Author Archives: admin

Promozione, Girone B: colpaccio SBM! Nel D, la Ghepard si riscatta con i Diablos

PROMOZIONE 4° Giornata

GIRONE A

PALLACANESTRO FULGORATI – VICO BASKET 85 – 34

(12-7; 35-19; 67-26)

Fidenza: Rivetti 10, Bondani ne, Ndreka 2, Canali 6, Giraud 9, Molinari 6, D’Esposito 13, Iacomino 13, Poggi, Marletta 8, Gelmini 9, Cabrini 9. All. Giacobbi.

Vico Parma: Mazzeo, Lavega 2, Masola, Monti, Cervi 6, Mastroberardino, Sisti 4, Dagoni 4, Dionisio 2, Goldoni 3, Roma 13. All. Fiesolani.

DUCALE MAGIK PARMA – BASKET OGLIO PO 72 – 75

SCUOLA BASKET CAVRIAGO – CUS PARMA 64 – 77

(14-9; 32-40; 45-60)

Scuola Basket Cavriago: Vasirani 1, Baroni 9, Montecchi 10, Radici, Fantini 6, D’Amore 14, Colli, Beltrami 4, Mantovani, Zecchetti 6, Rosselli 8, Marani 6. All. Zecchetti.

CUS Parma: Diemmi 2, Pattini 3, Menconi 7, Parizzi F. 9, Carretta 5, Giorgi 6, Ghezzi 7, Lezzerini, Pellegrino 14, Petiziol 14, Di Brino 6, Lanzi 4. All. Marcucci.

SAMPOLESE BK – PLANET BASKET 63 – 54

(20-11; 43-24; 54-36)

Sampolese: Tognoni 13, Fontana, Simonazzi, Davoli 14, Cerlini, Carloni 6, Covi 4, Nicolini, Benevelli 8, Servidei 1, Tondo 14, Campani 3. All. Corali.

Planet Parma: Buttafoco, Franchini 5, Giubilesi 10, Vaccaro 1, Paschetta 6, Keita ne, Rosi 3, Tommei 12, Caggiati 9, Manca 2, Bertoni 6. All. Paletti.

POLISPORTIVA BIBBIANESE – POLISPORTIVA CASTELLANA 68 – 62

S.ILARIO BASKETVOLLEY – POL. D. VIRTUS PONTEDELLOLIO 74 – 68

CLASSIFICA

Cus Parma 8; Ira Tenax Cortemaggiore, S.Ilario d’Enza 6; Virtus Pontedellolio, Planet Parma, Ducale Parma, Bibbianese, Sampolese 4; Castellana Castelsangiovanni, Vico Parma, Fulgorati Fidenza, Guna Oglio Po 2; Scuola Basket Cavriago 0.

GIRONE B

MABO BASKET – GELSO 79 – 83

GAZZE – SBM BASKETBALL 57 – 75

(21-22; 33-46; 45-60)

Canossa: Franzini 4, Lavaggi 1, Bigliardi 7, Guattieri 3, Zenevredi 8, Benvenuti 4, Maggiali 9, Salati 7, Tubertini, Pezzi 4, Fontanesi 10. All. Romano.

SBM Modena: Ferrari 6, Monari 8, Tagliazucchi 8, Benati 5, Asperti 19, Kashin 16, Mengozzi 6, Manzotti 6, Ullo, Sarhani 1. All. Gatti.

Terza vittoria consecutiva di una Sbm che espugna con merito il campo di Canossa. È stata una prova di maturità dei giovani modenesi che hanno soffocato con una grande difesa le Gazze, fin ad ora imbattute. L’inizio è modenese 4-13, poi Canossa recupera sfruttano i numerosi tiri liberi e chiude il quarto in scia sul 21-22. Il secondo periodo continua in equilibrio fino a 3′ dalla sirena, quando l’Sbm opera un break che le permette di chiudere sul 33-46. Il terzo quarto si apre con il tentativo dei reggiani di riaprire il match, ma sul 45-48, gli ospiti non vacillano e piazzano un 12-0 che indirizza la partita. Nell’ultimo quarto il vantaggio si dilata ulteriormente, con Canossa che ha finito la benzina. Per i modenesi autori di una grande prova difensiva, da segnalare le prove offensive di Asperti e Kashin, e la maturità di Ferrari e Monari che hanno guidato attacco e difesa. Testa bassa, pedalare e avanti con il prossimo avversario.

AQUILE PALL. GUALTIERI – BASKET CAMPAGNOLA E. 59 – 74

I GIGANTI – PALL. GUASTALLA 73 – 65

(13-19; 31-24; 52-47)

I Giganti di Modena: Scattolin 14, Nasuti 24, Pederzoli ne, Carboni 2, Baraldini 2, Vellata 5, Bernabei 7, Tejada Castro 1, Taveras Penalo 4, Bardelli 7, Forastiere 7. All. Barbieri.

Guastalla: Frigieri 3, Cani 16, Ruina, Montanari ne, Truzzi 3, Vallini 3, Arisi 2, Berni 5, Monti 19, Camellini 2, Pavesi, Setti 12. All. Simeone.

BASKET JOLLY A.S.D. – NUOVA PSA 93 – 51

(25-20; 44-31; 66-45)

Jolly Reggio: La Rocca 14, Fontanelli 7, Manini 15, Moscatelli, Vologni 15, Iori 6, Zannini 6, Spaggiari A. 9, Luppi 11, Rika 2, Caldarola, Damiani 7. All. Bartoli.

PSA Modena: Cambiati 2, Scaringella 2, Pavesi 5, Naletto 11, Torralba, Lopez 4, Macchelli 12, Muzzioli 2, Umana 2, Pifferi 9, Radjeb 2. All. Masini.

CUS MO.RE – UNIONE SPORTIVA AQUILA 75 – 59

POL. IWONS – PALL. REGGIOLO 58 – 64

CLASSIFICA

Jolly Reggio, Cus MO.RE, I Giganti di Modena 8; Gazze Canossa, Reggiolo, SBM Modena 6; Mabo Pomponesco 4; Guastalla, Iwons Albinea, Aquila Luzzara, Gelso Reggio, Campagnola Emilia 2; Aquile Gualtieri, Gelso, PSA Modena 0.

GIRONE C

DIABLOS BASKET S.AGATA – GHEPARD BASKET 52 – 65

(14-14; 23-26; 40-48)

Sant’Agata Bolognese: Angelini 3, Belosi 3, Achilli 10, De Martini 11, Mascagna 7, Gamberini 2, Bruni, Stanzani, Marchi, Serra An. 7, Almeoni 7, Verdoliva 2. All. Serra Ad.

Ghepard: Romagnoli 15, Innamorati, Sanmarchi, Grillini 12, Aldieri P., Aldieri A., Ferri 4, Rizzardi 6, Dallasta 10, Sanguettoli 15, Rossi PierLudovico 3. All. Rossi PierLuigi.

PGS-IMA – VIS 2008 78 – 81

(28-14; 40-35; 60-53)

Pgs Ima Bologna: Demetri 2, Stagnoli 4, Vallerin, Cristiani 5, Cocchi 7, Varignana 4, Martelli 12, Lugli 31, Serio, Asciano 11, Balducci, Righetti 2. All. Salvarezza.

Vis 2008 Ferrara: Bianchi 13, Tuccillo 12, Pauletto 13, Corsato 2, Forcellini 4, Vaianella 15, Franchella F., Tralli 12, Baraldi 2, Gnani 8. All. Cigarini.

PALL. TEAM MEDOLLA – LIONS BASKET 67 – 62 dts

(16-13; 25-25; 40-46; 55-55)

PT Medolla: Galeotti R. 19, Barbieri 15, Bega 10, Bergamini 8, Baccarani 6, Balboni 3, Ceretti 2, Cresta 2, Galeotti F. 2, Marchetti, Berni, Ferretti. All. Sacchetti.

Lions Cento: Fiocchi, Nannetti 9, Facchini, Bonazzi 3, Maini 1, Borghi, Cristofori 11, Bonzagni, Malaguti 1, Guidi 6, Passarini 16, Ansaloni 15. All. Alberghini.

BIANCONERIBA – GALLO BASKET 65 – 63

(18-18; 35-31; 43-51)

Baricella: Frazzoni 19, Mantovani 14, Ballarin 8, Pedrielli 8, Ricci 5, Villani 4, Donati 3, Gamberini 2, Barbieri 2, Sgarzi, Minozzi, Oretti ne. All. Calandriello.

Gallo: Schincaglia 21, Corbucci 12, Ramponi 11, Cara 6, Da Bellonio 5, Amal 4, Calzolari 2, Di Biase 2, Arisaldi, Degli Esposti, Ramponi, Tartari. All. De Simone.

PALL. SANGIORGIO – PALL. FORTITUDO 65 – 43

(17-13; 34-18; 50-32)

San Giorgio di Piano: Rosati 18, Baldazzi 15, Argenti 14, Tolomelli 8, Solmi 5, Dal Pian 3, Grassi 2, Guidi, Pieri, Savic ne. All. Gemelli.

Crevalcore: Pederzini 8, Simoni 7, Lelli 7, Govoni E. 6, Contri 5, Pedretti 4, Alvisi 2, Cremonini 2, Forni 2, Filippetti, Floro, Govoni F. All. Gobbo.

SPARTANS FERRARA – DESPAR 4 TORRI FERRARA 12/11/2019 – 21:30

Palestra Scuole COSME’ TURA – Via Battara 47 – Quart. Barco FERRARA (FE)

CLASSIFICA

Bianconeriba Baricella, Medolla, San Giorgio di Piano 8; PGS Ima Bologna, Diablos Sant’Agata Bolognese, Ghepard Bologna 6; Lions Cento, Vis 2008 Ferrara 2; 4 Torri Ferrara*, Spartans Ferrara*, Fortitudo Crevalcore, Gallo, Cus Ferrara 0.

GIRONE D

MONTEVENERE 2003 A.GIORGI – P.G.S. CORTICELLA 82 – 81

(12-26; 30-52; 52-64)

Montevenere: Mazzetti, Campeggi, Gironi 13, Testoni ne, Guerrato 7, Cruzat 29, Venturini, Fiorentini D. 19, Pedron 2, Palmentiero ne, Franzioni, Gamberini 12. All. Orefice.

PGS Corticella: Albazzi 15, Piazzi 7, Valgimigli 3, Tolomelli, Puzzo, Candini 9, Ardizzoni 16, Fiorentini L. 7, Balboni, Marcheselli 9, Brighenti, Tonelli 15. All. Lorenzoni.

HORNETS BASKET BOLOGNA – VANINI HORIZON BK RENO 53 – 43

(16-15; 29-25; 44-31)

Hornets: Zambelli 9, Nannetti 8, Brina 7, Genovese 5, Gadani 5, Caruso 4, De Leo 4, Jelich 4, Orlando 4, Florio 3, Fabulli, Marchesi. All. Rocco di Torrepadula.

Horizon: Sebastianutti 9, Di Stefano 1, Turrini 3, Pretto, Pasquali 4, Baiesi 9, Nasi, Cola 2, Maldini 4, Varotto, Grippo 11, Pace. All. Muscò.

S. MAMOLO BASKET – PGS BELLARIA 93 – 53

(20-12; 51-32; 72-45)

San Mamolo: Trotta, Rebeggiani, 4, Mengoli 16, Omodei 2, Guidetti 2, Tazzara 10, Quadri S. 4, Albertazzi 13, Quadri A. 10, Balzan 9, Ceccolini 19, Carioli 4. All. Nannetti.

Pgs Bellaria: Balistreri 3, Ottani 4, Scarenzi 6, Foresti, Cuoghi 6, Chili 4, Lenzi 4, Furlanetto 3, Manna 7, Brini 9, Giorgio, Bulgarelli 7. All. Benini.

POL. PONTEVECCHIO – NAVILE BASKET 42 – 78

(15-18; 22-41; 33-57)

Pontevecchio: Cremonini 8, Giorgi 7, Ricci 6, Olimbo 5, Angeletti 4, Bianchini 4, Poluzzi 3, Venturi 2, Scalorbi 2, Gualandi 1, Soubeyran, Mazzacurati. All. Bonfiglioli.

Navile: Pasquali 18, Maccaferri 12, Credi 9, Boccardo 8, Romagnoli 8, D’Emilio 7, Valenti 6, Chiapparini 4, Landuzzi 3, Polo 2, Lazzari 1, Bonvicini. All. Giudiceandrea.

Seconda vittoria stagionale per il Navile Basket, che sbanca agevolmente la palestra “Pertini” e batte la Pontevecchio, formazione molto giovane che al momento fa molta fatica nella categoria. I biancorossi dopo una partenza un po’ lenta hanno trovato ritmo e controllato la gara.

Cronaca: quintetto Navile con Francesco D’Emilio, Matteo Pasquali, Luca Credi, Matteo Landuzzi e Matteo Polo, mentre Coach Bonfiglioli schiera Giorgi, Bianchini, Venturi, Olimbo e Angeletti. Inizia bene il Navile con una tripla di Credi, al quale risponde Giorgi con un bel canestro. Il ritmo è un po’ blando, per il Navile arrivano un libero e un canestro di Pasquali, per la Pontevecchio un canestro di Angeletti e 4 punti di Olimbo. L’ingresso di Romagnoli permette al Navile di allungare un po’: l’ala biancorossa propizia il primo break della gara, con 6 punti consecutivi che valgono l’11-18 per gli ospiti, che però nel finale di quarto commettono un paio di ingenuità e con un 4/4 ai liberi firmato Angeletti e Ricci la Pontevecchio rimane attaccata alla partita, 15-18 al primo mini riposo. Nel secondo quarto l’ingresso di Lazzari e Maccaferri regala un po’ di ritmo al Navile, con quest’ultimo a mettere 3 liberi che valgono il nuovo +6, 15-21. Un bellissimo canestro in avvicinamento di Boccardo vale il 15-23, poi si scatena Pasquali, imprendibile per la difesa amaranto: 9 punti consecutivi della guardia in maglia Navile valgono un vantaggio prima in doppia cifra, poi oltre i 15 punti. La Pontevecchio, che segna solo 7 punti nella frazione (libero di Olimbo, canestri di Bianchini, Giorgi e Venturi), mentre il Navile vola via sulle triple di Credi (seconda e terza di giornata), un libero di Landuzzi e un canestro del Capitano Alessandro Chiapparini: 22-41 all’intervallo lungo. Il terzo quarto inizia sulla falsariga del secondo, con la difesa del Navile che diventa impenetrabile: ci vogliono oltre 5’30” per vedere il primo canestro della Pontevecchio (Bianchini), mentre per gli ospiti sono già 11 i punti messi a referto nel periodo (due canestri di Pasquali, uno a testa di Polo e Chiapparini, tripla di Valenti), per un vantaggio che arriva a 30 punti. 5 punti di D’Emilio chiudono il quarto per il Navile, mentre per la Pontevecchio i più positivi sono Cremonini e Ricci, con 4 punti a testa: 33-57 all’ultimo mini riposo. Ultimo quarto di puro garbage time, nel quale però si segnalano due bellissime giocate sull’asse Boccardo-Maccaferri, che si scambiano assist e canestro. Maccaferri libero di correre segna 9 punti nel quarto, Boccardo 6, imbeccati da un Lazzari molto concreto in regia. Poluzzi e Cremonini sono gli ultimi ad arrendersi per la Pontevecchio, ma la sirena suona e il tabellone segna un eloquente 42-78 in favore del Navile.

STARS BASKET – OMEGA BASKET 86 – 96

(27-27; 52-51; 71-68)

Stars: Molise 4, Venturi 16, Muzio 8, Barbieri 17, Pomentale 2, Musolesi 4, Branchini 6, Pistacchio 5, Bordonaro, Brichese 2, Benfenati 20, Raffaelli 2. All. Brandani.

Omega: Twun 15, De Pascale 17, Piccinini 13, Scalorbi 5, Ferrulli 16, Sterpi 5, D’Angelo ne, Sacca 23, Morales, Tedeschi 2. All. Bretta.

CSI SASSO – ANZOLA BASKET 52 – 57

(11-17; 21-28; 36-39)

Sasso Marconi: Labanti 2, Baschieri, Bitelli 23, Previati, Cancello, Perrina, Vanzini 5, Palmieri 3, Orlandi 1, Vinerba 15, Zerbini 3. All. Bulgarelli.

Anzola: Gobbi 4, Lambertini 5, Taoufik ne, Violi 18, Gherardi Zanantoni, Franchini 9, Di Pasquale, Lidotti, Venturi 12, Missoni, Cappelli 9. All. Righi.

RECUPERO

OMEGA BASKET – NAVILE BASKET 72 – 67

(23-22; 41-35; 53-52)

Omega: Saccà 24, Tedeschi 23, Sterpi 12, Twun 9, Piccinini 2, Scalorbi 2, Ferrulli, Tarozzi, D’Angelo, Morales. All. Bretta.

Navile: Romagnoli 13, Pasquali 12, Lazzari 12, Boccardo 9, Polo 8, Credi 5, Valenti 3, Landuzzi 3, D’Emilio 2, Maccaferri, Chiapparini. All. Corticelli.

Esce sconfitto il Navile Basket nel big match con l’Omega, nel recupero della seconda giornata. I biancorossi pagano una cattiva serata al tiro da 2 e troppi blackout durante la partita, ma recuperano un -11 e un -10 e nel concitato finale un paio di fischiate al limite vanno a favore dei padroni di casa.

Cronaca: quintetto Navile con Francesco D’Emilio, Matteo Pasquali, Andrea Romagnoli, Matteo Landuzzi e Matteo Polo, mentre Coach Bretta schiera Piccinini, Twun, Ferrulli, Sterpi e Saccà, dovendo rinunciare a De Pascale e Morales. Inizia fortissimo l’Omega, con un 2/2 ai liberi di Saccà, un canestro di Sterpi al quale risponde D’Emilio dalla media, poi segnano Piccinini in entrata, ancora Saccà e Sterpi con la tripla, 11-2 Omega e timeout Navile. I biancorossi escono benissimo dal minuto di sospensione, con tripla e canestro in contropiede di Pasquali, canestro di Polo e altro canestro di Pasquali, 11-11. È Tedeschi a fare male, con 5 punti consecutivi che danno il 16-15 all’Omega, mentre per il Navile arriva un 2/2 ai liberi di Polo e un canestro di Romagnoli. Credi con la tripla sorpassa, 16-18, Sterpi con un 3/3 ai liberi ridà il vantaggio all’Omega. Il quarto si chiude con i canestri di Sterpi e Tedeschi da una parte e con un 2/2 ai liberi di Boccardo e un tap in di Lazzari dall’altra: 23-22 Omega al primo mini riposo. Nel secondo quarto Saccà segna da sotto, Boccardo pareggia con la tripla, Sterpi, Tedeschi e Saccà provano a far scappare l’Omega, ma Valenti con la tripla dall’angolo riduce il distacco, 31-29. Il Navile si mangia qualche ghiotta occasione e l’Omega scappa trascinata da Twun con 2 canestri e da 6 punti consecutivi di Tedeschi: le triple di Landuzzi e Pasquali tengono in scia il Navile, 41-35 Omega all’intervallo lungo. Nel terzo quarto i padroni di casa provano a scappare ancora con Twun e Tedeschi, 45-35, ma nel momento di massima difficoltà il Navile reagisce da grande squadra: Polo fa 2/2 ai liberi, Romagnoli segna da sotto, Pasquali in entrata e Romagnoli con la tripla: 45-44 e gara riaperta. Sulla scia dell’entusiasmo, dopo un 2/4 ai liberi di Scalorbi e Saccà, arrivano il canestro di Boccardo, 2 liberi di Lazzari e un contropiede finalizzato da Credi: 47-50 Navile! L’Omega reagisce e con un canestro di Tedeschi e 4 punti di Saccà, a cui il Navile risponde con un 2/2 ai liberi di Lazzari, chiude avanti 53-52 il terzo periodo. Ultimo quarto in cui il Navile si inceppa, segnando solo un libero con Romagnoli in 5’, mentre gli 11 punti dell’Omega portano la firma di Saccà (6), Tedeschi (4) e Scalorbi (1), per il 64-53 che pare la sentenza definiva sulla gara. Il Navile non ci sta: libero di Boccardo, tripla di Lazzari, libero di Lazzari e tripla di Romagnoli: a 2’30” dalla fine siamo ancora lì, 64-61. Altra azione difensiva ottima del Navile, Pasquali ha un buon tiro da 3 ma lo sbaglia, in contropiede Twun segna il 66-61. Romagnoli subisce fallo sul tiro da 3 e viene fischiato un tecnico alla panchina dell’Omega: i biancorossi capitalizzano a metà, 2/4 ai liberi e 66-63 Omega. Canestro di Polo, 66-65, azione difensiva notevole del Navile che triplica Saccà e a 50” arriva il fischio decisivo: per il Navile sono passi, per l’arbitro c’è prima un contatto, quindi 2 liberi che il 18 in maglia rossoblu realizza, 68-65. Errore di Pasquali, sul quale forse c’era fallo, altro 2/2 per Saccà a 30” dalla fine, 70-65. Lazzari segna un long two dopo il timeout, 70-67, Saccà fa 1/2, 71-67, ma le triple di Credi e Lazzari non trovano il bersaglio e Twun fissa dalla lunetta il definitivo 72-67. Onore all’Omega, ma anche al Navile, mai domo e che farà tesoro di questa partita.

CLASSIFICA

San Mamolo Bologna, Hornets Bologna 8; Omega Bologna, Montevenere Bologna 6; C.M.B. Arcoveggio, Anzola, Navile Bologna 4; Horizon Bologna, Stars Bologna, PGS Bellaria Bologna, PGS Corticella Bologna 2; Pontevecchio Bologna, CSI Sasso Marconi 0.

GIRONE E

FAENZA BASKET PROJECT – MEDICINA BASKET 2007 58 – 64

(15-21; 30-34; 47-45)

Faenza: Albonetti, Santo 13, Anghileanu 2, Boero 20, Ragazzi 11, Siboni 2, Fabbri 2, Pantani 2, Morsiani 4, Gatto 2. All. Morigi.

Medicina 2007: Bacci 8, Lenzarini 6, Pazzaglia, Miceli 16, Vignudelli 18, Buscaroli 1, Impastato, Castellari 2, Trippa 2, Martelli 9, Dall’Olio 2, Soldo.

POL. VIRTUS CASTENASO – IN FIERI 64 – 67

(11-26; 28-40; 49-48)

Castenaso: Leone 18, Fiolo 14, Magagnoli 9, Bedosti 9, Tonelli 6, Fiusco 4, Leale 2, Bernardoni 2, Consolo, Orsini, Vignudelli, Brusa. All. Fontana.

San Lazzaro: Tradii 23, Fornasari 9, Fiordalisi 9, Bacocco 8, Zanaroli 6, Lollini 4, Bosi 3, Magni 2, Corradini 2, Venturoli 1, Minoccheri, Gianasi. All. Guidetti.

PALL CASTEL S.P.T. 2010 – BASKET A. GARDINI 2001 62 – 46

(16-10; 30-25; 42-40)

Castel San Pietro: Cavina 9, Zaniboni 7, Creti T. 8, Mondanelli 7, Pontrelli 1, Zuffa 12, Curti 4, Turrini 11, Righi, Dal Pozzo 3, Trivisonno. All. Creti A.

Fusignano: Montanari 12, Zanzi 6, Nigro 2, Scardovi 5, Vecchi 8, Dalla Malva 4, Berardinelli 4, Lugaresi, Montanari 1, Pelliccia 3, Melandri. All. Ortasi.

POL. DIL. FARO – PARTY & SPORT 66 – 57

Faro Argenta: Pasetti 2, Baldi 2, Cesari 6, Dalpozzo 10, Fuschini, Bonora 8, Federici, Nicoletti 2, Zanetti 25, Mortara 6, Checcoli 5. All. Santoro.

P&S Ozzano: Carelli Mat. 10, Carelli Mar. 12, Margelli 5, Fabbri ne, Marcato 3, Tagliati ne, Avallone 8, Fierro, Zerbini 3, Passatempi 7, Bertarelli 5, Dozza 4. All. Simeone.

TATANKA BALONCESTO – BK GIALLONERO 65 – 51

(17-13; 31-25; 51-36)

Tatanka Imola: Ciampone 3, Pederzoli 2, Manaresi, Giudici 8, Selva 6, Costantino, La Ferla 10, Tabellini 18, Franceschelli 5, Simoni, Conti 3, Marrobio 10.

Giallonero Imola: Militerno, Biavati, Grandolfi 2, Pirazzini 10, Spoglianti 8, Sassi 7, Brusa 2, Vannini 9, Guastamacchia 3, Fusella 3, Vignoli 5, Laaboudi 2. All. Alfieri.

SALUS PALL. BOLOGNA – 289 ACADEMY 82 – 57

(20-18, 43-36, 59-48)

Salus: Tabellini M. 2, Grilli 10, Tabellini G. 8, Nanni 14, Grassi 13, Chirco 14, Favaloro 4, Bucca 9, Cocchi 8. All. Nieddu.

Budrio: Cavazza, Grilli S. 5, Grilli A. 3, Barone 6, Natali 15, Semilla 4, Sarti 9, Lacascia 2, Gherardi 4, Palladino 2, Draghetti, Rosini 7. All. Baraldi.

CLASSIFICA

Castel San Pietro 2010, Salus Bologna 6; Party&Sport Ozzano, Massa 2010, Project Faenza, Giallonero Imola, Virtus Castenaso, Tatanka Imola, Medicina 2007, Faro Argenta 4; Gardini Fusignano, In Fieri Fresk’o San Lazzaro 2; 289 Academy Budrio 0.

GIRONE F

EAGLES – LIVIO NERI 47 – 64

(8-11; 25-24; 35-46)

Morciano: Bacchini 7, Morelli 4, Guastafierro 4, D’Aurizio 6, Tontini 1, Cevoli, Farizi 8, Ricci 12, Cenci 3, Tagliaferri 2. All. Villa.

Livio Neri Cesena: Gollinucci 7, Foschi 17, Ricci 1, Laghi, Monzecchi, Pirazzini 5, Bertani 8, Benzi 4, Orioli 12, Montanari 2, Lucchi 4, Leoni 4. All. Focarelli.

FISIOKINETIC – LIBERTAS GREEN BK 50 – 91

(18-27; 26-49; 38-66)

Coriano: Buscherini 2, Bigini G. 9, Ceccolini 4, Pirani 5, Casadei 11, Bigini A., Chistè M. 9, Ortenzi, Martinucci, Zavatta, Casali 10. All. Chistè C.

Lib. Green Forlì: Gnini 12, Ruscelli 12, Brunetti J. 15 Gavelli 2, Dal Seno 8, Biondi 18, Vadi ne, Galeotti 4, Brunetti N. 8, Fossi 2, Bessan 10, Graziani ne. All. Laghi.

BASKET 2000 – SPORTING CLUB CATTOLICA 69 – 61

(18-11; 34-35; 54-53)

BK 2000 San Marino: Bombini 3, Giovannini 5, Carlini 2, Fiorani 10, Liberti Leo 3, Terenzi, Lioi 4, Riccardi 12, Liberti Lo. 11, Agostinelli Pallottini 8, Pasolini 9, Campajola 2. All. Morri.

S.C. Cattolica: D’Orazio 14, Crugnale, Bergna, Adanti 8, Cavazzini 2, Giorgi 9, Cavoli 17, Ciandrini, Massanelli 2, Siracusa 9, Bacoli. All. Cotignoli.

Seconda vittoria consecutiva per il Basket 2000 di coach Morri e secondo successo ottenuto tra le mura amiche del Multieventi Sport Domus. Questa volta i titani hanno battuto lo Sporting Club Cattolica per 69-61, con un’ottima distribuzione di punti e pericolosità: tra il primo marcatore, Riccardi, e il quinto, Agostinelli, ci sono, infatti, appena quattro punti di differenza. In mezzo Lollo Liberti, Fiorani e Pasolini.

Cominciano bene, i padroni di casa, tanto che in breve il coach ospite Cotignoli è costretto al time-out per frenare l’emorragia. Molto bene Kevin Riccardi (contropiede e tripla), col Basket 2000 che però non riesce a staccare gli avversari già nel primo quarto per qualche conclusione sbagliata da sotto (18-11 al 10’). Nel secondo parziale Cattolica riesce a essere più efficace nella metà campo offensiva e la gara torna a essere equilibrata, con gli ospiti addirittura avanti all’intervallo sul 34-35 grazie ad una serie di triple. Di ritorno dagli spogliatoi il match si conferma scorbutico, complicato, col Basket 2000 che trova un ottimo Fiorani sui due lati del campo e anche due triple di Pasolini per il 54-53 al 30’. La differenza, nel quarto parziale, la fa la difesa dei ragazzi di coach Morri. Cattolica non trova mai la via del canestro ed il Basket 2000 allunga, anche grazie a qualche prezioso viaggio in lunetta e al canestro della staffa di Lollo Liberti. Finisce 69-61.

TIGERS BASKET 2014 – FADAMAT BASKET 57 – 55

(18-10; 30-27; 39-46)

Tigers Forlì: Valgimigli 10, De Lorenzi 3, Ruffilli, Poggi 2, Bergantini 10, Valpiani 3, Chezzi 16, Palazzi 13, Visani, Pedrizzi. All. Lapenta.

Fadamat Rimini: Zaghini 5, Cardinali 18, Magnani, Ferrini 9, Toni 2, Accardo 5, Serpieri 10, Missiroli 6. All. Podeschi.

In una cornice come quella del Villa Romiti non c’e cosa più bella che assistere ad un finale al cardiopalma e proprio come due settimane fa, con la vittoria contro San Patrignano, le “tigri” hanno preso lo scalpo anche della temibilissima Fadamat. Il primo quarto fa capire che i forlivesi non hanno paura di nessuno. Parziale subito di 18 a 10 con Palazzi e Valgimigli che guidano l’attacco, seguiti poi a ruota da un and-one di Chezzi, un coast to coast di Valpiani e infine una bomba di De Lorenzi che chiude il quarto. Rimini non ci sta e infatti, nel secondo quarto Cardinali suona la carica mettendo in difficoltà la difesa arancio-nera, in attacco, invece, Forlì viene tenuta a galla dal duo Chezzi-Bergantini. Si va alla pausa sul 30-27. Nel terzo quarto Rimini inizia a giocare ufficialmente con Cardinali, che sfodera qualche giocata, mentre l’attacco forlivese si inceppa se non fosse per qualche cesto del trio Chezzi, Palazzi e Valgimigli. Si arriva al quarto periodo sul -7, qui coach Lapenta si gioca il tutto per tutto ,alternando vari tipi di difese, prima la press a tutto campo con Valpiani e Bergantini che riescono a recuperare vari palloni, poi 1-3-1 e infine una 2-3 che manda in confusione gli ospiti. Comincia, così, una splendida rimonta con Chezzi e Palazzi che dominano le plance, Valgimigli che segna una bomba e si arriva sul 48 pari a pochi minuti dalla fine. Un’altra palla recuperata di Valpiani, seguita da un contropiede, portano il numero 23 in lunetta. Le tigri mettono così il naso avanti; da qui, un’altra bomba di Bergantini e qualche cesto di Palazzi, portano i Tigers a chiudere la partita sul 57 a 55, con grande soddisfazione di coach Lapenta che, finalmente, vede i frutti degli intensi allenamenti.

MISANO PIRATES – ARTUSIANA BK FORLIMPOPOLI 48 – 69

(16-15; 26-33; 38-48)

Misano: Cupperoni 4, Migani 6, Ferri 1, Del Prete 1, Sabattini 3, Gobbi 4, Bordini 3, Ferri 10, Praturlon 9, Cevoli 7, Martini, Poggi ne. All. Chiadini.

Forlimpopoli: Tiselli 6, Gasperini G. 2, Spisni 11, Attanasio 2, Bourkadi 4, Maltoni 4, Vitali 8, Trinidad 6, Zammarchi 10, Gasperini A., Marzolini 16, Valgimigli ne. All. Grilli.

AICS JUNIOR BASKET – CRAL E. MATTEI 65 – 44

(17-12; 46-20; 54-31)

Aics Forlì: Perugini 12, Naldi 3, Zanotti 7, Sali 2, Liverani 5, Imperadori 14, Guaglione 7, Ruffilli 4, Rossi 2, Mariani 3, Russo 5, Carurcaran. All. Sanzani.

Spem Ravenna: Angeli 13, Camassa 7, Caccamo 6, Polyeschuk 6, Ghinassi 5, Niang 4, Molea 2, Bomben 1, Bramante, Ferizi, Rosano ne, Mazzotti ne. All. Borghi.

CLASSIFICA

Fadamat Rimini, Aics Forlì, Libertas Green Forlì, Livio Neri Cesena 6; Cral Mattei Ravenna, BK 2000 San Marino, Artusiana Forlimpopoli*, Tigers Forlì* 4; Eagles Morciano, Fisiokinetic Coriano, San Patrignano 2; Pirates Misano, S.C. Cattolica 0.

Serie B, i Flying Balls crollano a Fabriano. Bene Faenza e Cento

SERIE B 5° Giornata

GIULIANOVA BASKET 85 – TERAMO BASKET 1960 59 – 67

REKICO – LUCIANA MOSCONI 69 – 49

(13-13; 38-23; 57-33)

Faenza: Anumba 5, Rubbini 8, Oboe 8, Wang, Zampa 6, Calabrese, Tiberti E. 7, Bruni 9, Klyuchnyk 19, Sgobba 7, Petrini, Tiberti A. All. Friso.

Ancona: DeMarchi 5, Centanni 23, Ferri 3, Quaglia 3, Redolf, Monina 4, Timperi 8, Baldoni 3, Rinaldi, Anibaldi. All. Regini.

La vittoria di squadra. La Rekico riassapora il dolce gusto del successo, vincendo e convincendo contro Ancona, giocando la classica partita che soddisfa ogni allenatore. Tutti i giocatori sono stati a turno protagonisti in attacco e in difesa, conquistando finalmente il bottino grosso dopo aver raccolto soltanto complimenti nell’ultima settimana. Un ottimo passo avanti dal lato del gioco e della coesione del gruppo. Da segnalare il debutto con la maglia della Rekico di Wang, ala cinese del settore giovanile, e la prima apparizione stagionale di Petrini, da tre anni nel roster della serie B pure lui del vivaio manfredo.

I Raggisolaris fanno subito la voce grossa, trascinati da un incontenibile Klyuchnyk (per lui 19 punti, 8 rimbalzi e 8 falli subiti). I suoi movimenti sotto canestri sono incontenibili per Quaglia e Monina e, così, il pivot chiude la prima frazione segnando 8 dei 13 punti dei faentini. Tutto bene dunque, tranne un piccolo calo di tensione che consente ad Ancona di piazzare il break di 5-0 arrivando sul 13-13 a fine del primo periodo. Una disattenzione che fa maturare la Rekico, perché diventa perfetta nel secondo periodo. Gli ospiti passano a condurre 16-15 poi si scatena Rubbini con due triple e un canestro in sottomano, regalando il 29-19. Ancona inizia ad avere le idee confuse in attacco e a soffrire in difesa, non trovando mai la scintilla per riaprire i giochi. Merito soprattutto di una Rekico concentrata e quadrata, che vola sul 36-21 a ridosso dell’intervallo grazie ad una schiacciata di Anumba. Al rientro dagli spogliatoi, i faentini spingono sull’acceleratore e in cinque minuti chiudono il match. Il solito Klyuchnyk segna punti e conquista tiri liberi poi Edoardo Tiberti realizza il 51-25 al 25’ che fa calare il sipario. L’ultima parte di gara vede i Raggisolaris gestire il vantaggio senza problemi fino alla sirena finale. Finisce 69-49 tra gli applausi di un festante PalaCattani.

RISTOPRO – SINERMATIC 85 – 61

(18-18; 35-32; 66-46)

Fabriano: Merletto 18 (4/7), Garri 18 (1/3, 4/5), Radonjic 13 (1/2, 3/5), Petrucci 11 (1/1, 3/8), Fratto 8 (2/4, 0/1), Paolin 7 (1/5, 0/5), Guaccio 6 (2/3, 0/4), Del Testa 2 (1/3, 0/3), Cianci 2 (1/2), Pacini (0/1), Cicconcelli. All. Pansa.

Ozzano: Montanari 12 (4/10, 1/5), Morara 12 (3/5, 2/4), Dordei 11 (4/9, 1/3), Crespi 8 (4/8), Iattoni 7 (2/6, 0/4), Chiusolo 7 (3/5), Corcelli 3 (0/2, 1/3), Favali 1, Folli (0/1, 0/2), Lolli (0/1), Mastrangelo ne. All. Grandi.

Si interrompe a Fabriano la corsa della capolista New Flying Balls. Nella splendida cornice del PalaGuerrieri (presente anche una bella e rumorosa rappresentativa della tifoseria organizzata ozzanese) i ragazzi di coach Federico Grandi subiscono la prima sconfitta stagionale,u n pesante 85 a 61 che permette alla formazione marchigiana di agganciare in vetta a quota 8 punti la stessa Ozzano, insieme ad un altro gruppetto di squadre.

Dopo un avvio equilibrato (4-6 al 3’), il primo mini-strappo lo da la formazione di casa con una tripla di Merletto e 5 punti di fila di uno straordinario Garri che costringe coach Grandi al timeout (12-6 al 6’). La schiacciata di Crespi dà la sveglia alla Sinermatic, Morara da 3 punti accorcia le distante, Chiusolo e Dordei rispondono alla seconda tripla di Merletto e impattano il match a quota 15 all’8’. Merletto non smette di segnare dalla lunga distanza, ma è un gioco da 3 punti di Chiusolo a ripristinare la perfetta parità alla prima sirena (18 pari). Nel secondo periodo parte forte Ozzano con un tiro in sospensione di Montanari e una bomba di Corcelli per il +5 (18-23). Il primo vero vantaggio ozzanese dà la carica alla formazione di coach Pansa che replica con un sonoro 15 a 2 di parziale (a segno Fratto e Petrucci su tutti), per il massimo vantaggio Fabriano al 16’ (33-25).  La Sinermatic è brava a restare unita ed un’ottima difesa limita negli ultimi minuti l’attacco biancoblù. Ozzano trova preparati Iattoni e Montanari, ma è una tripla sulla sirena di Morara a riportare i biancorossi sotto di un possesso all’intervallo lungo (35-32). In avvio di terza frazione, il duo Crespi-Morara permette alla Sinermatic di mettere nuovamente il naso avanti (37-38). Sarà, però, l’ultimo vantaggio Flying di serata. Garri fa 8 punti di fila (45-38), Dordei risponde da 3 per il -4 Ozzano al 25’ (45-41), ma è ancora la formazione di casa a segnare a raffica dall’arco con Petrucci, Merletto e Radonjic. Fabriano sfrutta inoltre una serata ai limiti della perfezione ai liberi (23/24) e trova la fuga decisiva. 31 a 14 il parziale del terzo quarto che proietta la Ristoprò sul +20 all’ultimo riposo (66-46). Dopo una seconda metà di terzo quarto a senso unico con i padroni di casa in fuga spinti dal proprio pubblico, Ozzano non riesce nell’ultima frazione a ricucire il gap e riaprire i giochi. Ogni disattenzione difensiva viene pagata a caro prezzo, sia nel pitturato con Fratto, sia da fuori con Garri e Radonjic. La Sinermatic, spinta ed incitata nonostante il pesante passivo da un eroico Gruppo Skid, trova canestri con Montanari e Dordei, ma alla sirena finale sarà 85 a 61 Ristoprò.

TRAMEC – ESA LUCE + GAS 84 – 79 dts

(17-20; 32-37; 44-48; 66-66)

Cento: Rossi 24 (9/12), Leonzio 16 (3/9, 0/7), Ranuzzi 14 (5/5, 1/3), Moreno 14 (4/6, 2/8), Vitale 7 (2/3, 1/3), Fallucca 6 (1/3, 0/7), Morici 2 (1/4), Paesano 1 (0/1), Manzi ne, Venturoli ne, Roncarati ne. All. Mecacci.

Chieti: Ruggiero 29 (5/9, 5/10), Stanic 19 (4/11, 1/3), Sanna 11 (1/4, 3/4), Rezzano 9 (2/5, 1/6), Ponziani 8 (4/9), Meluzzi 3 (1/5, 0/1), Gialloreto (0/2), Ba (0/1), Raicevic (0/1), Mijatovic ne. All. Coen.

ROSSELLA – AMADORI 58 – 54

(15-12; 26-33; 47-50)

Virtus Civitanova: Masciarelli 8, Alessandri 13, Bagalini ne Pierini ne, Montanari ne, Felicioni 6, Vallasciani 1, Amoroso F. 11, Cimini ne, Amoroso V. 13, Rocchi 3, Trapani 3. All. Domizioli.

Cesena: Monticelli ne, Papa 19, Trapani 4, Rossi ne, Battisti 7, Hajrovic 4, Guidi ne, Scanzi 14, Chiappelli 6, Brkic ne. All. Di Lorenzo.

PREMIATA MONTEGRANARO – GOLDENGAS SENIGALLIA 75 – 74

ALBERGATORE PRO RIMINI – AURORA BASKET JESI 84 – 85

(19-24; 42-44; 66-59)

Rinascita Basket Rimini: Bedetti L. 22 (9/12, 1/2), Bedetti F. 17 (5/9, 1/2), Ambrosin 9 (3/3, 0/3), Moffa 9 (3/4, 1/6), Broglia 7 (3/3, 0/1), Rivali 6 (3/5, 0/2), Rinaldi 6 (3/6, 0/2), Pesaresi 3 (0/1, 0/2), Bianchi 3 (1/2), Ramilli 2 (0/1). All. Bernardi.

Jesi: Magrini 21 (3/7, 5/10), Giampieri 15 (4/5, 2/4), Casagrande 15 (4/5, 0/2), Bottioni 12 (3/8, 0/2), Lovisotto 12 (4/11), Migliori 10 (2/5, 1/4), Giacchè (0/1), Kouyate. All. Valli.

BAKERY – PORTO S.ELPIDIO 77 – 51

(17-13; 41-28; 61-34)

Piacenza: Maggio 2, Udom 10, Pedroni 14, Artioli 9, Orlandi, Bruno 7, De Zardo 10, Cena 9, Birindelli 8, Bracchi 8. All. Campanella.

Porto Sant’Elpidio: Balilli, Costa 11, Borsato 7, Malagoli 7, De Sousa ne, Rosettani 5, Lusvarghi 11, Doneda, Sagripanti, Bastone 10. All. Pizi.

Tre su tre. La settimana lunga si conclude con una convincente vittoria ai danni di Porto Sant’Elpidio. Dopo il primo quarto giocato in modo molto equilibrato, è emersa l’enorme differenza di valori con i biancorossi capaci di toccare anche i 30 punti di vantaggio. Pedroni (14), De Zardo (10) e Udom (10) gli uomini in doppia cifra per la squadra di coach Campanella. Da segnalare un’ottima prova di Luca Bracchi che ha dimostrato enormi qualità. Tra gli ospiti spiccano Lusvarghi e Costa con 11 punti.

Pronti e via e Giorgio Artioli sblocca il match, seguito a ruota da 4 punti di Bruno. Il match nelle prime fasi vede le due squadre appaiate punto a punto fino al break di 5 punti siglato Lusvarghi, che fa scappare Porto Sant’Elpidio sull’ 8-13. Bruno da 3 e poi Udom riportano il punteggio a favore. Pedroni non delude dalla lunetta e la Bakery conclude il primo quarto con 4 lunghezze di vantaggio. In apertura della seconda frazione Bracchi infiamma il PalaBakery con una tripla da leccarsi i baffi, ma Bastone dall’altra parte risponde con la stessa arma, mantenendo lo svantaggio di 2 punti. Superata la metà Campanella rilancia nella mischia Liam Udom e Duilio Birindelli, che decidono di indirizzare la partita: due canestri con fallo aggiuntivo e realizzazione per il primo e 6 punti consecutivi del secondo, mandano la Bakery in paradiso a +13 sugli ospiti. 41-28 è il punteggio dopo 20′, con i biancorossi che dimostrano di essere più in forma che mai. Gli ultimi due quarti sono un piacere per gli occhi: 36 punti segnati, rapidità e forza di squadra contraddistinguono il match dei biancorossi. Tre giocatori in doppia cifra, Bracchi super protagonista e spazio anche per Orlandi che gioca gran parte dell’ultimo quarto. Il terzo quarto recita un devastante 20-6, con gli ospiti incapaci di scalfire la fisicità biancorossa. Sale in cattedra il solito De Zardo che, questa volta, si diletta col tiro da 3, andando a segno per due volte. Gli ultimi dieci minuti vedono la squadra di Pizi giocare a viso aperto nonostante il larghissimo svantaggio. I marchigiani risalgono fino al -22, ma poi è tripudio biancorosso fino al 77-51 finale che fa esplodere il tifo locale.

CLASSIFICA


P
GVP%
Ristopro Fabriano854180.0
Bakery Piacenza854180.0
Rossella Virtus Civitanova Marche854180.0
Sinermatic Ozzano854180.0
Tramec Cento854180.0
Aurora Basket Jesi653260.0
Sutor Premiata Montegranaro653260.0
Albergatore Pro Rinascita Basket Rimini442250.0
Giulianova Basket 85452340.0
Esa Italia Chieti452340.0
Amadori Tigers Cesena452340.0
Rekico Faenza452340.0
Adriatica Press Teramo Basket 1960241325.0
Goldengas Pallacanestro Senigallia251420.0
Porto Sant’Elpidio Basket251420.0
Luciana Mosconi Ancona05050.0

Under 16, la Virtus espugna San Lazzaro. U18, colpaccio Reggiana a Pesaro. U15, Benedetto ok in “Furla”

UNDER 18

GIRONE C 4° Giornata

VIS 2008 – UNIPOL BANCA VIRTUS 82 – 75

(24-14; 49-30; 56-51)

Ferrara: Dalpozzo, Husam, Bonanni 12, Ricci Galliera 3, Bacilieri, Fabbri 6, Telese, Simonetti 4, Ticic 6, Caloia 19, Manojlovic 8, Balducci 24. All. Lilli.

ROSETO SHARKS – B.S.L. SAN LAZZARO 87 – 81

(28-14; 48-37; 60-61)

Roseto: Sebastianelli 24, Pedicone 18, Cocciaretto 6, Palmucci 23, Cianella 8, Mariani 6, Di Leonardo, Malatesta, Maule, Passamonti, Valentini 2, Cavatassi. All. Rossi.

San Lazzaro: Naldi 15, Lanzarini 17, Carletti, Flocco 19, Omicini 3, Moretti 16, Baldi, Domenichelli, Micheli 2, Saccone 2, Zecchini 7. All. Comastri.

UNIBASKET – INTERNATIONAL BK 66 – 72

(11-17; 28-34; 51-50)

Lanciano: Corte 2, Daja 19, Maralossoudabangadata 18, Civitarese 5, Taglieri 5, Andreoli 7, Deminicis, Di Fonzo 2, Di Paolo 8, D’Onofrio, Gnagnarella ne. All. Borromeo

Imola: Wiltshire 12, Franzoni 10, Fussi 3, Fazzi 3, Fini, Poloni 9, Rayner 2, Chiarati, Alberti 30, Cai, Mendez Rodriguez, Bollati. All. Santi.

CARPEGNA PROSCIUTTO – GRISSIN BON 77 – 78

(25-17; 48-29; 66-47)

Pesaro: Mujakovic 6, Calbini 15, Solari 8, Basso 31, Alessandrini 11, Formisano, Gulini 2, Pagnini, Rossi ne, Komolov, Pagliaro 2, Foglietti 2. All. Luminati.

Reggiana: Besozzi, Giannini 28, Pelagatti, Soviero 26, Codeluppi 2, Diouf 10, Riccò 6, Maddaloni 2, Soliani, Lusvarghi 4, Vezzoli, Gandellini. All. Menozzi.

ASS. PESCARA BASKET – PALL.TITANO 66 – 74

Pescara: Peres (0/2), Bravetti 12 (3/4, 2/6), Pucci 9 (1/2, 2/5), Najafi 13 (3/6, 2/3), Traore 2, Corbo ne, Del Principe (0/1), Perella (0/2), Leone 2 (1/2, 0/1), Seye 4 (2/3), Zazzetta 14 (2/2, 2/2), Cocco 10 (4/5, 0/1). All. Di Tommaso.

San Marino: Flan 6 (3/8, 0/1), Gaspari 24 (2/2, 6/12), Palmieri 2 (1/4, 0/1), Buzzone 10 (3/4, 1/1), Felici 5 (2/9), Torelli 2 (1/1, 0/1), Alviti (0/1), Squarcia 2 (1/3, 0/1), Riva (0/1, 0/2), Campajola (0/2), Semprini 10 (2/5, 2/2), Buo 13 (5/7, 1/2). All. Padovano.

Parziali: 17-25, 39-37, 50-52,

AURORA BASKET – CAB STAMURA BK 85 – 88 dts

(28-22; 43-45; 60-68; 83-83)

Jesi: Mentonelli 17, Konteh 21, Memed 18, Montanari 13, Elling 10, Chiariotti ne, De Santis, Ginesi 3, Zoppi 3, Zuccaro ne. All. Francioni.

Ancona: Bolognini, Zandri 29, Cognigni 18, Gospodinov 11, Mancini, Anibaldi 15, Bartolucci 5, Bendia 4, Caggiano 3, Giombi ne, Gnoffo 3, Marinelli ne. All. Bigi.

CRABS – FORTITUDO 103 64 – 67

(14-26; 30-40; 51-56)

Rimini: Ferrari 22, Montanari 2, Rosario Cruz 18, Rossi 6, Berardi 2, Baroni ne, Curi 2, Gamboni ne, Giorgini ne, Jose 3, Tamburini ne, Santoro 9. All. Maghelli

Fortitudo Bologna: Giacomi, Prunotto 10, Franco 15, Simon 21, Zanetti 9, Micheletti 3, Longagnani 2, Torninbene, Biasco, Gibertini ne, Battilani 4, Branchini 3. All. Politi.

CLASSIFICA

VL Pesaro, Virtus Bologna, Vis 2008 Ferrara, Fortitudo Bologna, Reggiana, Titano San Marino 6; Crabs Rimini, Stamura Ancona, International Imola 4; BSL San Lazzaro, Pescara, Jesi, Roseto 2; Lanciano 0.

UNDER 16

4° Giornata

PALLACANESTRO 2.015 – ACADEMY BK FIDENZA 2014 49 – 64

Fidenza: Pepe 11, Chiarella, Cane 10, Boriani, Lato, Tengue 4, Codeluppi, Armanino 6, Capocotta 20, Diop 11. All. Zanardi.

VICO BASKET – CRABS 1947 54 – 61

(24-11; 35-23; 39-40)

Parma: Bellini L., Guareschi ne, Bianchini 4, Goni ne, Bernardi, Camurri 9, Guatteri 4, Guggia 9, Bellini T. 4, Rastelli 4, Savastano 3, Parmiggiani 17. All. Diotallevi.

Rimini: Stefanov 18, Tombetti 5, Stella, Romani 4, Purboo 8, D’Agnano 2, Gaeta, Sovera 6, Baldisserra 2, Baietta 2, James 14, Kimekwu. All. Montanari.

B.S.L. – UNIPOL BANCA 85 – 95

(17-28; 39-47; 58-76)

San Lazzaro: Scheda 2, Tobia 9, Sibani 3, Parenti 4, Moretti 43, Scapinelli 4, Glinos, Landi 6, Torreggiani, Cisbani, Matera 12, Tripodi 2. All. Sanguettoli.

Virtus: Collina 4, Malaguti 23, Penna 3, Franceschi 15, Cappellotto, Cattani 17, Cassanelli 8, Franzoni, Venturi 6, Zanasi, Terzi 19. All. Consolini.

BASKET SANTARCANGELO – VIS 2008 58 – 68

GRISSIN BON REGGIANA – FORTITUDO BOLOGNA 103 57 – 85

Reggio Emilia: Vaccari 12, Lugli 12, Marino 7, Ferrari 7, Agnesini 5, Miele 4, Vecchi 4, Magnani 4, Gatti 2, Pellacani, Giberti, Catellani,. All. Mastellari.

Fortitudo: Sciarabba 22, Manna 19, Griguolo 15, Pavani 13, Grigoli 12, Cavazzoni 2, Rando 2, Gruppioni, Fantini ne. All. Fucka.

CLASSIFICA

Virtus Bologna 8; Bsl San Lazzaro, Crabs Rimini, Fortitudo Bologna 6; Junior Ravenna, Academy Fidenza 4; Pall. 2.015 Forlì, Vico Parma, Vis 2008 Ferrara 2; Santarcangelo*, Reggiana 0.

UNDER 15

3° Giornata

BASKERS FORLIMPOPOLI – VIS 2008 62 – 54

UNIPOL BANCA VIRTUS – ACADEMY BK FIDENZA 2014 21/12/2019 – 16:00

Palestra PORELLI – Via dell’Arcoveggio 49/2 BOLOGNA (BO)

CRABS 1947 – B.S.L. 65 – 72

(16-14; 31- 41; 51-52)

Rimini: Rinaldi 2, Bacchemi, Stefanov 33, D’Agnano 9, Veroni, Halili, Macrelli, Tomaseting 3, Baldisseri 6, Gaeta 2, Kimekwu 10. All. Firic.

San Lazzaro: Pini 6, Rossi 9, Piazzi 6, Gamberini 15, Piras 8, Ziglio 9, Fucka 2, Alves 7, Lusignani 8, Urbano, Palmieri 2, Manzoni. All. Zaffarani.

FORTITUDO BOLOGNA 103 – BENEDETTO1964 78 – 89

(13-33; 28-56; 54-71)

Fortitudo: Lagna 21, Pietrantonio 5, Masina 5, Bonfiglioli 21, Natalini 16, Fazio 2, Callegari 3, Gabrielli 4, Zagnoni 1, Bernardi, Angelini, Savino. All. Menichetti.

Cento: Carpanelli 5, Galantini 19, Di Rienzo 3, Miceli 2, Veronesi, Negrini 2, Ramponi 22, Balletti 11, Orsini 3, Pascucci 13, Jebali 6, Fabbris 3. All. Brochetto.

JUNIOR BK RAVENNA – GRISSIN BON PALL. REGGIANA 92 – 93

(22-20; 37-46; 64-76)

Ravenna: Tumiati 14, Bianchi 1, Galletti 10, Farina 14, Magnani 5, Boggian ne, Gregori 19, Bellini 25, Reggiani 4, Allegri, Mottaran, Marchesini ne. All. Carnaroli.

Reggiana: Gandellini 7, Camara, Marino 16, Corradini, Soncini 5, Agnesini 12, Bartoli, Iannelli 12, Wael 16, Foppiano 17, Torreggiani 7, Lusetti. All. Bertozzi.

POL. PONTEVECCHIO – BASKET SANTARCANGELO 59 – 64

Pontevecchio: Collina, Pilutti 3, Anderlini 8, De Novellis 10, Martinelli, Sica, Romagnoli, Trivarelli 5, Valeriani 22, Testoni 2, Gervasoni 9. All. Baffetti.

CLASSIFICA

BSL San Lazzaro, Benedetto 1964 Cento 6; Junior Ravenna, Fortitudo 103 Bologna, Baskers Forlimpopoli 4; Virtus Bologna*, Crabs 1947 Rimini,
Santarcangelo, Reggiana* 2; Vis 2008 Ferrara*, Pontevecchio Bologna, Academy 2014 Fidenza* 0.

Serie B/F, Bsl e Progresso si confermano imbattibili…

SERIE B/F 3° Giornata

GIRONE A

S.B.S. SISTERS – TIGERS BK ACADEMY 46 – 66

(13-18; 27-41; 37-59)

Piumazzo:  Reggiani 8,  Palmieri G. 5, Ferrara 5, Rossi 3, Calamosca 7, Alboni 3, Palmieri A., Gamberini ne, Romoli, Cattabiani 2, Raimondi 1, Varini 12. All. Roffi.

Tigers Parma: Podestà 6, Petrilli 4, Corsini 11, Accini 10, Rinaldi 4, Rizzi 5, Vaccari 7, Minari 4, Fatadey 4, Ghezzi 3, Vettori 8, Stefanini. All. Lopez.

STAFF – CHEMCO 1974 67 – 47

(15-17; 29-35; 54-46)

Magik RosaParma: Ercoli ne, Lucca 18, Raggi ne, Nuzzo, Tringale 5, Ferrari 12, Grisenti ne, Aiello 9, Zuin 6, Salsi ne, Zanbon 17, Sandiano. All. Gardellin.

Puianello: Oppo, Ligabue 6, Montanari 8, Miari ne, Dall’Asta 2, Libri ne, Pignagnoli 6, Martini ne, Graffagnino ne, Manzini 23, Fontanili, Boiardi 2. All. Ligabue.

ROBY PROFUMI – ACETUM 31 – 63

(10-14; 18-30; 23-54)

Borgo Val di Taro: Piscina G., Bozzi 4, Montanari, Ferrari G. 5, Ferrari V. 5, Gonzato 7, Cremona, Piscina C., Corti 6, D’Ambros 2, Diagne 2, Triani. All. Scanzani.

Cavezzo: Siligardi ne, Bocchi 2,  Bassoli 11, Gasparetto 4, Marchetti 6, Righini ne, Aligante 2, Balboni 6, Brevini 7, Maini 5, Calzolari ne, Bellodi 22. All. Carretti.

Nulla da fare per una volitiva Roby Profumi che dopo quaranta minuti di gioco ha dovuto alzare bandiera bianca contro Cavezzo. Una gara difficile già ancor prima di iniziare vista la forza delle modenesi ma le giovanissime bianco blu di coach Scanzani hanno provato, soprattutto nella prima parte, a tenere testa alle più quotate avversarie. L’incontro è terminato con il punteggio di 63 a 31 a favore delle modenesi anche se nella prima parte di gara la Roby Profumi ha tenuto il contatto con le avversarie. Nel prima frazione di gioco, conclusasi sul 14 a 10 per Cavezzo la Roby Profumi ha fatto vedere cose interessati. Peccato per alcuni canestri davvero semplici che non sono andati a segno e che avrebbero trasmesso fiducia alle giovani borgotaresi. Nel secondo periodo Cavezzo provava ad allungare con Bassoli e Bellodi, ma la Roby Profumi non mollava e grazie alle giovanissime Giaele Ferrari e Chiara Corti, entrambe del 2004, si mantenevano a contatto. E’ stata la terza frazione quella decisiva per segnare il match; un parziale di 24 a 5 a favore delle modenesi di fatto chiudeva la gara. Nell’ultima frazione era Veronica Ferrari, con 5 punti a fila, a provare a ricucire lo strappo ma ormai i giochi erano fatti e Cavezzo chiudeva la gara con il punteggio di 63 a 31 che però non rende merito alla prestazione della Roby Profumi che deve recriminare su troppi errori da sotto canestro che avrebbero limitato lo svantaggio in maniera significativa.

BASKET FINALE EMILIA – LIBERTAS BASKET BOLOGNA 51 – 40

(8-7; 22-24; 44-32)

Finale Emilia: Mantovani 2, Melloni, Malaguti 2, Bozzoli F. 9, Sacchetti 5, Bertarello 3, Molinari, Bergamini 6, Benedusi 4, Guerra 2, Bozzoli C 6, Pincella 12. All. Bregoli.

Libertas Bologna: Gamberini, Grassi 3, Gandolfi, Righi 6, Castelli 7, Benadduce 7, Mirrione, Grazian 7, Antonellini, Poletti 6, Simoncini 2, Castelli 2. All. Castelli.

Prima vittoria del Royal Basket Finale Emilia che al PalaLucaToni si impongono con il punteggio di 51-40. Per la prima volta le padrone di casa erano in 12 recuperando Malaguti e Bergamini, permanendo l’assenza di Todisco che si spera di recuperarla la prossima settimana. Quando la squadra è riuscita a muovere la palla e a costruire dei buoni tiri ha creato il divario tra le due squadre. 

CLASSIFICA


Tigers Parma 6; Val d’Arda Fiorenzuola, Cavezzo, Magik Rosa Parma 4; Puianello, Cavezzo, Valtarese, Finale Emilia 2; SBS Piumazzo, Libertas Bologna 0.

GIRONE B

MAGIKA PALLACANESTRO – LIBERTAS BK ROSA 54 – 72

Castel San Pietro: Bassi 2, Aleotti 20, Lolli Ceroni 13, Panighi 6, Melandri 5, Rubbi 5, D’Agnano 3, Roccato, Zuffa, Curti, Venturoli, Farnè ne. All. Martinelli

Forlì: Guidi ne, Tasevska 4, Atanosvska 10, Lolli, Pieraccini 15, Valansini 9, Ragazzini 11, Balestra 12, Bollini 8, Pinza ne, Pirazzini 3. All. Montuschi.

A.S.D. BASKET GIRLS – REN-AUTO 64 – 53

(17-14; 29-28; 48-39)

Ancona: Pierdicca 19, Di Lizio, Di Sario 7, Yusuf 9, Koshanin, Palmieri 2, Bolognini 20, Marinelli 5, Mandolesi, Lattanzi 2, Kudule, Borghetti. All. Castorina

HB Rimini: Novelli 12, Nanni, La Forgia 4, Vespignani 5, Duca E., Pignieri 9, Duca N. 10, Palmisano 4, Renzi 2, Farinello 7, Borsetti. All. Rossi.

Sul difficile campo delle Basket Girls, alla Ren-Auto di coach Pier Filippo Rossi – ancora assenti Vlahova e Re e con Palmisano acciaccata – sono fatali pochi minuti di blackout difensivo nella seconda metà del terzo quarto, perché Ancona indovini il micidiale parziale di 8-0, che finisce per decidere la partita.

Dalla palla a due e per 25′, infatti, il match si sviluppa sul filo dell’equilibrio, con le padrone di casa che si aggiudicano la prima frazione e la Ren-Auto che ribatte vincendo la seconda. All’intervallo le due squadre sono divise da un solo punto, 29-28. Il secondo tempo comincia sulla stessa falsa riga, finché, a pochi minuti dall’ultima pausa, le Basket Girls mettono un paio di pesantissime triple, approfittando di alcune amnesie difensive delle rosanero. È, come detto, il parziale che spacca la partita. Negli ultimi 10′ la Ren-Auto continua ad inseguire, resta lì, ma non trova la rimonta. Finisce 64-53.

MYCICERO – MATTEIPLAST 38 – 52

(16-17; 25-32; 31-36)

Senigallia : Catani, Mengucci 1, Cattalani 4, Veroli 1, El Haiti 8, Sordi 13, Baracaglia, Vecchietti, Formica 1, Lazzari, Angeletti 8, Sordoni 2. All. Tonucci.

Progresso Bologna: Ferraro 2, Marchi 1, Mezzetti, Bernardini 2, Vaccari, Melloni 6, Tridello 5, Prisco 14, Bregu 16, Cadoni 4, Grandini 2, Venturi. All. Borghi.

Seconda trasferta e seconda vittoria nella lunga trasferta di Senigallia. La formazione avversaria può vantare, oltre ad un nucleo di giovani ragazze reduci dall’ottima stagione passata, una leader esperta come Carola Sordi, lusso per la categoria ed altri 4 buoni innesti dalle società limitrofe. Ma veniamo al match; la Matteiplast si presenta ai nastri di partenza senza l’infortunata Francesca Papotti ed il capitano Chiara Mini, ma, forte di un roster piuttosto lungo, le ragazze di Coach Borghi non fanno sentire la mancanza e giocano un match solido in difesa, ma con qualche defaillance offensiva merito anche della buona difesa avversaria. L’avvio è tutto punto a punto ed in costante equilibrio fino a meta del secondo quarto dove le incursioni e il pressing a tutto campo di Angie Bregu (16 punti all’esordio in maglia Matteiplast) e la solita Alice Prisco (14p. e 21 di valutazione) portano la Matteiplast in vantaggio all’intervallo di sette lunghezze. Nei primi due quarti la difficoltà maggiore è stata sicuramente trovare equilibrio in difesa, cosi commenta Coach Borghi: “Carola Sordi ha messo in grossa difficoltà le nostre ragazze realizzando e facendo segnare le compagne, pur avendo in settimana preparato la partita con attenzione, la maggiore esperienza ha avuto la meglio, ma nel secondo tempo siamo riusciti ad aumentare il ritmo e abbiamo preso coscienza dei nostri mezzi difensivi, grazie a questo abbiamo tenute Senigallia a 13 punti“. Il terzo quarto si è giocato alla alla pari: pur avendo stretto le maglie in difesa, l’attacco ha tentennato e le percentuali sono state piuttosto basse. Durante l’ultimo quarto, la Matteiplast, grazie ad una maggiore rotazione rispetto alla squadra avversaria, è riuscita a mantenere il ritmo e ad aumentare il vantaggio fino al +14 finale.

B.S.L. – OLIMPIA BASKET 72 – 39

(20-22; 40-31; 57-33)

San Lazzaro: Melchioni 5, Cappellotto 18, Colli 9, Talarico 10, Ghigi ne, Trombetti 11, Magliaro 3, Romagnoli, Zanetti 7, Viviani 9. All. Dalè..

Pesaro: Cioppi ne, Canossini 2, Barulli, Gjinaj, Chiosso, Benedetti 16, Magi 4, Paccapelo 6, Pentucci 7, Cecchini, Canestrari 4. All. Alexander.

Non conosce battute d’arresto l’ottimo avvio di stagione della BSL Elettromarketing, che ha calato il tris battendo l’Olimpia Pesaro con un netto 72-39 e centrando la terza vittoria in altrettante gare disputate. Protagonista indiscussa di questo successo è stata senza dubbio la difesa biancoverde che ha concesso alla formazione marchigiana soltanto 8 punti in tutto il secondo tempo. Coach Dalè ha trovato, però, ottime risposte da tutte le componenti del roster anche in attacco e in particolare da Alice Cappellotto, che ha chiuso con la palma di top scorer e un bottino di 18 punti.

La partenza biancoverde è stata però tutt’altro che agevole. Sorretta offensivamente da Benedetti, infatti Pesaro, ha messo la freccia del sorpasso sul 12-14 ed è poi riuscita a conservare il possesso di vantaggio fino al suono della prima sirena (20-22). Le cose sono cambiate radicalmente nella seconda porzione di gara quando, dopo l’ormai consueta strigliata di coach Dalè, la difesa della BSL ha iniziato a chiudere gli spazi in modo corretto e a dare fiducia anche all’attacco, trascinato dalle stilettate dalla lunga di Viviani e dai punti di Melchioni e Trombetti fino al 40-31 di fine primo tempo. Al rientro dagli spogliatoi è poi arrivata la spallata decisiva della truppa biancoverde che, sfruttando la freschezza di Alice Cappellotto ha aumentato i giri del motore dispiegandosi in transizione e piazzando un 15-0 che ha fatto sprofondare a -24 Pesaro e ha fatto partire con largo anticipo i titoli di coda del match.

CLASSIFICA

BSL San Lazzaro 6; Progresso Bologna, Basket Girls Ancona 4; BK 2000 Senigallia, Magika Castel San Pietro, Olimpia Pesaro, Libertas Rosa Forlì, Happy Basket Rimini 2; Thunder Matelica 0.

C Gold, poker Olimpia. C Silver, Francesco Francia: che paura!

SERIE C GOLD 4° Giornata

ALLIANZ BANK – 2G DESIGN 79 – 84

(22-21; 38-44; 55-63)

Bologna Basket 2016: Aglio 14, Elio ne, Fin 12, Folli 10, Fontecchio 25, Graziani, Guerri 3, Mazzocchi 2, Nucci 7, Pasquali ne, Zanetti ne, Zhytaryuk 6. All. Lolli.

2G Ferrara Design: Agusto 23, Benedetti ne, Cattani 3, Cortesi 8, Fortini ne, L. Ghirelli, M. Ghirelli 3, Legnani 3, Percan 33, Poli ne, Pusic 8, Seravalli 3. All. Furlani.

Il Bologna Basket 2016 esce malconcio dalla sfida di vertice con il Basket Ferrara, incassando la seconda sconfitta consecutiva casalinga ed evidenziando il momento no sul parquet amico. Ferrara imposta una partita scientifica, limita le bocche da fuoco rossoblu e mette il freno alle velleità offensive dei bolognesi, che non riescono mai a trovare il bandolo della matassa dal vantaggio del primo quarto (15-10 al 5’ e poi 22-21 al termine della frazione) in poi. Percan (33 punti) ed Agusto (23) martellano il canestro bolognese con medie da NBA (11/17 il primo, 9/16 il secondo), mentre dall’altra parte non basta il solito concreto Fontecchio (25 punti, con 11/18 al tiro e 7 rimbalzi) e un buon Aglio (14 punti, con 6/10). È soprattutto nella fase difensiva che i padroni di casa appaiono molli, specie nel primo tempo, e quando provano a mettere più “garra” nella loro metà campo i buoi sono già scappati. Il vantaggio degli ospiti si mantiene sempre sulle 7-8 lunghezze, tocca il +11 a fine terzo quarto e nemmeno la seguente reazione d’orgoglio che porta al -4 (parziale di 8-2, firmato da Aglio e dal 2/2 nei liberi di Mazzocchi) sortisce effetti positivi. Percan e compagni riallungano al +8 e, nella frazione finale, quando un paio di canestri di Nucci e Fontecchio paiono riaprire l’incontro, ci pensa Cortesi, fino a lì piuttosto silente a causa dei molti falli, a chiudere definitivamente il match con due bombe. Ferrara raggiunge il massimo vantaggio a 2’ dalla fine (63-75) e il pressing serrato dei felsinei aiuta soltanto a ridurre il gap finale.

Prestazione deludente, dunque, che dovrà far meditare coach Lolli soprattutto sul piano dell’approccio tattico e mentale alla gara. Come da lui dichiarato nell’intervista di dopo gara, “se non difendiamo non possiamo correre e se non corriamo non possiamo avere canestri facili”. Considerazione confermata dal 5/19 nel tiro pesante e dai 13 assist contro i 19 ferraresi. Un vero peccato, anche per i numerosi tifosi accorsi alla gara (circa 250 presenze).

GUELFO BASKET – PALLACANESTRO FIORENZUOLA 1972 90 – 98

(24-23; 44-44; 70-75)

CastelGuelfo: Wiltshire 17, Bernabini 3, Baccarini 4, Bonazzi 3, Murati, Bergami 10, Pieri 3, Govi 12, Pederzini 10, Amoni 28. All. Cavicchioli.

Fiorenzuola: Galli 22, Sichel 15, Bracci 3, Dias 3, Livelli 9, Zucchi 2, Fowler 22, Fellegara, Ricci 14, Maggiotto 8. All. Galletti.

Pallacanestro Fiorenzuola 1972 vince la quarta partita consecutiva e prosegue un grande inizio di campionato a punteggio pieno in classifica. Lo fa contro una Guelfo Basket ostica, in un PalaMarchetti di Castel Guelfo di Bologna che si dimostra campo difficile e dove per tutte le squadre sarà difficile fare punti.

L’inizio gara è abbastanza complesso in casa gialloblu, con Amoni e Wiltshire bravi a punire una difesa a tratti troppo aperta da parte dei Bees e a fare partire meglio il Guelfo. La squadra di Cavicchioli al 5′ si trova avanti di quattro lunghezze, con Fiorenzuola ferma ancora al palo. Maggiotto prova a mettersi in partita, ma Guelfo tocca il massimo vantaggio all’8′ grazie alla combinazione Amoni-Pederzini (22-14). In casa gialloblu, Fowler e Galli riescono a riequilibrare la gara in un amen, alzando le percentuali e chiudendo il parziale con un 24-24 che per i piacentini vale tanto. Nel secondo parziale Fiorenzuola viene sorretta letteralmente dalla prova di Maggiotto, che nei primi venti minuti realizza 17 punti personali. Capitan Sichel e Ricci, in uscita dalla panchina, danno man forte in una partita veramente frammentata. Sono tanti i fischi in campo, con Amoni bravo ad andare in doppia cifra personale per Guelfo già al 13′. In un parziale da 20-20, le squadre vanno all’intervallo lungo con assoluta parità anche nel secondo quarto, 44-44. Nella terza frazione Bracci si trasforma in versione-piovra difensivamente, riuscendo a portare grande energia, nonostante il 3° fallo personale al 24′, sul -1 per i gialloblu di coach Galetti (58-57). Amoni è il vero protagonista della gara in questa frazione, riuscendo, con una poliedricità di movimenti offensivi, a toccare quota 22 punti personali e portando Guelfo sul 64-60 al 26′. Sono Galli e Maggiotto a suonare la carica in casa Pallacanestro Fiorenzuola 1972, riuscendo, in un batter d’occhio, ad infilare un parziale di 2-13 che vale il sorpasso e il primo tentativo vero di fuga gialloblu al 28′: 66-73. Sul finale di quarto Govi prova a riequilibrare l’incontro, grazie anche all’apporto di Bergami, ma Fowler è chirurgico a chiudere il parzale sul 70-75 in favore della squadra valdardese. Negli ultimi dieci minuti i Bees partono fortissimo, sorretti dalle conclusioni dall’arco di Fowler e Sichel che valgono il 72-85 al 33′. Maggiotto e Galli vanno ancora a braccetto, facendo allungare fino al massimo vantaggio Fiorenzuola al 35′, sul +16, con coach Cavicchioli costretto ad un timeout pieno per arginare l’emorragia cestistica da parte dei guelfi. Il time out dà i suoi frutti, grazie a Wiltshire prima ed Amoni poi, che infilano un parziale di 10-0 per i padroni di casa riaccendendo il pubblico di casa e obbligando coach Galetti ad un timeout al 37′, 85-91. I canestri di Sichel e di Livelli sono acqua nel deserto per Fiorenzuola, che riesce con classe a scrollarsi di dosso un ultimo pericoloso tentativo di rimonta da parte dei padroni di casa e a chiudere sul 90-98 finale. 

BMR – GAETANO SCIREA BASKET 79 – 54

(20-21; 44-32; 58-45)

Basket 2000 Scandiano: Canovi, Cunico 11, Astolfi 5, Bertolini L. 4, Sakalas 18, Pini 13, Caiti ne, Bertolini F., Germani 7, Magni 21, Brevini ne, Piccinini. All. Tassinari.

Bertinoro: Sampieri ne, Solfrizzi En. 5, Rossi 9, Cinti 4, Piazza 5, Ravaioli 2, Angeletti, Ricci 9, Farabegoli 5, Bessan, Bracci 14, Solfrizzi Em. 1. All. Tumidei.

Successo casalingo per la Bmr, che si impone in casa con Bertinoro e riscatta così il ko della settimana precedente rimediato a Ferrara. L’inizio di gara è tutto di Magni: il classe 1996 segna i primi 14 punti dei padroni di casa, 16 dei primi 18, ma gli ospiti replicano colpo su colpo e chiudono il primo parziale avanti di una lunghezza, grazie all’1/2 ai liberi di Enrico Solfrizzi. La squadra di casa, tuttavia, non molla la presa e allunga con decisione nella seconda frazione, quando sul 25-28 piazza un parziale di 15-0 che indirizza in modo chiaro l’incontro, ispirata in particolar modo dal play Cunico. Al rientro dopo l’intervallo lungo il vantaggio scandianese oscilla tra le 7 e le 15 lunghezze, con Luca Bertolini che si mette in evidenza con due canestri consecutivi, confermando i progressi dopo il rientro avvenuto la settimana precedente; 5 punti consecutivi dell’ex Farabegoli riportano gli ospiti a -8, ma ancora una volta la Bmr è solida e non concede spazio, chiudendo con largo anticipo i giochi grazie ai canestri di Sakalas e Pini.

E80 BEMA – VIRTUS SPES VIS 76 – 63

(20-26; 38-39; 57-53)

LG Competition Castelnovo Monti: Pucci 5, Mabilli, Dal Pos ne, Magnani 4, Bergianti, Longoni 11, Levinskis 9, Mallon 10, Ferri ne, Provvidenza 15, Prošek 7, Parma Benfenati 15. All. Diacci.

VSV Imola: Dalpozzo 3, Marcone, Savino ne, Piani Gentile ne, Begic 13, Orlando, Agatensi 8, Spampinato 22, Barattini 5, Biandolino 4, Errera 8. All. Regazzi.

Seconda vittoria stagionale per la E80 Bema che ha superato la Virtus Imola con il punteggio finale di 76-63. I montanari portano a casa il successo nonostante un primo tempo non particolarmente brillante, ma il risultato è importante e utile soprattutto per risollevare il morale del gruppo.

I padroni di casa possono nuovamente schierare Levinskis e Parma Benfenati, mentre devono ancora rinunciare a Sabah e a Dal Pos (leggero stiramento subito in settimana). L’inizio dell’incontro è vivace, con tanti canestri in entrambi i lati del campo e le difese decisamente poco attente. Il primo break viene firmato dagli ospiti, che grazie ad un 8-2 di parziale si portano sul +8. La zona di Imola mette in difficoltà i castelnovesi, ma Parma Benfenati riesce ad attaccare con efficacia il ferro e i Cinghiali tornano così a -2. I gialloneri possono però contare su uno Spampinato in grande forma (11 punti nei primi 10′) che, con un canestro allo scadere, firma il 20-26 con cui si conclude il primo periodo. Ad inizio secondo quarto, Provvidenza segna 5 punti consecutivi riportando i suoi ad una sola lunghezza di ritardo, poi la qualità del gioco in campo cala visibilmente e per diverso tempo nessuna delle due squadre riesce a trovare la via del canestro. Si abbassano anche le percentuali al tiro, ma Imola riesce comunque a proteggere il vantaggio grazie ai punti di Agatensi. A tre minuti dal termine del primo tempo, gli ospiti conducono l’incontro, ma un parziale di 7-0 permette a Castelnovo di andare in vantaggio nel punteggio. Il canestro di Begic negli ultimi secondi vale però il controsorpasso e fissa lo score di metà gara sul 38-39. Il terzo periodo comincia con un mini-break LG firmato da Mallon, che riporta avanti i suoi. La partita è intensa, ma non così bella, con tanti errori da una parte e dall’altra e diversi tiri dall’arco che non riescono nemmeno a raggiungere il ferro. A metà frazione Imola è ancora avanti, ma si bagnano le polveri dei gialloneri e grazie ad un altro parziale da 7-0, la E80 Bema raggiunge il +5. Imola è brava a reagire e al 32° il punteggio è di nuovo in perfetta parità. Nel finale, un break da 5-1 permette ai padroni di casa di chiudere avanti la frazione e poter affrontare così il quarto conclusivo sul +4. Si segna poco ad inizio quarto e dopo tre minuti gli ospiti sono a sole due lunghezze di ritardo. Ma è qui che la LG cambia marcia: la zona dei montanari blocca, infatti, l’attacco dei gialloneri, incapaci di ritrovare il fondo della retina. Contemporaneamente, il gioco offensivo dei padroni di casa gira alla perfezione regalando un super parziale da 16-0 che spezza in due la partite e spinge Castelnovo sul +18. Imola torna a segnare dopo quasi sei minuti, quando il risultato è, però ,ormai compromesso e il break finale da 5-0 serve solo a fissare il risultato sul 76-63 con cui si chiude l’incontro.

DILPLAST CLEVERTECH – AVIATORS 67 – 83

(15-19; 33-42; 48-58)

Montecchio: Ramenghi, D’Amore 14, Pasini 4, Tognato 3, Vecchi 8, Giannini, Degli Esposti Castori 8, Lusetti 14, Trobbiani ne, Amadio 3, Negri 11, Bovio 2. All. Martinelli.

Lugo: Carella 15, Alessandrini 17, Presentazi 12, Baroncini, Silimbani 8, Masrè 3, Cervellera, Santini 4, Bazzocchi, Salsini 8, Arosti, Ravaioli 16. All. Casadei.

Sconfitta casalinga per Dilplast – Clevertech nei confronti di Lugo, che si è dimostrata squadra solida, coesa, con buona circolazione di palla e meritevole del risultato positivo. Al contrario la squadra montecchiese ha messo in evidenza un calo fisico e di concentrazione rispetto alle partite precedenti. Si aggiungano troppe palle perse (14 in totale) e la sofferenza a rimbalzo (-6 il differenziale rispetto ai romagnoli) ed ecco spiegata, in parte, la brutta prestazione. Il solo Lusetti ha mantenuto grinta e precisione, come visto in altre partite, innescando i tentativi di rimonta, purtroppo vani, della sua compagine.

Quintetto iniziale di Montecchio con D’Amore, Vecchi, Degli Esposti Castori, Lusetti e capitan Negri. Risponde coach Casadei per i lughesi con Carella, Presentazi, Silimbani, Masrè e Ravaioli. Parte bene Montecchio che realizza nei secondi iniziali con Lusetti, Vecchi e D’Amore a cui risponde il solo Carella per Lugo. Inizia, poi, il tiro a bersaglio di Silimbani ed ancora Carella per riportare il quarto in equilibrio al sesto minuto. Montecchio non riesce più a muovere il tabellone fino ai due minuti finali, dove Negri ed Amadio riducono il gap; il quarto si chiude con un canestro di Alessandrini allo scadere per il +4 esterno. Nel secondo periodo riparte bene la squadra ospite che riesce ad allargare il divario grazie alle realizzazioni di Ravaioli, Carella e Alessandrini; per Montecchio solo sporadiche azioni portano a canestro Lusetti, D’Amore ed il nuovo entrato Pasini. A metà gara la squadra di casa si ritrova, così, con 9 punti da recuperare (33-42). Seconda metà gara che sembra rispecchiare lo stesso copione: buona circolazione di palla di Lugo che porta gli esterni a tiri non contrastati e, spesso, positivi. Montecchio reagisce parzialmente con azioni individuali (bene Degli Esposti Castori in questi frangenti). Nell’ultima frazione i cambi ed i time out chiesti da coach Martinelli non riescono a scuotere i suoi giocatori e la squadra di casa tocca il massimo svantaggio (22 punti al quarto minuto), senza poi cambiare l’inerzia della partita; gli ultimi ad arrendersi sono Lusetti e D’Amore, ma la partita è segnata e si arriva all’ultimo canestro montecchiese con il giovane Bovio.

MOLIX – GRUPPO VENTURI 78 – 85 dts

(17-19; 29-43; 46-57; 71-71)

Molinella: Grazzi 3, Ranzolin 4, Zuccheri 1, Frignani ne, Gianninoni 18, Bonanni 5, Lanzi 3, Manojlovic 5, Giuliani Gu. 25, Tedeschi 12, Caloia 2. All. Giuliani Ga.

Anzola: Carpani ne, Parmeggiani F. 10, Parmeggiani S. 18, Perini, Baccilieri 13, Villani 10, Venturi 3, Muzzi 2, Caroldi 12, Cappelli ne, Donati 17. All. Spaggiari.

OLIMPIA CASTELLO 2010 – VIRTUS MEDICINA 85 – 73

(22-17; 50-37; 65-56)

Castel San Pietro: Sangiorgi 2, Ranocchi 17, Trombetti 2, Benedetti 22, Tomesani 7, Magagnoli 14, Albertini 3, Sabattani 14, Procaccio 4, Pedini, Righi. All. Serio.

Medicina: Curione 16, Poluzzi 7, Dall’Osso 1, Polverelli 12, Casagrande 14, Allodi 4, Stellino, Lorenzini 5, Agriesti ne, Ricci Lucchi ne, Casadei 14. All. Curti .

Derby della San Carlo e cornice di pubblico fantastica, tantissimi da Medicina, pubblico delle grandi occasioni. Pronti via e in tre minuti Olimpia piazza un 10-0 a fronte di una Virtus Medicina che non fa mai canestro; con un po’ di pazienza, i gialloneri chiudono il primo quarto sotto di 5 (22-17). Secondo periodo e ancora tanta Olimpia, Medicina molle di testa è inevitabilmente molle di gambe, un canestro sulla sirena da 20 metri di Casagrande manda la Virtus al riposo sul meno 13. Terzo periodo e la partenza Virtus è molto negativa: l’Olimpia piazza un 7 a 0 che imprime una piega quasi decisiva alla partita, l’energia di Curione e Dall’Osso riavvicina i gialloneri e dal -20 si passa a -9 della terza sirena. Ultima frazione e la Virtus è -7 a 7′ dal termine. Tra palle perse e scelte scriteriate Medicina non completa la rimonta e Olimpia, lucida e cinica chiude ogni discorso. Vittoria meritata per l’Olimpia Castello che gioca bene, mette il suo ritmo alla partita, comanda le operazioni da inizio a fine con piglio giusto. Schiaffone a Virtus Medicina, mai in partita, troppe soluzioni forzate in attacco, nessun sussulto in difesa, si perde e per come ha giocato, è giusto così.

CLASSIFICA

PALL. FIORENZUOLA8440371328+43
OLIMPIA CASTEL SAN PIETRO8440317293+24
BASKET 2000 SCANDIANO6431310274+36
BOLOGNA BASKET 20164422318303+15
PALL. MOLINELLA4422293290+3
ANZOLA BASKET4422278278+0
LG COMPETITION CASTELNOVO4422300300+0
VIRTUS MEDICINA4422305307-2
FERRARA BASKET 20184422315322-7
GAETANO SCIREA BERTINORO4422292307-15
BASKET LUGO2413274292-18
GUELFO BASKET2413293313-20
ARENA MONTECCHIO2413295318-23
VSV IMOLA0404314350-36

SERIE C SILVER 4° Giornata

CESTISTICA ARGENTA – ZTL HOME GINN. FORTITUDO 74 – 76

(20-28; 43-43; 58-57)

Argenta: Magnani 12, Alberti D. 4, Demartini 14, Bonora, Alberti A. 4, Federici, Zanirato 2, Quaiotto 17, Montaguti 10, Malagolini 9, Nicoletti, Martini 2. All. Bacchilega.

S.G. Fortitudo: Balducci 2, Chiarini 13, Zinelli, Tosini 6, Antola 3, Lalanne 13, Pederzoli 20, Ranieri 9, Nanni 6, Branzaglia 4, Ponteduro, Buscaroli. All. Mondini.

MISTER TIGELLA – REBASKET 82 – 52

21-9; 40-23; 60-36

BSL San Lazzaro: Salvardi 9, Cempini 12, Tugnoli 15, Betti A. 9, Verardi 2, Marega 4, Fabbri 18, Torriglia 4, Tepedino 3, Naldi 4, Betti M. 4, All. Baiocchi.

Castelnovo: Bonifazi 5, Azzali 5, Cantagalli. Castagnaro 4, Defant 10, Pezzi 12, Barazzoni 2, Bellocchi 2, Putti 10, Vezzali, Foroni, Zecchetti. All. Casoli.

Dopo il ko patito in casa del CVD, la BSL era chiamata ad una reazione d’orgoglio che è prontamente arrivata: alla prima stagionale al PalaYuri, infatti, la truppa biancoverde, pur perdendo in corso d’opera per infortunio Salvardi e Tepedino, ha mandato al tappeto il Rebasket con un perentorio 82-52. Un successo ispirato dall’ottima difesa del primo quarto, che ha concesso un solo canestro alla formazione reggiana e che ha dato fiducia all’attacco, trascinato dalle giocate di Fabbri, Tugnoli e Cempini.

La BSL non ha perso tempo e sin dalla prima frazione ha stretto a dovere le maglie difensive e lavorato in maniera eccellente a rimbalzo, conquistando immediatamente la leadership della partita e trovando il primo vantaggio in doppia cifra con una tripla di Fabbri (14-3). Rebaset ha allora provato a giocarsi la carta della difesa a zona 3-2 che è stata però prontamente bucata dalle giocate vincenti di Marco Betti e Salvardi (19-5). Un passivo che è stato alleggerito con un controbreak di 6-2 in chiusura di primo quarto ma che poi ha cominciato nuovamente a lievitare in apertura di seconda frazione grazie ad un 9-0 confezionato dalla BSL, spinta da Salvardi Cempini e Tugnoli fino al +19 (37-18). La prima vera reazione del Rebasket è arrivata in uscita dagli spogliatoi quando coach Casoli ha ricambiato le carte in tavola passando alla zona 2-3 che ha imbrigliato l’attacco biancoverde e ispirando il -13 esterno (40-27). Ancora una volta la BSL non si è data per vinta e ha controreplicato con un tramortente 20-2 di parziale corroborato dai punti di Verardi, Tugnoli, Saòvardi e Fabbri. Toccato il +31 sul 60-29, la BSL ha quindi potuto innestare il pilota automatico per gestire nel quarto finale ritmi e punteggi.

FOPPIANI – CREI 70 – 59

(14-10; 28-28; 53-41)

Fidenza: Gaudenzi, Montanari F. 2, Brogio, Di Noia 13, Massari 6, Maggi 7, Montanari L. 2, Garofalo 13, Perego 26, Parmigiani 1. All. Cavalieri.

Granarolo Basket: Salicini 2, Bianchi 17, Tolomelli ne, Meluzzi 11, Nanni 9, Paoloni L. 7, Bernardinello 1, Carati ne, Poggi, Pani 12. All. Millina.

La Crei perde sul campo della capolista Fulgor al termine di una gara ben giocata e combattuta fino alla fine, nonostante alle assenze di Brotza e Lorenzo Paoloni si sia aggiunta quella di Neviani (per i postumi dell’incidente stradale occorsogli una settimana fa), che hanno costretto coach Millina a ruotare con 7 effettivi più i 4 minuti concessi al 2003 Poggi (molto positivi), pagando alla fine il gap fisico con i padroni di casa. Il vero “man of the match” è stato il centro dei padroni di casa, Perego, autore di una prestazione da categorie superiori (26p. con 12/15 da 2, 2/3 ai liberi, 8 rimbalzi e 30 di valutazione) che, nella seconda parte di gara, ha scavato il solco decisivo (22 dei suoi 26 punti realizzati nei secondi 20 minuti); per Granarolo ottima partita di Bianchi (17p. con 8/13 da 2 e 1/2 ai liberi) che ha battagliato con i lunghi avversari, coadiuvato da una banda di piccoletti aggressivi che hanno tenuto botta anche a rimbalzo (41-37 il computo delle carambole per i padroni di casa); bene tutti gli altri, con Paoloni e Salicini limitati da subito dai falli. La cronaca: primi 3′ di prevalenza delle difese (2-2) poi Di Noia si accende con due canestri dalla lunga distanza (9-4 al 4′). Meluzzi risponde da 3, poi due canestri di Perego ed un libero di Garofalo danno il +7 alla Fulgor (14-7 al 8′). Paoloni da 2 ed un libero di Bernardinello chiudono i primi 10′ sul 14-10. Inizio secondo quarto nel segno di Pani (ottima gara la sua): due canestri in sequenza e parità (14-14 al 11′). La terza tripla di Di Noia, Montanari Luca 2/2 dalla lunetta ed un gioco da tre punti di Garofalo e la Fulgor sembra scappare (22-14 al 12’30”). La Crei non si scompone, continua sulla traccia segnata da coach Millina e grazie a 9 punti di un ottimo Nanni e a due canestri di Bianchi, confeziona un 2-14 che costringe coach Cavalieri al timeout (24-28 al 18′). Garofalo toglie le castagne dal fuoco ai padroni di casa e sigla i 4 punti che mandano le squadre al riposo lungo in parità (28-28 al 20′). Ad inizio terzo quarto, dopo i primi 2′ di equilibrio (32-33), comincia il Perego-show: la Fulgor cerca il suo centro con insistenza e viene ripagata da 8 punti consecutivi senza errori; un sontuoso Bianchi tiene gli ospiti in scia (40-37 al 26’30”). Garofalo da 3 e ancora Perego danno il +8 ai padroni di casa (45-37 al 27′); la Crei fatica contro i corazzieri avversari, segna solo Meluzzi e scivola inesorabilmente in doppia cifra di svantaggio (53-41 al 30′). Il quarto periodo vede Granarolo tentare il riavvicinamento con grande carattere, arriva più volte a -8, ma ogni volta gli uomini di coach Cavalieri (con Perego sugli scudi) ricacciano indietro gli ospiti, fino al 70-59 finale.

LA CANTINA DEI SAPORI – ATLETICO BASKET 72 – 70

(19-14; 33-37; 52-54)

Zola Predosa: Degregori 13, Bavieri 6, Bianchini 17, Righi 7, Zappoli, Ramini 4, Masina 2, Bosi, Tubertini 2, Vivarelli 8, Almeoni 13. All. Cavicchi.

Atletico Borgo: Artese 8, Paolucci 5, Conidi 5, Alberti 2, Veronesi Gr. 8, Serra, De Simone 8, Pedroni 4, Veronesi Gi. 11, Tognazzi 5, Campanella 14, Trebbi. All. Guidetti.

PALLACANESTRO CASTENASO – PALL. CORREGGIO 72 – 78

(19-23; 35-41; 49-61)

Castenaso: Pesino, Ballini 20, Galiano 3, Biguzzi 15, Cesario 11, Capobianco 6, Seracchioli 11, Zucchini 6, Tinti, Marinelli, De Paoli, Tubertini. All. Castelli.

Correggio: Messori 5, Riccò Fe. 11, Morgotti 8, Ligabue ne, Branchini ne, Guardasoni L. 12, Ricco Fr. 10, Ferrari 2, Guardasoni M. ne, Vivarelli 27, Lavacchielli 3, Frilli. All. Notari.

BELLARIA BASKET – CVD BASKET CLUB 81 – 67

(17-18; 44-36; 67-51)

Bellaria: Ferrari, Mazzotti 14, Cruz 4, Gori 10, Rossi 20, Foiera 19, Giovanardi 8, Montanari 6, Santoro, Curi ne, Jose ne, Tamburini ne. All. Maghelli.

Cvd Casalecchio: Dawson 13, Paratore 10, Malverdi 2, Penna 9, Ferraro 6, Corradini 3, Cavallari 3, Bertuzzi 6, Lelli 15, Baccilieri ne, Fuzzi ne. All. Gatti.

SANTARCANGIOLESE BASKET – VIS BASKET PERSICETO 74 – 67

(20-23; 39-40; 59-57)

Santarcangelo: Zannoni 30, Nervegna 6, Fusco 13, Adeosun 1, Sirri 2, Raffaelli 3, Dimonte 2, Fornaciari 12, Grassi 5, Massaria ne, Malatesta ne. All. Evangelisti.

San Giovanni in Persiceto: Coslovi, Guidi 4, Baietti 6, Vaccari 2, Papotti 16, Mancin 14, Barone, Mazza 14, Pedretti 11. All Berselli.

PALL. NOVELLARA – OTTICA AMIDEI 89 – 77

(23-22; 46-34; 73-48)

Novellara: Ferrari N. 2, Doddi ne,  Folloni 8, Rinaldi 6, Bagni 6, Franzoni 20, Ferrari T. 9, Aguzzoli 15, Carpi 10, Ciavolella 13, Luppi, Simonazzi. All. Boni,

Castelfranco Emilia: Ayiku 10, Marzo 3, Govoni 2, Zucchini 21, Torricelli R. 10, Tedeschi, Vannini 7, Del Papa 6, Torricelli F. 2, Nebili, Youbi 4, Prampolini 12. All. Landini.

Solita prestazione in chiaro scuro per gli uomini di coach Landini, che alternano come consuetudine, momenti di intensità e presenza fisica importante a momenti di lassismo generale.

L’Ottica Amidei recupera Govoni in cabina di regia, mentre il grande ex, coach Boni, deve ancora fare a meno del lungo degente Doddi. Il primo quarto va via sui binary dell’equilibrio, con entrambe le squadre che si scambiano parziali e contro parziali. Al primo riposo Novellara è avanti di una lunghezza 23-22. Nel secondo quarto iniziano i primi problemi per i biancoverdi che non trovano la via del canestro e come succede sempre, si disuniscono anche in difesa concedendo facili appoggi al vetro o comodi secondi possessi ai biancorossi. Dal 23-24 all’11’ si passa al 38-26 del 17’, con la prima doppia cifra di vantaggio casalingo data da 5 punti in fila di Tommaso Ferrari. L’Ottica Amidei ritrova un attimo il bandolo della matassa e riesce a rientrare sul -8, ma i reggiani riallungano andando all’intervallo lungo avanti di 12 (46-34). Questi continui sbalzi di intensità e di fisicità portano Castelfranco a essere punita anche a livello di falli, infatti Torricelli va a riposo con 4 falli mentre Youbi ne ha 3 a suo carico. Ovviamente coach Landini chiede alla squadra di spendersi ancora di più fisicamente per rientrare in partita e giocarsela fino in fondo, ma così non è. I biancoverdi segnano 5 punti in 5 minuti e Novellara scollina quota 20 punti di vantaggio guidata da un Franzoni che approfitta a piene mani dei problemi di falli dei lunghi castelfranchesi, segnando 12 punti nel solo terzo quarto. Il tabellone all’ultimo riposo dice 73-48 Novellara. Nella quarta frazione, vi è uno scatto d’orgoglio dell’Ottica Amidei che dopo aver toccato il massimo svantaggio sul -26, approfitta del fatto che Novellara ha alzato il piede sull’acceleratore con parecchio anticipo e rientra fino al -12 che chiuderà poi il match. Risultato finale 89-77.

CLASSIFICA

FULGOR FIDENZA8440338274+64
FRANCESCO FRANCIA ZOLA8440287259+28
CESTISTICA ARGENTA6431305271+34
BELLARIA BASKET6431311278+33
SANTARCANGIOLESE BASKET6431292267+25
NOVELLARA6431334311+23
BSL SAN LAZZARO4422288249+39
PALL. CORREGGIO4422273271+2
CVD CASALECCHIO4422255265-10
S.G. FORTITUDO BOLOGNA4422293315-22
VIS SAN GIOVANNI IN PERS.2413290317-27
GRANAROLO BASKET2413274309-35
REBASKET CASTELNOVO2413247288-41
CASTELFRANCO EMILIA2413283334-51
ATLETICO BORGO BOLOGNA0404254285-31
CASTENASO0404278309-31

Serie D, poker per Nazareno e Scandiano. Girone B, imbattibilità persa da Pianoro e Gardens

SERIE D 4° Giornata

GIRONE A

SCUOLA PALL. VIGNOLA – BASKET VOLTONE 82 – 54

(20-17; 38-25; 69-40)

S.P. Vignola: Ganugi 7, Badiali 8, Fiorini 16, Smerieri P. 4, Barbieri, Galvan 15, Amici 2, Degliangeli, Cuzzani 20, Righetti 10, Riccò. All. Smerieri S.

Monte San Pietro: Chiusoli 10, Ghinazzi 4, Giacometti A. 1, Boni 6, Poluzzi 3, Giacometti J. 6, Bastia 4, Magi 18, Venturelli 2, Tinelli, Galli ne. All. Gambini.

SCUOLA BASKET FERRARA – MOLINO GRASSI 64 – 74

(18-23; 35-42; 51-62)

S.B. Ferrara: Pusinanti 10, Rimondi Ro. 12, Rimondi Ri. 9, Beccari 6,
Rizzatti 17, Trinca ne, Proner, Bertocco 10, Gavagna, Grassi, Di Giusto.
All. Colantoni

Magik Parma: LaRocca ne, Colonnelli 20, Illari, Donadei, Malinverni
N., Pollina 4, Bocchia 16, Malinverni L. 8, Paulig 17, Barcaroli ne,
Diemmi 6, Botti 3. All. Quintavalla.

PEPERONCINO LIBERTAS BK – EMIL GAS 48 – 73

(18-14; 22-31; 33-50)

Mascarino: Bellodi 5, Vinci 5, Guidoni 6, Bartolazzi 3, Tosarelli, Patrese 6, Monari 10, Bianchini, Cilfone 6, Brochetto, Manzi 3, Vannini 4. All. Brochetto.

Scandiano2012: Catti, Rivi 6, Belli 1, Taddei 3, Bartoccetti 19, Braglia, Mammi G., Fikri 2, Di Micco 2, Vanni 14, Corradini 13, Fontanili 13. All. Baroni.

SASSOMET – NUBILARIA BASKET 72 – 76

(16-19; 41-39; 51-57)

Masi Casalecchio: Ballanti 10, Fiordalisi, Franchini 8, Barilli Fe. 6, Lo Grasso, Masetti, Castaldini 2, Govi 4, Di Marzio 14, Sassoni 3, Barilli Fi. 8, Bertacchini 17. All. Forni.

Novellara: Baracchi A. 11, Pizzetti 5, Margini, Bertani Fe. 9, Mariani Cerati 17, Bertani Fi., Baracchi M. 21, Rossi, Castagnetti, Accorsi, Giorgino 8, Bartoli 5, All. Perricone.

PALL. NAZARENO – SCUOLE BASKET CAVRIAGO 83 – 49

(16-12; 40-24; 64-39)

Carpi: Bertollo, Sabbadini 8, Sutera 6, Biello 23, Mantovani 15, Marra 10, Ravenna 6, Salami 8, Bonfiglioli 1, Foroni 2, Rizzo, Cavazzoli 4. All. Tasini.

Cavriago: Penserini 5, Zambelli 2, Riquadri, Stellato 6, Ceci 7, Berlinguer, Giglioli 8, Gruosso 10, Mursa 11, Rubertelli, Sassi. All. Sorba.

ANTAL PALLAVICINI – U.P. CALDERARA PALL. 67 – 57

 (19-20; 30-32; 55-44)

Pallavicini: Cenesi 13, Finelli, Nanni 14, Monciatti 5, Consolini 3, Nadalini 4, Benuzzi 12, Sgargi 11, Guizzardi, Tabellini, Zambonelli 2, Lorusso 3. All. Bignotti.

Calderara: Rallo 2, Romano, Marchi, Cacciari, Soresi 8, Projetto 5, Pampani 10, Vignoli 8, Bertuzzi 5, Lambertini 12, Molinari 5. All. Rusticelli.

BASKETREGGIO – PIZZOLI 68 – 71

(14-14; 31-41; 45-52)       

Basketreggio: Nunziato 16, Croci 18, Generali 3, Manghi, Frigi, Quadrelli 7, Borghi 6, Morelli 6, Bartoli 4, Ardolino ne, Volpicelli ne, Giudici 8. All. Boni.     

San Pietro in Casale: Pastore 13, Ramzani, Mandini ne, Oseliero 7, Ventura 17, Tomsa 4, Ghedini 8, Giovannini ne, Fiore 21, Bamania 1. All. Castriota.

Al termine di una settimana complicata, San Pietro in Casale ai presenta nella città del tricolore con dieci effettivi, date le defezioni per infortunio o malattia di Aspergo, Nardi e Zanellati. Per gli ospiti, che partono con Oseliero, Ventura, Fiore, Pastore e Tomsa, è subito pane duro. La tripla allo scadere dei 24″ di Generali è infatti il preludio del break di marca locale, propiziato da Nunziato e Quadrelli: 14-9. La risposta dei bianco/neri si manifesta tra la fine del primo quarto e l’inizio del secondo: maglie strette in difesa e buona circolazione di palla per il parziale di 21-6, ispirato da Fiore e Ventura, con cui di prendono l’inerzia di un incontro che, a un paio di giri di lancette dall’intervallo lungo, li vede scappare a +14 (22-36). I locali approfittano dell’altrui raggiungimento del bonus, in una giornata dalle basse percentuali al tiro, per limitare i danni dalla lunetta, per poi risalire fino al -4 (40-44) in principio di ripresa. La Pizzoli riprende il largo con Ghedini, Pastore e Ventura (40-52), ma Giudici accorcia le distanze e Croci firma il sorpasso (66-65), a poco più di un minuto dalla fine. Cinque punti di Fiore mettono il match-point sulla racchetta della Veni Basket, ma Borghi tiene a galla i locali, che alzano bandiera bianca solo sulla sirena, quando il ferro respinge la preghiera di Giudici.

BASKET PODENZANO – U.S. LA TORRE 61 – 78

(23-19; 38-39; 46-51)

Podenzano: El Agbani 5, Carini 8, Calzi, Galli, Bossi, Guerra 16, Noè, Chiozza 3, Coppeta G. 15, Petrov 7, Orlandi 7. All. Coppeta C.

La Torre Reggio: Davoli A. 7, Giaroni 2, Magliani 13, Vezzosi 4, Davoli L. 1, Pezzarossa 3, Mazzi 22, Rivi 2, Melli 19, Cantergiani 5, Margaria ne. All. Corradini.

Secondo successo per la Torre, che sbanca Podenzano al termine di una prestazione in crescendo. Il primo tempo, infatti, si caratterizza per un sostanziale equilibrio, dove ai canestri di Mazzi, 12 punti nei primi 10’, risponde Coppeta, che all’intervallo ne avrà già segnati 15. Dopo il 38-39 del 20’, il terzo quarto è interlocutorio, ma mostra la nuova trama della partita, in particolare una Torre più attenta in difesa (46-51 al 30’), tanto da arginare il già citato Coppeta, che non muoverà più il suo tabellino nella ripresa. Quando la truppa di Corradini ritrova fluidità offensiva, grazie soprattutto alle iniziative di Magliani e del rientrate Melli, si scava progressivamente un solco sempre più ampio che tocca il +27 al 36’ (47-74), un vantaggio che chiude di fatto la contesa.

CLASSIFICA

NAZARENO CARPI8440314230+84
SCANDIANO 20128440277222+55
MAGIK PARMA6431321260+61
PALLAVICINI BOLOGNA4422266255+11
SCUOLA BASKET FERRARA4422249239+10
SCUOLA PALL. VIGNOLA4422281273+8
MASI CASALECCHIO4422273268+5
BASKETREGGIO4422277274+3
LA TORRE REGGIO EMILIA4422252251+1
PEPERONCINO MASCARINO4422287290-3
VENI SAN PIETRO IN CASALE4422250273-23
NUBILARIA NOVELLARA4422268304-36
CALDERARA2413239266-27
SCUOLE BASKET CAVRIAGO2413236278-42
BASKET PODENZANO2413239295-56
VOLTONE ZOLA0404237288-51

GIRONE B

P.G.S. WELCOME – ROSE&CROWN 92 – 85

(13-21; 42-45; 58-71)

Welcome: Benassi 3, Lelli 12, Bignami 13, Tapia 24, Bernardini 5, Guerra 17, Lamborghini 1, Giuliani 5, Forlani ne, Corvino ne, Barone ne, Bush 12. All. Roveri.

Tigers Verucchio: Bronzetti 2, Campidelli 2, Giordani, Panzeri 24, Buo 23, Semprini, Guiducci 2, Rossi A. ne, Calegari 9, Tomasi 8, Saccani 13, Bollini 2. All. Rustignoli.

Pesante sconfitta per i Rose & Crown che, ancora una volta, cadono in volata sul campo della Pgs Welcome, dilapidando un cospicuo vantaggio nell’ultimo quarto: 92-85 il finale. Ultimi dieci minuti da incubo per i villanoviani, dopo un terzo periodo da record e 13 punti di vantaggio.

Nel primo quarto, i villanoviani partono forte, trascinati dal duo Buo-Panzeri, portandosi avanti in doppia cifra grazie alle folate in contropiede, mentre i padroni di casa provano a restare a galla grazie a Bush nel pitturato. Nel secondo parziale, Welcome torna a farsi vedere nello specchietto retrovisore, riavvicinandosi nel punteggio grazie a Guerra. Dalla lunetta Saccani tiene sempre avanti i suoi, ma le due bombe finali di Tapia fissano il punteggio sul 42-45 alla pausa lunga. Al rientro dagli spogliatoi, succede di tutto: qualche fischiata della coppia in grigio manda letteralmente in bestia i bolognesi, che si vedono comminati tecnici ed antisportivi, di cui i Tigers approfittano al massimo, volando fino sul +13 di fine quarto, grazie ad un preciso Panzeri. Gli ultimi 10’, però, sono un autentico incubo: Bignami apre le danze, poi Lelli della lunetta ricuce la distanza. I fantasmi iniziano ad aleggiare, nonostante Buo permetta di contenere la prima onda. Quando Welcome inizia a cannoneggiare dall’arco con Bignami e Tapia, la luce si spegne. Gli ultimi assalti sull’82-80: per tre volte i Tigers sbagliano comodi canestri del pareggio, mentre dall’altra parte ancora Tapia segna la bomba che chiude virtualmente il match.

BASKET VILLAGE – POL. STELLA 68 – 76

(12-14; 27-37; 44-59)

BK Village Granarolo: Carini 2, Drago 16, Bertusi 5, Guastaroba 3, Masetti ne, Brigotti, Mongardi 9, Misciali 10, Marcheselli L. 12, Martinelli 5, Nicotera 4, Chittaro 2. All. Marcheselli E.

Stella Rimini: Insero 2, Coralli, Bollini Trombetti 9, Verni 5, Pulvirenti 17, Vioglio 15, Bindi 2, Pinto 4, Del Turco 20, Distante 2. All. Casoli.

BASKET CLUB RUSSI – PALL. PIANORO 67 – 66

(12-12; 31-35; 49-52)

Russi: Morigi 10, Piani 4, Basaglia 4, Samorì 4, Vistoli 2, Goi 14, Porcellini 15, Cirillo 3, Pambianco 2, Cortini 9, Foschini. All. Tesei.

Pianoro: Tosiani 10, Bonazzi, Nicoletti 2, Nobis 14, Pierini 2, Grandi 10, Ricci 10, Nanni 9, Minghetti 9, Vaccari. All. Fasone.

CESENA BASKET 2005 – CURTI 72 – 80

(20-21; 35-44; 52-65)

Cesena: Montalti 6, Rossi 9, Guidi 14, Ravaioli 13, Vandelli, Babbini 4, Pezzi, Sanzani 4, Ambrogi, Zoboli 15, Monticelli, Balestri 7. All. Ruggeri.

G.S. International Imola: Wiltshire 9, Dal Fiume 7, Fazzi 3, Zambrini 8, Poloni 4, Fussi 11, Ravaglia 4, Ricci 9, Verde 8, Puntolini 17. All. Moschini.

Continua la striscia negativa di Cesena (quarto stop consecutivo) che, alla sua seconda uscita casalinga, cede senza attenuanti ad un’Imola assai più quadrata ed esperta, sempre al comando delle operazioni e capace di rintuzzare ogni pur modesto tentativo di rimonta dei padroni di casa.

Coach Ruggeri recupera il suo centro titolare Balestri e regge bene il confronto in un primo quarto in cui si mette in luce il giovane Guidi (7 punti), ma è il secondo segmento di gara a segnare già in via definitiva le sorti del match. Cesena balbetta e spara a vuoto (2/11 dal campo), mentre Imola si invola sul  +11 sfruttando gli ampi spazi concessi da una difesa assai rivedibile mettendo a segno canestri facili e diversi giochi da tre punti (canestro + fallo). La terza frazione prosegue nel segno della confusione dei padroni di casa, alla quale Imola risponde con la solita efficacia per un vantaggio che si dilata fino ad un massimo di 15 punti. Cesena prova a reagire nell’ultimo quarto, con un accenno di zona che porta qualche frutto però troppo acerbo per consentire una rimonta che Imola stoppa prontamente con le sue conclusioni sempre precise e distribuite fra tutti i suoi giocatori, meritatamente usciti vincitori dal Palaippo.

IMMOBILIARE 2000 – RIVIT 49 – 55

(10-13; 21-25; 38-32)

Giardini Margherita: Morra Ja. 2, Venturi 13, Tuccillo, Capancioni 2, Lelli 3, De Denaro 9, Mazzini, Lolli 10, Deledda, Del Prete 2, Paolucci 2, Annunzi 6. All. Morra Jo.

Grifo Imola: Riguzzi F. 4, Simoni 12, Mondini 7, Russu 16, Pinza, Rossi, Cai 4, Parenti 6, Paciello, Riguzzi N. 6, Saibi ne, Castelli. All. Palumbi.

Il primo vantaggio è dei padroni di casa con gli unici 2 punti della partita di Paolucci, pareggiato poco dopo da Russu. Poi 3-4 minuti di “spadellate” dall’una e dall’altra parte, con i canestri che sembrano stregati… E’ una preghiera da 3 punti di Mondini dall’angolo, allo scadere dei 24″, che smuove il tabellone e consegna il primo vantaggio alla Rivit. Accorcia Venturi per il -1 della squadra di casa. Coach Palumbi allora getta nella mischia Simoni, che non si fa attendere: 8 punti filati con 2 liberi e 2 bombe. Imola comunque non scappa, seppur poco, adesso si segna e i padroni di casa rintuzzano puntualmente prima con Del Prete poi con Venturi. Il secondo quarto è molto simile al primo: si segna con medie assolutamente insufficienti, la Rivit si sostiene con i liberi, unica percentuale decente a fine gara (18/21). I Giardini non hannp un riferimento preciso, segnano un canestro a testa 5 giocatori diversi. Si invertono i campi, ma la storia non cambia…canestri quasi inviolabili fino al 25-29, Coach Morra ordina una zona che paralizza Imola e i padroni di casa, grazie dalla precisione dalla lunetta ed alla verve di Lolli, De Denaro e Annunzi, ribaltano il risultato. Per la Rivit ci pensa Parenti ad arrestare l’emorragia, interrompendo un digiuno che durava da parecchi minuti. Con punteggi così avari, il parziale è devastante: 17-7 che consegna il massimo vantaggio ai padroni di casa a fine terzo quarto. L’ultimo tempo inizia bene per Imola che, con un paio di canestri di Filippo Riguzzi e Simoni, si riportano sotto 38-36. Quarto e quinto fallo di Filippo Riguzzi e la Rivit perde un pezzo importante del proprio ingranaggio, ma i padroni di casa, sempre a zona, non ne approfittano, anzi si fanno cogliere dal nervosismo. Prima un antisportivo ad Annunzi a metà campo, poi la bomba di Cai dall’angolo, rimettono Imola davanti 42-43; segue un tecnico a Lolli per proteste, che consente alla Rivit un mini allungo. In questo frangente molto concitato, risalta il grande esempio di sportività di Luca Simoni, che si accusa dell’ultimo tocco, cambiando così la decisione dell’arbitro che aveva concesso la rimessa a Imola. Nicola Riguzzi continua la sua personale battaglia con i ferri della Moratello (0/7) e ancora De Denaro e Venturi, ultimo a mollare, tengono i Giardini a contatto. Nel frattempo il “Russu time” è appena cominciato: libero, canestro da 2 e bomba del sorpasso decisivo 48-50! Ultima possibilità per il pareggio, nelle mani di Venturi, dalla lunetta, a 17″ dal termine. 1/2 e rimessa per la Rivit; fallo su Nicola Riguzzi, con l’aggiunta di tecnico a Tuccillo che calcia il pallone. 3/3 per Riguzzi a 13” dalla fine con la Rivit a +4 (49-53). Venturi prova un miracolo da 8 metri e sul rimbalzo la palla arriva a Russu che sigilla la vittoria con un sottomano dolcissimo, utile per l’eventuale differenza canestri.

DOLPHINS – SELENE BK S.AGATA 67 – 86

(17-16; 34-37; 49-58)

Riccione: Casadei Massari 5, Amadori 6, Sartini 2, Tardini, Bomba 11, Zanotti 16, Gardini 5, Serafini 8, Stefani 14. All. Ferro.

Sant’Agata sul Santerno: Poggi 12, Montigiani, Bergantini 12, Sgorbati 5, Dal Pozzo M. 1, Kertusha 2, Valgimigli 20, Spinosa 22, Rubbini 8, Mastrilli, Isidori, Del Zozzo. All. Dal Pozzo D.

STEFY BASKET – CASTIGLIONE MURRI 77 – 67

(18-14; 34-29; 53-53)

Stefy: Lamborghini L. 6, Bonesi 2, Franceschini 26, Marzioni 11, Cinti 2, Poli, Cornale 2, Maldini 12, Cuozzo 5, Agnoletti 11, Carasso ne. All. Scandellari.

Castiglione Murri: Melino 4, Buriani 19, Costantini 3, Gandolfi 13, Varotto, Mantovani 2, Stefanelli 2, Bersani, Casarini, Bartolini 13, Minerva 2, Parchi 9. All. Gessi.

BASKERS – PALLACANESTRO BUDRIO 60 – 50

(7-15; 23-29; 41-42)

Forlimpopoli: Gorini 2, Rossi 7, Romabldoni 16, Cristofani 8, Biffi, Piazza 7, Servadei, 12, Totaro, D’Angelo ne, Plachesi ne, Godoli 8, Stella ne. All. Agnoletti.

Budrio: Fornasari 15, Tugnoli 8, Vacchi 4, Zitelli 7, Pirazzoli 6, Billi 4, Benetti, Curti ne, Zambon 6. All. Simoncioni.

CLASSIFICA

BASKERS FORLIMPOPOLI8440283243+40
GRIFO IMOLA6431248208+40
IMMOBILIARE 2000 BOLOGNA6431296263+33
PIANORO6431289267+22
SELENE S. AGATA4422310282+28
INTERNATIONAL IMOLA4422292287+5
CASTIGLIONE MURRI BOLOGNA4422279276+3
RICCIONE4422302304-2
STEFY BOLOGNA4422266269-3
BASKET CLUB RUSSI4422258262-4
PALL. BUDRIO4422250267-17
STELLA RIMINI4422266291-25
VILLANOVA TIGERS2413280292-12
PGS WELCOME BOLOGNA2413264292-28
BASKET VILLAGE GRANAROLO2413246290-44
CESENA BASKET 20050404295331-36

Coppa Marchetti, Scandiano, Castiglione, Peperoncino e Baskers in semifinale

COPPA MARCHETTI

Quarti di finale

EMIL GAS PALL. SCANDIANO 2012 – U.S.LA TORRE 76 – 53

(19-21; 38-28; 53-42)

Pallacanestro Scandiano 2012: Catti 1, Rivi 6, Belli 10, Taddei 10, Bartoccetti 18, Braglia 3, Di Micco 1, Fikri, Vanni 10, Corradini 9, Fontanili 8. All. Baroni.

U.S. La Torre Reggio Emilia: Davoli 9, Giaroni, Magliano 4, Vezzosi 16, Pezzarossa 2, Mazzi 2, Mussini 1, Rivi 4, Melli 3, Margaria 5, Cantergiani 7. All. Corradini.

CASTIGLIONE MURRI BK – PALLACANESTRO PIANORO 75 – 64

(17-11; 37-28; 54-46)

Castiglione Murri: Buriani 18, Gandolfi 4, Melino, Varotto 9, Mantovani 15, Stefanelli 2, Bersani 6, Casarini 4, Bartolini 7, Minerva ne, Parchi 10. All. Gessi.

Pianoro: Bonazzi 1, Pierini 4, Ricci 19, Vaccari 2, Grandi 5, Nobis 8, Minghetti 12, Nicoletti, Nanni 13. All. Fasone.

PEPERONCINO LIBERTAS BK – CURTI 66 – 63

(16-16; 41-35; 47-52)

Mascarino: Bellodi 10, Ghidoni 1, Cilfone 6, Roncarati, Bartolozzi 4, Tosarelli 8, Patrese 6, Monari 5, Bianchini 10, Brochetto D. 2, Manzi 14, Vannini. All. Brochetto L.

International Imola: T. Wiltshire 13, Dal  Fiume 12, Fazzi 2, Zambrini 7, Poloni 1, Fussi 3, Ricci Lucchi 5, Verde 4, Franzoni 3, Puntolini 13. All. Dalmonte.

ETICHETTIFICIO DANY BASKET – BASKERS 73 – 78

(12-17; 32-39; 54-54).

Riccione: Amadori 12, Sartini, Tardini 1, Menghi ne, Zanotti 18, Protti ne, Gardini 23, Casadei 9, Serafini 4, De Martin 4, Stefani 2, All. Ferro.

Forlimpopoli: Gorini 4, Rossi 4, Rombaldoni 10, Cristofani 7, Biffi 10, Piazza 6, Servadei 20, Plachesi 5, Godoli 8, Stella 4, All. Agnoletti.

Promozione, il San Mamolo non si ferma, batte l’Omega e fa 3/3! Girone E, Imola fatale per Faenza

PROMOZIONE 3° Giornata

GIRONE A

BASKET OGLIO PO – IRA TENAX BK 61 – 66

(12-13; 35-34; 46-54)

Oglio Po: Decò 19, Pala 4, Pezzali 5, Cappalunga 2, Bonazzoli 4, Guida, Merlo 12, Travaglioli 5, Gagliardi 9, Scomparin, Bianchi, Taboni 2. All. Maffei.

Cortemaggiore: Vecchio 13, Di Paolo 9, Stecconi 12, Semeghini 4, Perini 9, Bazzani 3, Righi 4, Dallavalle 3, Jovanovic 7, Fellegara, Afolabi, Sebastiani 2. All. Graf.

POL. D. VIRTUS PONTEDELLOLIO – PALL. FULGORATI 80 – 72

(22-9; 44-30; 59-50)

Pontedellolio: Bacigalupi 5, Di Giorgio 18, Cottini 9, Bricchi 6, Bernini 2, Merli 12, Villani T. 5, Pirolo, Pluchino, Gregori 4, Pari 6, Markovic 13. All. Lucev.

Fidenza: Rivetti, Ndreka ne, Canali 18, Giraud 5, Dallaturca ne, D’Esposito 12, Iacomino 20, Poggi 1, Gelmini 5, Cabrini 6, Longhi 5. All. Giacobbi.

VICO BASKET – DUCALE MAGIK PARMA 50 – 60

CUS PARMA – SAMPOLESE BK 71 – 59

(14-20; 35-31; 54-50)

Cus Parma: Pattini 3, Schianchi ne, Menconi 3, Parizzi F. 17, Carretta 1, Giorgi 16, Ghezzi ne, Lezzerini 9, Pellegrino 8, Di Brino 9, Lanzi 5. All. Marcucci.

San Polo d’Enza: Tognoni 14, Simonazzi 2, Davoli 10, Carloni 3, Covi 2, Nicolini, Benevelli 13, Del Gaudio, Servidei 2, Tondo 13, Campani. All. Corali.

PLANET BASKET – POLISPORTIVA BIBBIANESE 66 – 35

POL. CASTELLANA – SCUOLA BASKET CAVRIAGO 60 – 58

Castelsangiovanni: Eccher 8, Boselli 10, Cesare 2, Baldini 7, Bonatti 5, Brandolini 12, Mori 4, Villa 12, Crisanti, Faraone, Militello, Georgiev.

Cavriago: Baroni 14, Montecchi 4, Martinelli 15, D’amore 13, Mantovani 4, Zecchetti 4, Rosselli 3, Marani 1, Radici, Fantini, Beltrami, Trivelloni.

CLASSIFICA

Cus Parma, Ira Tenax Cortemaggiore 6; S.Ilario d’Enza, Virtus Pontedellolio,
Planet Parma, Ducale Parma 4; Bibbianese, Castellana Castelsangiovanni, Vico Parma, Sampolese 2; Scuola Basket, Fulgorati Fidenza, Guna Oglio Po 0.

GIRONE B

GELSO – GAZZE 61 – 74

(12-20; 26-36; 40-51)

Gelso Reggio: Ferretti 16, Cervi 1, Clemente 9, Panciroli, Vaiani 2, Ferrarini 6, Bizzocchi, Domenichini 4, Negri, Cassano 6, Pedrazzi 6, Legisma 10. All. Iotti.

Canossa: Franzini 5, Lavaggi 4, Bigliardi 8, Zenevredi 8, Benvenuti 8, Salati 6, Tubertini, Pezzi 6, Fontanesi 23, Torlai 2, Pignedoli 2, Fantuzzi 2. All. Romano.

SBM BASKETBALL – AQUILE PALL. GUALTIERI 76 – 59

(20-17; 46-30; 64-51)

SBM Modena: Ferrari 5, Monari 4, Tagliazucchi 4, Benati 28, Asperti 3, Lanza, Ullo 2, Manzotti 9, Kashin 8, Mengozzi 12, Sarhani 1, Fantinati ne. All. Gatti.

Gualtieri: Mori 3, Anania 1, Acosta 5, Lasagni 4, Caleffi 17, Soliani 1, Simonazzi 22, Miglioli, Iemmi, Teodori 4, Gandellini 2. All. Bertolini.

Seconda vittoria consecutiva per la SBM che, tra le mura amiche, ha la meglio sulle Aquile di Gualtieri. Troppo il divario fisico e di intensità fra i ragazzi di Gatti e i reggiani. Il primo quarto si apre con i canestri di Benati, a cui risponde Caleffi che, con tre bombe, mantiene i suoi in scia. Nel secondo quarto la supremazia modenese si fa più netta, sia in attacco che in difesa, e scava il divario che poi sarà decisivo. La seconda parte del match vede timidi tentativi di rimonta ospite, favoriti da alcune palle perse modenesi, figlie della voglia di strafare dei ragazzi di Sbm. Il risultato, però, non è mai in discussione, nonostante Gualtieri non molli gli ormeggi. Difesa e intensità sono le armi che Sbm deve mettere in campo in ogni partita, insieme ad una buona dose di umiltà. Questi gli ingredienti per proseguire il cammino. Nettamente Benati il migliore con 28 punti, 14 rimbalzi e 8 recuperi.

BASKET CAMPAGNOLA E. – I GIGANTI DI MODENA 48 – 52

(16-2; 28-23; 36-30)

Campagnola: R. Piuca 2, S. Torreggiani, Bigliardi ne, Delbue, Beltrami, Gelosini 6, Soccetti 4, F. Piuca 2, Carnevali, Rustichelli 23, Ligabue 7, Sacchi 4. All. Carpi.

I Giganti di Modena: Scattolin 6, Nasuti 18, Pederzoli, Baraldini 6, Vellata, Bernabei 4, Tejeda Castro 2, Taveras Penalo 8, Bardelli 8, Forastiere. All: Barbieri.

PALL. GUASTALLA – BASKET JOLLY A.S.D. 48 – 51

(18-14; 33-33; 41-49)

Pallacanestro Guastalla: Cani 15, Berigazzi ne, Ruina 2, Montanari, Frigieri 3, Truzzi 2, Vallini 2, Arisi 2, Pavesi, Fagandini 8, Berni 4, Camellini 10.

Jolly Reggio: La Rocca 5, Fontanelli 6, Manini 6, Vologni 5, Iori 16, Zannini 2, Spaggiari A. 2, Luppi 5, Rika, Caldarola, Damiani 4.

NUOVA PSA MODENA – CUS MO.RE 44 – 51

UNIONE SPORTIVA AQUILA – POL. IWONS 58 – 52

PALL. REGGIOLO – MABO BASKET 73 – 63

CLASSIFICA

Jolly Reggio, Gazze Canossa, Cus MO.RE, I Giganti di Modena 6; Mabo Pomponesco, Reggiolo, SBM Modena 4; Guastalla, Iwons Albinea, Aquila Luzzara 2; Aquile Gualtieri, Gelso, PSA Modena, Campagnola Emilia 0.

GIRONE C

C.U.S. FERRARA BASKET – PALLACANESTRO SANGIORGIO 57 – 66

(22-23; 35-46; 49-55)

Cus Ferrara: Battaglia, Maggini 5, Danieli A. 7, Fantoni, Fogli 6, Ometto 6, Danieli G. 9, Alassio 23, Gulotta 1, Nativi, Bellinazzi, Galliera. All. Bani.

San Giorgio di Piano: Guidi 6, Solmi 9, Baldazzi 2, Tolomelli 2, Rosati 31, Pieri, Marchetta 2, Neretti, Dal Pian 2, Argenti 12. All. Gemelli.

LIONS BASKET – SPARTANS FERRARA BASKET 68 – 65

(24-18; 35-31; 51-51; 63-63)

Lions Cento: Fiocchi 4, Nannetti 7, Facchini, Maini 5, Borghi 2, Cristofori 13, Bonzagni, Malaguti 3, Guidi 11, Passarini 11, Ansaloni 12 All. Alberghini

Spartans: Virgili 7, Dell’Uomo, Ferrarini 5, Pandolfi 8, Baruffa, Ciliberti ne, Zanolli 15, Marzola 4, Roversi 20, Cuppini 6.

GALLO BASKET – DIABLOS BASKET 58 – 68

(12-17; 31-26; 40-50)

Gallo: Cara, Dabellonio 12, Schincaglia 8, Amal 9, Corbucci 20, Tartari 2, Ramponi N., Degli Esposti 7, Calzolari, Ramponi P., Arisaldi ne, Tamburini ne. All. De Simone.

Sant’Agata Bolognese: Angelini 2, Belosi 12, Achilli 8, De Martini 20, Gamberini 7, Bruni, Scagliarini ne, Serra, Machi 5, Vannini, Almeoni 4, Verdoliva 9. All. Serra A.

GHEPARD BASKET – PALL. TEAM MEDOLLA 51 – 60

(14-16; 20-32; 34-46)

Ghepard: Romagnoli 2, Innamorati 5, Sanmarchi, Grillini 22, Aldieri P. 4, Lippa, Aldieri A., Ferri 3, Rizzardi 15, Dallasta, Sanguettoli, Rossi PierLudovico. All. Rossi Pigi.

Medolla: Ferretti, Galeotti 6, Marchetti, Guarnieri ne, Bega 5, Bergamini, Ceretti 4, Barbieri 10, Baccarani 14, Balboni 3, Galeotti 18, Meschiari. All. Sacchetti.

PALL. FORTITUDO – BIANCONERIBA 59 – 66

(14-19; 25-39; 46-54)

Crevalcore: Contri, Fabbri, Filippetti 2, Terzi 4, Govoni E. 9, Forni 5, Govoni F. 7, Morselli 7, Alvisi 2, Simoni 14, Pederzini 7, Ramboni 2. All. Gobbo.

Baricella: Gamberini 3, Sgarzi 3, Barbieri 4, Ballarin 5, Frazzoni 10, Sitta 7, Pedrielli 7, Villani 6, Ricci 9, Mantovani, Donati 9, Minozzi 3. All. Calandriello.

PGS IMA – DESPAR 82 – 46

(29-13; 42-23; 60-34)

Pgs Ima Bologna: Demetri 7, Stagnoli 5, Cocchi, Martelli 10, Sorghini 4, Natalini 8, Lugli 17, Serio 12, Nannuzzi 3, Asciano 11, Tinti 2, Balducci 3. All. Salvarezza.

4 Torri Ferrara: Villani 7, Patroncini 7, Vecchio 2, Moretti, Amati 11, Marianti Spadoni 6, Gambale ne, Lacognata 2, Minzoni 4, Volpin 7, Faccini ne, Oussous. All. Moffa.

CLASSIFICA

PGS Ima Bologna, Bianconeriba Baricella, Medolla, Diablos Sant’Agata Bolognese, San Giorgio di Piano 6; Ghepard Bologna, Lions Cento 4; 4 Torri Ferrara, Spartans Ferrara, Vis 2008 Ferrara, Fortitudo Crevalcore, Gallo, Cus Ferrara 0.

GIRONE D

CENTRO MB ARCOVEGGIO – MONTEVENERE 2003 63 – 69

C.M.B. Arcoveggio: Ballandi 8, Cavallone 4, Cilloni 7,  Scalone, Forcione 12, Siena, Filippini 1, Venturi 16, Caffagna ne, Maldarelli 2, Ferroni Battaglia 13, Baraldi.

Montevenere: Mazzetti 1, Campeggi 11, Gironi 7, Testoni ne, Guerrato 2, Cruzat 13, Venturini, Fiorentini 17, Pedron 5, Cavana 11, Zapparoli 2, Franzoni. All. Orefice.

PGS BELLARIA – IMBALL 86 – 74

(22-14; 42-39; 58-56)

PGS Bellaria: Balistreri 7, Ottani 22, Scarenzi 16, Fae 11, Foresti, Cuoghi 2, Chili 2, Menna 2, Brini 2, Furlanetto 6, Bulgarelli 16. All. Benini.

CSI Sasso Marconi: Labanti, Baschieri, Davalli 17, Bitelli 15, Previati, Cancello, Perrina, Vanzini 5, Palmieri 7, Orlandi 11, Vinerba 5, Zerbini 14. All. Bulgarelli.

IL CAFFE’ DELLE 7 CHIESE – OMEGA BASKET 93 – 80

(27-20; 50-49; 68-66)

San Mamolo: Rebeggiani 6, Mengoli 10, Guidetti 2, Tazzara 31, Quadri S. 6, Bartolini 2, Albertazzi 19, Placanica 1, Quadri A. 4, Balzan 1, Ceccolini 11, Trotta ne. All. Nannetti.

Omega: Malaguti, De Pascale 13, Piccinini 25, Ferrulli 7, Sterpi 5, Tarozzi 2, D’Angelo 4, Saccà 6, Morales 18. All. Bretta

P.G.S. CORTICELLA – POL. PONTEVECCHIO 62 – 52

(14-9; 31-23; 45-41)

Pgs Corticella: Ardizzoni 12, Piazzi 12, Fiorentini 10, Albazzi 12, Candini 6, Marcheselli 5, Tolomelli 2 Mainardi 3 Valgimigli, Brighenti, Bartolini, Puzzo, All. Lorenzoni.

Pontevecchio: Giorgi 9, Ricci 2, Bianchini 15, Olimbo 14, Cremonini 2, Venturi 6, Poluzzi 4, Mazzacurati, Angeletti, Scalorbi, Calzoni. All. Bonfiglioli

Partita sempre condotta dalla neopromossa Pgs Corticella, che conquista la sua prima vittoria nella nuova categoria. Dopo aver finito il primo tempo sotto di otto lunghezze, la Pontevecchio reagisce fino ad arrivare a – 2, ma la PGS riesce a riprendersi un buon margine e a vincere abbastanza in tranquillità negli ultimi due minuti.

NAVILE BASKET – STARS BASKET 66 – 45

(14-9; 34-21; 50-38)

Navile: Pasquali 14, Polo 9, Boccardo 8, Credi 8, D’Emilio 8, Maccaferri 6, Landuzzi 5, Chiapparini 4, Lazzari 2, Romagnoli  2, Bonvicini F. All. Corticelli.

Stars: Ostapiuk De Pretto 14, Barbieri 8, Raffaelli 7, Branchini 6, Pomentale 4, Musolesi 4, Venturi 2, Molise, Brichese, Muzio, Bordonaro, Pistacchio. All. Brandani.

Primo successo stagionale per il Navile Basket, che tra le mura amiche sconfigge abbastanza agevolmente gli Stars.

Partita quasi sempre in mano ai biancorossi, capaci di migliorare molto l’intensità difensiva rispetto alla partita contro il San Mamolo, mentre in attacco ci sono ancora ampi margini di miglioramento.

Cronaca: quintetto Navile con in campo Francesco D’Emilio, Matteo Pasquali, Andrea Romagnoli, Matteo Landuzzi e Matteo Polo, ai quali Coach Brandani contrappone Venturi, Branchini, Musolesi, Ostapiuk e il Capitano Pistacchio. Il primo canestro della partita è firmato Pasquali, autore di un’abile giocata sul pick and roll, al quale replica Branchini. D’Emilio in entrata fa 4-2, Ostapiuk con un 2+1 regala il vantaggio agli Stars, subito tolto da un Pasquali in grande serata. Una scarica da 7 punti filati della guardia biancorossa regala il primo leggero vantaggio di giornata al Navile, mentre dall’altra parte per gli Stars vanno a segno ancora Ostapiuk e Barbieri. Un canestro del Capitano Alessandro Chiapparini e un libero di Maccaferri regalano il 14-9 Navile di fine primo quarto. Il secondo periodo si apre con alcune palle perse in sequenza da parte dei biancorossi, ma gli Stars non ne approfittano: per il Navile arrivano un 2/2 ai liberi di Boccardo e 4 punti consecutivi di Maccaferri, mentre per gli Stars si segnala un canestro di Barbieri, uno di Pomentale e una tripla di Raffaelli, per il 20-16. Una bella azione in transizione si chiude con il canestro di Landuzzi, poi D’Emilio buca la difesa ospite con una grande percussione, 24-16. Gli Stars provano a rimanere a contatto con Branchini, un canestro di Ostapiuk e un libero dello stesso Ostapiuk, ma il Navile si è sciolto in attacco e trova i primi punti di Polo, un 3/4 ai liberi firmato D’Emilio e Boccardo, un canestro stupendo di Pasquali e, al termine di una bella circolazione di palla, la prima tripla di Credi: 34-21 all’intervallo lungo. Galvanizzati da un buon finale di quarto, i padroni di casa resistono bene alla prevedibile reazione ospite, trovando, dopo il canestro di Branchini, la seconda tripla di Credi, 37-23. Musolesi da 3 firma il 37-26, mentre Coach Brandani ordina, dopo ogni canestro realizzato, la zona 2-3. Il Navile attacca bene, con ordine, trovando sempre buoni tiri, che però non entrano con continuità: tripla da 7 metri di Pasquali e 40-26, canestri di Ostapiuk (il migliore dei suoi) e Venturi, grande entrata di Lazzari, 42-30. Ora il Navile è efficace anche con il gioco in post, si va con continuità da Polo, il quale segna due canestri consecutivi. Raffaelli con un libero e una tripla prova a tenere i propri colori in linea di galleggiamento, ma un 2/4 ai liberi di Maccaferri e Polo e un canestro di Romagnoli mantengono inalterato il vantaggio dei locali, 50-36. Il quarto si chiude con un bellissimo canestro di Barbieri in entrata, 50-38 all’ultimo mini riposo. Ultimo quarto con la difesa del Navile di nuovo sugli scudi: dopo un 2/2 ai liberi di Polo e due canestri a firma Barbieri e Ostapiuk, gli ospiti segneranno solo 3 punti negli ultimi 8’. La tripla di Landuzzi fa 55-42, un 5/6 ai liberi a firma Boccardo e Chiapparini dilata il vantaggio, aumentato da un canestro ancora di Boccardo, un 2/2 ai liberi di D’Emilio e un long two di Credi. Per gli Stars solo un canestro di Pomentale e un libero di Musolesi. Finisce 66-45, per il Navile arrivano utili indicazioni per lavorare sempre duramente, ma stavolta col sorriso.

ANZOLA BASKET – HORNETS BASKET 66 – 69

(11-16; 25-35; 47-53)

Anzola: Carpani 10, Gobbi 2, Lambertini 4, Taurikif ne, Violi 10, Gherardi, Di Pasquale, Franchini 19, Lisotti ne, Venturi 6, Missoni, Cappelli 15. All. Righi.

Hornets: Caruso 16, De Leo 4, Genovese 13, Orfelli 2, Nannetti 8, Zambelli 10, Gadani 5, Brina 10, Orlando 1, Fabulli, Lambertini ne, Marchesi. All. Rocco di Torrepadula.

CLASSIFICA

San Mamolo Bologna, Hornets Bologna 6; C.M.B. Arcoveggio, Montevenere Bologna 4; Anzola, Horizon Bologna, Omega Bologna*, Navile Bologna*, Stars Bologna, PGS Bellaria Bologna, PGS Corticella Bologna 2; Pontevecchio Bologna, CSI Sasso Marconi 0.

GIRONE E

MASSA BASKET 2010 – PALL CASTEL S.P.T. 2010 60 – 73

(18-15; 30-29; 47-45)

Massa Lombarda: Ugulini L. 6, Montanari 10, Ugulini V. 6, Berardi L. 15, Brignani 6, Berardi R. ne, Asioli M. 2, Pinardi 3, Rivola 3, Asioli G.M., Linguerri 7, Spadoni 2. All. Landi.

Castel San Pietro: Landini, Zuffa 2, Coronelli, Dal Pozzo, Turrini 10, Trivisonno ne, Creti T. 20, Curti 6, Cavina 10, Zaniboni 6, Pontrelli 6, Mondanelli 13. All. Creti A.

Arriva la prima sconfitta del campionato per Massa ad opera dei giovani avversari del Castel San Pietro. Una partita che Massa ha condotto a più riprese, partendo subito forte e puntando sulla maggior esperienza del gruppo; la cosa sembra funzionare, ed i padroni di casa chiudono il primo quarto a +3, recriminando anche per alcune facili conclusioni sbagliate. Nel secondo quarto le percentuali di Massa continuano a non essere quelle dei giorni migliori, non arriva nulla dal tiro da tre ed i padroni di casa si affidano principalmente a Berardi L. Gli ospiti continuano a correre e difendere forte nel tentativo di cuocere a fuoco lento la resistenza dei massesi, ma all’intervallo lungo è ancora Massa a condurre di 1 (30-29). Al rientro negli spogliatoi è Castello a farsi preferire e costruisce di squadra il sorpasso ed un primo break importante. La reazione di Massa si fa attendere, ma poi arriva con il solito Berardi L. e Montanari che riportano ancora avanti i locali. Ultimi dieci minuti che si preannunciano di fuoco, col PalaMassa che incita i propri ragazzi, ma qualcosa si inceppa nei meccanismi difensivi locali ed i canestri di Mondanelli e Creti T., i contropiedi di Turrini ed una buona giocata di Pondrelli portano avanti gli ospiti 49-59. Massa riesce a ricucire fino al -7 (54-61), ma poi sbaglia tiri e liberi importanti e lascia la posta intera ai ragazzi di Castel San Pietro di coach Sandro Creti, che nei momenti caldi della partita hanno avuto il giusto approccio, mentre Massa è sembrata mancare di lucidità e di killer instinct, pur avendo giocato alla pari per più di trenta minuti.

289 ACADEMY – TATANKA BALONCESTO IMOLA 45 – 65

PARTY & SPORT – POL. VIRTUS CASTENASO 42 – 57

(9-15; 24-26; 33-41)

P&S Ozzano: Carelli Mat. 2, Carelli Mar. 7, Margelli 4, Fabbri 2, Avallone 6, Fierro 8, Zerbini, Migliori 5, Passatempi 2, Bertarelli 4, Dozza 2. All. Simeone.

Castenaso: Fiolo 14, Magagnoli 2, Tonelli 6, Bedosti 7, Leale, Bernardoni 2, Leone 7, Vignudelli 9, Brusa, Consolo 6, Orsini 4, Brazioli. All. Pizzi.

BASKET A. GARDINI 2001 – POL. DIL. FARO 53 – 59

(15-17; 29-41; 39-49)

Fusignano: Lugaresi 5, Montanari A. 3, Montanari M., Scardovi 14, Dalla Malva, Melandri 1, Zanzi 11, Berardinelli, Nigro 4, Vecchi 7, Bertazzoli 7, Pelliccia 1. All. Ortasi.

Faro Argenta: Pasetti 10, Baldi, Cesari 1, Taglioli 5, Dal Pozzo 2, Fuschini ne, Bonora 6, Federici 2, Nicoletti 16, Zanetti 10, Mortara 3, Checcoli 4. All. Santoro.

IN FIERI – SALUS PALL. BOLOGNA 52 – 55

(19-26; 29-31; 38-40)

Fresk’o San Lazzaro: Magni 2, Tradii 14, Fiordalisi, Gianasi 3, Venturoli 2, Lollini 4, Zanaroli 3, Corradini 14, Fornasari 2, Bosi 2, Minoccheri, Bacocco 6. All. Guidetti.

Salus: Tabellini M. 2, Berbec 8, Arletti 2, Grilli 3, Grassi 13, Chirco 9, Stignani, Favaloro 5, Bucca 10, Cocchi 3. All. Nieddu.

INTECH – BASKET PROJECT 55 – 47

(13-7; 36-19; 48-35)

Giallonero Imola: Fusella 24, Pirazzini  11, Sassi 8, Spoglianti 6, Vignoli 4, Vannini 2, Brusa, Guastamacchia, Nanni, Biavati, Grandolfi. All. Alfieri.

Faenza: Ndiaye 7, Troni 9, Santo 13, Anghileanu ne, Boero 7, Ragazzi 3, Fabbri, Pantani 2, Conti, Morsiani 6, Gatto. All. Morigi.

CLASSIFICA

Party&Sport Ozzano, Massa 2010, Project Faenza, Giallonero Imola, Castel San Pietro 2010, Virtus Castenaso, Salus Bologna 4; Medicina 2007, Gardini Fusignano, Faro Argenta, Tatanka Imola 2; 289 Academy Budrio, In Fieri Fresk’o San Lazzaro 0.

GIRONE F

SAN PATRIGNANO – MISANO PIRATES 69 – 54

(13-18; 38-33; 53-47)

San Patrignano: Lissandron, Pesarini 4, Raimo, Cianni ne, Mirabile 3, Taddei 7, Randazzo ne, Panzeri 16, Romboli 20, Romano 6, Baldassarri 6, Lanci 7. All. Gregori.

Misano: Cupparoni 2, Migani 2, Ferri 2, Del Prete 5, Sabattini 3, Boldrini ne, Arduini 10, Gobbi 2, Bordini 5, Ferri 21, Praturlon 2, Cevoli. All. Chiadini.

FADAMAT – EAGLES 71 – 44

FaDaMat Rimini: Zaghini 2, Stabile 3, Borello 3, Cardinali 27, Magnani 6, Ferrini 9, Toni 4, Muccioli 4, Accardo 6, Serpieri 2, Guglielmi 1, Missiroli 4. All. Podeschi.

Morciano: Bacchini 5, Morelli 5, Guastafierro 10, D’Aurizio 4, Tontini 4, Cevoli, Farizi 2, Ricci 1, Rossi ne, Cenci 5, Tagliaferri 8. All. Villa.

Pronti via e Rimini parte subito forte dai blocchi con le bombe di Ferrini e Magnani; è poi un Cardinali incontenibile a scatenarsi con 11 punti nel quarto facendo volare i gialloneri sul 30 a 11 a fine primo quarto. I secondi 10 minuti proseguono sulla falsa riga dei primi, con tutto l’organico FaDaMat chiamato in causa per portare il proprio contributo con corali azioni di squadra. La difesa nell’altra metà campo è attenta e aggressiva e si va alla pausa lunga sul 46 a 21 per Rimini. Nella seconda metà di gioco gli attacchi segnano meno, i morcianesi aumentano l’intensità e il gioco si fa più sporco e meno spettacolare, facendo scivolare via la partita con il FaDaMat in pieno controllo. I ragazzi di coach Podeschi si piazzano dunque saldamente in testa alla classifica facendo 3/3, con un’altra buona prestazione e con tutti e 12 giocatori a segno.

Ottimi miglioramenti a livello di energia e di intensità questa sera. Ora dovremo essere bravi a continuare la striscia positiva anche fuori dalle mura amiche, mantenendo sempre questa mentalità” commenta il coach dei FaDaMat, Podeschi, a fine gara.

BASKET 2000 – AICS JUNIOR BASKET 75 – 34

(19-9; 41-18; 64-24)

BK 2000 San Marino: Bombini, Giovannini 4, Carlini 4, Fiorani 13, Le. Liberti, Terenzi 2, Lioi 12, Lo. Liberti 9, Agostinelli 9, Pasolini 7, Giancecchi 5, Campajola 10. All. Morri.

Aics Forlì: Perugini 2, Naldi, Zanotti 9, Sali, Liverani 7, Imperadori 7, Guaglione 5, Ruffilli, Mariani 2, Russo 2, Carurucan, Valbonesi. All. Sanzani.

LIVIO NERI – SPORTING CLUB CATTOLICA 64 – 61

(17-16; 28-21; 48-43)

Livio Neri Cesena: Gollinucci 7, Foschi 18, Benzi, Ricci, Bianchi ne, Laghi, Monzecchi, Pirazzini 8, Leoni 4, Orioli 14, Montanari 2, Lucchi 11. All. Focarelli.

S.C. Cattolica: D’Orazio 8, Crugnale 4, Ugolini 2, Adanti 21, Cavazzini 5, Cavoli 6, Malara, Ciandrini, Massanelli 1, Siracusa 12, Bacoli 2. All. Cotignoli.

ARTUSIANA BK FORLIMPOPOLI – TIGERS BASKET 2014 non disputata

CRAL E. MATTEI – FISIOKINETIC 94 – 63

(29-15; 54-37; 78-55)

Spem Ravenna: Bramante 7, Bomben 4, Angeli 30, Polyeschuk 8, Molea 2, Caccamo 7, Lettieri, Ghinassi 8, Camassa 22, Mazzotti, Ferizi 4, Panieri 2. All. Borghi.

Coriano: Buscherini, Bigini G. 2, Ceccolini, Casadei 18, Bigini A. 19, Chistè M. 13, Ortenzi 6, Martinucci, Puzalkov, Zavatta 3, Casali 2. All. Chistè C.

CLASSIFICA

Fadamat Rimini 6; Aics Forlì, Libertas Green Forlì, Livio Neri Cesena, Cral Mattei Ravenna 4; BK 2000 San Marino, Eagles Morciano, Artusiana Forlimpopoli*, Tigers Forlì*, Fisiokinetic Coriano, San Patrignano 2; Pirates Misano, S.C. Cattolica 0.

Serie B, pokerissimo Sinermatic! In Romagna sorridono i Tigers

SERIE B/C 4° Giornata

AMADORI – ALBERGATORE PRO 73 – 51

(18-11; 32-25; 56-36)

Tigers Cesena: Papa 7, Trapani 5, Rossi, Battisti 5, Hajrovic 4, Frassineti, Planezio 8, Scanzi 21, Chiappelli 11, Brkic 12. All. Di Lorenzo.

R.B. Rimini: Vada ne, Bianchi 3, Pesaresi 9, Moffa 3, Ramilli 2, Chiari ne, Rivali, Bedetti L. 2, Bedetti F. 9, Rinaldi 12, Broglia 5, Ambrosin 6. All. Bernardi.

TERAMO BASKET 1960 – RISTOPRO FABRIANO 62 – 82

PREMIATA – BAKERY 56 – 64

(16-17; 24-37; 42-48)

Montegranaro: Lupetti 7, Ragusa 4, Ninonà ne, Villa 10, Di Angilla, Tremolada 9, Jovovic, Ciarpella F. 2, Caverni 12, Polonara 4, Panzieri 8, Soricetti ne. All. Ciarpella M.

Piacenza: Maggio 9, Udom 4, Pedroni 8, Artioli 7, Orlandi ne, Bruno 10, De Zardo 11, Cena 4, Birindelli 10, Bracchi 1. All. Campanella.

Una Bakery corsara porta via due punti dalla “Bombonera” di Porto San Giorgio e conquista la seconda vittoria consecutiva nel suo campionato. I biancorossi hanno condotto dal primo all’ultimo, lasciando indietro la Sutor che ha provato a gettare il cuore oltre l’ostacolo. Per Piacenza un super parziale da 8-20 ha indirizzato la partita nel secondo periodo e, dopo la rimonta gialloblu, aiutata da un blackout del palazzetto che ha interrotto la partita per dieci minuti abbondanti, la freddezza e l’esperienza hanno fatto il resto. Sugli scudi Birindelli, Bruno e De Zardo, autori delle tre doppie cifre, ma tutti i biancorossi scesi in campo hanno apportato il loro mattoncino.

La Bakery riconferma lo starting five già mostrato contro Chieti con Birindelli al posto di Cena, ed i soliti quattro confermatissimi: Maggio, Bruno, Artioli e De Zardo. Polveri bagnate in avvio di partita con due minuti a reti inviolate. A rompere gli indugi ci pensa De Zardo, che riesce a sbloccare tutti i biancorossi di fronte ad una Sutor piuttosto timida. La Bakery scappa sul 2-10 prima di essere fermata dal timeout di coach Ciarpella. Panzieri e Villa scuotono i gialloblu, ed il punteggio si assesta sul 7-10. Superata la boa di metà primo periodo, la partita perde ritmo. I falli si moltiplicano (2 per Birindelli in casa Bakery) ed il punteggio con lo spettacolo crollano. Il quintetto con Cena e 4 under tiene banco, e Piacenza trova il primo riposo sul +1. Il canestro di Tremolada, che apre il secondo periodo, è il classico fuoco di paglia per la Sutor. La formazione di Ciarpella trova immediatamente il punto d’arresto contro una Piacenza che innesta le marce alte. Pedroni e Bruno stracciano la retina per il massimo vantaggio sul +9 (parziale di 2-10 biancorosso), ma è capitan Maggio a dare la spallata decisiva per la prima doppia cifra di leadership sul 22-34. Montegranaro è frastornata, ed il 25% dal campo del primo tempo riassume bene lo stato confusionale dei padroni di casa. I biancorossi vanno al riposo lungo sul +13 nonostante l’8/16 dalla linea della carità. In uscita dalla pausa lunga è Lorenzo De Zardo il primo a scavallare la doppia cifra, mantenendo la Bakery Piacenza saldamente in controllo sul +13 (28-41). Caverni inizia a scaldare la mano, ma un blackout al palazzetto ferma tutti i tentativi casalinghi sul nascere fermando la contesa per oltre dieci minuti. Alla ripresa delle operazioni la Sutor non sembra aver risentito della pausa, a contrario della Bakery. Coach Ciarpella riesce a svegliare i suoi che piazzano un 12-6 di parziale e volando sulle ali di Tremolada e, appunto, Caverni rientrano sul -5 (42-47) dopo aver assaggiato anche 15 punti di disavanzo. Il finale è un affare per cuori forti. La Bakery prova a gestire, ma è Montegranaro a comandare l’inerzia. Lupetti, Caverni e Tremolada fanno il bello ed il cattivo tempo, con il tabellone che recita 49-50. I biancorossi sono spalle al muro, con il fiato gialloblu sul collo. In una situazione così complicata esce dal cilindro tutta la qualità di Duilio Birindelli. Il numero 20 piazza 6 punti, regala l’assist per la tripla di Pedroni et voilà, Bakery di nuovo a +6 sul 49-55. La Premiata torna sotto ancora una volta, pescando la doppia cifra di Villa, ma è ancora Pedroni (tripla), coadiuvato in quest’occasione da Artioli (due penetrazioni da 4 punti), a chiudere definitivamente i giochi per il 56-64 finale.

ESA LUCE + GAS – REKICO 74 – 69 dts

(16-14; 25-32; 47-48; 57-57)

Chieti: Meluzzi 9, Di Carmine ne, Gialloreto 2, Mijatovic ne, Rezzano 1, Stanic 12, Ponziani 7, Ruggiero 26, Raicevic ne, Sanna 11. All. Coen.

Faenza: Anumba 2, Rubbini 2, Oboe 7, Zampa, Calabrese, Tiberti E. 20, Bruni 6, Klyuchnyk 2, Sgobba 26, Tiberti A. 4. All. Friso.

Un vero peccato. Ancora una volta gli episodi non sorridono alla Rekico che, in casa della corazzata Chieti, gioca una grande partita comandando a lungo i giochi, ma mancano del cinismo per chiudere i conti alla fine dei tempi regolamentari, perdendo poi al supplementare. Un vero peccato, perché con maggiore attenzione avrebbe  potuto piazzare il colpo grosso sul campo di una delle favorite del girone. Nell’overtime, poi, la stanchezza e la forza di Chieti hanno fatto la differenza.

Davanti ad una ventina di tifosi faentini, la Rekico si mostra subito gagliarda, aggredendo Chieti e mettendola in difficoltà. Gli abruzzesi hanno le idee confuse ed infatti si rifugiano nei tiri liberi, segnando dalla lunetta ben 8 dei 16 punti del primo quarto, terminato 16-14. Faenza mantiene l’urto e resta costantemente in scia, soffrendo soltanto quando si trova ad inseguire 2-8 nei primi minuti. Quando poi inizia ad armare il braccio da tre prende il largo: tre triple di Sgobba e una di Oboe lanciano i faentini sul 21-31 con Chieti che non riesce a colmare il gap, trovandosi all’intervallo sotto 25-32. La forza della Rekico nei primi venti minuti è stata nella panchina lunga con tutti i dieci giocatori che sono stati utili alla causa. Il copione del match non cambia neanche ad inizio del terzo periodo. Chieti continua a litigare con il canestro (incredibile il suo 0/14 nel primo tempo), mentre Faenza si affida ad Edoardo Tiberti, immarcabile sotto canestro, autore di 20 punti conditi da 19 rimbalzi. I suoi canestri permettono di mantenere la doppia cifra con Sgobba che regala il massimo vantaggio: 29-40. All’improvviso, però, Chieti reagisce affidandosi a Ruggiero e a Meluzzi. La guardia orchestra il gioco offensivo e il play con la prima tripla dei suoi, riporta fiducia, dando il via alla rimonta. La Rekico cerca di reagire mantenendo alta la lucidità, ma questa volta in attacco non trova soluzioni e così dopo aver chiuso il terzo periodo avanti 47-48 si trova sotto 56-52 dopo un tiro da tre di Ruggiero. Un break che però non demoralizza il gruppo, perché in poche azioni la Rekico ritorna avanti ancora con Edoardo Tiberti, che firma il 56-57 a -53’’. L’ultimo minuto è ricco di colpi di scena con nessuna delle due squadre che trova canestro. Nell’equilibrio generale si arriva agli ultimi secondi dove Rezzano ha due liberi a 2’’29 dalla fine. Il pivot ne mette solo uno. poi Faenza chiama time out per imbastire l’ultima azione. Il possesso non è sfruttato nel migliore dei modi e diventa una palla persa catturata da Ruggiero che sulla sirena manda il pallone sul ferro: overtime e, per fortuna, beffa evitata. La Rekico rientra in campo agguerrita e con l’orgoglio passa a condurre 60-62 a 1’35’’ grazie all’ennesima tripla di Sgobba. poi sale in cattedra Stanic, mai protagonista fino a quel momento. Insieme a Ruggiero segna i tiri da tre del 67-62 a -32’’ che spezzano gli equilibri, anche se la Rekico prova fino all’ultimo con il fallo sistematico a riaprirla. Finisce 74-69 con Faenza che lascia il campo tra gli applausi, ma anche con tante recriminazioni.

LUCIANA MOSCONI AN – ROSSELLA CIVITANOVA M. 66 – 78

GOLDENGAS SENIGALLIA – GIULIANOVA BASKET 85 57 – 67

AURORA BASKET – SINERMATIC 66 – 68

(16-17; 34-34; 48-51)

Jesi: Mentonelli ne, Kouyate, Bottioni 5, Pederzini ne, Ginesi ne, Micevic 18, Lovisotto 7, Casagrande 3, Montanari ne, Migliori 9, Giampieri 3, Magrini 21. All. Valli.

Ozzano: Morara 2, Chiusolo 6, Corcelli 17, Iattoni 9, Folli 4, Favali, Dordei 15, Lolli ne, Montanari 7, Crespi 8. All. Grandi.

I New Flying Balls calano il poker e nel turno infrasettimanale del mercoledì sbancano il PalaTriccoli di Jesi per 68 a 66 dopo una vera e propria battaglia e una partita, possiamo dirlo, al cardiopalma. A decidere l’incontro un canestro, una magia, a 5″ dalla fine, dell’immenso Gigi Dordei.

Assenze importante in ambo i roster: Ozzano ancora priva di Mastrangelo, Jesi con Pederzini a referto solo per onor di firma. L’inizio del match è a favore di Jesi con i canestri di Magrini, Lovisotto e Casagrande che costringono coach Grandi al primo timeout di serata dopo appena 2 minuti. Ozzano si sblocca con Crespi al 3’ ma nei minuti successivi continua a litigare con il ferro e a perdere qualche pallone di troppo. I bluarancio dall’altra parte non concretizzano al meglio l’occasione, sbagliano diversi liberi (a fine serata per i marchigiani peserà il 12/23 dalla lunetta) trovando il massimo vantaggio solo al 5’ (10-4) ancora con Lovisotto. Crespi e Iattoni ingranano la marcia e annullano il gap, al minuto 8 una tripla di Chiusolo regala alla Sinermatic il primo vantaggio di serata (12-13), subito cancellato da Micevic. Botta e risposta Corcelli-Micevic,poi è Montanari a decretare il 16-17 Ozzano alla prima sirena. Tanto equilibrio e tanti falli nel secondo quarto. Chi ne fa le spese sono Giampieri e Morara, che gravati di tre falli (uno a testa antisportivo) si accomodano presto in panchina. Per l’Aurora la coppia Micevic-Magrini è letale al tiro (39 punti in due a fine serata), dall’altra parte  un ispirato Corcelli permette ai Flying di rimanere in scia alla formazione di casa; all’intervallo lungo si va in perfetta parità a quota 34, tutto si deciderà nella ripresa. Nel terzo quarto si segna poco e regna il nervosismo, soprattutto per la squadra di casa, che si becca due tecnici, il primo alla panchina, il secondo al Coach. Dopo 6 minuti di gioco il parziale è davvero basso (5-5), con Crespi che si prende un tecnico (il suo 4° fallo) costringendo coach Grandi a chiedere gli straordinari a Dordei. E’ proprio Gigi Dordei ad aprire le danze per un mini allungo ozzanese: il suo canestro dal pitturato precede le bombe di Iattoni e Chiusolo, nel mezzo c’è un gran canestro di Migliori. Al minuto 28 Ozzano è sul massimo vantaggio (41-48) ma Micevic tiene aperti i giochi riportando Jesi sul -3 all’ultima pausa (48-51). I primi sette minuti dell’ultimo periodo sono fatti di sorpassi e contro soprassi. Le triple di Folli e Corcelli vengono immediatamente risposte dalle bombe di Migliori e Micevic, i canestri di un ottimo Magrini (21 punti)  vengono cancellati da un Gigi Dordei letale sotto canestro e dalla freddezza in lunetta di capitan Corcelli, che ignora i fischi del pubblico di casa per fare un fondamentale 2/2 dalla linea della carità. A 2’30” da giocare Ozzano (out Morara per falli) è avanti, 61-62 recita il tabellone di un PalaTricolli furioso con la coppia arbitrale (fischiato un antisportivo e conseguente 5° fallo a Migliori). Corcelli segna il +3, Jesi va in lunetta con Bottioni che però, in linea sulla serata negativa ai liberi, fa 0/2. La Sinermatic ringrazia e non commette lo stesso errore; Dordei fa 2 su 2 che vale il +5 Ozzano a 1’30” dalla fine di questa vera e propria battaglia. Magrini segna il -3, Corcelli, lo stesso Magrini e Montanari sbagliano, Giampieri da 3 punti trova la tripla della parità a 26″ dalla fine che fa letteralmente esplodere il PalaTriccoli e gela la panchina ozzanese. Coach Grandi chiama time out, ma quello della Sinermatic non sarà l’ultimo possesso. In questo finale vietato ai deboli di cuore, Gigi Dordei si inventa un canestro dei suoi, una magia, e a cinque secondi dalla fine Ozzano torna avanti 66-68. L’ultimo tiro è di Jesi, ma l’ultimo tiro non arriva: la prima rimessa marchigiana finisce sul fondo grazie ad un tocco di un giocatore biancorosso che sporca il pallone. Con 3”2 decimi da giocare, sull’ultima rimessa Micevic in ricezione pesta la linea di fondo grazie alla grande difesa biancorossa. Palla persa, Dordei tiene il pallone, Ozzano vince.

PORTO S.ELPIDIO BASKET – TRAMEC 62 – 83

(16-19; 33-41; 46-61)

Porto Sant’Elpidio: Costa 17 (2/5, 3/6), Malagoli 14 (4/7, 2/5), Bastone 10 (4/9, 0/1), Borsato 10 (1/10, 2/5), Lusvarghi 6 (1/3), Balilli 3 (0/3, 0/2), Sagripanti 1 (0/3), Rosettani 1 (0/1), Doneda (0/1, 0/1), Di Pietro, Cappella, De Sousa Pereira. All. Pizi.

Cento: Leonzio 17 (1/3, 4/6), Rossi 14 (6/8), Paesano 13 (5/8, 1/2), Ranuzzi 12 (4/8, 1/2), Fallucca 11 (1/2, 3/7), Moreno 10 (2/6, 1/4), Vitale 4 (2/4, 0/4), Morici 2 (1/1, 0/1), Venturoli, Manzi (0/1). All. Mecacci.

CLASSIFICA


P
GVP%
Sinermatic Ozzano8440100.0
Bakery Piacenza643175.0
Rossella Virtus Civitanova Marche643175.0
Ristopro Fabriano643175.0
Tramec Cento643175.0
Albergatore Pro Rinascita Basket Rimini432166.7
Sutor Premiata Montegranaro442250.0
Amadori Tigers Cesena442250.0
Giulianova Basket 85442250.0
Aurora Basket Jesi442250.0
Esa Italia Chieti442250.0
Rekico Faenza241325.0
Goldengas Pallacanestro Senigallia241325.0
Porto Sant’Elpidio Basket241325.0
Adriatica Press Teramo Basket 196003030.0
Luciana Mosconi Ancona04040.0

Serie B, Ozzano si conferma in vetta, la Benedetto espugna Faenza

SERIE B/C 3° Giornata

REKICO – TRAMEC 63 – 76

(20-18; 40-41; 56-55)

Faenza: Anumba 4, Rubbini 4, Oboe, Zampa 8, Calabrese ne, Tiberti E. 6. Santucci ne, Bruni 15, Klyuchnyk 12, Sgobba 14, Petrini ne, Tiberti A. All. Friso.

Cento: Manzi ne, Fallucca, 19, Ranuzzi 10, Morici 2, Venturoli ne, Rossi 7, Paesano 6, Leonzio 6, Vitale 3, Moreno 23. All. Mecacci.

Applausi a scena aperta per la Rekico. La prestazione nel derby con Cento conferma le qualità del gruppo di coach Friso, ma lascia un po’ di amaro in bocca per una vittoria a lungo accarezzata e vista sfuggire soltanto negli ultimi minuti, al termine di una stupenda battaglia dentro e fuori dal campo. La cornice del pubblico è stata infatti quella delle grandi occasioni e i giocatori faentini ne hanno beneficiato, tenendo a lungo testa alla corazzata emiliana.

Pronti via, e la Rekico parte forte, mostrando subito l’atteggiamento giusto per affrontare simili incontri. Il pallone gira bene e non manca la giusta sfrontatezza nell’attaccare il canestro, guadagnando preziosi tiri liberi. La lotta a rimbalzo è di marca faentina e così i Raggisolaris chiudono tra i cori del PalaCattani un primo quarto vinto 20-18. Al rientro in campo ci pensa Klyuchnyk ad infiammare gli spalti con un break personale che vale il massimo vantaggio: 29-24. Cento non resta a guardare e dopo essersi affidata a Moreno (15 punti per lui nel primo quarto) passa al testimone a Fallucca. La guardia firma 11 punti in pochi minuti (9 da tre) invertendo l’inerzia, non facendo però i conti con capitan Bruni che dopo aver dispensato assist al bacio si inventa la tripla che vale il 40-41 dell’intervallo. Nasce così una accesa lotta punto a punto fatta di canestri di pregevole fattura e di rimbalzi, con Cento che prova invano ad andare in fuga, trovandosi sempre davanti una Rekico che risponde per le rime. Il punto esclamativo lo mette Zampa, con un tiro in sospensione allo scadere, per il 56-55 di fine terzo periodo. Nell’ultimo quarto, la Tramec rispolvera il tiro da tre con Fallucca e Vitale, guadagnando il vantaggio di 59-65, pure questo colmato dai Raggisolaris con una perentoria risposta per il 62-65 al 37’. Ancora da tre Ranuzzi spara il 62-68, poi sono gli episodi a non sorridere a Faenza. Bruni e Rubbini provano la conclusione da tre e soltanto il ferro dice loro di no. Diverso è il copione nell’altro canestro dove il solito Fallucca piazza il 62-70 a 1’50’’. Nel finale il divario a fare di Cento supera la doppia cifra, ma è obiettivamente troppo ampio per quello che ha detto realmente il campo.

RISTOPRO – AMADORI 73 – 58

(17-20; 33-32; 56-43)

Fabriano: Fratto 3, Pacini, Petrucci 17, Del Testa 14, Paolin 6, Merletto 6, Cola, Garri 15, Guaccio, Radonjic 12, CianciAll. Pansa.

Cesena: Papa 11, Trapani 5, Rossi ne, Battisti 2, Hajrovic 4, Frassineti 2, Planezio 7, Scanzi 14, Chiappelli 11, Brkic 2. All. Di Lorenzo.

GIULIANOVA BASKET 85 – SUTOR BK MONTEGRANARO 72 – 76

ALBERGATORE PRO – LUCIANA MOSCONI 77 – 70

(26-19; 46-31; 64-50)

RBR Rimini: Rinaldi T. 20, F. Bedetti 13, L. Bedetti 11, Moffa 4, Ambrosin 8, Broglia 2, Rivali 7, Ramilli 8, Pesaresi 2, Bianchi 2, Vandi, Guziur ne. All. Bernardi.

Ancona: Baldoni, Quaglia 18, Centanni 12, Rinaldi N. 19, Timperi 6, Ferri 5, Monina, Redolf, Demarchi 10, Anibaldi ne. All. Regini.

BAKERY – ESA LUCE + GAS 80 – 69

(19-17; 40-41; 59-50)

Piacenza: Maggio 21, Udom ne, Pedroni 5, Artioli 18, Orlandi ne, Bruno 5, De Zardo 16, Cena 4, Birindelli 11, Bracchi. All. Campanella.

Chieti: Ba 8, Raicevic, Ruggiero 14, Ponziani 14, Stanic 8, Rezzano 5, Mijatovic ne, Gialloreto 11, Meluzzi 7, Simoncelli ne, Sanna 2. All. Coen.

La Bakery cancella in maniera cristallina il passo falso contro Senigallia e batte Chieti. I ragazzi di Campanella hanno schiantato gli abruzzesi, una delle formazioni più gettonate del girone, con una prestazione perentoria. Artioli, scatenato, con 18 punti e Maggio con 21 sono i mattatori del match, senza dimenticare una gran prova di Birindelli che conclude con 11 punti. Tra le file degli ospiti da segnalare i 14 punti a testa di Ponziani e Ruggiero. Gli ex piacentini Stanic e Rezzano concludono con 13 e 5 punti.

Inizio da favola per la Bakery che, con 3 triple e un tap-in di Maggio, costringe coach Coen ad un timeout forzato dopo soli due minuti dalla palla due. Gli ospiti dopo la strigliata si fanno sotto e Stanic con una tripla fa ripatire la riscossa abruzzese. De Zardo e Birindelli piazzano il +6, ma gli ex Stanic e Rezzano prima della sirena portano Chieti a toccare il-1 prima del colpo da biliardo di Bruno, che conclude la prima frazione sul punteggio di 19-17. Secondo quarto che si apre con la tripla di Maggio condita dal libero aggiuntivo. Tra le file di Chieti emerge Adama Ba, che riuscendo a sfruttare le disattenzioni piacentine mette a referto 8 punti, con i quali Chieti rimane attaccata punto a punto a una Bakery che non riesce più a scappare. Le due squadre si scavalcano in continuazione, con Maggio e Artioli assoluti protagonisti biancorossi. A spuntarla, però, sono gli ospiti che, con gli ultimi sforzi, riescono a portarsi sopra di una lunghezza prima della sirena. Rientrate dagli spogliatoi le due squadre si studiano senza riuscire a segnare punti per quasi cinque minuti. A sbloccare lo stallo ci pensa Birindelli, seguito da uno scatenato Artioli e da capitan Maggio che non sbaglia un colpo. Chieti subisce il colpo e così la Bakery ne approfitta portandosi sul +10. Meluzzi sigla il -7, ma Birindelli sancisce il 59-50 con la quale si conclude il terzo quarto. L’ultima frazione è avvolta dalla stanchezza generale, ma El Gringo Birindelli continua a macinare. Maggio trasforma una tripla insperata placando i tentativi abruzzesi di rientro: 64-55. Ruggiero e Ponziani tengono a galla Chieti, ma sale in cattedra De Zardo, fino ad ora non troppo brillante, che piazza 6 punti regalando un urlo di gioia al PalaBakery. Rezzano da 3 prova a riprenderla, ma Artioli e Maggio la chiudono sull’80-69, tra la gioia del tifo piacentino che si regala il migliore dei sabati sera.

VIRTUS BASKET CIVITANOVA – TERAMO BASKET 1960 82 – 61

AURORA BASKET JESI – GOLDENGAS SENIGALLIA 79 – 70

SINERMATIC – PORTO S.ELPIDIO BASKET 71 – 62

(13-16; 32-29; 54-52)

Flying Balls Ozzano: Morara 16, Chiusolo 5, Corcelli, Iattoni 6, Giannasi, Folli 4, Favali 4, Dordei 9, Lolli, Montanari 18, Crespi 9. All. Grandi.

Porto Sant’Elpidio: Balilli, Costa 10, Borsato 17, Malagoli 10, De Sousa Pereira ne, Rosettani ne, Lusvarghi 9, Doneda, Sagripanti, Bastone 16. All. Pizi.

Terza partita e terza vittoria per i New Flying Balls che, dopo 40′ intensi e fisici, battono per 72 a 61 una mai doma Porto Sant’Elpidio, mantenendo vetta e imbattibilità in questo avvio di campionato.

Dopo il canestro in avvio di Malagoli, Iattoni e Morara fanno 7-0 costringendo il coach ospite Pizi al primo timeout di serata. Dalla sospensione i marchigiani escono con il piglio giusto: la bomba di Borsato da la carica ai suoi, Malagoli e Lusvarghi completano lo 0-7 che vale il sorpasso biancoblu. Porto Sant’Elpidio mantiene il vantaggio fino alla fine del primo quarto (13-16 alla prima sirena) e per diversi minuti della seconda frazione. Ozzano al 12’ trova il sorpasso con il duo Dordei-Chiusolo, ma dall’altra parte arriva il controsorpasso ospite con i canestri di Bastone ed una tripla di Costa (23-26 al 16’). Nel finale di quarto sono Crespi e Morara i protagonisti, insieme ai giovani Favali e Folli che creano il break che accompagnano la Sinermatic avanti 32 a 29 all’intervallo lungo. Nel terzo quarto Ozzano resta sempre avanti, ma non riesce mai a scappare. Solo al minuto 26 arriva un mini allungo, merito di una tripla di Montanari che infiamma il Pala Arti Grafiche Reggiani spinto, come sempre, dal tifo del Gruppo Skid e del Commando (46-40). Gli ospiti, però, non si fanno prendere dal panico e si affidano alla fisicità di Malagoli e ai canestri di un super Borsato per tornare a -2 (54-52) all’ultimo riposo. Ad inizio ultimo quarto il gioco si interrompe per una decina di minuti, causa un problema al cronometro dei 24” risolto dopo un riavvio del tabellone del Pala Grafiche Reggiani. Il gioco riprende ed Ozzano tenta l’allungo con Morara e Montanari protagonisti indiscussi dell’8-3 Flying, che porta i biancorossi sul massimo vantaggio di serata (62-55 al 33’). Ancora una volta dopo il timeout ospite è l’ennesima bomba di Borsato a tenere aperti i giochi, ma in casa Sinermatic, Montanari risponde con una tripla che manda il delirio il pubblico di fede ozzanese. I Flying concedono agli ospiti qualche rimbalzo offensivo di troppo, Malagoli ringrazia e accorcia le distanze, prima di un canestro di Morara che vale il +8 (68-60) a 180 secondi dalla fine. Nel finale si segna col contagocce, Borsato e Bastone (33 punti in due) non trovano più la via del canestro; si entra così nell’ultimo giro di lancette con Gigi Dordei che segna da due, subisce il fallo e realizza il libero supplementare del +11 (71-60) che di fatto chiude le ostilità. A pochi secondi dalla sirena Bastone realizza il 71-62 finale.

CLASSIFICA


P
GVP%
Sinermatic Ozzano6330100.0
Albergatore Pro Rinascita Basket Rimini4220100.0
Rossella Virtus Civitanova Marche432166.7
Bakery Piacenza432166.7
Ristopro Fabriano432166.7
Aurora Basket Jesi432166.7
Sutor Premiata Montegranaro432166.7
Tramec Cento432166.7
Rekico Faenza231233.3
Giulianova Basket 85231233.3
Amadori Tigers Cesena231233.3
Goldengas Pallacanestro Senigallia231233.3
Porto Sant’Elpidio Basket231233.3
Esa Italia Chieti231233.3
Adriatica Press Teramo Basket 196002020.0
Luciana Mosconi Ancona03030.0
1 2 3 4 5 195