Category Archives: Regionali

C.S. – La PSA tessera il pivot montenegrino Vucinovic

La società Psa Basket  è lieta di annunciare il perfezionamento di un importante operazione in entrata: ad approdare a Modena è il forte pivot montenegrino Vjekoslav Vucinovic.

Classe ’95, 202cm x 97 kg, dopo aver superato le visite mediche attitudinali ed i test tecnici di coach Fabio Spettoli, Vucinovic ha scelto la maglia numero 15.

Vucinovic, proveniente dalla formazione del KK Sutjeska, formazione militante nel massimo campionato montenegrino, nella passata stagione si è brillantemente messo in mostra con una media di 13 punti 8.6 rimbalzi e 6.5 assist per gara.

Ecco le prime parole di Vucinovic in maglia modenese: “Sono veramente contento della mia scelta di approdare in Italia, a Modena. Sin dal primo allenamento ho trovato un gruppo genuino che lavora moltissimo e si mette completamente a disposizione di coach Spettoli. Motivo importante della mia scelta di approdare a Modena è la presenza di coach Stefano Michelini con il quale ho immediatamente iniziato a lavorare sodo a livello quotidiano. Penso, con molta sincerità, che la classifica sia bugiarda perché il livello della squadra è buono ed in costante aumento. Non vedo l’ora di scendere in campo, sono certo che al termine del campionato centreremo la salvezza”.

C Gold, la Pontevecchio sorprende la Salus. C Silver, rinviate Novellara-Vis 2008 e Anzola-Rebasket

SERIE C GOLD 12° Giornata

ACADEMY BASKET FIDENZA – BOLOGNA BASKET 2016 63 – 71

PASTA DALLARI – ALBERTI E SANTI 69 – 74

(15-23; 37-34; 56-51)

LG Competition Castelnovo Monti: Canuti, Corradini, Canovi, Magnani, Rossetti 10, Simaitis 11, Levinskis 6, Guarino 13, Torlai ne, Mallon 27, Parma Benfenati ne, Barigazzi 2. All. Diacci.

Fiorenzuola: Galli 3, Sichel 15, Resca ne, Zucchi 3, Trobbiani, Zaric 11, Scekic 14, Marletta 3, Lottici M. 12, Klyuchnyk 11, Donati ne, Garofalo 2. All. Lottici S.

Altra sconfitta al fotofinish per la Pasta Dallari che si arrende in casa alla Pallacanestro Fiorenzuola che vince il match con il punteggio di 69-74. Stop doloroso per la squadra allenata da coach Diacci, protagonista di una bella prestazione, in vantaggio per gran parte dell’incontro, ma che deve cedere nel finale alla quotata formazione piacentina.

I castelnovesi non partono bene e subiscono subito un parziale da 0-7 in apertura di gara. A metà quarto Fiorenzuola è ancora avanti di 7, ma un infuocato Guarino dall’arco riporta la LG a contatto. Ci pensa poi Mallon a far rientrare i padroni di casa a -1, ma il finale è tutto a favore degli ospiti che chiudono la frazione sul 15-23 grazie alla magia all’ultimo secondo di Klyunchnyk. Nel secondo quarto i piacentini giocano un buon basket e controllano il ritmo gara sino a quando la Pasta Dallari firma un parziale da 8-0 e pareggia il match sul 27-27. L’attacco degli ospiti si inceppa, la difesa LG è di grande qualità e Castelnovo va avanti nel risultato per la prima volta, raggiungendo il +6 dopo i tiri liberi segnati dal giovanissimo play Barigazzi (classe 2000). La tripla allo scadere di Zaric permette però a Fiorenzuola di rimanere ad un solo possesso di svantaggio (37-34). Ad inizio terzo quarto le squadre rimangono a contatto nel punteggio con tanti punti da una parte e dall’altra: la partita è intesa ed in equilibrio, poi le triple di Šimaitis e di Guarino spingono i montanari sul +8 ma un’altra bomba sulla sirena, questa volta di Sichel, permette a Fiorenzuola di rimanere a distanza. Nei primi minuti del quarto periodo si segna pochissimo, ma con un parziale di 5-0 gli ospiti pareggiano il match. Dopo 3’30” di astinenza, la LG torna a segnare con Levinskis e si preannuncia un nuovo finale di gara in volata. Mallon prova a far scappare i castelnovesi, ma capitan Garofalo pareggia a 64, l’argentino dalla lunetta riporta Castelnovo a +2 ma una pesantissima tripla di Sichel firma il vantaggio di Fiorenzuola quando mancano 1’46 da giocare. La LG sbaglia i canestri del controsorpasso, i piacentini hanno la possibilità di chiudere il match senza riuscirci sino alla bomba di Lottici che a 20” dal termine spinge gli ospiti sul +4. Mallon risponde dall’arco e i reggiani sono ancora a -1, ma costretti a fare fallo: dalla lunetta Sichel fa 2/2 e Fiorenzuola è avanti di tre lunghezze con sei secondi da giocare. La LG non riesce a costruire un buon tiro e Rossetti, da 9 metri, cerca l’improbabile tripla del pareggio: il rimbalzo è di Klyunchnyk che subisce fallo, fa 2/2 ai liberi e fissa il risultato sul 69-74 finale.

VIRTUS SPES VIS – GUELFO BASKET 97 – 65

(34-21; 56-39; 84-60)

VSV Imola: Dalpozzo 5, Dal Fiume 9, Boero 13, Nucci 18, Casadei 12, Creti, Sassi, Ranocchi 23, Sangiorgi 8, Zytharyuk 9. All. Tassinari.

CastelGuelfo: Bernabini 9, Rebeggiani ne, Baccarini 9, Grillini 21, Bitti 4, Musolesi 1, Santini 3, Pieri 3, Casagrande 4, Govi 7, Trombetti 4. All. Serio.

E’ una Virtus spettacolare quella che sconfigge Guelfo in un derby frizzante, dominato dalla prima palla a due alla sirena finale. Guelfo non molla mai, ma già all’intervallo lungo Imola si trova su un rassicurante +17. La Virtus seppellisce gli avversari sotto una pioggia di triple: ben 9 nei primi venti minuti, per un totale di 16 a fine partita.

Grandi protagonisti di serata Alessandro Ranocchi che chiude a quota 23, Luigi Boero solito cecchino dalla distanza con 13 punti, frutto di 4/6 dal campo ed Alessandro Nucci un secondo tempo magistrale, chiudendo a quota 18 punti personali, ma tutta la squadra merita gli applausi per un successo netto e mai in discussione.

LA.CO. – B.S.L. 73 – 62

(19-13; 33-34; 53-45)

Flying Balls Ozzano: Mengoli ne, Folli 8, Masrè 9, Morara 14,Corcelli 17, Lalanne 3, Magagnoli 10, Zambon ne, Martini 2, Dordei 10, Agusto ne, Agriesti ne. All. Grandi.

San Lazzaro: Recchia ne, Lolli 7, Baietti 9, Naldi ne, Quadrelli 4, Fabbri 5, Rossi 5, Perini ne, Cempini 16, Corradini, Mellara 2, Allodi 14. All. Bettazzi.

Il 2017 va in archivio, almeno per quanto riguarda il campionato, con un successo per i Flying Balls, il quarto consecutivo. La BSL San Lazzaro è battuta 73 a 62 dopo un match difficile, mai scontato, dove gli avversari hanno fatto sudare più di sette camicie ai biancorossi, che sono riusciti ad avere la meglio contro ogni avversità capitate in questi giorni. Ad Agusto, ancora ai box dopo l’intervento al naso, anche Chiusolo deve dare forfait. A loro si aggiungono Corcelli e Martini non in perfette condizioni, dopo una settimana turbolenta con allenamenti ridotti.

L’inizio però per la La.Co. è super: i canestri di Dordei, le triple di Morara, Corcelli e Magnanoli, e dopo 4 minuti Ozzano è sul +13 (14-1). Ma a differenza dei match amichevoli e di coppa dove la BSL veniva poi travolta, in questa occasione la squadra di coach Bettazzi reagisce e chiude la prima frazione a -6 (19-13). La partita non è bellissima, ci sono tanti errori da ambo le parti. Nel secondo quarto Ozzano pare spenta e San Lazzaro, sulle ali dell’entusiasmo e trascinati da Allodi, trova al 16’ il primo vantaggio di serata ed il +4 (26-30). Ozzano si affida a Masrè per ricucire (33-34 alla seconda sirena) ma nel terzo quarto la situazione si complica: al 22’ Dordei e Corcelli commettono entrambi il quarto fallo  e si accomodano in panchina; per coach Grandi rotazioni risicate e situazione quasi di emergenza. Ma grazie al contributo della coppia Morara-Magagnoli i Flying tornano a condurre e ad allungare fino al +8 (53-45) dell’ultimo mini break. In apertura dell’ultimo quarto diversi liberi sbagliati negano ad Ozzano la doppia cifra di vantaggio. San Lazzaro ne approfitta e trascinati da Cempini (16 punti), torna minacciosamente a-2 (58-56 a 5 dal termine). Tutto è ancora aperto. Nel momento più difficile ozzanese arrivano due triple importantissime, di Corcelli e Lalanne, che riportano Ozzano a +8. Vantaggio che i biancorossi gestiranno nei minuti finali fino al +11 finale sul 73 a 62.

POL. ARENA – NUOVA PSA 84 – 68

(20-20; 43-32; 68-48)

Montecchio: Grisendi 3, Guardisoni ne, Secli, Bertocco 12, Di Noia 28, Basso 2, Guidi 10, Ghezzi, Gruosso 8, Vanini 8, Negri 9, Giglioli. All. Cavalieri.

Psa Modena: Vivarelli 4, Pederzini 6, Basilicò, Riccio, Tamagnini, Nasuti 2, Taddei 2, Riguzzi 13, Vucinovic 17, Guazzaloca 22, Turcato ne, Stucchi. All. Spettoli

SALUS PALL. BOLOGNA – POL. PONTEVECCHIO 65 – 68

(9-12; 34-26; 54-45)

Salus: Savio 10, Branzaglia, Amoni 9, Granata 8, Tugnoli 13, Polverelli 9, Stojkov 6, Arletti, Gebbia ne, Trentin 10. All. Fili.

Pontevecchio: Folli 12, De Gregori 13, Buriani 16, Gianninoni 2, Nanni ne, Mantovani 2, Parchi, Di Rauso 6, Minerva, Bergami 17, Vetere ne. All. Carretto.

PALL. TITANO – GAETANO SCIREA BASKET 18/12/2017 – 21:00

MULTIEVENTI SPORT DOMUS – Via Rancaglia 30 RIMINI (RN)

RECUPERO

SCIREA – SALUS 60 – 66

CLASSIFICA

VSV IMOLA 22 12 11 1 957 761 +196
FLYING BALLS OZZANO 20 12 10 2 934 791 +143
FIORENZUOLA 1972 20 12 10 2 947 851 +96
SALUS BOLOGNA 18 12 9 3 882 796 +86
GUELFO CASTELGUELFO 14 12 7 5 912 881 +31
ACADEMY FIDENZA 14 12 7 5 900 873 +27
BOLOGNA BASKET 2016 12 12 6 6 853 872 -19
ARENA MONTECCHIO 10 12 5 7 922 947 -25
PONTEVECCHIO BOLOGNA 10 12 5 7 813 854 -41
LG COMPETITION CASTELNOVO M. 8 12 4 8 801 827 -26
GAETANO SCIREA BERTINORO 6 11 3 8 645 682 -37
SAN MARINO 6 11 3 8 740 820 -80
BSL SAN LAZZARO 6 12 3 9 815 965 -150
PSA MODENA 0 12 0 12 805 1006 -201

SERIE C SILVER 12° Giornata

DULCA – GINNASTICA FORTITUDO 85 – 47

(33-4; 40-13; 62-25)

Santarcangelo: Fornaciari 12, Bianchi 11, Cunico 14, Fusco 7, Canini, Giuliani 8, Raffaelli 10, Insero 2, Ramilli 7, Guziur, Saponi 12, Semprini Cesari 2. All. Bernardi.

S.G. Fortitudo: Mazzotti 2, Zucchini 10, Valenti, Tosini 14, Zinelli 2, Mallini, Medini, Pederzoli 8, Galassi 5, Bonazzi 4, Pontrelli 2. All. Solaroli.

GRIFO BASKET IMOLA 1996 – PALLACANESTRO CASTENASO 19/12/2017 – 20:30

Palasport A. RUGGI – Via A. Oriani 2/a IMOLA (BO)

CREI – CVD BASKET CLUB 83 – 70

(19-25; 38-41; 63-49)

Granarolo Basket: Salicini 2, Bianchi 16, Masetti ne, Marchi 18, Paoloni 19, Ballini 10, Bernardinello 6, Cristalli 2, Carini ne, Marega 10, Pani, Neviani. All. Carrera.

Cvd Casalecchio: Ballanti 2, Dawson 12, Trois 15, Sighinolfi 14, Penna 10, Skocaj 8, Perini, Fuzzi 3, Taddei 3, Falzetti 3, Lelli. All. Lanzoni.

ANZOLA BASKET – REBASKET RINVIATA

BERNAITALIA – OLIMPIA 69 – 61

(16-20; 37-34; 56-49)

Virtus Medicina: Jdidi ne, Bonetti N. ne, Tinti 9, Marinelli 10, Mini 13, Govi 11, Biguzzi 4, Lorenzini 11, Stagni ne, Verde ne, Rambelli 8, Seracchioli 3. All. Cavicchioli.

Olimpia Castel San Pietro: Fimiani, Bonetti ne, Dall’Osso 16, Pedini, Beccaletto 5, Cavina, Zambrini 9, Pellacani 8, Lugli 16, Castellari ne, Zuffa ne, Governatori 7. All. Loperfido.

Derby della “San Carlo” bruttino, ma meritatamente vinto da Medicina. Castello ha avuto un solo passaggio a vuoto, nel terzo quarto, ma è stato quello decisivo. Da segnalare le prestazioni di Lorenzini e Govi (ottima la sua difesa su Zambrini), mentre per l’Olimpia si sono distinti Lugli e Dall’Osso.

Pronti, via e 5-0. Lo spettacolo, però, finiva subito, perché al 6′ eravamo 5-5. Fiammata di Mini e 14-10 all’8′. Controbreak di 0-10 e 14-20, con Pellacani in evidenza sotto i tabelloni. Tripla di Seracchioli e nuovo sorpasso (27-24 al 14′). Il match proseguiva sul filo dell’equilibrio e all’intervallo il tabellone segnava 37-34. Ancora sorpassi e controsorpassi fino al 41-42. Qui, si decideva la partita: 13 a 0 e Bernaitalia che volava sul 54-42 al 27′ con l’unico sprazzo di Biguzzi. Dall’Osso provava a riportare sotto i suoi e, in effetti, con un canestro di Governatori, si arrivava sul 62-59 al 36′, ma la rimonta castellana finiva qui e bastava poco alla Virtus per riallontanare il pericolo (66-59 al 38′). Ultimo brivido sul 66-61 e Dall’Osso in lunetta: 0/2, mentre dall’altra parte, a -20″, Tinti faceva doppietta e, così, partivano i titoli di coda.

PALLACANESTRO MOLINELLA – ME CART 67 – 66

(15-22; 30-42; 40-50)

Molinella: Brandani 18, Spisni 3, Menna, Checcoli ne., Ranzolin 14, Frignani 12, Frazzoni 9, Capobianco, Lanzi 7, Ramini, Regazzi 4. All. Baiocchi.

Scuola Basket Cavriago: Zecchetti 6, Mazza 11, Fantini 5, Baroni 3, Pezzi 8, Lorenzani, Franzoni. All. Martinelli.

NOVA ELEVATORS PERSICETO – BK POL. CASTELFRANCO E. 81 – 73

PALL. NOVELLARA – VIS 2008 RINVIATA

CLASSIFICA

CNO SANTARCANGELO 18 12 9 3 927 783 +144
REBASKET CASTELNUOVO 18 11 9 2 788 688 +100
GRANAROLO BASKET 16 12 8 4 875 811 +64
ANZOLA 14 11 7 4 796 754 +42
MOLINELLA 14 12 7 5 768 802 -34
NOVELLARA 14 11 7 4 792 768 +24
OLIMPIA CASTEL SAN PIETRO 14 12 7 5 827 789 +38
VIRTUS MEDICINA 14 12 7 5 918 876 +42
VIS PERSICETO 14 12 7 5 833 858 -25
CASTELFRANCO EMILIA 12 12 6 6 909 846 +63
CASTENASO 12 11 6 5 764 787 -23
CVD CASALECCHIO 12 12 6 6 798 779 +19
SCUOLA BASKET CAVRIAGO 10 12 5 7 819 823 -4
VIS 2008 FERRARA 4 11 2 9 703 811 -108
GRIFO IMOLA 0 11 0 11 719 827 -108
S.G. FORTITUDO BOLOGNA 0 12 0 12 748 982 -234

Serie D, la Francesco Francia doma la Magik. Girone B: Argenta sbanca il “PalaPicci”

SERIE D/A 13° Giornata

BASKET VOLTONE MASCHILE – PALL. FULGOR 73 – 74 dts

(23-24; 41-38; 57-53; 69-69)

Monte S. Pietro: Giacometti A. 2, Maldini S. 15, Castaldini 7, Maldini M., Codicini 2, Ferraro 9, Giacometti J. 20, Calzini 2, Maresi 6, Magi 2, Tubertini 8. All. Torrella.

Fulgor Fidenza: Gaudenzi 8, Moscatelli 19, Montanari 13, Parmigiani 21, Barcaroli 5, Poggi, Baratta 2, Vecchio M. 4, Chiozza, Vecchio P. 2. All. Olivieri.

F.FRANCIA PALL. – MAGIK BASKET 81 – 71

(23-24; 42-45; 57-54)

Zola Predosa: Galli 12, Perrotta 6, Gamberini 31, Maselli, Ghianda, Masina 8, Barilli Fi. 10, Bosi 3, Bavieri, Romagnoli 11. All. Benini.

Magik Parma: Bazzoni 2, Donadei 3, Malinverni N. 3, Bocchia 4, Malinverni L. 6, Paulig 23, Ceci 15, Caravita 4, Montagna, Diemmi 11. All. Padovani.

H4T – BIBBIANESE 85 – 57

(24-13; 52-23; 68-44)

S.P. Vignola: Ganugi 12, Badiali 5, Nascetti 2, Barbieri E. ne, Caltabiano, Barbieri A. 5, Gamberi, Degli Angeli 2, Galvan 30, Paladini 10, Guidotti  17, Silingardi 2. All. Sacchetti.

Bibbiano: Reni 2, Grulli 2, Ghirardini 6, Colla, Giardina 5, Bartoli 13, Belli 10, Rika, Monticelli 10, Croci 9. All. Reverberi.

ATLETICO BASKET – SAMPOLESE BK 71 – 51

(26-14; 38-22; 52-34)

Atletico Borgo: Veronesi Gr. 6, Campanella F. 5, De Simone 2, Diop 3, Artese 17, Righetti, Flori 3, Savic 3, Veronesi Gi 9, Rosati 8, Campanella E. 11, Pedroni 4. All. Pietrantonio.

San Polo d’Enza: Tognoni, Minardi 10, Davoli 4, D’Amore 4, Benevelli 3, Tondo 3, Braglia 4, Galassi 4, Pezzi 5, Magliani 11, Hasa 2. All. Corali.

 

L’Atletivo vince la sua dodicesima partita consecutiva e rimane l’unica squadra imbattuta del campionato. Un successo arrivato grazie a una bella prova corale, soprattutto in difesa. Coach Pietrantonio azzecca in pieno la scelta del pressing a tutto campo e soffoca la manovra offensiva dei reggiani, sfruttando il contropiede e il tiro in transizione. Sesta sconfitta di fila, invece, per la Sampolese che, dopo un inizio convincente, con tre vittorie nelle prime tre gare, è scivolata in piena zona play-out. I ragazzi di Corali, apparsi, sin dai primi possessi, completamente in balia degli avversari, non danno mai l’impressione di poter rimanere in scia ai padroni di casa e alzano con largo anticipo le mani dal manubrio.

Avvio folgorante del Borgo, avanti 6-0 dopo appena 30”di gioco. Gli ospiti rispondono con un mini-break di 5-0 (6-5 al 2’), prima di un nuovo allungo dei padroni di casa, propiziato dai canestri di Campanella, che si portano a otto lunghezze di vantaggio (14-6 al 6’). L’Atletico mantiene il controllo del match grazie al pressing a tutto campo voluto da coach Pietrantonio, che causa numerose palle perse all’attacco reggiano: i siluri di Campanella e Rosati fanno volare i bolognesi sul +12 alla prima sirena (26-14). La Sampolese accorcia a -7 in avvio di seconda frazione (26-19 al 13’), approfittando della pessime percentuali al tiro dei locali. Poi, uno scatenato Artese trascina i suoi a +15 (35-20 al 17’), costringendo  coach Corali al time-out. Al rientro dal “minuto” la musica non cambia e Flori, dalla lunga distanza, piazza il canestro del 38-22 che manda le squadre negli spogliatoi per l’intervallo lungo. Il Borgo segue il copione dei primi due quarti, continuando a macinare gioco e punti, sotto la regia di Artese, ben coadiuvato da Enrico Campanella: la Sampolese, tramortita, crolla a -20 (44-24 al 24’). Gli ospiti tornano a dare segnali di vita sul finire di terzo periodo e provano a ricucire lo strappo con quattro punti filati di Davoli (50-34 al 29’); l’antisportivo fischiato a Benevelli, però, costa caro ai sampolesi, che ritornano sotto di diciotto lunghezze al gong del terzo quarto: 52-34. Rosati inaugura l’ultima frazione con una tripla e l’Atletico torna ad assaporare le venti lunghezze di vantaggio (55-35). I reggiani non trovano più le forze per tenere testa alla squadra di Pietrantonio che dilaga nel finale, arrivando a toccare le ventisei lunghezze di vantaggio (70-44 al 38’). I canestri di Magliani e Minardi servono solo a rendere meno largo il divario: il Borgo trionfa, con ampio merito, per 71-51.

ANTAL PALLAVICINI – P.G.S. WELCOME 82 – 69

U.P. CALDERARA PALL. – VENI BASKET 80 – 66

(21-13; 38-31; 54-47)

Calderara: Rallo ne, Cacciari 5, Soresi 12, Nanni ne, Zocca 4, Berti ne, Selvi 14, Turchetti 2, Serio 17, Molinari 13,  Projetto 13. All. Venturi.

San Pietro in Casale: Gamberini, Pastore 8, Govoni A. 16, Ferulli 12,  Ventura, Govoni E. 8, Mantovani 11, Ghedini 4, Ballarin 2, Billi, Montebugnoli 2, Sakho 3. All. Folchi.

Bella e importante vittoria del Calderara nel derby contro una Veni mai doma, in una partita ad alto ritmo sempre condotta dall’avvio e respingendo più volte i tentativi di recupero degli ospiti.

Avvio brillante del Calderara grazie ad un ispirato Soresi (10 punti nel quarto) che si porta sul +6, con Ferulli che tiene la Veni in scia. Una bomba di tabella di Selvi allo scadere consente al Calderara di chiudere avanti al 10’ per 21-13. Si riprende con le due formazioni che difendono aggressive sempre a uomo con i coach che hanno già ampiamente attinto dalle panchine. Il Calderara prova ad allungare con Selvi, ma la Veni con Mantovani ed il rientrante Govoni Andrea si riavvicina e Ferulli impatta a quota 29. I padroni di casa reagiscono subito con Projetto e Molinari che con 5 punti consecutivi sigla il 38-31 per il Calderara al 20’. Nell’ intervallo i coach caricano le rispettive formazioni, ma è la Veni a rientrare meglio in campo e con un 7-0 impatta nuovamente a quota 38. Il Calderara non si scompone e riprende un minimo vantaggio, con le squadre che rispondo colpo su colpo in una partita che resta equilibrata per diversi minuti. Poi verso il finire del quarto, due canestri di Projetto e una bomba di Molinari portano il Calderara sul +9 con Ballarin che dalla lunetta riduce lo svantaggio ed al 30’ il Calderara conduce 54-47. Ultima frazione con i padroni di casa che aumentano ancora l’intensità e grazie ad un immenso Serio si portano subito sul +10. E’ la fuga buona anche se la Veni con Mantovani e Govoni A. tenta di rimanere aggrappata al match. Projetto, Molinari e ancora Serio (11 punti nella frazione) colpiscono a ripetizione e il vantaggio del Calderara aumenta fino al +17 del 38’. Cacciari e Pastore siglano gli ultimi canestri e la partita termina con la meritata vittoria del Calderara per 80-66.

Per i padroni di casa, ancora decimati dagli infortuni, grande prova corale di squadra con 5 giocatori in doppia cifra. Su tutti Serio (MVP) con doppia-doppia da 17 punti e 11 rimbalzi, poi Selvi 14 punti, Projetto e Molinari (3/3 nelle bombe) 13 punti e Soresi 12 punti. Nella Veni, che non ha potuto contare sull’infortunato Ventura, ottima partita di Govoni Andrea con 16 punti, seguito da Ferulli con 12 punti e Mantovani con 11 punti. Buona partita anche di Govoni Enrico con 8 punti.

U.S. LA TORRE – POLISPORTIVA CASTELLANA 53 – 49

(9-11; 26-17; 42-32)

La Torre Reggio: Davoli A. 7, Mazzi G. 5, Vezzosi 8, Pasquali, Davoli L. 2, Pezzarossa 8, Mazzi F. 14, Rivi, Bondioli 3, Lavaggi 2, Orlandini 4, Giaroli. All. Romano.

Castelsangiovanni: Villa A. 1, Baldini 2, Coppeta 13, Libè 6, Eccher 8, Badini, Bonatti 4, Derba, Villa S. 2, Mori 10, Zermani 3. All. Fanaletti.

Riprende, con un’importante vittoria, il cammino della Torre, dopo il turno di riposo. Allo Scaruffi, infatti, arriva il Castellana e si tratta di scontro diretto tra due formazioni che hanno come primo obiettivo la salvezza. Chiuso un primo quarto di studio (9-11), i padroni di casa passano in vantaggio nel secondo periodo, iniziando un elastico nel punteggio che continuerà per tutta la partita, con vari tentativi di allungo, sempre rintuzzati dal Castellana. Le basse percentuali al tiro non agevolano nessuna delle due squadre, ma un gioco da tre punti di Alberto Davoli, proprio in chiusura di frazione, consente comunque ai grigiorossi di andare all’intervallo sul +9. Il copione non cambia nemmeno nella ripresa, quando la Torre tocca in più occasioni il +10 (l’ultima volta sul 45-35 del 32’), senza produrre mai lo strappo decisivo. Il Castellana si affida alle triple di Coppeta, mentre la Torre spreca troppo dalla lunetta, così la partita si riapre completamente negli ultimi secondi, quando gli ospiti arrivano sul -2 (51-49 a 20’’ dal termine) e palla in mano. Determinante, a questo punto, è Filippo Mazzi, che prima ruba palla, poi sigla i due tiri liberi della staffa, concretizzando il quinto successo nelle ultime sei partite per la truppa di Romano, che anticiperà la penultima di andata a sabato prossimo 23 dicembre e sarà un’altra sfida salvezza sul campo della Bibbianese.

CLASSIFICA

ATLETICO BOLOGNA 24 12 12 0 929 730 +199
PALLAVICINI BOLOGNA 20 13 10 3 863 763 +100
MAGIK PARMA 20 12 10 2 840 759 +81
VOLTONE ZOLA 18 12 9 3 848 754 +94
FRANCESCO FRANCIA ZOLA 18 13 9 4 924 875 +49
NAZARENO CARPI 12 12 6 6 882 805 +77
FULGOR FIDENZA 10 12 5 7 784 760 +24
CALDERARA 10 12 5 7 769 820 -51
LA TORRE REGGIO EMILIA 10 12 5 7 680 757 -77
SCUOLA PALL. VIGNOLA 8 12 4 8 835 837 -2
SAMPOLESE 8 12 4 8 747 792 -45
VENI SAN PIETRO IN CASALE 6 12 3 9 727 811 -84
PGS WELCOME BOLOGNA 6 12 3 9 798 887 -89
BIBBIANESE 6 12 3 9 770 901 -131
CASTELLANA CASTEL S.GIOVANNI 6 12 3 9 687 832 -145

SERIE D/B 13° Giornata

CESENA BASKET 2005 – SCUOLA BASKET FERRARA 60 – 43

(10-14; 25-31; 41-36)

Cesena: Scaccabarozzi, Rossi Fe., Romano 11, Montalti, Rossi Fi. 6, Martini 11, Vandelli, Moscatelli 12, Soldati 3, Montaguti 17, Dell’Omo, Di Meglio. All. Domeniconi.

Scuola Basket Ferrara: Ferrarini, Rimondi Ri. 6, Cattani 4, Pigozzi 5, Bertocco 4, Rizzatti 8, Bereziartua 2, Proner, Romagnoni 10, Malaguti 4. All. Schincaglia.

Cesena si regala un Natale tranquillo e sorridente battendo “largo” Ferrara al termine di una gara per la verità molto complicata complicata, soprattutto per propri demeriti, nei primi due quarti. Per la prima volta in stagione il roster di coach Domeniconi è quasi al completo (manca solo il pivot Balestri) anche se molti dei ragazzi sono ancora in piena convalescenza e il campo, in avvio di gara, ne è la piena conferma. Un primo quarto men che mediocre, con percentuali al tiro imbarazzanti, consente a Ferrara (appena appena un po’ meno sciagurata) di prendere un piccolo vantaggio, che però diventa pericoloso e più consistente nel secondo, quando la difesa di Cesena fa acqua da tutte le parti e i ferraresi penetrano l’area come il burro a ferragosto. La svolta arriva a metà quarto con la zona 3-2 che soffoca ogni tentativo avversario, mentre in attacco le percentuali salgono d’incanto, propiziando un parziale di 20 a 4 che ribalta completamente il match. Cesena ringhia in difesa (23 recuperate e appena 11 perse) e concede anche qualche azione spettacolare al pubblico del Palaippo piazzando le spallate giuste al momento giusto e chiudendo il match con un prepotente 14 a 3 che le consente di raggranellare un margine probabilmente importante nello scontro diretto.

BELLARIA BASKET – STEFY BASKET 81 – 49

(29-13; 47-24; 65-37)

Bellaria: Gori 8, Tassinari 7, Forte 1, Stabile 22, Raffaelli 6, Casadei 8, Benedettini 3, Clementi 5, Scarone 18, Trunic 3. All. Radulovic.

Stefy: Pancaldi 5, Melchiorre 7, Riguzzi 8, Marzioni 2, Franceschini 7, Poli 9, Scandellari R. 3, Grilli, Zambonelli 2, Galli 2, Lamborghini 4, Alessandri. All. Scandellari M.

BASKERS – COPAR SERVIZI SELENE 74 – 61

(13-13; 25-26; 53-44)

Baskérs Forlimpopoli: Marchioni 16, Pinza 8, Marzolini, Bourkadi 2, Cortini 6, Totaro 13, Neri 4, Biffi 4, Mingozzi, Biscaro 8, Poggi 10, Brunetti 3. All. Rustignoli.

Sant’Agata sul Santerno: Montanari 4, Pasquali 5, Gaddoni 5, Pirazzini 9, Carlotti 12, Mastrilli 5, Caprara 9, Brignani, Baldrati 9, Trerè 3. All. Lanzi.

Bellissima vittoria per i Baskérs Forlimpopoli che, con una prova solida ed intensa, battono il Selene per 74-61, rispondendo alle vittorie di Imola e Cesena in fondo alla classifica.

Sin dall’avvio, i padroni di casa prendono in mano il match, con una difesa allungata che mette chili di sabbia negli ingranaggi santagatesi. In attacco, però, la mira è sbilenca e a trovare qualche punto ci pensano da una parte Totaro e dall’altra Caprara. In avvio di secondo quarto, arriva il primo break dei Baskérs che, trascinati da un Marchioni imprendibile, si portano avanti nel punteggio. Pronta, però, arriva la risposta degli ospiti che, con Carlotti e Pirazzini, prima si rimettono in scia, poi sorpassano negli ultimi secondi: all’intervallo il tabellone recita 25-26. Dopo la pausa lunga, i forlimpopolesi continuano a martellare su entrambi i lati del campo: la trimurti Totaro-Cortini-Poggi trova buona continuità in attacco, ma è in difesa che la squadra alza il volume, lasciando a Gaddoni e compagni solo le briciole. L’onda, però, si allunga: un paio di zingarate del rientrante Biscaro, la bomba di Brunetti ed ecco che il vantaggio sfiora la doppia cifra al 30′ (53-44). Nell’ultimo quarto, a più riprese gli ospiti provano a rifarsi sotto guidati da Montanari e Caprara, ma i Baskérs, questa volta non cedono: Neri e Marchioni ruggiscono in difesa e trovano punti importanti in transizione, mentre nel finale la gara viene gestita con maturità da parte degli scarsi che tornano così alla vittoria.

IMMOBILIARE 2000 – CURTI 72 – 77

(17-29; 36-46; 57-60)

Giardini Margherita: Alaimo 6, Venturi 18, Nobis 8, Marcelli 1, Pezzano 2, Bonesi, Pallegrinotti 2, Pedrielli 5, Cataldo 15, Pierini 13, Sebastianutti 2. All. Piccolo.

International Imola: Zaccherini, Lucchi 8, Benghi 18, Dirella 11, Wiltshire, Scagliarini 13, Cai, Foronci, Paciello 14, Ciampone ne, Bamania 8, Ginevri 5. All. Pillastrini.

Vittoria meritata per gli imolesi che hanno condotto dall’inizio alla fine. Per i Gardens un deja vu della gara di lunedì scorso col Bellaria: partenza molle in difesa, rimonta, aggancio e mancanza di freddezza nei momenti decisivi (più volte pari nel punteggio, ma mai sopra a parte le primissime battute del match). Con l’aggravante dell’infortunio ad Alaimo, nel primo quarto, che ha chiuso in anticipo il suo 2017.

DOLPHINS – BASKET VILLAGE 75 – 68

(18-16; 36-33; 55-48)

Riccione: Egbutu, Zaghini ne, Diagne, Martinucci ne, Mazzotti 6, Sacchetti 2, Pierucci 3, Brattoli 18, Ambrassa 7, De Martin 8, Curcio 31. All. Ferro.

BK Village Granarolo: Dalla 6, Martinelli, Paoloni 8, Cerulli 12, Banzi ne, Landuzzi 2, Poli 5, Marcheselli, Chittaro ne, Pani 6, Polo 9, Nicotera 20. All. Ansaloni.

Riccione ritrova la vittoria casalinga contro Granarolo per 75-68.

Il primo periodo si apre con un 10-0 nei primi 2′ di gioco, Riccione viene trasportata da Curcio che ne infila 6. Nicotera risponde segnando i primi 8 punti di Granarolo, che portano gli ospiti a -4 e poi, addirittura in parità, prima del canestro di De Martin che chiude il quarto sul 18-16. Nel secondo periodo è Granarolo che prova a dare una zampata sulla partita, grazie ad una tripla di Poli che porta sul +5 la sua squadra.  Ma negli ultimi 5′ il parziale recita 11-2, e Granarolo si ritrova sotto per 36-33. Nel terzo quarto le due squadre si affrontano alla pari, quando Granarolo riesce a passare in vantaggio con una tripla di Polo, Riccione reagisce e piazza un 7-0 che li porta +5 a 3′ dal fine periodo. In questi ultimi minuti, Granarolo prova a ricucire lo svantaggio, ma dopo il tecnico subito da coach Ferro, Riccione ritrova coraggio e chiude 55-48. Nei primi 7′ Curcio e Brattoli tengono lontana Granarolo, che fatica molto a contenerli sotto le plance. Quando Granarolo raggiunge il -3, Mazzotti segna una tripla, esultando contro la panchina avversaria, e venendo conseguentemente espulso. Ciò però non comporta reazione da parte di Granarolo che si lascia scappare la partita sul risultato di 75-68.

STARS BASKET – PARTY & SPORT 84 – 74

(26-18; 37-38; 60-58)

Stars: Conidi 17, Tazzara 17, Lucchetta ne, Guerra 2, Giudici 16, Paccagnella 8, Venturi ne, Passarelli 2, Benfenati, Orlando 10, Pistacchio 12. All. Bandiera.

P&S Ozzano: Migliori 7, Gambetti 3, Garagnani 9, Fioravanti 9, Sandrolini, Avallone 12, Marchi 8, Fierro 9, Lazzari 8, Passatempi 2, Martelli 7. All. Garavini.

ARTUSIANA BK – CESTISTICA ARGENTA 68 – 74

(20-22; 39-49; 60-61)

Artusiana Forlimpopoli: Rossi 11, Valgimigli 10, Ballistreri 7, Mariani, Piazza 7, Vitali ne, Morabito ne, Serrani 11, Arfelli, Servadei 3, Ravaioli 19. All. Agnoletti.

Argenta: Alberti A. 2, Pusinanti 2, Alberti G. 4, Cesari 9, Ardizzoni, Bianchi 9, Bottoni 11, Quaiotto 4, Peretti, Malagolini 2, Di Tizio 12, Torriglia 19. All. Panizza.

 CLASSIFICA

ARTUSIANA FORLIMPOPOLI 22 12 11 1 893 736 +157
ARGENTA 20 12 10 2 962 813 +149
BELLARIA 18 12 9 3 836 746 +90
SELENE S. AGATA 14 12 7 5 923 892 +31
BASKET VILLAGE GRANAROLO 14 12 7 5 875 856 +19
RICCIONE 14 12 7 5 909 892 +17
IMMOBILIARE 2000 BOLOGNA 12 12 6 6 896 858 +38
STARS BOLOGNA 12 12 6 6 892 891 +1
PALL. BUDRIO 289 12 12 6 6 907 915 -8
STEFY BOLOGNA 12 12 6 6 887 906 -19
PARTY&SPORT OZZANO 10 13 5 8 905 1013 -108
BASKERS FORLIMPOPOLI 6 12 3 9 781 830 -49
CESENA BASKET 2005 6 12 3 9 730 824 -94
S.B. FERRARA 6 13 3 10 765 891 -126
INTERNATIONAL IMOLA 4 12 2 10 816 914 -98

Promozione, Navile, Termopili a Ferrara… La Masi ferma la corsa dei Diablos

GIRONE A 11° Giornata

BASKETREGGIO – VIRTUS PONTEDELLOLIO 66 – 65

IRA TENAX AD B. CORTEMAGGIORE – DUCALE MAGIK PARMA 75 – 68

SALSOMAGGIORE CITY – PLANET BASKET 69 – 49

WEST ROSTA NUOVA – CUS PARMA 62 – 89

NUOVA CUPOLA – S.ILARIO BASKETVOLLEY 74 – 58

VICO BASKET – ARTARREDO 72 – 66

(16-8; 38-15; 53-40)

Vico Parma: Zambelli 2, Lavega 4, Caggiati 3, Savani, Baratta, Ferraboschi 2, Iannotta 16, Alfieri ne, Rastelli 13, Zucchi 7, Cristini 14, Adama 11. All. Caggiati.

Valtarese: Giraud 21, Verti 6, Berni 10, Finardi, Foschi 6, Gonzato 5, Baldi 7, Gasparini 6, Beccarelli, Oppo 5. All. De Martino.

CLASSIFICA

Cus Parma 22; Planet Parma 14; Gelso Reggio 12; Basketreggio, Vico Basket Parma, Ira Tenax Cortemaggiore 12; Nuova Cupola Reggio 10; S. Ilario, Virtus Pontedellolio, Valtarese, Salsomaggiore City 8; Ducale Parma 6; Rosta Nuova Reggio 0.

GIRONE B 9° Giornata

MAGRETA – SPORT CLUB CASINA 19/12/2017 – 21:30

Palestra Sc. PALMIERI – Via C. Darwin 4 – Loc. Magreta FORMIGINE (MO)

SCHIOCCHI BALLERS – NUBILARIA BASKET 52 – 64

(17-19; 33-28; 42-46)

SchiocchiBallers Modena: Bernabei 8, Berardi 15, Bertolini 4, Buntov, Sassi 4, Petrella 12, Forghieri 2, Zogaj, Alessandrini 4, Barbieri 3. All. Bertani.

Nubilaria Novellara: Baracchi A. 2, Gasparini, Folloni, Bagni 13, Mariani Cerati 18, Bertani Fe. 5, Baracchi M. 2, Rossi 8, Bertani Fi., Beltrami 4, Freddi 2, Bartoli 10. All. Soliani.

GAZZE – P.G.S. SMILE 68 – 59

(20-17; 37-29; 52-49)

Canossa: Franzini, Fedeli 3, Bigliardi 9, Fantuzzi, Maggiali 24, Salati 3, Tubertini ne, Chiaffi ne, Villani, Bizzocchi 29, Domenichini, Pignedoli. All. Rubertelli.

Formigine: Govi, Macchelli 2, Lucchi 2, Gibertoni 9, Fogliani, Bonara 6, Gasparini 27, Tejeda Castro 6, Ierario 7, Ferioli, Barbieri. All. Baldi.

PALLACANESTRO SCANDIANO 2012 – BASKET CAMPAGNOLA E. 72 – 64

PALL. CORREGGIO – BOIARDO 79 – 34

PALL. REGGIOLO – UNIONE SPORTIVA AQUILA 55 – 54

CLASSIFICA

Nubilaria Novellara 18; Scandiano, Correggio 16; Campagnola, Reggiolo 12; Schiocchi Ballers Modena 8; Aquila Luzzara, Boiardo, Casina* 6; Magreta*, Pgs Smile Formigine, Gazze Canossa 2.

GIRONE C 11° Giornata

MONTEVENERE 2003 A.GIORGI – CARPINE BASKET 2015 19/12/2017 – 21:00

Pal.to BARCA – Via Raffaello Sanzio 6  BOLOGNA (BO)

I GIGANTI – PALL. TEAM MEDOLLA 41 – 39

(12-7; 20-19; 34-24)

Giganti: Scattolin 14, Giorgi ne, Tricca 7, Mezzetti ne, Baraldini 2, Macchitelli ne, Vellata 6, Zaffiri 5, Rota ne, Marescotti 5, Franceschi, Forastiere 2. All. Davolio.

Medolla: Galeotti 1, Maini 6, Chiari 4, Marchetti, Ceretti 4, Asperti 1, Cresta 6, Barbieri 13, Guarnieri, Ganzerli, Fiume, Luppi 4. All. Ganzerli.

I Giganti colgono la terza vittoria consecutiva a scapito di una più quotata Medolla dopo una partita molto intensa in cui le difese prevalgono sugli attacchi.

Partono bene i padroni di casa con un jumper di Zaffiri che si fa trovare pronto alla prima chiamata in quintetto; si capisce che sarà una partita intensa e dal basso punteggio tanto che Modena prova ad allungare trascinata da 6 punti di Scattolin (14 alla fine per lui), mentre Medolla regge l’urto chiudendo sotto di cinque lunghezze (12-7 al 10’). Nel secondo quarto però sono gli ospiti a stringere le maglie in difesa: i Giganti faticano a trovare la via del canestro mentre Medolla si affida all’esperienza del duo Barbieri/Maini (10 punti sui 12 di squadra) fissando il punteggio sul 20-19 alla pausa lunga. Alla ripresa delle ostilità dopo un primo sostanziale equilibrio i Giganti affondano e prendono il largo grazie alle iniziative di Scattolin (7 punti nel terzo quarto), alla buona regia di Tricca e alla solidità dei lunghi; Medolla non riesce a trovare punti dal campo e segna solo dalla lunetta a cronometro fermo: si arriva così all’ultima pausa sul 34-24. Gli ospiti, però, non ci stanno e nell’ultimo parziale poco a poco rientrano grazie ad una buona circolazione di palla, a qualche rimbalzo in attacco e a due triple importanti di Ceretti e Barbieri. Il finale è al cardiopalma: due canestri di Vellata e Zaffiri tengono avanti i modenesi mentre i Medollesi grazie ad ottime percentuali restano a contatto; sul 40-38 Cresta dalla linea della carità realizza il primo e sbaglia il secondo, dall’altra parte Scattolin lo imita e con tre secondi e spiccioli da giocare Medolla sfrutta la rimessa in attacco, ma non riesce a costruire un buon tiro. I Giganti portano così a casa i 2 punti. Da segnalare le solide prestazioni di Baraldini e Zaffiri (con 9 rimbalzi) chiamati a giocare tanti minuti in momenti topici del match.

NEW BASKET MIRANDOLA – BASKET FINALE EMILIA 71 – 66

VANINI HORIZON BK RENO – SBM BASKETBALL 18/12/2017 – 21:15

Pal.to BARCA – Via Raffaello Sanzio 6  BOLOGNA (BO)

LIBERTAS S. FELICE – PALL. FORTITUDO 82 – 77

(21-17; 47-39; 61-56)

Libertas San Felice: Margelli, Fenderico 2,Gherardi 8, Scarioli, Zanchi 18, Demetri 16, Di Marzio 19, Credi 10, Cavazza, Bianchini 9. All. Zanini.

Crevalcore: Cremonini 6, Guido 7, Gravinese 14, Filippetti 5, Gallerani 4, Lelli 2, Candini 12, Terzi 3, Fregni 2, Morselli, Floro 10, Simoni 12. All. Gobbo.

Conclude in bellezza il 2017 la Libertas che batte anche un’agguerritissima Fortitudo Crevalcore e consolida il primato in classifica.

I ragazzi di coach Zanini non partono però nel migliore dei modi soprattutto in difesa dove subiscono la circolazione di palla degli ospiti che buca troppo spesso le lente rotazioni difensive; i bolognesi conducono grazie alla propria superiorità in quanto a centimetri e tasso tecnico, ma gli ospiti non accennano a mollare nulla. Nel secondo quarto gli attacchi si infiammano e si capisce che sarà una partita ad alto punteggio: da una parte Di Marzio fa la voce grossa sotto le plance mentre Credi ha la solita mano calda da tre, dall’altra Gravinese e Candini rispondono ad ogni colpo subito, non facendo mai scappare la Libertas. Si va negli spogliatoi a metà partita con il punteggio di 47-39. La musica nel secondo tempo non cambia, con una San Felice positiva in attacco ma molle dietro, che subisce troppo, anche a causa della serata “di grazia” degli ospiti che ad ogni errore difensivo punisce con un canestro, implacabili. Coach Zanini decide così di mischiare le carte in campo e cambiare difesa alternando una uomo molto aggressiva ad una 3-2, cercando di mettere in difficoltà l’attacco ospite e chiudere anticipatamente l’incontro. I tentativi di strappo al match sono tutti inutili, la Libertas resta sempre saldamente in testa, senza mai però riuscire a staccare Crevalcore, che lotta fino all’ultimo secondo riuscendo addirittura a vincere e pareggiare rispettivamente terza e quarta frazione del match. La partita si conclude con il punteggio di 82-77 e consente ai padroni di casa di fare dieci vittorie in altrettante partite e concludendo imbattuto il 2017, ma nota di merito per gli ospiti che sono riusciti a giocarsi la partita per 40′ senza mai avere pause e costringendo la capolista a sudarsi ogni punto segnato.

POL. GIOVANNI MASI – DIABLOS BASKET S.AGATA 50 – 46

CLASSIFICA

Libertas San Felice Bologna, Diablos Sant’Agata Bolognese 18; Masi Casalecchio* 14; Medolla, Montevenere Bologna, Fortitudo Crevalcore 10; Nazareno Carpi*, Horizon Bologna 8; New Basket Mirandola, Finale Emilia*, S.B. Modenese, Carpine, I Giganti di Modena* 4.

GIRONE D 11° Giornata

SPARTANS BASKET – NAVILE BASKET 65 – 55

(14-18; 29-36; 50-42)

Spartans Ferrara: Zanolli 13, Pasqualin 12, Mastella 12, Santini 9, Marabini 8, Virgili 5, Barbieri 4, Merlo 2, Dell’Uomo, Schiavon, Baruffa.

Navile: Martelli 16, Tacconi 12, Riccobaldi 8, Castagna 7, Lombardo 4, Missoni 4, Ballardini 2, Di Pasquale 2, Brini, Bonvicini, Piccari, Bondi. All. Corticelli.

Si chiude male il 2017 per il Navile Basket, che gioca bene solo i primi 20’ a Ferrara, a casa degli Spartans, ma nel secondo tempo non è in grado di cambiare marcia e lascia sul campo del Roiti due punti pesanti. Sconfitta amara, è mancata la precisione al tiro da 3 punti (4/23), pur avendo costruito spesso dei buoni tiri, il momento decisivo è stato il totale blackout del terzo quarto, in cui i padroni di casa hanno ribaltato l’inerzia della gara con un parziale di 20-6.

Cronaca: quintetto Navile classico con Matteo Castagna, Lorenzo Riccobaldi, Simone Martelli, Andrea Missoni e Pigi Ballardini, contrapposti a Pasqualin, Santini, Marabini, Zanolli e Mastella. L’inizio è equilibrato, segna subito un bel canestro in palleggio arresto e tiro Mastella, al quale replica Missoni ben imbeccato sul pick and roll da Castagna. Si va avanti nei primi minuti con un batti e ribatti tra Martelli e lo stesso Mastella: le difese non sono molto arcigne, gli attacchi se non affrettano i tiri vanno a punti con relativa semplicità. Verso la fine del quarto un canestro di Riccobaldi e un fallo tecnico fischiato a Santini permettono al Navile di prendere 4 punti di vantaggio sul 14-18, con un bel canestro di Ballardini, ben servito sul taglio a canestro. Il secondo quarto vede il Navile esprimere la sua migliore pallacanestro: Castagna, Tacconi e una tripla di Martelli aprono il quarto con un parziale di 0-7, che porta i biancorossi ospiti al massimo vantaggio sul 14-25. La reazione degli Spartans è affidata a Barbieri, Merlo e a una tripla di Marabini. Tacconi e Di Pasquale mantengono in doppia cifra il vantaggio del Navile, 21-31. Cinque punti consecutivi di Pasqualin dimezzano lo svantaggio per gli Spartans, ma una splendida azione corale del Navile porta Castagna a realizzare la tripla del 26-34. Ancora Tacconi dall’angolo colpisce per il 26-36, ma una tripla di Pasqualin sullo scarico fissa il punteggio sul 29-36 Navile, con il quale si va all’intervallo lungo. Nello spogliatoio ci si raccomanda di mantenere alta la concentrazione e l’intensità, perché gli Spartans sono molto meglio di quanto visto finora, anche se il lavoro difensivo sullo spauracchio Santini (16,6 punti di media), fino a quel momento è stato fantastico, avendo tenuto la guardia in maglia 28 a zero punti. Il terzo quarto però vede proprio lo stesso Santini mettersi in partita con 4 punti consecutivi, che portano i padroni di casa sul -3, 33-36. 5 punti consecutivi di Lorenzo Riccobaldi però rimettono le cose a posto in casa Navile, 33-41. È il momento di Zanolli a ergersi a protagonista, segna subendo il fallo e converte il libero, poi subito dopo fa un altro 2/2 in lunetta: 38-41. Qui avviene il primo momento di svolta della gara: Ballardini subisce un netto fallo che, però, non viene fischiato, protesta e prende tecnico: immediatamente dopo ne viene fischiato un altro alla panchina (a chi, non è dato saperlo). Pasqualin, Santini e Barbieri capitalizzano e in un attimo il Navile si trova sotto 44-41, che diventa 46-41 su canestro dello scatenato Zanolli. Un libero di Martelli fa 46-42, ma il Navile ha totalmente smarrito il bandolo della matassa: gli attacchi sono confusionari e affrettati, logicamente la palla non entra e così si va all’ultimo mini riposo sul 49-42 Spartans. Il Navile decide di pressare a tutto campo e di mettersi a zona 2-3, ma Marabini inizia l’ultimo periodo colpendo da 3, per il 52-42 Spartans. Una tripla di Lorenzo Lombardo sblocca il Navile, 52-45, Martelli da sotto fa 52-47, Mastella dalla media riporta avanti i suoi con il piazzato che vale il +7. Un libero di Lombardo e un canestro di Castagna riavvicinano il Navile a -4, 54-50, ma un’errata chiusura difensiva permette a Virgili di segnare un comodo layup che vale il 56-50. Santini da 3 punti, letale, segna il 59-50, ma 4 punti consecutivi di Tacconi (ottima gara la sua), riavvicinano il Navile sul 59-54. Qui avvengono altri due episodi dubbi: il primo è una palla che tocca la riga di fondo sull’attacco Spartans e quando viene controllata da Castagna la rimessa viene data ai padroni di casa, che capitalizzano con il canestro ancora di Mastella, 61-54. La seconda fischiata dubbia è un fallo di Martelli che, sul raddoppio, aveva recuperato palla, dopo che aveva segnato il libero del 61-55. Da una possibile palla recuperata che avrebbe potuto riaprire del tutto la gara a un fallo e successivo tecnico (esagerato), che di fatto chiudono la partita: 2/2 di Pasqualin e canestro di Zanolli dopo che i tiri da 3 del Navile non sono entrati. Intendiamoci, sono solo fatti di cronaca e la partita non è stata persa per queste fischiate, perché il 36-19 di parziale del secondo tempo a favore degli Spartans è il vero e unico motivo della vittoria degli estensi per 65-55.

METEOR – VIS BASKET 2012 74 – 81

(20-26; 39-38; 53-59)

Renazzo: Ventura 7, Alboresi 7, Poluzzi 4, Meola 6, Malagutti 9, Calanchi 6, Ceccon, Ramponi 5, Campanile 17, Gentini 5, Angelini 8. All. Ansaloni.

Vis 2012 Ferrara: Battaglia, Tamisari 9, Vaianella 19, Liboni 19, Marzola 3, Barcaro, Gnani 8, Zanchetta 10, Dioli 4, Trombini, Malaguti 3, Luongo 6. All. Campi.

La Vis 2012 di coach Campi scende al Palameteor di Renazzo per riscattarsi dopo la brutta sconfitta subita tre giorni prima contro Omega, ma di fronte trova la locale compagine del presidentissimo Ramponi che deve assolutamente approfittare di un match sulla carta alla propria portata per dare fiato ad una classifica asfittica. Gara per certi versi anche da libro cuore visti gli abbracci tra protagonisti oggi avversari, ma un tempo sotto la stessa bandiera: il neoresponsabile del settore giovanile di Renazzo Fabio Spettoli ritrova coach Campi, entrambi assistenti di quella indimenticabile Vis campione d’Italia under 20 di un paio di stagioni fa, mentre in campo il giovane Dejan Ramponi ritrova vecchi compagni degli anni passati a Ferrara come Federico Dioli e Edo Barcaro. In campo invece il buon De Amicis si sarà rivoltato nella tomba vista la battaglia di fisicità ed ardore agonistico cui abbiamo assistito.

Partenza sprint degli ospiti e 2-9 in un amen con due bombe di Tamisari. Coach Ansaloni corre drasticamente ai ripari e cambia tutti i giocatori sul terreno. Campanile guida la riscossa ben assistito da Ventura. Vaianella e Liboni sono in serata di grazia e la Vis chiude il primo parziale sul +6. Il vantaggio lievita subito in doppia cifra ma a questo punto la Meteor cambia marcia, soprattutto nell’atteggiamento difensivo e piazza due parziali di 8/0 per sorpassare la Vis proprio sul traguardo della pausa lunga. Gentili e Malaguti sugli scudi in questa fase di grazia della squadra di casa. La pausa lunga giova alla Vis che parte come aveva iniziato, giocando di squadra e rispondendo con grinta alla maggiore fisicità di Renazzo. Gara bella e combattuta: Zanchetta gioca da par suo in post basso, Vaianella è carico a molla mentre per i padroni di casa Campanile è un totem sicuro che ripaga sempre. Più sei Vis dopo trenta minuti. Ultimo parziale e la Vis scappa, con il talento offensivo di Liboni e Vaianella, con la difesa forte a tutto campo, con il martellamento da tre pinti (10 bombe complessive). Meteor ha una splendida reazione di puro orgoglio, anche con le seconde linee (sei giocatori differenti a segno nel parziale, con acuti di Calanchi, Meola e Ramponi) e riesce a riportare il divario entro limiti accettabili, ma deve assolutamente evitare troppe tutubanze in attacco e difendere più forte sul perimetro. Note positive per lo staff tecnico vissino Campi-Filieri, che hanno ripreso con autorità una gara che a metà tempo sembrava scappare.

JOLANDINA – PALL. LA FENICE 46 – 73

POL. DIL. FARO – PROGRESSO HAPPY BASKET ’07 60 – 67

ARGELATO BASKET – LIONS BASKET 75 – 68

OMEGA BASKET – PEPERONCINO LIBERTAS BK 63 – 51

CLASSIFICA

Navile Bologna 18; Happy BK CastelMaggiore 16; Peperoncino Mascarino, Argelato, Omega Bologna 14; Lions Cento 12; Faro Consandolo, Spartans Ferrara 10; Pgs Corticella Bologna, Vis 2012 Ferrara 8; La Fenice Codigoro 4; Meteor Renazzo, Jolandina di Savoia 2.

GIRONE E 11° Giornata

PALL CASTEL S.P.T. 2010 – GHEPARD BASKET 60 – 81

(16-16; 27-44; 42-60)

Castel San Pietro: Guastamacchia, Chiluzzi 2, Gravinese 5, Zuffa, Mascagna 4, Galloni, Fiumi, Manaresi 4, Farné 4, Tabellini 8, Vinera 27, Conti 6. All. Morigi.

Ghepard: Aldieri P. 3, Sandrolini 10, Romagnoli 7, Ziron 6, Pecchia 6, Tullio 15, Beccari 12, Rossi, Bianchini 20, Bergonzoni 2, Aldieri A., Rossi. All. Pigi Rossi.

PALLACANESTRO PIANORO – TATANKA BALONCESTO IMOLA 62 – 45

BOLOGNA AIRLINES – CSI SASSO MARCONI 65 – 80

SAN MAMOLO BASKET – MEDICINA BASKET 2007 43 – 80

BASKET GIALLONERO IMOLA – FRESK’O SAN LAZZARO 61 – 58

BASKET BUDRIO – CASTIGLIONE MURRI BK 54 – 82

(11-21; 29-31; 47-63)

Budrio: Bottazzi 3, Gorlandi, Magri, Fughelli 16, Generali 2, Mainardi 2, Cirilli, Stasi 10, Maccagnani 14, Sarti 3, Mariotti, Bonaga 4. All. Simeone.

Castiglione Murri: Bertini 4, Ceresa 2, Dettori 3, Donati 16, Gandolfi 12, Melino 10, Rizzardi 14, Sestito 4, Stefanelli 5, Angeletti 4, Reggiani, Parchi 8. All. Bonfiglioli.

CLASSIFICA

Medicina 2007 20; Castiglione Murri Bologna 18; Castel San Pietro, Ghepard Bologna 14; Pgs Bellaria Bologna*, Fresk’o San Lazzaro, Giallonero Imola 12; Bologna Airlines* 8; San Mamolo Bologna, Tatanka Imola, Pianoro 6; CSI Sasso Marconi 2; BK Budrio 0.

GIRONE F 11° Giornata

LA FIORITA BASKET 2011 – BASKET PROJECT 53 – 49

(17-13; 29-29: 44-39)

Fiorita San Marino: Liberti Leo 1, Galeotti 1, Giacomini 2, Zanotti E. 9, Papini 3, Giancecchi 2, Zanotti M. 2, Barisic 12, Liberti Lo. 10, Bollini 11. All. Liberti Lu.

Faenza BK Project: Troni 6, Grandolfi 6, De Lorenzi 1, Dal Monte 4, Biancoli 13, Catani 2, Pantani 4, Morsiani 7, Gregori ne, Fabbri 6. All. Alfieri.

VILLANOVA BASKET TIGERS – BASKET A. GARDINI 2001 19/12/2017 – 21:15

PALESTRA – Via Don L.Sturzo – Loc. Villa  VERUCCHIO (RN)

INSEGNARE BK RIMINI – BASKET 2000 SAN MARINO 58 – 65

AICS JUNIOR BASKET FORLI’ – POL. STELLA 18/12/2017 – 21:30

POL. G.MONTI – Via Sillaro 45 – Q.re Cava FORLI’ (FC)

EAGLES – BASKET CLUB RUSSI 67 – 83

(18-20, 37-39, 52-61)

Morciano: Guastafierro, Masia 5, Palazzi 10, Ciotti, Chisté 2, Arduini 7, Di Sciullo 8, Farizi, Bigini 19, Andreini, Bacchini 12, Rossi 4. All. Villa.

Russi: Fabbri 4, Bagioni 1, Polyeshchuk, Samori 20, Laghi 2, Porcellini 24, Stefanelli 4, Venturini 6, Balzani 2, Franceschini 10, Rosti 8, Spiriti 2. All. Tesei

MASSA BASKET 2010 – CRAL E. MATTEI 56 – 78

(13-16; 31-35; 43-59; 56-78)

MassaLombarda: Ugulini 6, Montanari 4, Berardi L. 2, Guardigli 6, Asioli M. 12, Pinardi 11, Asioli G.M. 5, Valenti, Pongolini 2, Guidarini ne, Poniatowski, Kolaj 8. All. Bertini.

Spem Ravenna: Gigante 1, Piani 7, Tocchi 8, Bigazzi 3, Presicce 2, Vistoli 13, Cirillo 10, Bellanti 6, Morigi 17, Bergamaschi 11. All. Casciello.

Vittoria ospite che porta a sette la striscia consecutiva di risultati utili per Ravenna. Massa parte discretamente tenendo bene il campo nei primi minuti; si gioca punto a punto con Asioli M. che segna 6 punti per Massa e la coppia Cirillo-Bergamaschi in evidenza per Ravenna. La Spem, a fine quarto, conduce di tre lunghezze (13-16) e nel secondo quarto si costruisce un primo break con Vistoli molto concreto. Massa si riporta sotto di squadra, trovando i primi punti in campionato del debuttante Montanari. Con Massa in rimonta, i locali prendono un tecnico alla panchina per proteste, poi perdono malamente un paio di palloni che costano il 31-35 con cui le squadre vanno all’intervallo. Al rientro in campo Ravenna circola bene palla, alternando conclusioni da sotto canestro a rifornimenti efficaci ai tiratori che rispondono con quattro triple; Ravenna segna 24 punti in un quarto, mentre Massa solo 12; i locali si innervosiscono giocando poco di squadra e l’ultima frazione vede Ravenna segnare 10 punti consecutivi dalla lunetta, complici anche un antisportivo a Massa seguiti a breve distanza da due falli tecnici nella stessa azione. si chiude sul 56-78 per il Cral Mattei, che anche questa sera ha dimostrato di essere in un buon momento di forma. Massa ha tenuto molto bene il campo nei primi venti minuti, prima di subire nel terzo quarto il break decisivo che ha spento gioco ed idee.

RECUPERO

LA FIORITA – TIGERS 60 – 51

(19-10; 35-23; 47-37)

La Fiorita San Marino: Liberti Leo 7, Galeotti 5, Giacomini 10, Zanotti E. 6, Papini 1, Giancecchi 9, Zanotti M., Barisic 12, Liberti Lo. 10, Bollini. All. Liberti Lu.

Villanova: Serpieri 5, Bollini ne, Rossi M. 3, Buo 5, Bronzetti 3, Panzeri 15, Guiducci F. 3, Toni, Saccani 17, Rossi A. ne, Guiducci T. ne. All. Podeschi.

CLASSIFICA

Stella Rimini 20; La Fiorita San Marino* 16; Russi, Spem Mattei Ravenna* 14; Tigers Vilanova 12; Faenza Project 10; BK 2000 San Marino 8; Aics Forlì*, Eagles Morciano* 6; Massa, Gardini Fusignano 4; I.B. Rimini 2.

C Gold, i Flying Balls espugnano Fiorenzuola. C Silver, va alla Rebasket il super derby reggiano

SERIE C GOLD 11° Giornata

GUELFO BASKET – ACADEMY BASKET 82 – 73

(19-26; 37-46; 55-59)

CastelGuelfo: Bernabini 16, Rebeggiani ne, Baccarini 4, Grillini 3, Colli ne, Bitti ne, Musolesi 11, Santini 5, Pieri 2, Casagrande 15, Govi 4, Trombetti 22.  All. Serio

Fidenza: Barga 8, Tardivi 6, Della Giusta, Dmitrovic 4, Giani 8, Bricchi ne, Baiardo 13, Morciano 12, Diop Gaye 8, Longoni 14. All. Zanardi.

Al Guelfo Basket ultimamente piace complicarsi la vita con partenze ad handicap, vedi le partite con BSL San Lazzaro o Pontevecchio, squadre sulla carta e in classifica sotto il Guelfo. Ma se fai la stessa cosa con l’Academy Fidenza il recupero è tutt’altro che scontato. I padroni di casa, infatti, regalano tutto il primo tempo e i parmensi gentilmente ringraziano andando ripetutamente al ferro trovando il più delle volte l’area sgombera (1º tempo: 70% da 2 punti!).

Si inizia con un 0-6; dopo due minuti e 3 palle perse, il Guelfo riesce a tirare per la prima volta, per poi accorciare sul 5-6, ma, poi, Morciano e Longoni riallungano portando Fidenza a +13 dopo cinque minuti. Solo la vena realizzativa di Casagrande e qualche canestro di Trombetti impediscono agli ospiti di ampliare il divario che comunque potrebbe essere ben maggiore, se Fidenza approfittasse di tutti gli errori dei padroni di casa. Infatti per il Guelfo si può dire sia un lusso andare alla pausa lunga sotto di 9 punti (37-46). Le urla di coach Serio rimbombano nello spogliatoio, ma impiegheranno un altro quarto per inculcarsi bene nella testa dei suoi giocatori. Intanto le maglie difensive cominciano a stringersi e Diop Gaye limitato ai minimi termini. Rimane il problema dei rimbalzi in attacco, dove anche i piccoli Barga e Longoni riescono con la loro fisicità a regalare quei secondi e terzi tiri (2 triple di Baiardo), che respingono i guelfesi ogni qualvolta che si avvicinano ad una lunghezza. Fidenza così chiude anche la terza frazione avanti, ma il vantaggio è sceso a 4 punti. L’ultimo periodo inizia con una tegola per coach Zanardi: Morciano mette male la caviglia durante un contrasto a rimbalzo, uscirà dal parquet e non entrerà più. A 5′ dal termine Bernabini, a suon di triple e contropiedi, regala ai padroni di casa il sorpasso, l’allungo, ma, soprattutto, l’inerzia dell’incontro, che ancora Baiardo e Diop Gaye provano a tenere aperto, ma oramai i buoi sono scappati… Un Guelfo a due facce ha la meglio su una Fidenza ostica che era riuscita a interpretare meglio il metro arbitrale molto permissivo (28 falli totali fischiati), fino a quando Bernabini non decide di portare a casa il foglio rosa…

GAETANO SCIREA BASKET – POL. ARENA 54 – 53

(15-13; 29-24; 41-41)

Bertinoro: Frigoli 9, Solfrizzi En. 22, Conocchiari 3, Zoboli, Bergantini, Gellera 6, Del Zozzo 8, Biandolino, Godoli 1, Bracci 5, Solfrizzi Em. All. Selva.

Montecchio: Grisendi 7, Borghi, Secli 4, Bertocco 2, Di Noia 17, Basso 3, Guidi, Gruosso 8, Vanni 10, Negri 2, Giglioli. All. Cavalieri.

ALBERTI E SANTI – LA.CO. 75 – 77

(19-27; 38-37; 57-56)

Pallacanestro Fiorenzuola 1972: Galli 17, Sichel 12. Resca ne. Zucchi ne. Trobbiani. Zaric 4. Scekic 10. Marletta 16. Lottici M. 7. Klyuchnyk 9. Donati ne. Garofalo. All. Lottici S.

New Flying Balls Ozzano: Folli 2. Masrè 4. Morara 6. Chiusolo 7. Corcelli 33. Lalanne 3. Magagnoli 4. Martini. Dordei 18. Agriesti ne. All. Grandi

New Flying Balls arriva a Fiorenzuola partendo fortissimo, arrivando al 2-11 al 4′ grazie a una difesa fortissima e a soluzioni pregevoli sotto le plance. Corcelli scava tra le pieghe dell’area gialloblu, ma Lottici M. con la tripla scuote il pubblico fiorenzuolano. Lo stesso Lottici raddoppia dopo pochi secondi, arrivando al 10-14. Galli ancora con la tripla arriva al -1, ma è ancora un indiavolato Corcelli a consegnare il 17-24 al 9′. Il finale di quarto è tutto di Corcelli, che chiude il primo quarto mettendosi in proprio. 19-27. Nel secondo parziale Sichel apre le ostilità dall’angolo, seguito da Scekic che al 13′ porta il risultato sul 26-29. Scekic si dimostra fattore vero nell’incontro e una Fiorenzuola acciaccata ritorna ad un possesso di svantaggio al 17′. Sichel ancora con la tripla da il sorpasso ai gialloblu al 18′, 32-31. La squadra di Lottici S. arriva fino al +7, prima che il solito Corcelli realizzi un gioco da 3 per tornare al -4, con New Flying Balls che tornano al -1 con la tripla da metà campo sulla sirena: 38-37. Al rientro in campo a Fiorenzuola vengono fischiati 4 falli in poco più di sessanta secondi, ma Marletta toglie le castagne dal fuoco portando i gialloblu sul 45-41 al 24′. Galli da un’ulteriore scossa all’ambiente già elettrico, con il long-two nonsense per il 51-45, poi Sichel con l’ausilio del tabellone consegna il +6 a Pallacanestro Fiorenzuola 1972. Coach Grandi è costretto a bloccare la folata fiorenzuolana con un timeout pieno; al rientro in campo, un fallo tecnico per presunto flopping a Sichel riaccende New Flying Balls che, con Dordei, torna al 57-56 con cui si chiude il terzo parziale. Klyuchnyk si fa valere sotto i tabelloni in apertura dell’ultimo parziale, in seguito Galli accende la miccia e scaglia la bomba del 67-61. Corcelli fa tornare gli ozzanesi sul -2 e la partita diventa un Fiorenzuola vs Corcelli, a tratti immarcabile: 69-70 al 35′. La partita è palpitante, entrambe le squadre danno fondo alle ultime energie; Lalanne dall’angolo sfrutta una disattenzione gialloblu e porta Ozzano fino al +6 al 39′. 71-77 Fiorenzuola, con Galli e Marletta, riesce a rosicchiare 4 punti difendendo duro e convertendo tiri liberi, portando la gara sul 75-77 ad una manciata di secondi dalla fine. Dordei fa 0/2 dai liberi, ma Fiorenzuola non capitalizza l’ultimo possesso, perdendo una bella partita proprio sul filo di lana.

BOLOGNA BASKET 2016 – SALUS PALL. BOLOGNA 77 – 83

(24-19; 37-32; 50-53)

BB 2016: De Pascale 4, Poluzzi 9, Bertuzzi ne, Trombetti ne, Cerulli, Tugnoli 7, Brotza 6, Fin 16, Cortesi 16, Saccà 12, Legnani 7. All. Lolli.

Salus: Savio 8, Granata 8, Amoni 16, Tugnoli 12, Polverelli 15, Stojkov 11, Arletti, Branzaglia 2, Trentin 11, Gebbia. All. Fili.

Ci sono sconfitte e sconfitte. Circa un mese fa, nella Coppa Ferrari, la Salus Pallacanestro aveva schiaffeggiato il Bologna Basket 2016, dandogli quasi trenta punti sul campo di casa. Ieri pomeriggio a Granarolo la squadra di Lolli, pur priva di Guerri e Bertuzzi infortunati, ha invece tenuto testa fino alla fine alla compagine più in forma del campionato – 8 vittorie consecutive – e solo circostanze sfortunate le hanno precluso la vittoria. Basti pensare ad un paio di canestri pesanti di Amoni nel secondo tempo, entrati dopo numerosi rimbalzi sul ferro, o a qualche azione conclusa dagli avversari al ventiquattresimo secondo. Con questo non si vuole togliere nulla al gruppo di Fili, team solido e coeso, sempre capace di recuperare anche svantaggi consistenti in doppia cifra, ma è indubbio che il BB2016 sta crescendo partita dopo partita e non ha più nulla a che fare con la squadra tremebonda e confusa vista con Pontevecchio e San Lazzaro. Per quanto riguarda i singoli, bene Fin (specie nella prima parte di gara) e Saccà (ultimo a mollare nel 4° quarto); solita partita pulita di Cortesi, 16 punti e 11 rimbalzi; Poluzzi concreto come sempre; Legnani stoico dopo un paio di giornate di febbre. Dall’altra parte Amoni e Stojkov vengono limitati dalla difesa dei padroni di casa, ma Tugnoli, Polverelli e Trentin sopperiscono con una partita oltre le aspettative. La cronaca: nei primi due quarti il BB2016 fa girare la palla, prende tiri puliti e mette alla corda gli avversari, concludendo entrambe le frazioni avanti di 5. Nel terzo quarto, storicamente il più difficile per i granarolesi, alcuni fischi contrari – alla fine saranno due antisportivi e due tecnici – rimettono in gioco la Salus, che piazza un parziale di 18-7. All’ultima frazione, a metà quarto, il vantaggio degli ospiti sale a +10 (62-52) e la partita pare conclusa. Ma Saccà prima subisce fallo su tiro da 3 e realizza tutti i liberi, poi replica dalla lunga distanza riportando il BB2016 a -2. Dopo il time-out, però, gli uomini di Fili piazzano un controparziale di 5-0 e il match si chiude.

NUOVA PSA – VIRTUS SPES VIS 67 – 81

(23-21; 36-44; 55-62)

Modena: Riguzzi 23, Vivarelli, Pederzini 15, Basilicò, Riccio 6, Tamagnini 2, Nasuti, Taddei 2, Guazzaloca 15, Turcato 4, Stucchi ne. All. Spettoli.

Virtus: Dalpozzo 2, Dal Fiume 6, Boero 5, Nucci 9, Creti, Casadei 11, Ranocchi 22, Sassi, Sangiorgi 13, Zytharuyk 13. All. Tassinari.

Undicesima  giornata e Modena orfana di capitan Ghedini, in tribuna col dito ingessato.

La Psa parte bene e si porta avanti 10-4, Imola reagisce ma i modenesi sono concentrati e toccano il 17-10 al 7’, la tripla di Dal Fiume allo scadere sancisce il 23-21 del primo riposo. Imola rientra meglio e trova subito i canestri che la portano avanti, gli ospiti scollinano la doppia cifra di vantaggio prima che un buon finale mandi la PSA all’intervallo lungo sotto di 8 sul 36-44. Ranocchi e Riguzzi guidano i rispettivi team con 13 punti a testa nei primi venti minuti. La VSV pare in controllo nei primi giri di lancette del terzo quarto, ma la PSA ricuce e prende fiducia arrivando a -3 e palla in mano prima che Dal Pozzo e Nucci dalla lunga spengano gli ardori modenesi. Guazzaloca in jumper timbra il 55-62 con cui si va all’ultimo break. Modena non riesce a tornare a contatto e l’incontro scorre liscio fino al 67-81 finale, per la VSV Imola, incitata anche in trasferta dai propri sostenitori con tanto di tamburi e cori, super prestazione di Ranocchi che con 22 punti si vendica della sconfitta subita lo scorso anno nel playout salvezza quando vestiva la maglia amaranto della Pontevecchio. Modena manda in doppia cifra il già citato Riguzzi che chiuderà con 23, oltre ai 15 cadauno per Pederzini e Guazzaloca.

POL. PONTEVECCHIO – PASTA DALLARI 58 – 71

(16-15; 37-42; 52-57)

Pontevecchio: Folli 8, Conti ne, De Gregori 14, Bonaiuti 9, Buriani, Gianninoni 5, Nanni 2, Mantovani 7, Di Rauso 8, Minerva, Bergami 3, Vetere 2. All. Carretto.

LG Competition Castelnovo Monti: Canuti 2, Corradini 1, Canovi 3, Magnani 2, Rossetti 7, Šimaitis 28, Levinskis 5, Guarino, Torlai ne, Mallon 23, Parma Benfenati ne, Barigazzi ne. All. Diacci.

Torna alla vittoria la Pasta Dallari che si impone in casa della Pontevecchio con il punteggio finale di 58-71.

La partita corre in equilibrio nei primi minuti con la Pontevecchio che si porta avanti grazie alle triple di Bonaiuti, Mallon tiene però a contatto la LG e la “bomba” di Bergami chiude il primo quarto sul 16-15 a favore dei padroni di casa. Nella seconda frazione le due formazioni si alternano alla guida del match con parziali e contro parziali: Šimaitis e Mallon firmano un 7-0 in apertura di quarto che spinge la LG sul +6. La Pontevecchio non molla e con un contro parziale torna avanti nel punteggio. A metà periodo si accende Šimaitis (20 punti nei primi 20 minuti) che ne fa 8 di fila e porta i montanari a +9. Mini-break dei bolognesi che si avvicinano nuovamente, ma la LG sfrutta a dovere i numerosi viaggi in lunetta e chiude la prima metà di gara sul 37-42. Pontevecchio rientra in campo con la giusta mentalità e firma un 7-0 che le permette di tornare in vantaggio nel punteggio. Canovi blocca l’emorragia della LG ed il match viene nuovamente combattuto punto su punto dalle due squadre. Mallon prende però per mano la Pasta Dallari, realizza 9 punti nel quarto e riporta la LG a +5 quando mancano dieci minuti da giocare. Non si segna nei primi 120 secondi dell’ultimo periodo, poi la coppia Mallon-Šimaitis è protagonista del 5-0 che spinge i castelnovesi sul +10. Folli e De Gregori provano a far rientrare i padroni di casa, ma a tre minuti dal termine la Pontevecchio ha ancora uno svantaggio che si attesta sulla doppia cifra. I bolognesi tentano la rimonta, ma litigano con il ferro e Castelnovo ne approfitta per arrivare sino al +14: il finale è tutto di marchio LG e i Cinghiali possono così festeggiare il ritorno alla vittoria dopo tre stop consecutivi.

B.S.L. – PALL. TITANO 65 – 79

(17-28; 37-47; 55-62)

San Lazzaro: Baietti 3 (1/2, 0/1), Fabbri 8 (2/2, 1/8), Allodi 21 (10/18), Rossi 5 (2/4), Cempini 9 (4/13), Lolli 5 (1/4, 1/2), Mellara 7 (3/6, 0/1), Rosa 7 (2/4, 1/2), Recchia, Mazzini ne, Perini ne, Quadrelli ne. All. Bettazzi.

San Marino: Silvestrini 7 (3/6, 0/4), Sinatra 12 (5/7, 0/2), Grassi 20 (2/3, 5/6), Aglio 26 (9/17, 2/3), Gamberini 12 (5/10), Ricci 2 (1/3, 0/2), Padovano (0/1 da tre), Macina (0/1, 0/2), Calegari ne, Riccardi ne, Felici ne, Zannoni ne. All. Foschi.

Una partenza sprint ha subito messo la partita sulla strada che porta al Monte Titano. San Marino ha condotto dall’inizio alla fine senza, però, mai chiudere la partita a causa, probabilmente, delle cortissime rotazioni. La Bsl, invece, deve ripensare all’attacco alla zona 3-2 degli ospiti che è apparsa, quasi sempre, farraginosa. Da segnalare le ottime performance offensive di Grassi (5/6 da 3) e Aglio (mortifero il suo palleggio, arresto e tiro).

La cronaca: Aglio showtime e 0-6 dopo un minuto. Anche Silvestrini rispondeva presente (7-15 al 4′) e Grassi sparava la tripla del +12 (11-23 al 6′). Coach Foschi passava ben presto a zona, ma, nel secondo quarto, i sanlazzaresi rientravano subito a -5 (26-31) grazie ad un ottimo Allodi. Era uno scatenato Grassi, dai 6,75, a ristabilire le distanze (30-40 al 17′). Poi, nella ripresa, i titani sembravano aver chiuso ogni discorso al 25′, col gioco da tre punti di Sinatra (41-56). Invece, la Bsl era ancora viva e rientrava a -8 (52-60) con una bomba del giovanissimo Rosa. L’attacco biancoverde, però, faceva acqua negli ultimi dieci minuti e San Marino, col minimo sforzo, poteva chiudere con un margine fin troppo ampio, ma non certo immeritato.

CLASSIFICA

VSV IMOLA 20 11 10 1 860 696 +164
FLYING BALLS OZZANO 18 11 9 2 861 729 +132
FIORENZUOLA 1972 18 11 9 2 873 782 +91
SALUS BOLOGNA 16 10 8 2 751 668 +83
GUELFO CASTELGUELFO 14 11 7 4 847 784 +63
ACADEMY FIDENZA 14 11 7 4 837 802 +35
BOLOGNA BASKET 2016 10 11 5 6 782 809 -27
LG COMPETITION CASTELNOVO M. 8 11 4 7 732 753 -21
ARENA MONTECCHIO 8 11 4 7 838 879 -41
PONTEVECCHIO BOLOGNA 8 11 4 7 745 789 -44
GAETANO SCIREA BERTINORO 6 10 3 7 585 616 -31
SAN MARINO 6 11 3 8 740 820 -80
BSL SAN LAZZARO 6 11 3 8 753 892 -139
PSA MODENA 0 11 0 11 737 922 -185

SERIE C SILVER 11° Giornata

PALLACANESTRO CASTENASO – DULCA 65 – 79

(14-19; 34-32; 47-62)

Castenaso: Curione 8, Baraldi 4, Fornasari 3, Spinosa 12, Betti, Cardinali 9, Campagna 4, Quaiotto 14, Parenti 12, Nardi, Venturi ne. All. Cinti.

Santarcangelo: Fornaciari, Bianchi 32, Cunico 22, Fusco 1, Canini ne, Giuliani 2, Raffaelli 4, Insero, Ramilli 6, Guziur, Saponi 12, Chiari. All. Bernardi.

Grazie all’ottima performance offensiva del duo Cunico-Bianchi (54 punti), Santarcangelo sbanca, meritatamente, il palasport di Castenaso. I bianconeri hanno giocato alla pari contro i più blasonati romagnoli per tre quarti, ma ne hanno completamente regalato uno, il terzo, quello decisivo.

Pronti, via e 7-7 al 3′, con Bianchi che segnava tutti i punti degli ospiti. Due triple di Cunico e 11-17 al 7′. Cinti passava alla zona 1-3-1 e Castenaso rientrava immediatamente nel match. Quaiotto, nella seconda frazione, era un fattore: 10 punti in sei minuti e tabellone che segnava 26-27. Il sorpasso lo siglava Spinosa (33-32) e all’intervallo i padroni di casa erano a +2, con tutta l’inerzia a favore. Peccato che dagli spogliatoi rientrassero solo gli uomini di coach Bernardi. I primi sei minuti erano a senso unico: parziale di 4 a 20 e 38-52, con un Bianchi tarantolato (18 punti nel solo terzo quarto) ed una difesa romagnola decisamente più aggressiva. Castenaso aveva un sussulto (45-52 al 28′), ma il successivo controbreak di 0-10, chiudeva ogni discorso, con i padroni di casa che si innervosivano, pagando dazio sotto forma di tecnici ed espulsione di Curione (antisportivo + tecnico). Ultimi dieci minuti senza storia, con gli ospiti che gestivano il vantaggio ed i padroni di casa che, a parte Parenti, non ci credevano più.

QUISISANA – RIVIT 73 – 64

(13-9; 30-24; 53-43)

Vis 2008 Ferrara: Grazzi 16, Oseliero 4, Salvardi 7, Brilli 2, Drigo 4, Favali 3, Fiore 6, Gamberini 6, Mancini 12, Caselli 13. All. Campazzi.

Grifo Imola: Turrini 2, Bartoli, Rapuzzi ne, Guglielmo 7, Lanzoni 5, Lucchetta 17, Orlando 6, Zaccherini, Sgorbati 9, Martini 9, Borgognoni 2, Castelli 7. All. Palumbi.

La Rivit perde in trasferta a Ferrara contro la Vis 2008. Parte meglio la Grifo che, però, non concretizza e la prima frazione è un quarto a basso punteggio, con le difese che hanno la meglio sugli attacchi. La Vis va in vantaggio negli ultimi minuti e chiude sul +4 il primo quarto. L’equilibrio si mantiene nel secondo periodo con la Vis che tenta di allungare, ma la Grifo risponde sul finire di quarto e va negli spogliatoi con sei lunghezze di svantaggio. Nel terzo quarto alcune triple della Vis portano la squadra di casa alla doppia cifra di vantaggio e qui si chiude formalmente la partita. La reazione imolese nei primi minuti dell’ultimo periodo c’è, ma Ferrara risponde colpo sul colpo per poi scappare di nuovo negli ultimi minuti. Vano l’ultimo tentativo di rimonta della Grifo negli ultimi due minuti che rimonta solo fino al -9 finale.

BK POL. CASTELFRANCO E. – CREI 83 – 81

(22-15; 42-38; 63-52)

Castelfranco Emilia: Paolucci ne, Tomesani 25, Coslovi 3, Sforza ne, Righi 13, Tedeschini 23, Vannini 2, Del Papa 7, Prampolini ne, Villani 4, Ayiku, Frilli 6. All. Boni.

Granarolo Basket: Salicini 9, Bianchi 7, Masetti ne, Marchi 3, Spettoli 16, Paoloni 4, Ballini 18, Cristalli 7, Carini ne, Marega 9, Pani ne, Neviani 8. All. Carrera.

Castelfranco porta a casa il referto rosa, dopo aver rischiato di commettere il secondo “harakiri” nel giro di un mese, ma passiamo alla cronaca.

Coslovi, Tomesani, Del Papa, Tedeschini e Villani i partenti di coach Boni, Granarolo risponde con Paoloni, Ballini, Neviani, Marega e Bianchi. I locali partono subito forte costringendo coach Carrera al timeout dopo soli 4’ sul 14-4 , in quanto i biancoverdi non avevano ancora sbagliato un tiro. Dopo la partita si assesta, Castelfranco continua a eseguire discretamente, ma Granarolo si rimette in carreggiata. Lo scarto rimane sempre sui 5-7 punti. Si va a riposo sul 22-15 locale. La Crei, ad inizio secondo quarto, alza il volume dell’intensità difensiva, soprattutto sulle linee di passaggio, cosa che porta Coach Boni a chiamare minuto al 13’ sul 28-23, dopo che Spettoli ha rubato due palloni e concluso due contropiedi praticamente in fotocopia. Il distacco si mantiene tale fino alla pausa lunga con i biancoverdi chi vi arrivano davanti di 4 punti, 42-38. Coach Boni, nello spogliatoio, sotto linea come gli ospiti siano rimasti attaccati al match, soprattutto grazie alle palle perse abbastanza gratuite (10 nel solo secondo quarto). Nel terzo quarto Castelfranco riallunga prepotentemente grazie alla buona intensità difensiva e alla coppia Tedeschini-Tomesani che combinano per 17 dei 21 punti di squadra nel quarto. All’ultima pausa, Castelfranco ci arriva con 11 punti di vantaggio (63-52). Reazione di orgoglio degli ospiti, guidati da Ballini e Spettoli, si riportano in partita fino al 67 pari del 35’, con i biancoverdi che cominciano a vedere i fantasmi delle precedenti sconfitte, quasi tutte maturate in volata. Ma questa volta la testa tiene e Castelfranco piazza un 11-2 che sembra dare la spallata definitiva al match (78-69 al 38’). In realtà è tutt’altro che finito, in quanto Granarolo prima ricuce con un parzialino di 4-0. Timeout locale per avanzare la rimessa, con l’ordine di mangiare secondi preziosi e andare al tiro allo scadere dei 24”. Ordine eseguito, Del Papa subisce fallo sul tiro,1/2 dalla lunetta (81-75 a -36”). Tripla di Ballini sul capovolgimento di fronte e nuovo timeout Castelfranco. 81-78 a -17”. Sul fallo sistematico di Granarolo, prima Coslovi fa 0/2, poi Righi fa 1/2, Spettoli sbaglia la tripla, Righi prende il rimbalzo e subisce fallo, nuovamente 1/2 ai liberi e Castelfranco avanti di 5 (83-78 a 9”). Spettoli mette la tripla veloce (83-81 a -3”). Incredibilmente Castelfranco sbaglia la rimessa, Righi la passa a Coslovi che viene anticipato da Spettoli, la palla finisce in mano a Cristalli che sbaglia il lay up del possibile supplementare…

ME CART – GRUPPO VENTURI 68 – 65

(14-12; 40-26; 59-46)

S.B. Cavriago: Zecchetti 6, Mazza 19, Fantini 3, Minardi ne, Baroni 8, Pezzi 11, Franzoni 4, Mursa ne, Bernardoni, Cantagalli ne, Vecchi 10, Pedrazzi 7. All. Martinelli.

Anzola: Gandolfi ne, Poluzzi ne, Bortolani 9, Parmeggiani S. 10, Zucchini 5, Parmeggiani F. 7, Gamberini 2, De Ruvo 3, Venturi N., Venturi D., Albertini 14, Mazza 15. All. Trevisan.

CVD BASKET CLUB – BERNAITALIA 74 – 72

(19-17; 38-31; 58-51)

Cvd Casalecchio: Ballanti, Dawson 13, Trois, Sighinolfi 6, Penna 13, Skocaj 10, Perini 13, Fuzzi 8, Taddei 3, Falzetti 8, Lelli. All. Lanzoni.

Medicina: Jdidi ne, Bonetti 5, Tinti 16, Marinelli 10, Mini, Govi 8, Biguzzi 9, Lorenzini 4, Stagni ne, Verde ne, Rambelli 15, Seracchioli 5. all. Cavicchioli

Dopo una settimana di acciacchi, coach Cavicchioli opta per partire con Tinti, Bonetti, Govi, Biguzzi e Lorenzini; il CVD risponde con Penna, Dawson, Trois, Skocaj e Falzetti. A giocare meglio sono da subito i padroni di casa che eseguono meglio e sfruttano le molte disattenzioni difensive di una molle Virtus e alla prima sirena CVD in vantaggio sul 19 a 17. Secondo periodo e sempre CVD a fare la partita; adesso la Virtus fatica anche in attacco con percentuali deficitarie, Perini e Penna ne approfittano e propiziano un primo allungo e si va negli spogliatoi con Casalecchio a +7, sul 38 a 31. Terza frazione e Tinti, con 8 punti a fila, riporta la situazione in perfetta parità. Sempre il CVD ordinato e nuovo allungo dei padroni di casa sull’asse Perini-Fuzzi. la Virtus va troppo a corrente alternata e si ritrova nuovamente sotto a -7 sul 58-51 al 30′. Quarto periodo e ancora Virtus all’assalto e nuovo pareggio, poi un lungo testa a testa nel quale il CVD dimostra di usare la testa, la Virtus no, senza orgoglio e con troppa supponenza i gialloneri perdono la partita e a nulla serve recriminare, poi, su singoli episodi.

OLIMPIA CASTELLO 2010 – PALLACANESTRO MOLINELLA 57 – 58 dts

(10-9; 25-22; 36-35; 50-50)

Castel San Pietro: Fimiani 5, Bonetti ne, Dall’Osso 4, Pedini 6, Beccaletto 7, Cavina 5, Zambrini 16, Pellacani 2, Lugli 8, Castellari ne, Zuffa ne, Governatori 4. All. Loperfido.

Molinella: Brandani 9, Spisni, Menna, Checcoli, Ranzolin 15, Frignani 17, Frazzoni 7, Capobianco 2, Lanzi 2, Ramini 5, Regazzi 1. All. Baiocchi.

GINNASTICA FORTITUDO – NOVA ELEVATORS 83 – 87 dts

(11-17; 28-37; 53-51; 75-75)

S.G. Fortitudo: Barattini 18, Zucchini, Pampani 2, Tosini 18, Mellini, Mandini 18, Pederzoli 13, Galassi 10, Bonazzi 2, Prunotto, Zanetti 2. All. Solaroli.

San Giovanni in Persiceto: Acciarri ne, Cornale 7, Verardi 22, Baccilieri 18, Moruzzi, Scagliarini, Pasquini 15, Vaccari ne, Zappoli, Ferrari, Rusticelli 12, Almeoni 13. All. Berselli.

REBASKET – PALL. NOVELLARA 74 – 60

(18-19; 43-34; 60-49)

Castelnovo Sotto: Violi, Tognato, Castagnaro 26, Nunziato, Defant 14, Ferrari 7, Dall’Asta, Battaglia 6, Amadio 14, Simonazzi 1, Tondelli, Lusetti 6. All. Casoli.

Novellara: Margini 12, Folloni, Rinaldi 9, Carpi, Morgotti 2, El Ibrahimi, Ciavolella 8, Astolfi 12, Bartoccetti 11, Dias 6, Pizzetti. All. Spaggiari.

Concretezza e convinzione, queste le chiavi della preziosissima vittoria della Rebasket, che davanti ad un folto pubblico, festeggia nel migliore dei modi l’attesissimo derby con Novellara, nata dalla perfezione di Castagnaro (26 punti) e dalla solidità difensiva.

Nei primi possessi della sfida regna un perfetto equilibrio ed il primo quarto va in archivio con Novellara avanti di un punto; Margini per gli ospiti ed il tandem Amadio/Defant per i biancorossi infiammano il parquet con le loro giocate. Nel secondo periodo Bartoccetti da il primo leggero strappo (25-21), ma la replica in casa biancorossa non si fa attendere. Battaglia con due triple riporta avanti i suoi (27-25). Il match è vivo ed in equilibrio fino ad un paio di minuti dal termine della pausa lunga, quando arriva  in casa biancorossa lo strappo da Castagnaro e Amadio che, con loro triple, portano la Rebasket a chiudere il secondo quarto avanti di nove lunghezze (43-34). Alla ripresa della pausa lunga, Novellara perde Ciavolella per espulsione, reo di fallo antisportivo su Lusetti e conseguente tecnico per veemente protesta contro la coppia arbitrale. La Rebasket è perfetta in attacco, con Castagnaro che martella a suon di triple ed in difesa Lusetti recupera un infinità di possessi permettendo ai biancorossi di volare sul 55-38. Coach Spaggiari chiama time out per riordinare le idee ai suoi, Astolfi prende per mano la sua squadra e Novellara arriva a -11 (60-49) al termine del terzo quarto. Ultima frazione che si apre con l’ennesima tripla di Castagnaro, coadiuvato da Defant e Ferrari ed i padroni di casa volano a + 18 (67-49). Da Novellara non arriva la reazione, il match è ormai ai titoli di coda e la Rebasket  conclude la contesa sul punteggio finale di 74-60, rafforzando la sua leadership.

CLASSIFICA

REBASKET CASTELNUOVO 18 11 9 2 788 688 +100
CNO SANTARCANGELO 16 11 8 3 842 736 +106
GRANAROLO BASKET 14 11 7 4 792 741 +51
OLIMPIA CASTEL SAN PIETRO 14 11 7 4 766 720 +46
ANZOLA 14 11 7 4 796 754 +42
NOVELLARA 14 11 7 4 792 768 +24
CASTELFRANCO EMILIA 12 11 6 5 836 765 +71
VIRTUS MEDICINA 12 11 6 5 849 815 +34
CVD CASALECCHIO 12 11 6 5 728 696 +32
CASTENASO 12 11 6 5 764 787 -23
VIS PERSICETO 12 11 6 5 752 785 -33
MOLINELLA 12 11 6 5 701 736 -35
SCUOLA BASKET CAVRIAGO 10 11 5 6 753 756 -3
VIS 2008 FERRARA 4 11 2 9 703 811 -108
GRIFO IMOLA 0 11 0 11 719 827 -108
S.G. FORTITUDO BOLOGNA 0 11 0 11 701 897 -196

Serie D, Magik chiama, Atletico risponde. Girone B, Artusiana ok, colpo Stars

SERIE D/A 12° Giornata

P.G.S. WELCOME – F.FRANCIA PALL. 75 – 77

(24-13; 42-32; 56-57)

Pgs Welcome: Lamborghini 4, Baroncini F. 13, Calzolari M. 2, Martelli 2, Sabbioni 5, Brunello 2, Casolaro ne, Orlandi 6, Chiapparini 10, Baroncini G., Venturoli 31. All. Bulgarelli.

Zola Predosa: Galli 5, Perrotta 19, Gamberini 18, Mazzoli ne, Maselli 2, Ghianda, Masina 8, Barilli Fi. 7, Bavieri 11, Romagnoli 7. All. Benini.

SAMPOLESE BK – BASKET VOLTONE MASCHILE 58 – 66

(19-16; 30-38; 47-51)

San Polo d’Enza: Tognoni, Davoli 1, Minardi 4, D’Amore 9, Benevelli, Tondo 16, Braglia 9, Galassi, Pezzi 10, Hasa ne, Magliani 9. All. Corali.

Monte San Pietro: Giacometti A. 7, Maldini S. 6, Castaldini 2, Maldini M. 1, Codicini 3, Ferraro 7, Giacometti J. 12, Calzini 3, Maresi 5, Magi 6, Tubertini 14. All. Torrella.

Continua la serie nera della Sampolese, costretta al quinto stop consecutivo, ancora di fronte ad una delle prime della classe. Il Voltone si dimostra, infatti, squadra da playoff grazie alla propria cinicità e alla propria intensità difensiva soprattutto nell’ultimo quarto.

I reggiani riescono a reagire ad un pessimo secondo quarto da ben 22 punti subiti, conditi da troppe palle perse che condizionano l’attacco; al rientro dagli spogliatoi, infatti, i ragazzi di coach Corali dimostrano il solito carattere grazie ad una ritrovata difesa di squadra, che li porta a -2 (40-42) a metà frazione. Per i bolognesi risultano, però, fondamentali i rimbalzi offensivi catturati, con cui rimangono in partita e attraverso il quale riescono a trovare i punti per stoppare ogni tentativo di rimonta dei biancorossi. Il canestro della staffa è segnato in penetrazione da Jacopo Giacometti (54-64) e a nulla valgono gli ultimi assalti della Sampolese con Tondo e una tripla di Braglia.

BIBBIANESE – CASTELLANA 71 – 51

(23-14; 46-20; 57-29)

Bibbiano: Reni 4, Grulli 2, Colla 16, Giardina 3, Bartoli 5; Belli 10; Rika 4; Monticelli 17; Volpicelli 2, Croci 8. All. Reverberi.

Castelsangiovanni: Villa 7, Baldini 6, Coppeta 4, Libè 18, Eccher, Badini, Bonatti 2, Villa S. 8, Mori 4, Boselli, Zermani. All. Fanaletti.

H4T – U.P. CALDERARA PALL. 85 – 57

(12-23; 39-35; 62-45)

S.P. Vignola: Ganugi 4, Badiali 22, Cassani, Murotti, Caltabiano 2, Barbieri A., Degli Angeli 2, Galvan 23, Paladini 5, Guidotti 19, Zavatta, Silingardi 8. All. Sacchetti.

Calderara: Settanni, Cacciari 1, Soresi 5, Rigliaco, Nanni, Zocca, Selvi 6, Berti, Turchetti 8, Serio 9, Molinari 5, Projetto 23. All. Venturi.

MAGIK BASKET – PALL. NAZARENO 73 – 61

(15-13; 42-28; 60-51)

Magik Parma: Bazzoni 5, Donadei 12, Malinverni N. 3, Bocchia 3, Malinverni L. 5, Paulig 31, Ceci, Caravita 4, Pergetti ne, Diemmi 10, Allodi, Lannutti. All. Padovani.

Carpi: Carretti 6, Compagnoni 8, Pivetti, Biello 23, Spasic 4, Bonfiglioli, Saetti ne, Lavacchielli 3, Menon, Pravettoni 8, Valenti 9. All. Beltrami.

PALLACANESTRO FULGOR – ANTAL PALLAVICINI 58 – 60

(14-17;  22-39;  42-50)

Fidenza: D’Esposito 3, Molinari, Baratta 2, Moscatelli 25, Gaudenzi 8, Vecchio M. 2, Montanari 6, Parmigiani 2, Vecchio P. 7, Chiozza, Barcaroli 2, Imeri 1. All. Olivieri.

Pallavicini: Maestripieri 12, Spadellini, Tosiani 13, Cenesi 8, Galeotti 2, Benuzzi, Sgargi 5, Nanni 4, De Martini 11, Minghetti 5. All. Bignotti.

VENI BASKET – ATLETICO BASKET 64 – 76

(27-18; 42-44; 51-59)

San Pietro in Casale: Gamberini 2, Pastore 4, Ferrulli 12, Venturi 11, Govoni 2, Mantovani 9, Ghedini 9, Baccarin 2, Billi 7, Montebugnoli 2, Sakho 4. All. Folchi.

Atletico Borgo: Veronesi Gr. 16, Campanella F. 8, De Simone 5, Diop 11, Artese 12, Flori 6, Campeggi, Veronesi G.I. 5, Rosati 4, Campanella E. 5, Pedroni 5, Savic. All. Pietrantonio.

CLASSIFICA

ATLETICO BOLOGNA 22 11 11 0 858 679 +179
MAGIK PARMA 20 11 10 1 769 678 +91
VOLTONE ZOLA 18 11 9 2 775 680 +95
PALLAVICINI BOLOGNA 18 12 9 3 781 694 +87
FRANCESCO FRANCIA ZOLA 16 12 8 4 843 804 +39
NAZARENO CARPI 12 12 6 6 882 805 +77
FULGOR FIDENZA 8 11 4 7 710 687 +23
SAMPOLESE 8 11 4 7 696 721 -25
CALDERARA 8 11 4 7 689 754 -65
LA TORRE REGGIO EMILIA 8 11 4 7 627 708 -81
SCUOLA PALL. VIGNOLA 6 11 3 8 750 780 -30
VENI SAN PIETRO IN CASALE 6 11 3 8 661 731 -70
PGS WELCOME BOLOGNA 6 11 3 8 729 805 -76
BIBBIANESE 6 11 3 8 713 816 -103
CASTELLANA CASTEL S.GIOVANNI 6 11 3 8 638 779 -141

SERIE D/B 12° Giornata

STEFY BASKET – BASKERS 67 – 53

(14-14; 37-30; 53-40)

Stefy: Pancaldi 8, Melchiorre 2, Riguzzi 8, Marzioni 15, Franceschini 11, Poli 8, Grilli 2, Scandellari R. 2, Galli 4, Zambonelli, Mannini 4, Alessandri 3. All. Scandellari M.

Baskers Forlimpopoli: Marchioni, Pinza 10, Marzolini 3, Ronci 1, Cristofani 5, Cortini 9, Totaro 2, Neri 5, Biffi 15, Poggi 3, Brunetti. All. Rustignoli.

Dopo un primo tempo sufficiente, i Baskérs affondano clamorosamente nella ripresa, sotto i colpi di una Stefy non brillante ma cinica. 67-52 è il finale di una gara che boccia senza appello i ragazzi di Rustignoli, che hanno disputato senza dubbio la peggior gara della stagione.

Pensare che in avvio, sono proprio i forlimpopolesi a fare la partita, guidati da un positivo Cristofani e da un Biffi in versione deluxe su entrambi i lati del campo. Qualche errore di troppo, però, permette ai padroni di casa di restare in scia, grazie ai canestri di un Poli bravo a sfruttare gli spazi concessi. Nel secondo quarto, è la Stefy a mettere il naso avanti, guidata da un Marzioni lasciato colpevolmente troppo solo dalla difesa Baskérs, i quali rimangono però a contatto, trovando punti con un buon Pinza. Un finale di quarto decisamente attento, però, regala 3 punti a Franceschini e due liberi a Pancaldi nell’ultimo minuto, scavando così il solco sul 37-30 dell’intervallo. Dopo la pausa lunga, i bolognesi prendono saldamente in mano l’inerzia del match: un paio di difese, un paio di canestri ed ecco che il divario diventa in doppia cifra. I Baskérs, invece, arrancano, giocando in maniera scollata e confusa, senza trovare più il bandolo della matassa. Nell’ultimo disperato tentativo di rimonta dei forlimpopolesi, la Stefy non sbaglia un colpo: prima Mannini, poi Marzioni, dall’arco, chiudono definitivamente la questione.

PARTY & SPORT – CESENA BASKET 2005 69 – 57

(18-12; 36-28; 44-42)

P&S Ozzano: Migliori 7, Gambetti 8, Fioravanti 3, Dozza 11, Tagliati, Avallone 13, Marchi 6, Fierro 3, Zerbini 1, Lazzari 11, Martelli, Miceli 6. All. Garavini.

Cesena: Rossi Fe. 5, Romano 14, Montalti 9, Martini, Vandelli 2, Moscatelli 10, Soldati 8, Ambrogi, Montaguti 7, Di Meglio 2. All. Domeniconi.

Il risultato più bugiardo della storia fra Ozzano e Cesena, con una vittoria addirittura con distacco maturato in poco più di un minuto con la maldestra complicità di due fischi molto dubbi che consegnano quattro tiri liberi agli autori del fallo anziché alle “vittime”. Cesena è una infermeria ambulante e registra una lista di assenti da incubo: mancano Balestri, Dell’Omo, Scaccabarozzi, “Red” Rossi  e Martini che è in panchina, ma solo per onor di firma. Con una squadra di 10 “esterni”, coach Domeniconi soffre per due quarti di gara, poi si inventa una zona 3-2 che blocca i tiratori di casa e consente ai suoi un parziale di 11 a 2 che rovescia il match. Preso il comando delle operazioni, Cesena non riesce però ad allungare e si va vanti fino al gong finale nel più esasperato degli equilibri che viene rotto prima da una incredibile tripla da 8 metri di Lazzari sulla sirena dei 24″, poi da due brutte decisioni arbitrali che da il la al 9 a 0 finale di Ozzano, con nove tiri liberi a segno consecutivi.

CURTI – SCUOLA BASKET FERRARA 66 – 52

(20-16; 38-31; 50-43)

International Imola: Lucchi 19, Benghi 4, Dirella 15, Scagliarini 2, Cai 2, Ciampone, Paciello 17, Zaccherini, Wiltshire 2, Bamania 3, Ginevri 2. All. Pillastrini.

Scuola Basket Ferrara: Ferrorini 3, Rimondi Ri. 5, Cattani, Bertocco 16, Rizzatti 20, Rimondi Ro. 13, Bereziartua 2, Proner 4, Romagnoni 7. All. Schincaglia.

IMMOBILIARE 2000 – BELLARIA 65 – 66

(13-21; 27-41; 48-50)

Giardini Margherita: Alaimo 19, Venturi 13, Nobis 7, Marcelli 4, Pezzano, Bonesi 3, Pellegrinotti 1, Pedrielli 8, Cataldo 3, Pierini 5, Sebastianutti 2. All. Piccolo.

Bellaria: Nervegna 3, Gori ne, Tassinari 18, De Maio ne, Forte ne, Stabile 7, Raffaelli, Casadei 5, Benedettini, Clementi 6, Scarone 27. All. Radulovic.

Vince il Bellaria al termine di una gara quasi costantemente condotta. Dopo le prime fasi in equilibrio (12-12 al 5′), i romagnoli allungavano raggiungendo la doppia cifra di vantaggio nel secondo quarto (24-41, il massimo vantaggio). La tripla, sulla sirena, di Alaimo svegliava i Gardens che disputavano una ripresa con ben altra determinazione e difesa. Sorpasso in avvio di ultima frazione (51-50), poi Bellaria tornava in un paio di occasioni a +5, ma i padroni di casa riuscivano sempre a recuperare. A -13″, Scarone subiva un contatto probabilmente falloso nel tentativo di passare e perdeva palla. Time out felsineo, ma l’ultimo tiro, da sette metri, di Nobis, veniva respinto dal ferro.

CESTISTICA ARGENTA – DOLPHINS 84 – 77

(31-19; 46-37; 66-68)

Argenta: Federici ne, Pusinanti 12, Alberti D. 14, Cesari 15, Ardizzoni, Bianchi 17, Bottoni 5, Nicoletti ne, Peretti 11, Malagolini 5, Di Tizio 5, Torriglia. All. Panizza.

Riccione: Mazzotti 10, Sacchetti 9, Brattoli 14, De Martin 25, Curcio 13, Ambrassa 5, Egbutu, Casadei 1, Pierucci. All. Ferro.

Una Cestistica dai due volti vince contro i Dolphins e consolida la seconda piazza in classifica generale.

I romagnoli partono forte e vanno subito a bersaglio nel pitturato con Brattoli e De Martin , risposta argentana affidata a Peretti che va a segno dalla lunga distanza e serve a Malagolini l’assist per il +1 Cestistica (11-10) dopo quattro minuti di gioco. La partita si mantiene in equilibrio con frequenti avvicendamenti alla guida del punteggio; alla transizione bianco blu guidata da un ottimo Bianchi, gli ospiti rispondono in contropiede sotto la spinta di Brattoli e Mazzotti. Proprio una tripla del play romagnolo firma il +1 Dolphins (18-19) a 2’55” dalla prima sirena; Di Tizio riporta nuovamente avanti Argenta convertendo in due punti un assist al bacio di Bianchi che nell’azione seguente ruba palla a Curcio e lancia Malagolini per il +3 (22-19) con 2’20” da giocare. Sulle ali dell’entusiasmo i padroni di casa blindano l’area ,”disinnescando” i lunghi riccionesi  e sul fronte opposto puniscono da oltre l’arco con uno “scintillante” Peretti, Cesari e Alberti Davide la cui tripla manda in archivio il primo parziale con Argenta avanti di dodici lunghezze (31-19). Alla ripresa del gioco De Martin prova a dare la sveglia con un paio di piazzati, ma Pusinanti,  dalla lunga distanza, firma il massimo vantaggio per i padroni di casa sul +15 (42-27) a 4’15” dalla seconda sirena. Sul finire del parziale sale in cattedra Curcio che, approfittando dell’infortunio di Ardizzoni, imperversa nel pitturato e riduce il divario alle sole nove lunghezze (46-37) con cui le squadre si ripresentano in campo dopo l’intervallo lungo. Dopo due minuti del terzo quarto Argenta ha ancora otto lunghezze di margine (50-42), prima che tre triple consecutive, imbucate da Cesari e Alberti Davide (2), scavino un fossato di diciassette lunghezze (59-42) tra le due compagini con sei minuti da giocare. Riccione non molla e complice un’impresentabile difesa a zona dei padroni di casa, inizia la rimonta con i piazzati di Curcio e de Martin e le triple di Mazzotti e ospiti di nuovo a -10 (59-49) a 4′ dalla terza sirena. Cestistica in “bambola”, coach Panizza attende la reazione dei suoi senza interrompere il gioco e Riccione ringrazia: Mazzotti da oltre l’arco, di tabella, Brattoli e De Martin in vernice, firmano il -1 (61-60). Dopo un parziale di (2 – 18) Panizza vuole parlarci sopra, striglia i suoi e si ritorna a uomo; De Martin continua nel suo personale show e firma il sorpasso (61-62) a 1’53” dalla fine del terzo quarto. Il pubblico spinge i bianco blu e il primo a reagire è Bianchi che firma l’immediato contro sorpasso. Il finale è targato ancora De Martin che, con due giochi da tre punti, intervallati da un canestro e fallo di un monumentale Cesari, fissano il +2 Riccione (66-68)  con cui inizia l’ultimo parziale. Bottoni, con un gioco da tre punti, riporta nuovamente avanti Argenta di una lunghezza (69-68). Si procede punto a punto, con Cesari e De Martin a guidare le rispettive squadre, quando un un canestro e fallo di Di Tizio porta la Cestistica sul +5 (80-75) a 2’20” dalla conclusione dando il la al break decisivo: Bianchi, dopo l’errore ospite in attacco, arpiona il rimbalzo, subisce fallo e imbuca i liberi successivi mentre il punto esclamativo lo mette Pusinanti in penetrazione, eludendo il pressing avversario. Il canestro finale di Ambrassa fissa il punteggio finale sull’84-77 Argenta, che ora dovrà vedersela con la prima della classe, l’Artusiana Forlimpopoli.

COPAR SERVIZI SELENE S.AGATA – ARTUSIANA FORLIMPOPOLI 69 – 76

(12-14; 30-44; 53-60)

Sant’Agata sul Santerno: Montanari 5, Forcione, Pasquali 18, Gaddoni, Pirazzini 6, Carlotti, Mastrilli 10, Caprara 18, Brignani 4, Baldrati 8, Trerè. All. Lanzi.

Forlimpopoli: Rossi 12, Valgimigli 4, Ballistreri 16, Mariani ne, Piazza 2, Vitali ne, Morabito ne, Serrani 7, Arfelli 5, Servadei 17, Ravaioli 13. All. Agnoletti.

PALL. BUDRIO 2012 – STARS BASKET 70 – 87

(16-24; 40-49; 46-62)

Budrio: Curti 1, Cesario 14, Maccaferri 3, Tugnoli 2, Tuccillo 13, Lazzari 2, Zanellati 11, Zitelli 4, Di Cristina, Zambon 14, Quarantotto 6. All. Bovi.

Stars: Conidi 22, Tazzara 19, Lucchetta ne, Guerra 2, Giudici 18, Paccagnella 12, Musolesi ne, Passarelli, Benfenati 3, Orlando 8, Pistacchio 3. All. Bandiera.

CLASSIFICA

ARTUSIANA FORLIMPOPOLI 22 11 11 0 825 662 +163
ARGENTA 18 11 9 2 888 745 +143
BELLARIA 16 11 8 3 755 697 +58
SELENE S. AGATA 14 11 7 4 862 818 +44
BASKET VILLAGE GRANAROLO 14 11 7 4 807 781 +26
IMMOBILIARE 2000 BOLOGNA 12 11 6 5 824 781 +43
STEFY BOLOGNA 12 11 6 5 838 825 +13
RICCIONE 12 11 6 5 834 824 +10
PALL. BUDRIO 289 12 12 6 6 907 915 -8
STARS BOLOGNA 10 11 5 6 808 817 -9
PARTY&SPORT OZZANO 10 12 5 7 831 929 -98
S.B. FERRARA 6 12 3 9 722 831 -109
BASKERS FORLIMPOPOLI 4 11 2 9 707 769 -62
CESENA BASKET 2005 4 11 2 9 670 781 -111
INTERNATIONAL IMOLA 2 11 1 10 739 842 -103

Promozione, colpaccio della Valtarese a Parma, sponda Planet. Bene San Felice e Navile

PROMOZIONE 10° Giornata

GIRONE A

WEST ROSTA NUOVA – IRA TENAX CORTEMAGGIORE 48 – 83

(12-21; 16-38; 34-53)

Rosta Nuova Reggio: Tassoni 13, Baroni 1, Arata 1, Razzini, Lugli, Pezzotto 7, De Oliveira 6, Fajetti 1, Margaria, Abbas 9, Venturelli, Zagorneanu 10.

Cortemaggione: Avanzi 9, Righi 3, Betti 9, Mazza, Villani 5, Stecconi 10, Gelmini 10, Pirolo 1, Mori 8, Di Stefano 13, Markovic 16. All. Fiesolani.

VIRTUS PONTEDELLOLIO – SALSOMAGGIORE CITY 65 – 52

GELSO – BASKETREGGIO 67 – 66 dts

(17-16; 31-35; 49-53; 59-59)

Gelso Reggio: Acosta 17, Cervi 6, Torreggiani 8, Bigi 11, Bochiccio 11, Ferrarini 4, Viani 2, Gramoli, Mareggini 6, De Vecchi, Pedrazzi 2. All. Iotti.

BasketReggio: Chiesi 7, Monti 5, Morabito 8, Ongarini 8, Camurri 13, Rustichelli ne, Morelli, Francia ne, Costantino 15, Ward 7, Tirelli 3. All. Boni.

DUCALE MAGIK PARMA – VICO BASKET 59 – 66

(13-16; 27-32; 45-48)

Ducale Parma: Faveri 2, Pergetti 4, Bertolini 2, Cappelletti 7, Frazzi 7, Saporito 1, Resurreccion 6, Giorgi 15, Tinelli 5, Pezzani 5, Allodi 5. All. Raffin.

Vico Parma: Zambelli 6, Lavega 10, Piatelli, Savani, Mastroberardino 5, Calzi, Alfieri, Zucchi 15, Rastelli 7, Adama 4, Cristini 17, Ferraboschi 2. All. Caggiati.

CUS PARMA – S.ILARIO BASKET 77 – 53

(17-10; 30-24; 54-40)

CUS Parma: Tognazzi 9, Pattini 7, Bettera, Bellicchi 3, Sgorbati 8, Carretta 6, Marzo 4, Maffini 9, Cervi 16, Cornacchione 15, Petiziol, Furia M. All. Marcucci.

Sant’Ilario: Setti M., Cervi 7, Reggiani 7, Bertolini 2, Amponsah 6, Setti P., Rosi 4, Micucci 6, Reverberi 3, Razzoli 2, Fava 10, Guasti 6. All. Ferrari.

PLANET BASKET – ARTARREDO BORGOTARO 57 – 63

(21-18; 36-32; 47-47)

Planet Parma: Anselmi 7, Cavaglieri 8, Centofanti 3, Finardi ne, Gianferrari 8, Giublesi 7, Manuto 3, Martinelli 9, Modica 2, Rosi 4, Servidei 6, All. Paletti.

Valtarese: Giraud 14, Verti 5, Berni 14, Finardi ne, Leonardi 7, Gonzato 5, Baldi 10, Gasparini 2, Beccarelli 6, Oppo. All. De Martino.

L’Artarredo giunge in casa del Planet secondo in classifica e sfodera una prestazione con i fiocchi. Le due compagini danno vita ad una gara fantastica, intensa, dura. L’esperienza, la tattica degli uomini di Paletti contro l’irruenza, la tecnica dei ragazzi di De Martino dà vita ad una gara che vede i padroni di casa mettere in campo da subito il valore del forte collettivo guidato da Giublesi, mentre, tra i ragazzi della Valtarese, Giraud a suon di bombe e  Beccarelli lottando da sotto, tengono i diavoli rossi agganciati alla Planet. Il primo quarto si chiude 21 a 18 per i padroni di casa. Coach De Martino  chiede di aumentare  l’intensità difensiva dei suoi e la marcatura ad uomo diventa asfissiante. Gonzato spezza intelligentemente  il ritmo della gara, Leonardi e Verti dalla lunga distanza, Gasparini sempre attento tengono testa ad uno scatenato Cavaglieri che coadiuvato da Martinelli e Centofanti non vuole perdere la partita e la Planet chiude  in vantaggio 36 a 32 anche la seconda frazione di gioco. Riposo lungo gestito sul campo dal duo De Martino Picelli e la ripresa vede innalzarsi ulteriormente il grado di attenzione e intensità dell’Artarredo, sale la tensione, il gioco si fa duro e Modica ne paga  le conseguenze venendo espulso per proteste. Gianferrari per i padroni di casa realizza con costanza ma le penetrazioni di Berni, la nuova duttilità di Baldi, la difesa di Oppo trascinano l’Artarredo che recupera e chiude pari il terzo quarto. Ma è l’ultima frazione di gioco che vede la svolta della gara perché questa volta l’Artarredo non molla anzi mette in grossa difficoltà i padroni di casa che perdono di lucidità non riuscendo a controbattere ne nell’intensità difensiva ne nella precisione al tiro ne nella gestione tattica del fine gara. Morale alle stelle al fischio finale per l’Artarredo che mette già la testa alla prossima trasferta.

CLASSIFICA

Cus Parma 20; Planet Parma 14; Gelso Reggio 12; Basketreggio, Vico Basket Parma, Ira Tenax Cortemaggiore 10; S. Ilario, Virtus Pontedellolio, Valtarese 8; Ducale Parma, Salsomaggiore City*, Nuova Cupola Reggio* 6; Rosta Nuova Reggio 0.

GIRONE C

PALL. TEAM MEDOLLA – LIBERTAS SAN FELICE 53 – 67

(16-15; 28-34; 41-57)

P. T. Medolla: Galeotti 2, Maini 8, Chiari 4, Marchetti, Ceretti, Asperti 4, Cresta 16, Barbieri 14, Guarnieri 3, Ganzerli Ale., Fiume, Luppi 2. All. Ganzerli Alb.

Libertas San Felice: Stagnoli 2, Margelli, Sassoli 3, Fenderico 2, Scarioli 4, Zanchi 12, Demetri 13, Di Marzio 9, Credi 9, Cavazza 1, Bianchini 12. All. Zanini.

SBM BASKETBALL – I GIGANTI40 – 45

(11-12; 21-25; 32-38)

S.B.Modenese: Drusiani, Corradi 2, Manzotti 6, De Divitiis ne, Benatti 2, Lanza 11, Manfredini 2, Monari C. 4, Arzenton 4, Ferrari 9, Miranda, Campanelli. All. Manna.

I Giganti di Modena: Scattolin 11, Giorgi ne, Tricca, Baraldini ne, Vellati 4, Bernardelli 11, Zaffiri ne, Marescotti 4, Franceschi 4, Alberti 5, Larghetti 4, Forastiere 2. All. Davolio.

NAZARENO BASKET – DIABLOS BASKET S.AGATA 62 – 65

(14-19; 28-41; 48-50)

Carpi: Sbisà 17, Barigazzi M., Goldoni Sa. 11, Pivetti 4, Riboldi 1, Lugli, Goldoni Si. 11, Giannetti 4, Mazzini, Saguatti 2, Barigazzi S. 4, Foroni 8. All. Barberis.

Sant’Agata Bolognese: Marchetti ne, Gobbi 9, Franchini 12, Belosi 4, Tedeschi 8, Marzo 12, Patelli 7, Stanzani, Pellacani 4, Violi 5, Pederzini 2, Verdoliva 2. All. Serra.

I Diavoli portano a casa una vittoria non facile giocando una partita tra luci e ombre.

Nella prima frazione entrambe le squadre segnano con continuità dal campo e con ottime percentuali, i Diablos realizzano la maggior parte dei punti con il loro back-court mentre i padroni di casa si affidano alla coppia Sbisà-Goldoni. Il primo quarto vede gli ospiti in vantaggio di poche lunghezze 19 a 14. Nella seconda frazione i Diablos provano ad allungare grazie a buone letture e ottime percentuali dal campo in attacco, mandando a referto ben otto giocatori diversi, mentre la difesa inizia a creare qualche problema all‘attacco dei padroni di casa che non riesce a trovare con continuità la via del canestro affidandosi sempre alla coppia Sbisà-Goldoni. I Diablos raggiungono la doppia-cifra di vantaggio e alla pausa lunga il tabellone mostra 41-28. Alla ripresa dopo la pausa lunga il copione della partita non sembra cambiato, i padroni di casa non riescono ad arginare l’attacco dei diavoli che toccano il massimo +19, sul 47 a 28, ad appena tre minuti di inizio periodo. La partita sembra già archiviata ma inizia il black-out per gli ospiti che per 7 minuti realizzano solo 3 punti mentre il Nazareno riprende a segnare con continuità e iniziando a rosicchiare punti ai Diablos, mandando a segno ben otto giocatori nel terzo quarto. I padroni di casa riaprono la partita, all’ultima pausa i Diablos hanno dilapidato il vantaggio e chiudono il tempo con solo due lunghezze di vantaggio, 50 a 48. Nell’ultima frazione coach Serra riesce dare la scossa ai suoi e i Diavoli piazzano un break che li riporta sulla doppia cifra di vantaggio (+10 a 3 minuti dalla fine), affidandosi alla coppia Marzo e Franchini 6 e 5 punti per loro. Ma, come il basket ci ha sempre insegnato, la partita non è mai finita, i padroni di casa non vogliono essere l’ennesima vittima sacrificale dei diavoli e nell’ultimo minuto di partita accade di tutto: i Diablos sbagliano 6 liberi di fila mentre i padroni di casa, a 10″ dalla fine, si portano sul -2 grazie ad un a bomba da oltre 7 metri di Barigazzi. Fallo sistematico di Carpi e 1/2 dalla lunetta per Belosi; dopo il minuto chiamato da Serra per disegnare la difesa per evitare l’overtime, i padroni di casa riescono a tirare, ma la conclusione esce e i Diablos portano a casa la vittoria.

VANINI HORIZON BK RENO – CARPINE BASKET 2015 63 – 51

(8-12; 21-29; 44-39)

S.P. Horizon: Turrini, Pasquali 4, Ferraro 16, Serrah 3, Nasi 10, Gobey 4, Degli Esposti L 2, Lenzi, Varotto 11, Tiribocchi 1, Dawson 2, Maldini 10. All. Muscò,

Carpine Basket: Meschiari 7, Cavallotti 6, Marchi 4, Zanoli 15, Piuca 6, Arletti 3, Cantarelli, Silingardi 3, Iacono 7. All. Lugli.

PALL. FORTITUDO – NEW BASKET MIRANDOLA 73 – 66

(23-10; 41-27; 55-41)

Crevalcore: Cremonini 4, Guido 8, Gravinese 17, Filippetti, Gallerani, Lelli, Candini 13, Fregni 4, Morselli 4, Valente 3, Floro 7, Simoni 13. All. Gobbo.

Mirandola: Baccarani 11, Ferraresi 5, Duca, Bega 8, Guagliomi, Mattioli 13, Nicolini 2, Taveras 4, Bardelli 16, di Piazza 6, Panin. All Dotti.

BASKET FINALE EMILIA – POL. GIOVANNI MASI Rinviata

CLASSIFICA

Libertas San Felice Bologna, Diablos Sant’Agata Bolognese 18; Masi Casalecchio* 14; Medolla, Montevenere Bologna, Fortitudo Crevalcore 10; Nazareno Carpi*, Horizon Bologna 8; New Basket Mirandola, Finale Emilia*, S.B. Modenese, Carpine, I Giganti di Modena* 4.

GIRONE D

TULIPANO – METEOR 75 – 53

(29-13; 46-27; 62-40)

HB CastelMaggiore: Righetti 4, Tolomelli 4, Pellegrino 17, Gruppioni 2, Ferri 4, Carelli Mat. 3, Carelli Mar. 2, Giunchedi 14, Asciano 11, Cocchi 10, Tinti 2, Varotto 2. All. Baraldi.

Renazzo: Alboresi 2, Poluzzi 1, Meola 6, Malaguti 1, Calanchi 4, Ceccon 2, Ramponi, Campanile 21, Gentili 6, Angelini 10. All. Ansaloni.

VIS BASKET FERRARA 2012 – OMEGA BASKET 57 – 93

(16-22; 27-53; 48-76)

Vis 2012 Ferrara: Castaldini 4, Tamisari 11, Vaianella 6, Liboni 6, Krylov 3, Barcaro 2, Gnani 7, Zanchetta 5, Dioli, Trombini, Malaguti 5, Luongo 8. All. Campi.

Omega: Belleri, Calvi 11, Bacocco 10, Zanoni 15, Pappalardo 14, Dal Pozzo 4, Collaro, Bianchini 3, Poluzzi 7, Kalfus 17, Tapia 12. All. Solaroli.

P.G.S. CORTICELLA – LIONS BASKET 60 – 67

NAVILE BASKET – POL. DIL. FARO 60 – 42

(15-13; 35-22; 53-32)

Navile: Lombardo 11, Martelli 11, Castagna 8, Missoni 8, Ballardini 5, Rizzi 5, Bondi 4, Di Pasquale 4, Bonvicini 2, Piccari 2, Brini. All. Corticelli.

Consandolo: Rubbini 16, Rubini 7, Mortara 5, Taglioli 5, Zanetti 4, Pasetti 3, Cesari 2, Baldi, Carnaroli, Dalpozzo, Fuschini, Porcellini. All. Bolognesi.

Nona vittoria stagionale per il Navile Basket, che gioca una grande partita difensiva e supera il Faro Consandolo, mantenendo per il 2017 il campo di casa inviolato. Partita molto dura e spigolosa, dove non è mancata la cattiveria, con i biancorossi notevoli nella propria metà campo difensiva per tutta la partita e con momenti ottimi in attacco.

Cronaca: quintetto Navile con Matteo Castagna, Lorenzo Di Pasquale, Simone Martelli, Andrea Missoni e Pigi Ballardini, al quale Coach Bolognesi contrappone Baldi, Taglioli, Dalpozzo, Rubbini e Mortara. L’inizio di partita è molto freddo per entrambe le squadre, ci vogliono oltre 2’ per sbloccare il risultato, grazie a un canestro in entrata di Simone Martelli, al quale replica Rubbini con una bella rovesciata. Ancora Rubbini segna in avvicinamento, Missoni segna, subisce il fallo e converte il libero aggiuntivo, per il 5-4 Navile. Mortara con un 2/2 dalla lunetta riporta avanti i suoi, ma un 5-0 firmato Ballardini e tripla di Lorenzo Lombardo regala 4 punti di scarto a favore del Navile, 10-6. Qui il Faro ha l’unico vero momento di brillantezza della gara, un break di 0-7 firmato Zanetti, tripla di Taglioli e ancora Zanetti, per il 10-13. Castagna con una splendida entrata segna, subisce il fallo e converte il libero supplementare, pareggiando a quota 13. Un canestro da sotto di Rizzi, al termine di una bella azione corale da parte del Navile, fissa il punteggio sul 15-13 al 10’. Nel secondo periodo sale in cattedra la difesa a zona 2-3 allungata del Navile, che aumenta l’aggressività e fa il break: canestro di Lombardo, tripla di Rizzi, 2 liberi di Martelli e bel canestro dalla media di Bondi: 9-0 per iniziare il periodo, 14-0 complessivo e primo vantaggio in doppia cifra della gara sul 24-13. Una tripla di Rubini prova a tamponare l’emorragia, ma il Navile è entrato in ritmo e arrivano altre tre triple, a firma Lombardo, Castagna e Ballardini. A nulla valgono 4 liberi di Rubini e Mortara e un canestro dello stesso Mortara, Consandolo segna solo 9 punti nel quarto e un fade away di Castagna fissa il punteggio sul 35-22, con il quale si va negli spogliatoi per l’intervallo lungo. L’imperativo categorico per il Navile è mantenere alta l’intensità difensiva e aprire di più il campo usando diversamente il pick and roll. Martelli apre il terzo quarto con un bel canestro dall’angolo, Piccari recupera il rimbalzo offensivo e segna 2 punti (39-22), Martelli segna un altro jumper dalla media, Rubbini sblocca i propri colori (41-24), ma un furto di palla convertito in un facile contropiede da Di Pasquale costringe Coach Bolognesi a um timeout disperato, col vantaggio del Navile che sale a 19 punti, 43-24. Ancora Rubbini, nettamente il migliore dei suoi, segna da 3, ma Missoni risponde con 5 punti consecutivi, finalizzando ottime azioni corali del Navile. Un canestro e fallo di Martelli, seguito da due liberi di Di Pasquale, portano a 53 i punti sul tabellone in casa Navile, mentre la coppia Rubbini-Taglioli porta a 32 quelli degli ospiti, quando si va all’ultimo mini riposo. L’ultima frazione, grazie ancora alla difesa biancorossa, è puro garbage time, con il Navile che manda in doppia cifra Lollo Lombardo e Bonvicini con i primi punti stagionali. Purtroppo, a 6’ dalla fine, un contatto fortuito tra Cesari e Rizzi procura al pivot biancorosso la rottura dei due incisivi. Per il Faro vanno a segno Rubbini, 16 punti per lui, oltre a Pasetti e Cesari, con i primi punti della loro partita. Finisce 60-42, per il Navile è comunque una serata molto positiva, considerando le assenze e lo stato fisico non ottimale di alcuni giocatori molto importanti, che hanno giocato stringendo i denti, il Capitano Luca Brini in primis.

PALL. LA FENICE – ARGELATO BASKET 55 – 62

(15-17; 32-35; 41-48)

Codigoro: Grassi R. 4, Beccari 8, Cavallari 2, Tralli 7, Chiarabelli 4, Buzzoni, Grassi F. 18, Danieli 10, Cavazzini 2, Fiorentini. All. Patroncini.

Argelato: Fabulli 5, Busatto 2, Benassi 6, Addivinola, Gadani, Accorsi 14, Bonazzi, Tagliavini, Giacometti 22, Boccardo 13. All. Bretta.

Argelato al fotofinish contro un’ottima Fenice, ennesimo finale in volata contrario ai giovani codigoresi che, per tutta la partita, contendono la vittoria alla compagine di Argelato che si presentava a Codigoro vogliosa di riscatto dopo due sconfitte consecutive ma consci che i padroni di casa avrebbero dato loro filo da torcere sebbene privi di Ferretti. L’inizio della gara vedeva i padroni di casa molto concentrati e capaci di andare a canestro con tutti i giocatori scesi in campo e costringendo così l’Argelato a passare a zona senza però creare soverchi problemi alla Fenice che chiude la prima frazione di gioco in svantaggio di sole due lunghezze, il secondo quarto è praticamente una fotocopia del primo con le squadre capaci di sfruttare le loro potenzialità in attacco e grazie ad un canestro allo scadere la Fenice conclude i primi due quarti in svantaggio di sole tre lunghezze. Il terzo quarto è il meno prolifico per entrambe le formazioni impegnate più a fermare gli attacchi avversari che non a concludere con la precisione dei primi due quarti, la svolta della gara è probabilmente l’ultima azione con la Fenice incapace di giocare il pallone finale tanto da regalare i due punti sul filo della sirena agli ospiti che poi si rivelerà determinante sul risultato finale. L’ultima frazione di gioco inizia con gli ospiti galvanizzati dall’ultima azione e capaci di allungare il vantaggio sul +10 a 5′ dalla fine, ma quando il risultato sembrava ormai deciso per gli ospiti, i ragazzi di coach Patroncini ritrovano lo spirito per tentare il riaggancio e a 24” secondi dal termine il punteggio era ancora in bilico sul 55-58, ma la freddezza dei bolognesi non permette ai codigoresi l’agognato recupero e gli ultimi liberi fissano il punteggio finale sul 55 a 62 per gli ospiti.

PEPERONCINO LIBERTAS BK – JOLANDINA 67 – 45

(18-10; 35-25; 54-36)

Mascarino: Trevisan 2, Bergami 6, Sgarzi, Tosarelli 4, Musto 14, Monari M. 10, Monari A. 8, Iannicelli 1, Brochetto D. 3, Bernardini 5, Bellodi 8, Pagano 6. All. Brochetto L.

Jolanda di Savoia: Bertasi 11, Martini 2, Malaguti, Bellini, Zappaterra, Marani 4, Ricci 5, Benetti 7, Villani 16.

RECUPERO

METEOR – SPARTANS 64 – 71

(18-19; 31-33; 49-46)

Renazzo: Alboresi 3, Grotto 3, Poluzzi 3, Meola 5, Malagutti 8, Calanchi 7, Cescon, Ramponi, Campanile 19, Gentili 10, Angelini 6. All. Ansaloni.

Spartans Ferrara: Virgili 6, Marabini 13, Merlo 6, Hinek, Pasqualin 5, Soriani 1, Baruffa, Zanolli 1, Mastella 9, Santini 24, Barbieri 6.

CLASSIFICA

Navile Bologna 18; Happy BK CastelMaggiore, Peperoncino Mascarino 14; Argelato, Omega Bologna, Lions Cento 12; Faro Consandolo 10; Pgs Corticella Bologna, Spartans Ferrara* 8; Vis 2012 Ferrara 6; Meteor Renazzo, La Fenice Codigoro, Jolandina di Savoia 2.

GIRONE E

MEDICINA BASKET 2007 – PALLACANESTRO PIANORO 65 – 51

(14-19; 46-30; 57-41)

Medicina: Bacci 4, Ventura, Ugulini 6, Buresti 8, Ricci 18, Soldi 2, Lenzarini 2, Buscaroli, Martelli 16, Rimondini 6, Pazzaglia, Magli 3. All. Brocchi
Pianoro: Naim 9, Monari 14, Bianchini 8, Stefani 5, Grandi 2, Vaccari 3, Nicoletti 2, Selleri 8, Coraini. All. Fasone.

TATANKA BALONCESTO IMOLA – BASKET BUDRIO 75 – 45

(23-4; 36-17; 53-33)

Tatanka Imola: Giovannini, Campanella 12, Salvatori, Pederzoli 2, Pirazzoli 4, Midulla 10, La Ferla 10, Strada 8, Franceschelli 6, Simoni 18, Marrobio 5. All. Sciuto.

Budrio: Bottazzi 3, Gualandi, Fughelli, Marcato 5, Generali, Mainardi 6, Stasi 10, Maccagnani 3, Sarti, Mazzacurati 2, Mariotti 10, Bonaga 6. All. Simeone.

FRESK’O SAN LAZZARO – PGS BELLARIA 71 – 66

(13-22; 32-45; 53-53)

Fresk’o San Lazzaro: Tradii 19, Fiordalisi, Venturoli 9, Lollini 12, Cucinotta 1, Zanaroli 3, Fornasari, Zucchi 7, Monari 7, Canellini 11, Minoccheri 2, Betti. All. Pavarelli.

Pgs Bellaria: Ascari 14, Gianasi 13, Ottani 6, Scarenzi 3, Murgia 3, Benfenati 2, Masi 2, Pirazzoli 14, Poluzzi, Fusetto, Proto 5, Fontana 4. All. Bertuzzi.

GHEPARD BASKET – S. MAMOLO BASKET 66 – 61

(18-18; 37-32; 55-44)

Ghepard: Aldieri P. 1, Sandrolini 7, Romagnoli 3, Pecchia 4, Ziron 14, Tullio 12, Beccari 13, Rossi 5, Bianchini 9, Bergonzoni ne, Aldieri A., Guernelli. All. Rossi Pigi.

San Mamolo: Morelli 2, Candelaresi 7, Boscolo 8, Quadri S. 4, Zucchini 5, Santinelli 6, Breusa, Bombardi 2, Lotito 5, Demattè 2, Quadri A. 7, Scalone 15. All. Espa.

CSI SASSO MARCONI – BASKET GIALLONERO 60 – 73

(13-23; 34-37; 51-60)

Csi Sasso: Davalli 10, Torri 6, Perrina 4, Ceretti, Rubini ne, Ceretti D., Vanzini 2, Meluzzi 9, Borsari 18, Vinerba 9, Dubla ne, Previati 2. All. Ventura.

Giallonero Imola: Murati 12, Dall’Osso 15, Cantoni, Ricci Lucchi 2, Creti T. 10, Orlando ne, Masoni 10, Brusa, Vannini 8, Pasquali ne, Vignoli 4, Mondini 12. All. Creti A.

CASTIGLIONE MURRI BK – BOLOGNA AIRLINES 55 – 51

(7-16; 18-33; 38-37)

Castiglione Murri: Bertini, Ceresa 2, Donati 8, Dettori 2, Gandolfi 11, Parchi 10, Samoggia, Melino 4, Stefanelli 2, Varotto 3, Sanguettoli 8, Reggiani 5. All. Bonfiglioli.

AirLines: Pizzi 11, Beccari 2, Magagnoli 9, Orzino 2, Tonelli 9, Lombardo 2, Mentuccia 11, Beruschi, Chili 3, Vignudelli 2, Brusa, Tomesani. All. Munzio.

CLASSIFICA

Medicina 2007 18; Castiglione Murri Bologna 16; Castel San Pietro 14; Pgs Bellaria Bologna*, Ghepard Bologna, Fresk’o San Lazzaro 12; Giallonero Imola 10; Bologna Airlines* 8; San Mamolo Bologna, Tatanka Imola 6; Pianoro 4; CSI Sasso Marconi, BK Budrio 0.

GIRONE F

LA FIORITA BASKET 2011 – MASSA BASKET 2010 73 – 35

(22-13, 36-22, 46-28)

Fiorita San Marino: Liberti Leo 2, Galeotti 6, Giacomini 8, Zanotti E. 7, Papini 4, Giancecchi 16, Zanotti M. 3, Barisic 10, Liberti Lo. 14, Bollini 3. All. Liberti Lu.

MassaLombarda: Ugulini 8, Orselli 4, Berardi L. 4, Berardi R., Asioli M., Pinardi 5, Asioli G.M 2, Pongolini, Guidarini, Poniatowski 10, Kolaj 2, Bertini M. All. Bertini L.

BASKET PROJECT – FATA ROBA 48 – 57

(14-20; 30-34; 41-42)

Faenza Basket Project: Troni 10, Grandolfi 2, De Lorenzi ne, Dal Monte, Biancoli 5, Catani 17, Pantani 6, Polloni, Morsiani 8, Gregori ne, Fabbri. All. Ragazzini.

Fusignano: Lugaresi ne, Montanari 12, Pelliccia 1, Scardovi 10, Zanzi, Zanchini ne, Maestri 4, Bucchi 3, Vecchi 10, Miglioli 8, Kibir 3, Mazzotti 6. All. Ortasi.

Bella vittoria al PalaBubani per il Fata Roba, al termine di una partita in cui i Fusignanesi hanno messo in campo tutto quello che avevano, come piace a coach Ortasi.

La fiducia guardando la classifica non è molta: il Basket Project parte favorito, ma gli ospiti cominciano forte. La difesa è aggressiva al punto giusto e Faenza fatica a trovare buoni tiri. In attacco arrivano i canestri in penetrazione di Scardovi e le bombe di un chirurgico Montanari. Ma il calo di attenzione e fiducia è uno scotto che prima o poi va pagato: basta un piccolo passaggio a vuoto e, a metà quarto, i Fusignanesi dilapidano in un amen il vantaggio di 7-8 punti accumulato con tanta fatica permettendo agli avversari di ritornare in parità. Stessa scena nel secondo periodo. Il Fata Roba vola in doppia cifra di vantaggio grazie a una difesa che mette la museruola ai padroni di casa e ai canestri di Vecchi e Mazzotti. Ma appena il Faenza imbastisce una difesa aggressiva, frutto più della disperazione che di una scelta tattica precisa, ecco che gli ospiti vanno in tilt. L’ansia prende il sopravvento e arrivano palle perse a ripetizione che regalano canestri facili ai padroni di casa che recuperano fino al -1, prima che la bomba di Mazzotti fissi il punteggio sul 30-34 alla pausa lunga. Il secondo tempo è una lotta in trincea. La partita si decide nella metà campo difensiva del Fata Roba. Quando prevale la difesa ospite, arrivano tante palle perse per i padroni di casa. Quando salta l’ultimo aiuto o un taglia fuori ospite, ecco che i Faentini dominano al rimbalzo in attacco e arrivano canestri su seconde opportunità. In ogni caso il punteggio della partita crolla. Dopo 4’ del terzo quarto le due squadre hanno messo a referto un solo misero punto. Ogni canestro dal campo equivale ad un “gol” e all’ultima pausa, il Fata Roba è ancora avanti di (41-42).  Un assolo di Catani (per lui 12 punti consecutivi a cavallo degli ultimi due quarti) regala il primo e massimo vantaggio ai padroni di casa (46-42 a 8’ dalla fine). Solito copione da ultimo quarto per i fusignanesi? Questa volta no. Gli ospiti non mollano di un centimetro in difesa e Faenza non segnerà più dal campo negli ultimi 8’. Due bombe di Scardovi e Montanari riportano avanti il Fata Roba. Entra Miglioli che porta alla causa fusignanese 6 preziosissimi punti di pura esperienza. Faenza ha più volte il tiro buono per impattare la partita. Ma gli esterni sparano a salve. Sotto il tabellone fusignanese succede di tutto. Zanzi e Maestri non si fanno pregare a prenderle e a darle, e dominano a rimbalzo. Nell’ultimo minuto, il fallo sistematico dei padroni di casa gioca a favore degli ospiti che non sbagliano dalla lunetta e allungano fino all’ultima sirena. Da segnalare il giovane Pelliccia che tiene il campo tutto il quarto quarto con buona personalità, un invito a lui e a tutti gli altri Under 18 aggregati ad allenarsi ancora più forte consapevoli della fiducia riposta in loro da coach Ortasi.

BASKET 2000 SAN MARINO – VILLANOVA BASKET TIGERS 52 – 79

(7-13; 22-35; 32-62)

BK 2000 San Marino: Gambi 4, Borello 17, Bombini 6, Gambuti, Briganti 5, Berardi 3, Riccardi 9, De Biagi 2, Guerra, Falconi 6, Terenzi. All. Rossini.

Villanova: Serpieri 3, Guiducci F. 11, Rossi 5, Duo 8, Bronzetti 24, Panzeri 5, Saccani 8, Bollini 3, Toni 6, Rossi 6, Guiducci T. All. Podeschi.

POL. STELLA – INSEGNARE BK RIMINI 88 – 58

(22-9; 41-20; 64-39)

Stella Rimini: Amadori 7, Verni 6, Naccari 8, Bomba 14, De Martini 1, Rossi 2, Pari 7, Accardo 4, Distante 14, Del Turco 16, Pinto 9. All. Casoli.

Insegnare Basket Rimini: Insero 19, Magnani 12, Tartaglia, Lifrano 3, Gori 7, Soliani 2, Semprucci 6, Mussoni 9, Matricardi. All. Ferroni.

Partita dominata dalla Polisportiva Stella per maggior esperienza, giocate veloci, tiro preciso e buona difesa contro una squadra giovane, volonterosa, poco precisa al tiro (nove triple contro tre) con difficoltà di inserimenti in area. Alla fine del primo tempo il risultato è di 41-20, margine che si allarga con le successive azioni. Sul finire dell’ultimo periodo il tabellone segna 83-46. Il piccolo recupero dei giovani dell’IBR avviene, sul finire, perché il coach Casoli mette in campo i giovanissimi del roster stellino.

BASKET CLUB RUSSI – AICS JUNIOR BASKET 59 – 46

(13-8; 29-20; 39-30)

Russi: Bellanti 2, Fabbri 7, Grazzi, Bagioni 2, Bramante 2, Samori 8, Laghi 6, Porcellini 22, Stefanelli 3, Venturini, Balzani 4, Franceschini 2. All. Tesei.

Aics Forlì: Naldi 6, Zanotti 4, Monday 2, Criveto 2, Ruffilli 10, Galeotti 1, Tomidei 6, Fossi, Alberti 12, Guaglione 3, Battistini. All. Laghi.

CRAL E. MATTEI – EAGLES 79 – 53

(21-17; 40-24; 57-39)

Spem Ravenna: Gigante 2, Bruni 2, Piani 8, Tocchi, Bigazzi 3, Fabbri 7, Presicce 23, Cirillo 10, Bellanti 6, Morigi 11, Zannini 7 All. Casciello.

Morciano: Guastafierro, Farizi, Masia 9, Ciotti 10, Chiste 5, Casali ne, Arduini, Di Sciullo 20, Bigini 1, Masini, Bacchini 8, Rossi ne. All. Villa.

Ancora un referto rosa per i ravennati, che si presentano alla partita di venerdì ancora con diverse assenza, sotto i ferri fuori Vistoli e Bendoni, e con l’assenza di Bergamaschi fra gli esterni. La richiesta ai ragazzi è stata quella di affrontare la partita senza tener conto della classifica, i ragazzi di Morciano sono infatti una squadra che è stata capace di infastidire le “big” del girone. E così è stato fin dai primi minuti, i gialloblu si sono presentati attenti in difesa, contenendo splendidamente gli esterni Riminesi, e finalmente con maggiore attenzione a rimbalzo e precisione al tiro fin dai primi minuti.

Il primo parziale di 13-4 però non è sintomo sicurezza, Morciano infila tre bombe che la tengono in partita e il quarto si chiude sul 21-17. Nel secondo periodo le maglie difensive di Ravenna si stringono e l’attacco gira sulla fiducia, Piani garantisce sicurezza, ottime giocate da Bellanti e Zannini, e un Presicce in striscia positiva permettono l’allungo del CRAL. 19-7 il parziale e si va all’intervallo su un rassicurante +16. Il terzo quarto è sempre il momento più delicato, il rischio è quello di rientrare in campo addormentati e di rimettere in partita gli avversari, ma sembra che la lezione Forlivese sia passata, Ravenna entra concentrata, forza qualcosa ed è meno precisa, ma un paio di giocate di Cirillo e ancora una buona difesa di squadra permettono di allungare ancora (57-39). Nella frazione conclusiva si chiude definitivamente la partita, quando anche la panchina ravennate entra con voglia di far bene; Bruni in contropiede e Fabbri, dall’arco, mettono la parola fine.

CLASSIFICA

Stella Rimini 20; Russi, La Fiorita San Marino**, Spem Mattei Ravenna* 14; Tigers Vilanova*, 12; Faenza Project 10; BK 2000 San Marino 8; Aics Forlì*, Eagles Morciano* 6; Massa, Gardini Fusignano 4; I.B. Rimini 2.

C Gold, Fiorenzuola e Imola, a braccetto. C Silver: Anzola sorride, l’Olimpia saluta la vetta

SERIE C GOLD 10°Giornata

BOLOGNA BASKET 2016 – GUELFO BASKET 91 – 83

(21-20; 40-41; 61-61)

BB2016: De Pascale 10, Poluzzi 12, Guerri ne, Fin 8, Cerulli ne, Legnani 7, Saccà 17, Tugnoli 5, Cortesi 25, Brotza 2, Bertuzzi 5, Drago ne. All. Lolli.

Castel Guelfo: Trombetti 19, Musolesi 18, Casagrande 17, Grilini 11, Govi 9, Santini 3, Bernabini 2, Baccarini 2, Bitti 2, Pieri, Colli ne. All. Serio.

Contro quella che fino ad ora è la rivelazione del campionato, la neo promossa Castel Guelfo, il Bologna Basket 2016 inanella la terza vittoria consecutiva, confermano la crescita delle ultime prestazioni e mostrando notevoli progressi nel gioco di squadra, specie in attacco. I bolognesi sfornano una partita di grande solidità, in perfetto equilibrio nei primi tre quarti, ma portata a casa con una quarta frazione tutta concretezza e determinazione. Su tutti, ancora una volta, Simone Cortesi, che chiude con una tripla doppia: 25 punti (col 70% dal campo e 7/8 da 2), 12 rimbalzi e 11 falli subiti, sempre decisivo su entrambi i lati del parquet.

La cronaca: parte forte il Castel Guelfo con un 7-2 che non promette bene. Ma Poluzzi e Fin riescono a riportare sotto i padroni di casa che, con un paio di liberi di Saccà, terminano il quarto sopra di 1. A inizio seconda frazione Poluzzi commette il terzo fallo e deve uscire, ma la squadra – orfana del play di riserva Guerri, infortunato – trova altre soluzioni facendo portare palla a Tugnoli e a Legnani, senza troppi problemi (alla fine solo 7 palloni perduti). La partita va punto a punto. Trobetti, Musolesi e Casagrande sono spine nel fianco, ma vengono in qualche modo contenuti. Alla pausa gli ospiti sono passati avanti di 41-40, con un parziale di 8-0 nell’ultimo minuto e mezzo. Arriva il terzo quarto e, come di abitudine, il BB2016 entra in crisi. Tre palle perse di seguito e il Guelfo, da buona squadra qual è, ne approfitta con un parziale di 6-0. Ma ci pensa Cortesi, che in 2 minuti piazza 7 punti, compreso un gioco da 3 a conclusione di un “coast to coast”, riportando così il match in parità. Allo scadere del tempo Tugnoli mette il canestro del +2. Quarta frazione e De Pascale e Saccà – 2 bombe – suonano la carica. È 69-61 a 8’ dalla fine. Match chiuso? Per nulla. Controparziale degli ospiti di 7-0 e di nuovo equilibrio. Cortesi infila un altro gioco da 3 punti, poi segna Legnani.  Gli avversari si innervosiscono e prendono tecnico, su una palla già in loro possesso. Uno su uno dalla lunetta, poi ancora Saccà subisce fallo e segna il 2/2. Il BB2016 difende e recupera palla e sull’azione successiva ancora tecnico ai guelfesi per simulazione. Sulla trasformazione dalla vernice è 80-73 a 3’ dal termine. De Pascale segna da 3 e poi da 2, Saccà la mette ancora una volta e dopo è fallo sistematico che non muta il risultato, con Cortesi che non trema ai liberi e rimpingua il lauto bottino.

VIRTUS SPES VIS – GAETANO SCIREA BASKET 80 – 60

(16-4; 35-22; 64-38)

VSV Imola: Dalpozzo 5, Dal Fiume, Boero 13, Nucci 6, Creti, Casadei 18, Ranocchi 12, Sassi 3, Sangiorgi, Zytharyuk 23. All. Tassinari.

Bertinoro: Frigoli 7, Solfrizzi En. 4, Conocchiari 8, Zoboli 4, Bergantini 13, Gellera Malvolti 1, Del Zozzo 8, Biandolino 3, Godoli, Bracci 9, Ruscelli 3, Solfrizzi Em. All. Selvi.

Dopo la larga vittoria in terra felsinea contro San Lazzaro, la Virtus Imola bissa il successo, battendo 80-60 Gaetano Scirea al termine di una gara fin da subito agevole dal punto di vista del margine di vantaggio.

Già 10-0 a metà della prima frazione (poi 12-0), i gialloneri vanno al primo intervallo breve su un confortante 16-4, seppur senza aver mostrato particolari gesta tecniche. Al rientro in campo, Bertinoro tenta di rientrare e si spinge fino al 18-17 a poco più di 5’ dalla sirena. L’esperienza di Casadei e Boero, però, frenano gli entusiasmi ospiti: nel giro di circa un minuto Imola si ritrova sul 24-17, quindi, sul 28-20, con la spettacolare schiacciata di Ranocchia a tre minuti dal riposo. Nel terzo periodo, sono un’altra tripla di Daniele Casadei e l’ennesima schiacciata  stagionale di Alessandro Ranocchi a lanciare i locali nel primo reale tentativo di fuga sul 40-22. Da quel momento Gaetano Scirea abbandona gradualmente ogni velleità di rimonta  (46-25, poi 53-27) e per i ragazzi di Tassinari il match assume contorni più comodi verso la vittoria finale, comunque mai in discussione. Mastodontico Zytharyuk sotto le plance, molto bene tutta la squadra. Bertinoro resiste con una buona difesa, prima dell’ultima spallata imolese, mostrando carattere, determinazione e la certezza di non meritare la classifica attuale.

POL. ARENA – B.S.L. SAN LAZZARO 109 – 98

(36-23; 53-58; 75-83)

Montecchio: Grisendi 11, Borghi ne, Secli 6, Bertocco 28, Di Noia 21, Basso 5, Guidi, Ghezzi ne, Gruosso 12, Vanni 15, Negri 9, Giglioli2. All. Cavalieri.

BSL San Lazzaro: Paratore ne, Lolli 14, Baietti 13, Quadrelli ne, Fabbri 19, Rossi ne, Perini 8, Cempini 4, Rosa 5, Mellara 20, Allodi 15. All. Bettazzi.

SALUS PALL. – PASTA DALLARI 61 – 58

(14-20; 34-30; 43-40)

Salus: Savio 3, Branzaglia 3, Amoni 11, Granata 2, Tugnoli 6, Polverelli 5, Veronesi 2, Stojkov 22, Gebbia ne, Trentin 7. All. Fili

LG Competition Castelnovo Monti: Canuti 16, Corradini, Canovi, Magnani 4, Rossetti, Šimaitis 10, Levinskis 6, Guarino 4, Torlai ne, Mallon 18, Parma Benfenati ne, Barigazzi ne. All. Diacci.

ACADEMY BASKET – NUOVA PSA 89 – 69

(23-20; 48-39; 70-51)

Academy Fidenza: Barga 5, Tardivi 13, Dimitrovic 1, Giani 6, Della Giusta 6, Bricchi, Baiardo 10, Monciano 14, Diop 18, Longoni 14, Aldrighetti 2. All. Zanardi.

Psa Modena: Vivarelli, Pederzini 19, Basilicò 3, Riccio, Ghedini 5, Tamagnini, Nasuti 5, Taddei 2, Riguzzi 13, Guazzaloca 19, Turcato 3, Stucchi. All. Spettoli.

LA.CO. – POL. PONTEVECCHIO 70 – 62

(18-14; 33-34; 50-48)

Flying Balls Ozzano: Mengoli ne, Folli 6, Masrè 6, Morara 23, Chiusolo 4, Corcelli 17, Lalanne 2, Magagnoli 9, Zambon, Martini 3, Agusto, Agriesti. All. Grandi.

Pontevecchio: Folli 12, De Gregori 16, Bonaiuti 14, Buriani 2, Gianninoni 3, Nanni, Mantovani 2, Parchi ne, Di Rauso 10, Minerva ne, Bergami, Vetere 3. All. Carretto.

I New Flying Balls trovano una sofferta, ma importante vittoria, superando per 70 a 62 la Pontevecchio.

Dopo una settimana non semplice, la partita inizia nella maniera più sfortunata possibile: già privi dell’infortunato Dordei, i Flying, tempo 75 secondi dalla palla a due, perdono Giovanni Agusto per un brutto infortunio al setto nasale. L’ala ozzanese esce così subito dai giochi prendendo velocemente la via degli spogliatoi e, poco dopo, dell’ospedale (tanti auguri di pronta guarigione a Giovanni!). Nonostante tutt,o Ozzano tiene alta la concentrazione e comanda il gioco con i canestri di Folli, Morara, Maganoli e una bella tripla di capitan Martini. Pontevecchio, però, si fa trovare preparata con un Bonaiuti in gran spolvero (2 triple consecutive) riesce a chiudere la prima frazione sotto di quattro lunghezze (18-14). Nel secondo periodo la La.Co. trascinata da un ottimo “Morris” Morara trova il +10 al minuto 16 (31-21), ma nei successivi 180 secondi deve inchinarsi alla reazione ospite, con Folli e Bonaiuti che sono protagonisti di un parziale di 2-13 che permette agli ospiti di chiudere il periodo avanti di una lunghezza (33-34). Nel terzo quarto entra in scena Nunzio Corcelli: limitato nei primi due quarti dai 3 falli commessi, dopo l’intervallo lungo la guardia ex Imola monopolizza  la scena realizzando i primi 10 punti del periodo. Ozzano vola a +9 (parziale 10 a 0 al contributo di un’ottima difesa), vantaggio che si incrementa fino al +13 (49-36) del 26′ con un arresto e tiro di Masrè. Nel momento migliore ozzanese, però, la formazione di coach Carretto dimostra di essere una squadra con gli attributi in grado di reagire nei momenti di difficoltà. Parziale amaranto di 12 a 0 e Ozzano, che nel frattempo perde coach Grandi allontanato per proteste dalla coppia arbitrale, è avanti di appena una lunghezza (49-48). Si decide tutto nell’ultima frazione: Masrè da subito ossigeno ai Flying con una splendida tripla che fa esplodere il PalaGira; il duo Morara-Corcelli (40 punti in due) permette ai padroni di casa di rimanere avanti nel punteggio con 3/4 possessi pieni di vantaggio, respingendo ogni tentativo di rimonta avversaria. Ozzano mantiene la doppia cifra di vantaggio fino all’ultimo giro di lancette, quando, a partita ormai chiusa, Di Rauso firma il 70 a 62 finale.

PALL. TITANO – ALBERTI E SANTI 62 – 71

(15-20; 36-45; 50-57)

San Marino: Silvestrini 18, Grassi 2, Sinatra, Aglio 9, Gamberini 18, Ricci 5, Macina 6, Padovano 4, Riccardi, Calegari, Botteghi, Felici. All. Foschi.

Fiorenzuola: Galli 17, Marletta 2, M. Lottici, Garofalo 5, Klyuchnik 22, Sichel 5, Scekic 14, Zaric 6, Zucchi, Trobbiani, Resca ne, Donati ne. All. S. Lottici.

Complicata già in partenza, la gara interna dei Titans con Fiorenzuola si è rivelata durissima anche sul campo. Contro la capolista, gli uomini di coach Franco Foschi hanno tenuto la partita sempre viva, ma alla fine la grande caratura dell’avversario ha avuto la meglio. 62-71 sul tabellone del Multieventi, con il lungo ucraino Klyuchnik miglior marcatore dell’incontro a quota 22 punti.

I centimetri dell’ucraino sono un fattore fin da subito, ma a rimbalzo i Titans lavorano molto bene e si ritrovano 6-1 sulle triple di Aglio e Silvestrini. Gli ospiti cominciano a farsi valere, sorpassano al 6’ (7-10) sul canestro dalla lunga distanza di Garofalo e allungano, senza dilagare, al termine del primo periodo (15-20). Momento della partita estremamente importante in avvio di secondo quarto, con la tripla di Ricci a siglare il -2 (20-22), ma anche con Scekic che infila dalla lunga distanza nel possesso successivo. Da un possibile break positivo per San Marino si passa abbastanza in fretta al parziale pro-Fiorenzuola, che vola sul 24-36 al 15’ e riesce a trovare più ritmo di prima in attacco. I Titans non mollano affatto, restano sempre a distanza piuttosto corta e ricuciono punto su punto fino al -6 prima che gli ospiti chiudano il tempo sul 36-45.

Attacchi sugli scudi dunque, con una ripresa che invece cambia totalmente volto. Dopo quattro minuti è 2-2, si segna pochissimo e San Marino rimane lì, staccata ma non di molto. Il palleggio-arresto-tiro di Silvestrini al 27’ vale il 44-51 e si rimane sul -7 anche a fine quarto coi due punti finali di capitan Gamberini (50-57). Una partita che non scappa via, che sembra addirittura ‘possibile’ se non fosse che dall’altra parte c’è uno squadrone. Titans encomiabili per abnegazione e determinazione, ma che non riescono a rientrare punto a punto. La tripla di Galli a 5 minuti dalla sirena sembra scrivere la sentenza (52-67), con un attacco Titans che adesso fatica molto a mettere punti a referto. Il cuore però non manca mai e c’è il -9 di Macina (60-69), ma mancano meno di due minuti e lo svantaggio non viene ricucito. Finisce 62-71.

CLASSIFICA

VSV IMOLA 18 10 9 1 779 629 +150
FIORENZUOLA 1972 18 10 9 1 798 705 +93
FLYING BALLS OZZANO 16 10 8 2 784 654 +130
SALUS BOLOGNA 14 9 7 2 668 591 +77
ACADEMY FIDENZA 14 10 7 3 764 720 +44
GUELFO CASTELGUELFO 12 10 6 4 765 711 +54
BOLOGNA BASKET 2016 10 10 5 5 705 726 -21
PONTEVECCHIO BOLOGNA 8 10 4 6 687 718 -31
ARENA MONTECCHIO 8 10 4 6 785 825 -40
LG COMPETITION CASTELNOVO M. 6 10 3 7 661 695 -34
BSL SAN LAZZARO 6 10 3 7 688 813 -125
GAETANO SCIREA BERTINORO 4 9 2 7 531 563 -32
SAN MARINO 4 10 2 8 661 755 -94
PSA MODENA 0 10 0 10 670 841 -171

SERIE C SILVER 10° Giornata

DULCA CNO SANTARCANGELO – VIS 2008 98 – 64

(21-19; 47-34; 67-45)

Santarcangelo: Fornaciari 3, Bianchi 23, Cunico 8, Fusco 6, Canini, Giuliani 11, Raffaelli 11, Insero, Ramilli 23, Guziur 2, Saponi 9. All. Bernardi.

Vis 2008 Ferrara: Zanirato, Labovic 2, Grazzi 10, Osliero 10, Brilli 4, Drigo 11, Fiore 5, Gamberini 5, Mancini 11, Caselli 6. All. Campazzi.

Palla alzata a due e subito Ferrara che comincia a sparare dalla media con una precisione stratosferica. 4/5 nelle prime cinque azioni di gioco con Gamberini da 2 e Mancini da 3 a condurre le danze. Risponde, però, Santarcangelo colpo su colpo. E’ un tiro al bersaglio che trova entrambe le squadre con la mano rovente. Saponi è bravo a farsi trovare sugli scarichi in mezzo all’area. Raffaelli è una sentenza oltre l’arco. Ramilli senza palla ha dei tempi straordinari e con i tagli da lato debole a lato forte buca la difesa estense per ben tre volte. Rimane attaccata però al match Ferrara con Oseliero e Drigo e a fine primo parziale il punteggio è inchiodato sul 21-19 Dulca. Nella pausa coach Bernardi carica le batterie ai suoi e comincia la rumba. Bianchi decide di sfidare ufficialmente Niccolò Campriani al tiro a segno dalla lunga distanza con due bombe spaventose. Marco Giuliani entra e manda al bar mezza difesa con penetrazione, arresto e tiro da basket di una volta. Ramilli continua a farsi trovare pronto sotto le plance e va al riposo lungo col 100% dal campo. Saponi si butta a rimbalzo alla Dwight Howard dei tempi recenti. Dominante. Picio poi decide di reinventarsi Divino Otelma, rubando la palla, nascondendola in contropiede e rifacendola comparire in reverse appoggiandosi alla tabella con l’uomo addosso. Riccardo Fornaciari diventerà un rappresentante di ascensori da grande. Non può un umano andare così in alto e ricacciare alla tabella legalmente un tiro che era già entrato. Una squadra unita, forte, con un animo comune che lotta e si sbatte in difesa e costruisce in attacco. Se poi anche il playmaker Stefano Cunico decide di fare il Ben Simmons della situazione e prendere sei rimbalzi alla pausa lunga, ai posteri l’ardua sentenza sul giocatore e sulla doti di questo team che è condito dall’atteggiamento alla The Panda’s Friend al secolo Metta World Peace al secolo Ron Artest di un Francesco Fusco mai domo e sempre pronto a lottare. Alla pausa lunga i ragazzi allenati da Coach Bernardi vanno in vantaggio sul 47-34. Terzo quarto che viaggia sulle ali del secondo. I Dulca amministrano e continuano a recuperare palloni importanti. Raffaelli è il Klay Thompson della famiglia. C’è da prendere un tiro? Sì e porto a casa tre punti con una facilità d’esecuzione disarmante. Prova Oseliero a tenere a galla Ferrara, ma i Dulca hanno gas da vendere e un Yuri Ramilli che si trasforma in Taj Gibson con ottime doti anche da palleggio e appoggio. Prova a rispondere sempre Mancini da fuori, ma il parziale è tutto gialloblu. Agli ultimi dieci minuti si va sul punteggio di 67-45 Dulca. Ultimo quarto di puro spettacolo. Regista ovviamente Massimo Bernardi. Attori tutti quanti. Perchè è il gruppo che fa la differenza e mai un singolo. E’ vero, Picio ne fa 9 nell’ultimo periodo, Cunico 6, Fusco 6, Giuliani 4, Ramilli 2 e Guziur 2. La partita finisce 98-64, con il pubblico in visibilio per i propri beniamini, che si portano a 14 in classifica a -2 da Rebasket che vince sul campo di Grifo e vola in testa solitaria alla classifica, complice il ko di Olimpia Castello ad Anzola. Complimenti comunque a Ferrara che sta portando avanti un bellissimo progetto fatto esclusivamente da giovani, il che è da notevole ammirazione.

GINNASTICA FORTITUDO – PALLACANESTRO CASTENASO 68 – 75

(22-13; 39-39; 54-58)

S.G. Fortitudo: Mazzotti 9, Zucchini 5, Valenti 5, Tosini 17, Baccilieri 2, Zinelli 2, Mellini 1, Pederzoli 6, Bonazzi 2, Pondrelli 6, Pesino 7, Prunotto 6. All. Solaroli.

Castenaso: Curione 15, Baraldi, Fornasari 2, Spinosa 7, Betti 16, Cardinali 9, Campagna, Quaiotto 15, Parenti 9, Nardi 2, Venturi. All. Cinti.

Alla Fortitudo non basta una prova tutto cuore e carattere per portare a casa i primi due punti della stagione: per i biancoblu di Solaroli è la decima sconfitta sconfitta consecutiva. L’aquila smette di volare sul più bello e dopo 38’ di grande intensità, non trova più la forza di ripartire. Sorride invece Castenaso che, al termine di un primo quarto “horror”, caratterizzato da percentuali al tiro e da una difesa molle e poco reattiva, se l’era vista brutta. Poi sono scese in campo l’esperienza di Quaiotto e la grinta di Curione, qualità che hanno permesso ai bianconeri di ribaltare l’inerzia della gara e di portare a casa due punti pesanti in zona playoff. Un successo che catapulta i ragazzi di coach Cinti a quota 12, a quattro lunghezze dalla vetta.

Si inizia con il più classico del canestro dell’ex: Pesino dalla distanza fa 3-0, imitato con successo da Pondrelli (6-0). Mazzotti firma l’8-0 biancoblu, poi quattro punti filati di Curione ridanno un po’di ossigeno a Castenaso (10-4 al 5’). Un gioco da tre punti di Pondrelli regala  il +10 alla Fortitudo (14-4 al 6’). La bomba di Valenti respinge i tentativi di riavvicinamento degli ospiti (19-9 all’8’) e Zinelli, in allontanamento, sigla il massimo vantaggio dei padroni di casa: 22-11 al 9’. Il primo quarto va in archivio sul punteggio di 22-13. Gli ospiti accorciano con le triple di Curione e Quaiotto (23-19 al 12’): l’attacco dell’aquila va in tilt e Betti impatta a quota 26. Ancora Betti, questa volta in contropiede, segna il canestro del sorpasso: 28-30 al 12’. Botta e risposta tra Tosini e Spinosa, ma è sempre la effe a mantenere il controllo della gara (38-34 al 19’). Nell’ultimo minuto del secondo quarto, 5 punti consecutivi di un super Cardinali, lanciano la formazione di Cinti sul +1 (38-39). All’intervallo lungo, squadre a riposo sul 39 pari. L’equilibrio regna sovrano anche nel corso del terzo quarto, dove entrambe le formazioni non riescono a staccarsi l’una dall’altra, rimanendo a stretto contatto. Coach Cinti prova così la carta della difesa a zona e ottiene l’effetto sperato: la Fortitudo spara a salve e i bianconeri allungano a +5 (51-56 al 28’). Alla terza sirena, ospiti avanti 54-58. In avvio di ultima frazione, Zucchini impatta a quota 58, poi un ispirato Tosini riporta i biancoblu ad un possesso pieno di vantaggio: 63-60 al 34’. Il siluro di Parenti vale il nuovo +2 Castenaso (64-66 al 37’); i padroni di casa accusano il colpo e crollano: 64-69 al 38’. L’S.G. si scioglie, i bianconeri gestiscono meglio il finale e sbancano la “Furla” per 68-75.

RIVIT – REBASKET 61 – 66

(16-15; 32-36; 52-45)

Grifo Imola: Turrini, Baruzzi, Bartoli 9, Lucchetta 19, Sgubbi ne, Lanzoni 3, Orlando 6, Zaccherini 2, Sgorbati 17, Martini 3, Borgognoni 2, Castelli. All. Palumbi.

Castelnovo Sotto: Vuoli ne, Tognato 10, Nunziato 6, Defant 10, Ferrari 2, Dall’Asta 7, Battaglia 4, Amadio 2, Simonazzi 7, Tondelli ne, Lusetti 18. All. Casoli.

La Rivit, come contro Castel S. Pietro, spaventa la capolista, ma continua a rimanere a mani vuote. Due quarti a testa con la Rebasket, ma alla fine i reggiani sono più freddi e portano a casa una vittoria che forse non meritavano.

La Rebasket si schiera a zona 2-3 e così resterà per quasi tutta la partita, con solo rapide toccate e fuga a uomo. Inizio favorevole alla Rivit: 14-6 al 5′. Poi la Grifo perde una serie impressionante di palle in attacco e si fa raggiungere (14-13 a due e mezzo dalla prima sirena). Nel secondo periodo Tognato trascina i suoi e con cinque filati porta, per la prima volta, avanti i suoi (16-20). Sempre Tognato protagonista, tutti in questo quarto i suoi 10 punti e la Rebasket arriva fino al +9. Nonostante Borgognoni conquisti seconde opportunità per la Rivit, tranne Sgorbati nessun imolese vede il canestro da lontano. Dopo diciotto minuti si vede la prima difesa a uomo dei reggiani, ma la musica non cambia di molto per la Grifo. Al rientro dagli spogliatoi la Grifo sembra rigenerata, difesa aggressiva con un Lucchetta in gran spolvero sia sotto il proprio tabellone che in attacco. La Grifo sorpassa (40-39 al 25′) e, sull’abbrivio, arriva al 52-43 sul finire del quarto. Le rotazioni scarse dei padroni di casa e la paura di vincere bloccano la Grifo nell’ultimo periodo che è un lento franare verso il baratro della decima sconfitta. Lusetti riporta i suoi a contatto ad inizio quarto periodo (54-53), Dall’Asta sorpassa da tre (59-60 a tre e mezzo dalla fine). La Rivit va in confusione e ad un minuto dalla fine gli ospiti sono a +5. Due liberi di Defant la chiudono e il canestro di Orlando sulla sirena è quello del rimpianto di ciò che poteva essere e non è stato.

GRUPPO VENTURI – OLIMPIA CASTELLO 2010 79 – 58

(19-22; 37-39; 50-44)

Anzola: Gandolfi 1, Poluzzi 2, Bortolani, Parmeggiani S. 15, Zucchini 8, Parmeggiani F. 5, Gamberini 2, De Ruvo 26, Venturi N., Venturi D., Albertini 13, Mazza 7. All. Trevisan.

Castel San Pietro: Fimiani, Bonetti ne, Dall’Osso 5, Pedini 7, Beccaletto 2, Cavina 2, Zambrini 14, Pellacani 8, Lugli 16, Zuffa 2, Governatori 2, Guastamacchia ne. All. Loperfido.

BERNAITALIA – BK POL. CASTELFRANCO E. 96 – 78

(29-17; 57-38; 83-68)

Virtus Medicina: Jdidi, Bonetti 2, Tinti 16, Marinelli 7, Mini 12, Govi 12, Biguzzi 21, Lorenzini 13, Stagni, Verde, Rambelli 9, Seracchioli 4. All. Cavicchioli.

Castelfranco: Paolucci, Tomesani 6, Sforza 2, Righi 3, Tedeschini 24, Vannini 2, Del Papa 11, Prampolini 2, Villani 9, Ayiku 4, Frilli 4. All. Boni.

Decima giornata e al PalaRambaldi di Medicina arriva Castelfranco. I medicinesi recuperano Rambelli e coach Cavicchioli decide di partire con Tinti, Mini, Govi, Biguzzi e Lorenzini; di contro Boni opta per Coslovi, Tomesani, Del Papa, Tedeschini e Villani. Parte fortissimo la Bernaitalia sotto la regia di uno splendido Tinti (16 punti, 7 assist, 3 recuperi) che manda a segno tutti in un attacco veloce fatto di passaggi ficcanti. Medicina subito al comando con ottime percentuali, coach Boni chiama minuto, ma alla ripresa bomba di Rambelli, poi di Tinti e la Virtus vola: alla prima sirena 29 a 17. Secondo periodo e ancora Bernaitalia a tutto gas: bomba di un eccellente Mini (12 punti, 5 rimbalzi), ancora super Tinti con 5 punti a fila, poi Rambelli (9 punti e 7 rimbalzi) da tre e Virtus a +20. Castelfranco le prova tutte: Seracchioli (4 punti e 3 assist) e Lorenzini (13 punti, 7 rimbalzi, 3 assist) guidano la Bernaitalia e all’intervallo il punteggio è 57 a 38 per i medicinesi. Terzo periodo e Castelfranco prova la rimonta: tre bombe a fila di Coslovi riportano i modenesi a -11. Govi (12 punti, 7 rimbalzi e 5 assist) ed un eccellente Biguzzi (21 punti) ridanno inerzia alla Virtus. Tinti, Mini e ancora Govi da tre: Bernaitalia a +15 sul 83 a 68 e partita in ghiaccio. Quarta frazione ed un attento Marinelli (7 punti, 6 rimbalzi, 5 assist) è la chiave per non perdere lucidità e continuare ad innescare Biguzzi e Lorenzini in velocità. Vince Medicina col punteggiodi  96 a 78 , nonostante un eccellente Tedeschini, ultimo ad arrendersi tra gli ospiti.

PALLACANESTRO MOLINELLA – CVD BASKET CLUB 71 – 64

(19-16; 38-31; 54-52)

Molinella: Guazzaloca 9, Brandani 14, Spisni 2, Menna, Checcoli 3, Ranzolin 12, Frazzoni 2, Capobianco 3, Lanzi 13, Regazzi 13. All. Baiocchi.

Cvd Casalecchio: Ballanti 2, Dawson 13, Trois 6, Sighinolfi 8, Penna 12, Skocaj 11, Perini, Fuzzi 2, Taddei 2, Falzetti 5, Lelli 3. All. Lanzoni.

NOVA ELEVATORS – CREI 60 – 58

(14-17; 27-27; 41-38)

San Giovanni in Persiceto: Acciarri ne, Carpani ne, Cornale 11, Verardi 3, Baccilieri 15, Moruzzi ne, Scagliarini 9, Pasquini 6, Zappoli, Ferrari ne, Rusticelli 2, Almeoni 14. All. Berselli.

Granarolo Basket: Salicini 9, Bianchi 7, Masetti ne, Marchi 6, Spettoli 3, Paoloni 4, Ballini 14, Bernardinello ne, Cristalli 10, Carini ne, Marega 5, Neviani. All. Carrera.

La CREI perde a San Giovanni una vera e propria partita di ciapanò, in cui le difese la fanno da padrone; gli ospiti non riescono a monetizzare la supremazia a rimbalzo (45-33 le carambole per Granarolo) scontando pesantemente la serata no al tiro dei suoi esterni.
In avvio le squadre si schierano a uomo e dopo un’iniziale vantaggio dei padroni di casa, la Crei trova il +5 sulla tripla di Marega (12-17 al 9’), quando già da qualche minuto Berselli aveva ordinato la 3-2 con cui la Vis è arrivata al 40’. Almeoni fissa il risultato del primo periodo sul 14-17. Il secondo periodo vede la VIS raggiungere subito la parità poi le squadre danno vita ad un lungo testa a testa, caratterizzato dal’ imprecisione al tiro, alternandosi nel punteggio senza mai avere più di due punti di vantaggio ciascuna e andando al riposo lungo sul punteggio di 27-27 che sa di partita under 14. La terza frazione inizia sulla falsariga del precedente, poi il duo Scagliarini-Baccilieri, sfruttando la continua imprecisione degli ospiti, confeziona il primo strappo del match portando i padroni di casa a condurre di 10 punti (41-31 al 25’). La Crei chiude a doppia mandata il suo canestro, Marchi e Spettoli la riportano, perciò, in scia prima dell’ultimo decisivo periodo (41-38 al 30’). Ultimo quarto che comincia sotto l’ insegna di Pasquini e Cornale che sfruttano cinque minuti di digiuno dell’attacco ospite per portare la Vis al massimo vantaggio (52-40 al 35’). Sembra il break decisivo ma, dopo un botta e risposta Cristalli-Almeoni, la Crei ha una reazione di carattere e, con un gioco da 3 punti di Salicini, seguito da due triple dello stesso Salicini e di Ballini, riapre improvvisamente la partita (54-51 a 2’ dalla fine). Cornale e Verardi danno il +6 ai padroni di casa, ma un’altra bruciante tripla di Ballini riporta a un possesso la Crei (57-54 a 1’ dalla fine). Bianchi recupera palla su Verardi, ma Salicini in lunetta fa solo 1/2 (57-55 a 40” dalla fine). Baccilieri sbaglia da 3, ma Pasquini artiglia il rimbalzo e Marchi lo manda in lunetta:1/2 e 58-55 a 30” dalla fine. Verardi recupera palla su Marchi e Ballini spende subito fallo su Baccilieri che però fa 0/2; Cornale prende il rimbalzo d’attacco e Marchi lo manda in lunetta, ma anche lui fa 0/2; stavolta Neviani prende il rimbalzo e Verardi spende fallo su Ballini a 6” dalla fine: la guardia ospite realizza il primo e sbaglia volontariamente il secondo, ma non colpisce il ferro regalando palla alla Vis (58-56). Neviani manda immediatamente Almeoni in lunetta, ma anche lui non chiude il match facendo 1/2 (59-56). Carrera spende l’ultimo timeout, sulla rimessa palla a Ballini che sul tiro da 3 lamenta un contatto, Bianchi prende il rimbalzo e segna il -1 a 2”dalla fine. Fallo su Cornale a 1” dal gong: segna il primo sbaglia volutamente il secondo e game-set and match Vis.

PALL. NOVELLARA – SCUOLA BASKET CAVRIAGO 80 – 58

(23-13; 40-29; 61-44)

Novellara: Margini 15, Folloni 4, Rinaldi 4, Morgotti 6 ,El Ibrahimi, Carpi 5, Ciavolella 6, Bartoccetti 25, Dilas 3, Astolfi 12, Aguzzoli. All. Spaggiari.

Scuola Basket Cavriago: Zecchetti 2, Mazza 18, Fantini 3, Baroni, Pezzi 4, Lorenzani 2, Cantagalli, Franzoni 14, Bernardoni, Vecchi 3, Pedrazzi 12, Ancora. All. Martinelli.

CLASSIFICA

REBASKET CASTELNUOVO 16 10 8 2 714 628 +86
CNO SANTARCANGELO 14 10 7 3 763 671 +92
GRANAROLO BASKET 14 10 7 3 711 658 +53
OLIMPIA CASTEL SAN PIETRO 14 10 7 3 709 662 +47
ANZOLA 14 10 7 3 731 686 +45
NOVELLARA 14 10 7 3 732 694 +38
VIRTUS MEDICINA 12 10 6 4 777 741 +36
CASTENASO 12 10 6 4 699 708 -9
CASTELFRANCO EMILIA 10 10 5 5 753 684 +69
CVD CASALECCHIO 10 10 5 5 654 624 +30
MOLINELLA 10 10 5 5 643 679 -36
VIS PERSICETO 10 10 5 5 665 702 -37
SCUOLA BASKET CAVRIAGO 8 10 4 6 685 691 -6
VIS 2008 FERRARA 2 10 1 9 630 747 -117
GRIFO IMOLA 0 10 0 10 655 754 -99
S.G. FORTITUDO BOLOGNA 0 10 0 10 618 810 -192

Serie D, Atletico ed Artusiana da 10 in pagella!

SERIE D/A 11° Giornata

F.FRANCIA PALL. – PALLACANESTRO FULGOR 70 – 69

(27-14; 41-29; 60-47)

Zola Predosa: Galli 13, Perrotta 4, Gamberini 13, Maselli, Ghianda, Masina 10, Barilli Fi. 2, Cuppi ne, Bosi 13, Bavieri 7, Romagnoli 8. All. Benini.

Fidenza: D’Esposito, Molinari, Moscatelli 17, Jacomino 12, Gaudenzi 3, Vecchio M. 15, Montanari 6, Parmigiani 7, Vecchio P. 5, Poggi, Chiozza ne, Barcaroli 4. All. Olivieri.

H4T – ATLETICO BASKET 65 – 73

(24-14; 33-37; 51-62)

S.P. Vignola: Ganugi, Badiali 20, Miani ne, Trenti ne, Caltabiano 3, Gamberi ne, Degli Angeli 5, Paladini 5, Guidotti 28, Zavatta G. 2, Silingardi 2. All. Sacchetti.

Atletico Borgo: Veronesi Gr. 13, Campanella F. 9, De Simone 15, Diop 3, Artese 13, Savic 1, Campeggi, Veronesi G.I. 6, Rosati 3, Campanella E. 8, Pedroni 2, Parazza. All. Pietrantonio.

U.P. CALDERARA PALL. – POLISPORTIVA BIBBIANESE 67 – 54

(13-14; 37-29; 50-41)

Calderara: Rallo 6, Cacciari 17, Soresi 6, Molinari 5, Nanni ne, Zocca 3, Turchetti 3, Serio 18, Projetto 9. All. Venturi.

Bibbianese: Reni 2, Grulli 4, Colla 3, Riccò 7, Giardina, Bartoli 11, Ekolongo 8, Rika, Monticelli 19, Volpicelli ne. All. Reverberi.

PALL. NAZARENO CARPI – P.G.S. WELCOME 90 – 58

(22-11; 40-29; 65-40)

Carpi: Carretti 6, Compagnoni 15, Pivetti 2, Biello 14, Spasic 7, Marra 18, Bonfiglioli 4, Saetti 2, Lavacchielli 4, Pravettoni 10, Valenti 8. All. Beltrami.

Pgs Welcome: Lamborghini 3, Baroncini F. 13, Calzolari M. 2, Martelli 3, Sabbioni 6, Brunello, Casolaro, Orlandi 7, Chiapparini 12, Baroncini G. 6, Venturoli 6. All. Bulgarelli.

ANTAL PALLAVICINI – SAMPOLESE 68 – 64

(17-15; 33-32; 48-48)

Pallavicini: Maestripieri 8, Tosiani 9, Cenesi 1, Galeotti 8, Nanni G., Benuzzi 1, Sgargi 11, Nanni M. 4, De Martini 15, Minghetti 11, Consolini. All. Bignotti.

Sampolese: Tognoni 3, Minardi 16, Davoli 12, D’Amore 8, Benevelli 6, Tondo 8, Braglia 2, Galassi, Magliani 9, Hasa. All. Corali.

Una Sampolese battagliera deve cedere il passo nei minuti finali ad un’Antal Pallavicini che si conferma in scia delle prime della classe. Dopo un bel match sempre combattuto punto a punto i bolognesi rimangono più lucidi proprio nei decisivi minuti finali.

A metà secondo quarto i padroni di casa provano a scappare via sul +8 (28–20), ma i reggiani escono bene dal timeout successivo aumentando l’intensità difensiva e trovando in Michael Davoli un solido punto di riferimento offensivo con 7 punti consecutivi. Il terzo quarto procede sulla falsariga del precedente, con la Pallavicini a trovare punti dai propri lunghi Maestripietri e Minghetti, e la Sampolese a rispondere colpo su colpo grazie alla fisicità di Tondo e alla regia di Minardi. Il match prende una piega decisiva a metà dell’ultimo periodo, quando i canestri dalla media di Minghetti e le soluzioni da oltre l’arco di Galeotti portano i bolognesi fino al + 10 (66–56) a 1’30” dal gong. I ragazzi di coach Corali però sono duri a morire come dimostrato più volte in stagione, e nel poco tempo rimanente trovano attacchi rapidi che portano a realizzare D’Amore e Minardi, ma il tempo risulterà troppo poco perché dopo il -2 (66-64 a 8” dal termine), la Pallavicini chiude il match dalla lunetta con Tosiani.

BASKET VOLTONE MASCHILE – VENI BASKET 68 – 53

(18-16; 31-29; 45-41)

Monte San Pietro: Giacometti A. 5, Maldini S. 10, Maldini M., Codicini, Ferraro 11, Giacometti J. 8, Castaldini 1, Magi 3, Maresi 11, Tubertini 17, Calzini 2. All. Torrella.

San Pietro in Casale: Gamberini, Pastore 8, Franceschelli, Morea 3, Ferrulli 21, Ventura 5, Mantovani, Ghedini 6, Ballarini, Billi 2, Sakho 8. All. Folchi.

U.S. LA TORRE – MAGIK BASKET 62 – 74

(12-20; 30-39; 50-52)

La Torre Reggio: Davoli A. 15, Trivelloni 2, Mazzi G. 6, Scianti 2, Vezzosi 6, Davoli L., Mazzi F. 11, Pezzarossa 2, Mussini 11, Bondioli 7, Orlandini, Giaroli. All. Romano.

Magik Parma: Bazzoni 2, Donadei 6, Malinverni N. 5, Bocchia 3, Malinverni L., 7, Paulig 23, Ceci 2, Caravita 2, Montagna 2, Diemmi 22, Berlinguer ne, Botti ne. All. Donadei.

Alla Torre non basta una prova di carattere per fermare la lanciatissima Magik, che coglie la sua nona vittoria consecutiva negli ultimi minuti di partita. Se, infatti, i ducali sembrano inizialmente poter controllare la sfida, appoggiandosi alle triple di Diemmi e salendo fino al 14-30 di metà secondo quarto, i padroni di casa reagiscono già sul finire di periodo, limando il passivo al -9 del 20’ (30-39). Una buona difesa, insieme ai punti di Alberto Davoli, Filippo Mazzi e Bondioli, consente dopo l’intervallo di tornare del tutto a contatto (50-52 al 30’) e sei punti consecutivi di Mussini portano addirittura avanti la Torre all’inizio della quarta frazione (56-52 al 33’). La partita resta equilibrata per qualche minuto (58-57 al 36′), poi sale in cattedra il top scorer Paulig, propiziando lo strappo decisivo dei suoi (break di 17-4 negli ultimi 4′). Bravo, quindi, la Magik a conquistare un successo più sofferto di quanto dica il +12 finale e sabato riceverà il Carpi, per allungare ulteriormente la sua striscia positiva. La Torre conferma, nonostante la sconfitta, i progressi di gioco che erano fruttati quattro vittorie consecutive e arriva al proprio turno di riposo con una buona dose di fiducia nei propri mezzi.

CLASSIFICA

ATLETICO BOLOGNA 20 10 10 0 782 615 +167
MAGIK PARMA 18 10 9 1 696 617 +79
VOLTONE ZOLA 16 10 8 2 709 622 +87
PALLAVICINI BOLOGNA 16 11 8 3 721 636 +85
FRANCESCO FRANCIA ZOLA 14 11 7 4 766 729 +37
NAZARENO CARPI 12 11 6 5 821 732 +89
FULGOR FIDENZA 8 10 4 6 652 627 +25
SAMPOLESE 8 10 4 6 638 655 -17
CALDERARA 8 10 4 6 632 669 -37
LA TORRE REGGIO EMILIA 8 11 4 7 627 708 -81
VENI SAN PIETRO IN CASALE 6 10 3 7 597 655 -58
PGS WELCOME BOLOGNA 6 10 3 7 654 728 -74
CASTELLANA CASTEL S.GIOVANNI 6 10 3 7 587 708 -121
SCUOLA PALL. VIGNOLA 4 10 2 8 665 723 -58
BIBBIANESE 4 10 2 8 642 765 -123

SERIE D/B 11° Giornata

SCUOLA BASKET FERRARA – PARTY & SPORT 47 – 59

(17-15; 28-35; 37-44)

S.B. Ferrara: Ferrarini 3, Rimondi Ro. 6, Cattani, Bertocco 7, Rizzatti 1, Bereziartua 7, Proner, Rimondi Ri. 12, Romagnoni 7, Malaguti 4. All. Schincaglia.

P&S Ozzano: Gambetti 9, Fioravanti 16, Tagliati, Avallone 8, Marchi 6, Fierro 9, Zerbini 2, Lazzari 7, Passatempi, Martelli 2. All. Garavini.

BELLARIA BASKET – CURTI 92 – 62

(28-16; 55-35; 81-45)

Bellaria: Nervegna 3, Stabile 8, Tassinari 21, Scarone 33, Clementi 8, Demaio 2, Forte 2, Raffaelli 3, Casadei 7, Pellegrini, Benedettini, Trunic 5. All. Radulovic.

International Imola: Lucchi 10, Benghi 3, Dirella 11, Wiltshire 3, Scagliarini 8, Ciampone 6, Cai 13, Foronci, Paciello 2, Ginevri 6. All. Pillastrini.

BASKERS FORLIMPOPOLI – IMMOBILIARE 2000 74 – 81

(18-28; 32-47; 53-62)

Baskers Forlimpopoli: Marchioni, Pinza 8, Bourkadi 1, Ronci, Cristofani 10, Cortini 18, Totaro 15, Neri, Biffi 8, Mingozzi ne, Poggi 11, Brunetti 3. All. Rustignoli.

Giardini Margherita: Alaimo 13, Venturi 10, Bonesi, Nobis 20, Marcelli 3, Pezzano 2, Iantorni ne, Pellegrinotti 1, Pedrielli 6, Cataldo 17, Pierini 2, Sebastianutti 7. All. Piccolo.

74-81 è il finale di una sfida dai due volti, in cui in avvio i Gardens si portano avanti guidati da Alaimo e Venturi, mentre i Baskérs provano a restare in scia con Totaro ed un ispirato Poggi. Le bombe di Nobis, però, scavano subito il solco, punendo ogni distrazione dei padroni di casa. Nel secondo quarto non cambia lo spartito: oltre ad un ispiratissimo Nobis, si iscrive alla festa anche Cataldo, dando un’importante spallata al match, con il punteggio che arriva fino al 29-45 poco prima dell’intervallo. Al rientro dagli spogliatoi, però, la partita cambia faccia: Cristofani mena le danze ed imbecca a turno Poggi e Cortini che trovano canestri pesanti. Dall’altra parte Alaimo cerca di contenere l’onda, ma la risalita dei Baskérs è veemente, nonostante qualche errore di troppo su entrambi i lati del campo. Un pallone alla volta, gli uomini di Rustignoli limano il distacco, approfittando anche di un attacco ospite decisamente in panne. Con il gioco da tre punti di Pinza a meno di due minuti alla fine, i forlimpopolesi riescono addirittura ad impattare il punteggio a quota 70. A quel punto, però, manca il killer instinct necessario a chiudere la partita: diversi errori banali impediscono ai Baskérs di segnare il colpo del ko, così, dall’altra parte, prima Cataldo segna la bomba che spariglia le carte, poi, dalla lunetta, i bolognesi chiudono la questione.

BASKET RICCIONE – COPAR SERVIZI SELENE BK 72 – 83

(24-29; 44-51; 64-68)

Riccione: Egbutu, Zaghini 5, Casadei, Martinucci ne, Mazzotti 20, Sacchetti 12, Brattoli 12, Ortenzi ne, D’Aurizio, Ambrassa 3, De Martin 20. All. Ferro.

Sant’Agata sul Santerno: Montanari 2, Forcione ne, Pasquali 21, Gaddoni, Pirazzini 14, Carlotti 4, Mastrilli 10, Caprara 15, Brignani 2, Baldrati 11, Trerè 4. All. Lanzi

STARS BASKET – BASKET VILLAGE 74 – 81

(19-20, 38-41, 51-62)

Stars: Conidi 11, Tazzara 4, Lucchetta 6, Guerra 4, Giudici 25, Paccagnella 6, Venturi ne, Branchini 9, Passarelli, Benfenati 3, Orlando 4, Pistacchio 2. All. Bandiera.

Granarolo: Dalla 3, Paoloni 14, Cerulli 2, Banzi 6, Landuzzi 11, Martinelli ne, Poli 2, Pani 6, Marcheselli 8, Meluzzi 16, Polo 4, Nicotera 9. All. Ansaloni.

Bella partita di Granarolo che fuori casa sbanca gli Stars 74-81, nonostante i 25 punti di Giudici.

Primo quarto che, dopo una fase iniziale di studio, vede Granarolo imporre uno 10-0 che a metà quarto fissa il parziale di 8-16. Stacco che viene poi ricucito dalla coppia Conidi-Giudici, e quarto che si chiude 19-20 per gli ospiti. Nel secondo periodo sembrano gli Stars prendere in mano la partita, staccando di sei lunghezze Granarolo sul 32-26. Granarolo risponde pareggiando immediatamente con due triple di Banzi e Meluzzi e, anzi, ribalta completamente la situazione andando sul 32-38 a 2′ dalla fine del quarto. Un timido rientro degli Stars manda le squadre alla pausa lunga sul 38-41. Nei primi 4′ del terzo quarto è sempre Granarolo ad imporre un parziale di 13-0, sempre grazie al tiro da tre e grazie ad uno strepitoso Paoloni, ma è sempre Giudici a trascinare i propri compagni e a limitare i danni. Dei 13 punti segnati nel quarto ben 7 sono suoi e quarto che si chiude 51-62. Nell’ultima frazione gli Stars riducono lo svantaggio, arrivando a -2 quando mancano tre minuti alla fine, ma un quasi infallibile Granarolo ai tiri liberi. conquista un importante vittoria chiudendo sul 74-81.

ARTUSIANA BK – STEFY BASKET 80 – 70

(15-20; 39-26; 67-48)

Artusiana Forlimpopoli: Rossi 11, Valgimigli 6, Ballistreri 8, Mariani, Calboli 2, Piazza 3, Vitali ne, Serrani 20, Arfelli 8, Servadei 8, Ravaioli 14. All. Agnoletti.

Stefy: Franceschini 22, Grilli, Scandellari R. 6, Pancaldi 15, Riguzzi 10, Zambonelli 6, Lamborghini, Melchiorre 6, Marzioni 7, Alessandri, Poli 2, Galli 6. All. Scandellari M.

CESENA BASKET 2005 – PALL. BUDRIO 2012 83 – 76

(18-14; 45-39; 67-60)

Cesena 2005: Scaccabarozzi 3, Rossi Fe. 5, Romano 15, Montalti 9, Rossi Fi. 22, Vandelli 2, Moscatelli 10, Cacchi, Soldati, Ambrogi 6, Montaguti 9, Di Meglio 2. All. Domeniconi.

Budrio289: Cesario 10, Maccaferri, Tugnoli 16, Tuccillo 10, Lazzari 5, Di Cristina, Zanellati 4, Zitelli 9, Zambon 15, Quarantotto 7. All. Bovi.

Cesena centra finalmente la prima vittoria stagionale sul campo di casa al termine di un match condotto dal primo all’ultimo minuto, rischiando però in più di una occasione, di farsi del male da sola. Preso infatti un vantaggio oltre la doppia cifra in tutti i segmenti della contesa, ha sempre consentito a Budrio di rifarsi sotto grazie alle proprie insicurezze e ad errori banali che gli ospiti sono stati bravi a sfruttare. Il risultato non è mai stato in discussione, nonostante l’emergenza ormai cronica in cui si trova coach Domeniconi, (nell’occasione out Balestri, Dell’Omo e Martini) che ha avuto risposte più convincenti dal pacchetto dei suoi esterni, bravi ad incunearsi in area capitalizzando le incursioni con punti pesanti e con una mole di tiri liberi fortunatamente messi a segno con percentuali più che accettabili. Budrio ha risposto agli allunghi di Cesena soprattutto con Zambon, Tugnoli e Tuccillo, ma non ha mai ridotto il suo gap in modo minaccioso, guadagnandosi il merito di aver lottato fino in fondo con ammirevole impegno e determinazione. Nota di particolare merito fra gli uomini di casa per Filippo Rossi, immarcabile per la difesa ospite, capace di guadagnarsi venti liberi e per un Luca Romano ormai diventato una garanzia per concretezza e pericolosità.

CLASSIFICA

ARTUSIANA FORLIMPOPOLI 20 10 10 0 749 593 +156
ARGENTA 16 10 8 2 804 668 +136
BELLARIA 14 10 7 3 689 632 +57
SELENE S. AGATA 14 10 7 3 793 742 +51
BASKET VILLAGE GRANAROLO 14 11 7 4 807 781 +26
IMMOBILIARE 2000 BOLOGNA 12 10 6 4 759 715 +44
RICCIONE 12 10 6 4 757 740 +17
PALL. BUDRIO 289 12 11 6 5 837 828 +9
STEFY BOLOGNA 10 10 5 5 771 772 -1
STARS BOLOGNA 8 10 4 6 721 747 -26
PARTY&SPORT OZZANO 8 11 4 7 762 872 -110
S.B. FERRARA 6 11 3 8 670 765 -95
BASKERS FORLIMPOPOLI 4 10 2 8 654 702 -48
CESENA BASKET 2005 4 10 2 8 613 712 -99
INTERNATIONAL IMOLA 0 10 0 10 673 790 -117

Promozione, il Cus Parma suona la nona sinfonia. Girone E, Pgs Bellaria e Castiglione corsari

PROMOZIONE

GIRONE A 9° Giornata

SALSOMAGGIORE CITY – WEST ROSTA NUOVA 63 – 56

(20-14; 34-26; 45-41)

Salso City: Canali 11, Ziliotti 9, Aimi, Rattotti 5, Cigala 2, Besagni 2, Lettieri 11, Folli 8, Usai 5, Maccini 10. All. Antonicelli.

Rosta Reggio Emilia: Razzini 7, Riascos Cabeza 2, Tassoni 9, Baroni, Arata 11, Pezzuto, De Olivera 21, Fajeti, Zagorneanu 4, Margaria.

NUOVA CUPOLA – DUCALE MAGIK 53 – 43

(13-9; 27-20; 35-34)

Nuova Cupola Reggio: Chesi 3, Buttarelli 5, Iotti F. 7, Libertini 5, Cuda, Buzzigoli 11, Pedroni 2, Setti 9, Iotti D. 6, Giurola, Lasagni 5. All. Sfondrini.

Ducale Parma: Faveri 4, Pergetti 5, Bertolini 2, Cappelletti 4, Frazzi, Giorgi 15, Resurreccion 2, Tinelli 3, Pezzani, Allodi 2, Berlinguer 6. All. Raffin.

VICO BASKET – PLANET BASKET 55 – 59

(14-15; 20-28; 38-46)

Vico Parma: Zambelli 4, Caggiati 9, Baratta, Iannotta 2, Quattrocchi ne, Guerra 6, Bozzetto 2, Asta S. 14, Mastroberardino, Rastelli 4, Asta G. 9, Cristini 5. All. Caggiati.

Planet Parma: Franchini 14, Ruozzi 7, Martinelli 8, Giublesi 8, Manuto 7, Gianferrari 4, Modica 6, Rosi 3, Paschetta 1, Servidei 1, Cavaglieri, Centofanti. All. Manuto.

BASKETREGGIO – CUS PARMA 49 – 54

(9-11; 24-28; 37-44)

Basketreggio: Ward, Chiesi 2, Monti 5, Boselli 16, Morabito, Camurri 10, Morelli, Francia, Costantino 5, Vioni 2, Ongarini 9, Tirelli. All. Boni.

CUS Parma: Tognazzi 16, Turia 3, Pattini 1, Bettera , Sgorbati 7, Carretta 8, Marzo, Maffini, Cervi 6, Petizol 3, Cormacchione 4, Bellicchi 6. All. Marcucci.

GELSO – S.ILARIO BASKETVOLLEY 69 – 59

Gelso: Acosta 9, Cervi 12, Torreggiani 11, Bigi 10, Bochicchio, Ferrarini 4, Vaiani 2, Gramoli 3, Mareggini 6, De Vecchi 6, Pedrazzi 6. All. Iotti.

Sant’Ilario d’Enza: Setti M. 2, Cervi 11, Reggiani 14, Bertolini 6, Amponsah 4, Setti P. 1, Rosi 2, Micucci 6, Razzoli 3, Fava 4, Guasti 6, Gianotti. All. Ferrari.

ARTARREDO – VIRTUS PONTEDELLOLIO 67 – 61

(20-16; 37-33; 49-58)

Borgo Val di Taro: Giraud 12, Verti 6, Berni 22, Finardi 2, Foschi ne, Leonardi 11, Gonzato, Baldi 12, Gasparini 2, Beccarelli, Chieffi, Oppo. All. De Martino.

Pontedellolio: Bellin 2, Carini 2, Cottini 9, Fellegara 2, Gregori 1, Passalacqua 9, Petkovski 5, Petrov 15, Ponzi 9, Totaro 7, Leondini ne. All. Lucev.

Gran bella partita quella che hanno disputato Artarredo e Pontedellolio al Palaraschi. Le due compagini si sono affrontate a viso aperto e la gara è sempre stata avvincente. Partono forte i ragazzi del duo De Martino-Picelli con Berti e Giraud scatenati nel primo quarto mentre gli uomini di Lucev non riescono ad arginarli nonostante Petrov e Petkovski le tentino di tutte. La prima frazione di gioco si chiude 20 a 16 per l’Artarredo. Nel secondo quarto gli ospiti con un buon Totaro cercano di capovolgere le sorti della gara ma ad un Giraud che si siede in panchina gravato di falli subentra un Baldi che sfodera una delle sue più belle prestazioni trascinando i suoi  coadiuvato in attacco dal solito Berni e in difesa da capitan Oppo in ottima forma vero gladiatore sotto i tabelloni. L’Artarredo dà il meglio di se, Gasparini cresce, Chieffi si stà inserendo bene nel gruppo, Beccarelli una garanzia, Gonzato efficace ed il gioco di squadra finalmente ha la meglio. Si va al riposo lungo con i padroni di casa in vantaggio 37 a 33. Al ritorno in campo sembra che l’Artarredo sia rimasta  negli spogliatoi, Pontedellolio con Passalacqua e Ponzi ha la meglio, recupera e passa in vantaggio andando sul più quattro. Coach De Martino striglia i suoi, Leonardi e Finardi tengono duro e i Diavolirossi reagiscono chiudendo il tempo in vantaggio 49 a 48. Nell’ultima frazione la Virtus prova ad affondare con un Cottini incontenibile ma per l’Artarredo Verti non vuole mollare e con grande determinazione recupera palle finalizzando così i ragazzi di De Martino questa volta non cedono e riescono a chiudere la gara con una bella vittoria di squadra per 67 a 61.

CLASSIFICA

Cus Parma 18; Planet Parma 14; Basketreggio, Gelso Reggio 10; S. Ilario, Vico Basket Parma, Ira Tenax Cortemaggiore 8; Virtus Pontedellolio, Ducale Parma, Valtarese, Salsomaggiore City*, Nuova Cupola Reggio* 6; Rosta Nuova Reggio 0.

GIRONE B 8° Giornata

MAGRETA – SCHIOCCHI BALLERS 66 – 76

(17-16; 33-39; 49-60)

Magreta: Leoni 8, Venturelli 4, Guidetti 9, Kashin 7, Bianchini 4, Bertoni 15, Marcheselli 8, Bernabei 6, Galloni 5. All. Garofalo. 

SchiocchiBallers Modena: Bernabei 19, Cesaro, Berardi 4, Bertolini 4, Sassi 16, Petrella 13, Perini, Zogaj 2, Alessandrini 16, Barbieri 2. All. Bertani.

SPORT CLUB CASINA – GAZZE 66 – 49

(25-13; 31-28; 48-39)

Casina: Penserini 2, Filippi, Bruni, Menechini 2, Vezzosi F. 9, Meglioli 7, Vezzosi M. 2, Mammi, Costi 19, Nasi 14, Benvenuti 11. All. Bellezza.

Canossa: Franzini 4, Fedeli, Bigliardi 16, Fantuzzi 9, De Pietri, Maggiali 9, Tubertini, Chiaffi 1, Villani, Bizzocchi 10, Domenichini, Pignedoli. All. Rubertelli.

PALLACANESTRO SCANDIANO 2012 – P.G.S. SMILE 64 – 56

(14-10; 32-25; 48-35)

Scandiano: Davolio, Siani 5, Fontanesi, Masoni 4, Iori 4, Vacondio 5, Roncaglia 3, Montanari 16, Caleffi 3, Maioli S. 19, Marani 2, Maioli M. 3. All. Baroni.

Formigine: Macchelli 10, Govi 2, Fogliani 2, Tejeda, Lucchi 11, Bonara 1, Gasparini 13, Lerario 3, Ferioli 3, Jerez ne, Barbieri 5, Catti 6. All. Baldi.

BASKET CAMPAGNOLA E. – BOIARDO 65 – 50

(11-16; 38-28; 51-41)

Campagnola Emilia: Fregni 11, Pirondini 8, R. Piuca 4, Gelosini 8, Soccetti 11, Sueri 5, M. Rustichelli 2, Carnevali 7, Piccinini 3, Torreggiani 5, Carpi 1. All. Nanetti.

Boiardo Scandiano: Mattioli, D. Rossi, Incerti 2, Luppi, Bonaccini 14, Stefani, Zanni 2, Ferrari 8, Scalabrini 2, Talami 7, Farioli 5, R. Rossi 10. All. Piatti.

NUBILARIA BASKET – UNIONE SPORTIVA AQUILA 88 – 55

PALL. REGGIOLO – PALL. CORREGGIO 42 – 56

CLASSIFICA

Nubilaria Novellara 16; Scandiano, Correggio 14; Campagnola 12; Reggiolo 10; Schiocchi Ballers Modena 8; Aquila Luzzara, Boiardo, Casina 6; Magreta 4; Pgs Smile Formigine 2; Gazze Canossa 0.

GIRONE C 9° Giornata

NEW BASKET MIRANDOLA – PALL. TEAM MEDOLLA 54 – 61

(17-12; 34-23; 45-39)

Mirandola: Gabrieli 2, Baccarani 4, Ferraresi 2, Duca 7, Bega 3, Guagliumi 4, Mattioli 8, Nicolini 6, Taveras 6, Bardelli 8, Di Piazza 2. All. Dotti.

Medolla: Galeotti 4, Maini 9, Chiari, Marchetti ne, Ceretti 3, Asperti 22, Cresta 5, Barbieri 14, Guarnieri 2, Ganzerli ne, Fiume 2, Luppi. All. Ganzerli.

LIBERTAS SAN FELICE BOLOGNA – SBM BASKETBALL 111 – 66

(29-17; 58-33; 80-49)

Libertas San Felice: Stagnoli, Margelli 9, Sassoli 8, Fenderico 4, Zanchi 30, Demetri 18, Di Marzio 15, Credi 14, Cavazza 7, Bianchini 6. All. Zanini.

S.B. Modenese: Manzotti 17, Ferrari 2, Corradi 9, Monari, Campanelli 2, Miranda 8, Lanza 4, Monari 6, Gavriluta 2, Arzenton 8, Drusiani 2, Ferretti 6. All. Manna.

Altra vittoria per i ragazzi di coach Zanini che, contro SBM, riescono a mantenere durante tutto l’arco della partita delle percentuali mostruose dal campo non dando scampo agli ospiti, riuscendo a segnare addirittura 111 punti (record stagionale nel girone C).

Fin dalla palla a due si gioca a ritmi molto elevati  grazie alle numerose palle perse di entrambe le squadre e tiri presi nei primi secondi dell’azione, ma sono subito  i padroni di casa ad allungare con il trio Zanchi-Demetri-Di Marzio, creando quel gap che gli ospiti non riusciranno più a colmare. Coach Manna già dal secondo quarto infatti sceglie di rimescolare le carte cambiando difesa ed alternando la uomo con una zona che però si rivela controproducente innescando le triple dei bolognesi che allargano il divario. All’intervallo lungo il risultato dice 58-33, ma i padroni di casa non mollano decisi ad aumentare il vantaggio già acquisito grazie soprattutto ad un inarrestabile Zanchi, autore di 30 punti a fine partita. L’ultimo quarto è una semplice formalità per la Libertas che gestisce la partita e sfora per la prima volta in stagione quota 100 punti, ma soprattutto si porta a quota 16 punti, ancora imbattuta, in testa alla classifica. Per gli ospiti degno di menzione Manzotti, autore di 17 punti e sicuramente l’ultimo a mollare in una partita mai davvero in discussione.

I GIGANTI – ROSMARINO 51 – 43

(8-11; 22-19; 37-26)

I Giganti di Modena: Giorgi 2, Mezzetti, Vellata 9, Bernardelli 20, Zaffiri, Marescotti 2, Franceschi 3, Alberti 6, Larghetti 2, Forastiere 8. All. Diavolio.

Carpine: Meschiari 2, Cavallotti 8, Nasi 3, Marchi 5, Zaccarelli 3, Scaltriti 2, Zanoli 1, Arletti 4, Silingardi 9, Ricchetti 2, Iacono 4. All. Lugli.

La Rosmarino si fa sopraffare dai più assetati di vittoria Giganti di Modena. Il match parte in equilibrio con percentuali basse da entrambe le compagini. Carpi fatica a trovare la via del canestro nella seconda frazione, mentre i Giganti trovano il piglio giusto e riescono ad andare in vantaggio. La pausa non giova ai carpigiani che trovano la più brutta serata al tiro della stagione e vanno sotto anche di quindici lunghezze nell’ultimo quarto. La reazione si vede solo nei minuti finali, ma ormai è troppo tardi e Carpi spreca una partita importante in termini di classifica.

DIABLOS BASKET – BASKET FINALE 79 – 58

(19-9; 34-25; 52-46)

Sant’Agata Bolognese: Marchetti 3, Gobbi 5, Franchini 5, Belosi 14, Tedeschi 4, Marzo 7, Patelli 12, Aspergo 13, Stanzani 2, Pellacani 6, Violi 4, Pederzini 4. All. Serra.

Finale Emilia: Govoni 14, Chiarabelli 2, Borghi 12, Manzi 8, Braida 5, Balboni 2, Bretta 3, Golinelli 4, Succi 8.

MONTEVENERE 2003 A.GIORGI – NAZARENO BASKET CARPI 56 – 43

(6-5; 27-26; 39-34)

Montevenere: Gironi 10, Cruzat Ja., Testoni ne, Guerrato 2, Cruzat Je. 8, Succi 7, Fiorentini 13, Palazzini 4, Cavana 3, Moretto, Salvi 4, Boschi 5. All. Orefice.

Carpi: Sbisà 13, Panzetta, Goldoni Sa. 7, Pivetti 14, Riboldi, Lugli, Goldoni Si., Giannetti 3, Corni 1, Barigazzi 3, Foroni 2. All. Barberis.

POL. GIOVANNI MASI – PALL. FORTITUDO 61 – 41

(18-14; 33-25; 46-36)

Masi: Ballanti 2, Franchini 7, Galassi 18, Conti 2, Castaldini, Sechi 5, Freddi 12, Neri 2, Truppi 3, Bertacchini 10. All. Forni.

Crevalcore: Cremonini 10, Guido 4, Gravinese 2, Gallerani 1, Candini 3, Terzi 6, Fregni 4, Morselli ne, Valente 2, Floro, Simoni 9. All. Gobbo.

CLASSIFICA

Libertas San Felice Bologna, Diablos Sant’Agata Bolognese 16; Masi Casalecchio 14; Medolla, Montevenere Bologna 10; Fortitudo Crevalcore, Nazareno Carpi* 8; Horizon Bologna, 6; New Basket Mirandola, Finale Emilia, S.B. Modenese 4; Carpine, I Giganti di Modena* 2.

GIRONE D 9° Giornata

METEOR RENAZZO – NAVILE BASKET 55 – 61

(14-19; 19-33; 37-48)

Renazzo: Gentili 19, Malagutti 9, Calanchi 6, Angelini 5, Poluzzi 4, Ceccon 4, Naldi 3, Parro 3, Meola 2, Alboresi, Fini, Ramponi. All. Ansaloni.

Navile: Martelli 17, Ballardini 9, Bondi 7, Castagna 7, Riccobaldi 7, Missoni 6, Lombardo 5, Di Pasquale 2, Piccari 1, Bonvicini. All. Corticelli.

Ottava vittoria per il Navile Basket che, pur giocando una brutta partita, riesce comunque a sbancare il campo di Renazzo. Partita che sulla carta sembrava scontata, tra la capolista e uno dei fanalini di coda, proprio per questo ostica, per il rischio di deconcentrarsi, in un campionato dove invece le sorprese non sono mancate.

Cronaca: quintetto Navile classico con Castagna, Riccobaldi, Martelli, Missoni e Piccari, al quale Coach Ansaloni contrappone Poluzzi, Malagutti, Ceccon, Gentili e Angelini. Il primo canestro della partita è di Ceccon dopo un bel taglio, al quale replica Castagna da 3 punti. Il Navile lavora bene in difesa e con Riccobaldi e una tripla di Ballardini scappa subito sul 2-8, costringendo il Meteor al timeout. Gentili trova un bel canestro, al quale replica Missoni con un 2/2 ai liberi, poi si iscrive alla partita Simone Martelli, che da 3 punti fa 4-13. Ancora Gentili, il migliore dei suoi, con 4 punti consecutivi cerca di tenere in linea di galleggiamento i propri colori, ma ancora Missoni, con un 2/2 dalla lunetta, seguito da Bondi, Ballardini e Martelli, portano a 19 il bottino del Navile. Sul finire del quarto però i biancorossi si deconcentrano e subiscono due triple, una di Malagutti e una di Naldi, per il 14-19 del primo mini riposo. Nel secondo quarto finalmente sale in cattedra la difesa biancorossa, che soffoca ogni linea di passaggio, con un Lombardo ottimo (6 recuperi per lui): arrivano un canestro di Bondi (bentornato…), un libero di Ballardini e un bel canestro dello stesso Lombardo a centro area: 14-24 Navile. Il Meteor decide di passare a zona 3-2 dopo il primo passaggio e il Navile l’attacca con discontinuità, riuscendo però a trovare altre due triple di Martelli. Una fiammata di Gentili (5 punti consecutivi, gli unici di tutto il quarto per la Meteor), riducono il disavanzo a -11, sul 19-30, prima che una tripla di Riccobaldi, al termine di una bella circolazione di palla, fissi il punteggio sul 19-33, con il quale si va all’intervallo lungo. Un canestro di Missoni dalla media porta sul 19-35 il Navile, ma una fortunosa tripla di tabellone di Malagutti, riduce a -13 il vantaggio ospite, svegliando i propri colori, che ritrovano energia: Calanchi con 4 punti consecutivi riporta Renazzo sotto di 9, Ballardini dall’angolo segna il 26-37, ancora Gentili riduce fino al 30-37, quando Castagna si inventa un bel canestro in entrata per il 30-39. Bondi, con 4 punti consecutivi, riporta il Navile sul +13, Malagutti riduce ancora il divario sul 33-43. Qui il Navile attacca come sa, muovendo bene la palla e Lorenzo Lombardo da 3 punisce, per il 33-46 Navile. Il quarto si chiude con un canestro di Angelini e uno di Di Pasquale, sul 37-48 esterno, ancora in controllo, pur avendo avuto un notevole calo difensivo. Nell’ultima frazione Meola trova gli unici due punti della sua gara, subito replicati da Ballardini. Il Navile sembra chiuderla con la quarta tripla di Martelli, ma improvvisamente ha un brusco calo di concentrazione: Ceccon e Parro da 3 fanno 44-53, Gentili 46-53 in entrata, Poluzzi 48-53 dalla media: a 3’30” dalla fine la partita è riaperta. Riccobaldi freddamente dalla media segna il 48-55, la difesa lavora bene e Martelli segna il libero del 48-56. Ancora il bomber biancorosso realizza da 2 punti, dando il +10 al Navile. Ancora Malagutti da 3 prova a tenere in vita la Meteor, ma Castagna è furbo a subire fallo e a procurarsi due liberi, che converte per il 51-60 Navile. Canestro di Poluzzi, 1/2 ai liberi di Piccari e proprio sulla sirena Angelini trova, dopo un rimbalzo d’attacco, il canestro del 55-61, punteggio col quale si chiude la partita.

OMEGA BASKET – PROGRESSO HAPPY BASKET ’07 63 – 80

(19-23; 35-35; 54-51)

Omega: Belleri ne, Calvi 12, Bacocco, Zanoni 10, Pappalardo 13, Dal Pozzo, Bianchini 4, D’Andola 9, Morales 12, Paluzzi ne, Kalfus, Tapia 3. All. Solaroli

CastelMaggiore: Righetti 5, Tolomelli 7, Pellegrino 14, Gruppioni 4, Ferri 10, Carelli Mat. 8, Carelli Mar., Giunchedi 12, Asciano 6, Cocchi 5, Tinti 9, Varotto. All. Baraldi

JOLANDINA – VIS BASKET FERRARA 2012 68 – 102

(17-36; 34-53; 50-77)

Jolanda di Savoia: Bertasi 21, Martini 2, Malaguti 5, Cavallini 19, Marani 4, Ricci 6, Gnani 4, Benetti 5, Villani 2, Bellini ne, Zappaterra ne.

Vis 2012 Ferrara: Battaglia, Castaldini 8, Tamisari 14, Vaianella 25, Liboni 7, Krylov 2, Barcaro 5, Baraldi 6, Gnani 8, Zanchetta 5, Dioli 4, Luongo 18. All. Campi.

Al salto a due la Vis schizza come una molla, facendo valere una migliore freschezza atletica ed una precisione assoluta al tiro: 0-13 in un amen con le bombe di Gnani, Liboni e Tamisari e gara subito girata a proprio favore. Jolandina annichilita dalla difesa aggressiva dei ferraresi ma encomiabile nello sforzo di reagire, con tanta difesa a zona e grande intensità fisica. Tanto ardore provoca una involontaria vittima: il piccolo Liboni, eccellente nei pochi minuti sul parquet, subisce una botta all’occhio ed è costretto al ghiaccio ed in panchina. La Vis però reagisce bene: Castaldini non fa rimpiangere il compagno e chiunque esca dal pino porta punti e intensità difensiva. Il maggior tonnellaggio di Jolandina non si fa troppo notare, nonostante un Benetti dominante a centro area. Un primo quarto da 36 punti è tanta roba per il duo tecnico Campi-Filieri, con Vaianella caldo come una vaporiera. Nel secondo quarto la gara è più equilibrata: capita Ricci trascina i suoi ad una buonissima reazione, Cavallini è caliente nello step-back ed anche Bertasi comincia a mettersi in proprio. I signori in grigio apprezzano il confort del Palajolanda e fischiano a più non posso: la lunetta è frequentata come un centro commerciale in periodo prenatalizio, ma la Vis regge bene con i tiri ignoranti di Tamisari e le spallate di Barcaro. All’intervallo è 34-53. Nonostante l’umidità, la truppa di Campi esce bene dal locker room e continua ad impazzare in attacco: Luongo e Vaianella trovano sovente il fondo della rete e Cavallini è costretto agli straordinari per mantenere i compagni su uno scarto accettabile. Dopo trenta minuti 50-77. Stesso ritmo nell’ultimo parziale con la Vis che non molla il pedale dell’acceleratore: Dioli e Castaldini aprono le danze e Vaianella completa uno show personale eccellente frutto di sgroppate in contropiede e tiri da tre, tra cui quello che scollina il centello e lo condanna alle paste.  Jolandina aggrappata all’orgoglio ed alla vena di Bertasi e Cavallini, davvero encomiabili. Si chiude a 68-102 una bella gara, dura e combattuta come giusto che sia ma tra squadre che si rispettano e che sanno di dover lottare per mantenere la categoria, anche se la Vis 2012 ha dimostrato che forse può ambire a qualche posizione in più.

LIONS BASKET – PALL. LA FENICE 66 – 63 dts

(16-17; 36-23; 48-45; 56-56)

Lions: Chiusoli 21, Gallerani, Pritoni, Facchini, Guaraldi 14, Mestieri, Guidi 2, Bonzagni 5, Passarini 19, Ansaloni 3, Fiocchi 2. All. Alberghini

Codigoro: Grassi R., Ferretti 9, Beccari 10, Tralli 15, Chiarabelli 3, Buzzoni 2, Grassi F. 18, Danieli 6, Fiorentini. All. Patroncini

SPARTANS BASKET – P.G.S. CORTICELLA 59 – 50

(18-6; 29-17; 46-34)

Spartans Ferrara: Virgili 4, Marabini 15, Merlo 2, Hinek 4, Schiavon 4, Pasqualin 6, Baruffa, Mastella 13, Barbieri 11.

Pgs Corticella: Ritossa 11, Marcheselli, Cristiani 4, Sorghini 22, Varignana 12, Niakate, Boni 1, Stojanov, Nannuzzi, Mengoli, Di Pietro. All. Sisti.

ARGELATO BASKET – PEPERONCINO LIBERTAS BK 70 – 76 dts

(14-11; 23-26; 42-45; 59-59)

Argelato: Fabulli 6, Bonazzi 6, Benassi 11, Addivinola, Bolelli 2, Cristofori 13, Tagliavini 10, Accorsi 4, Riccioni 2, Bonalli, Giacometti 8, Boccardo 8. All. Bretta.

Peperoncino: Trevisan, Vinci, Bergami 2, Sgarzi 1, Musto 7, Monari M. 10, Guccini 2, Monari A. 29, Iannicelli, Brochetto D. 17, Bernardini 5, Bellodi 3. All. Brochetto L.

CLASSIFICA

Navile Bologna 16; Peperoncino Mascarino, Happy BK CastelMaggiore 12; Omega Bologna, Argelato, Faro Consandolo, Lions Cento 10; Pgs Corticella Bologna 8; Spartans Ferrara*, Vis 2012 Ferrara 6; Meteor Renazzo*, La Fenice Codigoro, Jolandina di Savoia 2.

GIRONE E 9° Giornata

PALLACANESTRO PIANORO – GHEPARD BASKET 71 – 72

(16-21; 39-32; 53-53)

Pianoro: Naim 8, Monari, Bonazzi 2, Bianchini 11, Stefani 7, Grandi 6, Vaccari 2, Nicoletti 21, Selleri 14. All. Fasone.

Ghepard: Aldieri P. 2, Romagnoli, Ziron 18, Tullio 18, Beccari 12, Maccagnan ne, Rossi Pierludovico, Bianchini 18, Bergonzoni ne, Aldieri A. 4, Guernelli, Rossi Pierfilippo. All. Rossi Pigi.

BASKET BUDRIO – MEDICINA BASKET 2007 59 – 76

(12-15; 32-39; 50-56)

Budrio: Bernaroli, Bottazzi 4, Gualandi 3, Fughelli 10, Marcato 8, Generali 2, Mainardi 6, Cirilli, Stasi 7, Maccagnani 15, Mariotti 2, Bonaga 2. All. Simeone.

Medicina 2007: Buresti 15, Bacci 5, Lenzarini 2, Pazzaglia 2, Ricci 2, Ugulini, Magli 5, Buscaroli 4, Rimondini 14, Ventura 11, Martelli 14, Soldi 2. All. Brocchi.

Budrio cerca subito di correre in contropiede e trova buoni punti iniziali mettendo un po’ in difficoltà la formazione ospite che, però, maggiormente esperta, fisica ed affiatata (molti anni che giocano insieme) reagisce e chiude il primo quarto sopra di tre lunghezze (12-15). Nel secondo quarto la partita resta in equilibrio, ma qualche disattenzione di troppo da parte dei ragazzi di coach Simeone fa si che Medicina si porti avanti per 32-39. Nella terza frazione sempre una buona difesa di Budrio e una discreta fase di attacco fa si che i padroni di casa chiudano sul -6 il periodo, riuscendo a recuperare un punto, salvo poi calare sia fisicamente che mentalmente davanti alla lunghezza della panchina avversaria. Medicina così dopo essere stata avanti, ma senza mai aver dato l’impressione di chiudere la partita, grazia anche alla forza e alla volontà dei ragazzi di Budrio che non hanno mai mollato, dà lo strappo finale alla partita e con un parziale di 9-20 nell’ultimo e decisivo parziale, porta a casa la partita.

BOLOGNA AIRLINES – TATANKA BALONCESTO 69 – 67

(22-20; 40-38; 53-53)

Airlines: Pizzi 12, Beccari 2, Boghetta ne, Urzino, Tonelli 8, Lombardo 15, Mentuccia 10, Beruschi, Chili 3, Vignudelli 2, Brusa 4, Consolo 13. All. Munzio.

Tatanka Imola: Campanella 6, Salvatori, Pederzoli 11, Midulla 7, Costantino 9, La Ferla 11, Strada 9, Castagnetti 2, Sironi 11. All. Sciuto.

FRESK’O SAN LAZZARO – CSI SASSO MARCONI 05/12/2017 – 21:15

PALAYURI – Via Repubblica 4 SAN LAZZARO DI SAVENA (BO)

PALL CASTEL S.P.T. 2010 – PGS BELLARIA 71 – 73

(11-16; 31-36; 49-52)

Castel San Pietro: Guastamacchia 4, Chiluzzi, Gravinese, Zuffa 4, Mascagna 10, Galloni, Fiumi 8, Manaresi 4, Tabellini 13, Viniera 17, Albertazzi, Conti 11. All. Morigi.

Pgs Bellaria: Ascari 16, Gianasi 17, Ottani 11, Scarenzi, Murgia 3, Benfenati 4, Franzoni 4, Masi 6, Pirazzoli 7, Poluzzi 2, Fusetto, Fontana 3. All. Bertuzzi.

BASKET GIALLONERO – CASTIGLIONE MURRI BK 51 – 56

(16-7; 24-22; 34-31; 46-46)

Giallonero Imola: Murati 8, Dall’Osso 3, Cantoni 3, Ricci Lucchi, Orlando 2, Masoni 8, Brusa 4, Vannini 11, Vignoli 4, Spoglianti 7,  Mondini. All. Creti

Castiglione Murri: Bertini, Ceresa, Dettori 2, Donati 5, Gandolfi 4, Melino 8, Samoggia 11, Rizzardi, Sanguettoli 13, Stefanelli 2, Varotto 8, Parchi 2. All. Bonfiglioli.

CLASSIFICA

Medicina 2007 16; Castel San Pietro, Castiglione Murri Bologna 14; Pgs Bellaria Bologna* 12; Ghepard Bologna 10; Giallonero Imola, Fresk’o San Lazzaro*, Bologna Airlines* 8; San Mamolo Bologna 6; Pianoro, Tatanka Imola 4; CSI Sasso Marconi*, BK Budrio 0.

GIRONE F 9° Giornata

MASSA BASKET 2010 – FAENZA BASKET PROJECT 58 – 63

(11-9; 29-27; 41-43)

MassaLombarda: Ugulini 14, Orselli, Berardi L. 10, Guardigli 4, Asioli M. 2, Pinardi 7, Asioli G.M. 10, Pongolini 2, Poletti 2, Guidarini, Kolaj 6, Bertini M. 1. All. Bertini L.

Faenza: Troni 12, Santo 9, Grandolfi 14, De Lorenzi, Dal Monte 4, Biancoli 4, Catani 4, Pantani 10, Polloni 4, Morsiani 2, Gregori ne, Fabbri. All. Alfieri.

Massa lotta e combatte per tutta la partita, ma alla fine la vittoria va a Faenza. Primi minuti di equilibrio in cui le difese prevalgono sugli attacchi ed in campo si segna col contagocce. Nel secondo quarto i padroni di casa intensificano il volume di gioco, con Berardi L. che entra in striscia segnando tre canestri a fila e si arriva al massimo vantaggio locale (23-13), con una bomba di Guardigli. Faenza cambia uomini e difesa e subito recupera tre palloni a fila che riportano gli ospiti a stretto contatto con Massa. I padroni di casa tornano a segnare con due triple di Ugulini e si arriva a metà partita sul 29 a 27 per Massa. Il ritorno in campo è traumatico per i locali che subiscono un 8-0 facile con due tiri pesanti di Troni e Grandolfi ed un canestro di Pantani; tuttavia Massa, pur soffrendo sotto canestro le lunghe leve di Santo, rimane a contatto con gli ospiti con i canestri di Kolaj, Pinardi e Ugulini. Nell’ultimo quarto Faenza tenta un nuovo allungo, ma Asioli G.M non ci sta, dapprima provocando l’espulsione di Santo, che reagisce in modo scomposto ad un fallo di gioco del giocatore massese, poi segnando due bombe che riportano Massa in linea di galleggiamento; sul 57 pari la palla diventa pesante e Massa non riesce a trovare la finalizzazione dei propri schemi di gioco. Faenza, invece, ha un Grandolfi ispirato che si carica la squadra sulle spalle e con 5 punti a fila chiude di fatto la contesa. Massa le prova tutte, ma manca di lucidità e concretezza e trova solamente un punto su tiro libero.

MORCIANO EAGLES – LA FIORITA BASKET 2011 54 – 64

(11-15; 31-33; 45-51)

Morciano: Guastaferro 6, Masia 5, Palazzi 4, Ciotti 2, Chistè 7, Disciullo 14, Bigini 2, Masini, Bacchini 10, Rossi 4. All. Villa

La Fiorita: Galeotti 9, Giacomini 8, Zanotti E. 13, Papini 7, Giancecchi, Zanotti M. 2, Barisic 7, Liberti Lo. 8, Bollini 10. All. Liberti Lu.

FATA ROBA – BASKET 2000 59 – 76

(14-22; 29-39; 45-55)

Gardini Fusignani: Lugaresi ne, Montanari 10, Pelliccia 1, Scardovi 5, Zanzi 3, Berardinelli, Nacca, Maestri 8, Bucchi 1, Vecchi 15, Kibir 4, Mazzotti 12. All. Ortasi.

BK 2000 San Marino: Gambi 10, Borello 2, Bombini 5, Gambuti 3, Briganti 5, Berardi 30, Stefanelli, Riccardi 12, De Biagi 2, Agostinelli 1, Palconi, Terenzi 6. All. Rossini.

BASKET TIGERS – POL. STELLA 79 – 83

(21-17; 46-36; 58-57)

Villanova: Serpieri 7, Bollini 2, Rossi M. 3, Duo 9, Bronzetti 3, Panzeri 23, Guiducci 10, Toni 5, Saccani 17, Rossi A. All. Podeschi.

Stella Rimini: Amadori 18, Verni 4, Naccari 19, De Martino, Rossi E., Pari 13, Accardo 15, Distante 6, Del Turco 8. All. Casoli.

INSEGNARE BK RIMINI – BASKET CLUB RUSSI 48 – 64

(11-18; 24-28; 39-49)

Insegnare Basket Rimini: Fusero 15, Magnani 9, Alfarano 5, Sansone 3, Semprini 7, Mussoni 7. All. Badioli.

Russi: Bellanti 2, Fabbri 7, Bagioni, Polyeshchuk 2, Samori 15, Laghi 8, Porcellini 9, Stefanelli, Venturini 9, Balzani, Franceschini 7, Spiriti 5. All. Tesei.

AICS JUNIOR BASKET – CRAL E. MATTEI 51 – 56

(14-20; 18-32; 36-45)

Aics Forlì: Naldi 6, Zanotti 2, Monday 4, Criveto 12, Ragazzi 11, Ruffilli 4, Galeotti 2, Baraldi, Tomidei ne, Fossi 6, Alberti, Guaglione 4. All. Laghi.

Spem Ravenna: Bergamaschi 12, Bigazzi 6, Bruni, Cirillo 6, Fabbri, Gigante 3, Morigi 9, Piani 4, Presicce 12, Zannini 4, Magnani ne. All. Casciello.

CLASSIFICA

Stella Rimini 18; Russi, La Fiorita San Marino**, Spem Mattei Ravenna* 12; Tigers Vilanova*, Faenza Project 10; BK 2000 San Marino 8; Aics Forlì*, Eagles Morciano* 6; Massa 4; I.B. Rimini, Gardini Fusignano 2.

1 2 3 51