Author Archives: admin

Serie B, Raggisolaris-Flying Balls, un derby da non perdere. BK2000-Lugo, due punti che valgono quattro

SERIE B/B 11° Giornata

RIMADESIO – LISSONE INTERNI BERNAREGGIO 59 – 70

ANTENORE ENERGIA PADOVA – RUCKER SAN VENDEMIANO 76 – 67

BMR – ORVA 72 – 71

(17-19; 41-36; 58-56)

Basket 2000 Scandiano: Piccinini ne, Zampogna 1, Canelo 7, Graziani 13, Bertocco 16, Gatto 16, Crusca 7, Caiti ne, Germani 13, Garofoli. All. Eliantonio.

Basket Lugo: Lucarelli 11, Demarchi 3, Bracci 4, Farabegoli 11, Melandri ne, Galassi 2, Seravalli 2, Bazzocchi, Bedin 4, Brighi 19, Leardini 6, Rossi 9. All. Galetti.

La Bmr “espugna” il PalaRegnani battendo Lugo, conquistando il secondo successo stagionale e allungando a +4 sugli avversari di giornata, che chiudono la graduatoria. Il primo quarto è molto equilibrato, complice anche l’importanza della posta in palio, con i romagnoli che lo chiudono avanti di due lunghezze; la squadra di Eliantonio prova a fuggire via poco dopo, piazzando un parziale di 9-0, colmato però da Farabegoli che firma il 27-26. Nuovo tentativo di allungo bianco-rosso-blu nel finale della seconda frazione, con Gatto – ex di turno – già in doppia cifra, ben spalleggiato da Graziani (13 punti e 14 rimbalzi alla fine), poi è Bertocco a firmare il 41-32 con la terza conclusione pesante scandianese di giornata. Lugo rientra ben presto in partita ed il terzo quarto scorre via nuovamente in parità, con distacchi davvero minimi; gli ospiti si aggrappano a Brighi, che colleziona falli in serie, mentre dall’altra parte del campo, oltre all’onnipresente Gatto, è Bertocco a trovare punti preziosi. Nel finale il solito Farabegoli firma il canestro che porta ad un solo possesso Lugo, ma dall’altra parte Graziani punisce con la “bomba” che sembra chiudere i conti, poi è Brighi – con un gioco da tre punti – a riportare in partita gli ospiti, ma – nonostante qualche brivido – la Bmr resiste e può festeggiare.

GORDON OLGINATE – PALLACANESTRO CREMA 83 – 70

REKICO – SINERMATIC 89 – 83

(22-12; 47-29; 66-54)

Faenza: Fumagalli 14, Gay 15, Costanzelli 2, Silimbani 8, Casagrande 5, Venucci 14, Zampa, Petrucci 15, Pambianco ne, Chiappelli 16, Santini ne, Petrini ne. All. Friso.

Flying Balls Ozzano: Salvardi ne, Folli 12, Morara 3, Chiusolo 8, Mastrangelo 6, Corcelli 8, Giannasi ne, Ranocchi 8, Klyuchnyk 14, Dordei 18, Agusto 5. All. Grandi.

Vittoria con record per la Rekico. La decima vittoria in undici incontri, permette ai faentini di toccare quota venti nel girone d’andata, una cifra mai raggiunta in serie B, che può essere migliorata nelle prossime quattro gare. Con Ozzano arriva un successo di carattere anche se sofferto, dove la forza del collettivo fa ancora una volta la differenza. Con questo successo i Raggisolaris compiono inoltre un altro passo avanti importante verso la qualificazione alla Coppa Italia.

La Rekico impiega pochi minuti a prendere le misure ad Ozzano, iniziando a difendere con aggressività e a bloccarne il gioco in velocità. Il grande mattatore è Petrucci, uno dei migliori terminali offensivi del 22-12 di fine primo quarto. Coach Friso si rende subito conto che la squadra sta viaggiando a grandi ritmi, costruendo buoni tiri e aggredendo gli avversari, potendosi così togliere il lusso di ruotare tutti i suoi uomini, trovando da ognuno risposte positive. L’allungo fino al 43-23 firmato da Casagrande, arriva infatti senza Venucci e Chiappelli che saranno però protagonisti nella seconda parte di gara, prendendo il testimone dai compagni. Il 47-29 dell’intervallo non demoralizza la Sinermatic, che minuto dopo minuto ricuce il gap, grazie ai punti di Klyuchnyk, inatteso protagonista. La Rekico risponde ad ogni occasione con triple pesanti, ma non può nulla quando Ozzano si prendere prepotentemente l’inerzia, raggiungendo il 72-71 con un canestro di Agusto. Avanti di un solo punto, però, i Raggisolaris non demordono, anzi trovano grande lucidità, affidandosi ai tiri liberi che regalano punti d’oro per ristabilire il gap. Petrucci e Fumagalli riportano i faentini sul 79-74 poi Chiappelli chiude il break, firmando l’81-74 a 57″ dalla fine. Ozzano prova l’ultimo assalto, ma la difesa faentina non permette di creare tiri insidiosi e così l’unica arma è ricorrere al fallo sistematico. La Rekico ne approfitta e proprio dalla lunetta trova i punti del definitivo 89-83.

TRAMAROSSA – AMADORI 71 – 75

(10-33; 30-49; 46-62)

Vicenza: Kedzo ne, Montanari 12, Corral 27, Rigon A. ne, Meridio ne, Rigon P., Campiello U. 4, Mezzalira, Conte, Contrino 5, Campiello A.12, Crosato 11. All. Venezia.

Tigers Cesena: Ferraro 3, Dagnello 13, Trapani 13, Rossi ne, Battisti 2, Papa 12, De Fabritiis 6, Raschi 5, Puntolini ne, Poggi ne, Sacchettini 4, Brkic 17. All. Di Lorenzo.

AGRIBERTOCCHI ORZINUOVI – BASKET LECCO 69 – 70

FERRARONI CREMONA – SUPER FLAVOR MILANO 68 – 79

CLASSIFICA

P G V P
Rekico Faenza 20 11 10 1 90.9
Amadori Tigers Cesena 18 11 9 2 81.8
Agribertocchi Orzinuovi 14 11 7 4 63.6
Super Flavor Milano 14 11 7 4 63.6
Antenore Energia Virtus Padova 14 11 7 4 63.6
Sinermatic Ozzano 14 11 7 4 63.6
Gimar Basket Lecco 12 11 6 5 54.5
Lissone Interni Bernareggio 12 11 6 5 54.5
Rucker Sanve San Vendemiano 12 11 6 5 54.5
Juvi Cremona 1952 Ferraroni 10 11 5 6 45.5
Tramarossa Vicenza 10 11 5 6 45.5
Gordon Nuova Pall. Olginate 6 11 3 8 27.3
Rimadesio Desio 6 11 3 8 27.3
Pallacanestro Crema 6 11 3 8 27.3
Bmr Basket 2000 Reggio Emilia 6 11 3 8 27.3
Orva Lugo 2 11 1 10 9.1

A2, la prima volta della Medoc Forlì, Faenza va ko. Serie B, colpaccio BSL a Parma

SERIE A2/SUD 11° Giornata

ORZA RENT – INFINITYBIO 67 – 61

(13-19; 33-35; 50-46)

Ponte Buggianese: Nerini, Sorrentino 9, Menchetti, Tomasovic 10, Bona 22, Luciani 2, Vannucci, Innocenti 5, Giari 5, Pagni, Lazzaro 5, Giglio Tos 9. All. Biagi.

Faenza: Schwienbacher 9, Franceschini 2, Morsiani 9, Minguzzi, Ballardini 11, Caccoli, Policari 7, Soglia 9, Meschi, Preskienyte 14. All. Bassi.

RR RETAIL GALLI BK S.GIOVANNI – CARISPEZIA LA SPEZIA 48 – 52

MATTEIPLAST – BOTTEGA DEL TARTUFO 66 – 52

(11-10; 31-26; 48-38)

Progresso Bologna: D’Alie 23, Cordisco 3, Tassinari 11, Dall’Aglio 2, Patera 4, Storer 3, Tava 5, Meroni 7, Tridello, Prisco 1, Nannucci 6, Rosier 1. All. Giroldi.

Umbertide: Pompei 1, Giudice 18, Gatti, Prosperi 13, Spigarelli 4, Albanese, Cvitkovic 16, Moriconi, Olajide. All. Contu.

Palla a due vinta da Umbertide, che inizia con grande intensità, ma nessuna delle due squadre trova il fondo della retina nei primi due minuti di gioco. Il primo canestro è per Umbertide, grazie ad un libero di Giudice e dall’altro lato Tassinari, con una bella penetrazione, realizza per Bologna. Sempre la numero 7 biancoblù appoggia propiziata da un recupero difensivo, costringendo Contu a chiamare il suo primo timeout. Cvitkovic sale in cattedra e rapidamente con 5 punti consecutivi porta le sue compagne sotto di una lunghezza sul 7-6. Giudice e Spigarelli spingono le ospiti avanti, ma Storer e Patera chiudono il primo quarto 11-10 in favore della Matteiplast. Ad inizio secondo quarto Umbertide spinge sull’acceleratore portandosi in vantaggio 14-20, al giro di boa, per merito di una difesa arcigna, che collassa bene l’area rendendo gli attacchi bolognesi molto complicati, e grazie ad una buona organizzazione offensiva. Nannucci scocca la prima freccia da tre ed è 17-20, ma Cvitkova continua ad essere pericolosa sotto le plance e porta a casi altri 2 punti. Il duo Tava-D’Alie consente a Bologna di accorciare e Prosperi risponde trovando agilmente la via del canestro. L’ultimo minuti del quarto l’inerzia passa tra le mani di Bologna che, con un parziale di 9-0, manda alla pausa lunga sul 31-26. Al rientro sul parquet, il Progresso continua come aveva terminato la frazione precedente e mostrando quella circolazione di palla che sarebbe servita nei primi 20′. La tripla di Nannucci, di tabella non dichiarata, firma il +12, poi la “bomba” di Cordisco insieme all’arresto e tiro di D’Alie scrivono +16 sul 46-30. Il canestro di Giudice è ossigeno puro per Umbertide che, nel finale, si scuote e chiude 48-38 nel tentativo di rientrare in partita. L’ultimo quarto si apre con il canestro dall’arco di D’Alie e le padrone di casa gestiscono il vantaggio nonostante le fiammate di Prosperi e Giudice. Cvitkova sbaglia l’appoggio che porterebbe Umbertide sotto la doppia cifra di vantaggio e nell’altra metà campo D’Alie punisce, dalla lunga distanza, chiudendo anzitempo i giochi. A due giri di orologio dal termine è 65-49 per Bologna che dilaga. Nel finale, spazio anche per la giovane Alice Prisco, che segna dalla linea della carità il suo primo punto in questa stagione. La sfida termina 66-52.

GRUPPO STANCHI ROMA – CESTISTICA AZZURRA ORVIETO 87 – 63

ELITE BASKET ROMA – BASKET S.SALVATORE SELARGIUS 61 – 48

ANDROS BASKET PALERMO – FE.BA CIVITANOVA MARCHE Rinviata

MEDOC FORLI’ – CESTISTICA SAVONESE 63 – 55

(12-21; 25-36; 45-40)

Libertas Rosa Forlì: Martines 6, Zavalloni 15, Pieraccini 4, Gramaccioni 14, Juric 10, Puggioni, Boni 2, Balestri, Vespignani, Duca N. 6, Duca E. 6, Ronchi. All. Bagnoli.

Cestistica Savonese: Vitali 3, Penz 16, Tosi 5, Alesiani 4, Svetlikova 14, Sansalone 4, Villa, Roncallo, Zonfanelli 2, Ceccardi, Guilavogui 7, Pregliasco. All. Pollari.

LA MOLISANA CAMPOBASSO – CUS CAGLIARI 67 – 48

CLASSIFICA

Squadra P G V P PF PS

1

Magnolia Campobasso

20

10

10

0

651

519

2

Carispezia Cestistica Spezzina

16

10

8

2

642

542

3

Faenza Basket Project Girls

16

11

8

3

785

708

4

Matteiplast Bologna

16

11

8

3

744

631

5

Andros Palermo

16

11

8

3

766

570

6

RR Retail Galli S. Giovanni V.

14

11

7

4

740

698

7

Pall. Femm. Umbertide

12

11

6

5

754

705

8

San Salvatore Selargius

10

10

5

5

643

681

9

Integris Elite Roma

10

11

5

6

613

702

10

CUS Cagliari

10

11

5

6

671

703

11

FE.BA Civitanova Marche

8

9

4

5

582

569

12

Gruppo Stanchi Athena Roma

8

11

4

7

678

744

13

Orza Rent Nico Basket

6

11

3

8

639

711

14

Cestistica Savonese

4

11

2

9

679

727

15

Cestistica Azzurra Orvieto

4

12

2

10

679

867

16

Medoc Forli’

2

11

1

10

630

819

SERIE B 10° Giornata

TIGERS PARMA BASKET ACADEMY – B.S.L. 42 – 56

(11-9; 22-30; 32-42)

Tigers Parma: Tomassetti 3, Petrilli 7, Accini 3, Vaccari 10, Trevisan 5, Minari 8, Turroni 2, Vettori 2, Facchetti 2, Ghezzi, Corsini ne. All. Lopez.

San Lazzaro: Torresani 4, Magliaro 5, Viviani 2, Melchioni 5, Talarico 15, Zarfaoui 3, Trombetti 5, Ghigi 9, Raffaelli 8, All. Dalè.

SIROPACK – CHEMCO 47 – 34

(16-9; 21-20; 30-26)

Cesena: Farneti 2, Sabbatani 3, Giubilei 9, Zoffoli ne, Lolli Ceroni 8, Bollini, Porfiri ne, Currà 6, Valentini, Tramontano, Semprini 10, Aleotti 7. All. Lisoni.

Puianello: Pieracci 7, Boiardi 4, Miari, Costi 2, Pignagnoli, Ligabue 2, Fedolfi 4, Giorgi 15, Montanar , Desogus. All. Ligabue.

BASKET CLUB VAL D’ARDA – STAFF 89 – 61

(25-18; 49-30; 69-45)

Fiorenzuola: Podestà 17, Periti, Minichino 35, Rizzi 21, Bertoni 4, Rocca, Zane 10, Fabbricini, Contini 2, Ampollini M. ne, Ampollini A., Perciapese ne. All. Rosso.

Magik Rosa Parma: Marini 5, Lucca 9, Salsi 2, Grisenti ne, Furlattini ne, Tringale 11, Aiello 12, Zuin 4, Costa 6, Zambon 12. All. Panziroli.

MAGIKA PALLACANESTRO – BASKET FINALE EMILIA 50 – 52 dts

ACETUM – ROBY PROFUMI 73 – 36

(19-2; 38-15; 59-31)

Cavezzo: Siligardi 8, Bocchi 5, Bassoli 6, Zanoli 21, Gasparetto 5, Marchetti, Righini, Aligante 3, Brevini 9, Maini, Calzolari 16, Bellodi. All. Carretti.

Borgo Val di Taro: Piscina G. 4, Vignali, Ferrari G., Pallotta 10, Gonzato 2, Piscina C. 4, Marchini 8, Ferrari V., Fatadey 8, Triani, Alessandrini. All. Scanzani.

POL. LIBERTAS CALENDASCO – LIBERTAS BASKET BOLOGNA 48 – 69

CLASSIFICA

Cavezzo* 18; Tigers Parma, Magik Rosa Parma, Val d’Arda Fiorenzuola, Bsl San Lazzaro 14; Giullari del Castello, Virtus Cesena 10; Finale Emilia 8; Magika Castel San Pietro, Valtarese 6; Libertas Bologna* 4; Calendasco 0.

C Gold, RBR di forza anche a Ferrara. C Silver, la Rebasket vince in volata a Medicina

SERIE C GOLD 10° Giornata

2G VASSALLI – RINASCITA BASKET 63 – 91

(15-26; 31-53; 49-75)

Ferrara 2018: Davico 13, Cattani, Antoci 6, Caselli 3, Natali 2, Mandic 13, Vigna 2, Favali 11, Farioli 8, L. Ghirelli 3, M. Ghirelli 2. All. Furlani.

R.B. Rimini: Vandi, Bianchi 12, Pesaresi 6, Moffa 10, Ramilli 4, Rivali 18, L. Bedetti 10, Guziur, F. Bedetti 17, Chiari, Saponi 4, Broglia 10. All. Bernardi.

Niente da fare per la 2G Vassalli al cospetto della corazzata Rinascita Rimini. Al Pala Palestre, sabato sera, è stata gara vera per 5’ (11-12), dopo di che il break di 4-14, nei restanti 5’ della prima frazione, ha chiuso di fatto la contesa. Da segnalare, poco prima dell’intervallo lungo, il fallo tecnico e l’espulsione comminata a coach Adriano Furlani per proteste. Rimini si conferma di essere una corazzata imbattibile o quasi, per quanto concerne la 2G Vassalli non sono bastati i punti di Davico, Mandic e Favali, unici giocatori in doppia cifra dei biancazzurri, che hanno pagato dazio al cospetto dell’ottima percentuale al tiro da fuori dei riminesi (13/30), che hanno chiuso con ben sei uomini in doppia cifra. Match chiuso sostanzialmente dopo 20’ (31-53), quindi niente è cambiato nei secondi venti minuti, con i padroni di casa che hanno perso di misura il terzo e il quarto parziale. Alla fine sarà 63-91. Dopo tre successi consecutivi, si ferma il ruolino dei successi della 2G Vassalli, attesa domenica prossima dalla trasferta al Pala Ruggi di Imola contro la compagine locale.

BOLOGNA BASKET 2016 – VIRTUS SPES VIS PALL IMOLA 72 – 67

(22-14; 35-35; 56-52)

BB2016: De Pascale 7, Fontecchio 30, Fin 3, Poluzzi 4, Cortesi 14, Legnani 2, Mazzocchi ne, Polverelli 7, Guerri, Antola ne, Folli 5. All. Lolli.

Virtus Imola: Dalpozzo 8, Percan 14, Magagnoli 8, Zytharyuk 17, Aglio 5, Casadei 1, Giuliani 6, Dal Fiume ne, Murati ne, Turrini ne, Nucci 8, Zani ne. All. Tassinari.

Un Luca Fontecchio formato extralusso (30 punti con 9/16 da 2 e 2/5 da 3, 6/7 ai liberi, 7 rimbalzi e 5 falli subiti) trascina il Bologna Basket 2016 alla vittoria casalinga contro la sempre temibile Virtus Spes Imola. La negativa trasferta di Rimini viene dimenticata con una prova convincente, anche se non esente da pecche. Imola infatti, pur sotto anche di 13 punti, non molla mai la presa ed anzi a sette minuti dalla fine è avanti di cinque lunghezze. Ma un parziale di 10-2 del BB2016 rimette le cose a posto.

La cronaca. Partenza fredda per entrambi i team che sbagliano molte conclusioni. Il punteggio si mantiene in equilibrio fino a 4’ dalla fine del quarto, quando un parziale di 15-4 per i padroni di casa, propiziato da Fontecchio, Cortesi (3/3 dalla lunga distanza) e De Pascale (bomba allo scadere), scava un primo solco tra le squadre. Secondo quarto e ancora De Pascale e Guerri offrono assist a Folli che segna 5 punti di seguito per il +10. Ma Imola reagisce con Percan e Dalpozzo: controparziale da 8-0 e alla pausa la rimonta è cosa fatta (35-35). Alla ripresa inizia il Fontecchio-show: prima palla recuperata e schiacciata in contropiede, poi 6 punti in fila con fallo sull’ultimo canestro e libero trasformato. Infine tiro da 3, subito replicato da Poluzzi, con un altro parziale da 15-2 che pare uccidere l’incontro. Invece gli ospiti ricuciono anche questo break con la difesa e il contropiede e ad inizio quarta frazione sono sotto solo di 4 (56-52). Zhytariuk, una spina nel fianco durante tutto il match, sale in cattedra e Imola, come detto, arriva al +5. Qui però si dimostra il carattere dei bolognesi: Fin imbocca una tripla da campione, Cortesi lo imita subito dopo, Fontecchio continua a imperversare e così prende vita un vantaggio di 5-7 punti. La vittoria viene siglata da una schiacciata dirompente sempre di Fontecchio, su assist di Legnani.

PALL. FIORENZUOLA 1972 – DILPLAST 82 – 78

(18-11; 34-30; 63-48)

Fiorenzuola 1972: Galli 11, Sichel 7, Fellegara ne, Zucchi, Cunico 5, Dias 8, Colonnelli 25, Sprude 5, Marletta 2, Lottici M. 6, Yabre 3, Sabbadini 10. All. Lottici S.

Montecchio: Seclì 2, Borghi ne, Riccò 2, Bertolini 16, Vecchi 4, Astolfi 10, Gruosso 18, Vanni 3, Pasini, Negri 13, Guidi 10. All. Martinelli.

Fiorenzuola parte con le marce alte, sfruttando il 2/2 iniziale da 3 punti prima di Colonnelli e poi Sabbadini, per il 6-0 in una manciata di secondi. I gialloblu di Simone Lottici sembrano far circolare la palla con velocità, mentre Montecchio riesce a trovare solo 2 canestri dal campo nei primi 5′. 12-4. Vanni sorprende la difesa valdardese dall’arco al 6′, mentre per i gialloblu capitan Lottici M. con canestro e palla recuperata è decisivo a far chiamare timeout a Martinelli al 7′. 14-7. Il primo quarto si chiude sul 18-11 in favore di Pallacanestro Fiorenzuola 1972. Negri in casa Montecchio inaugura il secondo quarto con il semigancio destro che vale il 20-15 al 12′, prima di ripetersi dall’arco e ricucendo per la prima volta il gap tra le due squadre. La partita viaggia a ritmi estremamente bassi; Colonnelli con il jumper dalla media distanza fa 25-24 al 15′, segue Cunico con la stessa moneta. Il match viene portato da Montecchio su ritmi bassi e pochi possessi complessivi, con tanta confusione in campo; ciò che la Dilplast, squadra affamata di punti per la salvezza, cerca. Sull’asse della coppia di lunghi Yabre-Dias, i gialloblu provano a utilizzare maggiormente il gioco sotto le plance sul finale di quarto, con Colonnelli che fissa dall’arco il finale di secondo quarto sul 34-30. Al rientro dagli spogliatoi Fiorenzuola sembra mettere le marce alte, con Lottici M. e la schiacciata di Sabbadini che consentono ai gialloblu di allungare: 39-30. Colonnelli dimostra di avere la mano caldissima con altre due triple fondamentali per i ragazzi di coach Lottici S. per allungare oltre la doppia cifra di vantaggio. 45-34. La partita è totalmente diversa rispetto al primo tempo, con una bella Fiorenzuola che allunga ancora con il solito Colonnelli e Sabbadini, sempre da 3, fino al 56-40 al 27′. Galli è bravo a chiudere il terzo quarto firmando 7 punti consecutivi per una Fiorenzuola veramente di qualità che infila ben 29 punti nel parziale. 63-48. Bertolini inaugura l’ultimo parziale con 3 punti che fanno capire come Montecchio ed il suo staff ci vogliano provare fino in fondo. Ancora Galli, con l’aiuto di Dias, sembra dare la spallata decisiva all’incontro con Fiorenzuola che si porta sul 70-53 al 34′. Gruosso, per Montecchio, prova un tentativo di rimonta che si concretizza in un timeout precauzionale di coach Lottici S. sul 72-60 al 35′. Guidi viene perso pericolosamente in area e converte 2 punti, Bertolini con un gioco da 3 punti riapre definitivamente la gara al 37′. 75-71. Gruosso e Colonnelli si scambiano triple importanti al 38′ con la gara che si porta sull’80-74, ma negli ultimi 60 secondi Colonnelli dalla lunetta è glaciale. Finisce 82-78 per Pallacanestro Fiorenzuola 1972, che torna alla vittoria con un brivido finale.

E80 BEMA – SALUS 76 – 68

(20-10; 30-28; 56-57)

LG Competition Castelnovo Monti: Franko 16, Mabilli, Lentini, Magnani 10, Varotta 8, Levinskis 1, Guarino 8, Mallon 16, Parma Benfenati 15, Prošek 2, Ferri ne, Torlai ne. All. Diacci.

Salus Bologna: Branzaglia 5, Salsini, Amoni 15, Tugnoli 6, Pini 13, Veronesi ne, Allodi 9, Stojkov 12, Falzetti 2, Vucinovic 6. All. Ansaloni

Seconda vittoria consecutiva per la E80 Bema, che supera al Pala Giovanelli la Salus Bologna col risultato finale di 76-68. La LG conquista un importante successo dopo una gara difficile, ben giocata nei primi minuti e particolarmente sofferta nei due quarti centrali.

Castelnovo approccia alla perfezione il match e grazie ai punti di Franko e Parma Benfenati firma immediatamente un bel parziale da 11-0. La Salus fatica in entrambi i lati del campo, ma i ragazzi di Ansaloni sfruttano il calo offensivo della LG per tornare a sole tre lunghezze di ritardo (13-10). Il finale di periodo è però tutto a favore dei padroni di casa e la tripla di Varotta sulla sirena fissa il punteggio sul 20-10. Nel secondo quarto si spegne la luce in casa LG: Castelnovo perde tanti palloni in attacco e la Salus ne approfitta tornando nuovamente a -3. I montanari segnano il primo canestro del periodo dopo quasi 5 minuti, ma la tripla di Branzaglia pareggia il match sul 22 pari. I padroni di casa firmano un mini break grazie ad un fantastico Parma Benfenati e sono nuovamente a +5, ma la Salus non molla e a metà gara il risultato sul tabellone è di 30-28. Al rientro dagli spogliatoi si alza l’intensità dell’incontro, con i bolognesi che segnano con continuità dalla lunetta e grazie alle triple di Pini si ritrovano per la prima volta in vantaggio. Capitan Guarino dall’arco riporta avanti i suoi, ma i canestri di Amoni e Allodi valgono il +4 Salus, che diventa +6 a 3’30 dalla fine del periodo. Castelnovo prova a rientrare ma c’è nervosismo e il libero di Amoni, dopo un tecnico fischiato alla panchina, mantiene i bolognesi ancora avanti nel punteggio. Nel finale Mallon punisce dall’arco e nel pitturato e i montanari si ritrovano così ad un solo punto di ritardo quando mancano dieci minuti alla sirena. Ad inizio quarto periodo viene fischiato un (dubbio) tecnico a coach Diacci: gli ospiti convertono il tiro dalla lunetta, tornano sul +4 e sembrano avere l’inerzia della gara a proprio favore. Ma Castelnovo non si arrende e con un mini-break si riporta nuovamente in vantaggio. Nella parte centrale del quarto il punteggio è in equilibrio e nessuna delle due squadre riesce a sferrare la zampata decisiva. La E80 Bema ha però tanta voglia di vincere e, trascinata dalla verve di Franko e grazie ad un monumentale Parma Benfenati, annulla l’attacco della Salus e firma un parziale da 7-0 che le permette di tornare sul +6 ad un solo minuto dalla fine. I ragazzi di Ansaloni non riescono più a trovare la via del canestro e il match viene chiuso dalla fantastica schiacciata in contropiede di Mallon: finisce 76-68 per i montanari che ottengono così la quinta vittoria in campionato.

B.S.L. – ANZOLA BASKET 66 – 80

(22-26; 32-44; 48-56)

San Lazzaro: Lolli 6, Riguzzi 5, Degli Esposti 9, Fabbri 4, Governatori 7, Pederzini 12, Rosa, Cempini 4, Bertuzzi ne, Degregori 18, Bonaiuti 1, Corradini. All. Bettazzi.

Anzola: Mandini 6, Parmeggiani F. 5, Bortolami, Parmeggiani S. 18, Baccilieri 10, Villani 11, Cerulli, De Ruvo 17, Caroldi 13, Montanari. All. Spaggiari.

La BSL  è costretta ancora a rimandare l’appuntamento con la prima vittoria casalinga stagionale: infatti, dopo aver sfiorato il colpaccio con un eccellente inizio di quarto periodo, la compagine sanlazzarese ha dovuto cedere il passo all’Anzola che ha sbancato il PalaRodriguez per 80-66. Fatali ai biancoverdi, a cui non sono bastati i 18 punti di De Gregori e i 12 di Pederzini, sono stati il parziale di 21-2 incassato negli ultimi 6′ e anche le pessime percentuali al tiro (34% dal campo e 14% da tre).

Anzola ha provato a fare la voce grossa già nel primo quarto, costruendosi un vantaggio in doppia cifra grazie alle stilettate di De Ruvo e Baccilieri (20-9). La BSL ha però avuto il merito di non mollare e di ricucire parzialmente lo strappo spinta dalla grinta di Pederzini e De Gregori. La bomba di capitan Fabbri è stata la ciliegina sulla torta che allo scadere di fine primo quarto ha sancito il -4 BSL (26-22). In apertura di seconda frazione Pederzini ha persino infilato a canestro il -2, ma ai biancoverdi è mancato il guizzo del sorpasso e così la formazione ospite è riuscita a riprendere fiducia e un buon margine di vantaggio chiudendo il primo tempo a +12 trascinata da Simone Parmeggiani, Villani e De Ruvo (44-32). Il vantaggio esterno in uscita dagli spogliatoi è cresciuto fino al +17 (51-34) siglato da Baccilieri. Sul più bello però sono venuti fuori il carattere e l’orgoglio della BSL che, grazie ai punti portati alla causa da Riguzzi, De Gregori e Cempini, ha siglato un 8-0 che l’ha riportata sotto i 10 punti di scarto (51-42). Parmeggiani e Villani hanno provato a respingere l’assalto biancoverde, ma, dopo aver chiuso la terza porzione di gara a -8 (56-48), la BSL ha dato un’ulteriore sgasata sfruttando le accelerazioni di Lolli e le giocate di Degli Esposti e De Gregori che hanno contribuito all’8-0 che ha portato al 56-56 a 7’20” dalla fine. Un antipasto del sorpasso della BSl arrivato per mano di Governatori, abile a recuperare un pallone e a depositare a canestro il 58-56 biancoverde, subendo anche un antisportivo. Un’accelerata che sembrava aver girato l’inerzia del match, visto che lo stesso Governatori, assieme a De Gregori, autore di una tripla pesantissima, ha poi propiziato anche il +5 interno (64-59). Sul più bello, però, l’attacco della BSL si è improvvisamente inceppato, non riuscendo a perforare la difesa a zona chiamata da coach Spaggiari. La fase offensiva di Anzola, al contrario, ha ritrovato proprio in quei momenti lo smalto dei momenti migliori e, sorretta dai guizzi di Caroldi e De Ruvo, ha prodotto il parziale di 21-2 che ha spento le speranze dei padroni di casa.

CLASSIFICA

RINASCITA BK RIMINI 18 9 9 0 781 564 +217
BOLOGNA BASKET 2016 14 8 7 1 587 548 +39
VIS 2012 FERRARA 10 8 5 3 607 577 +30
LG COMPETITION CASTELNOVO M. 10 8 5 3 593 578 +15
FIORENZUOLA 1972 10 8 5 3 572 558 +14
GUELFO CASTELGUELFO 10 8 5 3 569 579 -10
GAETANO SCIREA BERTINORO 8 8 4 4 536 548 -12
VSV IMOLA 6 8 3 5 615 579 +36
ANZOLA BASKET 6 8 3 5 607 666 -59
SALUS BOLOGNA 4 9 2 7 616 658 -42
ARENA MONTECCHIO 2 9 1 8 612 722 -110
BSL SAN LAZZARO 2 9 1 8 645 763 -118

SERIE C SILVER 10° Giornata

NET SERVICE – RIVIT 59 – 49

(8-15, 22-31, 38-39)

S.G. Fortitudo: Barattini 15, Zinelli, Capancioni 9, Chiarini 4, Tosini 6, De Denaro 2, Deledda, Pederzoli 4, Vietri, Ranieri 11, Nanni 8, Pesino. All. Tasini.

Grifo Imola: Pontrelli 3, Riguzzi 2, Bartoli 6, Mondini 3, Pampani 10, Creti 4, Lanzoni 12, Orlando, Sgorbati 9, Borgognoni. All. Palumbi.

La Rivit non riesce ad arrestare la striscia negativa, perdendo una partita a larghi tratti condotta, nella cornice della storica palestra Furla. Per quanto riguarda gli ospiti occorre menzionare, oltre alla cronica assenza di Biandolino, anche il default di Martini, reduce da un infortunio alla caviglia subìto in settimana. Nonostante il reparto lunghi a ranghi davvero ridotti, i biancoblu imolesi partono meglio e con il piglio giusto, con grande intensità difensiva e ottimi tiri costruiti in attacco. Dopo aver chiuso con il naso avanti la prima frazione, la Rivit gioca un ottimo secondo quarto, andando all’intervallo lungo sul +9. Nel terzo quarto iniziano le schermaglie, con il metro arbitrale che concede molto da una parte e dell’altra. E se nei primi 5 minuti la Grifo riesce ancora a tenere in mano la partita, un lungo periodo di secca offensiva degli imolesi (che non segnano negli ultimi 4 minuti della terza frazione), permette all’SG di riavvicinarsi e portarsi a contatto alla fine del terzo periodo. Nell’ultima frazione le trame offensive della Rivit si fanno meno fluide e i padroni di casa riescono a mettere il naso avanti, soprattutto grazie a singole giocate individuali. Alcune bombe e canestri molto pesanti condannano la Grifo, che non riesce a trovare la benzina per una rimonta in una partita a tratti condotta con padronanza. Per la cronaca, nei minuti finali, da segnalare un doppio infortunio a Creti e Tosini, per uno scontro fortuito di gioco, con apertura dell’arcata sopraccigliare.

FRANCESCO FRANCIA – OLIMPIA 2010 53 – 72

(6-22; 11-36; 33-50)

Zola Predosa: Perrotta 5, Gamberini 3, Maselli 2, Bavieri 4, Bianchini 10, Barilli Fe. 7, Zappoli 2, Masina 2, Barilli Fi. 6, Bosi 5, Romagnoli 7. All. Benini.

Castel San Pietro: Sangiorgi 7, Curti 2, Sabattani 8, Procaccio 5, Pedini 1, Benedetti 12, Lalanne 9, Zuffa, Parenti 8, Trombetti 13, Mazza 7. All. Regazzi.

Più semplice di ogni più ottimistica previsione: l’Olimpia passa al “PalaZola” contro una Francesco Francia che, per venti minuti, è sembrata non essere presente sul campo. Senza Almeoni, i zolesi non l’hanno mai messa da fuori nei primi due quarti e dopo, era troppo tardi…

Pronti, via e 0-5. Parziale reazione dei padroni di casa (4-7), poi è solo Castello con la coppia Lalanne-Trombetti in grande spolvero. Col canestro su rimbalzo offensivo di Sangorgi, arrivava il +16 (4-20), che diventava +24 (7-31) al 16′. Nella ripresa Filippo Barilli provava a suonare la sveglia (22-38 al 24′), ma, dopo un time out di coach Regazzi, l’Olimpia riallungava (22-44), gestendo, poi, con facilità il bottino grazie a Benedetti (7 punti nell’ultima frazione). Il 2001 Bianchini era l’ultimo ad arrendersi, ma non cambiava la sostanza: 53-72 e gli ospiti che proseguono la marcia verso le posizioni nobili della classifica.

DULCA – CVD BASKET CLUB 70 – 66

(12-17; 30-34; 53-48)

Santarcangelo: Zannoni 4, Colombo 3, Lucchi 2, Fusco 7, Russu 26, Raffaelli 1, Fornaciari 21, De Martin 6, Massaria, Buzzone ne, Alviti ne, Carafa ne. All Evangelisti.

Cvd Casalecchio: Baccilieri, Dawson 4, Trois 11, Bernardi 4, Sighinolfi 8, Penna, Barbato, Fuzzi 13, Taddei 4, Santilli 13, Lelli 9. All Lanzoni.

CREI – OTTICA AMIDEI 74 – 50

(23-13; 34-29; 52-37)

Granarolo Basket: Salicini 7, Bianchi 6, Masetti, Spettoli, Paoloni 23, Nanni 11, Tonelli ne, Bernardinello 4, Bertuzzi 5, Marega 5, Drago 3, Brotza 10. All. Carrera.

Castelfranco Emilia: Ayiku 7, Pizzirani ne, Marzo, Cappelli 7, Zucchini 5, Torricelli R. 7, Tedeschi 2, Vannini 4, Del Papa 3, Paciello 6, Torricelli F. ne , Prampolini 9. All. Landini.

La Crei si aggiudica lo scontro diretto con Castelfranco con una partita condotta dal primo all’ultimo minuto con autorità, guidata da una prestazione superlativa del suo capitano Luca Paoloni, autore di 23 p.ti, con 8/9 da 2, 2/2 da 3, 1/1 ai liberi, 5 assist, 5 rimbalzi, 3 recuperi e 37 di valutazione; numeri, conditi da una difesa asfissiante su Zucchini (costretto ad un inusuale 2/14), che ne fanno l’indiscusso Mvp del match.

Granarolo apre le danze con Salicini e Bianchi che poi cedono il testimone a Paoloni che realizza 5 punti consecutivi ed è 9-0 al 3′. Castelfranco rompe il digiuno grazie a Riccardo Torricelli ma Paoloni realizza ancora, seguito da Bertuzzi (autore di una buona partita) e la Crei è in doppia cifra di vantaggio (13-2 al 4′). Dopo un canestro di Ayiku, Paoloni realizza un gioco da 3 punti (su assist di Bertuzzi) raggiungendo la doppia cifra e portando il vantaggio dei suoi a +12 (16-4 al 6’30”). Paciello e Torricelli provano a reagire ma sono prontamente rintuzzati da Bernardinello, Marega e Brotza. Cappelli con 1/2 dalla lunetta fissa il primo quarto sul 23-13. Nel secondo quarto buon avvio di Castelfranco che rosicchia 4 punti (25-19 al 12’30”), ma una tripla di Marega e un recupero con canestro in contropiede di Paoloni restituiscono la doppia cifra di vantaggio ai padroni di casa (30-19 al 13’30”). Prampolini realizza da due, poi 3′ di blackout delle due squadre vengono interrotti da Del Papa con un 1/2 dalla lunetta con Vannini che arpiona il rimbalzo d’attacco e realizza il canestro del -5 (30-25 al 16’30”). La Crei risponde con Salicini e Paoloni, ma Prampolini e Zucchini, in contropiede su assist di Marzo, mandano le squadre negli spogliatoi sul 34-29. L’avvio del terzo periodo ricalca l’inizio gara: Bertuzzi, Paoloni, un gioco da tre punti di Brotza su assist di Paoloni e ancora l’asse “Paoloni to Brotza” portano Granarolo a +13 (43-30 al 23′). Dopo un canestro di Vannini, altri 3′ minuti di blackout delle due squadre sono interrotti da Nanni (per lui doppia doppia con 11 punti e 10 rimbalzi). Zucchini e Prampolini provano a riavvicinare gli ospiti (45-37 al 27′) ma Nanni, Paoloni e Brotza portano la Crei, all’ultimo riposo, con 15 punti di vantaggio (52-37 al 30′). Nell’ultimo quarto Granarolo progressivamente allunga e sulla tripla del giovane play Drago (classe 1999, schierato da Carrera sul finire del terzo periodo visto l’infortunio di Spettoli e il 4° fallo di Bernardinello, non li ha fatti rimpiangere) raggiunge il +19 (62-49 al 35′) chiudendo di fatto la partita. Carrera dà spazio alla panchina togliendo progressivamente i migliori per il meritato applauso; Castelfranco non ne ha più e la Crei arrotonda il punteggio al +24 finale (74-50).

BERNAITALIA – REBASKET 90 – 91

(24-31; 60-40; 72-68)

Virtus Medicina: Tinti 17, Mini 26, Casagrande 20, Rossi 11, Giani 4, Lorenzini 10, Curione 2, Seracchioli, Agriesti, Stagni ne, Stellino ne. All. Curti.

Rebasket Castelnovo: Rivi, Tognato 2, Castagnaro 16, Defant 22, Cervi 2, Dall’ Asta, Battaglia 2, Amadio 19, Pedrazzi 5, Fontana, Lusetti 23. All. Casoli.

Al Palasport Rambaldi arriva la Rebasket, con l’obiettivo di consolidare il primo posto in classifica. Il pubblico, accorso numeroso, è pronto ad assistere al big match della giornata. E’ una partita con un andamento molto altalenante, dove ogni squadra, grazie a parziali importanti, acquista un grande vantaggio nei confronti dell’altra. Entrambe le formazioni, segnano con ottime percentuali, sia fuori dall’arco dei tre punti, sia dentro l’area. C’ è una grande intensità in campo e Medicina, spinta dal proprio pubblico, rimontando un primo quarto chiuso sul -7, rimonta, andando all’intervallo lungo sul + 20, grazie alle bombe di Mini, ai canestri e alla regia di Tinti. Nel terzo periodo, la Rebasket, rimonta piano piano, grazie ai canestri dall’arco di Defant e si riporta a soli 4 punti sul finire della terza frazione di gioco. L’ultimo tempo è molto equilibrato e le squadre giocano sino alla fine una bellissima partita punto a punto. Nel finale, la bomba di Castagnaro, che regala agli ospiti il +1, si rivela decisiva e spezza le lance a favore della Media Design, che si aggiudica un bellissimo incontro.

Cronaca: ottimo avvio di entrambe le formazioni, La Rebasket, però, ha un approccio con il canestro devastante, grazie a percentuali davvero alte sia dall’arco che da dentro l’area, tanto che la formazione di casa è costretta alla sospensione sul 12-20. Usciti dal time out, le cose non cambiano e il primo periodo si conclude con la Rebasket che conduce sul 24-31. Nella seconda frazione di gioco viene fuori il carattere della Virtus Medicina che, con un parziale devastante di 34 a 8, grazie alla precisione di Casagrande, alla ottima regia di Curione, ai canestri in contropiede e alle palle rubate di Tinti, si porta all’intervallo lungo, sul punteggio di 60-40. Alla ripresa delle ostilità, la Rebasket non ci sta a lasciarsi scivolare via la partita e, pian piano, grazie ai canestri pesanti di Defant, ai tiri di Amadio e di Lusetti, recupera terreno con un parziale di 28-10, che le permette di chiudere il terzo periodo sotto di quattro lunghezze (72-68). Nell’ultima frazione la partita diventa bellissima ed equilibrata, con entrambe le formazioni che lottano per aggiudicarsi i due punti. Medicina parte forte e obbliga coach Casoli a chiamare il time out sul -5, dopo i canestri di Mini e di Casagrande. La Rebasket esce forte e, canestro dopo canestro, si avvicina sempre di più. La pressione in campo si fa alta tanto che viene fischiato un fallo tecnico a Castagnaro, che manda in lunetta Casagrande che realizza. Nonostante questo episodio, i reggiani rimangono concentrati e, con due canestri consecutivi di Castagnaro, si portano, prima sul -2, per poi sorpassare la BernaItalia sul +1. L’ ultimo minuto di gioco vede Rebasket andare sul +3, grazie al canestro di Amadio che costringe coach Curti a chiamare time out sull’88-91. All’uscita dal time out, la formazione di casa ruba una palla importante e subisce fallo Mini che, dalla lunetta, fa 2/2. La squadra ospite ha la possibilità di chiudere la partita con due tiri liberi che, però, non vanno a segno; Tognato prende, però, il rimbalzo d’attacco decisivo. In lunetta, la tensione si fa sentire ed arriva un altro 0/2. Medicina prende il rimbalzo, ma a soli due secondi dal termine della gara e non riesce neanche a tentare il tiro che sarebbe valso il supplementare (m.p.).

PALL. MOLINELLA – PALLACANESTRO CASTENASO 72 – 58

(13-11; 28-29; 41-41)

Molinella: Guazzaloca 19, Brandani 14, Grazzi 5, Ranzolin 6, Zuccheri 3, Frignani, Cai 2, Lanzi 9, Ramini 8, Torriglia 6, Mantovani. All. Baiocchi.

Castenaso: Recchia, Malverdi, Ballini 12, Baietti, Capobianco 5, Ginevri 18, Cantore 2, Ballardini 14, Zucchini 2, Quarantotto 5. All. Castelli.

NOVA ELEVATORS – ARTUSIANA BK 72 – 57

16-22; 34-32; 61-48.

San Giovanni in Persiceto: Tomesani 21, Coslovi 2, Guidi ne, Vaccari 2, Gamberini ne, Papotti 6, Achilli ne, Alvisi 3, Mancin 16, Lorusso 10, Albertini 12, Pedretti ne. All Berselli.

ForlimpopolI: Stella ne, Nervegna 4, Del Zozzo, Valgimigli 7, Biondi, Agatensi 9, Grassi 7, Piazza 13, Battistini ne, Servadei 1, Ravaioli 16. All Agnoletti.

PALL. NOVELLARA – ATLETICO BASKET 92 – 66

(31-25; 51-47; 70-53)

Novellara: Ferrari 11, Margini M. 10, Folloni 13, Rinaldi ne, Bagni 5, Franzoni 6, Aguzzoli 17, Carpi 7, Ciavolella  19, Bartoccetti 4, Pietri, Barazzoni. All. Boni.

Atletico Borgo: Frascaroli, Veronesi Gr. 10, Campanella M.  6, Rosati 2, Rossi ne, De Simone 9, Martelli 4, Veronesi Gi. 9, Campanella E. 2, Tubertini 9, Artese 13, Baldazzi 2.  All. Pietrantonio.

CLASSIFICA

MOLINELLA 18 10 9 1 722 597 +125
REBASKET CASTELNOVO 18 10 9 1 748 628 +120
OLIMPIA CASTEL SAN PIETRO 14 10 7 3 678 597 +81
CNO SANTARCANGELO 14 10 7 3 699 646 +53
VIRTUS MEDICINA 14 10 7 3 698 649 +49
NOVELLARA 14 10 7 3 806 765 +41
S.G. FORTITUDO BOLOGNA 12 10 6 4 656 628 +28
VIS PERSICETO 12 10 6 4 716 691 +25
ATLETICO BORGO BOLOGNA 10 10 5 5 705 716 -11
FRANCESCO FRANCIA ZOLA 8 10 4 6 683 679 +4
GRANAROLO BASKET 6 10 3 7 586 622 -36
CVD CASALECCHIO 6 10 3 7 675 721 -46
ARTUSIANA FORLIMPOPOLI 6 10 3 7 666 715 -49
GRIFO IMOLA 6 10 3 7 568 688 -120
CASTELFRANCO EMILIA 2 10 1 9 659 804 -145
CASTENASO 0 10 0 10 614 733 -119

Serie D, Bellaria sbanca Forlimpoli e aggancia i Baskers in vetta. Girone A, Correggio cade nel derby

SERIE D/A 11° Giornata

EMIL GAS  – FOPPIANI 68 – 77

(15-17; 32-38; 52-61)

Scandiano: Grisendi 5, Spaggiari 12, Masoni, Nunziato, Fikri 7, Marani 9, Belli 14, Iori 8, Corradini 2, Farioli, Borghi 11. All. Baroni.

Fulgor Fidenza: Lombardi 8, Iacomino 8, Moscatelli 2, Di Noia 21, Gaudenzi, Maggi 8, Lanzi, Parmigiani 10, Rivetti, Barcaroli 2, Montanari 15, Basso 3. All. Cavalieri

STEFY BASKET – BASKET VOLTONE MASCHILE 73 – 74

(13-21; 29-36; 52-47)

Stefy: Pancaldi 7, Melchiorre 5, Calvi, Marzioni 25, Franceschini 29, Scandellari, Bragaglia ne, Zambonelli 4, Lamborghini 3, Monari, Folesani, Della Godenza ne. All. Scandellari.

Monte San Pietro: Venturelli 2, Giacometti A. 9, Maldini 4, Castaldini 4, Skocaj 20, Codicini 4, Ferraro 6, Giacometti J. 11, Casarini 4, Cuozzo 10. All. Torrella.

BAKERY – SAMPOLESE BK 74 – 71 d2ts

(12-12; 23-30; 42-47; 55-55; 65-65)

Castelsangiovanni: Bracchi 13, Galli 5, Derba 2, Orlandi, Bossi 7, Villa A. 6, Mori 6, Coppeta 13, Eccher 7, Totaro 5, Villa S. 10. All. Brambilla.

San Polo d’Enza: Tognoni 16, Grulli ne, Minardi 6, Davoli 7, Braglia 10, Galassi 2, Tondo 14, Margini 4, Magliani 10, Hasa 2. All. Corali.

MISTER TIGELLA – MOLINO GRASSI 56 – 66

(13-13; 28-30; 41-47)

Calderara: Rallo 2, Molinari 7, Marchi 5, Cacciari, Soresi 4, Zocca, Bulgarelli 11, Selvi, Serio 2, Raspanti 5, Betti 17, Orlando 3. All. Venturi.

Magik Parma: Bazzoni 6, Donadei 5, Malinverni N., Bocchia 4, Malinverni L. 19, Paulig 16, Caravita 6, Verti ne, Brogio 10, Berlinguer. All. Quintavalla.

PALL. CORREGGIO – PALL. NAZARENO 65 – 77

(14-18; 37-35; 57-59)

Correggio: Messori 3, El Ibrahimi 8, Riccó Fe. 22, Morgotti 10, Valli, Guardasoni ne, Riccò Fr. 11, Ferrari ne, Giaroni 11, Rustichelli, Ligabue. All. Notari.

Carpi: Carretti 4, Valenti 7, Biello 14, Mantovani 2, Sutera ne, Ferrari 18, Salami 12, Bonfiglioli 3, Lavacchielli 15, Foroni 2, Harambasic ne, Cavazzoli. All. Beltrami.

NEW BASKET MIRANDOLA – ANTAL PALLAVICINI 64 – 58

(17-14; 32-30; 48-49)

Mirandola: Manzi 7, Baccarani 2, Galeotti 12, Morselli, Bega, Patrese 7, Vivarelli 12, Aspergo 2, Arletti 11, Truzzi 11, Tognoni, Di Piazza. All. Dotti.

Pallavicini: Cenesi 12, Finelli, Nanni 4, De Martini 6, Consolini 5, Benuzzi 10, Sgargi 10, Nanni M. 6, Guizzardi, Tabellini 5, Minghetti, Bavieri. All. Bignotti.

GESTER – VENI BASKET 79 – 54

(18-20; 42-30; 58-49)

S.P. Vignola: Badiali 5, Fiorini, Poluzzi 5, Barbieri A. 2, Barbieri E. 6, Caltabiano 2, Galvan 27, Miani, Cuzzani 29, Mazzoli, Bastia 3. All. Sacchetti.

San Pietro in Casale: Gamberini, Pastore 11, Govoni 19, Mandini, Oseliero 7, Ventura 2, Palma, Ghedini 5, Ramzani, Fiore 10, Nardi. All. Folchi.

LA TORRE – POL. GIOVANNI MASI 65 – 58

(20-12; 34-20; 52-37)

La Torre Reggio: Davoli A. 9, Vezzosi 10, Manghi, Davoli L., Pezzarossa 2, Mazzi F. 7, Gatti, Melli 19, Ferretti, Margaria 16, Orlandini 2. All. Romano.

Masi Casalecchio: Ballanti 3, Franchini 4, Galassi 8, Masetti, Castaldini 2, Freddi 2, Truppi 6, Pollini, Zanchi 7, Bertacchini 24, Zanotti 2. All. Forni.

Prova di maturità della Torre, che supera la Masi seconda in classifica e continua a stupire. I reggiani partono subito forte (8-3), trascinati da Melli e dai suoi 10 punti in un quarto, salendo fino al +11 del 9’ (20-9). Il copione non cambia nemmeno nei due periodi centrali, Bertacchini tra gli ospiti è il solo a trovare con continuità il canestro e così il vantaggio si assesta stabilmente in doppia cifra (34-18 al 19’, 52-37 al 30’). Coach Romano trova risposte importanti sia dagli esterni, specialmente Vezzosi, sia sotto le plance dalla coppia formata da Alberto Davoli (9 punti, 10 rimbalzi) e Margaria. C’è spazio anche per l’esordio stagione del giovane Gatti, classe 2001, nonostante qualche brivido finale: il Masi, grazie al pressing, ritorna a -4 (62-58), ma mancano solo trenta secondi e a ristabilire le distanze ci pensano tre tiri liberi di Margaria (altra ottima prova da 16 punti, tutti nella ripresa, e 11 rimbalzi), mentre tra gli ospiti serpeggia un po’ di nervosismo, che culmina con l’espulsione di Franchini.

CLASSIFICA

CORREGGIO 18 11 9 2 812 643 +169
FULGOR FIDENZA 18 11 9 2 897 730 +167
SCUOLA PALL. VIGNOLA 18 11 9 2 826 784 +42
MASI CASALECCHIO 16 11 8 3 779 714 +65
NAZARENO CARPI 14 11 7 4 813 763 +50
VOLTONE ZOLA 14 11 7 4 795 783 +12
LA TORRE REGGIO EMILIA 14 11 7 4 725 740 -15
MAGIK PARMA 12 11 6 5 712 670 +42
PALLAVICINI BOLOGNA 10 11 5 6 747 789 -42
CASTELLANA CASTEL S.GIOVANNI 8 11 4 7 687 731 -44
NEW BASKET MIRANDOLA 8 11 4 7 699 776 -77
SCANDIANO 2012 6 11 3 8 689 731 -42
STEFY BASKET BOLOGNA 6 11 3 8 691 739 -48
SAMPOLESE 6 11 3 8 662 748 -86
VENI SAN PIETRO IN CASALE 4 11 2 9 652 747 -95
CALDERARA 4 11 2 9 718 816 -98

SERIE D/B 11° Giornata

CESTISTICA ARGENTA – PALL. PIANORO 75 – 68

(16-14; 37-34; 51-42)

Argenta: Magnani 16, Quaiotto A. 2, Alberti D. 11, Tarroni, Bonora, Guglielmo 14, Alberti A. 1, Bianchi 11, Di Tizio 6, Malagolini 9, Montaguti 5. All. Bacchilega.

Pianoro: Tosiani 10, Verardi Fi. 9, Bonazzi, Bianchini 4, Ricci 15, Vaccari 4, Grandi 10, Cavallini 6, Nicoletti 4, Selleri 6, Verardi Fe. ne. All. Fasone.

Torna il referto rosa in casa Cestistica che, nel “fortino Don Minzoni”, regola Pianoro al termine di una gara condotta dall’inizio alla fine. Ospiti schierati con la difesa a zona sin dalla palla a due, che tentano di rallentare il più possibile i ritmi di gioco; Argenta attacca con pazienza, trovando buone conclusioni, ma “litiga” col canestro e non riesce a scrollarsi di dosso gli avversari. Ai piazzati di Magnani e Montaguti replica da oltre l’arco Grandi e alla prima sirena è +2 (16-14) per i biancoblu. Nel secondo parziale la musica non cambia: Bianchi, con le sue accelerazioni, mette in crisi la difesa ospite, ma le triple di Ricci tengono Pianoro a contatto e alla pausa lunga Argenta conduce con un solo possesso pieno di distacco. Alla ripresa dopo l’intervallo, Argenta alza i giri del motore in difesa e la partita svolta: è il neo acquisto Guglielmo a mettersi in evidenza, disinnescando gli esterni avversari, recuperando un paio di palloni e andando a bersaglio in attacco. In un amen, Cestistica sul +10 e vantaggio mantenuto sino alla terza sirena.  Ultimo parziale con Ricci e Tosiani che provano a dare la scossa ai suoi, ma Di Tizio e Malagolini replicano immediatamente. Due bombe, di Alberti Davide e di un sontuoso Guglielmo, dilatano la forbice a tredici lunghezze (73-60), quando manca 1’35” alla sirena conclusiva, prima che qualche ingenuità e un colpevole calo di tensione riducano il passivo al 75-68 finale.

BASKERS FORLIMPOPOLI – BELLARIA BASKET 59 – 70

(13-14; 34-34; 54-54)

Forlimpopoli: Rossi, Piani 17, Biscaro 9, Rombaldoni 24, Evangelisti, Cortini 2, Monday 4, Guaglione 3, Biffi, Lotti, Neri ne. All. Giannetti.

Bellaria: Mazzotti 6, Benzi 7, Galassi 8, Tassinari 24, Foiera 15, Maralassou 6, Gori 2, Distante, Tongue 2, Malatesta, Benedettini ne, Sirri ne. All. Domeniconi.

P.G.S. WELCOME – SCUOLA BASKET FERRARA 56 – 79

(21-17; 36-40; 43-54)

S.B. Ferrara: Pigozzi 14, Ardizzoni 26, Rimondi Ri. 4, Pusinanti 7, Rimondi Ro. 4, Ferrarini ne, Gavagna ne, Bertocco 10, Grassi, Bereziartua 3, Proner 8, Beccari 3. All. Colantoni.

STELLA – CURTI 82 – 81

(27-18; 47-34; 65-58)

Stella Rimini: Semprucci, Amadori 3, Carlini, Egbutu 14, Verni 12, Bomba 20, Guerra, De Martino 2, Pinto, Quartulli, Del Turco 31, Pari. All. Casoli.

International Imola: Ricci Lucchi, Fazzi 10, Spinosa, Canovi 15, Bollati 2, Poli 4, Ravaglia 11, Verde 6, Barba 7, Alberti 16, Wiltshire 10. All. Santi.

SELENE BASKET – IMMOBILIARE 2000 79 – 67

(18-16; 34-33; 65-49)

Sant’Agata sul Santerno: Scaccabarozzi 3, Spinosa 11, Bergantini 5, Rubbini 2, Vignudelli 2, Mastrilli 11, Totaro 19, Caprara 16, Baldrati 10, Camorani. All. Dalpozzo.

Giardini Margherita: Fioravanti 10, Sgarzi 2, Giudici 8, Nicolini 4, Annunzi 10, Pezzano 2, Bonesi, Ceccolini 6, Pedrielli 2, Mazzini, Venturi 14, Pierini 9. All. Morra.

BASKET VILLAGE – DOLPHINS 89 – 55

(30-11; 53-24; 71-40)

BK Village Granarolo: Carini 6, Martinelli, Marcheselli 4, Banzi 4, Landuzzi 6, Morando 13, Neviani 9, Meluzzi 16, Polo 18, Nobis 2, Nicotera 5, Paoloni 6. All. Ansaloni.

Riccione: Diagne, Medde 3, Pierucci 21, Amadori 2, Chistè 13, Martinucci, Adduocchio 3, Mazzotti 13, Buscherini, Zavatta. All. Ferro.

Il Basket Village infila la quarta vittoria consecutiva dominando con autorità il match casalingo che lo vede opposto ai giovanissimi Dolphins di Maurizio Ferro e si proietta nella zona alta della classifica, a testimonianza del buon momento di forma dei ragazzi di coach Ansaloni. Per capitan Nicotera e compagni una buona prova collettiva, soprattutto per l’atteggiamento mentale, dimostrando concentrazione e applicazione per tutti i 40′, nonostante a metà gara la partita fosse già chiusa.

La cronaca non lascia molti spunti: al via Medde spara subito da 3 e sarà l’unico vantaggio di Riccione; Neviani guida da par suo la squadra contro la zona pari proposta da Ferro sin dall’inizio, smazza 3 assist nei primi 3′ propiziando il 18-2 in 4′ con cui i padroni di casa mettono subito in chiaro le cose (18-5 al 4′). Il Village concede un punto al minuto nei restanti 6′ e ne segna 2 al minuto e al 10′ il tabellone recita 30-11. Il secondo quarto procede sulla stessa falsariga, con gli ospiti che ottengono qualcosa soltanto dai giovanissimi Pierucci e Mazzotti (rispettivamente 2000 e 2003, che alla fine risulteranno i migliori, assieme a Chistè, della compagine romagnola, nella quale Amadori incappa in una giornata nerissima al tiro (1/13) e Medde si innervosisce subito risultando ininfluente nello sviluppo del match) mentre il Village continua a macinare gioco e punti ruotando tutti i suoi effettivi, chiudendo al 20′ sul +29 che di fatto chiude il match (53-29). Nei restanti due quarti Ansaloni dà spazio a tutti e in cambio ottiene costanza di rendimento e applicazione fino al 40′ per il +35 finale (89-55).

CESENA BASKET 2005 – CASTIGLIONE MURRI BK 66 – 65

(20-21; 35-36; 51-53)

Cesena: Montalti 12, Rossi 1, Romano 12, Zoboli 19, Ruscelli, Vandelli, Babbini 3, Pezzi, Ambrogi 1, Tagliafierro 5, Dell’Omo 4, Balestri 9. All. Ruggeri.

Castiglione Murri: Melino 9, Buriani 18, Venturi, Gandolfi 19, Varotto 3, Mantovani 4, Stefanelli, Parchi 2, Bersani, Minerva, Secchi 4, Vetere 6. All. Fili.

Un’altra vittoria in volata dopo l’incredibile successo di mercoledì contro la Stella (rimonta evitata in extremis dal +22), contro un Castiglione Murri solidissimo, che esce dal Palaippo con l’onore delle armi, dopo aver gettato al vento una vittoria che sembrava ormai sua. Gara sempre in equilibrio, dal primo all’ultimo minuto in cui Cesena suda le proverbiali sette camicie per aver ragione di una squadra che a dispetto della mancanza di lunghi veri le impedisce per i primi due quarti di catturare alcun rimbalzo in attacco, scatenando le sue guardie in micidiali contropiedi che la tengono costantemente attaccata al match con alterni pur minimi vantaggi. Alle bordate di Buriani e Gandolfi, Cesena risponde soprattutto con Zoboli (16 nei primi venti minuti), ma le 17 palle perse nella prima metà di gara sono grasso che cola per i bolognesi. Seconda parte del match sempre in equilibrio, con Cesena che inizia a presidiare con maggior successo l’area avversaria trovando secondi tiri con Romano, Dell’Omo e Balestri, mettendo finalmente in difficoltà i lunghi avversari. Sono però gli esterni Gandolfi, Buriani e Mellino a fare ancora male dalla distanza, con Montalti che risponde con due triple a cavallo fra terzo e ultimo quarto. La gara si avvia verso una ormai inevitabile volata finale con gli ospiti che però provano la fuga decisiva prima di entrare nella dirittura finale; Buriani mette la tripla del +4, poi Secchi il canestro del +6 (64 a 58) quando al gong finale mancano meno di quattro minuti. Cesena reagisce con Tagliafierro e con un eroico Luca Romano, che mette i due liberi e il canestro del pareggio (65 a 65) a 12″ dal termine, tempo in cui si consuma l’epilogo finale. Rimessa scellerata per gli ospiti che perdono palla; Cesena arriva al ferro con Balestri che sbaglia, prende il rimbalzo e subisce fallo: primo dentro (66 a 65), secondo fuori, poi tiro da quasi metà campo di Stefanelli fuori bersaglio.

PALL. BUDRIO 2012 – PROGRESSO HAPPY BASKET ’07 66 – 52

(23-15; 42-29; 54-42)

Budrio: Fornasari 9, Tugnoli 13, Tuccillo 4, Manini 6, Natali 6, Zanellati 2, Zitelli 9, Paolucci 3, Cavazza, Curti 8, Zambon 6. All. Simoncini.

HB Castelmaggiore: Chiusoli 2, Solmi 3, Cocchi 7, Pellegrino 3, Tolomelli 2, Roncarati 3, Giunchedi 12, Asciano 16, Colli, Tinti 1, Marchetta 3. All. Gemelli.

CLASSIFICA

BELLARIA 18 11 9 2 886 760 +126
BASKERS FORLIMPOPOLI 18 11 9 2 871 787 +84
S.B. FERRARA 18 11 9 2 782 734 +48
SELENE S. AGATA 16 11 8 3 792 735 +57
ARGENTA 14 11 7 4 874 794 +80
IMMOBILIARE 2000 BOLOGNA 14 11 7 4 816 749 +67
BASKET VILLAGE GRANAROLO 14 11 7 4 767 733 +34
PALL. BUDRIO 289 12 11 6 5 785 771 +14
CESENA BASKET 2005 10 11 5 6 728 754 -26
PIANORO 8 11 4 7 834 842 -8
PGS WELCOME BOLOGNA 8 11 4 7 799 830 -31
STELLA RIMINI 8 11 4 7 789 834 -45
CASTIGLIONE MURRI BOLOGNA 6 11 3 8 781 818 -37
INTERNATIONAL IMOLA 6 11 3 8 773 863 -90
RICCIONE 4 11 2 9 775 909 -134
HAPPY BK CASTELMAGGIORE 2 11 1 10 664 803 -139

Under 18, bene Vis e Reggiana, BSL ad un passo dalla qualificazione

UNDER 18 Girone D

PALL. BERNAREGGIO 99 – BASKET BRESCIA LEONESSA 10/12/2018 – 21:30

PALESTRA COMUNALE – Via Petrarca 1 BERNAREGGIO (MB)

ANTENORE ENERGIA V. B. PADOVA – PORTAMB NBB BRESCIA 79 – 55

GUERINO VANOLI BASKET – VIS 2008 FERRARA 73 – 79

BLU OROBICA – GRISSIN BON PALL. REGGIANA 72 – 83

SCALIGERA VERONA TEZENIS – RIMADESIO AURORA DESIO 68 – 22

PETRARCA BASKET – ABC CANTU 11/12/2018 – 20:00

PALAZZETTO CA’ RASI – Via Ca’ Rasi 2/b PADOVA (PD)

MILANOTRE BASKET BASIGLIO – ARMANI EXCHANGE OLIMPIA 11/12/2018 – 21:15

Palazzetto MILANO TRE – Via Salvo D’acquisto BASIGLIO (MI)

CLASSIFICA

Abc Cantù 22; Reggiana 20; Bernareggio’99, Vis 2008 Ferrara 18; Scaligera Verona, Petrarca Padova*, Leonessa Brescia 14; Vanoli Cremona*, Virtus Padova 12; Blu Orobica Bergamo 8; Milanotre Basiglio, NBB Brescia 4; Aurora Desio*, Olimpia Milano* 2.

UNDER 18 Girone EBANO

UNIPOL BANCA – DOLOMITI ENERGIA TN 12/01/2018 – 18:45

Palestra PORELLI – Via dell’Arcoveggio 49/2 BOLOGNA (BO)

G.S. INTERNATIONAL BK – FORTITUDO103 59 – 98

PALL. TITANO – B.S.L. SAN LAZZARO 64 – 71

CLASSIFICA

Trento* 14; Virtus Bologna*, Fortitudo 103 Bologna** 12; BSL San Lazzaro* 10; Titano San Marino*, International Imola 6; Compagnia dell’Albero Ravenna 0.

UNDER 16 10° Giornata

ENERGY OVER 30 PALL. 2.015 – UNIPOL BANCA VIRTUS BO 28/01/2019 – 18:30

VILLA ROMITI – Via Sapinia 40 FORLI’ (FC)

B.S.L. SAN LAZZARO – FORTITUDO103 ACADEMY 11/02/2018 – 19:50

Palestra RODRIGUEZ – Via Repubblica 2 SAN LAZZARO DI SAVENA (BO)

ASSIGECO – BASKET SANTARCANGELO 37 – 51

(14-18; 23-25; 29-34)

Piacenza: Cicognini 2, Fumi 5, Enobo 7, Fortino, Andreoli, Mazzoli ne, Fellegara 4, Pizzetti 9, Rigoni 6, De Palo, Haxhillari ne, Scaglia 4. All. Soffiantini.

Santarcangelo: Ricci 6, Mulazzani 5, Scarponi ne, Vettori 3, Angelini, Nuvoli 5, Mancini 8, Pasquarella 2, Rossi 13, Magnani 9. All. Bernardi.

ACADEMY BK FIDENZA 2014 – GRISSIN BON PALL. REGGIANA 101 – 94

VIS 2008 FE – POL. PONTEVECCHIO 89 – 84 d2ts

(12-20; 28-32; 44-48; 64-64; 76-76)

Vis Ferrara: Dalpozzo 10, Cristofori, Lesdi 9, Ricci Galliera 16, Simonetti, Mica 17, Sfarzi, Husam 14, Ndiaye, Ticic 10, Gibertini 1, Baraldo 12. All. Giuliani.

Pontevecchio: Spiga, Costantini 27, Caffagna, Lusignani 3, Trepiccione 20, Benini, Neri 15, Chiarati 2, Massari 9, Vitale 5, Albonetti 3. All. Gessi.

CLASSIFICA

BSL San Lazzaro*, Pall. 2.015 FO* 16; Virtus BO***, Santarcangelo 12; Pontevecchio BO  10; Vis 2008 FE* 8; Reggiana*, Fortitudo103 Academy BO* 6; Academy Fidenza* 4; Piacenza BC* 0.

UNDER 15 10° Giornata

CONAD CRABS 1947 – UNIPOL BANCA VIRTUS BO 77 – 123

B.S.L. SAN LAZZARO – FORTITUDO103 ACADEMY 18/12/2018 – 20:30

Palestra RODRIGUEZ – Via Repubblica 2 SAN LAZZARO DI SAVENA (BO)

BASKET SANTARCANGELO – JUNIOR BASKET RAVENNA 74 – 61

GRISSIN BON PALL. REGGIANA – ACADEMY BK FIDENZA 2014 72 – 67

POL. PONTEVECCHIO – VIS 2008 60 – 59

(11-19; 34-34; 41-47)

Pontevecchio: Perini 23, Presti 11, Premoli 8, Labanti 8, Loffredo 6, Stignani 2, Zanetti 2, Ziruolo, Nepoti, Giordano, Cockram, Bassi. All. Baffetti.

Vis Ferrara: Tripodo, Zanirato 7, Fabbri 9, Cavicchi 4, Costa 8, Frigatti 10, Farinella, Mezzapelle, Simonetti 16, Grandi, Salvi 5. All. Cigarini.

CLASSIFICA

Bsl San Lazzaro*, Virtus BO 16; Fortitudo103 Academy BO* 12; Academy Fidenza*, Crabs 1947 RN*, Santarcangelo, Pontevecchio BO 8; Vis 2008 FE,  Reggiana 4; Junior RA 2.

Promo, Faenza e Villanova impongono la loro legge. Girone B: Nubilaria corsara!

PROMOZIONE 10° Giornata

GIRONE A

IRA TENAX – BASKET JOLLY 64 – 70 d2ts

(22-11; 29-26; 42-36; 53-53; 59-59)

Cortemaggiore: Righi 7, Betti 14, Poggi 2, Gelmini 6, Ceci 15, Giulivo, Avanzi 8, Gorreri 2, Longhi 4, Di Stefano 6. All. Fiesolani.

Jolly Reggio: Pirelli 2, Tondelli, Foroni, Manini 13, Vologni 8, Pellini 12, Zannini 4, Ardolino, Menozzi 2, Monti 6, Taddei 8, Spaggiari. All. Bartoli.

VIRTUS PONTEDELLOLIO – SCUOLE BASKET CAVRIAGO 59 – 71

GAZZE CANOSSA – PALL. FULGORATI FIDENZA 76 – 74

CUS PARMA – VICO BASKET 60 – 39

EXPRESS – S. ILARIO BASKETVOLLEY 53 – 60

(18-15; 30-34; 43-47)

Ducale Parma: Illari 12, Pergetti 4, Bertolini, Lannutti 9, Pensotti 8, Frazzi 12, Amisano 2, Tinelli 2, Pezzani, Allodi 2, Gasparini 2, Truffelli ne.

Sant’Ilario d’Enza: Cervi 4, Bertolini 8, Rosi 2, Setti 6, Giglioli 6, Violi 6, Micucci 11, Razzoli 8, Guasti 8, Amponsah 1, Guasti, Fava 10.

PLANET BASKET – BASKET SALSO 65 – 52

CLASSIFICA

Cus Parma, Jolly Reggio 16; Scuola Basket Cavriago 14; Virtus Pontedellolio 12; Vico Basket 10; Ira Tenax Cortemaggiore, Ducale Parma, S. Ilario d’Enza, Gazze Canossa 8; Salso, Podenzano 6; Fulgorati Fidenza, Planet Parma 4.

GIRONE B

BASKETREGGIO – NUBILARIA BASKET 70 – 75

SBM BASKETBALL – SPORT CLUB CASINA 47 – 76

(2-17; 19-45; 26-57)

SBM Modena: Miranda, Tagliazucchi 2, Monari, Asperti, Benati 14, Manzotti 17, Ullo, Barbieri 14, Giachè, Lanza, Schenetti, Fantinati. All. Gatti.

Casina: Zenevredi 3, Canovi 2, Bolzoni, Menichini 11, Vezzosi 6, Meglioli 10, Pompili 13, Penserini 10, Nasi 2, Benvenuti 19. All. Bellezza.

Continua purtroppo il momento difficile della squadra modenese. L’approccio alla partita è il peggiore possibile, poca difesa e attacco inesistente. Coach Gatti prova a riprendere le redini della squadra, alternando tutti i giocatori disponibili, ma trovando risposte positive dai soli Barbieri e Benati. Casina gioca in maniera ordinata, senza strafare, con Benvenuti sugli scudi e gli altri a seguire. Il terzo quarto è difensivamente il migliore per Sbm, ma non riesce mai nemmeno a dare l’impressione di poter in qualche modo rientrare. Il resto è garbage time.

I GIGANTI – POL. IWONS 49 – 47

(10-11; 19-20; 32-36)

I Giganti di Modena: Scattolin 12, Giorgi ne, Pederzoli, Fantuzzi 3, Lucchi 12, Vellata, Bernabei 7, Bardelli 13, Marescotti 2, Franceschi, Forastiere. All. Barbieri.

Albinea: Bonaccini 10, Ceccardi 6, Fontana 2, Marcacci 2, Ferrari F. 8, Ferrari M. 2, Landini 4, De Palma ne, Talami 2, Sassi 4, Camuncoli 7.

PALL. GUASTALLA – GELSO RE 54 – 53

NAZARENO BASKET – AQUILA LUZZARA 52 – 68

(14-14; 30-30; 44-49)

Carpi: Panzetta 13, Antonicelli 12, Ucciero 8, Magrì 6, Mazzini 5, Guandalini 4, Sbisà 4, Beltrami, Loscalzo, Guidetti ne. All. Lodi.

Luzzara: Ploia, Folloni M. 5, Poma L., Altomani 2, Corradini 18, Magnanini 6, Poma G. 2, Mazzola 5, Malagutti, Brioni 16, Ruina 6, Folloni F. 8. All. Cavalaglio.

BASKET CAMPAGNOLA E. – PALL. REGGIOLO 38 – 56

(7-16, 15-30, 25-43)

Campagnola: Lucchini 5, DelBue 4, Gelosini 9, Soccetti 2, Sueri, Sacchi, Rustichelli 12, Carnevali, Bigliardi, Torreggiani 4, Bartoli 2. All. Carpi.

Reggiolo: Mambrini 11, Caramaschi 4, Mattioli 2, Torreggiani, Casu 15, Vezzani,
Galeotti 2, Benatti 10, Sereni 4, Bagni, Freddi 6, Fassinou 2. All. Bosi.

CLASSIFICA

I Giganti di Modena, Nubilaria Novellara 16; Basketreggio 14; Gelso Reggio, Reggiolo 12; Casina 10; Campagnola, Go Iwons Albinea, Guastalla, Aquila Luzzara 8; S.B. Modenese 6; Nuova Cupola Reggio 2; Nazareno Carpi 0.

GIRONE C

MONTEVENERE 2003 – SCHIOCCHI BALLERS 65 – 63

(18-9; 31-26; 42-49)

Montevenere 2003: Campeggi 6, Gironi 9, Guerrato 7, Cruzat Je. 7, Venturini, Fiorentini 10, Pedron 3, Cavana 5, Franchini 10, Moretto 1, Franzioni 7. All. Orefice.

Schiocchi Ballers Modena: Giannetti 6, Bertolini 4, Pivetti, Fossemò 14, Petrella 11, Guidetti, Alessandrini 12, Minarini 13, Tejeda Castro, Sassi 2, Macchelli. All. Bertani.

PALL. TEAM MEDOLLA – DIABLOS BASKET 76 – 47

(13-10; 33-21; 54-30)

Medolla: Meschiari 14, Panin 13, Spinelli 11, Zanoli 10, Scaravelli 6, Bergamini 5, Maini 5, Barbieri 4, Guarnieri 3, Ceretti 3, Galeotti 2, Cresta. All. Cavicchioli.

Sant’Agata Bolognese: Girotti 10, Belosi 8, Angelini 8, Pellacani 6, Moruzzi 6, Verdoliva 5, Ventura 2, Gamberini 2, Scagliarini, Bergami, Marchetti. All. Serra.

HORNETS BASKET BOLOGNA – VANINI HORIZON BK RENO 18/03/2019 – 21:15

Palestra C. S. CORTICELLI – Via Zoni 2 BOLOGNA (BO)

LIBERTAS SAN FELICE – PALL. FORTITUDO 64 – 55

(16-15; 37-25; 54-33)

Libertas San Felice: Stagnoli, Grassitelli 8, Scapati 7, Innamorati, Francia 5, Calanchi 7, Vittuari 5, Carlotti 11, Agnoletti 10, Romano 2, Orlich, Stignani 9. All. Bellandi.

Crevalcore: Cremonini 5, Guido 2, Gravinese 5, Filippetti 7, Terzi, Lelli 4, Pederzini 10, Candini 5, Fregni, Morselli 11, Valente 2, Simoni 4. All. Gobbo.

CSI SASSO MARCONI – S. MAMOLO BASKET 55 – 67

ANZOLA BASKET – OMEGA BASKET BOLOGNA 65 – 61

(6-15; 21-33; 41-56)

Anzola Gobbi 4, Gandolfi, Violi 16, Giugni 3, Busatto, Luppi, Franchini 9, Boldini 10, Gamberini, Venturi 13, Kalfus 7. All. Gambini.

Omega Piccinini 16, Belleri, Bacocco 2, Aparo 5, Dal Pozzo 2, Coccaro, Baraldi, Pizzi 5, D’Andola 7, Morales 18, Bolelli 6, Carettin. All. Tassi.

CLASSIFICA

Montevenere BO 18; Anzola 16; P.T. Medolla 14; Omega BO 12; Schiocchiballers MO, Libertas San Felice 10; Hornets BO, San Mamolo BO 8; Diablos Sant’Agata Bolognese, Fortitudo Crevalcore, Horizon BO 6; Csi Sasso Marconi 4; C.M.B. BO 0.

GIRONE D

METEOR RENAZZO – VIS 2008 81 – 70

P.G.S. CORTICELLA – NAVILE BASKET 41 – 71

(11-18; 24-37; 32-51)

Pgs Corticella: Mengoli 10, Sorghini 8, Fenderico 7, Montedoro 4, Della Gala 4, Righetti 4, Natalini 4, Boni, Ruggieri, Vallerin, Cristiani, Nannuzzi. All. Zanarini.

Navile: Martelli 15, Pasquali 15, Accorsi 10, Magi 8, Chiapparini 7, Lombardo 5, Lazzari 3, Riccobaldi 3, Bonvicini 3, Grilli 2, Missoni, Piccari. All. Corticelli.

Ottava vittoria stagionale per il Navile Basket, la settima consecutiva, ottenuta sbancando il campo della PGS Corticella, dove lo scorso anno, all’ultima giornata di regular season, lasciò per strada il secondo posto. Questa volta i biancorossi giocano una notevole partita difensiva, concedendo praticamente un punto al minuto agli avversari.

Cronaca: quintetto Navile con Roberto Lazzari, Matteo Pasquali, Simone Martelli, Andrea Missoni e Alessandro Chiapparini, che affrontano, nel quintetto messo in campo da Coach Zanarini, Righetti, Mengoli, Sorghini, Cristiani e Fenderico. Dopo una bella tripla di Matteo Pasquali per iniziare la gara, arriva la risposta di Sorghini sempre da 3 punti, ai quali seguono un canestro dello stesso Sorghini e un altro canestro di Fenderico, per il 7-3 PGS Corticella che costringe il Navile al timeout. Dal minuto di sospensione esce il Navile giusto, con Simone Martelli a prendersi la squadra sulle spalle, con tre canestri consecutivi di pregevole fattura, per il contro sorpasso degli ospiti. Chiapparini e Pasquali allungano con un libero a testa, Natalini risponde con un canestro da 2, ma Martelli colpisce ancora con la tripla. Due liberi di Chiapparini, un canestro di Magi e uno di Della Gala mandano le squadre al primo mini riposo, dopo 10’, sul punteggio di 11-18 Navile. Nel secondo periodo Pasquali realizza subito, imitato da Della Gala, poi Riccobaldi punisce con una tripla molto ben costruita, 13-23. La partita sembra scorrere via lineare, ma improvvisamente si incattivisce: la PGS Corticella alza l’intensità, i due arbitri ritengono regolari alcuni contatti che i biancorossi invece ritengono fallosi, aumenta il nervosismo e con un paio di tecnici e qualche giocata sporca i padroni di casa si rifanno sotto, fino al 21-25, con Martelli gravato di 4 falli. Senza il proprio giocatore di riferimento il Navile si compatta e fa vedere la forza del suo collettivo: Lazzari risponde al fallo tecnico fischiatogli con eccessiva severità con una gran tripla, 21-28, la zona 2-3 del Navile blocca totalmente l’attacco locale. Chiapparini fa 21-30, Pasquali con la tripla 21-33, un 4/4 ai liberi firmato Chiapparini e Lombardo 21-37. Il parziale di 0-12 viene chiuso da Mengoli con la tripla, che chiude il secondo quarto 24-37, punteggio con il quale si va negli spogliatoi per l’intervallo lungo. L’imperativo per i biancorossi è non far rientrare e fare esaltare gli avversari, occorre dare il colpo del ko. L’invito viene raccolto da Pasquali, con due ottimi canestri dalla media, ai quali segue un momento di dominio assoluto da parte di Accorsi, che segna 10 punti consecutivi e fiacca ogni tentativo di rimonta della PGS Corticella. I padroni di casa segnano solo 8 punti, una tripla di Mengoli, due canestri da sotto di Fenderico e un libero di Montedoro. Al 30’ la partita è in ghiaccio, 32-51 Navile, che ora può allargare le rotazioni. Grilli segna un bel palleggio arresto e tiro, Magi 2 liberi e un bel canestro splendidamente imbeccato da Piccari, Lombardo e due volte Martelli colpiscono da 3 punti per punire la zona 2-3 della PGS. Per i padroni di casa Righetti, Montedoro, Natalini e Mengoli mettono a segno i 9 punti del quarto. La partita si chiude con una gran tripla di Bonvicini e un canestro di Magi, sul 41-71 Navile.

FARO ARGENTA – GALLO BASKET 64 – 55

LIONS BASKET – BASKET DELTA 80 – 65

(23-22; 41-41; 61-52)

Lions Cento: Fiocchi, Gallerani 6, Pritoni 8, Facchini 2, Mestieri, Guaraldi 4, Bonazzi 12, Benati ne, Malaguti 2, Guidi 10, Passarini 19, Ansaloni 17. All. Alberghini.

Comacchio: Carli, Peretti 18, Boccaccini 2, Cavalieri N., Ferroni 8, Mangherini ne, Gregori 2, Iannello 5, Della Morte 10, Cavalieri S., Tralli 20. All. Brandani.

BIANCONERIBA – PEPERONCINO LIBERTAS BK 63 – 69

(14-20; 29-32; 43-53)

Baricella: Cuoghi 13, Ballarin 2, Barbieri 6, Frazzoni 12, Sitta 13, Villani 6, Furlanetto, Donati 3, Samorè, Minozzi 8. All. Calandriello.

Mascarino: Bellodi 4, Sgarzi, Tosarelli 12, Musto, Conti 8, Monari M., Guccini, Monari A. 15, Bianchini 19, Brochetto D. 5, Bernardini 6. All. Brochetto L.

STARS BASKET – GHEPARD BASKET 89 – 93 dts

CLASSIFICA

Ghepard BO, Navile BO 16; Peperoncino Mascarino 14; Bianconeriba Baricella, Faro Consandolo, Lions Cento 12; Stars BO, Spartans FE 8; Delta Comacchio, Meteor Renazzo 6; Vis 2008 FE, PGS Corticella BO 4; Gallo 2.

GIRONE E

PARTY & SPORT OZZANO – PALL. CASTEL S.PIETRO T. 2010 49 – 62

TATANKA BALONCESTO IMOLA – MEDICINA BASKET 2007 71 – 80

Medicina 2007: Bacci 13, Buresti 22, Lenzarini 14, Zambelli 1, Ugulini 4, Magli 5, Buscaroli 5, Castellari 14, Kolaj 2. All. Randazzo.

BOLOGNA AIRLINES – BASKET GARDINI 2001 60 – 49

(13-12; 27-23; 41-42)

Airlines Castenaso: Fiolo 3, Magagnoli 15, Lombardo 4, Mentuccia 8, Ceresa 13, Leone 7, D’Angelo, Consolo 3, Tonelli 4, Bernardoni 3, Giordani, Guasina. All. Munzio.

Fusignano: Lugaresi, Montanari 6, Scardoni 16, Dalla Malva, Zanchini, Berardinelli 3, Hamdaoui 2, Nigro, Vecchi 21, Pelliccia, Zanzi 1. All. Ortasi.

FRESK’O SAN LAZZARO – PGS BELLARIA 11/12/2018 – 21:15

PALAYURI – Via Repubblica 4 SAN LAZZARO DI SAVENA (BO)

289 ACADEMY BUDRIO – POL. PONTEVECCHIO 12/12/2018 – 21:35

Palestra COMUNALE – Piazzale Della Gioventu’ 4  BUDRIO (BO)

BASKET GIALLONERO IMOLA – BASKET PROJECT 59 – 75

(8-18; 24-37; 33-61)

Faenza: Egharevba, Pezzi 5, Santo 15, Boero 16, De Lorenzi, Dal Monte 2, Zambrini 14, Picone 4, Ragazzi, Pantani 2, Morsiani 9, Russo 8. All. Alfieri.

CLASSIFICA

Faenza Project 18; Giallonero Imola 14; Bologna Airlines 12; Fresk’o San Lazzaro*, Party&Sport Ozzano 10; Pgs Bellaria*, Gardini Fusignano, Medicina 2007, Castel San Pietro 2010 8; Tatanka Baloncesto Imola, Massa 2010 6; Pontevecchio*, 289 Academy Budrio* 4.

GIRONE F

ROSE&CROWN – FERMATA EST FADAMAT 54 – 43

(14-12; 29-21; 45-32)

Villanova Tigers: Bronzetti 6, Giordani, Panzeri 3, Rossi M. 2, Ambrassa 4, Guiducci F. 2, Semprini, Guiducci T., Buo 16, Serpieri 10, Saccani 11, Bollini. All. Rustignoli.

Insegnare Basket Rimini: Bombini, Borello 6, Briganti 4, Stabile 8, Magnani 4, Galli, Ferrini 6, Casadei ne, Accardo 9, Golfieri 4, Missiroli 2. All. Benatti.

I Tigers sanno solo vincere. La Fermata Est non fa per il Rose&Crown Villanova che tirano dritto e conquistano la decima vittoria consecutiva tra le mura amiche, battendo per 54-43 il Fermata Est Fadamat IBR, in un derby mai scontato ed emozionante per tutti i 40’.

L’inizio di partita vede i padroni di casa con le polveri bagnate, capaci comunque di tenere il naso avanti guidati da Serpieri e dalle folate di un ispirato Buo. Dall’altra parte sono Magnani e il solito Accardo a tenere a galla il Fadamat. Nel secondo quarto, i Tigers provano l’allungo: capitan Saccani colpisce dalla lunga e dalla lunetta, Michele Rossi segna in transizione, mentre gli ospiti faticano a fare gioco. Un canestro irreale di Accardo dà fiato ai suoi, ma il long two di Ambrassa sulla sirena vale il +8 interno alla pausa lunga. Dopo l’intervallo, i padroni di casa spingono sul gas: Panzeri e Bronzetti dall’arco scavano il solco, mentre la difesa concede solo le briciole alla squadra di Benatti che resta all’asciutto per diversi minuti. Il divario vola fino al +17, poi, pian piano, anche gli ospiti riescono a trovare, con Borello, punti per tenere vivo il match. Gli ultimi dieci minuti sono da infarto: il Fadamat parte fortissimo, paralizzando l’attacco di casa e trovando in Stabile l’hombre del partido. Con due bombe consecutive, infatti, l’ex Bellaria riporta i suoi fino sul -6, poi è Missiroli a rubare la palla che vale il -2. L’errore in transizione, però, rimette in scia i Tigers: Buo si accende e realizza sette punti in fila, poi è Serpieri, dalla lunetta, a chiudere il match.

BASKET 2000 SAN MARINO – LA FIORITA BASKET 2011 55 – 79

(9-25; 23-40; 36-58)

BK 2000 San Marino: Pasolini 3, Rossi 4, Zafferani 4, Lioi 4, Francini, Fiorani 6, Botteghi 8, Mazza, Sorbini 9, Campajola 17. All. Morri.

La Fiorita San Marino: Paccagnella, Pulvirenti 7, Giacomini, Papini 17, Dall’Olmo 4, Lo. Liberti 24, Le. Liberti 2, Agostinelli 3, Bollini 5, Carlini 4, Giancecchi 11. All. Liberti Lu.

È La Fiorita ad aggiudicarsi il referto rosa del derby d’andata. Liberti e compagni vincono e approfittano dello stop del Fadamat a Villa, contro gli imbattuti Tigers, per issarsi nuovamente al secondo posto a quota 14 in folta compagnia (oltre a Fiorita e Fadamat, anche ABC Santarcangelo e Russi).

Il match del Multieventi ha avuto poca storia. Al 5’ gli ospiti sono avanti di 7 (8-15), ma è nella parte finale di primo periodo che arriva il break che spacca in due la partita, un 10-1 esterno che manda La Fiorita avanti di 16 al primo mini riposo (9-25). Il secondo periodo è più equilibrato, Sorbini e Botteghi trovano un paio di buone soluzioni per il Basket 2000 e il distacco rimane pressoché invariato all’intervallo (23-40). Di ritorno dagli spogliatoi il Basket 2000 torna subito a -15, ma poi Papini di tabella riallunga e La Fiorita riaccende le marce alte non guardandosi più indietro. Tre triple di uno scatenato Liberti, miglior marcatore della partita, allargano la forbice fino a oltre i 20 punti e il quarto periodo non cambia la sostanza delle cose. Finisce col tabellone del Multieventi che segna Basket 2000-La Fiorita 55-79.

SPORTING CLUB CATTOLICA – NUOVA PERLA RICCIONE 12/12/2018 – 21:30

C.S. SALVO D’ACQUISTO – Via S. D’Acquisto 2 CATTOLICA (RN)

EAGLES – A.B.C. SANTARCANGELO 58 – 63

(11-15; 21-32; 39-46)

Morciano: Tonti, Guastafierro 3, D’Aurizio 6, Ciotti 8, Farizi 6, Tagliaferri 12, Bigini 8, Bacchini 8, Rossi 7. All. Filippucci.

ABC Santarcangelo: Carasso 9, Mussoni Mi. 4, Chiari 14, Zaghini 9, Bugli, Vandi 5, Guziur 6, Mussoni Ma. 12, Della Rosa ne, Giovanardi 4, Ficaci. All. Badioli.

LIBERTAS GREEN BK FORLI’ – TIGERS BASKET 2014 66 – 57

BASKET CLUB RUSSI – MISANO 67 – 42

(13-13; 29-15; 47-28)

Russi: Morigi 4, Trerè 7, Bramante 6, Castellari 8, Beghi, Vistoli 7, Basaglia 11, Porcellini 14, Cirillo 2, Babini, Rosti 8, Venturini ne. All. Tesei

Misano: Merli, Di Gruttola 2, Gamucci, Ferri 18, Del Prete, Sabattini, Bordini 9, Palomba, D’Angiulli 14, Galvani, Cevoli. All Chiadini

CLASSIFICA

Tigers Villa Verucchio 20; I.B. Rimini, La Fiorita San Marino, ABC Santarcangelo, Russi 14; Libertas Green FO 12; Aics FO 8; Tigers Forlì, Nuova Perla Riccione* 6; Eagles Morciano 4; S.C. Cattolica*, Basket 2000 San Marino, Pirates Misano 2.

Serie B, Orzinuovi passa a Cesena, Raggisolaris in fuga. Basket 2000, che bella sorpresa!

SERIE B/B 10° Giornata

BASKET LUGO – REKICO FAENZA 68 – 98

(20-29; 39-51; 56-75)

Lugo: Lucarelli 8, Demarchi 8, Bracci 8, Farabegoli 4, Melandri ne, Galassi 1, Seravalli 5, Bazzocchi, Bedin 9, Brighi 13, Leardini 5, Rossi 7. All. Galetti.

Faenza: Fumagalli 12, Gay 5, Costanzelli 8, Silimbani 10, Samorì, Casagrande 12, Venucci 29, Zampa 7, Petrucci 6, Pambianco, Chiappelli 9, Petrini. All. Friso.

RUCKER SAN VENDEMIANO – GORDON OLGINATE 76 – 70

PALLACANESTRO CREMA – ANTENORE ENERGIA PADOVA 64 – 97

SINERMATIC – RIMADESIO 89 – 74

(24-18; 47-27; 67-53)

Ozzano: Salvardi, Folli 8, Morara 23, Chiusolo 2, Mastrangelo 2, Corcelli 15, Giannasi ne, Ranocchi 16, Klyuchnyk 9, Martini, Dordei 14. All. Grandi.

Desio: Giacomelli, Perez 25, Beretta 3, Villa 7, Busetto 2, Brown 6, Fiorito 8, Peri 2, Lenti 12, Valentini 9. All. Frates.

Il Pala Arti Grafiche Reggiani rimane un vero e proprio fortino per la Sinermatic, che batte di 15 lunghezze l’Aurora Desio e conquista il quinto risultato utile consecutivo fra le mura amiche, su altrettanti incontri disputati.

Ozzano, sostenuto ancora una volta da uno splendido e caloroso tifo, conduce l’incontro per tutti e quaranta i minuti prendendo il comando già nei primi giri di lancette, quando Morara e Ranocchi fanno 8-0 dopo appena due minuti. Le triple di Fiorito e Villa riavvicinano Desio fino al 12 a 9, la Sinermatic risponde grazie a Ranocchi e Folli chiudendo la prima frazione avanti di 6 (24-18). Il capolavoro ozzanese che spezza l’incontro arriva nella seconda frazione, quando al minuto 12, sul 26-22 per i padroni di casa, nasce un  super parziale di 18-0 (break firmato prevalentemente Corcelli-Klyuchnyk). Ozzano si trova così a doppiare Desio sul 44 a 22, un vantaggio cospicuo che riuscirà a portare all’intervallo lungo (47-27). Nel terzo periodo c’è la reazione dei  brianzoli che si affidano ai potenziali offensivi di Perez (12 punti nel quarto, 25 in totale) e Lenti. Desio rosicchia qualche importante punto, ma dall’altra parte Morara e Ranocchi sono in trance agonistica e segnano a ripetizione, permettendo ad Ozzano di chiudere il quarto con ancora quattordici lunghezze di margine. In apertura dell’ultima frazione, Perez e Valentini riportano gli ospiti fino al -8 (67-59), ma in casa Sinermatic arrivano immediate risposte da Morara (protagonista di una partita super con 23 punti e 7 rimbalzi), Corcelli (15 punti, ma 29 di valutazione grazie agli 8 rimbalzi e altrettanti assist) e Dordei (14+9), che permettono ad Ozzano di chiudere il match senza particolari problemi o volate. Finisce 89-74, con Dordei che, a fil di sirena, segna il piazzato che pone fine alle ostilità.

AMADORI – AGRIBERTOCCHI 70 – 74

(18-13; 27-31; 41-53)

Tigers Cesena: Ferraro 3, Dagnello 5, Trapani, Rossi, Battisti 9, Papa 19, De Fabritiis 10, Raschi 5, Puntolini ne, Poggi ne, Sacchettini, Brkic 19. All. Di Lorenzo.

Orzinuovi: Tassinari 15, Labovic ne, Peroni 5, Siberna, Varaschin 12, Turel 7, Galmarini 16, Bianchi 6, Pipitone 2, Pennacchio ne, Timperi 11. All. Salieri.

LISSONE INTERNI BERNAREGGIO – TRAMAROSSA VICENZA 78 – 72

BASKET LECCO – FERRARONI CREMONA 84 – 80

SUPER FLAVOR – BMR 58 – 59

(19-17; 26-32; 41-49)

Urania Milano: Simoncelli 17, Piunti 11, Riva, Santolamazza 4, Albique, Paleari 11, Piatti ne, Eliantonio G. 7, Toffali 2, Negri 6, Sedazzari. All. Villa.

Basket 2000 Scandiano: Piccinini ne, Zampogna 12, Canelo 6, Graziani 4, Bertocco 14, Gatto 12, Crusca, Caiti, Germani 11, Garofoli. All. Eliantonio.

Splendida Bmr. Il secondo successo stagionale di Germani e compagni arriva, inatteso, al PalaIseo di Milano, contro una Super Flavor che è tra le favorite per la promozione in A2 ma che, nonostante una grande rimonta, non è riuscita ad avere la meglio sui coriacei scandianesi, autori davvero di una prova di grande concretezza e cuore.

Partenza sprint dei padroni di casa, che scappano via sul 9-2; replica ospite con un parziale di 0-9 concluso da 5 punti consecutivi di Gatto (7 punti nei primi 10’), che valgono il primo vantaggio esterno sul 9-11. Nel secondo quarto Milano si affida ai canestri di Paleari, che raggiunge ben presto la doppia cifra prima di commettere il terzo fallo; la Bmr sorpassa gli avversari sul 25-26 coi liberi di Germani (17’), poi allunga fino al +7 a 30” dalla sirena di metà gara, prima di andare negli spogliatoi avanti 26-32. Nella ripresa la squadra di Eliantonio non molla la presa, tutt’altro: il gioco da 4 punti di Zampogna, dopo un’altra bomba di Bertocco, vale il +10 sul 29-39. Gli ospiti ci prendono gusto dalla lunga distanza e toccano il 31-47 al 26’ dopo altre due conclusioni dai 6,75 della coppia Gatto-Zampogna; Milano, però, non ci sta e dopo aver toccato il fondo (fuori per falli Paleari) ritorna a -8 con la bomba di Simoncelli, entrando nel quarto periodo ancora in partita. Gli ultimi 10’ si aprono con un’altra tripla di Simoncelli che vale il -5 ai padroni di casa, ma capitan Germani e una tripla di Bertocco permettono nuovamente alla Bmr di allontanarsi (45-56 al 34’); per quasi 2’ non si segna e per i bianco-rosso-blu questo è un toccasana, anche se l’essere già in bonus manda spesso Milano in lunetta, facendola tornare a -7 grazie alla precisione dalla linea della carità di Simoncelli, che poi firma la tripla del 52-56. La Bmr soffre ma trova due preziose giocate di capitan Germani, un rimbalzo offensivo ed un canestro, per resistere, ma il solito Simoncelli e Piunti firmano il -2. Crusca, purtroppo, fa 0/2 ai liberi e Simoncelli punisce col canestro del 58 pari. A decidere la contesa, facendo esplodere la festa, è un libero di Germani per il 58-59 finale.

CLASSIFICA

P G V P
Rekico Faenza 18 10 9 1 90.0
Amadori Tigers Cesena 16 10 8 2 80.0
Agribertocchi Orzinuovi 14 10 7 3 70.0
Sinermatic Ozzano 14 10 7 3 70.0
Rucker Sanve San Vendemiano 12 10 6 4 60.0
Super Flavor Milano 12 10 6 4 60.0
Antenore Energia Virtus Padova 12 10 6 4 60.0
Gimar Basket Lecco 10 10 5 5 50.0
Lissone Interni Bernareggio 10 10 5 5 50.0
Juvi Cremona 1952 Ferraroni 10 10 5 5 50.0
Tramarossa Vicenza 10 10 5 5 50.0
Rimadesio Desio 6 10 3 7 30.0
Pallacanestro Crema 6 10 3 7 30.0
Gordon Nuova Pall. Olginate 4 10 2 8 20.0
Bmr Basket 2000 Reggio Emilia 4 10 2 8 20.0
Orva Lugo 2 10 1 9 10.0

A2, la Matteiplast non sbaglia a Selargius. Serie B, Finale sorprende le Tigers

SERIE A2/SUD 10° Giornata

INFINITYBIO – ELITE BASKET ROMA 78 – 57

(20-9; 43-27; 63-42)

Faenza Basket Project: Franceschelli 14, Schwienbacher 6, Morsiani 8, Preskyienyte 14, Ballardini 4, Franceschini 8, Caccoli 2, Bornazzini, Giorgetti, Soglia 10, Meschi 9, Panzavolta. All. Bassi.

Elite Basket Roma: Grattarola 7, Buscaglione 3, Di Stazio 8, Masic 19, Magistri 4, Introna 2, Kolar 5, Gentle 2, Salvucci 2, Chrysanthidou 5, Giambalvo, Loi ne. All. Prosperi.

UMBERTIDE – ORZA RENT PONTE BUGGIANESE 67 – 59

FE.BA CIVITANOVA – LA MOLISANA CAMPOBASSO Rinviata

CESTISTICA AZZURRA – MEDOC 79 – 66

(21-17; 39-25; 58-57)

Orvieto: Coffau 6 (1/1, 0/6), Grilli 12 (1/3, 3/6), Corbani ne, Diouf, Cruccolo ne, Avenia ne, Cantone 10 (2/4, 2/3), Meroni 11 (2/5, 1/6), Basili ne, Presta 2 (1/1 da 2), Ceccanti 9 (4/15 da 2), De Cassan 29 (9/14, 2/4). All. Sogli.

Forlì: Boni 2 (0/2 da 2), Puggioni 3 (1/5 da 3), Zavalloni 7 (0/2, 2/6), Vespignani, Pieraccini 12 (6/11 da 2), Ronchi ne, Duca N., Gramaccioni 40 (10/20, 5/10), Balestra ne, Martines, Juric 2 (1/3 da 2), Duca E. All. Bagnoli.

BK S.SALVATORE – MATTEIPLAST 62 – 71

(19-28; 34-41; 49-58)

Selargius: Cicic 7, Arioli 15, Brunetti 14, Manfrè 2, Lussu 10, Melis ne, Mura, Pinna ne, Gagliano 4, Loddo ne, Salvemme ne, Stoichkova 10. All. Staico.

Progresso Bologna: D’Alie 22, Tassinari 13, Tava 8, Meroni 4, Nannucci 16, Cordisco, Patera ne, Storer 3, Tridello, Prisco ne, Rosier 2, Dall’Aglio 3. All. Giroldi.

CARISPEZIA LA SPEZIA – ANDROS BASKET PALERMO 44 – 59

CESTISTICA SAVONESE – RR RETAIL GALLI S.GIOVANNI 54 – 70

CUS CAGLIARI – GRUPPO STANCHI ROMA 73 – 53

CLASSIFICA

Squadra P G V P PF PS

1

Magnolia Campobasso

18

9

9

0

584

471

2

Faenza Basket Project Girls

16

10

8

2

724

641

3

Andros Palermo

16

11

8

3

766

570

4

Carispezia Cestistica Spezzina

14

9

7

2

590

494

5

Matteiplast Bologna

14

10

7

3

678

579

6

RR Retail Galli S. Giovanni V.

14

10

7

3

692

646

7

Pall. Femm. Umbertide

12

10

6

4

702

639

8

San Salvatore Selargius

10

9

5

4

595

620

9

CUS Cagliari

10

10

5

5

623

636

10

FE.BA Civitanova Marche

8

9

4

5

582

569

11

Integris Elite Roma

8

10

4

6

552

654

12

Gruppo Stanchi Athena Roma

6

10

3

7

591

681

13

Cestistica Savonese

4

10

2

8

624

664

14

Orza Rent Nico Basket

4

10

2

8

572

650

15

Cestistica Azzurra Orvieto

4

11

2

9

616

780

16

Medoc Forli’

0

10

0

10

567

764

SERIE B FEMMINILE 9° Giornata

STAFF MAGIK – MAGIKA PALLACANESTRO 75 – 37

(16-12; 33-20; 62-27)

Magik Rosa Parma: Ercoli 13, Lucca 17, Salsi 2, Nuzzo 2, Furlattini, Tringale 11, Molinari 14, Aiello 4, Zuin 6, Costa ne, Zambon 6. All. Panziroli.

Castel San Pietro: Tintorri 4, Venturoli 2, Ventimiglia 12, Zuffa 2, Penna 4, Salvadego, Bellandi 1, Venturi 3, Bergami 5, Evangelisti 2, Fabulli 2. All. Cilfone.

CHEMCO 1974 I GIULLARI – BASKET CLUB VAL D’ARDA 62 – 57 dts

(8-10; 19-21; 33-37; 51-51)

Puianello: Pieracci, Boiardi 5, Miari 2, Dall’Asta I. 14, Fontanili ne, Pignagnoli 2, Ligabue 4, Codeluppi, Fedolfi 12, Giorgi 18, Montanari 5. All. Ligabue.

Fiorenzuola: Podestà 6, Periti 2, Minichino 30, Rizzi 4, Bertoni, Rocca ne, Zane 4, Fabbricini 6, Contini 5, Ampollini A. ne, Ampollini G. ne, Peciasepe ne. All. Russo.

BASKET FINALE – TIGERS BASKET ACADEMY 75 – 68

Finale Emilia: Malaguti 2, Bozzoli 2, Sacchetti 2, Todisco 12, Angelini, Bocchi 9, Dinaro ne, Goldoni 22, Zussino 20, Bozzoli ne, Pincella 6. All. Bregoli.

Tigers Parma: Tomasetti 12, Petrilli 8, Corsini, Accini 16, Trevisan 11, Turroni 5, Vaccari 14, Facchetti, Ghezzi, Vettori. All. Lopez.

B.S.L. – POL. LIBERTAS CALENDASCO 105 – 27

(36-7; 62-10; 89-16)

San Lazzaro: Torresani 7, Colli 18, Melchioni 15, Magliaro 3, Talarico 16, Zarfaoui 15, Zanetti 10, Panighi 4, Trombetti 11, Roveroni 6. All. Dalè.

La BSL ottiene la seconda vittoria consecutiva sconfiggendo, per 105-27, il fanalino di coda Calendasco al termine di un match a senso unico. Sin dal primo quarto, infatti, le sanlazzaresi hanno stretto in maniera molto efficace le maglie difensive e hanno alzato il pressing costringendo la formazione ospite a gettare alle ortiche diversi palloni che hanno poi innescato i contropiedi vincenti della BSL. La squadra guidata da coach Dalè in questo modo ha via via incrementato il proprio vantaggio, riuscendo persino a concedere diversi minuti di impiego a Giulia Colli e Camilla Roveroni che, assieme a Sara Zanett,i compongono un terzetto di giocatrici biancoverdi nate nel 2004 che rendono di fatto la BSL l’unico club della regione a concedere spazi così importanti in prima squadra ad atlete così giovani. Colli e Roveroni ovviamente sono state brave a farsi trovare pronte, ripagando la fiducia in loro riposta rispettivamente con 18 e 6 punti portati a casa, che vanno ad aggiungersi alla doppia cifra raggiunta da Sara Zanetti e rendono ancor più dolce questo successo biancoverde.

ROBY PROFUMI  – SIROPACK  44 – 76

(5-24; 25-34; 36-63)

Valtarese: Piscina G. 2, Vignali, Bozzi ne, Ferrari G., Pallotta 15, Ghirardi, Gonzato 6, Piscina C. 3, Marchini 13, Ferrari V., Fatadey 4, Triani 1. All. Scanzani.

Cesena: Farneti 6, Sabbatani 3, Giubilei 12, Zoffoli, Lolli Ceroni 18, Bollini, Battistini 4, Porfiri 2, Currà 6, Valentini, Semprini 6, Aleotti 19. All. Lisoni.

Finisce con una sconfitta per 76 a 44 la gara della Roby Profumi disputatasi domenica pomeriggio al palaRaschi di Borgotaro contro la Virtus Cesena. La Valtarese si è presentata a quest’incontro ancora priva di Valentina Bozzi, mentre Cesena schierava la squadra al completo avendo recuperato anche la fuoriclasse Aleotti, assente nell’ultima gara disputata contro la Libertas Bologna. Le ospiti partivano subito forte e già nel primo quarto piazzavano un break di 24 a 5. Il cambio di difesa della Roby Profumi, nel secondo periodo, unito ad una maggiore precisione in attacco permetteva alle ragazze di coach Scanzani di rimontare le romagnole terminando la prima parte di gara con un passivo di nove punti, sul punteggio di 34 a 25 per Cesena. Nella prima parte del terzo periodo era la giovanissima Costanza Piscina, anno 2003, a suonare la carica con conclusione da tre punti che riavvicinava la Roby Profumi a meno sei lunghezze. Quando sembrava che l’inerzia della gara fosse a favore delle borgotaresi quattro conclusioni consecutive dai tre punti di Cesena, di cui due di una scatenata Lolli Ceroni, spegnevano il tentativo di rimonta delle borgotaresi. Al suono della sirena di fine terza frazione il tabellone del palaRaschi segnava 36 punti per le padrone di casa e 63 per Cesena. Negli ultimi dieci minuti di gara, la Roby Profumi, ormai stremata per le energie profuse per tentare di rientrare in partita, non riusciva a rimontare e Cesena poteva incamerare due importantissimi punti salvezza.

LIBERTAS BASKET BOLOGNA – BASKET CAVEZZO Non disputata

CLASSIFICA

Cavezzo* 16; Tigers Parma, Magik Rosa Parma 14; Val d’Arda Fiorenzuola 12; Bsl San Lazzaro 12; Giullari del Castello 10; Virtus Cesena 8; Magika Castel San Pietro, Valtarese, Finale Emilia 6; Libertas Bologna* 2; Calendasco 0.

C Gold, la Rinascita dà un chiaro segnale al campionato! C Silver, il derby della San Carlo è dell’Olimpia

SERIE C GOLD 9° Giornata

RINASCITA BASKET – BOLOGNA BASKET 2016 83 – 54

(22-20; 34-33; 60-44)

R.B. Rimini: Vandi, Bianchi, Pesaresi 9, Moffa 12, Ramilli 2, Rivali 11, Bedetti L. 18, Guziur, Bedetti F. 16, Chiari, Saponi 6, Broglia 9. All. Bernardi.

BB 2016: De Pascale 1, Legnani 8, Poluzzi 8, Mazzocchi, Polverelli 2, Cortesi 7, Guerri, Fin 9, Antola ne, Fontecchio 12, Tugnoli ne, Folli 7, Bartolini ne. All. Lolli.

Arriva in casa della favorita del campionato il primo stop del Bologna Basket 2016 ed è una sconfitta secca che non ammette repliche. Per i bolognesi il sogno di restare soli in vetta alla classifica dura solo fino all’intervallo, ma un break di 11-0 all’inizio della terza frazione scava un solco che la squadra di Lolli non riuscirà più a colmare. Troppo scarsa la reattività sulle palle vaganti dei rossoblù e troppa la differenza a rimbalzo (45 a 29): la RBR fa girare di più la palla (26 assist a 14) e mostra una preponderanza fisica non arginabile, anche se il divario finale è troppo punitivo nei confronti degli ospiti e non fotografa con esattezza l’andamento della partita.

La partenza infatti era stata molto promettente, con Fin e Fontecchio a imperversare dalla lunga distanza (per un ottimo 6/14 da 3 a metà gara), ed il match proseguiva punto a punto facendo ben sperare per il proseguo. Il trend era continuato anche in un secondo quarto dove il BB2016 aveva continuato a difendere e produrre pallacanestro, tanto da arrivare alla pausa sotto solo di una lunghezza. Poi nel terzo quarto una prima spallata dei riminesi, come detto, metteva in difficoltà la squadra ospite. I fratelli Bedetti, Pesaresi e la sorpresa Moffa segnavano a ripetizione e l’ultima frazione era solo garbage time.

Detto di una squadra che continua ad avere problemi dalla lunetta (7/12) e a produrre dal campo (solo 20 punti nella ripresa), difficile anche parlare dei singoli: sufficienti le prove di Legnani, Guerri e Folli, mentre il resto dei giocatori rossoblu è andato spegnendosi man mano che i minuti passavano.

2G VASSALLI – PALL. FIORENZUOLA 1972 82 – 72

(18-22; 40-35; 66-45)

Ferrara: Caselli, Davico 23, Cattani 4, Antoci, Zanirato ne, Chemello, Mandic 20, Vigna 2, Favali 13, Farioli 15, L. Ghirelli ne, M. Ghirelli 5. All. Furlani.

Fiorenzuola: Galli 13, Sichel 8, Fellegara ne, Zucchi ne, Cunico 7, Dias 6, Colonnelli 6, Sprude 18, Marletta ne, M. Lottici 8, Yabre, Sabbadini 6. All. S. Lottici.

Terzo successo consecutivo della 2G Vassalli del coach Adriano Furlani che, sabato sera, ha battuto la mai doma Fiorenzuola alla chiusura di 40’ davvero intensi. Davico, Mandic e capitan Farioli sospingono alla vittoria i biancazzurri, adesso attesi dalla gara contro la capolista Rimini di sabato prossimo. Al Pala Palestre finirà 82-72.

La cronaca. Avvio contratto della gara per i biancazzurri di casa, ancora privi dell’infortunato (ad una mano) Petronio. Fiorenzuola colpisce da fuori e Sprude (9 punti nei primi 10’) fa davvero male: all’8’ è 9-18. Ci pensano capitan Farioli, Davico (8 punti per lui) e Vigna a riportare attaccata agli ospiti la 2G Vassalli: 18-20 al 9’. Al 10’ sarà 18-22 (8 Davico, 9 Sprude). Il secondo parziale è praticamente tutto di marca 2G Vassalli. All’11’, Davico è il primo giocatore della gara a raggiungere la doppia cifra, bravi pure capitan Farioli e Matteo Ghirelli, che da fuori non perdonano: al 13’ è 26-26. Apprezza, il pubblico del Pala Palestre, che applaude un Davico da 10 punti nel secondo periodo. Cinque punti consecutivi del play italo-argentino consentono ai biancazzurri del coach Furlani di allungare, anche grazie alla fisicità di Mandic, dominante sotto i tabelloni: al 17’ è 36-31. Arriva il fallo di Mandic numero 3, all’intervallo lungo, grazie soprattutto ai 18 punti di Davico, la 2G Vassalli è avanti 40-35. Brutte notizie in avvio della ripresa per Fiorenzuola: al 22’ arriva il quarto fallo di Sprude, così i padroni di casa ne approfittano per allungare con i cesti dei leader indiscussi Davico e Mandic, bravi a dare alla gara il break decisivo. Leadership dal primo, punti e sostanza sotto le plance dal secondo, che proprio sulla sirena della terza frazione trova la tripla del +21 per il 66-45 del 30’. In avvio degli ultimi 10’ Fiorenzuola ha una mini reazione e arriva fino a -14 (66-52 al 33’), costringendo coach Furlani a chiamare time out. Da questo i biancazzurri escono bene e con Cattani (che bravo!) e capitan Farioli trovano i punti dell’apparente tranquillità, anche grazie a Favali: 78-63 al 37’. Con Galli, Cunico e Sichel, Fiorenzuola arriva a -8 (80-72 al 39’), ma Mandic è glaciale quando conta.

E80 BEMA – GAETANO SCIREA BASKET 95 – 63

(28-15; 48-29; 69-44)

LG Competition Castelnovo Monti: Franko 19, Torlai 2, Magnani 12, Varotta 13, Lentini 4, Levinskis 8, Ferri 2, Mallon 11, Prošek 4, Guarino 7, Parma Benfenati 12, Mabilli. All. Diacci.

Bertinoro: Frigoli 11, Solfrizzi Enrico 7, Cristofani, Ravaioli M., Ravaioli S. 12, Bravi 7, Dilas 4, Ricci 4, Flan, Bracci 8, Solfrizzi Emiliano 6. Allenatore: Tumidei.

Splendida vittoria per la E80 Bema che, al Pala Giovanelli, supera nettamente il  Gaetano Scirea. Nel nono turno, finisce, infatti, 94-63 per i padroni di casa, autori di una grande prova che li ha visti condurre il match dal primo all’ultimo minuto.

Castelnovo parte forte con Magnani (8 punti consecutivi) ed è subito avanti nel punteggio. Bertinoro reagisce, ma la LG firma in poche azioni un parziale da 11-0 che vale il +14 già a metà quarto. I montanari sono concentrati ed efficaci in entrambi i lati del campo, mentre gli ospiti faticano ad entrare in partita. Nel finale di periodo Gaetano Scirea tenta di ricucire la distanza, ma la tripla sulla sirena di Varotta vale il 28-15. Il copione non cambia nella seconda frazione, con Castelnovo avanti e in controllo del match grazie ad un ispiratissimo Franko (19 punti per lo sloveno). A metà quarto si inceppa momentaneamente il meccanismo della LG e la coppia Frigoli-Bracci firma un parziale da 7-0 che riporta Bertinoro a -8. Il momento di difficoltà dura solo qualche azione e il duo Magnani-Varotta si rimette subito al lavoro per riportare avanti Castelnovo. Il finale di periodo è tutto a favore della E80 Bema che realizza un break da 11-0 e chiude la prima metà di gara sul +19. Al rientro degli spogliatoi la musica non cambia e con un altro parziale da 7-0 i montanari superano le 25 lunghezze di vantaggio. Sono bravi i ragazzi di Diacci a rimanere focalizzati sull’obiettivo, a limitare l’attacco di Gaetano Scirea e a dare continuità alla manovra offensiva. I fratelli Solfrizzi e Frigoli provano a far rientrare Gaetano Scirea in partita (-17 a 4’ dal termine del quarto), ma il trio Franko-Mallon-Lentini rispedisce gli ospiti oltre i venti punti di distanza. Nel quarto conclusivo succede poco in campo e la LG raggiunge e supera il +30 di vantaggio. È però apprezzabile l’intensità con cui Castelnovo affronta il match anche negli ultimi minuti, nonostante l’importante vantaggio accumulato. La LG regala al pubblico pure qualche giocata di prestigio e a fine gara c’è spazio sul parquet anche per i tanti giovani che compongono la panchina castelnovese. Finisce 94-63 per la E80 Bema, al quarto successo stagionale e che proietta i montanari nelle zone alte della classifica.

VIRTUS SPES VIS PALL IMOLA – GUELFO BASKET 69 – 78 dts

(11-12; 27-28; 42-44; 60-60)

Virtus Imola: Dalpozzo, Dal Fiume, Turrini ne, Nucci 4, Percan 19, Murati, Casadei ne, Magagnoli 11, Giuliani 4, Aglio 16, Zhytaryuk 15. All. Tassinari.

CastelGuelfo: Nembrini ne, Baccarini, Grillini 13, Avoni ne, Bergami, Lugli 3, Musolesi 18, Saccà 15, Santini, Pieri 7, F. Govi 11, G. Govi 11. All. Serio.

Cade la Virtus nel derby, cedendo alla distanza nei confronti dei gialloblu guelfesi, più abili a sfruttare le indecisioni dei locali nei momenti topici del match. Gli ex stendono i gialloneri al termine di un overtime che regala emozioni ai tanti tifosi sugli spalti. Emozioni scaturite soprattutto dall’agonismo che prevale sulla tecnica pura. Imola sbaglia molto nell’area pitturata e concede parecchie ripartenze agli ospiti. Fuori Dal Fiume nei primi minuti della ripresa ed Aglio nei minuti finali. La partita finisce nel vortice dei falli sistematici negli ultimi giri di lancette, con Guelfo molto più preciso. Resta la delusione per la mancata vittoria già in pugno fino a 6” dal 40’, quando Grillini porta tutti al tempo supplementare, segnando il 60-60. Negli ultimi 5’ di gara Guelfo segna ben 18 punti e la Virtus è costretta a leccarsi le ferite a fine gara.

Si parte con coach Davide Tassinari che manda in quintetto Dal Fiume, Dalpozzo, Percan, Aglio e Zytharyuk. Ad inizio gara le due squadre appaiono un po’ imballate: per Imola ci pensa Alex Percan a sporcare il referto con 4 dei primi 6 punti imolesi. Dopo 6’ di gioco il tabellone è ancora inchiodato sul 6-4 con diversi errori al tiro da ambo i lati. A 3’ è ancora la guardia croata a segnare per il 10-4. Tre punti di Saccà (canestro + fallo) e la tripla di Lorenzo Grillini firmano il primo vantaggio ospite a 45”dal primo intervallo sull’11-12. Il tiro sulla sirena di Dalpozzo non sortisce il controsorpasso locale. Ci si ferma, dunque, sul +1 Castel Guelfo. Al rientro Zhytaryuk da sotto ed Aglio dalla lunetta rimandano avanti Imola (15-14 dopo 1’30”). Il match non si sblocca, con entrambe le formazioni impantanate in diversi errori al tiro. A metà frazione sono le triple consecutive di Musolesi e Percan a far applaudire il pubblico presente: 20-22 con i due coach impegnati ad equilibrare le rotazioni a disposizione. Il nuovo vantaggio virtussino porta la firma di “Slava” da sotto e di una bella tripla di Alex Percan con una fantastica apertura di Giuliani (25-24 a 3’ dall’intervallo lungo). Il tempo si chiude sui liberi di Grillini e di Aglio, sul 27-28. La tripla di Guglielmo Giuliani è il primo gesto significativo della ripresa che vale il nuovo vantaggio imolese sul 31-30 dopo 3’. Samuel Dal Fiume è costretto ad uscire per un problema alla caviglia. La partita non decolla a livello tecnico, ma la tensione è palpabile per la posta in palio, soprattutto per Imola che ha il dovere di ripartire in classifica. Musolesi pareggia sul 34-34 a metà frazione e per coach Tassinari è il momento di Alessandro Nucci, in uscita da un guaio fisico che lo ha limitato in queste settimane. Lugli segna dalla distanza il +3 e nell’azione successiva l’arbitro Resca fischia un fallo tecnico (34-38 a 4’ dall’intervallo breve). Guelfo allunga con Giacomo Govi dall’arco sul 36-41 a 2’50”. Una grande penetrazione di Jacopo Aglio firma il 42-41 a meno di un minuto da giocare. Sullo scadere la tripla di Giacomo Govi fissa il punteggio sul 42-44 al 30’. L’ultimo quarto di gioco inizia con la Virtus in campo con Nucci, Giuliani, Percan, Aglio e Magagnoli. Aglio pareggia subito i conti sul 44-44 e la Curva locale si infiamma dando la carica, come sempre. Magagnoli realizza da sotto il +2 (46-44), mentre si spegne il tabellone del punteggio, prontamente sistemato ed operativo. Fiilppo Govi pareggia  dopo 3’, mentre 30” dopo Zhytaryuk segna da sotto con fallo (49-46). Ora i contatti sono tutti al limite all’interno dell’area pitturata, con diversi giocatori caricati di falli. A 6’ dalla sirena rientra capitan Dalpozzo, mentre Filippo Govi da sotto e Magagnoli dall’altra parte realizzano il 51-48 quando mancano 5’ esatti alla fine del match. La Curva è incandescente e trascina i ragazzi in campo. Nucci realizza 2 su 2 dalla linea della carità per il massimo vantaggio Virtus: 53-48 a 4’ dalla fine. Gli ospiti son bravi in lunetta a riportarsi sul 53-51 con palla in mano ai gialloneri a 3’: Nucci si inventa un cesto fantastico sotto le plance e nella ripartenza Giacomo Govi realizza in penetrazione il 55-53. Time out di coach Davide Tassinari con 2’30” da giocare. Zytharyuk si getta in area subendo fallo che converte in punti 57-53 a 2’. Saccà dall’altra parte accorcia. Nell’azione successiva il pivot ucraino commette fallo di sfondamento. Giacomo Govi dalla distanza firma il 57-58 a 1’, allo scadere (e forse oltre) i 24” a disposizione; Magagnoli getta sul ferro il tiro e la rimessa viene data a Guelfo che attacca a 40”, ma in questo caso è Musolesi a ricevere la fischiata a sfavore con il fallo in attacco. A 39” dalla fine Imola ha la palla in mano sul -1. Percan si butta in area e l’arbitro fischia fallo a Giacomo Govi contro Zhytaryuk che va in lunetta: 59-58 e 27” da giocare. Time out Guelfo. Il PalaRuggi è una bolgia. Ultime azioni da vivere al cardiopalma. Guelfo sbaglia da sotto e Imola attacca a 13”. Quinto fallo di Filippo Govi su Percan a cronometro praticamente fermo: sbaglia il primo, realizza il secondo per il 60-58 a dodici secondi esatti dalla sirena. Il tempo pare eterno per via dei vari timeout chiamati dalle panchine nell’ultimo minuto. Grillini si getta verso la gloria con una penetrazione “old style” e nell’azione successiva a Dalpozzo viene fischiato fallo di sfondamento allo scadere, con 9 decimi sul cronometro. Tutti all’overtime sul 60-60. Supplementare che inizia con la palla in mano alla Virtus che schiera Dalpozzo, Percan, Aglio, Magagnoli e Zhytaryuk. Segna dopo un minuto Percan, poi diversi errori da ambo i lati. Musolesi pareggia 62-62 dopo 2’. Il match, probabilmente, viene deciso dalla fischiata a 2’30” dalla sirena finale: tripla di G.Govi e Saccà in lunetta nella stessa azione per il fallo di Dalpozzo in area. Scelta quantomeno discutibile e Guelfo in un attimo si ritrova sul 62-67. Quindi errori su errori con Grillini che fa 1/2 ai liberi per il 62-68 a 2’. Imola in attacco non realizza più con almeno 4 errori consecutivi. A 1’38” Percan subisce fallo in difesa (Saccà) e realizza il 64-68 ai liberi. Giacomo Govi segna fortunosamente grazie al ferro a 1’19” il 64-70. Magagnoli subisce fallo in penetrazione e dalla lunetta accorcia sul 66-70 a 1’07. Nucci ferma il tempo con un fallo su Pieri che dalla lunetta fa 2 su 2 (66-72 a 55”). Ancora Magagnoli ci prova in avvicinamento e subisce il fallo di Sacc (5° fallo): 67-72 a 51”. Il gioco dei falli porta in lunetta Pieri che fa 1 su 2 (67-73 a 48”). E’ancora Magagnoli a buttarsi dentro per il 5° fallo di Baccarini: 69-73 a 42”. Altro fallo (il 4°) di Nucci su Pieri che continua a essere preciso (69-75 a 39”). Magagnoli sbaglia la tripla a 20” dalla fine e Giuliani commette il 5° fallo. Grillini non perdona  (69-76 a 17”). Dalpozzo sbaglia e commette fallo, con Musolesi in lunetta per il 69-78. Ultimo errore dalla distanza di Percan e la gara si chiude con Guelfo in festa con la coppia di coach, ex di turno, Giampiero Serio e Massimo Solaroli in trionfo tra i gialloblu.

SALUS PALL. – B.S.L. 66 – 70

(21-18; 41-36: 52-50)

Salus Pallacanestro Bologna: Branzaglia, Salsini, Amoni 21, Tugnoli 3, Pini 8, Allodi 6, Stojkov 9, Falzetti 12, Vucinovic 7. All Ansaloni.

San Lazzaro: Lolli, Riguzzi, Degli Esposti Castori, Fabbri 22, Governatori 6, Pederzini, Cempini 8, Degregori 18, Bonaiuti 11, Corradini 5, All. Bettazzi.

Era la partita della svolta. Una vittoria avrebbe significato tantissimo non soltanto in termini di classifica, ma anche di ritrovata fiducia, nuove ambizioni. Al contrario, la sconfitta con la BSL fa precipitare nuovamente la Salus nella zona calda della graduatoria: forti di due successi consecutivi, questa volta ai biancoblu non è bastato il classico ‘compitino’ per aver ragione di una squadra, quella sanlazzarese, arrivata all’Arcoveggio ancora a caccia della prima ‘W‘ dopo 8 giornate di campionato. Per i locali, da salvare il solito Amoni (21) e un commovente Falzetti: per gli ospiti, da segnalare la prova di Fabbri, autore di 22 punti (5/9 da 3), e il rientro del ’78 Bonaiuti, autore di una gara chirurgica, con la ciliegina della bomba dall’angolo sul 64 pari che ha consegnato ai suoi il vantaggio decisivo.

La cronaca: San Lazzaro si presenta con un quintetto di partenza rivoluzionato rispetto al solito, tenendo a sedere i temuti Riguzzi e Pederzini, e difendendo a zona. In un amen, capitan Amoni è già a quota 10: un paio di cesti di Falzetti costringono Bettazzi al timeout (16-12, 6′) ma, dopo il primo mini-riposo, non sono neppure 5 punti consecutivi di Pini a staccare gli ospiti, che pareggiano i conti con due siluri di Fabbri (26-26, 15′), e mettono il muso avanti con una percussione di De Gregori (28-30, 17′). Stojkov, Vucinovic e Amoni colpiscono, però, da dietro l’arco: si va all’intervallo sul +5, che diventa subito +8 con un’altra tripla dell’ex Virtus (44-36 al 22′, massimo vantaggio locale). Finita? Neanche per idea. La Salus si blocca a 47 per 5′ filati e la BSL ne approfitta, grazie a 6 punti del redivivo Bonaiuti e con la quinta bomba dell’infallibile Fabbri (47-50, 29′). E’ una battaglia: nel 4° periodo si susseguono le situazioni di parità (54-54, 33′; 56-56, 35′; 61-61, 37′) e, a meno di un minuto dal termine, tocca proprio a Bonaiuti sparigliare le carte, portando i biancoverdi sul 64-67.  Dopo il timeout di Ansaloni, un super Falzetti trova il rimbalzo offensivo del -1. E’ l’ultimo sussulto: il 2/2 di Cempini vale il nuovo +3 e, in seguito ad un’altra palla persa, l’1/2 di Fabbri sigilla la partita, che si conclude sul punteggio di 66-70.

CLASSIFICA

RINASCITA BK RIMINI 16 8 8 0 690 501 +189
BOLOGNA BASKET 2016 12 7 6 1 515 481 +34
VIS 2012 FERRARA 10 7 5 2 544 486 +58
GUELFO CASTELGUELFO 10 8 5 3 569 579 -10
FIORENZUOLA 1972 8 7 4 3 490 480 +10
LG COMPETITION CASTELNOVO M. 8 7 4 3 517 510 +7
GAETANO SCIREA BERTINORO 8 8 4 4 536 548 -12
VSV IMOLA 6 7 3 4 548 507 +41
SALUS BOLOGNA 4 8 2 6 548 582 -34
ANZOLA BASKET 4 7 2 5 527 600 -73
BSL SAN LAZZARO 2 8 1 7 579 683 -104
ARENA MONTECCHIO 2 8 1 7 534 640 -106

SERIE C SILVER 9° Giornata

REBASKET – NET SERVICE 77 – 55

(11-19; 30-34; 53-41)

Castelnovo Sotto: Rivi 3, Tognato 8, Castagnaro 19, Defant 13, Dall’Asta 4, Battaglia 7, Amadio 9, Pedrazzi 1, Fontana, Lusetti 13. All. Casoli.

S.G. Fortitudo: Zinelli 5, Ponteduro, Chiarini, Tosini 22, De Denaro 2, Deledda, Pederzoli 8, Vietri 2, Ranieri 2, Nanni 6, Pesino 8. All. Tasini.

PALLACANESTRO CASTENASO – CREI 58 – 63

(13-18; 27-35; 46-46)

Castenaso: Recchia ne, Malverdi ne, Ballini 18, Baietti 3, Righi 17, Capobianco 8, Ginevri ne, Cantore 6, Ballardini 2, Zucchini 2, Quarantotto 2. All. Castelli.

Granarolo Basket: Salicini 2, Bianchi 6, Masetti ne, Spettoli 13, Paoloni 17, Nanni, Tonelli ne, Bernardinello 2, Bertuzzi 10, Marega 1, Drago ne, Brotza 12. All. Carrera.

La Crei, finalmente, rompe il digiuno e torna a vincere in trasferta dopo 10 mesi, battendo sul proprio campo Castenaso ancora a 0 punti; non è stata una bella partita, con due squadre ancora con diversi problemi da risolvere, che Granarolo che ha condotto agevolmente nella prima parte di gara per poi complicarsi la vita con un terzo quarto confusionario, permettendo ai padroni di casa di agganciare la parità per poi giocarsi tutto nell’ultimo quarto. La Crei è stata più lucida nel finale e si è aggiudicata meritatamente i due punti.

La cronaca: Granarolo prende subito il comando delle operazioni con Bertuzzi in evidenza (9-13 al 6′ con 7 punti dell’ala ospite), che passa, poi, il testimone a capitan Paoloni (MVP del match con 17 p., 3/3 da tre, 6/7 ai liberi, 7 r. e 20 di valutazione in 39′) che, dopo la tripla iniziale, infila il secondo siluro del match e un 2/2 ai liberi che porta la Crei a +7 (11-18 al 9’30”). E’ Cantore che fissa il risultato sul 13-18 al primo riposo. In avvio di del secondo periodo è Brotza che fa male alla difesa dei padroni di casa con 6 punti in 4′ (17-26 al 14′); Ballini (il migliore dei padroni di casa, autore di 18 p.) ha una fiammata e con 6 punti consecutivi riporta Castenaso ad un possesso di svantaggio (23-26 al 16′). Brotza e Capobianco da due poi la terza tripla di Paoloni e un gioco da tre punti di Bertuzzi riportano gli ospiti a +9 (25-34 al 18′). La Crei spreca a più riprese l’occasione per andare in doppia cifra di vantaggio e Castenaso ne approfitta per andare negli spogliatoi con otto lunghezze da recuperare (27-35). In avvio di terzo periodo regna lo status quo per 4′ (34-42 al 24′), poi Ballini, Righi da tre, Ballini da due e poi da tre (con la palla che balla sul ferro prima di entrare) e Castenaso confeziona il 10-1 che la porta improvvisamente in vantaggio (44-43) quando la Crei sembrava in controllo. Pronta risposta degli uomini di Carrera con Marega e Brotza, ma i padroni di casa sospinti da un Ballini in trance agonistica (17 dei suoi 18 punti realizzati nel secondo e terzo periodo), chiudono il quarto in parità, preparandosi agli ultimi 10′ all’arma bianca (46-46 al 30′). L’ultimo quarto si apre con una tripla di Righi (buona partita la sua) e due viaggi in lunetta con percorso netto di Bernardinello e Capobianco (51-48 al 31’30”). Carrera gioca la carta del doppio pivot (Bianchi e Brotza) e blinda la difesa tenendo a secco i padroni di casa per cinque minuti; dall’altra parte del campo però il gioco non scorre più fluido come nella prima parte di gara e Granarolo riesce ad andare a segno solo con Paoloni, Brotza e Bianchi portandosi sul +3 (51-54 al 36’30”). La partita si fa spigolosa, due sfondamenti fischiati (1 per parte), sotto canestro la fisicità aumenta e Capobianco si becca un tecnico per proteste che Paoloni realizza (53-55 al 38’30”). Ballini fa 1/2 dalla lunetta e Bianchi dall’altra parte segna il +3 (54-57 al 38’50”). Ballini commette il 4′ fallo su Paoloni che dalla lunetta commette il suo unico errore per il +4 Crei a 50″ dalla fine. Baietti forza da 3 e dall’altra parte Ballini manda in lunetta Spettoli con il suo 5° personale per il +6 a 25″ dalla fine. Fallo sistematico di Castenaso, Spettoli fa 1/2, Righi da 2 per il -3 a 2″ dalla fine, fallo su Spettoli che, con un 2/2, chiude l’incontro sul 58-63.

ATLETICO BASKET – F. FRANCIA PALL. 80 – 76

(14-15; 32-39; 59-59)

Atletico Borgo: Campanella F., Veronesi Gr. 13, Campanella M. 3, Rosati 2, Rossi 10, De Simone 2, Tubertini 14, Veronesi G.I. 16, Campanella E. 6, Solfa 3, Argenti 1, Artese 10. All. Pietrantonio.

Zola Predosa: Perrotta 5, Gamberini 10, Maselli ne, Bavieri 4, Bianchini 6, Barilli Fe. 1, Zappoli 7, Masina 19, Barilli Fi. 9, Bosi 4, Almeoni 11. All. Benini.

Nel basket il pareggio non esiste, ma nel calcio il match andato in scena sabato al “Cavina”, sarebbe stato un 2-2 dalle mille emozioni. Invece, sorridono solo i “Reds”, mentre la Francesco Francia torna a casa con una sconfitta non del tutto meritata. Difficile trovare un migliore in campo, ma i quattro punti di Giacomo Veronesi, nel rovente finale, valgono un referto rosa al posto di uno giallo…

La cronaca: la partita stentava a decollare, con Zola che comandava per quasi tutto il primo quarto, ma sempre con un possesso di vantaggio (3-6, 6-9, 10-12). Era Giacomo Veronesi a siglare sei punti in un amen per il 20-19 del 12′. Si svegliava anche Enrico Campanella (26-22), ma Masina era una sentenza ed Almeoni firmava il 29-33 del 18′. Sull’onda lunga, la Francesco Francia raggiungeva il massimo vantaggio, con Gamberini, nella prima azione del terzo periodo (32-41), poi era solo Atletico per quattro minuti, con Gregorio Veronesi e Tubertini tarantolati. Morale: parziale di 18 a 2 e 50-43 al 24′. Gli ospiti, trascinati dal solito caldissimo tifo, impattavano a quota 52 con un missile di Bosi, ma la truppa di Borgo Panigale riallungava (68-61 al 34′). Si arrivava, così, alla volata: sul 74-72, gioco da tre punti di Almeoni, che, poi, faceva 1/2 dalla lunetta per un fallo subito (74-76). Nel momento più difficile, poker di Giacomo Veronesi ed ennesimo sorpasso. Ultima azione Zola: Bavieri s’incartava, Artese gli toccava da dietro la palla, recupero Atletico e veloce contropiede per lo stesso Artese che sigillava il match sull’80-76.

OTTICA AMIDEI  – DULCA 85 – 75

(18-17; 44-42; 64-58)

Castelfranco Emilia: Ayiku 16, Pizzirani ne, Marzo 4, Cappelli 5, Zucchini 17, Torricelli R. 16, Tedeschi ne, Vannini 10, Del Papa 6, Paciello 4, Torricelli F. ne, Prampolini 6. All. Landini.

Santarcangelo: Zannoni 7, Colombo 4, Lucchi 9, Fusco 4, Russu 11, Riva ne, Raffaelli 15, Fornaciari 15, Massaria ne, De Martin 10. All. Evangelisti.

OLIMPIA CASTELLO 2010 – BERNAITALIA 62 – 52

(10-17; 36-27; 45-43)

Castel San Pietro: Curti, Sabattani 7, Procaccio 2, Pedini, Benedetti 16, Lalanne 11, Zuffa, Parenti 1, Trombetti 17, Mazza 8. All. Regazzi.

Virtus Medicina: Curione 1, Giani 2, Rossi 7, Casagrande 19, Stagni, Stollino ne, Lorenzini 12, Seracchioli, Agriesti, Tinti 9, Marinelli 2. All. Curti.

Primi minuti di gioco e nessun canestro, poi la Virtus prende coraggio e accelera portandosi sul + 7 della prima sirena. Castello reagisce e piazza un contro parziale che ribalta la partita e passa a condurre di nove lunghezze. all’intervallo di un match ricco di errori e imprecisioni e molto avaro di canestri e buone giocate. Terzo periodo e la Virtus risorge, prima pareggia e poi spreca i palloni per il sorpasso, alla terza sirena Bernaitalia a -2. Quarto periodo e ancora errori e confusione, Castello ha il merito di trovare qualche giocata negli ultimi due minuti e vince la partita.

RIVIT – PALL. MOLINELLA 52 – 73

(12-18; 31-33; 42-53)

Grifo Imola: Pontrelli 2, Riguzzi 6, Bartoli 6, Mondini, Pampani, Creti 3, Lanzoni 4, Orlando 10, Saidi ne, Sgorbati 8, Martini 11, Borgognoni 2. All. Palumbi.

Molinella: Guazzaloca 15, Brandani 10, Ranzolin 6, Zuccheri 5, Frignani 13, Cai 4, Billi 1, Lanzi 5, Ramini 7, Torriglia 7. All. Baiocchi.

Niente da fare neppure contro Molinella per una Grifo che ha smarrito la via del canestro e da quattro partite non valica la soglia dei 60 punti realizzati. E dire che la partita era iniziata con una Grifo pimpante in grado di tenere testa alla capolista, arrivando davanti fino al 10-6 a tre e trenta dalla prima sirena. Qui Guazzaloca con la prima delle sue quattro triple ignoranti della gara dà il la a un parziale di 0-10, che porta la Rivit sotto di sei al primo intervallo. Imola prova ad alzare l’intensità difensiva, va in bonus dopo tre minuti, ma riesce ad impattare sul 19-19 al quarto di gioco. Molinella però piazza un altro break, ma comunque non riesce a scappare. Dopo la pausa del tè, la Rivit va di nuovo subito in bonus, ma è in attacco che non riesce più a trovare con continuità la via del canestro e un po’ alla volta su ritrova sotto di 14 punti (37-51). Lo smottamento di punti prosegue anche nell’ultimo periodo e il gap si allarga fino ai venti punti toccati con la tripla di Brandani, a 1’30” dal termine, che chiude la contesa. Dopo gloria solo per il decimo di Molinella che riesce anche lui a sporcare il tabellino.

CVD BASKET CLUB – NOVA ELEVATORS 51 – 69

(15-23; 25-32; 33-52)

Cvd Casalecchio: Baccilieri 14, Dawson 3, Trois 13, Bernardi, Sighinolfi 8, Penna 3, Barbato 1, Fuzzi 5, Taddei 2, Santilli, Lelli 2. All. Lanzoni.

San Giovanni in Persiceto: Tomesani 24, Coslovi 4, Guidi ne, Vaccari 2, Gamberini ne, Papotti 16, Alvisi, Mancin 16, Lorusso, Rusticelli 3, Albertini 4. All. Berselli.

ARTUSIANA BK – PALL. NOVELLARA 92 – 73

(23-14; 36-49; 61-57)

Forlimpopoli: Stella ne, Nervegna 16, Del Zozzo 2, Valmigigli 12, Biondi, Agatensi 21, Grassi 11, Piazza 8, Vitali, Servadei 9, Ravaioli 13. All. Agnoletti.

Novellara: Ferrari 7, Margini M. 8, Folloni 3, Bagni 6, Franzoni 16, Aguzzoli 8, Carpi 6, Ciavolella 9, Bartoccetti 10, Pietri ne. All. Boni.

CLASSIFICA

REBASKET CASTELNOVO 16 9 8 1 657 538 +119
MOLINELLA 16 9 8 1 650 539 +111
VIRTUS MEDICINA 14 9 7 2 608 558 +50
OLIMPIA CASTEL SAN PIETRO 12 9 6 3 606 544 +62
CNO SANTARCANGELO 12 9 6 3 629 580 +49
NOVELLARA 12 9 6 3 714 699 +15
S.G. FORTITUDO BOLOGNA 10 9 5 4 597 579 +18
ATLETICO BORGO BOLOGNA 10 9 5 4 639 624 +15
VIS PERSICETO 10 9 5 4 644 634 +10
FRANCESCO FRANCIA ZOLA 8 9 4 5 630 607 +23
ARTUSIANA FORLIMPOPOLI 6 9 3 6 609 643 -34
CVD CASALECCHIO 6 9 3 6 609 651 -42
GRIFO IMOLA 6 9 3 6 519 629 -110
GRANAROLO BASKET 4 9 2 7 512 572 -60
CASTELFRANCO EMILIA 2 9 1 8 609 730 -121
CASTENASO 0 9 0 9 556 661 -105

Serie D, Correggio espugna Fidenza e va in fuga. Girone B, la SBF batte anche il Selene

SERIE D/A 10° Giornata

BASKET VOLTONE – EMIL GAS 57 – 66

(10-16; 27-31; 43-46)

Monte San Pietro: Venturelli ne, Giacometti A. 7, Maldini 6, Castaldini 8, Skocaj 6, Codicini 7, Ferraro, Giacometti J. 8, Casarini 6, Cuozzo 5, Venturi 4. All. Torrella.

Scandiano 2012: Grisendi 6, Spaggiari 6, Masotti, Nunziato ne, Fikri 10, Marani 11, Belli 2, Iori 21, Corradini 2, Borghi 8. All. Baroni.

SAMPOLESE BK – MOLINO GRASSI MAGIK BASKET 59 – 78

BAKERY – STEFY BASKET 81 – 65

(18-10; 35-29; 55-41)

Castelsangiovanni: Bracchi 11, Eccher 5, Galli 12, Derba 8, Bossi 4, Villa A. 13, Totaro, Villa S. 4, Mori 10, Coppeta 14, Orlandi. All. Brambilla.

Stefy: Pancaldi 3, Melchiorre, Calvi 6, Franceschini 21, Scandellari, Zambonelli 7, Bragaglia 2, Galli 22, Lamborghini 2, Alessandri 2, Folesani. All. Ziron.

POL. GIOVANNI MASI – MISTER TIGELLA 78 – 71

(21-18; 41-32; 53-52)

Masi Casalecchio: Ballanti 10, Franchini 11, Galassi 5, Masetti, Castaldini 7, Freddi 13,  Truppi 6, Pollini, Zanchi 20, Bertacchini 6. All. Forni.

Calderara: Rallo 7, Cacciari, Soresi 13, Projetto ne, Nanni, Zocca, Bulgarelli 3, Selvi 6, Turchetti, Betti 25, Carpani 4, Orlando 13. All. Venturi.

Nella prima frazione è di fatto un faccia a faccia tra Zanchi e Betti, 12 e 10 punti nei primi 10′, che reggono il peso del proprio attacco, mentre difensivamente da una parte la Masi concede troppa libertà soprattutto nel tiro da 3, dall’altra riesce a pressare alto riuscendo in più di un’occasione ad andare in campo aperto grazie ai recuperi. Si conclude così il primo quarto 21-18. Il match segue anche nei secondi 10 minuti l’andamento dei primi con i padroni di casa che controllano i ritmi riuscendo anche ad allungare e chiudere il primo tempo con il punteggio di 41-32. E’ proprio a inizio ripresa, dopo l’intervallo che l’intensità ospite comincia a salire e l’inerzia, fino a quel punto salda in mano bianco-verde, cambia padrone con Calderara che dà il tutto per tutto per proseguire nello slancio dell’ultima vittoria con Veni. La partita di colpo è pari, con i padroni di casa che non riescono più a giocare come da copione in attacco e che proprio nel momento più difficile si affidano alle scorribande offensive di Freddi, difficilmente contenibile dalla difesa ospite e autore di 11 punti su 13 consecutivi tra fine terzo e inizio quarto quarto, per consentire ai suoi di rimanere in testa al match. Si arriva così all’ultimo quarto con la Masi avanti di 1 e, soprattutto, con un finale ancora tutto da giocare e una partita senza padrone. Per gli ospiti nemmeno a dirlo è Betti a tenere lì i suoi, 25 punti per lui alla fine e top scorer del match, ma proprio nel momento in cui sembrava che la partita fosse destinata ad un finale al cardiopalmo è Castaldini, con due triple consecutive, a tirare una spallata definitiva alla partita. Il margine così conquistato rimane fino alla fine con gli ospiti che, nonostante i tentativi disperati, non riescono più ad impattare la parità.

FOPPIANI – PALL. CORREGGIO 65 – 70

(16-26; 35-40; 49-57)

Fidenza: Lombardi 11, Iacomino 3, Moscatelli 7, Di Noia 11, Gaudenzi, Maggi 5, Lanzi, Parmigiani 9, Rivetti, Barcaroli, Montanari 14, Basso 5. All. Cavalieri.

Correggio:  Messori 4, El Ibrahimi 19, Conte 2, Riccò Fe. 13, Morgotti 5, Valli, Guardasoni, Riccò Fr. 13, Giaroni 9, Rustichelli 5, Ligabue. All. Notari.

PALL. NAZARENO – NEW BASKET MIRANDOLA 76 – 60

(13-17; 33-31; 46-49)

Carpi: Carretti 6, Valenti 14, Biello 8, Mantovani 7, Sutera, Ferrari 11, Salami 13, Bonfiglioli, Lavacchielli 17, Foroni, Sabbadini, Cavazzoli. All. Beltrami.

Mirandola: Manzi 4, Baccarani, Galeotti 8, Gasparini, Bega, Patrese 9, Vivarelli 11, Aspergo 3, Arletti 8, Nicolini 6, Truzzi 9, Tognoni 2. All. Dotti.

ANTAL PALLAVICINI – GESTER 70 – 76

(23-15; 33-37; 48-59)

Pallavicini: Cenesi 14, Finelli, Nanni G. 10, De Martini 3, Nadalini 4, Benuzzi 2, Sgarzi, Nanni M. 21, Tabellini, Minghetti 16, Bavieri, Monciatti. All. Bignotti.

S.P. Vignola: Badiali 3, Fiorini 5, Poluzzi 5, Barbieri 1, Caltapiano, Galvan 23, Zagni, Cuzzani 39, Houssama ne, Bastia. All. Sacchetti.

Si potrebbe catalogare come il classico match dai due volti: la Pallavicini ha dominato per i primi 14′, poi s’è inceppata e prima Cuzzani e poi Galvan hanno ribaltato il match, tanto che il finale ha avuto sì qualche brivido, ma più per la stanchezza dei due assi vignolesi che per meriti dei felsinei.

La cronaca: gli ospiti si presentavano senza Ganugi e Guidotti e la Pallavicini partiva subito forte con Matteo Nanni e Cenesi in evidenza (17-6 al 6′). Cuzzani iniziava il suo show e segnava solo lui per la formazione gialloblu. Sul 30-16, tap in di Benuzzi, con Cenesi a quota 12, non si vedeva alcuna possibilità per la formazione ospite, ma Cuzzani era indemoniato (29 all’intervallo!!!), mentre le seconde linee locali non facevano mai canestro e, così, col gioco da tre punti di Galvan, ecco il sorpasso (31-34), con Benuzzi espulso per somma di tecnici (obiettivamente troppi i contatti tra le due squadre non sanzionati nei primi venti minuti). Nella ripresa Cuzzani, pur rimanendo il pericolo pubblico numero 1, passava il testimone a Galvan, che infilava due triple che equivalevano ad altrettante coltellate per la Pallavicini. Quando, poi, anche Poluzzi segnava dalla lunga distanza, il tabellone segnava 48-62 ed era virtualmente finita. I padroni di casa, anche con la zona, erano bravi a non arrendersi e rientravano a -6 sul 64-70 a 2′ dalla fine, ma, poi, fallivano, per due volte, le bombe del possibile -3. Erano di Galvan, infine, i liberi della sicurezza.

VENI BASKET – LA TORRE 37 – 60

(4-21; 18-36, 25-42)

San Pietro in Casale: Gamberini 2, Pastore 5, Govoni 7, Maldini, Oseliero 2, Ventura 3, Palma, Ghedini, Ramzani 9, Fiore 4, Nardi 5. All. Folchi.

La Torre Reggio: Davoli A. 6, Giaroni 5, Vezzosi 4, Davoli L., Pezzarossa 2, Mazzi F., Mussini, Rivi 5, Melli 20, Margaria 14, Orlandini, Cantergiani 2. All. Romano.

La Torre si aggiudica il posticipo senza eccessivi affanni, sbancando il campo della Veni. I reggiani, probabilmente, vogliono cancellare il bruciante ko casalingo contro la Pallavicini, maturato dopo un supplementare, e così partono subito fortissimo. La squadra di casa segna il primo canestro, suo unico vantaggio, poi incassa un break di 19-0 e al 10’ il tabellone recita 4-21. Determinante Melli, autore di 11 punti nella frazione, per un parziale da cui il Veni non si riprenderà più. Prezioso come sempre il contributo di Margaria, ma, in una serata dove alcuni terminali come Filippo Mazzi e Vezzosi hanno le polveri bagnate, nota di merito va alla difesa, insieme al contributo offensivo degli under, con 12 punti complessivi tra Giaroni, Rivi e Cantergiani (i primi due classe ’99, il terzo 2000).

CLASSIFICA

CORREGGIO 18 10 9 1 747 566 +181
FULGOR FIDENZA 16 10 8 2 820 662 +158
MASI CASALECCHIO 16 10 8 2 721 649 +72
SCUOLA PALL. VIGNOLA 16 10 8 2 747 730 +17
NAZARENO CARPI 12 10 6 4 736 698 +38
VOLTONE ZOLA 12 10 6 4 721 710 +11
LA TORRE REGGIO EMILIA 12 10 6 4 660 682 -22
MAGIK PARMA 10 10 5 5 646 614 +32
PALLAVICINI BOLOGNA 10 10 5 5 689 725 -36
SCANDIANO 2012 6 10 3 7 621 654 -33
CASTELLANA CASTEL S.GIOVANNI 6 10 3 7 613 660 -47
STEFY BASKET BOLOGNA 6 10 3 7 618 665 -47
NEW BASKET MIRANDOLA 6 10 3 7 635 718 -83
SAMPOLESE 6 10 3 7 591 674 -83
VENI SAN PIETRO IN CASALE 4 10 2 8 598 668 -70
CALDERARA 4 10 2 8 662 750 -88

SERIE D/B 10° Giornata

BASKET VILLAGE – CESTISTICA ARGENTA 82 – 76

(18-20; 45-42; 66-60)

BK Village Granarolo: Carini 6, Bertusi ne, Marcheselli 4, Landuzzi 2, Morando 18, Neviani 4, Meluzzi 14, Polo 7, Nobis 9, Misciali ne, Nicotera 8, Paoloni 10. All. Ansaloni.

Argenta: Magnani 9, Quaiotto A. 19, Alberti D. 10, Tarroni ne, Bonora ne, Alberti A., Bianchi 2, Montaguti 13, Malagolini 17, Di Tizio 6. All. Bacchilega.

Ottima partita per la truppa di coach Ansaloni, che mantiene l’imbattibilità fra le mure di casa e raggiunge quota 12 in classifica.

Primo quarto combattuto, con le squadre che rispondono punto su punto. Sul finire del periodo Argenta tenta la fuga con un ottimo Quaiotto (9 punti nel quarto), ma i 6 punti di fila di Carini permettono ai padroni di casa di mantenere il contatto sul 18-20. Secondo quarto sulla falsariga del primo: grande equilibrio fra le due formazioni, che mantengono quasi sempre il contatto. Da segnalare l’ottimo canestro di Quaiotto su rimessa al volo, con solo 3 decimi da giocare, che manda le squadre all’intervallo sul 45-42. Al rientro dagli spogliatoi la battaglia continua, col Basket Village che riesce a mantenere sempre qualche lunghezza di vantaggio. A metà frazione un mini parziale di 11-4 permette di allungare sulla doppia cifra. Immediata, però, è la risposta di Argenta che, con due bombe di fila, chiude il periodo limitando il passivo a soli 6 punti (66-60). Pronti, via e subito un ottimo avvio di quarto per i padroni di casa. Una clamorosa tripla di Meluzzi (4/5 dalla lunga distanza per lui) porta il Village sul 75-64 a metà tempo. Ancora una volta, però, Granarolo non riesce ad ammazzare la gara e Argenta non si fa pregare: un paio di incertezze dei padroni di casa in attacco e un Montaguti scatenato riportano sotto Argenta, col punteggio di 78-75 a solo 1’30” dalla fine. Al termine le ottime difese schierate e la lotteria dei tiri liberi premiano il Basket Village, con una vittoria davvero meritata. Sulla sirena finale il tabellone recita 82-76.

PROGRESSO HAPPY BASKET ’07 – CESENA BASKET 2005 58 – 57

(20-19; 34-30; 44-48)

HB CastelMaggiore: Chiusoli 11, Boraggini  5, Solmi 5, Cocchi 9, Pellegrino 4, Tolomelli, Fiorentini 5, Giunchedi 7, Asciano, Colli 4, Marchetta 8, Placanica. All. Gemelli.

Cesena: Montalti 1, Rossi 5, Romano, Zoboli 15, Ruscelli 3, Vandelli 1, Pezzi, Benzi, Ambrogi, Tagliafierro 6, Dell’Omo 13, Balestri 13. All. Ruggeri.

SCUOLA BASKET FERRARA – SELENE BASKET 64 – 58

(13-19; 32-27; 47-48)

S.B. Ferrara: Pigozzi 5, Ardizzoni 2, Rimondi Ri., Pusinanti 9, Rimondi Ro. 13, Gavagna ne, Bertocco 12, Rizzatti 8, Grassi 4, Bereziartua 3, Proner, Beccari 8. All. Colantoni.

Sant’Agata sul Santerno: Scaccabarozzi 2, Spinosa 5, Bergantini 4, Rubbini 6, Vignudelli 1, Mastrilli 6, Totaro 23, Baldrati 11, Camorani, Montanari ne. All. Dalpozzo.

BELLARIA BASKET – POL. STELLA 77 – 58

(23-4; 44-19; 69-32)

Bellaria: Mazzotti, Galassi 21, Gori 4, Tassinari 18, Foiera 14, Maralassou 5, Benzi 4, Sirri 4, Distante 3, Benedettini 2, Tongue 2, Malatesta. All. Domeniconi.

Stella Rimini: Amadori 9, Egbutu 4, Pinto 13, Quartulli 1, Del Turco 26, Verni, Guerra 2, Pari 3, De Martino, Naccari ne. All. Casoli.

IMMOBILIARE 2000 – P.G.S. WELCOME 73 – 62

(29-24; 44-33; 59-47)

Gardens: Fioravanti 4, Nicolini 8, Giudici 18, Annunzi 15, Pezzano, Bonesi 2, Pedrielli 6, Ceccolini 7, Morra Ja., Mazzini 4, Venturi 9, Pierini. All. Morra Jo.

Pgs Welcome: Mazzetti ne, Dozza 10, Lamborghini, Calzolari 4, Credi, Bernardini 10, Guerra, Pellegrino, Martelli 10, Orlandi, Baroncini 4, Venturoli 24. All. Roveri.

DOLPHINS – BASKERS 71 – 90

(15-27; 38-59; 46-75)

Riccione: Medde 9, Pierucci 15, Puzalcon 2, Amadori 22, Chiestè 2, Vandi 6, Martinucci ne, Adduocchio, Serafini 2, Mazzotti 10, Buscherini ne, Zavatta 3. All. Ferro.

Forlimpopoli: Rossi 18, Rombaldoni 19, Piani ne, Cortini 9, Monday 4, Evangelisti 2, Neri, Biscaro 15, Guaglione 11, Lotti 12. All. Giannetti

CURTI – CASTIGLIONE MURRI BK 66 – 72

(16-13; 37-33; 53-46)

International Imola: Ricci Lucchi 6, Fazzi 4, Franzoni 2, Canovi 13, Bollati 1, Poli 3, Ravaglia 9, Spinosa 3, Verde 5, Barba 17, Wiltshire 3. All. Santi.

Castiglione Murri: Melino 3, Buriani 18, Venturi, Gandolfi 6, Varotto 12, Mantovani 11, Stefanelli 1, Parchi 3, Minerva 2, Secchi, Samoggia, Vetere 16. All. Fili.

PALL. PIANORO – PALL. BUDRIO 2012 69 – 79

(14-14; 38-29; 51-58)

Pianoro: Tosiani 10, Verardi 10, Bonazzi, Stefani 3, Ricci 18, Vaccari 2, Grandi 8, Bosco 5, Cavallini 3, Nicoletti, Selleri 9. All. Fasone.

Budrio: Fornasari 12, Conidi 9, Tugnoli 12, Tuccillo 15, Manini 15, Natali 2, Zanellati, Zitelli 2, Paolucci, Curti 4, Zambon 6. All. Simoncini.

RECUPERO

CESENA – STELLA 77 – 74

(27-7; 45-26; 60-51)

Cesena: Montalti 14, Rossi 6, Romano 7, Zoboli 17, Ruscelli 2, Vandelli, Babbini 5, Pezzi, Ambrogi 3, Tagliafierro 5, Dell’Omo 8, Balestri 10. All. Ruggeri.

Stella Rimini: Carlini 2, Amadori 28, Egbutu 8, Verni  4, Naccari 2, Bomba 2, De Martino, Pinto, Quartulli 7, Del Turco 21. All. Casoli.

Partita non adatta ai deboli di cuore, decisa sul filo di lana dopo un andamento a dir poco sconcertante. Cesena, appena reduce dalla “tragica” trasferta di Castel Maggiore, dove è riuscita a regalare la prima vittoria agli increduli padroni di casa, parte con il sangue agli occhi e si lancia in una fuga solitaria dai contorni epici. La Stella non segna praticamente mai e affonda a -20 senza dare alcun segnale di vita. Copione invariato nel secondo quarto, con Cesena che banchetta in ogni zona del campo, anche se Rimini lancia qualche segnale di risveglio. Intervallo lungo assai turbolento in casa ospite con coach Casoli che incrocia le braccia in totale rottura con i suoi e partita che sembra segnata anche alla luce del palese nervosismo che serpeggia in casa gialloblu. Cesena rimane in controllo per buona parte del terzo quarto, ma si concede le solite imperdonabili distrazioni che consentono a Rimini di rosicchiare qualche punto, sulla spinta di un ritrovato Del Turco, fino ad allora evanescente e improduttivo. In chiusura del quarto il vantaggio di casa è ancora molto solido (58-41) ma, improvvisamente, si accende Michele Amadori che, con una raffica letale, sigla il -9 di fine quarto (60 a 51). Più che inaspettatamente la partita prende fuoco e Cesena inizia a tremare, perché Amadori non sbaglia più nulla avvicinando poco alla volta i suoi ai sempre più disorientati padroni di casa. Si arriva ai minuti finali con Cesena ancora avanti di 8 (73-65), ma è ancora Amadori a siglare il -5, poi addirittura il – 1, sbagliando però il libero dell’incredibile possibile pareggio. Cesena è alle corde, ma proprio Amadori va a sbagliare il sottomano del sorpasso, poi ,dopo i liberi di Ambrogi e Tagliafierro, colpisce il ferro con la tripla del possibile overtime.

CLASSIFICA

BASKERS FORLIMPOPOLI 18 10 9 1 812 717 +95
BELLARIA 16 10 8 2 816 701 +115
S.B. FERRARA 16 10 8 2 703 678 +25
IMMOBILIARE 2000 BOLOGNA 14 10 7 3 749 670 +79
SELENE S. AGATA 14 10 7 3 713 668 +45
ARGENTA 12 10 6 4 799 726 +73
BASKET VILLAGE GRANAROLO 12 10 6 4 678 678 +0
PALL. BUDRIO 289 10 10 5 5 719 719 +0
PIANORO 8 10 4 6 766 767 -1
PGS WELCOME BOLOGNA 8 10 4 6 743 751 -8
CESENA BASKET 2005 8 10 4 6 662 689 -27
CASTIGLIONE MURRI BOLOGNA 6 10 3 7 716 752 -36
STELLA RIMINI 6 10 3 7 707 753 -46
INTERNATIONAL IMOLA 6 10 3 7 692 781 -89
RICCIONE 4 10 2 8 720 820 -100
HAPPY BK CASTELMAGGIORE 2 10 1 9 612 737 -125
1 2 3 164