Monthly Archives: ottobre 2017

A2, la Matteiplast batte Civitanova e va in fuga. L’Infinitybio stritola Campobasso

SERIE A2/B 6° Giornata

INFINITYBIO – LA MOLISANA 75 – 47

(16-12; 36-20; 57-35)

Faenza: Franceschelli 3, Schwienbacher 14, Ballardini 22, Morsiani 10, Soglia 4, Coraducci 10, Minichino 2, Caccoli 4, Tridello 2, Moriconi 3, Bornazzini, Manaresi 1. All. Bassi.

Campobasso: Alesiani 5, Di Gregorio 4, Ciavarella 16, Reani 8, Dzinic 10, Di Costanzo 1, De Pasquale 3, Dentamaro, Landolfi, Corsetti. All. Sabatelli.

PALL. FEMM. UMBERTIDE – TIGERS ROSA BASKET LIBERTAS 60 – 50

(17-6; 31-23; 37-33)

Umbertide: Iiskola 25 (11/14), Landi 3 (1/4, 0/2), Fusco 10 (4/5, 0/1), Meschi 8 (0/2, 2/4), Cutrupi 6 (3/3), Giudice 2 (1/2, 0/1), Conti ne, Dettori 4 (2/5, 0/3), Paolocci 2 (1/2), Catalino (0/2, 0/1), Zucchini (0/2). All. Contu.

Forlì: Zampiga (0/1), Pieraccini 7 (3/6, 0/1), Gramaccioni 1 (0/3, 0/1), Missanelli 18 (7/13, 1/4), Melandri 4 (1/4, 0/1), Zavalloni (0/2, 0/1), Vespignani 3 (1/1), Fabbricini, Olajide 17 (4/7, 2/3), Garaffoni ne, Ragazzini, Duca. All. Castelli.

SCOTTI VASCO EMPOLI – RR RETAIL GALLI BK S.G.V. 79 – 74

MATTEIPLAST – INFA FEBA 76 – 67

(23-15; 39-36; 57-49)

Progresso: Monterumisi, D’Alie 19, Cordisco, Tassinari 17, Tava 13, Meroni 3, Nannucci 5, Storer 16, Dall’Aglio 3. Poletti ne, Corradini. All. Giroldi.

Civitanova: Mataloni 20, Rosier 8, Paoletti, Bocola 9, Ceccarelli 12, Perini 16, Marinelli, Stronati ne, Orsili 2, Pelliccetti, D’Amico ne. All. Matassini.

Nel primo quarto si registra una partenza fulminea della formazione bolognese che, con una precisione chirurgica, realizza un parziale di 16 a 5 nei primi cinque minuti di gioco poi, nei minuti successivi, si registra la reazione della squadra marchigiana, trascinata dal duo Mataloni-Perini, che riduce il divario a 8 punti: il punteggio del primo quarto si fissa sul 23 a 15. L’inerzia dell’incontro, nonostante alcune buone giocate di Dall’Aglio, Nannucci e Meroni, continua ad essere nelle mani delle ragazze di coach Matassini, che pian piano rosicchiano punti su punti e chiudono all’intervallo sotto di tre lunghezze, sul punteggio di 39 a 36. Si riparte nel terzo periodo da un sostanziale equilibrio, dal quale però le ragazze della Matteiplast, trascinate dalla verve di Tassinari e dai rimbalzi di Corradini, azione dopo azione, riescono a mettere in campo le giuste energie difensive che permettono loro di riallungare al termine del terzo quarto sul punteggio di 57 a 49. All’inizio dell’ultimo quarto si registra l’ultimo sforzo della Feba per cercare di rientrare in partita, ma i canestri di D’Alie, Tava e Storer mettono al sicuro il risultato finale dell’incontro con applausi da parte del numeroso pubblico presente.

CARISPEZIA LA SPEZIA – CESTISTICA AZZURRA ORVIETO 89 – 49

SAN RAFFAELE BK ROMA – MERCEDE BK ALGHERO 85 – 68

ANDROS BASKET PALERMO – CESTISTICA SAVONESE 76 – 63

CLASSIFICA

Squadra P G V P PF PS

1

Progresso Femm. Bologna

12

6

6

0

462

330

2

USE Rosa Scotti Empoli

10

5

5

0

347

326

3

RR Retail Galli S.G.Valdarno

10

6

5

1

478

379

4

Andros Basket Palermo

10

6

5

1

439

354

5

Carispezia Cestistica Spezzina

6

6

3

3

405

357

6

Infinity Bio Faenza

6

6

3

3

382

393

7

San Raffaele Roma

6

6

3

3

441

427

8

Ceprini Costruzioni Orvieto

4

5

2

3

264

344

9

Infa Feba Civitanova M.

4

5

2

3

315

303

10

Pall. Femm. Umbertide

4

6

2

4

380

391

11

La Molisana Campobasso

4

6

2

4

339

357

12

Cestistica Savonese

2

5

1

4

313

344

13

Tigers Rosa Libertas Forli

2

5

1

4

270

358

14

Surgical Virtus Cagliari

2

5

1

4

271

349

15

Mercede Alghero

2

6

1

5

348

442

SERIE B FEMMINILE 5° Giornata

TIGERS PARMA BASKET ACADEMY – B.S.L. SAN LAZZARO 60 – 46

BK CLUB VAL D’ARDA – MAGIK ROSA 73 – 51

POL. LIB. CALENDASCO – CHEMCO 1974 I GIULLARI 57 – 46

ROBY PROFUMI VALTARESE 2000 – BASKET CAVEZZO 38 – 43

(9-7; 21-14; 30-33)

Borgo Val di Taro: Marchini 5, Pallotta, Fatadey 10, Franceschini 6, Galli 6, Giacchetti 4, Piscina, Ricci 5, Ferrari G. ne, Ferrari V. 2. All. Scanzani.

Cavezzo: Siligardi, Bocchi 3, Cariani ne, Gasparetto Balboni 1, Marchetti 5, Bordini ne, Biagiola ne, Finetti 6, Bernardoni 10, Calzolari 12, Bellodi 6. All. Carretti.

Sfortunata prova per la Roby Profumi che, opposta a Cavezzo, ha rimediato la seconda sconfitta consecutiva. La gara disputata a Borgotaro è terminata con il punteggio di 43 a 38 per le modenesi che, con questo successo, hanno agganciato la Valtarese al terzo posto in classifica a quota sei punti. Una prestazione non brillante delle ragazze di coach Scanzani che, però, non cancella l’ottimo avvio di campionato.

Nel primo quarto sono le difese a prevalere; dopo tre minuti il punteggio era ancora fermo sullo zero a zero. A sbloccare la gara ci pensava Giacchetti con un tiro libero e una conclusione da tre punti. La Roby Profumi allungava sino all’8-0 del 6’. Cavezzo ricorreva ad un time out e al rientro in campo la formazione di coach Carretti iniziava a bucare la retina. Al termine del primo quarto di gioco la Roby Profumi conduceva per 9 a 7. Nel secondo periodo la Roby Profumi giocava il suo miglior basket e grazie a otto punti a fila di Fatadey, ben assistita da capitan Marchini, allungava sino al 21 a 14 di fine prima frazione. Al rientro in campo dopo l’intervallo però Cavezzo impattava a quota 21 dopo soli due minuti di gioco. Coach Scanzani era costretto a chiamare time out senza però ottenere l’effetto sperato. Cavezzo grazie a diversi palloni recuperati ed alcune conclusioni dalla lunga distanza, allungava. Galli, con due canestri dall’arco dei 6,75, riportava sotto la Roby Profumi, ma dopo i primi trenta minuti di gioco Cavezzo conduceva per 33 a 30. Nell’ultimo periodo per la Roby Profumi il canestro di Cavezza diventava stregato, mentre le modenesi segnavano con continuità. A 5’ minuti dal termine il tabellone del PalaRaschi segnava 40 per le ospiti, mentre la Roby Profumi era ancora ferma a quota 30. La gara era ormai incanalata a favore delle modenesi, ma la Roby Profumi con un gran carattere provava comunque a riaprirla. Ad un minuto dal termine le bianco blu avevano la possibilità di arrivare a -2, ma una palla persa in attacco impediva alla Valtarese di giocarsi la vittoria nell’ultimo giro d’orologio. Cavezzo espugnava il palaRaschi e per la Roby Profumi l’attenzione ora è rivolta alla gara di domenica prossima sempre a Borgotaro quando a far visita alla Roby Profumi sarà lo Staff Magik Rosa di Parma per il primo derby della stagione.

CLASSIFICA

Tigers Parma 10; Val d’Arda Fiorenzuola 8; Valtarese 2000, Cavezzo 6; BSL San Lazzaro, Calendasco 4; I Giullari del Castello Quattro Castella 2; Magik Parma 0.

C Gold, Fiorenzuola e Virtus Imola ancora insieme in vetta. C Silver, colpo CVD a Santarcangelo

SERIE C GOLD 6° Giornata

BOLOGNA BASKET 2016 – ALBERTI E SANTI PALL. FIORENZUOLA 79 – 89

(20-22; 42-45; 56-74)

BB2016: Drago ne, De Pascale 6, Poluzzi 14, Guerri 2, Fin 13, Cerulli ne, Tugnoli 9, Cortesi 13, Legnani ne, Brotza ne, Bertuzzi 3, Saccà 19. All. Lolli

Pallacanestro Fiorenzuola 1972: Galli 14, Sichel 12, Resca ne, Zucchi, Trobbiani 3, Zaric 8, Scekic 12, Marletta 8, Lottici M. 10, Klyuchnyk 7, Donati ne, Garofalo 15. All. Lottici S.

Segnali di ripresa per il Bologna Basket 2016. La squadra di Lolli perde con la capolista Fiorenzuola, ma gioca alla pari per tutto il primo tempo e recupera nel finale con un parziale negli ultimi sette minuti di 21-7. Le percentuali in attacco restano sempre ondivaghe (44% da 2 e 29% da 3), ma la mira dalla lunetta è quasi perfetta (18 su 21) e la lotta ai rimbalzi è addirittura vincente (35 contro 30), esito sorprendente visto che gli avversari hanno più di un lungo sopra ai 2 metri. Il problema è che i piacentini tirano con medie irreali (66% da 2 e 46% da 3) ed hanno alcuni giocatori di categoria superiore (Garofalo, Galli, Scekic, Sichel), capaci di segnare in tutte la maniere e con continuità. Alla fine i bolognesi la partita la perdono in difesa, dove non riescono ad arginare la marea offensiva della Alberti e Santi. Però il miglioramento rispetto alle ultime due deludenti esibizioni con Pontevecchio e Salus è palpabile: Saccà (19 punti col 60% dal campo) appare un giocatore recuperato; Cortesi e Poluzzi (27 punti in totale) fanno come sempre il loro e anche Fin (13 punti, 6 assist e 2 sfondamenti subiti) mostra evidenti progressi. Resta sempre la difficoltà di dover fare i conti con una rotazione ridottissima di 8 uomini, visto che il capitano Legnani e Brotza sono out per un periodo indefinito.

La cronaca. Partenza decisa del BB2016 che va sul 4-0, ma immediatamente subisce un controparziale di 9-0. Fortunatamente Cortesi e Saccà si mettono al lavoro e il gap è colmato, fino al -2 di fine quarto. Nella seconda frazione l’entrata di De Pascale (due canestri consecutivi) dà una scossa alla squadra che si porta avanti di 4 (29-25) al 7’. Lolli alterna la uomo alla zona 3/2 e la mossa dà ottimi frutti. Saccà stoppa, Fin recupera e serve un pallone d’oro a Tugnoli che segna. A 3’ dalla pausa è ancora 33-30 per i granarolesi, ma Fiorenzuola non si scompone e risponde col tiro pesante e con le conclusioni da sotto di Klyuchnyk. A metà gara i fiorenzuolesi sono sopra di 3. Inizia il terzo quarto e la capolista aumenta l’intensità difensiva, andando con continuità in lunetta e segnando dalla distanza con medie da Golden State. Lo strappo è netto e il Bologna Basket 2016 cede vistosamente: il quarto si chiude con un devastante parziale avversario di 29-14. Sotto di 18, la quarta frazione sembrerebbe solo “garbage time” ed effettivamente i primi 3’ vedono molti errori e palle perse da entrambe le parti. Ma a 7’ dalla sirena finale Lolli sceglie il pressing a tutto campo per affrettare le scelte avversarie. Gli ospiti si fanno sorprendere e sotto pressione perdono una serie di possessi. Poluzzi e Saccà fanno cesto a ripetizione e il parziale per i padroni di casa è prima di 10-0 e poi di 17-3. A -2’52” il BB2016 è miracolosamente sotto di dieci lunghezze, ma la Alberti e Santi non è in vetta alla classifica per caso. La squadra di Lottici rallenta il ritmo, piazza un paio di bombe di sicurezza e riesce a portare a casa il match.

GUELFO – B.S.L. 82 – 71

(12-29; 39-42; 60-60)

CastelGuelfo: Bernabini 4, Bernardi 2, Rebeggiani, Baccarini 12, Grillini 8, Bitti 6, Musolesi 9, Santini 4, Pieri ne, Casagrande 16, Govi 11, Trombetti 10. All. Serio.

San Lazzaro: Paratore ne, Lolli 3, Baietti 10, Annunzi 8, Quadrelli ne, Fabbri 13, Rossi 4, Perini ne, Cempini 4, Rosa 4, Mellara 13, Allodi 12. All. Bettazzi.

I padroni di casa partono molto bene trovando facilmente la via del canestro. Ma è solo il primo minuto di gioco. Perché per i rimanenti minuti del quarto i guelfesi scompaiono e lasciano campo aperto agli ospiti che non si lasciano scappare l’occasione. Poi, le ottime medie dalla lunga distanza li aiutano anche a imbastire subito una buona fuga (+17 esterno). L’ingresso del capitano Baccarini, nel 2º quarto, dà nuova verve alla sua squadra e lancia la rimonta che, però, non riesce a concludersi entro l’intervallo. Dopo la pausa lunga i guelfesi, con Casagrande, riescono finalmente l’aggancio e il tanto agognato sorpasso. Ma qualche disattenzione difensiva impedisce al Guelfo di scappare via. San Lazzaro continua, così, a rimanere in partita soprattutto grazie agli innesti dalla panchina di Mellara e Baietti. Ma a pochi minuti dal termine è ancora Baccarini, con l’aiuto di Govi, a fare le giocate decisive, a regalare al Guelfo quei possessi extra per poter presentarsi nel finale con il massimo vantaggio.

VIRTUS SPES VIS PALL IMOLA – L.G. COMPETITION 61 – 54

(17-13; 30-23; 43-43)

VSV Imola: Dalpozzo 2, Dal Fiume ne, Boero 15, Nucci 5, Creti, Casadei 22, Ranocchi 9, Sassi, Sangiorgi 2, Zytharyuk 6. All Tassinari.

LG Competition: Corradini, Canuti 5, Canovi 3, Magnani 9, Rossetti 2, Simaitis 2, Levinksis 14, Guarino 7, Torlai ne, Mallon 12, Parma Benfenati ne, Bedeschi ne. All. Diacci.

Alla fine la Virtus graffia e pone in cassaforte altri due pesanti in classifica contro una LG Competition mai doma. Gli ospiti non mollano mai e restano aggrappati ai gialloneri ritrovandosi sul 43-43 al 31′, dopo il -10 a 2’ dall’intervallo (30-20 per i locali). Negli ultimi minuti del match i reggiani provano a resistere, prima di essere travolti dalle due triple di Daniele Casadei e da altrettante di Luigi Boero.

Solo a sirena squillante la Virtus può sorridere dopo una prestazione al tiro certamente non di livello consono per gli uomini di coach Davide Tassinari. Dall’altra parte, bene il trio Levinksis-Mallon-Magnani, ma ad impressionare è soprattutto l’intensità a tutto campo mostrata al Ruggi.

DILPLAST – LA.CO. 70 – 86

(19-24; 30-39; 45-61)

Montecchio: Grisendi, Ghezzi, Seclì 3, Bertocco 12, Di Noia 10, Bassi, Guidi 7, COrrais 3, Gruosso 6, vanni 19, Negri 10, Giglioli ne. All. Cavalieri.

Ozzano: Folli 9, Masrè 5, Morara 10, Chiusolo 7, Corcelli11, Lalanne 5, Magagnoli 7 , Mengoli, Martini, Dordei 21, Agusto 10, Agriesti 1. All. Grandi.

Un altro ritorno a casa sereno per i New Flying Balls, ripartiti da Montecchio con i due punti in saccoccia grazie alla vittoria per 86 a 70. Recuperato dall’infortunio e alla prima da titolare in casacca Flying, “Gigi” Dordei è il protagonista dell’incontro con 21 punti realizzati in 19 minuti giocati e 27 di valutazione complessiva. Dordei a parte, buona è comunque la prestazione complessiva di squadra, ogni singolo ha portato il suo contributo sia in difesa che in attacco; tutto questo nonostante un avvio difficile, con la difesa ozzanese che concede molto all’attacco fisico reggiano, con Vanni che sotto canestro crea diversi grattacapi, registrando a referto 19 punti e altrettanti rimbalzi catturati.

Montecchio, come detto, tiene testa ad Ozzano nel corso del primo quarto, per parte del tempo conduce, ma i Flying trascinati da Dordei e Morara passano a condurre chiudendo a +5 la prima frazione. Nonostante una percentuale dalla lunga distanza non eccelsa, il vantaggio biancorosso si incrementa a +9 all’intervallo lungo, ma è nel terzo quarto che arriva lo strappo decisivo: Montecchio trova i primi punti dal campo solo dopo 4 minuti, la La.Co. nel  frattempo ha raggiunto le 18 lunghezze di vantaggio. Divario che risulterà incolmabile e nell’ultima frazione Ozzano amministra. Nel finale da segnalare l’esordio in categoria per il giovane Under 20 Mengoli e i primi punti in C Gold per Agriesti.

NUOVA PSA MODENA – GAETANO SCIREA BASKET 45 – 58

(11-13; 17-28; 31-41)

Modena: Riguzzi 14, Vivarelli, Pederzini 4,  Basilicò, Riccio 6, Ghedini 4, Tamagnini, Nasuti, Taddei, Guazzaloca 16, Turcato 1, Stucchi ne. All. Spettoli.

Bertinoro: Frigoli 13, Solfrizzi En., Conocchiari 1, Zoboli 1, Bergantini, Ravaioli 8, Gellera Malvolti, Del Zozzo 3, Biandolino 2, Godoli 2, Bracci 23, Solfrizzi Em. 5. All. Brighina.

Rimandato ulteriormente l’appuntamento con la vittoria per la Psa che cede in casa, nello scontro diretto, con Bertinoro.

Avvio di gara farraginoso per le due squadre: dopo sette minuti e mezzo di primo quarto il tabellone mostra un poco nobile 7-4 per la PSA, con lo Scirea ancora orfana di canestri dal campo. L’incontro assume connotati di interesse verso la fine del quarto con la tripla, a fil di sirena di Emiliano Solfrizzi, che vale il 13-11 per i romagnoli. Modena prosegue nella propria siccità offensiva, Scirea prende un po’ di margine, ma senza scappare. Bracci guida i bianconeri con 13 punti personali e, all’intervallo, il punteggio vede gli ospiti incrementare il proprio vantaggio sul +11 (17-28). La musica non cambia nel terzp quarto: Bertinoro sigla subito un 7-0 che costringe coach Spettoli al timeout dopo appena cento secondi. Bertinoro tocca il +20 sul 19-39 prima che i modenesi, tramite una reazione di orgoglio, riescano a dimezzare lo svantaggio grazie alle triple di Riccio e Riguzzi e ad un passaggio alla difesa a zona pari che sottolinea le polveri bagnate degli ospiti. Il penultimo quarto va in archivio col punteggio di 41-31 per gli ospiti. L’inizio del quarto punisce nuovamente la PSA: Ravaioli infila due triple in rapida successione che rimettono quasi 20 punti tra le squadre. Come in precedenza, è il timeout a scuotere la PSA che, in due minuti, torna al -11 di inizio periodo. La rimonta, tuttavia, non si completa e Bertinoro difende il prezioso margine sino al 45-58 finale.

ACADEMY BASKET 2014 – POL. PONTEVECCHIO 70 – 63

(23-21; 40-38; 58-48)

Fidenza: Barga, Giani 13, Morciano 14, Longoni 10, Diop 13, Tardivi 5, Baiardo 12, Della Giusta ne, Dmitrovic 3, Aldrighetti ne. All. Zanardi.

Pontevecchio: Folli 6, Parchi, De Gregori 10, Bonaiuti ne, Buriani 6, Gianninoni 2, Nanni 4, Mantovani 5, Vetere, Di Rauso 17, Minerva ne, Bergami 13. All. Carretto.

SALUS PALL. BOLOGNA – PALL. TITANO 79 – 63

(20-7; 34-26; 61-44)

Salus: Tugnoli 16, Pini 14, Stojkov 15, Amoni 9, Polverelli 8, Granata 5, Arletti, Trentin 8, Savio 2, Branzaglia 2. All. Fili.

San Marino: Silvestrini 14, Ricci 10, Grassi 8, Aglio 4, Gamberini 11, Macina 4, Sinatra 6, Calegari 6, Padovano, Felici, Fiorani, Zannoni ne. All. Foschi.

Niente da fare per i Titans a Bologna con la Salus (79-63). La truppa di Franco Foschi, ancora orfana di Zannoni (a referto in panchina solo per onor di firma), viene battuta dal talento e dall’energia dei bolognesi, al momento squadra di caratura decisamente importante. Due i momenti che hanno sostanzialmente deciso il match. I primi cinque minuti del primo periodo, con la Salus a infilare un 18-2 mortifero, e gli ultimi cinque del terzo, con Bologna a piazzare un break di 17-5 che ha chiuso di fatto l’incontro. In mezzo i Titans sono stati ottimi per larghi tratti, hanno tenuto sul filo dell’equilibrio la partita e non si sono mai arresi. Nel quarto periodo, invece, gara sostanzialmente già finita.

Flash su quello che è successo, allora. Cinque giri di lancette eccellenti, quelli della Salus dopo la palla a due. Pini sugli scudi e presto alla palestra “Deborah Alutto” il tabellone segna 18-2. I Titans però hanno orgoglio. Incerottati, ma con energia e orgoglio. Ecco che lo svantaggio, da oceanico, si fa col passare dei minuti sempre più ridotto. Rosicchiano punti su punti, Gamberini e compagni. Ci provano con determinazione. Il -13 di fine primo periodo (20-7) risente dell’inizio shock, poi è gara equilibrata, con San Marino ad arrivare anche a -6 prima di chiudere il secondo periodo sotto di 8 (34-26). Un secondo quarto di buona fattura, con cinque giocatori a segnare punti e tanto sudore lasciato sul parquet. Di ritorno dagli spogliatoi il trend sembra rimanere lo stesso, con i Titans ad avere un paio di volte addirittura la palla del -3. L’ultima, sul 44-39 per i locali al 25’. Poi la Salus viene fuori e spezza la partita in due con un finale di quarto a tutto gas. Al 30’ è 61-44 e nel quarto conclusivo San Marino non torna a distanza di tiro. Finisce 79-63.

RECUPERO

ACADEMY – LA.CO. 54 – 86

(17-15; 32-30; 45-64)

Fidenza: Barga 6, Longoni 8, Morciano 11, Giani 8, Diop 7, Dmitrovic 3, Baiardo 7, Tardivi 4, Aldrighetti, Della Giusta ne. All. Zanardi.

Ozzano: Folli 13, Masrè 7, Morara 8, Chiusolo 8, Corcelli 4, Lalanne 2, Magagnoli 13, Martini, Dordei ne, Agusto 31, Agriesti. All. Grandi.

Una splendida ripresa regala ad Ozzano la quarta vittoria in campionato su cinque partite disputate ed il terzo posto in solitaria in classifica. I Flying espugnano 86 a 54 il campo di Fidenza in un match che per i biancorossi non è stato così semplice rispetto a quanto dice il punteggio finale.

Nei primi venti minuti, infatti, Fidenza ed Ozzano giocano ad armi pari, con gli ospiti che risultano appannati in attacco, con diverse palle perse e la prima tripla di serata arrivata solo quasi alla fine del secondo quarto con Magagnoli. Nei primi venti minuti Corcelli e Morara vengono caricati di falli lasciando spazio ai compagni. Ma questa è la serata di Giovanni Agusto che disputa un match sontuoso da 31 punti, 8 rimbalzi e 4 assist per un totale di 43 di valutazione. Agusto, infatti, è colui che nel terzo quarto cambia gli equilibri del match. La difesa ozzanese diventa quasi perfetta, con Fidenza che fatica a trovare la retina. Non è così per Agusto, Chiusolo, Folli, Magagnoli e compagni che, fra contropiedi e canestri da sotto, costruiscono un parziale di 13 a 34 facendo volare i Flying fino al +19 alla terza sirena. Nell’ultimo quarto Ozzano incrementa minuto dopo minuto il vantaggio, fino ad un sonoro +32 finale.

CLASSIFICA

VSV IMOLA 12 6 6 0 456 377 +79
FIORENZUOLA 1972 12 6 6 0 496 433 +63
FLYING BALLS OZZANO 10 6 5 1 475 388 +87
GUELFO CASTELGUELFO 8 6 4 2 463 431 +32
ACADEMY FIDENZA 8 6 4 2 435 439 -4
SALUS BOLOGNA 6 5 3 2 377 337 +40
PONTEVECCHIO BOLOGNA 6 6 3 3 427 415 +12
GAETANO SCIREA BERTINORO 4 5 2 3 293 291 +2
LG COMPETITION CASTELNOVO M. 4 6 2 4 410 425 -15
BOLOGNA BASKET 2016 4 6 2 4 410 454 -44
BSL SAN LAZZARO 4 6 2 4 395 440 -45
SAN MARINO 2 6 1 5 404 465 -61
ARENA MONTECCHIO 2 6 1 5 442 507 -65
PSA MODENA 0 6 0 6 425 506 -81

SERIE C SILVER 6° Giornata

PALLACANESTRO CASTENASO – SCUOLA BASKET CAVRIAGO 81 – 77

(18-17; 31-38; 55-56)

Castenaso: Curione 12, Baraldi 4, Fornasari 3, Spinosa 14, Betti 6, Cardinali 2, Campagna 6, Quaiotto 22, Parenti 12, Nardi, Venturi ne. All. Cinti.

Cavriago: Zecchetti, Mazza 19, Fantini, D’Amore 6, Baroni 12, Pezzi 9, Lorenzani 3, Franzoni 12, Mursa ne, Bernardoni ne, Vecchi 7, Pedrazzi 9. All. Martinelli.

VIS 2008 – REBASKET 70 – 82

(22-18; 40-35; 53-56)

Vis 2008: Antoci 4, Labovic 6, Grazzi 9, Manojlovic 7, Drigo 9, Favali, Fiore 4, Gamberini 2, Mancini 15, Caselli 10, Oseliero, Tidey 4. All. Franchella.

Castelnovo Sotto: Violi, Tognato, Nunziato 2, Castagnaro 17, Defant 20, Ferrari 2, Dall’Asta, Battaglia 20, Amadio 4, Simonazzi ne, Lusetti 15. All. Casoli.

Nell’anticipo della sesta giornata, la Rebasket, dopo un primo tempo sofferto, domina nel secondo e sbanca il parquet estense.

Nei primi possessi della sfida regna l’equilibrio, Il primo vantaggio per la Vis è merito di Caselli che con le sue entrate mette in difficoltà la difesa reggiana. La reazione in casa Rebasket arriva con Defant, che con nove punti nel primo parziale, riduce lo strappo ed il primo quarto si chiude con la Vis avanti di quattro lunghezze. Il primo canestro del secondo quarto arriva con la tripla di Castagnaro, poi Battaglia con un gioco da tre punti da ai suoi, il primo vantaggio del match 24-26. La reazione della Vis non si fa attendere: è sempre il play Caselli, coadiuvato da Grazzi, a piazzare un break di 8 a 0, e Ferrara va a metà parziale avanti 32-26. Nei successivi cinque minuti, la Vis contiene il timido tentativo di rimonta della Rebasket, e va al riposo avanti 40-35. Alla ripresa della pausa lunga, Mancini con due triple risponde ai canestri di Defant e Amadio, 45-39, poi sono cinque punti consecutivi di Battaglia a dare alla formazione reggiana il -1 (45-44) a metà del terzo parziale. I reggiani, con un’entrata di Battaglia, mettono la freccia avanti (48-52). La Vis, con due canestri di fila di Drigo, risponde, ma, prima Lusetti dall’arco, poi Castagnaro con due liberi, chiudono il parziale sul punteggio di 53-56. Inizia l’ultima frazione, il match si mantiene in perfetto equilibrio, la tripla di Fiore per il vantaggio estense (61-60), ma la Rebasket aumenta intensità difensiva: Lusetti & C. recuperano rimbalzi, uno scatenato Battaglia, con 8 punti consecutivi e la tripla di Defant, danno la spallata al match, il tabellone luminoso segna 62-73 quando mancano tre minuti alla fine della partita. La Vis, però, ha sette vite, dopo il time out segna cinque punti e, a due minuti dalla sirena, arriva a -6 (67-73), ma “piovra “Lusetti chiude ogni varco difensivo e, con due contropiedi micidiali, da ai suoi una preziosa e sofferta vittoria, che permette alla Rebasket di salire, anche se momentaneamente, al primo posto in classifica.

GINNASTICA FORTITUDO – OLIMPIA CASTELLO 2010 65 – 81

(16-15; 26-43; 37-66)

S.G. Fortitudo: Zucchini 6, Pampani 4, Tosini 15, Baccilieri 15, Zinelli, Mellini, Pederzoli 11, Sgarzi 9, Bonazzi, Pesino 5. All. Solaroli.

Castel San Pietro: Fimiani 3, Bonetti 2, Dall’Osso 14, Pedini 9, Beccaletto 6, Cavina 2, Zambrini 12, Pellacani 11, Lugli 4, Laaboudi, Governatori 17, Guastamacchia 1. All. Loperfido.

DULCA CNO SANTARCANGELO – CVD BASKET CLUB 64 – 66

(20-10; 37-37; 44-56)

Santarcangelo: Cunico 12, Fusco 6, Raffaelli 9, Saponi 12, Bianchi 9, Dini 2, Giuliani 7, Fornaciari 7, Canini, Insero. All. Bernardi.

Casalecchio: Ballanti, Dawson 16, Trois 9, Masetti 2, Sighinolfi 10, Penna 2, Skocaj 4, Bertacchini, Fuzzi 14, Santilli 1, Falzetti 6, Lelli 2. All. Lanzoni.

RIVIT – BK POL. CASTELFRANCO E. 77 – 83

(22-24; 40-49; 65-58)

Grifo Imola: Turrini, Castelli, Bartoli 11, Lucchetta 16, Russu 19, Lanzoni 6, Bonetti 5, Orlando 2, Zuccherini, Sgorbati 8, Martini 2, Borgognoni 8. All. Palumbi.

Castelfranco: Ayiku 4, Tomesani 12, Coslovi, Paolucci ne, Sforza ne, Prampolini ne, Vannini 1, Del Papa 11, Righi 20, Villani 19, Frilli 7, Tedeschini 9. All. Boni.

La Grifo esce sconfitta anche dalla partita vs Castelfranco. La Rivit parte bene nel primo quarto tenendo alti i ritmi di gioco e tenendo in difesa. La Grifo non riesce però a concretizzare i primi buoni minuti e pian piano inizia a perdere solidità in difesa, permettendo alla squadra ospite di superarla nel punteggio con un Righi vero problema (15 punti nel quarto). Nel secondo quarto la Rivit continua a faticare in difesa sugli esterni ospiti mentre Castelfranco soffre la grande dinamicità dei giocatori Imolesi, con Russu in particolare a farla da padrone, soprattutto a rimbalzo offensivo, poi gli ospiti registrano la difesa e iniziano ad aprire un gap fino al +9 della sirena di metà partita. Al rientro Castelfranco parte di nuovo forte (7-0), e arriva fino al +16 dopo 2 minuti. Qui però c’è la reazione da parte della compagine imolese che alza l’intensità in difesa riuscendo a correre in contropiede ed a ottenere facili canestri piazzando un parziale monstre di 23-0. È il momento migliore per la Rivit. Nell’ultimo quarto la Rivit è in bonus dopo appena 1 minuto e mezzo e Castelfranco ne approfitta andando in lunetta con continuità sfruttando l’esperienza di Tedeschini. Anche in attacco la Grifo inizia a faticare ed alcuni canestri sbagliati uniti a cattive scelte offensive permettono il riaggancio a Castelfranco che negli ultimi 3 minuti riuscirà a ricostruire un vantaggio che le permette di gestire il finale in tranquillità.

GRUPPO VENTURI – BERNAITALIA 86 – 67

(19-16; 50-42; 62-57)

Anzola: Poluzzi 6, Bortolani 2, Bastia, Parmeggiani S. 19, Zucchini 8, Parmeggiani F., Gamberini 4, De Ruvo 16, Venturi N. 8, Venturi D., Albertini 7, Mazza 16. All. Trevisan.

Medicina: Jdidi ne, Tinti 12, Marinelli 6, Mini 13, Govi 15, Biguzzi 2, Lorenzini 3, Stagni ne, Verde 2, Rambelli 12, Seracchioli 2. All. Cavicchioli.

Vittoria meritata per Anzola anche se il divario si è allargato soltanto nel finale, quando Medicina ha pagato a caro prezzo, oltre all’assenza di Barba, l’uscita per falli del play Tinti. Per il Gruppo Venturi l’Mvp è stato Simone Parmeggiani, ma tutti hanno portato il loro mattoncino alla causa.

La cronaca: 13-3 al 4′ con cinque punti di Nicola Venturi. Era Mini a trascinare la Bernaitalia ad una parziale rimonta (19-16 al 10′). Nuovo allungo dei padroni di casa con un sontuoso De Ruvo (26-16), ma Tinti era una presenza e c’era l’aggancio a quota 32. Cinquina di De Ruvo e Anzola che andava all’intervallo con un meritato +8 (50-42). Ripresa, le percentuali al tiro calavano e gli ospiti impattavano nuovamente, a quota 54, con cinque punti di Rambelli. L’espulsione di Marinelli (antisportivo + tecnico) era dura da digerire per Medicina e, al 31′, con la tripla di Nicola Venturi, il tabellone segnava 67-57. La truppa di Cavicchioli, però, aveva la forza per rientrare a -6 (67-61), ma, col quinto fallo di Tinti e nonostante il passaggio a zona, l’energie della Bernaitalia si affievolivano, mentre il Gruppo Venturi riallungava, chiudendo i conti (79-66) con una bomba di Zucchini.

NOVA ELEVATORS PERSICETO – PALLACANESTRO MOLINELLA 52 – 62

(13-18, 29-39, 42-49)

San Giovanni in Persiceto: Acciari ne, Carpani ne, Cornale 7, Verardi 11, Baccilieri 7, Scagliarini, Papotti 14, Pasquini 9, Zappoli 2, Ferrari ne, Rusticelli 2, Almeoni. All. Berselli.

Molinella: Guazzaloca 16, Brandani 3, Spisni ne, Menna ne, Checcoli ne, Ranzolin 18, Frignani 5, Frazzoni 3, Capobianco 3, Lanzi 12, Ramini, Regazzi 2. All. Baiocchi.

PALL. NOVELLARA – CREI GRANAROLO BASKET 64 – 82

(20-18, 40-46, 53-70)

Novellara: Bertani ne, Margini 2, Pietri ne, Bagni ne, Morgotti 5, El Ibrahimi 7, Carpi 5, Ciavolella 6, Aguzzoli ne, Bartoccetti 16, Dilas 7, Astolfi 16. All. Spaggiari.

Granarolo: Salicini 8, Bianchi 10, Masetti ne, Marchi 16, Spettoli 7, Paoloni 9, Ballini 7, Bernardinello 1, Cristalli 12, Carini ne, Marega 7, Neviani 5. All. Carrera.

La Crei vince a Novellara sfoderando una prestazione magistrale al cospetto di una delle compagini più accreditate alla vittoria finale. Gli uomini di Carrera, con una prova collettiva superlativa in difesa e di grande lucidità in attacco, nel secondo tempo demoliscono le certezze dei biancorossi di casa concedendogli solo 24 punti in 20′.

La cronaca: Novellara parte forte con le sue bocche da fuoco e in 5′ è 11-6 per i padroni di casa (Astolfi 8 punti con 2/2 da tre), in quello che sarà il massimo vantaggio dei biancorossi nel match. La Crei non si scompone, continua a giocare secondo il piano partita e sul sesto punto di Bianchi assistito da Marchi passa per la prima volta in vantaggio (13-14 al 6’30”). Spaggiari dà fiato a Ciavolella e Carrera (come in una partita a scacchi tra Fischer e Spassky) toglie Bianchi per Cristalli; i reggiani riprovano a fuggire con una tripla di Carpi ma Cristalli con 4 punti consecutivi consente alla Crei di sedersi alla prima sirena con sole 2 lunghezze da recuperare (20-18). A inizio secondo quarto Dilas da tre dà di nuovo il +5 ai padroni di casa ma, come prima, con pazienza Granarolo ricuce e al 12′ Cristalli su assist di Spettoli la riporta di nuovo in vantaggio (25-26). Controsorpasso Novellara con Carpi e Dilas poi Marchi spara 2 triple consecutive inframmezzate da un libero per il tecnico a Ciavolella e nuovo vantaggio ospite (31-35 al 16’30”). Una tripla di Bartoccetti e un tap-in di Margini riportano avanti i padroni di casa, Marchi spara il suo terzo siluro e al 18′ il tabellone recita 39-41 per una partita che vale abbondantemente il prezzo del biglietto. Sul 40-41 gli arbitri sanzionano l’espulsione per proteste di un dirigente reggiano a referto: Paoloni è preciso dalla lunetta e sul possesso successivo la Crei capitalizza andando al riposo lungo con 6 punti di vantaggio (40-46). Alla ripresa del gioco una doppietta di Bianchi e un siluro di Marega spingono la Crei alla doppia cifra di vantaggio (41-53 al 23’30”); Carpi assiste Dilas ma un gioco da 3 punti a fil di sirena di capitan Paoloni dà il segnale ai suoi che è il momento di azzannare la partita: Novellara fa una gran fatica in attacco a superare il muro felsineo, ancora il duo SPETTOLI-Paoloni a segno poi Neviani e Cristalli e la Crei vola a +18 ( 49-67 al 27’30” con un parziale di 9-21 da inizio terzo periodo). Botta e risposta tra le due squadre fino alla terza sirena che le manda a sedere sul 53-70. A inizio quarto periodo un 4-0 firmato Morgotti-Astolfi riavvicina Novellara (57-70 al 32′), ma il 4° fallo di El Ibrahimi, seguito a ruota dal tecnico per proteste che lo manda definitivamente a sedere, ridà spinta a Granarolo che tocca i 20 punti di vantaggio (59-79 al 36’30”). La gara è ormai decisa e si gioca soltanto per la differenza canestri, che Marchi fissa, con il suo quarto siluro, sul 64-82 finale.

CLASSIFICA

OLIMPIA CASTEL SAN PIETRO 12 6 6 0 464 367 +97
REBASKET CASTELNUOVO 10 6 5 1 428 368 +60
GRANAROLO BASKET 10 6 5 1 428 381 +47
CVD CASALECCHIO 8 6 4 2 397 372 +25
ANZOLA 8 6 4 2 448 424 +24
NOVELLARA 8 6 4 2 460 439 +21
CASTENASO 8 6 4 2 438 427 +11
CASTELFRANCO EMILIA 6 6 3 3 457 422 +35
CNO SANTARCANGELO 6 6 3 3 427 413 +14
VIRTUS MEDICINA 6 6 3 3 457 450 +7
MOLINELLA 6 6 3 3 394 407 -13
SCUOLA BASKET CAVRIAGO 4 6 2 4 404 417 -13
VIS PERSICETO 4 6 2 4 414 451 -37
GRIFO IMOLA 0 6 0 6 422 472 -50
VIS 2008 FERRARA 0 6 0 6 355 447 -92
S.G. FORTITUDO BOLOGNA 0 6 0 6 364 500 -136

Serie D, l’Artusiana maramaldeggia e va in fuga. Girone A: la Pallavicini espugna Monte San Pietro

SERIE D/A 6° Giornata

PALLACANESTRO FULGOR – MAGIK BASKET 57 – 59

(16-15; 32-34; 50-44)

Fidenza: D’Esposito, Molinari 3, Baratta 3, Moscatelli 13, Iacomino 6, Vecchio M. 7, Montanari 15, Imeri, Parmigiani 10, Vecchio P., Poggi, Chiozza. All. Olivieri.

Parma: Bazzoni, Donadei 1, Malinverni N. 3, Bocchia 2, Malinverni L. 8, Paulig 21, Ceci 11, Caravita 2, Montagna, Diemmi 11, Berlinguer, Botti. All. Padovani.

POLISPORTIVA BIBBIANESE – P.G.S. WELCOME 81 – 70

(22-23; 41-47; 68-54)

Bibbiano: Borelli, Reni 8, Grulli 3, Ghirardini 5, Riccò 8, Giardina 2, Bartoli 12, Belli 8, Rika 10, Monticelli 13, Croci 12. All. Reverberi.

Pgs Welcome: Lamborghini 16, Baroncini F. 10, Calzolari M., Bernardini, Martelli 4, Sabbioni 4, Brunello 11, Casolaro ne, Orlandi 6, Chiapparini 9, Baroncini G. 2, Venturoli 8. All. Bulgarelli.

ATLETICO BASKET – F.FRANCIA PALL. 74 – 62

(19-22; 37-32; 52-47)

Atletico Borgo: Veronesi Gr. 3, Campanella M., Rossi 10, De Simone 18, Diop 8, Artese 4, Rosati 9, Flori 2, Savic 1, Veronese G.I. 9, Campanella E. 10, Parazza. All. Pietrantonio.

Zola Predosa: Galli 4, Perrotta 9, Gamberini 20, Zini 2, Maselli 2, Barilli Fe. 2, Masina 4, Barilli Fi. 4, Bosi 5, Bavieri 4, Romagnoli 6. All. Benini.

U.P. CALDERARA PALL. – PALL. NAZARENO 61 – 75

(8-19; 31-37; 48-59)

Calderara: Rallo 7, Leonelli 7, Cacciari 3, Soresi 9, Zocca 3, Selvi 1, Rubino 8, Turchetti 5, Serio 7, Lambertini 2, Raggi, Projetto 9. All. Venturi.

Carpi: Carretti 6, Compagnoni 5, Pivetti 6, Biello 26, Spasic 2, Cavallotti, Bonfiglioli, Saetti 1, Lavacchielli 5, Pravettoni 8, Valenti 16. All. Beltrami.

BASKET VOLTONE – ANTAL PALLAVICINI 39 – 59

(6-18; 19-27; 26-45)

Monte San Pietro: Di Stefano 3, Giacometti A., Maldini S. 4, Castaldini 4, Maldini M., Codicini 2, Ferraro 6, Giacometti J. 3, Calzini 6, Nasi 2, Magi 4, Tubertini 5. All. Torrella.

Pallavicini: Maestripieri 5, Spadellini 3, Tosiani 9, Cenesi 11, Galeotti 5, Nanni G., Benuzzi 4, Sgarzi 9, Nanni M. 9, De Martini 2, Minghetti 2, Bavieri. All. Bignotti.

VENI BASKET – POLISPORTIVA CASTELLANA 73 – 49

(20-16; 46-28; 57-40)

San Pietro in Casale: Gamberini 2, Pastore 3, Govoni A. 10, Molea 5, Ferrulli 28, Ventura 5, Mantovani 7, Ghedini 5, Ballarin ne, Montebugnoli  4, Sakho 4. All. Folchi.

Castelsangiovanni: Villa 6, Coppeta 8, Libè 8, Eccher 7, Badini 7, Baldini 2, Zermani 6, Bisagni, Mori 5, Boselli, Brandolini, Markovic. All. Fanaletti.

H4T – U.S. LA TORRE 75 – 45

(16-9; 31-15; 52-27)

Vignola: Ganugi 6, Badali 17, Camatti, Nascetti 4, Caltabiano, Barbieri A., Gamberi, Degli Angeli 4, Paladini 11, Guidotti 26, Zavatta 7, Silingardi. All. Sacchetti.

La Torre Reggio: Davoli 2, Trivelloni, Mazzi G., Schianit, Vezzosi 10, Pezzarossa 3, Mazzi F., Rivi 10, Bondioli 11, Lavaggi 2, Margaria, Orlandini 7. All. Spadicini.

CLASSIFICA

ATLETICO BOLOGNA 10 5 5 0 398 304 +94
PALLAVICINI BOLOGNA 10 6 5 1 388 324 +64
MAGIK PARMA 10 6 5 1 402 385 +17
VOLTONE ZOLA 8 5 4 1 339 304 +35
VENI SAN PIETRO IN CASALE 6 5 3 2 340 324 +16
SAMPOLESE 6 5 3 2 321 316 +5
PGS WELCOME BOLOGNA 6 6 3 3 410 419 -9
NAZARENO CARPI 4 6 2 4 434 412 +22
CALDERARA 4 5 2 3 335 330 +5
SCUOLA PALL. VIGNOLA 4 5 2 3 331 327 +4
FULGOR FIDENZA 4 6 2 4 377 381 -4
FRANCESCO FRANCIA ZOLA 4 6 2 4 388 405 -17
BIBBIANESE 4 6 2 4 391 438 -47
CASTELLANA CASTEL S.GIOVANNI 4 6 2 4 355 429 -74
LA TORRE REGGIO EMILIA 0 6 0 6 318 429 -111

SERIE D/B 6° Giornata

STEFY BASKET – SCUOLA BASKET FERRARA 75 – 70

(23-10; 36-29; 55-50)

Stefy: Pancaldi 14, Melchiorre 6, Riguzzi 4, Marzioni 7, Franceschini 19, Poli 5, Zambonelli 7, Galli 3, Grilli, Scandellari R. 2, Lamborghini, Forni 8. All. Scandellari M.

Ferrara: Ferrarini 3, Rimondi Ri., Gavagna, Bertocco 21, Rimondi Ro. 17, Bereziartua 13, Proner 4, Romagnoni 2, Vicini 2, Malaguti 8. All. Schincaglia.

SELENE BK – PARTY & SPORT 94 – 68

(24-20; 51-37; 74-52)

Sant’Agata sul Santerno: Montanari 11, Forcione, Pasquali 4, Pirazzini 23, Carlotti, Mastrilli 6, Caprara 11, Brignani 8, Baldrati 13, Camorani 8, Trerè 10. All. Lanzi.

P&S Ozzano: Gambetti 13, Garagnani 3, Sandrolini 2, Dozza, Avallone 7, Fierro 8, Zerbini 2, Lazzari 9, Passatempi, Martelli 5, Miceli 19. All. Garavini.

G.S. INTERNATIONAL BASKET – BASKET VILLAGE 58 – 71

(18-20; 28-36; 40-50)

Imola: Lucchi 16, Benghi 7, Wiltshire 4, Scagliarini 12, Ciampone 3, Dirella 10, Foronci 3, Montanari, Regazzi, Bertazzoli ne, Zaccherini ne, Ginevri 3. All. Gemelli.

BK Village Granarolo: Dalla 4, Paoloni 16, Cerulli 4, Banzi 5, Landuzzi 6, Morando 9, Poli ne, Marcheselli 6, Chittaro, Meluzzi 3, Polo 6, Nicotera 12. All. Ansaloni.

Convincente vittoria di Granarolo che espugna il campo di Imola, ancora a zero punti.

Primo quarto molto equilibrato tra le due squadre, quasi sempre avanti Granarolo, che però non riesce a contenere Lucchi in difesa, che segna 6 punti e Imola si mantiene a -2 a fine quarto, 18-20. Ad inizio secondo periodo, dopo un canestro del solito Lucchi, Granarolo impone un 13 a 0, grazie a tre realizzazioni dai tre punti, ma soprattutto a sei minuti di imbattibilità. Poi un contro-break di Imola manda a riposo le squadre sul 28-36. La terza frazione inizia con una tripla di Foronci e Imola è di nuovo -5. Nella prima metà del quarto, molti errori fanno sì che il risultato non si muovi più di tanto, finchè una tripla di Morando ed un appoggio di Paoloni riportano, al 30′, la doppia cifra di vantaggio, sul 40-50. È nel quarto periodo che Granarolo ammazza il match. Dopo un canestro del solito Lucchi, un’altra tripla di Morando e una di Paoloni portano sul +16 Granarolo, con Imola che per quanto ci provi non sembra mai poter cambiare passo e raggiungere gli ospiti. La partita si chiude sul 58-71.

IMMOBILIARE 2000 – CESENA BASKET 2005 62 – 54

(15-15; 29-26: 45-45)

Gardens: Alaimo 14, Venturi 11, Nobis 2, Florio, Pezzano, Bonesi, Sterpi 4, Pedrielli 2, Cataldo 19, Pierini 10, Puzzo, Sebastianutti ne. All. Piccolo.

Cesena: Rossi Fe. 2, Romano 5, Montalti 12, Rossi Fi. 13, Martini ne, Moscatelli 2, Cacchi, Ambrosi 6, Montaguti 6, Dell’Omo 8, Di Meglio. All. Domeniconi.

BELLARIA BASKET – STARS BASKET 68 – 52

(16-11; 36-21; 54-29)

Bellaria: Nervegna 11, Tassinari 7, De Maio 8, Forte 6, Stabile, Raffaelli 7, Casadei 3, Pellegrini 1, Benedettini 3, Clementi 4, Scarone 13, Trunic 5. All. Radulovic.

Stars: Conidi 8, Tazzara 4, Lucchetta, Guerra, Giudici 21, Paccagnella 5, Musolesi 2, Branchini 7, Passarelli 3, Benfenati, Orlando 2, Pistacchio. All. Bandiera.

ARTUSIANA BK – BASKET RICCIONE 78 – 47

(20-16; 36-28; 57-38)

Forlimpopoli: Rossi 14, Valgimigli 14, Ballistreri 8, Mariani 4, Calboli, Morabito, Serrani 10, Arfelli 5, Servadei 7, Ravaioli 16. All. Agnoletti.

Riccione: Egbutu 2, Zaghini, Mazzotti 5, Sacchetti 13, Pierucci 3, Brattoli 4, Martinucci, Ambrassa, De Martin 9, Curcio 11. All. Ferro.

CESTISTICA ARGENTA – PALL. BUDRIO 2012 96 – 71

(26-22; 50-45; 76-56)

Argenta: Alberti A., Pusinanti 3, Alberti D. 15, Cesari 17, Ardizzoni 7, Bianchi 17, Bottoni 11, Quaiotto 6, Peretti 5, Malagolini 2, Di Tizio 6, Torriglia 7. All. Panizza

Budrio 289: Cesario 5, Maccaferri 2, Tugnoli 8, Tuccillo 6, Lazzari, Zanellati 6, Zitelli 15, Curti 6, Zambon 23, Vacchi. All. Bovi.

In un Pala “Don Minzoni” gremito, la Cestistica riscatta l’inopinata eliminazione dal Trofeo Marchetti, travolge la Pallacanestro Budrio e centra il terzo successo consecutivo in campionato. Il primo parziale è all’insegna dell’equilibrio: parte meglio dai “blocchi” Argenta, a bersaglio con Quaiotto da oltre l’arco e in vernice con Ardizzoni e Torriglia per il +5 (7-2) dopo tre giri di lancette. Gli ospiti non si scompongono e prima accorciano con Zambon poi, a metà del primo quarto, impattano con una penetrazione di Zanellati (11-11).Si procede punto a punto sino alla prima sirena con Pusinanti e Di Tizio che rispondono ai piazzati di Tugnoli ; una tripla di Cesari da nuovamente sei lunghezze di margine ai biancoblu (26-20), prima che un contropiede firmi il -4 ospite (26-22) con cui inizia il secondo parziale. Bottoni è in gran spolvero, imita Zambon, artiglia rimbalzi e guida con autorità la manovra offensiva, ma i compagni non capitalizzano a dovere e Budrio rimane a contatto. Tugnoli continua a far male dalla media distanza e Zitelli nel pitturato firma il sorpasso (33-34) a cinque minuti dall’intervallo lungo. La reazione argentana porta la firma di Alberti Davide, a bersaglio dai 6,75, e Bianchi che, con due penetrazioni, firmano il nuovo +6 (40-34); Zambon ricuce, ma Cesari sale in cattedra e, su rimbalzo d’attacco, imbuca il canestro del +8 (46-38) a 1’24” dall’intervallo. E’ il momento migliore per i padroni di casa: Di Tizio dispensa stoppate e domina a rimbalzo, mentre sul fronte offensivo è Alberti Davide a firmare da oltre l’arco il +11 (49-38). Budrio sembra alle corde, ma reagisce d’orgoglio con Cesario e Zambon che, sulla sirena, sgancia la bomba del -5  (50-45) che manda in archivio il secondo quarto. Alla ripresa  del gioco una tripla di Quaiotto ed un gioco da tre punti del miglior Bianchi della stagione firmano il nuovo +9 (58-49). Zitelli va a bersaglio in vernice e tiene a galla i suoi fino a metà parziale (62-54), poi il break decisivo dei padroni di casa: Cesari, con cinque punti in fila, firma il +13 (67-54); Bianchi continua ad imperversare e, con le sue penetrazioni, dilata ulteriormente lo strappo sino al +17 (71-54) a 2’45” dalla terza sirena. Gli ospiti tentano la carta della difesa a zona, ma è nuovamente Cesari a mettere il punto esclamativo ad una prestazione sontuosa, firmando con un gioco da tre punti il +21 (75- 4) che seppellisce le speranze di recupero di Budrio.U ltimo quarto in pieno stile “garbage time” che permette a Zambon di rimpolpare la casella punti segnati e a coach Panizza di dare spazio a tutti gli effettivi a disposizione, con Peretti e ancora Di Tizio sugli scudi, sino alla sirena finale che sancisce la meritata vittoria dei padroni di casa .

CLASSIFICA

ARTUSIANA FORLIMPOPOLI 10 5 5 0 364 275 +89
ARGENTA 8 6 4 2 499 431 +68
IMMOBILIARE 2000 BOLOGNA 8 6 4 2 448 399 +49
RICCIONE 8 5 4 1 367 325 +42
BELLARIA 8 6 4 2 406 372 +34
BASKET VILLAGE GRANAROLO 8 6 4 2 427 420 +7
SELENE S. AGATA 8 6 4 2 459 452 +7
PALL. BUDRIO 289 6 6 3 3 424 435 -11
STEFY BOLOGNA 6 6 3 3 433 457 -24
STARS BOLOGNA 4 5 2 3 322 347 -25
S.B. FERRARA 4 6 2 4 367 422 -55
BASKERS FORLIMPOPOLI 2 5 1 4 316 333 -17
CESENA BASKET 2005 2 5 1 4 290 334 -44
PARTY&SPORT OZZANO 2 6 1 5 427 488 -61
INTERNATIONAL IMOLA 0 5 0 5 342 401 -59

Promozione girone D, il ruggito dei Lions. Stella-Russi, la grande sfida la vincono i riminesi

5° GIORNATA

GIRONE A

NUOVA CUPOLA – BASKETREGGIO 58 – 43

DUCALE MAGIK PARMA – GELSO 60 – 49

PLANET BASKET – WEST ROSTA NUOVA 76 – 45

VICO BASKET – CUS PARMA 50 – 54

(8-19; 26-28; 42-39)

Vico Parma: Zambelli 6, Lavega 3, Caggiati S., Iannotta 2, Quattrocchi 4, Bozzetto 5, Asta S. 5, Zucchi, Rastelli 4, Asta G. 10, Adama 4, Cristini 7. All. Caggiati M.

CUS Parma: Pattini 16, Bettera, Furia F., Belicchi, Cervi 11, Marzo 6, Maffini 5, Stonfer ne, Cornacchione 7, Schianchi ne, Tognazzi 7, Furia M. 3. All. Marcucci.

SALSOMAGGIORE CITY – S.ILARIO BASKETVOLLEY 51 – 40

ARTARREDO – IRA TENAX 70 – 57

(19-15; 37-26; 55-49)

Borgo Val di Taro: Giraud 7, Verti 7, Berni 27, Foschi ne, Leonardi 8, Gonzato 7, Baldi 10, Gasparini 2, Beccarelli, Oppo 2, All. De Martino.

Cortemaggiore: Avanzi 11, Betti 7, Di Stefano 13, Gelmini 7, Mori, Pirolo 5, Poggi 4, Righi, Stecconi, Villani 10, Zanangeli, Topalovic. All. Fiesolani.

Davanti ad una bella e calorosa cornice di pubblico, Artarredo e Cortemaggiore danno vita ad una intensa e tirata partita. I ragazzi di coach De Martino vogliono riscattare l’ultima sconfitta subita con la Ducale e scendono in campo ben determinati a conquistare i due punti contro la formazione ospite di Fiesolani giovane e ben disposta sul campo. La prima frazione di gioco vede l’Artarredo scatenata, percentuali buone, difesa attenta. Berni, Verti e Giraud infilano la retina da ogni posizione mentre Gelmini e Villani per gli ospiti faticano a tener il passo , il primo quarto vede l’Artarredo chiuderlo in vantaggio 19 a 15. Nella seconda frazione di gioco i ragazzi di De Martino allungano con uno scatenato Baldi, un attento Gonzato e un continuo Berni saranno 27 i punti per lui a fine gara. Cortemmagiore  con Belli, Villani e Avanzi cerca di arginare l’impeto valtarese ma a fatica. 37 a 26 il punteggio per i padroni di casa al riposo lungo. Coach Fiesolani negli spogliatoi cerca di riassettare i suoi e nel terzo quarto gli ospiti recuperano, il nervosismo limita in questa fase l’Artarredo che però con percentuali perfette dai tiri liberi riesce a restare agganciata a Cortemaggiore e a reggere l’urto offensivo di Di Stefano con una difesa che vede in capitan Oppo un gladiatore sotto tabellone.  Il terzo quarto si chiude con il punteggio di 55 a 49 per l’Artarredo. Ultima frazione di gioco, fuori Giraud per raggiunto limite di falli, Berni e Leonardi trascinano i padroni di casa in attacco e con una difesa a zona efficacissima e di carattere guidata da Oppo l’Artarredo chiude la gara imponendosi 70 a 57.

CLASSIFICA

Cus Parma 10; S. Ilario, Vico Basket Parma, Planet Parma 6; Virtus Pontedellolio, Basketreggio, Ira Tenax Cortemaggiore, Gelso Reggio, Valtarese, Salsomaggiore City*, Ducale Parma 4; Nuova Cupola Reggio* 2; Rosta Nuova Reggio 0.

GIRONE C

DIABLOS BASKET – ROSMARINO 75 – 55

(16-20; 44-31; 54-44)

Sant’Agata Bolognese: Franchini 9, Belosi 6, Gobbi 10, Violi 11, Aspergo 6, Borriello 2, Marzo 14, Patelli 4, Pellacani, Stanzani 2, Accorsi, Tedeschi 10. All. Serra.

Carpine: Meschiari 4, Cavallotti 6, Marchi 17, Zaccarelli, Piuca 7, Cantarelli 8, Silingardi 5, Iacono 5, Ricchetti 3. All. Lugli.

Esce sconfitta, ma a testa alta, una rimaneggiata Rosmarino dal campo ostico di Sant’Agata, dove nessuno nella scorsa stagione e anche nella attuale ha mai vinto. Carpi deve fare a meno di alcuni giocatori, ma parte subito molto forte e sorprende i padroni di casa con un parziale di 12-4. Diablos recupera e all’ultimo secondo mette una bomba di tabella che scalfisce la difesa carpigiana e da vigori ai padroni di casa che nella seconda frazione non sbagliano praticamente un tiro e creano un parziale alla rovescia e vanno alla pausa in vantaggio di 13 punti. Carpi reagisce nel terzo quarto con una buona difesa a contenere i bolognesi e riesce a rosicare qualche punticino, ma nell’ultima frazione la fatica si fa sentire e i Diablos ne approfittano allungando nel finale creando un divario che non valorizza la partita carpigiana.

NEW BASKET MIRANDOLA – MONTEVENERE 2003 A.GIORGI 62 – 64

(17-15; 25-31; 45-45)

NBM: Gabrieli 13, Baccarani 7, Duca 2, Guagliumi, Mattioli 2, Truzzi 18, Nicolini 2, Di Piazza, Taveras 9, Bardelli 3, Panin, Bega 6. All. Dotti.

Montevenere: Gironi 10, Testoni ne, Guerrato 2, Cruzat 11, Succi 4, Fiorentini 12, Palazzini 3, Cavana 5, Moretto 2, Salvi 10, Boschi 5, Lamandini. All. Orefice.

BASKET FINALE EMILIA – SBM BASKETBALL 48 – 56

(10-7; 26-27; 41-42)

Finale: Chiarabelli, Bretta, Borghi 9, Braida, Bergamini A. 3, Balboni 9, Golinelli 4, Forni, Govoni F. 4, Succi 5. All. Bregoli.

S.B. Modenese: Benati 16, Miranda 2, Ferrari 12, Ferretti 4, Corradi 2, Monari L. 2, Monari C. 3, Lanza 2, Drusiani 2, De Vitiis 2, Arzenton, Manfredini 11. All. Manna

I GIGANTI DI MODENA – NAZARENO BASKET CARPI 20/12/2017 – 21:30

Palestra Scuole Ferraris – Via Divisione Acqui 160 MODENA (MO)

LIBERTAS SAN FELICE BOLOGNA – VANINI HORIZON BK RENO 81 – 53

(24-13; 42-27; 58-39)

San Felice: Stagnoli 5, Margelli 1, Venturi 4, Fenderico 3, Balducci 2, Zanchi 12, Demetri 16, Di Marzio 13, Credi 6, Cavazza 2, Bianchini 17. All. Zanini.

Horizon: Turrini 4, Capitani, Pelliccia, Degli Esposti, Nasi 15, Serrah 9, Gobey 3, Lenzi, Spiga 5, Caverzan 7, Dawson 10, Maldini. All. Muscò.

Continua la striscia di vittorie per la Libertas San Felice, che batte anche l’Horizon in un match sempre sotto controllo fin dalle battute iniziali e permettendo così ai padroni di casa di restare primi ed imbattuti nel girone.

Già nel primo quarto i ragazzi di Zanini cercano di chiudere la pratica anzi tempo alzando la pressione difensiva e provocando palle perse avversarie tramutate in punti in campo aperto da Demetri e Di Marzio; solamente grazie alle giocate offensive di Dawson e Nasi, autori di tutti i 13 punti ospiti nel primo quarto, l’Horizon rimane aggrappato al match, ma concedendo comunque 11 punti di vantaggio alla capolista Libertas. Nel secondo quarto i padroni di casa consolidano il vantaggio, ma non riescono a dilagare perdendo al contrario fluidità in attacco e affidandosi spesso a giocate del singolo che difficilmente si concretizzano. Gli ospiti così  provano a tornare negli spogliatoi sotto la doppia cifra di svantaggio, ma il divario tecnico fra le due squadre è grande e, grazie a qualche singola giocata, soprattutto difensiva, la Libertas allunga e il primo tempo finisce con il punteggio di 42-27. Nel terzo quarto il coach ospite decide di provare il tutto per tutto affidandosi alla difesa a zona che sembra effettivamente bloccare l’attacco biancoblu, che si affida, però, alla maggiore fisicità e centimetri sotto canestro per controllare il match e non subire la rimonta avversaria. Si arriva così nell’ultima  frazione, con l’Horizon che trova alcune buone giocate con Serrah e il solito Nasi, ma ormai la Libertas è scappata e dilaga con le triple dei suoi “tiratori scelti” Bianchini e Credi, fissando il punteggio finale sull’81-53.

PALL. FORTITUDO CREVALCORE – PALL. TEAM MEDOLLA 66 – 32

(16-7; 38-22; 51-30)

Crevalcore: Cremonini 8, Guido 9, Gravinese 12, Filippetti 3, Gallerani 2, Lelli 5, Candini 11, Terzi S., Fregni 7, Morselli 7, Valente 2, Simoni. All. Gobbo.

Medolla: Galeotti 9, Maini 7, Tralli, Chiari 2, Marchetti 2, Ceretti, Cresta 5, Barbieri 4, Guarnieri 3, Poggioli. All. Ganzerli.

CLASSIFICA

Libertas San Felice Bologna 10; Diablos Sant’Agata Bolognese, Fortitudo Crevalcore 8; Medolla, Masi Casalecchio 6; New Basket Mirandola, Horizon Bologna, Montevenere Bologna 4; Carpine, Nazareno Carpi*, Finale Emilia, S.B. Modenese 2; I Giganti di Modena* 0.

GIRONE D

LIONS BASKET – NAVILE BASKET 77 – 62

(26-10; 39-20; 65-44)

Lions Cento: Chiusoli 5, Gallerani 2, Facchini 4, Guaraldi 21, Maini 9, Mestieri, Guidi 8, Bonzagni 7, Passarini 14, Ansaloni 7, Fiocchi. All. Alberghini.

Navile: Lombardo 2, Missoni 2, Castagna 11,  Di Pasquale 2, Bonvicini, Tacconi 4, Rizzi 2, Martelli 14, Piccari 5, Riccobaldi 15, Ballardini 5, Brini. All. Corticelli.

Prima sconfitta stagionale per il Navile Basket, che perde malamente a Corporeno contro i Lions, autori di una splendida partita. I biancorossi scendono in campo con un brutto atteggiamento, permettono ai padroni di casa di galvanizzarsi e stavolta non riescono a raddrizzare la gara, perdendo meritatamente.

La partita inizia con un palleggio arresto e tiro di Chiusoli, al quale replica Missoni lasciato colpevolmente libero dalla difesa locale, una delle pochissime sbavature della gara. Dopo un canestro di Maini, si capisce che non è serata per il Navile: la tripla di Martelli gira tre volte sul ferro ed esce, quelle di Ansaloni e Passarini no, anzi entrano di tabellone, per il rapido 13-6 Lions. Il Navile non riesce a trovare ritmo in attacco, si affida a soluzioni individuali immediate, che non portano alcun risultato. La difesa non tiene e i Lions continuano a martellare: tripla di Chiusoli, canestri di Guidi e Facchini, ai quali il Navile contrappone solo una bella entrata di Castagna e un canestro di Martelli. Quando Bonzagni insacca la tripla per il Navile è notte fonda: 26-10 Lions al 10’. Nonostante il giro di cambi e i vari cambi di difesa a zona, nel secondo quarto il leitmotiv della partita non cambia: Navile nervoso, incapace di sbloccarsi in attacco e sempre in ritardo in difesa: altra tripla di Guidi, due canestri in fila di Passarini, il primo canestro di Guaraldi, mentre per il Navile segnano solo Rizzi e Piccari: 35-14 Lions, massimo vantaggio della gara. Martelli e Castagna con due triple provano a suonare la carica per i biancorossi ospiti, ma non c’è niente da fare, perché Bonzagni e ancora Passarini mandano le squadre all’intervallo lungo su un eloquente 39-20 Lions. Nel terzo quarto Lorenzo Riccobaldi, con due triple consecutive, prova a riportare i propri colori sotto la doppia cifra di svantaggio, ma per i Lions si sveglia Guaraldi, che diventa inarrestabile: il numero 8 risponde colpo su colpo, con la collaborazione di Ansaloni e Passarini. Il Navile prova in tutti i modi, trovando una tripla da Ballardini, altri due canestri da Riccobaldi e 4 liberi consecutivi da Castagna, ma non è sufficiente, perché un’altra scarica di Guaraldi (7 punti e un assist al bacio per Guidi), mandano in archivio il terzo quarto sul 65-44 Lions. Con la forza della disperazione e qualche bella giocata di Tacconi e Di Pasquale, unita a una difesa un po’ più decente, il Navile riesce a tornare a -15, ma non basta per impensierire i Lions che, con il trio Guaraldi-Maini-Passarini, chiude agevolmente sul 77-62.

JOLANDINA – SPARTANS FERRARA BASKET 61 – 56

(14-17; 29-28; 47-45)

Jolanda di Savoia: Abazi 6, Bertasi 7, Martini 4, Zappaterra ne, Cavallini 16, Marani 4, Ricci 3, Gnani, Benetti 10, Villani 11, Pavanello ne. All. Buccheri.

Spartans Ferrara: Virgili 7, Fortini, Marabini 8, Merlo 4, Schiavon 2, Ciliberti ne, Pasqualin 5, Soriani 5, Baruffa, Zanolli 8, Santini 15, Barbieri 2.

PALL. LA FENICE – PROGRESSO HAPPY BASKET ’07 73 – 69

(21-24; 39-37; 55-46)

Codigoro: Grassi R. 4, Ferretti 4, Beccari 17, Cavallari, Tralli 16, Chiarabelli 4, Fogli, Buzzoni 3, Grassi F. 19, Danieli 6, Cavazzini, Fiorentini. All. Patroncini.

CastelMaggiore: Righetti 2, Tolomelli 8, Gruppioni 1, Ferri 20, Carelli Mar. 4, Giunchedi 11, Guidi 5, Asciano 1, Cocchi 7, Tinti 3, Varotto 3, Carelli Mat. 4. All. Baraldi.

L’inizio della contesa vede gli attacchi prevalere sulle difese, con gli ospiti alla continua ricerca del loro punto di riferimento Ferri, che mette a segno tutto quel che gli passa per le mani, ben coadiuvato anche dal resto del quintetto che si fa trovare pronto sui suoi scarichi, mentre i padroni di casa vanno a segno con tutto il quintetto ben guidato da capitan Beccari, che semina il panico nell’area ospite incapace di contenere le sue penetrazioni. Il primo quarto si chiude con gli ospiti in meritato vantaggio di 24 a 21, ma si intravede una Fenice capace di far male con tutti gli effettivi, cosa che nel secondo quarto è ancora più evidente quando anche le guardie di casa iniziano a colpire con grande precisione il canestro avversario e l’assenza prolungata di Ferri fa scendere la capacità realizzativa degli ospiti e consente ai ragazzi di Patroncini di chiudere la prima parte della gara in vantaggio per 39 a 37. Al rientro dal riposo, la gara si fa più intensa e gli attacchi cedono il posto alla difesa che prende il sopravvento; la partita sembra prendere il binario favorevole alla squadra di casa che trova ottimi sprazzi da Tralli, che consente alla Fenice di chiudere il terzo periodo in vantaggio per 54 a 46. L’ultima frazione è una vera partita a scacchi con i coaches di entrambi gli schieramenti intenti a modificare le difese quasi ad ogni azione e questo permette agli ospiti di rientrare in gara e addirittura a sopravanzare i padroni di casa che, però, vogliono assolutamente la loro prima vittoria e stringendo i denti riescono a trovare alcuni canestri che rimettono la gara in favore della Fenice, soprattutto una bomba di Grassi Francesco che, a gioco rotto, taglia le gambe agli ospiti. Castelmaggiore, però, grazie a 3 liberi sbagliati su 4 dei padroni di casa, ha la possibilità di giocarsi le proprie chances fin quasi sul filo della sirena, ma capitan Beccari, a suggello di una grande partita, la chiude con 2 liberi e consegna ai compagni la prima vittoria nel campionato.

METEOR – P.G.S. CORTICELLA 54 – 60

(22-19; 37-31; 48-49)

Renazzo: De Faveri, Naldi 7, Cortese 5, Poluzzi 5, Meola 1, Malagutti 6, Fini 2, Ceccon, Ramponi, Campanile 18, Gentili 7, Angelini 3. All. Ansaloni.

P.G.S. Corticella: Ritossa 6, Marcheselli, Cristiani 10, Sorghini 17, Varignana 7, Niakate 2, Natalini 9, Stojanov 5, Nannuzzi, Mengoli 3, Montedoro 1. All. Sisti.

OMEGA BASKET – POL. DIL. FARO 72 – 70

(16-23; 40-33; 51-45)

Omega: Belleri ne, Calvi 23, Bacocco 4, Zanoni, Pappalardo 23, Dal Pozzo 4, Bianchini 2, D’Andola 3, Morales 10, Kalfus, Tapia 3. All. Solaroli.

Consandolo: Pasetti 1, Baldi, Taglioli 17, Cesari 13, Beccati ne, Fuschini, Rubini 8, Tonini, Vanzini, Zanetti 4, Mortara 6, Rubbini 21. All. Bolognesi.

PEPERONCINO LIBERTAS BK – VIS BASKET 2012 71 – 60

(22-12; 45-26; 56-42)

Mascarino: Trevisan 4, Vinci 10, Bergami, Sgarzi, Tosarelli 12, Musto 2, Monari M. 4, Monari A. 7, Iannicelli 12, Brochetto D. 7, Bernardini 10, Bellodi 3. All. Brochetto L.

Vis 2012 Ferrara: Tamisari 12, Baraldi 7, Vaianella 4, Zanchetta 3, Liboni 9, Dioli 2, Krylov 2, Amadori 1, Barcaro 5, Malaguti 12. All. Campi.

La coriacea compagine estense di coach Campi, come al solito, paga dazio non solo in termini di esperienza, ma anche nel tonnellaggio a centro area e così, già nel primo quarto, il Peperoncino prende il largo sfruttando molte seconde chances e la buona vena offensiva del duo Iannicelli e Tosarelli. Vis aggrappata alla verve di Baraldi ed alle iniziative del dottor Malaguti. I signori in grigio fischiano che è un piacere e gli ospiti vanno presto in fouls trouble, così, per necessità, lo staff tecnico vissino Campi-Filieri è costretta a scegliere la classica zonaccia per cercare di contenere i danni: due bombe di Brochetto fanno presagire che questa difesa non possa per il momento portare costrutto, mentre coach Brochetto capisce che è ora di colpire l’avversario alla giugulare e ordina il pressing a tutto campo che porta frutti copiosi, addirittura tre canestri in un amen, con le retovie Vis incapaci di passare la metà campo. Alex Monari e Bernardini incrementano il paniere ed il secondo quarto vede Peperoncino volare via ad oltre venti punti di scarto, complice anche la scavigliata rimediata dal buon Baraldi. Intervallo e solita catarsi Vis: un caso freudiano evidentemente perché nel secondo tempo è un’altra squadra a scendere in campo, molto più aggressiva e convinta di potersela giocare: Tamisari sprizza sana ignoranza, Liboni torna a tratti quello dei playoff della scorsa stagione, ma è tutto il team a girare a mille, grazie anche ad una zona 1-3-1 di petersoniana memoria, molto ben sistemata: 11-16 il parziale del terzo quarto con i padroni di casa, comunque in controllo, aggrappati anche alle invenzioni di Vinci e Bernardini. La rimonta prosegue nell’ultimo parziale: l’entusiasmo Vis è evidente, ma purtroppo il cronometro gioca a favore dei bolognesi. Il vantaggio scende anche sotto la doppia cifra, ma il Peperoncino, seppur con qualche minimo affanno, fa sua la gara con pienissimo merito, soprattutto in virtù di un primo tempo da urlo. La Vis si accontenta di vincere anche l’ultimo quarto con parziale di 15-18 e deve necessariamente ripartire dalla reazione della ripresa nel proseguo del torneo.

CLASSIFICA

Navile Bologna, Argelato, Omega Bologna 8; Happy BK CastelMaggiore, Faro Consandolo, Lions Cento, Pgs Corticella Bologna 6; Peperoncino Mascarino 4; Spartans Ferrara, Meteor Renazzo, La Fenice Codigoro, Jolandina di Savoia 2; Vis 2012 Ferrara 0.

GIRONE E

FRESK’O SAN LAZZARO – GHEPARD BASKET 76 – 75

BOLOGNA AIRLINES – PALL CASTEL S.P.T. 2010 64 – 67

(11-9; 26-20; 46-39)

Airlines: Lombardo 13, Magagnoli 14, Leone 6, Pizzi 3, Tonelli 2, Chili 6, Vignudelli 2, Mentuccia 14, Consolo 4, Urzino, Paventi, Brusa. All. Munzio.

Castel S.Pietro: Tabellini 9, Farnè 2, Albertazzi 4, Fiumi 9, Manaresi 24, Conti 2, Guastamacchia 1, Vinera 13, Zuffa 1, Galloni 2. All. Morigi.

CSI SASSO MARCONI – MEDICINA BASKET 2007 48 – 81

(9-30; 19-49; 27-68)

Csi Sasso: Magnani 5, Castelluzzo 2, Davalli 6, Neri 2, Perrina 6, Ceretti 2, Rubini 2, Ceretti D. 5, Vanzini, Meluzzi 8, Borsari 2, Vinerba 8. All. Ventura.

Medicina 2007: Buresti 17, Bacci 4, Pazzaglia, Ricci 22, Magli 2, Buscaroli 1, Rimondini 13, Ventura 3, Trippa, Martelli 14, Dall’Olio 3, Soldi 2. All. Brocchi.

PALLACANESTRO PIANORO – PGS BELLARIA 55 – 69

(9-19; 24-34; 37-53)

Pallacanestro Pianoro: Naim Wadieh 4, Monari, 4, Gibiino 2, Bonazzi 6, Bianchini 8, Stefani, Grandi 1, Vaccari 10, Cairo 5, Selleri 10, Coraini 3. All. Fasone.

Pgs Bellaria: Ascari 6, Sudano 6, Gianasi 15, Ottani 5, Scarenzi 1, Murgia 4, Franzioni 2, Masi 10, Pirazzoli 6, Poluzzi 4, Proto 5, Fontana 5. All. Bertuzzi.

Terza vittoria consecutiva per i ragazzi di coach Simone Bertuzzi, che non incantano, ma portano a casa una partita non facile.

È la partita degli ex Naim e Grandi, che tuttavia non incidono come normalmente fanno nelle file di Pianoro. All’inizio subito una fiammata di Pianoro (5-0) con il baby Vaccari sugli scudi, ma il PGS Bellaria non si scompone e comincia a macinare una buona difesa lasciando solo nove punti nel primi dieci minuti ai pianoresi. Nei quarti successivi il trend non cambia e il PGS mantiene il vantaggio quasi sempre in doppia cifra e raggiunge il massimo vantaggio ad metà del quarto periodo sul 61-43. Il PGS Bellaria si distrae e a tre minuti dalla fine l’orgoglio dei pianoresi produce un 9-0 che sembra riaprire la contesa e costringe Bertuzzi al timeout, ma due bei canestri di Murgia e Gianasi (top scorer con 15 punti) chiudono definitivamente la partita.

BASKET BUDRIO – S. MAMOLO BASKET 66 – 80

(14-19; 31-38; 49-60)

Basket Budrio: Bernaroli 5, Bottazzi 6, Gualandi 4, Baldazzi 5, Fughelli 18, Generali 5, Mainardi 8, Stasi 4, Maccagnani 5, Mazzacurati 2, Mariotti 4, Bonaga. All. Simeone.

San Mamolo: Boscolo 8, Martelli, Candelaresi 7, Breusa 21, Bombardi 7, Santinelli 10, Quadri 9, Zucchini 4, Demattè 4, Morelli 10. All. Espa.

CASTIGLIONE MURRI BK – TATANKA BALONCESTO 70 – 55

(21-14; 43-30; 60-42)

Castiglione Murri: Bertini 3, Ceresa 2, Dettori 10, Donati 8, Gandolfi 7, Parchi 7, Reggiani 5, Rizzardi, Samoggia 2, Sanguettoli 9, Stefanelli, Varotto 17. All. Bonfiglioli.

Tatanka Baloncesto Imola: Giovannini 6, Salvatore 2, Pederzoli 12, Pirazzoli 1, Midulla 11, La Ferla 4, Strada 4, Franceschelli 7, Simoni 7. All. Sciuto.

CLASSIFICA

Medicina 2007, Castel San Pietro 8; Giallonero Imola, Pgs Bellaria Bologna*, San Mamolo Bologna, Castiglione Murri Bologna, Fresk’o San Lazzaro 6; Bologna Airlines** 4; Pianoro*, Ghepard Bologna* 2; Tatanka Imola*, CSI Sasso Marconi, BK Budrio 0.

GIRONE F

AICS JUNIOR BASKET FORLI’ – FAENZA BASKET PROJECT 62 – 85

(12-13; 37-29; 52-56)

Aics Forlì: Naldi 2, Zanotti ne, Monday 2, Criveto 2, Ragazzi 11, Bessan, Ruffilli 6, Galeotti 6, Baraldi 23, Tomidei ne, Fossi 10, Alberti. All. Laghi,

Faenza Project: Troni 13, Santo 24, Grandolfi 13, Dal Monte 2, Catani 8, Pantani 2, Polloni, Morsiani 21, Biancoli 2, Fabbri ne. All. Alfieri.

INSEGNARE BK RIMINI – MORCIANO EAGLES 59 – 62

(16-16; 30-33; 50-44)

I.B. Rimini: Insero 9, Magnani, Alfarano 5, Gozi 8, Sansone 2, Semprucci 1, Mussoni, Zaghini 17, Bronzetti, Santoni 17. All. Badioli.

Morciano: Guastafierro 1, Masia, Palazzi 16, Cotti 5, Chistè 11, Norman, Di Sciullo 12, Bigini 5, Bacchini 12, Rossi. All. Villa.

VILLANOVA BASKET TIGERS – MASSA BASKET 2010 67 – 46

(21-22; 34-34; 51-44)

Villanova: Serpieri 16, Guiducci 6, Rossi M. ne, Buo 4, Bronzetti 7, Panzeri 8, Malagrida ne, Bollini 5, Toni 3, Saccani 14, Rossi A. 2, Guiducci 2. All. Podeschi.

MassaLombarda: Berardi L. 17, Marosi, Guardigli 2, Asioli M. 7, Pinardi 10, Asioli G.M., Valenti ne, Pongolini 1, Ugulini, Poniatowski, Bertini M. 2, Kolaj 7. All. Bertini L.

BASKET A. GARDINI 2001 – LA FIORITA BASKET 2011 62 – 76

(22-13; 35-35; 48-49)

Fusignano: Bucchi 3, Montanari 26, Lugaresi ne, Miglioli 1, Scardovi 14, Vecchi 6, Zanzi 2, Berardinelli 4, Nigro, Mazzotti ne, Kibir 2, Maestri 4. All. Ortasi.

La Fiorita San Marino: Liberti Leo. 5, Galeotti 4, Zanotti E. 20, Papini 8, Giancecchi 9, Barisic 4, Liberti Lo. 13, Bollini 13, Zanotti M. All. Liberti Lu.

POL. STELLA – BASKET CLUB RUSSI 61 – 60

(14-13; 32-31; 41-41)

Stella Rimini: Amadori 11, Verni, Naccari 10, Bomba 13, De Martino ne, Accardo 13, Distante 2, Del Turco 10, Quartulli 2. All. Casoli.

Russi: Fabbri 9, Grazzi 2, Bramante 3, Samori’ 6, Laghi 6, Montanari 5, Porcellini 13, Stefanelli 2, Venturini 6, Balzani, Rosti 6, Spiriti 2. All. Tesei.

BASKET 2000 SAN MARINO – CRAL E. MATTEI 45 – 57

(9-16; 18-27; 28-46)

BK 2000 San Marino: Berardi 15, De Biagi 4, Stefanelli, Giannotti 5, Borello 8, Bombini 3, Gambi 4, Guerra 3, Vio, Gambuti 3, Falconi. All. Rossini.

Spem Ravenna: Gigante, Piani 8, Tocchi 5, Cirillo 10, Bigazzi 4, Fabbri, Presicce 5, Vistoli 7, Bellanti 3, Morigi 4, Zannini 7, Bergamaschi 4. All. Casciello.

CLASSIFICA

Stella Rimini 10; Tigers Vilanova 8; BK 2000 San Marino, Russi, Faenza Project, La Fiorita San Marino* 6; Aics Forlì, Spem Mattei Ravenna*, Eagles Morciano 4; I.B. Rimini, Gardini Fusignano 2; Massa 0.

Virtus Bologna, week end in altalena: vincono gli Under 18, perdono gli U20 e gli U16

UNDER 20/B 6° Giornata

SALUS PALL. – JUNIOR BASKET 67 – 57

(13-17; 35-25; 44-38)

Salus: Filippini, Conidi 9, Branzaglia 8, Zambonelli 5, Casarini 2, Gebbia, Paciello 3, Solmi 9, Caffagna, Simoni 23, Tubertini 5, Venturi 3. All. Ansaloni.

Ravenna: Mazzesi 11, Montigiani 2, Cinti 21, Martelli 3, Donati 1, Di Meglio 1, Dell’Omo 10, Mazzini 6, Carpi 2, Montalti. All. Taccetti.

ASSIGECO POL. PIACENZA CLUB – BAKERY PALL. PIACENTINA 74 – 57

(15-9; 29-24; 56-44)

Piacenza BC: Diouf 11, Scekic 9, Pari, Tasso ne, Montanari 10, Migliorini 8, Peviani 4, Seye 12, Zucchi 3, Perotti ne, Oriti 17. All. Mambretti.

Piacentina: Baldini 4, Libè 16, Dmitrovic, Villa 6, Bracchi 5, Elagbani, Orlandi ne, Maresca 6, Guaccio 15, Zermani 5. All. Casella.

PALL. LISSONE – CASSA DI RISPARMIO FORTITUDO103 68 – 65

(18-13; 33-26; 55-48)

Lissone: Saccardi, Mornati 3, Riva ne, Gatti 14, Morse 17, Morandi 8, Mladjenovic 7, Tremolada 2, Ferraresi, Semplici 11, Fortunati 4. All. Mazzali.

Fortitudo103: Mandini 9, Murabito 17, Montanari 10, Boniciolli 6, Muzzi 4, Baccilieri 5, De Denaro, Mazzotti 2, Youbi 5, Vietri 7, Zucchini. All. Comuzzo.

TEAM ABC CANTU’ – VIRTUS PALL. BOLOGNA 81 – 77

(19-18, 41-30, 58-57)

Cantù: Tremolada 17, Massenzana, Chinellato 16, Olgiati 6, Bet 8, Tartamella, Terraneo, Cucchiaro 2, Gatti 2, Borsari 2, Molteni 24, Ruzzon 4. All. Visciglia.

Virtus: Nicoli, Gianninoni 9, Petrovic 11, Nanni, Rubbini 29, Rossi 9, Jurkatamm 2, Berti 6, Oyeh 4, Chessari 7. All Vecchi.

CLASSIFICA

Virtus Bologna, Cantù 10; Piacenza BC 8; Piacentina, Salus Bologna 6; Lissone 4; Junior Ravenna, Fortitudo Academy Bologna 2.

UNDER 18 6° Giornata

B.S.L. – CASSA DI RISPARMIO FORTITUDO103 68 – 90

(25-19; 37-48; 53-73)

San Lazzaro: Naldi 4, Perini 19, Tepedino, Paratore 12, Serra 7, Rosa, Scapinelli 5, Corradini 12, Tobia 5, Pistillo 2, Botti 2, Zuppiroli. All. Bettazzi.

Academy 103: Cappelli 12, Youbi 14, Muzzi 14, Zanetti 7, Ranieri 10, Balducci, Franco 7, Barattini 15, Mazzocchia, Giannasi 11, Cinti, Laghetti. All. Lolli.

VIRTUS PALL. – GRISSIN BON PALL. 85 – 68

(22-11; 54-27; 67-52)

Virtus: Nicoli 10, Deri 15, Giuliani, Salsini, Nanni 6, Jurkatamm 25, Bianchini, Venturoli 7, Camara 10, Bertuzzi 1, Oyeh 6, Chessari 5. All. Vecchi.

Reggiana: Soviero 6, Pelliciari 11, Valenti 4, Diouf, Tchewa 16, Giannini 6, Porfilio 1, Castagnetti, Sow 2, Bertolini, Zampogna 7, Cipolla 15. All. Menozzi.

POL. PONTEVECCHIO – VIS 2008 42 – 72

(12-17; 23-39; 33-63)

Pontevecchio:Sassoni 3, Giorgi, Conti 4, Folli 12, Lorusso 2, Secchi 7, Boni 4, Minerva, Bartolini 6, Tomsa, Zanetti 4, Barbato. All. Carretto.

Vis Ferrara: Branchini, Salvardi 13, Labovic, Ghirelli, Antoci 12, Castaldini 2, Biolcati 4, Natali 15, Favali 11, Tedeschi 2, Manojlovic 13, Zanirato. All. Franchella.

G.S. INTERNATIONAL BASKET – BASKET RIMINI CRABS 69 – 82

(15-19; 36-37; 51-67)

Imola: Spinosa 2, Malverdi 6, Calabrese 20, Zaccherini ne, Ricci Lucchi 3, Bisi, Wiltshire 17, Sentimenti 2, Bollati, Poli 7, Ravaglia 12. All. Dalpozzo.

Rimini: Rinaldi 2, Trunic 23, Veroni 2, Del Fabbro 2, Onfernini 2, Zambianchi, Tongue Zuko 10, Iannello 5, Mladenov 20, Puzalkov, Berni 11, Giorgi 5. All. Casoli.

Uno sciagurato terzo quarto costringe ancora alla sconfitta l’International in quella che fin qui è stata, nel complesso, la migliore partita espressa dai ragazzi di coach Dalpozzo. S’inizia con i Crabs che prendono subito un paio di possessi di vantaggio, ma che non scappano come fatto da tutte le avversarie incontrate fin qui, perché i biancorossi locali hanno voglia di lottare in difesa. Al nono il canestro di Sentimenti sancisce la parità a quota 14, prima di uno 0-5 ospite che chiude il quarto. Quattro di fila di un ottimo da entrambi i lati del campo Calabrese fanno mettere la testa avanti all’International (22-21 dopo tre e mezzo del secondo periodo). Poi uno scatenato Ravaglia porta i suoi al massimo vantaggio (30-24). Due contropiedi riminesi riportano le squadre a contatto e al settimo la parità è di nuovo perfetta (32-32). Ma è il rientro dagli spogliatoi il momento no dell’International, trenta punti subiti senza un briciolo di reazione, con una difesa improvvisamente molle, non giustificata dal maggior numero di falli fischiati e dal conseguente “timore” della panchina anticipata che può aver condizionato mentalmente alcuni ragazzi. Di conseguenza anche l’attacco ne risente e i giochi non riescono più con sonora arrabbiatura del coach e pesanti danni alla lavagnetta degli schemi. Nell’ultimo periodo i Crabs controllano l’ultima sfuriata di Imola, che ritorna per un attimo sotto la doppia cifra (60-68 a sei minuti dal termine), prima che un antisportivo e un tecnico alla panchina (per un presunto fallo volontario di Mladenov non fischiato) contribuiscano a chiudere definitivamente il conto. Oltre ai citati Calabrese e Ravaglia, molto positivo Wiltshire per tutto l’arco dell’incontro e l’esperimento del doppio play con Malverdi e Spinosa assieme in campo.

CLASSIFICA

Virtus Bologna 12; Reggiana, Fortitudo Academy, Vis 2008 Ferrara 8; Crabs Rimini 6; Pontevecchio Bologna 4; Bsl San Lazzaro 2; International Imola, Salus Bologna 0.

UNDER 16 5° Giornata

VIRTUS PALL. BOLOGNA – VIS 2008 80 – 95

(27-24; 43-54; 53-79)

Virtus: Guastamacchia 16, Nobili 10, Alberti 8, Tintori 12, Orsi 6, Lolli 9, Peterson 10, Solaroli, Ruffini 4, Martini 2, Tinti, Frascari 3. All Consolini.

VIS Ferrara: Branchini 30, Volpato 2, Grisanti 1, Mica 2, Bogliardi 24, Franchella, Fabbri 2, Chieregatti 2, Caloia 26, Accorsi, Lullo 7, Salvi. All. Santi.

La gara inizia ed è subito chiaro che il ritmo in campo sarà altissimo. La Vis risponde colpo su colpo alla Virtus, che prova a scappare a metà primo quarto. La solita grande caparbietà difensiva permette agli estensi di rimanere a contatto e non pagare troppo il gap fisico. Il primo quarto si chiude con i felsinei sul +3. La gara è giocata a viso aperto da entrambe le squadre, ma è la Vis che nel secondo quarto mette la freccia e prova a scappare. La Virtus in difesa fa fatica ad accoppiarsi con gli esterni estensi. Il break ferrarese è fatto di aggressività e scelte lucide in attacco. Con qualche distrazione in meno il risultato poteva essere diverso e Ferrara poteva chiudere con vantaggio maggiore, ma si va al riposo sul punteggio di 43 a 54 per gli ospiti. La ripresa è ancora tutta di marca ospite: la Virtus non riesce a trovare la medicina giusta per arginare una straripante Vis, che gioca bene in attacco, ma soprattutto impedisce di far fare alla Virtus qualsiasi scelta facile in attacco. Per i padroni di casa i punti segnati nel terzo quarto sono solo dieci. La Vis tocca il massimo vantaggio ad inizio ultimo periodo sul 56 a 83. Da qua in poi qualche cosa si inceppa nei meccanismi ferraresi, la Virtus prende fiducia e rosicchia punto su punto fino ad arrivare al -9 ad un minuto dalla fine. Poi, due bombe consecutive, permettono alla Vis di vincere e di rimanere l’unica squadra imbattuta del campionato.

B.S.L. – ONETEAM BASKET 52 – 92

(8-28; 14-49; 30-70)

San Lazzaro: Gilioli 2, Chebbi 6, Palma 8, Ghedini 5, Manzali 3, Vernoni, Flocco ne, Domenichelli 18, Cernera, Negroni 5, Meluzzi, Betti 5. All. Sanguettoli.

Forlì: Zambianchi 10, Mistral 2, Creta 1, Torelli 15, Adamo 6, Ciadini 8, Prandini 2, Landi 2, Flan 19, Rinaldini 2, Squarcia 5, Fabiani 20. All. Barbara.

ASSIGECO POL. PIACENZA CLUB – CA.RI.RA. FORTITUDO103 59 – 56

POL. PONTEVECCHIO – GRISSIN BON 50 – 52

(10-12; 23-27; 42-45)

Pontevecchio: Torresi 2, Bonzi 6, D’Agata 3, Casanova 2, Collina 5, Succi 10, Trepiccione, Neri, Degli Esposti 13, Vitale, Antonetti 2, Lambertini 7. All. Gessi.

Reggiana: Saccone 7, Taddei, Piccinini 11, Simonazzi 8, Riccò 4, Besozzi 2, Maddaloni 4, Lusvarghi 5, Benevelli 2, Foroni, Sinisi 9. All. Mastellari.

STUDIO MONTEEVCCHI – PALL. TITANO 73 – 68

(25-17; 40-34; 55-53)

International Imola: Fazzi 5, Cassarino, Di Antonio 10, Poloni 6, Bedronici, Baroncini, Franzoni 16, Mendez 7, Bertini 3, Bosio, Marangoni 5, Fussi 21. All. Tumidei.

San Marino Villa Verucchio: Fabbri 5, Forlani ne, Grassi ne, Pasolini, Palmieri 27, Rossi 2, Zafferani 2, Buo 19, Della Pasqua 2, Dappozzo 7, Fabbri 4, Esposito ne. All. Padovano.

CLASSIFICA

Vis 2008 Ferrara 10; Oneteam Forlì 8; International Imola*, Virtus Bologna 6; Fortitudo Academy Bologna*, Piacenza BC, Reggiana 4; Titano San Marino Verucchio, Bsl San Lazzaro, Pontevecchio Bologna 2; Crabs Rimini 0.

UNDER 15 5° Giornata

INSEGNARE BK RIMINI – VIS 2008 74 – 55

(21-9; 44-26; 62-36)

I.B. Rimini: Mulazzani 2, Ricci 9, Betti, Nuvoli 2, Mazzocchi, Magnani 9, Mancini 2, Faneschi 2, Angelini 2, Rossi 2, Zanotti 14, Scarponi 30.  All. Carasso.

Vis 2008: Dalpozzo 9, Cristofori, Menegatti 10, Ricci Galliera 10, Giugli 2, Checchi 4, Bergamini, Gavioli 3, Mica 14, Sfarzi 3.  All. Campazzi.

B.S.L. SAN LAZZARO – ONETEAM BASKET FORLI 22/11/2017 – 15:20

Palestra Rodriguez – Via Repubblica 2 SAN LAZZARO DI SAVENA (BO)

SPORT JUNIOR 2000 – VIRTUS PALL. BOLOGNA 09/11/2017 – 20:50

Palestra Furla – Via San Felice 103 BOLOGNA (BO)

POL. PONTEVECCHIO – CASSA DI RISPARMIO FORTITUDO103 72 – 83

(22-25; 44-45; 62-71)

Pontevecchio: Costantini 8, Calabri, Caselli, Lusignani 6, Degli Esposti 15, Spiga 9, Finessi, Malaguti 10, Premoli, Trepiccione 12, Neri 10, Vitale 2. All. Gessi.

Fortitudo 103 Academy: Belviso 22, Biasco 14, Baraldo 15, Dall’Olio 7, Mazzocchia 11, Pennacchia 2, Maccagnani, Webber 2, Lombardo, Basso, Ferri 10, Guidi. All. Fantasia

Bella vittoria per la Fortitudo sul campo della Pontevecchio. Biancoblu che partono molto bene nei primi minuti soprattutto in attacco sfruttando il vantaggio fisico nei confronti degli avversari e chiudono così il primo quarto avanti di 3 (22-25). Nel secondo quarto la Pontevecchio risponde colpo su colpo, ma la gli ospiti sono bravi a resistere e a tenere ancora un punto di vantaggio (44-45). È poi ad inizio secondo tempo che la Fortitudo riesce a prendere definitivamente il controllo del match, l’attacco continua a segnare e la difesa finalmente riesce ad essere più efficace, con il punteggio a fine quarto che dice +9 (62-71). Negli ultimi dieci minuti i biancoblu sono molto bravi a tenere in difesa, non concedendo più nulla ai padroni di casa, con il vantaggio che arriva a toccare anche le sedici lunghezze, mettendo così al sicuro la partita, che si chiude sul 72-83.

CLASSIFICA

Oneteam Forlì, International Imola, BSL San Lazzaro, I.B. Rimini 6; Fortitudo 103 4; Virtus Bologna, Vis 2008 Ferrara, Reggiana, Pontevecchio Bologna 2; Sport Junior 2000 Bologna 0.

Serie B, Cento domina ad Olginate, i derby vanno a Raggisolaris e Tigers

SERIE B/B 6° Giornata

GORDON – BALTUR 53 – 86

(18-17, 11-20, 17-21, 7-28)

Olginate: Tagliabue 17 (5/5, 1/3), Colnago 12 (2/6, 2/7), Planezio 11 (2/2, 1/9), Todeschini 6 (3/4, 0/1), Marinò 4 (0/1, 1/1), Bassani 3 (1/2), Siberna (0/2, 0/3), Seck (0/3), Rota (0/2), Moretti (0/1), Maver, Bonfanti. All. Galli.

Benedetto Cento: Vico 28 (6/12, 4/9), D’Alessandro 15 (2/4, 3/6), Rizzitiello 8 (1/5, 2/7), Ba 8 (4/6), Piunti 7 (1/1), Chiera 7 (2/3, 1/4), Mastrangelo 5 (1/1, 1/1), Govoni 4 (2/2), Cantone 2 (0/2, 0/2), Pasqualin 2 (0/1, 0/2), Graziani. All. Benedetto.

A Olginate la Baltur coglie la sesta vittoria consecutiva grazie a una importante prova di forza del collettivo, per il quale manda a bersaglio ben dieci degli undici atleti in rotazione, e consolida la sua leadership in campionato, alla vigilia dello scontro diretto con quella Pallacanestro Crema che la segue in classifica ad appena due lunghezze. I biancorossi si presentano in provincia di Lecco senza Benfatto, che alza bandiera bianca al termine dell’allenamento della mattina per i postumi dell’infortunio rimediato domenica scorsa contro Lugo. Alla palla a due Galli propone il suo quintetto base, mentre Benedetto si affida a Cantone, Vico, D’Alessandro, Rizzitiello e Piunti. A poco più di due minuti dall’inizio, il piano partita della Baltur si complica per il terzo fallo personale di Piunti, che torna in panchina sul punteggio di 6-0 per i padroni di casa. Poco più tardi la Gordon allunga sul +7 (12-5), ma un parziale di 0-10, costruito da Vico e Rizzitiello, consente agli ospiti di sorpassare (12-15) e costringere la panchina olginatese alla sospensione. In uscita dal time-out, due canestri dall’arco di Colnago permettono a Olginate di chiudere il vantaggio la prima frazione, ma in quella successiva Cento torna avanti grazie ai canestri, l’energia e i rimbalzi di Ba e D’Alessandro, capitano in contumacia Benfatto, coi quali scappa a +9 (24-33). A campi invertiti la Baltur riprende il gioco con entrambi i suoi lunghi di ruolo gravati di tre personali e la Gordon ne approfitta per riportarsi subito a -6, ma Vico si carica la squadra sulle spalle e, con 12 punti consecutivi, ricaccia indietro gli avversari (38-49). Il ritorno in campo di Piunti precede di pochi secondi il suo quarto fallo ma non cambia l’inerzia della gara. D’Alessandro e Cantone confezionano il +14 (42-56) e il quarto periodo è un vero e proprio monologo degli emiliani, che lasciano i padroni di casa a quota 46 per poco meno di 6 minuti, ipotecando l’ennesimo referto rosa. Nel finale D’Alessandro lascia il campo per un infortunio alla caviglia destra la cui entità sarà valutata nelle prossime ore, mentre Govoni e Mastrangelo bagnano il loro esordio stagionale con due canestri a testa, che valgono il +33 col quale si conclude la partita.

BMR – TIGERS 70 – 77

(15-16; 31-32; 55-45)

Basket 2000 Scandiano: Malagutti 11, Verrigni 2, Fontanili ne, Bertolini 10, Farioli 7, Degli Esposti Castori, Dias ne, Motta 13, Pugi 18, Germani 9. All. Tinti.

Tigers Forlì: Zani, Papa 14, Carpanzano 18, Battisti 9, Cicchetti 4, De Fabriitis 13, Villani ne, Rossi ne, Sacchettini 6, Pambianco ne, Agatensi 13, Puntolini ne. All. Di Lorenzo.

Sconfitta interna per la Bmr, che cade al PalaRegnani nel turno infrasettimanale contro i Tigers Forlì. Dopo aver chiuso in doppia cifra di vantaggio il terzo quarto, la squadra di Tinti cade nella frazione conclusiva sotto le bombe dei romagnoli, alle quali non riesce a replicare.

Il primo quarto vive sul filo dell’equilibrio: i Tigers mantengono il vantaggio toccando al massimo il +4 grazie al vantaggio preso a rimbalzo (11-7, di cui 5 offensivi); i padroni di casa sono glaciali dalla linea della carità (7/7) e compensano così lo 0/4 dalla lunga distanza. Nella seconda frazione i locali passano in vantaggio coi canestri di Malagutti prima e Bertolini poi, ma dall’altra parte sono Carpanzano e Cicchetti, quest’ultimo autore di due canestri prima dell’intervallo, a fissare il 31-32 di metà gara. Nella ripresa Pugi è il primo giocatore a varcare la doppia cifra col canestro del 37-34, poi è lo stesso numero 13 bianco-rosso-blu a piazzare la tripla del 40-36, seguita da quella di Malagutti che costringe il coach ospite Di Lorenzo al time out sul 43-36. Forlì rientra subito, con un contro parziale di 0-7, ma l’eterno Farioli si carica i compagni sulle spalle con 5 punti consecutivi, poi Motta e un’altra conclusione pesante di Malagutti valgono il 55-45 del 30’. Nel quarto periodo capitan Germani firma il +13 con un gioco da 3 punti, ma Carpanzano, Agatensi e De Fabritiis riaprono la contesa con tre conclusioni dai 6,75 che valgono il 61-58 a pochi secondi dal 35’; Papa, dalla lunetta, piazza il sorpasso poi è Carpanzano, ancora dalla lunga distanza, ad allungare a 3’ dalla sirena, imitato poco dopo da Agatensi. Nel finale la Bmr ricorre al fallo sistematico per provare ad accorciare il gap, riuscendo solo parzialmente.

LISSONE INTERNI – BAKERY 60 – 70

(17-20; 27-41; 39-59)

Bernareggio: D’Ambrosio, Ruiu 14, Vignoli 5, Vecerina 11, Bossola 9, Restelli 5, De Bettin 7, Monina 3, Tomba ne, Pastori 4, Giardini, Baldini 2. All. Cardani.

Piacenza: Bracchi ne, Rombaldoni 14, Stanic 5, Bruno 5, Perego 22, Guerra, Pederzini 14, Maresca, Guaccio 5, Birindelli 5, Libè. All. Coppeta.

Quarta vittoria filata per la Bakery, che batte Bernareggio e da continuità alla propria classifica ed al proprio secondo posto. La truppa di Coppeta domina i primi tre periodi arrivando a mettere venti punti di vantaggio tra sé e i locali, salvo poi cedere qualcosa negli ultimi 10’ e vincere con sole dieci lunghezze.

Partono forte i biancorossi, soprattutto offensivamente con i due “Ricky” Perego e Pederzini letteralmente scatenati (5 & 4) che portano il primo vantaggio sul 6-11, al 7’ di gioco. Bernareggio, nonostante la giovane età, tiene testa e con De Bettin in regia e Ruiu (7) a concludere e fa terminare il primo parziale sul 17-20. Alla ripresa del gioco la Bakery, con l’innesto di Santiago Brun,o trova grande solidità difensiva. I biancorossi alzano il ritmo nella “propria” metà campo e sfruttano la combo Birindelli (4 assist) e Perego (16 pts a metà partita) per mettere il primo +10. In più al 17’ la strana coppia formata Rombaldoni e Guaccio fa la voce grossa in attacco per il +14 del 20’. Nei terzi 10’ è Rombaldoni show. La Bakery consolida il vantaggio e allunga ancor di più. Il capitano ruba tre palloni di pura astuzia e con quelli partono altrettanti contropiedi e canestri. Bernareggio non trova più la via del ferro, e la forbice si allarga ancor di più (+20) con 3 biancorossi in doppia cifra. Nel quarto decisivo, Bernareg gio sfrutta un calo complessivo di tutta Piacenza e con grandiose percentuali da 3 di Vecerina e Vignoli inizia a ricucire punti su punti fino al -7 del 37’. Nel momento migliore dei locali, la Bakery riesce a domare il ritmo della partita e a condurre in acqua sicure il 60-70 finale.

PALL. AURORA DESIO 94 – ISEO SERRATURE COSTA VOLPINO 58 – 45

VIRTUS BASKET PADOVA – TRAMAROSSA VICENZA 90 – 71

ORVA – BASKET LECCO 71 – 96

(23-17; 40-42; 55-62)

Lugo: Tynsley 15, Campori, Galassi 11, Seravalli 8, Filippini 7, Moretti 11, Stanzani 3, Rubbini 8, Collina, Thiam, Gatto 8, Valentini ne. All. Galetti.

Lecco: Vitelli, Fabi 7, Morgillo 8, Riva 11, Balanzoni 9, Garota, Quartieri 34, Spera 7, Cacace 8, Albenga, Maccaferri 12. All. Meneguzzo.

GREEN BASKET 99 – PALLACANESTRO CREMA 61 – 88

REKICO – NTS INFORMATICA 91 – 59

(29-13; 61-28; 77-45)

Faenza: Aromando 2, Samorì 3, Perin 13, Silimbani 8, Benedetti 5, Venucci 20, Iattoni 12, Pagani 6, Milosevic 3, Chiappelli 11, Brighi 6, Neri. All. Regazzi.

Rimini: Galassi ne, Signorini 11, Altavilla, Toniato 4, Tartaglia 3, Myers 7, Busetto 10, Sipala 2, Tiberti 10, Fiusco 2, Moffa, Foiera 10. All. Maghelli.

Una Rekico perfetta si aggiudica il derby con i Crabs Rimini 91-59, giocando una partita da applausi. La voglia di vincere e di mantenere inviolato il PalaCattani fanno la differenza, esaltando i tanti tifosi sugli spalti che hanno creato la migliore cornice per questa sfida molto sentita. Giornata da ricordare per Milosevic e soprattutto per Samorì, autori dei loro primi punti in serie B: entrambi hanno segnato un tiro da tre.

Già dall’avvio di gara, la Rekico mette le cose in chiaro volando dopo cinque minuti sul 13-4 grazie al gioco in transizione e ad una difesa perfetta, che ruba ogni pallone agli avversari. Rimini infatti non riesce a trovare il modo per penetrare nelle maglie difensive faentine e dopo sette punti consecutivi di Myers (13-7), non riesce più a segnare. La Rekico invece continua a giocare a ritmi altissimi e ad esaltare ogni suo singolo giocatore: il punteggio di 29-13 di fine primo quarto è infatti piuttosto emblematico. Coach Regazzi capisce che la sua squadra è in giornata positiva e ruota tutti i suoi uomini, non trovando differenze di rendimento tra quintetto titolare e panchina. Il 61-28 dell’intervallo è la fotografia di un match a senso unico, che Faenza sta dominando grazie anche alle alte percentuali offensive. I Crabs hanno un sussulto al rientro in campo piazzando un break di 12-0 e approfittando delle polveri bagnate dei faentini, a secco nei primi sei minuti, ma quando Perin toglie le ragnatele del canestro, la Rekico ritorna a volare e al 30’ è avanti 77-45. La terza vittoria casalinga in altrettante gare è ormai in cassaforte e così l’ultimo quarto diventa una passerella per tutti, con il PalaCattani che applaude a lungo i suoi eroi, autori di una prestazione da incorniciare.

CLASSIFICA

P G V P
Baltur Cento 12 6 6 0 100.0
Pallacanestro Crema 10 6 5 1 83.3
Bakery Piacenza 10 6 5 1 83.3
Virtus Padova 8 6 4 2 66.7
Tigers Forlì 8 6 4 2 66.7
Gimar Basket Lecco 8 6 4 2 66.7
Tramarossa Vicenza 6 6 3 3 50.0
Rekico Faenza 6 6 3 3 50.0
NTS Informatica Rimini 6 6 3 3 50.0
Gordon Nuova Pall. Olginate 6 6 3 3 50.0
Orva Lugo 4 6 2 4 33.3
Lissone Interni Bernareggio 4 6 2 4 33.3
Bmr Basket 2000 Reggio Emilia 2 6 1 5 16.7
Pallacanestro Aurora Desio 2 6 1 5 16.7
Iseo Serrature Costa Volpino 2 6 1 5 16.7
Green Basket Palermo 2 6 1 5 16.7

Serie B, la Bakery non sbaglia contro la Rekico. Baltur, cinquina e si conferma in vetta

SERIE B/B 5° Giornata

BALTUR – ORVA 77 – 65

(16-26; 35-37; 60-50)

Benedetto Cento: Piunti 15 (6/10, 0/1), Rizzitiello 15 (6/8, 1/5), Benfatto 12 (4/8), Chiera 10 (1/6, 2/5), D’Alessandro 7 (2/5, 1/5), Pasqualin 7 (0/2, 1/1), Cantone 6 (2/2, 0/3), Vico 5 (2/6, 0/7), Graziani (0/1), Govoni, Ba, Mastrangelo. All. Benedetto.

Lugo: Moretti 17 (8/13), Seravalli 15 (4/7, 2/4), Galassi 10 (2/6, 2/2), Filippini 9 (2/5, 1/3), Stanzani 8 (4/6, 0/2), Campori 3 (0/3, 0/1), Tinsley 2 (1/2, 0/3), Gatto 1 (0/3, 0/1), Rubbini (0/1, 0/3), Valentini, Cervellera, Collina 0. All. Galetti.

Nonostante l’inizio favorevole (7-2), il primo quarto è un monologo degli ospiti, che ribaltano la situazione con tre canestri consecutivi dalla lunga distanza (9-15) e poi scappano con 7 punti in fila di un Moretti già a quota 11 punti (16-26). L’ingresso in campo di Rizzitiello consente ai locali di rifarsi sotto in principio di seconda frazione (23-26), Galetti ferma la partita e Filippini rimette sei lunghezze tra le due formazioni ma Benfatto e Pasqualin permettono a Cento di rientrare negli spogliatoi sul -2. Tutto sommato un lusso per i padroni di casa, considerando le percentuali dalla lunetta (5/12) e da tre punti (2/16) e la giornata di scarsa vena degli esterni, nonostante il controllo della situazione a rimbalzo (30-20, di cui 14 offensivi). Nella ripresa Benedetto torna in campo con Rizzitiello accanto a Benfatto e proprio l’ex Montegranaro metta la sua firma sul canestro che vale il 43 pari. La Baltur sorpassa con D’Alessandro e successivamente prende il largo con un break propiziato dalla difesa e dai canestri di Cantone, Chiera e Piunti (60-48, 29’). Il vantaggio interno raggiunge in seguito le diciannove lunghezze (71-52, 34’), uno scarto che non rende merito alla prova dei romagnoli, ma che consente agli emiliani di gestire e iniziare a pensare alla doppia trasferta in programma per la prossima settimana.

TIGERS FORLI – LISSONE INTERNI BERNAREGGIO 84 – 67

(20-18; 40-38; 63-55)

Tigers Forlì: Papa 19 (7/7, 1/3), Battisti 17 (4/8, 3/5), Sacchettini 14 (6/10), De fabritiis 10 (0/3, 3/7), Agatensi 5 (1/1, 1/1), Zani 4 (2/3, 0/1), Carpanzano 4 (1/2, 0/3), Villani 4 (1/3, 0/3), Cicchetti 4 (0/2), Plachesi 3 (1/1), Rossi, Puntolini. All. Di Lorenzo.

Bernareggio: Baldini 11 (3/7, 1/2), De Bettin 11 (3/6, 0/2), Vecerina 11 (1/3, 2/3), Bossola 9 (1/4, 2/8), Giardini 8 (0/1, 2/3), Ruiu 7 (3/6, 0/3), D’ambrosio 5 (1/1, 1/2), Pastori 5 (1/1, 0/2), Bortolani, Thomas Monina. All. Cardani.

BMR – PALL. AURORA 94 71 – 48

(21-14; 34-25; 47-36)

Basket 2000 Scandiano: Malagutti 5, Verrigni 5, Fontanili, Bertolini 7, Farioli 9, Degli Esposti Castori 3, Dias, Motta 14, Pugi 17, Germani 11. All. Tinti.

Desio: Perez 3, Canzi, Fumagalli 17, Binaghi ne, Brown, Berretta, Fiorito 4, Parma, De Paoli, Casati 12, Corti 7, Mazzoleni 5. All. Frates.

Finalmente Bmr. I bianco-rosso-blu non falliscono la sfida di coda contro la Pallacanestro Aurora Desio e conquistano la prima vittoria stagionale, lasciando l’ultimo posto della graduatoria. Nell’ambito di una prova collettiva di livello, spiccano i 17 punti di un ritrovato Pugi, il 23 di valutazione di Motta (14 punti e 9 rimbalzi) ed il 19 nel medesimo ambito di capitan Germani, che chiude con 11 punti, 7 rimbalzi e 6 falli subiti.

La squadra di Tinti parte bene e mette a segno le prime tre triple tentate, andando al primo riposo sul 21-14 con tutti i componenti del quintetto di partenza a segno; nel secondo quarto è Pugi a guidare le danze in attacco, raggiungendo ben presto la doppia cifra, imitato poi da Motta, ex di turno, che contribuisce al 34-25 con cui le due squadre vanno all’intervallo lungo. Nella ripresa la Bmr mantiene il controllo delle operazioni e, al 29’, il gioco da tre punti di Farioli vale il +11 sul 47-36; il quarto periodo si apre con la bomba di Verrigni che, oltre a valere il 52-38, costringe Frates al timeout. La mossa, tuttavia, non serve a fermare il quintetto scandianese, che dilaga e supera leventi lunghezze di vantaggio nel finale.

BAKERY PIACENZA – REKICO FAENZA 74 – 69

(21-8; 39-26; 58-50)

Piacenza: Bracchi ne, Rombaldoni 16, Stanic 14, Bruno 6, Perego 12, Guerra 2, Pederzini 14, 14, Maresca, Guaccio 6, Birindelli 4, Libè ne. All. Coppeta.

Faenza: Aromando, Samorì ne, Perin 4, Silimbani 6, Benedetti 3, Venucci 8, Iattoni 20, Pagani 6, Milosevic, Chiappelli 9, Brighi 13. All. Regazzi.

La Bakery vince di misura, davanti ad una buona cornice di pubblico, contro un’ottima Rekico. In una partita dal ritmo altalenante, i biancorossi prendono la leadership a metà primo quarto e non la mollano più. Nel terzo periodo i Faentini escono con tanta zona e uno Iattoni letteralmente scatenato, ma i ragazzi di Coppeta con 4 doppie cifre trovano il terzo successo filato.

Partono forti gli attacchi e le squadre si trovano subito a loro agio. Rombaldoni distribuisce cioccolatini per Birindelli, mentre Faenza trova 3 diversi marcatori per l’8-7 dei primi 4’. Dopo un minuti e mezzo a reti completamente inviolate, la Bakery raggiunge il +5 grazie ad una tripla del capitano e ad un morbido jumper di Pederzini, oltre all’ottima difesa. Gli ospiti si arenano a quota 8 e Piacenza scappa fino al 21-8 di fine primo quarto. Con un Pederzini da 4/4 da due, i biancorossi tentano di scappare sul +15, ma le bombe di Iattoni e Benedetti assestano il punteggio sul 27-16, al 14’. Centottanta secondi più tardi, con le percentuali che si sporcano leggermente e il ritmo che si abbassa arrivano solo 6 punti (2 Bakery e 4 Faenza). Ci pensa Perego a scuotere i suoi. Il numero 9 ne mette 4, Stanic commette il terzo furto ed è nuovamente +13 a tabellone. Più tredici che rimane tale fino allo scadere del tempo. Dopo l’intervallo Faenza passa a zona, ma Ricky Perego batte anche quella e arriva a 12 segnature con tre preziose rubate. Gli ospiti non si demoralizzano e con Iattoni e Chiappelli (7) tornano sotto la doppia cifra di distacco (45-36) al 24’. Con i ritmi di nuovo forsennati la Rekico ritrova se stessa e, con i soliti due arcieri offensivi, torna sotto sul -4 al minuto 27 della partita. Nel momento più difficile della partita per Piacenza, Rombaldoni (13) fa palleggio arresto e tiro da 7 metri e riscrive +7. Nell’ultimo periodo, dopo 3 minuti finiti a reti inviolate, é Guaccio che sblocca le marcature con 4 punti filati a cui rispondono però Silimbani e Iattoni (16), e le distanza rimangono invariate sul 62-54 a 7’ dal termine. E’ sempre Iattoni, aiutato in larga parte da Silimbani e della difesa dei neroverdi a trovare il -2 Rekico al 36’. Finale punto a punto che sgorga tensione. Tensione che la Bakery non sente con Bruno che segna da 3 e Stanic che fa 2+1 e rimette sette lunghezze a 60” dal termine. 74-69 è il finale.

PALLACANESTRO CREMA – VIRTUS BASKET PADOVA 73 – 57

BASKET LECCO – TRAMAROSSA VICENZA 73 – 64

GREEN BASKET 99 – NUOVA PALL. OLGINATE 44 – 72

NTS INFORMATICA – ISEO SERRATURE 77 – 72

(23-16; 37-30; 61-53)

Rimini: Busetto 13 (6/9, 0/5), Myers 13 (2/5, 3/11), Sipala 12 (4/5, 1/1), Toniato 10 (2/4), Tiberti 8 (4/5), Moffa 6 (0/2, 2/3), Foiera 5 (2/3, 0/1), Tartaglia 5 (1/3, 1/2), Fiusco 5 (1/3, 1/1), Altavilla (0/1), Signorini (0/1), Galassi. All. Maghelli.

Costa Volpino: Sabbadini 20 (2/4, 4/10), Caversazio 14 (4/5, 1/3), Conte 10 (3/5, 1/7), Gorreri 8 (2/4), Coltro 7 (1/2, 0/3), Cusenza 6 (3/6), Borghetti 4 (1/4, 0/4), Di Meco 3 (1/1), Franco, Porfidia, Patroni, Zambonin. All.Giubertoni.

CLASSIFICA

P G V P
Baltur Cento 10 5 5 0 100.0
Pallacanestro Crema 8 5 4 1 80.0
Bakery Piacenza 8 5 4 1 80.0
Tramarossa Vicenza 6 5 3 2 60.0
NTS Informatica Rimini 6 5 3 2 60.0
Virtus Padova 6 5 3 2 60.0
Tigers Forlì 6 5 3 2 60.0
Gimar Basket Lecco 6 5 3 2 60.0
Gordon Nuova Pall. Olginate 6 5 3 2 60.0
Rekico Faenza 4 5 2 3 40.0
Orva Lugo 4 5 2 3 40.0
Lissone Interni Bernareggio 4 5 2 3 40.0
Iseo Serrature Costa Volpino 2 5 1 4 20.0
Bmr Basket 2000 Reggio Emilia 2 5 1 4 20.0
Green Basket Palermo 2 5 1 4 20.0
Pallacanestro Aurora Desio 0 5 0 5 0.0

A2, Faenza regge l’urto, ma la Matteiplast è troppo forte. Serie B, sorride, all’overtime, il Val d’Arda

SERIE A2/B 5° Giornata

RR RETAIL GALLI BK S.G.V. – PALL. FEMM. UMBERTIDE 75 – 59

INFINITYBIO – MATTEIPLAST 67 – 78

Faenza: Franceschelli, Schwienbacher 15, Coraducci 13, Morsiani L. 16, Tridello, Ballardini 8, Caccoli, Bornazzini ne, Moriconi, Soglia 15, Morsiani D. ne, Minichino. All. Bassi.

Progresso: D’Alie 33, Monterumisi ne, Cordisco, Tassinari 10, Dall’Aglio, Storer 8, Tava 14, Meroni 1, Poletti ne, Corradini 4, Nannucci 8. All. Giroldi.

LA MOLISANA CAMPOBASSO – USE ROSA EMPOLI 51- 53

FE.BA CIVITANOVA – CARISPEZIA LA SPEZIA 70 – 47

TIGERS ROSA BASKET LIBERTAS – SAN RAFFAELE 65 – 88

(23-34 , 34-58 , 47-76 , 65-88)

Forlì: Zampiga 2, Zavalloni 12, Vespignani, Gentile, Pieraccini 21, Melnadri 4, Gramaccioni 4, Balestra, Missanelli 22, Fabbricini, Olajide, Garaffoni. All. Castelli.

San Raffaele Roma: Pompei 6, Giorgi 9, Salvagno 5, Prosperi 22, Marchetti 10, Russo 4, Gelfusa 6 , Nnodi 15, Zavagnini 2 , Santulli E. 9, Ballirano, Santucci. All. D’Antoni.

MERCEDE BK ALGHERO – G.VERGA PALERMO 56 – 66

CESTISTICA SAVONESE – SURGICAL CAGLIARI 76 – 61

CLASSIFICA

Squadra P G V P PF PS

1

Progresso Femm. Bologna

10

5

5

0

386

263

2

RR Retail Galli S.G.Valdarno

10

5

5

0

404

300

3

USE Rosa Scotti Empoli

8

4

4

0

268

252

4

Andros Basket Palermo

8

5

4

1

363

291

5

Ceprini Costruzioni Orvieto

4

4

2

2

215

255

6

Infa Feba Civitanova M.

4

4

2

2

248

227

7

Carispezia Cestistica Spezzina

4

5

2

3

316

308

8

Infinity Bio Faenza

4

5

2

3

307

346

9

La Molisana Campobasso

4

5

2

3

292

282

10

San Raffaele Roma

4

5

2

3

356

359

11

Cestistica Savonese

2

4

1

3

250

268

12

Tigers Rosa Libertas Forli

2

4

1

3

220

298

13

Pall. Femm. Umbertide

2

5

1

4

320

341

14

Surgical Virtus Cagliari

2

5

1

4

271

349

15

Mercede Alghero

2

5

1

4

280

357

SERIE B FEMMINILE 4° Giornata

B.S.L. SAN LAZZARO – MAGIK ROSA 67 – 60

CHEMCO 1974 – ACETUM 48 – 67

(11-26, 23-44, 38-52)

Quattro Castella: Pieracci 5, Boiardi, Dall’Asta L. 5, Miari 7, Dall’Asta I. 3, Orlandini ne, Oppo 12, Manelli 5, Pierfederici 6, Asti 5. All. Olivari.

Cavezzo: Siligardi 3, Bocchi 5, Cariani, Gasparetto, Balboni ne, Marchetti 12, Bordini, Biagiola ne, Finetti 3, Bernardoni 13, Calzolari 24, Bellodi 7. All. Carretti.

POL. LIB. CALENDASCO – TIGERS PARMA BASKET ACADEMY 46 – 65

BK CLUB VAL D’ARDA – ROBY PROFUMI VALTARESE 2000 64 – 60 dts

(16-18; 27-33; 37-39; 55-55)

Termina a Fiorenzuola la striscia positiva per le ragazze della Roby Profumi; le borgotaresi impegnate sul difficilissimo campo piacentino hanno però dato del filo da torcere alle più quotate avversarie conducendo per quasi tutta la gara per poi arrendersi solo dopo un tempo supplementare. La Roby Profumi ha comunque superato a pieni voti l’esame a cui era chiamata, dimostrando di avere carattere e di saper affrontare anche formazioni più esperte.

Nel primo quarto le due formazioni si equivalgono terminando i primi dieci minuti con la Valtarese avanti di due punti, 18 a 16. Nel secondo parziale sale in cattedra una superlativa Pallotta, 21 punti al termine dell’incontro di cui quindici nella prima parte di gara,  che cattura diversi rimbalzi e risulta precisa nelle conclusioni offensive. La Roby Profumi allunga e all’intervallo lungo le ragazze di Scanzani conducono per 33 a 27. Al rientro dagli spogliatoi Fiorenzuola cambia difesa e passa a zona per limitare le penetrazioni delle esterne borgotaresi, che con capitan Marchini, diciotto punti per lei alla fine, avevano sino ad allora messo in seria difficoltà le piacentine. La Roby Profumi fatica in attacco, solo quattro punti in dieci minuti di gioco, e Valdarda si avvicina terminando la terza frazione a soli due punti di distacco sul 39 a 37. Tutto è rimandato all’ultima frazione di gioco, dove le nostre portacolori arrivano ad avere la palla decisiva per la vittoria a un minuto dal termine sul punteggio di 55 a 52. Pallotta lanciata in contropiede subisce un evidente e plateale fallo a metà campo, tranquillamente punibile con fallo antisportivo, ma la coppia arbitrale non sanziona l’infrazione di Fiorenzuola che recupera palla e nell’azione successiva piazza, con Rossi, la bomba del pareggio. A nulla valgono i tentativi di Marchini e Franceschini per segnare il canestro della vittoria e la gara, come domenica scorsa contro San Lazzaro, accede ai supplementari. Nell’over time, la Roby Profumi subisce un parziale di Fiorenzuola che conduce 61 a 57 all’ultimo minuto. Marchini da tre punti riporta a meno uno la Roby Profumi ma la precisione ai liberi delle piacentine, sui falli sistematici delle bianco blu, è tale da permettere a Fiorenzuola di aggiudicarsi la gara per 64 a 60.

CLASSIFICA

Tigers Parma 8; Valtarese 2000, Val d’Arda Fiorenzuola 6; Cavezzo, BSL San Lazzaro 4; I Giullari del Castello Quattro Castella, Calendasco 2; Magik Parma 0.

C Gold, Fiorenzuola e Virtus Imola in fuga. C Silver, cinquina Olimpia, Novellara ancora corsaro

SERIE C GOLD 5° Giornata

PASTA DALLARI – ACADEMY BASKET 2014 67 – 83

(8-24; 26-43; 48-55)

Castelnovo Monti: Canuti 3, Corradini 10, Canovi 3, Magnani 2, Rossetti, Šimaitis 12, Levinskis 11, Guarino 11, Torlai 3, Mallon 12, Parma Benfenati ne, Pompili. All. Diacci.

Fidenza: Barga 7, Tardivi 14, Dmitrovic 6, Giani 19, Aldrighetti, Bricchi, Baiardo, Morciano 15, Diop 10, Longoni 12. All. Zanardi.

Brutta sconfitta per la Pasta Dallari LG Competition Castelnovo Monti che cede all’Academy Fidenza con il risultato finale di 67-83. La formazione montanara viene superata per il terzo turno di fila dopo aver inseguito Fidenza per quaranta minuti ed essere stata protagonista di una prestazione negativa, eccezion fatta per il 3° quarto in cui la squadra diretta da coach Diacci era arrivata ad un solo possesso dalla parità.

La LG sbaglia l’approccio al match e Fidenza ne approfitta piazzando subito un parziale di 8-0 che viene interrotto dopo tre minuti di gioco, quando i padroni di casa segnano i primi punti. Morciano e Diop puniscono ripetutamente la difesa castelnovese e a 2’ da fine quarto l’Academy è già sul +14, che diventa +16 dopo dieci minuti. La musica non cambia nella seconda frazione, con gli uomini di Zanardi che raggiungono le diciotto lunghezze di vantaggio: Castelnovo tira male e in difesa vengono concessi tanti canestri facili che spingono i fidentini avanti di 17 a metà gara (26-43). Al rientro dagli spogliatoi gli ospiti gestiscono bene il ritmo partita, ma sul +21 la LG piazza un super parziale da 20-2 che riapre clamorosamente il match: la difesa della Pasta Dallari finalmente funziona ed il trio Guarino-Corradini-Šimaitis guida la (ennesima) rimonta di Castelnovo che arriva a -3 (46-49) quando mancano due minuti per concludere il quarto. Nel finale di frazione, Fidenza torna a segnare e le due formazioni affrontano l’ultimo periodo separate da 7 punti. Il Pala Giovanelli sembra prepararsi ad un altro finale in volata, ma Giani è protagonista del parziale di 11-3 che riporta i parmigiani in controllo del match. Corradini prova a tenere i padroni di casa a distanza, ma la coppia Giani-Longoni firma la spallata decisiva che spinge Fidenza nuovamente avanti di ventuno a -3′. Nel finale di gara, spazio anche per i giocatori meno utilizzati ed il risultato viene fissato sul 67-83.

ALBERTI E SANTI – GUELFO BASKET 84 – 79

(23-18; 34-35; 61-53)

Pallacanestro Fiorenzuola 1972: Galli 16, Sichel 11, Resca ne, Zucchi, Trobbiani ne, Zaric, Scekic 12, Marletta 1, Lottici M. 11, Klyuchnyk 18, Donati ne, Garofalo 15. All. Lottici S.

Castelguelfo: Bernabini, Bernardi 2, Rebeggiani, Baccarini 6, Grillini 5, Bitti 2, Musolesi 22, Santini, Pieri, Casagrande 17, Govi 14, Trombetti 11. All. Serio.

Gli ospiti partono forte, riuscendo con Govi a trovare il +4 al 2′, 4-8. Klyuchnyk rialza da subito in piedi i ragazzi di coach Lottici S., aiutato da due iniziative personali di Lottici M. che fanno mettere il naso avanti a Fiorenzuola al 4′, 12-10. E’ sempre il pivot gialloblu Klyuchnyk a risultare decisivo nel primo quarto, catturando un importante rimbalzo offensivo e convertendo nel +7, 21-14. Grillini prova a dare animo agli ospiti, riuscendo a chiudere il primo quarto in svantaggio di soli 5 punti. 23-18. Nel secondo quarto la partita rimane inizialmente con due possessi pieni di vantaggio per i gialloblu. Musolesi prova a ricucire il gap dal perimetro, mentre Fiorenzuola sembra meno fluida nelle giocate offensive. Pieri impatta a quota 32-32 al 18′; Fiorenzuola rischia di sbandare perdendo l’inerzia della partita. Gli ospiti si portano in vantaggio, ma capitan Garofalo in contropiede prova a tenere botta per i valdardesi. 34-35 al termine del secondo quarto. Coach Lottici si fa sentire negli spogliatoi e i gialloblu rientrano in campo con aggressività grazie a Sichel e Klyuchnyk. Il sorpasso è servito sul canestro in terzo tempo del pivot ucraino, prima che capitan Garofalo con la tripla faccia esplodere il PalaMagni. 43-38. Musolesi si dimostra arma fondamentale per Guelfo, con due triple dal peso specifico importante per mantenere gli ospiti aggrappati al match; Klyuchnyk con una schiacciata tonante riempie nuovamente di adrenalina il palazzetto fiorenzuolano al 25′, 48-43. Sichel e Garofalo scavano il gap fino alla doppia cifra di vantaggio per Pallacanestro Fiorenzuola 1972; Baccarini si conferma leader emotivo di Guelfo Basket, ma Galli con una tripla da 8 metri chiude il parziale sul 61-53. Ad inizio ultimo quarto Musolesi si conferma l’arma migliore di Guelfo dal perimetro, ma capitan Garofalo risponde dall’angolo per il 67-59 al 33′. Govi dalla media distanza ricuce il gap fino al -6, ma Scekic risponde pan per focaccia con due iniziative personali. Casagrande, quasi dal nulla, inventa un canestro fondamentale per Guelfo, consentendo a gli ospiti di tornare fino al -1, 71-70. Coach Lottici ricorre al timeout pieno al 37′ ed il figlio in campo, con due canestri fondamentali, fa tornare Fiorenzuola sul 75-72. Guelfo rimane in partita punto su punto, arrivando fino al -1 sul 77-76, ma Galli, con la tripla aiutata dal ferro, manda in estasi il PalaMagni a 30″ dal termine. 80-76. Coach Serio chiama timeout,e in uscita Casagrande trova la tripla del nuovo -1. Nel finale al cardiopalma, i liberi di Klyuchnyk e Lottici M. fanno urlare di gioia Fiorenzuola. Il finale è 84-79, con i gialloblu che inanellano le quinta vittoria consecutiva.

LA.CO. – VIRTUS SPES VIS PALL IMOLA 68 – 73

(21-25; 41-41; 53-57)

Ozzano: Folli 7, Masrè 8, Morara 7, Chiusolo 3, Corcelli 14, Lalanne, Magagnoli 12, Zambon ne, Martini, Dordei ne, Agriesti ne, Agusto 17. All. Grandi.

VSV Imola: Dalpozzo 5, Dal Fiume ne, Boero 8, Nucci 10, Creti 2, Casadei 21, Ranocchi 5, Sassi ne, Sangiorgi 1, Zytharyuk 21. All. Tassinari.

Una bella partita con tanta intensità, tanta fisicità, tanto agonismo, tanto equilibrio; una cornice di pubblico splendida (circa 700 spettatori) De un caloroso tifo sugli spalti degno di campionati superiori. Signori e signori stiamo invece parlando ancora di C Gold, stiamo parlando del derby della Via Emilia, l’ormai “Classico” della massima serie regionale. Questa volta il derby prende la direzione della Romagna, con la Virtus Imola che espugna 73 a 68 il PalaGira di Ozzano contro una La.Co.  combattiva, aggressiva.

Ozzano, ancora una volta priva di Dordei disputa un ottimo primo quarto con una bella difesa; nonostante tutto Imola  (assente Dal Fiume) riesce a rimanere a contatto con i padroni di casa e nel finale di quarto, grazie a percentuali al tiro stellari di Zhytaryuk, trova il vantaggio fino al +4 della prima sirena (21-25). Nel secondo quarto Imola conduce ma i Flying restano in scia. La fisicità e la classe di Casadei, insieme ai canestri di Boero, permettono ad Imola di trovare al minuto 18 il divario massimo di serata sul +7 (32-39), vantaggio subito annullato da un 7-0 di parziale ozzanese che manda le due squadra all’intervallo lungo in perfetta parità a quota 41. Nel terzo periodo è ancora Casadei a portare Imola a +7, ma Agusto replica velocemente e al minuto 25 il tabellone segna 48-50 Virtus. Negli ultimi minuti di quarto regna l’equilibrio, con Zhytaryuk che trova importanti tiri liberi per il +4 all’ultimo mini-break.  L’ultima frazione è aperta a tutti i pronostici, Corcelli firma il sorpasso biancorosso (58-57), Magagnoli timbra il +3 (60-57) ma dall’altra parte diventa protagonista Alessandro Nucci che con due triple consecutive fa esplodere il settore ospiti del PalaGira (64-65 a 5’50” da giocare). A TRE giri di lancette dalla fine è il solito Casadei a candidarsi MVP di serata segnando la tripla più importante del derby, che regala il +6 ad Imola (64-70), un vantaggio abbastanza rassicurante perché, a parte il -3 firmato Agusto (67-70), Ozzano spreca molto dalla lunetta e non riesce più a chiudere il gap. Alla sirena finale è 68-73 Imola, con il pubblico di fede giallo-nera pronto a festeggiare la quinta vittoria consecutiva;  per i Flying invece la prima battuta d’arresto stagionale, ma tanti applausi dalle tribuna per la buona prestazione mostrata.

GAETANO SCIREA BASKET – SALUS PALL. BOLOGNA Rinviata

B.S.L.  – NUOVA PSA 84 – 79

(18-21; 37-42; 66-58)

San Lazzaro: Paratore, Lolli 9, Baietti 7, Annunzi, Corradini, Fabbri 24, Rossi 11, Perini, Cempini 14, Rosa 13, Mellara 2, Allodi 4. All. Bettazzi.

Modena: Riguzzi 7, Vivarelli 8, Pederzini 16, Basilicò 4, Riccio 2, Ghedini 13, Tamagnini ne, Nasuti 6, Taddei, Guazzaloca 21, Turcato 2, Stucchi ne. All. Spettoli.

POL. PONTEVECCHIO – BOLOGNA BASKET 2016 77 – 70

(13-13; 34-25; 55-50)

Pontevecchio: Folli 10, Conti ne, De Gregori 3, Bonaiuti, Buriani 14, Gianninoni 8, Nanni 12, Mantovani 3, Di Rauso 17, Minerva, Bergami 10, Vetere ne. All. Carretto.

Bologna Basket: Drago, De Pascale 2, Poluzzi 16, Fin 9, Cerulli, Legnani ne, Tugnoli 12, Cortesi 21, Brotza, Bertuzzi 1, Saccà 9. All. Lolli.

Terza vittoria nelle prime cinque giornate per la Pontevecchio che, alla “Pertini”, si impone 77-70 sul Bologna Basket, al terzo k.o. esterno consecutivo. I granata, sempre in controllo della gara, dominano a rimbalzo (46 a 30 nella sfida sotto le plance) e conquistano con merito i due punti, trascinati dalla “doppia doppia” di Di Rauso (17 punti e 15 rimbalzi) e da un’eccellente prova di Buriani, autore di 14 punti con 4/5 da tre. Inizio di stagione sotto le aspettative invece per la squadra di Matteo Lolli, apparsa molle, con poche idee e senza voglia di lottare: la scintilla tanto attesa dall’ambiente non è ancora scoccata. A nulla sono serviti 21 punti del “solito” Cortesi e 16 di un ispirato Poluzzi.

L’aggressività difensiva della Pontevecchio costringe gli ospiti a inseguire sin dalle prime battute: 9-4 al 5’, dopo una tripla da 8 metri di Gianninoni. Poi, la difesa a zona chiamata da coach Lolli manda in tilt l’attacco dei granata, i rossoblu approfittano dell’abulia offensiva dei padroni di casa e impattano a quota 13 alla fine del primo quarto. Tugnoli regala ai suoi il massimo vantaggio in avvio di seconda frazione (15-18 al 13’), ma un canestro da tre di Buriani e quattro punti filati di un ottimo Bergami lanciano la squadra di Carretto sul +9: 27-18 al 16’. La Pontevecchio mantiene inalterato il vantaggio e, all’intervallo lungo, è avanti 34-25. Al rientro Cortesi prova a dare la scossa ai suoi e riporta i rossoblu a contatto: 36-33 al 23’. Il time-out chiesto da coach Carretto risveglia i padroni di casa che, grazie al siluro di Gianninoni, scappano via nuovamente: 41-33 al 25’. La bomba di Buriani vale il +10 (50-40), la reazione degli ospiti è, però, immediata: mini-break di 5-0 e strappo ricucito un’altra volta. 55-50 alla terza sirena. L’ultimo quarto è la copia di quello precedente: Cortesi guida la rimonta, ma è sempre Buriani a rovinare la festa sul più bello. Bergami prova a chiuderla definitivamente a 2’ dalla fine, infilando la tripla del 70-58, ma un gioco da tre punti di Saccà, seguito da due canestri consecutivi di Poluzzi, rimettono in partita la formazione di coach Lolli: 70-65 al 39’. La freddezza dalla lunetta consente ai granata di agguantare il successo, 77-70, e di salire a quota sei punti in classifica, superando il numero di vittorie totali ottenute nel corso della scorsa stagione. (g.p.)

PALL. TITANO – DILPLAST 93 – 91 d2ts

(21-16; 34-37; 57-54; 74-74; 82-82)

San Marino: Silvestrini 20 (2/7, 3/6), Ricci 10 (4/5, 0/3), Grassi 11 (2/11, 1/3), Aglio 14 (4/9, 1/4), Gamberini 30 (11/18), Sinatra 4 (2/2, 0/2), Padovano 4 (2/2, 0/2), Calegari (0/3), Macina (0/2 da tre), Felici ne, Botteghi ne. All. Foschi.

Montecchio: Grisendi 5 (1/3, 1/3), Di Noia 23 (7/11, 1/6), Basso 18 (2/3, 4/8), Gruosso 5 (1/4, 1/2), Vanni 11 (3/8, 1/5), Seclì 2 (1/3, 0/2), Bertocco 15 (2/5, 3/6), Guidi 2 (1/2), Negri 10 (3/5, 1/4), Corrias ne, Ghezzi ne, Borghi ne. All. Cavalieri.

Da perderci la testa per le emozioni che ha fatto vivere. Titans-Arena finisce 93-91 dopo due supplementari, il che vuol dire prima vittoria stagionale per San Marino. Un successo ottenuto con cuore e carattere, ma soprattutto in una maniera mai vista. Persa, vinta, ri-persa, ri-vinta, con l’immagine sfocata del terzo supplementare davanti agli occhi finché, finalmente, vengono assegnati i due liberi a Gamberini a tempo che andava a scadere. Quelli del 93-91, appunto. Due liberi prima concessi, poi per un attimo tolti e poi infine fatti tirare al capitano biancazzurro. Un saliscendi di emozioni pazzesco, indescrivibile.

San Marino, ancora senza Zannoni, parte alla grande, con un Silvestrini extra-lusso che propizia il 21-12. L’attacco trova buone soluzioni a difesa schierata, ma col passare dei minuti la retroguardia ospite si fa sempre più arcigna fino a che arriva il sorpasso sul 27-28 al 16’ (tripla di un Basso nel primo tempo stellare). La gara a quel punto cambia, con Montecchio a comandare e a concludere il secondo parziale sul 34-37. Di ritorno dagli spogliatoi i Titans sembrano cadere in crisi, la Dilplast è incisiva e va a +11 (36-47) al 24’. Gambe e cuore però non mancano, con un parziale di 13-2 interno che riporta di nuovo avanti i padroni di casa sul 49-47. Silvestrini riprende in mano il match, Gamberini è onnipresente e la difesa torna a mordere come sa. Certo, la percentuale da fuori non aiuta, ma adesso c’è estremo equilibrio. Si entra nell’ultimo quarto, al 30’, con San Marino avanti 57-54, ma il rush finale è tutto ospite. Di Noia, a 40 secondi dalla fine, segna il canestro del +8 (66-74) e lì, da una partita tutto sommato normale, si entra nell’epica di questo sport. Gamberini segna, Montecchio sbaglia, ma i secondi che mancano sono davvero pochi. A 5 secondi e 5 decimi dal gong, sul -6, viene convalidato il canestro per un disturbo di Bertocco, sanzionato col tecnico. Vale a dire due punti (70-74), libero del tecnico (71-74, segnato da Ricci) e palla in mano. Il libero va dentro, -3. Sulla rimessa, disegnata alla grande, Aglio ha spazio e mette la tripla. 74-74: è supplementare, incredibile.

San Marino sembra poterla vincere, ma questa volta è l’Arena a recuperare con un canestro di Di Noia a due secondi dalla sirena. Altra parità sull’82-82. Di nuovo supplementare. Di nuovo incredibile. E il secondo overtime? Stanchezza, tiri che non prendono neanche il ferro e sudore a profusione. San Marino va avanti di 3, Gruosso segna la tripla a spiccioli dalla sirena. Praticamente da metà campo. Dopo che lo staff tecnico ospite avrebbe voluto chiamare time-out ma non ha fatto in tempo prima della rimessa. Ultimo possesso San Marino, fallo su Gamberini col cronometro che andava a concludersi. Lungo conciliabolo, alla fine i liberi sono assegnati, il fischio è arrivato in tempo. Il capitano dalla lunetta fa 2/2, si può festeggiare.

CLASSIFICA

VSV IMOLA 10 5 5 0 395 323 +72
FIORENZUOLA 1972 10 5 5 0 407 354 +53
FLYING BALLS OZZANO 6 4 3 1 303 264 +39
ACADEMY FIDENZA 6 4 3 1 311 290 +21
GUELFO CASTELGUELFO 6 5 3 2 381 360 +21
PONTEVECCHIO BOLOGNA 6 5 3 2 364 345 +19
SALUS BOLOGNA 4 4 2 2 298 274 +24
LG COMPETITION CASTELNOVO M. 4 5 2 3 356 364 -8
BOLOGNA BASKET 2016 4 5 2 3 331 365 -34
BSL SAN LAZZARO 4 5 2 3 324 358 -34
GAETANO SCIREA BERTINORO 2 4 1 3 235 246 -11
SAN MARINO 2 5 1 4 341 386 -45
ARENA MONTECCHIO 2 5 1 4 372 421 -49
PSA MODENA 0 5 0 5 380 448 -68

SERIE C SILVER 5° Giornata

ME CART – VIS 2008 78 – 57

(16-11, 42-27, 62-39)

Cavriago: Zecchetti 4, Mazza 7, Fantini 5, D’Amore 15, Baroni 4, Pezzi 11, Lorenzani 3, Franzoni 14, Mursa, Bernardoni 2, Vecchi 11, Pedrazzi 2. All. Martinelli.

Vis Ferrara: Antoci 7, Labovic 10, Grazzi 12, Salvardi 5, Manojlovic 3, Bogliardi ne, Drigo 4, Favali ne, Fiore 2, Gamberini 8, Mancini 3, Caselli 3. All. Franchella.

CREI – RIVIT 73 – 61

(17-17; 33-25; 54-43)

Granarolo Basket: Salicini 3, Bianchi 12, Masetti ne, Marchi 8, Spettoli 1, Paoloni 14, Ballini, Bernardinello 5, Cristalli 11, Carini ne, Marega 12, Neviani 7. All. Carrera.

Grifo Imola: Turrini 4, Bartoli 1, Lucchetta 17, Russu 10, Guglielmo, Lanzoni, Bonetti 18, Orlando 4, Zaccherini, Sgorbati 3, Martini, Borgognoni 4. All. Palumbi.

La Crei rispetta il pronostico e batte una combattiva Grifo alla quale non bastano le ottime prove di Lucchetta e dell’ex Bonetti per tener testa al roster più profondo dei padroni di casa. Per coach Carrera un ritorno alla vittoria con la nota positiva di quattro uomini in doppia cifra in una giornata in cui il bomber Ballini, a mezzo servizio per problemi fisici, non ha punti a referto. La partita è stata caratterizzata da un certo nervosismo da ambo le parti, fomentato anche dalle intemperanze verbali di alcuni sostenitori ospiti nei confronti della coppia arbitrale.

La Grifo comincia la partita aggressiva e concentrata, sorprende i padroni di casa con la coppia Lucchetta-Bonetti e al 6′, sul tecnico sanzionato a coach Carrera, è al massimo vantaggio (7-15). L’ingresso in campo di Marchi e Spettoli dà una sferzata di energia e fisicità ai padroni di casa che piazzano un parziale di 10-0 in 3′ per il 17-15 al 9′. Bonetti rompe il digiuno e manda le squadre a sedere alla prima sirena sul 17-17. A inizio secondo quarto sale in cattedra Alessio Salicini che in 6′ con 5 rimbalzi, 1 recupero e una tripla guida la Crei ad un parziale di 12-0 che segna l’allungo decisivo del match (29-17 al 16′). Un gioco da 3 punti di Russu e 5 punti di un Bonetti deciso a far bella figura contro gli ex compagni di squadra dimezzano lo svantaggio della Grifo (31-25 al 18′). Due liberi di Neviani permettono alla Crei di andare negli spogliatoi con otto lunghezze di vantaggio (33-25 al 20′). In avvio di terzo quarto, Russu da 3 e Borgognoni riavvicinano pericolosamente la Grifo dopo un minuto (33-30); è capitan Paoloni che segna la strada con un canestro che fa infuriare, con i suoi giocatori, coach Palumbi fino a fargli buttare una delle piramidi pubblicitarie davanti alla sua panchina: espulsione del coach, Paoloni fa 2/2 dalla lunetta e canestro di Bianchi sul possesso successivo; dagli spalti le rumorose proteste di alcuni sostenitori imolesi non aiutano la propria squadra che si innervosisce e sbaglia a ripetizione, Neviani e ancora Paoloni chiudono il parziale di 10-0 che riporta alla doppia cifra il vantaggio della Creo (43-30 al 23’30”). La Grifo non molla e nella bagarre riesce a riavvicinarsi con una tripla fortunosa (ferro-ferro-canestro) di Sgorbati (46-39 al 25’30”); Paoloni si guadagna un altro viaggio in lunetta ed è glaciale (alla fine 8/8 per lui dalla linea della carità) poi due triple di Bianchi e Bernardinello e la Crei è di nuovo a +13 (54-41 al 29′). Bonetti realizza il 54-43 con cui le squadre affronteranno l’ultima frazione di gioco. Botta e risposta tra Bonetti e Marchi in avvio di quarto periodo poi Spettoli e un buon Cristalli danno a Granarolo il massimo vantaggio della gara (60-45 al 32′); la Grifo si sorregge sul trio Russu-Lucchetta-Bonetti e dimezza il gap con uno 0-7 in 1’30” propiziato da tre recuperi che costringono Carrera al timeout. E’ un lucido Marega che in uscita dal minuto restituisce la doppia cifra al vantaggio dei padroni di casa (64-53 al 36′) e di fatto chiude l’incontro: la Crei sull’abbrivio torna a +15 a 1′ dalla fine poi Lucchetta e Bianchi arrotondano al 73-61 finale.

OLIMPIA CASTELLO 2010 – PALLACANESTRO CASTENASO 81 – 57

(16-22; 40-36; 54-47)

Castel San Pietro: Fimiani 7, Bonetti, Dall’Osso 21, Pedini 4, Beccaletto 10, Cavina 6, Zambrini 18, Pellacani, Lugli 13, Zuffa, Governatori 2, Guastamacchia. All. Loperfido.

Castenaso: Curione 8, Baraldi 5, Fornasari, Spinosa 15, Betti 7, Cardinali 12, Campagna, Quaiotto 2, Parenti 7, Nardi 1, Venturi. All. Cinti.

CVD BASKET CLUB – GINNASTICA FORTITUDO 80 – 49

(26-9; 39-18; 59-36)

CVD Casalecchio: Dawson 14, Trois 2, Masetti, Sighinolfi 5, Penna 10, Skocaj 12, Fuzzi 4, Taddei, Santilli 14, Falzetti 7, Lelli 12. All. Lanzoni.

SG Fortitudo: Mazzotti 7, Zucchini 2, Pampani 2, Valenti 6, Tosini 17, Zinelli, Mellini 2, Mandini 2, Pederzoli 2, Bonazzi 3, Pontrelli, Pesino 6. All. Solaroli

BK POL. CASTELFRANCO E. – DULCA CNO 74 – 78

(17-18; 43-38; 54-57)

Castelfranco Emilia: Paolucci ne, Tomesani 5, Coslovi 11, Sforza ne, Righi 9, Tedeschini 23, Vannini 4, Del Papa 12, Villani 4, Ayiku 2, Frilli 4. All. Boni.

Santarcangelo: Fornaciari 12, Bianchi 18, Cunico 26, Fusco 2, Giuliani 2, Dini 7, Raffaelli 7, Insero ne, Ramilli, Saponi 4, Campajola ne. All. Bernardi.

Castelfranco non riesce a imporsi sul parquet di casa, fa una partita sulla falsa riga di quella del precedente turno casalingo contro Castenaso e viene battuta in volata.

Coach Boni cambia il quintetto iniziale inserendo Coslovi al posto di Del Papa, mantenendo invariato il resto ovvero sia Righi, Tomesani, Tedeschini e Villani. Santarcangelo risponde con Bianchi, Cunico, Fusco, Raffaelli e Saponi. Dopo le prime schermaglie, due bombe di Raffaelli e Bianchi danno il 10-4 ospite al 4’ che costringe lo staff biancoverde a chiamare minuto per parlarci su, soprattutto perché in attacco si gioca disuniti e a testa bassa. La squadra recepisce il messaggio e dopo un arresto e tiro di Bianchi per il 4-12, inizia a macinare gioco e piazza un parziale di 13-0 guidato da Tedeschini (9 pt nel quarto), fermato solo dalle due bombe di Cunico, che riportano avanti la Dulca sulla sirena. 17-18 al primo mini intervallo. Ad inizio secondo quarto, Cunico riprende da dove aveva interrotto il quarto precedente, segnando 5 punti in fila. Strappo ricucito prontamente ricucito dai primi punti di Villani. Il quarto avanza sul filo dell’equilibrio con continui cambi di lead. Coach Boni chiama minuto al 15’ perché alcune dormite difensive hanno ridato un piccolo vantaggio a Santarcangelo (29-33). Righi e Tomesani mettono i primi punti del loro match, approfittando anche delle palle rubate grazie al cambio di difesa ordinato dallo staff, Frilli segna i suoi 4 punti sul finire del quarto e Castelfranco va al riposo lungo sopra 43-38. Al rientro dagli spogliatoi, torna la confusione dei primi minuti, i romagnoli invece puniscono chirurgicamente e a metà quarto rimettono il naso avanti con la bomba del solito Cunico (50-52). Coach Bernardi ordina la 3-2 che crea qualche grattacapo ai biancoverdi, soprattutto perché viene attaccata a testa bassa e senza cercare di occupare le zone critiche per la difesa. Si va all’ultimo miniriposo con i romagnoli avanti di 3, grazie all’ennesima bomba di Cunico (21 punti sino ad ora). 54-57 Santarcangelo. La 3-2 ospite, che viene riproposta anche a inizio ultimo quarto, continua a lasciare qualche spazio, ma viene sfruttato male dalle bocche da fuoco castelfranchesi. Saponi inizia a fare la voce grossa a rimbalzo offensivo, prendendone praticamente 5 in fila e Fornaciari, fin li silente, mette 7 punti praticamente consecutivi che tengono avanti gli ospiti (69-72 al 36’). Coach Boni si gioca la carta del quintetto piccolo con Tedeschini da “finto” 5 e qualche vantaggio lo porta, anche se continua il bombardamento da oltre l’arco dei romagnoli a cui partecipa anche Saponi. 4 liberi in fila di Del Papa e Tedeschini riportano a -4 i biancoverdi (74-78 al 39’), la Dulca non segna in attacco, Castelfranco la fa circolare bene, creando un tiro aperto per Righi,che purtroppo si infrange sul primo ferro, palla di nuovo ai romagnoli che non la chiudono, Castelfranco torna a tirare per il -1 con Tomesani e Tedeschini ma entrambi i tentativi vanno a vuoto. Ultimo tentativo della disperazione a 3” dal termine di Coslovi da 3 punti, ma la palla non prende nulla e la partita si conclude sul punteggio di 74-78 per Santarcangelo.

PALLACANESTRO MOLINELLA – GRUPPO VENTURI 60 – 74

(14-20; 30-39; 42-57)

Molinella: Guazzaloca 8, Brandani 21, Spisni ne, Menna ne, Checcoli ne, Ranzolin 9, Frignani 4, Frazzoni, Capobianco 1, Lanzi 7, Regazzi 10, Ramini. All. Baiocchi.

Anzola: Poluzzi, Bortolani, Bastia ne, Parmeggiani S. 13, Zucchini 9, Parmeggiani F. 2, Gamberini 2, De Ruvo 8, Venturi N. 6, Venturi D., Albertini 18, Mazza 16. All. Trevisan.

REBASKET – NOVA ELEVATORS PERSICETO 75 – 60

(28-12; 43-30; 53-42)

Castelnovo Sotto: Violi, Tognato 2, Nunziato, Castagnaro 19, Defant 19, Ferrari Dall’Asta 3, Battaglia 10, Amadio 10, Simonazzi ne, Tondelli, Lusetti 12. All. Casoli.

San Giovanni in Persiceto: Acciarri, Cornale 10, Verardi 13, Baccilieri, Scagliarini 9, Papotti 6, Pasquini 14, Carpani, Zappoli, Moruzzi 2, Rusticelli, Almeoni 6. All. Berselli.

Quarto successo per la Rebasket che, grazie ad un ottima prova del collettivo, con cinque giocatori in doppia cifra, e con una sublime prestazione di Peppo Lusetti (12 punti, 12 rimbalzi, 12 palle recuperate e 34 di valutazione) liquida una tenace Persiceto.

Partono bene gli uomini di Casoli, trascinati da Castagnaro che realizza in un amen 5 punti; Defant con due triple completa l’opera e, dopo 5 minuti, coach Berselli deve chiamare time out sul punteggio di 17-4 per la Rebasket. Biancorossi in completa trans agonistica, aggressivita difensiva e precisione in attacco e primo quarto che va in archivio sul punteggio di 28-12. Nel secondo periodo gli ospiti provano a rientrare nel match con Pasquini e Scagliarini, ma cinque punti consecutivi di Battaglia, per i biancorossi, permettono di andare al riposo con 13 punti di vantaggio(43-30). Alla ripresa della pausa lunga, blackout in casa Rebasket, gli ospiti, con Cornale, arrivano a -7 dopo tre minuti, coach Casoli chiama prontamente time out per riordinare le idee ai suoi. Persiceto non molla e si rimette in scia, 46-42 a due minuti dal termine del terzo quarto, ma Castagnaro e la tripla di Dall’Asta, ricacciano gli ospiti sul 53-42 del 30′. Nell’ultimo quarto di gioco, ci pensa Verardi per Persiceto con due entrate a suonare la carica per gli ospiti, ma, sul ribaltamento di fronte, arriva la tripla di Amadio ed i canestri di Lusetti per il 59-49 a 5′ dal termine. Il fortino della Rebasket resiste e piazza la spallata decisiva con le incursioni di Defant e Castagnaro, sempre ben coadiuvati da Amadio e da un Lusetti diventato via via un incubo per gli avversari.

BERNAITALIA – PALL. NOVELLARA 66 – 67

(17-16; 42-37; 49-49)

Virtus Medicina: Jdidi ne, Tinti 19, Marinelli 10, Mini 6, Govi 2, Biguzzi 16, Lorenzini, Stagni ne, Verde, Barba 2, Rambelli 5, Seracchioli 6. All. Cavicchioli.

Novellara: Pizzetti ne, Margini 2, Pietri ne, Bagni ne, Morgotti 4, El Ibrahimi 7, Carpi 10, Ciavolella 22, Aguzzoli, Bartoccetti 2, Dilas 5, Astolfi 15. All. Spaggiari.

Fin dalle prime battute l’incontro non tradisce le attese: coach Cavicchili parte con Tinti, Mini, Govi, Biguzzi e Rambelli ed è proprio “Rambo”, in contropiede, ad aprire le marcature per i gialloneri. Novellara risponde da par suo con un Ciavolella in spolvero e molto attivo: è proprio il centro reggiano un rebus irrisolvibile per la difesa medicinese; la partita scorre veloce, nessuno prende l’inerzia e al duo Tinti-Biguzzi risponde sempre Ciavolella. Alla prima sirena Bernaitalia in vantaggio sul 17 a 16. Secondo periodo ed un super Marinelli crea le condizioni per un allungo medicinese. Novellara non si scompone e, con canestri di El Ibrahimi e Astolfi, resta in scia; all’intervallo Bernaitalia a +5 sul 42 a 37. Terzo periodo e a partire meglio sono gli ospiti con Carpi scatenato. Medicina non trova più fluidità in attacco e da una “guerra di trincea” si avvantaggia un discreto Novellara; alla sirena è perfetta parità sul 49-49 e si capisce che l’ultimo quarto sarà una volata testa a testa. E’ Seracchioli a togliere il tappo dal canestro, Medicina ricomincia a trovare fluidità: Tinti e Biguzzi lavorano bene, Novellara non si scompone e dal suo gioco trova le certezze per rimanere in contatto. Si apre una lunga volata finale: Rambelli 1/2 ai liberi, risponde Ciavolella (+1 Novellara); Mini palleggio arresto e tiro per il nuovo +1 Bernaitalia; ancora Ciavolella con 2/2 ai liberi e nuovo vantaggio Novellara (64-65). Mancano circa 27” e Tinti in percussione va a canestro per il nuovo vantaggio giallonero sul 66 a 65; minuto di coach Spaggiari, grande difesa Virtus, grande attacco Novellara che trova in una selva di braccia ancora Ciavolella (MVP). Novellara a +1 sul 66 a 67 e meno di tre secondi al termine. La Virtus non riesce a rispondere e vincono i reggiani.

CLASSIFICA

OLIMPIA CASTEL SAN PIETRO 10 5 5 0 383 302 +81
REBASKET CASTELNUOVO 8 5 4 1 346 298 +48
NOVELLARA 8 5 4 1 396 357 +39
GRANAROLO BASKET 8 5 4 1 346 317 +29
VIRTUS MEDICINA 6 5 3 2 390 364 +26
CVD CASALECCHIO 6 5 3 2 331 308 +23
CNO SANTARCANGELO 6 5 3 2 363 347 +16
CASTENASO 6 5 3 2 357 350 +7
ANZOLA 6 5 3 2 362 357 +5
CASTELFRANCO EMILIA 4 5 2 3 374 345 +29
SCUOLA BASKET CAVRIAGO 4 5 2 3 327 336 -9
MOLINELLA 4 5 2 3 332 355 -23
VIS PERSICETO 4 5 2 3 362 389 -27
GRIFO IMOLA 0 5 0 5 345 389 -44
VIS 2008 FERRARA 0 5 0 5 285 365 -80
S.G. FORTITUDO BOLOGNA 0 5 0 5 299 419 -120

Serie D, squillo del Voltone, risponde l’Atletico. Girone B, Argenta corsaro, Riccione aggancia l’Artusiana

SERIE D/A 5° Giornata

F.FRANCIA PALL. – BASKET VOLTONE 68 – 84

(17-20; 40-41; 57-64)

Zola Predosa: Galli 5, Perrotta 4, Gamberini 15, Zini 3, Maselli 2, Barilli Fe. 6, Masina 10, Barilli Fi. 13, Cerchiari ne, Bosi 6, Bavieri 4. all. Benini

Monte San Pietro: Di Stefano 2, Giacometti A. 2, Maldini S. 16, Castaldini 7, Codicini 4, Ferraro 7, Giacometti J. 22, Calzini, Maresi 6, Magi 12, Tubertini 6. All. Torrella.

P.G.S. WELCOME – PALLACANESTRO FULGOR 64 – 57

(21-3; 31-24; 46-45)

PGS Welcome: Lamborghini 16, Baroncini F., Calzolari L. 3, Calzolari M., Bernardini 5, Martelli, Sabbioni 10, Brunello, Orlandi 4, Chiapparini 6, Baroncini G. 6, Venturoli 14. All. Bulgarelli.

Fidenza: D’Esposito 6, Molinari, Moscatelli 12, Iacomino 17, Vecchio M. 2, Montanari 7, Baratta 2, Parmigiani 7, Vecchio P. 4, Poggi, Chiozza. All. Olivieri.

MAGIK BASKET – SAMPOLESE BK 70 – 56

(29-15; 42-26; 55-44)

Magik Parma: Bazzoni 2, Donadei 3, Malinverni N., Bocchia 4, Malinverni L. 13, Paulig 18, Ceci 8, Caravita 5, Diemmi 12, Allodi, Berlinguer 2, Botti 3. All. Padovani.

San Polo d’Enza: Tognoni 3, Minardi 12, Davoli 12, D’Amore, Benevelli, Tondo 4, Braglia 10, Fava 2, Galassi  4, Pezzi 4, Magliani 2, Hasa 3. All. Corali.

POLISPORTIVA CASTELLANA – SCUOLA PALL. VIGNOLA 78 – 63

(18-26; 39-35; 51-51)

Castesangiovanni: Villa A. 7, Coppeta 14, Libè 12, Eccher 4, Badini 2, Baldini 14, Derba 4, Zermani 7, Villa S. 5, Mori, Brandolini, Markovic 9. All. Fanaletti.

Vignola: Ganugi 12, Badiali 6, Nascetti, Barbieri, Caltabiano 3, Degli Angeli 2, Paladini 12, Guidotti 17, Zavatta S. 11, Siligardi. All. Sacchetti.

PALL. NAZARENO  – ATLETICO BASKET 75 – 80

(20-25; 36-39; 56-58)

Carpi: Carretti 8, Compagnoni 14, Pivetti, Biello 11, Spasic 1, Marra 10, Cavallotti ne, Bonfiglioli, Saetti, Lavacchielli 5, Pravettoni 13, Valenti 13. All. Beltrami.

Atletico: Veronesi Gr. 4, Campanella M. 1, Rossi 19, De Simone 14, Diop 8, Artese 6, Martelli 4, Savic, Veronesi G.I. 8, Campanella E. 15, Pedroni 1. All. Pietrantonio.

ANTAL PALLAVICINI – POLISPORTIVA BIBBIANESE 72 – 55

(13-11; 33-28; 58-38)

Pallavicini: Maestripieri 14, Spadellini 5, Tosiani 4, Cenesi 8, Galeotti 6, Nanni G. 3, Benuzzi 3, Sgargi 11, Nanni M. 5, De Martini 7, Minghetti 6, Consolini. All. Bignotti.

Bibbiano: Borelli 4, Reni 6, Grulli, Ghirardini, Ricco’, Giardina 3, Bertoli 5, Belli 12, Rika 5, Monticelli 9, Croci 11. All. Reverberi.

U.S. LA TORRE – U.P. CALDERARA PALL. 68 – 81

(16-21; 31-42; 46-56)

La Torre Reggio Emilia: Davoli 6, Mazzi G. 3, Scianti, Ferretti 1, Pezzarossa 5, Mazzi F. 26, Mussini 2, Rivi, Bondioli 4, Lavaggi, Margaria 20, Orlandini 1. All. Spadacini.

Calderara: Rallo 9, Leonelli 2, Settanni 3, Cacciari 11, Zocca 1, Selvi 14, Rubino 3, Turchetti 4, Serio 19, Lambertini, Raggi 9, Projetto 6. All. Venturi.

Non si sblocca la Torre, sconfitta a domicilio dal Calderara. I bolognesi scappano nel secondo quarto (31-42 al 20′) e, grazie alle ottime percentuali al tiro, rendono vani tutti i tentativi di rimonta orchestrati dalla coppia Filippo Mazzi-Margaria. Espulso, nell’ultimo quarto per somma di tecnici, il coach grigiorosso Spadacini.

CLASSIFICA

ATLETICO BOLOGNA 8 4 4 0 324 242 +82
VOLTONE ZOLA 8 4 4 0 300 245 +55
PALLAVICINI BOLOGNA 8 5 4 1 329 285 +44
MAGIK PARMA 8 5 4 1 343 328 +15
SAMPOLESE 6 5 3 2 321 316 +5
PGS WELCOME BOLOGNA 6 5 3 2 340 338 +2
CALDERARA 4 4 2 2 274 255 +19
FULGOR FIDENZA 4 5 2 3 320 322 -2
FRANCESCO FRANCIA ZOLA 4 5 2 3 326 331 -5
VENI SAN PIETRO IN CASALE 4 4 2 2 267 275 -8
CASTELLANA CASTEL S.GIOVANNI 4 5 2 3 306 356 -50
NAZARENO CARPI 2 5 1 4 359 351 +8
SCUOLA PALL. VIGNOLA 2 4 1 3 256 282 -26
BIBBIANESE 2 5 1 4 310 368 -58
LA TORRE REGGIO EMILIA 0 5 0 5 273 354 -81

SERIE D/B 5° Giornata

PARTY & SPORT – STEFY BASKET 79 – 88

P&S Ozzano: Gambetti 12, Garagnani 8, Sandrolini 1, Dozza 6, Fierro 14, Zerbini 14, Lazzari 4, Martelli 4, Passatempi 4, Miceli 12, Spadoni. All. Garavini.

Stefy: Franceschini 22, Grilli ne, Scandellari R., Pancaldi 12, Riguzzi, Zambonelli 8, Lamborghini 5, Melchiorre 7, Forni 4, Poli 18, Galli 12. All. Scandellari M.

BASKET VILLAGE – CESTISTICA ARGENTA 64 – 73

(11-26; 35-42; 52-56)

BK Village Granarolo: Dalla 8, Paoloni 3, Cerulli 17, Banzi 2, Landuzzi 8, Morando 5, Poli 3, Marcheselli 6, Chittaro ne, Meluzzi 7, Polo, Nicotera 5. All. Ansaloni.

Argenta: Alberti A., Pusinanti 11, Alberti D. 19, Cesari 2, Ardizzoni 8, Federici ne, Bianchi 11, Bottoni, Peretti 2, Malagolini 10, Di Tizio 3, Torriglia 7. All. Panizza.

Brutta sconfitta di Granarolo che perde in casa contro la Cestistica Argenta.

Primo quarto infernale per la squadra di casa. Il parziale dei primi sei minuti di partita è 0-18 con gli ospiti che tentano di ammazzare immediatamente la partita, arrivando addirittura a +21. Un 6-0 di Granarolo chiude il primo quarto sull’11-26. Nel secondo periodo Granarolo prova a ridurre il divario e, spinti dai punti di Cerulli e Dalla, ricuciono lo svantaggio, che a metà quarto recita 26-32. Nel finale di quarto una tripla di Morando porta i padroni di casa sul -3, ma una bomba di Davide Alberti allo scadere porta le squadre a riposo sul risultato di 35-42. Lo stesso Alberti inaugura il terzo quarto con 5 punti che portano a +12 la partita, ma, soprattutto grazie ai punti di Cerulli, Granarolo riesce a mantenere equilibrio durante tutto il periodo. Nel finale di periodo, una tripla di Landuzzi riduce nuovamente il gap, chiudendo il quarto 52-56. Landuzzi apre l’ultimo quarto con un altra bomba e Granarolo arriva a -1, risultato che dura fino a metà quarto, quando, sempre Alberti, mette due triple consecutive che ammazzano la partita. Dopo un po’ di tira e molla, la partita si chiude sul 64-73.

CESENA BASKET 2005 – BELLARIA BASKET 56 – 67

(15-26; 27-40; 46-58)

Cesena: Scaccabarozzi 8, Rossi Fe. 1, Romano 16, Montalti 1, Rossi Fi. 2, Moscatelli 8, Cafasso, Benzi, Ambrogi 1, Montaguti 6, Dell’Omo 13, Balestri. All. Domeniconi.

Bellaria: Nervegna 1, Gori, Tassinari 14, Pulvirenti, Forte, Stabile 3, Raffaelli, Casadei 4, Benedettini, Clementi 6, Scarone 33, Trunic 6. All. Radulovic.

Altra sconfitta casalinga per Cesena, che cade sotto i colpi implacabili del duo over 40 Scarone-Tassinari (42 e 40 anni), unici mattatori di un match sempre in mano agli ospiti di coach Radulovic.

La partita si decide praticamente nel primo quarto con il vantaggio esterno che cresce lentamente per poi raggiungere  di colpo il +11 sui secondi finali con Scarone già bello carico e Cesena che concede troppo in fase difensiva. Il resto della gara è infatti in perfetto equilibrio (gli altri tre quarti finiscono 41 pari), ma Cesena non ha mai la forza di mettere seriamente in pericolo il successo degli ospiti. C’è un sussulto a metà dell’ultimo quarto, con un parziale di 6 a 0 che sembra poter ridare speranze agli uomini di casa (53 a 60), ma nel finale le distanze tornano a dilatarsi e la sperata rimonta non va in porto. La vittoria di Bellaria è tutto merito di un imprendibile Scarone (33 punti) e di un solidissimo Tassinari (14 + 18 rimbalzi) che a questi livelli può permettersi anche di giocare vicino a canestro, mandando a scuola molti giovani studenti alle prime armi. Cesena è ancora una volta vittima dei suoi troppi errori e deve recriminare sulle tante occasioni gettate al vento, certamente frutto di inesperienza, ma anche di troppa precipitazione e di un gioco ancora difficilmente decifrabile.

SCUOLA BASKET FERRARA – IMMOBILIARE 2000 87 – 84 dts

(21-17; 35-42; 52-56; 78-78)

Ferrara: Ferrarini 3, Rimondi Ri. 16, Gavagno, Bertocco 16, Rimondi Ro. 15, Bereziartua 14, Proner 10, Romagnoni 9, Vicini 1, Malaguti 3. All. Schincaglia.

Gardens: Alaimo 20, Venturi 6, Bonesi 5, Nobis 3, Pezzano ne., Sterpi 6, Iantorni ne, Pellegrinotti 2, Pedrielli 19, Cataldo 6, Pierini 11, Puzzo 6. All. Piccolo.

BASKET RICCIONE – CURTI 89 – 72

(26-18; 51-34; 72-55)

Riccione: Egbutu 4, Cavadei 3, Ortenzi 3, Mazzotti 6, Sacchetti 6, Brattoli 29, D’Aurizio 2, Ambrassa 11, De Martin 16, Curcio 9. All. Ferro.

International Imola: Baldazzi 10, Lucchi 6, Regazzi 7, Dirella 14, Argenti 10, Scagliarini 3, Bertazzoli 4, Foronci 2, Montanari 2, Ginevri 14. All. Gemelli.

Arriva la quarta sconfitta per la Curti. Contro una Riccione lanciata nelle parti alte della classifica, per i biancorossi di coach Gemelli è veramente dura riuscire a stare in partita, con gli adriatici che già, dopo il primo quarto, prendono in mano le redini della partita.

STARS BASKET – BASKERS 69 – 57

(14-22, 36-38, 58-51)

Stars: Conidi 11, Tazzara 16, Lucchetta 10, Guerra 3, Giudici 6, Paccagnella 11, Musolesi 2, Branchini 7, Passarelli, Benfenati ne, Orlando 2, Pistacchio 1. All. Bandiera.

Baskers Forlimpopoli: Pinza, Marzolini 3, Marchioni 5, Ronci, Cristofani 3, Cortini 21, Picone 5, Totaro 13, Neri, Biffi 1, Mingozzi 2, Brunetti 4. All. Rustignoli.

In avvio, sono i forlimpopolesi a fare il match: guidati da un Cortini straripante, i Baskérs si portano subito avanti, mentre dall’altra parte sono Conidi e Tazzara a contenere i danni. Nel secondo quarto si ribaltano le parti del match: prima un chirurgico Picone dilata il distacco fino alla doppia cifra, poi alcuni errori ospiti ed i canestri di Paccagnella riportano il punteggio in parità, prima del buzzerbeater di Totaro che fissa il punteggio sul 36-38 all’intervallo. Dopo la pausa lunga, gli Stars aggrediscono in difesa e trovano in Lucchetta l’uomo e, nella linea del tiro libero, il posto giusto per allungare nel punteggio. I Baskérs si appoggiano alle iniziative individuali di Totaro e Cortini per non affondare. Nei primi minuti dell’ultimo quarto succede di tutto, con entrambe le squadre che restano al palo per diversi minuti, tra errori banali e palle perse. La svolta sembrano poterla dare gli ospiti: con cinque punti filati, Marchioni riporta i suoi sul -2 (58-56). Lì, si decide la partita: prima la bomba del sorpasso tirata da Marchioni gira sul ferro ed esce, poi, sempre il play, scarta una caramella per Totaro che potrebbe chiudere un facile gioco da 3 punti. Invece la palla non entra, il pivot fa 0/2 ai liberi e dall’altra parte Lucchetta trova una bomba dal peso specifico elevatissimo. Di lì, infatti, i Baskérs perdono definitivamente la maniglia del match, masticando in attacco e in difesa e subendo un 10-1 di parziale che chiude la questione.

PALL. BUDRIO 2012 – SELENE BK 82 – 59

(13-13; 34-37; 57-51)

Budrio: Curti 2, Cesario 8, Maccaferri 7, Tugnoli 17, Tuccillo 7, Manini, Lazzari 2, Zanellati 15, Zitelli 6, Zambon 7, Quarantotto 11. All. Bovi.

Sant’Agata sul Santerno: Montanari 14, Forcione 1, Gaddoni, Carlotti 9, Mastrilli 5, Esposito, Caprara 9, Baldrati 11, Camorani 2, Trerè 8. All. Lanzi.

CLASSIFICA

RICCIONE 8 4 4 0 320 247 +73
ARTUSIANA FORLIMPOPOLI 8 4 4 0 286 228 +58
ARGENTA 6 5 3 2 403 360 +43
IMMOBILIARE 2000 BOLOGNA 6 5 3 2 386 345 +41
BELLARIA 6 5 3 2 338 320 +18
PALL. BUDRIO 289 6 5 3 2 353 339 +14
BASKET VILLAGE GRANAROLO 6 5 3 2 356 362 -6
SELENE S. AGATA 6 5 3 2 365 384 -19
STARS BOLOGNA 4 4 2 2 270 279 -9
STEFY BOLOGNA 4 5 2 3 358 387 -29
S.B. FERRARA 4 5 2 3 297 347 -50
BASKERS FORLIMPOPOLI 2 5 1 4 316 333 -17
PARTY&SPORT OZZANO 2 5 1 4 359 394 -35
CESENA BASKET 2005 2 4 1 3 236 272 -36
INTERNATIONAL IMOLA 0 4 0 4 284 330 -46
1 2 3 4