Category Archives: Playground&3vs3

Matteiplast Alice Cus Bologna vince il “36° Marzocchini Playground dei Giardini Margherita”

Termina la 36esima edizione del “Marzocchini” Playground, in mezzo ad una fantastica cornice di pubblico, con la vittoria di Matteiplast Alice Cus Bologna, ai danni di Mulino Bruciato Csi Bologna, dopo una gara dominata ed indirizzata su binari favorevoli sin dal primo quarto.

I ragazzi di coach Lolli hanno ricevuto il premio dalle mani dell’Assessore con delega allo Sport del Comune di Bologna, Matteo Lepore. Il titolo di MVP del torneo è andato a Riccardo Iattoni, autentico protagonista della cavalcata vincente dei ‘cussini’.

Il premio di miglior marcatore è andato ad Andrea Tassinari di Fresk’O, autore di 114 punti; il titolo di miglior giovane lo ha conquistato il reggiano, classe 1999, Samuel Dilas, di Kaffeina Koy’s; il Most Improved Player è stato portato a casa da Alessandro Nucci, finalista con Mulino Bruciato Csi, mentre il premio Fairplay, offerto dalla FIP Emilia-Romagna, se lo aggiudicano, per la seconda volta consecutiva, i ragazzi di coach Belletti, i #sempreminors.

FINALE

MATTEIPLAST ALICE CUS BOLOGNA-MULINO BRUCIATO CSI 104-84

(41-20; 62-36; 86-53)

Matteiplast Alice: Brighi L. 6, Brighi A. 9, Sanguinetti 19, Savio, Pini 4, Cacace 12, Serravalli 5, Iattoni 13, Bartolozzi 6, Pederzini 17, Punti 10, Legnani 2. All. Lolli.

Mulino Bruciato: Picciolini, Montanari 7, De Pascale 4, Ranuzzi 16, Sterpi F., Montano 5, Pignatti 10, Cutolo 9, Nucci 15, Minghetti, Liburdi 15. All. “Bat” Sterpi.

Dominio Matteiplast. Non ci sono termini più precisi per descrivere la finale della 36esima edizione del “Marzocchini” Playground. Applicazione, concentrazione, dedizione, spirito di squadra, la giusta dose di cattiveria agonistica, unita a percentuali altissime, dall’arco, come dal campo, hanno fatto sì che il team dell’energico Coach Lolli potesse portare a casa l’ambitissimo primo posto. Una vittoria mai in discussione, complice un primo quarto ‘taglia-gambe’, in cui Matteiplast ha evidenziato i propri punti di forza ed inserito la freccia, sulle ali dell’entusiasmo. Nei restanti tre, i ‘bianco-blu’ hanno amministrato il match, giungendo, all’inizio dell’ultima frazione, addirittura, sul +37, salvo poi, staccare la spina e dimezzare il gap. Ma la festa era già partita. Pronti-via: dopo 19”, la tripla di Sanguinetti apre le danze. Pignatti prova a tenere botta agli attacchi dei ‘bianco-blu’ con due canestri dalla media, ma un break (12-2), a -7’29”, costringe Coach Sterpi al primo time-out. I ‘grigio-arancioni’ sono in totale confusione, non trovano la via del canestro e soluzioni semplici. I ‘bianco-blu’ difendono il pitturato, effettuano una fluida circolazione di palla e alternano penetrazioni a tentativi dall’arco, sempre in condizioni, piuttosto, favorevoli. Piunti, a -6’40”, dà il +13 ai suoi, ma ancora una volta, un ottimo Pignatti evita, sempre dalla media, che il gap si allunghi. E’ la bomba dell’Mvp del torneo, Riccardo Iattoni, a -5’24”, a dare il via al secondo strappo, quello decisivo. Sanguinetti e Lorenzo Brighi, due volte, mettono in mostra, anch’essi, le doti dalla linea dei sette metri, infuocando gli animi della panchina e degli spettatori. I canestri dall’arco, per i ‘bianco-blu’, saranno 6, solo nei primi 12’. Mulino Bruciato è in bambola e non riesce a reagire e la schiacciata, a due secondi dalla sirena, di Bartolozzi inchioda il risultato sul 41-20. Matteiplast continua a macinare gioco e, complice il quarto fallo, dopo 2’13” di Donato Cutolo, la strada si fa, ancor più, in discesa. I ‘bianco-blu’ dominano a rimbalzo ed il canestro, dalla media, dell’esperto Sanguinetti dà il +29, a -4’44”. La reazione di Mulino Bruciato è nelle mani del play Montanari che, coadiuvato da Ranuzzi e Liburdi, accorcia sul -22, a -2’29”. Si va, però, al riposo lungo sul 62-36. Coach “Bat” Sterpi prova a scuotere i suoi ed un inizio incoraggiante, complice la tripla del solito Ranuzzi, riporta i ‘grigio-arancio’ sul -20. Coach Lolli non vuole correre rischi e, nonostante i suoi abbassino le percentuali dall’arco, dà spazio al lungo e completo roster, amministrando il match e tenendo a distanza di sicurezza gli avversari, con un gap che si attesta fra i 22 e i 25 punti. Mulino Bruciato è in completo disfacimento e sinonimo della situazione è il nervosismo del neo-entrato Federico Sterpi. L’antisportivo inflittogli dà il via all’ennesimo allungo di Matteiplast, che va all’ultimo riposo sul +33, mettendo a referto 11 triple in tre frazioni. Le due penetrazioni di Piunti, in avvio, danno ai ‘bianco-blu’ il massimo vantaggio (+37). La squadra di Coach Lolli toglie il piede dal gas e fa partire la festa. La reazione dei ‘grigio-arancioni’, a partita oramai finita, rende soltanto meno amara una sconfitta ampiamente meritata.

36° Marzocchini Playground, la finale sarà Matteiplast Alice Cus Bologna vs Mulino Bruciato CSI

La penultima giornata del 36esimo “Marzocchini” Playground ha regalato, alla folta cornice di pubblico, i nomi delle due squadre che, questa sera, si affronteranno nella finale. Nella prima gara la quadrata Matteiplast Alice Cus Bologna ha superato, dopo due quarti di equilibrio, Fresk’O, calato alla distanza, per 96-78. Nella seconda sfida, invece, un’ottima Mulino Bruciato Csi ha sconfitto 92-82 Orplast Supermercati Metà, gravati dall’espulsione di Dordei a metà gara.

Le due squadre, qualificate, entrambe, come seconde nei gironi di qualificazione, hanno strappato i pass per la finale di questa sera, giovedì 13 luglio, che avrà inizio alle ore 21.

Questa sera, il 36esimo “Marzocchini” Playground avrà l’onore di ospitare l’Assessore con delega allo Sport, Matteo Lepore, e Francesco Ubertini, Magnifico Rettore dell’Alma Mater Studiorum Università di Bologna.

SEMIFINALI

MATTEIPLAST ALICE CUS BOLOGNA-FRESK’O 96-78

(23-24; 49-48; 73-64)

Matteiplast Alice Cus Bologna: Brighi L. 7, Brighi A. 3, Sanguinetti 5, Savio 7, Pini 1, Cacace 6, Seravalli 13, Iattoni 17, Bartolozzi, Pederzini R. 21, Piunti 11, Venturoli 5. All. Lolli.

Fresk’O: Tassinari 18, Smith, Beccaletto 8, Pederzini E. 5, Calegari, Santiangeli 23, Paci 5, Donadoni 5, Andreani 5, Cucci 9. All. Bretta.

Compattezza, consistenza, lunghezza, determinatezza, qualità. L’accoppiata Mangherini-Passarini pare conoscere a memoria i segreti che proiettano le squadre in fondo al Playground ed ha costruito un roster, assieme all’energico Coach Lolli, deputato alla vittoria finale. Nella semifinale di ieri sera, i ‘bianco-blu’ hanno superato, dopo un tempo di equilibrio, la mina vagante Fresk’O, calata alla distanza e apparsa troppo legata alle giocate delle ‘due stelle’, Tassinari e Santiangeli. Pronti via: la partenza di Matteiplast è strabiliante. Dopo 4’03”, parziale 11-1 e time-out obbligato per Coach Bretta. I ‘neri’ si rifanno sotto ed il contro-break 8-0, firmato dalle bombe di Andreani e dell’ala di Scafati, Santiangeli, riapre il match. A -2’14”, sul tabellone si legge 19-18. I ritmi si alzano e le squadre rispondono colpo su colpo. E’ il 2/2, in lunetta, del solito Santiangeli a mandare le squadre, al primo riposo, sul 23-24. Fresk’O sembra, nuovamente, rimasta negli spogliatoi e Matteiplast Alice non può che ringraziare. Altro break (12-2) e secondo strappo. Dopo 4’32” il risultato è sul 35-26 (+9). Cucci ed un nebbioso Tassinari accorciano sul 35-31, 1’23” dopo e le squadre restano a contatto. Matteiplast prova a mettere la testa avanti, ma Fresk’O non permette alla squadra di Coach Lolli di scappare, fino a quando, a -2’01”, la penetrazione dell’ottimo Iattoni regala ai ‘bianco-blu’ il +9. La reazione dei sanlazzaresi è immediata: break 8-2, con due triple in 16” di un Santiangeli on-fire e gara nuovamente riaperta (47-46, a -24”). Antonio Brighi, dalla media ed il tap-in di Cucci, in chiusura, mandano le squadre al riposo lungo sul 49-48. Coach Lolli, forte del lungo roster a sua disposizione, alterna e concede riposo ai suoi e, dopo 3’58”, un Riccardo Pederzini sugli scudi ridà il +5 ai ‘ristoratori’. La reazione è affidata alle giocate di Santiangeli che, a -6’05”, mostra tutto il repertorio (penetrazione, lunetta e dai sette metri) ed accorcia sul 57-55. Fresk’O è confusa e la stella Tassinari, che comunque a fine match siglerà 18 punti, si accende ad intermittenza. Nel momento più critico, i suoi tentativi, sbattono, più volte, sul ferro e Matteiplast inserisce la freccia. Riccardo Pederzini, Savio, Iattoni e Lorenzo Brighi danno esempio di compattezza difensiva e con fluide circolazioni e rapidi contropiedi siglano un 16-4 che taglia le gambe a Fresk’O (73-59 a -1’12”). Tassinari chiude il quarto con una penetrazione, seguita da una tripla e, all’ultimo riposo, le squadre sono sul 73-64. Coach Bretta carica i suoi e due penetrazioni dell’altro Pederzini, Emanuele, seguite dal 2/2 di Beccaletto riaprono la contesa. A -9’43” il risultato è, incredibilmente, sul 73-70. Gli animi si scaldano ed i sanlazzaresi iniziano a credere nell’impresa, ma esauriscono presto le energie e Matteiplast che non vuole correre rischi, guidata da Riccardo Pederzini e Seravalli, preme sull’acceleratore e con un super break 12-0 chiude la gara, a -3’53”, strappando il primo pass per la finale e facendo partire la festa.

MULINO BRUCIATO CSI-ORPLAST SUPERMERCATI META’ 92-82

(27-15; 49-40; 76-60)

Mulino Bruciato CSI: Picciolini, Montanari 11, De Pascale 5, Ranuzzi 16, Sterpi F., Montano 8, Pignatti 15, Cutolo 20, Nucci 10, Minghetti, Liburdi 7. All. “Bat” Sterpi.

Orplast Supermercati Metà: Folli 2, Dalpozzo 2, Bottioni 14, Amoni 2, Coviello 5, Martini 2, Crotta, Dordei 4, Trombetti 15, Poluzzi 15, Corcelli 9, Quartieri 12. All. Canè.

Dimostrazione di forza. Mulino Bruciato Csi piega Orplast Supermercati Metà e diventa la seconda finalista del torneo. Vittoria meritata per i ragazzi di “Bat” Sterpi al termina di una gara dominata, come in semifinale, per tutti i 48 minuti. Qualche piccolo rimpianto per Orplast che, all’intervallo, deve rinunciare a Dordei per espulsione ed è costretta, per il secondo anno consecutivo, ad abbondare il sogno in semifinale. Apre l’incontro Poluzzi dalla media, dopo 10”, risposta sull’asse Liburdi-Cutolo e controsorpasso di Amoni per l’unico vantaggio Orplast. Pignatti prima e Montanari poi, danno il via al dominio grigioarancio che si protrarrà fino al suono dell’ultima sirena. A -5’44” arriva il primo parziale di 9-2, aperto da Montanari e chiuso da Ranuzzi, che registra il vantaggio di +13 sul tabellone. La tripla di Montano sulla sirena, dopo il gioco da tre di Bottioni, fissa il punteggio sul 27-15. Il gap si attesta tra i 10 e i 13 punti, fino al break di 0-8 targato Trombetti, che riavvicina i biancocelesti a 7 lunghezze. Nucci dalla media, a -1’01”, chiude il primo tempo sul 49-40. Al ritorno in campo Orplast, dopo l’espulsione di Dordei arrivata nell’intervallo per proteste, sembra voler cambiare marcia e con Quartieri in versione cecchino, due triple da quasi 8 metri, riesce ad accorciare il gap a sole due lunghezze (53-51). Coach Sterpi chiede il minuto che rigenera i suoi ragazzi, e a -4’56”, la tripla di Nucci apre il parziale di 14-2 che chiude la terza frazione sul +16 (76-60). Gli ultimi 12 minuti si aprono con il parziale di 2-8 per l’albiceleste di Canè, che si riporta a 10 lunghezze dagli avversari, ma a -4’14”, Cutolo e De Pascale allungano sul +14 (88-74) e l’uno su due dalla lunetta di Trombetti taglia le gambe alle speranze di rimonta di Orplast. Ranuzzi, Mvp della gara con 16 punti, a -1’52”, mette a referto il canestro che chiude l’incontro e a poco serve la tripla finale di Poluzzi che chiude il match sul 92-82. Sarà dunque Mulino Bruciato l’avversaria di Matteiplast Alice Cus Bologna nella finale di questa sera, mentre ad Orplast Supermercati non resta che augurare buone vacanze sperando che sia il 2018 l’anno giusto per arrivare in finale.

36 Marzocchini Playground: Orplast sorprende Jus, Mulino Bruciato doma i #sempreminors

La quindicesima giornata del 36esimo “Marzocchini” Playground ha dato gli ultimi due verdetti ed ha completato il quadro delle quattro semifinaliste. Nel primo match, Orplast Supermercati Metà ha superato, dopo esser stata sotto anche di sedici lunghezze, nel secondo quarto, la finalista della scorsa edizione, Jus Banca Interprovinciale, per 97-91. Con la sconfitta delle ‘toghe’, che segue in ordine temporale quella di Kaffeina Koy’s, entrambe le finaliste della scorsa edizione salutano il Playground ai quarti. L’ultima squadra a strappare il pass per le semifinali è stata Mulino Bruciato Csi che, nel secondo quarto di serata, si è sbarazzata per 86-71 di #sempreminors, in un match che, tra allunghi e vantaggi dimezzati, ha visto il team di ‘Bat’ Sterpi sempre in vantaggio.
Questa sera il ‘campo dei miracoli’ ospiterà le due semifinali: nella prima gara (ore 20), Matteiplast Alice Cus Bologna se la vedrà con Fresk’O, in un match che si annuncia incandescente. A seguire Orplast Supermercati Metà affronterà Mulino Bruciato Csi. La finale, come già annunciato, sarà domani, Giovedì 13 Luglio, alle ore 21.00.
ORPLAST SUPERMERCATI META’-JUS BANCA INTERPROVINCIALE 97-91
(25-23; 46-56; 76-75)
Orplast: Folli 3, Dalpozzo, Bottioni 4, Amoni 4, Coviello 2, Martini, Crotta 8, Dordei 21, Trombetti 12, Poluzzi 15, Corcelli 21, Quartieri 7. All. Canè.
Jus Banca Interprovinciale: Nicolini, Lombardo A. 6, Marchetti 13, Cacciuni 2, Giancarli 3, Magrini 4, Tomasello 18, Bertocchi 2, Scozzaro 7, Donati 6, Zampolli 19, Elhadji 11. All. Totta.
V come vendetta. Orplast Supermercati Metà vendica la semifinale della scorsa edizione e supera, dopo esser stata sotto di sedici lunghezze, Jus Banca Interprovinciale, finalista della scorsa edizione. Per i ragazzi di Canè una grande reazione ed il merito di non essersi sgretolati nel momento più difficile. Per le ‘toghe’ di Totta il demerito ed il rimpianto di aver dilapidato un vantaggio così nitido, soprattutto dopo aver superato il proprio girone di qualificazione, denominato ‘della morte’, a pieni voti. In avvio la partita regala subito un vivace botta e risposta fra le due squadre, fino a quando, dopo 4’12”, gli ‘albiceleste’ sferrano il primo allungo (11-2) e obbligano Coach Totta al time-out. Il minuto è vitale per i ‘verdi’ che, con un 7-0, si riportano sul -4, a -3’17”. Le due squadre restano in equilibrio ed alla prima sirena il tabellone segna 25-23 Orplast. I ragazzi di Canè partono col piede sull’acceleratore e, dopo 1’31”, con un Trombetti sugli scudi, allungano nuovamente sul +7 (31-24). Jus inizia a difendere il pitturato, a far circolare velocemente la sfera e, con il passare del tempo, a trovare soluzioni spettacolari. Orplast è in bambola: non riesce ad arginare la fantasia dei ‘verdi’ e tanto meno a trovare soluzioni semplici per attaccare il ferro. Marchetti e Zampolli ricamano, Elhadji inchioda al ferro, in lay-up, per due volte consecutive. Il super-break è servito e sembra essere quello decisivo: 27-4 e risultato sul 35-51, a -3’04”. Gli esperti Corcelli e Quartieri, sul finale di quarto, accorciano il gap e vanno al riposo sul 46-56. La sfida si fa interessante: Poluzzi è on-fire e, in 1’48”, mette a segno 9 punti. Orplast ci crede e, a -9’19”, il match è incredibilmente riaperto: 57-62. L’altro numero 55, il nazionale italiano basket 3×3 Gionni Zampolli, risponde a Poluzzi con due giocate di fino che, coadiuvate dal tap-in di Tomasello, restituiscono a Jus il +11 (57-68, a -7’14”). La reazione di Orplast è stata domata e Jus dovrebbe amministrare la gara, con un buon margine a disposizione, ma, incredibilmente, va in confusione, ostinandosi a cercare la via del canestro dall’arco, evitando le penetrazioni dei ‘piccoli’ o la ricerca dell’ottimo Tomasello in post. E così gli ‘albiceleste’ non possono che ringraziare. Corcelli e Dordei si caricano la squadra sulle spalle ed il sorpasso è servito: break 13-1 e risultato sul 72-71, a -2’22”. Si va all’ultimo riposo sul 76-75. Crotta e Folli, dopo 1’23”, provano l’allungo (+5), prontamente rientrato, sotto i colpi di Elhadji e Tomasello. Orplast esaurisce i falli e la gara si frammenta. I ritmi si alzano, gli animi si infuocano e le squadre si rispondo colpo su colpo, viaggiando spesso in lunetta, con Orplast che mantiene a distanza Jus, con un possesso di vantaggio. Corcelli, dai sette metri, dà agli ‘albiceleste’ il +5, a -5’30”, ma alla gara da tre si iscrivono anche Zampolli e Marchetti che, intervallati dall’1/2, sempre di Corcelli, portano il risultato, a -3’58”, sull’88 pari. Tomasello, 28” dopo, è sicuro e fa 2/2 in lunetta e ridà il vantaggio alle ‘toghe’ (+2). Un super Corcelli, ancora dall’arco, ridà il +1 ad Orplast ed il 2/2 di Dordei, addirittura, il +3, quando manca 1’09” all’ultima sirena. A Tomasello tremano le mani e l’1/2, a -53”, pesa come un macigno. Quartieri, su un’invenzione dell’infuocato Corcelli e Dordei in lunetta chiudono il match e scrivono la parola fine alla contesa, strappando ai ‘verdi’ il pass per le semifinali che, probabilmente, a metà partita, sentivano già in tasca.
MULINO BRUCIATO CSI-#SEMPREMINORS 86-71
(22-17; 46-31; 68-53)
Mulino Bruciato CSI: Picciolini, Montanari 12, De Pascale 6, Ranuzzi 16, Sterpi F., Pignatti 8, Cutolo 15, Nucci 18, Minghetti 4, Liburdi 7. All. “Bat” Sterpi.
#sempreminors: Papa 6, Malagutti 7, Tomesani 2, De Vincenzo 4, Trentin 2, Astolfi 12, De Dominicis, Preti 7, Albertini 22, Tugnoli 9. All. Belletti.
Mulino Bruciato Csi supera nettamente #sempreminors e conquista l’ultimo posto disponibile nel quadro delle semifinali. Una vittoria meritata arrivata al termine di una gara dominata per 48 minuti, contro una giovane compagine come quella di coach Belletti, che dopo aver stupito nei gironi si è dovuta arrendere alla maggiore fisicità e organizzazione dei ragazzi di “Bat” Sterpi. Dopo 11” ci pensa Liburdi ad aprire le danze alzandosi dall’arco, a cui risponde Tugnoli poco dopo. Montanari ristabilisce le distanze e Cutolo, anche lui da tre, allunga sul +4 (8-4). I minors non ci stanno e si rifanno sotto, con i cinque punti consecutivi di Malagutti che valgono il primo ed unico vantaggio della gara per i “neri” (10-13). Il controsorpasso è nel tap-in di Cutolo (14-13), a -3’20”, che dà il via al dominio grigioarancio, chiudendo la frazione sul +5 (22-17). In apertura di secondo quarto arriva l’espulsione di Liburdi, che si vede fischiare il secondo tecnico in pochi minuti, ma l’episodio non sveglia i “neri” dal torpore, anzi, inietta nuova linfa nelle gambe e nelle braccia di Montanari e compagni e a -9’06”, il vantaggio è già di 13 lunghezze (30-17). Coach Belletti chiama un primo time-out, Malagutti il secondo, ma Mulino Bruciato Csi è ormai in fuga e l’elegantissimo gancio di Nucci, sulla sirena, sancisce il +15 (46-31), all’intervallo. La tripla, in apertura di secondo tempo, firmata ancora da Nucci, miglior marcatore dei suoi con 18 punti, segna il massimo vantaggio di 18 lunghezze (49-31), che chiude virtualmente la gara. Albertini, il migliore dei suoi e top scorer dell’incontro con 22 punti, e Astolfi provano a reagire segnando un parziale di 0-8 che riduce il gap a 10 lunghezze, ma coach Sterpi chiede il minuto e riorganizza i suoi, ristabilendo la distanza dagli avversari che si attesta tra i 13 e i 15 punti. Il colpo di grazia arriva da Donato Cutolo, Mvp della gara, che prende l’ennesimo rimbalzo della sua gara e con un coast to coast esaltante segna nuovamente il +18 sul tabellone (75-57). Astolfi da tre e una bellissima penetrazione di Tugnoli, a -5’28”, riaccendono un piccolo barlume di speranza per i minors, che tornano a -10 (79-69), ma i 5 punti consecutivi firmati Ranuzzi chiudono ufficialmente l’incontro sull’86-71. Termina l’avventura dei #sempreminors, i quali escono a testa alta, convinti di aver fatto un ulteriore passo avanti, mentre per Mulino Bruciato arriva il momento della verità nella semifinale contro Orplast Supermercati Metà, sperando di poter contare sul ritorno di Montano e su una maggiore serenità di Liburdi.
MERCOLEDI’ 12 LUGLIO
Ore 20 MATTEIPLAST ALICE CUS BOLOGNA-FRESK’O
Ore 22 ORPLAST SUPERMERCATI META’-MULINO BRUCIATO CSI
GIOVEDI’ 13 LUGLIO
Ore 21 FINALE

Matteiplast Alice Cus Bologna e Fresk’O sono le prime semifinaliste del “36° Marzocchini Playground”

La quattordicesima giornata del 36esimo “Marzocchini” Playground, in mezzo ad una colorata cornice di pubblico, non ha disatteso le aspettative. Nella prima gara, un’ottima Matteiplast Alice Cus Bologna ha superato i campioni della scorsa edizione, Kaffeina Koy’s per 95-78, accedendo così alle semifinali e candidandosi per il trionfo finale. I ragazzi di Coach Lolli, Mercoledì 12 Luglio, alle ore 20, si troveranno di fronte Fresk’O che, nell’altro quarto di finale di serata, ha battuto 99-97 Paddle Downtown, dopo esser stata sul massimo vantaggio (+21) a fine terzo quarto, salvo poi esser ripresa nel finale. E’ stato un canestro del solito Tassinari, a tre secondi dall’ultima sirena, a dare ai ‘neri’ di Coach Bretta il pass per le semifinali.

Questa sera, invece, si completerà il quadro dei quarti di finale, con due gare interessantissime. Nel primo match scenderanno in campo i finalisti della scorsa edizione di Jus Banca Interprovinciale contro Orplast Supermercati Metà. A seguire, la rivelazione del torneo, #sempreminors affronterà Mulino Bruciato CSI Bologna. Le semifinali andranno in scena Mercoledì 12 Luglio; la finale è fissata per Giovedì 13 Luglio, alle ore 21.00.

MATTEIPLAST ALICE CUS BOLOGNA-KAFFEINA KOY’S 95-78

(25-23; 53-38; 75-60)

Matteiplast: Legnani, Brighi 7, Sanguinetti 10, Savio 2, Pini 14, Cacace 6, Serravalli 3, Iattoni 17, Bartolozzi 5, Pederzini 12, Piunti 19. All. Lolli.

Kaffeina Koy’s: Woldetensae 7, Conti, Bastoni 11, Grillini 13, Cantore, Vijsnic 4, Cortesi 15, Gueye 5, Peroni 15, Dilas 8. All. Nanetti.

In un match che profumava di finale, Matteiplast Alice tira fuori gli artigli e supera i campioni uscenti di Kaffeina Koy’s, apparsi fin troppo confusi e abbacchiati, per 95-78. La franchigia di Coach Lolli, vantante un roster lungo e completo, dopo un primo quarto equilibrato, ha costretto Kaffeina ad inseguire e tra allunghi e vantaggi dimezzati, tra strappi letali ed illusioni di rimonta ha chiuso la gara sul +17, candidandosi, senza dubbio, alla vittoria finale. Pronti-via: dopo 52”, Kaffeina è sul +3. I ‘bianco-blu’ non ci pensano troppo ed un break (11-0) costringe Coach Nanetti al time-out, dopo 4’12”. Peroni accorcia, dall’arco, sul -5, a -7’34”, ma un super Iattoni si carica i suoi e mostra tutto il repertorio: dall’arco, dalla media, in penetrazione, in lunetta. A -4’19”, Matteiplast è sul 20-11 e Iattoni a referto già undici volte. Woldetensae, dall’arco, dà il via al contro-break (2-8) che costringe, anche Coach Lolli, al time-out (22-19, a -2’26”). Le squadre restano a contatto e, alla prima sirena, il tabellone segna 25-23 Matteiplast. Gli ‘harlem globetrotters’ restano negli spogliatoi ed i ‘ristoratori’ possono inserire la freccia per l’allungo decisivo: 32-23, a -8’28”. Matteiplast domina a rimbalzo, effettua una buona circolazione di palla ed amministra la gara, tenendo una nebbiosa Kaffeina a distanza di sicurezza, con un vantaggio che si attesta fra i 7 e i 12 punti. Fino a quando, a -1’17”, l’esperto Jack Sanguinetti, con la sua specialità, il tiro dai sette metri, dà il +15 e manda le squadre al riposo lungo sul 53-38. I ‘senatori’ Gueye e Cortesi accorciano sul -10, dopo 1’55”. Coach Lolli ha vasta scelta in panchina e Cacace, Pederzini e Bartolozzi mettono a referto un ulteriore break: 12-2 e +20 Matteiplast, a -6’01”. La gara sembra chiusa ma le triple consecutive di Grillini e Peroni rincuorano i campioni uscenti che hanno una reazione d’orgoglio ed accorciano sul -8, a -1’25”. Piunti è pragmatico e con 5 punti, negli ultimi 47”, spazza via i sogni di rimonta dei ragazzi di Coach Nanetti che ritornano a -15. Matteiplast gestisce il vantaggio, fino a quando, a -8’28”, una fiammata improvvisa dall’arco di Cortesi dà il via ad un ulteriore break. Gli animi si surriscaldano, i ‘ristoratori’ spengono la luce ed il 9-0 stringe la forbice del distacco, gasando i campioni uscenti e riaprendo la contesa: 79-73 a -6’29”. Kaffeina, suo malgrado, ha esaurito le risorse e Pini prima, Piunti poi, chiudono la gara con un break 16-5 che può far partire i festeggiamenti e proietta il team di Mangherini-Passarini direttamente in semifinale.

PADDLE DOWNTOWN-FRESK’O 97-99

(20-22; 41-54; 59-72)

Paddle Downtown: Sabatini 23, Buriani 2, Riguzzi N. 2, Galassi, Riguzzi F. 24, Lenti 19, Brancaleoni, Bergami, Di Rauso 10, Saccà 8, Ricci 3, Maccaferri 6. All. “Billo” Riguzzi

Fresk’O: Tassinari 29, Smith 4, Cuccarese, Beccaletto 4, Arrigoni 10, Calegari, Santiangeli 21, Paci 4, Donadoni 21, Andreani 4, Sangiorgi 2. All. Bretta

Ad un passo dal miracolo, ma alla fine vince Fresk’O. Un quarto di finale spettacolare deciso, a tre secondi dalla fine, dal solito Andrea Tassinari, che si aggiudica il titolo di MVP della serata e porta la sua franchigia tra le migliori quattro del torneo. Esce a testa altissima la giovane compagine di “Billo” Riguzzi, alla quale non è bastata una strepitosa rimonta nel finale e le ottime prestazioni di Sabatini, Lenti e Filippo Riguzzi. Prima frazione nella quale regna l’equilibrio e si fa fatica a trovare la via del canestro: sblocca la situazione Tassinari dalla lunetta, dopo 2’15”, rispondono Nicola Riguzzi e Sabatini. Le squadre restano a contatto fino alla prima sirena, sul 20-22 dei “neri”, con il canestro a -9” di Beccaletto. Il primo parziale significativo arriva in apertura di secondo quarto, ancora nel segno di Beccaletto che da il via al 2-11, costringendo coach Riguzzi al timeout, sul 22-33, a -8’59”. Il minuto serve a poco e, grazie ai canestri di Donadoni, il gap aumenta fino al +16 (34-50). La tripla di Ricci a 18” secondi dall’intervallo riduce il distacco a 13 lunghezze (41-54). Il ritorno sul campo è ancora nel segno dei ragazzi di Bretta: Tassinari apre dai 7 metri, Donadoni lo imita e Santiangeli spara direttamente da casa sua; Lenti è l’unico che prova a reagire, ma a -4’56” Fresk’O raggiunge il massimo vantaggio di +21 (51-72). Gara virtualmente chiusa? No, perché siamo al campo dei miracoli. I “neri” abbassano la guardia e chiudono il quarto subendo un parziale di 8-0, aperto da Sabatini e sugellato da Saccà. Gli ultimi 12 minuti sono puro godimento. Sabatini rifila un tunnel ad Arrigoni e serve Di Rauso che appoggia a canestro, Filippo Riguzzi mette a referto due bombe e il gap è ridotto a 4 lunghezze (75-81). Coach Bretta chiede il timeout per spronare i suoi, i quali riescono a riportarsi di nuovo a +6 con Paci, ma è ancora Sabatini ad illuminare con un assist sotto le gambe per Lenti, che non sbaglia il tap-in. Filippo Riguzzi mette a referto l’ennesima bomba e Maccaferri, anche lui da tre, sigla il clamoroso pareggio, 87-87. Tassinari riporta i suoi sul +5 (88-93), a -3’14”, ma Arrgioni, fermando il contropiede di Filippo Riguzzi, vede fischiarsi un antisportivo che riapre di nuovo la contesa e, a 50” dalla fine, è nuovamente parità sul 95-95. Il finale è un vero e proprio film. I due giocatori più attesi, i due playmaker, iniziano un match personale. Tassinari, a -33”, porta avanti i suoi penetrando tra le maglie avversarie; Sabatini risponde quasi da tre, solo che calpesta la linea, quando mancano 23”. L’ultimo possesso è per l’MVP che prova di nuovo a penetrare, ma ben difeso prova un lay-up che finisce sul ferro, il rimbalzo sfugge dalle mani dei “rossoblu” e Tassinari, dalla media, a 3” dalla sirena, avendo una seconda occasione, non perdona (97-99). “Billo” Riguzzi chiede il minuto, disegna lo schema per Sabatini che prova il buzzer beater da centrocampo, ma vede il pallone spegnersi sul tabellone. Escono tra gli applausi i giovani terribili di Paddle Downtown e vince Fresk’O, che mercoledì, in semifinale, troverà di fronte una solida Matteiplast Alice Cus.

36° Marzocchini Playground: lunedì al via i quarti, giovedì è in programma la finale

La tredicesima giornata del 36esimo “Marzocchini” Playground ha visto superare, alle ore 20.15, in un match dai ritmi blandi e amichevoli, i campioni in carica di Kaffeina Koy’s su Bv Infissi Art. Bo. per 67-50. A seguire, Chalet Giardini Margherita, in un altro match che non modificava le sorti del girone C, ha sconfitto, dopo, addirittura, due supplementari, Fresk’O per 91-85 ed ha regalato a Coach Torrella la prima vittoria, in due edizioni, ai Gardens.

Come consuetudine il Playground si fermerà nel week-end, ridando appuntamento a tutti a Lunedì 10 Luglio, per l’ultima settimana della 36esima edizione.

LUNEDI’ 10 LUGLIO

Ore 20        KAFFEINA KOY’S – MATTEIPLAST ALICE CUS BOLOGNA (GARA 1)

Ore 22        FRESK’O – PADDLE DOWNTOWN (GARA 2)

MARTEDI’ 11 LUGLIO

Ore 20        JUS BANCA INTERPROVINCIALE- ORPLAST SUPERMERCATI META’ (GARA 3)

Ore 22         #SEMPREMINORS – MULINO BRUCIATO CSI BOLOGNA (GARA 4)

MERCOLEDI’ 12 LUGLIO

Ore 20        VINC. GARA 1-VINC. GARA 2

Ore 22        VINC. GARA 3-VINC. GARA 4

GIOVEDI’ 13 LUGLIO

Ore 21        FINALE

Di seguito, la classifica dei primi dieci marcatori, aggiornata alla fine dei gironi.

Lazzaro 69 (Hotel Cosmopolitan Belli Comodi)

Tassinari 67 (Fresk’O)

Riguzzi F. 61 (Paddle Downtown)

Sabatini 58 (Paddle Downtown)

Liburdi 55 (Mulino Bruciato Csi Bologna)

Italiano 50 (Mercanzie Squad)

Daniel 46 (Mercanzie Squad)

Quaiotto 46 (Angelica Trasporti)

Grilli 43 (Mulino Bruciato Csi)

Marchetti 43 (Jus Banca Interprovinciale)

Mastellari 43 (Gambari Ingranaggi Car)

Pesaresi 43 (Team Riviera Casadei)

KAFFEINA KOY’S-BV INFISSI ART. BO 67-50

(20-16; 42-26; 57-36)

Kaffeina Koy’s: Tinsley 13, Nanni 6, Conti, Bastoni 12, Grillini 8, Cantore 5, Abdul 4, Silimbani 4, Semeraro, Dilas 15. All. Nannetti.

BV Infissi Art. BO: Fioravanti 3, Tuccillo 5, Guazzaloca A., Zucchi 2, Pierini 7, Grandi 3, Guazzaloca F. 23, Monari 5, Innocenti 2. All. Luparello.

Una gara che non aveva nulla da chiedere, un’amichevole vera e propria vinta dai ragazzi di coach Nannetti ampiamente rimaneggiati. Non riesce a conquistare due punti storici la vincitrice dell’Ozzangeles Playground, privata anche del suo allenatore perché in campo con gli avversari. Da questa situazione paradossale ne è uscito fuori un 67-50 che ha regalato molti sorrisi tra gli amici scesi in campo, ma poco divertimento per chi sperava in una gara più combattuta. Ad aprire le danze sono le triple di Pierini e Tinsley, con le due squadre che restano a contatto per 6’19”, poi è ancora il 7 dei “trotters”, dai 7 metri a cambiare il passo per tentare il primo allungo (15-9). Al suono della sirena, dopo una bella schiacciata di Silimbani, la tripla di Tuccillo chiude la frazione sul 20-16. Nel secondo quarto i campioni in carica, sicuri del primo posto già raggiunto nel girone, decidono di mostrare il loro potenziale, ed in 2’30”, piazzano un parziale di 8-0 che stende gli avversari. Il gap aumenta a cavallo del secondo e terzo quarto, sotto i colpi di un ispirato Dilas, che a -17’55”, segna il +25 (51-26), massimo vantaggio della serata. La reazione degli “arancio” è molto timida ed è tutta nei 23 punti di Federico Guazzaloca, così, il distacco tra le due squadre, al termine della gara, è ridotto a 17 lunghezze. Un match che ha permesso ai Kaffeina Koy’s di risparmiare energie in vista del quarto di finale, molto interessante e dal sapore di finale anticipata, contro l’organizzata compagine di Matteiplast Alice Cus Bologna. Per la squadra proveniente dal torneo di qualificazione di Ozzano, un saluto alla prossima edizione.

CHALET GIARDINI MARGHERITA-FRESK’O 91-85 d2ts

(25-22; 43-36; 57-48; 73-73; 79-79)

Chaleti Giardini Margherita: Alaimo 4, Neviani 4, Cempini 15, Marchi 8, Torriglia 10, Bonetti 17, Tugnoli 10, Mellara 1, Allodi 6, Ostapyuk 6, Bertuzzi 8, Brotza 2. All. Torrella

Fresk’O: Tassinari 25, Smith, Cuccarese 21, Tapia 2, Santiangeli 21, Paci 10, Beccaletto 6. All. Bretta.

Avevamo paura di non vincere mai – a parlare è Nicolò Bonetti, Mvp del match – ma adesso ci siamo sbloccati”. Ebbene sì, dopo addirittura due supplementari, Chalet Giardini Margherita supera Fresk’O, in un match senza fini di classifica, ma che i ragazzi di Coach Torrella hanno onorato e condotto per tre quarti di gara. Per i ‘grigioverdi’ arriva la prima vittoria dopo due edizioni del Playground e dopo la sfortunata gara, persa all’overtime con Orplast. Per un Fresk’O piuttosto ristretto, con soli sette giocatori iscritti a referto, una sconfitta indolore, dato il primo posto nel girone C, archiviato già giovedì sera. Pronti, via: le squadre sono in equilibrio e si rispondo colpo su colpo. Le percentuali dall’arco sono altissime e tra Cuccarese, Tassinari e Bertuzzi si apre una gara nella gara, fino a quando, a -3’25”, i ragazzi di Coach Torrella inseriscono la freccia ed un break 9-2 regala loro il +5 (19-14). Cuccarese e Santiangeli rispondo dall’arco, a -1’04”, ma Neviani e Cempini (10 punti nella prima frazione) portano i ‘grigioverdi’ al primo riposo sul +3 (25-22). Chalet prova ad amministrare la gara e, complice un apporto piuttosto distratto dei ‘neri’ in fase difensiva, a -1’36”, si porta sul +12 (42-30), con Ostapyuk sugli scudi. L’allungo rientra prontamente: i tre di A2, Paci, Santiangeli e Tassinari non ci pensano troppo. Parziale 6-1 e si va al riposo lungo sul -7 (43-36). Chalet è concentrato e vuole portare a casa i due punti e, nella terza frazione, gestisce al meglio gli assalti di Fresk’O, guidando il match con un vantaggio che si attesta tra i 5 e i 9 punti. Si va al riposo sul 57-48. In apertura dell’ultima frazione, Torriglia dall’arco prima, dalla media poi, ridà il massimo vantaggio ai ‘grigioverdi’ (+12, come a fine seconda frazione) e la gara sembra in discesa. Fresk’O non ci sta: inizia a difendere il pitturato e a trovare soluzioni che non siano semplicemente dall’arco, alternandole con giocate in post del lungo Paci e a penetrazioni di Cuccarese. Il break è servito: 17-2, intervallato anche dal time-out di Coach Torrella e soprasso Fresk’O. Il tabellone segna 66-69, a -1’49”. La tripla dell’ottimo Cuccarese, a -58”, dà il +6 e sembra chiudere la contesa, ma una reazione veemente dei ‘grigio-verdi’, guidati dalle penetrazioni di Bonetti, accorcia sul -3, a -21”. I ‘neri’ pensano già ai quarti e Tassinari, a -14”, invece di far scorrere i secondi, tira dalla linea dei sette metri: ferro e possesso Chalet. Marchi, tra lo stupore generale, a -3”, si alza dall’arco e mette a referto una tripla incredibile. 73 pari: overtime. I ‘grigioverdi’ ci credono ed intravedono i due punti: Marchi e Tugnoli mettono a segno il primo strappo che potrebbe essere quello decisivo. A -1’22”, i ragazzi di Coach Torrella sono sul +5. Il solito Tassinari si fa perdonare e, prima dall’arco, poi in lunetta, a -7”, mette a referto altri 5 punti: 79 pari e, ancora tra lo stupore, secondo supplementare. Fresk’O non ne ha più e Chalet inserisce la freccia, guidata dai soliti Bonetti e Cempini: nuovamente +5, a -57”. Il play ex Andrea Costa Imola è infinito e, quando sulla gara sembrava ci fosse la parola fine, a -28”, riporta i ‘neri’ sul -2 e lascia intravedere un incredibile terzo prolungamento. Il 2/2 in lunetta e la penetrazione, a -5”, di Bonetti chiudono la gara e fanno esplodere di gioia i ‘grigioverdi’, alla prima vittoria nella manifestazione.

CLASSIFICHE AL TERMINE DELLA PRIMA FASE

GIRONE A

Kaffeina Koy’s 6 (3-0);

Mulino Bruciato CSI Basket Bologna 4 (2-1):

Angelica Trasporti 2 (1-2);

Art.Bo. Bv Infissi Ozzangeles 0 (0-3)

GIRONE B

Jus BO BK Banca Interprovinciale 6 (3-0);

Matteiplast Ristorante Alice 4 (2-1);

Team Riviera Casadei 2 (1-2);

Mercanzie Squad 0 (0-3)

GIRONE C

Fresk’O 4 (2-1);

Orplast Supermercarti Metà 4 (2-1);

Gambari Ingranaggi Car 2 (1-2);

Chalet Giardini Margherita 2 (1-2)

GIRONE D

#sempreminors 6 (3-0);

Paddle Downtown 4 (2-1);

Hotel Cosmopolitan Belli Comodi 2 (1-2);

Ciaccio Casa 0 (0-3)

36° Marzocchini Playground, tutti i risultati della prima fase

MARTEDI’ 20 GIUGNO

1° TROFEO EMIL BANCA PINK: MATTEIPLAST – BSL 31 – 34

CIACCIO CASA – PADDLE DOWNTOWN 71 – 81

MERCOLEDI’ 21 GIUGNO

1° TROFEO EMIL BANCA PINK: LIBERTAS BO – CAVEZZO 52 – 53

ORPLAST SUPERMERCATI META’ – FRESK’O 59 – 60

GIOVEDI’ 22 GIUGNO

HOTEL COSMOPOLITAN BELLI COMODI – #SEMPREMINORS 57 – 81

FINALE 1° TROFEO EMIL BANCA PINK: BSL – LIBERTAS BOLOGNA 44 – 55

LUNEDI’ 26 GIUGNO

CHALET GIARDINI MARGHERITA – GAMBARI INGRANAGGI CAR 49 – 62

MATTEIPLAST ALICE CUS BOLOGNA – MERCANZIE SQUAD 80 – 77

MARTEDI’ 27 GIUGNO

KAFFEINA KOY’S – ANGELICA TRASPORTI 69 – 53

MATTEIPLAST ALICE CUS BOLOGNA – JUS BANCA INTERPROVINCIALE 67 – 72

MULINO BRUCIATO CSI – BV INFISSI ART. BO OZZANGELES 87 – 53

MERCOLEDI’ 28 GIUGNO

#SEMPREMINORS – PADDLE DOWNTOWN 101 – 80

MULINO BRUCIATO CSI – ANGELICA TRASPORTI 91 – 67

GIOVEDI’ 29 GIUGNO

ORPLAST SUPERMERCATI META’ – CHALET GIARDINI MARGHERITA 78 – 74 dts

TEAM RIVIERA CASADEI – JUS BANCA INTERPROVINCIALE 69 – 78

VENERDI’ 30 GIUGNO

JUS BANCA INTERPROVINCIALE – MERCANZIE SQUAD 70 – 67

GAMBARI INGRANAGGI CAR – ORPLAST SUPERMERCATI META’ 53 – 76

LUNEDI’ 3 LUGLIO

BV INFISSI ART. BO OZZANGELES – ANGELICA TRASPORTI 59 – 67

CIACCIO CASA – #SEMPREMINORS 71 – 73 dts

MARTEDI’ 4 LUGLIO

MERCANZIE SQUAD – TEAM RIVIERA CASADEI 69- 71

CIACCIO CASA – HOTEL COSMOPOLITAN BELLI COMODI 99 – 105 dts

MERCOLEDI’ 5 LUGLIO

PADDLE DOWNTOWN – HOTEL COSMOPOLITAN BELLI COMODI 84 – 79

MATTEIPLAST ALICE CUS BOLOGNA – TEAM RIVIERA CASADEI 81 – 61

GIOVEDI’ 6 LUGLIO

Ore 20,15 FRESK’O – GAMBARI INGRANAGGI CAR 84 – 75 dts

Ore 22 KAFFEINA KOY’S – MULINO BRUCIATO CSI 79 – 71

VENERDI’ 7 LUGLIO

BV INFISSI ART. BO OZZANGELES – KAFFEINA KOY’S 50 – 67

CHALET GIARDINI MARGHERITA – FRESK’O 91 – 85 d2ts

LUNEDI’ 10 LUGLIO

Ore 20 QUARTO DI FINALE

Ore 22 QUARTO DI FINALE

MARTEDI’ 11 LUGLIO

Ore 20 QUARTO DI FINALE

Ore 22 QUARTO DI FINALE

MERCOLEDI’ 12 LUGLIO
Ore 20 SEMIFINALE
Ore 22 SEMIFINALE
GIOVEDI’ 13 LUGLIO
Ore 21 FINALE

“36° Marzocchini Playground”, Kaffeina Ko’s e Fresk’o vincono i rispettivi i gironi

La dodicesima giornata del 36esimo “Marzocchini” Playground ha dato gli ultimi verdetti ed ha completato il tabellone dei quarti. Nella prima sfida, Fresk’O ha superato, solo dopo un tempo supplementare, Gambari Ingranaggi Car per 84-75 e, nonostante debba giocare ancora questa sera, ha già in mano il primo posto nel girone C. Alle ore 22, invece, in un clima da finale, i vincitori della scorsa edizione, i Kaffeina Koy’s hanno superato 79-71 Mulino Bruciato Csi, in una sfida che consegnava alla vincente il primo posto nel girone A. Questa sera si concluderanno i gironi e, alle ore 20.15, Bv Infissi Art. Bo., vincitori dell’Ozzangeles Playground, se la vedranno con Kaffeina Koy’s, in un match dai ritmi soft, data l’eliminazione dei primi e l’aritmetico primo posto dei secondi; alle ore 22.00, si completerà il quadro con la gara tra Chalet Giardini Margherita e Fresk’O. Come consuetudine il Playground saluterà gli spettatori ed andrà in riviera nel week-end, ridando loro appuntamento a Lunedì 10 Luglio, per i quarti di finale.

Gli accoppiamenti sono pronti, ora tocca alle squadre accordarsi per le date e gli orari. Kaffeina Koy’s se la vedrà con Matteiplast Alice Cus Bologna, Fresk’O con Paddle Downtown, Jus Banca Interprovinciale con Orplast Supermercati Metà e #sempreminors con Mulino Bruciato CSI Bologna.

GAMBARI INGRANAGGI CAR-FRESK’O 75-84 dts

(20-24; 32-36; 51-53; 71-71)

Gambari Ingranaggi Car: Bonesi, Valente 10, Mastellari Ma. 22, Valenti, Sollazzi 19, Taddei 5, Lasagni 7, Ricci 6, Onuoha 6, Santini, Pesino. All. Mastellari Mi.

Fresk’O: Tassinari 17, Cuccarese 4, Smith 2, Tapia 6, Calegari 4, Santiangeli 13, Paci 17, Andreani 16, Sangiorgi 6. All. Bretta.

Fresk’O si sbarazza, solo dopo un tempo supplementare, di Gambari Ingranaggi Car e conquista il primo posto nel girone C. I ‘neri’ di Bretta superano 84-75 i ‘rossi’ di Mastellari, in un match in cui hanno dato l’impressione di poter chiudere la gara da un momento all’altro, dato un tasso tecnico più alto, ma un po’ per negligenza propria, un po’ per merito degli avversari, ci sono riusciti, solo dopo cinque minuti aggiuntivi. In avvio la partita regala subito un vivace botta e risposta tra le due squadre, fino a quando, a -6’33”, i ‘neri’ inseriscono la freccia e siglano un 8-2 che li porta sul 15-8. La reazione di Gambari è immediata: Lasagni dall’arco e Sollazzi in penetrazione riaccorciano sul -2, a-3’32”. Le squadre ribattono colpo su colpo e vanno al riposo sul 20-24. Dopo 51”, Mastellari mette a referto una tripla che dà il -1. Alla gara da tre si iscrive anche l’altro numero otto, Tapia, che, 22” dopo, ridà il +4. La gara nella gara non è finita e, 14” dopo, ancora Mastellari, dalla linea dei sette metri, riaccorcia sul -1. Le squadre restano a contatto ed il tap-in di Taddei, a -4’31”, dà il pareggio: 31 pari. Il tabellone resta fermo per 3’12”, fino a quando l’1/2 di Ricci dà il vantaggio ai ‘rossi’. Santiangeli e Tassinari, in 40”, bloccano l’entusiasmo di Gambari e vanno al riposo lungo sul +4, come a fine prima frazione. Fresk’O prova l’allungo con il gioco da tre di Santiangeli che dà, ai ‘neri’, il +7, ma i soliti Sollazzi e Mastellari, a -5’15”, accorciano sul -2. Fresk’O amministra il match, con un vantaggio che si attesta fra i 2 e i 5 punti, fino a che Onuoha e Mastellari dall’arco riportano Gambari sul +2 (47-45, a -2’58”). Le squadre restano a contatto fino alla penultima sirena, con il tabellone che segna 51-53 Fresk’O. La bomba, dopo 22”, di Valente ridà il vantaggio a Gambari (+1). Fresk’O decide di sfruttare i chili ed i centimetri di Paci ed il break 9-2, dopo 2’48”, riporta i ‘neri’ sul +6. Tassinari & co. danno l’impressione di poter chiudere la contesa, ma ancora un apporto leggero in fase difensiva dà speranza ai ‘rossi’ che accorciano sul -3, a -5’35”. I ‘neri’ provano a mettere la testa avanti, ma Gambari non permette alla squadra di Bretta di scappare. Fino a quando, a -4’04”, Sollazzi, autore di un’ottima gara, accorcia, nuovamente, sul -1. Il team sanlazzarese si porta nuovamente sul +3 e vede già la fine. I ‘neri’ sono troppo distesi e la tripla, a 34” dalla sirena, del solito Martino Mastellari (22 punti totali) regala a Gambari i supplementari. I ‘rossi’, mai come in questo momento, credono nella qualificazione, ma per andare ai quarti serve una vittoria con un buon margine, per sperare nell’arrivo a pari punti di tre squadre e passare grazie alla differenza canestri. L’overtime, però, dura ben poco: Ricci dà il vantaggio ai ‘rossi’, in apertura, ma la stanchezza si fa sentire e Fresk’O, complice una maggiore esperienza, sigla un break (13-2) che chiude la contesa e regala a Coach Bretta il primo posto nel girone C.

MULINO BRUCIATO CSI-KAFFEINA KOY’S 71-79

(18-19; 34-40; 54-59)

Mulino Bruciato CSI: Grilli 12, Picciolini, Montanari 6, De Pascale 4, Conversano, Ranuzzi 7, Sterpi, Pignatti 7, Cutolo 10, Nucci 8, Minghetti, Liburdi 17. All. “Bat” Sterpi.

Kaffeina Koy’s: Nanni 8, Woldetensaye, Bastoni 10, Grillini 6, Cantore 2, Tinsley 2, Cortesi 19, Gueye 16, Peroni 6, Dilas 11. All. Nannetti.

Primo posto. Kaffeina Koy’s supera Mulino Bruciato Csi e si aggiudica la vetta del girone A, dopo una partita equilibrata, decisa solamente nel finale dall’esperienza dei campioni in carica. Si deve accontentare della seconda posizione la banda di “Bat” Sterpi, orfana di Montano, ma pronta a dare battaglia alla prossima avversaria nei quarti di finale. Si parte nel segno di Liburdi e Gueye, 7 punti per il primo e 8 per il secondo, dopo 7’26”, con il punteggio fissato sul 15-15. Muove le acque De Pascale dalla media, Grillini risponde a tono e il solito Gueye riporta i “trotters” avanti di uno, Pignatti dalla lunetta fa uno su due e chiude il quarto sul 18-19. Bisogna attendere la metà della seconda frazione per vedere il primo mini break di 0-5, targato Cortesi, che vale il 29-34, uno scarto esiguo che aumenta di una lunghezza all’intervallo (34-40). Il ritorno sul campo, per il terzo quarto, è firmato Dilas, ma gli “aranciogrigi” non ci stanno e i 6 punti consecutivi di Ranuzzi riducono il gap fino al 40-42. Le squadre impattano, grazie alla tripla di Nucci, sul 46-46, ma l’equilibrio è destinato a durare pochissimo, giusto il tempo di scrivere sul tabellino le due bombe consecutive di Peroni, che riportano i Kaffeina Koy’s sul +6 (46-52). Un duro colpo che Mulino Bruciato Csi non riuscirà più a riassorbire. Gli ultimi dieci minuti esaltano i campioni in carica, che sull’asse Bastoni-Cortesi arrivano fino al massimo vantaggio di +11 (59-70), a -5’36”. Grilli prova a reagire sparando dall’arco, ma Gueye e il solito Cortesi, Mvp della gara con 19 punti, chiudono la disputa sul 71-79. Per i ragazzi di Nannetti, nei quarti di finale, arriva Matteiplast Alice Cus Bologna, seconda nel girone più difficile di questa edizione, in una sfida dal sapore di finale.

“36° Marzocchini Playground Giardini Margherita”, Paddle Downtown e Matteiplast Alice Cus accedono ai quarti

I gironi volgono al termine e, anche, l’undicesima giornata del 36esimo “Marzocchini” Playground, è stata una serata di verdetti. Nella prima sfida, Paddle Downtown ha superato, per 84-79, Hotel Cosmopolitan Belli Comodi, in un match da dentro o fuori. Per i ragazzi di ‘Billo’ Riguzzi secondo posto nel girone e qualificazione ai quarti di finale. Stesso esito per Matteiplast Alice Cus Bologna che, alle ore 22, ha sconfitto 81-61 i riminesi del Team Riviera Casadei e, data la quadratura e la qualità del roster, si candida come una delle favorite per la vittoria finale. Questa sera, alle ore 20.15, Fresk’O, dopo l’ottimo esordio, affronterà Gambari Ingranaggi Car; alle ore 22.00, invece, i campioni in carica di Kaffeina Koy’s se la vedranno con Mulino Bruciato, in un virtuale scontro per la vetta della classifica. Nell’intervallo fra le due gare, l’organizzazione premierà i ragazzi dell’under 18 della Virtus Bologna, freschi campioni d’Italia.

Domani sera, invece, si concluderanno i gironi e, alle ore 20.15, Bv Infissi Art. Bo., vincitori dell’Ozzangeles Playground, se la vedranno con Kaffeina Koy’s, in un match, sulla carta, senza storia; alle ore 22.00, si completerà il quadro con la gara tra Chalet Giardini Margherita e Fresk’O.

PADDLE DOWNTOWN-HOTEL COSMOPOLITAN BELLI COMODI 84-79

(28-17; 50-33; 66-58)

Paddle Downtown: Sabatini 26, Buriani, Riguzzi N., Galassi 11, Saccà 13, Riguzzi F. 19, Lenti 6, Brancaleoni 2, Bergami 3, Di Rauso 4, Ricci. All. “Billo” Riguzzi.

Hotel Cosmopolitan Belli Comodi: Marinelli, Govi 8, Pulvirenti 11, Salvato 4, Masrè, Croci, Fowler, Musolesi 1, Perin 7, Lazzaro 29, Rosignoli 15, Ballardini 2. All. Comastri.

I miracoli non sempre riescono, figuratevi in due giorni consecutivi. Ebbene, in un match da dentro o fuori, Paddle Downtown supera 84-79 Hotel Cosmopolitan Belli Comodi, dopo esser giunta sul +18 a fine secondo quarto ed essersi fatta riprendere nel finale. Ai ‘celesti’ di Comastri non riesce l’impresa, avvenuta due sere fa, quando, sotto di venti punti con Ciaccio Casa, avevano impattato una partita, oramai data per persa e l’avevano spuntata dopo un supplementare. I ragazzi terribili di ‘Billo’ Riguzzi approdano, così, ai quarti e se la vedranno con la vincente del girone C. Pronti, via: Hotel Cosmopolitan è ancora negli spogliatoi e Paddle, guidata dal solito Sabatini, senza alcuna opposizione, sigla un parziale impressionante: 15-2, dopo 3’57”. Coach Comastri è costretto a chiedere il minuto: i ‘celesti’ si svegliano dal torpore ed il ‘vichingo’ Lazzaro accorcia sul -8 (19-11), a -3’51”. Paddle addomestica la reazione di Hotel Cosmopolitan e chiude il quarto, con la tripla di Saccà, sul 28-17. Filippo Riguzzi decide di entrare in partita e, con un’altra tripla, dopo 1’24”, porta i ‘bianchi’ sul +16. La reazione dei ragazzi di Comastri è affidata ai lunghi Lazzaro e Rosignoli che dominano il pitturato ed accorciano sul -10, a -2’49”. Dall’altro lato, a far impazzire i ‘celesti’ sono le incursioni e la facilità di tiro dei ‘piccoli’ Sabatini e Filippo Riguzzi e, proprio una bomba di quest’ultimo, a -39” porta i ‘bianchi’ su un rassicurante +18. E’ Rosignoli, a -25”, a fare 1/2 e a mandare le squadre al riposo sul 50-33. L’intervallo sembra aver dato linfa vitale ai ragazzi di Comastri che, dopo 2’33”, siglano un 9-0 e si riportano sul -8. Paddle non vuole correre rischi ed amministra la gara, mantenendo Hotel Cosmopolitan a distanza di sicurezza. Il gap si attesta fra i 7 e i 10 punti e la penetrazione del veneto Lazzaro chiude la frazione e manda le squadre all’ultimo riposo sul 66-58. Saccà, dopo 23”, riporta i ‘bianchi’ sul +10. L’esperto Pulvirenti dà la scossa, Lazzaro e Musolesi si riportano sul -3, a -6’51”. Gli avversari sono in bambola e Hotel Cosmopolitan, sulle ali dell’entusiasmo, si fa forza, ripensando alla serata precedente e alla grande impresa compiuta. La reazione è completata da Rosignoli, Govi e Salvato, che fissano un parziale di 12-0 e portano i ‘celesti’ al primo vantaggio, a -4’41”. Paddle esaurisce i falli e Perin, a -3’19”, allunga sul +3. Sabatini, dopo il gran vantaggio dilapidato, non ha voglia di correre rischi e mette fine ai sogni di gloria di Hotel Cosmopolitan, con un parziale 11-1 che chiude la gara e può far festeggiare i ragazzi di ‘Billo’ Riguzzi per il traguardo raggiunto.

MATTEIPLAST ALICE CUS BOLOGNA-TEAM RIVIERA CASADEI 81-61

(24-21; 38-32; 54-44)

Matteiplast Alice Cus Bologna: Brighi A. 2, Sanguinetti 17, Savio 2, Pini 2, Cacace 10, Legnani, Iattoni 12, Bartolozzi 7, Pederzini 10, Brighi L. 10, Piunti 9. All. Lolli

Team Riviera Casadei: Lucchi, Bianchi 6, Pesaresi 11, Bernabini, Moretti 4, Myers, Aglio 6, Rinaldi N. 15, Botteghi 2, Rinaldi T. 17. All. Oppi

Termina il girone B, il girone della morte, il più entusiasmante fino ad ora che ha regalato emozioni e soprese. Dopo Mercanzie Squad, l’altra eliminata di lusso è team Riviera Casadei, che nell’incontro da dentro o fuori, si piega alla qualità e alla determinazione di Matteiplast Alice Cus Bologna. Una vittoria meritata frutto di una grande intesa e un roster lungo, che ha permesso ampie rotazioni a coach Totta, a differenza dei riminesi, arrivati al match decisivo con la coperta corta. Palla a due e si parte: Pederzini apre le danze, Tommaso Rinaldi risponde e Sanguinetti inizia a fare il cecchino dai 7 metri e, dopo 5’29”, i “biancoblu” sono +8 (15-7). Il timeout di coach Oppi riporta i riminesi in partita, e aggrappati alle triple di Niccolò Rinaldi riescono a ridurre il gap a sole tre lunghezze (24-21), al suono della prima sirena. Il secondo quarto è molto equilibrato fino al break di 8-0, a -3’26”, aperto e chiuso da Cacace, che porta i suoi nuovamente a +8 (38-30). L’ingenuità di coach Lolli, che prende il tecnico per proteste, regala due punti a Pesaresi per chiudere sul 38-32 all’intervallo. Dopo 2’38” della terza frazione, la tripla del solito Pesaresi, porta il punteggio sul 41-37, che sveglia gli avversari: apre Bartolozzi e chiude Lorenzo Brighi, parziale di 8-2 e timeout obbligato per Team Riviera Casadei. Al suono della sirena il vantaggio è di 10 lunghezze (54-44). Restano solo dieci minuti per vincere e guadagnare il secondo posto. Sanguinetti apre le danze, Lorenzo Brighi lo segue, ed allungano fino al +15, a -7’08”. Pesaresi prova a suonare ancora una volta la carica, riuscendo a piazzare un parziale di 1-7, che a -3’11”, porta Lolli a chiedere il minuto e vedere il pareggio a soli 9 punti (70-61). Quando tutti si aspettano un finale infuocato, Matteiplast Alice Cus Bologna chiude la contesa: Piunti e Pederzini aprono e Sanguinetti, MVP della gara con 17 punti e 5 triple, chiude il parziale di 11-0 che porta al risultato finale di 81-61.

LE CLASSIFICHE

GIRONE A

Mulino Bruciato CSI Basket Bologna 4 (2-0)

Kaffeina Koy’s 2 (1-0)

Angelica Trasporti 2 (1-2)

Art.Bo. Bv Infissi Ozzangeles 0 (0-2)

GIRONE B

Jus BO BK Banca Interprovinciale 6 (3-0);

Matteiplast Ristorante Alice 4 (2-1);

Team Riviera Casadei 2 (1-2)

Mercanzie Squad 0 (0-3);

GIRONE C

Orplast Supermercarti Metà 4 (2-1)

Fresk’O 2 (1-0)

Gambari Ingranaggi Car 2 (1-1)

Chalet Giardini Margherita 0 (0-2)

GIRONE D

#Sempreminors 6 (3-0)

Paddle Downtown 4 (2-1)

Hotel Cosmopolitan Belli Comodi 2 (1-2)

Ciaccio Casa 0 (0-3)

36° Marzocchini Playground, fuori, a sorpresa, sia Mercanzie Squad che Ciaccio Casa

La decima giornata del 36esimo “Marzocchini” Playground, è stata una serata di verdetti. Mercanzie Squad, guidata da Nazzareno Italiano e dall’ex Effe Ed Daniel, è stata sconfitta per 71-69 dai riminesi del Team Riviera Casadei ed è aritmeticamente fuori dal torneo, avendo perso tre gare su tre, con il curioso record della differenza canestri che segna -8. Alle 22, invece, Hotel Cosmopolitan Belli Comodi ha superato Ciaccio Casa, dopo un tempo supplementare e dopo esser stata sotto di venti punti a metà terzo quarto, con il punteggio di 105-99. Come per Mercanzie, anche Ciaccio Casa termina l’avventura al 36esimo “Marzocchini” Playground con zero punti in classifica. Il discorso qualificazione rimane aperto per gli uomini di Comastri che, questa sera, alle ore 20.15, affronteranno Paddle Downtown in un incontro da dentro o fuori, che regalerà alla vincente il secondo posto nel girone ed il pass per i quarti di finale. Stessa sorte per Team Riviera Casadei e Matteiplast Alice Cus Bologna, che, alle ore 22.00, si daranno battaglia per stabilire chi, nei quarti di finale, affronterà la prima classificata del girone A. Domani, alle ore 20.15, Fresk’O, dopo un ottimo esordio, affronterà Gambari Ingranaggi Car. Alle ore 22.00, invece, i campioni in carica di Kaffeina Koy’s se la vedranno con Mulino Bruciato, in un virtuale scontro per la vetta della classifica. Nell’intervallo fra le due gare, l’organizzazione premierà i ragazzi dell’Under 18 della Virtus Bologna, freschi Campioni d’Italia.

TEAM RIVIERA CASADEI-MERCANZIE SQUAD 71-69

(18-18; 38-26; 54-44)

Team Riviera Casadei: Lucchi, Pesaresi 14, Bernabini 3, Moretti 7, Myers 1, Aglio 10, Rinaldi 12, Saponi 8, Botteghi 12, Bianchi 4. All. Oppi.

Mercanzie Squad: Lemmi 3, Malagoli 6, Furlanetto, Accorsi, Leonzio 5, Daniel 17, Neretti, Cacciavillani, Murta 9, Quaranta 7, Rovatti 3, Italiano 19. All. Bertuzzi.

Ai Gardens, si sa, tutto è possibile. E’ una competizione che dà spazio ai sogni e ai sognatori. A vincere non sono mai i più forti o i più quotati. I Gardens hanno delle logiche intrinseche, che premiano chi lotta, chi suda, chi battaglia dal primo al duemilaquattrocentesimo secondo. Ebbene si, anche una squadra, vantante cestisti di A e A2, può restare a zero punti. E’ il caso di Mercanzie Squad, superata, anche ieri sera, dai riminesi del Team Riviera Casadei, dopo esser stata sotto di 15, a metà terzo quarto, averla riaperta, con le unghia, negli ultimi dieci minuti, ma, oramai, fiacca sul più bello. In avvio le squadre si equivalgono e a Rinaldi ed Aglio rispondono i soliti Daniel e Italiano, fino a quando, a -3’50”, i riminesi danno vita al primo tentativo di allungo (5-0 e +5), prontamente rientrato dopo la tripla dell’americano ex Effe e la penetrazione dell’ala veneta. Si va al primo riposo sul 18 pari. I ‘bianco-blu’ restano con la testa negli spogliatoi ed un super break (10-0) del Team Riviera, dopo 3’17”, obbliga Coach Bertuzzi al time-out. Mercanzie Squad è in totale confusione, Italiano protesta animatamente e prende un tecnico ed i riminesi ringraziano, premendo sull’acceleratore e siglando un altro break: 8-2 e +13, a -34”. L’uno su due in lunetta di Italiano accorcia il gap sul +12 e manda le squadre al riposo lungo sul 38-26. I ragazzi di Oppi provano ad amministrare e, dopo 4’35”, arriva il massimo vantaggio (+15) che sembra chiudere la contesa ed i sogni di rimonta, già piuttosto flebili, sin da prima della gara, di Mercanzie. Ma i ‘rossi’ staccano la spina e, complice l’esaurimento dei falli, il team di Bertuzzi ci crede e, improvvisamente, si riporta sul -8 (50-42, a -2’54”). Coach Oppi chiama il time-out per bloccare il parziale e rinfrescare le idee. Botteghi, in 34”, riporta i riminesi sul +12, ma a chiudere il quarto ci pensa, dalla media, Leonzio che manda le squadre all’ultimo riposo sul +10 (54-44). Come successo con Mercanzie ad inizio secondo quarto, anche Team Riviera resta negli spogliatoi ed i ‘bianco-blu’ riaprono, incredibilmente, la contesa. Daniel domina il pitturato, Italiano e Murta si caricano la squadra sulle spalle, così Mercanzie Squad inserisce la freccia e si porta in vantaggio (+1) dopo 3’24”. Team Riviera, dopo aver dilapidato un notevole vantaggio, rimette la testa avanti, ma Murta, dalla media ed il gioco da tre di Rovatti, riportano Mercanzie sul -1, a -2’42”. La gara è apertissima, fino a quando, a -2’24”, il play Pesaresi, Mvp della gara, si carica i suoi e, con una tripla ed una penetrazione, riporta i riminesi sul +6. Italiano, a -1’14”, dall’arco, riaccorcia sul -4, ma ancora Pesaresi, in lunetta, ha le mani ben salde e riporta Team Riviera Casadei sul +6, quando mancano cinquantanove secondi alla sirena finale. Daniel e Quaranta, a -2”, riaccorciano sul -2, spendono il fallo e mandano in lunetta Pesaresi. Il riminese fa 0/2, sbagliando volontariamente il secondo, in maniera tale da non fermare il cronometro e far scorrere i due secondi restanti. Mercanzie, però, prende il rimbalzo e chiama repentinamente il time-out. Con un secondo a disposizione, coach Bertuzzi disegna lo schema che libera al tiro Italiano: il tiro non coglie il tabellone e dà il via ai festeggiamenti di Team Riviera che, questa sera, se la vedranno con Matteiplast, in una gara da dentro fuori.

CIACCIO CASA-HOTEL COSMOPOLITAN BELLI COMODI 99-105 dts

(18-12; 42-32; 66-58; 87-87)

Ciaccio Casa: Lucchetta 4, Petronio 7, Malagolini 6, Fallucca 18, Iannilli 7, Monatanari, Ardizzoni 8, Kushev 13, Caridà 8, Paolin 14, Rossi 7, Zeneli 7. All. Palumbi.

Hotel Cosmopolitan: Marinelli, Govi F., Pulvirenti 5, Salvato, Croci 2, Fowler 10, Agusto 14, Govi G. 7, Perin 17, Lazzaro 40, Rusignoli 10, Ballardini. All. Comastri.

Se lo chiamano campo dei miracoli un motivo ci sarà. Hotel Cosmopolitan Belli Comodi supera, dopo un tempo supplementare, per 99-105, Ciaccio Casa ed ora attende Paddle Downtown, per giocarsi il secondo posto nel girone e strappare il pass per i quarti di finale. Terza sconfitta consecutiva, invece, per i ragazzi di Palumbi, che salutano il torneo, avendo provato in tutti modi, regalando palesemente l’overtime agli avversari, pur di riuscire a vincere di almeno dieci lunghezze e rimanere aggrappati al discorso qualificazione, sperando nell’arrivo a pari punti di tre squadre al secondo posto. Eppure la partenza dei “blu” è stata incoraggiante: Fallucca, dopo 2’56”, mette a referto la prima bomba di serata, e porta avanti i suoi per la prima volta nell’incontro (8-7), vantaggio che durerà fino a 5’13” dal termine. Rossi in cabina di regia detta bene i tempi, Iannilli domina a rimbalzo e in post basso, Pulvirenti commette un antisportivo e il gap inizia a farsi pesante. All’intervallo il tabellone segna +10 Ciaccio Casa (42-32). L’inizio della terza frazione evidenzia le difficoltà degli uomini di Comastri, che in preda al nervosismo vede fischiarsi un fallo tecnico per proteste e gli avversari, ancora sull’asse Iannilli-Rossi, arrivare al massimo vantaggio di +20 (57-37), a 16 minuti dal termine. Da qui in poi, però, inizia una seconda partita che ha dell’incredibile. Lazzaro, fermo a 7 punti, apre le danze dalla linea dei 7 metri, Fowler lo imita e Giacomo “flash” Govi entra finalmente in partita. A -2’13”, il parziale di 1-16 è servito. Gara riaperta, ma il miracolo non è ancora compiuto, perché Ciaccio Casa, dopo l’incredibile crollo, prova a rialzare la testa e la tripla di Kushev registra il 66-58 di fine terzo quarto. L’ultimo quarto è puro spettacolo: Lazzaro è on-fire e realizza da tutti gli angoli del perimetro, Caridà prova ad imitarlo, ma un esplosivo coast to coast del numero 69 veneto costringe Palumbi al timeout, sul 73-70. Sembra arrivato il momento di reagire ed invece il crollo è definitivo, ancora sotto i colpi di Lazzaro, che prima realizza il -1 (73-72), dopo ruba palla a Rossi, serve Giacomo Govi che apparecchia per l’appoggio a canestro di Perin. Il sorpasso, dal -20 di metà terzo quarto, si concretizza sotto gli occhi dell’entusiasmato pubblico dei Gardens. Le due compagini restano a contatto e a -1’00” dalla sirena è perfetta parità (83-83). La sfida si sposta sulle lunette delle due aree e l’errore sul secondo libero di Fowler, a -4”, sembra dare la vittoria a Ciaccio Casa (87-85) che, però, non sarebbe accontentata per la differenza canestri, allora sul rimbalzo arriva Rusignoli, che subisce fallo, realizza i due liberi e manda tutti all’overtime. Le speranze di vincere per Ciaccio Casa, come nella scorsa gara, sono subito messe a repentaglio dal quinto fallo di Iannilli, che da linfa vitale agli avversari ed apre le strade alla vittoria dei “celesti”. Lazzaro è incontenibile e con 40 punti, 10 solo nel supplementare, si prende il titolo di MVP, la standing ovation del pubblico e regala il successo, per 99-105, ai suoi compagni, determinante per lo scontro diretto di questa sera, che decreterà la seconda classificata del girone.

Tris anche per i #sempreminors, primo sorriso per Angelica Trasporti

La nona giornata del 36esimo “Marzocchini” Playground, ha visto prevalere, nella gara delle ore 20.15, Angelica Trasporti su Bv Infissi Art. Bo. per 67-59. Per i ragazzi di Cinti, la prima vittoria è arrivata solo alla terza giornata e sono quasi aritmeticamente fuori dal torneo. Alle ore 22.00, la rivelazione del Playground, #sempreminors di coach Belletti, ha superato, solo dopo un tempo supplementare, Ciaccio Casa per 73-71, in un match molto equilibrato. Per i ‘minors’ si tratta della terza vittoria in altrettante gare e primo posto nel girone D. Per i ‘bianchi’ di Palumbi, la strada verso i quarti si fa in salita. Questa sera, alle ore 20.15, ci sarà il big-match del girone B tra i ‘fortitudini’ di Mercanzie Squad e i riminesi del Team Riviera Casadei, fondamentale, per entrambe le squadre, per sperare nel pass che dà accesso ai quarti. A seguire, alle ore 22.00, Ciaccio Casa si giocherà le sue ultime possibilità di qualificazione con Hotel Cosmopolitan Belli Comodi. Il Playground tornerà, poi, domani sera per assegnare i verdetti del girone B e del girone D. Alle ore 20.15, Paddle Downtown affronterà Hotel Cosmopolitan Belli Comodi; alle ore 22.00, Matteiplast Alice Cus Bologna se la vedrà con i riminesi del Team Riviera Casadei, per assegnare il secondo pass del girone B, dopo quello staccato Venerdì 30 Giugno dalla capolista Jus Banca Interprovinciale.

ANGELICA TRASPORTI- BV INFISSI ART. BO. 67-59
(21-14; 39-35; 53-41)

Angelica Trasporti: Bortolani, Franceschini 11, Tinti 4, Sighinolfi 14, Biguzzi 17, Beccari 2, Angiolini 1, Quaiotto 17, Midulla, Pozzati. All. Cinti.

BV Infissi Art BO: Lazzari 4, Bonazzi, Fioravanti 1, Tuccillo 1, Luparello 17, Zucchi, Pierini 18, Grandi 7, Monari 4, Innocenti 2. All. Bastoni.

Angelica Trasporti supera, in un match spigoloso e non dagli altissimi contenuti tecnici, Bv Infissi Art. Bo., vincitori dell’Ozzangeles Playground. I ‘verdi’ di Cinti, in vantaggio per quaranta minuti su quaranta, partono fortissimo e, dopo una rassicurante prima frazione, mettono in chiaro le cose e costringono gli ‘arancioni’ di Bastoni ad inseguire. Pronti-via: Bv Infissi è in bambola e Angelica Trasporti mette a segno il primo break di serata: 11-0, dopo 3’23”. Luparello è l’unico a svegliarsi dal torpore: innesca un uno contro cinque, evita allunghi maggiori e manda le squadre al riposo sul 21-14, siglando dodici dei quattordici punti totali. In avvio, la tripla di Sighinolfi ridà il +10 ai ‘verdi’, ma “Aradori” Pierini risponde e dà il via al break (10-3) e, complici due triple, riporta Bv Infissi sul -3 (27-24), a -5’40”. Quaiotto prima, Tinti poi, rimettono il risultato sul +7 (a -2’11”), ma i soliti Pierini e Luparello si caricano gli ‘arancioni’ e, a -18”, riaprono la contesa: 36-35. Come una doccia gelata, Biguzzi, sulla sirena, mette a referto dalla linea da tre e blocca la galvanizzazione dei ragazzi di Bastoni. Dopo l’intervallo lungo, Angelica Trasporti gestisce il match ed un parziale 7-0 sembra chiudere la contesa (53-41, a -1’52”). Art. Bo. prova ad accorciare il gap, portandosi sul -7 (53-46), dopo 3’02”, ma l’espulsione di Luparetto, 53” dopo, riscalda gli animi e genera confusione, chiudendo praticamente la contesa e permettendo ad Angelica Trasporti di chiudere, un seppur sfortunato Playground, con una vittoria.

#SEMPREMINORS-CIACCIO CASA 73-71 dts

(11-11; 29-25; 44-42; 63-63)

#sempreminors: Papa 10, Canuti, Malagutti 11, Tomesani 2, De Vincenzo 3, Trentin 6, Preti 16, Albertini 13, Tugnoli 12. All. Belletti

Ciaccio Casa: Lucchetta, Petronio 8, Fratini, Fallucca 11, Zeneli 12, Iannilli 12, Montanari 2, Kushev 2, Ardizzoni 2, Caridà 11, Paolin 5, Rossi 6. All. Palumbi

Tre su tre. Non si ferma la cavalcata dei #sempreminors sul campo dei miracoli. Al termine di una partita intensa ed equilibrata, dopo un tempo supplementare, i ragazzi di coach Belletti portano a casa altri due punti, conquistano la vetta del girone C, e complicano ulteriormente il cammino di Ciaccio Casa. Partono forti le due compagini: Fallucca spara da tre, Albertini risponde, Preti allunga e Ardizzoni ricuce (9-9). A -1’47”, Zeneli sigla il sorpasso, Belletti chiede il minuto e Malagutti pareggia i conti (11-11) al suono della prima sirena. Nella seconda frazione le squadre restano a contatto, ma a -2’53”, Fallucca mette a referto la seconda tripla della sua gara, segnando il +5 (18-23) e i “minors” piazzano un parziale di 11-0, aperto da Malagutti e chiuso da Papa, che, a 27” dall’intervallo, segna il 29-23. Caridà, sulla sirena, riduce le lunghezze a 4 punti. L’equilibrio non si spezza nel terzo quarto, “neri” e “bianchi” si rispondono colpo su colpo, come in una partita di scacchi. Alle triple di Caridà e Fallucca, rispondono Preti e Malagutti e il gioco da tre punti, a -27”, di Tugnoli segna il 44-42. L’ultimo quarto non è per i deboli di cuore, con le due squadre in perfetta parità, fino alla prodezza di Preti a 1’08” dalla conclusione. Sul 60-56 #sempreminors, coach Palumbi chiede il timeout: Iannilli accorcia di due 60-58, Papa fa uno su due dalla lunetta, mentre Montanari e Preti non sbagliano e a -5” il risultato è 63-60. Sembra ormai fatta per Belletti &co, ma il giovane spregiudicato Rossi, classe 1999, si carica sulle spalle i compagni e pareggia, rimandando tutto al tempo supplementare, con una splendida tripla. Nell’extra-time, l’impresa per Ciaccio Casa, con Paolin, Fallucca e Caridà fuori per somma di falli, si fa difficile da compiere. A -1’01”, Albertini, Mvp della gara con 13 punti, allunga sul +4, Rossi non ci sta e segna la seconda tripla di serata, riportando i suoi a -1, quando restano 3” sul cronometro, con Tugnoli dalla lunetta che fa 2/2, chiudendo l’incontro sul 73-71, visto che il tentativo disperato di Montanari, sulla sirena, non arriva al ferro.

LE CLASSIFICHE

GIRONE A

Mulino Bruciato CSI Basket Bologna 4 (2-0)

Kaffeina Koy’s 2 (1-0)

Angelica Trasporti 2 (1-2)

Art.Bo. Bv Infissi Ozzangeles 0 (0-2)

GIRONE B

Jus BO BK Banca Interprovinciale 6 (3-0);

Matteiplast Ristorante Alice 2 (1-1);

Team Riviera Casadei 0 (0-1)

Mercanzie Squad 0 (0-2);

GIRONE C

Orplast Supermercarti Metà 4 (2-1)

Fresk’O 2 (1-0)

Gambari Ingranaggi Car 2 (1-1)

Chalet Giardini Margherita 0 (0-2)

GIRONE D

#Sempreminors 6 (3-0)

Paddle Downtown 2 (1-1)

Hotel Cosmopolitan Belli Comodi 0 (0-1)

Ciaccio Casa 0 (0-2)

1 2 3 9