Category Archives: Comunicati

C.S. – Fabio Spettoli torna sulla panchina della PSA Modena

La società Psa Basket Modena comunica di aver affidato la panchina, vacante dalle dimissioni di coach Ugo Bartolini, a Fabio Spettoli.

Spettoli, giovane coach ferrarese classe 1986, torna sulla panchina della Psa dopo aver centrato la salvezza all’ultima giornata nella passata stagione. Eletto miglior giovane allenatore dell’Emilia Romagna nel 2016, ha mosso i primi passi da allenatore nella Vis Ferrara con la quale è riuscito a laurearsi campione Italiano Under 18 nel campionato “Elite” come assistente di coach Franchella. Spettoli, attualmente responsabile del settore giovanile della Meteor Basket Renazzo, ricoprirà da oggi il doppio incarico dirigendo il primo allenamento questa sera presso la Palestra “Ferraris” di Modena, iniziando la preparazione la delicata sfida interna a Fiorenzuola.

Decise, ferme, ma al contempo cariche di entusiasmo le sue prime parole dopo l’accordo raggiunto con la dirigenza modenese: “Torno con grandi stimoli al timone della prima squadra di una società con la quale ho costruito un rapporto che va oltre il mero lavoro settimanale. Ringrazio il Meteor Renazzo per avermi concesso la possibilità di accettare questo incarico e non vedo l’ora di mettermi al lavoro in palestra con i ragazzi. Ho assistito alla gara di Pontevecchio e penso che questa squadra possa ottenere più di quello che è riuscita a mettere sul parquet fino a questo momento. Detesto i proclami e per questa ragione penso sia corretto, dopo una partenza caratterizzata da uno 0-3, concentrarci anima e corpo sulla salvezza di una categoria, comunque competitiva, per poi, una volta ottenuto l’obbiettivo preoccuparci, ma solo allora, di alzare l’asticella”.

C.S. – San Marino tessera il play Silvestrini, esordio in casa contro Fidenza

I Titans contro Fidenza avranno un’arma in più. Si tratta di Riccardo Silvestrini, tesserato dalla Pallacanestro Titano in tempo per debuttare proprio nella seconda partita casalinga, quella di domani, domenica 15 ottobre, terza in assoluto del campionato di C Gold dell’Emilia Romagna.

Ricky si allena col gruppo praticamente dall’inizio, è dentro i meccanismi di squadra e conosce bene il resto dei giocatori. L’opportunità del suo ingaggio si è resa quasi automatica secondo due principi: il grande valore dello stesso Silvestrini e l’infortunio di Giacomo Zannoni che al momento accorcia il roster a disposizione di coach Foschi.

Play mancino classe ’85 di grande temperamento, Silvestrini ha giocato la scorsa stagione in C Silver a Ruvo di Puglia, mentre l’anno precedente l’ha passato a Caorle in C Gold. In precedenza per lui tanto Basket Rimini Crabs in più spezzoni, dalla Legadue di qualche anno fa alla Serie B. Dinamo di voglia e vitalità da riversare sul parquet del Multieventi, Silvestrini è pronto assieme ai compagni alla sfida a Fidenza.

C.S. – Sorpresa Bakery, sconfitta Ferrara in amichevole

BAKERY – KLEB 76 – 64

(22-17; 39-34; 64-42)

Piacenza: Bracchi, Rombaldoni 12, Stanic 21, Bruno 6, Perego 3, Guerra 6, Pederzini 9, Maresca 5, Guaccio 10, Birindelli 4, Galli, Libè. All. Coppeta.

Basket Club Ferrara: Patroncini, Mancini, Rush, Drigo 4, Hall 3, Fantoni 7, Molinaro 10, Venuto 6, Petronio 3, Ndiaye 2, Panni 22, Moreno 7. All. Martelossi.

La Bakery vince contro Ferrara nell’ultima amichevole e chiude il ciclo di partite nel precampionato che l’hanno vista trionfare in ogni uscita, fatta eccezione per Mantova. I biancorossi iniziano con grande autorità e proseguono a condurre contro un’avversaria di una categoria superiore fino al clamoroso terzo periodo che uccide la partita.

La partenza della Bakery è veramente convincente. I biancorossi di coach Coppeta, in campo con il quintetto classico, sfiammano subito sulle indecisioni di Ferrara con capitan Rombaldoni. Il numero 5 scatta, segna e apre le danze come al suo solito. Guidati dal proprio capitano i padroni di casa viaggiano a doppia velocità rispetto agli estensi. Il primo +8 arriva al 9’ di gioco effettivo, sul 19-11. Nel secondo periodo la musica non cambia. Piacenza prova a scalare le marce e il Kleb Basket soffre. I 3 under (Guaccio, Maresca e Guerra) più l’esperienza di Perego arrivano a mettere 14 lunghezze sul 34-20 al 16’. Una volta preso il distacco, Ferrara reagisce e guidata in larga parte da Panni e Moreno ricuce e trova il -5 a fine primo tempo. Ad inizio ripresa parte un vero e proprio show dei ragazzi di coach Coppeta. Dal 20’ iniziano dieci minuti che fanno sembrare ai presenti che sia la Bakery la squadra di serie A2. I punti di Stanic (21 al termine), gli assist di Rombaldoni, la difesa di Bruno, i rimbalzi di Perego e l’energia degli under (Guaccio su tutti), portano ad un 25-8 che soffoca il Basket Kleb Ferrara e chiude le velleità di rimonta degli estensi. Nell’ultimo periodo è ordinaria amministrazione per i biancorossi che rallentano il ritmo ma conducono con autorità fino al 76-64 finale.

C.S. – La Baltur vince il “2° Memorial De Nicolao”

BALTUR – VIRTUS PADOVA 75 – 60

(23-9; 43-26; 56-53)

Cento: Ba 5, Piunti 18, Vico 2, Chiera 5, Graziani, Pasqualin 4, D’Alessandro 12, Govoni ne, Benfatto 9, Cantone 20, Mastrangelo, Rizzitiello ne. All. Benedetto.

Padova: Pellicano, Schiavon, Canelo 11, Buia 2, Calzavara, Miaschi 9, Lazzaro 10, Piazza 13, Visentin, Nobile 4, Crosato 11. All. Rubini.

La Baltur si aggiudica il 2° Memorial De Nicolao, grazie al successo per 75-60 sulla Virtus Padova. I biancorossi, ancora una volta privi di Rizzitiello, il cui rientro è previsto per la prossima settimana, si presentano alla palla a due con Chiera, mentre Vico parte dalla panchina. Dopo un avvio caratterizzato dall’equilibrio, Cento si porta sull’11-4 grazie a Cantone e Benfatto. Nella seconda parte della frazione si scatena D’Alessandro che, con 9 punti in fila, alimenta il parziale col quale la Baltur aumenta il divario tra le due squadre sino al “+15” (21-6). Nel secondo quarto Cento raggiunge i 17 punti di vantaggio, Padova rientra a “-10” ma Piunti, rimesso in campo dopo i due falli commessi nei primi due minuti di gioco, ricaccia indietro gli avversari con tre canestri consecutivi dall’arco, che valgono il “+19” (41-22). Nella ripresa la Virtus aumenta il tasso di aggressività, Chiera respinge il primo tentativo di rientro dei veneti (52-39) ma Padova non demorde e si rifà sotto con Crosato (55-53), in una frazione che si conclude sul 56-53 e in cui la Baltur incassa ben 27 punti, dopo averne concessi appena 26 nei primi 20’. In principio di quarto periodo Vico e Cantone ridanno fiato a Cento (60-53), Nobile accorcia le distanze ma il seguente parziale di 9-0, aperto da Ba e proseguito da Cantone, Piunti e Chiera, rimette 14 lunghezze tra le due squadre (69-55). Il finale è privo di colpi di scena, la Baltur porta a casa la coppa e Cantone viene premiato come MVP della manifestazione.

C.S. – La Virtus Spes Vis Imola batte Lugo e si aggiudica il “Memorial Bonny”

VSV – ORVA 89 – 84

(16-18; 39-41; 58-65)

Virtus Spes Vis Imola: Dalpozzo, Dal Fiume 5, Boero 8, Nucci 15, Murati, Casadei 17, Ranocchi 28, Creti 3, Zytharyuk 13. All. Tassinari.

Lugo: Seravalli 27, Moretti 5, Stanzani 14, Filippini 8, Rubbini 3, Tinsley 15, Gatto 8, Caroli 4, Valentini ne, Bazzocchi ne, Galassi ne, Collina ne. All. Galetti.

La Virtus Spes Vis Imola trionfa ad Ozzano, dopo una grande finale contro l’Orva Lugo, nel Torneo Memorial Bonny. Dopo la squillante vittoria 85-74 in semifinale contro il Bologna Basket a Monterenzio, i ragazzi di coach Tassinari si impongono sui cugini di coach Galetti, attualmente in Serie B, vendicando la sconfitta dello scorso anno, sempre in finale.

La gara è molto intensa e trova il vincitore solo agli sgoccioli dei 40’. Lugo corre spesso avanti nel punteggio, con un massimo vantaggio di undici lunghezze a cavallo del 3° e 4° quarto. Il merito dei gialloneri va scovato nella volontà di non mollare mai la presa sul match e grazie alle triple di Nucci e Boero ed alle prodezze di Casadei e Ranocchi la Virtus completa la rimonta. Il finale è vertiginoso, con i gialloneri che tentano il tutto per tutto, ritrovandosi avanti 73-72 al 36’. Da quel momento è vera bagarre con Lugo che rimette la testa avanti sull’81-78 a poco meno di due minuti. L’ultimo giro di lancette si tinge di giallonero: prima 82-81 quindi il finale 89-84.

C.S. – Il Basket 2000 batte Vicenza ed è terzo nel “Memorial De Nicolao”

VICENZA – BMR 67 – 75

(13-16; 35-39; 50-55)

Vicenza: Contrino 4, Svoboda 18, Chinellato 5, Campiello A. 11, Campiello U. 8, Demartini 7, Montanari 9, Chemello 3, Rigon 2, Corral ne. All. Silvestrucci.

Basket 2000 Scandiano: Bertolini 14, Verrigni 17, Motta 11, Germani 4, Pugi 18, Malagutti, Farioli, Degli Esposti 7, Dias 3, Bertocco, Mammi, Fontanili. All. Tinti.

La Bmr chiude terza il Memorial “Pierluigi De Nicolao” di Vicenza, battendo 75-67 i padroni di casa nella finale di consolazione. I bianco-rosso-blu approcciano il match nel migliore dei modi con un 9-2 costringendo gli avversari di giornata ad una lunga rincorsa, concedendo qualche rimbalzo in attacco di troppo. Nella ripresa Vicenza sembra prendere il controllo della partita, ma il Basket 2000 reagisce con una certa precisione al tiro e gestisce il vantaggio, portando a casa una vittoria che conferma progressi a due settimane dalla prima palla a due ufficiale della stagione, proprio contro i vicentini.

C.S. – La Bakery vince il “Memorial Garattini”, Pederzini Mvp

ALTO SEBINO – BAKERY 61 – 78

(22-21; 38-43; 45-64)

La Bakery vince il memorial Egidio Garattini in finale contro Alto Sebino. I biancorossi dopo aver battuto Olginate nella giornata di sabato, si ripetono e grazie ad un ottimo terzo periodo, da 5-21, portano a casa il torneo e continuano la loro marcia verso l’inizio del campionato. Come miglior giocatore del torneo è stato premiato Riccardo Pederzini.

Partenza molto viva nella finale tra Bakery e Alto Sebino. In particolare, è la difesa di coach Coppeta a dare fastidio ai padroni di casa: i biancorossi chiudono le maglie e partono in contropiede pugnalando la difesa con 15 punti nei primi 5’. I lombardi chiamano timeout e in 180 secondi siglano un 12-0 e mettono il naso avanti sul 17-15. Il periodo va in archivio sul 22-21. La partita scorre via sul binario dell’equilibrio, spezzato però dalla ditta G&G: Guerra e Guaccio. I due under contribuiscono al 5-12 di parziale, che rimette Piacenza saldamente sul +6, al 14’. Più sei, che diventa +11, grazie allo show sotto il ferro di Perego e al duo Rombaldoni-Pederzini, entrambi in doppia cifra. Alto Sebino torna sotto bombardando da ogni angolo, ma i biancorossi rientrano dalla pausa lunga più agguerriti che mai e, con il quintetto 3/5 albiceleste, rimettono 10 lunghezze fra le contendenti al 26’. Nella parte restante del terzo periodo, i ragazzi di Coppeta, mettono la freccia e chiudono un parzialone da 5-21.Una volta indirizzata la partita, i biancorossi non fanno altro che controllarla alla perfezione: Alto Sebino rimane ristagna a 45 e la Bakery arriva con rapidità a 74 punti segnati, al 34’. Negli ultimi 5’, inutili per il punteggio finale, Alto Sebino torna sotto grazie a qualche pausa dei biancorossi e riduce lo scarto complessivo.

C.S. – La Baltur conquista (contro il Basket 2000) la finale nel “2° Memorial De Nicolao”

BALTUR – BMR 71 – 69

(17-19; 39-36; 56-59)

Cento: Ba 3, Piunti 5, Vico 6, Chiera 8, Graziani ne, Pasqualin 14, D’Alessandro 12, Govoni ne, Benfatto 17, Cantone 6, Mastrangelo, Rizzitiello ne. All. Benedetto.

BK 2000 Scandiano: Malagutti ne, Fontanili, Bertolini 8, Farioli ne, Degli Esposti 12, Dias 6, Motta 14, Bertocco 5, Verrigni 9, Mammi, Germani 15. All. Tinti.

Al Palasport di Via Goldoni a Vicenza, la Baltur soffre ma batte la BMR Reggio Emilia per 71-69, qualificandosi per la finale del 2° Memorial De Nicolao. I biancorossi si presentano all’appuntamento con Rizzitiello nei dodici ma soltanto per onor di firma (contrattura), mentre gli avversari schierano la novità Bertocco ma sono privi di Malagutti e Farioli. Alla palla a due, Benedetto lancia subito Vico, al rientro ufficiale dopo oltre sette mesi di assenza per infortunio. L’inizio di Cento è pigro difensivamente, Reggio si porta subito sul +7 (6-13) e la Baltur ricorre alla prima sospensione della giornata. Alla ripresa del gioco, Benfatto e Piunti riportano sotto la formazione guerciniana, che mette il naso avanti (17-15) ma si fa beffare in chiusura di frazione da Germani e Verrigni (17-19). Nel secondo periodo la BMR si porta subito a +3 ma Cento risponde con la difesa e i canestri di Pasqualin, Ba e Cantone, che valgono il +9 (34-25). Un ispirato Germani ispira quindi la rimonta di Reggio Emilia, che risale fino al -3 con cui le due squadre rientrano negli spogliatoi (39-36). L’inizio di ripresa è nervoso, la Baltur continua a fare la partita ma la BMR risponde colpo su colpo. Un botta e risposta tra Vico e Bertolini caratterizza la fase centrale di un terzo quarto che si chiude col sorpasso di Reggio Emilia, che in seguito al quarto fallo di Germani abbassa il quintetto riuscendo a mettere in difficoltà gli avversari e trovando punti pesanti da Degli Esposti e Dias (56-59). Il quarto periodo si apre con l’infortunio di Mastrangelo, che costringe gli arbitri a fermare il gioco per almeno un paio di minuti. Alla ripresa delle operazioni, Cantone riporta avanti Cento (64-62). Le due squadre arrivano al finale un po’ stanche, la Baltur sembra averne di più e Chiera mette due possessi tra le due formazioni (71-66) ma Cento non trova il colpo del KO e Motta rimette in discussione il risultato, a novanta secondi dalla fine. Nell’ultimo minuto e mezzo non succede però più niente, e i bianco/rossi possono festeggiare l’accesso alla finale del torneo, in cui sfideranno Padova, mentre la squadra allenata da “Toto” Tinti esce dal campo sconfitta ma con una bella iniezione di fiducia, in vista del sempre più vicino debutto in campionato.

C.S. – Raggisolaris, passo avanti nell’amichevole felsinea con la Salus

SALUS – REKICO 72 – 88

(22-26; 33-39; 60-64)

Raggisolaris Faenza: Aromando 12, Perin 15, Silimbani 13, Benedetti, Venucci 19, Iattoni 11, Milosevic, Chiappelli 13, Brighi 5. All. Regazzi.

 La Rekico non risente della settimana di riposo forzato dovuta all’annullamento dell’amichevole con il Basket 2000 e gioca una buona amichevole in casa della Salus Bologna, formazione di serie C Gold. Sempre privi di Pagani, i faentini mostrano di avere grande feeling con il canestro realizzando ben 88 punti, provando inoltre nuove situazioni tattiche che hanno messo tutti i giocatori nelle migliori condizioni per segnare e per essere protagonisti.

Abbiamo compiuto un passo avanti dal lato del gioco – spiega coach Marco Regazzi – e nella ricerca della coesione del gruppo sulla quale stiamo lavorando molto visti i tanti nuovi giocatori arrivati in estate. Ho distribuito il minutaggio facendo giocare ognuno una ventina di minuti e ho avuto buone risposte. Ora continuiamo a lavorare per arrivare pronti alla prima di campionato”.

 

C.S. – La Bakery vince e convince contro Olginate al “Memorial Garattini”

OLGINATE – BAKERY 56 – 75

(14-21; 23-51; 40-65)

Piacenza: Bracchi, Rombaldoni 13, Stanic 11, Bruno 10, Perego 12, Guerra, Pederzini 11, Maresca 5, Guaccio 5, Birindelli 8, Galli, Orlandi. All. Coppeta.

E’ una prova convincente quella della Bakery Piacenza nella gara di apertura del 1° Memorial Egidio Garattini: i biancorossi superano la NP Olginate ed affronteranno domani la vincente della sfida tra i padroni di casa della Pallacanestro Alto Sebino e Manerbio.

Piacenza parte bene con i punti di Perego e Rombaldoni, ai quali si aggiungono quelli di Stanic per il primo vantaggio consistente, 9-18 dopo sette minuti di gioco. Olginate prova a ridurre le distanze, ma Piacenza mantiene lo status quo ed alla prima sirena conduce con il punteggio di 14-21. Il secondo quarto si apre con due grandi giocate della Bakery per il nuovo massimo vantaggio, 14-26: è qui che i lombardi provano a reagire con un miniparziale che costringe la panchina biancorossa al timeout. La reazione è immediata, guidata da Stanic che ben presto viene seguito da tutti i propri compagni. Il sigillo sul primo tempo lo mette Guaccio con la tripla allo scadere per il 23-51 che ormai indirizza la partita. Nel secondo tempo le due squadre non si distaccano troppo da quanto acquisito nel corso dei primi venti minuti: Piacenza gioca con consapevolezza e concede tanto spazio ai propri giovani, risultando vincitrice alla sirena finale per 56-75.

1 2 3 36