Category Archives: Regionali

C Silver, Santarcangelo comanda nel girone B

SERIE C SILVER

6° Giornata

Girone A

PALL. CORREGGIO – PREVEN MECCANICA 48 – 67

(13-16; 20-37; 37-61)

Correggio : Messori 12, Piccinini 5, Riccò A. 1, Morgotti 4, Tognoni 5, Guardasoni, Vivarelli 4, Lavacchielli 15, Frilli 2. All. Stachezzini.

Zola Predosa: Bianchi 4, Biello 7, Degregori 2, Zanotti ne, Guazzaloca 9, Bavieri 7, Folli 13, Bianchini 6, Venturelli, Albertini 8, Bosi, Almeoni 11. All. Cavicchi.

EMILGAS – ATLETICO BASKET 60 – 66

(17-17; 30-39; 48-50)

Scandiano: Pellacani ne, Astolfi 34, Doddi 7, Rivi 2, Taddei 3, Braglia, Brogio 8, Fikri 1, Di Micco 4, Saccone, Vanni 1, Fontanili. All. Baroni.

Atletico: Cappelli 7, Battilani 8, Serra 2, Albanelli ne, Veronesi 21, Rosati 5, Perini 15, Tognazzi 2, Argenti 2, Artese 4, Guidi, Naldi. All. Lanzoni.

Sconfitta casalinga per l’Emil Gas, battuta al PalaRegnani dall’Atletico, nonostante i 34 punti di Astolfi. La gara si mette in salita per i padroni di casa, costretti a rincorrere dopo un secondo quarto dove gli ospiti vanno negli spogliatoi in vantaggio di 9 lunghezze (30-39), trascinati dalla verve e dall’energia di Veronesi. Scandiano riesce a rientrare in partita grazie ad un buon terzo quarto (chiuso a -2), rimettendo la testa avanti, anche se i falli e l’infortunio di Vanni costringono coach Baroni agli straordinari per trovare soluzioni sotto canestro, schierando un Fikri non certamente al meglio, a causa di una scavigliata che lo ha costretto ai box in settimana. I due liberi di Astolfi valgono il 59-56 del 36’, la contesa sale di intensità (e di fisicità) fino al 60-59 con cui si entra negli ultimi due giri di lancette: in uscita dal timeout, Astolfi e Doddi non trovano il bersaglio, poi su una palla persa sanguinosa a metà campo, Perini firma il controsorpasso (60-61). Fikri stoppa Serra e mantiene vive le speranze scandianesi, prima che l’Atletico allunghi e chiuda definitivamente la contesa con la tripla del solito Veronesi.

CLASSIFICA

Francesco Francia Zola Predosa 10; S.G. Fortitudo Bologna* 4; Atletico Bologna*, Scandiano* 2; Correggio*** 0.

Girone B

BISSOLI&BISSOLI – DULCA 58 – 69

(22-19; 35-41; 55-59)

San Lazzaro: Biguzzi 13, Lanzarini 4, Tugnoli 5, Lanzi 7, Verardi 11, Domenichelli 6, Ramini 4, Fabbri 2, Betti 5, Negroni 1, Baldi. All. Baiocchi.

Santarcangelo: Vandi 2, Frigoli 4, Gamberini 25, Pesaresi 16, Fusco 3, Scarponi 7, Polverelli 10, Semprini 2, Chiari, Mazza. All. Ceccarelli.

Gli Angels riscattano il ko patito alcune settimane fa all’esordio in campionato e sbancano il PalaRodriguez sconfiggendo 69-58 una mai doma BSL. Partita forte, con un primo quarto di grande sostanza chiuso in vantaggio, la formazione biancoverde è infatti riuscita – facendosi aiutare dalla sostanza nel pitturato di Biguzzi – a tenere il passo di Santarcangelo che, nel secondo quarto, ha tentato la fuga con 11 punti ravvicinati di uno scatenato Pesaresi (ha chiuso a quota 16 con 3/4 da tre). Nella terza frazione poi, grazie ai guizzi di Verardi, Lanzarini e Tugnoli, la BSL ha addirittura rimesso la testa avanti nonostante un Polverelli particolarmente ispirato nel gioco vicino a canestro. Lo sforzo profuso, però,  è stato pagato a caro prezzo nella porzione di gara conclusiva dai ragazzi di coach Baiocchi, che hanno faticato a trovare la via del canestro  e sono caduti sotto i colpi di uno scatenato Gamberini (25), autore di tutto il bottino ospite nel frangente.

L’abbrivio iniziale, come detto, è stato di marca biancoverde: sfruttando un efficace uso del pick and roll, infatti, la Bissoli e Bissoli ha trovato buone soluzioni a canestro con Betti e Biguzzi, toccando il massimo vantaggio sul 15-9. Polverelli e Pesaresi sono però riusciti a metterci una pezza e così la BSL si è dovuta accontentare del solo +3 regalato al suono della prima sirena dalla tripla di Domenichelli. Uno gap colmato, in un amen, nella seconda frazione dalla formazione ospite, trascinata da un tarantolato Pesaresi che, con 11 punti consecutivi, ha ispirato il +9 romagnolo (32-41), reso poi meno amaro dalla bomba conclusiva di Biguzzi (35-41 al 20’). In uscita dagli spogliatoi, Gamberini e Scarponi hanno provato ad allungare nuovamente l’elastico del vantaggio ospite fino al massimo disavanzo raggiunto sul +10 (37-47), ma la Bissoli&Bissoli ha avuto il merito di restare ancora una volta aggrappata al match, alzando i ritmi e rispondendo colpo su colpo a Polverelli con i canestri di Lanzarini che hanno addirittura propiziato il controsorpasso casalingo sul 54-53. Con un 6-1 al tramonto del terzo quarto, gli Angels si sono però ripresi l’inerzia del match e in una ultima frazione avara di canestri, ma non di emozioni, pur rimanendo senza l’infortunato Pesaresi, si sono affidati ad un Gamberini immarcabile spalle a canestro, per chiudere i conti.

GAETANO SCIREA BASKET – GRANAROLO BASKET 66 – 43

(20-9; 35-27; 47-39)

Bertinoro: Solfrizzi En. 13, Spagnoli ne, Rossi 10, Monticelli, Ravaioli 3, Angeletti 5, Sampieri 7, Guardigli ne, Farabegoli 11, Serra, Brighi 8, Biandolino 9. All. Solfrizzi Em.

Granarolo: Salicini 2, Salvardi ne, Zani 2, Poggi 4, Paoloni Lu. 2, Baccilieri 10, Nanni 4, Tolomelli 2, Bertacchini 11, Paoloni Lo., Carati, Brotza 6. All. Millina.

Bruttissima prova della Crei in quel di Bertinoro, al cospetto di una squadra avversaria sicuramente combattiva e vogliosa, ma non fuori portata per gli uomini di Millina che, però, hanno fornito la peggior prestazione da inizio campionato, con cifre talmente brutte da non sembrare vere: per tutte basta il 22 di valutazione di squadra, il solo Solfrizzi, capitano dei padroni di casa e MVP del match, ha fatto meglio con 23… Gli uomini di Millina sono stati in partita, nonostante tutto, fino alla fine del terzo periodo, chiuso sul -8 (47-39) ,per sfaldarsi clamorosamente nell’ultimo quarto, dove sono riusciti nell’impresa di segnare soltanto 4 punti in 10′. L’assenza di 2 dei 3 playmaker ospiti (Salvardi e Masetti) può aver inciso, ma è anche vero che Granarolo aveva recuperato per l’occasione capitan Luca Paoloni, ancora non al meglio della forma, ma pur sempre un riferimento importante per la squadra.

La cronaca: parte fortissimo il Scirea, che manda a segno Biandolino, Brighi e Solfrizzi e in 3’30’ il divario è già in doppia cifra (11-0), con la Crei a secco, Lorenzo Paoloni già gravato di 2 falli e Millina costretto al timeout. L’ingresso di Bertacchini, come al solito, dà la scossa: subito tripla per il n.10 ospite, poi un altro canestro dopo la tripla di Rossi, ma il divario rimane immutato (20-9 al 10’), con Granarolo che concede tantissimo in difesa nonostante le raccomandazioni di Millina. L’ingresso in campo di Baccilieri (nettamente il migliore degli ospiti, unico ad avere un plus-minus positivo tra gli uomini di Millina con un +12 in 17’…), dà una sferzata alla Crei: l’ala si presenta subito con intensità e realizza un gioco da 3 punti dando il la alla rimonta che riporta Granarolo a stretto contatto con i padroni di casa (26-25 al 16’). Gli ospiti hanno ripetutamente l’occasione del sorpasso che potrebbe anche cambiare la psicologia del match, ma per due minuti entrambe le squadre giocano a ciapanò e quando Solfrizzi rompe il digiuno con la tripla del +4. Quattro punti di Farabegoli e due di Rossi mandano le squadre al riposo di metà gara sul 35-27 per Bertinoro. La Crei esce bene dall’intervallo, concede solo 2 liberi a Biandolino nei primi sei minuti del quarto, solo che la sterilità offensiva le permette soltanto di dimezzare lo svantaggio (37-33 al 26’). Anche qui Granarolo perde l’occasione di stare a contatto subendo le triple di Angeletti e Solfrizzi, col capitano bianconero che realizza anche da 2 ricacciando gli ospiti a -11 (45-34 al 28’30”). Nanni e Brotza riescono nel finale di quarto ad accorciare le distanze, ristabilendo il -8 con cui si era cominciato il periodo (47-39). Tutti si aspettano una battaglia negli ultimi 10’, invece, va in scena un monologo dei padroni di casa: parziale di 17-0 (64-39 al 35’), con gli ospiti che sprecano più energie a protestare con gli arbitri che a giocare, con il duo in grigio che nell’ultimo quarto usa un metro diverso sui contatti in area, mandando in lunetta 11 volte i padroni di casa (di cui 8 dal 30’ al 35’) e 0 gli ospiti. Partita morta e sepolta, con gli allenatori che approfittano degli ultimi minuti per schierare tutti gli effettivi a disposizione.

RECUPERI

GRANAROLO BASKET – GAETANO SCIREA BASKET 46 – 53

(9-8 ;20-23; 33-44)

Granarolo: Salicini 8. Salvardi ne, Zani 5, Poggi, Paoloni Lu. 10, Baccilieri, Nanni, Tolomelli, Bertacchini 7, Paoloni Lo. 12, Carati ne, Brotza 4. All. Millina.

Bertinoro: Solfrizzi En., Rossi 11, Monticelli, Ravaioli 5, Angeletti 3, Sampieri 4, Farabegoli 9, Serra, Brighi 12, Biandolino 9. All. Solfrizzi Em.

DULCA – BASKERS 71 – 61

(23-12; 45-30; 60-46)

Santarcangelo: Fusco 19, Scarponi 22, Chiari 5, Semprini 7, Vandi 4, Frigoli 7, Polverelli 7, Gamberini, Mazza, Mulazzani, Cantoni, Tamburini. All. Ceccarelli.

Forlimpopoli: Rombaldoni 21, Flan 5, Piazza 9, Dell’Omo, Donati 14, Nucci 3, Gorini 1, Piani 2, Matteucci, Ricci, Gaspari, Torelli. All. Agnoletti.

CLASSIFICA

ABC Santarcangelo 8; Baskers Forlimpopoli, Gaetano Scirea Bertinoro 6; BSL San Lazzaro, Granarolo Basket 2.

Serie D, rivincita Voltone, doppietta per i Tigers Villa Verucchio e la Pallavicini

SERIE D

6° Giornata

Girone A

SCUOLA PALL. VIGNOLA – BASKET VOLTONE 84 – 86

(23-25; 47-38; 63-65)

Vignola: Silingardi 4, Badiali 6, Fiorini 7, Chini, Barbieri E. 4, Galvan 36, Caltabiano 6, Cuzzani 19, Barbieri G. 2, Smerieri, Bussoli. All. Di Berardo.

Monte San Pietro: Giacometti A. 2, Bergonzoni 2, Giacometti J. 17, Casarini 7, Migliori 9, Zappoli 13, Giuliani 8, Magi 16, Venturelli 5, Baroncini 2, Chillo A. 2, Tinelli 3. All. Gambini.

VICO BASKET – ANTAL PALLAVICINI 56 – 69

(21-29; 36-44; 52-53)

Vico Parma: Calzi 10, Giorgi 10, Cervi 7, Camurri, Romanelli, Mazzeo, Guggia, Illari 12, Bellini 7, Popovich, Guatteri 10, Dagoni. All. Pasquinelli.

Pallavicini: Dawson 12, Santoro 15, Poli 10, Nanni G. 8, Giorgiutti, Tabellini, Nanni M. 11, Ropa ne, Morara ne, Molinari 13. All. Bignotti.

RECUPERO

SCUOLE BASKET CAVRIAGO – ANTAL PALLAVICINI 50 – 56

(17-18; 29-26; 37-40)

Cavriago: Giorgino 11, Minardi 10, Bertozzi 6, Zecchetti 6, Penserini 6, Mursa 5, Berlinguer 4, Lorenzani 2, Minardi, Sandrolini, Lari ne, Nasi. All. Bellezza.

Pallavicini: Nanni M. 21, Molinari 16, Dawson 9, Polo 4, Tabellini 3, Santoro 2, Ropa 1, Giorgiutti, Nanni G. All. Bignotti.

CLASSIFICA

S.P. Vignola**, Pallavicini *** 4; Voltone Monte San Pietro*** 2; Vico Parma****, , S.B. Cavriago** 0.

Girone B

BASKET VILLAGE – VENI BASKET 49 – 90

(19-25; 30-45; 44-67)

Granarolo: Drago 5, Bertusi 8, Govoni 6, Guastaroba 5, Masetti 2, Mongardi, Misciali 6, Draben 2, Tonelli 6, Marcheselli 2, Martinelli 4, Anselmi 3. All. Annunziata.

San Pietro in Casale: Pederzini 18, Pastore 7, Ramzani 4, Oseliero 4, Aspergo 5, Ghedini G. 8, Novi 8, Patrese 5, Ghedini M., Zanellati 12, Ghidoni 11, Fiore 8. All. Castriota.

Al terzo impegno in sette giorni, la Veni conclude il suo “tour de Force” con una netta affermazione ai danni del Basket Village, in trasferta. Alla palla a due Castriota si affida a Patrese, Giovanni Ghedini, Pastore, Zanellati e Novi, mentre Annunziata risponde con Drago, Bertusi, Govoni, Misciali e Draben. La scelta dell’allenatore ospite si rivela azzeccata poiché, incassato lo 0-3 iniziale, la formazione di San Pietro in Casale opera successivamente un parziale di 11-0, che costringe gli avversari alla sospensione già al 4′. Alla ripresa del gioco, i locali si rifanno sotto e questa volta sono gli ospiti a correre ai ripari, ma due giochi da tre punti di Pederzini, in seguito, valgono il +7 esterno: 12-19. La frazione chiave è la seconda, poiché i bianconeri costringono Granarolo ad appena 11 punti fatti, capitalizzando in attacco, gli sforzi profusi in difesa: ne consegue che Ghidoni mette la firma sul +10 (22-32), ma all’intervallo lungo lo scarto tra le due squadre tocca le quindici lunghezze, grazie a cinque punti consecutivi di Zanellati, su assist di Ghedini prima e Pastore poi: 30-45. Nella ripresa Govoni, ex di turno, tenta di accorciare le distanze, ma la Veni riesce finalmente a mettere in ritmo Novi e al minuto 24 è capitan Pastore ad aggiornare il punteggio sul 36-56. Lo scarto tra le due formazioni ingrassa col passare dei minuti e gli ultimi 10′ scorrono via veloci, fino al 49-90 con cui si conclude la gara.

SALUS PALL. BOLOGNA – C.M.P. GLOBAL BASKET 55 – 88

(12-32; 32-50; 50-65)

Salus: Bondioli 2, Albonetti 3, Grilli, Bardasi 1, Tabellini Gi., Nanni 10, Cassani 2, Grassi 19, Errera 8, Tabellni Gu., Bianchi 4, Cocchi 6. All. Lopez.

CMP Global: Meluzzi 12, Cempini 24, Tinti M. 8, Morando ne, Marinelli 2, Antola 8, Valenti 7, Zucchini 2, Mazza 16, Piombo, Ballardini 5, Tinti F. 4. All. Lanzi.

Dopo la conquista dei primi due punti del campionato, la Salus cade nella prima partita di ritorno contro la capolista CMP Global. Nulla possono i biancoblu contro la corazzata allenata da Coach Lanzi, che dimostra di essere ancora una volta la formazione da battere.

Dopo un brutto avvio di gara, che consente agli ospiti di conquistare fin da subito un vantaggio in doppia cifra, la Salus prova a farsi avanti nel secondo quarto, ma sono bravi gli avversari a non perdere la concentrazione e riuscire a mantenere il controllo del gioco per tutti i 40′,  non permettendo mai i biancoblu di rientrare in partita. Molteplici le occasioni perse dai padroni di casa nel primo quarto. I biancoblu subiscono l’attacco energico degli avversari che, grazie a efficaci tiri in lunetta e appoggi facili sotto canestro, portano il punteggio a +12 già dopo i primi cinque minuti di match. Nonostante qualche timido tentativo di ripresa grazie ai canestri di Cocchi e tiri dalla lunetta, alla fine dei primi dieci minuti di gioco il tabellone luminoso segna +20 per la CMP Global. Una lontanissima tripla di Grassi apre il secondo quarto. Col desiderio di accorciare le distanze la Salus trova ritmo e riesce a costruire azioni offensive di successo. Nonostante qualche tiro sfortunato, i ragazzi di Coach Lopez accorciano sul -13. I tentativi di tornare in partita non sono però sufficienti a coprire il distacco, quando l’esperienza sul campo dei rivali prende il sopravvento e va ad allungare ancora la distanza sul +18. Terzo periodo faticoso per i bolognesi, che non riescono a contenere la spinta avversaria. Gli ospiti continuano a guadagnare terreno, allungando canestro dopo canestro. Alla fine del tempo, il punteggio si assesta sul +30, facendo perdere ogni speranza di rimonta da parte dei padroni di casa. L’ultimo quarto proibitivo permetterà ai biancoblu solo di provare a contenere un distacco così ampio. Le due triple finali di Errera e i 3 punti del neo entrato Albonetti, fissano il punteggio sul 55-88 per la CMP, che porta a casa l’ennesima vittoria del campionato.

CLASSIFICA

CMP Global Granarolo*, Veni San Pietro in Casale 8; Basket Village Granarolo 4; Salus Bologna 2; Benedetto 1964 Cento* 0.

Girone C

CENTRO MINIBASKET OZZANO – OMEGA BASKET 66 – 77

(21-16; 36-45; 59-59)

CMO Ozzano: Bisi 8, Righi, Landi 11, Bonetti 1, Brusa 4, Zappoli 6, Zanarini, Pistillo 6, Naldi 19, Montanari 3, Zuppiroli, Zecchini 8. All. Degli Esposti.

Omega: Saccà 22, Tazzara 5, Gherardi 4, Salsini 2, Conidi 21, Bianchini 3, Ceccolini 14, Musolesi 4, Saccardin 2. All. Espa.

IMMOBILIARE 2000 – PALL CASTEL S.P.T. 2010 79 – 60

(25-25; 38-37; 65-43)

Gardens: Minghetti 8, Rosa 3, Tomesani, Tosiani 7, Tuccillo, Rossi 7, Morra Ja. 11, De Simone 2, Campanella 22, Mondini L.V. 3, Paolucci, Annunzi 16. All. Morra Jo.

Castel San Pietro 2010: Landini, Zuffa 2, Laaboudi, Domenicali, Ricci Lucchi 4, Mondini M. 9, Pedini 12, Creti T. 8, Pontrelli 4, Martini 19, Sassi 2, Vignoli. All. Creti A.

CLASSIFICA

Omega Bologna* 8; Budrio 6; Immobiliare 2000 Bologna* 4; Castel San Pietro 2010***, CMO Ozzano* 0.

Girone D

VILLANOVA BASKET TIGERS – POL. STELLA 73 – 69

(22-18; 35-41; 55-56)

Villa Verucchio: Guiducci T. 14, Zannoni 26, Campidelli 9, Gnoli 2, Giacobbi 2, Bollini 9, Buo 11, Bartolucci, Guiducci F., Parri, Della Pasqua, Antolini. All. Evangelisti.

Stella Rimini: Gori 18, Cruz 25, Frattarelli 6, Pulvirenti 10, Accardo 8, Grandi 2, Barabesi, Ferrini. All. Padovano.

TIGERS BASKET 2014 – SELENE BK S.AGATA RINVIATA   

VILLA ROMITI – Via Sapinia 40 FORLI’ FC

CLASSIFICA

Tigers Villa Verucchio**** 4; Stella Rimini**** 2; Selene Sant’Agata sul Santerno*****, Tigers 2014 Forlì***** 0.

C Gold, Imola batte Ferrara e rimane l’unica imbattuta a sud…

SERIE C GOLD 7° Giornata

Girone Nord

SECIS – WITH-U 71 – 40

(19-6; 28-24; 58-30)

Jesolo: Bovo 14 (6/7), Biancotto 10 (2/2, 2/5), Favaretto ne, Rosada 9 (3/6, 1/2), Maestrello M. 5 (1/1, 1/3), Busetto 6 (1/4, 0/4), Maschietto 1, Sipala 6 (2/2, 0/2), Zamattio 10 (3/6), Maestrello N. 6 (1/4, 1/2), Mei (0/1, 0/1), Ruffo 4 (2/2). All. Teso.

Verona: Marchetti 3, Pacione 3, Massimo Bovo 6, Basso, Buzzi 5, Adobah, Bertocchi, Ferrazza 2, Samuele Bovo 3, Natali 2, Trentini 5, Crosato 11. All. Bianchi

CALORFLEX – BASKET PIANI JUNIOR 71 – 74

(16-18; 36-31; 52-50)

Oderzo: Boaro 14, Cagnoni 5, Bucciol R., Tadiotto 3, Nardin 14, Ibarra 4, Rizzetto 11, Ndaye 2, Vita Sadi 15, Zaharia, Bucciol T. 3, Pietrobon. All. Guerra.

Bolzano: Cravedi 13, Morghen, Pedron 4, Trentini 15, Gabrielli 3, D’Alessandro 10, Ramoni 20, Marchetto 2, Bragin 5, Dieng 2, Bicaku ne. All. Massai.

RECUPERO

CALORFLEX ODERZO – WITH-U VERONA 28-04-2021 – 20:30

PALASPORT ODERZO – Via Pontremoli ODERZO TV

CLASSIFICA

Jesolo 10; Cestistica Verona*, Oderzo*, Bassano del Grappa, Piani Junior Bolzano 4.

Girone Sud

JUNIOR BK LEONCINO – MOLIX 64 – 75

(19-17; 33-39; 47-57)

Leoncino Mestre: Marzaro 10, Galdiolo 15, Gamberoni 4, Buogo 2, Toffanin 5, Coassin 2, Rossato 9, Valverde, Boateng 1, Stavia 11, Calzolari 5, Pravato. All. Montena.

Molinella: Guazzaloca 6, Brandani 8, Cobianchi, Degli Esposti 15, Ranzolin 9, Zuccheri 2, Gianninoni 14, Bacilieri 3, Balducci, Ouattara, Zhytaryuk 18. All. Castaldi.

MIRANO – INTECH 76 – 80 dts

(19-29; 35-41; 50-56; 70-70)

Mirano: Al. Minincleri 25, Zorzi 10, Negri 5, Benzon, De Lazzari 12, Ragazzo, Cardazzo 2, Casarin 3, Gomirato 4, Musco 6, Bobbo 8, Rocco. All. An. Minincleri.

Imola: Salsini 8, Aglio 2, Ramilli 8, Murati 3, Locci 6, Magagnoli 5, Ranocchi 14, Barattini 10, Piani Gentile, Begic 22, Savino. All. Regazzi.

E sono 5 su 5! La squadra di coach Marco Regazzi supera 80-76 Mirano e si mantiene in vetta alla classifica, a punteggio pieno, a braccetto con Ferrara. Non è certo una partita che passerà alla storia a livello tecnico, ma i gialloneri raggiungono il successo attraverso una prestazione di sostanza, dovendo sopperire a percentuali non entusiasmanti. Grande tensione e battaglia sotto le plance, con parecchi falli ed infrazioni e diverse palle perse.

Pronti via e Minincleri comincia lo show personale con due triple di fila, intervallate da quella di Ramilli. Quindi Begic e Salsini segnano subendo, entrambi, fallo: Imola si ritrova sul 6-12. Dopo un paio di minuti di errori e falli sparsi, Mirano pareggia sul 16-16 con una bella iniziativa di Bobbo. L’invenzione di Magagnoli libera Ranocchi sotto canestro per il 18-23 La Virtus con qualche libero allunga sul 19-27 e Ranocchi penetra per il +10 con cui si va al primo intervallo breve. Ramilli firma dall’arco centrale la tripla del 21-34 dopo un minuto. Nei centottanta secondi successivi, tanta confusione in campo, col tabellone che si “sporca” solo coi 2 liberi di Minincleri. Nel frattempo parecchie palle perse e ancora parecchi falli e infrazioni da ambo i lati. Mirano comincia a rosicchiare qualche punto (27-34) con De Lazzari, ma i gialloneri mantengono 6-7 lunghezze di vantaggio, mentre ci si avvicina all’intervallo. A 40” dalla sirena, capitan Negri si infila dalla destra in mezzo all’area per appoggiare al tabellone il -3 veneto (35-38). Zorzi, a 7” dalla fine, perde malamente la palla in palleggio e la Virtus ne approfitta, con lo scarico su penetrazione di Begic per Murati che, libero, infila la tripla del +6 sul fil di sirena. Al cambio campo, super stoppata di Begic ai danni di Minincleri lanciato in contropiede. Lo stesso Minincleri realizza la tripla che vale il 40-41 e il 17esimo punto personale. Il contropiede di Musco conduce Mirano al vantaggio (42-41). Dopo il timeout di coach Regazzi, Begic vola per il +1. Lo stesso croato realizza il 14esimo punto personale per il 42-45. Per diversi minuti il punteggio non si sposta dal 45-45, con entrambe le squadre che litigano col ferro ed il gioco è spesso interrotto per un discreto numero di falli. Sblocca Begic dalla lunetta al 27′, quindi un’invenzione di Barattini (canestro più fallo) manda l’Intech sul 45-49. Molto importante la tripla dal versante sinistro di Ranocchi che fa respirare i gialloneri sul 45-52 ad un minuto dalla sirena. Begic segna ancora a ripetizione (19 al 30’) e il quarto si chiude sul 50-56. Ultimo quarto iniziato con un po’ di tensione in campo. Locci col piede perno si fa notare sotto canestro che vale il +5. Salsini inventa una serpentina che manda in tilt gli avversari, ma subisce fallo. Gomirato commette il 5° fallo sempre su Salsini nell’azione successiva a 7’30” da giocare (53-60). Un fallo di Barattini, sul tiro dalla distanza di Zorzi, permette ai locali di accorciare sul -4. Minincleri dilaga (22 per lui) e dalla lunetta riporta a 2 soli i punti di distacco tra le due squadre. A metà frazione Imola in campo con Aglio, Salsini, Ranocchi, Begic e e Magagnoli, ovvero senza play di ruolo. Minincleri piazza la tripla che vale il pareggio a quota 61. Dall’altra parte, replica Begic. Mirano ritrova avanti +2, con Ranocchi che impatta a 2’30” sul 65-65. Con un paio di errori al tiro, ci si avvicina alla sirena: Negri fa 0/2 dalla lunetta, Ranocchi penetra dalla sinistra e segna il +2, subendo pure il fallo. Sul rimbalzo è lesto Magagnoli ad arpionare il pallone e subire un altro fallo: dalla lunetta l’ala realizza il 65-69, con immediato timeout della panchina miranese. Salsini fa 0/2 e Zorzi 2/2 dalla lunetta (67-69) a 42” dalla sirena. Aglio porta palla e sulla riga di metà campo si scontra con De Lazzari: per l’arbitro è fallo intenzionale della stessa ala giallonera. L’ala locale segna solo il primo dei due liberi a disposizione, ma la palla resta a disposizione di Mirano a 30” dalla sirena (68-69). Minincleri cerca la giocata fuori equilibrio, ma il ferro respinge il tiro. Sulla penetrazione di Salsini, arriva il fallo dello stesso playmaker veneto. Sbaglia il primo libero, segna il secondo per il 68-70 a 16” dalla fine. Dopo il timeout locale, lo stesso Salsini commette fallo su Zorzi che si trova sulla linea della carità (2/2 per il 70-70) a -11”. Dopo il timeout, Ranocchi rimette in gioco nella metà campo offensiva, Begic spalla a canestro non trova lo spunto per tentare la giocata e allarga a Magagnoli che penetra, ma commette fallo di sfondamento. Allo scadere Zorzi tenta la fuga per la penetrazione ma non fa in tempo a tirare prima della sirena. Overtime. La tensione in campo è altissima, De Lazzari segna cadendo all’indietro per il vantaggio locale (72-70). Magagnoli sbaglia e Imola fallisce altre conclusioni che rischiano di compromettere la partita. Intanto Salsini esce per falli, mentre Bobbo dalla lunetta fa +3 per Mirano. La Virtus, nel punto più basso della sua serata, sbaglia ben 3 tiri consecutivi dalla distanza. Ci pensa Barattini a penetrare per incassare il fallo (5° per Bobbo): dalla lunetta il play imolese fa 2/2 per il 73-72. Ranocchi recupera palla in difesa e nell’attacco successivo, Locci è lesto a raccattare una palla vagante sotto le plance, per segnare il +1 Imola a -2’40”. Su un’altra penetrazione di Barattini, De Lazzari commette il 5° fallo ed esce dal match. Il play porta i gialloneri sul 73-76. Sul tiro sul ferro di Ramilli, viene fischiato il fallo a Magagnoli. Dalla lunetta Negri fa 0/2, ma proseguendo l’azione, la guardia realizza la tripla del 76-76 a 35” dalla sirena. Virtus in attacco, con Ramilli che infila il tap in sull’errore di Ranocchi dalla distanza. Mentre la panchina miranese chiama il timeout, capitan Negri si arrabbia con la coppia arbitrale per una presunta infrazione “non fischiata”. L’arbitro non può non fischiare il fallo tecnico. Dopo il minuto di pausa, Barattini è glaciale dalla lunetta: 76-79. Nell’attacco locale, Minincleri non trova il bersaglio grosso e Begic si impadronisce della sfera, ricevendo immediato fallo. Dalla lunetta segna solo il primo libero (+4), ma è sufficiente per l’Intech per portare a casa i due punti.

FERRARA BK 2018 – BASKET LUGO 84 – 73

(23-23; 40-40; 60-56)

Ferrara: Tornimbeni ne, Labovic 5, Costanzelli 6, Cortesi 9, Bianchi 11, Seravalli 26, Gibertini ne, Cavicchi ne, Zanirato ne, Verrigni 5, Agusto 22. All. Furlani.

Lugo: Ciman 22, Bravi 10, Fussi ne, Bracci 6, Di Poce 16, Campajola ne, Masrè 6, Silimbani 6, Baroncini ne, Galassi 5, Arosti ne, Benedetti 2. All. Tumidei.

RECUPERI

FERRARA BK 2018 – INTECH 72 – 80

(19-22; 41-45; 55-68)

Ferrara: Tornimbeni ne, Labovic 2, Costanzelli 15, Cortesi 10, Bianchi 13, Seravalli 12, Gibertini ne, Cavicchi ne, Frigatti ne, Verrigni 9, Agusto 11. All. Furlani.

VSV Imola: Salsini, Dalpozzo ne, Aglio 8, Salsini, Begic 15, Savino ne, Piani Gentile ne, Barattini 15, Ranocchi 14, Magagnoli 9, Locci 6, Murati 5, Ramilli 8. All. Regazzi.

MOLIX – JUNIOR BK LEONCINO 66 – 72

(20-14; 38-33; 51-54)

Molinella: Husam 5, Guazzaloca 10, Brandani 13, Cobianchi ne, Degli Esposti 4, Ranzolin 5, Zuccheri 2, Gianninoni ne, Bacilieri ne, Balducci 3, Ouattara 2, Zhytaryuk 22. All. Castaldi.

Leoncino Mestre: Marzaro 20, Galdiolo 11, Gamberoni, Buogo 4, Toffanin 6, Coassin 7, Tonon, Rossato 9, Boateng, Stavla 11, Calzolari 4, Ruggiero. All. Montena.

CLASSIFICA

Virtus Imola* 12; Ferrara 2018* 10; Lugo* 6; Molinella** 4; Mirano*, Junior Leoncino Mestre 2.

C Silver, Francesco Francia e Baskers sono le squadre “da battere”!

SERIE C SILVER 5° Giornata

Girone A

ZTL HOME – PREVEN MECCANICA 78 – 88

(19-28; 44-42; 63-71)

S.G. Fortitudo: Balducci 5, Procaccio 19, Tosini 11, Carpani 3, Lalanne 3, Webber ne, Pederzoli 6, Lenzi, David, Nanni 10, Nestola, Dordei 21. All. Mondini.

Zola Predosa: Bianchi 4, Bonaiuti, Degregori 18, Zanotti ne, Guazzaloca 17, Bavieri 5, Folli 9, Bianchini 3, Venturelli ne, Albertini 10, Bosi, Almeoni 22.  All. Cavicchi.

EMIL GAS PALL.SCANDIANO 2012 – PALL. CORREGGIO Rinviata 

PALAREGNANI – Via Togliatti 6 SCANDIANO RE

CLASSIFICA

Francesco Francia Zola Predosa 8; S.G. Fortitudo Bologna* 4; Scandiano* 2; Correggio***, Atletico Bologna* 0.

Girone B

GRANAROLO BASKET – DULCA 47 – 56

(14-17; 26-32; 36-45)

Granarolo: Salicini 4, Salvardi, Zani 6, Poggi, Paoloni Lu. ne, Baccilieri 3, Nanni 7, Tolomelli 7, Bertacchini 12, Guerra ne, Paoloni Lo. 6, Brotza 2. All. Millina.

Santarcangelo: Vandi 4, Frigoli 15, Gamberini 12, Pesaresi 7, Fusco 9, Scarponi, Polverelli 4, Chiari, Mazza, Semprini 5. All. Ceccarelli.

La Crei perde la sfida casalinga con la Dulca al termine di una partita dominata dalle difese e dall’’imprecisione al tiro (il totale complessivo della partita al tiro da 3, recita un 3/42 che la dice lunga…); i ragazzi di coach Millina pagano duramente una serie di appoggi sbagliati dalla brevissima distanza (chi scrive se ne ricorda almeno 5…) che hanno vanificato una prova comunque gagliarda e la possibilità di giocarsi la partita all’ultimo possesso contro quella che è considerata, assieme ai Baskers Forlimpopoli, la corazzata del girone. Gli ospiti hanno vinto meritatamente in virtù di una maggior precisione al tiro da 2 e dalla lunetta, sfruttando anche la maggior fisicità in ogni reparto. Per i padroni di casa Bertacchini e Nanni i migliori, mentre Santarcangelo ha costruito la vittoria sul trio Frigoli-Gamberini-Fusco.

La cronaca: primi 3’ che lasciano intravvedere quello che sarà il leit motiv del match: difesa intensa su entrambi i lati del campo, attacchi che sparano a salve e si segna solo dalla lunetta (3-2 firmato Tolomelli e Gamberini). Frigoli è il primo a violare la retina su azione e dà il là al primo allungo ospite (3-10 al 5’30” firmato Fusco e Semprini). L’ingresso in campo di Bertacchini vivacizza i padroni di casa che, con un buon finale di quarto, chiudono i primi 10’ con un possesso di svantaggio (14-17). In avvio di secondo quarto la Crei arriva a contatto con gli Angels, ma una stoppata e due perse consecutive impediscono il sorpasso, vanificando la buona difesa e gli ospiti ne approfittano per riallargare la forbice (18-25 al 15’), con Gamberini sugli scudi. Dopo 2’ di botta e risposta è la prima tripla del match (Frigoli) che porta il divario sulla doppia cifra (22-32 al 18’). Lorenzo Paoloni e Tolomelli, oltre ad un’ottima difesa, permettono a Granarolo di andare al riposo lungo con sei lunghezze da recuperare (26-32). I primi 4’ del terzo periodo vedono montare la marea gialloblu: due triple consecutive di Pesaresi (unico lampo di una partita non brillante), due liberi di Gamberini e un tap in di Fusco e gli ospiti volano a +16 (26-42 al 24’). Il rischio di sbandamento per la giovane compagine di Millina è alto, ma i padroni di casa dimostrano il loro carattere e piazzano un contro break di 10-0 e ristabiliscono le sei lunghezze di svantaggio di metà gara (36-42 al 28’30”). E’ l’MVP del match Fusco che, con un canestro + aggiuntivo, sancisce il terzo quarto consecutivo che gli ospiti vincono di 3 punti (36-45 al 30’). Nel quarto periodo la Crei produce il massimo sforzo difensivo e la Dulca si regge sui liberi guadagnati con mestiere da un lucido Frigoli (6 punti realizzati dagli ospiti nei primi sei minuti dell’ultimo periodo, tutti realizzati dalla lunetta dal play clementino); purtroppo per Millina l’imprecisione al tiro dai suoi non permette un riavvicinamento consistente (43-50 al 36’). Un bel passo d’incrocio di Lorenzo Paoloni dà l’occasione di avere un gioco da 3 punti per il -4, ma il pivot felsineo fallisce l’aggiuntivo; un tecnico per simulazione a Nanni costa il 5° fallo all’ala di Millina e un personale di Pesaresi per il +6. Paoloni sbaglia un appoggio da distanza ravvicinata che darebbe il -4 a 2’ dalla fine e Gamberini dall’altro lato chiude i giochi realizzando il +8 a 1’40” dal gong (45-53). Granarolo le prova tutte, ma i romagnoli sono bravi a contenere tutti i tentativi avversari, per chiudere la contesa, sul 47-56, con altri 3 liberi di Frigoli.

GAETANO SCIREA BASKET – BASKERS 64 – 69

(15-19, 36-45, 52-59)

Bertinoro: Rossi 10, Angeletti 2, Farabegoli 16, Solfrizzi En. 1, Ravaioli, Serra 3, Biandolino 19, Sampieri 11, Monticelli 2, Bassi ne, Stoica ne, Bellini ne. All. Solfrizzi Em.

Forlimpopoli: Nucci 9, Matteucci ne, Rombaldoni 16, Piani 8, Piazza 10, Gaspari ne, Bessan ne, Donati 11, Dell’ Omo 15, Gorini, Torelli. All. Agnoletti.

RECUPERO

GAETANO SCIREA BK – DULCA 49 – 78

(12-31; 27-51; 38-60)

Bertinoro: Solfrizzi Em. 6, Sampieri 10, Farabegoli 8, Biandolino 2, Ravaioli 7, Rossi 12, Angeletti 2, Monticelli 2, Bassi, Serra, Bellini, Stoica. All. Solfrizzi En.

Santarcangelo: Scarponi 18, Fusco 12, Gamberini 11, Pesaresi 3, Semprini 7, Chiari 4, Polverelli 6, Buzzone 10, Vandi 2, Frigoli 5, Mazza. All. Ceccarelli.

CLASSIFICA

Baskers Forlimpopoli* 6; ABC Santarcangelo* 4; BSL San Lazzaro, Granarolo Basket*, Gaetano Scirea Bertinoro* 2.

Serie D, bis per Vignola, in Romagna ancora non si gioca…

SERIE D

5° Giornata

Girone A

VICO BASKET – SCUOLE BASKET CAVRIAGO 28-04-2021 – 20:30      

Palazzetto C.A. MOISE’ – Via Martiri della Liberazione PARMA PR

ANTAL PALLAVICINI – BASKET VOLTONE MASCHILE 28-04-2021 – 21:00

Palestra LERCARO – Via M. E. Lepido 194/10 BOLOGNA BO

RECUPERO

BASKET VOLTONE – SCUOLA PALL. VIGNOLA 61 – 80

(9-22; 27-48; 44-67)

Monte San Pietro: Giacometti 3, Brunetti 3, Balducci 3, Casarini 2, Migliori, Zappoli 4, Giuliani 14, Magi 13, Venturelli 3, Baroncini 4, Chillo 9, Tinelli 3. All. Gambini.

Vignola: Silingardi 2, Badiali 12, Fiorini 6, Chini 2, Barbieri E. 5, Galvan 21, Caltabiano, Cuzzani 24, Barbieri G. 6, Bussoli 2. All. Di Berardo.

CLASSIFICA

S.P. Vignola** 4; Vico Parma****, Voltone Monte San Pietro***, Pallavicini****, S.B. Cavriago*** 0.

Girone B

C.M.P. GLOBAL BASKET – VENI BASKET 70 – 59

(31-14; 46-30; 57-43)

CMP Global Granarolo: Meluzzi 16, Cempini 12, Tinti M., Morando 2, Marinelli 5, Antola, Valenti 6, Zucchini 2, Mazza 8, Piombo, Ballardini 3, Tinti F. 16. All. Lanzi.

San Pietro in Casale: Pederzini 1, Pastore 10, Ramzani 9, Mandini, Aspergo 8, Ghedini G. 5, Novi 2, Patrese 5, Ghedini M., Zanellati 13, Ghidoni 3, Fiore 3. All. Castriota.

Dopo aver giocato appena due partite negli ultimi 14 mesi, la Veni inaugura una inedita sequenza da tre partite in una settimana sul campo della CMP Global Basket, formazione che punta alla promozione senza mezzi termini. I bianconeri, rispetto alla precedente uscita, sono orfani di Oseliero, ma recuperano Aspergo e Pederzini, al debutto stagionale. La formazione ospite scende in campo con discreto piglio e subito costringe gli avversari a spendere due falli in pochi secondi, ma la mira dei giocatori di San Pietro in Casale è da rivedere, mentre i bolognesi appaiono più precisi e la fisicità di Cempini e compagni paga presto buoni dividendi, a giudicare dal 13-1 indicato dal tabellone dopo qualche minuto. Nonostante la sospensione spesa da Castriota, i locali continuano ad allargare la forbice fino al +19 (30-11) e soltanto successivamente riescono finalmente a risalire la china fino al -8 (33-25), prima di farsi nuovamente ricacciare indietro da capitan Tinti e Zucchini (44-27). Nella ripresa la Veni si rifà sotto con Pastore e Zanellati (48-39), la CMP Global riprende il largo con Marinelli (57-43) ,ma San Pietro in Casale stringe le maglie in difesa e con Aspergo torna a farsi vedere negli altrui specchietti: 57-52. Nel momento di massima difficoltà, una gita in lunetta di Mazza consente ai padroni di casa di rifiatare, mentre la Veni non è altrettanto precisa e nel finale Meluzzi la punisce, costringendola ad accontentarsi del platonico traguardo rappresentato dall’essersi aggiudicata ben tre parziali su quattro contro i più quotati avversari.

SALUS PALL. BOLOGNA – BENEDETTO 63 – 59

(16-15; 35-27; 49-38)

Salus: Bondioli, Di Pietro 4, Bardasi 2, Tabellini Gi., Nanni 10, Cassani, Grassi 15, Errera 3, Tabellini Gu. 11, Bianchi 10, Di Pace 2, Cocchi 6. All. Lopez.

Cento: Nardi, Vaccari 2, Maccagnani, Galantini 2, Santini, Govoni 12, Benedetti 13, Roncarati 10, Fricatel 4, Trinca 7, Vannini 6, Ramazziotti 3. All. Cilfone.

Prima vittoria di stagione per i ragazzi di coach Lopez, che conquistano i primi due punti del campionato imponendosi sulla Benedetto. Fin dal primo minuto i biancoblu si mostrano super determinati a conquistare la vittoria, riuscendo fin da subito a portarsi in avanti con un buon margine. Nel finale, qualche disattenzione di troppo consente agli ospiti di tornare in partita; la tripla di Tabellini e i liberi di Cocchi e Grassi rendono, però, vano il tentativo di rimonta degli ospiti e consentono alla Salus di portare a casa i primi due punti.

I padroni di casa partono subito col piede di guerra, conquistando un vantaggio in doppia cifra che viene scalfito solo da Vannini in lunetta. Cento non riesce a trovare la via del canestro e cede alle penetrazioni degli esterni di Coach Lopez. Dopo una serie di falli e di tiri sfortunati in & out, per i bolognesi la distanza si accorcia sul +3 e sul fischio del decimo minuto, il terzo fallo di Tabellini regala agli avversari il -1 che fissa il punteggio sul 16-15. All’inizio del secondo quarto, l’inerzia sembra essere di nuovo in casa Salus che, nonostante qualche tiro sfortunato, riesce a portarsi sul +5, grazie ad una buona prestazione difensiva. La pressione a tutto campo da parte degli avversari tenta di rovesciare l’onda positiva della squadra ospitante, che continua, però, ad allungare il punteggio con un’ottima intesa sotto canestro. Ad un minuto dalla fine del quarto il gioco è sotto dominio biancoblu, che si porta al riposo lungo con un buon +8 di distacco. Al rientro dall’intervallo, la formazione di Coach Lopez, grazie ad appoggi comodi e tiri in lunetta, riesce a consolidare il vantaggio e allungare sul +11 che fa ben sperare per l’ultima frazione di gioco. Ultimo quarto al cardiopalma: nei primi tre minuti di gioco la Benedetto ricuce velocemente il distacco, portandosi a sole sei lunghezze di distanza dai padroni di casa, ma, grazie ai liberi di Bianchi e il gioco da 3 punti di Nanni, la Salus riporta il vantaggio in doppia cifra. A 4′ dalla fine la partita si riapre con le triple del biancorosso Govoni, che consegna a Cento l’occasione di portarsi per la prima volta in vantaggio a soli due minuti dalla fine. Nelle ultime curve, Tabellini Gu. mette a segno la prima tripla della partita per i biancoblu, che arriva nel momento più importante, ristabilendo la perfetta parità tra le squadre. Nei secondi finali, la freddezza di Grassi e Cocchi dalla lunetta, conduce la Salus alla prima vittoria stagionale.

RECUPERO

VENI BASKET – BENEDETTO 86 – 57

(23-20; 39-33; 63-42)

San Pietro in Casale: Pederzini 12, Pastore 10, Ramzani 13, Tomsa 2, Aspergo 8, Ghedini G. 14, Novi 3, Patrese 5, Oseliero 8, Zanellati, Ghidoni 8, Fiore 3. All. Castriota.

Cento: Vaccari 6, Maccagnani 2, Galantini, Govoni 6, Santini 5, Benedetti 8, Roncarati 15, Fricatel 1, Trinca 8, Vannini 2, Myrtaj, Ramazziotti 4. All. Cilfone.

CLASSIFICA

CMP Global Granarolo*, Veni San Pietro in Casale 6; Basket Village Granarolo 4; Salus Bologna 2; Benedetto 1964 Cento* 0.

Girone C

CENTRO MINIBASKET OZZANO – IMMOBILIARE 2000 60 – 87

(16-21; 28-49; 47-69)

CMO Ozzano: Bidi 11, Recchia 6, Landi 10, Bonetti 4, Brusa, Tobia 7, Zanarini, Pistillo 5, Montanari 9, Zuppiroli, Fantuzzi 1, Zecchini 7. All. Degli Esposti.

Giardini Margherita: Tosiani 3, Rosa 7, Tomesani ne, Morra Ja. 10, Martelli, Annunzi 6, Paolucci 2, Schmitz, Minghetti 12, Giudici 21, Campanella 25, Tizi 1. All. Morra Jo.

PALLACANESTRO BUDRIO – PALL CASTEL S.P.T. 2010 75 – 64

(18-5; 39-21; 55-40)

Budrio: Cirilli 2, Conti 12, Tugnoli 4, Baietti 2, Fornasari 8, Bovoli, Cesario 9, Quaiotto 22, Maccaferri 6, Natali ne, Vacchi 6, Zambon L. 4. All. Bovi.

Castel San Pietro: Zuffa 2, Domenicali, Laaboudi, Ricci Lucchi 10, Mondini 1, Pedini 12, Creti T. 6, Zaccagni, Pontrelli 2, Martini 15, Sassi 16, Vignoli. All. Creti A.

CLASSIFICA

Omega Bologna*, Budrio 6; Immobiliare 2000 Bologna* 2; Castel San Pietro 2010***, CMO Ozzano* 0.

Girone D

POL. STELLA – TIGERS BASKET 2014 Rinviata

Palestra STELLA – Via Fantoni 36 RIMINI RN

SELENE BK S.AGATA – VILLANOVA BASKET TIGERS Rinviata

Pal.to GIORGIO GADONI – Via Berlinguer 4 SANT’AGATA SUL SANTERNO RA

CLASSIFICA

Stella Rimini****, Tigers Villa Verucchio**** 2; Selene Sant’Agata sul Santerno****, Tigers 2014 Forlì**** 0.

C Gold, turno infrasettimanale fatale per Lugo che cade a Molinella

SERIE C GOLD

Recupero 3° Giornata

Girone Sud

MOLIX – BASKET LUGO 68 – 57

(18-14; 34-32; 54-48)

Molinella: Guazzaloca 3, Brandani 6, Cobianchi ne, Degli Esposti 6, Ranzolin 4, Zuccheri 6, Gianninoni 15, Bacilieri, Zanetti, Balducci 8, Ouattara, Zhytaryuk 20. All. Castaldi.

Lugo: Ciman 6, Fussi ne, Bravi 2, Cambajola ne, Di Poce 11, Baroncini ne, Silimbani 11, Masrè 3, Galassi 9, Bracci 12, Benedetti 3. All. Tumidei.

JUNIOR BK LEONCINO – INTECH 69 – 72

(17-24; 37-47; 52-62)

Leoncino: Marzaro 16, Galdiolo 10, Gamberoni 4, Buogo, Toffanin 12, Coassin 5, Rossato 2, Boateng 2, Cavinato 2, Stavla 5, Calzolari 10, Pravato 1. All. Montena.

Virtus Imola: Salsini 2, Aglio 10, Magagnoli 7, Ranocchi 11, Barattini 7, Savino ne, Piani Gentile ne, Begic 21, Ramilli 6, Murati 3, Locci. All. Regazzi.

E sono 4 su 4 per la Virtus Imola. A Mestre, contro un Basket Leoncino imbottito di under molto motivati, la squadra di coach Regazzi pesca il successo 72-69, non senza qualche patema, nel recupero della terza giornata di andata. Imola comanda le operazioni per tutto il match, gestendo un vantaggio in doppia cifra fino a metà del terzo quarto. Da quel momento vari fattori fanno implodere la manovra giallonera: la stanchezza accumulata per via del secondo match in tre giorni, il ritmo forsennato e la difesa sempre al limite del fallo dei padroni di casa e qualche scelta sbagliata nei passaggi e nei tiri. Imola, però, resta sempre avanti fino a 1’52” dalla sirena finale, quando Toffanin chiude in sottomano il contropiede del 69-68 per Leoncino, con immediato timeout di Regazzi. Alla ripresa del gioco, sui giri in lunetta di Begic, Barattini e Magagnoli, la Virtus ottiene il 72-69 con cui si chiude il match, con tanto di brivido finale.

La partita viene “varata” dalla penetrazione da sinistra di Ranocchi, mentre, dopo 2’30”, Begic segna la tripla del 7-7. Montena ruota continuamente gli effettivi a disposizione, fin dalle primissime battute della partita, per sfruttare al meglio le energie, soprattutto in difesa, dove il Leoncino mantiene costantemente un ritmo molto alto. Dopo 4 punti filati di Ramilli, Aglio realizza la palombella morbida per il 9-16, quindi, nell’azione successiva, il 9-18 a 3’ dal primo intervallo breve. Prima di fermarsi, Magagnoli e Salsini firmano il 17-24, con Calzolari e Gamberoni a segno a pochi secondi dalla sirena. Ivan Begic trasforma in oro il tentativo frontale dalla distanza sulla difesa di Stavla (20-27 dopo un minuto di gioco). La penetrazione dell’ala croata produce 3 punti (con il tiro libero aggiuntivo) e subito dopo, Barattini alza la palombella per il 24-32. I liberi di Barattini e Ranocchi portano al +10 a 3’15” dall’intervallo (28-38). Ranocchi segna il 34-47, strappando il rimbalzo offensivo, mentre allo scadere, il Leoncino accorcia sul 37-47, con cui ci si ferma per l’intervallo. Al cambio campo, Marzaro (da 3) e Begic (in penetrazione) aprono subito le marcature per il 40-49, con Aglio che realizza il 40-51, un passo dentro l’area, dopo 2’ di gioco. Il fallo tecnico allo stesso Aglio manda (inutilmente) in lunetta Leoncino che non ne approfitta (44-51 al 24′). Inizia in questa fase un momento di poca lucidità, con la Intech che spreca diversi palloni in attacco. La tripla di Toffanin accorcia ulteriormente sul 47-51. A 4’50” dalla terza sirena, Imola è avanti 50-51. Dopo altri errori al tiro dei gialloneri, è Begic a far rifiatare la squadra, indovinando un jolly dai 9 metri che vale il +4. Anche Murati piazza la tripla dal fronte sinistro che regala il 51-57 al 28′. In chiusura di frazione, fallo tecnico a coach Montena per reiterate proteste (Begic segna il libero derivante). Il quarto si chiude con i due canestri di Jacopo Aglio che fermano il tabellone sul 52-62. Entra meglio in campo il Leoncino nell’ultima frazione: nei primi 3’ i biancoazzurri recuperano diversi palloni, pur senza concretizzare i vari possessi conquistati (54-62). Quando ci riescono, ecco che il vantaggio imolese svanisce sul 59-62 dopo 3’30” di gioco. Timeout di coach Regazzi. Al rientro in campo, sul ferro colpito da Ranocchi, Ramilli traduce in canestro il rimbalzo strappato agli avversari. Il canestro di Locci, poi, allunga sul 59-67 a metà frazione. La tripla di Coassin accorcia il gap per i padroni di casa. I giovani locali non demordono e continuano a pressare la Virtus fin dalla rimessa sotto canestro e, a -3’20”, il punteggio li vede in rimonta sul 67-68. Addirittura, Toffanin vola in contropiede per il sorpasso in sottomano: a 1’52” dalla sirena finale il Leoncino si ritrova in vantaggio 69-68, con coach Marco Regazzi che ferma tutto per il timeout vitale per la sua squadra. Begic subisce fallo da Rossato e con il 2/2 dalla lunetta riporta avanti Imola. Dall’altra parte, Marzaro prima “gioca” coi secondi a disposizione, quindi pretende troppo, tentando la conclusione dai 10 metri circa che si ferma sul ferro. Quindi due errori da ambo i lati, con il tempo che scorre inesorabile. Quando ci si avvicina ai trenta secondi finali, Imola fa scadere i 24” a disposizione per l’attacco. E dall’altra parte anche Rossato non trova il canestro allo scadere. Barattini si ritrova in lunetta a 10” dalla sirena: fa 1/2 per il 69-71 e Montena blocca il tempo con il timeout che consentirà ai veneti di ripartire in zona d’attacco. Ma la rimessa in gioco di Toffanin è un invito a nozze per Magagnoli, che giganteggia in area, intercettando la palla del match. Immediato il fallo di Marzaro a 8” dalla fine. Magagnoli fa 1/2 dalla lunetta, portando la Virtus sul 69-71. Francesco Rossato si trova tra le mani la tripla del pareggio, ma sbaglia e sul rimbalzo, a 1” dal gong, arriva il fallo di Magagnoli su Enrico Stavla: dalla lunetta, la guardia sbaglia il primo libero, quindi scaglia la palla sul tabellone per favorire il rimbalzo e, magari, l’ultima conclusione da tre, alla ricerca del pareggio. Ma non toccando il ferro, la palla a 9 decimi la rimessa laterale è della Virtus Imola. Nel concitato frangente, l’Intech può amministrare un +3 importante e basterebbe rimettere la palla in gioco per chiudere il match. Ma la tensione in campo è alta e Ramilli, anzichè lanciare la palla nell’altra metà campo, cerca le mani di Begic con un passaggio nella retroguardia. Rossato intuisce le intenzioni ed intercetta clamorosamente la linea di passaggio: il suo tiro al volo dall’angolo sinistro non trova (fortunatamente per la Virtus) la retina e la sirena sancisce il successo esterno numero 2 (su 2) dei gialloneri in campionato.

FERRARA BK 2018 – VETORIX 79 – 62

(24-22; 45-42; 68-46)

Ferrara 2018: Tornimbeni, Labovic 3, Costanzelli 16, Cortesi 14, Bianchi 15, Seravalli 9, Gibertini, Frigatti, Zanirato 2, Verrigni 9, Agusto 11. All. Furlani.

Mirano: Minincleri Al. 8, Zorzi 4, Negri 7, Benzon, De Lazzari 7, Povellato 5, Cardazzo 13, Casarin, Ranzato, Gomirato 10, Musco 4, Bobbo 4. All. Minincleri An.

CLASSIFICA

Virtus Imola**, Ferrara 2018** 8; Lugo* 6; Mirano*, Molinella*** 2; Junior Leoncino Mestre* 0.

C Gold, sorridono Ferrara, Imola e Lugo

SERIE C GOLD 6° Giornata

Girone Nord

BASKET PIANI JUNIOR – SECIS JESOLO 48 – 80

(13-22; 27-43; 41-57)

Bolzano: Cravedi 5, Morghen 4, Pedron 4, Trentini 11, Gabrielli 5, D’Alessandro 13, Ramoni 1, Marchetto 5, Braghin, Dieng, Raffaelli, Bicaku. All. Michele Massai

Jesolo: Bovo 13, Biancotto 17, Favaretto ne, Rosada 6, Maestrello M. 12, Busetto 4, Maschietto, Sipala 12, Zamattio 10, Maestrello N. 4, Mei, Ruffo 2. All. Teso.

WITH-U VERONA – BASKET BASSANO 58 – 70

CLASSIFICA

Jesolo 8; Cestistica Verona*, Oderzo*, Bassano del Grappa 4; Piani Junior Bolzano 2.

Girone Sud

INTECH – MOLIX 76 – 59

(22-15; 39-38; 60-44)

VSV Imola: Salsini, Dalpozzo ne, Aglio 13, Ramilli 9, Murati 4, Locci 5, Magagnoli 16, Ranocchi 4, Barattini 8, Piani Gentile, Begic 17, Savino. All. Regazzi

Molinella: Guazzaloca 4, Brandani 12, Cobianchi, Degli Esposti Castori, Ranzolin, Zuccheri, Gianninoni 10, Baccilieri 2, Zanetti 2, Balducci 11, Ouattara 2, Zytharyuk 16. All. Castaldi

Vittoria importante della Virtus Imola, che supera di slancio 76-59 la Pallacanestro Molinella, con una prestazione solida e concreta con diversi spunti interessanti da registrare. Innanzitutto il debutto in campionato di Jacopo Aglio, autore di 13 punti e di una schiacciata da categoria ben superiore che vale il 65-50 a 6’ esatti dalla sirena finale. Altra gara senza forzature per Ivan Begic che mette in saccoccia altri 17 punti e tanta sostanza. Sotto le plance scontro ad alta quota tra Locci e Zhytaryuk, mentre per Regazzi ottime cose in regia da Barattini e Murati. Solito bottino sostanzioso per Francesco Magagnoli che si conferma tra i più prolifici della squadra in questo avvio di campionato.

Molinella parte forte, con uno 0-6 che fa tremare i locali, ma la tripla fuori equilibrio di Barattini, dall’angolo destro, è la prima fiammata della serata imolese (5-6 al 2’30”), che anticipa l’avvitamento sotto canestro di Begic per il primo vantaggio giallonero. Inizia un frizzante botta e risposta che vede primeggiare di qualche lunghezza i padroni di casa, che siglano il 16-11 a 3’ dalla sirena, con la tripla dall’angolo di Magagnoli. Ranocchi e Aglio chiudono il primo quarto sul 22-15. Al rientro in campo, Imola vola con Ranocchi da sotto sul 24-15, ma Molinella replica con Zytharyuk e le due triple in pochi istanti di Gianninoni e Brandani che ricuciono il gap (24-23 al 13’). Quindi, ancora dall’arco, si stuzzicano Brandani e Barattini per il 27-26, un minuto dopo. Gianninoni, in penetrazione, riporta avanti i suoi, ma le due squadre procedono a braccetto verso l’intervallo. Nel mezzo un fallo tecnico alla panchina imolese ed una tripla di Ivan Begic (32-28 a 4’ dalla fine). Aglio tiene avanti Imola sul 34-31 al 18′. A 1’30” da giocare, la Virtus scappa sul 37-31 con i liberi di Begic, ma Molinella ha un moto d’orgoglio che lo porta a recuperare fino al 39-38 con cui ci si ferma all’intervallo lungo. Dopo la pausa, l’Intech appare più sciolta e comincia a spingere sull’acceleratore, lasciando a Molinella pochi spazi in attacco: gli ospiti sbagliano molto di più al tiro, tant’è che al 30’, gli ospiti ci arrivano con solo due canestri in azione (più due liberi), con 6 punti totali. E’ il momento clou del match, con la Virtus che trova il coraggio per allargare il vantaggio fino al +16. Il parziale si apre con la tripla di Aglio, quindi Barattini e Begic firmano il 46-40 dopo 4’20” di gioco. A metà frazione Aglio corre a campo aperto per il 50-42, con gli ospiti che stentano a restare aggrappati ai locali. Aglio nel traffico alza il ritmo (53-42) raggiungendo la doppia cifra di vantaggio. Per un paio di minuti nessuno segna ed è Murati a firmare il 55-43 al 28′. Quando mancano 45”, Magagnoli si mette in proprio dall’arco frontalmente e realizza il +16 (60-44) che obbliga coach Castaldi a chiamare il timeout. Dopo 2’30” dell’ultimo quarto, Ouattara si aggrappa al ferro per inchiodare la schiacciata del 61-46, seguita dalla tripla di Balducci (+12 Imola), mentre dall’altra parte Begic segna in penetrazione. Il capolavoro di serata lo firma Jacopo Aglio, che si trasforma in supereroe giallonero andando a inchiodare una splendida schiacciata: è il 65-50 che segna il match e consegna, in pratica, i 2 punti in palio nelle mani della Virtus Imola, anche se mancano ancora sei minuti. A metà frazione, Begic appoggia a canestro il +17 che induce gli ospiti a rifugiarsi nel timeout. Dalla media distanza, Murati replica a Gianninoni (69-52), mentre Brandani segna da lontano. Il match si avvia verso l’archivio quando Ramilli, prima segna la sua prima tripla di serata, quindi chiude il match sul 76-59. In campo negli ultimi scampoli di gioco anche i giovani imolesi Savino e Piani Gentile.

JUNIOR BK LEONCINO – FERRARA BK 2018 64 – 77

(16-28; 29-38; 50-59)

Leoncino Mestre: Marzaro, Galdiolo 14, Gamberoni 2, Buogo, Toffanin 10, Coassin 5, Tonon 5, Rossato 12, Boateng 4, Stavia 7, Calzolari 5, Pravato. All. Montena.

Ferrara 2018: Tornimbeni, Costanzelli 13, Cortesi 8, Bianchi 10, Seravalli 6, Yarbanga, Cavicchi, Zanirato, Verrigni 16, Agusto 24. All. Furlani.

BASKET LUGO – VETORIX 79 – 58

(24-8; 44-32; 58-43)

Lugo: Ciman 17, Fussi, Bravi 11, Campajola ne, Di Poce 5, Baroncini. Silimbani 10, Masrè 9, Galassi 12, Bracci 10, Benedetti 2, Arosti 3. All. Tumidei.

Mirano: Minincleri Al., Zorzi 19, Negri 9, Benzon 6, Musco, Povelato 4, Cardazzo 7, Gomirato, Casarin, Ranzato, De Lazzari 9, Bobbo 4. All. Minincleri An.

CLASSIFICA

Virtus Imola***, Ferrara 2018***, Lugo** 6; Mirano** 2; Junior Leoncino Mestre**, Molinella**** 0.

Foto: www.virtusspesvis.it

C Silver, lo Scirea fa il colpaccio a San Lazzaro

SERIE C SILVER

4° Giornata

Girone A

PREVEN MECCANICA – ATLETICO BASKET 86 – 69

(19-14; 43-33; 69-57)

Zola Predosa: Bianchi 12, Biello 6, Degregori 13, Zanotti, Guazzaloca 4, Bavieri 7, Folli 16, Bianchini 14, Venturelli 2, Albertini 4, Bosi 1, Almeoni 7.  All. Cavicchi.

Atletico: Cappelli 10, Battilani 6, Serra 8, Albanelli, Veronesi 11, Rosati 4, Perini 5, Tognazzi 11, Argenti 10, Artese 4, Guidi, Naldi. All. Lanzoni.

PALL. CORREGGIO – ZTL HOME GINNASTICA FORTITUDO Rinviata     

PALASPORT ‘PIETRI’ – Via Campagnola 1 CORREGGIO RE

CLASSIFICA

Francesco Francia Zola Predosa 6; S.G. Fortitudo Bologna* 4; Scandiano 2; Correggio**, Atletico Bologna* 0.

Girone B

BASKERS – GRANAROLO BASKET 70 – 55

(16-12; 34-26; 52-38)

Forlimpopoli: Nucci 12, Matteucci ne, Rombaldoni 6, Santoro ne, Piani 6, Piazza 26, Gaspari, Bessan ne, Donati 9, Dell’Omo, Gorini 4, Torelli 7. All. Agnoletti.

Granarolo: Salvardi 9, Zani 3, Poggi 6, Bergonzoni ne, Baccilieri, Nanni 11, Tolomelli 7, Bertacchini 13, Guerra ne, Paoloni 2, Brotza 4. All. Millina.

A Forlimpopoli una CREI giovanissima (ancora priva dei suoi giocatori più esperti, Alessio Salicini e il capitano Luca Paoloni) cede il passo ad una formazione superiore per fisicità ed esperienza (anch’essa con le assenze importanti di Ricci e Flan), che ha demolito progressivamente e inesorabilmente la coriacea resistenza dei giovani di coach Millina. Sicuramente la squadra non ha fornito la stessa brillante prestazione della prima gara con la BSL in termini di applicazione e determinazione, ma questo in parte è dipeso anche dalla fisicità degli avversari, nonché dall’esperienza di giocatori come Piazza (assoluto MVP del match con 26 p., 13/17 da 2, 34 di valutazione e un gancio mortifero che, se non fosse per la statura del giocatore artusiano, per efficacia si potrebbe paragonare, con una licenza che sfiora la blasfemia, al mitico skyhook di Jabbariana memoria….).

Esagerazioni del cronista a parte, l’ingresso di Piazza in campo (assieme ad un Rombaldoni in evidente ritardo di condizione, ma dispensatore di scienza cestistica a questi livelli difficile da replicare) ha completamente girato l’inerzia del match che, in avvio, aveva visto gli ospiti schizzare dai blocchi con un perentorio 0-5 fotocopia dell’avvio con la BSL (canestro in apertura di Tolomelli e canestro più aggiuntivo di Nanni). Il numero 10 di Agnoletti realizza 6 punti consecutivi e spegne sul nascere la fuga ospite, poi, le squadre restano due minuti a contatto con il nuovo vantaggio felsineo (6-7 dal 4′ al 6′). Rombaldoni dà il nuovo vantaggio ai padroni di casa, poi Piazza, con altri 6 punti consecutivi, confeziona lo strappo in avanti artusiano, assistito da Nucci e Rombaldoni (14-8 al 7’30”). Bertacchini (assieme a Nanni e a Poggi il più positivo degli ospiti), una schiacciata di Nucci e Salvardi fissano il primo quarto sul 16-12 per i romagnoli, con Piazza che da solo pareggia i punti degli ospiti. Nel secondo quarto la zona di Agnoletti (già ordinata nel primo quarto) continua a creare grossi problemi alla CREI, sia per la fisicità dei padroni di casa sia per il campo piccolo che riduce gli spazi a disposizione degli ospiti; inoltre le polveri bagnate dalla distanza (1/18 da 3 alla fine per la CREI) non contribuiscono di certo ad invogliare i padroni di casa ad uscire sui tiratori avversari… I Baskers aumentano progressivamente il vantaggio, raggiungendo il +9 sulla tripla di Torelli (23-14 al 15′). Brotza e Bertacchini mantengono il divario, poi due canestri di Poggi e due liberi di Bertacchini riportano la CREI ad un solo possesso (27-24 al 18′). Piazza e Poggi mantengono inalterato il divario, poi nell’ultimo minuto del quarto, Granarolo pasticcia e subisce un 5-0 da Donati e Nucci (tripla) che la mandano all’intervallo sul -8 (34-26). Il terzo quarto comincia da dove era finito: la CREI fatica terribilmente a trovare spazi nella zona avversaria che intasa l’area e i padroni di casa volano a +17 (48-31 al 26′ con Granaroo che in 6′ realizza solo 5 punti) e dopo una timida reazione ospite, toccano il massimo vantaggio del match (52-34 al 27’30”). La CREI ha un sussulto e sul pressing a tutto campo ordinato da Millina, recupera due palloni e con Brotza e Salvardi finisce il terzo periodo a -14 (52-38). Nel quarto conclusivo, la CREI continua a pressare a tutto campo e dopo il -17 del 31′, riesce a tornare a -11 (55-44 al 32’30”), mantenendo accesa una fiammella. I padroni di casa riescono a mantenere i felsinei a distanza fino al 61-51 del 37′, poi riallungano negli ultimi giri di lancetta e chiudono definitivamente il match con un positivo Donati ed il solito Piazza, per il 70-55 finale.

B.S.L. – GAETANO SCIREA BASKET 52 – 60

(14-17; 22-33; 36-46)

San Lazzaro: Omicini, Biguzzi 6, Gilioli, Lanzarini 2, Tugnoli 2, Lanzi 2, Verardi 11, Domenichelli 9, Flocco, Stojkov 6, Scapinelli, Ramini 4, Fabbri 2, Betti 8. All. Baiocchi.

Bertinoro: Brighi 20, Ravaioli 16, Rossi 3, Farabegoli 9, Solfrizzi En. 5, Biandolino 7, Angeletti, Serra, Bassi, Bellini ne, Stoica ne, Monticelli ne. All. Solfrizzi Em.

La BSL è ancora una volta costretta a rimandare l’appuntamento con la prima vittoria casalinga della stagione: la truppa di coach Baiocchi, infatti, ha rimediato il terzo ko di fila – il secondo interno – perdendo 52-60 contro la Gaetano Scirea. I biancoverdi hanno pagato a caro prezzo le percentuali al tiro decisamente insufficienti (26% dal campo e 18% da tre) e una reazione forse un po’ tardiva: solo dopo essere scivolata fino al -17, sotto i colpi di Brighi, Farabegoli e Ravaioli, San Lazzaro, ha infatti alzato i ritmi, trovando la giusta fluidità offensiva nel quarto conclusivo e provando una risalita affidata alla verve di Verardi, e Domenichelli e alla sostanza nel pitturato di Betti. La rimonta biancoverde si è però fermata sul -4, a una manciata di minuti dalla fine, perché le giocate di Farabegoli hanno fatto definitivamente partire i titoli di coda del match.

Speculando sulle basse percentuali della BSL, Bertinoro ha subito cercato di alzare il tono del match conquistando il primo vantaggio in doppia cifra sul 3-13 con Brighi. La Bissoli&Bissoli ha provato a quel punto a metterci una pezza con grazie e ai canestri di Biguzzi, Ramini, Tugnoli e Verardi per il 14-17 alla prima sirena, ma, quando il gioco è ripreso, è arrivata la nuova, poderosa accelerata di Bertinoro che, spinta dai siluri dalla lunga distanza di Ravaioli, è volata in un amen a +17 (14-31), al culmine di un break di 14-0. Le giocate di Stojkov hanno dato la scossa per la BSL riportandola a -11 all’intervallo lungo (22-33). Al rientro dagli spogliatoi, però, la rimonta Bissoli&Bissoli si è bloccata e la Gaetano Scirea ha ricominciato a correre e segnare fino al nuovo +17 toccato sul 28-45. Coach Baiocchi ha allora provato a giocarsi la carta della difesa a zona che ha sortito gli effetti sperati, togliendo un po’ di certezze all’attacco di Bertinoro, che ha sofferto il gioco sotto le plance di Betti e la transizione guidata da Verardi e Domenichelli, capaci nell’ultimo quarto di animare la rimonta sanlazzarese fino al -4 a 3′ dalla fine (51-55). La Gaetano Scirea non si è fatta, però, prendere dal panico e ha chiuso i conti con un parziale di 5-1 finale.

CLASSIFICA

Baskers Forlimpopoli* 4; BSL San Lazzaro, Granarolo Basket*, Gaetano Scirea Bertinoro** 2; ABC Santarcangelo** 0.

Serie D, l’Omega prende la testa nel girone C

SERIE D

4° Giornata

Girone A

SCUOLA PALL. VIGNOLA – VICO BASKET Rinviata  

Pal.to CITTA’ DI VIGNOLA – Sc. Muratori – Via Di Vittorio VIGNOLA MO

SCUOLE BASKET CAVRIAGO – ANTAL PALLAVICINI 22-04-2021 – 21:00      

PALA AEB – Via Pianella 1 CAVRIAGO RE

CLASSIFICA

S.P. Vignola*** 2; Vico Parma***, Voltone Monte San Pietro***, Pallavicini***, S.B. Cavriago** 0.

Girone B

BASKET VILLAGE – SALUS PALL. BOLOGNA 63 – 43

(18-10; 33-19; 47-39)

Granarolo: Drago 11, Bertusi 9, Govoni 6, Guastaroba 9, Masetti 6, Mongardi, Misciali 12, Draben, Melotti, Tonelli 4, Martinelli 4, Anselmi 2. All. Annunziata.

Salus: Bondioli 2, Di Pietro 2, Grilli, Bardasi 7, Tabellini, Nanni 6, Cassani, Grassi 2, Errera 2, Bianchi 15, Di Pace, Cocchi 7. All. Lopez.

Arriva la terza sconfitta per i ragazzi Salus in trasferta a Granarolo. L’occasione di realizzare i primi due punti della stagione sfuma nell’ultimo periodo della partita, dopo un buon tentativo di rimonta da parte dei ragazzi di Coach Lopez nel terzo quarto. La partita è caratterizzata da alti e bassi per entrambe le squadre, ma il Basket Village riesce a portare a casa la vittoria trovando l’energia e la lucidità giusta per restare in testa durante tutta la durata del gioco, grazie anche ad un buon pressing che mette più volte in difficoltà gli ospiti.

Il primo quarto è caratterizzato da una generale confusione, soprattutto in casa Salus. Numerosi gli errori in fase di realizzazione per i biancoblu, che falliscono molte occasioni sotto canestro. Un pizzico di concentrazione in più da parte degli avversari basta per impostare un divario di 10 punti in loro favore. Bianchi apre il secondo quarto tentando di accorciare le distanze per gli ospiti, ma i rivali rispondono mettendo a segno la prima tripla della partita firmata da Tonelli. L’intenzione di Bianchi si realizza quando gli ospiti aumentano il ritmo in attacco e Granarolo fatica ad oltrepassare la linea dei 3 punti. Dopo il fischio dell’arbitro per un fallo antisportivo accompagnato da fallo tecnico, il punteggio torna, però, rapidamente a +10 per i ragazzi di Coach Annunziata, che sfruttano il momento positivo aumentando la pressione in difesa, concludendo così il quarto con il punteggio di 33-19. Il gioco cambia volto nel terzo quarto dove, con 10 punti in tre minuti, i biancoblu riescono a ridurre il gap, portando il distacco sotto la doppia cifra. La Salus cambia ritmo aumentando il pressing e ritrovando fluidità in attacco; anche le percentuali al tiro aumentano e così i ragazzi di coach Lopez riescono a portarsi a – 6 dai padroni di casa. D’altro canto il Basket Village subisce la difesa ospite e trova difficoltà nella costruzione di gioco in attacco. Sul finale, due falli negli ultimi secondi regalano agli avversari due liberi, portando il punteggio sul 47-39. Sanguinoso per gli ospiti l’ultimo tempo della partita: la squadra di casa riesce a riportare ancora il distacco in doppia cifra, grazie ad una difesa alta che destabilizza il giovane quintetto biancoblu. La Salus non riesce a gestire nel modo giusto la pressione degli avversari, trovando così solo una volta in 8 minuti la via per andare a referto. Il fischio di un antisportivo e una tripla di Bertusi allungano il vantaggio ad un +20 irrecuperabile. Con soli 4 punti a referto in 10 minuti viene di fatto annientata la rimonta del quarto precedente dai ragazzi di Coach Lopez. La partita si conclude con un netto 63-43.

BENEDETTO – C.M.P. GLOBAL BASKET Rinviata

Palestra GIOVANNINA – Via Giovannina 76 CENTO FE

CLASSIFICA

Veni San Pietro in Casale*, CMP Global Granarolo*, Basket Village Granarolo 4; Benedetto 1964 Cento**, Salus, 0.

Girone C

PALL CASTEL S.P.T. 2010 – CENTRO MINIBASKET OZZANO CMO Rinviata

PALASPORT – Viale Terme 840 CASTEL SAN PIETRO TERME BO

OMEGA BASKET – PALLACANESTRO BUDRIO 85 – 74

(25-19; 42-30; 61-48)

Omega: Conidi 10, Bianchini, Goracci ne, Ceccolini 11, Magni, Saccardin 2, Musolesi 17, Tazzara 16, Bianchi ne, Saccà Al. 29, Saccà An. ne. All. Espa.

Budrio: Cirilli, Conti 14, Tugnoli 8, Baietti 8, Fornasari 4, Bovoli ne, Cesario 8, Quaiotto 24, Maccaferri ne, Natali, Vacchi 2, Zambon 6. All. Bovi.

CLASSIFICA

Omega Bologna* 6; Budrio 4; Castel San Pietro 2010***, Immobiliare 2000 Bologna*, CMO Ozzano* 0.

Girone D

VILLANOVA BASKET TIGERS – TIGERS BASKET 2014 Rinviata   

PALESTRA – Via Don L.Sturzo – Loc. Villa  VERUCCHIO RN

SELENE BK S.AGATA – POL. STELLA Rinviata

Pal.to GIORGIO GADONI – Via Berlinguer 4 SANT’AGATA SUL SANTERNO RA

CLASSIFICA

Stella Rimini***, Tigers Villa Verucchio*** 2; Selene Sant’Agata sul Santerno***, Tigers 2014 Forlì*** 0.

C Gold, Mirano vince il derby veneto del Sud…

SERIE C GOLD 5° Giornata

GIRONE Nord

BASKET BASSANO – CALORFLEX ODERZO 57 – 66

WITH-U VERONA – BASKET PIANI JUNIOR 65 – 67

RECUPERO

SECIS – BASKET PIANI JUNIOR 62 – 33

(16-25; 39-31; 51-33)

Jesolo: Bovo 14 (4/6, 1/2), Biancotto 3 (1/5 da tre), Favaretto ne, Simone Rosada 6 (1/3, 0/1), Maestrello M. 6 (0/2, 2/2), Busetto 7 (2/4, 1/3), Maschietto (0/1), Sipala 6 (3/5), Zamattio 6 (3/8), Maestrello N. 8 (1/5, 2/3), Mei (0/1 da tre), Ruffo 6 (0/1, 2/2). All. Teso.

Bolzano: Paoli, Cravedi, Morgen 3, Pedron 6, Trentini 4, Gabrielli 3, D’Alessandro 3, Ramoni ne, Marchetto, Braghin 3, Dieng 11, Raffaelli. All. Massai.

CLASSIFICA

Jesolo 6; Cestistica Verona*, Oderzo* 4; Bassano del Grappa, Piani Junior Bolzano 2.

Girone Sud

VIRTUS PALL. IMOLA – BASKET LUGO Rinviata    

JUNIOR BK LEONCINO – VETORIX MIRANO 65 – 71

MOLIX MOLINELLA – FERRARA BK 2018 Rinviata         

PAL.TO DELLO SPORT – Viale Della Liberta’ 21 MOLINELLA BO

RECUPERO

JUNIOR BK LEONCINO – MOLIX MOLINELLA Rinviata  

PALESTRA LUZZATTI-GRAMSCI – Mestre – Via Mattuglie VENEZIA VE

CLASSIFICA

Virtus Imola**, Ferrara 2018**, Lugo* 4; Mirano** 2; Junior Leoncino Mestre**, , Molinella*** 0.

1 2 3 4 96