Monthly Archives: gennaio 2018

C Gold, punti d’oro per Guelfo e BB2016. C Silver, la Vis 2008 sbanca Castelfranco

SERIE C GOLD 17° Giornata

L.G. COMPETITION – BOLOGNA BASKET 2016 70 – 78

(27-9; 41-22; 56-51)

Castelnovo Monti: Canuti 3, Canovi 2, Magnani 3, Rossetti 5, Simaitis 26, Levinskis 12, Guarino 10, Torlai ne, Mallon 6, Pitton 3, Barigazzi ne. All. Diacci.

Bologna Basket 2016: Brigotti ne, Poluzzi 27, Guerri 5, Fin 3, Legnani 7, Cerulli 4, Tugnoli 10, Cortesi 10, Drago ne, Bertuzzi 6, Saccà 6. All. Lolli.

Con un’incredibile rimonta da -21 a +8, il Bologna Basket 2016 conquista anche il campo di Castelnuovo Monti. Una gara a due facce che se da un lato ha creato problemi cardiaci ai supporters dei bolognesi, dall’altra ha confermato i grandi progressi sul fronte della coesione di squadra e della capacità di reazione di tutti – giocatori e staff tecnico – nel cercare una vittoria vitale per il proseguo del torneo. Privi di De Pascale e Brotza fortemente influenzati e con un Fin a mezzo servizio per lo stesso motivo (che comunque segna un tiro pesante da 10 metri a fine 3° quarto che gira il match), il BB2016 trova il suo trascinatore in un Michele Poluzzi da antologia: 27 punti (con 3/4 da 2 e 6/11 da 3), 3 rimbalzi, 4 assist e 25 di valutazione. Da sottolineare anche, oltre al solito, concretissimo Tugnoli, le prestazioni di Cerulli e Bertuzzi: il primo gioca con grande applicazione, segna 4 punti e non fa rimpiangere i titolari; il secondo piazza due bombe fondamentali nella seconda parte di gara che completano il riaggancio. Ma tutta la squadra mostra dal 20° in poi grande applicazione difensiva e voglia di recuperare, segnali che fanno capire quanto sia cambiata la musica rispetto al tremebondo inizio stagione.

Eppure i primi due quarti erano stati piuttosto sconcertanti. La LG metteva in campo la propria maggiore stazza, mentre gli ospiti sembravano spaesati e facevano fatica a trovare la retina, anche con tiri aperti. Si arrivava così a pochi minuti dalla pausa con il BB2016 sotto per 39-18 e non si riusciva a vedere luce in fondo al tunnel. Dagli spogliatoi emergeva però un BB2016 totalmente trasformato che spingeva sull’acceleratore e aggrediva i padroni di casa, segnando 29 punti e lasciandone appena 15 ai reggiani. Nell’ultima frazione la LG tornava anche a +10, ma era un fuoco di paglia. La progressione dei ragazzi di Lollii era impressionante, il vantaggio veniva rosicchiato a poco a poco e con un finale tutto grinta, aiutato anche da due falli intenzionali fischiati ai castelnuovesi, scioccati dal capovolgimento di fronte, la “remuntada” era completata (parziale di 56-29!).

B.S.L. – GAETANO SCIREA BASKET 56 – 63

(18-16; 34-22; 49-41)

San Lazzaro: Lolli 2, Baietti 6, Annunzi 6, Quadrelli 6, Fabbri 13, Mellara, Rossi 2, Rosa, Cempini 11, Allodi 10, Mazzini, All. Bettazzi.

Bertinoro: Frigoli 10, Solfrizzi En. 16, Cristofani ne, Conacchiari, Zoboli, Ravaioli 7, Gellera, Del Zozzo, Biandolino 3, Godoli 5, Bracci 17, Solfrizzi Em. 5. All. Selvi.

LA.CO. – ACADEMY BASKET 90 – 53

(21-19; 40-27; 65-38)

Ozzano: Mengoli 2, Folli 15, Masrè 2, Morara 2, Chiusolo 5, Corcelli 12, Lalanne 13, Zambon 2, Martini 4, Dordei 14, Agusto 16, Agriesti 3. All. Grandi.

Fidenza: Bricchi 3, Barga ne, Tardivi 4, Dmitrovic, Longoni 5, Gangarossa ne, Giani 1, Bialkowski 4, Biasich 5, Morciano 16, Diop 15. All. Zanardi.

Con un sonoro 90 a 53 i New Flying Balls colgono la nona vittoria consecutiva in campionato. Una partita giocata egregiamente dai ragazzi di coach Grandi, nella quale alla ormai consueta solidità difensiva hanno aggiunto percentuali al tiro importanti, oltre ad una prestazione di squadra sopra le righe. Tutti e dodici i giocatori a referto, under compresi, sono andati a bersaglio almeno in un occasione, con ben cinque giocatori in doppia cifra. Ai consueti Agusto, Dordei e Corcelli, autori rispettivamente di 16, 14 e 12 punti, spiccano le 15 segnature di Matteo Folli, con un eccellente 5/6 dalla lunga distanza, e un Lalanne in formato da 13 punti.

Ozzano, priva dell’infortunato Magagnoli e con un Morara parecchio limitato dal mal di schiena, già dai primi minuti non scherza prendendo immediatamente la doppia cifra di vantaggio (21-10 al 7’). Negli ultimi tre minuti però l’Academy si aggrappa ai canestri di Morciano  (16 punti migliore fra gli ospiti) per rimanere in partita e rifarsi sotto, e sulla sirena, da oltre il centrocampo, Bricchi realizza quel -2 (21-19) che farebbe pensare ad una seconda parte di partita tirata. Invece dal quarto successivo Ozzano prende il sopravvento, chiude la seconda frazione avanti di 13, ma è dopo l’intervallo lungo che  i Flying scappano con convinzione e in via definitiva. Fidenza pare annichilita, per diversi minuti non trova il canestro; a pochi giri di lancette dal finale Ozzano trova addirittura il +41 (83-42) coni canestri dei giovani Zambon, Agriesti e i primi punti in carriera i C Gold di Mengoli a completare la festa. Termina 90 a 53 per i biancorossi griffati La.Co., usciti fra gli applausi di un PalaGira entusiasta che, nonostante la neve caduta in mattinata, è giunto numerosi al palazzo a sostenere le Palle Volanti. E per come è andata la partita si può dire che hanno fatto bene.

DILPLAST – SALUS PALL. BOLOGNA 79 – 111

(15-28; 42-53; 62-92)

Montecchio: Grisendi 7, Borghi 2, Guardasoni 4, Secli 9, Bertocco 13, Basso 12, Guidi 3, Ghezzi, Gruosso 10, Negri 6, Giglioli 13. All. Cavalieri.

Salus: Branzaglia 8, Amoni 12, Granata 4, Tugnoli 3, Percan 24, Veronesi 8, Gebbia, Stojkov 27, Arletti 7, Polverelli 18. All. Fili.

ALBERTI E SANTI – NUOVA PSA 90 – 68

(30-19; 49-33; 70-47)

Pallacanestro Fiorenzuola 1972: Galli 5, Sichel 5, Resca 5, Zucchi 5, Colonnelli 5, Zaric 8, Scekic 15, Marletta 6, Lottici M. 3, Trobbiani ne, Klyuchnyk 22, Garofalo 11. All. Lottici S.

Modena: Vivarelli 8, Pederzini 8, Riccio 3, Tamagnini, Nasuti 4, Equeite, Riguzzi 20, Vucinovic 11, Cappelli 5, Stucchi 9. All. Spettoli.

Il piazzato di Pederzini, dopo una buona circolazione modenese, da il via alle ostilità, ma Zucchi (schierato in quintetto titolare) e Resca impattano con le triple a quota 6-6. Fiorenzuola continua a macinare gioco dal perimetro, con le triple di Galli e Garofalo che chiudono il primo parziale sul 15-9 e costringe coach Spettoli al primo timeout pieno. 15-9. Modena dopo un inizio di personalità inizia a venire meno ed a subire il ritmo gialloblu, con i canestri di Zaric e Klyuchnyk dalla linea della carità che aumentano il gap fino alla doppia cifra tra le due squadre. Il finale di quarto è a favore di Fiorenzuola, che chiude sul 30-19.  Nel secondo parziale Scekic si dimostra un fattore conquistando rimbalzi in attacco e convertendo secondi possessi in canestri. 36-24 al 13′. Modena riesce ad aggrapparsi con le unghie al match, ma Scekic, con due triple consecutive, riporta la squadra di coach Lottici sul 48-33 al 18′. Le squadre vanno negii spogliatoi con un +16 eloquente per Fiorenzuola: 49-33 La schiacciata bimane di Klyuchnyk apre le danze nel secondo tempo, cui seguono i canestri in contropiede di Garofalo e Resca che consegnano al manubrio di Fiorenzuola la fuga probabilmente decisiva: 61-36. Cappelli e Pederzini provano a riportare a galla dall’apnea la PSA Modena, ma Garofalo, con la tripla, riporta Fiorenzuola sul 67-42. La partita cala di ritmo sul finire di quarto ed è Sichel a mettere il punto esclamativo sul finire di quarto, 70-47. Stucchi in penetrazione inaugura il parziale conclusivo, ma Scekic, con il semigancio destro dopo un pregevole movimento spalle a canestro, mette a tacere ogni velleità. 74-47. Fiorenzuola si diverte, tra alley-oop e triple di Matteo Lottici ed i minuti finali sono pura accademia. Il finale è di 90-68, con Fiorenzuola che tiene fede al pronostico e risponde alla vittoria squillante di Ozzano.

POL. PONTEVECCHIO – GUELFO BASKET 60 – 76

(19-24; 31-39; 51-60)

Pontevecchio: De Gregori 12, Bonaiuti 8, Buriani 2, Gianninoni, Nanni 10, Mantovani 11, Boni, Parchi, Di Rauso 10, Minerva ne, Bergami 7, Vetere. All. Carretto.

CastelGuelfo: Bernabini 19, Rebeggiani, Baccarini, Grillini 2, Burresi, Musolesi 10, Santini 5, Pieri, Casagrande 6, Degli Esposti 9, Govi 9, Trombetti 16. All. Serio.

In testa dall’inizio alla fine, Guelfo ha espugnato meritatamente la palestra “Pertini”. Fondamentali i primi dieci minuti offensivi di Trombetti, anche se l’Mvp, con le sue cinque triple, è stato Bernabini. Per la Pontevecchio ha pesato l’assenza di Folli, anche perché Gianninoni non ha dato contributo a tabellino.

La cronaca: gli ospiti scattavano meglio dai blocchi grazie al duo Trombetti-Musolesi (13 punti sui 15 iniziali). Il primo vantaggio superiore ai due possessi, lo firmava, dai 6,75, Degli Esposti (15-22 al 9’). Nel secondo quarto le percentuali si abbassavano ed i felsinei rimanevano a contatto (24-28 al 14’). Le bombe di Govi e Bernabini, però, facevano malissimo (29-39 al 19’). Nella ripresa Nanni provava a scuotere i compagni, ma Guelfo allungava ancora (40-52 al 26’). Mantovani riportava sotto i padroni di casa (46-52), poi coach Carretto provava anche la carta della 1-3-1, ma era tutto inutile. Missile di Bernabini e 56-69 al 34’. Da lì un lunghissimo garbage time, con Musolesi che infilava il +16 (58-74), massimo vantaggio del match.

PALL. TITANO – VIRTUS SPES VIS PALL IMOLA 86 – 88

20-25, 36-44, 63-60

San Marino: Sinatra 11 (3/4, 1/4), Grassi 17 (1/4, 5/5), Zannoni 7 (2/6, 1/4), Aglio 27 (8/10, 3/6), Gamberini 15 (7/9), Ricci 3 (0/1, 1/3), Macina 2 (1/3, 0/2), Galassi 2 (1/2), Padovano, Calegari 2 (1/2), Felici ne. All. Foschi.

VSV Imola: Dal Fiume 5 (1/2, 1/1), Nucci 20 (3/4, 3/4), Ranocchi 16 (2/5, 4/6), Casadei 20 (2/3, 2/5), Zhytaryuk 13 (5/9), Boero 9 (0/1, 3/6), Sangiorgi 5 (2/3), Sassi, Dalpozzo ne, Creti ne, Murati ne. All. Tassinari.

Non bastano voglia e intensità. Non bastano le percentuali ottime e il gioco d’attacco sempre incisivo ed efficace. Non basta un Aglio da 27 punti con 11/16 al tiro e non basta neanche il 5/5 da tre di Grassi. Non basta tutto questo e non basta neanche essere stati a +9 nel terzo periodo, dieci minuti d’eccellenza nel quale Gamberini e compagni ne hanno messi 27. Non è bastato perché dall’altra parte c’era Imola, prima da sola con un’unica sconfitta in stagione. Squadra profonda, di talento, con tante armi illegali in C Gold. Finisce con il tiro dell’Ave Maria sulla sirena che va lontano dal ferro: un segnale di come, al Multieventi, i Titani ci abbiano sempre creduto. Anche quando sembrava illogico farlo.

La genesi dell’86-88 sta in buona parte in un primo quarto nel quale le due squadre hanno cominciato una sparatoria da far-west che, di fatto, ha avuto termine solo al 40’. Un canestro sull’altro, coi Titans a rispondere alle mani calde di Nucci (10 punti nei primi 4 minuti) con buona intensità. Imola va anche a +7, chiude il quarto sul +5 (20-25) e va 20-28 sulla tripla del golden boy Ranocchi in apertura di 2°. L’albiceleste di coach Foschi però ha altre idee, non vuole lasciar lì questa partita e resta aggrappata a ogni possesso con l’intensità dei giorni migliori. Va al massimo sotto di 10 (26-36), ma recupera sempre senza mai abbassare la testa. Si spreca anche tanto, compresi un paio di contropiede uno contro zero, ma a metà gara la sensazione è che si possa fare (36-44). Il terzo quarto è di altissimo livello. Dal 46-52, con Casadei e Ranocchi a martellare, San Marino piazza un improvviso 15-0 facendo le cose giuste in attacco e sporcando ogni linea di passaggio in difesa (61-52). Mancano quattro minuti alla fine del terzo periodo e l’entusiasmo monta al Multieventi. Lì si materializza la prima sliding door della partita. Sul 61-54, dopo una difesa dei Titans eccellente, Dal Fiume tira allo scadere dei 24” dalla lunga distanza, quasi cadendo, con le mani in faccia e tutt’altro che in equilibrio. Risultato? Canestro e inerzia che cambia: Boero mette un’altra tripla e Imola torna improvvisamente a contatto. Il quarto periodo è sofferenza, Imola s’è ritrovata, sorpassa con Boero a -5’37” (70-71) e vola sul +7 sulla tripla di Casadei a un minuto e mezzo dal gong (77-84). Sembra obiettivamente andata, ma nell’ultimo minuto, secondo dopo secondo, i Titans rosicchiano qualcosa. A -4”, sul -4, Aglio infila la tripla. Casadei segna il primo libero e sbaglia il secondo, coi Titans che tirano dalla propria metà campo e sbagliano. 86-88. Vince Imola.

CLASSIFICA

VSV IMOLA 32 17 16 1 1388 1162 +226
FLYING BALLS OZZANO 30 17 15 2 1331 1090 +241
FIORENZUOLA 1972 30 17 15 2 1333 1141 +192
SALUS BOLOGNA 22 17 11 6 1266 1157 +109
GUELFO CASTELGUELFO 18 17 9 8 1290 1259 +31
BOLOGNA BASKET 2016 18 17 9 8 1211 1242 -31
ACADEMY FIDENZA 16 17 8 9 1227 1269 -42
PONTEVECCHIO BOLOGNA 16 17 8 9 1144 1208 -64
SAN MARINO 14 17 7 10 1210 1242 -32
ARENA MONTECCHIO 14 17 7 10 1333 1389 -56
LG COMPETITION CASTELNOVO M. 12 17 6 11 1134 1147 -13
GAETANO SCIREA BERTINORO 10 17 5 12 998 1058 -60
BSL SAN LAZZARO 6 17 3 14 1126 1347 -221
PSA MODENA 0 17 0 17 1143 1423 -280

SERIE C SILVER 17° Giornata

CREI – PALLACANESTRO CASTENASO 78 – 55

(23-19; 41-26; 60-36)

Granarolo Basket: Salicini 4, Bianchi 6, Marchi 20, Spettoli 2, Paoloni 7, Ballini 14, Bernardinello 2, Cristalli 10, Carini, Marega 6, Pani 2, Neviani 5. All. Carrera.

Castenaso: Curione 1, Baraldi, Fornasari 5, Spinosa 6, Betti 8, Cardinali 13, Campagna 4, Quaiotto 7, Parenti, Nardi 1, Venturi 4, Magnani 6. All. Cinti.

La Crei fa suo un derby senza storia che gli uomini di Carrera hanno comandato fin dai primi istanti di gioco non lasciando spazio ad alcun dubbio su come sarebbe finito il match. Capitan Paoloni e Compagni hanno sfoderato una prestazione superlativa sotto le plance (48-28 il computo dei rimbalzi) e in difesa, mettendo in mostra anche un gioco d’attacco fluido e sempre lucido nell’andare a colpire i punti deboli avversari.

La cronaca: dopo i primi minuti di studio la Crei allunga sfruttando l’asse Marchi (MVP del match)-Bianchi (12-6 al 5’). Campagna accorcia, ma Granarolo sfrutta una serie di viaggi in lunetta e si porta alla doppia cifra di vantaggio (20-12 al 7’30”). Magnani, Marchi e Cardinali realizzano i canestri che mandano le squadre al primo riposo sul 23-13. In avvio di secondo quarto Betti e Quaiotto portano per l’ultima volta nel match Castenaso sotto la doppia cifra di svantaggio, ma Cristalli e una tripla di Ballini ristabiliscono prontamente le distanze (28-16 al 12’). La Crei controlla il gioco e mantiene il divario fino ad aumentarlo al +15 con cui le squadre vanno al riposo lungo (41-26 al 20’). Il terzo periodo inizia con un 8-0 dei padroni di casa che ha il sapore dei titoli di coda (49-26 al 23’). Controparziale di 0-8 per Castenaso e al 25’ il divario è di nuovo di quindici punti (49-34). È una tripla di Paoloni che dà il via al parziale di 11-2 in 5’ che chiude virtualmente la partita (60-36 al 30). All’inizio dell’ultima frazione i padroni di casa toccano il massimo vantaggio (65-36 al 33’30”), poi tolgono il piede dall’acceleratore, i coach di entrambe le squadre danno spazio a tutti gli effettivi in panchina e il divario si assesta fino al 78-55 finale.

OLIMPIA CASTELLO 2010 – ME CART 83 – 86

(15-20; 41-41; 62-66)

Castel San Pietro: Fimiani, Bonetti ne, Laaboudi ne, Dall’Osso 11, Pedini 10, Beccaletto 8, Cavina, Zambrini 15, Pellacani 4, Lugli 28, Castellari, Governatori 7. All. Loperfido.

Cavriago: Zecchetti 7, Mazza 15, Fantini, D’Amore 25, Baroni 1, Pezzi 12, Lorenzani ne, Franzoni 3, Bernardoni ne, Cantagalli ne, Vecchi 10, Pedrazzi 13. All. Martinelli.

CVD BASKET CLUB – REBASKET 73 – 78 d2ts

(17-14; 33-29; 48-48; 61-61; 69-69)

Cvd Casalecchio: Dawson, Trois 6, Masetti 2, Sighinolfi 7, Penna 16, Skocaj, Perini 5, Fuzzi 13, Taddei 6, Santilli 5, Falzetti 8, Lelli 5. All. Lanzoni.

Castelnovo Sotto: Violi, Tognato 10, Nunziato, Castagnaro 12, Defant 4, Ferrari 2, Dall’Asta 3, Battaglia 15, Amadio 12, Simonazzi 8, Tondelli, Lusetti 12. All. Casoli.

Sono serviti due tempi supplementari, al “Cabral” di Casalecchio, per decretare la vincente tra Cvd e Rebasket. A spuntarla, dopo 50’ di puro equilibrio e intensità, sono i reggiani di coach Casoli, che si scrollano di dosso le scorie della sconfitta contro Castelfranco della scorsa settimana e si catapultano in terza posizione, a due lunghezze dalla vetta. Solo rimpianti invece per il Cvd, che ha condotto per quasi tutti i 40’, a cui è mancato il guizzo finale per portare a casa la partita e due punti che avrebbero fatto sicuramente comodo in chiave salvezza.

In un primo quarto di raro equilibrio, il Cvd riesce a chiudere avanti 17-14, con gli ospiti bravi a rimanere a contatto nonostante le fiammate di un ispirato Penna. Nel secondo quarto Trois suona la carica e da il via ad un break di 7-0 che porta Casalecchio sul +8 (24-16 al 15’). In un amen i biancorossi recuperano il gap e operano il sorpasso (25-26 al 17’), grazie alle bombe di Battaglia e Simonazzi. All’intervallo, però, sono ancora i padroni di casa ad avere il controllo del match: 33-29. Nella terza frazione Casoli piazza la difesa a zona e il Rebasket impatta subito a quota 33. Anche questo quarto è un continuo testa a testa tra le due squadre: il Cvd prova l’allungo con Penna (46-41 al 28’), i biancorossi rispondono con i canestri di Tognato e Castagnaro, che valgono il 48 pari al 30’. I siluri di Sighinolfi e Battaglia inaugurano l’ultimo periodo (51-51 al 32’), poi è il turno di Falzetti che appoggia al vetro il +1 Casalecchio (57-56 al 36’). Un sontuoso Battaglia apre il fuoco dalla distanza e riporta la gara in perfetta parità ad un minuto dalla fine: 61-61. Finale di partita al cardiopalma: a 16” dalla fine Castagnaro fallisce i liberi del sorpasso, gli ospiti si assicurano il rimbalzo, ma Lusetti deraglia e perde palla, lasciando ai biancoblu l’ultimo tiro con tre secondi da giocare. La conclusione di Falzetti si spegne sul ferro e si va così al primo overtime. Nel supplementare entrambe le squadre sparano a salve, tanti errori e poca lucidità. Poi si scatenano Penna e capitan Fuzzi e il Cvd vola a +4 (69-65 al 44’). Sembra finita qui, ma 4 punti consecutivi di Lusetti valgono il pareggio: 69-69. Penna prova a vincerla da solo, sulla sua strada, però, trova solo il tabellone: secondo overtime. Il ragazzi di Casoli partono forte, Casalecchio, invece, si scioglie. Battaglia trascina i suoi con canestri da vero leader e chiude i conti. La Rebasket espugna il “Cabral” col punteggio di 73-78. (g.p.)

BK POL. CASTELFRANCO E. – VIS 2008 73 – 87

(21-16; 40-32; 59-58)

Castelfranco Emilia: Tomesani 33, Coslovi 4, Sforza ne, Righi 9, Tedeschini ne, Vannini, Del Papa 7, Villani 12, Ayiku 7, Frilli 1. All. Boni.

Vis Ferrara: Antoci 11, Grazzi 24, Oseliero 5, Manojlovic 6, Brilli ne, Drigo, Fiore, Gamberini, Tidey 11, Mancini 11, Caselli 19 All. Campazzi.

Ennesimo esame di maturità fallito da Castelfranco che, dopo due prestazioni molto convincenti, ricade nel solito buco nero e sostanzialmente mette sul piatto d’argento i 2 punti che Ferrara prontamente fa suoi. Rotazioni accorciate per coach Boni, costretto per un paio di mesi a fare a meno di Tedeschini, uno dei pilastri della squadra, vittima di un problema al ginocchio, la cui entità è ancora da definire completamente.

Quintetto solito per Castelfranco (Righi, Frilli, Tomesani, Del Papa, Villani), mentre coach Campazzi risponde con Antoci, Drigo, Tidey, Caselli e Mancini. Il primo quarto scivola via con Castelfranco che tiene sempre il naso avanti alternando ottime difese e circolazioni di palla a dormite colossali a rimbalzo difensivo. Finisce 21-16 per i biancoverdi la frazione. Ferrara mischia un po’ le carte a inizio secondo quarto presentando una zona e, complice anche la desuetudine a giocare insieme di Villani e Vannini, coach Boni chiama minuto per parlarci su e organizzare meglio gli attacchi. Dopo aver riportato la conformazione classica del quintetto coi 4 esterni ed un lungo, Castelfranco ritrova il filo, anche se concede qualche tiro aperto di troppo a Caselli, che infila due triple che tengono a contatto Ferrara sino alla pausa lunga. Si va a riposo sul 40-32 Castelfranco. Coach Boni raccomanda di limare ancora di più sulle piccole cose che hanno tenuto gli ospiti ancora in partita, per scappare definitivamente. Ma qui succede l’imponderabile, Castelfranco semplicemente non si ripresenta in campo per i secondi venti minuti. Totalmente scollegati, soprattutto in attacco, dove prendiamo tiri affrettati e marcati, che danno il la a tutta la freschezza atletica dei ragazzi di Ferrara, che ricordiamo partecipano al campionato Nazionale Eccellenza Under 20 con pressoché la stessa squadra. I biancoverdi subiscono 20 punti in poco più di cinque minuti segnandone la miseria di sette (47-52 al 25’). Da li si ha un ultimo guizzo d’orgoglio e con un 10-2 di parziale i modenesi si riportavano avanti a fine quarto, grazie alla bomba a fil di sirena di Tomesani (59-58). Ferrara vede che comunque Castelfranco è un po sulle gambe ed azzanna l’ultima frazione con un 8-2 di parziale firmato da Grazzi. Castelfranco riesce a contenere i danni, ma rimane sempre sotto di un possesso abbondante (68-72 al 36’), non riuscendo mai a mettere il naso davanti, complice anche la stanchezza derivante dall’uomo in meno in rotazione. Nel finale, Castelfranco continua a sparacchiare e Ferrara non mostra cedimenti e porta agilmente a casa il match.

GRUPPO VENTURI – RIVIT 90 – 85

(23-26; 46-46; 65-72)

Anzola: Gandolfi, Bortolani 22, Zucchini 21, Taoufik ne, Parmeggiani F. 7, Venturi L. ne, Gamberini 2, Venturi N. 8, Venturi D. 12, Mazza 18. All. Trevisan.

Grifo Imola: Turrini, D’Emilio, Bartoli 9, Baruzzi 4, Russu 7, Guglielmo 17, Lanzoni 5, Orlando 10, Sgorbati 19, Martini 5, Castelli 9. All. Palumbi.

BERNAITALIA – GINNASTICA FORTITUDO 78 – 73

(25-26; 45-43; 62-53)

Virtus Medicina: Jdidi ne,Bonetti 9, Marinelli 10, Mini 10, Govi 15, Biguzzi 10, Lorenzini 6, Stagni 2, Verde 6, Canovi 3, Seracchioli 7. All. Bacchilega.

S.G. Fortitudo: Barattini 6, Zucchini ne, Pampani, Tosini 12, Zinelli ne, Mandini 12, Pederzoli 9, Galassi 9, Zanetti 16, Bonazzi 3, Pontrelli ne, Pesino 6. All. Tasini.

PALLACANESTRO MOLINELLA – DULCA CNO SANTARCANGELO Sospesa

Partita sospesa, perché pioveva all’interno della palasport di Molinella, a 6’13” della fine, sul punteggio di 51-56.

PALL. NOVELLARA – NOVA ELEVATORS 79 – 56

(23-16; 44-29; 57-39)

Novellara: Margini 9, Folloni 7, Rinaldi 2, Pietri, Morgotti 10, El Ibrahimi 4, Carpi 7, Ciavolella 13, Aguzzoli, Bartoccetti 15, Dilas 3, Astolfi 9. All. Spaggiari.

San Giovanni in Persiceto: Verardi 9, Baccilieri 6, Scagliarini, Papotti 13, Pasquini 12, Carpani 1, Zappoli 5, Rusticelli 5, Almeoni 5,Moruzzi. All. Berselli.

RECUPERO

PALL. NOVELLARA – VIS 2008 79 – 56

(17-13; 40-22; 58-37)

Novellara: Margini 9, Folloni 8, Rinaldi 2, Pietri, Morgotti 7, El Ibrahimi 8, Carpi 6, Ciavolella 8, Aguzzoli 5, Bartoccetti 17, Dilas, Astolfi 9. All. Spaggiari.

Vis Ferrara: Antoci, Labovic, Grazzi 15, Oseliero 4, Brilli, Drigo 12, Fiore 2, Gamberini 3, Tidey 2, Mancini 4, Caselli 14. All. Campazzi.

CLASSIFICA

NOVELLARA 26 17 13 4 1258 1121 +137
ANZOLA 26 17 13 4 1238 1112 +126
REBASKET CASTELNUOVO 24 17 12 5 1201 1105 +96
CNO SANTARCANGELO 22 16 11 5 1192 1050 +142
GRANAROLO BASKET 22 17 11 6 1223 1157 +66
VIRTUS MEDICINA 20 17 10 7 1261 1215 +46
MOLINELLA 20 16 10 6 1028 1038 -10
VIS PERSICETO 20 17 10 7 1144 1185 -41
OLIMPIA CASTEL SAN PIETRO 18 17 9 8 1164 1119 +45
CASTELFRANCO EMILIA 16 17 8 9 1303 1224 +79
CVD CASALECCHIO 16 17 8 9 1105 1102 +3
SCUOLA BASKET CAVRIAGO 14 17 7 10 1177 1201 -24
CASTENASO 14 17 7 10 1134 1229 -95
VIS 2008 FERRARA 6 17 3 14 1097 1269 -172
GRIFO IMOLA 4 17 2 15 1151 1286 -135
S.G. FORTITUDO BOLOGNA 2 17 1 16 1063 1326 -263

Serie D, nel girone A si riaprono i giochi per i play off. Girone B: colpaccio Cesena nella tana della capolista

SERIE D/A 18° Giornata

H4T – MAGIK BASKET 77 – 67

(27-13; 47-27; 63-47)

S.P. Vignola: Badiali 11, Fiorini 7, Nascetti ne, Barbieri E. 2, Caltabiano, Barbieri A. ne, Degli Angeli 3, Galvan 29, Paladini 3, Guidotti 21, Zavatta G., Bastia 1. All. Sacchetti.

Magik Parma: Bazzoni 4, Donadei 9, Malinverni N., Bocchia 8, Malinverni L. 8, Paulig 14, Ceci 8, Caravita 2, Diemmi 12, Berlinguer 2. All. Padovani

Terza vittoria consecutiva per la Scuola Pallacanestro Vignola, che fa cadere una “big” del campionato come la Magik Parma, trascinata dai 50 punti della coppia Galvan-Guidotti.

La partenza è un bombardamento dietro l’altro: alla tripla di Paulig rispondono, in rapida successione, Gavan (2) e Guidotti; Ceci la mette da un po’ più vicino, mentre ancora Galvan muove il canestro ospite, su assist del capitano vignolese. Quest’ultimo è autore del successivo canestro SPV, sfruttando l’assist di Galvan; Paulig torna a bersagliare col tiro pesante, ma Badiali risponde in fotocopia su assist di Paladini. I ruoli si invertono e, stavolta, Paladini ringrazia con la tripla l’imbeccata di Badiali. I liberi di Malinverni L. e due “missili” da 7 metri di Galvan (16 punti nei primi 10 minuti), chiudono la contesa sul 27-13 al primo mini-intervallo. La seconda frazione si apre con Bocchia che penetra e segna da destra, mentre Guidotti sfrutta l’assist di Demian Badiali ed insacca la bomba (30-15); ancora Bocchia da 2 ed ancora Vignola da 3, stavolta grazie a Degli Angeli (assist Caltabiano). Bazzoni e Bocchia continuano a sfruttare le loro penetrazioni, mentre SPV si aggrappa ai liberi di Fiorini e Galvan, prima che Badiali arrivi a mettere le cose a posto con la tripla del 39-23; Mattia Guidotti punisce nuovamente da oltre 6,75 metri, convertendo l’assist di Bastia. La bomba di Galvan ed un paio di canestri di Donadei, mandano tutti alla pausa lunga sul 47-27 H4T. Nel terzo periodo Caravita si fa sentire sotto le plance, ma Guidotti tira fuori un “passo e tiro” da manuale, siglando il +20 (49-29); Ceci punisce dai 5 metri, ma ancora il capitano giallo-nero segna, stavolta subendo anche il fallo. Cosa che fa, due azioni dopo, anche Badiali, ma né lui né Guidotti capitalizzano a cronometro fermo. Parma si aggrappa alla perfezione totale dalla lunetta di Michele Diemmi, prima che Badiali “spezzi l’incantesimo” con lo step-back che vale il 59-39; Bazzoni e Paulig insidiano il pitturato vignolese e l’argentino torna a sparare con i piedi oltre l’arco (61-46). I liberi di Fiorini e Diemmi fissano il parziale alla penultima sirena sul 63-47 SPV. Il copione non cambia anche ad inizio ultimo quarto: Badiali assist e Guidotti tripla, bottino pieno di Diemmi in lunetta, tripla di Galvan. Malinverni L. e Berlinguer si iscrivono al parziale con due canestri (tripla e due punti, 70-54), che fanno pericolosamente avvicinare la Magik; i parmensi fanno sentire il fiato sul collo ai ragazzi di coach Gigi Sacchetti, specialmente quando Leonardo Malinverni, Diemmi e Paulig, trovano punti pesantissimi, che mettono sole 10 lunghezze di gap (70-60). L’impatto di Enrico Barbieri è positivo e, grazie anche alla presenza a rimbalzo, l’esterno vignolese trova i liberi del “sollievo” (72-60); Donadei riavvicina i suoi prima con la tripla poi con un paio di liberi (74-65), ma 3 punti a cronometro fermo di Galvan, intervallati dal canestro di Malinverni L., fissano il punteggio finale sul 77-67 Vignola.

SAMPOLESE BK – PALLACANESTRO FULGOR 49 – 81

(13-26; 24-36; 36-61)

San Polo d’Enza: Tognoni, Minardi 1 , Davoli 5 , D’Amore 12, Benevelli, Tondo 4, Braglia 15, Galassi, Pezzi, Hasa 6, Magliani 4. All. Corali.

Fidenza: Molinari 6, Moscatelli 25, Barcaroli 5, Gaudenzi 9, Vecchio M. 10, Montanari 6, Rivetti 3, Parmigiani 4, Vecchio P. 8, Poggi 4, Chiozza 1. All. Olivieri.

La Sampolese è costretta ad una pesante battuta d’arresto da un’affamata Fulgor Fidenza, arrivata in terra reggiana con tanta voglia di portare a casa i due punti.

In un match a senso unico fin dal primo quarto, i ragazzi di coach Corali subiscono l’attacco degli ospiti, guidati da un Moscatelli in versione Mvp e trovato dai compagni in ogni parte del campo, che li porta a produrre 26 punti nel solo primo parziale. Nel secondo quarto i padroni di casa girano una vite in difesa e un migliore lavoro sotto le plance restituisce un minimo di fiducia anche in attacco, dove il punto di riferimento è Braglia da oltre l’arco. Sarà un fuoco di paglia perché al rientro dall’intervallo lungo la Fulgor riparte a macinare punti in continuità senza che i biancorossi trovino le adeguate contromisure, nonostante i due timeout quasi in serie chiamati da coach Corali. L’ultimo quarto serve solo a stabilire il punteggio finale di una larga sconfitta per una Sampolese che non dà seguito alla bella vittoria ottenuta una settimana prima, mentre rilancia le ambizioni di raggiungere i playoff per la squadra di coach Max Olivieri.

POLISPORTIVA BIBBIANESE – F.FRANCIA PALL. 66 – 61

(25-18; 38-29; 47-46)

Bibbiano: Reni 6, Grulli ne, Ghirardini, Colla 8, Riccò 5, Giardina 2, Bartoli 18, Belli 7, Rika ne, Monticelli 7, Volpicelli ne, Croci 13. All. Reverberi.

Zola Predosa: Galli, Perrotta 10, Gamberini 2, Mazzoli 4, Maselli, Masina 13, Barilli Fi. 14, Zanotti ne, Bosi 3, Bavieri 3, Romagnoli 12. All. Benini.

ATLETICO BASKET – POLISPORTIVA CASTELLANA 68 – 43

(16-18; 41-26; 52-35)

Atletico Borgo: Campanella F. 3, Campanella M. 2, Rossi 19, Grassi 2, De Simone 10, Diop 10, Flori 2, Veronesi G.I. 2, Campanella E. 7, Argenti, Savic, Artese 11. All. Pietrantonio.

Castelsangiovanni: Villa A. 4, Baldini, Coppeta 6, Eccher, Badini, Bonatti 11, Derba 3, Villa S. 14, Mori 1, Boselli 1, Zermani. All. Fanaletti.

PALL. NAZARENO – ANTAL PALLAVICINI 81 – 69

(20-22; 42-40; 58-50)

Carpi: Carretti 9, Compagnoni 4, Pivetti 3, Biello 17, Spasic 14, Marra 11, Bonfiglioli, Saetti ne, Lavacchielli 12, Pravettoni 8, Valenti 3. All. Beltrami.

Pallavicini: Maestripieri 17, Tosiani 4, Cenesi 17, Galeotti 4, Nanni G. ne, Benuzzi 2, Sgargi, Nanni M. 12, De Martini 5, Minghetti 8, Bavieri, Consolini. All. Bignotti.

VENI BASKET – P.G.S. WELCOME 86 – 55

(25-17; 53-25; 71-34)

San Pietro in Casale: Gamberini 6, Pastore 7, Govoni A. 32, Montebugnoli ne, Ventura 4, Govoni E. 5, Mantovani ne, Ghedini 11, Ballarin 3, Billi 12, Nardi 6. All. Folchi.

PGS Welcome: Lamborghini 13, Baroncini 1, Calzolari L. 7, Calzolari M., Bernardini 2, Sabbioni 6, Brunello 7, Casolaro, Orlandi 2, Chiapparini, Venturoli 17. All. Roveri.

BASKET VOLTONE MASCHILE – U.S. LA TORRE 59 – 56

(14-17; 33-34; 46-43)

Monte San Pietro: Giacometti A., Maldini S. 12, Fasano 8, Maldini M. 8, Codicini 6, Grandi ne, Calzini 2, Giacometti J. 6, Magi 5, Maresi 2, Venturi, Tubertini 10. All. Torrella.

La Torre Reggio: Davoli A. 12, Mazzi 3, Pasquali, Davoli L., Pezzarossa 5, Mazzi 14, Mussini, Rivi 4, Bondioli 9, Lavaggi, Margaria 2, Orlandini 7. All. Romano.

RECUPERO

POLISPORTIVA CASTELLANA – PALL. NAZARENO 74 – 56

(18-14; 32-31; 46-40)

Castelsangiovanni: Villa A. 9, Baldini 2, Coppeta 15, Libè 8, Eccher 1, Badini, Bonatti ne, Derba 4, Zamboni 9, Villa S. 14, Mori 12, Zermani. All. Fanaletti.

Carpi: Carretti 11, Compagnoni 14, Pivetti 2, Biello 2, Spasic 2, Marra 9, Bonfiglioli, Saetti ne, Lavacchielli 4, Pravettoni 4, Valenti 8. All. Beltrami.

CLASSIFICA

ATLETICO BOLOGNA 30 16 15 1 1230 987 +243
VOLTONE ZOLA 26 16 13 3 1124 1005 +119
PALLAVICINI BOLOGNA 24 17 12 5 1103 1010 +93
FRANCESCO FRANCIA ZOLA 24 17 12 5 1197 1106 +91
MAGIK PARMA 24 17 12 5 1149 1082 +67
FULGOR FIDENZA 18 17 9 8 1185 1047 +138
NAZARENO CARPI 18 17 9 8 1219 1154 +65
SCUOLA PALL. VIGNOLA 14 17 7 10 1177 1179 -2
SAMPOLESE 14 17 7 10 1090 1116 -26
VENI SAN PIETRO IN CASALE 12 17 6 11 1046 1133 -87
CALDERARA 12 16 6 10 990 1108 -118
BIBBIANESE 12 17 6 11 1124 1248 -124
LA TORRE REGGIO EMILIA 10 17 5 12 965 1072 -107
CASTELLANA CASTEL S.GIOVANNI 8 17 4 13 977 1178 -201
PGS WELCOME BOLOGNA 6 17 3 14 1123 1274 -151

SERIE D/B 18° Giornata

BASKERS FORLIMPOPOLI – SCUOLA BASKET FERRARA 59 – 70

(17-18; 31-34; 43-55)

Baskérs Forlimpopoli: Marchioni 6, Pinza 8, Bourkadi, Cortini 18, Primavera 2, Picone, Totaro 5, Neri 6, Biffi 2, Mingozzi 2, Poggi 4, Brunetti 6. All. Rustignoli.

Ferrara: Rimondi 6, Cattani 12, Pigozzi 9, Bertocco 8, Rizzatti 20, Bereziartua, Proner 2, Romagnoni 9, Vicini, Malaguti 4. All. Schincaglia.

STEFY BASKET – BASKET VILLAGE 64 – 46

(22-14; 35-22; 45-34)

Stefy: Franceschini 17, Marzioni 15, Pancaldi 6, Scandellari R. 2, Lamborghini, Zambonelli, Melchiorre 5, Poli 7, Folesani 2, Alessandri 6, Galli 4. All. Scandellari M.

BK Village Granarolo: Dalla 3, Drago, Paoloni 6, Cerulli 3, Banzi 2, Landuzzi, Marcheselli 7, Pani 6, Meluzzi 5, Polo 10, Nicotera 4. All. Ansaloni.

BELLARIA BASKET – PARTY & SPORT 89 – 54

(31-15; 52-22; 73-35)

Bellaria: Nervegna11, Tassinari 24, Komazec 14, Stabile 6, Casadei 5, Pellegrini 2, Clementi 6 Scarone 11, Trunic 4, De Maio 6. All. Radulovic

P&S Ozzano: Migliori, Gambetti 11, Dozza, Tagliati 4, Avallone 16, Marchi 5, Fierro 4, Zerbini 8, Martelli 8, Spadoni.

COPAR SERVIZI SELENE BK – CESTISTICA ARGENTA 76 – 78

(22-17; 41-39; 63-53)

Sant’Agata sul Santerno: Pasquali 13, Pirazzini 4, Carlotti 2, Mastrilli 11, Caprara 20, Brignani 2, Baldrati 7, Regazzi 9, Camorani 3, Trerè 5, Vignudelli ne. All. Ricci Maccarini.

Argenta: Alberti A. 4, Pusinanti 10, Alberti D. 17, Cesari 2, Ardizzoni 9, Bianchi 7, Bottoni, Quaiotto, Peretti, Malagolini 7, Di Tizio 13, Torriglia 9. All. Panizza.

Sei secondi da giocare, Cestistica in attacco con due punti da recuperare (76-74); Davide Alberti e Pusinanti non trovano varchi nella difesa della Selene, scarico su Torriglia che, da oltre l’arco, infila la bomba del +1 (76-77). Nel possesso successivo, sfondamento subito da Alberti Davide e palla nuovamente ad Argenta, rimessa in gioco, fallo su Pusinanti che dalla lunetta fa uno su due e Cestistica sul +2 (76-78) a tre secondi dall’ultima sirena. La preghiera finale di Mastrilli non tocca nemmeno il ferro, vittoria !

Questa la cronaca degli ultimi palpitanti secondi di gioco al PalaGadoni; la  Cestistica artiglia una vittoria soffertissima e complice il tonfo interno dell’Artusiana contro il fanalino di coda Cesena, riduce a due soli punti il distacco dalla vetta. Andiamo con ordine: pronti, via e la Selene scappa sul +6 (8-2), con Mastrilli e Trerè che da oltre l’ arco puniscono l’approssimativa difesa a zona argentana; Ardizzoni e Di Tizio nel pitturato accorciano sino al -3 (13-10) a 3’53” dalla prima sirena, ma Pasquali e ancora Mastrilli vanno a bersaglio dalla lunga distanza e permettono ai romagnoli di allungare nuovamente sul +7 (22-15), prima che Malagolini infili il piazzato del -5 (22-17) con cui inizia il secondo parziale. Argenta aumenta la pressione difensiva e in attacco va a bersaglio con continuità; Alessandro Alberti impatta la gara (24-24) con 7’30” all’intervallo lungo. Bianchi e Ardizzoni firmano il sorpasso Cestistica e a metà parziale il tabellone recita +6 (26-32) per i biancoblu. Reazione dei padroni di casa che impattano nuovamente con un piazzato di Pirazzini e una tripla in transizione di Regazzi che firma il (35-35) con tre minuti al riposo. Le squadre procedono a braccetto, ma la miglior precisione dalla lunetta permette alla Selene di andare alla pausa lunga sul +2 (41-39 ). Alla ripresa del gioco, Cestistica con le “polveri bagnate” e Selene che va a bersaglio con Caprara nel pitturato, Pasquali e un eccellente Mastrilli dai 6,75; a metà del terzo quarto padroni di casa sul +10 (53-43) e Argenta in balìa degli avversari. Di Tizio e Torriglia provano  a dare la scossa, ma i piazzati di Caprara e  Pasquali mantengono il divario a dieci lunghezze (63-53). L’ ultimo parziale  inizia con due banali palle perse dagli ospiti e un 4-0 Selene targato Brignani e Regazzi per il +14 (67-53) con 8’36” all’ultima sirena. Coach Panizza utilizza in sequenza tutti i time out a disposizione e scuote la squadra da par suo; la reazione argentana è veemente e vede come protagonista assoluto Alberti Davide. “AD7 ” imperversa dalla media e lunga distanza firmando il 10-0 di parziale che riporta i biancoblu sul – 4 (67-63) a sei minuti dall’epilogo. Caprara ferma temporaneamente l’emorragia, ma Bianchi e Di Tizio accorciano ulteriormente sino al -3 (69-66) con 3’28” da giocare. Pasquali dalla lunetta riporta sul + 4 la Selene (74-70), Pusinanti replica, sempre dalla lunetta, firmando il pareggio (74-74) con 45″ sul cronometro. Nel possesso seguente errore di comunicazione e Baldrati, completamente libero, va segno in penetrazione per il nuovo +2 Selene (76-74) con 20″ da giocare; Di Tizio nel frattempo deve lasciare il campo per infortunio e Panizza ributta nella mischia Torriglia…

DOLPHINS – STARS BASKET 78 – 53

(12-23; 30-36; 56-43)

Riccione: Mazzotti 3, Egbutu, Amadori 18, Brattoli 22, De Martin 21, Zaghini 3, Pierucci 9, Ortenzi, Casadei, Ambrassa 2, D’Aurizio ne. All. Ferro.

Stars: Conidi 14, Tazzara 9, Paccagnella 4, Benfenati, Orlando 6, Guerra 4, Venturi, Branchini 5, Passarelli 2, Pistacchio 9. All. Bandiera.

ARTUSIANA BK – CESENA BASKET 2005 71 – 74

(21-14; 34-34; 60-52)

Forlimpopoli: Rossi 12, Valgimigli 2, Balistreri 5, Mariani ne, Calboli ne, Piazza 14, Vitali 9, Serrani 8, Arfelli 2, Servadei 9, Ravaioli 10. All. Agnoletti.

Cesena: Scaccabarozzi 2, Rossi Fe. 5, Romano 17, Montalti 10, Rossi Fi. 9, Vandelli, Soldati 12, Babbini 10, Dell’Omo 9, Di Meglio. All. Domeniconi.

Clamoroso a Forlimpopoli: la capolista Artusiana cade per mano di Cesena, fanalino di coda solitaria, che si ribella all’ennesima serie di infortuni (Vandelli, Montaguti e Martini oltre a quello ormai datato di Balestri) e gioca la partita perfetta che più di una volta quest’anno aveva solo in parte eseguito, finendo poi per rovinare tutto in pochi minuti e incassare solo sconfitte. La forza dei padroni di casa sotto le plance, anche alla luce degli assenti di Cesena, è lampante e l’avvio di gara mette in luce gli uomini “pesanti” di coach Agnoletti; Serrani e Piazza propiziano il primo allungo di casa e con il contributo di qualche conclusione degli esterni chiudono il quarto avanti 21 a 14. Cesena accusa il colpo ma non molla e con pazienza ricuce il gap centrando l’aggancio con la tripla di Soldati per poi chiudere il quarto sul 34 pari. I fuochi d’artificio esplodono tutti nella seconda parte di gara con un terzo quarto scoppiettante in cui le due squadre danno spettacolo (9 su 11 le triple complessive) e procedono a braccetto fino agli ultimi secondi quando l’Artusiana piazza un fulmineo 9 a 0 (tripla di Enrico Rossi e due triple di Servadei) che scava il + 8 di fine quarto. La sensazione è che stia per andare in scena un copione già visto con Cesena che si trova ad inseguire e il cronometro che scorre implacabile. Quando Servadei infila la tripla del + 7 (70 a 63) i giochi sembrano ormai chiusi, ma c’è ancora tempo per vedere la reazione di Cesena, che trova le ultime energie per riaccendere la speranza; dopo due liberi di ‘Red ‘Rossi, sono una tripla impossibile di Montalti e una acrobazia in area di Romano a sanzionare il nuovo pareggio (70 a 70) quando si sta per entrare nell’ultimo minuto di gara. A questo punti ci si aspetta il ruggito dei più esperti uomini di casa, che invece pasticciano in più occasioni, mentre Cesena è più lucida e si va a prendere qualche fallo dentro l’area che converte dalla lunetta con Romano (2/2), Babbini e Montalti (1/2 per entrambi). Sull’ultimo possesso l’Artusiana ha per due volte il pallone del pareggio, ma il ferro respinge i tentativo di Arfelli e Balistrieri, certificando l’impresa di giornata dei ragazzi di coach Domeniconi.

IMMOBILIARE 2000 – PALL. BUDRIO 2012 72 – 73

(14-20; 29-42; 49-58)

Giardini Margherita: Alaimo 4, Venturi 13, Nobis 11, Conti 14, Marcelli, Pezzano 1, Bonesi 3, Sterpi 5, Pellegrinotti ne, Pedrielli 9, Pierini 12. All. Morra.

Budrio289: Curti 6, Maccaferri ne, Tugnoli 6, Tuccillo 3, Manini 4, Piazzi 5, Lazzari 3, Zanellati 5, Zitelli 12, Zambon 18, Quarantotto 11. All. Bovi.

Colpo di Budrio che passa, meritatamente, alla “Moratello”. Come in altre sfide quest’anno, però, i Gardens avevano avuto la possibilità di beffare il team ospite, ma è stato un fatale un rimbalzo in attacco (troppi, quelli concessi) ed il deficitario 8/20 dalla lunetta.

Rewind: Budrio scattava meglio dai blocchi con maggiore grinta ed intensità. Il vantaggio cresceva col passare dei minuti arrivando al +14 poco prima della pausa. Nella ripresa era Pierini a provare a scuotere i compagni, poi, nell’ultimo quarto, la difesa saliva di tono e d’incanto arrivavano anche canestri difficili. Nobis sparava la tripla del sorpasso, 70-69, ad un minuto dalla fine. Poi Quarantotto faceva 0/2 dalla lunetta, ma il rimbalzo lo arpionava Zitelli, che subiva fallo e faceva doppietta dalla lunetta (70-71). Nell’azione successiva palla persa dai padroni di casa e Budrio puniva nuovamente dalla lunetta (70-73). Ultimo tiro, come all’andata, per l’Immobiliare 2000 ed errore dai 6,75, col canestro a rimbalzo di Pedrielli che arrivava praticamente sulla sirena.

RECUPERO

SELENE – BELLARIA 64 – 91

(15-22; 28-47; 46-72)

Sant’Agata sul Santerno: Pasquali 16, Pirazzini 4, Vignudelli, Carlotti, Mastrilli 7, Caprara 17, Brignani, Baldrati 4, Regazzi 11, Camorani 2, Trerè 3. All. Ricci.

Bellaria: Nervegna 5, Gori 3, Tassinari 17, Komazec 12, De Maio 5, Stabile 2, Casadei 10, Pellegrini 2, Benedettini 2, Clementi 4, Scarone 10, Trunic 18. All. Radulovic.

CLASSIFICA

ARTUSIANA FORLIMPOPOLI 28 17 14 3 1259 1077 +182
BELLARIA 26 17 13 4 1253 1096 +157
ARGENTA 26 17 13 4 1364 1208 +156
RICCIONE 20 17 10 7 1302 1253 +49
PALL. BUDRIO 289 20 17 10 7 1320 1307 +13
IMMOBILIARE 2000 BOLOGNA 18 17 9 8 1268 1196 +72
STEFY BOLOGNA 18 17 9 8 1228 1220 +8
STARS BOLOGNA 16 16 8 8 1148 1174 -26
SELENE S. AGATA 14 17 7 10 1242 1287 -45
BASKET VILLAGE GRANAROLO 14 17 7 10 1176 1230 -54
BASKERS FORLIMPOPOLI 12 17 6 11 1173 1220 -47
S.B. FERRARA 12 17 6 11 1047 1148 -101
INTERNATIONAL IMOLA 10 16 5 11 1078 1155 -77
PARTY&SPORT OZZANO 10 17 5 12 1190 1365 -175
CESENA BASKET 2005 8 16 4 12 985 1097 -112

Under 18, la Virtus espugna Reggio e vince il girone

UNDER 20 16° Giornata

JUNIOR BASKET RAVENNA – VIRTUS PALL. BOLOGNA 34 – 84

(5-19; 17-40; 24-67)

Ravenna: Kertusha, Di Giorgio 3, Cinti 3, Martelli, Donati, Di Meglio, Dell’Omo 4, Mazzini 13, Rossi 7, Carpi 4. All. Taccetti

Virtus: Deri 7,  Giuliani 4, Salsini 21, Nanni 11, Rossi 5, Jurkatamm 7, Berti 19, Bianchini 5, Camara 5, Oyeh. All. Vecchi

CA.RI.RA. FORTITUDO103 – BAKERY PALL. PIACENTINA 61 – 41

(20-9; 35-20; 56-26)

Fortitudo 103: Murabito 2, Montanari 6, Pontrelli 4, Cenni 9, Boniciolli 10, Bonazzi 10, Muzzi 6, De Denaro 6, Mellini 3, Mazzotti 5, Barattini, Zucchini. All. Comuzzo.

Piacentina: Libè 2, Dmitrovic 9, Villa 10, Bracchi 4, El Agbani, Orlandi 6, Bissi, Baldini 10, Bossi, Zermani. All. Casella.

ASSIGECO – COCOON 70 – 57

(19-15; 38-35; 51-47)

Piacenza BC: Diouf 17, Scekic 10, Pari, Tasso ne, Livelli 14, Montanari ne, Migliorini 10, Peviani 3, Seye 4, Zucchi 3, Oriti 9. All. Mambretti.

Lissone: Ben Salem ne, Fortunati ne, Tremolada, Saccardi 5, Grassi 10, Riva ne, Morse ne, Gatti 10, Morandi 9, Tedeschi 7, Mladenovic 12, Ferraresi 4. All. Mazzali.

SALUS PALL. BOLOGNA – TEAM ABC CANTU 59 – 78

(15-14; 35-33; 46-52)

Salus: Filippini ne, Veronesi 14, Conidi 6, Branzaglia 6, Zambonelli 2, Casarini 2, Gebbia ne, Paciello 4, Solmi 2, Tubertini 8, Venturi 4, Ballandi 11. All. Ansaloni.

Cantù: Tremolada 12, Molteni 22, Cucchiaro 5, Nasini 2, Ronchetti 7, Ruzzon 11, Gatti 2, Chinellato 1, Olgiati 8, Tartamella, Massenzana 2, Bet 6. All. Visciglia.

CLASSIFICA

Virtus Bologna 30; Cantù 26; Fortitudo Academy Bologna 20; Piacenza BC 18; Piacentina, Lissone 12; Salus Bologna 8; Junior Ravenna 2.

UNDER 18 Recupero

GRISSIN BON – VIRTUS PALL. BOLOGNA 94 – 100 d2ts

(22-18; 32-37; 60-62; 75-75; 85-85)

Reggiana: Soviero 11, Pelliciari 8, Valenti, Diouf 2, Dellosto 16, Tchewa 30, Piccinini, Sow, Besozzi, Bertolini, Maddaloni 2, Zampogna 25. All. Menozzi.

Virtus: Deri 11, Giuliani 9, Salsini 9, Nanni 11, Jurkatamm 18, Bianchini, Venturoli 10, Camara 15, Bertuzzi, Oyeh 11, Cavallari, Tintori 6. All. Vecchi.

CLASSIFICA

Virtus Bologna 26; Reggiana, Fortitudo Academy, Vis 2008 Ferrara 22; Bsl San Lazzaro 12; Pontevecchio Bologna, Crabs Rimini 10; International Imola, Salus Bologna 2.

UNDER 16 14° Giornata

B.S.L. – CRABS 1947 72 – 49

(21-10; 35-27; 57-35)

San Lazzaro: Gilioli 4, Palma, Ghedini 16, Manzali 2, Vernoni, Flocco 8, Domenichelli, Negroni 18, Magnani 8, Tepedino 2, Meluzzi 8, Betti 6. All. Sanguettoli.

Rimini: Fantini, Baroni 19, Cesarini, Cruz 3, Rinaldi 2, Montanari 3, Corsetti 4, Gamboni 12, Casoli 6. All. Luongo.

ONETEAM BASKET – G.S. INTERNATIONAL BASKET 70 – 50

(18-20; 33-35; 45-44)

Forlì: Zambianchi 17, Mistral, Creta 3, Torelli 7, Adamo, Ciadini, Prandini 8, Flan 9, Syla ne, Squarcia 8, Fabiani 12, Prandini 6. All. Barbara.

VIS 2008 – ASSIGECO POL. PIACENZA CLUB 05/03/2018 – 20:00

PALAPALESTRE – Viale Tumiati 5 FERRARA (FE)

CASSA DI RISPARMIO FORTITUDO103 – POL. PONTEVECCHIO RINVIATA

PALL. TITANO – GRISSIN BON 79 – 52

(26-17; 46-26; 63-44)

San Marino Villa Verucchio: Grassi, Mussoni, Ronci, Della Pasqua, Rossi, Zafferani, Palmieri 36, Buo 25, Fabbri O. 8, Fabbri L. 4, Pasolini 4, Dappozzo 2. All. Padovano.

Reggiana: La Rocca 8, Charfi ne, Marino 2, Piccinini 2, Simonazzi 5, Riccò 3, Pelagatti, Maddaloni 10, Sinisi 8, Branchini 8, Foroni, Benevelli 6. All. Mastellari.

CLASSIFICA

Vis 2008 Ferrara* 24; Virtus Bologna 22; Oneteam Forlì 20; International Imola, Piacenza BC* 16; Fortitudo Academy Bologna*, Reggiana 10; Bsl San Lazzaro 8; Titano San Marino Verucchio 6; Pontevecchio Bologna* 4; Crabs Rimini 0.

UNDER 15 14° Giornata

VIS 2008 – B.S.L. SAN LAZZARO 06/03/2018 – 20:00

PALAPALESTRE – Viale Tumiati 5 FERRARA (FE)

CA.RI.RA. FORTITUDO103 – GIOCARE INSIEME SPORT JUNIOR 84 – 83 dts

(19-23; 39-41; 60-54; 73-73)

Fortitudo103: Belviso 25, Biasco 2, Baraldo 21, Brolis, Pennacchia 16, Salvardi, Webber 6, Errani 2, Lombardo, Basso 2, Ferri 8, Guidi 2. All. Fantasia.

Sport Junior 2000: Pulpito, Micheletto 24, Micheli 16, Gresta, Terzi 9, Righi 17, Preti 6, Spisni, Gieri 4, Alvisi, Zanotti 7 All. Franceschi.

ONETEAM BASKET FORLI – G.S. INTERNATIONAL BASKET RINVIATA

GRISSIN BON PALL. REGGIANA – INSEGNARE BK RIMINI 111 – 67

CLASSIFICA

International Imola* 18; Virtus Bologna 16; Oneteam Forlì*, BSL San Lazzaro* 14; Reggiana* 12; I.B. Rimini, Pontevecchio Bologna 10; Fortitudo 103* 8; Vis 2008 Ferrara* 4; Sport Junior 2000 Bologna 0.

Promozione, sorpresa Mirandola, San Felice ko! La Stella supera brillantemente anche l’esame Spem

GIRONE A 15° Giornata

BASKETREGGIO – IRA TENAX AD B. CORTEMAGGIORE 56 – 61

WEST ROSTA NUOVA – GELSO 45 – 67

VIRTUS PONTEDELLOLIO – DUCALE MAGIK 58 – 65

(15-14; 22-31; 41-46)

Pontedellolio: Gregori 3, Fellegara 1, Leondini, Bellin, Petkosvki 4, Ponzi 16, Carini 7, Scarionati 4, Cottini 9, Passalacqua 5, Petrov 9, Lliixha. All Lucev.

Ducale Parma: Pergetti, Bertolini 6, Montagna 17, Frazzi 9, Giorgi 9, Resurreccion 21, Tinelli 2, Allodi, Berlinguer 1, Botti. All. Raffin-Quintavalla .

CUS PARMA – NUOVA CUPOLA 62 – 56

(18-9; 28-30; 44-41)

CUS Parma: Tognazzi 4, Furia F., Pattini 3, Bettera 4, Corda n.e., Bellicchi 8, Carretta 7, Marzo 8, Stonfer, Cervi 9, Bondani 7, Cornacchione 12. All. Marcucci.

Nuova Cupola Reggio: Chesi, Buttarelli 7, Iotti F. 2, Libertini 12, Giannasi, Buzzigoli 15, Pedroni 3, Setti 17, Iotti D., Giuriola. All. Sfondrini.

S.ILARIO BASKETVOLLEY – VICO BASKET 69 – 58

(14-22; 37-37; 55-42)

S. Ilario d’Enza: Setti M. 9, Cervi 6, Bertolini 13, Flores 13, Setti P. 5, Rosi 4, Medici, Amponsah, Reverberi, Fava 19, Gianotti. All. Ferrari.

Vico Parma: Calzi 7, Lavega 4, Caggiati S 6, Savani, Mastroberardino 3, Baratta, Bozzetto, Zucchi 8, Marino 2, Ferraboschi, Adama Kissi 4, Guerra 24. All. Caggiati.

ARTARREDO – SALSOMAGGIORE CITY 64 – 70 dts

(15-15; 27-25; 36-42; 56-56)

Valtarese: Cazacu ne, Verti 6, Berni 15, Zecchinato ne, Finardi, Leonardi 19, Baldi 17, Gasparini 2, Beccarelli 3, Oppo 2, All. De Martino.

Salsomaggiore: Avanzini Fa. 22, Cigala 5, Canali 9, Aimi 4, Besagni 5, Maccini 22, Lettieri 3, Antonicelli ne.

Al Palaraschi arriva il Salsomaggiore e come sempre è pura rivalità. I termali scendono in campo con una formazione ridotta a otto uomini e probabilmente per questo motivo e per dosare le energie impostano una gara tutta a zona cosa che a fine partita li premierà. La prima frazione di gioco vede uno straripante Leonardi infilare tre bombe consecutive mentre per il Salso Maccini e Avanzini mettono la loro esperienza sul campo per contenere i ragazzi di coach De Martino e  chiudere  sul punteggio di 15 pari il primo quarto. Bella partita, il numeroso pubblico sugli spalti si diverte, la gara è sempre viva con Leonardi che continua a infilare la retina e Avanzini che risponde per il Salso. La zona degli ospiti rallenta il ritmo della gara che l’Artarredo vorrebbe invece tenere alto, Berni e Beccarelli  lottano a rimbalzo,Verti distribuisce il gioco e così l’Artarredo va al riposo lungo in vantaggio 27 a 25. Come spesso accade in questa stagione il ritorno in campo dell’Artarredo non è per niente efficace, cala l’intensità, si fanno alcuni errori che permettono al Salso di allungare con un Maccini che tiene i suoi in partita e li porta a chiudere il quarto avanti 42 a 36. Il grande lavoro svolto però dal duo De Martino-Picelli nel far crescere i loro ragazzi continua ed il quarto periodo ne è la prova: l’Artarredo reagisce e piano piano rimonta, Baldi scatenato infila triple da ogni dove, Berni recupera palle e in contropiede realizza, Verti e Leonardi bucano la zona ospite per il sorpasso a pochi secondi dalla fine. Sul +tre per l’Artarredo, a 15 secondi dalla fine, la palla giunge ad Avanzini che, con grande malizia e mestiere, si libera del suo uomo e infila la bomba del pareggio. L’ultimo tiro per i ragazzi dell’Artarredo non va a segno e quindi si apre la strada all’overtime. Gasparini e Leonardi provano a tenere in corsa i padroni di casa ,ma per il Salso il solito Avanzini, Cigala con una bomba, Aimi e Besagni, respingono l’ultimo tentativo di un Baldi preciso ai liberi. Vince Salso, ma per l’Artarredo gran bella partita in vista dei prossimi impegnativi incontri.

CLASSIFICA

Cus Parma 28; Ira Tenax Cortemaggiore 18; Basketreggio, Planet Parma, Gelso Reggio 16; Vico Basket Parma, Virtus Pontedellolio 14; Valtarese, Nuova Cupola Reggio, S. Ilario, Salsomaggiore City 12; Ducale Parma 10; Rosta Nuova Reggio 0.

GIRONE B 12° Giornata

NUBILARIA BASKET – BOIARDO 70 – 52

(20-19; 40-29; 49-39)

Novellara: Baracchi A. 9, Gasparini 3, Mariani Cerati 12, Bertani Fe. 11, Baracchi M. 9, Rossi 6, Bertani Fi. 1, Bigliardi, Mazzocchi 6, Beltrami 9, Freddi 2, Bartoli 2. All. Soliani.

Boiardo: Rossi D. 1, Incerti 9, Mammi 5, Bonaccini 5, Stefani 9, Zanni ne, Talami F., Ferrari 3, Scalabrini 3, Talami L. 12, Farioli, Rossi R. 5. All. Talami L.

SPORT CLUB CASINA – P.G.S. SMILE 61 – 48

SCHIOCCHI BALLERS – BASKET CAMPAGNOLA E. 58 – 63

(15-20, 24-37, 39-55)

S.B. Modena: Bernabei 2, Cesaro ne, Berardi 8, Bertolini 2, Sassi 12, Petrella 6, Perini, Forghieri 2, Zogaj 2, Alessandrini 17, Barbieri 7. All. Bertani.

Campagnola: Fregni 2, Pirondini 5, Piuca 6, Soccetti 15, Sueri 4, Rustichelli 14, Carnevali, Lombardini, Piccinini, Cardi 17. All. Nanetti.

PALL. CORREGGIO – MAGRETA 74 – 43

(14-9; 41-18; 61-29)

Correggio: Messori 2, Manicardi 4, Riccò Fe. 18, Solera 2, Merighi 2, Guardasoni L. 10, Riccò Fr. 21, Rustichelli 11, Sacchi 4, Conte ne, Valli ne. All. Notari.

Magreta: Lioni 4, Venturelli, Pozzi 4, Bianchini 2, Lampellotto 2, Guidetti 13, Kashim 3, Birtoni 3, Galloni 3, Balzino 10. All. Marotta.

GAZZE CANOSSA – UNIONE SPORTIVA AQUILA 74 – 73

(13-22; 32-32; 52-52)

Canossa: Franzini 4, Fedeli 4, Bigliardi 18, Fantuzzi ne, Maggiali 17, Salati 5, Tubertini 5, Chiaffi ne, Bizzocchi 14, Fontanesi 10, Domenichni, Pignedoli ne. All. Rubertelli.

Luzzara: Ploia 7, Cagnolati 3, Poma L. 10, Folloni, Corradini 2, Pasini 20, Poma G., Mazzola 13, Bush, Brioni 9, Ruina 9, Musi ne. All. Cavalaglio.

PALLACANESTRO SCANDIANO 2012 – PALL. REGGIOLO 02/03/2018 – 21:15

PALAREGNANI – Via Togliatti 6 SCANDIANO (RE)

CLASSIFICA

Nubilaria Novellara 22; Scandiano*, Correggio 20; Campagnola 18; Reggiolo* 16; Casina 12; Schiocchi Ballers Modena 10; Boiardo 8; Aquila Luzzara 6; Pgs Smile Formigine, Gazze Canossa 4; Magreta 2.

GIRONE C 15° Giornata

NEW BASKET MIRANDOLA – LIBERTAS SAN FELICE BOLOGNA 69 – 64

(15-21; 31-34; 50-43)

Mirandola: Baccarani 13, Ferraresi 7, Duca 4, Bega 4, Mattioli 2, Guagliumi 10, Fricatel, Gasparini 13, Taveras 7, Lucchi 7, Di Piazza 2. All. Dotti.

Libertas San Felice: Stagnoli 2, Marcelli, Venturi 2, Fioravanti 11, Fenderico, Balducci 2,  Zanchi 9, Di Marzio 17, Credi 11, Cavazza, Bianchini 10. All. Zanini.

PALL. TEAM MEDOLLA – ROSMARINO 57 – 49

(14-13; 29-20; 40-32)

Medolla: Galeotti, Maini 13, Besutti 2, Marchetti ne, Ceretti, Asperti 13, Cresta, Barbieri 10, Guarnieri 7, Spinelli 7, Fiume 5, Ganzerli ne. All. Ganzerli.

Carpine: Meschiari 13, Fofie, Cavallotti 6, Nasi 1, Marchi 10, Scaltriti, Zanoli 7, Piuca 6, Cantarelli 2, Silingardi 2, Iacono, Ricchetti 2. All. Lugli.

Match combattuto in quel di Cavezzo con entrambe le formazioni alla caccia di punti importanti in classifica, ma con ambizioni differenti. Parte bene la Carpine che, con un Meschiari ispirato, riesce a metter la testa avanti, ma i padroni di casa non ci stanno e con due bombe di Asperti riescono a riequilibrare il match. Nella seconda frazione una difesa arcigna dei medollesi permette poco alla compagine carpigiana e riesce a creare un gap di nove punti alla pausa (29-20). Il match torna ad equilibrarsi con entrambe le difese a far da padrone in campo e con Carpi che riesce a rosicare un punticino prima dell’ultimo quarto. La partita si fa calda e i palloni iniziano a pesare, quando Carpi grazie ad una buona difesa a zona riesce quasi a riagguantare la partita viene però ricacciata indietro da due tiri dall’arco dei tre punti che sembrano chiudere il match sul +12 a 2′ dalla fine. I ragazzi di coach Lugli però non ci stanno e con qualche palla recuperata e buoni canestri riescono ad arriva a -5 a 50” dal termine. Buona circolazione di palla e arriva la palla giusta a Meschiari che spara la tripla, ma non entra e rimbalzo di melodia con successivo ribaltamento di campo dove però i carpigiani riescono ancora a tenere e a recuperare il pallone. Altro attacco, altra bomba sul ferro con successivo rimbalzo in attacco e ancora ferro. Rimbalzo Medolla e fallo: 2/2 ai liberi e partita chiusa.

BASKET FINALE – MONTEVENERE 2003 A.GIORGI 58 – 55

(14-13; 34-23; 47-38)

Finale Emilia: Govoni F. 19, Chiarabelli 2, Borghi 6, Manzi 12, Bergamini F., Braida 3, Balboni 14, Forni 1, Bretta, Golinelli, Succi 1. All. Bregoli.

Montevenere: Gironi 10, Franchini 5, Testoni, Guerrato 2, Cruzat 5, Succi 5, Cavana 2, Moretto 2, Salvi 14, Boschi F., Boschi R. 10, Lamandini. All. Orefice.

SBM BASKETBALL – NAZARENO BASKET 72 – 43

(26-10; 39-21; 57-27)

S.B. Modenese: Manzotti 19, Monari L. 4, Ferrari 4, Corradi, Monari C. 18, Benati 9, Miranda 2, Drusiani 4, Campanelli, Manfredini 7, Gavriluta, Ferretti 5. All. Manna.

Carpi: Sbisà 8, Panzetta 4, Goldoni Sa. 4, Pivetti 5, Riboldi, Goldoni Si. 5, Barigazzi M. 1, Barigazzi S. 2, Foroni 14. All. Barberis.

VANINI HORIZON BK RENO – DIABLOS BASKET 75 – 71

(21-13; 33-30; 54-45)

S.P. Horizon: Migliori 2, Turrini 13, Pasquali 7, Capitani, Degli Esposti 10, Nasi 4, Lelli 16, Gobey, Caverzan, Maldini 6, Varotto 5, Dawson 12. All. Muscò.

Sant’Agata Bolognese: Marchetti 2, Franchini 4, Belosi 7, Boriello 2, Tedeschi 10, Busi 13, Marzo 11, Aspergo 10, Stanzani 3, Pellacani 8, Pederzini 1. All. Serra.

POL. GIOVANNI MASI – I GIGANTI 75 – 54

(15-12; 26-26; 64-41)

Masi Casalecchio: Ballanti 8, Franchini 11, Galassi 11, Amori, Masetti 2, Castaldini 9, Sechi 7, Neri 6, Truppi 7, Pelliccia 2, Bertacchini 12, Montalegni ne. All. Forni.

I Giganti di Modena: Scattolin 11, Giorgi, Ruiu 7, Tricca 8, Macchitelli ne, Vellata 4, Rota 2, Marescotti 1, Franceschi 8, Alberti 10, Forastiere 3. All. Davolio.

CLASSIFICA

Libertas San Felice Bologna 26; Masi Casalecchio* 22; Diablos Sant’Agata Bolognese 20; Medolla, Horizon Bologna 16; Fortitudo Crevalcore 14; Montevenere Bologna 12; Nazareno Carpi, I Giganti di Modena 10; Carpine, New Basket Mirandola, S.B. Modenese, Finale Emilia* 8.

GIRONE D 15° Giornata

JOLANDINA – OMEGA BASKET 52 – 85

(14-27; 22-41; 37-60)

Jolanda di Savoia: Bertasi 4, Martini 17, Bellini, Zappaterra 6, Marani 2, Gnani 8, Benetti 5, Ricci 6, Villani 4. All. Buccheri.

Omega: Belleri 5, Calvi 17, Bacocco 8, Zanoni 7, Dal Pozzo, Bianchini 4, D’Andola 11, Morales 17, Poluzzi 4, Kalfus 4, Tapia 8. All. Solaroli.

VIS BASKET 2012 – NAVILE BASKET 56 – 74

(10-22; 19-33; 35-56)

Vis Ferrara: Battaglia 2, Castaldini 5, Tamisari 1, Vaianella 2, Liboni 16, Marzola, Barcaro, Gnani 13, Zanchetta 6, Malaguti 9, Luongo 2, Trombini. All. Campi,

Navile: Di Pasquale 11, Tacconi 10, Riccobaldi 10, Castagna 8, Lazzari 8, Martelli 8, Missoni 6, Ballardini 6, Gargioni 3, Piccari 3, Serboni 1, Brini. All. Corticelli.

PALL. LA FENICE – SPARTANS BASKET 65 – 61

(7-12; 30-28; 51-43)

Codigoro: Grassi R. 5, Ferretti 6, Beccari 10, Tralli 10, Chiarabelli 2, Patroncini 16, Buzzoni 2, Grassi F. 12, Danieli 2, Cavazzini, Fiorentini. All. Patroncini.

Spartans Ferrara: Dall’Orto 4, Marabini 21, Merlo, Schiavon 2, Ciliberti, Pasqualini 13, Baruffa, Borsari 9, Hinek 7, Limone 5, Santin.

La Fenice fa suo il derby ferrarese contro gli Spartans, partita molto intensa, giocata con grande determinazione da entrambe le squadre, con i padroni di casa intenzionati a cambiare il corso del campionato che fin qui li ha visti sempre competitivi ma quasi sempre incapaci di chiudere gli incontri a proprio favore.

Il primo quarto inizia subito con un lampo della Fenice che dopo alcuni secondi di gioco infilano subito la prima bomba della gara che sembra foriera di una grande serata al tiro dei codigoresi che invece sbagliano l’impossibile e permettono agli ospiti di chiudere la frazione di gioco sul punteggio di 12 a 7. La seconda frazione è sicuramente più gradevole di quella precedente, con le squadre più sciolte in attacco, ma sempre concentrate in difesa, dove la Fenice riesce a costruire il recupero chiudendo le penetrazioni dei piccoli ferraresi che, fino a quel momento, erano riusciti a trovare buona parte dei loro punti; il tempo si chiude con la Fenice in vantaggio di due punti sul 30 a 28. Al rientro dal riposo lungo i ragazzi di coach Patroncini mantengono la concentrazione dell’ultimo quarto e grazie ad un ottimo gioco corale, che permette a tutti i giocatori presenti sul parquet di andare a referto, chiudono il tempo in vantaggio di sette lunghezze proprio sul filo della sirena, grazie ad una bomba di capitan Beccari, che riesce a sfruttare l’ottima circolazione di palla dei compagni. L’ultimo quarto prende subito la direzione dei padroni di casa che sembrano in grado di chiudere la pratica Spartans, ma il carattere degli ospiti e alcuni errori dei codigoresi riportano la gara in equilibrio con la Fenice sempre avanti, ma incapace di staccare gli avversari che invece, grazie ad alcune ingenuità dei padroni di casa e alcune fischiate troppo permissive nei loro confronti, riescono a mantenere viva la partita fino alla sirena finale, che vede la vittoria della Fenice per 65 a 61, dimostrando grande carattere e concentrazione soprattutto quando la partita si era fatta dura e complicata.

PROGRESSO HAPPY BASKET ’07 – P.G.S. CORTICELLA 54 – 41

(9-10; 20-21; 36-32)

HB Castelmaggiore: Righetti, Tolomelli 5, Ferri 9, Carelli Mat. 12, Carelli Mar., Giunchedi 9, Guidi 2, Asciano 10, Cocchi 5, Placanica, Amabile, Varotto 2. All. Baraldi.

Pgs Corticella: Ritossa 7, Marcheselli 3, Vallerin 2, Cristiani 6, Sorghini 1, Varignana 2, Natalini 5, Stojanov 5, Nannuzzi 2, Boni 3, Bellagamba ne, Montedoro 5. All. Sisti.

LIONS BASKET – POL. DIL. FARO 68 – 73

(1615; 32-37; 51-53)

Lions Cento: Chiusoli 14, Gallerani, Facchini, Guaraldi 5, Maini 2, Benati ne, Mestieri ne, Guidi 2, Bonzagni 8, Passarini 23, Ansaloni 14, Fiocchi ne. All. Alberghini.

Consandolo: Pasetti, Baldi 7, Taglioli 13, Cesari 5, Fuschini ne, Rubini 3, Porcellini 13, Zanetti 12, Mortara 9, Rubbini 11. All. Bolognesi.

ARGELATO BASKET – METEOR RENAZZO 60 – 54

(12-13; 33-24; 46-39)

Argelato: Fabulli, Bonazzi, Benassi 9, Addivinola ne, Busatto, Bolelli 3, Cristofori 16, Gadani 14, Riccioni 6, Nannetti 3, Tagliavini 5, Boccardo 4. All. Bretta.

Renazzo: Alboresi 2, Poluzzi 7, Meola 11, Malaguti 15, Fini, Gentili 13, Angelini 6. All. Ansaloni.

CLASSIFICA

Navile Bologna 24; Omega Bologna 22; Peperoncino Mascarino, Happy BK CastelMaggiore, Argelato 20; Lions Cento, Faro Consandolo 16; Spartans Ferrara 12; Pgs Corticella Bologna 10; Vis 2012 Ferrara 8; La Fenice Codigoro 6; Meteor Renazzo 4; Jolandina di Savoia 2.

GIRONE E 15° Giornata

BOLOGNA AIRLINES – BASKET BUDRIO 79 – 63

(19-19; 43-37; 64-46)

Airlines: Mentuccia 10, Vignudelli 11, Magagnoli 13, Lombardo 15, Leone 13, Tonelli 9, Brusa 3, Beccari 5, Urzino, Boghetta. All. Munzio.

Budrio: Bottazzi 7, Mainardi 5, Baldazzi 9, Generali, Stasi 17, Recchia 5, Maccagnani 1, Bonaga 2, Mariotti 6, Sarti 7, Fughelli 2, Gualandi 2. All. Simeone.

TATANKA BALONCESTO IMOLA – GHEPARD BASKET 68 – 70 dts

(17-20; 29-34; 41-43; 56-56)

Tatanka Imola: Gebrehiwot 11, Salvatori, Pederzoli 5, Pirazzoli, Midulla 3, Costantino 2, Laferla 11, Strada, Franceschelli 1, Castagnetti 17, Simoni 11, Marrobio 7. All. Lanzi.

Ghepard: Aldieri P., Sgarzi, Sandrolini 4, Romagnoli 3, Ziron 20, Pecchia 2, Tullio 17, Beccari 8, Rossi ne, Bianchini 15, Aldieri A., Guernelli 1. All. Rossi Pigi.

CSI SASSO MARCONI – PALL CASTEL S.P.T. 2010 42 – 50

(15-8; 28-27; 36-42)

Csi Sasso: Magnani 6, Davalli 12, Perrina, Ceretti Dan., Rubini, Ceretti Dav. 1, Vanzini, Palmieri 5, Meluzzi 7, Borsari 2, Vinerba 9, Previati. All. Ventura.

Castel San Pietro: Guastamacchia 1, Gravinese 4, Zuffa 7, Mascagna 3, Galloni 3, Fiumi 3, Manaresi 11, Farnè 3, Tabellini 5, Vinera, Albertazzi 2, Conti 8. All. Morigi.

MEDICINA BASKET 2007 – PGS BELLARIA 86 – 77

(18-17; 40-32; 68-58)

Medicina 2007: Buresti 20, Bacci 3, Pazzaglia 3, Ricci 17, Ugulini 6, Magli 8, Buscaroli 2, Idà 6, Remondini 8, Trippa 4, Martelli, Soldi 9. All. Brocchi.

Pgs Bellaria: Ascari 7, Sudano 5, Gianasi 9, Ottani 9, Murgia 1, Franzioni 2, Masi 10, Pirazzoli 7, Poluzzi 2, Proto 5, Fontana 20, Fusetto ne. All. Bertuzzi.

FRESK’O SAN LAZZARO – S. MAMOLO BASKET 69 – 64

BASKET GIALLONERO – PALLACANESTRO PIANORO 66 – 68

(12-26; 31-48; 51-61)

Giallonero Imola: Murati ne, Dall’Osso 13, Righini ne, Cantoni, Creti T. 9, Masoni 9, Brusa 5, Vannini 18, Mondini 3, Vignoli 2, Biavati ne, Spoglianti 7. All. Creti A.

Pianoro: Naim 8, Buscemi 4, Bonazzi 3, Bianchini 20, Stefani 2, Grandi 9, Vaccari ne, Nicoletti, Selleri 8, Coraini 14. All. Fasone.

CLASSIFICA

Castiglione Murri Bologna, Medicina 2007 24; Ghepard Bologna 20; Pgs Bellaria Bologna, Castel San Pietro 18; Giallonero Imola, Fresk’o San Lazzaro 16; Bologna Airlines, Pianoro 12; Tatanka Imola 8; San Mamolo Bologna, CSI Sasso Marconi 6; BK Budrio 0.

GIRONE F 15° Giornata

INSEGNARE BK – AICS JUNIOR BASKET 58 – 48

(22-15; 35-30; 48-42)

I.B. Rimini: Alfarano 12, Gozi 2, Insero 8, Magnani 8, Mussoni 8, Semprucci 4, Zaghini 16. All. Badioli.

Aics Forlì: Zanotti 11, Monday, Ragazzi 17, Ruffilli, Galeotti 4, Tomidei ne, Fossi 2, Bergantini 6, Alberti, Guaglione, Battistini 8. All. Laghi.

VILLANOVA BASKET TIGERS – MORCIANO EAGLES Rinviata

FATA ROBA – MASSA BASKET 2010 47 – 64

(10-17; 24-29; 38-39)

Fusignano: Lugaresi ne, Montanari 9, Baldini, Scardovi 15, Zanchini ne, Zanzi 2, Berardinelli 4, Nigro 2, Maestri 5, Bucchi, Vecchi 8, Pelliccia. All. Ortasi.

MassaLombarda: Ugolini 4, Lo Monaco, L. Berardi 8, Guardigli 7, R. Berardi, M. Asioli 15, Pinardi 13, G. Asioli 10, Valenti 1, Pongolini 2, Guidarini, Bertini 4. All. Bertini.

BASKET 2000 SAN MARINO – LA FIORITA BASKET 2011 52 – 58

BASKET CLUB RUSSI – FAENZA BASKET PROJECT 55 – 41

(10-10, 27-17, 38-28)

Russi: Fabbri 7, Bagioni 2, Castellari 1, Samori 8, Laghi, Montanari 1, Porcellini 22, Stefanelli 4, Venturini 6, Balzani, Franceschini 2, Rosti 2. All. Tesei.

Project Faenza: Santo 13, Grandolfi 4, De Lorenzi 4, Dal Monte 4, Biancoli 3, Catani 2, Pantani, Polloni, Morsiani 9, Bombardini, Fabbri 2. All. Alfieri.

POL. STELLA – CRAL E. MATTEI 82 – 66

(22-15; 49-35; 65-44)

Stella Rimini: Amadori 18, Verni ne, Naccari 10, Bomba 15, De Martino 3, Accardo 5, Distante 2, Del Turco 18, Pinto 11. All. Casoli.

Spem Mattei Ravenna: Piani 10, Tocchi 12, Fabbri, Bellanti 4, Vistoli 3, Cirillo, Zudetich 11, Morigi 8, Zannini 14, Bergamaschi 4. All. Casciello.

CLASSIFICA

Stella Rimini 28; Russi 22; Spem Mattei Ravenna, La Fiorita San Marino 20; Tigers Villanova* 18; Faenza Project 12; BK 2000 San Marino 10; Aics Forlì*, Eagles Morciano** 8; Gardini Fusignano, Massa, I.B. Rimini 6.

C.S. – Rinforzo per il Basket 2000 che preleva da Patti l’ala Legnini

Nuovo innesto di mercato in casa Bmr Basket 2000 Scandiano: da Patti, infatti, arriva l’ala Marco Legnini, classe 1996.

Romano di nascita, 198 cm d’altezza, il giocatore inizia la propria carriera nella Sam Roma, con cui arriva a disputare le finali nazionali Elite Under 19, conquistando un posto nel quintetto base della manifestazione, alternandosi con buoni risultati in prima squadra, militante nella C regionale laziale. Nel 2016 varca l’Oceano per militare nella Spyre Academy Geneva, in Ohio, per poi fare ritorno alla Vis Nova, formazione romana di serie B. Quest’anno, come detto, era in forza a Patti, nel girone D di serie B, dove ha viaggiato ad oltre 11 punti di media in 29’ di utilizzo: il giocatore si aggregherà alla squadra in queste ore e la società si è attivata per il tesseramento, cercando di metterlo a disposizione di coach Eliantonio per il match interno domenicale con Padova. Vestirà la maglia numero 15.

Serie B, scivolone Bakery, Vicenza espugna Piacenza. Punti d’oro per il Basket 2000

SERIE B/B 19° Giornata

TIGERS – REKICO 70 – 80

(29-23; 42-41; 55-65)

Forlì: Zani, Papa 9, Carpanzano 17, Battisti 9, Cicchetti 3, De Fabritiis 3, Villani 2, Rossi, Antonaci, Plachesi, Sacchettini 24, Agatensi 3. All. Di Lorenzo.

Faenza: Aromando 8, Samorì, Perin 18, Silimbani 14, Petrini ne, Benedetti 2, Venucci 15, Iattoni, Milosevic ne, Chiappelli 11, Maroncelli, Brighi 12. All. Regazzi.

Si tinge di neroverde il derby del Villa Romiti, il colore dominante sugli spalti, dove c’erano oltre 300 tifosi faentini che hanno incitato la squadra per tutti i quaranta minuti, festeggiando poi insieme ai giocatori. La Rekico supera 80-70 i Tigers, grazie alla solita forza del gruppo, più forte della sfortuna che ha privato coach Regazzi di Pagani, assente per un problema alla caviglia, e Iattoni, out dopo soli 12’ per una distorsione alla caviglia dopo un contatto fortuito con Silimbani. Un successo che vale oro, perché permette di agganciare Lecco e Vicenza al quarto posto e di avere quattro punti di vantaggio sul settimo, occupato proprio dai forlivesi.

Il carattere dei Raggisolaris si vede soprattutto nel primo periodo, quando la difesa non funziona e arrivano ben 29 punti in dieci minuti, molti di questi da dentro l’area pitturata. I giocatori però non perdono mai lucidità e continuano a giocare a testa bassa, riuscendo ad uscire dal piccolo momento di crisi, restando uniti. La difesa inizia a non concedere nulla e in attacco arrivano canestri, tanto che Venucci con una tripla sigla il sorpasso al 18’ (39-36). All’intervallo sono però i Tigers a condurre 42-41, primo di un incredibile show balistico dei manfredi. In difesa Chiappelli, Aromando e Silimbani catturano ogni rimbalzo e in attacco arrivano cinque triple consecutive, con quella pesantissima di Perin siglata sulla sirena che regala il vantaggio in doppia cifra: 65-55 al 30’. I Tigers reagiscono e ritornano sotto fino al 66-67, ma ancora una volta la Rekico mostra maturità, restando concentrata in difesa, nonostante i soli quattro punti segnati nei primi sette minuti, evitando così l’aggancio. A far scendere i titoli di coda sulla partita è Silimbani con due triple (chiuderà con un 4/4 dai 6,75) firmando il 73-66 al 38’. Nel finale la Rekico gestisce il vantaggio con i tiri liberu, poi negli ultimi secondi Regazzi regala la passerella a tutti i giocatori, prima dell’abbraccio dei tifosi.

BALTUR – LISSONE INTERNI 81 – 47

(30-15; 46-23; 61-38)

Benedetto Cento: Ba 10, Piunti 11, Vico ne, Chiera 20, Graziani 8, Pasqualin 3, D’Alessandro 2, Govoni, Benfatto 10, Cantone, Mastrangelo 2, Rizzitiello 15. All. Benedetto.

Bernareggio: D’Ambrosio ne, Ruiu 2, Tomba, Vecerina, Bossola 6, Restelli, Bortolani 11, De Bettin 9, Petrosino 2, Pastori 4, Giardini 2, Baldini 11. All. Cardani.

La prima domenica di Carnevale porta alla Baltur un largo successo su Bernareggio, che consente a capitan Benfatto e soci di allungare a quota otto la striscia di vittorie consecutive e incrementare il vantaggio sulla seconda in classifica, nonostante l’assenza di Vico e l’infortunio di Cantone. A differenza delle ultime uscite, in cui Cento si era guadagnata i due punti all’ultimo tiro o quasi, questa volta i bianco/rossi, che si presentano alla palla a due con Graziani per dare maggiore profondità alla rotazione degli esterni, prendono subito il largo grazie ai canestri di Chiera, Rizzitiello e Benfatto. A meno di tre minuti dall’inizio, Cardani è già costretto alla prima sospensione sul punteggio di 10 a 2, ma, in seguito, la Baltur continua a incrementare il proprio vantaggio fino a raggiungere i 18 punti sul 30 a 12, a poco meno di un minuto dal primo intervallo. Nella seconda frazione, la Lissone Interni non riesce a ricucire lo strappo e la Baltur ne approfitta per “doppiare” gli avversari sul 46 a 23 con cui si rientra negli spogliatoi. A campi invertiti Cento è costretta a rinunciare a Cantone, uscito per infortunio in precedenza, ma lo scarto rimane invariato e nell’ultima frazione Benedetto può approfittarne per concedere ampio spazio a Piunti e ai più giovani, tra i quali si mettono in evidenza Ba, che porta a casa la sua prima “doppia doppia” stagionale (10 punti e 13 rimbalzi in 23’), e Graziani, che confeziona una solida prestazione da 8 punti (4/5 da 2), 4 assist e 3 rimbalzi in 29’.

GORDON OLGINATE – RIMADESIO DESIO 68 – 81

BMR – VIRTUS BASKET 62 – 57

(10-8; 22-29; 39-49)

Basket 2000 Scandiano: Malagutti, Verrigni 4, Fontanili ne, Bertolini 14, Farioli 2, Dias, Motta 13, Legnini 3, Germani 12, Losi 14. All. Eliantonio.

Virtus Basket Padova: Schiavon 4, Buia 2, Tognon ne, Calzavara, Miaschi 5, Piazza 12, Visentin ne, Nobile 10, Maresca 7, De Zardo 10, Crosato 7. All. Rubini.

La Bmr si impone in casa sulla Virtus Padova, onorando al meglio la memoria del dirigente Silvio Riccò, scomparso in Brasile nei giorni precedenti alla gara. La seconda vittoria interna stagionale è merito di un collettivo compatto (4 uomini in doppia cifra), che ha saputo soffrire e piazzare l’allungo al momento giusto.

Nel primo quarto si segna pochissimo. Da segnalare il primo canestro in maglia bianco-rosso-blu del nuovo arrivato Legnini, poi Padova prende in mano le redini dell’incontro piazzando un 4-16 di parziale nei primi 5’ del secondo quarto, trascinata da De Zardo e Piazza (19 punti in 2 a metà gara); la Bmr non molla e si rifà sotto, andando all’intervallo sul -7, con il solo Germani capace di trovare il canestro con continuità. Nella ripresa tre triple dei padroni di casa (due di Bertolini ed una di Losi) valgono il -2 sul 33-35, poi è lo stesso Losi a firmare la parità. Nel finale del terzo quarto, però, la Virtus mette ancora il naso avanti e tocca il +10 sul 39-49 grazie a 5 punti consecutivi di Maresca. Partita finita? No, anche perché la Bmr torna sul parquet con grande vigore e piazza un 7-0 con la coppia Motta-Verrigni che riapre la contesa, poi è Germani a trovare il canestro del -1 sul 48-49. Ogni qualvolta i padroni di casa si avvicinano, però, Padova riesce nuovamente ad allungare: Miaschi trova la tripla del 53-57, poi è Bertolini a far tornare ad una sola lunghezza i suoi a meno di di due minuti dalla sirena. Germani impatta con un 1/2 dalla lunetta, poi è Losi a far esplodere Scandiano con la tripla del 60-57. E’ ancora Losi, nel finale, a firmare, dalla lunetta, la seconda vittoria consecutiva degli uomini di Eliantonio, cosa mai riuscita prima in stagione.

BAKERY – TRAMAROSSA 71 – 78

(25-20; 41-39; 58-64)

Piacenza: Rombaldoni 2, Liberati 9, Stanic 8, Bruno 7, Perego 15, Guerra, Pederzini 19, Guaccio 3, Birindelli 8. Libè ne. All. Coppeta.

Vicenza: Contrino, Demartini 8, Montanari 6, Corral 22, Rigon, Elio ne, Kekovic 7, Campiello U. 5. Chinellato 17, Campiello A. 13. All. Silvestrucci.

Non bastano alla Bakery 19 punti di Riccardo Pederzini e i 15 di Ricky Perego, per evitare di perdere l’imbattibilità casalinga di fronte ad un ottima Tramarossa, che non trema nel finale e “vendica” la sconfitta dell’andata portando a casa la vittoria per 71-78.

Parte forte la Tramarossa con i punti di Andrea Campiello e Chinellato che mettono subito in vantaggio la formazione di coach Silvestrucci sul 6-9. Gli attacchi sono scatenati e dopo la tripla di Demartini, si scatena Pederzini che entra dalla panchina e ne mette 4 in rapida successione per il 19-15. Dopo il timeout di Vicenza, il periodo va in archivio con il +5 Bakery, grazie a Guaccio e ai liberi di Nico Stanic. Ad inizio secondo periodo Vicenza passa a zona, ma la Bakery non ne soffre. In rapida successione arrivano: due canestri di Pederzini, il primo nella partita di capitan Rombaldoni e la tripla di Davide Liberati che trova i primi punti di fronte al suo nuovo pubblico. La Tramarossa tocca anche il -8, sul 32-24 però non molla e torna sotto. La zona inizia a pagare dividendi e nell’altro lato del campo, Corral e Campiello fanno il resto; 19 in due e pareggio a quota 36. Gli ultimi 2′ sono equilibratissimi, a canestro risponde canestro e a difesa risponde difesa. Perego (11) compie due magie e la Bakery va a riposo sul +2. Rientra con la faccia cattiva dagli spogliatoi Vicenza, con un 9-0 di parziale firmato dai suoi lunghi e da Chinellato. La Bakery è stordita e non riesce a riprendersi tanto che coach Coppeta è costretto al timeout. Usciti dalla pausa, i padroni di casa cambiano faccia in difesa e l’attacco ne trae giovamento con i canestri del -6 (47-53). Due minuti dopo il punteggio recita ancora +6 per gli ospiti che chiudono il terzo parziale in controllo. Il quarto periodo viaggia su un filo sottilissimo, destinato a rompersi da un momento all’altro. Bruno, Liberati e Stanic sgasano con le bombe della parità a quota 67 e da lì in poi è pura tensione sportiva. Dopo tantissimi errori offensivi, Corral, sfruttando l’espulsione di Campiello ed ergendosi a principale terminale offensivo, segna il +2, ma Pederzini pareggia. Corral, sul possesso seguente, con il sangue nelle vene, spara e segna una tripla che sarà la pietra tombale sul match, perchè nell’ultimo minuto arriva il secondo tecnico a Rombaldoni e la partita fa scorrere i propri titoli di coda.

PALLACANESTRO CREMA – BASKET LECCO 86 – 85 d2ts

GREEN BASKET 99 – ISEO SERRATURE COSTA VOLPINO 74 – 64

NTS INFORMATICA – ORVA 82 – 67

(18-18; 36-37; 56-47)

Rimini: Signorini 6, Toniato 15, Tartaglia, Myers 18, Busetto 12, Sipala 8, Tiberti 10, Moffa 3, Caroli 2, Foiera 8, Dolzan ne. All. Maghelli.

Lugo: Moretti 14, Stanzani 13, Filippini 8, Rubbini 10, Tynsley 2, Galassi 12, Gatto 8, Valentini ne, Cervellera ne, Collina ne. All. Galetti.

CLASSIFICA

P G V P
Baltur Cento 36 19 18 1 94.7
Bakery Piacenza 30 19 15 4 78.9
Pallacanestro Crema 28 19 14 5 73.7
Gimar Basket Lecco 24 19 12 7 63.2
Tramarossa Vicenza 24 19 12 7 63.2
Rekico Faenza 24 19 12 7 63.2
Tigers Forlì 20 19 10 9 52.6
Virtus Padova 18 19 9 10 47.4
Pallacanestro Aurora Desio 18 19 9 10 47.4
NTS Informatica Rimini 16 19 8 11 42.1
Orva Lugo 16 19 8 11 42.1
Lissone Interni Bernareggio 14 19 7 12 36.8
Gordon Nuova Pall. Olginate 14 19 7 12 36.8
Bmr Basket 2000 Reggio Emilia 10 19 5 14 26.3
Green Basket Palermo 8 19 4 15 21.1
Iseo Serrature Costa Volpino 4 19 2 17 10.5

A2, la Matteiplast (D’Alie 39!) non tradisce. Serie B, il big-match va alle Tigers Parma

A2/SUD 17° Giornata

MATTEIPLAST – CARISPEZIA 71 – 62

(23-19; 42-30; 59-47)

Bologna: D’Alie 39, Cordisco 4, Tassinari 12, Dall’Aglio 2, Storer 7, Meroni 7, Monterumisi, Corradini, Nannucci ne. All. Giroldi.

La Spezia: Gomes Da Silva 26, Lucca 3, Corradino 3, Templari 8, Linguaglossa 9, Olajide 8, Stoichkova 5, Maiocchi ne, Mazza, Tosi, Bini ne, Innocenzi. All. Consolini.

INFA FEBA CIVITANOVA MARCHE – CEPRINI COSTRUZIONI ORVIETO 69 – 58

PALL. FEMM. UMBERTIDE – SAN RAFFAELE BK ROMA 60 – 52

RR RETAIL GALLI BK S.G.V. – MERCEDE BK ALGHERO 98 – 63

INFINITYBIO – ANDROS BASKET 58 – 66

(16-12; 32-28; 43-52)

Faenza: Franceschelli 7 (2/3, 1/4), Schwienbacher 7 (2/9, 1/2), Morsiani 9 (3/3, 3/7, 0/1), Soglia 2 (1/1, 0/1), Ballardini 20 (3/4, 4/4, 3/7), Tridello 3 (0/1, 1/2), Caccoli 2 (1/3), Moriconi 3 (0/1, 1/2), Minichino 5 (1/1, 1/3), Bornazzini ne, Manaresi ne, Coraducci ne. All. Bassi.

Palermo: Russo 8 (4/6, 2/4), Ferretti 10 (4/6, 3/3, 0/1), Miccio 17 (1/2, 2/8, 4/8), Verona 11 (1/1, 5/10), Prėskienytė 16 (4/6, 6/16, 0/1), Carrara 4 (2/5, 0/1), Ferrara (0/1), Casiglia ne, Bonura ne, Tumminelli ne. All. Coppa.

LA MOLISANA CAMPOBASSO – SURGICAL CAGLIARI 72 – 42

SCOTTI VASCO EMPOLI – CESTISTICA SAVONESE 68 – 53

CLASSIFICA

Squadra P G V P PF PS

1

USE Rosa Scotti Empoli

28

15

14

1

1075

916

2

RR Retail Galli San Giovanni

28

16

14

2

1291

990

3

Andros Basket Palermo

26

16

13

3

1101

964

4

Progresso Femm. Bologna

26

16

13

3

1171

914

5

Infa Feba Civitanova M.

20

16

10

6

1068

945

6

Carispezia Cestistica Spezzina

18

16

9

7

1038

954

7

Ceprini Costruzioni Orvieto

16

16

8

8

936

1011

8

Infinity Bio Faenza

16

16

8

8

1072

1022

9

La Molisana Campobasso

16

16

8

8

1004

944

10

Cestistica Savonese

14

16

7

9

1002

1007

11

San Raffaele Roma

10

16

5

11

1053

1106

12

Pall. Femm. Umbertide

10

16

5

11

920

994

13

Tigers Rosa Libertas Forli

4

15

2

13

776

1103

14

Surgical Virtus Cagliari

4

16

2

14

817

1135

15

Mercede Alghero

2

16

1

15

886

1205

SERIE B FEMMINILE 13° Giornata

CHEMCO 1974 I GIULLARI – B.S.L. 34 – 61

Puianello: Pieracci 6, Boiardi 2, Dall’Asta L.. 11, Miari 2, Dall’Asta I. 3, Orlandini, Oppo 6, Pignanoli 2, Codeluppi, Pierfederici, Asti. All Olivari.

San Lazzaro: Talarico 18, Zarfaoui 5, Trombetti 13, Melchioni 6, Ghigi ne, Gorla 9, Magliaro 3, Panighi, Castagnini, Raffaelli 7. All. Dalè.

TIGERS BASKET ACADEMY – ACETUM 59 – 49

(15-11; 32-24; 43-36)

Tigers Parma: Petrilli 3, Corsini 6, Accini 21, Vaccari 19, Besagni 2, Tomassetti 4, Minari M., Rinaldi, Trevisan 4, Minari C. ne. All. Lopez.

Cavezzo: Siligardi 10, Bocchi 6, Cariani, Gasparetto, Balboni 3, Marchetti 5, Bordini ne, Biagiola, Finetti 4, Bernardoni 11, Calzolari 8, Bellodi 2. All. Carretti.

POL. LIB. CALENDASCO – BK CLUB VAL D’ARDA 49 – 64

MAGIK ROSA – ROBY PROFUMI 49 – 55

(15-13; 29-30; 41-40)

Magik Rosa Parma: Ercoli 17, Raggi 5, Nuzzo, Ferrari 4, Molinari,  Zambrelli, Aiello 8, Zuin 4, Gardellin 2, Zambon 9, Pederzolli. All. Rossi.

Borgo Val di Taro: Galli, Franceschini 13, Bozzi 15, Ferrari, Pallotta 12, Giacchetti 2, Marchini 11, Piscina, Ferrari V., Fatadey 2, Costa. All. Scanzani.

Dopo tre sconfitte consecutive torna alla vittoria la Roby Profumi, che espugna con merito il difficile campo dello Staff Magik Parma. Finisce 55 a 49 per le ragazze di coach Scanzani che hanno avuto la meglio di una formazione in ottima salute e che veniva da tre vittorie nelle ultime quattro gare. E dire che la Roby Profumi ha terminato la gara con un “disastroso” 16 su 33 ai tiri liberi ma nonostante questa poco confortante statistica la Roby Profumi ha saputo gestire al meglio i momenti cruciali della gara. Una gara che ha visto il decisivo ritorno in campo di Valentina Bozzi. Dopo i tre punti segnati nella scorsa gara contro Cavezzo, la guardia della Roby Profumi ha confermato il pieno recupero dopo l’operazione al ginocchio del giugno scorso. Quattro importantissime conclusioni da tre punti segnate nella seconda parte della gara hanno permesso alla Roby Profumi di attaccare con maggiore decisione la difesa a zona delle avversarie, ma sono risultate importantissime perché riconsegnare alla Roby Profumi una delle sue principali interpreti offensive. La gara disputatasi al palaMagik di Parma ha visto le padrone di casa dello Staff partire fortissimo. 7 a 1 dopo tre minuti, tant’è che Scanzani è stato costretto subito a spendere un time out per richiamare all’ordine le proprie ragazze. Fortunatamente Marchini e compagne hanno saputo riprendere in mano la gara, terminando la prima frazione sul punteggio di 14 a 12 per lo Staff. Nel secondo periodo lo Staff Parma provava un allungo arrivando anche a più 8 a metà della seconda frazione di gioco ma la Roby Profumi grazie ad una scatenata Pallotta, riusciva a rimettersi in scia alle padrone di casa sino a conquistare il primo vantaggio della gara proprio nell’ultima azione del secondo quarto. All’intervallo lungo il punteggio del tabellone del PalaMagik indicava, 30 a 29 per la Roby Profumi. Dopo l’intervallo le due formazioni rientravano in campo sulla falsa riga dei primi venti minuti; la Roby Profumi con Franceschini limitava fortemente la temuta Gardelin e in attacco Bozzi iniziava il suo personalissimo show. Lo Staff però non mollava al termine della terza frazione si trovava ancora in vantaggio per 41 a 40. Tutto quindi era rimandato agli ultimi dieci minuti dove le ragazze di Borgotaro mettevano subito in chiaro la voglia di vincere. A metà dell’ultima frazione la Roby Profumi riusciva a piazzare un decisivo break allungando sul più cinque, sino al 50 a 45. Due contropiedi sbagliati e almeno quattro tiri liberi non mandati a bersaglio da parte delle ragazze di Scanzani, permettevano allo Staff di rifarsi sotto quando mancavano meno di due minuti. Sul più uno per la Roby Profumi coach Scanzani era costretto al time out per interrompere la rimonta delle ducali. Al rientro in campo un bel canestro di Pallotta riaccendeva il motore della formazione bianco blu, che riusciva a condurre in porto una gara difficile ma che sicuramente permette alla Roby Profumi di rientrare a Borgotaro con due preziosissimi punti. Ora la Roby Profumi si trova ad affrontare l’ultima gara della regolar season potendo decidere da se il proprio destino; una vittoria, sabato prossimo al PalaRaschi contro la prima della classe ovvero il Tiger Parma, consegnerebbe la qualificazione ai play off alle ragazze borgotaresi senza dover dipendere dal risultato del BSL S.Lazzaro. Di contro una sconfitta renderebbe quasi impossibile la qualificazione al girone promozione e quindi alla matematica certezza della salvezza.

CLASSIFICA

Tigers Parma 22; Cavezzo, Val d’Arda Fiorenzuola 18; Valtarese 2000, BSL San Lazzaro 16; Magik Parma, Calendasco 6; I Giullari del Castello Quattro Castella 2.

C Gold, Imola e Fiorenzuola si salvano in extremis. C Silver, colpo Anzola e primo sorriso S.G.

SERIE C GOLD 16° Giornata

PROSIC – PASTA DALLARI 77 – 69

(19-17; 40-28; 55-46)

CastelGuelfo: Bernabini 10, Rebeggiani ne, Baccarini 1, Grillini 11, Burresi ne, Musolesi 20, Santini ne, Pieri 2, Casagrande 10, Degli Esposti 2, Govi 6, Trombetti 15. All. Serio.

Castelnovo Monti: Canuti 3, Corradini 2, Canovi ne, Magnani 9, Rossetti 15, Simaitis 13, Levinskis 2, Guarino 4, Torlai ne, Mallon 17, Barigazzi, Pitton 4. All. Diacci.

Nella prima frazione Casagrande, coi suoi piazzati, riesce a portare e mantenere avanti il Guelfo, all’ultimo secondo la tripla di Rossetti da metà campo blocca il punteggio sul 19-17. Nel secondo quarto la difesa guelfese stringe le maglie  e di conseguenza l’attacco risulta più fluido, con i tiri di Bernabini e Grillini a fare la differenza. Si supera la doppia cifra di vantaggio e all’intervallo il punteggio è 40-28. Nel terzo periodo Mallon riesce a riportare sotto l’LG, che tocca il -5 ad un minuto dalla fine del quarto. Ma Grillini e Trombetti riportano il +9 in casa guelfese col tabellone che segna 55-46. Negli ultimi dieci minuti, l’LG cerca di rientrare, ma arriva fino al -5, poi parziale di Trombetti, Casagrande e Grillini per tornare a distanza di sicurezza. Magnani e Rossetti, con due triple, cercano di tenere ancora aperto il match, ma i recuperi di Pieri e gli assist di Musolesi chiudono definitivamente il match.

GAETANO SCIREA BASKET – ALBERTI E SANTI 60 – 64

(14-12; 34-28; 45-51)

Bertinoro: Frigoli 10, Conocchiari ne, Ruscelli ne, Solfrizzi En. 14, Zoboli 7, Ravaioli 8, Gellera, Del Zozzo ne, Biandolino 3, Godoli 4, Bracci 8, Solfrizzi Em. 6. All. Brighina.

Pallacanestro Fiorenzuola 1972: Galli 10, Sichel 3, Resca 7, Zucchi ne, Colonnelli, Zaric ne, Scekic 2, Marletta 2, Lottici M. 3, Klyuchnyk 21, Donati ne, Garofalo 16. All. Lottici S.

Bertinoro fa da subito capire che la partita non sarà facile per i gialloblu; il 4-2 di Frigoli al 3′ è figlio di difese fortissime e allo stesso tempo un ritmo offensivo basso per entrambe le squadre. Klyuchnyk e Garofalo, da dentro l’area, provano a realizzare punti importanti che valgono il sorpasso al 7′. 9-10. Bertinoro continua ad essere spigolosa ed a difendere al limite, riuscendo nel proprio intento di chiudere il primo parziale in vantaggio sul 14-12, grazie alla tripla di Ravaioli. Bracci per Bertinoro e Klyuchnyk per Fiorenzuola danno il via alle ostilità nel secondo quarto, con Ravaioli nelle fila bianconere a concedere il massimo vantaggio a coach Brighina. 23-18 al 13′, con coach Lottici costretto al time out per Fiorenzuola. Sichel e Galli in uscita dal minuto di stop offrono nuove soluzioni sul perimetro a Fiorenzuola, ma Biandolino per Gaetano Scirea Bertinoro con il tiro in sospensione porta i bianconeri al 31-26 al 18′. Il finale di quarto è ancora a favore dei padroni di casa, che chiudono sul 34-28 e vanno all’intervallo con due possessi pieni di vantaggio. Resca suona la carica al rientro dagli spogliatoi e con una bomba ricuce il gap, 34-33, prima che Klyuchnyk, dalla lunetta, metta la freccia e riporti il veicolo gialloblu in fuga. Galli continua a subire falli, a convertire sia tiri liberi che appoggi facili e risulta essere l’arma gialloblu più efficace nella metà del terzo parziale (41-43). E’ ancora dal pitturato che Fiorenzuola fa la differenza nel parziale, chiudendo sul 45-51 grazie a Garofalo e a Klyuchnyk. Solfrizzi prova a far rientrare Bertinoro negli ultimi dieci minuti, ma capitan Garofalo con una tripla chirurgica ricaccia in gola l’urlo a Bertinoro. 49-56 al 33′. Un Lottici fino a questo punto al servizio della squadra, decide di mettersi in proprio nel momento decisivo con una tripla decisiva al 36′, dopo che Bertinoro, con Godoli, aveva rosicchiato qualche lunghezza ai valdardesi. Solfrizzi, con un perfetto tiro in sospensione su assist di Godoli, porta sul 58-61 Bertinoro al 38′, ma Resca, con un appoggio decisivo, mette i titoli di coda alla gara a 40 dal termine (58-63). Zoboli non vuole issare bandiera bianca, ma Fiorenzuola riesce a sbancare la Palestra Polivalente di Bertinoro con un importantissimo 60-64.

VIRTUS SPES VIS – DILPLAST 104 – 98 dts

(12-24; 49-47; 65-69; 90-90)

Virtus Imola: Dalpozzo ne, Dal Fiume 10, Boero 20, Nucci 7, Creti ne, Casadei 26, Ranocchi 24, Sassi, Sangiorgi 2, Zytharyuk 15. All. Tassinari.

Montecchio Emilia: Grisendi 9, Borghi ne, Guardasoni 6, Secli 11, Bertocco 12, Basso 17, Guidi 4, Gruosso 19, Vanni 12, Negri 5, Giglioli 3. All. Cavalieri.

E’ una Virtus straripante quella che esce dal PalaRuggi dopo un’infinita sfida contro la Dilplast. In un’unica serata supera per la prima volta quota 100 ed arriva ad un overtime. Pare stregata e quasi compromessa la gara contro i reggiani: a 6’ dalla sirena finale gli ospiti volano sul 71-81, ma i tifosi sorreggono ed incoraggiano i ragazzi in campo fino all’impresa del pareggio 90-90, firmata da Boero, con una tripla stellare. La vittoria all’overtime è una cavalcata per il tripudio giallonero per una squadra che ancora una volta regala grandi emozioni al proprio popolo, mantenendo la vetta solitaria della classifica.

Parte bene Bertocco che trascina i suoi sul 3-7 dopo poco più di due minuti. I gialloneri non girano e la Pol.Arena ne approfitta raggiungendo il 3-14 al 6’. Tassinari prova a rimescolare le carte gettando nella mischia Zytharyuk e Sassi per Sangiorgi e Nucci, ma la musica non cambia, con Imola che segna solo con Dal Fiume e Casadei. Ma avanti scappano i reggiani sull’11-24, a -50”, con la tripla di Basso. Nel primo minuto del secondo quarto la reazione giallonera vede i canestri di Casadei (tripla) e Ztyharyuk (4) per il 19-24. Poi Basso e Boero giocano a chi realizza la tripla più spettacolare per il 22-27, quindi con altri due cesti dall’arco l’Arena si riporta avanti 22-33 al 13’. Prima la penetrazione di Ranocchi poi il coast to coast più fallo di Casadei riportano subito a -6 la Virtus (27-33 al 4’30”). Dall’altra parte Basso e Grisendi fanno centro per il 30-38 a metà frazione. Poi diventa bagarre per la miglior conclusione da 3 con una serie pazzesca di realizzazioni: 39-43 a tre minuti dall’intervallo lungo. Sono due penetrazioni di Ranocchi e Dal Fiume a regalare il 43-43 a -2’. Nel concitato finale di tempo è la tripla allo scadere di Alessandro Nucci a siglare il vantaggio Virtus 49-47. Si riparte con la tripla di Bertocco (50-50), poi Dal Fiume al 24’ impatta sul 54-54, dopo qualche scampolo di errori da ambo le parti. Equilibrio totale in campo con Tassinari che deve far rifiatare un Casadei mostruoso nel primo tempo. In campo l’intensità difensiva prende il sopravvento sulle percentuali al tiro che cala nettamente (54-57 al 26’). Un dubbio fallo antisportivo di Ranocchi provoca un minibreak griffato Bertocco-Vanni 54-60. Ci pensano Zytharyuk e soprattutto la super tripla di Luigi Boero a riportare in carreggiata i gialloneri, quando mancano tre minuti all’ultimo intervallo. Dopo il time Casadei infila, allo scoccare dei 24”, la tripla che vale il nuovo vantaggio (62-60 al 28′). Negli ultimi istanti, il giovane Guidi segna il +3 (64-67), prima del 65-69 con cui si chiude il terzo parziale e che vede anche Zytharyuk già a quota 4 falli. Gli ultimi 10’ partono con una penetrazione più fallo di Ranocchi e la tripla di Gruosso (68-72), con Basso che prosegue il suo rapporto privilegiato col tiro dall’arco, mandando la Virtus nel baratro del -7 (68-75 al 32′, con Dal Fiume fuori per una contusione). Gruosso segna il +10 sul 68-78, ma dall’altra parte il “Pistolero” Boero fa sentire il suo peso balistico, subito imitato da Negri (71-81 al 4’). Il 4° fallo di Casadei preoccupa parecchio in casa Virtus, ma le triple di Ranocchi e Boero fanno esultare il “PalaRuggi” (78-85 a -4’20”). Casadei infiamma i tifosi da sotto le plance e coach Cavalieri è costretto a chiamare il time out a -3’32”, con il tabellone che registra 80-85 per i reggiani. Al rientro in campo Casadei trattiene Secli e l’arbitro non lo perdona escludendolo dal finale di gara. Nell’azione successiva Zytharyuk segna 2/2 dalla lunetta (82-85 a 2’24”). Nel finale ad altissima tensione Luigi Boero infila la palla del pareggio a -2’ (85-85). A 1’22” Basso infila il suo 17esimo punto di serata (85-89) e dall’altra parte Zytharyuk perde palla sotto canestro. Ospiti avanti, a meno di un minuto ,con Bertocco che sbaglia da tre imitato subito dopo da Boero. Il tempo scappa via con Imola a testa bassa nell’ultimo disperato tentativo con Sangiorgi che infila da sotto (87-89 a -17”). Boero manda in lunetta Grisendi che fa solo 1/2. Ed il colpo dal cilindro lo estrae ancora una volta Boero, con un tiro magistrale da 3 ,per il 90-90 a 9” dalla sirena. Ed è il primo overtime stagionale per la Virtus Imola. Succede pochissimo nei primi minuti, con Ranocchi (2/2) e Zytharyuk (2/2) e l’uscita per falli di Bertocco a -3’48”. Il tabellone spedisce Imola 94-90. Grisendi dalla linea della carità accorcia (94-92) ma Ranocchi infila la tripla a 3’ per il 97-92 quindi si butta in penetrazione per il 99-92. Secli infila a sua volta da lontano il 99-95 a -2’, poi qualche errore da ambo i lati e si arriva a 1’35” dalla fine con l’ucraino dalla lunetta per il 101-95. Tripla di Guardasoni a 1’20” (101-98), poi Secli manda Boero ai liberi: Gigi ringrazia e firma il 103-98, prima di andare a strappare il rimbalzo in difesa. Sotto l’altro canestro Negri spende il 5° fallo per rimandare Zytharyuk ai liberi per il 104-98. Nell’ultimo minuto non cambia più nulla, il punteggio non si muovo ed è il trionfo per la Virtus Imola.

BOLOGNA BASKET 2016 – LA.CO. 52 – 75

(14-26; 31-38; 36-59)

BB 2016: Brigotti ne, De Pascale 5, Poluzzi, Guerri 3, Fin 16, Cerulli, Legnani 4, Tugnoli 7, Cortesi 7, Brotza 10, Bertuzzi, Saccà. All. Lolli.

Flying Balls Ozzano: Folli 10, Masrè 7, Morara 8, Chiusolo 8, Corcelli 10, Lalanne, Magagnoli 3, Martini, Dordei 19, Agusto 9, Agriesti 1. All. Grandi.

In questo momento della stagione i New Flying Balls di Ozzano – giunti all’ottava vittoria consecutiva – appaiono come la squadra più in forma del campionato. Ieri, contro un Bologna Basket 2016 che proveniva da un buon momento di forma, la squadra di Grandi ha giocato una partita di grande sostanza e concretezza, senza mai perdere la calma anche quando i padroni di casa, alla fine del secondo quarto, si erano rifatti sotto riportandosi in pari. Per battere Ozzano sarebbe servita la partita perfetta, ma alcuni uomini di Lolli – Cortesi, Poluzzi, Saccà – si sono presentati al match in condizioni non ottimali, debilitati dall’influenza stagionale, e il loro rendimento ne ha pesantemente risentito. Non è bastato dunque un ottimo Fin – 16 punti e 6 rimbalzi, con il 55% dal campo – a tenere in piedi i granarolesi, schiacciati dall’asfissiante pressing a tutto campo delle “Palle Volanti” e dalla difficoltà nel trovare tiri aperti.

Eppure la partenza era stata esaltante, con due bombe di Fin ed un canestro in entrata di Brotza, uno dei più vivaci. Ma Ozzano reagiva con un mortifero parziale di 26-4 che portava a un +12 in chiusura di primo quarto. Nella seconda frazione, a metà tempo, il BB2016 riprovava a tornare a contatto e, con un 13-0 propiziato ancora da Fin (canestro pesante, più gioco da 3 punti) e da un fortunoso tiro da 3 di Tugnoli, riusciva ad impattare sul 31-31. Pareva l’inizio di una nuova e più combattuta partita, ma era solo un fuoco di paglia. Mentre gli ospiti aumentavano l’intensità difensiva ed andavano ripetutamente in lunetta (31 tiri liberi contro 7 a fine match), i bolognesi perdevano troppe palle (5 in 4 minuti, in totale 22 contro 15) e il controparziale tra fine secondo e metà terzo quarto di 22-2 ‘ammazzava’ definitivamente la partita. Un terzo quarto da soli 5 punti contro i 21 avversari non era più recuperabile e l’ultima frazione era solo ‘garbage time’ senza importanza.

SALUS – B.S.L. 88 – 67

26-22, 43-35, 68-51,

Salus Pall. Bologna: Savio 7, Amoni 10, Granata, Tugnoli 4, Percan 21, Veronesi 2, Gebbia, Stojkov 6, Arletti 5, Polverelli 22, Trentin 12. All. Fili.

San Lazzaro: Recchia, Lolli 1, Baietti 7, Annunzi 9, Fabbri, Rossi 7, Mazzini 2, Cempini 24, Rosa, Mellara 2, Allodi 15. All. Bettazzi.

NUOVA PSA – POL. PONTEVECCHIO 66 – 75 d2ts

(11-10; 23-26; 39-44; 53-53; 60-60)

Psa Modena: Cappelli, Vivarelli 9, Pederzini 14, Basilicò 2, Riccio 5, Tamagnini, Nasuti, Riguzzi 12, Taddei 2, Vucinovic 22, Guazzaloca. All. Spettoli.

Pontevecchio: Folli 8, De Gregori 25, Bonaiuti, Buriani 2, Giannoni, Nanni 14, Manovani 3, Parchi, Di Rauso 12, Minerva, Bergami 11, Vetere. All. Carretto.

La Psa spreca la ghiotta occasione di incamerare la prima vittoria stagionale e viene punita, dopo ben due “overtime”, da Pontevecchio che ne approfitta per sovvertire la recente tradizione negativa al “Pala Ferraris” e per cogliere due punti importanti che la riportano a ridosso della zona play off.

Al “Pala Ferraris” coach Spettoli deve fare a meno dell’acciaccato Federico Guazzaloca e di Capitan Ghedini, ancora in ospedale dopo il doloroso infortunio a Castelnuovo. L’atteggiamento dei locali tuttavia è quello corretto e, nonostante un gioco non fluido, riesce a giocarsela alla pari con i bolognesi, guidando per larghi tratti il match. Il primo quarto è caratterizzato dall’elevata percentuali di errori al tiro e, dopo un iniziale break di 4-0, la Psa riesce a chiudere alla prima sirena avanti 11-10. Nel secondo quarto gli ospiti riescono a portarsi in vantaggio chiudendo all’intervallo lungo sul +3, 23-26, con De Gregori (25 punti a referto per lui dopo 50’ e 37 di valutazione) che inizia a scaldare i polpastrelli. Nella ripresa Modena reagisce e non permette agli ospiti di prendere il largo nonostante il punteggio basso. Pontevecchio riesce a cogliere il massimo vantaggio di +5, chiudendo sul 39-44 della terza sirena. La gara, a questo punto, appare un nefasto “dejavu” delle ultime gare, condotte per 20’ per poi cedere il passo agli avversari, ed invece la Psa non molla, reagisce e chiude i 40’ regolamentari sul 53 pari, con il rammarico di non aver sfruttato al meglio il penultimo possesso del match. Nel primo overtime accade di tutto: la Psa vola sul +6, sul 59-53 facendo pregustare al “Pala Ferraris” la prima gioia stagionale. Un incredibile gioco da 4 punti, con il quinto fallo di Pederzini, su una tripla ospite, spegne l’ardore. I quattro punti segnati e l’esclusione di un prezioso elemento dal punto di vista atletico, vanificano lo sforzo dei padroni di casa che chiudono il primo supplementare sul 60-60 con le batterie ormai azzerate. L’aver assaporato invano il sapore dei primi due punti, toglie le forze alla Psa che, nel secondo supplementare, cede il passo al Pontevecchio che chiude alla sesta sirena sul 66-75.

ACADEMY BASKET – PALL. TITANO 56 – 72

(13-19; 23-35; 41-53)

Fidenza: Barga 7 (2/3), Longoni 10 (3/10, 0/2), Giani 3 (1/3, 0/2), Morciano 9 (2/7, 1/3), Diop 15 (2/9, 2/4), Bricchi, Tardivi 4 (2/4), Dmitrovic, Bialkowski 8 (4/6, 0/1), Biasich (0/1, 0/2). All. Zanardi.

San Marino: Sinatra 17 (7/10, 1/1), Grassi 4 (1/7, 0/3), Zannoni 18 (5/8, 2/5), Gamberini 5 (1/4), Calegari 6 (3/4), Ricci 4 (2/2, 0/3), Macina 6 (0/1, 2/4), Aglio 5 (1/4, 1/1), Padovano 7 (2/2, 1/3), Galassi (0/1 da tre). All. Foschi.

La Pallacanestro Titano riprende a marciare e lo fa a pieni giri, con una vittoria su un campo difficile contro una squadra di qualità. È 56-72 al 40’, un punteggio che descrive alla perfezione la prova monstre dei ragazzi di coach Foschi, bravissimi a prendere presto il vantaggio e a non lasciarlo sostanzialmente più, chiudendo su un +16 lusinghiero e meritato. Nei Titans grandissime prove di Zannoni e Sinatra (18 e 17 punti), ma tanto merito anche a chi era in campo in condizioni non proprio perfette per l’influenza che lo ha colpito negli ultimi giorni.

Il primo canestro della partita è di Morciano e Fidenza va 2-0. I Titans? Ci mettono quasi due minuti a bucare la retina (Calegari, in quintetto, per il provvisorio 2-2) ma la tendenza non è di qualche altra partita recente: San Marino c’è già nel primo quarto, si gioca questa partita tosta fin da subito e non è intenzionata a regalare nulla agli avversari. Il primo vantaggio arriva con la tripla di Zannoni del 4-5, poi è ping-pong di vantaggi fino a che, sul 13-11, i Titans piazzano un 8-0 per chiudere il quarto corroborato dalle triple di Padovano e ancora di Zannoni (13-19). Nel secondo periodo la difesa stringe ancora qualche vite, nonostante dall’altra parte Diop dimostri di nuovo di possedere un talento da categoria superiore. Un’altra tripla, questa volta di un eccellente Macina, vale il +8 (14-22), con i Titans che toccano anche il +13 con la bomba di un commovente Aglio (22-35 a -1’14” dall’intervallo). Di ritorno dagli spogliatoi è viva la voglia di non mollare nemmeno un centimetro, di stare lì sul pezzo e di portarsi a casa un referto rosa che sarebbe importantissimo. Toccano addirittura il +16, i ragazzi di coach Foschi, con Grassi a mettere il libero del 27-43 in una partita che fino a quel momento è giocata a livelli davvero altissimi. Fidenza ci prova, ma la difesa sammarinese rimane ottima e non si scende sotto alla doppia cifra di vantaggio, almeno nel terzo periodo. Nel quarto invece sì, succede sui liberi di Diop a sei minuti dalla fine (53-61) e ancor più sul libero di Barga del -7 (56-63 a -3’49”). I Titans, però, hanno troppa voglia di vincere e riallungano quasi in scioltezza, con un Sinatra monumentale. Vittoria di orgoglio, classe, carattere e tanta capacità di fare le cose giuste al momento giusto.

CLASSIFICA

VSV IMOLA 30 16 15 1 1300 1076 +224
FLYING BALLS OZZANO 28 16 14 2 1241 1037 +204
FIORENZUOLA 1972 28 16 14 2 1243 1073 +170
SALUS BOLOGNA 20 16 10 6 1155 1078 +77
GUELFO CASTELGUELFO 16 16 8 8 1214 1199 +15
ACADEMY FIDENZA 16 16 8 8 1174 1179 -5
BOLOGNA BASKET 2016 16 16 8 8 1133 1172 -39
PONTEVECCHIO BOLOGNA 16 16 8 8 1084 1132 -48
ARENA MONTECCHIO 14 16 7 9 1254 1278 -24
SAN MARINO 14 16 7 9 1124 1154 -30
LG COMPETITION CASTELNOVO M. 12 16 6 10 1064 1069 -5
GAETANO SCIREA BERTINORO 8 16 4 12 935 1002 -67
BSL SAN LAZZARO 6 16 3 13 1070 1284 -214
PSA MODENA 0 16 0 16 1075 1333 -258

SERIE C SILVER 16° Giornata

VIS 2008 – CREI 81 – 89

(20-25; 42-42; 58-65)

Vis Ferrara: Antoci 7, Labovic 19, Grazzi 15, Oseliero 2, Manojlovic 4, Brilli, Drigo 4, Fiore 1, Gamberini 6, Tydey 2, Mancini 21. All. Campazzi.

Granarolo Basket: Salicini 4, Bianchi 16, Masetti ne, Marchi 16, Spettoli 7, Paoloni 6, Ballini 13, Bernardinello ne, Cristalli 9, Marega 15, Pani ne, Neviani 3. All. Carrera.

La Crei torna a vincere in trasferta dopo due mesi e mezzo e lo fa sul campo di una Vis 2008 parsa in netto progresso rispetto alla partita di andata; i ragazzi di coach Campazzi hanno dato filo da torcere ai più quotati avversari, non mollando mai fino agli ultimi secondi, anche se Paoloni e compagni hanno sempre dato l’impressione, tranne che sul finire del secondo quarto, di aver sempre la situazione sotto controllo.

L’inizio gara vede la Crei partire subito forte con Marchi e Marega a segno, poi sale in cattedra Bianchi che sfrutta benissimo i pick&roll con Marchi e realizza 6 punti consecutivi (6-14 al 5′). L’ingresso in campo di Labovic, dà nuova spinta ai padroni di casa che si portano a due lunghezze (13-15 al 6’30”). Granarolo riallunga a +7 sulle ultime curve del quarto e due liberi di Grazzi mandano le squadre a sedere sul 20-25 ospite. Nel secondo quarto la Crei prova a riallungare e al 15′ ritrova le otto lunghezze di vantaggio (26-34), ma la grande imprecisione ai liberi (6/16 all’intervallo), impedisce agli ospiti di allungare con maggiore decisione e il divario rimane pressochè invariato fino al 17’30” (35-42). La Crei si innervosisce e diventa confusionaria sia in attacco che in difesa; i padroni di casa ne approfittano con  Labovic e l’ottimo Grazzi, che confezionano il 7-0 che manda le squadre negli spogliatoi sul 42-42. In apertura di terzo periodo, una tripla di Mancini regala il primo vantaggio alla Vis; Bianchi e Gamberini mantengono il divario di 3 punti, poi 2 triple di Marega, favorite anche da due preziosi rimbalzi in attacco di Paoloni e Neviani e due assist di Marchi e lo stesso Neviani, ribaltano l’inerzia del match: la Crei torna ad appoggiarsi ad un Bianchi che è un rebus per la difesa della Vis e riprende il comando delle operazioni; i giovani ferraresi non demordono e hanno il merito di contenere l’allungo degli ospiti a sole cinque lunghezze (54-59 al 25’30”). Due minuti abbondanti di blackout di entrambe le squadre, poi una tripla di Ballini, su assist di Paoloni, rompe il digiuno e riporta la Crei a +8; risponde con la stessa moneta Antoci, poi Grazzi fa antisportivo su Paoloni che gli aveva rubato palla, ma la Crei non sfrutta il possesso successivo e i padroni di casa rimangono a sette punti di distanza, divario che mantengono fino al 30′ (58-65). Ad inizio ultimo periodo una tripla di Spettoli regala ai felsinei il primo vantaggio a due cifre; la Vis prova a resistere con i suoi tre migliori elementi (Grazzi-Labovic e Mancini) e impedisce alla Crei di dilagare lasciandole il massimo vantaggio di +12 (70-82 al 37′ e 72-84 al 38’30”). Sulle ultime curve gli ospiti allentano la presa e la Vis arriva a -7, poi un libero di Ballini arrotonda il risultato all’81-89 finale.

ME CART – CVD BASKET CLUB 80 – 50

(22-16; 42-22; 62-34)

Cavriago: Zecchetti 4, Mazza 15, Fantini 8, D’Amore 20, Baroni 5, Pezzi 11, Lorenzani, Ancora, Bernardoni, Cantagalli, Vecchi 13 Pedrazzi 4. All. Martinelli.

Cvd Casalecchio: Ballanti, Trois 7, Masetti, Sighinolfi 13, Penna 4, Skocaj 11, Fuzzi, Taddei 2, Falzetti 8, Lelli 3, Perini 2. All. Lanzoni.

REBASKET – BK POL. CASTELFRANCO E. 72 – 89

(13-26; 29-48; 48-65)

Castelnovo Sotto: Castagnaro 10, Defant 13, Ferrari 2, Dall’Asta 3, Battaglia 3, Amadio 13, Simonazzi 4, Lusetti 8, Violi, Tognato 16 Nunziato ne, Tondelli. All. Casoli.

Castelfranco Emilia: Tomesani 28, Coslovi 7, Sforza, Righi 9, Tedeschini 13,Vannini ne, Del Papa 7, Villani 15, Ayiku 5, Frilli 5, All. Boni.

Nella prima giornata del girone di ritorno, la Rebasket sprofonda contro Castelfranco che, con 28 punti di un ottimo Tomesani, si aggiudica con pieno merito il match.

La compagine di coach Boni parte subito forte con l’ex Villani e già dopo 5 minuti conduce 11-7, per la Rebasket la replica arriva da Amadio, ma il duo Tedeschini e Villani rispondono per le rime ed il primo parziale vede gli ospiti avanti 26-13. Nel secondo quarto la Rebasket non riesce a girare l’inerzia del match, l’attacco dei biancorossi rimane imballato ed impreciso, mentre Castelfranco continua a colpire dalla media e lunga distanza ed a metà del periodo si porta avanti sul 34-22. Castelfranco continua ad attaccare con grande efficacia con Villani e Tedeschini, la Rebasket prova a ricucire il disavanzo con Defant e le triple dì Tognato, ma è Tomesani a colpire e dare a Castelfranco il vantaggio 48-29 al riposo. La truppa di Casoli, al ritorno sul parquet dopo l’intervallo lungo, con un parziale di 8-2, riduce il gap (37-50); coach Boni chiama subito time out e in un amen Castelfranco, sospinta da un ottimo Tomesani, porta i suoi al massimo vantaggio (63-43). Risponde per i biancorossi Lusetti ed il terzo quarto va in archivio con Castelfranco che conduce 65-48. Nell’ultima frazione partono bene i reggiani con i canestri di Tognato, ma è ancora Tomesani a rispondere a tono, poi la Rebasket perde Defant per infortunio e arriva successivamente il 5° fallo di Lusetti. Castelfranco dà un’altra spallata al match con Del Papa e il finale si chiude con il risultato di 89-72, punteggio che permette ai modenesi di ribaltare la differenza canestri.

DULCA – GRUPPO VENTURI 52 – 56

(19-19; 28-34; 47-47)

Santarcangelo: Fornaciari 1, Bianchi 15, Cunico ne, Fusco 4, Canini, Giuliani 2, Raffaelli 10, Insero ne, Ramilli 12, Popov, Saponi 8, Bacchiani ne. All. Bernardi.

Anzola: Gandolfi ne, Bortolani  6, Parmeggiani S. 17, Zucchini 7, Parmeggiani F. 5, Venturi L. ne, Venturi D., Venturi N. 2, Albertini 14, Mazza 5. All. Trevisan.

Parte subito a ritmi fortissimi il match. Entrambe le squadre viaggiano da una parte all’altra senza sosta con due strategie completamente opposte. Santarcangelo si concentra sugli scarichi per bombe oltre l’arco (Raffaelli e Ramilli castigano puntualmente sempre con due fucilate a testa), mentre Anzola fa valere la stazza fisica superiore sotto le plance con Parmeggiani e Albertini. Alla fine del primo quarto è completa parità: 19-19. Seconda frazione che comincia nella direzione opposta. Ritmi più lenti, difese che la fanno da padrone, tanti errori sia da una parte che dall’altra. Anzola, forse per l’esperienza in campo, riesce però a capitalizzare di più e scava il primo buon vantaggio da gestire sul 28-34. Durante la pausa lunga Coach Massimo Bernardi carica a molla i suoi ragazzi. Ci vuole più determinazione e grinta per riportare sui binari giusti questa partita. Risposta dei Dulca? Aggressività, intensità, carica emotiva e cuore. Tutto sul parquet. Piano piano Santarcangelo recupera lo svantaggio. Raffaelli da tre è una macchina. Picio Bianchi corre e prende il volo ogni volta che si trova la palla nelle mani. E se si trova oltre l’arco spara. Ma l’uomo della rimonta di Santarcangelo è Capitan Saponi che da sotto è immarcabile e quando mette i piedi oltre l’arco con la bomba più importante del quarto, la manda a bersaglio con il difensore ad un centimetro. Mazza e Parmeggiani rispondono dall’altra parte del campo, ma a fine terzo quarto si torna in totale equilibrio: 47 pari e patta. Ultimi dieci minuti di fuoco. Perchè di fuoco? Perchè il PalaSGR si scalda per qualche decisione arbitrale rivisitabile. Nel primo minuto e mezzo succede di tutto. Saponi lotta e prende legnate sotto canestro, commette un fallo in attacco che vuol dire quarto fallo e al seguente contatto subito non fischiato si lamenta con il primo arbitro: tecnico e quinto fallo personale. Entra Fusco al suo posto che vola su ogni rimbalzo insieme a Ramilli. Dopo due minuti e mezzo Fusco blocca, Bianchi passa e sul roll di Francesco viene fischiato fallo in attacco. Quinto fallo per Fusco e Dulca senza lunghi se non Popov, che sta migliorando sempre di più la sua condizione, ma ancora non ha, ed è comprensibile, il ritmo partita. Bianchi da quattro e Ramilli da cinque. Ultima nota statistica. A tre minuti dalla fine della partita i Dulca hanno 5 falli di squadra a carico, Anzola 0. Bianchi prova a prendersi tutte le responsabilità del caso: segna, corre, recupera infiniti palloni e spinge. Fornaciari e Giuliani e Raffaelli in prima linea della zona difendono alla morte. Ramilli salta con le molle sempre a rimbalzo. Ma in attacco c’è poca energia. La differenza fisica si fa sentire e al momento di sparare oltre l’arco, si è scarichi sulle gambe. Ultimo possesso dove Ramilli non centra il fondo del secchiello e Anzola vince la partita con i liberi di Albertini. Finisce 52-56 per Anzola.

PALLACANESTRO CASTENASO – BERNAITALIA 76 – 61

(21-22; 39-34; 54-52)

Castenaso: Curione 9, Baraldi 6, Fornasari 5, Spinosa 3, Betti, Cardinali 16, Campagna 4, Quaiotto 16, Parenti, Nardi, Venturi, Magnani 17. All. Cinti.

Virtus Medicina: Jdidi, Bonetti, Tinti 3, Marinelli 3, Mini 19, Govi 11, Biguzzi 8, Lorenzini 7, Stagni, Verde 2, Rambelli, Seracchioli 8. All. Cavicchioli.

GINNASTICA FORTITUDO – PALLACANESTRO MOLINELLA 69 – 52

(18-9; 38-29; 53-40)

S.G Fortitudo: Mazzotti ne, Barattini 16, Zucchini ne, Pampani, Tosini 2, Mandini 14, Mellini ne, Pederzoli 2, Galassi 9, Zanetti 20, Bonazzi 2, Pesino 4. All. Tasini.

Molinella: Guazzaloca ne, Brandani 9, Spisni ne, Menna 2, Checcoli, Ranzolin 15, Frignani 4, Lanzi 3, Ramini 4, Ragazzi 11, Paolucci. All. Baiocchi.

NOVA ELEVATORS – OLIMPIA CASTELLO 2010 63 – 54

(21-12; 40-25; 51-40)

San Giovanni in Persiceto: Acciarri, Carpani, Verardi 13, Baccilieri 9, Scagliarini, Papotti 9, Pasquini 6, Moruzzi, Zappoli 15, Ferrari, Rusticelli 4, Almeoni 7. All. Berselli.

Castel San Pietro: Fimiani 4, Bonetti, Dall’Osso 17, Pedini 8, Beccaletto, Cavina 3, Zambrini 10, Pellacani, Lugli 8, Castellari 2, Zuffa 2, Governatori. All. Loperfido.

RIVIT – PALL. NOVELLARA 51 – 84

(17-25; 23-41; 35-60)

Grifo Imola: Turrini 3, D’Emilio 1, Bartoli ne, Baruzzi 6, Russu 2, Guglielmo 7, Lanzoni 2, Orlando 6, Zaccherini 2, Sgorbati 3, Martini 12, Borgognoni 7. All. Palumbi.

Novellara: Margini 13, Folloni 8, Rinaldi 12, Morgiotti 8, El Hibraim 8, Carpi 7, Ciavolella 6, Aguzzoli 2, Bartoccetti 3, Dilas 5, Astolfi 12. All. Spaggiari.

Partita senza storia, la prima di ritorno per la Rivit. Troppo più forti fisicamente i reggiani per gli imolesi, privi di Lucchetta e con Bartoli in panca solo per onor di firma per il riacutizzarsi dei suoi problemi al ginocchio. Se a questo mettiamo una scarsa percentuale ai liberi, che non ha permesso di sfruttare tre tecnici ed un antisportivo a favore, ecco spiegato il risultato. Solo in avvio una fiammata Grifo per il 4-0 iniziale, poi Folloni firma il sorpasso (6-8) e da lì in poi la Grifo ha visto gli avversari sempre più distanti. Lo strapotere fisico degli avversari mette subito in difficoltà gli imolesi che vanno subito in bonus e dalla lunetta Novellara non perdona. Nel secondo quarto subito il canestro del -10, poi bisogna aspettare il quinto minuto per vederne un altro (Orlando), ma la Grifo segna la miseria di 6 punti in tutto il quarto, nonostante tecnico e antisportivo a favore. Al rientro il punteggio segna -20 (23-43) e la partita è finita, con Martini unico a provare qualcosa in attacco. Il-33 si raggiunge sul 39-72 ad inizio ultimo periodo e da lì non ci si schioderà più.

CLASSIFICA

ANZOLA 24 16 12 4 1148 1027 +121
CNO SANTARCANGELO 22 16 11 5 1192 1050 +142
NOVELLARA 22 15 11 4 1100 1009 +91
REBASKET CASTELNUOVO 22 16 11 5 1123 1032 +91
GRANAROLO BASKET 20 16 10 6 1145 1102 +43
MOLINELLA 20 16 10 6 1028 1038 -10
VIS PERSICETO 20 16 10 6 1088 1106 -18
OLIMPIA CASTEL SAN PIETRO 18 16 9 7 1081 1033 +48
VIRTUS MEDICINA 18 16 9 7 1183 1142 +41
CASTELFRANCO EMILIA 16 16 8 8 1230 1137 +93
CVD CASALECCHIO 16 16 8 8 1032 1024 +8
CASTENASO 14 16 7 9 1079 1151 -72
SCUOLA BASKET CAVRIAGO 12 16 6 10 1091 1118 -27
GRIFO IMOLA 4 16 2 14 1066 1196 -130
VIS 2008 FERRARA 4 15 2 13 954 1117 -163
S.G. FORTITUDO BOLOGNA 2 16 1 15 990 1248 -258

Serie D, Bim Boom Budrio! Bellaria affonda nella “bassa” e l’Artusiana torna in fuga

SERIE D/A 17° Giornata

P.G.S. WELCOME – H4T 73 – 77

(19-21; 34-39; 53-61)

Pgs Welcome: Lamborghini 7, Baroncini F. 3, Calzolari L. 12, Calzolari M., Bernardini 3, Sabbioni 11, Brunello 8, Casolaro ne, Orlandi 4, Chiapparini ne, Baroncini G. 3, Venturoli 22. All. Roveri.

S.P. Vignola: Badiali 11, Fiorini 1, Nascetti ne, Barbieri E. 4, Caltabiano, Barbieri A., Degli Angeli 1, Galvan 16, Paladini 14, Guidotti 15, Zavatta, Bastia 15. All. Sacchetti.

Vince Vignola e agguanta due punti fondamentali per allontanarsi dalle zone calde della classifica, zone dove, invece, naviga una Welcome, per tre quarti, troppo soffice in difesa.

Era Paladini il primo a mettersi in mostra (2-8 al 2′), poi la Welcome metteva la freccia per l’unico vantaggio nei primi venti minuti (12-10 al 6′). Le due difese si dimostravano spesso allegre e alla prima sirena il punteggio era di 19-21. Nel secondo quarto era Galvan a dare la prima scossa (22-31 al 15′, con 12 punti della guardia ospite), poi era Venturoli a rispondere presente (29-33 al 17′). Nella ripresa Vignola sembrava aver preso in mano i match e dal 40-44 saliva al 45-59, con quattro punti di Barbieri e sette di Paladini. Qui, forse, i gialloneri commettevano l’errore di pensare di aver già vinto e la Pgs, con un super Calzolari, rientrava rapidamente a -2 (canestro di Sabbioni per il 59-61 al 34′). In contropiede Brunello firmava il sorpasso (63-62) e iniziava, così, una lunga volata. Sul 67-67, ad un minuto dalla fine, un fallo+tecnico costava quattro punti ai felsinei. La Welcome aveva il merito, comunque, di non arrendersi ed impattava sul 73-73 con Sabbioni. Coast to coast del play Badiali che s’inventava un canestro e fallo, condito da un paio di tecnici, che, a meno di tre secondi dalla fine, decideva la rovente sfida.

SAMPOLESE BK – POLISPORTIVA BIBBIANESE 85 – 69

(29-18; 49-35; 71-53)

San Polo d’Enza: Tognoni 5, Minardi 14, Davoli 6, D’Amore 12, Benevelli 5, Tondo 4, Braglia 4, Galassi 5, Pezzi, Magliani 28, Hasa 2, Ligabue. All. Corali.

Bibbiano: Borelli, Reni 4, Grulli, Colla 25, Riccò, Giardina 3, Bartoli 6, Belli 6, Rika 3, Monticelli 16, Croci 6. All. Reverberi.

Il derby reggiano andato in scena a San Polo se lo aggiudicano i ragazzi di coach Corali, in un match mai in discussione fin dai primi possessi. La Sampolese si riscatta così immediatamente dopo la brutta battuta d’arresto sul parquet del Veni, trascinata dall’Mvp Magliani autore di ben 28 punti e dal grande lavoro sotto le plance di tutti i lunghi.

Già dal primo quarto i padroni di casa tirano con grandi percentuali, trovando in ritmo soprattutto i propri esterni. Nel secondo periodo la musica non cambia e anche la panchina biancorossa garantisce qualità, come dimostra  la verve di Tognoni in cabina di regia a dare ordine in attacco e tanta difesa su Giardina e Borelli. Al rientro dagli spogliatoi la zona 3-2 ordinata da coach Reverberi inceppa l’attacco della Sampolese che, per diversi minuti, fatica a trovare la via del canestro forzando alcune soluzioni; ne approfittano gli ospiti che si portano a -10 a metà del terzo quarto grazie anche all’energia del duo Belli-Monticelli. L’ultima frazuibe è di sostanziale controllo per la Sampolese, brava a difendere forte fino alla fine senza farsi condizionare emotivamente dai tecnici accumulati dagli ospiti e gestita dal sapiente ritmo di Minardi, che nei possessi che chiudono il match si fa trovare pronto a portare i suoi anche a +22.

POLISPORTIVA CASTELLANA – BASKET VOLTONE MASCHILE 70 – 78

(18-15; 37-36; 56-62)

Castelsangiovanni: Villa A. 3, Coppeta 15, Libè, Eccher 10, Badini 2, Derba 4, Zamboni 12, Villa S. 4, Mori 6, Zermani 12, Baldini 2. All. Fanaletti.

Monte San Pietro: Giacometti A. 3, Maldini S. 10, Fasano 13, Maldini S. 3, Ferraro 20, Giacometti J. 6, Calzini 2, Maresi 2, Magi 2, Venturi 11, Tubertini 6. All. Torrella.

MAGIK BASKET – U.P. CALDERARA PALL. 62 – 58

(25-15; 37-21; 44-38)

Magik Parma Bazzoni, Donadei 3, Malinverni N. 12, Bocchia, Malinverni L. 3, Paulig 17, Ceci 10, Caravita 4, Diemmi 10, Allodi, Berlinguer, Botti 3. All. Donadei.

Calderara: Rallo 8, Cacciari, Soresi 3, Botti, Nanni 5, Zocca 2, Selvi 17, Turchetti 1, Serio 10, Molinari 4, Miniero 8. All. Venturi.

PALL. NAZARENO – F.FRANCIA PALL. 62 – 79

(18-21; 38-46; 48-67)

Carpi: Carretti 6, Compagnoni 8, Pivetti 4, Biello 18, Spasic 4, Marra 8, Bonfiglioli, Saetti, Lavacchielli 7, Pravettoni, Valenti 7. All. Beltrami.

Francesco Francia Zola: Galli 8, Perrotta, Gamberini 24, Mazzoli 2, Maselli, Zanotti, Masina 14, Barilli Fi. 14, Bavieri 2, Romagnoli 15. All. Benini.

PALLACANESTRO FULGOR – VENI BASKET 80 – 44

(17-10; 41-28; 69-30)

Fidenza: Molinari 4, Baratta 4, Moscatelli 19, Barcaroli 6, Gaudenzi 17, Vecchio M. 9, Montanari, Parmigiani 7, Vecchio P. 8, Poggi 6, Chiozza. All. Olivieri.

San Pietro in Casale: Gamberini 4, Pastore 2, Govoni A. 9, Montebugnoli, Ferrulli, Govoni E. 8, Mantovani 4, Ghedini 2, Bellarin, Belli 9, Nerdi 6. All. Folchi.

U.S. LA TORRE – ANTAL PALLAVICINI 61 – 64

(19-22; 34-37; 49-50)

La Torre Reggio: Davoli A. 6, Mazzi G., Scianti 4, Vezzosi 11, Pasquali 3, Pezzarossa 9, Mussini 18, Rivi 4, Bondioli 4, Lavaggi, Orlandini 2, n.e. Trivelloni. All. Romano.

Pallavicini Bologna: Maestripieri 4, Tosiani 9, Cenesi 10, Galeotti, Nanni G., Benuzzi, Sgargi 3, Nanni M. 21, De Martini 7, Minghetti 9, Consolini 1. All. Bignotti.

Partita equilibrata e combattuta alla “Scaruffi”, dove la Pallavicini si impone nelle ultime battute contro La Torre. Coach Romano deve fare a meno del bomber Filippo Mazzi, che causa influenza va ad aggiungersi a un’infermeria già piena, ma trova alternative importanti con gli altri esterni: buone le prove di Pezzarossa e Vezzosi, ma soprattutto di Mussini, autore di 18 punti. Sul fronte opposto, i bolognesi si affidano a Matteo Nanni, spina nel fianco della difesa reggiana per tutti i quaranya minuti e alla fine top scorer del match a quota 21.

Non emerge, nel complesso, la differenza in classifica tra i padroni di casa, a caccia di punti salvezza, e la Pallavicini, ben assestata in zona play-off. Inevitabile, quindi, un arrivo in volata, dove la Torre perde fluidità in attacco, realizzando solo due punti negli ultimi due minuti e gli avversari sono bravi a guadagnare un piccolo margine decisivo, grazie ai canestri di Tosiani, Minghetti e Cenesi.

CLASSIFICA

ATLETICO BOLOGNA 28 15 14 1 1162 944 +218
VOLTONE ZOLA 24 15 12 3 1065 949 +116
PALLAVICINI BOLOGNA 24 16 12 4 1034 929 +105
FRANCESCO FRANCIA ZOLA 24 16 12 4 1136 1040 +96
MAGIK PARMA 24 16 12 4 1082 1005 +77
FULGOR FIDENZA 16 16 8 8 1104 998 +106
NAZARENO CARPI 16 15 8 7 1082 1011 +71
SAMPOLESE 14 16 7 9 1041 1035 +6
SCUOLA PALL. VIGNOLA 12 16 6 10 1100 1112 -12
CALDERARA 12 16 6 10 990 1108 -118
LA TORRE REGGIO EMILIA 10 16 5 11 909 1013 -104
VENI SAN PIETRO IN CASALE 10 16 5 11 960 1078 -118
BIBBIANESE 10 16 5 11 1058 1187 -129
PGS WELCOME BOLOGNA 6 16 3 13 1068 1188 -120
CASTELLANA CASTEL S.GIOVANNI 6 15 3 12 860 1054 -194

SERIE D/B 17° Giornata

PARTY & SPORT – BASKERS FORLIMPOPOLI 88 – 92 dts

(22-26; 40-50; 59-62; 80-80)

P&S Ozzano: Gambetti 16, Dozza 8, Avallone 17, Marchi 4, Fierro 15, Zerbini 6, Passatempi, Martelli 7, Miceli 15, Spadoni ne. All. Garavini.

Baskérs: Marchioni 11, Pinza 9, Marzolini 3, Cortini 18, Primavera 9, Totaro 9, Neri 8, Biffi 2, Mingozzi, Biscaro 9, Poggi 7, Brunetti 7. All. Rustignoli.

Non sono mancate di certo le emozioni nella sfida tra Party and Sport e Baskérs: tecnici, botte, sorpassi, controsorpassi, canestri da infarto, scelte folli. Alla fine la spuntano i forlimpopolesi per 88-92 dopo 45′ di vera e propria battaglia, conquistando due punti pesantissimi.

In avvio le formazioni procedono a braccetto, con Gambetti ed Avallone che trovano buone soluzioni tra le fila ozzanesi, mentre dall’altra parte sono Neri e Cortini a rispondere per le rime. Le due bombe consecutive di Poggi scavano il primo solco, che permette agli scarsi di chiudere sul +4 alla prima sirena. Nel secondo quarto, succede di tutto: uno screzio tra l’addetto agli arbitri e uno dei due grigi comporta l’espulsione di questo e l’estromissione per doppio tecnico alla panchina del coach di casa. I Baskérs ne approfittano e volano avanti nel punteggio, portandosi fino al +15, salvo poi lasciare qualcosa per strada, con Dozza e Miceli che limano il distacco fino sul -10 dell’intervallo. Dopo la pausa lunga, i padroni di casa iniziano la prevedibile risalita, trascinati da Avallone e da un Fierro preciso dalla media, mentre i forlimpopolesi faticano a ritrovare il bandolo della matassa, appoggiandosi su un positivo Brunetti per non affondare. L’ultimo quarto è un valzer di sorpassi e controsorpassi: le due bombe di Zerbini danno il vantaggio agli ozzanesi (65-64), ma Pinza e Totaro rispondono per le rime. Dozza e Miceli, però, sembrano dare la decisiva spallata al match, quando il lungo realizza il libero che vale l’80-75 ad un minuto dalla fine. A quel punto, però, scatta la modalità delirio dei Baskérs: la difesa chiude la strada, mentre dall’altra parte prima Cortini segna una bomba irreale, poi Totaro fa percorso netto dalla lunetta impattando il punteggio. Addirittura i forlimpopolesi trovano un buon tiro ad un secondo dal gong, ma si infrange sul ferro. Overtime. Nel supplementare, i padroni di casa si portano subito avanti, ma segnano solo da lunetta, mentre i Baskérs riescono a timbrare canestri importanti dal campo. Il definitivo sorpasso lo segna Biscaro in avvicinamento, poi è il gelido Marchioni, dalla lunetta, a chiudere la questione.

CESTISTICA ARGENTA – STEFY BASKET 83 – 73

(20-15; 43-35; 66-59)

Argenta: Alberti A. 9, Pusinanti 3, Alberti D. 15, Cesari 5, Ardizzoni 10, Bianchi 9, Bottoni 2, Quaiotto, Peretti 4, Malagolini 16, Di Tizio 10, Torriglia. All. Panizza.

Stefy: Pancaldi 3, Melchiorre 9, Marzioni 5, Franceschini 22, Poli 8, Scandellari R., Zambonelli 10, Galli 4, Folesani 8, Alessandri 4. All. Scandellari M.

Tra le “mura amiche” del Don Minzoni, la Cestistica supera con merito l’ostacolo Stefy Basket e riprende l’inseguimento alla capolista Artusiana. Partenza lanciata dei padroni di casa che, con le triple di Malagolini e Pusinanti, volano sul + 9 (12-3) a metà parziale. La reazione ospite è affidata a Franceschini, ma immediata è la controreplica argentana con Ardizzoni, a bersaglio in vernice, e Peretti che, in penetrazione, firma il +11 (18-7) a 1’54” dalla prima sirena. Zambonelli da oltre l’arco da la sveglia ai suoi e Marzioni ricuce lo strappo sino al -5 (20-15) che conclude il primo parziale. Alla ripresa del gioco, dopo il botta e risposta iniziale tra Galli e Cesari, è Alberti Davide a salire in cattedra “punendo” la zona bolognese con due triple e un gioco da tre punti per il nuovo +8 (32-24), a 4’50” dall’intervallo lungo. Franceschini, con Pusinanti in panca per problemi di falli, guida nuovamente la reazione Stefy che impatta con Poli dalla lunetta (35-35), con due minuti ancora da giocare. Bianchi si scuote dal suo torpore e con due accelerate riporta Argenta sul + 4 (39-35). Di Tizio va a  segno nel pitturato e, nel possesso successivo, provoca la persa ospite convertita in due punti da Alberti Davide per il nuovo +8 Cestistica (43-35) con cui le squadre vanno al riposo. L’inizio del terzo parziale è “targato” Di Tizio: il centro argentano giganteggia nelle due metà campo, artigliando rimbalzi e andando a bersaglio con continuità sul fronte offensivo. La Stefy soffre la fisicità argentana, alza il quintetto  per arginare i centri bianco blu in vernice sguarnendo, però, il “midrange, e Malagolini non si fa pregare infilando la tripla del +14 (54-40) al 24′. Folesani, con un paio di piazzati, “rianima” nuovamente i bolognesi, che progressivamente si riavvicinano grazie a un infallibile Franceschini, “chirurgico” nel punire dai 6,75 le amnesia difensive argentane. La Cestistica sbanda ma trova in Alberti Alessandro il suo asso nella manica; il play argentano, oltre al fondamentale contributo in difesa, aggredisce il ferro e con un paio di “zingarate” permette ai ragazzi di coach Panizza di conservare un prezioso +7 (66-59) con cui inizia l’ultimo parziale. Il quarto conclusivo inizia con l’ennesima tripla di Franceschini che replica al piazzato di Peretti firmando il -6 (68-62). Questo sarà l’ultimo sussulto ospite: Argenta, infatti, aumenta l’aggressività difensiva sui portatori di palla e ingabbia il cecchino bolognese con cambi sistematici di marcatura. In attacco, Di Tizio in “vernice” e  la coppia Malagolini-Alberti Davide, capitalizza come meglio non si potrebbe le molteplici palle rubate aD un avversario ormai a corto di fiat , firmando il +16 (81-65) a tre giri di lancette dall’ultima sirena. Solo il rilassamento finale dei padroni di casa permette alla Stefy di ridurre il passivo a dimensioni più accettabili e veritiere, visto l’andamento del match.

COPAR SERVIZI SELENE BK – CURTI 68 – 80

(20-21; 32-44; 50-58)

Sant’Agata sul Santerno: Pasquali 6, Gaddoni, Pirazzini 11, Carlotti, Mastrilli 23, Caprara 13, Brignani, Baldrati 9, Regazzi 1, Camorani 3, Trerè 2. All. Ricci Maccarini.

International Imola: Ravaglia, Lucchi 9, Benghi 13, Dirella 23, Wiltshire, Scagliarini 2, Barbagelata, Ciampone 5, Foronci, Paciello 14, Bamania, Ginevri 14. All. Pillastrini.

BASKET VILLAGE – IMMOBILIARE 2000 51 – 72

(16-18; 25-33; 35-58)

BK Village Granarolo: Dalla 2, Paoloni 8, Cerulli, Banzi 9, Landuzzi 6, Morando 2, Marcheselli 8, Pani, Meluzzi 5, Polo 7, Nicotera 4. All. Ansaloni.

Gardens: Alaimo 10, Venturi 6, Bonesi 5, Nobis 10, Conti 4, Marcelli 4, Pezzano 4, Sterpi 5, Pellegrinotti 2, Pedrielli 14, Pierini 8, Puzzo. All. Morra.

Altra sconfitta per Granarolo che non riesce a superare i Gardens, sopratutto a causa di un attacco da 51 punti, contro i 72 avversari.

I Giardini iniziano forte, infilando un 9-2 grazie ad un Alaimo scatenato, e mantiene i 7 punti di vantaggio fino a 3′ dalla fine del primo periodo. 7 punti che Paoloni e Landuzzi ricuciono in un lampo ed un canestro di Sterpi porta il primo quarto a concludersi 16-18. Il secondo periodo ricomincia con Granarolo che mette la testa avanti con un 5-0, mantenendo l’imbattibilità per quattro minuti, quando Marcelli apre le danze per gli ospiti, che concedono solo 4 punti nei sei minuti successivi, segnandone 15. Il parziale di fine tempo recita 25-33. La ripresa inizia con un ennesimo parziale in favore degli ospiti, che fanno 8-0, prima che Dalla riesca a segnare. Nel terzo quarto Marcheselli prova a trascinare Granarolo segnando 6 punti consecutivi, ma Giardini dilaga chiudendo sul +22 (36-58). L’ultimo quarto è una formalità, Granarolo ci crede poco e i Giardini gestiscono. Entrambe le squadre ampliano le rotazioni e arrivano a fine gara sul punteggio di 51-72

CESENA BASKET 2005 – DOLPHINS 66 – 73

(10-21; 33-38; 53-51)

Cesena: Scaccabarozzi 5, Romano 6, Montalti 11, Martini, Vandelli 2, Cacchi, Soldati 7, Babbini 6, Montaguti 21, Dell’Omo 8, Di Meglio. All. Domeniconi.

Riccione: Egbutu 12, Zaghini, Mazzotti 22, Pierucci, Brattoli 18, Ortenzi, Ambrassa 4, De Martin 7, Amadori 10. All. Ferro.

Continua la striscia negativa di Cesena che, per l’ennesima volta, gioca una partita a tratti eccellente per poi finirla a mani vuote davanti ad avversari più esperti e sicuramente più scaltri. Riccione, reduce dalla inopinata sconfitta interna con Ferrara, è senza Sacchetti e Curcio, ma per Cesena, che schiera per la prima volta Babbini, sono out i fratelli Rossi. Sono gli ospiti a mettersi in moto più rapidamente dominando un quarto che sembra già una sentenza, con Mazzotti che infila due missili terra aria da paura. Riccione insiste e arriva in pochi minuti al +14, poi, finalmente, si svegliano i bianchi di casa con Montalti Babbini e Montaguti, ma Mazzotti preferisce avere qualche punticino in più prima della pausa, così infila la sua terza tripla da quasi metà campo per il momentaneo 38 a 35. L’equilibrio ormai raggiunto si mantiene più o meno stabile fino a metà del terzo quarto, quando arriva il sorpasso di Cesena che, però, non ha l’inerzia giusta per scappare. Ultimo quarto decisivo con l’esperienza di Riccione che finisce per vincerla di mestiere (appena 2 falli in 9 minuti di puro agonismo) piazzando i colpi giusti (canestri e contatti) al momento giusto, mentre Cesena, più ingenua, si lascia staccare quel tanto che basta per non aver più alcuna chance di vittoria.

SCUOLA BASKET FERRARA – ARTUSIANA BK 62 – 71

(9-20; 29-32; 48-55)

S.B. Ferrara: Rimondi Ri. 4, Cattani 6, Pigozzi, Bertocco 16, Rizzatti 14, Bereziartua 3, Rimondi Ro. 10, Vicini 4, Malaguti 5. All. Schincaglia.

Forlimpopoli: Rossi 16, Valgimigli, Ballistreri 4, Mariani ne, Piazza 12, Vitali 3, Morabito ne, Serrani 19, Arfelli, Servadei 6, Ravaioli 11. All. Agnoletti.

PALL. BUDRIO 2012 – BELLARIA BASKET 91 – 66

(21-12; 45-33; 68-44)

Budrio289: Curti 2, Cesario 8, Maccaferri 2, Tugnoli 4, Gamberini, Manini 9, Piazzi 7, Lazzari 10, Zanellati 23, Zitelli 9, Zambon 10, Quarantotto 7. All. Bovi.

Bellaria: Nervegna 16, Gori, Tassinari 1, Komazec 10, De Maio, Stabile, Casadei 2, Pellegrini 3, Benedettini, Clementi 2, Scarone 32. All. Radulovic.

CLASSIFICA

ARTUSIANA FORLIMPOPOLI 28 16 14 2 1188 1003 +185
ARGENTA 24 16 12 4 1286 1132 +154
BELLARIA 22 15 11 4 1073 978 +95
IMMOBILIARE 2000 BOLOGNA 18 16 9 7 1196 1123 +73
RICCIONE 18 16 9 7 1224 1200 +24
PALL. BUDRIO 289 18 16 9 7 1247 1235 +12
STARS BOLOGNA 16 15 8 7 1095 1096 -1
STEFY BOLOGNA 16 16 8 8 1164 1174 -10
SELENE S. AGATA 14 15 7 8 1102 1118 -16
BASKET VILLAGE GRANAROLO 14 16 7 9 1130 1166 -36
BASKERS FORLIMPOPOLI 12 16 6 10 1114 1150 -36
INTERNATIONAL IMOLA 10 16 5 11 1078 1155 -77
S.B. FERRARA 10 16 5 11 977 1089 -112
PARTY&SPORT OZZANO 10 16 5 11 1136 1276 -140
CESENA BASKET 2005 6 15 3 12 911 1026 -115

Under 18, la Fortitudo passa, con merito, alla “Porelli”. U20, fattore campo rispettato, anche se…

UNDER 20 15° Giornata

CASSA DI RISPARMIO – SALUS PALL. 61 – 51

(12-22; 28-30; 47-40)

Fortitudo 103: Mandini 23, Cenni 2, Boniciolli, Bonazzi 3, Muzzi 4, De Denaro 13, Mellini, Mazzotti 4, Barattini 9, Zanetti, Vietri 1, Zucchini 2. All. Comuzzo.

Salus: Filippini 2, Conidi 7, Zambonelli 2, Casarini 4, Gebbia, Ballandi 11, Paciello 11, Solmi 2, Caffagna 3, Tubertini 5, Venturi 4. All. Ansaloni.

ASSIGECO – JUNIOR BASKET 71 – 42

(16-15; 37-24; 56-30)

Piacenza BC: Scekic 20, Pari, Livelli 23, Montanari, Migliorini 1, Zaric 11, Peviani, Seye 2, Tasso, Zucchi 2, Oriti 12. All. Mambretti.

Ravenna: Kertusha, Mazzesi 5, Montigiani 6, Cinti 2, Martelli 11, Donati 2, Di Meglio 2, Dell’Olmo 6, Mazzini 4, Carpi 4. All. Taccetti.

VIRTUS PALL. – COCOON 87 – 71

(21-20; 38-41; 66-60)

Virtus Bologna: Gianninoni 3, Giuliani 3, Rubbini 18, Rossi 27, Jurkatamm 7, Berti 13, Bianchini 7, Camara ne, Penna ne, Oyeh 9, Deri ne. All. Vecchi.

Lissone: Saccardi 2, Riva, Gatti 23, Morse, Ben Salem, Morandi 2, Mlanovic 11, Tedeschi 28, Grassi 4, Tremolada, Ferraresi 1. All. Mazzali.

TEAM ABC CANTU – BAKERY PALL. PIACENTINA 78 – 54

(15-13; 34-26; 68-43)

Cantù: Molteni 15, Cucchiara 1, Nasini 4, Ronchetti 16, Ruzzon 7, Gatti 3, Borsari, Chinellato 6, Olgiati 8, Tartamella 5, Massenzana 2, Bet 11. All. Visciglia.

Piacentina: Libè 8, Dmitrovic 14, Villa 6, Bracchi, El Agbani 5, Orlandi 5, Bissi 5, Baldini 4, Guaccio 5, Bossi, Zermani 2. All. Casella.

CLASSIFICA

Virtus Bologna 28; Cantù 24; Fortitudo Academy Bologna 18; Piacenza BC 16; Piacentina, Lissone 12; Salus Bologna 8; Junior Ravenna 2.

UNDER 18 16° Giornata

VIRTUS PALL. BOLOGNA – CASSA DI RISPARMIO FORTITUDO103 73 – 86

(19-17; 31-34; 59-59)

Virtus: Deri 8, Giuliani 10, Salsini 19, Nanni, Jurkatamm 20, Bianchini, Venturoli 2, Vivarelli 4, Oyeh 6, Cavallari 4, Guastamacchia, Peterson. All. Vecchi.

Fortitudo 103 Academy: Giannasi, Mazzocchia, Boniciolli, Muzzi 15, Cinti 4, Barattini 9, Tognoni 12, Laghetti, Youbi 9, Franco 9, Zanetti 16, Balducci 12. All. Lolli.

B.S.L. – SALUS 77 – 54

(19-11; 46-23; 65-39)

San Lazzaro: Recchia 6, Scapinelli 7, Righi 7, Corradini 6, Tobia 4, Serra, Tepedino 5, Perini 20, Rosa 10, Naldi 7, Zuppiroli 3, Betti 2, All. Bettazzi.

Salus Bologna: Morra 6, Grilli, Arletti 17, Omicini 6, Raspanti 4, Negrini, Marchetta 5, Dallacasa 4, Tabellini 11, Lambertini, Cocchi 1. All. Bacchilega.

G.S. INTERNATIONAL BASKET – GRISSIN BON 57 – 79

(12-14; 24-38; 43-56)

Imola: Spinosa, Malverdi 2, Calabrese 20, Poli 2, Ricci Lucchi 10, Bisi 2, Wiltshire 13, Sentimenti ne, Bollati 2, Ravaglia 6. All. Dal Pozzo.

Reggiana: Pellicciari 6, Valenti 7, Diouf 6, Dellosto 11, Tchewa 16, Sow 7, Riccò, Besozzi, Bertolini, Maddaloni 5, Zampogna 21. All. Menozzi.

VIS 2008 – CRABS 93 – 82

(23-20; 56-45; 72-67)

Vis Ferrara: Branchini, Salvardi 6, Labovic 11, Antoci 4, Castaldini 2, Biolcati, Natali 29, Favali 13, Bacilieri, Tedeschi 2, Manojlovic 17, Zanirato 9. All. Franchella.

Rimini: Trunic 20, Del Fabbro 7, Ferrari 4, Zambianchi, Tongue 13, Iannello 18, Rossi 9, Puzalkov, Berni 7, Giorgi 4. All. Casoli.

CLASSIFICA

Virtus Bologna* 24; Reggiana*, Fortitudo Academy, Vis 2008 Ferrara 22; Bsl San Lazzaro 12; Pontevecchio Bologna, Crabs Rimini 10; International Imola, Salus Bologna 2.

UNDER 16 13° Giornata

B.S.L. – VIRTUS PALL. BOLOGNA 54 – 101

(9-30; 21-48; 32-74)

San Lazzaro: Gilioli 12, Chebbi 2; Palma, Ghedini 2, Manzali 6, Flocco, Domenichelli, Cernera 3, Magnani 14, Tepedino, Meluzzi 3, Betti 12. All. Sanguettoli.

Virtus: Frascari 4, Nicoli 5, Solaroli 14, Alberti 4, Orsi 15, Nobili 9, Battilani 18, Guastamacchia 20, Peterson 10, Tintori 2. All. Consolini.

G.S. INTERNATIONAL BASKET – VIS 2008 49 – 79

(10-23; 19-39; 34-59)

Imola: Fazzi 4, Cassarino, Di Antonio 3, Poloni 4, Baroncini, Franzoni 7, Mendez 2, Bertini, Bosio 2, Marangoni 8, Fussi 19. All. Tumidei.

Vis Ferrara: Volpato 2, Grisanti, Fabbri 16, Bogliardi 31, Branchini 12, Gilli 4, Chieregatti, Mica, Caloia 2, Accorsi, Lullo 10, Salvi 2. All. Santi.

Prova di forza della squadra di Santi, che esce nettamente vittoriosa dal campo di Imola, terza forza del campionato e che all’andata aveva fatto soffrire e non poco i ragazzi Ferraresi.

La partita vede la Vis iniziare col piglio giusto, lucida in attacco e tosta in difesa. Imola va subito in confusione, sbagliando tanti tiri e concedendo qualche contropiede di troppo. Nel secondo quarto, la Vis scava il solco più importante. Continua a non concedere nulla ai padroni di casa, difesa asfissiante e pronte ripartenze in campo aperto. Imola soffre tremendamente l’approccio estense e va al riposo lungo con soli 19 punti segnati (6 dei quali nell’ultimo minuto del quarto). Al ritorno in campo la musica non cambia. La vis rimane estremamente concentrata, Imola prova a mettere qualche ingranaggio al motore Vis inserendo la zona dispari, ma anche qua i ragazzi di Coach Santi rispondono presenti e si portano sul +39 (30 a 69). Sul finire del match Imola riesce a rosicchiare qualche punto e finisce 49-79 per gli ospiti, che mantengono contemporaneamente la testa del girone e l’imbattibilità in campionato.

ASSIGECO POL. PIACENZA CLUB – CRABS 1947 106 – 59

(18-9; 46-26; 81-36)

Piacenza: Fermi 5, Vukelic, Bonetti 15, Jelic 10, Tavazzi 3, Bragalini 1, Filippa 19, Rigoni 4, Andena 24, Bussolo 12, Valdonio 10, Superina 3. All. Locardi.

Rimini: Fantini, Baroni 10, Cesarini, Rosario Cruz 10, Rinaldi 6, Montanari 14, Corsetti 2, Gamboni 9, Casoli 8, Zammarchi ne. All. Luongo.

GRISSIN BON – CA.RI.RA. 73 – 69 dts

(14-17; 36-30; 54-42; 64-64)

Reggiana: Saccone 5, Marino 7, Piccinini 13, Simonazzi 13, Riccò 9, Besozzi 8, Maddaloni 3, Sinisi 4, Lusvarghi 8, Foroni 3. All. Mastellari.

POL. PONTEVECCHIO – ONETEAM BASKET FORLI 55 – 84

CLASSIFICA

Vis 2008 Ferrara 24; Virtus Bologna 22; Oneteam Forlì 18; International Imola, Piacenza BC 16; Fortitudo Academy Bologna, Reggiana 10; Bsl San Lazzaro 6; Titano San Marino Verucchio, Pontevecchio Bologna 4; Crabs Rimini 0.

UNDER 15 13° Giornata

GIOCARE INSIEME SPORT JUNIOR 2000 – VIS 2008 48 – 77

(17-15; 32-37; 40-54)

Sport Junior 2000: Pulpito, Micheletto 17, Micheli 2, Gibertini 7, Gresta, Terzi 11, Preti, Gieri 2, Vitale, Zanotti, Righi 7, Caccavalle 2. All. Cavazzoni.

Vis 2008: Dalpozzo 19, Cristofori 6, Menegatti 2, Ricci Galliera 5, Giugli 6, Gavioli 11, Bergamini 2, Mica 20, Susanni 2, Sfarzi 4. All. Campazzi.

G.S. INTERNATIONAL BASKET – CA.RI.RA. FORTITUDO103 14/02/2018 – 19:30

Palestra RAVAGLIA – Via Kolbe 3 IMOLA (BO)

VIRTUS PALL. BOLOGNA – GRISSIN BON 96 – 87

(14-27, 46-50, 71-73)

Virtus: Anesa, Minelli, Mazzoli 8, Nicoli 13, Albonetti, Scagliarini 13, Colombo 1, Barbieri 22, Ruffini 17, Ferdeghini 2, Espa, Salsini 16. All. Fedrigo.

Reggiana: Brugnano, Pelagatti, Buso8, Paterlini 2, Grisendi, Paparella 7, La Rocca 15, Parente 8, Moscardini 9, Soliani 14, Slanina 12, Taddeo 10. All. Bertozzi.

POL. PONTEVECCHIO – INSEGNARE BK RIMINI 63 – 46

CLASSIFICA

International Imola* 18; Virtus Bologna 16; Oneteam Forlì*, BSL San Lazzaro 14; Reggiana*, I.B. Rimini, Pontevecchio Bologna 10; Fortitudo 103* 6; Vis 2008 Ferrara 4; Sport Junior 2000 Bologna 0.

1 2 3 4