Monthly Archives: marzo 2015

Reggiana-Virtus e Fortitudo-Casalp per la penultima della DNG

Penultimo appuntamento per gli Under 19 versione Divisione Nazionale Giovanile e tutti i verdetti sono già stati decisi con le prime quattro che accederanno alle finali nazionali e le squadre dal quinto al nono che andranno agli spareggi interregionali. Per la Pontevecchio la possibilità di chiudere al meglio la stagione a Cordenons.

DNG 25° giornata

BLU OROBICA – REYER 66 – 54

(21-11; 33-23; 45-44)

Bergamo: Pasqualin 9, Silva 26, Beretta 10, Bertocchi 4, Nani, Permon 3, Ferri 14, Perego, Mezzanotte, Colombo. All. Zambelli.

Venezia: Tinsley 3, Bovo, Visconti 12, Antelli, Groppi, Ambrosin, Totè 25, Trevisan, Bolpin 6, Zucca 8, Romano. All. Buffo.

REGGIANA – VIRTUS 95 – 82

(17-22, 46-39, 68-59)

Reggiana: Magnani 4, Giani 7, Zamparelli 4, Riccò, Galeotti, Strautins 11, Neri 9, Lusvarghi 17, Giglioli 11, Rovatti 28, Bonacini 4, Ndour. All. Menozzi.

Virtus Bologna: Tassinari 7, Graziani, Sitta 12, Betti 7, Vercellino 15, Allodi 1, Zani 12, Carella 2, Oxilia 18, Petrovic, Penna 8. All. Sanguettoli.

AQUILA – TREVISO 84 – 56

Trento: Della Pietra 1, Bojovic 3, Bernardi 20, Pozza 4, Aldrighetti, Gaye 6, Bertocchi 8, Bellan 10, Lenti Ceo 14, Trentin, D’Alessandro 18. All. Marchini.

Treviso Basket: Moro 2, Legnaro, Zamai, Sangiorgi 3, Busetto 6, Spessotto 8, Boato, Gatto 10, Tasca 2, Festini 4, De Marchi 6, Palù 15. All. Tabellini.

FORTITUDO – CASALPUSTERLENGO 81 – 74

(15-13, 38-29, 68-44)

Fortitudo: Torricelli, Candi 16, Casali 5, Lucchetta 6, Malavasi, Errera, Lenti 19, Galassi 2, Pesino 29, Bertoncello, Gambetti, Pampani 4. All. Breveglieri.

BASKET RIMINI CRABS – VIRTUS BK PADOVA 78 – 69

(21-13; 33-44; 62-59)

Crabs Rimini: Balic 16, Meluzzi, Baroni ne, Egbutu 2, Signorini 2, Provesi, Biordi 4, Perez 16, Maiello 7, Mavric 6, Tsirikidze ne, Hadzic 23. All. Firic.

INTERMEK 3S – PONTEVECCHIO 60 – 58

(13-9; 28-21; 38-40)

Cordenons: Anzil 2, Bertola 21, Brino 5, Canzi 4, Castellari, Dello Iacono, Mancin, Scaramuzza 16, Stolfo 4, Toppan 8. All. Montena.

Pontevecchio: Benuzzi 7, Bergami 4, Brancaleoni 10, Di Rauso 14, Donati 2, Galassi 5, Mantovani 9, Melino, Riguzzi 4, Santini 1, Trost, Vetere 2. All. Savini.

CLASSIFICA
Aquila Trento 38; Reyer Venezia 36; Casalpusterlengo 34; Virtus Bologna 32; Blu Orobica Bergamo 28; Reggiana 26; Fortitudo 103 Bologna 24; Virtus Padova, Crabs Rimini 20; Leoncino Mestre 14; 3S Cordenons 12; Pontevecchio Bologna 10; Treviso 6.

C.S. – La Salus ospita l’altalenante Fiorenzuola

Dopo la partita persa a Forlì contro una squadra che sta navigando nelle zone più rarefatte della classifica, la Salus per questa settimana torna a giocarsi in casa le proprie possibilità di salvezza contro un’ avversaria che nel corso della gara di andata le inflisse un passivo molto consistente. Va ricordato come la formazione di Fiorenzuola ha al proprio attivo due punti in classifica in più rispetto alla Madel e la prossima gara può quindi trasformarsi in un nuovo tassello da incastonare nel percorso salvezza che sta compiendo la squadra di via dell’Arcoveggio. Nel corso di questa penultima fatica casalinga, il peggior avversario da dover cercare di contenere corrisponde al miglior realizzatore della formazione Piacentina, ovvero quel Patrizio Verri già visto evoluire in casacca Fortitudo è che con quasi 17 punti per gara è l’elemento offensivamente di spicco della formazione allenata da coach Brotto. Secondo migliore realizzatore dei Piacentini è Castagnaro, con quasi 13 di media, a seguire Moscatelli, anche per lui quasi 13 di media ai quali aggiunge oltre 10 rimbalzi catturati. Da segnalare infine il rientro in roster di Galiazzo dopo un infortunio. Gara quindi non semplice per la formazione di Giuliani che si sta preparando per la volata finale di questa stagione regolare.

Le giovanili proseguono frattanto con le proprie l’under 14 dopo la sconfitta di mercoledì a Monte San Pietro, che non pregiudica l’accesso ai playoff, cercano il riscatto nell’ultima di stagione regolare ospitando sabato Sasso Marconi, preceduta alle 15 dalla partita Aquilotti 2004) fra Salus e CSI Casalecchio; quasi concomitante, ma alle 15.30 in Furla, è prevista un’amichevole con la SG Fortitudo a livello under 13. Gli Esordienti faranno visita alle Pertini alla Pontevecchio Bologna mentre alle 18.30 sarà la volta della squadra under 15 di scendere in campo contro i Tigers Forlì nel big match stagionale: chiuderà il lungo sabato Salus l’under 17 elite di Max Bacchilega ospite della Fulgor Libertas Forlì.

Domenica 29 alle 12 i primi a scendere in campo saranno i ragazzi dell’under 17 regionale contro i pari età della Ghepard. A seguire, alle 15, gli under 13 affronteranno i pari età dell’International Imola in attesa della gara serale che vedrà impegnata la prima squadra con palla a due che si alzerà alle ore 18.

C.S. – La Virtus Imola non può sbagliare contro la BSL

Per la Virtus Imola è ora di conquistare i playoff. Mancano tre partite alla fine del campionato: con due vittorie la Npc si garantirebbe l’accesso matematico alla seconda fase.
Quindi, ragionando in termini puramente aritmetici, i ragazzi di Alfieri possono pure concedersi il lusso di un passo falso. Ma è un’ipotesi che in casa giallonera nessuno vuole prendere in considerazione. E allora sotto con il Bsl San Lazzaro che arriverà domenica (palla due alle 18) al Ruggi, con l’ex di turno, Giacomo Sabattani, in prima fila. «Pulvirenti, Fin e Saccardin sono sicuramente i giocatori da tenere maggiormente d’occhio – conferma coach Alfieri -. Tutti e tre hanno molti punti nelle mani e guidano un gruppo di giovani molto affiatato. Sabattani, da buon ex di turno, vorrà senz’altro fare bella figura. Dovremo stare attenti. È vero che, essendo giovani, possono anche girare a vuoto in alcuni momenti, ma se si gasano sono davvero pericolosi. Tra l’altro hanno vinto, in parte dominando, l’ultima partita contro San Marino. Dovremo essere bravi a limitare la loro esuberanza».

La Virtus, per contro, è un po’ in emergenza. Oltre al lungodegente Grillini, che riprenderà gli allenamenti dopo Pasqua, anche Massari e Porcellini hanno avuto qualche problema in settimana, «ma contiamo di recuperarli per la partita di domenica. Sono ottimista. In più, giochiamo in casa, veniamo da una vittoria, seppur sofferta, contro Reggio Emilia che ci ha regalato una certa tranquillità. Tranquillità che dobbiamo trasformare in concentrazione e in un ulteriore mattoncino domenica contro San Lazzaro».

Ravenna sogna il colpo a Treviso. I risultati dei campionati Nazionali

Potrebbe essere un fine settimana anonimo, senza grandi sorprese, ma qualche match trabocchetto c’è sicuramente. Treviso è favoritissima contro Ravenna, ma Ferrara, siamo sicuri che vincerà a Chieti? In serie B 2 fisso per Cento e Fortitudo, rispettivamente a Pordenone e Crema? In C, infine, interessanti le partite Santarcangelo-Castenaso e Castelfranco-Ghepard, con le squadre di casa che hanno tutto da perdere.

A2 SILVER

BASKET RECANATI – EUROPROMOTION LEGNANO 74 – 56

BAKERY – DERTHONA 85 – 81

(36-15; 48-40; 61-64)

Piacenza: Galli 5 (1/5, 0/3), Rombaldoni 10 (3/6, 0/1), Stefanini 6 (3/4), Sorokas 25 (7/13, 0/2), Gasparin 12 (2/3, 1/4), Rossetti 9 (3/4 da tre), Mazzocchi, Infante 18 (7/9), Ziotti ne, Di Giorgio ne. All. Sodini.

Tortona: Rotondo 11 (4/11, 0/1), Gioria, Venuto (0/4 da tre), Simoncelli 12 (3/6, 2/6), Losi 18 (2/6, 1/2), Crockett 10 (5/9, 0/1), Valenti 5 (1/3), Tavernari 8 (1/2, 2/5), Galloway 17 (5/11, 2/5), Strotz ne. All. Cavina.

CHIETI – MOBYT 77 – 82

(22-21; 39-36; 61-61)

Chieti: Hamilton 19 (2/3, 4/7), Cardillo (0/1 da tre), Palermo (0/1 da tre), Paesano 4 (2/2), Ancellotti 21 (8/10, 0/3), Sergio (0/2, 0/5), Monaldi 19 (2/5, 5/9), Sollazzo 14 (5/10, 0/2), Cinalli ne, Di Giacomo ne. All. Galli.

Pallacanestro Ferrara: Huff 22 (6/8, 3/5), Bottioni, Castelli 12 (1/2, 2/3), Amici 8 (1/2, 0/3), Ferri 8 (1/1, 2/5), Casadei 3 (1/2 da tre), Benfatto 12 (3/5), Pipitone (0/1), Hasbrouck 17 (5/9, 2/4), Ghirelli ne. All. Martelossi.

TREVISO – ACMAR 81 – 54

(23-19; 39-28; 62-36)

Treviso: Williams 19 (5/9, 3/8), Pinton 3 (0/1, 1/1), Malbasa 2 (1/1), Fabi 8 (1/3, 2/3), Busetto, Cefarelli, Fantinelli 12 (4/6), Powell 23 (10/12, 0/1), Rinaldi 10 (5/7), Negri 4 (2/3), Vedovato (0/2). All. Pillastrini.

Ravenna: Holloway 10 (4/10, 0/4), Amoni 3 (1/6 da tre), Cicognani 4 (2/3), Rivali (0/2, 0/1), Raschi 7 (2/5, 1/4), Grassi 2 (1/1, 0/1), Zannini, Tambone 2 (1/7, 0/2), Foiera 2 (1/3), Singletary 24 (5/8, 2/4), Seck. All. Martino.

LATINA – ANDREA COSTA 84 – 92

(15-21; 41-32; 63-60)

Latina: Santolamazza 2 (0/1, 0/2), Ihedioha 14 (5/7, 0/4), Uglietti 8 (1/4, 2/2), Cantone 6 (0/4, 2/3), Portannese 22 (2/4, 4/7), Manzi, Ianes 8 (1/4), Reed 24 (9/16, 1/5), De Ninno ne. All. Bartocci.

Andrea Costa Imola: Bushati 8 (3/6, 0/1), De Nicolao 2 (1/6, 0/2), Maganza 12 (4/5), Prato 9 (1/2, 2/5), Bartolucci 11 (4/5, 1/3), Anderson 36 (3/6, 9/12), Guazzaloca, Hassan 8 (1/1, 2/4), Preti 6 (3/4, 0/1), Sedioli ne. All. Ticchi.

BAWER MATERA – VIOLA REGGIO CALABRIA 64 – 66

PAFFONI OMEGNA – MEC ENERGY ROSETO 90 – 93

REMER TREVIGLIO – GIVOVA SCAFATI 94 – 79

CLASSIFICA

De’ Longhi Treviso 38; Mobyt Ferrara, Remer Treviglio, Basket Recanati 34; Acmar Ravenna, Viola Reggio Calabria 32; Orsi Tortona 30; Proger Chieti 28; Paffoni Omegna, Givova Scafati, Industrialesud Roseto 26; Andrea Costa Imola 24; Europromotion Legnano 22; Benacquista Latina 20; Bawer Matera 14; Bakery Piacenza 12.

SERIE B

URANIA MILANO – TFL ARZIGNANO 89 – 75

EROGASMET CREMA – ETERNEDILE BOLOGNA 63 – 75

(20-18; 34-40; 47-58)

Crema: Zanella 12, Tagliaferri 1, Dedda 2, Persico 4, Colnago 15, Manuelli 18, Fontana, Ferri 6, Tardito 5, Airini. All. Baldiraghi.

Fortitudo: Candi 5, Valentini 5, Samoggia 10, Montano 25, Sorrentino 4, Mancin, Lenti, Raucci 8, Carraretto 10, Italiano 8. All. Boniciolli.

PALL. COSTA VOLPINO – CO.MARK BERGAMO 83 – 79

CONTADI CASTALDI MONTICHIARI – FRANCO ROBERT TRIESTE 92 – 68

BASKET LECCO – RIMADESIO DESIO 62 – 63

GAGA’ ORZINUOVI – GSA UDINE 89 – 77

PIENNE – TRAMEC 57 – 69

(13-24; 27-43; 43-58)

Pordenone: Toscano 2, Di Prampero 5, Colamarino 10, Nobile 5, Palombita 5, Ferrari 12, Begiqi ne, Varuzza 4, Zambon 6, Visentin 8. All. Ciocca.

Benedetto Cento: Govoni ne, Vitali 9, Ikangi 4, Bianchi 6, Di Trani 19, Quarisa 4, Demartini 9, Pederzini ne, Carretti 6, Cutolo 12. All. Albanesi.

Ancora una vittoria: forse non la più bella, probabilmente la più significativa. A Pordenone la Tramec coglie il successo numero 21 in campionato e mette in ghiaccio il primo posto in classifica con ben tre giornate di anticipo, dato il contemporaneo successo di Orzinuovi su Udine. In terra friulana, i guerciniani mettono subito le cose in chiaro. A metà della prima frazione il punteggio è di 8-9, ma Cutolo e Di Trani sono implacabili: parziale di 15-1, e Cento apre le ali (9-24). Lo scarto tra le due formazioni rimane più o meno invariato nel secondo periodo, quando Vitali ispira il “+18” (19-37) e si rientra negli spogliatoi con 16 lunghezze tra locali e ospiti (27-43). Negli spogliatoi Ciocca striglia i suoi e, a campi invertiti, Visentin accorcia le distanze (37-43). Carretti sveglia la Tramec, Di Trani e Vitali confezionano quindi un parziale di 9-0 che consente agli emiliani di riprendere il largo: 40-58, al 29’. Come in precedenza, la Tramec soffre Pordenone in principio di un’ultima frazione caratterizzata da tanti errori da ambedue i lati. Nobile prima e Ferrari poi riducono lo scarto a otto punti ma ancora una volta è capitan Di Trani a ricacciare indietro gli avversari, con la tripla che permette a Cento di entrare negli ultimi tre minuti con rinnovate energia e fiducia. L’ultimo sussulto dei padroni di casa porta la firma di Ferrari (57-63), ma la Tramec è in controllo e chiude i conti con tre punti di Cutolo e altrettanti di Demartini. A fine gara è festa grande coi tanti tifosi al seguito degli uomini di coach Albanesi, perché il primo posto non garantirà alcuna promozione ma premia i sacrifici e gli sforzi sostenuti da un gruppo partito per stare in scia alle “big”, ma capace di mettersele alle spalle tutte, dalla prima all’ultima.

CLASSIFICA

Tramec Cento 42; Gsa Udine, Eternedile Bologna, Contadi Castaldi Montichiari 36; Urania Milano, GaGà Milano OrziBasket 32; Co.Mark Bergamo 30; Pienne Basket, Basket Lecco 26; Orva Lugo 20; Erogasmet Crema, Vivigas Costa Volpino 18; Rimadesio Desio 14; TFL Garcia Moreno Arzignano, Jadran Franco Trieste 6.

SERIE C

SALUS – FIORENZUOLA 79 – 87

(19-17; 43-35; 59-59)

Salus: Bonetti 4, Percan 15, Pellacani 2, Savio 7, Albertini 16, Venturi 3, Nucci 25, Zuccheri, Granata 2, Saccà 5. All. Giuliani.

Fiorenzuola: Sichel ne, Castagnaro 19, Moscatelli 14, Vecchio M. ne, Avanzini Fi. 5, Verri 22, Vecchio P. ne, Avanzini Fa. 2, Galiazzo 25. All. Brotto.

CASTELFRANCO – MISTER AUTO 70 – 81

(19-13; 45-34; 53-54)

Castelfranco Emilia: Tomesani 13, Coslovi 8, Zucchini 12, Bastoni, Tedeschi, Tedeschini 7, Del Papa 10, Marzo ne, Parma Benfenati 16, Righi 4. All. Boni.

Ghepard: Sandrolini 8, Riguzzi 15, Verdi ne, Nieri 11, Beccaletto 7, Tullio 2, Beccari 13, Botteghi 10, Ghedini 7, Martelli 8. All. Rossi.

NPC – NUTI 59 – 48

(17-7, 27-7, 43-36)

VSV Imola: Brusa, Pieri 11, Dall’Osso, Morara, Di Placido ne, Corcelli 16, Massari 8, Guglielmo 8, Francesconi, Porcellini 16. All. Alfieri.

Bsl San Lazzaro: Degli Esposti, Lolli 19, Sabattani 3, Pulvirenti, Fabbri 10, Curione, Bianchi 6, Ottone, Chiapparini, Saccardin 10. All. Rocca.

La Virtus batte San Lazzaro e, grazie al contemporaneo ko di Castelfranco con il Ghepard, conquista la post season con due giornate di anticipo. Non una vittoria entusiasmante, certo, ma pur sempre una vittoria. È una partita strana, particolare, per certi tratti anche rognosa. Una partita che la Virtus sembra avere sostanzialmente in mano fin dai primi minuti, ma senza riuscire mai a dare la spallata definitiva. Per contro San Lazzaro si difende con ordine ed una certa aggressività. L’ex Sabattani, per nulla incisivo in attacco, si attacca come una piovra a Porcellini in difesa, limitandolo notevolmente. Non per niente, l’apporto di punti del Porc è indubbiamente inferiore al solito, per lo meno finchè il buon Jack non deve accomodarsi in panchina per cinque falli… Così, se il primo quarto illude che la partita abbia un solo, vero padrone incontrastato, appunto Imola ampiamente in controllo, nel secondo quarto San Lazzaro punto dopo punto, azione dopo azione, si rifà sotto fino a guadagnare il pareggio. Qualche parolina di incoraggiamento (per non dire di peggio) Alfieri e Marchi devono averla detta nello spogliatoio perché, alla Virtus svagata del secondo parziale, si sostituisce quella carica, baldanzosa e finalmente concreta di inizio terzo quarto. E il parziale di 9-2 con cui riapre le ostilità ne è una dimostrazione. Ma proprio quando dovrebbero dare il colpo di grazia, ecco che Guglielmo e compagni si fermano per un thè caldo, una merendina del pomeriggio. È un riposino breve, certo, ma quel che basta a San Lazzaro per tornare di nuovo in partita. Ci vuole la tripla di Corcelli per ridestare i suoi e riportarli sul pezzo.Anche nell’ultimo quarto, pur restando avanti nel punteggio, Imola fatica a dare il colpo del ko. Almeno fino a cinque minuti dalla fine, quando San Lazzaro, gravata dai falli e dalla stanchezza, crolla ed è costretta ad alzare bandiera bianca. Imola porta a casa un successo che vale l’accesso ai playoff. E c’è pure il tempo per il tempo per festeggiare l’esordio di Brusa in serie C.

ANGELS – CLIMART ZETA 88 – 83

(24-22; 43-37; 68-60)

Santarcangelo: Lucchi 9, Bianchi 3, Tonini ne, Zannoni 7, Arlotti ne, Moretti 7, Del Turco 8, Bedetti 22, Rinaldi 8, Saponi 24. All. Tassinari

Castenaso: Pesino 3, Barbieri M. 6, Chiusolo 17, Venturoli 15, Masini 9, Rizzatti, Barbieri A. 16, Galvan 1, Stanghellini ne, Trombetti 16. All. Castelli.

GAETANO SCIREA – BMR 58 – 68

(14-17, 31-34, 43-55)

Bertinoro: Brunetti ne, Solfrizzi 11, Poluzzi 16, Liverani ne, Cristofani ne, Merenda 12, Marisi 12, Fantuzzi ne, Ricci 5, Godoli 2. All. Serra.

Basket 2000 Scandiano: Astolfi 5, Veccia 19, Brogio 2, Bartoccetti 12, Spaggiari A., Bertolini 5, Pedrazzi 3, Levinskis 7, Gruosso 8, Germani 7. All. Spaggiari L.

Ritorna al successo la Bmr, che scopre Veccia nella vittoria di Bertinoro: l’ex Pallacanestro Reggiana, infatti, è il miglior marcatore nel blitz vittorioso in terra romagnola, che pone fine ad una striscia di due sconfitte consecutive. Gli ospiti approcciano al meglio il match e volano subito 11-2; Bertinoro, che ha assenze importanti, replica con un contro break importante, che la porta in scia ai rivali già sul finire del primo quarto, e la contesa va avanti punto a punto fino all’intervallo. Nella ripresa gli uomini di Spaggiari allungano con decisione, toccando il massimo vantaggio sul 57-43; i padroni di casa piazzano un 9-0 che permette loro di rientrare, ma la Bmr non trema e mantiene saldamente il comando fino alla sirena.

ASSET BANCA – TIGERS 72 – 70

(13-16; 32-35; 49-53)

San Marino: Macina ne, Gamberini 1, Saccani 21, Agostini 6, Cardinali 6, Mazzotti 6, Benzi 8, Liberti ne, Gaggia 13, Crescentini 11. All. Del Bianco.

Tigers Forlì: Valgimigli E ne, Valgimigli F, Tugnoli 6, De Pascale 4, Iattoni 26, Ravaioli 5, Villa 11, Martignago 2, Donati 10, Bruno 6. All. Conti.

Alcune difficoltà erano già note alla vigilia: il talento dei Tigers, seconda forza del campionato, il loro ritmo, la loro corsa, la loro atleticità di ragazzi tutti under 24, insomma il gruppo più difficile da incontrare e gestire per un roster, quello dei Titans, in difficoltà di risultati e dall’età media prossima al trentello. Altre sono arrivate on court: l’infortunio di Gamberini dopo soli 5′, l’espulsione di Benzi al 28′, una cascata di liberi regalati agli avversari, con i quattro tecnici sanzionati e soprattutto il -9 al 36′ (59-68). dopo una gara tutta all’inseguimento. ma senza mai sprofondare oltre la doppia cifra di ritardo. Tutto apparecchiato per una resa, peraltro da pronostico. Ma quando il gruppo di coach Del Bianco diventa solido come le rocce del Titano, non c’è tigre che tenga, le rocce sono indigeste anche al più feroce dei felini. Quei 4′ finali sono da raccontare: con due liberi di Saccani, cinque in un amen di Gaggia ed un centro ancora di Saccani arriva la parità a 68 al 38′ dopo sei attacchi di fila falliti dalle Tigri; l’Asset Banca sale 70-68 con due liberi di Mazzotti a chiudere il break di 11-0 a -1’04”. Donati pareggia a -42″. La tripla di Mazzotti non entra, così come l’attacco ospite sul ribaltamento. Restano 3″ sul crono e coach Del Bianco, con il timeout, guadagna la rimessa in attacco; palla a Saccani che riceve spalle a canestro e, raddoppiato, inventa una soluzione decisiva in jumper dall’angolo che, per peso specifico e senso di dramma sportivo, il Multieventi non ricordava dai tempi del miglior Rossini.

REBASKET – RAGGISOLARIS 81 – 60

(21-21; 43-33; 63-50)

Rubiera: Maioli ne, Mammi 6, Lasagni 12, Biello ne, Pini 15, Morgotti 8, Negri 11, Pellegrini 6, Conte 12, Giudici 11. All. Piatti.

Faenza: Dalpozzo 6, Dal Fiume 3, Boero 8, Castellari 5, Silimbani 16, Benedetti 14, Zambrini 3, Bombardini, Zhytaryuk 2, Sangiorgi 3. All. Regazzi.

CLASSIFICA

RAGGISOLARIS FAENZA 38 24 19 5 1664 1432 +232
SANTARCANGELO 34 24 17 7 1848 1701 +147
VSV IMOLA 32 24 16 8 1740 1586 +154
TIGERS FORLI’ 32 24 16 8 1818 1733 +85
CASTELFRANCO EMILIA 28 24 14 10 1829 1773 +56
BASKET 2000 SCANDIANO 26 24 13 11 1701 1706 -5
GHEPARD BOLOGNA 26 24 13 11 1698 1761 -63
CASTENASO 22 24 11 13 1734 1697 +37
G. SCIREA BERTINORO 22 24 11 13 1517 1506 +11
FIORE FIORENZUOLA 18 24 9 15 1618 1676 -58
BSL SAN LAZZARO 18 24 9 15 1545 1708 -163
SAN MARINO 16 24 8 16 1599 1803 -204
SALUS BOLOGNA 14 24 7 17 1681 1773 -92
REBASKET RUBIERA 10 24 5 19 1611 1748 -137

Magika, primo posto vicinissimo! I risultati della Femminile

La Magika sogna il primo posto nel girone D e potrebbe già afferrarlo a Torino sia in caso di vittoria che di sconfitta a patto, però, che sia di strettissima misura (+3 all’andata). In serie B, invece, si va in campo per gara2 dei play out.

A2 8° giornata
GIRONE D

VELCO VICENZA – S. MARINELLA 52 – 38

ALMORE GENOVA – TEC MAR CREMA 48 – 67

TORINO – ALFAGOMMA 64 – 63

(20-17, 30-27, 44-39)

Torino: Riccardi 4, O’Rourke, Di Giacomo 2, Chiabotto, Puliti 2, Quarta 16, Coen 15, Domizi 2, Salvini 11, Ntumba 12, Santuz. All. Petrachi.

Magika Castel San Pietro: Panella 3, Vespignani 10, Turroni 7, Capucci 1, Ballardini 8, Santucci Mart., Franceschelli, Schieppati, Matic 8, Vitari, Brunetti 14, Santucci Mari. 12. All. Seletti.

CLASSIFICA
Magika Castel San Pietro 14; Torino 12; Crema, Vicenza 8; Santa Marinella 4; Genova 2.

GIRONE E

MCS HYDRAULICS ARIANO IRPINO – PFF GROUP  63 – 56

(16-24, 31-31, 44-42)

Ariano Irpino: Santabarbara 3, Madonna 11, Vargiu 14, Albanese, Chesta 15, Maggi 16, Dominguez 4, De Michele ne, Mancinelli, Cifaldi ne, De Luca. All. Ferrazzoli

Bonfiglioli Ferrara: Nori, Rosier 12, D’Aloja ne, Cecconi ne, Rulli 14, Aleotti 3, Rosset 13, Miccio 7, Missanelli, Mini 7. All. Iurlaro

ECODENT VILLAFRANCA – GEAS SESTO SAN GIOVANNI 60 – 77

MECCANICA NOVA – BRONI  68 – 74 dts

(20-15; 27-32; 42-45; 63-63)

Libertas Bologna:  Landi 4 (2/8, 0/4), Venturi, Zampiga ne, Patera ne, D’Alie 10 (1/4, 3/10, 1/7), Silva 20 (3/6, 4/11, 3/7), Santarelli 13 (2/4, 3/12), Cordola 4 (2/4, 0/1), Vian 3 (1/2, 1/5), Scibelli 8 (2/2, 3/10, 0/1), Andrè 4 (2/2, 2/2), Poletti ne. All. Lolli.

Broni:  Rossi ne, Georgieva 16 (8/9, 4/5, 0/1), Fanaletti ne, Accini 2 (1/1), Borghi 6 (6/6, 0/4), Corradini (0/3, 0/3), De Pretto 24 (5/8, 8/12, 1/4), Bonvecchio 2 (1/3, 0/1), Vujovic 16 (2/3, 7/10), Bona 8 (2/2, 3/4). All. Sacchi.

CLASSIFICA
Geas S.S.G. 14; Ariano Irpino 12; Bonfiglioli Ferrara 10; Libertas Bologna 6; Broni 4; Villafranca 2.

A3 Ultima Giornata
GIRONE B

SISTEMA ROSA PALL. PORDENONE – BASKET MONTECCHIO 73 – 67

BASKET CLUB BOLZANO – PALL. BOLZANO 59 – 50

AVIS RIVA DEL GARDA – PROGRESSO BASKET BOLOGNA 63 – 68

DELSER UDINE – BASKET SARCEDO 66 – 48

CLASSIFICA
Pordenone 34; Matteiplast Progresso Bologna 30; BC Bolzano 28; Udine 24; Montecchio 20; Sarcedo, Pall. Bolzano 10; Rivana 4.

SERIE B
Play Out Gara 2

VIS BASKET CERVIA – MAGIK ROSA 43 – 55

BK CLUB VALTARESE 2000 – POL. DIL. LAME 57 – 46

Fari puntati sui due Castelli e il Guelfo esulta! I risultati di C Regionale e Serie D

Ultimo turno prima della pausa pasquale. In C Regionale segnaliamo il testa-coda Arbor-Flying Balls e 4 Torri-Virtus Medicina, con gli estensi sempre più vicini alla promozione diretta. In serie D, invece, match casalingo pericoloso per l’Anzola contro i Baou Tribe e gara che vale molto, in chiave secondo posto, a Castel San Pietro tra Olimpia e Riccione. La capolista del girone B, Guelfo, ha, comunque, un match da far tremare i polsi contro l’Altedo.

C REGIONALE

DILPLAST – FOR 93 – 80

(23-28, 42-46, 69-72)

Montecchio: Grisendi 15, Lombardi 10, Ongarini 7, Guardasoni 14, Basso 8, Maggi 10, Colla 12, Ferrari 17, Marchini ne, Giglioli. All. Cavalieri.

Pontevecchio: Tinti 22, Riguzzi 2, Brancaleoni, Galeotti 14, Donati, Mantovani 3, Di Rauso 15, Vetere, Bergami 11, Melino, Faletti 2, Santini 11. All. Savini.

DESPAR – VIRTUS MEDICINA 55 – 76

(15-26; 26-44; 43-56)

4 Torri Ferrara: Burresi 13, Bertocco, Fenati 2, Brandani 5, Parmeggiani 6, Lugli 3, Martini, Pasquini 15, Magni 2, Agusto 9. All. Cavicchioli.

Virtus Medicina: Persiani 11, Quarturi, Govi F. 2, Govi  G. 11, Sighinolfi 14, Biguzzi 10, Lorenzini 4, Piccinini 10, Panico, Musolesi 14. All. Curti.

Inizia la partita e la Virtus, sotto la regia di un immenso Persiani, sfodera cinque minuti di basket perfetto; i medicinesi, attenti in difesa e concentrati a rimbalzo, riescono a ripartire in velocità e, dal gioco corale, scaturisce un attacco fluido e costante. 7 punti di un ottimo Musolesi uniti a 4 punti di Govi Giacomo e 5 di Persiani sospingono la Virtus ad un primo e decisivo vantaggio oltre la doppia cifra. Ferrara tramortita dalla partenza a razzo della Virtus si schiera a zona: coach Curti richiama in panchina Persiani per un giusto riposo e butta nella contesa Piccinini: proprio il play medicinese infila, in una manciata di secondi, due bombe importantissime che consentono alla Virtus di comandare le operazioni alla prima sirena sul +11 con punteggio 15 a 26. Secondo periodo e ancora straripante Virtus: gli ospiti blindano ancora di più l’area e Ferrara, parecchio imprecisa, trova punti dal solo Burresi; la Virtus di contro gioca di squadra tutte le azioni e ancora Musolesi e Govi Giacomo sono i terminali di un attacco senza sbavature. Coach Curti inserisce Lorenzini e la Virtus vola: 4 punti dell’ala medicinese valgono oro perché sotto la regia di un ispirato Persiani la Virtus è perfetta. Sighinolfi infila la bomba, poi gancio di Musolesi e bomba di Persiani; i medicinesi piazzano un altro parziale di 11 a 18 e vanno al massimo vantaggio sul 26 a 44 con cui si va all’intervallo lungo. Negli spogliatoi coach Curti invita alla massima concentrazione perché la reazione di Ferrara è attesa: inizia il terzo periodo e gli estensi infatti fanno valere tutto il loro maggior tonnellaggio e, con una difesa eccellente, lasciano a secco la Virtus che perde lucidità. Ferrara, trascinata da Pasquini, arriva a -9 , poi si accende Biguzzi che realizza 5 punti a fila, poi è il turno di Sighinolfi che ne piazza cinque a sua volta. La Virtus respira e ritrova entusiasmo: Piccinini in penetrazione realizza e Medicina è nuovamente padrona dell’incontro, a +13 sul 43 a 56 del 30’. Quarto periodo e il duo Sighinolfi-Biguzzi va a segno da tre punti; la Virtus allunga, Brandani con 5 punti a fila cerca di tenere Ferrara in scia, ma la Virtus dalla lunetta trova la precisione per mantenersi in vantaggio, poi penetrazione di Persiani, scarico su Musolesi e bomba del capitano che chiude anzitempo ogni discorso portando i medicinesi a +20. Nel finale 3 punti di Persiani sanciscono la grande vittoria dei gialloneri poi a 1’15” coach Curti richiama il suo play in panchina per il meritato applauso; Ferrara realizza gli ultimi canestri, ma il risultato non cambia più.

SPAL – MECART 67 – 64

(15-17; 37-33; 56-45)

Correggio: Zamparelli 6, Ndour 2, Stefanini 7, Strautins 17, Galeotti 6, Lusvarghi 6, Magnani 11, Villani 4, Fassinou, Giani 2, Riccò, Lever 6. All. Paladini.

Cavriago: Fantini 2, Violi, D’Amore 14, Ligabue 9, Pellicciari, Cervi 26, Leonardi 3, Pezzi 6, Caleffi, Cacciavillani 4. All. Degl’Incerti Tocci.

Inizio partita favorevole agli ospiti con il solito Cervi in evidenza. La Spal appare più in palla rispetto alle ultime prestazioni e soprattutto grazie alla precisione di Strautins guadagna una manciata di punti di vantaggio e va al riposo sul 37-33. Nel terzo quarto Cavriago cede qualcosa e grazie a Galeotti, Lusvarghi, Strautins e Magnani si porta avanti chiudendo il quarto sul 56-45. Nell’ultimo quarto l’attacco della Spal si inceppa e permette a Cavriago di avvicinarsi (58-53 al 35′). Un paio di banali errori dei correggesi permettono a Cervi e D’Amore di portarsi sul -2 (61-59) e palla in mano quando manca un minuto al termine. Schiaccia Pezzi e parità. Villani e Leonardi pasticciano e Lever sigla il +2 per Correggio. Fallo di Stefanini su Cervi a -14″. Uno su due per il bomber. Magnani in lunetta fa 2/2 sul fallo di Cervi, portando la Spal sul +3 (65-62 a 13″ dal termine). Palla in attacco a Cavriago. Fallo di Galeotti. Ancora Cervi in lunetta fa 2/2 (65-64). Fallo su Strautins 1/2, ma la Spal recupera palla e ancora il lettone in lunetta a -5″ (66-64). Ancora 1/2 e sull’ultimo attacco di Cavriago il tiro di Cervi si spegne sul ferro ed i padroni di casa si aggiudicano meritatamente l’incontro per 67-64.

PALL. NOVELLARA – BOLOGNA BASKET 2011 85 – 74

(31-15; 48-31; 68-49)

Pallacanestro Novellara: Baracchi M., Margini 8, Bartoli 2, Folloni 13, Rinaldi 7, Mariani Cerati 9, Bagni, Verbitchi, Carpi 6, Colla 20, Ciavolella 20, Croci ne. All. Ligabue.

Bologna Basket 2011: Chiarini A. 18, Tolomelli 12, Tugnoli A. 4, Ballardini 17, Bianchini 4, Ayiku 18, Tugnoli L. 1. All. Muscò.

ARBOR – FLYING BALLS 65 – 92

(15-29; 27-43; 47-71)

Arbor Reggio: Borelli, Boselli 2, Visini, Braglia 8, Iori 2, Simonazzi 5, Franzoni 22, Maioli 9, Spaggiari 2, Bytyqi 15. All. Baroni.

Ozzano: Pasquali 5, Verardi 4, Rorato 9, Rossi 20, Savic 1, Regazzi 8, Teglia 4, Guazzaloca 4, Martelli 9, Rambelli 3, Gianasi 25. All. Grandi

Tornano al successo i New Flying Balls, vittoriosi sul campo dell’Arbor con un netto 92 a 65. Ozzano arriva a Reggio priva di Caprara e dell’influenzato Mini, ma l’avvio è più che buono: dopo appena sei minuti, i Flying toccano già la doppia cifra di vantaggio (12-22). Tredici punti nel primo quarto di Gianasi regalano il +14 alla prima sirena, poi l’Arbor con Bytyqi prova a mettere un po’ di paura alla formazione ospite tornando sul -8, ma è pronta la risposta biancorossa con Rossi, Teglia e Martelli per il nuovo allungo (+16 all’intervallo lungo). Nella terza frazione Gianasi e Rossi arricchiscono il proprio personale tabellino (45 punti in 2), Ozzano vola a +24, per Reggio non bastano i canestri di Franzoni (22 punti) per rimanere in partita. Nei restanti 10’ completo spazio ai giovani e a chi ad oggi hanno giocato un po’ meno. Vanno a segno tutti, in particolare Davide Martelli che realizza 9 punti condito da un ottimo 2/2 dalla lunga distanza. Il match si chiude con il +27 della formazione ospite.

BANCO EMILIANO – CVD 77 – 44

(20-9; 33-18; 59-32)

LG Competition Castelnovo Monti: Baccarani 4, Generali 7, Paulig 19, Siani 1, Vanni 17, Vezzosi 4, Mallon 14, Ferrari 2, Ovi 9, Guarino, Ruffini. All. Djukic.

CVD Casalecchio: Gamberini, Mazzoli 9, Marzioni, Lanzi 5, Masetti 4, Maggio 13, Fuzzi 11, Cuozzo1, Taddei, Marcheselli 1. All. Loperfido.

Parte forte Castelnovo che schiera Paulig, Vanni, Vezzosi, Guarino e Siani ed assesta subito un 7-0 agli uomini di Loperfido che cercano di rispondere con le bombe di Maggio e Fuzi. Generali appare subito piuttosto tonico e avrà un ragguardevole minutaggio. Paulig e Vanni portano i montanari a chiudere il primo quarto sul +11. Il CVD non ci sta e tenta un avvicinamento nei primi minuti del secondo periodo, ma si rivela un fuoco di paglia, perché Paulig c’è, Siani fa il suo lavoro, ma soprattutto comincia a vedersi gioco in attacco e intensità difensiva per il Banco Emiliano. Si va negli spogliatoi sul 33 a 18. Per i primi quattri minuti del terzo periodo, non entra niente per l’LG e CVD torna a -7, ma Djukic gioca la carta Ovi che mette tutti i suoi 9 punti e riporta, assieme a Paulig, Vanni e Mallon, Castenovo a +27. Poi il palasport reggiano si infiamma con tutti gli Under in campo negli ultimi cinque minuti. Il Banco Emiliano allunga ancore le distanze con una bomba ed un libero di Baccarani e i primi 2 punti in C del ’98 Ferrari.

PALL. BUDRIO 2012 – GIORGINA SAFFI BASKET 74 – 67

Budrio: Fimiani 23, Casagrande 11, Innocenti 10, Manini 8, Nanni 6, Piazzi, Quarantotto 2, Quaiotto 9, Lazzari 5, Alberti. All. Cinti.

Giorgina Saffi Forlì: Piazza 7, Frigoli 2, Rava 13, Ravaioli 12, Serrani 6, Biondi ne, Marchioni 5, Emiliani 2, Agatensi 20. All. Agnoletti.

GRANAROLO BASKET – STARS BASKET RINVIATA

RECUPERO

DILPLAST – BANCO EMILIANO 62 – 85

(7-28, 29-43, 50-66)

Montecchio: Ferrari 22, Basso 12, Ongarini 10, Lombardi 6, Colla 5, Giglioli 4, Guardasoni 2,  Maggi 1, Grisendi, Marchini ne. All. Cavalieri.

LG Castelnovo Monti: Paulig 22, Mallon 21, Ovi 11, Vanni 9, Siani 8, Guarino 7, Generali 7, Vezzosi, Baccarani, Pompili ne, Ferrari ne. All Djukic

Una splendida LG vince meritatamente il recupero e si issa al terzo posto in classifica con Budrio, a quota 36. Una squadra ben disposta in campo da coach Djukic, che monetizza il lavoro fatto in palestra in settimana, domina la gara fin dalle prime battute e, con un parziale di 28 a 7 nel primo quarto, praticamente chiude i conti con Montecchio. Monumentali i due gauchos appenninici che, con 22 e 21 punti a testa, portano in fondo una LG apparsa autorevole  e mai fuori gara, nonostante  nel 2° e 3° periodo Montecchio provi ad aumentare l’aggressività difensiva per ovviare ad un primo quarto veramente molle. L’Arena riesce a vincere solo una frazione di gioco, la seconda. Il Banco Emiliano gestisce la gara anche se, come detto, nel due quarti centrali la Dilplast sembra risvegliarsi e, con un Gian Nicola Ferrari in gran spolvero, riesce anche a portarsi a -10 e palla in mano nelle battute finali del terzo quarto.  La bomba di Ovi da metà campo, a fine periodo, fa capire, però, a tutti come finirà la serata. La successiva espulsione di un nervoso Cavalieri per doppio tecnico costringe  definitivamente  Montecchio ad ammainare bandiera bianca.

CLASSIFICA

4 TORRI FERRARA 44 25 22 3 2010 1620 +390
FLYING BALLS OZZANO 38 25 19 6 1917 1777 +140
L.G. COMPETITION CAST. M. 36 25 18 7 1901 1668 +233
BUDRIO 36 25 18 7 1792 1679 +113
VIRTUS MEDICINA 32 25 16 9 1802 1642 +160
S.B. CAVRIAGO 32 25 16 9 1774 1626 +148
ARENA MONTECCHIO 30 25 15 10 1870 1693 +177
NOVELLARA 30 25 15 10 1741 1758 -17
G. SAFFI FORLI’ 22 25 11 14 1635 1750 -115
GRANAROLO BASKET 20 24 10 14 1661 1681 -20
CORREGGIO 20 25 10 15 1818 1893 -75
STARS BOLOGNA 18 24 9 15 1529 1672 -143
BOLOGNA BASKET 2011 16 25 8 17 1658 1863 -205
ARBOR REGGIO 12 25 6 19 1713 1906 -193
CVD CASALECCHIO 10 25 5 20 1546 1807 -261
PONTEVECCHIO BOLOGNA 2 25 1 24 1593 1925 -332

SERIE D

GIRONE A

RADIOCOOP.IT – ATLETICO 88 – 60

(18-10; 39-26; 62-36)

Piacenza Basket Club: Massari 16, Antozzi 5, Scarionati 14, Gorla 9, Pirolo 19, Markovic 9, Popov 8, Betti 5, Garofalo 3, Sela. All. Mambretti.

Atletico Bologna: De Simone 8, Sant, Artese 2, Poluzzi 13, Pedroni 4, Nanni 8, Proto 7, De Fazio 6, Turchetti 5, Campanella 5, Grassi 2, Rossi. All. Cicchelli.

Il Piacenza Basket Club supera nettamente l’Atletico Basket Bologna tra le mura amiche del Pala San Lazzaro, dimostrando ancora una volta di avere mani calde in attacco e collezionando 88 punti totali (non un episodio isolato, ma ormai una costante in stagione). Quello che può sembrare un successo agevole e senza schiacciare sull’acceleratore, è stato in realtà un match difficile, dove l’Atletico non ha mai smesso di giocare la propria pallacanestro e dove la corsa dei suoi interpreti ha, alcune volte, sorpreso i ragazzi di Mambretti. La partita inizia in sordina, con pochi canestri nei primi minuti e un sostanziale equilibrio. Piacenza fatica a trovare un gioco fluido, mentre la circolazione di palla dei bolognesi pare più rapida, anche se inefficace. Sotto i tabelloni difensivi Pirolo e Gorla iniziano a prendere rimbalzi sfruttando la loro fisicità, mentre nella metà campo offensiva la squadra si limita a qualche guizzo di Massari e di Scarionati. Mambretti decide di inserire Popov e Garofalo, con il play neo arrivato che inizia a dare maggior ordine alla squadra, sebbene le percentuali generali di entrambe le squadre si mantengono basse. Nel secondo parziale Poluzzi prova per l’Atletico a ricucire lo strappo, aiutato da Nanni e De Simone. Radiocoop.it, nel momento forse più difficile, dove gli ospiti arrivano addirittura al -2, riesce a trovare una bomba mortifera da 3 punti con Betti, ricacciando gli ospiti alle spalle. Popov inizia ad andare in lunetta, dominando sotto il canestro bolognese, mentre continua l’ottimo apporto di Scarionati e Markovic dal perimetro, con penetrazioni coraggiose che fanno muovere la difesa felsinea (39-26 al 20’). Il Piacenza Basket Club rientra però in campo con la faccia giusta, voglioso di doppiare gli avversari in classifica (42 i punti dei piacentini prima dell’inizio della partita, 22 quelli degli ospiti). L’inizio di terzo parziale, con un perentorio 7-0 nel primo minuto di gioco per la Radiocoop.it, fa capire che la musica è cambiata. Pirolo inizia a giganteggiare nel pitturato, e un assist al bacio di Massari dietro la schiena per lo stesso lungo biancorosso da la scossa a tutto il Pala San Lazzaro. Markovic continua la sua ottima partita con una bomba da 3 punti, mentre Scarionati continua la sua partita solida (14 i punti alla fine per lui). L’Atletico viene travolto dalla marea del Piacenza Basket Club, con De Fazio e Campanella che provano a ricostruire difficilmente delle trame di gioco. Radiocoop.it Piacenza Basket Club continua con le marce alte, con i ragazzi di Mambretti che chiudono il terzo parziale sul 62-36. Nell’ultimo parziale Antozzi e compagni continuano con un attacco spumeggiante ma allargano leggermente le maglie difensive, concedendo ai bolognesi 24 punti complessivi. Poluzzi, Nanni e De Simone ringraziano ed aumentano il proprio bottino personale, ma non riescono mai nemmeno a provare a ricucire lo strappo. Il finale è ancora per il Piacenza Basket Club, con l’88-60 finale che rende l’idea di un primo tempo non bellissimo ma di una ripresa notevole e per nulla scontata.

SAMPOLESE – SALSO 71 – 35

(20-11, 34-17, 52-21)

San Polo d’Enza: Di Maria, Minardi 8, Benevelli 2, Margini 10, De Vizzi, Davoli  ne, Tondo 10, Maggiali 7, Bizzocchi 15, Servidei 9, Pezzi 10. All. Immovilli.

Salsomaggiore: Talassi, Zamboni, Ceci 2, Aimi 4, Maccini 11, Ratotti, Bonzani 10, Biocchi, Merli 6, Zerbini 2. All. Allodi.

Importante successo in chiave salvezza per la Sampolese nello scontro con la diretta concorrente Basket Salso. Gara a senso unico con i locali che comandano il match dal primo all’ultimo secondo: grande intensità in difesa e gioco fluido e  corale in attacco le armi vincenti  mentre i cugini di oltre Enza sembrano arrivati a San Polo  con il fiato corto ed incapaci di reagire. Così San Polo allunga subito (13-6 al 5′), poi, con le triple di Bizzocchi e le penetrazioni di Minardi, sale al +17 al riposo. La partita in pratica finisce lì. Salsomaggiore non ci prova più, sbaglia l’inverosimile, difende poco e male e per la compagine di Immovilli diventa quasi un gioco allargare il divario fino al +39 al 35′ (62-23) e concludere i giochi sul 71-35.

LIBERTAS FIORANO – BASKET VOLTONE 72 – 52

(15-11; 30-29; 55-36)

Libertas Fiorano: Pivetti M. 4, Cracco 4, Zogaj 3, Roncaglia 8, Ruggeri 1, Galloni 4, Pivetti F. 4, Marescotti 13, Lucchi 4, Ferrari 17, Melegari 10. All. Casoli

Voltone Zola: Ghiacci 13, Giacometti A. 5, Tubertini 8, Lombardo, Giacometti J. 11, Maresi 8, Polo 4, Varotto 3. All. Angori.

PALLAVICINI – COLLEGE FULGOR 66 – 47

(19-8; 30-25; 43-35)

Pallavicini: Tosiani 5, Cenesi 10, Pierantoni 9, Bastia 7, Giunchedi 6, Minghetti 6, Ferraro, Baraldi 5, Bavieri 4, Dawson 12, Berti 2. All. Morra.

Fidenza: Rigoni, D’Esposito 2, Orsi, Iacomino 8, Ceci 9, Zerbini 10, Gelmini 4, Imeri 10, Longhi 4. All. Fiesolani.

NAZARENO – MAGIK 62 – 66

(13-24; 35-35; 46-52)

Nazareno Carpi: Sbisà, Compagnoni 10, Goldoni 4, Doddi 15, Pravettoni 11, Dondi 2, Antonicelli ne, Cavallotti ne, Salami 20, Menon, Cantarelli ne. All. Testi.

Magik Parma: Donadei 3, Malinverni 5, Montagna ne, Tibollo 6, Malinverni T. 3, Caravita  5, Gibertini 1, Diemmi 22, Olangundoye 13, Guidi 6, Berlinguer ne, Fava 2. All. Lopez.

ANZOLA – BAOU TRIBE 64 – 73

(16-16, 35-34; 49-47)

Anzola: Poluzzi F., Venturi D., Venturi N. 4, Pappalardo 12, Fiorini 9, Lambertini, Franchini ne, Kalfus, Brancaccio ne, Mazza 23, Poluzzi L. ne, Zanata 16. All. Sacchetti.

Baou Tribe San Lazzaro: Campagna, Marinelli 10, Fornasari 1, Bernardi 8, Pirazzoli 2, Mellara 12, Forni 2, Masrè 9, Paladini, Governatori 12, Capobianco 2, Lodi 15. All. Lelli.

SAN MAMOLO – EUROSYSTEMS 71 – 76

(13-21; 36-30; 51-52)

San Mamolo: Rizzi ne, Cavazza, Quadri S. 3, Paracchini 17, Martelli L., Lamborghini, Boldarino 10, Quadri A. 5, Fiorentini ne, Demetri 15, Candelaresi 7, Bruzzecchesse 14. All. Munzio.

Luzzara: Ploia, Cani 2, Costantino 6, Miglioli 4, Gelosini 14, Neri 19, Petrolini 14, Riccò 12, Freddi 5. All. Beltrami.

Gli Aquilotti arrivano alla pausa pasquale con la terza vittoria consecutiva (la sesta nelle ultime sette gare), vincendo sul campo di un agguerrito San Mamolo, dopo una partita non bella, ma oltremodo fisica. Solo nove i disponibili per coach Beltrami, ma oramai non è una novità e gli Aquilotti iniziano subito benissimo con tre missili su altrettant tentativi di Gelosini (4-11). I bolognesi si affidano alle conclusioni dalla distanza di Paracchini e Demetri, ma l’attacco Aquilotto non ha alcun tipo di problema (13-21). Il passaggio a vuoto è però dietro l’angolo: i problemi di falli costringono coach Beltrami a delle rotazioni obbligate; l’attacco perde fluidità e la difesa risente dell’exploit di Boldarino che segna 8 punti consecutivi per il sorpasso (32-27). Sulle ali dell’entusiasmo i nostri ragazzi vengono travolti (33-44 al 24′) e la panchina si rifugia nella zona. I risultati sembrano modesti (39-49 al 27′), ma alla lunga portano fuori ritmo i locali. Riccò, Neri e Petrolini trovano i canestri del sorpasso (49-50) e si staccano leggermente ad inizio di quarta frazione (52-56). Qui i bolognesi perdono completamente la testa: tre tecnici in pochi minuti (tra cui l’allontanamento del coach), rendono la partita altamente nervosa. Gli Eagles riescono a mantenere la calma; salgono fino a +11 con i liberi di Costantino (74-63) e resistono ai tentativi disperati di Paracchini.

NUOVA PSA MODENA – VIS BASKET PERSICETO 58 – 60

(18-15; 30-34; 41-49)

PSA Modena: Macchelli 2, Petrella 8, Bertoni 12, Mezzetti 2, Tamagnini, Santonastaso 17, Konadu 4, Frilli 13, Govi, D’Imprima. All. Vassalli

San Giovanni in Persiceto: Scagliarini, Morisi 5,  Parmeggiani 6, Almeoni 16, Missoni 7, Genovese 6, Gravinese, Ramini 15, Ferrari, Rusticelli G. 5, Pederzini. All. Rusticelli M.

Ancora una buona prova della PSA Modena contro la terza forza del campionato. Assente ancora coach Lunghini per gravi problemi familiari, i modenesi partono subito forte, con una tripla di Frilli ed 8 punti di fila di Bertoni e Petrella per il primo break, 11 a 6 il parziale. Almeoni con tre canestri da dentro l’area riporta avanti la Vis, 11-12 ma non può comunque evitare il -3 della prima sirena, Santonastaso infatti risponde subito con una tripla a cui aggiunge due canestri in entrata. Modena si distrae un attimo in difesa, Ramini ne approfitta sotto canestro, cattura senza troppa fatica rimbalzi in attacco e mette a referto 6 punti che con la tripla ancora di Almeoni costringono la PSA ad andare al riposo sotto di 4. Al ritorno in campo ancora una volta si riaccendono le vecchie paure modenesi, complice anche una eccessiva lentezza nel rientrare in difesa Modena subisce un break che sembra esserle fatale, Genovese mette a segno tutti i suoi 6 punti della serata in un amen, Bertoni si lascia andare con gli uomini in grigio e si becca un tecnico nel momento meno indicato e la PSA per la prima volta accusa uno svantaggio in doppia cifra, un -11 reso meno amaro dalla tripla di Santonastaso sullo scadere della terza frazione. Modena cerca di mischiare le carte in campo variando spesso difesa, ma è la voglia di non mollare di un centimetro che cambia l’inerzia del match. San Giovanni è in affanno e costretta a spendere falli per fermare le incursioni di Santonastaso e compagni, e la PSA è a -4 con ancora 3’ da giocare. Due punti di Ramini su un  rimbalzo catturato per il 59 a 53, Petrella però trova subito il canestro per il 55 a 59. Modena ci crede e da il tutto per tutto, Frilli viene servito da Konadu per un piazzato da 3 ma Missoni lo stende letteralmente. Dalla lunetta il modenese non sente pressioni e riporta la  a -1 Modena che sul riversamento di fronte difende da manuale recuperando un pallone fondamentale. Con ancora 36” da giocare la PSA gioca con il cronometro, ma Santonastaso questa volta spara a salve. Time out dei bolognesi con il tabellone elettronico che segna -1’15” alla sirena finale, Modena sceglie di ricorrere al fallo. ma perde tempo e manda in lunetta Missoni quando restano soli 3”; il bolognese sbaglia il primo e mette dentro il secondo. Ancora un time out questa volta dei modenesi che provano ad organizzarsi, ma tre secondi non sono sufficienti a Frilli per la tripla che non trova il bersaglio pieno.

RECUPERO

VOLTONE – COLLEGE FULGOR 90 – 72

CLASSIFICA

PIACENZA BC 44 25 22 3 1823 1469 +354
ANZOLA 44 25 22 3 1839 1594 +245
VIS PERSICETO 38 25 19 6 1690 1543 +147
PALLAVICINI BOLOGNA 38 25 19 6 1653 1529 +124
BAOU TRIBE SAN LAZZARO 36 25 18 7 1676 1534 +142
MAGIK PARMA 30 25 15 10 1573 1572 +1
VOLTONE ZOLA 28 25 14 11 1689 1679 +10
AQUILA LUZZARA 26 25 13 12 1622 1590 +32
ATLETICO 22 25 11 14 1753 1712 +41
COLLEGE FIDENZA 22 25 11 14 1554 1611 -57
NAZARENO CARPI 20 25 10 15 1622 1729 -107
PSA MODENA 14 25 7 18 1644 1784 -140
SAMPOLESE 10 25 5 20 1495 1633 -138
SAN MAMOLO BOLOGNA 10 25 5 20 1534 1783 -249
FIORANO*** 9 25 6 19 1472 1573 -101
SALSOMAGGIORE 6 25 3 22 1235 1539 -304

GIRONE B

SCUOLA BASKET FERRARA – BELLARIA BASKET 84 – 65

(21-15; 42-30; 69-45)

Scuola Basket Ferrara: Ferrarini 14, Pusinanti 14, Zavarini 3, Rimondi 10, Frignani 7, Fabbri 2, Vigna 18, Bottoni 7, Parigi, Bussolari 9, Malaguti. All. Colantoni.

Bellaria: Stabile 5, Pari 6, Sacchetti 3, Mussoni 10, Novello 4, De Gregori, Russu 15, Bindi 3, Samb 6, Balic 13, Gozzi, Della Motta. All. Ferro.

OLIMPIA – DOLPHINS 95 – 67

(22-23; 39-34; 65-50)

Olimpia: Chillo 3, Franceschini 9, Corazza 24, Ziron 16, Boschi, Pancaldi 11, Prete, Binassi 15, Farnè 9, Gianninoni 3, Scala ne, Sgorbati 5. All. Canè.

Riccione: Silvestrini 14, Zaghini ne, Amadori 6, Raffaelli 6, Amadori 12, Brattoli 6, Ambrassa 4, De Martin 8, Polverelli 3, Calegari 8. All. Foschi.

CURTI – ARTUSIANA 65 – 60

(17-25; 28-34; 45-49)

International Imola: Martini 14, Folli 7, Benghi 4, Grandolfi 5, Genoni, Cai, Sgorbati 3,  Caprara A., Caprara J., Scagliarini 16, Dirella 10, Masoni 6. All. Fazzi.

Forlimpopoli: Marzolini, Balistreri 12, Calboli 5, Manucci 8, Vandelli 4, Morabito, Crocini 17,  Evangelisti, Pena Meija 7, Servadei 7. All. Bondi.

MOLINELLA – CASSANI&COSTANZI 79 – 68

(16-16; 37-29; 59-50)

Molinella: Calvi 6, Quartieri 3, Checcoli 5, Ricci 22, Zanellati 15, Testi 10, Alessandri 4, Tagliavini 7, Ugulini, Pascoli ne, Gualandi ne, Serio 7. All. Baiocchi.

Basket’95 Imola: Deri ne, Baruzzi L. 13, Dalmonte 4, Mastrilli 11, Rossi ne, Barbagelata 16, Rubini, Foronci 1, Baruzzi F. ne, Crisà 11, Spagnoli 12. All. Brocchi.

VB – BASKET VILLAGE 44 – 68

Grifo Imola: Pasini 19, Turrini 1, Sgubbi 2, Lanzoni 5, Linguerri 4, Monna 4, Zaccherini, Guerra, Castelli 9. All. Pasotti.

BK Village Granarolo: Banzi 2, Paoloni 2, Ballini 16, Costa 4, Salicini 8, Carrera 2, Nicotera 7, Nobis 7, Marega 5, Pedrielli 9, Marcheselli 1, Brotza 5. All. Calore.

GUELFO – ALTEDO 72 – 69

(20-17; 37-33; 51-50)

Castel Guelfo: Vastola 9, Bacci ne, Gianasi, Baccarini 14, Caprara 7, Bernabini 8, Miceli 1, Ventura T., Minghetti ne, D’Andola 10, Giordani 4, Paluan 19. All. Serio.

Altedo: Balboni, Monari 6, Gnan 2, Bovo 13, Bulgarelli, Pigozzi 9, Lollini 22, Baccilieri 9, Soresi, Gnudi 8, Ventura A. ne. All. Bacchilega.

A partire meglio sono i padroni di casa con D’Andola che trova ottime soluzioni. Nell’altra metà campo Lollini e Bovo tengono Altedo in scia del Guelfo. Nella seconda frazione la scena è tutta per Baccarini. Un vero enigma per la difesa ospite, tra penetrazioni, contropiedi e tiri dalla distanza. Il numero 7 guelfese, definito a fine partita da Paluan “commovente”, regala ai compagni di squadra poco prima dell’intervallo la doppia cifra di vantaggio (35-25). A questo punto Altedo si scuote e soprattutto grazie a Monari che con 2 triple e tanti tanti assist per i compagni realizza un parziale di 2-13, a cavallo dei due tempi, che porta al primo vantaggio ospite (37-38). Coach Serio passa a zone e riesce così a bloccare l’emorragia. Altedo troverà pochissimi punti dal campo, ma riuscirà comunque a rimanere attaccata al match grazie ai tanti tiri liberi tirati e colmare il distacco che il Guelfo si è creato a suon di triple (Bernabini, Paluan e doppio Vastola). Si entra così nell’ultimo giro di lancette dove Paluan segna il +2 mentre Lollini sbaglia. Il protagonista diventa Caprara che catturerà i rimbalzi (10 per lui) sui tiri finali sbagliati da Altedo e poi trasformerà i liberi dei falli sistematici.

SPEM MATTEI – VENI 44 – 61

(10-10; 22-31; 35-44)

Ravenna: Basaglia 3, Ravaioli, Bianchini 6, Vistoli 4, Cirillo 2, Saccardi 9, Bartolotti, Scaccabarozzi, Raspa 4, Zannini 6, Senni 10, Morigi. All. Focarelli.

San Pietro in Casale: Settanni 7, Meola, Barbieri 9, Luparello 14, Vinci 2, Minozzi G. 7, Tinti, Bartolozzi 13, Folesani 7, Neri 2. All. Minozzi M.

AICS JUNIOR BK FORLI’ – CESTISTICA ARGENTA 48 – 78

(15-24; 29-43; 39-59)

Aics Forlì: Criveto 3, Cantore 4, Pusateri 4, Bergantini 13, Grossi, Fumagalli 8, Ruffilli, Cortini 2, Gaiotti 3, Zamagni 6, Zannoni 5, Ferri. All. Chiadini.

Argenta: Brignani, Cesari 14, Dieng, Magnani 7, Malagolini, Rafan 3, Rubbini 15, Spinosa 16, Stegani 4, Taglioli 6, Thiam 13. All. Panizza.

CLASSIFICA

GUELFO 46 25 23 2 1718 1422 +296
DOLPHINS RICCIONE 34 25 17 8 1795 1618 +177
OLIMPIA CASTEL S. P. 34 25 17 8 1755 1615 +140
ALTEDO 34 25 17 8 1845 1733 +112
BASKET VILLAGE GRANAROLO 32 25 16 9 1650 1570 +80
MOLINELLA 28 25 14 11 1508 1534 -26
ARTUSIANA FORLIMPOPOLI 26 25 13 12 1624 1549 +75
VENI SAN PIETRO IN CASALE 24 25 12 13 1466 1403 +63
ARGENTA 22 25 11 14 1715 1693 +22
BASKET’95 IMOLA 22 25 11 14 1720 1749 -29
INTERNATIONAL IMOLA 22 25 11 14 1560 1595 -35
SPEM MATTEI RAVENNA 22 25 11 14 1533 1586 -53
S.B. FERRARA 18 25 9 16 1503 1611 -108
AICS FORLI’ 16 25 8 17 1515 1769 -254
BELLARIA 12 25 6 19 1559 1781 -222
GRIFO  IMOLA 8 25 4 21 1448 1686 -238

Under 17, i Crabs superano la Bsl. I risultati delle Giovanili

Derby regionale Under 17 a Rimini tra Crabs e Bsl ed è una gara che vale tanto dato l’equilibrio nel girone. La Vis Ferrara prova l’impresa a Desio. Negli Under 14, invece, segnaliamo S.G. Fortitudo-Virtus.

UNDER 17 4° giornata

GIRONE A

PALL. CANTU’ AUTHOS – PALL. MONCALIERI 65 – 76

MOLECOLA DON BOSCO CROCETTA – VIRTUS PALL. BOLOGNA 71 – 80

(20-18, 38-37, 63-61)

Torino: Abrate 2, Arese 11, Piumatti 10, Pozzato 8, Cagnazzo 6, Borgarello, Pasqualini 20, Gerling 8, Ciardo, Nacci, Sipala 2, Pozzi 4. All. Grattini.

Virtus: Graziani 13, Orsi, Gianninoni, Ballanti, Ranocchi 11, Conti 14, Mandini, Carella 12, Rubbini, Rossi 2, Cerulli, Penna 28. All. Consolini

AURORA DESIO – VIS 2008 90 – 64

(18-14, 40-22, 64-39)

Desio: Canzi 13, Riva 18, Meroni 6, Mazzoleni 7, Corti 4, Torchio, D’Apolito 10, Galli 13, Beretta 11, Ballocchi 6, Alberti, Cipolla ne. All. Villa.

Ferrara: Brilli 6, Verni, Mastrangelo 17, Caselli 6, Grazzi 9, Oseliero, Bianchi 7, Cervellati 3, Vivarelli 9, Zanirato 6. All. Franchella.

RECUPERO

VIS FERRARA – VIRTUS 66 – 77

CLASSIFICA
PMS Torino, Virtus Bologna 6; Desio, Cantù 4; Don Bosco Crocetta Torino, Vis Ferrara 2.

GIRONE D

AMICI PALL. UDINESE – PALL. BIELLA 72 – 78

PALL. TRIESTE – PALL. REGGIANA 52 – 90

ZAPI PETRARCA – OLIMPIA MILANO 74 – 68

CLASSIFICA
Petrarca Padova, Reggiana 6; Trieste, Olimpia Milano, Biella 4; A.P.Udine 0.

GIRONE E

CIESSE LEGNAIA – VICTORIA LIBERTAS PESARO 48 – 58

BASKET RIMINI CRABS – B.S.L. SAN LAZZARO 59 – 54

(9-19, 28-31, 41-42)

Rimini: Bologna, Meluzzi 20, Provesi 9, De Maio, Galassi, Casadei, Succi, Moffa 9, Baldassarri, Signorini 11, Mavric 6, Tsirikidze 4. All. Gandolfi.

San Lazzaro: Baietti 3, Agriesti, Cinti 2, Woldetensae 15, Annunzi 10, Zambonelli, Zambon 4, Puntolini 2, Puzzo 7, Degli Esposti Castori 9, Mazzini 2, Curti, All. Comastri.

CAB STAMURA ANCONA – CARISMI DON BOSCO LIVORNO 68 – 67

CLASSIFICA
Don Bosco Livorno, VL Pesaro 6; Bsl San Lazzaro, Stamura Ancona, Crabs Rimini 4; Olimpia Legnaia 0.

UNDER 14 20° giornata

GIRONE A

F.FRANCIA – PALL. REGGIANA 45 – 81

BENEDETTO 1964 – NUOVA PSA MODENA 58 – 66

GINNASTICA FORTITUDO – VIRTUS PALL. BOLOGNA 52 – 79

SCUOLA BASKET FERRARA – LIBERTAS FIORANO 105 – 62

POL. GIOVANNI MASI – PALL. NOVELLARA 60 – 47

POL. PIACENZA CLUB – VIS 2008 75 – 44

CLASSIFICA
Reggiana 36; Virtus Bologna 32; S.G. Fortitudo Bologna, S.B. Ferrara 30; Piacenza BC, Masi Casalecchio 24; Vis 2008 Ferrara, Novellara 16; PSA Modena 12; Benedetto 1964 Cento, F. Francia Zola 8; Vico Parma, Fiorano 2.

GIRONE B

FORTITUDO BOLOGNA 103 – PALLACANESTRO CASTENASO 72 – 48

CASTIGLIONE MURRI – INSEGNARE BK RIMINI 64 – 41

BASKET RIMINI CRABS – INTERNATIONAL BASKET 13/04/2015 – 20:15

P.G.S. WELCOME – POL.COMPAGNIA 52 – 69

BASKET SAVE MY LIFE – PALL. BUDRIO 2012 59 – 56

JUNIOR BASKET CA’OSSI – U.P. CALDERARA PALL. 69 – 59

RECUPERI

CALDERARA – I.B.R. 39 – 50

I.B.R. – FORTITUDO 103 52 – 54

CLASSIFICA
Crabs Rimini* 36; Compagnia Ravenna 34; Bsl San Lazzaro* 32; Fortitudo 103* 30; Pgs Welcome Bologna, Budrio, International Imola*, Castiglione Murri Bologna 18; I.B.R. 14; Ca’ Ossi Forlì 10; Castenaso 8; Calderara 0.

I Diablos vincono il girone D! I risultati dell’ultima di Promozione

Ultimo giro di valzer. Gli scontri diretti più interessanti sono nel girone D con Audax-Diablos ed Argelato-Gallo, con Calderara che potrebbe approfittarne ospitando Comacchio.

GIRONE A

PLAZA DE TOROS – VALTARESE 70 – 60

(21-15, 44-31, 55-51)

Marconi Castelnovo: Montanari 3, Castagnaro 8, Rancati, Benassi 5, Mazza 5, Manghi 8, Bellagamba 16, Fornaciari 4, Davolio D. 16, Davolio A, Bedenghi 5. All. Grobberio.

La formazione castelnovese capitalizza al meglio la netta sconfitta della sera precedente rimediata dalla Primogenita sul campo del Cus Parma, battendo a domicilio una Valtarese ormai salva e agguantando in extremis l’ultima posizione utile per la qualificazione ai play-out, dove proverà a giocarsi le sue carte contro la decima classificata del Girone B. Successo obbligato contro una Valterese sempre a inseguire fin dalle prime battute, ma mai veramente morta, anche per demerito della formazione di Grobberio (senza Magliani e anche con Mazza e Rancati in serata negativa). L’allungo decisivo porta la firma di Bellagamba, miglior uomo biancorosso sul parquet, coadiuvato da Castagnaro e Davolio D.

CSI SANT’ILARIO – PLANET 66 – 61

(16-13, 29-23, 40-45)

Sant’Ilario: Sistici 6, Setti M 8, Medici, D’amore 22, Reggiani 10, Micucci 9, Setti P., Bigliardi 9, Rosi G. 1, Rosi F., Masini, Grossi 1. All. Violi /Ferrari.

Planet Parma: Ruozzi 11, Bozzetto, Modica 4, Giublesi 17, Adorni 12, Gasparini 2, Centofanti 9, Pignatelli 1, Anselmi 5, Finardi. All. Paletti.

Sant’Ilario vince l’ultima partita di fase regolare ed è una partita già in clima play off. Primi due quarti a favore di Sant’Ilario con Sistici, Reggiani, Setti su tutti insieme ad un ottimo Bigliardi. Poi nel terzo quarto Planet piazza un break di 22 a 11 con Giublesi e Adorni autori di 4 triple e Centofanti artefice dell’allungo. La maggior freschezza dei padroni di casa, un D’Amore inspirato e l’uscita dal campo di Giublesi, per somma di tecnici, spianano la strada per un contro parziale che porta Sant’Ilario al 56-53. Poi due bombe di Ruozzi riportano Planet sul 59 a 58 a 90” dalla fine. Micucci spara la tripla del sorpasso per Sant’Ilario: 61 a 59, poi D’Amore infila il 63 a 59. Non è finita: quinto fallo di Reggiani e Ruozzi fa 1/2 ai liberi, ma sul rimbalzo Setti commette fallo ed ancora Ruozzi ai liberi fa 1/2, e si va sul 63 a 61. Un canestro di D’Amore ed un libero di Rosi chiudono, poi, la partita.

CUS PARMA – PRIMOGENITA 67 – 42

(14-7, 28-15, 47-33)

Cus Parma: Pattini 10, Bettera 4, Andreoli 11, Bellicchi 3, Giampellegrini Gu. 2, Ricci 2, Lupi 6, Vitali, Drisaldi 5, Marzo 4, Stonfer 4, Cervi 13. All. Marafetti.

Calendasco: Pirolo 3, Zanangeli 6, Inzani ne, Botti ne, Paraboschi 5, Dallavalle 3, Bacigalupi 4, Cabrini 4, Totaro 2, Catozzi 2, Botti 2, Stecconi 7. All. Montefusco.

Dopo la brutta sconfitta con Planet, il Cus chiude la stagione regolare con una vittoria sulla Primogenita, vendicando la bruciante sconfitta dell’andata. Primogenita priva di Villani che, all’andata, aveva chiuso il match con due bombe impossibili. Cus che ritrova i punti di Andreoli, le incursioni di Bettera e la sapiente regia di Pattini. Buona la prova del giovane Ricci ed ottimo l’esordio dell’ala pisana Lupi, atletismo e determinazione al servizio della squadra. La Planet cade a Sant’Ilario e regala, così, al Cus la seconda piazza.

DUCALE – CASTELLANA 58 – 75

Ducale Parma: Ponticelli 14, Battilocchio 4, Pisano 1, Montanaro, Frazzi 8, Carretta, Vento, Di Brino 20, Gozzi 5, Rosi 6, Tinelli. All. Padovani.

Castel San Giovanni: Coppeta 14, Eccher 4, Di Giorgio 6, Fanaletti 2, Derba 2, Ziotti 11, Zamboni 20, Belli 6, Mazzocchi 10. All. Piva.

La Ducale chiude con la 3° sconfitta consecutiva, un epilogo non certo positivo in vista degli imminenti playoff. Il 1° quarto è avvincente: Castellana punge, specialmente in 1vs1 e in contropiede, la Ducale risponde sempre a tono, a tratti anche dimostrando un discreto gioco di squadra. Tuttavia i padroni di casa non sembrano difendere come dovrebbero, i piacentini invece, sfoderano un efficace zone-press che gli regala il primo break della partita. Tuttavia tra una tripla di Rosi e una schiacciata di Di Brino stiamo ancora in partita. Si va alla pausa lunga sul 42-40 Castellana. Al rientro dagli spogliatoi la svolta (in senso negativo). Il gioco diventa caos e le conclusioni dei padroni di casa perdono di efficacia. Non facciamo più canestro. Negli ospiti, invece, si risveglia dal letargo Zamboni che con un secco 11-0 chiude, di fatto, il match. Nell’ultimo quarto la zone-press Ducale cerca un difficile recupero ma la situazione non cambia. Nel disperato assalto finale, anzi, il divario aumenta fino al 58-75 finale.

BASKET SOLE – MONTEBELLO BASKET 2011 64 – 56

IRA TENAX CORTEMAGGIORE – SALSOMAGGIORE CITY 65 – 60

CLASSIFICA
Castellana Castelsangiovanni 32; Cus Parma 30; Planet Parma, Ira Tenax Cortemaggiore 28; Basket Sole Piacenza 26; Montebello Parma, S. Ilario 24; Ducale Parma 18; Valtarese 16; Salsomaggiore City 14; Marconi Castelnovo Sotto, Primogenita Calendasco 12.

GIRONE B

I GIGANTI – LA TORRE 68 – 73 dts

(20-11, 34-23, 46-42, 61-61)

Giganti Di Modena:  Panico 17, Giorgi 4, Bertelli 6, Manzotti 13, Baraldini 3, Quaresima 2, Barbanti 6, Odorici 1, Larghetti 4, Forastiere 12. All. Bertani.

La Torre Reggio: Galassi 4, Mazzi G., Pezzarossa 6, Mazzi F. 27, Mussini 3, Melli 12, Bertolini 7, Margaria 10, Orlandini 4. All. Spadacini.

I reggiani si presentano con soli nove uomini a referto e una squadra assai giovane (tre 1995, un 1993, tre 1992, un 1991), restando, nel primo quarto, probabilmente sorpresi dalla furia agonistica avversaria. Le percentuali al tiro da fuori sono deficitarie e tali resteranno per tutto l’incontro (1/19 da 3 punti, cui si aggiunge un non lusinghiero 3/18 da fuori dall’area colorata). Tra i Giganti, sono ben sette i giocatori ad iscriversi a referto in questi primi dieci minuti, mentre sul lato opposto è il solo Filippo Mazzi a tenere a galla i suoi. Pezzarossa commette il terzo fallo dopo appena 6 minuti ed il 20-11 con cui si va alla prima pausa breve è fedele specchio di quanto visto in campo. Nel secondo quarto, la Torre prova a scuotersi, fino ad arrivare al -6 sulla scia di alcune buone iniziative di Bertolini, ma gli errori di concentrazione in fase difensiva consentono ai modenesi di allungare nuovamente, portandosi sul 34-23 del 20’. Lo spogliatoio sembra far bene a Margaria e compagni, che rientrano con un’intensità diversa: pur continuando a litigare col canestro, mettono il cuore in campo, concedendo ai Giganti solo tiri difficili. Tra i modenesi è Panico ad ergersi a protagonista, realizzando 8 punti. Pezzarossa unisce alla lucida regia ed all’intensità difensiva anche alcune buone conclusioni, riportando i grigiorossi, con 6 punti in breve tempo, sul 46-42 del 30’. L’ultima frazione vive sul tentativo reggiano di recuperare l’ormai esiguo vantaggio modenese. La parità arriva al termine di un lungo inseguimento a quota 58, grazie a un canestro di Melli, però, Manzotti replica insaccando la bomba del +3 a 35” dal termine (61-58). Fino a questo momento la Torre ha uno 0/14 da tre punti che parla da solo, ma Filippo Mazzi si assume le sue responsabilità e mette la bomba del pareggio quando di secondi al termine ne mancano venti. I Giganti non riescono a costruire un buon attacco e perdono palla, lasciando l’ultimo tiro ai grigiorossi. Time out Torre, dopo il quale Pezzarossa e Margaria se la giocano benissimo in appena sette secondi; la conclusione dall’angolo per Margaria è quella che si vorrebbe sempre avere per decidere una partita, ma il canestro dei Giganti è stregato, così si va all’overtime. Qui, ancora Panico si prende sulle spalle i padroni di casa, realizza tutti i 7 punti del supplementare, ma i ragazzi di Spadacini hanno più benzina: dopo un bel canestro di Mussini, sono Bertolini, Melli ed il solito Mazzi a realizzare i liberi che, uniti ad un’imperiosa stoppata di Margaria, servono a chiudere la contesa.

BASKET CAMPAGNOLA – POLISPORTIVA BIBBIANESE 46 – 60

(15-13; 26-26; 36-55)

Campagnola: Manicardi 10, Gasparini 1, Pignanoli 4, Zaccarelli 2, Parmiggiani 8, Bigliardi, Sacchi, Rustichelli 11, Piccinini, Di Monte 4, Beltrami, Sueri 6. All. Nanetti.

Bibbianese: Menozzi 6, Zaccaria 5, Salati 4, Reni 2, Marchesini, Vignali 14, Olivares 17,   Francia, Codeluppi, Farioli 10. All. Reverberi.

NORDICA EXTRAFLAME – SCANDIANO 65 – 67

(17-17, 36-36, 44-49)

Aquile Gualtieri: Magnanini 8, Canova, Folloni 20, Bagni 12, Soliani 9, Guida 4, Pezzali 8, Manzali, Pellegrini 3. All. Volpato.

Scandiano 2012: Fontanesi 7, Colacicco 5, Guidetti 6, Ferrarini 15, Acosta 18, Bigi 3, Farioli 4, Garofoli 9. All. Torreggiani.

Ultima giornata di regular season ed ennesima sconfitta al fotofinish, che comunque, visto il risultato di Medolla non modifica la classifica e decreta anche quest’anno la decima posizione con conseguenti Play Out. Certamente gli obiettivi delle due formazioni erano opposti; da un lato i locali con l’esigenza di vincere, con tutte le tensioni del caso; dall’altra Scandiano, ormai quinta, che non voleva perdere il ritmo gara e prepararsi adeguatamente in vista dei play-off. Ne è venuta fuori una gara piacevole, per il limitato pubblico presente, ma con il risultato in bilico fino agli ultimi centesimi, quando un provato Magnanini (8pt), con il tabellone che recitava 65-67 a 8 decimi  dal gong, si è misurato con due tiri liberi che avrebbero potuto portare l’incontro al supplementare. Purtroppo la tensione non ha aiutato il povero Gianni che nonostante sia il miglior liberista della squadra, non è riuscito ad insaccare il primo e di conseguenza si è visto costretto a sbagliare il secondo per tentare la carta del tap-in. Primi due quarti in grande equilibrio con margini limitati al semplice possesso. Più corale il gioco locale a differenza di uno Scandiano che si basa molto sulle importanti personalità. Infatti Acosta (18pt) infila tra l’8’ e 5’ dal termine del 2°Q un filotto di 10pt consecutivi che salva il team di coach Torreggiani da una abulia di gioco evidente. Ma nel terzo quarto la difesa pedemontana stringe le maglie e manda in crisi i delicati equilibri Aquilotti che, con un Canova in serata da dimenticare, non fanno arrivare i locali alla doppia cifra, concedendo oltremodo secondi possessi puntualmente sfruttati da un Ferrarini (15pt) entrato in trance agonistica. Il +5 sa di beffa, per l’andamento in campo e quando nell’ultima frazione Scandiano arriva sul +8, a 5’ dal termine, la frittata sembra fatta. Ma un sapiente Volpato cambia le carte in tavola e al 5° fallo di uno spento Pellegrini, inserisce Soliani (8pt), per un quintetto con 4 esterni che cambia l’inerzia della partita. Le due provvidenziali bombe di Magnanini danno il via alla rimonta che si concretizza a 34” dal termine 65-65. Ma la roulette dei liberi è implacabile. Soliani commette fallo bonus su un lucidissimo Acosta che freddamente realizza entrambe le conclusioni, non imitato come detto dallo sfortunato Magnanini.

VIRTUS CASALGRANDE – MEDOLLA 53 – 62

Casalgrande: Torelli D, Govi 16, Bottazzi 5, Iemmi 11, Bonatesta, Grazi 9, Talami 10, Bucci ne, Fusco 2. All. Pacifico. Ass. All. Gibertoni.

Medolla: Ceretti 13, Galeotti 4, Maini 6, Aldrovandi 7, Tralli 15, Barbieri 11, Guarnieri 4, Spinelli 2, Bega. All. Carretti.

I Casalgrandesi si presentano a questa gara con l’obbligo di vincere per tentare di riagganciare Gualtieri al decimo posto e guadagnarsi così il vantaggio nel fattore campo nei play-out, le recenti prestazioni contro Gualtieri, La Torre e Carpi però sono di buon auspicio. Per Casalgrande ci sono due assenze importanti però, infatti oltre al lungodegente Torelli Mattia, si aggiunge l’assenza di Oleari Stefano e quella di Bonaccini che dovrà stare fermo altri dieci giorni per un colpo subito nella partita contro La Torre. La gara comincia e i Casalgrandesi partono bene essendo sin da subito molto aggressivi, Medolla però è brava a trovare con tanti passaggi buoni tiri e a portarsi avanti. Casalgrande risponde con contropiedi fulminei che gli permettono di rimanere in scia agli ospiti. Al termine dei primi 10′ Medolla è avanti per 12 a 17. Nel secondo quarto la difesa Casalgrandese stringe le maglie in attacco continua a fare buoni contropiedi trovando anche due triple in transizione con Iemmi e con Talami. Medolla però punisce i ceramici con tanti back-door, soprattutto di Tralli. Casalgrande non riesce mai a superare gli ospiti però resta a contatto e all’intervallo si va negli spogliatoi con il risultato di 27 a 30. Nell’intervallo Coach Pacifico chiede ai suoi più attenzione in difesa eliminando i piccoli errori fatti finora che hanno regalato punti facili agli ospiti mentre in attacco chiede più concentrazione ai tiri liberi dove le percentuali non sono delle migliori. Il match ricomincia ma la gara resta in equilibrio, Casalgrande continua a segnare con tanti contropiedi lanciati e finalizzati soprattutto da Govi (16 punti) ma in difesa continuano i piccoli errori e Medolla trova canestri facili. L’arbitraggio poi di certo non aiuta i padroni di casa che già fisicamente più piccoli subiscono tantissimi contatti non fischiati soprattutto in area e i lunghi di Medolla continuano a trarne vantaggi, A dieci minuti dalla fine il risultato è ancora in equilibrio sul 46 a 49. L’ultimo quarto comincia con Casalgrande che alza il ritmo e che riesce a recuperare e a portarsi anche in vantaggio, Medolla però resta fredda e riesce ad effettuare il contro sorpasso che sarà definitivo anche grazie a due o tre fischiate dubbie da parte della coppia arbitrale che non era proprio in serata. A nulla servono i tentativi dei padroni di casa del fallo sistematico così Medolla chiude la gara. Il risultato finale è di 53 a 62.Il divario di 9 punti non rispecchia le differenze viste in campo e consente a Medolla di chiudere il campionato al sesto posto. Casalgrande invece chiude il campionato all’undicesimo posto e gli toccano i play-out contro Salsomaggiore dovendo giocare la prima gara e la possibile terza fuori casa.

PALL. REGGIOLO – CENTRO LATTONIERI 45 – 62

(14-15; 21-30; 36-45)

Reggiolo: Fregni 11, Torreggiani, Verzellesi, Carnevali, Caramaschi 5, Ancellotti, Franzini 5, Arisi 4, Mambrini 6, Fagandini 4, Setti 4, Rosi 6. All. Notari.

Carpine: Meschiari 4, Testi 7, Piuca M. 5, Piuca R. 8, Gasparini 1, Verrini 5, Zanoli 4, Giovanardi 6, Martinelli 9, Braglia 14. All. Morettin.

Carpi vince l’ultima partita e chiude prima in classifica, aggiudicandosi così il fattore campo per tutte le partite dei play-off. Gara equilibrata nel primo quarto, con entrambe le formazioni a segno. Seconda frazione e Carpi riesce a creare il gap che conta con Braglia che mette due bombe e la difesa che regge i tentativi reggiani. Nella terza frazione però Reggiolo reagisce e inizia a recuperare, poi viene prontamente ricacciata indietro da tutto il quintetto carpigiano che va a segno. Ultimo quarto Reggiolo tenta il tutto per tutto, ma un Martinelli in vena elude il pressing reggiano e permette ai compagni di segnare canestri importanti.

GO IWONS – SCHIOCCHI BALLERS 55 – 65

(14-17, 29-37, 40-53)

Albinea: Negri ne, Rossi 7, Marcacci, Bonetta 3, Canalini 6, Ballabeni 3, Masoni 12, Casoni 2, Corradini 2, Sassi M. 3, Ferretti 9, Camellini 8. All. Brevini.

SB Modena: Binotti 10, Forghieri 2, Minarini 10, Twun 5, Sangermano 7, Righi R. 12, Alessandrini 10, Sassi G. 9, Vaccari, Malverti. All. Righi G.

Settima di fila per i ragazzi di coach Righi sul campo di Albinea per 65-55 e, con questa vittoria, ottengono un terzo posto finale che li proiettano direttamente ai playoff ad incrocio con il girone A. I modenesi, come da copione, portano a casa i 2 punti contro i padroni di casa che non avevano più niente da chiedere alla stagione, se non di onorare al meglio l’ultimo impegno casalingo, cosa che hanno fatto egregiamente. Per gli ospiti, da sottolineare, un’altra buona prova su ambo i lati del rettangolo per Sassi (9 punti e 2 recuperi), i canestri di Alessandrini, decisivo nell’ultimo periodo con due triple, ed il solito apporto del trio Minarini-Righi-Binotti (32 punti) asse portante del team.

CLASSIFICA
Carpine 34; Bibbianese, Schiocchi Ballers Modena 32; Scandiano, La Torre Reggio 28; Medolla 26; Campagnola 22; Reggiolo 20; Go Iwons Albinea 14; Aquile Gualtieri 12; Virtus Casalgrande 10; I Giganti Modena 6.

GIRONE C

PIUMAZZO 2002 – IMA BASKET 77 – 59

(17-22; 37-36; 63-45)

Piumazzo: De Martini 13, Mezzetti 4, Baroni 8, Luppi, Valenti 6, La Rocca 3, Cavani 4, Broda 2, Di Bona 2, Verdoliva 21, Montorsi 8, Stanzani 6. All. Vannini.

Ima: Benfenati 17, Di Rienzo 8, Mambelli 4, Querciola 4, Piccari 5, Bondi 5, Mazza 6, Dainese 10. All. Bertuzzi.

H4T – MASI 61 – 49

(16-9; 35-29; 47-35)

SP Vignola: Ganugi 9, Badiali 3, Quartieri, Mariani 4, Pantaleo 5, Zagni 9, Vannini 9, Guidotti 14, Midulla 4, Franchi 4, Malagodi. All. Smerieri

Masi Casalecchio: Campazzi 2, Penna  8, Castaldini G. 8, Sechi 11, Dalla 3, Forni 7, Manferdini 6, Cavana, Masi 1, Verde  3, Castaldini T. All. Guidetti.

F.FRANCIA – P.G.S. WELCOME 47 – 46

(8-10; 20-20; 31-32)

Francesco Francia Zola: Galli 13, Bosi, Migliori 3, Masina 4, Brochetto D. 3, Pagano 8, Gamberini 8, Guerrato 2, Zini 2, Cevenini, Barilli 2, Bettini 2. All. Brochetto L.

Pgs Welcome: Lamborghini L. ne, Lederi 6, Lamborghini S. 1, Ahmethodzic 5, Bernardini, Sabbioni 2, Palmieri 7, Rizzi 16, Petrini 2, Bortolazzi 7, Roveri. All. Lamborghini R.

CSI SASSO MARCONI – GARDENBO 83 – 77 d2ts

(19-22; 23-39; 43-49; 64-64; 72-72)

Csi Sasso: Magnani 8, Grande 2, Cremonini, Meluzzi 8, Vinerba, Tosarelli 3, Rillo 7, Mutolino 14, Borsari 27, Bellodi 12, Giuliani 2, Perrina. All. Coralli.

Sport Junior 2000: Peri 11, Ceresi 6, Rinaldi 14, Giacometti 4, Tinti 13, Trenti 2, Cavalieri 10, Jaboli 17, Campoli ne. All. Rizzi.

SPORT INSIEME – MONTEVENERE 2003 A.GIORGI 77 – 63

STEFY – IMMOBILIARE 2000 55 – 50

(13-18; 31-33; 44-42)

Stefy: Tradii 3, Francia 5, Vittuari 7, Mannini 2, Agnoletti 13, Evangelisti 5, Cabuli, Suero 4, Pozzati 15, Poli 1. All. Scandellari.

Giardini Margherita: Vittori Antisari 8, Grassitelli 10, Marcelli 2, Florio 5, Baldazzi 4, Grandi 3, Carafa 2, Poli 3, Brina 5, Pierini 8. All. Lanzi.

CLASSIFICA
Vignola 38; Stefy Bologna 36; F. Francia Zola 30; Immobiliare 2000 Bologna 28; Masi Casalecchio, Montevenere Bologna 24; Sport Insieme Bologna 22; Piumazzo 16; Gardenbo 14; Pgs Welcome Bologna, Csi Sasso Marconi 12; Pgs Ima Bologna 8.

GIRONE D

UP CALDERARA – DELTA 67 – 63 dts

(17-15; 31-24; 40-35; 50-50)

Calderara: Gallerani 4, Ventura, Mestieri 2, Guaraldi 22, Benuzzi 8, Rinaldi 2, Gentili 5, Bellodi 12, Angelini 6, Ansaloni 4. All. Murtas.

Comacchio: Carli D., Persanti 8, Peretti 14, Gregori M. 4, Boccaccini 2, Gelli 20, Ferroni 9, Cavalieri 2, Gregori G. 2, Carli M. 1. All. Bacchini.

Ultima di stagione regolare per Calderara che affronta in casa un Basket Delta Comacchio agguerritissimo e deciso a portare a casa i due punti che potrebbero valergli la qualificazione ai play off. Primo quarto sempre punto a punto, con Peretti per Comacchio che mette a referto 10 dei suoi finali 14 proprio in questo quarto, per Calderara ci sono le triple di Benuzzi a Guaraldi che fanno chiudere in vantaggio di un possesso  il primo quarto (17-15). Nel secondo periodo i padroni di casa tentano l’allungo ma gli ospiti restano sempre a contatto, si va negli spogliatoi sul 31-24. In avvio di terza frazione Comacchio piazza un break di 0-9 che ribalta completamente l’inerzia del match finora condotto dai padroni di casa che, però, reagiscono bene piazzando a loro volta un parziale di 9-2 che farà terminare anche il terzo quarto in vantaggio sul 40-35. Nel quarto conclusivo è ancora Comacchio a tentare il sorpasso, che arriva grazie a un parziale 0-10 firmato Gelli-Gregori M. Nell’altra metà campo Gallerani converte il rimbalzo in attacco in due punti, mentre Bellodi dalla lunetta fa 1/2. Guaraldi riporta avanti i suoi con 5 punti consecutivi sul 48-47. Peretti nell’altra metà campo subisce fallo e va in lunetta facendo 2/2, Calderara attacca a 22” dalla fine, ma Angelini fallisce la conclusione; fallo sistematico che porta in lunetta Persanti che fa 1/2. Mancano 12” alla fine e Calderara ha la palla in mano per i supplementari: Bellodi subisce fallo a -2” e fa 0/2, Angelini sbaglia il tap-in, ma è Guaraldi a rimediare l’errore e segnare sulla sirena i punti del pareggio. Calderara parte subito bene trascinata da Angelini e Bellodi, ma Comacchio non ne vuol sapere e ritorna ancora in partita grazie a Gelli. Guaraldi dalla lunga distanza insacca il +4 (60-56), Gelli accorcia le distanza per i suoi, mentre Gentili e Bellodi segnano 5 punti importantissimi, che permetteranno a Calderara di portare a casa la partita.

PALL. LA FENICE – A.MI.CA. 20 – 0

PEPERONCINO LIBERTAS – PALL. FORTITUDO CREVALCORE 63 – 51

(12-13; 35-24; 49-35)

Castello d’Argile: Bolgani 5, Manzi 4, Govoni, Vecchi 3, Frascaroli 4, Monari Mat. 11, Fanti 7, Bernardini 6, Cavallini 5, Monari A. 16, Comi 2, Cavicchi. All. Monari Mar.

Crevalcore: Bianconi, Querzà 2, Gambuzzi 4, Filippetti, Zerbini 2, Terzi 3, Garuti 12, Fregni 5, Floro 13, Simoni 10. All. Terzi.

VIS 2008 – PROGRESSO HAPPY BASKET ’07 81 – 68

Vis Ferrara: Ebeling 7, Ricci 2, Gnani 2, Mastrangelo 13, Brilli, Bianchini, Verrigni 21, Vivarelli 4, Cavicchioli 3, Gamberini 15, Fiorentini 7, Campi 7. All. Castaldi.

Castel Maggiore: Bernardinello, Pellegrino 16, Tugnoli 22, Baraldi 8, Tosi, Zocca 1, Pazzaglia 12, Maini 5, Mancini 2, Sitta 2. All. Ansaloni.

Contro Castelmaggiore, la Vis gioca a tratti un buon basket, prendendo il controllo del gioco dopo una prima fase di studio. Il divario arriva fino al +23 grazie ad una buona precisione dalla lunga distanza e alla presenza a rimbalzo offensivo. Partita comunque mai in discussione nella seconda metà di gioco tanto che il risultato finale sarà di 81 a 68.

ARGELATO BASKET – GALLO BASKET 53 – 56

(10-16; 20-27; 37-39)

Argelato: Leonelli 10, Rossi 2, Risi 3, Fontanella 6, Gadani 5, Accorsi 2, Campanile 21, Sgarzi 3, Fabulli, Nannetti 1. All. Iattoni.

Gallo: Fini 1, Malaguti J. ne, Del Principe 10, Schincaglia 6, Magni 10, Boscolo, Benetti, Pasquali 11, Gardenale 6, Malaguti F. 8, Caselli 4. All. De Simone.

AUDAX BASKET – DIABLOS BK 44 – 68

(11-7; 24-27; 29-50)

Audax Ferrara: Serravalli 2, Bertasi 11, Bolognesi 16, Marabini 3, Ricci, Vaianella 2, Ferraresi, Felletti Spadazzi, Zanchetta 2, Del Torto 5, Balboni 1, Bedetti 2. All. Folchi.

Diablos Sant’Agata Bolognese: Belosi 2, Violi 2, Terzi 9, Girotti 7, Patelli 7, Candini 8, Ballotta 17, Accorsi 6, Manganelli 2, Risi 8. All. Masetti.

RECUPERO

A.MI.CA – ICOS 71 – 82

(11-25; 29-53; 50-71)

Vis Ferrara: Ebeling 3, Gnani 4, Mastrangelo 20, Brilli, Bianchini 6, Verrigni 28, Vivarelli, Cavicchioli 9, Gamberini 12, Campi. All. Castaldi.

CLASSIFICA
Diablos Sant’Agata Bolognese 30; Argelato, Calderara, Gallo 28; Audax Ferrara, Peperoncino Mascarino 26; Vis Ferrara 24; La Fenice Codigoro 22; Delta Comacchio 20; Happy Basket CastelMaggiore 14; Crevalcore 12; A.MI.CA Minerbio 3***.

GIRONE E

MONTERENZIO BASKET – TITANS OZZANO BASKET 67 – 68

(16-16; 28-29; 38-50)

Monterenzio: Romagnoli 12, Tonelli 19, Lucchi 13, Ballestri 4, Pambianchi 3, Costa 3, Boccardo 13.

Titans Ozzano: Finessi 16, Passarelli, Rossi 8, Tuccillo 5, Gamberini 3, Boletti 4, Paolucci 4, Ungaro 16, Nannoni 12, Minoccheri. All. Torrella.

CASTIGLIONE MURRI – PGS BELLARIA 70 – 50

(17-8; 34-21; 58-35)

Castiglione Murri: Brini 2, Buriani 23, Dettori 10, Di Pasquale 2, Fermi 7, Maestri, Rizzardi  8, Salocchi, Samoggia 6, Stefanelli, Tacconi 12. All. Benini.

Pgs Bellaria:Ascari 4, Sudano 4, Urzino 2, Romanelli 9, Scarenzi 2, Pazzagllia 5, Franzoni 3, Traietta 2, Sanguettoli 2, Idà 5, Masoni 2, Bertini ne. All. Bendaglia.

BASKET CLUB RUSSI – PALL CASTEL S.P.T. 2010 61 – 50

(16-9; 29-22; 44-40)

BC Russi: Montanari 4, Bramante, Babini 4, Beghi 11, Bassi 10, Buffatti 3, Canali 1, Venturini 3, Bagioni, Santo 25, Fontanini. All. Milandri.

Castel San Pietro: Cavalieri 3, Mascagna 4, Graziani 4, Magurno 3, Manaresi 3, Farnè, Soldi 8, Vinera 9, Albertazzi, Conti 16. All. Martinelli.

MEDICINA BASKET 2007 – TATANKA BALONCESTO IMOLA 79 – 74 d2ts

(13-20; 30-34; 48-49; 61-61; 71-71)

Medicina 2007: Ugulini 6, Buresti 20, Lenzarini 18, Grassellino 4, Panico 2, Magli 14, Buscaroli 1, Lorenzini 7, Dall’Olio 5, Randazzo 2. All. Bandini.

Tatanka Imola: Bergamini 3, Costantino 15, La Ferla 6, Pirazzoli 6, Favilli 16, Franceschelli 2, Baldazzi 6, Castagnetti 15, Strada 5.

BASKET GIALLONERO – PARTY & SPORT 51 – 55

(19-13; 25-27; 34-36)

Giallonero Imola: Villa 11, Vicentini 4, Nanetti, Saloni, Spoglianti 2, Biancoli 6, Vannini 18, Calamelli ne, Campomori 6, Remondini 4. All. Creti.

P&S Imola: Lollini 3, Fioravanti 7, Buonfiglioli 7, Fierro, Zerbini 9, Pierantozzi 2, Zanaroli 2, Passatempi, Rizzoni 6, Salvadè, Avallone 19. All. Nannetti.

ISIS BASKET LUGO – SELENE BK S.AGATA 54 – 57

(18-17; 32-22; 42-33)

Lugo: Scardovi M. 7, Baroncini 14, Zanoni 7, Zanzi 6, Marchetti, Romagnoli 2, Scardovi E. 8, Plazzi, Savini 6, Bazzocchi 4. All. Ortasi.

Sant’Agata sul Santerno: Tagliaferri ne, Merendi ne, Gaddoni 2, Pirazzini 3, Sgalaberna 4, Fabbri 5, Simoni 4, Foronci 14, Totaro 14, Baldrati 6, Pantani 3, Taroni 2. All. Colombi.

CLASSIFICA
P&S Ozzano 38; Selene Sant’Agata sul Santerno 32; Giallonero Imola 30; Titans Ozzano, Castiglione Murri 24; Pgs Bellaria, Russi, Medicina 2007 22; Castel San Pietro 18; Tatanka Imola 16; Isis Lugo 14; Monterenzio 2.

GIRONE F

SKIZZO – POL. CESENATICO 2000 61 – 70

(17-21; 28-29; 45-47)

Skizzo Rimini: Saulle, Tamburini 7, Brolli, Ricciotti 8, Rizzo 16, Bascucci 13, Cappelli 4, Mantovani, Lanci 13, Apreda.

Basket CerviaCesenatico: Battistoni 4, Maraldi 11, Casali 11, Albertazzi 15, Capucci 7, Pasini 2, Bolognesi, Sponziello, Balestri 8, Farabegoli 2, Pillastrini 10. All. Domeniconi.

CESENA BASKET 2005 – POL. STELLA 63 – 69

(20-9; 28-36; 41-52)

Cesena: Romano 12, Senni F. 11, Martini 1, Vittori 8, Saletti, Cacchi, Babbini 7, Grassi 2, Chezzi, Mordenti, Rossi 9, Soldati 13. All. Senni P.P.

Stella Rimini: Distante 5, Naccari 8, Angeli 20, Muntangesu 5, Malagrida, Brunetta 11, Bascucci 2, Ferrini 6, Missiroli 5, Sarti ne, Golfieri 7. All. Bonaccorsi.

EAGLES – A.I.C.S. BASKET 57 – 79

(16-22; 29-45; 49-63)

Morciano: Tamai 12, Rastelli 3, Guastafierro 10, Bigini 6, Battelli 3, Badioli 2, Masia 16, Ciotti 3, Chistè 2. All. Villa.

Aics Forlì: Lasi 6, Turci ne, Baldini 15, Balzani 12, Maltoni 4, Rasi 17, Orioli 8, Molinari 9, Nostini 2, Del Testa 6. All. Montuschi.

BASKET 95 FAENZA – POL. FAVENTIA 2011 50 – 64

(8-19; 17-26; 39-48)

Basket ’95 Faenza: Santandrea 10, Dal Monte, Campanini, Romboli 4, Flauret, Laghi, Troni 12, Cerini 6, Samorì 8, Bombardini, Rosti 6, Belosi 4. All. Vespignani.

Faventia Faenza: Di Giulio, Ceroni 4, Graziani 1, Conti 16, Dalle Fabbriche 6, Ramadhani Tanesini 1, Boattini 10, Ercolani 9, Presicce 15, Liverani 2. All. Morigi.

La cornice può essere meravigliosa, ma se il quadro non rende, lo spettatore si volta e se ne va e per quanto riguarda la parte Faventia il primo quarto é di ottima fattura. Ercolani apre la contesa, Conti e Dalle Fabbriche gli fanno compagnia dall’arco e c’é un primo time-out Basket ’95 sul 4-13. Macina gioco la squadra “di casa”, ma non trova il fondo del secchiello, mentre con Presicce ed ancora Conti si va sul 8-19 al primo riposo. Come nel match di andata, i ragazzi di Vespignani aumentano la pressione difensiva, rendendo le conclusioni targate Faventia sempre più complesse, scardinando pignone e corona degli ingranaggi di gioco, ma continuando a non trovare efficacia in fase realizzativa. 4/12 dalla lunetta nel primo tempo e una tripla di Ercolani concedono sette punti sul referto di gara ed in pausa lunga il tabellone scrive 17-26. La terza frazione contrappone la voglia di rientro dei giovani guidati da Samorì e Troni, alla determinazione e precisione di Conti e l’intelligenza cestistica di Ceroni che legge con arguzia i mis-match. 22 pari il terzo quarto, bel gioco, emozioni, piccoli break, sempre rintuzzati, vantaggi in doppia cifra ricuciti sino al 2/3 ai liberi di Troni in gentil concessione allo scadere di quarto. Si riparte dal 39-48 e Rosti riporta presto al -7. Dopo qualche minuto di stasi é Dalle Fabbriche in penetrazione a gelare la difesa del Basket ’95 arrivando in penetrazione al ferro. Sul tocco post-canestro richiamo ufficiale e quando dall’altra parte sul successivo canestro di Rosti accade lo stesso la coppia arbitrale sancisce un tecnico. Presicce converte, Presicce mette una tripla con dedica, altre proteste e nuovo tecnico (risparmiabile), ancora Presicce a bersaglio e si completa il vantaggio (43-58) con la seconda tripla del lungo manfredo. A fare il killer del match é capitan Boattini, di ritorno da Marsa Alam, con sei punti consecutivi.

BASKET 2000 – FIORENZUOLA 70 – 73 dts

(15-16; 25-30; 42-51; 61-61)

Basket 2000 San Marino: Bombini 4, Guerra 6, Giannotti 5, Giacomini, Ugolini 16, Fabbri, Barrana 6, Sarti 6, Taddei 7, Berardi 14, Bronzetti 6, Borello. All. Liberti.

Fiorenzuola Cesena: Zampa, Faggi 12, Biondi 4, Ricci 19, Morsucci 7, Maestri ne, Neri 5, Bertani 15, Strada 9, Abbondanza 2. All. Baraghini.

CNO – TIGERS 56 – 59 

(11-13; 30-29; 46-52)

Santarcangelo: Rasponi 4, Lucchi 6, Donati 6, Ricci, Calisesi 6, Tinè, Tomassini 7, Nicoletti 13, Tassinari 3, Maioli 11. All. Morri.

Villanova: Domeniconi 4, Rossi 13, Magnani 14, Bronzetti 6, Cangini 2, Villa ne, Semprini, Donati 7, Tomasi 13, Falconi ne, Toni. All. Evangelisti.

CLASSIFICA
Tigers Villanova, Fiorenzuola Cesena, CNO Santarcangelo 36; Faventia Faenza, AICS Forlì 30; Skizzo Rimini 18; Basket 2000 San Marino, Basket’95 Faenza 16; Stella Rimini, Cesenatico 2000 14; Cesena 12; Eagles Morciano 6.

Virtus, è arrivata la qualificazione diretta. I risultati della DNG

Potrebbe essere il lunedì della qualificazione della Virtus Bologna alle finali nazionali se battesse Rimini e, contemporaneamente, Bergamo perdesse a Casalpusterlengo. Trasferta difficilissima a Mestre per la Fortitudo, mentre la Reggiana ospiterà la forte Reyer.

DNG 24° giornata

REGGIANA – REYER 74 – 86

(14-23; 38-45; 59-66)

Reggiana: Zamparelli 3, Galeotti 12, Strautins 9, Lever 15, Riccò 3, Neri, Lusvarghi 8, Rovatti 8, Stefanini 5, Bonacini 9, Ndour, Vigori. All. Menozzi.

Reyer Venezia: Tinsley 8, Bono, Visconti 11, Groppi 6, Ambrosin 5, Totè 15, Trevisan, Bolpin 16, Zucca 16, Romano 9. All. Buffo.

VIRTUS – CRABS 77 – 51

(22-13, 41-27, 63-37)

Virtus Bologna: Tassinari 7, Graziani, Sitta 12, Betti 15, Vercellino 9, Allodi 7, Conti, Zani 8, Carella 10, Penna 9. All. Sanguettoli.

Rimini: Balic 4, Meluzzi 7, Signorini 4, Egbutu, Provesi 2, Biordi 9, Perez 2, Hadzic 17, Maiello 2, Mavric 4. All. Dimitrova.

CASALPUSTERLENGO – BLUOROBICA 69 – 62

(18-12; 35-27; 54-45)

Assigeco: Del Vescovo 5, Costa 6, Sgorbati 15, Villani, Dincic 21, Diouf, Brigato 5, Rossato 13, Maghet 4, Fantauzzi, Bergamo. All. Andreazza.

Bluorobica: Pasqualin 12, Silva 15, Ferri 9, Mezzanotte, Beretta 16, Nani, Colombo, Dessì 2, Permon 7, Perego 1, Bertocchi. All. Zambelli.

JUNIOR LEONCINO – FORTITUDO 49 – 61

(11-12; 26-21; 38-39)

Leoncino: Marzaro, Nalesso 2, Ortolan, F. Fabris 9, G. Fabris 14, Lazzarin, Pavan, Sbrogiò ne, Marini, Gomirato 5, Salerno 2, Rubbo 17. All. Toffanin.

Fortitudo: Torricelli 2, Casali 7, Lucchetta 10, Malavasi 10, Errera, Lenti 13, Galassi 4, Pesino 9, Bertoncello 6, Zucchini. All. Breveglieri.

TREVISO – 3S INTERMEK 39 – 48

(12-12; 24-25; 30-35)

Treviso: Moro 5, Legnaro 2, Busetto 8, Spessotto 2, Boato 2, Gatto 16, Tasca, Zamai 4, Bailo, Damian, Poser.  All. Tabellini.

Cordenons: Scaramuzza 4, Corazza 5, Stolfo, Malattia 12, Mancin, Canzi 2,  Dello Iacono, Toppan 2, Castellarin 4, Bertola 8, Rizzetto 8, Mulato 3. All. Montena.

VIRTUS BK PADOVA – AQUILA BK TRENTO 45 – 71

Virtus Padova: Gallocchio 2, Marzola 8, Berto ne, Peghin, Calzavara 5, Malachin 2, Ferrara 8, Compagnin, Barbato 15, Calore 2, Rizzi 3, Levorato. All. Friso

Trento: Della Pietra 11, Bojovic, Bernardi 14, Pozza 2, Aldrighetti, Bertocchi 2, Montanarini, Bellan 16, Lenti Ceo 4, Trentin 12, D’Alessandro 10. All. Marchini

CLASSIFICA
Aquila Trento, Reyer Venezia 36; Casalpusterlengo* 34; Virtus Bologna 32; Blu Orobica Bergamo 26; Reggiana 24; Fortitudo 103 Bologna 22; Virtus Padova*, Crabs Rimini 18; Leoncino Mestre 14; Pontevecchio Bologna, 3S Cordenons 10; Treviso 6.

Riscatto Fortitudo. Castelfranco supera l’esame Castenaso. I risultati di A2 Silver. B e C

Ravenna e Ferrara continuano nella lotta per il secondo posto e sarà durissima per i romagnoli perchè ospiteranno Treviglio; ultimo treno play off per l’Andrea Costa contro Chieti. In serie B la Fortitudo anticipa al sabato pomeriggio contro Orzinuovi, mentre la capolista Tramec non dovrebbe avere problemi a Desio. In C bella sfida tra Castenaso e Castelfranco, mentre la Ghepard proverà a fermare la marcia del Santarcangelo.

A2 SILVER

BENACQUISTA LATINA – VIOLA REGGIO CALABRIA 83 – 76

O.R.S.I. TORTONA – PAFFONI OMEGNA 86 – 70

LEGNANO – BAKERY 77 – 71

(24-15; 39-36; 50-53)

Legnano: Krubally 15 (7/8), Petrucci 3 (1/3 da tre), Maiocco 11 (0/4, 3/5), Frassineti 16 (4/7, 1/1), Arrigoni M. 8 (4/5), Di Bella 10 (3/10, 0/2), Locci, Merchant 14 (3/5, 2/6), Navarini (0/1, 0/2), Guidi ne, Turano ne, Arrigoni S. ne. All. Ferrari.

Piacenza: Galli 14 (5/6, 1/2), Rombaldoni 17 (6/12, 1/5), Stefanini 3 (0/1, 1/1), Sorokas 17 (5/9, 2/9), Gasparin 11 (1/4, 3/4), Rossetti 3 (1/3 da tre), Infante 6 (2/4), Ziotti ne, Sebastiani ne, Mazzocchi ne. All. Sodini.

Coach Sodini parte con Gasparin, Stefanini, Rombaldoni, Sorokas e Infante. Circa un centinaio i tifosi accorsi a Castellanza per sostenere i propri beniamini. E’ Gasparin ad aprire le marcature con una tripla, cui risponde due volte Krubally per il 4-3 dopo 3’. L’attacco piacentino fatica ad ingranare, mentre i lombardi si dimostrano più prolifici con Frassineti e Merchant, autori dei punti dell’8-3 che costringe coach Sodini al primo timeout della partita. Legnano tenta la fuga sul 13-5, prima che capitan Rombaldoni salga in cattedra e realizzi un difficile canestro dal mezzo angolo e serva, nell’azione offensiva successiva, l’assist a Sorokas. Il lituano subisce anche fallo, e realizzando il libero riporta la Bakery a -5. I Knights rispondono colpo su colpo, siglando il massimo vantaggio con la tripla di Merchant (22-12). Il quarto si conclude sul 24-15 per i padroni di casa. L’avvio piacentino è strepitoso: Gasparin con la sua seconda tripla e Galli riportano al -4 i biancorossi quando sono stati giocati 12’. Infante segna, subisce il fallo e va in lunetta con il libero supplementare, non concretizzando però il gioco da 3 punti. Piacenza rimane sul -2. L’ennesima parla persa dell’Europromotion regala nuovamente agli ospiti la possibilità di completare l’aggancio: missione compiuta, grazie ad un difficile canestro del giovane Galli. Krubally commette il suo 3^ fallo personale dopo soli 15’ di gioco, costringendo coach Ferrari a toglierlo dal rettangolo di gioco. Maiocco realizza la tripla del 39-34 a 40” dall’intervallo, mostrando poi grande sportività nell’azione successiva accusandosi dell’ultimo tocco sul pallone, lasciando dunque a Piacenza il possesso. Galli (su assist di Sorokas) realizza due comodi punti dal centro dell’area, fissando il punteggio sul 39-36 con cui si chiude il secondo quarto di gioco. L’intensità del secondo tempo è incredibile: le squadre corrono a tutto campo e ad approfittarne è Piacenza, che con il solito Rombaldoni torna in parità. Sorokas inchioda una poderosa schiacciata per il 43-43, prima della tripla di Merchant del 46-43 al 26’, cui segue una nuova tripla, questa volta da parte di Maiocco. Il tabellone segna 49-43, e coach Sodini  costretto a chiamare timeout per fermare l’inerzia dei lombardi. Stefanini serve l’assist a Sorokas, autore della tripla del 49-46. Piacenza continua a bombardare da 3 punti, colpendo questa volta con Rossetti: è 50-49. Legnano si innervosisce e, grazie anche al fallo tecnico comminato a coach Ferrari, permette a Piacenza di portarsi avanti sul 50-51. L’ultimo possesso è un clinic sulla rimessa laterale: Rossetti alza l’alley oop per Rombaldoni, abile a sfruttare i blocchi per smarcarsi e appoggiare in volo i due punti del 50-53 al 30’. La Pallacanestro Piacentina tocca il massimo vantaggio (+4) con la tripla di Fabio Stefanini. Di Bella riporta subito i lombardi a contatto, siglando in terzo tempo il 58 pari. Europromotion avanti sul 61-60 per diverse azioni, senza che la Bakery riesca a smuovere il punteggio e riportarsi in vantaggio. Sono invece i padroni di casa a segnare con Krubally, che realizza, in seguito, anche la tripla del nuovo +6. Si entra negli ultimi 2’ con Legnano avanti 69-62, Piacenza sembra essere sulle gambe dopo 38’ giocati ad altissima intensità. Gasparin realizza una tripla difficilissima per il -8, gli risponde Merchant in penetrazione. Subito Galli realizza la tripla del nuovo -7, ma il tempo scorre inesorabilmente. Finisce 77-71.

ROSETO – MOBYT 87 – 76

(11-18; 34-36; 61-57)

Roseto: Pitts 19 (6/9, 0/2), Borra 11 (5/9, 0/1), Ferraro 4 (1/1, 0/2), Bartoli (0/1), Marini 13 (2/5, 2/3), Janelidze (0/2 da tre), Carenza 3 (1/3 da tre), Bryan 6 (3/7), Jackson 28 (3/4, 6/12), Moreno 3 (1/2 da tre). All. Trullo.

Pallacanestro Ferrara: Huff 4 (2/5), Bottioni 2 (1/2), Castelli 10 (4/6, 0/1), Amici 16 (1/5, 3/5), Ferri 6 (1/1, 0/3), Casadei (0/1, 0/2), Benfatto 20 (7/10), Pipitone 6 (1/1), Hasbrouck 12 (3/9, 1/5), Verrigni ne. All. Martelossi.

ANDREA COSTA – CHIETI 72 – 73 dts

(17-19; 39-33; 46-52; 65-65)

Andrea Costa Imola: Bushati 6 (3/3, 0/5), De Nicolao (0/1, 0/2), Maganza 9 (3/6), Prato 15 (3/5, 1/5), Bartolucci 4 (2/3, 0/4), Anderson 22 (5/10, 4/8), Guazzaloca, Hassan 16 (1/1, 4/9), Preti (0/2), Sedioli ne. All. Ticchi.

Chieti: Hamilton 14 (0/3, 4/6), Cardillo 3 (1/3 da tre), Palermo 4 (0/1, 1/3), Paesano (0/2), Ancellotti 10 (4/6, 0/1), Sergio 17 (1/2, 5/7), Monaldi 12 (2/5, 2/4), Sollazzo 13 (4/12), Marchetti ne, Di Giacomo ne. All. Galli.

ACMAR – TREVIGLIO 64 – 74

(16-15; 33-30; 44-50)

Ravenna: Holloway 10 (2/8, 1/5), Amoni 15 (5/11 da tre), Cicognani 4 (2/2), Rivali 9 (2/7, 1/2), Raschi 4 (2/6, 0/1), Grassi, Tambone 6 (1/3, 0/2), Foiera (0/1, 0/1), Singletary 16 (6/9, 0/3), Zannini ne, Biancoli ne, Seck ne. All. Martino.

Treviglio: Sabatini 8 (1/5, 1/2), Marusic 2 (1/3, 0/2), Kyzlink 7 (2/4, 1/6), Slanina 3 (1/1), Gaspardo 18 (6/15, 1/2), Marino 7 (2/2, 1/2), Carnovali 13 (2/6, 3/5), Rossi 5 (2/5), Turel 11 (3/4, 1/3), Permon ne. All. Vertemati.

BASKET RECANATI – DE’ LONGHI TREVISO 84 – 82

GIVOVA SCAFATI – BAWER MATERA 80 – 76

CLASSIFICA

De’ Longhi Treviso 36; Acmar Ravenna, Mobyt Ferrara, Remer Treviglio, Basket Recanati 32; Viola Reggio Calabria, Orsi Tortona 30; Proger Chieti 28; Paffoni Omegna, Givova Scafati 26; Industrialesud Roseto 24; Andrea Costa Imola, Europromotion Legnano 22; Benacquista Latina 20; Bawer Matera 14; Bakery Piacenza 10.

SERIE B

RIMADESIO DESIO – TRAMEC CENTO 70 – 71

(19-17; 43-40; 55-57)

Desio: Motta 15, Politi 10, Villa 3, Meregalli 9, Bossola 11, Gatto, Esposito 7, Marinò, Corti, Gallazzi 15. All. Villa.

Benedetto Cento: Govoni Nne, Vitali 12, Ikangi 6, Bianchi 4, Di Trani 13, Quarisa 5, Demartini 12, Carretti 9, Cutolo 7, Cavazzoli ne. All. Albanesi.

Sospinta da circa un centinaio di tifosi, la Tramec espugna il parquet di Desio, portando a quattro i punti di vantaggio in classifica su Udine, ad altrettante giornate dalla conclusione della stagione regolare. Che non sarebbe stata una serata facile per la capolista, che parte con Vitali e Quarisa preferiti agli acciaccati Di Trani e Carretti, è chiaro sin dalle prime battute: Gallazzi colpisce dall’arco, Cento sorpassa ma Desio chiude avanti la prima frazione (19-17), con Motta e Politi sugli scudi. Sono ancora i padroni di casa a fare la partita, in un secondo quarto in cui i centesi sembrano privi di energia e ispirazione. Un Bossola da un punto al minuto firma il 28-23, la Tramec risponde con Ikangi e Bianchi (31-35) ma Desio rientra negli spogliatoi con tre punti da difendere grazie alla tripla di Villa, decimo desiano a calcare il parquet della “Aldo Moro”, a una manciata di secondi dal riposo: 43-40. Al ritorno in campo la Rimadesio allunga a “+8” (48-40) con Esposito, Cento risponde con la difesa e i canestri della vecchia guardia formata da Di Trani e Carretti (51-55) ma Gallazzi tiene in scia Desio: 55-57, a fine terzo quarto. In principio di quarta frazione, Meregalli impatta a quota 57. La capolista prova la fuga con Cutolo (57-63), ma Desio sorpassa con Esposito (64-63). A due minuti dalla conclusione, il punteggio è in perfetta parità. Capitan Di Trani riporta avanti gli ospiti con la tripla centrale che si rivela decisiva, perché in seguito Motta accorcia le distanze e i locali avrebbero persino il pallone per vincere, ma termina 70-71.

TFL ARZIGNANO – BASKET LECCO 45 – 57

GSA UDINE – CONTADI CASTALDI MONTICHIARI 62 – 68

CO.MARK BERGAMO – URANIA MILANO 82 – 80

ETERNEDILE BOLOGNA – GAGA’ ORZINUOVI 78 – 56

(17-15; 34-39; 62-50)

Fortitudo: Candi 11, Valentini, Carraretto 6, Montano 22, Sorrentino 1, Samoggia 12, Raucci 6, Italiano 12, Iannilli 8, Mancin. All. Boniciolli.

Orzinuovi: Mazzucchelli 2, Ferrarese 9, Bedetti 4, Requena 15, Panni 8, Longobardi 7, Paunovic ne, Broglia 5, Martini ne, Soloperto 6. All. Bernardi.

ORVA LUGO – FRIULADRIA PORDENONE 69 – 64

(8-20; 24-34; 42-52)

Lugo: Montanari 7, Ruini 9, Bertocco 7, Villani 2, Legnani 2, Pederzini 14, Bei 8, Farioli 7, Chiappelli 13, Baroncini ne. All. Galetti.

Pordenone: Toscano 6, Di Prampero 6, Colamarino 9, Nobile 11, Ferrari 9, Varuzza 4, Zambon 10, Visentin 9, Jordan ne, Begiqi ne. All. Ciocca.

FRANCO ROBERT TRIESTE – EROGASMET CREMA 87 – 79

CLASSIFICA

Tramec Cento 40; Gsa Udine 36; Eternedile Bologna, Contadi Castaldi Montichiari 34; Urania Milano, GaGà Milano OrziBasket, Co.Mark Bergamo 30; Pienne Basket, Basket Lecco 26; Orva Lugo 20; Erogasmet Crema 18; Vivigas Costa Volpino 16; Rimadesio Desio 12; TFL Garcia Moreno Arzignano, Jadran Franco Trieste 6. 

SERIE C

NUTI – ASSET BANCA 80 – 78

(25-18; 49-39; 70-49)

San Lazzaro: Lolli 4, Sabattani, Pulvirenti, Binassi 14, Fabbri 14, Curione 9, Bianchi 19, Ottone 6, Chiapparini, Saccardin 14. All. Rocca

San Marino: Macina ne, Gamberini 20, Saccani 11, Agostini 6, Cardinali 2, Mazzotti 10, Benzi 13, Liberti, Gaggia 14, Crescentini 2. All. Del Bianco.

Un break di 9-0 in un primo quarto fino a quel momento equilibrato, propizia il 25-18 San Lazzaro alla prima sirena, con 8 di Binassi, 7 di Curione (6 di Gamberini e Saccani) e le solite difficoltà ospiti a rimbalzo (11-5 San Lazzaro). Secondo periodo sempre sulla soglia della doppia cifra di divario, che si materializza sul finale, fino al 49-39 finale, nonostante Benzi e Gaggia trovino con costanza la retina; la chiave è ancora una volta il controllo del pitturato, dove il 37enne Samuele Binassi imperversa (12 punti e 6 rimbalzi con 6/7 dal campo) e il 21-9 a rimbalzo si commenta da solo. Il terzo periodo e’ l’emblema della stagione dei Titans, male sul tentativo di allungo dei bolognesi perché non arriva opposizione e il tabellone al 30′ segna un impietoso 70-49 Bsl, che muove bene la palla, domina a rimbalzo e fisicamente. Nel periodo finale Coach Del Bianco indovina il quintetto con Gamberini e quattro piccoli che rientra in singola cifra di divario con ancora 6’30” sul cronometro (63-72 dopo le triple di Benzi e Mazzotti). Sempre meglio l’Asset Banca che, a 2′ dalla sirena eè ad un solo possesso di ritardo (76-73). A -32″ Gamberini va in lunetta sul 78-77 e converte parzialmente per il pareggio. San Lazzaro attacca al limite dei 24″, sbaglia, ma raccoglie un paio di rimbalzi offensivi e converte il secondo con il centro da fuori del pivot Marco Bianchi (MVP con 19 punti, 10 rimbalzi e 4 assist) ad un solo secondo dalla sirena.

TIGERS – SALUS 93 – 77

(24-18; 49-40; 76-55)

Tigers Forlì: Tugnoli 6, De Pascale 10, Ravaioli 23, Iattoni 26, Donati 9, Valgimigli E. ne, Villa 13, Bruno 6, Martignago, Valgimigli F. All. Conti.

Salus Bologna: Bonetti, Percan 17, Granata 7, Pellacani 9, Albertini 14, Venturi, Nucci 14, Zuccheri 9, Savio 2, Saccà 5. All. Giuliani.

CASTENASO – CASTELFRANCO 63 – 77

(18-17; 40-34; 50-59)

Castenaso: Chiusolo 8, Venturoli 12, Masini 6, Barbieri A. 8, Trombetti 15, Pesino 5, Barbieri M., Serpieri, Rizzatti, Galvan 9. All. Castelli.

Castelfranco: Tomesani 7, Coslovi 4, Zucchini 5, Bastoni 7, Tedeschini 17, Tedeschi, Del Papa 17, Marzo, Parma Benfenati 16, Righi 4. All. Boni.

Castelfranco torna da Castenaso con una vittoria molto importante per mantenere vive le speranze di play-off. I primi 20′, però, lasciavano, però, presagire nulla di buono, perché sembrava il prosieguo della partita opaca di Bertinoro di sabato scorso; i verdi modenesi parevano scollegati e individualisti, incapaci di darsi una mano in attacco come in difesa e questo preoccupava molto di più del punteggio all’intervallo, con il gap di 6 punti (40-34), sostanzialmente per le bombe allo scadere dei due quarti di Chiusolo, già mattatore del match di andata. Negli spogliatoi, coach Boni tocca le corde giuste e da li ne esce la squadra che si è sempre conosciuta, si rivede l’UBUNTU (filosofia africana che teorizza “io sono ciò che sono in virtù di ciò che tutti siamo”, tanto cara a Coach Rivers nelle stagioni di Boston); solidità difensiva e altruismo offensivo, producono il break 25-10 biancoverde del 3° quarto. Da li Castenaso non si rialzerà più, seppur guidata da un Trombetti da doppia doppia (15+12) e il vantaggio di Castelfranco arriva fino al +19 (54-73), poi i coach decidono di svuotare le panchine e la partita termina sul +14.

BMR – NPC 57 – 61

(14-10, 26-25, 40-39)

Basket 2000 Scandiano: Astolfi, Veccia, Bartoccetti 17, Spaggiari A., Bertolini 14, Pedrazzi 5, Levinskis 7, Gruosso 9, Ferrari ne, Germani 5. All. Spaggiari L.

VSV Imola: Brusa ne, Pieri 4, Dall’Osso, Morara 8, Di Placido ne, Corcelli 17, Massari 4, Guglielmo 5, Francesconi 9, Porcellini 14. All. Alfieri.

Seconda sconfitta consecutiva per la Bmr, cui non basta una prestazione generosa per avere ragione di Imola. Il primo tempo vede le squadre litigare col canestro, con percentuali davvero basse: nei 10’ iniziali Imola trova il primo vantaggio con Corcelli, poi è sempre il Basket 2000 a cercare di mantenere la testa del match, toccando il +4 sul 14-10; nella seconda frazione è l’equilibrio a regnare sovrano: tra le due contendenti, infatti, vi sono al massimo due lunghezze di divario e a tenere i padroni di casa avanti è un gioco da tre punti sulla sirena di Bertolini. La ripresa si apre con l’allungo deciso degli ospiti che, con un parziale di 0-6, tentano di fuggire: Bartoccetti riporta la Bmr in parità a quota 31, prima che Porcellini e Guglielmo allunghino nuovamente per il massimo vantaggio esterno (+6); i locali, però, reagiscono e, con due canestri di Bartoccetti ed una tripla di Bertolini, chiudono la frazione sul 40-39. Nel quarto periodo ancora Imola avanti di quattro lunghezze: i padroni di casa reagiscono e, complice l’1/2 di Pieri dalla lunetta, hanno l’azione del pari a 46” dalla sirena, ma il tiro di Bartoccetti si ferma sul ferro. Sul ribaltamento di fronte Porcellini è glaciale dalla lunetta e chiude i conti.

RAGGISOLARIS – SCIREA BASKET 79 – 67

(18-12; 43-32; 58-48)

Faenza: Dalpozzo 10, Dal Fiume 4, Boero 13, Castellari 3, Silimbani 8, Benedetti 11, Zambrini 10, Troni, Zhytaryuk 14, Sangiorgi 6. All. Regazzi.

Gaetano Scirea Bertinoro: Solfrizzi En. 5, Poluzzi 18, Cristofani ne, Ruscelli 8, Merenda 2, Marisi 19, Fantuzzi ne, Ricci 11, Godoli 2, Solfrizzi Em. 2. All. Serra.

Ad un passo dal primo posto matematico. I Raggisolaris riscattano lo scivolone con i Tigers Forlì vincendo il derby con lo Scirea Bertinoro, mantenendo inviolato il PalaCattani dopo 12 partite e compiendo un passo decisivo verso la vittoria della regular season. A Faenza basterà una vittoria nelle restanti tre partite per conquistare l’obiettivo. Come da pronostico il match è molto sentito da entrambe le squadre (Bertinoro poteva ambire al quinto posto, ora soltanto ad un buon piazzamento nei play out) ed infatti l’inizio del match è piuttosto contratto. Poluzzi spara una tripla dopo 17’’, poi Bertinoro impiega cinque minuti prima di ritrovare il canestro, mentre Faenza non segna fino al 3’ piazzando poi un break di 7-0. Il mattatore del primo periodo è Dalpozzo con 10 punti che valgono il 18-12 al primo intervallo. Nel secondo quarto sale in cattedra il fromboliere Boero e con tre triple consecutive fa saltare il banco portando i Raggisolaris sul 30-14, vantaggio che nel giro di pochi minuti arriva addirittura al 37-20. Bertinoro deve fare anche i conti con la sfortuna perdendo Emiliano Solfrizzi per un problema muscolare e suo fratello Enrico, incrinatosi il naso durante una azione di gioco. Nonostante le rotazioni ridotte e senza due suoi leader, i forlivesi arrivano all’intervallo sotto 32-43, toccando poi il 40-47 al 26’. Faenza è però chirurgica nel colpire da tre ad ogni tentativo di rimonta: prima con Boero e poi due volte con Benedetti. E’ proprio una tripla del playmaker a regalare il 58-48 al 30’. Bertinoro prova con l’orgoglio a rientrare in partita con Ricci, Poluzzi e Marisi, ma Faenza ha il controllo della gara e quando Benedetti realizza l’ennesimo tiro da tre per il 69-52 al 34’, cala il sipario sul match.

MISTER AUTO – ANGELS 81 – 88 dts

(16-21; 37-41; 52-55; 75-75)

Ghepard: Sandrolini 1, Riguzzi 11, Verdi, Nieri 20, Beccaletto 12, Tullio 6, Beccari 1, Botteghi 10, Ghedini 10, Martelli 10. All. Rossi.

Angels: Lucchi 4, Bianchi 5, Pesaresi ne, Tonini ne, Zannoni 5, Moretti 11, Del Turco 2, Bedetti 24, Rinaldi 14, Saponi 23. All. Tassinari.

FIORE – CRISDEN 78 – 83

(17-15; 27-39; 47-63)

Fiorenzuola: Sichel ne, Castagnaro 17, Avanzi ne, Moscatelli 17, M. Vecchio, Fi. Avanzini 7, Verri 18, P. Vecchio, Fa. Avanzini 2, Galiazzo 17. All. Brotto.

Rubiera: Lasagni 13, Pini 23, Negri 13, Conti 27, Giudici, Maioli ne, Mammi, Biello 3, Margotti 2, Pellegrini 2. All. Piatti.

CLASSIFICA

RAGGISOLARIS FAENZA 38 23 19 4 1604 1351 +253
SANTARCANGELO 32 23 16 7 1760 1618 +142
TIGERS FORLI’ 32 23 16 7 1748 1661 +87
VSV IMOLA 30 23 15 8 1681 1538 +143
CASTELFRANCO EMILIA 28 23 14 9 1759 1692 +67
BASKET 2000 SCANDIANO 24 23 12 11 1633 1648 -15
GHEPARD BOLOGNA 24 23 12 11 1617 1691 -74
CASTENASO 22 23 11 12 1651 1609 +42
G. SCIREA BERTINORO 22 23 11 12 1459 1438 +21
BSL SAN LAZZARO 18 23 9 14 1497 1649 -152
FIORE FIORENZUOLA 16 23 8 15 1531 1597 -66
SALUS BOLOGNA 14 23 7 16 1602 1686 -84
SAN MARINO 14 23 7 16 1527 1733 -206
REBASKET RUBIERA 8 23 4 19 1530 1688 -158
1 2 3