Author Archives: admin

Serie B, la Bakery riconquista il secondo posto. Baltur, secondo ko consecutivo. Colpaccio BK 2000

SERIE B/B 23° Giornata

TIGERS – BALTUR 61 – 54

(18-12; 35-25; 49-35)

Tigers Forlì: Carpanzano 15 (2/5, 1/4), Battisti 14 (4/9, 1/3), De Fabritiis 9 (3/4, 1/6), Sacchettini 8 (4/8), Cicchetti 7 (1/5, 1/2), Papa 5 (2/5, 0/1), Agatensi 3 (1/1), Pambianco ne, Rossi ne, Zani (0/2), Antonaci (0/1), Villani ne. All. Di Lorenzo.

Cento: Chiera 13 (2/5, 2/3), Rizzitiello 10 (0/3, 2/3), Vico 9 (4/10, 0/4), Benfatto 8 (3/7), Cantone 7 (2/6, 1/3), Piunti 5 (2/3, 0/1), D’Alessandro 2 (1/1, 0/4), Pasqualin (0/1), Ba (0/1), Graziani ne, Govoni ne, Mastrangelo ne. All. Benedetto.

Al “Villa Romiti” di Forlì, la Baltur subisce la seconda sconfitta consecutiva, un evento che non si verificava dallo scorso giugno e che evidenzia una certa involuzione dei biancorossi, ma che lascia capitan Benfatto in testa alla classifica con sei punti di vantaggio su Crema e Piacenza, dato il successo dei secondi sui primi. Nel primo quarto Cento stenta a trovare la via del canestro, racimolando un misero 1/9 da 2 punti, ma Forlì non fa tanto meglio e alla fine sono i rimbalzi e i tiri liberi, specialità nella quale gli ospiti lasciano punti pesanti per la seconda settimana consecutiva, a consentire ai locali di chiudere in vantaggio la prima frazione (18-12). In seguito, i padroni di casa approfittano delle scarse percentuali altrui per scappare sul 31-15, un divario che la Baltur riduce a 10 (35-25) con Benfatto e Chiera, al termine di una prima metà nervosa e caratterizzata da ben trenta falli sanzionati complessivamente agli atleti in campo. Dopo aver chiuso la frazione precedente con inerzia a favore, il ritorno in campo di Cento non è altrettanto incoraggiante e i Tigers ne approfittano per ingrassare il vantaggio fino al +17 (42-25), per poi mantenere quattordici lunghezze sugli avversari a fine terzo quarto (49-35). A 7′ dalla fine, lo scarto resta più o meno invariato (51-38), ma, successivamente, la zona proposta da coach Benedetto e i canestri di Chiera e Vico riavvicinano gli emiliani (51-48), costringendo i romagnoli a due sospensioni in meno di tre minuti. La partita si decide sostanzialmente a poco più di un minuto dalla fine, quando De Fabritiis sblocca i Tigers e Sacchettini aggiorna il punteggio sul 57-50, punendo una sanguinosa palla persa in attacco dalla Baltur. Negli ultimi sessanta secondi di gioco, Cento ricorre al fallo sistematico, ma Carpanzano dalla lunetta non sbaglia e Forlì può far festa, perchè l’obiettivo stagionale rappresentato dalla partecipazione ai play-off è sempre più vicino.

ORVA – RIMADESIO 73 – 87

(24-25; 46-47; 58-68)

Lugo: Valentini 14, Tynsley, Galassi 16, Filippini 8, Moretti 13, Stanzani 2, Cervellera, Rubbini 2, Collina, Gatto 5, Fowler 13. All. Galetti.

Desio: Perez 18, Malagutti 5, Fumagalli 13, Brown 9, Beretta, Fiorito 9, Parma, De Paoli 12, Corti 2, Mazzoleni 19. All. Frates.

VIRTUS BASKET PADOVA – REKICO 78 – 74

(19-19; 39-41; 51-58)

Padova: Schiavon 4, Canelo ne, Buia ne, Tognon ne, Calzavara, Miaschi 16, Piazza 18, Visentin ne, Nobile 5, Maresca 7, De Zardo 8, Crosato 20. All. Rubini.

Faenza: Aromando 1, Perin 23, Silimbani 5, Benedetti 6, Venucci 9, Iattoni 2, Pagani 12, Milosevic ne, Chiappelli 16, Brighi. All. Regazzi.

Seconda sconfitta consecutiva per la Rekico, caduta in casa di una Virtus Padova che ha mostrato nell’arco dei quaranta minuti maggior lucidità e aggressività. I faentini devono recriminare per le tre triple fallite nella stessa azione a meno di un minuto dalla fine che potevano valere il successo, ma soprattutto per l’atteggiamento sbagliato ad inizio dell’ultimo periodo, quando invece che chiudere i conti sfruttando il 58-51, hanno fatto ritornare in partita gli avversari. Una lezione che dovrà servire alla squadra per preparare al meglio lo scontro diretto di domenica prossima al PalaCattani contro la Tramarossa Vicenza, che proprio nell’ultima giornata ha superato i faentini facendoli scivolare in sesta posizione.

Incassato un break iniziale di 7-0, la Rekico rialza la testa e con la difesa e le buone conclusioni offensive passa a comandare nel secondo quarto grazie ad una tripla di Perin per il 28-30. Sotto canestro Pagani è perfetto e oltre ai rimbalzi sfrutta al meglio gli assist dei compagni, segnando punti pesanti contro un avversario esperto come Nobile. L’inerzia è tutta nelle mani manfrede e all’intervallo conducono 39-41. La musica non cambia neanche nel terzo quarto, anche se Padova con Piazza e Crosato prova a rifarsi sotto, ma la Rekico è attenta e respinge ogni tentativo di rimonta, raggiungendo il massimo vantaggio al 30′ sul 51-58. Il grave errore è l’atteggiamento troppo morbido di inizio ultimo periodo. Padova esordisce con due triple firmate da Miaschi e da Crosato ed è proprio Crosato dalla lunetta a firmare il break di 8-0 che vale il sorpasso: 59-58. I Raggisolaris continuano poi a litigare con i tiri liberi (chiuderanno con un 8/16) e perdono Chiappelli per falli. Si continua a viaggiare sull’equilibrio e al 38′ il punteggio è di perfetta parità: 67-67. Miaschi si inventa l’azione della giornata segnando la tripla e guadagnandosi il fallo commesso da Pagani, segnando dalla lunetta il punto del 73-67. Ci pensa poi Perin a prendersi sulle spalle l’attacco e a suon di tiri da tre riporta i suoi sul 76-74 a 44” dalla fine, prima della grande beffa. I Raggisolaris costruiscono nella stessa azione tre ottimi tiri da tre (due con Perin e uno con Venucci), ma nessuno entra nel canestro: ne sarebbe bastato una per vincere. Con 9” sul cronometro non resta che commettere fallo su Crosato ed è proprio il capitano veneto a segnare i liberi della vittoria.

ISEO SERRATURE COSTA VOLPINO – GORDON OLGINATE 76 – 57

BAKERY – PALLACANESTRO CREMA 74 – 57

(23-9; 47-26; 59-40)

Piacenza: Bracchi ne, Rombaldoni ne, Liberati 12, Stanic 10, Bruno 9, Perego 9, Guerra 2, Pederzini 11, Guaccio 4, Birindelli 17, Libè ne. All. Coppeta.

Crema: Dagnello 13, Peroni 13, Del Sorbo 4, Ciaramella 2, Poggi 2, Ferraro 9, Bianchi 10, Benzi ne, Gazzillo ne, Amanti 4. All. Salieri.

La Bakery riparte da sé stessa. Contro una Crema in formissima, la formazione allenata da coach Coppeta si riprende di forza il secondo, mandando a bersaglio tutti i giocatori entrati in campo. Partenza a razzo dei biancorossi che poi controllano su tutti i 40’, non lasciando mai agli ospiti l’opportunità di rientrare.

Partenza a tutto gas per la Bakery, che mette subito un 10-2 di parziale con una grande difesa e un’ottima efficienza offensiva. I protagonisti a referto sono sempre i soliti con Pederzini (al rientro), Perego e un deciso Davide Liberati. Crema prova a reagire, ma tranne qualche lampo di Ferraro è un monologo biancorosso chiuso dai 2 punti Guaccio. All’inizio del secondo periodo la musica non cambia e in più per Crema la situazione si fa ancora più ostica con una Bakery in formato predatore. Stanic e Birindelli (10 per entrambi), guidano offensivamente i biancorossi che dominano ogni voce statistica (rimbalzi e assist in particolare) e allungano sul +17, 36-19. Nel finale di periodo si arriva anche al +20, sul 46-26 con la collezione di canestri degli italo-argentini di Piacenza e i sol Dagnello e Del Sorbo a tenere in piedi i cremaschi. Terzo quarto che inizia in grande controtendenza rispetto al primo perché nei primi 5’ arrivano solamente 5 punti. Pederzini sblocca la Bakery con una bomba e subito dopo gli fa da eco Duilio Birindelli con un’altra conclusione pesante. Una girandola di tiri liberi e due conclusioni di Peroni mandano a riposo i terzi 10’ con i biancorossi saldamente al comando sul +19, avendo però toccato anche il +22 in due occasioni. Nell’ultima frazione Crema prova con ogni forza a mettere in discussione una partita che fino a quel momento non lo è mai stata. Bianchi ne mette 6 filati e poi anche Amanti contribuisce al -11 degli ospiti a 5’ dal termine. Nel momento migliore di Crema, la Bakery reagisce, torna dai propri leader Birindelli (17) e Liberati (12) e chiude ogni velleità con la tripla di Filippo Guerra.

TRAMAROSSA VICENZA – LISSONE INTERNI BERNAREGGIO 73 – 72

BASKET LECCO – BMR REGGIO EMILIA 59 – 69

(12-17; 31-27; 48-40)

Lecco: Costa 1, Fabi 4, Calò, Morgillo ne, Solazzi 3, Riva, Balanzoni 18, Quartieri 6, Spera 10, Cacace 10, Albenga ne, Maccaferri 7. All. Meneguzzo.

Basket 2000 Scandiano: Verrigni 5, Fontanili ne, Bertolini 6, Farioli 14, Manini ne, Dias 2, Motta ne, Legnini 9, Germani 17, Losi 16. All. Eliantonio.

La Bmr soffre per oltre 35’ sul campo della Gimar ma, con uno sprint finale degno di un grande velocista, si impone sul campo dei rivali – quarta forza del torneo – e ribalta anche la differenza canestri, dopo il ko di nove lunghezze nel match d’andata. Nel primo quarto la squadra di Eliantonio – priva di Pugi e con Motta in panchina solo per onor di firma – conduce le danze, andando al riposo sul +5 nonostante trovi il canestro con soli tre atleti (Bertolini, Germani e Legnini); alla ripresa delle ostilità Lecco è decisamente più in palla ed effettua il sorpasso al 18’ con una tripla di Quartieri, rientrato in campo dopo l’infortunio, che vale il 29-25. Nella ripresa Spera segna il +10 sul 48-38, prima che il 2/2 di Losi dalla lunetta valga alla Bmr la possibilità di restare ancora in partita. Il quarto periodo si apre con uno 0-5 firmato Farioli-Verrigni che costringe il tecnico lecchese Meneguzzo al time out sul 52-47; un gioco da tre punti del già citato Farioli ed altri due liberi di Losi (11/11 dalla lunetta, che insieme ai 16 punti e agli 8 rimbalzi fruttano un ottimo 25 alla voce valutazione) valgono il -2 sul 55-53, poi è ancora Farioli a segnare dall’area il canestro della parità a 6’ dalla sirena. La Bmr mette la freccia e allunga nel finale, trascinata dai soliti Farioli e Losi, i migliori insieme a capitan Germani.

NTS INFORMATICA – GREEN BASKET’99 67 – 60

(16-17; 31-36; 46-46)

Rimini: Tiberti 16 (5/10), Myers 16 (2/4, 4/8), Caroli 13 (4/8, 1/3), Foiera 6 (1/2, 0/1), Signorini 5 (2/4, 0/1), Busetto 4 (0/4, 1/5), Sipala 4 (2/3, 0/1), Toniato 3 (1/4, 0/1), Tartaglia (0/1), Moffa (0/1), Dolzan. All. Maghelli.

Green Palermo: Cecchetti 16 (6/11, 1/2), Lombardo A. 10 (1/4, 1/5), Strotz 10 (4/5), Gullo 7 (2/2, 1/2), Venturelli 5 (0/5, 0/5), Lombardo G. 5 (0/1, 1/6), Nicosia 4 (1/1, 0/1), Montanari 3 (0/3, 0/2), Chakir, Genovese F. All. Verderosa.

CLASSIFICA

P G V P
Baltur Cento 40 23 20 3 87.0
Bakery Piacenza 34 23 17 6 73.9
Pallacanestro Crema 34 23 17 6 73.9
Gimar Basket Lecco 30 23 15 8 65.2
Tramarossa Vicenza 30 23 15 8 65.2
Rekico Faenza 28 23 14 9 60.9
Tigers Forlì 26 23 13 10 56.5
Virtus Padova 22 23 11 12 47.8
Pallacanestro Aurora Desio 22 23 11 12 47.8
NTS Informatica Rimini 20 23 10 13 43.5
Orva Lugo 16 23 8 15 34.8
Lissone Interni Bernareggio 16 23 8 15 34.8
Gordon Nuova Pall. Olginate 16 23 8 15 34.8
Bmr Basket 2000 Reggio Emilia 14 23 7 16 30.4
Green Basket Palermo 10 23 5 18 21.7
Iseo Serrature Costa Volpino 10 23 5 18 21.7

A2, la Matteiplast non fa sconti. Serie B, il big-match lo vince (nettamente) Cavezzo

SERIE A2/SUD 20° Giornata

PALL. FEMM. UMBERTIDE – RR RETAIL GALLI BK S.G.V. 56 – 71

MATTEIPLAST – INFINITYBIO 80 – 67

(23-17; 40-29; 62-42)

Progresso Bologna: D’Alie 27, Tassinari 15, Nannucci 13, Storer 11, Dall’Aglio 5, Cordisco 4, Brevini 3, Meroni 2, Monterumisi, Tava ne, Poletti ne. All. Giroldi.

Faenza: Ballardini 17, Schwienbacher 13, Morsiani 8, Coraducci 8, Franceschelli 7, Soglia 6, Minichino 5, Moriconi 3, Tridello, Caccoli, Bornazzini ne, Manaresi ne. All. Bassi.

SCOTTI VASCO EMPOLI – LA MOLISANA CAMPOBASSO 52 – 37

CARISPEZIA LA SPEZIA – INFA FEBA CIVITANOVA MARCHE 51 – 56

SAN RAFFAELE BK – TIGERS ROSA BASKET LIBERTAS 62 – 64

(26-16; 42-40; 57-54)

San Raffaele Roma: Giorgi 12, Marchetti 16, Russo 5, Gelfusa 10, Ballirano, Pompei 6, Nnodi 5, Borghi 2, Santucci ne, Santulli 6 De Santis, Ciaccioni. All. D’Antoni.

Tigers Rosa Forlì: Zavalloni 6, Pieraccini 11, Patera 12, Gramaccioni 15, Missanelli 10, Palmisano ne, Zampiga 2, Vespignani ne, Ragazzini, Melandri 2, Olajide 6, Duca. All. Castelli.

ANDROS BASKET PALERMO – MERCEDE BK ALGHERO 91 – 60

SURGICAL CAGLIARI – CESTISTICA SAVONESE 60 – 67

CLASSIFICA

Squadra P G V P PF PS

1

USE Rosa Scotti Empoli

34

18

17

1

1279

1079

2

RR Retail Galli San Giovanni

34

19

17

2

1521

1180

3

Progresso Femm. Bologna

30

18

15

3

1324

1034

4

Andros Basket Palermo

30

19

15

4

1337

1174

5

Infa Feba Civitanova M.

24

18

12

6

1204

1038

6

Carispezia Cestistica Spezzina

18

18

9

9

1149

1083

7

La Molisana Campobasso

18

18

9

9

1107

1049

8

Infinity Bio Faenza

18

19

9

10

1263

1218

9

Cestistica Savonese

16

18

8

10

1140

1151

10

Ceprini Costruzioni Orvieto

16

18

8

10

1048

1158

11

Pall. Femm. Umbertide

12

19

6

13

1099

1189

12

San Raffaele Roma

10

19

5

14

1232

1314

13

Tigers Rosa Libertas Forli

6

17

3

14

884

1210

14

Surgical Virtus Cagliari

6

19

3

16

964

1326

15

Mercede Alghero

4

19

2

17

1073

1421

SERIE B FEMMINILE 1° Giornata

Poule Promozione

B.S.L. SAN LAZZARO – BK CLUB VAL D’ARDA 51 – 30

ACETUM – TIGERS BASKET ACADEMY 79 – 42

(18-13; 37-25; 61-36)

Cavezzo: Siligardi 6, Bocchi 17, Cariani 2, Gasparetto, Balboni 6, Marchetti 3, Bordini 1, Finetti 11, Bernardoni 14, Calzolari 11, Bellodi 8. All. Carretti.

Tigers Parma: Tomassetti 2, Petrilli 1, Accini 10, Rinaldi 4, Besagni 8, Minari C. 1, Trevisan, Vaccari 7, Minari M. 2, Costi 6, Vettori 2. All. Lopez.

CLASSIFICA

Tigers Parma 10; Val d’Arda Fiorenzuola, Cavezzo, BSL San Lazzaro 6.

Poule Retrocessione

CHEMCO 1974 I GIULLARI – POL. LIB. CALENDASCO 67 – 42

(9-17; 21-29; 35-46)

Piuanello: Pieracci 8, Boiardi 4, Dall’Asta L. 10, Miari 6, Dall’Asta I. 7, Oppo 6, Pignagnoli 12, Manelli, Pierfederici 6, Giorgi 8, Asti. All. Olivari.

Calendasco: Sogni, Berna 7, Savini 14, Agolini, Montanari 2, Bolzoni 11, Patelli 4, Cremona, Misfud 4, Diagne. All. Cavanna.

MAGIK ROSA – ROBY PROFUMI 60 – 63

(22-12; 35-31; 47-49)

Magik Rosa Parma: Ercoli 4, Raggi 4, Nuzzo, Ferrari 1, Molinari, Zambrelli, Aiello 3, Zuin 15, Gardellin 6, Zambon 2, Bona 17, Pederzolli 8. All. Rossi.

Borgo Val di Taro: Franceschini 17, Bozzi 12, Ferrari G., Pallotta 6,,Marchini 17, Ricci 9, Piscina, Ferrari V. , Fatadey 2, Triani, Costa. All. Scanzani.

CLASSIFICA

Valtarese 2000 14; Calendasco 6; Magik Rosa Parma, I Giullari del Castello Puianello 4.

C.S. – Cinti si dimette, a Castenaso approda Augusto Conti

La Pallacanestro Castenaso comunica che Luca Cinti ha rassegnato lunedì le proprie dimissioni dall’incarico di capo allenatore. La società ringrazia Luca per l’impegno profuso e gli augura un sincero in bocca al lupo per il suo futuro.
La conduzione tecnica della squadra è stata ora affidata ad Augusto Conti la cui carriera inizia dapprima come giocatore professionista nei maggiori campionati nazionali per poi diventare allenatore (e responsabile dei settori giovanili) di varie squadre della nostra regione: Castel San Pietro T., Castel Guelfo, Pontevecchio, Ferrara, ecc.
Benvenuto quindi a Augusto da tutto lo staff di Pallacanestro Castenaso e in bocca al lupo per il nuovo incarico.

C Gold, la prima volta della PSA. C Silver, Albertini salva Anzola, Rebasket, il derby è fatale

SERIE C GOLD 19° Giornata

ALBERTI E SANTI – BOLOGNA BASKET 2016 65 – 55

(22-15; 44-22; 48-36)

Pallacanestro Fiorenzuola 1972: Galli 11, Sichel 11, Resca 9, Zucchi ne, Colonnelli 7, Zaric, Scekic 10, Marletta 2, Lottici M., Trobbiani ne, Klyuchnyk 7, Garofalo 8. All. Lottici S.

Bologna Basket 2016: De Pascale 3, Legnani, Poluzzi 3, Brigotti ne, Trombetti ne, Cortesi 21, Guerri, Fin 4, Cerulli, Tugnoli 6, Brotza 10, Bertuzzi 9. All. Lolli.

E’ Fin con la tripla da distanza siderale a dare il via alle ostilità, subito ripagato con la stessa moneta da parte di Kluchnyk che al 2′ fissa il 5-5 con un gioco da 3 punti. Bologna Basket sfrutta un paio di passaggi a vuoto sul lato debole da parte della difesa fiorenzuolana, ma Garofalo con due iniziative personali ci mette una pezza riequilibrando il match sul 9-9. I bolognesi attaccano nei primi secondi dell’azione, ma Fiorenzuola rimane incollata al match dimostrando grande mentalità, e con la tripla di Sichel mettono la freccia all’9′. E’ Colonnelli sulla sirena a chiudere il primo parziale sul 22-15 in favore di Fiorenzuola con la tripla che infiamma il PalaMagni. L’inizio del secondo quarto? Altro giro, altro tiro ed altro regalo di Sichel, che con la tripla istantanea fa infuriare coach Lolli, costretto al timeout istantaneo sul 25-15. Fiorenzuola grandina triple, mentre Bologna Basket 2016 viene letteralmente stordita da un inizio quarto da manuale per i gialloblu. Coach Lolli chiama un secondo timeout al 14′ sul 33-15 in favore di capitan Garofalo e compagni. Resca continua il grande momento di Fiorenzuola con la tripla del +25, con i gialloblu che chiudono il quarto doppiando i bolognesi, 44-22. Bertuzzi prova a scagliare nuovamente l’ascia di guerra, in apertura di terzo parziale, con due bombe consecutive. Fiorenzuola non riesce ad accendere la luce e Cortesi riesce a ricucire passo dopo passo il gap fino al -13 (46-33 al 26′). Il parziale si chiude sul 48-36, con il vento del match che sembra essere tuttavia essere cambiato rispetto al primo tempo. Galli inaugura con i fuochi d’artificio gli ultimi 10 minuti, prima con un hat-trick da 6 metri, in seguito con il contropiede chiuso dalla schiacciata che ridona elettricità al PalaMagni. Time out per Bologna Basket sul 52-36. Garofalo dispensa chicche di gran basket, e Scekic converte un gioco da 3 punti davvero pregevole, 60-36. Bologna Basket 2016, dopo aver speso tantissimo nel terzo parziale per provare disperatamente a rientrare nel match, non ha energie sufficienti per rispondere ad una nuova ondata gialloblu. Fiorenzuola stacca le mani dal manubrio forse leggermente troppo presto, consentendo a Bertuzzi e Cortesi di migliorare le proprie percentuali, ma i biancoblu di Bologna non riescono mai a rientrare sotto la doppia cifra di svantaggio se non negli ultimi secondi. Il finale è di 65-56 in favore di Pallacanestro Fiorenzuola 1972, che continua nella sua stagione da assoluta protagonista del campionato.

B.S.L. – GUELFO BASKET 59 – 61

(11-17; 23-38; 42-47)

San Lazzaro: Lolli 10, Baietti, Annunzi 2, Quadrelli 3, Fabbri 7, Rossi 5, Mellara 5, Rosa, Cempini 18, Allodi 9, Mazzini. All Bettazzi.

CastelGuelfo: Bernabini, Rebeggiani n.e., Baccarini 7, Grillini 5, Burresi, Musolesi 12, Santini 6, Pieri 1, Casagrande 9, Degli Esposti Castori 6, Govi 5, Trombetti 10, All. Serio.

PASTA DALLARI – VIRTUS SPES VIS 61 – 73

(21-17; 40-37; 53-57)

LG Competition Castelnovo Monti: Canuti 14, Corradini 7, Canovi, Magnani 9, Rossetti, Šimaitis 17, Levinskis 2, Torlai ne, Bedeschi ne, Mallon 7, Barigazzi, Pitton 5. All. Diacci.

Virtus Spes Vis Imola: Dalpozzo 2, Dal Fiume 4, Boero 13, Nucci 11, Creti ne, Casadei 10, Ranocchi 9, Sassi ne, Sangiorgi 4, Zhytaryuk 20. All. Tassinari

La LG perde il match a testa alta dopo aver giocato trenta minuti alla pari con la blasonata formazione giallonera in una partita fortemente influenzata dalle assenze tra i montanari. La Pasta Dallari, oltre al lungodegente Parma Benfenati (operato al ginocchio ed impegnato nella fase di riabilitazione), deve infatti rinunciare a capitan Guarino, squalificato per due turni dal giudice sportivo. Dopo appena 3’, Castelnovo deve anche fare a meno di Rossetti che si infortuna in uno scontro di gioco con Casadei. Nonostante i favori del pronostico siano tutti per gli ospiti, la LG inizia bene il match e a suon di triple si porta avanti sino al +9 di metà primo quarto. La reazione di Imola non tarda ad arrivare e nel finale di quarto rientra a -4 grazie alla tripla di Boero (21-17). Castelnovo, con soli due lunghi di ruolo, è protagonista di una fantastica partita difensiva concedendo poco al capocannoniere Casadei, bravo però a far giocare i propri compagni. Canuti e Šimaitis puniscono a ripetizione dall’arco, ma un parziale di 8-0 a metà frazione porta avanti Imola nel punteggio per la prima volta nel match (28-29). I reggiani però non mollano: Pitton costruisce, Mallon ed un generosissimo Corradini finalizzano e dopo venti minuti i padroni di casa sono avanti di tre lunghezze (40-37). Il terzo periodo scorre in equilibrio tra le due squadre, con la LG che prova però a mettere la freccia e dopo due minuti e mezzo è avanti di 7. Imola non molla e firma un controparziale da 8-0 che la riporta in vantaggio di un misero punto. Le difese hanno la meglio sugli attacchi per gran parte del periodo e a 2’ dalla fine le due squadre sono in perfetta parità a quota 50. Il finale premia però la Virtus che, con la tripla sulla sirena di Ranocchi, conduce di 4 (53-57) con 10′ ancora da giocare. Grazie a due triple consecutive, la VSV si porta sul +10 e la Pasta Dallari, a corto di ossigeno, fatica a ritrovare la via del canestro. In poche azioni gli ospiti si portano sul +14 e la partita prende la direzione dei gialloneri. La LG non ha le forze ne’ i giocatori per rimontare e nel finale deve rinunciare anche a Mallon, infortunato al volto dal lungo Zhytaryuk, non nuovo nel panorama “minors” ad “incidenti” in area. Finisce 61-73, con Imola che torna al successo dopo la brutta sconfitta interna con Ozzano.

LA.CO. – DILPLAST 91 – 77

(22-27; 56-43; 77-57)

Flying Balls Ozzano: Menogli ne, Folli 4, Marsè 9, Morara 18, Chiusolo, Corcelli 23, Lalanne 5, Magagnoli 8, Martini, Dordei 14, Agusto 10, Agriesti. All. Grandi.

Montecchio: Grisendi, Borghi, Guardasoni 3, Seclì 13, Bertocco 2, Di Noia 28, Basso 4, Guidi 4, Gruosso 8, Vanni 11, Negri 4, Giglioli. All. Cavalieri.

Undicesimo sigillo consecutivo per i New Flying Balls Ozzano, vittoriosi 91 a 77 contro una combattiva Arena Montecchio.

Vittoria importante arrivata dopo un inizio “shock”, con gli ospiti che partono a tutta e, sfruttando disattenzioni difensive e pasticci in attacco, in meno di tre minuti si trovano avanti 14 a 2 sulla formazione di coach Grandi. Nel corso del quarto minuto di gioco tanta paura per Nicolo’ Bertocco; il giovane giocatore di Montecchio cade pesantemente a terra battendo la testa e perdendo per diversi secondi conoscenza. Il numero 8 in maglia azzurra abbandona così il campo in barella e pochi minuti dopo viene portato in ambulanza  in ospedale per accertamenti. A lui i più sinceri auguri per una pronta guarigione. Dopo lo stop per l’infortunio di Bertocco, Ozzano riesce a riavvicinarsi agli ospiti con un glaciale Dordei che dalla lunetta realizza 8 tiri liberi consecutivi, oltre ai 5 punti di fila di Masrè che valgono il -5 alla prima sirena (22-27). Nel secondo quarto Ozzano ribalta la situazione, trascinata dalle triple di Corcelli, Masrè, Dordei e Lalanne. Montecchio fatica a trovare la via del canestro grazie ad una difesa ozzanese più attenta ed intensa. Il parziale di 34 a 16 dice tutto sull’andamento della seconda frazione. La La.Co. arriva all’intervallo lungo sul +13 (56-43). Nel terzo periodo i Flying continuano a macinare punti, merito della coppia Agusto-Corcelli, ma perdono Dordei per un guaio muscolare. All’ultima sirena Ozzano trova comunque un rassicurante +20 (77-57), ma il match non è ancora concluso. Montecchio si dimostra una squadra tenace e combattiva e in apertura dell’ultimo quarto, spinta dalle bombe di Di Noia, Seclì e Gruosso, rientra fino al -10 (79-68) grazie ad un parziale di 2-12 in quattro minuti. In casa biancorossa, fondamentali sono i punti di Morara, che in più occasioni riesce a garantire con i sui canestri la doppia cifra di vantaggio per la formazione di casa; l’Arena non riesce a chiudere il gap, nel finale ancora Morara e Magagnoli arrotondano il vantaggio fino al +14 finale, 91 a 77.

GAETANO SCIREA BASKET – NUOVA PSA 62 – 67

(17-18; 34-36; 41-50)

Bertinoro: Frigoli 12, Solfrizzi En. 5, Conocchiari, Zoboli 7, Zampa, Ravaioli, Gellera 8, Del Zozzo 2,  Biandolino 8, Godoli 15, Bracci, Cristofani 5. All. Brigihina.

Modena: Cappelli, Vivarelli, Pederzini 21, Riccio, Basilicò 2, Tamagnini, Nasuti 2, Riguzzi 23, Vucinovic 15, Stucchi 4. All. Spettoli.

La Psa coglie la prima vittoria stagionale, superando in trasferta il Gaetano Scirea per 67 a 62.

Parte meglio la squadra di casa che piazza un secco parziale di 4-0; Modena reagisce e infila un 10-0 che dà morale e permette di mettere il naso avanti ai “canarini”. La partita vede ripetersi lo stesso copione più volte, con la Psa che guadagna punto su punto e in poche azioni viene riacciuffata: da 8-16 a 15-16 sul finire di primo quarto e da 27-34 a 34-34 nel secondo. In entrambi i casi prima della sirena arriva un canestro modenese a ridare fiducia al team. Nel terzo periodo la difesa PSA tiene Bertinoro a soli 7 punti segnati e porta il vantaggio dei ragazzi del febbricitante coach Spettoli a +9, 41-50 al 30′. In avvio di ultima frazione, Modena tocca il +13 sul canestro segnato in contropiede con fallo antisportivo subito da Basilicò. Quando la gara sembra acquisita, un pericoloso blackout permette allo Scirea di firmare l’11-0 che riapre tutto. Nonostante il parziale, Modena è brava a non farsi mai superare e torna ad avere 7 punti di margine a settanta secondi dal gong. Lo Scirea ricuce nuovamente, ma la PSA non perde la testa e porta a casa il tanto agognato primo referto rosa. Grande protagonista, nel primo come nel secondo tempo, Emanuele Pederzini, Mvp di giornata con 21 punti e 11 rimbalzi. Ottimo contributo anche dell’ex di giornata, Riguzzi, che ne infila 17 nel primo tempo e chiuderà a quota 23.

POL. PONTEVECCHIO – ACADEMY BASKET 71 – 68

(18-28; 41-36; 64-50)

Pontevecchio: Folli 16, De Gregori 6, Bonaiuti 11, Buriani 3, Gianninoni 7, Nanni 9, Mantovani 2, Parchi ne, Di Rauso 10, Minerva ne, Bergami 7, Vetere. All. Carretto.

Fidenza: Bricchi ne, Barga 12, Tardivi ne, Dmitrovic, Longoni 14, Gangarossa 2, Giani 13, Bialkowski 2, Biasich, Morciano 15, Diop Gaye 10. All. Zanardi.

PALL. TITANO – SALUS PALL. BOLOGNA 80 – 69

(23-18; 42-31; 58-52)

San Marino: Sinatra 20 (7/8, 0/3), Ricci 3 (1/1), Grassi 12 (3/5, 2/7), Aglio 17 (6/10, 0/2), Calegari 8 (4/5), Padovano 8 (1/1, 2/3), Zannoni 7 (3/7, 0/5), Macina (0/2 da tre), Galassi 5 (1/1, 1/5), Gamberini ne, Fiorani ne, Felici ne. All. Foschi.

Salus: Tugnoli (0/2, 0/1), Stojkov 15 (3/8, 3/9), Granata 7 (3/8, 0/2), Percan 20 (7/13, 0/4), Polverelli 19 (6/12, 1/2), Savio 6 (2/4, 0/1), Branzaglia, Veronesi 2, Gebbia ne, Trentin ne. All. Fili.

C’è tanta sostanza, tanto basket, tanta determinazione in questa vittoria dei Titans con la Salus. C’è, soprattutto, una squadra che deve sopperire alla mancanza di Gamberini e lo fa alla grande, con uno sforzo collettivo che vede ognuno aumentare il proprio rendimento fino al raggiungimento del referto rosa. Dall’altra parte una Salus senza Amoni, è vero, ma pur sempre quarta in classifica e reduce da tre successi consecutivi.

Il campo, il parquet del Multieventi, dice subito “Titans” e lo urla anche a gran voce. Fast forward al 40’, con la statistica della serata: San Marino avanti per 39 minuti e 11 secondi, Salus per 33 secondi (16 secondi in parità). Basta questo per capire chi ha avuto il timone del comando, dall’inizio alla fine. Il punteggio di 2-3 del secondo minuto è illusorio per Bologna, perché la Pallacanestro Titano ha l’atteggiamento giusto e vola sul 15-8 (è il 6’) con un ottimo rendimento di Calegari, nei cinque per l’assenza di capitan Gamberini. I Titans ne mettono 23 (a 18) nei primi dieci minuti, con un Sinatra perfetto (4/4 al tiro) e una squadra che ha l’unica pecca di concedere tanti rimbalzi d’attacco agli ospiti. Sempre avanti anche nel secondo periodo, gli uomini di coach Foschi stringono ancor più in difesa, volano sulla doppia cifra di margine e sono a +11 all’intervallo lungo (41-30). Di ritorno dagli spogliatoi l’energia, già alta, è addirittura raddoppiata. San Marino prova a spaccare la partita in due, va avanti 47-31 sul gioco da tre punti di Sinatra ma viene gelata dalle due triple consecutive di Polverelli e Stojkov. Tutto da rifare, più o meno, ma con quel bel bottino di 10 punti che per parecchio rimane in saccoccia. Polverelli lavora bene a rimbalzo d’attacco, ma è soprattutto la zona della Salus a inceppare per qualche minuto i meccanismi d’attacco. Nel quarto periodo Percan sigla il -2 (58-56) e la gara è sostanzialmente in equilibrio. Chi la cambia? Grassi con una tripla fondamentale, Padovano con un’altra bomba e Galassi che li segue, ancora dalla lunga distanza. Tre siluri che rilanciano i Titans e fiaccano la zona bolognese. Si torna a viaggiare a testa altissima, attorno a quella doppia cifra di margine che vuol dire poco a metà partita, ma significa tantissimo quando si avvicinano gli ultimi minuti. Aglio schiaccia il 69-59 in transizione (-5’37”), Padovano centra ancora il bersaglio da lontano (73-64) e Sinatra mette i due punti della staffa a un minuto dal gong (75-64). La mini lotteria dei tiri liberi non cambia la sostanza, San Marino vince e lo fa alla grandissima, +11, 80-69, contro la quarta forza del campionato.

CLASSIFICA

FLYING BALLS OZZANO 34 19 17 2 1519 1230 +289
FIORENZUOLA 1972 34 19 17 2 1479 1256 +223
VSV IMOLA 34 19 17 2 1524 1320 +204
SALUS BOLOGNA 24 19 12 7 1403 1290 +113
GUELFO CASTELGUELFO 20 19 10 9 1411 1399 +12
PONTEVECCHIO BOLOGNA 20 19 10 9 1294 1349 -55
ACADEMY FIDENZA 18 19 9 10 1380 1413 -33
BOLOGNA BASKET 2016 18 19 9 10 1339 1386 -47
ARENA MONTECCHIO 16 19 8 11 1513 1558 -45
SAN MARINO 16 19 8 11 1368 1414 -46
LG COMPETITION CASTELNOVO M. 12 19 6 13 1268 1305 -37
GAETANO SCIREA BERTINORO 10 19 5 14 1113 1193 -80
BSL SAN LAZZARO 8 19 4 15 1257 1460 -203
PSA MODENA 2 19 1 18 1262 1557 -295

SERIE C SILVER 19° Giornata

ME CART – REBASKET 66 – 53

(21-15; 40-25; 55-32)

Cavriago: Zecchetti, Mazza 4, Fantini 2, D’Amore 9, Baroni 2, Pezzi 29, Franzoni 6, Mursa. Ancora, Bernardoni, Cantaglli, Vecchi 6, Pedrazzi 8. All. Martinelli.

Rebasket: Violi, Tognato 7, Nunziato, Castagnaro 16, Defant 11, Ferrari, Dall’Asta, Battaglia 7, Simonazzi 6, Tondelli, Lusetti 6. All. Casoli.

CREI – DULCA 82 – 80

(17-21; 41-35; 59-57)

Granarolo Basket: Salicini, Bianchi 8, Masetti ne, Marchi 17, Spettoli 11, Paoloni 1, Ballini 25, Bernardinello, Cristalli 8, Carini ne, Marega 7, Neviani 5. All. Carrera.

Santarcangelo: Cunico 7, Bianchi 13, Raffaelli 5, Fusco 17, Saponi 27, Dini 3, Ramilli 4, Popov, Canini, Insero, Fornaciari, Giuliani 4. All. Bernardi.

La Crei si aggiudica lo scontro diretto contro la Dulca al termine di una partita bella e tirata fino al 40′, il cui merito va ascritto ad entrambe le squadre che hanno dato vita ad un match degno dei playoff. A nostro avviso le chiavi della vittoria della Crei (che poteva essere più larga se le percentuali dalla lunetta fossero state più decorose del 16/32 sfoderato dagli uomini di Carrera….), oltre alla prestazione corale, sono state la difesa di Marco Bianchi su Saponi spalle a canestro (che ha permesso ai suoi di non dover quasi mai raddoppiare il centro riminese, togliendo così tiri facili agli esterni sugli scarichi; Saponi dei suoi 27 punti ne ha realizzati ben 19 fuori dall’area dei 3 secondi) e la supremazia sia difensiva che offensiva degli esterni sui pari ruolo ospiti.

La cronaca: dai blocchi esce meglio Santarcangelo che imprime subito ritmi elevati al match, aggredendo in difesa e volando in contropiede grazie anche a quattro recuperi nei primi 4′ (7-15). Neviani scuote i suoi e sulla rubata di Marchi, Granarolo rientra a -3 (12-15 al 6′), ma Nicola Bianchi e l’ottimo Fusco, in 30″, allargano nuovamente il divario (12-19). Marchi e una tripla del neoentrato Ballini riducono lo svantaggio dei padroni di casa, che Saponi fissa sul 17-21 con cui le squadre si siedono alla prima sosta. Il secondo quarto vede inizialmente Ramilli in evidenza con 4 punti consecutivi poi la Crei progressivamente prende in mano l’inerzia del match pareggiando prima con Cristalli e mettendo la freccia poi con una fiammata da 7 punti consecutivi di un Ballini decisamente in palla (per lui 25 p. e 5/11 dall’arco dei tre punti) per il 32-27 al 15′. Gli esterni felsinei attaccano l’area e raccolgono una serie di viaggi in lunetta, ma la Dulca si aggrappa al suo totem Saponi per contenere i danni e il divario non supera i 6 punti, che sono anche quelli con cui le due squadre rientrano negli spogliatoi al 20′ (41-35). Il terzo periodo ricalca l’inizio del match: partenza a razzo degli ospiti che con Fusco, Saponi e Nicola Bianchi replicano il canestro iniziale di Marchi e raggiungono la parità costringendo Carrera al timeout (43-43 al 22′). In uscita dal timeout Cristalli (subentrato a Marega, autore del terzo personale, in un inedito quintetto col doppio pivot) e Neviani rispondono a Saponi e Nicola Bianchi; le squadre si alternano in vantaggio con divari minimi, con Fusco a rispondere con la stessa moneta alle bordate dall’arco di Spettoli e Ballini (57-57 al 29’30”). E’ un canestro ancora di Ballini che fissa il risultato sul 59-57, con il quale le squadre affrontano gli ultimi dieci minuti di gioco. L’ultima frazione si apre con una tripla di Saponi che regala quello che sarà l’ultimo vantaggio degli ospiti (59-60 al 30’30”): la Crei chiude la via del canestro ai clementini e piazza un parziale di 12-2 in 4′ che si rivela decisivo (71-62 al 34’30” sulla tripla di Ballini su assist di un ottimo Marchi); Giuliani toglie il tappo e realizza il -7, Marega risponde dalla media in arresto e tiro, Fusco piazza la sua terza tripla su sei tentativi e Saponi, con un gioco da 3 punti (approfittando dell’assenza di Marco Bianchi in panchina per 4 falli), riportano la Dulca ad un possesso (73-70 al 37’30”). Sull’azione successiva Fornaciari commette fallo su Ballini e si vede anche affibbiare un tecnico per proteste (l’unico di una partita ben arbitrata, in cui quasi tutti i giocatori hanno pensato più a giocare che a parlare con il duo in grigio); Ballini fa solo 1/3, ma sull’azione successiva Bianchi cattura il rimbalzo difensivo e subisce fallo da Dini: anche lui è impreciso e fa 1/2 per il +5 Granarolo (75-70 al 38′). Saponi comincia il suo show (14 punti nell’ultimo quarto di cui 8 negli ultimi 2′) e realizza da 3 il -2; Ballini, dall’altra parte, risponde con la stessa moneta; Marco Bianchi si vede sanzionare il 5° personale e manda Saponi in lunetta che non sbaglia (78-75 al 38’40”). Marchi fa esplodere la panchina della Crei con un’altra tripla (81-75 al 39′) e poi, dopo il recupero di Marega su Fusco, arrotonda il vantaggio con un viaggio in lunetta da 1/2 (82-75 al 39’30”). Giuliani fa canestro in cinque secondi e Carrera chiama timeout per la rimessa in attacco: fallo immediato su Marega che però fa 0/2; Dini arpiona il rimbalzo e Santarcangelo va da Saponi che da 3, con la mano del difensore davanti al viso, realizza il -2 a 16″ dalla fine (82-80). Altro timeout Carrera e sulla rimessa, la storia si ripete in fotocopia: fallo immediato di Giuliani su Marega, 0/2 dell’ala bolognese, rimbalzo di Dini, palla a Saponi a 2″ dalla fine e… stoppata a due Cristalli-Paoloni e game-set-match Granarolo.

OLIMPIA CASTELLO 2010 – VIS 2008 74 – 61

(15-17; 40-34; 56-52)

Olimpia Castel San Pietro: Dall’Osso 10, Pedini 5, Beccaletto 7, Cavina, Zambrini 18, Pellacani 7, Lugli 17, Castellari, Zuffa, Governatori 7, Sabattani 3. All. Loperfido.i

Vis Ferrara: Antoci 2, Lebovic 3, Grazzi 12, Osevero 3, Manojlovic 5, Brilli 8, Drigo ne, Fiore, Gamberini 6, Zanirato 4, Manoni 6, Caselli 12. All. Campazzi.

CVD BASKET CLUB – PALLACANESTRO CASTENASO 74 – 69 dts

(18-21; 31-38; 44-47; 63-63)

Cvd Casalecchio: Dawson 12, Trois 7, Masetti, Sighinolfi 11, Penna 8, Skocaj 2, Perini 2, Fuzzi 17, Taddei 4, Santilli 4, Falzetti 5, Lelli 2. All. Lanzoni.

Castenaso: Curione 8, Baraldi, Fornasari 14, Spinosa 5, Betti 10, Cardinali 6, Campagna, Quaiotto 10, Parenti 8, Nardi, Venturi, Magnani 8. All. Conti.

BK POL. CASTELFRANCO E. – GINNASTICA FORTITUDO 84 – 70

(25-16; 50-30; 68-50)

Castelfranco: Pizzirani, Tomesani 29, Coslovi 2, Sforza, Righi 15, Tedeschini ne, Vannini 3, Del Papa 10, Villani 9, Ayiku 10, Frilli 6. All. Boni.

Fortitudo: Barattini 6, Pampani 13, Tosini 2, Zinelli 20, Pederzoli 14, Galassi, Zanetti 8, Bonazzi 2, Pontrelli 2, Pesino, Prunotto 2. All. Tasini.

Castelfranco supera l’ostacolo Fortitudo, in una partita che presentava molte insidie e poteva rievocare i fantasmi del match contro Ferrara di due settimane fa. Invece Castelfranco parte bene, crea un buon margine e amministra il vantaggio senza troppo affanno.

Solito quintetto per coach Boni al quale coach Tasini oppone Barattini, Tosini, Pederzoli, Pesino e Pontrelli. Offensivamente, i biancoverdi iniziano molto bene, facendo girare palla e cercando sempre il compagno libero. Al 6’ il tabellone recita 19-8 per i locali, con Tomesani autore già di 12 punti. Qualche giro a vuoto in attacco, non permette di aumentare ulteriormente il divario a Castelfranco e si va a riposo sul 25-16 di fine quarto. I primi minuti di secondo periodo vedono il primo allungo deciso dei ragazzi di coach Boni che costringono la Fortitudo al time out sul 37-20 del 14’. Castelfranco da qua concede qualche rimbalzo offensivo di troppo e permette ai biancoblu bolognesi di rimane agganciati al match anche se ampiamente a distanza di sicurezza. Si va all’intervallo lungo sul 50-30. Ad inizio terzo quarto, i locali raggiungono il massimo vantaggio sul +26 (56-30), poi il meccanismo si inceppa, Castelfranco alza le mani dal manubrio decisamente presto e la Fortitudo si porta fino al -14 ma non riesce ad avvicinarsi di più. Riavvicinamento che invece riesce ad inizio quarto periodo quando i bolognesi arrivano fino al -11 (68-57). Le rotazioni accorciate da un paio di partite a questa parte si fanno sentire e la stanchezza affiora, ma Castelfranco continua a passarsi la palla in attacco ed aiutarsi dietro, quindi regge bene l’urto appoggiandosi ai soliti Tomesani e Righi che trovano abbastanza bene la via del canestro. I minuti finali servono a svuotare le panchine, dalla quale per Castelfranco, fa il suo debutto Samuele Pizzirani, giovane classe 2000 di belle speranze della cantera biancoverde. Missione compiuta, con qualche affanno di troppo forse, ma senza mai rischiare nulla.

BERNAITALIA – RIVIT 89 – 67

(19-11; 42-36; 68-51)

Medicina: Jdidi 2, Bonetti 10, Tinti 11, Marinelli 7, Mini 14, Govi 10, Biguzzi 16, Lorenzini 8, Stagni, Verde, Canovi 5, Seracchioli 6. All. Bacchilega.

Grifo: Turrini 5, Bartoli 6, D’Emilio, Russu 21, Baruzzi 5, Lanzoni 5, Orlando 13, Zaccherini 4, Sgorbati 2, Martini 4, Borgognoni 2, Castelli. All. Palumbi.

I medicinesi registrano l’assenza di Rambelli, gli imolesi devono rinunciare a Lucchetta e Guglielmo. Primo quarto al trotto e a beneficiarne è Medicina che ha più talento e trova canestri anche a giochi rotti; prima sirena e Bernaitalia a +8 sul 19 a 11 anche figlio di una ottima difesa di Biguzzi su Sgorbati. Secondo periodo e Imola accetta il ritmo frenetico: Russu, sotto le plance ,dimostra di essere buon giocatore per la categoria, Seracchioli–Biguzzi–Mini continuano a crivellare la retina e all’intervallo lungo la Bernaitalia è in vantaggio sul 42 a 36. Terzo periodo e Bernaitalia cerca la spallata decisiva: sotto la regia di Tinti, i medicinesi continuano a macinare gioco; Imola regge 5’, poi Lorenzini e Govi scavano il solco e con un pregevole canestro di Bonetti, Medicina vola a + 17. Quarta frazione e la Grifo ha finito le energie. Medicina sfrutta tutta la maggior ampiezza della panchina e ha buone risposte da Canovi e Stagni; l’ultimo canestro è di Jdidi e la festa è completa. Vince la Virtus che fa la partita e sfrutta il suo talento a dispetto di una Grifo, volitiva ed ordinata, ma sicuramente meno talentuosa e corta nelle rotazioni.

GRUPPO VENTURI – NOVA ELEVATORS 64 – 62 dts

(16-18; 35-28; 43-44; 59-59)

Anzola: Bortolani 8, Parmeggiani S. 5, Zucchini 12, Parmeggiani F. ne, Venturi L. ne, Gamberini 2, De Ruvo 4, Venturi N. 2, Pellicciari ne,  Venturi D., Albertini 10, Mazza 21. All. Trevisan.

San Giovanni in Persiceto: Acciarri ne, Carpani, Verardi 9, Baccilieri 20, Scagliarini, Papotti 7, Pasquini 6, Moruzzi ne, Zappoli 4, Ferrari ne, Rusticelli 6, Almeoni 10. All. Berselli.

Una bomba di Albertini, a 2”dalla fine del tempo supplementare, regala ad Anzola la vittoria nel derby contro Persiceto e consente ai ragazzi di Trevisan di mantenere la vetta solitaria del girone. La Vis rimane sempre in scia degli avversari e dopo aver portato la gara all’overtime, arriva ad un passo dal clamoroso colpaccio. Una gestione a dir poco sciagurata dell’ultimo possesso, però, manda all’aria un successo che sarebbe stato importantissimo per la classifica, ma soprattutto per il morale. Merito comunque ad Anzola, brava a vincere una gara giocata sul filo dei nervi, contro un avversario difficile e ben organizzato.

E’subito botta e risposta tra Pasquini e Bortolani, poi 6 punti filati di Zucchini portano i padroni di casa sull’8-2. La Vis si ricompatta e vola sulle ali di Baccilieri: contro-parziale di 7-0 e ospiti in vantaggio (8-9 al 7’).  C’è tempo per un’altra fiammata di Anzola (14-9 all’8), poi è ancora un ispirato Baccilieri a scardinare la difesa avversaria e a trascinare i suoi sul +4 alla prima sirena: 14-18. Nel secondo quarto i ragazzi di Trevisan sfruttano la supremazia a rimbalzo e provano a scappare con le giocate di Mazza (30-23 al 16’). La Vis accorcia con la coppia Almeoni-Verardi (30-28 al 18’), prima di scivolare nuovamente sul -7 all’intervallo: 35-28. Bortolani apre il terzo periodo con 4 punti consecutivi, che valgono il massimo vantaggio anzolese (39-28 al 23’). Sembra l’allungo decisivo, ma è solo un’illusione: in meno di 5’ Persiceto costruisce un parziale di 12-0, sufficiente per mettere la testa davanti e riprendere il pieno controllo del match (39-40 al 27’). Alla terza sirena i ragazzi di Berselli sono avanti di una lunghezza, 43-44. Mazza sale in cattedra nell’ultimo quarto, facendo volare i suoi a +5 (49-44 al 33’), poi è il turno di Simone Parmeggiani, che mantiene a distanza Persiceto (51-47 al 34’); la Vis ricuce interamente lo strappo a 3’ dalla fine (53-53), con tre bombe consecutive di un super Baccilieri. Nel finale la tensione è altissima: Zucchini trova il jolly dalla lunga distanza e regala il +6 ai suoi ad un minuto dalla fine (59-53), Persiceto, però, trova la forza di reagire e approfitta delle nefandezze offensive dei locali per agguantare il pareggio a fil di sirena, grazie a un canestro completamente fuori equilibrio del giovane Rusticelli: pari a quota 59 al 40’. L’overtime diventa il festival dell’errore, in cui brillano solamente Bortolani e Verardi. A 13”dalla fine la Vis è sopra di 1 (61-62), con possibilità di incrementare il vantaggio dalla lunetta con Zappoli che, però, fallisce entrambi i tentativi. Dall’altra parte Albertini riceve, preme il grilletto dalla lunga distanza e manda all’inferno i sogni di Persiceto. (g.p.)

PALLACANESTRO MOLINELLA – PALL. NOVELLARA 62 – 76

(12-22; 29-42; 44-60)

Molinella: Guazzaloca 4, Brandani 12, Spisni, Checcoli 2, Ranzolin 10, Frignani 6, Frazzoni, Capobianco, Lanzi 11, Ramini 7, Regazzi 10, Paolucci. All. Baiocchi.

Novellara: Margini 17, Folloni 4, Rinaldi 6, Morgotti, El Ibrahimi 8, Carpi 1, Ciavolella 6, Bartoccetti 16, Dilas 7, Astolfi 10. All. Spaggiari.

CLASSIFICA

ANZOLA 30 19 15 4 1374 1238 +136
NOVELLARA 28 19 14 5 1398 1255 +143
REBASKET CASTELNUOVO 26 19 13 6 1332 1227 +105
CNO SANTARCANGELO 24 18 12 6 1348 1199 +149
GRANAROLO BASKET 24 19 12 7 1373 1313 +60
VIRTUS MEDICINA 22 19 11 8 1417 1358 +59
VIS PERSICETO 22 19 11 8 1302 1314 -12
CASTELFRANCO EMILIA 20 19 10 9 1481 1365 +116
OLIMPIA CASTEL SAN PIETRO 20 19 10 9 1294 1258 +36
CVD CASALECCHIO 20 19 10 9 1255 1223 +32
MOLINELLA 20 18 10 8 1143 1171 -28
SCUOLA BASKET CAVRIAGO 16 19 8 11 1308 1350 -42
CASTENASO 14 19 7 12 1274 1397 -123
GRIFO IMOLA 6 19 3 16 1275 1428 -153
VIS 2008 FERRARA 6 19 3 16 1210 1419 -209
S.G. FORTITUDO BOLOGNA 4 19 2 17 1209 1478 -269

Serie D, la Francesco Francia sbanca Ponte Rivabella. International, punti di platino

SERIE D/A 20°Giornata

BASKET VOLTONE MASCHILE – F.FRANCIA PALL. 65 – 75

(17-21; 37-40; 56-58)

Monte San Pietro: Giacometti A. 14, Fasano 8, Maldini M., Codicini 14, Ferraro, Giacometti J. 9, Calzini 4, Maresi 8, Magi 1, Venturi 3, Tubertini 4. All. Torrella.

Zola Predosa: Galli, Perrotta 9, Gamberini 20, Mazzoli 6, Maselli, Masina 5, Barilli Fi. 12, Zanotti L., Bosi 1, Bavieri 2, Romagnoli 20. All. Benini.

PALLACANESTRO FULGOR – P.G.S. WELCOME 75 – 64

(28-18; 49-30; 63-47)

Fulgor Fidenza: Molinari 3, Iacomino 3, Moscatelli 18, Gaudenzi 9, Vecchio M. 9, Montanari 4, Rivetti, Parmigiani 7, Vecchio P. 12, Poggi, Barcaroli 10, Chiozza. All. Olivieri.

PGS Welcome: Lamborghini 10, Baroncini F. 11, Calzolari L. 2, Calzolari M., Bernardini, Sabbioni, Brunello 16, Casolaro 2, Chiapparini 2, Baroncini G. M. 2, Venturoli 19. All. Remartini.

SAMPOLESE BK – MAGIK BASKET 51 – 62

(22-15; 32-33; 36-50)

San Polo d’Enza: Tognoni, Ligabue, Davoli 2, Carloni, D’Amore 15, Benevelli ne, Tondo 14, Braglia 2, Galassi 3, Pezzi 2, Magliani 11, Hasa 2. All. Corali.

Magik Parma: Bazzoni 8, Donadei 13, Malinverni N. 2, Bocchia 4, Paulig 20, Ceci 2, Caravita 6, Montagna, Allodi ne, Berlinguer, Botti ne, Malinverni L. 7. All. Padovani.

La Sampolese non riesce nell’ardua sfida di fermare la corsa playoff del Magik Parma, che riesce ad espugnare il Palasampolese grazie soprattutto ad un terzo quarto da soli 4 punti concessi ai biancorossi.

Il primo tempo scorre all’insegna dell’equilibrio, con la Sampolese che, nonostante un tentativo di fuga a metà primo quarto (16–8), viene raggiunta dai parmensi, bravi ad innescare Paulig e gli altri esterni. Nel secondo periodo il match prosegue punto a punto: i padroni di casa trovano soluzioni anche sotto canestro grazie al lavoro sporco di Pezzi e Galassi, mentre gli ospiti rimangono a contatto grazie alle conclusioni dalla distanza di Bazzoni e capitan Donadei. La gara prende una svolta decisiva al rientro dagli spogliatoi, nel momento in cui Paulig e compagni alzano il livello di intensità difensiva, contestando tutte le conclusioni dei reggiani che non riescono mai a trovare la via del canestro. I ragazzi di coach Corali tirano fuori l’orgoglio tornando a –8 trascinati dall’esperienza di Tondo e Braglia (45–53), ma la reazione non è sufficiente, perché 6 punti consecutivi di Paulig, respingono definitivamente le speranze di rimonta della Sampolese fino alla sirena finale.

H4T – POLISPORTIVA CASTELLANA 73 – 55

(24-12; 38-23; 57-33)

S.P. Vignola: Ganugi 5, Badiali, Fiorini 5, Nascetti, Barbieri E. 4, Barbieri A., Degli Angeli, Galvan 24, Paladini 3, Guidotti 21, Zavatta 3, Bastia 8. All. Sacchetti.

Castelsangiovanni: Villa A. 6, Baldini 2, Coppeta 6, Libe 1, Eccher 12, Badini 2, Zamboni 12, Villa S. 7, Mori 4, Boselli 3, Zermani. All. Fanaletti.

ATLETICO BASKET – PALL. NAZARENO 77 – 68

(14-23; 33-39; 61-53)

Atletico Veronesi Gr. 6, Campanella M. 9, Rosati 3, Rossi 15, Grassi, De Simone 15, Diop, Flori, Veronesi G.I. 11, Campanella E. 7, Argenti 5, Artese 6. All. Pietrantonio.

Carpi: Carretti 16, Compagnoni 11, Pivetti 7, Biello 10, Spasic 3, Bonfiglioli 4, Saetti 3, Lavacchielli 8, Pravettoni 6, Valenti ne. All. Beltrami.

POLISPORTIVA BIBBIANESE – ANTAL PALLAVICINI 56 – 81

(12-27; 21-43; 39-63)

Bibbiano: Borelli 3, Reni 9, Grulli 4, Ghirardini 3, Colla 14, Giardina 3, Bartoli 2, Belli Ekolongo 10, Rika 2, Monticelli 4, Volpicelli 2. All. Reverberi.

Pallavicini: Maestripieri 11, Tosiani 9, Cenesi 15, Galeotti 10, Nanni G. 2, Benuzzi 9, Sgargi, Nanni M. 14, De Martini 3, Minghetti 6, Bavieri, Consolini 2. All. Bignotti.

U.P. CALDERARA PALL. – U.S. LA TORRE 55 – 59

(20-18; 29-32; 38-45)

Calderara: Rallo 3, Soresi 4, Nanni, Zocca, Vignoli 3, Selvi 8, Turchetti 4, Serio 18, Molinari 8, Miniero 7. All. Capelli.

La Torre Reggio: Davoli A. 3, Mazzi G., Scianti 7, Vezzosi 3, Davoli L. 2, Pezzarossa 4, Mazzi F. 8, Mussini 3, Bondioli 18, Margaria 11, Pasquali ne, Lavaggi ne. All. Romano.

CLASSIFICA

ATLETICO BOLOGNA 34 18 17 1 1380 1104 +276
FRANCESCO FRANCIA ZOLA 28 19 14 5 1353 1244 +109
MAGIK PARMA 28 19 14 5 1276 1189 +87
PALLAVICINI BOLOGNA 26 19 13 6 1257 1147 +110
VOLTONE ZOLA 26 18 13 5 1263 1161 +102
FULGOR FIDENZA 22 19 11 8 1328 1167 +161
NAZARENO CARPI 20 19 10 9 1368 1305 +63
SCUOLA PALL. VIGNOLA 16 18 8 10 1250 1234 +16
SAMPOLESE 14 19 7 12 1211 1257 -46
CALDERARA 14 18 7 11 1127 1214 -87
VENI SAN PIETRO IN CASALE 12 18 6 12 1102 1198 -96
LA TORRE REGGIO EMILIA 12 19 6 13 1073 1200 -127
BIBBIANESE 12 19 6 13 1236 1397 -161
PGS WELCOME BOLOGNA 8 19 4 15 1266 1419 -153
CASTELLANA CASTEL S.GIOVANNI 8 19 4 15 1079 1333 -254

SERIE D/B 20° Giornata

STEFY BASKET – PARTY & SPORT 55 – 48

(12-18; 28-25; 39-38)

Stefy: Pancaldi 9, Melchiorre 4, Marzioni 10, Franceschini 17,  Poli 1, Zambonelli, Galli 5, Lamborghini 3, Folesani 2, Alessandri 4. All. Scandellari.

P&S Ozzano: Migliori 7, Gambetti 5, Dozza 9, Avallone 4, Marchi, Fabbri, Fierro 8, Zerbini 2, Passatempi ne, Martelli 4, Miceli 6, Spadoni ne.

CESTISTICA ARGENTA – BASKET VILLAGE 84 – 80

(25-27; 40-40; 69-49)

Argenta: Alberti A. 2, Pusinanti 8, Alberti D. 23, Cesari 7, Ardizzoni 12, Bianchi 7, Quaiotto 4, Peretti, Malagolini 12, Di Tizio 6, Torriglia 3. All. Panizza.

BK Village Granarolo: Masetti 3, Dalla 3, Martinelli 2, Paoloni 17, Cerulli 17, Banzi 10, Marcheselli 5, Meluzzi 8, Polo 1, Brigotti, Nicotera 14. All. Ansaloni.

Una Cestistica sprecona e presuntuosa supera “sul filo di lana” l’ostacolo Basket Village e approfittando del turno di riposo della capolista Forlimpopoli, agguanta la prima posizione seppur in coabitazione con Bellaria e gli stessi artusiani. Dopo il botta e risposta iniziale, con Paoloni che replica a Torriglia e Pusinanti, sorpasso Granarolo con Meluzzi che infila la tripla del +3 (9-12) a metà parziale. Ad un giro di lancette dalla prima sirena gli ospiti dilatano lo strappo grazie alle penetrazioni di Nicotera; il play bolognese approfitta dell’evanescente difesa argentana e firma il +8 (19-27) Village. Sul ribaltamento di fronte Cesari va a bersaglio da oltre l’arco e sulla successiva pala persa di Granarolo, è Malagolini, sempre dai 6,75, che riduce il divario a due sole lunghezze (25-27). Nel secondo parziale Argenta rimette il naso avanti con una tripla di Alberti Davide che firma il +1 (32-31) quando mancano sette minuti all’intervallo lungo. I padroni di casa prendono progressivamente il controllo del pitturato, Ardizzoni imperversa e Di Tizio firma il +6 (40-34)  a 1’12” dalla seconda sirena; i biancoblu, però, pagano un minuto di follia nel quale non convertono in canestri i molteplici rimbalzi in attacco e vengono puniti dal parziale ospite firmato Meluzzi che impatta proprio sulla sirena. Alla ripresa del gioco decisa accelerata dei padroni di casa che blindano l’area e bersagliano il canestro con continuità: Alberti Davide domina sui due fronti del campo e in un amen Cestistica sul +13 (56-43) con sei minuti alla terza sirena. La replica bolognese è affidata a Marcheselli che, con un paio di piazzati, arresta temporaneamente l’emorragia, ma sul finire del quarto le triple di Pusinanti e Malagolini dilatano lo strappo sino al +20 (69-49) con cui si apre l’ultima frazione. Granarolo alza la pressione difensiva e approfittando di qualche banale palla persa argentana, si riavvicina. Due piazzati di Quaiotto e una tripla del solito Alberti Davide tengono però gli ospiti a distanza di sicurezza; a 4:15 dalla conclusione Argenta sul +16 (76-61). Ultimo minuto, Cestistica sul +10 (81-71) , va in scena il “museo degli orrori argentano”: palle perse, forzature incomprensibili e un indisponente passività difensiva permettono a Granarolo, anche grazie a due triple di tabellone, di arrivare ad una sola lunghezza di distanza (81-80) a 21″ dall’ultima sirena. Fallo su Alberti Davide che dalla lunetta riporta Argenta sul +3 (83-80). Ospiti in attacco per l’overtime, ma la tripla di Meluzzi sbatte sul ferro ed esce, rimbalzo di Alberti Davide, fallo subito e nuovo viaggio in lunetta per la guardia biancoblu. A bersaglio il primo libero, fuori il secondo ed è vittoria.

BELLARIA BASKET – CESENA BASKET 2005 74 – 45

(25-8; 43-24; 64-29)

Bellaria: Nervegna 4, Gori 2, Tassinari 12, Komazec 19, Demaio 4, Casadei 2, Pellegrini 2, Clementi 4, Forte, Scarone 19, Trunic 6. All. Radulovic.

Cesena: Scaccabarozzi 15, Rossi Fe. 5, Romano 9, Montalti, Martini 4, Vandelli, Cacchi 2, Ambrogi 3, Babbini 5, Pezzi 2. All. Domeniconi.

IMMOBILIARE 2000 – SCUOLA BASKET FERRARA 74 – 60

(18-13; 42-32; 53-45)

Giardini Margherita: Alaimo 14, Venturi 18 Nobis 8, Conti 13, Marcelli, Pezzano 2, Bonesi 9, Sterpi 4, Pellegrinotti, Pedrielli 6, Pierini. All. Morra.

Scuola Basket Ferrara: Cattani 12, Pigozzi 4, Bertocco 18, Rizzatti 15, Bereziartua 3, Proner, Malaguti 8. All. Schincaglia.

CURTI – DOLPHINS 87 – 73 dts

(24-12; 36-31; 55-48; 68-68)

International Imola: Ravaglia 2, Benghi 23, Dirella 15, Scagliarini 9, Barbagelata 2, Cai 6, Foronci, Ciampone 3, Wiltshire, Bamania 3, Ginevri 24. All. Fiera.

Riccione: Egbutu 9, Zaghini 1, Casadei, Mazzotti 4, Pierucci 1, Brattoli 11, Ortenzi, Ambrassa 1, De Martin 25, Amadori 21. All. Ferro

BASKERS – STARS BASKET 67 – 63

(24-15; 36-37; 48-55)

Baskérs Forlimpopoli: Marchioni 4, Pinza 11, Cortini 15, Primavera 5, Picone 4, Totaro, Neri, Biffi 2, Mingozzi, Biscaro 12, Poggi 9, Brunetti 5. All. Rustignoli.

Stars: Conidi 10, Tazzara 8, Venturi ne, Brichese, Giudici 11, Molise, Musolesi 4, Branchini 5, Passarelli 5, Benfenati, Orlando 11, Pistacchio 9. All. Bandiera.

Bellissima vittoria per i Baskérs che, al termine di una partita schizofrenica, hanno la meglio in volata sugli Stars per 67-63, conquistando due punti importanti per la classifica.

L’avvio di partita è totalmente di marca forlimpopolese: Poggi e Marchioni propiziano la fuga, con un distacco che subito si fa consistente. I bolognesi provano però a restare in scia appoggiandosi ad un ispirato Conidi e ad un Orlando ficcante nel pitturato. Nel secondo quarto, il vantaggio Baskérs arriva fino in doppia cifra, ma gli Stars reagiscono prontamente: guidati da Pistacchio e Giudici, gli ospiti prima ricuciono il distacco, poi sorpassano nel finale, nonostante un paio di canestri del redivivo Picone. Dal -1 dell’intervallo, ci si attende una reazione da parte dei padroni di casa, ma al rientro dagli spogliatoi sono ancora gli Stars a spingere, colpendo con irrisoria facilità in mezzo all’area, con il duo Pistacchio-Orlando sugli scudi. I Baskérs, invece, faticano terribilmente a trovare la giusta continuità sui due lati del campo e affondano, volando fino sul -8. Con le spalle al muro, i forlimpopolesi disputano però un ultimo quarto di ben altro spessore: la difesa alza il volume, Pinza e Cortini trovano la via del canestro con regolarità ed ecco che la partita si riapre. Nel finale punto a punto, i Baskérs mettono il naso avanti, per poi subire la schiacciata di Musolesi per il 59-61. La partita si decide ai tiri liberi: Cortini, Brunetti e Biscaro fanno percorso netto, mentre Tazzara sbaglia quelli della parità, consegnando il successo ai locali.

COPAR SERVIZI SELENE BK – PALL. BUDRIO 2012 79 – 74

(21-17; 46-36; 68-58)

Sant’Agata sul Santerno: Pasquali 17, Gaddoni 2, Vignudelli 8, Carlotti 10, Mastrilli 16, Caprara 2, Brignani 4, Baldrati 4, Regazzi 5, Camorani 2, Trerè 9. All. Ricci Maccarini.

Budrio289: Cesario 10, Curti 7, Maccaferri ne, Tugnoli 4, Tuccillo 14, Manini 5, Piazzi 5, Lazzari 4, Zanellati 3, Zitelli 5, Zambon 17, Quarantotto. All. Bovi.

CLASSIFICA

BELLARIA 30 19 15 4 1413 1200 +213
ARTUSIANA FORLIMPOPOLI 30 18 15 3 1349 1137 +212
ARGENTA 30 19 15 4 1534 1365 +169
IMMOBILIARE 2000 BOLOGNA 22 19 11 8 1423 1314 +109
PALL. BUDRIO 289 22 19 11 8 1474 1461 +13
RICCIONE 20 18 10 8 1375 1340 +35
STEFY BOLOGNA 20 19 10 9 1358 1348 +10
SELENE S. AGATA 18 19 9 10 1385 1419 -34
STARS BOLOGNA 16 18 8 10 1271 1331 -60
BASKET VILLAGE GRANAROLO 14 19 7 12 1314 1378 -64
BASKERS FORLIMPOPOLI 14 19 7 12 1282 1356 -74
INTERNATIONAL IMOLA 12 18 6 12 1242 1314 -72
S.B. FERRARA 12 19 6 13 1166 1308 -142
CESENA BASKET 2005 10 18 5 13 1103 1213 -110
PARTY&SPORT OZZANO 10 19 5 14 1296 1501 -205

Promo, la Nubilaria fa la voce grossa e vince a Scandiano, Navile ko a Codigoro. Castiglione docet

GIRONE A 17° Giornata

NUOVA CUPOLA – SALSOMAGGIORE CITY 54 – 68

(16-20; 25-34; 38-50)

Nuova Cupola Reggio: Chiesi 3, Bottarelli 11, Rivetti, Libertini 12, Cuda 2, Buzzigoli 9, Pedroni 5, Giuriola, Lasagni 10. All. Sfondrini.

Salso: Canali 19, Lettieri 9, Cigala 3, Rattotti 4, Avanzini 21, Maccini 5, AImi 6. All. Antonicelli.

VICO BASKET – IRA TENAX B. CORTEMAGGIORE 82 – 54

(19-12; 39-21; 56-36)

Vico Parma: Calzi 3, Lavega 2, Caggiati, Baratta, Asta S. 12, Bozzetto 5, Zucchi 11, Rastelli 8, Asta G. 8, Guerra 17, Adama 10, Cristini 6. All. Caggiati.

Cortemaggiore: Avanzi 9, Betti 10, Villani 3, Gelmini 1, DI Stefano 9, Poggi 3, Stecconi 3, Markovic 4, Righi 1, Zanangeli 2, Tommei 4, Antoniazzi 5. All. Fiesolani.

VIRTUS PONTEDELLOLIO – GELSO 63 – 58

PLANET BASKET – CUS PARMA 71 – 73

S.ILARIO BASKETVOLLEY – WEST ROSTA NUOVA Non disputata

ARTARREDO VALTARESE BORGOTARO – DUCALE MAGIK PARMA 60 – 63

CLASSIFICA

Cus Parma 32; Ira Tenax Cortemaggiore 20; Planet Parma, Basketreggio, Vico Basket Parma 18; Gelso Reggio, Virtus Pontedellolio 16; Salsomaggiore City, Ducale Parma 14; Valtarese, Nuova Cupola Reggio, S. Ilario 12; Rosta Nuova Reggio 0.

GIRONE B 14° Giornata

GAZZE CANOSSA – BOIARDO 58 – 48

PALLACANESTRO SCANDIANO 2012 – NUBILARIA BASKET 69 – 76

(15-18; 27-34; 52-57)

Scandiano: Siani 12, Fontanesi, Masoni 9, Iori 14, Roncaglia 3, Montanari 12, Caleffi, Maioli S. 11, Marani 2, Maioli M. 6, Vacondio ne, Melegari ne. All. Baroni.

Novellara: Baracchi A. 16, Gasparini 4, Bagni  8, Mariani Cerati 21, Bertani F. 8, Baracchi M., Bertani F. 2, Mazzocchi 2, Beltrami 2, Freddi 4, Bartoli 9, Bigliardi ne. All. Soliani.

P.G.S. SMILE – BASKET CAMPAGNOLA E. 52 – 87

(18-13; 27-43; 38-60)

Formigine: Gibertoni 5, Bonara 9, Ferioli 8, Lucchi 8, Fogliani, Lerario 11, Belgiorno 3, Seidita 8, Jerez. All. Baldi.

Campagnola: Fregni, Delbue 25, Pirondini 5, M. Parmiggiani 14, Soccetti 4, Sueri 9, Rustichelli 12, Carnevali 4, Piccinini 4, Torreggiani 7, Carpi 3. All. Nannetti.

PALL. CORREGGIO – SPORT CLUB CASINA 84 – 45

SCHIOCCHI BALLERS – UNIONE SPORTIVA AQUILA 64 – 70 dts

(21-15; 37-33; 52-46; 63-63)

SchiocchiBallers Modena: Bernabei 10, Berardi 7, Minarini 12, Bertolini 7, Buntov ne, Sassi 7, Petrella 11, Perini 8, Macchelli 2. All. Bertani.

Luzzara: Ploia, Cagnolati 2, Poma L., Altomani, Folloni 4, Corradini 22, Pasini 12, Poma G. 4, Mazzola 5, Bush 2, Brioni 7, Ruina 12. All. Calavaglio.

MAGRETA – PALL. REGGIOLO 20/02/2018 – 21:30

Palestra Sc. PALMIERI – Via C. Darwin 4 – Loc. Magreta FORMIGINE (MO)

CLASSIFICA

Nubilaria Novellara 26; Correggio 24; Scandiano*, Campagnola 22; Reggiolo** 18; Casina 12; Schiocchi Ballers Modena, Aquila Luzzara 10; Boiardo 8; Gazze Canossa 6; Pgs Smile Formigine 4; Magreta* 2.

GIRONE C 17° Giornata

LIBERTAS SAN FELICE – I GIGANTI DI MODENA 91 – 46

(24-11; 46-18; 77-32)

Libertas San Felice: Stagnoli 5, Margelli, Fioravanti 14, Fenderico 2, Ghiacci, Balducci 10, Zanchi 14, Di Marzio 16, Credi 11, Bianchini 19. All. Zanini.

Giganti: Scattolin 8, Campagnano 6, Baraldini 2, Macchitelli, Vellata 9, Zaffiri 2, Rota 6, Marescotti 4, Franceschi 5, Alberti 4. All. Davolio.

Altra vittoria casalinga per la Libertas San Felice, che conserva l’imbattibilità fra le mura amiche battendo, senza troppi patemi, i Giganti di Modena. I padroni di casa infatti partono subito forte alzando la difesa a tutto campo decisi fin dalle prime azioni a recuperare palloni  e creare il vantaggio decisivo già nella prima frazione.  Primo quarto che si conclude con il punteggio di 24-11. Il secondo quarto è la fotocopia del primo, con gli ospiti che ce la mettono tutta per rimanere in scia della capolista, ma l’intensità imposta è troppo alta e il disavanzo tra le due squadre si allarga fino ad arrivare all’intervallo lungo sul +28, 46-18. Nel secondo tempo la partita è già abbondantemente finita, le difesa di casa si permette di calare e mentre in attacco ci pensa Bianchini, autore di 5 triple ed MVP con 19 punti, dall’altra parte Scattolin e Vellata cercano di rendere meno pesante la sconfitta. Il match finisce col punteggio di 91-46 per la Libertas San Felice che si conferma così prima forza del campionato.

BASKET FINALE – ROSMARINO 58 – 53

(20-14; 35-27; 43-38)

Finale Emilia: Chiarabelli, Bretta 3, Borghi 2, Braida 3, Bergamini 11, Balboni 11, Golinelli 6, Forni 3, Govoni 17, Succi 2. All. Bregoli

Carpine: Ricchetti 8, Meschiari 4, Cavallotti 4, Nasi 6, Marchi 6, Zaccarelli 3, Zanoli 7, Piuca 6, Arletti 2, Cantarelli 2, Silingardi 2, Iacono 3. All. Lugli

Continua il periodo nero della Carpine che perde un match con la pari classifica Finale Emilia.

La partita inizia con un ritardo di 20 minuti causa ritardo del refertista e questo influisce un po’ sulla Carpine che si fa sorprendere da un Govoni in trance andando subito sotto di 6 lunghezze nel primo quarto. L’equilibrio la fa da padrone nella seconda frazione dove la Carpine però non riesce a recuperare il gap. Dopo la pausa Zanoli & co. riescono a tenere sotto la decina i punti degli avversari, ma qualche errore di troppo non permette il riaggancio completo. Inizia la bagarre dell’ultima frazione dove Finale si mette a zona e Carpi fa di tutto per riavvicinarsi arrivando fino a -4, ma ogni volta viene ricacciata indietro dai padroni di casa che portano così a casa due punti fondamentali e avanti in classifica rispetto ai carpigiani.

PALL. TEAM MEDOLLA – NAZARENO BASKET 67 – 48

(20-17; 34-25; 49-38)

Medolla: Galeotti 10, Maini 15, Besutti 2, Marchetti, Ceretti, Asperti 18, Cresta, Barbieri 11, Guarnieri 3, Spinelli 8, Fiume, Ganzerli Ale. All.: Ganzerli Alb.

Carpi: Sbisà 11, Panzetta 3, Goldoni Sa. 4, Pivetti 2, Guidetti 2, Goldoni Si. 18, Barigazzi M., Barigazzi S., Lugli 6, Corni 2. All. Barberis.

NEW BASKET MIRANDOLA – VANINI 72 – 60

(20-16 ; 35-27 ; 55-39)

Mirandola: Baccarani 7, Ferraresi 5, Duca 12, Bega 3, Mattioli 12, Guagliumi 6, Fricatel 6, Gasparini 17, Lucchi 2, Di Piazza 2. All. Dotti.

Horizon: Migliori 10, Torrini 8, Pasquali 6 Degli Esposti, Nasi 10, Gobey 4, Caverzan 4, Maldini 9, Spiga 4, Grippa, Dawson 5. All. Muscò.

PALL. FORTITUDO – SBM BASKETBALL 60 – 41

(12-14; 32-22; 44-40)

Crevalcore: Cremonini 3, Guido 5, Gravinese 11, Filippetti, Gallerani 6, Lelli, Terzi E. 5, Candini 5, Fregni 6, Morselli 11, Floro 6, Simoni 2. All. Terzi D.

S.B.Modenese: Marzotto 2, Benati 12, Ferrari 6, Monari 8, De Divitis, Monari 6, Drusiani, Lanza 2, Manfredini 2, Arreton, Ferretti 1. All. Manna.

POL. GIOVANNI MASI – MONTEVENERE 2003 A.GIORGI 61 – 57

CLASSIFICA

Libertas San Felice Bologna 30; Masi Casalecchio 28; Diablos Sant’Agata Bolognese 20; Medolla, Fortitudo Crevalcore 18; Horizon Bologna 16; Montevenere Bologna 14; I Giganti di Modena 12; Nazareno Carpi, S.B. Modenese, New Basket Mirandola, Finale Emilia 10; Carpine 8.

GIRONE D 17° Giornata

OMEGA BASKET – METEOR RENAZZO 93 – 48

(21-13; 45-21; 55-36)

Omega: Belleri 3, Calvi 15, Bacocco 21, Zanoni 11, Pappalardo 9, Dal Pozzo 6, D’Andola 5, Morales 4, Kalfus 10, Tapia 9. All. Solaroli.

Renazzo: Ventura 2, Alboresi 10, Meola 9, Malagutti 6, Calanchi 5, Fini 4, Ramponi 5, Gentili 3, Angelini 4. All. Ansaloni.

PALL. LA FENICE – NAVILE BASKET 60 – 46

(22-10; 33-23; 51-30)

Codigoro: Grassi R., Ferretti, Beccari 7, Tralli 20, Chiarabelli 6, Patroncini 9, Buzzoni, Grassi F. 8, Danieli 4, Cavazzini 6, Fiorentini. All. Patroncini.

Navile: Serboni, Missoni 3, Gargioni 3, Di Pasquale 4, Bonvicini 2, Tacconi 2, Lazzari 7, Martelli 15, Sanmarchi 8, Ballardini, Brini. All. Corticelli.

VIS BASKET FERRARA 2012 – P.G.S. CORTICELLA 20/02/2018 – 21:30

PALAPALESTRE – Viale Tumiati 5 FERRARA (FE)

JOLANDINA – POL. DIL. FARO 48 – 58

(11-10; 25-26; 36-40)

Jolanda di Savoia: Bertasi 4, Martini 2, Bellini ne, Zappaterra ne, Cavallini 5, Marani 4, Ricci 9, Gnani 4, Benetti 9, Villani 11, Pavanello ne. All. Malaguti.

Faro: Pasetti 2, Baldi 2, Taglioli 20, Cesari ne, Marano 1, Dalpozzo 2, Fuschini, Rubini 3, Porcellini 5, Carnaroli 15, Zanetti, Mortara 8. All. Bolognesi.

ARGELATO BASKET – SPARTANS FERRARA BASKET 74 – 62

PEPERONCINO LIBERTAS BK – PROGRESSO HAPPY BASKET ’07 17/02/2018 – 20:30

Palestra SCUOLE ELEMENTARI – Via Silone 27 – Loc. Mascarino CASTELLO D’ARGILE

CLASSIFICA

Omega Bologna 26; Navile Bologna, Happy BK CastelMaggiore, Argelato 24; Peperoncino Mascarino 22; Faro Consandolo 20; Lions Cento 16; Spartans Ferrara 14; Pgs Corticella Bologna* 10; Vis 2012 Ferrara*, La Fenice Codigoro 8; Meteor Renazzo 6; Jolandina di Savoia 2.

GIRONE E 17° Giornata

BASKET BUDRIO – PALLACANESTRO PIANORO 46 – 86

Pianoro: Naim 6, Buscemi 8, Bonazzi 5, Bianchini 17, Stefani, Coccolini, Grandi 13, Vaccari 12, Nicoletti 7, Selleri 12, Verardi 6, Coraini. All. Fasone.

CSI SASSO MARCONI – GHEPARD BASKET 65 – 80

TATANKA BALONCESTO – PGS BELLARIA 66 – 80

(20-19; 37-34; 55-60)

Tatanka Imola: Gebrehiwot 9, Salvatori 3, Pederzoli 6, Pirazzoli 5, Midulla 3, Costantino 6, La Ferla 18, Strada, Franceschelli, Castagnetti 10, Selva 6. All. Lanzi.

Pgs Bellaria: Ascari 15, Gianasi, Ottani 7, Scarenzi 6, Murgia 3, Masi 4, Pirazzoli 11, Poluzzi 3, Proto 2, Di Rienzo 15, Fontana 14. All. Bertuzzi.

BOLOGNA AIRLINES – S. MAMOLO BASKET 90 – 66

(24-19; 42-35; 63-49)

Airlines: Mentuccia 4, Vignudelli 14, Magagnoli 18, Lombardo 16, Leone 11, Tonelli  8, Brusa 8, Beccari 5, Urzino, Pizzi 6, Beruschi, Chili. All. Munzio.

San Mamolo: Grilli 10, Calendaresi 18,  Boscolo 7, Lamborghini, Quadri S. 4, Lotito 11, Santinelli 5, Breusa 5, Zucchini 2, Musiani 2, Quadri A. 2, Scalone. All. D’Alessandro.

BASKET GIALLONERO IMOLA – PALL CASTEL S.P.T. 2010 Rinviata

CASTIGLIONE MURRI BK – MEDICINA BASKET 2007 68 – 62

(22-19; 34-36; 48-57)

Castiglione Murri: Donati 5, Melino 6, Dettori 1, Rizzardi 17, Gandolfi 10, Stefanelli 2, Varotto 2, Bertini 15, Angeletti, Sanguettoli 2, Samoggia 4, Parchi 4. All. Bonfiglioli.

Medicina 2007: Buresti 14, Bacci 2, Pazzaglia, Ricci 20, Ugolini 2, Magli, Buscaroli, Idà 5, Rimondini 6, Ventura, Martelli9, Soldi 4. All. Brocchi.

CLASSIFICA

Castiglione Murri Bologna 28; Medicina 2007 26; Ghepard Bologna, Pgs Bellaria Bologna 22; Castel San Pietro*, Giallonero Imola*, Fresk’o San Lazzaro 18; Pianoro 16; Bologna Airlines 14; Tatanka Imola 8; San Mamolo Bologna, CSI Sasso Marconi 6; BK Budrio 0.

GIRONE F 16° Giornata

AICS JUNIOR BASKET – EAGLES 67 – 54

(20-19; 30-31; 47-39)

Aics Forlì: Bergantini 10, Naldi 5, Zanotti 12, Monday 9, Criveto 2, Ragazzi 7, Ruffilli 7, Galeotti 6, Tomidei ne, Alberti, Guaglione 5, Battistini 4. All. Laghi.

Morciano: Guastafierro, Masia 16, D’Aurizio 2, Ciotti 7, Chistè M. 4, Arduini, Di Sciullo 9, Bigini 7, Bacchini 9, Rossi. All. Chisè C.

INSEGNARE BK RIMINI – MASSA BASKET 2010 71 – 59

BASKET TIGERS – LA FIORITA BASKET 2011 84 – 62

(18-15; 42-36; 65-48)

Villanova: Serpieri 16, Rossi M. ne, Buo 18, Bronzetti 12, Di Giacomo 2, Panzeri 7, Semprini 2, Bollini, Malagrida ne, Toni, Saccani 25, Guiducci T. 2. All. Podeschi.

POL. STELLA – BASKET PROJECT 91 – 66

(22-19; 49-30; 77-53)

Stella Rimini: Amadori 7, Verni 4, Naccari 9, Bomba 15, Pari 8, Accardo 10, Distante 5, Del Turco 18, Quartulli ne, Pinto 13. All. Casoli.

Project Faenza: Troni 13, Santo 13, Grandoni 14, De Lorenzi, Dal Monte, Biancoli 4, Catani 4, Santandrea 9, Morsiani 10, Gregori ne, Bombardini 2. All. Alfieri.

Vittoria numero 16 per la Stella. Risultato in bilico solo nel primo quarto, poi la Stella prende il largo con giocate che rendono la partita piacevole e divertente. Da segnalare il 56% al tiro da 3 (10/18). Minutaggio distribuito fra tutti i giocatori in campo, da 16 ad un massimo di 26 minuti. Quartulli, invece, è rimasto in panchina al rientro da un infortunio. Da segnalare la prestazione di Del Turco 18 con 8 su 9 al tiro da 2; ma tutti si sono impegnati al massimo. Per Faenza Santo si è fatto valere vicino al canestro sia in attacco che in difesa.

BASKET 2000 – BASKET CLUB RUSSI 44 – 64

(10-22, 22-43, 39-48)

BK 2000 San Marino: Gambi 2, Borello 10, Bombini 7, Vio, Briganti 2, Palazzi 2, Stefanelli 3, Riccardi 9, Giannotti 6, Falconi 3. All. Rossini.

Russi: Grazzi 3, Castellari 6, Samori 10, Beghi 11, Laghi 1, Montanari, Porcellini 21, Stefanelli, Venturini 5, Balzani 5, Spiriti 2. All. Tesei.

BASKET A. GARDINI 2001 – CRAL E. MATTEI 76 – 82

CLASSIFICA

Stella Rimini 32; Russi, Spem Mattei Ravenna 24; La Fiorita San Marino, Tigers Villanova* 22; Faenza Project 14; BK 2000 San Marino, Eagles Morciano**, Aics Forlì* 10; I.B. Rimini 8; Gardini Fusignano, Massa 6.

Under 16, la Vis Ferrara batte nuovamente la Virtus e ipoteca il girone. U18, passa la BSL, Vis2008 terza

UNDER 20 18° Giornata

SALUS PALL. BOLOGNA – VIRTUS PALL. BOLOGNA 20/02/2018 – 20:45

Palestra PORELLI – Via dell’Arcoveggio 49/2 BOLOGNA (BO)

ASSIGECO POL. PIACENZA CLUB – BAKERY PALL. PIACENTINA 19/02/2018 – 21:15

Palazzetto – Via Papa Giovanni XXIII 44 CODOGNO (LO)

CASSA DI RISPARMIO FORTITUDO103 – COCOON PALL. LISSONE 22/02/2018 – 20:30

ACADEMY SPORT VILLAGE – Via Lame 298 – Loc. Torreverde CASTEL MAGGIORE (BO)

JUNIOR BASKET RAVENNA – TEAM ABC CANTU 19/02/2018 – 18:45

Palestra MORIGIA – Via Sighinolfi RAVENNA (RA)

CLASSIFICA

Virtus Bologna 32; Cantù 26; Fortitudo Academy Bologna, Piacenza BC 20; Piacentina, Lissone 14; Salus Bologna 8; Junior Ravenna 2.

UNDER 18 18° Giornata

VIS 2008 – CASSA DI RISPARMIO FORTITUDO103 71 – 59

(15-19; 38-26; 49-44)

Vis Ferrara: Branchini 2, Salvardi 10, Bogliardi 12, Labovic 2, Ghirelli ne, Antoci 6, Castaldini, Natali 11, Favali 9, Tedeschi ne, Manojlovic 9, Zanirato 10. All. Franchella.

Fortitudo 103: Giannasi, Cappelli 1, Boniciolli, Muzzi 2, Cinti 3, Prunotto 8, Ranieri 2, Barattini 10, Youbi 7, Franco 4, Zanetti 16, Balducci 6. All. Lolli.

G.S. INTERNATIONAL BASKET – SALUS PALL. 79 – 45

(17-10; 39-19; 54-33)

La Villa Bella Imola: Spinosa 4, Malverdi 3, Calabrese 3, Poli 7, Ricci Lucchi 13, Wiltshire 11, Bisi 7, Bollati 12, Ravaglia 19. All. Dalpozzo.

Salus Bologna: Morra 10, Grilli 3, Arletti 1, Raspanti 5, Bianchi 2, Negrini 5, Marchetta 5, Dallacasa 3, Tabellini 6, Lambertini 3, Cocchi 2. All. Bacchilega.

POL. PONTEVECCHIO – B.S.L. SAN LAZZARO 64 – 72

(24-13; 38-32; 52-52)

Pontevecchio: Giorgi, Conti 23, Faldella, Folli 18, Lorusso, Boni, Minerva, Neri ne, Bartolini 6, Tomsa, Antola 9, Barbato 8. All. Carretto.

San Lazzaro: Recchia 15, Scapinelli, Righi ne, Corradini 3, Tobia 7, Tepedino ne, Serra 2, Perini 9, Rosa 17, Naldi 15, Zuppiroli 2, Casarini 2, All. Bettazzi.

CRABS – GRISSIN BON 79 – 84

Rimini: Rinaldi 2, Trunic 10, Lonfernini 4, Del Fabbro 17, Ferrari 8, Zambianchi ne, Tongue 4, Iannello 11, Rossi 16, Puzalkov 5, Giorgi 2. All. Galli.

Reggiana: Soviero 26, Pellicciari 8, Diouf 16, Piccinini 4, Giannini 6, Simonazzi, Sow 2, Riccò, Bertolini 4, Maddaloni, Zampogna 18, Lusvarghi. All. Menozzi.

CLASSIFICA

Virtus Bologna 28; Reggiana 26; Vis 2008 Ferrara, Fortitudo Academy 24;  Bsl San Lazzaro 14; Pontevecchio Bologna 12; Crabs Rimini 10; International Imola 4; Salus Bologna 2.

UNDER 16 16° Giornata

VIS 2008 – VIRTUS PALL. BOLOGNA 90 – 87

(33-23; 59-49; 80-69)

VIS Ferrara: Branchini 14, Volpato 2, Gilli, Mica 2, Bogliardi 53, Franchella, Fabbri 5, Chieregatti 1, Caloia 9, Accorsi, Lullo 4, Salvi. All. Santi.

Virtus Bologna: Guastamacchia 8, Nobili 7, Alberti 8, Tintori 7, Orsi, Lolli 12, Peterson 4, Solaroli 27, Ruffini, Frascari, Tinti, Battilani 14. All. Consolini.

Come all’andata, pronti-via e i ritmi sono vertiginosi, gli attacchi vincono nettamente sulle difese. La Vis cerca di correre come sa fare e la Virtus fa fatica a stare dietro agli esterni Estensi. Tanti 1c1 da entrambe le parti sono il motivo principale della partita. La Vis gestisce meglio qualche possesso e scappa sul +10. Nel secondo quarto la musica è sempre la stessa. Ritmi alti, e difese che faticano in modo visibile. La Virtus prova a rimanere attaccata alla partita affidandosi ai tanti centimetri in più rispetto alla Vis, ma non riesce a trovare il bandolo della matassa e la Vis scappa sul +15. Al rientro dagli spogliatoi, entrambe le squadre alzano il livello di intensità difensiva, la partita diventa più dura e i contatti molto intensi. La Vis non riesce ad ammazzare la partita come all’andata e non riesce a scrollarsi la Virtus di dosso. Ed è nell’ultimo periodo che la Virtus ha la stessa reazione della partita d’andata giocata tre mesi fa, stringe enormemente le maglie difensive, abbassando notevolmente i quintetti e adattandosi a Ferrara. La Vis non riesce più a trovare il canestro con la facilità di prima. In un amen la Virtus rosicchia fino al -5, poi due canestri della Vis ridanno un po’ di ossigeno, i bianconeri sono ancora vivi, ma non riescono a riprendere Ferrara. La Vis mantiene l’imbattibilità e la testa del girone, la Virtus segue a 4 punti di distanza, ma è 0-2 negli scontri diretti con gli estensi.

ONETEAM BASKET FORLI – B.S.L. SAN LAZZARO 18/02/2018 – 11:00

VILLA ROMITI – Via Sapinia 40 FORLI’ (FC)

CA.RI.RA. FORTITUDO103 – ASSIGECO POL. PIACENZA CLUB 56 – 67

GRISSIN BON PALL. REGGIANA – POL. PONTEVECCHIO 10/03/2018 – 19:45

Palestra D. CHIERICI – Via Cassala 10/d REGGIO NELL’EMILIA (RE)

PALL. TITANO – G.S. INTERNATIONAL BASKET 61 – 71

(13-17; 27-37; 39-55)

San Marino/Villa Verucchio: Palmieri 27, Della Pasqua 10, Fabbri L. 6, Fabbri O. 2, Pasolini 4, Ronci 7, Dappozzo 3, Grassi 2 Zafferani, Piscaglia. All. Padovano.

Imola: Fazzi 5, Cassarino 2, Di Antonio 2, Poloni, Bedronici, Magliocca 2, Bertini 11, Bosio, Marangoni 14, Fussi 29, Baroncini, Mendez 6. All. Tumidei.

Pur dovendo fare i conti con l’assenza di Buo – fuori a lungo per la rottura del malleolo – la formazione di coach Massimo Padovano affronta con grande determinazione Imola, quarta forza del campionato e se la gioca fino alla fine quando la fatica ha la meglio.

La gara è piuttosto equilibrata e nel primo tempo gli ospiti capitalizzano più che altro i molti errori al tiro della TVB: al riposo lungo il tabellone dice 27-37. Nel terzo quarto Imola allunga e tocca anche il +20, ma proprio quando sembra una “mattanza” i bianconeri trovano, per l’ennesima volta in stagione, la forza di reagire e nell’ultima frazione tornano a -2. Purtroppo lo sforzo profuso dà all’International, negli ultimi tre minuti di gara, la possibilità di riallungare e chiudere il match, ma davvero ai titanovillanoviani non si può rimproverare nulla.

RECUPERO

FORTITUDO103 – PONTEVECCHIO 59 – 55

(17-6; 33-22; 45-42)

Fortitudo: Chiavaccini 4, Baraldo, Lenzi 6, Mazzola, Perrone 4, Longagnani 21, Brunetti, Montanari 1, David 6, Tornimbeni 8,Lanzarini 4, Nguesso 5. All. Loperfido.

Pontevecchio: Bonzi 6, D’Agata 2, Casanova 2, Collina 10, Succi 12, Grotti 11, Simoncini 2, Neri, Vitale, Antonetti 8, Lambertini 2. All. Gessi.

CLASSIFICA

Vis 2008 Ferrara* 26; Virtus Bologna 24; Oneteam Forlì 20; International Imola, Piacenza BC* 18; Fortitudo Academy Bologna 12; Reggiana 10; Bsl San Lazzaro 8; Titano San Marino Verucchio, Pontevecchio Bologna 6; Crabs Rimini 0.

UNDER 15 16° Giornata

VIS 2008 – INSEGNARE BK RIMINI 20/02/2018 – 19:30

PALAPALESTRE – Viale Tumiati 5 FERRARA (FE)

ONETEAM BASKET – B.S.L. 82 – 72

(28-17; 49-30; 66-50)

One Team Forlì: Serra, Zambianchi 33, Maltoni, Bandini 5, Creta 26, Gardini, Sampieri 4, Mistral 10, Scarpellini 4, Monticelli, Dini. All. Barbara.

San Lazzaro: Lionetti, Tonielli, Dalla Valle 4, Negroni T. 12, Amaro, Arnone 4, Biffoni, Negroni L. 13, Moretti 10, Tepedino 12, Tamborino 4, Sibani 13. All. Comastri.

VIRTUS PALL. BOLOGNA – GIOCARE INSIEME SPORT JUNIOR 83 – 60

(22-14; 40-28; 63-43)

Virtus: Anesa 2, Nicoli 2, Minelli 3, Albonetti 4, Mazzoli 6, Scagliarini 12, Colombo 6, Barbieri 12, Ruffini 6, Salsini 12, Carta 12, Espa 6. All. Fedrigo.

Sport Junior 2000: Pulpito, Micheletto 17, Micheli 5, Gibertini 2, Righi 12, Gresta, Terzi 9, Haas 6, Preti 2, Zanotti 1, Caccavale 6. All. Cavazzoni.

CASSA DI RISPARMIO FORTITUDO103 – POL. PONTEVECCHIO 75 – 82

RECUPERO

INTERNATIONAL – FORTITUDO103 53 – 38

(15-9; 26-17; 40-25)

Imola: Marangoni, Bertini 19, Poloni 5, Di Antonio 17, Baroncini 4, Cavina, Cai, Jaddour, Cesari 5, Chiarati 3, Tonioli, Violani. All. Nestori.

CLASSIFICA

International Imola* 20; Virtus Bologna*, Oneteam Forlì* 18; BSL San Lazzaro* 16; Reggiana*, Pontevecchio Bologna* 12; I.B. Rimini* 10; Fortitudo103 8; Vis 2008 Ferrara*** 4; Sport Junior 2000 Bologna 0.

Serie B, Baltur e Bakery, doppio ko. Lecco espugna Faenza, mentre sorride il Basket 2000

SERIE B/B 22° Giornata

GORDON – TIGERS 59 – 70

(19-16; 30-29; 46-44)

Olginate: Siberna 21 (3/4, 4/6), Tagliabue 17 (4/6, 2/5), Cardellini 7 (2/5, 1/3), Seck 4 (1/3), Moretti 3 (1/1), Todeschini 2 (1/2, 0/3), Bassani 2 (1/2, 0/1), Colnago 2 (1/5, 0/5), Dessì 1 (0/4), Rota (0/1, 0/1), Maver, Marinò. All. Galli.

Tigers Forlì: De Fabritiis 17 (1/4, 5/10), Sacchettini 16 (7/10, 0/1), Papa 14 (6/7), Cicchetti 8 (2/5, 0/1), Carpanzano 7 (1/3, 0/2), Battisti 6 (2/7, 0/3), Antonaci 2 (1/1), Zani (0/1), Agatensi (0/1, 0/1), Rossi, Villani, Pambianco. All. Di Lorenzo.

VIRTUS BASKET PADOVA – ORVA 84 – 73

(23-18; 45-36; 68-57)

Virtus Padova: Schiavon 18, Buia, Calzavara 2, Miaschi 6, Piazza 30, Visentin, Maresca 4, De Zardo 14, Crosato 10, Pellicano ne, Tognon ne. All. Rubini.

Lugo: Valentini 16, Moretti 4, Stanzani 10, Filippini 22, Rubbini 7, Tynsley 3, Galassi 6, Gatto 5, Collina ne, Mihajlovski ne, Cervellera ne. All. Galetti.

LISSONE INTERNI BERNAREGGIO – ISEO SERR. COSTA VOLPINO 60 – 62

BALTUR – PALLACANESTRO CREMA 64 – 67

(15-18; 35-36; 44-53)

Cento: Ba, Piunti 12, Vico 20, Chiera 8, Graziani ne, Pasqualin, D’Alessandro 9, Govoni ne, Benfatto 4, Cantone 7, Mastrangelo ne, Rizzitiello 4. All. Benedetto.

Crema: Dagnello 13, Peroni 20, Del Sorbo 12, Ciaramella ne, Poggi 8, Paolin 4, Ferraro 2, Bianchi 5, Gazzillo ne, Amanti 3. All. Salieri.

La Pallacanestro Crema espugna, con merito, il Pala Ahrcos, imponendo alla Baltur la prima sconfitta stagionale tra le mura amiche, dove l’ultimo referto giallo risaliva a ben otto mesi prima e si porta al secondo posto in classifica, a -6 dalla capolista. Nonostante una positiva prima parte di gara ispirata dai canestri di Chiera (8-2), i locali devono subito fare i conti con il secondo fallo di Benfatto e l’elevata aggressività messa in campo dagli uomini di coach Salieri, che accumulano fino a nove punti di vantaggio (16-25), grazie ai canestri di un Peroni autore di 12 punti nei primi 10’ e a una maggior presenza a rimbalzo. Nella seconda frazione si scatena Vico che, in uscita dalla panchina, infila 15 dei 20 punti messi a segno in questo periodo dai padroni di casa, che rimettono il naso avanti ma rientrano negli spogliatoi con una lunghezza da recuperare. La ripresa si apre con una sequenza di cattive notizie per la Baltur: il terzo fallo di Rizzitiello, un parziale di 0-7 (35-43) e il terzo fallo di Benfatto. La immediata sospensione richiesta da Benedetto è però opportuna poiché, al time-out, segue un parziale di 9-0, che vale l’ennesimo sorpasso (44-43). Un fallo tecnico sanzionato a Vico arresta però l’azione di Cento, e Crema ritenta la fuga (44-53). Nell’ultima frazione la Baltur si riporta a più riprese in scia (51-53 prima e 54-57 poi), ma un fallo tecnico alla panchina centese e un antisportivo a Piunti ridanno fiato e fiducia agli avversari (54-61). Lo stesso Piunti è il protagonista del break che riporta ancora una volta Cento in linea di galleggiamento (60-61), a poco più di due minuti dalla fine. Nel finale, i tiri liberi di Del Sorbo aggiornano il punteggio sul 64 a 67 e lasciano alla Baltur quattordici secondi per tentare di prolungare la partita, ma Vico prima e Cantone poi non riescono a trovare la via del canestro.

RIMADESIO DESIO – TRAMAROSSA VICENZA 68 – 85

REKICO – BASKET LECCO 68 – 71

(11-14; 27-32; 50-50)

Faenza: Aromando 1, Neri ne, Perin 13, Silimbani, Petrini ne, Benedetti, Venucci 37, Iattoni 8, Pagani, Milosevic ne, Chiappelli 7, Brighi 2. All. Regazzi.

Lecco: Costa, Vitelli ne, Fabi 7, Calò ne, Solazzi 3, Riva, Balanzoni 23, Quartieri ne, Spera 12, Cacace 9, Albenga ne, Maccaferri 17. All. Meneguzzo.

Cade a pochi passi dal traguardo la Rekico nel big match con Lecco, uscendo comunque tra gli applausi di un gremitissimo PalaCattani. Gli episodi non sorridono ai faentini, vistisi punire nel finale dal ferro che ha respinto il tiro della vittoria di Perin e da un fallo non sanzionato a Venucci. La Gimar merita comunque i complimenti per essersi aggiudicata una gara emozionante in stile play off. Menzione particolare per Venucci, autore di 37 punti.

La Rekico parte con una difesa troppo morbida sui lunghi avversari, ed infatti i primi canestri di Lecco sono tutti in fotocopia, poi riordina gli equilibri, ma purtroppo inizia a litigare con il canestro. I troppi errori permettono a Lecco di portarsi sul 28-16, ma i lombardi non fanno i conti con Venucci che si carica sulle spalle la squadra: otto suoi punti consecutivi regalano il 27-32 all’intervallo. I Raggisolaris sono ormai usciti dal momento negativo e trovano la parità con Perin (40-40 al 28’), bravissimo a sfruttare un assist di Chiappelli, nato da un suo tuffo sul parquet per recuperare il pallone. La gara diventa ancora più agguerrita e a salire in cattedra questa volta è Iattoni, prima con due triple consecutive, poi servendo l’assist a Venucci che realizza il tiro da tre del 50-50 di fine terzo quarto. Il playmaker si ripete ad inizio ultimo periodo firmando il sorpasso 53-50. Tra rimbalzi, triple e agonismo si arriva a 48’’ dalla fine, quando ancora Venucci, dalla lunetta, porta i suoi avanti 68-67. Balanzoni sigla il 68-69, poi, nell’azione successiva, la Rekico perde palla, ma recrimina per un fallo non sanzionato ai danni di Venucci, fatto cadere per terra dalla pressione difensiva troppo aggressiva degli avversari. Regazzi ordina il fallo sistematico e in lunetta si presenta Fabi realizzando un solo libero: 68-70. Con 22’’ sul cronometro la Rekico ha il possesso della vittoria: il tiro è ben costruito, ma la sfortuna ci mette lo zampino e il pallone finisce sul ferro. Un libero di Fabi chiude poi i conti.

GREEN BASKET’99 – BAKERY 70 – 69

(20-15; 39-35; 56-59)

Palermo: Gullo 9, Nicosia ne, Vitale ne, Chakir ne, Biondo 2, Strotz 10, Lombardo G. 6, Cecchetti 14, Montanari 2, Genovese ne, Lombardo A. 11, Venturelli 16. All. Verderosa.

Piacenza: Bracchi ne, Rombaldoni 11, Liberati 12, Stanic 7, Bruno 3, Perego 20, Guerra 5, Pederzini ne, Guaccio 4, Birindelli 7, Libè ne. All. Coppeta.

Terza sconfitta nelle ultime quattro per la Bakery che cede il passo ad un Green Basket molto voglioso che, semplicemente, ha voluto di più la vittoria dei biancorossi. In un match molto equilibrato Piacenza non riesce mai, se non in qualche occasione, a imporre il proprio ritmo e Palermo, con pieno merito, raccoglie due punti importanti per la propria salvezza.

Partenza forte per Palermo che cerca di spaventare i biancorossi con una grande difesa e l’attacco sotto le plance (Strotz e Cecchetti). Piacenza reagisce con 5 punti filati di Guerra, ma paga 3 punti di distanza sul 12-7, al 6’. La bomba di Venturelli mette il primo distacco importante sul +8, ma le due triple consecutive di Rombaldoni e Bruno riportano la Bakery a -2. Il quarto finisce sulla bomba di Gullo che rimette i padroni di casa sul +5. Il secondo periodo si apre con la grande aggressività di Palermo che ne fa 4 filati e mette il massimo vantaggio sul +9 (24-15). I ragazzi di Coppeta reagiscono subito con Birindelli e Guaccio che costringono coach Verderosa al timeout. Al rientro dalla stessa Palermo ripropone la stessa faccia fatta vedere ad inizio partita, ma la bombe di Stanic e Liberati tengono i biancorossi a -3, al 17’. Cecchetti con la doppia cifra e il piazzato di Perego fanno lievitare il punteggio fino al 34-33. Gli ultimi instanti del primo tempo vedono arrivare la doppia cifra di Venturelli e la Bakery va a riposo sotto di 4. Ad inizio ripresa Palermo continua a cavalcare Cecchetti e Gullo (9), mentre la Bakery affida tutta se stessa alle mani di Ricky Perego che arriva a 14 segnature e mantiene i suoi a -4, dopo i primi 2’. I biancorossi trovano la bomba di Liberati e il punteggio arriva sul 49 pari. Arrivata al tanto voluto pareggio, la Bakery si rilassa un attimo e i siciliani ne approfittano subito con Lombardo che rimette i suoi a +5, ma l’ennesima reazione piacentina guidata dal capitano e da un enorme Perego produce il 56-59 del 30’. Nell’ultimo e decisivo periodo Piacenza parte forte con il gioco da 3 punti di Duilio Birindelli che mette per la prima volta due possessi a favore dei biancorossi a otto minuti dal termine. Gli uomini di Verderosa non mollano la presa e grazie all’apporto dei propri lunghi (Strotz e Cecchetti), ritrovano la parità sul 62-62 e con la quarta doppia cifra di squadra (Lombardo A.), rimettono il naso davanti al 35’. Girandola di tiri liberi per ambo le formazioni che assestano il punteggio sul 70-67. La Bakery negli ultimi minuti produce solo 2 punti, deve lasciare il passo ai siciliani e abbandona il secondo posto in classifica a vantaggio di Crema.

BMR – NTS INFORMATICA71 – 67

(22-9; 36-25; 50-42)

Basket 2000 Scandiano: Verrigni 8, Fontanili, Bertolini 11, Farioli 12, Manini, Dias 4, Motta 6, Pugi ne, Legnini 14, Germani 11, Losi 5. All. Eliantonio.

Rimini: Signorini, Dolzan ne, Toniato, Tartaglia ne, Myers 17, Busetto 11, Sipala 2, Tiberti 12, Moffa, Foiera 16, Caroli 9. All. Maghelli.

Successo casalingo, dopo due stop esterni consecutivi, per la Bmr, che doma per la seconda volta in stagione Rimini e sale a quota 12 in classifica, al termine di un match praticamente sempre condotto. I padroni di casa, infatti, approcciano al meglio il match e conducono con buon margine la contesa, trascinati nel primo tempo da Legnini e Germani (19 punti in due all’intervallo); dall’altra parte il migliore è Foiera, in doppia cifra alla fine del primo tempo, che firma da 3 il -5 nel corso del terzo periodo. Un altro grande “vecchio”, Farioli, risponde da parte scandianese con tre punti consecutivi, riportando la squadra di Eliantonio a +8 (44-36), poi è Verrigni a rimettere dieci lunghezze tra le due squadre con la tripla del 50-40. Il figlio d’arte Joel Myers porta Rimini al -3 col canestro del 53-50, poi Losi e Busetto segnano una “bomba” ciascuno ed il punteggio resta in equilibrio; ogni qualvolta che Rimini si avvicina, la Bmr è brava a respingere gli attacchi avversari e si entra negli ultimi 2’30” di contesa sul 63-57, con due liberi di Farioli ed una stoppata di Germani a Tiberti. Nel finale ancora Myers, sul +7 per i padroni di casa, firma il canestro pesante del -4, poi, dopo la persa di Losi, fallisce il canestro che avrebbe portato i suoi al -1: il pallone viene raccolto dallo stesso Losi ed il PalaRegnani può tornare ad esultare.

CLASSIFICA

P G V P
Baltur Cento 40 22 20 2 90.9
Pallacanestro Crema 34 22 17 5 77.3
Bakery Piacenza 32 22 16 6 72.7
Gimar Basket Lecco 30 22 15 7 68.2
Tramarossa Vicenza 28 22 14 8 63.6
Rekico Faenza 28 22 14 8 63.6
Tigers Forlì 24 22 12 10 54.5
Virtus Padova 20 22 10 12 45.5
Pallacanestro Aurora Desio 20 22 10 12 45.5
NTS Informatica Rimini 18 22 9 13 40.9
Orva Lugo 16 22 8 14 36.4
Lissone Interni Bernareggio 16 22 8 14 36.4
Gordon Nuova Pall. Olginate 16 22 8 14 36.4
Bmr Basket 2000 Reggio Emilia 12 22 6 16 27.3
Green Basket Palermo 10 22 5 17 22.7
Iseo Serrature Costa Volpino 8 22 4 18 18.2

A2, delusione Faenza, vince Umbertide. Rinviate le gare di Matteiplast e Tigers

SERIE A2/SUD 19° Giornata

TIGERS ROSA BASKET LIBERTAS – CARISPEZIA LA SPEZIA 24-02-2018 – 20:30

VILLA ROMITI – Via Sapinia 40 FORLI’ FC

INFINITYBIO – PALL. FEMM. UMBERTIDE 51 – 56

(17-13; 30-24; 40-45)

Faenza: Franceschelli 5, Schwienbacher 10, Coraducci 9, Morsiani 7, Soglia 12, Tridello, Caccoli, Bornazzini ne, Manaresi, Moriconi 5, Minichino 3, Ballardini. All. Bassi.

Umbertide: Giudice 7, Mandic 11, Fusco 14, Dettori 7, Paolocci 3, Conti ne, Zucchini ne, Cutrupi 5, Catalino 2, Meschi 7. All. Contu.

LA MOLISANA CAMPOBASSO – PROGRESSO BK FEMM. BOLOGNA 28-03-2018 – 18:00     

PALAZZETTO VAZZIERI – Via I. Svevo 1 CAMPOBASSO CB

RR RETAIL GALLI BK S.G.V. – SAN RAFFAELE BK ROMA 75 – 63

CEPRINI COSTRUZIONI ORVIETO – MERCEDE BK ALGHERO 59 – 74

SCOTTI VASCO EMPOLI – ANDROS BASKET PALERMO 83 – 72

INFA FEBA CIVITANOVA MARCHE – SURGICAL CAGLIARI 80 – 42

CLASSIFICA

1

USE Rosa Scotti Empoli

32

17

16

1

1227

1042

2

RR Retail Galli San Giovanni

32

18

16

2

1450

1124

3

Progresso Femm. Bologna

28

17

14

3

1244

967

4

Andros Basket Palermo

28

18

14

4

1246

1114

5

Infa Feba Civitanova M.

22

17

11

6

1148

987

6

Carispezia Cestistica Spezzina

18

17

9

8

1098

1027

7

La Molisana Campobasso

18

17

9

8

1070

997

8

Infinity Bio Faenza

18

18

9

9

1196

1138

9

Ceprini Costruzioni Orvieto

16

18

8

10

1048

1158

10

Cestistica Savonese

14

17

7

10

1073

1091

11

Pall. Femm. Umbertide

12

18

6

12

1043

1118

12

San Raffaele Roma

10

18

5

13

1170

1250

13

Surgical Virtus Cagliari

6

18

3

15

904

1259

14

Tigers Rosa Libertas Forli

4

16

2

14

820

1148

15

Mercede Alghero

4

18

2

16

1013

1330

C Gold, valanga Ozzano al “PalaRuggi”. C Silver, Anzola corsara a Novellara e va in fuga

SERIE C GOLD 18° Giornata

ACADEMY BASKET – PASTA DALLARI 85 – 73

(21-18; 31-42; 60-59)

Academy Fidenza: Bricchi, Barga 7, Tardivi, Dmitrovic, Longoni 21, Gangarossa, Giani 9, Bialkowski 9, Biasich 3, Morciano 19, Diop Gaye 17. All. Zanardi.

LG Competition Castelnovo Monti: Canuti 13, Corradini, Canovi ne, Magnani 9, Rossetti, Šimaitis 11, Levinskis 4, Guarino 7, Torlai ne, Mallon 20, Barigazzi ne, Pitton 9. All. Diacci.

Parte bene la LG che piazza subito un parziale da 7-0, ma la reazione di Fidenza non tarda ad arrivare ed in appena due minuti arriva un controparziale da 14-0 che spinge sul +7 i padroni di casa. Castelnovo riprende a segnare e rientra sino al -1, poi, dopo quasi tre minuti senza realizzazioni da una parte e dall’altra, si giunge ad un finale di quarto animato che regala all’Academy il vantaggio dopo i primi dieci minuti (21-18). Ad inizio secondo periodo, nuovo parziale della LG che segna con continuità dall’arco e torna avanti di cinque lunghezze. Diop e Longoni bloccano l’emorragia, ma solo temporaneamente: la seconda metà del quarto è tutta a favore degli uomini di Diacci che alzano il livello difensivo e firmano un fantastico 12-1 che permette a Castelnovo di chiudere in vantaggio i primi venti minuti (31-42). Alla ripresa del gioco la musica non cambia, con i montanari che si spingono sino al +14 prima della reazione di Fidenza che riesce ad avvicinarsi sino al -9. L’attacco della LG si inceppa e Morciano ne approfitta ispirando un parziale da 9-0 che riporta l’Academy a -5 quando mancano 4’ alla chiusura del quarto. Il time-out di coach Diacci non è sufficiente e l’accoppiata Bialkowski-Morciano firma il sorpasso nel finale di periodo: i padroni di casa sono in controllo del match, ma la tripla di Canuti nel finale permette alla LG di rimanere ad una sola lunghezza di ritardo (60-59). Fidenza ha l’inerzia a proprio favore ed un nuovo parziale da 6-0 la porta a +7, mentre Castelnovo non sembra avere le forze per rientrare nel punteggio. Con la tripla di Mallon a 3’ dalla sirena, la LG torna a -3, ma Diop e Barga segnano con continuità e l’Academy ha i mezzi per mantenere il vantaggio e allungare negli ultimi minuti fino a raggiungere il +12: finisce 85-73 per i padroni di casa, che tornano al successo dopo quattro turni.

GUELFO BASKET – ALBERTI E SANTI 60 – 81

(14-31; 31-43; 42-66)

CastelGuelfo: Musolesi 2, Pieri 2, Casagrande 9, Govi 2, Trombetti 4, Bernabini 7, Rebeggiani, Cacciari, Grillini 16, Santini 5, Degli Esposti 7, Baccarini 6. All. Serio.

Pallacanestro Fiorenzuola 1972: Resca 7, Colonnelli 17, Lottici 2, Klyuchnyk 17, Garofalo 15, Galli 11, Sichel 6, Zaric, Scekic 6, Marletta ne, Zucchi, Trobbiani ne. All. Lottici S.

VIRTUS SPES VIS PALL IMOLA – LA.CO. 63 – 97

(22-27; 43-52; 53-80)

Virtus: Dalpozzo 4, Dal Fiume 4, Boero 5, Nucci 5, Creti, Casadei 13, Ranocchi 15, Sassi, Sangiorgi 9, Zytharyuk 8. All. Tassinari.

Flying Balls Ozzano: Folli 3, Masrè 9, Morara 7, Chiusolo 10, Corcelli 22, Lalanne 7, Magagnoli 4,  Mengoli, Martini, Dordei 13, Agusto 19, Agriesti 3. All. Grandi.

Il sentito derby della Via Emilia lo vince, senza se e senza ma, la La.Co. La Virtus Imola ha pagato dazio al nervosismo nella ripresa, mentre ha confermato di avere qualche problema in difesa se si pensa di essere competitivi per la promozione. I Flying Balls sono stati praticamente perfetti, colpendo da 3 punti con ottime percentuali e difendendo con energia. Difficile trovare un migliore in campo, ma, cifre alla mano, nel momento del break, il più lucido è stato il grande ex, Corcelli.

Pronti, via e due triple di Casadei per il 6-0. Era Agusto a rispondere, sempre dai 6,75, per il sorpasso (8-9). Ozzano era una macchina da guerra, non sbagliava niente in attacco e volava sul +9 (12-21 al 7′ con cinque punti di Dordei). Ranocchi trascinava i compagni all’aggancio a quota 31 nelle prime curve del secondo quarto, poi, pian piano, iniziava la fuga decisiva. Dal 36-40 del 17′ si passava al 41-52, con Corcelli che si metteva in luce. Nella ripresa le bombe di Agusto e Dordei erano ferite quasi letali (46-60 al 23′). I colpi decisivi erano, poi, quelli di Corcelli, ancora Agusto da tre punti e Masrè. Sul 46-72 al 27′ il match poteva considerarsi chiuso, anche perché i gialloneri iniziavano una battaglia con i due grigi che non poteva che portare dei guai, soprattutto sul piano della concentrazione. Chiusa la terza frazione sul 53-80, iniziava un lunghissimo garbage time, con gli ospiti che toccavano il massimo vantaggio, ad un minuto dalla fine, sul 61-97.

SALUS PALL. BOLOGNA – GAETANO SCIREA BASKET 66 – 56

(19-9; 33-26; 53-40)

Salus: Savio 3, Branzaglia, Amoni 15, Granata 4, Tugnoli 15, Percan 8, Veronesi 2, gebbia, Stojkov 5, Arletti 2, Polverelli 12. All. Fili.

Bertinoro: Frigoli 7, Solfrizzi En. 2, Cristofani, Conocchiari 3, Zoboli 14, Ravaioli 10, Gelelra 2, Dal Zozzo 8, Biandolino 5, Godoli, Bracci 4, Solfrizzi Em. All. Selvi.

NUOVA PSA – B.S.L. SAN LAZZARO 52 – 72

(15-16; 27-35; 41-52)

Modena: Cappelli 2, Vivarelli 7, Pederzini 3, Basilicò 4, Riccio 2, Tamagnini 1, Nasuti 5, Riguzzi 26, Vucinovic 2, Stucchi ne. All. Spettoli.

San Lazzaro: Lolli 7, Baietti 2, Annunzi 6, Quadrelli 2, Fabbri 18, Rossi ne, Perini 6, Cempini 13, Rosa, Mellara 11, Mazzini, Allodi 7. All. Bettazzi.

La Psa cede il passo alla BSL che, nel più classico degli scontri salvezza, espugna il “Pala Ferraris” col punteggio di 52-72.

Coach Spettoli, che deve ancora far a meno della prolifica guardia Federico Guazzaloca, fa ciò che può con un roster dalle rotazioni corte che resta in partita per almeno 30’. Nel primo quarto la gara è bella ed equilibrata ed alla prima sirena gli ospiti riescono a mettere il naso avanti sul punteggio di 15-16. Nel secondo quarto San Lazzaro tenta la fuga ma viene ben controllato da una Psa coriacea e combattiva realizzativamente guidata dal play Riguzzi. La BLS spezza l’equilibrio nel finale del quarto chiudendo sul 27-35 all’intervallo lungo. Nella ripresa la Psa, caricata negli spogliatoi da coach Spettoli, a rientrare in partita ma gli ospiti sono abili a mantenere quasi sempre invariato il margine di due-tre possessi pieni chiudendo alla terza direna sul 41-52. Nell’ultimo quarto le batterie dei padroni di casa sono praticamente azzerate e la BLS, trascinata da Cempini, Mellara e Fabbri, chiude il match sul +20, concedendo solamente 11 punti ai locali. Top scorer della gara il play modenese Riguzzi con 26 punti.

BOLOGNA BASKET 2016 – POL. PONTEVECCHIO 73 – 79 dts

(15-16; 30-30; 40-40; 60-60)

Bologna Basket: Drago ne, De Pascale, Poluzzi 8, Guerri 5, Fin 14, Cerulli 2, Legnani 19, Tugnoli 6, Cortesi 14, Brotza, Bertuzzi 5, Trombetti ne. All. Lolli.

Pontevecchio: Folli 10, De Gregori 17, Bonaiuti 11, Buriani, Gianninoni 14, Nanni 10, Mantovani 1, Boni ne, Di Rauso 12, Minerva ne, Bergami 4, Vetere ne. All. Carretto.

Brutta battuta d’arresto per il Bologna Basket 2016 che sul terreno casalingo perde ai supplementari contro un Pontevecchio motivato e sempre in partita. Una prestazione sotto molti punti sconcertante per i padroni di casa che venivano da un buon momento, ma che hanno dimostrato, come all’andata, di soffrire il gioco in pressione degli uomini di Carretto. C’è da dire che alcuni dei giocatori rossoblu erano già stati battuti dall’influenza nella settimana precedente il derby, ma questo fatto non può suonare come scusa per un approccio al match molle, senza forza e privo di mordente come quello del BB2016. Difficile salvare qualcuno nella mediocrità generale. Strappano la sufficienza la doppia doppia (19 punti e 10 rimbalzi) di un indomito capitan Legnani; i 14 punti di Fin, preciso dalla lunetta (7/8), ma ancora non al 100%: e la positiva prova di Guerri, 5 punti dalla panchina e tanta applicazione a tutto campo. Quattordici anche i punti di Cortesi che però è parso forzare troppo in attacco e non pare attraversare il miglior momento della stagione. In generale, la squadra ha mostrato parecchia confusione e poca fluidità nella metà campo offensiva (40% al tiro complessivo) e una difesa lenta e con problemi di adattamento, battuta più volte dalle penetrazioni dell’ex De Gregori e di Gianninoni.

Per quanto riguarda la partita, equilibrio praticamente perfetto fino al supplementare. Ma a due minuti e trenta secondi dalla fine del quarto periodo, con Pontevecchio sopra di 3, un tiro pesante di Cortesi aveva pareggiato il match e un tecnico alla panchina aveva dato il +1 e palla in mano agli uomini di Lolli: una ghiotta occasione per chiudere. Ma un’altra sciagurata persa portava a un canestro in contropiede degli ospiti. Replica da 3 punti di Poluzzi, poi l’arresto e tiro di De Gregori portava ancora la parità. Il tiro da 3 di Tugnoli a quattro secondi dalla fine prendeva il ferro e si andava così ai supplementari. Il Pontevecchio restava concentrato, infilava due conclusioni dalla lunga distanza con l’onnipresente Gianninoni, a cui ribattevano Legnani e Fin. Saliva allora in cattedra Bonaiuti, prima con una bomba e poi ripetutamente in lunetta. Gli avversari prendevano 5-6 punti di vantaggio e il BB2016 era troppo stanco per provare l’ennesimo riaggancio.

DILPLAST – PALL. TITANO 103 – 78

(21-23; 47-37; 79-57)

Montecchio: Seclì 8 (1/3, 1/2), Di Noia 21 (2/6, 3/4), Bertocco 14 (2/6, 1/3), Vanni 17 (6/9, 1/1), Negri 11 (4/5, 1/3), Grisendi, Guardasoni 9 (4/5), Basso 6 (2/5 da tre), Guidi 6 (3/5, 0/1), Gruosso 8 (4/5, 0/3), Giglioli 3 (0/1, 1/1), Ghezzi (0/1, 0/1). All. Cavalieri.

San Marino: Sinatra 13 (5/7, 0/3), Grassi 8 (1/2, 2/6), Zannoni 4 (0/1, 1/2), Aglio 7 (2/6, 1/4), Gamberini 10 (5/6), Macina 10 (2/3, 2/4), Ricci 6 (2/5), Padovano 11 (1/2, 2/5), Galassi 4 (1/1, 0/5), Calegari 5 (1/2). All. Foschi.

C’è una sconfitta pesante e c’è anche il contorno amaro nel sabato dei Titans a Montecchio. Sul tabellone del palazzetto emiliano al 40’ compare un 103-78 eloquente, ma non è tutto, perché va anche registrato l’infortunio alla caviglia di capitan Gamberini, uscito a inizio secondo quarto e non più rientrato.

La partita comincia col 4-0 tutto di Negri e col gruppo Titans (in quintetto Sinatra, Grassi, Zannoni, Aglio e Gamberini) che viaggia a elastico nel primo quarto, con distacchi ridotti tra un punto e sei. Di Noia è inarrestabile, tiene avanti i suoi e si arriva sul 19-14, quando ecco che i Titans accelerano e chiudono avanti il quarto con un 9-2 firmato Ricci, Macina e Gamberini (21-23 al 10’). In apertura di secondo parziale la Pallacanestro Titano segna con Ricci e va sul massimo vantaggio della partita, il +4 sul 21-25, ma Gamberini si fa male alla caviglia e deve uscire (non rientrerà più). Il resto del quarto viaggia in equilibrio. Almeno fino al 17’. Da lì all’intervallo, da quel 40-37, Montecchio infila un 7-0 corroborato dai canestri di Di Noia e Vanni che valgono il +10 alla pausa lunga (47-37). Dura, con i Titans che hanno subito 26 punti nel secondo periodo e che anche nel terzo non riescono a trovare una chiave difensiva alle scorribande dei padroni di casa. Il canestro di Grassi del -5 illude (siamo 49-44 al 22’), poi è notte fonda, col 9-0 di Montecchio che scrive a tabellone il 58-44. Come accaduto nel secondo quarto, anche in questo terzo parziale sono decisivi gli ultimi tre minuti. In questo caso si passa dal 69-54, negativo ma non completamente irrecuperabile, a un 79-57 che sa di sentenza (10-2 il break). Il quarto periodo serve solo a definire il punteggio finale (103-78), con la vittoria dei padroni di casa che rimane in cassaforte e con i Titans che devono raccogliere la parte brutta del referto, quella gialla.

CLASSIFICA

FLYING BALLS OZZANO 32 18 16 2 1428 1153 +275
FIORENZUOLA 1972 32 18 16 2 1414 1201 +213
VSV IMOLA 32 18 16 2 1451 1259 +192
SALUS BOLOGNA 24 18 12 6 1334 1210 +124
GUELFO CASTELGUELFO 18 18 9 9 1350 1340 +10
ACADEMY FIDENZA 18 18 9 9 1312 1342 -30
BOLOGNA BASKET 2016 18 18 9 9 1284 1321 -37
PONTEVECCHIO BOLOGNA 18 18 9 9 1223 1281 -58
ARENA MONTECCHIO 16 18 8 10 1436 1467 -31
SAN MARINO 14 18 7 11 1288 1345 -57
LG COMPETITION CASTELNOVO M. 12 18 6 12 1207 1232 -25
GAETANO SCIREA BERTINORO 10 18 5 13 1051 1126 -75
BSL SAN LAZZARO 8 18 4 14 1198 1399 -201
PSA MODENA 0 18 0 18 1195 1495 -300

SERIE C SILVER 18° Giornata

GINNASTICA FORTITUDO – CREI 76 – 68

(12-17; 33-35; 54-49)

S.G. Fortitudo: Barattini 13, Pampani 6, Tosini 9, Zinelli 13, Mellini, Pederzoli 2, Galassi 5, Zanetti 11, Bonazzi 5, Pontrelli 8, Pesino 4. All.Tasini.

Granarolo Basket: Salicini 5, Bianchi 17, Masetti ne, Marchi 20, Spettoli 3, Paoloni 2, Ballini 5, Bernardinello 2, Cristalli 4, Carini ne, Marega 6, Neviani 4. All. Carrera.

Brutta sconfitta della Crei in casa del fanalino di coda del campionato, la S.G.Fortitudo, che fin qui aveva raccolto una sola vittoria in 17 partite. Togliamo subito ogni dubbio: vittoria ampiamente meritata dai ragazzi di Tasini e Lolli, che hanno giocato meglio e con più continuità di un Granarolo nervoso e arruffone, che ha avuto un apporto positivo dai soli Marchi-Bianchi e Marega, mentre il resto della squadra ha giocato al di sotto delle proprie possibilità.

Parte bene la Crei, con Neviani in evidenza in cabina di regia e il duo Marchi-Bianchi a far male nel pitturato (3-8 al 4′). Tosini tiene in linea di galleggiamento la SG (suoi 6 dei primi 8 punti della squadra), Neviani si infortuna (distorsione alla caviglia a rimbalzo) e deve uscire; la SG sfrutta i primi segnali di nervosismo degli ospiti (proteste per mancati fischi e antisportivo a Spettoli che ferma un contropiede) e raggiunge la parità costringendo Carrera al primo timeout (10-10 al 7′). Granarolo rientra in campo più concentrata e piazza il 2-7 con cui le squadre vanno al primo riposo sul 12-17. In avvio di secondo quarto la Crei si porta sul +7 su un canestro di Ballini (14-21 al 12’30”), poi subisce un parziale di 14-0 propiziato da Zanetti e da un tecnico a Ballini che ha cambiato l’inerzia del match (28-21 al 16′). Cristalli assistito da Paoloni ferma l’emorragia, ma la seconda tripla di Barattini ricaccia gli ospiti a -7 (32-25 al 17′). Marchi si carica la squadra sulle spalle e firma quasi in toto un parziale di 1-10 (33-35 con 8 punti di Marchi e 2 di Bianchi) con il quale le squadre vanno negli spogliatoi a riordinare le idee. Alla ripresa del gioco le squadre si alternano in vantaggio, sfruttando il tiro dalla distanza la SG e appoggiando il gioco sui lunghi la Crei (47-47 al 26’30”). Nel finale di quarto Granarolo spara a salve sia dal campo che dalla lunetta e realizza solo 2 liberi con Marchi, permettendo alla SG di allungare fino al +5 con cui si arriva all’ultimo riposo (54-49). In avvio dell’ultimo quarto, per due volte, Marega riduce il divario a tre lunghezze (56-53 al 33′); la Crei prova a mischiare le carte alternando la uomo e la 1-3-1 e per due minuti imbavaglia l’attacco dei padroni di casa (ma non riesce a sfruttarlo attaccando male), poi, dalla panchina SG, esce il match winner del match: Zinelli spara due triple pressochè consecutive e scava un solco tra le due squadre (64-53 al 36′). Marchi e Bianchi riportano Granarolo a -5, ma ancora Zinelli dall’angolo è una sentenza (4/5 totale dall’arco) e ricaccia gli ospiti a -8 quando mancano 3′ alla fine (67-59). Trascinata da Marchi e Bianchi la Crei prova a riavvicinarsi e sulla tripla di Spettoli arriva ad un possesso di distanza (71-68 al 39′). Dopo un 1/2 dalla lunetta di Zinelli, Carrera chiama un timeout a 48″ dalla fine per organizzare il tentativo di rimonta, ma, alla ripresa del gioco, Paoloni sbaglia la rimessa e consegna la palla in mano ai padroni di casa. La SG arrotonda il punteggio dalla lunetta sul fallo sistematico degli ospiti e la partita si chiude con un meritato 76-68 per i giovani padroni di casa.

REBASKET – OLIMPIA CASTELLO 2010 78 – 56

(17-16; 38-31; 64-41)

Castelnuovo Sotto: Violi ne, Tognato 7, Nunziato 5, Castagnaro 20, De Fant 7, Ferrari 9, Dall’Asta ne, Battaglia 13, Amadio 5, Simonazzi, Tondelli, Lusetti 12. All. Casoli.

Castel San Pietro: Pedini 4, Lugli 5, Cavina 7, Zambrini 5, Beccaletto 5, Dall’Osso 16, Governatori 7, Pellacani 5, Castellari, Zuffa 2. All. Loperfido.

La Rebasket non soffre di vertigini e balza in vetta in attesa del big match tra Novellara ed Anzola.

Dopo un primo tempo sostanzialmente equilibrato (rotto nel finale dalle magie di capitan Castagnaro), la Rebasket, al rientro sul parquet dalla pausa lunga, con Lusetti & C. alzano  l’asticella in difesa e con una buona circolazione offensiva piazzano un 12-0 (Amadio e Battaglia sugli scudi) in una manciata di minuti e chiudono completamente la gara (50-31). Nelle file bolognesi non arriva la reazione e i biancorossi volano a metà del terzo quarto sul +21 (55-34), per poi chiuderlo e metterlo in cassaforte (64-41 al 30′). Nell’ultimo quarto spazio, per entrambe le formazioni, alle seconde linee, con buone risposte soprattutto per i biancorossi con Nunziato, Tognato e Ferrari.

QUISISANA – CVD BASKET CLUB 52 – 76

(19-14; 26-39; 37-57)

Vis 2008 Ferrara: Antoci, Grazzi 12, Oseliero, Manojlovic, Brilli, Drigo 5, Fiore 8, Gamberini 4, Tidey 2, Mancini 7, Caselli 14. All.Campazzi.

Cvd Casalecchio: Dawson 12, Trois 6, Masetti, Sighinolfi 14, Penna, Stocaj 10, Perini 2, Fuzzi 11, Taddei 11, Falzetti 6, Lelli 4. All. Lanzoni.

PALLACANESTRO CASTENASO – BK POL. CASTELFRANCO E. 71 – 94

(23-20; 40-47; 57-68)

Castenaso: Curione 14, Baraldi, Fornasari 2, Spinosa 11, Betti, Cardinali 5, Campagna 1, Quaiotto 16, Parenti 16, Nardi, Venturi, Magnani 6. All. Cinti.

Castelfranco Emilia: Tomesani 10, Coslovi 13, Sforza, Righi 32, Tedeschini ne, Vannini 6, Del Papa 7, Villani 4, Ayiku 12, Frilli 10. All. Boni.

DULCA – BERNAIATLIA 76 – 67

(19-11; 41-25; 58-49)

Santarcangelo: Fornaciari, Bianchi 4, Cunico 20, Fusco 12, Canini ne, Giuliani 5, Dini 7, Raffaelli 20, Insero ne, Ramilli 6, Popov, Saponi 2. All. Bernardi.

Virtus Medicina: Bonetti, Tinti 4, Marinelli 9, Govi 8, Biguzzi 24, Lorenzini 14, Stagni, Verde 6, Barba ne, Canovi, Seracchioli 2. All. Bacchilega.

Palla a due e subito ritmi pazzeschi da una parte e dall’altra. Sembra la partita d’andata dove Medicina, per arginare la difesa bernardiana, si affida a velocità e contropiedi. Ma i ragazzi gialloblù rientrano sempre con ordine, memori probabilmente del match di un girone fa, e dopo un inizio un po’ stentato oltre l’arco cominciano a far piovere bombe con gli artisti migliori Raffaelli e Cunico che a responsabilità non sono secondi a nessuno. Fusco per conto suo comincia una partita da altra categoria. Playmaker, guardia, ala, centro. Li fa tutti indistintamente con risultati da bocca spalancata. Dall’altra parte è Lorenzini a cercare di tenere in piedi la baracca, ma i Dulca hanno una marcia in più. Il primo quarto termina sul 19-11. Secondo parziale che si avvia come il primo. Fusco continua nel suo modus oprandi politically correct nei riguardi della pallacanestro. Picio Bianchi, guarda che strano, ruba palloni e lancia contropiedi alla Milos Teodosic guardando Torino e scaricando a Taranto. Cunico lascia cioccolatini da scartare per tutti. Ma il giocatore più clamoroso, al quale se  fosse stata messa la mano in ghiaccio, non le avrebbe sciolte le molecole di H2O, le avrebbe distrutte, è Luca Raffaelli, che spara un 3/3 da tre chiudendo così i 20 minuti a 5/6. Per Medicina Biguzzi cerca di prendersi tutte le responsabilità del caso e nel possibile tiene a galla gli ospiti sul finale di secondo quarto, sul 41-25 Dulca. Dopo la pausa lunga Medicina esce con un altro piglio. Santrarcangelo smette di difendere e comincia a prendere imbarcate a destra e sinistra. In tre minuti la squadra di Coach Bacchilega manda a bersaglio 13 punti e si rifa sotto pericolosamente. I Dulca dal canto loro non producono quanto offerto nel primo tempo: Dini prova a scardinare la difesa ospite e Raffaelli con un altra fucilata impossibile a ricacciare gli ospiti al mittente, ma Medicina è lì. Biguzzi e Lorenzini continuano a segnare. Alla festa si aggiunge Verde e in un amen gli ospiti sono sotto la doppia cifra di svantaggio. Un ultimo sussulto Angels porta tutti all’ultimo riposo sul 58-49. Ultimi appassionanti dieci minuti di fuoco. La Bernaitalia smette per un attimo di produrre e Santarcangelo ritrova la fiducia che gli era mancata nel terzo quarto. Bianchi, poco incisivo fino a quel momento, spara una bomba allo scadere dei 24″ da 8 metri che sembra poter chiudere i giochi. Ma Biguzzi e compagnia non sembrano essere troppo d’accordo. Dal massimo vantaggio di quarto periodo 67-53, Medicina risale piano piano. Tinti vola sempre a canestro, Marinelli si reinventa cinico tiratore, Govi torna ad essere quello dell’andata e a due minuti dalla fine a dividere le squadre ci sono solo 3 punti. Ed è qui che viene fuori il cuore Angels. Giuliani manda a bersaglio un arresto e tiro nel momento più difficile che risveglia gli animi di giocatori e tifosi. Cunico prende in mano la squadra e serve due palloni fantascientifici a Ramilli che appoggia il primo in reverse e subisce il fallo sul secondo. Azione decisiva: attacco Medicina per tornare sotto o venir chiusa definitivamente. Palleggio insistito di Tinti che va a destra; Bianchi si stacca un pelo dal proprio difensore perchè già un quarto d’ora prima sapeva cosa sarebbe andato a succedere. Mette la mano sul pallone e ruba. Contropiede via dall’altra parte sempre con Picio. Scarico per Cunico che vola al ferro. Fallo e canestro. Game, set and match direbbe qualcuno. La partita poi si chiude con una tripla allo scadere sempre di Cunico che potrebbe risultare decisiva a fine campionato. Sì perchè i Dulca vincono 76-67, con uno scarto quindi di 9 punti e in ottica scontro diretto all’andata Medicina vinse proprio di 9 punti. Quindi a potenziale parità di classifica si ricorrerà alla differenza canestri di tutto il campionato.

RIVIT – PALLACANESTRO MOLINELLA 57 – 53

(9-19; 23-33; 39-48)

Grifo Imola: Turrini, D’Emilio, Bartoli 5, Russu 5, Guglielmo 7, Lanzoni 8, Orlando 10, Zaccherini, Sgorbati 12, Martini 3, Borgognoni 4, Castelli 2. All. Palumbi.

Molinella: Guazzaloca 3, Brandani 8, Spisni, Menna ne, Checcoli ne, Ranzolin 14, Frignani 7, Frazzoni 4, Lanzi 2, Ramini 11, Regazzi 4, Paolucci ne. All. Baiocchi.

Torna alla vittoria la Rivit, battendo, sule tavole amiche del “PalaRuggi”, Molinella, con uno strepitoso ultimo periodo. L’inizio della squadra di coach Palumbi è da dimenticare, che attacca in modo confuso e ben presto Molinella scappa raggiungendo il massimo vantaggio allo scadere del quarto guidata da Ramini e Ranzolin. Nei due quarti centrali la produzione offensiva della Grifo è tutta nelle mani delle triple di Sgorbati, ma la difesa comincia a mettere sabbia negli ingranaggi offensivi degli ospiti che cominciano e faticare a trovare tiri facili. Il rientro dopo la pausa lunga pare cambiare l’inerzia della gara, con la Rivit che arriva a -4 dopo appena tre minuti, ma la coppia Ranzolin-Ramini mette le cose a posto e il vantaggio resta intorno alla doppia cifra. Nell’ultimo quarto la sabbia messa nell’ingranaggio offensivo di Molinella ha effetto e per cinque minuti gli ospiti non segnano permettendo alla Rivit di rimontare fino al sorpasso, con Bartoli, dopo quattro minuti, poi palla rubata e contropiede finalizzato da Lanzoni (51-48) per il primo vantaggio Grifo dell’incontro. Brandani sblocca Molinella (51-51 e mancano ancora cinque minuti), ma per quattro minuti si vede solo un libero di Martini e tanta confusione su entrambi i fronti. A 71 secondi dal termine il solito Ranzolin sorpassa (52-53). Controsorpasso firmato Guglielmo (55-53) e mancano quarantacinque secondi. Guazzaloca sbaglia la tripla e sul fronte opposto Lanzoni va in lunetta a poco meno di tre secondi dalla fine e fa 2/2 fissando il punteggio sul definitivo +4 interno. Molinella ha esaurito i timeout e il tempo è troppo poco anche solo per imbastire un tiro decente.

NOVA ELEVATORS – ME CART 96 – 65

(28-12; 53-34; 66-50)

San Giovanni in Persiceto: Acciarri, Carpani 5, Segata 3, Verardi 17, Baccilieri 8, Moruzzi 5, Scagliarini, Papotti 22, Pasquini 8, Zappoli 2, Rusticelli 14, Almeoni 12. All. Berselli.

Scuola Basket Cavriago: Zecchetti, Mazza 4, Fantini 9, D’Amore 7, Baroni 7, Pezzi 14, Lorenzani 1, Franzoni 10, Mursa, Bernardoni, Vecchi, Pedrazzi 13. All. Martinelli.

PALL. NOVELLARA – GRUPPO VENTURI 64 – 72

(14-19; 34-40; 53-55)

Novellara: Margini M. 3, Folloni 2, Rinaldi 6, Margini D. ne, Morgotti, El Ibrahimi, Carpi 3, Ciavolella 14, Aguzzoli ne, Bartoccetti 21, Dilas 2, Astolfi 13. All. Spaggiari.

Anzola: Gandolfi ne, Bortolani 15, Zucchini 1, Venturi L. ne, Gamberini 4, De Ruvo 21, Venturi N. 7, Venturi D., Albertini 14, Mazza 10. All. Trevisan

CLASSIFICA

ANZOLA 28 18 14 4 1310 1176 +134
NOVELLARA 26 18 13 5 1322 1193 +129
REBASKET CASTELNUOVO 26 18 13 5 1279 1161 +118
CNO SANTARCANGELO 24 17 12 5 1268 1117 +151
GRANAROLO BASKET 22 18 11 7 1291 1233 +58
VIS PERSICETO 22 18 11 7 1240 1250 -10
MOLINELLA 20 17 10 7 1081 1095 -14
VIRTUS MEDICINA 20 18 10 8 1328 1291 +37
CASTELFRANCO EMILIA 18 18 9 9 1397 1295 +102
CVD CASALECCHIO 18 18 9 9 1181 1154 +27
OLIMPIA CASTEL SAN PIETRO 18 18 9 9 1220 1197 +23
CASTENASO 14 18 7 11 1205 1323 -118
SCUOLA BASKET CAVRIAGO 14 18 7 11 1242 1297 -55
GRIFO IMOLA 6 18 3 15 1208 1339 -131
VIS 2008 FERRARA 6 18 3 15 1149 1345 -196
S.G. FORTITUDO BOLOGNA 4 18 2 16 1139 1394 -255
1 2 3 138