Monthly Archives: febbraio 2017

C.S. – La Baltur fa il colpaccio, firmando il play Nunzio Sabbatino

La Baltur Cento è lieta di annunciare il raggiungimento dell’accordo per l’acquisizione dell’atleta Nunzio Sabbatino da Ferentino (A2).

Playmaker di 188 centimetri, nato a Pollena Trocchia (NA) il 18/03/1992 ma cresciuto a Siena nel settore giovanile della gloriosa Mens Sana, Nunzio vanta trascorsi ad Agrigento (2010/2011), Reggio Calabria (2012/2013 e 2013/2014), Napoli (2014/2015 e 2015/2016) e Palestrina (2015/2016), sempre tra A2 e B.

Con l’inserimento di Sabbatino, giocatore che risponde all’identikit tracciato dallo staff tecnico e s’integra tatticamente e umanamente in un gruppo affiatato e competitivo, la società compie l’ennesimo sforzo nel tentativo di sopperire agli infortuni e rinforzare una squadra che rimane in lotta per gli ambiziosi obiettivi stagionali, nonostante le avversità e la qualità della concorrenza. Il giocatore, giunto a Cento nella giornata di venerdì, indosserà la canotta col numero 18 sulle spalle e potrebbe debuttare già domenica nella supersfida tra la Baltur e la capolista Agribertocchi Orzinuovi.

Serie B, la Baltur dimostra di essere “da corsa” e sconfigge Orzinuovi

SERIE B/B 22° Giornata

BAKERY  – VIVIGAS 96 – 80

(21-19; 49-35; 80-49)

Piacenza: Magrini 20, Sanguinetti 18, Soragna 4, Rezzano 24, Guerra, Tempestini 8, Banti 13, Leonzio 8, Samoggia 1, Libè. All. Steffè.

Costa Volpino: Centanni 21, Permon 2, Squeo 2, Coltro 8, Pilotti 11, Bergamin 27, Belloni, Sindoni, Borghetti, Esposito 6. All Giubertoni.

Secondo successo consecutivo per la Bakery ,che batte Alto Sebino con un ultimo quarto che ha tenuto tutto il PalaFranzanti con il fiato sospeso.

Ad inizio partita è la fisicità a comandare il gioco, tanto che nei primi DUE minuti arrivano 4 falli e tante ricezioni sporche che non favoriscono il bel gioco. Nonostante tutto ciò, la Bakery si mette subito al comando con un parziale di 9-2, firmato dai quattro quinti del quintetto scelto da coach Steffè, vale a dire Soragna, Leonzio, Banti e Rezzano. A mettersi al lavoro è poi Jack Sanguinetti con 6 punti in fila, che danno il più 8 ai biancorossi sul 17-9. Due di Magrini e la riposta di Centanni, dopo il timeout chiamato da Giubertoni, fissano il punteggio sul 19-13. Il quarto stenta a decollare, i falli continuano ad avere diritto di cittadinanza e avendo entrambe le squadre già speso il bonus, si assiste ad una girandola di tiri liberi. A sopravvivere meglio in quest’ambiente è Alto Sebino, che grazie ai 9 di Bergamin ricuce fino al -2 alla fine dei 10 minuti. Nell’avvio del secondo quarto, la partita rimane salda sui binari del primo periodo. I falli continuano a fare a botte con il ritmo della partita, e per i primi 2 minuti e mezzo si vedono solo 5 punti totali. Una tripla di Tempestini e la difesa fisica di Samoggia provano a dare una scossa in casa Piacentina, ma sono Centanni e Pilotti a tenere in pista la Vivigas sul 34-29. Al rientro dal timeout di coach Steffè la Bakery prova a recepire sul campo le parole del proprio condottiero e le parole diventano azioni nella tripla di Mattia Magrini, che ridà sette lunghezze di vantaggio ai padroni di casa. Nella Bakery sembra sia cambiato qualcosa, nella testa, prima che sul parquet e la seconda tripla di Magrini e un coast-to-coast da palla rubata di Leonzio fanno scappare i biancorossi sul 45-32. Due canestri di Diego Banti che sale rapidamente a 8 nel tabellino e due super difese fanno chiudere il primo tempo sul 49-35 per la Bakery che ha tirato con il 75% dal campo. All’inizio del secondo tempo, Piacenza ricomincia esattamente da dove aveva smesso. Parziale da 10-2 firmato da Rezzano Banti e Soragna che scrivono più 22 sul tabellone e costringono coach Giubertoni a fermare la partita per evitare l’imbarcata. Al rientro dalla mini pausa, la valanga non si ferma e altri 2 di Rezzano che sale di prepotenza a 17, fanno allungare il parziale sul 13-2. Lo show del numero 8 non si ferma e l’ennesima sigla il più 27. Centanni e Bergamin provano a tenere in vita la Vivigas però contro una Bakery così perfetta è costretta a capitolare e lo svantaggio tocca anche il -32. Il quarto si chiude sull’80-49 per i ragazzi di Steffè che dominano il quarto, vincendolo per 31 a 14 e rimanendo oltre il 76% dal campo. All’inizio dell’ultimo parziale la Bakery avendo già a tutti gli effetti chiuso e congelato la partita, deve solo controllare e non rischiare. Nonostante questa tranquillità, nei primi 4 minuti arriva un parziale di 14-5 per Alto Sebino che prova a buttare sul campo le ultime gocce di sudore per riaprire una partita che sembra finita. E gli sforzi di un superbo Bergamin, da oltre 25 punti e un ottimo Centanni che arriva a 17 sono ripagati dallo svantaggio che diminuisce fino al -16 e dal timeout di sveglia che è costretto a chiamare coach Steffè a 3’20” dal termine del match. Al rientro dal campo, però, la musica non cambia. La Bakery è uscita mentalmente dalla partita e altri due di Centanni e Bergamin portano gli ospiti sul -12. Gli ultimi DUE minuti, che per le premesse dei precedenti sembrano aprire ad un clamoroso harakiri, sono invece meno problematici del previsto, con la Bakery che gestisce il possesso con gIudizio e dalla lunetta monetizza, portaNDO a casa il secondo successo consecutivo, per 96 ad 80.

RUCKER – BMR 63 – 79

(13-21; 28-44; 50-62)

San Vendemiano: Fazioli, Varaschin 2, Rossetto 7, Carlesso 14, Antelli 10, Buscaino 1, Masocco 4, Pin dal Pos 12, Muner 5, Barbon 8. All. Volpato.

Basket 2000 Scandiano: Malagutti 11, Ferrari, Bertolini 10, Farioli 11, Astolfi, Veccia 5, Pugi 12, Gurini 10, Germani 7, Chiappelli 13. All. Tinti.

Successo prezioso per la Bmr, che torna dalla trasferta trevigiana sul campo di San Vendemiano con due punti ottenuti al cospetto di una diretta rivale per la salvezza. Una prova collettiva importante, quella dei bianco-rosso-blu, che chiudono con ben sei uomini in doppia cifra: sugli scudi Farioli, autore di una prova senza errori al tiro (4/4 dal campo e 2/2 ai liberi) e con 7 rimbalzi, che lo fanno chiudere a 20 di valutazione. Sfiora l’ennesima doppia doppia Chiappelli, che colleziona 13 punti e 9 rimbalzi, mentre nel 15 di valutazione di Pugi ci sono anche 7 falli subiti.

La squadra di Tinti recupera, come detto, Farioli, che gioca un primo tempo da assoluto protagonista: nel +16 ospite all’intervallo, “Farouk” contribuisce con 11 punti, dominando sotto i tabelloni insieme a Chiappelli. Nel terzo quarto i padroni di casa provano a rifarsi sotto con le sortite della guardia Pin dal Pos, arrivando a -8, ma gli scandianesi ristabiliscono ben presto le distanze; nei dieci minuti conclusivi la contesa si chiude al 35’, con la bomba di Gurini che vale il 52-68, seguita, dopo il time out della panchina locale, da un’altra conclusione pesante di Malagutti. Il +20 arriva a stretto giro, col 52-72 fissato dal quarto uomo ospite ad andare in doppia cifra, Pugi, viatico ad un finale tranquillo dove il Basket 2000 deve solo gestire il vantaggio.

ARGOMM ISEO – SU STENTU SESTU 82 – 88

CO.MARK BERGAMO – BROETTO PADOVA 68 – 60

PALLACANESTRO CREMA – RIMADESIO DESIO 66 – 47

URANIA BASKET MILANO – BASKET LECCO 77 – 71

BALTUR CENTO – AGRIBERTOCCHI ORZINUOVI 56 – 50

(16-15; 30-31; 44-44)

Cento: Chiera 2, Andreaus 11, Bedetti 14, Benfatto ne, Pignatti 16, Sabbatino 2, D’Alessandro, Brighi, Botteghi 4, Caroldi 7. All. Benedetto.

Orzinuovi: Piunti 6, Valenti 7, Perego 9, Bona 3, Zambon 2, Fatello ne, Scanzi, Cantone 8, Ruggiero 6, Tourè 9. All. Crotti.

Al Pala Ahrcos la Baltur costringe la capolista Orzinuovi ad appena 50 punti segnati, tenendo tutti gli effettivi a disposizione di coach Crotti sotto la doppia cifra e conquistando la quarta vittoria consecutiva, al termine di una partita da play-off e giocata davanti a un pubblico da categoria superiore.

Alla palla a due, posticipata alle ore 20 per motivi di ordine pubblico legati al rinomato Carnevale locale, Cento si presenta con Brighi e Chiera nei primi cinque, Sabbatino dalla panchina e Benfatto in panchina ma soltanto per onor di firma. In principio è Pignatti il grande protagonista su ambedue i lati del campo, nonché principale attore nel parziale che a metà della prima frazione vede condurre i locali per 10 a 2. Un canestro da lontano di Cantone mette, però, in ritmo gli orceani, che sorpassano con l’ex Bona (13-15), ma incassano una tripla di Pignatti, praticamente sulla sirena di fine periodo (16-15). Nel secondo quarto si scatena Perego con 7 punti in fila, ma lo scarto tra le due formazioni non supera mai le tre lunghezze e all’intervallo lungo il vantaggio degli ospiti è di un solo punto (30-31). Nella ripresa Orzinuovi si porta in due differenti occasioni a +4, ma Cento risponde con un parziale di 8-0 aperto da Pignatti, proseguito da Caroldi e concluso da due canestri di Bedetti (42-38, 29’). Orzinuovi esce con una fiammata di Tourè (42-44), ma due tiri liberi di Caroldi fissano il punteggio di fine terzo quarto sul 44 pari. Nonostante il punteggio basso la partita è coinvolgente e l’ultima frazione si gioca in una vera e propria bolgia. Il quarto si apre con due punti di Botteghi e tre di Ruggiero (46-47). In seguito la Baltur riesce nell’impresa di tenere inviolato il suo canestro per quasi otto minuti, mentre in attacco muove il punteggio con Caroldi, Bedetti e Pignatti (54-47). Nel momento in cui Orzinuovi torna a segnare con Tourè, manca poco più di un minuto alla fine e Cento mantiene cinque punti di vantaggio (54-49). Due tiri liberi di Pignatti permettono ai biancorossi di tenere a distanza gli avversari, che nell’ultimo minuto fatturano un solo punto e devono alzare bandiera bianca.

TRAMAROSSA VICENZA – REKICO FAENZA 88 – 101

(23-27; 37-52; 63-80)

Vicenza: Boaro 5, Vai 10, Rigon 4, Demartini 11, Oboe, Rizzetto 8, Basso 5, Campiello U. 31, Chinellato 6, Campiello A. 11. All. Silvestrucci.

Faenza: Perin 10, Boero 6, Silimbani 2, Donadoni 16, Benedetti 4, Casadei 30, Iattoni 21, Agriesti, Pini 8, Maccaferri 4. All. Regazzi.

Una Rekico da applausi sbanca il campo di Vicenza segnando 101 punti (non era mai accaduto in serie B), facendo esplodere di gioia i tanti tifosi faentini presenti sugli spalti. Una vittoria di grinta e di carattere che permette di confermare il quinto posto, occupato ora in solitaria dopo il ko di Lecco a Milano. Faenza arriva nel modo migliore alla pausa del campionato e in questi due settimane potrà prepararsi al meglio per l’incandescente finale di stagione.

La Rekico parte con un assolo di Iattoni che firma tutti i punti del 5-0, continuando poi a condurre i giochi mostrando un’ottima difesa. Vicenza, priva dell’infortunato Ianes, capisce che è dura entrare in area e allora si affida alle triple, portandosi in vantaggio proprio con due conclusioni pesante 12-10. Faenza però è ispirata e con il gioco corale firma un primo break andando sul 25-18 per poi dilagare nel secondo quarto. Casadei, Iattoni e Donadoni guidano l’attacco e a suon di triple la Rekico vola sul 49-32 grazie proprio ad una conclusione del pivot, ma a completare l’opera è la solita bombetta di Boero a fil di sirena per il 52-37 dell’intervallo. Un vantaggio che di fatto chiude i giochi ed infatti la Tramarossa accusa il colpo a livello psicologico. Il terzo quarto è infatti un monologo faentino con Andrea Campiello che prova a tenere a galla i suoi senza riuscirci, mettendo comunque a referto 31 punti. Casadei è immarcabile e con un sua tripla regala il 70-52 poi Donadoni fissa l’80-59. Sull’87-63 al 32’, la Rekico ha un piccolo calo e in cinque minuti vede ridursi il vantaggio sull’81-89 (break di 18-2 per i veneti), ma l’inerzia non si sposta. Basta riordinare le idee e il vantaggio ritorna in doppia cifra on un gioco da tre punti di Perin (92-81). Il finale è tutto garbage time, con Casadei che dalla lunetta regala il vantaggio in tripla cifra, segnando il suo trentesimo punto dalla “linea della carità”.

CLASSIFICA

P G V P
Agribertocchi Orzinuovi 36 22 18 4 81.8
CO.MARK Bergamo 36 22 18 4 81.8
Bakery Piacenza 34 22 17 5 77.3
Baltur Cento 32 22 16 6 71.4
Rekico Faenza 28 22 14 8 63.6
GIMAR Basket Lecco 26 22 13 9 59.1
Pallacanestro Crema 22 22 11 11 50.0
Broetto Virtus Padova 22 22 11 11 50.0
Hikkaduwa Milano 18 22 9 13 40.9
Bmr Basket 2000 Reggio Emilia 18 22 9 13 40.9
Pallacanestro Aurora Desio 18 22 9 13 40.9
Vivigas Alto Sebino 14 22 7 15 31.8
Accademia Su Stentu Sestu 14 22 7 15 31.8
Tramarossa Pall. Vicenza 2012 12 22 6 16 27.3
Rucker Sanve San Vendemiano 12 22 6 16 27.3
Argomm Basket Iseo 10 22 5 17 22.7

SERIE B/C 22° Giornata

CUORE NAPOLI – PALLACANESTRO PALESTRINA 65 – 61

VIRTUS CASSINO – ZANELLA BASKET CEFALU’ 90 – 82

GLOBAL SISTEMI – S.MICHELE MADDALONI 101 – 78

(18-20; 51-37; 75-59)

Tigers Forli: Fontecchio 29 (9/17, 3/5), Myers 12 (0/2, 4/6), Villani 12 (2/2, 0/1), Forti 11 (1/1, 3/4), Carraretto 9 (3/4, 1/5), Agatensi 9 (3/3, 1/1), Rombaldoni 8 (1/3, 2/2), Ghirelli 6 (2/5), Rossi 3 (1/1), Bartolucci 2 (1/1). All. Di Lorenzo.

Maddaloni: De Vincenzo 20 (5/9, 2/6), Locci 18 (8/10), Carrichiello 17 (3/10, 3/5), Guagliardi 10 (2/5, 2/7), Luongo 6 (2/7), Sabatino 5 (1/1, 1/1), Saletti 2 (1/1, 0/1), Pascarella 0 (0/1). All. Monda.

SPORT E’ CULTURA PATTI – BASKET SCAURI 77 – 74

STELLA AZZURRA ROMA – LA META TERAMO 22/03/2017 – 19:00

MASTRIA VENDING CATANZARO – SIMPLY VIS NOVA ROMA 57 – 63

VIRTUS VALMONTONE – BASKET BARCELLONA P. DI GOTTO 90 – 97

BALLETTI PARK HOTEL VITERBO – BNL LUISS ROMA 61 – 72

CLASSIFICA

P G V P
Cuore Napoli Basket 38 22 19 3 86.4
Air Fire Virtus Valmontone 36 22 18 4 81.8
Citysightseeing Palestrina 34 22 17 5 77.3
Basket Barcellona 30 21 15 6 71.4
BPC Virtus Cassino  30 22 15 7 68.2
ASD LUISS Roma 24 22 12 10 54.5
Mastria Vending Catanzaro 22 22 11 11 50.0
Tigers Global Sistemi Forli 22 22 11 11 50.0
Teramo Basket 1960 20 20 10 10 50.0
Basket Scauri 20 21 10 11 47.6
Zannella Basket Cefalù 20 22 10 12 45.5
Vis Nova Simply Roma 16 21 8 13 38.1
Sport è Cultura Patti 14 22 7 15 31.8
Stella Azzurra Roma 8 21 4 17 19.0
Balletti Park Hotel Viterbo 8 22 4 18 18.2
MecSan Maddaloni 4 22 2 20 9.1

SERIE B/D 22° Giornata

MALLONI PORTO S.ELPIDIO – VAL DI CEPPO BASKET PERUGIA 67 – 75

BAWER MATERA – WERE BASKET ORTONA 105 – 99

ALLIANZ – NTS INFORMATICA 77 – 58

(12-17; 43-31; 61-47)

San Severo: Ciribeni 22 (2/5, 4/6), Torresi 16 (2/4, 3/5), Losi 15 (1/1, 4/6), Morgillo 8 (4/5, 0/1), Ikangi 7 (2/4, 1/2), Quarisa 7 (3/6), Cecchetti 2 (1/3), Dimarco  (0/1), Fabi  (0/4), Mecci (0/1, 0/1). All. Coen.

Rimini: Battistini 22 (11/17), Meluzzi 14 (3/5, 2/5), Busetto 5 (1/4, 1/3), Tiberti 5 (1/4), Foiera 5 (2/3), Pesaresi 4 (0/2, 0/5), Potì 3 (0/1, 1/6), Aglio (0/3, 0/1), Signorini, Maiello. All. Maghelli.

NUOVA PALL. MONTERONI – DYNAMIC VENAFRO 78 – 85

GOLDENGAS SENIGALLIA – LIONS BASKET BISCEGLIE 82 – 94

GIULIANOVA BASKET 85 – IL GLOBO ISERNIA 76 – 57

PU.MA. TRADING TARANTO – GLOBO CAMPLI 64 – 80

AMATORI PESCARA – XL EXTRALIGHT MONTEGRANARO 58 – 60

RECUPERO

CRABS – CAMPLI 75 – 81

CLASSIFICA

P G V P
XL Extralight Montegranaro 40 22 20 2 90.9
Lions Basket Bisceglie 34 22 17 5 77.3
Allianz Pazienza Cestistica San Severo 32 22 16 6 72.7
Globo Infoservice Campli 32 21 16 5 75.0
Amatori Pescara 30 22 15 7 68.2
Olimpia Bawer Matera 28 22 14 8 63.6
Malloni Basket P.S. Elpidio 26 22 13 9 59.1
Goldengas Pallacanestro Senigallia 20 21 10 11 47.6
NTS Informatica Rimini 18 22 9 13 40.9
Were Basket Ortona 18 22 9 13 40.9
Etomilu Giulianova 16 21 8 13 38.1
Il Globo Isernia 14 21 7 14 33.3
Pu.Ma. Trading Basket Taranto 10 20 5 15 25.0
Al Discount Venafro 10 20 5 15 25.0
Sicoma Valdiceppo Perugia 10 22 5 17 22.7
Quarta Caffè Monteroni 6 22 3 19 13.6

A2, la Bonfiglioli non riesce, a Vicenza, nell’impresa. Serie B, tutto facile per la Libertas Bologna

La Bonfiglioli Ferrara salirà a Vicenza contro la principale favorita al salto di categoria, mentre Civitanova-Matteiplast dovrebbe essere rinviata per gli impegni della nazionale 3vs3 (convocate le “felsinee” Tava e D’Aliè).

SERIE A2/B 20° Giornata

DEFENSOR VITERBO – SISTEMA ROSA PORDENONE 05/03/2017 – 16:30

ECODENT VILLAFRANCA – DELSER-CRICH UDINE 57 – 59

INFA CIVITANOVA MARCHE – MATTEIPLAST BOLOGNA Rinviata

BASKET FEMMINILE STABIA – MADDALENA VISION PALERMO 55 – 57

FANOLA-ONETECH S. MARTINO – RITTMEYER BRUGG MARGHERA 51 – 56

VELCOFIN VICENZA – B.ETHIC FERRARA 55 – 42

CLASSIFICA

Matteiplast Bologna*, Vicenza 32; Marghera 30; Civitanova*, Bonfiglioli Ferrara, Udine* 24; Villafranca 18; San Martino di Lupari 16; Castellamare 10; Viterbo* 8; Pordenone*, Palermo 6; Salerno* 4.

SERIE B 20° Giornata

RIMINI HAPPY BASKET – BK CLUB VAL D’ARDA 31 – 73

A.I.C.S. BASKET – ACETUM 49 – 75

(5-26, 20-49, 35-65)

Aics Forlì: Rossi 4, Giunchi, Bargellini, Sampieri 5, Bozzi 5, Cedrini 9, Donati, Silighini 5, Gnini 6, Kulcsar 15. All. Chiadini.

Cavezzo: Righini, Bocchi 7, Zanoli 11, Balboni 2, Marchetti 3, Melloni 2, Finetti 5, Bernardoni 12, Costi 14, Calzolari 13, Bellodi 6. All. Bregoli.

LIBERTAS BASKET BOLOGNA – ITALGOMMA 71 – 43

(17-5; 33-23; 52-39)

Libertas Bologna: Gilioli 3, Torresani 2, Servillo 7, Patera, Lolli Ceroni 2, Bettini 2, Trombetti 2, Percan 20, Romagnoli 4, Giacometti 4, Santucci, Aleotti 25. All. Borghi.

Magik Parma: Basteri, Corsini 5, Petrilli 7, Tringale, Tomassetti 5, Trevisan 3, Bertolotti 7, Vaccari 4, Minari M. 4, Pavarani 8, Zoni, Minari C. All. Lopez.

Non riesce l’impresa all’Italgomma in casa della corazzata Libertas Bologna. Partono male le ragazze di Lopez e Bonati, che non riescono a trovare ritmo e lucidità con il quintetto iniziale e il primo punto per le parmigiane arriva dopo ben cinque minuti di gioco. La difesa fa acqua da tutte le parti tanto da lasciare addirittura Aleotti, pericolo numero uno tra le esterne  avversarie, libera di tirare con i piedi per terra dalla linea dei 6.75. Dopo cinque minuti arriva il primo punto per le ducali dalla lunetta, ma contemporaneamente si infortuna Tringale, probabile stiramento, e la Magik crolla letteralmente sotto i canestri di Percan, fino a lì limitata dalla lunga parmigiana ora costretta in panchina. Bertolotti però non ci sta e cerca di tenere le sue in partita con ottime penetrazioni e tiri da fuori che riportano le ospiti in scia delle padrone di casa. Percan, però, segna dieci punti consecutivi contro Trevisan e Vaccari che non riescono a contenere lo strapotere fisico della lunga della Libertas; all’intervallo il punteggio è  33-23. Nel terzo parziale l’Italgomma tenta il tutto per tutto e si rifà sotto con Petrilli e Tomassetti che aggiustano la mira da tre punti, ma ancora una volta si dimenticano in difesa di Aleotti che punisce le parmigiane con tre triple. Nell’ultimo periodo i due allenatori danno spazio alle panchine, ma la Libertas può contare su una panchina fatta di giocatrici che giocherebbero in quintetto o quasi un qualunque altra squadra, mentre la Magik fa fare esperienza alle giovani dell’Under20 che subiscono un netto 19 a 4 e vengono tenuta a galla dalla migliore delle parmigiane, Clarissa Pavarani, che è l’ultima ad arrendersi.

SCUOLA BASKET FAENZA – TIGERS PARMA BASKET ACADEMY 67 – 49

POL. LIB. CALENDASCO – BASKET TRICOLORE 82 – 55

B.S.L. SAN LAZZARO – LIBERTAS BASKET ROSA FORLI 62 – 45

(22-20; 34-25; 43-37)

San Lazzaro: Trentini, Raffaelli 6, Talarico 15, Zarfaoui 27, Melchioni 10, Landuzzi, Panighi, Magliaro 4, Malandra. All. Dalè.

Forli: Zampiga 6, Castelli, Pieraccini 7, Venturi 2, Andreanacci, Catalino 10. Nako Moni, D’Agnano 5, Ragazzini, Melandri 15, Grassi. All. Castelli.

CLASSIFICA

Libertas Bologna, S.B. Faenza, Cavezzo 34; Magik Rosa Parma 24; Calendasco 22; Val d’Arda 18; Valtarese 2000 16; Tricolore Reggio, Libertas Rosa Forlì 14; Tigers Parma, Bsl San Lazzaro 12; Aics Forlì 6; Happy Basket Rimini 0.

C Gold, i Flying Balls ipotecano la seconda piazza. C Silver, Medicina e Academy sorridono in volata

SERIE C GOLD 20° Giornata

DILPLAST – ALBERTI E SANTI 73 – 72

(18-18, 37-40, 50-52)

Montecchio: Grisendi 8, Lombardi 14, Conte ne, Riccò 4, Corrias ne, Di Noia 17, Basso 4, Maggi 9, Fava ne, Borghi ne, Brogio 11, Negri 6. All. Cavalieri.

Fiorenzuola: Galli 15, Sichel 5, Monacelli ne, Trobbiani ne, Orsini 13, Marletta, Lottici M. 5, Klyuchnyk 15, Donati 3, Garofalo 16, Giani ne. All. Lottici S.

NUOVA PSA – ORVA BASKET 64 – 82

(12-20; 34-41; 51-66)

Modena: Vivarelli 2, Grazzi ne, Bianchi 9, Cervellati, Basilicò ne, Tamagnini ne, Verrigni 13, Frilli 2, Storchi 9, Gamberini, Fiore 6, Saccà 17, Brilli 6. All. Spettoli.

Lugo: Baroncini, Poluzzi 15, Tinsley 5, Cortesi 17, Seravalli 7, Legnani ne, Presentazi 12, Filippini 23, Guerra, Collina, Zhytariuk 3. All. Galetti.

Arriva a Modena la capolista Lugo, squadra costruita per la Serie B che sta dominando il torneo.

I romagnoli prendono subito in mano le redini del match piazzando un 11-2 che porta all’inevitabile timeout coach Spettoli. Modena reagisce e gioca alla pari fino al termine della prima frazione, col divario che rimane sostanzialmente immutato per il 12-20 della prima sirena. Nel secondo quarto Modena si riavvicina punto dopo punto fino al -3 segnato da Brilli dall’angolo (30-33), prima che un gioco da 3 di Filippini e una bomba di Cortesi rimettessero 9 punti tra le due squadre in un amen. Ancora Brilli a dare energia alla PSA e dimezzare lo svantaggio con l’aiuto di Saccà, il semigancio di Filippini (Mvp del primo tempo con 12+7) fissa il punteggio sul 41-34 alla pausa lunga. Modena non segna mai da tre (2/14), ma è più precisa da dentro l’area (61% contro 48). Al ritorno dagli spogliatoi la Psa scatta meglio, la tripla di Storchi vale il -1, ma la capolista non trema e piazza subito un 11-0 che gela i sogni modenesi. L’Orva non si ferma più e allunga fino alle soglie del ventello. Cortesi sale in cattedra, Poluzzi buca la retina dalla lunga e Modena nulla può per fermare l’emorragia; un 3/4 di Verrigni dalla linea della carità nel finale di tempo porta le squadre all’ultimo minibreak con Lugo avanti 66-51. Nel quarto periodo la musica non cambia, i giovani modenesi lottano, ma devono arrendersi alla superiorità degli avversari: l’82-64 finale è un verdetto giusto, per la PSA ora massima concentrazione sulla prossima sfida, la delicata trasferta a San Lazzaro di venerdì 3 marzo, ospite della BSL, anch’essa a quota 10 punti in classifica.

GAETANO SCIREA BASKET – BOLOGNA BASKET 2016 67 – 65

(17-15; 37-33; 51-54)

Bertinoro: De Pascale 9, Riguzzi 5, Cristofani 12, Zoboli ne, Merenda 6, Marisi 13, Fantuzzi 2, Brunetti, Biandolino ne, Ricci 2, Godoli 6, Solfrizzi Em. 12. All. Brighina.

BB 2016: Spettoli 7, De Gregori 9, Biello 10, Guerri, Del Papa 2, Tugnoli L. ne, Tugnoli A. 6, Bertuzzi, Brotza 9, Zaneli 22, Albertini ne. All. Carrera.

Senza Albertini e con Bertuzzi a mezzo servizio, il Bologna Basket 2016 sfodera una prestazione di grinta e d’orgoglio nella trasferta di Forlì contro il Gaetano Scirea, diretta concorrente al nono posto che vorrebbe dire salvezza assicurata. Ma, come purtroppo tante volte quest’anno, viene battuto sul filo di lana e vede avvicinarsi sempre più la trappola dei playout.

La cronaca: il BB2016 si presenta in Romagna senza coach Trevisan che, indisposto, resta a casa a soffrire a distanza. Al suo posto l’allenatore della Granarolo Basket di C Silver, Luca Carrera, coadiuvato come sempre dal vice Claudio Migliari. Sulle tribune un centinaio di spettatori fanno un tifo corretto. La partenza è da dimenticare: 0/7 al tiro e parziale di 10 a 0 per gli avversari. Dopo un time out, le rotazioni vengono aggiustate e cambia l’atteggiamento, per un controparziale a favore degli ospiti di +11, dopo 7’15”. Il primo quarto si conclude con i padroni di casa avanti 17 a 15, ma adesso il BB2016 è in partita, con il capitano Biello protagonista in ogni parte del campo. Secondo quarto più equilibrato, con squadre attente e aggressive: la prima metà gara si chiude 37 a 33 per Bertinoro che deve il vantaggio soprattutto alla buona prova dei suoi lunghi. Nella terza frazione i bolognesi vanno con regolarità dal nuovo arrivato Zeneli che realizza con continuità. Su una bomba del giocatore albanese c’è il sorpasso (44 a 45 al 27′). Le difese alzano l’intensità e da entrambe le parti molte azioni si concludono allo scadere dei 24”. A 2′ dal termine Zeneli tira e sbaglia, ma corregge sul suo rimbalzo per il 46 a 51. Si chiude il quarto 51 a 54 per gli ospiti. Nell’ultima frazione emerge un po’ di stanchezza tra le file dei rossoblù: troppi tiri sbagliati dalla media e poco cercato il gioco sotto canestro. Bertinoro torna avanti al 35′ per 59-58. Molta confusione e tante imprecisioni accompagnano un quarto finale da dimenticare. Ciononostante, ad un minuto dalla fine, il BB2016 è ancora sotto di 4 e poi di 2. A pochi attimi dal termine la palla è nelle mano dei bolognesi che, però, sbagliano incredibilmente tre conclusioni da sotto consecutive.

PALL. TITANO – POL. PONTEVECCHIO 85 – 77

(18-12; 42-33; 64-52)

San Marino: Frigoli 8, Gamberini 9, Macina 7, Polverelli 4, Rinaldi 26, Bianchi 12, Borello ne, Amadori 2, Zannoni 15, Cecere, Riccardi ne, Balestri 2. All. Foschi.

Pontevecchio: Varotto, Folli 5, Galassi 21, Riguzzi 6, Carella 6, Brancaleoni 2, Torriglia 4, Sabeckis 25, Buriani 8, Vetere. All. Angori.

Prese decisamente le redini del comando con il break (13-2) a cavallo dei primi due quarti, fino al 20-12 dell’11’, l’Asset Banca gestisce in ordinaria amministrazione la sfida contro Pontevecchio che, da pronostico, premia i ragazzi di coach Foschi. Massimo vantaggio in pieno ultimo quarto (75-56), ma non sono mancate le fasi di buio, ormai nel DNA di questi Titans, tant’è che lo score é avanzato ad elastico tra la doppia cifra consolidata di vantaggio ed il rientro dei bolognesi a due-tre possessi, come nel finale quando l’ottimo Sabeckis (25 con 5/8 da tre, 10 falli subiti e +9 di plus/minus) dalla lunetta realizza l’81-75 a -60″ dalla sirena; ci pensa Frigoli, con il 4/4 dalla lunetta contro il fallo sistematico, a spegnere le ultime velleità bolognesi. Vittoria importante per difendere il piazzamento playoff, l’MVP é Nick Rinaldi, 26 punti in 25′ di impiego, 8/11 da due, 3/6 da tre.

LA.CO. – SALUS PALL. BOLOGNA 55 – 51

(17-11; 24-26; 43-37)

Flying Balls Ozzano: Montanari ne, Masrè 3, Morara 3, Folli 3, Magagnoli 6, Lalanne 6, Betti ne, Guazzaloca 6, Martini 4, Cutolo 7, Gianasi 12, Agusto 5. All. Grandi.

Salus: Savio 3, Fimiani 7, Amoni 9, Nucci 3, Percan 10, Granata ne, Zanoni, Lugli 9, Parma Benfenati 6, Trentin 4. All. Giuliani.

I New Flying Balls ottengono la sesta vittoria consecutiva e consolidano il secondo posto vincendo il derby d’alta classifica contro la Salus. 55 a 51 il bassissimo punteggio finale, in una partita dove l’intensità difensiva di entrambe le squadre ha completamente azzerato il potenziale offensivo di esse. Un match maschio, dunque non molto spettacolare, ma tirato, intenso, vietato ai deboli di cuore.

L’equilibrio emerge già nei primi minuti dell’incontro, con Ozzano che prende sei punti di margine alla prima sirena solo grazie ai liberi di capitan Gianasi (17-11). Nel secondo quarto invece è la Salus a prendere il comando del gioco, Ozzano litiga con i nuovi canestri del PalaGira e con la difesa a zona degli ospiti. Appena 7 punti realizzati nella seconda ripresa, percentuali da fuori basse e all’intervallo lungo Salus avanti 24 a 26. Al minuto 23 ospiti sul massimo vantaggio (30-35), i padroni di casa continuano a fallire triple, tiri liberi, non sbloccandosi in attacco. La difesa invece c’è e anche la formazione di coach Giuliani non trova la via del canestro. Dopo oltre tre minuti di “zero assoluto” Gianasi, Agusto, Cutolo e due triple di Magagnoli disegnano un 13 a 2 di parziale che porta Ozzano nuovamente a +6 (43-37) all’ultimo mini-break. Nell’ultima frazione la Salus si riavvicina e, a 6′ dallo scadere, una tripla di Lugli riporta in parità la partita a quota 46. Ozzano torna avanti con una bomba di Morara e un canestro di Martini (51-46), ma Parma Benfenati e Fimiani rispondono immediatamente: a tre minuti dalla fine è ancora parità (51-51). Il canestro decisivo arriva a poco meno di due minuti dalla fine, con Aaron Lalanne che realizza la tripla del 54 a 51. Negli ultimi minuti ancora le difese prevalgono sugli attacchi, errori a ripetizione da una parte e dall’altra e a 4″ dalla fine Cutolo dalla lunetta fa 1/2, decisivo per garantire ad Ozzano i due punti in palio.

DESPAR 4 TORRI FERRARA – B.S.L. SAN LAZZARO 78 – 53

(22-15; 39-25; 54-45)

4 Torri Ferrara: Ranzolin 18, Nanni 10, Parmeggiani 12, Ballardini, Chiusolo 5, Paccagnella, Pederzini 6, De Ruvo 12, Ghedini 6, Verde, Brandani 9. All. Cavicchioli.

San Lazzaro: Lolli 6, Verardi 11, Binassi 5, Allodi 8, Bianchi, Annunzi, Fabbri 8, Rossi 3, Barattini 6, Mellara 6, Cavazzoli. All. Rocca.

La Despar fa il suo dovere e liquida una tenace BSL rinforzando la classifica in funzione play off. In campo si è rivisto Ballardini, non ancora al 100%, mentre le scorie dei vari Nanni, Chiusolo e Ghedini paiono esser scomparse. La partita è sempre stata condotta dalla 4 Torri che, però, non è mai riuscita a creare uno strappo tale da render tranquillo l’esito della stessa. Così i primi tre quarti di gioco sono trascorsi quasi in fotocopia e se si escludono i novanta secondi che vanno dal terzo minuto e mezzo al quinto minuto della prima frazione di gioco, il vantaggio è sempre stato a favore di Ferrara. Il riposo lungo arriva con la 4T avanti di quattordii lunghezze e con la sensazione che, salvo madornali rilassamenti, la partita sarebbe stata alla sua portata. Ma la Despar di quest’anno difficilmente riesce nell’intento di creare le condizioni di tranquillità ed è così che, nel terzo quarto, complice anche un’imprecisione al tiro fino a quel momento non registrata, la squadra di coach Rocca recupera punti passando dal +16 al +9 sancito dalla penultima sirena della gara. E’ un piccolo campanello d’allarme che la squadra ferrarese coglie fortunatamente al volo e al quale pone rimedio serrando nuovamente le fila e riportando la serenità necessaria per domare i biancoverdi del Savena. L’ultimo quarto è un crescendo granata agevolato anche dal nervosismo che ad un certo punto toglie lucidità ai ragazzi di coach Rocca. Aperto il varco della fuga i granata si insinuano con decisione in esso e maturano, alla fine, un risultato onesto ma più “gonfio” di quanto abbia detto l’incontro nel suo insieme.

CLASSIFICA

LUGO 34 19 17 2 1513 1213 +300
FLYING BALLS OZZANO 30 18 15 3 1299 1150 +149
4 TORRI FERRARA 26 19 13 6 1406 1328 +78
FIORENZUOLA 1972 24 19 12 7 1482 1356 +126
SALUS BOLOGNA 24 18 12 6 1362 1243 +119
VSV IMOLA 20 18 10 8 1351 1282 +69
SAN MARINO 20 18 10 8 1349 1340 +9
GAETANO SCIREA BERTINORO 16 18 8 10 1182 1217 -35
ARENA MONTECCHIO 14 18 7 11 1341 1470 -129
BOLOGNA BASKET 2016 10 19 5 14 1309 1406 -97
PSA MODENA 10 18 5 13 1155 1319 -164
BSL SAN LAZZARO 10 19 5 14 1264 1466 -202
PONTEVECCHIO BOLOGNA 2 19 1 18 1265 1488 -223

SERIE C SILVER 20° Giornata

CRISDEN – GUELFO BASKET 62 – 68

(21-14; 32-26; 50-48)

Rebasket Castelnovo Sotto: Minardi, Magliani 4, Nunziato ne, Castagnaro 12, Mazza 15, Bartoli, Defant 11, Villani 12, Giorgino ne, Melli 6, Panizzi ne, Bettelli 2. All. Casoli.

Castel Guelfo: Bernabini 4, Millina 2, Pieri 4, Baccarini, Fornasari, Venturoli 9, Musolesi 16, Ruggiero, Giordani 11, Casagrande 21, Quadrelli, Govi 1. All. Serio.

PALLACANESTRO CASTENASO – BK POL. CASTELFRANCO E. 89 – 79

(28-21; 48-39; 66-53)

Castenaso: Spinosa 13, Pesino 5, Beccari 6, Curione 17, Cantore 2, Masini 3, Pedrielli 4, Stanghellini ne, Parenti 13, Trombetti 26. All. Cinti.

Castelfranco: Paolucci ne, Tomesani 7, Coslovi 8, Salami 2, Righi 19, Tedeschini 25, Vannini 7, Forni 2, Romagnoli ne, Pedroni, Ayiku 7, Prampolini 2. All. Boni.

GRUPPO VENTURI – MECART 65 – 58

(16-17; 41-27; 47-39)

Anzola Basket: L. Poluzzi 2, Bortolani 4, Trerè, Zucchini 16, Fiorini, Galvan 12, Kalfus ne, Smith 2, Regazzi 6, N.Venturi 7, Penè 7, Mazza 9. All. Coppeta.

Scuola Basket Cavriago: Zecchetti ne, Fantini 8, Caleffi, D’Amore 16, Baroni 4, Pezzi 4, Caminati, Franzoni 8, Bernardoni ne, Vecchi 2, Pedrazzi 16. All. Martinelli.

Ritorna alla vittoria il Gruppo Venturi contro Cavriago in un match dai due volti.

Primo quarto si vede subito che Cavriago è venuto ad Anzola cercando di vendicare la sconfitta dell’andata, ribattendo colpo su colpo ai padroni di casa e riuscendo a chiudere il quarto a +1 (16-17 al 10′). Nel secondo periodo si svegliano i cannonieri di Anzola che, con quattro triple consecutive, allungano fino al +12 (41-27 al 20′). Come spesso accade il rientro è traumatico: Anzola segna 4 punti in sette minuti e Cavriago si riporta sotto sfruttando le occasioni concesse dai padroni di casa (47-39 al 30′). L’inizio dell’ultima frazione non cambia la musica, con gli ospiti che addirittura arrivano al -2, prima che Anzola si risvegli dal torpore riuscendo ad allargare un minimo, ma decisivo, solco che gli permette di chiudere vittoriosamente la partita sul 65-58.

ACADEMY BASKET 2014 – L.G. COMPETITION 80 – 79

(23-21; 43-32; 58-60)

Fidenza: Barksdale 19, Alston 25, Luis 8, Simonazzi 5, Agostini 8, Bernardi 6, Pellegrini 5, Antozzi, Tommei 4, Liberati ne, Sela ne. All. Zanardi.

Castelnovo Monti: Thomas 26, Canuti 6, Vanni 4, Magnani 2, Mallon 18, Guarino 7, Levinskis 9, Lavacchielli 2, Rossetti 3, Zamparelli 2, Grulli, Barigazzi ne. All. Diacci.

Sconfitta all’ultimo secondo per la LG Competition Castelnovo Monti che, nel big match con l’Academy Fidenza, cede nel finale con il punteggio di 80-79. Brutto stop per i castelnovesi, il secondo consecutivo, che la allontana ulteriormente dal vertice della classifica: ora la squadra di coach Diacci è terza con Guelfo a 26 punti, a sei lunghezze di ritardo da Medicina e quattro dalla stessa Fidenza.

Nei primi minuti del match le due formazioni si studiano e la gara scorre in equilibrio con Fidenza che prova comunque a stabilire il ritmo senza però riuscire a staccare Castelnovo: a fine quarto è 23-21 per i parmigiani. Nel secondo quarto c’è solo una squadra in campo con l’Academy che preme il piede sull’acceleratore e, in pochi minuti, raggiunge la doppia cifra di vantaggio, andando a toccare addirittura il +16. Nel finale di quarto la LG tenta un timido recupero e si va negli spogliatoi sul 43-32. Nella terza frazione la LG rientra motivata e riesce passo dopo passo a rimontare lo svantaggio grazie ad un’ottima difesa che limita fortemente Fidenza e un attacco stellare da ben 28 punti in soli dieci minuti: quando manca un quarto al termine, Castelnovo è addirittura avanti. Nell’ultimo periodo la tensione è palpabile in campo, con tanti errori da una parte e dall’altra e nessuna delle due formazioni capace di firmare il parziale decisivo. A 50” dalla fine è parità a quota 77, con Fidenza che riesce, però, ad andare avanti di due quando mancano poco meno di quaranta secondi. A 10” dalla fine è 79-79 e Fidenza ha la palla in mano per gestire l’ultimo possesso: la LG ha ancora un fallo da spendere, ma Alston penetra nell’area di Castelnovo e viene fermato irregolarmente durante l’azione di tiro. Dalla lunetta all’americano basta fare 1/2 e permettere, così, ai parmigiani di raccogliere un successo importantissimo che la mantiene a contatto con la capolista Medicina.

GRANAROLO BASKET – PALL. NOVELLARA 48 – 56

(9-18; 22-34; 38-44)

Granarolo BK: Nicotera ne, Marchi 8, Bernardinello, Paoloni 4, Ballini 14, Neviani 4, Salicini 4, Marega, Nobis 1, Cristalli 11, Cerulli 2. All. Carrera.

Novellara: Ferrari ne, Margini 3, Folloni 4, Rinaldi 16, Grisanti, Morgotti 5, El Ibrahimi 11, Carpi 6, Ciavolella 3, Morini ne, Bartoccetti 8, Dilas ne. All. Spaggiari.

A Granarolo va in scena una partita dura e spigolosa, dove le difese hanno il sopravvento sugli attacchi e che Novellara ha vinto meritatamente riuscendo ad interpretare al meglio un metro arbitrale che concedeva contatti anche oltre il lecito e sanzionava infrazioni a volte veniali.

Che non sarebbe stata una partita spettacolare lo si è capito fin dalle prime battute: difese molto fisiche, tiri sul ferro e dopo 7′ il punteggio è inchiodato sul 6-6 con il solo Rinaldi (di gran lunga MVP del match con 16p., 5/7 da 2, 1/1 da 3, 3/5 ai liberi, 8r., 6 rec. e 6 perse, 22 di valutazione) a trovare la via del canestro per gli ospiti. L’ingresso in campo di Carpi al posto di un Bartoccetti in ombra ha dato il primo strappo al match dopo che Granarolo, con un libero di Neviani, aveva trovato il primo (e unico) vantaggio sul 7-6: due triple del n° 13 reggiano, spalleggiato dal solito Rinaldi e da El Ibrahimi e Novellara scappa a +9 (7-16 al 9′); Cristalli e ancora Rinaldi (9 punti nel primo quarto) fissano il risultato sul 9-18 al 10′. Nel secondo periodo, dopo il canestro iniziale di Morgotti, Cristalli e Marchi riportano Granarolo a -6 ma gli ospiti riescono sempre a fermare la rimonta dei padroni di casa vanificandone gli sforzi. La differenza di metro arbitrale sotto i due canestri surriscalda gli animi dei padroni di casa e, all’ennesima penetrazione con contatto non sanzionato, le proteste plateali di Nobis e coach Carrera sfociano in due falli tecnici che permettono a Novellara di andare al riposo lungo sul +12 avendo tirato 16 tiri liberi (12 realizzati) contro i soli 3 dei padroni di casa (22-34 al 20′) Alla ripresa delle ostilità Granarolo continua a litigare con il canestro e Novellara raggiunge il massimo vantaggio dell’incontro (22-38 al 23′). Toccato il fondo, finalmente gli uomini di Carrera smettono di lamentarsi con gli arbitri e impugnano la clava, cominciano a guadagnare dei viaggi in lunetta e, impedendo la via del canestro agli ospiti per 3’30”, riducono lo svantaggio a dieci lunghezze (28-38 al 26’30”). El Ibrahimi rompe il digiuno, ma i padroni di casa continuano a lottare su ogni pallone e, sospinti da due rimbalzi d’attacco di Paoloni, trovano con Cristalli, Ballini e Nobis il -4 a 12″ dalla sirena dell’ultimo riposo (38-42); è Rinaldi, chirurgico, allo scadere che manda le squadre a sedere sul 38-44 ospite. In avvio di ultima frazione, Morgotti e una tripla di Rinaldi (ancora lui) ricacciano Granarolo alla doppia cifra di svantaggio (38-48 al 32′). Granarolo non molla e con Ballini si porta a -7; la coppia arbitrale sanziona quattro infrazioni di passi quasi consecutive a Novellara, ma la pessima serata al tiro dei padroni di casa non permette loro di riavvicinarsi a meno di 4 punti (46-50 al 37’30”). Qui probabilmente la giocata che decide il match: Novellara appoggia palla a Ciavolella che in penetrazione abbassa la spalla e va ad urtare Cristalli: canestro convalidato e libero aggiuntivo per il +7 ospite; un’azione per parte senza realizzare, poi Marchi sfrutta l’ennesima infrazione di passi sanzionata a Novellara per realizzare il -5 ad un minuto dalla fine (48-53). Pressing Granarolo, 5° fallo sanzionato a Neviani che pensa bene di farsi sanzionare anche un tecnico: 2/3 di Rinaldi e Novellara a +7. Granarolo recupera palla (ancora passi!), ma Ballini fallisce da 3 e Marchi fa fallo su El Ibrahimi che arrotonda a +8; Carrera chiama timeout per provare a salvare la differenza canestri (all’andata Granarolo aveva vinto di 6), ma l’ennesimo tiro sul ferro della serata rende praticamente impossibile (a meno di incredibili risultati) la possibilità per gli uomini di Carrera di provare ad inseguire il traguardo play off.

BERNAITALIA – CVD BASKET CLUB 66 – 63

(24-24; 39-36; 45-47)

Virtus Medicina: Magnani 2, Tinti 7, Marinelli 5, Mini 12, Govi 14, Biguzzi 15, Lorenzini 3, Barba ne, Canovi, Rambelli 8. All. Curti.

Casalecchio: R .Dawson 13, Trois 2, J. Dawson ne, Penna 3, Vettore 3, Perini 5, Ghiacci 18, Fuzzi 9, Taddei, Tapia 3, Falzetti 7. All. Brochetto.

DOLPHINS – POLISPORTIVA MOLINELLA 69 – 78

(24-22; 37-52; 63-66)

Riccione: Egbutu ne, Muccioli ne, Mazzotti 11, Pulvirenti 16, Cardinali 8, Ambrassa 8, Brattoli 8, Bologna, Chavdarov 9, Chistè ne, Biagini ne, De Martin 9. All. Agostini.

Molinella: Tugnoli 11, Quartieri 6, Piazzi 2, Zuccheri 12, Folesani 2, Cesari 7, Sighinolfi 16, Quaiotto 8, Innocenti 12, Frazzoni 2. All. Baiocchi.

CLASSIFICA

VIRTUS MEDICINA 32 19 16 3 1497 1314 +183
ACADEMY FIDENZA 30 18 15 3 1473 1246 +227
LG COMPETITION CAST. MONTI 26 18 13 5 1413 1174 +239
GUELFO CASTEL GUELFO 26 18 13 5 1367 1223 +144
NOVELLARA 24 19 12 7 1284 1297 -13
ANZOLA 22 19 11 8 1355 1334 +21
CASTENASO 20 19 10 9 1411 1457 -46
GRANAROLO BASKET 18 19 9 10 1351 1339 +12
MOLINELLA 16 18 8 10 1175 1192 -17
SCUOLA BASKET CAVRIAGO 14 19 7 12 1298 1318 -20
CVD CASALECCHIO 14 17 7 10 1116 1144 -28
CASTELFRANCO EMILIA 14 19 7 12 1341 1467 -126
RICCIONE 12 19 6 13 1306 1481 -175
OLIMPIA CASTEL SAN PIETRO 6 18 3 15 1247 1477 -230
REBASKET CASTELNUOVO 4 19 2 17 1198 1369 -171

Serie D, la Grifo si conferma l’anti-Santarcangelo. Castellana sbanca Reggio Emilia

SERIE D/A 21° Giornata

STARS – H4T 67 – 65

(24-21; 46-38; 52-47)

Stars: Bertoncello 7, Tazzara 8, Landuzzi 6, Regazzi 4, Morando 15, Skocaj 4, Pistacchio 8, Branchini, Marino ne, Passarelli, Santilli 15, Taroni ne. All. Bandiera.

S.P. Vignola: Ganugi 7, Badiali 3, Quansah ne, Barbieri, De Martini 16, Caltabiano ne, Carretti 4, Paladini 3, Guidotti 15, Franchi 5, Amici 12, Pevarello ne. All. Smerieri.

F.FRANCIA PALL. – SAMPOLESE BK 75 – 61

(15-16; 34-29; 51-49)

Zola Predosa: Galli 12, Perrotta 4, Gamberini 15, Zini 3, Maselli ne, Barilli Fe. 1, Masina 12, Barilli Fi. 4, Pagano 8, Bosi 2, Bavieri, Romagnoli 14. All. Piccolo.

San Polo d’Enza: Tognoni 5, Nicolini 4, Siani ne, Davoli 5, Corrone, Braglia 8, Tondo 13, Benevelli 11, Fassinou ne, D’Amore 15, Hasa. All. Immovilli.

PALLACANESTRO FULGOR FIDENZA – ANTAL PALLAVICINI 68 – 62

(17-18; 33-34; 55-50)

Fidenza: D’Esposito 13, Baratta, Erickson 16, Montanari 2, Rivetti, Roma 19, Gelmini 1, Imeri 4, Parmigiani 9, Ceci A. 4. All. Fiesolani.

Pallavicini Bologna: Spadellini 11, Tosiani 8, Cenesi 7, Tabellini, Guizzardi, Benuzzi 10, Sgargi 12, Galeotti 9, Bartolotta 5. All. Bignotti.

SPORT SERVICE – POLISPORTIVA CASTELLANA 59 – 67

(15-13; 31-29; 45-53)

La Torre Reggio: Davoli A. 12, Mazzi G., Canuti 2, Pezzarossa 13, Mazzi F. 13, Mussini, Lavaggi, Margaria 10, Orlandini 7, Davoli L. ne, Giaroli ne. All. Spadacini.

Castelsangiovanni: Belli 2, Brandolini 12, Eccher 7, Montafia 3, Baldini 2, Zamboni 22, Villa 6, Mori 11, Mazzocchi 2, Brandolini ne. All. Fanaletti.

Lo spareggio salvezza è appannaggio del Castellana, che vince sul campo della Sport Service e compie un importante balzo in avanti per evitare i play-out. Partono meglio i padroni di casa, avanti fino all’11-6, con Alberto Davoli protagonista e poi ancora in controllo nei primi minuti del secondo quarto (22-15), mentre sul fronte opposto scalda i motori Zamboni, permettendo ai suoi di contenere il divario al 20’ (31-29). La ripresa segna il calo dei grigiorossi e la progressiva crescita degli ospiti, che mettono la freccia sul 38-40 a metà della terza frazione e, da lì in poi, non si voltano più indietro.

VENI BASKET – BASKET VOLTONE MASCHILE 56 – 47

(21-18, 35-31; 43-47)

San Pietro in Casale: Gamberini 2, Minozzi G. 10, Vinci 5, Brunetti ne, Sgarzi 1, Settanni 3, Frignani 17, Ghedini 5, Pastore, Pederzoli 13. All. Minozzi M.

Monte San Pietro: Calvi 10, Galassi 5, Giacometti A. 6, Sanguettoli 4, Giacometti J., Codicini, Ferraro 6, Verdoliva 4, Maresi 2, Magi 6, Di Stefano ne, Lelli 4. All. Torrella.

PALL. NAZARENO – VIS BASKET PERSICETO 67 – 78

(19-25; 33-40; 49-56)

Carpi: Compagnoni 28, Goldoni 2, Pivetti, Pravettoni 15, Spasic 4, Marra 6, Cavallotti ne, Bonfiglioli ne, Saetti, Doddi 12. All. Testi.

San Giovanni in Persiceto: Genovese 13, Chiusoli, Cornale 11, Scagliarini 1, Chiapparini 7, Ferrari, Papotti 5, Bertolozzi 12, Pasquini 13, Gamberini, Almeoni 16. All. Berselli.

UNIONE SPORTIVA AQUILA – ALTEDO BASKET 55 – 71

(17-16; 30-27; 43-53)

Luzzara: Galeotti 2, Salati, Stellato 12, Petrolini 12, Gruosso 8, Costantino 5, Pasini 7, Salzano 7, Beltran, Torreggiani 2. All. Campedelli.

Altedo: Govoni 7, Soresi 12, Baccilieri 18, Governatori 16, Caprara 2, Gnudi 1, Menna 2, Tradii 2, Bulgarelli 11, Ramponi. All. Marchesini.

ATLETICO BASKET – MOLINO GRASSI 78 – 60

(16-11; 32-29; 56-38)

Atletico: Veronesi Gr. 11, Campanella M. 4, Rossi 8, Grassi 3, De Simone 6, Diop 6, Artese, Flori 11, Veronesi G.L. 10, Campanella E. 6, Pedroni 5, Zappoli 8. All. Pietrantonio.

Magik Parma: Bazzoni 9, Donadei 2, Malinverni L. 6, Aimi 4, Secli 4, Diemmi 6, Cavaglieri 7, Guidi 19, Berlinguer, Botti 3. All. Lopez.

La Molino Grassi torna sconfitta dalla trasferta in casa dell’Atletico. I padroni di casa partono aggressivi come al solito in difesa e, grazie ai molti palloni recuperati, soprattutto a rimbalzo, si portano in vantaggio. La reazione della Magik arriva dall’area pitturata, dove Aimi e Guidi la fanno da padrone. Nel secondo quarto la zona proposta dai parmigiani inceppa l’attacco bolognese che, in difesa, fatica ad arginare le accelerazioni di Malinverni e Bazzoni, mentre Diemmi e Cavaglieri colpiscono dalle linee esterne. Dopo l’intervallo lungo l’Atletico ingrana la quinta, mentre la Magik rimane negli spogliatoi e subisce un secco 24 a 9 che di fatto chiude l’incontro. Nell’ultima frazione i bolognesi non devono far altro che gestire il vantaggio, con i parmigiani che ritagliano minuti di esperienza per i giovani Botti e Berlinguer.

CLASSIFICA
VIS PERSICETO 38 21 19 2 1406 1173 +233
FRANCESCO FRANCIA ZOLA 34 21 17 4 1448 1334 +114
ATLETICO BOLOGNA 32 21 16 5 1539 1361 +178
ALTEDO 28 21 14 7 1427 1329 +98
PALLAVICINI BOLOGNA 26 21 13 8 1470 1369 +101
FULGOR FIDENZA 24 21 12 9 1329 1269 +60
SCUOLA PALL. VIGNOLA 24 21 12 9 1294 1242 +52
VOLTONE ZOLA 20 21 10 11 1416 1396 +20
VENI SAN PIETRO IN CASALE 18 21 9 12 1331 1388 -57
MAGIK PARMA 18 21 9 12 1313 1442 -129
NAZARENO CARPI 16 21 8 13 1373 1418 -45
STARS BOLOGNA 16 21 8 13 1404 1471 -67
CASTELLANA CASTEL S.GIOVANNI 14 21 7 14 1252 1413 -161
LA TORRE REGGIO EMILIA 12 21 6 15 1280 1375 -95
SAMPOLESE 10 21 5 16 1159 1275 -116
AQUILA LUZZARA 6 21 3 18 1244 1430 -186

SERIE D/B 21° Giornata

SAN MAMOLO BASKET – BELLARIA BASKET 62 – 66

(16-18; 28-33; 47-46)

San Mamolo: Zambonelli 1, Baietti 8, Bamania 4, Bianchini 2, Quadri S. 3, Sterpi 3, Santinelli, Valenti, Quadri A., Tosini 11, Boccardo 4, Sgarzi 26. All. Morra.

Bellaria: Sacchetti 10, Stabile, Raffaelli, Provesi 3, Fornaciari 5, Baldassarri, Montanari 2, Galassi 4, Bindi 3, Scarone 27, Russu 12. All. Ferro.

SCUOLA BASKET FERRARA – CESTISTICA ARGENTA 66 – 69

(16-21; 35-38; 49-50)

Scuola Basket Ferrara: Pusinanti 4, Ardizzoni 5, Bertocco 23, Rimondi Ri. 6, Rimondi Ro. 9, Bereziartua 7, Ferrarini 5, Roversi, Seravalli 7, Vigna, Malaguti, Romagnoni. All. Schincaglia.

Argenta: Alberti A. 1, Alberti D. 22, Zanetti 12, Pasquali 2, Quaiotto 6, Nicoletti, Scardovi 2, Bottoni 12, Mortara 2, Malagolini 8, Di Tizio 2, Pasetti. All. Panizza.

In un Palapalestre gremito, la Cestistica bissa il successo della gara d’andata ottenendo due punti di capitale importanza per la corsa ai play off. Sin dalle prime battute le due compagini mettono in campo fisicità e ritmi elevati, agevolati da un metro arbitrale “all’inglese”; Argenta è precisa dalla lunga distanza e, con due triple di capitan Zanetti, si porta a +5 (3-8) al minuto 6’30”. Bertocco risponde per i padroni di cas,a ma un altro mini-parziale targato Alberti Davide dilata la forbice a otto lunghezze (5-13) a metà parziale. La Scuola Basket, strigliata da coach Schincaglia, reagisce ed è ancora Bertocco a firmare il -1 (14-15) a 1’56” dalla prima sirena, prima dell’ulteriore allungo ospite firmato dalle triple di Alberti Davide e Quaiotto per il +5 (16-21) con cui si conclude il primo quarto di gioco. Nel secondo parziale, due canestri dai 6,75 di Malagolini ed una penetrazione di Zanetti firmano il massimo vantaggio per la Cestistica che vola  sul +11 (20-31) al minuto 6’14” , ma due sanguinose palle perse convertite in canestro da Rimondi e Bereziartua e le penetrazioni di Bertocco, prima riportano i padroni di casa a contatto (30-33), poi Ferrara mette il naso avanti con un piazzato di Bereziartua per il  +1 (35-34) a 1’47” dall’intervalllo lungo. Di Tizio, nel pitturato, firma il contro sorpasso e Alberti Davide, sulla sirena, manda le squadre al riposo sul +3 Argenta (35-38). Alla ripresa del gioco le squadre faticano a trovare la via del canestro e si segna prevalentemente dalla lunetta. A 3’ dalla terza sirena Mortara dall’angolo sigla il +4 Cestistica (41-45); Pusinanti tiene i suoi a contatto prima che due triple, Quaiotto per gli ospiti e Ferrarini per i padroni di casa, stampino sul tabellone il 49-50 che chiude il terzo parziale. Nella frazione di chiusura  Argenta sembra dare la spallata decisiva all’incontro portandosi di nuovo a +10 (53-63), grazie ai canestri da oltre l’arco di Davide Alberti e del play Bottoni  che punisce anche in penetrazione. La Scuola Basket, però, non si arrende e, grazie alla precisione ai liberi, erode progressivamente il divario sfruttando anche un improvviso “black out” offensivo dei ragazzi di coach Panizza. Pusinanti e Bertocco firmano il -3 (64-67) a -40″; Davide Alberti imbuca il liberi del nuovo + 5 Cestistica (64-69) prima che Bertocco, sempre dalla linea della carità, firmi il -3 (66-69) a 34″ dalla conclusione. Argenta in attacco gestisce  il cronometro e va alla conclusione con Alberti Davide, palla che sbatte sul ferro e sul ribaltamento di fronte Pusinanti ha l’occasione di impattare da oltre l’arco, ma sbaglia e il derby se lo aggiudica la Cestistica.

PARTY & SPORT – P.G.S. WELCOME 75 – 83

(17-18; 32-40; 52-56)

P&S Ozzano: Guidetti, Fioravanti 18, Dozza 13, Beccari 4, Marchi 4, Fierro 8, Zerbini 8, Lazzari 6, Rizzoni, Passatempi ne, Miceli 14, Tagliati. All. Benini.

Pgs Welcome: Lamborghini L. 18, Calzolari 11, Lamborghini S. 1, Betti, Bernardini, Bertacchini 5, Sabbioni 4, Sommavilla 5, Brunello 18, Ferrulli 8, Orlandi 13. All. Bulgarelli.

AICS JUNIOR BASKET – PALLACANESTRO BUDRIO 289 76 – 65

(24-18; 56-34; 67-44)

AICS Forlì: Bergantini F. 12, Bergantini L., Valgimigli 12, Perugini 2, Ravaioli 21, Totaro 10, Crocini 2, Galeotti, Nervegna, Bergantini R., Mariani 15, Bacchini 2. All. Chiadini.

Budrio 289: Cesario 8, Tuccillo 2, Manini 18, Campagna, Lazzari, Zitelli 15, Rondelli, Zambon 22, Quarantotto 1. All. Bovi.

CURTI – IMMOBILIARE 2000 42 – 71

(9-20; 16-39; 34-51)

International Imola: Cai 8, Benghi 2, Dalmonte 3, Scagliarini 3, Ricci, Sassi 1, Ciampone, Ginevri, Martini 9, Borgognoni 16, Salvati. All. Carretto.

Giardini Margherita: Alaimo 7, Grassitelli 12, Pancaldi 7, Florio 2, Grandi 3, Bonesi 6, Paccagnella 5, Pellegrinotti 3, Cataldo 7, Pierini 16, Lambertini 3. All. Righi.

Una partita senza storia, decisa già nei primi venti minuti quella tra la Curti e i più forti e determinati Giardini Margherita. Gli ospiti hanno spinto sull’acceleratore fin dalla palla a due, annichilendo subito i biancorossi, spenti in attacco, con quattro triple del dueo Cataldo-Pierini nel primo quarto, proseguendo l’inerzia anche nel secondo favoriti dagli errori al tiro e le tante palle perse di Imola. Una riscossa della Curti c’è nel terzo periodo, rianimata da un piccolo break di 6-0 che almeno dà una scossa. Con un po’ di energia i giovani imolesi accorciano fino al 29-45 (e non fanno meglio solo per i tanti liberi sbagliati) aggiudicandosi la vittoria della frazione (18-12). Nell’ultimo quarto la musica torna quella dell’inizio e, così, i Gardens possono festeggiare alla grande.

CNO SANTARCANGELO BASKET – CRAL E. MATTEI 95 – 50

(25-14; 51-26; 66-41)

Santarcangelo: Tomassini 5, Giuliani 4, Canini 6, Cunico 6, Fusco 18, Dini 15, Raffaelli 18, Mondin 6, Tognacci 10, Pasini 2, Saponi 2, Guziur 2. All. Bernardi.

Ravenna: Gigante, Martini, Magnani 2, Bigazzi 3, Fabbri 15, Zannini, Bonaccorso, Thiam 12, Morigi L. 18, Morigi F. All. Casciello.

BASKET VILLAGE – AUDAX BASKET FERRARA 62 – 55

(19-18; 34-27; 48-41)

BK Village Granarolo: Bernardiello 2, Dalla 14, Farati 3, Fava 4, Banzi, Generali, Marcheselli L 12, Cerulli 7, Venturini ne, Meluzzi 9, Paoloni 9, Costa 2. All. Marcheselli E.

Audax Ferrara: Cara ne, Hinek 21, Virgili 7, Pigozzi 15, Ferraresi 5, Felletti Spadazzi 4, Terzi 1, Balboni 2, Bedetti, Gnani. All. Folchi.

Basket Village si porta a casa la quarta vittoria in sette partite, la terza di fila, contro un’Audax Ferrara che, come i padroni di casa, è in corsa per la salvezza.

La squadra ospite sembra partire meglio, trascinata da Pigozzi, autore dei primi 7 punti per Ferrara, con Granarolo che invece sembra faticare in attacco. Ci pensa allora Meluzzi, che prima sblocca il punteggio con un jumper dalla lunetta, per poi infilare una tripla che vale il 7-9. Ferrara prova ad alzare il ritmo della partita correndo ad ogni occasione, mentre i ragazzi di coach Marcheselli pensano più a giocare a metà campo, trovando in capitan Luca Marcheselli un ottimo terminale offensivo (8 punti di fila per lui), che danno a Basket Village il vantaggio sul finire del primo quarto. Nel secondo quarto Ferrara prova a rifarsi sotto e piazza un parziale di 2-6, sfruttando le difficoltà offensive dei padroni di casa che faticano a trovare la via del canestro. Ma è ancora Marcheselli che dà il via ad un parziale di 7-0, capitalizzato da una tripla di Paoloni, che fissa il punteggio sul 28-21. Granarolo sembra potersene andare, ma qualche errore di troppo in difesa dato dall’eccessiva foga di recuperare il pallone, permette all’Audax di rimanere a contatto, chiudendo il periodo a -7. Al rientro dall’intervallo, ancora una volta, Basket Village parte a rilento, concedendo agli ospiti di tornare a -3, prima che un 3/4 ai liberi di Cerulli ristabilisca le distanze. I tentativi di Ferrara di rifarsi sotto vengono ribattuti colpo su colpo da Granarolo, soprattutto grazie a Dalla, miglior marcatore dei padroni di casa e autore di una tripla importante per mantenere gli ospiti a distanza. Nell’ultimo periodo, dopo un momento di rilassamento, grazie a Fava e alla tripla di Paoloni, Basket Village sembra poter chiudere i conti una volta per tutte, toccando il massimo vantaggio sul +12 e arrivando ad 1’30” sul +10 (60-50), nonostante le 3 triple messe a segno da Ferrara (due di Pigozzi e una di Hinek). Hinek però non si arrende e segna 5 punti consecutivi che riportano Ferrara a -5 a 30″ dalla fine. Dalla si guadagna due tiri liberi, che vanno entrambi a segno e chiudono definitivamente la pratica, permettendo a Basket Village di salire a 8 punti in classifica, a +2 su Ravenna ultima e -2 dalla stessa Audax, appena sopra.

VB – ARTUSIANA 71 – 66

(20-15; 38-35; 52-57)

Grifo Imola: Cenni, Castelli 3, Bartoli 7, Dirella 10, R. Lucchetta 8, Brusa ne, Lanzoni 9, Orlando 15, S. Lucchetta, Zaccherini, Sgorbati 7, Pasini 12. All. Palumbi.

Forlimpopoli: Vitali, Rossi 22, Biondi ne, Balistreri, Conocchiari 13, Calboli 2, Piazza 2, Serrani 20, Arfelli, Sunday ne, Servadei 7. All. Agnoletti.

Partita al cardiopalmo al “Ruggi” tra due squadre che si equivalgono e valgono la posizione di classifica che occupano. Il primo vantaggio è degli ospiti 4-9 dopo due minuti e mezzo. Bartoli con due rubate trasformati in due assist, rimette le cose a posto con Pasini che chiude il parziale pro Grifo con una tripla (11-9 a metà quarto). Sulla ali dell’entusiasmo la VB arriva al 15-9 con un parziale di 11-0 che costringe coach Agnoletti a pensarci un po’ su. Al rientro è Serrani a fare 4 punti e a richiudere il buco. A cavallo della prima pausa la Grifo riprende un po’ di vantaggio che Rossi con 7 punti filati fa svanire (24-22 dopo tre minuti). R. Lucchetta con due rimbalzi offensivi e con Orlando che segna permettono ai suoi di riprendere fiato (31-22 a metà quarto). Coach Agnoletti ordina una uomo che dopo dieci secondi diventa una 3-2 che mette in difficoltà le bocche da fuoco imolesi e Servadei riporta l’ABF davanti 34-35 a un minuto dalla pausa the. Una tripla di Lanzoni e un tecnico a coach Agnoletti a nove decimi di secondo dalla sirena per proteste su un fallo di Rossi permettono alla Grifo di andare alla pausa davanti. Nel terzo periodo la Grifo arriva due volte a + 8e nella seconda occasione (50-42) l’ABF ritorna con la zona 3-2. Di nuovo la Grifo va in affanno e Rossi (8p.) e Servadei riportano l’ABF davanti (50-52). Gli ospiti proseguono fino al +6. Poi improvvisamente gli attacchi si inceppano e per tre minuti ad inizio quarto periodo non si rovina la retina. Ci pensa Dirella per il 58-61 subito imitato da Bartoli per il nuovo pareggio di metà quarto. Conocchiari non ci sta e ne fa 4 per il 61-65. L’ultimo minuto si apre con una persa sanguinosa dell’ABF ancora avanti di un punto. Sull’azione successiva Pasini subisce fallo (1/2 a 34”). Ancora fallo della difesa a rimbalzo e Lanzoni fa 2/2 (68-66 a 30”). A 18” nuova persa dell’ABF, fallo su Dirella (1/2), nuovo fallo a rimbalzo e Riccardo Lucchetta è glaciale (71-66 a -15”). Ancora palla conquistata dalla Grifo e preghiera per la differenza canestri che non va. L’andata era finita con la vittoria dell’ABF di otto lunghezze, per cui Forlimpopoli rimane col vantaggio nello scontro diretto, ma adesso è a 4 punti dietro.

RECUPERO

CURTI – DULCA 64 – 67

(16-13; 26-27; 43-53)

International Imola: Cai 16, Benghi 13, Dalmonte, Scagliarini 3, Benini ne, Sassi 5, Ciampone 3, Ricci Lucchi ne, Ginevri 3, Martini 8, Borgognoni 13, Salvati. All. Carretto.

Santarcangelo: Giuliani 2, Canini, Cunico 6, Fusco 8, Tomassini 17, Dini 11, Raffaelli 2, Tognacci 2, Pasini, Guziur, Saponi 16, Mondin 3. All. Bernardi.

La Curti esce sconfitta dall’incontro casalingo con il Santarcangelo, recupero della 14esima giornata di andata, al termine di una gara combattuta sino alla fine contro la capolista che, per pochissimo, i biancorossi non sono riusciti a portare a casa. Primi due quarti equilibrati, con Imola capace di recuperare ai più quotati ospiti. Nel terzo quarto un allungo sul +4 è presto ripreso dagli Angels che sfruttano un black-out dell’attacco imolese e di talento salgono fino al 41-47 al 28′. A suon di triple il gap si allunga sul 43-58 a inizio ultimo quarto, ma un 7-0 imolese, condito da preziose difese, vale il 50-58 al 35′. Imola fatica a schiodarsi da quel -8 che caratterizza la seconda parte di gara, ma insistendo sul pressing arrivano preziosi recuperi e un break che, con la tripla di Cai di tabella, vale il 61-64 a 45” dalla sirena. Imola prova a difendere e bloccare con i falli i giochi di Santarcangelo, ma alla fine Cunico è bravo a infilare il cesto del 61-66 a 9” dalla fine. Un’altra tripla di Cai vale il 64-66 a spiccoili dalla sirena, quindi Cunico ai liberi fa 1/2 e nell’ultimo tentativo, la preghiera finale di Cai non va a segno.

CLASSIFICA

CNO SANTARCANGELO 40 21 20 1 1719 1309 +410
GRIFO  IMOLA 36 21 18 3 1536 1307 +229
ARTUSIANA FORLIMPOPOLI 32 21 16 5 1504 1331 +173
AICS FORLI’ 32 21 16 5 1470 1308 +162
ARGENTA 26 21 13 8 1568 1427 +141
IMMOBILIARE 2000 BOLOGNA 26 21 13 8 1415 1317 +98
S.B. FERRARA 22 21 11 10 1354 1359 -5
BELLARIA 22 21 11 10 1460 1528 -68
SAN MAMOLO BOLOGNA 18 21 9 12 1314 1268 +46
PARTY&SPORT OZZANO 16 21 8 13 1435 1490 -55
PGS WELCOME BOLOGNA 16 21 8 13 1360 1438 -78
PALL. BUDRIO 289 14 21 7 14 1357 1500 -143
INTERNATIONAL IMOLA 12 21 6 15 1322 1440 -118
AUDAX FERRARA 10 21 5 16 1249 1397 -148
BASKET VILLAGE GRANAROLO 8 21 4 17 1196 1461 -265
SPEM MATTEI RAVENNA 6 21 3 18 1096 1475 -379

Under 15, l’Oneteam batte la Reggiana e c’è la prima volta per la BSL

DNG/D

17° Giornata

BASKET 2000 R.E. – POL. PONTEVECCHIO 73 – 80

POL. GIOVANNI MASI – CASSA DI RISPARMIO FORTITUDO103 28/02/2017 – 21:30

Palazzetto Cabral – Via Allende 5 San Biagio CASALECCHIO DI RENO (BO)

B.S.L.  – PALL. REGGIANA 60 – 62

(13-16; 30-35; 46-46)

San Lazzaro: Fabbri, Baietti 26, Curti 6, Scandellari, Bonesi 4, Zambon 7, Branchini, Annunzi 2, Trebbi, Puzzo 6, Zambonelli 9. All. Lelli.

Reggiana: Manni, Belli Ekolongo, Fontanili 5, Strautins 16, Lusvarghi 4, Mitt ne, Zampogna 3, Bonacini 6, Degli Esposti 11, Bondioli 4, Vigori 13. All. Slanina.

UNIPOL BANCA VIRTUS PALL. – SALUS PALL. BOLOGNA 92 – 56

(23-13; 43-24; 67-40)

Virtus: Zanotti, Gianninoni 9, Salsini 9, Nanni 8, Carella 10, Rubbini 15, Rossi 11, Jurkatamm 9, Berti 12, Oyeh 6, Rosa 3. All. Vecchi.

Salus: Taddia, Veronesi 9, Bergamaschi, Scalone 3, Trost 2, Baraldi 5, Paciello 16, Conidi 5, Caffagna, Mascagni, Fasano 9, Venturi 7. All. Seletti.

VIS 2008 – JUNIOR BASKET 74 – 43

(21-12; 44-21; 59-31)

Vis Ferrara: Grazzi 17, Brilli 2, Vivarelli 5, Kekovic 9, Fiore 4, Verrigni 11, Mastrangelo 9, Gnani 3, Gamberini 6, Caridi, Drigo 5, Labovic 3. All. Spettoli.

Ravenna: Scaccabarozzi 4, Mazzesi 6, Bernardi, Polyeschuk 8, Montigiani 3, Giardini, Donati 2, Seck 17, Mercatali 2, Tassinari 1. All. Massari.

CLASSIFICA

Virtus BO 30; Reggiana 26; Vis 2008 22; Pontevecchio BO 20; Salus BO* 18; Basket 2000 RE 14; Masi Casalecchio, Fortitudo 103 BO 10; Bsl San Lazzaro 6; Junior RA* 2.

UNDER 16 15° Giornata

VIS 2008 – POL.COMPAGNIA 76 – 57

(24-15; 40-28; 65-35)

Vis 2008 Ferrara: Veronesi 13, Tomcic 20, Benetti, Cavara, Branchini 5, Tuccillo 6, Fabbri 3, Tongue 7, Bacilieri, Rimessi 3, Leprotti 5, Manojlovic 14. All. Santi.

Compagnia dell’Albero Ravenna: Schiavone 8, Monti, Bernardi A. 2, Goi 13, Mingozzi 3, Cantoro 7, Fussi 11, Campajola 2, Manolov 2, Chiarini, Morgagni 9, Morigi. All. Ambrassa.

B.S.L. – CASSA DI RISPARMIO FORTITUDO103 54 – 89

(11-18; 28-38; 47-60)

San Lazzaro: Bettocchi 2, Sani 2, Scapinelli 16, Righi 4, Zanarini, Tepedino 2, Candini 4, Vacchi 12, Zambon 5, Zuppiroli 2, Pistillo 5. All. Bettazzi.

Fortitudo: Balducci 13, Zanetti 27, Palmentiero 2, Nestola 10, Lambertini, Magnolfi 7, Veneroso 7, Ranieri 8, Prunotto 8, Gherardi, Tognoni 7, Cinti. All. Lolli.

PALL. REGGIANA – BASKET RIMINI CRABS 14/03/2017 – 20:15

Palestra D.Chierici – Via Cassala 10/d REGGIO NELL’EMILIA (RE)

UNIPOL BANCA VIRTUS PALL. – G.S. INTERNATIONAL BASKET 120 – 68

(28-11; 58-25; 83-47)

Virtus: Nicoli 18, Deri, Boni 6, Casarini 9, Paratore 24, Corradini 2, Lucarini 2, Guidi 30, Vivarelli, Perini 10, Guastamacchia 17, Cavallari 2. All. Consolini.

Imola: Tellarini, Mazzini, Torreggiani, Spinosa 8, Calabrese 10, Wiltshire 13, Bollati 9, Bisi 9, Casadei, Ricci Lucchi 4, Ravaglia 13, Genoni 2. All. Dalmonte.

CLASSIFICA

Fortitudo 103 BO, Virtus BO 26; Reggiana 24*; Crabs RN 16; Vis 2008 FE 12; International Imola 8; Bsl San Lazzaro 6; Compagnia RA 0.

UNDER 15 18° Giornata

G.S. INTERNATIONAL BASKET – BASKET CRABS 66 – 50

(15-7; 30-24; 44-39)

Imola: Baroncini 5, Cassarino, Poloni 15, Fazzi 9, Marabini 3, Mondini ne, Franzoni 7, Jiofak 2, Mendez Rodriguez 3, Magliocca 1, Marangoni 21, Bosio. All. Carretto.

Rimini: Morolli 14, Baroni 14, Rinaldi, Rosario Cruz 11, Piscaglia 4, Gamboni 4, Corsetti 1, Casoli 2. All. Luongo.

I Crabs, vittime di una inaspettata quanto improvvisa epidemia, salgono ad Imola per l’ultima gara della prima fase regolare con soli 8 giocatori e, dopo una partita molto combattuta, cedono nel finale al bombardamento di casa (66-50).

Avvio di gara avarissimo di canestri, soprattutto in casa Crabs: 4-0 dopo 5′, i rimbalzi offensivi e le triple di Mendez e Marangoni danno il là al +10 (14-4) prima del 15-7 finale, con i Rimini a segno con un solo canestro dal campo (di Piscaglia). Nella seconda frazione, però, i granchietti raddrizzano la partita: Gamboni e Corsetti (per lui anche 4 stoppate) sono più reattivi a rimbalzo, Piscaglia e Morolli lanciano la rimonta ospite che si completa con una rubata di Baroni, che in solitudine va a depositare il canestro del 18-18 a metà periodo. I Crabs completano un parziale di 9-2 toccando il massimo vantaggio sul 18-21, ma negli ultimi 3′ del tempo sale in cattedra Poloni che con le sue triple permette all’International di andare al riposo con 6 punti di vantaggio (30-24). Il terzo periodo parte con un 4-0 Imola che vale nuovamente il +10 (34-24). Ma Rimini non si scompone e trascinata da Baroni e Morolli comincia a rimontare: nel mezzo ci sono anche un tecnico a Franzoni ed uno alla panchina, il parziale dei Crabs arriva a 9-0 e la gara è di nuovo aperta (34-33). Imola non segna per 4 possessi consecutivi, ma i Crabs mancano sempre il canestro del sorpasso, sbagliando due tiri e commettendo due banali infrazioni di passi. E’ Casoli in penetrazione a regalare la parità (35-35), poi ancora Baroni con la specialità della casa – recupero e contropiede – va a realizzare il 35-37 a 3′ dalla sirena. Sarà questo l’ultimo vantaggio dei Crabs, per altro subito spazzato via dalla tripla di Poloni (38-37). Ancora infrazioni e perse per i Crabs (alla fine lo score reciterà ben 39 palle perse per i granchietti!), mentre sul fronte di casa la mano dai 6,75 è caldissima e Baroncini e Marangoni ne infilano due di fila che spaccano nuovamente la partita (44-37 prima del 44-39 finale di quarto). Ma la gara non è ancora finita, perché i Crabs ne hanno ancora e con 4 punti consecutivi di Rosario Cruz raggiungono la nuova parità (46-46 a -6’40”). Lo stesso Rosario ha in mano il pallone del sorpasso ma sbaglia l’appoggio al tabellone e, come nel più classico dei casi, sul fronte opposto arrivano tre triple consecutive di Marangoni che ammazzano la partita (55-48). Da questa mazzata i Crabs non si riprendono più, Imola gestisce il suo vantaggio e ad un minuto dalla fine con l’ennesima tripla, questa volta firmata da Fazzi (64-50), chiude ogni discorso.

B.S.L. – CASSA DI RISPARMIO FORTITUDO103 75 – 57

(17-26; 37-39; 55-50)

San Lazzaro: Omicini 21, Annunziata, Domenichelli 15, Chebbi 6, Bergonzoni 1, Gilioli 12, Ghedini 6, Vernoni 4, Meluzzi 4, Magnani 6, All. Rocca.

Fortitudo 103: Eaton 5, Palmirani, Lenzi 12, Di Pietro 2, Perrone 2, Venuto 3, Mondini, Montanari 2, David 5, Tornimbeni 10, Rossi 2, Lanzarini  14   All. Loperfido.

ONETEAM – REGGIANA 80 – 56

(20-9; 30-26; 58-36)

Forlì: Zambianchi 8; Gaspari 9, Torelli 4, Rinaldini, Camporesi, Creta 2, Fabiani 22, Prandini 12, Adamo 3, Squarcia 11, Bertoni 1, Ciadini 8. All. Nanni.

Reggiana: Piccini 6, Benevelli 1, Charfi 3, Simonazzi 2, Riccò 2, Marino 10, Pano, Branchini 11, Barazzoni 11, La Rocca 4, Parente 6, Lusvarghi, All. Quarta.

VIS 2008 – ASSIGECO POL. PIACENZA CLUB 51 – 69

(20-19; 35-36; 40-50)

POL. PONTEVECCHIO – UNIPOL BANCA VIRTUS 69 – 87

(16-22; 34-47; 49-63)

Pontevecchio: Antonetti 2, Apaga 4, Casanova, Celli, Collina 9, D’Agata 10, Flocco 9, Nguesso Tchonang, Simoncini 14, Succi 3, Torresi 16. All. Lepore.

Virtus: Tinti 2, Verde 2, Lullo 6, Peterson, Solaroli 7, Alberti, Masetti 3, Dalla, Orsi 19, Lolli 7, Battilani 21, Guastamacchia 20. All. Largo.

RECUPERO

VIS 2008 – REGGIANA 65 – 61

CLASSIFICA

Virtus BO 32; Oneteam FO 28; Reggiana 26; Piacenza BC 22; Vis 2008 FE, International Imola 18; Fortitudo 103 BO, Crabs RN 12; Pontevecchio BO 8; Bsl San Lazzaro 2.

Promo, va al Basket Sole la sfida “astronomica”. Impresa Crevalcore, Medolla al tappeto!

19° Giornata

GIRONE A

POL. D. VIRTUS PONTEDELLOLIO – S.ILARIO BASKET 73 – 68

(20-12; 36-33; 54-48)

Ponte dell’Olio: Tirelli 13, Gregori 5, Guarnieri 3, Leggi 4, Bacigalupi, Busa, Totaro 13, Petkovski 2, Ponzi 20, Petrov 8, Lucev 5. All. Mambretti.

S. Ilario d’Enza: Setti M. 9, Medici, Reggiani, Rosi, Violi 10, Micucci 19, Reverberi 2, Mantovani, Dotti 22, Setti P. 6.

LOS HEAT – DUCALE MAGIK PARMA 49 – 88

(13-24; 34-41; 39-62)

Borgonovo: Laurenza 15, Assiemi, Rosario 8, Bellin 4, Garcia, Gorchs 10, Rosario 12, Diop. All. Aramini.

Ducale Parma: Bertolini 5, Gozzi 6, Solimé 8, Cappelletti 12, Frazzi 11, Giorgi 17, Tinelli 2, Allodi 17, Lestini 4, Caravita 3, Vento 3. All. Raffin.

BASKET SOLE – LASEMILIA 55 – 53

(13-11, 25-22, 46-39)

BK Sole Piacenza: Sebastiani, Mori 7, Moggi 2, Martinelli 15, Carboni 2, Capolicchio 4, Croci 6, Fusar Poli, Villani 11, Betti 8. All. Lavezzi.

Planet Parma: Ruozzi 17, Veronese 9, Giublesi 3, Franchini 5, Modica 3, Centofanti 6, Rosi 2, Servidei 6, Gianferrari 2, Adorni. All. Paletti.

Scontro al vertice che va ai padroni di casa del Basket Sole che, dopo una gara all’insegna dell’equilibrio, riesce a domare la rimonta di una Lasemilia combattiva e agguerrita nonostante le molte assenze per infortunio. Alla squadra di Paletti non bastano i 17 punti di Ruozzi, miglior marcatore della gara, ma non seguito (almeno dal punto di vista realizzativo dai compagni). Per i padroni di casa invece buona distribuzione di punti, con il solito Martinelli a comandare le operazioni, sostenuto dal duo Villani-Betti. Come detto partita in sostanziale equilibrio, con l’unico strappo, decisivo, che arriva nel terzo quarto, quando Basket Sole riesce a scavare un piccolo solco, mettendo tra se e la Planet un vantaggio di sette punti che riesce a mantenere fino alla fine, nonostante il ritorno degli ospiti che, nell’ultimo quarto, tengono i padroni di casa sotto la doppia cifra, ma non riescono a compiere l’aggancio.

MARCONI BASKET – CUS PARMA 58 – 70

(16-22; 27-35; 50-63)

Castelnovo Sotto: Montanari 2, Folloni 13, Castagnaro 3, Benassi 2, Baratta 4, Rancati 4, Bellagamba, Buttarelli 5, Aldrovandi 11, Setti 10, Bedenghi 4. All. Menozzi.

Cus Parma: Pattini 7, Bettera 8, Schianchi, Marzo 10, Carretta 3, Franchini 8, Maffini, Melissourgos 2, Giampellegrini 2, Furia M. 10, Tognazzi 18, Furia F. 2. All. Guareschi.

IRA TENAX – SALSOMAGGIORE CITY 52 – 65

(12-20; 23-41; 40-51)

Cortemaggiore: Righi 16, Dallavalle 3, Stecconi 6, Salardi 10, Faveri 6, Lucchini, Moia 2, Maccagni 2, Mile, Topalovic 7, Zanangeli ne. All. Meloni.

Salso: Usai 5, Spurio, Rattotti 6, Cigala 2, Avanzini Fi. 17, Besagni, Lettieri 11, Maccini 13, Longhi 6, Antonicelli 3, Avanzini Fa. ne. All. Allodi.

CLASSIFICA

BK Sole Piacenza, Cus Parma 28; Planet Parma, Salsomaggiore City 26; Virtus Pontedellolio, Ducale Parma 20; S. Ilario, Valtarese 12; Marconi Castelnovo 10; Ira Tenax Cortemaggiore 8; Los Heat Borgonovo 0.

GIRONE B

PALLACANESTRO SCANDIANO 2012 – NUBILARIA BASKET 89 – 68

(31-18; 50-32; 71-51)

Scandiano 2012: Perricone 2, Fontanesi 9, Ovi 3, Ballestri,  Guidetti 4, Astolfi 10, Vignali 9, Bigi 4, Cattani, Maioli S. 29, Ligabue 16, Maioli M. 3. All. Baroni.

Novellara: Gasparini 3, Lucchini 18, Bagni 14, Baracchi M. 7, Benassi 4, Baracchi A. 1, Folloni 5, Rossi 4, Bigliardi 6, Mantovani 6, Brioni. All. Soliani.

PALL. REGGIOLO – GO IWONS BASKET 55 – 44

(22-12; 26-26; 38-32)

Reggiolo: Caramaschi 9, Magnanini 4, Torreggiani, Colacicco 10, Vezzani 4, Cremaschi 16, Sereni 2, Bagni 3, Spaggiari, Mambrini 2, Berni, Neviani 5. All. Bortesi.

Albinea: Rossi, Landini 2, Marcacci 6, Canalini 3, Scianti 5, Talami 4, Pellegrini, Bonaccini 10, Rosi ne, Ferretti 12, Marani 2. All. Brevini.

U.S. REGGIO EMILIA – ROSTA NUOVA NAISMITH’S 66 – 108

(20-34; 38-51; 50-81)

U.S. Reggio Emilia: Braglia 11, D’Alpa 2, Petri 16, Paterlini 6, Beltrami 5, Verzellesi 6, Tarantini, Fevola 16, Bevivino 3, Folloni 1. All. Siani.

Rosta Nuova Reggio: Monti 18, Tassoni 7, Arata 9, Montanari 33, Galassi 9, Pezzuto 3, Gampena 6, Iori 14, Dimonte 7. All. Bartoli.

SPORT CLUB CASINA – BASKETREGGIO 64 – 70

(18-16; 36-30; 47-47)

Casina: Filippi 2, Grisanti, Cassinadri, Menechini 12, Vezzosi 4, Meglioli 6, D’Aurizio 7, Mammi 9, Sola 4, Nasi 20.

Basket Reggio: Spaggiari 12, Boselli 9, Prati 7, Camurri, Olivi, Bondavalli, Francia, Massari 7, Vioni 25, Della Porta 3, Ongarini 7, Tirelli. All. Vacondio.

BASKET CAMPAGNOLA E. – PALL. CORREGGIO 57 – 51

(20-5; 30-19; 37-40)

Campagnola: Manicardi, Fregni 7, Pirondini 4, R.Piuca 9, Gelosini 10, Soccetti 2, F. Piuca 4, Sueri, Sacchi 4, M. Rustichelli 15, Piccinini 2, Carpi ne. All: Nanetti.

Correggio: Flamini, Ligabue 8, Valli 3, Solera 3, Riccò 3, L. Guardasoni 7, Riccò 3, L. Rustichelli 17, Magnani 1, M. Guardasoni, Santini 6. All. Boni.

RECUPERO

CASINA – BIBBIANESE 41 – 64

CLASSIFICA

Bibbianese 28; Campagnola 26; Correggio 24; Basketreggio 22; Scandiano, Reggiolo 20; Nubilaria Novellara 18; Go Iwons Albinea 14; Rosta Nuova Reggio 12; Casina 6; U.S. Reggio 0.

GIRONE C

NAZARENO BASKET – MAGRETA 51 – 41

(7-7, 30-15, 47-30)

Carpi: Sbisà 10, Saetti, Barigazzi 7, Pivetti 7, Riboldi ne, Guidetti, Giannetti 3, Felettigh 20, Corni, Antonicelli 1, Foroni 3. All. Barberis.

Magreta: Leoni 6, Frigeri, Zavatta 3, Melegari 12, Ceglia, Guidetti 4, Bernabei 4, Bertoni 2, Balzino, Marcheselli, Galloni 9, Montanari 1. All. Garofalo.

DIABLOS BASKET – SCHIOCCHI BALLERS 65 – 57

(22-14; 36-28; 49-44)

Sant’Agata Bolognese: Franchini 8, Belosi 6, Gobbi 10, Violi 2, Terzi 7, Marzo 17, Patelli, Pellacani 15, Stanzani, Accorsi, Pederzini, Tedeschi ne. All. Serra.

Schiocchi Ballers Modena: Santonastaso 20, Binotti 2, Guidetti 4, Berardi 3, Minarini 5, Bertolini, Sassi 2, Petrella 15, Perini, Forghieri 2, Alessandrini 4, Righi ne. All. Bertani.

NEW BASKET MIRANDOLA – SBM BASKETBALL 49 – 43

(11-10; 26-24; 35-35)

Mirandola: Gabrieli 8, Baccarani 8, Galavotti 5, Barbi 1, Duca, Mattioli 1, Scaravelli 4, Battelli 6, Truzzi 11, Bega 5, Rossetti. All. Tognoni.

S.B. Modenese: Milanese, Sorge 10, Palazzi, Corradi 3, Bardelli 8, De Vitiis, Miranda 8, Lanza 4, Manfredini 1, Benati 6, Liguori 3, Motta. All. Manna.

I GIGANTI – P.G.S. SMILE 52 – 53 dts

(16-17; 27-29; 35-37; 45-45)

I Giganti di Modena: Scattolin 15, Bertelli 4, Larghetti, Pederzoli 4, Baraldini 2, Vellata 6, Mattioli 2, Rota, Marescotti 8, Alberti, Di Curzio 9, Villani 2. All. Davolio.

Formigine: Seidita, Vaccari, Barbieri 7, Gibertoni 3, Panico 4, Lucchi 6, Bernabei 16, Brugioni 2, Tejeda Castro, Lerario 4, Gasparini 11, Turco. All. Barbieri.

Si conferma bestia nera Formigine per i Giganti.

Padroni di casa molto contratti in avvio con la Pgs che prova a scappare due volte, 2-6 al 5′ e 9-15 all’8′, con i Giganti che riescono a rientrare grazie all’energia di Scattolin e a una buona circolazione di palla. Nel secondo quarto le percentuali si abbassano con gli ospiti sempre avanti di qualche punto: il punteggio alla pausa lunga recita 27-29. Alla ripresa delle ostilità il copione non cambia: si fatica a trovare la via del canestro e le palle perse e i tiri che si infrangono sul ferro si sprecano. Nell’ultima frazione i padroni di casa hanno un sussulto d’orgoglio e riescono a mettere il naso avanti sul 43-40 e successivamente sul 45-42 (al 38′); a questo punto, però, i modenesi compiono l’errore capitale di lasciare tirare da 3 punti Gasparini, che non ci pensa due volte e realizza la tripla del pareggio. Sul ribaltamento di campo i Giganti non riescono a trasformare e, pertanto, si va all’overtime. Le due squadre paiono stanche con il Pgs che dimostra qualcosa in più andando avanti nel punteggio; una tripla di Scattolin sembra spostare l’ago dalla parte dei padroni di casa, ma un jumper di tabella che gira un paio di volte sul ferro del solito Gasparini premia gli ospiti, che meritatamente portano a casa i 2 punti.

PALL. FORTITUDO – PALL. TEAM MEDOLLA 73 – 65

(16-10; 33-29; 50-45)

Crevalcore: Candini 15, Guido, Gambuzzi 8, Filippetti 3, Gallerani 7, Garuti 17, Valente 5, Fregni 6, Cremonini 5, Floro 2, Simoni 5. All. Gobbo.

Medolla: Galletti 5, Maini 10, Guarnieri, Mantovani 15, Ceretti 2, Besutti 5, Cresta, Barbieri 11, Spinelli 11, Costi, Berra 6. All. Carretti.

BASKET FINALE – UNIONE SPORTIVA CARPINE 80 – 66

(24-21; 42-31; 51-52)

Finale Emilia: Todisco 8, Borghi, Bergamini F., Musto 20, Covoni 3, Aspergo 8, Bergamini A. 20, Balboni 3, Golinelli 2, Forni 2, Vicenzi 10, Ganzerli ne. All. Bregoli.

Carpine: Meschiari 5, Veroni 4, Boni 3, Arletti 11, Marchi 11, Zaccarelli 5, Ferrari 2, Zanoli 1, Piuca 15, Silingardi ne, Ricchetti 9, Iacono. All. Lugli.

Bella partita in quel di Finale Emilia con, entrambe le squadre che partono forte segnando a raffica e mantenendo il punteggio alto, ma equilibrato. Nella seconda frazione Carpi sbaglia qualcosa di troppo e ne approfittano i padroni di casa per allungare. Dopo la pausa però cambia il trend della gara dove la Carpine riesce a limitare i tiratori finalesi e a concretizzare in attacco recuperando così il match e riportandolo in equilibrio. Equilibrio che rimane fino a 3′ dalla fine, dove i finalesi, con Alessandro Bergamini e Musto in serata di grazia, trovano i canestri dalla lunga distanza che non perdonano e chiudono il match.

CLASSIFICA 

Medolla, Schiocchi Ballers MO 32; Diablos S. Agata Bolognese 30; I Giganti MO*, Finale Emilia 20; New BK Mirandola 18; Fortitudo Crevalcore 16; Magreta, Nazareno Carpi, Pgs Smile Formigine 14; Scuola BK MO* 10; Carpine 6.

GIRONE D

MONTEVENERE 2003 A.GIORGI – TULIPANO HAPPY BASKET 47 – 56

(16-18; 23-37; 35-44)

Montevenere: Gironi 10, Guerrato 7, Cruzat 7, Fiorentini 14, Venturini, Brazioli 2, Moretto, Fantoni 2, Garavelli, Boschi 5, Lamandini. All. Orefice.

HB CastelMaggiore: Nanetti 5, Tolomelli 4, Pellegrino 8, Mancini, Carelli Mar. 6, Carelli Mat. 4, Giunchedi 16, Parotto 3, Cocchi 4, Pirazzoli 4, Dindi 2, Busi. All. Baraldi.

S.VANINI HORIZON BK RENO – STEFY BASKET 58 – 67

(23-19; 32-38; 45-50)

S.P. Horizon: Migliori, Di Stefano, Vanelli 3, Ferraro 17, Pelliccia, Neri 5, Nasi, Lelli 10, Lenzi, Maldini M. 2, Maldini S. 21. All. Muscò.

Stefy: Evangelisti 5, Belletti, Ziron 6, Lamborghini 4, Melchiorre 11, Marzioni 8, Agnoletti 12, Francia 4, Poli 1, Fabiani 4, Mannini 4, Bianchini 8. All. Scandellari.

PEPERONCINO LIBERTAS BK – ARGELATO BASKET 61 – 57

(11-18, 27-33; 50-42)

Mascarino: Trevisan 8, Malaguti 14, Bergami, Monari Mat. 4, Monari A. 17, Iannicelli 12, Bernardini 5, Bonfiglioli ne, Manzi ne, Fanti, Bellodi 1, Simoni. All. Monari Mar.

Argelato: Leonelli 15, Benassi 9, Rossi ne, Fabulli, Bolelli 2, Gadani 11, Accorsi 10, Riccioni 8, Nannetti, Tagliavini, Giacometti 2. All. Bretta.

POL. GIOVANNI MASI – U.P. CALDERARA PALL. 61 – 50

(19-7; 34-14; 45-29)

Masi Casalecchio: Baldazzi 1, Masetti G., Castaldini G. 2, Franchini 6, Manferdini 3, Ballanti 6, Rosati 18, Cavana 4, Truppi 7, Baccilieri 9, Argenti 5. All. Gemelli.

Calderara: Marchi 2, Cacciari 1, Degli Esposti, Zocca 6, Poli 5, Molinari 7, Selvi, Rubino 5, Tuchetti 6, Serio 15, Rusticelli 1, Projetto 2. All. Venturi.

Tutto facile per la Masi che, a parte lo 0-2 iniziale, ha sempre condotto. L’aggressività dei casalecchiesi ha paralizzato Calderara per due quarti e, nella ripresa, non c’è mai stato un momento nel quale sia sembrato che l’inerzia fosse cambiata.

La cronaca: l’inizio non era di quelli da ricordare (6-2 al 6′), poi si metteva in luce il ’99 Baccilieri e 14-2 all’8′ (bene anche Truppi). Da quel momento il vantaggio sarebbe sempre rimasto in doppia cifra, con gli ospiti in costante difficoltà. Entrava in scena anche Franchini e al 16′ il tabellone era impietoso: 31-11. Coach Venturi si rifugiava nella zona, ma era l’attacco a faticare, con solo qualche lampo di Turchetti e Serio. Due missili del top scorer Rosati valevano il 51-29 al 32′. Massimo vantaggio biancoverde sul 58-34 al 35′, poi Calderara era brava a non mollare e a chiudere dignitosamente sul -11.

P.G.S. CORTICELLA – SPARTANS BASKET 65 – 63

PGS Corticella: Righetti 4, Marcheselli, Mainardi 7, Asciano 19, Sorghini  5, Nannuzzi 2, Stojanov 3, Cristiani 6, Draben 2, Montedoro 3, Niakate, Della Gala 14. All. Rossi.

Spartans Ferrara: Fortini, Schiavon, Del Principe 11, Ciliberti, Pasqualin 8, Soriani 20, Baruffa 1, Borsari 3, Dyrmishy 8, Santini 12. All. Cataldo.

Seconda vittoria consecutiva per il PGS al termine di una partita equilibrata solo all’inizio. Poi il PGS Corticella trovava più convinzione in difesa e ritmo in attacco e chiudeva in vantaggio il primo quarto per 24 a 17.

Di li in avanti il vantaggio per il PGS continuava a crescere fino al + 14. Poi la solita paura di vincere e quello che fino a pochi minuti dalla fine riusciva facile diventava improvvisamente difficilissimo. Attacco sterile e difesa molle consentivano a Ferrara di rientrare prima e sfiorare il successo poi. Infatti, a nove secondi dalla fine con il PGS a + 1, Montedoro in lunetta segnava solo uno dei due tiri a disposizione, Ferrara sul –2 si portava in attacco con 9” da giocare, Il PGS difendeva forte e, a 2” dalla fine, per liberarsi dalla marcatura, un giocatore di Ferrara commetteva fallo in attacco. Vibranti proteste degli ospiti, in particolare di Santini, ma gli arbitri confermavano la loro decisione e sull’ultima rimessa il PGS portava a casa 2 punti meritati. In conclusione Il PGS ancora una volta dimostra di saper giocare, ma di smarrirsi a pochi passi dal traguardo, mentre Ferrara, pur palesando evidenti limiti tecnici ha dimostrato grande volontà combattendo fino all’ultimo secondo.

OMEGA BASKET – LIONS BASKET 78 – 59

(20-16; 50-30; 65-51)

Omega: Bacocco 34, Credi 14, Belleri, Tassi ne, Pappalardo 9, Lombardo 3, Marinovic, Malaguti M., D’Andola 9, Castagna 9. All. Malaguti C.

Lions Cento: Gallerani 2, Pritoni 10, Guaraldi 10. Maini 4, Mestieri 6, Cortese, Zanolli 15, Magli 5, Passarini 2, Ansaloni 5. All. Alberghini.

CLASSIFICA

Stefy BO 32; Calderara 28; Argelato, Masi Casalecchio 24; Omega 20; Happy BK CastelMaggiore 18; Lions Cento, Peperoncino 16; Montevenere BO, Pgs Corticella BO 12; Horizon BO 10; Spartans Ferrara 4.

GIRONE E

COPAR SERVIZI SELENE BK – PALL CASTEL S.P.T. 2010 66 – 62

(15-21; 38-39; 49-51)

Sant’Agata sul Santerno: Valli ne, Esposito 5, Gaddoni 4, Pirazzini 6, Vignudelli 2, Mastrilli 20, Filippi 2, Brignani 5, Vistoli 2, Camorani 12, Beltrami 8. All. Lanzi.

Castel San Pietro: Chiluzzi ne, Presicce 4, Mascagna 6, Galloni, Fiumi 1, Manaresi 10, Farnè, Tabellini 14, Chillo, Vinera 15, Albertazzi, Conti 12. All. Morigi.

MEDICINA BASKET 2007 – BASKET GIALLONERO 61 – 50

(17-10; 31-32; 56-42)

Medicina 2007: Ugulini 4, Bacci 4, Ricci 16, Pazzaglia, Magli 6, Buscaroli 4, Rimondini 5, Idà 10, Trippa 5, Martelli 3, Ventura, Soldi 4. All. Brocchi.

Giallonero Imola: Rensi, Murati 4, Gaita, Grandolfi 10, Spoglianti 4, Biancoli, Masoni 2, Vannini 9, Creti T. 15, Righini, Zurma 6. All. Creti A.

IN FIERI SAN LAZZARO – PGS BELLARIA 47 – 74

FAENZA BASKET PROJECT – LIBERTAS SAN FELICE BOLOGNA 54 – 59

(23-12; 34-31; 45-44)

Faenza: Troni 14, Santo 8, Capelli 2, Catani 3, Russo 7, Pantani 7, Polloni ne, Morsiani 13, Ghetti ne, Villa. All. Saragoni.

San Felice Bologna: Stagnoli 2, Ghedini ne, Margelli 2, Sassoli 7, Zanchi 18, Demetri 14, Di Marzio 7, Tosarelli 5, Cavazza, Bianchini 2, Balducci 2. All. Zanini.

CASTIGLIONE MURRI – MASSA BASKET 2010 81 – 42

(29-12; 46-29; 65-36)

Castiglione Murri: Angeletti 6, Melino 6, Dettori 11, Gandolfi 18, Maestri 4, Ricci 8, Rizzardi 8, Samoggia 6, Stefanelli, Sudano 5, Tacconi 9. All. Pillastrini.

MassaLombarda: Berardi L. 11, Marosi 3, Berardi R., Asioli 7, Cellarosi 3, Marchetti 1, Pinardi 3, Rivoli 9, Pongolini 3, Poletti, Minghetti 2, Bertini. All. Borghi.

MONTERENZIO BASKET – TATANKA BALONCESTO IMOLA 57 – 62

(18-14; 25-31; 39-44)

Monterenzio: Rebeggiani ne, Lollini 13, Buonfiglioli 2, Leale 10, Cucinotta 1, Fortunati 7, Pierantozzi 9, Ugdulena, Fornasari 4, Montroni 6, Canellini 5. All. Pavarelli.

Tatanka Imola: Giovannini 13, Foronci, Seracchioli, Brusa 4, Bracciale 6, La Ferla 7, Strada 8, Franceschelli 6, Castagnetti 18. All. Marchi.

CLASSIFICA

San Felice BO 32; Selene S. Agata sul Santerno, Medicina 2007 28; Pgs Bellaria BO 26; Castiglione Murri BO 24; Giallonero Imola 20; Project Faenza, Castel San Pietro 18; Tatanka Imola 16; Massalombarda 12; Monterenzio 4; In Fieri San Lazzaro 2.

GIRONE F

BASKERS FORLIMPOPOLI – AROUND SPORT 58 – 62

(14-16; 26-30; 44-42)

Forlimpopoli: Bourkadi 11, Gardelli, Ronci 3, Mazzoni 3, Cortini 8, Primavera 2, Picone 7, Neri 11, Mingozzi 3, Valentini 2, Biscaro 8, Cedri. All. Rustignoli.

Around Cesena: Gollinucci 13, Zampa 9, Vandelli 3, Lucchi Mat. 2, Foschi 16, Maestri, Bertani 3, Lucchi Mas. 2, Faggi 10, Orioli 4. All. Baraghini.

Non riesce il colpaccio ai Baskérs che cadono tra le mura amiche contro l’Around, che sorpassa solo nel finale, vincendo per 58-62 al termine di una gara sempre in equilibrio.

In avvio, partono meglio i padroni di casa trascinati da un ispirato Bourkadi e dal solito Cortini, mentre Cesena resta in scia grazie ai due bengala sparati da Zampa dalla lunga distanza. Pian piano, gli Around si portano avanti nel punteggio: è un buon Gollinucci che, segnando dalla lunga e in avvicinamento, consente ai cesenati di di andare all’intervallo sul 26-30. Al rientro dagli spogliatoi, però, i Baskérs mostrano il lato migliore: grazie alla pressione difensiva, i forlimpopolesi chiudono il canestro agli avversari e piazzano un terrificante parziale di 13-0 con cui si portano fino sul 39-30 col canestro e fallo di Primavera. Qui hanno anche la possibilità del colpo del KO: dopo il tecnico alla panchina, i locali hanno due liberi ed il possesso per scavare ulteriormente il distacco. Lo 0/2 dalla lunetta e la rimessa consegnata direttamente agli avversari che, dall’altra parte, segnano con Faggi che, poi, con due bombe, riporta il punteggio ancora in parità. L’ultimo quarto è un valzer in cui prima i Baskérs si portano avanti con Picone, sognando di potercela fare. Ma prima bisogna fare i conti con il principe Alex Foschi: il cervese prende per mano i suoi trasformando in punti tutto ciò che tocca. Sono suoi gli ultimi 15 punti dei cesenati, tra cui la bomba spezzagambe che decide il match. Dopo la sirena finale, la partita non finisce: le provocazioni e le tensioni dei 40′ tra alcuni giocatori finiscono in gazzarra a metà campo. Un pessimo epilogo, al termine di una partita di pallacanestro gradevole e di buon livello.

BASKET DELTA – A.I.C.S. BASKET 75 – 57

(14-9; 29-20; 55-37)

Comacchio: Boccaccini 6, Carli D. 3, Carli M. 5, Cavalieri 2, Ferretti 14, Ferroni, Gelli, Gregori 2, Iannello 8, Mossini 2, Peretti 29, Tralli 4. All. Bacchini.

Aics Forlì: Satta 6, Zanotti 8, Balzani 7, Naldi 1, Fossi 18, Laghi ne, Grazzi 1, Ruffilli 7, Ragazzi 9. All. Abbondanza.

CESENA BASKET 2005 – LA FIORITA BASKET 2011 71 – 64

(24-17; 41-35; 57-58)

Cesena BK 2005: Montalti 4, Marzolini, Romano 13, Rossi Fi. 5, Martini 4, Casali, Rossi Fe. 7, Soldati 18, Benzi, Di Meglio 4, Dell’Omo 16, Cacchi. All. Domeniconi.

San Marino: Battazza 8, Venturini 2, Zanotti M. 4, Zanotti E. 11, Barisic 13, Liberti 4, Tentoni 15, De Biagi 7. All. Rossini.

Ci vuole una delle versioni più solide e concrete dell’anno di Cesena per aver ragione di una solidissima Fiorita, giunta al Palaippo con soli 8 uomini, ma rivelatasi ampiamente una delle migliori compagini del girone. La zona schierata ad oltranza per tutti i 40′ non spaventa i padroni di casa che segnano con alte percentuali da ogni posizione del campo, imitati dagli ospiti che hanno mani educatissime da ogni giocatore in campo. Un primo quarto scoppiettante, e quasi sempre in equilibrio, vede un improvviso parziale di 9 a 0 per Cesena che chiude avanti di sette lunghezze (24-17), ma il tentativo di fuga viene parzialmente contenuto nella seconda frazione, in cui San Marino ha il merito di rimanere sempre in vista della targa cesenate grazie ad un precisissimo Tentoni. Il terzo quarto registra un inatteso ribaltamento dei ruoli, con gli ospiti che continuano a mordere e, piano piano, recuperano il gap fino ad acciuffare il primo vantaggio del match proprio sulla sirena (57-58). Cesena sembra sul punto di crollare, ma trova un ultimo quarto spumeggiante, in cui Romano e Soldati illuminano la scena, cavalcando un parziale di 14 a 6 che riporta a suo favore le sorti del match. San Marino vede Cesena scappare sugli ultimi tornanti e si disunisce proprio in vista del traguardo, sparando a salve le ultime bordate e facendosi punire definitivamente dalla mole di liberi cercati con gli ultimi inevitabili falli sistematici.

POL. STELLA – BASKET TIGERS 78 – 71

(18-21; 34-35; 57-53)

Stella Rimini: Tonini 2, Amadori 17, Verni, Naccari 9, Bomba 17, De Martino ne, Foschi 7, Carigi 3, Distante 2, Pinto 9, Del Turco 12. All: Miriello.

Villanova Villa Verucchio: Bollini ne, Rossi 2, Buo 6, Bronzetti 12, Di Giacomo 12, Serpieri ne, Guiducci T. 2, Saccani 24, Guiducci F. Toni 10. All. Podeschi.

Partita combattuta tra squadre ben attrezzate e complete. La Stella ha difficoltà a contenere Saccani e non riesce a far canestro dalla distanza. Nel primo tempo ospiti sempre avanti. La ripresa inizia con 8 punti di Bomba (17 punti e 6 recuperi) che permettono alla Stella di ottenere il vantaggio che riesce a portare fino alla fine, con Amadori che gestisce al meglio la squadra completando la sua prestazione con 17 punti e 4 assist; solido l’apporto di Del Turco (12 punti e 7 palle recuperate).

INSEGNARE BK RIMINI – JUNIOR BASKET 54 – 55

(22-4; 34-22; 44-37)

I.B. Rimini: Bartolini, Zaghini 14, Fabbri 4, Pari 12, Mei 10, Gozi, Quartulli 9, Giungi ne, Magnani 4, Sansone 1. All. Oppi.

Ravenna: Scaccabarozzi 10, Mazzesi 8, Bernardi 4, Polyeschuk 23, Montigiani 7, Giardini, Donati, Seck 3, Mercatali, Tassinari. All. Taccetti.

BASKET CLUB RUSSI – SKIZZO 20 – 0 (mancata presenza squadra)

CLASSIFICA

Russi 32; Stella RN 30; Tigers Vilanova, Around Sport Cesena 24; Baskers Forlimpopoli, La Fiorita San Marino 22; Skizzo RN, Cesena 2005 20; Delta Comacchio 16; Insegnare Basket RN, Junior RA 8; Aics Forlì 2.

Serie B, Piacenza corsaro a Scandiano, la Baltur non sbaglia ad Iseo. Girone D, Crabs brutto ko

SERIE B/B 21° Giornata

REKICO FAENZA – PALLACANESTRO CREMA 89 – 65

(26-14; 49-32; 61-50)

Faenza: Perin 12, Boero 9, Silimbani 21, Donadoni 4, Benedetti 6, Casadei 17, Iattoni 2, Pini 13, Di Coste, Maccaferri 5. All. Regazzi.

Crema: Nicoletti 2, Liberati 8, Del Sorbo 5, Pasqualin ne, Petronio 5, Manuelli 3, De Min 16, Bozzetto 12, Tardito 5, Bovo 9. All. Baldiraghi.

Una Rekico da lustrarsi gli occhi si aggiudica il big match play off con la Pallacanestro Crema vincendo 89-65. I faentini giocano un match perfetto nel primo tempo, terminato avanti 49-32, e sono bravi a respingere la reazione d’orgoglio dei lombardi nel secondo tempo, non perdendo mai la concentrazione, conquistando tra gli applausi la nona vittoria in dieci gare casalinghe. Altra nota positiva della serata è l’aver ribaltato il -3 dell’andata, gap che potrebbe essere decisivo nella volata play off, anche se ora l’obiettivo è di mantenere il quinto posto fino alla fine.

L’avvio di gara è perfetto e si vede subito che la Rekico vuole riscattare alla grande il ko di Desio. Un break iniziale di 6-0 viene poi corroborato da una scarica di tre triple consecutive firmate da Silimbani, Maccaferri e Pini (perfetto dalla lunga distanza) che regalano il 18-7 al 7’. Crema pare frastornata e in poche azioni si trova sotto 11-21, subendo anche la tripla di Boero: pure lui ha voluto partecipare alla gara del tiro da tre andata in scena al PalaCattani. Ciliegina sulla torta è il canestro a fil di sirena di Donadoni che suggella un primo quarto da applausi chiuso avanti 26-14. Crema capisce di non avere una manovra corale e allora si affida ai singoli trovando un parziale di 9-0 (un gioco da tre punti di De Min e Tardito e una tripla di Liberati) per il 25-29, ma la Rekico non si scompone e spinge nuovamente sull’acceleratore. Regazzi chiama time out e catechizza i suoi, che rientrano in campo con grande grinta. Quattro liberi consecutivi, l’ottima difesa e i soliti tiri dalla lunga distanza fanno andare in fuga i manfredi che arrivano all’intervallo 49-32. La Rekico è brava poi a non soffrire nel terzo periodo quando i punti non arrivano e Crema prova a riaprire il match giocando al limite del fallo, ma gli sforzi le permettono di arrivare al massimo sotto di 10 lunghezze: 50-60. A chiudere i conti è il “Silimbani show”, immarcabile dai lunghi avversari. Sette suoi punti consecutivi (tra cui una schiacciata arrivata da una palla recuperata) riportano Faenza avanti 72-53 e quando Liberati esce per falli, cala definitivamente il sipario. La Rekico continua a macinare punti e tocca il massimo vantaggio sull’81-58, regalando negli ultimi minuti la meritata standing ovation a molti giocatori.

AGRIBERTOCCHI ORZINUOVI – CO.MARK BERGAMO 79 – 60

RIMADESIO DESIO – VIVIGAS COSTA VOLPINO 83 – 91

ARGOMM ISEO – BALTUR CENTO 51 – 67

(21-15; 27-35; 43-52)

Iseo: Azzola ne, Leone ne, Acquaviva 4, Dell’Aira, Saresera 3, Prestini 12, Veronesi 11, Scuratti 9, Crescini 8, Giorgi 4. All. Mazzoli.

Cento: Chiera 13, Andreaus 6, Bedetti 11, Pignatti 7, Bravi ne, D’Alessandro 9, Brighi 5, Botteghi 8, Farabegoli ne, Caroldi 8. All. Benedetto.

A Iseo, la Baltur coglie il terzo successo consecutivo, contro una Argomm che si presenta all’appuntamento con Azzola e Leone nei dieci, ma inutilizzabili. Ritmo basso in avvio, coi lunghi locali a fare il bello e il cattivo tempo in vernice, mentre tra gli ospiti si mette in evidenza Chiera. Due canestri pesanti di Veronesi valgono il +6 interno, ma quel che stona sono i 21 punti subiti dai biancorossi nella prima frazione. In seguito Prestini aggiorna il punteggio sul 25-19, ma le urla di Coach Benedetto, da una panchina dalla quale escono i positivi Brighi e Botteghi, sortiscono successivamente gli effetti sperati, nel momento in cui la difesa guerciniana concede appena 2 punti in 7’ ai locali, che scivolano a -12 (30-42) in apertura di ripresa. Scuratti e Crescini riavvicinano Iseo (39-43), ma l’ex Pignatti ricaccia indietro i padroni di casa, mentre Caroldi e Botteghi ristabiliscono le distanze (41-52). In apertura di ultima frazione Saresera dimezza lo scarto (46-52) ma la Baltur riprende il largo con un canestro di Chiera e manda i titoli di coda coi liberi di D’Alessandro e Caroldi.

SU STENTU SESTU – URANIA BASKET MILANO 76 – 74

BROETTO PADOVA – TRAMAROSSA VICENZA 96 – 89

BASKET LECCO – RUCKER SANVE SAN VENDEMIANO 68 – 60

BMR REGGIO EMILIA – BAKERY PIACENZA 65 – 73

(21-20; 35-44; 51-62)

Basket 2000 Scandiano: Malagutti 9, Bertolini 11, Farioli, Rivi ne, Astolfi 3, Verbitchi ne, Veccia, Pugi 20, Gurini 4, Germani 5, Chiappelli 13. All. Tinti.

Piacenza: Libè ne, Magrini 5, Sanguinetti 10, Soragna 4, Rezzano 14, Guerra 2, Tempestini 9, Banti 8, Leonzio 10, Samoggia 11. All. Steffè.

La Bmr va ko in casa contro la Bakery, terza forza del campionato: al PalaRegnani non bastano i 20 punti di Pugi ed i 13 di Chiappelli, quest’ultimo in doppia doppia grazie ai 14 rimbalzi conquistati che gli valgono un 25 di valutazione. La squadra di Tinti va sotto 3-7 in avvio, ma è lesta a ritornare in corsa grazie al tiro da 3 punti (4/8 alla fine del primo quarto) e a chiudere avanti il primo quarto sul 21-20. Nella seconda frazione l’equilibrio permane fino al 15’, quando Piacenza va avanti 25-31 grazie ad un parziale di 0-7 aperto dalla tripla di Sanguinetti, che costringe la Bmr al time out. Gli ospiti vanno negli spogliatoi con 9 lunghezze di vantaggio, nonostante Pugi raggiunga la doppia cifra proprio nel finale di primo tempo. Nella ripresa la Bakery cerca di allungare, toccando anche il +15: la Bmr prova a rientrare, ma Rezzano e compagni restano sempre a distanza di sicurezza.

CLASSIFICA

P G V P
Agribertocchi Orzinuovi 36 21 18 3 85.7
CO.MARK Bergamo 34 21 17 4 81.0
Bakery Piacenza 32 21 16 5 76.2
Baltur Cento 30 21 15 6 71.4
Rekico Faenza 26 21 13 8 61.9
GIMAR Basket Lecco 26 21 13 8 61.9
Broetto Virtus Padova 22 21 11 10 52.4
Pallacanestro Crema 20 21 10 11 47.6
Pallacanestro Aurora Desio 18 21 9 12 42.9
Hikkaduwa Milano 16 21 8 13 38.1
Bmr Basket 2000 Reggio Emilia 16 21 8 13 38.1
Vivigas Alto Sebino 14 21 7 14 33.3
Tramarossa Pall. Vicenza 2012 12 21 6 15 28.6
Accademia Su Stentu Sestu 12 21 6 15 28.6
Rucker Sanve San Vendemiano 12 21 6 15 28.6
Argomm Basket Iseo 10 21 5 16 23.8

SERIE B/C 21° Giornata

BASKET SCAURI – BNL LUISS ROMA 71 – 64

BASKET BARCELLONA P. DI GOTTO – GLOBAL SISTEMI 81 – 64

(19-15; 49-32; 70-46)

Barcellona: Grilli 18 (4/7, 2/5), Sereni 15 (4/5, 1/2), Brunetti 14 (0/1, 3/4), Milojevic 9 (4/7, 0/0), Rodriguez 8 (2/3, 1/3), Paunovic 7 (2/2, 1/3), Stefanini 6 (2/3, 0/3), Varotta 2 (1/2, 0/1), Ippedico 2 (1/1, 0/1), Teghini (0/0, 0/2), Piperno. All. Trimboli.

Tigers Forli: Myers 14 (2/2, 3/5), Fontecchio 11 (4/8, 1/2), Bartolucci 9 (0/3, 3/4), Forti 6 (1/2, 1/2), Ghirelli 6 (0/1, 2/2), Villani 5 (2/3, 0/1), Rossi 5 (1/2, 1/2), Agatensi 4 (2/3, 0/1), Rombaldoni 4 (2/7, 0/3), Carraretto (0/3, 0/1). All. Di Lorenzo.

SIMPLY VIS NOVA ROMA – VIRTUS CASSINO 70 – 66

PALLACANESTRO PALESTRINA – SPORT E’ CULTURA PATTI 82 – 50

LA META TERAMO – BALLETTI PARK HOTEL VITERBO 66 – 60

STELLA AZZURRA ROMA – MASTRIA VENDING CATANZARO 50 – 52

ZANELLA BASKET CEFALU’ – CUORE NAPOLI 84 – 75

S.MICHELE MADDALONI – VIRTUS VALMONTONE 62 – 89

CLASSIFICA

P G V P
Air Fire Virtus Valmontone 36 21 18 3 85.7
Cuore Napoli Basket 36 21 18 3 85.7
Citysightseeing Palestrina 34 21 17 4 81.0
Basket Barcellona 28 20 14 6 70.0
BPC Virtus Cassino  28 21 14 7 66.7
ASD LUISS Roma 22 21 11 10 52.4
Mastria Vending Catanzaro 22 21 11 10 52.4
Teramo Basket 1960 20 20 10 10 50.0
Basket Scauri 20 20 10 10 50.0
Tigers Global Sistemi Forli 20 21 10 11 47.6
Zannella Basket Cefalù 20 21 10 11 47.6
Vis Nova Simply Roma 14 20 7 13 35.0
Sport è Cultura Patti 12 21 6 15 28.6
Stella Azzurra Roma 8 21 4 17 19.0
Balletti Park Hotel Viterbo 8 21 4 17 19.0
MecSan Maddaloni 4 21 2 19 9.5

SERIE B/D 21° Giornata

VAL DI CEPPO BASKET PERUGIA – GOLDENGAS SENIGALLIA 61 – 69

XL EXTRALIGHT MONTEGRANARO – PU.MA. TRADING TARANTO 74 – 43

LIONS BASKET BISCEGLIE – MALLONI PORTO S.ELPIDIO 84 – 60

ALLIANZ SAN SEVERO – GIULIANOVA BASKET 89 – 62

DYNAMIC VENAFRO – NTS INFORMATICA 79 – 74 dts

(16-17; 33-39; 52-61; 68-68)

Venafro: Migliori 23 (5/15, 4/4), Liburdi 20 (4/12, 1/2), Tamburrini 13 (5/11, 0/1), Moretti 9 (0/2, 3/5), Minchella 6 (1/1, 1/5), Rossi 3 (0/0, 1/2), Kushchev 3 (0/1, 0/1), Manzi 2 (1/2, 0/1), Cancelli, Casapenta. All. Mascio.

Rimini: Meluzzi 14 (2/2, 3/8), Potì 13 (3/6, 2/3), Pesaresi 12 (0/3, 3/6), Foiera 11 (4/6, 0/3), Battistini 9 (3/10, 0/0), Tiberti 6 (3/5, 0/0), Toniato 4 (2/2, 0/0), Aglio 3 (1/2, 0/1), Altavilla 2 (1/1, 0/0), Busetto (0/3, 0/0). All. Maghelli.

GLOBO CAMPLI – NUOVA PALL. MONTERONI 91 – 55

WERE BASKET ORTONA – AMATORI PESCARA 67 – 64

IL GLOBO ISERNIA – BAWER MATERA 88 – 86

CLASSIFICA

P G V P
XL Extralight Montegranaro 38 21 19 2 90.5
Lions Basket Bisceglie 32 21 16 5 76.2
Allianz Pazienza Cestistica San Severo 30 21 15 6 71.4
Amatori Pescara 30 21 15 6 71.4
Globo Infoservice Campli 28 19 14 5 73.7
Olimpia Bawer Matera 26 21 13 8 61.9
Malloni Basket P.S. Elpidio 26 21 13 8 61.9
Goldengas Pallacanestro Senigallia 20 20 10 10 50.0
NTS Informatica Rimini 18 20 9 11 45.0
Were Basket Ortona 18 21 9 12 42.9
Etomilu Giulianova 14 20 7 13 35.0
Il Globo Isernia 14 20 7 13 35.0
Pu.Ma. Trading Basket Taranto 10 19 5 14 26.3
Al Discount Venafro 8 19 4 15 21.1
Sicoma Valdiceppo Perugia 8 21 4 17 19.0
Quarta Caffè Monteroni 6 21 3 18 14.3

A2, tutto facile per le “nostre”. Serie B, a Reggio Emilia non arriva il medico…

A2/B 19° Giornata

SISTEMA ROSA PORDENONE – VELCOFIN VICENZA 46 – 68

MATTEIPLAST BOLOGNA – FANOLA-ONETECH S. MARTINO 72 – 46

(22-14, 43-28, 60-34)

Progresso: Franceschelli 10, D’Alie 7, Cordisco, Occhipinti 6, Tassinari 11, Dall’Aglio, Tava 9, Mini 2, Meroni 8, Cadoni 13, Poletti, Nannucci 6. All. Andreoli.

San Martino di Lupari: Morpurgo 2, Beraldo 7, Fietta 9, Amabiglia 3, Scappin, Martini 2, Brutto 4, Crocetta 3, Profaiser, Pettenon 6, Keys 10. All. Tomei.

MADDALENA VISION PALERMO – ECODENT VILLAFRANCA 51 – 57

RITTMEYER BRUGG MARGHERA – INFA CIVITANOVA MARCHE 86 – 82 dts

DELSER-CRICH UDINE – SALERNO BASKET 92 13/03/2017 – 20:30

PALAZZETTO ‘M. BENEDETTI”” – Via Marangoni 46 UDINE (UD)

B.ETHIC FERRARA – DEFENSOR VITERBO 68 – 38

(18-5, 38-18, 59-32)

Bonfiglioli Ferrara: Cigic 10, Cecconi, Bona ne, Cupido 6, Diene 2, Miccio 12, Santarelli ne, Missanelli 2, Viviani, Ramò 20, Zussino 3, Furlani 13. All. Chimenti.

Viterbo: Puggioni 9, Boccalato, Raiola 2, Riccobono 5, Ciavarella 8, Romagnoli, Cutrupi 8, Pasquali, Ottaviani, Stoichkova 6. All. Scaramuccia.

CLASSIFICA

Matteiplast Bologna 32; Vicenza 30; Marghera 28; Civitanova, Bonfiglioli Ferrara 24; Udine* 22; Villafranca 18; San Martino di Lupari 16; Castellamare 10; Viterbo 8; Pordenone 6; Palermo, Salerno* 4.

SERIE B 19° Giornata

BK CLUB VAL D’ARDA – BK CLUB VALTARESE 2000 50 – 60

LIBERTAS BASKET ROSA – ACETUM 55 – 71

(13-20, 27-36, 45-56)

Libertas Rosa Forli: Zampiga 3, Castelli G., Pieraccini 21, Venturi 3, Andrenacci 5, Balestra ne, D’Agnano 12, Ragazzini 2, Melandri 6, Gentile ne, Nako Moni 3, Grassi. All. Castelli A.

Cavezzo: Righini, Bocchi 4, Zanoli 7, Balboni 2, Marchetti 11, Melloni, Finetti 2, Bernardoni 11, Costi 20, Calzolari 10, Bellodi. All. Bregoli.

HAPPY BASKET – A.I.C.S. BASKET 40 – 66

(15-14; 20-26; 35-49)

Happy BK Rimini: Bonvicini, Ceotto, Fattori, Galli 12, Girelli, La Forgia 2, Montuori 5, Muggioli 9, Palmisani 3, Palmisano, Pignieri 7, Prasal 2. All. Rossi.

Aics Forlì: Rossi 22, Giunchi, Bargellini, Sampieri 5, Bozzi 1, Cedrini 3, Donati 8, Silighini 4, Gnini 10, Montanari 5, Kulcsar 8. All. Chiadini.

BASKET TRICOLORE – LIBERTAS BK BOLOGNA 0 – 20 (mancata presenza medico)

TIGERS PARMA BASKET ACADEMY – B.S.L. SAN LAZZARO 56 – 52

ITALGOMMA – SCUOLA BASKET FAENZA 60 – 66

(7-27; 21-37; 40-55)

Magik Rosa Parma: Basteri, Corsini 6, Petrilli 16, Tringale 9, Tomassetti 1, Trevisan 7, Bertolotti 3, Vaccari 10, Minari M., Pavarani 6, Zoni, Minari C. All. Lopez.

Faenza: Schwienbacher 13, Coraducci 9, Morsiani L .14, Ballardini S. 12, Caccoli 6, Ballardini C. 5,Moriconi, Guerrini, Morsiani D. 5, Bornazzini, Bennoni 2. All. Bedeschi.

L’Italgomma esce sconfitta dal PalaMagik contro la Beach Park di Simona Ballardini. Partono malissimo le ragazze di Lopez e Bonati che non riescono a limitare Schwienbacher e Ballardini che, in due, segnano ben 22 punti sui 27 segnati, contro i soli 7 della Magik che in attacco fatica a giocare di squadra e soffre i continui cambi difensivi delle ospiti. Nel secondo quarto arriva la reazione delle padrone di casa con Vaccari e Petrilli protagoniste, ma Coraducci limita i danni per il Faenza che può andare a riposo avanti di sedici lunghezze. Dopo l’intervallo le padrone di casa provano a ricucire lo strappo grazie alle buone giocate di Corsini che ruba alcuni palloni trasformati poi in contropiede, mentre Trevisan vince il duello in area pitturata con Daniela Morsiani. Faenza in attacco si affida alle giocate di Lucia Morsiani e ricaccia indietro il tentativo di rimonta dell’Italgomma. Nell’ultimo parziale la Magik ha una reazione di orgoglio trascinata dalla coppia di lunghe Pavarani e Tringale che, insieme alle conclusioni da fuori di Bertolotti, rendono il passivo meno pesante, ma non mettono mai a rischio la vittoria delle ospiti.

CLASSIFICA

Libertas Bologna, S.B. Faenza, Cavezzo 32; Magik Rosa Parma 24; Calendasco 20; Val d’Arda, Valtarese 2000 16; Tricolore Reggio, Libertas Rosa Forlì 14; Tigers Parma 12; Bsl San Lazzaro 10; Aics Forlì 6; Happy Basket Rimini 0.

C.S. – Colpo Pontevecchio, firmato il lituano Sabeckis

Si tinge di giallo-verde-rosso la prima squadra Pontevecchio Basket di serie C Gold, con l’arrivo dell’esterno lituano Deividas Sabeckis, classe 1991, che già da questa settimana è a disposizione di coach Angori e della società amaranto.

Nativo di Kaunas, Deividas è cresciuto cestisticamente nella sua città natale, all’interno della Arvydas Sabonis Basketball School, mentre da professionista ha militato per quattro stagioni nella NKL (seconda lega nazionale lituana) prima dell’esperienza in Germania nella stagione passata, a Dusseldorf.

Il 25enne, arrivato a Bologna lo scorso sabato, ha già cominciato ad allenarsi con la squadra, con la quale debutterà in C Gold nella prossima partita casalinga, sabato 18 febbraio contro Gaetano Scirea Bertinoro alle Pertini.

Playmaker/guardia di 190cm, Deividas è uno che il basket lo vive con quella passione sfrenata che solo chi è nato in una città di pallacanestro come Kaunas può comprendere, e per il quale Bologna, la Basket City nazionale, non poteva che essere la scelta migliore.

1 2 3