Monthly Archives: Lug 2018

C.S. – La Virtus Imola completa il reparto lunghi con Riccardo Zani

E’ ufficiale l’acquisto da parte della Virtus Imola dell’ala forte Riccardo Zani. Bolognese, classe 1997, entrerà in rosa come Under.

Coach Davide Tassinari lo presenta: “Ultimo tassello completato. Zani è giovane Under del 1997, ma con già esperienza anche in serie B. Giocherà da lungo e ha le caratteristiche per integrarsi al meglio in quel reparto. Con lui, Aglio, Casadei e Zytharyuk il reparto è completo”.

Nato a San Giovanni in Persiceto, muove i primi passi cestistici nella locale Vis Basket Persiceto, per entrare nei radar della Virtus Bologna in cui approda a 13 anni, sotto la guida di coach Mattia Largo. Da quel momento si sviluppa nel settore giovanile bianconero fino all’under 19. In Virtus conquista lo scudetto under 17 con Marco Sanguettoli. Nel 2015, in estate, è protagonista del Campionato Europeo 3×3 Under 18 maschile a Minsk, in Bielorussia. Quindi, il passaggio all’altra sponda felsinea, la Fortitudo con cui è protagonista del campionato Under 20 ed entra nel giro della prima squadra in Serie A2, girone Est.

Dopo la fondamentale esperienza in Fortitudo, nella stagione 2016/17 viene intercettato dalla Bondi Ferrara, con cui disputa il campionato Under 20 Eccellenza, entrando nel roster della prima squadra, in Serie A2, girone Est. Nella scorsa stagione, infine, accetta l’offerta dei Tigers Forlì con cui disputa un dignitoso campionato di Serie B, girone B, chiuso con il 50% da 2 punti ed il 29% dalla lunga distanza.

C.S. – BB2016 boom boom, arriva sotto canestro Luca Fontecchio!

Nel calcio Cristiano Ronaldo alla Juve, nel basket Lebron James ai Los Angeles Lakers. Ma nella serie C Gold, più modestamente, il colpo dell’estate è del Bologna Basket 2016. Grazie al lavoro del general manager, Dario Sigon, il BB2016 ha infatti ingaggiato con contratto triennale Luca Fontecchio, protagonista da alcune stagioni nelle serie A2 e B.

Nato a Pescara l’8 febbraio 1991, Fontecchio è cresciuto nelle giovanili della sua città natale e successivamente della Virtus Bologna. Ha disputato 7 partite in serie A con la maglia virtussina dal 2008 al 2010, vincendo anche il titolo di Campione d’Italia Under 19. Ha poi militato nel Gira Ozzano e nella PMS Torino in Serie B1, disputando rispettivamente 28 e 34 partite. Nel settembre 2012 si è trasferito alla Viola Reggio Calabria nella Divisione Nazionale A. Dopo due stagioni in B con le maglie di Benedetto XIV Cento e Tigers Forlì, l’anno scorso ha firmato con l’Assigeco Piacenza in Serie A2 ed è poi passato nel corso della stagione alla Termoforgia Jesi, sempre in seconda serie.

Le cifre a Jesi parlano per la stagione regolare di 102 punti (42% da 2, 23% da 3 e 81% ai liberi) e 60 rimbalzi in 13 partite, mentre nei playoff contro Casale Monferrato il rendimento è salito ulteriormente di livello, con 23 punti (54% da 2 e 90% ai liberi) e 6 rimbalzi in 3 match.

A livello internazionale Fontecchio ha disputato gli Europei Under 20 nel 2011 con la Nazionale di categoria, vincendo la medaglia d’argento, mentre nel 2009 e nel 2007 ha partecipato rispettivamente agli Europei Under 18 e Under 16.

Fontecchio proviene da una famiglia di importanti atleti. È infatti figlio di Amalia “Malù” Pomilio, cestista che ha giocato in Nazionale, e di Daniele Fontecchio, ostacolista di livello internazionale. Il noto fratello minore, Simone, è giocatore dell’Olimpia Milano.

Dal punto di vista tecnico si tratta di un’ala grande-pivot di 2,02 metri, dinamica e di grande mobilità, che può fare la differenza sotto le plance in termini di punti e rimbalzi.

Gia da queste poche indicazioni è possibile capire come si tratti di un giocatore assolutamente fuori categoria per la C Gold, il cui acquisto da parte del BB2016 cambia le carte in tavola per la prossima stagione. Con questa acquisizione la squadra, da quest’anno di nuovo a Bologna nella sede del CSB di via Marzabotto, si candida infatti come una delle favorite per la vittoria nel campionato.

C.S. – In cabina di regia, il Basket 2000 punta su Canelo

La Bmr Basket 2000 Scandiano comunica l’ingaggio dell’atleta Juan Carlos Canelo. Cestista italo-dominicano classe 1989, il giocatore è una guardia di 192 cm d’altezza che nelle ultime quattro stagioni ha vestito i colori della Virtus Padova, andando sempre in doppia cifra a livello di punti realizzati, portando il club veneto alla promozione dalla C e poi alle successive tre conferme in serie B. Atleta cresciuto nel settore giovanile della Virtus Bologna, fa dell’1 vs 1 e del tiro da fuori le armi principali, portando in dote al gruppo bianco-rosso-blu talento in attacco e grande imprevedibilità. Nel suo curriculum ci sono anche apparizioni in maglia Cus Torino, Ozzano, Trapani e Latina.

C.S. – Castelfranco: tornano “a casa” il play Marzo e l’ala Tedeschi

L’A.D. Basket Polisportiva Castelfranco è lieta di comunicare che il playmaker Francesco Marzo e l’ala Alberto Tedeschi faranno parte dell’organico dell’Ottica Amidei Castelfranco per la stagione sportiva 2018/2019.

Playmaker, classe 1994, 174 cm. Francesco è nato e cresciuto nella Società di Castelfranco e dopo tutta la trafila delle giovanili si è aggregato alla prima squadra dove ha disputato da under 3 Campionati tra C Silver e C Gold. Le 3 stagioni successive le passa tra le fila di Piumazzo e Sant’Agata Bolognese nel Campionato di Promozione.

Un giocatore di grande mentalità e dedizione al lavoro, a cui Castelfranco vuole dare una possibilità in categoria”. Queste le parole di Coach Landini.

Ala, classe 1994, 186 cm. Alberto è nato e cresciuto nella Società di Castelfranco, dove ha fatto tutte le giovanili e dopo 3 stagioni da under nei Campionati di C Silver e C Gold. Successivamente ha giocato nel Campionato di Promozione per TRE stagioni, prima a Piumazzo e poi Sant’Agata Bolognese.

L’uomo del Castello, grande uomo squadra attorno a cui vogliamo costruire un gruppo”. Queste le parole di Coach Landini.

C.S. – Granarolo presenta le sue due squadre al via

Si delinea la prossima stagione cestistica a Granarolo all’insegna della continuità e dei ritorni.

Primo, anche in ordine di importanza, è il consolidamento della collaborazione con CREI Srl, azienda del territorio che fa dell’innovazione ​la sua caratteristica e che ha voluto essere al fianco della società abbinando il suo marchio alla squadra di serie C Silver.

Granarolo Basket​ si presenta ai nastri di partenza del nuovo campionato di C Silver confermando lo zoccolo duro della passata stagione addizionandolo con i ritorni da Bologna Basket​,​ dopo 2 stagioni in C Gold​,​ di Lorenzo Bertuzzi e Alessandro Brotza, entrambi “figli” del nostro Settore Giovanile​;​ ​da​​lla​ Virtus​,​ di ritorno​,​ sarà con noi Riccardo Nanni classe 2000 che ha militato a Granarolo sino all’under 14. ​A​ltro under inserito in rosa ​è​ Giuseppe Pani​ (1998)​ proveniente da Sassari​,​ già lo scorso anno nel “giro” granarolese, ​con qualche apparizione sia in C Silver che in serie D. Salutiamo, ringraziandoli degli anni passati assieme​​, Enrico Cristalli e Giulio Ballini.

Anche Basket Village si presenta al campionato di serie D mantenendo sostanzialmente il gruppo che ha sfiorato i playoff nella scorsa stagione con ​in più​ l’estro e il talento di Riccardo Neviani e la concretezza ed i punti di “Gimmy” Nobis provenienti rispettivamente da Granarolo Basket e dai Gardens. Verso mete esotiche per motivi di studio va Riccardo Dalla, mentre Riccardo Cerulli andrà a fare esperienza da under nel campionato di C Gold ad Anzola. Completeranno le due rose i tanti ragazzi rampanti Under 20 e Under 18 del Settore Giovanile pronti a mettere in difficoltà Luca Carrera e Luca Ansaloni confermati coach dei rispettivi team​; confermati ovviamente anche Matteo Millina ed Emilio Marcheselli per la C Silver e Roberto Bertusi per la serie D a completare gli Staff Tecnici.

C.S. – Il centro lettone Sprude rinforza, sotto le plance, Fiorenzuola

Pallacanestro Fiorenzuola 1972 ufficializza di aver ingaggiato, per la stagione 2018/2019, le prestazioni sportive di Kalvis Sprude, centro lettone, di 204 centimetri, classe 1987.

Nato a Saldus (Lettonia), dal 2004 al 2010 Kalvis ha militato nella Latvian League con le maglie di Riga e Lauvas. Nel 2012, trasferitosi in Germania nelle fila dell’Hannover nella Regionalliga tedesca, iniziò una serie continua di stagioni in continuo miglioramento per Sprude, prima della sua prima esperienza italiana.

Ingaggiato dal Rouge and Noir Basket Aosta, in Serie D, Kalvis Sprude divenne da subito cardine nella squadra, con 25 punti di media realizzati in una stagione e mezzo.

Nell’ultima annata sportiva, Kalvis ha militato in Serie C Gold nel Basket Team Enrico Battaglia, arrivando fino alle semifinali playoff del girone lombardo da assoluto protagonista.

C.S. – La Grifo Imola punta sul play Nicola Riguzzi

Il terzo innesto nel roster della Grifo è Nicola Riguzzi, classe 1996, altezza 183 cm, playmaker. Prodotto del vivaio San Mamolo con cui ha fatto tutta la trafila delle giovanili, seguendo anche le vicissitudini della società (fusione con Castiglione Murri prima e poi con Pontevecchio). Infatti gli ultimi anni delle giovanili li ha disputati con i colori amaranto della Pontevecchio, con i quali ha giocato poi tre campionati di C gold, di cui l’ultimo con ben 104 punti seganti e un best di 18. L’anno scorso, per avere un po’ più di tempo da dedicare allo studio, ha giocato in serie D con la Stefy Basket con quasi 5 punti di media partita. Adesso superato lo scoglio dello studio è di nuovo pronto a rimettersi in gioco e si dichiara contento per l’opportunità che gli offre la Grifo e carico per questa nuova avventura.

Con l’arrivo di Riguzzi in pratica si chiude la campagna acquisti della RIVIT, a completare il roster manca solo una casella che sarà occupata quasi sicuramente da un altro under.

37° Isokinetic Playground, Matteiplast Cus Bologna si ripete, Pederzini MVP

La 37esima edizione dell’“Isokinetic Playground Giardini Margherita”, in mezzo ad una cornice di pubblico da record, vede trionfare, per il secondo anno consecutivo, la compagine Matteiplast Cus Bologna che, nella finale di ieri sera, ha superato i Kaffeina Koy’s, dopo una gara amministrata per tutti e 48 i minuti.

Il capitano Gioacchino Chiappelli ha ricevuto il trofeo dalle mani della Presidente del Quartiere Santo Stefano, Rosa Amorevole, prima di festeggiare insieme ai suoi compagni e al direttore d’orchestra coach Matteo Lolli. Il titolo di MVP del torneo è andato a Riccardo Pederzini, autentico protagonista della cavalcata vincente dei “cussini”.

Il premio di miglior marcatore è andato ad Andrea Tassinari di Fresk’O, autore di 99 punti; il titolo di miglior giovane lo ha conquistato il classe 2000 Lorenzo Folli, di Paddle Downtown; il Most Improved Player è stato portato a casa da Nicolò Bonetti, protagonista della sorpresa Chalet Giardini Margherita, mentre il premio Fairplay se lo aggiudicano i campioni di beneficienza di Couponlus.

MATTEIPLAST CUS BOLOGNA – KAFFEINA KOY’S 81 – 67

(29-19; 41-38; 62-48)

Matteiplast Cus Bologna Ristorante Alice: Cacace 8, Brighi 2, Folli 5, Savio, Polverelli 4, Pederzini 13, Tugnoli 4, Trentin 10, Piunti 16, Fin 15, Chiappelli 7. All. Lolli.

Kaffeina Koy’s: Fossati, Medizza 4, Zhytharyuk 9, Grillini 17, Rinaldi 7, Bastoni, Cucci 7, Gueye 7, Guaccio 2, Mastrangelo 2, Cortesi 12, Dilas. All. Nanetti.

Ancora tu? Ancora Matteiplast Cus Bologna, per il secondo anno consecutivo, si aggiudica il Torneo dei Giardini Margherita, dominando l’intera manifestazione dalla prima uscita fino a questa combattuta finale. Davanti ai campioni in carica, hanno dovuto alzare bandiera bianca tutti gli avversari e stessa sorte è toccata anche a Kaffeina Koy’s, squadra esperta del Playground e dura a morire, che ha dovuto piegarsi allo strapotere e all’organizzazione dei “cussini”.
Una vittoria dunque meritata che porta nell’olimpo dei Giardini Margherita coach Lolli e i suoi ragazzi, capaci di bissare il successo dello scorso anno, grazie ad un superbo Pederzini, MVP del torneo, un decisivo Piunti, MVP della finale con 16 punti, e il puntuale Fin, una costante nell’economia del gioco dei “bleu”. Chiudono al secondo posto gli uomini di coach Nanetti, molto vicini a toccare il cielo con un dito, ma costretti ad arrendersi negli ultimi due quarti, quando sono mancate idee e lucidità per realizzare quel sogno raggiunto nel 2016.
Pronti-via, subito parziale di 7-0 targato Cacace e le triple di Piunti e Chiappelli. Segnale importante che delinea il prospetto dei successivi quarti. La reazione dei “rosa” è affidata alla bomba di Cucci, ma gli uomini di Lolli mantengono gli avversari a debita distanza, non riducendo mai la forbice sotto i 5 punti, e toccando, a -2’10”, con la tripla di Folli, il +14 (27-13). In apertura del secondo quarto, il tandem Cortesi-Grillini stampa il break di 0-8, ricucendo lo strappo e costringendo Matteiplast al timeout sul 33-30. Le squadre restano a contatto, rispondendosi colpo su colpo, e andando al riposo lungo con sole tre lunghezze di differenza (41-38). Dopo lo show dell’intervallo, regalato dalle ragazze della pole dance di San Lazzaro, le squadre tornano in campo. Niccolò Rinaldi trova la prima tripla di serata e il pareggio (41-41) che sembra cambiare l’inerzia della gara, invece i suoi compagni restano al palo e Matteiplast ne approfitta. Parziale di 18-3 devastante, aperto da Pederzini e chiuso da Trentin, che indirizza gara e trofeo sui binari tracciati da Matteo Lolli. Kaffeina cerca di recuperare il gap tentando spesso la soluzione dall’arco, ma le percentuali di tiro dei ragazzi di Nanetti sono irrisorie e il distacco resta immutato, mentre i secondi scorrono. Gli ultimi 12 minuti di speranza Koy’s vengono immediatamente congelati dai colpi di un ispirato Fin, che portano al massimo vantaggio di 19 punti (69-50). Un commovente Grillini, ultimo a mollare, prova a rendere meno amara la sconfitta ormai imminente, con 10, dei 17 punti finali, solamente negli ultimi 10 minuti, ma le distanze non si accorciano e Matteiplast Cus Bologna può esplodere di gioia. La finale termina 81-67, risultato meritato per quanto visto in questo Playground, che permette alla banda Lolli di festeggiare per il secondo anno consecutivo davanti al pubblico dei Gardens.

C.S. – Ancora un arrivo a Scandiano, firmato il play (Under) Manzo

Ennesimo arrivo in casa Bmr Basket 2000 Scandiano. La società bianco-rosso-blu ufficializza il tesseramento di Simone Manzo, play/guardia classe 1998 che nell’ultima stagione ha vestito i colori del Basket Scauri, formazione del girone C di serie B, dove ha collezionato oltre 6,8 punti di media in 21’ di impiego. Manzo, 173 cm d’altezza, è cresciuto nel vivaio dell’Alfa Omega Ostia, con cui ha militato per un paio di stagioni nel campionato di C Gold.

37° Isokinetic Playground, Matteiplast (Alice) Cus Bologna fa il bis… Kaffeina va ko!

37° ISOKINETIC PLAYGROUND GIARDINI MARGHERITA

QUARTI DI FINALE

LUNEDI’ 16 LUGLIO

ORPLAST AT IMBALLAGGI – #SEMPREMINORS BROOKLYN GIN 108 – 100

MATTEIPLAST CUS BOLOGNA – MULINO BRUCIATO CSI 111 – 92

MARTEDI’ 17 LUGLIO

FRESK’O – KAFFEINA KOY’S 89 – 100

MERCANZIE SQUAD – CHALET GIARDINI MARGHERITA 90 – 61

MERCOLEDI’ 18 LUGLIO

ORPLAST AT IMBALLAGGI – MATTEIPLAST CUS BOLOGNA 81 – 82

KAFFEINA KOY’S – MERCANZIE SQUAD 80 – 75

GIOVEDI’ 19 LUGLIO

MATTEIPLAST CUS BOLOGNA – KAFFEINA KOY’S 81 – 67

1 2 3 5