui, Rossi chiamava time out e passava a zona. I padroni di casa stavano a galla con due bombe di Baldazzi, ma nella frazione conclusiva cozzavano contro la difesa del Montevenere. Sul 52-51, a meno di due minuti dalla fine, Costa firmava dall’angolo il sorpasso. Sul 53-53 era letale una tripla dell’Mvp Ottani. Poi, sul 55-57, Grassitelli cercava il fallo d’esperienza, ma non lo trovava e, sul 55-58, una conclusione dall’angolo di Valenti veniva sputata dal ferro. Rimbalzo ospite e game over.

SPORT INSIEME – CSI SASSO MARCONI 78 – 61

(28-10, 51-31, 67-46)

Sport Insieme: Cristiani 4, Ferrulli 3, Somma, Flori 15, Lalanne 18, Morando 11, Guizzardi 6, Marino 4, Salvi 1, Zambelli, Skocaj 16, Sakho. All. Bandiera.

Sasso Marconi: Magnani 7, Bruni 7, Tosarelli 10, Rillo, Romano 8, Truppi 7, Mutolino 7, Borsari 2, Giuliani 5, Perrina 8. All. Coralli.

Conferma l’ottimo stato di forma la squadra di Matteo Bandiera che, dopo aver travolto il Gardenbo, maramaldeggia anche contro i gialloblù di coach Coralli. Gara chiusa sin dalle prime curve. con i padroni di casa avanti prima al 5’ sul 12-4 e poi a fine primo quarto sul 28-10. con Flori, Lalanne, Morando e Skocaj sugli scudi. Il resto della contesa scorreva piuttosto regolarmente, con i biancoblù sempre a condurre con vantaggi intorno ai 20 punti, scarto che si riduceva leggermente solo nel finale.

GARDENBO – P.G.S. WELCOME 53 – 54

(13-12; 27-23; 40-37)

Sport Junior 2000: Zanni 2, Cioni 2, Vecchiatini 10, Ceresi 5, Rinaldi 2, Giacometti 7, Tinti 11, Trenti 2, Cavalieri, Jaboli 7, Campoli 5. All. Rizzi.

PGS Welcome: Lederi 4, Lamborghini S. 4, Ahmethodzic 7, Sabbioni 11, Palmieri 2, Petrini 3, Bortolazzi, Roveri 7, Ferrari 12, Cerri 4. All. Lamborghini R.

Con un finale al fotofinish, la Welcome espugna il campo dello Sport Junior, incamerando i primi due punti esterni e rendendo vani i troppi rimbalzi in attacco lasciati “colpevolmente” agli avversari. L’inizio di gara è per la formazione ospite che, sospinta dalle guardie Lederi e Petrini, si porta sul 5 a 0, ma la reazione del Gardenbo – con Tinti e Vecchiatini – recupera portandosi a sua volta in vantaggio (7 a 5). L’azione della squadra di casa viene frenata momentaneamente da una bella “striscia” di Sabbioni, ma già dall’inizio del secondo periodo la PGS accusa pause difensive evidenti, soprattutto nei rimbalzi difensivi, astutamente trasformati in punti preziosi dal team di casa (21 a 12). In questo frangente Lamborghini e Roveri riescono a frenare questa momentanea deriva negativa, riportando la loro squadra a -4. Dopo il riposo il Gardenbo spinge ancora sull’acceleratore portandosi sul 35 a 27, ma verso metà della frazione  gli ospiti si ritrovano soprattutto in difesa e a rimbalzo. Cerri, ma in particolar modo Ferrari, con un contro-break di 8 a 0, sono i maggiori artefici del nuovo sorpasso PGS (37 a 40). Nell’ultimo quarto le due formazioni rimangono in costante equilibrio, con la squadra di casa sempre attenta nel trasformare i rimbalzi in attacco a loro concessi, mentre da parte Welcome la miglior difesa e le trasformazioni di Ferrari, Ahmethodzic e Lederi riportano sul +1 a meno di 8” dal termine. Sull’ultimo, disperato, attacco dei padroni di casa, ha ancora la meglio la difesa ospite che, così, porta a casa due punti preziosissimi.

STEFY BASKET – IMA BASKET 79 – 51

(23-17; 46-24; 62-39)

Stefy: Carosi 5, Dozza 6, Francia 8, Benetti 9, Suero 4, Poli 7, Tradii 4, Evangelisti 20, Mannini 4, Agnoletti 12. All. Andreoli.

Pgs Ima: Bragaglia, Di Rienzo, Morelli 9, Costa 2, Furlanetto, Mambelli 6, Riccobaldi 13, Fabrizi 8, Piccardi 5, Bondi 8. All. Bertuzzi.

CLASSIFICA
Montevenere Bologna, Stefy Bologna 6; F. Francia Zola, Vignola, Sport Insieme Bologna, Masi Casalecchio, Pgs Welcome Bologna 4; Piumazzo, Giardini Margherita Bologna 2; Gardenbo, Csi Sasso Marconi, Pgs Ima Bologna 0.

GIRONE D
ARGELATO BASKET – FORTITUDO CREVALCORE 55 – 54

Argelato: Risi 5, Fontanella 10, Cristofori 9, Gadani 2, Trevisan 1, Conti 3, Tarascio 6, Sgargi 2, Nannetti 6, Accorsi 11. All. Iattoni.

Crevalcore: Soverini, Guerzà 2, Gambuzzi 6, Filippetti, Bersani, Terzi 12, Garuti 12, Floro 3, Fregni 3, Monaco 6, Simoni 10. All. Terzi.

DELTA COMACCHIO – ICOS 56 – 57

(18-12; 33-30; 48-47)

Delta Comacchio: Persanti 16, Bedetti 16, Gregori M. 10, Boccaccini, Gelli 4, Ferroni, Cavalieri 4, Gregori G. 6, Guidi, Carli. All. Bacchini.

Vis Ferrara: Benetti ne, Ricci 2, Vivarelli 4, Brilli 8, Alushani 2, Bianchini 2, Verrigni 13, Borsetti 2, Cavicchioli 9, Gamberini 6, Fiorentini 9, Campi. All. Castaldi.

Contro l’ostica squadra di casa, gli atleti di coach Castaldi partono decisi, portandosi subito sull’ 8-0. I padroni di casa, però, si riprendono prontamente e piazzano un contro parziale di 18-2. I vissini, dopo aver toccato un massimo svantaggio di nove lunghezze, cominciano a riorganizzarsi, alzando la difesa e trovando il modo di battere la coriacea zona avversaria. Dal terzo quarto la partita si snoda sui binari dell’equilibrio, con Comacchio avanti di un’incollatura ma con la Vis pronta a superare. La compagine ospite si porta avanti a 2’ dalla fine e, con ottime difese, riesce comunque a mantenere l’esiguo vantaggio acquisito.

LA FENICE – U.P. CALDERARA PALL. 56 – 78

(10-11; 23-31; 40-58)

Codigoro: Mossini 13, Pimpinati, Ferretti 4, Tralli 23, Cavalieri 2, Bellinaso 2, Cavazzini 2, Mazziga, Stella 6, Finessi 4. All. Bottoni.

Calderara: Rinaldi 6, Ventura, Guaraldi 9, Aspergo 11, Benuzzi 10, Gentili 3, Passarini 14, Bellodi 20, Angelini, Ansaloni 5. All. Murtas.

Successo esterno per l’UP Calderara che porta a casa i due punti in quel di Codigoro, in un match dove gli ospiti sono sempre stati avanti nel punteggio. Nel primo quarto entrambe le squadre fanno fatica a trovare la via del canestro e Calderara chiude avanti i primi 10’ sul 10-11. Nel secondo periodo 8 punti consecutivi di Bellodi mettono un distacco significativo tra le due squadre che si portano negli spogliatoi sul punteggio di 23-31. Nella seconda metà di gara continua il buon momento ospite che, grazie ai canestri di Passarini e Aspergo, portano il divario fino a +18 sul 40-58 di fine quarto. Nell’ultima frazione di gioco viene sostanzialmente gestito il vantaggio accumulato e la partita finisce 56-78.

GALLO BASKET – PROGRESSO HAPPY BASKET’07 59 – 45

(19-18; 27-27; 36-39)

Gallo: Fini, Malagutti 1, Del Principe 7, Schincaglia 2, Magni 18, Merlo 4, Boscolo 4, Vicini, Pasquali, Gardenale 3, Malaguti 14, Caselli 6. All. De Simone.

Castel Maggiore: Bernardiello 13, Pellegrini 2, Tugnoli 5, Baraldi 2, Yakobe, Zocca, Michelini 3, Boraggini, Pazzaglia 12, Maini, Mancini 4, Monteventi 4. All. Ansaloni.

AUDAX – PEPERONCINO 47 – 39

(10-4; 25-16; 37-25)

Audax Ferrara: Seravalli, Mantovani 11, Bolognesi 10, Ferrarini 4, Marabini 2, Ricci 5, Ferraresi 3, Balboni 2, Vaianella, Del Torto 2, Zanchetta 8, Bertasi ne. All. Folchi

Castello d’Argile: Manzi 4, Monari A. 13, Comi 8, Cerasi 1, Bergami 4, Govoni 2, Cavallini 7, Balboni, Bonfiglioli ne, Fanti, Bernardini, Gilli. All. Monari M.

Sin dai primi minuti di gioco, l’Audax Ferrara riesce a controllare il gioco mantenendo il possesso della palla e guadagnando subito il vantaggio sulla Peperoncino Basket. Per tutti i periodi di gioco la supremazia in campo dell’Audax non viene messa in discussion,e benché gli avversari, sebbene a fasi alterne, riescano a dare del filo da torcere ai ragazzi di coach Folchi.

DIABLOS BK S.AGATA – A.MI.CA. 66 – 54

(15-15; 30-28; 47-39)

Sant’Agata Bolognese: Serra, Violi 12, Terzi 6, Angelini 15, Patelli 6, Candini 7, Sabattini 1, Bruni 13, Accorsi, Testoni 4, Risi 2. All. Masetti.

Minerbio: Gamberini 4, Blanco 4, Cinti 4, Girolami 3, Gubellini 28, Musiani ne, Accorsi 9, Generali, Mattei, Gruppioni 2. All. Vibio.

CLASSIFICA
Audax Ferrara 6; Peperoncino Mascarino, Calderara, Diablos Sant’Agata Bolognese, Argelato, Vis Ferrara 4; Crevalcore, Delta Comacchio, A.MI.CA Minerbio, La Fenice Codigoro, Gallo 2; Happy Basket CastelMaggiore 0.

GIRONE E

PARTY & SPORT – MONTERENZIO 82 – 50

P&S Ozzano: Buonfiglioli 3, Capra 11, Leale 5, Fierro 6, Zerbini 7, Lazzari 14, Pierantozzi 6, Zanaroli 2, Rizzoni 14, Salvadè 9, Avallone 5. All. Nannetti

Monterenzio Basket: Magagnoli 6, Vignudelli 7, Lucchi, Tonelli A. 2, Ballestri 12, Brusa 3, Panbianchi, Costa 4, Boccardo, Stasolla 8, Bovolenta 6, Monari 2. All. Santini.

CASTEL SAN PIETRO – PGS BELLARIA 41 – 53

(12-14; 14-32; 28-44)

Castel San Pietro: Castellari, Marchi 1, Cavalieri 5, Castelli 2, Mascagna 4, Graziani 6, Calzolari 1, Farnè, Gavelli, Soldi, Vinera 17, Remondini 5. All. Martinelli.

Pgs Bellaria: Ascari 11, Romanelli 2, Bonetti 1, Pazzaglia 6, Naim Wadieh 19, Franzioni 5, Cavallari 2, Sanguettoli, Idà 2, Masoni 5, Dawson. All. Sisti.

Primo squillo per il PGS Bellaria che viola il palasport di Castel San Pietro con una nuova prova maiuscola in difesa.

BASKET CLUB RUSSI – SELENE 47 – 58

(13-17, 23-36, 30-46)

Russi: Montanari, Bellanti G., Bramante, Babini 5, Bellanti M. 4, Beghi, Bassi 5, Guidi ne, Canali 2, Santo 14, Venturini 17, Bagioni. All. Milandri.

Sant’Agata sul Santerno: Foronci, Pirazzini 16, Fabbri 8, Simoni 2, Tagliaferri, Gaddoni 10, Totaro 14, Baldrati 6, Pantani 2, Taroni, Merendi.

CASTIGLIONE MURRI – TITANS 63 – 73

(16-23; 34-41; 52-56)

Castiglione Murri: Buriani 19, Cuevas, Dettori 13, Di Pasquale, Fermi 2, Maestri 5, Pedrielli 1, Rizzardi 8, Salocchi 8, Samoggia 1, Stefanelli, Tacconi 6. All. Benini.

Titans Ozzano: Finessi 5, Rossi 8, Cairo 13, Tuccillo 4, Gamberini 15, Muniguerra 3, Gardotti 2, Paolucci 4, Ungaro 19, Minoccheri. All. Torrella.

La brutta uscita di pochi giorni prima è vivissima nelle menti dei giovani padroni di casa che danno da subito l’impressione di volersela giocare alla pari. Gli avversari, però, possono vantare tanti centimetri e chili vicino a canestro e in più, grazie all’inserimento di qualche giocatore fuori categoria, sono un discreto ostacolo da aggirare. Tenere dritta la barra non è cosa semplice, quando i ragazzi del Castiglione cercano di accorciare le distanze, gli ospiti piazzano tiri dalla lunga distanza che spingono nuovamente indietro i padroni di casa che dal canto loro, riprovano a guadagnare campo con rapidità e tenere il gioco dinamico per puntare gli avversari più grossi. L’esperienza paga, più di una volta il Murri si trova a guardare il contropiede rapidissimo degli avversari che, dopo aver subito canestro, sanno trovare con lanci lunghi a scavalcare la linea di metà campo con un giocatore che non ha partecipato all’azione difensiva a rimbalzo. Il divario tra le due squadre resta comunque ridotto, sotto il profilo tecnico si vedono anche difese a zona da entrambe le parti, sebbene i padroni di casa tirino bene dalla lunga distanza, i Titans non si scompongono e rispondono colpo su colpo ai tiri da 3 punti. Negli ultimi minuti di gara, forse a causa di una partita giocata continuamente col coltello tra i denti, il gioco del Castiglione perde brillantezza, i Titans si affidano alle mani sicure dei propri giocatori più navigati che trovano punti importanti nell’area dei tre secondi e spengono le velleità avversarie.

GIALLONERO – TATANKA BALONCESTO 58 – 41

(12-13; 21-23; 37-29)

Giallonero Imola: Minghè, Villa 18, Bertini, Ragazzini, Saloni, Spoglianti 8, Biancoli 14, Vannini 9, Esposito 4, Campomori 3, Bilardo 2. All. Creti.

Tatanka Imola: Bergamini 9, Costantino, La Ferla 5, Pirazzoli F. ne, Strada 2, Pirazzoli E. 2, Favilli 4, Franceschelli 6, Baldazzi 7, Castagnetti 6.

ISIS BASKET – MEDICINA BASKET 2007 53 – 61

(20-16; 31-31; 43-42)

Lugo: Scardovi M. 8, Baroncini 8, Zanoni 3, Martini 4, Ricci Maccarini, Marchetti, Romagnoli 3, Scardovi E. 12, Plazzi 3, Savini 8, Bazzocchi 4. All. Ortasi.

Medicina 2007: Buresti 25, Zanella 2, Guccini 3, Pinardi 2, Ugulini 5, Magli, Martelli 10, Rimondini 10, Dall’Olio, Randazzo 4. All. Bandini.

CLASSIFICA
P&S Ozzano, Titans Ozzano 6; Selene Sant’Agata sul Santerno, Giallonero Imola, Pgs Bellaria, Medicina 2007 4; Castiglione Murri, Isis Lugo, Castel San Pietro, Tatanka Imola 2; Monterenzio, Russi 0.

GIRONE F

BASKET2000 – CESENA 53 – 57

(10-14; 18-29; 40-43)

San Marino: Sarti 1, Fabbri, Gianotti, Barrena 4, Taddei 1, Berardi 9, Bronzetti 6, Guerra 3, Ugolini 17, Gambi 6, Bombini, Giardi 6. All. Liberti.

Cesena 2005: Defrancesco M. 1, Cacchi 4, Romano 6, Defrancesco L. 8 , Senni F. 5, Martini 9, Vittori 5, Babbini 17, Testa, Mordenti 2. All. Senni P.

SKIZZO – STELLA 53 – 40

(6-12; 19-20; 38-32)

Skizzo Rimini: Tamburini 4, Rizzo 12, Cappelli 1, Lanci 11, Brolli 7, Apreda 2, Gaudenzi 6, Bascucci 4, Sancisi 1, Ricciotti 5.

Stella Rimini: Distante, Naccari 6, Azzolini, Pari 4, Carigi 6, Muntangesu 9, Malagrida, Pinto 10, Bascucci, Bellucci 5. All. Bonaccorsi.

CESENATICO – CNO 50 – 61 

(16-14; 22-19; 35-48)

Pol. Cesenatico 2000: Montalti, Maraldi 2, Ricci 2, Casali 3, Albertazzi 12, Bravi 5, Cavalieri 2, Forti 3, Balestri 11, Pillastrini 10. All. Domeniconi.

Cno Santarcangelo: Cherubini 3, Donati 3, Rasponi 2, Fornari 6, Tinè 4, Nicoletti M, Tomassini 8, Nicoletti L. 18, Gavagna, Maioli 17. All. Morri.

BASKET 95 FAENZA – VILLANOVA BASKET TIGERS 51 – 50

(11-13; 22-22; 32-41)

Basket 95 Faenza: Santandrea 7, Dal Monte, Campanini 3, Romboli 6, Flauret, Troni 16, Cerini 11, Samorì 4, Catani, Bombardini, Rosti 4, Belosi. All. Vespignani.

Villanova Tigers: Toni, Rossi 5, Magnani 8, Bronzetti 9, Cangini 7, Villa 3, Semprini 2, Tomasi 6, Domeniconi 8, Falconi 2. All. Evangelisti.

A.I.C.S. BASKET FORLI’ – FIORENZUOLA CESENA 77 – 52

(18-11; 43-28; 59-36)

Aics Forlì: Naldi, Baldini 7, Dall’Agata 4, Laghi 19, Orioli 6, Turci 10, Balzani 6, Maltoni 3, Molinari 14, Berto 8. All. Montuschi.

Fiorenzuola Cesena: Zampa, Lucchi Max. 11, Biondi 10, Lucchi Mat. 1, Morsucci 2, Foschi 6, Cecchini 1, Bertani 9, Strada 6, Abbondanza 6. All. Amadori.

MORCIANO EAGLES – POL. FAVENTIA 2011 60 – 54

(18-14; 33-30; 50-41)

Morciano: Palazzi 2, Villa, Tanelli 2, Guastafierro 9, Lué Verri 14, Franchi, Masia 15, Badioli 5, Angeli 2, Battelli, Tamai 12. All. Filippucci.

Faenza: Ceroni 5, Graziani 4, Conti 15, Ramadhani Tanesini 10, Boattini 4, Liverani 2, Chiarini 4, Buti 3, Pini 2, Ercolani 5. All. Morigi.

Prima sconfitta stagionale meritata a Morciano per la Pallacanestro Faventia 2011. Si parte 2-6 con le triple di Boattini e Conti. Il primo quarto prende la firma degli Eagles che aumentano da subito l’intensità difensiva e offensiva giocando sulla permissività arbitrale. Il Faventia ci mette un po’ di più e lo fa solamente a tratti e sta qui il riassunto di tutto l’intera partita. Al primo intervallo manfredi sotto per 18-14 mostrando mollezza difensiva sotto tutti i punti di vista e con un attacco ampiamente sotto ritmo rispetto alle due partite precedenti. Nel terzo quarto Ramadhani Tanesini realizza 8 punti con due triple e controbatte alle iniziative di Luè Verri e Guastafierro, si vince il quarto (15-16), ma ancora Faenza non trova la chiave per cambiare l’inerzia della partita che va all’intervallo lungo sul 33-30. Masia, Guastafierro e Luè Verri portano al +10 Morciano, mentre il quintetto manfredo rientra in campo in maniera disastrosa. La girandola dei cambi permette di avere un minimo di iniziativa offensiva in più con Graziani e Conti, ma è a livello difensivo che la squadra é totalmente irriconoscibile. Il parziale porta anche a +13 i padroni di casa, ma si comincia l’ultimo quarto (50-41) sotto di nove lunghezze. Il 51-51 arriva con una tripla di Conti a 3’34” dalla fine, dopo uno scarico post rimbalzo offensivo catturato con energia da Liverani, il più vivace in fase di rimbalzo d’attacco per il Faventia. L’1-10 di parziale viene smorzato da un libero di Tamai, poi da una parte Ceroni viene colpito due volte in fase di tiro, ma la coppia arbitrale opta in entrambe le occasioni per il non-fischio ed il Faventia subisce prima due liberi, poi un contropiede di Palazzi. Il +5 Morciano é servito ed il finale serve solo per sigillare il vantaggio dei padroni di casa.

CLASSIFICA
CNO Santarcangelo 6; Tigers Villanova, Faventia Faenza, Fiorenzuola Cesena,  Eagles Morciano, AICS Forlì 4; Basket 2000 San Marino, Stella Rimini, Cesena, Basket’95 Faenza, Skizzo Rimini 2; Cesenatico 2000 0.

I risultati e i tabellini della terza giornata di C Regionale e serie D

Terza giornata per C Regionale e serie D. Le gare clou si giocheranno a Cavriago, Ozzano, Budrio e Castelnovo Monti. In serie D fari puntati su Pallavicini-Anzola e Spem-Altedo.
Due le notizie: l’Arbor Basket ha comunicato di aver tesserato l’ala, classe 1989, <strong>Shemsedin Bytyqi</strong>, uno dei protagonisti della salvezza ottenuta dalla prima squadra reggiana nella passata stagione. L’improvviso abbandono dell’attività, per motivi personali, di Armando Ganapini ha costretto la società a tornare sul mercato e Bytyqi si è dimostrato ben felice di poter tornare a vestire la casacca arborina.
In serier D, invece, si conferma grave la tegola dell’infortunio di <strong>Alberto Teodori</strong>. Per l’esterno luzzarese, dopo gli accertamenti medici, è stata riscontrata le lesione del legamento crociato anteriore del ginocchio destro, infortunatosi nella prima gara di campionato dopo appena 11′ di gioco. Per Teodori, quindi, la stagione è virtualmente conclusa visti i tempi di almeno 6 mesi lontano dai parquet. In bocca al lupo Alberto!

C REGIONALE

PALL. BUDRIO 2012 – DESPAR 4 TORRI 67 – 76
(26-20; 42-45; 56-65)
Budrio: Fimiani 4, Guidi, Casagrande 19, Nanni 22, Manin, Lazzari, Alberti, Quaiotto 7, Innocenti 9, Quarantotto, Bragiotti, Frazzoni 6. All. Cinti.
4 Torri Ferrara: Burresi 10, Bertocco, Fenati, Brandani 11, Parmeggiani 20, Lugli 9, Marchetti 1, Martini 6, Pasquini 9, Magni 2, Agusto 8. All. Cavicchioli.

BANCO EMILIANO – DILPLAST 92 – 80
(19-25; 42-47; 68-65)
Lg Competition Castelnovo Monti: Canuti Federico, Canuti Francesco 17, Fanelli 21, Filippi, Generali 2, Paulig 18, Siani 5, Vanni 11, Vezzosi, Mallon 18, Benvenuti ne. All. Djukic.
Montecchio: Basso 10, Colla 9, Ferrari 13, Giglioli 3, Grisendi 4, Guardasoni 2, Lombardi 14, Maggi 5, Marchini 5, Ongarini 15, Petrolini. All. Cavalieri.
Castelnovo torna a vincere davanti al pubblico amico come sempre caldo e numeroso. Parte fortissimo Montecchio e sembra apparire lo spettro della partita con Cavriago. Entra tutto alla squadra di Cavalieri (4 triple nel primo periodo) con Ongarini e Lombardi in gran spolvero. Castelnovo sembra poco lucida e spreca tanto in attacco. Comincia a mettersi in evidenza Francesco Canuti dall’angolo e Mallon da sotto. Il secondo quarto sembra diventare un allungo per Montecchio che realizza sempre tantissimo dalla distanza (Basso, Colla e Giglioli). Negli ultimi cinque minuti Castelnovo si tiene attaccata con Fanelli e Paulig e arriva anche al -3, per poi regalare una palla in rimessa negli ultimi due secondi e Ferrari non perdona. Si riparte e comincia la sinfonia degli Argentini e di Fanelli che, con un costante Canuti, porta la LG al sorpasso. La partita è sicuramente in bilico, Montecchio si carica di falli, si innervosisce e, nell’ultimo periodo, Castelnovo aumenta l’intensità difensiva, sembra più fresca e tenta l’allungo. A due minuti dalla fine i montanari sono avanti di dieci lunghezze e Montecchio è a zona, Canuti può tirare con i piedi per terra e realizza ancora (grande partita offensiva per Francesco). Si chiude l’incontro con tanta soddisfazione sugli spalti gremiti.

ME CART – V. MEDICINA 61 – 52
(24-18, 35-27, 49-41)
Cavriago: Baroni, Cervi 32, Codeluppi 9, D’Amore 2, Fantini 3, Giardina, Leonardi 5, Pellicciari, Pezzi 10, Zecchetti. All. Degl’Incerti Tocci.
Medicina: Persiani 8, Rossi, Govi G. 5, Sighinolfi 15, Biguzzi 8, Lorenzini, Martelli, Panico, Musolesi 6, Canovi, Seracchioli 2, Govi F. 8. All. Curti.
Primo quarto e l’inizio è scoppiettante: 9 punti di Cervi ben supportato da Codeluppi e Pezzi danno a Cavriago il vantaggio sul 24 a 18; la Virtus rimane in scia con la bombe di Sighinolfi e Persiani. Secondo periodo e la partita da gradevole diviene brutta e spigolosa: Medicina non vede più il canestro e sono 4 punti di Musolesi a tenere accese la speranze giallonere, mentre per Cavriago è un immenso Cervi che, confezionando 7 punti a fila, tiene a debita distanza la Virtus. Terzo quarto e la Virtus continua a giocare con lentezza e goffaggine, pessime le percentuali dal campo; Cavriago non fa tanto meglio, ma Cervi realizza 7 punti e tiene avanti i suoi sul 49 a 41. Quarto e decisivo periodo e la Virtus ha una reazione e, a 3’59” dal termine, gli uomini di Curti hanno la palla in mano sul -4 (54 a 50); purtroppo per i medicinesi è l’unico e l’ultimo sussulto Virtus, perché mentre i gialloneri sbagliano tutti i liberi da una parte, Cervi dall’altra ne sbaglia solo uno e, con 9 punti nel periodo, mette in ghiaccio la partita in favore di Cavriago.

SPAL – GRANAROLO BK 73 – 65
(18-10; 30-35; 47-44)
Correggio: Anumba M. 2, Magnani 15, Fassinou 2, Giani, Galeotti 8, Amici 8, Villani 2, Riccò, Stefanini 11, Lusvarghi 5, Anumba S. 20. All. Paladini.
Granarolo Basket: Ferri 9, Busi 12, Governatori 2, Tugnoli 5, Paoloni 5, Bertuzzi 12, Marchi 4, Torriglia 4, Millina, Spettoli 12. All. Trevisan.
Parte bene la Spal è chiude il primo quarto avanti per 18-10, mettendo in campo maggiore aggressività in difesa e più convinta in attacco rispetto alle prime due gare. Nel secondo quarto Granarolo si rende più pericolosa e si riavvicina alla Spal (25-28 al 6′). I gialloneri smarriscono la via del canestro e grazie ai liberi Granarolo so porta avanti (28-32 all’8′) e chiude il quarto sul 30-35. Nel terzo quarto una buona iniziativa di Magnani riporta sotto la Spal, Lusvarghi e un grande Simon Anumba per il 36-37 e Galeotti per il nuovo vantaggio Spal (38-37). Tripla di Stefanini per il primo +6 Spal, ribadito subito dopo da una bella combinazione Magnani-Villani in contropiede. Sempre grazie ai liberi Granarolo (23/32 alla fine) rimane in scia e la terza frazione che si chiude 47-44. Nell’ultimo quarto Granarolo ripropone la difesa aggressiva contro la quale la Spal trova qualche difficoltà e Granarolo rimette la testa avanti (47-49 al 3′). Galeotti – Simon Anumba e Correggio di nuovo a +4 (53-49 al 4′). Tripla di Simon Anumba e antisportivo a favore sempre della guardia correggese e, a -4’30”, la Spal si porta sul 58-49. Granarolo si rifà sotto con la tripla di Marchi, ma ancora Anumba (tripla) e Amici in schiacciata mantengono avanti la Spal (63-52 a -3′). Cinque punti di Spettoli e Granarolo a -6. Liberi di un infallibile Stefanini, Busi da sotto e 66-59 sul libero di Amici. Antisportivo a Tugnoli e tecnico a Marchi e Anumba in lunetta per il 68-59 a -1’30”, parziale che risulta decisivo per i reggiani che chiudono vittoriosamente per 73-65. MVP della partita sicuramente un ottimo Simon Anumba, che ha chiuso con 20 punti e 13 rimbalzi, oltre a tanta difesa.

FLYING BALLS – G. SAFFI 72 – 67
(20-14; 42-32; 49-52)
Ozzano: Marrobio, Verardi 5, Mini 13, Rossi 18, Caprara, Regazzi 4, Teglia, Guazzaloca 5, Martelli 3, Rambelli 6, Gianasi 18. All. Grandi.
Giorgina Saffi Forlì: Frigoli 10, Pena Mejia, Conocchiari 20, Ravaioli 11, Piazza 6, Soldati 3, Serrani, Emiliani, Agatensi 17. All. Agnoletti.
Terza vittoria consecutiva per i New Flying Balls che vincono contro la Giorgina Saffi Forlì per 72 a 67 dopo essere stati rimontati dal +15 e dopo un finale soffertissimo. Partono forte i ragazzi di coach Grandi che trovano dopo pochi minuti la doppia cifra di vantaggio (16-6). I Flying, privi di Pasquali e dell’influenzato Savic, perdono per diversi minuti anche Verardi, Rambelli e Rossi, tutti e tre usciti per acciacchi, ma tutti e tre rientrati in campo tra la fine del secondo e l’inizio del terzo periodo. Dopo aver chiuso il secondo quarto avanti di dieci lunghezze (massimo vantaggio sul +15 al minuto 18), nel terzo quarto Ozzano trova difficoltà nell’andare il canestro e gli ospiti rientrano nel punteggio fino al sorpasso avvenuto al 30’ con una bomba del solito Conocchiari. Ultima frazione punto a punto ma a poco più di centoventi secondi dallo scadere la Giorgina Saffi trova un insperato +4. Sembra la fine per Ozzano, ma un canestro di Guazzaloca e un gioca da tre punti di Gianasi ricambia l’inerzia del match e riporta avanti Ozzano (68-67). Forlì non segna più negli ultimi sessanta secondi, Ozzano dalla lunetta con Rossi e Gianasi allunga fino al +5 finale.

CVD BASKET CLUB – BOLOGNA BASKET 2011 52 – 70
(13-17; 29-37; 43-57)
CVD Casalecchio: Gamberini, Spadellini, Mazzoni 10, Marzioni 8, Lanzi 15, Truzzi 2, Masetti, Fuzzi 2, Cuozzo 2, Taddei, Nannetti 11, Marcheselli 2. All. Loperfido.
Bologna Basket 2011: Gargioni, Chiarini A. 7, Tolomelli 3, Chiarini S. 7, Guerri 6, Tugnoli 11, Lippa 2, Ballardini 19, Bianchini 14, Diop 1, Ayiku. All. Duo.

FOR – STARS 55 – 56
(14-11; 26-23; 34-40)
Pontevecchio: Benuzzi, Brancaleoni, Cruzat 11, Di Rauso 4, Falzetti 4, Galeotti 15, Garagnani 2, Girotti, Luppi 3, Mantovani 1, Tinti 12, Torresani 3. All. Savini.
Stars: Bitelli 10, Garrossi 2, Orlando, Lalanne 2, Menarini 15, Testoni, Landuzzi 2, Morando, Flori, Maestripieri 10, Pecchia, Parenti 15. All. Cantelli.

NOVELLARA – ARBOR 70 – 67
(20-17; 40-31; 55–51)
Pallacanestro Novellara: Baracchi A., Margini 10, Bartoli 2, Folloni 18, Rinaldi 2, Baracchi M. ne, Bagni ne, Carpi 3, Ciavolella 14, Colla 8, Croci 13, Verbitchi ne. All.Ligabue.
Arbor Reggio Emilia: Boselli 10, Visini ne, Braglia 13, Maione 8, Simonazzi 16, Ligabue 1, Franzoni 4, Maioli 6, Alfano 4, Bytyqi 4. All. Baroni

CLASSIFICA
S.B. CAVRIAGO 6 3 3 0 222 164 +58
4 TORRI FERRARA 6 3 3 0 232 188 +44
FLYING BALLS OZZANO 6 3 3 0 236 215 +21
ARENA MONTECCHIO 4 3 2 1 224 206 +18
G. SAFFI FORLI’ 4 3 2 1 206 190 +16
L.G. COMPETITION CAST. M. 4 3 2 1 235 227 +8
BOLOGNA BASKET 2011 4 3 2 1 201 195 +6
NOVELLARA 4 3 2 1 196 205 -9
BUDRIO 2 3 1 2 209 200 +9
VIRTUS MEDICINA 2 3 1 2 205 210 -5
ARBOR REGGIO 2 3 1 2 206 215 -9
CORREGGIO 2 3 1 2 195 217 -22
STARS BOLOGNA 2 3 1 2 176 210 -34
GRANAROLO BASKET 0 3 0 3 187 208 -21
CVD CASALECCHIO 0 3 0 3 173 213 -40
PONTEVECCHIO BOLOGNA 0 3 0 3 169 209 -40

SERIE D GIRONE A

PALLAVICINI – ANZOLA 67 – 68
(22-18; 34-45; 53-57)
Pallavicini: Tosiani 3, Cenesi 19, Bavieri ne, Nanni G. 4, Zagano, Giunchedi 4, Ferraro 5, Sgargi 3, Nanni M. 2, Dawson 6, Bertarelli, Minghetti 21. All. Morra.
Anzola: Poluzzi ne, Venturi D., Venturi N. 3, Pappalardo 21, Boldini 6, Fiorini 5, Lambertini 3, Franchini 4, Kalfus ne, Brancaccio ne, Mazza 9, Zanata 17. All. Sacchetti.
Una tripla, allo scadere, del diciottenne Nicola Venturi, ha gelato una “Lercaro” che sognava di vivere un’altra vittoria sulla sirena dopo quella con Piacenza. I padroni di casa erano partiti bene grazie a Cenesi e riuscivano a mantenere sempre qualche lunghezza di vantaggio nonostante un ottimo Pappalardo. Nel secondo quarto si svegliava Mazza e, con un parziale di 0-12, Anzola volava sul 27-36 al 15’. Con una zona mobile 1-2-2, coach Morra limitava i danni, ma era nella ripresa che la musica cambiava grazie ad un monumentale Minghetti. Controbreak di 13 a 0 e sorpasso sul 47-45 (11 punti su 13 del “Mago”). Da lì in poi, nonostante l’espulsione per proteste di Boldini, iniziava una lunghissima volata. Sul 66-65, a -21”, un antisportivo sembrava chiudere la contesa a favore dei felsinei, ma il successivo 1/4 dalla lunetta lasciava una porta aperta agli ospiti che ne approfittavano, dai 6,75, proprio qualche decimo prima del suono della sirena.

RADIOCOOP – SAN MAMOLO 80 – 53
(23-7; 43-17; 63-39)
Piacenza: Massari 20, De Lillo, Antozzi 7, Sela 6, Piroli 10, Popov 11, Betti 9, Scarionati 7, Villa 4, Zanangeli 4, Markovic 2, Villani. All. Mambretti.
San Mamolo: Beccari 5, Quadri S. 1, Martelli 3, Demetri 16, Ghelli 2, Quadri A. 11, Gabrieli 4, Boldarino 6, Fiorentini 3, Cavazza 2, Lamborghini. All. Munzio.

FIORANO – TECNOFONDI 64 – 46
(11-9; 28-24; 50-32)
Fiorano: Di Curzio 6, Zogay 1, Ruggeri 8, Fogliani, Lambertini 12, Lanzellotto, Marescotti 8, Domenichini 7, Lucchi 10, Melegari 10, Galloni 2. All. Davolio.
Nazareno Carpi: Sbisà 2, Compagnoni 16, Goldoni 3, Doddi 12, Pravettoni 6, Cavallotti, Salami 4, Saetti, Barigazzi, Menon 2, Cantarelli. All. Testi.

EUROSYSTEM – VIS PERSICETO 84 – 60
(23-12, 36-34, 68-48)
Luzzara: Vezzani 5, Cani, Costantino 16, Caleffi 16, Salati 9, Gelosini 5, Sereni 3, Neviani 11, Neri 7, Freddi 12, Ploia. All. Beltrami.
San Giovanni in Persiceto: Scagliarini, Chiusoli, Morisi 2, Parmeggiani, Cornale 10, Almeoni 15, Missoni 13, Genovese 9, Galli 1, Ferrari, Rusticelli ne, Pederzini 10. All. Rusticelli.
Risposta di carattere per gli Aquilotti che sconfiggono senza appello Persiceto e colgono i primi due punti stagionali. Dopo due prestazioni difficili e la conferma della gravità dell’infortunio di Teodori, i ragazzi di coach Beltrami scendono in campo con una prestazione di squadra (tutti almeno 13′ in campo), sconfiggendo anche i propri fantasmi. Eagles che recuperano Caleffi e Sereni, ma soprattutto che scendono in campo con il piglio giusto contro una Persiceto fino a quel momento imbattuta (12-8 al 5′). I canestri di Costantino e di un ispirato Neviani sono frutto di una difesa precisa e di un contropiede chirurgico. Al 13′ è +16 (30-14) con già otto giocatori a referto. Coach Rusticelli si gioca la carta della zona, che già aveva fatto soffrire gli Aquilotti nelle due precedenti giornate. L’impatto è difficile, complice anche una situazione falli poco rosea: il contro-break guidato da Genovese-Missoni permette ai persicetani di andare al riposo con un solo canestro di svantaggio, mentre gli Eagles entrano negli spogliatoi con tanti dubbi (36-34). Evidentemente però le parole di coach Beltrami sono quelle giuste, perché l’uscita dall’intervallo è di quelle da stropicciarsi gli occhi. Gelosini apre con la tripla, Caleffi segna e fa segnare, Costantino e Freddi dominano: 13-0 contro la zona e ospiti che devono trovare altre soluzioni (49-34). Pederzini prova a scuotere i suoi ma ottiene solamente un’altra folata di Caleffi che segna dall’arco il suo 12° punto del quarto ed un 5-0 firmato capitan Salati (con tripla in contropiede) che segna il +20, ma soprattutto i 32 punti segnati nella terza frazione (68-48). Negli ultimi 10′ l’intensità non cala: i bolognesi ci provano ma gli Aquilotti non si fermano (78-54 al 27′). C’è tempo per la standing ovation e per l’esordio in carriera di Ploia prima del meritato applauso finale.

BAOU TRIBE – SALSO 61 – 43
(19-13; 28-22; 40-29)
Baou Tribe San Lazzaro: Gruppi 9, Marinelli 14, Fornasari, Bernardi 4, Cantore 9, Pirazzoli 6, Mellara 3, Forni, Masrè 7, Paladini 7, Capobianco 2. All. Lelli.
Salsomaggiore: Balbo 5, Talassi 2, Zamboni 7, Aimi 4, Maccini 11, Rattotti 5, Bonzani 5, Lucchini, Lettieri 4. All. Allodi.

PSA – SAMPOLESE 65 – 56
(16-15, 32-24, 48-40)
Psa Modena: Barbieri 12, Malverni 2, Macchelli 2, Tamagnini ne, Petrella 6, Bertoni 10, Mezzetti 7, Marasca 13, Di Talia 2, Frilli 9, Govi, D’Imprima 2. All. Bertani.
San Polo d’Enza: Davoli, Monti 13, Minardi 11, Maggiali 4, Margini 4, Hasa ne, Tognoni 6, Tondo 6, Bizzocchi 3, Pezzi 9. All. Immovilli.

ATLETICO – FULGOR 62 – 72
(21-16; 31-31; 40-49)
Atletico: Guidi, Proto 13, Farneti 3, Grassi 8, De Simone 4, Artese 4, Selvi 2, Turchetti 10, Rossi 6, Poluzzi 5, Pedroni 5, Veronesi 2. All. Pietrantonio.
Fidenza: Rigoni 3, Orsi 6, Iacomino 17, Rubini, Ceci M. 15, Zerbini 23, Gelmini 8, Imeri, Ceci A. All. Fiesolani.
Per venti minuti i “reds” comandavano le operazioni, ma non riuscivano a prendere il comando delle operazioni e nella ripresa, contro le zone di Fidenza, puntando troppo sul tiro da fuori si trovavano rapidamente in svantaggio. Nel quarto conclusivo il nervosismo dei felsinei portava gli ospiti a +20 e, nel finale, c’era una reazione che serviva soltanto per rendere meno amaro il fiele delle sconfitta.

VOLTONE – MAGIK 78 – 53
(21-12; 35-22; 55-34)
Voltone Zola: Perrotta 4, Galassi 8, Codicini, Sterpi 12, Lombardo 2, Giacometti J. 6, Bruzzechesse 7, Romagnoli 12, Credi 15, Menzani 5, Orlandi 6, Varotto 1. All. Amanti.
Magik Parma: Bazzoni 4, Donadei 4, Malinverni N. 1, Malinverni L. 9, Cavaglieri 4, Gibertini 5, Diemmi, Olagundoye 8, Longinotti 5, Guidi 10, Berlinguer 2, Fava 1. All. Lopez.

CLASSIFICA
VOLTONE ZOLA 6 3 3 0 215 164 +51
COLLEGE FIDENZA 6 3 3 0 204 168 +36
BAOU TRIBE SAN LAZZARO 6 3 3 0 204 169 +35
ANZOLA 6 3 3 0 205 177 +28
PIACENZA BC 4 3 2 1 221 179 +42
PALLAVICINI BOLOGNA 4 3 2 1 197 195 +2
VIS PERSICETO 4 3 2 1 191 190 +1
AQUILA LUZZARA 2 3 1 2 188 188 +0
FIORANO 2 3 1 2 168 170 -2
PSA MODENA 2 3 1 2 192 198 -6
SAMPOLESE 2 3 1 2 174 189 -15
MAGIK PARMA 2 3 1 2 174 200 -26
SAN MAMOLO BOLOGNA 2 3 1 2 181 209 -28
ATLETICO 0 3 0 3 190 214 -24
SALSOMAGGIORE 0 2 0 2 89 129 -40
NAZARENO CARPI 0 3 0 3 164 207 -43

SERIE D GIRONE B

BASKET RICCIONE – ARTUSIANA BK FORLIMPOPOLI A.D. 67 – 61
(16-18; 31-37; 52-53)
Riccione: Brunetta, Zaghini, Amadori Mi. 14, Raffaelli, Amadori Ma. 2, Brattoli 10, Perini, Tononi 19, Ambrassa, Biagini, De Martin 14, Polverelli 8. All. Foschi.
Forlimpopoli: Rossi 14, Marzolini, Calboli 2, Manucci 8, Vandelli 9, Crocini 15, Chezzi 8, Servadei 5. All. Bondi.

SPEM MATTEI – ALTEDO 59 – 58
(20-8; 32-28; 42-50)
Ravenna: De Fanti 20, Cirillo 5, Morigi 3, Vistoli 9, Saccardi 6, Senni 5, Bartolotti, Basaglia 4, Raspa 5, Trerè 2. All. Focarelli.
Altedo: Gnudi 1, Lollini 20, Dal Pozzo 9, Baccilieri 4, Bovo 6, Pigozzi 7, Zanolli 7, Soresi, Bulgarelli 2, Gnan 2, Monari, Balboni ne. All. Bacchilega.
Continua la striscia di vittorie per la Spem che, fra le mura amiche, riesce ad avere la meglio anche in una partita al cardiopalma della corazzata Altedo, trovandosi alla terza giornata in testa al campionato a punteggio pieno. Partono forte gli uomini di coach Focarelli e nella prima frazione scappano subito in vantaggio sul +12 del 10’. Nei due quarti centrali però il dominio sotto le plance è tutto della formazione ospite che riesce a piazzare due sostanziali parziali che la portano a condurre la contesa all’ultimo intervallo corto. Nell’ultima frazione, però, è ancora una magistrale difesa ravennate, che per due quarti in una gara, relega uno degli attacchi più prolifici dell’intero campionato a solo otto punti, a consegnare il referto rosa ai gialloblù che possono così festeggiare il terzo hurrà stagionale.

CURTI – AICS JUNIOR 74 – 60
(22-14, 48-29, 60-49)
International Imola: Folli 19, Benghi 11, Genoni, Grandolfi 9, Cai 7, Cardelli, Martini 8, Caprara A., Caprara J. 2, Scagliarini, Dirella 11, Masoni 7. All. Fazzi.
Aics Forlì: Grossi, Pusatteri, Fumagalii 18, Ragazzi 2, Ruffilli, Guaglione, Cortini 8, Gaiotti 24, Ghetti, Zannoni 8, Arpaia, Ferri. All Chiadini.
Vittoria casalinga della Curti che, grazie al ritmo ed alla maggior freschezza, regola l’Aics Forlì che presenta una squadra composta da giovani ,ma che ha nel terzetto dei “sempreverdi” Fumagalli, Gaiotti e Zannoni i punti di forza. L’avvio lento dei padroni di casa consente ai forlivesi di restare in partita con un Gaiotti che per stazza fisica risulta immarcabile per i biancorossi e sarà una spina nel fianco per l’intero incontro, distribuendo nei quarti i propri punti con un calo solo nell’ultimo. A metà del primo quarto alcune accelerazioni di Folli e Grandolfi scavano un “break” importante che aumenta nel secondo, nonostante il passaggio alla difesa a zona dei forlivesi, (19 punti all’intervallo) che provano a rientrare in partita nel terzo, grazie soprattutto a Fumagalli. La squadra di Fazzi si lascia recuperare una decina di punti ma poi riprende il controllo della partita e conclude la sua seconda vittoria casalinga.

OLIMPIA – GRIFO 61 – 49
(18-12; 24-23; 43-34)
Olimpia Castel San Pietro: Binassi 15, Boschi 2, Corazza 7, Farnè 2, Fortunati ne, Franceschini 12, Galloni ne, Gianninoni 1, Pancaldi 8, Scala 4, Sgorbati, Ziron 10. All. Zarifi.
Grifo Imola: Turrini, Orlando 19, Canè 2, Pasini 11, Lanzoni 6, Linguerri 2, Zaccherini, Guerra, Sgubbi ne, Dragicevic 9. All. Pasotti.

GUELFO – MOLINELLA 58 – 47
(19-12; 30-25; 46-32)
Castel Guelfo: Buscemi 5, Coraini 7, Gianasi 1, Baccarini 3, Paluan 3, Bernabini 14, Miceli 4, Ventura ne, Minghetti ne, D’Andola 16, Giordani 5, Bacci ne. All. Serio.
Molinella: Calvi 12, Quartieri 6, Checcoli 2, Ricci 3, Testi 8, Alessandri 8, Tagliavini, Ugulini 2, Pascoli ne, Gualandi, Serio L. 4, Trippa 2. All. Baiocchi.

VENI BASKET – BASKET 95 IMOLA 67 – 50
(18-12; 33-29; 51-34)
San Pietro in Casale: Settanni ne, Frascaroli 19, Meola 2, Sgarzi 2, Barbieri 5, Pastore 2, Vinci 10, Minozzi G. 9, Iannicelli 4, Pederzoli 2, Bartolozzi 10, Folesani. All. Minozzi M.
Basket’95 Imola: Giovannini 2, Baruzzi 8, Foronci, Mastrilli 6, Rossi ne, Mezzini, Barbagelata 9, Rubini 13, Gargioni 10, Baruzzi, Crisà 2, Spagnoli ne. All. Fazzi.

BASKET VILLAGE – BELLARIA 68 – 53
(17-6; 34-20; 53-33)
Basket Village Granarolo: Franchini 1, Paoloni 3, Ballini 10, Costa 2, Salicini 7, Carrera 5, Nicotera 9, Nobis 4, Marega 6, Pedrielli 11, Marcheselli L 3, Brotza 7. All. Calore.
Bellaria Basket: Mussoni Mi 2, Bomba, Stabile, Tamai 4, Sacchetti 5, Mbaye 4, Mussoni Ma 10, Novello, Verni 14, Bindi 10, Samb 4. All. Ferro.

SB FERRARA – ARGENTA 51 – 62
(16-16; 21-26; 31-46)
Scuola Basket Ferrara: Abdulfath, Pusinanti 8, Ferrarini 4, Zavarini, Rimondi, Frignani 11, Fabbri 5, Bottoni 12, Natali, D’Ascenzo 4, Parigi, Bereziartua. All. Colantoni.
Argenta: Magnani 24, Cesari R. 2, Quaiotto, Spinosa 9, Taglioli, Malagolini 2, Zanetti 6, Rubbini 7, Brignani 2, Mortara, Thiam 10, Stegani. All. Panizza.

CLASSIFICA
GUELFO 6 3 3 0 192 147 +45
BASKET VILLAGE GRANAROLO 6 3 3 0 221 193 +28
SPEM MATTEI RAVENNA 6 3 3 0 194 174 +20
OLIMPIA CASTEL S. P. 4 3 2 1 197 174 +23
INTERNATIONAL IMOLA 4 3 2 1 202 180 +22
DOLPHINS RICCIONE 4 3 2 1 208 190 +18
VENI SAN PIETRO IN CASALE 4 3 2 1 188 174 +14
ARGENTA 4 3 2 1 187 175 +12
ARTUSIANA FORLIMPOPOLI 4 3 2 1 202 193 +9
ALTEDO 2 3 1 2 201 200 +1
S.B. FERRARA 2 3 1 2 169 177 -8
MOLINELLA 2 3 1 2 157 197 -40
BASKET’95 IMOLA 0 3 0 3 188 218 -30
AICS FORLI’ 0 3 0 3 175 206 -31
GRIFO IMOLA 0 3 0 3 165 204 -39
BELLARIA 0 3 0 3 167 211 -44

Campionato di Promozione, week 2

Secondo appuntamento per il campionato di Promozione dove spicca il derby Montevenere-Masi.

GIRONE A

CASTELLANA – CSI SANT’ILARIO 72 – 81
(14-17, 35-31, 52-51)
Castellana: Coppeta 5, Eccher, Di Giorgio 3, Fanaletti 6, Brandolini, Zanelli, Derba 7, Ziotti 2, Zamboni 29, Belli 3, Mazzocchi 17. All. Piva.
Sant’Ilario: Sistici 7, Simoni 10, Setti M. 14, Spaggiari 2, Medici 3, D’Amore 23, Bigliardi 9, Dotti 6, Rosi G. 2, Rosi F. 5. All. Violi.
La Castellana Bakery non dà seguito alle buone sensazioni suscitate nella prima giornata ed offre, al debutto tra le mura amiche, un spettacolo meno avvincente e più preoccupante per lo staff tecnico. Quest’ultimo avrà molto da lavorare, nelle prossime settimane, per dare amalgama e fiducia nei propri mezzi al giovane gruppo Castellano. Anche questa volta Bakery stecca all’avvio di match, andando in breve, sotto 2-12, mostrando scarsa attitudine a rimbalzo e difesa rivedibile. Più decisi i Ciessini, con Simoni che mostra una buona presenza in campo. Bakery rimonta, poi, spinta da un eroico Zamboni, che scuote i suoi e chiude a -3 (14-17). Nel secondo quarto Zamboni è spina ovunque nella difesa di S.Ilario e grazie a lui ed a Mazzocchi, Bakery piazza una frazione da 21-14 e chiude in vantaggio all’intervallo lungo. S.ilario, però, continua a macinare gioco e dà l’impressione di essere squadra solida ed osso duro da rodere.Alla ripresa, i reggiani riagguantano il pareggio (40-40) con Setti che si mette in evidenza e D’Amore che inizia a scaldare le polveri dalla distanza. Sarà proprio quest’ultimo a spaccare la partita nell’ultimo quarto. Sul 61-60 per Bakery, S.llario ruba palla a metà campo e con un passo e tiro di Bigliardi si porta avanti. Poi D’Amore, che aveva già segnato 5 punti in frazione, piazza in un amen una raffica di tre bombe dai 6,75 che stende la Castellana, stordita ed incapace di reagire. Zamboni prova a far rialzare la testa ai suoi, ma è troppo tardi e, con lo stillicidio finale di liberi, S.Ilario si aggiudica il match.

PRIMOGENITA – BASKET SOLE 48 – 55
(18-11, 28-35, 37-44)
Basket Sole Piacenza: Ciuti 3, Poggi 7, Protto 13, Lucev, S. Sebastiani 2, Rancati 7, Cornelli, Azzali 9, Arata 2, M. Mori, R. Mori 12, Gelmini. All. Cavagnoli.
Il Basket Sole raddoppia e, dopo aver battuto la Planet Parma nella giornata d’esordio, supera anche la Primogenita a Calendasco, nella prima trasferta stagionale. Successo sofferto oltre il previsto per la squadra di Fabio Cavagnoli, che gioca contratta praticamente per tutto l’arco della partita, patendo la vivacità e la brillantezza della formazione allenata da Simone Nadal. Alla distanza, emerge la maggior esperienza di un Basket Sole troppo lento e macchinoso, capace comunque di risparmiarsi quantomeno istinti suicidi. L’avvio è tutto di marca locale: la Primogenita vola sul 18-8, mentre i rossoblù fanno collezione di palle perse. Buio pesto nel primo quarto, chiuso a -7: 11-18. Nel secondo periodo il Basket Sole gioca il suo miglior basket di giornata. All’improvviso la lampadina del gioco si accende, la difesa morde e il parziale è davvero incoraggiante: 24-10. Velocità costruttiva e precisione in attacco permettono ai rossoblù di ribaltare la situazione e di andare al riposo lungo avanti 35-28. La difesa a zona dà buoni frutti e la partita sembra incanalata verso una comoda discesa. E, invece, è una pura illusione perché nel terzo periodo tornano i fantasmi d’inizio partita. Poggi e soci riprendono a balbettare sotto ad entrambi i canestri, soprattutto in attacco, bloccandosi alla miseria di 9 punti realizzati in 10′. La Primogenita non riesce a fare meglio e il Basket Sole rimane a distanza di sicurezza, senza comunque riuscire a dare l’impressione di chiudere la partita. Calendasco ci crede e all’inizio dell’ultimo periodo rosicchia ancora qualche punto, arrivando addirittura anche a -3. Ma qui il Basket Sole la butta sull’esperienza, trovando qualche buon canestro e concludendo l’operazione con i precisi tiri liberi di Protto. La Primogenita nulla concede, senza però trovare un guizzo in grado di piazzare il sorpasso. Alla fine, comunque, meritandosi sinceri complimenti e tanti applausi. Il Basket Sole salva il risultato, ma poco altro.

VALTARESE – DUCALE 55 – 61
Borgo Val di Taro: Leonardi 6, Verti E 8, Cresci, Sabini, Baldi, Reboli 10, Coppini 3, Del Maestro 10, Dellapina, Giraud 10, Verti N 4, Oppo 4. Coach: Baldi
Ducale Parma: Ponticelli 7, Bertolini 7, Gozzi 10, Solimè 12, Montanaro, Frazzi 2, Carretta, Vento L, Vento S 2, Rosi 18, DiBrino 3. Coach: Padovani, Fochi
Ottima vittoria in quel di Borgotaro, ottenuta con 40’ di grande intensità, contro un ottimo avversario e su un campo sempre difficile come quello della Valtarese. Partono bene i biancorossi: ritmo altissimo, quasi frenetico. I ducali sono ancora a pranzo, sulla fonte di Frazzi campeggia la scritta “volevo andare al mare”. Un paio di triple (Ponticelli e Bertolini) ci riportano in partita. Di gioco se ne vede poco, molto agonismo, grande intensità, ma una scarsa organizzazione da entrambe le parti. la Ducale cerca di servire i propri lunghi, almeno oggi abbiamo qualche cm in più. Ma gli avversari tengono il piede sull’acceleratore e, grazie a diverse transizioni e qualche secondo tiro in attacco, Borgotaro è sempre avanti. Si va all’intervallo sul 30-29 Valtarese. Ce bisogno di più maturità – allora sema a post – calma e concretezza. Gozzi, oggi uno dei migliori, si supera in un paio di conclusioni sotto i tabelloni. Borgotaro non molla e con un paio di canestri di Verti rimane in partita. La svolta la porta Rosi, che con tre bombe consecutive ci regala il sorpasso e il giusto slancio per affrontare con un tranquillo +8 gli ultimi minuti di gara. In realtà di tranquillo non c’è niente: Valtarese accelera ulteriormente, arrivando a triplicare sul playmaker e recuperando diversi palloni. Fortunatamente Solimè si inventa un paio di canestri dei suoi e i padroni di casa spingono molto, ma non segnano quasi mai. I minuti passano veloci fino al 55-61 finale.

SALSOMAGGIORE CITY – CUS PARMA 53 – 65
(15-30, 26-38, 36-57)
Salsomaggiore: Barborini, Tedeschi 4, Marchesi 7, Cigala 2, Antonicelli F. 2, Veronese 2, Usai 2, Cremaschi 13, Cesari 8, Gianelli 13, Ravanetti, Antonicelli A. ne.
Parma: Bettera 4, Bersini 3, Andreoli 17, Bellicchi 3, Marcucci, Imbimbo 2, Lusardi 2, Manuto 1, Faveri 2, Cervi 18, Bertoni 13. All. Marafetti.
Cus Parma che espugna l’ostico campo del Salso con una prestazione non del tutto convincente, ma si sa, quello che contano sono i due punti in classifica. Avvio di gara con Salso che segna nelle prime due azioni, poi Bertoni e Andreoli prendono per mano la squadra e gli ospiti iniziano a carburare. Il primo quarto si chiude sul 30 a 15 per i cussini. Ma i ragazzi di Salso non vogliono cedere e cercano con una pressione difensiva ai limiti del regolamento di rompere gli schemi e la tranquillità dei rosso crociati. A metà gara il Cus è avanti per 26 a 38 e i padroni di casa hanno energie e determinazione per tenere vivi i giochi fino alla fine. Nel terzo quarto la fisicità di Cervi e Lusardi ed i guizzi delle guardie permettono al Cus di arrivare ad oltre venti lunghezze di vantaggio. L’ultimo quarto vede il Salso non mollare e tornare sotto nel finale. Qualche duro fallo di troppo tra i giocatori e qualche non fischiata di troppo da parte degli arbitri rendono la partita nervosa e brutta. Tra i padroni di casa svetta la prova di Cremaschi, sempre sul pezzo e lottatore impavido tra le montagne cussine. Per il Cus buon esordio del giovane Imbimbo e positivo ritorno in campo di Davide Manuto dopo qualche anno di inattività.

MARCONI BASKET – IRA TENAX 64 – 59
(19-16, 31-32, 45-46)
Castelnovo di Sotto: Montanari 5, Rossi, Benassi 6, Magliani 6, Rancati 8, Castagnaro 12, Aldrovandi, Fontanelli, Bellagamba 3, Davolio D. 6, Davolio A. 10, Bedenghi 5. All. Grobberio.
Cortemaggiore: Spotti 11, Bertoni, Gorreri 21, Maccagni M. 10, Salardi 8, Righi 2, Valla 3, Paini, Laurenza 4, Gandolfi ne, Maccagni A. ne. All. Podestà.
Mal di trasferta per Cortemaggiore, coincidenza vuole che venerdì 17 vede sfumare la vittoria dopo una classica serata storta al tiro. Primo quarto sotto il segno dei padroni di casa, un Davolio ispirato colpisce da tutte le parti, mentre Gorreri&compagni capiscono subito che il tiro dalla lunga distanza sarà di ben poco aiuto (2/20 alla termine della gara). Secondo periodo di gioco , finalmente i biancoverdi riescono a servire con costanza la palla sotto canestro ai lunghi, reparti dove i reggiani appaiono un po sguarniti, Salardi e Maccagni capitalizzano diversi rimbalzi offensivi , Corte attacca bene la zona avversaria, ma si va al riposo lungo in sostanziale parità. Terza frazione in cui le due squadre ancora testa a testa non riescono ancora a far emergere un padrone del match, come in precedenza si assiste al duello a distanza tra i lunghi magiostrini e gli esterni locali. Ultimo quarto, sempre punto a punto, il continuo botta e risposta genere un po’ di nervosismo da ambo le parti, Gorreri e Valla provano a dare uno scossone, ma sono due triple consecutive negli ultimi due minuti da parte dei Reggiani a mettere la parola fine e a far registrare la prima sconfitta stagionale per Cortemaggiore.

PLANET BASKET – MONTEBELLO BASKET 2011 Sospesa

CLASSIFICA
Cus Parma, Ducale Parma, Basket Sole Piacenza, S. Ilario 4; Ira Tenax Cortemaggiore, Montebello Parma*, Marconi Castelnovo Sotto 2; Salsomaggiore City, Planet Parma*, Valtarese, Primogenita Calendasco, Castellana Castelsangiovanni 0.

GIRONE B

BIBBIANESE – SCANDIANO 56 – 65
(12-20, 27-31, 35-51)
Bibbianese: Zaccaria 6, Salati 2, Reni 4, Ghirardini 8, Gala 4, Vignali 7, Olivares 8, Francia ne, Bartoli 9, Farioli 8. All. Reverberi.
Scandiano: Fontanesi 4, Guarino, Fevola 6, Guidetti ne, Ferrarini 13, Acosta 4, Farioli G. 17, Colaccicco 4, Bianchi 3, Garofoli 14. All. Torreggiani.
Ad Ottobre cadere ci sta e può essere positivo, a patto però che si capiscono i motivi per cui è accaduto. Andiamo alla partita: pronti – via e le squadre sono un po’ contratte. Nei primi due minuti abbondanti non si segna anche se, ad onor del vero, è Scandiano che sbaglia qualche conclusione facile. Ci pensa allora Reni con un bella azione a rompere il ghiaccio, a cui risponde Colacicco dall’altra parte. Un bel contropiede di Salati e una giocata pregevole di Vignali dicono 6-2 Bibbiano che ha una mini-inerzia dalla sua parte. E’ una illusione però: oltre ad essere l’unico vantaggio locale di tutta la partita infatti da quel momento è la formazione ospite che prende le redini della partita. Fevola, una bomba di Garofoli e le giocate di Gabriele Farioli (Mvp) portano Scandiano nettamente avanti. Bibbiano risponde con Reni e Vignali ma il 12-20 di fine primo quarto dice che la difesa locale è in palese difficoltà. Coach Reverberi prova la mossa della zona, anche per sopperire ai troppi secondi (o terzi…) extra possessi ospiti. Grazie a questa mossa in difesa e al Farioli Bibbianese (Giulio) – due bombe e un canestro da sotto per lui – i locali si avvicinano un po’. Ma purtroppo i secondi tiri di Scandiano rimangono una costante e Ferrarini – molto bravo – potrebbe anche creare un gap più importante per i suoi, se solo il suo rapporto con i liberi non fosse come quello fra moglie e marito in fase di divorzio. I primi due quarti si chiudono con un canestro a fil di sirena di Ghirardini che dice 31-27 vantaggio esterno. Dopo la pausa lunga è ancora Scandiano a uscire dai blocchi nel modo migliore: Garofoli con una bomba e un ottimo canestro allunga per Scandiano. Bibbiano fa enorme fatica a trovare il canestro ma un potenziale sfondo a favore di Guarino, non ritenuto tale dagli arbitri, può dare una grossa mano ai locali: tecnico per simulazione al play di Scandiano e successiva espulsione per proteste (forse una tantino severa, per la verità). Purtroppo però per i Reverberi Guys, che produrranno solo 1 libero dalla cosa, l’espulsione ha un effetto sulla partita decisamente opposto a quello che si pensava: sono i locali ad uscire paradossalmente rafforzati dall’accaduto. Olivares e Bartoli provano a mettere delle pezze in attacco ma è in difesa che Bibbiano continua a soffrire tremendamente la fisicità e la reattività degli ospiti (Garafoli e Farioli su tutti): il 35-51 a fine quarto è emblematico. L’ultimo periodo i ragazzi di Torreggiani amministrano il vantaggio e danno l’idea realmente di avere sempre il controllo sulla partita. Qualche pregevole azione di Zaccaria (liberi più bomba) e le bombe in fila di Ghirardini (2) e Gala non fanno altro che dare l’illusione ai locali di una (difficile) rimonta: Bianchi, Fontanesi (che sostituisce egregiamente Guarino) e Ferrarini decretano che Scandiano questa serata è nettamente superiore a Bibbiano: finisce con un polidromo 56-65.

REGGIOLO – MEDOLLA 74 – 79
(19-22, 36-44, 57-64)
Reggiolo: Fregni 10, Torreggiani 8, Ruozi 2, Arisi ne, Pirondini 23, Cremaschi 15, Spaggiari ne, Franzini 2, Gambuzzi 5, Ferrari 1, Setti, Bosi 8. All. Notari.
Medolla: Galeotti F. 6, Maini 13, Tralli 16, Ceretti 1, Guarnieri, Barbieri 14, Aldrovandi 6, Spinelli, Bega ne, Nardi 13.
L’avvio è spumeggiante da entrambe le parti, con gli attacchi ad avere sistematicamente la meglio sulle difese avversarie. I ritmi e soprattutto le percentuali al tiro sono elevatissime, merito certamente della buona costruzione dei giochi ma anche di alcune evidenti disattenzioni difensive. Ad avere la meglio in questo clima “insolito” per la categoria (dove solitamente ci si aspetta cuore, sudore e impegno, ma raramente si ha modo di vedere delle elevate percentuali al tiro) è la squadra ospite. Medolla trova la via del canestro con buona parte dei ragazzi a referto, aprendo il campo per i tiri dalla media e dalla lunga distanza (sia dei piccoli che dei lunghi). Il Reggiolo si tiene agganciato al match con le unghie e la verve di Fregni e Cremaschi, anche se all’intervallo lungo si trova sotto di 5 lunghezze. Al rientro dagli spogliatoi si intravede maggiore aggressività difensiva da parte dei padroni di casa, ma ogni fiammata dei locali viene prontamente spenta da un canestro del Medolla. Il trio Maini-Tralli-Barbieri si dimostra in ottima serata e il Medolla continua così a mantenere la testa avanti nel match. Nell’ultimo quarto uno scatenato Pirondini (23 punti totali, 11 falli subiti) trascina i suoi fino al pareggio (63-63) ed anche al momentaneo +2. Proprio sul più bello i padroni di casa perdono in pochi minuti prima Fregni (costretto a uscire in seguito ad un infortunio alla spalla nel tentativo di passare su di un blocco) e poi Cremaschi (per falli). I reggiolesi accusano il colpo, ma il finale rimane punto a punto. Ad uscirne vincitrice è la squadra ospite grazie anche alla precisione dalla lunetta di Nardi (6/6 nel finale) ed in generale di tutta la squadra (11/12 nell’ultimo quarto di gioco, 4 giocatori in doppia cifra).

VIRTUS CASALGRANDE – I GIGANTI 68 – 58
(9-10, 19-32, 39-43)
Casalgrande: Campa ne, Govi 11, Iemmi 8, Bonaccini 9, Scianti 5, Torelli M. 21, Guidelli, Oleari S. 7, Talami 7, Giacalone, Bucci ne, Fusco. All. Pacifico.
I Giganti di Modena: Panico 2, Bertelli 2, Manzotti 19, Baraldini 2, Quaresima 3, Berardi 11, De Matté, Sola 3, Larghetti 8, Forastiere 8. All. Fossali.
Arrivata l’ora della palla a due il match può finalmente iniziare e durante tutto il primo quarto la partita resta nell’equilibrio più assoluto; più che le difese a farla da padrone nella prima frazione è l’imprecisione dei rispettivi attacchi: le formazioni sembrano quasi impacciate nell’affrontare l’inizio della sfida, infatti sia gli uomini di coach Pacifico che di coach Fossali faticano a trovare la via del canestro ed il risultato è una partita che, almeno all’avvio, stenta a decollare così come il punteggio. Alla tripla di Manzotti, il migliore dei suoi, rispondono Torelli M. e Oleari S., anche se la prima frazione vede i canarini avanti per 10 lunghezze a 9 con la partita che decisamente fatica ad accendersi, almeno dal punto di vista dello spettacolo. Nel secondo quarto il registro cambia in maniera decisa, col solito numero sette modenese in vece di testa di ponte per i suoi con due triple che, approfittano dell’impasse ceramica, permette ai modenesi di mettere il muso avanti e allungare progressivamente nel secondo quarto fino all’intervallo, quando i Giganti si trovano con un vantaggio di tredici lunghezze nei confronti dei padroni di casa che rientrano storditi nello spogliatoio all’intervallo lungo. Passata la pausa la partita giunge al suo momento di svolta: l’ingresso di capitan Fusco smuove decisamente i casalgrandesi che, nonostante i problemi di falli del lungo Talami, mettono in campo un’intensità che pian piano da i suoi frutti e che riduce lo svantaggio rispetto agli ospiti che riescono a ridurre i danni grazie al solito Manzotti che porta i suoi a 10 minuti dalla fine con un vantaggio di 4 lunghezze. L’inerzia, e anche qualche fischio, sono però a favore dei padroni di casa e, dopo un paio di minuti in cui il gioco ristagna, la squadra ceramica ritorna a spingere approfittando dei problemi di falli dei modenesi , con Forastiere e Panico in primis, ed anche grazie ad un Torelli M. in gran forma (14 per lui nel solo ultimo quarto) Casalgrande riesce nel sorpasso. A tre minuti dalla fine i ceramici si trovano avanti di misura, quando una tripla di Iemmi spinge il vantaggio casalingo a 5 lunghezze. Gli uomini di coach Fossali, nel tentativo di recuperare palloni, finiscono col regalare una marea di tiri liberi ai virtussini che possono allungare ulteriormente il proprio vantaggio; inoltre gli ospiti ormai non riescono più a segnare.

SCHIOCCHI BALLERS – AQUILE 40 – 44
(15-13; 19-32; 27-39)
Schiocchi Modena: Binotti 10, Zara, Sangermano 3, Righi 7, Minarini 10, Twun 6, Alessandrini, Guidetti, Sassi, Vaccari 2, Forghieri 2. All. Righi.
Gualtieri: Magnanini 11, Canova 5, Miglioli, Folloni 11, Bagni 7, Berni 1, Guida 5, Pezzali 1, Manzali 1, Pellegrini 2. All. Volpato.
Debutto amaro per gli Sciocchi, nella prima gara in casa, sconfitti di misura dalla compagine delle Aquile. Dopo un primo quarto chiuso in testa per 15 a 13, gli ospiti prendono il largo con tre triple consecutive che spezzano l’inerzia ai Ballers, fino a quel momento padroni del campo. I contatti sotto canestro non mancano e il nervosismo assale la squadra di casa che subisce due falli tecnici durante l’incontro. Nel secondo tempo nonostante la buona difesa degli Sciocchi il vantaggio degli ospiti rimane tale causa le polveri bagnate dei Ballers che non si scompongono e, con un assalto all’arma bianca, arrivano a giocarsi la partita punto a punto fino agli ultimi secondi, arrivando a -3 a 13” dalla sirena, ma non riuscendo ad acciuffare gli ospiti che portano a casa la vittoria.

CENTRO LATTONIERI – GO IWONS 58 – 38
(17-9; 30-14; 40-30)
Carpine: Meschiari 6, Testi 7, Piuca M. 4, Solera 3, Piuca R. 6, Zanoli, Giovanardi 6, Marchi 2, Berra 4, Braglia 20. All. Morettin.
Albinea: Cervi 2, Masoni 4, Guattieri 6, Ferretti 12, Camellini, Negri, Canalini 5, Ballabeni, Prati 7, Corradini, Casoni 2. All. Brevini.
Seconda vittoria per la Centro Lattonieri Carpine che si impone in casa con Albinea. Partenza di forza dei carpigiani che segnano a raffica con Braglia e Testi nella prima frazione con i reggiani presi di sorpresa. Coach Brevini nella seconda frazione prova la carta della zona che riesce a ridurre l’apporto di punti in attacco dei carpigiani che però tengono molto bene in difesa e riescono ad andare alla pausa sopra di sedici lunghezze anche grazie ad un tap-in rovesciato no-look all’ultimo secondo di Andrea Berra. Terzo quarto dove i reggiani tentano il tutto per tutto e grazie a Ferretti e Prati riducono il gap di svantaggio che però rimane in doppia cifra. Nel quarto decisivo Albinea rimane sempre a zona, ma Carpi che ormai si è adeguata trova il bandolo della matassa e ritorna a segnare come nel primo quarto e allunga fino al +20 finale.

LA TORRE – CAMPAGNOLA 62 – 58
(11-12, 22-26, 37-39)
La Torre: Galassi 12, Panciroli 3, Mazzi G. 1, Passiatore, Vezzosi 6, Bochicchio, Pezzarossa 2, Nizzoli, Mazzi F. 11, Mussini 7, Bertolini 4, Margaria 16 All. Spadacini.
Campagnola: Gasparini, Rondini 2, Zaccarelli 3, Parmiggiani 5, Piuca 6, Nasi 1, Sacchi 6, Rustichelli 19, Nanetti, Piccinini 10, Sueri 2, Beltrami 4.
E’ una Torre più volitiva che bella ad aggiudicarsi il match della seconda giornata di campionato. Per oltre 30 minuti i ragazzi di coach Spadacini vengono ben imbrigliati da un Campagnola molto accorto tatticamente nel non lasciare spazi al gioco in contropiede dei cittadini, mentre nell’ultimo quarto La Torre viene presa per mano dalla coppia Filipppo Mazzi-Margaria, che, dopo aver messo insieme a referto 8 soli punti nei primi 30’, si scatena e ne infila 19 in 10’. Al 5-0 iniziale della Torre tutto firmato da Mussini, il Campagnola risponde grazie a due bombe di Rustichelli, guadagnando il controllo delle operazioni, che manterrà a lungo. Nel secondo quarto, con le difese ancora nettamente dominanti sugli attacchi, gli ospiti mantengono il vantaggio, continuando a colpire dalla distanza (due bombe di Piccinini e una di Rustichelli). La Torre, in assenza delle usuali bocca da fuoco, si aggrappa a un convinto Galassi, così si va al riposo sul 22-26. Nel terzo quarto, il Campagnola tenta la fuga una prima volta, ma un paio di penetrazioni di Vezzosi ricuciono lo strappo, poi di nuovo Campagnola accelera fino al +8, coi canestri di Piuca e Rustichelli. In questo frangente, La Torre ha il merito di non mollare difensivamente, restando in linea di galleggiamento, grazie al grande lavoro difensivo, a volte oscuro, dei vari Pezzarossa e Bochicchio, poi alcuni buoni attacchi contro la difesa a zona consentono ai grigiorossi, nonostante i molti errori dalla lunetta, di rientrare, per un punteggio al termine del terzo quarto di 37-39. Dopo tre quarti dominati dalle difese, nell’ultimo sono gli attacchi a prendere il sopravvento. La Torre impatta finalmente il match sul 43-43 con una bomba frontale di Panciroli. A questo punto Filippo Mazzi e Margaria, come già anticipato, salgono in cattedra, fino alla schiacciata in contropiede di Mazzi (59-53). Reagisce il Campagnola con un 2+1 di Rustichelli, cui seguono un canestro di Margaria e i liberi di Rondini, portando il punteggio sul 61-58: a 30” dal termine, c’è lo 0/2 ai liberi di un pur positivo Bertolini (ragazzo del ’95), il Campagnola si guadagna tre tentativi per impattare, ma non trova il canestro, e a chiudere la contesa ci pensa Mazzi con un tiro libero.

CLASSIFICA
Carpine, Scandiano 4; Reggiolo, Bibbianese, Schiocchi Ballers Modena, Go Iwons Albinea, Virtus Casalgrande, Aquile Gualtieri, Medolla, La Torre Reggio 2; I Giganti Modena, Campagnola 0.

GIRONE C

MONTEVENERE – MASI 63 – 57
(21-20; 37-30; 51-51)
Montevenere: Venturi 10, Lamandini 3, Gironi 4, Ottani 2, Venturini, Cremonini 3, Veronesi 14, Costa 16, Fantoni 2, Zappoli 9. All. Rossi.
Masi Casalecchio: Campazzi 2, Penna 3, Castaldini 10, Sechi 2, Murgia 2, Dalla, Forni 13, Di Marzio 10, Barilli 5, Bertacchini 8, Cavana, Castaldini 2. All. Guidetti.
Bel derby alla “Barca” tra un Montevenere molto esperto ed una Masi molto giovane. Pronti, via e 2-8 al 3’, poi i padroni di casa mettevano la freccia (+8), ma i biancoverdi rientravano a -1 al 10’ (21-20). Sorpassi e controsorpassi nella seconda frazione, ma, sul 28-30, altro break del Montevenere (37-30 all’intervallo). Nella ripresa la Masi tornava avanti nel punteggio, ma le prime curve del quarto conclusivo erano favorevoli ai ragazzi di coach Rossi (57-51). Sul 59-57, però, si spegneva la luce ai casalecchiesi ed i locali, dalla lunetta, chiudevano ogni discorso.

CSI SASSO – H4T 51 – 76
(15-24; 28-36; 37-64)
Csi Sasso Marconi: Grande, Bruni 4, Tosarelli 7, Rillo 3, Romano 14, Neretti 8, Mutolino 2, Bellodi 5, Giuliani 6, Perrina 2. All. Coralli.
Scuola Pallacanestro Vignola: Ganugi 17, Quartieri 4, Degli Angeli, Pantaleo 9, Zagni 11, Vannini 2, Guidotti 12, Midulla 6, Franchi 15, Malagodi. All. Smerieri.
Prima vittoria stagionale per la H4T Vignola che, dopo una prima giornata non molto scintillante sotto l’aspetto qualitativo del gioco, in quel di Sasso Marconi i ragazzi di coach Smerieri trovano un bel gioco corale e mandano a referto ben 8 dei 10 giocatori a roster. Partita che inizia all’insegna dell’equilibrio, ma sfruttando bene i propri lunghi la H4T riesce a cucire il primo strappo terminando il primo quarto avanti 24 a 15. Secondo quarto molto piatto che manda le squadre negli spogliatoi a distanza di 8 punti a favore dei Vignolesi. Rientrati in campo la H4T parte fortissima mettendo il sigillo definitivo sulla partita, lasciando un ultimo quarto di sola gestione del vantaggio.

SPORT INSIEME – GARDENBO 100 – 49
(25-21; 61-29; 82-38)
Sport Insieme: Morando 14, Garrossi 16, Guizzardi 4, Lalanne 14, Skocaj 4, Marino 3, Ferrucci 8, Nisbet 2, Salvi 9, Curti 6, Flori 6, Sakho 14. All. Bandiera.
Sport Junior 2000: Cioni 3, Vecchiatini 5, Ceresi 11, Rinaldi 3, Giacometti 2, Tinti 13, Consolini 4, Trenti 5, Gandolfi, Cavalieri, Campoli 3. All. Rizzi.

F. FRANCIA – PGS IMA 75 – 62
(18-18; 31-29; 55-46)
Francesco Francia Zola: Galli 6, Barilli 3, Cilfone 8, Bosi 11, Tubertini 7, Cevenini, Migliori 5, Masina 12, Brochetto D. 4, Pagano 6, Gamberini 5, Guerrato 8. All. Brochetto L.
Pgs Ima: Ariatti 8, Di Rienzo 6, Morelli 5, Costa 8, Foti, Furlanetto, Mambelli 5, Riccobaldi 10, Fabrizi 3, Piccari 7, Bondi 10. All. Bertuzzi.

STEFY – PIUMAZZO 66 – 53
(18-10; 34-22; 49-40)
Stefy: Tradii 13, Dozza 1, Carosi 10, Francia 9, Vittuari 8, Mannini 2, Agnoletti 15, Evangelisti 6, Brighetti, Poli 1. All. Andreoli.
Piumazzo 2002: Lupato 8, Mezzetti 5, Marino 6, Valenti 9, La Rocca 6, Cavani, Di Bona, Verdoliva 2, Montorsi 12, Stanzani 5. All. Vannini.

GIARDINI MARGHERITA – PGS WELCOME 60 – 54
(11-13; 27-24; 41-32)
Giardini Margherita: Grassitelli 10, Marcelli, Caruso 3, Grandi 2, Pierini 9, Carafa 8, Brina 20, Stefani 2, Florio 5, Sangiorgi 1. All. Lanzi.
Pgs Welcome: Lederi 4, Lamborghini S. 2, Cerri 6, Sabbioni 15, Palmieri 1, Rizzi 12, Petrini, Bortolazzi 5, Roveri 2, Ferrari 7. All. Lamborghini R.
Primo successo stagionale per i Gardens. Nei primi 15’, però, si faceva preferire la Welcome grazie a Sabbioni, Rizzi e poi Cerri (due triple). Una fiammata del duo Grassitelli-Brina cambiava l’inerzia del match e nella ripresa era un lungo assolo dei padroni di casa che, però, nel finale, sciupavano un bottino importante chiudendo soltanto con un +6 che premia la voglia della Pgs di non arrendersi mai. Sontuosa la partita di Brina sotto i tabellini, ma importante anche la prova di tutto il collettivo di coach Lanzi.

CLASSIFICA
Stefy Bologna, Montevenere Bologna, F. Francia Zola 4; Masi Casalecchio, Piumazzo, Giardini Margherita Bologna, Vignola, Sport Insieme Bologna, Pgs Welcome Bologna 2; Gardenbo, Csi Sasso Marconi, Pgs Ima Bologna 0.

GIRONE D

PEPERONCINO LIBERTAS – BK DIABLOS BK S.AGATA BO 59 – 51
(9-12; 17-33; 36-45)
Peperoncino Castell d’Argile: Bergami 3, Manzi 6, Govoni, Vecchi, Balboni, Gili 2, Monari Mat. 13, Bertuzzi 1, Fanti, Bernardini 8, Cavallini 7, Monari A. 19. All. Monari Mar.
Sant’Agata Bolognese: Violi 11, Terzi 4, Angelini 14, Bruni, Patelli 7, Candini 5, Ballotta 2, Testoni, Risi 8, Sabatini, Serra. All. Masetti.

U.P. DIL. CALDERARA – PALL. ARGELATO BASKET 51 – 59
(14-16; 24-28; 39-41)
Calderara: Rinaldi 6, Mestieri 2, Guaraldi 6, Aspergo 5, Benuzzi 8, Garofalo, Gentili 7, Passarini, Bellodi 4, Angelini 8, Ansaloni 2. All. Murtas
Argelato: Benassi 10, Rossi 4, Cristofori 7, Gadani 14, Conti 2, Fabulli 2, Trigrari 12, Sgargi 3, Nannetti 2, Cremonini 2. All. Iattoni
La prima casalinga dell’UP Calderara coincide anche con la prima sconfitta in campionato per mano del Argelato Basket, al termine di un match molto fisico dove i padroni di casa hanno ceduto solo nel finale. A inizio partita Calderara si porta subito avanti con i canestri dalla lunga distanza di Angelini e Aspergo, Argelato non si scompone e sul finire di quarto impatta e poi sorpassa, il primo quarto si chiude sul 14-16. Nel secondo quarto 8 punti di fila di Benassi danno il largo agli ospiti che possono andare al intervallo lungo avanti di quattro lunghezze sul 24-28. In apertura di quarto Calderara torna avanti grazie ai canestri di Benuzzi e Gentili ma, ancora una volta Argelato sul finire di quarto recupera e il canestro di Conti allo scadere riporta di nuovo a -2 i padroni di casa. Nell’ultima frazione un break di 0-10 porta avanti gli ospiti, i padroni di casa però non ci stanno e provano a rientrare, ma Argelato è brava a gestire il vantaggio e porta a casa la partita col punteggio di 51-59.

PROGRESSO HAPPY BASKET ’07 – A.MI.CA. 56 – 63
(14-15; 29-38; 45-49)
Castel Maggiore: Bernardinello, Pellegrino 3, Tugnoli 3, Baraldi 3, Tosi, Zocca 3, Boraggini, Ardizzoni 4, Pazzaglia 25, Mancini 11, Monteventi ne, Graziosi 4. All. Ansaloni.
Minerbio: Gamberini, Blanco 8, Barbieri 6, Cinti 2, Girolamo, Gubellini 17, Accorsi 12, Mazzanti 4, Generali 3, Mattei 5, Sommavilla 2, Gruppioni 4. All. Vibio.

AUDAX BASKET – BASKET DELTA 51 – 49 dts
(12-6; 22-17; 27-29; 41-41)
Audax Ferrara: Serravalli ne, Mantovani 9, Bolognesi 11, Marabini 5, Ricci, Ferraresi 6, Felletti Spadazzi 4, Ferrarini, Del Torto 11, Zanchetta 5, Bedetti. All. Folchi.
Comacchio: Carli D. ne, Persanti 5, Peretti 23, Gregori M. 8, Boccaccini ne, Gelli 4, Ferroni 5, Cavalieri, Gregori G. 4, Carli M. All. Bacchini.

ICOS – FORTITUDO CREVALCORE 59 – 52
(20-13; 25-28; 37-41)
Vis Ferrara: Grazzi 11, Benetti, Oselliero 2, Ricci, Gnani, Alushani, Bianchini 1, Verrigni 24, Borsetti, Gamberini 4, Fiorentini 17 Campi. All. Castaldi.
Fortitudo Crevalcore: Zerbini, Guerzà 7, Gambuzzi 6, Filippetti 2, Bersani, Terzi 10, Garuti 18, Gobbo 2, Fregni 5, Monaco 1, Simoni 1. All. Terzi.
Incontro sofferto e combattuto, quello che ha visto la formazione biancazzurra affrontare, sul parquet di casa del Palapalestre ferrarese, una Fortitudo Crevalcore agguerrita e combattiva. I ragazzi di coach Castaldi hanno dovuto impegnarsi strenuamente per giungere vittoriosi alla conclusione della partita. I biancazzurri, al primo quarto in netto vantaggio, hanno dovuto fare i conti con un Crevalcore tenace che ha reagito con forza tanto da arrivare a chiudere il secondo ed il terzo quarto a proprio favore. Ma la reazione di ICOS si è fatta sentire nel quarto periodo di gioco, quando la voglia di vincere dei biancazzurri li ha condotti a spendere tutte le loro energie per strappare la velina rosa al termine dell’incontro. Bella partita, intensa e vissuta. Una buona prova per la nuova formazione Vis composta da giovani atleti decisi ad affrontare a testa alta un campionato che si preannuncia di certo non facile.

LA FENICE – GALLO 62 – 55
(12-18; 24-25; 43-43)
Codigoro: Mossini 7, Pimpinati, Ferretti 15, Tralli 17, Cavalieri, Bellinaso, Cavazzini, Mazziga, Stella 4, Finessi 2, Di Tizio 17, Gnani. All. Bottoni.
Gallo: Fini, Malaguti, Del Principe 8, Schincaglia 8, Magni 10, Merlo 8, Boscolo 4, Malaguti F. 4, Pasquali 8, Caselli 5. All. De Simone.

CLASSIFICA
Peperoncino Mascarino, Audax Ferrara 4; Calderara, Diablos Sant’Agata Bolognese, Crevalcore, Argelato, Delta Comacchio, A.MI.CA Minerbio, Vis Ferrara, La Fenice Codigoro 2; Gallo, Happy Basket CastelMaggiore 0.

GIRONE E

PARTY & SPORT – PALL CASTEL S.P.T. 2010 58 – 53
(9-13; 20-29; 41-41)
P&S Ozzano: Lollini, Fioravanti 11, Capra 14, Leale, Fierro 5, Zerbini 13, Lazzari 2, Zanaroli 5, Rizzoni 6, Salvadè 2, Avallone. All. Nannetti
Castel San Pietro: Castellari 4, Cavalieri 4, Castelli, Mascagna 6, Graziani 8, Magurno, Naldi, Manaresi 7, Farnè, Soldi 5, Vinera 13, Remondini 6. All. Martinelli

TITANS – ISIS 67 – 48
(22-10; 33-22; 42-38)
Titans Ozzano: Finessi 8, Rossi 12, Tuccillo 2, Gamberini 17, Mungiguerra 4, Cucinotta, Gardotti, Paolucci 9, Zocca 2, Ungaro 10, Minoccheri. All. Torrella.
Isis Lugo: Scardovi 8, Baroncini 8, Zanoni, Martini 14, Ricci Maccarini 1, Marchetti 3, Romagnoli, Scardovi 10, Vecchi 1, Plazzi 2, Bazzocchi 2. All. Ortasi.
L’esordio al PalaGira coincide con la seconda vittoria consecutiva dei ragazzi di coach Torrella che superano, non senza patemi, Lugo. Cominciano bene gli ozzanesi, che bucano più volte la zona messa in campo da Ortasi grazie alle conclusioni pesanti di Gamberini e ai rimbalzi di Rossi, arrivando ad avere un vantaggio in doppia cifra già dopo pochi minuti di match. I giovanissimi dell’Isis (nome scomodo) passano a uomo e continuano nel loro pressing incessante, che nel primo tempo porta però più falli che vantaggi concreti. Altra musica nella ripresa: alcune palle recuperate direttamente da rimessa ed un blackout continuato dell’attacco ozzanese permette a Lugo di recuperare lo svantaggio ed ad avere la palla (sprecata) del sorpasso a due minuti dalla fine del terzo quarto. I Titans barcollano ma non crollano, e nell’ultima frazione, trascinati sia da un Ungaro che decide di iscriversi alla partita, sia da una difesa corale che concede poco o niente, riescono a riprendere in mano il pallino del gioco e ad accumulare un vantaggio rassicurante fino al garbage time degli ultimi centoventi secondi.

SELENE BK S.AGATA BASKET – GIALLONERO IMOLA 65 – 60
(15-11; 33-33; 47-51)
Sant’Agata sul Santerno: Foronci 1, Ragazzini 8, Fabbri 1, Simoni 13, Tagliaferri, Gaddoni 6, Totaro 24, Baldrati 8, Pantani 1, Camorani 3, Merendi. All. Valli.
Giallonero Imola: Villa 4, Ragazzini 1, Canè, Saloni 4, Spoglianti 19, Minghè, Biancoli 11, Calamelli, Esposito 8, Vannini 3, Campomori 8, Bilardo 2. All. Creti.

PGS BELLARIA – RUSSI 49 – 44
(16-17, 24-27, 35-30)
Pgs Bellaria: Ascari 20, Sudano 4, Romanelli 6, Bonetti ne, Pazzaglia 4, Franzioni, Cavallari 2, Sanguettoli 6, Idà 6, Masoni 1, Dawson. All. Bendaglia.
Basket Club Russi: Montanari 8, Bellanti G., Bramante 5, Babini 2, Bellanti M., Beghi 3, Bassi 4, Buffatti 4, Santo 11, Venturini 7, Bagioni. All. Milandri.

MONTERENZIO BASKET – MEDICINA BASKET 2007 57 – 64

TATANKA – CASTIGLIONE MURRI 65 – 45
Tatanka Imola: Galeati, Bergamini 5, Costantino 4, Pirazzoli Fr. 4, Strada 6, Pirazzoli Edo., Favilli 4, Pirazzoli Enr. 17, Baldazzi 9, Castagnetti 16. All. Favilli.
Castiglione Murri: Dettori 9, Sandrolini, Salocchi 2, Cuevas Beejay 3, Buriani 6, Rizzardi 3, Di Pasquale 2, Pedrielli 4, Stefanelli, Tacconi 7, Maestri 9, Schiassi. All. Benini.
Il Tatanka trova i primi due punti battendo in casa il Castiglione Murri. Partita che nei primi due quarti vedeva un Castiglione Murri mettere pressione sugli imolesi che faticavano a trovare fluidità di gioco in attacco. Castagnetti (0 punti nei primi 20′) e Baldazzi non trovavano il ritmo partita ed erano quindi le azioni personali di uno scatenato Enrico Pirazzoli a tenere il Tatanka a contatto coi bolognesi (24-28). Nella ripresa, però, l’atteggiamento degli imolesi cambiava: il gioco diventava meno avventato e più fluido; Castagnetti segnava 11 punti di fila nella terza frazione e il Tatanka faceva il break decisivo prendendo il largo. Nell’ultimo quarto Baldazzi tornava a giocare ai suoi livelli dominando a rimbalzo e la partita si concludeva sul +20 per la squadra imolese.

CLASSIFICA
P&S Ozzano, Titans Ozzano 4; Castiglione Murri, Isis Lugo, Giallonero Imola, Castel San Pietro, Pgs Bellaria, Medicina 2007, Selene Sant’Agata sul Santerno, Tatanka Imola 2; Monterenzio, Russi 0.

GIRONE F

VILLANOVA TIGERS – BK 2000 SAN MARINO 61 – 42
(20-12; 36-28; 43-37)
Villanova: Tomasi 20, Rossi 9, Magnani 3, Bronzetti 7, Cangini 7, Villa, Semprini 3, Domeniconi 10, Falconi, Toni 2. All. Evangelisti.
BK 2000 San Marino: Sarti, Fabbri, Barrena, Taddei, Bronzetti, Guerra 2, Ugolini 5, Gamai 9, Bombini 3, Casadei 19, Giardi 4, Giannotti. All. Liberti.

CNO – CESENA 61 – 49
(14–12, 30–24, 49–33)
Santarcangelo: Rasponi 4, Donati 4, Ricci, Fornari, Tinè 3, Tomassini 19, Nicoletti 16, Cherubini, Cavagna, Maioli 12. All. Morri.
Cesena Basket 2005: Defrancesco M. 1, Cacchi 2, Defrancesco L. 11, Romano 5, Senni F. 2, Martini 4, Vittori 5, Babbini 14, Testa 2, Mordenti 2.. All. Senni P.P.

STELLA – BASKET’95 68 – 63
(23-14, 32-31, 52-44)
Stella Rimini: Distante, Azzolini 7, Pari 8, Carigi 5, Montangesù, Malagrida, Pinto 22, Pascucci, Naccari 19, Bellucci 7. All. Bonaccorsi.
Basket 95 Faenza: Santandrea 12, Dalmonte ne, Campanini 2, Romboli 2, Flauret ne, Troni 19, Cerini 2, Samorì 4, Bombardini 1, Rosti, Belosi 19. All. Vespignani.

FIORENZUOLA – SKIZZO 50 – 46
(13-15; 22-19; 38-32)
Fiorenzuola Cesena: Zampa, Foschi 12, Lucchi Max., Lucchi Mat. 7, Morsucci 4, Abbondanza ne, Bertani 13, Biondi 2, Strada, Ricci 12. All. Amadori.
Skizzo Rimini: Rizzo 23, Bascucci, Ricciotti 4, Lanci 10, Sancisi 2, Apreda 2, Tamburini, Brolli 2, Cappelli 2, Gaudenzi 1.

FAVENTIA – AICS 56 – 41
(16-11; 26-16; 35-31)
Faventia Faenza: Ceroni 6, Presicce ne, Conti 12, Dalle Fabbriche 8, Ramadhani Tanesini, Boattini 8, Di Giulio 6, Buti 5, Assirelli 4, Ercolani 7. All. Morigi.
A.I.C.S. Forlì: Lasi 7, Turci 2, Naldi 5, Balzani 4, Baldini, Maltoni 12, Dall’Agata, Laghi 3, Molinari 1, Berto 8. All. Tinarelli.

POL. CESENATICO 2000 – MORCIANO EAGLES 46 – 49
(9-9, 19-23, 29-38)
Cesenatico: Albertazzi 11, Balestri, Bolognesi, Capucci 2, Casali 3, Maraldi 4, Montalti 4, Nikolic 3, Pasini 7, Pillastrini 4, Ricci 8. All. Domeniconi.
Morciano: Palazzi 6, Villa ne, Tasini 2, Guastafierro 7, Luè Verri 8, Tanelli, Masia 12, Ciotti 7, Badioli 2, Angeli 4, Battelli 1. All. Filippucci.

CLASSIFICA
Tigers Villanova, Faventia Faenza, Fiorenzuola Cesena, CNO Santarcangelo 4; Basket 2000 San Marino, Stella Rimini, Eagles Morciano, AICS Forlì 2; Cesena, Basket’95 Faenza, Skizzo Rimini, Cesenatico 2000 0.

I risultati della seconda giornata di C Regionale e D (in aggiornamento)

Secondo appuntamento per C Regionale e serie D. Spiccano le partite LG Competition-Cavriago e, per il girone B della D, Guelfo-Olimpia.

C REGIONALE
CVD BASKET CLUB PALL. BUDRIO 2012 11/10/2014 – 21:00
Palazzetto Cabral – Via Allende 5 San Biagio CASALECCHIO DI RENO (BO)
STARS BASKET – VIRTUS MEDICINA 61 – 74

POL. ARENA PALL. CORREGGIO 11/10/2014 – 21:00
Palazzetto Dello Sport – Via F.lli Cervi 1 MONTECCHIO EMILIA (RE)
L.G. COMPETITION – SCUOLA BASKET 60 – 89

BOLOGNA BASKET 2011 DESPAR 4 TORRI FERRARA 12/10/2014 – 20:45
Palestra Furla – Via San Felice 103 BOLOGNA (BO)
NEW FLYING BALLS GRANAROLO BASKET 11/10/2014 – 20:30
PAL.TO DELLO SPORT – Viale 2 Giugno, 3 OZZANO DELL’EMILIA (BO)
GIORGINA SAFFI BASKET – PALL. NOVELLARA 72 – 57

POL. PONTEVECCHIO ARBOR BASKET 11/10/2014 – 21:00
PALESTRA ‘S.PERTINI’ – Via Della Battaglia 9 BOLOGNA (BO)

SERIE D GIRONE A
ANTAL PALLAVICINI – RADIOCOOP PIACENZA 70 – 68

ATLETICO BASKET BASKET VOLTONE 11/10/2014 – 21:15
C. S. Cavina – Via Biancolelli 30 BOLOGNA (BO)
ANZOLA BASKET LIBERTAS FIORANO 11/10/2014 – 21:00
PALESTRA COMUNALE – Via Lunga 10/c ANZOLA DELL’EMILIA (BO)
MAGIK BASKET A.DIL. UNIONE SPORTIVA AQUILA 11/10/2014 – 19:00
Palazzetto Padovani – Via Abruzzi Ang. P.le Sicilia PARMA (PR)
COLLEGE BK FULGOR FIDENZA SAMPOLESE BK E VOLLEY 11/10/2014 – 21:00
PALASPORT – Via Togliatti, 42 FIDENZA (PR)
PALL. NAZARENO CARPI BAOU TRIBE 11/10/2014 – 18:00
Palazzetto Ferrari – Via dello Sport CARPI (MO)
S. MAMOLO BASKET NUOVA PSA MODENA 12/10/2014 – 19:00
Palestra Moratello – via Casanova 11 BOLOGNA (BO)
BASKET SALSO VIS BASKET PERSICETO 11/10/2014 – 21:00
Palestra Toti – Via Don Minzoni 8/bis SALSOMAGGIORE TERME (PR)

SERIE D GIRONE B
GRIFO BASKET IMOLA SCUOLA BASKET FERRARA 11/10/2014 – 18:30
PALASPORT ‘A. RUGGI’ – Via A. Oriani, 2/a IMOLA (BO)
POLISPORTIVA MOLINELLA G.S. INTERNATIONAL BASKET 11/10/2014 – 18:00
Palazzetto dello Sport – Viale Della Libert? 21 MOLINELLA (BO)
GUELFO BASKET – OLIMPIA CASTELLO 2010 73 – 51

CESTISTICA ARGENTA CRAL E. MATTEI 11/10/2014 – 21:00
PALASPORT “”SALVATORI”” – Via Bergamini Roda ARGENTA (FE)
ALTEDO BASKET – BASKET VILLAGE 71 – 73

BASKET 95 IMOLA ARTUSIANA BK FORLIMPOPOLI A.D. 11/10/2014 – 21:00
Palestra Ravaglia – Via Kolbe 3 IMOLA (BO)
BELLARIA BASKET BASKET RICCIONE 11/10/2014 – 20:30
Palestra Stadio – Via Rossini 12 BELLARIA-IGEA MARINA (RN)
AICS JUNIOR BK FORLI’ – ASD VENI BASKET 63 – 73

I risultati della prima giornata della Promozione (in aggiornamento)

Scatta il campionato di Promozione. Sei i gironi e 72 le squadre iscritte. Quattro le promozioni in serie D.

CALENDARIO PRIMA GIORNATA
GIRONE A
MONTEBELLO BASKET 2011 MARCONI BASKET 78 – 47

CUS PARMA POLISPORTIVA CASTELLANA 10/10/2014 – 21:00
PalaCampus – Usberti, 95 Parco delle Scienz PARMA (PR)
C.S.I. S.ILARIO D’ENZA POL. PRIMOGENITA 73 – 56

IRA TENAX AD B. CORTEMAGGIORE VALTARESE BORGOTARO 80 – 69

DUCALE MAGIK PARMA SALSOMAGGIORE CITY 14/10/2014 – 21:30
Palazzetto Padovani – Via Abruzzi Ang. P.le Sicilia PARMA (PR)
BASKET SOLE PLANET BASKET 63 – 53

GIRONE B
PALLACANESTRO SCANDIANO 2012 PALL. TEAM MEDOLLA 13/10/2014 – 21:15
PALAREGNANI – Via Togliatti SCANDIANO (RE)
UNIONE SPORTIVA CARPINE I GIGANTI DI MODENA 44 – 38

BASKET CAMPAGNOLA E. SCHIOCCHI BALLERS MODENA 10/10/2014 – 21:30
Palasport – Via A. Magnani 3 CAMPAGNOLA EMILIA (RE)
AQUILE PALL. GUALTIERI POLISPORTIVA BIBBIANESE 54 – 62

GO IWONS BASKET U.S.Dil. LA TORRE 54 – 50

PALL. REGGIOLO VIRTUS CASALGRANDE 63 – 53

GIRONE C
GARDENBO F.FRANCIA PALL. 13/10/2014 – 21:45
PALESTRA ‘D. ALUTTO’ – Via Arcoveggio 37/4 BOLOGNA (BO)
POL. GIOVANNI MASI BK GIARDINI MARGHERITA 11/10/2014 – 18:00
Palazzetto Cabral – Via Allende 5 San Biagio CASALECCHIO DI RENO (BO)
IMA BASKET MONTEVENERE 2003 A.GIORGI 12/10/2014 – 21:15
Palestra Vicuna – Via S. Savino 37 BOLOGNA (BO)
STEFY BASKET SCUOLA PALL. VIGNOLA 12/10/2014 – 18:00
CIERREBI CLUB – Via Marzabotto 24 BOLOGNA (BO)
P.G.S. WELCOME CSI SASSO MARCONI 16/10/2014 – 21:40
Palestra Don Comini – Via J. Della Quercia 1 BOLOGNA (BO)
SCUOLA PALL.PIUMAZZO 2002 SPORT INSIEME 60 – 58

GIRONE D
ARGELATO BASKET AUDAX BASKET FERRARA 11/10/2014 – 21:00
PALESTRA COMUNALE – Via Fratelli Cervi ARGELATO (BO)
PALL. FORTITUDO CREVALCORE PROGRESSO HAPPY BASKET ’07 10/10/2014 – 21:15
Palestra Comunale – Via Caduti Di Via Fani CREVALCORE (BO)
BASKET DELTA COMACCHIO PALL. LA FENICE 54 – 46

DIABLOS BK S.AGATA BO VIS 2008 11/10/2014 – 18:00
PALESTRA COMUNALE – XXI Aprile 1945 13 SANT’AGATA BOLOGNESE (BO)
GALLO BASKET U.P. DIL. CALDERARA PALL. 57 – 69

A.MI.CA. PEPERONCINO LIBERTAS BK 11/10/2014 – 21:00
Palasport – Via Pedora 75 BARICELLA (BO)

GIRONE E
CASTIGLIONE MURRI BK ASD SELENE BK S.AGATA 11/10/2014 – 18:15
PALESTRA ‘S.PERTINI’ – Via Della Battaglia 9 BOLOGNA (BO)
ISIS BASKET LUGO TATANKA BALONCESTO IMOLA 11/10/2014 – 18:30
Pala Banco di Romagna – Via Sabin 1 LUGO (RA)
BASKET CLUB RUSSI PARTY & SPORT 58 – 67

MEDICINA BASKET 2007 TITANS OZZANO BASKET 11/10/2014 – 21:30
PALAZZETTO DELLO SPORT – Via Cesare Battisti, 63 MEDICINA (BO)
BASKET GIALLONERO IMOLA PGS BELLARIA 63 – 54

PALL CASTEL S.P.T. 2010 MONTERENZIO BASKET 81 – 74

GIRONE F
A.I.C.S. BASKET FORLI’ POL. CESENATICO 2000 73 – 39

MORCIANO EAGLES CNO Santarcangelo Basket 12/10/2014 – 17:30
Palasport PALAPEDRIALI – Via Spallicci 10 MORCIANO DI ROMAGNA (RN)
BK 2000 SAN MARINO POL. STELLA 62 – 56

A.S.D. SKIZZO POL. FAVENTIA 2011 49 – 67

BASKET 95 FAENZA POL. FIORENZUOLA CESENA 12/10/2014 – 20:30
PALASPORT BUBANI – P.le Pancrazi, 1 FAENZA (RA)
CESENA BASKET 2005 VILLANOVA BASKET TIGERS 11/10/2014 – 20:30
PALESTRA IPPODROMO – Via G. Di Vittorio CESENA (FC)

I risultati del week end Regionale maschile

C REGIONALE
GRANAROLO – MONTECCHIO 53 – 59
(16-20; 32-34; 46-53)
Granarolo Basket: Spettoli 6, Paoloni, Tugnoli 8, Torriglia, Marchi 12, Fava ne, Bertuzzi 4, Bonetti 3, Millina 3, Ferri 4, Governatori 2, Busi 11. All. Trevisan.
Montecchio: Grisendi 9, Lombardi 5, Petrolini, Ongarini 10, Guardasoni 4, Basso 3, Maggi 4, Colla 3, Ferrari 11, Marchini 10, Giglioli. All. Cavalieri.
La stagione dei ragazzi di coach Trevisan e coach Carrera comincia con una sconfitta che lascia un po’ di amaro in bocca; la sensazione è che sarebbe bastato giocare un po’ meglio in attacco contro la zona avversaria per avere la meglio di una Arena (sicuramente una buona squadra, quadrata e spigolosa, con alcune buone individualità) scesa a Granarolo con la motivazione in più di dedicare la vittoria al dirigente Graziano Benassi prematuramente scomparso in settimana. L’Arena parte subito a razzo e in 4′ si porta sul 4-12 con Marchini e Ferrari sugli scudi. L’ingresso in campo di Marchi dà ossigeno all’attacco dei padroni di casa che cominciano a rispondere colpo su colpo ai canestri degli ospiti senza però avvicinarsi più di tanto (12-18 al 7′). Gli ultimi 3′ sono caratterizzati dalle difese e 4 punti di Marchi consentono a Granarolo di chiudere il primo parziale sotto di sole 4 lunghezze (16-20). L’inizio del secondo quarto comincia allo stesso modo e per 3′ il punteggio rimane invariato poi Montecchio piazza un parziale di 4-10 e si porta al massimo vantaggio della partita (20-30 al 15’30” sulla tripla di Colla). Granarolo reagisce con Marchi, Bertuzzi e Busi e si porta a -3 con un parziale di 9-2 (29-32 al 19′) prima che Grisendi (2/2 dalla lunetta) e l’under Bonetti (tripla allo scadere) fissino il risultato sul 32-34 all’intervallo. Ad inizio terzo quarto Granarolo sfrutta un’ottima difesa e una fiammata di Tugnoli che con 8 punti quasi consecutivi porta i suoi al primo vantaggio della partita (42-37 al 23’30”). Coach Cavalieri ordina la zona 2-3 ma 4 punti consecutivi di Busi portano Granarolo al suo massimo vantaggio (46-40 al 24’30”) e danno l’illusione che la mossa degli ospiti sia ininfluente sull’inerzia della gara: in realtà Granarolo si inceppa e Montecchio piazza un parziale di 0-13 nei restanti 5’30” e si porta all’ultima pausa con 7 lunghezze di vantaggio (46-53). L’inizio dell’ultimo quarto vede Montecchio proseguire nel suo parziale e Granarolo sparare a salve (46-56 al 33′). I ragazzi di Trevisan non ci stanno e riescono a rientrare in partita sulla tripla di Millina a 1′ dalla fine (53-56). L’azione successiva vede Marchini fallire due triple consecutive e, sul ribaltamento di campo, il primo arbitro fischiare un dubbio fallo in attacco a Ferri che solleva le proteste dei padroni di casa e spegne definitivamente le loro possibilità di rimonta. I restanti secondi servono solo a definire il risultato finale con i viaggi in lunetta di Ferrari e Lombardi.

SPAL – G. SAFFI 61 – 67
(15-21; 29-37; 46-47)
Correggio: Casu, Coloretti 5, Lusvarghi 1, Riccò, Rovatti 10, Galeotti 6, Amici 9, Magnani 4, Villani 6, Fassinou 4, Anumba 16, Giani. All. Paladini.
Giorgina Saffi Forlì: Frigoli 15, Marchioni, Marlon 1, Conocchiari 24, Ravaioli 12, Piazza 3, Soldati 2, Serrani 2, Emiliani 4, Agatensi 4. All. Agnoletti.
La Spal all’esordio in campionato impiega mezzo quarto per mettere a segno il primo canestro su azione (tripla di Rovatti). L’efficacia spinta del play Frigoli e le bombe di Conocchiari tengono avanti il Saffi (9-14 al 7′), ma Correggio ci mette del suo con una scarsa determinazione a rimbalzo. Qualcosa di buono la Spal lo raccoglie da Villani e Anumba ma non basta e Saffi chiude la prima frazione in vantaggio 15-21). Nel secondo quarto la Spal si fa più aggressiva in difesa e si riavvicina (22-23 al 6′) e pari a 28 sull’asse Anumba-Villani. Saffi approfitta di qualche disattenzione dei gialloneri, piazza un parziale di 9-1 e può andare al riposo sul 29-37. Il terzo quarto inizia con due canestri Spal firmati Fassinou e Magnani, libero di Amici e tap-in di Anumba e la Spal è ancora a -1 dopo 2′. Primo sorpasso Spal sempre con Anumba 40-39 al 4′. Si prosegue con parecchi errori da entrambe le parti e il terzo parziale si chiude sul 46-47 a favore degli ospiti. Recupero di Galeotti e sulla tripla di Coloretti la Spal la Spal si riporta avanti 51-47 e 53-49 al 4′. Triple di Conocchiari e Rovatti e 57-52 a 5′ dal termine. Ancora Conocchiari da tre, penetrazione di Galeotti, Ravaioli in lunetta e 59-56 a 2′. Amici e Anumba pasticciano in contropiede e sui liberi di Conocchiari, Saffi è ancora a -1. Tap-in di Frigoli per il sorpasso (59-60 a -1′). Ancora tripla di Conocchiari e liberi di Piazza che chiudono l’incontro a favore degli ospiti.

BUDRIO – BOLOGNA BASKET 2011 68 – 69
(19-13; 38-33; 53-52)
Budrio: Fimiani 9, Guidi, Casagrande 25, Nanni 7, Manini, Lazzari 2, Alberti, Quaiotto 14, Innocenti 2, Quarantotto 2, Bargiotti, Frazzoni 7. All. Cinti.
Bologna Basket 2011: Chiarini A. 12, Terenzi, Diop, Ayiku, Chiarini S. 13, Guerri 2, Tugnoli 10, Tolomelli 1, Lippa 2, Bianchini 11, Ballardini 18. All. Duo.

INDUSTRIAL PACKAGING – BANCO EMILIANO CRED. COOPERATIVO 38 – 83
(12-21; 14-58; 28-75)
Arbor Reggio: Alfano 8, Simonazzi 5, Maioli 5, Maione 5, Franzoni 4, Ganapini 4, Braglia 3, Boselli 2, Iori 2, Ligabue. all. Baroni
LG Competition Castelnovo Monti: Vanni 17, Mallon 16, Paulig 13, Siani 12, Fanelli 12, Vezzosi 4, Canuti Fr. 4, Canuti Fed. 3, Baccarani 2, Filippi, Generali ne. All. Djukic.
Esordio più che positivo per il Banco Emiliano Credito Cooperativo LG C. Monti, che spazza via un’Arbor ancora ai box con una prestazione super in attacco e tanta concentrazione in campo fin dai primi secondi di gara. Parziale iniziale di 9 a 2, con capitan Vezzosi sugli scudi con 4 punti consecutivi e un assist al bacio per Vanni che fa capire a tutti che aria tirerà stasera nel bellissimo impianto di Rivalta. La squadra cittadina tenta di arginare le folate offensive dei bismantovini, ma un tonico Mallon, coadiuvato da un preciso Vanni sotto le plance e da un ispirato Siani in regia, dilatano il divario fino al 21 a 12 di fine primo quarto. Da qui in poi un secondo periodo da 37 a 2 che trasforma la gara in una sanguinosa tonnara! Segnano a ripetizione gli esterni castelnovini e, complice uno strapotere assoluto sotto i tabelloni, la partita è già chiusa e si va al riposo sul 58 a 14. Il resto è accademia, anche se coach Djukic, come suo solito, pretende intensità sino alla fine, ruotando a suo piacimento tutti i giocatori a disposizione.

VIRTUS MEDICINA – FLYING BALLS 79 – 88
(25-21; 49-43; 66-62)
Medicina: Persiani 10, Rossi ne, Govi F. 9, Govi G. 13, Sighinolfi 14, Biguzzi 15, Lorenzini ne, Martelli ne, D’Amico ne, Musolesi 14, Canovi ne, Seracchioli 4. All. Curti.
Ozzano: Pasquali 2, Verardi 14, Mini 7, Rossi 14, Savic, Caprara ne, Regazzi 4, Teglia, Guazzaloca 11, Martelli ne, Rambelli 11, Gianasi 25. All. Grandi.
La partita bella ed intensa non tradisce le aspettative della vigilia. Primo periodo e Ozzano prova di scappare con la velocità di Verardi e Rossi e gli 1vs1 micidiali di Gianasi; la Virtus regge e, con le bombe di Musolesi e le ottime giocate di Biguzzi, si porta in vantaggio; vantaggio che alla prima sirena è di +4. Secondo periodo e la musica non cambia: Ozzano gioca bene, ma resta dietro nel punteggio perché la Virtus è lucida; la premiata ditta Govi G. & Govi F., unita alla precisione dall’arco di Sighinolfi e un ottimo Persiani in regia, tengono i gialloneri in vantaggio. Si va all’intervallo Medicina avanti sul 49 a 43. Terzo periodo e Ozzano cerca l’aggancio: Rambelli e Regazzi iniziano a dare qualche problema in area, ma la Virtus è pimpante. Musolesi, Sighinolfi e Biguzzi rispondono colpo su colpo e tengono avanti i padroni di casa; alla sirena Virtus a + 4 e, con qualche rammarico, perché con meno errori il vantaggio poteva essere più ampio. Quarto e decisivo periodo e nei primi 5’ c’è ancora tanto Medicina, poi Ozzano ha 13 punti quasi consecutivi da un ottimo Gianasi che, assieme a Rambelli, prende per mano i compagni e gli porta prima al pareggio poi al sorpasso che sarà decisivo. La Virtus, che non è riuscita a chiudere la partita, va in affanno e, con qualche palla persa di troppo, prima si fa raggiungere e poi superare nel giro di 3’. Nel finale i Flying Balls amministrano arrotondando il punteggio con Rossi. Bella partita, buona Virtus che, per 35’, tiene testa alla corazzata Ozzano che, solo nel finale, su giocate veramente belle di Gianasi e Rambelli, trova lo spunto per vincere la partita.

DESPAR – STARS 81 – 59
(17-15; 41-36; 60-44)
4 Torri Ferrara: Burresi 5, Bertocco, Fenati 5, Brandani 24, Parmeggiani ne, Lugli 14, Marchetti 1, Martini, Ardizzoni 2, Pasquini 10, Magni 4, Agusto 16. All. Cavicchioli.
Stars: Bitelli 6, Yakobe 2, Orlando 8, Lalanne 4, Menarini 2, Testoni, Landuzzi 4, Flori, Garrossi ne, Maestripieri 8, Pecchia 15, Parenti 10. All. Cantelli.
Esordio positivo per la 4 Torri che tra le mura amiche sconfigge gli Stars Bologna. L’ incontro inizia con i padroni di casa che danno la sensazione di poter chiudere subito l’incontro con ottime giocate contro la zona avversaria, che viene battuta più volte da bombe da tre. Complici, però, alcuni banali errori dei granata, gli Stars riescono a rimanere aggrappati al risultato fino alla pausa lunga dove le due squadre vanno al riposo con Ferrara avanti di cinque lunghezze 41-36. Nella prima mezza frazione di gioco si segnala soprattutto la tensione dei granata, forse dovuta all’esordio in casa, che crea l’incapacità di staccare gli avversari nel punteggio e dall’altra parte, l’ottima tenuta evidenziata da un Pecchia in gran spolvero nel tiro da tre e dalla pungente velocità di Yakobe. Dopo il the, la Despar esce dagli spogliatoi con un faccia diversa e i risultati si notano subito. Con la difesa ri-tarata e più aggressiva, i granata concederanno solamente 23 punti agli avversari negli ultimi venti minuti e, già alla fine del terzo quarto, il distacco sale a +16.

NOVELLARA – CVD 69 – 66
(20-16; 33-36; 50-46)
Novellara: Margini 6, Folloni 12, Rinaldi, Giroldi 5, Ciavolella 13, Colla 19, Croci 14. All. Ligabue.
Cvd Casalecchio: Lanzi 6, Mazzoli 4, Fuzzi 7, Marzioni 21, Nannetti 18, Spadellini 3, Marcheselli 4, Truzzi 2, Masetti, Taddei, Gamberini 1. All. Loperfido.

ME CART – FOR 72 – 52
(22-17, 45-28, 65-41)
Scuola Basket Cavriago: Fantini 5, Fontanesi, D’Amore 12, Pellicciari 2, Cervi 25, Leonardi 3, Pezzi 9, Codeluppi 14, Baroni 2, Giardino. All. Degl’Incerti Tocci.
Pontevecchio: Benuzzi 2, Bergami 8, Brancaleoni 2, Cruzat 7, Di Rauso 4, Falzetti 8, Franchini 2, Galeotti 1, Garagnani 3, Luppi 6, Mantovani 2, Tinti 7. All. Savini.

SERIE D
GIRONE A
EUROSYSTEM – COLLEGE FULGOR 55 – 66
(15-17, 31-30, 44-50)
Luzzara: Teodori 3, Vezzani 2, Cani 12, Costantino 7, Caleffi 6, Salati 4, Gelosini 2, Neviani, Neri 8, Freddi 11, Ploia ne. All. Beltrami.
Fulgor Fidenza: Rigone ne, Orsi 3, Iacomino 10, Molinari 12, Ceci M. 9, Zerbini 16, Imeri 9, Longhi 6, Ceci A. 1, Rubini ne. All. Fiesolani.
Il debutto in campionato non sorride agli Aquilotti che cedono il passo tra le mura amiche contro un Fidenza cinico a sfruttare ogni situazione. Il momento non è neppure propizio: già senza Sereni, Brioni, Corradini e Pesci, gli Eaglets devono rinunciare dopo 11′ a Teodori per un serio infortunio al ginocchio (la cui gravità sarà valutata nei prossimi giorni) e, a metà terza frazione, anche di Gelosini per una distorsione alla caviglia. La già difficile situazione di dover affrontare il fortino fidentino arroccato in 40′ di zona 2-3, diviene così ancor più complesso, soprattutto in una serata in cui il tiro dalla distanza non ne vuole sapere di entrare (per uno scialbo 5/26 dall’arco). E dopo una prima frazione equilibrata (15-14 al 9′), il secondo quarto vive prima lo sbandamento dell’infortunio di Teodori (15-26 al 16′) e poi una grande reazione che porta al sorpasso con 3 liberi di Cani alla sirena (31-30). Il +3 di inizio periodo è il massimo vantaggio (33-30 al 21′), per poi scendere a -6 con le polveri totalmente bagnate ed il forfait di Gelosini (44-50 al 30′). Una fiammata accende la difesa Aquilotta ad inizio degli ultimi 10′: il parziale è di 9-2 per un sorpasso sulle ali dell’entusiasmo (53-52 al 36′). Entusiasmo che, però, viene subito spento da un canestro di tabella tanto fortunoso quanto puntuale di Iacomino che dà il via al contro-break ospite di 13-0 che chiude la contesa (53-65 al 39′).

VOLTONE – SALSO 68 – 46
(13-11; 35-19; 49-33)
Zola: Perrotta 7, Galassi, Codicini 2, Ghiacci 14, Giacometti A. 2, Mazzoli, Sterpi 14, Giacometti J. 2, Bruzzechesse 1, Romagnoli 22, Orlandi, Menzani 4. All. Amanti.
Salsomaggiore: Talassi 11, Zamboni 3, Aimi 8, Maccini 11, Rattotti, Zerbini 1, Lucchini 4, Lettieri 8.

RADIOCOOP – NAZARENO 73 – 56
(19-26; 34-38; 50-51)
Piacenza Basket Club: Massari 10, DeLillo 14, Antozzi 13, Sela 8, Pirolo 6, Popov 10, Scarionati 6, Villa 2, Markovic 2, Betti 2 , Zanangeli, Villani. All. Mambretti.
Nazareno Carpi: Compagnoni 17, Doddi 19, Goldoni 4, Salami 11, Menoni 1, Saetti 2, Cantarelli 2, Pravettoni, Antonicelli, Cavallotti, Barigazzi, Sbisà. All. Testi.
L’esordio del Piacenza Basket Club è dirompente e va addirittura oltre le più rosee aspettative. Al Palazzetto di San Lazzaro a Piacenza, di fronte a un pubblico spettacolare, numerosissimo e caloroso, i ragazzi di Mambretti si impongono sulla Nazareno al termine di una partita non semplice, contro avversari che vendono cara la pelle. L’inizio di partita è di marca ospite; grazie ai canestri di Doddi e Compagnoni, Carpi scappa via addirittura sul +9. Radiocoop Piacenza Basket Club non molla la presa e con due canestri di Antozzi e Scarionati rimane aggrappata sul 19-26 a fine primo quarto. Nel secondo parziale Piacenza si fa sotto prepotentemente, con De Lillo e Massari abili a sfruttare le rotazioni avversarie e a riportare i biancorossi a stretto contatto. Qualche errore sul finire di quarto lascia tuttavia Carpi avanti all’intervallo lungo di 4 lunghezze, sul 34-38. Al rientro in campo Piacenza dopo qualche minuto si fa sotto nuovamente, sorretta da un bel canestro di Pirolo e da un Popov in grande spolvero (alla fine 10 punti e 7 rimbalzi per lui). Sela e compagni difendono forte e Carpi inizia a sentire la morsa dei ragazzi di Mambretti, chiudendo il terzo quarto con un solo punto di vantaggio. 50-51. Il Pala San Lazzaro, gremito, continua indomito a sostenere i propri ragazzi con un vero e proprio spettacolo nello spettacolo, un pubblico senza dubbio da altre categorie. Piacenza azzanna letteralmente la partita, con un parziale di 17-0 nei primi 5’30” dell’ultimo quarto, il tutto frutto di una difesa asfissiante sia sotto le plance che sugli esterni, senza mai dimenticare il grande apporto di Massari. Se a questo si aggiungono transizioni davvero fulminee, con Carpi davvero alle corde, tutto diventa più semplice. I due liberi ancora di Popov mettono i titoli di coda a una grande serata di basket, chiudendo la partita sul 73-56 per la Radiocoop.

BAOU TRIBE – ATLETICO 73 – 63
(19-17; 35-38; 51-44)
BT San Lazzaro: Gruppi 2, Grilli, Marinelli 13, Fornasari, Bernardi 5, Cantore 12, Mellara 9, Masrè 14, Paladini 14, Campagna, Capobianco 4. All. Lelli.
Atletico: Guidi, Proto 11, Farnetti 4, Grassi 3, De Simone 3, Artese 12, Selvi 6, Turchetti 1, Rossi 2, Poluzzi, Pedroni 6, Veronesi 15. All. Pietrantonio.

SAMPOLESE BASKET – SAN MAMOLO 67 – 58
(17-13, 32-22, 50-40)
Sampolese Basket: Di Maria, Monti 13, Minardi 12, Margini 13, Benevelli 5, De Vizzi 1, Davoli ne, Tondo 11, Maggiali ne, Bizzocchi 6, Servidei 2, Pezzi 4. All. Immovilli.
San Mamolo Basket: Gabrieli 2, Cavazza 2, Beccari 11, Martelli P. 15, Ghelli 4, Margelli 5, Martelli L., Fiorentini 3, Quadri 1, Demetri 15, Rizzi ne. All. Munzio.
Positivo e convincente esordio davanti al proprio pubblico della Sampolese nella prima gara di serie D. Mostrando già una convincente organizzazione di squadra ed una ottima intensità difensiva, la compagine di Immovilli conduce la gara fin dall’iniziale palla a due. Quaranta minuti di pressinq ostinato tengono a galla San Mamolo (massimo vantaggio interno 50-37 al 29′ ) che riesce anche ad avvicinarsi nei convulsi minuti finali (64-58 al 37′) per opera, soprattutto, del giovane Demetri, ma Tondo (16 rimbalzi) e compagni hanno ancora la forza e la lucidità per condurre in porto il prezioso risultato.

FIORANO – PALLAVICINI 59 – 60
(17-15; 30-26; 42-37)
Fiorano: Rigers ne, Bernabei 3, Di Curzio 11, Domenichini 6, Galloni, Gazzotti 6, Lambertini 8, Lucchi 8, Marescotti 7, Melegari 6, Pivetti 4. All. Marotta.
Pallavicini: Tosiani 4, Cenesi 5, Nanni G. 8, Zagano, Giunchedi 5, Ferraro 9, Sgargi 8, Nanni M. 8, Bertarelli, Dawson 10, Pierantoni 2. All. Morra.
Una partita intensa, ricca di errori e di colpi di scena; un’ora e 45 minuti di intensità che ha visto prevalere di più il cinismo rispetto al bel gioco e allo spettacolo. Fiorano si presenta al via senza il bomber Ruggeri e senza il proprio capitano Lanzellotto, fermati dal Giudice Sportivo alla fine della passata stagione. Nelle fila dei padroni di casa ci sono tutti i nuovi acquisti: Domenichini, Lucchi, Zogaj, Pivetti e Bernabei. A fare la partita, sin dal primo quarto, sono i fioranesi, che grazie all’asse Di Curzio-Lucchi si portano alla prima sirena sul +2 (17-15), tenendo la rimonta felsinea guidata da Ferraro e soci. Nel secondo periodo Fiorano prova l’allungo con Marescotti e Lucchi che fanno la voce grossa sotto le plance (19 rimbalzi totali tirati giù dalla coppia di lunghi) ma Pallavicini, seppur chiudendo la seconda frazione con uno scarto di 4 punti, non molla e si aggrappa a Nanni M. ed alla sua mano glaciale dalla linea della carità. Nel secondo tempo il match viaggia in fotocopia rispetto al primo; la differenza la fa l’MVP Dawson che esce alla distanza e con tre canestri (supportato anche e soprattutto dalle 3 bombe consecutive firmate Giunchedi e Sgargi) ed un paio di giocate di peso specifico immane, chiude la partita moralmente. Le partite finiscono al 40’ e così Nanni G. segna da 2 e Fiorano si ritrova con 20” e palla in mano, ma il tiro di Davide Di Curzio si spegne malinconicamente sul ferro e può iniziare la festa felsinea.

PSA – ANZOLA 65 – 72
(26-18; 34-37; 45-48)
Psa Modena: Barbieri 4, Malverti 2, Macchelli 10, Tamagini ne, Petrella 3, Marasca 16, Santonastaso 3, Di Talia 3, Konadu 4, Frilli 18, Govi ne, D’Imprima 2. All. Bertani.
Anzola: Poluzzi 4, Venturi D. 2, Venturi N. 5, Pappalardo 23, Boldini 14, Fiorini 7, Lambertini, Franchini 7, Kalfus ne, Gamberini ne, Zanata 10. All. Sacchetti.

VIS PERSICETO – MAGIK 73 – 59
(10-14; 32-33; 54-50)
San Giovanni in Persiceto: Scagliarini 2, Morisi 10, Cornale 7, Missoni 7, Galli, Rusticelli G. 6, Chiusoli, Parmeggiani 11, Almeoni 19, Genovese 7, Ferrari, Pederzini 4. All. Rusticelli M.
Magik Parma: Bazzani 12, Donadei 8, Malinverni N. 2, Malinverni L. 3, Cavaglieri 2, Gibertini 5, Ologundaye 8, Longinotti 13, Guidi 6, Berlinguer ne. All. Lopez.

GIRONE B
OLIMPIA – MOLINELLA 85 – 52
(28-13; 47-30; 64-40)
Olimpia Castel San Pietro: Chillo 2, Odorici 2, Franceschini 14, Ziron 16, Boschi 7, Pancaldi 4, Raspanti, Binassi 8, Farnè 10, Gianninoni 2, Sgorbati 5, Morales 15. All. Zarifi.
Molinella: Calvi 8, Quartieri 4, Checcoli 2, Ricci 10, Vandelli, Testi 12, Alessandri 4, Tagliavini 3, Ugolini 5, Pascoli, Gualandi 2, Serio 2. All. Baiocchi.

ARTUSIANA – BELLARIA 70 – 57
(20-6; 42-15; 64-29)
Forlimpopoli: Rossi 10, Manucci 15, Vandelli 14, Crocini 2, Servadei 12, Balistreri 8, Marzolini 2, Fabbri, Chezzi 5, Arfelli 2, Evangelisti. All. Bondi.
Bellaria: Stabile 7, Sacchetti 9, Mbaye 5, Mussoni Ma. 5, Samb 6, Mussoni Mi. 1, Bomba 6, Tamai 8, Massa 5, Novello, De Gregori, Bindi 5. All. Ferro.

BASKET VILLAGE – C&C 80 – 69
(25-19; 43-31; 60-48)
Granarolo: Banzi, Paoloni, Ballini 13, Costa, Carrera 5, Nicotera 12, Nobis 17, Marega 10, Neviani 2, Pedrielli 5, Marcheselli 4, Brotza 12. All. Calore.
B95 Imola: Foronci A. 4, Giovannini 7, Baruzzi F., Gargioni 7, Barbagelata 8, Spagnoli 16, Crisà 1, Mastrilli 7, Rubini 14, Selva 5. All. Morozzi.

CURTI – GRIFO 74 – 62
(12-15, 46-33, 58-43)
International Imola: Folli, Benghi 27, Grandolfi 8, Cardelli, Martini 19, Caprara A., Caprara J. 5, Scagliarini 3, Genoni, Dirella 2, Masoni 10. All. Fazzi.
Grifo Imola: Turrini, Orlando 6, Canè, Pasini 14, Cenni, Lanzoni 3, Dragicevic 17, Monna 7, Linguerri 5, Zaccherini,Guerra, Castelli 10. All. Pasotti.
La Curti presenta la novità di Filippo Masoni, l’ex capitano dell’ Andrea Costa, che in settimana aveva accettato la proposta di mettere la sua esperienza al servizio del giovane team allenato da Fazzi. L’inizio è tutto a favore della Grifo che attacca in velocità e mette in difficoltà i biancorossi che tardano ad ingranare. Nel secondo quarto è Benghi (13 p.), il migliore in assoluto dell’incontro al di la dei punti finali, che suona la carica ai suoi che ribaltono l’inerzia con un parziale di 34 a 18 anche coadiuvato da Martini (10 p.) Dopo l’intervallo la Grifo si affida all’ex Dragicevic per cercare di rimontare la svantaggio, autore in questo quarto di 7 punti, ma la Curti non demorde e così ci si avvia all’ultima fase con i biancorossi che lasciano qualche varco in difesa, ma, quando il vantaggio si assottiglia, una magia di Masoni in entrata spegne le velleità della Grifo.

VENI – ARGENTA 48 – 61
(16-17; 28-28; 33-51)
San Pietro in Casale: Settanni 4, Meola ne, Sgarzi, Barbieri, Ghedini ne, Vinci 2, Minozzi G. 3, Iannicelli 3, Frascaroli 4, Petroli 7, Bartolozzi 16, Folesani 9. All. Minozzi M.
Argenta: Magnani 10, Briganti, Taglioli, Spinosa 2, Cesari 3, Malagolini 4, Zanetti 3, Rubbini 26, Mortara 2, Thiam 11, Stefani, Rafan ne. All. Panizza.

S.B. FERRARA – GUELFO 49 – 61
(5-19; 16-31; 33-45)
Ferrara: Ferrarini 11, Pusinanti 5, Zavarini 2, Bereziartua ne, Frignani 11, Fabbri 7, Bottoni 10, D’Ascenzo, Parigi 3, Bussolari, Cuppini. All. Colantoni.
Castel Guelfo: Buscemi 3, Gianasi 5, Bernabini 12, Bacci, Ventura ne, Minghetti, D’Andola 10, Miceli 6, Giordani 15, Paluan 10. All. Serio.

DOLPHINS – ALTEDO 68 – 72
(16-16; 35-30, 53-50)
Riccione: Amadori Mi. 2, Ambrassa, Amadori Ma. 27, Tononi 3, De Martin 5, Raffaelli 11, Zaghini 8, Polverelli 4, Brattoli 8, Brunetta, Ortenzi, Biagini. All. Foschi.
Altedo: Gnudi 10, Pigozzi 3, Dal Pozzo 18, Zanolli 14, Bovo 13, Soresi 5, Bulgarelli 5, Monari 2, Baccilieri 2, Balboni, Gnan ne, Lollini ne. All. Bacchilega.

SPEM – AICS 59 – 52
(14-17; 29-29; 43-43)
Spem Ravenna: Trerè, Basaglia 4, De Fanti 24, Vistoli 4, Cirillo 1, Saccardi 12, Bartolotti 4, Raspa, Senni, Morigi 10. All. Focarelli.
Aics Forlì: Grossi 2, Bergantini, Ragazzi 2, Rufilli 4, Guaglione 6, Brighi 6, Gaiotti 17, Ghetti, Zamagni, Zannoni 7, Arpaia 8, Ferri. All. Chiadini.
Comincia con una vittoria tra le mura amiche il cammino in serie D della neopromossa Spem Ravenna. Si affronta nella prima gara una coriacea AICS Forlì, dove al suo interno sono presenti svariati elementi di esperienza, ma in cui alla fine eccelle solo Gaiotti. In una partita sempre sul filo dell’equilibrio a far la differenza è la freddezza e lucidità di De Fanti, che caricandosi sulle spalle l’attacco gialloblù segna il gap con la formazione forlivese. La contesa si decide solo nell’ultimo periodo dove fondamentali sono stati gli attacchi di Lollo Morigi e dello stesso De Fanti ed una granitica difesa gialloblù che consegnano così al team di coach Focarelli il primo referto rosa della stagione.

I risultati dei quarti del Trofeo Ferrari

cuzzanicastelli

Ultimo atto della prima fase del “Trofeo Ferrari – Coppa Emilia Romagna” riservato alle squadre che parteciperanno alla serie C e C Regionale stagione 2014/2015.

4 TORRI FERRARA – TIGERS FORLI’ 84 – 71
(22-22; 35-35; 58-55)
Despar 4T Ferrara: Burresi 6, Bertocco 3, Fenati 2, Brandani 9, Parmeggiani 4, Lugli 14, Marchetti 2, Martini, Pasquini 15, Magni 3, Agusto 26. All. Cavicchioli.
Tigers Forlì: Valgimigli E., Valgimigli F. 3, Tugnoli 16, De Pascale 14, Iattoni 21, Ravaioli 10, Poggi, Villa 2, Donati 5. All. Conti.

I quarti di finale del “Trofeo Ferrari” sorridono alla 4 Torri. I ragazzi di coach Marco Cavicchioli hanno la meglio sui quotatissimi Tigers Forlì, formazione di categoria superiore, dopo un incontro sempre combattuto e per tre quarti in equilibrio. Gli ospiti partono forte piazzando un parziale (9-0) che, però, non spaventa i granata che con Burresi e Agusto si
riportano in pochi giri d’orologio a ridosso degli ospiti. Da quel momento la partita vive su un risultato d’equilibrio, rotto da una parte o dall’altra, da alcune giocate di pregio. La pausa di metà gara vede le due squadre in perfetto equilibrio e la 4 Torri grazie ad una buona difesa
aggressiva riesce a scavare un solco definitivo solo nell’ultima frazione di gioco dove arriva a toccare un vantaggio di quasi venti punti che di fatto annichilisce definitivamente gli avversari.

GHEPARD BOLOGNA – CASTENASO 76 – 63
Ghepard: Beccaletto 14, Botteghi 5, Aldieri A. ne, Tapia 3, Brunello, Maldini, Ghedini 4, Nieri 13, Riguzzi 15, Tullio 14, Martelli 8. All. Rossi.
Castenaso: Harizaj, Piccinini 4, Chiusolo 2, Venturoli 14, Serpieri ne, Masini 13, Rizzatti 2, Barbieri 12, Trombetti 16, Stanghellini ne. All. Castelli.

NOVELLARA – FIORE 58 – 59
(12-14; 28-26; 43-41)
Pallacanestro Novellara: Margini 16, Bartoli, Folloni 9, Rinaldi ne, Carpi 7, Ciavolella 17, Colla 3, Croci 6, Verbitchi, Catellani ne. All. Ligabue.
Fiorenzuola: Avanzini Fa. ne, Vecchio 6, Avanzini Fi. 8, Sichel 2, Avanzi 5, Castagnaro 14, Garofalo 14, Moscatelli 8, Zerbini 2. All. Brotto.

FLYING BALLS OZZANO – VSV IMOLA 15/10 (20,30)

I risultati dei quarti del Trofeo Marchetti

Ultimo atto della prima fase del “Trofeo Marchetti – Coppa Emilia Romagna” riservato alle squadre che parteciperanno alla serie D stagione 2014/2015

CURTI – DOLPHINS 58 – 57
(17-10; 26-30; 40-42)
International Imola: Folli 12, Benghi 12, Grandolfi 8, Cardelli, Martini 9, Genoni, Caprara A., Caprara J. 4, Scaglierini, Dirella 13. All. Fazzi.
Riccione: Amadori 3, Zagnini, Raffaelli 20, Ortenzi, Brunetta, Amadori 4, Brattoli 2, Tononi 14,
Polverelli 9, De Martin 5. All. Foschi.

L’International raggiunge il traguardo delle final four di Coppa Marchetti al termine di una partita combattuta con i più titolati riccionesi. Obiettivo raggiunto con le armi di coach Fazzi: grande ritmo e grande intensità difensiva. Il primo quarto mette in mostra queste qualità ed il Riccione fa fatica ad ingranare; nel secondo, appena cala l’intensità difensiva, gli ospiti prendono il sopravvento e, grazie a Raffaelli, il migliore dei suoi, passano a condurre infliggendo un break di 9-0 ai padroni di casa. Nel terzo periodo è Dirella per la Curti a primeggiare ed a chiudere il passivo del primo tempo. La partita continua sulle ali dell’equilibrio spezzato dalle triple di Folli a cui ribatte Raffaelli. Sono i liberi sbagliati da Polverini e fatti da Caprara prima e da Benghi, a 3″ dalla fine, a dare la vittoria agli imolesi; infatti, l’ultimo attacco riccionese viene annullato.

ALTEDO – BASKET VILLAGE 71 – 77
(26-17; 44-32; 55-55)
Altedo Basket: Balboni, Gnan, Bovo 14, Ventura 7, Bulgarelli 4, Dal Pozzo 10, Pigozzi 6, Lollini ne, Baccilieri 15, Soresi, Zanolli 9, Gnudi 6. All. Bacchilega.
Basket Village Granarolo: Franchini ne, Paoloni, Ballini 8, Costa ne, Carrera 7, Nicotera 4, Nobis 12, Marega 14, Neviani 10, Pedrielli 19, Brotza 3, Moretti ne. All. Calore.

PIACENZA – AQUILA 78 – 60
(24-16; 47-33; 53-47)
Piacenza Basket Club: Massari 7, De Lillo 13, Scarionati 13, Sela 18, Pirolo 8, Antozzi 7, Villa 4, Popov 2, Betti 2 , Markovic 2, Zanangeli 2, Villani. All. Mambretti.
Luzzara: Teodori 3, Vezzani 5, Costantino 15, Neri 13, Freddi 4, Salati 10, Neviani 7, Cani 1, Gelosini 2, Caleffi, Sereni, Pesci. All. Beltrami.

Quando sul 62-52, a 6’42” dal termine, il terzo fallo tecnico alla panchina Eagles porta all’uscita di coach Beltrami e ad un conseguente break di 13-0 (75-52), i titoli di coda della serata sono già partiti. Alla terza partita in altrettanti giorni (per gentile concessione della disponibilità altrui), gli Aquilotti cedono le armi alla seconda squadra di Piacenza, pur mostrando di essere in grado di poter giocare alla pari in condizioni normali. Gli Eagles si presentano in trasferta con Caleffi e Salati influenzati, Neviani arrivato direttamente da Praga causa lavoro ed il resto della truppa reduce dagli 80′ del Memorial Braglia. La lucidità di conseguenza è latente, soprattutto in difesa dove le gambe non girano per niente, concedendo agli avversari ben oltre i loro meriti. In pratica la benzina dura solamente i primi 7′ (11-11) dopodichè la spia della riserva rimarrà sempre accesa. I 47 punti concessi ne sono lo specchio ed il nervosismo di non riuscire a fare con le gambe, ciò che il cervello vorrebbe porta ad essere frenetici quanto inconcludenti. Serve la pausa lunga per lavorare sull’autostima ed il risultato è palese: Piacenza è Massari-dipendente e gli Aquilotti dove non arriva il fiato, si affidano alla grinta di Capitan Salati. La difesa chiude le maglie ed i piacentini ritornano a più miti consigli segnando solamente 6 punti in 10′ (53-47). Le energie, però, sono quelle che sono ed i nostri ragazzi non riescono mai a riavvicinarsi oltre, fino a 6’42” dal termine, quando l’uscita di coach Beltrami è l’evidenza di avere il serbatoio vuoto.

BAOU TRIBE SAN LAZZARO – ANZOLA 52 – 61

I risultati del secondo turno del “Trofeo Ferrari”

FLYINGBALLSSANTARCANGELO
Secondo turno del “Trofeo Ferrari – Coppa Emilia-Romagna”, manifestazione riservata alle squadre iscritte alla serie C e C Regionale, stagione 2014/2015.

MONTECCHIO – GHEPARD 89 – 90

GRANAROLO BK – VSV 58 – 77
(13-13; 27-36; 45-63)
Granarolo Basket: Spettoli 2, Paoloni 4, Tugnoli 4, Fiorini, Marchi 11, Bertuzzi 3, Torriglia 4, Bonetti 5, Millina 6, Ferri 8, Governatori 2, Busi 9. All. Trevisan.
VSV Imola: Sassi, Pieri 4, Dall’Osso 5, Morara 6, Di Placido, Corcelli 8, Massari 8, Guglielmo 8, Francesconi 21, Porcellini 17. All. Solaroli.

Un sontuoso Francesconi, insieme al solito Porcellini, ha permesso a Imola di accedere facilmente ai quarti. Dopo 10′ di sostanziale studio, gli ospiti mettevano la freccia con due missili di Francesconi e poi ampliavano il solco grazie alla zona 2-3 (27-36 al riposo con 20 punti del “magico duo”). Nella ripresa lo scarto rimaneva costantemente in doppia cifra (27-43 al 22′), poi, con la 1-3-1, Granarolo provava a rientrare (51-63 al 32′), ma la Virtus era più forte e chiudeva con un rotondo +19.

TIGERS 2014 – RAGGISOLARIS 74 – 64
(12-17; 37-41; 55-47)
Tigers Forlì: Valgimigli E., Valgimigli F. 5, Tugnoli 19, De Pascale 5, Iattoni 18, Ravaioli 19, Poggi ne, Villa, Donati 8. All. Conti.
Raggisolaris Faenza: Dal Fiume 22, Boero 2, Castellari, Silimbani 12, Zambrini 11, Troni ne, Catani ne, Zytharyuk 8, Sangiorgi 9. All. Regazzi.

BSL – CASTENASO 48 – 66
(6-8; 21-31; 36-48)
BSL San Lazzaro: Curione 8, Lolli 1, Pulvirenti, Fabbri 2, Fin 15, Saccardin 6, Degli Esposti 2, Bianchi 10, Sabattani, Chiapparini 2, Sgorbati 2. All. Rocca.
Castenaso: Harizaj, Piccinini, Chiusolo 8, Venturoli 19, Serpieri, Masini 6, Rizzatti 4, Barbieri 6, Carretta 9, Trombetti 11, Stanghellini 3. All. Castelli.

FLYING BALLS – SAN MARINO 79 – 73
(20-7; 29-28; 57-59)
Ozzano: Marrobio, Pasquali 11, Verardi ne, Mini 18, Rossi 8, Savic 2, Regazzi 10, Teglia 6, Guazzaloca 1, Martelli 2, Rambelli 6, Gianasi 15. All. Grandi
San Marino: Saccani 14, Gambi, Agostini ne, Cardinali 10, Mazzotti 12, Benzi 21, Casadei, Calegari 14. All. Del Bianco.

L’avventura dei New Flying Balls nella Coppa Emilia Romagna “Trofeo Ferrari” continua. I ragazzi di coach Federico Grandi hanno infatti battuto 79 a 73 San Marino, formazione che milita nel campionato di C Nazionale, aggiudicandosi così l’accesso ai quarti di finale contro la tostissima Virtus Imola.
San Marino si presenta a Monterenzio con appena 8 unità, e, in avvio, fatica ad entrare in partita. Il parziale iniziale di Ozzano è eloquente, 18-2 dopo 7′. Nella seconda frazione gli ospiti cominciano a giocare e segnare, riuscendo a ricucire il gap fino al -1 ottenuto a pochi secondi dalla sirena dell’intervallo lungo. Nel terzo periodo Ozzano tenta nuovamente la fuga fino al +9, seguita poi da un contro parziale che permettono agli ospiti di portarsi in vantaggio per la prima volta in serata (57-59). In apertura dell’ultimo quarto una bomba di Mini (18 punti) riporta avanti Ozzano, la quale non mollerà più il vantaggio ottenuto. Ogni tentativo di aggancio di San Marino è infatti vanificato dai canestri di Mini, Gianasi e Regazzi, fondamentale quest’ultimo anche a rimbalzo negli ultimi minuti. Alla sirena finale il tabellone premia i Flying, 79 a 73 il finale.

4 TORRI – G. SCIREA 90 – 77
(26-18; 42-38; 67-52)
4 Torri Ferrara: Burresi 14, Bertocco ne, Fenati 2, Brandani 16, Parmeggiani 6, Lugli 6, Marchetti, Martini 4, Pasquini 14, Magni 11, Agusto 17. All. Cavicchioli.

NOVELLARA – BMR 67 – 58
(12-17, 32-36, 50-49)
Novellara: Margini 2, Bartoli 2, Folloni 19, Giroldi, Baracchi, Carpi 5, Ciavolella 20, Colla 8, Mariani Cerati 9, Cattelani 2. All. Ligabue.
Basket 2000 Scandiano: Bertolini 15, Astolfi Giu. 8, Spaggiari A. 7, Gruosso 10, Germani 6, Ferrari 2, Pedrazzi 10, Zanini ne, Levinskis ne, Giordano, Astolfi Gia. ne. All. Spaggiari L.

Una Bmr rimaneggiata cade a Novellara e dice addio al Memorial Ferrari, da cui viene estromessa al secondo turno. Davanti ad un buon pubblico (oltre 150 persone sulle tribune del PalaMalagoli), la squadra di Luca Spaggiari gioca una gara non brillante, faticando a trovare la via del canestro: da salvare Pedrazzi, come sempre generoso, mentre nelle fila locali si segnalano le buone prove di Ciavolella e Folloni. Novellara, una volta agganciata la Bmr, ha volato sulle ali dell’entusiasmo, dilagando poi nell’ultimo quarto.

REBASKET – FIORE 69 – 73
Rubiera: Maioli ne, Lasagni 12, Magliani ne, Mazza ne, Pini 15, Morgotti 6, Negri 8, Pellegrini 6, Melli 4, Conte 14, Giudici 4. All. Casoli.
Fiorenzuola: Avanzini Fa. 3, Sichel 4, Avanzi, Moscatelli 22, Avanzi Fi. 7, Garofalo 22, Zerbini, Vecchio 2, Castagnaro 13. All. Brotto.

Seconda uscita ufficiale per la Crisden Rebasket Rubiera che, orfana di capitan Maioli, cede il passo a Fiorenzuola e viene eliminata dal Trofeo Ferrari. Dopo i primi minuti in cui entrambe le squadre pasticciano gli attacchi finalmente si sbloccano, per i piacentini il trio Moscatelli-Garofalo-Castagnaro risponde colpo su colpo alle iniziative della coppia Negri-Pini. Le difese non mordono e si va all’intervallo lungo sul 41-41. Al rientro dagli spogliatoi il calo fisico della squadra di Casoli è evidente e apre la porta al break ospite che tocca il +14 prima che nei minuti finali la rabbiosa reazione rubierese riporti a sole due lunghezze la distanza grazie a due triple di Conte. La bomba di Filippo Avanzini sembra chiudere di fatto il match a 40″ dalla fine; un paio di recuperi permettono a Rubiera di tirare per il pareggio, ma la tripla di Biello finisce sul ferro.

I risultati del secondo turno del “Trofeo Marchetti”

palestragranarolo

Secondo turno del “Trofeo Marchetti – Coppa Emilia-Romagna”, manifestazione riservata alle squadre iscritte alla serie D 2014/2015.

LUZZARA – FIORANO 66 – 57
(16-15; 28-32; 47-50)
Luzzara: Teodori, Vezzani, Cani 4, Costantino 9, Caleffi 16, Salati 8, Gelosini 11, Sereni 2, Neviani 3, Neri 10, Freddi 3. All. Beltrami.
Fiorano: Zogas 2, Cracco 4, Ruggeri 15, Galloni, Gazzotti 3, Lanzellotto 2, Marescotti 9, Domenichini 4, Lucchi 11, Melegari 7. All. Davolio.
Prosegue il cammino Eagles nel Trofeo Marchetti che accedono ai quarti di finale superando, non senza patemi, una Fiorano neo-promossa, ma candidata ad essere un osso duro per tutte le avverarie. Gli Aquilotti recuperano Caleffi che, tra i canestri di casa Gualtieri, fornisce una prestazione da protagonista. La gara inizia dopo la presentazione di tutte le squadre di casa Eagles (dal MiniBasket fino ai team di Promozione e Serie D) e si preannuncia equilibrata fin dalle prime battute (8-8 al 7′). L’ingresso di Gelosini (9 punti a cavallo delle prime due frazioni) ed il paniere di Freddi portano al primo allungo (23-17 al 14′); ma i modenesi non demordono e con un prepotente vanno al riposo con il risultato ribaltato (28-32). La ripresa ha il marchio di Caleffi, che con 8 punti, ispira gli Eaglets (42-36 al 27′), ma ancora una volta Fiorano ha in Ruggeri l’uomo giusto per riprendere il match (47-50). Come a San Polo è l’ultima frazione a segnare il cambio di passo Aquilotto: Neri apre con la tripla del pareggio (50-50) e la squadra trova soluzioni con tutti gli effettivi, mentre la difesa concede solamente 3 punti in 9′ (66-53 al 39′). E’ il suggello finale che segna l’accesso tra le otto del Trofeo.

ALTEDO – GUELFO 70 – 59
(23-18; 42-31; 50-44)
Altedo: Ventura 4, Pigozzi, Soresi 4, Zanolli 6, Bovo 16, Bulgarelli 10, Baccilieri 10, Dal Pozzo 13, Gnudi 6, Monari, Gnan 1, Balboni. All. Bacchilega.
Guelfo: Buscemi 11, Paluan 16, Caprara 13, Giordani 5, D’ ndola 8, Baccarini, Miceli 3, Gianasi 3, Bacci, Minghetti, Ventura, Coraini ne. All. Serio.

BASKET VILLAGE – ARGENTA 79 – 66
(19-23; 37-37; 60-53)
Granarolo: Paoloni, Ballini 7, Moretti, Carrera 5, Nicotera 8, Nobis 20, Marega 11, Neviani 6, Pedrielli 6, Brotza 16, Billacci. All. Calore.
Argenta: Magnani 15, Brignani 6, Taglioli, Spinosa 6, Cesari, Dal Pozzo 1, Zanetti 4, Rubbini 14, Malagolini 8, Thiam 12, Stegani, Rafan ne. All. Panizza.
Vince Granarolo, ma Argenta esce a testa alta dalla competizione al termine di un match giocato a velocità sfrenata e, di conseguenza, ricco di azioni spettacolari, ma anche di tanti errori.
Nelle prime curve era l’agile lungo Rubbini a fare la voce grossa per gli estensi, ma Calore pescava dalla panchina il’96 Brotza che rispondeva “pan per focaccia”. Argenta raggiungeva il massimo vantaggio (tripla di Magnani) sul 19-28 al 12′, ma, poi, c’era il controbreak di 10-0 con gli ospiti che pagavano dazio al nervosismo. Nella ripresa ancora bombe della truppa di Panizza (42-46 al 22′, Spinosa scatenato), ma il Basket Village aveva una marcia in più e infilava un parzialone di 18 a 3 (60-49 al 29′). Argenta si riportava sotto (62-57 al 32′), ma le triple di Nobis (Mvp) e Marega erano letali e, nel finale, gli ospiti rischiavano la goleada avendo staccato la spina ben prima del tempo (79-63 a -2′).

SPEM – RICCIONE 45 – 60

BASKET’95 – INTERNATIONAL 57 – 59
(26-11; 31-26; 40-42)
Baskey’95 Imola: Giovannini 3, Baruzzi L, Foronci A ne, Barbagelata 4, Rossi ne, Selva 2, Rubini 5, Mezzini ne, Mastrilli 14, Baruzzi F. ne, Gargioni 15, Spagnoli 14. All. Morozzi.
International Imola: Folli 10, Benghi 16, Grandolfi 11, Cardelli 2, Martini 2, Caprara A. ne, Caprara J. 8, Scaglierini 1, Dirella 9. All. Fazzi.
Derby entusiasmante di scena alla palestra Ravaglia di fronte ad un numeroso pubblico. Partenza
a razzo dei padroni di casa che, sospinti dal due Gargioni-Mastrilli, sembrano poter agevolmente condurre l’incontro chiudendo il primo periodo sul +15 senza neanche troppa fatica. Poi coach
Fazzi cambia difesa ed il pressing alternato alla zona fa si che la Cassani e Costanzi fatichi a trovare la via del canestro, mentre in attacco Benghi e Folli iniziano a recuperare per la Curti lo svantaggio fino al 31-26 dell’intervallo. Nel terzo quarto il trend non cambia per i padroni di casa nonostante buoni tiri non tiescono mai a buttarla dentro mentre per la Curti si sveglia Dirella ed è sorpasso. L’ultimo quarto è combattuto punto a punto con Spagnoli che sale in cattedra insaccando la tripla del pareggio a 3″ dalla fine, poi, uscendo da un time out, Benghi in zona d’attacco si inventa un auto passaggio sfruttando la schiena di un avversario per poi penetrare ed in sottomano realizzare i due punti della vittoria.

NAZARENO CARPI – ANZOLA 66 – 75

VOLTONE ZOLA – BAOU TRIBE SAN LAZZARO 65 – 73

PIACENZA – MAGIK 68 – 60
Piacenza BC: Massari 13, De Lillo 2, Scarionati 14, Sela 5, Pirolo 6, Popov 9, Villa 6, Markovic 6, Betti 4, Villani 3, Zanangeli, Antozzi.
Magik Parma: Bazzoni 7, Donadei 4, Cavaglieri 5, Olagundoye 14, Longinotti 11, Malinverni L. 6, Guidi 7, Malinverni N. 2, Berlinguer 2, Di Brino 2.

1 93 94 95 96