Monthly Archives: settembre 2016

Serie B: Piacenza ok, il Basket 2000 riparte da dove aveva finito

SERIE B/B 1° Giornata

BASKET LECCO – PALLACANESTRO ALTO SEBINO 94 – 62

BAKERY – AURORA DESIO 83 – 65

(17-19; 44-32; 67-52)

Pall. Piacentina: Sanguinetti 14, Rezzano 22, Guerra, Tempestini 3, G. Samoggia, Banti 7, Leonzio 13, M. Samoggia 12, Magrini 12, Soragna ne. All. Steffè.

Desio: Buzzini, Politi 16, Scoccaro, Negri 13, Poggi 6, Mazzoleni 9, Valentini 2, Verri 8, Corti, Casati 11. All. Villa.

La Bakery di Furio Steffè era piena di interrogativi prima del match d’esordio contro Desio. I biancorossi, infatti, si sono presentati alla gara con una rosa quasi mai collaudata, visti gli innesti in extremis di Tommaso Tempestini ed Ennio Leonzio, arrivati a pochi giorni dall’inizio della stagione. Il precampionato non privo di difficoltà è stato completamente cancellato dalla prima uscita ufficiale della Pallcanestro Piacentina che si è imposta sull’Aurora per 83-65.

L’assenza di capitan Matteo Soragna, fermo per un problema al polso, si fa sentire soprattutto nei primi minuti di gioco. Desio approfitta scavando un break di oltre 10 punti. La musica cambia, e di parecchio, già al termine della prima frazione. Massimo Rezzano con un paio di triple prende la squadra per mano. Ritrovata la fiducia la Bakery inizia a pungere dai 6 e 75 con Giacomo Sanguinetti e Matteo Samoggia, ribaltando completamente l’esito dell’incontro. All’intervallo lungo il vantaggio dei locali è di 44-32. Quanto la contesa sembra sorridere definitivamente ai biancorossi la disciplina rischia di rimettere in carreggiata Desio: nel terzo quarti Giuliano Samoggia arriva al quarto fallo personale (non rientrerà più in campo); Piacenza commette un antisportivo ed un tecnico, fischiato alla panchina. Gli ospiti si ritrovano a -8 ma non riescono a scalfire il gioco dei biancorossi. La compagine di Steffè è ordinata in difesa e puntuale a rimbalzo. L’attacco fa il resto con 5 uomini in doppia cifra e Rezzano che all’ultima sirena tocca addirittura quota 22.

URANIA BASKET MILANO – PALL. ORZINUOVI 68 – 78 dts

BASKET ISEO – BERGAMO BASKET 2014 69 – 77

PIRATES ACCADEMIA SESTU – BROETTO PADOVA 47 – 71

BMR – REKICO 65 – 50

(15-9; 29-19; 48-35)

BK 2000 Scandiano: Malagutti 10, Chiappelli 8, Germani 10, Veccia, Pugi 9, Bertolini 15, Astolfi 8, Farioli 5, Ferrari, Verbitchi. All. Tinti.

Raggisolaris Faenza: Penserini 4, Iattoni 9, Perin 8, Pini 3, Silimbani 6, Donadoni 6, Benedetti 2, Boero 6, Casadei 4, Di Coste 2. All. Regazzi.

Un esordio da incorniciare per la Bmr nel campionato di serie B. Davanti agli oltre 250 spettatori del PalaRegnani (raccolto l’invito del presidente Bertani, che il giorno precedente la gara aveva invitato Scandiano al palazzo per questa “prima” storica) la squadra di coach Tinti sfodera una prova difensiva praticamente perfetta, che spegne senza appello la Rekico Faenza. La Bmr approccia il match col giusto piglio e tiene saldamente in mano le redini del match, impedendo agli ospiti di praticare il basket rapido ed intenso che vuole coach Regazzi; il vantaggio si allarga sempre più, toccando anche le venti lunghezze e solo nel finale arriva un rilassamento che permette a Faenza di accorciare le distanze.

BALTUR CENTO – PALLACANESTRO CREMA 79 – 53

(25-13; 44-21; 67-29)

Cento: Chiera 12, Andreaus 9, Bianchi 8, Bedetti 16, Benfatto 5, Pignatti 6, Bravi, D’Alessandro 8, Brighi 13, Botteghi 2. All. Giordani.

Crema: Nicoletti, Liberati 9, Del Sorbo 12, Pasqualin 6, Petronio 2, Manuelli 5, De Min 11, Bozzetto 3, Tardito 2, Bovo 3. All. Baldiraghi.

Al debutto col marchio Baltur sulla canotta e il Presidente Gianni Fava al timone di comando, Cento non tradisce le aspettative e porta a casa una vittoria importante per autorevolezza e consistenza, riuscendo a far sembrare facile una partita che alla vigilia era tutto fuorchè una formalità. A poche ore dalla palla a due, coach Giordani concede un turno di riposo a Caroldi e porta nei dieci Bravi, presentandosi alla palla a due con Chiera in cabina di regia, Bedetti e Bianchi sul perimetro, Pignatti e Benfatto in vernice. Davanti a un pubblico coinvolto e numeroso, la Baltur impone il suo gioco sin dalle prime battute, portandosi subito avanti nel punteggio. Alle prime difficoltà Crema passa a zona in difesa, ma Bedetti centra subito il bersaglio dalla lunga distanza e in seguito è ancora lui a ispirare il parziale che mette la doppia cifra tra le due e consente ai locali di prendere il largo. Nelle frazioni centrali i padroni di casa costringono gli avversari ad appena 16 punti fatti in 20’ e il vantaggio aumenta fino a sfiorare le 40 lunghezze, a pochi possessi dalla fine del terzo periodo. Nel finale Cento gestisce le sue risorse e gli ospiti ne approfittano per limitare i danni e rendere meno amaro il passivo. A fine partita è standing ovation per tutti ma in particolare per Luca Bedetti, autore di 16 punti, 5 assist e 4 rimbalzi in 26’, ma meritano una citazione speciale Brighi (13 punti, 6 rimbalzi e 4 assist) e Chiera (12 punti e 5 assist), encomiabili per dedizione e impegno nonché fondamentali nel consentire ai biancorossi di sopperire all’assenza del capitano.

RUCKER SANVE SAN VENDEMIANO – PALL. VICENZA 2012 57 – 68

CLASSIFICA

P G V P
Broetto Virtus Padova 2 1 1 0 100.0
Bakery Piacenza 2 1 1 0 100.0
Bmr Basket 2000 Reggio Emilia 2 1 1 0 100.0
Tramarossa Pall. Vicenza 2012 2 1 1 0 100.0
Agribertocchi Orzinuovi 2 1 1 0 100.0
CO.MARK Bergamo 2 1 1 0 100.0
Argomm Basket Iseo 0 1 0 1 0.0
Hikkaduwa Milano 0 1 0 1 0.0
Rekico Faenza 0 1 0 1 0.0
Pallacanestro Aurora Desio 0 1 0 1 0.0
Accademia Su Stentu Sestu 0 1 0 1 0.0
Pallacanestro Crema 0 1 0 1 0.0
Vivigas Alto Sebino 0 1 0 1 0.0
Baltur Cento 0 0 0 0 0.0
GIMAR Basket Lecco 0 0 0 0 0.0
Rucker Sanve San Vendemiano 0 0 0 0 0.0

SERIE B/C 1° Giornata

BASKET BARCELLONA P. DI GOTTO – CEFALU’ 64 – 80

VIRTUS VALMONTONE – VIS NOVA ROMA 62 – 50

STELLA AZZURRA ROMA – SPORT E CULTURA PATTI 72 – 56

BASKET TERAMO 2015 – PALLACANESTRO PALESTRINA 73 – 78

S. MICHELE MADDALONI – NAPOLI 64 – 89

STELLA AZZURRA VITERBO – BASKET SCAURI 43 – 70

GLOBAL SISTEMI – VIRTUS CASSINO 58 – 66

(17-17; 35-25; 46-55)

Tigers Forlì: Forti 1, Rombaldoni 13, Fontecchio 18, Myers 5, Giovara 10, Bartolucci, Agatensi, Rossi ne., Ghirelli 3, Cicognani 8. All. Di Lorenzo.

Cassino: Giampaoli 11, Quartuccio 3, Valesin 13, Marsili 3, Potì, Del Testa 12, Bagnoli 15, Serra ne, Fabio ne, Birindelli 7, Sergio 2. All. Vettese.

PLANET BASKET CATANZARO – LUISS ROMA 81 – 92

CLASSIFICA

P G V P
Basket Scauri 2 1 1 0 100.0
Cuore Napoli Basket 2 1 1 0 100.0
Zannella Basket Cefalù 2 1 1 0 100.0
Stella Azzurra Roma 2 1 1 0 100.0
Air Fire Virtus Valmontone 2 1 1 0 100.0
ASD LUISS Roma 2 1 1 0 100.0
BPC Virtus Cassino  2 1 1 0 100.0
Citysightseeing Palestrina 2 1 1 0 100.0
Teramo Basket 1960 0 1 0 1 0.0
Tigers Global Sistemi Forlì 0 1 0 1 0.0
Vis Nova Simply Roma 0 1 0 1 0.0
Basket Barcellona 0 1 0 1 0.0
Sport è Cultura Patti 0 1 0 1 0.0
MecSan Maddaloni 0 1 0 1 0.0
Balletti Park Hotel Viterbo 0 1 0 1 0.0
Mastria Vending Catanzaro 0 0 0 0 0.0

SERIE B/D 1° Giornata

ALLIANZ SAN SEVERO – PU.MA. TRADING TARANTO 67 – 52

GIULIANOVA BASKET 85 – AMATORI PESCARA 69 – 57

LIONS BASKET BISCEGLIE – XL EXTRALIGHT MONTEGRANARO 69 – 57

CAMPLI BASKET – IL GLOBO ISERNIA 82 – 45

VAL DI CEPPO BASKET PERUGIA – BASKET RIMINI CRABS 71 – 74

(18-14; 36-28; 57-56)

Perugia: Burini 15 (0/2, 5/9), Orlandi 11 (4/9, 1/4), Meschini 2 (0/6, 0/2), Giovagnoli 6 (3/7), Matejka 4 (1/3, 0/1), Panzieri 11 (4/8, 1/3), Casuscelli 4 (2/2, 0/4), Bracci, Anastasi 3 (1/2 da tre) Negrotti 15 (4/4, 1/3). All. Pierotti.

Rimini: Meluzzi 18 (4/6, 2/5), Pesaresi 11 (2/4, 0/4), Busetto 15 (3/9, 3/5), Battistini 4 (2/3), Aglio 11 (4/5, 1/1), Foiera 4 (0/6), Tiberti 8 (4/7), Maiello 3 (1/2 da tre), Signorini (0/1 da tre), Toniato. All. Maghelli.

GOLDENGAS SENIGALLIA – DYNAMIC VENAFRO 87 – 71

NUOVA PALL. MONTERONI – OLIMPIA MATERA 68 – 80

PORTO S.ELPIDIO BASKET – WERE BASKET ORTONA 71 – 65

CLASSIFICA

P G V P
Globo – Infoservice Campli 2 1 1 0 100.0
Goldengas Pallacanestro Senigallia 2 1 1 0 100.0
Allianz Pazienza Cestistica San Severo 2 1 1 0 100.0
Olimpia Bawer Matera 2 1 1 0 100.0
Etomilu Giulianova 2 1 1 0 100.0
Malloni Basket P.S. Elpidio 2 1 1 0 100.0
Sicoma Valdiceppo Perugia 0 1 0 1 0.0
Were Basket Ortona 0 1 0 1 0.0
Quarta Caffè Monteroni 0 1 0 1 0.0
Amatori Pescara 0 1 0 1 0.0
Al Discount Venafro 0 1 0 1 0.0
Il Globo Isernia 0 1 0 1 0.0
Lions Basket Bisceglie 0 0 0 0 0.0
NTS Informatica Rimini 0 0 0 0 0.0
Pu.Ma. Trading Basket Taranto 0 0 0 0 0.0
XL Extralight Montegranaro 0 0 0 0 0.0

C Gold, la Salus sconfigge, in rimonta, Fiorenzuola. C Silver, Medicina e Molinella corsare

SERIE C GOLD 1° Giornata

LA.CO. – DESPAR 68 – 55

(20-21; 43-33; 55-44)

Flying Balls Ozzano: Masrè 4, Morara 8, Folli 8, Magagnoli 6, Lalanne, Naldi ne, Betti, Guazzaloca 10, Martini, Cutolo 7, Gianasi 14, Agusto 11. All. Grandi.

4 Torri Ferrara: Chiusolo 6, Ranzolin 6, Brandani 3, Nanni 11, Parmeggiani 12, Paccagnella ne, Ballardini 3, Ghedini 5, Verde ne, De Ruvo 7, Pederzini 2. All. Cavicchioli.

Buona la prima per i New Flying Balls, vittoriosi per 68 a 55 sulla Despar.

Il numeroso pubblico accorso per la partita scalda ancora di più un rovente PalaGira; il match prende il via con gli ospiti subito padroni del gioco. Dopo 4 minuti la Despar è avanti 14 a 5 trascinati da Nanni e Parmeggiani, mentre l’approccio ozzanese non è dei migliori, soprattutto in difesa. Dopo un timeout chiamato da coach Grand il pressing ozzanese si intensifica, i recuperi di Cutolo e i canestri di Gianasi (14 punti miglior realizzatore del match) ribaltano in pochi minuti la situazione e all’8’ c’è il primo vantaggio La.Co. sul 17 a 16. La partita prosegue sui binari dell’equilibrio fino a metà secondo quarto (27-25)  quando la coppia Guazzaloca-Agusto disegna un parziale di 16 a 6 che fa volare Ozzano sul +12 a pochi sgoccioli dall’intervallo lungo (43-31). Ad inizio terza frazione brutta tegola in casa Flying con Cutolo che abbandona il campo zoppicante (possibile stiramento). Nel terzo periodo i ritmi di entrambe le squadre calano, gli attacchi risultano più imprecisi e macchinosi, il nervosismo diventa protagonista con antisportivi e tecnici fischiati dalla coppia arbitrale (espulso un dirigente della 4 Torri) e la partita perde un po’ del suo fascino. Ozzano tiene comunque la doppia cifra di vantaggio fino alla metà dell’ultimo quarto, quando un sussulto di Ghedini porta Ferrara a -5 a poco meno di cinque minuti dal termine. Dall’altra parte però Ozzano si fa trovare pronta con i canestri da sotto di Morara, le triple di Magagnoli e Folli che portano Ozzano alla fuga decisiva (+16 a 90 secondi dalla fine sul 68-52). Finisce con la bomba di Brandani per il 68-55 finale, il match che assegna ad Ozzano i primi due punti in palio della stagione.

POL. PONTEVECCHIO – ORVA 54 – 85

(12-26; 29-43; 40-65)

Pontevecchio: Varotto 3, Galassi 4, Riguzzi 5, Carella 5, Brancaleoni 2, Zeneli 10, Graziani 14, Bergami 11, Buriani, Calzini ne., Mantovani ne, Donati ne. All. Angori.

Lugo: Poluzzi 9, Seravalli 16, Legnani 7, Cortesi 26, Guerra 6, Baroncini, Tynsley 4, Romagnoli, Presentazi 4, Filippini 13, Collina, Zhytaryuk ne. All. Galetti.

BOLOGNA BASKET 2016 – POL. ARENA 72 – 62 dts

(19-13; 32-28; 44-40; 57-57)

BB 2016: Spettoli 7, Tugnoli L., Tugnoli A. 2, De Gregori 2, Biello 11, Albertini 21, Bonetti 6, Brotza 2, Del Papa 9, Guerri ne, Bertuzzi 9, Torriglia ne. All. Trevisan.

Montecchio: Grisendi 3, Lombardi 3, Conte 21, Riccò 2, Di Noia 15, Basso 7, Maggi 5, Fava, Negri 6, Giglioli. All. Cavalieri.

Esordio vincente e convincente quello del Bologna Basket 2016 nella prima di campionato della C Gold. La squadra di Trevisan ha battuto in casa ai supplementari la Polisportiva Arena di Montecchio Emilia per 72-62, dopo una partita caratterizzata da grande equilibrio. Protagonista indiscusso il centro del BB2016, Filippo Albertini, autore di una prestazione in doppia cifra (21 punti e 11 rimbalzi), con 29 di valutazione. Ma tutta la squadra è apparsa già rodata, soprattutto in fase difensiva, con un pressing più volte attuato sulla rimessa e a metà campo che ha portato al recupero di 12 palloni. Buona partita da parte di Biello e Del Papa (autori di 23 punti in coppia); determinati e attivi anche i giovani, con segnalazione per un lucido Bertuzzi, e menzione speciale per un sempre grintoso Spettoli. Dall’altra parte, una bella prestazione della Polisportiva reggiana, mai doma e capace di sfiorare la vittoria con una decisa rimonta nel 4° quarto, guidata da un Conte tiratore micidiale e dalla concretezza di Di Noia.

Nel primo quarto il BB 2016 parte bene con un’attenta circolazione di palla e sostenuta dai canestri di Del Papa e Bertuzzi. L’avversario sbaglia molto da 3 e permette una piccola fuga dei padroni di casa che chiudono il tempo sul +5. Nella seconda frazione i montecchiesi difendono con più intensità e riescono a pareggiare, per poi essere ricacciati indietro da una tripla di Spettoli e da un paio di canestri di Albertini. L’intervallo vede il BB2016 ancora sopra di 4. Terza parte con il BB 2016 che prova a scappare via, approfittando di un tecnico a favore, realizzato, seguito da una spettacolare tripla di Albertini. Il vantaggio raggiunge gli 11 punti e la partita sembra dirigersi verso la squadra di casa. Ma la reazione della Polisportiva Arena non tarda: con un controparziale, propiziata da qualche recupero e contropiede, gli ospiti accorciano il gap e chiudono il quarto sotto di 4. L’ultima frazione vede il match salire di qualità. Le squadre giocano a viso aperto, con il BB 2016 che riesce sempre a mantenere 4-5 punti di vantaggio. A 1’40 dalla fine, ancora sopra di 5, sembra il momento di buttare la pasta. Ma prima un’incredibile tripla da 9 metri all’ultimo secondo dell’azione da parte di Conte, poi un antisportivo a Biello sul tentativo di fermare un contropiede (2/2 dalla lunetta di Di Noia), danno all’Arena la palla del possibile vantaggio. Tiro sbagliato, azione successiva del BB 2016 con un nulla di fatto e brivido finale con le conclusioni degli ospiti che finiscono sul ferro. È 57 pari e si va al supplementare.  Qui Albertini decide di vincere la partita. Subito due canestri e tanta difesa del centro proveniente da Ferrara scavano un solco profondo che la Polisportiva, stanca nei suoi giocatori migliori, non riesce questa volta a colmare. I ragazzi di coach Trevisan, guidati con la solita sapienza e concentrazione dal loro allenatore, gestiscono con giudizio gli ultimi palloni e dimostrano una freschezza atletica che li aiuterà molto nel proseguo del campionato. Finisce 72-62: una partenza molto promettente per una squadra esordiente a questo livello, ma che dimostra con questa prima prova di avere già una sua identità e una chiara idea di gioco.

SALUS PALL. BOLOGNA – ALBERTI E SANTI PALL. FIORENZUOLA 61 – 58

(20-20; 29-42; 46-49)

Salus: Lugli, Tubertini ne, Fimiani 13, Savio 2, Nucci 20, Percan, Granata, Amoni 11, Trost ne, Conidi ne, Parma Benfanati 9, Trentin 6. All. Giuliani.

Fiorenzuola: Galli 9, Sichel, Monacelli 8, Miller, Trobbiani ne, Berni ne, Marletta, Lottici M. 4, Klyuchnyk 13, Donati 13, Garofalo 11, Giani ne. All. Lottici S.

ASSET BANCA – GAETANO SCIREA 62 – 71

(26-16; 37-37; 52-52)

San Marino: Frigoli 2, Gamberini 3, Macina 2, Polverelli 24, Rinaldi 9, Bianchi 9, Borello ne, Amadori 4, Zannoni 9, Gambi ne, Riccardi ne, Balestri. All.re Foschi, Vice Evangelisti

Scirea: Dallamora ne, Solfrizzi En. 5, De Pascale 22, Riguzzi 13, Zoboli ne, Merenda 1, Marisi 21, Fantuzzi 1, Brunetti, Cristofani 4, Godoli, Sokfrizzi Em. 4. All.re Brighina

Dopo 35′ di equilibrio, il derby del Multieventi si decide di fatto in un supplementare che, dal 55 pari della metà del quarto decisivo, porta al 71-62 finale per gli ospiti.  Vince Bertinoro che trova le trame più pregevoli proprio in quella fase chiave, quando con la tripla di De Pascale e il centro di Marisi arriva al 60-55 a 3’30” dalla sirena. Il vantaggio dá energia agli ospiti, mentre i Titans in affanno si perdono in soluzioni individuali. Ai biancazzurri resta un avvio molto promettente e un super Polverelli da 24 punti, con un sontuoso 11/12 dal campo: peccato che un problema fisico lo ha purtroppo costretto fuori per gran parte del quarto decisivo.

NPC – B.S.L. 102 – 55

(26-13; 45-36; 74-49)

Virtus Spes Vis Imola: Dalpozzo 11, Dal Fiume 14, Zambrini 8, Sabattani 4, Creti 2, Fin 13, Corcelli 8, Vignali 18, Sangiorgi 15, Starovlah 9. All. Lunghini.

San Lazzaro: Bernardi, Lolli 2, Verardi 19, Binassi 4, Fabbri 2, Rossi 4, Muzzi 12, Bianchi 4, Mellara 9, Cavazzoni 2, Allodi 1. All. Rocca.

CLASSIFICA
VSV IMOLA 2 1 1 0 102 55 +47
LUGO 2 1 1 0 85 54 +31
FLYING BALLS OZZANO 2 1 1 0 68 55 +13
BOLOGNA BASKET 2016 2 1 1 0 72 62 +10
GAETANO SCIREA BERTINORO 2 1 1 0 71 62 +9
SALUS BOLOGNA 2 1 1 0 61 58 +3
PSA MODENA 0 0 0 0 0 0 +0
FIORENZUOLA 1972 0 1 0 1 58 61 -3
SAN MARINO 0 1 0 1 62 71 -9
ARENA MONTECCHIO 0 1 0 1 62 72 -10
4 TORRI FERRARA 0 1 0 1 55 68 -13
PONTEVECCHIO BOLOGNA 0 1 0 1 54 85 -31
BSL SAN LAZZARO 0 1 0 1 55 102 -47

SERIE C SILVER 1° Giornata

VENTURI – DOLPHINS 68 – 83

(31-23; 36-44; 48-61)

Anzola: Poluzzi L. 1, Venturi D. 1, Venturi N. 19, Montanari ne, Fiorini 2, Cataldo 19, Zucchini 10, Gandolfi ne, Kalfus 2, Mazza 15, Giugni ne, Lambertini. All. Coppeta.

Riccione: Egbutu 4, Mazzotti 5, Cardinali 28, Ambrassa 5, Brattoli 15, Bologna 6, Chistè 2, Biagini ne, De Martin 18. All. Firic.

PALLACANESTRO CASTENASO – BERNAITALIA 75 – 91

(18-19; 31-49; 53-68)

Castenaso: Spinosa 24, Puzzo, Pesino ne, Beccari 4, Curione 13, Cantore, Masini 12, Pedrielli, Baroncini 3, Recchia, Parenti 7, Trombetti 12. All. Fragomeni.

Virtus Medicina: Magnani 12, Tinti 12, Marinelli 7, Mini 15, Govi 13, Biguzzi 23, Lorenzini 3, Rambelli 4, Canovi 2, Barba, Spadoni. All. Curti.

L.G. COMPETITION – GRANAROLO BASKET 63 – 56

(14-16; 37-28; 45-35)

Castelnovo Monti: Canuti 3, Magnani 12, Rossetti 7, Zamparelli 2, Levinskis 6, Thomas 12, Guarino 2, Mallon 8, Vanni 4, Lavacchielli 7. All. Diacci.

Granarolo Basket: Nicotera, Bernardinello, Paoloni 6, Ballini 18, Neviani 9, Salicini 6, Nobis 5, Cristalli, Cerulli 5, Cempini 7. All. Carrera.

Esordio in campionato con vittoria per la LG Competition che batte tra le mura amiche Granarolo con il punteggio finale di 63-56. I montanari portano a casa il primo successo stagionale nonostante una prova non perfetta da parte dei ragazzi diretti da coach Diacci.

Granarolo parte bene al Pala Giovanelli con i punti di Neviani e Ballini e, dopo i primi dieci minuti, è in vantaggio di due lunghezze. Cambia l’atteggiamento della LG nel secondo quarto e con un parziale di 7-0 si porta avanti nel punteggio trascinata dal neo-arrivato Lavacchielli. Granarolo è in “rottura prolungata”, non segna per diversi minuti e Magnani sospinge i Cinghiali sino al +16 (35-19). I bolognesi si ravvivano però nel finale di periodo e con un paio di bombe di Ballini si riportano a -9 sul 37-28 all’intervallo. Granarolo torna in campo con la voglia di vendere cara la pelle e riesce a rientrare sino al -5 in un terzo quarto dove tanti tiri non entrano ed i bolognesi che sbagliano molto pure dalla lunetta. Ci pensa Levinskis ad interrompere il digiuno della LG (che in 6 minuti aveva segnato solo 2 punti) ed i punti di Lavacchielli pemettono ai castelnovesi di affrontare l’ultimo periodo con dieci lunghezze di vantaggio. Che diventano 14 ad inizio quarto, ma Granarolo non molla e con un parziale da 5-0 rientra sino al -6 con tre minuti di gioco ancora sul cronometro. La LG si spegne, mentre gli ospiti sono molto più attivi, con l’inerzia della gara a favore e ad un minuto dalla fine la tripla di Ballini permette ai bolognesi di arrivare addirittura al -2. Rossetti segna però un gran canestro nell’azione successiva e la LG respira, poi Granarolo perde un paio di sanguinosi palloni in fase di costruzione ed i liberi di Magnani e Thomas mettono la partita in ghiaccio con Castelnovo che vince con il finale di 63-56.

PALL. NOVELLARA – POLISPORTIVA MOLINELLA 57 – 77

(12-28; 27-47; 42-63)

Pallacanestro Novellara: Ferrari 5, Margini 8, Folloni, Rinaladi 5, Mariani Cerati 3, Morgotti 2, El Ibrahimi 5, Carpi 15, Ciavolella 11, Morini, Dilas 5. All. Spaggiari.

Molinella: Tugnoli 21, Rubini, Quartieri, Piazzi, Zuccheri 16, Folesani, Lanzi 10, Sighinolfi 16, Quaiotto 4, Innocenti 10. All. Baiocchi.

GUELFO BASKET – OLIMPIA CASTELLO 85 – 56

(25-13; 47-29; 69-42)

Castel Guelfo: Bernabini 3, Millina, Pieri 3, Baccarini, Fornasari ne, Venturoli 19, Musolesi 18, Ruggiero 7, Giordani 6, Casagrande 17, Quadrelli 1, Govi 11. All. Serio.

Castel San Pietro Terme: Franceschini ne, Dall’Osso 6, Boschi 10, Cavina 2, Farné 6, Gonzato 8, Guazzaloca ne, Binassi 7, Nardi, Venturi 17. All. Savini.

Il campionato di C Silver riapre i battenti e al PalaMarchetti torna il derby dei Castelli dopo un anno di assenza. E l’inizio per la compagine di coach Serio non poteva essere più dolce: infatti dopo il 5-6, unico vantaggio castellano della partita firmato da una doppia tripla di Venturi, il Guelfo fa circolare la palla a meraviglia e trova in Casagrande (12 punti nei primi 7 minuti) un terminale offensivo che porta in un amen a dieci i punti di vantaggio. Pieri e Musolesi regalano caramelle a tutti i compagni (finiranno con 6 e 8 assist), l’Olimpia non regge l’urto e a 20″ dall’intervallo tocca il -20. Coach Savini prova nella pausa lunga a toccare i punti giusti per poter limitare i danni, ma questo Guelfo è forse uno scoglio troppo grande per l’Olimpia, soprattutto se impossibilitata a schierare giocatori importanti come Guazzaloca e Corazza. Fatto sta che nel 3º quarto la contesa viene definitivamente chiusa quando le due triple di Venturoli allargano la forbice fino ai trenta punti. Buona anche la prova dei nuovi Under Quadrelli e Ruggiero, mentre Fornasari è rimasto precauzionalmente in panchina per un piccolo infortunio. La statistica che più riassume la partita è quella riguardante i rimbalzi: 56-25.

ME CART – CRISDEN 66 – 61

(17-17; 32-30; 51-45)

Scuola Basket Cavriago: Pedrazzi 6, Cacciavillani 8, Fantini 8, Caleffi 3, D’Amore 15, Baroni, Pezzi 16, Franzoni 4, Bernardoni, Fontanesi 1, Vecchi, Caminati 5. All. Martinelli.

Rebasket Castelnovo Sotto: Minardi, Bettelli 4, Magliani 1, Melli 5, Defant 22, Castagnaro 13, Villani 10, Bartoli 1, Mazza 5, Nunziato, Panizzi, Giorgino. All. Casoli.

Buono il colpo d’occhio al Pianella di  Cavriago, per la prima giornata di campionato, dove vedeva di fronte la Scuola Basket e la Rebasket, un derby ormai classico negli ultimi anni. Partono bene i padroni di casa, spinti dalle penetrazioni di Cacciavillani; nella Rebasket arriva la pronta reazione con le triple di Defant ed il primo quarto si chiude in parità. La  seconda frazione è caratterizzata  da diverse imprecisioni al tiro da entrambe le squadre e si arriva all’intervallo con il match in equilibrio. Al rientro dalla pausa lunga, Cavriago sospinta da Pezzi (il lungo fa male sia dal pitturato che da fuori), si porta a +5 (40-35) al 25′. nella Rebasket risponde Villani con 7 punti consecutivi, ma è una tripla del giovane Caminati a ricacciare la Rebasket a -6 ed il terzo parziale vede i padroni di casa avanti 51-45. Nell’ultimo quarto  i padroni di casa provano l’allungo decisivo e raggiungono il massimo vantaggio sul 57-48 al minuto 33; coach Casoli chiama prontamente Time out e passa alla zona 3-2 ed a 3′ dal termine del match la gara torna in equilibrio (62-59). Un canestro di D’Amore, però, ricaccia gli ospiti a -5 ad un minuto dal termine. Tra le fila della Rebasket subentra un po’ di stanchezza e si finisce, così, per mollare, di fatto, la gara.

BK POL. CASTELFRANCO E. – ACADEMY BASKET FIDENZA 52 – 74

(12-17; 27-36; 37-51)

Castelfranco: Paolucci, Tomesani 12, Coslovi 5, Romagnoli, Righi 4, Tedeschini 16, Vannini 7, Forni, Ferri, Pedroni, Ayiku 3, Ferrari 5. All. Boni.

Fidenza: Antozzi 2, Barksdale 24, Simonazzi 9, Alston 19, Agostini, Pellegrini 9, Bernardi 2, Liberati ne, Orget 6, Avanzi 1. All. Zanardi.

CLASSIFICA

GUELFO CASTEL GUELFO 2 1 1 0 85 56 +29
ACADEMY FIDENZA 2 1 1 0 74 52 +22
MOLINELLA 2 1 1 0 77 57 +20
VIRTUS MEDICINA 2 1 1 0 91 75 +16
RICCIONE 2 1 1 0 83 68 +15
LG COMPETITION CAST. MONTI 2 1 1 0 63 56 +7
SCUOLA BASKET CAVRIAGO 2 1 1 0 66 61 +5
CVD CASALECCHIO 0 0 0 0 0 0 +0
REBASKET CASTELNUOVO 0 1 0 1 61 66 -5
GRANAROLO BASKET 0 1 0 1 56 63 -7
ANZOLA 0 1 0 1 68 83 -15
CASTENASO 0 1 0 1 75 91 -16
NOVELLARA 0 1 0 1 57 77 -20
CASTELFRANCO EMILIA 0 1 0 1 52 74 -22
OLIMPIA CASTEL SAN PIETRO 0 1 0 1 56 85 -29

Serie B, la Libertas Bologna passa all’esordio a Calendasco, Cavezzo vince a Fiorenzuola

Sarà, sulla carta, una serie B scoppiettante con tante ottime formazioni. Nella prima giornata segnaliamo Tigers-Tricolore e Val d’Arda-Cavezzo.

SERIE B 1° Giornata

REN AUTO – B.S.L. 37 – 74

(9-19; 15-31; 22-53)

Happy BK Rimini: Semprini 10, Morigi 9, Muggioli 4, Galli, Ceotto 2, Fattori 4, Bonvicini, Tosi 3, Girelli 2, Prasal 2, Vladimirova 1. All. Rossi.

San Lazzaro: Magliaro 9, Talarico 20, Gorla 1, Zarfaoui 6, Malandra 2, Raffaelli 12, Ghigi 7, Nicolazzo 2, Melchioni 4, Landuzzi 4, Panighi 7. All. Dalé.

TIGERS PARMA BASKET ACADEMY – BASKET TRICOLORE 49 – 76

(19-24; 31-39; 37-59)

Tigers Parma: Trolli, Voltolini, Piedimonte 3, L’Altrella 9, Bianchi 3, Pederzoli 1, Aiello 4, Malini 1, Borsa 8, Harley 19, Formici, Vettori 1. All. Martinelli.

Tricolore Reggio: Oppo 7, Corradini Li. 16, Accini 9, Brevini 7, Costi 6, Besagni 13, Corradini Le. 4, Fedolfi 12, Munari 2, Capelli, Bini. All. Orlandini.

ITALGOMMA – A.I.C.S. BASKET FORLI’ 50 – 33

(17-11; 33-21; 46-30)

Magik Rosa Parma: Basteri, Corsini 9, Petrilli 7, Tringale 6, Molinari 2,Tomassetti 4, Trevisan 4, Bertolotti 4, Vaccari 4, Minari, Pavarani 6, Zoni 4. All. Lopez.

Aics Forlì: Bosi 2, Calabrese 2, Rossi 13, Giunchi 6, Bargellini, Sampieri, Bozzi, Giunchi, Donati, Silighini 6, Gnini 2, Kulcsar 2. All. Chiadini.

Come si dice in queste occasioni, buona la prima… L’Italgomma vince la prima di campionato tra le mura amiche contro l’Aics Forlì grazie ad un’ottima prova corale offensiva, ma soprattutto difensiva. Sono Petrilli e Tringale a mettersi subito in evidenza nelle giocate offensive parmigiane, la prima dal perimetro e la seconda sotto canestro. La vera differenza per le parmigiane la fa come al solito la difesa che lascia le ospiti a zero per ben quattro minuti di gioco. Silighini e Rossi però non ci stanno e cercano di trascinare le romagnole nella rimonta, ma sette punti consecutivi di Capitan Corsini rimettono subito le cose a favore della Magik. Il pressing tutto campo mette in seria difficoltà l’Aics schiacciato sotto canestro dalle giocate di Trevisan e un’ottima Pavarani, mentre Bertolotti e Vaccari colpiscono con il tiro da fuori. Giunchi e la solita Rossi limitano i danni per le ospiti che all’intervallo lungo devono recuperare dodici punti di svantaggio. Dopo l’intervallo Molinari segna e fa segnare l’Italgomma che piazza un altro parziale grazie a Zoni e ad una tripla di Tomassetti che di fatto chiude la partita con le padrone di casa avanti di sedici lunghezze. Nel quarto periodo le squadre tirano letteralmente i remi in barca, la preparazione atletica del mese di Settembre si fa sentire e la partita è ormai ai titoli di coda con la Magik che porta a casa i primi due punti della stagione.

POL. LIB. CALENDASCO – LIBERTAS BASKET BOLOGNA 44 – 56

(17-14; 23-28; 33-43)

Calendasco: Raggi 3, Casula 6, Agolini, Rizzati 3, Bolzoni, Cremona, Patelli 4, Savini 10, Berna 2, Losi, Zunic, Fumagalli 16. All. Cavanna.

Libertas Bologna: Gilioli ne, Torresani 2, Servillo 14, Patera 6, Lolli Ceroni 4, Giacometti 1, Bettini, Trombetti, Percan 11, Romagnoli 6, Aleotti 11, Santucci 1. All. Borghi.

BK CLUB VALTARESE 2000 – SCUOLA BASKET FAENZA 50 – 77

(15-23; 26-42; 38-60)

Borgo Val di Taro: Galli 3, Franceschini 3, Montanari 17, Giacchetti 7, Crivaro, Bazzani 1, Marchini 8, Leonardi, Mezini, Ferrari 2, Fatadey 9. All. Scanzani.

Faenza: Schwienbacher 6, Coraducci 5, Morsiani L. 17, Ballardini S. 9, Caccoli 10, Ballardini C. 8, Bravi 4, Moriconi 9, Soglia 4, Morsiani D. 8, Bornazzini 1, Guerini. All. Ruggeri.

BK CLUB VAL D’ARDA – ACETUM 57 – 58

(10-11; 26-27; 47-39)

Fiorenzuola: Podestà 9, Borghi 5, Ghittoni ne, Rizzi 8, Rossi 12, Bertoni, Zane 4, Bona 13, Ubbiali ne, Zuin 6, Menta ne, Yamble ne. All. Giroldi.

Cavezzo: Righini ne, Bocchi 6, Zanoli 9, Balboni ne, Marchetti 7, Melloni, Bernardoni 6, Costi 8, Todisco ne, Calzolari 15, Bellodi 7. All. Bregoli.

CLASSIFICA

Libertas Bologna, Bsl San Lazzaro, Cavezzo, S.B. Faenza, Tricolore Reggio, Magik Rosa Parma 2; Libertas Rosa Forlì, Val d’Arda, Calendasco, Happy Basket Rimini, Aics Forlì, Valtarese 2000, Tigers Parma 0.

Serie D al via: la Vis Persiceto fa la voce grossa, Santarcangelo rischia col San Mamolo

SERIE D/A 1° Giornata

VENI BASKET – ALTEDO BASKET 48 – 49

(19-10, 33-24; 40-37)

San Pietro in Casale: Gamberini, Vinci 2, Monti, Sgarzi, Settanni 4, Frignani 5, Luparello 13, Dal Pozzo 10, Ballarin 2, Pastore, Campanile 12. All. Minozzi M.

Altedo: Pasquali 11, Caprara 2, Gnan, Ventura A. 3, Menna 2, Govoni 7, Stupazzoni n.e., Bulgarelli 14, Calanchi, Soresi 2, Governatori, Gnudi 8. All. Marchesini.

POLISPORTIVA CASTELLANA – VIS BASKET PERSICETO 43 – 70

(13-16; 26-40; 39-55)

Castelsangiovanni: Coppeta 7, Eccher, Maga 9, Mori 4, Markovic 7, Derba 8, Cecconi, Villa 4, Mazzocchi 2, Tresoldi, Belli 2. All. Fanaletti.

San Giovanni in Persiceto: Scagliarini, Chiusoli, Parmeggiani 3, Cornale 4, Almeoni 24, Pasquini 14, Chiapparini, Genovese 1, Papotti 7, Ramini 7, Bartolozzi 10, Rusticelli. All. Berselli.

PALLACANESTRO FULGOR FIDENZA – ATLETICO BASKET 54 – 65

(20-15; 33-34; 43-52)

Fidenza: D’Esposito, Rigoni 7, Ceci N. 11, Iacomino 1, Molinari, Roma 7, Gelmini 3, Imeri 6, Parmigiani 13, Ceci A., Prosperi 6. All. Fiesolani.

Atletico: Veronesi Gr. 8, Rossi 12, Grassi 3, De Simone 12, Diop, Artese 7, Savic 2, Zaffina, Veronesi Gi. 8, Campanella 2, Pedroni 4, Zappoli 7. All. Pietrantonio.

UNIONE SPORTIVA AQUILA – BASKET VOLTONE MASCHILE 61 – 69

(28-23; 41-42; 55-49)

Luzzara: Asini, Cagnolati, Salzano 11, Gruosso 18, Galeotti 3, Torreggiani 5, Altomani, Beltran 4, Petrolini 18, Costantino 2, Freddi, Benassi. All. Campedelli.

Voltone: Calvi 14, Galassi Gu. 5, Giacometti A. 3, Polo 7, Giacometti J. 11,Verdoliva 4, Maresi 2, Magi 17, Iannicelli, Lelli 6. All. Torrella.

H4T – ANTAL PALLAVICINI 60 – 52

(15-13; 26-23; 42-31)

Pallavicini: Ganugi 20, Badiali 2, Quansah ne, Barbieri, De Martini 12, Carretti, Caltabiano ne, Paladini 2, Guidotti 11, Franchi 7, Amici 6, Pevarello. All. Smerieri.

Pallavicini: Spadellini 6, Tosiani 11, Cenesi 3, Nanni G., Pierantoni 6, Benuzzi, Minghetti 1, Sgargi 7, Nanni M. 7, Galeotti 5, Laluna 4, Bartalotta 2. All. Bignotti.

BERRUTIPLASTICS – SAMPOLESE 66 – 46

(10-21; 29-34; 50-38)

La Torre Reggio: Davoli A. 12, Lavaggi, Vezzosi 5, Canuti 16, Pezzarossa 7, Mazzi F. 10, Mussini 5, Bertolini 3, Margaria 6, Orlandini 2. All. Spadacini.

San Polo d’Enza: Nicolini, Tognoni 10, Siani 2, Davoli L., Braglia, Benevelli 5, Maggiali 2, Fassinou 12, Pezzi, Margini 8, Davoli Mi. 7, Davoli M. All. Immovilli.

La Berrutiplastics sfrutta il fattore campo per conquistare i primi due punti della stagione. L’esordio stagionale è il derby contro la Sampolese, già una sfida importante in chiave salvezza, obiettivo dichiarato delle due società. Ne esce una partita dai due volti, dove per 15’ a dominare sono gli ospiti, più aggressivi in difesa ed efficaci nell’area piccola avversaria. Così, nonostante le assenze di Bytyqi (lo stop si prospetta lungo) e Farioli, i giovani di coach Immovilli toccano il +15 a metà secondo quarto (12-27), grazie in particolare a Tognoni e capitan Margini. La Torre, fino a quel momento troppo distratta in difesa e troppo imprecisa in attacco, cambia finalmente registro e in pochi minuti lima il passivo, fino alla tripla di Canuti del -5 (29-34), proprio sulla sirena del 20’. E’ il segnale della svolta: al rientro, la partita è completamente diversa e in 10’ la Berrutiplastics mette a segno il parziale di 21-4 (50-38), che chiude la partita. La Sampolese, infatti, non ha più le energie per rientrare e il vantaggio dei padroni di casa, trascinati da Canuti (13 punti nella ripresa) e dal neo acquisto Davoli, si stabilizza sulle venti lunghezze.

STARS BASKET – MAGIK BASKET 71 – 80

(19-14; 32-38; 54-59)

Stars: Bertoncello 7, Maldarelli, Morando 5, Skocaj 19, Tazzara 16, Taroni, Landuzzi ne, Gambetti 9, Passarelli, Marino 5, Salvi 10, Regazzi. All. Bandiera.

Magik Parma: Bazzoni 3, Donadei 2, Malinverni N., Malinverni L. 9, Montagna, Aimi 10, Secli 17, Di Brino, Diemmi 23, Guidi 16. All. Lopez.

Comincia nel migliore dei modi l’avventura della Molino Grassi nel campionato di serie D. Vincere la prima partita è importante, ma vincere la prima in trasferta in terra bolognese lo è ancora di più. Grazie ad un’ottima prestazione di Diemmi e Seclì (quaranta punti in due), i parmigiani strappano i primi due punti della stagione agli Stars. Nel primo quarto i padroni di casa sembrano poter andar via grazie a quattro triple che, però, non affondano la Magik, infatti i parmigiani non mollano anche se Mlinverni Leonardo è costretto ad abbandonare la regia per problemi di falli. Nel secondo periodo il Molino Grassi fa valere i centimetri in più sotto canestro con Aimi e Guidi padroni dell’area pitturata, mentre Diemmi e Bazzoni colpiscono più volte gli avversari con tiri da fuori ben costruiti grazie ad un buon gioco di squadra ben orchestrato da capitan Donadei. Malinverni Niccolò si attacca letteralmente a Bartoncello mandando in tilt il gioco dei padroni di casa e la Magik pareggia e sorpassa i bolognesi per un vantaggio che non lascerà più fino alla fine. Dopo l’intervallo lungo i bolognesi si affidano al tiro da tre punti di Skocaj che riesce a mettere in seria difficoltà la difesa parmigiana che, però, tiene botta e riesce a chiudere il quarto in vantaggio di cinque lunghezze grazie ad un Diemmi particolarmente ispirato ed alle accelerazioni del giovane Malinverni che, a tutto campo, colpisce più volte la difesa felsinea. Nell’ultimo periodo si scatenano Secli, Aimi e Guidi che affondano ogni speranza di rimonta dei padroni di casa.

PALL. NAZARENO CARPI – F.FRANCIA PALL. 54 – 66

(20-17; 40-31; 46-48)

Nazareno Carpi: Compagnoni 13, Goldoni Sa. 2, Pivetti 4, Pravettoni 12, Spasic 2, Marra 15, Cavallotti, Goldoni Si., Menon, Doddi 6. All. Cesari.

F.Francia Zola: Galli 4, Perrotta 2, Gamberini 7, Zini 4, Mazzoli 10, Mabelli ne, Barilli F. 9, Migliori, Pagano, Bosi 6, Bavieri, Romagnoli 24. All. Piccolo.

La Nazareno esordisce in campionato incassando una sconfitta casalinga contro la neopromossa Francesco Francia. I bolognesi impostano una partita aggressiva e veloce che i carpigiani riescono ad arginare solo nel primo tempo con Compagnoni e Marra, andando avanti fino a 14 punti. L’inizio del terzo quarto per i giocatori di Cesari è invece da incubo (6 a 17 il parziale) per le troppe palle perse ed i rimbalzi offensivi concessi alla Francesco Francia. Non cambia la musica neanche nell’ultimo quarto: Romagnoli rimane una spina nel fianco insieme a tutto il collettivo e l’attacco carpigiano non si sblocca sino alla fine.

CLASSIFICA

VIS PERSICETO 2 1 1 0 70 43 +27
LA TORRE REGGIO EMILIA 2 1 1 0 66 46 +20
FRANCESCO FRANCIA ZOLA 2 1 1 0 66 54 +12
ATLETICO BOLOGNA 2 1 1 0 65 54 +11
MAGIK PARMA 2 1 1 0 80 71 +9
SCUOLA PALL. VIGNOLA 2 1 1 0 60 52 +8
VOLTONE ZOLA 2 1 1 0 69 61 +8
ALTEDO 2 1 1 0 49 48 +1
VENI SAN PIETRO IN CASALE 0 1 0 1 48 49 -1
AQUILA LUZZARA 0 1 0 1 61 69 -8
PALLAVICINI BOLOGNA 0 1 0 1 52 60 -8
STARS BOLOGNA 0 1 0 1 71 80 -9
FULGOR FIDENZA 0 1 0 1 54 65 -11
NAZARENO CARPI 0 1 0 1 54 66 -12
SAMPOLESE 0 1 0 1 46 66 -20
CASTELLANA CASTELSANGIOVANNI 0 1 0 1 43 70 -27

SERIE D/B 1° Giornata

BASKET VILLAGE – ARTUSIANA BK FORLIMPOPOLI 53 – 69

(13-26; 23-44; 31-54)

Basket Village Granarolo: Dal Pesco ne, Dalla 14, Costa 2, Checcoli 10, Banzi 6, Meluzzi 2, Generali, Marcheselli L 6, Fava 5, Pedrelli 4, Paoloni 4, Maiani. All. Marcheselli E.

Forlimpopoli: Biondi 5, Rossi 4, Vitali, Balistreri 19, Calboli, Piazza 14, Morabito, Serrani 18, Arfelli 4, Monday, Servadei 5. All. Agnoletti.

La partita inizia e rimane in equilibrio fino a metà del primo quarto, con il punteggio di 9-10 scandito da due bombe di Balistreri (di cui una da nove metri) a cui risponde Checcoli, anch’esso con un tiro da tre. Forlimpopoli decide così di spezzare un po’ il ritmo della squadra di casa mettendo in campo la zona, contro cui il Basket Village dimostra di trovarsi in difficoltà, e permettendo agli ospiti di recuperare molti palloni e correre in contropiede, soprattutto con Serrani, autore di 9 punti nel solo primo quarto. Nel secondo quarto il Basket Village entra in campo un po’ scoraggiata e con poche idee: i tanti palloni persi e i molti rimbalzi offensivi concessi ne sono un esempio, e Forlimpopoli può scappare fino a raggiungere il massimo vantaggio sul 21-44, grazie ad un ispirato Piazza che segna 12 dei suoi 14 punti totali. Il terzo periodo viaggia per buona parte a ritmi molto alti con continui cambi di fronte, ma entrambe le squadre segnano con il contagocce: i ragazzi di coach Marcheselli sembrano molto più concentrati, soprattutto in difesa, tant’è che gli ospiti segnano i primi due punti solo dopo 6 minuti (27-46 al 26’), ma la zona dei romagnoli non permette comunque al Basket Village di riavvicinarsi. L’ultima frazione serve solo a fissare il punteggio finale. Forlimpopoli si rilassa un po’ in difesa e la squadra di casa trova la via del canestro con più facilità, soprattutto dalla lunga distanza, grazie a Banzi e Dalla che segnano due bombe a testa e riportano il Basket Village sul -16 finale.

BK GIARDINI MARGHERITA – P.G.S. WELCOME 45 – 62

(12-10; 22-27; 34-44)

Gardens: Alaimo 12, Missoni 4, Pancaldi 4, Florio 7, Marcelli 6, Grandi, Bonesi, Baccilieri 5, Pellegrinotti, Brina 2, Lambertini 5. All. Righi.

Pgs Welcome: Lamborghini 1, Calzolari L. 15, Betti 6, Bernardini ne, Bertacchini 6, Sabbioni 10, Sommavilla, Alessandri 6, Ferrulli, Orlandi 7, Calzolari M. ne, Ferrari 11. All. Bulgarelli.

Esordio col botto per la neopromossa Welcome che ha dominato alla “Moratello”. I Giardini Margherita hanno avuto un buon momento a cavallo delle prime due frazioni (16-10, il massimo vantaggio), poi, il buio. Gli ospiti hanno sorpassato e nella ripresa allungato, raggiungendo il massimo vantaggio sul 40-58.

G.S. INTERNATIONAL BASKET – CESTISTICA ARGENTA 60 – 86

(20-18; 33-44; 43-62)

International Imola: Pelliconi 11, Pederzoli 8, Benghi, Sassi, Scagliarini 15, Barbagelata 6, Ciampone 3, Martini 5, Gargioni 6, Salvadè 6. All. Carretto.

Argenta: Alberti D. 13, Zanetti 14, Pasquali 4 , Alberti A. 1, Cilfone 18, Scardovi, Bottoni 10, Zanellati 19, Mortara 5, Malagolini, Di Tizio 2, Pasetti. All. Panizza.

Non va la prima per l’International. La squadra biancorossa cede in casa al debutto contro un’ostica Argenta capace di espugnare la palestra Ravaglia grazie a una pioggia di triple, ben 13, che hanno scavato il solco decisivo nei due quarti centrali. Imola dal canto suo chiude senza conclusioni a bersaglio dall’arco. Dopo un buon avvio nel primo quarto, nel secondo arriva il primo break da parte degli ospiti che chiudono la frazione sul 13-26, doppiando gli imolesi che a inizio terzo quarto perdono Gargioni per espulsione. Gli ospiti allargano la forbice nel terzo quarto e controllano fino alla sirena finale.

PALLACANESTRO BUDRIO 289 – BELLARIA BASKET 72 – 78

(22-18; 38-38; 51-56)

Budrio: Cesari 11, Cesario 5, Alberti 1, Bargiotti, Tuccillo 13, Gamberini 7, Manini 6, Campagna 1, Paolucci 1, Zitelli 15, Zambon 2, Quarantotto 10. All. Cantelmi.

Bellaria: Angeli 25, Sacchetti 14, Stabile 3, Raffaelli 4, Provesi 7, Fornaciari 6, Baldassarri 1, Bindi, Montanari, Russu 18. All. Ferro.

PARTY & SPORT – SCUOLA BASKET FERRARA 49 – 61

(14-15; 25-32; 40-42)

P&S Ozzano: Sandrolini 4, Dozza 4, Beccari, Avallone 10, Fierro 4, Zerbini 2, Lazzari 5, Rizzoni, Nannoni 8, Pascoli 1, Marchi 10. All. Benini.

Scuola Basket Ferrara: Ferrarini 2, Rimondi Ri. 3, Cattani 8, Rimondi Ro. 12, Vigna, Proner, Bereziartua 3, Rizzatti 20, Bertocco 8, Seravalli 2, Malaguti. All. Schincaglia.

SAN MAMOLO BASKET – CNO SANTARCANGELO BASKET 69 – 71

(20-16; 41-35; 52-50)

San Mamolo. Zambonelli 4, Baietti 12, Bamania 2, Bianchini 2, Quadri S. 4, Sterpi 12, Santinelli, Quadri A. 3, Tosini 12, Fenderico 4, Boccardo 7, Brunello 6. All. Morra.

Santarcangelo: Giuliani 7, Canini 6, Cunico 15, Ugolini, Tomassini 17, Raffaelli 2, Tognacci 2, Pascini, Ramilli 7, Guziur, Saponi 15, Bordoni. All. Bernardi.

AICS JUNIOR BASKET FORLI’ – CRAL E. MATTEI 85 – 66

(26-17; 46-30; 64-48)

Aics Forlì: Bergantini F. 8, Bergantini L, Valgimigli 16, Perugini 3, Ravaioli 16, Babbini 19, Totaro 13, Crocini, Nervegna 8, Bergantini R., Mariani 2, Bacchini. All Chiadini.

Ravenna: Battaglia 5, Emiliani 6, Gigante ne, Grandoni 3, Morisi E. 23, Fabbri, Bonaccorso, Magnani, Zannini 4, Bartolotti 5, Boni 6, Morigi L. 14. All. Casciello.

VB – AUDAX BASKET FERRARA 83 – 70

(20-23; 43-41; 60-55)

Grifo Imola: Cenni, Castelli ne, Bartoli 1, Dirella 9, Lanzoni 5, Pasini 18, Guglielmo 2, Orlando 10, Lucchetta 11, Zaccherini, Sgorbati 18, Linguerri 9. All. Palumbi.

Audax Ferrara: Cara ne, Marabini 13, Fabbri 6, Gnani, Pigozzi 23, Hinek 4, Felletti Spadazzi 2, Terzi 5, Del Torto 7, Lazzari 10. All. Folchi.

Esordio vincente per la VB (terzo anno del marchio sulle maglie della Grifo), ma la vittoria è stata molto sofferta ed è maturata solo nell’ultimo quarto. La squadra produce un gioco piacevole, se non si fa prendere dalla foga, tutto in velocità con uomini intercambiabili.  La partenza della VB è stata fulminea grazie a due triple di Sgorbati (6-1 dopo un minuto e mezzo). Ferrara però non ci sta e ricuce in un minuto (6-5). Continua intanto lo show di Sgorbati che fa 4/4 da tre in 5 minuti, poi però anche lui entra nelle rotazioni di coach Palumbi che tra 5° e 8° minuto ha già fatto ruotare 10 uomini. Coach Folchi non è da meno e anche lui ruota 9 uomini. Le rotazioni però fanno perdere il ritmo alla Grifo così, sospinta da Pigozzi, l’Audax sorpassa (10 punti della guardia ferrarese nel 13-15 del sesto minuto). E’ Pasini a riportare i suoi avanti per il 24-23 del 12′. In questa fase il contropiede della Grifo fa molto male tanto che la forbice si allarga due volte fino al +7. Poi un po’ di confusione nel finale riporta sotto l’Audax  grazie ad una sequela di tiri liberi. Subito dopo il tè Lazzari impatta 43-43, poi la Grifo spreca un antisportivo a favore non segnando i tiri liberi e facendo poi fallo in attacco. Questo è il periodo più brutto della partita, che, per alcuni minuti, vede solo confusione in campo con i giocatori che sembrano presi da una frenesia che annebbia tutti e 10 gli uomini in campo. Una tripla di Del Torto riporta i suoi avanti a metà quarto (45-47), ma due contropiedi di Dirella sembrano rimettere le cose a posto, senonché ci pensa il solito Pigozzi a tenere i suoi attaccati alla partita (54-54 a due minuti e mezzo dalla terza sirena). Qui finalmente la Grifo mette la freccia in maniera decisa e, presa per mano da Pasini, allarga man mano la forbice, fino al nuovo +7 firmato da Linguerri e poi al +13 con due triple di Lucchetta e Pasini. Ferrara prova la zona che produce uno 0-6 che riavvicina gli ospiti, prima che Sgorbati si risvegli e metta la sua firma alla gara con altre due triple.

CLASSIFICA

ARGENTA 2 1 1 0 86 60 +26
AICS FORLI’ 2 1 1 0 85 66 +19
PGS WELCOME BOLOGNA 2 1 1 0 62 45 +17
ARTUSIANA FORLIMPOPOLI 2 1 1 0 69 53 +16
GRIFO  IMOLA 2 1 1 0 83 70 +13
S.B. FERRARA 2 1 1 0 61 49 +12
BELLARIA 2 1 1 0 78 72 +6
CNO SANTARCANGELO 2 1 1 0 71 69 +2
SAN MAMOLO BOLOGNA 0 1 0 1 69 71 -2
PALL. BUDRIO 289 0 1 0 1 72 78 -6
PARTY&SPORT OZZANO 0 1 0 1 49 61 -12
AUDAX FERRARA 0 1 0 1 70 83 -13
BASKET VILLAGE GRANAROLO 0 1 0 1 53 69 -16
IMMOBILIARE 2000 BOLOGNA 0 1 0 1 45 62 -17
SPEM MATTEI RAVENNA 0 1 0 1 66 85 -19
INTERNATIONAL IMOLA 0 1 0 1 60 86 -26

C.S. – La Bakery cede con Bergamo nella finale del torneo di Pisogna

BAKERY – CO.MARK 70 – 75

(17-26; 38-44; 53-57)

Piacenza: Leonzio 5, Sanguinetti 29, Rezzano 12, Guerra, Tempestini 4, Banti 7, G. Samoggia 13, Magrini. All. Steffè

Bergamo: Bedini 4, Planezio 4, Squeo 4, Panni 10, Berti 7, Milani 16, Chiarello 2, Ghersetti 10, Pullazi 16.

Una Bakery ancora una volta fortemente rimaneggiata, esce sconfitta con onore dalla sfida alla Co.Mark Bergamo, da tutti accreditata come una delle maggiori candidate al salto in Serie A2 e futura avversaria dei biancorossi in campionato. Coach Steffè ha a disposizione gli stessi effettivi della sera precedente: risultano ancora indisponibili quindi capitan Matteo Soragna, Matteo Samoggia e Domenico Marzaioli.

L’avvio è uno 0-4 per Bergamo, poi ci pensa Massimo Rezzano a sbloccare il punteggio. Bergamo si schiera a zona 2-3 e Piacenza fatica a prendere le misure e la Co.Mark ne approfitta e vola sul 4-20 dopo poco meno di sette minuti. La Bakery prova a riavvicinarsi con la tripla di Rezzano e i punti di Tempestini, cui segue la tripla allo scadere di Sanguinetti per il 17-26 con cui si chiudono i primi dieci minuti. Il canovaccio resta il medesimo nel corso del secondo quarto, con Bergamo a spingere per mantenersi oltre i dieci punti di vantaggio e Piacenza a rincorrere. Servono le realizzazioni dalla lunga distanza di Leonzio e Giuliano Samoggia per riportarsi a -5 quando si entra nell’ultimo minuto del primo tempo, prima che la Co.Mark fissi il risultato sul 38-44 di metà contesa. Al rientro dagli spogliatoi Piacenza ha decisamente la faccia giusta e, dopo i primi minuti di studio, si mette al lavoro per riaprire la partita. Sanguinetti e G.Samoggia sono i migliori realizzatori dei biancorossi e dalle loro mani passa la gran parte dei possessi Bakery: Bergamo subisce il contraccolpo e a fine terzo quarto sono quattro le lunghezze di divario tra le due formazioni. Se la Co.Mark tenta nuovamente l’allungo, gran merito va dato alla Bakery per la forza di restare con la testa nella partita fino all’ultimo: le triple di Sanguinetti e Rezzano valgono il -3 a 20 secondi dall’ultima sirena, ma sono i liberi di Milani a fissare il risultato sul 70-75 finale in favore dei lombardi.

Under 16 – I Crabs battono la Reggiana, ma perdono la finale del “Pedriali”

 

Pesaro ancora tabù per gli Under 16 che cedono, a Morciano, nella finale del XXXIII Trofeo Pedriali per 69-60. In semifinale, un canestro di Rossi a 2″ dalla fine, aveva regalato la vittoria sulla Pallacanestro Reggiana, al termine di una gara combattuta.

SEMIFINALE

REGGIANA – CRABS 89 – 90

(25-22; 50-46; 67-67)

Rimini: Baroni, Chen 2, Heba, Gamboni ne, Lonfernini 21, Veroni 8, Rossi 24, Giorgi 3, Ferrari 14, Mavric 18, Sarti ne., Iannello, Morolli ne. All. Luongo.

Gli Under 16 battezzano nel migliore dei modi l’avvio della stagione 2016-17 vincendo in volata sulla Reggiana (90-89). Gara molto equilibrata con la Reggiana quasi sempre sopra, brava ad approfittare delle tante palle perse di Rimini ed a convertirle in canestri sui ribaltamenti di fronte. I granchietti però restano a galla, soprattutto grazie ad un ispirato Lonfernini (19 punti per lui nel primo tempo). Ad inizio terzo quarto la Reggiana piazza subito un break di 9-2 e sembra poter controllare la partita (64-54 al 25′), ma sull’asse Ferrari-Veroni i Crabs piazzano un contro-break di 13-3 ed impattano alla sirena (67-67). Ultimo quarto che comincia ancora con una mini fuga degli emiliani, subito ripresi da Rimini grazie a tre aperture consecutive di Giorgi che lancia in campo aperto un cinico Rossi. A 3’40” dalla fine arriva il primo sorpasso di Rimini (82-83), rintuzzato però dalla Reggiana che ritrova il vantaggio con una clamorosa schiacciata (più aggiuntivo) di Giannini. A 28″ dalla fine sull’89-88 per Reggio un fallo tecnico a Soviero regala a Rimini tre tiri liberi: 0/3 ed errore sul successivo possesso. Reggio però perde ancora palla per un’infrazione di passi e Rimini gestisce l’ultimo pallone: il tiro di Mavric è sbagliato, ma il più lesto sotto il tabellone è Rossi che cattura il rimbalzo ed appoggia il canestro della vittoria.

FINALE 1°-2° POSTO

CRABS – VL PESARO 60 – 69

(18-20; 27-39; 45-52)

Rimini: Baroni, Chen, Heba, Gamboni 1, Lonfernini 6, Veroni 10, Morolli, Giorgi 7, Ferrari 8, Mavric 4, Sarti, Iannello 9. All. Luongo.

Era il 31 maggio quando gli Under 15 perdevano 58-68 con la Consultinvest Pesaro, dicendo addio al passaggio del turno alle finali nazionali. Quasi quattro mesi dopo la storia si ripete, con Pesaro che si dimostra squadra assai indigesta per i granchietti.

Rimini parte avanti con un Veroni molto preciso al tiro, ma sbaglia anche tre appoggi da sotto che non fanno presagire nulla di buono per il prosieguo della gara. Ed infatti Pesaro replica prontamente e sfrutta una netta superiorità a rimbalzo offensivo per chiudere avanti la prima  frazione (18-20). Nel secondo quarto il divario atletico sembra aumentare: i granchietti, pimpanti e volitivi nella gara di venerdì, sono lenti nei rientri difensivi e farraginosi nella manovra offensiva. Pesaro ne approfitta con ficcanti contropiedi; tre triple consecutive segnano poi il primo solco importante, che vale il +12 marchigiano alla pausa lunga (27-39). Nel terzo quarto Rimini continua a soffrire, in particolare la difesa asfissiante di Pesaro su Mavric (alla fine costretto a 4 punti con 2/10 al tiro). L’ingresso del neo-arrivato Iannello smuove un po’ le acque, 7 punti personali con una tripla; i Crabs rientrano a -5 costringendo coach Iannetti ad usare il suo primo time-out della gara (45-52 alla sirena). Nell’ultima frazione, però, Rimini sembra aver finito la benzina e Pesaro si riporta alla doppia cifra di vantaggio, tornando a catturare tanti rimbalzi offensivi ed a colpire in contropiede. Ultimo sussulto negli ultimi sessanta secondi, quando i Crabs provano il tutto per tutto e costringono Pesaro e tre palle perse e due errori di fila: cinque possessi che, però, Rimini non riesce a capitalizzare. Finale 60-69.

C.S. – I Raggisolaris chiudono a Lugo, al secondo posto, il “Memorial Seganti”

REKICO – GLOBAL SISTEMI 75 – 80 dts

(12-16; 26-31; 46-47; 66-66)

Faenza: Perin 7, Silimbani 9, Donadoni 17, Benedetti 2, Casadei 15, Penserini 18, Iattoni 7, Agriesti ne, Pini ne, Di Coste ne. All. Regazzi.

Tigers Forlì: Biffi ne, Forti 8, Ghirelli 4, Myers 4, Fontecchio 15, Agatensi ne, Giovara 18, Bartolucci ne, Rombaldoni 21, Cicognani 10, Plachesi ne, Rossi. All. Di Lorenzo.

La Rekico chiude al secondo posto il Memorial Seganti giocatosi al PalaBanca di Lugo, perdendo la finale contro la Global Sistemi Forlì dopo un tempo supplementare, ma mostrando di essere già in forma campionato. Senza Boero e Pini, i faentini giocano due buone partite contro Lugo in semifinale e Forlì in finale, recriminando soltanto per alcuni episodi sfortunati negli ultimi minuti.

La finale è equilibrata per quaranta minuti e a regalare l’overtime ai faentini è una tripla di Perin a 2″ dalla fine (66-66). Nel supplementare i Tigers guadagnano poi qualche punto dalla lunetta con Cicognani, la Rekico ritorna sotto con i tiri dalla lunga distanza, ma a chiudere i conti è la tripla di Rombaldoni per il 76-70.

C.S. – La Bakery conquista la finale al torneo di Pisogne

LTC – BAKERY 72 – 83

(21-13; 34-45; 48-62)

Sangiorgese: Dushi 2, Cuccarese 22, Tomasini 15, Ponzelletti 5, Nuclich, Gorreri 1, Priuli 5, Rossi 8, Toso 4, Tommei 10. All. Picarelli.

Piacenza: Leonzio 12, Libè ne, Sanguinetti 12, Rezzano 15, Guerra, Tempestini 8, G. Samoggia 14, Banti 2, Zatti ne, Magrini 20. All. Steffè.

Buone le risposte dopo la vittoria risicata contro Crema da parte della Bakery Piacenza che, pur soffrendo nei primi otto minuti, riesce in seguito a prendere il largo e vince la semifinale contro la Sangiorgese.

Coach Steffè, dovendo far fronte alle assenze forzate di Marzaioli e Matteo Samoggia (entrambi a riposo precauzionale), sceglie di schierare un quintetto inedito con il giovanissimo Guerra da playmaker accanto a Sanguinetti, Magrini, Rezzano e Banti. L’avvio, ad eccezione dei canestri dei lunghi Rezzano e Banti, è tutt’altro che incoraggiante. Dall’8-4, i lombardi allungano ulteriormente con un parziale di 10-0: è il massimo svantaggio toccato da una Bakery che paga la scarsa precisione al passaggio ed in fase difensiva. Sul finire della prima frazione inizia a scaldare la mano Sanguinetti che, con la tripla allo scadere, regala a Piacenza lo svantaggio in singola cifra al 10’, 21-13. E’ sempre Sanguinetti, con l’aiuto di Magrini, a scavare il solco per la rimonta biancorossa: il sorpasso arriva al 14’ sul 25-26. Coach Steffè decide di cavalcare il bel momento dei suoi chiamando pressing a tutto campo ed i risultati sono eccellenti. La Bakery infatti prende il largo fino al 26-40, sull’onda di un parziale di 8-36 da quel fatidico 18-4 del primo quarto. All’intervallo il tabellone recita 34-45 per i biancorossi, un divario che verrà mantenuto pressoché immutato nel corso del secondo tempo. Leonzio mostra una precisione al tiro quasi chirurgica (12 punti per lui), Rezzano sale di colpi e la Bakery tocca nuovamente il +14 alla fine della terza frazione. La partita riserva poche sorprese nell’ultimo quarto, sebbene Cuccarese sfoderi la classica partita dell’ex (22 punti personali) per tentare la rimonta. Magrini e soci mantengono il divario attorno alla doppia cifra e allo scadere il risultato è di 72-83.

La Pallacanestro Piacentina giocherà quindi la finale per il primo posto contro la vincente tra Alto Sebino e Bergamo, con palla a due fissata per le ore 18,15 di domenica.

C.S. – Novellara vince a Gualtieri il “3°Memorial Cristiano Braglia”

Splendida finale nella cornice del Palazzetto di Gualtieri dove si è svolto il 3° Memorial intitolato allo scomparso Cristiano Braglia. L’evento organizzato dalla locale Aquile Pallacanestro Gualtieri si è potuto avvalere di blasonate realtà quali: Scuola Basket Cavriago, ReBasket (da quest’anno) Castelnuovo Sotto, Academy Basket Fidenza e la vincitrice della passata stagione Pallacanestro Novellara.

Nella prima semifinale di Sabato, Novellara ha avuto agevolmente la meglio su una ReBasket sottotono con uno strapotere tattico che ha già evidenziato la mano di un sempre presente (6° uomo in campo) Coach Spaggiari, vero è proprio faro dei novellaresi.

Nella seconda invece la nuova AB Fidenza, che nel motore schiera due straordinari americani, nonostante la panchina cortissima, ha avuto la meglio su un Cavriago mai domo che, fino all’ultimo minuto, ha tentato di rimanere in partita.

Domenica la finalina, preannunciata dai coach sottotraccia, ha visto via via, con l’evolversi dell’incontro, trasformarsi in una vera e propria gara senza esclusioni di tatticismi. Nessuno voleva perdere e nonostante l’allungo di metà gara di Cavriago, che presupponeva ad una vittoria facile, si è vista una straordinaria rimonta dei pink Castelnovesi che, giunti fino -4, a tre giri di lancetta dalla fine, terminavano inopinatamente la benzina e chiudevano con un onorevole 64-71. Ma la sfida continuerà, infatti, Sabato 1 ottobre, per la prima di campionato che le vedrà di nuovo incrociare le armi, ma questa volta con una posta in palio importantissima.

Finale tra Pallacanestro Novellara e Academy Basket Fidenza ad alta tensione. Infatti non è sembrata assolutamente una gara di precampionato, ma anzi sembrava già campionato. Novellara con le assenze eccellenti di Margini, Folloni e Mariani Cerati ha dimostrato al pubblico che può comunque contare in campionato su una panchina veramente profonda e di qualità. ABF, recuperato Avanzi, viene priva in mattinata  di coach Zanardi, mettendo in luce, nonostante il buon livello, che la strada è ancora lunga, specialmente come in questo caso in assenza del timoniere principale. Risultato finale davanti ad un numerosissimo pubblico, anche fidentino 67-59.

Al termine della finale, con un parterre di tutto rispetto, si sono volte le premiazioni che, oltre ad incoronare Novellara vincitrice del 3° Memorial, ha eletto: MVP il “vecchietto” Alessio Bartoccetti (Novellara), Barksdale Courtnei (ABF) Miglior Realizzatore con 49pt, Miglior Under Il giovane Play Carpi Alberto (Novellara) e Spaggiari Luca (Novellara) Miglior Coach. Premio speciale è stato assegnato a Stefano Bertazzoni (Novellara) quale miglior Assistente coach della manifestazione.

Salus e 4 Torri si qualificano ai quarti del “Ferrari”. Nel “Marchetti” sorridono Vis Persiceto e Santarcangelo

Ultimo turno prima delle “Final Four” del “Ferrari” e del “Marchetti”.

TROFEO FERRARI Quarti di finale

POLISPORTIVA MOLINELLA – DESPAR 4 TORRI FERRARA 45 – 57

(12-16; 26-28; 39-45)

Molinella: Rubini, Quartieri, Pusinanti 5, Piazzi 3, Sighinolfi 8, Folesani 2, Tugnoli 8, Innocenti 4, Lanzi 7, Quaiotto 3, Spisni, Zuccheri 5. All. Baiocchi.

4 Torri Ferrara: Chiusolo 2, Ranzolin 6, Brandani 4, Nanni 14, Parmeggiani 11, Paccagnella 2, Ballardini, Ghedini 4, Verde, De Ruvo 4, Pederzini 10. All. Cavicchioli.

Per il terzo anno consecutivo la Despar di coach Cavicchioli accede ai play off del trofeo Ferrari – coppa Emilia Romagna, questo è il verdetto uscito lunedì sera sul campo di Molinella dopo una partita non bella e giocata in alcuni tratti con troppo nervosismo. La squadra di casa si presenta al completo, in scia di una bella promozione e forte degli ultimi successi ottenuti in coppa. Dall’altra i granata ferraresi sono anch’essi al completo, ma coach Cavicchioli deciderà di non utilizzare, precauzionalmente, il lungo Ballardini. L’incontro parte con le squadre che schierano Sighinolfi, Folesani, Tugnoli, Lanzi e Zuccheri, da una parte e Chiusolo, Nanni, Parmeggiani, De Ruvo e Pederzini dall’altra. Nei primi minuti pare che la Despar, grazie ad un “corposo” Nanni e al solito esplosivo Pederzini, possa mettere da subito il marchio di fabbrica sull’incontro ma il Molinella è squadra di carattere che fa capire immediatamente che, soprattutto perché tra le proprie mura, non lascerà nulla d’intentato. Il piccolo strappo di 6 punti, creato dai granata, è prontamente rintuzzato e si arriva alla fine del primo spezzone con un leggero vantaggio ospite (12-16). In questa fase a portare acqua al mulino ferrarese sono Nanni (4), Parmeggiani (4) e soprattutto Pederzini (8). Il secondo quarto accende le micce della partita e qui, colpevolmente a nostro parere, i granata cadono nel tranello riservato dagli avversari, ovvero quello di mettere la partita su toni accesi e portando via la necessaria lucidità che, fino a quel momento, aveva fatto capire che l’incontro lo si poteva anche gestire. L’intensità dei padroni di casa è anche “premiata” da un arbitraggio che lascia molto correre nei contatti ed è chiaro che poi, da quel momento, ogni piccola svista a sfavore di Ferrara diventa, per chi la subisce, fonte di proteste che culminano con il fallo tecnico a Cavicchioli e che permettono ai padroni di casa di portare in porto il quarto con un canestro di vantaggio (14-12). Si va al riposo sul 26 a 28 per Ferrara. Il terzo quarto inizia con la piccola preoccupazione in casa granata data dai tanti falli a carico (alla fine saranno 23 più un tecnico quelli appioppati a Ferrara). La Despar, però, proprio in questo frangente reagisce nel modo giusto. Calma le acque e comincia a far ruotare di più la palla in attacco. Il risultato che piano, piano l’incontro si incanala nel verso giusto per la 4T, premiando anche la panchina più lunga a disposizione. Il break di fine quarto di quattro punti, allunga le distanze e mette in vista il traguardo che, nell’ultimo quarto non appare mai in discussione. Il massimo vantaggio di quattordici lunghezze arrivato a poco più di cinque minuti dal termine e il quarto aggiudicato doppiando la buona squadra di Molinella (8-12) ne sono dimostrazione pratica.

SALUS PALL. BOLOGNA – NEW FLYING BALLS 77 – 54

(27-17; 45-30; 61-42)

Salus: Lugli 6, Tubertini, Fimiani 17, Savio 5, Nucci 9, Granata 7, Amoni 14, Conidi, Parma Benfenati 9, Trentin 9. All. Giuliani.

Ozzano: Masrè 8, Pagani ne, Morara, Folli 6, Magagnoli, Lalanne 2, Cutolo 16, Betti ne, Guazzaloca 4, Martini, Gianasi 11, Agusto 7. All. Grandi.

BASKET LUGO – PALL. TITANO Mer 12/10/2016 21:00

Pala Banco di Romagna – Via Sabin 1 – LUGO (RA)

 

TROFEO MARCHETTI Quarti di finale

GRIFO BASKET IMOLA 1996 – BK GIARDINI MARGHERITA Mer 12/10/2016 19:50

PALASPORT ‘A. RUGGI’ – Via A. Oriani, 2/a – IMOLA – (BOLOGNA)

SCUOLA PALL. VIGNOLA – POLISPORTIVA CASTELLANA 26/10/2016 – 21:15

PALAZZETTO ‘CIITA’ DI VIGNOLA’ – Via Della Resistenza 300 VIGNOLA (MO)

VIS BASKET PERSICETO – F.FRANCIA PALL. 70 – 45

(20-11; 39-20; 43-36)

San Giovanni in Persiceto: Scagliarini, Chiusoli 4, Parmeggiani 10, Cornale, Almeoni, Chiapparini 7, Genovese 2, Papotti 11, Ramini 4, Bartolozzi 11, Rusticelli 7, Pasquini 14. All. Berselli.

Francesco Francia Zola Predosa:  Galli 4, Perrotta, Gamberini 8, Mazzoli 5, Maselli ne, Barilli Fe. 8, Migliori 5, Barilli Fi.,Pagano 5, Bosi 3, Bavieri, Romagnoli 7. All Piccolo.

CNO SANTARCANGELO BASKET – SCUOLA BASKET FERRARA 89 – 63

(18-17; 38-36; 65-52)

Santarcangelo: Giuliani, Canini, Cunico 17, Tomassini 5, Dini 10, Raffaelli 5, Tognacci 11, Pasini, Ramilli 9, Saponi 32, Bordoni, Mondin. All. Bernardi.

Scuola Basket Ferrara: Ferrarini 7, Cattani 6, Rimondi 11, Vigna, Bereziartua 8, Rizzatti 10, Bertocco 2, Serravalli 6, Malagutti 13. All. Schincaglia.

1 2 3 4