Monthly Archives: settembre 2017

Serie B, partenze sprint per Benedetto, Piacenza e Tigers Forlì

SERIE B/B 1° Giornata

BALTUR – REKICO 81 – 69

(25-32; 41-42; 59-55)

Cento: Ba 1, Piunti 11, Vico 18, Chiera 14, Graziani, Pasqualin 2, D’Alessandro 9, Govoni ne, Benfatto 17, Cantone 9, Mastrangelo ne, Rizzitiello ne. All. Benedetto.

Faenza: Aromando, Perin 10, Silimbani 5, Benedetti, Venucci 21, Iattoni 10, Pagani 4, Milosevic ne, Chiappelli 15, Brighi 4, Samorì ne. All. Regazzi.

Al Pala Ahrcos, una Baltur priva di Rizzitiello (in panchina ma per onor di firma) supera la Rekico, al termine di un incontro avvincente e caratterizzato da un primo quarto stellare dei romagnoli e da un crescendo rossiniano degli emiliani che, scivolati a -12 in apertura, rientrano negli spogliatoi con una sola lunghezza da recuperare e poi cambiano marcia nella ripresa. Davanti a una più che discreta cornice di pubblico, tra abbonati (576) e paganti (di cui poco circa cento ospiti), Cento si porta subito sul 3-0 con Benfatto ma Pagani sblocca Faenza, che nella prima frazione manda a bersaglio 11 dei primi 17 tentativi dal campo, di cui 5 (su 7) dalla lunga distanza. I bianco/rossi hanno difficoltà a limitare gli avversari, Venucci e Chiappelli in particolare, ma hanno il merito di restare sempre attaccati alla partita, grazie ai canestri pesanti di Chiera e Vico, uscito dalla panchina, ma brillante protagonista di giornata. Dopo aver toccato il -12 (14-26), la Baltur accorcia le distanze già in chiusura di prima frazione per poi sorpassare con D’Alessandro (39-38), nel corso di quella seguente. Se Venucci consente ai suoi di chiudere in vantaggio anche il secondo periodo, l’avvio di ripresa è invece favorevole ai locali, che finalmente riescono a innescare con una certa continuità Piunti e Benfatto in vernice (49-44).  In questo frangente la Baltur tenta a più riprese la fuga, ma la Rekico non molla e resta in scia (59-55, 30’). Un ottimo Benfatto permette a Cento di volare a +11 (66-55) in principio di ultimo quarto; Chiappelli dimezza successivamente lo scarto (68-62), ma Piunti, Benfatto e Cantone confezionano il break col quale la Baltur prende il largo (77-62). L’ex Silimbani guida l’ultimo assalto dei manfredi, ma Vico infila la tripla della staffa e in curva parte la festa. Cento porta quattro uomini in doppia cifra (Vico 18), ma principalmente ottiene tanto da tanti (17 punti e 7 rimbalzi per Benfatto, 14 punti e 8 assist per Chiera, 5 rimbalzi in 8’ per Ba), mentre la Rekico ha 21 punti, 8 rimbalzi e  5 assist da Venucci, ma appena nove punti dalla panchina.

NUOVA PALL. OLGINATE – BASKET LUGO 85 – 78

(25-14; 37-35; 60-60)

Olginate: Siberna 13, Planezio 15, Tagliabue 6, Todeschini 10, Bassani 17, Colnago 13, Marinò 3, Fadilou 6, Rota 2, Bonfanti ne, Moretti ne. All. Galli.

Lugo: Seravalli 12, Filippini 28, Campori 4, Valentini, Gatto, Tynsley 13, Rubbini 4, Stanzani 3, Moretti 14, Galassi, Thaim ne, Collina ne. All. Galetti.

BAKERY – PALL. AURORA DESIO 89 – 59

(28-6; 44-26; 62-42)

Piacenza: Bracchi ne, Rombaldoni 7, Stanic 8, Bruno 11, Perego 13, Guerra 3, Pederzini 17, Maresca 5, Guaccio 8, Birindelli 15, Galli 2, Libè. All. Coppeta.

Desio: Perez 8, Canzi 5, Fumagalli 11, Binaghi ne, Brown 3, Fiorito 5, Parma 3, De Paoli 4, Casati 4, Corti 8, Mazzoleni 8. All. Frates.

Buona la prima è la frase che caratterizza la prima uscita della Bakery 2017/2018. I ragazzi allenati da coach Coppeta dominano Desio a partire dai primi dieci minuti e poi conducono per i restanti trenta. Quattro uomini vanno in doppia cifra e quasi tutti mettono punti di fianco al loro nome nel tabellino.

Ottima partenza per la Bakery di coach Coppeta che aggredisce i giovani di coach Frates e piazza un 14-4 di parziale, con i due italo-argentini Stanic e Birindelli a farla da padrone: il primo ne mette subito 3 con 2 assist e l’altro lo accompagna con 5. Piacenza non si ferma e continua a martellare il ferro di Desio: Pederzini e Stanic assistono e Birindelli segna fino al 28-6 della fine del primo quarto. Nel secondo periodo Desio si scuote guidata da Perez e Fiorito, ma i biancorossi non solo gradiscono il ritmo dei giovani di Frates, ma lo cavalcano con le doppie cifre di Pederzini e Birindelli (10&13) e 15 assistenze di squadra. Desio riesce in qualche modo ad alzare il 16% del primo periodo, ma la Bakery rimane solida sul +18. Nei primi quattro minuti del terzo periodo è pura accademia firmata Rodolfo Rombaldoni che flirta con la tripla doppia e Piacenza va con agilità sul +26. Poi rallenta e Desio, guidata da Fumagalli (6) e Mazzoleni (4), torna sul -20. All’inizio degli ultimi dieci minuti la partita è già ampiamente indirizzata, ma, se nel caso ci fosse qualche dubbio, ci pensano gli undici di Santiago Bruno a ristabilire le distanze. Sul +30 ,con i buoi già scappati dalla stalla, coach Coppeta opta per quintetto di soli Under e trova risposte non solo da Guaccio ma anche da Galli, che trova i primi punti in carriera.

TIGERS FORLI – PALLACANESTRO ALTO SEBINO 85 – 61

(23-20; 43-32; 64-47)

Tigers Forlì: Zani 2, Papa 19, Carpanzano 17, Batisti 8, De Fabritiis 13, Rossi 2, Plachesi, Sacchettini 24, Pambianco, Agatensi, Puntolini. All. Di Lorenzo.

Pisogne: Patroni ne, Gorrieri 11, Cusenza 4, Sabbadini 9, Coltro 5, Porfidia ne, Borghetti 7, Zambonin 3, Caversazio 8, Di Meco 2, Conte 12, Franco ne. All. Giubertoni.

PALLACANESTRO CREMA – PALL. BERNAREGGIO 99 78 – 60

BMR – PLAY&GROUND VICENZA 56 – 60

(12-16; 34-30; 46-46)

Basket 2000 Scandiano: Germani 2, Bertolini 16, Pugi 12, Malagutti 8, Motta 8, Farioli 7, Verrigni 1, Degli Esposti Castori 2, Fontanili ne, Mammi ne, Dias ne. All. Tinti.

Vicenza: Svoboda 3, Campiello A. 12, Demartini 11, Corral 9, Montanari 7, Chinellato 11, Campiello U. 7, Rigon, Chemello, Contrino, Pozza ne. All. Silvestrucci.

Esordio con ko per la Bmr. La formazione bianco-rosso-blu cade al PalaBigi di Reggio Emilia contro la Tramarossa Vicenza al termine di un match in altalena: costretti a rincorrere alla fine del primo quarto (12-16 per il quintetto veneto, che era volato anche al +8), gli uomini di Tinti ribaltano l’inerzia della sfida grazie ad un finale di seconda frazione di alto livello, sia in attacco che in difesa, che li manda negli spogliatoi sul +4 grazie alla bomba dell’eterno Farioli. Nella ripresa si gioca sul filo dell’equilibrio, con vantaggi minimi in un terzo quarto che si chiude sul 46 pari; nei 10’ conclusivi Vicenza sembra avere lo spunto giusto toccando anche il +8, ma al 35’ la Bmr si riporta a -1 con la tripla di Bertolini, che poi impatta a quota 55 dalla lunetta. Nel finale, però, Vicenza si riporta avanti ed i padroni di casa non riescono più a reagire. Guardano le cifre, spiccano i 16 punti di Bertolini con 4/7 da tre (17 di valutazione); dall’altra parte gli 11 con 4 recuperi del play vicentino Demartini, oltre ai 12 punti e 8 rimbalzi di Andrea Campiello.

GREEN BASKET 99 – VIRTUS BASKET PADOVA 61 – 92

BASKET RIMINI CRABS – BASKET LECCO 91 – 35

(26-8; 47-13; 71-20)

Rimini: Tiberti 19 (8/9, 0/1), Signorini 19 (4/4, 3/4), Sipala 17 (3/3, 2/3), Moffa 10 (2/4, 2/3), Altavilla 8 (3/4, 0/1), Myers 7 (2/3, 1/3), Tartaglia 6 (3/3, 0/2), Mladenov 3 (1/1, 0/1), Foiera 2, Busetto (0/1), Toniato (0/2, 0/2), Fiusco. All. Maghelli.

Lecco: Albenga 8 (1/4, 2/2), Riva 8 (1/4, 2/7), Calò 6 (3/6, 0/2), Figini 5 (1/2, 1/1), Allevi 4 (2/5), Ratti 4 (2/3), Vitelli (0/1, 0/3), Garota (0/4), Bianchi, Ghirlandi (0/1). All. Meneguzzo.

CLASSIFICA

P G V P
Tigers Forlì 2 1 1 0 100.0
NTS Informatica Rimini 2 1 1 0 100.0
Bakery Piacenza 2 1 1 0 100.0
Baltur Cento 2 1 1 0 100.0
Gordon Nuova Pall. Olginate 2 1 1 0 100.0
Virtus Padova 2 1 1 0 100.0
Tramarossa Vicenza 2 1 1 0 100.0
Pallacanestro Crema 2 1 1 0 100.0
Green Basket Palermo 0 1 0 1 0.0
Lissone Interni Bernareggio 0 1 0 1 0.0
Pallacanestro Aurora Desio 0 1 0 1 0.0
Gimar Basket Lecco 0 1 0 1 0.0
Bmr Basket 2000 Reggio Emilia 0 1 0 1 0.0
Iseo Serrature Costa Volpino 0 1 0 1 0.0
Rekico Faenza 0 1 0 1 0.0
Orva Lugo 0 1 0 1 0.0

Fortitudo 103 Academy subito protagonista nell’esordio del campionato Under 18

UNDER 20/B 1° Giornata

JUNIOR BASKET  – VIRTUS 45 – 87

(8-22; 29-40; 40-68)

Ravenna: Mazzesi 2, Montignani 2, Cinti 17, Martelli 2, Donati, Di Meglio, Dell’Omo 4, Santi 2, Mazzini 3, Rossi 3, Carpi 10, Montalti. All. Taccetti.

Virtus Bologna: Gianninoni 9, Petrovic 10, Salsini 1, Rubbini 17, Rossi 14, Jurkatamm 10, Berti 9, Venturoli 6, Oyeh 3, Chessari 8. All. Vecchi.

SALUS – BAKERY 77 – 72

(32-20; 45-33; 58-53)

Salus: Filippini ne, Veronesi 11, Conidi 18, Branzaglia 14, Zambonelli, Casarini, Paciello 10, Solmi, Caffagna 1, Baraldi ne, Tubertini 21, Venturi 2. All. Ansaloni.

Piacentina: Orlandi, Libè 10, Guaccio 26, Villa ne, El Agbani, Galli 1, Bracchi, Baldini, Maresca 34, Zermani 1. All. Casella.

PALL. LISSONE – POL. PIACENZA CLUB 53 – 76

(21-21; 33-34; 42-59)

Lissone: Saccardi, Mornati 6, Riva, Gatti 11, Morse 5, Ben Salem 2, Morandi 14, Mladjenovic, Tremolada, Ferraresi 2, Semplici 8, Fortunati 5. All. Mazzali.

Piacenza BC: Diouf 9, Bricchi 5, Bosi 6, Pari 9, Montanari 5, Migliorini 6, Peviani, Seye 8, Zucchi 11, Perotti ne, Oriti 17. All. Mambretti.

TEAM ABC – FORTITUDO103 ACADEMY 88 – 65

(26-20; 46-36; 68-47)

Cantù: Tremolada 22, Masocco 2, Chinellato 8, Olgiati 8, Bet 9. Tartamella 6, Terraneo, Gatti 5, Nasini 4, Ronchetti 8, Molteni 13, Ruzzon 3. All. Visciglia.

Fortitudo Bologna: Mandini 4, Murabito 14, Montanari 16, Mellini, Cenni 4, Boniciolli 4, Bonazzi 8, Baccilieri 5, De Denaro 4, Mazzotti, Youbi 5, Zucchini 1. All. Comuzzo.

CLASSIFICA

Virtus Bologna, Salus Bologna, Piacenza BC, Cantù 2; Fortitudo Academy Bologna, Lissone, Piacentina, Junior Ravenna 0.

UNDER 18 1° Giornata

VIRTUS  – B.S.L. 102 – 70

(34-21; 54-42; 82-60)

Virtus: Nicoli 8, Deri 4, Giuliani 10, Salsini 18, Jurkatamm 8, Bianchini 2, Venturoli 18, Vivarelli, Bertuzzi 7, Oyeh 9, Cavallari 10, Chessari 8. All. Vecchi.

San Lazzaro: Recchia 11, Scapinelli, Paratore 13, Corradini 6, Tobia 7, Perini 8, Serra, Botti 8, Naldi, Pistillo 4, Zuppiroli, Rosa 13. All. Bettazzi.

VIS 2008 – SALUS 93 – 64

(20-15; 47-31; 77-43)

Vis Ferrara: Salvardi 12, Franchella F. 2, Bogliardi 4, Labovic 9, Ghirelli, Antoci 8, Castaldini, Biolcati 14, Natali 16, Caloia 2, Manojlovic 18, Zanirato 8. All. Franchella E.

Salus: Corti 6, Arletti 17, Omicini 4, Raspanti 10, Bianchi 4, Marchetta 13, Dallacasa 2, Tabellini, Lambertini 4, Cocchi. All. Bacchilega.

PALL. REGGIANA – POL. PONTEVECCHIO 106 – 70

(28-15; 50-33; 84-46)

Reggiana: Soviero 3, Pellicciari 8, Valenti 11, Dellosto 12, Tchewa Tchemadeu 23, Ligabue 2, Porfilio 9, Castagnetti 6, Sow 3, Bertolini 2, Zampogna 12, Cipolla 15. All. Menozzi

Pontevecchio: Sassoni 10, Giorgi 2, Conti 17, Faldella, Lorusso 14, Secchi 4, Minerva 2, Bertolini 6, Zanetti 5, Barbato 10. All. Carretto

BASKET RIMINI CRABS – FORTITUDO103 ACADEMY 59 – 71

(11-21; 25-46; 46-62)

Crabs Rimini: Rinaldi 5, Trunic 12, Mladenov 18, Ferrari 9, Berni 11, Iannello 4, Veroni, Del Fabbro, Lonfernini, Zambianchi, Puzalkov, Giorgi. All. Galli.

Fortitudo Academy: Cappelli 5, Barattini 13, Cinti 11, Muzzi 11, Zanetti 9, Franco 7, Balducci 7, Youbi 4, Giannasi 4, Boniciolli, Labate, Laghetti. All. Lolli.

Comincia con un passo falso il cammino dei Crabs. Gara sempre all’inseguimento con i felsinei che dopo 5′ hanno già un vantaggio in doppia cifra (4-15), vantaggio pressoché inalterato alla prima sirena (11-21). Nel secondo quarto i granchietti faticano a trovare la via del canestro mentre la Fortitudo, anche grazie ai contropiedi ed ai rimbalzi offensivi, dilata la forbice del vantaggio andando al riposo sul +21 (25-46). Nel terzo quarto finalmente i biancorossi trovano maggiore fluidità offensiva e con Mladenov, Trunic e Ferrari si aggiudicano il mini-parziale, anche se alla terza sirena il passivo da recuperare è ancora proibitivo (46-62). Nell’ultimo quarto i granchietti, trascinati da una difesa finalmente efficace (appena 9 punti concessi) e da un Berni infuocato (8 punti su 13 portano la sua firma), provano il tutto per tutto e sembrano poter riaprire il discorso (55-66 al 35′), ma negli ultimi cinque minuti qualche persa di troppo ed una certa imprecisione al tiro da 3, permettono alla Fortitudo di tenere sotto controllo la gara fino al 59-71 finale.

CLASSIFICA

Virtus Bologna, Fortitudo Academy, Reggiana, Vis 2008 Ferrara 2; International Imola, Salus Bologna, Bsl San Lazzaro, Crabs Rimini, Pontevecchio Bologna 0.

Serie A2, tutto facile per Matteiplast e Faenza, Forlì ko in casa contro Palermo

A2 FEMMINILE GIRONE B 1° Giornata

RR RETAIL GALLI BK S.G.V. – CESTISTICA SPEZZINA 82 – 56

MAGNOLIA BK CAMPOBASSO – CESTISTICA AZZURRA ORVIETO 47 – 61

MATTEIPLAST – SAN RAFFAELE BK ROMA 87 – 57

(23-6; 44-24; 71-45)

Progresso: D’Alie 17 (8/14, 0/2), Monterumisi, Cordisco 1 (0/1 da 2), Tassinari 14 (3/8, 1/2), Dall’Aglio 2 (0/1, 0/1), Storer 18 (6/8 da 2), Tava 14 (5/8, 1/2), Meroni 10 (5/8 da 2), Poletti, Corradini 4 (2/3 da 2), Nannucci 7 (1/3, 1/2). All. Giroldi.

San Raffaele Roma: Pompei 2 (0/3, 0/3), Giorgi 4 (2/3 da 2), Salvagno 2 (0/0, 0/0), Prosperi 4 (2/8 da 2), Marchetti 6 (1/6, 0/3), Russo 6 (0/0, 0/0), Gelfusa 8 (4/7 da 2), Nnodi 17 (8/9 da 2), Borghi, Zavagnini, Ballirano 8 (1/2, 1/1), Santucci. All. D’Antoni.

INFINITY BIO – MERCEDE BK ALGHERO 75 – 51

(23-13; 41-25; 58-39)

Faenza: Franceschelli 2 (1/4, 0/3), Schwienbacher 9 (4/6 da 2), Coraducci 15 (1/2, 4/5), Morsiani 10 (5/10 da 2), Tridello 9 (3/5, 1/1), Ballardini 11 (2/3, 1/2), Caccoli 4 (1/4 da 2), Bornazzini, Moriconi, Soglia 13 (6/6 da 2), Morsiani ne, Minichino 2 (0/3, 0/1). All. Bassi.

Alghero: Beretta 18 (5/10, 2/9), Dzhikova 3 (1/2, 0/5), Boi 2 (1/2 da 2), Ceccanti 8 (4/8 da 2), Azzellini 13 (3/6, 0/1), Petrova 5 (1/2, 0/1), Sow 2 (0/6 da 2), Manconi, Canu ne, Saias All. Cau.

LIBERTAS BASKET ROSA TIGERS FORLI – G.VERGA PALERMO 39 – 70

(13-17; 20-31; 27-55)

Forlì: Zampiga 7 (3/8 da 2), Zavalloni 3 (0/4, 1/4), Vespignani 1 (0/2, 0/1), Pieraccini 6 (3/17, 0/2), Melandri 4 (2/5 da 2), Gramaccioni 14 (3/8, 2/5), Balestra, Missanelli 2 (1/5, 0/1), Colantoni, Fabbricini 2 (1/1 da 2), Olajide, Garaffoni. All. Castelli.

Palermo: Russo 18 (6/13, 1/3), Cappelli, Ferretti 4 (0/1 da 2), Ferrara, Miccio 7 (2/3, 1/5), Verona 7 (2/5 da 2), Casiglia, Preskienyte 10 (2/9 da 2), Riccobono 9 (3/4, 1/2), Carrara 15 (6/10, 1/1). All. Giordano.

PALL. FEMM. UMBERTIDE – VIRTUS CAGLIARI 76 – 53

FE.BA CIVITANOVA – CESTISTICA SAVONESE 63 – 53

CLASSIFICA

Squadra P G V P PF PS

1

Andros Basket Palermo

2

1

1

0

70

39

2

Progresso Femm. Bologna

2

1

1

0

87

57

3

Infinity Bio Faenza

2

1

1

0

75

51

4

RR Retail Galli S.G.Valdarno

2

1

1

0

82

56

5

Pall. Femm. Umbertide

2

1

1

0

76

53

6

Ceprini Costruzioni Orvieto

2

1

1

0

61

47

7

Infa Feba Civitanova M.

2

1

1

0

63

53

8

USE Rosa Scotti Empoli

0

0

0

0

0

0

9

Cestistica Savonese

0

1

0

1

53

63

10

La Molisana Campobasso

0

1

0

1

47

61

11

Surgical Virtus Cagliari

0

1

0

1

53

76

12

Carispezia Cestistica Spezzina

0

1

0

1

56

82

13

Mercede Alghero

0

1

0

1

51

75

14

San Raffaele Roma

0

1

0

1

57

87

15

Tigers Rosa Libertas Forli

0

1

0

1

39

70

C Gold, partenza lanciata per Guelfo e Montecchio. C Silver, Anzola supera l’esamone Santarcangelo. Castenaso che colpo!

SERIE C GOLD 1° Giornata

L.G. COMPETITION – GAETANO SCIREA BASKET 52 – 47

(8-14; 20-25; 34-40)

LG Competition Castelnovo Monti: Canuti 3, Canovi, Magnani 2, Rossetti, Levinksis 2, Guarino 4, Torlai ne, Mallon 15, Šimaitis 12, Parma Benfenati 12, Ferrari, Corradini 2. All. Diacci.

Gaetano Scirea Bertinoro: Frigoli 13, Solfrizzi En. 9, Conocchiari 4, Zoboli 1, Bergantini 2, Ravaioli, Gellera Malvolti 2, Del Zozzo 2, Biandolino 7, Godoli, Bracci 2, Solfrizzi Em. 5. All. Brighina.

Debutto con vittoria, nella prima gara della sua storia in Serie C Gold, per la Pasta Dallari LG Competition Castelnovo Monti, che ha superato dopo una grande rimonta la Gaetano Scirea Bertinoro con il finale di 52-47.

Il primo quarto scorre con tanti errori e pochi canestri, anche se sono gli ospiti a fare la partita e a mettere il muso avanti grazie alla verve del play Frigoli. La LG prova a rimanere in partita ma fatica a trovare punti con continuità e chiude la prima frazione indietro di 6 (8-14 il parziale). Nel secondo periodo le polveri continuano ad essere bagnate e la gara mantiene la falsa riga dei primi dieci minuti: Bertinoro difende molto bene ed isola gli attacchi della LG, mentre i castelnovesi devono spesso improvvisare e grazie ai punti della coppia Mallon-Šimaitis (quest’ultimo al debutto con la maglia della Pasta Dallari) rimangono attaccati al match. Si va negli spogliatoi dopo venti minuti combattuti e gli ospiti avanti di cinque lunghezze (20-25). La Gaetano Scirea continua a seguire il copione di coach Brighina e arriva ad essere avanti di otto lunghezze con il canestro di Enrico Solfrizzi. La LG non molla e Parma Benfenati ne segna sei consecutivi per la Pasta Dallari, ma i canestri di Frigoli mantengono la distanza tra le due squadre e i romagnoli rimangono in vantaggio quando mancano dieci minuti al termine. Ad inizio quarto periodo la difesa dei padroni di casa cresce e i castelnovesi firmano un parziale di 8-0 che li proietta in vantaggio per la prima volta nel match dopo 34 minuti dalla palla a due. Enrico Solfrizzi da 3 riporta Bertinoro a +1, poi un pesantissimo 4-0 firmato da Capitan Guarino spinge i Cinghiali nuovamente avanti (46-43 al 37′). Nel finale tanti errori da una parte dall’altra, ma la LG è brava a raccogliere falli e sfruttare i viaggi in lunetta di Mallon e Šimaitis (12/12 a cronometro fermo per i montanari). Negli ultimi secondi Frigoli e capitan Solfrizzi sbagliano i tiri del potenziale pareggio e Magnani ai liberi fissa il risultato sul 52-47.

VIRTUS SPES VIS IMOLA – ACADEMY BASKET FIDENZA 2014 91 – 72

(23-14; 51-31; 69-55)

Virtus Imola: Dalpozzo 1, Dal Fiume ne, Boero 13, Nucci 22, Creti 4, Casadei 21, Murati, Ranocchi 19, Sangiorgi 9, Zytharyuk 2. All. Tassinari.

Fidenza: Tardivi 9, Dmitrovic 15, Della Giusta 10, Giani 6, Aldrighetti 4, Bricchi 2, Morciano 21, Longoni 5. All. Zanardi.

Ottimo esordio della Virtus Imola nella stagione 2017/2018 con un +19 che non lascia margini all’immaginazione, davanti a circa 600 tifosi. I ragazzi di coach Davide Tassinari partono forte e mettono in cassaforte il risultato già nel primo tempo, chiuso sul 51-31. Con Dal Fiume in panchina solo per onor di firma (causa problema muscolare), su tutti un eccellente Ranocchi che trascina con personalità i compagni nella prima frazione. Nella ripresa la Virtus non chiude il match, lasciando anche lo spazio ad una timida rimonta degli ospiti che si ferma sul -11 (71-60) ad otto minuti dalla sirena finale. Qui le bocche da fuoco giallonere riprendono vigore con uno straripante Casadei (8 punti in poco più di un minuto) e la coppia Nucci-Boero che, dall’arco, gela i sogni di Fidenza.

POL. ARENA – BOLOGNA BASKET 2016 78 – 70

(24-17; 43-38; 63-47)

Montecchio: Grisendi 8, Secli 3, Borghi ne, Di Noia 22, Basso 14, Guidi 2, Corrias ne, Gruosso 7, Vanni 13, Negri 9, Ghezzi ne. All. Cavalieri.

BB2016: Drago ne, De Pascale 14, Poluzzi 13, Guerri 6, Fin, Brigotti ne, Legnani 9, Tugnoli 10, Cortesi 8, Brotza, Bertuzzi 8, Saccà 2. All. Lolli.

Partenza falsa per il Bologna Basket 2016. I rossoblu perdono abbastanza nettamente una partita che i reggiani conducono senza troppi patemi per tre quarti, anche con vantaggi importanti, per poi resistere al disperato rientro finale dei bolognesi.

Il BB2016 paga una serata pessima di alcuni suoi uomini (Fin e Saccá, anche se il catanese ha come scusante qualche problema fisico), con un complessivo 35% da 2 e soprattutto offrendo una prestazione difensiva molto inferiore rispetto a quelle viste in precampionato. Persa la gara anche ai rimbalzi (24 contro 37) e concesso agli avversari il 42% dalla lunga distanza, la partita per gli ospiti è stata sempre in salita. La resistenza di De Pascale, Tugnoli e Guerri non basta contro la precisione di Di Noia – che fa 22 punti con 9/12 al tiro – la concretezza di Basso e in generale la grinta messa in campo dai padroni di casa.

PALL. FIORENZUOLA 1972 – SALUS PALL. BOLOGNA 83 – 79

(22-24; 51-37; 69-52)

Pallacanestro Fiorenzuola 1972: Galli 17, Sichel 14, Resca 7, Zucchi, Trobbiani, Marletta 2, Lottici M. 11, Klyuchnyk 16, Donati 4, Garofalo 11. All. Lottici S.

Salus Bologna: Savio 6, Conidi, Amoni 7, Granata, Tugnoli 8, Polverelli 20, Veronesi, Tubertini, Stojkov 20, Pini 11, Trentin 7. All. Fili

LA.CO. – NUOVA PSA 85 – 78

(27-17; 43-52; 64-50)

Ozzano: Folli 6, Masrè 8, Morara 26, Chiusolo 5, Corcelli 10, Magagnoli 7,Zambon, Martini, Agusto 23, Agriesti –All. Grandi

Modena: Riguzzi 16, Vivarelli 3, Pederzini 20, Basilicò 2, Riccio, Ghedini 8, Nasuti, Taddei , Guazzaloca 25, Turcato 2, Stucchi ne – All. Bartolini

Buona la prima per i New Flying Balls. I ragazzi di coach Grandi vincono 85 a 78 contro la PSA Modena dopo una partita condotta per quasi tutti e quaranta i minuti di gioco, ma dove gli ospiti sono stati bravi a non darsi mai per vinti, tenendo aperti i giochi fino alle battute finali.

Ottimo avvio per i Flying che trovano in poco più di cinque minuti la doppia cifra di vantaggio e, sfruttando i canestri da sotto della coppia Morara-Agusto, chiudono sul +10 il primo quarto (27-17). Nel secondo periodo Modena tenta la reazione tornando sul -4 grazie ai punti di Guazzaloca e Riguzzi. Ozzano però si prende diverse soluzioni dal proprio quintetto e alla fine va all’intervallo lungo sul +11 (43-32). Nel terzo quarto Guazzaloca e Pederzini tengono a galla la PSA, mentre Ozzano tenta in tutti i modi la fuga decisiva con i canestri dei lunghi (Agusto e Morara) che dominano sotto canestro. Dopo il +14 della terza sirena, Ozzano incrementa fino al +19 (72-53). Quando ormai sembrava fatta per Ozzano, la PSA trova diverse triple con Guazzaloca, Ghedini e Riguzzi che, nel giro di sette minuti, riportano gli ospiti fino al -5 e le percentuali al tiro da fuori attorno al 50%. La La.CO. però, nonostante qualche indecisione difensiva, non si scompone troppo e con Corcelli trova i punti della sicurezza. Termina 85 a 78 con Ozzano che si porta così a casa i primi due punti in palio.

POL. PONTEVECCHIO – B.S.L. SAN LAZZARO 61 – 64

(12-15; 27-30; 42-48)

Pontevecchio: Buriani 11, Folli, Conti ne, Gianninoni 7, Bonaiuti ne, Parchi ne, Mantovani 3, Vetere, Bergami 6, De Gregori 7, Nanni 11, Di Rauso 14. All. Carretto.

San Lazzaro: Recchia, Lolli 3, Baietti 23, Annunzi 2, Quadrelli, Fabbri, Rossi 5, Cempini 10, Rosa 9, Mellara 7, Allodi 5. All. Bettazzi.

PALL. TITANO – GUELFO BASKET 62 – 72

(17-21; 28-43; 45-51)

San Marino: Grassi 6, Ricci 3, Riccardi ne, Gamberini 7, Macina 2, Zannoni 12, Aglio 20, Sinatra 8, Callegari ne, Felici ne, Padovano 4. All. Foschi.

Castel Guelfo: Bernabini, Bernardi 2, Rebeggiani ne, Baccarini 5, Grillini 3, Colli ne, Musolesi 19, Santini ne, Pieri 6, Casagrande 12, Govi 5, Trombetti 20. All. Serio.

Per il Guelfo inizia una nuova avventura chiamata C Gold e lo fa salendo in quota sul Titano, ma, soprattutto, con la faccia giusta. Infatti, dopo aver subito il canestro iniziale di Zannoni, piazza 11 punti consecutivi con Pieri-Govi-Musolesi che costringono coach Foschi al time out. Zannoni e Aglio rispondono bene alla chiamata del loro coach ricucendo lo strappo (15 pari). Le triple di Musolesi e Baccarini regalano al Guelfo i 4 punti di vantaggio di fine quarto (17-21). Nel secondo periodo entrano in scena Casagrande, Trombetti e una super difesa di squadra. I padroni di casa vedono il Guelfo scollinare la doppia cifra di vantaggio (20-30) al 14′ e toccare il massimo vantaggio di +21 (22-43) a due minuti dalla pausa lunga. Un 6-0 firmato Gamberini e Padovano chiude il tempo e leggermente il divario (28-43). Nella ripresa la super difesa diventa un appetitoso gruviera lasciato in balìa dei topi: Zannoni e Aglio colpiscono più volte, poi Sinatra, con 5 punti consecutivi, completa la rimonta e Ricci regala addirittura il +2 interno (45-43) a 3′ dalla fine del quarto. Trombetti chiude finalmente il terribile break di 17-0. Un’astinenza durata otto minuti in cui sono andate perse tutte le provviste dell’inverno. Trombetti poi andrà a segno altre tre volte portando di nuovo avanti il Guelfo di sei lunghezze (45-51). nell’ultima frazione la situazione per cinque minuti resta praticamente invariata (52-59), poi, un mini-parziale di Aglio e Padovano, porta a tre minuti dal termine la Pall.Titano ad un solo possesso di distanza (59-61). Musolesi e Pieri ridanno il +6 con poco più di un minuto da giocare. Grassi con una tripla dimezza lo svantaggio, ma è ancora Musolesi che, con 5 punti consecutivi, chiude di fatto la contesa (62-70). Per lui il titolo di MVP con 19 punti (4/4 dalla lunga distanza) conditi da 7 rimbalzi il tutto in 27′.

CLASSIFICA

VSV IMOLA 2 1 1 0 91 72 +19
GUELFO CASTELGUELFO 2 1 1 0 72 62 +10
ARENA MONTECCHIO 2 1 1 0 78 70 +8
FLYING BALLS OZZANO 2 1 1 0 85 78 +7
LG COMPETITION CASTELNOVO MONTI 2 1 1 0 52 47 +5
FIORENZUOLA 1972 2 1 1 0 83 79 +4
BSL SAN LAZZARO 2 1 1 0 64 61 +3
PONTEVECCHIO BOLOGNA 0 1 0 1 61 64 -3
SALUS BOLOGNA 0 1 0 1 79 83 -4
GAETANO SCIREA BERTINORO 0 1 0 1 47 52 -5
PSA MODENA 0 1 0 1 78 85 -7
BOLOGNA BASKET 2016 0 1 0 1 70 78 -8
SAN MARINO 0 1 0 1 62 72 -10
ACADEMY FIDENZA 0 1 0 1 72 91 -19

 

SERIE C SILVER 1° Giornata

CREI – VIS 2008 70 – 55

(19-19; 41-37; 55-46)

Granarolo Basket: Masetti ne, Marchi 7, Spettoli 8, Paoloni 7, Ballini 8, Neviani 6, Salicini 6, Marega 7, Bernardinello, Cristalli 13, Bianchi 8, Carini ne. All. Carrera.

Vis Ferrara: Labovic 10, Caselli 11, Grazzi 6, Antoci, Mancini 10, Drigo, Brilli ne, Natali 5, Kekovic 7, Gamberini 4, Fiore, Oseliero 2. All. Franchella.

Vittoria netta, ma non proprio semplice semplice, per Granarolo contro l’esordiente Vis 2008. Gli estensi, infatti, sono una Under 20 con qualche individualità fisica e tecnica importante. Ovviamente mancano di esperienza e si è visto… Per Granarolo una discreta prestazione di squadra, con una citazione per Cristalli che ha spaccato la partita nel secondo quarto ed una per Spettoli, determinante nella decisiva terza frazione.

Pronti, via e 0-13 dopo quattro minuti. Pian piano, però, i padroni di casa si riportavano a contatto ed impattavano prima del suono della sirena (19-19). Nel secondo periodo subito 9 punti consecutivi di Cristalli e 30-19 al 12′. Il vantaggio rimaneva in doppia cifra fino al 36-26 del 16′, poi, la coppia Caselli-Mancini, ricuciva lo strappo e si arrivava al 41-37 dell’intervallo. Nella ripresa, subito cinque punti di Labovic (41-42). Era Spettoli a prendere per mano i compagni con otto punti in un amen (51-44 al 27′). L’ultimo quarto iniziava con un altro break, 13 a 2 in cinque minuti e, sul 64-48 del 35′, il match poteva considerarsi chiuso, anche se gli estensi non mollavano fino quasi allo scadere.

CVD BASKET CLUB – SCUOLA BASKET CAVRIAGO 62 – 60

(20-20; 38-35; 49-53)

Cvd Casalecchio: Taddei 4, Skocaj 2, Santilli 6, Penna 8, Falzetti 7, Lelli 4, Fuzzi 12, Trois 8, Masetti 1, Sighinolfi 10, Ballanti. All. Lanzoni.

Cavriago: Zecchetti ne, Mazza 14, Fantini 5, D’Amore 4, Baroni 2, Pezzi 8, Lorenzani ne, Franzoni 13, Mursa ne, Bernardoni, Vecchi 3, Pedrazzi 11. All. Martinelli.

BK POL. CASTELFRANCO E. – REBASKET 49 – 65

(14-29; 29-41; 40-49)

Castelfranco Emilia: Ayiku ne, Tomesani 8, Paolucci 2, Sforza, Vannini, Del Papa 8, Righi 18, Villani, Frilli 8, Tedeschini 5. All. Boni.

Castelnovo Sotto: Violi 2, Tognato 6, Nunziato, Castagnaro 15, Defant 9, Ferrari 4, Dall’Asta, Battaglia 8, Amadio 2, Panizzi, Tondelli, Lusetti 19. All. Casoli.

Castelfranco stecca all’esordio casalingo, davanti a un PalaReggiani finalmente pieno, contro la Rebasket Castelnovo Sotto, offrendo una prestazione ben al di sotto delle proprie possibilità. Per Castelfranco ai Box Coslovi (appena rientrato da un esperienza all’estero) e Ayiku (problemino al ginocchio destro), per Castelnovo tutti disponibili.

Castelfranco presenta lo stesso quintetto del Torneo Ferrari, quindi Righi, Tomesani, Del Papa, Tedeschini, Villani, mentre gli ospiti rispondono con Amadio, Battaglia, Castagnaro, Defant e Lusetti. Pronti, via e 6-0 ospite con Castagnaro e Defant, poi Castelfranco accende la luce e guidata da 7 pt di Righi si accoda all’avversario (10-12 al 5’). Si torna però a spegnere la luce, e questa volta la spallata la da Lusetti, molto abile a sfruttare la propria fisicità sotto le plance. Dopo un parziale di 7-0 ospite (19-10 al 7’), Coach Boni chiama time out per tentare di fermare l’emorragia, ma con scarsi risultati. Il quarto finisce 14-29. Lo staff ricorda ai ragazzi le parole dette in spogliatoio, per provare a rimettere in piedi una partita fino ad adesso solo guardata. In difesa, soprattutto grazie al passaggio a zona, viene messo più di un sassolino nell’ingranaggio ospite, ma è in attacco che la squadra di casa fatica enormemente, con il solo Righi a trovare con una certa continuità la via del canestro (15 per lui all’intervallo) e troppi scarichi non controllati. Questo non permette ai locali di avvicinarsi ulteriormente, anche e soprattutto grazie a Lusetti, vero e proprio rebus irrisolvibile per i lunghi bianco verdi, andando all’intervallo sotto di dodici lunghezze (29 a 41). Nel terzo quarto viene prodotto il massimo sforzo, un 9-0 a metà quarto guidato dal solito Righi e da due canestri consecutivi di un Tomesani (fin li molto fallace al tiro) riporta i biancoverdi sul -6 (40-46 al 26’). La difesa continua a tenere tutto sommato, ma Castelfranco ha il difetto di capitalizzare poco o niente in attacco. Rebasket riesce quindi a riportarsi a ridosso della doppia cifra di vantaggio grazie a una tripla di Tognato e 40-49 è il punteggio con il quale finisce il terzo quarto. Ma mentre tutti si aspettano il forcing finale per tentare di ribaltare una partita molto difficile, Castelfranco si affloscia e in tutto il quarto segna 9 punti, consegnando la partita nelle mani di Castelnovo Sotto. A nulla è valsa la mossa di coach Boni di provare i quattro piccoli e alzare la pressione difensiva, i biancoverdi sembrano proprio aver esaurito le energie mentali prima che fisiche. Unica nota lieta, l’esordio in prima squadra di Mattia Sforza, prodotto del settore giovanile, che bene si sta destreggiando negli allenamenti. Risultato finale 49-65.

GRUPPO VENTURI – DULCA 72 – 67

(16-21; 39-34; 54-54)

Anzola: Poluzzi 2, Bortolani 9, Bastia ne, Parmeggiani S. 5, Zucchini 4, Parmeggiani F. 6, Gamberini ne, De Ruvo 10, Venturi N. 10, Venturi D., Albertini 8, Mazza 18. All. Trevisan.

Santarcangelo: Fornaciari 3, Bianchi 10, Cunico 11, Fusco 5 Canini, Insero ne, Dini 8, Raffaelli 15, Pasini ne, Ramilli 6, Guziur ne, Saponi 9. All. Bernardi.

Inizia nel migliore dei modi l’avventura di Anzola che batte, davanti al proprio pubblico, la CNO in una gara combattutissima.

Sotto nel primo quarto di 5 punti (16-21), vanno a riposo con 5 punti di vantaggio nel secondo quarto (39-34), con un recupero entusiasmante. Terzo quarto a ritmi altissimi, tanto che si va all’ultimo riposo a pari punti (54-54). Ultimo quarto a favore dei ragazzi di coach Trevisan, con qualche errore di troppo da parte della CNO Santarcangelo, ma alla fine, sono i ragazzi del Gruppo Venturi ad esultare (72-67).

VIRTUS MEDICINA – PALLACANESTRO CASTENASO 63 – 82

(12-16; 25-29; 40-60)

Medicina: Jdidi ne, Tinti 12, Marinelli 6, Mini, Govi 17, Biguzzi 9, Lorenzini, Stagni ne, Verde, Barba 9, Rambelli 3, Seracchioli 7. All. Cavicchioli.

Castenaso: Curione 10, Baraldi 4, Fornasari 4, Spinosa 19, Betti 6, Cardinali 22, Campagna, Quaiotto 5, Parenti 12, Nardi, Venturi, All. Cinti.

Primo periodo e sono gli ospiti a portarsi in vantaggio con le bombe di Spinosa (12-16 al 10′). Secondo quarto e ancora Medicina che non entra in partita; Castenaso trova in Cardinali il terminale giusto per rimanere in vantaggio sul 25 a 29 con cui si va all’intervallo. Terza frazione e la reazione Virtus non c’è, anzi è Castenaso in fiducia a trovare buone soluzioni e canestri da tutti. Medicina ha solo Govi e Marinelli in partita e sprofonda a -20 e alla sirena il punteggio è eloquente sul 40 a 60 per la formazione di Cinti. Quarto periodo e il quintetto con cinque piccoli è l’ultima arma dei gialloneri che rientrano parzialmente in partita fino al -12 con un positivo Barba e un ritrovato Tinti. L’esperienza di Cardinali e qualche fischiata arbitrale fermano, però, la rimonta medicinese e vince con merito Castenaso con il punteggio di 63-82 .

PALLACANESTRO MOLINELLA – GINNASTICA FORTITUDO 68 – 55

(13-14; 31-24; 46-40)

Molinella: Guazzaloca 15, Brandani 9, Menna, Checcoli, Ranzolin 11, Frignani 13, Frazzoni 5, Capobianco 4, Lanzi 8, Regazzi ne, Ramini 3. All. Baiocchi.

SG Fortitudo: Barattini 8, Zucchini 1, Pampani, Valenti 9, Baccilieri 6, Zinelli 2, Mandini 6, Pederzoli 6, Galassi 5, Sgarzi 7, Bonazzi 2, Pesino 3. All. Solaroli.

OLIMPIA CASTELLO 2010 – VIS BASKET PERSICETO 92 – 70

(19-17; 46-32; 65-56)

Castel San Pietro: Fimiani 17, Dall’Osso 10, Pedini, Beccaletto 19, Cavina 4, Zambrini 13, Pellacani 6, Lugli 17, Governatori 6, Castellari ne, Zuffa ne, Guastamacchia ne. All. Loperfido.

San Giovanni in Persiceto: Aguarri 1, Cardani ne, Cornale 5, Verardi 9, Baccilieri 10, Scagliarini ne, Papotti 3, Pasquini 22, Zappoli 2, Ferrari ne, Rusticelli 5, Almeoni 11. All. Berselli.

PALL. NOVELLARA – RIVIT 88 – 77

(30-20; 46-36; 68-63)

Novellara: Pizzetti ne, Margini 2, Folloni 6, Rinaldi 8, Morgotti 4, Carpi 12, Ciavolella 5, Aguzzoli, Bartoccetti 14, Dilas 16, Astolfi 21. All. Spaggiari.

Grifo Imola: Turrini, Bartoli 4, Lanzoni 16, Orlando 20, Zaccherini, Sgorbati 4, Lucchetta 6, Russu 6, Borgognoni 4, Bonetti 12, Martini 5. All. Palumbi.

All’esordio nel campionato di C Silver, la Rivit esce sconfitta dal difficile campo di Novellara dopo una partita combattuta. Pronti via e Novellara parte subito a mille, con la Grifo che dopo tre minuti si trova sotto 8-0. La compagine imolese inizia a trovare le misure in attacco e, nonostante qualche difficoltà in fase difensiva, riesce a limitare i danni arrivando alla prima sirena in svantaggio di 10 punti. Nel secondo quarto la squadra di coach Palumbi aumenta l’intensità in difesa e pareggia il quarto con la squadra di casa, portandosi all’intervallo lungo ancora sotto di dieci lunghezze. Nel terzo quarto, Novellara parte di nuovo forte e in due minuti si porta avanti di sedici lunghezze. La Rivit però reagisce e, con alcune ottime difese e buone scelte offensive, si riavvicina a Novellara, rimontando fino al -1 (68-67) all’inizio dell’ultimo periodo. Qui, però, i reggiani trovano i canestri per tornare di nuovo in vantaggio di 7 punti a 4′ dalla fine. La Grifo prova a rimanere attaccata alla partita fino alla fine ma non riesce più a ricucire il gap, anzi alla sirena finale il divario torna a superare la doppia cifra.

CLASSIFICA

OLIMPIA CASTEL SAN PIETRO 2 1 1 0 92 70 +22
CASTENASO 2 1 1 0 82 63 +19
REBASKET CASTELNUOVO 2 1 1 0 65 49 +16
GRANAROLO BASKET 2 1 1 0 70 55 +15
MOLINELLA 2 1 1 0 68 55 +13
NOVELLARA 2 1 1 0 88 77 +11
ANZOLA 2 1 1 0 72 67 +5
CVD CASALECCHIO 2 1 1 0 62 60 +2
SCUOLA BASKET CAVRIAGO 0 1 0 1 60 62 -2
CNO SANTARCANGELO 0 1 0 1 67 72 -5
GRIFO IMOLA 0 1 0 1 77 88 -11
S.G. FORTITUDO BOLOGNA 0 1 0 1 55 68 -13
VIS 2008 FERRARA 0 1 0 1 55 70 -15
CASTELFRANCO EMILIA 0 1 0 1 49 65 -16
VIRTUS MEDICINA 0 1 0 1 63 82 -19
VIS PERSICETO 0 1 0 1 70 92 -22

Serie D, squilli di tromba per Atletico, Basket Village, Riccione e Giardini Margherita

SERIE D/A 1° Giornata

PALL. FULGOR FIDENZA – H4T 63 – 62

(17-14; 35-35; 49 – 48)

Fidenza: D’Esposito 10, Poggi 1, Moscatelli 9, Gaudenzi 3, Rivetti, Vecchio 11, Montanari 6, Imeri 7, Parmigiani 7, Baratta 2, Iacomino 7 All. Olivieri.

S.P. Vignola: Ganugi 5, Badiali 5, Murotti n.e., Nascetti, Barbieri 6, Caltabiano 2, Degli Angeli, Paladini 10, Guidotti 27, Zavatta G. 7. All. Sacchetti.

MAGIK BASKET – ATLETICO BASKET 48 – 79

(16-22; 32-36; 37-61)

Magik Parma: Bazzoni, Donadei 6, Malinverni N. 2, Bocchia 4, Malinverni L. 1, Paulig 9, Ceci 10, Caravita 4, Diemmi 9, Allodi 3, Berlinguer, Botti. All. Donadei.

Atletico: Veronese Gr. 10, Campanella M. 2, Rossi 16, Grassi, De Simone 9, Diop 7, Artese 4, Flori 12, Martelli, Veronese G.I. 8, Campanella E. 8, Pedroni 3. All. Pietrantonio.

Non poteva iniziare peggio la nuova stagione della squadra Ducale. Dopo un ottimo precampionato e il passaggio dei primi due turni nella Coppa Marchetti, la Magik si è trovata di fronte ad una squadra che non è riuscita a fronteggiare la verve agonistica della squadra bolognese. Si è trattato di una partita dove è stato concesso da parte della coppia arbitrale di andare oltre ogni limite, mani addosso continuamente, contatti fisici non sanzionati. Nel secondo quarto dove è stato possibile giocare si sono viste buone cose e la squadra è riuscita a recuperare 11 dei 15 punti di scarto andando al riposo sotto di quattro lunghezze. Purtroppo, con l’inizio della seconda frazione, la musica non è cambiata, sono stati concessi continui contatti e la partita è stata segnata con un parziale di 5 a 25. Nell’ultimo quarto non hanno sfigurato i giovani Allodi e Botti.

P.G.S. WELCOME – U.P. CALDERARA PALL. 68 – 64

(18-25; 30-42; 43-52)

PGS Welcome: Lamborghini 11, Calzolari L. 5, Brunello 11, Baroncini G., Bernardini ne, Martelli 8, Sabbioni, Baroncini F. 1, Casolaro ne, Chiapparini 8, Orlandi 6, Venturoli 18. All. Bulgarelli.

Calderara: Rallo 7, Leonelli 11, Cacciari 5, Zocca 7, Berti ne, Vignoli, Selvi 10, Rubino, Turchetti 16, Serio 5, Raggi 3, Projetto. All. Venturi.

PALL. NAZARENO – POLISPORTIVA BIBBIANESE 81 – 52

(24-15; 44-30; 61-43)

Nazareno Carpi: Compagnoni 4, Pivetti 5, Biello 13, Spasic 8, Marra 14, Cavallotti 2, Bonfiglioli, Saetti, Lavacchielli 7, Valenti 18, Pravettoni 10. All. Beltrami.

Bibbianese: Menozzi 5, Grulli 2, Ghirardini, Colla 7, Riccó, Giardina 3, Bartoli 7, Belli 4, Rika 4, Monticelli 14, Canuti 6. All. Reverberi.

POLISPORTIVA CASTELLANA – ANTAL PALLAVICINI 69 – 66

(18-15; 32-30; 42-50)

Castelsangiovanni: Galli, Coppeta 23, Libè 11, Eccher, Badini 2, Baldini, Derba 12, Villa S. 6, Mori 11, Boselli, Brandolini ne, Markovic 4. All. Fanaletti.

Pallavicini: Maestripieri 15, Spadellini 5, Tosiani 11, Cenesi 18, Galeotti 2, Nanni M., Benuzzi 5, Nanni M 2, De Martini, Minghetti 8. All. Bignotti

SAMPOLESE BK – VENI BASKET 67 – 54

(23-10; 36-29;  52-41)

San Polo d’Enza: Tognoni 1, Minardi 11, Davoli 5, D’Amore 20, Benevelli 5, Tondo, Braglia 12, Fava, Galassi, Pezzi 2, Magliani 11, Hasa. All. Corali.

San Pietro in Casale: Gamberini, Pastore 7, Govoni  A. 18, Franceschelli ne, Molea 8, Ventura 8, Govoni E., Mantovani, Ghedini 7, Ballarin 3, Billi 3. All. Folchi.

Esordio stagionale con vittoria per la Sampolese, che ha la meglio su una Veni mai doma fino a pochi minuti dal gong.

Partenza sprint per i biancorossi che trascinati dalle conclusioni dalla distanza di D’Amore e Braglia si portano presto in doppia cifra di vantaggio e, con il supporto dei punti in uscita dalla panchina, si tengono a debita distanza sul +13 (21–8). Nel secondo quarto le percentuali dei padroni di casa calano notevolmente, permettendo ai bolognesi di ricucire il gap possesso dopo possesso grazie alla verve di Molea ben supportato in particolare da Pastore e capitan Ghedini; nonostante ciò i reggiani chiudono con l’inerzia a favore con i primi punti dal campo di Magliani. Al rientro dagli spogliatoi il match prosegue con un avvincente testa a testa: i ragazzi di coach Corali non riescono mai a scappare via, anche per merito dei giovani bolognesi che riescono a mettere in partita anche Ventura con due canestri consecutivi. La Sampolese prova la fuga grazie a due triple di D’Amore e Davoli (58-41), ma la Veni esce bene dal timeout successivo con 6 punti di Govoni (58–47). A questo punto sale in cattedra Minardi, sia in regia che dal punto di vista realizzativo, il quale, insieme a Magliani, chiuderà definitivamente la partita grazie inoltre ad una ritrovata difesa di squadra.

U.S. LA TORRE – F.FRANCIA PALL. 48 – 69

(13-14, 30-36, 37-50)

La Torre Reggio Emilia: Davoli 2, Mazzi G., Scianti 8, Vezzosi 5, Ferretti 10, Pezzarossa 2, Mazzi F. 4, Mussini 1, Bondioli 5, Margaria 9, Orlandini, Giaroli 2. All. Spadacini.

Zola Predosa: Galli 7, Perrotta 5, Gamberini 15, Zini 2, Maselli, Barilli Fe. 2, Masina 12, Barilli Fi. 11, Cerchiari 2, Bosi, Bavieri 2, Romagnoli 11. All. Benini.

L’esordio casalingo della Torre non è bagnato dal successo, al cospetto di una Francesco Francia che si conferma squadra di prima fascia, dopo i play-off raggiunti l’anno scorso.

I bolognesi cercano subito di scappare, complici alcune palle perse di troppo dai locali (5-14), ma Scianti (8 punti e 9 rimbalzi alla fine) riporta a contatto i suoi per il 13-14 del 10’. Il copione non cambia nel secondo quarto: la Francesco Francia cerca immediatamente la fuga (15-22), i grigiorossi restano in scia e rientrano dal momento più difficile (23-34 a metà frazione, fino al 30-34 con un tripla di Margaria), poi, sulla sirena gli ultimi due punti degli ospiti mandano le squadre all’intervallo sul 30-36. La spallata decisiva arriva con un break di 9-3 in apertura di terzo periodo (dal 32-38 al 35-47), da cui La Torre non avrà più la forza di risalire. Le basse percentuali al tiro, poi, dilatano la forbice del punteggio negli ultimi dieci minuti, fino al -21 finale.

CLASSIFICA

ATLETICO BOLOGNA 2 1 1 0 79 48 +31
NAZARENO CARPI 2 1 1 0 81 52 +29
FRANCESCO FRANCIA ZOLA 2 1 1 0 69 48 +21
SAMPOLESE 2 1 1 0 67 54 +13
PGS WELCOME BOLOGNA 2 1 1 0 68 64 +4
CASTELLANA CASTEL S.GIOVANNI 2 1 1 0 69 66 +3
FULGOR FIDENZA 2 1 1 0 63 62 +1
VOLTONE ZOLA 0 0 0 0 0 0 +0
SCUOLA PALL. VIGNOLA 0 1 0 1 62 63 -1
PALLAVICINI BOLOGNA 0 1 0 1 66 69 -3
CALDERARA 0 1 0 1 64 68 -4
VENI SAN PIETRO IN CASALE 0 1 0 1 54 67 -13
LA TORRE REGGIO EMILIA 0 1 0 1 48 69 -21
BIBBIANESE 0 1 0 1 52 81 -29
MAGIK PARMA 0 1 0 1 48 79 -31

SERIE D/B 1° Giornata

BASKET VILLAGE – BELLARIA BASKET 66 – 59

(15-18; 35-32; 51-43)

Basket Village Granarolo: Dalla 6, Paoloni 9, Cerulli 6, Banzi 4, Landuzzi 12, Morando 6, Poli ne, Marcheselli 2, Chittaro ne, Meluzzi 6, Polo 15, Nicotera. All. Ansaloni..

Bellaria: Gori, Pulvirenti 11, De Maio, Forte, Raffaelli, Stabile 2, Casadei ne, Pellegrini ne, Benedettini 9, Clementi 6, Nervegna 11, Scarone 20. All. Radulovic.

Il Basket Village inizia la stagione con un’importante vittoria contro un’ambiziosa Bellaria che si presenta a Granarolo senza Tassinari.

La partenza è di marca ospite, ma Granarolo grazie a una ottima difesa collettiva prende le misure alle individualità di Bellaria e chiude il primo tempo sul +3. La squadra di Ansaloni prova l’allungo nel terzo quarto arrivando per due volte alla doppia cifra di vantaggio, ma non riesce mai a dare lo strappo decisivo. Nell’ultimo quarto Scarone fa pesare la propria esperienza riportando gli ospiti fino al -1 al 36′, quando un 1/4 dalla lunetta dello stesso Scarone e di Pulvirenti non permette a Bellaria di mettere la testa avanti. Sono quindi una penetrazione di Dalla e un 6/6 dalla lunetta di un glaciale Polo a chiudere la contesa a favore del BK Village.

SELENE BK – STEFY BASKET 70 – 66

(19-19; 39-34; 50-49)

Selene: Forcione 1, Pasquali 16, Gaddoni, Pirazzini 12, Carlotti 7, Mastrilli 15, Caprara 3, Brignani 7, Baldrati 7, Camorani 2. All. Lanzi.

Stefy: Franceschini 26, Grilli, Scandellari R., Pancaldi 15, Riguzzi 8, Zambonelli 1, Lamborghini 2, Melchiorre 2, Forni 7, Poli 5. All. Scandellari M.

CESTISTICA ARGENTA – IMMOBILIARE 2000 67 – 82

(25-23; 47-49; 62-55)

Argenta: Alberti A., Pusinanti 2, Alberti D. ne, Cesari 18, Ardizzoni 8, Bianchi 2, Bottoni 8, Quaiotto 2, Peretti 8, Malagolini 7, Di Tizio 4, Torriglia 8. All. Panizza.

Giardini Margherita: Alaimo 8, Venturi 16, Bonesi 12, Nobis 17, Florio, Sterpi 9, Iantorni ne, Pellegrinotti 7, Cataldo 6, Pierini 7, Puzzo, Sebastianutti ne. All. Piccolo.

SCUOLA BASKET FERRARA – BASKET RICCIONE 37 – 70

(8-27; 20-36; 28-51)

S.B. Ferrara: Rimondi 2, Cattani 4, Pigozzi 3, Bereziartua 7, Romagnoni 2, Gavagna 7, Bertocco 6, Proner 4, Malaguti 2, Seravalli. All. Schincaglia.

Riccione: Mazzotti 8, Sacchetti 9, Ambrassa 5, Brattoli 26, De Martin 15, Casadei L., D’Aurizio 4, Egbutu 2, Ortenzi, Zaghini 1. All. Ferro.

STARS BASKET – G.S. INTERNATIONAL BASKET 73 – 72

(27-20, 38-35, 53-50)

Stars: Molise ne, Tazzara 19, Lucchetta 10, Guerra 8, Giudici 14, Paccagnella, Musolesi, Venturi ne, Branchini 6, Passarelli 12, Benfenati, Orlando 4. All. Bandiera.

Imola: Baldazzi 8, Lucchi 6, Regazzi 12, Dirella 5, Wiltshire 8, Scagliarini 8, Cai 4, Argenti 10, Montanari 4, Zaccherini 3, Ginevri 4. All. Gemelli.

Gli Stars portano a casa due punti meritati avendo comandato per 39 minuti su 40, ma l’International non ha mai mollato e ha da rammaricarsi per essere stato a +5 sul 64-69 a –1’30” dal gong, poi, una tripla dei padroni di casa dava il via a un parziale di 9-0 chiuso da un 1/2 di Giudici a pochi secondi dalla fine. Inutile, per gli ospiti, la tripla a fil di sirena di capitan Dirella.

PARTY&SPORT – ARTUSIANA BK FORLIMPOPOLI 64 – 76

(20-16; 29-39; 51-57)

P&S Ozzano: Migliori 17, Garagnani 3, Fioravanti 12, Sandrolini, Dozza 5, Marchi 3, Zerbini 9, Lazzari 4, Passatempi 4, Miceli 7. All. Garavini.

Forlimpopoli: Rossi 7, Valgimigli 16, Ballistreri 13, Mariani, Calboli, Piazza 4, Vitali, Serrani 11, Arfelli 4, Servadei 5, Ravaioli 16. All. Agnoletti.

PALL. BUDRIO 2012 – BASKERS FORLIMPOPOLI 68 – 65

(24-24; 38-42; 54-60)

Budrio: Curti 4, Cesario 9, Maccaferri 4, Tugnoli 7, Tuccillo 4, Manini 4, Lazzari 5, Zanellati 7, Zitelli 7, Zambon 10, Cilfone 5, Quarantotto 2. All. Bovi.

Forlimpopoli: Pinza, Marzolini 5, Bourkadi 14, Ronci 3, Biffi 4, Cortini 15, Brunetti 4, Picone 2, Cristofani 3, Mingozzi, Totaro 12, Poggi 3. All. Rustignoli.

Esordio amaro per i Baskérs che, nella prima stagionale, restano avanti per gran parte del match contro Budrio, salvo poi farsi superare nel finale dalla formazione di casa: 68-65 il finale di una gara giocata comunque alla pari dai forlimpopolesi.

Si parte subito con le marce alte, con Forlimpopoli che martella dall’arco, ma dall’altra parte soffre le iniziative di Zanellati e i diversi contropiedi prodotti da Budrio. È un buon Totaro, però, a tenere a galla i Baskérs che chiudono in parità il primo quarto. Nel secondo parziale, i gialloblu di casa trovano le contromisure contro la zona proposta dagli scarsi, ma dall’altra parte, sono cinque punti di Marzolini, oltre che una ritrovata circolazione di palla, a dare il vantaggio Baskérs all’intervallo. Dopo la pausa lunga, l’equilibrio non si sblocca: Cortini segna subito un paio di canestri, poi è uno scatenato Bourkadi a segnare le bombe dell’allungo, che viene subito rintuzzato da una marea di tiri liberi conquistati dalla squadra di casa. Nell’ultimo quarto, Budrio riesce a limare gran parte del distacco, ma è sul punteggio di 58-63 che le due squadre si inchiodano, fallendo a turno il colpo del KO. Così, mentre le gambe dei Baskérs si fanno molli, i bolognesi aumentano l’intensità difensiva e trovano, in rapida successione, due rubate di Cesario che ribaltano punteggio ed inerzia. A nulla servono gli ultimi disperati assalti dei forlimpopolesi: i buoi ormai sono scappati e resta l’amaro in bocca per essersi fatti sfuggire la gara in volata.

CLASSIFICA

RICCIONE 2 1 1 0 70 37 +33
IMMOBILIARE 2000 BOLOGNA 2 1 1 0 82 67 +15
ARTUSIANA FORLIMPOPOLI 2 1 1 0 76 64 +12
BASKET VILLAGE GRANAROLO 2 1 1 0 66 59 +7
SELENE S. AGATA 2 1 1 0 70 66 +4
PALL. BUDRIO 289 2 1 1 0 68 65 +3
STARS BOLOGNA 2 1 1 0 73 72 +1
CESENA BASKET 2005 0 0 0 0 0 0 +0
INTERNATIONAL IMOLA 0 1 0 1 72 73 -1
BASKERS FORLIMPOPOLI 0 1 0 1 65 68 -3
STEFY BOLOGNA 0 1 0 1 66 70 -4
BELLARIA 0 1 0 1 59 66 -7
PARTY&SPORT OZZANO 0 1 0 1 64 76 -12
ARGENTA 0 1 0 1 67 82 -15
S.B. FERRARA 0 1 0 1 37 70 -33

“Memorial Valerio Mazzoni”, la finale se la aggiudicano i padroni di casa della Baltur

Ad aprire la seconda e ultima giornata del “Valerio Mazzoni” 2017, la finale per il terzo posto tra Modena e Recanati. Il primo tempo registra un monologo di Di Viccaro e soci nei primi cinque minuti (1-19), seguito da una positiva reazione degli avversari, che limano punto su punto e risalgono fino al -3 (30-33), trascinati da un ottimo Riguzzi. A campi invertiti Recanati fa valere la categoria di differenza e in un amen vola a +20 (30-50). Pederzini e Riguzzi riavvicinano gli emiliani (53-64, 31’), ma i marchigiani rispondono con Fall prima e Cuccoli poi, conquistando il terzo posto, pur lasciando due parziali alla squadra di coach Bartolini.

PSA – RECANATI 65 – 78

(13-27; 30-35; 47-62)

Modena: Basilicò, Vivarelli, Pederzini 24, Riccio, Turcato ne, Nasuti 3, Taddei, Riguzzi 21, Guazzaloca 13, Tamagnini 4, Stucchi. All. Bartolini.

Recanati: Guarino 6, Cuccoli 6, Raponi 2, Fall 13, Pierini 8, Gurini 13, Di Viccaro 23, Vidakovic, Cingolani 4, Pesce. All. Coen.

Il gran finale è tutto per l’avvincente sfida tra i padroni di casa della Baltur, ancora una volta privi di Rizzitiello, e i Tigers Forlì. Avvio di marca romagnola, con Papa a ispirare il 4-9 con cui si apre la contesa. In uscita dal primo time-out speso da coach Benedetto, Cento rientra e sorpassa con due bombe consecutive di Vico, ma Battisti e De Fabritiis (MVP) tengono Forlì in scia. Nella seconda frazione la Baltur si porta a “+9” (29-20) con Benfatto e Pasqualin, i Tigers accorciano le distanze con capitan Agatensi ma all’intervallo lungo gli emiliani conservano otto lunghezze di vantaggio. Nella ripresa Cento allunga con Piunti (47-32) e Forlì perde Cicchetti per infortunio, ma una sequenza di De Fabritiis rimette in carreggiata la formazione ospite che, in principio di ultimo quarto, si riporta a un solo possesso dagli avversari per poi sorpassare con Carpanzano (61-62). Nel finale la Baltur torna avanti con Cantone e trova il “+6” ma De Fabritiis e Papa rendono incerto il risultato fino agli ultimi possessi, in cui Cento strappa il referto rosa grazie ai tiri liberi di Cantone e Chiera.

BALTUR – TIGERS 73 – 69

(13-12; 34-26; 51-56)

Cento: Ba, Piunti 8, Vico 8, Chiera 10, Graziani ne, Pasqualin 3, D’Alessandro 11, Govoni ne, Benfatto 15, Cantone 18, Mastrangelo, Rizzitiello ne. All. Benedetto.

Forlì: Zani, Papa 7, Carpanzano 7, Battisti 5, Cicchetti 4, De Fabritiis 27, Villani 8, Rossi, Sacchettini 7, Pambianco NE, Agatensi 4, Puntolini ne. All. Di Lorenzo.

Baltur-Tigers sarà la finale del “14° Memorial Valerio Mazzoni”

Partita piacevole, quella che apre il quattordicesimo “Valerio Mazzoni” e oppone Forlì a Recanati. I leopardiani, nonostante le assenze pesanti di Giacomo Gurini e Broglia, giocano un buon primo tempo, trascinati da un ispirato Di Viccaro. A campi invertiti, la maggior rotazione dei Tigers, tra i quali spiccano Battisti, De Fabritiis e Cicchetti, consente alla compagine romagnola di sorpassare e tentare la fuga. Nel finale gli uomini di Di Lorenzo rintuzzano sistematicamente ogni tentativo di rientro degli avversari e chiudono i conti sul 72-59.

TIGERS – RECANATI 72 – 59

(23-21; 36-37; 57-46)

Forlì: Zani 5, Papa 4, Carpanzano 5, Battisti 18, Cicchetti 10, De Fabritiis 14, Villani, Rossi, Sacchettini 6, Pambianco, Agatensi 10, Puntolini. All. Di Lorenzo.

Recanati: Guarino 9, Cuccoli 3, Raponi 2, Fall 12, Pierini 7, Gurini 2, Di Viccaro 22, Vidakovic 2, Cingolani, Pesce. All. Coen.

Nella seconda semifinale, i padroni di casa della Baltur Cento hanno la meglio sulla PSA Modena. Dopo un primo quarto chiuso sul 15-5, i biancorossi doppiano gli avversari sul 20-10, ma poi perdono Cantone e, senza il loro metronome, si siedono, consentendo a Pederzini e soci di risalire fino al -5. Nella ripresa, gli ospiti restano in partita fino al 39-31, ma, poi, la Baltur produce un parziale di 15-0 e nel finale tocca il +39 (78-39).

BALTUR – PSA 82 – 44

(15-5; 34-27; 58-34)

Cento: Ba 6, Piunti 5, Vico 9, Chiera 10, Graziani 8, Pasqualin 11, D’Alessandro 8, Govoni, Benfatto 18, Cantone, Mastrangelo 7, Rizzitiello ne. All. Benedetto.

Modena: Riguzzi 7, Vivarelli 4, Pederzini 14, Basilicò, Riccio 3, Tamagnini, Taddei 6, Nasuti, Guazzaloca 9, Turcato 1, Stucchi. All. Bartolini.

C.S. – I Raggisolaris vincono, a Cecina, l’ 11° Memorial Mirco Pellegrini

SAN MINIATO – REKICO 58 – 72

(14-16; 28-27; 54-45)

San Miniato: Giacomelli 15, Petrolini, Zita 4, Nasello 3, Bertolini 11, Tempestini, Benites 6, Baldi, Perin S. 8, Capozio 6, Neri 1, Chiriatti 4. All. Barsotti.

Faenza: Aromando 3, Perin M. 10, Silimbani 4, Benedetti 3, Venucci 29, Iattoni 10, Pagani ne, Milosevic, Chiappelli 10, Brighi. All. Regazzi.

La Rekico si aggiudica l’11° Memorial Mirco Pellegrini disputatosi a Cecina, portando in Romagna un prestigioso tris di premi. Oltre alla coppa sollevata da capitan Benedetti, sono arrivati i titoli di miglior giocatore e di miglior realizzatore del torneo vinti da Mattia Venucci che ha chiuso la due giorni toscana segnando 25.5 punti di media.

I Raggisolaris hanno giocato due buone partite dal lato tecnico e della coesione di squadra, con molti singoli che si sono messi in luce, ma ovviamente ci sono ancora diversi aspetti da migliorare come alcuni cali di tensione da evitare in campionato. In semifinale i faentini hanno superato i padroni di casa del Basket Cecina 84-77 in un incontro condotto fin dal primo minuto, mentre la finale contro l’Etruria San Miniato vinta 72-58 è stata una vera e propria battaglia. Il giusto atteggiamento e lo spirito del gruppo hanno permesso di superare i coriacei toscani e di vincere il trofeo.

La Rekico ritornerà in campo mercoledì 27 settembre alle 19.30 al PalaCattani contro i New Flying Balls Ozzano (C Gold) ultima amichevole della preseason prima del debutto in campionato di domenica 1 ottobre a Cento. Alle 18.30 prima della palla a due si terrà la presentazione alla città e ai tifosi della prima squadra e del settore giovanile con le formazioni della Raggisolaris Academy e del Basket 95.

Under 16, la Victoria Libertas Pesaro ha vinto il “34° Trofeo Pedriali”

Parla ancora pesarese il “Trofeo Pedriali”, manifestazione riservata agli Under 16, giunto quest’anno alla sua 34a edizione. Nella riedizione della finale 2016 (allorquando la VL si affermò 69-60), questa volta i Crabs reggono per due quarti prima di subire l’allungo di Pesaro e cadere 57-83.

In semifinale i granchietti avevano avuto ragione della BSL mentre Pesaro aveva sconfitto la Reggiana.

SEMIFINALE

CRABS – BSL 68 – 57

(19-24; 40-35; 53-49)

Rimini: Tongueu 2, Fantini, Baroni 17, Cesarini 1, Purboo 8, Rosario Cruz 9, Montanari 8, Corsetti 2, Gamboni 19, Casoli 2, Zammarchi, Rinaldi ne. All. Luongo.

San Lazzaro: Gilioli 8, Chebbi 4, Palma 9, Ghedini 14, Manzali 4, Flocco 4, Domenichelli, Cernera, Lullo 2, Magnani 4, Tepedino 8, Meluzzi. All. Sanguettoli.

FINALE 3°-4° POSTO

BSL – REGGIANA 66 – 70 dts

San Lazzaro: Gilioli 2, Chebbi 9, Palma 2, Ghedini 4, Manzali 4, Flocco 5, Domenichelli 8, Cernera 2, Lullo 11, Magnani 2, Tepedino 12, Vernoni 2. All. Sanguettoli.

FINALE 1°-2° POSTO

VICTORIA LIBERTAS – CRABS 83 – 57

(15-14; 39-28; 62-45)

Rimini: Tongueu, Baroni 13, Cesarini, Purboo 3, Rosario Cruz 8, Montanari 11, Corsetti 2, Gamboni 13, Casoli 5, Zammarchi, Rinaldi ne. All. Luongo.

C.S. – Sorpresa Bakery, sconfitta Ferrara in amichevole

BAKERY – KLEB 76 – 64

(22-17; 39-34; 64-42)

Piacenza: Bracchi, Rombaldoni 12, Stanic 21, Bruno 6, Perego 3, Guerra 6, Pederzini 9, Maresca 5, Guaccio 10, Birindelli 4, Galli, Libè. All. Coppeta.

Basket Club Ferrara: Patroncini, Mancini, Rush, Drigo 4, Hall 3, Fantoni 7, Molinaro 10, Venuto 6, Petronio 3, Ndiaye 2, Panni 22, Moreno 7. All. Martelossi.

La Bakery vince contro Ferrara nell’ultima amichevole e chiude il ciclo di partite nel precampionato che l’hanno vista trionfare in ogni uscita, fatta eccezione per Mantova. I biancorossi iniziano con grande autorità e proseguono a condurre contro un’avversaria di una categoria superiore fino al clamoroso terzo periodo che uccide la partita.

La partenza della Bakery è veramente convincente. I biancorossi di coach Coppeta, in campo con il quintetto classico, sfiammano subito sulle indecisioni di Ferrara con capitan Rombaldoni. Il numero 5 scatta, segna e apre le danze come al suo solito. Guidati dal proprio capitano i padroni di casa viaggiano a doppia velocità rispetto agli estensi. Il primo +8 arriva al 9’ di gioco effettivo, sul 19-11. Nel secondo periodo la musica non cambia. Piacenza prova a scalare le marce e il Kleb Basket soffre. I 3 under (Guaccio, Maresca e Guerra) più l’esperienza di Perego arrivano a mettere 14 lunghezze sul 34-20 al 16’. Una volta preso il distacco, Ferrara reagisce e guidata in larga parte da Panni e Moreno ricuce e trova il -5 a fine primo tempo. Ad inizio ripresa parte un vero e proprio show dei ragazzi di coach Coppeta. Dal 20’ iniziano dieci minuti che fanno sembrare ai presenti che sia la Bakery la squadra di serie A2. I punti di Stanic (21 al termine), gli assist di Rombaldoni, la difesa di Bruno, i rimbalzi di Perego e l’energia degli under (Guaccio su tutti), portano ad un 25-8 che soffoca il Basket Kleb Ferrara e chiude le velleità di rimonta degli estensi. Nell’ultimo periodo è ordinaria amministrazione per i biancorossi che rallentano il ritmo ma conducono con autorità fino al 76-64 finale.

1 2 3 4