Category Archives: Regionali

C.S. – C Gold, Alessio Tugnoli rinforza la Virtus Medicina

Alessio Tugnoli entra a far parte del roster della Virtus Medicina. Play, classe 1994, proveniente da Soresina (serie B Girone B, 7 punti di media in circa 28′), è giocatore di grande talento ed esperienza che sicuramente darà un grande contributo in questo avvincente finale di stagione dove vogliamo conquistare un importantissimo quanto storico play off.

Alessio, già da alcuni giorni a disposizione di coach Curti, è giocatore anche di grande temperamento e agonismo, tutte doti che in questa lunga volta finale ci saranno indubbiamente utili.

C.S. – Colpaccio Basket 2000, arriva sotto canestro, via Ozzano, Gigi Dordei

Bmr Basket 2000 è lieta di ufficializzare l’ingaggio dell’ala-pivot Luigi Dordei.

Nato il 19 luglio 1981 a Tarquinia, il giocatore arriva a Scandiano dopo un lungo peregrinare per la penisola, con tappe significative a Pesaro (promozione dalla Legadue), Sassari, Udine, Barcellona, Trento, Imola e Piacenza. Nelle ultime due stagioni e mezzo ha militato ad Ozzano, dove ha contribuito alla promozione (con annessa vittoria in Coppa) e alla successiva riconferma in B dei New Flying Balls. Nel campionato in corso, in 16 partite, stava viaggiando a 10,5 punti e 5 rimbalzi di media. Al PalaRegnani vesterà la maglia numero 11, portando in dote centimetri, fisicità e tanta esperienza.

C Gold, lo Scirea passa a Ferrara! C Silver, la Francesco Francia soffre ma vince a Santarcangelo

SERIE C GOLD 20° Giornata

MOLIX PALL. MOLINELLA – PALL. FIORENZUOLA 1972 Rinviata

PAL.TO DELLO SPORT – Viale Della Liberta’ 21 MOLINELLA (BO)

2G FERRARA DESIGN – GAETANO SCIREA BASKET 69 – 88

(19-17; 37-40; 48-62)

Ferrara 2018: Benedetti, Cattani 3, Cortesi 4, Percan 14, Seravalli 6, Legnani 3, Fortini 4, Pusic 4, Zaharie 13, L. Ghirelli 4, M. Ghirelli 14. All. Furlani.   

Bertinoro: Rossi 13, Cinti 4, Piazza 3, Zambianchi 2, S.Ravaioli 8, Angeletti, Ricci 7, Farabegoli 16, Bessan, Brighi 21, Bracci 14, Em. Solfrizzi. All. Tumidei.

Brutta sconfitta casalinga per la 2G Ferrara Design, battuta dal Gaetano Scirea Bertinoro con il finale netto di 69-88.

Gara dai due volti per i biancazzurri del coach Adriano Furlani: dopo una prima frazione sostanzialmente equilibrata (8-9 al 5’, 30-29 al 15’), capitan Legnani e compagni hanno pagato dazio durante la terza frazione, chiusasi 11-22. Per gli estensi un netto passo indietro rispetto alle ultime due uscite. Nei primi 20’, la 2G Ferrara Design ha messo in attacco il pallone dove voleva, trovando vantaggi, ma senza mai riuscire a dare la spallata alla gara, per via di una difesa leziosa. Dopo l’intervallo lungo Bertinoro è rientrata in campo con la faccia giusta, non avendo niente da perdere, usando tanta intensità. Gli estensi hanno giocato senza energia e idee in attacco. Nell’ultimo parziale, con la difesa a zona, i biancazzurri ci hanno provato, trovando alcuni buoni canestri da palle recuperate, è stata una finta illusione, anche perché il finale è stato tutto di marca ospite. In vista della trasferta di Anzola urge cambiare qualcosa a livello tattico e di atteggiamento.

BMR – INTECH 85 – 79

(28-19; 46-33; 68-60)

Basket 2000 Scandiano: Brevini ne, Cunico 10, Bianchi 2, Astolfi 13, Bertolini, Sakalas 22, Canovi ne, Pini 18, Caiti ne, Germani 10, Magni 10, Piccinini ne. All. Tassinari.

Virtus Vis Spes Imola: Colombo, Marcone 3, Dalpozzo 1, Errera 11, Agatensi 3, Planinic 17, Orlando 2, Biandolino 2, Barattini 11, Piani Gentile ne, Begic 29, Savino ne. All. Regazzi.

Sesto hurrà di fila per la Bmr, che supera in casa la Virtus Imola dopo un finale punto a punto.

L’inizio di gara sorride ai padroni di casa, trascinati da un buon avvio di Pini: Sakalas trova il canestro del +9 che chiude il primo quarto sul 28-19, poi la Bmr allunga oltre la doppia cifra toccando il +13 sul 41-28, medesimo distacco con cui si conclude il primo tempo. In altalena l’avvio di ripresa: un gioco da tre punti di Cunico vale il +15 sul 58-43, Imola rientra a -6, ma una tripla di Astolfi vale nuovamente il +14, prima che gli ospiti riescano parzialmente a rientrare al 30’, dove il tabellone dice 68-60. Nei dieci minuti conclusivi succede di tutto: la squadra di Regazzi piazza un parziale di 0-10 che la porta addirittura in vantaggio (71-72), Sakalas replica con un canestro più tiro libero, ma Barattini, dall’arco, tiene avanti i bolognesi. A Begic risponde Pini, poi è Magni a trovare la tripla del +3 interno (79-76) su assist di Cunico, infine è Sakalas (2/2 dalla lunetta) a segnare i punti della sicurezza.

DILPLAST CLEVERTECH – E80 BEMA 55 – 62

(11-15; 21-33; 41-45)

Montecchio: Ramenghi 3, D’Amore 5, Tognato 2, Vecchi, Giannini, Degli Esposti 5, Pedrazzi 20, Trobbiani ne, Amadio, Lusetti 11, Negri 5, Bovio 4. All. Martinelli.

LG Competition Castelnovo Monti: Lovatti ne, Sabah 5, Mabilli ne, Dal Pos 17, Magnani 3, Longoni 11, Levinskis 2, Mallon 2, Provvidenza 7, Prošek 2, Parma Benfenati 13. All. Diacci.

Torna al successo la LG Competition che ha conquistato il derby tutto reggiano contro Montecchio. I ragazzi allenati da Davide Diacci portano quindi a casa un risultato importante, utile per il morale e soprattutto per consolidare la propria posizione all’interno della zona play-off.

La partita non è particolarmente avvincente nei primi minuti, con tanto agonismo in campo, ma pochissimi canestri realizzati. L’incontro corre in equilibrio, poi a metà periodo arriva il primo parziale della LG, che firma un 8-0 con protagonista Longoni e si porta sul +9. Montecchio subisce il colpo, ma riesce comunque a reagire e, grazie ad un mini-break da 5-0, chiude il primo quarto indietro di quattro lunghezze (11-15). Ad inizio secondo periodo c’è solo una squadra in campo: l’Arena non riesce, infatti, a trovare il fondo della retina e gli ospiti ne approfittano realizzando un altro parziale da 9-0 che vale il +13. I padroni di casa rimangono a lungo a bocca asciutta e il primo canestro di Montecchio arriva dopo ben cinque minuti e mezzo dall’inizio della frazione. La LG blocca il tentativo di reazione degli avversari e risponde sempre presente ai canestri di Bovio e Pedrazzi, gli unici biancoazzurri in grado di segnare con continuità. Il primo tempo si conclude quindi sul 21-33, con la E80 Bema che pare essere in pieno controllo dell’incontro. I primi minuti della terza frazione sembrano seguire la falsariga dei due quarti precedenti, con i castelnovesi efficaci in entrambi i lati del campo e l’Arena che fatica a proporre la sua idea di gioco. La reazione arriva, però, a metà periodo, con l’attacco della LG che si ferma completamente e i padroni di casa che si approfittano della situazione per avvicinarsi nel punteggio. Pedrazzi e Lusetti sono i protagonisti della rimonta di Montecchio che, grazie ad un parziale di 11-0, si ritrovano a -2 quando mancano ancora 3’30 alla fine della frazione. I montanari tornano a segnare dopo ben sei minuti, ma i Cinghiali sono meno solidi e l’inerzia è totalmente a favore degli avversari. Dal Pos e Parma Benfenati portano qualche punto in cascina, ma al 30′ il vantaggio degli ospiti è di sole quattro lunghezze. Ad inizio quarto periodo arriva il primo vantaggio di Montecchio che, in meno di un minuto, firma il 7-0 con che vale il +3 (48-45). La LG, però, non si disunisce: la difesa degli appenninici funziona di nuovo e grazie ad un immediato contro parziale da 9-0, con protagonista Dal Pos, la E80 Bema torna sul +6 quando mancano 5′ alla sirena. Non è finita e infatti un mini-break da 4-0 della Dilplast (52-56), permette ai padroni di casa di riportarsi a due soli punti di ritardo. Questo è, però, anche l’ultimo sussulto per Castelnovo, che alza nuovamente gli scudi in difesa e realizza un nuovo allungo da 6-0 con cui si chiude l’incontro. Finisce 55-62 in favore dei montanari, i quali possono così festeggiare la decima vittoria stagionale.

OLIMPIA CASTELLO 2010 – GUELFO BASKET 58 – 83

(12-21; 24-45; 40-64)

Castel San Pietro: Sangiorgi 11, Dall’Osso 2, Tomesani 5, Sabattani 3, Procaccio 3, Malverdi, Righi, Benedetti 4, Magagnoli 7, Ranocchi 12, Albertini, Trombetti 11. All. Serio.

CastelGuelfo: Wiltshire 16, Bernabini, Bonetti ne, Baccarini 8, Bonazzi 6, Murati, Bergami 6, Musolesi 14, Pieri 3, Govi 11, Pederzini ne, Amoni 19.
All. Cavicchioli.

BASKET LUGO – GRUPPO VENTURI 74 – 87

(17-19; 25-38; 47-56)

Lugo: Carella 13, Alessandrini 13, Presentazi 9, Cappelli ne, Baroncini ne, Silimbani 2, Masrè 10, Cervellera, Santini ne, Salsini 4, Arosti 3, Ravaioli 20. All. Casadei.

Anzola: Carpani 2, Parmeggiani 19, Franco 1, Muzzi 6, Baccilieri 18, Villani 15, Venturi 5, De Ruvo 9, Caroldi 7, Donati 5. All. Spaggiari.

ALLIANZ BANK – VIRTUS MEDICINA 74 – 64

(24-21; 48-37; 58-49)

BB2016: Pasquali ne, Folli 8, Mazzocchi 2, Zhytaryuk 4, Fontecchio 22, Elio 2, Fin 11, Zanetti ne, Nucci 16, Aglio 4, Graziani 5. All. Rota.

Virtus Medicina: Galassi 7, Curione 7, Polverelli 8, Rossi, Casagrande 11, Allodi 11, Stellino ne, Lorenzini 6, Agriesti ne, Casadei 14. All. Curti.

Il Bologna Basket 2016 torna alla vittoria battendo in casa la Virtus Medicina e portandosi così, momentaneamente, al secondo posto a quota 28 punti. Ottima prestazione di Fontecchio che mette a referto 22 punti, mentre per gli ospiti non bastano i 14 di Casadei.

La squadra di casa prende il comando già nel primo quarto che, tuttavia, si gioca all’insegna dell’equilibrio: Nucci supporta la presenza sotto canestro di Fontecchio, ma Medicina risponde con i tiri dalla lunga distanza di Galassi, Casagrande e Allodi che, sulla sirena, fissa il risultato sul 24-21. Il secondo periodo segna il definitivo spartiacque, con la difesa dei ragazzi di coach Rota che sale di livello e l’attacco che apre un parziale di 9-0: dopo solo due minuti di gioco i locali sono già sul +12 (33-21). Casadei prova a chiudere il momento negativo di Medicina con due canestri da sotto, ma, in difesa, Bologna continua a far bene, con Fontecchio che stoppa Polverelli sul tentativo di schiacciata. Nucci, Elio e Zhytaryuk si occupano dell’attacco e portano la squadra di casa a toccare il massimo vantaggio della partita sul +15 (48-33). Casagrande e Curione aprono un miniparziale di 0-4 che chiude il primo tempo sul 48-37 e che diventa 0-7 con la tripla di Casadei ad inizio terza frazione. Entrambe le squadre sprecano diverse occasioni in attacco, ma Allodi, Casadei e Galassi tengono in piedi Medicina, che arriva a toccare il -6 sul 53-47. La tripla del capitano rossoblù Fin spegne solo momentaneamente gli entusiasmi: ad inizio ultimo periodo gli ospiti si spingono, infatti, fino al -4 (58-54). Bologna, però, non si scompone e grazie alla solita presenza sotto canestro di Fontecchio si mantiene davanti, nonostante l’errore dalla lunetta di Nucci e la palla persa di Graziani. Ancora una volta è Fin a demolire le speranze dei gialloneri ospiti, con una tripla che riporta Bologna sulla doppia cifra di vantaggio (68-58), a circa quattro minuti dalla fine. Curione e Polverelli provano a ridare la scossa a Medicina, ma i locali gestiscono il vantaggio e i liberi di Aglio chiudono il match sul 74-64. (l.b.)

CLASSIFICA

PALL. FIORENZUOLA321916317441517+227
BASKET 2000 SCANDIANO302015515561421+135
BOLOGNA BASKET 2016282014616461469+177
OLIMPIA CASTEL SAN PIETRO242012815631515+48
FERRARA BASKET 20182020101015771550+27
LG COMPETITION CASTELNOVO2020101014691482-13
VIRTUS MEDICINA2020101014801496-16
VSV IMOLA182091114841547-63
GUELFO BASKET162081214591496-37
PALL. MOLINELLA161981113711431-60
ANZOLA BASKET162081213991469-70
BASKET LUGO162081214501531-81
GAETANO SCIREA BERTINORO122061413981470-72
ARENA MONTECCHIO102051513581560-202

SERIE C SILVER 20° Giornata

SANTARCANGIOLESE BK – LA CANTINA DEI SAPORI 61 – 66

(19-12; 34-29; 40-51)

Santarcangelo: Zannoni 7, Nervegna 10, Malatesta ne, Adduocchio ne, Fusco 11, Adeosun 4, Sirri ne, Dini 4, Raffaelli 15, Dimonte, Fornaciari 10. All. Evangelisti.

Zola Predosa: Guazzaloca 6, Degregori 15, Bavieri 5, Bianchini ne, Righi 16, Ramini 6, Bonaiuti 3, Masina, Bosi ne, Tubertini 4, Vivarelli 11. All. Cavicchi.

PALL. CASTENASO – ZTL HOME 69 – 85

(17-16; 36-39; 57-67)

Castenaso: Ballini 15, Biguzzi 10, Cesario 6, Capobianco 6, Seracchioli 5, Ballardini 6, Zucchini, Tinti 7, Marinelli 10, Giannasi, Saccardin 4. All. Castelli.

S.G. Fortitudo: Balducci 8, Zinelli 16, Tosini 14, Lalanne 8, Vicini, Pederzoli 18, David, Nanni 6, Nestola, Branzaglia 7, Ponteduro 2, Buscaroli 6. All. Mondini.

LIMITLESS – REBASKET 61 – 65

(18-11; 24-26; 39-43)

Bellaria: Berardi ne, Ferrari 13, Mazzotti 9, Cruz, Gori ne, Curi ne, Rossi 12, Giovanardi 14, Foiera 9, Montanari 4, Giorgino ne, Tamburini ne. All. Maghelli.

Castelnovo Sotto: Azzali, Beltran 17, Castagnaro 7, Defant 14, Pezzi 2, Barazzoni, Bertolini 1, Bellocchi ne, Vezzali ne, Putti 9, Foroni ne, Zecchetti 15. All. Casoli.

MISTER TIGELLA – ATLETICO BASKET 89 – 93

(32-28; 52-53; 68-70)

San Lazzaro: Salvardi, Cempini 6, Tugnoli 11, Governatori 22, Verardi 11, Stojkov 15, Fabbri 2, Torriglia, Grazzi 9, Naldi, Betti Marco. 13. All. Baiocchi.

Atletico Borgo: Serra 2, Albanelli, Veronesi Gr. 34, Paolucci 5, De Simone 7, Martelli, Pedroni, Veronesi G.I.. 6, Campanella 18, Tognazzi 8, Artese 13, Guidi. All. Guidetti.

Si ferma, dopo due successi, la striscia positiva della Mister Tigella che, tra le mura amiche del PalaRodriguez, viene sconfitta 93-89 dall’Atletico Borgo. I biancorossi si portano così a +2 in classifica sulla BSL e col favore del doppio scontro diretto vinto. Protagonista assoluto del match è stato Gregorio Veronesi, che ha portato a casa un bottino di 34 punti (19 siglati nel solo primo tempo). Alla BSL, a cui non sono bastati quattro giocatori in doppia cifra, guidati da Lorenzo Governatori, miglior realizzatore biancoverde con 22 punti, resta il grande rammarico di non essere riuscita a chiudere i conti nella prima metà di gara, in cui grazie ad un gioco molto fluido era riuscita ad arrivare fino al +18. Nonostante un Veronesi in ottimo stato di forma sin dalle prime battute, è la BSL a dettare i ritmi alti di gara in avvio: le triple di uno scatenato Tugnoli e i canestri di Verardi segnano infatti il passo del primo allungo biancoverde, arrivato al culmine di un 16-0 di parziale (29-11). Una spallata che non manda, però, ko l’Atletico, che replica stringendo le maglie difensive e mettendo a segno un controbreak di 17-3, alimentato da Veronesi e chiuso dal tap in allo scadere di Tognazzi per il -4 esterno al suono della prima sirena (32-28). La BSL incassa, ma, pur soffrendo molto in difesa, resiste e grazie a Governatori, Grazzi e Betti tenendo dritta la barra del timone e riuscendo di fatto a restare in testa per tutto il secondo quarto in cui tocca di nuovo il +5. Dall’altra parte Borgo risponde con il solito Veronesi, che permette ai biancorossi di rientrare negli spogliatoi con una sola lunghezza di ritardo (53-52). La Mister Tigella esce dagli spogliatoi con il giusto piglio e un Governatori scatenato dall’arco (il numero 9 biancoverde è partito con un 5/5 dai 6.75 metri) che le permette di allungare a +7 (64-57). Un tesoretto che non basta comunque a mettere al sicuro la BSL, perché Veronesi, assieme a De Simone, guida la rimonta dei biancorossi, che in chiusura di terzo quarto mettono la testa avanti (68-70). Non pago, l’Atletico allunga fino al +7 all’alba del quarto quarto (68-75). L’elastico del vantaggio esterno torna ad accorciarsi con i canestri di Stojkov, Governatori e Tugnoli (84-86). Nella volata finale, però, San Lazzaro, che ad un minuto dalla fine sbaglia persino il tiro del pari e che perde Cempini e coach Baiocchi per espulsione, non riesce ad invertire il trend ed è costretta a lasciare il passo agli avversari.

PALLACANESTRO FULGOR FIDENZA – PALL. CORREGGIO Rinviata

PALASPORT – Via Togliatti 42  FIDENZA (PR)

CESTISTICA ARGENTA – CVD BASKET CLUB 83 – 64

(18-17; 46-32; 59-47)

Argenta: Magnani 12, Alberti D. 8, Demartini 14, Meci 2, Alberti A. 2, Zanetti, Zanirato, Quaiotto 11, Montaguti 6, Malagolini 12, Stabellini, Martini 18. All. Bacchilega.

CVD Casalecchio: Paratore 11, Lelli 3, Baccilieri 3, Ferraro 16, Fuzzi 12, Cavallari 7, Bertuzzi 4, Rosa 4, Corradini 4. All. Gatti.

La Cestistica torna alla vittoria tra le mura amiche del Don Minzoni,  regolando con una prova convincente un combattivo CVD.

L’inizio dei padroni di casa è ottimo: piazzato di Quaiotto, tripla di Malagolini e comodo layup di Demartini, su palla rubata, per il +7 (7-0) dopo due giri di lancette. La  reazione felsinea non si fa attendere e porta la firma di Ferraro e Cavallari che vanno a bersaglio per il -2 (13-11) a 2’16” dalla prima sirena. Argenta ha le polveri bagnate, nonostante le buone trame offensive ed un Montaguti onnipresente in difesa e Casalecchio rimane a contatto, con Fuzzi che replica alle incursioni di Magnani e alla prima pausa è +1 (18-17) bianco blu. Nel secondo parziale la svolta: Argenta velocizza la circolazione della palla in attacco innescando Martini in vernice e Alberti Davide che, in penetrazione, non perdona. A  quattro  minuti dall’intervallo lungo è +13 (40-27) per i padroni di casa. Fuzzi e Paratore provano a ricucire, ma la risposta estense è immediata e porta la firma di Montaguti e Malagolini che, su rimbalzo d’attacco, fissa il +14 (46-32) con cui le squadre vanno alla pausa lunga. Alla ripresa Demartini firma da oltre l’arco il +17 (49-32), che sembra archiviare la pratica con largo anticipo, ma il CVD reagisce con Paratore e Ferraro, che puniscono un evidente calo di tensione argentano, riducendo il divario sino al -9 (49-40) a 4’46” dalla terza sirena. Bacchilega alza la voce e la squadra reagisce con  Demartini e Malagolini che vanno a bersaglio dai 6,75 e ristabiliscono un margine di sicurezza, prima che Paratore mandi a bersaglio il piazzato del -12 (59-47) con cui inizia il parziale conclusivo. La Cestistica continua a tenere alti i ritmi  di gioco e Martini finalizza con puntualità le trame offensive bianco blu. Fuzzi e Paratore provano ad evitare il naufragio, ma smarriscono progressivamente la via del canestro, complice la guardia serrata di Malagolini sullo spauracchio Lelli, prestando il fianco alle ripartenze argentane, che puniscono con Quaiotto e Magnani, con quest’ultimo che conclude in anticipo il match, sganciando la tripla del +17 (77-60) a 1’58” dalla sirena conclusiva. Nel finale gloria anche per i “baby” Stabellini, Zanetti e Meci che, in un amen, manda a bersaglio un piazzato dall’angolo e serve a Malagolini un “cioccolatino” per il +19 (83-64 ) finale.

VIS BK PERSICETO – OTTICA AMIDEI 70 – 63

(12-15; 33-37; 50-46)

San Giovanni in Persiceto: Sgargi, Coslovi 12, Zani 4, Baietti 1, Vaccari ne, Papotti 17, Tedeschini 4, Mancin 8, Scagliarini ne, Rusticelli 4, Mazza 16, Ferretti 4. All. Berselli.

Castelfranco Emilia: Ayiku 10, Marzo 4, Govoni, Zucchini 17, Torricelli R. 6, Tedeschi 3, Vannini, Del Papa 8, Torricelli F. 6, Nebili ne, Youbi 4, Prampolini 2. All. Ansaloni.

Prestazione di spessore per l’Ottica Amidei, che battaglia ad armi pari contro Persiceto, squadra con una classifica ben diversa e che punta ai playoff. Due filosofie opposte per gli allenatori: al quintettone proposto da coach Berselli (Coslovi, Papotti, Mazza, Tedeschini, Mancin), coach Ansaloni risponde con uno small ball spudorato (Marzo, Zucchini, Del Papa, Ayiku e Torricelli R.).

Il primo quarto non è certo per palati fini, entrambi gli allenatori pescano a piene mani in tatticismi difensivi che tarpano un po’ le ali agli attacchi, ma Castelfranco è brava a mettere la testa avanti grazie a cinque punti filati di Zucchini verso la metà del quarto e mantenere il comando delle operazioni fino alla prima sirena (12-15). Nel secondo periodo la musica non cambia: i biancoverdi rimangono davanti toccando anche il massimo vantaggio di giornata sul +9 (19-28 al 15′); Persiceto fatica a trovare la quadra al quintetto piccolo e le polveri sono piuttosto bagnate da oltre l’arco. Coach Berselli chiama minuto per invertire l’inerzia e qualche effetto lo sortisce, soprattutto nella metà campo difensiva. All’intervallo lungo si arriva con l’Ottica Amidei avanti di quattro lunghezze (33-37). Nel terzo quarto, le polveri bagnate cambiano lato del campo ed è Castelfranco a non segnare praticamente mai, nonostante i tiri trovati siano qualitativamente buoni. Prima della bomba di Zucchini al 28′, i biancoverdi avevano segnato solo 4 liberi con Del Papa, mentre la Vis mette la freccia grazie a un lay up del grande ex Coslovi. Il parziale si chiude con i locali avanti per 50-46. Nell’ultima frazione diventa una lotta senza quartiere, si combatte su ogni palla; a 5′ dalla fine, Persiceto ha meno di un possesso di vantaggio (55-53), le difese hanno spesso la meglio sugli attacchi, prima che due triple di Mazza e Coslovi (di tabella sulla sirena dei 24″), diano tre possessi di vantaggio ai locali. Castelfranco torna a essere imprecisa anche dalla linea della carità ed una bomba di Papotti mette la parola fine alla contesa. La partita termina 70-63.

PALL. NOVELLARA – CREI 85 – 68

(24-15; 50-33; 64-46)

Novellara: Ferrari N., Grisendi, Doddi, Folloni 7, Rinaldi 20, Bagni 7, Franzoni 12, Ferrari T. 6, Aguzzoli 9, Carpi 16, Ciavolella 8, Accorsi. All. Boni.

Granarolo Basket: Salicini 15, Bianchi 12, Meluzzi, Nanni 2, Paoloni Lu. 12, Neviani 5, Bernardiniello 1, Paoloni Lo. 2, Pani 19. All. Millina.

Vittoria meritata per Novellara al cui cospetto una Crei imprecisa, reduce dalla bella vittoria contro Fidenza, nulla può. I padroni di casa sfoderano un primo tempo ad alte percentuali che permette loro di controllare il tentato rientro in gara degli ospiti. Per Millina sono pochi i riscontri positivi: la buona prova di Salicini, definitivamente recuperato, un Bianchi da doppia doppia (12p. e 16r.) ed i soliti Pani e Luca Paoloni. Per Novellara Rinaldi una spanna sopra a tutti (MVP con 20p., 2/3 da due, 4/8 da tre, 8 r. e 23 di valutazione), con tutti gli effettivi che hanno portato il loro contributo alla causa.
La cronaca: partenza a razzo di Novellara con 5 punti a testa di Carpi e Ciavolella in 2’ (10-2). Granarolo prova la reazione andando da Bianchi e al 4’30” è a -5 (12-7). Carpi spara da tre seguito dai canestri di Folloni ed Aguzzoli e padroni di casa a +12 (19-7 al 5’30”). La Crei realizza con Bianchi e Salicini da lì alla fine del quarto e recupera solo 3 punti per il 24-15 con cui si chiude il primo quarto. L’inizio di secondo periodo è nel segno di Luca Paoloni che, con una tripla ed un canestro da 2, porta i suoi a due possessi di svantaggio (26-20 al 12’) costringendo Boni al timeout. Alla ripresa del gioco, Franzoni toglie le castagne dal fuoco ai padroni di casa con 8 punti consecutivi, seguiti da un canestro di Folloni per il 36-22 al 15’. Due viaggi in lunetta di Luca Paoloni e Ciavolella, poi Rinaldi da 3 spara il +17 (41-24 al 16’). Granarolo realizza un 5-0 per il -12 (41-29 al 17’30”), ma è rintuzzata da Carpi e Ferrari. Salicini e Pani accorciano, ma una tripla allo cadere di Rinaldi manda le squadre negli spogliatoi sul 50-33, con Novellara che nei primi 20’ ha il 66% da due e il 35% da tre. Nella terza frazione i padroni di casa, nonostante la Crei inceppi loro l’attacco, controllano i tentativi degli ospiti di rientrare in partita, facendoli arrivare al massimo a -13, poi una fiammata da 5 punti di Rinaldi a fine periodo ricaccia indietro la Crei (64-46 al 30’). In avvio di quarto periodo i padroni di casa toccano il massimo vantaggio (68-48 al 31’30”); gli ospiti alzano la pressione difensiva rischiando maggiormente e riescono ad inceppare l’attacco dei reggiani, arrivando a -12 a 4’ dalla fine, sospinti da Neviani e Pani (73-61 al 36’). Rinaldi e Aguzzoli sono bravi ad impedire alla Crei di scendere sotto la doppia cifra di vantaggio (78-63 al 37’). Gli ultimi 3’ servono soltanto a fissare il risultato sull’85-68 finale.

CLASSIFICA

FRANCESCO FRANCIA ZOLA342017315221361+161
NOVELLARA322016417041490+214
CESTISTICA ARGENTA322016416251465+160
FULGOR FIDENZA281914515121387+125
PALL. CORREGGIO261913613251244+81
VIS SAN GIOVANNI IN PERS.262013714551411+44
S.G. FORTITUDO BOLOGNA242012815181465+53
SANTARCANGIOLESE BASKET222011914921417+75
BELLARIA BASKET222011914851447+38
CVD CASALECCHIO162081212711365-94
ATLETICO BORGO BOLOGNA142071314611577-116
BSL SAN LAZZARO122061414161472-56
GRANAROLO BASKET122061413451443-98
REBASKET CASTELNOVO102051513721513-141
CASTENASO62031713811559-178
CASTELFRANCO EMILIA22011913001568-268

Serie D, niente medico, Scandiano perde l’imbattibilità! Girone B, colpo Riccione al “PalaRuggi”

SERIE D 21° Giornata

GIRONE A

VOLTONE – CRAVATTIFICIO CONTI 71 – 83

(17-17; 34-36; 54-58)

Monte San Pietro: Chiusoli, Ghinazzi 10, Giacometti A., Boni 8, Poluzzi 3, Giacometti J. Casarini 6, Bastia 10, Magi 15, Venturelli 15, Tinelli 2, Galli 2. All. Gambini.

BasketReggio: Canuti 22, Nunziato 11, Croci 11, Generali 7, Giardina, Maresca, Borghi 10, Bartoli 7, Ardolino 5, Frigi, Menozzi, Giudici 10. All. Boni

NUBILARIA BASKET – SCUOLA BASKET FERRARA 60 – 67

(15-14; 33-29; 44-53)

Novellara: Baracchi A. 3, Pizzetti, Margini 2, Pietri 10, Bertani Fe. 4, Mariani Cerati 7, Bertani Fi. 2, Baracchi M. 7, Rossi, Barazzoni 12, Giorgino 9, Bartoli 4. All. Beltrami.

S.B. Ferrara: Bertocco 13, Pusinanti 7, Rimondi Ri. 4, Rimondi Ro. 2, Grassi 12, Proner 2, Di Giusto 9, Beccari 7, Vigna 11, Trinca, Gavagna. All. Colantoni.

EMIL GAS – SCUOLA PALL. VIGNOLA 0 – 20 (assenza medico)

SCUOLE BASKET CAVRIAGO – BASKET PODENZANO Rinviata

PALA AEB – Via Pianella 1 CAVRIAGO (RE)

PEPERONCINO LIBERTAS BK – SASSOMET 74 – 73

(17-16; 30-31; 56-53)

Mascarino: Bellodi 3, Vinci 2, Bartolozzi 8, Tosarelli 12, Patrese 6, Monari 15, Bianchini 2, Cilfone 3, Brochetto D. 3, Manzi 18, Orsini ne, Vannini 2. All. Brochetto L.

Masi Casalecchio: Ballanti, Fiordalisi, Franchini 3, Barilli Fe. 13, Castaldini 7, Govi 10, Sighinolfi 5, Di Marzio 4, Barilli Fi. 10, Abagnato ne, Bertacchini 19, Zanotti 2. All. Forni.

MAGIK BASKET – PALL. NAZARENO CARPI Rinviata

Palazzetto PADOVANI – Via Abruzzi Ang. P.le Sicilia PARMA (PR)

PIZZOLI – ANTAL PALLAVICINI 67 – 57

(15-19; 34-28; 46-45)

San Pietro in Casale: Nardi, Pastore, Mandini ne, Oseliero 15, Ventura, Tomsa, M. Ghedini ne, G. Ghedini 17, Zanellati 5, Guidi 4, Fiore 21, Bamania 5. All. Castriota.

Pallavicini: Cenesi 13, Finelli 2, G. Nanni, Benuzzi 20, Sgargi 7, M. Nanni, Guizzardi, Tabellini 10, Zambonelli, Lorusso 5. All. Bignotti.

Seconda vittoria consecutiva per la Pizzoli che, al Palasport di Via Massumatico, batte l’Antal Pallavicini e aggancia in classifica Novellara, portando a 6 punti il vantaggio sulla sulla terzultima, complice il rinvio della partita tra Cavriago e Podenzano. La Veni, rispetto al precedente turno di campionato, recupera Michele Ghedini e Ventura, ma alla palla a due si presenta con Ghedini, Fiore, Zanellati, Pastore e Bamania. Dopo un avvio caratterizzato dai canestri dei lunghi Benuzzi e Bamania, il primo break porta la firma di Federico Fiore, che mette a segno il canestro dell’8-4. Benuzzi e Lorusso firmano la nuova parità a quota 11; i locali si riportano avanti con Fiore e Oseliero, ma, poi, incassano un parziale di 0-5 e si fanno sorpassare dagli avversari, che trovano in Benuzzi la principale fonte d’ispirazione: 15-19. La Pizzoli si riprende l’inerzia dell’incontro con Fiore e Oseliero e poi tenta la fuga con un lampo di Ghedini: 29-21. Un canestro di Guidi, su assist di Ghedini, costringe Bignotti alla sospensione (34-23), ma i bianconeri mancano di killer instinct e all’intervallo lungo ci sono solo sei lunghezze tra le due squadre: 34-28. A campi invertiti, i padroni di casa scappano con Oseliero e Zanellati (39-28), ma, poi, si rilassano e dal 46-35 si passa in pochi minuti al 46-45 con cui si entra nell’ultima frazione. In principio di quarto periodo, la Veni preme sull’acceleratore e presto riprende la doppia cifra di vantaggio, con Ghedini, Oseliero e Zanellati: 56-45. Nonostante l’uscita dal campo per raggiunto limite di falli di Bamania, la Pizzoli ipoteca il referto rosa con Guidi (62-48). Cenesi e Sgargi riavvicinano gli ospiti a poco più di due minuti dalla fine (63-57), ma Ghedini ricaccia indietro gli avversari e manda i titoli di coda sulla partita.

MASTER SEDUTE – U.S. LA TORRE 60 – 56

(18-21; 30-38; 41-44)

Calderara: Marchi, Iannicelli 5, Soresi 6, Projetto 12, Pampani 21, Zocca, Vignoli 3, Bertuzzi 9, Turchetti 2, Lambertini 2, Molinari ne. All. Rusticelli.

La Torre Reggio: Davoli A. 9, Giaroni ne, Campani ne, Magliani 17, Vezzosi 4, Davoli L. 1, Pezzarossa, Mazzi 15, Rivi 1, Melli 5, Margaria 4. All. Corradini.

CLASSIFICA

SCANDIANO 2012402120114861201+285
SCUOLA PALL. VIGNOLA302115614741383+91
SCUOLA BASKET FERRARA282114713651189+176
MASI CASALECCHIO282114715121394+118
BASKETREGGIO282114714631476-13
MAGIK PARMA242012814211322+99
PEPERONCINO MASCARINO242112914371410+27
LA TORRE REGGIO EMILIA2221111013741364+10
NAZARENO CARPI2020101014301362+68
NUBILARIA NOVELLARA182191214711542-71
VENI SAN PIETRO IN CASALE182191213731451-78
CALDERARA162181313161406-90
PALLAVICINI BOLOGNA142171414051456-51
BASKET PODENZANO122061413221543-221
VOLTONE ZOLA82141714031514-111
SCUOLE BASKET CAVRIAGO22011912191458-239

GIRONE B

SELENE BK S.AGATA – CESENA BASKET 2005 81 – 65

(27-19; 43-36; 62-54)

Sant’Agata Sul Santerno: Scaccabarozzi 2, Kertusha, Valgimigli 8, Spinosa 18, Rubbini 7, Montigiani 3, Bergantini 11, Mastrilli 5, Del Zozzo 16, Poggi 6, Sgorbati 4, Dalpozzo M. 1. All. Dalpozzo D.

Cesena 2005: Montalti 11, Rossi 5, Romano 3, Ravaioli 12, Vandelli 3, Babbini 13, Pezzi, Sanzani 4, Ambrogi 4, Zoboli 7, Scarpellini, Monticelli 3. All. Ruggeri.

PALL. PIANORO – P.G.S. WELCOME 83 – 59

(24-19; 52-32; 63-50)

Pianoro: Capelli, Naim 10, Nicoletti 4, Grandi 6, Nobis 7, Ricci 25, Pierini 9, Minghetti 10, Vaccari 12. All. Fasone.

Pgs Welcome: Benassi Bondi, Bignami 17, Bernardi 7, Bernardini, Guerra 14, Lamborghini 6, Giuliani, Barone, Fontana 2, Bush 13. All. Roveri.

BASKET CLUB RUSSI – STEFY BASKET 80 – 67

(24-17; 44-35; 63-50)

Russi: Pambianco, Piani 6, Cortini 9, Barba 11, Cirillo, Vistoli 4, Goi 9, Senni 2, Porcellini 15, Argnani ne, Morigi 24. All. Tesei

Stefy Audace: Lamborghini L. 5, Bonesi ne, Carasso, Franceschini 8, Marzioni 8, Poli, Cinti 3, Skocaj 7, Cornale 12, Maldini 16, Agnoletti 8. All. Scandellari.

Porcellini e compagni partono bene, Morigi segna tre triple, la difesa funziona e il 1°quarto si chiude con Russi sul +7. La Stefy non si demoralizza e prova a rientrare in partita grazie al tiro da tre, quello di Franceschini porta i bolognesi sul -1 e la partita sembra riaperta. Coach Tesei cambia quintetto e Russi ricomincia a giocare, rimane in vantaggio e il “Buzzer beater” di Barba manda il Bcr al riposo con 9 punti di vantaggio (44-35). Porcellini e compagni sono bravi a rientrare in campo con la stessa intensità ed attenzione, respingono i tentativi degli ospiti di rientrare in partita ed anzi il vantaggio aumenta grazie alle triple di Morigi, Barba e Piani. Nell’ultimo quarto il protagonista è James Cortini, autore di 9 punti. Morigi segna due punti per arrivare a 24 totali (miglior prestazione stagionale) e Russi, oltre la vittoria, cerca la differenza canestri a suo favore. Ci provano prima Piani e poi lo stesso Morigi. Purtroppo, entrambi non trovano il canestro. Peccato!

PRIMO MIGLIO – CURTI 72 – 76

(24-15; 35-40; 55-58)

Stella Rimini: Insero, Coralli 2, Bartoli, Naccari 16, Pulvirenti 11, Rossi, Lonferinini, Pinto 12, Del Turco 31, Grandi, Distante. All. Casoli.

International Imola: Wiltshire, Dal Fiume ne, Fazzi 2, Zambrini 14, Poloni 14, Fussi 17, Poli 2, Ravaglia 7, Franzoni, Totaro 14, Canovi, Puntolini 6. All. Dalmonte.

L’International si aggiudica una fondamentale sfida salvezza a Rimini, superando 76-72 la Stella, bissando così il risultato dell’andata e portandosi sul 2-0 nello scontro diretto.

La partenza dei biancorossi è contratta, i padroni di casa ne approfittano e vanno sul +10, spinti dalle giocate di Pinto e Del Turco sotto canestro. Sono le triple di Fussi e Poloni (4 ciascuno a fine gara) a tenere l’International in scia, che trova un buon ritmo offensivo contro la zona della Stella e allunga sul +5 all’intervallo. La ripresa del gioco è, purtroppo, molto negativa per i colori imolesi, fra letture sbagliate e facili appoggi vicino a canestro non concretizzati. La squadra di coach Casoli torna così a condurre il match, con Del Turco sempre più padrone dell’area. Nell’ultimo quarto sale, però, in cattedra il talento di Zambrini e Totaro che, con difesa e giocate di classe, portano la Curti sul +7 a 3′ dal termine, vantaggio poi gestito sino alla sirena finale. In casa biancorossa il quartetto Fussi-Poloni-Totaro-Zambrini totalizza 59 punti sui 76 complessivi, mentre l’intera squadra mette a segno 13 bombe.

ROSE&CROWN – IMMOBILIARE 2000 57 – 66

(17-19; 28-37; 39-54)

Villa Verucchio: Bronzetti 11, Panzeri 17, Rossi M., Buo 11, Semprini, Guiducci 4, Rossi A., Campidelli 2, Calegari 2, Tomasi 8, Saccani 1 Bollini 1. All. Rustignoli.

Giardini Margherita: Capancioni 4, Tuccillo 5, Giudici 10, Martelli, Annunzi 9, Paolucci 2, Del Prete 6, De Denaro 8, Morra Ja., Mazzini 6, Venturi 2, Lolli 14. All. Morra Jo.

RIVIT – BASKET RICCIONE 65 – 73

(23-12; 33-38; 52-57)

Grifo Imola: Baruzzi, F. Riguzzi 14, N. Riguzzi 9, Mondini 7, Lanzoni, Cai, Paciello 12, Saidi 5, Guglielmo 15, Simoni, Castelli 3. All. Palumbi.

Riccione: Zangheri, Mi. Amadori 4, Bomba 10, Ma. Amadori 7, Zanotti 4, Gardini 12, Brattoli 7, De Martin 2, Mazzotti 20, Stefani 7. All. Ferro.

Cade ancora la Rivit, che paga l’assenza dei suoi lunghi e due blackout di sette e sei minuti senza segnare, che costano due pesantissimi 0-17. Ma andiamo con ordine, al lungodegente Parenti si è sommato l’infortunio di Russu (menisco, operazione e degenza da valutare) e Simoni alle prese con una periostite che, dopo pochi minuti, lo costringe in panchina. A presidiare l’area resta quindi il solo stoico Paciello, con Lanzoni, Mondini e Guglielmo ad adattarsi a un ruolo non loro. Inizia fortissimo la Grifo con Mondini e Guglielmo che firmano il 9-2 iniziale, poi Paciello ne firma 4 di fila e il vantaggio lievita fino al 21-6, con Filippo Riguzzi che si accoda ai tiratori del quarto. Qui c’è un primo blackout, con Riccione che firma un 2-10 che la riporta in scia. Nel secondo quarto la verve dei giovanissimi riccionesi (3 nati nel 2003 contemporaneamente in campo) e la zona fronte dispari approntata da coach Ferro annebbiano l’attacco imolese e dal 33-27 a meno quattro e mezzo dalla pausa lunga, si arriva al 33-44 dopo due minuti e mezzo dal ritorno in campo, con un Mazzotti in gran spolvero. Paciello rompe il digiuno e Imola arriva fino al 40-44, ma Riccione si riporta a +9. La Rivit non ci sta e impatta a quota 49 con 4 punti di Filippo Riguzzi ed una tripla dell’ottimo Saidi riporta gli imolesi avanti (52-51 a 1’40” dalla terza sirena). Qui si riblocca tutto per altri sei lunghissimi minuti (il canestro successivo sarà una tripla di Guglielmo al quinto dell’ultimo periodo), con Riccione che piazza il 0-17 che chiude definitivamente i giochi.

CASTIGLIONE MURRI – BASKERS 75 – 78

(17-24; 36-39; 52-55)

Castiglione Murri: Gandolfi 20, Varotto 13, Buriani 11, Costantini 7, Bartolini 7, Mantovani 6, Parchi 6, Melino 3, Casarini 2, Minerva, Bersani. All. Gessi.

Forlimpopoli: Rossi 22, Rombaldoni 20, Servadei 13, Piazza 9, Cristofani 8, Serrani 5, Biffi, Stella, Godoli, Gorini, Squarcia 1, Torelli ne. All. Agnoletti.

PALLACANESTRO BUDRIO – BASKET VILLAGE 79 – 68

(19-10; 40-30; 56-42)

Budrio: Fornasari 9, Magnolfi 15, Tugnoli 11, Vacchi 7, Pirazzoli 4, Billi 10, Tinti 3, Curti 10, Zambon 10, Campagna ne, Giordani ne. All. Simoncioni.

Basket Village: Carini 3, Dalla 6, Drago 14, Bertusi, Bianchi 4, Masetti, Brigotti 8, Mongardi 4, Tonelli 2, Marcheselli L 17, Martinelli 10, Chittaro ne. All. Marcheselli E.  

CLASSIFICA

BASKERS FORLIMPOPOLI362118315751318+257
IMMOBILIARE 2000 BOLOGNA322116515431381+162
GRIFO IMOLA302115614791296+183
SELENE S. AGATA302115616381499+139
RICCIONE282114716671526+141
CASTIGLIONE MURRI BOLOGNA262113816001453+147
STEFY BOLOGNA262113815241459+65
BASKET CLUB RUSSI262113814591411+48
PALL. BUDRIO182191214611482-21
CESENA BASKET 2005182191213911432-41
PIANORO182191214541519-65
STELLA RIMINI142171414071553-146
VILLANOVA TIGERS142171413771550-173
INTERNATIONAL IMOLA122161514631559-96
BASKET VILLAGE GRANAROLO62131813051520-215
PGS WELCOME BOLOGNA22112012931678-385

Promozione, girone F: il primo round è dell’Aics. I Giganti e il Giallonero ipotecano il secondo posto

PROMOZIONE 19° Giornata

GIRONE A

BASKET OGLIO PO – PALL. FULGORATI 61 – 93

13-26;  34-42;  53-68.

Oglio Po: Decò 4, Pala 4, Toninelli 4, Bonazzoli 10, Guida 2, Travaglioli 8, Bini 2, Gagliardi 7, Scomparin 4, Taboni 5, Cavaliere 11. All. Maffei.

Fidenza: Rivetti 14, Bondani, Baratta 8, Canali 4, Giraud 10, Molinari 6, D’Esposito 2, Lettieri 7, Iacomino 9, Besagni 6, Gelmini 13, Cabrini 14. All. Giacobbi.

VICO BASKET – POL. D. VIRTUS PONTEDELLOLIO 67 – 77

DUCALE MAGIK PARMA – CUS PARMA 65 – 77

IRA TENAX BK CORTEMAGGIORE – POL. BIBBIANESE Rinviata 

PAL.TO DELLO SPORT – Via B. Brighetti CORTEMAGGIORE PC

POLISPORTIVA CASTELLANA – PLANET BASKET Rinviata 

PALASPORT – Via Montanara CASTEL SAN GIOVANNI PC

S.ILARIO BASKETVOLLEY – SAMPOLESE BK Rinviata

Pal. S.GIOVANNI BOSCO – Piazza 4 Novembre 17 SANT’ILARIO D’ENZA RE

CLASSIFICA

Cus Parma 28; Sampolese*, Fulgorati Fidenza 26; Virtus Pontedellolio 22; Ira Tenax Cortemaggiore* 20; Planet Parma* 18; Ducale Parma*, S.Ilario d’Enza** 16; Scuola Basket Cavriago, Castellana Castelsangiovanni* 14; Vico Parma*, Bibbianese** 10; Guna Oglio Po** 8.

GIRONE B

POL. IWONS – MABO BASKET 67 – 60

CUS MO.RE – GAZZE CANOSSA 87 – 49

BASKET JOLLY – GELSO 87 – 63

PALL. GUASTALLA – SBM BASKETBALL 71 – 76 dts

(11-27; 27-42; 46-52; 66-66)

Guastalla: Cani 17, Frigieri 14, Ruina 6, Berigazzi 1, Vallini 13, Arisi 2, Pavesi 5, Del Bon, Camellini 13. All. Simeone.

SBM Modena: Ferrari, Monari 12, Tagliazucchi 14, Rainer 8, Asperti 15, Kashin 15, Benati 6, Mengozzi 6, Fantinati, Ullo, Manfredini, Lanza. All. Gatti.

S’interrompe a Guastalla la striscia negativa di Sbm. Ma la partita è stata tutt’altro che semplice per i modenesi. Pronti, via e i ragazzi di Gatti fanno vedere di cosa sono capaci. 11-27 alla fine del primo quarto, con Tagliazucchi, Kashin e Asperti ripetutamente a canestro e il Guastalla impotente ad assistere. Poi come diceva un vecchio allenatore “Tu prima riempi secchio di latte e poi dai calcio”. Nel secondo quarto il primo rientro di Guastalla, sempre a zona in difesa, fino al 26-36, poi nuovo strappo modenese fino al 31-51 di metà 3° quarto. Qui un parziale di 17-1 riapriva la gara, che si concludeva al 40′ sul 66-66, con Guastalla che aveva addirittura il possesso per vincerla, senza mai essere stato in testa per tutto l’incontro. SBM, con Asperti e Benati fuori per falli, era brava a vincerla definitivamente, con due buone iniziative di Mengozzi e la precisione dalla linea della carità di Monari.

BASKET CAMPAGNOLA E. – NUOVA PSA MODENA 82 – 53

AQUILE PALL. GUALTIERI – UNIONE SPORTIVA AQUILA 43 – 68

I GIGANTI DI MODENA – PALL. REGGIOLO 64 – 57

CLASSIFICA

Cus MO.RE. 34; I Giganti di Modena 32; Reggiolo 30; Gazze Canossa, SBM Modena, Jolly Reggio, Campagnola Emilia 26; Mabo Pomponesco 20; Iwons Albinea 18; Guastalla, Aquila Luzzara 14; Gelso Reggio 8; Aquile Gualtieri 4; PSA Modena 2.

GIRONE C

GALLO BASKET – PGS IMA 62 – 70

(15-20; 33-33; 42-58)

Gallo: Corbucci 6, Arisaldi 3, Buzzolani 4, Degli Esposti, Ramponi N. 2, Da Bellonio 14, Giugli 4, Calzolari 2, Di Biase 6, Tartari 7, Cara, Ramponi P. 14. All. Cataldo.

Pgs Ima; Stagnoli 9, Cocchi 4, Varignana, Natalini 5, Lugli 27, Nannuzzi, Asciano 8, Tinti 6, Balducci 8, Stojanov, Righetti 3, Vallerin ne. All. Salvarezza.

LIONS BASKET – C.U.S. FERRARA BASKET 65 – 44

(20-13; 37-22; 55-33)

Lions Cento: Fiocchi 2, Gallerani 1, Nannetti 17, Bonazzi 8, Borghi 9, Cristofori 9, Bonzagni 3, Guaraldi 4, Guidi 2, Guidetti, Passarini 4, Ansaloni 6. All. Alberghini.

Cus Ferrara: Maggini 1, Danieli A. 3, Fogli, Ometto 1, Danieli L. 4, Alassio 13, Gulotta 11, Mezzadri 1, Bellinazzi 8, Barcaro 2, Berniola, Galliera. All. Bani.

PALL. SANGIORGIO – DIABLOS BASKET 87 – 59

(29-14; 50-30; 67-47)

San Giorgio di Piano: Guidi, Giunchedi 6, Solmi 4, Baldazzi 22, Tolomelli 10, Magliaro, Rosati 13, Alberti 2, Masina 8, Dal Pian 7, Argenti 15. All. Gemelli.

Sant’Agata Bolognese: Angelini 11, Belosi 13, Mascagna 7, Gamberini 7, Bruni 7, Scagliarini 3, Serra An. ne, Machi, Almeoni, Verdoliva 11. All. Serra Ad.

PALL. TEAM MEDOLLA – BIANCONERIBA 43 – 55

(6-18; 17-31; 28-47)

Medolla: Panin 2, Marchetti 3, Guarnieri, Bergamini 10, Ceretti 12, Cresta 8, Barbieri M. 4, Baccarani 4, Balboni, Ferretti. All. Sacchetti.

Baricella: Gamberini 4, Sgarzi ne, Barbieri L. 14, Ballarin 8, Frazzoni 5, Pedrielli 1, Villani 4, Ricci 1, Mantovani, Oretti 2, Donati 8, Minozzi 8. All. Calandriello.

SPARTANS FERRARA – PALL. FORTITUDO CREVALCORE 31/03/2020 – 21:30

Palestra Scuole COSME’ TURA – Via Battara 47 – Quart. Barco FERRARA (FE)

DESPAR – VIS 2008 93 – 85

(27-16; 48-35; 75-68)

4 Torri Ferrara: Villani 26, Patroncini 4, Amati, Marianti Spadoni 4, Vecchio, Oussous, Bigoni ne, Minzoni 5, Volpin 6, Marongiu ne, Monaldi 11, Soloperto 37. All. Moffa.

Vis Ferrara: Bianchi 23, Tuccillo 7, Pauletto 6, Corsato 3, Porcellini 8, Vaianella 15, Tralli 7, Baraldi 4, Bottoni 6, Boarini ne, Rossi 6, Gnani ne. All. Cigarini.

CLASSIFICA

PGS Ima Bologna 32; San Giorgio di Piano, Bianconeriba Baricella 30; Ghepard Bologna* 26; Medolla, Lions Cento 20; Spartans Ferrara* 18; Diablos Sant’Agata Bolognese**, Vis 2008 Ferrara* 16; Cus Ferrara 12;
4 Torri Ferrara 6; Gallo, Fortitudo Crevalcore* 4.

GIRONE D

HORNETS BASKET BOLOGNA – NAVILE BASKET 57 – 42

(13-10; 27-26; 35-40)

Hornets: Genovese 10, De Leo 9, Caruso 8, Brina 8, Orpelli 4, Zambelli 4, Nannetti 4, Gadani 4, Orlando 2, Florio 2, Ascari 2, Jelich. All. Rocco di Torrepadula.

Navile: Credi 12, Romagnoli 7, Pasquali 5, D’Emilio 4, Lazzari 4, Polo 4, Perrotta 2, Mazzoli 2, Boccardo 2, Maccaferri, Chiapparini, Landuzzi. All. Corticelli.

Sconfitta per il Navile Basket nello scontro al vertice a casa degli Hornets: i biancorossi pagano un totale blackout nell’ultimo quarto, dopo aver giocato 30′ alla pari, se non meglio, dei padroni di casa. Cronaca: quintetto Navile formato da Perrotta, Pasquali, Credi, Romagnoli e Mazzoli, mentre coach Rocco di Torrepadula schiera Genovese, De Leo, Gadani, Jelich e Nannetti. Partono meglio gli Hornets, a segno con De Leo e Nannetti, ma Romagnoli accorcia subito con la tripla, 4-3. Un canestro e un libero di Genovese danno il 7-3 ai padroni di casa, ma Credi ricuce ancora con la tripla. Si affrontano le due migliori difese del campionato, statistiche alla mano, che sommato alla tensione per la gara rendono il match povero di canestri: Romagnoli sorpassa, Gadani fa 9-8, ancora Romagnoli segna il floater del 9-10. Sul finire del quarto segna Nannetti, poi Florio ruba palla e quasi sul suono della sirena appoggia comodamente il layup del 13-10, punteggio con il quale si chiude il primo quarto. A inizio secondo periodo, un’ottima azione corale del Navile porta Polo ad appoggiare facilmente al tabellone, Zambelli mette un libero e Boccardo, con un 2/2 dalla lunetta, pareggia a quota 14. Il match è estremamente equilibrato, il Navile mette il naso avanti con un 2+1 firmato Pasquali, ma Genovese replica segnando la tripla del 21-19. Credi risponde con la stessa moneta, il Navile potrebbe allungare dopo il canestro di Romagnoli del 24-26, ma non lo fa e sulla sirena Caruso, da 9 metri, segna di tabellone la tripla del 27-26 Hornets, quando si va al riposo lungo. Un simile rovesciamento di fronte potrebbe dare una mazzata negativa al morale del Navile che, invece, esce ancora più convinto dagli spogliatoi: Credi sorpassa con un long two, Zambelli segna il 29-28, Credi dall’angolo fa 29-30. Mazzoli allunga, 29-32, Perrotta realizza il +5 e ci vuole Nannetti, da sotto, per far muovere il tabellone agli Hornets, 31-34. Lazzari conclude a canestro uno splendido dai e vai con Maccaferri, 31-36, Orpelli accorcia ancora, 33-36, Lazzari allunga di nuovo, 33-38. Un canestro ancora di Orpelli e uno di Polo danno il 35-40 al Navile, che avrebbe almeno 3-4 limpide occasioni per allungare, ma non lo fa e col senno di poi lo pagherà caro. Si chiude pertanto il terzo quarto con il punteggio ancora fermo sul 35-40. Nell’ultimo periodo gli Hornets prima accorciano con un canestro e un libero di De Leo, 38-40, poi pareggiano con Brina. Il Navile un po’ si disunisce, non vengono fischiati alcuni contatti su Pasquali e Caruso sorpassa. De Leo allunga, Caruso segna il 46-40, Orpelli realizza il 48-40. Il Navile si innervosisce, la testa va via dalla partita e il parziale per gli Hornets è un devastante 17-0, sul 52-40. D’Emilio realizza gli unici due punti del quarto per il Navile, la cui panchina si inferocisce su un antisportivo fischiato a Romagnoli. Girandola di tecnici, negli ultimi 3′ la partita è un garbage time, che termina con la vittoria Hornets per 57-42.

CSI SASSO MARCONI – P.G.S. CORTICELLA 81 – 75

(25-20; 41-39; 62-53)

Csi Sasso Marconi: Zerbini 14, Lenzi 9, Orlandi 11, Vinerba 13, Davalli 2, Borsari 9, Monciatti 12, Versura 5, Orsolan 2, Cancello 3, Perrina, Vanzini 1.  All. Bulgarelli.

PGS Corticella: Marcheselli 5, Ardizzoni 30, Albazzi 14, Candini 2, Fiorentini 8, Valgimigli 3, Tonelli 13, Tolomelli, Brighenti, Gulotta, Bartolini, Balboni, All. Lorenzoni.

PGS BELLARIA – CENTRO MB ARCOVEGGIO 84 – 76

(24-21; 44-41; 64-60)

PGS Bellaria: Ottani 23, Balistreri 17, Menna 11, Brini 11, Scarenzi 8, Sudano 5, Foresti 5, Chili 4. All. Benini.

CMA: Venturi 19, Scalone 14, Siena 12, Filippini 9, Benfenati 8, Cilloni 7, Cavallone 5, Caffagna 2, Forcione, Baraldi.

S. MAMOLO BASKET – POL. PONTEVECCHIO 87 – 63

(17-17; 47-30; 67-43)

San Mamolo: Rebeggiani 7, Mengoli 16, Guidetti 6, Tazzara 10, Quadri S. 5, Lanzerotti 6, Albertazzi 14, Placanica, Orlando 6, Ceccolini 11, Cairoli 6, Trotta ne. All. Nannetti.

Pontevecchio: Di Noto 15, Ricci 4, Venturi 8, Gualandi 1, Scalorbi, Mansutti 14, Polazzi 2, Olimbo 7, Mazzacurati 2, Angeletti 8, Grilli 2. All. Bonfiglioli.

MONTEVENERE 2003 A.GIORGI – STARS BASKET 64 – 65

(16-11; 35-26; 44-54)

Montevenere: Mazzetti 2, Campeggi 3, Gironi 4, Testoni ne, Guerrato 8, Venturini ne, Fiorentini 19, Cavana 6, Bortolan 2, Zanetti, Maresi, Gamberini 20. All. Orefice.

Stars: Molise 1, Venturi 9, Somma, Muzio ne, Barbieri 2, Musolesi 10, Ostapyuk 13, Branchini, Stanghellini 19, Benfenati 2, Pistacchio 9, Raffaelli. All. Piccolo.

ANZOLA BASKET – VANINI HORIZON BK RENO 66 – 55

(16-13; 32-28; 50-44)

Anzola: Gobbi 10, Lambertini 7, Galli 2, Violi 13, Gherardi, Franchini 9, Lullo 7, Venturi 6, Missoni, Cappelli 12. All. Righi.

Horizon: Sebastianutti 14, Di Stefano 4, Turrini 2 Baiesi 8, Raimondi ne, Nasi 12, Caverzan 7, Maldini, Varotto S. 2, Varotto M. 6, Grippo. All. Muscò.

Anzola torna a vincere tra le mura amiche dopo la scoppola della settimana scorsa contro il San Mamolo. Lo fa in maniera convincente contro i bolognesi dell’Horizon, ribaltando anche la differenza canestri. Partita quasi sempre comandata dai biancoblu, a parte una partenza 2-5 dei bolognesi ospiti. Anzola chiude il primo quarto sul 16-13. Nella seconda frazione i padroni di casa premono sull’accelleratore e si portano sul 30-18; ottima difesa e veloci ripartenze fanno sbandare gli ospiti che, sul finire del tempo, piazzano un contro break di 10-2 e chiudono a -4 all’intervallo lungo (32-28). Si rientra e il vantaggio di Anzola oscilla sempre tra i due e tre possessi; stessa cosa nell’ultima frazione, dove i padroni di casa vedono ridurre il vantaggio a -3, ma, poi, piazzano l’allungo decisivo e chiudono la contesa sul 66-55.

CLASSIFICA

San Mamolo Bologna 38; Hornets Bologna 32; Navile Bologna, Montevenere Bologna 22; Stars Bologna 20; Omega Bologna*, Horizon Bologna, Anzola 18; C.M.B. Arcoveggio* 16; PGS Bellaria Bologna, CSI Sasso Marconi 10; PGS Corticella Bologna 8; Pontevecchio Bologna 6.

GIRONE E

BASKET PROJECT – PARTY & SPORT 71 – 79

(19-23; 32-39; 52-65)

Faenza: Boero 22, Santo 17, Conti 8, Ragazzi 7, Picone 7, Morsiani 6, Troni 4, Dalmonte, Pantani. All. Morigi.

P&S Ozzano: Carelli Mar. 4, Carelli Mat. 8, Fabbri, Tagliati, Avallone 20, Fierro 11, Zerbini 5, Lazzari 7, Ziron ne, Passatempi 6, Bertarelli 2, Dozza 15.

289 ACADEMY – MASSA BASKET 2010 45 – 60

(8-17; 18-32; 32-46)

Budrio: Grilli S. 7, Laforgia 10, Grilli A, Semilia 11, Sarti, La Cascia 15, Gherardi, Palladino 2. All. Rambaldi.

Massa Lombarda: Ugulini L. 8, Montanari 4, Ugulini V. 6, Berardi L. 6, Brignani 6, Guardigli 5, Berardi R., Asioli M. 8, Pinardi, Rivola 7, Linguerri 8, Spadoni 2. All. Landi.

PALL CASTEL S.P.T. 2010 – POL. VIRTUS CASTENASO 73 – 48

(17-4; 34-28; 55-38)

Castel San Pietro 2010: Cavina 10, Zuffa 5, Creti T. 16, Cenni 9, Pontrelli 6, Pedini 14, Turrini 2, Zaniboni 1, Curti 6, Landini, Trivisonno 2, Dal Pozzo 2, All. Creti A.

Castenaso: Lombardo P., Consolo 12, Fiolo 6, Magagnoli 8, Fiocco 4, Lombardo N. 8, Tonelli 5, Urzino, Zini 1, Bernardoni 4. All. Pizzi.

TATANKA BALONCESTO IMOLA – BK A. GARDINI 2001 Rinviata

Palestra CAVINA – Via Boccaccio 2 IMOLA (BO)

SALUS PALL. BOLOGNA – POL. DIL. FARO 67 – 55

(16-14; 41-30; 57-37)

Salus: Berbec, Arletti 3, Grilli 3, Nanni 11, Grassi 24, Chirco 8, Bucca 4, Cocchi 9, Dallacasa 5, Errera. All. Nieddu.

Faro Argenta: Nicoletti 19, Pasetti 13, Zanetti 8, Taglioli 7, Porcellini 5, Baldi 3, Bonora, Cesari, Dalpozzo, Federici, Fuschini. All. Santoro.

BASKET GIALLONERO – MEDICINA BASKET 2007 64 – 58

(18-22; 35-30; 46-48)

Giallonero Imola: Piani Gentile 10, Biavati, Grandolfi 5, Guastamacchia 4, Vannini ne, Fusella, Vignoli 4, Pirazzini 13, Militerno ne, Spoglianti 6, Brusa 2, Sassi 20. All. Alfieri.

Medicina 2007: Bacci 9, Ventura, Zambelli. Miceli 4, Vignudelli 27, Magli 1, Buscaroli, Pazzaglia, Martelli 8, Dall’Olio 3, Soldi 6. All: Pasquali

RECUPERO

IN FIERI – GARDINI 79 – 74

(12-12; 30-31; 54-50)

In Fieri San Lazzaro: Magni, Tradii 16, Gianasi 9, Venturoli 12, Campedelli 7, Zanaroli 10, Fornasari 5, Minoccheri 4, Bacocco 10, Fiumi 6. All. Guidetti.

Fusignano: Lugaresi 3, Montanari A. 22, Montanari M. 6, Babini 2, Scardovi 10, Dalla Malva 8, Melandri 3, Zanzi 9, Bucchi 2, Bertazzoli 7, Pelliccia 2. All. Ortasi.

CLASSIFICA

Castel San Pietro 2010 34; Giallonero Imola 28; Medicina 2007 26; Project Faenza 24; Faro Argenta*, Massa 2010, Salus Bologna 20; Tatanka Imola*, Party&Sport Ozzano 18; Virtus Castenaso* 12; Gardini Fusignano*, In Fieri San Lazzaro 8; 289 Academy Budrio 0.

GIRONE F

FISIOKINETIC – FADAMAT BASKET RIMINI 73 – 64 dts

(26-17; 38-29; 49-43; 58-58)

Coriano: Chistè M. 13, Casadei 19, Casali 10, Ortenzi 15, Pulzakov 2, Bigini A. 12, Bigini G. 2. All. Chistè C.

Fadamat Rimini: Zaghini 10, Magnani 5, Ferrini 10, Stabile 6, Borello 2, Del Fabbro 14, Missiroli 15, Emiliani 2. All. Podeschi.

PIRATES – EAGLES 41 – 74

(4-19; 22-40; 31-60)

Misano: Cupparoni 9, Migani 3, Ferri L. 1, Sabattini, Arduini, Gobbi, Bordini 4, Ferri A. 18, Panzieri 4, Praturlon, Cevoli 2, Martini. All. Chiadini.

Morciano: Cenci 15, Guastafierro 14, Tontini 14, D’Aurizio 13, Bacchini 10, Rossi 4, Ricci 2, Tagliaferri 2. All. Villa.

BASKET 2000 – SAN PATRIGNANO 82 – 74

(21-22; 45-36; 69-57)

BK 2000 San Marino: Bombini 1, Giovannini 7, Fiorani 14, Lioi, Zafferani 2, Liberti 25, Agostinelli 4, Pasolini 6, Botteghi 6, Guida, Giancecchi 12, Campajola 5. All. Morri.

San Patrignano: Raimo, Pesarini 10, Cianni, Mirabile, Bologna 7, Fornasier, Taddei 18, Panzeri 9, Persici, Randazzo 14, Baldassarri, Amaroli 16. All. Gregori.

Bella vittoria del Basket 2000. I ragazzi di coach Morri ottengono un successo particolarmente importante per la classifica, col gruppo di testa ancora piuttosto compatto e con le ultime sei giornate decisive per definire le posizioni.

Al Multieventi, è Sanpa a muovere per prima il tabellone con la tripla del capitano Pesarini. Ospiti sempre avanti con costanza: prima sul 2-6, poi ancora sull’11-13. Il sorpasso sammarinese è reso possibile dalla tripla di Fiorani (14-13), con Pasolini che subito dopo replica dall’arco (17-13), ma con Sanpa che ha il guizzo buono per chiudere il quarto ancora avanti (21-22; per Fiorani 11 punti con tre triple nel primo periodo). Nel secondo quarto gli ospiti restano sostanzialmente sempre avanti fino al 16’: da quel momento, dal 32-36, ecco il break del Basket 2000, un importantissimo 13-0 per chiudere avanti prima dell’intervallo (45-36, bene Liberti). Di ritorno dagli spogliatoi il trend sembra in qualche modo replicare quello che è accaduto nel secondo periodo, con ospiti tonici nella prima parte e quasi vicini all’aggancio sul 58-56. La schiacciata di Botteghi dà però il via a un altro break del Basket 2000 per chiudere il quarto, questa volta di 11-1 (69-57 al 30’, con tripla di Giovannini allo scadere). Sembra la fuga giusta, ma San Patrignano non molla e riesce nuovamente a rientrare ad un possesso di distanza sul 71-69, quando mancano 6’57” al suono della sirena. Il finale è però tutto dei padroni di casa, con Liberti a segnare punti importanti e con la forbice tra le due squadre ad allargarsi definitivamente. Finisce 82-74.

SPORTING CLUB CATTOLICA – TIGERS BASKET 2014 Rinviata

2020 C.S. SALVO D’ACQUISTO – Via S. D’Acquisto 2 CATTOLICA (RN)

AICS JUNIOR BK – ARTUSIANA BK 68 – 51

(18-14; 29-29; 54-37)

Aics Forlì: Guaglione 12, Liverani 12, Russo 11, Naldi 7, Rossi 7, Imperadori 6, Ruffilli 6, Zanotti 6, Perugini 1, Mariani. All. Sanzani.

Forlimpopoli: Bourkadi 12, Gasperini G. 8, Vitali 8, Marzolini 7, Attanasio 4, Quercioli 4, Spisni 3, Zammarchi 3, Gasperini A. 2, Alberti. All. Grilli.

CRAL E. MATTEI – LIBERTAS GREEN BK 62 – 68

(17-15; 36-29; 49-51)

Spem Ravenna: Bindi 15, Polyeschuk 14, Angeli 10, Palazzi 10, Caccamo 9, Camassa 4, Fumolo, Bramante, Bomben, Ferizi Niang. All. Borghi.

Lib. Green Forlì: Ruscelli 20, Bessan 9, Vadi 9, Gavelli 7, Pinza 7, Galeotti 5, Brunetti N. 5, Brunetti J. 4, Panzavolta 2, Gnini, Graziani ne, Fossi ne. All. Laghi.

CLASSIFICA

Aics Forlì* 28; Artusiana Forlimpopoli*, Libertas Green Forlì, BK 2000 San Marino 26; Fadamat Rimini 24; Cral Mattei Ravenna 22; Eagles Morciano 20; Livio Neri Cesena 18; Fisiokinetic Coriano 12; S.C. Cattolica*, San Patrignano 10; Tigers Forlì* 8; Pirates Misano 6.

C Gold, Olimpia ed Anzola fanno l’impresa! C Silver, Granarolo batte Fidenza, addio primo posto per la Fulgor?

SERIE C GOLD 19° Giornata

GUELFO BASKET – L.G. COMPETITION 90 – 83 d2ts

(20-22; 32-43; 60-56; 70-70; 79-79)

CastelGuelfo: Wiltshire ne, Bernabini 7, Bonetti ne, Baccarani 3, Bonazzi 1, Murati 11, Bergami 4, Musolesi, Pieri 12, Govi 24, Pederzini 4, Amoni 24. All. Cavicchioli.

Castelnovo Monti: Lovatti ne, Sabah 2, Mabilli ne, Dal Pos 14, Magnani 15, Longoni 11, Levinskis, Mallon 10, Ferri ne, Provvidenza 12, Prosek 15, Parma Benfenati 4. All. Diacci.

Venerdì sera sera i gialloblu sono stati in grado di regalare ai propri tifosi un San Valentino davvero indimenticabile, facendoli rimane incollati agli spalti con il fiato sospeso fino all’ultimo secondo. Un match dai toni alterni, con ritmi sempre serrati sia in attacco che in difesa. I punti in palio d’altra parte erano importanti per entrambe le formazioni, tanto che più volte l’impressione che ha dato il Guelfo, soprattutto nei primi due quarti, era quella che ci fosse una gran paura di tirare a canestro. In grande serata i soliti Govi ed Amoni che hanno fatto la differenza, ma brillante anche la prestazione del veterano Pieri e del giovane Murati che, alla fine, con tanta determinazione e grinta, hanno portato a casa una vittoria importantissima!

GAETANO SCIREA BASKET – BASKET LUGO 86 – 74

(19-18; 42-53; 58-62)

Bertinoto: Rossi 11, Cinti, Piazza ne, Zambianchi 2, Ravaioli S. 3, Angeletti ne, Ricci 21, Farabegoli 4, Bessan ne, Brighi 23, Bracci 22, Solfrizzi Em. All. Tumidei

Lugo: Carella 15, Alessandrini 14, Presentazi 12, Baroncini ne, Silimbani ne, Masrè 8, Cervellera 2, Santini ne, Salsini 20, Arosti, Ravaioli R. 3. All,: Casadei.

INTECH – MOLIX 72 – 82

(16-21; 30-46; 52-57)

VSV Imola: Colombo, Marcone, Dalpozzo 5, Agatensi 10, Errera 12, Planinic 5, Orlando 5, Savino ne, Piani Gentile ne, Biandolino, Barattini 11, Begic 24. All. Regazzi.

Molinella: Guazzaloca ne, Ranzolin 7, Brandani 11, Zuccheri, Frignani 8, Gianninoni 11, Bonanni 17, Manojlovic 2, Tedeschi 10, Lanzi 8, Caloia, Giuliani Gu. 8. All. Giuliani Ga.

L’Intech esce con le ossa rotte dalla sesta di ritorno: i gialloneri non sfruttano, infatti, diversi risultati utili dagli altri campi, scivolando malamente, 72-82 al PalaRuggi, contro un Molinella molto agguerrito ed in evidente stato di grazia, rispetto al girone di andata. Sotto praticamente per i primi 3 quarti, l’Intech reagisce a cavallo del 30’, trovando anche il vantaggio a pochi minuti dalla fine. Ma una pessima gestione degli ultimi palloni compromette il risultato per i padroni di casa che son costretti a cedere i 2 punti agli avversari. Peccato per i troppi errori durante il match, ma la Virtus ha anche mostrato lampi importanti, con cui ha recuperato un distacco addirittura di 19 punti.

La cronaca: inizio cauto da entrambe le parti, con pochi spunti nei primi minuti, a parte la tripla in apertura di Planinic ed il cesto di Errera (5-0). Lanzi ci mette una pezza sempre da lontano al 2’. A metà parziale Ranzolin firma in area il primo vantaggio ospite (7-8). In un minuto Begic e Giuliani si scambiano canestri, monopolizzando la scena (11-11 al 6’). In un giro di lancette, Tedeschi, Brandani e Bonanni gestiscono il primo break importante degli ospiti (11-18). Negli ultimi istanti del quarto, Brandani e Orlando segnano per il 16-21 con cui ci si accomoda per il primo intervallo breve. La tripla di capitan Dalpozzo raddrizza la situazione dei suoi (19-21) dopo pochi istanti del secondo periodo. Dopo 2’ di gioco, però, è Gianninoni a trovare un paio di buone conclusioni che rimettono Molinella sul +7 (21-28). Dopo un paio di errori da ambo i lati, Bonanni scalda la mano con 5 filati (con tanto di tripla) e gli ospiti volano sul 21-33. Molinella non rallenta, anzi, allunga con la tripla di Lanzi e il tiro dalla media distanza di Frignani per il 24-40 a 3’40” dall’intervallo lungo. Imola appare completamente “in bambola”, impossibilitata a reagire in qualche modo ai canestri degli ospiti. Il parziale si chiude con Barattini che segna da sotto e dalla lunetta, imitato solo da Begic nel finale: ma Molinella scappa sul +16 con l’ennesimo cesto di Bonanni. Alla pausa lunga ci si arriva sul 30-46. Poco sembra cambiare nei primi istanti della ripresa, con i biancoazzurri che sembrano volare sulle ali dell’entusiasmo e Frignani che firma il +19 (35-54) al 23’. Il pubblico imolese non smette di trascinare i giocatori che, un passo alla volta, anziché tirare i remi in barca, cominciano a stringere le maglie sul parquet. Molinella, quindi, smette di segnare per quasi 5’ consecutivi, mentre nell’altra area colorata, Errera, Dalpozzo (stepback), Barattini (liberi) ed Agatensi creano l’occasione per rientrare in gara: 45-54 a 3’10” dalla sirena. Ora l’inerzia comincia a sportarsi verso le canotte giallonere, che approfittano dei buoni movimenti di Errera (perfetta conclusione dalla media distanza) e, soprattutto, Begic, autore di 7 punti filati negli ultimi cento secondi di gioco della frazione. Il parziale si chiude sul 52-57. E’ battaglia pura nell’ultimo quarto, che prende subito fuoco con la tripla centrale di Agatensi (55-57); quindi botta e risposta tra la stessa ala imolese e Brandani dall’arco: 58-60 dopo 1’30” di gioco. Gianninoni partecipa alla festa delle triple, fissando il punteggio sul 58-63. Begic penetra due volte di fila e riporta a -1 Imola (62-63 al 3’). Mentre ci si avvicina a metà frazione, Tedeschi da sotto canestro segna due volte consecutive riportando Molinella sul +5, con timeout immediato di coach Regazzi (62-67). Begic accorcia sul 64-69, quando mancano 4’18”. A 3’ dalla sirena arriva il Barattini show: dall’angolo destro, completamente libero, infila la tripla del vantaggio imolese sul 70-69 e nel ribaltamento in difesa, ottiene un fallo di sfondamento di Giuliani (che esce per 5 falli, seguendo le orme di capitan Lanzi, fuori pochi istanti prima). Errera è perfetto nell’appoggiare a canestro il 72-69 a 1’50” dalla sirena. Manojlovic accorcia e Bonanni, sul giro di boa dell’ultimo minuto, segna il 72-73. Negli sgoccioli della partita, l’Intech scaraventa alle ortiche tre palloni consecutivi, offrendo il fianco ad un Molinella che colpisce la preda con rapide ripartenze e facili contropiedi. Negli ultimi due minuti di gioco, dopo il cesto di Errera, Imola non segna più, mentre gli ospiti realizzano un break addirittura di 0-13. Finisce tra la delusione giallonera e la festa biancoazzurra sul 72-82.

2G FERRARA DESIGN – POL. ARENA 77 – 59

(25-10; 47-21; 58-40)

Ferrara 2018: Benedetti, Cattani 7, Cortesi, Percan 13, Seravalli 2, Legnani 3, Fortini 2, Pusic 16, Zaharie 14, L. Ghirelli, M .Ghirelli 20. All. Furlani. 

Montecchio: Ramenghi, D’Amore, Tognato 10, Vecchi 2, Giannini 4, Degli Esposti 5, Pedrazzi 11, Trobbiani ne, Amadio, Lusetti 12, Negri 11, Bovio 4. All. Martinelli.

Tutto facile contro Montecchio per la 2G Ferrara Design che, sabato sera al Pala Palestre, è arrivata alla seconda vittoria consecutiva: 77-59 il finale contro i reggiani e gara già chiusa dopo 20’, quando il tabellone del Pala Palestre diceva +26, 47-21. Ben quattro uomini in doppia cifra per coach Adriano Furlani, con Matteo Ghirelli mattatore con 20 punti in 26’, ben coadiuvato da Pusic (16+8 rimbalzi), Zaharie (14+10 rimbalzi) e Percan (13). Da sottolineare anche il match di capitan Legnani, in ottima forma fisica e mentale. Gara affrontata dai biancazzurri nel giusto modo, con qualche calo di tensione al rientro dagli spogliatoi dopo l’intervallo lungo, che non ha, comunque, influito sul punteggio finale.

PALL. FIORENZUOLA 1972 – OLIMPIA CASTELLO 2010 82 – 94

(18-28; 36-48; 57-71)

Fiorenzuola: Galli 19, Sichel 9, Bracci 8, Rigoni ne, Marchetti 7, Dias, Giancarli 3, Livelli 5, Fowler 8, Fellegara ne, Ricci 21, Maggiotto 2. All. Galetti.

Castel San Pietro: Sangiorgi 2, Dall’Osso ne, Tomesani 20, Sabattani, Procaccio 6, Malverdi, Righi, Benedetti 9, Magagnoli 12, Ranocchi 24, Albertini 10, Trombetti 11. All. Serio.

La prima sconfitta stagionale casalinga dei Bees, coincide con una serata da 51,3% da 2 e da 42,3% da 3 punti per il team castellano.

Benedetti conferma il suo momento magico da 3 punti in questa parte di stagione (60%) ed inaugura la partita al 2’ sul 2-5 dall’arco. Fiorenzuola perde alcuni palloni sanguinosi in transizione positiva e subisce il break della squadra di Serio; un’altra tripla di Magagnoli costringe al primo timeout pieno coach Galetti al 3’: 2-12. Livelli e Fowler dall’angolo, infilano le triple che provano a svegliare Fiorenzuola dal torpore al 5’ (10-16), ma Trombetti e Ranocchi sono chirurgici nel fare allungare nuovamente gli ospiti fino alla doppia cifra di vantaggio al 7’, 12-23. Ricci, con il semigancio in uscita dalla panchina, prova a tamponare le perdite per i Bees, chiudendo il primo parziale sotto di dieci lunghezze: 18-28. Fiorenzuola ricuce da subito col grande impatto di Ricci e la bomba di Sichel che fa esplodere il PalaMagni, 27-30 al 14’. Ranocchi inventa due magie personali in sospensione in casa Olimpia, ma Giancarli inaugura il suo primo tiro in maglia gialloblu con una tripla: 30-34. Castello amplia il gap fino alla doppia cifra di vantaggio in un amen, sfruttando la grande vena di Magagnoli e del solito Ranocchi: 32-42 al 18’. Galli, in terzo tempo, vola in cielo per scuotere l’ambiente (34-44), ma gli ospiti con Magagnoli vanno al riposo sul 36-48. Al rientro dagli spogliatoi Bracci prova a dare la scossa all’ambiente col break di 4-0, seguito dalla tripla di Fowler per il 45-53 al 23’. Galli, con un canestro di pura classe, tiene vivi i gialloblu, che provano a stringere le maglie difensive. Trombetti, con due canestri consecutivi, dice 53-62 al 27’, seguito da Tomesani che, dall’arco, porta fino al +13 l’Olimpia Castello 2010: 53-66. Agli ospiti entrano canestri con percentuali altissime; Albertini fa +17 , prima che Marchetti si inventi sulla sirena la tripla del -14, 57-71 con 10′ da giocare. Fioccano tecnici da parte degli arbitri a carico dei Bees, troncando ogni velleità di recupero già al 32’: 61-76. Sichel, con due bombe da 3 punti, prova a dare un altro alito di speranza ai padroni di casa, che tornano a crederci al 33’. 67-77. Ricci lo aiuta con 5 punti personali, trasformando il PalaMagni in una polveriera. 72-79 al 35’. Magagnoli si inventa un grande canestro per il +8 ospite (74-82) al 36’, ma Albertini, da oltre 9 metri, si inventa una tripla di importanza capitale. Chiude i giochi ancora Albertini da 3 punti, testimoniando la prima sconfitta casalinga dei Bees, al termine di una gara ad altissime percentuali per gli ospiti. E’ 82-94.

ANZOLA BASKET – ALLIANZ BANK 86 – 82

(16-18; 42-37; 60-58)

Anzola: Carpani, Parmeggiani F 8, Parmeggiani S 15, Perini ne, Baccilieri 16, Venturi, De Ruvo 17, Muzzi 4, Caroldi 15, Donati 11. All. Spaggiari.

BB 2016: Pasquali ne, Resca 11, Folli 2, Mazzocchi, Fontecchio ne, Elio, Guerri, Fin 10, Zanetti 14, Nucci 25, Graziani 20. All. Rota.

Passo falso del Bologna Basket 2016 ad Anzola, che interrompe la serie positiva di sette vittorie dei rossoblu. Ma mai come questa volta – lo diciamo anche a rischio di ripeterci – la sfortuna è stata compagna non invitata dei bolognesi. Alla solita mancanza di Zhytariuk, ancora fermo per i postumi dell’appendicite (dovrebbe rientrare il prossimo sabato), si sono aggiunte le assenze di Fontecchio (contrattura) e Aglio (ammalato) e, dal terzo quarto, di Guerri per l’ennesima distorsione alla caviglia. Battute amare a parte e nonostante la situazione di emergenza, il BB2016 si è battuto fino alla fine, dimostrando tutta la qualità, l’orgoglio e la determinazione dei suoi pochi effettivi. Vanno rimarcate sicuramente le prove di Nucci (25 punti e 7 rimbalzi) e Graziani (in doppia doppia, con 20 punti per 6/9 dal campo e 11 rimbalzi), ma soprattutto dell’under Zanetti che, lanciato in campo da coach Rota per quasi trenta minuti, sfodera una prestazione sublime: 14 punti, con 7/7 e 4 rimbalzi. Veramente una bella sorpresa in una giornata purtroppo negativa, in cui comunque hanno ben figurato anche il regista Resca (10 punti) e capitan Fin (11 punti ed un’egregia prova difensiva). Ma alla fine le rotazioni troppo accorciate si sono fatte sentire e, seppur di misura, gli ospiti hanno dovuto capitolare. In tutto questo non va dimenticata l’ottima prestazione degli anzolesi, che hanno giocato una partita solida e concreta.

È una sconfitta che dispiace molto, soprattutto perché il match – nonostante tutto – è sempre stato in equilibrio. Anzola ha raggiunto il massimo vantaggio intorno al 15’ con il +9, ma il BB2016 è stato bravo a ricucire fino al -5 dell’intervallo. Il terzo quarto si è giocato punto a punto e si è chiuso sotto di due lunghezze per i rossoblu (60-58). Nel periodo finale è poi sembrato che il miracolo potesse avvenire: grazie a 8 punti consecutivi di Fin e ad un contropiede di Graziani, il BB2016 andava addirittura sopra di 4 (66-70). Ma in quel momento sono mancate le energie, sia fisiche che mentali e qualche errore in difesa ha riportato avanti i padroni di casa, con tre bombe di De Ruvo ed un appoggio da sotto canestro. Nell’ultimo minuto il BB2016 ha avuto anche qualche tiro aperto per riportarsi a contatto, ma li ha falliti e i giochi si sono chiusi.

VIRTUS MEDICINA – BMR 67 – 77

(21-19; 38-50; 56-62)

Medicina: Galassi 3, Curione 9, Poluzzi 3, Polverelli 10, Rossi 2, Casagrande 13, Allodi 11, Stellino ne, Lorenzini 5, Agriesti, Casadei 11. All. Dalpozzo.

Basket 2000 Scandiano: Brevini ne, Cunico 12, Bianchi 11, Astolfi, Bertolini L. 5, Sakalas 15, Canovi ne, Pini 6, Caiti ne, Germani 11, Magni 17, Piccinini ne. All. Tassinari.

Virtus Medicina torna tra le mura amiche, ma manca coach Curti colpito da influenza nel pomeriggio. Primo quarto pimpante, Virtus lucida, Scandiano risponde con il tiro da tre, alla sirena Medicina in vantaggio sul 21 a 19. Secondo periodo e la Virtus si perde, poco ritmo, palle perse in sequenza, esce per infortunio Poluzzi e gli ospiti ne approfittano per scappare via sul 38 a 50 con cui si va all’intervallo lungo. Terza frazione e Scandiano abbassa la guardia, la Virtus ci mette l’anima e riapre la contesa, ma ogni volta che c’è la possibilità di riportarsi effettivamente sotto, ecco un errore e Scandiano punisce; ad a ogni modo Virtus viva e alla terza sirena si insegue sul 56 a 62. Ultimo quarto e Medicina non trova il ritmo, si sbagliano anche i tiri aperti, Germani chiude i conti ed i reggiani vincono col punteggio di 67-77.

CLASSIFICA

PALL. FIORENZUOLA321916317441517+227
BASKET 2000 SCANDIANO281914514711342+129
BOLOGNA BASKET 2016261913615721405+167
OLIMPIA CASTEL SAN PIETRO241912715051432+73
FERRARA BASKET 2018201910915081462+46
VIRTUS MEDICINA201910914161422-6
LG COMPETITION CASTELNOVO181991014071427-20
VSV IMOLA181991014051462-57
PALL. MOLINELLA161981113711431-60
BASKET LUGO161981113761444-68
GUELFO BASKET141971213761438-62
ANZOLA BASKET141971213121395-83
GAETANO SCIREA BERTINORO101951413101401-91
ARENA MONTECCHIO101951413031498-195

SERIE C SILVER 19° Giornata

ZTL HOME – CESTISTICA ARGENTA 76 – 85

(13-22; 28-42; 56-62)

SG Fortitudo: Balducci 11, Chiarini 1, Tosini 2, Nestola, Lalanne 11, Vicini, Pederzoli 27, Ranieri 4, Nanni 2, Branzaglia 13, Ponteduro, Zinelli 5. All. Mondini.

Argenta: Magnani 16, Alberti D. 4, Demartini 20, Zanirato 13, Bonora ne, Alberti A., Federici ne, Martini 4, Montaguti 2, Malagolini 9, Quaiotto 17, Nicoletti. All. Bacchilega.

Importante vittoria esterna per la Cestistica Argenta, che, alla “Furla”, riscatta la sconfitta interna contro Correggio superando la Ginnastica Fortitudo per 76-85. Ottimo l’impatto degli argentani, con un approccio difensivo solido e compatto che si riflette in un gioco fluido ed efficace nella metà campo offensiva. Sull’asse Demartini-Quaiotto, gli ospiti producono così il primo vantaggio, chiudendo 13-22 il primo quarto. La seconda frazione di gioco prosegue sulla falsariga della prima, con la Cestistica che mantiene una costante pressione difensiva ad arginare il talento dei bolognesi. Magnani è incontenibile, prima in penetrazione, poi dalla lunga distanza e porta i suoi all’intervallo sul 28-42. Nel secondo tempo arriva la reazione dei padroni di casa, che alzano il ritmo e si mostrano decisamente più incisivi sul versante offensivo, con Branzaglia che imperversa in penetrazione innescando puntualmente i tiratori fortitudini. Con ben cinque triple messe a segno, i bolognesi rientrano prepotentemente in partita, mentre Argenta riesce a mantenere il vantaggio grazie alla precisione al tiro di Quaiotto e Demartini (56-62 dopo 30’). Nell’ultima frazione di gioco, la Fortitudo trova in un sontuoso Pederzoli (12 punti consecutivi) il proprio punto di riferimento ed impatta. Nel momento decisivo sono, però, gli argentani a mostrare maggiore lucidità e concretezza, trovando in Demartini l’uomo chiave per piazzare l’allungo decisivo su cui Zanirato, autore di una prestazione maiuscola, pone il sigillo segnando nel finale i cinque punti consecutivi che spengono definitivamente le velleità dei bolognesi.

REBASKET – B.S.L. 78 – 84

(9-17; 27-39; 45-58)

Castelnovo Sotto: Beltran 9, Castagnaro 18, Defant 15, Pezzi 9, Barazzoni, Bertolini 10, Bellocchi ne, Putti 12, Zecchetti 5. All. Casoli.

San Lazzaro: Salvardi, Cempini 16, Tugnoli 5, Governatori 13, Verardi 19, Stojkov ne, Fabbri 7, Torriglia 6, Naldi, Grazzi 18. All. Baiocchi.

CREI – FOPPIANI 78 – 56

(24-13; 42-31; 66-45)

Granarolo Basket: Salicini 6, Bianchi 15, Meluzzi, Nanni 11, Paolon Lu. 15, Neviani 2, Bernardinello 6, Carati ne, Paoloni Lo. 2, Pani 21. All. Millina.

Fulgor Fidenza: Gaudenzi, Sabotig 9, Brogio 4, Di Noia 12, Massari 1, Montanari, Garofalo 3, Arbidans 2, Koljanin 13, Perego 9, Parmigiani 3. All. Braidotti.

Strepitosa prestazione difensiva della Crei al cospetto della Fulgor, che si presentava a Granarolo da seconda in classifica e con uno dei migliori attacchi del campionato: gli uomini di Millina sfoderano 40′ di grande intensità nella propria metà campo, chiudendo ogni varco agli ospiti finendo per la seconda partita consecutiva con meno di 60 punti subiti. Per Millina ottime risposte da tutti gli effettivi, con Pani, Bianchi, Luca Paoloni e Nanni in doppia cifra e una menzione speciale per Salicini e Neviani, vere chiavi di volta difensive della strategia del giovane coach bolognese: infatti, la scelta di affidare Perego alle cure dei due finti lunghi si è rivelata decisiva nel limitare la principale bocca da fuoco degli ospiti e ha scardinato l’impianto offensivo fidentino. Per la Fulgor, in una gara da dimenticare velocemente, gli ultimi ad alzare bandiera bianca sono stati Di Noia e Koljianin.

La cronaca: la Crei è priva di Brotza (stagione finita), la Fulgor deve fare a meno di Maggi; la partita parte con i siluri di Luca Paoloni e Di Noia; Granarolo va a segno con tutto il quintetto, la Fulgor rimane in scia con Di Noia e Garofalo. Salicini, nonostante il gap di altezza, è monumentale e impedisce a Perego di entrare nel vivo del match (0 punti nel primo quarto), andando a sua volta a realizzare, seguito dal quinto punto di capitan Paoloni per il +6 Crei (15-9 al 4’30”). Botta e risposta Bianchi-Brogio sotto le plance, poi la seconda tripla di Pani costringe la panchina ospite al timeout (20-11 al 5’30”). Per 2′ le squadre non segnano, poi Perego assiste Koljanin, ma Pani e Bernardinello chiudono il quarto portando i padroni di casa a +11 (24-13 al 10′). Luca Paoloni apre il secondo quarto con i liberi del +1, ma il primo canestro di Perego ristabilisce il divario; una tripla di Bernardinello scatena gli entusiasmi della panchina Crei, ma il giovanissimo Sabotig risponde con la stessa moneta e Koljanin, con un libero, porta la Fulgor a -10 (29-19 al 14’30”). Pani è una spina nel fianco della difesa ospite e colpisce da 3 e da 2; la Fulgor si affida ai giovani stranieri, Di Noia e Perego e arriva a -8 (37-29 al 18′). Tre viaggi in lunetta di Pani e Nanni, intervallati da un canestro di Arbidans, mandano le squadre negli spogliatoi con lo stesso divario del 1° quarto (42-31 al 20′). Avvio sprint della Crei nel terzo periodo: tre volte un incontenibile Bianchi, Salicini e la tripla di capitan Paoloni suggellano il 55-37 al 25′, che fa volare Granarolo. Nanni e ancora Luca Paoloni rispondono a Perego e l’elettroencefalogramma della Fulgor è piatto (59-39 al 26′). Koljanin è l’unico a provarci con 3 punti filati, ma Bianchi, Nanni e Pani da 3 spingono i padroni di casa al +24 (66-42 al 28′). La Crei perde qualche pallone di troppo e Koljanin la punisce dalla distanza sulla sirena, mandando su tutte le furie un Millina incontentabile nonostante il +21 con cui si appresta ad affrontare gli ultimi 10′ (66-45 al 30′). Il quarto periodo è ancora nel segno dei padroni di casa: quinta tripla della partita di Pani, Salicini e Bianchi dalla lunetta e la Crei arriva al massimo vantaggio della gara (72-46 al 34′). Granarolo alza un po’ il piede dall’acceleratore, gli ospiti rientrano sotto i venti punti di divario sulla tripla di Di Noia (73-54 al 37’30”). Millina vuole la massima applicazione sino alla fine e i suoi rispondono presente: Bernardinello dalla lunetta e la terza tripla (su quattro tentativi) di capitan Paoloni, riportano il divario sopra i venti punti, poi Sabotig e Neviani fissano il 78-56 finale, nel tripudio del pubblico di casa.

ATLETICO BASKET – LA CANTINA DEI SAPORI 76 – 101

(21-28, 38-56, 58-82)

Atletico Borgo: Serra 8, Albanelli, Veroneri Gr. 14, Paolucci, De Simone 11, Veronesi G.I.. 9, Campanella 14, Tognazzi 5, Trebbi 2, Artese 13, Guidi, Naldi. All. Guidetti.

Zola Predosa: Guazzaloca ne, Degregori 16, Bavieri 7, Bianchini 2, Righi 16, Zappoli 4, Ramini 11, Bonaiuti 13, Masina 10, Bosi 11, Vivarelli 11. All. Cavicchi.

PALL. CORREGGIO – PALLACANESTRO CASTENASO 68 – 60

(22-12; 37-33; 55-39)

Correggio: Messori 8, Tulumello 4, Riccò Fe. 16, Morgotti 11, Ligabue, Guardasoni L. 3, Riccò Fr. 4, Montanari ne, Guardasoni M., Vivarelli 12, Lavacchielli 6, Frilli 4. All. Stachezzini.

Castenaso: Pesino, Ballini 15, Galiano, Biguzzi 11, Cesario 6, Capobianco 2, Ballardini 7, Zucchini, Tinti 10, Marinelli 5, Giannasi 1, Saccardin 3. All. Castelli.

CVD BASKET CLUB – LIMITLESS BELLARIA BASKET 60 – 71

(22-18; 40-35; 52-55)

Cvd Casalecchio: Baccilieri 7, Dawson, Paratore 15, Ferraro 7, Rosa, Corradini 2, Taddei, Cavallari, Fuzzi 6, Bertuzzi 6, Lelli 11. All. Gatti.

Bellaria: Berardi, Ferrari 10, Mazzotti 7, Cruz 9, Cori, Curi, Rossi 3, Giovanardi 12, Foiera 24, Santoro, Montanari 6. All. Maghelli.

VIS BASKET PERSICETO – SANTARCANGIOLESE BASKET 65 – 81

(14-23; 32-43; 53-55)

San Giovanni in Persiceto: Coslovi 7, Baietti 2, Papotti 15, Mancin 10, Mazza 11, Pedretti 2, Rusticelli 4, Tedeschini 12, Pedretti, Zani 2, Bortolani ne, Sgargi ne, Barone ne. All. Berselli.

Santarcangelo: Zannoni 17, Nervegna 22, Fusco 16, Dini 4, Adeosun 4, Fornaciari 15, Sirri, Raffaelli 3, Dimonte. All. Evangelisti.

OTTICA AMIDEI – PALL. NOVELLARA 69 – 95

(18-31; 37-57; 52-76)

Castelfranco Emilia: Ayiku 10, Marzo 8, Govoni 7, Zucchini 15, Torricelli R. 8, Tedeschi ne, Vannini 2, Del Papa 8, Torricelli F. 4, Nebili, Youbi 2, Prampolini 5. All. Ansaloni.

Novellara: Ferrari N. 4, Grisendi 3, Doddi ne, Folloni 13, Rinaldi 21, Bagni 4, Franzoni 4, Ferrari T. 5, Aguzzoli 28, Carpi 5, Ciavolella 8. All. Boni.

Se setti giorni fa, in quel di Fidenza, la prestazione era stata perlomeno discreta, nonostante il passivo subito, ieri, al cospetto dell’ex coach Boni, il salvabile per Castelfranco è ben poco. Poco attenti dietro e senza mai trovare un tiro giusto in attacco.

L’equilibrio regna solamente per le prime battute del quarto d’avvio, dove fino al 7′ si era sul 16-19 per gli ospiti, poi, con la seconda unità in campo, gli argini difensivi si rompono e vengono concessi contropiedi su contropiedi, con il tabellone che, al primo riposo, segnava 18-31. Il distacco rimane pressoché identico fino al 14′, con Castelfranco che prima trova tiri ben costruiti poi disfa tutto con rientri difensivi praticamente nulli. Coach Ansaloni chiama minuto per arginare il problema, ma ottiene effetto opposto: 7-0 di parziale Novellara e il distacco per la prima volta scollina le venti lunghezze (25-45 al 15′) e tale rimarrà fino alla pausa lunga. Castelfranco rientra nel terzo quarto con spirito maggiormente battagliero, non producendo grandi dividendi, se non l’uscita per falli di Prampolini e Torricelli R. già in questo parziale e permettendo ad Aguzzoli di segnare 13 dei 19 punti di Novellara nel quarto, praticamente tutti dalla lunetta. Il quarto periodo vede un barlume di orgoglio da parte dei biancoverdi che, attraverso qualche cambio di difesa, rientrano sotto i venti punti di svantaggio (61-78 al 34′), ma senza che gli ospiti rischino mai seriamente qualcosa e il match termina 69-95.

CLASSIFICA

FRANCESCO FRANCIA ZOLA321916314561300+156
NOVELLARA301915416191422+197
CESTISTICA ARGENTA301915415421401+141
FULGOR FIDENZA281914515121387+125
PALL. CORREGGIO261913613251244+81
VIS SAN GIOVANNI IN PERS.241912713851348+37
SANTARCANGIOLESE BASKET221911814311351+80
BELLARIA BASKET221911814241382+42
S.G. FORTITUDO BOLOGNA221911814331396+37
CVD CASALECCHIO161981112071282-75
BSL SAN LAZZARO121961313271379-52
GRANAROLO BASKET121961312771358-81
ATLETICO BORGO BOLOGNA121961313681488-120
REBASKET CASTELNOVO81941513071452-145
CASTENASO61931613121474-162
CASTELFRANCO EMILIA21911812371498-261

Serie D, Scandiano sbanca il “Cabral” ed è virtualmente promossa in serie C Silver!

SERIE D 20° Giornata

GIRONE A

SCUOLA BASKET FERRARA – BASKET VOLTONE 75 – 56

(17-16; 41-24; 63-43)

S.B. Ferrara: Pusinanti 8, Rimondi Ri. 8, Rimondi Ro., Biolcati, Beccari 10, Vigna 12, Trinca 6, Proner 3, Bertocco 5, Gavagna 10, Grassi 6, Di Giusto 7. All. Colantoni.

Monte San Pietro: Giacometti A. 12, Poluzzi 11, Vivarelli 9, Magi 9, Bastia 6, Venturelli 5, Galli 2, Boni 2 Chiusoli, Ghinazzi, Casarini, Bernardini. All. Gambini.

SCUOLA PALL. VIGNOLA – NUBILARIA BASKET 84 – 82

(23-22; 34-47; 49-74)

S.P Vignola: Ganugi 3, Badiali 25, Fiorini 3, Barbieri, Galvan 20, Amici 8, Degliangeli, Cuzzani 17, Righetti, Mazzoli, Riccò 8. All. Smerieri.

Novellara: Baracchi A. 7, Pizzetti, Margini 6, Pietri 4, Bertani 12, Mariani Cerati 29, Baracchi M. 9, Barazzoni 13, Manicardi, Bartoli 2. All. Beltrami.

Partita incredibile al Palasport Città di Vignola; la SPV gioca un buon primo quarto, salvo poi sprofondare pesantemente, grazie al 26-52 nei quarti centrali (49-74) firmato Nubilaria. La rimonta, però, è servita nell’ultima frazione, guidata da capitan Badiali; le triple giallonere (5) battono agevolmente la difesa reggiana, annichilita dalla ritrovata energia dei padroni di casa. In difesa Vignola blinda la propria area grazie al lavoro di Ganugi e Fiorini e, nonostante ciò, gli ospiti avrebbero anche il tiro per vincerla a 3″ dalla fine, ma il tentativo si spegne sul ferro.

CRAVATTIFICIO CONTI – MOLINO GRASSI 82 – 80

(23-27; 43-43; 59-63)

Basket Reggio: Canuti 16, Nunziato 2, Croci 13, Generali 10, Maresca 6, Quadrelli 1, Borghi 9, Bartoli 2, Alfano 9, Frigi ne, Ardolino ne, Giudici 16. All. Boni.

Magik Parma: Colonnelli 28, Illari, Stellato 5, Malinverni N. 3, Pollina 4, Bocchia 3, Malinverni L. 13, Paulig 18, Diemmi 6, Volpicelli ne. All. Donadei.

Il Magik Parma esce dalla “Cassala” a testa alta, sconfitto nel finale dal Cravattificio Conti dopo aver condotto per quasi tutta la gara. Nel primo quarto i parmensi partono fortissimo, mentre per i padroni di casa arriva subito una tegola, con Canuti che commette il suo secondo fallo dopo appena 4’ e si deve accomodare in panchina. Colonnelli è semplicemente inarrestabile, nonostante la staffetta in difesa di Generali e Quadrelli, solo le prime bombe di Croci e Giudici permettono di contenere il passivo. Nel secondo quarto il copione non cambia, la guardia ducale continua a segnare canestri impossibili da ogni posizione, prontamente imitato da Paulig, mentre i reggiani sbagliano alcune facili conclusioni prima che Alfano, Generali e Maresca ribattano colpo su colpo tenendo in partita la squadra di casa. Nella ripresa il Magik sembra indirizzare la gara sul binario giusto, capitalizzando dalla lunetta e stringendo le maglie in difesa, il punteggio recita +10 e la squadra di casa sembra dare segni di resa. Nel quarto periodo la partita si accende: la coppia Colonnelli-Paulig viene contenuta grazie ai continui raddoppi difensivi che liberano più volte Stellato che, però, spara a salve. Dall’altra parte Canuti e Croci insaccano dai 6.75, mentre Giudici innesca il lungo Borghi che non fallisce tre facili appoggi. Nel finale succede di tutto: fallo tattico di Giudici a rimbalzo dopo una tripla di Canuti; Leonardo Malinverni, fino a quel momento infallibile dalla lunetta, fa 1/2, portando il Magik sul +3. Giudici penetra e serve Bartoli che segna da sotto, altro fallo tattico di Generali che viene sanzionato con un antisportivo, questa volta Malinverni fa 0/2, prima che uno scarico di Colonnelli, in penetrazione, finisca fuori. Con 25” sul cronometro e senza time-out, la rimessa dal fondo di Croci viene intercettata da Stellato che, però, fa scivolare la palla fuori dal campo. Sul successivo possesso Giudici tiene palla e sul pick n’ roll scocca una tripla impossibile che entra portando i reggiani sul +2 con 3” sul cronometro. Pronto time-out di coach Donadei che disegna la rimessa per il tiro di Colonnelli, questa volta la guardia, in avvitamento dall’angolo, non centra il bersaglio scheggiando appena il ferro. La palla, toccata da Croci, termina fuori sul suono della sirena facendo esultare la squadra di coach Boni. Dopo un lungo consulto con il tavolo, gli arbitri richiamano le squadre in campo per giocare gli ultimi 3 decimi di secondo, serve un miracolo che non arriva e il Magik esce sconfitto, seppur a testa alta.

BASKET PODENZANO – U.P. CALDERARA PALL. 76 – 67

(26-11; 40-31; 54-52)

Podenzano: Monti 2, El Agbani 7, Carini 7, Calzi 2, Marafetti, Galli 18, Bossi 2, Guerra 13, Noè, Coppeta G. 14, Petrov 11. All. Coppeta C.

Calderara: Marchi 6, Soresi 7, Projetto 9, Pampani 13, Zocca 3, Vignoli 1, Bertuzzi 19, Turchetti 5, Lambertini 4, Molinari. All. Rusticelli.

SASSOMET – EMIL GAS 64 – 69

(8-20; 31-39; 48-51)

Masi Casalecchio: Ballanti 13, Fiordalisi ne, Franchini 7, Barilli Fe. 2, Castaldini 5, Govi 4, Sighinolfi 6, Di Marzio 2, Sassoni ne, Barilli Fi., Bertacchini 20, Zanotti 5. All. Forni.

Scandiano 2012: Mammi M., Catti ne, Rivi ne, Belli 8, Taddei 5, Bartoccetti 13, Braglia 5, Fikri 11, Vanni 22, Corradini 3, Fontanili 2. All. Baroni.

Promozione in cassaforte per la formazione reggiana che, sbancando il “PalaCabral”, si è a portata a +12 sulle seconde a dieci giornate dalla fine. Match dai due volti, con Scandiano meglio nei primi venti minuti e la Masi più brillante in difesa nella ripresa, ma non è bastato.

La cronaca: dopo le prime schermaglie (6-6 al 4′), erano gli ospiti ad andare in fuga con un parziale di 0-10 (bene Fikri e Vanni). Il pivot ospite era immarcabile e quando Taddei infilava la tripla, il tabellone era impietoso (10-30). Coach Forni passava a zona, alzava la difesa e controbreak di 13 a 0 (preziosi Franchini e Ballanti). Nella ripresa i casalecchiesi erano costantemente in scia e mettevano la freccia, con un contropiede di Di Marzio, sul 55-53. Quando Bertacchini realizzava la bomba del +4 (64-60) a 3′ dalla fine, sembrava fatta. Sembrava… perché i biancoverdi non trovavano più la via del canestro e Bartoccetti, invece, prendeva per mano i compagni realizzando il canestro più pesante, quello del 64-66, a -27″. A seguire, palla persa da uno dei migliori in campo, Bertacchini, 1/2 di Corradini a -9″ e, sull’ultimo possesso, clamorosa incomprensione dei padroni di casa che regalavano il più facile dei contropiedi: 64-69 e game over.

ANTAL PALLAVICINI – SCUOLE BASKET CAVRIAGO 86 – 77 dts

(25-21; 43-37; 55-59; 70-70)

Pallavicini: Cenesi 12, Finelli 6, Nanni G. 2, Lolli, Benuzzi 31, Sgargi 14, Nanni M., Guizzardi, Tabellini 8, Zambonelli 2, Lorusso 11. All. Bignotti.

S.B. Cavriago: Penserini 4, Zambelli 10, Minardi 2, Berlinguer 2, Lorenzani 5, Cantagalli 26, Lari ne, Mursa 28, Bertozzi, Rubertelli ne. All. Bellezza.

PALL. NAZARENO – PIZZOLI 81 – 84 dts

(24-22; 41-39; 50-53; 73-73)

Carpi: Sutera 9, Mantovani 11, Marra 23, Cavallotti 2, Salami 9, Bonfiglioli 5, Rimauro ne, Rizzo ne, Branchini 12, Cavazzoli 10. All. Tasini.

San Pietro in Casale: Nardi, Pastore 9, Mandini ne, Oseliero 15, Gozza ne, Tomsa 4, Ghedini 33, Zanellati 6, Guidi, Fiore 11, Bamania 6. All. Castriota.

Una epica Pizzoli torna alla vittoria a distanza di quasi due mesi dalla precedente, espugnando il difficile campo di Carpi, al termine di una battaglia decisa soltanto negli ultimi battute di un drammatico tempo supplementare. La Veni, priva degli indisponibili Aspergo, Michele Ghedini, Ramzani e Ventura, si presenta in provincia di Modena con il “baby” Mandini subito in quintetto. L’avvio di gara è favorevole ai locali che, pur privi di Biello, tentano a più riprese di prendere il largo: 9-4, 15-7, 18-10. Fiore, Ghedini, Tomsa e Zanellati ripristinano la parità a quota 22, ma Carpi si riprende l’inerzia dell’incontro con Branchini e Sutera, tra la fine del primo periodo e l’inizio del secondo. Dopo aver raggiunto il +7 (34-27), i biancoblu si fermano a quota 37 e i bianconeri sorpassano (37-39), ma due canestri in fila di Sutera, fissano il punteggio di fine secondo quarto sul 41-39. Nella ripresa Ghedini mette la freccia (49-50) e, poco più tardi, Oseliero si sblocca, mettendo la firma sul 50-53 con cui si entra nella quarta frazione. In seguito, la Pizzoli perde Bamania per raggiunto limite di falli e incassa un break di 11-0 e dal 50-54 si passa al 61-54 in appena quattro minuti. I canestri di un ottimo Oseliero mantengono in linea di galleggiamento la Veni, ma Carpi mantiene cinque lunghezze di vantaggio (72-67), a 59″ dalla fine. La Pizzoli ribalta il punteggio con un pazzesco canestro da tre punti di Pastore, un tiro libero di Ghedini ed una penetrazione di Oseliero, che capitalizza un fondamentale rimbalzo offensivo di Nardi, ma un 1/2 dalla lunetta di Mantovani rimanda il verdetto finale ad un primo tempo supplementare in cui lo stesso Mantovani scrive il +4 (78-74), a poco più di due minuti dalla fine. Ancora una volta la Pizzoli sorpassa con Ghedini e Tomsa, ma, a poco più di un minuto dalla fine, un anestro dalla lunga distanza di Marra riporta avanti i padroni di casa (81-79). Un immarcabile Ghedini accorcia le distanze e poi ipoteca il referto rosa (81-82). La Nazareno avrebbe comunque la possibilità di replicare, ma un fallo in attacco di Marra vanifica il tentativo dei locali e regala agli ospiti due punti pesanti in chiave salvezza, chiudendo un ciclo da sei sconfitte consecutive e regalando a San Pietro in Casale il primo successo del 2020.

U.S. LA TORRE – PEPERONCINO LIBERTAS BK 74 – 64

(14-15; 24-32; 42-50)

La Torre Reggio: Davoli A. 10, Campani, Magliani 10, Vezzosi 6, Pezzarossa 3, Mazzi 22, Rivi, Melli 21, Margaria 2, Giaroni ne, Guidetti ne. All. Corradini.

Mascarino: Bellodi, Vinci 2, Ghidoni 11, Roncarati, Bartolozzi 11, Patrese 12, Monari 2, Bianchini 4, Cilfone 8, Brochetto D. 4, Manzi 6, Vannini 4. All. Brochetto L.

La Torre sale al settimo posto, battendo e affiancando il Peperoncino Castello d’Argile, con cui vanta il 2-0 negli scontri diretti. Tolte le prime battute (12-5), è migliore l’approccio degli ospiti, che mettono la freccia in chiusura di quarto (14-15) e allungano progressivamente, toccando anche il +12 ad inizio terzo periodo (25-37). La Torre resta a galla, pur soffrendo, a trovare la via del canestro (42-50 al 30’) e sprinta negli ultimi 10’. Qui, Mazzi si fa perdonare dal tecnico sanzionatogli alla fine del terzo periodo e realizzando sette punti consecutivi, riapre il match (49-50). Adesso è il Peperoncino che fatica in attacco, così la squadra di Corradini compie il sorpasso, grazie alle triple di Pezzarossa e ancora Mazzi (62-57 al 36’). L’antisportivo e l’espulsione di Bartolozzi fruttano ai grigiorossi tre punti dalla lunetta (65-57), seguiti da un’altra tripla, stavolta di Melli, che porta i suoi alla doppia cifra di vantaggio (68-57), chiudendo di fatto la contesa con un paio di minuti di anticipo.

CLASSIFICA

SCANDIANO 2012402020014861181+305
MASI CASALECCHIO282014614391320+119
SCUOLA PALL. VIGNOLA282014614541383+71
SCUOLA BASKET FERRARA262013712981129+169
BASKETREGGIO262013713801405-25
MAGIK PARMA242012814211322+99
PEPERONCINO MASCARINO222011913631337+26
LA TORRE REGGIO EMILIA222011913181304+14
NAZARENO CARPI2020101014301362+68
NUBILARIA NOVELLARA182091114111475-64
VENI SAN PIETRO IN CASALE162081213061394-88
PALLAVICINI BOLOGNA142071313481389-41
CALDERARA142071312561350-94
BASKET PODENZANO122061413221543-221
VOLTONE ZOLA82041613321431-99
SCUOLE BASKET CAVRIAGO22011912191458-239

GIRONE B

STEFY BASKET – PALL. PIANORO 73 – 55

(21-11; 40-22; 63-38)

Audace Stefy: Lamborghini L. 3, Carasso, Bonesi, Franceschini 13, Marzioni 2, Cinti 11, Skocaj 10, Cornale 9, Maldini 6, Falzetti 2, Agnoletti 17. All. Scandellari.

Pianoro: Tosiani 4, Bonazzi, Naim 8, Nicoletti 2, Grandi, Nobis 5, Ricci 11, Pierini 9, Minghetti 13, Vaccari 3. All. Fasone.

BASKERS FORLIMPOPOLI – BASKET TIGERS 86 – 37

(27-12; 52-22; 75-31)

Forlimpopoli: Gorini 6, Rossi 6, Rombaldoni 17, Squarcia 2, Cristofani 10, Biffi 5, Piazza 12, Servadei 6, Serrani 15, Torelli 1, Godoli 6, Stella. All. Agnoletti.

Villa Verucchio: Bronzetti, 2, Panzieri 8, Rossi M. 4, Buo, Peroni 2, Semprini 3, Guiducci 6, Tomasi 6, Saccani, Bollini 6. All. Rustignoli.

BASKET VILLAGE – RIVIT 57 – 62

(14-17; 23-31; 41-43)

Bk Village Granarolo: Carini 3, Drago 8, Bertusi, Bianchi 3, Guastaroba 2, Mongardi 8, Misciali 17, Tonelli 2, Marcheselli L 2, Martinelli, Nicotera 12, Chittaro ne. All. Marcheselli E.

Grifo Imola: Riguzzi F. 17, Riguzzi N. 8, Mondini 3, Russu 9, Cai 11, Paciello 11, Saibi, Guglielmo, Rossi, Simoni, Castelli 3. All. Palumbi.

CESENA BASKET 2005 – BASKET CLUB RUSSI 55 – 67

(15-17; 35-30; 41-41)

Cesena 2005: Montalti 6, Rossi 1, Romano 3, Ravaioli 13, Vandelli 4, Babbini 5, Pezzi, Sanzani, Zoboli 13, Forni 4, Monticelli, Balestri 6. All. Ruggeri.

Russi: Morigi 7, Senni, Piani 8, Cortini 10, Vistoli 7, Goi, Porcellini 28, Cirillo 2, Pambianco 5, Rosti, Argnani. All. Tesei.

La sfida fra Cesena e Russi la decide praticamente da solo un incontenibile e inossidabile Andrea Porcellini che, sul parquet dove già oltre 20 anni fa con i colori di Cesena inceneriva le retine avversarie (sia nel campionato juniores che in quello senior), si carica sulle spalle l’intera squadra e manda al mittente ogni tentativo di limitarlo adottato dai padroni di casa. Nei primi minuti c’è quasi tutto il match (13 a 4 per Russi), ma per il momento Cesena si risveglia e risponde ad armi pari si trova sotto di sole due lunghezze; il Porc intanto ne ha già messi 10 a referto. Il secondo quarto è addirittura quasi interamente di marca cesenate, con Porcellini a rifiatare in panca e Russi che non segna quasi mai, mentre l’attacco di casa gira a mille propiziando un allungo che prende anche i contorni di una vera e propria fuga, con Ricky Forni che inchioda il 33 a 21. Cesena, però, spreca qualche occasione di troppo per allargare il fosso e Russi si riavvicina con il solito Porcellini che mette sulla sirena il canestro del – 5 (35 a 30). Terzo quarto che si apre con la tripla di Zoboli, poi il nulla quasi assoluto da una parte e dall’altra, con un parziale di 11 a 6 per Russi che fotografa la sterilità di serata dei padroni di casa, in definitiva la vera ragione della sconfitta. Ultimo quarto che inizia sul 41 pari e ci si aspetta una frazione equilibrata ed intensa, ma le incertezze durano troppo poco per alzare il pathos di un match ormai incanalato verso il successo esterno. La tripla di tabella di Romano infiamma per un attimo il Palaippo (45 a 48), poi è un monologo dei ravennati che volano fino al +16 e la chiudono senza altri sussulti. Il solo Porcellini ne mette 9 nell’ultimo segmento, mentre Cesena si lecca le ferite e ripensa con rabbia ai miseri 20 punti messi a referto negli ultimi due quarti; così non si vince mai.

G.S. INTERNATIONAL BASKET – SELENE BK 79 – 84

(11-22; 39-45; 60-70)

International Imola: Wiltshire T. 9, Dal Fiume ne, Fazzi 3, Zambrini 9, Poloni 12, Fussi 14, Poli 6, Ravaglia 8, Franzoni 2, Totaro 13, Canovi 3, Fini ne. All. Dalmonte.

Sant’Agata sul Santerno: Scaccabarozzi 10, Kertusha, Valgimigli 10, Spinosa, Rubbini 12, Montigiani 1, Bergantini 16, Mastrilli 4, Del Zozzo 16, Poggi 14, Sgorbati 1, Dalpozzo M. All. Dalpozzo D.

BASKET RICCIONE – PRIMO MIGLIO 97 – 49

(20-18; 52-25; 72-40)

Riccione: Zangheri 4, Amadori Mi. 2, Bomba 18, Amadori Ma. 21, Zanotti 7, Gardini 6, Brattoli 9, Mazzotti 25, Stefani 5, De Martin ne. All. Ferro.

Stella Rimini: Coralli 2, Lonfernini 2, Pinto 4, Del Turco 16, Distante 2, Insero, Naccari 13, Pulvirenti 8, Pari, Quartulli 2, Grandi. All. Casoli.

P.G.S. WELCOME – CASTIGLIONE MURRI 45 – 78

(14-32; 25-47; 37-65)

Pgs Welcome: Guerra 12, Clemente 7, Bush 7, Giuliani 5, Bernardi 4, Fontana 4, Bignami 3, Ukubamichael 2, Mannini, Bernardini, Lamborghini, Corvino. All. Roveri.

Castiglione Murri: Gandolfi 22, Mantovani 14, Bartolini 14, Parchi 7, Costantini 4, Varotto 4, Minerva 4, Melino 4, Bersani 3, Casarini 2, Vitale. All. Gessi.

IMMOBILIARE 2000 – PALLACANESTRO BUDRIO 72 – 63

(20-19; 46-33; 55-50)

Giardini Margherita: Morra Ja., Tuccillo 3, Capancioni, Lelli 21, De Denaro 6, Mazzini, Lolli 5, Del Prete 11, Giudici 14, Paolucci 4, Annunzi 8. All. Morra Jo.

Budrio: Fornasari 5, Magnolfi 9, Tugnoli 11, Vacchi 7, Pirazzoli 4, Billi 6, Curti 6, Zambon 15, Campagna. All. Simoncioni.

CLASSIFICA

BASKERS FORLIMPOPOLI342017314971243+254
GRIFO IMOLA302015514141223+191
IMMOBILIARE 2000 BOLOGNA302015514771324+153
SELENE S. AGATA282014615571434+123
CASTIGLIONE MURRI BOLOGNA262013715251375+150
RICCIONE262013715941461+133
STEFY BOLOGNA262013714571379+78
BASKET CLUB RUSSI242012813791344+35
CESENA BASKET 2005182091113261351-25
PALL. BUDRIO162081213821414-32
PIANORO162081213711460-89
STELLA RIMINI142071313351477-142
VILLANOVA TIGERS142071313201484-164
INTERNATIONAL IMOLA102051513871487-100
BASKET VILLAGE GRANAROLO62031712371441-204
PGS WELCOME BOLOGNA22011912341595-361

Promozione, la Ghepard, al fotofinish, graffia il Sangiorgio. Girone B, la prima volta della Psa

PROMOZIONE 18° Giornata

GIRONE A

VIRTUS PONTEDELLOLIO – IRA TENAX CORTEMAGGIORE 66 – 71

PLANET BASKET – VICO BASKET 43 – 51

CUS PARMA – BASKET OGLIO PO 83 – 57

(22-18; 56-34; 72-39)

CUS Parma: Pattini 5, Secli 10, Bettera 5, Menconi 8, Parizzi F. 3, Carretta 6, Giorgi 18, Pellegrino 7, Petiziol 4, Di Brino 6, Lanzi 11. All. Marcucci.

Oglio Po: Pala 14, Toninelli 9, Guida 4, Travaglioli 7, Bini 5, Gaetani, Gagliardi 7, Scomparin 3, Cavaliere 8. All. Mattei.

SAMPOLESE BK – DUCALE MAGIK PARMA 70 – 62

(17-14; 36-30; 50-46)

San Polo d’Enza: Tognoni 5, Minardi 14, De Vizzi 3, Simonazzi 9, Davoli 9, Cerlini 1, Servidei 11, Tondo 6, Campani 2, Hasa 10. All. Corali.

Ducale Parma: Illari 17, Allodi 2, Pergetti 4, Verti 15, Lannutti 4, Lestini, Resurreccion 2, Ferrari 13, Tinelli 3, Brignoli, Asta G. 2. All. Padovani.

POL. BIBBIANESE – SCUOLA BASKET CAVRIAGO 87 – 83

POL. CASTELLANA – S.ILARIO BASKETVOLLEY 64 – 67

RECUPERO

FULGORATI – SAMPOLESE 56 – 67

(12-22; 32-38; 45-57)

Fulgorati Fidenza:  Rivetti 12, Bondani 6, Poggi ne, Canali 5, Giraud, Molinari 4, Lettieri 2, Besagni 6, Marletta 10, Gelmini 5, Cabrini 6. All. Giacobbi.

San Polo d’Enza: Tognoni 7, Minardi 18, De Vizzi 3, Simonazzi 6, Davoli 9, Nicolini, Cerlini, Servidei 6, Tondo 8, Hasa 10. All. Corali.

CLASSIFICA

Cus Parma, Sampolese 26; Fulgorati Fidenza 24; Virtus Pontedellolio, Ira Tenax Cortemaggiore 20; Planet Parma 18; Ducale Parma*, S.Ilario d’Enza* 16; Scuola Basket Cavriago, Castellana Castelsangiovanni 14; Vico Parma*, Bibbianese* 10; Guna Oglio Po** 8.

GIRONE B

GAZZE CANOSSA – POL. IWONS 83 – 63

GELSO – CUS MO.RE 58 – 78

SBM BASKETBALL – MABO BASKET 46 – 52

(9-13; 21-25; 32-40)

SBM Modena: Ferrari 2, Monari 9, Tagliazucchi 11, Benati 6, Asperti 5, Fantinati 2, Kashin 3, Ullo, Lanza, Mengozzi 8, Manfredini ne. Sarhani ne. All. Gatti.

Mabo Viadana: Bignotti 6, Rossi 10, Sogni 13, Bellagamba, Ponzi 8, Agarossi 2, Martelli 2, Catellani 1, Barilli 6, Torreggiani 4. All. Goldoni.

Prosegue il momento nero dell’Sbm, che infila la terza sconfitta consecutiva al cospetto del non irresistibile Mabo Viadana. I ragazzi di Gatti sbagliano completamente l’approccio alla partita, dove, anziché provare a risolvere insieme i problemi, ognuno ha pensato di poter fare da solo. Risultato un costante inseguimento nel punteggio, prima parità a 14, poi sempre sotto anche di dieci lunghezze sul 26-36, nel terzo quarto. Qui una rimonta frutto più degli affanni di Viadana che dei propri meriti, con l’unico vantaggio, sul 43-42, che sembrava presagire un diverso risultato. Impressione sbagliata, una bomba di Rossi e due canestri di Bigliotti, scrivevano la parola fine del match.

PALL. GUASTALLA – BASKET CAMPAGNOLA E. 59 – 67

(12-21; 34-35; 50-49)

Guastalla: Cani 16, Frigieri 3, Ruina 2, Monti 11, Berigazzi, Camellini 7, Vallini 6, Arisi, Pavesi 5, Del Bon, Berni 8, Setti 1. All. Simeone.

Campagnola: Gasparini ne, Valli, S. Torreggiani 1, R. Piuca 15, Gelosini 15, Soccetti 8, Sueri ne, Carnevali 3, M. Rustichelli 18, Ligabue 3, Sacchi 4. All. Carpi.

Prosegue il buon momento della Campagnola che ha vinto anche sul campo del Guastalla.

Alla palla due gli ospiti non si fanno sorprendere e piazzano un parziale di 15-0, grazie ad un attacco molto prolifico e ad una difesa altrettanto efficace. Guastalla corre subito ai ripari cambiando atteggiamento difensivo, ma facendo anche circolare meglio la palla e questo le permette di recuperare terreno, per una frazione che si chiude sul +9 per gli ospiti. Nel secondo quarto Guastalla continua a macinare gioco e canestri che, combinati ad una solida difesa, le permettono di recuperare quasi tutto il gap del primo quarto, chiudendo alla pausa lunga sotto solo di una lunghezza (34-35). Al rientro in campo la Radio Bruno torna a difendere come nei primi minuti di partita ed a segnare con maggior continuità portandosi anche a +7, ma da metà frazione in poi, è Guastalla che ribalta l’inerzia riuscendo a chiudere la frazione con un punto di vantaggio sugli ospiti. Nell’ultimo quarto Campagnola si riporta avanti nel punteggio e, quando sembra abbia ripreso le redini del match, Guastalla torna ad accorciare le distanze e a portarsi avanti di quattro lunghezze. Gli ospiti reagiscono e complici anche un paio di giri in lunetta si portano sul +1 a 1’40 dal termine. Un canestro dal mezzo angolo di Gelosini, un tiro dall’arco di Roberto Piuca e il successivo contropiede su palla recuperata di Marco Rustichelli, fissano, infine, il punteggio per gli ospiti sul 59-67.

NUOVA PSA – AQUILE PALL. 86 – 66

(22-20; 40-36; 67-53)

PSA Modena: Cambiati, Rahova 11, Pavesi 8, Naletto 13, Torralba 3, Lopez 10, Righi, Macchelli 14, Umana 2, Pifferi 25, Iacono. All. Masini.

Gualtieri: Brugnano 18, Benetti 5, Anania 13, Simonazzi 16, Morenghi, Iemmi 10, Gandellini 4. All. Bertolini.

UNIONE SPORTIVA AQUILA – I GIGANTI DI MODENA 60 – 65

PALL. REGGIOLO – BASKET JOLLY 75 – 63

CLASSIFICA

Cus MO.RE. 32; Reggiolo, I Giganti di Modena 30; Gazze Canossa 26; SBM Modena, Jolly Reggio, Campagnola Emilia 24; Mabo Pomponesco 20; Iwons Albinea 16; Guastalla 14; Aquila Luzzara 12; Gelso Reggio 8; Aquile Gualtieri 4; PSA Modena 2.

GIRONE C

GHEPARD BASKET – PALL. SANGIORGIO 70 – 68

(19-16; 37-38; 54-57)

Ghepard: Romagnoli 6, Aldieri P. 5, Innamorati 8, Sanmarchi 9, Grillini 15, Aldieri A., Ferri 6, Rizzardi 10, Sanguettoli 2, Rossi PierLudovico 9. All. Rossi “Pigi”.

Sangiorgio: Guidi, Grassi 6, Giunchedi 8, Solmi 7, Baldazzi 8, Tolomelli 7, Morando 1, Rosati 16, Savic 1, Neretti 5, Argenti 7, Magliaro 2. All. Binelli.

C.U.S. FERRARA BASKET – SPARTANS BASKET 93 – 84 dts

(22-18; 49-40; 63-56; 79-79)

Cus Ferrara: Maggini 12, Danieli A. 14, Fogli 6, Ometto 8, Danieli G. 20, Otuedon ne, Alassio 26, Gulotta, Mezzadri ne, Bellinazzi 3, Barcaro 4, Galliera ne. All. Bani.

Spartans Ferrara: Virgili 11, Bichi ne, Dell’Uomo 4, Marabini 6, Merlo 15, Ferrarini, Del Principe 3, Baruffa, Zanolli 10, Roversi 10, Santini 25. All. Ciliberti.

VIS 2008 – LIONS BASKET 74 – 63

(22-11; 37-31; 57-50)

Vis Ferrara: Bianchi 27, Tuccillo 11, Corsato 6, Vaianella, Tralli 6, Baraldi 2, Bottoni 13, Boarini ne, Rossi, Gnani 9. All. Cigarini.

Lions Cento: Fiocchi 4, Gallerani ne, Nannetti 2, Bonazzi 2, Borghi, Cristofori 26, Bonzagni, Guaraldi 6, Guidi 6, Guidetti 7, Passarini 2, Ansaloni 8. All. Alberghini

DIABLOS BASKET – BIANCONERIBA 60 – 74

(11-11; 30-35; 45-60)

Sant’Agata Bolognese: Angelini 9, Belosi 8, Achilli 8, Demartini 7, Mascagni 4, Gamberini 7, Bruni, Stanzani 1, Machi 6, Almeoni 1, Verdoliva 9. All. Serra.

Baricella: Sgarzi ne, Barbieri 3, Ballarin 10, Frazzoni 12, Sitta 9, Pedrielli 6, Villani 2, Ricci 17, Mantovani, Oretti 6, Donati 6, Minozzi 3. All. Calandriello,

PALL. FORTITUDO – PGS IMA 57 – 71

(20-20; 34-31; 50-54)

Crevalcore: Guido 4, Acciarri 5, Filippetti, Terzi 14, Cremonini 4, Candini 4, Govoni E. 8, Govoni F. 2, Pedretti 2, Forni 4, Lelli 4, Pederzini 6. All. Gobbo.

Pgs Ima: Stagnoli 4, Vallerin, Cocchi 8, Martelli 11, Sorghini 9, Lugli 16, Serio 2, Nannuzzi, Asciano 9, Tinti 4, Stojanov, Righetti 8. All. Salvarezza.

DESPAR 4 TORRI FERRARA – PALL. TEAM MEDOLLA 61 – 56

(13-11; 29-21; 43-40)

4 Torri Ferrara: Villani 8, Patroncini 7, Amati 2, Marianti Spadoni 4, Vecchio, Oussous, Bigoni ne, Minzoni 4, Volpin 14, Faccini ne, Monaldi 9, Soloperto 13. All. Moffa.

Medolla: Bega 20, Barbieri 13, Baccarani 10, Panin 5, Balboni 3, Marchetti 3, Guarnieri 2, Ceretti. All. Sacchetti.

CLASSIFICA

PGS Ima Bologna 30; San Giorgio di Piano, Bianconeriba Baricella 28; Ghepard Bologna* 26; Medolla 20; Lions Cento, Spartans Ferrara 18; Diablos Sant’Agata Bolognese**, Vis 2008 Ferrara* 16; Cus Ferrara 12; Gallo, Fortitudo Crevalcore, 4 Torri Ferrara 4.

GIRONE D

OMEGA BASKET – MONTEVENERE 2003 A.GIORGI 64 – 69

(21-19; 45-36; 59-46)

Omega: Saccà 17, De Pascale 11, Morales 11, Sterpi 9, Twun 8, Bolelli 6, Coccaro 2, Palad. All. Nannoni.

Montevenere: Fiorentini 20, Cruzat 16, Cavana 8, Gamberini 8, Maresi 8, Bortolan 6, Zanetti 3, Guerrato, Venturini. All. Orefice.

P.G.S. CORTICELLA – HORNETS BASKET 61 – 72

(10-20; 36-34; 43-52)

PGS Corticella: Marcheselli 11, Fiorentini 8, Ardizzoni 15, Tonelli 13, Tolomelli 2, Candini 5, Albazzi 5, Valgimigli 2, Puzzo, Brighenti, Bartolini, Mainardi. All. Lorenzoni.

Hornets: Orpelli 3, Ascari 11, Caruso 10, Genovese 12, Nannetti 2, Florio 4, Marchesi 4, Gadani 9, Brina 2, Zambelli 8, De Leo 6, Orlando 1. All. Rocco di Torrepadula.

CENTRO MB ARCOVEGGIO – CSI SASSO MARCONI 52 – 62

(19-22; 29-38; 40-47)

CMA: Ballandi ne, Cavallone 17, Cilloni 2, Scalone 2, Forcione 6, Siena 6, Filippini 4, Venturi 13, Benfenati ne, Carfagna, Baraldi 2.

VANINI – PGS BELLARIA 75 – 62

(27-14; 42-36; 54-48)

Horizon: Sebastianutti 10, Distefano 10, Turrini, Pasquali 7, Baiesi 6, Nasi 2, Tinti, Cola 6, Caverzan 5, Varotto S 7, Grippo 22, Pace. All Muscó.

PGS Bellaria: Menna 2, Fae 18, Sudano, Balistreri, Ottani 14, Scarenzi 2, Foresti, Bulgarelli 16, Giorgio 5, Furlanetto 5, Brini. All Benini.

STARS BASKET – POL. PONTEVECCHIO 87 – 61

(24-15; 42-31; 68-50)

Stars: Molise 6, Venturi F. 5, Somma 12, Muzio 4, Barbieri 11, Musolesi 11, Ostapyuk De Pretto 8, Branchini 6, Pistacchio 2, Bordonaro 5, Benfenati 13, Raffaelli 4. All. Piccolo.

Pontevecchio: Di Noto 27, Casanova 2, Ricci 6, Canino, Venturi R. 7, Scalorbi, Mansutti 2, Poluzzi 6, Mazzacurati 2, Angeletti 4, Grilli 5. All. Bonfiglioli.

ANZOLA BASKET – S. MAMOLO BASKET 45 – 91

(12-18; 25-43; 32-71)

Anzola: Gobbi, Lambertini 2, Galli, Gherardi 3, Franchini 6, Di Pasquale, Poli, Lullo, Cattani 5, Venturi 15, Missoni 2, Cappelli 12. All. Righi.

San Mamolo: Trotta ne, Mengoli 16, Omodei 2, Guidetti, Tazzara 22, Quadri S. 5, Bartolini 2, Albertazzi 24, Orlando 2, Balzan 10, Ceccolini 8. All. Nannetti.

CLASSIFICA

San Mamolo Bologna 36; Hornets Bologna 30; Navile Bologna, Montevenere Bologna 22; Omega Bologna*, Horizon Bologna, Stars Bologna 18; C.M.B. Arcoveggio*, Anzola 16; PGS Bellaria Bologna, PGS Corticella Bologna, CSI Sasso Marconi 8; Pontevecchio Bologna 6.

GIRONE E

IN FIERI – PALL CASTEL S.P.T. 2010 52 – 59 d2ts

(8-11; 25-20; 35-39; 44-44; 48-48)

In Fieri: Magni 5, Fiordalisi 2, Tradi 18, Venturoli 3, Corradini 10, Gianasi 4, Fiumi 2, Fornasari 4. All. Guidetti.

Castel San Pietro 2010: Cavina 13, Zuffa 7, Pedini 13, Creti T. 8, Pontrelli 6, Mondanelli 4, Curti 4, Zaniboni 2, Turrini 2, Cenni, Landini, Dal Pozzo. All. Creti A.

MASSA BASKET 2010 – TATANKA BALONCESTO 56 – 66

(19-11; 43-32; 47-40)

Massa Lombarda: Ugulini L. 5, Montanari 5, Ugulini V. 4, Berardi L. 7, Brignani 6, Berardi R., Asioli M. 3, Marchetti ne, Pinardi 11, Rivola 5, Asioli G.M. 9, Linguerri 1. All. Landi.

Tatanka Imola: Ciampone, Pederzoli 11, Manaresi 4, Selva 6, La Ferla, Tabellini 11, Franceschelli 2, Castagnetti 27, Simoni 2, Marrobio 3. All. Munzio.

Il Massa Basket crea basket e si diverte nei primi venti minuti di gara, ma poi cede alla distanza e crolla fragorosamente nel finale, lasciando partita e vittoria al Tatanka Imola che, soprattutto nei momenti difficili (sotto di 15 a metà secondo quarto), ha il pregio di continuare a crederci e di non mollare mai.

L’inizio è equilibrato, poi si scatena Pinardi che segna a ripetizione e trascina i locali. Il Tatanka fatica a trovare la via del canestro e si ritrova sotto 19-11 a fine quarto. Lo spartito del secondo periodo è il medesimo: i tiratori massesi sono in giornata, Ugulini L. e Montanari da 3 fanno da apripista ad Asioli G.M. che segna 7 punti a fila. Il Tatanka continua ad essere in difficoltà e si aggrappa ai punti di Pederzoli e Castagnetti e all’agonismo di Tabellini. Si va alla pausa lunga sul 43 a 32 per Massa, con i locali che girano come un orologio svizzero; al rientro dagli spogliatoi, però, il meccanismo massese si inceppa e comincia una partita completamente diversa; i locali non trovano più la via del canestro realizzando solo 4 punti in un quarto, disorientati dai continui cambi difensivi degli ospiti che, tuttavia, non concretizzano a pieno in attacco il grande lavoro difensivo realizzando solo 8 punti in un quarto complessivamente pieno di errori e di nervosismo. Inizia l’ultima frazione con Massa ancora a +7, ma ormai i locali sentono il fiato sul collo degli avversari. Negli ospiti sale in cattedra Castagnetti che diventa un incubo per la difesa massese, ben coadiuvato da Tabellini, che trova il canestro del sorpasso sul 49-50; il Tatanka ha ormai messo la freccia e scava il break decisivo con una tripla ed una penetrazione di Pederzoli. Massa non ha più la forza e la mentalità per reagire ed il match si chiude sul 66 a 56 per gli ospiti.

MEDICINA BASKET 2007 – 289 ACADEMY 73 – 65

(16-12; 41-31; 68-49)

Medicina 2007: Ventura, Zambelli 5, Vignudelli 6, Magli 2, Busca, Pazzaglia, Castellari 30, Impastato 4, Trippa 9, Martelli 11, Dall’Olio 2, Soldi 4. All. Pasquali.

289 Budrio: Zinzi 7, Grilli 27, Laforgia 5, Semilia 9, Sarti 7, La Cascia, Gherardi 2, Palladino 6, Draghetti 2. All. Baraldi.

BASKET PROJECT – BASKET A. GARDINI 2001 71 – 43

(18-6; 41-18; 60-32)

Faenza: Ndiaye, Troni 23, Santo 6, Boero 13, Ragazzi 15, Dal Monte, Turchiarulo, Picone 4, Fabbri 2, Babini, Pantani 3, Morsiani 5. All. Morigi.

Fusignano: Babini 2, Scardovi 9, Dalla Malva 2, Melandri 4, Zanzi 6, Berardinelli 4, Nigro 2, Bucchi 4, Vecchi 9, Bertazzoli 1. All. Ortasi.

POL. VIRTUS CASTENASO – POL. DIL. FARO 61 – 66

(11-20; 24-32; 38-48)

Castenaso: Fiolo 6, Magagnoli 9, Lombardo L.P., Orsini, Fiusco 5, Tonelli 17, Lombardo N. 5, Bernardoni 7, Zini, Urzino ne, Consolo 8, Sighinolfi 4. All. Pizzi.

Faro Argenta: Baldi, Pasetti 5, Taglioli 6, Marescotti, Dalpozzo, Fuschini ne, Bonora 8, Porcellini 3, Federici 4, Nicoletti 17, Zanetti 12, Checcoli 11. All. Santoro.

BASKET GIALLONERO – SALUS PALL. BOLOGNA 77 – 72

(24-25; 39-41; 64-52)

Giallonero Imola: Militerno, Biavati 7, Guastamacchia, Pirazzini 19, Spoglianti 8, Fusella, Brusa 8, Vignoli 12, Sassi 23. All. Alfieri.

Salus: Grilli 2, Tabellini G., Nanni 22, Grassi 24, Chirco 8, Stignani, Bucca 12, Cocchi, Dallacasa 4. All. Nieddu.

CLASSIFICA

Castel San Pietro 2010 32; Medicina 2007, Giallonero Imola 26; Project Faenza 24; Faro Argenta* 20; Massa 2010, Salus Bologna, Tatanka Imola 18; Party&Sport Ozzano 16; Virtus Castenaso* 12; Gardini Fusignano* 8; In Fieri San Lazzaro* 6; 289 Academy Budrio 0.

GIRONE F

LIVIO NERI – MISANO PIRATES 59 – 54

SAN PATRIGNANO – AICS JUNIOR BASKET 48 – 75

San Patrignano: Pesarini 16, Bologna 8, Romboli 7, Panzeri 6, Baldassarri 5, Amaroli 4, Randazzo 2, Taddei, Cianni, Mirabile, Romano, Persici. All. Gregori.

Aics Forlì: Rossi 16, Russo 12, Mariani 10, Liverani 9, Guaglione 8, Perugini 8, Imperadori 6, Zanotti 4, Ruffilli 2, Naldi. All. Sanzani.

LIBERTAS GREEN BK – BASKET 2000 76 – 65

(34-17; 53-36; 61-58)

Lib. Green Forlì: Ruscelli 30, Gavelli 13, Panzavolta 11, Brunetti N. 8, Galeotti 4, Bessan 4, Vadi 3, Gnini 2, Pinza 1, Fossi, Graziani ne. All. Laghi.

BK 2000 San Marino: Fiorani 15, Giancecchi 10, Liberti Lo. 9, Agostinelli 8, Giovannini 7, Bombini 5, Pasolini 5, Botteghi 4, Campajola 2, Zafferani, Liberti Leo ne, Guida ne. All. Morri.

MORCIANO EAGLES – TIGERS BASKET 2014 83 – 54

ARTUSIANA BK – FISIOKINETIC 73 – 62

(18-18; 33-27; 50-44)

Forlimpopoli: Mambelli 13, Gasperini G. 20, Spisni 11, Attanasio, Bourkadi 2, Vitali 9, Alberti 6, Gasperini A. 6, Zammarchi 2, Quercioli 2, Marzolini 2. All. Grilli.

Coriano: Buscherini, Ceccolini, Casadei 13, Bigini 23, Chistè M. 12, Caccioppoli, Ortenzi 7, Puzalkov, Thiam 2, Zavatta 3, Casali 2. All. Chistè C.

CRAL E. MATTEI – SPORTING CLUB CATTOLICA 68 – 64

(10-14; 31-37; 51-51)

Spem Ravenna: Fumolo 3, Bramante 2, Bomben ne, Angeli 19, Polyeschuk 2, Caccamo 10, Palazzi 5, Ghinassi, Bindi 11, Camassa 14, Niang 2, Ferizi. All. Borghi.

Cattolica: Bergna 6, Adanti 10, Cavazzini 15, Giorgi 5, Bartoli 2, Ciandrini 3, Massanelli 2, Ghinelli, Simoncini Fuzzi 13, Bacoli 8. All. Cotignoli.

RECUPERO

ARTUSIANA – TIGERS 2014 58 – 44

(19-7; 31-21; 43-34)

Forlimpopoli: Mambelli 13, Gasperini G. 13, Spisni 12, Attanasio 4, Bourkadi, Vitali 2, Alberti, Trinidad, Gasperini A. 7, Zammarchi 2, Quercioli 2, Marzolini 3. All. Grilli.

Tigers 2014 Forlì: Pedrizzi 2, Valgimigli 11, Biondi 5, Ruffilli 4, Plachesi, Poggi 1, Bergantini, Valpiani 8, Chezzi 4, Visani 2, Asani 6, Dall’Agata 1. All. Lapenta.

CLASSIFICA

Aics Forlì*, Artusiana Forlimpopoli* 26; BK 2000 San Marino, Fadamat Rimini, Libertas Green Forlì 24; Cral Mattei Ravenna 22; Livio Neri Cesena, Eagles Morciano 18; S.C. Cattolica, San Patrignano, Fisiokinetic Coriano 10; Tigers Forlì 8; Pirates Misano 6.

C Gold, impresa LG Competition! C Silver, Argenta cade in casa e Zola è da sola in vetta

SERIE C GOLD 18° Giornata

BASKET LUGO – 2G FERRARA DESIGN 79 – 98

(26-25; 47-49; 62-70)

Lugo: Carella 6, Alessandrini ne, Presentazi 14, Cappelli, Baroncini, Silimbani ne, Masrè 5, Cervellera, Santini 8, Salsini 18, Arosti, Ravaioli 28. All. Casadei.

Ferrara 2018: Benedetti, Cattani 2, Cortesi 21, Percan 21, Seravalli 3, Legnani 15, Fortini, Poli, Pusic 10, Zaharie 12, L. Ghirelli, M .Ghirelli 14. All. Furlani.

Primo successo del 2020 per la 2G Ferrara Design, che espugna Lugo grazie ad una prestazione convincente di squadra: 79-98 il finale, con cinque uomini in doppia cifra per i biancazzurri, partiti con il giusto atteggiamento, bravi a restare attaccati ai romagnoli che, nei primi 20’, hanno tirato con il 70% al tiro da fuori. Dopo l’intervallo lungo, la 2G Ferrara Design ha registrato la difesa sui pick&roll e sugli aiuti dal lato debole, punendo i locali in attacco.

Prova corale, quella della compagine del coach Adriano Furlani, con Cortesi e Legnani (36 punti in due) su tutti, ben coadiuvati da Zaharie, che a Lugo ha mostrato fisicità e talento. Finalmente si è vista la vera 2G Ferrara Design che, ora, dovrà continuare su questa lunghezza d’onda nelle prossime due uscite casalinghe.

E80 BEMA – PALL. FIORENZUOLA 1972 72 – 71

(20-20; 32-39; 53-56)

LG Competition Castelnovo Monti: Lovatti 1, Sabah 10, Dal Pos 12, Magnani 5, Longoni 15, Levinskis 2, Mallon 17, Ferri ne, Provvidenza 5, Prošek 2, Barigazzi ne, Parma Benfenati 3. All. Diacci.

Fiorenzuola: Galli 6, Sichel 6, Bracci 7, Rigoni ne, Marchetti 10, Dias 5, Livelli ne, Superina ne, Fowler 6, Fellegara ne, Ricci 8, Maggiotto 23. All. Galetti.

Splendida vittoria della E80 Bema che sconfigge, al fotofinish, la capolista Pallacanestro Fiorenzuola. È di 72-71 il risultato finale al PalaGiovanelli, con i montanari che raccolgono un importante e prestigioso successo dopo aver subito due brucianti sconfitte contro Medicina e Imola.

L’inizio di partita è intenso, ma poco spettacolare, con diversi errori in entrambi i lati del campo. Dopo quattro minuti il risultato è in perfetta parità sul 4-4, poi la gara si accende: prima arrivano 4 punti in fila di Maggiotto, poi il contro parziale 6-0 della LG riporta in vantaggio i castelnovesi. Il match si mantiene in grande equilibrio, anche se il break di 6-0 di Fiorenzuola vale il +5 per gli ospiti a 3′ dalla fine del primo quarto. Non tarda, però, ad arrivare la reazione dei montanari, con Dal Pos e Longoni protagonisti dell’8-0 che permette alla E80 Bema di riportarsi in vantaggio. Il periodo si conclude con tre punti in fila di Marchetti che, negli ultimi secondi, riporta il risultato in totale equilibrio (20-20). L’inizio del secondo periodo segue la falsariga dei primi dieci minuti, con le due squadre che continuano a mantenersi a distanza ravvicinata e senza che nessuna delle due compagini sia capace di prendere il sopravvento. Mallon è protagonista nell’allungo della LG (27-22), ma il solito Maggiotto e capitan Sichel pareggiano l’incontro sul 29 pari, quando mancano ancora 3′ alla sirena di metà di gara. Lo stesso Maggiotto sale in cattedra e da una prima “spallata” alla partita: il play di Fiorenzuola segna infatti 10 punti in fila che permettono al proprio team di raggiungere la doppia cifra di vantaggio. A placare, parzialmente, la situazione ci pensa il castelnovese Magnani che, con la tripla allo scadere, fissa lo score di metà tempo sul 32-39. Ad inizio della terza frazione gli ospiti continuano ad avere il controllo dell’incontro e Castelnovo fatica a trovare la via del canestro. A metà periodo arriva un mini-break della LG che riporta i padroni di casa ad un solo possesso di ritardo (42-45). Le segnature di Dal Pos e Sabah spingono gli Appenninici sino al -1, ma Sichel e Fowler sono bravi a ristabilire le distanze nel punteggio. Nel finale di periodo, al canestro di Levinskis, risponde Maggiotto e la terza frazione si conclude sul 53-56. Il risultato torna in perfetta parità nei primi minuti del quarto conclusivo e i punti di un ottimo Mallon valgono addirittura il sorpasso della E80 Bema. L’esito dell’incontro è sempre molto incerto e a quattro minuti dal termine lo score è di 63-63. Bracci realizza da sotto il +2 Fiorenzuola, ma dall’altra parte del campo ci pensa capitan Mallon a firmare la tripla del +1. Maggiotto segna dall’area il contro sorpasso, ma il lungo argentino fa un 2/2 dalla lunetta che vale il 68-67 con due minuti ancora da giocare. In pochi istanti segnano Ricci, Longoni e Galli e ad ottanta secondi dalla sirena, Fiorenzuola è sempre avanti di una sola lunghezza. Castelnovo perde una sanguinosa palla in attacco e con 45″ sul cronometro i piacentini possono firmare l’allungo decisivo. Il tiro di Galli non vede, però, il fondo della retina e sul ribaltamento di fronte, la penetrazione di Sabah va a buon fine: a 25″ dal termine Castelnovo è ora sul +1. Gli ospiti hanno in mano la palla del possibile sorpasso, ma il tiro di Maggiotto si ferma sul ferro e il rimbalzo è preda di Galli che, però, perde la sfera. Arriva quindi il 40′ che permette ad un caldissimo e strapieno Pala Giovanelli di festeggiare il 72-71 finale in favore dei padroni di casa.

ALLIANZ BANK – GAETANO SCIREA BK 86 – 79

(28-23; 51-45; 67-58)

BB2016: Pasquali ne, Resca ne, Folli 4, Mazzocchi 2, Fontecchio 13, Elio, Guerri, Fin 17, Zanetti ne, Nucci 34, Aglio 14, Graziani 2. All. Rota.

Bertinoro: Rossi 13, Cinti 3, Piazza ne, Zambianchi 6, S.Ravaioli 7, Angeletti ne, Ricci 19, Farabegoli 4, Bessan ne., Brighi 13, Bracci 14, Em. Solfrizzi. All. Tumidei.

Un Alessandro Nucci formato MVP (34 punti con il 60% dal campo, 6/9 da 2 e 6/11 da 3; 8 rimbalzi; 4 recuperate e 36 di valutazione) si prende sulle spalle il Bologna Basket 2016 e lo trascina alla settima vittoria consecutiva, contro il Gaetano Scirea Bertinoro. Flagellati come al solito dagli infortuni (Zhytariuk in convalescenza; Resca fermo ai box per una contrattura; Folli, Guerri e Fontecchio a mezzo servizio), i rossoblu stringono i denti e seppur con qualche patema, riescono a portare a casa il match. Coach Rota miscela i quintetti e velocizza i cambi, costretto anche dalle ridotte rotazioni a giocare “small ball” con Aglio centro. I romagnoli dimostrano da parte loro che l’ultimo posto in classifica è bugiardo, restando in partita fino a qualche minuto dal termine e mettendoci sempre grinta e tenacia. Ma il BB2016 si affida al tiro da 3, mai così efficiente (13/25 col 52%), e alla voglia di fare un passaggio in più (16 assist), vendicando così la brutta sconfitta dell’andata.

La cronaca: partenza sprint del BB2016, con Aglio e Fin a sfondare ripetutamente il canestro avversario. A 6’30” della prima frazione il vantaggio è di 12-4, poi Bertinoro rientra fino al -5. Tra fine primo quarto e inizio secondo comincia il “Nucci-show”: serie di triple, imitato anche da Fin e Fontecchio. Il vantaggio si dilata fino al +18 e la partita sembra segnata. Ma un controparziale degli ospiti di 15-3 riporta il match in equilibrio. Dopo l’intervallo, altro break di Bertinoro che arriva a -2, ma ci pensa ancora Nucci, con 9 punti consecutivi,a ricacciare indietro i rivali. Massimo sforzo allora nel quarto periodo degli “All Black” romagnoli che, a 3’20” dal termine, si riportano ad una sola lunghezza di distanza. A quel punto è Mazzocchi che, senza paura, infila il suo unico, ma importantissimo canestro, per poi lasciare a Fin e ancora a Nucci i punti decisivi per il +7 finale.

DILPLAST CLEVERTECH – GUELFO BASKET 54 – 91

(13-23; 18-50; 38-74)

Montecchio: Ramenghi 6, D’Amore 4, Tognato 17, Vecchi 2, Giannini 3, Degli Esposti 5, Pedrazzi 3, Trobbiani, Amadio 7, Negri, Bovio 7. All. Martinelli.

CastelGuelfo: Wiltshire 5, Bernabini 13, Bonetti, Baccarini 5, Bonazzi, Murati 10, Bergami 2, Musolesi 16, Pieri 7, Govi 16, Pederzini 2, Amoni 15. All. Cavicchioli.

Dilplast-Clevertech ancora sconfitta in una partita che ha visto gli ospiti dominare in tutte le fasi ed in ogni lato del campo. La squadra di casa non riesce ad impostare una difesa efficace e soccombe a rimbalzo. In attacco, oltre ad una scarsa vena realizzativa, le azioni si sviluppano confuse e poco concrete. Le 23 palle perse completano, in negativo, una prestazione da dimenticare. Guelfo, d’altra parte, arriva a Montecchio decisa a fare quel risultato molto importante per la classifica e vi riesce giocando una buona pallacanestro e portando ben cinque uomini in doppia cifra. L’esperto Amoni in evidenza con una doppia doppia (15 punti e 10 rimbalzi), condita da un paio di assist, ma tutto il collettivo contribuisce alla meritata vittoria.

OLIMPIA CASTELLO 2010 – INTECH 82 – 88

(17-22; 38-44; 57-67)

Castel San Pietro: Benedetti 14, Sangiorgi 11, Ranocchi 11, Tomesani 10, Trombetti 10, Procaccio 9, Magagnoli 8, Sabattani 7, Albertini 2, Righi ne, Torreggiani ne, Malverdi ne. All. Serio.

Virtus Imola: Begic 26, Errera 23, Barattini 13, Planinic 7, Colombo 6, Orlando 4, Biandolino 4, Dal Pozzo 3, Agatensi 2, Marcone, Savino ne, Piani Gentile ne. All. Regazzi.

La  Virtus festeggiano sul parquet del PalaFerrari abbracciati ai tanti tifosi: questa è la fotografia che rimarrà a lungo nella mente di dirigenti, giocatori, tecnici e tifosi imolesi. Una Virtus immensa che riesce a mantenere la testa del match dal primo all’ultimo minuto, rischiando qualcosa nei minuti finali, quando l’Olimpia ha un’accelerazione d’orgoglio. Ma per Ranocchi e compagni è tutto inutile.

Coach Regazzi spedisce in campo Dalpozzo, Barattini, Begic, Planinic ed Errera. Begic la apre, Errera segna una buona doppietta, nel mezzo la tripla di Benedetti: 3-6 dopo 2’30”. Il rapido contropiede di Barattini (5-13), obbliga coach Serio a chiedere il timeout. Trombetti da sotto accorcia il gap (9-13), con Regazzi che ferma di nuovo il gioco. Nel finale di quarto Errera e Sabattani realizzano in sequenza rendendo subito altissimo il frastuono all’interno del PalaFerrari: 15-17 ad un minuto dalla sirena. Ivan Begic firma la prima perla dalla distanza della sua serata ed una magia di Orlando rilancia Imola sul 15-22. In apertura del secondo periodo, due falli tecnici per proteste a Dalpozzo e Colombo. Marcone strappa un gran rimbalzo, dando il là alla penetrazione spettacolare di Begic (19-24). Anche Agatensi e Biandolino graffiano sotto canestro, costringendo Serio a chiedere il timeout (19-28 al 13’). Sulla tripla stellare di Ivan Begic a poco più di sei minuti dall’intervallo lungo, tutta Imola salta sugli spalti per la doppia cifra di vantaggio (21-31). Biandolino si merita gli applausi per una bella iniziativa da sotto, ma, a fil di sirena, Procaccio inquadra la tripla che chiude i conti sul 38-44. Al cambio campo, scatta meglio l’Olimpia con Sangiorgi e Benedetti che accelerano, Barattini fa 2/3 dalla lunetta e a Planinic viene fischiato un fallo antisportivo nei primi 2’30”. Alessandro Ranocchi, l’ex più temuto dai tifosi gialloneri, insacca una tripla stilisticamente perfetta, impattando a quota 46 al 2’40”. Lo stesso Planinic si riscatta con un bel canestro, errore dei locali, quindi Errera si prende la scena con un ottimo canestro e tiro libero (realizzato) aggiuntivo: a 5’40” l’Intech scatta avanti 46-51. Botta e risposta tra Procaccio ed Errera per il 55-59 a -2’40” ; dopo il contropiede di Begic ed il 2/2 di Magagnoli, arriva il gancio “aria-terra” di un monumentale Danilo Errera (a quota 17 punti personali) che riporta avanti Imola 57-63. Un ottimo assist di Orlando pone Colombo nella condizioni di segnare da sotto, con Errera che chiude il quarto con un altro gioiello, sul 57-67. L’ultimo parziale si apre con la tripla frontale realizzata da Colombo sul suono della sirena dei 24”, che  fa registrare un’altra esplosione del tifo imolese (59-70). A 4’24” dalla sirena finale, gli arbitri comminano un fallo antisportivo a Dalpozzo che è, dunque, costretto a lasciare il campo (nel momento cruciale) per somma di infrazioni (tecnico+antisportivo). Anche Sabattani incassa un fallo antisportivo, con Barattini che realizza il 2/2 dalla lunetta (70-76). Mentre mancano meno di tre minuti alla sirena, Barattini prima incassa un fallo in attacco, quindi riceve lo sfondamento di Benedetti dall’altra parte. Colombo stoppa Tomesani ed il clima del PalaFerrari è incandescente. Begic racimola punti dalla lunetta (70-79), Ranocchi alza l’asticella con la tripla del 73-79. A 1’06” Benedetti offre l’assist a Tomesani che dall’angolo destro infila la tripla del 76-79. A 41” Colombo pesca Planinic libero e solitario sotto le plance (76-81). Dall’altra parte, Ranocchi, su rimessa laterale, libera Bedenetti che non perde tempo, alzandosi dietro l’arco per il canestro che vale -2 Castello (79-81 a 29” dalla sirena). Palla a Barattini con immediato fallo dei locali, ma il play è glaciale dalla linea della carità. Alla ripresa del gioco, Ranocchi penetra e realizza (con fallo) sia il canestro che il libero aggiuntivo (82-83 a -20”). Sulla rimessa, Colombo trova Orlando che incassa fallo: nel momento topico del match, la guardia imolese trova le risorse mentali necessarie per infilare i liberi decisivi (82-85) e strappare la palla dalle mani di Sabattani, nella veloce corsa offensiva dei castellani a 13” dalla sirena. Tomesani spedisce Barattini all’ennesimo giro dalla linea della carità: il folletto casacca numero 21 infila la doppietta e decreta la parola fine (82-87). Ranocchi tenta inutilmente il tiro della disperazione, Colombo strappa il rimbalzo e il fallo di Sabattani: sulla lunetta fa 1/2 e Barattini conquista il rimbalzo finale portando la palla fino alla sirena. Vince la Virtus Imola 88-82

BMR – GRUPPO VENTURI 81 – 65

(18-18; 36-32; 61-45)

Basket 2000 Scandiano: Brevini, Cunico 2, Bianchi 5, Astolfi 10, Bertolini 5, Sakalas 14, Canovi ne, Pini 12, Caiti 2, Germani 15, Magni 16, Piccinini ne. All. Tassinari.

Anzola: Carpani ne, Parmeggiani F. 13, Parmeggiani S. 6, Franco 5, Perini ne, Baccilieri 2, Villani 11, Venturi 3, De Ruvo 7, Muzzi 1, Caroldi 7, Donati 10. All. Spaggiari.

La Bmr non trema e batte in casa Anzola con cinque uomini in doppia cifra, trascinata dai 16 punti di Magni e dalla doppia doppia di capitan Germani (15 punti e 13 rimbalzi). L’inizio di gara è di marca ospite, con la squadra dell’ex Spaggiari che resta praticamente sempre avanti – salvo qualche raro momento in parità – fino al 10’, dopo aver condotto anche 10-16; il primo vantaggio interno arriva sul 24-22 con Bianchi, poi è Germani a firmare il massimo vantaggio del primo tempo sul 34-27, prima della replica di Caroldi dalla lunga distanza a riportare sotto gli avversari. A metà gara il punteggio è ancora in bilico (36-32), con Donati che risponde a Sakalas. E’ nel terzo periodo, tuttavia, che la Bmr prende in mano con piglio le redini dell’incontro e, dal 40-35, piazza un 19-5 chiuso da un canestro di Bertolini che indirizza di fatto il match. Nei 10’ finali, infatti, c’è spazio per una tranquilla gestione del punteggio, che porta al quarto successo consecutivo e al mantenimento del secondo posto in compagnia del Bologna Basket 2016

MOLINELLA – VIRTUS MEDICINA 73 – 71

(19-16; 47-35; 58-53)

Molinella: Guazzaloca ne, Brandani 5, Ranzolin 10, Zuccheri 4, Frignani 8, Gianninoni 14, Bonanni ne, Lanzi 1, Manojlovic 4, Giuliani Gu. 12, Tedeschi 12, Caloia 3. All. Giuliani Ga.

Medicina: Galassi 6, Curione 2, Poluzzi 5, Polverelli 11, Rossi 2, Casagrande 16, Allodi 11, Stellino ne, Lorenzini 1, Agriesti, Poli ne, Casadei 17. All. Curti.

Prosegue il momento magico per la formazione di coach Giuliani.

Primo quarto e partenza molle per la Virtus, Molinella più pimpante merita il primo vantaggio sul 19 a 16. Secondo periodo e Medicina imbarazzante, tra palle perse, tiri sbagliati, nessuna difesa, va sotto e solo per una ingenuità di Molinella, all’intervallo gli ospiti sono a -12 che, per quello che è stati fatto, è già troppo bello così. Terzo periodo e la Virtus Medicina morde in difesa, si entra in attacco ad un ritmo più alto, la palla gira meglio e grazie ad un Casagrande caldissimo, i gialloneri tornano in partita (58-53 al 30′). Quarto periodo e Virtus che, a 2′ dal termine, impatta a quota 69 e palla in mano; da qui errori e ingenuità che consentono a Molinella di avere tre possessi a fila negli ultimi 30″ e al terzo tiro, la formazione di casa va a bersaglio per il +2, con Medicina che non trova l’ultima conclusione in tempo utile per pareggiare.

CLASSIFICA

PALL. FIORENZUOLA321816216621423+239
BOLOGNA BASKET 2016261813514901319+171
BASKET 2000 SCANDIANO261813513941275+119
OLIMPIA CASTEL SAN PIETRO221811714111350+61
VIRTUS MEDICINA201810813491345+4
FERRARA BASKET 201818189914311403+28
LG COMPETITION CASTELNOVO18189913241337-13
VSV IMOLA18189913331380-47
BASKET LUGO161881013021358-56
PALL. MOLINELLA141871112891359-70
GUELFO BASKET121861212861355-69
ANZOLA BASKET121861212261313-87
ARENA MONTECCHIO101851312441421-177
GAETANO SCIREA BERTINORO81841412241327-103

SERIE C SILVER 18° Giornata

LIMITLESS – ZTL HOME 66 – 85

(22-25; 41-49; 57-70)

Bellaria: Rossi 26, Ferrari 14, Foiera 11, Cruz 7, Mazzotti 5, Giovanardi 3, Gori, Curi, Montanari, Tamburini, Berardi. All. Maghelli.

S.G Fortitudo: Balducci 12, Branzaglia 21, Buscaroli 3, Chiarini 10, Lalanne 11, Nestola, Pederzoli 6, Ponteduro, Ranieri 10, Vicini, Zinelli 12. All. Mondini.

LA CANTINA DEI SAPORI – REBASKET 79 – 64

(22-16; 44-33; 62-50)

Zola Predosa: Degregori 21, Bavieri 2, Bianchini 13, Righi 10, Zappoli, Ramini 5, Bonaiuti 5, Masina 5, Bosi, Tubertini 14, Vivarelli 4. All. Cavicchi.

Castelnovo Sotto: Bonifazi, Azzali 10, Beltran 3, Castagnaro 15, Defant 2, Pezzi 4, Barazzoni, Bertolini 8, Bellocchi, Putti 15, Foroni, Zecchetti 7. All. Casoli.

PALL. CASTENASO – CREI 55 – 63

(15-14; 30-36; 40-52)

Castenaso: Pesino, Ballini 4, Galiano ne, Biguzzi 22, Cesario 2, Capobianco 6, Ballardini 10, Zucchini, Tinti 8, Marinelli 2, Saccardin 1, Giannasi ne. All. Castelli.

Granarolo Basket: Salicini 2, Bianchi 16, Meluzzi 12, Nanni 2, Paoloni Lu. 9, Neviani 4, Bernardinello, Ansaloni ne, Paoloni Lo., Pani 18. All. Millina.

La Crei si aggiudica il derby nella tana di Castenaso al termine di una gara non bella, condizionata probabilmente dall’importanza della posta in palio, che gli uomini di Millina hanno portato a casa in virtù di una migliore prestazione collettiva (3 uomini in doppia cifra, con Pani e Bianchi in evidenza con rispettivamente 18 e 16 punti) e di una maggior lucidità nei momenti chiave del match. Per Castenaso una prestazione complessivamente sotto tono a parte un super Biguzzi (MVP del match con 22p., 5/7 da 2, 2/2 da 3, 6/7 ai liberi, 9r. e 29 di valutazione) che non è stato sufficiente per girare l’esito del match.

La cronaca: Millina schiera un quintetto con Pani-Luca Paoloni-Nanni-Lorenzo Paoloni-Bianchi per controbattere al quintetto “fisico”dei padroni di casa che schierano Tinti-Saccardin-Ballini-Ballardini-Capobianco; l’avvio è nel segno degli esterni di Granarolo: Pani-Nanni-Pani e Luca Paoloni e Castelli è costretto al timeout (2-8 al 4’30”). L’entrata in campo di Biguzzi spariglia le carte: il lungo di Castenaso e Tinti si caricano il peso dell’attacco sulle spalle ricucendo il divario fino al 13-14 al 9’30”. Lorenzo Paoloni spara a salve e Capobianco in acrobazia, su un airball da 3 di Zucchini allo scadere, beffa la difesa ospite per il 15-14 con cui le squadre vanno a sedersi in panchina.La strigliata di un Millina infuriato non sembra avere effetto: 4 punti di Biguzzi e Castenaso a +5 (19-14 al 12′). Il rientro in campo di Bianchi e capitan Paoloni scaturisce un break di 2-9 che riporta gli ospiti in vantaggio (21-23 al 15′). Dopo il 2/2 dalla lunetta di Ballini che ristabilisce la parità, gli esterni ospiti colpiscono ancora con una serie di penetrazioni che portano al +5 Granarolo (23-28 al 16’30”) costringendo Castelli a spendere il secondo timeout per chiedere ai suoi maggior intensità in difesa. Tinti e Marinelli rispondono presente e riportano Castenaso a contatto (30-31 al 19′), ma Pani fa il diavolo a quattro e nell’ultimo minuto del primo tempo, prima realizza un gioco da 3 punti, poi imbecca Bianchi per il 30-36 con cui le squadre rientrano negli spogliatoi a metà gara. In avvio di terzo periodo Capobianco si fa sentire con 4 punti consecutivi e Castenaso è di nuovo a contatto (34-36 al 23′). La Crei ha le idee chiare e varia le scelte in attacco: assist di Luca Paoloni per Bianchi da sotto, penetrazione del capitano biancoblù che si procura un viaggio in lunetta, palla ancora a Bianchi dopo uno sfondamento preso da un ottimo Nanni e due punti dalla media, recupero di Salicini e assist di Pani per Meluzzi: +10 Granarolo e timeout Castenaso (34-44 al 27′). I padroni di casa cercano i lunghi e vanno a segno con Biguzzi e Ballardini, intervallati da un canestro di Bianchi. Meluzzi è caldo e spara la seconda tripla della gara, Biguzzi risponde dalla lunetta e Pani si inventa un tiro da 3 in corsa, da 9 metri, che si insacca sulla sirena per il massimo vantaggio Crei (40-52 al 30′). Avvio di quarto periodo favorevole ai padroni di casa, che producono il massimo sforzo per ricucire il gap e per farlo si appoggiano al duo Ballardini-Biguzzi: i due lunghi producono 9 punti e propiziano il break di 11-2 che, sul canestro di Ballini, riporta Castenaso a -3 (51-54 al 36′). La Crei mantiene la calma e si riporta a +7 con Meluzzi e Bianchi, costringendo Castelli a chiamare timeout (51-58 al 37′). Tinti assiste Ballardini per il -5 ,ma dall’altra parte Bianchi, su assist di Neviani, ristabilisce il +7 schiacciando imperiosamente (53-60 al 38′). Un minuto di errori da entrambi i lati del campo, poi Cesario pesca un viaggio in lunetta per il 55-60 a -45″; timeout di Millina e Pani chiude la partita con un canestro e un 1/2 dalla lunetta per il 55-63 finale.

SANTARCANGIOLESE BASKET – ATLETICO BASKET 77 – 79

(23-19; 42-42; 58-58)

Santarcangelo: Nervegna 16, Zannoni 16, Adesoun 2, Fornaciari 12, Raffaelli 12, Dimonte, Sirri 2, Dini, Fusco 17, Malatesta ne, Adduocchio ne, Grassi ne. All. Evangelisti.

Atletico: Conidi 23, Frascaroli ne, Serra 9, Veronesi Gr. 10, Paolucci, Veronesi G.I. 4, Campanella 23, Tognazzi S. 4, Trebbi, Artese 6, Vipoosan ne, Tognazzi M ne. All. Guidetti.

CESTISTICA ARGENTA – PALL. CORREGGIO 74 – 82

(20-25; 32-46; 59-63)

Argenta: Magnani 12, Alberti D. 7, Demartini 13, Bonora ne, Alberti A. 2, Federici ne, Zanirato 10, Montaguti 9, Malagolini 14, Nicoletti, Martini 7. All. Bacchilega.

Correggio: Messori 9, Tulumello ne, Ricco Fe. 8, Morgotti 14, Ligabue ne, Guardasoni L. 11, Ricco Fr. 24, Guardasoni M. 3, Vivarelli 5, Lavacchielli 8, Frilli. All. Stachezzini.

Per la terza volta in stagione, il Don Minzoni diventa terreno di conquista; Correggio supera con merito una Cestistica che, solo a sprazzi, riesce a mettere in campo quell’intensità difensiva che, sin dalle prime giornate, è stata il valore aggiunto dei ragazzi di coach Bacchilega. Il match è stata una continua rincorsa agli ospiti, più lucidi in attacco, con un Riccò immarcabile ed un Morgotti dominatore nel pitturato, e straripanti a rimbalzo. Troppo discontinui i padroni di casa che, se all’inizio del secondo parziale  lucravano cinque lunghezze di vantaggio grazie alla pressione difensiva e a veloci ripartenze, finivano poi per sprofondare sul -14 (32-46) all’intervallo, complice conclusioni frettolose, egoistiche iniziative individuali ed eccessiva “morbidezza” a rimbalzo. Alla ripresa, la reazione rabbiosa con Zanirato sugli scudi, ma lo svantaggio permaneva in doppia cifra causa la superiorità ospite in vernice. Sul finire del quarto conclusivo una tripla di Malagolini riduce a tre lunghezze (74-77) lo svantaggio argentano, errore ospite nel possesso seguente e sul ribaltamento di fronte Magnani ha la tripla del pareggio che, beffardamente, esce. Il rimbalzo è arpionato dai reggiani che subiscono fallo e dalla lunetta, con freddezza, portano a casa l’intera posta.

MISTER TIGELLA – CVD BASKET CLUB 81 – 76

(25-23; 51-44; 66-58)

San Lazzaro: Salvardi 5, Cempini 12, Tugnoli 10, Governatori 2, Verardi 18, Stojkov 14, Fabbri 11, Torriglia, Grazzi 1, Naldi 2, Betti M. 6. All. Baiocchi.

CVD Casalecchio: Baccilieri 7, Dawson 17, Paratore 13, Ferraro, Rosa 3, Corradini 5, Taddei 2, Cavallari 2, Fuzzi 2, Bertuzzi 12, Lelli 13. All. Gatti.

La BSL spezza la maledizione che la vedeva sconfitta da tre partite e ritrova la via della vittoria battendo, per 81-76, il CVD. La vittoria è maturata grazie alla grande prestazione offensiva dei biancoverdi, che hanno snocciolato un’ottima pallacanestro, trovando buoni tiri e facendosi trascinare dalle giocate di capitan Verardi e Stojkov. Anche la difesa, soprattutto nel secondo tempo in cui ha concesso soltanto 33 punti agli ospiti, merita però una menzione d’onore, così come Manuel Naldi che ha giocato una gara di grande solidità e grinta in fase difensiva. Dall’altra parte, invece, non sono bastate le prove generose di Dawson (17 punti) e degli ex biancoverdi Paratore e Bertuzzi.

Dopo un’avvio equilibrato, il CVD ha provato a scavare il break con Bertuzzi, Rosa e Paratore (10-17), ma la BSL è stata subito brava a rintuzzare l’allungo, con Verardi, Tugnoli, Fabbri e Sjokov, che hanno firmato il 15-6 del sorpasso a fine primo quarto (25-23). Preludio all’allungo Mister Tigella, arrivato quando sono ulteriormente saliti di colpi Fabbri e Salvardi, che hanno iniziato lo show dall’arco, con la Mister Tigella che, in un amen, è volata a +9 (37-28). Baccilieri ha cercato di aggiustare le cose per il CVD, che si è spinto fino al -3 (39-36), prima di scivolare di nuovo a -7 sotto i colpi dalla lunga di Stojkov (51-44). Da quel momento e per tutto il secondo tempo, è partito l’inseguimento della formazione ospite che, aiutata da Lelli e Dawson, ha provato più volte a riavvicinarsi, senza mai riuscire a dare il colpo di reni vincente: i guizzi finali di Betti, Stojkov e Verardi hanno, infatti, permesso alla BSL di mettere le mani sulla vittoria.

FOPPIANI – OTTICA AMIDEI 89 – 76

(28-21; 52-41; 69-53)

Fulgor Fidenza: Taddei 4, Gaudenzi 3, Sabotig 5, Brogio 1, Di Noia 13, Massari 13, Montanari 5, Garofalo 9, Arbidans 4, Koljanin 14, Perego 14, Parmigiani 4. All. Braidotti.

Castelfranco Emilia: Ayiku 14, Marzo 5, Govoni 2, Zucchini 12, Torricelli R. 17, Tedeschi 5, Vannini 6, Del Prete 9, Torricelli F., Nebili 2, Youbi 4, Prampolini. All. Ansaloni.

PALL. NOVELLARA – VIS BASKET PERSICETO 80 – 71

(22-19; 39-37; 59-56)

Novellara: Ferrari N. 4, Grisendi M., Doddi ne, Folloni 9, Rinaldi 4, Bagni, Franzoni 5, Ferrari T. 26, Aguzzoli 18, Carpi 9, Ciavolella 5, Accorsi. All. Boni.

San Giovanni in Persiceto: Coslovi 3, Zani 5, Baietti 9, Vaccari ne, Papotti 22, Tedeschini 7, Mancin 9, Rusticelli 11, Mazza 3, Pedretti 2. All. Berselli.

CLASSIFICA

FRANCESCO FRANCIA ZOLA301815313551224+131
NOVELLARA281814415241353+171
FULGOR FIDENZA281814414561309+147
CESTISTICA ARGENTA281814414571325+132
PALL. CORREGGIO241812612571184+73
VIS SAN GIOVANNI IN PERS.241812613201267+53
S.G. FORTITUDO BOLOGNA221811713571311+46
SANTARCANGIOLESE BASKET201810813501286+64
BELLARIA BASKET201810813531322+31
CVD CASALECCHIO161881011471211-64
ATLETICO BORGO BOLOGNA121861212921387-95
BSL SAN LAZZARO101851312431301-58
GRANAROLO BASKET101851311991302-103
REBASKET CASTELNOVO81841412291368-139
CASTENASO61831512521406-154
CASTELFRANCO EMILIA21811711681403-235

Serie D, i Gardens vincono al “PalaRuggi” e agganciano la Grifo sul secondo gradino. Bagarre play off nel girone A

SERIE D 19° Giornata

GIRONE A

BASKET VOLTONE – SCUOLA PALL. VIGNOLA 77 – 79

(21-20; 37-37; 57-61)

Monte San Pietro: Chiusoli, Ghinazzi 6, Giacometti A. 2, Boni 26, Poluzzi 2, Giacometti J. 8, Casarini 2, Bastia 7, Magi 8, Venturelli 7, Bernardini 6, Galli 3. All. Gambini.

S.P. Vignola: Ganugi 6, Badiali 14, Fiorini 2, Smerieri P. ne, Barbieri, Galvan 25, Amici 6, Degliangeli, Cuzzani 15, Righetti ne, Riccò 11. All. Smerieri S.

MAGIK BASKET – SCUOLA BASKET FERRARA 66 – 58

(19-17; 39-39; 52-42)

Magik Parma: Angella ne, Colonnelli 11, Illari, Stellato 5, Malinverni N. 3, Pollina 9, Bocchia, Malimverni L. 5, Paulig 26, Lannutti, Diemmi 7, Volpicelli ne. All. Donadei.

S.B. Ferrara: Pusinanti 14, Rimondi Ro. 5, Rimondi Ri., Biolcati, Beccari 3, Vigna 6, Trinca 5, Proner 3, Bertocco 17, Gavagna 3, Grassi 2, Di Giusto. All. Colantoni.

EMIL GAS SCANDIANO 2012 – PEPERONCINO LIB. BK 78 – 64

(29-10; 45-31; 61-43)

Scandiano 2012: Mammi M. 6, Catti, Rivi, Belli 9, Taddei 4, Bartoccetti 24, Braglia, Turrini 2, Fikri 7, Vanni 9, Corradini 13, Fontalini 4. All. Baroni.

Mascarino: Bellodi 7, Vinci 2, Ghidoni 6, Roncarati 5, Bartolozzi 3, Tosarelli, Patrese 11, Bianchini 5, Cilfone 9, Brochetto D. 2, Manzi 14. All. Brochetto L.

Prosegue la corsa dell’Emil Gas. Ad alzare bandiera bianca di fronte a Bartoccetti e compagni, è il Peperoncino, costretto ad inseguire già dal primo quarto, chiuso sul +19 dai bianco-blu. Nel proseguo i padroni di casa gestiscono il punteggio, centrando così la diciannovesima vittoria di fila.

NUBILARIA BASKET – SASSOMET 71 – 81

(20-17; 34-42; 56-62)

Novellara: Baracchi A. 6, Margini 4, Pietri, Bertani 10, Mariani Cerati 8, Bertani Fi., Baracchi M. 3, Rossi, Barazzoni 27, Accorsi, Giorgino 8, Bartoli 5. All. Beltrami.

Masi Casalecchio: Ballanti 2, Fiordalisi 2, Franchini 4, Barilli Fe. 20, Castaldini 2, Govi 15, Sighinolfi 11, Di Marzo 8, Barilli Fi. 10, Abagnato, Bertacchini 7, Zanotti. All. Forni.

SCUOLE BASKET CAVRIAGO – PALL. NAZARENO 65 – 75

(8-19; 26-39; 43-63)

Cavriago: Penserini 7, Zambelli 2, Minardi 5, Riquadri, Berlinguer 6, Lorenzani 7, Cantagalli 11, Lari 1, Mursa 12, Bertozzi 8, Ancora ne, Rubertelli 6. All. Bellezza.

Carpi: Sabbadini 8, Sutera 8, Biello 16, Mantovani 10, Marra ne, Cavallotti 4, Salami 9, Bonfiglioli, Rimauro 3, Foroni 9, Branchini 5, Cavazzoli 3. All. Tasini.

U.P. CALDERARA PALL. – ANTAL PALLAVICINI 74 – 65

(21-21; 34-35; 54-50)

Calderara: Pampani 22, Bertuzzi 20, Projetto 9, Soresi 7, Molinari 6, Zocca 4, Vignoli 2, Turchetti 2, Lambertini 2, Marchi, Iannicelli. All. Rusticelli.

Pallavicini: Benuzzi 21, Sgargi 10, Zambonelli 7, Guizzardi 6, Nanni G. 6, Nanni M. 5, Tabellini 4, Cenesi 3, Lorusso 3, Finelli, Lolli. All. Bignotti.

PIZZOLI – CRAVATTIFICIO CONTI 55 – 65

(16-11; 30-30; 50-52)          

San Pietro in Casale: Nardi 3, Pastore, Ramzani 4, Mandini, Gozza ne, Tomsa 3, Aspergo 12, Ghedini 9, Zanellati 14, Guidi, Fiore 7, Bamania 3. All. Castriota.

BasketReggio: Canuti 17, Nunziato 8, Croci 12, Generali 5, Maresca, Quadrelli 3, Borghi 1, Bartoli 9, Ardolino, Frigi 3, Giudici 7. All. Boni.

Raggiunge quota sei la striscia di sconfitte consecutive della Pizzoli che, al Palasport di Via Massumatico, cede il passo anche al Basketreggio, che porta a casa i 2 punti e consolida la propria candidatura in zona play-off. I locali sono orfani di Michele Ghedini, Oseliero e Ventura, ma recuperano Bamania, subito in quintetto insieme a Giovanni Ghedini, Aspergo, Fiore e Pastore. Nelle prime battute la Veni difende forte, scappa subito sull’8-2 e poi costringe gli avversari a segnare soltanto dalla lunetta, portandosi sul 13-4. Ciò nonostante, il Basketreggio risale fino al 13-11, prima del canestro dalla lunga distanza di Nardi, che fissa il punteggio di fine primo quarto sul 16-11. In principio di secondo periodo la formazione ospite mette la freccia con Bartoli e Giudici, ma la risposta di Ghedini è immediata e in seguito, i bianconeri riprendono il comando delle operazioni con Bamania e Zanellati: 25-20. La seconda parte di frazione è però favorevole ai biancoblu, che impattano a quota 30. La ripresa si apre con una sequenza di Canuti, che vale il +5 esterno (30-35). La Veni riaggancia gli avversari a quota 41, grazie ai canestri di Aspergo, Ghedini e Zanellati. Croci e Nunziato ritentano successivamente la fuga (45-51), ma i padroni di casa rispondono colpo su colpo e a dieci minuti dalla fine il punteggio è ancora in discussione: 50-52. Nel quarto conclusivo, la Pizzoli  si incaponisce nel tiro dall’arco per scardinare l’altrui zona, ma spara a salve. Zanellati riduce lo strappo con palla rubata e appoggio (52-56), ma il successivo canestro di marca locale, firmato da Tomsa, arriva a buoi scappati.

U.S. LA TORRE – BASKET PODENZANO 85 – 77

(22-18; 38-41; 59-58)

La Torre Reggio: Davoli A. 6, Giaroni, Campani, Magliani 16, Vezzosi 4, Davoli L. 4, Pezzarossa 4, Mazzi 8, Rivi 3, Melli 31, Margaria 9, Cantergiani. All. Corradini.

Podenzano: Monti 2, El Agbani 4, Carini 6, Calzi, Galli 8, Bossi 6, Guerra 21, Noè 5, Chiozza 12, Villa 8, Coppeta G. 3, Petrov 2. All. Coppeta C.

Ritorna al successo la Torre, che supera il Podenzano al termine di una sfida equilibrata. Gli ospiti, infatti, giocano una partita molto positiva dal punto di vista offensivo, trovando spesso il canestro dalla lunga distanza, in particolare con Guerra. Nei grigiorossi brilla un notevole Melli, autore di 31 punti in appena 25′, determinante anche nell’allungo decisivo, maturato durante gli ultimi cinque minuti. Dalla lunetta, sono sempre lui e Magliani che, nelle battute conclusive, consentono alla Torre di difendere il vantaggio, portando a casa la vittoria.

CLASSIFICA

SCANDIANO 2012381919014171117+300
MASI CASALECCHIO281914513751251+124
SCUOLA PALL. VIGNOLA261913613701301+69
SCUOLA BASKET FERRARA241912712231073+150
MAGIK PARMA241912713411240+101
BASKETREGGIO241912712981325-27
PEPERONCINO MASCARINO221911812991263+36
NAZARENO CARPI201910913491278+71
LA TORRE REGGIO EMILIA201910912441240+4
NUBILARIA NOVELLARA181991013291391-62
CALDERARA141971211891274-85
VENI SAN PIETRO IN CASALE141971212221313-91
PALLAVICINI BOLOGNA121961312621312-50
BASKET PODENZANO101951412461476-230
VOLTONE ZOLA81941512761356-80
SCUOLE BASKET CAVRIAGO21911811421372-230

GIRONE B

ROSE&CROWN – P.G.S. WELCOME 78 – 53

(19-5; 41-27; 60-34)

Villa Verucchio: Buo 18, Bronzetti 11, Bollini 9, Panzeri 9, Tomasi 8, Rossi M. 8, Guiducci 7, Rossi A. 6, Campidelli 2, Semprini, Calegari, Mussoni. All. Rustignoli.

PGS Welcome: Bush 17, Bernardi 10, Clemente 9, Bignami 5, Guerra 4, Giuliani 4, Lelli 2, Mannini 2, Benassi Bondi, Lamborghini, Barone. All. Roveri.

PRIMO MIGLIO – BASKET VILLAGE 80 – 64

(20-21; 46-24; 66-40)

Stella Rimini: Insero 8, Coralli 2, Naccari 21, Pulvirenti 4, Lonfernini 4, Pari 3, Pinto 12, Quartulli 4, Del Turco 10, Grandi, Distante 12. All. Casoli.

BK Village Granarolo: Carini 5, Drago 8, Bertusi 2, Bianchi 7, Masetti ne, Brigotti ne, Mongardi 12, Misciali 13, Tonelli 2, Martinelli 8, Nicotera 7, Chittaro. All. Marcheselli E.

PALL. PIANORO – BASKET CLUB RUSSI 69 – 60

(19-12; 35-29; 51-40)

Pianoro: Tosiani 10, Bonazzi, Naim 11, Nicoletti 2, Grandi 9, Nobis 8, Ricci 5, Pierini 10, Minghetti 11, Vaccari 3. All. Fasone.

Basket Russi: Morini 7, Senni 2, Piani 10, Coraini 10, Vistoli 6, Goi 12, Porcellini 11, Pambianco 2, Barba, Rossi, Pirini. All. Tesei

CURTI – CESENA BASKET 2005 70 – 75 dts

(14-16; 28-34; 49-53; 65-65)

International Imola: Wiltshire, Dal Fiume, Fazzi, Zambrini 19, Poloni 6, Fussi 13, Poli, Ravaglia 1, Ricci Lucchi 6, Totaro 15, Canovi 10, Puntolini. All. Dalmonte.

Cesena 2005: Montalti 7, Rossi 9, Romano 6, Dini, Ravaioli 11, Vandelli 8, Babbini 12, Pezzi 2, Sanzani, Zoboli 16, Forni, Balestri 4. All. Ruggeri.

Dopo 45′ di gara, la Curti esce sconfitta dalla “Ravaglia”, superata da Cesena 70-75. Gli uomini in biancorosso inseguono gli avversari per tutta la partita, faticando a contenere le palle perse e commettendo molti errori difensivi. Arrivati al 40′ però si ritrovano in mano il possesso della vittoria sul 65-65, ma lo sprecano con una infrazione di passi. Nel supplementare Cesena è più cinica e con due giocate di Zoboli (16 punti) scrive i titoli di coda. All’International non bastano i 25 punti degli ultimi arrivati Totaro-Canovi né i 19 di Zambrini; in doppia cifra realizzativa anche Fussi (13).

RIVIT – IMMOBILIARE 2000 73 – 79 dts

(14-11; 33-27; 53-52; 65-65)

Grifo Imola: Riguzzi F. 16, Riguzzi N. 8, Mondini, Russu 14, Lanzoni 5, Cai 9, Paciello 3, Saibi ne, Guglielmo 5, Rossi ne, Simoni 11, Castelli 2.

Giardini Margherita: Lelli 10, Capancioni, Tuccillo, Deledda 2, Giudici 4, Annunzi 16, Del Prete 9, De Denaro 12, Morra Ja., Mazzini 2, Venturi 11, Lolli 13. All. Morra Jo.

Terza sconfitta per la Grifo nelle gare di questo 2020 e ancora una volta maturata nel finale della gara, stavolta addirittura non sono bastati i classici 40′ per decretare la vincitrice. Unica consolazione, aver impattato, con una bomba di Cai allo scadere dell’extra-time, la differenza canestri nello scontro diretto.

Partita dai ritmi altissimi per tutti e 45 i minuti, con un Immobiliare 2000 in costante pressione sui portatori di palla imolesi e questo, un po’ alla volta, ha fatto perdere lucidità ai padroni di casa causando così la sconfitta. Si parte con la Grifo che dopo quattro minuti, con una bomba di Cai, si porta sul 9-2, per la prima volta con tre possessi di vantaggio. Ben presto entrambi i coach svuotano le panchine, ma la Grifo riesce a mantenere i 7 punti di vantaggio fino al 14-7. Poi, a cavallo della prima sirena, subisce uno 0-6 che riporta i bolognesi in scia e costringe coach Palumbi al time out. Contro-break imolese con Simoni, Riguzzi e Russu per il 25-14 a metà periodo, che segna anche la prima vola per la Rivit con la doppia cifra di vantaggio. Di nuovo 0-6 per gli ospiti, interrotto da un tecnico a Lolli. Anche coach Palumbi prende tecnico in avvio di terza frazione e i Gardens si avvicinano fino al 40-38. Nicola Riguzzi, Guglielmo e Simoni ridanno fiato alla Grifo, ma Venturi entra in partita e riporta i suoi a contatto. All’inizio dell’ultimo periodo, i Giardini Margherita sciupano quattro azioni per andare in vantaggio e la Rivit non ne approfitta, finché Lanzoni non punisce dall’arco. Ma è un fuoco di paglia: Annunzi pareggia a quota 58 a metà periodo, poi la paura attanaglia le due squadre che vanno in confusione e non segnano per due minuti e mezzo. Del Prete da tre dà il primo vantaggio esterno 59-61, dopo un 1/2 di N. Riguzzi. Si va avanti punto a punto fino alla sirena. Nell’overtime, la Grifo non sfrutta un antisportivo a favore e nell’ultimo minuto e mezzo subisce l’affondo decisivo degli ospiti che arrivano anche a ribaltare la differenza canestri (-6 all’andata), finché Cai, come detto in apertura, non rimedia (parzialmente) almeno in questo.

SELENE BK – BASKET RICCIONE 99 – 91

(27-25; 54-49; 78-64)

Sant’Agata sul Santerno: Scaccabarozzi 5, Valgimigli 16, Rubbini 6, Bergantini 15, Sgorbati 22, Poggi 20, Del Zozzo 7, Mastrilli 3, Montigiani 5, Kertusha, Spinosa, Dalpozzo M. All. Dalpozzo D.

Riccione: Amadori Mi. 16, Bomba 23, Amadori Ma. 15, Zanotti 1, Gardini, Brattoli 7, De Martin 15, Mazzotti 12, Stefani 2. All. Ferro.

CASTIGLIONE MURRI – STEFY BASKET 66 – 77

(16-31; 32-39; 47-60)

Castiglione Murri: Melino 7, Buriani 7, Costantini 7, Gandolfi 16, Varotto 10, Mantovani 2, Stefanelli ne, Bersani, Casarini 2, Bartolini, Minerva, Parchi 15. All. Gessi.

Audace: Lamborghini L. 4 Bonesi, Carasso, Franceschini, Marzioni 16, Cinti 6, Skocaj 16, Cornale 4, Maldini 16, Falzetti 4, Agnoletti 11. All. Scandellari.

Nel match della quarta giornata di ritorno del campionato di serie D girone B, la Stefy Audace coglie un’importante vittoria in chiave play off in casa del Castiglione Murri. Gli ospiti comandano praticamente tutta la partita e agganciano a quota 24 punti in classifica proprio la squadra di coach Gessi.

Nel primo quarto, tuttavia, sono i locali a partire meglio, portandosi avanti di sei lunghezze dopo 5’ (16-10). Coach Scandellari chiama time out e la Stefy reagisce, piazzando un parziale di 0-21, con cui prende definitivamente in mano le redini della partita. Il parziale degli ospiti viene costruito sia grazie alla forte presenza di Agnoletti sotto canestro, sia grazie alle triple di capitan Marzioni che, sulla sirena, spara da metà campo il canestro del +15, chiudendo il periodo sul 16-31. L’aggressività dei biancoblu cala, però, nella seconda frazione, quando mettono a referto solo 8 punti, firmati da Skocaj, Agnoletti e Maldini. Il Castiglione Murri, tuttavia, sbaglia molti attacchi e, nonostante i 6 punti consecutivi messi a referto ad inizio frazione da Parchi e Gandolfi a chiudere il sanguinoso parziale del primo quarto, non riesce a ribaltare completamente la situazione, arrivando all’intervallo lungo sotto di sette lunghezze (32-39). La squadra di casa prende subito due falli tecnici in apertura di terzo periodo e in poco tempo ritorna a -14 (46-50). Da segnalare, in questo momento di difficoltà del match, la buona prova di Stefano Costantini, il giovane classe 2003 che mette a referto 4 punti e che apre l’ultimo quarto con una tripla che, insieme alle finalizzazioni di Varotto, riporta i locali fino al -5, sul 55-60. La Stefy è, però, brava a non farsi intimorire: l’attacco continua a girare bene grazie all’apporto della panchina, con Falzetti e Cornale che segnano e mettono fine al tentativo di rimonta dei padroni di casa, sconfitti per 66-77. Per la Stefy spiccano le ottime prive di Maldini, Skocaj e Marzioni, tutti autori di 16 punti, mentre al Castiglione non bastano i 16 del capitano Gandolfi e i 15 di Parchi (l.b.).

PALLACANESTRO BUDRIO – BASKERS 68 – 82

(24-16; 39-39; 52-57)

Budrio: Fornasari 17, Magnolfi 6, Tugnoli 10, Vacchi 3, Pirazzoli 7, Billi 4, Tinti 5, Curti 4, Campagna 12, Giordani. All. Simoncioni.

Forlimpopoli: Piazza 27, Rossi 14, Rombaldoni 12, Servadei 11, Serrani 8, Cristofani 5, Godoli 5, Torelli, Gorini, Squarcia, Biffi ne, Stella ne. All. Agnoletti.

CLASSIFICA

BASKERS FORLIMPOPOLI321916314111206+205
GRIFO IMOLA281914513521166+186
IMMOBILIARE 2000 BOLOGNA281914514051261+144
SELENE S. AGATA261913614731355+118
CASTIGLIONE MURRI BOLOGNA241912714471330+117
RICCIONE241912714971412+85
STEFY BOLOGNA241912713841324+60
BASKET CLUB RUSSI221911813121289+23
CESENA BASKET 2005181991012711284-13
PALL. BUDRIO161981113191342-23
PIANORO161981113161387-71
STELLA RIMINI141971212861380-94
VILLANOVA TIGERS141971212831398-115
INTERNATIONAL IMOLA101951413081403-95
BASKET VILLAGE GRANAROLO61931611801379-199
PGS WELCOME BOLOGNA21911811891517-328
1 2 3 87