Monthly Archives: ottobre 2014

Anzola, Baou, Guelfo e Ravenna imbattute. I risultati di C e D

Quinto appuntamento per i campionati regionali seniores e segnaliamo in C il derby tra Cavriago e Montecchio (i due comuni confinano), mentre in serie D il match clou è nel girone A con l’Anzola che ospita Fidenza; non male anche Basket Village Granarolo-Dolphins Riccione.

C REGIONALE
GIORGINA SAFFI – STARS BASKET 69 – 59

(18-22; 43-33; 53-48)

Giorgina Saffi Forlì: Piazza 8, Ravaioli 11, Emiliani 2, Conocchiari 20, Frigoli 5, Serrani ne, Del Zozzo ne, Pena 2, Agatensi 19, Soldati 2. All. Agnoletti.

Stars: Bitelli 2, Parenti 12, Menarini 13, Lalanne 15, Landuzzi 3, Testoni, Orlando 3, Pecchia 7, Flori 2, Maestripieri 2. All. Cantelli.

MECART – DILPLAST 73 – 84

(12-22, 29-37, 44-55)

Cavriago: Fantini 2, Fontanesi ne, D’Amore 6, Ligabue 2, Cervi 35, Leonardi 24, Pezzi 4, Codeluppi, Zecchetti ne, Baroni, Giardina. All. Degl’Incerti Tocci.

Montecchio: Grisendi 7, Lombardi 3, Ongarini 18, Guardasoni 7, Basso 3, Maggi 4, Colla 2, Ferrari 22, Marchini 13, Petrolini 2, Giglioli 3. All. Cavalieri.

BANCO EMILIANO – NOVELLARA 81 – 68

(20-16; 44-29; 63-51)

Castelnovo Monti: Mallon 21, Fanelli 20, Paulig 12, Vanni 12, Canuti Fr. 7, Siani 5, Vezzosi 4, Canuti Fed., Filippi, Generali ne. All Djukic.

Novellara:  Ciavolella 17, Colla 16, Croci 13, Rinaldi 12, Folloni 7, Margini 3, Baracchi, Bartoli, Carpi, Mariani Cerati ne, Verbitchi ne. All. Ligabue.

ARBOR – GRANAROLO 56 – 62

(9-16; 16-30; 36-43)

Arbor Reggio: Boselli 7, Visini ne, Braglia 4, Maione 16, Iori 14, Simonazzi 2, Ligabue, Franzoni 5, Maioli 6, Bytyqi 2. All. Baroni.

Granarolo Basket: Spettoli 13, Paoloni 4, Tugnoli 4, Calanchi 5, Marchi 17, Bonetti ne, Fava ne, Bertuzzi 4, Millina, Governatori 4, Busi 9, Torriglia 2. All. Trevisan.

Brutta prestazione per l’Industrial Packaging Arbor che regala i primi 20′ ai propri avversari e non riesce a ribaltare il risultato nella ripresa. Il punteggio all’intervallo dice tutto: 16-30 con gli arborini che faticano a trovare il tiro e subiscono la “fotta” dei ragazzi di Trevisan. Un parziale di 9-0, targato Franzoni-Maione, in avvio di ripresa sembra poter riaprire il match (25-30), ma Marchi tiene sempre a distanza i reggiani grazie ai suoi canestri e a fine terzo periodo il tabellone recita 36-43. Finalmente la truppa di Baroni comincia a segnare anche dalla lunga distanza: Maioli colpisce dall’arco e la successiva tripla di Iori vale il -1 (46-47). Sul più bello, però, la squadra perde lucidità in attacco; Bertuzzi segna due canestri consecutivi e il gioco da tre punti di Spettoli riporta lo svantaggio gialloblu in doppia cifra (48-58). Maioli segna ancora dai 6,75 e il canestro di Boselli firma il -4 (56-60) a 1′ dalla sirena finale, ma le energie degli arborini sono finite e non riescono ad impattare il risultato, perdendo l’opportunità di raggiungere il terzo successo stagionale.

FLYING BALLS – CVD 81 – 62

(24-13; 44-30; 56-44)

Ozzano: Pasquali 9, Mini 19, Rossi 11, Savic, Caprara 4, Regazzi 1, Teglia, Guazzaloca 15, Martelli, Rambelli 12, Gianasi 10. All. Grandi.

Casalecchio: Gamberini 4, Spadellini, Mazzoli 4, Marzioni, Lanzi 21, Truzzi 6, Masetti, Fuzzi 9, Cuozzo ne, Taddei 2, Nannetti 5, Marcheselli 11. All. Loperfido.

Tornano al successo i Flying Balls che sconfiggono ampiamente il Cvd Casalecchio per 81-62. Primi quattro minuti equilibrati, poi Ozzano prende il largo trascinati dalla coppia Pasquali-Rossi autori primi 17 punti biancorossi. Flying Balls al primo intervallo chiude già avanti di undici, ma ad inizio secondo periodo Mini (19 punti complessivi) trova due triple consecutive e il +20 ozzanese (35-15) al minuto 13. Il Cvd non molla e con i canestri di Fuzzi e una bomba di Marcheselli si va all’intervallo lungo sul +14 Ozzano. Nella terza frazione Casalecchio rinforza la difesa ed i Flying faticano a trovare la via del canestro e Rambelli si accomoda in panchina causa acciacchi. Un parziale di 3-11 firmato quasi interamente da Lanzi (21 complessivi) tra il 25esimo ed il 30’ riporta il Cvd fino al -12 all’ultimo mini break. La partita non pare quindi ancora chiusa ma l’ultimo quarto si apre con Ozzano che spara e relaizza triple da tutti gli angoli. Due bombe di Mini, una di Rambelli e una di Guazzaloca chiudono di fatto il match al minuto 34 quando i Flying toccano il +26 (75-49). Negli ultimi minuti anche Gianasi esce in via precauzionale dopo aver sentito un dolore, coach Grandi procede con le rotazioni fino alla sirena finale.

FOR – BUDRIO 54 – 77

(9-17; 28-38; 43-58)

Pontevecchio: Benuzzi, Bergami 10, Cruzat 2, Di Rauso 3, Falzetti 6, Franchini 1, Galeotti 13, Garagnani 8, Luppi 2, Mantovani, Tinti 9, Torresani. All. Savini.

Budrio: Fimiani 6, Guidi, Casagrande, Nanni 14, Manini 14, Lazzari 5, Alberti 7, Quaiotto 20, Innocenti 7, Quarantotto, Bargiotti, Frazzoni 4. All. Cinti.

SPAL – DESPAR 79 – 84 dts

(20-19; 36-39; 51-57; 73-73)

Correggio: Fassinou, Bonacini 2, Coloretti 7, Casu 3, Lusvarghi 8, Villani 17, Stefanini 1, Magnani 21, Giani, Zamparelli, Galeotti 12, Lever 8 All. Paladini.

4 Torri Ferrara: Bertocco 4, Fenati 2, Brandani 8, Parmeggiani 13, Lugli 21, Marchetti 4, Martini 2, Pasquini 10, Magni 2, Agusto 18. All. Cavicchioli.

Contro la capolista Ferrara, la Spal inizia con il piglio giusto e dopo 4′ conduce 14-8 grazie alla trazione posteriore di Magnani e Galeotti. Rapido bonus per i ragazzi di Paladini e Ferrara pareggia a 1’30” dal termine con Brandani e il primo quarto si chiude con Correggio avanti 20-19. Un positivo Lusvarghi apre le marcature nel secondo quarto. Ancora parità a metà quarto (29-29) sulla tripla di Villani. La Spal manca un paio di facili conclusioni e Ferrara ne approfitta portandosi sul 33-37 a un paio di minuti dall’intervallo e chiude il periodo in vantaggio 36-39. Squadre sempre appaiate nel punteggio ad inizio terza frazione. Alla tripla di Magnani risponde un attivo Lugli e sui liberi e contropiede di Galeotti siamo sempre 46-47 dopo 4′. La Spal non riesce a mettere la testa avanti e Ferrara conserva sempre una manciata di punti di vantaggio chiudendo il quarto sul proprio massimo vantaggio (51-57). Un positivo Lever e la conclusione da fuori di Villani mantengono in scia la Spal che ritorna a -2 (59-61) sul gioco da tre finalizzato da Galeotti. La zona di Paladini annebbia le idee all’attacco ospite e sorpasso Spal con 5 punti consecutivi di Magnani (64-63 a -4’20”) . Cinque punti consecutivi anche per un ottimo Villani e Correggio a +4 a -2’30” (69-65). Bonacini e Magnani portano a +8 la Spal, ma due triple consecutive di Lugli riportano Ferrara a -2 (73-71 a -1’20”). Ancora Lugli da sotto pareggia a quota 73 con 35″ da giocare; nessuna delle due squadre segna più e si va al supplementare. Di Magnani e Agusto i canestri dei primi due minuti. Liberi di Villani e Spal avanti 75-73; pareggia Lugli in lunetta. Pasquini approfitta di una disattenzione della difesa giallonera e porta avanti gli ospiti. Lever in lunetta pareggia a 79 a -1’10”. La tripla di Brandani riporta avanti Ferrara; banale palla persa di Villani, errore in attacco di Brandani, sbaglia Galeotti in entrata e sul suo successivo fallo Ferrara ha 11″ per gestire l’ultimo pallone. Fallo di Stefanini e Brandani fissa il punteggio finale sul 79-84.

BOLOGNA BASKET 2011 – VIRTUS MEDICINA 57 – 66

(11-16; 23-31; 39-47)

Bologna Basket 2011: Gargioni 4, Chiarini A. 1, Tolomelli, Chiarini S. 24, Guerri 2, Tugnoli 6, Terenzi, Lippa 6, Ballardini 10, Bianchini 2, Ayiku 2. All. Duo.

Virtus Medicina: Persiani 5, Rossi ne, Govi F. 6, Govi G. 14, Sighinolfi 14, Biguzzi 9, Lorenzini, Martelli ne, Panico ne, Musolesi 13, Canovi, Seracchioli 5. All. Curti.

Primo quarto e subito la Virtus mette il piede sull’acceleratore con 4 punti di Biguzzi, altrettanti di Govi G. e 5 di Musolesi; i medicinesi, con attenta difesa e buone ripartenze, mettono subito il naso avanti sull’11 a 16. Il Bologna Basket resta in scia con 7 punti di Chiarini Stefano (finirà con 24). Secondo periodo e ancora Virtus a dettare ritmi e tempi: 8 punti di Sighinolfi tengono avanti i medicinesi che, solo per percentuali al tiro deficitarie e palle perse inopinate, non dilagano; all’intervallo gialloneri a +8 sul 23 a 31. Terzo periodo e ancora la zona di Bologna risulta indigesta ad una Virtus che fa tutto bene, ma sbaglia tanti tiri piazzati. Bologna si riavvicina grazie al contributo di Gargioni e Lippa; la Virtus ha una prima sbandata subito corretta da Govi Giacomo, così, alla sirena i gialloneri sono ancora avanti 39 a 47. Quarto e decisiva frazione e 5 punti di Sighinolfi fanno scappare i medicinesi, poi Bologna rientra e sorpassa andando a + 1 (51-50). La Virtus riordina le idee e sull’asse Persiani-Musolesi prima si riporta in vantaggio poi con l’aiuto di Govi F. (6 punti e 12 rimbalzi) aumenta il divario; con 2’30” da giocare è Musolesi (13 punti, 11 rimbalzi e 5 assist) a mettere la bomba del decisivo allungo Virtus. Chiarini S. prova ancora a trascinare i suoi, ma la premiata ditta Govi G.&Govi F. fa buona guardia e la Virtus vince con merito la partita.

CLASSIFICA

4 TORRI FERRARA 10 5 5 0 386 331 +55
G. SAFFI FORLI’ 8 5 4 1 364 317 +47
L.G. COMPETITION CAST. M. 8 5 4 1 383 345 +38
FLYING BALLS OZZANO 8 5 4 1 383 353 +30
BUDRIO 6 5 3 2 306 254 +52
S.B. CAVRIAGO 6 5 3 2 359 318 +41
VIRTUS MEDICINA 6 5 3 2 348 327 +21
ARENA MONTECCHIO 6 5 3 2 308 299 +9
NOVELLARA 6 5 3 2 344 356 -12
ARBOR REGGIO 4 5 2 3 350 357 -7
BOLOGNA BASKET 2011 4 5 2 3 326 350 -24
STARS BOLOGNA 4 5 2 3 311 345 -34
GRANAROLO BASKET 2 5 1 4 299 331 -32
CORREGGIO 2 5 1 4 354 389 -35
PONTEVECCHIO BOLOGNA 0 5 0 5 293 366 -73
CVD CASALECCHIO 0 5 0 5 295 371 -76

SERIE D
GIRONE A

BAOU TRIBE – VIS PERSICETO 63 – 58

(27-17; 37-34; 50-47)

Baou Tribe San Lazzaro: Gruppi 7, Marinelli 19, Fornasari ne, Bernardi 5, Cantore 9, Pirazzoli, Mellara 4, Forni, Masrè 9, Paladini 2, Campagna ne, Capobianco 8. All. Lelli.

Vis San Giovanni in Persiceto: Scagliarini, Chiusoli, Morisi 3, Parmeggiani 4, Cornale 7, Almeoni 16, Missoni 16, Genovese 10, Ramini ne, Ferrari ne, Rusticelli G. 2, Pederzini. All. Rusticelli M.

Quinto sigillo consecutivo per i sanlazzaresi che mantengono imbattibilità e primato. Vittoria, però, sofferta a causa di una Vis mai doma, ma incapace di infliggere il colpo da knock out quando poteva farlo nell’ultima frazione. La cronaca: avvio positivo per i “surfisti” (7-2), poi, reazione persicetana (11-10), ma una folata di Gruppi ed un gioco da tre punti di Marinelli regalava il +9 (21-12) che, alla prima sirena, si trasformava in +10 (27-17). Nel secondo periodo il vantaggio rimaneva attorno alla doppia cifra, ma, con il passaggio a zona, gli ospiti rientravano nel match andando al riposo con sole tre lunghezze da recuperare (37-34). Nella ripresa i Baou Tribe riuscivano a mantenere la testa, ma più per demeriti dei ragazzi di Rusticelli che per meriti propri. Missoni ed un 2+1 di Almeoni valevano il sorpasso (50-52), ma, sul 50-54, con la zona proposta, questa volta, da coach Lelli, la musica cambiava completamente. Zampata di Marinelli e 57-54. Si arrivava in volata sul 57-56, ma la maggiore lucidità dei padroni di casa faceva la differenza, con la Vis che si deve battere il petto per l’occasione gettata al vento.

RADIOCOOP – SAMPOLESE 57 – 54

(13-14; 24-25; 34-40)

Piacenza Basket Club: Massari 15, De Lillo 5, Scarionati 2, Sela 1, Pirolo 8, Zanangeli 19, Villa 4, Antozzi 3, Popov, Markovic, Villani, Betti. All. Mambretti.

Sampolese: Monti 21, Minardi 2, Margini 9, Servidei 1, Pezzi 10, Bizzocchi 9, Tognoni 1, Tondo 1, Benevelli, De Vizzi, Davoli. All. Immovili.

La Radiocoop deve sudare le proverbiali sette camicie per avere la meglio solo nel quarto periodo di una coriacea Sampolese, che ha provato in tutti i modi a mettere in difficoltà la squadra piacentina, non in una serata di grande vena. Inizio con continui ribaltamenti di fronte con allunghi e controsorpassi fino al primo sostanziale vantaggio esterno sul 13-20 del 12′. I padroni di casa soffrono ma in una gara a basso punteggio, capitalizzano un 4 su 4 dalla lunetta prima con De Lillo e poi con Villa per il 24-21 del 18′. Un buon finale di seconda frazione dei reggiani vale il +1 ospite dell’intervallo lungo. Alla ripresa dei giochi si capisce subito che in campo i piacentini dovranno soffrire molto questa sera, subendo molto il ritmo ragionato della Sampolese, che ha in Monti il metronomo che detta i giochi e i tempi, ma anche il principale realizzatore. Gli allunghi degli ospiti sono rintuzzati a fatica dai ragazzi di coach Mambretti che non riescono a trovare quelle giocate in velocità che rappresentano il marchio di fabbrica del gioco piacentino. A 6′ dalla fine la Radiocoop soffre sul 40-45, quando un ispiratissimo Zanangeli infila 10 punti consecutivi che, di fatto, decidono la partita salutato dalle ovazioni del caldissimo pubblico di casa. Sono infatti due bombe dall’angolo dell’esterno biancorosso, inframezzate da altrettante penetrazioni vincenti, a dare morale, punti e convinzione ai piacentini che, nel giro di una manciata di minuti, girano l’inerzia della partita per il 54-48 ad un minuto dalla fine. Nonostante il buon finale, i padroni casa gestiscono male l’ultimo possesso sul +6, subendo il canestro beffardo sulla sirena con un tiro da venti metri che finisce a bersaglio.

PALLAVICINI – SAN MAMOLO 75 – 64

(26-14; 41-27; 50-44)

Pallavicini: Tosiani 8, Cenesi 14, Nanni G. 6, Pierantoni 2, Zagano, Giunchedi, Sgargi 8, Nanni M. 14, Dawson 13, Bertarelli, Minghetti 10. All. Morra.

San Mamolo: Cavazza, Gabrieli 4, Nardelli 7, Beccari 14, Quadri 2, Rizzi, Martelli P. 24, Martelli L. 2, Fiorentini, Benfenati 5, Demetri 6. All. Munzio.

FIORANO – SALSO  62 – 75

(21-19; 34-34; 50-61)

Libertas Pallacanestro Fiorano: Di Curzio 11, Cracco 4, Zogaj 4, Bernabei, Ruggeri 11, Galloni, Gazzotti 10, Lanzellotto 4, Fogliani, Marescotti 6, Lucchi 2, Melegari 10. All. Davolio.

Salsomaggiore: Talassi 11, Zamboni 11, Porcari 6, Aimi 13, Maccini 16, Rattotti 6, Bonzani, Zerbini, Lucchini 3, Lettieri 8. All. Allodi.

Fiorano recupera Di Curzio dopo i problemi alla schiena, e deve fare a meno degli assenti Lambertini, Pivetti e Domenichini. La Libertas parte bene, con Gazzotti subito precisissimo dal palleggio arresto e tiro (come a Fidenza settimana scorsa) ed attivo difensivamente. Ruggeri non vuole essere da meno e sigla 9 punti nella sola prima frazione di gioco, ma Salso, grazie ad uno Zamboni chirurgico dalla media-lunga distanza, resta li agganciata e chiude alla prima sirena sotto solamente di due lunghezze. Nel secondo quarto si scalda l’MVP Maccini, che manda a segno la tripla in risposta a quella segnata da Melegari per i padroni di casa. Il match rimane in equilibrio fino all’intervallo, con errori da ambo le parti in fase di realizzazione; troppe palle perse e troppe soluzioni affrettate costringono i dye allenatori a consumare tutti e due i minuti di sospensione a propria disposizione. La differenza, in campo, la fanno la grinta e la voglia di aiutare la propria squadra da parte di capitan Lanzellotto da una parte, e di Lettieri dall’altra. Dopo i primi 20’ il tabellone sentenzia la assoluta parità sul 34. Ma nel terzo quarto la partita devia il proprio percorso verso Salsomaggiore Terme. Sono, infatti, 27 i punti che i parmensi mandano a bersaglio nel solo terzo periodo, affermati da una precisione al tiro molto ma molto alta. Fiorano incassa il parziale e non si riprende più dalla batosta. Ci provano Cracco, Di Curzio e Melegari, ma gli ospiti non calano di intensità e si limitano a gestire il divario. Da applausi la prestazione dei ragazzi di Allodi, che ora agganciano in classifica proprio la Libertas, ma hanno dalla loro parte lo scontro diretto.

GRUPPO VENTURI – COLLEGE FULGOR 86 – 68

(15-22; 41-38; 61-55)

Anzola: Poluzzi 3, Venturi D. 5, Venturi N . 8, Pappalardo 18, Fiorini 12, Mazza 16, Franchini, Lambertini, Kalfus, Brancaccio, Gamberini, Zanata 22. All. Sacchetti.

Fidenza: Rigoni A. 3, Rigoni P., Orsi 2, Iacomino 7, Molinari 13, Ceci 12, Zerbini 10, Gelmini 9, Imeri 12, Longhi. All. Fiesolani.

TECNOFONDI – VOLTONE 68 – 78

(8-21, 25-39, 42-57)

Nazareno Carpi: Sbisà, Compagnoni 34, Goldoni 10, Doddi 18, Pravettoni 2, Antonicelli, Cavallotti 1, Saetti, Barigazzi, Menon 3, Dondi ne, Cantarelli. All. Testi.

Voltone Zola: Galassi 10, Ghiacci 20, Giacometti A., Mazzoli 3, Sterpi 6, Giacometti J. 26, Bruzzechesse 5, Romagnoli 8, Orlandi, Varotto. All. Amanti.

Carpi rimane negli spogliatoi per due quarti, poi la strigliatona di coach Davide Testi sortisce un 18-4 che illude i tifosi locali. Ma è un fuoco di paglia, con gli attacchi che dominano nell’ultimo periodo di gioco. Carpi rimane al palo e la classifica piange.

NUOVA PSA MODENA – UNIONE SPORTIVA AQUILA RINVIATA

ATLETICO – MAGIK 56 – 58

(16-14; 34-27; 47-40)

Atletico Bologna: Veronesi G., Campanella, Proto 6, Farneti, De Simone 10, Sant 4, Artese 6, Selvi 2, Turchetti 6, Rossi 10, Pedroni 6, Veronesi G.I. 6. All. Pietrantonio.

Magik Parma: Bazzoni 9, Donadei 7, Malinverni L. 1, Malinverni S. 2, Cavaglieri 2, Gibertini 8, Olagundoye 15, Longinotti 4, Guidi 8, Fava 2. All. Lopez.

Partiamo dalle note più liete: esordio in campionato per due giovani atleti biancorossi e cioè Campanella Gege del ’95 e Veronesi Greg del ’98! A testimonianza sia del buon lavoro fatto dall’Atletico sui giovani. Dopo due quarti leggermente favorevoli ai “reds”, la Magik si faceva sotto, ma nei minuti finali della terza frazione c’era un nuovo allungo (47-40). A questo punto cresce la paura di vincere. Sei minuti di attacchi gestiti da ansia e panico, forse anche complice il coach del Borgo che, con continui cambi alla ricerca di un minimo di stabilità, non ottiene nulla. Tanti tiri forzati e Parma ringrazia (+2 al 38′). L’Atletico torna a +1, ma gli ospiti infilano la tripla decisiva  a – 40″. I felsinei riescono addirittura ad effettuare due conclusioni, ma il canestro è diventato strettissimo.

CLASSIFICA

ANZOLA 10 5 5 0 371 311 +60
BAOU TRIBE SAN LAZZARO 10 5 5 0 328 287 +41
VOLTONE ZOLA 8 5 4 1 353 293 +60
COLLEGE FIDENZA 8 5 4 1 342 313 +29
PALLAVICINI BOLOGNA 8 5 4 1 335 308 +27
PIACENZA BC 6 5 3 2 330 306 +24
VIS PERSICETO 6 5 3 2 322 305 +17
MAGIK PARMA 6 5 3 2 295 310 -15
AQUILA LUZZARA 4 4 2 2 245 242 +3
SAN MAMOLO BOLOGNA 4 5 2 3 325 361 -36
PSA MODENA 2 4 1 3 246 261 -15
SAMPOLESE 2 5 1 4 282 303 -21
FIORANO 2 5 1 4 289 315 -26
SALSOMAGGIORE 2 5 1 4 213 254 -41
ATLETICO 0 5 0 5 312 352 -40
NAZARENO CARPI 0 5 0 5 309 365 -56

GIRONE B

ALTEDO – CASSANI&COSTANZI 67 – 76

(19-22; 33-39; 50-60)

Altedo: Gnan 2, Bovo 12, Ventura, Bulgarelli 4, Dal Pozzo 7, Lollini 12, Pigozzi 10, Baccilieri 2, Soresi, Zanoli 12, Gnudi 6. All. Bacchilega.

Basket’95 Imola: Baruzzi L. 6, Rubini 5, Barbagelata 20, Spagnoli 23, Crisà 3, Mezzini ne, Rossi ne, Baruzzi F. 2, Mastrilli 17. All. Brocchi.

GUELFO – GRIFO 77 – 69

(15-13; 40-32; 58-51)

Castel Guelfo: Buscemi 2, Coraini 4, Paluan 24, Baccarini 5, Bernabini15, Giordani 17, Miceli, D’Andola 10. All. Serio.

Grifo Imola: Orlando 7, Riga 16, Lanzoni, Dragicevic 2, Monna 19, Zaccherini, Linguerri 14, Castelli 11, Guerra, Turrini e Sgubbi ne. All. Lelli.

In casa della capolista la Grifo tira fuori una prova d’orgoglio e sfiora il risultato clamoroso. Parte forte  Guelfo che va subito 11-2, ma un po’alla volta la Grifo ricuce il distacco, tanto che prima una tripla di Monna porta gli imolesi in parità (24-24 dopo 14 minuti) e poi una di Riga dà il primo vantaggio esterno (24-27). Poi tre azioni con canestro e fallo di Giordani (l’unico a segnare l’aggiuntivo), Paluan e Coraini riportano Guelfo avanti per poi chiudere la prima parte sul +8. Al rientro dagli spogliatoi Paluan ne segna 5 filati e porta Guelfo al massimo vantaggio (+11). L’altalena del punteggio riporta sotto prima la Grifo (50-47 a -4’ e 39”) poi di nuovo avanti Guelfo (56-47 a -1’ e 43”). Nell’ultimo parziale la Grifo approfitta del fatto che Paluan è in panca a rifiatare e ricuce lo svantaggio fino a rimettere per un attimo la testa avanti (60-61) con Riga. Il rientro di Paluan fa tornare i padroni di casa in vantaggio e poi Bernabini chiude l’incontro (73-65 a uno e mezzo dalla fine).

AICS – BELLARIA 61 – 58

(23-23; 34-36; 48-46)

Aics Forlì: Grossi 2, Ruffilli 2, Bergantini ne, Fumagalli, Ragazzi ne, Guaglione 3, Brighi 20, Cortini 12, Zamagni 2, Zannoni 18, Arpaia 2, Ferri. All. Chiadini.

Bellaria: Bindi 8, Mbaye, Mussoni Ma. 2, Mussoni Mi., Novello 14, Sacchetti 17, Samb 6, Stabile 7, Verni 4, De Gregori. All. Ferro.

MOLINELLA – VENI 50 – 48

(11-13; 27-22; 38-33)

Molinella: Calvi 2, Quartieri 7, Checcoli 6, Ricci 4, Testi 8, Alessandri 4, Tagliavini 3, Ugulini 3, Pascoli, Gualandi 4, Serio 3, Trippa 6. All. Baiocchi.

San Pietro in Casale: Settanni 2, Meola, Frascaroli 2, Barbieri 12, Sgarzi, Vinci, Iannicelli 6, Minozzi G. 6, Bartolozzi 12, Folesani 8. All. Minozzi M.

CURTI – CRAL MATTEI 50 – 57

(15-12, 32-26, 38-43)

International Imola: Folli 5, Benghi 18, Genoni, Grandolfi 3, Cai, Martini 8, Caprara A., Caprara J. 3, Scagliarini, Dirella 4, Masoni 9. All. Fazzi.

Ravenna: Trerè, Basaglia, Ravaioli, De Fanti 22, Bianchini 6, Vistoli 9, Cirillo, Saccardi 12, Fabbri, Raspa, Morigi 8. All. Focarelli.

Prosegue la marcia immacolata della capolista Cral Mattei, che sbanca il parquet della Ravaglia al termine di una partita “maschia” in cui gli imolesi non hanno esibito la grinta necessaria per poter far proprio l’incontro. I primi due quarti sono stati equilibrati, con i ragazzi di Fazzi che hanno chiuso in vantaggio il primo tempo grazie a Benghi e Martini, mentre un ottimo De Fanti ed un Saccardi, rivelatosi immarcabile per i biancorossi, sono fra i protagonisti dei ravennati. Questi operano un break nel terzo periodo con difesa aggressiva, recuperi e si lanciano verso la vittoria (6-17 il parziale). La Curti non riesce a reagire e la partita si può virtualmente concludere alla fine del quarto medesimo.

ARGENTA – ARTUSIANA 62 – 75

(19-18; 35-32; 55-61)

Argenta: Magnani 20, Taglioli, Spinosa 2, Cesari, Malagolini 6, Zanetti 4, Rubbini 8, Stegani 2, Brignani 2, Mortara 3, Thiam 15, Rafan. All. Panizza.

Forlimpopoli: Rossi 22, Marzolini, Balistreri 12, Fabbri, Calboli, Vandelli 15, Morabito, Crocini 6, Arfelli 10, Servadei 10. All. Bondi.

OLIMPIA – SB FERRARA 66 – 58

(13-12; 30-28; 46-39)

Olimpia Castel San Pietro: Fortunati ne, Chillo ne, Franceschini 3, Corazza 4, Ziron 10, Boschi, Pancaldi 3, Binassi 19, Farnè 4, Gianninoni, Sgorbati 4, Morales 19. All. Zarifi.

SB Ferrara: Ferrarini 8, Pusinanti 1, Zavarini, Frignani 8, Fabbri 17, Bottoni 13, Parigi, Bussolari 7, Cuppini 4. All. Colantoni.

BASKET VILLAGE – DOLPHINS 66 – 39

(12-7; 26-19; 42-26)

Basket Village Granarolo: Banzi, Paoloni, Ballini 5, Costa, Salicini 2, Carrera 6, Nicotera 5, Nobis 18, Marega 6, Pedrielli 12, Marcheselli L 6, Brotza 6. All. Calore.

Basket Riccione: Locatelli, Zaghini, Amadori Mi. 9, Raffaelli 2, Amadori Ma. 8, Brattoli 4, Ambrassa, Biagini 2, De Martin 6, Polverelli 8. All. Foschi.

CLASSIFICA

GUELFO 10 5 5 0 361 276 +85
SPEM MATTEI RAVENNA 10 5 5 0 314 281 +33
BASKET VILLAGE GRANAROLO 8 5 4 1 338 284 +54
ARTUSIANA FORLIMPOPOLI 8 5 4 1 329 306 +23
OLIMPIA CASTEL S. P. 6 5 3 2 344 318 +26
DOLPHINS RICCIONE 6 5 3 2 309 311 -2
MOLINELLA 6 5 3 2 277 292 -15
VENI SAN PIETRO IN CASALE 4 5 2 3 301 290 +11
INTERNATIONAL IMOLA 4 5 2 3 307 299 +8
ARGENTA 4 5 2 3 331 334 -3
ALTEDO 4 5 2 3 352 358 -6
AICS FORLI’ 4 5 2 3 322 345 -23
S.B. FERRARA 2 5 1 4 284 306 -22
BELLARIA 2 5 1 4 291 337 -46
BASKET’95 IMOLA 2 5 1 4 324 377 -53
GRIFO  IMOLA 0 5 0 5 281 351 -70

Week end di Halloween per le Giovanili: dolcetti o scherzetti?

Nel fine settimana non ci sono grossi scontri, ma segnaliamo negli U17 Crabs-Argenta, Masi-Insegnare Basket Rimini negli U15 e Fortitudo 103-Internationali negli Under 14.

UNDER 17 7° giornata

JUNIOR BASKET RAVENNA – INTERNATIONAL BASKET 75 – 56

PONTEVECCHIO – VIS 77 – 87

(26-15; 40-39; 52-66)

Pontevecchio: Benni, Donati 9, Fasano 8, Fiusco, Galassi 10, Giudici 21, Masetti 4, Mengoli, Nardi 2, Ricci, Trost 3, Varotto 20. All. Savini.

Vis Ferrara: Brilli 4, Rossi 2, Mastrangelo 12, Caselli 14, Grazzi 19, Nativi 10, Verni 1, Oseliero 10, Bianchi 9, Cervellati, Vivarelli 6. All. Franchella.

BASKET RIMINI CRABS – CESTISTICA ARGENTA 74 – 61

BASKET SANTARCANGELO – BASKET SAVE MY LIFE 53 – 86

VIRTUS PALL. BOLOGNA – GINNASTICA FORTITUDO 72 – 47

CLASSIFICA
Virtus Bologna* 12; Reggiana, Vis Ferrara 10; Bsl San Lazzaro 8; Argenta, Pontevecchio Bologna, Crabs Rimini 6; S.G. Fortitudo Bologna, Santarcangelo 4; Junior Ravenna* 2; International Imola 0.

UNDER 15 4° giornata

VIS 2008 – BASKET SAVE MY LIFE 34 – 92

PALL. REGGIANA – FULGOR LIB. BK FORLI’ 92 – 73

POL. GIOVANNI MASI – INSEGNARE BK RIMINI 53 – 63

FORTITUDO BOLOGNA 103 – CASTIGLIONE MURRI BK 80 – 67

VIRTUS PALL. BOLOGNA – BASKET RIMINI CRABS 107 – 57

CLASSIFICA
Bsl San Lazzaro 8; SG Fortitudo Bologna, I.B.R. 6; Castiglione Murri Bologna, Virtus Bologna, Fortitudo 103, Reggiana 4; Crabs Rimini, Masi Casalecchio 2; FulgorLibertas Forlì, Vis Ferrara 0.

UNDER 14 3° giornata

GIRONE A
PALL. NOVELLARA – LIBERTAS FIORANO 70 – 48

POL. GIOVANNI MASI – SCUOLA BASKET FERRARA 60 – 64

GINNASTICA FORTITUDO – F.FRANCIA PALL. 79 – 23

VICO BASKET – POL. PIACENZA CLUB 40 – 85

PALL. REGGIANA – NUOVA PSA MODENA 122 – 37

VIS 2008 – VIRTUS PALL. BOLOGNA 54 – 108

CLASSIFICA

Virtus Bologna, Reggiana, S.B. Ferrara, Novellara 6; S.G. Fortitudo Bologna, Piacenza BC 4; Benedetto 1964 Cento, F. Francia Zola 2; Vis 2008 Ferrara, PSA Modena, Masi Casalecchio, Vico Parma, Fiorano 0.

GIRONE B
FORTITUDO BOLOGNA 103 – G.S. INTERNATIONAL BASKET 77 – 63

JUNIOR BASKET CA’OSSI – BASKET RIMINI CRABS 63 – 98

BASKET SAVE MY LIFE – CASTIGLIONE MURRI BK 77 – 42

P.G.S. WELCOME – PALL. BUDRIO 2012 79 – 72

POL.COMPAGNIA – INSEGNARE BK RIMINI 65 – 55

PALLACANESTRO CASTENASO – U.P. CALDERARA PALL. 81 – 41

CLASSIFICA

Compagnia Ravenna, Bsl San Lazzaro, Crabs Rimini 6; Budrio, International Imola, Pgs Welcome Bologna, Fortitudo 103 4; I.B.R., Castenaso 2; Ca’ Ossi Forlì, Castiglione Murri Bologna, Calderara 0.

Nel girone C il ruggito della Stefy. Il quarto turno della Promozione

Quinto appuntamento per il campionato di Promozione, con Montevenere-Stefy (Girone C) che sarà la partita più interessante del turno. Non male, nel girone B, anche La Torre-Scandiano.

GIRONE A

CASTELLANA – MONTEBELLO 63 – 43

Castelsangiovanni: Coppeta 16, Eccher, Di Giorgio 4, Fanaletti 2, Brandolini, Zanelli 3, Derba 7, Ziotti 5, Zamboni 15, Belli, Mazzocchi 11, Georgiev. All. Piva.

Montebello Parma: Dinoi 1, Brugnoli, Buttafoco 3, Carretta 8, Bocchia, D’Alò 11, Pannofino 12, Goldoni 3, Rastelli 13, Maddiotto 2.All. Martinelli

Parte bene, per la prima volta nell’anno, la Castellana Bakery. Derba dà vivacità alla manovra sin dalle prime battute, Mazzocchi è una bella presenza, sotto le plance, su entrambi i lati del campo, Zamboni il solito trascinatore. Il tutto fa subito un mini-break di 9-2 per i Valtidonesi. Sulla sponda parmense, Carretta prova a scuotere i suoi, con 7 degli 11 punti totali in frazione: 15-11. Nel secondo quarto un finalmente tonico Coppeta fa la voce grossa sia in difesa, con diversi rimbalzi e dando il la ai suoi nei movimenti difensivi, sia in attacco, con diverse buone soluzioni, sia in penetrazione sia dalla media, tutto parte del suo buon bagaglio tecnico. Il tutto si concretizza in 8 punti in frazione per Giulio e un altro break di +7 per la Bakery Castellana: +12 all’intervallo, con i parmensi che litigano non poco con i ferri del “Silvia Viola”. Nel terzo quarto Derba parte di nuovo molto bene, dando sicurezza ai suoi e coinvolgendo nella manovra anche i lunghi Mazzocchi e Di Giorgio. Il tutto sotto la supervisione di Zamboni. Montebello cerca di rimanere a contatto con una buona prova di D’Alò e Capitan Rastelli, ma il divario continua ad allargarsi: +14. Nell’ultima frazione Montebello tenta un ultimo sforzo per rientrare in partita, portandosi fino a -9, ma i giovani Bakery sono sempre più sciolti e con una frazione da 19 punti e 3 bombe da tre diversi tiratori, portano a casa la partita.

SALSOMAGGIORE CITY – BASKET SOLE 61 – 76

(13-16; 30-37; 38-63)

Basket Sole Piacenza: Ciuti 13, Protto 11, Poggi 14, Rancati, Arata 12, A. Sebastiani 6, S. Sebastiani 1, Signaroldi, R. Mori, M. Mori 10, Lucev 4, Gelmini 5. All. Cavagnoli.

Il Basket Sole si rimette subito in moto, vince largo a Salsomaggiore e dimentica definitivamente il derby perso malamente con la Castellana. Ottima prova da parte dei rossoblù sul piano del collettivo, mentre per quanto riguarda le espressioni tecniche, almeno per una ventina di minuti il gioco è stato più che confortante, a tratti davvero eccellente. Avvio in equilibrio, il Basket Sole chiude avanti 16-13 il primo quarto, dando la sensazione di poter dire molto in questo incontro. Infatti, nel secondo periodo ecco un cambio di passo dei rossoblù che, seppur lamentando qualche errore di troppo in difesa, sotto al canestro salsese riescono a focalizzare un’apprezzabile continuità. Appena dopo l’intervallo, ecco il vero capolavoro, il basket più efficace giocato dall’inizio del campionato: tonico e preciso in difesa, in attacco il Basket Sole infila canestri a raffica, tanto da chiudere il parziale sul 26-8. Il Salso sprofonda a -25 al 30′: 38-63, di fronte a una squadra, quella di Cavagnoli, assoluta padrona del campo. Ma i padroni di casa non considerano ancora chiusa la contesa e lottano fino all’ultimo secondo. Il Basket Sole, forse un po’ appagato, subisce almeno parzialmente il ritorno del Salso, che scende anche a -11 (61-72). Gli ultimi lampi sono però tutti dei rossoblù, che tornano a confezionare un +15 che rappresenterà lo scarto finale.

MARCONI – DUCALE 67 – 64

(18-8; 29-32, 54-49)

Castelnovo Sotto: Rossi 4, Aldrovandi 1, Montanari, Ferretti 1, Rancati 13, Mazza 17, Magliani 14, Benassi 3, Bellagamba 3, Castagnaro, Santacaterina, Bedenghi 11. All. Grobberio.

Parma: Tarricone 9, Ponticelli 7, Bertolini 4, Solimè 11, Frazzi 8, Ludergnani 10, Vento S 8, Rosi 6, Di Brino, Mazzone, Tinelli 1. All. Padovani, Fochi.

Mantiene l’imbattibilità del Puntosport il Plaza de Toros Marconi, superando la coriacea formazione della Ducale, che cede le armi solo sul finale di gara. Avanti di dieci punti (60-50) a 3’ dal termine grazie a una palla rubata con furto con destrezza di Rossi, la formazione ospite reagisce piazzando due bombe di fila e un parziale di 2-10 che la riporta a soli due punti di distanza nell’ultimo minuto di gioco. Decide l’Mvp Magliani con una glaciale bomba e un canestro di Bedenghi, magistralmemte imbeccato da Benassi. Vittoria sofferta, ma sostanzialmente meritata per i ragazzi di Grobberio che, dopo un promettente avvio, erano incappati in un pessimo secondo quarto di gioco.

IRA TENAX – CUS PARMA 71 – 70

(20-21, 34-33, 50-47)

Cortemaggiore: Spotti 13, Pezzani 2, Maccagni A., Righi 5, Gandolfi, Gorreri 18, Valla 25, Paini 2, Maccagni M., Guglielmetti, Bertoni 6. All. Podestà.

Parma: Bettera 9, Giampellegrini 7, Bersini 4, Bellicchi 16, Orsenigo 10, Marcucci 12, Imbimbo, Lusardi, Stonfer, Faveri, Cervi 12, Ricci. All. Marafetti.

Bellissima partita, grande intensità in campo tra due formazioni già grandi rivali lo scorso campionato. Pur segnate entrambe da pesanti assenze (il pivot Salardi per i magiostrini e il play Andreoli per gli ospiti), le due squadre non se le mandano certo a dire (cestisticamente parlando) fin dalle prime battute; i cussini cercano di far valere tutti i chili e i centimetri sotto canestro con Orsenigo e il neo acquisto Cervi che alla seconda azione ruba palla e conclude il contropiede con una bimane pazzesca; risponde per le rime un caliente Gorreri con 11 punti consecutivi, ben coadiuvato dal combo di tiratori Valla-Bertoni. Secondo quarto sempre sotto il segno dell’equilibrio, un Bellicchi in gran forma al tiro puntella bene il risultato a suon di triple, solo la grande freddezza di Spotti e compagni dalla linea della carità mandano le squadre al riposo in sostanziale parità. Terzo periodo, grande pressione sulla palla e due centri consecutivi di Righi battendo il diretto avversario, time out per i parmensi e Cus passa a zona 2-3, gli ospiti recuperano qualche buon pallone a rimbalzo che l’eterno Marcucci tramuta sapientemente in canestri, ma la zona non regge l’urto del ciclone Valla, con tre bombe e tre canestri del #16 bianco , Cortemaggiore impatta e fissa il risultato all’ultimo mini riposo conducendo di tre lunghezze. Ultima frazione di gioco, ci prova Bettera a salire in cattedra con 9 punti in rapida successione a riportare gli universitari in partita, tentativo vanificato dal prezioso lavoro oscuro a rimbalzo di Maccagni e Pezzani, i biancoverdi sospinti dalle incursioni in area di Spotti e Bertoni si portano all’ultimo giro di lancette ancora avanti di 4 punti; Bellicchi e Marcucci cercano il canestro su fallo, ma il tempo scade e la vittoria per un punto va a Corte.

VALTARESE BORGOTARO – C.S.I. S.ILARIO D’ENZA 63 – 75

POL. PRIMOGENITA – PLANET BASKET 68 – 71

CLASSIFICA
S. Ilario 8; Montebello Parma, Basket Sole Piacenza, Ira Tenax Cortemaggiore 6; Cus Parma, Ducale Parma, Marconi Castelnovo Sotto, Planet Parma, Castellana Castelsangiovanni 4; Valtarese 2; Salsomaggiore City, Primogenita Calendasco 0.

GIRONE B

CENTRO LATTONIERI – AQUILE 69 – 56

(12-15; 35-21; 59-37)

Carpine: Testi 11, Piuca M. 11, Piuca R. 21, Gasparini 2, Zanoli 6, Giovanardi 11, Marchi 1, Iacono 4, Berra 2, Braglia. All. Morettin.

Gualtieri: Canova 8, Miglioli 2, Bagni 7, Soliani 1, Pezzali 25, Guida 2, Manzali 2, Pellegrini 9, Berni S., Berni M. All. Volpato.

La Carpine ritrova la vittoria dopo lo scivolone a Campagnola. Partenza sempre a rilento con i carpigiani che faticano a segnare pur prendendo buoni tiri. I reggiani invece segnano con Pezzali in buona serata al tiro. Nel secondo quarto entra Gasparini, fino ad ora fuori per infortunio in questa stagione, e fa sentire la sua voglia di entrare nelle rotazioni del coach Morettin è da una sferzata di energia alla compagine carpigiana in difesa che innesca il meccanismo del contropiede e con Piuca Roberto e Testi inizia a macinare punti in attacco portando la Carpine a +14 alla pausa. Si riinizia con lo stesso ritmo in attacco e Carpi finisce a +22 la terza frazione grazie ad un gioco corale e ai tanti rimbalzi in attacco catturati dai lunghi carpigiani. Nell’ultimo quarto Carpi allenta un attimo la pressione e Gualtieri ne approfitta, con Pezzali e Canova che segnano dalla distanza, ma non bastano per recuperare il divario creato dai carpigiani.

BIBBIANESE – SCHIOCCHI BALLERS 57 – 48

(13-20, 29-31, 47-34)

Bibbianese: Marchesini ne, Camurri 9, Farioli G. 5, Gala 6, Ghirardini 6, Olivares 11, Reni 5, Codeluppi, Vignali 9, Zaccaria 6. All. Reverberi

SB Modena: Binotti, Zara 2, Sangermano, Marinelli, Righi R. 13, Minarini 2, Twum 13, Alessandrini 7, Guidetti, Vaccari 3, Forghieri 8. All. Righi G.

Sconfitta per i modenesi in quel di Bibbiano per 57-48. Partenza lanciata per i Ballers che aprono il quarto alla grande assicurandosi un vantaggio in doppia cifra. La compagine modenese ha la possibilità di aumentare il vantaggio (13-23), ma spreca diverse occasioni per allungare ulteriormente, riportando in partita gli avversari che chiudono il primo tempo a meno due (29-31). Purtroppo l’inizio del terzo periodo è disastroso per gli ospiti che segnano solo 3 punti in 10’, mentre gli avversari, rinvigoriti da una buona prestazione collettiva, si portano anche +17. L’ultima frazione vede una buona reazione dei modenesi che arrivano a -5 (53-48), ma non riescono a completare la rimonta, complici diverse scelte molto affrettate.

VIRTUS CASALGRANDE – CAMPAGNOLA 68 – 79

(13-13, 28-33, 41-57)

Casalgrande: Torelli, Campa, Govi 12, Bottazzi ne, Iemmi 15, Bonaccini 11, Scianti 4, Grazi 13, Oleari 2, Talami 9, Giacone, Fusco 2. All. Pacifico.

Campagnola: Manicardi 10, Pignagnoli, Nasi S. 6, Zaccarelli, Parmiggiani 6, Bigliardi ne, Piuca F. 8, Nasi L. 7, Sacchi 10, Rustichelli 21, Beltrami 4, Sueri 7. All. Nanetti.

I Virtussini si presentano con due assenze importanti: Torelli Mattia e Guidelli Enrico ancora infortunati. Inizia la gara e già dai primi minuti si vede un altra Virtus rispetto a quella vista cinque giorni fa. L’intensità e la grinta c’è sia in attacco che in difesa e nonostante gli ospiti partano forte i Casalgrandesi restano sempre a contatto chiudendo la prima frazione in assoluta parità 13 a 13. L’inizio promettente convince Coach Pacifico che mantiene in campo quasi sempre gli stessi uomini, i ceramici continuano a difendere bene e molto aggressivi e i risultati si vedono: tanti contropiedi e attacchi ben costruiti con tanta fiducia; sbagliano però qualche tiro aperto di troppo e alla pausa lunga si trovano sempre a contatto ma in svantaggio di 5 punti per 28 a 33. Nell’intervallo sulla panchina Casalgrandese si respira un aria di fiducia, bisogna continuare per tutta la partita con questa voglia e questa intensità per portare a casa la gara. Al rientro dalla pausa dopo poche azioni i padroni di casa passano a zona 3-2 per provare a cambiare l’inerzia della partita, gli ospiti però non si spaventano e con quattro bombe (due di Nasi S. e due di Rustichelli) spezzano la difesa dei Casalgrandesi e allungano decisamente sulla partita, soprattutto perché i bianco-neri non trovano più la via del canestro. Il terzo quarto si chiude quindi con un pesante vantaggio ospite per 41 a 57. Al rientro per l’ultima frazione di gioco la Virtus scende sul campo consapevole del fatto che ora bisogna dare tutto; si torna a uomo con pressione a tutto campo, i risultati si vedono e gli ospiti cominciano a faticare in attacco. Inizia così il recuperò Virtussino che però non viene mai capitalizzato fino in fondo poiché come si avvicinano i padroni di casa vengono prontamente riportati intorno alle dieci lunghezze di svantaggio da Campagnola. L’ultimo tentativo di recuperare punti negli ultimi minuti cercando il fallo sistematico e sperando in qualche errore da parte degli ospiti dalla lunetta va a buon fine per la Virtus chiudendo la gara a -11 invece che a -13 che per un possibile conteggio di differenza punti a fine stagione può sempre fare loro comodo. La gara volge così al termine sul 68 a 79 per Campagnola.

TEAM MEDOLLA – I GIGANTI 57 – 56

(16-11, 33-23, 42-42)

Medolla: Galeotti F., Maini 10, Tralli 11, Ceretti 4, Guarnieri, Galeotti M. 5, Barbieri 2, Aldrovandi 11, Spinelli, Bega ne, Nardi 14. All. Carretti.

Modena: Panico 5, Bertelli 2, Manzotti 15, Pederzoli, Fantuzzi 3, Baraldini, Giorgi 2, Barbanti 12, Demattè 2, Larghetti, Forastiere 15. All. Fossali.

Medolla porta a casa una vittoria all’ultimo respiro contro i Giganti. I padroni di casa partono molto forte trascinati da Tralli e Aldrovandi, tanto che chiudono il primo parziale avanti di cinque lunghezze: 16-11. Nella seconda frazione il copione è lo stesso: gli ospiti cercano di rientrare in partita, arrivando fino al 27-23, ma Medolla grazie ad una buona circolazione di palla scardina la zona e piazza un parziale di 6-0 in modo da arrivare sul +10 alla pausa lunga. Al rientro dagli spogliatoi i Giganti si svegliano dal torpore e prima piazzano un parziale di 6-0 che li rimette in partita, poi pian piano recuperano punto su punto fino ad impattare sul 42 pari alla fine del terzo quarto. All’inizio dell’ultimo parziale i Giganti effettuano il sorpasso, prima sul 42-44, poi arrivano anche sul 44-47; a questo punto però i padroni di casa reagiscono e si portano sul 50-47 con una tripla di Aldrovandi, prontamente recuperata da un’altra di Manzotti: 50-50. Sul finire del match gli attacchi non sono certo lucidi e si susseguono le palle perse, tuttavia Modena rimette il naso in avanti sul 52-54; Medolla però piazza un parziale di 5-0 che ribalta l’inerzia. Nonostante tutto i Giganti segnano a 6” dalla fine da sotto con Forastiere che subisce anche fallo; il tiro libero supplementare però si infrange sul ferro, laddove si spengono le speranze dei modenesi di allungare la partita all’overtime. Da notare il positivo esordio del giovane Barbanti.

GO IWONS – REGGIOLO 49 – 60

(14-16, 30-27, 38-48)

Albinea: Negri 3, Canalini 12, Ballabeni 9, Masoni 10, Prati 4, Corradini 7, Guatieri, Sassi, Ferretti 2, Camellini 2. All. Brevini.

Reggiolo: Torreggiani 6, Pirondini 26, Carnevali, Cremaschi 17, Arisi, Franzini 7, Verzellesi ne, Ferrari, Setti, Fagandini 4, Bosi. All. Notari.

Primo tempo estremamente equilibrato tra le due compagini, con gli Iwons che riescono per lunghi tratti a tenere la testa avanti nel punteggio. Il trio Canalini-Ballabeni-Masoni risponde colpo su colpo ai soliti Pirondini e Cremaschi, tenendo alto l’entusiasmo dei tifosi presenti sugli spalti. La partita è ricca di errori, da una parte e dall’altra, ma rimane avvincente e molto combattuta. Ad inizio terzo quarto è il Reggiolo che riesce a mettere a segno un importante parziale, nonostante il tentativo di passare ad una difesa a zona ordinato dal coach Brevini. Pirondini, autore di una prestazione monstre (26 punti), coadiuvato dal capitano Torreggiani (2/2 da tre nel terzo quarto) realizza uno strappo che risulterà decisivo. Con una decina di punti di vantaggio, in una partita a punteggio abbastanza basso, il Reggiolo riesce a gestire gli ultimi dieci minuti di gioco e portare a casa i due punti.

LA TORRE – SCANDIANO 55 – 58

(10-15, 23-26, 35-43)

La Torre: Galassi 2, Panciroli 2, Mazzi G. 2, Vezzosi 6, Bochicchio 5, Pezzarossa 3, Nizzoli, Mazzi F. 15, Mussini 4, Bertolini 3, Margaria 13, Orlandini. All. Spadacini.

Pallacanestro Scandiano: Fontanesi 6, Colacicco 2, Fevola 7, Guidetti 5, Ferrarini 4, Acosta 12, Farioli 7, Siliprandi, Bianchi, Garofoli 15. All. Torreggiani.

Sconfitta in volata per la Torre contro la sinora imbattuta Scandiano. La prestazione dei cittadini è ammirevole per abnegazione difensiva, atteggiamento e grinta, ma deve purtroppo scontare una serata deficitaria al tiro, che impedisce di strappare i due punti. Nel primo quarto, la capolista manda già a referto sei diversi giocatori, con una buona distribuzione dei tiri, che vale il +5 (10-15) del 10′, poi nel secondo parziale il livello di intensità difensiva dei ragazzi di coach Spadacini cresce in modo consistente. Così, nonostante un attacco non fluido, con percentuali bassissime nel tiro da fuori, alcune iniziative di Filippo Mazzi e Bochicchio consentono di andare al riposo ampiamente in partita (23-26). Il terzo periodo scorre sulla falsariga del secondo e La Torre mette anche la testa avanti, ma, sul 34-38 per Scandiano, un antisportivo più successivo tecnico fischiato a Pezzarossa permettono a Garofoli di realizzare tre tiri liberi che, uniti al successivo canestro di Acosta, creano un break di 5-0, portando gli ospiti sul +9. In questo momento i grigiorossi dimostrano grande lucidità e tenacia: anziché recriminare sulle situazioni precedenti, mettono in campo uno sforzo difensivo notevole, che inchioda Scandiano per diversi minuti a quota 43. Pur continuando a litigare col canestro, anche dalla linea del tiro libero, i cittadini rientrano punto dopo punto, fino ad agguantare la parità a quota 46, con due tiri liberi di Giovanni Mazzi. Probabilmente in questo momento, anche in conseguenza del grande sforzo fatto, ai torriani manca la lucidità per completare l’opera. La freddezza degli scandianesi, in particolare di Acosta, consente loro di riaprire un solco di 8 punti. Partita finita? Naturalmente no, un gioco da 4 punti di Margaria ed una bomba di Vezzosi portano il punteggio sul 55-57, che diventa 55-58 per l’1/2 dalla lunetta di Garofoli. Mancano solo 3” sul tabellone, time-out Torre e schema che libera al tiro Margaria dall’arco, ma la conclusione non va a segno e sfuma la possibilità dell’overtime.

CLASSIFICA
Scandiano 8; Carpine, Reggiolo, Bibbianese 6; Go Iwons Albinea, La Torre Reggio, Medolla, Campagnola 4; Schiocchi Ballers Modena, Virtus Casalgrande, Aquile Gualtieri 2; I Giganti Modena 0.

GIRONE C
POL. GIOVANNI MASI – SPORT INSIEME 53 – 60

(15-15; 27-31; 39-47)
Masi Casalecchio: Campazzi 2, Castaldini G. 11, Sechi 2, Murgia 1, Forni 8, Di Marzio 15, Barilli 6, Bertacchini 2, Cavana 2, Masi 2, Fortuzzi ne, Castaldini T 2. All. Guidetti.
Sport Insieme: Morando 11, Guizzardi 1, Somma, Cristiani 8, Marino 6, Lalanne 5, Nisbet, Salvi 6, Zambelli 4, Skocaj 12, Sakho 7, Garrossi. All. Bandiera.

F.FRANCIA – SCUOLA PALL.PIUMAZZO 2002 77 – 63

(18-17; 34-35; 56-49)

Francesco Francia Zola: Galli 14, Barilli 4, Cilfone 17, Bosi 4, Bettini, Maresi 3, Migliori, Masina 8, Brochetto D. 5, Pagano 4, Gamberini 18, Guerrato. All. Brochetto L.

Piumazzo: Dardi 2, De Martini 15, Luppi, Valenti 11, La Rocca 4, Cavani 5, Di Bona 2, Verdoliva 16, Montorsi 5, Stanzani 3. All. Vannini.

CSI SASSO MARCONI – GIARDINI MARGHERITA 48 – 65

(3-16; 19-34; 39-46)

Csi Sasso Marconi: Bruni, Vinerba 2, Tosarelli 6, Rillo 8, Romano 22, Truppi 4, Mutolino 5, Borsari 1, Giuliani, Perrina. All. Coralli.

Giardini Margherita: Grassitelli 19, Florio 5, Stefani, Baldazzi 2, Grandi 14, Brina 4, Valenti, Pierini 2, Sangiorgi 5, Marchesi 14. All. Lanzi.

Netta affermazione per il team ospite che ha comandato dalla palla a due all’ultima sirena. Dopo due quarti a senso unico, Sasso cercava di rientrare in partita nella terza frazione grazie ad uno scatenato Romano (39-46 al 30’), ma i dieci minuti conclusivi erano esclusivamente di marca Giardini Margherita con Grandi e Marchesi in evidenza assieme a Grassitelli.

GARDENBO – IMA BASKET 42 – 47

MONTEVENERE – STEFY 49 – 67

(8-23; 23-37; 33-53)

Montevenere: Venturi J. 6, Lamandini, Gironi 5, Ottani 10, Cicerchia, Venturini 4, Veronesi 5, Costa 17, Fantoni, Zappoli 2. All. Rossi.

Stefy: Dozza 2, Carosi 5, Francia 12, Benetti 15, Poli 4, Suero 4, Vittuari 6, Tradii 13, Evangelisti 2, Mannini 4. All. Andreoli.

PGS WELCOME – H4T 75 – 82

(15-21; 34-38; 59-54)

P.G.S. Welcome Basket: Lamborghini L. 24, Lederi 4, Lamborghini S. 6, Capelli 2, Ahmethodzic, Sabbioni 7, Palmieri 4, Roveri, Ferrari 22, Cerri 6. All. Lamborghini R.

Scuola Pall. Vignola: Ganugi 20, Quartieri, Chini, Pantaleo 11, Zagni, Barbieri, Vannini 3, Guidotti 9, Midulla 22, Franchi 17, Malagodi. All. Smerieri.

Alle Don Comini la Pallacanestro Vignola passa con pieno merito, vincendo in volata una splendida partita. La gara – come appena accennato – è stata bella ed avvincente e se avesse vinto la Welcome, nessuno avrebbe potuto recriminare sul risultato, perché pure i bolognesi hanno disputato un ottimo match. Gli ospiti sono i primi ad entrare in partita con 6 punti consecutivi di Ganugi (0 a 6), ma con un break di 13 a 3 Luca Lamborghini e Ferrari portano la squadra di casa sul 13 a 9. Dopo un opportuno time-out gli ospiti si riorganizzano ribaltando sui bolognesi un contro break di 12 a 0. La seconda frazione è molto più equilibrata ed avvincente, con la PGS che riesce ad irretire Guidotti azzerandogli i rifornimenti prima del tiro e Luca Lamborghini che, letteralmente scatenato, infierisce sui modenesi da ogni posizione (22 punti nel primo tempo). Il Vignola da ottima formazione quale è trova comunque risorse e punti da Midulla e Franchi, tanto da recuperare lo svantaggio ed arrivare al riposo sul +4. Nel terzo quarto Ferrari, Sabbioni (che era ancora a secco) e Palmieri avvantaggiano il loro team, ma Franchi e Ganugi gli rispondono con decisione, tanto da limitare lo svantaggio a fine frazione a -5. Nell’ultimo quarto il Vignola spinge ancor di più per recuperare lo svantaggio accumulato, ed è Midulla a trovare i canestri più importanti dalla lunga distanza, uno dei quali (da 3) si impenna dopo aver centrato il ferro, sale di un buon metro e ricade centrando il canestro. In questo frangente la Welcome si disunisce ed alcune svagatezze regalano alcuni palloni agli avversari, con in aggiunta di un tecnico molto opinabile, che porta gli ospiti in vantaggio 70 a 65. Siamo a circa 3’ dal termine ed una bomba di Cerri più una sospensione di Lederi riportano ancora il punteggio in parità. Sul capovolgimento di fronte, Midulla dai 6,75 e due liberi di Guidotti avvantaggiano gli ospiti sul +5 a poco più di 1’ dal termine. Dopo un ultima sospensione da parte  Welcome, Ferrari infila la seconda bomba che provoca un ulteriore sussulto alla gara (73 a 75), ma l’oculatezza degli ospiti nell’amministrare il vantaggio e la freddezza nel trasformare i liberi conseguenti ai falli sistematici, concludono la partita definitivamente.

CLASSIFICA
Stefy Bologna 8; Montevenere Bologna, F. Francia Zola, Vignola, Sport Insieme Bologna 6; Masi Casalecchio, Giardini Margherita Bologna, Pgs Welcome Bologna 4; Piumazzo, Pgs Ima Bologna 2; Gardenbo, Csi Sasso Marconi 0.

GIRONE D
PROGRESSO HAPPY BASKET ’07 – AUDAX BASKET FERRARA RINVIATA

ICOS – ARGELATO BASKET 59 – 67

(11-20; 28-41; 50-60)

Vis Ferrara: Benetti, Mamadou, Ricci, Vivarelli, Mastrangelo 14, Alushani, Bianchini 5, Verrigni 20, Borsetti, Gamberini 11, Fiorentini 9, Campi. All. Castaldi

Argelato: Benassi 9, Risi 2, Fontanella 6, Cristofori 6, Gadani 17, Accorsi 10, Cavazzoli, Fabulli 2, Sgargi 5, Nannetti 4, Cremonini 6. All. Iattoni.

PEPERONCINO – PALL. LA FENICE 46 – 56

Castello d’Argile: Bergami 11, Manzi 3, Govoni 3, Balboni 4, Gilli 2, Monari Mat., Bertuzzi 2, Fanti, Bernardini, Cerasi 3, Monari A. 14 Comi 4. All. Monari Mar.

Codigoro: Mossini 9, Pimpinati, Ferretti 8, Tralli 9, Bellinaso, Cavazzini, Sproccati, Stella 14, Finessi, Di Tizio 14, Gnani 2. All. Bottoni.

FORTITUDO – CALDERARA 56 – 63

(15-11; 27-30; 35-44)

Crevalcore: Querzà 2, Gambuzzi 9, Filippetti 12, Bersani, Terzi 9, Zerbini, Fregni 7, Floro 3, Monaco 2, Simoni 12. All. Terzi R.

Calderara: Venturi, Mestieri 3, Guaraldi 5, Aspergo 11, Benuzzi 13, Garofalo 2, Gentili 11, Bellodi 11, Angelini 7, Ansaloni. All. Murtas.

Partita tirata e “punto a punto” quella disputatasi al PalaP.F.C. di Crevalcore, che ha messo di fronte due ottime squadre. Un match particolarmente equilibrato durante il quale si è potuto assistere a sprazzi di bel gioco ed agonismo su entrambi i fronti. Una Pallacanestro Fortitudo che, pur uscendo sconfitta di misura ma a testa alta, non sfigura assolutamente nonostante l’assenza di uno dei suoi top players, Garuti, e dimostra di poter avere un soddisfacente rendimento stagionale. Buona prestazione e meritata vittoria dell’U.P. Calderara, che ha avuto quel pizzico di tenuta mentale in più mancato alla squadra di casa per vincere.

DIABLOS – GALLO 47 – 58
(13-13; 26-28; 34-40)
Sant’Agata Bolognese: Violi, Terzi 5, Angelini 7, Bruni 15, Patelli 2, Candini 11, Testoni, Risi 7, Sabatini, Serra, Manganelli. All. Masetti.
Gallo: Fini, Del Principe 11, Schincaglia 5, Merlo 3, Boscolo 6, Pasquali 9, Gardenale 7, Malaguti 10, Caselli 7. All. De Simone.

A.MI.CA. BASKET – DELTA 56 – 63
(9-24; 16-39; 33-50)
Minerbio: Gamberini 3, Blanco 2, Barbieri 5, Cinti, Gubellini 15, Accorsi 12, Generali 6, Mattei, Sommavilla, Gruppioni 6, Fiorini 7. All. Vibio.
Comacchio: Carli D. ne, Persanti 6, Peretti 28, Gregori M. 4, Boccaccini, Gelli 4, Ferroni 4, Cavalieri 11, Simoni ne, Gregori G. 3, Carli M. 3, Buzzi ne. All. Bacchini.

CLASSIFICA
Audax Ferrara*, Calderara, Argelato 6; Peperoncino Mascarino, Vis Ferrara, Diablos Sant’Agata Bolognese, Delta Comacchio, Gallo, La Fenice Codigoro 4; Crevalcore, A.MI.CA Minerbio 2; Happy Basket CastelMaggiore* 0.

GIRONE E
MEDICINA BASKET 2007 – CASTIGLIONE MURRI BK 64 – 57

(16-17; 36-23; 51-33)

Medicina Basket 2007: Buresti 13, Zaneva 3, Panico, Guccini 7, Pinardi 5, Ugulini 2, Magli 4, Lorenzini, Martelli 3, Rimondini 19, Dall´Olio 4, Randazzo 4. All. Bandini

Castiglione Murri: Brini, Buriani 12, Dettori 13, Fermi 1, Maestri 5, Pedrielli 2, Rizzardi 2, Samoggia 10, Sandrolini 6, Stefanelli, Tacconi 6. All. Benini.

MONTERENZIO BASKET – ISIS BASKET LUGO 58 – 66

P.G.S. BELLARIA – PARTY & SPORT 62 – 66

Pgs Bellaria: Ascari 8, Sudano 6, Romanelli 10, Scarenzi 1, Bonetti, Pazzaglia 3, Naim Wadieh 16, Franzoni, Cavallari, Sanguettoli 10, Idà 8, Masoni. All. Bendaglia.

P&S Ozzano: Lollini 4, Capra 16, Leale 14, Franceschi, Marchi 6, Fierro 10, Zerbini, Lazzari, Rizzoni 6, Salvadè, Avallone 10. All. Nannetti.

TITANS – BASKET GIALLONERO 48 – 55
(9-12; 18-22; 35-30)
Titans Ozzano: Finessi 18, Rossi 5, Cairo 7, Tuccillo, Gamberini 4, Cucinotta 5, Gardotti 2, Paolucci, Ungaro 7, Minoccheri. All. Torrella.
Giallonero: Villa 10, Bertini, Ragazzini, Spoglianti 6, Biancoli 10, Calamelli ne, Esposito 9, Vannini 6, Campomori 10, Franzoni 4. All. Creti.

Come l’anno scorso, il Giallonero espugna il PalaGira. E come dodici mesi fa, infligge la prima sconfitta casalinga alla squadra ozzanese, a cui manca lo sprint finale per mettersi in tasca i due punti. La squadra di Imola Si dimostra solida sia davanti che dietro, ed approfitta della serata assolutamente abulica dell’attacco Titans per raggiungerli a quota sei in classifica. Come da previsione, la partita non è uno show per il basket. Il Giallonero tiene il ritmo basso e i padroni di casa si adeguano, cosicchè il punteggio stenta a decollare. Pian piano Imola, avanti dall’inizio, scava un cospicuo vantaggio, che arriva alle nove lunghezze a metà secondo quarto, per poi assottigliarsi a quattro all’intervallo. Al ritorno in campo, il pressing di coach Torrella comincia a dare i suoi frutti, i Titans prima impattano poi superano, andando a più cinque quando mancano poco meno di dodici minuti alla fine. Purtroppo in questo frangente arriva anche l’ennesimo infortunio, con Ungaro, protagonista fino a quel punto, che deve uscire con una caviglia in fiamme. L’ultimo periodo vede il vantaggio della squadra di casa scendere via via che il tempo passa, in attacco le soluzioni sono poche e sempre le stesse mentre troppi falli ingenui permettono agli ospiti tanti viaggi in lunetta. A due minuti e mezzo dal termine Imola sorpassa e da lì mantiene la testa avanti fino alla sirena.

TATANKA BALONCESTO IMOLA – BASKET CLUB RUSSI 78 – 80

SELENE BK S.AGATA – PALL CASTEL S.P.T. 2010 75 – 54

(15-8; 32-24; 56-35)

Sant’Agata sul Santerno: Foronci 2, Pirazzini 6, Fabbri 14, Simoni 12, Tagliaferri, Gaddoni 5, Totaro 16, Baldrati 11, Pantani 7, Camorani 2, Merendi ne. All. Valli.

Castel San Pietro: Castellari, Marchi 4, Cavalieri, Mascagna 8, Graziani 5, Calzolari, Naldi 16, Farnè, Soldi, Vinera 11, Albertazzi, Remondini 10. All. Martinelli.

CLASSIFICA
P&S Ozzano 8; Titans Ozzano, Selene Sant’Agata sul Santerno, Giallonero Imola, Medicina 2007 6; Pgs Bellaria, Isis Lugo 4; Castiglione Murri, Castel San Pietro, Tatanka Imola, Russi 2; Monterenzio 0.

GIRONE F
CNO SANTARCANGELO – BK 2000 SAN MARINO 85 – 62

(34-12; 56-31; 78-50)

Cno Santarcangelo: Cherubini 7, Rasponi 7, Lucchi 5, Donati 5, Fornari 11, Tomassini 7, Nicoletti L. 20, Gavagna, Tassinari 6, Maioli 17. All. Morri.

Basket 2000 San Marino: Carti, Fabbri, Barrena 7, Taddei 5, Borello 9, Bronzetti, Guerra 5, Ugolini 10, Gambi, Bombini 9, Bernardi 18, Giannotti. All. Liberti.

POL. FIORENZUOLA CESENA – MORCIANO EAGLES 57 – 35

POL. STELLA – A.I.C.S. BASKET 63 – 67
(19-12; 33-33; 44-49)
Stella Rimini: Distante, Naccari 13, Azzolini 3, Pari 14, Carigi 9, Muntangesu 11, Malagrida, Pinto 9, Missiroli, Brunetta, Bascucci 4. All. Bonaccorsi.
Aics Forlì: Lasi 6, Turci 7, Balzani 4, Baldini 14, Dall’Agata 8, Laghi 6, Orioli 4, Molinari 12, Berto 6, Nostini ne. All. Montuschi.

TIGERS – SKIZZO 51 – 53
(11-21; 20-31; 39-41)
Villanova Tigers: Tomasi, Rossi 12, Magnani 10, Bronzetti 4, Cangini 7, Villa 2, Semprini, Giannoni, Domeniconi 16, Falconi, Toni. All. Evangelisti.
Skizzo Rimini: Apreda 2, Brolli, Tamburini 4, Gaudenzi 1, Ricciotti 13, Cappelli 4, Bascucci 4, Rizzo 20, Lanci 5, Sancisi.

POL. FAVENTIA 2011 – POL. CESENATICO 2000 59 – 48

(13-14; 30-24; 40-43)

Faventia Faenza: Ceroni 12, Conti 9, Tanesini Ramadhani 5, Boattini 13, Liverani, Chiarini, Buti, Assirelli 7, Pini, Ercolani 13. All. Morigi.

Pol. Cesenatico 2000: Montalti, Maraldi 4, Casali 7, Forti, Albertazzi 17, Nikolic 3, Bolognesi 8, Balestri 6, Pillastrini 3. All. Domeniconi.

CESENA BASKET 2005 – BASKET 95 FAENZA 43 – 68

(8–8, 19–27, 22–44)

Cesena Basket 2005: Defrancecsco M. 4, Cacchi 2, Defrancesco L., Senni F. 10, Martini 2, Vittori 6, Babbini 10, Testa 5 , Grassi, Mordenti 2, Valdinosi 2. All. Senni P.P.

Basket 95 Faenza: Santandrea 4, Dal Monte, Campanili 2,Romboli 10, Flauret, Troni 16, Cerini 2, Saporì 16, Catani, Bombardini 4, Rosti 5. All. Vespignani.

CLASSIFICA
CNO Santarcangelo 8; Fiorenzuola Cesena, Faventia Faenza, AICS Forlì  6; Tigers Villanova, Basket’95 Faenza, Skizzo Rimini, Eagles Morciano 4; Basket 2000 San Marino, Stella Rimini, Cesena 2; Cesenatico 2000 0.

Virtus vs Fortitudo nel quarto turno della DNG

Quarta giornata della Divisione Nazionale Giovanile, girone B, e in programma c’è il derby più derby e cioè Virtus contro Fortitudo alla Palestra “Porelli”. Dal punto di vista tecnico, però, sarà più interessante Reggiana-BluOrobica.

UNIVERSO TREVISO – REYER VENEZIA MESTRE 60 – 69

(22-23; 32-37; 44-49)

Treviso: Moro 3, Legnaro ne, Freschi 5, Sangiorgi ne, Busetto 16, Spessotto 5, Milella 6, Tasca, Festini, De Marchi 7, Bailo, Palù 16. All. Tabellini.

Venezia: Tinsley 11, Bovo, Visconti 1, Antelli 16, Crivellari 2, Totè 6, Trevisan, Bolpin 22, Zucca 6, Simioni 4, Romano 1. All. Buffo.

VIRTUS – FORTITUDO 80 – 64

(24-10, 44-30, 57-51)

Virtus Bologna: Tassinari 7, Sitta 10, Betti 2, Vercellino 5, Allodi, Ebeling, Magagnoli, Zani 9, Nikolic 5, Oxilia 27, Penna 11, Cattapan 4. All. Sanguettoli.

Fortitudo Bologna: Candi 11, Lucchetta 2, Valenti, Pampani, Casali 6, Cempini 5, Errera, Lenti 12, Galassi 4, Gambetti, Pesino 18, Bertoncello 6. All. Breveglieri.

REGGIANA – BLU OROBICA 108 – 113 DTS

(20-35; 46-52; 75-69; 96-96)

Reggiana: Magnani 24, Mitt 2, Giani 7, Galeotti 6, Coloretti 4, Lever 12, Neri 8, Lusvarghi 8, Casu, Giglioli 19, Rovatti 18, Ndour. All. Menozzi.

Bluorobica Bergamo: Pasqualin 1, Silva 33, Bassi 22, Permon 10, Beretta 14, Dessì 12, Ferri 11, Perego 4, Nani 6, Bertocchi, Colombo. All. Zambelli.

AQUILA – PONTEVECCHIO 87 – 59

Trento: Della Pietra 6, Bojovic 2, Flaccadori 10, Bernardi 15, Pozza 2, Aldrighetti, Gaye 7, Bertocchi 9, Montanarini 3, Bellan 9, Lenti Ceo 9, Trentin 15. All. Marchini.

Pontevecchio Bologna: Torresani 3, Riguzzi 5, Franchini 17, Brancaleoni, Mantovani 6, Girotti 2, Di Rauso  16, Bergami 2, Benuzzi 6, Vetere 2, Melino, Santini. All. Savini.

LEONCINO – 3S CORDENONS 41 – 56

(7-11; 23-24; 33-38)

Junior Leoncino Mestre: Marzaro 2, Nalesso 3, Ortolan 2, Fabris G. 7, Sorato 4, Rampado 2, Lazzarin 5, Pavan 7, Sbrogiò, Gomirato 3, Salerno, Rubbo 6. All. Toffanin.

3s Intermek: Scaramuzza 2, Brino 7, Stolfo 2, Anzil 2, Malattia 8, Mancin, Price 9, Canzi, Toppan, Bertola 12, Rizzetto 14, Mulato.  All. Montena.

BASKET RIMINI CRABS – U.C.CASALPUSTERLENGO 64 – 68

(11-14; 25-38; 48-48)

Crabs Rimini: Balic 6, Bologna ne, Meluzzi 5, Baroni ne, Succi ne, Ezbutu, Provesi 2, Suarez Diaz ne, Perez 20, Hadzic 13, Biordi 12, Mavric 6. All. Dimitrova.

Casalpusterlengo: Del Vescovo 2, Costa 28, Sgorbati 10, Dincic 8, Gallinari 2, Milojevic ne, Maghet 11, Brigato 5, Fontana ne, Fantauzzi 2, Ivanyuk. All. Andreazza.

CLASSIFICA
Reggiana, Crabs Rimini, Aquila Trento, Blu Orobica Bergamo, Reyer Venezia 6; Virtus Bologna*, Casalpusterlengo, 3S Cordenons 4; Virtus Padova, Pontevecchio Bologna* 2; Leoncino Mestre, Treviso, Fortitudo 103 Bologna 0.

C.S. La VirtusSpesVis Imola punta a fare poker !

Un inizio di campionato da ricordare: sei vittorie in altrettante partite ufficiali, tre in campionato e tre in coppa. Davvero niente male. Ora l’Npc Virtus cerca il poker di successi in campionato, ma l’avversario di turno è di quelli tosti. Al Ruggi domenica (palla due alle 18) arriva il Castelfranco Emilia che, così come Imola, detiene la vetta della classifica con sei punti. Quello del 26 ottobre si presenta come un big match a tutti gli effetti, anche se è solo la quarta giornata di campionato.
«Ogni avversario, in questa stagione, è difficile e complesso da affrontare, ma quella contro Castelfranco non sarà una partita come tutte le altre – spiega il gm Carlo Marchi -. Giochiamo contro una squadra solida, in attacco e in difesa, che ha iniziato il campionato nel migliore dei modi. Ma non abbiamo paura di nessuno. L’importante sarà approcciare il match con la giusta carica e determinazione. Così come abbiamo fatto contro Rubiera, Bologna e Forlì».
Contro Forlì, in particolare, si è vista forse la miglior Virtus della stagione. Cattiva, cinica e determinata, ma il coach Solaroli preferisce mantenere il profilo basso: «Ci sono ancora alcuni meccanismi da oliare – conferma il tecnico giallonero -. Specie in difesa, ma la strada è quella giusta. L’inizio di campionato è stato esaltante, ma, se possibile, vogliamo migliorarci ancora».
E domenica, per l’Npc, ci sarà un’altra occasione per dimostrarlo. Non solo a se stessa, ma anche e soprattutto agli avversari, si chiamino essi Rubiera, Bologna, Forlì o, come in questo caso, Castelfranco. Sotto a chi tocca!

La Fortitudo risorge, i risultati e i tabellini dei Nazionali

Quinta giornata per i campionati di A2 e B e quarta per la serie C. Su tutte le partite spicca la gara di Cento tra Benedetto e Fortitudo 103, mentre nella quinta serie è assolutamente da non perdere VSV Imola-Castelfranco.

A2 SILVER
BENACQUISTA LATINA – EUROPROMOTION LEGNANO 73 – 81

PROGER CHIETI – DE’ LONGHI TREVISO 59 – 63

OMEGNA – MOBYT 81 – 74

(17-29; 42-43; 67-59)

Omegna: Iannuzzi 9 (4/6), Vildera (0/2), Conger 16 (6/7, 1/3), Masciadri 10 (3/4, 1/2), Gurini 14 (1/3, 4/9), Dip 3 (1/1), Tavernelli 17 (2/5, 3/6), Smorto, Saddler 12 (4/12, 0/2), Resca ne, Oglina ne. All. Magro.

Pallacanestro Ferrara: Huff 4 (1/5, 0/3), Bottioni (0/1), Castelli 17 (6/8, 1/3), Amici 5 (1/6, 1/5), Ferri 7 (0/1, 2/3), Casadei 4 (1/1, 0/2), Benfatto 16 (5/7), Pipitone 7 (3/5), Ghirelli 2 (0/1 da tre), Hasbrouck 12 (2/6, 2/8). All. Furlani.

BAKERY – ROSETO 85 – 79

(20-15; 39-37; 61-61)

Piacenza: Rombaldoni 23 (6/12, 3/7), Galli, Stefanini 2 (1/1), Sorokas 18 (1/3, 1/5), Gasparin 11 (2/3, 1/1), Italiano 5 (1/3, 1/2), Rossetti 8 (1/4, 2/2), Hill 18 (6/7, 1/4), Ziotti ne, Di Giorgio ne, Mazzocchi ne. All. Coppeta.

Roseto: Pitts 21 (4/11, 3/5), Usher 16 (3/7, 2/7), Ferraro 8 (0/2, 2/4), Marini 7 (2/4, 1/3), Janelidze 6 (3/5, 0/1), Bryan 12 (5/9), Moreno 9 (1/5, 1/2), De Dominicis ne, Ippedico ne, Timperi ne. All. Trullo.

MATERA – ANDREA COSTA 79 – 71

(26-19; 41-41; 61-58)

Matera: Cucco 2 (0/1, 0/1), Greene 17 (6/10, 0/3), Fallucca 1 (0/1, 0/1), Caceres 9 (4/5), Richard 12 (5/8), Baldasso 9 (3/5 da tre), Circosta 11 (1/2, 3/4), Bonessio 16 (7/10, 0/1), Tagliabue 2 (1/3, 0/3), Giarelli ne. All. Di Lorenzo.

Andrea Costa Imola: Bushati 13 (1/9, 2/3), De Nicolao 2 (1/5, 0/2), Maganza 8 (3/4), Prato 23 (5/8, 4/5), Bartolucci 8 (4/5, 0/1), Anderson 8 (2/5, 1/5), Guazzaloca, Hassan 7 (2/3, 1/6), Preti 2 (1/1), Sedioli ne. All. Ticchi.

RECANATI – ACMAR 80 – 84 dts

(11-16; 30-33; 50-54; 70-70)

Recanati: Sykes 12 (4/12, 0/3), Zanelli 14 (3/8, 2/4), Pierini 16 (4/4, 2/5), Gurini 2 (1/1, 0/1), Lauwers 11 (1/2, 3/8), Terenzi (0/1), Eliantonio 3 (0/1, 1/1), Mosley 11 (5/8), Gueye 11 (1/1, 3/6), Clementoni ne, Galmarini ne, Pezzotti ne. All. Sacco.

Ravenna: Holloway 14 (1/5, 2/5), Amoni 20 (1/2, 6/9), Cicognani 6 (3/5), Rivali 10 (3/7, 0/2), Raschi 9 (3/4, 0/1), Tambone 7 (1/2, 1/3), Foiera 2 (1/2, 0/1), Singletary 16 (4/11, 1/3), Grassi ne, Zannini ne. All. Martino.

Ci è voluto un tempo supplementare, ma al quarto tentativo l’Acmar ha espugnato il PalaCingolani per la prima volta nella sua storia. La formazione giallorossa si è resa protagonista di una partita di intensità e temperamento, conducendo per quasi tutto l’arco dei quaranta minuti e rendendosi protagonista di una grande reazione nel supplementare, dopo avere subito un incredibile aggancio. Nervi saldi, cuore e applicazione difensiva hanno permesso a capitan Amoni e compagni di reagire e di conquistare, di fronte a un pubblico ravennate numeroso e più che mai vicino ai propri beniamini, un successo fondamentale. Dopo alcuni minuti di studio, la formazione giallorossa ha preso in mano la situazione allungando con 6 punti di Singletary e 5 di Amoni alla fine del primo quarto di gioco. L’Acmar ha saputo allungare nel secondo e, con maggiore decisione, nel terzo quarto (37-50 al 26’); nell’ultimo periodo il forcing di Recanati si è fatto più efficace, permettendo ai padroni di casa di accorciare e di raggiungere un insperato pareggio grazie alle triple in serie di Zanelli, Pierini (9 punti negli ultimi 2’ di regolamentari) e, a sette secondi dalla fine, di Lauwers. L’ultimo tiro di Rivali non ha trovato il fondo della retina, configurando un incredibile overtime. Amoni risponde allo scatto di Recanati e, con due canestri consecutivi da tre punti, riporta avanti Ravenna (78-80) al 42’. Nel cuore del supplementare è la difesa dell’Acmar a rendersi protagonista, consolidando possesso dopo possesso il margine di vantaggio costruito in attacco da Raschi e Holloway, per il 78-84 che, a 30” dalla fine, apre la festa dei centocinquanta tifosi giallorossi giunti nella città leopardiana.

GIVOVA SCAFATI – VIOLA REGGIO CALABRIA 89 – 85

REMER TREVIGLIO – O.R.S.I. TORTONA 70 – 57

CLASSIFICA
De’ Longhi Treviso 10; Acmar Ravenna, Paffoni Omegna 8; Proger Chieti, Viola Reggio Calabria, Mobyt Ferrara, Benacquista Latina, Remer Treviglio 6; Andrea Costa Imola, Basket Recanati, Bawer Matera, Givova Scafati, Europromotion Legnano 4; Orsi Tortona, Bakery Piacenza 2; Industrialesud Roseto 0.

SERIE B/B
TRAMEC CENTO – ETERNEDILE BOLOGNA 68 – 71

(13-19; 29-41; 44-56)

Benedetto Cento: Govoni, Vitali 6, Ikangi 2, Bianchi 13, Di Trani 16, Quarisa 4, De Martini 14, Pederzini, Carretti 5, Cutolo 8. All. Albanesi.

Fortitudo: Candi, Valentini 8, Bertoncello, Grilli 7, Iannilli 5, Samoggia 21, Montano 20, Lenti, Mancin, Raucci 10. All. Vandoni.

Come un anno fa la Fortitudo sbanca meritatamente il PalaBenedetto nel derby di andata, al termine di una partita concreta e solida controllando la reazione d’orgoglio centese negli ultimi minuti di partita. Cento ha pagato a caro prezzo la tensione della vigilia e ha avuto percentuali troppo basse al tiro per pensare di portare a casa i due punti. Albanesi si presenta con tutti gli effettivi a sua disposizione mentre gli ospiti devono rinunciare a Lamma e Sorrentino. Primi dieci minuti che vivono solo di parziali prima dell’una e poi dell’altra squadra: Di Trani timbra il 5-0 iniziale, Raucci sorpassa (5-7) e poi parziale di 8-0 firmato Cutolo (13-7 al 6’). Dopo un tempestivo time-out, Vandoni riordina le carte in tavola e la Fortitudo sembra trasformata: terrificante parziale di 12-0, guidato dalle giocate in regia di Montano e “+6” esterno alla prima sirena (13-19). Cento non riesce a correre, le idee sono poche e confuse e la forbice si allarga (13-23 al minuto 11), certificato da un ritrovato Samoggia. Demartini e Bianchi cercano di colmare il gap, ma la Effe in attacco è più concreta e solida. Un gioco da tre punti di Samoggia e la bomba allo scadere di Grilli certificano il massimo vantaggio esterno: 29-41. Il copione della gara non cambia neppure nel terzo quarto e la Fortitudo mantiene sempre un vantaggio a cavallo della doppia cifra: 33-43 prima e 39-50 poi, grazie a un Samoggia extra lusso e a un Valentini prezioso anche nella metà campo offensiva. Cento cerca in tutti i modi di rimanere in scia (44-53 al 29’), ma senza mai dare l’impressione di riaprire la partita: 44-56 al 30’. La Fortitudo sembra voler chiudere la contesa (+14 al 31’, 44-58) ma la truppa di Albanesi non vuole mollare e spinta da una reazione più di nervi che di tecnica si fa rivedere negli specchietti dei bolognesi. Vitali dai 6,75 la riapre, poi Cutolo sbaglia la bomba del -5 (52-60). Samoggia e Montano ricacciano indietro i biancorossi (55-64), ma Bianchi non vuole mollare. Dopo un fallo antisportivo fischiato, giustamente, a Montano e un tecnico alla panchina ospite gli animi in campo e sugli spalti si scaldano. Di Trani sbaglia per due volte la bomba del pareggio (61-64) mentre Valentini è freddo nel realizzare il +5 (61-66 al 38’). Vitali a 80 secondi dalla fine insacca la bomba del -2 e l’ultimo minuto di partita è molto nervoso: sul 66-69 capitan Di Trani sbaglia la conclusione dall’arco dei 6,75 e in lunetta la Fortitudo può iniziare a festeggiare insieme ai suoi 400 tifosi al seguito: 68-71.

BASKET LECCO – PIENNE BASKET PORDENONE 68 – 69

DESIO – GSA 66 – 86

(11-22; 26-44; 46-63)

Desio: Motta 12 (1/4, 2/4), Politi 15 (6/12), Villa 2 (1/2), Masieri 4 (2/5, 0/2), Meregalli 12 (2/6, 2/4), Bossola 7 (1/2, 1/3), Gatto 8 (4/5, 0/2), Esposito (0/1, 0/1), Marinò 2 (0/1, 0/2), Gallazzi 4 (2/3, 0/1)

Udine: Ciriciofalo 2 (1/1), Anello 5 (2/3, 0/2), Piazza 9 (0/2, 2/3), Zacchetti 10 (4/9), Zampolli 21 (7/9, 2/2), Mlinar 6 (3/3), Di Viccaro 3 (1/3 da tre), Pilotti 7 (2/2, 0/1), Principe 2 (1/3), Poltroneri 21 (3/4, 5/10)

GARCIA MORENO – BERGAMO 56 – 85

(9-19; 24-38; 43-58)

Arzignano: Bellato (0/3 da tre), Zanotti 17 (7/12, 0/2), Vencato 12 (4/5, 1/5), Monzardo 3 (1/5, 0/1), Buzzi 8 (1/1, 2/7), Camata 6 (3/6), Bolcato 6 (1/2, 1/3), Battilana (0/1, 0/1), Tuninetto 4 (1/6, 0/2).

Bergamo: Deleidi (0/1), Bona 11 (0/2, 3/6), Cortesi 16 (5/6, 2/3), Mercante 17 (4/5, 3/4), Magini 7 (0/3, 2/3), Guffanti 9 (2/2, 1/2), Azzola 2 (1/1, 0/1), Chiarello 3 (0/2, 1/1), Zanelli 11 (3/4, 0/3), Masper 9 (4/8, 0/1).

CONTADI CASTALDI MONTICHIARI – URANIA MILANO 71 – 77

PALLACANESTRO CREMA – PALL. COSTA VOLPINO 73 – 63

ORVA  – FRANCO ROBERT 78 – 72

(22-22; 36-43; 53-61)

Lugo: Montanari 14, Ruini 27, Bertocco 6, Villani 12, Farioli 17, Chiappelli 2, Legnani, Martini ne, Baroncini ne, Bazzocchi ne. All. Ortasi.

Jadran Trieste: Batich M. 12, Marusic 19, Ban 10, Ridolfi, De Petris 16, Franco 6, Malalan 1, Batich D. 8, Gelleni ne, Zobec ne. All. Mura.

CLASSIFICA
Gsa Udine 10; Orva Lugo 8; GaGa’ Milano OrziBasket, Erogasmet Crema, Eternedile Bologna, Pienne Basket, Urania Milano, Tramec Cento 6; Contadi Castaldi Montichiari, Co.Mark Bergamo 4; Basket Lecco, Vivigas Alto Sebino, Rimadesio Desio, TFL Garcia Moreno 2; Jadran Franco 0.

SERIE C/D
SCIREA – REBASKET 64 – 53

(9-10; 27-28; 39-46)

Gaetano Scirea Bertinoro: Solfrizzi En. 17, Poluzzi 4, Molea, Marisi 14, Solfrizzi Em. 9, Bombardi ne, Cristofani 2, Ruscelli, Merenda 16, Fantuzzi 2. All. Serra,

Rubiera: Maioli 9, Biello, Negri 8, Conte 13, Giudici 3, Lasagni, Pini 5, Morgotti, Pellegrini 6, Melli 9. All. Casoli.

NUTI – MISTERAUTO 65 – 69

(20-20; 28-29; 47-54)

BSL San Lazzaro: Lolli 13, Sabattani 5, Pulvirenti 8, Fabbri 3, Fin 20, Curione, Bianchi 7, Ottone 7, Chiapparini 2, Sgorbati. All. Rocca.

Ghepard: Maldini, Riguzzi 10, Verdi, Nieri 18, Beccaletto 2, Tapia 10, Tullio 3, Botteghi 14, Ghedini 8, Martelli 4. All. Rossi.

Parte bene la BSL, ma al 6’ gli ospiti, grazie a Riguzzi, agguantano il pareggio (7–7). La partita prosegue con le squadre in equilibrio: la Ghepard tenta più volte di allungare, ma viene puntualmente ripresa da San Lazzaro. All’inizio del secondo quarto gli errori si sprecano ed il canestro  viene raggiunto con grande fatica da entrambe le compagini, che vanno all’intervallo ancora in sostanziale parità (28-29). Nella ripresa il team di coach Rossi sembra concretizzare meglio: alcune soluzioni di Riguzzi (sua l’entrata del 28-31, seguita dall’antisportivo fischiato a Pulvirenti), associate ad alcune belle azioni di Botteghi e Martelli portano la Ghepard a chiudere il terzo periodo in vantaggio per 47 a 54. Nell’ultimo quarto, però, alcune ingenuità degli ospiti, seguite da realizzazioni dalla distanza per la BSL, riaprono una partita mai chiusa ed il match prosegue punto a punto, con San Lazzaro che ricorre al fallo sistematico per cercare di ribaltare il risultato .La precisione di capitan Nieri dalla lunetta e la buona prestazione di Tapia (sua la bomba del 55 a 60 ed i liberi del 63 a 67), traghettano la Ghepard ad una vittoria che, pur se sofferta, vale due punti importanti.

CLIMART ZETA CASTENASO – ASSET BANCA SAN MARINO 69 – 78

(15-13; 32-44; 50-60)

Castenaso: Harizaj ne, Piccinini 4, Carretta 20, Chiusolo 8, Venturoli 16, Serpieri ne, Masini 10, Rizzatti 4, Barbieri ne, Trombetti 7. All. Castelli.

San Marino: Macina 3, Gamberini 16, Saccani 15, Agostini 6, Cardinali 5, Mazzotti 5, Benzi 15, Liberti 2, Calegari 8, Crescentini 3. All. Del Bianco

Match che sulla carta doveva essere assolutamente “abbordabile” per la formazione di coach Castelli, invece, arriva la seconda sconfitta consecutiva per mano di una San Marino che ha sempre dato la sensazione di essere in controllo sulla partita, almeno fino a metà dell’ultimo quarto, quando Castenaso ha dato la sensazione che potesse riemergere, ma non c’è stato nulla da fare. Per onor di firma “Schultz” Barbieri è a referto, ma non scenderà in campo. L’avvio della partita è lento e non si trova la via del canestro sia da una parte sia dall’altra, poi Carretta e Venturoli entrano in ritmo, ma San Marino resta attaccata e chiude sotto di due lunghezze (15-13). Nella seconda frazione di gioco gli ospiti si vedono con più presenza mentale sulla partita e all’insegna delle triple di Benzi (3/3), danno un parziale di 17-31 a Castenaso e allungano sul +12 all’intervallo (32-44). La ripresa del gioco è frenetica, con ritmi elevati e soluzioni affrettate. Castenaso non riesce a rimontare, tuttavia, con un ultimo minuto di qualità da parte di Chiusolo e Piccinini, riesce a rimanere agganciata al match sul 50-60. Gli ultimi 10′ di gioco iniziano con una palla recuperata di Carretta e conseguente fallo intenzionale fischiato sullo stesso giocatore e sono subito quattro punti che riportano Castenaso a – 6 (54-60), ma Benzi, caldissimo, risponde subito con una tripla. Sul 58-65, nel peggior momento di San Marino, Castenaso ha cinque possessi per riavvicinarsi agli ospiti, ma non riesce a capitalizzare, poi Gamberini, con tre tiri liberi, riporta i romagnoli sul +10 (58-68). Castenaso non molla e a 1’30” torna sotto di cinque lunghezze, ma San Marino. con un canestro da due punti e un tiro libero spegne ogni velleità di recupero da parte della formazione bolognese.

NPC – CASTELFRANCO 83 – 63

(26-14; 43-29; 60-46)

VSV Imola: Pieri 9, Grillini 18, Corcelli 13, Massari 6, Porcellini 18, Dall’Osso, Morara 8, Di Placido 2, Guglielmo 5, Francesconi 4. All. Solaroli.

Castelfranco: Tomesani 3, Coslovi 6, Zucchini 12, Bastoni 7, Tedeschi 2, Tedeschini 15, Del Papa 4, Marzo, Parma Benfenati 12, Righi 2. All. Boni.

Bene, bravi, poker! Quattro su quattro in campionato per una gran bella Virtus. Un inizio di stagione migliore Imola non poteva davvero sceglierselo. L’avversario era di quelli tosti, ma l’Npc lo è stata ancor di più e, dopo un inizio balbettante, ha preso in mano le redini della partita e le ha tenute ben strette a sé, nonostante qualche giro di troppo sulle montagne russe nel secondo e terzo quarto. Bene Grillini e Porcellini, best scorer del match con 18 punti a testa. Molto bene Corcelli, in attacco e a rimbalzo. Benissimo Pieri, che ha apparecchiato il piatto per tutti i compagni e l’ha condito con nove punti. La partita: cinque minuti cinque di sofferenza, 10-7 per Castelfranco (o meglio Zucchini 10 – Virtus 7), poi Imola si sveglia e inizia un’altra partita. Il duo Porcellini-Corcelli si scatena in attacco, con Pieri nel ruolo di assistman. In difesa Guglielmo e Massari sono insuperabili. Ed ecco che la paura iniziale si trasforma in gaudio. Il tabellone luminoso segna 26-14 dopo dieci minuti. Castelfranco tenta una reazione nel secondo quarto, sfruttando gli errori dalla lunga distanza di Imola che si adagia un po’ sugli allori ed è meno precisa e concentrata. In difesa però i ragazzi di Solaroli concedono poco e, a conti fatti, gli ospiti non recuperano molto, anzi. Proprio nel momento di maggior sforzo avversario la Virtus colpisce pesante e, complice la bomba di Corcelli allo scadere, va al riposo con un bel +14 da amministrare. La musica non cambia nella ripresa. Castelfranco prova ad avvicinarsi, Imola la ricaccia indietro con gli interessi. I biancoverdi segnano sei punti? E i gialloneri, in tutta risposta, caricano con un 17-2 che li manda in fuga fino a +22. Proprio sul più bello però, il gioco si blocca e la Virtus si prende un’altra pausa di riflessione. E per Castelfranco è l’occasione più ghiotta per tornare al -14 di inizio ripresa. Non è ancora finita! Servono quattro minuti di vera Npc, ad inizio ultimo quarto, per far scorrere i titoli di coda sul match. È il punto numero 9 di un Pieri devastante per intensità, agonismo e solidità difensiva a mettere il sigillo su una partita che la Virtus ha fatto sua meritatamente.

BMR – RAGGISOLARIS 48 – 76

(21-21, 24-43, 39-61)

Basket 2000 Scandiano: Astolfi 3, Ferrari ne, Brogio, Bartoccetti 3, Spaggiari A. 2, Bertolini 13, Pedrazzi 2, Levinskis, Gruosso 6, Germani 13. All. Spaggiari L.

Faenza: Del Fiume 22, Boero 9, Castellari 2, Silimbani 11, Benedetti 6, Zambrini 16, Dal Pozzo, Troni, Zytharyuk 8, Sangiorgi. All. Regazzi.

Primo ko stagionale per la Bmr, che perde nettamente in casa contro Faenza: gara in equilibrio solo per 10’, poi i romagnoli hanno accelerato e chiuso in anticipo la contesa. L’inizio di gara è caratterizzato dalla coppia Gruosso-Germani, che siglano i primi 13 punti della formazione locale, che tocca il suo massimo vantaggio sul 9-4; il primo punto “diverso” è di Bertolini, che poi segna la tripla a 20” dalla prima sirena che fissa il punteggio sul 21 pari del 10’. Nel secondo quarto è Boero a scavare il gap, con due triple consecutive che valgono il break ospite per il 21-29; Faenza continua a trovare il canestro con continuità, trovando il +10 con Silimbani, mentre per vedere un canestro di marca scandianese occorre attendere la tripla di Bartoccetti al 17’, che permette alla Bmr di portarsi a -14 su 24-38. Faenza continua a martellare senza pietà in attacco e va al riposo sul +19, in pieno controllo. Nella ripresa, infatti, la Bmr riesce solo in un paio d’occasioni a tornare sotto le venti lunghezze di distacco, con gli ospiti che – grazie anche alla lucida regia di Del Fiume (Mvp con 22 punti) – possono dormire sonni tranquilli.

SALUS – ANGELS 55 – 67

(24-19; 35-40; 46-52)

Salus: Bonetti 6, Tavani 7, Simoni, Venturi 16, Galvan 4, Granata, Pellacani, Venturi J ne, Saccà 11, Albertini 11. All. Gatti.

Santarcangelo: Lucchi 2, Bianchi 7, Pesaresi 23, Fusco ne, Zannoni 2 Moretti 9, Del Turco, Rinaldi 11, Saponi 13, Dini  All. Tassinari.

FIORE – TIGERS 55 – 68

(18-15, 37-29, 42-53)

Fiorenzuola: Canali 3, Sichel 2, Moscatelli 8, Roma 4, Avanzini Fil., Vecchio 4, Zerbini, Avanzini Fab. 5, Garofalo 15, Castagnaro 14. All. Brotto.

Tigers Forlì: Valgimigli E., Valgimigli F., Tugnoli 17, De Pascale 5, Iattoni 16, Ravaioli 13, Poggi ne, Martignago 8, Donati 9. All. Conti.

CLASSIFICA

VSV IMOLA 8 4 4 0 300 248 +52
RAGGISOLARIS FAENZA 6 4 3 1 283 227 +56
SANTARCANGELO 6 4 3 1 283 250 +33
BASKET 2000 SCANDIANO 6 4 3 1 274 275 -1
CASTELFRANCO EMILIA 6 4 3 1 283 287 -4
CASTENASO 4 4 2 2 300 282 +18
TIGERS FORLI’ 4 4 2 2 285 279 +6
G. SCIREA BERTINORO 4 4 2 2 251 261 -10
GHEPARD BOLOGNA 4 4 2 2 270 283 -13
SAN MARINO 4 4 2 2 275 291 -16
FIORE FIORENZUOLA 2 4 1 3 252 276 -24
SALUS BOLOGNA 2 4 1 3 252 277 -25
REBASKET RUBIERA 0 4 0 4 242 267 -25
BSL SAN LAZZARO 0 4 0 4 238 285 -47

Quarto appuntamento per la Femminile

Riflettori sul “PalaFerrari” e sul match Magika-Viterbo. In A3 sempre semplice la trasferta della Matteiplast a Sarcedo e, infine, in serie B bella sfida tra Faenza e Cavezzo.

A2 GIRONE B
ASTRO CAGLIARI – ECODENT VILLAFRANCA 75 – 65

VIRTUS CAGLIARI – PFF GROUP 41 – 75

(13-17; 22-36; 32-49)

Virtus Cagliari: Klein 10, Fava, Mastio, Innocenti 11, Saba 4, Porcu, Dettori, Melissari 8, Gambuzza 6, Oppo 2. All. Tola.

Bonfiglioli Ferrara: Nori 2, Rosier 16, Cecconi, Rulli 11, Aleotti 9, Rosset 20, Miccio 13, Missanelli 2, Bertaccini, Mini 2. All. Iurlaro.

FASSI ALBINO – INTERCLUB MUGGIA 75 – 47

BASKET FEMM.BIASSONO – TEC-MAR CREMA 23 – 63

CLASSIFICA
Bonfiglioli Ferrara 8; Crema 6; Vicenza, Albino, Astro Cagliari 4; V. Cagliari, Villafranca, Biassono 2; Muggia 0.

A2 GIRONE C

ALFAGOMMA – VITERBO 66 – 47

(20-14; 35-25; 54-35)

Magika Castel San Pietro: Vespignani 6, Turroni 4, Capucci 2, Ballardii 13, Franceschelli 2, Schieppati, Matic 6, Vitari 8, Tosi, Pazzaglia, Santucci 12, Panella 13. All Seletti.

Viterbo: Gasbarri, Yordanova, Chimenez 13, Riccobono, Orchi 2, Romagnoli 10, Bernardini 7, Mancabelli 8, Viviani, Spirito 7, Filoni, Puggioli. All. Scaramuccia.

SRB ROMA TRUST RISK – CASTELLAMARE STABIA 65 – 41

CARPEDIL SALERNO – S. MARINELLA 52 – 67

INFA CIVITANOVA M.- ARIANO IRPINO 59 – 65

CLASSIFICA
Santa Marinella, Magika CSP 6; Libertas Bologna, SRB Roma, Viterbo, Ariano Irpino 4; Civitanova, Salerno 2; Castellamare 0.

A3 GIRONE B
DELSER UDINE – PALL. BOLZANO 40 – 35

AVIS RIVA DEL GARDA – BASKET MONTECCHIO MAGGIORE 57 – 79

BASKET SARCEDO – PROGRESSO BASKET FEMM. BOLOGNA 43 – 58

BASKET CLUB BOLZANO – SISTEMA ROSA PALL. PORDENONE 41 – 44

CLASSIFICA
Matteiplast Progresso Bologna, Pordenone 6; BC Bolzano, Udine 4; Pall. Bolzano, Montecchio 2; Sarcedo, Rivana 0.

SERIE B
BK CLUB VAL D’ARDA – MAGIK ROSA 47 – 50

BK CLUB VALTARESE 2000 – VIS BASKET CERVIA 58 – 46

SCUOLA BASKET FAENZA – BASKET CAVEZZO 52 – 54

BASKET SAVE MY LIFE – POL. DIL. LAME 48 – 39

CLASSIFICA
Val d’Arda Fiorenzuola, Beach Park Faenza, Cavezzo 6; Vis Cervia, Magik Rosa Parma, BSL San Lazzaro 4; Valtarese 2; Lame Bologna 0.

Il week end di Under 17, U15 di Eccellenza e U14 Elite

E chi lo avrebbe mai immaginato? Vis Ferrara-Reggiana, Under 17 d’Eccellenza, varrà per il primato, anche se la Virtus deve ancora recuperare una partita

UNDER 17 6° Giornata

VIRTUS PALL. BOLOGNA – PONTEVECCHIO 92 – 51

G.S. INTERNATIONAL – BASKET RIMINI CRABS 53 – 83

VIS 2008 – PALL. REGGIANA 74 – 78

GINNASTICA FORTITUDO – BASKET SAVE MY LIFE 45 – 80

CESTISTICA ARGENTA – BASKET SANTARCANGELO 86 – 65

CLASSIFICA
Virtus Bologna, Reggiana 10; Vis Ferrara 8; Argenta, Bsl San Lazzaro, Pontevecchio Bologna 6; Crabs Rimini, S.G. Fortitudo Bologna, Santarcangelo 4; Junior Ravenna*, International Imola 0.

UNDER 15 3° Giornata
BASKET SAVE MY LIFE – VIRTUS PALL. BOLOGNA 78 – 77

BASKET RIMINI CRABS – POL. GIOVANNI MASI 57 – 69

(8-13; 15-28; 36-48)

Crabs Rimini: Del Fabbro 19, Chen, Bastoni, Zambianchi ne, Guerra, Abrescia 14, Berni 4, Pazzini, Rossi 6, Plumsahat 4, Guglielmi 3, Lonfernini 4. All. Dimitrova.

La Masi espugna con merito il campo della Carim. Troppo imprecisi e sterili i granchietti per impensierire i casalecchiesi, quarti nello scorso campionato Under 14 Elite. I Crabs pagano una serata veramente arida dal punto di vista offensivo. Gli ospiti si sono posti al comando dalla gara sin dall’inizio volando subito sul +9: solo nel finale di quarto i biancorossi di casa hanno accorciato riaprendo di fatto l’incontro (8-13). Alcune buone giocate di Rossi, Abrescia e Berni valgono il -2 ma ora è la difesa a tradire i ragazzi di Tina Dimitrova, che in un amen si ritrovano a -9 (15-24). Rimini in attacco sbaglia tantissimo, tiri liberi compresi, così Casalecchio va al riposo sul +13 (15-28). Inizio shock di terza frazione: la Pol. Masi trova tre appoggi al vetro ed il tabellone recita un pesante 17-38. Rossi da 3 punti ed una serie di canestri di Del Fabbro rianimano la partita e costringono gli ospiti al time-out. Rimini arriva a -12ma il Masi risponde con un perentorio 5-0. I Crabs avrebbero ancora l’occasione di riavvicinarsi grazie ad un fallo antisportivo, che però produce uno 0/2 ai liberi ed una palla persa (36-48). Nell’ultimo periodo, dopo un nuovo +17 ospite (36-53), i Crabs sembrano in grado di riaprire la contesa grazie ai canestri di Del Fabbro e Abrescia (42-53). Nei due successivi possessi 2 triple aperte risultano in due air-ball, tagliando le gambe alla potenziale rimonta. La Masi ringrazia ed ottiene la sua prima vittoria nel campionato (57-69).

FULGOR LIB. BK FORLI’ – GINNASTICA FORTITUDO 50 – 85

INSEGNARE BK RIMINI – PALL. REGGIANA 73 – 52

CASTIGLIONE MURRI – VIS 2008 70 – 43

CLASSIFICA
SG Fortitudo Bologna, Bsl San Lazzaro 6; I.B.R., Castiglione Murri Bologna 4; Virtus Bologna, Crabs Rimini, Fortitudo 103, Reggiana, Masi Casalecchio 2; FulgorLibertas Forlì, Vis Ferrara 0.

UNDER 14 2° Giornata
Girone A
VIRTUS PALL. BOLOGNA – POL. GIOVANNI MASI 86 – 62

PALL. REGGIANA – GINNASTICA FORTITUDO 87 – 39

F.FRANCIA PALL. – POL. PIACENZA CLUB 51 – 64

BENEDETTO 1964 – VICO BASKET 52 – 48

PALL. NOVELLARA – VIS 2008 84 – 82 dts

NUOVA PSA MODENA – SCUOLA BASKET FERRARA 52 – 65

CLASSIFICA
Virtus Bologna, Reggiana, S.B. Ferrara, Novellara 4; S.G. Fortitudo Bologna, Benedetto 1964 Cento, Piacenza BC, F. Francia Zola 2; Vis 2008 Ferrara, PSA Modena, Masi Casalecchio, Vico Parma, Fiorano 0.

Girone B
CASTIGLIONE MURRI – PALL. BUDRIO 2012 50 – 52

G.S. INTERNATIONAL – PALLACANESTRO CASTENASO 88 – 62

INSEGNARE BK RIMINI – P.G.S. WELCOME 54 – 51

U.P. CALDERARA – BASKET SAVE MY LIFE 27 – 88

POL.COMPAGNIA – JUNIOR BASKET CA’OSSI 30/10/2014 – 19:20

BASKET RIMINI CRABS – FORTITUDO BOLOGNA 103 102 – 62

CLASSIFICA
Bsl San Lazzaro, Budrio, Crabs Rimini, International Imola 4; Fortitudo 103,  I.B.R. 2; Castenaso*, Compagnia Ravenna**, Ca’ Ossi Forlì*, Pgs Welcome Bologna, Castiglione Murri Bologna, Calderara 0.

C.S. – La Ghepard sarà di scena a San Lazzaro

Sabato 25 ottobre, alle ore 21.00 la Ghepard scenderà al PalaYuri di Via della Repubblica 4 contro la BSL San Lazzaro.
San Lazzaro è ancora digiuna di vittoria, avendo perso finora tutti gli incontri fin qui disputati. La BSL finora ha evidenziato cali di concentrazione alternati a buoni momenti di gioco. Le cose migliori le ha mostrate quando riesce a correre in contropiede, ma le manca ancora un buon affiatamento tra i giocatori e costanza di rendimento.
Per queste caratteristiche ben assomiglia alla Ghepard, squadra giovane, che deve ancora lavorare per trovare una buona armonia in campo ed una maggior continuità nel gioco.
I ragazzi di coach Rossi dovranno quindi cercare di giocare senza cali di rendimento, rimanendo concentrati in attacco ma ancor più in difesa, evitando ingenuità e leggerezze fin qui a volte evidenziate, se vorranno portare a casa il risultato.
Per quanto riguarda la formazione, Beccaletto ieri ha saltato l’allenamento per una distorsione alla caviglia, ma al 90% dovrebbe scendere in campo.

4 Torri in fuga, i risultati di C Regionale e serie D

Grande sfida a Ferrara per la quarta giornata: 4 Torri e Cavriago sono ancora imbattute, mentre la terza “prima”, cioè i Flying Balls, non dovranno sottovalutare gli Stars.
In serie D spicca Voltone-Baou Tribe; nel girone B fari puntati su Artusiana-Basket Village e Altedo-Argenta.

4° GIORNATA

C REGIONALE

NOVELLARA – PONTEVECCHIO 80 – 70

(28-7; 51-29; 62-49)

Novellara: Baracchi A. 4, Margini 3, Bartoli, Folloni 15, Rinaldi 14, Bertani ne, Baracchi M. ne, Bagni, Carpi 1, Ciavolella 22, Colla 12, Croci 9. All. Ligabue.

Pontevecchio: Torresani 5, Tinti 5, Riguzzi 3, Franchini 8, Luppi 17, Cruzat 2, Galeotti 6, Garagnani 6, Di Rauso 3, Bergami 11, Vetere, Falzetti 4. All. Savini.

DESPAR  – S.B. CAVRIAGO 70 – 64

(26-16; 40-38; 54-53)

4 Torri Ferrara: Burresi 8, Bertocco 2, Fenati 2, Brandani 6, Parmeggiani 14, Lugli 11, Marchetti, Martini, Pasquini 12, Magni 3, Agusto 12. All. Cavicchioli.

S.B. Cavriago: Fantini 5, D’Amore 4, Codeluppi. Pellicciari, Cervi 30, Leonardi 15, Pezzi 9, Zecchetti, Baroni, Giardina 1. All. Degl’Incerti Tocci.

Avvincente partita e grande vittoria che permette alla Despar 4 Torri di essere, dopo quattro giornate, da sola in testa alla classifica. L’aggettivo per il risultato è anche molto legato al valore degli avversari della Scuola Basket Cavriago, una squadra che ha dimostrato anche sabato sera la propria forza. La partita è iniziata con un allungo perentorio dei granata che alla metà del primo quarto allungano, sui reggiani di bomber Cervi, di dodici lunghezze. Il merito del break va alle buone percentuali, all’ottima difesa, ma soprattutto al ritmo impresso dalla squadra di coach Cavicchioli. A questo punto, quando la partita pare prendere una piega ben definita, l’eccessiva, a nostro parere, fiscalità degli arbitri di fatto blocca il ritmo e concede ai reggiani, oltre ad una salutare ossigenata, anche una quasi infinita serie di tiri liberi (alla fine saranno ben 22 punti realizzati ai liberi). Questo, oltre ad innervosire la Despar, concede il contro break. Alla ripresa del gioco la partita si disputa con un avvincente testa a testa in cui i protagonisti sono solo i giocatori. Questo concede spettacolo e suspance sino alla fine dove, a 35” dalla sirena, sul 67 a 64 per i ferraresi, Brandani è bravo a sporcare una rimessa da metà campo dei reggiani, dopo un time out chiesto da coach Degl’Innocenti, seguente a canestro subito. Palla rubata e azione che termina con un fallo su Lugli che, dalla lunetta, non sbaglia. Da lì alla fine è solo Despar che chiude con la palla in mano tra gli applausi del caldo e divertito pubblico presente.

POL. ARENA – PALL. BUDRIO 2012 0 – 20 (mancata presenza medico)

TECNOSISTEM – NEW FLYING BALLS 76 – 66

(19-21, 38-31, 56-45)

Stars: Bitelli 2, Orlando 4, Lalanne 20, Menarini 6, Testoni 4, Landuzzi 2, Flori 11, Maestripieri 6, Pecchia 3, Guizzardi, Parenti 18. All. Cantelli.

Ozzano: Pasquali 3, Verardi ne, Mini 14, Rossi 9, Savic, Caprara ne, Regazzi 12, Teglia, Guazzaloca 9, Martelli, Rambelli 5, Gianasi 14. All. Grandi.

Ozzano parte bene con Rossi e Regazzi che regalano subito il +8 (2-10); gli Stars, pian piano, entrano in partita, si avvicinano fino al -2 della prima sirena e al minuto 13 ottengono il primo vantaggio della serata (26-25). Negli ultimi cinque minuti del secondo e nei primi 5 del terzo, in casa Flying regna la confusione, mentre dall’altra parte i padroni di casa trovano Lalanne e Parenti in serata di grazia che non falliscono un tiro da tre punti. Gli Stars volano fino al +16, vantaggio che poi viene amministrato per il resto dell’incontro.

ARBOR – SPAL 88 – 80

(22-27; 42-42; 65-64)

Arbor Reggio: Simonazzi 12, Maione 18, Braglia 4, Boselli 8, Iori 21, Ligabue, Bytiqi 13, Franzoni 4, Maioli 8. All. Baroni.

Correggio: Coloretti, Giani 2, Rovatti 17, Zamparell, Magnani 16, Casu, Fassinou 10, Bonacini 4, Villani 6, Galeotti 11, Lusuardi 6, Stefanini 8. All. Paladini.

GIORGINA SAFFI BASKET – BOLOGNA BASKET 2011 89 – 68

(25-18; 46-31; 65-47)

Giorgina Saffi Forlì: Frigoli 11, Conocchiari 27, Ravaioli 16, Piazza 11, Emiliani 2, Serrani ne, Mrachioni 5, Pena 8, Soldati, Del Zozzo, Agatensi 9. All. Agnoletti.

Bologna Basket 2011: Chiarini A. 7, Chiarini S. 14, Tugnoli 9, Ballardini 11, Bianchini 13, Gargioni, Terenzi, Tolomelli 7, Guerri 3, Lippa, Diop, Ayiku 4. All. Duo.

GRANAROLO BASKET – L.G. COMPETITION 50 – 67

(8-16; 22-41; 25-57)

Granarolo Basket: Marchi 22, Busi 10, Tugnoli 7, Paoloni 5, Ferri 2, Spettoli 2, Governatori 2, Calanchi, Fava, Torriglia, Bertuzzi, Millina. All. Trevisan.

LG Castelnuovo Monti: Paulig 19, Mallon 12, Vanni 12, Fanelli 10, Canuti Fr. 8, Siani 3, Vezzosi 2, Filippi 1, Canuti Fed., Generali ne. All. Djukic.

Partita molto facile da commentare perchè… non c’è stata partita! Granarolo dimentica negli spogliatoi quello che è stato il suo marchio di fabbrica della passata stagione: la determinazione e la grinta, la “cattiveria” di non voler far fare canestro agli avversari; per Paulig e compagni è troppo facile trovar la via del canestro e difendere il proprio di fronte ad una squadra in evidente crisi di fiducia in attacco (25 punti segnati nei primi 30′ con 3 soli punti segnati nel terzo periodo, con una tripla di Marchi sulla sirena!) Ma il dato che più fotografa la partita sono i tre soli falli di squadra commessi da Granarolo nei primi 20′ in una partita che li ha visti andare al riposo lungo sul -19 (22-41), indice di una inusuale poca aggressività difensiva. Nell’ultimo periodo Trevisan dà spazio a chi ha giocato meno e vede finalmente in campo quella reazione aspettata invano per 30′, grazie anche ad un inevitabile rilassamento degli ospiti sul +32 (25-57 al 30′). Se non altro, con un quintetto anomalo senza playmaker di ruolo, Granarolo l’ha messa sull’aggressività e il ritmo ed è riuscita ad arrivare a -13 quando mancavano 2’30” alla fine, costringendo gli ospiti ad un ultimo sforzo per non riaprire completamente la partita.

VIRTUS MEDICINA – CVD BASKET CLUB 77 – 60

(19-11; 43-20; 66-36)

Virtus Medicina: Persiani 5, Rossi, Govi F. 11, Govi G. 8, Sighinolfi 15, Biguzzi 10, Lorenzini, Martelli, Panico, Musolesi 15, Canovi, Seracchioli 13. All. Curti.

Cvd Casalecchio: Gamberini 2, Spadellini 6, Mazzoli 14, Marzioni 3, Lanzi 11, Cuozzo 5, Masetti, Fuzzi 7, Truzzi 6, Taddei, Nannetti 6, Marcheselli. All. Loperfido.

Nei primi 2’ non segna nessuno, poi è Sighinolfi, con 7 punti a fila, ad accendere la Virtus che con Biguzzi e i fratelli Govi mette il naso avanti e chiude un buon primo quarto a +8 sul 19 a 11; il CVD non affonda grazie a qualche rimbalzo offensivo. Secondo periodo e sono ancora i medicinesi a dettare il ritmo partita: un ottimo Seracchioli, supportato da Musolesi, contribuisce all’allungo dei gialloneri che, con le triple di Persiani e Biguzzi, piazzano un parziale di 24 a 9 che fissa il risultato all’intervallo sul 43 a 20 in favore della Virtus. Coach Curti negli spogliatoi invita tutti a non perdere concentrazione e nella terza frazione i gialloneri sono ancora pimpanti: 8 punti di Musolesi, ben supportato da tutta la squadra, propiziano un nuovo e decisivo allungo medi cinese; solo Lanzi e Fuzzi non bastano al CVD che esce definitivamente dalla contesa. Alla sirena Virtus a + 30 (66 a 36) e partita finita. Il quarto periodo vede ambedue le formazioni dare spazio ai propri giovani e il CVD, con Mazzoli e Truzzi, rende meno pesante il divario finale. Vince la Virtus (5 in doppia cifra) per 77 a 60.

CLASSIFICA

4 TORRI FERRARA 8 4 4 0 302 252 +50
S.B. CAVRIAGO 6 4 3 1 286 234 +52
G. SAFFI FORLI’ 6 4 3 1 295 258 +37
L.G. COMPETITION CAST. M. 6 4 3 1 302 277 +25
FLYING BALLS OZZANO 6 4 3 1 302 291 +11
NOVELLARA 6 4 3 1 276 275 +1
BUDRIO 4 4 2 2 229 200 +29
VIRTUS MEDICINA 4 4 2 2 282 270 +12
ARBOR REGGIO 4 4 2 2 294 295 -1
ARENA MONTECCHIO 4 4 2 2 224 226 -2
BOLOGNA BASKET 2011 4 4 2 2 269 284 -15
STARS BOLOGNA 4 4 2 2 252 276 -24
CORREGGIO 2 4 1 3 275 305 -30
GRANAROLO BASKET 0 4 0 4 237 275 -38
PONTEVECCHIO BOLOGNA 0 4 0 4 239 289 -50
CVD CASALECCHIO 0 4 0 4 233 290 -57

SERIE D/A

VIS PERSICETO – RADIOCOOP 73 – 52

(19-19; 39-27; 61-48)

San Giovanni in Persiceto: Scagliarini, Chiusoli 5, Morisi 7, Parmeggiani 2, Cornale 6, Almeoni 24, Missoni 6, Genovese 6, Galli, Ferrari, Rusticelli G. 8, Pederzini 9. All. Rusticelli M.

Piacenza BC: Antozzi 8, Scarionati 7, Massari 12, Pirolo 4, Markovic, De Lillo 4, Popov 8, Sela 5, Villa 4, Zanangeli. All. Mambretti.

MAGIK – PSA 63 – 54

(22-15; 33-29; 44-41)

Parma: Bazzoni 11, Donadei 15, Marlinverni N. 3, Tibotto 4, Marlinverni L. 2, Cavaglieri 2, Gibertini 6, Olagundoye 12, Longinotti 4, Guidi 4, Berlinguer, Fava. All. Lopez

PSA: Barbieri 2, Malverti, Tamagnini, Petrella 9, Bertoni 11, Mezzetti 4, Marasca 15, Santonastaso 2,  Di Talia 3, Frilli 8, Tejeda Castro, D’Imprima. All. Bertani.

La PSA affronta la trasferta con il Magik con una lunga lista di assenti. Coach Bertani deve fare a meno di Macchelli, Konadu e Govi, con Santonastaso che rientra, ma non ancora completamente recuperato.  Parma non si fa scrupoli, e parte subito forte: il -13 dopo solo 6’, però, non spaventa i modenesi, Marasca e Bertoni riportano sotto la doppia cifra di svantaggio la PSA. Il Magik mantiene il comando della gara, ma Modena è sempre li. Il –4 alla pausa di metà gara lascia aperto ogni pronostico. La terza frazione di gioco sembra quella ripresa dove i due pugili si studiano, ma senza affondare i colpi migliori, colpo che la PSA mette a segno ad inizio dell’ultimo quarto, in soli 3’ piazza un parziale di 13 a 4, sorpasso e massimo vantaggio con la tripla di Bertoni, 52 a 48 per la PSA. Sembra la svolta decisiva per i modenesi ed invece così non è. La PSA si spegne completamente e negli ultimi 7’ trova solo due punti con Marasca. Parma incredula non perde tempo nei ringraziamenti, anzi, con Donadei e Olagundoye assesta i canestri del definitivo k.o. modenese.

SAN MAMOLO – TECNOFONDI 80 – 77

(18-21, 38-49, 70-63)

S.Mamolo: Cavazza, Gabrielli 12, Beccari 12, Quadri, Martelli P. 11, Martelli L. 2, Boldarino 10, Quadri A. 5, Rizzi ne, Fiorentini ne, Demetri 23, Ghelli 5. All. Munzio.

Nazareno Carpi: Sbisà 9, Compagnoni 24, Goldoni 5, Doddi 17, Pravettoni  9, Cavallotti, Saetti 4, Barigazzi ne, Menon 10, Cantarelli ne. All. Testi.

ANZOLA – ATLETICO 80 – 66

(16-10; 35-35; 56-55)

Anzola: Poluzzi 9, Venturi D. 3, Venturi N., Pappalardo 22, Fiorini 8, Lambertini, Franchini 2, Mazza 24, Zanata 11, Kalfus ne, Gamberini ne, Brancaccio ne. All. Sacchetti.

Atletico: Proto 8, Farneti 9, Grassi, Desimone 6, Sant 3, Artese 8, Selvi 2, Turchetti 8, Rossi 8, Poluzzi 4, Pedroni 4, Veronesi 6. All. Pietrantonio.

Dopo una buona partenza dell’Anzola, l’Atletico recuperava anche se non concretizzava quanto avrebbe meritato. Nel terzo quarto era Mazza a trascinare i padroni di casa, ma i “reds” erano sempre incollati e mettevano la freccia nell’ultima frazione (+5). Un canestro allo scadere dei 24”, però, galvanizzava Anzola che recuperava rapidamente e poi chiudeva in gloria grazie alle buone medie dalla lunetta.

SALSO – PALLAVICINI 49 – 63

(16-19; 31-35; 40-49)

Salsomaggiore: Balbo, Talassi 6, Zamboni, Porcari 13, Aimi 9, Maccini 12, Rattotti, Bonazzi 2, Zerbini, Lucchini, Lettieri 7. All. Ramenzoni.

Pallavicini: Tosiani 17, Nanni G. 4, Pierantoni 8, Giunchedi 2, Ferraro 5, Sgargi 6, Nanni M. 17, Bertarelli, Minghetti 4. All. Morra.

COLLEGE FULGOR – FIORANO 70 – 59

(16-17; 32-30; 49-38)

Fidenza: Rigoni 8, Troiano, Rubini 2, Iacomino 3, Molinari 18, Ceci 5, Zerbini 16, Gelmini 1, Imeri 4, Longhi 11, Orsi 2. All. Fiesolani.

Libertas Pallacanestro Fiorano: Pivetti, Zogaj 8, Ruggeri 12, Gazzotti 7, Fogliani ne, Lambertini 2, Lanzellotto 4, Galloni 2, Marescotti 10, Lucchi 14, Melegari. All. Davolio.

Quarta vittoria in altrettante partite per Fidenza, che batte una Libertas a corto di idee. ma soprattutto di uomini, causa le assenze di Di Curzio e Cracco in primis. Nel primo quarto Fiorano parte bene grazie e tre canestri di fila di un caldissimo Gazzotti, che punisce le rotazioni parmensi dalla media distanza, aiutato dai canestri di Zogaj (in panchina troppo presto per problemi di falli) e Marescotti.  Dall’altra parte cominciano a scaldarsi i giovani Molinari e Zerbini, che puniscono la dormiente difesa ospite con canestri da sotto e dalla lunga distanza. Sul 16-17 per i modenesi, Fidenza cambia faccia e atteggiamento; coach Fiesolani si arrabbia e non poco alla prima sirena ed i ducali rientrano in campo ingranando sin da subito, spinti dall’energia offensiva di Rigoni e Ceci, ben supportati dal solito MVP Molinari. Fiorano prende il break casalingo (8-0 in un amen) e sembra subito k.o., ma Ruggeri e Lucchi mettono sul piatto il contro-break e riportano gli ospiti dal 24-17 al 24-25. Zerbini risistema il tutto e manda i suoi alla pausa lunga avanti 32-30. Al rientro in campo, Fiorano si dimentica la testa negli spogliatoi ed il terzo periodo risulta decisivo a livello di scarto finale nel risultato. Un 17-8 firmato ancora una volta dal duo Molinari-Zerbini, che scardinano la difesa fioranese con i propri attacchi 1vs1; Lucchi non ci sta e prova a dare la scossa ai suoi (saranno 14 con 8 rimbalzi e 3 recuperi a fine gara per lui), non facendo scappar via del tutto la Fulgor. Nell’ultimo quarto Ruggeri prova a fare quello che può (12 con 6 rimbalzi e 6 falli subiti, ma tanti, troppi errori al tiro), ma Fidenza si dimostra squadra che non molla mai e che non considera chiuse le partite quando si trova in vantaggio di 10 punti o più.

VOLTONE – BAOU TRIBE 60 – 61

(18-15, 29-31; 48-48)

Voltone Zola: Perrotta 2, Galassi, Codicini, Giacometti A. 3, Sterpi 10, Giacometti J. 3, Zanasi, Bruzzecchesse 15, Romagnoli 13, Credi 6, Menzani 4, Orlandi 4. All. Amanti.

Baou Tribe San Lazzaro: Gruppi 8, Marinelli 23, Fornasari 5, Bernardi 3, Cantore 13, Pirazzoli, Mellara, Masrè 3, Paladini 2, Capobianco 4. All. Lelli.

SAMPOLESE BK – UNIONE SPORTIVA AQUILA 54 – 57

(13-17, 35-29, 42-42)

San Polo d’Enza: Di Maria ne, Monti 4, Minardi 6, Margini 12, Tognoni 3, Benevelli, Davoli ne, Tondo 12, Maggiali ne, Bizzocchi 12, Servidei 5, Pezzi. All. Immovilli.

Luzzara: Vezzani 1, Cani 3, Costantino 9, Caleffi 11, Salati, Gelosini 2, Sereni 4, Neviani 15, Neri 6, Freddi 6. All. Beltrami.

L’unico derby reggiano della serie D va all’Aquila, che espugna la palestra delle Scuole Medie di San Polo al termine di una gara molto accesa ed equilibrata, dove l’intensità difensiva di entrambi le compagini ha avuto il sopravvento su sulla precisione degli attacchi. Nel continuo altalenarsi del punteggio (massimo vantaggio per gli ospiti all’11′, 13-20, e per i locali, al 19′, 33-25), alla fine ha la meglio la compagine di Beltrami, più lucida nel convulso finale:  dal 54 pari ad 1’e 30″ dal termine, con un tiro di Gelosini ed un libero di Costantino si è assicurata il vantaggio decisivo, mentre dall’altra parte venivano sbagliate due rimesse e la bomba sulla sirena di Margini si spegneva sul ferro.

CLASSIFICA

COLLEGE FIDENZA 8 4 4 0 274 227 +47
ANZOLA 8 4 4 0 285 243 +42
BAOU TRIBE SAN LAZZARO 8 4 4 0 265 229 +36
VOLTONE ZOLA 6 4 3 1 275 225 +50
VIS PERSICETO 6 4 3 1 264 242 +22
PALLAVICINI BOLOGNA 6 4 3 1 260 244 +16
PIACENZA BC 4 4 2 2 273 252 +21
AQUILA LUZZARA 4 4 2 2 245 242 +3
MAGIK PARMA 4 4 2 2 237 254 -17
SAN MAMOLO BOLOGNA 4 4 2 2 261 286 -25
FIORANO 2 4 1 3 227 240 -13
PSA MODENA 2 4 1 3 246 261 -15
SAMPOLESE 2 4 1 3 228 246 -18
ATLETICO 0 4 0 4 256 294 -38
NAZARENO CARPI 0 4 0 4 241 287 -46
SALSOMAGGIORE 0 3 0 3 138 192 -54

SERIE D/B
GRIFO BASKET IMOLA – POLISPORTIVA MOLINELLA 47 – 70

(6-20, 21-38, 37-52)

Grifo Imola: Turrini, Orlando 3, Sgubbi, Riga 13, Lanzoni 8, Dragicevic 3, Linguerri 6, Monna 3, Zaccherini 4, Guerra, Castelli 9. All. Lelli.

Molinella: Calvi 5, Quartieri 3, Checcoli 15, Ricci 16, Testi 3, Alessandri 1, Tagliavini 4, Ugulini 3, Pascoli 2, Gualandi 2, Serio 3, Trippa 13. All. Baiocchi.

AICS – OLIMPIA 86 – 81

(30-24; 47-47; 65-68)

Aics Forlì: Grossi 5, Fumagalli 24, Ragazzi, Ruffilli, Guaglione, Brighi 6, Cortini 16, Gaiotti 17, Zannoni 13, Arpaia 5, Ferro. All Chiadini.

Olimpia Castel San Pietro: Fortunati ne, Franceschini 16, Corazza 13, Ziron 11, Boschi ne, Pancaldi 7, Binassi 10, Farnè 11, Gianninoni 2, Scala, Sgorbati 11. All. Zarifi.

DOLPHINS – CURTI 62 – 55

(12-19; 23-28; 47-39)

Riccione: Brunetta, Zaghini 3, Amadori Mi. 3, Raffaelli 17, Ortenzi, Amadori Ma. 4, Brattoli 9, Perini, Ambrassa 6, De Martin 18, Polverelli 2. All. Foschi.

International Imola: Folli 14, Benghi 1, Grandolfi 5, Genoni 2, Cai, Martini 14, Caprara A., Caprara J. 2, Scaglierini 4, Dirella 4, Masoni 10. All. Fazzi.

BELLARIA – VENI 66 – 65 DTS

(14-14; 33-25; 40-48; 54-54)

Bellaria: Mussoni 1, Stabile 4, Sacchetti 17, Mbaye 3, Mussoni 9, De Gregorio 4, Vernici 6, Indi 12, Bene ne, Samba, Novello 10. All. Ferro.

San Pietro in Casale: Settanni 10, Frascaroli 11, Meola, Sgarzi 2, Barbieri 2, Minozzi G. 22, Iannicelli 2, Tinti, Bartolozzi 11, Folesani 5. All. Minozzi M.

CASSANI&COSTANZI – GUELFO 60 – 92

(17-23; 34-46; 45-73)

Basket’95 Imola: Giovannini, Baruzzi 10, Foronci ne, Barbagelata 24, Rossi ne, Mezzini, Rubini 2, Gargioni 4, Mastrilli 8, Crisà 3, Spagnoli 9. All. Brocchi.

Castel Guelfo: Buscemi 3, Coraini 4, Gianasi 1, Baccarini, Bernabini 24, Bacci, Miceli 5, Ventura 2, Minghetti, D’Andola 22, Giordani 8, Paluan 23. All. Serio.

CRAL E. MATTEI – SCUOLA BASKET FERRARA 63 – 57

(21-16; 39-31; 57-48)

Spem Ravenna: Trerè, Basaglia 10, Ravaioli, De Fanti 8, Bianchini 7, Vistoli 9, Saccardi 6, Fabbri, Bartolotti 2, Raspe ne, Senni 9, Morigi 12. All. Focarelli.

Scuola Basket Ferrara: Busacca 13, Ferrarini 8, Pusinanti 14, Zavarini 1, Frignani 2, Fabbri 7, Bottoni 2, Parigi, Bussolari 10, Cuppini. All. Colantoni.

ARTUSIANA – BASKET VILLAGE 52 – 51

(13-11; 22-24; 34-38)

Forlimpopoli: Rossi 11, Marzolini, Balistreri 5, Fabbri ne, Manucci 6, Vandelli 9, Ravaioli ne, Crocini 4, Arfelli 4, Chezzi 6, Evangelisti ne, Servadei 7. All. Bondi.

Granarolo: Banzi ne, Paoloni ne, Ballini 13, Costa ne, Salicini 3, Carrera, Nicotera 6, Nobis 2, Marega 6, Pedrielli 11, Marcheselli 4, Brotza 6. All. Calore.

ALTEDO BASKET – CESTISTICA ARGENTA 84 – 82

(29-20; 45-41; 62-64)

Altedo: Balboni, Monari, Gnam ne, Bovo 21, Bulgarelli, Dal Pozzo 19, Pigozzi 2, Lollini 27, Baccilieri 2, Soresi, Zanolli 9, Gnudi 4. All. Bacchilega.

Argenta: Magnani 11, Taglioli ne, Spinosa 23, Cesari R. ne, Cesari F., Zanetti 5, Rubbini 20, Stegani 2, Brignani 9, Mortara, Thiam 12, Rafan ne. All. Panizza.

Vittoria in volata per Altedo, con Argenta che si deve battere il petto per l’occasione persa. Dopo le prime schermaglie (8-8 con Bovo scatenato), Lollini e Dal Pozzo prendevano per mano i bolognesi (22-12 all’8’). Nel secondo quarto il vantaggio rimaneva costantemente in doppia cifra, fino a quando Spinosa non iniziava il suo show ed il solco si assottigliava sino al -4 dell’intervallo (45-41). Lollini ripartiva fortissimo, ma gli estensi, con la terza bomba di Spinosa, mettevano la testa avanti (62-64). Altedo tornava in vantaggio con un gioco da tre punti di Bovo (72-70 al 34’). Iniziava, così, una lunga volata: sull’80-80, il gancetto di Brignani faceva esplodere il pubblico di fede argentana, ma Bovo replicava immediatamente, anche se falliva il libero aggiuntivo (82-82 a -35”). La successiva azione veniva gestita non bene dai ragazzi di Panizza e una palese spinta di Cesari a rimbalzo costava carissima. Sull’azione Gnudi s’infortunava leggermente e si presentava, quindi, in lunetta, il suo sostituto, Pigozzi che, glaciale, faceva 2/2 a -8”. Time out, rimessa in attacco per Argenta che dava la palla al suo giocatore migliore Rubbini, che, però, s’incartava, grazie anche all’attenta difesa dell’Mvp Lollini.

CLASSIFICA

GUELFO 8 4 4 0 284 207 +77
SPEM MATTEI RAVENNA 8 4 4 0 257 231 +26
BASKET VILLAGE GRANAROLO 6 4 3 1 272 245 +27
DOLPHINS RICCIONE 6 4 3 1 270 245 +25
ARTUSIANA FORLIMPOPOLI 6 4 3 1 254 244 +10
OLIMPIA CASTEL S. P. 4 4 2 2 278 260 +18
INTERNATIONAL IMOLA 4 4 2 2 257 242 +15
VENI SAN PIETRO IN CASALE 4 4 2 2 253 240 +13
ARGENTA 4 4 2 2 269 259 +10
ALTEDO 4 4 2 2 285 282 +3
MOLINELLA 4 4 2 2 227 244 -17
S.B. FERRARA 2 4 1 3 226 240 -14
AICS FORLI’ 2 4 1 3 261 287 -26
BELLARIA 2 4 1 3 233 276 -43
BASKET’95 IMOLA 0 4 0 4 248 310 -62
GRIFO  IMOLA 0 4 0 4 212 274 -62
1 2 3 4