Tag Archives: grifo

C.S. – La Grifo Imola riparte da coach Palumbi e quattro conferme

Nella splendida cornice del ristorante San Domenico di Imola, la Grifo ha formalizzato le prime riconferme.
Per il terzo anno consecutivo, coach Filippo Palumbi guiderà da capo allenatore la prima squadra della Grifo. “Una conferma che mi riempie di orgoglio e  soddisfazione. Filippo è persona capace, competente e ha sposato in pieno il ‘Grifo style’. Se si considera poi il fatto che abbia rifiutato un’importante chiamata da una serie superiore ben più prestigiosa per rimanere con noi, avvalora ancor più la sua scelta. La Grifo ed io personalmente sono onorato che sia ancora con noi “. Questo il commento del presidente Stefano Mongardi. Confermato anche il Team Manager Enrico Gubellini, ormai partner imprescindibile di coach Palumbi. La ciliegina sulla torta è poi la riconferma dello sponsor RIVIT, un marchio prestigioso che ci onoriamo di avere al nostro fianco anche per il prossimo anno. Il presidente/amministratore delegato, Manuele Avanzolini, dopo l’impresa della salvezza ottenuta, ha deciso di rinnovare la partnership con la Grifo Imola. “Con Manuele si è creato fin da subito un feeling importante, la sua presenza sugli spalti nel giorno della salvezza (23 maggio) e il suo coinvolgimento emotivo dimostra l’entusiasmo che ha nel progetto Grifo“. chiosa il Presidente Mongardi. In settimana poi le prime conferme nel parco giocatori: l’inossidabile capitano Matteo Lanzoni ha risposto presente, alla chiamata. Confermati anche il lungo Michele Martini e il play tascabile Simone Bartoli ormai al terzo anno in Grifo. Nelle ultime ore c’è stata la conferma anche di Raffaele Borgognoni. “Borgo” è cresciuto notevolmente  durante l’anno passato e con 121 punti (4.2) più un atletismo notevole si è rivelato un jolly importante in mano a coach Palumbi che lo ha utilizzato sia da ala piccola che da al forte e alla bisogna anche da pivot. 
L’allenatore insieme al GM Giorgio Tampieri  sono al lavoro incessantemente per allestire una formazione che possa affrontare senza troppi patemi il prossimo campionato.

C.S. – La Grifo conferma Orlando, ma perde Grillini

E‘ ufficiale la conferma di Francesco Orlando. Il giovane prodotto del vivaio Grifo, che ha evidenziato nell’ultima stagione notevoli progressi, avrà ancora in mano le redini della squadra, agendo come playmaker titolare.

Al suo fianco, però, non evoluirà più Lorenzo Grillini, accasatosi a Castel Guelfo in C Gold. “Mi dispiace che ‘Grillo’ non giocherà più per noi – le parole del General Manager Tampieri – perché, anche solo per pochi mesi, ho avuto modo di apprezzarne le qualità tecniche e umane. Quando lo abbiamo tesserato nell’ultimo giorno utile, i nostri patti erano chiari: noi lo abbiamo aiutato e riprendere il ritmo del gioco dopo un breve periodo lontano dal parquet; lui ci ha aiutato a ottenere un risultato davvero insperato. Ora è giusto che possa riproporsi, da vincitore, in una categoria più prestigiosa. A lui il più sincero in bocca al lupo! Da parte nostra continuiamo a guardare il futuro con estrema fiducia”.

C.S. – La Grifo perde Guglielmo ed inserisce l’ala Lucchetta

Stagione finita per Michele Guglielmo. Il giocatore preso in estate per donare esperienza al gruppo di giovani leoni della Grifo si è infortunato nella gara contro Argenta al rientro dalle vacanze natalizie. Sembrava una cosa da niente, tanto che Michele è andato in panchina nelle due giornate successive anche se solo per onor di firma in attesa che il gonfiore al ginocchio sparisse. Ma quando ciò è successo il referto della risonanza è stato impietoso: rottura del legamento per cui ci sarà bisogno del chirurgo e la stagione è finita.

Dispiace due volte:  per la squadra, che ha riconosciuto in Michele un leader silenzioso e vincente, capace di rendersi protagonista con le sue molteplici qualità tecniche, in difesa come in attacco – commenta il DT Tampieri – e dispiace, soprattutto, per il ragazzo che dovrà affrontare intervento e rieducazione, ma, ne sono certo, tornerà più forte di prima“.

L’infortunio di Michele Guglielmo ha costretto la Grifo a tornare sul mercato per coprire il buco che si è creato nel roster. Arriva così alla corte del Presidente Mongardi, in doppio tesseramento dalla Fortitudo con cui disputa il campionato di DNG assieme al nostro Simone Cenni, Riccardo Lucchetta classe 97 ala forte di 195 centimetri, figlio del noto giocatore di pallavolo Andrea. Riccardo nasce a Modena e cresce nella PSA prima di approdare nel 2014 alla Fortitudo squadra in cui milita tuttora. Adesso la prima esperienza da senior.

C.S. – L’International Imola prende Gargioni, la Grifo risponde con Zudetich

Ultimo acquisto per l’International Imola che ingaggia Andrea Gargioni per la stagione 2015/2016.

Ala piccola classe 1985, Andrea Gargioni ha iniziato nelle giovanili dell’Andrea Costa, quindi ha giocato nella Virtus Imola conquistando il campionato di serie D, nel Castel Guelfo e nella Summer League Imola. Nelle ultime tre stagioni ha giocato nella Cassani e Costanzi, dimostrandosi protagonista della promozione in serie D dei biancoverdi tre annate fa. Giocatore dalla grande fisicità e atleticità, lo scorso anno ha chiuso a quota 7 punti di media una stagione condizionata da un problema al ginocchio.
Con questo ultimo innesto si completa il roster a disposizione di coach Bindi.

Si comunica inoltre che il raduno della prima squadra e l’inizio della preparazione avverrà lunedì 31 agosto.

 

La Grifo piazza un buon colpo di mercato prendendo il centro Stefano Zudetich. Classe ’72, ha militato per molti anni in categorie importanti con l’ACMAR Ravenna e poi successivamente con Castel Guelfo e con Virtus Spes Vis. Alla squadra di coach Zarifi si aggiunge quindi un importante tassello che darà sicuramente quella fisicità sotto canestro e grande esperienza che l’anno scorso era mancata alla formazione imolese.

Sempre alla grifo arriva anche Mattia Sgorbati. Mattia, classe ’92, dopo alcune annate a San Lazzaro, Faenza e l’anno scorso in D all’International è atteso alla definitiva consacrazione da numero 4 in maglia biancoblu. Sempre in giornata arriva anche l’atteso si da Stefano Pasini, giocatore alla quale la società é molto legato e ormai colonna della squadra da alcuni anni. Si aggiungono quindi al roster due giocatori che rivestiranno un ruolo importante all’interno della squadra.

C.S. – Zarifi nuovo tecnico della Grifo Imola

Reduce dall’amara esperienza dello scorso anno all’Olimpia Castel S. Pietro, Elefterios “Aki” Zarifi si rimette in gioco prendendo il timone della Grifo. Sarà infatti lui il nuovo allenatore dei bianco blu.

Chiusa una bella carriera da giocatore con la Spes Vis, Aki ha cominciato l’avventura da coach come assistente, tra cui una esperienza in B a Faenza, poi da capo allenatore è stato per alcuni anni alla Virtus Spes Vis, prima nelle giovanili, per poi guidare per due stagioni la prima squadra in DNC (l’attuale C gold).

La Società a questo punto cercherà di assemblare la squadra secondo le aspettative del nuovo coach, che sarà coadiuvato da Matteo Pasotti e da Luca Carletti come già precedentemente annunciato.

Sono già in essere trattative con alcuni giocatori che il General Manager Tampieri spera di chiudere a breve.

C.S. – Prime news in casa Grifo Imola (serie D girone B)

Dopo l’ufficializzazione della serie D, primi movimenti di mercato in casa Grifo. Tre conferme e un nuovo arrivo.

I veterani sono il capitano Matteo Lanzoni (guardia-ala classe 1989), da una vita in biancoblu, e da sempre uomo faro del gioco e moderatore dello spogliatoio; il fromboliere Matteo Castelli (guardia classe 1985), anche lui ormai da anni in casa Grifo, uomo di esperienza e dal tiro micidiale in grado di alzarsi dalla panchina e di risolverti le partite con una serie di tiri “da casa sua”; Pietro Zaccherini (pivot classe 1994) nato e cresciuto nel vivaio della Grifo, al primo anno da senior è tenuto a confermare i progressi degli ultimi anni sia tecnici che di personalità.

Il nuovo arrivo è Leonardo “Leo” Baruzzi (play guardia classe 1991) negli ultimi due anni in forza alla Cassani&Costanzi in cui ha viaggiato a quasi 10 punti di media partita, e prima all’International Imola, dopo essere cresciuto nelle giovanili biancorosse. Dotato di leadership e di un buon tiro, il suo arrivo dovrebbe coprire al meglio il ruolo di regista della squadra, portando in dote anche quella costante pericolosità offensiva, in una squadra lo scorso anno spesso legata agli exploit di giornata dei singoli.

C.S. – Virtus Imola, la Salus viene… giocando

Il lazzaretto di manzoniana memoria si è trasferito a Imola. Laddove non arrivò la peste ci pensò l’influenza a “fare strage” di giocatori. Cinque, addirittura, i gialloneri falcidiati da febbre e mali di stagione.

Così, allenamenti  e sedute settimanali, giocoforza, sono andati avanti a ranghi ridotti. Marchi non può far altro che provare a metterla in ridere… «L’untore è Porcellini – spiega il vice coach imolese -. Si è ammalato lui è si è portato dietro gli altri. Nell’ordine: Di Placido, Francesconi, Pieri e Dall’Osso. Giovedì, per consentire ai superstiti di allenarsi, abbiamo improvvisato un amichevole con la Grifo…».

Il general manager giallonero è comunque convinto di recuperare a pieno tutti i giocatori per domenica, quando al PalaRuggi si presenterà la Salus Bologna (mai nome fu più azzeccato in questo periodo…). «È una partita delicata – conferma Marchi -. Nel senso che, una volta di più, non possiamo permetterci di sbagliarla. Ci aspetta l’ennesima battaglia. Ne abbiamo vinte due di fila fuori casa, è ora di invertire il trend anche tra le mura domestiche».

Bonetti e Albertini guidano una squadra che, nonostante la terz’ultima posizione in classifica, è da tenere sott’occhio. «Bisognerà stare attenti. All’andata Bologna ci ha fatto soffrire non poco. Siamo riusciti a sfangarla solo negli ultimi dieci minuti. Da parte nostra dovremo scendere in campo concentrati fin dal primo minuto e cercare di non ripetere quegli errori che, in passato, ci sono costati caro».