Category Archives: Comunicati

C.S. – Dopo un primo quarto da dimenticare, Faenza mette alla frusta l’Unieuro

UNIEURO – REKICO 97 – 64

(31-5: 55-22; 79-46)

Forlì: Bruttini 22, Natali 10, Rodriguez 21, Roderick 6, Landi 9, Campori 8, Zambianchi, Babacar, Rush 20, Bolpin 1, Dilas, Giacchetti. All. Dell’Agnello.

Faenza: Testa 9, Anumba, Rubbini 5, Marabini, Calabrese 7, Ballabio 10, Ly-Lee 5, Filippini 9, Iattoni 11, Fuschini, Solaroli 8, Bartolini, Petrucci ne. All. Serra.

Una Rekico dai due volti è bella per trenta minuti in casa dell’Unieuro, in una amichevole molto intensa che è servita per preparare il derby contro i  Tigers Cesena di domenica, secondo match di Supercoppa del Centenario che si disputerà alle 18 al Palasport di Cervia.

La partenza è da dimenticare: Forlì entra in campo con grande determinazione e grazie ai ritmi alti mette in difficoltà la Rekico che chiude la frazione in svantaggio 31-5. Riazzerato il punteggio ad inizio quarto, come in ogni amichevole che si rispetti, i faentini riordinano le idee e tengono testa all’Unieuro lottando fino all’ultimo minuto, perdendo la frazione 17-24. Il solito spirito combattivo dei Raggisolaris ritorna a farsi vedere ed infatti gli ultimi venti minuti sono all’insegna dell’equilibrio. Il terzo periodo termina 24-24 e l’ultimo 18-18. Il risultato finale sommando i punteggio dei quattro periodi è 97-64 per l’Unieuro, uno scarto che è figlio del black out dei primi dieci minuti.

C.S. – Ozzano lotta alla pari con Ferrara per tre quarti

TOP SECRET – SINERMATIC 96 – 69

(19-22; 32-12; 20-16; 25-19)

Ferrara: Vencato 12, Petrolati, Fantoni 14, Baldassarre 17, Ugolini 4, Zampini 7, Panni 13, Ebeling 27, Fabbri, Galliera Ricci 2, Manfrini. All. Leka.

Ozzano: Bertocco 15, Galassi 7, Chiusolo, Mastrangelo 9, Bedin 14, Lolli ne, Lovisotto 16, Okiljevic 2, Guastamacchia, Montanari 7. All. Grandi.

Mercoledì in terra ferrarese per i New Flying Balls, impegnati in un allenamento congiunto insieme al Kleb Basket Ferrara, ambiziosa squadra che si appresta a disputare il campionato di serie A2 e che ha esordito domenica scorsa in Supercoppa vincendo a Cento con oltre venti lunghezze di margine. La Sinermatic disputa un test buono per tre quarti. Come già capitato a Faenza in amichevole e a Piadena in Supercoppa, è il secondo il periodo “nero” per le Palle Volanti. Negli altri tre quarti invece, i giovanissimi di coach Grandi giocano un buon basket, mostrando importanti segnali di crescita in vista dei prossimi impegni.

Dopo aver addirittura vinto il primo quarto per 22 a 19 trascinati dai canestri di Bedin e di un ispirato Bertocco (tre triple), la seconda frazione è tutta di marca ferrarese che rifila ai biancorsossi un pesante parziale di 32 a 12, spinti dai canestri a ripetizione di Ebeling, da Vencato e dalle triple di Baldassarre e Panni. Maggior equilibrio nella terza ripresa dove dopo diversi minuti punto a punto (ancora scatenato Ebeling in casa Kleb, bene Galassi e Lovisotto in casa Flying Balls) la spuntano i padroni di casa con il parziale finale di 20 a 16.   Combattuto è anche l’ultimo periodo, soprattutto nella prima metà, quando i canestri di Mastrangelo e Bedin contrastano i punti arrivati da Panni e Fantoni. Nel finale allungo ferrarese con un pimpante Baldassarre che segna dal pitturato e da fuori area canestri importanti, rendendo vani i punti segnati da Marco Montanari, play aggregato alla Sinermatic in questa prestagione e impegnato in partita vista l’assenza forzata di Matteo Folli. Alla sirena finale è 25-19 per la Top Secret, con il punteggio finale complessivo del match che premia i padroni di casa per 96 a 69.

C.S. – Nell’amichevole di Imola, l’Olimpia supera la Grifo

RIVIT – OLIMPIA 58 – 82

(12-16; 36-36; 50-60)

Grifo Imola: Orlando 5, Ricci 14, Grassi 4, Fusco 20, Parenti 2; Dall’Osso 6, Riguzzi 2, Bergantini 4, Castelli, Franchini 1, Bottau, Mattei. All. Palumbi.

Castel San Pietro: Pieri, Ranocchi 12, Magagnoli 14, Pierich 21, Musolesi 11; Benedetti 1, Tomesani 9, Dell’Omo 11, Malverdi 4, Merendi, Biagi. All. Serio.

Seconda uscita stagionale della Rivit, questa vota al PalaRuggi, sempre contro un avversario di categoria superiore. A dieci giorni dal test con Medicina, i biancoblù tornano in campo per affrontare un’altra formazione di C Gold, la compagine castellana guidata da coach Serio che, dopo aver perso Spampinato e Sangiorgi per le note vicende legate alla non obbligatorietà dei controlli Covid, ha inserito il 39enne Simone Pierich, giocatore dal passato glorioso che fino all’anno scorso segnava quasi 10 punti di media a Roseto, in Legadue, e il giovane Dall’Omo. Assente tra i gli ospiti l’imolese Jack Sabatani, mentre i padroni di casa devono fare a meno di Luca Simoni – ancora in attesa di sapere l’iter di recupero dopo l’infortunio al ginocchio – e di Thomas Bush, scavigliato.

Alla prima palla a due Castello scappa via, mentre la Rivit trova il canestro solo con Ricci (3-12). Palumbi scuote i suoi che, col passare dei minuti, si sciolgono, aumentano l’aggressività, impattano a quota 16 e sorpassano con Ricci dalla lunetta (17-16 al 12’). Il secondo quarto è molto combattuto, Pierich capisce di doversi azionare in attacco per non fare scappare la Grifo e, dal 36-33 per Parenti e compagni, firma un parziale di 12-0 a cavallo dell’intervallo che riporta avanti l’Olimpia (36-45). La scarsa mira dai tre punti (4/17) degli imolesi, viene compensata dalla grande presenza vicino a canestro, dove soprattutto Fusco (7/11 da 2 e 1/1 da tre per lui) fa malissimo all’Olimpia. Alla terza sirena la Rivit è ancora in partita, ma la maggiore condizione di Castello – più avanti nella preparazione – si esprime con il gran finale di Tomesani, Magagnoli e Dall’Omo che firmano il massimo vantaggio proprio negli ultimi secondi.

Moderata soddisfazione per coach Palumbi, che sa di essere sulla strada giusta, e che adesso spera di recuperare almeno Bush per il prossimo scrimmage, in programma venerdì 16 a Lugo.

C.S. – Nello scrimmage di Medicina, la Virtus che vince è quella di Imola

VIRTUS MEDICNA – INTECH 81 – 85

(17-16; 35-34; 63-60)

Medicina: Tugnoli 4, Poluzzi 16, Allodi 13, Polverelli 11, Casadei 20, Bonazzi 9, Curione, Lorenzini 5, Ricci Lucchi 3, Impastato. All. Curti.

VSV Imola: Dalpozzo 4, Militerno ne, Barattini 20, Begic 21, Murati, Piani Gentile ne, Savino, Ramilli 17, Salsini 15, Locci 8. All. Regazzi.

L’Intech torna vittoriosa dall’allenamento congiunto di Medicina contro una Virtus piuttosto rodata. Entrambe le formazioni sono falcidiate dagli infortuni, con le importanti assenze di Percan e Agli per Imola, Casagrande per i padroni di casa. Durante il match infortunio per Curione e Tugnoli per Medicina e diverse contusioni per i gialloneri griffati Intech.

Purtroppo, l’Intech è costretta a rinunciare allo scrimmage in programma mercoledi 14 ottobre in quel di Ferrara, dopo aver riscontrato qualche criticità fisica in alcuni atleti, usciti malconci dalla gara di Medicina. Sarà necessario verificare le condizioni fisiche di questi atleti, oltre alle sicure assenze di Aglio, Fusella e Percan, già fermi da alcuni giorni.

Inizio a ritmi alti, con varie combinazioni in velocità su entrambi i fronti d’attacco e con ottimi spunti di Tugnoli e Polverelli per i locali e Barattini e Ramilli per Imola. Alza i giri del motore Ivan Begic che dimostra un buono stato di forma, anche alla distanza, realizzando 9 punti nell’ultimo quarto. Pioggia di triple a segno per i ragazzi di coach Regazzi che festeggiano in ben 13 occasioni, con Barattini principe di serata (5), seguito da Begic (4). Gara dopo gara sta emergendo la fisicità e la possenza di Locci nell’area pitturata, con le costanti buone prestazioni di Ramilli e Salsini. Per i locali si mettono in mostra il grande ex di turno Casadei, Polverelli, Poluzzi e Allodi: 60 punti portano la firma dei “senatori” della squadra.

Foto – www.virtusspesvis.it

C.S. – Il play Bianchi approda alla corte della 4 Torri

Un nuovo e importante rinforzo è arrivato alla corte di coach Fels per la prossima stagione di Serie C Gold: si tratta di Giulio Bianchi, play classe 1996, cresciuto cestisticamente in Toscana, dove ha esordito già in Serie C regionale nel 2012/2013, con la maglia della Synergy Valdarno, con cui ha disputato altri due campionati della stessa categoria. Tra il 2015 e il 2017 Bianchi ha vestito i colori dell’Alberto Galli Terranuova in Serie C Silver toscana, per poi passare alla Scuola Basket Arezzo, squadra con la quale ha militato nelle due stagioni successive, ancora in C Silver toscana. L’anno scorso, prima dell’arresto forzato dei campionati di basket, Bianchi è stato il miglior realizzatore del Basket Reggello, in provincia di Firenze, viaggiando a 16.1 punti di media a partita in Serie D toscana.

Arriva alla 4 Torri un giocatore molto giovane, ma già di grande esperienza, pronto a dare un solido contributo alla squadra.

C.S. – La E80 Bema LG Competition completa il roster con l’ala Longagnani

La E80 Bema LG Competition Castelnovo Monti è fiera di annunciare il tesseramento di Elias Longagnani per la stagione 2020/2021.

Ala di 191 cm, Elias è cresciuto nel vivaio della Fortitudo Bologna dove si è formato cestisticamente: facciamo notare che il giovane ha avuto tra i suoi allenatori una leggenda del basket italiano come Gregor Fučka. Longagnani, originario di Puianello di Quattro Castella, nel 2019/2020 ha giocato nel team Under 18 del club felsineo e ha concluso la stagione con 6.2 punti di media a partita. L’atleta, classe 2002, arriva in prestito dalla BMR Scandiano, che anche quest’anno sarà nuovamente avversaria della LG.

Si conclude così la campagna acquisti della formazione montanara in vista del nuovo campionato di Serie C Gold che avrà inizio il prossimo 24 ottobre

I Baskers mettono alla frusta la più blasonata Virtus Medicina

BASKERS – VIRTUS MEDICINA 73 – 74

(22-23; 21-17; 14-21; 16-13)

Forlimpopoli: Nervegna 7, Gorini 10, Cristofani 7, Gaspari, Godoli 2, Nucci 14, Rombaldoni 7, Foiera 9, Piazza 6, Bessan 3, Flan 8. All. Agnoletti.

Medicina: Poluzzi 10, Tugnoli 18, Casadei 10, Casagrande 8, Polverelli 14, Ricci Lucchi 2, Bonazzi 8, Lorenzini 2, Galvani, Martelli 2. All. Curti.

Prima partita amichevole e Virtus Medicina ospite dei Baskers Forlimpopoli, formazione militante il campionato di C Silver con legittime ambizioni di alta classifica e che annovera tra le sue fila oltre bomber Nucci (ex BB2016), due mostri sacri della pallacanestro italiana quali Rombaldoni e Foiera. Virtus Medicina registra l’assenza di Allodi, Curione, Buscaroli e Impastato, che in settimana riprenderanno ad allenarsi regolarmente.

Parquet nuovo appena montato molto bello, ennesima testimonianza di quanto i Baskers siano realtà emergente del basket regionale. Come di consueto punteggio azzerato in ogni quarto. Partita gradevole a tratti belle giocate da ambo i lati, squadre che hanno voglia di giocare e qualche buona idea si inizia a intravedere, buone corse e buon agonismo per una prima amichevole il cui obiettivo non è il risultato finale ma il riprendere confidenza con il gioco, avversari, arbitri, ecc… dopo quasi sette mesi senza partite.

Per gli amanti delle statistiche il risultato finale, somma di ogni quarto, dice 73 a 74, ma mai come in questo caso non è elemento importante. Molto più importante aver visto buona intesa e buone idee con un Tugnoli già attore protagonista e discreta prestazione dei giovani Ricci Lucchi e Bonazzi che devono crescere, ma la strada intrapresa è quella giusta. Esordio anche se in competizione amichevole per i medicinesi classe 2003 Martelli e Galvani che con un po’ di emozione tengono comunque il campo, di strada ce ne è tanta da fare…

C.S. – Il primo derby della stagione se lo aggiudica il Guelfo

GUELFO – VIRTUS IMOLA 78 – 60

(12-8; 36-25; 59-44)

Castel Guelfo: Branzaglia 8, Pani 12, Bergami, Baccarini 6, Donati 5, Trombetti 4, Papotti, Ballini, Frassineti, F.Govi 17, Amoni 16, Bernabini 10. All. Cavicchioli

Virtus Imola: Dalpozzo ne, Percan 16, Savino, Piani Gentile 2, Murati 3, Biavati ne, Barattini 3, Militerno ne, Aglio 15, Ramilli 6, Salsini 9, Locci 6. All. Regazzi

Prima uscita per la rinnovata Virtus Imola griffata Marco Regazzi. La preseason si apre con una sconfitta (78-60) nello scrimmage di Castel Guelfo, contro una formazione che gira già su buoni ritmi e che ha fatto della pressione l’arma vincente. Occupando bene gli spazi nel pitturato, i gialloblu tagliano fuori, a lunghi tratti, gli avversari dalla lotta a rimbalzo e comandano le danze fin dalla palla a due iniziale.

Il primo quintetto giallonero sceso in campo vede Barattini in cabina di regia, Murati come guardia, Salsini e Ramilli come ali e Locci pivot. La Virtus gioca i primi minuti a fari spenti, con poca fortuna al tiro. Il primo cesto 2020/2021 porta la firma del totem Locci da sotto canestro dopo 2’. I guelfesi prendono un po’ di margine e dopo 5’ sono avanti 7-2. Con i liberi (4) di Salsini e il canestro di Aglio ci si ferma per la prima pausa breve sul -4 (12-8). Al rientro in campo Regazzi schiera Percan, Barattini, Aglio, Piani Gentile e Savino. Già dopo 3’ i locali scappano (con due triple consecutive) sul 23-10. A metà frazione fioccano due triple consecutive di Ramilli che riavvicinano Imola, scivolata, nel frattempo, sul 30-13. Aglio e Percan, in transizione, realizzano il -10 in un buon frangente per i gialloneri. All’intervallo lungo le squadre si fermano sul 36-25 per Guelfo. Percan bagna l’inizio della ripresa con un bel canestro dalla mediana, quindi lanciando un vorticoso contropiede concluso da Locci in velocità (41-29). Sono le triple dei padroni di casa a strappare l’ennesimo break: Amoni due volte consecutiva dalla distanza infila il 52-31 che frena le velleità di rimonta dei gialloneri, a metà del 3° quarto. Percan prova a dare la scossa e Murati raccoglie l’invito infilando la tripla del 55-38 a pochi istanti dalla fine del quarto. Il canestro dalla distanza di Percan accorcia ulteriormente lo svantaggio fino al -15 (59-44). Nell’avvio dell’ultimo quarto, per quasi 3’30” i canestri restano inviolati, a parte un piccolo parziale nei primi istanti di gioco (62-45). E’ Aglio a scuotere i suoi, con una tripla che vale il 66-50 al 4’30”. Negli ultimi minuti, da segnalare i cesti di Piani Genitle, Aglio e Percan che evitano lo smacco del -20. Al 40’ si arriva sul 78-60.

Foto – www.virtusspesvis.it

C.S. – Serie B, nel primo scrimmage l’Andrea Costa supera una buona Raggisolaris

ANDREA COSTA – REKICO 79 – 72

(15-9; 40-27; 63-43)

Imola: Zanetti 3, Fazzi 1, Sgorbati ne, Errera 2, Fultz ne, Banchi 3, Morara, Corcelli 17, Quaglia 20, Preti 15, Alberti 3, Toffali 11, Dell’Omo. All. Moretti.

Faenza: Testa 16, Anumba 8, Rubbini 13, Marabini ne, Calabrese 5, Ballabio 5, Ly-Lee 4, Filippini 8, Iattoni 8, Fuschini ne, Solaroli 5, Bartolini ne, Petrucci ne. All. Serra.

Buona la prima per la Rekico. L’esordio stagionale dei faentini non li premia dal lato del risultato, ma li promuove a pieni voti dal lato del carattere e della grinta, due ottime basi su cui costruire la stagione. La squadra ha infatti sempre lottato anche nei momenti più difficili (non bisogna dimenticare che le gambe sono ancora “imballate” dalla preparazione atletica), non risentendo dell’assenza di Petrucci, facendo salire a turno tutti i giocatori in cattedra.

Partenza fulminante della Rekico che si presenta con un 4-0 poi però smarrisce la via del canestro e l’Andrea Costa ne approfitta con i suoi frombolieri. I padroni di casa raggiungono il massimo vantaggio di 16 punti, ma i Raggisolaris hanno il merito di non mollare mai e saranno premiati. Nel secondo tempo la squadra alza i ritmi e cattura palloni preziosi riducendo minuto dopo minuto il gap. Il momento chiave del match è all’inizio dell’ultimo periodo, quando un break di 11-0 e una difesa perfetta riaprono i conti. L’attacco inizia a girare grazie ai canestri dalla lunga distanza di Testa (8 punti filati per lui nel quarto) e Iattoni poi il testimone passa a Rubbini che scaglia il tiro del 67-70 a 2’40’’ dalla fine. Il finale è concitato e a deciderlo sono Preti e Quaglia.

La Rekico può essere soddisfatta di quanto mostrato e dei frutti raccolti nelle prime settimane di lavoro.

C.S. – Magnolfi, ultimo arrivo per la 4 Torri Ferrara

La 4 Torri si assicura un altro giovane talento per la prossima stagione di C Gold. Si tratta di Francesco Magnolfi, play-guardia classe 2001, prodotto del vivaio giovanile della Fortitudo Bologna.

Nello scorso campionato Magnolfi ha militato in serie D a Budrio, sfiorando la doppia cifra di punti di media a partita nella sua prima stagione da senior. Giocatore molto bravo tecnicamente e dotato di un buon tiro, Magnolfi sarà un’arma in più per la squadra allenata da coach Andrea Fels.

1 2 3 59