Monthly Archives: giugno 2018

37° Isokinetic Playground, sorpresa Chalet Giardini Margherita, esordio col botto per Osteria al 15

La quinta serata del 37esimo “Isokinetic Playground Giardini Margherita” ha già fornito i primi verdetti. Nel girone A, Chalet Giardini Margherita, al termine di un match emozionante e dai continui capovolgimenti, ha superato i più quotati Paddle Downtown 80-79, conquistando così la qualificazione ai quarti di finale. Per i ragazzi di Billo Riguzzi la matematica, quanto amara eliminazione. Nel match delle 20:15, invece, Osteria al 15 ha piegato 76-70 Jus Banca Interprovinciale, nel primo match del girone più temuto, il C, sorretta da un infuocato De Laurentiis. Nella seconda parte della serata erano presenti gli allenatori della Virtus Bologna, Pino Sacripanti, Giulio Griccioli e Mattia Largo.

Questa sera il Playground ospiterà, alle ore 21:00, il match benefico tra la selezione giornalisti “Bar Via Veneto” e All Star Couponlus. Questa è una delle tante iniziative all’interno del 37° Isokinetic Playground Giardini Margherita, rivolta alla Società Amatori Basket San Severino Marche a favore della quale verrà effettuata una raccolta fondi. Questi ultimi saranno presente alla serata con alcuni dirigenti e giocatori della prima squadra per ringraziare tutta l’organizzazione che non ha dimenticato chi ha dovuto convivere, e ancora sta convivendo, con i danni materiali e non solo causati dal sisma dell’ottobre 2016.

OSTERIA AL 15 – JUS BANCA INTERPROVINCIALE 76 – 70

(26-13; 41-31; 58-49)

Osteria al 15: Magagnoli 3, Pulvirenti 7, De Laurentiis 29, Infanti 6, Agusto 20, Bollini Trombetti 2, Crosato 13, Trillò 4, Ballardini 2. All. Bonora.

Jus Banca Interprovinciale: Mastroianni 2, Giancarli 6, Baraschi 4, Bertocchi 1, Lombardo G. 19, Lombardo A. 4, Zampolli 26, Magrini 8. All. Totta.

Buona la prima per l’Osteria al 15 di Jack Bonora, che sconfigge 76-70 lo Jus Banca Interprovinciale nella prima gara del girone C. Trascinati da uno stellare De Laurentiis (29 punti segnati e titolo di Mvp del match), gli ‘orange’ mettono le cose in chiaro sin da subito e, dopo aver accumulato 16 lunghezze di vantaggio nel solo primo quarto, mantengono saldo il controllo del match per tutti i 40’.

Giuseppe Lombardo risponde a Crosato per il 2-2 iniziale, poi De Laurentiis scalda la mano e lancia da solo il break che proietta l’Osteria al 15 a +9 (16-7) dopo appena 6’di gioco. Magagnoli e Pulvirenti aprono il fuoco dalla distanza portando il team del “Maestro Jack” a +16 (26-10), prima della bomba allo scadere di Zampolli, che vale il 26-13 alla prima sirena. Il n° 55 in maglia verde si ripete in avvio di seconda frazione, e Jus accorcia a -8 (28-20 al 12’). L’ingresso di Trombetti rimette in moto la squadra di Bonora che, grazie all’ennesimo parziale di serata, vola nuovamente sul +15 (35-20 al 15’). I siluri di Zampolli e Giancarli scrivono -6 Jus (37-31 al 19’), ma all’intervallo gli arancio ritrovano la doppia cifra di vantaggio: 41-31. Nel terzo quarto la formazione di Totta sembra poter riavvicinarsi, non riuscendo mai, però, a trovare le ultime forze necessarie per completare la rimonta. Dopo il canestro del -5 (52-47 al 28’), Giancarli e compagni ricascano nelle trappole difensive avversarie, scivolando sul -9 al terzo gong: 58-49. Zampolli e Giuseppe Lombardo sono gli ultimi ad arrendersi nelle file dello Jus, che però non da mai l’impressione di poter arrivare a giocarsi il match in volata, nonostante il 16-5 di parziale degli ultimi 2’. Così ci pensa De Laurentiis, con giocate da vero campione, a sigillare il match, e a regalare a Jack Bonora la prima gioia di questo 37° Playground dei Giardini Margherita. Finale: Osteria al 15 batte Jus 76-70.

PADDLE DOWNTOWN – CHALET GIARDINI MARGHERITA 79 – 80

(22-18; 42-38; 60-59)

Paddle Downtown: Sabatini 18, N. Riguzzi, F. Riguzzi 22, Vivarini, Buriani 2, Folli 16, Sangiorgi 13, Brancaleoni, Di Rauso 8. All. Billo Riguzzi.

Chalet Giardini Margherita: Cristalli, Bazzani, Cempini 13, Ballini 11, Bonetti 8, Neviani 2, Mellara 11, Guazzaloca 9, Ostapyuk 2, Allodi 21, Torriglia 3. All. Torrella.

Emozioni e verdetti nel secondo match di serata. Chalet Giardini Margherita, dopo una gara mozzafiato e un ultimo minuto vissuto in apnea, supera, a tre secondi dal termine, Paddle Downtown 80-79 ed accede così ai quarti di finale, dopo la seconda vittoria in due giorni. Per i ragazzi di Billo Riguzzi una cocente sconfitta e un’eliminazione difficilmente pronosticabile, dopo aver condotto per due quarti e mezzo la gara, giungendo addirittura su un +11, annullato da un parziale (19-0) a ridosso dell’ultima frazione, ma su cui pesano come macigni i clamorosi errori in lunetta negli ultimi 27”.

Pronti-via: l’avvio è di marca rosso-blu. Folli e Sabatini trascinano i compagni sul 15-8, dopo 4’24”. Cempini accorcia sul -3 (15-12, 37” dopo), ma il play di Treviso è caldo e guida, nuovamente, i suoi sul +8 (20-12) a -2’48”. Contro-break Chalet e fine prima frazione sul 22-18. I ragazzi di Riguzzi mettono la testa avanti, dopo 2’12” (28-20), ma non danno l’impressione di poter chiudere la gara. Un super Allodi, Mvp del match, riporta il risultato sul 34 pari, quando mancano 3’59” all’intervallo lungo. Le squadre restano a contatto e si rispondono colpo su colpo, chiudendo la frazione sul 42-38 Paddle Downtown. Questi ultimi inseriscono la freccia e provano lo strappo decisivo, dopo le bombe di Sabatini e Filippo Riguzzi a metà terza frazione, portando il risultato su un rassicurante +11 (55-44), massimo vantaggio rosso-blu. Ma, improvvisamente, peccano di presunzione e spengono la spia, non trovando più la via del canestro. Chalet ci crede, difende le pericolose penetrazioni ospiti e riparte con sapienti gestioni. Mellara e Guazzaloca sono on-fire ed il super-break (0-19), a ridosso delle due frazioni, porta i ragazzi di Torretta sul 62-69, obbligando coach Riguzzi al time-out. Il minuto fa bene ai rosso-blu che, guidati dal solito Filippo Riguzzi, a -3’20”, si riportano sul 71 pari. Il match si carica di emozioni: Sangiorgi risponde ad Allodi, Di Rauso e Sabatini a Cempini, regalando a Paddle il +3, a -58” dalla sirena finale. L’ottimo Allodi accorcia sul 77-76, 11” dopo, ma Chalet, gravato dei cinque falli, fa volare Filippo Riguzzi in lunetta, quando mancano 27” al termine. Al numero 7 rosso-blu tremano le mani due volte, ma sul rimbalzo Mellara commette fallo su Sangiorgi. Nuovo giro in lunetta e, nell’incredulità generale, nuovo 0/2. La partita si arricchisce di intensità ma si frammenta per colpa dei falli. Il rimbalzo è preda dei rosso-blu: Ballini commette fallo e spedisce, ancora, Riguzzi F. in lunetta. Questa volta le mani sono ben salde ed il 2/2 dà a Paddle il +3, a 25” dalla fine. Coach Torrella chiama il minuto per riorganizzare le idee: Allodi si carica i suoi e regala il -1, a -19”. Ultimo possesso Paddle e fallo speso su Sabatini che va in lunetta. Il play di Treviso, dopo un secondo tempo opaco, spedisce sul ferro entrambi i liberi, completando il clamoroso suicidio dei ragazzi di Riguzzi (2/8 in lunetta, negli ultimi 27”). Paddle è in bambola e resta a guardare: ripartenza velocissima, Allodi per Cempini ed incredibile 79-80, a -3”. Il time-out di Paddle non porta alcun frutto e la gioia di Chalet esplode sulla sirena.

Anche quest’anno sarà possibile seguire il torneo tramite la APP “Playground Giardini Margherita”, scaricabile sia da App Store (Iphone e Ipad) che da Play Store (sistema Android). All’interno, grazie alla rinnovata collaborazione con l’azienda bolognese LUNA, si potrà anche seguire Live l’andamento di ogni singola partita. Non mancherà la sezione video: dopo un anno con Virtus Bologna, Progresso Matteiplast Bologna e la serie finale del campionato di serie A per Legabasket, gli MVP Video Project cureranno i contenuti video del torneo attraverso le giocate più spettacolari. Avete sete? Avete fame? Lo staff di Lorenzo Nanetti, in collaborazione col Formosa, vi risolverà ogni voglia. Gli arbitri e gli ufficiali di campo, così come il Commissario del torneo, saranno, infine, di nomina FIP ed il campo del Playground sarà griffato Giulietti e Guerra.

Grazie alla consolidata partnership con il servizio Arpae regionale vi saranno informazioni esclusive riguardanti il meteo e, in caso di maltempo, i match si disputeranno alla Palestra Moratello di Bologna.

37° Isokinetic Playground, i risultati delle prime cinque serate

GIOVEDI’ 21 GIUGNO

2° TROFEO EMIL BANCA PINK: TIGERS FORLI’ – BSL SAN LAZZARO 49 – 43

#SEMPREMINORS BROOKLYN GIN – S.G. FORTITUDO GIOCARE INSIEME 53 – 69

VENERDI’ 22 GIUGNO

2° TROFEO EMIL BANCA PINK: MATTEIPLAST BOLOGNA – MAGIKA C.S.P. 58 – 55

COUPONLUS – PADDLE DOWNTOWN 75 – 92

LUNEDI’ 25 GIUGNO

Ore 20,15   S.G. FORTITUDO GIOCARE INSIEME – FRESK’O 82 – 87

FINALE “2° TROFEO EMILBANCA PINK” TIGERS FO – MATTEIPLAST BO 46 – 53

MERCOLEDI’ 27 GIUGNO

COUPONLUS – CHALET GIARDINI MARGHERITA 67 – 75

PADDLE DOWNTOWN – MATTEIPLAST CUS BOLOGNA 76 – 84

GIOVEDI’ 28 GIUGNO

OSTERIA AL 15 – JUS BANCA INTERPROVINCIALE 76 – 70

CHALET GIARDINI MARGHERITA – PADDLE DOWNTOWN 80 – 79

37° Isokinetic Playground, esordi vincenti per Chalet Giardini Margherita e Matteiplast Cus

La quarta serata del 37esimo “Isokinetic Playground Giardini Margherita”, causa maltempo, è stata disputata al PalaSavena di San Lazzaro ed ha visto prevalere, nel primo match, Chalet Giardini Margherita, all’esordio, su Couponlus per 75-67. La squadra di Nicola Turrini, che ha come obiettivo giocare il maggior numero di partite per far beneficienza, ha donato 670 Euro alla Onlus “Invincibili”, moltiplicando ogni punto realizzato per 10 Euro. Nel secondo match di serata, i campioni in carica di Matteiplast Cus Bologna si sono imposti, al termine di un match equilibrato, su un ottimo Paddle Downtown per 84-76. La premiazione di Alessandro Ramagli è stata rinviata a data da destinarsi.

Questa sera il Playground ospiterà, alle ore 20:15, il match tra Osteria al 15 e Jus Banca Interprovinciale, nel primo match del raggruppamento C. A seguire, Paddle Downtown e Chalet Giardini Margherita ritorneranno in campo, a distanza di 24 ore, in un incontro che sarà decisivo per il secondo posto nel girone. Domani sera, invece, il Playground più famoso d’Italia darà luogo ad una serata di beneficienza, in cui si affronteranno la selezione giornalisti e All Star Couponlus. Questa è una delle tante iniziative all’interno del 37° Isokinetic Playground Giardini Margherita, rivolta alla Società Amatori Basket San Severino Marche a favore della quale, nella serata di venerdì 29 giugno, verrà effettuata una raccolta fondi.

COUPONLUS – CHALET GIARDINI MARGHERITA 67 – 75

(17-16; 31-28; 47-55)

Couponlus: Graziani 12, Santini, Stojkov, Marinelli 6, Masrè, Boniciolli 1, Lalanne 20, Gianninoni 2, Genovese 22, Innocenti, Masciadri 4, Rossi. All. Salieri.

Chalet Giardini Margherita: Cristalli 2, Barbanti, Ballini 17, Cempini 10, Bonetti 13, Neviani 7, Mellara 7, Guazzaloca 16, Ostapyuk, Allodi 6, Torriglia 1. All. Torrella

Lo Chalet Giardini Margherita, alla terza partecipazione al Playground, mostra muscoli e centimetri e supera, al termine di un match equilibrato, Couponlus per 75-67. Una bella vittoria per i ragazzi di Torrella che, questa sera, in un match da dentro o fuori, si giocheranno il secondo posto nel girone con Paddle Downtown.

In avvio sono i ragazzi di Salieri, guidati da un ispirato Genovese, ad andare sul 7-3, dopo 2’27”. La reazione degli ‘azzurri’ non si fa attendere ed un break (0-7) porta il risultato sul 7-10, a -4’42”. Couponlus non ci sta: Masciadri e Lalanne rispondono con un contro-break (0-9) e risultato sul 16-10 a -1’43”. Il match vive di break e contro-break ed il 6-1 dei ragazzi di Torrella manda le squadre al primo riposo sul 17-16. Nella seconda frazione le squadre restano a contatto. La bomba di Marinelli, a -1’52”, regala il +6 ai ‘biancorossi’. Bonetti dalla media e l’1/2 di Cempini dalla lunetta accorciano il gap. All’intervallo lungo il tabellone segna 31 Couponlus, 28 Chalet Giardini Margherita. La tripla di Lalanne, dopo 16”, allarga la forbice, ma Chalet domina il pitturato e l’ennesimo parziale (2-12) regala il +4 agli ‘azzurri’ (36-40, a -4’38”). Le squadre alzano i ritmi e si rispondono colpo su colpo, fino a quando l’Mvp di serata, Ballini, si carica i suoi e, assieme a Guazzaloca, porta il risultato sul 42-50, a -2’12”. Il gap rimane invariato e, all’ultimo intervallo, Chalet conduce 47-55. I ragazzi Torrella, nell’ultima frazione, dimostrano maturità e gestiscono con sapienza il vantaggio accumulato, chiudendo il match sul 67-75.

Come accaduto nella prima serata, il Playground si colora di solidarietà. Couponlus, capitanato da Nicola Turrini, a fine gara, ha donato 10 Euro per ogni punto realizzato, regalando così alla Onlus “Invincibili” la somma di 670 Euro.

MATTEIPLAST CUS BOLOGNA – PADDLE DOWNTOWN 84 – 76

(13-16; 34-38; 63-57)

Matteiplast: Cacace 7, Tugnoli 2, Folli M. 4, Trentin 21, Polverelli 10, Bartolozzi 12, Pederzini 7, Fin 14, Chiappelli 7. All. Lolli.

Paddle Downtown: Sabatini 11, Bergami 9, Riguzzi N. 4, Riguzzi F. 14, Buriani 10, Folli L. 20, Brancaleoni, Galassi 4, Di Rauso 4. All. Billo Riguzzi.

Stessa storia, stesso posto, stesso bar cantavano gli 883. Bene, questo breve ritornello è perfetto per la Matteiplast Cus Bologna, i campioni in carica dei “Gardens”. Esordio vincente e due punti in cassaforte, grazie ad una prestazione corale, di squadra, come piace a coach Lolli. Sicuramente non sono mancate le difficoltà, anche perché davanti si presentavano i “ragazzi terribili” di Riguzzi, sempre in crescita, anno dopo anno, ma ancora ad un passo dal definitivo salto di qualità.

Parte forte la compagine di Paddle Downtown con il classe 2000 Lorenzo Folli a sbloccare il punteggio, risponde Cacace con un libero su due dalla lunetta, ma Buriani dalla media e Filippo Riguzzi dall’arco segnano il 7-1 in 4’50”. Il divario arriva fino ad otto lunghezze (4-12), ma a -2’29” dalla prima sirena il playmaker Fin mette a referto 4 punti consecutivi, accorcia la forbice e, con l’aiuto di Bartolozzi a tempo scaduto, chiudono il quarto sul 13-16. Nella seconda frazione le due squadre si rispondono punto a punto: Paddle mantiene il vantaggio con un ottimo Bergami, Cus Bologna insegue con le triple dei soliti Fin e Bartolozzi, mentre si iscrive ufficialmente alla gara Trentin, che risulterà l’MVP della gara con 21 punti. E’ proprio quest’ultimo ad aprire il secondo tempo con la prima tripla personale e con una schiacciata poderosa sulle teste dei difensori avversari, punti che valgono il primo vantaggio Cus (39-38). “Billo” non ci sta e chiede difesa a tutto campo per limitare i danni dell’evidente differenza fisica tra i due roster. La strigliata del coach aizza Buriani, il quale realizza due triple consecutive e riporta a +6 i “rossoblu” a -5’11’. Rispondono Trentin e Fin per il nuovo pareggio e nell’ultimo minuto arriva l’allungo dei campioni in carica con Polverelli e i due liberi di Cacace. L’ultimo quarto si apre sul +6 Cus (63-57), ma in pochi minuti il divario aumenta stabilizzandosi sul +10 (72-62 a -5’39”). I ragazzi di Paddle Downtown sembrano non averne più, Filippo Riguzzi viene richiamato, insieme ad un Sabatini sotto tono, per lasciare spazio ai due giovanissimi Galassi e Folli, 20 punti per quest’ultimo a fine gara, e la gara prende la direzione che si prospettava dall’inizio. Grandi lodi per la squadra che fino ad ora resta quella da battere, ma altrettanti complimenti per Paddle Downtown che, nonostante le assenze e il netto divario fisico, riesce a regalare una partita di grande spessore e carattere.

Anche quest’anno sarà possibile seguire il torneo tramite la APP “Playground Giardini Margherita”, scaricabile sia da App Store (Iphone e Ipad) che da Play Store (sistema Android). All’interno, grazie alla rinnovata collaborazione con l’azienda bolognese LUNA, si potrà anche seguire Live l’andamento di ogni singola partita. Non mancherà la sezione video: dopo un anno con Virtus Bologna, Progresso Matteiplast Bologna e la serie finale del campionato di serie A per Legabasket, gli MVP Video Project cureranno i contenuti video del torneo attraverso le giocate più spettacolari. Avete sete? Avete fame? Lo staff di Lorenzo Nanetti, in collaborazione col Formosa, vi risolverà ogni voglia. Gli arbitri e gli ufficiali di campo, così come il Commissario del torneo, saranno, infine, di nomina FIP ed il campo del Playground sarà griffato Giulietti e Guerra.

Grazie alla consolidata partnership con il servizio Arpae regionale vi saranno informazioni esclusive riguardanti il meteo e, in caso di maltempo, i match si disputeranno alla Palestra Moratello di Bologna.

La Matteiplast vince il “2° Trofeo Emilbanca Pink”. Impresa Fresk’o al “37° Isokinetic Playground”

La terza serata del 37esimo “Isokinetic Playground Giardini Margherita” ha visto prevalere, nel match delle 20:15, Fresk’O su S.G. Fortitudo Giocare Insieme, nel secondo incontro del girone D, l’unico raggruppamento all’italiana, composto da tre team. I primi, che potevano disporre di soli sei atleti, si sono imposti 87-82, al termine di un match intenso e divertente, in cui hanno brillato le stelle di Tassinari e di Mastellari. Alle ore 22:00, invece, Matteiplast Bologna ha superato, nella finale valevole per il “2° Trofeo Emilbanca Pink”, le Tigers Forlì per 53-46. Una grande gioia per le ragazze del Civ, che portano a casa il trofeo più ambito, dopo la bruciante eliminazione in semifinale della scorsa edizione.

S.G.FORTITUDO GIOCARE INSIEME – FRESK’O 82 – 87

(17-22; 46-41; 69-60)

S.G.Fortitudo: Pedrazzani 12, Carella 11, Mastellari 15, Zampogna 3, Stefanini 2, Paunovic 6, Solazzi 8, Lenti Ceo 6, Valenti 4, Onuoha 9, Lenti 6, Zinelli. All. Castelli

Fresk’O: Tassinari 30, Sinatra 9, Montaguti 10, Cuccarese 19, Callegari 4, Tortú 19. All. Bretta

Non riesce a prendersi il primo posto del girone D la S.G.Fortitudo Giocare Insieme, costretta ad arrendersi ad una coraggiosa compagine come quella di Fresk’O, la quale avendo solamente 6 giocatori a disposizione riesce nell’impresa e conquista 2 punti. Tutto rinviato al 9 luglio per capire l’ordine degli incontri di questo girone da 3 e individuare le due squadre che accederanno ai quarti.

Ma torniamo alla gara. Partono fortissimo i ragazzi di coach Bretta che stampano, in 4’17”, un parziale di 2-15, massimo vantaggio della gara, grazie al solito e indemoniato Tassinari. Il timeout S.G.Fortitudo prova a ricostruire gli equilibri mentali e alla prima sirena il gap é di sole 5 lunghezze (17-22). Le rotazioni dei cambi piú lunghe sembrano poter essere l’arma in piú di Castelli e dopo 3’02” arriva il primo vantaggio. Fresk’O non ci sta e si mantiene a galla e non soccombe, anzi, alza la testa con Montaguti dall’arco e si riporta a +3 (31-34) con una penetrazione eccellente di Tassinari. Le squadre restano a contatto fino a -1’55” quando Valenti mette a referto 4 punti consecutivi e chiude il primo tempo sul 46-41. Il ritorno immediato sul campo vede ancora Montaguti da 3, imitato dal compagno Sinatra, riportare il risultato in paritá. Sembra tutto in equilibrio, le squadre restano vicine, ma a -2’30” Paunovic, appena entrato in campo, colleziona 6 punti che siglano il +9 S.G.Fortitudo (69-60). Essendo solo in 6 sembra arrivato il momento di gettare la spugna per Tassinari e compagni; invece negli ultimi 10 minuti esce l’orgoglio. Arriva subito la tripla di Cuccarese, Tortú lotta e Tassinari, prima da tre e poi dalla media ristabilisce le distanza: 75-74 a -5’30”. Carella e Mastellari riescono ad allungare di nuovo sul +4, ma Sinatra e Malaguti continuano il loro contest personale dalla linea dei 7 metri: sorpasso 80-82; timeout S.G.Fortitudo; restano 1’35”. Tutti si aspettano la chiusura della gara sulla sirena, ma la buona difesa e la vena realizzativa dell’mvp Tassinari, 30 punti per lui, chiudono la contesa sull’82-87.

MATTEIPLAST – TIGERS 53 – 46

(8-10; 28-25; 38-35)

Bologna: Patera 4, Cordisco 2, Tassinari 19, Dall’Aglio 3, Storer 12, Meroni 6, Poletti, Nannucci 7. All. Giroldi.

Forlì: Torresani 7, Zampiga 8, Zavalloni 2, Takrou 4, Vespignani, Balestra, Fabbri 2, Missanelli 23, Simonicini. All. Castelli.

Le ragazze del Civ non sono nuove a festeggiamenti e, dopo un tempo in equilibrio, hanno inserito la freccia ed hanno portato a casa il 2° Trofeo “Emilbanca” Pink, superando in finale Tigers Forlì per 53-46. Le ragazze di Giroldi confermano forza, solidità, qualità e cuore, guidate, come al solito, da Elisabetta Tassinari, Mvp del match, autrice di 19 punti e di splendide giocate.

Ad aprire le danze è Lucia Missanelli, con una precisa penetrazione dopo 18”. La tripla di Dell’Aglio e l’1/2 in lunetta di Storer, a -7’18”, riequilibrano le sorti (4-2). Ma le ‘arancioni’ dominano il pitturato con Fabbri e gestiscono alla grande il possesso ed un super-break (0-8) regala alle ragazze di Castelli il +6, a -4’40”. Nannucci prima, Meroni poi, accorciano le distanze, andando al primo riposo sull’8-10. Le squadre sono in salute e si rispondono colpo su colpo, restando a contatto, fino a metà frazione. Il parziale (10-0, a -37”) delle ragazze del Civ sembra tagliare le gambe alle forlivesi, ma Zampiga dalla media e l’ennesima penetrazione di Missanelli, riaprono la contesa. Il tabellone parla chiaro ed al riposo lungo si legge Matteiplast 28, Tigers Forlì 25. Al ritorno in campo la forbice del distacco si allarga ancora, toccando il +7 sul tredicesimo punto personale di un’ispirata Tassinari (34-27, a -6’19”). Le squadre sono meno lucide ed il risultato resta invariato per 3’32”. A rompere l’incantesimo è Takrou che, coadiuvata dall’ottima Missanelli, autrice di ben 23 punti, sigla un nuovo break (2-8) che riaffaccia le ragazze di Castelli sul -1, quando mancano 28” alla penultima sirena. Il canestro della Nannucci, a -14”, è una boccata d’ossigeno per le biancoblu e manda le squadre all’ultimo riposo sul 38-35. Nell’ultima frazione le ‘arancioni’ non ne hanno più e Tassinari guida il break decisivo (10-2) che chiude definitivamente la gara e dà il via ai festeggiamenti.

Anche quest’anno sarà possibile seguire il torneo tramite la APP “Playground Giardini Margherita”, scaricabile sia da App Store (Iphone e Ipad) che da Play Store (sistema Android). All’interno, grazie alla rinnovata collaborazione con l’azienda bolognese LUNA, si potrà anche seguire Live l’andamento di ogni singola partita. Non mancherà la sezione video: dopo un anno con Virtus Bologna, Progresso Matteiplast Bologna e la serie finale del campionato di serie A per Legabasket, gli MVP Video Project cureranno i contenuti video del torneo attraverso le giocate più spettacolari. Avete sete? Avete fame? Lo staff di Lorenzo Nanetti, in collaborazione col Formosa, vi risolverà ogni voglia. Gli arbitri e gli ufficiali di campo, così come il Commissario del torneo, saranno, infine, di nomina FIP ed il campo del Playground sarà griffato Giulietti e Guerra.

Grazie alla consolidata partnership con il servizio Arpae regionale vi saranno informazioni esclusive riguardanti il meteo e, in caso di maltempo, i match si disputeranno al PalaSavena di San Lazzaro o alla Palestra Moratello di Bologna.

Questa sera il Playground resterà a riposo e riprenderà domani, mercoledì 27 giugno. Alle ore 20:15 si affronteranno Couponlus e Chalet Giardini Margherita. E, come accaduto venerdì, la squadra di Nicola Turrini, che ha come obiettivo giocare il maggior numero di partite per far beneficienza, devolverà 10 euro per ogni punto realizzato ad una Onlus. A seguire, alle ore 22, Paddle Downtown, che ha superato all’esordio Couponlus, se la vedrà con Matteiplast Cus Bologna, vincitori della scorsa edizione. Fra primo e secondo match, l’organizzazione del Playground premierà l’ex condottiero delle V Nere, Alessandro Ramagli, un’occasione per concedergli l’ultimo, meritato saluto al popolo virtussino.

C.S. – Medicina riparte con gli acquisti di Casagrande, Curione e Rossi

La Virtus Medicina è pronta per disputare una stagione 2018/19 coi fiocchi. Dopo un anno sabbatico, torna sulla panchina giallonera Max Curti. Confermati il play Tinti, la guardia Mini ed il lungo Lorenzini, sono già stati annunciati 3 acquisti: il primo è il play-guardia Lorenzo Curione, classe 1994, nelle ultime due stagioni a Castenaso. Poi, Riccardo Rossi, ala del 1991, una delle colonne della Bsl San Lazzaro e, infine, Stefano Casagrande (1990), eccellente guardia-ala realizzatrice, proveniente dal Guelfo.

C.S. – Accordo BB2016-Pontevecchio, la C Gold giocherà a Bologna al CSB (ex Cierrebi)

Dopo due anni di preziosa e proficua collaborazione con Granarolo, il Bologna Basket 2016 ha deciso di ritornare nel capoluogo d’origine con l’obiettivo di un salto di qualità nell’organizzazione e in vista di un upgrading dei risultati sportivi.

Per perseguire questo ambizioso traguardo, il BB2016 ha concluso un accordo di collaborazione con la Polisportiva Pontevecchio e il campo che è stato scelto per allenamenti e partite è il Csb di via Marzabotto (ex Cierrebi). I loghi delle due società appariranno insieme sulle maglie rossoblù dell’ex club granarolese e i contatti e le attività di collaborazione verranno ulteriormente incrementati.

La Pontevecchio fornirà anche il settore giovanile, uno dei più importanti in Emilia-Romagna. Il Bologna Basket 2016 potrà così presentare in prima squadra i prospetti più interessanti delle nuove leve cestistiche espressi dalla Polisportiva. Ad esempio, da quest’anno farà parte del team uno degli under 18 più quotati, Lorenzo Folli, guardia di 1,90 che ha già calcato con successo i campi della serie C. E proprio per garantire continuità ai giovani che si affacceranno alla C Gold, nello staff tecnico del BB2016 entrerà Flavio Rota, allenatore del settore giovanile della Pontevecchio, di comprovata esperienza a dispetto della giovane età.

Avevamo necessità di tornare a giocare nel capoluogo e avere spazi più importanti per allenarci con maggiore continuità – spiega Rossano Guerri, presidente del Bologna Basket 2016 – Con Pontevecchio abbiamo subito trovato una comunità di intenti che crediamo valorizzerà entrambe le realtà: quella storica e di tradizione della Pontevecchio e quella giovane, ma con grandi speranze per il futuro del BB2016. Quanto alle nostre ambizioni non sono cambiate, anzi. Quest’anno vorremmo fare un passo ulteriore ed entrare nelle prime quattro, anche se siamo consapevoli che il campionato sarà ancora più competitivo della passata stagione”.

Si tratta di un’operazione di straordinaria importanza – commenta il basket manager della Pontevecchio, Matteo Franceschini – che ci consentirà di dare ancora più spinta al nostro settore giovanile, fiore all’occhiello del basket emiliano romagnolo. Per noi è fondamentale garantire ai nostri atleti la possibilità di un percorso senior di questa caratura e poterlo fare a braccetto col Bologna Basket 2016 lo rende ancor più prestigioso. Come evidenzia la nostra storia, il vivaio Pontevecchio sarà sempre il cardine delle scelte societarie”.

Nel compiere questo importante passo in avanti, il Bologna Basket 2016 vuole ricordare con gratitudine le due stagioni passate a Granarolo e ringraziare la dirigenza, i giocatori e i tifosi della cittadina bolognese, che hanno costantemente sostenuto e supportato la squadra e con i quali il confronto è sempre stato improntato alla massima collaborazione e cordialità.

C.S. – La Grifo Imola riparte da coach Palumbi e quattro conferme

Nella splendida cornice del ristorante San Domenico di Imola, la Grifo ha formalizzato le prime riconferme.
Per il terzo anno consecutivo, coach Filippo Palumbi guiderà da capo allenatore la prima squadra della Grifo. “Una conferma che mi riempie di orgoglio e  soddisfazione. Filippo è persona capace, competente e ha sposato in pieno il ‘Grifo style’. Se si considera poi il fatto che abbia rifiutato un’importante chiamata da una serie superiore ben più prestigiosa per rimanere con noi, avvalora ancor più la sua scelta. La Grifo ed io personalmente sono onorato che sia ancora con noi “. Questo il commento del presidente Stefano Mongardi. Confermato anche il Team Manager Enrico Gubellini, ormai partner imprescindibile di coach Palumbi. La ciliegina sulla torta è poi la riconferma dello sponsor RIVIT, un marchio prestigioso che ci onoriamo di avere al nostro fianco anche per il prossimo anno. Il presidente/amministratore delegato, Manuele Avanzolini, dopo l’impresa della salvezza ottenuta, ha deciso di rinnovare la partnership con la Grifo Imola. “Con Manuele si è creato fin da subito un feeling importante, la sua presenza sugli spalti nel giorno della salvezza (23 maggio) e il suo coinvolgimento emotivo dimostra l’entusiasmo che ha nel progetto Grifo“. chiosa il Presidente Mongardi. In settimana poi le prime conferme nel parco giocatori: l’inossidabile capitano Matteo Lanzoni ha risposto presente, alla chiamata. Confermati anche il lungo Michele Martini e il play tascabile Simone Bartoli ormai al terzo anno in Grifo. Nelle ultime ore c’è stata la conferma anche di Raffaele Borgognoni. “Borgo” è cresciuto notevolmente  durante l’anno passato e con 121 punti (4.2) più un atletismo notevole si è rivelato un jolly importante in mano a coach Palumbi che lo ha utilizzato sia da ala piccola che da al forte e alla bisogna anche da pivot. 
L’allenatore insieme al GM Giorgio Tampieri  sono al lavoro incessantemente per allestire una formazione che possa affrontare senza troppi patemi il prossimo campionato.

37° Isokinetic Playground, Matteiplast in finale, esordio convincente per Paddle Downtown

La seconda serata del 37esimo “Isokinetic Playground Giardini Margherita” ha decretato la seconda finalista del 2° Trofeo “Emilbanca” Pink. Matteiplast Bologna ha superato, dopo un match in equilibrio, Magika Castel San Pietro 58-55, cogliendo, così, l’ultimo pass per la finale di lunedì 25 giugno. Alle 22, invece, Paddle Downtown, nel primo match del girone A, si è sbarazzata di Couponlus, alla prima partecipazione al Playground più famoso d’Italia, con il risultato di 92-75. Sugli scudi, nemmeno a dirlo, Gherardo Sabatini e Filippo Riguzzi, autori rispettivamente di 17 e 18 punti. Il roster di Nicola Turrini, che ha come obiettivo quello di giocare il maggiore numero di partite per fare beneficienza, a fine partita, ha devoluto la somma di 750 Euro, moltiplicando ogni punto realizzato per 10 Euro, alla Clinica Pediatrica Gozzadini. Infatti, Couponlus “è l’unico servizio al servizio delle Onlus e nasce con l’obiettivo di alimentare una raccolta fondi massiva, libera e costante”. Una bellissima iniziativa che fonde sport a solidarietà, valori fondanti del Playground bolognese e che vedrà, ad ogni partita disputata dal team di Turrini, una donazione ad una Onlus diversa. Inoltre, ha giocato per alcuni secondi Davide Lamma, presenza ventennale del torneo, che ha così, ufficialmente, appeso le scarpe al chiodo (ma sarà poi vero?…).

MATTEIPLAST BOLOGNA – MAGIKA CASTEL SAN PIETRO 58 – 55

(16-10; 31-21; 46-41)

Matteiplast Bologna: Patera 6, Cordisco 2, Tassinari 17, Dall’Aglio, Storer 16, Meroni 7, Brevini, Poletti 4, Nannucci 6. All. Giroldi

Magika Castel San Pietro: Tintorri, Venturi F. 4, Ventimiglia 6, Petrucci 7,  Renna 3, Lipparini 3, Bellandi 2, Santucci 20, Venturi M., Schiavina, Fabulli, Melloni. All. Cilfone

La seconda finalista del 2° Trofeo Emilbanca Pink è la Matteiplast Bologna che, di misura, supera la Magika Castel San Pietro e si prepara ad affrontare le Tigers Forlí nella sfida per il titolo di lunedí (in caso di maltempo verrà spostata al martedí).
Una gara che, visto il valore delle due squadre, prometteva un distacco netto ed invece le ragazze di Cilfone, palesemente in clima estivo dopo l’ottima annata, ci hanno messo la grinta e il cuore portando la sfida al punto a punto fino al suono della sirena. Parte subito forte la compagine del patron Civolani e con i colpi del tandem Tassinari-Storer si porta sull’8-0 dopo 4’32”. La reazione della Magika sta nei colpi della motivata Melloni che sblocca il tabellino e, a 2’36” dalla prima sirena, regala una stoppata sulla Patera con successivo coast to coast da applausi che vale il momentaneo -2 (12-10). Non ci sta la Nannucci e con 4 punti chiude il primo quarto sul 16-10. Coach Giroldi suona la carica e dopo 3’27” del secondo quarto la Storer, insieme alla Meroni, portano il vantaggio sul +13 (23-10). É ancora la Melloni a tenere a galla le sue compagne, ma l’esperienza delle avversarie porta al massimo vantaggio di +15 (31-16). A -2’04” dall’intervallo inizia a farsi vedere la giovane promessa Santucci, quest’anno allenatasi in Ohio, che mette a segno due punto e serve l’assist per la tripla della Renna che chiude il primo tempo sul 31-21. Al ritorno sul campo il distacco si attesta sui 10 punti. Da una parte la fantasia della Tassinari, dall’altra la determinazione della Santucci. L’inerzia cambia a -1’33” quando Ventimiglia e Melloni riducono il gap a 5 lunghezze, chiudendo il terzo quarto sul 46-41. L’ultimo quarto é aperto dal talento della Tassinari che sigla ed inventa, strappando applausi, portando il vantaggio sul +11 (56-45) a -4’13”. Sembra chiusa la sfida, ma le ragazze terribili di Cilfone, approfittando anche del calo di concentrazione delle avversarie, si rifanno sotto. Ancora la Santucci, con il supporto della Venturi e la tripla della Petrucci, portano il punteggio sul 56-55 a -1’32” dalla sirena. La Tassinari dalla lunetta, per due volte di fila, sigilla il +3, la difesa Matteiplast non lascia l’ultimo tiro alla Petrucci, che si ritrova in lunetta, a 1″ dal termine, mettendo a referto uno 0/2 che determina il 58-55 finale. Una partita molto divertente, fino ad ora la più combattuta dei “Gardens”. Ora la finale per scoprire chi vincerà.

COUPONLUS – PADDLE DOWNTOWN 75 – 92

(12-19; 25-39; 49-60)

Couponlus: Santini 7, Stojkov 6, Marinelli 4, Lamma, Murabito 7, Marino 12, Prato 5, Lalanne 9, Gianninoni, Genovese 3, Innocenti 9, Musolesi 8, Rossi 8. All. Tattini.

Paddle Downtown: Sabatini 17, Bergami 5, Riguzzi N. 2, Riguzzi F. 18, Vivarelli 5, Buriani, Folli 6, Sangiorgi 12, Brancaleoni, Pederzini 13, Ricci, Di Rauso 14. All. “Billo” Riguzzi.

I ragazzi terribili di “Billo” Riguzzi sono cresciuti. Con una prova matura e ponderata – e con qualche innesto, soprattutto in chili e centimetri – hanno dimostrato solidità e organizzazione, elementi fondamentali per sbarazzarsi di Couponlus, alla prima apparizione al Playground. Il primo match del girone A poteva considerarsi già un match da dentro o fuori, valevole probabilmente per il secondo posto, in un raggruppamento che annovera, oltre alle già citate, Matteiplast Cus Bologna, detentori del titolo e Chalet Giardini Margherita, sulla carta un gradino più in basso rispetto alle altre tre.
La partenza è da shock: Paddle Downtown si conosce a memoria e spinge sull’acceleratore e, dopo 2’28”, il risultato è sul 9-1. Couponlus ha bisogno di tempo per prendere le misure agli avversari e riorganizzare le idee e con una bomba, seguita da una perfetta penetrazione di Lalanne accorcia sul -5 (8-13 a -4’10”). Nicola Riguzzi dalla media e Sangiorgi in lunetta restituiscono il +4 a Paddle, ma quattro punti di Innocenti, a -42”, riportano il risultato sul 12-17. E’ il solito Gherardo Sabatini a chiudere il quarto con una penetrazione che manda i suoi, al primo riposo, sul 12-19. In avvio di frazione, Vivarelli prima, Filippo Riguzzi poi, inseriscono la freccia e portano il risultato sul +11 (23-12). Paddle difende il pitturato ed amministra senza affanni un vantaggio che si attesta fra gli 8 e gli 11 punti, fino a quando, a -32” dalla sirena lunga, Sabatini e Pederzini allungano su un più rassicurante +14 (25-39). Il match è in discesa e Gherardo Sabatini, in versione assist-man, regala meraviglie ed applausi. A beneficiarne sono Pederzini e Di Rauso che, dopo 2’32”, donano a Paddle il +19 (30-49), massimo vantaggio dei rosso-blu. I ragazzi di “Billo” Riguzzi si rilassano e Couponlus non può che non approfittarne. Break (12-1) e risultato sul 46-54 a -1’48”. I rosso-blu si risvegliano presto dal torpore e con un contro-break giungono all’ultimo riposo sul 49-60. Nell’ultima frazione Paddle gestisce il vantaggio e, complici difese svagate e disattente, c’è spazio per un pò di spettacolo. Marino da un lato, l’accoppiata Sabatini-Riguzzi F. dall’altro regalano qualche sussulto ad un match, oramai, concluso. La tripla di quest’ultimo, a -17”, mette la parola fine alla contesa, fissando il risultato sul 75-92.

Anche quest’anno sarà possibile seguire il torneo tramite la APP “Playground Giardini Margherita”, scaricabile sia da App Store (Iphone e Ipad) che da Play Store (sistema Android). All’interno, grazie alla rinnovata collaborazione con l’azienda bolognese LUNA, si potrà anche seguire Live l’andamento di ogni singola partita. Non mancherà la sezione video: dopo un anno con Virtus Bologna, Progresso Matteiplast Bologna e la serie finale del campionato di serie A per Legabasket, gli MVP Video Project cureranno i contenuti video del torneo attraverso le giocate più spettacolari. Avete sete? Avete fame? Lo staff di Lorenzo Nanetti, in collaborazione col Formosa, vi risolverà ogni voglia. Gli arbitri e gli ufficiali di campo, così come il Commissario del torneo, saranno, infine, di nomina FIP ed il campo del Playground sarà griffato Giulietti e Guerra.

37° Isokinetic Playground, nella prima serata sorridono Tigers Forlì e S.G. Fortitudo Giocare Insieme

Che accoglienza per il 37esimo “Isokinetic Playground Giardini Margherita”. Il torneo cestistico più atteso d’estate è appena partito e, numeri alla mano, si parla già di record per la serata d’esordio. Fra il primo match, che ha visto le Tigers Forlì superare 49-43 la Bsl, nella prima semifinale del 2° Trofeo “Emilbanca” Pink, ed il secondo, in cui la S.G. Fortitudo Giocare Insieme si è sbarazzata, nel primo match del girone D, di #Sempreminors per 69-53, erano presenti circa un migliaio di spettatori. Un gran successo per il Playground, che dimostra l’interesse e lo stretto contatto che aduna la comunità bolognese ad un torneo che può, oramai, considerarsi un appuntamento fisso nell’immaginario collettivo della popolazione.

TIGERS FORLI’- BSL 49 – 43

(10-8; 24-23; 43-39)

Tigers Forlì: Zampiga, Zavalloni, Vespignani, Gentile, Pieraccini 4, Melandri 7, Balestra, Missanelli 16, Takrou 10, Juric 12. All. Castelli

Bsl: Talarico 5, Gorla 2, Zarfaoui 6, Chinato, Romagnoli 9, Trombetti 9, Magliaro 3, Torresani 9. All. Dalè

Il Playground, per il secondo anno consecutivo, si tinge di rosa e dimostra, ancora una volta, che Bologna, basket-city per eccellenza, è una città in cui si vive e si respira basket, senza alcuna distinzione di genere. Ebbene, nel match inaugurale della 37esima edizione, nella prima semifinale del 2° Trofeo “Emilbanca” Pink, Tigers Forlì ha superato 49-43 la Bsl, in un match in cui ha vinto l’equilibrio fino alla metà dell’ultimo quarto.

In avvio, il tabellone resta fermo sul risultato ad occhiale per 2’29”. A rompere l’incantesimo è Zarfaoui con l’1/2 in lunetta. I ritmi sornioni si innalzano ed al numero 15 Romagnoli risponde due volte l’altro numero 15, Missanelli, portando il risultato sul 6-6 a -4’36”. Una penetrazione di Melandri ed il canestro di Pieraccini regalano alle ‘arancioni’ il primo allungo (+4) a -1’59”. Ma il sottomano di Talarico (a -56”) manda le squadre al primo riposo sul 10-8. Melandri, in apertura, fa 1/2, ma la reazione delle ragazze di Dalè è veemente: break (3-10) e risultato sul 14-18 a -4’32”. Le squadre restano a contatto, fino a quando, a -1’56”, il 2/2 di Romagnoli porta le bianco-verdi sul +5 (18-23), massimo vantaggio Bsl. Josipa Juric, interessante prospetto in chiave A2, non ci sta e dopo un timido inizio, mette in mostra peso e centimetri e, complice il canestro di Takrou, porta Tigers Forlì al riposo lungo sul 24-23. Le squadre iniziano a carburare e la terza frazione si inaugura con una sfida nella sfida: Juric allunga, Trombetti accorcia. Le due lunghe ribattono colpo su colpo, fino a quando, dopo 1’53”, il gioco da tre dell’MVP della scorsa edizione, porta Bsl sul +1 (28-29). Melandri e Takrou salgono in cattedra e le ragazze di Castelli si portano sul 37-32 a -3’15”. Romagnoli dalla lunetta ed il gioco da tre di Torresani riportano il risultato in parità, a  -2’56”. L’MVP di serata, Lucia Missanelli, inserisce la freccia e ridà il +6 alle ‘arancioni’, a -19”. La penetrazione dell’ottima Torresani rende meno amaro il passivo e manda le squadre all’ultimo riposo sul 43-39. Magliaro prima, Talarico poi, riaprono, nuovamente, la contesa (43 pari, dopo 3’18”). Ma le squadre, improvvisamente, mostrano stanchezza e poca lucidità e non trovano il canestro per lunghi periodi. Missanelli e Juric chiudono la contesa e regalano alle ‘arancioni’ un urlo di gioia per la raggiunta qualificazione alla finale, che si svolgerà lunedì sera alle ore 22.

S.G. FORTITUDO GIOCARE INSIEME – #SEMPREMINORS BROOKLYN GIN 69 – 53

(23-6; 34-22; 57-44)

S.G.Fortitudo: Pedrazzani 10, Zinelli, Carella 2, Mastellari 10, Zampogna 11, Valente A., Stefanini 2, Paunovic 1, Solazzi 8, Lenti Ceo 14, Valente R. 2, Onuoha 9. All. Mastellari

#Sempreminors: Dawson 6, Malagutti 9, Tomesani, Astolfi 10, Giuliani 2, Lugli, Preti 13, Locci 4, Albertini 8, Veronesi 1. All. Belletti

Le danze della 37esima edizione del Playground più famoso d’Italia le aprono S.G. Fortitudo Giocare Insieme e #sempreminors. Un girone di ferro, quello all’italiana con 3 squadre, dove alla fine degli scontri diretti avverrá un dentro e fuori per decidere chi avanzerá alla fase successiva; insomma un girone nel quale non conta arrivare primi, ma evitare l’ultimo posto. Una gara dominata da i ragazzi di coach Mastellari che alla fine si impongono, con un netto 69 a 53, ai danni della compagine dei “minors”. Parte subito forte la S.G. Fortitudo grazie alle triple di Onuoha, Martino Mastellari e Solazzi che vanno a siglare un importante parziale di 15-4 dopo 5’20” di gioco. La reazione minors sta nell’astuzia di Astolfi molto rapido nel rubare palla sotto canestro e siglare il tap-in che potrebbe cambiare l’inerzia a -3’44” dalla prima sirena. Pedrazzani dalla media, MVP della serata con 10 punti, ristabilisce le distanze e la prima frazione termina con un pesante 23-6. Coach Belletti prova a suonare la carica e i suoi, con un mini parziale uscito dalle mani di Preti, riescono a recuperare 4 lunghezze, ma Mastellari non ci sta e ancora dall’arco riporta il vantaggio a +16 (30-14 a -6’35”). Malagutti nel finale di tempo accorcia a 12 punti il distacco. La gara é ancora aperta, ma nel terzo quarto si iscrive al contest dei tre punti anche Zampogna e con 9 punti (tre triple) in 4′ e 26″ la gara si indirizza definitivamente. Gli sforzi di Albertini sotto canestro e la voglia di Preti e Astolfi dalla distanza risultano poco efficienti e a dieci minuti dal termine il distacco, mai sceso sotto la doppia cifra, é di 13 punti. Le ultime speranze dei ragazzi in canotta color crema svaniscono definitivamente a -4’58” dalla sirena, quando l’intervento di Malagutti per fermare il contropiede avversario viene sanzionato con l’antisportivo. Solazzi e Pedrazzani chiudono la disputa e per la S.G. Fortitudo arrivano i primi punti, molto pesanti. Coach Belletti deve rimotivare i suoi dopo l’ottima annata della scorsa edizione, recuperare qualche assente e giocarsi il tutto contro la testa di serie Fresk’O.

Anche quest’anno sarà possibile seguire il torneo tramite la APP “Playground Giardini Margherita”, scaricabile sia da App Store (Iphone e Ipad) che da Play Store (sistema Android). All’interno, grazie alla rinnovata collaborazione con l’azienda bolognese LUNA, si potrà anche seguire Live l’andamento di ogni singola partita. Non mancherà la sezione video: dopo un anno con Virtus Bologna, Progresso Matteiplast Bologna e la serie finale del campionato di serie A per Legabasket, gli MVP Video Project cureranno i contenuti video del torneo attraverso le giocate più spettacolari. Avete sete? Avete fame? Lo staff di Lorenzo Nanetti, in collaborazione col Formosa, vi risolverà ogni voglia. Gli arbitri e gli ufficiali di campo, così come il Commissario del torneo, saranno, infine, di nomina FIP ed il campo del Playground sarà griffato Giulietti e Guerra.

Ai Gardens il Playground scatta col “2° Trofeo Emilbanca Pink”

Giovedì 21 giugno si apre, alle ore 20.30, il 37esimo “Isokinetic Playground Giardini Margherita”. Si parte subito con il 2° Trofeo “Emilbanca Pink”, che propone la semifinale tra Tigers Forlì e BSL, tingendo di rosa per il secondo anno di fila il campo del Playgorund più famoso d’Italia. La compagine forlivese disporrà del pivot croato Josipa Juric, interessante prospetto in chiave A2; mentre le bianco-verdi di Paolo Dalè, reduci dai play-off in Serie B, sono alla seconda partecipazione al Playground e proveranno a migliorare il secondo posto conquistato lo scorso anno. A seguire, alle ore 22.00, la partita d’esordio del Girone D, l’unico composto da tre team e che non prevede l’eliminazione di una squadra al termine del girone all’italiana, mette di fronte #Sempreminors Brooklyn Gin e S.G. Fortitudo Giocare Insieme. I ragazzi di coach Belletti sono, oramai, una certezza per questo torneo. Hanno mantenuto buona parte del roster che, lo scorso anno, ha dato filo da torcere alle squadre più quotate ed hanno voglia di continuare a stupire, dotati sempre del loro imprescindibile sorriso. Ad aspettarli, un’altra formazione molto interessante, guidata dall’accoppiata Castelli-Mastellari, che può contare sull’intrigante duo Della Rosa-Mastellari Jr, atleti militanti rispettivamente a Pistoia e Brescia.

Anche quest’anno sarà possibile seguire il torneo tramite la APP “Playground Giardini Margherita”, scaricabile sia da App Store (Iphone e Ipad) che da Play Store (sistema Android). All’interno, grazie alla rinnovata collaborazione con l’azienda bolognese LUNA, si potrà anche seguire Live l’andamento di ogni singola partita. Sarà presente anche la sezione video: la Mvp Minors Video Project metterà in rete, il giorno successivo di ogni serata del Playground, le giocate più spettacolari delle gare. Avete sete? Avete fame? Lo staff di Lorenzo Nanetti, in collaborazione col Formosa, vi risolverà ogni voglia. Gli arbitri e gli ufficiali di campo, così come il Commissario del torneo, saranno, infine, di nomina FIP ed il campo del Playground sarà griffato Giulietti e Guerra.

1 2