Author Archives: admin

Serie B, Fiorenzuola e Flying Balls non sbagliano…

SERIE B 9° Giornata

GIRONE B

GREEN UP CREMA – PONTONI MONFALCONE 59 – 65

LUXARM LUMEZZANE – GEMINI MESTRE 83 – 71

ALLIANZ BANK – BELCORVO 67 – 89

(17-20; 33-44; 48-66)

BB2016: Galassi 12, Hidalgo 11, Fontecchio 8, Guglielmi 10, Rossi 2, Felici 2, Flocco ne, Beretta 10, Graziani 12, Oyeh ne, Lanzarini ne, Guerri ne. All. Lunghini.

San Vendemmiano: Vedovato 13, Zocca 7, Sanguinetti 5, Nicoli 7, Azzaro 4, Gatto 16, Giacchè 8, Borsetto 4, Baldini 8, Ballaben, Verri 17. All. Mian.

Tutto facile (o quasi) per la formazione trevigiana sulle tavole del “PalaSavena”. Superiore in ogni reparto, anche se forse troppo figlia del tiro dalla lunga distanza, la Rucker ha sconfitto un BB2016 assolutamente non in giornata al tiro, con qualche giocatore non al meglio ed in attesa di annunciare Crow, un’ala che assolutamente manca nello scacchiere di coach Lunghini. In ogni caso, la nostra previsione è che la formazione felsinea dovrà accontentarsi, al massimo, di una serena salvezza.

Pronti, via e 0-8 con due triple degli ospiti. L’Allianz Bank reagiva sull’asse Hidalgo-Beretta ed impattava a quota 13. SanVe riallungava sempre col tiro da 3 punti ed Azzaro, da sotto, firmava il 19-28. Nuova reazione dei padroni di casa e punteggio che saliva sul 30-34 al 17′. Qui, la luce, almeno in difesa, si spegneva e la formazione di coach Mian realizzava 24 punti in sette minuti, con Vedovato e Verri inarrestabili. Giacchè infilzava i bolognesi con la “bomba” del 39-61 e la gara era virtualmente finita, anche perché le rotazioni, per il BB2016, erano cortissime. Baldini, a 4′ dalla fine, siglava il massimo vantaggio sul 58-85, poi gargabe time con i locali che, almeno, lottavano fino al suono della sirena.

AGOSTANI CAFFE’ – FIORENZUOLA 1972 91 – 94

(22-18; 50-46; 73-70)

Olginate: Bloise 20, Cucchiaro 4, Baparape 1, Negri 8, Natalini ne, Castagna, Maspero 26, Martinalli, Okiljevic 19, Ambrosetti 8, Tomcic 1, Brambilla 4. All. Cilio.

Fiorenzuola: Galli 9, Bracci 1, Rubbini 7, Alibegovic 16, Livelli 16, Superina ne, Filippini 32, Avonto ne, Cipriani 2, Bussolo ne, Ricci 9, Jovanovic 2. All. Galetti.

Bel colpo per gli emiliani che sbancano il parquet di Olginate al termine di un match “d’altri tempi” con prestazioni balistiche davvero notevoli.

L’inizio della partita è una vera e propria sparatoria, con Okijevic e Bloise da una parte, Alibegovic e Ricci dall’altra che alzano i ritmi e portano la gara sul 7-6 al 2’. Fiorenzuola mette il naso avanti con la scorribanda in esitazione di Rubbini al 4’, ma Okiljevic al 6’ impatta nuovamente dall’arco sul 12-12. E’ ancora l’ala grande montenegrina (classe 2001) di Olginate che si rivela l’uomo in più nel primo parziale, toccando già la doppia cifra personale all’8′ per il 18-16. Cucchiaro, con la penetrazione destra e Brambilla con il lay up, chiudono il primo parziale sul 22-18 in favore dei lombardi. Olginate continua un momento da 55% al tiro complessivamente, convertendo in oro ogni cosa che tocca, anche in apertura di secondo parziale con la tripla dalla punta di Ambrosetti, in uscita dalla panchina. La squadra di Cilio grandina triple con Maspero e ancora Ambrosetti, costringendo la panchina dei Bees a chiamare timeout al 12′ per tamponare le perdite: 31-21. Per i padroni di casa sale in cattedra Maspero, con due bacchettate di magia e puro talento, ma Fiorenzuola è brava a rovistare tra le pieghe della partita, con Galli e Livelli, nonostante le percentuali non assistano i gialloblu. 36-30 al 15’ e timeout di Olginate sulla tripla proprio di Livelli. Galli inventa ancora il classico trick-shot in sottomano, poi Ricci, con la tripla, anche fortunata, riesce a tenere in vita Fiorenzuola, nonostante una prova monstre di Maspero nel secondo parziale di Olginate: 46-41 al 19’. Ancora Livelli sul finale prova ad accorciare, ma la bomba sulla sirena di Bloise manda le squadre negli spogliatoi sul 50-46, con una Olginate al 62% dal campo. Al rientro dall’intervallo lungo, Okijlevic inchioda la schiacciata del 56-51, facendo esplodere il pubblico di casa, cui si aggiunge famelica la tripla di Bloise che concede il +8 ad Olginate al 24’. Ancora due triple in un amen di Bloise e Maspero portano Olginate al massimo vantaggio, sul 68-52 al 26’, ma Filippini mostra i muscoli e nonostante un Everest da scalare, riporta sotto la doppia cifra di svantaggio i Fiorenzuola Bees: 68-59. Rubbini con 5 punti personali e Alibegovic, con un pezzo di classe incredibile (step back da 3 punti), riportano gli emiliani a meno di un possesso di svantaggio, con il terzo parziale che si chiude sul 73-70 per Olginate. Filippini per Fiorenzuola e Bloise per Olginate, dall’arco, inaugurano un ultimo quarto non adatto ai deboli di cuore: 78-73 al 33’. I padroni di casa mantengono percentuali marziane dai 6,75 siglando la quindicesima tripla su venticinque tentativi con Negri, ma Fiorenzuola, con le unghie, si tiene aggrappata alla gara (81-76 al 34’). Livelli alza la parabola al 35’, costringendo Olginate al timeout pieno sull’81-79. La partita è selvaggia, entrambe le squadre danno vita ad un grandissimo spettacolo; Filippini si erge a protagonista assoluto con due missili vitali che fanno salire il suo contachilometri a 27 personali. Maspero, dalla media distanza, rimette a +4 Olginate. 88-84. Bloise è letale dall’angolo per l’91-88, ma Fiorenzuola, con Rubbini, ritorna a -1 con due liberi a 100″ dal termine. Filippini, con la tripla, mette la freccia per i Bees, sul 91-93, entrando nell’ultimo minuto; da quel punto, entrambe le aree diventano bunker e Ricci, a 14″ dal termine, fa 1/2 ai liberi. Timeout Olginate sul 91-94, ma i Bees difendono forte e non concedono nulla all’ultima offensiva dei padroni di casa. In un infuocato finale, anche sugli spalti, finisce quindi 91-94 in favore di Fiorenzuola, che compie una vera impresa sportiva, battendo una squadra, per larghi tratti, sopra il 60% al tiro.

UNITED EAGLES UDINE – ANTENORE EN. PADOVA 61 – 59

BERGAMO BASKET 2014 – CIVITUS ALLIANZ VICENZA 75 – 78

SECIS COSTRUZIONI EDILI JESOLO – RIMADESIO DESIO 61 – 79

FERRARONI CREMONA  – PALL. BERNAREGGIO’’9 30-11-2021 – 21:00

PALARADI – Piazza Zelioli Lanzini 1  CREMONA CR

CLASSIFICA

PGVP%
Gemini Mestre1698188.9
Gesteco Cividale1698188.9
Pall. Fiorenzuola 19721497277.8
Ferraroni JuVi Cremona1286275.0
Rucker Belcorvo San Vendemiano1296366.7
Civitus Allianz Vicenza1095455.6
WithU Bergamo1095455.6
Rimadesio Desio894544.4
Agostani Caffè Olginate894544.4
Pontoni Monfalcone894544.4
Secis Jesolo693633.3
Antenore Energia Virtus Padova693633.3
LuxArm Lumezzane693633.3
Pallacanestro Crema492722.2
Bologna Basket 2016492722.2
Lissone Interni Bernareggio281712.5

GIRONE C

RIVIERABANCA – GIULIA BASKET 93 – 71

(34-18; 56-36; 77-50)

Rimini: Tassinari 17 (4/6, 3/4), Saccaggi 17 (1/2, 5/5), Fabiani 12 (6/10), Bedetti 11 (2/2, 1/4), Masciadri 10 (1/4, 2/2), Arrigoni 10 (3/7), Rinaldi 7 (2/4, 1/1), Scarponi 5 (1/2, 1/4), Mladenov 3 (0/6, 1/3), Rivali 2 (1/3), Rossi 2 (1/1), Amati (0/1 da tre). All. Ferrari.

Giulianova: Di Carmine 15 (4/10, 1/1), Fattori 15 (3/6, 3/5), Motta 15 (3/4, 2/5), Caverni 8 (4/6, 0/1), Giacomelli 6 (0/1, 0/6), Buscaroli 6 (1/2, 0/2), Cianci 4 (2/4, 0/3), Bischetti 2 (1/1, 0/1), Scarpone S., Nafea ne, Scarpone F. ne. All. Domizioli.

Terza vittoria di fila per RivieraBanca! Ottima prestazione dei biancorossi che sfoderano tutto il loro talento offensivo e superano Giulianova, dopo una partita condotta dall’inizio alla fine, raggiungendo in certe occasioni anche le trenta lunghezze di vantaggio. Segnali incoraggianti da parte di tutto il gruppo, come dimostrano i sei giocatori in doppia cifra ed in particolare dai giovani, che si sono fatti trovare pronti sul parquet con un minutaggio maggiore rispetto al solito.

Partenza lanciatissima di Rimini che brucia la retina dall’arco con Saccaggi, capitan Rinaldi ed un doppio Masciadri (14-9 al 4′), prima che Bedetti e Rivali costringano Domizioli al timeout. La fuga dei biancorossi continua ancora col tiro pesante: le triple di Tassinari, Mladenov e le due in fila di Saccaggi valgono il +16 di fine primo quarto (34-18). RivieraBanca allunga ancora ad inizio secondo quarto e Domizioli chiama nuovamente timeout dopo i canestri di Tassinari e Scarponi (40-20 al 13′). Gli abruzzesi tentato una reazione con le triple di Motta e Di Carmine e le firme dei giovani Buscaroli e Bischetti (42-30 al 16′). Rimini reagisce prontamente con 5 punti di un eccellente Saccaggi e due invenzioni di Tassinari, che regalano il +20 di fine primo tempo (56-36). Al rientro dagli spogliatoi, i biancorossi danno un’ulteriore spallata alla partita, con un parziale di 9-0 che forza un altro timeout di Domizioli (65-36 al 22′). Giulianova non riesce a trovare adeguate contromisure e Rimini protegge il vantaggio mantenendosi sempre abbondantemente sopra i venti punti di distacco. Negli ultimi 10′ c’è tanto spazio per i giovani: Mladenov è riuscito a ritrovare un po’ di ritmo partita dopo l’infortunio, mentre Scarponi e soprattutto Fabiani vanno ripetutamente a segno e contribuiscono alla vittoria finale.

RAGGISOLARIS – SUTOR 80 – 59

(20-13; 40-31; 57-39)

Faenza: Bianchi ne, Siberna 7, Vico 11, Ballabio 4, Poggi 13, Reale 7, Morara 3, Petrucci 9, Ugolini 9, Aromando 17, Cortecchia ne, Rosetti ne. All. Serra.

Montegranaro: Masciarelli 14, Galipò 14, Angellotti 3, Korsunov 5, Alberti 5, Malloni ne, Barbante, Verdecchia ne, Mariani 3, Botteghi 5, Murabito 2, Crespi 8. All. Baldiraghi.

Grazie ad un’ottima prova del collettivo, i Raggisolaris superano la Sutor giocando un match attento, in cui non perdono mai la lucidità. Tutti i giocatori sono stati a turno protagonisti, dando un contributo importante al successo.

Nel primo quarto è sotto canestro dove i Raggisolaris dettano legge, grazie a Poggi e ad Aromando, bravi a propiziare il primo allungo sul 12-4 a suon di punti e rimbalzi. Montegranaro reagisce e approfitta di alcune palle perse di troppo dei faentini, passando in vantaggio grazie ai tiri liberi di Masciarelli per il 22-23. Bastano però pochi minuti ai Raggisolaris per riordinare le idee e riprendere l’inerzia ed infatti, con la solita difesa, toccano il 40-29 con un canestro di Ugolini. È proprio l’intensità difensiva a fare la differenza nel terzo periodo. La Sutor segna soltanto 2 punti nei primi cinque minuti, mentre l’attacco faentino trova sempre soluzioni ficcanti, con Petrucci che regala il 47-35, segnando la prima tripla del match dei suoi. Il vantaggio continua ad aumentare minuto dopo minuto, perché coach Serra trova tutte le giuste contromisure, bloccando le bocche da fuoco marchigiane. Ugolini segna il 57-37, poi la Sutor ha l’ultimo sussulto e si porta sotto 57-44, ma a chiudere i conti sono Vico con tre tiri liberi e Petrucci con l’ennesima tripla della sua gara, firmando il 65-46 a 5’ dalla sirena finale.

TERAMO A SPICCHI 2K20 – CURTI IMOLA 66 – 68

(21-17; 30-31; 51-48)

Teramo: Cucco 17 (1/3, 5/12), Bottioni 13 (4/10, 1/3), Di Donato 12 (3/4, 2/7), Bonci 10 (3/6, 0/4), Antonelli 8 (4/6), Triassi 6 (1/7), Guilavogui (0/2), Ticic ne, Ragonici ne, Di Giorgio ne, Di Febo ne, Bertocco ne. All. Salvemini.

Imola: Carnovali 24 (1/3, 6/14), Cusenza 18 (4/5, 3/6), Wiltshire 9 (3/5, 1/2), Corcelli 6 (0/3, 2/6), Calabrese 4 (1/2, 0/1), Vigori 4 (2/5, 0/2), Trentin 3 (0/3, 1/2), Fazzi (0/1), Trapani ne, Guidi ne, Fussi ne. All. Grandi.

IL CAMPETTO ANCONA – NPC RIETI PALLACANESTRO 59 – 73

SINERMATIC – AURORA BASKET 90 – 74

(10-21; 41-38; 68-59)

Ozzano: Landi, Folli 6, Iattoni 5, Misljenovic 2, Klyuchnyk 19, Chiappelli 7, Barattini 2, Ceparano 17, Bonfiglio 11, Lasagni 21. All. Loperfido.

Jesi: Ferraro 9, Memed 5, Cocco 2, Ginesi, Gloria 20, Fioravanti 12, Moretti ne, Calvi 2, Valentini 3, Fabi 20, Magrini 11. All. Francioni.

Torna al successo la Sinermatic, finalmente al completo, e lo fa con tenacia e prepotenza. Dopo un brutto avvio, infatti, i ragazzi di coach Loperfido reagiscono, rimontano nel secondo periodo dal -14 e dopo l’intervallo lungo conducono con autorità, portando a casa due punti importantissimi per la propria classifica.

Dopo un avvio di partita equilibrato (9-9 dopo 5′ con i canestri di Bonfiglio e Klyuchnyk da una parte, Gloria e Fabi dall’altra), il restante periodo è tutto di marca jesina. L’ombra delle palle perse contro Senigallia riaffiora, i Flying continuano a perdere palloni e non trovano la via del canestro. Dall’altra parte, invece, la The Supporter è in fiducia e con percentuali al tiro alte (a segno con continuità Ferraro, Cocco, Gloria e ancora Fabi), piazzano un parziale di 12 a 1 che proietta Jesi fino al +11 alla prima sirena (10-21). Il secondo periodo si apre con la tripla del +14 di Magrini, ma le facce in casa ozzanese sono cambiate. Ceparano, dalla distanza, fa -11, ma l’Aurora c’è ed è immediata la bomba di Ferraro per il nuovo +14 (13-27 all’11’). Ceparano è onfire e realizza la seconda tripla consecutiva, accompagnata nell’immediato da quella di Klyuchnyk. In un amen, Ozzano è nuovamente a -8 e l’inerzia pian piano sta passando in mani emiliane, grazie anche alla spinta del pubblico. Nel mezzo del festival delle triple, c’è spazio anche per Fioravanti che, al minuto 14, riporta Jesi sul +11, ma la risposta ozzanese è nuovamente immediata, con un 8-0 di parziale firmato Chiappelli-Folli-Ceparano (29-32 al 16’). La giovane ala ex Cecina è indiavolata e al minuto 17 segna la sua quarta tripla consecutiva di serata, che vale il pareggio a quota 34, facendo esplodere il Pala Arti Grafiche Reggiani. Gloria regala a Jesi quello che sarà, sul 36-38, l’ultimo vantaggio ospite della serata, perché dall’altra parte, cinque splendidi punti consecutivi del rientrante Iattoni, proiettano i New Flying Balls avanti all’intervallo lungo sul 41-38. Nel terzo periodo le percentuali da 3 punti della Sinermatic continuano ad essere irreali: con Ceparano a riposo, sale in cattedra Simone Lasagni con due bombe consecutive, accompagnate da una di Simone Bonfiglio. Al minuto 23 Ozzano è già a +8 (50-42), mentre fra i viaggianti, le percentuali offensive calano visibilmente. Tra il minuto 24 e 26 nuovo festival delle triple: inizia Folli, risponde Ferraro, Lasagni è in striscia infilando la terza tripla del quarto, così come Ceparano, che realizza la sua personale quinta bomba; ma Jesi è viva, grazie a Matteo Fioravanti che riporta gli ospiti sul -4 (56-52 al 26’). Nei minuti successivi, però, l’Aurora perde quello che fin a quel momento era il miglior realizzatore, Fioravanti, colpevole di aver commesso due falli antisportivi consecutivi nell’arco di sessante secondi. Ozzano ringrazia e con i liberi di Ceparano, Barattini e l’ennesima tripla di Lasagni, vola a +10 (64-54 al 28’). Dopo il +12 firmato Misljenovic ,Jesi si riporta a -9 grazie a Gloria sul finire del quarto (68-59). In avvio dell’ultima frazione, Jesi spara le ultime cartucce con la tripla del -6 firmata da Memed, ma la Sinermatic (68-62) risponde con un parziale di 7-0 firmato Klyuchnyk-Lasagni ,per nuovo +13 Ozzano (75-62). Dopo il -11 segnato da Magrini, Jesi ha la palla del -9, ma una stoppata stellare di Chiappelli manda in visibilio il pubblico ozzanese; la tripla di Lasagni, a seguire, è la ciliegina sulla torta: Ozzano vola a +14 (80-66) a 5’ dalla fine. Questa volta l’Aurora alza bandiera bianca, i New Flying Balls continuano a macinare canestri con Bonfiglio e Klyuchnyk, fino al +20 al 38’. Negli ultimi due minuti si amministra fino al 90-74 finale.

REAL SEBASTIANI RIETI – LUISS ROMA 72 – 60

VIRTUS BASKET CIVITANOVA – LIOFILCHEM ROSETO 53 – 77

TIGERS – PALL. SENIGALLIA 69 – 73

(16-20; 29-40; 51-60)

Cesena: Mascherpa 16 (4/8, 1/5), Nwokoye 12 (6/10), Genovese 12 (1/7, 3/6), Bugatti 12 (1/3, 2/3), Moretti 5 (1/1, 1/3), Anumba 4 (2/4, 0/2), Gallizzi 3 (0/1, 1/4), Brighi 3 (1/6), Ndour 2 (1/2), Bertini ne, Arnaut ne. All. Tassinari.

Senigallia: Varaschin 18 (6/11, 0/2), Giannini 15 (2/3, 3/8), Bedetti 12 (6/10, 0/1), Giacomini 10 (1/2, 2/3), Bedin 7 (3/4), Calbini 6 (3/4, 0/3), Cicconi Massi 5 (2/4, 0/1), Gnecchi (0/1, 0/1), Figueras Oberto (0/1), Giuliani ne, Rossini ne, Terenzi ne. All. Gabrielli.

CLASSIFICA

PGVP%
Liofilchem Roseto1698188.9
Andrea Costa Imola1497277.8
Real Sebastiani Rieti1497277.8
Kienergia Rieti1497277.8
RivieraBanca Basket Rimini1286275.0
Luciana Mosconi Ancona1296366.7
Goldengas Senigallia1296366.7
Sinermatic Ozzano1095455.6
Rennova Teramo894544.4
Tigers Cesena894544.4
Raggisolaris Faenza894544.4
Giulia Basket Giulianova492722.2
The Supporter Jesi382625.0
Virtus Basket Civitanova Marche291811.1
Sutor Montegranaro291811.1
SSD LUISS Roma291811.1

C Silver, Scandiano vince il derby e ferma la striscia di Correggio

SERIE C SILVER

8° Giornata

GIRONE A

CREI – PALL. NOVELLARA 65 – 74

(23-27; 37-40; 49-56)

Granarolo: Drago 2, Poggi, Paoloni Lu. 8, Pani ne, Tugnoli 8, Tolomelli 4, Bertacchini 20, Guastaroba 2, Zani 12, Paoloni Lo. 7, Brotza ne. All. Millina.

Novellara: Ferrari 7, Frediani ne, Morini 11, Folloni 9, Rinaldi 2, Bagni 2, Franzoni 16, Luppi ne, Carpi 2, Ciavolella 2, Brevini 9, Doddi 14. All. Boni.

DESPAR – CVD BASKET CLUB 75 – 73

(14-10; 45-32; 55-53)

4 Torri Ferrara: Cavazzoni, Osellieri 4, Bianchi 9, Magnolfi, Kasa 20, Marangiu, Canelo 19, Marchetti 4, De Martini 15, Zaharia 4. All. Fels.

Cvd Casalecchio: Rosa 9, Veronesi 18, Tabellini 2, Corradini 6, Franciosi, Taddei, Vivarelli, Campanella 12, Fuzzi 8, Biguzzi, Bertuzzi 7, Lelli 11. All. Baiocchi.

REBASKET – ANZOLA BASKET 57 – 70

(18-18; 35-38;47-53)

Rebasket: Haraldsen, Vezzali ne, Castagnaro 6, Iori 10, Amici 11, Ramenghi 2, Palamà ne, Amadio 7, Bertolini 3, Bovio 4, Foroni, Lusetti 14. All. Casoli.

Anzola: Spampinato 4, Parmeggiani F. 7, De Ruvo 11, Parmeggiani S. 6, Carpani 6, Daly 18, Baccilieri 18, Orsi ne, Lullo ne, Zanetti, Beccafichi, Betti. All. Moffa.

PALL. CORREGGIO – EMIL GAS 62 – 69

(21-23; 29-33; 39-48)

Correggio: Messori 8, Sabbadini, Riccò 9, Sutera, Campedelli, Branchini 2, Guardasoni L. 4, Canov 2, Guardasoni M. 7, Vivarelli 8, Lavacchielli 16, Frilli 6. All. Stachezzini.

Scandiano: Astolfi 9, Belli 10, Caiti 15, Corradini ne, Di Micco ne, Fontanili 9, Levinskis 14, Galvan, Morgotti, Taddei 2, Zamparelli 10. All. Spaggiari.

E’ dolcissimo il derby per l’Emil Gas. Nella serata del debutto in panchina di coach Spaggiari, la formazione biancoblu sbanca Correggio, infliggendo la prima sconfitta in stagione alla capolista: due punti d’oro, che valgono peraltro la prima vittoria esterna della stagione. Il match si decide all’inizio del terzo quarto, con un break di 10-3 che porta gli ospiti al comando: guidata da Caiti e Levinskis, due dei quattro in doppia cifra, Scandiano non molla e porta a casa la vittoria.

CLASSIFICA

PALL. CORREGGIO12660383305+78
ANZOLA BASKET10752532492+40
CVD CASALECCHIO10752456410+46
4 TORRI FERRARA8743481467+14
NOVELLARA8844582586-4
PALL. SCANDIANO6734469458+11
GRANAROLO BASKET4725450466-16
REBASKET CASTELNOVO4725375423-48
OMEGA BOLOGNA2716378492-114

GIRONE B

GRIFO BASKET IMOLA 1996 – C.M.P. GLOBAL BASKET RINVIATA

VIRTUS MEDICINA – BASKET LUGO 89 – 75

(28-9; 55-27; 71-45)

Medicina: Ricci Lucchi 6, Poluzzi 20, Bergami 13, Bonazzi 10, Casadei 7, Lorenzini 7, Curione 17, Galvani 8, Baccarini, Martelli 1. All Dalpozzo.

Lugo: Alessandrini 22, Agatensi ne, Baroncini 2, Silimbani 14, Ricci, Squarcia 11, Biandolino 4, Marabini 3, Arosti ne, Ravaioli 16, Gentili ne, Valandro. All. Casadei.

Medicina torna alla vittoria comandando le operazioni con autorità dall’inizio alla fine. Primo quarto e i canestri di Casadei e Bergami accendono una Virtus precisa e determinata. Coach Dalpozzo, che deve fare i conti con le assenze di Tugnoli e Zambon, getta nella mischia Galvani, che subito piazza una bomba e Martelli; alla prima sirena Medicina comanda 28 a 9. Secondo periodo e la furia di Poluzzi e Curione spegne ogni velleità ospite; altra bomba di Galvani e anche Martelli va a segno, all’intervallo Medicina 55 – Basket Lugo 27. Nel secondo tempo Ricci Lucchi amministra la palla, mentre Lorenzini e Baccarini presidiano l’area colorata. Lugo si riavvicina, ma solo quando la partita è già ampiamente finita.

B.S.L. SAN LAZZARO – DULCA SANTARCANGELO RINVIATA

GAETANO SCIREA BASKET – CESTISTICA ARGENTA 90 – 70

(28-18; 42-45; 59-57)

Bertinoro: Benzoni 6, Bandini 16, Maltoni 15, Ndour 32, Ravaioli 13, Bassi 3, Sampieri 3, Lolli ne, Bellini, Stoica 2, Rossi ne. All. Grison.

Argenta: Federici, Magnani 12, Cattani, Grazzi 14, Di Tizio 1, Frignani 10, Ndiaye, Manias 4, Tedeschi, Martini 12, Malagolini 9, Galliera Ricci 8. All. Bacchilega.

CLASSIFICA

GUELFO CASTELGUELFO12761567472+95
VIRTUS MEDICINA12761519431+88
ANGELS SANTARCANGELO8642451400+51
CMP GLOBAL BOLOGNA6633430409+21
BASKET LUGO6633420412+8
GRIFO IMOLA6633406426-20
G. SCIREA BERTINORO4725481578-97
CESTISTICA ARGENTA2716502564-62
BSL SAN LAZZARO2615377461-84

Serie B/F, la Magika non fa sconti… la Magik Rosa sorprende Fiorenzuola

SERIE B/F

7° Giornata

GIRONE A

PARMA BASKET PROJECT – PUIANELLO BASKET TEAM 51 – 59

(17-18; 28-25; 39-40)

PBP: Barsotti 9, Capelli, Nibbi 3, Zimbardo 11, Ferrarini 3, Zucca, Minari 1, Cagossi 9, Stefanini, Mastrototaro 4, Musiari 11. All. Franchini.

Puianello: Oppo 11, Rozenberga 6, Luppi, Pignagnoli 2, Albertini, Moretti 8, Martini 7, Raiola 16, Corradini, Fontanili ne, Boiardi 7, Graffagnino 2. All. Giroldi.

ROBY PROFUMI – PALL. SCANDIANO 41 – 74      

(9-24; 18-44; 26-63)

Borgo Val di Taro: Vignali Gi., Bozzi 13, Ferrari Giu., Crivaro 9, Vignali Gin., Scanzani C., D’Ambros 8, Di Giorgio 4, Ferrari Gia., Mezini 7. All. Scanziani M.

Scandiano: Fedolfi 3, Meglioli E. 7, Brevini 25, Bini 10, Meglioli A. 5, Nalin 3, Chiletti 6, Bocchi 2, Panchetti, Marino 6, Pellacani 7. All. Piatti.

Ancora una sconfitta per la Roby Profumi che, contro Scandiano, è stata battuta con il punteggio di 74 a 41. Le troppe assenze hanno di fatto impedito alla formazione guidata da Maurizio Scanzani di giocarsi le proprie chances contro le reggiane. Già dalla prima frazione di gioco la partita è stata indirizzata a favore di Scandiano, che ha saputo imporre la propria pallacanestro sfruttando la fisicità di Brevini, autentica mattatrice dell’incontro. Per la Valtarese l’atavico problema dell’assenza di una lunga di ruolo è risultato ancora più evidente nella gara di domenica, dove le interne di coach Piatti hanno letteralmente dominato all’interno dell’area pitturata. Note positive arrivano da Bozzi, in pieno recupero, dopo l’infortunio patito contro Scandiano all’andata e la folta cornice di pubblico che ha assiepato le tribune del Pala Raschi, sintomo della vicinanza degli sportivi valtaresi, in questo momento di difficoltà per le giovanissime bianco blu.

MAGIK ROSA – FBK FIORE BASKET VALDARDA 69 – 63

(21-21; 40-37; 51-47)

Magik Rosa Parma: Petrilli 9, Maselli 4, Anfossi 2, Farina, Nuzzo ne, Cantore 1, Lucca 14, Triani 10, Carbonell 18, Minari 4, Zambon 7, Luciano. All. Olivieri.

Fiorenzuola: Patelli, Lombardo 9, Lekre 8, Negri, Bertoni, Dettori 30, Meschi 8, Zane, Nonni, Yamble 8, Rastelli. All. Russo.

CLASSIFICA

Puianello 14; Valdarda Fiorenzuola, Scandiano 10; Parma Basket Project, Magik Rosa Parma 4; Valtarese 2000 Borgo Val di Taro 0.

GIRONE B

SCUOLA BASKET SAMOGGIA – LIB. BASKET ROSA 56 – 54

(8-12; 21-24; 42-36)

Piumazzo:  Diacci, Melloni 18,, Bortolani,Bernardini 2, Palmieri G. 17, Venturi 4, Tartarini 5, Alboni, Seen 2, Cattabiani 2, Grandini 6, Baietti ne. All. Palmieri L.

Libertas Forlì: Guidi 6, Valensin 12, Vespignani 10, Barnabè, Montanari 2, Pieraccini 3, Chiabotto 6, Ronchi, Cedrini 3, Giorgetti 2, Balestra 2, Morsiani 8. All. Fantini.

BASKET FINALE – MAGIKA PALLACANESTRO 62 – 71

(17-24; 29-40; 46-50)

Finale Emilia: Bozzoli, Sacchetti, Ghelli ne, Bozzali, Gavagna 5, Guerra, Branca ne, Benedusi 7, Cadoni 16, Todisco 18, Pincella 16. All. Bregoli.

Castel San Pietro: Zarfaoui 7, Roccato 4, Venturoli 10, Rosier 13, Zuffa, Parrinello 6, Dall’Aglio 3, Melandri 12, D’Agnano 16. All. Martinelli.

La Magika coglie la settima vittoria consecutiva e oltre a blindare matematicamente il passaggio ai play-off, chiude probabilmente anche il discorso per il primo posto nel girone. La partita si preannunciava difficile e incerta soprattutto per il buon momento di forma delle modenesi (che la settimana precedente avevano strapazzato la Libertas Forlì) e non ha disatteso le aspettative.

Castello parte forte con una difesa aggressiva e con buone trame in attacco, perforando la retina ripetutamente sia contro la uomo che la zona delle avversarie. Il primo quarto si conclude con le bolognesi avanti 17-24 e poi si va al riposo sul 29-40, con Martinelli che fa ruotare tutte le giocatrici che impattano positivamente sulla partita. Finale non si da per vinta e riduce lo svantaggio (46-50 al 30′) e mette la testa avanti di una lunghezza a meta dell’ultima frazione di gioco (55-54). La Magika si ricompatta, colpisce dall’arco con due bombe di Venturoli, mentre D’ Agnano, ben imbeccata dalla compagne, non sbaglia nulla sotto canestro. La maggior freschezza nel finale di Zarfaoui, Melandri e Rosier spengono ogni tentativo di recupero delle avversarie.

ACETUM – ELETTROMARKETING 67 – 54

(15-10; 35-18; 52-35)

Cavezzo: Siligardi 16, Bassoli, Zanoli 9, Berra, Balboni, Kolar 9, Aligante, Maini 4, Andreotti 8, Cariani 15, Bellodi 6, Bulgarelli ne. All. Ganzerli.

San Lazzaro: Conte 6, Evangelisti 4, Gatti 2, Averto, Nanni 2, Talarico 19, Grassi, Righi, Colli 11, Villa 2, Costabile 8. All. Dalè.

CLASSIFICA

Magika Castel San Pietro 14; Finale Emilia, Libertas Rosa Forlì 8; Cavezzo, S.B. Samoggia 6; Bsl San Lazzaro 0.

GIRONE C

REN AUTO – PORTO S. GIORGIO BASKET 75 – 57

(22-16; 43-28; 56-37)

HB Rimini: Novelli 6, Duca E. 16, Pignieri 15, Duca N. 11, Renzi 1, Borsetti 2, Capucci 11, Lazzarini 2, Tiraferri 2, Gambetti 9. All. Rossi.

Porto San Giorgio: Ruggeri 1, Induti 8, Fancello, Medori 2, Forò, Andreacci 8, Gianangeli 12, Giammarini, Lattanzi 11, Principi 2, Nociaro 13. All. Ficiarà.

La Ren-Auto torna alla Carim dopo un mese – il 30 ottobre contro Pesaro l’ultima apparizione sul parquet amico – e supera, come da pronostico, Porto San Giorgio.

Coach Rossi deve fare a meno dell’infortunata Fabiola Madonna – difficilmente in campo prima dell’anno nuovo – e sceglie un quintetto composto da Novelli, Pignieri, Capucci, Eleonora e Noemi Duca. Anche Porto San Giorgio deve fare i conti con gli infortuni, che limitano le rotazioni di un roster giovanissimo che ha nella 2005 Agnese Gianangeli, recentemente convocata in Nazionale U18, la propria punta di diamante. Il primo canestro dell’incontro lo segna proprio la stellina in maglia verde e sarà l’unico vantaggio delle ospiti; Pignieri pareggia poco dopo ed Eleonora Duca realizza il 4-2. Le gemelle Duca e Pignieri guidano un attacco rosanero che corre benissimo e segna ben 22 punti in un quarto; le ospiti si aggrappano a Gianangeli e restano comunque in scia, 22-16 al primo intervallo che sarebbe 19-16, se non fosse per Gambetti che, con 3’5″ da giocare, si fa tutto il campo in palleggio e insacca la tripla sulla sirena. Nel secondo tempo la Ren-Auto aumenta i giri anche in difesa, mentre in attacco continua a segnare con transizioni impeccabili e un grande movimento senza palla che taglia la difesa ospite in evidente difficoltà. All’intervallo l’Happy è sopra di 15 lunghezze, 43-28. Il terzo quarto è probabilmente il meno bello da vedere, caratterizzato da azioni confuse, tante palle perse e una certa sterilità offensiva, che consente comunque a Rimini di allargare il divario, 56-37. L’ultimo periodo diventa così una formalità, tanto più che, con 4 punti consecutivi di Gambetti, le rosanero toccano anche il +25, 65-40. Porto San Giorgio non rinuncia comunque a giocare, vince la frazione e lima il margine fino al definitivo 75-57.

OLIMPIA PESARO – BASKET 2000 34 – 77

(13-19; 23-42; 28-62)

Pesaro: Cancellieri 6, Staffolani, Canossini 4, Cecchini 16, Marcheggiani, Ceccarelli, Pelizzari 7, Forni, Paradisi, Donati 1, Biagetti, Zanzarelli. All. Spagnoli.

Senigallia: Cantone 14, Bernardi 7, D’Amico 1, Borghetti 4, Formica 11, Lazzari, Torruella 29, Angeletti 3, Ceccanti 8. All. Luconi.

CLASSIFICA

Basket Girls Ancona 10; Basket 2000 Senigallia 8; Happy Basket Rimini 6; Porto San Giorgio 4; Olimpia Pesaro 0.

Under 15, Oneteam ferma la capolista Bsl

CAMPIONATI ECCELLENZA

UNDER 19 6° Giornata

GIRONE A

VIS 2008 – PALL. REGGIANA 30-11-2021 – 20:00       

PALAPALESTRE – Viale Tumiati 5 FERRARA FE

PARMA BASKET PROJECT – B.S.L. SAN LAZZARO 29-11-2021 – 20:45

Palazzetto C.A. MOISE’ – Via Martiri della Liberazione PARMA PR

PALL. FULGOR FIDENZA – G.S. INTERNATIONAL BK 29-11-2021 – 19:00      

PALASPORT – Via Togliatti 42 FIDENZA PR

CLASSIFICA

Fulgor Fidenza 8; International Imola, Reggiana 6; Bsl San Lazzaro 4; Vis 2008 Ferrara*, Parma Basket Project* 2; Happy Basket Castelmaggiore 0.

GIRONE B

JUNIOR BK RAVENNA – FORTITUDO PALL. 29-11-2021 – 20:30        

Palestra MORIGIA – Via Sighinolfi RAVENNA RA

POL. CESENATICO 2000 – POL. PONTEVECCHIO 30-11-2021 – 20:30  

PALASPORT – Via Pinarella 66 CERVIA RA

BASKET SANTARCANGELO – PALLACANESTRO 2.015 29-11-2021 – 19:00      

PALA SGR – Via Della Resistenza 5 SANTARCANGELO DI ROMAGNA RN

CLASSIFICA

Virtus Bologna, Santarcangelo 8; Pall. 2.015 Forlì 6; Junior Ravenna 4; Fortitudo Bologna, Pontevecchio Bologna 2; Cesenatico 2000 0.

UNDER 17 6° Giornata

GIRONE A

EMILBANCA – VIRTUS PALL. BOLOGNA 27-11-2021 – 19:00          

Palestra FURLA – Via San Felice 103 BOLOGNA BO

PALL. REGGIANA – POL. PIACENZA CLUB 74 – 86

VIS 2008 – PARMA BASKET PROJECT 11-01-2022 – 18:30      

PALAPALESTRE – Viale Tumiati 5 FERRARA FE

STARS BASKET – PALLACANESTRO FULGOR FIDENZA 53 – 74

CLASSIFICA

Fulgor Fidenza*, Vis 2008 Ferrara 8; Virtus Bologna 6; Piacenza BC*, Parma Basket Project, SG Fortitudo Bologna 4; Reggiana, Stars Bologna 2.

GIRONE B

FORTITUDO PALL. – JUNIOR BASKET RAVENNA 56 – 69

ONETEAM BASKET FORLI – POL. CESENATICO 2000 01-12-2021 – 18:20       

VILLA ROMITI – Via Sapinia 40 FORLI’ FC

BASKERS FORLIMPOPOLI – BASKET SANTARCANGELO 29-11-2021 – 19:45    

Palasport A. PICCI – Via del Tulipano 11 FORLIMPOPOLI FC

B.S.L. – AUTOSCUOLA POMETTI 82 – 51

(30-12; 47-25; 63-30)

San Lazzaro: Pini 2, Rossi 16, Andrè Futo 4, Lusignani 5, Piazzi 2, Gamberini 17, Labanti 4, Dioli 17, Nicolosi 2, Piras 4, Alves Vale, Ceccato 9. All. Comastri.

Imola: Suzzi 3, Donati 11, Basciani 1, Fabbri, Baldassarri, Calamelli 6, Ronchini, Carbone 12, Fiorancini 2, Santi, Di Rienzo 10, Gardenghi 6. All. Santi.

Brutta partita per l’International sul parquet di San Lazzaro. I ragazzi di coach Santi non approcciano la partita nel modo giusto e i padroni di casa sono bravi sin da subito ad alzare il ritmo in difesa, producendo palle perse per i biancorossi e contropiedi per sé. L’Autoscuola Pometti ha una debole reazione nel momento in cui riesce a recuperare tre palloni consecutivi, infilando un mini parziale di 6-0 e illudendosi di poter iniziare una rimonta che sembrava impossibile, ma la BSL torna subito a fare la voce grossa, punendo in maniera chirurgica ogni singolo errore imolese. L’International paga una giornata negativa in difesa, dove è mancata la solita grinta vista nelle scorse partite, mentre in attacco sono stati tantissimi gli errori al tiro.

CLASSIFICA

Oneteam Forlì 8; Cesenatico 2000, Fortitudo Bologna, Junior Ravenna 6; Santarcangelo*, Bsl San Lazzaro, International Imola* 4; Baskers Forlimpoli 0.

UNDER 15 7° Giornata

POL. PONTEVECCHIO – PARMA BASKET PROJECT 78 – 45

FORTITUDO PALLACANESTRO – POL. CESENATICO 2000 27-11-2021 – 16:00 

PALADOZZA – Piazza Azzarita 3 BOLOGNA BO

VIS 2008 – VIRTUS PALL. BOLOGNA 08-12-2021 – 18:30       

PALAPALESTRE – Viale Tumiati 5 FERRARA FE

PALL. FULGOR FIDENZA – POL. PIACENZA CLUB 90 – 85

ONETEAM BASKET – B.S.L. 76 – 70

(23-20; 35-44; 52-58)

Forlì: Gardini 4, Ercolani 32, Mustapha 14, Lolli 12, Bassi 4, Coralli 2, Malaguti, Spagnoli 4, Zoli, Bergamini 4, Lecci, Saragoni. All. Ruggeri.

San Lazzaro: Selva 11, Mazzanti 2, Dondi 4, Fadda 2, Rimondi 6, Folesani 2, Ceccato 21, Casadio 5, Genasi 6, Osaigbovo 4, Toselli 7, Zivkovic, All. Sanguettoli.

BASKET SOC.POL.COMPAGNIA – PALL. REGGIANA 69 – 63

CLASSIFICA

Bsl San Lazzaro 12; Pontevecchio Bologna 10; Compagnia Ravenna, Oneteam Forlì, Cesenatico 2000, Virtus Bologna 8; Vis 2008 Ferrara, Reggiana 6; Fulgor Fidenza, Piacenza BC, Fortitudo Bologna 2; PBP Parma 0.

Promozione, cinquina per Spartans e Hornets

PROMOZIONE 5° Giornata

GIRONE A

A.DIL. PLANET BASKET – SCUOLA BASKET CAVRIAGO 55 – 80

SAMPOLESE BK – VALTARESE BORGOTARO 71 – 45

BASKET OGLIO PO – PALL. FULGORATI 67 – 59

(25-18; 36-35; 50-49)

Oglio Po: Diacci 17, Bianchi 3, Toninelli 7, Sogni 6, Ponzi 4, Gagliardi 3, Martelli 2, Lombardi, Decò 9, Antwi 16, Pagliari. All. Maffei.

Fidenza: Dallaturca, Guareschi 2, Baratta, Ranieri, Fantini, Rivetti 11, Iacomino 11, Parmigiani 4, Besagni 2, Gelmini 10, Cabrini 11, Rastelli 8. All. Giacobbi.

S.ILARIO BASKETVOLLEY – POLISPORTIVA CASTELLANA 51 – 66

DUCALE MAGIK – BAKERY 79 – 60

(20-12; 36-20; 62-41)

Ducale Parma: Allodi 2, Brignoli, Volpicelli, Cristini 14, Lavega 2, Lannutti 16, Ceci 14, Pezzani 6, Resurrrecion, Pesimena: Boroni, Pollina 25. All. Padovani.

Piacenza: Alesandrini F. 18, Gandagna 2, Marafetti 5, Molinari 7, Monti 8, Balestra 2, Carone 8, Ringressi 1, Makic 4, Del Bono 2, Alesandrini M. 4. All. Giovannetti

CUS PARMA – POLISPORTIVA BIBBIANESE 76 – 72

(20-25; 38-37; 54-53)

Cus Parma: Schianchi 2, Battera 3, Ivardi, Parizzi F. 8, Malossi 4, Lezzerini 23, Dal Pian 3, Bondani 5, Sarri 4,  Parizzi R. 9, Ferrari 15, Pelagatti. All. Cocconi

Bibbiano: Santacaterina 9, D’Amore 11, Piccinocchi 11, Panciroli 9, Rancati 5, Colla 11, Mancini, Giaroli 12, Bedenghi 4, Cornali ne, Incerti ne, Domenichini ne. All. Menozzi.

CLASSIFICA

Cus Parma*, Sampolese 8; S.B. Cavriago*, Fulgorati Fidenza, Oglio Po, Ducale Parma 6; S. Ilario, Valtarese, Castellana Castelsangiovanni, Bibbianese 4; Planet Parma 2; Bakery Piacenza 0.

GIRONE B

AQUILE PALL. GUALTIERI – ABITA 55 – 53

(9-13; 21-28; 38-43)

Carpi: Fofie 5, Ricchetti 4, Gasparini 1, Piuca 6, Marra 13, Baraldini 1, Zaccarelli 4, Saetti 4, Mazzini, Guagliumi 13, Cavallotti, Saguatti 7.

Sconfitta, allo scadere, per il Carpine a Gualtieri.

Dopo il primo quarto, sono 4 i punti di vantaggio, i quali vengono incrementati a metà partita grazie alla mano calda di Alex Guagliumi, che finirà la partita 3/4 da 3 punti. Il clima si fa intenso anche sul piano fisico, ma come nelle partite precedenti non sono molti i liberi che vengono assegnati agli ospiti, dei quali solo Francesco Marra è capace di andare in lunetta. Si sapeva che il terzo quarto sarebbe stato molto importante per mantenere la partita in equilibrio e così è stato. Segnano entrambe le squadre e lo scarto rimane +5 per la Carpine ,grazie al buon rientro in campo di Lorenzo Saguatti, che gioca la sua prima partita quest’anno. Nell’ultimo periodo di gioco è la squadra di casa che attacca forte e riesce a infliggere un parziale che li porta sopra di 7 punti. La tenacia dei ragazzi di Carpi li fa restare incollati alla partita e con fatica si giocano gli ultimi possessi. Sotto di 2 punti, è ancora Saguatti che penetra nell’area e alzando l’arco del tiro, riesce a pareggiare i conti, portando il risultato sul 53 pari. Time out Guastalla che organizza la rimessa in attacco a -6″. La palla non riesce ad andare nelle mani del tiratore designato, ma non importa, perché arriva a Mbengue ch,e senza pensare, si gira e tira dal gomito dell’area. Circondato da maglie biancorosse riesce comunque a metterla dentro, baciando il tabellone. Si chiude così la partita, con i tifosi di casa che gioiscono sugli spalti e l’amarezza per la Carpine di una conclusione sfortunata.

UNIONE SPORTIVA AQUILA – A.S. PALL. GUASTALLA 68 – 60

BASKET JOLLY – G.S. ARBOR BASKET 65 – 72

(18-21; 34-38; 47-57)

Jolly Reggio: Marino, Ferretti 15, Generali 14, Manini 6, Roggero 2, Damiani F. 3, Foroni 3, Braglia 16, Chezzi 2, Damiani E., Gruosso 7. All. Bartoli.

Arbor Reggio: Manghi 1, Giaroni 6, Cannata 14, Borghi 2, Sani 4, Gaddi, Bellocchi 9, Nunziato 20, Giaroli 16, Menozzi, Pirelli, Castagnetti.

U.S.D. GELSO – POL. IWONS 57 – 60

U.S. REGGIO EMILIA – RADIO BRUNO 34 – 63

(5-16; 8-33; 20-54)

US Reggio Emilia: Germini, Arthur 2, Nassini, Montanari 3, Gabbi, Verzellesi 6, Valli 2, Rosati 4, Ceriali 5, Fontanesi, Braglia 12, Ferretti. All. Guglielmi.

Campagnola: Valli 9, Torreggiani 3, Giaroni 4, Pietri 3, Beltrami 4, Fregni 6, Carnevali 2, Marco Rustichelli 22, Ligabue 4, Sacchi 6. All. Conte.

Tutto facile per la capolista, in trasferta sul campo di una squadra ancora ferma al palo. Tra gli ospiti, alcuni contrattempi dell’ultimo minuto, rendono indisponibili l’Head Coach Niccolò Carpi, Luca Rustichelli, Mattia Folloni, Nicolò Gasparini, Francesco Piuca e Daniele Soccetti, con l’esordio stagionale in cabina di regia Fabio Fregni.

Palla due e gli ospiti impongono subito il proprio gioco. Marco Rustichelli (8 per lui nel primo quarto), ben coadiuvato dai vari Beltrami, Valli, Torreggiani e Pietri, dà il la al 5-16 con cui si conclude il primo quarto. Inerzia che prosegue anche nel secondo periodo, con un parziale di frazione di 3-17, che porta il punteggio all’intervallo sul 33-8 per gli ospiti. Alla ripresa, i padroni di casa trovano in Braglia un buon terminale offensivo (miglior marcatore per US RE a fine match con 12 punti), senza, però, riuscire a ridurre le distanze, per un tabellone che al 30’ segna 50-24 per gli ospiti, con l’ultimo quarto che chiude il match sul 63-34 per la Radio Bruno.

GAZZE – NAZARENO BASKET 75 – 53

(26-11; 49-29; 63-35)

Canossa: Menechini 8, Lavaggi 8, Bigliardi 3, Guatteri, Zanavredi 6, Benvenuti 17, Maggiali 20, Tubertini 2, Pezzi 7, Pignedoli 4. All. Romano.

Carpi: Ferrari, Righi, Bardelli 20, Beltrami M. 5, Canevazzi 9, Bonfiglioli 2, Beltrami P. 7, Prampolini 6, Termanini, Rizzo 4, Guandalini. All. Barberis.

CLASSIFICA

Campagnola Emilia, Aquile Gualtieri 10; Arbor Reggio, Gazze Canossa 8; Aquila Luzzara 6; Carpine*, Nazareno Carpi, Iwons Albinea 4; Guastalla, Jolly Reggio 2; Gelso Reggio, U.S. Reggio Emilia* 0.

GIRONE C

DIABLOS BASKET S.AGATA – MP RESTAURI 49 – 54

(8-13; 23-24; 33-41)

Sant’Agata Bolognese: Barone 2, Belosi 7, Muzzi, Achilli 3, Alvisi, Mascagna 8, Gamberini 10, Pellacani, Barbieri 4, Almeoni 1, Verdoliva 10, Valente 4. All. Cevenini.

Castelfranco: Bastia 6, Violi 4, Granata 8, Nasuti 26, Franchini, Cavani 1, Lambertini 2, Di Talia 2, Venturi D., Kalfus 5. All. Simeone.

Primo referto rosa “on the road” per il Sasso, che espugna S.Agata dopo un match a basso punteggio, condotto da metà primo quarto in poi, ma senza mai riuscire a chiudere la pratica.

I Diablos, ancora a 0 in classifica, complice un calendario tosto nell’avvio di stagione, partono meglio e si portano 8 a 5, grazie al dominio a rimbalzo d’attacco nei primi minuti di gara. Reazione Sasso, break di 8-0 per chiudere il quarto sull’8-13. Nel secondo periodo, i padroni di casa ricuciono il mini gap e chiudono avanti 24-23, grazie alla tripla di Gamberini negli ultimi secondi. Il terzo quarto sorride al Sasso: Nasuti martella la retina di casa e i neroarancio toccano il +11 sul 28-39. Quando tutto sembra sorridere per i ragazzi di Simeone, arriva invece un lunghissimo black out, che permette ai Diablos di tornare pienamente a contatto: a 5′ dal gong finale il tabellone dice 40-43 e la partita è apertissima. Si continua a segnare col contagocce; la tripla di Nasuti, a ridosso dell’ultimo minuto, vale il +5 (46-51), ma Gamberini riporta i suoi a -2. 3/6 per il Sasso sul fallo sistematico, ma di là il Diablos non segna e la vittoria è modenese.

CUS MO.RE – SPARTANS BASKET 74 – 50

Cus Mo.Re.: Alessandrini 16, Rainer 12, Spinelli 8, Villani 7, Ferrari 6, Monari 6, Petrella 6, Sassi 5, Campostella 4, Roncaglia 4, Fraccaroli. All. Bertani.

Ferrara: Alassio 17, Lever 13, Cavallini 7, Baraldi 4, Vivalda 4, Ferrarini 3, Terzi 2, Madella. All. Ciliberti.

PEPERONCINO LIBERTAS BK – BIANCONERIBA 65 – 64

(17-12; 30-27; 42-43)

Mascarino: Monari A. 2, Vinci 6, Calvi 21, Solmi 8, Tolomelli 11, Marchi 3, Tosarelli 6, Nannetti A., Bianchini 5, Brochetto D. 3, Guidetti. All. Brochetto L.

Baricella: Gamberini 9, Sgarzi 1, Barbieri 2, Ballarin 6, Frazzoni 23, Sitta 5, Pedrielli 5, Villani, Ricci 12, Giordani M. 1, Giordani A. All. Calandriello

PALLACANESTRO SANGIORGIO – LOVERS 42 – 59

(15-16; 25-30; 31-45)

San Giorgio di Piano: Giunchedi 12, Palma 12, Vischi 8, Dal Fiume 4, Vecchia 4, Magni 2, Bergami, Carpanelli, Veronesi, Orsini, Monari. All. Binelli.

Galliera: Gnan 13, Vicini 10, Benassi 10, Malagutti 7, Marmocchi 7, Bernardini 5, Ramponi 4, Bonfiglioli 3, Cerciello 2, Brintazzoli. All. Marchesini.

PALL. TEAM MEDOLLA – VIS 2008 66 – 57

PALL. FORTITUDO CREVALCORE – GALLO BASKET 101 – 76

CLASSIFICA

Cus MO.RE. 10; Spartans Ferrara, Peperoncino Mascarino 8; Bianconeriba Baricella, Fortitudo Crevalcore, Sasso BK Castelfranco 6; Gallo, Vis 2008 Ferrara, Medolla, Galliera Lovers 4; San Giorgio, Diablos Sant’Agata Bolognese 0.

GIRONE D

P.G.S. CORTICELLA – P.G.S. WELCOME 64 – 26

HORNETS BK BOLOGNA – CMB ARCOVEGGIO 62 – 57

PGS IMA – PALLACANESTRO PIANORO 68 – 61

(14-10; 29-24; 51-42)

Pgs Ima: Lugli 23, Asciano 11, Serio 10, Baldazzi 9, Stagnoli 9, Righetti 3, Cristiani 2, Demetri 1, Cocchi, Natalini. All. Fragomeni.

Pianoro: Bonetti 15, Consolo 10, Magagnoli 9, Sterpi 6, Vaccari 5, Nicoletti 5, Bruni 4, Bacocco 3, Bonazzi 2, Colendi 2, Sermenghi. All. Munzio.

POL. VIRTUS CASTENASO – CSI SASSO 74 – 72 d2ts

(20-14; 33-24; 46-44; 58-58; 65-65)

Castenaso: Fiusco 2, Fiolo 9, Buresti 19, Candini ne, Orsini, Kolaj, Bedosti 8, Caiello ne, Bolelli, Lombardo 17, Tinti 2, Laghetti 17. All. Pizzi.

Sasso Marconi: Vinerba 7, Tinelli 11, Galli 8, Forni 2, Cacciari, Pollini 2, Bellodi 10, Versura 2, Monciatti 11, Siroli 8, Davalli 7, Lenzi 4. All. Bulgarelli.

STEFANO VANINI – NAVILE BASKET 53 – 63

(16-14; 24-32; 41-46)

Horizon Trebbo: Mele 2, Distefano 6, Pasquali, Baiesi 6 Degli Esposti 8, Nasi 3, Scatolin 11, Cola 2, Guidi 1, Maldini 5, Grippo 6, Cognigni 1. All Muscò.

Navile: Sgarzi 4, Perrotta 7, Pasquali 12, Rallo 4, Romagnoli 12, Zanarini, Billi 2, Fioravanti 3, Soresi 9, Orlandi 10. All. Corticelli.

Torna al successo il Navile che, dopo la debacle di Pianoro, gioca una partita finalmente intensa e gagliarda e batte, sul difficile campo di Trebbo, l’Horizon. Match molto fisico, intenso, che i biancorossi non riescono a chiudere per la bravura dell’Horizon a non mollare mai e per una sciagurata prestazione ai liberi (13/38!).

Cronaca: quintetto Navile con Tommy Perrotta, Matteo Pasquali, Andrea Romagnoli, Davide Sgarzi e Mattia Billi, mentre Coach Muscò risponde con Scattolin, Baiesi, Nasi, Maldini e Degli Esposti. Inizia bene il match del Navile, con Romagnoli che imbuca la tripla e Sgarzi che, in rovesciata, converte il rimbalzo d’attacco. L’Horizon ci mette un po’ a carburare, ma trova un 2/4 ai liberi con Scattolin e Baiesi e una tripla di tabellone centrale ancora di Scattolin. Pasquali porta a 7 lo score del Navile, mentre Billi subisce un duro colpo al dito mignolo e dev’essere sostituito da Orlandi, che segna 4 liberi su 6. Dall’altra parte, però l’Horizon, è più ispirato e trova punti con Maldini, ancora con Scattolin da 3, con Baiesi in entrata, tripla di Grippo e libero di Guidi, 16-11. Il Navile, però, gioca un’ultima azione molto intelligente e Pasquali trova uno scarico per Soresi che, sulla sirena, infila il missile del 16-14. Nel secondo quarto entra in campo Francesco Rallo e trova subito la tripla del sorpasso, seguita da un tiro libero: ora la difesa del Navile è efficace e Soresi trova 4 punti in contropiede molto importanti, per il 18-22. Distefano, però, con un’altra tripla di tabellone centrale, rintuzza sul 21-22, ma il Navile costruisce sempre ottimi tiri e prima o poi vanno dentro: Romagnoli in entrata, Pasquali da 3 di tabellone e Fioravanti, all’esordio stagionale, con la tripla dal mezzo angolo, che vale il 24-32, punteggio con il quale si va all’intervallo di metà partita. Segnali incoraggianti del Navile, che sembra ritrovare almeno in parte la propria identità. Terzo quarto che si apre col canestro di Billi, 24-34, ma qui l’Horizon costruisce un parziale di 7-0 (Degli Esposti, Baiesi e tripla dello stesso Baiesi), per tornare ad un solo possesso di distanza: 31-34. Pasquali segna il 31-36, Perrotta mette un libero, Romagnoli ancora trova un bel canestro in area, mentre per l’Horizon segnano Degli Esposti e un libero ciascuno Nasi e Maldini, 35-39. Ora Romagnoli domina ai due estremi del campo, segna un libero ed un altro canestro, Sgarzi trova due ottimi punti da centro area e Orlandi due liberi, mentre per l’Horizon solo un libero di Scattolin: 36-46 Navile al 29’. Qui avviene un’azione strana: tripla di Grippo e fallo a rimbalzo di Sgarzi, che manda in lunetta Nasi, che fa 2/2: 5 punti in un’azione e svantaggio dimezzato per l’Horizon, che insegue 41-46 all’ultimo mini riposo. Frazione conclusiva da battaglia: Orlandi segna un bel canestro in entrata, ma dall’altra parte Distefano da 3 punti e Cola riportano i padroni di casa a contatto: 46-48. Qui escono fuori tutta la leadership e la freddezza di Tommy Perrotta, che infila una tripla pesantissima, seguita da un canestro in entrata, un 5-0 personale che regala al Navile il 46-53. Pasquali fa +9, 46-55, Perrotta, con un libero, finalmente la doppia cifra di vantaggio: 46-56. Ultimi tentativi dell’Horizon affidati a Degli Esposti, Scattolin con la tripla e ancora Degli Esposti con 2/2 ai liberi: il Navile, però, mantiene la calma e con un altro gran canestro di Orlandi, i liberi di Romagnoli e Pasquali e il canestro finale di un grande Soresi, vince la partita per 53-63.

CLASSIFICA

Hornets BO 10; Pianoro, Virtus Castenaso, Pgs Ima 6; CSI Sasso Marconi, Stars BO*, CMB Arcoveggio BO, Navile BO* 4; PGS Welcome BO, PGS Corticella BO 2; Vis Trebbo 0

GIRONE E

TATANKA BALONCESTO IMOLA – MEDICINA BK2007 30-11-2021 – 21:45          

Palasport A. RUGGI – Via A. Oriani 2/a IMOLA BO

PARTY & SPORT – LUSA BASKET 33 – 76

(4-20; 15-42; 26-58)

P&S Ozzano: Pagani 2, Laforgia 2, Fantuzzi 2, Carelli Mat. 2, Marcato 4, Zerbini 1, Avallone 3, Carelli Mar. 8, Fiordalisi, Giusti, Passatempi 5, Piombo 4. All. Candini.

MassaLombarda: Spinosa 1, Montanari 10, Camorani 5, Mastrilli 6, Berardi L. 12, Guardigli, Berardi R. 2, Ravaglia 13, Linguerri 3, Rivola 10, Baldrati, Brignani 4. All. Landi.

ASS. POL. DIL. FARO – PGS BELLARIA 43 – 73

(7-16; 23-30; 37-46)

Pgs Bellaria: Scalorbi 5, Poluzzi 10, Ottani 21, Scarenzi, Grandi 4, Marega 16, Pierini 13, Mazzacurati, Nobis 4. All. Benini.

BASKET 95 IMOLA – BK CLUB L. ZANNI LUGO 54 – 46

POL. PONTEVECCHIO – S. MAMOLO BASKET 45 – 49

Pontevecchio: Lusignani 4, Degli Esposti 3, Finessi, Secchiaroli 11, Premoli 2, Bulgarelli 3, Garuti 3, Perini 9, Antonetti 7, Parmeggiani 4. All. Lepore.

San Mamolo: Galli 1, Casarini 7, Melino 5, Quadri S. 6, Gandolfi 5, Parchi, Mantovani 21, Stefanelli, Quadri A. 3, Valenti 1, Conti, Bartolini. All. Totta.

CLASSIFICA

San Mamolo 8; Medicina Basket 2007*, Fresk’o San Lazzaro, Pgs Bellaria BO, MassaLombarda* 6; Tatanka Imola*, Faro Consandolo 4; Party&Sport Ozzano, Pontevecchio BO, Basket’95 Imola* 2; Zanni Lugo 0.

GIRONE F

ARTUSIANA BK – SAN PATRIGNANO 69 – 46

(14-17; 36-27; 58-35)

Forlimpopoli: Gasperini G. 15, Spisni 13, Servadei 11, Picone 8, Quercioli 8, Adamo 5, Panzavolta 3, Sammarchi 2, Maltoni 2, Gasperini A. 2. All. Ruffilli.

San Patrignano: Romboli 17, Conocchiari 10, Trombin 8, Randazzo 5, Bindi 2, Cardarelli 2, Palazzi 2, Carella, Magni, Scutteri. All. Gregori.

AICS JUNIOR BASKET FORLI’ – BLACK SPORTING CLUB 29-11-2021 – 21:15  

VILLA ROMITI – Via Sapinia 40 FORLI’ FC

MORCIANO EAGLES – LIBERTAS GREEN BK FORLI’ 29-11-2021 – 21:00         

PALAPEDRIALI – Via Spallicci 10 MORCIANO DI ROMAGNA RN

BASKET 2000 SAN MARINO – BASKET PROJECT 42 – 66

(12-19; 22-31; 33-45)

Faenza: Santini 7, Castellari 3, Troni 18, Santo 10, Anghileanu 1, Boero 25, Dal Monte, Melandri, Tverdohleb. All. Vespignani

BELLARIA BASKET – SANTARCANGIOLESE BASKET 69 – 71 dts

Bellaria: Casella 27, Paganelli 13, Ceccarelli 10, Jouihi 6, Maggioli 4, Polanco Ferreras 4, Ricci 3, Zonzini 2, Ricciotti L., Lumini ne, Spazzoli ne. All. Ricciotti M.

Santarcangelo: Zaghini 24, Mussoni 17, Caverzan 15, Balducci 9, Antolini 3, Rossi 3, Brolli. All. Bezzi.

SPORTING CLUB CATTOLICA – TIGERS BASKET 2014 01-12-2021 – 21:30

C.S. SALVO D’ACQUISTO – Via S. D’Acquisto 2 CATTOLICA RN

CLASSIFICA

Basket 2000 San Marino, S.C. Cattolica*, Artusiana Forlimpoli*, Lib. Green FO, Eagles Morciano 6; San Patrignano* 4; Aics Junior FO, Faenza Basket Project, BSC Coriano**, Santarcangiolese 2; Tigers 2014 FO*, Bellaria 0.

C Gold, impresa Baskers a Castelnovo Monti!

SERIE C GOLD

8° Giornata

E80 GROUP – BASKERS 72 – 73

(23-18; 38-37; 59-55)

Castelnovo Monti: Carubbi ne, Barigazzi ne, Sieiro 10, Rossi 10, Magnani ne, Tognato 16, Mallon 9, Ciano ne, Saccone 3, Caridi 13, Parma Benfenati 11. All. Tumidei.

Forlimpopoli: Benedetti 6, Brighi 28, Rombaldoni 19, Vandi ne, Ricci, Piazza 2, Gaspari ne, Bracci 11, Donati 5, Gorini 2, Semprini Cesari. All. Agnoletti.

Si ferma la striscia positiva della LG Competition che viene sconfitta, al fotofinish, dai Baskérs. Il punteggio alla sirena è di 72-73, con i Cinghiali che hanno condotto il risultato per lunghi tratti dell’incontro e che hanno visto sfuggire i due punti proprio all’ultima azione.

L’inizio è tutto di marca romagnola, con Bracci e Brighi che spingono i Baskérs sul +5, poi la coppia Tognato-Rossi pareggia l’incontro a quota 11. La leggenda Rombaldoni (argento olimpico ad Atene 2004 con la nazionale azzurra), a 45 anni, continua a spiegare basket sul parquet ed è protagonista di un altro break che riporta Forlimpopoli nuovamente avanti nel punteggio. Il finale di quarto è però tutto della LG: grazie ad un super parziale da 8-0, i reggiani firmano il sorpasso e chiudono la prima frazione sul 23-18. Nel secondo periodo, l’intensità rimane elevata, ma sono tanti gli errori in entrambi i lati del campo. Forlimpopoli si affida ad un ispiratissimo Brighi (28 punti per lui), che è tra i protagonisti del break da 8-2 che riporta i Baskérs sul +1. La LG (priva di Magnani e Ciman) fatica nella metà campo offensiva e gli ospiti continuano a rimanere in vantaggio fino a 3′ dal termine, quando un parziale da 8-1, restituisce il vantaggio ai padroni di casa. Nel finale di frazione gli importanti canestri di Rombaldoni e Bracci riducono le distanze tra le due squadre e a metà gara la E80 Group è in vantaggio di un solo punto (38-37). La gara è molto combattuta anche nel terzo periodo, ma Castelnovo sembra avere maggiore confidenza e si spinge nuovamente sul +6, grazie ai canestri di Caridi dal pitturato. L’attacco degli ospiti si blocca completamente e nei primi cinque minuti della frazione i Baskérs riescono a segnare solamente 3 punti. I montanari ne approfittano e si spingono sino al +12 (53-41), sempre grazie ai canestri del lungo Caridi. Bastano però un paio di azioni a Brighi e Rombaldoni per dimezzare lo svantaggio dall’arco. Rossi e Caridi spingono nuovamente la LG sino al +9 ed i romagnoli sembrano accusare il colpo, ma sempre la coppia Brighi-Rombaldoni riesce nel finale a riportare Forlimpopoli a sole quattro lunghezze di ritardo. L’ultimo quarto è molto combattuto, con la LG che fatica a produrre gioco, ma sembra essere comunque efficace, mentre gli ospiti creano molto senza riuscire a concretizzare. A metà periodo i canestri di Parma Benfenati e Tognato spingono i Cinghiali sul +8, ma negli ultimi minuti l’attacco di Castelnovo si ferma permettendo, così, la rimonta agli ospiti: i soliti Rombaldoni e Brighi pareggiano infatti l’incontro a 90″ dalla sirena (69-69). Tognato realizza una fantastica tripla allo scadere dei 24″, riportando così Castelnovo avanti di tre lunghezze. Brighi, dalla lunetta, realizza un solo libero dei due a disposizione e Castelnovo rimane quindi ancora sul +2, con trenta secondi ancora da giocare. Sieiro tenta la tripla della vittoria che si ferma, però, sul primo ferro e nel ribaltamento di fronte Rombaldoni, dalla media, non riesce ad insaccare il canestro del pareggio. Il rimbalzo è della LG e la palla è in mano a Rossi, il quale però scivola perdendo la sfera che finisce nelle mani di Benedetti: il play romagnolo si alza dall’arco e segna così un’improbabile, quanto insperata, tripla che vale il sorpasso. Castelnovo avrebbe ancora un paio di secondi per organizzare l’attacco, ma il tentativo dei padroni di casa non ha buon esito.

FOPPIANI – PALL. MOLINELLA 105 – 63

(24-10; 52-23; 76-41)

Fidenza: Taddei 3, Sichel 17, Paterlini 7, Sabotig 5, Marchetti 8, Biorac 15, Di Noia 16, Fainke 6, Arbidans 9, Allodi 11, Scattolin 8, Perego ne. All. Bertozzi.

Molinella: Guazzaloca 5, Brandani 9, Cobianchi, Labovic 10, Zanetti 5, Gianninoni 2, Bonanni 12, Bacilieri, Simonetti 4, Ouattara, Zhytaryuk 16. All. Castaldi.

DILPLAST CLEVERTECH – NET SERVICE S.P.A 56 – 83

(19-16; 27-41; 39-59)

Montecchio: Vecchi 12, Casu 2, Riccò 4, Colla 4, Negri 3, Pedrazzi 7, Basso 11, Piccinini 2, Sinisi 8, Montanari 3, Illari, Valenti ne. All Cavalieri.

S.G. Fortitudo: Battilani 6, Balducci 2, Selvatici, Procaccio, Tapia 8, Tosini 15, Cinti 3, Pederzoli 14, Ranieri 9, Degli Esposti, Zinelli 16, Dordei 10. All. Mondini.

INTECH – F.FRANCIA PALL. 83 – 65

(26-18; 53-33; 66-49)

Imola: Nucci 11, Galassi 7, Castelli, Carella 5, Aglio 7, Diminic 14, Seskus 20, Ranocchi 6, Magagnoli 13, Savino. All. Regazzi.

Zola Predosa: Zanotti 7, Bianchi 2, Folli 6, Giuliani ne, Degregori 13, Errera 8, Biello 7, Bavieri, Bianchini 5, Penna, Brunetti, Almeoni 17. All. Cavicchi.

Resta in vetta la Virtus Imola che supera, con un netto +18, la Francesco Francia, grazie ad una buona prova corale. Come è nel suo dna, la squadra di coach Regazzi ha bisogno del “mattoncino” di ogni effettivo, per ottenere un successo largo e convincente. Durante il match la squadra raggiunge, infatti, il +27 come massimo vantaggio, senza, sostanzialmente, lasciare spazio a qualsivoglia replica dei bolognesi. I gialloneri, dunque, spazzano via il ricordo della pesante sconfitta di Vigarano Mainarda al cospetto di Ferrara, tornando a realizzare oltre 80 punti, tenendo gli avversari ampiamente sotto ai 70. Il primo posto in classifica, al momento, è condiviso con Fulgor Fidenza e Basket 2000 Scandiano, ma Aglio e compagni hanno una gara da recuperare, contro Lg Competition, mercoledì 8 dicembre. Ottima prestazione di Domantas Seskus, condita da 20 punti, tanti assist, velocità e leadership, ovvero tutte le armi del play lituano. Molto bene Magagnoli e Aglio, come sempre solidi e “presenti” in campo, con Nucci che ritrova gli sprazzi vincenti al tiro con 3 triple infilate e con Diminic che torna ad essere imponente e decisivo nell’area pitturata. Ma è davvero la squadra a girare, a prescindere dagli effettivi in campo.

L’avvio del match è totalmente a marchio Intech che guida 7-0 dopo 4’, prima di doppiare gli avversari sul 16-8 con la tripla di Seskus. Il primo quarto si chiude sul 26-18, con la coppia di stranieri imolesi già a quota 10 (Diminic) e 8 (Seskus), con gli ospiti che si aggrappano a Degregori (7) ed Errera (4). Nel secondo quarto la Virtus utilizza l’artiglieria pesante sfruttando le triple di Nucci e Magagnoli (in apertura per il 34-21 al 13’), quindi di Seskus e Ranocchi ,con i locali che scorazzano per il campo staccando i felsinei sul 53-33 con cui ci si ferma per l’intervallo lungo. Al cambio campo, dopo circa 3’ colmi di errori al tiro da ambo i lati, ci pensa Alessandro Nucci ad infiammare il pubblico imolese con una splendida tripla “solo retina” che vale il 56-35. Quando, al 24’, Ranocchi realizza la sua seconda tripla di serata, il divario è già abbondante e ormai irrecuperabile per gli ospiti che, comunque, si aggrappano alla verve di Almeoni che infila 8 punti filati. La tripla di Nucci (terza complessiva per il braccio armato giallonero) addormenta il 3° quarto che si chiude sul 66-49. Nei primi 4’ dell’ultima frazione, la Virtus dà il colpo di grazia alla partita con un parziale di 10-0 (76-49), firmato da Magagnoli (tripla), Galassi e Seskus (5 punti con la terza tripla personale di serata). Da qui, il livello tecnico scende inevitabilmente, vista la differenza ormai incolmabile per gli ospiti che infilano, tuttavia, qualche buon canestro con il giovane promettente Zanotti (2 triple e 8 punti filati in pochi minuti di gioco), Biello e Almeoni (per entrambi una tripla). Ma Imola chiude in apoteosi con i giovani Savino e Castelli in campo nei minuti finali, che vedono i canestri di Carella, Galassi (tripla) ed Aglio. Il tabellone al 40’ indica un meritato 83-65 per l’Intech, che ritrova prepotentemente il sorriso e la vetta della classifica.

OLIMPIA – BMR 58 – 70

(20-11; 33-33; 43-52)

Castel San Pietro: Masrè 21, Tomesani 2, Sabattani, Govi 5, Papotti 11, Salsini 7, Biasco 4, Bisi, Musolesi, Costantini 3, Locci 5, Pieri. All. Serio.

Basket 2000 Reggio Emilia: Sprude 11, Longagnani 7, Dias, Longoni 19, Magini 10, Fontanelli ne, Paparella ne, Pini 11, Germani 2, Magni 6, Coslovi 4. All. Diacci.

Con un crescendo rossiniano, la Bmr si impone a Castel San Pietro contro l’Olimpia, proseguendo nella propria marcia. Non un inizio facile, quello della squadra di Diacci, che chiude sotto di nove lunghezze il primo quarto, travolta dalle triple di un immarcabile Masrè. Col passare dei minuti, tuttavia, i biancorossoblu trovano sempre maggior confidenza, soprattutto a livello difensivo e impattano a quota 33 poco prima dell’intervallo, per poi allungare con decisione ad inizio ripresa. Sugli scudi Longoni, autore di 19 punti e 8 rimbalzi; in doppia cifra anche Magini, Sprude e Pini.

RECUPERO

PALLACANESTRO FULGOR – E80 GROUP 79 – 82

(24-22; 40-42; 60-61)

Fidenza: Taddei, Sichel 13, Paterlini 2, Sabotig 9, Marchetti 9, Biorac, Di Noia 18, Fainke 8, Montanari ne, Arbidans 3, Scattolin 3, Allodi 14. All. Bertozzi.

Castelnovo Monti: Bergianti ne, Sieiro 27, Rossi 8, Magnani 13, Tognato 5, Mallon 1, Ciano ne, Saccone ne, Caridi 15, Parma Benfenati 13. All. Tumidei.

Arriva una preziosa vittoria al fotofinish per la E80 Group che, nel recupero della terza giornata, supera in trasferta la Fulgor con il punteggio finale di 79-82. I montanari raccolgono così il quarto successo consecutivo, dopo una sfida piacevole ed intensa lungo tutti e quaranta i minuti.

La partenza della LG è ottima e in poche azioni i Cinghiali firmano un break da 7-2, ma Fidenza risponde e grazie ad un contro-parziale torna subito a contatto. La partita è animata, divertente e gli attacchi sono decisamente più efficaci rispetto alle difese. Castelnovosi affida al solito Parma Benfenati, mentre i padroni di casa sono efficaci in transizione e nel finale di quarto firmano il 6-0 che vale il primo vantaggio nell’incontro (24-22). Il secondo periodo è ancora intenso, ma con molti più errori in entrambi i lati del campo. Nella prima parte della frazione regna l’equilibrio e i parmensi riescono quindi a proteggere il possesso di differenza (30-28), poi, la Fulgor prova la fuga con un mini break da 5-0, che spinge i padroni di casa sino al +7. I ragazzi di Tumidei non perdono, però, la lucidità e Magnani, con 7 punti in fila, riporta a contatto i suoi. Ci pensa poi la tripla allo scadere di Parma Benfenati a sancire il controsorpasso della E80 Group proprio al 20′ (40-42). Ad inizio terzo quarto l’incontro si mantiene in equilibrio, poi Sieiro ne segna 7 in fila e spinge Castelnovo sul +4. Allodi diventa invece il perno offensivo della Fulgor che, a metà frazion,e riesce ad impattare il punteggio sul 49-49. La coppia Caridi-Rossi realizza un 5-0 per Castelnovo, che tenta poi con la difesa a zona di fermare la rimonta degli avversari. Fidenza, però, non molla e sul finale è la tripla di Sabotig a riportare i padroni di casa ad una sola lunghezza di ritardo (60-61). Le prime azioni dell’ultimo quarto sembrano confermare la falsariga dei trenta minuti precedenti, ma non è così. L’attacco dei parmensi si ferma completamente e il duo Caridi-Sieiro è protagonista di un super parziale da 10-1, che spinge la LG sino alla doppia cifra di vantaggio. A 4′ dalla sirena arriva il secondo canestro di Fidenza nel periodo, ma Sieiro risponde prontamente e la E80 Group è ancora comodamente avanti nel punteggio. La LG pare essere in pieno controllo dell’incontro, ma Il time-out di coach Bertozzi è provvidenziale: i gialloblu firmano infatti un 10-2 con cui riaprono il match tornando a sole quattro lunghezze. La tripla di Sichel vale addirittura il -1 mentre, contemporaneamente, si inceppa l’attacco della LG. La bomba di Di Noia dall’angolo permette a Fidenza di completare il sorpasso quando mancano ottanta secondi al termine. Dalla lunetta Caridi ci mette una pezza ed impatta il punteggio sul 77 pari, ma poi è lo stesso centro castelnovese a commettere fallo su Allodi in difesa, il quale non sbaglia ai liberi e riporta di nuovo avanti la Fulgor. In pochi secondi, Sieiro è già dall’altra parte del campo e attaccando il canestro riesce a pareggiare nuovamente (79-79). I parmensi hanno, però, in mano la palla per chiudere il match, ma Di Noia sbaglia la tripla della vittoria: il rimbalzo è preda della difesa di Castelnovo e Rossi riesce con uno splendido terzo tempo a firmare un insperato quanto improbabile controsorpasso (79-81). Fidenza ha ancora 4″ di tempo prima della sirena: coach Bertozzi chiama un altro time-out, ma sulla rimessa Rossi ruba palla, subisce fallo e realizza dalla lunetta solo uno dei due liberi a disposizione. C’è ancora un ultimo secondo da giocare, ma sufficiente per organizzare l’ultimo attacco dei fidentini: Sichel cerca dalla distanza la tripla del pareggio, ma la sfera colpisce il secondo ferro e il suono della sirena sancisce il 79-82 finale in favore dei reggiani.

CLASSIFICA

FULGOR FIDENZA10752564482+82
VSV IMOLA10651463392+71
BASKET 2000 SCANDIANO10752507460+47
LG COMPETITION CASTELNOVO8642427403+24
FRANCESCO FRANCIA ZOLA8844591578+13
BASKERS FORLIMPOPOLI8743495483+12
FERRARA BASKET 20188743456449+7
S.G. FORTITUDO BOLOGNA6734492526-34
PALL. MOLINELLA4725475517-42
OLIMPIA CASTEL SAN PIETRO4826522577-55
ARENA MONTECCHIO2817537662-125

Serie D, Veni settebellezze! Derby fatale per i Tigers

SERIE D 8° Giornata

GIRONE A

SCUOLE BASKET CAVRIAGO – BASKETREGGIO 69 – 47

(28-9; 45-25; 58-32)

Cavriago: Bertozzi 14, Minardi S., Nasi 4, Berlnguer 3, Lorenzani 5, Minardi F. 16, Lari 2, Pensierini 6, Sandrolini 4, Mursa 15. All. Bellezza.

Reggiolo: Rossi, Barilli 3, Baldo, Salani, Galeotti 9, Benati 10, Bertacchi, Covanti 11, Ricco 10, Fassinou 4. All. Bosi.

PARMA BASKET PROJECT – MAGIK BASKET 62 – 77

MODENA BASKET – PODENZANO 75 – 54

(21-11; 37-20; 59-39)

Modena: Rahova 3, Lopez, Twum 11 Rossaro 14, Tassoni, Benati 7, Tognoni 3, Mengozzi 5, Mancin 17, Gentile 15. All. Coppeta.

Podenzano: Fermi 7, Fellegara, Rigoni M. 14, Petrov 6, Rigoni F. 2, Fumi 14, Devic 2, Pirolo, Csosz, Filippa 3, Coppeta 6. All. Locardi.

U.S. LA TORRE – VIS BASKET PERSICETO 66 – 91

(12-16; 30-39; 51-62)

La Torre Reggio: Davoli 6, Monti 4, Mazzi G. 3, Fontanili 4, Sow, Pezzarossa, Mazzi F. 8, Campani 2, Bonaccini 19, Canuti 10, Margaria 10, All. Vacondio.

San Giovanni in Persiceto: Sgargi 2, Marzo 9, Roncarati 5, Ghedini 12, Scagliarini, Ramini 9, Ferrari, Morselli, Mazza 20, Manzi 22, Pedretti 12. All. Sacchetti.

La Torre tiene testa per tre quarti alla capolista imbattuta Vis Persiceto che, poi, prende il largo negli ultimi dieci minuti, imponendosi con un divario forse eccessivamente punitivo rispetto alla prova offerta dai reggiani.

OTTICA AMIDEI – SCUOLA PALL. VIGNOLA 59 – 74

(12-26; 27-45; 43-58)

Castelfranco: La Duca, Di Martino 2, Mattioli 13, Pizzirani, Prampolini 4, Vannini 10, Del Papa 5, Cuzzani L. 2, Nebili 4, Lanzarini, Fratelli 18, Genevini 1. All. Ansaloni.

Vignola: Fiorini 14, Penna 7, Dawson 22, Fossali 3, Smerieri 2, Cappelli 4, Serra 7, Cuzzani M. 6, Prandini, Miani 6, Cavazzoli 3, Trenti. All. Landini.

Vignola vince meritatamente il derby in casa della Ottica Amidei. Gara praticamente mai in discussione, con gli ospiti che partono forte sin da subito grazie a Penna (assist e canestro) ed all’impatto dalla panchina di Dawson. Il 12-26 vignolese dopo i primi 10’ indirizza, sostanzialmente, già la partita, con Castelfranco che, però, reagisce grazie a 11 punti consecutivi di Fratelli (con 3 triple). Fiorini e Serra risistemano le cose ed il “buzzer” da 3 punti del giovane Fossali chiude la prima metà di gara sul 27-45 SPV. Nel secondo tempo, il divario rimane quasi sempre tale, con Ottica Amidei che spreca tanto perdendo palloni e sbagliando conclusioni da dentro l’area. Vannini è l’ultimo dei suoi ad alzare bandiera bianca, ma un paio di giocate di Fiorini sigillano la sesta vittoria consecutiva per Vignola. Nel finale, ampio spazio per gli under di entrambe le panchine.

CLASSIFICA

VIS SAN GIOVANNI IN P.14770533446+87
SCUOLA PALL. VIGNOLA12862573543+30
MAGIK PARMA10651460354+106
PARMA BK PROJECT8743533498+35
MODENA BASKET8844557541+16
BASKET PODENZANO6633402420-18
SCUOLE BASKET CAVRIAGO6835478512-34
CASTELFRANCO EMILIA4725437465-28
LA TORRE REGGIO EMILIA4725440513-73
REGGIOLO BKREGGIO2413224262-38
NUBILARIA NOVELLARA0606345428-83

GIRONE B

BASKET VILLAGE – BASKET VOLTONE 40 – 72

(13-17; 17-30; 26-46)

Granarolo: Misciali 9, Guarnieri, Bergonzoni 9, Tonelli 4, Masetti R. 3, Mongardi 3, Fortini 2, Draben 2, Melotti, Carati, Ansaloni, Martinelli 8. All. Annunziata.

Monte San Pietro: Giacometti A., Brunetti 11, Balducci 9, Ferraro 4, Giacometti J. 7, Casarini 4, Migliori 4, Zappoli 2, Magi 15, Venturelli 5, Gherardi Zanantoni 2, Chillo 9. All. Gambini.

U.P. CALDERARA – BENEDETTO 1964 73 – 53

(24-17; 43-23; 61-42)

Calderara: Betti 21, Donati 2, Paselli, Lucarini, Vettore 19, Projetto 3, Pampani 12, Zocca, Vignoli 6, Molinari L., Guerra, Molinari G. 10. All. Murtas.

Cento: Barbieri 2, Draghi, Benedetti 5, Lorusso 22, Govoni A. 10, Govoni E., Bisquoli, Salatini 2, Vannini 4, Rayner 6, Dozza, Baraldi 2. All. Cilfone.

Grande prova del Calderara che ritrova la vittoria, contro la Benedetto 1964, al termine di una partita giocata con grinta e concentrazione ed alla lunga dominata.

Avvio equilibrato nei primi minuti, con le squadre che si alternano al comando con Betti per il Calderara e Lorusso per gli ospiti in evidenza. Negli ultimi due minuti del quarto, letale 9-0 dei locali con bomba di Giorgio Molinari e canestri di Vettore e Vignoli per il 24-17. Secondo periodo col Calderara che aumenta ancora il livello del gioco, alternando in continuazione le difese e tenendo la Benedetto a zero punti segnati per cinque minuti. Betti, Vettore e Pampani colpiscono con continuità e il vantaggio dei padroni di casa si dilata subito a +20, con le squadre che vanno all’intervallo sul 43-23. Alla ripresa la reazione della Benedetto è blanda, col solo Lorusso realmente pericoloso. Il Calderara ha buon gioco nel mantenere il suo vantaggio praticamente inalterato, conducendo al 30’ per 61-42. La partita non ha più storia. Due bombe di Pampani e Molinari G. portano il Calderara a +25, poi coach Murtas da ampio spazio alla panchina per un lungo garbage time, con l’incontro che termina con il Calderara vincente 73-53.

POL. GIOVANNI MASI – ATLETICO BASKET 75 – 64

(18-10; 39-24; 59-44)

Casalecchio: Ballandi 2, Nicoli 6, Samoggia, Marinelli 5, Govi 8, Cassanelli, Sighinolfi 15, Tabellini 10, Masina 5, Barilli 6, Di Marzio 11, Versura 7. All. Forni.

Atletico: Giugni 12, Ricci, Eaton 11, Lenzi 8, Goracci 5, Martelli 9, Massara, Albinelli 2, Priori 2, Tognazzi 11, Baroncini 4, Behzadi. All. Lanzoni.

VENI BASKET – PALL.BUDRIO 2012 72 – 64

(19-18; 34-36; 53-54)

San Pietro in Casale: Pastore 11, Novello 2, Novi 10, Guidi, Mandini, Zanellati 6, Mariani, Patrese 2, Ghedini 4, Bertuzzi 16, Ramzani 19, Ghidoni 2. All. Castriota.

Budrio: Fornasari 16, Pirazzoli 4, Malverdi 2, Tugnoli 10, Baietti 10, Zuccheri 5, Cesario 11, Benetti, Cavazza, Bovoli, Maccaferri 6, Rondelli. All. Bovi.

ANTAL PALLAVICINI – SCUOLA BASKET FERRARA 63 – 75

(15-18; 30-33; 46-53)

Pallavicini: Finelli 3, Santoro 5, Cenesi 16, Polo 12, Caporale ne, Nanni G. 2, Zambonelli 12, Nanni M. 11, Morara 2, Brazioli, Antola. All. Bignotti.

S.B. Ferrara: Manfrini 3, Proner 6, Rimondi 5, Sita 6, Ferraro 2, Seravalli 14, Di Giusto 15, Trinca 5, Romagnoni 2, Berti 7, Fiore 10. All. Mancin.

CLASSIFICA

VENI SAN PIETRO IN CASALE14770516386+130
CALDERARA10853478462+16
MASI CASALECCHIO10752505410+95
PALL. BUDRIO10752457415+42
SCUOLA BASKET FERRARA10752497439+58
BENEDETTO 1964 CENTO8743452485-33
VOLTONE MONTE SAN PIETRO6734476467+9
ATLETICO BOLOGNA4826500582-82
PALLAVICINI BOLOGNA4725453510-57
SALUS BOLOGNA4725417451-34
BASKET VILLAGE GRANAROLO0808432576-144

GIRONE C

AUDACE BOMBERS – CENTRO MINIBASKET OZZANO 80 – 67

(22-11; 45-27; 66-47)

Audace: Lamborghini L. 4, Branchini 17, Carasso, Franceschini 4, Marzioni 19, Poli 4, Grilli 12, Avellini 2, Cornale 2, Albertazzi 9, Cuozzo 7. All. Grassilli.

Ozzano: Righi 13, Cernera, Landi, Scapinelli 4, Cisbani 5, Giannasi 5, Ballardini 16, Perini 17, Galletti 7, Tantini. All. Midulla.

VILLANOVA BASKET TIGERS – POL. STELLA 69 – 79

DOLPHINS – IMMOBILIARE 2000 77 – 83

(26-25; 44-46; 60-61)

Riccione: Amadori 12, Migoni, Renzi 4, Gobbi 3, Bomba 17, Solazzi 24, Zanotti 6, Protti, Nori, Calegari 8, Sabbioni 3. All. Ferro.

Giardini Margherita: Fanelli 19, Minghetti 8, Bernabini 13, Tosiani 3, Morra Ja. 9, Mondini, Nguesso, Riguzzi 12, De Simone 5, Argenti 4, Paolucci 2, Artese 8. All. Morra Jo.

PALL CASTEL S.P.T. 2010 – CESENA BASKET 2005 50 – 48

(14-8; 27-25; 41-38)

Castel San Pietro: Zuffa 14, Fusella ne, Turrini, Piani Gentile, Creti T. 7, Zaniboni, Pedini 5, Pontrelli 1, Mondanelli 2, Capobianco 10, Guastamacchia ne, Tabellini 11. All. Creti A.

Cesena: Ricci ne, Rossi 13, Santoro 8, Zoboli 5, Domeniconi, Ravaioli 10, Pezzi, Montalti 6, Sanzani 6, Picchetti ne. All. Solfrizzi.

SELENE BK S.AGATA – G.S. INTERNATIONAL BASKET RINVIATA

RECUPERO

VILLANOVA BASKET TIGERS – PALL CASTEL S.P.T. 2010 72 – 67

(15-19; 33-31; 54-44)

Villa Verucchio: Bronzetti 5, Frigoli 16, Russu 21, Tomasi 8, Mussoni 17, Guiducci F. 5, Fabbri, Giacobbi, Gnoli, Parri, Zannoni ne. All. Evangelisti.

Castel San Pietro: Zuffa 7, Fusella, Turrini 2, Piani Gentile 5, Pedini 2, Creti T. 11, Zaniboni 8, Pontrelli 2, Mondanelli 4, Capobianco 13, Guastamacchia, Tabellini 13. All. Creti A.

CLASSIFICA

VILLANOVA TIGERS12761493405+88
IMMOBILIARE 2000 BOLOGNA12761506447+59
STELLA RIMINI8642454433+21
CMO OZZANO8743536538-2
SELENE S. AGATA6431297293+4
RICCIONE6734428435-7
INTERNATIONAL IMOLA6532339359-20
CESENA BASKET 20054725471460+11
AUDACE BOLOGNA4624413436-23
CASTEL SAN PIETRO 20104826475518-43
BASKET CLUB RUSSI0606366454-88

Serie B, Rimini sbanca il “PalaRuggi”!

SERIE B 8° Giornata

GIRONE B

BELCORVO S.VENDEMIANO – UNITED EAGLES UDINE 69 – 74

PONTONI MONFALCONE – AGOSTANI CAFFE’ OLGINATE 74 – 75

ANTENORE ENERGIA PADOVA – BERGAMO BASKET 2014 102 – 96

GEMINI MESTRE – GREEN UP CREMA 82 – 63

RIMADESIO DESIO – FERRARONI CREMONA 70 – 72

PALL. FIORENZUOLA 1972 – SECIS 75 – 60

(15-14; 29-31; 59-41)

Fiorenzuola Bees: Galli 6, Bracci 10, Rubbini 19, Alibegovic, Livelli 12, Filippini 16,  Avonto ne, Binelli ne, Cipriani 4, Bussolo, Ricci 6, Jovanovic 2. All. Galetti.

Jesolo: Rosada 2, Edraoui, Quaglia 4, Favaretto 22, Malbasa 10, Busetto 2, Rossi ne, Grani, Maestrello 2, Bolpin, Bovo 18. All. Teso.

Si conferma Fiorenzuola nelle zone altissime della classifica dopo il successo contro Jesolo, formazione che si presentava in Emilia imbattuta in trasferta.

La sfida al PalaMagni inizia con mani gelide da parte di entrambe le squadre: Rubbini prova a far mettere le freccia con la penetrazione mancina al 6’ per l’8-6, ma le compagini rimangono sotto il 30% dal campo. Jesolo prova la difesa a zona, ma Fiorenzuola trova in Filippini 5 rimbalzi vitali che, con la tripla di Rubbini, danno i primi due possessi di vantaggio alla squadra di coach Galetti (11-6). Con 5 punti consecutivi, Favaretto fa ricucire Jesolo entrando nell’ultimo minuto di partita, dimostrando le ottime qualità difensive della squadra di coach Teso. E’ Bovo a chiudere il parziale con la bomba sulla sirena, lasciando ai Bees solamente un punto di vantaggio: 15-14. Nel secondo parziale, Fiorenzuola prova a far accendere Bracci sull’assist di Livelli, ma la tripla al 13’ di Malbasa mantiene le squadre a contatto (18-17). Galli prende la moto e scorrazza con il lay-up in terzo tempo per il +3 fiorenzuolano, ma Jesolo rimane attaccata con abnegazione. La partita risulta poco spettacolare, Bovo recupera palla e in contropiede solitario inchioda il 24-24 al 18’. Timeout Fiorenzuola. Sul finale di quarto Rubbini, con una tripla fondamentale, vanifica il sorpasso compiuto dagli ospiti, ma Favaretto è letteralmente on fire e risponde pan per focaccia. 29-31 a 21″ dal termine. E’ proprio così che si chiude la prima frazione di gioco, con Jesolo guidata dalla doppia doppia di Bovo (10 punti, 11 rimbalzi). Al rientro dagli spogliatoi, Galli in casa Fiorenzuola Bees e Rosada per Jesolo, si scambiano colpi di classe per il 33-33 al 22’; Filippini, sulla linea di fondo, inchioda la schiacciata, subito dopo Rubbini recupera palla e in contropiede riporta avanti i Bees, facendo esplodere la panchina gialloblu: 37-33 al 24’. Fiorenzuola arriva fino al +8 con il semigancio destro di Filippini al 26’, costringendo al timout Jesolo. Al rientro in campo, i Bees pungono ancora senza lasciare scampo. 4-0 di break firmato Livelli e Filippini ed altro timeout pieno della panchina veneta sul 47-35. Rubbini scaglia la tripla dopo il palleggio e step back al 29’, ancora il play-guardia gialloblu, sulla sirena, chiude un clamoroso parziale da 30-10 per i padroni di casa sul 59-41. Negli ultimi 10′, Jesolo prova a recuperare il gap accumulato, ma Bracci, con due canestri consecutivi, riesce a mantenere Fiorenzuola a distanza di sicurezza. Quasi incredibilmente vengono fischiati due falli tecnici in un minuto alla panchina fiorenzuolana, con Jesolo che ringrazia e torna a -13 (65-52 al 35’). E’ ancora Bracci l’uomo in più in casaBees, sfruttando gli assist di Livelli e Rubbini. Ci pensa infine Filippini, con i tiri liberi al 39’, a mettere il punto definitivo ad una gara molto più complessa di quanto possa dire il risultato finale. Finisce 75-60, con un grande secondo tempo per Fiorenzuola.

PALL. BERNAREGGIO’99 – LUXARM LUMEZZANE 68 – 75

CIVITUS ALLIANZ – ALLIANZ BANK 60 – 76

(12-21; 35-46; 51-68)

Vicenza: Cecchetti 12, Piccone 9, Mazzucchelli 14, Petracca, Sebastianelli 8, Piccoli 12, Chiti 5, Bastone 10, Rigon, Basso ne, Visentin ne, Giaquinto ne. All. Ciocca.

BB2016: Resca, Galassi 16, Beretta 14, Graziani 22, Fontecchio 12, Hidalgo 8, Rossi 8, Felici, Guglielmi 6, Oyeh, Tripodi. All. Lunghini.

Prima vittoria in trasferta per il Bologna Basket 2016. I bolognesi giocano una partita solida e di grande determinazione contro Vicenza, mettendo in campo una difesa arcigna e sempre pronta a reagire agli attacchi avversari. Offensivamente i giocatori di coach Lunghini colpiscono dalla distanza e battono il pressing vicentino con passaggi ragionati, vincendo anche la gara a rimbalzo (52 a 35), velocizzando il gioco e ripartendo appena possibile in contropiede. Tutta un’altra faccia, insomma, rispetto alle ultime, opache prestazioni, così come confermano gli eccellenti numeri statistici: 29/68 dal campo, con quasi il 41/% da 3 (13/32), 17 assist contro gli 11 dei padroni di casa ed anche una buona prestazione dalla lunetta (15/21). Sottolineata la grande prova di squadra, ottimi segnali provengono anche dai singoli. Su tutti un’Andrea Graziani sempre più trascinatore (22 punti, 9 rimbalzi, 3 assist e 1 stoppata), coadiuvato da un ispirato Eugenio Beretta (14 punti e 9 rimbalzi), da un concreto Luca Fontecchio in doppia doppia (12 punti e ben 12 rimbalzi) e da un ottimo Matteo Galassi (16 punti). Ad orchestrare il tutto dalla panchina Giovanni Lunghini che gestisce sapientemente i suoi ragazzi, fermando la partita nei momenti giusti ed assicurando un minutaggio funzionale all’efficacia del gioco felsineo.

Primo quarto in equilibrio per 5′, poi Galassi, Graziani e Fontecchio scavano un primo solco, colpendo ripetutamente dalla lunga distanza per il +9 di fine quarto. Secondo periodo che si apre con un’altra tripla del capitano, ma Vicenza piazza un parziale di 10-2 e ripassa gli ospiti. Controparziale del BB2016 di 7-2 firmato Graziani ed Hidalgo, poi Beretta realizza un gioco da 3, sempre Graziani marca 5 punti di fila e i felsinei volano al +12 per arrivare alla pausa avanti di undici lunghezze (35-46). Dopo l’intervallo, il BB2016 incrementa ancora il vantaggio con Hidalgo e l’onnipresente Graziani. Beretta e Fontecchio svettano a rimbalzo, Guglielmi piazza due triple mortifere e il vantaggio sale fino al +17. Nell’ultima frazione il BB2016 controlla con autorità la gara. Fontecchio segna da sotto e distribuisce assist e c’è spazio anche per Rossi che infila due tiri pesanti, per il massimo vantaggio di +19 che, al fischio finale, diventano un +16 di tutto rispetto.

CLASSIFICA

PGVP%
Gemini Mestre16880100.0
Gesteco Cividale1487187.5
Pall. Fiorenzuola 19721286275.0
Ferraroni JuVi Cremona1286275.0
WithU Bergamo1085362.5
Rucker Belcorvo San Vendemiano1085362.5
Agostani Caffè Olginate884450.0
Civitus Allianz Vicenza884450.0
Pontoni Monfalcone683537.5
Rimadesio Desio683537.5
Antenore Energia Virtus Padova683537.5
Secis Jesolo683537.5
Bologna Basket 2016482625.0
LuxArm Lumezzane482625.0
Pallacanestro Crema482625.0
Lissone Interni Bernareggio281712.5

GIRONE C

SUTOR MONTEGRANARO – REAL SEBASTIANI RIETI 62 – 63

CURTI IMOLA – RIVIERABANCA RIMINI 71 – 88

(19-15; 35-35; 56-60)

Imola: Cusenza 13 (3/3, 2/5), Carnovali 13 (1/3, 3/10), Trentin 12 (3/6, 1/1), Calabrese 8 (4/5), Trapani 8 (2/3, 1/2), Fazzi 8 (3/5, 0/2), Wiltshire 5 (2/3, 0/2), Vigori 4 (2/6, 0/1), Corcelli (0/2, 0/2), Guidi, Fussi ne. All. Grandi.

Rimini: Masciadri 18 (8/10, 0/5), Tassinari 17 (5/7, 2/6), Bedetti 13 (4/5, 1/4), Saccaggi 10 (5/5, 0/4), Rivali 9 (1/4, 2/4), Arrigoni 8 (3/8), Scarponi 6 (2/3), Rinaldi 5 (1/4, 1/1), Mladenov 2 (1/1, 0/0), Fabiani, Rossi, Amati. All. Ferrari.

RivieraBanca vince il derby! Super vittoria per i riminesi, che sbancano il PalaRuggi con una prestazione maiuscola, superando gli avversari, ad onor del vero con un Trapani non in ottime condizioni, per ritmo ed intensità soprattutto nella seconda metà di gara e conquistano due punti importantissimi per la classifica.

Inizio di grande equilibrio con entrambe le squadre che imprimono subito un ritmo alto alla partita: Rimini manda a segno tutto il suo quintetto base, mentre i padroni di casa si affidano a Cusenza e Trapani (11-10 al 7′), poi Imola trova un mini allungo sul finire di primo quarto grazie ai canestri di Trentin e Cusenza (19-15). Nel secondo quarto è RivieraBanca a partire forte con un parziale di 9-0, l’Andrea Costa accorcia con Vigori e Carnovali ma i biancorossi riallungano con Masciadri (23-28 al 15′); i padroni di casa reagiscono e costringono Ferrari al timeout dopo la tripla di Trapani ed il canestro di Calabrese (28-28 al 17′). Tre volte Masciadri riportano avanti Rimini, Carnovali, però, non ci sta e risponde a tono prima dei liberi di Trentin e Rivali che chiudono il primo tempo in parità (35-35). Al rientro dagli spogliatoi la partita sale ulteriormente di colpi: Imola punisce da tre punti a ripetizione con Carnovali, Cusenza e Trentin, ma i biancorossi replicano con Saccaggi ed il solito Masciadri che firmano il pareggio prima della bomba del vantaggio di capitan Rinaldi (47-50 al 25′); Imola risale la china con Calabrese, ma le triple di Bedetti e Scarponi lanciano RivieraBanca verso il vantaggio di fine terzo quarto (56-60). L’Andrea Costa si porta sul -1 con la tripla di Carnovali in apertura di ultimo quarto, ma Rimini non si fa sorprendere e replica con un parziale di 9-0 per la doppia cifra di vantaggio (61-71 al 35′). I biancorossi travolgono di energia gli avversari: Tassinari segna 5 punti in fila costringendo Grandi al timeout (63-77 al 37′), mentre il fade away di Masciadri ed il canestro con fallo di Bedetti fanno il +16 Rimini (65-81 al 38′) che mette definitivamente in ghiaccio il risultato finale.

NPC RIETI PALL. – VIRTUS BASKET CIVITANOVA 58 – 33

GIULIA BASKET – TIGERS 70 – 90

(21-22; 40-42; 57-67)

Giulianova: Caverni 19 (9/13, 0/3), Fattori 15 (4/11, 2/5), Di Carmine 14 (5/10), Cianci 10 (4/9, 0/0), Buscaroli 8 (1/4, 1/2), Bischetti 2 (1/2, 0/1), Motta 2 (1/3, 0/3), Nafea, Scarpone S., Scarpone F. ne, Pulcini ne, Giacomelli ne. All. Domizioli.

Cesena: Bugatti 19 (4/7, 2/7), Anumba 15 (3/8, 3/5), Genovese 15 (4/7, 2/5), Moretti 11 (4/4, 1/2), Nwokoye 10 (4/7), Brighi 10 (0/1, 3/5), Gallizzi 8 (2/3, 1/5), Mascherpa 2 (1/1, 0/2), Arnaut, Ndour ne. All. Tassinari.

RAGGISOLARIS FAENZA – TERAMO A SPICCHI 2K20 65 – 68 dts

(9-15; 27-29; 38-50; 58-58)

Faenza: Bianchi ne, Siberna 12, Vico 12, Ballabio 2, Poggi 6, Reale 2, Morara 5, Petrucci 13, Ugolini 5, Aromando 8, Cortecchia ne, Rosetti ne. All. Serra.

Teramo: Ticic, Guilavogui 2, Di Giorgio ne, Bottioni 7, Bertocco 27, Antonelli 13, Bonci, Ragonici ne, Di Donato 8, Triassi, Cucco 11. All. Salvemini.

Teramo si aggiudica un match molto combattuto decisosi al supplementare.

Come da previsioni ,sono le difese a farla da padrona ed infatti si segna poco soprattutto nel primo tempo, ma lo spettacolo non ne risente. Proprio la fase difensiva della Rennova mette in difficoltà i Raggisolaris nella prima parte di gara, bravi, però, a reagire quando si trovano sotto 11-22. È capitan Petrucci a suonare la riscossa e a permettere di arrivare all’intervallo sotto 27-29. Al rientro in campo, Teramo dimostra di avere più feeling con il canestro e tocca il 31-48 e come era già accaduto in casa di Rieti, proprio nel momento più difficile si vede il vero volto dei Raggisolaris. Con una difesa aggressiva e un attacco che gira a meraviglia, arriva il sorpasso grazie alla tripla di Aromando a 39’’ dalla fine (58-58), poi Bertocco, dalla lunetta, segna il libero che vale il supplementare. L’overtime è un susseguirsi di emozioni (stupendo il botta e risposta da tre punti tra Cucco e Siberna) e così a rompere il grande equilibrio sono i liberi di Cucco del 65-68 a 4’’ dalla fine. Faenza chiama time out per costruire il tiro della parità, ma la conclusione di Vico non trova il canestro.

PALL. SENIGALLIA – SINERMATIC 69 – 62

(17-18; 30-38; 45-45)

Senigallia: Giannini 9, Calbini 4, Giacomini 7, Gnecchi 8, Varaschin 21, Bedetti 4, Bedin 12, Giuliani ne, Terenzi ne, Figueras ne, Cicconi Massi 4, Rossini ne. All. Gabrielli.

Ozzano: Landi, Folli 6, Galletti ne, Cisbani ne, Misljenovic, Klyuchnyk 13, Chiappelli 14, Barattini ne, Ceparano 7, Bonfiglio 19, Lasagni 3. All. Loperfido.

Trasferta amara per i New Flying Balls, che escono a bocca asciutta dal PalaPanzini di Senigallia per 69 a 62. Nonostante una partita condotta per oltre trenta minuti, i ragazzi di coach Loperfido arrivano al rush finale scarichi di energie, spenti di idee e complici le 29 palle perse, non riescono a fermare la rimonta dei padroni di casa, che fanno così bottino pieno lasciando tanto amaro in bocca alla Sinermatic. Ancora problemi e assenze in casa New Flying Balls: out ancora una volta Iattoni, coach Loperfido recupera Lasagni (non ancora in perfette condizioni), ma deve fare a meno dell’infortunato Barattini, in panchina ad onor di firma.

Nella prima frazione di gioco dominano i lunghi di entrambe le squadre: l’ex Bedin da una parte, Chiappelli e Klyuchnyk dall’altra, regalano un bel primo quarto, vivace e senza particolare soste. Un primo periodo molto equilibrato che va in archivio con gli ospiti avanti 17-18. Nella seconda frazione la difesa di Ozzano continua a svolgere un eccellente lavoro e i Flying Balls mantengono sempre la testa del match, affidandosi ad un super Bonfiglio che realizza 13 punti in 10′ e segnando canestri di pregevole fattura. Le tante palle perse, però, non permettono ai Flying di andare al riposo lungo con un eccesivo vantaggio che, comunque, alla sirena è di otto lunghezze (30-38). Nella terza frazione cambia la musica: in casa Goldengas sale in cattedra Varaschin. Ozzano in apertura trova il massimo vantaggio sul +9 (31-40 al 22’), ma poco dopo l’inerzia del match cambia. Ozzano continua a difendere, ma cresce anche l’intensità difensiva marchigiana. L’attacco ozzanese si spegne e in costruzione di gioco vengono persi molti palloni. Senigallia, dal canto suo, non riesce a sfruttare al massimo le tante palle perse ozzanesi, anche perché spreca diversi tentativi dalla lunetta (meno del 60% a fine serata). Il parziale dei restanti otto minuti del quarto, però, dice 14-5 Senigallia, quanto basta per arrivare alla terza sirena in perfetta parità a quota 45. Ultimo quarto al cardiopalma: Senigallia ha l’inerzia a proprio favore e i decibel del PalaPanzini si alzano vertiginosamente. Ozzano, spinta da una ventina di rumorosi e stoici tifosi al seguito, continua a pasticciare in attacco, facendo crescere inesorabilmente il numero di palle perse. Al minuto 35, dopo un prima parte di periodo fatto di sorpassi e controsorpassi, Ozzano prova un cenno di allungo grazie ad una splendida tripla del mai domo Bonfiglio e di un Chiappelli da doppia doppia (14 punti e 13 rimbalzi) e vola a +6 (50-56). Senigallia non molla e dopo un time out, il duo Varaschin-Bedin si rileva micidiale. La Goldengas impatta e sorpassa la Sinermatic, la quale precipita in un amen a -5. Una tripla di Ceparano da al pubblico ozzanese un ‘ultima speranza (64-62), ma una bomba di Giannini mette la parola fine ad ogni tipo di discussione. Con un parziale complessivo di 19-6 negli ultimi cinque minuti, Senigallia si prende con merito la vittoria e sale in classifica a quota 10, staccando proprio la compagine ozzanese.

AURORA BASKET JESI – LIOFILCHEM ROSETO 50 – 68

LUISS ROMA – IL CAMPETTO ANCONA 64 – 68

CLASSIFICA

PGVP%
Liofilchem Roseto1487187.5
Andrea Costa Imola1286275.0
Real Sebastiani Rieti1286275.0
Luciana Mosconi Ancona1286275.0
Kienergia Rieti1286275.0
RivieraBanca Basket Rimini1075271.4
Goldengas Senigallia1085362.5
Rennova Teramo884450.0
Tigers Cesena884450.0
Sinermatic Ozzano884450.0
Raggisolaris Faenza683537.5
Giulia Basket Giulianova482625.0
The Supporter Jesi372528.6
Virtus Basket Civitanova Marche281712.5
Sutor Montegranaro281712.5
SSD LUISS Roma281712.5

C Gold, Ferrara prende a schiaffi la capolista Virtus Imola!

SERIE C GOLD

7° Giornata

BASKERS – OLIMPIA CASTELLO 2010 68 – 63

(28-9; 34-27; 53-44)

Forlimpopoli: Benedetti 1, Brighi 12, Rombaldoni 12, Vandi 2, Ricci 5, Piazza 1, Gaspari ne, Bracci 10, Donati 14, Gorini 2, Torelli ne, Semprini Cesari 9. All. Agnoletti.

Castel San Pietro: Masrè 15, Tomesani, Saba\ani 2, Govi 9, Papotti 14, Salsini, Biasco 2, Bisi ne, Musolesi 2, Costantini, Locci 19, Pieri. All. Serio.

Spesso i successi passano attraverso momenti di sofferenza. Rintuzzando nel concitato finale la reazione degli ospiti, i Baskérs acciuffano con merito il bis di vittorie, condannando altresì Castello al quinto passo falso nelle ultime sei uscite. Streghe sull’uscio artusiano quando un positivo Papotti stampa dall’arco il 67-63, a 75” dal gong, riducendo a due soli possessi il divario; poi succede poco o nulla, se non degno di nota l’1/2 ai liberi dell’MVP Brighi (sfiorata la doppia doppia con 9 rimbalzi e 7 falli subiti) a -24”. I ragazzi di Agnoletti, autori di una pregevole prestazione di squadra, con buona difesa e quattro pedine in doppia cifra e l’ottimo Semprini a quota 9, edificano le basi con un primo periodo da cineteca: già otto uomini a referto ed il redivivo DonaZti a quota 11 con 5’30” giocati. Sul – 19, l’Olimpia decide d’invertire la rotta e con un assetto da battaglia, molto aggressivo nella propria metà campo, obbliga i galletti alla miseria di sei punti segnati, con i soli due cesti di Semprini dal campo nel secondo quarto. Partita così di nuovo in vita, con Brighi che si erge ad assoluto protagonista ed il solito Rombaldoni che delizia gli astanti con un paio di iniziative da circoletto rosso (sua la bomba del 58-44 del 33’). Locci e Masrè sono gli ultimi ad alzare bandiera bianca, incredibilmente, con un solo canestro di Ricci e due liberi nei finali quattro giri di lancette, Forlimpopoli mette in carniere due punti che valgono platino.

PALLACANESTRO MOLINELLA – E80 BEMA 60 – 64

(14-16; 31-30; 51-55)

Molinella: Guazzaloca 6, Brandani 10, Macchia ne, Cobianchi, Labovic 8, Zanetti 9, Gianninoni ne, Bonanni 16, Baccilieri ne, Simonetti, Zoubi 2, Zytharyuk 9. All. Castaldi.

Castelnovo Monti: Sieiro 23, Rossi 5, Magnani 7, Tognato, Mallon 7, Ciano ne, Saccone ne, Caridi 8, Mabilli ne, Bergianti ne, Parma Benfenati 14. All. Tumidei.

Terzo successo consecutivo per la E80 Group che supera in trasferta Molinella col punteggio finale di 60-64. I ragazzi guidati da coach Tumidei portano a casa un’altra importante vittoria dopo quaranta equilibrati minuti e con il risultato che è rimasto in bilico sino all’ultimo secondo.

La partenza di entrambe le squadre è lenta, con tanti errori sia da una parte che dall’altra e dopo quattro minuti il punteggio rimane fermo sul 2-2. L’incontro si accende nella seconda parte della frazione, con i giocatori che riescono a trovare con più facilità la via del canestro. Ci pensa, però, Parma Benfenati a segnare otto punti in fila e permettere agli ospiti di chiudere in vantaggio il primo mini-intervallo (14-16). Il secondo periodo segue la falsariga di quello precedente: si alternano infatti momenti con tanti canestri, ad altri con diversi errori al tiro e percentuali basse. Bonanni, il migliore di Molinella, cerca di spingere i suoi, ma è capitan Mallon a tenere in partita i montanari. Anche il lungo Zytharyuk si accende in questa fase del match e i felsinei completano il sorpasso proprio allo scadere dei primi venti minuti (31-30). Al rientro in campo ha, però, inizio lo Sieiro-show: il giocatore di Cordoba realizza rubate, rimbalzi, assist, contropiedi e ben 17 punti nel quarto che permettono alla LG di scappare sino al +9. Molinella soffre il momento e la verve dell’argentino, ma riesce nel finale di periodo a rientrare e affrontare l’ultimo periodo con quattro lunghezze di svantaggio. Negli ultimi dieci minuti la tensione in campo è palpabile, le percentuali al tiro si abbassano ulteriormente e nessuna delle due formazioni riesce a firmare il parziale decisivo. Castelnovo raggiunge anche il +6, ma i bolognesi non mollano e a metà frazione sono indietro di due sole lunghezze (58-60). Si alza, però ,il livello difensivo della LG, che sbaglia di meno in attacco e concede due soli punti agli avversari negli ultimi cinqueminuti: ai castelnovesi basta infatti un parziale di 2-4 per chiudere il match e raccogliere il terzo “foglio rosa” di fila.

BMR – DILPLAST CLEVERTECH 91 – 77

(23-30; 43-37; 68-68)

Basket 2000 Reggio Emilia: La Rocca, Sprude 21, Longagnani 3, Dias 7, Longoni 12, Magini 12, Fontanelli,  Paparella, Pini 8, Germani 12, Magni 13, Coslovi 4. All. Diacci.

Montecchio: Piccinini, Vecchi 11, Sinisi 3, Casu, Basso 8, Pedrazzi 6, Riccò 16, Colla 14, Illari 3, Negri 6, Montanari 10. All. Cavalieri.

Il Basket 2000 prosegue nella propria striscia positiva aggiudicandosi il derby reggiano. Al PalaRegnani, ad arrendersi è il fanalino di coda Montecchio, che gioca comunque una gara alla pari con gli uomini di Diacci, con il tabellone che al 30’ segna perfetta parità (68-68). Nel quarto periodo, la Bmr allunga e centra la terza vittoria consecutiva, col centro Sprude (21 punti, 9/11 da 2 e 8 rimbalzi) a spiccare sotto i tabelloni.

FERRARA BASKET 2018 – INTECH 74 – 51

(20-11; 41-24; 56-42)

Ferrara: Agusto 18, Bianchi 13, Marzo, Egidi, Cattani 3, Cortesi 1, Costanzelli 9, Seravalli 15, Tognon 13, Verrigni, Fabbri, Ciaroni. All. Furlani.

VSV Imola: Nucci 4, Galassi 6, Castelli, Aglio 9, Carella, Magagnoli 4, Ranocchi 14, Diminic 5, Seskus 9, Savino. All. Regazzi.

Scivola, nel peggiore dei modi, l’Intech in quel di Vigarano Mainarda contro i rivali storici di Ferrara, che si impongono nettamente per 74-51.Un ko non fa primavera o, in questo caso, inverno, ma è certo che Aglio e compagni dovranno far tesoro del -23 per ripartire a testa bassa fin dal prossimo impegno casalingo in programma domenica contro Francesco Francia Zola Predosa degli ex Errera e Giuliani.

Imola sempre sotto fin dalle prime battute, con i locali che chiudono agevolmente avanti 20-11 il primo quarto, grazie ai 7 punti di Costanzelli sotto le plance e le triple di Seravalli e Tognon. Regazzi sceglie il primo quintetto mandando in campo Seskus (al rientro dopo l’infortunio), Aglio, Ranocchi, Magagnoli e Diminic, ma non ottiene una risposta adeguata, dunque comincia a ruotare gli effettivi, dando spazio a Nucci, Galassi e Carella. Ma anche il secondo parziale non regala emozioni ai gialloneri, con il solo capitano Aglio a segnare con un po’ di costanza (7 nel parziale, 9 all’intervallo). Non è certo una bella Virtus quella che si accomoda negli spogliatoi per la pausa lunga, sotto nel punteggio 41-24 e nel morale: nessun imolese in doppia cifra dopo 20’, mentre tra i biancoazzurri è capitan Agusto a chiudere a 12 punti. Perchè, tra l’altro, i padroni di casa non giocano nemmeno una partita eccezionale, con tanti errori al tiro e nelle scelte. Ed è un peccato davvero non aver superato un Ferrara certamente non in formato “Deluxe”, anzi. Non entra Verrigni, Cortesi è fuori partita al tiro, il pivot Cattani infila una tripla clamorosa nell’ultimo quarto, ma per il resto non è irresistibile. Il motore a tre della squadra di Furlani è diviso tra Agusto, Seravalli e il sorprendente Tognon. Al rientro in campo, la reazione della Virtus è rabbiosa ed ha il volto di Alessandro Ranocchi che segna 12 punti nel parziale, ma soprattutto la tripla e i tre canestri filati che portano Imola sul -8 (44-36 al 3’40”) che potrebbe riaprire, clamorosamente, il match. Ma sul più bello, Ferrara esce con tre triple realizzate dalla coppia Seravalli-Tognon ed un paio di canestri di Agusto che ridanno smalto ai biancoazzurri (36-56 a poco più di un giro di lancette dalla sirena). Il quarto, poi, si chiude sul 56-42, con Imola che avrebbe ancora le carte per potersela giocare nell’ultimo spiraglio di partita. Regazzi manda in campo Aglio, Carella, Ranocchi, Nucci e Galassi in cabina di regia, ma, dopo i liberi di Nucci (-12), arriva la tripla di Cattani allo scadere dei 24” dall’angolo destro che, in pratica, dà una “spallata” alla Virtus che fatica a riprendersi. E nemmeno il timeout di Regazzi scuote la squadra che dal -17 (cesto facile di Bianchi), non torna più in partita. Altri 5 punti (con tripla) di Bianchi spingono Ferrara sul 68-46 a metà frazione. Non ci sono, però, altri spunti interessanti e, soprattutto, determinanti della Virtus che chiude subendo il canestro di Tognon che vale il 74-51 finale. Vince Ferrara che, tra l’altro, domina anche a rimbalzo e soprattutto, nel tiro dalla distanza, dove fa il vuoto con 9 centri contro le sole 3 triple dell’Intech.

PREVEN – PALLACANESTRO FULGOR 65 – 75

(28-11; 34-35; 43-51)

Zola Predosa: Zanotti, Bianchi 1, Folli 18, Giuliani 4, Degregori 5, Errera 14, Biello, Bavieri 5, Marzatico ne, Bianchini 7, Penna ne, Almeoni 11. All. Cavicchi.

Fidenza: Taddei 2, Sichel 12, Paterlini, Sabotig 2, Marchetti 4, Biorac 7, Di Noia 14, Fainke 6, Montanari, Arbidans 4, Allodi 10, Perego 14. All. Bertozzi.

CLASSIFICA

VSV IMOLA8541380327+53
FULGOR FIDENZA8541380337+43
BASKET 2000 SCANDIANO8642437402+35
FRANCESCO FRANCIA ZOLA8743526495+31
FERRARA BASKET 20188743456449+7
LG COMPETITION CASTELNOVO6431273251+22
BASKERS FORLIMPOPOLI6633422411+11
PALL. MOLINELLA4624412412+0
OLIMPIA CASTEL SAN PIETRO4725464507-43
S.G. FORTITUDO BOLOGNA4624409470-61
ARENA MONTECCHIO2716481579-98

C Silver, Guelfo si beve Medicina tutta d’un fiato… Colpaccio CVD!

SERIE C SILVER 7° Giornata

GIRONE A

ANZOLA BASKET – CVD BASKET CLUB 65 – 71

(20-12; 42-37; 50-53)

Anzola: Spampinato 12, Parmeggiani F. ne, De Ruvo 12, Parmigiani S. 13, Carpani 4, Daly 1, Zanetti ne, Baccilieri 18, Lullo ne, Orsi 3, Beccafichi ne, Betti 2. All. Moffa.

Cvd Casalecchio: Rosa 1, Veronesi 9, Tabellini 11, Corradini 6, Vivarelli, Taddei, Campanella 12, Fuzzi 8, Lelli 14, Biguzzi ne. All. Baiocchi.

CREI – PALL. CORREGGIO 61 – 70

(11-19; 27-32; 46-50)

Granarolo: Drago 6, Poggi 7, Paoloni Lu. 17, Pani 2, Tugnoli 11, Tolomelli 4, Bertacchini 5, Guastaroba, Zani 2, Paoloni Lo. 7, Brotza. All. Millina.

Correggio: Messori 1, Sabbadini ne, Ricco F. 12, Sutera ne, Riccò A. 9, Branchini, Guardasoni L. 16, Canovi 2, Guardasoni M. 9, Vivarelli 5, Lavacchielli 16, Frilli. All. Stachezzini.

La capolista Correggio espugna con merito il palasport di Granarolo, al termine di una partita spigolosa che ha condotto per 36 minuti su 40; i reggiani hanno portato a casa il risultato in virtù di una costanza di rendimento e intensità nell’arco di tutti i 40′, mentre il demerito della Crei è di aver avuto un rendimento e un’intensità di gioco troppo altalenanti, con reazioni veementi quando era sull’orlo del baratro e cali di intensità in apertura di ogni quarto, vanificando così i continui riavvicinamenti agli ospiti. I felsinei (ancora privi di Salvardi e Salicini) ripresentano fra gli effettivi il play Pani, all’esordio in campionato per via di uno strappo in preseason, ma la malasorte si accanisce contro il play sardo e le Crei tutta: a 10″ dalla fine del terzo periodo, Pani deve abbandonare il match per una lussazione alla spalla destra, in seguito ad un fallo subito a metà campo che, nella migliore delle ipotesi, lo terrà lontano dal terreno di gioco per 2-3 mesi.

Correggio si presenta al gran completo, ma anche gli ospiti devono pagare dazio alla sfortuna: al 7′ deve abbandonare la partita Andrea Riccò (autore di un avvio bruciante), al quale ha ceduto un ginocchio (distorsione?) mentre effettuava una penetrazione in area. L’avvio del match vede Granarolo accumulare un piccolo vantaggio (6-3 al 3’30”), ma gli ospiti mettono fin da subito in campo la loro intensità e fisicità e piazzano un parziale di 1-12 per il primo strappo della partita (7-15 al 5’30”). Bertacchini e Federico Riccò, con 4 punti a testa, accompagnano le squadre al primo riposo con il divario immutato (11-19 al 10′). In avvio di secondo quarto, Correggio allunga a +12 (11-23), la Crei reagisce con una tripla di Drago, Pani risponde a Federico Riccò poi, per tre minuti, le squadre maltrattano i ferri, fino ai due liberi di Matteo Guardasoni e di Vivarelli che portano gli ospiti su +13 (16-29 al 15’30”). Cinque punti consecutivi di capitan Paoloni (ancora una volta lui e Tugnoli i migliori per Granarolo) suonano la carica e i padroni di casa piazzano un 11-3 che li porta all’intervallo lungo con sole 5 lunghezze di svantaggio (27-32). L’avvio del terzo periodo si apre con un canestro di Tolomelli che fa ben sperare la Crei, ma gli uomini di Millina incappano in un altro passaggio a vuoto concedendo un 4/5 dal campo in 3′ ai gialloneri reggiani che riallargano la forbice a +12 (29-41 al 23′). Tugnoli da 2 e Poggi da 3 riportano a -7 la Crei, ma i fratelli Guardasoni e Federico Riccò ristabiliscono il +12 (34-46 al 27′). Un’altra tripla di Poggi scatena l’ennesima fiammata interna che si concretizza con 9 punti dei fratelli Paoloni (6 Luca ed una tripla di Lorenzo), suggellando il parziale di 12-4  che permette alla Crei di andare all’ultimo riposo sul -4 (46-50 al 30′). Ancora una volta è Correggio che inizia meglio il quarto: Granarolo segna solo con Tolomelli e dopo 3’30” si ritrova di nuovo in doppia cifra di svantaggio (48-58 al 33’30”). La partita è un elastico: Drago da 3 e Tugnoli da 2 per il -5, Lavacchielli da 3, Matteo e Luca Guardasoni da 2 ed è di nuovo +12 (53-65 al 36’30”). Ennesima fiammata della Crei: Tugnoli da 2, Luca Paoloni da 3, Lorenzo Paoloni da 2 e 1/2 dalla lunetta di Poggi e i padroni di casa sono di nuovo a -4 quando mancano sessantuno secondi alla sirena (61-65). Lavacchielli fa 1/2 dalla lunetta, ma Granarolo fallisce i tentativi d’attacco e sui falli sistematici, i reggiani arrotondano il punteggio al 61-70 finale.

OMEGA BASKET – REBASKET 58 – 69

(14-19;32-31; 44-57)

Omega: Conidi 4, Mazzoli 3, Torricelli F. ne, Guazzaloca 3, Malagoli 19, Bianchini, Ceccolini 6, Salsini, Rizzatti 9, Tazzara 14, Torricelli R. ne. All. Malaguti.

Castelnovo Sotto: Haraldsen, Vezzali ne, Castagnaro 5, Iori 8, Amici 12, Ramenghi 8, Palamà ne, Amadio 10, Bertolini 10, Bovio 1, Foroni, Lusetti 15. All. Casoli.

PALL. NOVELLARA – DESPAR 71 – 79

(18-27; 41-46; 61-62)

Novellara: Ferrari N. 3, Frediani ne, Morini 4, Folloni 11, Rinaldi 3, Bagni 9, Franzoni 9, Luppi ne, Carpi 3, Ciavolella 13, Brevini 4, Doddi 12. All. Boni.

4 Torri Ferrara: Cavazzoni ne, Pevere ne, Osellieri 8, Bianchi 6, Magnolfi, Marongiu ne, Canelo 9, Marchetti 12, Malfatto ne, Demartini 10, Kasa 28, Zaharia 6. All. Fels.

Due vittorie consecutive, come non era ancora accaduto in stagione, fanno spiccare il volo alla 4 Torri di Demartini e compagni che, con una bellissima prestazione, espugnano il caldo e difficile campo di Novellara con il punteggio di 79 a 71, trascinati nuovamente da un Jakub Kaša in forma strepitosa (25 punti).

Il match promette grande spettacolo ed equilibrio fin dalle battute iniziali di gioco, benché le palle perse sui due lati del campo siano tante. Da una parte una Despar pimpante e precisa al tiro da fuori, dall’altra invece Novellara che non vuole concedere agli ospiti la prima fuga di giornata. Ben presto però si scaldano gli animi e la panchina casalinga, che non condivide alcuni fischi arbitrali, è sanzionata con un fallo tecnico; si innervosisce anche il pubblico che, accorso numeroso, inizia a farsi sentire. La 4 Torri ne approfitta per scavare un piccolo solco portandosi sul 22 a 15. Marchetti si concede un 2/2 dall’arco dei tre punti ed un canestro in transizione che entra con l’aiuto del tabellone (12 alla fine per lui) e ancora Canelo trova i due punti sulla sirena: si va al primo riposo con i granata avanti 18 a 27. È poi Zaharia a firmare subito il +11, massimo vantaggio della partita. Novellara tutto sommato rimane sempre in corsa: coadiuvati da due palle perse di Osellieri, Morini e Bagni accorciano il distacco e Ciavolella, autore di 15 punti complessivi e miglior realizzatore per i suoi, infila il -4. La Despar non trova più soluzioni offensive soddisfacenti, ma dall’altra parte i reggiani non piazzano il parziale del sorpasso. In un gioco con tanti errori, è la 4 Torri che si sblocca prima con la difesa a zona e poi con Marchetti e Bianchi; il solito Kaša nuovamente mette unidici lunghezze di scarto tra le due squadre. Novellara, però, non si fa mai sopraffare e Franzoni, allo scadere della prima metà di gara, trova la tripla del -5: 41 a 46 all’intervallo. Si apre così un terzo quarto traballante per la Despar, che, però, mantiene sempre la leadership della gara, contro i reggiani trascinati dalle giocate di Ciavolella e Doddi. Inizia un botta e risposta che dura per tutto il periodo, con le due squadre sempre appaiate: Doddi porta i suoi sul -1, ma Novellara non riesce mai a colpire per il pareggio o per il sorpasso. La partita si scalda, Carpi prende il secondo tecnico a sfavore dei padroni di casa e un problema al cronometro sul finire del quarto raffredda un po’ i giocatori, ma soprattutto gli animi. Ciavolella segna, Kaša risponde punto su punto, ma ancora un tecnico, ravvisato a Rinaldi per simulazione, permette al ceco granata di realizzare dalla lunetta il +4 in un momento delicatissimo del match; non ci sta Folloni, però, che, allo scadere del periodo, fissa il punteggio sul 61 a 62 con un bellissimo tiro dall’arco. Ferrara non si piega, alza l’intensità della difesa e si riporta sul +5, ma Novellara non subisce il colpo e rimane viva, anche grazie ai problemi di falli di Kaša e di Marchetti, che uscirà di lì a poco commettendo il suo quinto personale. Sarà dunque Zaharia decisivo per la vittoria finale dei granata, infilando 4 punti, ma soprattutto catturando 5 dei suoi 10 rimbalzi complessivi. I reggiani si riportano sotto di un possesso con l’unica tripla di serata di Ferrari. Il finale di partita si preannuncia teso e ogni possesso pesa sempre di più: per questo è glaciale Canelo che, senza ritmo, trova la tripla del nuovo +5 esterno. Marchetti segna e poi è costretto a lasciare il campo per 5 falli, dovuti al gran lavoro sotto canestro di Ciavolella. Il pubblico prova a spingere Novellara verso la vittoria, ma è il momento di Jakub Kaša: prima in penetrazione e poi da tre punti assistito da Demartini, il ceco porta i suoi sulle decisive dieci lunghezze di vantaggio, che permettono alla 4 Torri di giocare con il cronometro e aggiudicarsi i 2 punti in palio con il risultato finale di 71 a 79.

CLASSIFICA

PALL. CORREGGIO12660383305+78
CVD CASALECCHIO10651383335+48
ANZOLA BASKET8642462435+27
4 TORRI FERRARA6633406394+12
NOVELLARA6734508521-13
GRANAROLO BASKET4624385392-7
PALL. SCANDIANO4624400396+4
REBASKET CASTELNOVO4624318353-35
OMEGA BOLOGNA2716378492-114

GIRONE B

CESTISTICA ARGENTA – ROBERTO NUTI 84 – 88

(21-15; 40-41; 60-60)

Argenta: Federici 1, Magnani 15, Cattani, Grazzi 10, Magnani, Tumiati, Frignani 10, Manias 9, Tedeschi 11, Martini 10, Malagolini 14, Di Tizio 4. All. Bacchilega

San Lazzaro: Negroni 2, Stojkov 4, Micheli 2, Flocco 22, Nanni 20, Omicini 19, Domenichelli 2, Scheda, Lanzarini 9, Baldi 4, Comastri 4. All. Rocca.

BASKET LUGO – GAETANO SCIREA BASKET RINVIATA

C.M.P. GLOBAL BASKET – DULCA 64 – 74

(11-22; 30-47; 43-60)

CMP Global: Cempini 11, Tinti M. 1, Morando 2, Fabbri 19, Malaguti, Minerva 2, Trepiccione 5, Trombetti 16, Simoni, Tinti F. 8. All. Lanzi.

Santarcangelo: Buzzone 9, Fusco 16, Ramilli 17, Mazzotti 8, Mulazzani 16, Chiari 2, James 6, Colombo, Mancini, Panzavolta. All. Bernardi.

GUELFO BASKET – VIRTUS MEDICINA 74 – 64

(19-15; 39-31; 59-45)

CastelGuelfo: Montaguti 7, Agriesti 3, Torreggiani, Conti S. 26, Sinatra 13, Goi 11, Dal Rio ne, Frassineti ne, Calzini 6, Naldi 8, Santini, Piazza. All. Conti A.

Medicina: Poluzzi 23, Bergami 6, Zambon 2, Lorenzini 2, Casadei 14, Curione 10, Martelli, Baccarini 3, Ricci Lucchi 4, Galvani ne, Bonazzi ne. All Dalpozzo.

CLASSIFICA

GUELFO CASTELGUELFO12761567472+95
VIRTUS MEDICINA10651430356+74
ANGELS SANTARCANGELO8642451400+51
BASKET LUGO6532345323+22
CMP GLOBAL BOLOGNA6633430409+21
GRIFO IMOLA6633406426-20
CESTISTICA ARGENTA2615432474-42
BSL SAN LAZZARO2615377461-84
G. SCIREA BERTINORO2615391508-117
1 2 3 240