Monthly Archives: ottobre 2016

Serie B, sorridono soltanto Baltur e Raggisolaris

SERIE B/B 5° Giornata

BROETTO PADOVA – RUCKER SANVE SAN VENDEMIANO 78 – 80

ARGOMM ISEO – TRAMAROSSA VICENZA 78 – 69

AGRIBERTOCCHI ORZINUOVI – VIVIGAS COSTA VOLPINO 80 – 63

REKICO FAENZA – AURORA DESIO 94 70 – 63

(17-17; 34-32; 50-53)

Faenza: Perin 10, Boero 8, Silimbani 8, Donadoni 11, Benedetti 2, Casadei 5, Iattoni 13, Agriesti ne, Pini 13, Di Coste. All. Regazzi.

Desio: Buzzini 3, Politi 21, Negri 12, Poggi 2, Mazzoleni 8, Valentini 6, Parma ne, Verri 3, Casati 8, Albique. All. Villa.

La legge del PalaCattani non fa sconti. La Rekico supera Desio al fotofinish e conquista la terza vittoria consecutiva in altrettante partite, soffrendo fino all’ultimo. L’unica nota negativa della serata è l’infortunio alla spalla occorso a Benedetti: nella giornata di lunedì si conosceranno meglio le sue condizioni fisiche.

La partita stenta a decollare sin dai primi minuti, con Desio che dimostra di avere tanto carattere non permettendo mai alla Rekico di piazzare il break. Faenza dimostra infatti di avere l’inerzia del match nelle mani non riuscendo però mai a sfruttarla e così al primo riposo il punteggio è di 17-17. Nel secondo periodo ci prova Donadoni con cinque punti consecutivi a far mettere la freccia ai suoi, ma il 32-24 è un fuoco di paglia, perché Desio arriva all’intervallo sotto di sole due lunghezze: 34-32. L’Aurora acquista fiducia e al rientro in campo mette in difficoltà la Rekico, colpendola con Politi sotto canestro e difendendo con grande attenzione, tanto da ribaltare il match portandosi sul 48-46. La Rekico è in crisi di idee e mostra troppo nervosismo trovandosi sempre ad inseguire, finendo anche sotto di 5 punti in diverse occasioni senza riuscire mai a rialzare la testa. Negli ultimi tre minuti però il “cuore Raggisolaris” fa saltare il banco. Perin avvia la rimonta dalla lunetta con un 2/2, poi Boero spara la tripla del sorpasso: 63-61 a 1’40’’ dalla fine. Politi riporta Desio in parità e per Faenza è tutto da rifare. Ancora Boero colpisce dalla lunga distanza a -47’’ per il 66-63, facendo esplodere di gioia il PalaCattani. Proprio il tifo annebbia le idee a Mazzoleni che dalla lunetta sbaglia entrambi i liberi a 18’’ dalla fine, poi fallo sistematico su Perin e Boero che dalla “linea della carità” firmano il 70-63 finale.

BASKET LECCO – PALLACANESTRO PIACENTINA 79 – 68

(24-17; 46-36; 65-51)

Lecco: Fumagalli 3, Peroni 16, Todeschini 3, Brambilla, Siberna 10, Balanzoni 16, Urbani 5, Piva ne, Quartieri 19, Spera 7. All. Meneguzzo.

Piacenza: Sanguinetti 7, Soragna 5, Rezzano 18, Guerra ne, Tempestini 4, G. Samoggia 12, Banti 4, Leonzio 11, M. Samoggia 3, Magrini 4. All. Steffè.

Arriva a Lecco la seconda sconfitta stagionale per la Bakery, costretta a cedere il passo all’arrembante Gimar padrona di casa al termine di una sfida davvero impegnativa tanto a livello fisico quanto mentale. Lecco ha mostrato una solidità ed una fame notevoli, eppure preventivabili dopo il risicato KO rimediato nella giornata precedente contro la forte Co.Mark Bergamo; dal canto suo Piacenza non è riuscita ad opporsi al meglio all’esuberanza dei lombardi, eccezion fatta per l’infruttuoso tentativo di rimonta dell’ultimo quarto.

L’avvio piacentino sembra incoraggiante: spinta dal calore della cinquantina di tifosi giunti in riva al lago la formazione biancorossa si porta presto in vantaggio sul 5-8. E’ però un fuoco di paglia, perché uno scatenato Quartieri inizia a scaldare la mano dalla lunga distanza spingendo i suoi fino al +9, prima che capitan Soragna fissi il tabellone sul 24-17 di fine primo quarto. La musica non cambia affatto nel secondo quarto, nel quale Lecco gioca con una sicurezza invidiabile mentre la Bakery prova a contenere il divario, fissato comunque sulle dieci lunghezzi alla sirena di metà partita. La partita prende una piega anche peggiore nel corso della terza frazione, nella quale i locali toccano addirittura i 16 punti di vantaggio verso la sirena finale: la Bakery tocca il fondo e prova a risalire immediatamente, alzando l’intensità del proprio gioco negli ultimi minuti. La riscossa alle intenzioni fa seguire i fatti, ed ecco, quindi, i biancorossi riguadagnare terreno azione dopo azione stringendo le maglie difensive ed alzando le percentuali al tiro. Si arriva sul 72-68 quando manca poco più di un minuto alla fine: Lecco però non ci sta e piazza un 7-0 mortifero nel quale aggiunge anche una stoppata poderosa in contropiede ed una schiacciata per far partire i titoli di coda.

BALTUR CENTO – URANIA BASKET MILANO 78 – 60

(22-19; 35-29; 65-42)

Benedetto Cento: Chiera 18, Andreaus, Bianchi 6, Bedetti 11, Benfatto 8, Pignatti 20, D’Alessandro 3, Brighi 3, Botteghi 4, Caroldi 5. All. Giordani.

Urania Milano: Sedazzari, Ferrarese 11, Restelli 3, Paleari 13, Spinetto ne, Bartoli 10, Lazarov ne, Gorla 6, Ingrosso 4, Tortù 13. All. Montefusco.

La Baltur ottiene la seconda vittoria consecutiva contro la Hikkaduwa, al termine di una partita solida e condotta dal primo all’ultimo possesso, che consente ai biancorossi di tornare in vetta alla graduatoria pur se con altre tre squadre, con la complicità del colpo esterno di San Vendemmiano sul campo di Padova. L’avvio di Cento è dei più promettenti: Pignatti mette subito le cose in chiaro con cinque punti consecutivi, Tortù e Paleari riportano Milano in scia ma il successivo parziale di 10-0, ispirato da Bedetti e Benfatto, mette la doppia cifra tra le due formazioni (15-4, al 5′). L’Urania accorcia le distanze tra la fine del primo quarto e l’inizio del secondo, impatta a quota 22 con Bartoli, ma poi scivola nuovamente a -11 nel momento in cui Bianchi la ricaccia indietro (35-24, 17′). A campi invertiti la Hikkaduwa riduce le distanze col solito Paleari (37-31), ma la Baltur risponde con un break di 27-6, aperto da Pignatti e proseguito da dieci punti in fila di Chiera. Raggiunti i 27 punti di vantaggio (64-37), Cento alza il piede dall’acceleratore e Milano limita il passivo, con scarto finale fissato a diciotto lunghezze e pubblico locale in festa per la netta vittoria e la prestazione di un collettivo in cui tutti e dieci gli effettivi a disposizione di coach Giordani passano almeno 13′ sul parquet, ma il titolo di MVP va a Luca Pignatti: 20 punti (con l’80% dall’arco), 8 rimbalzi e 5 assist in 26′, a cui sfugge il 10 in pagella solo per la percentuale ai tiri liberi (0/3).
Da segnalare, a fine gara, l’allestimento di uno schermo in mezzo al campo, tramite il quale è stato proiettato il progetto relativo all’ampliamento dell’impianto, illustrato dai progettisti: un momento introdotto dal Presidente Gianni Fava e reso ancor più solenne dalla presenza di Fabrizio Toselli, Sindaco di Cento.

SU STENTU SESTU – PALLACANESTRO CREMA 59 – 71

BMR – CO.MARK 75 – 81 dts

(25-17; 42-31; 49-47; 68-68)

Basket 2000 Scandiano: Malagutti 17, Salami ne, Ferrari ne, Bertolini 4, Farioli 9, Astolfi, Veccia 4, Pugi 14, Germani 9, Chiappelli 18. All. Tinti.

BK Bergamo 2014: Berti 9, Panni 19, Milani 15, Ghersetti 24, Chiarello 2, Pullazi 6, Bedini, Squeo, Planezio 3, Oliva ne. All. Ciocca.

ìPrimo stop interno stagionale per la Bmr, che conduce 30’ prima di lasciare spazio a Bergamo, rimontare e portare la contesa al supplementare, dove però gli ospiti hanno la meglio.

La squadra di Tinti allunga nel finale di primo quarto, trascinata da Chiappelli (10 punti, 4/4 al tiro, 2 rimbalzi e 2 recuperi nei primi 10’) toccando il +9 sul 23-14; i padroni di casa spingono sull’acceleratore anche all’inizio del secondo periodo, arrivando fino al 39-22 grazie ad una tripla di Malagutti: Bergamo, però, si affida a Ghersetti e risale fino al -8, salvo poi andare negli spogliatoi con undici lunghezze da recuperare per merito di Germani, che a 16” dalla sirena di metà gara scocca la bomba del 42-31. Gli ospiti si avvicinano ulteriormente ad inizio ripresa, toccando due volte il -5, ma venendo ricacciati indietro in entrambe le occasioni da Pugi; Ghersetti, però, è scatenato e con uno show in solitaria costringe la panchina della Bmr al timeout sul 49-46, viatico al 49-47 del 30’. Nell’ultima frazione Bergamo allunga e la Bmr sembra dover alzare bandiera bianca sul -7 (54-61) seguito ad un fallo tecnico avverso; gli uomini di Tinti, però, non si perdono d’animo ed una tripla di Malagutti li riporta avanti a meno di due minuti dal termine (64-63).  Pugi firma il 66-63 con una conclusione nell’area pitturata, poi Milani fa 1/2 dalla lunetta, ma Bergamo conquista il rimbalzo in attacco, colpendo da tre con Panni (66-67). Bertolini, fermo finora a 2 punti, trova la conclusione del 68-67 che illude la Bmr, poi Ghersetti firma la parità allo scadere facendo 1/2 ai liberi. Nel supplementare Bergamo va subito avanti e non si fa più riprendere, chiudendo la contesa sul 75-81.

CLASSIFICA

P G V P
Agribertocchi Orzinuovi 8 5 4 1 80.0
Baltur Cento 8 5 4 1 80.0
Broetto Virtus Padova 8 5 4 1 80.0
CO.MARK Bergamo 8 5 4 1 80.0
GIMAR Basket Lecco 6 5 3 2 60.0
Bmr Basket 2000 Reggio Emilia 6 5 3 2 60.0
Pallacanestro Crema 6 5 3 2 60.0
Rekico Faenza 6 5 3 2 60.0
Bakery Piacenza 6 5 3 2 60.0
Hikkaduwa Milano 4 5 2 3 40.0
Tramarossa Pall. Vicenza 2012 4 5 2 3 40.0
Vivigas Alto Sebino 4 5 2 3 40.0
Argomm Basket Iseo 2 5 1 4 20.0
Rucker Sanve San Vendemiano 2 5 1 4 20.0
Pallacanestro Aurora Desio 0 4 0 4 0.0
Accademia Su Stentu Sestu 0 4 0 4 0.0

SERIE B/C 5° Giornata

S.MICHELE MADDALONI – VIRTUS CASSINO 72 – 87

BALLETTI PARK HOTEL VITERBO – SPORT E’ CULTURA PATTI 58 – 70

LA META TERAMO – PLANET BASKET CATANZARO RINVIATA

STELLA AZZURRA ROMA – SIMPLY VIS NOVA ROMA 73 – 63

ZANELLA BASKET CEFALU’ – LUISS ROMA 89 – 76

PALLACANESTRO PALESTRINA – BASKET SCAURI 75 – 68

VIRTUS VALMONTONE – GLOBAL SISTEMI 103 – 92

(21-16, 49-35, 77-68)

Valmontone: Guarino 21, Di Ianni 2, Reali 15, Saletti 2, De Fabritiis 18, Caceres, Martino 4, Bisconti 26, Alamo, Di Francesco ne, Carrizo 15. All Origlio.

Tigers Forlì: Forti, Rombaldoni 9, Fontecchio 19, Myers 25, Giovara 18, Bartolucci, Agatensi, Biffi 2, Ghirelli 17, Cicognani 2. All. Di Lorenzo.

BASKET BARCELLONA P. DI GOTTO – CILENTO BASKET AGROPOLI 73 – 63

CLASSIFICA

P G V P
Citysightseeing Palestrina 10 5 5 0 100.0
Air Fire Virtus Valmontone 10 5 5 0 100.0
Cuore Napoli Basket 8 5 4 1 80.0
ASD LUISS Roma 8 5 4 1 80.0
Basket Barcellona 6 5 3 2 60.0
BPC Virtus Cassino  6 5 3 2 60.0
Teramo Basket 1960 4 4 2 2 50.0
Basket Scauri 4 5 2 3 40.0
Zannella Basket Cefalù 4 5 2 3 40.0
Sport è Cultura Patti 4 5 2 3 40.0
Vis Nova Simply Roma 4 5 2 3 40.0
Stella Azzurra Roma 4 5 2 3 40.0
Mastria Vending Catanzaro 2 4 1 3 25.0
Tigers Global Sistemi Forlì 2 5 1 4 20.0
MecSan Maddaloni 2 5 1 4 20.0
Balletti Park Hotel Viterbo 0 5 0 5 0.0

SERIE B/D 5° Giornata

GLOBO CAMPLI – GOLDENGAS SENIGALLIA RINVIATA

IL GLOBO ISERNIA – DYNAMIC VENAFRO 64 – 53

XL EXTRALIGHT MONTEGRANARO – NTS INFORMATICA RIMINI RINVIATA

ALLIANZ SAN SEVERO – NUOVA PALL. MONTERONI 81 – 63

LIONS BASKET BISCEGLIE – AMATORI PESCARA 64 – 62

WERE BASKET ORTONA – PU.MA. TRADING TARANTO 74 – 72

GIULIANOVA BASKET 85 – PORTO S.ELPIDIO BASKET 74 – 82

VAL DI CEPPO BASKET PERUGIA – BAWER MATERA RINVIATA

CLASSIFICA

P G V P
Globo Infoservice Campli 8 4 4 0 100.0
Lions Basket Bisceglie 10 5 5 0 100.0
Malloni Basket P.S. Elpidio 8 5 4 1 80.0
XL Extralight Montegranaro 6 4 3 1 75.0
Etomilu Giulianova 6 5 3 2 60.0
Allianz Pazienza Cestistica San Severo 6 5 3 2 60.0
NTS Informatica Rimini 4 4 2 2 50.0
Olimpia Bawer Matera 4 4 2 2 50.0
Amatori Pescara 4 5 2 3 40.0
Were Basket Ortona 4 5 2 3 40.0
Pu.Ma. Trading Basket Taranto 4 5 2 3 40.0
Il Globo Isernia 4 5 2 3 40.0
Sicoma Valdiceppo Perugia 2 4 1 3 25.0
Goldengas Pallacanestro Senigallia 2 4 1 3 25.0
Quarta Caffè Monteroni 2 5 1 4 20.0
Al Discount Venafro 0 5 0 5 0.0

La Matteiplast vince a Castellamare. Serie B, Faenza espugna Reggio, all’Aics il derby di Forlì

A2/B 4° Giornata

VELCOFIN VICENZA – MADDALENA VISION PALERMO 87 – 23

PFF GROUP FERRARA – DELSER-CRICH UDINE 56 – 48

(9-18; 17-23; 31-35)

Ferrara: Hanson 2, Cecconi, Cupido 14, Diene 8, Miccio 17, Santarelli 9, Missanelli, Viviani ne, Ramò 2, Zussino 2, Furlani 2. All. Chimenti.

Udine: Bianco 6, Beltrame 1, Petronio ne, Mancabelli, Sturma 4, Mio ne, Vicenzotti 14, Zanelli ne, Pontoni ne, Da Pozzo 10, Rainis 4, Ofomata 7. All. Medeot.

DEFENSOR VITERBO – RITTMEYER BRUGG MARGHERA 37 – 50

BASKET FEMMINILE STABIA – MATTEIPLAST BOLOGNA 55 – 60

(8-18; 26-33; 36-41)

Castellamare di Stabia: Innocenti 3, Giuseppone 8, Potolicchio 15, Gallo 13, Di Costanzo 7, Minervino 4, O’Dwyer 5, Ortolani, De Rosa, Tagliaferro, Scala ne. All. Massaro.

Progresso: Franceschelli 5, Dall’Aglio 8, Tava 6, Mini 7, Cadoni 6, Meroni 4, D’Alie 13, Nannucci 11, Cordisco, Occhipinti. All. Andreoli.

SALERNO BASKET 92 – INFA CIVITANOVA MARCHE 67 – 73

ECODENT VILLAFRANCA – FANOLA-ONETECH S. MARTINO 60 – 62

CLASSIFICA

Matteiplast Bologna, Marghera 8; Civitanova, Vicenza, San Martino di Lupari 6; Bonfiglioli Ferrara 4; Villafranca, Palermo, Viterbo, Udine, Castellamare 2; Salerno, Pordenone 0.

SERIE B 5° Giornata

TIGERS PARMA BASKET ACADEMY – ACETUM 48 – 75

(8-27, 24-39, 38-58)

Tigers Parma: Trolli, Voltolini, Andriani 1, Piedimonte 3, Bianchi 2, Pederzolli 4, Aiello 9, Malini, Borsa 7, Parizzi, Hurley 18, Vettori 4. All. Martinelli.

Cavezzo: Righini 3, Bocchi 7, Zanoli 5, Balboni 6, Marchetti 9, Melloni 2, Bernardoni 18, Costi 12, Calzolari 8, Bellodi 5. All. Bregoli.

ITALGOMMA – B.S.L. 62 – 58

Magik Parma: Corsini 4, Petrilli 13, Tringale 1, Molinari 10, Tomassetti 3, Trevisan 4, Bertolotti 3, Vaccari 16, Minari M. 2, Pavarani 2, Zoni 4, Minari C. All. Lopez.

San Lazzaro: Raffaelli, Magliaro 3, Talarico 16, D’Auria, Gorla 9, Zarfaoui 6, Nicolazzo 1, Melchioni 20, Landuzzi, Panighi 1, Malandra 2. All. Dalè.

L’Italgomma mantiene l’imbattibilità casalinga dopo una partita dai due volti. Il primo è quello di una squadra capace in tre quarti di imbrigliare i migliori terminali offensivi Gorla e Talarico e di costruire piano piano, pur con ampie rotazioni, un discreto vantaggio arrivato anche a quindici lunghezze. Il secondo di una squadra appagata che gioca l’ultimo periodo con troppa sufficienza pensando che la partita fosse già in tasca e in questo sport non c’è errore più grande. Infatti Melchioni e Talarico nell’ultimo periodo non si arrendono e, punto dopo punto, recuperano lo svantaggio fino al canestro inventato da Molinari sul finale di gara che regala una, comunque, meritata vittoria alle bianco blu.

LIBERTAS BASKET ROSA FORLI – A.I.C.S. BASKET FORLI’ 51 – 60

RIMINI HAPPY BASKET – BK CLUB VALTARESE 2000 34 – 73

BASKET TRICOLORE – SCUOLA BASKET FAENZA 47 – 59

BK CLUB VAL D’ARDA – POL. LIB. CALENDASCO 52 – 60

CLASSIFICA

Libertas Bologna, S.B. Faenza, Magik Rosa Parma, Cavezzo, Calendasco 8; Tricolore Reggio 6; Valtarese 2000 4; Bsl San Lazzaro, Val d’Arda, Tigers Parma, Libertas Rosa Forlì, Aics Forlì 2; Happy Basket Rimini 0.

C Gold, Lugo domina Fiorenzuola. C Silver, Fidenza viola Castelnovo Monti all’overtime

SERIE C GOLD 5° Giornata

SALUS PALL. BOLOGNA – ASSET BANCA 57 – 66

(16-16; 35-32; 46-46)

Salus: Lugli 2, Tubertini 2, Fimiani 2, Savio 4, Nucci 2, Percan 14, Granata 7, Amoni 10, Conidi, Parma Benfenati 14. All. Giuliani.

San Marino: Frigoli 12, Gamberini ne, Macina 3, Polverelli 13, Rinaldi 10, Bianchi 13, Borello ne, Amadori 7, Zannoni 8, Gambi ne, Riccardi ne, Balestri. All. Foschi.

Buono l’approccio dei Titans, 16 pari alla prima sirena (anche 13-9 Asset) con Parma Benfenati e Granata a 5 tra i locali e Polverelli leader Titano a 8. Nella seconda frazione a sparigliare è Francesco Amoni, uno che fino a pochi mesi fa era protagonista ad Imola in A2, chiuderà la prima metà con 8 punti e 9 rimbalzi ma i biancazzurri restano bene a contatto (35-32 Salus) in rientro dal 33-28, massimo vantaggio bolognese della gara. Polverelli 10 e Bianchi 8 tra i Titans, Parma Benfenati 10 e Amoni 8 tra i locali che incidono soprattutto in area (20-15 a rimbalzo, oltre ai 18 punti in combinato tra i due lunghi). Avvio del terzo periodo all’insegna di due bombe di fila di Frigoli per il 41-37 Asset, la gara si ripropone sui binari dell’equilibrio, il tecnico a Bianchi é la quarta penalità della guardia biancazzurra, ma anche Amoni si deve fermare per il quarto fallo. 46 pari al 30′, con Polverelli a 13+11. Nel quarto decisivo in avvio le difese dominano, si segna con il contagocce ed anche il minimo vantaggio sembra potere essere il preludio ai titoli di coda, a metà quarto il 2/2 dalla lunetta di Parma Benfenati vale il 52-49 Salus, ma l’attacco di Coach Foschi si sblocca nel momento giusto, fondamentale l’11-0 Asset grazie alla tripla di Rinaldi ed al piazzato di Bianchi per il sorpasso (54-52 Asset, -4’30”) a cui si aggiungono il libero di Zannoni (55-52) dopo il tecnico a Nucci, la nuova tripla di Rinaldi e il centro di Zannoni (60-52, -3’15”). E’ il break decisivo della gara, i Titans rispondono presente e trovano su un campo terribile due punti che riportano nei binari attesi il ruolino di marcia stagionale, con la particolarità di avere trovato una significativa imbattibilità in trasferta, là dove il gruppo si cementa.

POL. PONTEVECCHIO – NUOVA PSA MODENA 62 – 64

(20-18; 37-39; 52-53)

Pontevecchio: Bergami 8, Brancaleoni, Buriani 2, Carella 5, Donati, Folli, Galassi 3, Ranocchi 12, Riguzzi 8, Varotto 2, Vetere 2, Zeneli 20. All. Angori.

PSA Modena: Vivarelli 2, Grazzi, Bianchi 2, Cervellati 10, Tamagnini, Verrigni 9, Frilli 6, Storchi 13, Gamberini, Fiore, Saccà 22, Brilli. All. Spettoli.

Finale amaro, amarissimo, per la FOR, superata in casa dalla PSA Modena per 62-64.

Eppure, quando mancavano pochi minuti dalla fine, sul 62-54 amaranto, sembrava che l’esito dovesse essere diverso, con i ragazzi di Matteo Angori pronti a strappare il primo referto rosa della stagione. Invece da lì in poi è stato black-out nella metà campo offensiva, con i modenesi che prendevano fiducia riaprendo la gara, fino al concitato finale che vede gli ospiti vittoriosi e la Pontevecchio costretta a prolungare il suo digiuno.

Cronaca. Uno Zeneli ispirato apre le danze amaranto, andando in doppia cifra già nei primi 10′ (20 alla fine per lui), con capitan Storchi a rispondere nella metà campo della PSA. Modena prova ad allungare sul 8-12, ma i ragazzi di Angori non ci stanno, e tornano davanti alla fine della prima frazione (20-18). Nel secondo quarto si accende il duello Zeneli-Saccà, volano colpi duri e il punteggio rimane costantemente in bilico, si va negli spogliatoi per la pausa lunga in una sostanziale parità, sul 37-39. Al rientro in campo le squadre tornano ad affrontarsi a viso aperto, con la Pontevecchio che prova a correre in contropiede, senza trovare con continuità conclusioni al ferro, mentre Modena cerca maggiormente il gioco all’interno dell’area. A metà frazione duro colpo per la FOR, costretta a rinunciare al giovane Mirko Carella per un infortunio subito conquistando un rimbalzo difensivo. Modena tocca il massimo vantaggio sul +6, ma il contro-parziale amaranto sul finire della frazione riporta le due squadre ad un solo punto di distanza. Nell’ultimo quarto la FOR cerca di partire forte, alzando l’intensità e schierando una difesa a zona che mette in difficoltà l’attacco modenese, nell’altra metà campo è Ranocchi a dare un’importante spallata alla partita, grazie a due triple e una penetrazione nel giro di poche azioni, che portano i padroni di casa sul +8. I ragazzi di Angori mantengono il vantaggio fino ai minuti finali, poi all’improvviso l’attacco smette di girare, prendendo tiri un po’ pigri che vengono sputati fuori dal ferro, Modena ne approfitta, ricucendo lo strappo a poco a poco. Il finale torna così punto a punto, come forse in tanti si aspettavano alla vigilia. Gli amaranto, a 30” dalla fine, avanti per 62-61, sbagliano la conclusione. Modena attacca contro una solida difesa Pontevecchio, ma sul tiro da tre punti di Saccà arriva il fallo di Zeneli, che manda il lungo modenese in lunetta per i tre liberi di rito. Dentro i primi due, fuori il terzo, rimbalzo PSA, ancora fallo, fuori il primo, dentro il secondo. Con un secondo e diciotto decimi sul cronometro, capitan Brancaleoni prova a farsi il regalo di compleanno col tiro, tutto sommato ben preso, che avrebbe mandato la partita agli overtime, il ferro risputa indietro anche questo e la partita si conclude sul 62-64, con i ragazzi di Spettoli che festeggiano e i ragazzi di via della Battaglia che tornano a casa col rammarico di una partita vinta e poi persa tutta nell’ultimo quarto.

NPC – GAETANO SCIREA BASKET 66 – 49

(26-9; 38-22; 51-38)

Virtus Spes Vis Imola: Dalpozzo 6, Dal Fiume 6, Murati, Zambrini 8, Sabattani ne, Creti, Corcelli 8, Vignali 22, Sangiorgi 6, Starovlah 8. All. Lunghini.

Bertinoro: Dallamora, Solfrizzi En. 15, De Pascale 10, Cristofani 6, Zoboli, Merenda 9, Marisi 4, Fantuzzi 2, Brunetti ne, Biandolino, Godoli, Solfrizzi Em 3. All. Brighina.

ORVA – ALBERTI E SANTI 71 – 59

(23-9; 40-20; 52-42)

Lugo: Poluzzi 11, Tynsley 8, Cortesi 14, Seravalli 21, Legnani, Presentazi, Filippini 6, Zhytaryuk 7, Thiam 4, Baroncini ne, Romagnoli ne, Guerra ne All. Galetti.

Fiorenzuola: Galli 5, Sichel 5, Miller 8, Marletta 3, Lottici N. 11, Klyuchnyk 7, Donati 9, Garofalo 11, Giani, Berni ne, Trobbiani ne. All. Lottici S.

BOLOGNA BASKET 2016 – DESPAR 4 TORRI FERRARA 65 – 70

(12-16; 30-29; 47-46)

BB2016: Bonetti, De Gregori 8, Biello 16, Bertuzzi 11, Albertini 10, Spettoli 3, Guerri ne, Del Papa 13, Tugnoli L. ne, Tugnoli A., Brotza 4, Torriglia. All. Trevisan.

4 Torri Ferrara: Nanni 9, Parmeggiani 14, Ballardini 9, Ghedini 5, De Ruvo 6, Chiusolo 7, Ranzolin 7, Brandani 3, Paccagnella ne, Verde, Pederzini 10. All. Cavicchioli.

B.S.L. – DILPLAST 82 – 84 dts

(18-14;34-36; 50-47; 69-69)

San Lazzaro: Lolli 8, Verardi 27, Binassi 1, Fabbri 5, Rossi 10, Bianchi 10, Barattini, Mellara 4, Cavazzoli, Allodi 17. All. Rocca.

Montecchio: Grisendi 17, Fava, Conte ne, Riccò 3, Di Noia 18, Basso 14, Maggi 9, Borghi ne, Brogio 2, Negri 19, Giglioli 2. All. Cavalieri.

CLASSIFICA

LUGO 10 5 5 0 375 305 +70
FLYING BALLS OZZANO 8 4 4 0 295 251 +44
VSV IMOLA 6 5 3 2 389 334 +55
FIORENZUOLA 1972 6 5 3 2 390 359 +31
SALUS BOLOGNA 6 5 3 2 342 333 +9
4 TORRI FERRARA 6 5 3 2 375 373 +2
SAN MARINO 4 4 2 2 295 283 +12
GAETANO SCIREA BERTINORO 4 4 2 2 262 271 -9
BSL SAN LAZZARO 4 5 2 3 353 403 -50
BOLOGNA BASKET 2016 2 5 1 4 336 358 -22
ARENA MONTECCHIO 2 4 1 3 292 325 -33
PSA MODENA 2 4 1 3 230 268 -38
PONTEVECCHIO BOLOGNA 0 5 0 5 335 406 -71

SERIE C SILVER 5° Giornata

CVD BASKET CLUB – BERNAITALIA 53 – 65

(21-19; 39-33; 47-51)

Cvd Casalecchio: Dawson 3, Trois, Penna 1, Vettore 15, Perini 13, Galassi, Ghiacci 6, Fuzzi 8, Tapia 3, Falzetti 4. All. Brochetto.

Virtus Medicina: Magnani 7, Tinti 10, Mini 5, Govi 15, Biguzzi 13, Lorenzini 2, Spadoni ne, Castellari ne, Canovi ne, Rambelli 13, Barba. All. Curti.

ME-CART – GRUPPO VENTURI 74 – 78

(24-24; 40-44; 55-62)

Scuola Basket Cavriago: Cacciavillani 6, Fantini 7, Caleffi, D’Amore 17, Pezzi 14, Tognato 4, Lorenzani ne, Caminati, Franzoni 4, Fontanesi 6, Vecchi 8, Pedrazzi 8. All. Martinelli.

Anzola Basket: Poluzzi L. 6, Lambertini ne, Trerè 2, Zucchini 12, Fiorini 6, Kalfus 10, Venturi N. 11, Cataldo 10, Venturi D., Penè 10, Mazza 11. All. Coppeta.

La partita è stata subito molto tirata ed equilibrata con le due squadre che si affrontano a viso aperto, chiudendo il primo tempo sul 44-40 per Anzola. Secondo tempo che vede l’allungo bolognese grazie alla difesa e al buon lavoro in attacco dei propri realizzatori che riescono a trovare la vittoria finale con il punteggio di 74-78 cogliendo così il secondo successo consecutivo.

PALL. NOVELLARA – GRANAROLO BASKET 63 – 69

(19-15; 34-33; 44-52)

Novellara: Ferrari, Margini, Folloni 4, Rinaldi 9, Pietri ne, Morgotti 3, El Ibrahimi 9, Carpi 4, Ciavolella 12, Morini ne, Bartoccetti 21, Dilas 1. All. Spaggiari.

Granarolo Basket: Nicotera ne, Marchi ne, Bernardinello 2, Paoloni 8, Ballini 12, Neviani 7, Salicini 3, Marega 2, Nobis 8, Cristalli 17, Cerulli, Cempini 10. All. Carrera.

I ragazzi di Carrera e Ansaloni si riscattano dopo le precedenti prove opache cogliendo una preziosa vittoria nella temuta trasferta di Novellara, campo da sempre ostico per la compagine felsinea. La partita è stata molto intensa con le difese a farla da padrone e gli ospiti sono stati bravi a far passare la sfuriata iniziale dei padroni di casa senza disunirsi ma aggrappandosi ad una difesa solida e aggressiva che li ha contraddistinti per tutto il match costringendo Novellara a ben 25 palle perse.
Il match comincia con i padroni di casa che prendono subito le redini approfittando dell’imprecisione degli ospiti e in 5′ volano sul 12-0 (nonostante il timeout di Carrera al 4′) con 10 punti di Bartoccetti che sfrutta magistralmente il pick & roll frontale. Altri due urlacci del coach bolognese e l’ingresso in campo di Cristalli (MVP del match con 17 p.ti in 17’30” giocati) registrano la difesa e in 2′ Granarolo ritorna in scia (14-9 al 7′). Granarolo insiste e arriva al -2 con Nobis (17-15 al 9’30”) con Novellara che realizza solo dalla lunetta, compresi i 2 liberi di Carpi che mandano le squadre a rifiatare sul 19-15. Alla ripresa delle ostilità un siluro di Nobis porta Granarolo a -1 poi un canestro di Cristalli dà la parità agli ospiti (20-20 all’11’30”). Granarolo va presto in bonus e una serie di viaggi in lunetta dei padroni di casa permette loro di riallungare (29-24 al 14’30”), ma Marega e Bernardinello rispondono prontamente riportando in scia Granarolo. Novellara ci riprova su un canestro di Rinaldi in contropiede (33-28 al 18′), ma un solido Ballini segna 4 punti consecutivi che mandano le squadre negli spogliatoi con una sola lunghezza a dividerle (34-33 al 20′).
L’inizio del terzo periodo vede le due squadre alternarsi al minimo vantaggio per 5’30” (40-41 sul canestro di un ottimo Paoloni al 25’30”) poi 4 punti consecutivi di El Ibrahimi danno il +3 a Novellara (44-41 al 28′) dando l’impressione di un nuovo allungo dei padroni di casa ma non è così: show di Enrico Cristalli che negli ultimi 2′ del terzo quarto infila 9 punti consecutivi che, uniti ai due liberi di capitan Paoloni, firmano il parziale di 0-11 con cui Granarolo prende in mano l’inerzia della partita e va all’ultimo riposo su +8 (44-52).
Coach Spaggiari comincia l’ultimo periodo alzando il quintetto con Dilas al fianco di Ciavolella e i tre migliori dei padroni di casa (Rinaldi-Bartoccetti-Ciavolella) firmano un perentorio 7-0 che ridà fiato ai tifosi locali (51-52 al 32′) costringendo coach Carrera al timeout per riordinare le idee ai suoi e sistemare le marcature; il timeout ha effetto perchè i bolognesi restituiscono il break e si riportano a +8 (51-59 al 34′). Ciavolella è l’ultimo ad arrendersi, ma Cempini e Ballini (orchestrati da un magistrale Neviani in cabina di regia) rispondono colpo su colpo e Granarolo controlla la partita fino 63-69 finale non scendendo mai sotto i cinque punti di vantaggio.

BK POL. CASTELFRANCO E. – PALLACANESTRO CASTENASO 74 – 84

(23-20; 40-36; 53-64)

Castelfranco: Paolucci 1, Tomesani 6, Coslovi 8, Romagnoli, Righi 5, Tedeschini 12, Vannini  4, Forni  10, Ferri, Pedroni, Ferrari 26, Ayiku 2. All. Boni.

Castenaso: Spinosa 6, Pesino 8, Beccari 5, Curione 13, Cantore 9, Masini, Pedrielli 2, Recchia, Baroncini, Parenti 20, Trombetti 21. All. Cinti.

L.G. COMPETITION – ACADEMY BASKET 85 – 97 dts

(22-27; 42-46; 62-66; 80-80)

Castelnovo Monti: Canuti 3, Thomas 24, Magnani 10, Rossetti 10, Levinskis 8, Guarino 7, Zamparelli 2, Mallon 9, Vanni 5, Pompili ne, Grulli, Lavacchielli 7. All. Diacci.

Fidenza: Antozzi 6, Liberati, Tommei 2, Simonazzi 8, Alston 23, Agostini 11, Pellegrini 13, Sela 5, Barksdale 18, Luis 11. All. Zanardi.

La LG esce sconfitta da un match in equilibrio per quaranta minuti e portato a casa dai parmigiani dopo un tempo supplementare condotto perfettamente dagli uomini di Zanardi e Caggiati.

Tanti punti già nel primo quarto con i due americani Thomas (11 punti nella prima frazione) e Alston (10) che si sfidano a distanza e trascinano le loro rispettive squadre sul 22-27 di fine periodo. Fidenza prova a scappare e ad inizio secondo quarto è avanti di nove lunghezze, ma la LG non molla e riesce a rientrare nel match grazie ai punti di Lavacchielli e Rossetti. Fidenza continua però a macinare gioco, arrivano anche i punti di Simonazzi e Michael e si va negli spogliatoi sul 42-46 per gli ospiti. Castelnovo rientra alla grande in campo e firma subito un parziale di 6-0 con i “cinghiali” capaci di proporre uno splendido basket e che le permette di segnare 14 punti in poco meno di tre minuti grazie alle bombe di Guarino, Thomas e Magnani. Fidenza non molla e Pellegrini tiene a contatto i parmigiani, con la LG che cala di intensità nella seconda parte del quarto e non riesce mai ad accumulare un vantaggio consistente. L’Academy chiude bene la frazione e vola sul +6 ad inizio quarto periodo, ma ci pensa Levinskis a tenere viva la LG che, con un 7-0 di parziale, riporta il match in parità a quota 72. Nel finale scambio di triple tra le due formazioni ed il punteggio rimane in perfetto equilibrio sino all’ultimo giro di orologio. Castelnovo riesce a conquistare quattro liberi consecutivi segnandone solo la metà ed è sul +2 a 30″ dalla fine. Fidenza pareggia però i conti con la penetrazione di Luis ed i montanari hanno quindi  poco meno di due secondi per prendersi il tiro della vittoria: Canuti riceve la sfera a metà campo ed il suo tiro non sfiora nemmeno il ferro. Nei supplementari la LG non riesce più a segnare sbagliando tantissimo da sotto canestro, mentre Fidenza è lucida, gioca bene e vola in pochi secondi sul +6. Rossetti segna una gran tripla e dimezza lo svantaggio, ma proprio dopo il canestro del “Rojo” la LG si spegne definitivamente e Fidenza ha via libera: tripla di Pellegrini, 2/2 ai liberi di Michael ed il contropiede chiuso con la schiacciata di Barksdale assicurano la vittoria alla formazione ospite. Finisce 85-97 dopo un overtime da 17-5 per Fidenza ed aver assistito ad una bella partita, vissuta intensamente in campo e anche dal numeroso pubblico accorso al Pala Giovanelli.

GUELFO BASKET – REBASKET 90 – 58

(24-12; 46-32; 61-50)

Castel Guelfo: Bernabini 13, Millina 7, Pieri 2, Baccarini, Fornasari 6, Venturoli 15, Musolesi 17, Ruggiero, Giordani 10, Casagrande 11, Quadrelli 3, Govi 6. All. Serio.

Castelnovo di Sotto: Magliani 10, Nunziato 3, Castagnaro 6, Mazza ne, Bartoli, Defant 20, Villani 11, Melli 6, Panizzi 2. All. Casoli.

Dopo due trasferte e il turno di riposo il Guelfo torna a giocare tra le mura amiche del “PalaMarchetti”. I locali partono subito all’attacco firmando un parziale di 7-2 che diventa 14-5 a 5′ dall’inizio grazie ad un Giordani sugli scudi, 6 punti per lui. Nonostante a due minuti dal termine del 1° quarto Castelnovo si porti a -6 con una tripla di Defant, è il Guelfo a chiudere il periodo in vantaggio 24-12 con una bomba illegale di Bernabini. Il secondo periodo riprende come si era interrotto il precedente, ovvero con le triple di Bernabini prima e Venturoli poi, anche grazie alle quali il Guelfo, al 13′, raggiunge il massimo vantaggio (34-15). Il primo tempo si conclude poi con una giocata spettacolare del Guelfo (dietro la schiena di Casagrande e bomba di Venturoli) e un’abbozzo di rimonta dei reggiani che si riportano a -14 (46-32). In seguito alla pausa lunga il Guelfo riparte forte in attacco con Musolesi e Govi, mentre in difesa Pieri fa la voce grossa con 5 recuperi. Questo, però, non basta per chiudere la partita, infatti dall’altra parte il Rebasket rimane a galla grazie a Melli e ai 18 punti di Defant. Nell’ultima frazione il Guelfo chiude la partita con una serie di canestri di Millina, Venturoli e Musolesi che creano un gap che risulterà incolmabile per gli ospiti; la partita infatti terminerà con un punteggio di 90-58.

POLISPORTIVA MOLINELLA – BASKET RICCIONE 81 – 56

(18-12; 41-25; 60-41)

Molinella: Tugnoli 13, Rubini, Quartieri, Pusinanti 7, Piazzi 7, Zuccheri 10, Folesani 4, De Maio, Lanzi 8, Sighinolfi 8, Quaiotto 17, Innocenti 7. All. Baiocchi.

Riccione: Egbutu 10, Muccioli ne, Mazzotti 8, Cardinali 8, Ambrassa 4, Brattoli 14, Bologna 2, Chistè 2, Biagini 2, De Martin 6. All. Firic.

CLASSIFICA

VIRTUS MEDICINA 10 5 5 0 398 325 +73
ACADEMY FIDENZA 10 5 5 0 413 349 +64
MOLINELLA 6 4 3 1 304 260 +44
LG COMPETITION CAST. MONTI 6 4 3 1 321 279 +42
CASTENASO 6 5 3 2 381 384 -3
GUELFO CASTEL GUELFO 4 4 2 2 320 268 +52
GRANAROLO BASKET 4 5 2 3 348 336 +12
CVD CASALECCHIO 4 4 2 2 255 265 -10
ANZOLA 4 5 2 3 348 367 -19
RICCIONE 4 5 2 3 358 381 -23
NOVELLARA 4 5 2 3 339 371 -32
CASTELFRANCO EMILIA 4 5 2 3 344 395 -51
SCUOLA BASKET CAVRIAGO 2 5 1 4 341 372 -31
OLIMPIA CASTEL SAN PIETRO 2 4 1 3 249 314 -65
REBASKET CASTELNUOVO 0 5 0 5 314 367 -53

Serie D, cinquina Francesco Francia e Vis Persiceto, Santarcangelo inarrestabile

SERIE D/A 5° Giornata

STARS BASKET – POLISPORTIVA CASTELLANA 92 – 64

(25-8, 55-21, 74-45)

Stars: Tazzara 13, Regazzi, Morando 3, Skocaj 25, Landuzzi 20, Marino 4, Gambetti 14, Passarelli 4, Porcù, Musolesi 7, Taroni 2. All. Bandiera.

Castelsangiovanni: Coppeta 2, Eccher 7, Maga 2, Mori 16, Markovic 9, Derba 5, Cecconi, Villa 5, Mazzocchi 18, Belli. All. Fanaletti.

ATLETICO BASKET – SAMPOLESE BK 72 – 55

(16-17, 36-28, 56-37)

Atletico: Veronesi G. 6, Martelli 6, Rossi 6, Grassi 5, De Simone 5, Diop 5, Artese 5, Flori 13, Veronesi G.I. 8, Campanella 4, Pedroni 8, Zappoli 1. All. Pietrantonio.

San Polo d’Enza: Tognoni 4, Nicolini, Siani 10, Davoli L. 6, Corrone ne, Davoli M. 8, Benevelli 10, Maggiali 2, Fassinou 3, Pezzi, Margini 12, Hasa.  All. Immovilli.

Dura solo un quarto un quarto di gara, il primo, l’equilibrio in campo con la squadra di Immovilli che resiste all’aggressività difensiva dei bolognesi chiudendo in vantaggio i primi dieci minuti (16-17), poi l’eccezionale velocità ed  intensità di gioco e lo strapotere atletico degli uomini di Pietrantonio hanno progressivamente fatto la differenza sulla compagine di Immovilli, orfana di Farioli e Braglia e con Fassinou limitato da un pesante infortunio.

F.FRANCIA PALL. – ALTEDO BASKET 60 – 52

(18-17; 35-26; 44-45)

Francesco Francia Zola Predosa: Galli 3, Perrotta 7, Gamberini 5, Mazzoli 4, Cuppi ne, Barilli Fe. 2, Migliori 3, Barilli Fi. 10, Pagano 5, Bosi 9, Bavieri, Romagnoli 12. All. Piccolo.

Altedo: Pasquali 21, Caprara 2, Ventura, Menna, Govoni 5, Harizaj 4, Bulgarelli 4, Calanchi, Soresi 3, Baccilieri 12, Gnudi 1. All. Marchesini.

PALLACANESTRO FULGOR  – BASKET VOLTONE  66 – 54

(21-8; 32-27; 52-34)

Fulgor Fidenza: D’Esposito, Rigoni, Erickson 10, Iacomino 6, Molinari, Roma 14, Gelmini 7, Imeri 12, Parmigiani 14, Ceci A., Prosperi 3. All. Fiesolani.

Voltone Monte San Pietro: Calvi 12, Galassi, Ferri 2, Giacometti A. 8, Sanguettoli 3, Polo 4, Giacometti J. 5, Codicini 3, Ferraro, Verdoliva 7, Magi 6, Lelli 4. All. Torrella.

PALL. NAZARENO CARPI – ANTAL PALLAVICINI 68 – 75

(21-14; 42-31; 48-53)

Nazareno Carpi: Filippin ne, Compagnoni 26, Goldoni 1, Pivetti 8, Pravettoni 8, Spasic 2, Cavallotti, Bonfiglioli, Menon 8, Doddi 15. All. Cesari

Pallavicini: Mastropieri 14, Spadellini 3, Tosiani 16, Cenesi 11, Nanni G. 2, Piccitto ne, Minghetti 18, Sgargi 3, Nanni M. 8, Guizzardi. All. Bignotti.

Carpi subisce la seconda sconfitta consecutiva contro una Pallavicini che fa sua la partita con un terzo quarto da 22-6. I carpigiani partono forte con Compagnoni sugli scudi (13 punti nel primo tempo e 26 al 40′) e sembrano controllare la partita. La Nazareno, però, rimane negli spogliatoi e subisce l’impatto dei bolognesi che, con giochi di squadra e tiri da tre, ribaltano l’inerzia della partita. La Nazareno prova a rientrare nell’ultimo quart,o ma lo sforzo fa saltare nervi e difesa.

UNIONE SPORTIVA AQUILA – H4T 60 – 65

(14-18; 27-35; 39-51)

Luzzara: Pasini 3, Salzano 5, Gruosso 8, Salati, Galeotti 15, Torreggiani 5, Beltran 10, Petrolini 7, Costantino 1, Freddi 6, Benassi. All. Campedelli.

S.P. Vignola: Ganugi 16, Badiali 6, Quansah, Barbieri, De Martini 11, Carretti 6, Paladini 11, Guidotti 5, Franchi 2, Amici 8, Pevarello. All. Smerieri.

La classifica non deve trarre in inganno perchè, nonostante i padroni di casa si trovino all’ultimo posto in classifica, sono squadra difficile da affrontare e che ha investito sul mercato assicurandosi giocatori del calibro di Gruosso, mentre la H4T vuole confermare il buon inizio di campionato e mantenersi nella parte alta della classifica.

I ragazzi Coach Smerieri scendono subito in campo concentrati e cercando di portare il match subito dalla loro parte il match riuscendo ad portarsi anche fino alla doppia cifra di vantaggio, faticando però a mantenere il vantaggio fino alla fine del periodo grazie al ritorno dei padroni di casa che e la prima frazione si chiude sul 14-18. Nel secondo quarto la musica non cambia, con la H4T che continua a tenere la testa avanti, ma non riuscendo mai a dare uno strappo decisivo al match a causa anche di alcuni errori in attacco in momenti cruciali, ma riuscendo sempre a tenere bene in difesa grazie alla propria
aggressività riuscendo comunque a chiudere il quarto sul +8 (27-35). Al rientro dagli spogliati Vignola è intenzionata a cercare di chiudere la partita ci pensa prima Ganugi da 3p., seguito da Badiali sempre dalla lunga ad aumentare il vantaggio, ma Luzzara non è mai doma e cerca di rispondere colpo su colpo non riuscendo però a riavvicinarsi nel punteggio consentendo agli ospiti di allungare sul 39-51. Inizia l’ultima frazione è la contesa è tutto tranne che chiusa. Luzzara inizia a chiudere bene in difesa grazie alla zona che crea parecchi grattacapi agli attacchi vignolesi, i quali iniziano a faticare anche in difesa concedendo molti secondi tiri che permettono ai locali di riavvicinarsi pericolosamente fino al -4 a 2′ dalla fine quando iniziano i viaggi in lunetta per falli sistematici, ci pensa il glaciale De Martini a mettere al sicuro il risultato grazie a un 6/6 che permette alla H4T di portare a casa due punti importantissimi contro un avversario ostico e che non merita la posizione in cui si trova in classifica.

VENI BASKET – MAGIK BASKET 76 – 52

(20-4; 48-21; 64-32)

San Pietro in Casale: Gamberini 6, Vinci 4, Brunetti 3, Sgarzi, Settanni, Frignani ne, Luparello 20, Dal Pozzo 20, Ghedini, Ballarin 14, Pastore 5, Barbieri 4. All. Minozzi M.

Magik Parma: Bazzoni, Donadei 8, Malinverni N., Malinverni L. 19, Montagna, Secci 3, Di Brino 6, Diemmi 5, Cavaglieri 2, Guidi 9. All. Lopez.

BERRUTIPLASTICS – VIS BASKET PERSICETO 61 – 77

(14-22; 28-40; 46-62)

La Torre Reggio: Davoli A. 4, Lavaggi, Trivelloni, Mazzi G. 3, Vezzosi 2, Canuti 11, Pezzarossa 5, Mazzi F. 4, Mussini, Margaria 16, Orlandini 8, Codeluppi 8. All. Spadacini.

San Giovanni in Persiceto: Chiusoli, Parmeggiani 2, Cornale 2, Almeoni 10, Chiapparini 7, Genovese 11, Papotti 6, Ramini 12, Bartolozzi 4, Pasquini 23. All. Berselli.

Dopo un buon inizio dei padroni di casa (4-0), la squadra di Berselli comincia a metà del primo quarto a trovare fluidità, arrivando all’intervallo con dodici punti di vantaggio (28-40), sfruttando soprattutto la supremazia nel pitturato di Pasquini. Nel terzo periodo la musica non cambia, con i bolognesi che macinano gioco in attacco e stringono le maglie in difesa, toccando il +22, guidati da Almeoni, il quale segna 8 punti nel momento di massimo sforzo dei torriani, chiudendo di fatto i giochi. Da segnalare, come detto precedentemente, il dominio dei tre lunghi bianco-blu nell’area, ovvero Pasquini, Ramini e Chiapparini, autori di 42 punti combinati.

CLASSIFICA
VIS PERSICETO 10 5 5 0 366 268 +98
FRANCESCO FRANCIA ZOLA 10 5 5 0 350 320 +30
ATLETICO BOLOGNA 8 5 4 1 350 306 +44
PALLAVICINI BOLOGNA 8 5 4 1 368 332 +36
SCUOLA PALL. VIGNOLA 8 5 4 1 330 306 +24
MAGIK PARMA 6 5 3 2 304 329 -25
FULGOR FIDENZA 4 5 2 3 292 271 +21
ALTEDO 4 5 2 3 301 291 +10
LA TORRE REGGIO EMILIA 4 5 2 3 322 324 -2
STARS BOLOGNA 4 5 2 3 366 368 -2
VOLTONE ZOLA 4 5 2 3 337 340 -3
NAZARENO CARPI 4 5 2 3 329 340 -11
VENI SAN PIETRO IN CASALE 2 5 1 4 291 296 -5
SAMPOLESE 2 5 1 4 263 317 -54
CASTELLANA CASTEL S.GIOVANNI 2 5 1 4 277 369 -92
AQUILA LUZZARA 0 5 0 5 295 364 -69

SERIE D/B 5° Giornata

SAN MAMOLO BASKET – AUDAX BASKET FERRARA 79 – 39

(17-10; 32-22; 56-28)

San Mamolo: Zambonelli 5, Baietti 2, Bamania 8, Bianchini 3, Quadri S. 2, Sterpi 16, Santinelli 2, Valenti 3, Quadri A. 6, Tosini 12, Boccardo 9, Brunello 11. All. Morra.

Audax Ferrara: Cara 2, Gnani, Fabbri 12, Oseliero, Pigozzi 10, Hinek 2, Felletti Spadazzi 5, Terzi 1, Del Torto 1, Lazzari, Balboni 6. All. Folchi.

CNO SANTARCANGELO BASKET – CESTISTICA ARGENTA 85 – 62

(28-14; 39-35; 58-49)

Santarcangelo: Giuliani 19, Canini 3, Cunico 13, Fusco 4, Tomassini 3, Mondin ne, Dini 4, Raffaelli 17, Tognacci 7, Pasini ne, Ramilli 3, Saponi 12. All. Bernardi.

Argenta: Di Cristina, Alberti D. 17, Zanetti 2, Pasquali 4, Alberti A., Cilfone 5, Scardovi 5, Bottoni 2, Mortara 5, Malagolini 12, Di Tizio 10, Pasetti. All. Panizza.

La Cestistica cade a Santarcangelo al termine di una partita dai due volti e con un passivo che non rende giustizia ai reali valori espressi dal campo. Primo quarto in pieno clima Halloween per i biancoblu, che trovano i primi due punti con Mortara al minuto 4’18”, quando il tabellone recita 17-2 per i padroni di casa. Rotto il ghiaccio, gli ospiti registrano le marcature e anche la manovra offensiva dà finalmente i suoi frutti; Malagolini da oltre l’arco firma il -11 (25-14) a 12” dalla prima sirena prima che Cunico, ancora dalla lunga distanza, firmi il 28-14 che conclude il primo quarto. Secondo periodo quasi perfetto per i ragazzi di coach Panizza, autori di un’eccellente difesa su Raffaelli e  Saponi, francobollato da un grande Di Tizio, e puntuali nel punire la difesa dei padroni di casa, ancora con Malagolini e con l’inarrestabile Alberti Davide. A 1’39” dall’intervallo lungo Argenta mette il naso avanti (34-35) con due liberi di Bottoni che concludono un parziale di 21-4; reazione d’orgoglio degli Angels che, con un contro parziale di 5-0, vanno al riposo con quattro lunghezze di vantaggio. Alla ripresa del gioco i romagnoli aumentano la pressione difensiva, sfruttando abilmente l’eccessivo “permissivismo” arbitrale, ma Argenta rimane in scia grazie ai canestri di Alberti Davide e ad una rocambolesca tripla di Mortara che fissa il -1 (45-44) alla metà del terzo parziale. Nell’azione seguente un “generoso” antisportivo sanzionato allo stesso Mortara spiana la strada all’allungo dei padroni di casa con Raffaelli protagonista che punisce dai 6,75 e Saponi che, complice la benevolenza dei signori in grigio, punisce nel pitturato. Una tripla di Giuliani stampa il +9 Angels (58 – 49) che conclude il terzo periodo. Nell’ultimo parziale gli ospiti riducono il divario a sei lunghezze (60-54) con l’ennesima tripla di Alberti Davide, ma la risposta Angels è immediata e porta la firma di Raffaelli, sempre dalla lunga distanza. La stanchezza inizia a farsi sentire per gli ospiti che, non trovando più la via del canestro da fuori, aggrediscono l’area avversaria in penetrazione ricevendo randellate in serie, non sanzionate dai fischietti bolognesi, prestando così il fianco al contropiede di Santarcangelo che punisce con regolarità. Ultimo sussulto argentano con la bomba del -11 (69-58), a 3’45” dalla sirena conclusive, messa a segno da Cilfone, ma un tripla del solito Raffaelli spegne i sogni di rimonta ospiti stampando il 75-60 a 1’50” dal termine.

VB- PALLACANESTRO BUDRIO 289 68 – 56

(13-23; 29-36; 49-50)

Grifo Imola: Cenni 2, Castelli ne, Bartoli 7, Dirella 13, Pasini 7, Guglielmo 12, Lanzoni 3, Orlando 5, Lucchetta 5, Zaccherini, Sgorbati 14, Linguerri ne. All. Palumbi.

Budrio: Cesari 4, Cesario 7, Natali ne, Tuccillo, Manini 11, Lazzari, Paolucci 6, Zitelli 5, Bonaga ne, Zambon 13, Quarantotto 10, Maccaferri ne. All. Bovi.

Partita come quelle a cui abbiamo spesso assistito in questo avvio di campionato, cioè giocata a ritmi altissimi e perciò con poca precisione da entrambe le parti, nei passaggi e nelle scelte di tiro. Ne esce comunque uno spettacolo gradevole e mozzafiato per il pubblico. Budrio parte meglio, ma il divario decolla nella seconda metà del quarto grazie agi innesti di Zambon (8) e Zitelli (5) raggiungendo al massimo gli 11 punti (12-23). La gara va poi avanti in equilibrio con la Grifo che prova a rientrare con tutto l’organico a disposizione (9 giocatori a referto in nemmeno quindici minuti sui 10 schierabili, Castelli e Linguerri non erano utilizzabili per infortunio), ma riesce a recuperare la miseria di tre punti. Budrio ritorna a +10 in avvio di terzo quarto, ma qui la rimonta Grifo è più consistente e, con un 10-2 firmato soprattutto da Guglielmo e Pasini, si rimette in scia. Un 2+1 di Lucchetta dà la parità a quota 44 e Bartoli, con una tripla, dà il primo vantaggio dopo la replica di Manini (47-46 a due minuti e mezzo dalla terza sirena). In avvio di quarto periodo la Grifo prova a dare la spallata decisiva con Bartoli e Guglielmo, ma Manini e Cesario tengono vivi gli ospiti. Solo negli ultimi quattro minuti Dirella, Orlando e poi Sgorbati scavano il solco decisivo su un Budrio ormai alla frutta.

BASKET VILLAGE – CRAL E. MATTEI 60 – 61

(13-18; 29-38; 40-50)

Basket Village Granarolo: Dalla 10, Farati ne, Banzi, Checcoli 10, Leone 14, Generali 3, Marcheselli L. 8, Pedrelli 4, Meluzzi ne, Paoloni 9, Di Trani ne, Costa 2. All. Marcheselli E.

Spem Mattei Ravenna: Urso 6, Martini, Gigante 8, Morigi 15, Fabbri 5, Bonaccorso, Magnani, Zannini 8, Bartolotti 15, Boni 4. All. Casciello.

Partita molto importante per guadagnare fiducia per due squadre ancora a secco di vittorie quest’anno.
Subito nel primo quarto la squadra di casa prova ad alternare le difese, mettendo in campo una zona press tutto campo dopo canestro. La strategia però non paga, con i ravennati che sono molto bravi a superare la prima linea e a girare palla a metà campo, trovando canestri facili da sotto e aprendo il campo per due bombe di Morigi e Bartolotti. Dall’altra parte è Leone che, con 6 punti, prova a tenere a contatto la squadra di casa. Il secondo quarto è a due facce completamente distinte. Nei primi 5’ Basket Village continua a provare la zona a tutto campo, raccogliendo davvero pochi risultati: tante distrazione da parte dei ragazzi di coach Marcheselli permettono agli ospiti di trovare tiri facili dall’arco e piazzare 5 triple che scavano un solco tra le due squadre, portando Ravenna anche sul +15. Nella seconda metà del quarto, invece, Granarolo abbandona la zona e inizia a difendere a uomo a tutto campo, mettendo in grossa difficoltà gli ospiti che segnano solo 3 punti in 5’ grazie ad un gioco da 3 punti di Zannini. Questo permette ai padroni di casa di arrivare a metà gara sul -9. Nel terzo periodo si segna con il contagocce: Morigi tiene a galla Ravenna offensivamente segnando 8 punti dei 12 totali di squadra; Granarolo invece, se da una parte è molto concreta in difesa, dall’altra in attacco risulta essere molto imprecisa, con il solo Leone che con 5 punti (conditi da un canestro da tre) prova a tenere testa agli ospiti. Sotto di dieci lunghezze all’inizio dell’ultimo quarto, Granarolo prova a riagganciare la squadra di coach Casciello di pura voglia. La difesa a tutto campo molto aggressiva permette agli emiliani di recuperare palloni e volare in contropiede, mentre a metà campo i numerosi falli su azione di tiro fanno tirare molti liberi ai ragazzi di coach Marcheselli. A 3’30″ dalla fine, 5 punti di fila di Paoloni (un bel canestro dal post basso e una bomba), chiudono un parziale di 11-2 che permette ai padroni di casa di tornare sul -1 (51-52). Un minuto più tardi Basket Village riesce a mettere la testa avanti dopo un’intera partita all’inseguimento grazie a due liberi di Checcoli e ad un 1/2 di Paoloni (56-54). Nell’azione successiva Granarolo torna in lunetta con Checcoli, che mette il primo, ma sbaglia il secondo; Ravenna prende il rimbalzo, ma ancora Checcoli riesce a rubare palla nei pressi dell’area ed incredibilmente sbaglia un sottomano fallendo la possibilità di andare sul +5 ad 1’30″ dalla fine. Urso dall’altra parte segna 4 punti di fila e un libero di Paoloni ristabilisce la parità sul 58-58. Basket Village torna nuovamente sul +2 a 37″ dalla fine grazie a due liberi di Pedrelli, ma dall’altra parte, dopo il time-out, i ravennati trovano un facile canestro da sotto dopo la rimessa, complice una mancata comunicazione della difesa. Paoloni sbaglia un tiro in attacco, Zannini prende il rimbalzo e si lancia in contropiede subendo il fallo di Checcoli a 4’’ dal termine. Dalla lunetta segna il primo e sbaglia il secondo. La preghiera di Luca Marcheselli da metà campo non viene colta e Ravenna porta così a casa il primo referto rosa della stagione.

PARTY & SPORT – BELLARIA BASKET 84 – 60

(17-19; 37-28; 68-39)

P&S Ozzano: Dozza 9, Avallone 10, Marchi 5, Zerbini 10, Miceli 10, Fioravanti 14, Beccari 2, Cannova 7, Fierro 3, Lazzari 3, Rizzoni 11, Sandrolini ne. All. Benini.

Bellaria: Angeli 17, Provesi 2, Fornaciari 15, Bindi 7, Baldassarri 12, Sacchetti, Raffaelli 2, Malatesta, Montanari 4. All. Ferro.

G.S. INTERNATIONAL BASKET – P.G.S. WELCOME 58 – 50

(13-16; 24-21; 38-36)

International Imola: Pelliconi 8, Benghi 2, Pederzoli 17, Scagliarini 10, Barbagelata 5, Sassi 7, Ciampone, Montanari, Martini 5, Gargioni, Salvadè 4. All. Carretto.

PGS Welcome: Lamborghini L. 13, Calzolari 3, Lamborghini S., Betti ne, Casolaro ne, Bertacchini 11, Sabbioni 4, Alessandri 10, Ferrulli 7, Orlandi 2, Magelli, Ferrari ne. All. Bulgarelli.

Porta a casa altri due punti l’International, ma quanta fatica per avere ragione della PGS Welcome, con la gara risolta solo nei minuti finali. Una partita decisamente poco bella, come evidenzia anche il basso punteggio finale, nella quale i biancorossi erano, comunque, arrivati a toccare il massimo vantaggio sul 38-28 nel corso del terzo quarto. Poi il recupero degli ospiti che nell’ultimo quarto approfittano del bonus raggiunto quasi subito dall’International per giocarla punto su punto. Imola si aggrappa alle giocate di Pederzoli per un allungo che non si concretizza per i troppi errori dalla lunetta e così, a 4′ dalla sirena, il PGS trova anche il sorpasso sul 42-44. Barbagelata riporta avanti Imola che abborda gli ultimi 2′ con un possesso di vantaggio che, tra altri errori ai liberi e i palloni persi dagli ospiti, riesce a mantenere fino all’allungo di Pelliconi nel finale che decide i giochi.

SCUOLA BASKET FERRARA – ARTUSIANA 82 – 62

(15-17; 40-34; 59-53)

Scuola Basket Ferrara: Ardizzoni 18, Ferrarini 3, Rimondi Ri. 10, Cattani, Rimondi Ro. 11, Roversi 2, Bertocco 12, Rizzatti 19, Bereziartua 5, Seravalli 2, Romagnoni, Malaguti. All. Schincaglia.

Forlimpopoli: Manucci, Rossi 19, Balistreri 3, Conocchiari ne, Piazza 11, Morabito ne, Serrani 13, Arfelli 4, Biondi, Servadei 12, Sunday ne. All. Agnoletti.

AICS JUNIOR – IMMOBILIARE 2000 60 – 73

(19-17; 38-36; 51-55)

Aics Forlì: Bergantini F. 2, Bergantini L. ne, Valgimigli 5, Ravaioli 18, Babbini 9, Totaro 9, Crocini, Galeotti ne, Nervegna 12, Mariani 5, Bacchini. All. Chiadini.

Giardini Margherita: Alaimo 14, Missoni 4, Grassitelli 6, Pancaldi 5, Marcelli 4, Ostapyuk ne, Bonesi 4, Baccilieri 14, Pellegrinotti, Brina 12, Pierini 10, Lambertini. All. Righi.

I Gardens passano al “Villa Romiti” in una gara dai due volti. Per quindici minuti, sull’asse Ravaioli-Totaro, l’Aics aveva sempre condotto, arrivando anche alla doppia cifra di vantaggio nel secondo quarto, ma il tiro pesante dei felsinei (Baccilieri su tutti) aveva permesso agli ospiti di non affondare. Nella ripresa uno sprazzo di Missoni ed una difesa sempre più convincente regalava l’inerzia all’Immobiliare 2000, che, poi, allungava nel quarto finale approfittando anche di un calo (più psicologico che fisico) della formazione romagnola.

CLASSIFICA
CNO SANTARCANGELO 10 5 5 0 408 301 +107
AICS FORLI’ 8 5 4 1 375 304 +71
GRIFO  IMOLA 8 5 4 1 379 343 +36
S.B. FERRARA 8 5 4 1 344 309 +35
SAN MAMOLO BOLOGNA 6 5 3 2 344 288 +56
IMMOBILIARE 2000 BOLOGNA 6 5 3 2 345 323 +22
ARGENTA 6 5 3 2 366 347 +19
ARTUSIANA FORLIMPOPOLI 6 5 3 2 367 349 +18
INTERNATIONAL IMOLA 6 5 3 2 335 341 -6
PARTY&SPORT OZZANO 4 5 2 3 330 338 -8
BELLARIA 4 5 2 3 355 406 -51
PGS WELCOME BOLOGNA 2 5 1 4 268 313 -45
SPEM MATTEI RAVENNA 2 5 1 4 308 356 -48
PALL. BUDRIO 289 2 5 1 4 297 350 -53
AUDAX FERRARA 2 5 1 4 287 358 -71
BASKET VILLAGE GRANAROLO 0 5 0 5 288 370 -82

Promozione, poker per Bibbianese, Stefy e Medicina 2007. Impresa Peperoncino!

4° Giornata

GIRONE A

PLANET BASKET – LOS HEAT 94 – 41

(29-17; 47-27; 62-31)

Planet Basket: Ruozzi 9, Bozzetto 10, Coliva 12, Giublesi 9, Paschetta 13, Modica, Centofanti 2, Servidei 6, Gianferrari 12, Adorni, Manuto 6, Bertoni 24. All. Paletti.

Los Heat: Laurenza M. 9, Laurenza A. 10, Assiemi 2, Rosario M., Cavalieri, Bellin 4, Mami, Rosario J.C. 8, Furia 6, Diop 2. All. Aramini.

Partita senza storia quella tra la Planet e i piacentini Los Heat, che escono dal campo dei ducali con un passivo di 53 punti, maturati dopo una gara a senso unico. La sfida si apre con i ragazzi di Paletti determinati a mettere subito le cose in chiaro. A spaccare la partita fin dall’inizio sono le tre bombe filate di Coliva e le rubate della coppia Manuto-Bozzetto, con quest’ultimo bravo a capitalizzare la buona difesa e le insicurezze in regia di Rosario. Sotto 23 a 7 i piacentini provano a reagire, ma le due bombe in sequenza di Furia servono solo a rendere meno pesante il passivo del primo quarto (27-17), più che a dare un nuovo indirizzo alla partita. Nel secondo periodo la musica non cambia, e la Planet torna ad allungare con Paschetta e Bertoni, complice anche una non-difesa dei Los Heat che dopo essere andati negli spogliatoi sotto di 20 punti, affrontano il secondo tempo con un approccio ancora più rinunciatario, sia in attacco (terzo quarto chiuso a 4 punti, 62-31), ma soprattutto in difesa, concedendo di tutto a Giublesi e compagni che, dal canto loro, continuano a spingere sull’acceleratore, chiudendo la partita con un ultimo quarto da 32 punti propiziato dalle bombe di Bertoni (94-41).

CUS PARMA – SALSOMAGGIORE CITY 59 – 67

(24-20; 37-28; 46-45)

CUS Parma: Furia F. ne, Tognazzi 3, Marzo 10, Ghezzi, Carretta 16, Franchini 2, Maffini 3, Lucca, Giampellegrini 2, Furia M. 8, Melissourgos 6, Pattini 9. All. Guareschi

Salsomaggiore: Biocchi 2, Usai 11, Rattotti, Cigala 7, Besagni, Lettieri 3, Maccini  8, Avanzini Fa. 26, Antonicelli 10 All. Allodi.

S.ILARIO BASKETVOLLEY – VALTARESE BORGOTARO 68 – 55

(20-19; 39-25; 50-37)

S. Ilario: Bertolini 3, Dotti 5, Mantovani 5, Medici, Micucci 26, Razzoli, Reggiani 2, Reverberi, Rosi 2, Setti M. 4, Setti P. 11, Violi 10. All. Ferrari.

Borgo Val di Taro: Baldi 6, Bocchia, Gasparini, Giacovazzo 7, Giraud 13, Leonardi 4, Picelli, Tedaldi 5, Tosi 14, Verti E., Verti N. 6. All. Perazzi.

IRA TENAX CORTEMAGGIORE – BASKET SOLE 44 – 58

(8-23; 17-39; 30-45)

Cortemaggiore: Righi 9, Zanangeli 8, Stecconi, Maccagni 8, Salardi 6, Morandi 15, Dallavalle, Moia, Faveri, Topalovic, Mile, Mazza ne. All. Morandi.

BK Sole Piacenza: Martinelli 13, Betti 14, Poggi 1, Lazzeretti, Croci 8, A.Sebastiani, S.Sebastiani 6, Fusar Poli 5, E.Villani 2, Mori 9, Cabrini, Marchetti. All. Lavezzi.

DUCALE MAGIK PARMA – MARCONI BASKET 58 – 32

(20-5; 36-13; 47-21)

Ducale Parma: Tarricone 6, Bertolini 4, Ferrari 2, Gozzi 4, Solimè 10, Cappelletti 4, Pensotti 12, Tinelli, Bagatti 7, Allodi 2, Barigazzi, Caravita 4. All. Raffin.

Castelnovo: Montanari 3, Folloni, Castagnaro, Baratta, Rancati 1, Santacaterina 4, Bellagamba, Buttarelli 4, Terzi, Setti 13, Ploia, Bedenghi 4. All. Menozzi.

CLASSIFICA

BK Sole Piacenza 8; Cus Parma, Salsomaggiore City, Ducale Parma 6; Planet Parma*, Marconi Castelnovo, 4; Virtus Pontedellolio*, S. Ilario 2; Valtarese, Ira Tenax Cortemaggiore, Los Heat Borgonovo 0.

GIRONE B

ROSTA NUOVA NAISMITH’S – SPORT CLUB CASINA 59 – 60

NUBILARIA BASKET – BASKETREGGIO 63 – 69

(8-23; 29-38; 45-61)

Novellara: Baracchi A. 5, Gasparini 4, Lucchini 15, Folloni 11, Bagni 16, Bertani 4, Baracchi M. 8, Bigliardi, Mantovani, Brioni n.e., Pezzi, Mariani Cerati. All. Soliani.

Basket Reggio: Generali 7, Boselli 16, Prati, Ward, Olivi, Bandavalli, Massari 3, Alfano 3, Vioni 20, Della Porta, Ongarini 17, Tirelli 3. All. Vacondio.

POLISPORTIVA BIBBIANESE – PALLACANESTRO SCANDIANO 2012 79 – 53

(34-8; 54-28; 68-42)

Bibbiano: Menozzi 7, Borelli 3, Reni 4, Ghirardini 10, Colla 12, Riccò 4, Giardina 12, Bartoli ne, Zecchetti 6, Monticelli 5, Lusetti 15, Fontana 1. All. Reverberi.

Scandiano: Fontanesi 8, Ovi 2, Guidetti 4, Astolfi 11, Roncaglia 2, Perricone, Bigi 3, Maioli S. 12, Farioli 5, Ligabue 3, Maioli M. 3, Garofoli. All. Baroni

PALL. CORREGGIO – GO IWONS BASKET 66 – 51

(15-12; 37-30; 52-46)

Correggio: Rustichelli 31, Messori S., Messori G. 3, Pisalpini, Solera 8, Valli, Guardasoni 10, Giaroni, Riccò F. 6, Magnani, Santini 8, Riccò A. All. Boni.

Albinea: Rossi 8, Marcacci 5, Bonacini 4, Masoni, Scianti, Talami 6, Pellegrini 3, Rosi 7, Ferretti 9, Marani 6. All. Brevini.

PALL. REGGIOLO – U.S. REGGIO EMILIA 22/12/2016 – 21:15

Palasport ‘I.Magnani’ – Via 4 Novembre 9 REGGIOLO (RE)

CLASSIFICA

Bibbianese 8; Correggio, Basketreggio 6; Campagnola, Scandiano, Casina 4; Rosta Nuova Reggio, Reggiolo*, Go Iwons Albinea 2; Nubilaria Novellara, U.S. Reggio* 0.

GIRONE C

NEW BASKET MIRANDOLA – NAZARENO BASKET CARPI 70 – 66

(22-16; 32-33; 51-50)

Mirandola: Gabrieli 7, Baccarani 6, Galavotti 3, Barbi 15, Duca 2, Mattioli 6, Scaravelli 8, Battelli 9, Truzzi 13, Nicolini, Di Piazza ne, Panin 1. All. Tognoni.

Carpi: Sbisà 18, Saetti 8, Pivetti 14, Riboldi, Ucciero 1, Cavallotti 9, Felettigh 9, Corni, Antonicelli 4, Foroni 3, Guidetti ne. All. Barberis.

Vibrante ed avvincente match che i padroni di casa si aggiudicano solo all’ultimo possesso. La frizzante formazione carpigiana tiene testa ai fisici ragazzi di coach Tognoni per tutto l’incontro, guidati dall’ex Pivetti e dalla concretezza di tutti gli undici a referto. Solo un paio di rimbalzi nel concitato finale, presi e trasformati in punti dai grintosi lunghi locali, ha sbilanciato l’esito di un match sempre in equilibrio.

PALL. FORTITUDO – I GIGANTI 50 – 60

(15-15; 26-26; 40-41)

Crevalcore: Gallerani 5, Guido 6, Gambuzzi 5, Filippetti, Fabbri, Terzi, Garuti 10, Valente 8, Fregni 3, Broglia 2, Pedretti 5, Simoni 6. All. Gobbo.

I Giganti di Modena: Scattolin 2, Bertelli, Larghetti 16, Fantuzzi 5, Mezzetti 1, Baraldini 3, Vellata 8, Mattioli, Marescotti 4, Franceschi 6, Alberti 2, Di Curzio 13. All. Davollo.

I Giganti tornano a casa con i 2 punti dopo una tanto brutta quanto combattuta partita.

Pronti, via e gli ospiti dopo u inizio stentato prendono il comando delle operazioni grazie al duo Vellata/Franceschi e ben supportati da un concreto Larghetti in uscita dal pino; Crevalcore, però, non accusa il colpo e grazie ad una buona percentuale dall’arco dei 3 punti (3 triple in questo quarto e 7 in tutto il match) resta a contatto chiudendo sul 15 pari il primo parziale. Nel secondo quarto l’equilibrio regna sovrano con i padroni di casa che mettono il naso avanti fino a raggiungere le 5 lunghezze di vantaggio: 24-19 al 17′. I modenesi, però, grazie a due liberi di Di Curzio, un penetrazione di Alberti e una tripla allo scadere di Fantuzzi riescono ad impattare sul 26-26. Alla ripresa delle ostilità il copione resta lo stesso con la Fortitudo che prova ad allungare grazie al duo Valente/Simoni e i Giganti che grazie ad una buona presenza sotto i tabelloni rispondono colpo su colpo; il punteggio al termine della terza frazione sembra deciso sul 40-38 quando Di Curzio, con una tripla da distanza siderale, consente ai modenesi di chiudere sul +1. In apertura di parziale si decide la partita: i Giganti stringono le maglie in difesa e, grazie ad un monumentale Larghetti, chiudono un parziale di 2-11. Sul 42-52, a 4′ dal termine, la partita sembra avere preso la sua strada, tuttavia, in un amen, Garuti, con due tiri da tre punti, la riapre; è Baraldini con una tripla decisiva a riportare a distanza di sicurezza i padroni di casa. La Fortitudo prova a ricucire lo strappo, ma il ferro e la precisione dalla linea della carità di Di Curzio sanciscono la vittoria dei Giganti.

SBM – FINALE 51 – 47

(16-10; 31-28; 41-34)

Scuola Basket Modena: Ngansop 8, Sorge 12, Benati, Corradi 15, Motta 3, De Divitiis, Bardelli 7, Liguori 4, Lanza, Manfredini 2, Piccinni, Ferretti ne. All. Manna.

Finale Emilia: Poletti ne, Todisco 14, Borghi, Bergamini F., Braida 5, Musto 8, Govoni, Vicenzi 2, Aspergo 8, Bergamini A. 8, Balboni 2, Golinelli. All. Bregoli.

SCHIOCCHI BALLERS MODENA – MAGRETA 65 – 53

(21-11; 32-27; 54-49)

Schiocchi Ballers Modena: Santoanastaso 3, Binotti 2, Guidetti, Righi 2, Minarini 6, Bertolini, Malverti 8, Sassi 14, Petrella 8, Perini 2, Alessandrini 20. All. Bertani.

Magreta Basket: Leoni 9, Barbieri, Zavatta 2, Melegari 13, Ceglia 5, Guidetti 4, Bernabei 9, Bertoni, Balzino, Galloni 8, Montanari 3. All. Garofalo.

Terza vittoria stagionale per gli Schiocchi e terza vittoria fra le mura amiche; a farne le spese in questa giornata è stato il Magreta Basket che, dopo due successi nelle prime due uscite, incappa nella seconda sconfitta consecutiva, dopo quella subita in casa la scorsa settimana con Formigine.

I padroni di casa partono con il giusto piglio nel primo quarto e grazie ad una buona intensità difensiva riescono ad imporre il loro ritmo e a trovare punti in contropiede. Magreta però sfruttando al meglio qualche amnesia difensiva dei Ballers rimane aggrappata alla partita e con i 6 punti nel periodo iniziale di capitan Leoni contiene il divario; 21-11 alla prima sirena. Alla ripresa del gioco gli equilibri sembrano cambiare: gli ospiti vanno con frequenza a rimbalzo in attacco e concretizzano molti dei secondi tiri concessi dagli Schiocchi i quali in attacco mostrano fretta e di conseguenza poca efficacia nella scelta delle soluzioni. Il parziale della seconda frazione dice 11-16 portando la gara all’intervallo lungo sul punteggio di 32-27. Nel terzo quarto Alessandrini prova a dare subito la carica ai giallo-blù con una tripla a cui risponde poco dopo Ceglia con 5 punti consecutivi. I Ballers entrano molto presto in bonus e Magreta, al contrario dei padroni di casa, è infallibile dalla linea della carità e la gara rimane in equilibrio sul 54-49. Negli ultimi dieci minuti gli ospiti sentono la fatica di una gara in continua rincorsa e gli Schiocchi ritrovano l’intensità difensiva di inizio partita che gli permette di segnare l’ultimo parziale della gara, 11-4, firmato Sassi e ancora Alessandrini per il 65-53 finale.

PALL. TEAM MEDOLLA – DIABLOS BASKET S.AGATA 55 – 40

(16-12; 24-24; 38-35)

Medolla: Ceretti 10, Galeotti 5, Maini 4, Aldrovandi 2, Spinelli 15, Barbieri 9, Guarnieri, Chiari 1, Mantovani 9, Bega ne, Cresta, Berra. All. Carretti.

Sant’Agata Bolognese: Risi 5, Franchini 5, Gobbi 5, Violi 4, Angelini 3, Marzo 5, Patelli, Pellacani, Ballotta 6, Bruni 2, Stanzani, Pederzini 5. All. Serra.

Continua la striscia vincente della Pallacanestro Team Medolla; sul proprio campo di Cavezzo la squadra della bassa ha sconfitto  la temibile formazione dei Diablos di S.Agata Bolognese.

La gara è stata molto più equilibrata di quanto dica il risultato finale, in quanto alla fine del terzo periodo il punteggio recitava ancora di un 38-35 a favore dei locali; poi la Pallacanestro Team si è sciolta, segnando con regolarità in attacco sia da fuori che da sotto, soprattutto con la coppia Cerretti-Spinelli, e stringendo le proprie maglie difensive.  Intanto i Diablos sono rimasti letteralmente impantanati nei giochi di attacco e, per ben otto minuti, non sono riusciti a smuovere lo score rimanendo drammaticamente bloccati a quota 35.

Grossa soddisfazione quindi in casa medollese per il quarto successo consecutivo in attesa dei prossimi futuri scontri con le proprie immediate inseguitrici.

CENTRO LATTONIERI – P.G.S. SMILE 41 – 59

(8-12; 13-23; 22-43)

Carpine: Meschiari, Harrison 2, Veroni 8, Arletti 14, Marchi 4, Zaccarelli 2, Ferrari, Zanoli 4, Piuca, Sala 1, Silingardi 4, Iacono 2. All. Lugli

Pgs Smile: Vaccari 2, Casali, Barbieri 14, Brugioni 5, Panico 3, Lucchi 8, Bernabei 4, Tejeda 2, Boni 2, Lerario, Gasparini 18, Palladini. All. Barbieri M.

Carpi perde una partita in casa che, probabilmente, non è mai iniziata per i padroni di casa che hanno trovato la più brutta giornata al tiro sinora mai vista.

Partono fortissimi i modenesi con un 11-0 di parziale, poi arriva la timida reazione carpigiana che arriva a -4. Ma da li in poi il canestro non lo vede più, mentre Gasparini, da ex-carpigiano, punisce dalla linea dei tre punti imperterrito e porta avanti i suoi a fine del terzo quarto sul +21. Lì suona la campana per la Centro Lattonieri, ma ormai è troppo tardi.

CLASSIFICA 

Medolla 8; Schiocchi Ballers MO, I Giganti MO 6; Finale Emilia, Magreta, Diablos S. Agata Bolognese, Scuola BK MO, New BK Mirandola, Pgs Smile Formigine 4; Carpine, Nazareno Carpi 2; Fortitudo Crevalcore 0.

GIRONE D

U.P. CALDERARA PALL. – MONTEVENERE 2003 A.GIORGI 77 – 56

(21-6; 36-25; 56-42)

Calderara: Marchi, Degli Esposti, Rigliaco 7, Nanni 12, Poli 3, Selvi 12, Rubino, Turchetti 9, Serio 20, Lambertini 8, Rusticelli 4, Projetto 2. All. Venturi.

Montevenere: Gironi 9, Mafaro ne, Guerrato 5, Cruzat 5, Venturini, Succi 13, Fiorentini 8, Moretto 2, Giovannini 2, Garavelli, Boschi 8, Lamandini 4. All. Orefice.

Il Calderara continua a vincere, superando con pieno merito il Montevenere. Grazie ad un avvio bruciante, il Calderara, senza Zocca infortunato e Rallo squalificato, ma col rientrante Nanni da subito in quintetto, gestisce poi con relativa tranquillità i tentativi degli ospiti di rientrare in partita, mantenendo costantemente un vantaggio in doppia cifra.

Il Calderara parte molto aggressivo in difesa a uomo e con Serio, Turchetti e Selvi colpisce a raffica il canestro del Montevenere che, al contrario, perde palloni e sbaglia molto al tiro. Il vantaggio si dilata da subito e al 10’ i locali conducono per 21-6. Secondo quarto con i calderaresi che continuano a difendere bene e macinare gioco e col Montevenere che cerca di cambiare l’inerzia della partita passando rapidamente a zona. Il Calderara non si scompone, attacca bene e libera ripetutamente Serio dall’angolo che non sbaglia. Lambertini e Nanni recuperano preziosi rimbalzi offensivi che trasformano in punti o falli subiti. Succi e Gironi provano a tenere in scia il Montevenere che si innervosisce e tenta di spostare la partita sulla bagarre recuperando qualche punticino. Si va negli spogliatoi con il Calderara meritatamente avanti per 36 a 25. Al rientro, il Montevenere tenta un ulteriore recupero e si avvicina a -7 al 25’, ma aumentano anche le proteste plateali degli ospiti e la partita diventa molto spigolosa e spezzettata. Poi una bomba di Selvi da 8 metri e quattro liberi consecutivi realizzati dal medesimo, a causa di falli tecnici fischiati a Cruzat e Fiorentini e dall’espulsione dell’allenatore Orefice consentono il riallungo al Calderara che, con una bomba di Rusticelli, torna a +16 e termina avanti per 56 a 42 al 30’. Nell’ultima frazione il Calderara riallunga, con Nanni, Rigliaco e Serio. Succi e Gironi tentano di mantenere il Montevenere in scia, ma gli ospiti continuano con le proteste e Guerrato viene espulso. Turchetti trasforma i liberi e la partita non ha più storia, con Calderara che vola a +23, per chiudere l’incontro vincendo 77 a 56.

Gigantesca prestazione di Serio MVP da 20 punti e 9 rimbalzi per il Calderara, ben coadiuvato da Selvi e Nanni 12 punti, Turchetti 9 punti e Lambertini 8 punti, e da un’ottima prestazione corale di squadra.

STEFY BASKET – OMEGA BASKET 57 – 50

(15-17; 26-28; 42-33)

Stefy: Carosi 1, Marzioni 5, Francia 2, Ziron 3, Lamborghini, Bianchini 11, Mannini, Melchiorre 8, Agnoletti 14, Benetti 13, Poli. All. Scandellari.

Omega: Bacocco, Tassi 9, Belleri, Venturoli 2, Calanca 5, Liverani, Roggi 10, Lombardo 5, Pizzi 4, D’Andola 11, Castagna 4. All. Malaguti.

TULIPANO HAPPY BASKET – SPARTANS FERRARA BASKET 50 – 45

(21-12; 35-25; 41-36)

HB CastelMaggiore: Nanetti 5, Pellegrino 2, Mancini, Carelli Matteo 15, Giunchedi 17, Gnudi, Lipparini 3, Cocchi, Pirazzoli 5, Busi 2, Varotto 1. All. Baraldi.

Spartans Ferrara: Fortini, Dell’uomo, Del Principe 10, Ciliberti, Pasqualin 14, Soriani 9, Borsari, Magni 5, Dyrnishi 2, Limone, Santini 3, Barbieri 2. All. Cataldo.

ARGELATO BASKET – LIONS BASKET 59 – 46

(16-16; 30-26; 40-38)

Argelato: Leonelli 5, Benassi 3, Rossi ne, Bolelli 9, Cristofori 7, Gadani 10, Accorsi 6, Nannetti M. 14, Nannetti A., Tagliavini 5, Giacometti. All. Bretta.

Lions Cento: Pritoni 8, Naldi 10, Guaraldi 6, Maini 13, Mestieri, Cortese 5, Verri ne, Zanolli 4, Magli, Ansaloni. All. Alberghini.

POL. GIOVANNI MASI – PEPERONCINO LIBERTAS BK 61 – 65

(13-22; 27-34; 48-47)

Masi Casalecchio: Castaldini G. 11, Franchini 9, Freddi, Manferdini 8, Masetti 3, Cavana 8, Truppi 12, Magliaro, Castaldini T. 10, Argenti. All. Gemelli.

Mascarino: Trevisan 3, Malaguti 9, Bergami 3, Frascaroli 6, Magli ne, Monari Mat. 11, Monari A. 5, Brochetto 14, Manzi, Fanti, Bellodi 14. All. Monari Mar.

Prima sconfitta per la Masi che ha ceduto in casa al Peperoncino. Non mancano le attenuanti, ma la vittoria degli ospiti non fa una piega.

Dopo le prime schermaglie (8-7 al 5’), allungo esterno con un parziale di 2 a 12 e punteggio di 13-22 alla prima sirena. Nella seconda frazione il divario oscillava tra il -5 ed il -9 per I casalecchiesi, incapaci di scardinare la zona avversaria. Nella ripresa il controbreak di 11 a 0, grazie soprattutto a Franchini, e sorpasso sul 40-39. Nel quarto conclusivo tripla di Giacomo Castaldini per un illusorio +4 interno, perché il Peperoncino inseriva le marce alte e volava a +8 a 4’ dalla fine. La Masi rientrava a -5 nell’ultimo minuto, ma era troppo tardi.

S.VANINI HORIZON BK RENO – P.G.S. CORTICELLA 77 – 52

(19-18; 38-29; 58-44)

Horizon: Migliori 2, Pasquali 4, Vanelli 14, Ferraro 8, Neri 11, Guccini 6, Lelli 12, Lenzi 4, Curti 6, Caverzan 3, Menichetti 2, Maldini 5. All. Muscò.

Corticella: Zinoni 9, Marcheselli 8, Righetti 11, Sorghini 5, Niakate, Cristiani 2, Nannuzzi, Asciano 11, Della Gaia 6, Mozzo, Del Pietro. All. Rossi.

CLASSIFICA

Stefy BO, Calderara 8; Masi Casalecchio, Argelato 6; Pgs Corticella BO, Omega, Happy BK CastelMaggiore, Horizon BO 4; Lions Cento, Peperoncino 2; Montevenere BO, Spartans Ferrara 0.

GIRONE E

TATANKA BALONCESTO – LIBERTAS SAN FELICE 55 – 69

(11-18; 27-38; 42-52)

Tatanka Imola: Marchi, Seracchioli 8, Costantino 2, La Ferla 13, Brusa 1, Franceschelli 4, Castagnetti 17, Foronci 8, Marrobio 2. All. Xella.

San Felice: Zanotti 2, Margelli 4, Sechi 5, Forni 2, Ghiacci 9, Balducci 4, Zanchi 16, Demetri 13, Di Marzio 4, Tosarelli 4, Cavazza, Bianchini 6. All. Zanini.

CASTIGLIONE MURRI – IN FIERI 76 – 54

(22-9; 38-19; 59-37)

Castiglione Murri: Sudano 2, Melino 5, Dettori 6, Rizzardi 20, Ceresa 8, Stefanelli 7, Tacconi 9, Maestri 4, Bertini 2, Samoggia 3, Lippa 10. All. Pillastrini.

In Fieri San Lazzaro: Fiacchi, Chiaro 5, Monari, Nassetti 4, Girgenti 2, Rossi 1, Gnini 7, Tazzara 9, Lucchi 8, Fiumi 3, Manneschi 13, Bordonardo 2. All. Baldi.

MASSA BASKET 2010 –  MONTERENZIO BASKET 80 – 71

(20-24; 39-40; 62-53)

Massa Lombarda: Berardi L. 8, Guardigli 5, Berardi R., Asioli M. 7, Marchetti Ne, Pinardi 13, Rivola 24, Asioli G.M. 14, Valenti 3, Poletti, Minghetti 6. All. Borghi.

Monterenzio: Rebeggiani 5, Canellini 13, Cucinotta 15, Leale 14, Fortunati 5, Pierantozzi 13, Boletti 6, Minoccheri. All. Pavarelli.

Massa parte bene e dopo due minuti è sul +4 con una buona circolazione di palla in attacco e una grande attenzione difensiva; segue invece una fase di black out in cui gli ospiti accelerano raggiungendo un vantaggio di dodici punti; negli ultimi minuti del quarto Massa si riorganizza e, con due bombe consecutive, chiude il quarto sotto di quattro punti. Massa continua a macinare gioco alternando cose positive ad altre negative ed arriva all’intervallo lungo a -1. Nello spogliatoio Coach Borghi carica i propri ragazzi e il rientro in campo è molto positivo. Monterenzio passa a zona e Asioli G.M. va a nozze mettendo due triple consecutive; capitan Rivola lo imita e ne infila una terza; Massa sfruttando il momento favorevole raggiunge un vantaggio di dodici lunghezze. Monterenzio non si arrende e prova a tornare sotto chiudendo il quarto sotto di nove punti. L’ultimo periodo è molto tattico, le squadre rispondono colpo su colpo, ma alla fine è il Massa che riesce a portare a casa la prima vittoria in Promozione.

MEDICINA BASKET 2007 – FAENZA BASKET PROJECT 56 – 51

(11-12; 25-22; 39-37)

Medicina: Ugolini 2, Lenzarini 8, Ricci 16, Pazzaglia 1, Magli, Buscaroli 3, Rimondini 9, Venturi 2, Trippa 15, Idà. All. Brocchi.

Faenza: Troni 15, Santo 3, Casali, Dal Monte 2, Catani 5, Caroli, Pantani 3, Polloni, Morsiani 16, Bombardini, Villa 7, Fabbri. All. Saragoni.

BASKET GIALLONERO IMOLA – COPAR SERVIZI SELENE BK 56 – 64

(6-9; 26-28; 45-43)

Giallonero Imola: Campomori, Murati ne, Lai, Sedioli 1, Grandolfi 10, Spoglianti 6, Masoni 13, Vannini 16, Creti 8, Simoni, Zurma. All. Creti.

Sant’Agata sul Santerno: Montanari 5, Valli, Esposito 2, Gaddoni 6, Vignudelli 1, Mastrilli 16, Filippi, Brignardi 8, Baldrati 9, Vistoli 13, Camorani ne, Beltrami 4. All. Lanzi.

Al PalaRuggi va in scena il remake della semifinale della scorsa stagione, quando con una prestazione eccelsa i gialloneri di coach Creti si sbarazzarono agevolmente dei biancorossi, volando in finale. Tutt’altro spettacolo ieri sera, con gli spettatori presenti che hanno assistito ad una partita intensa, ma non bella. I ragazzi di coach Lanzi hanno dovuto sudare le proverbiali sette camice per avere la meglio dei giovani e  coriacei imolesi. I numerosi tentativi di fuga dei ragazzi Copar, prima con Montanari, poi con Capitan Gaddoni, sono stati sempre prontamente respinti da Vannini e compagni, in grado di sfruttare ogni distrazione difensiva dei biancorossi, con tiri aperti e discrete percentuali realizzative.

Il match si decide nell’ultimo periodo, quando lo svantaggio di due lunghezze (l’unico in tutto l’incontro) risveglia i biancorossi dal torpore. Mastrilli si carica la squadra sulle spalle e, complici tre buone giocate difensive e due tecnici fischiati alla panchina imolese, la Selene vola sul +11, mettendo in ghiaccio il risultato.

Come già detto, gara intensa, ma non bella. Il Giallonero ha stravolto ad inizio stagione il roster, inserendo molti ragazzi del settore giovanile (su tutti Tommaso Creti, bel prospetto) e Masoni, play dall’illustre carriera in serie A2, ma ha perso pedine importanti come Biancoli, Orlando, Villa e Remondini e si trova a dover fare i conti con una rivoluzione che porterà i suoi frutti nel corso del campionato, ma che, ad oggi, influisce e non poco nella fluidità del gioco. La Selene, d’altro canto, non esprime ancora al meglio il gioco voluto da coach Lanzi, complici i continui infortuni che la stanno flagellando da inizio stagione.

PGS BELLARIA – PALL CASTEL S.P.T. 2010 73 – 47

(13-7; 39-15; 56-39)

Pgs Bellaria: Ascari 22, Buresti 20, Gianasi 9, Ottani, Scarenzi 10, Benfenati 7, Franzioni 3, De Fazio, Bortolozzo, Traietta 2, Fontana. All. Bertuzzi.

Castel San Pietro: Chiluzzi, Gravinese 3, Mascagna 5, Galloni, Manaresi 6, Farné 17, Tabellini 6, Chillo, Albertazzi 2, Conti 8. All. Morigi.

CLASSIFICA

San Felice BO, Medicina 2007 8; Project Faenza, Selene S. Agata sul Santerno, Pgs Bellaria BO 6; Castel San Pietro, Castiglione Murri BO 4; Giallonero Imola, Tatanka Imola, Massalombarda 2; Monterenzio, In Fieri San Lazzaro 0.

GIRONE F

BASKET TIGERS – SKIZZO 67 – 56

(16-11; 31-23; 50-41)

Villanova: Guerra ne, Rossi M. 2, Guiducci F. ne, Bronzetti 13, Buo 4, Cangini 8, Mussoni 6, Semprini 4, Toni 4, Saccani 21, Rossi A., Guiducci T. 5. All. Podeschi.

Skizzo Rimini: Saulle, Azzollini 2, Ricciotti 14, Ottogalli, Rizzo 22, Accardo 15, Mantovani, Migani, Rossi 3, Bascucci ne.

A.I.C.S. BASKET – AROUND SPORT 66 – 73

(10-16; 30-42; 48-60)

Aics Forlì: Zanotti 2, Turci 8, Baldini ne, Guaglione 11, Balzani 8, Fossi 7, Grazzi 6, Ghetti 2, Ruffilli 11, Ragazzi 11. All. Abbondanza.

Around Cesena: Bertani 7, Foschi 16, Lucchi 4, Maestri, Orioli 19, Senni 6, Strada 7, Valdinoci, Vandelli 9, Zampa 5. All. Baraghini.

LA FIORITA BASKET 2011 – POL. STELLA 51 – 47

(6-12; 17-29; 35-42)

Fiorita San Marino: Righi 2, Battazza 5, Santos 4, Venturini, Zanotti M., Zanotti E. 9, Papini ne, Giancecchi 17, Ugolini 6, Barisic 2, Liberti 6, De Biagi. All. Evangelisti.

Pol. Stella: Amadori 5, Verni ne, Naccari ne, Ghinelli, De Martino ne, Pinto 10, Carigi 2, Distante 2, Foschi 9, Del Turco 13, Bomba 6. All. Miriello.

JUNIOR BASKET – BASKERS 61 – 75

(13-17; 31-39; 42-52)

Ravenna: Montaguti 10, Mazzesi 6, Bernardi, Polyeshchuk 2, Scaccabarozzi 10, Ghinassi 3, Giardini 16, Mercatali 4, Gardini, Bomben 10. All. Taccetti.

Forlimpopoli: Pinna 6, Bourkadi 6, Gardelli 17, Ronci 2, Mazzoni 2, Cortini 7, Primavera 4, Picone 6, Neri 3, Mingozzi 5, Valentini, Biscaro 17. All. Rustignoli.

Bella ed importante vittoria esterna per i Baskérs che, sullo storico campo della Morigia di Ravenna, passano contro i giovani della Junior Basket: 61-75 il finale di una partita sempre controllata dagli scarsi.

In avvio partono meglio i Baskérs che, guidati da un buon Kikko Pinna, mettono subito il naso avanti nel punteggio. Dall’altra parte, però, i ravennati restano vicini, approfittando di qualche sbavatura ospite e grazie alle buone percentuali dall’arco. Nel secondo quarto arriva la fuga: Gardelli apre la sparatoria dall’arco, mentre Biscaro fa il bello ed il cattivo tempo nel pitturato bizantino. Con Bomben e Scaccabarozzi, però, la Junior Basket limita i danni, riportando il distacco sotto la soglia psicologica della doppia cifra. Dopo l’intervallo le percentuali scendono e le difese prendono il sopravvento: entrambe le squadre scarabocchiano, prima i Baskérs tentano l’allungo, poi Ravenna ricuce. All’ultima pausa il tabellone recita 42-52. Nell’ultima frazione i forlimpopolesi vanno via: Bourkadi dà il la, Gardelli raccoglie il testimone e i Baskérs scappano, portandosi oltre il +15. Grazie ad un antisportivo e ad un tecnico, i padroni di casa riescono a limare il divario e a contenere i danni nel finale.

CESENA BASKET 2005 – BASKET DELTA COMACCHIO 72 – 51

(11-18; 33-26; 55-44)

Cesena Basket 2005: Montalti 7, Marzolini 5, Romano 14, Rossi Fi. 9, Casali, Rossi Fe. 9, Soldati 12, Benzi 5, Bianchi, Di Meglio, Dell’Omo 11, Cacchi. All. Domeniconi.

Comacchio: Carli M. 3, Carli D., Mossini, Peretti 11, Ferretti 8, Ferroni, Cavalieri 2, Simoni, Gregori 5, Iannello 6, Dellamorte, Tralli 16. All. Bacchini.

Vittoria larga e perentoria per Cesena, che addomestica una partita spigolosa e scorbutica dopo aver sonnecchiato per un quarto intero, al cospetto di un avversario combattivo che si disunisce, però, poco alla volta e che alla fine recrimina su una direzione di gara oltremodo punitiva. Si comincia all’insegna degli errori, ma Comacchio si dimostra un po’ più concreto e preciso arrivando al + 7 al suono della prima sirena. Alla ripresa del gioco, pur continuando a sbagliare oltre il lecito, Cesena si sveglia dal torpore, trova con più continuità la via del canestro e organizza una difesa che manda in tilt gli ospiti. Con un parziale di 22 a 8 ribalta completamente la situazione e già al riposo lungo l’inerzia è tutta per i padroni di casa. Si riparte e i ragazzi di coach Domeniconi continuano a spingere sull’acceleratore poi, con un vantaggio già stabilizzatosi intorno ai 10 punti, arrivano gli episodi più contestati, con l’espulsione di coach Bacchini e quella di Ferretti (2 antisportivi) che sostanzialmente chiudono il match. Nonostante la furia agonistica e qualche tentativo di rimonta, Comacchio perde progressivamente terreno e scivola al -21 finale forse non del tutto veritiero.

INSEGNARE BK RIMINI – BASKET CLUB RUSSI 60 – 67

(16-22; 33-43; 44-55)

I.B. Rimini: Bartolini 10, Campidelli, Zaghini 18, Fabbri 2, Pari 8, Gozi, Quartulli 4, Ottaviani, Amati 3, Giungi ne, Magnani 15, Sansone. All. Oppi.

Russi: Bellanti G., Santandrea 12, Babini 6, Bellanti M. 9, Samori 1, Beghi 2, Porcellini 25, Venturini 2, Bagioni, Laghi 6, Rosti, Conti 4. All. Tesei.

Conquista altri due punti e mantiene l’imbattibilità il Basket Russi, espugnando il campo di San Giuliano Mare al termine di una partita condotta per quaranta minuti, pur non esprimendo a pieno il proprio potenziale.

Partenza micidiale dei biancoblu che dopo tre giri di lancette sono avanti 12-3, guidati da un super Porcellini. I padroni di casa non ci stanno e si riavvicinano e sorpassano con le triple di Zaghini prima che un ottimo Santandrea ribalti nuovamente l’inerzia consentendo a Russi di chiudere avanti 16-22 i primi dieci minuti di gioco. Nel secondo quarto i biancoblu allungano grazie a Porcellini che con undici punti nel parziale mentre l’IBR, generosa e volitiva, si affida solamente al tiro da fuori di Magnani e Zaghini, restando in linea di galleggiamento: all’intervallo lungo è 33-43. Nella ripresa scendono le medie realizzative e la gara diventa più spigolosa: Bellanti segna un paio di canestri importanti per tenere a distanza i riminesi e nel quarto periodo, quando Zaghini e compagni esprimono il massimo sforzo per riaprire la gara, sono i liberi di Porcellini e Santandrea e un jump dalla media di capitan Venturini a chiudere i giochi consentendo al BCR di mantenere la vetta della classifica.

CLASSIFICA

Around Sport Cesena, Russi 8; Stella RN, La Fiorita San Marino, Tigers Vilanova 6; Skizzo RN, Cesena 2005, Baskers Forlimpopoli 4; Delta Comacchio 2; Junior RA, Insegnare Basket RN, Aics Forlì 0.

DNG, la Virtus sbanca Reggio, sponda Grissin Bon. Under 15, l’Oneteam vince anche a Piacenza

DNG/D 3° Giornata

JUNIOR BASKET – SALUS PALL. BOLOGNA 69 – 74

(9-21; 22-41; 46-54)

Ravenna: Scaccabarozzi 9, Mazzesi 23, Bernardi 3, Polyeschuk 8, Giardini 7, Ghinassi, Seck 12, Mercatali 2, Gardini, Bomben 5, Tassinari. All. Massari.

Salus: Veronesi 7, Bergamaschi 2, Trost 6, Zanoni 9, Caffagna, Simoni 19, Conidi 4, Fasano 7, Venturi, Ballandi 19, Scalone 1, Baraldi. All. Seletti.

B.S.L.  – BASKET 2000 66 – 75 dts

(13-11; 20-25; 32-36; 56-56)

San Lazzaro: Ginevri ne, Fabbri, Burresi, Baietti 9, Curti 14, Bonesi, Zambon 22, Trebbi ne, Zambonelli 9, Serafini 2, Puntolini 7, Pezzano 3. All. Lelli.

BK 2000 Reggio: Moscatelli 5, Rika 2, Salami 30, Lamantea, Ruggero 3, Ferrari 13, Taddei 3, Tondelli 5, Verbitchi 14, Foroni. All. Picelli.

POL. GIOVANNI MASI – VIS 2008 57 – 72

(19-17; 30-38; 41-59)

Masi Casalecchio: Baldazzi, Masetti 6, Franchini 15, Freddi 13, Ballanti 10, Rosati 1, Pollini 1, Lodi 4, Argenti 7. All. Gemelli.

OnPower Caricento Ferrara: Grazzi 2, Oseliero 2, Cervellati 11, Brilli 1, Vivarelli 16, Kekovic 2, Fiore 2, Verrigni 8, Mastrangelo 11, Mancini 11, Gamberini 6, Bianchini ne. All. Spettoli.

FORTITUDO103 ACADEMY – POL. PONTEVECCHIO 69 – 68

(21-19; 35-29; 54-44)

Fortitudo: Costanzelli 13, Torricelli 2, Pampani 4, Di Poce 25, Montanari 3, Sibani 5, Pederzoli 2, Bruno 4, Mazzotti 6, Santini 5. All. Comuzzo.

Pontevecchio: Giudici 8, Varotto 3, Parchi, Folli, Galassi 6, Ricci, Bergami 19, Buriani 18, Donati 4, Vetere 10. All. Angori.

PALL. REGGIANA – UNIPOL BANCA VIRTUS 67 – 98

(19-33; 34-62; 43-76)

Reggiana: Zamparelli 2, Giglioli 2, Mammi 8, Belli Ekolongo 2, Fontanili 2, Strautins 12, Degli Esposti 10, Bondioli 11, Dias 2, Dell’Osto 7, Vigori 4, Tchewa 5. All. Slanina.

Virtus: Pajola 32, Zanotti 2, Gianninoni 11, Petrovic 6, Salsini 4, Ranocchi 19, Rubbini 11, Jurkatamm 7, Berti 4, Oyeh 2. All. Vecchi.

CLASSIFICA

Virtus BO, Vis 2008 FE 6; Masi Casalecchio, Reggiana, Salus BO, Basket 2000 RE 4; Fortitudo 103 BO 2; Bsl San Lazzaro, Pontevecchio BO, Junior RA 0.

UNDER 18 4° Giornata

FORTITUDO103 ACADEMY – GRISSIN BON PALL. REGGIANA 62 – 72

(27-16; 38-40; 52-55)

Fortitudo 103: Cappelli 10, Mandini 11, Zanetti 4, Youbi 2, Giannasi, Labate 20, Casarini 5, Prunotto 8, Raspanti, Laghetti ne, Zinelli 2, Zucchini. All. Fantasia.

Reggiana: Salzano 5, Zampogna 7, Degli Esposti 13, Bondioli 4, Dias 4, Dell’Osto 19, Valenti 4, Cremaschi 3, Tchewa 9, Bertolini 1, Soviero 3, Porfilio. All. Menozzi.

VIS 2008 – BASKET CRABS 80 – 81

(17-30; 33-50; 65-67)

Vis Ferrara: Ghirelli, Franchella F. ne, Castaldini 3, Natali, Chemello 16, Kekovic 6, Patroncini 15, Zanirato ne, Mancini 22, Drigo, Tidey 6, Labovic 12. All. Franchella E.

Crabs: Del Fabbro ne, Rinaldi 3, Galassi 10, Mladenov 6, Demaio 6, Berni, Favali 38, Moffa 14, Clementi 2, Udom 2. All. Ferro.

Incredibile vittoria dei Crabs che a Ferrara rischiano di buttare alle ortiche addirittura un +27 maturato nel secondo periodo.

Primo quarto subito di marca riminese, ordine in attacco e difesa chiusa sui lunghi estensi: i Crabs partono 6-19 con Favali già a quota 13 e mantengono il +13 fino alla prima sirena (30-17). Nel secondo periodo i Crabs accelerano ancora e toccano il massimo vantaggio sul 48-21 (+27) grazie alle giocate offensive di Moffa e Demaio. Ferrara però chiude il tempo con un mini parziale di 12-2, determinato da ben 5 azioni di canestro+fallo (50-33). Al rientro dagli spogliatoi i Crabs sono la brutta copia della squadra del primo tempo. Canestri sbagliati da ogni posizione, mentre Ferrara con un buon giro di palla si costruisce buoni tiri, anche da tre, e li mette pure dentro. Il parziale recita 32-17 per i padroni di casa, i granchietti sono riusciti comunque a tenere sempre il naso avanti (65-67) ma la gara è chiaramente riaperta. Nell’ultima frazione la partita diventa bellissima, Rimini si aggrappa a Favali mentre Moffa e Galassi faticano a ritrovare la via del canestro. Ferrara vola a +6 ma viene ripresa da una tripla di fondamentale importanza messa a segno da Rinaldi con due minuti da giocare. Tripla sbagliata da Ferrara, Moffa subisce fallo e dalla lunetta fa 2/2 riportando i suoi a -1 (77-76). Rimini morde in difesa, guidata da un eroico Clementi (che gioca con il mento ferito), recupera un’altra palla e questa volta è Favali a subire fallo ed a siglare dalla lunetta il 2/2 del sorpasso (77-78). Ultimo giro di lancetta: Ferrara sbatte ancora contro la difesa di Rimini, sul fronte opposto Galassi si procura un fallo e fa 2/2 per il 77-80. A 21″ dalla fine Ferrara cerca la tripla veloce ma, complice la difesa di Clementi – ne esce fuori solo un airball che si spegne a fondo campo. Rimessa Galassi che a 6″ dalla fine subisce fallo ed in lunetta realizza il decisivo 1/2 per il 77-81. Inutile la tripla allo scadere da nove metri di Ferrara, vittoria di Rimini per 80-81.

POL. PONTEVECCHIO – SALUS PALL. BOLOGNA 74 – 78

(20-21; 36-44; 54-53)

Pontevecchio: Sassoni 10, Giorgi 3, Conti 9, Folli 11, Giordano ne, Secchi, Parchi 2, Brancaccio, Minerva, Bartolini 8, Tomsa 4, Cosco 25. All. Bartolini.

Salus: Morra 3, Santi 2, Solmi 4, Arletti 4, Venturi 10, Branzaglia 7, De Paoli 5, Cavallone, Chirco, Marchetta 15, Tubertini 25, Lelli 3. All. Seletti.

PALLACANESTRO 2.015 – SANTARCANGELO BASKET 51 – 58

(15-16; 29-35; 41-54)

Forlì: Marchioni 5, Milandri ne, Pinza 6, Ruscelli 4, Biondi, Zoboli 3, Ricci, Del Zozzo 9, Fabiani ne, Ravaioli, Biondolino 9, Lotti 15. All. Tumidei.

Santarcangelo: Carasso 2, Vandi, Insero, Rossi, Semprucci, Bugli, Pambianco 10, Alfarano 8, Tognacci 16, Ugolini 8, Guziur 10, Chiari 4. All. Bernardi.

Dopo una prima frazione piuttosto equilibrata, gli Angels di coach Bernardi piazzano il ‘break’ decisivo a cavallo tra il secondo ed il terzo quarto, entrando così nell’ultimo periodo sul +13 (41-54). Forlì, ad ogni modo, non ha intenzione di darsi per vinta: nell’ultima frazione i ragazzi di coach Tumidei riescono a costruire una buona manovra offensiva, senza però riuscire a finalizzare un’insperata rimonta iniziata a soli 8′ dal termine. La ‘zone press’ targata Yoga, infatti, mette in grossa difficoltà gli Angels, forzandoli a numerose palle perse che permettono altrettanti facili canestri, senza però riuscire ad andare oltre al -7 nel finale di gara.

UNIPOL BANCA VIRTUS PALL. – B.S.L. SAN LAZZARO 93 – 79

(31-30; 49-49; 73-65)

Virtus Bologna: Gianninoni 13, Salsini 6, Nanni 2, Rubbini 26, Rossi 7, Jurkatam 11, Barbato, Lorusso, Bertuzzi 2, Oyeh 13, Cavallari 2, Rosa 11. All. Vecchi.

BSL: Mengoli ne, Barattini 9, Venturoli 13, Salvardi 16, Serra, Bini ne, Puntolini 18, Mazzini 12, Pezzano 11, Muzzi, Pistillo ne, Zuppiroli ne. All. Bettazzi.

CLASSIFICA

Virtus BO, Crabs RN 8; Reggiana 6; Fortitudo 103 BO, Santarcangelo, Salus BO 4; Pall. 2.015 Forlì, Bsl San Lazzaro 2; Pontevecchio BO*, Vis 2008 FE* 0.

UNDER 15 4° Giornata

FORTITUDO103 ACADEMY – PALL. REGGIANA 22/11/2016 – 20:30

Palestra Furla – Via San Felice 103 BOLOGNA (BO)

POL. PONTEVECCHIO – B.S.L. SAN LAZZARO 66 – 60

(21-15; 35-27; 54-49)

Pontevecchio: Torresi 6, Faiella, Casanova 5, Succi 2, Collina, Flocco 7, Simoncini 6, Celli, D’Agata 16, Lambertini 12, Antonetti 12, N’Guesso. All. Lepore.

San Lazzaro: Omicini 6, Annunziata, Tepedino 2, Domenichelli 4, Chebbi 2, Bergonzoni 1, Gilioli 11, Ghedini 17, Vernoni, Meluzzi 2, Negroni Tommaso. 12, Magnani 3. All. Rocca.

ASSIGECO POL. PIACENZA CLUB – ONETEAM BASKET FORLI 71 – 76

(16-24; 37-35; 60-56)

Piacenza: Folli, Fermi 5, Ferro, Tavazzi 4, Rigoni 23, Andena 8, Bussolo 9, Zanelli 6, Valdonio 9, Superina, Bonetti 1, Tanzini 4. All. Nadal.

UNIPOL BANCA VIRTUS PALL. – G.S. INTERNATIONAL BASKET 10/11/2016 – 20:45

Palestra Porelli – Via dell’Arcoveggio 49/2 BOLOGNA (BO)

VIS 2008 – BASKET CRABS 74 – 68

(16-14; 35-24; 55-48)

Vis Ferrara: Righini, Lombardi 2, Volpato 8, Salvi, Zanella, Bombonati 2, Branchini 10, Fabbri 31, Gilli 2, Accorsi 2, Ruina 15, Rossi 2. All. Castaldi.

Rimini: Rinaldi, Baroni 21, Rosario Cruz 12, Frisoni 5, Piscaglia 9, Gamboni 16, Corsetti 3, Casoli 2. All. Luongo.

CLASSIFICA

Oneteam FO 8; Reggiana*, Vis 2008 FE 6; Virtus BO*, Piacenza BC, Crabs RN 4; International Imola*, Pontevecchio BO 2; Bsl San Lazzaro, Fortitudo 103 BO* 0.

Serie B, Basket 2000 ko a Vicenza, sorridono Cento e Piacenza

SERIE B/B

PALLACANESTRO CREMA – PALLACANESTRO PIACENTINA 72 – 80

(21-17; 34-38; 51-51)

Crema: Nicoletti, Liberati 24, Del Sorbo 11, Pasqualin 11, Petronio 3, Manuelli 2, De Min 6, Bozzetto 6, Tardito 7, Bovo. All. Baldiraghi

Piacenza: Sanguinetti 19, Soragna, Rezzano 8, Guerra ne, Tempestini 10, G. Samoggia, Banti 26, Leonzio 4, M. Samoggia 4, Magrini 9. All. Steffè

E’ una vittoria sudata quella della Bakery sul campo di una buona Crema: una battaglia lunga quasi quaranta minuti che i biancorossi hanno risolto solamente negli ultimi tre, quando la mini-fuga fino al +10, ha permesso a Banti e compagni di tornare a casa con due fondamentali punti. A guidare offensivamente i piacentini si sono alternati Sanguinetti (19) e Banti, autore di ben 26 punti.

La Bakery, che parte con il solito quintetto formato da Sanguinetti, Magrini, M.Samoggia, Rezzano e Banti, inizia il match con il piglio giusto, trovando dopo nemmeno cinque minuti il +7. La risposta dei padroni di casa non si fa attendere: Liberati sale in cattedra con 12 punti nel solo primo quarto (saranno 24 alla fine), Del Sorbo allo scadere e poche azioni prima proprio Liberati colpiscono da oltre otto metri per il 21-17 di fine primo quarto. Piacenza non subisce il contraccolpo psicologico, ma inizia a lavorare ai fianchi di Crema: passo dopo passo, il punteggio ritorna in parità dopo la tripla frontale di Banti (28-28) prima dell’allungo sul finire del primo tempo con un paio di canestri di Banti ed i punti di Leonzio e Matteo Samoggia: 34-38 all’intervallo lungo. Piacenza sembra aver preso fiducia ed al rientro dagli spogliatoi lo mostra nel migliore dei modi cavalcando ancora una volta Banti e Sanguinetti, chiudendo al contempo le maglie difensive per toccare il massimo vantaggio, +10 (36-46) poco dopo la metà della terza frazione. Come già accaduto nel primo quarto è solo questione di tempo prima che Crema trovi il modo di riaprire i giochi con un controparziale che vale il 51 pari alla sirena del trentesimo minuto. Le squadre ingaggiano quindi un duello su ogni singolo pallone nell’ultimo quarto. Ad avere la meglio è la Bakery che inizia a segnare il solco con le triple di Tempestini e Sanguinetti: Crema tocca il -10, prova ad imbastire l’ennesima rimonta ma non c’è nulla da fare, i biancorossi riescono questa volta a mantenere le distanze di sicurezza. Finisce 72-80, Piacenza può festeggiare la terza vittoria su quattro partite

RUCKER SAN VENDEMIANO – BALTUR CENTO 73 – 84

(22-21; 32-38; 50-65)

San Vendemmiano: Michelin, Fazioli 3, Varaschin 5, Rossetto 10, Carlesso 17, Antelli 5, Pin Dal Pos 15, Muner 2, Barbon 14, Locci 2. All. Volpato.

Cento: Chiera 14, Andreaus 10, Bedetti 11, Benfatto 12, Pignatti 12, Bravi, D’Alessandro 3, Brighi 12, Botteghi, Caroldi 10. All. Giordani.

A pochi metri dal campo dove è cresciuto Alessandro Del Piero, nel giorno del cinquantaduesimo compleanno di Drazen Petrovic che coincide con quello dell’inaugurazione del nuovo palasport di Saccon, la Baltur torna al successo dopo il passo falso casalingo con Padova, regolando una Rucker Sanve che nonostante il 59% dall’arco non riesce nell’impresa di fermare la corsa di Cento. La Baltur si presenta all’appuntamento senza l’influenzato Bianchi, ma con capitan Caroldi finalmente abile e arruolato, e subito nei primi cinque. San Vendemiano risponde con ben cinque atleti nati nel ’98 nei dieci. I locali, in particolare, mandano subito a bersaglio sei dei primi sette tentativi dal campo, costringendo gli ospiti a inseguire e aggiudicandosi con merito il primo quarto, pur di misura (22-21). Nella seconda frazione, la formazione ospite cambia faccia in difesa, concedendo appena dieci punti agli avversari, guadagnandosi la testa della partita e rientrando negli spogliatoi con sei punti di vantaggio (32-38). Nella ripresa lo scarto tra le due formazioni va presto in doppia cifra, i padroni di casa lottano su ogni pallone ma a dieci minuti dalla fine sono già 15, i punti da recuperare (50-65). Nell’ultima frazione Cento pare scappare, ma la Rucker Sanve si riporta sotto e ci vogliono due triple in fila di Chiera, per mandare i titoli di coda su una partita che la Baltur archivia grazie a ben sette uomini in doppia cifra.

AURORA DESIO 94 – AGRIBERTOCCHI ORZINUOVI 54 – 70

CO.MARK BERGAMO – BASKET LECCO 66 – 63

PALLACANESTRO VICENZA 2012 – BMR 81 – 71

(20-23; 43-35; 65-54)

Vicenza: Boaro 8, Vai 21, Demartini 11, Montanari 4, Oboe ne, Rizzetto 5, Ianes 6, Elio ne, Campiello U. 12, Campiello A. 14. All. Orlando.

BK 2000 Scandiano: Malagutti 14, Salami ne, Ferrari ne, Bertolini 3, Farioli 10, Astolfi, Veccia 8, Pugi 16, Germani 4, Chiappelli 16. All. Tinti.

Primo stop stagionale per la Bmr, che cade a Vicenza contro la Tramarossa. Sono i padroni di casa a partire meglio, andando sull’11-5; la reazione ospite è affidata a Pugi, che firma il 15-23 del 7’ e costringe il coach veneto Orlando a chiamare time out. I padroni di casa si riavvicinano a cavallo tra primo e secondo periodo, trovando in Vai il principale terminale offensivo delle loro azioni ed è Demartini a firmare il nuovo vantaggio interno sul 26-25 (12’); nella seconda frazione è Vicenza a comandare le danze, con la Bmr che fatica a trovare la via del canestro e ad andare negli spogliatoi sul +8 in suo favore. La ripresa si apre con Scandiano determinata a rientrare in partita ed il parziale di 0-7 firmato Veccia, Pugi e Chiappelli sembra dare speranza agli ospiti, che risalgono sul 45-42; i padroni di casa, però, non subiscono il contraccolpo e toccano il +10 sul 55-45 (25’) con un canestro di Demartini. Nel finale della terza frazione è una bomba di Malagutti a tenere a galla gli uomini di Tinti, che vanno all’ultimo intervallo con undici lunghezze da recuperare. Nel quarto periodo non si segna nei primi 3’, poi Veccia trova la bomba del -8, cui replica prontamente Vai, facendo scorrere anticipatamente i titoli di coda al match, nonostante i tentativi di Pugi di riportare in scia i suoi.

BROETTO PADOVA – REKICO FAENZA 77 – 56

(11-17; 41-28; 59-47)

Padova: Schiavon 13, Canelo 7, Clark 2, Ferrara 11, Cusinato, Lazzaro 21, Pavan, Salvato 10, Nobile 6, Crosato 7. All. Friso.

Faenza: Perin 11, Boero 3, Silimbani 4, Donadoni 10, Benedetti 3, Casadei 4, Iattoni 15, Agriesti, Pini 6, Di Coste. All. Regazzi.

Niente da fare per la Rekico sul campo della capolista, sconfitta con un punteggio ben più ampio di quello che ha detto realmente il campo. Padova vince con pieno merito e resta in vetta a punteggio pieno grazie al maggior cinismo mostrato nei momenti decisivi del match. La vera notizia negativa per Faenza è il duro colpo subito da Benedetti nel finale, letteralmente “affondato” da un duro e inspiegabile intervento di Canelo. Il playmaker faentino ha sbattuto sul parquet il ginocchio destro e si spera non sia nulla di grave, considerata anche l’assenza di Penserini, non sceso in campo a Padova per un problema al ginocchio accusato in allenamento. Per fortuna pare sia soltanto una dura contusione.

L’avvio di gara è tutto di marca Rekico, con i giocatori che lottano in difesa su ogni pallone mettendo in difficoltà Padova, costringendola a perdere molti palloni anche in maniera banale. L’attacco gira molto bene ed è una tripla di Benedetti a regalare il 17-8 all’8’. Un vantaggio però illusorio, perché la Broetto riordina le idee affidandosi in attacco ad un immarcabile Lazzaro (19 punti nel primo tempo per lui) e alla fisicità piazzando un break di 14-1 per il 22-18. Faenza accusa il colpo e in attacco non trova la via del canestro e così al riposo si ritrova ad inseguire 41-28. L’intervallo serve a rimettere a posto le cose e al rientro in campo arriva la reazione. Una tripla di Pini vale il 41-48, ma Padova risponde con tiri dagli angoli, bloccando ogni tentativo di rimonta dei faentini. Lo svantaggio della Rekico resta sempre in doppia cifra, ma ancora una volta il cuore dei Raggisolaris è grande e arriva il 50-59. Questa volta è Schiavon a gelare gli animi romagnoli con una tripla (62-50), ripetendosi poi pochi minuti più tardi con quella del 68-52. Gli ultimi minuti sono all’insegna di un inspiegabile nervosismo e a farne le spese è Benedetti che viene travolto da Canelo con un duro colpo alla testa cadendo rovinosamente per fortuna senza conseguenze. Finisce, comunque, con gli applausi dei cinquanta tifosi faentini che non hanno voluto far mancare il loro apporto alla squadra anche in questa trasferta.

VIVIGAS COSTA VOLPINO – SU STENTU SESTU 90 – 72

URANIA BASKET MILANO – ARGOMM ISEO 69 – 51

CLASSIFICA

P G V P
Broetto Virtus Padova 8 4 4 0 100.0
CO.MARK Bergamo 6 4 3 1 75.0
Baltur Cento 6 4 3 1 75.0
Agribertocchi Orzinuovi 6 4 3 1 75.0
Bmr Basket 2000 Reggio Emilia 6 4 3 1 75.0
Bakery Piacenza 6 4 3 1 75.0
GIMAR Basket Lecco 4 4 2 2 50.0
Pallacanestro Crema 4 4 2 2 50.0
Rekico Faenza 4 4 2 2 50.0
Hikkaduwa Milano 4 4 2 2 50.0
Tramarossa Pall. Vicenza 2012 4 4 2 2 50.0
Vivigas Alto Sebino 4 4 2 2 50.0
Pallacanestro Aurora Desio 0 3 0 3 0.0
Argomm Basket Iseo 0 4 0 4 0.0
Rucker Sanve San Vendemiano 0 4 0 4 0.0
Accademia Su Stentu Sestu 0 3 0 3 0.0

SERIE B/C

CUORE NAPOLI BASKET – GLOBAL SISTEMI 93 – 75

(22-27; 41-43; 70-52)

Cuore Basket Napoli: Rappoccio, Murolo, Barsanti 12, Malfettone, Mastroianni 6, Ronconi 12, Erra, Maggio 21, Visnjic 31, Nikolic 11. All. Ponticiello.

Tigers Forlì: Forti 7, Rombaldoni 15, Fontecchio 24, Myers, Giovara 18, Bartolucci 6, Agatensi, Rossi, Ghirelli 5, Cicognani. All. Di Lorenzo.

LUISS ROMA – LA META TERAMO 88 – 79

SPORT E’ CULTURA PATTI – S.MICHELE MADDALONI 62 – 70

SIMPLY VIS NOVA ROMA – ZANELLA BASKET CEFALU’ 70 – 66

PLANET BASKET CATANZARO – BALLETTI PARK HOTEL VITERBO 100 – 59

BASKET SCAURI – VIRTUS VALMONTONE 78 – 82

VIRTUS CASSINO – BASKET BARCELLONA P. DI GOTTO 65 – 80

PALLACANESTRO PALESTRINA – STELLA AZZURRA ROMA 90 – 53

CLASSIFICA

Cuore Napoli Basket 8 4 4 0 100.0
Citysightseeing Palestrina 8 4 4 0 100.0
ASD LUISS Roma 8 4 4 0 100.0
Air Fire Virtus Valmontone 8 4 4 0 100.0
Basket Barcellona 4 4 2 2 50.0
Teramo Basket 1960 4 4 2 2 50.0
Basket Scauri 4 4 2 2 50.0
BPC Virtus Cassino  4 4 2 2 50.0
Vis Nova Simply Roma 4 4 2 2 50.0
Stella Azzurra Roma 2 4 1 3 25.0
Tigers Global Sistemi Forlì 2 4 1 3 25.0
MecSan Maddaloni 2 4 1 3 25.0
Sport è Cultura Patti 2 4 1 3 25.0
Mastria Vending Catanzaro 2 4 1 3 25.0
Zannella Basket Cefalù 2 4 1 3 25.0
Balletti Park Hotel Viterbo 0 4 0 4 0.0

SERIE B/D

PU.MA. TRADING TARANTO – VAL DI CEPPO BASKET PERUGIA 71 – 64

PORTO S.ELPIDIO BASKET – ALLIANZ SAN SEVERO 73 – 59

WERE BASKET ORTONA – LIONS BASKET BISCEGLIE 63 – 71

NTS INFORMATICA RIMINI – IL GLOBO ISERNIA 58 – 59

(18-23; 28-38; 46-51)

Rimini: Meluzzi 10 (5/7, 0/1), Pesaresi 25 (4/5, 3/8), Busetto 2 (1/4, 0/4), Battistini 6 (3/7, 0/1), Aglio 3 (1/5, 0/1), Foiera 9 (3/6, 0/2), Maiello 3 (1/3, 0/1), Toniato (0/1, 0/1), Tiberti, Signorini ne. All. Maghelli.

Isernia: Norcino 17 (4/7, 3/10), Patani 2 (1/2, 0/1), Serio 3 (1/1), Lenti 2 (1/2, 0/2), Salari 18 (4/7, 2/8), Triggiani 2 (1/2, 0/1), Melchiorri (0/2, 0/3), Gazineo 2 (1/3), Sipala 9 (2/2, 1/2), Bisciotti ne. All. Sanfilippo.

AMATORI PESCARA – GOLDENGAS SENIGALLIA 79- 58

BAWER MATERA – GLOBO CAMPLI 83 – 96

NUOVA PALL. MONTERONI – GIULIANOVA BASKET 49 – 64

DYNAMIC VENAFRO – XL EXTRALIGHT MONTEGRANARO 54 – 85

CLASSIFICA

Globo Infoservice Campli 8 4 4 0 100.0
Lions Basket Bisceglie 8 4 4 0 100.0
XL Extralight Montegranaro 6 4 3 1 75.0
Etomilu Giulianova 6 4 3 1 75.0
Malloni Basket P.S. Elpidio 6 4 3 1 75.0
Allianz Pazienza Cestistica San Severo 4 4 2 2 50.0
NTS Informatica Rimini 4 4 2 2 50.0
Olimpia Bawer Matera 4 4 2 2 50.0
Pu.Ma. Trading Basket Taranto 4 4 2 2 50.0
Amatori Pescara 4 4 2 2 50.0
Sicoma Valdiceppo Perugia 2 4 1 3 25.0
Were Basket Ortona 2 4 1 3 25.0
Goldengas Pallacanestro Senigallia 2 4 1 3 25.0
Quarta Caffè Monteroni 2 4 1 3 25.0
Il Globo Isernia 2 4 1 3 25.0
Al Discount Venafro 0 4 0 4 0.0

A2, tris per la Matteiplast. Serie B, Cavezzo stoppa la Magik Rosa

SERIE A2/B 3° Giornata

INFA CIVITANOVA MARCHE – VELCOFIN VICENZA 54 – 55

RITTMEYER BRUGG MARGHERA – ECODENT VILLAFRANCA 67 – 58

SALERNO BASKET 92 – BASKET FEMMINILE STABIA 48 – 50

MATTEIPLAST BOLOGNA – DEFENSOR VITERBO 60 – 45

(13-19; 37-24; 49-35)

Matteiplast: Franceschelli 10, Cordisco, Occhipinti 3, Dall’Aglio, Storer 3, Tava ne, Mini 4, Cadoni 18, Poletti, Meroni 2, D’Alie 14, Nannucci 6. All. Andreoli.

Viterbo: Puggioni 6, Maroglio, Boccalato 2, Orchi, Raiola, Riccobono 3, Ciavarella 16, Romagnoli 8, Cutrupi 4, Spirito 3, Stoichkova 3, Ndiaye. All. Scaramuccia.

FANOLA-ONETECH S. MARTINO – SISTEMA ROSA PORDENONE 50 – 43

MADDALENA VISION PALERMO – DELSER-CRICH UDINE 58 – 68

CLASSIFICA

Matteiplast Bologna, Marghera 6; Civitanova, Vicenza, San Martino di Lupari 4; Villafranca, Palermo, Bonfiglioli Ferrara, Viterbo, Udine, Castellamare 2; Salerno, Pordenone 0.

SERIE B 4° Giornata

A.I.C.S. BASKET FORLI’ – BK CLUB VALTARESE 2000 49 – 63

B.S.L. SAN LAZZARO – BASKET TRICOLORE 42 – 45

LIBERTAS BASKET BOLOGNA – BK CLUB VAL D’ARDA 64 – 39

(18-16; 33-24; 50-35)

Libertas Bologna: Servillo 8, Bettini 7, Aleotti 15, Romagnoli 6, Percan 17, Lolli Ceroni 1, Gilioli ne, Torresani, Patera 8, Trombetti 0, Santucci 2, Giacometti ne. All. Borghi.

Fiorenzuola: Podesta 11, Borghi 8, Ghittoni ne, Rizzi 2, Rossi 2, Bertoni, Menta ne, Zane 6, Bona 8, Zuin 2, Yamble, Rocca ne. All. Giroldi.

ACETUM – ITALGOMMA 59 – 52

(20-10; 31-29; 38-42)

Cavezzo: Righini ne, Bocchi 2, Zanoli 10, Balboni 4, Marchetti 8, Melloni 6, Finetti 2, Bernardoni 10, Costi 10, Calzolari 7, Bellodi. All. Bregoli.

Magik Parma: Basteri ne, Corsini 6, Petrilli 7, Tringale 9, Molinari, Tomassetti 5, Trevisan 9, Vaccari 14, Minari M., Pavarani 2, Zoni ne, Minari C. ne. All. Lopez.

Arriva la prima sconfitta per l’Italgomma sul campo dell’Acetum in una partita giocata solo a tratti dalle parmigiane, che soffrono nel primo e nell’ultimo quarto regalando così una vittoria più che meritata per le padrone di casa che, di certo, hanno messo in campo molta più grinta e determinazione. Il primo quarto è tutto di marca giallonera grazie a Capitan Costi, inspiegabilmente lasciata libera dalla difesa della Magik che mette a segno 6 degli 8 punti iniziali per Cavezzo. Melloni colpisce da tre punti e l’Italgomma trova i primi canestri solo dentro l’area grazie a Tringale e Vaccari. Nel secondo parziale Trevisan e Tomassetti riescono a mettere in difficoltà la difesa modenese e la zona mista proposta riporta le parmigiane a -2 all’intervallo. Dopo la pausa lunga, le ragazze di Lopez e Bonati sono molto più concentrate e Pavarani e Corsini segnano i canestri del vantaggio ospite. Trevisan e Petrilli, dopo tre minuti dell’ultimo periodo, portano l’Italgomma al massimo vantaggio (+7), ma inspiegabilmente la difesa biancoblu crolla e lascia spazio a Zanoli e Marchetti che puniscono più volte e riportano le padrone di casa in partita a tre minuti dalla fine. La luce si spegne definitivamente per Parma che ingenuamente regala tiri liberi con falli stupidi a metà campo e smette letteralmente di giocare in attacco subendo un pesante 21-10 che regala la vittoria al Cavezzo.

LIBERTAS BASKET ROSA FORLI – TIGERS PARMA BASKET ACADEMY 56 – 49

POL. LIB. CALENDASCO – RIMINI HAPPY BASKET 72 – 26

CLASSIFICA

Libertas Bologna 8; S.B. Faenza, Magik Rosa Parma, Cavezzo, Calendasco, Tricolore Reggio 6; Bsl San Lazzaro, Val d’Arda, Tigers Parma, Libertas Rosa Forlì, Valtarese 2000 2; Happy Basket Rimini, Aics Forlì  0.

Impresa “titanica” per i Flying Balls. Salus, primo ko. C Silver, Alston “fa l’americano”…

SERIE C GOLD 4° Giornata

PALL. TITANO – NEW FLYING BALLS 71 – 74

(21-19; 36-34; 50-55)

San Marino: Frigoli 9, Gamberini ne, Macina, Polverelli 12, Rinaldi 15, Bianchi 17, Borello ne, Amadori 6, Zannoni 8, Gambi ne, Riccardi ne, Balestri 4. All. Foschi.

Flying Balls Ozzano: Montanari ne, Masré 17, Morara 4, Folli 6, Magagnoli 2, Lalanne, Betti ne, Guazzaloca 8, Martini 2, Cutolo 8, Gianasi 8, Agusto 19. All. Grandi.

C’è mancato davvero poco che il trittico di fuoco riservato dal calendario all’Asset Banca partisse con il botto.
Dopo lunghe fasi di equilibrio, il finale del terzo quarto e l’avvio dell’ultimo sembravano orientare la partita verso Ozzano: la tripla del 60-50 al 31’30” di Masré (17p. in 19′ alla fine) siglava l’unico vantaggio in doppia cifra della partita, prima che una serie di Rinaldi dimezzasse il divario (7 in fila per il 62-57 Ozzano, 15 alla fine per Niccoló). Il testimone offensivo passa a Bianchi, 7 in serie anche per lui (17 nella partita) per il 68-67 Ozzano a 3′ dalla sirena, Polverelli sorpassa dalla lunetta (69-68 Asset), idem Gianasi (2/2 per il 70-69 Ozzano), e nuovo sorpasso con il piazzato di Bianchi (71-70 Asset a 1’00” dalla sirena).
Morara perde palla e così i Titans si trovano sul +1 e possesso a 37″ dalla fine; la chiave del finale è proprio quel possesso perso dai Titans dopo un contatto sospetto su Polverelli che consente a Guazzaloca di depositare due punti facili per il 71-72 a -22″. A Rinaldi non riesce il piazzato del sorpasso a -4″, né la tripla del pareggio sulla sirena, dopo il 2/2 di Guazzaloca del 71-74.

B.S.L. SAN LAZZARO – BASKET LUGO 67 – 77

(17-12; 23-33; 40-56)

San Lazzaro: Lolli 2, Verardi 8, Binassi 7, Fabbri 16, Mellara 9, Rossi 1, Bianchi 8, Barattini 5, Cavazzoli ne, Allodi 11. All. Rocca.

Lugo: Baroncini, Poluzzi 18, Tinsley 5, Romagnoli, Thiam 4, Seravalli 22, Legnani 4, Presentazi 5, Filippini 8, Guerra 2, Collina, Zhytaryuk 9. All. Galetti.

GAETANO SCIREA BASKET – SALUS PALL. BOLOGNA 73 – 68

Bertinoro: Marisi 23, Riguzzi 18, Solfrizzi Em. 13, De Pascale 4, Cristofani 4, Merenda 2, Solfrizzi En. 6, Godoli 3. All. Brighina.

Salus: Parma Benfenati 21, Savio 9, Granata 3, Amoni 7, Lugli 2, Percan 11, Nucci 13, Trentin 2. All. Giuliani.

DESPAR 4 TORRI FERRARA – POL. PONTEVECCHIO 81 – 70

(27-21; 50-38; 59-59)

4 Torri Ferrara: Chiusolo 6, Ranzolin 2, Brandani 9, Nanni 8, Parmeggiani 8, Paccagnella 8, Ballardini 7, Ghedini 8, Verde, De Ruvo 10, Pederzini 15. All. Cavicchioli.

Pontevecchio: Varotto 5, Galassi 9, Riguzzi 18, Carella, Brancaleoni 11, Zeneli 3, Ranocchi 4, Bergami 18, Buriani 2, Donati, Vetere. All. Angori.

Missione compiuta per la Despar 4 che riesce a mettere il sigillo della vittoria nella gara contro la giovane e coriacea Polisportiva Pontevecchio che mai ha mollato e ha dimostrato carattere e tecnica non certo da squadra junior, come di fatto l’età media del roster dice. In una partita non bella, impostata e incanalata dagli ospiti nel modo per loro più congeniale, la squadra di Cavicchioli ha sudato molto per imporre la propria supremazia. Bravi i ragazzi di Pontevecchio a mettere in campo una foga difensiva e anche alcune ottime giocate, ma altrettanto bravi i granata a portare a casa, con la rabbia in alcuni momenti, un incontro che si sapeva poter essere più complicato di quanto i roster dicano. 4 Torri sempre Avanti, ma mai con la certezza in tasca. Il primo quarto inizia con un mini break di 7 a 0 che fa ben sperare i ferraresi ma la tenacia, mai mancata al Pontevecchio, rintuzza questo primo allungo. La partita si svolge nervosamente con i giovani ospiti per nulla intimoriti e in grado di mettere una grande pressione difensiva sulla squadra di casa. Si arriva così alla pausa lunga (50 a 38) con l’incertezza di sapere se quell’impeto e quella concentrazione dei bolognesi potranno far parte anche dei due ultimi quarti. E sarà così, anzi è proprio nel terzo quarto che Pontevecchio compie il proprio “piccolo” miracolo vincendolo perentoriamente con il punteggio parziale di 9 a 21. Gli ultimi dieci minuti di gioco iniziano con le squadre in parità sul 59 a 59 e a dire il vero, sarà l’unico momento in cui si è vista la parità nel punteggio. L’ultima frazione di gioco, seppur non in scioltezza, vede la Despar mettere le mani sull’incontro e accrescere il proprio distacco fino al +11 finale che, di fatto, fotografa il gap reale tra le due squadre. Sugli scudi in casa granata un ottimo Pederzini in  doppia-doppia (15 punti e 11 rimbalzi) e dall’altra Riguzzi con 18 punti.

ALBERTI E SANTI PALL. FIORENZUOLA – BOLOGNA BASKET 2016 86 – 68

(27-17; 49-33; 68-54)

Pallacanestro Fiorenzuola 1972: Galli 10, Sichel 7, Monacelli 10, Miller 13, Berni, Trobbiani, Marletta 5, Lottici M. 11, Klyuchnyk 14, Donati ne, Garofalo 16, Giani. All. Lottici S.

Bologna Basket 2016: Bonetti 6, De Gregori 3, Biello 11, Guerri, Del Papa 9, Tugnoli L. 1, Tugnoli A. 10, Bertuzzi 5, Brotza 8, Torriglia 4, Albertini 11. All. Trevisan.

NUOVA PSA – NPC 59 – 61

(18-11; 30-28; 46-46)

Modena: Vivarelli, Bianchi 6, Cervellati, Tamagnini ne, Verrigni 4, Frilli 11, Storchi 17, Gamberini, Fiore 8, Saccà 13, Bianchini ne, Brilli ne. All. Spettoli.

VSV Imola: Dalpozzo 2, Dalfiume 9, Murati ne, Zambrini 12, Creti ne, Fin 5, Corcelli 7, Vignali 12, Sangiorgi 3, Starovlah 11. All. Lunghini.

La PSA deve rinviare ancora l’appuntamento con la prima vittoria stagionale. Imola esce coi 2 punti dalle Ferraris al termine di una battaglia più ruvida che bella; la PSA ha da un lato parecchio da rammaricarsi per aver spento la luce nel momento decisivo dell’incontro, ma dall’altro ha di che esser fiduciosa per aver lottato quaranta minuti alla pari con una squadra costruita per raggiungere la Serie B a lungo pregustata in estate.

Parte meglio la PSA che si porta avanti 12-5 dopo i primi giri di lancette con capitan Storchi a suonare la carica. Coach Lunghini, ex di turno, chiama timeout e sveglia i suoi uomini, ma il vantaggio alla prima sirena rimane di 7 lunghezze a favore dei modenesi. In avvio di secondo periodo i gialloneri si rifanno sotto guidati da Zambrini, da qui in avanti si procederà sostanzialmente a forza di botte e risposte con i due team a mai più di due possessi di distanza. La partita è molto fisica, molti contatti non vengono sanzionati e lo spettacolo ne risente con i ritmi che si abbassano e le percentuali dal campo che crollano. Imola gioca per larghi tratti a zona approfittando dell’infortunio al polso che limita in maniera decisiva bomber Verrigni. Alla pausa lunga PSA ha due punti di vantaggio, con un buon avvio di terzo periodo i modenesi toccano per due volte il +5 ma l’esperienza e la qualità di Dal Fiume e compagni fa sì che gli imolesi non sbandino mai, nonostante nell’aria si percepisca la tensione per le due partite perse in quest’avvio di stagione. Modena non segna mai, trova il primo cesto del quarto con meno di 4 minuti da giocare quando Imola ha già preso quel margine piccolo, ma decisivo, per arrivare davanti all’ultima boa. Fiore segna due volte da 3p. rianimando il pubblico delle Ferraris; il canestro del 59-61 arriva a 30″ dal termine. Nell’azione successiva PSA non fa fallo e Storchi recupera palla con circa 7 secondi da giocare, cerca di servire Bianchi in contropiede ben fermato dal rientro difensivo, scarico per Frilli che cerca il game-winner da 7 metri, ma coglie soltanto il ferro. Imola può festeggiare, mentre ai modenesi resta solo la rabbia di aver cullato un sogno svanito sul più bello.

CLASSIFICA

LUGO 8 4 4 0 304 246 +58
FLYING BALLS OZZANO 8 4 4 0 295 251 +44
FIORENZUOLA 1972 6 4 3 1 331 288 +43
SALUS BOLOGNA 6 4 3 1 285 267 +18
VSV IMOLA 4 4 2 2 323 285 +38
GAETANO SCIREA BERTINORO 4 3 2 1 213 205 +8
4 TORRI FERRARA 4 4 2 2 305 308 -3
BSL SAN LAZZARO 4 4 2 2 271 319 -48
SAN MARINO 2 3 1 2 229 226 +3
BOLOGNA BASKET 2016 2 4 1 3 271 288 -17
ARENA MONTECCHIO 0 3 0 3 208 243 -35
PSA MODENA 0 3 0 3 166 206 -40
PONTEVECCHIO BOLOGNA 0 4 0 4 273 342 -69

SERIE C SILVER 4° Giornata

ACADEMY BASKET FIDENZA 2014 – GUELFO BASKET 82 – 76

(16-12; 38-38; 53-48)

Fidenza: Avanzi, Antozzi 1, Liberati ne, Tommei ne, Simonazzi 6, Alston 35, Agostini 2, Pellegrini, Sela 7, Barksdale 31. All. Zanardi.

CastelGuelfo: Bernabini 7, Millina, Pieri 2, Baccarini, Fornasari, Venturoli 23, Musolesi 10, Ruggiero ne, Giordani 8, Casagrande 17, Quadrelli ne, Govi 9. All. Serio.

Troppo forti gli americani di Fidenza per una prestazione comunque buona del Guelfo. Barksdale parte con 15 punti filati nei primi dieci minuti. Ma è Venturoli a suonare la carica e il Guelfo passa meritatamente in vantaggio. Il gioco di squadra li porta a toccare anche il +9, ma quello che ricuce il passivo per i padroni di casa è Sela con 5 punti consecutivi. E la tripla di Alston sulla sirena manda tutti negli spogliatoi sul 38 pari. Il secondo tempo è territorio di Alston. Il funambolico play fa sembrare tutto semplice, fa tanti punti, ma forza anche parecchio. Per questo Fidenza non riesce a chiudere mai la partita, anzi, Guelfo se non sbagliasse tutti i liberi (9 errori alla fine) si ritroverebbe davanti e invece è costretta a inseguire sempre con 6-7 punti di svantaggio. Si arriva così nei minuti finali, dove il Guelfo, grazie a Musolesi, che realizza tre liberi consecutivi, si riporta sul -3, ma poi la tattica del fallo sistematico non riesce a concludere la rimonta.

GRANAROLO BASKET – VENTURI 64 – 71

(18-19; 31-33; 47-46)

Granarolo: Nicotera, Bernardinello 2, Paoloni 5, Ballini 20, Neviani 7, Salicini 5, Marega 6, Nobis 7, Cristalli 7, Cerulli ne, Cempini 5. All. Carrera.

Anzola: Poluzzi L., Cacciari ne, Lambertini, Zucchini 19, Fiorini 12, Kalfus 5, Venturi N. 9, Cataldo, Venturi D. 3, Penè 6, Mazza 17. All. Coppeta.

Al Palasport di Granarolo va in scena una partita non bella, spigolosa, che i padroni di casa conducono per buona parte ma hanno il demerito di non chiudere quando hanno avuto l’occasione di allungare, permettendo agli ospiti l’agguato vincente negli ultimi cinque minuti. Granarolo paga caramente le pessime scelte di tiro nel finale oltre all’incapacità di servire con continuità e qualità i lunghi nei momenti in cui Anzola schierava pivot il giovane Kalfus (bravo!!) che rende una dozzina di centimetri agli avversari diretti.

Granarolo parte bene e dopo 2’30” si trova sul 7-2, ma comincia la lunga serie delle disattenzioni che costellano il suo match e in 3′ la situazione è ribaltata (9-12 al 4’30”). Un Zucchini implacabile dalla lunga distanza (4/4 a fine match) fa da contraltare all’imprecisione dei frombolieri di Carrera (1/16 da tre nel match che suona da condanna) ed Anzola allunga fino al +6 (13-19) quando mancano 40″ alla prima sirena: Neviani non ci sta e con una fiammata delle sue manda le squadre a rifiatare in panchina sul 18-19 ospite. Granarolo riprende da dove aveva finito: 7-0 in 3′ firmato Cristalli-Nobis regala il +6 ai padroni di casa (25-19 al 13′). N.Venturi e Mazza, con l’unica tripla a bersaglio del suo match, riportano Anzola ad una sola lunghezza ma Paoloni e Cristalli ristabiliscono le distanze (30-25 al 16’30”). Un gioco da 3 punti di Nobis regala il +6 ai padroni di casa ma Zucchini e Mazza mandano tutti negli spogliatoi sul 33-31 con una partita da giocarsi in 20′. Il terzo periodo ripete la stessa falsariga del precedente, con Granarolo che procede come una doccia scozzese: a una calda segue sempre una fredda e Anzola rimane attaccata al match (40-36 al 23′). Salicini riporta Granarolo a +5 in due occasioni, ma Anzola non demorde fino al 47-46 siglato dall’ottimo Fiorini sulla sirena del 30′. Lo stesso Fiorini ridà il vantaggio ad Anzola con un gioco da 3 punti a inizio 4° periodo (47-49). Granarolo reagisce e si riporta a +4, ma Zucchini ricuce con una tripla (53-52 al 33’30”). Granarolo spreca dalla lunetta e spara a salve e senza senso da 3p. contro la 3-2 ospite e Anzola mette la freccia (55-59 al 35’30”). Granarolo continua a tirare da 3 con poca lucidità, ma si mantiene in scia con i viaggi dalla lunetta, ma l’ispirato Fiorini del 4° quarto (10 punti realizzati in questo periodo con il 100% al tiro) ogni volta la ricaccia indietro e si arriva al 38’30” con il punteggio di 62-66 sulla tripla dello scatenato n° 11 ospite. Cempini dalla lunetta dimezza lo svantaggio (64-66 al 39′). Mazza fa sfondamento in attacco e Granarolo ha la palla del pareggio, ma ancora una volta la perde malamente e deve spendere un  fallo su Zucchini a 20″ dalla sirena: l’ala ospite mette il primo, sbaglia il secondo, ma Kalfus beffa tutti e prende il rimbalzo d’attacco costringendo Granarolo a fare ancora fallo su Zucchini: stavolta il n° 10 di Anzola è freddo e, a 5″ dalla fine, mette la parola fine sul match, arrotondando poi il risultato sulla sirena.

VIRTUS MEDICINA – BK POL. CASTELFRANCO E. 87 – 57

(20-13; 42-32; 67-43)

Medicina: Magnani 15, Tinti 7, Marinelli 16, Mini 11, Govi 9, Biguzzi 13, Lorenzini 14, Spadoni, Castellari, Barba 2. All. Curti.

Castelfranco Emilia: Paolucci 5, Tomesani 13, Coslovi, Ayiku 2, Righi 5, Tedeschini 19, Vannini, Forni 4, Romagnoli, Ferrari 9. All. Boni.

I medicinesi devono registrare le pesanti assenze di Rambelli e Canovi, al termine di una settimana abbastanza travagliata con l’influenza che ha colpito diversi effettivi. Coach Curti rimescola le carte e parte con Magnani, Mini, Govi, Biguzzi e Castellari (il giovane pivot medicinese era alla prima partita dopo un anno di stop causa infortunio); coach Boni risponde con Righi, Ferrari, Tomesani, Tedeschini e Vannini. Primi minuti e nessuno ingrana: Biguzzi tiene in parità la Bernaitalia sul 4 a 4, poi due accelerazioni di Govi che guida la transizione e due bombe a fila di un chirurgico Mini (11 punti e 2 assist) e la Virtus rifila la prima spallata alla partita. Ferrari e Tedeschini tengono a contatto Castelfranco; Castellari (6 rimbalzi, 2 recuperi ed una stoppata) di contro è perfetto in difesa; primo giro di cambi e la coppia Marinelli-Lorenzini consente alla Bernaitalia di chiudere il primo quarto al comando sul 20 a 13 . Secondo periodo e la Virtus accelera: è Marinelli (16 punti, 4 rimbalzi, 1 assist ed una stoppata) a far saltare la zona 2-3 chiamata da Boni, poi Tinti (7 punti, 6 rimbalzi, 2 recuperi, 1 assist) si accende e Medicina va a + 10 sul 42 a 32 dell’intervallo. Terzo periodo ed uno scatenato Magnani (15 punti) mette a ferro e fuoco l’area di Castelfranco che accusa il colpo ; coach Boni cerca di rimescolare le carte nuovamente, ma è Lorenzini in formato “KIWI” (14 punti, 9 rimbalzi, 1 assist) l’uomo in più di una Bernaitalia che vola, anche grazie a Mini, al massimo vantaggio e piazza un parziale di 25 a 11 che stende gli ospiti; alla terza sirena i medicinesi comandano per 67 a 43. Quarto periodo e Govi (9 punti, 6 rimbalzi, 4 assist ed una stoppata) e il solito imprescindibile Biguzzi (13 punti, 10 rimbalzi, 3 assist, 8 falli subiti) tengono in ghiaccio il risultato; ancora giro di cambi, sempre un positivo e attento Barba (2 punti, 3 recuperi, 1 assist) a dettare i ritmi di una Bernaitalia eccellente; a 5’ dal termine entra Spadoni e coach Curti richiama tutti i suoi big per l’applauso. La Bernitalia che non cede un centimetro e amplia il vantaggio fino al +30 finale sull’87 a 57 .

PALL. NOVELLARA – OLIMPIA CASTELLO 2010 83 – 67

(26-18; 44-33; 64-44)

Novellara: Ferrari, Margini 3, Folloni 4, Rinaldi 27, Mariani Cerati 10, Morgotti 1, El Ibrahimi, Carpi 5, Ciavolella 14, Morini, Bartoccetti 15, Dilas 4. All. Spaggiari.

Castel San Pietro: Binassi 6, Boschi 5, Cavina, Corazza 2, Dall’Osso 17, Farnè, Franceschini 4, Gonzato 6, Guazzaloca 15, Nardi, Venturi 12. All. Savini.

PALLACANESTRO CASTENASO – ME-CART 71 – 54

(17-18; 31-26; 50-35)

Castenaso: Spinosa 10, Pesino 6, Beccari 5, Curione 8, Cantore 14, Serpieri, Masini ne, Pedrielli, Baroncini 3, Recchia, Parenti 11, Trombetti 14. All. Cinti.

S.B. Cavriago: Cacciavillani 4, Fantini 1, Caleffi 3, D’Amore 16, Pezzi 7, Caminati 2, Franzoni, Fontanesi 6, Vecchi 3, Pedrazzi 12. All. Martinelli.

BASKET RICCIONE – CVD BASKET CLUB 63 – 77

(13-26; 33-41; 42-65)

Riccione: Mazzotti 11, Egbutu 8, Cardinali 17, Brattoli 6, De Martin 16, Ambrassa 5, Bologna, Chistè ne, Pirani ne, Muccioli ne. All. Firic.

Cvd Casalecchio: Dawson 21, Perini 17, Fuzzi 9, Tapia 4, Falzetti 4, Penna 3, Vettore 11, Galassi, Ghiacci 6, Taddei 2. All. Brochetto.

CRISDEN – POLISPORTIVA MOLINELLA 63 – 73

(20-20; 34-37; 45-56)

Rebasket: Minardi, Magliani 7, Melli 17, Defant 11, Castagnaro 10, Villani 16, Bartoli 2, Panizzi, Giorgino,  Nunziato. All. Casoli.

Molinella: Rubini, Quartieri, Pusinanti 12, Piazzi, Sighinolfi 13, Folesani, Tugnoli 15, Innocenti 9, Lanzi 11, Quaiotto 7, Zuccheri 6. All. Baiocchi .

Al Punto Sport dì Castelnovo Sotto, è Molinella a festeggiare. Per la Crisden, oltre la sfortuna, assenti Bettelli e Mazza,  dopo soli sette minuti di gioco arriva l’infortunio a Minardi e, nel finale, c’è anche qualche recriminazione per un paio di cervellotiche decisioni arbitrali.

Primo quarto: match sempre in equilibrio, nelle file reggiane e’ Villani (8) a farla da padrone sotto le plance, mentre in quelle ospiti risponde un ispiratissimo Tugnoli (8) con le sue penetrazioni. Nel secondo periodo  Pusinanti, con sette punti consecutive, prova a dare il primo allungo per i suoi; nelle file della Rebasket rispondono Defant e Melli per il 27-27 al 15’. Molinella riprova ancora l’allungo con le triple di Innocenti e Sighinolfi (28-34) nella Rebasket rispondono Defant e Melli e si va’ al riposo con Molinella in vantaggio (34-37). Alla ripresa della pausa lunga, c’è il primo break importante per la formazione di coach Baiocchi: Molinella scappa con Sighinolfi (7 punti consecutivi) e vola sul +8 (48-40); per la Crisden una tripla di Castagnaro e una penetrazione di Melli danno il -6 sul punteggio di 52-46, ma arriva la pronta replica in casa bolognese con Lanzi ed il terzo quarto si chiude con il massimo vantaggio per gli ospiti (45-56). Ultima frazione: la Rebasket trova una timida reazione con il giovane Magliani (5 punti) e con Villani, ma risponde subito ancora Pusinanti per Molinella, e a 5’ dal termine i bolognesi sono ancora ampiamente avanti (54-63). I padroni di casa, però, dimostrano di avere ancora sette vite e, con un finale pieno di orgoglio, si portano, a due minuti e mezzo dal termine, a -2 (61-63) con una tripla di Castagnaro ed un entrata di Melli. Purtroppo, però, arriva il quinto fallo a Villani (per lui 16 punti ed un continuo spauracchio per la difesa ospite). Molinella ad un minuto dal termine con Tugnoli è avanti di quattro lunghezze (63-67). A questo punto viene annullato un canestro a De Fant per infrazione di passi. Nell’azione successiva, altra decisione cervellotica ai danni del giovane reggiano Nunziato (colto in azione difensiva fallosa), decisione che farà andare su tutte le furie la panchina reggiana, con conseguente tecnico. Lanzi e Quaiotto fissano ai liberi il finale (63-73) in un clima piuttosto teso nelle file reggiane.

CLASSIFICA

VIRTUS MEDICINA 8 4 4 0 333 272 +61
ACADEMY FIDENZA 8 4 4 0 316 264 +52
LG COMPETITION CAST. MONTI 6 3 3 0 236 182 +54
MOLINELLA 4 3 2 1 223 204 +19
CVD CASALECCHIO 4 3 2 1 202 200 +2
RICCIONE 4 4 2 2 302 300 +2
CASTENASO 4 4 2 2 297 310 -13
NOVELLARA 4 4 2 2 276 302 -26
CASTELFRANCO EMILIA 4 4 2 2 270 311 -41
GUELFO CASTEL GUELFO 2 3 1 2 230 210 +20
GRANAROLO BASKET 2 4 1 3 279 273 +6
ANZOLA 2 4 1 3 270 293 -23
SCUOLA BASKET CAVRIAGO 2 4 1 3 267 294 -27
OLIMPIA CASTEL SAN PIETRO 2 4 1 3 249 314 -65
REBASKET CASTELNUOVO 0 4 0 4 256 277 -21

Serie D, nel girone A la F. Francia fa sua la maratona con l’Atletico. Santarcangelo inarrestabile

SERIE D/A 4° Giornata

ALTEDO BASKET – H4T 71 – 77

(17-23; 35-42; 47-56)

Altedo: Tradii 12, Pasquali 25, Gnan 2, Ventura 10, Menna 2, Govoni 6, Harizaj, Bulgarelli 9, Calanchi 2, Soresi, Governatori 3. All. Marchesini.

S.P. Vignola: Ganugi 18, Badiali 3, Quansah, Barbieri 10, De Martini 5, Caltabiano, Carretti 9, Paladini 11, Guidotti 21, Franchi, Pevarello. All. Smerieri.

Conquista la prima vittoria stagione fuori casa la Scuola Pallacanestro Vignola in trasferta sul campo di Altedo senza gli infortunati Franchi (anche se a referto) e Amici, grazie a un’ottima prova di squadra.
Partono subito forte gli ospiti grazie a Ganugi e Paladini che riescono a finalizzare al meglio le sortite offensive, mentre in difesa mettono in grande difficoltà i padroni di casa portandosi sul + 4 a metà parziale (7-11); ci pensa poi capitan Guidotti a salire in cattedra con due triple consecutive che permettono ai suoi di chiudere il quarto sul 17-23. Nel secondo quarto la musica non cambia: la difesa giallonera regge bene e gli attacchi vanno a segno riuscendo sempre a mantenersi avanti nel punteggio; ci provano Tradii e Ventura a far rientrare i padroni da casa, ma Barbieri, con 7 punti, e Ganugi, con una tripla, li ributtano indietro andando alla pausa lunga sul risultato di 35-42. Al rientro dagli spogliatoi la partita continua sugli stessi binari con i padroni di casa che cercano di rientrare pressando a tutto campo, ma i ragazzi di Coach Smerieri riescono a ribattere colpo su colpo e, grazie a un’altra tripla di Ganugi e una di Badiali, allungano sensibilmente il proprio vantaggio portandosi sul +9 alla fine del parziale (47-56). Inizia l’ultima frazione e i padroni di casa continuano a pressare a tutto campo alla ricerca dei punti che gli possano consentire di ricucire lo scarto, ma nonostante l’ottimo parziale di Pasquali (14 punti nel quarto), non riescono a riavvicinarsi perché Guidotti decide di chiudere la partita con tre bombe nell’arco di un paio di minuti che, di fatto, permettono ai suoi di chiudere la partita portandosi sul +12 ad un minuto dalla fine. Padroni di casa che ci credono comunque fino all’ultimo e riescono a ridurre il distacco chiudendo la partita sul 71-77.

SAMPOLESE BK – VENI BASKET 59 – 50

(17-7; 28-18; 44-36)

San Polo d’Enza: Tognoni, Siani 6, Davoli L., Davoli M. 13, Farioli 20, Corrone ne, Benevelli 4, Maggiali 4, Fassinou, Pezzi 10, Hasa 2, Davoli Marco ne. All. Immovilli.

San Pietro in Casale: Vinci 5, Sgarzi 7, Settanni 8, Frignani, Campanile 16, Gamberini, Brunetti ne, Luparello 11, Dal Pozzo, Ghedini, Ballarin, Pastore 3. All. Minozzi M.

Arriva la prima vittoria per coach Immovilli: due punti meritati che premiano la grande intensità difensiva dei ragazzi di casa, l’ottima prova del giovane Michael Davoli, un Farioli in grande spolvero e la performance di Pezzi (decisive le sue realizzazioni su rimbalzo in attacco nei nervosissimi e decisivi minuti finali).

F.FRANCIA PALL. – ATLETICO BASKET 94 – 91 d2ts

(9-16; 31-29; 51-45; 65-65; 78-78)

Zola: Galli 16, Perrotta 2, Gamberini 16, Mazzoli 6, Maselli ne, Barilli Fe. 2, Migliori 3, Barilli Fi. 15, Pagano 13, Bosi , Bavieri, Romagnoli 21. All. Piccolo.

Atletico: Veronesi Gr. 6, Rossi 27, Grassi, De Simone 8, Diop 2, Artese 12, Flori 7, Savic, Veronesi Gi. 9, Campanella ne, Pedroni 1, Zappoli 19. All. Pietrantonio.

POLISPORTIVA CASTELLANA – UNIONE SPORTIVA AQUILA 64 – 59

(12-17; 31-32; 47-42)

Castellana Coppeta 14, Brandolini 2, Eccher 4, Maga 5, Mori 4, Markovic 11, Derba 14, Cecconi 4, Villa 4, Mazzocchi 2, Tresoldi ne, Belli. All. Piva.

Luzzara: Pasini, Salzano 6, Gruosso 14, Artoni ne, Salati, Galeotti 9, Torreggiani 3, Beltran 8, Petrolini 19, Costantino. All. Campedelli.

BASKET VOLTONE MASCHILE – PALL. NAZARENO 76 – 68

(14-10; 32-22; 53-49)

Voltone Monte San Pietro: Calvi 13, Galassi 10, Sanguettoli 1, Polo 15, Giacometti J. 5, Cudicini, Ferraro 6, Maresi 5, Magi 11, Iannicelli 8, Lelli 2. All. Torrella.

Carpi: Compagnoni 5, Goldoni 4, Pivetti 2, Pravettoni 4, Spasic 5, Marra 24, Cavallotti, Bonfiglioli, Menon 4, Doddi 20.

Polveri bagnate per i carpigiani che sono scesi a Monte San Pietro fiduciosi dopo la vittoria contro la Magik. Inizio alterno con diversi cambi di risultato fino a quando il Voltone piazza un piccolo parziale. Secondo quarto: i locali prendono il sopravvento chiudendo a metà partita sul +10 (32-22). La terza frazione vede là compagine carpigiana dimezzare il divario (53-49), fino a portarsi sul -1 a meno di 4′ dalla sirena. Un doppio antisportivo toglie, però, Pivetti dalla partita. Qui il Voltone trova l’allungo che lo porta alla vittoria.

ANTAL PALLAVICINI – U.S. LA TORRE 80 – 72

(21-25; 42-36; 61-52)

Pallavicini: Maestripieri 8, Spadellini 16, Tosiani 8, Cenesi 3, Nanni G. 2, Pierantoni, Benuzzi 5, Minghetti 18, Sgargi 3, Nanni M. 17, Molinari. All. Bignotti.

Latorre: Davoli 8, Lavaggi, Trivelloni, Mazzi G. 7, Canuti 16, Pezzarossa 6, Mazzi F. 15, Margaria 16, Orlandini. All. Spadacini.

Secondo ko stagionale per la Berrutiplastics, che esce sconfitta dall’ostico campo dell’ Antal Pallavicini, tra qualche rammarico e diverse indicazioni positive. Coach Spadacini, infatti, dà minuti importanti a diversi giovani, come Giovanni Mazzi (’95), Trivelloni (’96) e Lavaggi (’98), per far rifiatare i titolari, all’interno di una partita molto dispendiosa, di fronte al ritmo e ai pericolosi tiratori dei bolognesi.

Nel primo quarto, proprio l’intensità difensiva e i continui cambi difensivi permettono alla Torre di chiudere avanti sul 21-25. Nel periodi centrali arriva la reazione dei padroni di casa, che allungano fino al +12 subito dopo l’intervallo, ma i reggiani con la tripla di Canuti tornano a -3 (52-49), salvo essere rispediti nuovamente al -9 del 30′ (61-52). La Torre rientra sul -5 (67-62 al 36′), ma poi spreca qualcosa di troppo (0/2 di Trivelloni a cronometro fermo, due errori da sotto di Margaria e Orlandini), precludendosi la possibilità di un arrivo in volata per la vittoria, nonostante le ottime prove di Canuti e Filippo Mazzi. Sul fronte opposto, davvero notevoli le percentuali al tiro dell’Antal, capace di trovare spesso il fondo della retina da oltre l’arco dei 6,75.

MOLINO GRASSI – PALLACANESTRO FULGOR 57 – 55

(15-13; 23-20; 36-45)

Magik Parma: Bazzoni 5, Donadei 6, Malinverni L. 8, Montagna 6, Aimi, Secli 16, Di Brino, Diemmi 7, Guidi 9, Botti, Malinverni N. ne, Cavaglieri ne. All. Lopez.

Fugor Fidenza: D’Esposito 9, Rigoni, Sichel, Iacomino 8, Molinari, Roma 9, Imeri 10, Parmigiani 7, Ceci 2, Prosperi 10. All. Fiesolani.

La Molino Grassi mantiene l’imbattibilità casalinga vincendo il derby con la Fulgor dopo aver inseguito gli ospiti per buona parte del match. E’ Seclì a siglare il canestro del pareggio a 40” dalla fine e poi quello della vittoria a 11” con due penetrazioni che hanno spaccato in due la difesa fidentina. Fulgor che ad inizio quarto periodo era avanti di dodici lunghezze.

La partita inizia a favore degli ospiti che si portano avanti grazie a Roma e Prosperi, la Magik fatica a trovare la via del canestro, ma le rotazioni danno una buona vivacità sia offensiva che difensiva e il parziale si chiude a favore di Donadei&C grazie ad un’ottima prestazione di Bazzoni. Nel secondo periodo l’esperienza di Imeri si fa sentire, D’Esposito e Parmigiani fanno male alla difesa di casa. I tiri entrano ed escono la Molino Grassi fatica anche in attacco e il riposo salva i parmigiani da una brutta situazione a -7. Nella terza frazione Malinverni, Donadei e Guidi sono precisi dalla lunetta e un buon supporto arriva dal giovane Montagna che recupera palloni e mette a segno canestri importanti senza alcun timore. Nell’ultimo quarto la Fulgor sciupa l’impossibile e la Magik, trascinata da Capitan Donadei e Seclì, porta a casa due punti importanti nella lotta per la salvezza con un pesantissimo parziale di 21-10.

VIS BASKET PERSICETO – STARS BASKET 74 – 54

(23-15; 41-35; 60-49)

San Giovanni in Persiceto: Scagliarini, Chiusoli 1, Parmeggiani 2, Cornale 6, Almeoni 17, Chiapparini 4, Genovese, Papotti, Ramini 23, Bartolazzi 5, Rusticelli, Pasquini 16. All Berselli.

Stars: Bertoncello 8, Molise, Skocaj 16, Tazzara 11, Taroni, Landuzzi 5, Gambetti 3, Passarelli, Porcù, Marino 5, Musolesi 4, Salvi 2. All. Bandiera.

CLASSIFICA
VIS PERSICETO 8 4 4 0 289 207 +82
FRANCESCO FRANCIA ZOLA 8 4 4 0 290 268 +22
PALLAVICINI BOLOGNA 6 4 3 1 293 264 +29
ATLETICO BOLOGNA 6 4 3 1 278 251 +27
SCUOLA PALL. VIGNOLA 6 4 3 1 265 246 +19
MAGIK PARMA 6 4 3 1 252 253 -1
ALTEDO 4 4 2 2 249 231 +18
LA TORRE REGGIO EMILIA 4 4 2 2 261 247 +14
VOLTONE ZOLA 4 4 2 2 283 274 +9
NAZARENO CARPI 4 4 2 2 261 265 -4
FULGOR FIDENZA 2 4 1 3 226 217 +9
STARS BOLOGNA 2 4 1 3 274 304 -30
SAMPOLESE 2 4 1 3 208 245 -37
CASTELLANA CASTEL S.GIOVANNI 2 4 1 3 213 277 -64
VENI SAN PIETRO IN CASALE 0 4 0 4 215 244 -29
AQUILA LUZZARA 0 4 0 4 235 299 -64

SERIE D/B 4° Giornata

CESTISTICA ARGENTA – BASKET VILLAGE 78 – 65

(14-17; 37-33; 63-47)

Cestistica Argenta: Alberti D. 17, Zanetti 8, Pasquali 12, Alberti A., Cilfone 23, Scardovi 14, Bottoni 2, Billi, Mortara, Malagolini 2, Di Tizio, Pasetti. All. Panizza.

Basket Village Granarolo: Dalla 5, Fava 10, Banzi 5, Checcoli 11, Leone 7, Generali 2, Marcheselli L 11, Pedrelli 1, Paoloni 11, Di Trani 2, Costa. All. Marcheselli E.

Dopo il passo falso contro il San Mamolo la Cestistica torna alla vittoria piegando, con qualche sofferenza di troppo, il Basket Village. Partenza lanciata degli ospiti che, con Fava e una tripla dell’ex Checcoli, conquistano subito sei lunghezze di vantaggio (1-7) al 2′. La replica per i padroni di casa è affidata ad Alberti Davide che segna la bomba del -1 (8-9) a 3’40” dalla prima sirena. La partita procede a strappi e con basse percentuali da ambo le parti; Zanetti risponde a duna tripla di Paoloni prima che due liberi di Generali fissino il punteggio sul 14-17 con cui si conclude il primo quarto. Alla ripresa del gioco i biancoblu “cambiano marcia” e piazzano un 8-0 di parziale firmato Cilfone e Pasquali per il 22-17 argentano; Granarolo non si scompone e approfittando di qualche ingenuità dei ragazzi di coach Panizza, si riporta in vantaggio con Paoloni e Leone che firmano il 22-23 di metà secondo quarto. Una penetrazione di Scardovi sigla il controsorpasso Cestistica che tenta l’allungo grazie a cinque punti consecutivi di Alberti Davide (35-29 a 1’06” dall’intervallo lungo). Banzi dai 6,75 e Checcoli dalla lunetta tengono i felsinei in scia prima che una penetrazione di Pasquali sigilli il + 4 Argenta (37-33) con cui le squadre vanno al riposo.
La terza frazione si apre con due canestri di Scardovi e immediata risposta di Fava con un gioco da tre punti. Argenta alza la pressione difensiva e Granarolo fatica a trovare la via del canestro, mentre sul fronte offensivo Zanetti, da oltre l’arco, e Cilfone  firmano il 46-38. La zona ospite non riesce più ad arginare l’attacco biancoblu e Granarolo rimane aggrappata alla partita grazie ad iniziative individuali. Un gioco da tre punti di Dalla, unico acuto dell’esterno bolognese annullato da capitan Zanetti, riporta i suoi a -7 (48-41) a metà del terzo periodo, ma due triple di Cilfone ed un immarcabile Scardovi fanno volare gli argentani sul +14 (58-44) a due minuti dal termine del parziale. Un piazzato di Malagolini dall’angolo e due liberi di Paoloni fissano il punteggio sul 63-47 che conclude il terzo periodo. L’ultimo parziale si apre con l’ennesima penetrazione di Scardovi e due piazzati di Di Tizio nel pitturato che scavano un fossato di ventidue lunghezze (71-49)chiudendo virtualmente la partita. Ultimi sei giri di lancette di puro “garbage time”, con Argenta in controllo sino alla sirena conclusiva.

SCUOLA BASKET FERRARA – CNO SANTARCANGELO 55 – 70

(17-12; 29-28; 44-46)

Ferrara: Cattani 8, Rizzatti 16, Malaguti 2, Ferrarini 2, Bertocco 8, Bereziartua 2, Seravalli 1, Rimondi 2, Ardizzoni 11, Rimondi A. 3. All. Schincaglia.

Santarcangelo: Giuliani 4, Canini ne, Cunico 12, Fusco 6, Tomassini 16, Dini 2, Raffaelli 12, Pasini ne, Ramilli 3, Saponi 15, Bordoni ne. All. Bernardi.

IMMOBILIARE 2000 – VB 92 – 72

(24-10; 50-31; 73-48)

Giardini Margherita: Alaimo 23, Missoni 9, Grassitelli 5, Marcelli 1, Florio 5, Pancaldi 10, Paccagnella ne, Baccilieri 5, Pellegrinotti 7, Pierini 17, Bonesi 5, Lambertini 5. All. Righi.

Grifo Imola: Cenni, Bartoli, Dirella, Pasini 16, Guglielmo 4, Lanzoni 6, Brusa, Orlando 15, Lucchetta 6, Zaccherini 5, Sgorbati 20, Linguerri. All. Palumbi.

Niente da fare neppure questa volta: quattro incontri con i Gardens e altrettante sconfitte in un anno di partite. Arriva infatti la prima sconfitta stagionale per la VB, che perde sul campo dei Giardini Margherita. Partita che comincia subito in salita per la Grifo e con i bolognesi che offensivamente scavano subito un buon gap che si dilata fino al 24-10 di fine primo quarto. Il secondo quarto è più equilibrato ed in alcuni istanti la compagine imolese sembra potere rientrare sotto la doppia cifra di svantaggio. Ma due minuti di blackout a fine secondo quarto fanno riallungare di nuovo i Gardens sul +19 (50-31). Nel terzo quarto la squadra di coach Palumbi ha una reazione di orgoglio e, dopo una bomba iniziale dei bolognesi, un parziale riporta gli imolesi sul -10. Ma qui manca il guizzo per tornare sotto la doppia cifra, ed un contro parziale della squadra di casa riporta la Grifo sotto di diciannove punti. Nell’ultima frazione la Grifo non riesce più a ricucire e la partita si chiude sul 92-72 per i bolognesi.

ARTUSIANA BK – PALLACANESTRO BUDRIO 77 – 58

(22-10; 39-26; 57-44)

Forlimpopoli: Vitali, Manucci 3, Rossi 16, Balistreri 9, Conocchiari ne, Piazza 7, Morabito, Serrani 24, Arfelli 4, Biondi 2, Servadei 12, Sunday. All. Agnoletti.

Budrio 289: Cesari 10, Cesario, Bargiotti, Grilli 4, Tuccillo 8, Manini 7, Maccaferri, Lazzari 5, Paolucci 7, Zitelli, Zambon 13, Quarantotto 4. All. Bovi.

CRAL E. MATTEI – S. MAMOLO BASKET 56 – 77

(17-12; 29-31; 42-53)

Spem Ravenna: Urso 6, Martini 3, Gigante, Morigi E. 13, Fabbri 10, Bonaccorso 2, Magnani, Zannini 4, Bartolotti 8, Morigi 10. All. Casciello.

San Mamolo: Zambonelli 6, Baietti 6, Bamania 7, Bianchini 9, Quadri S. 7, Sterpi 12, Santinelli 3, Quadri A. 10, Tosini 4, Fenderico 2, Boccardo 11. All. Morra.

P.G.S. WELCOME – AICS JUNIOR BASKET FORLI’ 51 – 80

(15-20; 22-42; 34-63)

Pgs Welcome: Lamborghini L. 3, Calzolari 7, Lamborghini S. 1, Betti, Bernardini 3, Bertacchini 8, Sabbioni 8, Sommavilla, Vigna 1, Alessandri 4, Orlandi 7, Magelli 3, Ferrari 6.
All. Bulgarelli.

AICS Forlì: Bergantini F. 7, Bergantini L. 2, Valgimigli 6, Perugini, Ravaioli 12, Babbini 7, Totaro 8, Crocini 3 , Galeotti 2, Nervegna 16, Mariani 7, Bacchini 10. All. Chiadini.

AUDAX BASKET FERRARA – PARTY & SPORT 74 – 59

(27-11; 38-32; 60-43)

Audax Ferrara: Cara, Gnani, Fabbri 16, Pigozzi 10, Hinek 11, Felletti Spadazzi 10, Terzi 5, Del Torto 14, Lazzari 6, Zanchetta 2. All. Folchi.

P&S Ozzano: Sandrolini 3, Dozza 9, Beccari 2, Avallone 5, Fioravanti 8, Fierro, Zerbini, Lazzari 8, Miceli 14, Nannoni 2, Pascoli 8. All. Benini.

BELLARIA BASKET – G.S. INTERNATIONAL BASKET 80 – 70

(18-15; 37-35; 67-60)

Bellaria Basket: Angeli 29, Sacchetti 3, Stabile 3,Raffaelli, Provesi 10, Fornaciari 8, Baldassarri 2, Montanari 2, Bindi 2, Russu 21. All. Ferro.

International Imola: Pelliconi 7, Pederzoli 2, Benghi 21, Sassi 6, Scagliarini 7, Barbagelata 5, Ciampone, Martini 13, Salvadè, Gargioni 9. All. Carretto.

CLASSIFICA
AICS FORLI’ 8 4 4 0 315 231 +84
CNO SANTARCANGELO 8 4 4 0 323 239 +84
ARGENTA 6 4 3 1 304 262 +42
ARTUSIANA FORLIMPOPOLI 6 4 3 1 305 267 +38
GRIFO  IMOLA 6 4 3 1 311 287 +24
S.B. FERRARA 6 4 3 1 262 247 +15
SAN MAMOLO BOLOGNA 4 4 2 2 265 249 +16
IMMOBILIARE 2000 BOLOGNA 4 4 2 2 272 263 +9
INTERNATIONAL IMOLA 4 4 2 2 277 291 -14
BELLARIA 4 4 2 2 295 322 -27
AUDAX FERRARA 2 4 1 3 248 279 -31
PARTY&SPORT OZZANO 2 4 1 3 246 278 -32
PGS WELCOME BOLOGNA 2 4 1 3 218 255 -37
PALL. BUDRIO 289 2 4 1 3 241 282 -41
SPEM MATTEI RAVENNA 0 4 0 4 247 296 -49
BASKET VILLAGE GRANAROLO 0 4 0 4 228 309 -81
1 2 3