Monthly Archives: aprile 2015

Crabs Under 17 a caccia di un miracolo. I risultati delle Giovanili

Negli Under 17 ultimo treno per Rimini che deve assolutamente sconfiggere Livorno per rimanere in corsa, mentre per la Vis Ferrara a Moncalieri sembra una missione impossibile. Negli U15 la Virtus ha fatto sua la sfida con la S.G. Fortitudo. Negli Under 14 segnaliamo, nella fase ad orologio del girone B, Bsl-Fortitudo 103, mentre il big-match del girone A, Virtus-Reggiana, è posticipata a mercoledì 13 maggio.

UNDER 17 8° giornata

GIRONE A

AUTHOS PALL. MONCALIERI – VIS 2008 75 – 53

(22-9; 44-24; 58-40)

Moncalieri: Treier 10, Mosca 7, Preziuso, Neri 4, Manzani 2, Pavicevic 7, Baldasso 14, Abrate 2, Zampini 7, Giustetto 8, Caruso 10, D’Errico 4. All. Di Meglio.

Ferrara: Brilli 6, Rossi, Verni 8, Mastrangelo 3, Fiore 12, Caselli ne, Grazzi 7, Oseliero 9, Bianchi 2, Vivarelli 6. All. Franchella.

PALL. CANTU’ – VIRTUS PALL. BOLOGNA 90 – 95

(23-24; 43-48; 63-76)

Cantù: Tremolada 28, Caruso, Banfi, Ruzzon 2, Ronchetti 6, Zugno 9, Ottoboni 2, Olgiati, Molteni 4, Tomaselli, Ballabio 18, Bugatti 20. All. Zaccardini.

Virtus Bologna: Graziani 14, Orsi 2, Gianninoni 2, Oxilia 23, Ranocchi 2, Conti 3, Mandini, Carella 15, Rubbini, Rossi, Cerulli, Penna 34. All. Consolini.

AURORA DESIO MOLECOLA – DON BOSCO CROCETTA 73 – 51

CLASSIFICA
PMS Torino 14; Virtus Bologna 12; Desio 8; Cantù 6; Vis Ferrara, Don Bosco Crocetta Torino 4

GIRONE D
ZAPI PETRARCA – PALL. REGGIANA 62 – 66

(20-20; 32-35; 48-54)

Padova: Agostini 2, Toniato 6, Zambotto 3, Ciaramella 21, De Lucchi 15, Bonaldo, Dainese, Canazzo 6, Zampieri, Erkmaa 3, Frasson 2, Peroni 4. All. Zanatta.

Reggio Emilia: Mitt 5, Dias, Zamparelli 3, Lever 2, Piccinocchi, Salzano 12, Bertolini, Bonacini 14, Stefanini 26, Ndour 2, Bet 2, Vigori. All. Mangone.

PALL. TRIESTE – AMICI PALL. UDINESE 07/05/2015 – 19:30

PALL. BIELLA – OLIMPIA MILANO 86 – 54

CLASSIFICA
Petrarca Padova, Reggiana 12; Biella 10; Olimpia Milano 8; Trieste* 4; A.P.Udine* 0.

GIRONE E

CIESSE LEGNAIA – B.S.L. SAN LAZZARO 40 – 78

(13-19; 27-47; 38-60)

Olimpia Legnaia: Garbin 4, Ademollo 3, Bischin, Cambi 8, Masi 2, Dozzani 8, Cortese 6, Fusillo, Bonetti, Ademollo 2, Andrei 2, Calosci 5. All. Giunti.

San Lazzaro: Baietti 2, Agriesti 2, Cinti 8, Woldetensae 12, Annunzi 9, Zambonelli 2, Zambon 2, Scandellari 3, Puntolini 10, Degli Esposti 18, Pezzano 8, Mazzini 2. All. Comastri.

CAB STAMURA ANCONA – VICTORIA LIBERTAS PESARO 68 – 80

BASKET RIMINI CRABS – CARISMI DON BOSCO LIVORNO 76 – 82

(15-25; 39-45; 63-64)

Crabs: Meluzzi 19, Provesi 5, Demaio, Galassi 1, Clementi ne, Casadei, Succi 3, Suarez 2, Moffa 5, Baldassarri, Signorini 21, Mavric 20. All. Gandolfi.

CLASSIFICA
Don Bosco Livorno, VL Pesaro 12; Bsl San Lazzaro 10: Crabs Rimini, Stamura Ancona 6; Olimpia Legnaia 2.

UNDER 15 26° giornata

VIRTUS PALL. BOLOGNA – GINNASTICA FORTITUDO 76 – 55

BASKET SAVE MY LIFE – FORTITUDO BOLOGNA 103 71 – 65

INSEGNARE BK RIMINI – CASTIGLIONE MURRI BK 66 – 68

POL. GIOVANNI MASI – BASKET RIMINI CRABS 70 – 67

VIS 2008 – FULGOR LIB. BK FORLI’ 59 – 45

CLASSIFICA

Virtus Bologna 46; Bsl San Lazzaro 44; SG Fortitudo Bologna 32; Fortitudo 103 Bologna, I.B.R. 26; Masi Casalecchio 24; Castiglione Murri Bologna, Crabs Rimini 20; Reggiana 16; Vis Ferrara 6; FulgorLibertas Forlì 0.

UNDER 14
GIRONE A 24° giornata

VIS 2008 – NUOVA PSA MODENA 46 – 45

VICO BASKET – LIBERTAS FIORANO 50 – 53

SCUOLA BASKET FERRARA – F.FRANCIA PALL. 81 – 58

VIRTUS PALL. BOLOGNA – PALL. REGGIANA 13/05/2015 – 20:45

POL. GIOVANNI MASI – GINNASTICA FORTITUDO 53 – 65

POL. PIACENZA CLUB – BENEDETTO 1964 87 – 44

RECUPERO

REGGIANA – VICO 85 – 47

CLASSIFICA
Reggiana* 42; Virtus Bologna* 38; S.G. Fortitudo Bologna* 36; S.B. Ferrara* 32; Masi Casalecchio, Piacenza BC 28; Novellara, Vis 2008 Ferrara 20; PSA Modena, F. Francia Zola 12; Benedetto 1964 Cento* 8; Fiorano* 4; Vico Parma 2.

GIRONE B 23° giornata
U.P. CALDERARA PALL. – BASKET RIMINI CRABS 13/05/2015 – 17:00

BASKET SAVE MY LIFE – FORTITUDO BOLOGNA 103 64 – 63

POL.COMPAGNIA – PALL. BUDRIO 2012 74 – 51

G.S. INTERNATIONAL BASKET – P.G.S. WELCOME 91 – 75

CASTIGLIONE MURRI – INSEGNARE BK RIMINI 57 – 47

JUNIOR BASKET CA’OSSI – PALLACANESTRO CASTENASO 70 – 56

CLASSIFICA
Crabs Rimini* 42; Bsl San Lazzaro 40; Compagnia Ravenna 36; Fortitudo 103 34; Budrio, International Imola 22; Pgs Welcome Bologna, Castiglione Murri Bologna 20; I.B.R. 16; Ca’ Ossi Forlì 14; Castenaso 8; Calderara* 0.

Piacenza BC promosso con un turno d’anticipo. I risultati di C Regionale e Serie D

Penultimo turno di campionato, una giornata che inizia di mercoledì e finisce di lunedì. In C Regionale Montecchio-Flying Balls è la partita più importante, mentre in serie D girone A ci si gioca la promozione diretta tra Piacenza BC ed Anzola. Nel girone B, invece, segnaliamo Olimpia-Altedo.

C REGIONALE

DILPLAST – FLYING BALLS 86 – 88

(19-20; 39-33; 66-61)

Montecchio: Grisendi 8, Lombardi 8, Ongarini 14, Guardasoni 6, Basso 21,Maggi 14, Colla 7, Ferrari 6, Marchini ne, Giglioli 2. All. Cavalieri.

Ozzano: Pasquali 4, Verardi 10, Mini 8, Rossi 9, Savic, Caprara, Regazzi 13, Teglia ne, Guazzaloca 7, Martelli 2, Rambelli 9, Gianasi 26. All. Grandi.

Un’altra partita al cardiopalma, un’altra vittoria in trasferta di misura. I Flying espugnano Montecchio 88 a 86 dopo un finale tiratissimo. Partono forte gli ospiti (0-8 al 3’). ma la Dilplast rimane al passo di Ozzano grazie ai punti di Lombardi (19-20 alla prima sirena). Nella seconda frazione regna l’equilibrio per i primi cinque minuti (29-29 al 15’), prima di un parziale dei padroni di casa, firmato da Basso, che portala i reggiani sul +6 all’intervallo lungo (39-33). Nel terzo periodo Flying si affidano ad un super Gianasi (14 punti su 26 in questo quarto) per tornare sotto, ma dall’altra parte Maggi sotto canestro e una tripla sulla sirena, da oltre 8 metri, di capitan Basso (21 punti), porta Montecchio sul +5 (66-61) con dieci minuti da giocare. Nell’ultimo e decisivo quarto Ozzano trova la parità al minuto 33 con una bomba di Guazzaloca. Dall’altra parte Ongarini e Basso non sbagliano, ma fra gli ospiti anche Regazzi e Verardi sono ispirati e si entra negli ultimi centoventi secondi con i Flying sempre sotto di cinque lunghezze dopo un tecnico fischiato alla panchina ozzanese. Rambelli dai 6,75 trova il -2, dall’altra parte Lombardi fa 1/2 dalla lunetta per il +3 Montecchio. Regazzi risponde da sotto per il -1 Ozzano, a 36” dalla fine. Montecchio sbaglia, Verardi no, segna con un bellissimo arresto e tiro e a 12 secondi dalla fine è sorpasso New Flying Balls (86-87). A 3 secondi dalla fine, dopo un time out, Ferrari sbaglia la tripla della vittoria, Verardi prende fallo sistematico, fa 1/2 ai liberi per l’86-88 finale, visto che nei ultimi 3,2 secondi Lombardi non trova neanche il tiro.

BANCO EMILIANO – GIORGINA SAFFI 89 – 61

(23-12, 56-31, 74-49)

LG Basket Castelnovo Monti: Canuti 9, Ovi, Generali 9, Paulig 19, Siani 8, Vanni 19, Vezzosi 2, Mallon 23, Benvenuti, Ferri. All. Djukic.

Giorgina Saffi Forlì: Frigoli 5, Marchioni 7, Biondi 2, Conocchiari 5, Ravaioli 8, Piazza 3, Serrani 10, Emiliani, Del Zozzo, Agatensi 15, Delvecchio 6. All. Agnoletti.

Partenza forte di Castelnovo che mostra subito come intende giocare: Mallon servito spalle a canestro e la cosa funziona. Ottima l’intesa Paulig/Mallon che realizza 11 punti nel primo quarto. Anche Canuti c’è e realizza 7 dei suoi 9 punti. Forlì ci prova con Ravaioli, Agatensi e Delvecchio, ma il primo quarto si chiude con un + 11 per LG. A inizio secondo periodo le luci che si spengono in tutto il paese causa maltempo e i fari del Palagiovanelli impiegano dieci minuti per ripristinare le condizioni di gioco. Nel secondo quarto Paulig e Mallon scavano il solco e il gioco è tutto a favore dei montanari. Ci prova Agantesi, ma il divario è troppo ampio. Si va negli spogliatoi con Castelnovo sopra di venticinque lunghezze. Il Banco Emiliano riprende con una favolosa giocata Vezzosi-Vanni. Comincia a vedersi  Serrani per Forlì, Delvecchio si innervosisce e prende un tecnico dopo un antisportivo.  Castelnovo mantiene le distanze e Djukic comincia a dare spazio ai ’97 Ferri e Benvenuti. Paulig e Mallon passano l’ultimo quarto in panchina per lasciare spazio ai giovani. Più di una volta il distacco supera  i 30 punti,ed è un promettente Marchioni a riportare Forlì a -28.

ME-CART – BOLOGNA BASKET 2011 95 – 72

(31-23; 54-42; 80-55)

Cavriago: Violi, Fantini, D’Amore 10, Ligabue 13, Pellicciari, Cervi 28, Leonardi 8, Fontanesi 13, Pezzi 15, Codeluppi 2, Caleffi 4, Baroni 2. All. Degl’Incerti Tocci.

Bologna Basket 2011:  Chiarini A. 20, Tolomelli 5, Chiarini S. 10, Tugnoli A. 4, Tugnoli L. 11, Bianchini 17, Diop 3, Ayiku 2. All. Muscò.

ARBOR BASKET – VIRTUS MEDICINA 71 – 80

(20-20, 36-33, 54-53)

Arbor Reggio: Borelli 7, Boselli 18, Visini, Maione 20, Simonazzi 4, Margini ne, Franzoni 9, Maioli 11, Spaggiari ne, Alfano 2. All. Vacondio.

Virtus Medicina: Persiani 5, Rossi ne, Govi F. 16, Govi G. 8, Sighinolfi 20, Biguzzi 17, Lorenzini, Piccinini 9, Musolesi 5, Canovi ne. All. Curti.

GRANAROLO – DESPAR 61 – 66 

(17-18; 29-31; 52-44)

Granarolo Basket: Spettoli 7, Paoloni L. 12, Tugnoli 12, Calanchi 7, Marchi 6, Bonetti 7, Fava, Bertuzzi 4, Banzi, Paoloni C. ne, Ferri, Torriglia 6. All. Trevisan.

4 Torri Ferrara: Burresi 8, Bertocco 2, Fenati, Brandani, Parmeggiani 17, Lugli 7, Martini 4, Pasquini 14, Magni, Agusto 14. All. Cavicchioli.

A Granarolo si disputa una partita che non ha nulla da dire ai fini della classifica (Ferrara già promossa in C, i padroni di casa matematicamente salvi già da due turni) che le due squadre onorano disputando un match combattuto sino alla fine e portato a casa dagli ospiti con un colpo di acceleratore finale, mentre Granarolo stava già assaporando la soddisfazione di essere l’unica squadra del campionato ad avere battuto due volte la capolista. L’inizio è spumeggiante, con alte percentuali e gioco brillante da entrambe le parti e vede i padroni di casa sorprendentemente in vantaggio con un quintetto che vede partenti sotto le plance i giovani Torriglia (95) e Fava (97) al cospetto di Pasquini e Agusto (12-8 al 5′). Trevisan comincia a ruotare la panchina e raggiunge il +5 su una tripla di un brillante Calanchi (17-12 al 6’30”). Agusto e Parmeggiani, complici alcuni pasticci in attacco dei padroni di casa, confezionano il 0-6 che manda le squadre al primo riposo con gli ospiti in vantaggio (17-18). Inizio di secondo quarto punto a punto per 5′ (24-23 al 15′) poi due triple consecutive di Burresi in 30″ danno il +5 agli ospiti (24-29). Sono Bertuzzi e un gioco da 3 punti di Marchi che ristabiliscono la parità a 29 quando manca 1’30” dal riposo lungo. Sono 2 liberi dell’ottimo Pasquini (lui e Parmeggiani i migliori degli ospiti) che mandano le squadre negli spogliatoi sul 29-31. A inizio terzo quarto Ferrara scappa a + 6 (29-35 al 21′) ma una tripla di Spettoli prima e 5 punti consecutivi di Tugnoli poi riportano Granarolo a -2 (37-39 al 22’30”). I padroni di casa stringono le maglie difensive e trascinati da 9 punti di capitan Paoloni (lui e Tugnoli i più continui della truppa di Trevisan) realizzano un break di 13-3 che li porta a +8 al 29′ (50-42), vantaggio inalterato alla sirena sul canestro di Bonetti (52-44). A inizio quarto periodo Granarolo sembra averne di più e controlla abbastanza bene la partita raggiungendo il massimo vantaggio, sul libero realizzato da Paoloni per il tecnico sanzionato ad Agusto (58-48 al 34′). Ferrara non ci sta a perdere l’imbattibilità esterna: Cavicchioli ordina la zona press con rientro a zona e manda in tilt l’attacco dei padroni di casa, inoltre gli ospiti, dopo aver spadellato da 3 per tutta la seconda metà gara trovano una tripla di Parmeggiani che dà il la al parziale di 0-11 che ribalta l’inerzia della gara e il punteggio (58-59 al 38′). Tugnoli rompe il digiuno ai padroni di casa con una tripla che dà loro l’ultimo vantaggio (61-59). ma ancora Parmeggiani risponde da 3 e riporta in vantaggio Ferrara. Nell’azione successiva Granarolo non riesce a tirare nei ventiquattro secondi e Ferrara cerca Pasquini che costringe al fallo Ferri: 2/2 e +3 4Torri a 40″ dalla fine. Balletto di timeout dei due coach (Cavicchioli precede Trevisan di pochi secondi e il coach dei padroni di casa richiama timeout per avere la rimessa in attacco), errore da 3 di Torriglia da una parte e di Parmeggiani dall’altra, Ferri cattura il rimbalzo e, a 5″ dalla fine, Paoloni scocca la tripla che potrebbe dare il pari ai padroni di casa: secondo ferro, rimbalzo di Parmeggiani che dalla lunetta arrotonda il risultato.

POL. PONTEVECCHIO – CVD BASKET CLUB 73 – 69

(16-20; 33-39; 51-53)

Pontevecchio: Torresani, Tinti 14, Riguzzi, Brancaleoni 1, Galeotti 1, Cruzat 9, Di Rauso 17, Benuzzi 2, Bergami 5, Melino 2, Falzetti 11, Santini 11. All. Savini.

Cvd Casalecchio: Gamberini 3, Marzioni 14, Lanzi 2, Truzzi 11, Masetti 6, Garagnani, Maggio 2, Fuzzi 11, Cuozzo 12, Taddei 2, Cempini 6. All. Loperfido.

PALL. NOVELLARA – SPAL 78 – 87

(20-17; 34-43; 55-67)

Pallacanestro Novellara: Baracchi A., Margini 8, Bartoli, Folloni 13, Rinaldi 23, Mariani Cerati 7, Baracchi M., El Ibrahini, Carpi, Ciavolella 20, Colla 1, Croci 6. All. Ligabue.

Pallacanestro Correggio: Fassinou 2, Galeotti 8, Lavachielli 8, Lever 5, Lusvarghi 7, Magnani 7, Riccò 2, Rovatti 28, Stefanini 15, Villani 4, Adour ne, Lucchetta 1. All. Paladini.

TECNOSISTEM – BUDRIO 66 – 71

(17-18; 39-32; 57-52)

Stars: Bitelli 4, Regazzi, Orlando 2, Lalanne 7, Skocaj 2, Testoni, Landuzzi 10, Flori 6, Marino, Tazzara 20, Maestripieri, Parenti 15. All. Cantelli.

Budrio: Fimiani 4, Piazzi 14, Maccaferri ne, Bonaga, Nanni 12, Manini 3, Lazzari 11, Billi ne, Innocenti 23, Quarantotto 4, Frazzoni ne. All. Cinti.

Budrio, nonostante le assenze, sbanca “Corticella” in rimonta grazie ad un’intensità difensiva ritrovata nei cinque minuti finali. Infatti, la formazione di Cinti, dopo aver quasi sempre condotto fino al 21-24, doveva subire un parziale di 8 a 0 e, da quel momento, gli Stars erano padroni del campo tanto da toccare un massimo vantaggio di undici lunghezze (51-40) al 26’, con un Tazzara scatenato. La Tecnosistem teneva il pallino fino al 64-60 al 35’, ma, poi, i gialloblù stringevano dietro e, con alcune palle recuperate, riuscivano a mettere la testa avanti sul 64-67 (gioco da tre punti di Innocenti). Negli ultimi cento secondi entrambe le formazioni finivano la benzina, ma a guadagnarci era la formazione ospite che chiudeva sul +5 senza troppi patemi.

CLASSIFICA

4 TORRI FERRARA 52 29 26 3 2327 1850 +477
FLYING BALLS OZZANO 44 29 22 7 2273 2094 +179
L.G. COMPETITION CAST. M. 42 29 21 8 2206 1953 +253
BUDRIO 42 29 21 8 2098 1951 +147
S.B. CAVRIAGO 38 29 19 10 2123 1929 +194
VIRTUS MEDICINA 36 29 18 11 2093 1922 +171
ARENA MONTECCHIO 34 29 17 12 2200 1987 +213
NOVELLARA 32 29 16 13 2006 2063 -57
G. SAFFI FORLI’ 28 29 14 15 1935 2054 -119
GRANAROLO BASKET 26 29 13 16 2004 2027 -23
CORREGGIO 24 29 12 17 2110 2174 -64
STARS BOLOGNA 18 29 9 20 1850 2059 -209
BOLOGNA BASKET 2011 18 29 9 20 1925 2171 -246
ARBOR REGGIO 12 29 6 23 1960 2225 -265
CVD CASALECCHIO 12 29 6 23 1775 2063 -288
PONTEVECCHIO BOLOGNA 6 29 3 26 1844 2207 -363

SERIE D

GIRONE A

SAMPOLESE – VOLTONE 73 – 54

(16-12, 45-26, 56-41)

San Polo d’Enza: Minardi 8, Benevelli 12, Margini 8, Davoli ne, De Vizzi, Nicolini 2, Tondo 4, Maggiali 7, Bizzocchi 17, Servidei 4, Pezzi 5, Tognoni 6. All. Immovilli.

Voltone Zola: Codicini 2, Galassi 2, Luppi 13, Ghiacci 14, Giacometti A. 2, Tubertini, Lombardo 3, Giacometti S. 2, Maresi 6, Polo 6, Menzani 4, Varotto. All. Angori.

Con una grande prestazione di squadra, la Sampolese ha battuto il Basket Voltone onquistando due punti importantissimi in ottica salvezza. Dopo i 6  punti bolognesi che hanno aperto il match, la Sampolese ha cominciato a macinare gioco e punti allungando già dal primo quarto poi chiuso 16 a 12. Monetizzando la verve offensiva di Bizzocchi (4 triple consecutive) e creando molte difficoltà all’attacco degli ospiti con una efficacissima zona difensiva, i locali vanno al riposo con un vantaggio già consistente (45-26). La reazione degli ospiti non si fa attendere: la grande intensità difensiva,  la ritrovata precisione di Luppi dall’arco, assieme alla supremazia fisica e tecnica di Ghiacci, producono un break di 20 a 7 in dieci minuti a cavallo fra la terza e l’ultima frazione che li fa rientrare nettamente in gara (56-48 al 35′). Nel nervoso e convulso finale (3 tecnici ed una espulsione), nuova accelerata dei biancorossi di casa che si aggiudicano anche il parziale dell’ultimo quarto e vincono 73 a 54.

RADIOCOOP.IT – ANZOLA BASKET 86 – 61

(23-20; 49-40; 65-52)

Piacenza Basket Club: Massari 23, Antozzi 12, Scarionati 6, Gorla 11, Piroli 16, Garofalo 10, Villa 4, Betti 2, Markovic 2, Sela, Zanangeli, Totaro. All. Mambretti.

Basket Anzola: Venturi N. 3, Pappalardo 7, Boldini 4, Mazza 7, Zanata 19, Poluzzi F. 15, Venturi D. 3, Fiorini, Franchini, Poluzzi L., Kalfus, Lambertini 3. All. Sacchetti.

Entrambe appaiate al primo posto in classifica a quota 50 punti, Piacenza e Anzola si sono giocate la Serie C in 40’. Con una vittoria almeno di dodici lunghezze (ribaltando quindi l’ 83-72 della gara d’andata in terra bolognese) Radiocoop.it Piacenza Basket Club si sarebbe ritrovato (come accaduto), con una giornata di anticipo, in Serie C. La partita inizia con un ritmo davvero alto da parte di entrambe le squadre, con il Piacenza Basket Club che difende forte e riesce a portare Pirolo sotto canestro a realizzare il primo campanello di allarme sull’8-4 per i biancorossi. I pericoli pubblici bolognesi sono annunciati soprattutto nell’accoppiata Pappalardo e Zanata e i due di Anzola si confermano tali, tenendo le squadre in un sostanziale equilibrio al 5′. Dalla panchina verso fine quarto arrivano forze fresche per Piacenza con Villa e Garofalo, con punti e assist da parte del pivot e della guardia di Piacenza. Lo stesso Garofalo, a 2” dalla fine del primo quarto, serve un assist al bacio ancora per Villa, il quale appoggia dolcemente al tabellone chiudendo il parziale sul 23-20 per Radiocoop.it. Nel secondo quarto Piacenza parte con le marce altissime con le triple di Massari, Pirolo e Garofalo, mentre Anzola Basket replica soprattutto con tiri nel pitturato grazie alla buona verve di Boldini e Mazza. Offensivamente la partita dei ragazzi di Mambretti è ineccepibile e a tratti incontenibile, mentre arriva verso la metà del secondo quarto qualche distrazione di troppo sui rimbalzi difensivi, con Zanata e Poluzzi F. lesti ad approfittarne e a tenere i ragazzi di coach Sacchetti a due possessi di svantaggio. Massari e Antozzi per il Piacenza Basket Club iniziano a correre in contropiede dopo ottime difese, con il parziale di metà partita sul 49-40 per la Radiocoop.it. Nel terzo quarto la tensione inizia ad attanagliare le due squadre. Piacenza, sorretta da un pubblico che è davvero il sesto uomo in campo, serra le maglie difensivamente, grazie a una grande prova di capitan Antozzi, ma anche Anzola alza le barricate difensive, concedendo poco se non una tripla fortunosa proprio di Antozzi che dà il 61-46 a 3′ dalla fine del quarto. Villa commette il proprio quarto fallo personale, mentre per i bolognesi deve uscire Pappalardo a causa di un taglio rimediato in uno scontro fortuito di gioco. Zanata riesce ancora a trovare due canestri pregevoli, ma le percentuali ai liberi di Anzola iniziano a calare drasticamente. Massari scuote ancora il Pala San Lazzaro con una penetrazione da altra categoria, chiudendo il terzo parziale sul 65-52 per i ragazzi di Mambretti. L’ultimo quarto inizia con scene che fanno capire cosa sia il Piacenza Basket Club. Betti, giovane Under 19, recupera palla sull’esperto Pappalardo e va con due punti che mandano in visibilio la panchina biancorossa. Antozzi e compagni serrano le fila in difesa, costringendo i bolognesi a zero punti segnati nei primi 5′ del parziale, con Pirolo che nell’area offensiva realizza a ripetizione grazie a diversi movimenti sotto le plance e con la personale seconda tripla di partita. Garofalo deve uscire per il suo 5° fallo, ma un’altra penetrazione di Massari porta la partita sull’82-57 a 1’47” dalla fine. Inizia la festa sugli spalti, con l’86-61 finale che manda letteralmente in delirio il Pala San Lazzaro. E’ promozione, un’altra.

EUROSYSTEMS – FIORANO 59 – 73

(12-21, 25-46, 46-61)

Luzzara: Ploia, Cani 5, Costantino 5, Miglioli 5, Gelosini 16, Sereni 2, Neviani 8, Pesci ne, Petrolini 15, Riccò 3, Freddi. All. Beltrami.

Libertas Pallacanestro Fiorano: Pivetti M. 3, Cracco 5,  Zogaj, Roncaglia 10, Galloni 9, Lambertini 5, Pivetti F. 10, Marescotti 8, Lucchi 9, Melegari 14. All. Casoli.

Gli Aquilotti, dissanguati da una stagione travagliata, fanno quello che possono per parare i colpi avversari e rimanere in piedi; gli ospiti lottano per la vita in una partita che definire fisica è un eufemismo. Il metro arbitrale dei primi 20′ è da “liberi tutti” ed i modenesi ne approfittano per “menare come dei fabbri” dentro il pitturato. Gli Aquilotti ne risentono su entrambi i lati del campo, mentre gli avversari hanno un 7/14 da 3 (di cui 5/8 nel secondo quarto) che ammazzerebbe un toro. L’intervallo è buono per vedere un netto cambio di metro arbitrale e, nel momento in cui si gioca a pallacanestro, le cose prendono una piega diversa. I ragazzi di coach Beltrami, pur tra mille sprechi, rientrano a -9 palla in mano (52-61 al 34′), ma due perse che gridano vendetta danno il via ad un 10-0 finale che chiude ogni discorso.

MAGIK – BAOU TRIBE 64 – 67

(16-19, 38-32; 54-52)

Magik Parma: Donadei 8, Lopez ne, Malinverni D. ne, Montagna 3, Tibollo 16, Malinverni L. 9, Malinverni N., Allodi, Gibertini, Diemmi 6, Olagundoye 9, Fava 12. All. Panziroli.

BT San Lazzaro: Campagna, Marinelli 6, Fornasari 19, Bernardi 2, Pirazzoli 10, Mellara 17, Masrè 9, Paladini 2, Governatori 2. All. Lelli.

VIS BASKET PERSICETO – ATLETICO BASKET 76 – 56

(20-16; 37-28; 61-43)

San Giovanni in Persiceto: Scagliarini 2, Morisi 18, Parmeggiani 6, Almeoni 18, Missoni 8, Genovese 5, Gravinese 7, Ramini 8, Ferrari 2, Rusticelli G. 2, Pederzini. All. Rusticelli M.

Atletico: Nanni 2, Martelli 2, Proto 4, Grassi 7, De Simone 12, Sant 9, Artese 4, Turchetti 9, Rossi, Poluzzi 4, Pedroni, Veronesi 3. All. Pietrantonio.

PALL. NAZARENO CARPI – ANTAL PALLAVICINI 68 – 63

(26-12; 39-31; 57-50)

Carpi: Sbisà 2, Compagnoni 22, Goldoni ne, Doddi 14, Dondi 3, Antonicelli, Cavallotti 2, Salami 22, Barigazzi ne, Menon 3, Cantarelli. All. Testi.

Pallavicini: Tosiani 13, Cenesi 10, Barbieri ne, Nanni G. 4, Berti, Giunchedi, Ferraro 3, Sgargi 8, Nanni M. 7, Bastia 6, Minghetti 12. All. Morra.

NAZARENO – PALLAVICINI 68 – 63

(26-12; 39-31; 57-50)

Carpi: Sbisà 2, Compagnoni 22, Goldoni ne, Doddi 14, Dondi 3, Antonicelli, Cavallotti 2, Salami 22, Barigazzi ne, Menon 3, Cantarelli. All. Testi.

Pallavicini: Tosiani 13, Cenesi 10, Barbieri ne, Nanni G. 4, Berti, Giunchedi, Ferraro 3, Sgargi 8, Nanni M. 7, Bastia 6, Minghetti 12. All. Morra.

PSA – SALSO 78 – 73

(25-16; 44-36; 58-57)

Psa Modena: Tramaloni, Biscaro 8, Petrella 19, Bertoni 13, Tamagnini, Santonastaso 11, Konadu 8, Frilli 11, Govi 3, D’Imprima 5. All. Lunghini.

Salsomaggiore: Zamboni 8, Aimi 6, Maccini 13, Rattotti 3, Bonzani 18, Celia 23, Zerbini, Lucchini 2. All. Allodi.

CLASSIFICA

PIACENZA BC 52 29 26 3 2149 1666 +483
ANZOLA 50 29 25 4 2119 1857 +262
VIS PERSICETO 46 29 23 6 1980 1765 +215
BAOU TRIBE SAN LAZZARO 44 29 22 7 1975 1800 +175
PALLAVICINI BOLOGNA 42 29 21 8 1933 1797 +136
MAGIK PARMA 32 29 16 13 1827 1845 -18
VOLTONE ZOLA 30 29 15 14 1938 1968 -30
AQUILA LUZZARA 28 29 14 15 1869 1854 +15
NAZARENO CARPI 26 29 13 16 1886 1980 -94
ATLETICO 24 29 12 17 2011 1997 +14
COLLEGE FIDENZA 24 29 12 17 1785 1899 -114
PSA MODENA 20 29 10 19 1943 2057 -114
SAMPOLESE 14 29 7 22 1759 1905 -146
FIORANO 13 29 8 21 1721 1839 -118
SAN MAMOLO BOLOGNA 10 29 5 24 1780 2063 -283
SALSOMAGGIORE 6 29 3 26 1439 1822 -383

GIRONE B

VENI BASKET  – BASKET VILLAGE 65 – 64

(9-20; 27-33; 50-48)

San Pietro in Casale: Settanni 14, Sgarzi 3, Barbieri 3, Pastore, Vinci, Minozzi G 8, Iannicelli 17, Gamberini ne, Tinti, Bartolozzi 20, Neri. All. Minozzi M.

Granarolo: Banzi ne, Paoloni, Costa ne, Salicini 3, Carrera 1, Nicotera 8, Nobis 10, Marega 8, Neviani 7, Pedrielli 17, Marcheselli ne, Brotza 10. All. Calore.

SCUOLA BASKET FERRARA – BASKET RICCIONE 50 – 81

(8-26; 32-45; 35-68)

Ferrara: Ferrarini 2, Vigna 18, Bussolari 7, R. Rimondi 6, Frignani 5, Zavarini, Fabbri 5, Bottoni, Parigi 2, Romagnoli, Bereziartua 5, Rimondi. All. Colantoni.

Riccione: Ambrassa 10, Raffaelli 14, Ma. Amadori 20, De Martin 19, Calegari 5, Tononi 4, Zaghini 3, Brattoli 6, Mi. Amadori ne. All. Foschi.

OLIMPIA CASTELLO 2010 – ALTEDO BASKET 58 – 76

(15-17; 30-35; 44-52)

Olimpia Castel San Pietro: Chillo, Odorici, Franceschini 3, Corazza 6, Ziron ne, Boschi 3, Pancaldi 15, Galloni, Binassi 12, Farnè 4, Gianninoni 9, Sgorbati 6. All. Canè.

Altedo: Balboni, Monari 2, Gnan 10, Bovo 4, Bulgarelli, Dal Pozzo 8, Pigozzi 6, Lollini 25, Baccilieri 3, Soresi 7, Zanolli 7, Gnudi 4. All. Bacchilega.

VB – CASSANI&COSTANZI 75 – 51

(18-7; 35-25: 60-44)

Grifo Imola: Turrini, Di Cillo 11, Sgubbi 3, Lanzoni 9, Linguerri 8, Zaccherini, Guerra 8, Pasini 19, Castelli 17. All. Pasotti.

Basket ’95 Imola: Deri 8, Dalmonte 2, Mastrilli ne, Rossi 4, Selva 9, Gargioni 11, Baruzzi F. 5, Crisà 5, Spagnoli 7. All. Brocchi.

CURTI – BELLARIA 56 – 57

(11-14; 31-24; 45-45)

International Imola: Folli 14, Matini 15, Grandolfi 3, Genoni, Cai 4, Sgorbati 6, Caprara A., Caprara J. 2, Scagliarini 4, Dirella 4, Masoni 4. All. Fazzi.

Bellaria: Mussoni Ma 2, Stabile 12, Pari 6, Novello 6, De Gregori 2, Russu 29, Bindi, Gozzi ne. All. Ferro.

Si chiude con una sconfitta l’ultima partita casalinga della Curti. La maggiore determinazione degli ospiti, alla ricerca di una posizione migliore negli imminenti play-out, ha fatto la differenza contro un International apparsa abulica e fuori ormai mentalmente dal campionato dopo la salvezza già raggiunta. Il Bellaria ha meritato la vittoria con un Russu immarcabile per i lunghi imolesi, ma tutti si sono battuti conquistando una serie infinita di rimbalzi offensivi e giocando di conseguenza più attacchi. Solo nel secondo quarto i padroni di casa hanno dato l’impressione di poter vincere, conquistando anche dodici punti di vantaggio, ma al rientro dagli spogliatoi è il Bellaria a prendere il comando delle operazioni e arriva al pareggio al termine del quarto. L’ultima frazione vede ancora gli ospiti sfruttare l’inerzia favorevole, anche se i biancorossi ci hanno provato fino alla fine, dopo una fallo ingenuo su un tiro da tre punti di Folli. L’ala imolese non sbaglia i primi due liberi, quindi con il terzo cerca con il tap-in di un compagno per arrivare al pareggio, ma la palla danza sul tabellone ed entra, sancendo così  il -1 finale per la Curti.

GUELFO – ARGENTA 73 – 72

(18-20; 33-41; 46-56)

Castel Guelfo: Vastola, Bacci, Gianasi, Baccarini 9, Caprara 13, Bernabini 15, Miceli 8, Ventura, Minghetti, D’Andola 9, Giordani ne, Paluan 19. All. Serio.

Argenta: Magnani 27, Taglioli 4, Spinosa 11, Cesari 3, Rubbini 6, Stegani 3, Brignani 10, Dieng, Thian 8, Rafan ne. All. Panizza.

SPEM – ARTUSIANA 70 – 76

(16-15; 38-37; 58-55)

Spem Ravenna: Basaglia 9, Ravaioli ne, Bianchini 2, Vistoli 3, Cirillo 17, Saccardi 13, Bartolotti 5, Scaccabarozzi ne, Raspa 4, Zannini 2, Senni 2, Morigi 13. All. Focarelli.

Forlimpopoli: Rossi 6, Marzolini 4, Fabbri, Manucci 22, Vandelli 17, Morabito, Crocini 10, Arfelli 3, Servadei 12, Pena 2. All. Bondi.

MOLINELLA – AICS 51 – 53

(9-16; 21-28; 31-41)

Molinella: Alessandri 4, Calvi 17, Checcoli 11, Pascoli, Quartieri 8, Tagliavini 5, Trippa 2, Ugolini 2, Zanellati 2. All. Baiocchi.

Aics Forlì: Cantore 9, Pusateri ne, Bergantini 4, Ruffilli ne, Guaglione 7, Cortini 8, Gaiotti 13, Zamagni 5, Zannoni 7, Ferri ne. All. Chiadini.

CLASSIFICA

GUELFO 52 29 26 3 1981 1689 +292
DOLPHINS RICCIONE 42 29 21 8 2124 1843 +281
ALTEDO 42 29 21 8 2139 1973 +166
BASKET VILLAGE GRANAROLO 38 29 19 10 1924 1800 +124
OLIMPIA CASTEL S. P. 38 29 19 10 2030 1930 +100
ARTUSIANA FORLIMPOPOLI 34 29 17 12 1888 1775 +113
MOLINELLA 30 29 15 14 1740 1775 -35
VENI SAN PIETRO IN CASALE 28 29 14 15 1702 1633 +69
INTERNATIONAL IMOLA 26 29 13 16 1790 1833 -43
ARGENTA 24 29 12 17 1977 1982 -5
BASKET’95 IMOLA 24 29 12 17 1988 2037 -49
SPEM MATTEI RAVENNA 22 29 11 18 1772 1881 -109
AICS FORLI’ 20 29 10 19 1763 2016 -253
S.B. FERRARA 18 29 9 20 1744 1908 -164
BELLARIA 16 29 8 21 1815 2043 -228
GRIFO  IMOLA 10 29 5 24 1681 1940 -259

In campo la Promozione per gare2 dei quarti di finale

Quante formazioni accederanno alle semifinali dopo sole due partite? Una sicuramente e cioè gli ozzanesi del Party&Sport che hanno risolto facilmente la pratica Faventia Faenza.

GIRONI A/B

PLANET BASKET – POLISPORTIVA BIBBIANESE 66 – 53

(22-11; 43-26; 56-41)

Planet Parma: Ruozzi 9, Bozzetto 10, Modica 8, Giubiesi 6, Titi 5, Centofanti, Pignarelli, Vigani 5, Anselmi 12, Adorni 5. All. Paletti.

Bibbianese: Menozzi 4, Zaccaria 10, Salati 3, Reni 2, Ghirardini, Gala 3, Vignali 11, Olivares 10, Bartoli 9, Farioli 2. All. Reverberi.

REGGIOLO – LA TORRE 74 – 65

(17-16, 35-28, 57-49)

Reggiolo: Fregni 12, Torreggiani 12, Pirondini 26, Carnevali, Caramaschi 8, Franzini, Arisi, Mambrini 4, Fagandini 4, Setti 2, Bosi 6. All. Notari.

La Torre Reggio: Galassi 1, Panciroli, Mazzi G. 2, Passiatore 4, Nizzoli, Pezzarossa 8, Mazzi F. 14, Mussini 2, Melli 12, Bertolini 3, Margaria 19. All. Spadacini.

In gara 2 dei quarti di finale play-off, il Reggiolo sfrutta il fattore campo e mette sul piatto della bilancia una determinazione maggiore rispetto alla Torre, riuscendo a guadagnare la ‘bella’. La squadra della bassa, consapevole di non poter sbagliare, è concentrata al punto giusto, passa a condurre dopo i primi minuti e non si fa più raggiungere. Più volte La Torre arriva a un possesso dal pareggio, ma il Reggiolo è lucido nel trovare sempre la giocata giusta, per respingere l’aggancio, sfruttando l’ottima serata al tiro da fuori. Determinante la prova di Pirondini, autore di 26 punti, ben coadiuvato da Fregni (12) e dal giovane Torreggiani (12), preciso dalla lunga distanza. Ai grigiorossi, invece, non basta un’altra buona partita di Margaria (19) e un Mazzi (14) in parziale ripresa dopo le polveri bagnate di gara 1. Nel finale, l’espulsione di Melli (12) consente ai padroni di casa di chiudere definitivamente la contesa, guadagnando un ulteriore margine di sicurezza, fino al +9 finale.

SCANDIANO – CENTRO LATTONIERI 61 – 74 dts

(24-20; 37-34; 51-50; 59-59)

Scandiano: Guarino 4, Fevola 4, Ferrarini 11, Bigi 9, Garofoli 15, Fontanesi 4, Colacicco 6, Scianti, Acosta 3, Farioli, Guidetti 5. All. Torregiani.

Carpine: Meschiari 6, Testi 11, Piuca M. 2, Braglia 3, Piuca R. 17, Zanoli 2, Verrini 11, Giovanardi 6, Martinelli 14, Gasparini 2. All. Morettin.

La Centro Lattonieri Carpine approda alle semifinali con una prova di squadra da vera final four. Inizio complicato con i reggiani che hanno seriamente intenzione di portare la serie a gara 3 con Garofoli su tutti che segna a ripetizione, ma Carpi é brava a rimanere in partita con Verrini & Co. Seconda frazione con più o meno lo stesso iter, Scandiano che tenta la fuga, ma stavolta sono due bombe, Braglia e Meschiari, a tenere attaccati i Carpigiani al match. Dopo la pausa Scandiano mette davvero l’acceleratore e riesce a portarsi anche sul +10.  Per un fallo in attacco con successivo tecnico x Acosta sul +7 reggiano permette ai carpigiani di tornare completamente in gara. Da lì in poi é un continuo punto a punto fino alla fine con tanti tiri sbagliati e palle perse per la pressione da entrambi i lati. A 30” dalla fine Scandiano sul +1 subisce fallo e fa 1su2 ai liberi con Bigi, ribaltamento di lato e Robby Piuca si inventa un canestro dei suoi in penetrazione per il pareggio. Timeout Scandiano che prova il tiro della vittoria a 5” dal termine, ma esce rimbalzo e apertura veloce e palla ancora a Roberto Piuca che quasi segna un altro tiro per la vittoria, ma stavolta esce: overtime. L’inerzia é tutta Carpine. Scandiano sbaglia il primo tiro, mentre ancora Robby Piuca, caldo come il sole africano, mette la tripla del vantaggio. Scandiano subisce fallo e segna i due liberi portandosi a -1, ma questi saranno gli ultimi punti dei reggiani nel supplementare, perché inizia lo carpigiano prima con un canestro di classe cristallina col suo cavallo di battaglia, penetrazione e frullo, di Verrini che segna subisce il fallo e segna anche il libero. Poi altro cesto di Piuca e I liberi segnati di Martinelli che portano così la Carpine alla prima storica conquista della semifinale di Promozione della giovane società.

SCHIOCCHI BALLERS MODENA – CUS PARMA 80 – 63

(23-17, 44-28, 64-41)

SB Modena: Minarini 16, Zara 6, Sangermano 12, Righi  R. 21, Alessandrini 3,  Twun 19,  Binotti 3, Marinelli 3, Vaccari, Forghieri, Vaccari, Sassi. All. Righi G.

Cus Parma: Pattini 13, Bettera 4, Andreoli 6, Cervi 12, Marcucci 4, Vitali, Orsenigo 9, Giampellegrini Gi. 2, Ricci, Drisaldi 5, Stonfer 1, Marzo 4. All. Marafetti.

Prestazione maiuscola dei Ballers che dominano gara 2 per 83-60 contro il Cus Parma e volano in semifinale playoff contro Carpi. Alla CDR c’è il pubblico delle grandi occasioni e l‘opportunità di chiudere subito il conto rende nervosi i geminiani che partono contratti subendo un parziale di 5-0 firmato Orsenigo e Cervi.  Un canestro di Minarini rompe il ghiaccio per i locali, la pressione difensiva sugli ospiti si intensifica e dal punteggio di 6-8 esterno si passa al 14-8, grazie ad uno scatenato Twun (19 pts) che dimostra ancora una volta in questi playoffs di essere di categoria superiore, con un dominio in ogni zona del campo. E’ suo un gioco da 4 punti che gira completamente la gara. Alla fine del primo quarto il tabellone segna 23-17. Marafetti insiste con la zona dispari, ma i modenesi la bucano sia dalla lunga distanza, che dentro l’area pitturata. Minarini (16 pti) e Righi (21 pti) sontuosi conducono il primo strappo (33-20) al 14’. Come in gara 1 decisivo l’apporto della “second unit”: Sangermano (12 pti ) è mortifero dall’arco a coronamento di una prestazione collettiva notevole con 8 centri dalla lunga fissano il tabellone sul 45-28 all’intervallo lungo. La ripresa vede un inizio stentato da ambo i quintetti, Marafetti propone la uomo; idem per i modenesi, ma i ragazzi di coach Righi riprendono le fila del match con nuova linfa vitale dal “pino” grazie ad Alessandrini autore della sua unica tripla della gara e a Marinelli che dispensa assist per un solidissimo Zara (6 pti) il quarto si chiude sul 64-41 e la sensazione che la gara sia già in naftalina. Gli ospiti nell’ultima frazione si innervosiscono, il punteggio si dilata sino al +30 (74-44) a pagare per tutti è Marcucci, che viene mandato anzitempo negli spogliatoi. L’orgoglio di Pattini e i canestri di Drisaldi, rendono meno pesante il passivo finale che si fissa, alla sirena, sul 83-60.

 

GIRONI C/D

MASI – H4T 56 – 71

(17-14; 39-35; 45-44)

Masi Casalecchio: Campazzi 13, Penna 1, Castaldini G. 10, Sechi 3, Dalla, Forni 6, Barilli, Manferdini, Bertacchini 4, Masi 3, Castaldini T. 16. All. Guidetti.

S.P. Vignola: Ganugi 21, Badiali 8, Quartieri, Mariani 7, Pantaleo 9, Zagni 3, Vannini 3, Guidotti 14, Midulla, Franchi 6, Malagodi. All. Smerieri.

Parte forte Vignola (2-8 al 3’), ma la Masi reagisce con Castaldini T. (8-10). Poi la gara proseguiva a strappi, con i modenesi che salivano a +9 sul 19-28. Due triple, però, davano il la per un clamoroso parziale di 16 a 0 (35-28 al 17’). Nella ripresa gli ospiti si riportavano sotto, ma il break decisivo di 0-16 (da 47-44 a 47-60) avveniva, soprattutto, a causa del nervosismo dei casalecchiesi (tecnico a Sechi, tecnico ed espulsione di Masi) che, poi, provavano a tornare sotto col fallo sistematico, ma era tutto inutile.

F.FRANCIA PALL. – ARGELATO BASKET 64 – 44

(18-4; 29-22; 45-38)

Francesco Francia Zola Predosa: Galli 5, Bosi 9, Migliori 2, Masina 11, Brochetto D., Pagano, Gamberini 9, Guerrato 1, Zini 2, Cilfone 17, Barilli 5, Lenzi 3. All. Brochetto L.

Argelato: Leonelli 4, Benassi 6, Sgarzi 6, Risi 1, Fontanella 2, Gadani 3, Trigari 1, Campanile 14, Fabulli 4, Nannetti 3. All. Iattoni.

SCUOLA PALL.PIUMAZZO 2002 – IMMOBILIARE 2000 44 – 65

(9-22; 19-36; 33-53)

S.P. Piumazzo 2002: Lupato, De Martini 9, Baroni 11, Luppi, Valenti 6, La Rocca, Cavani 4, Di Bona 2, Verdoliva 5, Montorsi 5, Stanzani 2. All. Vannini.

Giardini Margherita: Alaimo 18, Vittori Antisari 7, Grassitelli 13, Marcelli 6, Florio, Stefani 4, Grandi 4, Carafa 2, Brina 4, Pierini 7. All. Lanzi.

Quarantotto ore dopo gara1, la “rivincita” si dipana sulla stessa falsariga. I Gardens scattavano meglio dai blocchi (2-7), reggevano al ritorno del Piumazzo (7-11 e 17-24) e, poi, con la zona, allungavano (19-36 al 20’). Dopo una terza frazione a senso unico, i modenesi (col roster al completo) cercavano di riportarsi sotto (40-53 al 32’), ma Alaimo e Grassitelli chiudevano ogni discorso e gli ultimi quattro minuti (40-60) erano soltanto un lungo garbage time.

MONTEVENERE 2003 – STEFY BASKET 45 – 49

(21-10; 25-20; 31-38)

Montevenere: Venturi 8, Romano 6, Gironi 6, Ottani 2, Ugliola, Truppi 4, Veronesi 8, Ghelli 2, Costa, Zappoli 9. All. Orefice.

Stefy: Dozza 4, Carosi 5, Gagliardi 2, Benetti 1, Francia 6, Suero 2, Tradii 4, Evangelisti 4, Brighetti 4, Agnoletti 15, Poli 2, Cabuli ne  All. Scandellari.

 

GIRONI E/F

POL. FAVENTIA 2011 – PARTY&SPORT 39 – 62

(13-11; 20-25; 31-45)

Faventia Faenza: Di Giulio, Ceroni 2, Graziani, Conti 11, Ramadhani, Boattini 8, Ercolani 2, Presicce 4, Assirelli, Morsiani 12. All. Morigi.

P&S Ozzano: Fioravanti 8, Capra 3, Leale 5, Marchi 10, Fierro 12, Zerbini 5, Lazzari 8, Passatempi, Rizzoni 3, Avallone 8. All. Nannetti.

BASKET CLUB RUSSI – GIALLONERO IMOLA 50 – 56

(11-7, 26-24, 39-41)

Basket Russi: Bramante 3, Babini 17, Bellanti M. 2, Beghi 4, Bassi 5, Prencipe, Buffatti 4, Canali, Venturini 5, Bagioni 2, Santo 8. All. Milandri.

Giallonero Imola: Villa 11, Vicentini 15, Ragazzini 4, Saloni ne, Spoglianti 1, Biancoli 9, Calamelli ne, Vannini 2, Campomori 12, Remondini 2. All. Creti.

MEDICINA BASKET 2007 – TITANS OZZANO BASKET 49 – 62

(15-13; 25-30; 37-52)

Medicina 2007: Buresti 10, Lenzarini 3, Guccini 6, Pinardi 6, Magli 8, Buscaroli, Martelli 7, Lorenzini 7, Dall’Olio 2, Randazzo. All. Bandini.

Titans: Finessi 19, Rossi 2, Tuccillo 15, Gamberini 3, Passarelli, Boletti 5, Paolucci 2, Zitelli 2, Gardotti, Ungaro 14, Nannoni, Minoccheri. All. Torrella.

CNO SANTARCANGELO – SELENE BK S.AGATA 64 – 55

(17-22; 35-29; 48-43)

Santarcangelo: Rasponi 4, Lucchi 15, Donati 5, Ricci, Fornari 5, Calisesi 7, Tinè 3, Tomassini 12, Nicoletti 11, Tassinari 2. All. Morri.

Sant’Agata sul Santerno: Merendi 2, Gaddoni 2, Pirazzini 8, Sgalaberna 3, Fabbri 3, Simoni 7, Foronci 7, Totaro 14, Baldrati 7, Pantani 2, Taroni. All. Colombi.

Fortitudo ok, riscatto Cento. I risultati infrasettimanali di Serie A2, B e C

Tra mercoledì 29 e giovedì 30 sono in programma le “belle” degli ottavi dell’A2 (in campo Ferrara), le gare2 dei quarti in serie B (la Tramec è obbligata a sbancare Lecco se non vuole uscire al primo turno) e le gare2 dei play out in serie C (Fiore e Bsl vogliono chiudere la serie in due partite).

SERIE A2 Ottavi Gara3

ANGELICO BIELLA – REMER TREVIGLIO 76 – 68

MONCADA AGRIGENTO – UNIVERSO TREVISO BASKET 79 – 64

FMC FERENTINO – U.S. BASKET RECANATI 82 – 64

PALLACANESTRO TRIESTE – MOBYT FERRARA 71 – 61

(21-18; 34-36; 55-47)

Pall. Trieste 2004: Coronica 8 (3/4), Fossati, Tonut 4 (2/5, 0/3), Mastrangelo, Grayson 18 (2/2, 4/11), Candussi 12 (3/7, 2/3), Carra 1 (0/3, 0/1), Marini (0/1, 0/2), Holloway 15 (6/16, 0/1), Prandin 13 (3/6, 1/2), Norbedo ne, Ferraro ne. All. Dalmasson.

Pallacanestro Ferrara: Huff 10 (2/3, 2/5), Bottioni 2 (1/3), Castelli 4 (2/4, 0/1), Amici 5 (1/3, 0/3), Ferri 5 (1/5 da tre), Casadei 12 (3/5, 2/6), Pipitone 10 (3/5), Hasbrouck 13 (3/5, 2/10), Bereziartua ne, Sita ne, Ghirelli ne. All. Martelossi.

 

SERIE B/B Quarti Gara2

GAGA’ ORZINUOVI – CONTADI CASTALDI MONTICHIARI 62 – 75

CO.MARK BERGAMO – GSA UDINE 82 – 87

URANIA MILANO – ETERNEDILE BOLOGNA 60 – 70

(17-23; 30-33; 37-55)

Milano: Stijepovic 8, Giovanelli 15, Torgano 13, Bazzoli, Paleari 19, Del Vescovo, Sartini, De Bettin 5, Merlati, Pagani. All. Ghizzinardi.

Fortitudo: Candi 3, Valentini 8, Lamma 5, Iannilli 2, Samoggia 6, Montano 16, Sorrentino, Raucci 10, Carraretto 10, Italiano 10. All. Boniciolli.

LECCO – TRAMEC 52 – 60

(17-21; 29-38; 38-52)

Lecco: De Angelis, Andreaus 18, Mascherpa 13, Todeschini 4, Riva ne, Corbetta ne, Dagnello 8, Pizzul, Piunti 2, Capitanelli 7. All. Meneguzzo.

Benedetto Cento: Govoni ne, Vitali 6, Ikangi 2, Bianchi 20, Di Trani 7, Quarisa, Demartini 16, Carretti 4, Cutolo 5, Cavazzoli ne. All. Albanesi.

Avvio tattico da una parte e dell’altra, Cento rompe il ghiaccio con Bianchi e Demartini (8-18) ma Lecco torna sotto con Dagnello e Capitanelli (17-21). In apertura di seconda frazione la Tramec riprende il largo con Bianchi (20 punti, di cui 16 nei primi 20’) e trova il massimo vantaggio esterno con Cutolo (26-38, 19’). A campi invertiti, è un monologo a tinte biancorosse: dopo una schiacciata di Cutolo e un canestro allo scadere dei 24” di Bianchi, Cento nega il canestro a Lecco per oltre cinque minuti, portandosi sul “+19” (31-50). I locali accorciano in seguito le distanze, ma perdono Capitanelli per infortunio (in forse per gara tre). Ciò nonostante, Lecco non molla e Andreaus si carica la squadra sulle spalle in principio di quarto periodo (44-52). Bianchi ripristina la doppia cifra di vantaggio mentre Piunti esce per raggiunto limite di falli, costringendo Meneguzzo a giocarsela con un quintetto “bonsai” in cui Andreaus recita l’inedito ruolo di pivot. La partita si fa maschia nel finale e Lecco ci prova, memore del precedente episodio tra le due, ma le percentuali dall’arco e dalla lunetta non sono quelle di gara uno. La Tramec trova solo un paio di canestri dal campo negli ultimi 10’ ma tanto le basta, poiché mantiene sempre almeno due possessi di vantaggio e la serie torna al Palabenedetto, dove le due squadre si contenderanno l’accesso alle semifinali, con palla a due in programma per le ore 18 di domenica 3 maggio.

 

SERIE C PLAY OUT Quarti Gara2

ASSET BANCA SAN MARINO – BMR REGGIO EMILIA 53 – 62

(20-19, 26-34, 40-47)

San Marino: Gamberini, Saccani 4, Aglio 2, Agostini 8, Cardinali 4, Mazzotti, Benzi 13, Bordi 4, Gaggia 14, Crescentini. All. Liberti.

Basket 2000 Scandiano: Astolfi 2, Ferrari, Brogio 2, Bartoccetti 9, Spaggiari A., Bertolini 30, Pedrazzi 3, Levinskis, Gruosso 8, Germani 8. All. Spaggiari L.

NUTI – MISTER AUTO 75 – 62

(19-15; 31-27; 53-47)

BSL San Lazzaro: Lolli 3, Sabattani 7, Pulvirenti 6, Binassi 9, Fabbri 5, Fin 14, Curione 2, Bianchi 2, Ottone 11, Saccardin 16. All. Rocca.

Ghepard: Sandrolini, Riguzzi 9, Verdi, Nieri 9, Beccaletto 2, Tullio ne, Beccari 12, Botteghi 4, Ghedini 10, Martelli 16. All. Rossi.

SALUS PALL. BOLOGNA – CLIMART ZETA CASTENASO 62 – 60

ALBERTI E SANTI FIORENZUOLA – GAETANO SCIREA 57 – 68

(16-18; 34-30; 48-50)

Fiorenzuola: Verri 5, Moscatelli 10, Vecchio M. 5, Avanzini Fa. 14, Castagnaro 17, Galiazzo 3, Sichel ne, Roma, Avanzini Fi. 3, Vecchio P. All. Brotto.

Gaetano Scirea Bertinoro: Solfrizzi En. 9, Poluzzi 20, Marisi 17, Ricci 4, Solfrizzi Em. 10, Liverani ne, Ruscelli, Merenda, Fantuzzi ne, Godoli 8. All. Serra.

Ferrara e Cento, che disastro! I risultati di serie A2, B e C

Secondo appuntamento per i play off di A2 e primo turno, invece, per i play off di serie B, la poule promozione di C e, sempre per la C, dei play out.

A2 GOLD/SILVER Gara 2

BLU BASKET 1971 – ANGELICO BIELLA 70 – 67 (1-1)

UNIVERSO TREVISO – MONCADA AGRIGENTO 78 – 70 (1-1)

U.S. BASKET RECANATI – FMC FERENTINO 78 – 91 (1-1)

MOBYT – TRIESTE 73 – 80 (1-1)

(14-24; 32-44; 52-63)

Pallacanestro Ferrara: Huff 4 (1/4, 0/2), Bottioni 2 (1/1), Castelli 10 (2/5, 1/5), Amici 19 (3/9, 3/5), Ferri 8 (0/1, 2/5), Casadei 4 (1/1, 0/2), Pipitone 12 (6/7), Hasbrouck 14 (4/11, 1/4), Bereziartua ne, Sita ne, Verrigni ne, Ghirelli ne. All. Martelossi.

Pall. Trieste 2004: Coronica (0/1), Fossati (0/1), Tonut 22 (3/6, 4/9), Mastrangelo 6 (2/2 da tre), Grayson 2 (1/2, 0/1), Candussi 10 (0/2, 3/3), Carra 9 (1/3, 1/3), Marini 5 (1/2, 1/3), Holloway 14 (6/16, 0/2), Prandin 12 (1/6, 2/3). All. Dalmasson.

 

SERIE B/B Gara 1

TRAMEC CENTO – BASKET LECCO 79 – 85

(19-19; 41-36; 64-53)

Benedetto Cento: Govoni ne, Vitali 3 (0/2, 1/4), Ikangi 4 (2/5, 0/1), Bianchi 21 (7/8, 0/1), Di Trani 18 (1/7, 4/6), Quarisa 9 (4/7 da 2), Demartini 12 (3/3, 1/3), Carretti 6 (3/3 da 2), Cutolo 6 (0/3, 2/6), Cavazzoli ne. All. Albanesi.

Lecco: De Angelis 10 (2/4, 2/4), Andreaus 11 (2/3, 2/4), Mascherpa 21 (5/9, 3/5), Todeschini 10 (2/4, 2/2), Riva ne, Corbetta ne, Dagnello 20 (4/6, 3/4), Pizzul, Piunti 1 (0/3 da 2), Capitanelli 12 (5/7, 0/1). All. Meneguzzo.

Dal paradiso all’inferno in meno di dieci minuti. Dopo tre quarti di partita sempre avanti nel punteggio (68-53 al 32’) Cento spegne la luce, Lecco ne approfitta e sbanca, meritatamente, il parquet della capolista e mercoledì sera avrà sulla racchetta il primo match point per chiudere la serie. Partenza lanciata per i biancorossi, 11-5, con Di Trani autore di 6 punti supportato da Demartini e ospiti ancorati sulle spalle del solo Dagnello, unico a referto per la squadra di coach Meneguzzo. Lecco sorpassa (16-17 al 6’) ma poi Bianchi riporta Cento avanti, 23-19, prima di un break confezionato da Quarisa. Lecco non si scompone e rimane in scia (34-27) poi Todeschini dai 6,75 e un 2/2 di Bianchi dalla lunetta portano le squadre all’intervallo lungo, 41-36. Cento riparte sospinta da Di Trani e Cutolo (48-38) ma Capitanelli riavvicina i suoi sul ‘-3’, prima di 4 punti consecutivi di Bianchi a campo aperto che, sommati, alla tripla di Vitali portano Cento in doppia cifra di vantaggio (62-50 al 28’). Quarisa e Ikangi allargano la forbice ad inizio ultimo quarto, 68-53, ma qui Cento alza troppo presto il piede dall’acceleratore e Lecco ci crede. Prima Mascherpa e De Angelis da oltre l’arco poi al festival delle triple si iscrive anche Andreaus e lo stesso Mascherpa. In 3’ parziale di 18-2 esterno e partita completamente capovolta (70-71 al 34’). Bianchi chiude il parziale ospite (72-71) ma, dopo diversi errori in attacco, Todeschini punisce ancora dai 6,75 prima del canestro di Dagnello, 72-76. Di Trani tiene accese le speranze centesi, 75-76, ma dall’altra parte un’irreale tripla di Mascherpa (17 punti nell’ultimo quarto) fa partire quasi i titoli di coda, 75-79. Lecco trema un po’ dalla lunetta sul fallo sistematico di Cento, ma gli ultimi assalti al ferro dei biancorossi non trovano il fondo della retina. Lecco espugna con merito il PalaBenedetto, 79-85.

CONTADI CASTALDI MONTICHIARI – GAGA’ ORZINUOVI 80 – 52

GSA UDINE – CO.MARK BERGAMO 62 – 70

ETERNEDILE BOLOGNA – URANIA MILANO 67 – 59

(14-14; 30-30; 44-42)

Fortitudo: Candi, Valentini 6, Lamma 11, Iannilli 11, Samoggia 7, Montano 12, Sorrentino, Raucci 8, Carraretto 9, Italiano 3. All. Boniciolli.

Urania Milano: Stijepovic 8, Giovanelli, Marra, Torgano 9, Bazzoli 7, Paleari 26, Sartini, De Bettin 9, Merlati, Pagani. All. Ghizzinardi.

 

SERIE C 1° giornata

Girone A

BIGSTORE ALBA – BROETTO PADOVA 49 – 70

(11-18, 16-34, 28-53)

Alba: Brando 2, Piano 3, Negro 2, Castillo 7, Margheri 5, Eirale ne, Dellapiana 12, Bergui 9, Zanelli 9, Cappello. All. Jacomuzzi.

Padova: Canelo 21, Di Fonzo 16, Busca 11, Pastusena 4, Salvato 2, Schiavon, Gallocchio ne, Contin 4, Berto 3, Lazzaro 9. All. Friso.

ROBUR BK SARONNO – POL. CASTELFRANCO E. 85 – 59

(17-19; 44-32; 64-48)

Saronno: Minoli 4, Corno 17, Mercante 11, Angiolini 4, Leva 5, Rossetti 6, Gurioli 13, Cappellari 14, Taglioretti, De Piccoli 11. All. Piazza.

Castelfranco Emilia: Romagnoli, Tomesani 11, Coslovi 12, Zucchini 8, Sentimenti, Tedeschi 2, Del Papa 18, Marzo, Parma Benfenati 3, Righi 5. All. Boni.

Castelfranco disputa i play off di un campionato nazionale per la prima volta nella sua storia e purtroppo lo deve fare orfana di Tedeschini, che sconta l’ultima giornata di squalifica, e Bastoni, non ancora recuperato dopo la distorsione alla caviglia subita contro Faenza; le rotazioni di Coach Boni sono quindi ridotte all’osso. L’approccio è positivo e il primo quarto viene chiuso avanti di due lunghezze (17-19), frutto delle penetrazioni di Coslovi e dei canestri di Zucchini. Nel secondo periodo, Saronno si rianima trascinata dai rimbalzi in attacco di Cappellari e da qualche errore di troppo biancoverde nella transizione difensiva, così in un amen Castelfranco finisce a -12 all’intervallo. Capitan Del Papa suona la carica e con 5 punti filati riporta Castelfranco sotto di 5 a inizio terzo quarto, ma le gambe iniziano a farsi pesanti e le rotazioni accorciate chiedono il conto facendo mancare ai nostri quell’ultimo guizzo decisivo in attacco e difesa. Senza dimenticare la precisione al tiro dei lombardi che li aiuta a scavare un fosso incolmabile per i nostri, oltretutto in una giornata da polveri bagnate. Nell’ultima frazione Castelfranco molla definitivamente, svuotando la panchina e terminando la partita praticamente con la squadra juniores.

Girone B

7 LAGHI GAZZADA – B.C. TRECATE 76 – 59

(21-18; 40-30; 64-45)

Gazzada: Passerini 14, Garavaglia ne, Biganzoli 2, Spertini 13, Moalli 2, Terzaghi 20, Bertoglio 6, Testa 7, Moraghi 10. All. Garbosi

Trecate: Peroni 11, Scaglia, Amodio, Larizzate 6, Garavaglia ne, Scrocco 9, Gerli 12, Colombo 10, Cantone 3, Gambaro 8. All. Cerina.

ANGELS – RUCKER 72 – 68

(21-17; 37-37; 47-56)

Santarcangelo: Bianchi 5, Pesaresi 26, Fusco ne, Zannoni, Moretti 4, Del Turco 1, Bedetti 17, Rinaldi 6, Saponi 11. All. Tassinari.

San Vendemiano: Masocco 4, Gherardini 3, Rossetto 7, Bovolenta 6, Voltolina 3, Bertolo 9, Bianchini 2, Pin Dal Pos 18, Muner 6, Carlesso 10. All. Volpato.

Girone C

RAGGISOLARIS – CROCETTA 78 – 64

(26-22; 46-39; 63-50)

Faenza: Dalpozzo, Dal Fiume 7, Boero 6, Castellari ne, Silimbani 15, Benedetti 10, Zambrini 20, Troni ne, Zhytharyuk 20, Sangiorgi. All. Regazzi.

Torino: Martina 4, Bonelli 1, Favario 9, Ceccarelli 10, Francione, Rispoli 3, Antonietti F. 8, Antonietti L. 8, Malagoli 21, Ferraris ne. All. Tassone.

Primo quarto molto combattuto con i Raggisolaris che comandano i giochi non riuscendo però a contenere il Crocetta nel tiro dalla lunga distanza. Sono proprio le triple l’arma in più dei piemontesi (ad inizio secondo periodo i tabellini dicono 6/7 dai 6,75 per gli ospiti) grazie alle quali riescono a ricucire un passivo di dieci punti (14-24 all’8’) confezionando un parziale di 14-2 che vale addirittura il sorpasso (28-26). Faenza non subisce il contraccolpo psicologico e risponde con i canestri di Zambrini e di Zhytharyuk e con un gioco corale che vale il 46-39 all’intervallo grazie ad un’azione da tre punti di Silimbani allo scadere. Al rientro in campo i Raggisolaris sono perfetti in difesa, concedendo due soli punti in sette minuti e volando sul 55-41. Torino prova rifarsi sotto fino al 50-60 affidandosi al solo Malagoli in attacco, ma Benedetti spegne i tentativi di rimonta sparando la tripla del 63-50 che profuma già di vittoria. Nell’ultimo quarto i Raggisolaris mantengono costantemente un vantaggio oltre la doppia cifra, chiudendo i conti al 36’ con un gioco da tre punti di Zhytharyuk che scrive la parola fine sul match. Fino all’ultimo secondo le due squadre continuano a dare il massimo, perché ogni canestro può essere decisivo nella differenza canestri in caso di arrivo a pari punti.

TAVONI SASSARI – COCOON LISSONE 71 – 66

(21-17; 37-37; 51-46)

Sassari: Samoggia 10, Spano ne, Pilo 7, Al. Piras, Desole 16, Brembilla 7, Cordedda 16, Pisano 8, Schintu 4, An. Piras 3. All. Carlini.

Lissone: Banchelli ne, Ballarate 15, Collini 8, Donadoni 2, Meromi 5, Formentini 5, Cacciani 13, Danelutti 6, Ruzzon, Squarcina 12. All. Mazzali.

Girone E

BLUKART SAN MINIATO – NPC IMOLA 66 – 65

(14-14, 33-32, 50-55)

San Miniato: Meucci A. 12, Stefanelli 9, Zita 3, Bertolini 22, Latini, Parrini 5, Doveri, Meucci F. 11, Baldi ne, Susini 4. All. Barsotti.

VSV Imola: Pieri 2, Dall’Osso 3, Morara 9, Grillini 8, Di Placido ne, Corcelli 12, Massari 1, Guglielmo 7, Francesconi 3, Porcellini 19. All. Alfieri.

CALLIGARIS CORNO di ROSAZZO – ARGOMM ISEO 78 – 68

(23-24; 45-43; 61-57)

Corno di Rosazzo: Avanzo 7, Bazzaro ne, Tonetti 19, Diviach, Miniussi 10, Vecchiet 5, Miani ne, Franco 9, Braidot 7, Piccini 21. All. Cittadini.

Basket Iseo: A. Leone 9, Coppi 11, Zanini 6, Acquaviva 18, Lorenzetti 11, Cancelli, Saresera, Prestini 7, Veronesi, Crescini 6. All. Leone.

SERIE C Play Out Gara 1

BMR – ASSET BANCA 82 – 73

(22-19, 45-37, 71-48)

Basket 2000 Scandiano: Astolfi 9, Ferrari ne, Brogio 3, Bartoccetti 20, Spaggiari A. 5, Bertolini 16, Pedrazzi, Levinskis 15, Gruosso 6, Germani 8. All. Spaggiari L.

Titans San Marino: Gamberini 4, Saccani 7, Aglio 9, Agostini 10, Cardinali 7, Mazzotti, Benzi 8, Gaggia 7, Biordi 16, Crescentini 5. All. Del Bianco.

Dopo un primo quarto in equilibrio, condotto fino al 15-7 ma con parziale rientro ospite nel finale, gli uomini di Luca Spaggiari premono con decisione sull’acceleratore a partire dal finale della seconda frazione: sul 36 pari, infatti, i bianco-rosso-blu trovano in Bartoccetti l’indiscusso protagonista di un parziale di 9-1 che scava il solco tra le due formazioni. Nella ripresa la Bmr continua a martellare il canestro avversario, mettendo in mostra un ottimo Levinskis (15 punti e 5 rimbalzi in 15’ di utilizzo): il classe 1995 mette la firma sul nuovo break che porta i suoi oltre le 20 lunghezze di vantaggio, poi è un altro baby, Alberto Spaggiari, a fissare il punteggio sul 71-48 del 30’. Nel quarto periodo la Bmr si addormenta e subisce uno 0-13 che sembra riaprire i giochi: a spegnere i sogni di rimonta avversari, sul 71-61, ci pensa capitan Astolfi, con una tripla, utile a svegliare i compagni e a permetter loro di condurre in porto la gara.

MISTER AUTO – NUTI 74 – 82

(21-19; 41-36; 55-57)

Ghepard: Sandrolini 7, Riguzzi 3, Verdi, Nieri 21, Beccaletto 8, Tullio 2, Beccari 10, Botteghi 2, Ghedini 12, Martelli 9. All. Rossi.

BSL S.Lazzaro: Lolli 9, Sabattani, Pulvirenti 3, Binassi 11, Fabbri 3, Fin 20, Bianchi 10, Ottone 4, Chiapparini, Saccardin 22. All. Rocca.

SCIREA – FIORE 60 – 66

(20-18; 35-34; 50-45)

Gaetano Scirea Bertinoro: Solfrizzi En. 4, Poluzzi 8, Liverani ne, Ruscelli 6, Merenda 9, Marisi 5, Fantuzzi, Ricci 14, Godoli 5, Solfrizzi Em. 9. All. Serra.

Fiorenzuola: Verri 19, Galiazzo 3, Moscatelli 9, Avanzini Fa. 7, Castagnaro 14, Sichel ne, Roma 3, Avanzini Fi. 11, Vecchio M., Vecchio P. ne. All. Brotto.

CLIMART ZETA – MADEL BOLOGNA 81 – 75

(25-26; 46-43; 65-56)

Castenaso: Pesino 7, Barbieri M., Venturoli 26, Masini 12, Rizzatti 3, Barbieri A. 6, Galvan 10, Trombetti 17. All. Castelli.

Salus: Bonetti 14, Venturi 3, Nucci 5, Zuccheri, Percan 21, Granata 2, Pellacani 8, Savio 9, Saccà 4, Albertini 9. All. Giuliani.

Fiorenzuola meraviglia, la Magika perde male con la Geas. I risultati della Femminile

Tra sabato 25 e domenica 30 tante gare importanti. In A2 iniziano le due serie finali, mentre in serie B si giocano le gare di ritorno (non è prevista la “bella”, ma la semplice differenza o quoziente canestri)

SERIE A2 Finale Gara1

ALFAGOMMA – GEAS 50 – 65

(11-19; 21-37; 37-49)

Magika Castel San Pietro: Vespignani 5, Bardasi, Capucci 2, Ballardini 22, Santucci Mart., Franceschelli 4, Schieppati, Matic 3, Vitari, Pazzaglia, Brunetti 8, Santucci Mari. 6. All. Seletti.

Sesto San Giovanni: Bonomi ne, Arturi 13, Tognalini 15, Kacerik 5, Galli ne, Picco ne, Gambarini 15, Mazzoleni 3, Beretta, Barberis 12, Laterza 2, Giorgi. All. Zanotti.

MCS HYDRAULICS ARIANO IRPINO – PIRAMIS TORINO 66 – 72

 

SERIE B Play Off Gara2

POLYGLASS PONZANO VENETO – VAL D’ARDA FIORENZUOLA 59 – 69

(15-19; 25-37; 42-55)

Fiorenzuola: Podestà 18, Zagni 10, Rizzi 12, Mascagni, Zane 11, Bertoni 6, Strano 10, Periti 2, Rocca, Ghittoni, Menta. All. Bacchini.

POLISPORTIVA PASTA RIVALTA – SCUOLA BASKET FAENZA 54 – 59

(18-10; 34-35; 41-48)

Faenza: Bandini 11, Cataldo 3, Morsiani L. 11, Zalambani 2, Lolli Ceroni 18, Bravi 6, Cedrini 4, Caccoli 4, Samorè ne. All. Bassi.

Il Beach Park concede il bis, vincendo anche il match di ritorno dei quarti di finale contro la Polisportiva Pasta Torino, volando nelle semifinali degli spareggi per salire in A2. Il prossimo avversario sarà la Cestistica Spezzina Lerici, sfida che inizierà già nel week end del 2-3 maggio.

ACETUM – PANDA 61 – 58

(18-8; 37-22; 47-47)

Cavezzo: Righini, Brevini 14, Bellodi 2, Valenti 11, Balboni, Marchetti 14, Melloni 2, Tardiani 4, Todisco 2, Calzolari 11. All. Bregoli.

Panda Monserrato: Spolitu 15, Barbarossa 21, Bonomo, Astero 18, Stara 3, Maxia 5, Simoncelli 4, Mascaro 2. All. Palmas.

SERIE B

PLAY OUT Gara 2

CERVIA – LAME 35 – 61

(10-18; 21-29; 28-40)

CerviaCesenatico: Pantani 6, Sabbatani, Belli S. 4, Belli E., Giordani 4, Mordenti, Nanni 2, Bonaldo 6, Curra 5, Zavalloni 4, Garaffoni, Varlamova 4. All. Montanari.

Lame: Bardasi 8, Montan 2, Tintorri 9, Melandri, Turroni 3, Lipparini 11, Franceschelli 3, Merighi 4, Bellandi 3, Tosi 7, Pazzaglia 11, Capucci. All. Calandriello.

Ferrara fa l’impresa a Trieste! I risultati di gara1 dei play off di A2

Scattano i play off di A2 col primo turno che coinvolge le squadre dal quinto all’ottavo posto della Gold che affrontano, col vantaggio del fattore campo, le prime quattro della Silver.

ANGELICO BIELLA – BLU BASKET 1971 90 – 83

MONCADA AGRIGENTO – UNIVERSO TREVISO BASKET 102 – 83

FMC FERENTINO – U.S. BASKET RECANATI 91 – 100

TRIESTE – MOBYT 68 – 75

(12-16; 32-33; 49-51)

Pall. Trieste 2004: Coronica 4 (2/4, 0/1), Fossati, Tonut 16 (3/6, 2/6), Mastrangelo 3 (0/2, 1/1), Grayson (0/2, 0/2), Candussi 10 (4/7, 0/2), Carra 11 (2/3, 2/8), Marini (0/2, 0/1), Holloway 20 (7/14, 0/1), Prandin 4 (2/6, 0/3), Norbedo ne, Ferraro ne. All. Dalmasson.

Pallacanestro Ferrara: Huff 9 (2/7, 0/2), Bottioni 2 (1/2), Castelli 10 (2/5, 1/3), Amici 18 (3/6, 3/4), Ferri 9 (0/1, 2/2), Casadei 6 (1/3, 1/2), Pipitone 2 (0/1), Hasbrouck 19 (3/8, 3/8), Benfatto ne, Verrigni ne, Ghirelli ne. All. Martelossi.

Promozione, adesso è il turno dei quarti di finale

Secondo turno dei play off di Promozione e vediamo che la provincia di Piacenza ha perso le sue rappresentanti, Parma ne ha due ancora “vive”, Reggio quattro, Modena (molto bene) quattro, Ferrara (male) zero, Bologna dieci (!), Ravenna tre, Rimini una e, incredibile, Forlì/Cesena zero. Tante le sfide interessanti, ma noi puntiamo su Cus Parma-Schiocchi, Argelato-Francesco Francia e Selene-Cno.

QUARTI Gara1

GIRONI A/B

LA TORRE – REGGIOLO 63 – 59

(14-16, 28-29, 42-42)

La Torre Reggio: Galassi 2, Mazzi G., Passiatore 2, Bochicchio 2, Pezzarossa 9, Mazzi F. 5, Mussini 1, Melli 21, Bertolini 9, Margaria 12, Orlandini, Panciroli ne. All. Spadacini.

Reggiolo: Fregni 8, Torreggiani 3, Pirondini 14, Carnevali, Caramaschi 10, Gambuzzi 14, Mambrini 4, Lombardini, Bosi 6, Verzellesi ne, Arisi ne. All. Notari.

Cresce la posta in palio, crescono anche adrenalina ed emozioni, davanti a una bella cornice di pubblico. Ne esce una sfida equilibrata, tra l’energia giovanile dei grigiorossi (spesso in campo con quintetti di ‘91, ‘92 e ‘95) e l’esperienza degli ospiti, navigati frequentatori della post-season, nonché della serie D. Filippo Mazzi, ben contenuto dalla difesa avversaria nei 40’, apre le danze con una tripla, Pirondini e Bosi rispondono per il Reggiolo. La Torre sembra avere più intensità, ma paga diversi errori ai liberi, tanto che al 10’ la squadra di Notari è avanti di 2 lunghezze (14-16). Dalla lunetta, invece, è molto preciso Gambuzzi, che tiene a contatto i sui nel secondo quarto, quando Melli e Bertolini provano a spingere i cittadini. L’equilibrio non si spezza e una bomba sulla sirena di Caramaschi vale il +1 dell’intervallo (28-29). Se Reggiolo non mette la freccia nel terzo periodo è soprattutto grazie a Melli, che scardina le mosse difensive di coach Notari, segnando 10 punti in altrettanti minuti. Così si arriva al 30’ sul 42-42 e l’impressione è che l’equilibrio si spezzerà solo in volata. Infatti, una tripla di Bertolini e un gioco da tre punti del solito Melli danno alla Torre l’illusione di poter piazzare il break (48-44 al 32’), ma la risposta avversaria è un contro parziale di 10-2, chiuso da 4 punti di Mambrini (50-54 al 36’). Qui, però, arriva la svolta a favore della squadra di Spadacini, che dimostra non solo spirito di gruppo, ma anche un carattere non comune, data la giovane età: Margaria si erge a protagonista e dà la giusta sferzata, con 8 punti consecutivi, compresi i 3 del sorpasso dalla lunga distanza (58-56 al 38’). Melli con una palla recuperata lancia in contropiede Pezzarossa, che segna e subisce fallo, realizzando l’aggiuntivo. A meno di un minuto dal termine, sul 61-56, parrebbero i titoli di coda su un’emozionante partita, ma non è così. Un’altra buona difesa della Torre non basta a fermare Pirondini, che allo scadere dei 24’’ trova da 8 metri una bomba di tabella (61-59). Sulla rimessa Pezzarossa subisce fallo e torna in lunetta, dove la mano è calda, per un preziosissimo e, finalmente, decisivo 2/2 (63-59). Anche perché, con una manciata di secondi sul tabellone, a nulla serve l’antisportivo fischiato allo stesso Pezzarossa per un contatto su Pirondini, in quanto il ferro respinge entrambi i liberi della guardia.

POLISPORTIVA BIBBIANESE – PLANET BASKET 60 – 47

(22-13; 32-28; 45-35)

Bibbianese: Menozzi 3, Zaccaria 13, Salati 3, Reni, Ghirardini 3, Vignali 15, Olivares 2, Bartoli 7, Camurri 9, Farioli 5. All. Reverberi.

Planet Parma: Ruozzi 10, Bozzetto 4, Modica, Giubiesi 12, Titi 5, Centofanti 10, Pignarelli, Vigani 6, Anselmi, Adorni. All. Paletti.

CUS PARMA – SCHIOCCHI BALLERS 59 – 60

(19-21; 27-35; 41-46)

Cus Parma: Pattini 4, Battera 1, Andreoli 9, Bellicchi, Giampellegrini G., Marcucci 5, Imbimbo ne, Bersini 1, Drisaldi 8, Vitali, Marzo 10, Cervi 21. All. Marafetti.

SB Modena: Binotti 2, Zara, Sangermano 2, Marinelli, Righi 11, Minarini 4, Twum 21, Alessandrini 13, Vaccari ne, Sassi, Forghieri 1, Malverti 6. All. Righi G.

Decima di fila per i ragazzi di coach Righi che espugnano il difficile campo del Cus Parma. Inizio determinato dei modenesi che si portano subito sul 2-8, con un Twum incontenibile (21 pti finali) che buca la retina da tutte le posizioni. I ducali non si scompongono e, grazie all’asse Andreoli-Cervi, fanno un controparziale di 11 punti portandosi sul 13-8. I lunghi ospiti si adeguano sul pacchetto lunghi cussino, la difesa si fa più aggressiva sui portatori di palla e il quarzo finisce sul 21-19 esterno. Nella seconda frazione i bianconeri ospiti stringono ulteriormente i bulloni in difesa, grazie all intraprendenza di Malverti (6 pti) e Sassi che francobolla Andreoli andando all’intervallo lungo sul 27-35. La ripresa parte con entrambe le compagini imprecise al tiro, ma salgono in cattedra Alessandrini  (13 pti) e Righi (11 pti) che portano i Ballers sul +11 (35-46) a pochi secondi dalla sirena del terzo quarto, ma qui viene fuori tutto l’orgoglio dei parmensi e, grazie a due triple di Drisaldi e Pattini, di cui l’ultima a fil di sirena, riducono le distanze sul -5 (41-46). L’ultimo periodo si tramuta in una battaglia senza esclusione di colpi, con il Cus che erode punto dopo punto tutto lo svantaggio pareggiando a 20” dalla fine con Marzo, ma, sulla successiva azione, è  Minarini a subire fallo e convertire solo uno dei due liberi. I geminiani si portano sul +1  e la preghiera sottoforma di tripla di Pattini non viene accolta dagli dei del basket fissando sul 59-60 il risultato finale di questa gara molto avvincente giocata con sangue, sudore e lacrime da entrambe le compagini.

CENTRO LATTONIERI – SCANDIANO 52 – 50

(19-10; 31-19; 39-29)

Carpine: Meschiari, Testi 9, Piuca M. 2, Piuca R. 18, Gasparini, Verrini 3, Zanoli 5, Martinelli 7, Iacono, Braglia  8. All. Morettin

Scandiano 2012: Guarino 6, Colacicco 6, Acosta 11, Garofoli 11, Fevola 3, Bigi 2, Guidetti 2, Farioli 1, Scianti, Fontanesi, Ferrarini 8. All. Torreggiani.

Carpi centra la vittoria con un finale al cardiopalma. Partono forte i carpigiani che provano subito a staccare i reggiani, grazie ad un tonico duo Braglia-Piuca che chiude il primo quarto sul 19-10. Seconda frazione caratterizzata da difese arcigne e polveri spente, ma Carpi riesce a rimanere davanti. Dopo la pausa tentativo di rimonta di Scandiano che viene prontamente ricacciata indietro dalle leve carpigiane con Testi&c. Nell’ultima frazione si risveglia tra le file reggiane Acosta e parte la rimonta ospite. Nell’ultimo minuto Carpi segna solo 1/6 ai liberi e Scandiano riesce ad impattare, a 3” dal termine, con due liberi su un fallo suicida di Testi su rimbalzo offensivo. Due su due di Garofoli e 50 pari. Timeout di coach Morettin che disegna la rimessa. Rimessa in attacco, palla a Piuca raddoppiato sulla linea dei tre punti. Giro fulmineo verso il centro, in zona tiro libero, arresto in corsa verso sinistra è solo rete. Il palaITI esplode e Robby Piuca regala così gara 1 alla Carpine.

GIRONI C/D

H4T – MASI 68 – 64

(19-18; 38-38; 53-51)

SP Vignola: Ganugi 18, Badiali, Quartieri, Mariani 4, Pantaleo 12, Zagni 2, Vannini 5, Guidotti 14, Midulla, Franchi 13, Malagodi. All. Smerieri.

Masi Casalecchio: Campazzi 5, Penna 7, Castaldini G. 9, Sechi 18, Dalla, Forni 5, Barilli 14, Manferdini 4, Bertacchini, Masi 2, Castaldini T. All. Guidetti.

Per oltre trenta minuti la Masi ha sognato l’impresa a Vignola (massimo svantaggio sul 49-41), ma, sul 53-55, un parziale di 10 a 0 faceva la differenza. Nel finale, sul 65-62, Giacomo Castaldini veniva beffato dal ferro sulla tripla del possibile pareggio, poi 1/2 di Pantaleo dalla lunetta, 2/2 di Sechi (66-64) e liberi decisivi, ancora di Pantaleo, per il 68-64 della sirena.

ARGELATO – F.FRANCIA 43 – 59

(12-8; 23-23; 40-44)

Argelato: Leonelli 8, Benassi 14, Rossi 2, Risi, Fontanella 4, Gadani 9, Accorsi, Campanile 4, Fabulli, Nannetti 2. All. Iattoni.

Francesco Francia Zola Predosa: Galli 11, Bosi 3, Migliori 4, Masina 3, Brochetto D., Pagano, Gamberini 11, Guerrato 4, Zini 3, Cilfone 11, Barilli 6, Lenzi 2. All. Brochetto L.

STEFY BASKET – MONTEVENERE 2003 59 – 68

(15-16; 26-30; 48-43)

Stefy: Dozza 2, Carosi 10, Benetti 3, Francia 10, Poli, Gagliardi 4, Suero, Tradii 9, Evangelisti 8, Mannini 3, Agnoletti 10. All. Scandellari.

Montevenere: Venturi 8, Romano 16, Gironi 3, Ottani 3, Ugliola, Truppi 5, Veronesi 11, Brazioli 2, Costa 6, Zappoli 14. All. Orefice.

IMMOBILIARE 2000 – PIUMAZZO 2002 72 – 45

(21-13; 34-23; 60-31)

Giardini Margherita: Alaimo 10, Grassitelli 13, Marcelli 1, Florio 3, Stefani 6, Grandi 2, Brina 8, Pierini 13, Carafa 7, Vittori Antisari 9. All. Lanzi.

S.P. Piumazzo: Lupato, Demartini 10, Luppi 6, Valenti 2, La Rocca 3, Cavani 9, Broda, Di Bona 7, Selmi 2, Verdoliva 4, Stanzani 2. All. Vannini.

Partita dominata dai padroni di casa, con Piumazzo che ha pagato le assenze di Baroni e Montorsi. Da segnalare soltanto il massimo vantaggio interno (70-37) e la reazione delle seconde linee modenesi nel finale.

GIRONI E/F

PARTY & SPORT – FAVENTIA 86 – 54

P&S Ozzano: Fioravanti 6, Capra 5, Leale 16, Marchi 18, Fierro 7, Zerbini 4, Lazzari 7, Pierantozzi 4, Zanaroli 7, Avallone 12. All. Nannetti.

Faventia Faenza: Di Giulio 3, Ceroni, Graziani 2, Conti 13, Ramadhani 2, Boattini 1, Ercolani 7, Presicce 13, Buti, Morsiani 13. All. Morigi.

GIALLONERO – RUSSI 44 – 51

(14-12; 28-20; 38-29)

Giallonero Imola: Villa 3, Vicentini 6, Ragazzini 6, Nanetti ne, Spoglianti 2, Biancoli 7, Vannini 6,Calamelli ne, Campomori 6, Remondini 8. All. Creti.

BC Russi: Montanari 7, Bellanti G. ne, Bramante, Babini 8, Bellanti M. 2, Beghi 2, Bassi, Canali 5,Venturini 14, Bagioni 2, Santo 11.All. Milandri.

Pazzesca partita al Pala Ruggi di Imola dove il BCR, spinto da quasi cento tifosi giunti al seguito, centra un’impresa recuperando dal -12 di inizio quarto periodo e andando a sconfiggere il Giallonero Imola per 51-44. Gli uomini di coach Milandri si sono ribellati al proprio destino e, presi per mano da un sontuoso Venturini, hanno rimontato punto su punto mettendo la freccia sul finale e andando a conquistare il primo punto di una serie che si preannuncia più avvincente che mai. Erano proprio gli ospiti a scattare meglio dai blocchi: dopo un po’ di nervosismo iniziale erano le bombe di Venturini e Montanari a scavare un primo mini-break, rintuzzato dai padroni di casa grazie all’ingresso in campodel baby Campomori che con sei punti consecutivi consentiva ai suoi di chiudere avanti 14-12 al primo intervallo. Nel secondo quarto la partita proseguiva sui binari dell’equilibrio fino a che Remondini non saliva in cattedra spostando l’inerzia verso i padroni di casa che, sfruttando anche un antisportivo di Babini, andavano negli spogliatoi sopra di otto lunghezze sul 28-20. Il canestro di Bellanti M. dalla media apriva il terzo quarto ma Imola era brava a gestire il vantaggio, anzi, con le bombe di un magistrale Vicentini e di Ragazzini riusciva a guadagnare un altro punticino arrivando a +9 al 30′. Il canestro di Vannini dai 6.75 in apertura di quarto periodo da il massimo vantaggio agli imolesi che sembrano vicino al punto dell’1-0, ma il BCR si scuote e cambia completamente faccia, chiudendo ogni via al canestro per i gialloneri: Beghi cancella Vicentini e tocca a Venturini con due pazzeschi canestri da tre punti riaprire la gara, seguito poi da Canali e da Babini per il +4 ospite. Il secondo antisportivo dello stesso numero 7 russiano mandava in lunetta Villa che faceva solo 1/2 e la tripla di Vicentini per il pareggio era cortissima: dalla lunetta non tremavano le mani del capitano biancoblù e di Santo e, così, gli uomini di coach Milandri potevano festeggiare insieme ai propri tifosi un successo davvero insperato.

TITANS OZZANO – MEDICINA BASKET 2007 70 – 68

(18-22; 32-41; 51-54)

Titans Ozzano: Finessi 15, Passarelli ne, Rossi 5, Tuccillo 9, Gamberini 7, Boletti 8, Paolucci, Gardotti ne, Zitelli 8, Ungaro 5, Nannoni 13, Minoccheri. All. Torrella.

Medicina 2007: Buresti 11, Lenzarini 18, Guccini 6, Pinardi 3, Magli 14, Buscaroli 2, Martelli 2, Lorenzini 6, Dall’Olio 6, Randazzo. All. Bandini.

SELENE BK S.AGATA – CNO SANTARCANGELO 59 – 63

(15-15; 30-28; 42-41)
Sant’Agata sul Santerno: Tagliaferri ne, Merendi ne, Gaddoni 8, Pirazzini 6, Sgalaberna 25, Fabbri, Simoni, Foronci 3, Baldrati 5, Pantani 3, Totaro 9. All. Colombi.

Santarcangelo: Rasponi 2, Lucchi 16, Donati 4, Ricci, Fornari 2, Calisesi 7, Tinè, Tommasini 20, Nicoletti 9, Tassinari 3. All. Morri.

Alla 4 Torri, in volata, la finale del “Trofeo Ferrari”

DESPAR – MISTER AUTO 84 – 80
(17-17; 40-40; 67-57)
4 Torri Ferrara: Burresi 7, Bertocco ne, Fenati 12, Brandani 11, Parmeggiani 12, Lugli 16, Martini, Ardizzoni ne, Pasquini 10, Magni 2, Agusto 14. All. Cavicchioli.
Ghepard: Frabetti ne, Sanna ne, Riguzzi 13, Verdi, Nieri 17, Beccaletto 8, Rossi ne, Beccari 10, Scagliarini ne, Botteghi 10, Ghedini 22, Martelli. All. Rossi.

La 4 Torri Ferrara vince meritatamente la prima edizione del “Trofeo Ferrari” – Coppa Emilia Romagna, manifestazione partita a settembre e che coinvolgeva tutte le formazioni iscritte alla serie C e alla C Regionale. Davanti al proprio pubblico, gli estensi hanno superato la Ghepard per 84-80 grazie ad un’ottima prestazione collettiva (sei in doppia cifra).
La cronaca: dopo le prime schermaglie (6-6 al 4′), i gialloneri ospiti tentavano il primo allungo (8-12), subito, però, rintuzzato dalla Despar (17-17). Era Ghedini a trascinare la Mister Auto al primo allungo (17-23 all’11) e, poi, Riguzzi firmava il +8 sul 21-29. Era la giovane ala Fenati, però, a fare da gustafeste (10 punti nel periodo) e, assieme a Lugli ed Agusto, trascinava i granata alla nuova parità a quota 40.
Nella ripresa gli ospiti tentavano l’ennesima fuga (42-51 al 23′), ma tre bombe di Brandani davano il la per la rimonta della 4 Torri che sorpassava sul 59-57 (canestro di Agusto) e toccava il massimo vantaggio, in apertura di ultima frazione, sul 69-57. Nieri e Ghedini non si davano per vinti e, a poco meno di quattro minuti dalla fine, il tabellone segnalava un sorprendente 74-75. Sul 76-75, a centodieci secondi dal gong, una possibile infrazione di 24″ dei padroni di casa, si trasformava in un rimbalzo vincente di Fenati (78-75). Determinante un assist di Lugli per Pasquini a -29″ (80-76). Poi, dopo la tripla della disperazione di Riguzzi a 2″ dalla fine (82-80), era il play-guardia Lugli a realizzare i liberi della staffa.

Reggiana e Bsl, negli Under 17, non sbagliano. I risultati delle Giovanili

Nel week end giovanile segnaliamo, negli Under 17, le due gare di martedì 28 e cioè Reggiana-Olimpia e BSL-Stamura. Negli U15 fari puntati su Fortitudo 103-Masi.

UNDER 17 FASE INTERREGIONALE 7° giornata

GIRONE A

VIRTUS PALL. BOLOGNA – VIS 2008 116 – 66

(44-27; 73-44; 88-60)

Virtus Bologna: Graziani 7, Orsi 4, Gianninoni 6, Oxilia 22, Ballanti 5, Ranocchi 4, Conti 20, Mandini 4, Rubbini 14, Rossi 18, Cerulli 3, Penna 9. All. Consolini.

Vis Ferrara: Brilli 6, Rossi 2, Verni, Volpin, Mastrangelo 10, Fiore 11, Caselli, Grazzi 12, Oseliero 2, Bianchi 4, Cervellati 12, Vivarelli 7. All. Franchella.

MOLECOLA DON BOSCO CROCETTA – PALL. CANTU’ 49 – 70

AURORA DESIO – AUTHOS PALL. MONCALIERI 59 – 77

CLASSIFICA
PMS Torino 12; Virtus Bologna 10; Desio, Cantù 6; Vis Ferrara, Don Bosco Crocetta Torino 4.

GIRONE D

AMICI PALL. UDINESE – ZAPI PETRARCA 50 – 97

PALL. REGGIANA – OLIMPIA MILANO 65 – 59

PALL. TRIESTE – PALL. BIELLA 63 – 70

CLASSIFICA
Petrarca Padova 12; Reggiana 10; Olimpia Milano, Biella 8; Trieste 4; A.P.Udine 0.

GIRONE E

BSL SAN LAZZARO – CAB STAMURA ANCONA 70 – 52

(21-12, 40-23, 53-36)

San Lazzaro: Baietti 3, Agriesti 4, Cinti 5, Woldetensae 23, Annunzi 4, Zambonelli 2, Zambon 2, Scandellari 2, Puntolini 10, Degli Esposti Castori 3, Curti, Pezzano 12, All. Comastri.

Ancona: Orlandini, Mancini 8, La Piscopia, Pajola 23, Camilletti 4, Cinti, Bolognini 2, Urbinati, Naspi 3, Monteriù 5, Di Battista 4, Andrenacci 3, All. Ferri.

VICTORIA LIBERTAS PESARO – CARISMI DON BOSCO LIVORNO 81 – 62

CIESSE LEGNAIA – BASKET RIMINI CRABS 63 – 60

(10-20; 23-36; 45-52)

Olimpia Legnai: Garbin 6, Ademollo S. 10, Cambi 14, Masi, Dozzani 9, Cortese 4, Dondoli, Fusillo, Ademollo A. 13, Mazzetti, Andrei, Calosci 7. All. Giunti.

Crabs Rimini: Meluzzi 13, Provesi 15, Demaio, Galassi 3, Clementi ne, Casadei, Succi 3, Suarez 6, Moffa, Baldassarri, Signorini 14, Mavric 6. All. Gandolfi.

CLASSIFICA
Don Bosco Livorno, VL Pesaro 10; Bsl San Lazzaro 8: Crabs Rimini, Stamura Ancona 6; Olimpia Legnaia 2.

UNDER 15 25° giornata

VIS 2008 – VIRTUS PALL. BOLOGNA 61 – 115

FULGOR LIB. BK FORLI’ – BASKET SAVE MY LIFE 34 – 90

GINNASTICA FORTITUDO – INSEGNARE BK RIMINI 55 – 71

FORTITUDO BOLOGNA 103 – POL. GIOVANNI MASI 75 – 51

CASTIGLIONE MURRI BK – PALL. REGGIANA 77 – 85

CLASSIFICA
Virtus Bologna 44; Bsl San Lazzaro 42; SG Fortitudo Bologna 32; Fortitudo 103 Bologna, I.B.R. 26; Masi Casalecchio 22; Crabs Rimini, Castiglione Murri Bologna 20; Reggiana 14; Vis Ferrara 4; FulgorLibertas Forlì 0.

UNDER 14 23° giornata

GIRONE A

VIS 2008 – POL. GIOVANNI MASI 56 – 64

PALL. REGGIANA – VICO BASKET 04/05/2015 – 19:30

LIBERTAS FIORANO – BENEDETTO 1964 13/05/2015 – 19:00

PALL. NOVELLARA – VIRTUS PALL. BOLOGNA 69 – 72

NUOVA PSA MODENA – F.FRANCIA PALL. 51 – 60

(14-12; 27-28; 39-41)

PSA: Taroubi, De Feo, Pierri, Naletto 20, Scaringella 9, Pavesi 4, Silvestri, Zanti, Ekwueme 10, Fortini 8. All. Lunghini

Francia: Brunetti 8, Greco, Venuto, Biolchini, Balducci 8, Tosto 2, Vivarelli 7, Bondi, Behzasi, Malemutti, Yarupersu 7, Venturelli 28. All. Canciani.

Cade nel finale la PSA che vede sfumare proprio nell’ultima frazione di gioco una vittoria ampiamente a portata di mano. Modenesi subito in palla, con Naletto sugli scudi e minimo vantaggio modenese. I bolognesi hanno però il merito di non mollare e per alcune disattenzioni della difesa dei padroni di casa sorpassano per la prima volta sulla sirena della pausa lunga. Alla ripresa del gioco la PSA comincia a litigare con il canestro, i bolognesi aumentano la pressione difensiva ma nessuno delle due compagini riesce a scappare via. La gara va avanti con contini sorpassi e contro sorpassi, ma nel finale la difesa modenese cala di intensità, la Pallacanestro Francia ne approfitta per chiudere definitivamente la pratica a proprio favore, e per la PSA resta il rammarico per i due punti buttati via.

GINNASTICA FORTITUDO – POL. PIACENZA CLUB 82 – 37

CLASSIFICA
Reggiana* 40; Virtus Bologna 38; S.G. Fortitudo Bologna* 34; S.B. Ferrara* 30; Masi Casalecchio 28; Piacenza BC 26; Novellara 20; Vis 2008 Ferrara 18; PSA Modena, F. Francia Zola 12; Benedetto 1964 Cento* 8; Vico Parma*, Fiorano* 2.

1 2 3