Tag Archives: C silver

C.S. – Biandolino è la nuova torre degli Aviators Lugo

Proveniente dal Gaetano Scirea, Alessandro Biandolino è la nuova torre di Lugo. Centro di 201 cm, classe 1999 “era il primo della lista dei giocatori che cercavamo in quel ruolo, annuncia il direttore sportivo Aki Zarifi, e siamo quindi molto soddisfatti che abbia accettato la nostra proposta anche perché trattasi di un ragazzo giovane con grandi margini di miglioramento e con forti stimoli dimostrati dal fatto che anche ora si sta allenando alla ricerca di un continuo miglioramento, fattore predominante del suo carattere che ha determinato tra l’altro la nostra scelta”.

Si allunga inoltre la linea verde con l’arrivo di Nicola Marabini, anno scorso in forza al Basket 95 di Faenza, giovane play di 180 cm classe 2002. “Nicola ha ben impressionato in allenamento a Lugo, continua coach Casadei,  ragazzo che si distingue per intensità, vigore atletico e mentalità. Elemento che sicuramente potrà darci una mano avendo la possibilità di giocare e misurarsi in un campionato competitivo come la C Silver”.

Attualmente questi gli atleti a disposizione del Basket Lugo: Silimbani, Arosti, Baroncini, Ravaioli, Alessandrini, Biandolino, Marabini, Mihajlovki.

C.S. – Lugo ricomincia in C Silver da Alessandrini e Ravaioli

Continuano a Lugo i lavori di allestimento della nuova squadra che affronterà il prossimo campionato con l’inserimento di Nicola Alessandrini e Riccardo Ravaioli, due elementi che già in passato avevano calcato il parquet lughese. Per Alessandrini sarà un ritorno dopo un anno lontano da Lugo mentre per Ravaioli trattasi in realtà di una riconferma in quanto solo un infortunio lo aveva tenuto lontano dal gioco nella scorsa stagione.

C.S. – Colpo Grifo, arriva Del Vecchio

La campagna acquisti della Grifo prosegue con un crack per la categoria. Il prossimo anno vestirà la canotta bianco blu Fabio Del Vecchio. Dopo gli esordi a Ravenna e aver giocato nelle minors forlivesi, la quasi 27enne ala forte (195 cm) torna a calcare le assi del PalaRuggi dopo la stagione 2016-17 alla Virtus Imola, che lo lanciò verso i palcoscenici più prestigiosi della serie B. Infatti nei tre anni successivi ha giocato a Moncalieri, Pavia e Olginate, per poi tornare a Santarcangelo dove ha vissuto la stagione del Covid. Ora è pronto a ripartire con entusiasmo con la maglia della Grifo. I suoi numeri: 1884 punti per una media di 10.4 punti a partita, con un best di 37.

C.S. – Scandiano scommette sul giovane Caiti

Proseguono gli arrivi in casa Pallacanestro Scandiano in vista della stagione 2021/22. Un altro tassello del quintetto biancoblu, impegnato per la seconda stagione consecutiva in C Silver, sarà il classe 2002 Davide Caiti, che arriva dal Basket 2000, dove è cresciuto. Nella stagione 2018/19 esordisce in prima squadra nella gara di Serie B con San Vendemiano, per poi essere aggregato anche la stagione successiva in C Gold.

Pallacanestro Scandiano ringrazia il Basket 2000, in particolare il presidente Giorgio Bertani ed il ds Alberto Gazza, per la collaborazione.

C.S. – Scandiano annuncia l’esterno Galvan

Terzo movimento in entrata per la Pallacanestro Scandiano in vista della Serie C Silver 2021/22. In maglia biancoblu arriva l’esterno Nicolò Galvan, reduce da un campionato di Serie D con 23,9 punti di media disputato coi colori di Vignola. Il classe 1991 ha svolto le ultime quattro stagioni in maglia modenese, chiudendo con oltre 17 punti ad allacciata di scarpe; in precedenza aveva militato in Serie C sempre nel bolognese, con tappe ai Giardini Margherita, Castenaso, Salus, Stars Bologna ed Anzola.

C.S. – Scandiano ufficializza Levinskis e Zamparelli

Pallacanestro Scandiano è lieta di annunciare i primi due acquisti ufficiali in vista della stagione 2021/22. In biancoblu arriva Evaldas Levinskis, 26enne ala di 196 cm, cresciuta nel vivaio del Basket 2000 con cui ha disputato quattro stagioni tra DNC e C Gold, seguite da altrettanti tornei all’ombra della Pietra di Bismantova con l’LG Competition Castelnovo Monti, festeggiando al primo tentativo il salto dalla C Silver alla Gold. Nel 2020/21, invece, ha giocato a Casalmaggiore, dopo essere approdato a Reggiolo in estate.

L’altro volto nuovo risponde al nome di Alberto Zamparelli, regista classe 1998 che arriva da Viadana, dove ha giocato dal 2017 al 2020. In precedenza esperienze nel settore giovanile della Pallacanestro Reggiana, con debutto tra i senior in C regionale all’epoca della collaborazione tra i bianco-rossi e Correggio, oltre ad un anno a Castelnovo Monti.

C Silver, Granarolo salvo, l’Atletico chiederà il ripescaggio?

SERIE C SILVER

Play out Gara 3

ATLETICO BASKET – GRANAROLO BASKET 43 – 60

(11-12; 24-30; 30-40)

Atletico: Cappelli 4, Battilani 1, Serra 2, Albanelli 4, Albazzi, Tognazzi 16, Argenti 7, Artese 3, Guidi 4, Naldi 2. All. Lanzoni.

Granarolo: Salicini 6, Zani 4, Poggi, Paoloni Lu. 7, Nanni 14, Tolomelli 7, Bertacchini 19, Ansaloni, Masetti, Guerra, Paoloni Lo. 3, Carati. All. Millina.

Una Crei determinata conquista, sul parquet dell’Atletico, una meritata salvezza, dominando mentalmente la terza e decisiva gara di questo playout. Fin dal riscaldamento prepartita, si toccava con mano la voglia degli uomini di Millina di riscattare gara 2 buttata malamente alle ortiche al termine di due supplementari, dopo che a 1’10” dalla fine dei regolamentari Granarolo aveva il match ball tra le mani (+4 con Bertacchini in lunetta con 2 liberi….), gli sguardi erano concentrati e l’urlo prepartita al termine del discorso di capitan Paoloni ha rimbombato tra le volte del “Cavina”. La squadra di Millina ha condotto la gara fin dal primo minuto e con una difesa perfetta per tutto l’arco dei 40′, ha progressivamente demolito le resistenze dei padroni di casa. In attacco la parte del leone l’hanno fatta un super Riccardo Bertacchini (MVP con 19p. e 21 di valutazione) e Riccardo Nanni (che senza fare forzature, ha lasciato che il match gli andasse incontro raccogliendo alla fine 14p. con un ottimo 7/10 dal campo), ma tutta la squadra ha giocato bene guidata dal suo capitano, dispensatore di 4 assist. Per l’Atletico l’ultimo ad arrendersi è stato Tognazzi, ma va ricordata anche l’assenza di Veronesi e Rosati, che hanno scelto di disputare un torneo estivo anzichè partecipare all’ultimo allenamento pre partita…

La cronaca: inizio con le squadre contratte che non trovano la via del canestro, poi Serra (fortunatamente il colpo alla testa che lo ha portato in ospedale in gara 2 è stato solo un brutto spavento) rompe il ghiaccio da 2,  subito pareggiato da un rimbalzo in attacco di un Lorenzo Paoloni presente sotto le plance. Le squadre segnano con il contagocce complice anche il gran caldo e proseguono a braccetto fino al 8′ (8-8), poi Nanni e Bertacchini (assist di Masetti) portano avanti la Crei(9-12 al 9′); Albanelli accorcia le distanze e una serie di errori dei padroni di casa, dopo 3 rimbalzi d’attacco consecutivi, impedisce loro di chiudere in vantaggio il primo periodo (11-12 al 10′). La ripresa si apre nel segno di Riccardo Bertacchini, che segna 5 punti consecutivi rispondendo alla tripla di Guidi, poi Salicini e la tripla di Artese mantengono il divario a due lunghezze (17-19 al 13’30”). Granarolo chiude la via del canestro concedendo all’Atletico un punto in 3’30” e allunga con Bertacchini e Nanni (18-26 al 17′). Botta e risposta negli ultimi due minuti, con il canestro di Cappelli che sancisce il 24-30 con cui le squadre vanno al riposo lungo. L’inizio del terzo periodo della Crei è perentorio: canestro chiuso a doppia mandata e 6-0 firmato Luca Paoloni (due liberi), Bertacchini (su uno strano assist di Luca Paoloni che ai più, compreso chi vi scrive, è parso inizialmente un tiro da 3) e Tolomelli (assist di Lorenzo Paoloni), con gli ospiti in doppia cifra di vantaggio (24-36 al 22′). Tolomelli si traveste da Babbo Natale e regala 2 palloni consecutivi nella stessa azione, permettendo a Tognazzi di rompere il digiuno, poi le squadre pasticciano in attacco e segnano 4 punti a testa da lì alla fine del periodo mantenendo il divario a 10 punti (30-40 al 30′). Una tripla di Bertacchini, in apertura di quarto periodo, dà il la ad un ulteriore allungo Crei che continua a difendere benissimo e sulle ali dell’entusiasmo, prende il largo con un parziale di 14-3 che, sostanzialmente, chiude la contesa e sancisce la salvezza degli uomini di Millina (33-54 al 35′). L’Atletico non ha più energie e coach Lanzoni dà spazio a tutta la panchina, imitato da coach Millina e la partita si chiude sul 43-60.

C Silver, Baskers e S.G. Fortitudo in Paradiso! Play out, si va a gara 3

SERIE C SILVER

Play off Gara 2

BASKERS – PREVEN MECCANICA 67 – 63 (2-0)

(17-14; 25-36; 53-52)

Forlimpopoli: Nucci 8, Rombaldoni 4, Piani 2, Ricci 8, Piazza 8, Gasperi ne, Bessan ne, Donati 15, Dell’Omo 7, Gorini 2, Torelli, Flan 13. All. Agnoletti.

Zola Predosa: Bianchi 13, Biello 4, Degregori 10, Zanotti ne, Guazzaloca 4, Bavieri 6, Folli 6, Bianchini 4, Albertini 7, Bosi ne, Almeoni 9. All. Cavicchi. 

ZTL HOME – DULCA 79 – 73 (2-0)

(29-20; 53-42; 66-53)

S.G. Fortitudo: Balducci 13, Procaccio 11, Tosini 9, Carpani 10, Lalanne 9, Pederzoli 12, Ranieri 3, Lenzi ne, David 4, Nanni 6, Nestola ne, Zinelli 2. All. Mondini.

Santarcangelo: Vandi 6, Frigoli 12, Gamberini 10, Pesaresi 5, Fusco 14, Buzzone ne, Scarponi 11, Chiari 5, Rossi 5, Semprini 5. All. Ceccarelli.

Play out Gara 2

GRANAROLO BASKET – ATLETICO BASKET 64 – 70 d2ts (1-1)

(10-17; 23-26; 37-41; 54-54; 59-59)

Granarolo Basket: Salicini, Zani 10, Poggi 9, Paoloni Lu. 19, Nanni 8, Tolomelli 5, Bertacchini 11, Ansaloni, Masetti, Paoloni Lo. 2, Carati ne, Brotza ne. All. Millina.

Atletico: Cappelli 18, Battilani 4, Serra 9, Albanelli, Veronesi 7, Rosati 3, Albazzi ne, Tognazzi 3, Argenti 5, Artese 19, Guidi 2, Naldi ne. All. Lanzoni.

C Silver post-season: doppio squillo esterno!

SERIE C SILVER

Play off Gara 1

PREVEN MECCANICA – BASKERS 66 – 67

(19-17; 37-35; 47-54)

Zola Predosa: Bianchi 12, Degregori 7, Zanotti ne, Guazzaloca 9, Bavieri 9, Folli 2, Bianchini 4, Bonaiuti 8, Albertini 6, Bosi ne, Almeoni 9. All. Cavicchi. 

Forlimpopoli: Nucci 3, Rombaldoni 15, Sassi ne, Ricci 7, Piazza 10, Gasperi ne, Bessan 2, Donati 9, Dell’Omo 10, Gorini 8, Torelli ne, Flan 4. All. Agnoletti.

DULCA – ZTL HOME GINN. FORTITUDO 83 – 84

(23-26; 38-48; 65-70)

Santarcangelo: Fusco 6, Scarponi 13, Gamberini 8, Vandi 9, Semprini 13, Pesaresi 17, Rossi 13, Frigoli 2. All. Ceccarelli.

S.G. Fortitudo: Tosini 18, Lalanne 11, Zinelli 14, Balducci 7, Procaccio 8, Carpani 7, Pederzoli 10, Nanni 4, Ranieri 5, Lenzi, David, Nestola. All. Mondini.

Play out Gara 1

ATLETICO BASKET – CREI 64 – 68

(18-21; 33-41; 51-52)

Atletico: Cappelli 13, Battilani 3, Serra 6, Albanelli, Veronesi 3, Rosati 8, Albazzi ne, Tognazzi 6, Argenti 13, Artese 12, Guidi, Naldi ne. All. Lanzoni.

Granarolo Basket: Salicini 11, Salvardi 10, Zani 9, Poggi 1, Paoloni Lu. 5, Nanni 5, Tolomelli 11, Bertacchini 10, Ansaloni 2, Masetti, Paoloni Lo. 2, Brotza ne. All. Millina.

La Crei espugna meritatamente la palestra “Cavina” e fa suo il primo round; gli uomini di Millina vincono al termine di una battaglia condotta fin dal primo minuto, in un clima da girone dantesco visto il caldo afoso di un’estate arrivata all’improvviso. Il divario poteva essere anche maggiore, ma il carattere indomito di Artese e Argenti, i trascinatori dei padroni di casa, ha impedito agli ospiti di prendere il largo e ha tenuto la sfida sul filo del rasoio sino alla fine. Per gli ospiti buone prove da tutti (Salicini, Salvardi, Tolomelli e Bertacchini in doppia cifra con Zani a 9), ma l’MVP del match è Riccardo Nanni, capace di una prova da 25 di valutazione segnando soltanto 5 punti, a dimostrazione che il basket non si può ridurre soltanto ai punti realizzati; l’esterno di Millina ha sfoderato una maiuscola prestazione difensiva che ha disinnescato Gregorio Veronesi, il giocatore più pericoloso dell’Atletico e l’ha condita con 10 rimbalzi, 4 recuperi, 4 assist, 1 stoppata e 8 falli subiti. Granarolo sconta le ormai croniche assenze di Brotza e Baccilieri ma finalmente ritrova il suo capitano, Luca Paoloni, la cui importanza all’interno del gruppo è dimostrata dal plus-minus, che è il più elevato della squadra a discapito di una prestazione certamente non brillante.

La cronaca: partenza decisa della Crei con Tolomelli, che firma il 0-6 iniziale dopo 1’30”. Serra rompe il ghiaccio per i padroni di casa, ma Granarolo continua a macinare un buon basket e sulla tripla di Salvardi, seguita dall’1/2 di Poggi dalla lunetta, si porta sul +8 (4-12 al 5’30”). Cappelli e Argenti provano a scuotere l’Atletico e con 2 liberi di Artese ed un canestro di Tognazzi, i padroni di casa ricuciono lo svantaggio arrivando ad una lunghezza (15-16 al 9′). E’ l’ottimo Riccardo Zani che, con una tripla su assist di Bertacchini, interrompe la rimonta, poi lo stesso Bertacchini, dalla lunetta, riporta a +6 la Crei, prima che Cappelli, con un siluro allo scadere, fissi il 18-21 dei primi 10′. Granarolo riparte da una tripla di un ispirato Bertacchini, ma Cappelli è on-fire e mantiene in scia i padroni di casa dopo un gioco da 3 punti di Nanni (25-27 al 14′). Nanni imperversa su entrambi i lati del campo e propizia il +7 degli ospiti con un rimbalzo difensivo, un recupero + assist che manda a canestro Salvardi ed uno sfondamento subito che vale un altro recupero e che sfocia in un viaggio in lunetta di Salicini (25-32 al 15’30”). I padroni di casa tentano il riavvicinamento con una tripla fortunosa di Veronesi e molto contestata da Paoloni e compagni (primo ferro-parte superiore del tabellone per gli arbitri, struttura per gli ospiti e canestro) ma Zani, Salvardi e una tripla di Bertacchini portano la Crei al massimo vantaggio (30-41 al 19’30”). E’ una magia di Artese, dalla distanza, allo scadere, che permette all’Atletico di andare al riposo con 8 lunghezze da recuperare (33-41 al 20′). L’inizio del terzo quarto è di marca biancorossa: Tognazzi-Argenti e 5 punti di Artese e l’Atletico mangia quasi tutto il ritardo (42-43 al 23′). Tolomelli da 3, su assist di Nanni, ferma l’emorragia, ma Argenti, con una tripla di tabella allo scadere dell’azione, risponde in rima. La Crei è brava a non disunirsi e stringe le maglie difensive, poi Bertacchini assiste i fratelli Paoloni, prima Luca poi Lorenzo, mantenendo gli ospiti con il naso davanti (47-50 al 27’30”). Ancora il capitano ospite con un viaggio in lunetta porta a 4 il vantaggio dei suoi, ma Rosati, con una tripla, sancisce il 51-52 del 30′. Il quarto periodo comincia con un canestro di Salicini, ma Rosati, con un altro siluro, impatta la partita. Ancora Salicini trafigge la difesa dei padroni di casa, ma Serra da 3 dà il primo vantaggio del match all’Atletico (57-56 al 33′). Botta e risposta Zani-Argenti, poi un’entrata di Salvardi con aggiuntivo, ridà il +2 a Granarolo, ma il play biancoblù cade pesantemente a terra e si infortuna, dovendo uscire poco dopo senza più rientrare. Il match è vibrante, Salicini giganteggia e tiene a galla la Crei, ma un canestro in acrobazia di Artese e 2 liberi di Tognazzi riportano in testa i padroni di casa (64-63 al 36’30”). Granarolo vince la partita nella metà campo difensiva, rimettendo in campo Nanni al posto di Tolomelli: con lui, Salicini, Luca Paoloni, Zani e Bertacchini, la Crei erge un muro invalicabile per l’Atletico, che non trova più la via del canestro, mentre Salicini, con un rimbalzo d’attacco su un suo errore e Bertacchini con un bel canestro, riportano gli ospiti a +3 (64-67 al 38′). Per 1’56” le difese dominano gli attacchi, poi, a 4″ dalla fine, capitan Paoloni, con mestiere, si procura due liberi: con il primo chiude i giochi mettendo due possessi di distanza tra le due squadre, il secondo lo sbaglia per far scorrere il cronometro e dare la vittoria ai suoi.

C Silver, un mercoledì da leoni per Correggio, l’SG impreca, Zola ringrazia!

SERIE C SILVER 10° Giornata

Girone A  

PREVEN MECCANICA – ZTL HOME 63 – 76

(16-29; 32-41; 45-61)

Zola Predosa : Bianchi 7, Biello 6, Degregori ne, Zanotti ne, Guazzaloca 9, Bavieri 2, Folli 6, Bianchini 12, Venturelli ne, Albertini 9, Bosi ne, Almeoni 12. All. Cavicchi. 

S.G. Fortitudo: Balducci 11, Procaccio 8, Tosini 6, Carpani 8, Lalanne 16, Lenzi ne, Pederzoli 8, Ranieri 9, David, Nanni 4, Nestola, Zinelli 6. All. Mondini.

PALL. CORREGGIO – EMILGAS 52 – 79

(13-14; 30-40; 41-58)

Correggio: Messori 6, Sabbadini 2, Riccò A. 2, Morgotti, Piccinini, Guardasoni, Riccò F. 5, Tognoni 9, Lusvarghi 2, Vivarelli 20, Lavacchielli 4, Frilli 2. All. Stachezzini.

Scandiano: Astolfi 17, Doddi 4, Rivi ne, Belli 16, Taddei 12, Braglia 1, Brogio 11, Fikri 3, Di Micco ne, Saccone ne, Vanni 11, Fontanili 4. All. Baroni.

Colpo esterno dell’Emil Gas, che si impone a Correggio ritrovando una vittoria che le mancava da inizio campionato. Guidata in regia da un convincente Taddei, la squadra di Baroni allunga una prima volta nel secondo quarto, per poi mettere le mani sulla partita nella ripresa, quando dilaga rendendosi irraggiungibile dai padroni di casa, che lasciano troppo solo Vivarelli. Ben cinque gli atleti in doppia cifra nelle fila ospiti, con Astolfi e Belli che guidano la lista.

RECUPERO

PALL. CORREGGIO – ZTL HOME 76 – 74 dts

(17-16; 36-36; 56-53; 67-67)

Correggio: Messori 9, Sabbadini, Riccò A. 14, Morgotti ne, Piccinini, Guardasoni ne, Riccò Fr. 28, Tognoni 3, Lusvarghi 2, Vivarelli 15, Lavacchielli ne, Frilli 5. All. Stachezzini.

S.G. Fortitudo: Balducci 20, Procaccio 10, Tosini 8, Cardani 2, Lalanne 10, Pederzoli 6, Dordei 8, Ranieri, David ne, Nanni 2, Nestola, Zinelli 8. All. Mondini.

CLASSIFICA

Francesco Francia Zola Predosa 14; S.G. Fortitudo Bologna 12; Correggio 6; Scandiano, Atletico Bologna 4.

Girone B

DULCA A.B.C. – CREI 90 – 60

(30-14; 55-29; 76-46)

Santarcangelo: Scarponi 29, Gamberini 9, Polverelli 13, Tamburini 2, Semprini 10, Chiari 13, Vandi 10, James 4, Frigoli, Fusco, Buzzone ne. All. Ceccarelli.

Granarolo Basket: Salicini 6, Salvardi 12, Poggi 11, Bergonzoni, Nanni 7, Tolomelli 3, Bertacchini 15, Ansaloni, Masetti, Paoloni Lo. 6, Carati, Brotza ne. All. Millina.

Al Pala SGR va in scena una partita senza storia tra la prima forza del girone (i padroni di casa) e il fanalino di coda (gli ospiti): per la Crei sarebbe già una sfida difficilissima al completo; considerando che la squadra di Millina si presenta con le assenze di Luca Paoloni, Baccilieri (stagione finita), Brotza (stagione finita) e Zani, schierando 6 giocatori del 2003 su 11 effettivi (Brotza è in panchina solo per stare vicino ai compagni), si può ben capire come la Dulca, pur con l’assenza di Pesaresi, nei primi 10′ chiuda già l’incontro dispiegando tutto il suo potenziale offensivo e fisico. La squadra di coach Ceccarelli gioca una prima frazione quasi perfetta, segnando 30 punti con un mostruoso 80% dal campo (9/10 da 2 e 3/5 da 3 a cui si aggiunge il 3/3 dalla lunetta); a contribuire in maniera sostanziale a questa performance l’arma letale dei biancogialloblu, il 2004 Scarponi, MVP del match con 29 punti e 27 di valutazione in 22′ di gioco, assolutamente devastante nella prima frazione, con 14 punti frutto di uno score immacolato (1/1 da 2, 3/3 da 3 e 3/3 ai liberi). Granarolo prova a resistere con quello che può dare (a suo favore perse e recuperi), ma il divario fisico, oltre a quello tecnico, in ogni reparto è impressionante e il computo dei rimbalzi è eloquente (40-20 per i padroni di casa). La nota positiva per Millina, in vista dei playout, è la buona prova dell’under Poggi, andato in doppia cifra assieme a Bertacchini e Salvardi.

La cronaca della partita si può ridurre a quella del primo quarto: aprono le danze Gamberini e Scarponi ed in 1’30” è già fuga Dulca (7-0). Salvardi e Lorenzo Paoloni, su assist di Nanni, accorciano illudendo chi vi scrive che ci sia partita, ma un’altra raffica Gamberini-Scarponi porta il divario sul 15-3 al 5′. La Crei adesso riesce a segnare un po’ di più, ma la Dulca, dall’altra parte, è infallibile e arriva al +17 (26-9 al 8’30”). Bertacchini e Poggi ricuciono a -12, ma due belle iniziative di Chiari chiudono i primi 10′ sul 30-14. Nel secondo quarto gli allenatori ruotano tutti gli effettivi, Ceccarelli per dare spazio a tutti (e facendo riposare Fusco e Frigoli che praticamente non hanno giocato), Millina per provare tutte le soluzioni possibili che gli venivano concesse dall’organico a disposizione, ma, progressivamente e inesorabilmente, i padroni di casa allungano il divario fino al +26, sull’ennesima tripla di Scarponi, che sancisce il 55-29 di metà partita. Terzo e quarto periodo servono solo a dare spazio a tutti e a determinare il risultato finale.

BASKERS – GAETANO SCIREA BASKET 75 – 77 dts

(10-15; 29-46; 44-56; 65-65)

Forlimpopoli: Lazzeri ne, Rombaldoni 21, Naldini ne, Ricci 12, Piazza 11, Gasperi ne, Bessan ne, Donati 4, Dell’Omo 11, Gorini 4, Torelli 2, Flan 10. All. Agnoletti.

Bertinoro: Solfrizzi En. 9, Vaduva ne, Rossi 21, Monticelli ne, Angeletti 6, Sampieri 4, Guardigli, Farabegoli 10, Serra 8, Brighi 15, Onofri ne, Biandolino 4. All. Solfrizzi Em.

CLASSIFICA

ABC Santarcangelo 14; Baskers Forlimpopoli, Gaetano Scirea Bertinoro 10; BSL San Lazzaro 4; Granarolo Basket 2.

1 2 3 26