Author Archives: admin

38° Isokinetic Playground Giardini Margherita, il calendario…

LUNEDI’ 24 GIUGNO

Ore 20        3° TROFEO EMIL BANCA PINK: MAGIKA CSP – LIBERTAS BOLOGNA

Ore 21        3° TROFEO EMIL BANCA PINK: TIGERS PARMA – BSL SAN LAZZARO

Ore 22        CENTRO MEDICO ATTIVA RISTORANTE LAMBRUSCO – ZURICH INSURANCE

MARTEDI’ 25 GIUGNO

Ore 20        3° TROFEO EMIL BANCA PINK: LIBERTAS BOLOGNA – BELLE COMODE

Ore 21        3° TROFEO EMIL BANCA PINK: TIGERS PARMA – MATTEIPLAST

Ore 22        COUPONLUS – CENTRO  MEDICO ATTIVA RISTORANTE LAMBRUSCO

MERCOLEDI’ 26 GIUGNO

Ore 20        3° TROFEO EMIL BANCA PINK: BSL – MATTEIPLAST

Ore 21        3° TROFEO EMIL BANCA PINK: BELLE COMODE – MAGIKA

Ore 22        KONGSQUAD – GTS BASKET

GIOVEDI’ 27 GIUGNO

Ore 20        3° TROFEO EMIL BANCA PINK: SEMIFINALE

Ore 21        3° TROFEO EMIL BANCA PINK: SEMIFINALE

Ore 22        FARMACIA COOPERATIVA – KONGSQUAD

VENERDI’ 28 GIUGNO

Ore 20.15   GTS BASKET – FARMACIA COOPERATIVA

Ore 22        3° TROFEO EMIL BANCA PINK: FINALE

LUNEDI’ 1° LUGLIO

Ore 20,15   CHALET GIARDINI MARGHERITA – #SEMPRE MINORS TRIPLE BASKET

Ore 22        KAFFEINA KOY’S – BELLI COMODI DUE TORRI FRESK’O

MARTEDI’ 2 LUGLIO

Ore 20,15   BELLI COMODI DUE TORRI FRESK’O – CHALET GIARDINI MARGHERITA

Ore 22        ZURICH INSURANCE – MATTEIPLAST ALICE

MERCOLEDI’ 3 LUGLIO            

Ore 20,15   #SEMPRE MINORS TRIPLE BASKET – KAFFEINA KOY’S

Ore 22        MULINO BRUCIATO CSI BOLOGNA – KONGSQUAD

GIOVEDI’ 4 LUGLIO

Ore 21        SERATA DI BENEFICIENZA: SELEZIONE GIORNALISTI – ALL STAR COUPONLUS

VENERDI’ 5 LUGLIO

Ore 20,15   #SEMPRE MINORS TRIPLE BASKET – BELLI COMODI DUE TORRI FRESK’O

Ore 22        ORPLAST GRUPPO GHEDINI – CIACCIO CASA

LUNEDI’ 8 LUGLIO

Ore 20,15   JUS BOLOGNA BASKET BANCA IFIGEST – CIACCIO CASA

Ore 22        COUPONLUS – MATTEIPLAST ALICE

MARTEDI’ 9 LUGLIO

Ore 20,15   COUPONLUS – ZURICH INSURANCE

Ore 22        JUS BOLOGNA BASKET BANCA IFIGEST – GRUPPO GHEDINI ORPLAST

MERCOLEDI’ 10 LUGLIO          

Ore 20,15   MATTEIPLAST ALICE – CENTRO MEDICO ATTIVA RISTORANTE LAMBRUSCO

Ore 22        MULINO BRUCIATO CSI BOLOGNA – FARMACIA COOPERATIVA

GIOVEDI’ 11 LUGLIO

Ore 20,15   GTS BASKET – MULINO BRUCIATO CSI BOLOGNA

Ore 22        PRIMA GIRONE D – SECONDA GIRONE D    

VENERDI’ 12 LUGLIO

Ore 20,15   TERZA GIRONE D – PERDENTE PRIMA GIRONE D/SECONDA GIRONE D

Ore 22        CHALET GIARDINI MARGHERITA – KAFFEINA KOY’S

LUNEDI’ 15 LUGLIO

Ore 20        QUARTO DI FINALE

Ore 22        QUARTO DI FINALE

MARTEDI’ 16 LUGLIO

Ore 20        QUARTO DI FINALE

Ore 22        QUARTO DI FINALE

MERCOLEDI’ 17 LUGLIO

Ore 20        SEMIFINALE

Ore 22        SEMIFINALE

GIOVEDI’ 18 LUGLIO Ore 21        FINALE

C Gold, altro colpo per Ferrara, ha firmato Percan!

Ferrara Basket 2018 è lieta di annunciare la firma di Alex Percan. Classe 1992, guardia, l’anno passato era alla Virtus Spes Vis Imola, avversaria dei biancazzurri in regular season e nei play off. Dalla stagione 2015/2016 e per le tre seguenti Percan ha indossato i colori della Salus Bologna, prima del passaggio alla già citata Imola. Adesso, la firma alla Ferrara Basket 2018.

Sono molto felice di aver firmato per Ferrara Basket 2018 – dice il neo biancazzurro – grazie a tutta la società che mi ha voluto tanto da un po’ di tempo e quando ti senti cosi desiderato non ho avuto dubbi per firmare e far parte di una società seria con un grande progetto. Conoscendo già tanti giocatori che saranno i miei compagni di squadra per l’anno prossimo mi aspetto che si crei un bel gruppo dentro lo spogliatoio, che cominciamo subito a lavorare duro dall’inizio e miglioriamo giorno dopo giorno cosi che potremo essere pronti quando conta di più. Sono già in pieno allenamento e arriverò pronto ad agosto e proverò a trasmettere la mia mentalità positiva e vincente anche agli altri e non vedo l’ora di iniziare. Invito anche i nostri tifosi a venire a darci un sostegno quando inizierà il campionato perché avremo bisogno di loro”.

C Gold, a Fiorenzuola arriva in panchina il romagnolo Galetti

Pallacanestro Fiorenzuola 1972 annuncia ufficialmente l’ingaggio di coach Gianluigi Galetti come nuovo coach in vista della stagione 2019/2020 in Serie C Gold.

Galetti arriva a Fiorenzuola d’Arda dopo aver allenato per circa tre lustri squadre come Faenza, Riva del Garda, Casale Monferrato, Senigallia, Palestrina e Scauri in Serie B. Nelle ultime stagioni, il nuovo coach gialloblu ha allenato Lugo, vincitrice del Campionato Serie C Gold nel 2016/2017 ed in seguito confermatasi in Serie B con ottimi campionati.

Sono molto contento di essere a Fiorenzuola’‘ ha detto coach Galetti al suo arrivo nella sede gialloblu.

“L’intenzione non era quella a tutti i costi di andare via da Lugo, dove ho vissuto ottime annate. Mi è tuttavia sembrato dal primo incontro con Fiorenzuola di trovare una società veramente seria, con persone competenti e che vogliono fare le cose per bene. Se l’impatto conta sempre molto, devo dire che quello con i gialloblu è stato molto positivo. Nella mia carriera ho fatto 11 anni dell’allora Serie B Eccellenza, vincendo per 7 volte la palma del miglior attacco in campionato. Mi piace, ovviamente, praticare un basket divertente con velocità e dinamismo in attacco, ma voglio iniziare questo percorso a Fiorenzuola partendo dal concetto di concretezza e solidità difensiva. Da qui, infatti, facendo pensare molto gli avversari e non concedendo tiri facili, costruiremo quella che sarà la nostra stagione. Ho un ricordo positivo di Pallacanestro Fiorenzuola 1972; con Lugo l’avevamo affrontata nella Semifinale Playoff e mi era sembrata una squadra molto strutturata e solida già da allora. La Finale di Coppa Emilia a Granarolo, e soprattutto la tribuna piena in Semifinale Playoff in gara 2, mi avevano già da allora colpito, per cui penso che ci possano essere tutti i presupposti per fare bene sia con la prima squadra, che col settore giovanile”.

C Gold, Ferrara Basket 2018 ricomincia da 3: Agusto, Cortesi e Legnani!

Siamo qua per fare il meglio possibile”. C’è chi, come Giovanni Agusto, è scaramantico e non pronuncia mai la parola promozione e chi, come Federico Legnani, di salti di categoria negli ultimi anni ne ha centrati quattro. E poi c’è Simone Cortesi, che conosce a menadito gli altri compagni e che non vedeva l’ora di ritornare a giocare all’ombra del Castello Estense.

È partito con il botto, il nuovo corso della Ferrara Basket 2018 del patron Daniele Schincaglia, che da quest’anno, e per questo va ringraziato il Kleb Basket Ferrara di Francesco D’Auria, giocherà all’MF Palace il sabato sera le gare interne. Anche il settore giovanile è tutto nuovo: ringraziata la Vis 2008 di Filippo Bertelli, adesso sotto con il Basket Estense Santa Maria Maddalena.

Parla Cattani. “Dico grazie alla Vis 2008, che ci ha consentito l’anno passato di essere qua, come ringrazio la nostra nuova società satellite, il Basket Estense e il Kleb, che ci farà allenare e giocare all’MF Palace le partite interne – dice il vicepresidente biancazzurro Giuseppe Cattani – Devo dire che siamo molto contenti degli accordi con Agusto, Cortesi e Legnani: abbiamo come obiettivo quello di fare qualcosa di meglio dell’anno passato e quest’anno proviamo a costruire la squadra più ferrarese possibile”.

Il diesse. A fare il punto sulla costruzione della nuova squadra ci ha pensato il diesse biancazzurro Donato Di Monte. “Vogliamo allestire un gruppo molto forte, non avendo una stella che faccia 30 punti, ma una squadra ed una società ben strutturate. Ci mancano due-tre buoni acquisti, almeno un paio dei quali stranieri. A giorni annunceremo le conferme di Cattani e Matteo Ghirelli”.

I nuovi. Federico Legnani manca da Ferrara dal 2006, dopo di che ha centrato quattro promozioni. “Scelta per la famiglia e per la squadra: ci siamo accordati subito, da diversi anni manco da Ferrara, in questi anni ho conquistato quattro promozioni, approdo in una società che ambisce a fare un campionato di vertice”. Simone Cortesi non vedeva l’ora di ritornare a giocare a Ferrara. “Sono pienamente felice della scelta fatta, ritorno a casa, dove mi sono sempre trovato benissimo. Non vedevo l’ora di tornare. Le ambizioni ci sono tutte, ce la metteremo tutta per fare il meglio possibile”. Chiusura con Giovanni Agusto, reduce da annate davvero importanti ad Ozzano, in Serie B. “Avrò un ruolo da grande, rispetto ai tempi della Pallacanestro Ferrara, giocare per obiettivi importanti ha pesato molto nella mia scelta: meglio una C da primissimi posti che una B per salvarsi. In C Gold è fondamentale avere un gruppo unito ed arrivare alla fine in forma”.

Under 16, terza giornata: la Virtus cede a Milano, Forlì è fuori per differenza canestri

1° Giornata

GIRONE A
Umana Reyer Venezia – Honey Sport City 73 – 64
A.D Basket Biancorosso Empoli – Pallacanestro 2.015 Forlì 68 – 76
GIRONE B
SS Felice Scandone – Oxygen Bassano 45 – 79
Stella Azzurra – Pall. Bernareggio’99 79 – 47

GIRONE C
Basket Leonessa Brescia – Unipol Banca Virtus Bologna 56 – 64
A|X Armani Exchange Olimpia Milano – Team ABC Cantù 76 – 61
GIRONE D
Pall. Don Bosco Livorno – College Basketball 62 – 69
Petrarca Padova – Pall. Varese 73 – 53

2° Giornata
Girone A
Umana Reyer Venezia – A.D Basket Biancorosso Empoli 76 – 66
Pallacanestro 2.015 Forlì – Honey Sport City Roma 27 – 68
Girone B

Oxygen Bassano – Pall. Bernareggio’99 84 – 54
Stella Azzurra Roma – SS Felice Scandone Avellino 90 – 58
Girone C

Unipol Banca Virtus Bologna – Team ABC Cantù 82 – 55
A|X Armani Exchange Olimpia Milano – Basket Leonessa Brescia 71 – 50
Girone D

College Basketball – Pallacanestro Varese 60 – 63
Petrarca Padova – Pall. Don Bosco Livorno 40 – 75

3° Giornata
Girone A
Umana Reyer Venezia – Pallacanestro 2.015 Forlì 82 – 71
Girone B

Oxygen Bassano – Stella Azzurra Roma 56 – 69
Girone C

Unipol Banca Virtus Bologna – Armani Exchange Olimpia Milano 59 – 63
Girone D

College Basketball – Petrarca Padova 62 – 102
Girone A
Honey Sport City Roma – A.D. Basket Biancorosso Empoli 58 – 79
Girone B

SS Felice Scandone Avellino – Pall. Bernareggio 99 77 – 87
Girone C

Basket Leonessa Brescia – Team ABC Cantù 71 – 57
Girone D

Pall. Don Bosco Livorno – Pall. Varese 55 – 40

C Silver, l’ultima a festeggiare è la Virtus Medicina!

C SILVER SPAREGGIO

DULCA – BERNAITALIA 51 – 68

(15-9; 26-30; 38-50)

Santarcangelo: Lucchi 2, Fornaciari 8, Zannoni 9, Fusco 5, De Martin 12, Colombo 2, Russu 5, Raffaelli 8, Adduocchio, Massaria, Riva, Buzzone. All. Evangelisti.

Virtus Medicina: Tinti 11, Mini 11, Casagrande 11, Mellara 3, Lorenzini 4, Curione 8, Giani 11, Marinelli 5, Seracchioli 4, Agriesti, Stagni, Stellino. All. Curti.

Sul neutro di Bertinoro, parte forte Santarcangelo, la Virtus sbaglia i primi nove tiri dal campo e il punteggio recita 15 a 1 per i romagnoli; coach Curti non si scompone, incita i suoi ragazzi, li galvanizza, trasmette fiducia, butta nella mischia Marinelli che piazza 5 punti e mette in partita la Bernaitalia: alla sirena 15 a 9 Dulca. Secondo periodo, Casagrande-Giani-Mini-Curione suonano la carica, è pareggio, bomba di Seracchioli e Virtus che passa al comando sul 26 a 30 con cui si va negli spogliatoi. Tera frazione e Medicina mette il turbo: sotto la regia di Tinti ispirato, vanno a bersaglio Mini, Casagrande e Curione. Giani (11 punti e 9 rimbalzi), insieme a Mellara e Lorenzini (4 punti e 7 rimbalzi), è un fattore determinante perché l’area giallonera è blindata. Virtus che scappa via sul 38 a 50 e per il gioco espresso è vantaggio stretto perché palle recuperate e contropiede, rimbalzo e transizione… si gioca il basket della Bernaitalia. Quarto periodo e Tinti (11 punti, 7 rimbalzi, 5 assist) macina canestri, Casagrande (11 punti, 8 rimbalzi, 5 recuperi) è ovunque, Mini (11 punti, 4 assist) porta dalla lunetta la Virtus a +20. Mellara & Giani presidiano i tabelloni, Lorenzini si sacrifica in difesa, ultimi minuti e c’è spazio per tutti. Virtus Bernaitalia Medicina vince e sale in C Gold. Punteggio finale 51 a 68. Bertinoro si tinge di giallonero, esplode la festa.

Serie B, gara5 fatale ai Tigers, a Montecatini andrà Orzinuovi

PLAY OFF Semifinali GARA 5

PAFFONI OMEGNA – SUPER FLAVOR MILANO 64 – 66 dts (2-3)

AGRIBERTOCCHI – AMADORI 74 – 71 (3-2)

(17-16; 33-32; 55-46)

Orzinuovi: Turel 20 (3/5, 4/9), Siberna 13 (5/7, 1/7), Galmarini 12 (6/8, 0/1), Tassinari 10 (2/4, 1/6), Bianchi 9 (2/4, 1/3), Timperi 6 (3/4, 0/2), Pipitone 4, Varaschin (0/1, 0/1), Mastroianni, Pennacchio ne, Ghidotti ne, Labovic ne. All. Salieri.

Tigers Cesena: Brkic 20 (5/7, 3/8), Battisti 17 (4/5, 3/5), Frassineti 9 (3/4, 1/4), Ferraro 7 (2/2), Sacchettini 6 (2/4, 0/1), Raschi 5 (1/4), De Fabritiis 3 (0/5, 1/5), Papa 3 (0/3, 0/2), Trapani 1 (0/2, 0/1), Poggi ne, Rossi ne, Dell’Omo ne. All. Di Lorenzo.

Serie B, Faenza si muove sul mercato e firma il pivot ucraino Klyuchnyk

Soffia il vento dell’Est sulla Rekico. Il primo volto nuovo della stagione 2019/20 è Dimitri Klyuchnyk, pivot ucraino ma di formazione italiana, nello scorso campionato alla Sinermatic Ozzano in serie B. Un giocatore che ha fatto molto male ai Raggisolaris soprattutto nella gara di ritorno vinta 78-75 dagli emiliani, con il centro che ha segnato ben 22 punti.

Giocatore di grande impatto fisico grazie ai suoi 210 cm, Klyuchnyk non è soltanto un ottimo rimbalzista, ma anche un buon tiratore come dimostrano i 10.9 punti di media a partita al suo esordio nel terzo campionato nazionale.

Nato a Lviv in Ucraina il 28 agosto 1994, Klyuchnyk inizia la sua carriera cestistica in Italia nell’Aquila Trento a 17 anni, società in cui milita in DNG nel 2012/13 dividendosi grazie al doppio tesseramento con il Basket Pergine in serie C Regionale. Nella stagione successiva si trasferisce all’Europa Bolzano in serie D, dove vince il campionato meritandosi la conferma: nel 2014/15 gioca in C Regionale con il club bolzanino poi passa all’Unione Basket Padova, debuttando in C Gold, torneo che lo consacra nella pallacanestro italiana. Nel 2016/ 17 si trasferisce al Fiorenzuola Basket nella C Gold dell’Emilia Romagna dove rimane due anni, sfiorando la promozione in serie B. Nel 2017/18 perde la finale play off contro Ozzano, club che lo ingaggia per il suo ritorno in serie B, trovando in Klyuchnyk uno dei protagonisti di una annata conclusasi con la salvezza diretta. Dopo tanti anni in Emilia, Dimitri si trasferisce in Romagna ed è pronto alla sua nuova avventura con la Rekico. Klyuchnyk è il secondo ucraino a vestire la canotta dei Raggisolaris dopo Vyacheslav Zytharyuk, a Faenza dal 2012 al 2015.

Promozione, gli spareggi di Calderara premiano BasketReggio e Tigers Villa Verucchio

PROMOZIONE SPAREGGI

BIANCONERIBA – ROSE&CROWN 37 – 78

(10-27; 14-43; 23-63)

Baricella: Cuoghi 2, Ballarin, Barbieri 8, Frazzoni 7, Sitta 3, Lenzi 7, Villani 1, Mantovani 2, Furlanetto, Donati 4, Samorè, Minozzi 3. All. Calandriello.

Tigers Villanova: Bronzetti 3, Di Giacomo 10, Giordani 7, Panzeri 2, Buo 7, Ambrassa 11, Guiducci F. 5, Semprini 2, Guiducci T. 6, Serpieri 7, Saccani 17, Bollini 1. All. Rustignoli.

Difficile immaginare un esordio migliore per i Villanova Tigers che, nella prima gara del concentramento che mette in palio gli ultimi due posti per la serie D, abbattono per 37-78 i Bianconeriba, al termine di una gara sempre a senso unico.

L’equilibrio dura solo pochi minuti, fino a quando un paio di scorribande di Frazzoni tengono i bianconeri a contatto. Poi, un paio di corse di Serpieri e le bombe del duo Panzeri-Saccani, scavano il primo solco, portando il divario subito oltre la doppia cifra. I bolognesi non riescono ad entrare nel match, rimbalzando in attacco contro la coriacea difesa dei neroverdi che, dall’altra parte, continuano a martellare con Ambrassa, chiudendo sul +17 il primo parziale. Nel secondo quarto, lo spartito non cambia, anzi: se la corsa Tigers prosegue con Tommaso Guiducci e Di Giacomo, Baricella si spegne definitivamente in attacco, segnando la miseria di 4 punti in 10’, affondando fino al severo 14-43 dell’intervallo. Nella ripresa tutti si aspettano una reazione da parte dei Bianconeriba, ma l’uno-due di Sitta e Barbieri è solo un’illusione: Federico Guiducci e Buo sono schegge impazzite che si incuneano imprendibili nell’area ospite, dilatando ulteriormente il distacco fino ad oltre 40 punti, suggellati dal buzzer di Ambrassa, prima di un ultimo quarto di autentico garbage time.

BASKETREGGIO – ROSE&CROWN 72 – 56

(19-12; 26-27; 50-45)

BasketReggio: Canuti 11, Coloretti 1, Generali 6, Boselli 5, Volpicelli, Ward, Croci 21, Morelli, Giorgino 2, Cantergiani 16, Giudici 9, Galvano 1. All. Boni.

Tigers Villanova: Bronzetti 3, Di Giacomo 11, Panzeri 10, Buo 8, Ambrassa 3, Guiducci F., Semprini, Guiducci T. 7, Rossi 2, Serpieri 4, Saccani 8, Bollini. All. Rustignoli.

Nella seconda gara degli spareggi di Calderara, i Villanova Tigers cadono per 72-56 contro Basket Reggio, al termine di un match passato quasi sempre all’inseguimento da parte degli uomini di coach Rustignoli. E’ una sconfitta su cui splende il sole, però: grazie alla netta vittoria della prima giornata, i neroverdi conquistano ugualmente la matematica promozione in serie D.

Andando in cronaca, il primo quarto è tutto di marca reggiana, con Giudici e Croci che cannoneggiano dall’arco, mentre dall’altra parte le tigri stentano a trovare buone soluzioni. Solo l’ingresso di Tommaso Guiducci ed una stretta in difesa, permettono ai romagnoli di avvicinarsi nel punteggio alla prima sirena. L’inerzia rimane in mano ai riminesi anche nel secondo parziale: un possesso alla volta, i Tigers prima si riavvicinano, grazie ad un buon lavoro in difesa, poi, con Di Giacomo e Saccani, sorpassano poco prima dell’intervallo: alla pausa lunga il tabellone recita 26-27. Al rientro dagli spogliatoi, il momento chiave: i Tigers partono forte, con la rubata di Panzeri che sembra poter dare l’abbrivio ai suoi. Dall’altra parte, però, Cantergiani fa il diavolo a quattro e segna quattordici punti pressoché consecutivi, capitalizzando al massimo anche l’antisportivo subito. Le bombe di Panzeri e Bronzetti tengono Villa Verucchio a contatto, ma l’inerzia del match sembra aver cambiato padrone. Una decisa spallata sembra darla un chirurgico Croci che, nell’ultima frazione, inizia con un siluro da otto metri, portando il divario oltre la doppia cifra. Di Giacomo e compagni, però, non mollano, pur faticando terribilmente. A 5’ dal termine, l’episodio che decide la partita: sul 54-45, Saccani tira da tre; la palla entra interamente nel cerchio, ma poi viene sputata dal fondo di una retina più volte rattoppata nel prepartita. Secondo gli arbitri il canestro non è valido: così, dal potenziale -6, Giudici segna i liberi del +11, che diventa +14 ancora con Croci. I Tigers finiscono qui, poi è tempo di fare i conti; quei conti che, alla fine, decretano la promozione in serie D al termine di una infinita cavalcata.

BASKETREGGIO – BIANCONERIBA 65 – 57

(14-13; 28-29; 42-40)

BasketReggio: Canuti 12, Coloretti 1, Generali 6, Boselli 2, Volpicelli 2, Croci 8, Morelli 4, Giorgino 1, Alfano 4, Cantergiani 11, Giudici 9, Quadrelli 5. All. Boni.
Baricella: Cuoghi, Ballarin 8, Barbieri 4, Frazzoni 5, Sitta 7, Lenzi 12, Villani 9, Mantovani 2, Furlanetto, Donati 5, Samorè, Minozzi 5. All. Calandriello.

Il BasketReggio si aggiudica il concentramento di Calderara di Reno ed è promosso in serie D assieme ai Tigers di Villa Verucchio. I reggiani, ad eccezione della prima parte della seconda frazione, hanno sempre controllato il match con i Bianconeriba, forti anche del vantaggio dovuto alla differenza canestri (Baricella, per farcela, avrebbe dovuto vincere con 29 punti di scarto).

La cronaca: tanta energia in campo, ma pochissimi canestri da una parte e dall’altra. Sitta si metteva in evidenza con 7 punti, ma il periodo lo chiudevano in vantaggio gli uomini di coach Boni (14-13). Secondo quarto e due triple di Ballarin ed un canestro di Minozzi sembravano aver dato la scossa (19-26 al 15′). Errore, perchè i felsinei non la mettevano più dalla lunga distanza (proprio marchio di fabbrica) e così il BasketReggio rimontava, appoggiandosi alla velocità del mezzo lungo Cantergiani e dal maggior numero di centimetri. Nella ripresa più volte Baricella provava, col pressing, a scappare, ma le percentuali rimanevano bassissime ed i reggiani prendevano in mano le redini dell’incontro, col Bianconeriba che, mentalmente, capiva, col passare delle azioni, che non ce l’avrebbe mai fatta. Ultimi dieci minuti: 3/3 dalla lunetta di Croci, canestro del solito Cantergiani e 49-42. Lenzi era l’ultimo ad arrendersi e trascinava di peso i suoi al nuovo sorpasso (54-55 al 36′). Triple di Quadrelli e Giudici e game over (62-57), con lo scarto che saliva, per la prima volta nel match, sul +8 sulla “bomba” di Canuti. Giudici e compagni potevano festeggiare, mentre i felsinei, sempre seguiti da un numeroso e chiassoso pubblico, probabilmente, ripensavano a quel terribile venerdì sera che ha deciso, virtualmente, le due promozioni in serie D.

Under 18, la Fortitudo lotta, ma perde ai quarti. HSC Roma, campioni d’Italia. Virtus e Forlì accedono alle finali nazionali U16

FINALE NAZIONALE UNDER 18 – TROFEO GIANCARLO PRIMO

QUARTI

PALLACANESTRO VARESE – HONEY SPORT CITY ROMA 57 – 65

TEAM ABC CANTÙ – OXYGEN BASSANO 85 – 74

NOVIPIÙ CAMPUS PIEMONTE – FORTITUDO 103 ACADEMY 75 – 72

(21-19, 39-36, 62-52, 75-72)

Moncalieri: Cherubini 5 (2/4, 0/1), Abrate 4 (1/5 da 2), Origlia 1 (0/2 da 2), Tiberti 22 (7/10, 2/3), Jakimovski 9 (2/4, 1/6), Cerruti 2 (0/0, 0/0), Reggiani, Castellino 9 (1/3, 0/3), Mortarino 7 (2/5, 1/2), Manzani 3 (1/3 da 3), Ianuale 9 (2/7, 1/5), Fruscoloni 4 (2/2 da 2). All. Spanu.

Fortitudo 103 Bologna: Buscaroli 3 (0/2, 1/1), Zanetti M. 12 (4/7, 0/2), Muzzi 5 (2/6, 0/2), Longagnani ne, Cinti 3 (1/2, 0/2), Prunotto 15 (6/10, 1/3), Barattini 12 (3/5, 1/2), Zanetti L. ne, Simon 5 (1/7, 1/4), Youbi 2 (1/3 da 2), Franco 15 (2/5, 1/4), Balducci. All. Fucka.

STELLA AZZURRA – UMANA REYER VENEZIA 86 – 81 dts

SEMIFINALI

HSC ROMA – ABC CANTU’ 74 – 71

CAMPUS PIEMONTE MONCALIERI – STELLA AZZURRA ROMA 62 – 74

FINALIP

Finale 3°/4° ABC CANTU’ – CAMPUS PIEMONTE MONCALIERI 77 – 69

Finale 1°/2° HSC ROMA – STELLA AZZURRA ROMA 72 – 68

UNDER 16 SPAREGGI INTERREGIONALI

VIRTUS PALL. BOLOGNA – G S DIL. ALFA OMEGA 107 – 72

(21-22; 48-38; 79-57)

Virtus: Grotti 8, Colombo 22, Scagliarini 18, Furin 7, Mazzoli 4, Salsini 16, Nicoli 6, Ferdeghini 7, Minelli 3, Ruffini 12, Cattani 2, Terzi 2. All. Vecchi.

Ostia: Vallone 2, Pinfindi 3, Scarfaglia 2, Dorati, Vivandi 3, Stazzonelli 6, Rossetti, Manzo 18, Minna 22, Carolei 2, Bagni 3, Ortiz 11. All. Perini.

PALLACANESTRO 2.015 – PALL. TRAPANI 95 – 62

(27-22; 44-40; 70-51)

Forlì: Zambianchi 42, Dini 13, Creta 11, Mistral 9, Monticelli 7, Bandini 5, Scarpellini 4, Bertini 2, Serra 2, Sampieri, Gardini, Baroncini ne. All. Barbara.

Trapani: Agate, Adamo 16, Lentini, Mayer 11, Bucaria, Minore 8, Guadalupi 11, Ligotino 1, Scarcella, Mirabile, Kovachev 11, Longo 4. All. Carofiglio..

Ancora alle Finali nazionali di categoria, per il secondo anno consecutivo, terzo di fila per una formazione OneTeam dal 2017. A centrare il prestigioso traguardo, che ad una società forlivese manca dal favoloso trittico della squadra dei ragazzi del 1971 della Fulgor allenata da Luca Chiadini, è stato il gruppo Under16 di OneTeam che superando nello spareggio la Pallacanestro Trapani 95-62 ha conquistato il passa per le Finali che si svolgeranno a Taranto dal 16 al 22 giugno. Una vittoria chiara e netta, quella conquistata dai ragazzi di coach Giuseppe Barbara – per lui, trapanese, si è trattato di un derby particolare – che però sono sempre stati avanti nel punteggio, fin dal fulmineo vantaggio di 15-2 dopo soli 3’17” nel primo quarto. Ma i siciliani non si sono arresi. Prima, complice una brutta difesa forlivese, sono rientrati in partita, poi a metà del secondo quarto sono addirittura andati avanti sul 32-33. Ma OneTeam, trascinata da uno stratosferico Giulio Zambianchi autore di 28 punti nella prima metà gara con 6 triple a bersaglio, tornava avanti e chiudeva in vantaggio all’intervallo. Nonostante un infortunio alla spalla che mette ko il play titolare, Paolo Bandini, l primo break decisivo arrivava nel terzo quarto grazie ad una eccellente difesa a zona, ad un Dini tuttofare, alla saggezza di Creta ed alla solita precisione al tiro di un Zambianchi in giornata di grazia (chiuderà con 10/16 da tre): 67-48 a 1’32” dalla fine del terzo periodo con un parziale di 23-8. L’inizio dell’ultima frazione ricalcava il medesimo copione: 14-2 per l’84-53 a 5′ dalla fine e gara chiusa sul massimo vantaggio forlivese, +37 sul 93-56.

1 2 3 180