Monthly Archives: dicembre 2015

L’Andrea Costa accede alle finali di Coppa Italia, Forlì anche…

SERIE A2/EST 15° Giornata

ALMA TRIESTE – MEC ENERGY ROSETO 103 – 71

AURORA BASKET JESI – TEZENIS VERONA 77 – 73

BONDI FERRARA – CENT LATTE-AMICANATURA BRESCIA 73 – 79

(20-19; 39-30; 55-55)

Ferrara: Rush 13, Bucci 7, Losi 9, Brighi 3, Salafia ne, Verrigni, Henderson 11, Ferrara ne, Soloperto 8, Brkic 22. All. Morea.

Brescia: Passera 8, Fernandez 24, Cittadini, Bruttini 10, Alibegovic 3, Speronello ne, Holmes 5, Totè 2, Bushati 10, Hollis 17. All. Diana.

PIERO MANETTI RAVENNA – DE’ LONGHI TREVISO 81 – 66

(14-15, 39-35, 55-49)

Ravenna: Smith 16, Deloach 17, Malaventura 7, Casini 4, Cicognani 2, Rivali 7, Raschi 6, Manetti, Masciadri 22, Smorto, Seck, Salari ne. All .Martino.

Treviso: Abbott 7, Moretti 2, De Zardo ne, Malbasa 1, Fabi 6, Busetto, Fantinelli 2, Powell 22, Rinaldi 9, Negri 10, Ancellotti 7. All. Pillastrini.

ANDREA COSTA IMOLA – BAWER MATERA 86 – 61

(20-12; 40-27; 63-49)

Imola: Washington 16, Maggioli 12, Anderson 3, Hassan 10, Sabatini 9, Folli, Sgorbati 2, Cai 3, Amoni 14, De Nicolao 1, Prato 12, Preti 4. All. Ticchi.

Matera: Guarino 12, Chase 12, Corral 6, Okoye 6, Cantagalli 17, Mastrangelo 4, Rugolo 2, Bertocco 2, Zaharie, Loperfido ne. All. Gresta.

PROGER CHIETI – ETERNEDILE BOLOGNA 76 – 67

(19-15; 29-33; 47-41)

Chieti: Sergio 12, Piccoli 7, Lilov 22, Monaldi 15, Armwood 7, Clemente, Piazza 3, Allegretti 10, Marchetti, Sipala, Vedovati, De Martino. All. Galli.

Fortitudo: Daniel 15, Montano 17, Sorrentino, Raucci 4, Italiano 13, Errera, Candi 2, Rovatti, Quaglia 6, Campogrande 5, Carraretto 5. All. Boniciolli.

REMER TREVIGLIO – EUROPROMOTION LEGNANO 86 – 62

BASKET RECANATI – DINAMICA GENERALE MANTOVA 77 – 96

CLASSIFICA

15° giornata G V P
Centrale del Latte-Amica Natura Brescia 24 15 12 3 80
Andrea Costa Imola 22 15 11 4 73
De’ Longhi Treviso 20 15 10 5 67
Dinamica Generale Mantova 20 15 10 5 67
Tezenis Verona 18 15 9 6 60
Mec-Energy Roseto 18 15 9 6 60
Eternedile Bologna 16 15 8 7 53
OraSi’ Ravenna 16 15 8 7 53
Remer Treviglio 14 15 7 8 47
Pallacanestro Trieste 2004 14 15 7 8 47
Proger Chieti 12 15 6 9 40
Europromotion Legnano 12 15 6 9 40
Bondi Ferrara 12 15 6 9 40
Aurora Basket Jesi 10 15 5 10 33
Basket Recanati 8 15 4 11 27
Bawer Matera 4 15 2 13 13

SERIE B/A 15° Giornata

BASKET CECINA – MAMY.EU OLEGGIO 69 – 45

UNIEURO FORLI’ – DULCA SANTARCANGELO 87 – 74

(31-20, 47-31, 67-50)
Forlì: Ferri 12, Vico 26, Pederzini 5, Pignatti 13, Rotondo 20, Bonacini 3, Rombaldoni 6, Arrigoni 2, Ravaioli, Iattoni ne. All. Garelli.
Santarcangelo: Cardellini 10, Pesaresi 4, Moretti 6, L. Bedetti 19, Saponi 10, Bianchi 2, Gualtieri 12, Botteghi 11, Fusco ne, Pasini ne. All. Tassinari.

BASKET RIMINI CRABS – GESSI BORGO SESIA 70 – 79

(10-24; 29-42; 47-61)

Rimini: Panzini 7 (2/6, 0/4), Sirakov 9 (1/4, 1/6), Chiera 8 (2/5, 0/2), Romano 15 (2/2, 2/6), Crotta 6 (3/6), Meluzzi (0/1, 0/1), Foiera 16 (6/8, 1/1), Tassinari (0/2, 0/1), Balic 3 (0/2, 1/1), Perez 6 (3/6, 0/2). All. Mladenov.

BorgoSesia: Quartuccio 5 (1/1, 1/2), Paolin 15 (2/6, 2/6), Giacomelli 17 (2/2, 3/5), Santarossa 4 (1/4, 0/1), Zucca 14 (5/9), Tomasini 10 (4/5, 0/2), Giovara 6 (3/8), Gatti 8 (1/1, 2/5), Dotti, Mazzola ne. All. Pansa.

BLUKART SAN MINIATO – GIOIELLERIE FABIANI MONSUMMANO 86 – 91

RAGGISOLARIS FAENZA – SOLBAT PIOMBINO 83 – 91

(21-25; 42-46; 73-69)

Faenza: Dal Fiume 7, Boero 12, Castellari, Silimbani 16, Benedetti 2, Casadei 32, Penserini 5, Pini 7, Zambrini 2, Sangiorgi ne. All. Regazzi.

Piombino: Pedroni 10, Iardella 12, Guerrieri 6, Persico 11, Venucci 20, Franceschini 5, Bianchi 3, Gigena 13, Genovese 11, Mari ne. All. Padovano.

Piombino impone subito il proprio gioco e vola sul 15-5 dopo pochi minuti, costringendo coach Regazzi al time out. Faenza paga il 33% al tiro, ma al rientro in campo arriva la reazione con un perentorio 7-0, break bloccato da un canestro di Gigena. I Raggisolaris hanno però capito gli errori commessi e arrivano a meno uno ad inizio secondo quarto, trovando il sorpasso al 15′ con Silimbani: 31-30. Piombino si rianima in attacco piazzando un 10-0 di parziale suggellato dalla tripla di Gigena, la sesta realizzata su sette tentate dai toscani. Anche questa vola Faenza non subisce il colpo arrivando all’intervallo sotto 42-46 e deve addirittura recriminare per aver fallito tre tiri liberi nel finale di tempo. Il terzo quarto è uno spettacolo all’insegna dell’agonismo da entrambe le parti: Casadei trasforma in canestro i tanti liberi procuratisi (chiuderà con 32 punti), ma è tutta la squadra a girare al meglio e a lottare su ogni pallone. Dopo aver segnato 13 liberi, Faenza  si sblocca da tre con Casadei e Boero, volando sul 69-65, poi Silimbani con quattro punti consecutivi chiude il quarto avanti 73-69. Faenza continua poi a comandare, ma col passare dei minuti la lucidità viene meno e Piombino si rianima, trovando il 79-79 con Genovese a 4’40” dalla fine. Penserini dalla lunetta sigla l’81-79, poi la mira si inceppa, Silimbani esce per falli e il Basket Golfo sfrutta la maggiore esperienza subendo falli e trasformandoli in liberi. Un 7/8 dalla lunetta vale l’84-81 ospite poi a 51” gli arbitri fischiano un dubbio fallo di sfondamento a Dal Fiume, gli animi si scaldano e a pagare è Boero che viene espulso. Cala così il sipario sul match, con Faenza che nel finale perde anche Penserini e Dal Fiume per falli.

BASKET CLUB TRECATE – TRAMEC CENTO 64 – 99

(14-25; 29-45; 52-74)

Trecate: Taffettani 15, Peroni 13, Scaglia 4, Leqejza 2, Larizzate, Grossini 4, Scrocco 5, Gerli 5, Colombo 4, Cantone 12. All. Cerina.
Benedetto Cento: Stupazzoni, Fontecchio 16, Brighi 12, Contento 22, D’Alessandro 7, Demartini 9, Pederzini, Benfatto 15, Andreaus 14, Caroldi 4. All. Giordani.
Al Pala Agil di Trecate, la Tramec coglie il quinto successo consecutivo contro il fanalino di coda Basket Club. I biancorossi prendono il comando delle operazioni già a metà del primo quarto con Andreaus, e trovano la doppia cifra di vantaggio in chiusura di prima frazione grazie a otto punti consecutivi di Benfatto, che al decimo minuto ha già 10 punti e 8 rimbalzi sul tabellino. La Tramec doppia i padroni di casa in apertura di secondo quarto, quando Fontecchio firma il 16-32. La difesa locale fatica a contenere i lunghi avversari, e in seguito sono Fontecchio e Andreaus a consentire agli ospiti di prendere il largo (21-43). Peroni accorcia quindi le distanze (28-43), ma Brighi rimette diciassette punti tra le due. In principio di ripresa Cento si rilassa e Trecate ne approfitta per tornare a “-9” con un canestro dalla lunga distanza di Scrocco, ma Andreaus e Caroldi ristabiliscono subito le distanze. Gli emiliani presto riprendono il largo, e nei successivi 15′ lo scarto ingrassa progressivamente fino al “+35” finale, con Benfatto (15 punti e 16 rimbalzi), Contento (22 punti) e Fontecchio (16 punti e 11 rimbalzi) sugli scudi.

CUS TORINO – CFG LIVORNO 73 – 80

BAKERY PIACENZA – VALENTINA’S BOTTEGONE 82 – 77

(29-29; 37-44; 63-60)

Piacenza: Sanguinetti 21, Soragna 22, Gasparin 7, Meschino 3, Nicoletti, Infante 9, Cuccarese, Bianchi, Fin, Magrini 20. All. Bizzozi.

Pistoia: Giannini 17, Rossi 17, Toppo 15, Marconato, Laudoni 18, Magini 6, Maspero, Divac, Cernivani 4. All. Valerio.

CLASSIFICA

15° giornata G V P
Unieuro 2.015 Forli’ 28 15 14 1 93
GR Service Cecina 26 15 13 2 87
Bakery Piacenza 24 15 12 3 80
Dulca Santarcangelo 20 15 10 5 67
Basket Golfo Piombino 20 15 10 5 67
Tramec Cento 20 15 10 5 67
Gioiellerie Fabiani Monsummano 18 15 9 6 60
Gessi Valsesia 16 15 8 7 53
Blukart Etrusca San Miniato 14 15 7 8 47
Raggisolaris Faenza 12 15 6 9 40
NTS Basket Rimini Crabs 10 15 5 10 33
Mamy Oleggio 10 15 5 10 33
Valentina’s Bottegone 10 15 5 10 33
CFG Livorno 10 15 5 10 33
Cus Torino 2 15 1 14 7
Basket Club Trecate 0 15 0 15 0

C.S. – Stojkov lascia la Salus per la Virtus Padova

Salus Pallacanestro Bologna comunica la partenza di Stevan Stojkov, che andrà a giocare a Padova in Serie B.

Ringraziamo Stevan per gli splendidi tre mesi in cui ci ha deliziato con la sua pallacanestro e leadership. Il contratto prevedeva un “escape” in caso di offerta da campionati superiori, il giocatore ha accettato con il “magone”, ma la proposta era davvero irrinunciabile.

Quinto posto per l’Emilia Romagna 2002 alla Ludec Cup

Quinto posto finale per l’Emilia Romagna Under 14 alla Ludec Cup, manifestazione per rappresentative regionali che s’è disputata nella provincia di Lucca dal 27 al 29 dicembre. Prestazione complessivamente soddisfacente per i nostri ragazzi che hanno sbagliato soltanto il primo quarto con le Marche, gara che non ha permesso ai biancorossi di provare a salire sul podio. Importante l’esperienza accumulata da alcuni ragazzi, ben sette, che erano alla prima esperienza con la maglia della rappresentativa regionale.

Per la cronaca la manifestazione l’ha vinta la Lombardia, 78-71 in finale contro i padroni di casa della Toscana.

Il prossimo appuntamento ufficiale sarà il Trofeo delle Regioni, a Bologna dal 23 al 28 marzo, ma prossimamente sono previste gare amichevoli per far crescere il gruppo.

EMILIA ROMAGNA – MARCHE 80 – 86

(10-26; 33-48; 52-67)

Emilia Romagna: Branchini N. 2, Rossi 4, Branchini L. 10, Fussi 7, Piccinini 10, Micco 25, Squarcia 2, Flan 9, Ruina 11. All. Zanardi.

Marche: Reggiani 24, Bendia 8, Barzotti 20, Maoloni 5, Primitivo 2, Sampaolesi 17, Pagliaro 2, Mujakovic 2, Calbini 1, Russolo 1, Gulini 4.

La gara d’esordio disputatasi a Porcari, è stata quella che ha deciso il cammino della formazione biancorossa. Contro le Marche è stata decisiva la prima frazione (bene, per gli avversari, il play Reggiani), completamente negativa. Poi, per due quarti l’Emilia Romagna ha fatto gara alla pari. Nel quarto finale la rimonta della nostra squadra che riusciva ad arrivare a -5 a 39” dalla fine, ma le Marche respingevano l’assalto chiudendo sull’86-80 a proprio favore.

EMILIA ROMAGNA – FRIULI VENEZIA GIULIA 94 – 30

(25-11; 45-21; 66-27)

Emilia Romagna: Branchini L., Campani 4, Micco 9, Squarcia 17, Ruina 11, Piccinini 15, Flan 13, Fussi 5, Branchini N. 7, Fabiani 6, Lambertini 5, Rossi 2. All. Zanardi.

Friuli V.G.: Bosa 2, Cogoi 10, Devetta, Bertuzzi, Marcassa 5, Erman, Zanelli 4, Bremec, Brancati 8, Del Col, Venturini 1, Pieri.

Aggressività e voglia di vincere hanno fatto la differenza per l’Emilia Romagna che ha indirizzato fin da subito la gara su binari conosciuti e voluti. Troppo debole la resistenza del Friuli, che forse nemmeno si aspettava tanto agonismo. Primo quarto da subito in controllo per i ragazzi di coach Zanardi (continuamente incitati da tutti i membri dello staff tecnico) che chiudono all’intervallo lungo sul 45 a 21. Resto della gara in controllo totale e punteggio finale di 94-30.

EMILIA ROMAGNA – LOMBARDIA 73 – 77

(26-27; 37-46; 51-64)

Emilia Romagna: Branchini L., Campani, Micco, Squarcia, Ruina, Piccinini, Flan, Fussi, Branchini N., Fabiani, Lambertini, Rossi. All. Zanardi.

La rivincita del “Bulgheroni” non c’è stata perché il referto rosa lo ha preso sempre la Lombardia anche se i nostri ragazzi hanno disputato una gara superba. Dopo una buona partenza (6-2), era l’atleticità di Tourè (schiaccia a 14 anni!) a mantenere in scia la Lombardia che, pian piano, metteva la testa avanti e cercava di allungare nel secondo quarto. Fussi e Squarcia tenevano in vita la nostra selezione, con Rossi che si metteva in evidenza per vigoria ed intensità. Il divario rimaneva sempre attorno alla doppia cifra, ma, negli ultimi duecento secondi, l’Emilia Romagna dava il tutto per tutto. Ruina riportava i biancorossi sul -2, ma Ziviani era bravo a riportare la Lombardia sul +4. Nel possesso successivo i nostri ragazzi pasticciavano ed i biancoverdi potevano così festeggiare l’accesso alla finalissima con la Toscana.

EMILIA ROMAGNA – LIGURIA 97 – 48

(20-12; 49-21; 66-32)

Emilia Romagna: Branchini L. 14, Campani 2, Micco 5, Squarcia 6, Ruina 15, Piccinini 7, Flan 17, Fussi 10, Branchini N. 8, Fabiani 9, Lambertini 2, Rossi 2. All. Zanardi.

Dopo alcuni minuto di studio (12-8), i biancorossi allungavano e a metà del secondo quarto conducevano per 33-12. Il proseguo era un crescendo rossiniano, con la difesa che soffocava l’attacco ligure. Nella ripresa nessuna emozione, con la forbice che si allargava vistosamente fino al +49 finale.

ROSTER EMILIA ROMAGNA UNDER 14

BRANCHINI LUCA VIS 2008 FERRARA

BRANCHINI NICOLAS PALL. REGGIANA

CAMPANI FEDERICO SANPOLESE

FABIANI LUCA CA OSSI FORLI

FLAN FRANCO CA OSSI FORLI

FUSSI MATTEO POL. COMPAGNIA DELL’ALBERO RAVENNA

LAMBERTINI DARIO PONTEVECCHIO BOLOGNA

MICCO DAVIDE POL. MASI CASALECCHIO

PICCININI ELIA PALL. REGGIANA

ROSSI GIACOMO VIS 2012 FERRARA

RUINA RICHARD VIS 2012 FERRARA

SQUARCIA FEDERICO CA OSSI FORLI

STAFF TECNICO

GIOVATI VALERIA RTT

ZANARDI SIBELLIUS ALLENATORE

SCANZANI FEDERICA AIUTO ALLENATORE

SCHINCAGLIA NICOLA AIUTO ALLENATORE

ZABINI PIERO DIRIGENTE RESPONSABILE

C.S. – In C Gold Piacenza si rafforza col lungo Matteo Bracci

Piacenza Basket Club è lieta di annunciare ufficialmente l’ingaggio dell’ala-pivot Matteo Bracci.

Bracci proviene da Gaga’ Orzinuovi, capolista del girone B del Campionato DNB. Ha 20 anni, è alto 200 cm per 95 kg di peso, e giunge al Piacenza Basket Club essendo chiuso nel ruolo dall’arrivo, presso la società orceana, del totem Roberto Chiagic.

Matteo Bracci ha siglato con il club biancorosso un accordo fino alla fine di questa stagione. Dopo due ottime annate in DNC e DNB ad Isernia, protagonista della promozione e poi della salvezza della squadra, Matteo è un giocatore con ottime doti atletiche che ben si sposano con le caratteristiche del club piacentino.

La Virtus Under 18 conquista il podio a Roma nel prestigioso Adidad NGT

ADIDAS NGT – Torneo di Roma

RISULTATI GIRONE A: Stellazzurra Academy-CSKA Mosca 68-62; Virtus Bologna-Anadolu Efes Istanbul 81-49; Stellazzurra Academy-Virtus Bologna 67-62; CSKA Mosca-Anadolu Efes Istanbul 67-45; Stellazzurra Academy-Anadolu Efes Istanbul 72-54; Virtus Bologna-CSKA Mosca 68-57

CLASSIFICA: Stellazzurra Academy 6; Virtus Bologna 4; CSKA Mosca 2; Anadolu Efes Istanbul 0.

VIRTUS – EFES 81 – 49

(24-13; 39-28; 55-41)

Virtus Bologna: Pajola 7, Gianninoni 3, Petrovic 12, Carella 8, Rubbini 18, Rossi 3, Dellosto 5, Cerulli, Penna 7, Ebeling 5, Lovisotto 13. All. Vecchi.

Efes Istanbul: Gulek 2, Saybir 3, Avsar 16, Birer 2, Tacir, Uzum, Nurkan 11, Emiroglu 5, Camci, Akdemir, Erdogan 7, Guler 3. All. Duru.

La Virtus approfitta al meglio delle assenze dei turchi (ben 4 convocati ad un raduno della Nazionale Under 18) per vincere senza troppi patemi. Il buon avvio (15-7) era frutto di un ottimo Petrovic (8 punti), poi l’Efes, alternando zona e uomo, si riportava quasi a contatto (31-28), prima del parziale conclusive del quarto di 8 a 0 (bene Lovisotto).  Nella ripresa si scatenava il play Rubbini ed iI margine cresceva col passare dei minuti; Istanbul aveva una seconda reazione e rientrava da -20 (55-35, missile di Rossi) al 55-41 della terza sirena, ma l’ultima frazione cominciava con un parziale di 8-0 che chiudeva ogni discorso.

STELLA AZZURRA – VIRTUS 67 – 62

(23-14; 29-29; 49-45)

Stella Azzurra Roma: Trapani 21, Vitale 4, Iannelli, Pazin, Nikolic 12, Sikiras, Mamukelashvili 15, Antonacci 2, Ulaneo 7, Seye 2, Caruso 2, Bayehe 2. All. D’Arcangeli.

Virtus Bologna: Pajola 17, Gianninoni 5, Petrovic 8, Carella 9, Rossi 2, Dallosto, Cerulli, Penna 10, Ebeling 4, Lovisotto 5. All. Vecchi.

Ci è andata davvero vicino alla sorpresa la truppa di coach Vecchi, ma in finale ci andrà la Stella Azzurra. E pensare che l’avvio era stato drammatico: il georgiano Mamukelashvili era una macchina da canestri da 3 punti e dopo sei minuti il tabellone segnava 16-2. Pian piano, però, grazie ad un Pajola onnipresente sia in difesa che in attacco, la Virtus si portava sotto e l’aggancio arrivava quasi sulla sirena di metà partita grazie ad una tripla di Gianninoni; una parità, però, che stave stretta ai felsinei per la qualità della fase difensiva. Nella ripresa l’Unipol Banca tentava la fuga, ma si doveva accotentare, al massimo, di un +4 (41-45) perchè il play capitolino Trapani era incontenibile in 1vs1. Lo stesso numero 4 della Stella Azzurra firmava il sorpasso sul 51-49 al 32’ e, sull’onda lunga, Roma sembrava chiudere ogni discorso (62-52 al 37’ con due liberi di Nikolic). Penna sparava la bomba del -5 (62-57), poi, sul 64-60, Ebeling non era fortunato su una conclusione dai 6,75. Stesso discorso sul 65-60 a -20”. Trapani falliva due liberi e Penna, su rimbalzo in attacco, faceva zittire l’arena romana. Come era giusto che fosse, infine, l’Mvp Trapani tornava in lunetta e, questa volta, era glaciale: 2/2 e game over.

VIRTUS – CSKA 68 – 57

(16-9; 35-26; 59-38)

Virtus Bologna: Pajola, Gianninoni, Petrovic 23, Oxilia 11, Carella 13, Rubbini, Rossi, Dallosto, Cerulli, Penna 16, Ebeling 4, Lovisotto 3. All. Vecchi.

Mosca: Lopatin 14, Kuzmin 11, Mikeev, Adrianov 6, Soldatov 2, Khomenko 6, Trostin, Konyaev, Ershov 4, Posrednikov, Derevyankin 5, Shevchuk 9. All. Zukhov.

I bianconeri dimostrano in fretta di aver digerito la sconfitta della sera precedente e scattavano subito fortissimo: 14-2 al 5’ con 8 punti di Petrovic e 4 dell’esordiente Oxilia. I russi rientravano a -5 sul 25-20 al 16’, ma nella terza frazione l’Unipol Banca dilagava raggiungendo il massimo vantaggio sul 54-33 al 28’. Nel quarto conclusivo la Virtus si rilassava e Mosca rientrava fino al 63-55 del 39’; era una tripla del play Penna a chiudere ogni discorso.

RISULTATI GIRONE B: Armani Junior Milano-Mega Leks Belgrado 80-74; Unicaja Malaga-Umana Reyer Venezia 76-46; Unicaja Malaga-Armani Junior Milano 83-79; Mega Leks Belgrado-Umana Reyer Venezia 77-67; Mega Leks Belgrado-Unicaja Malaga 87-44; Armani Junior Milano-Umana Reyer Venezia 83-72

CLASSIFICA: Mega Leks Belgrado, Armani Junior Milano, Unicaja Malaga 4; Umana Reyer Venezia 0.

FINALI (Martedì 29 dicembre)

Efes Istanbul – Reyer Venezia 55 – 75

Cska Mosca – Malaga 62 – 74

VIRTUS – OLIMPIA 77 – 63

(19-19, 35-32, 55-45)

Virtus Bologna: Pajola 4, Gianninoni, Petrovic 22, Oxilia 2, Carella 11, Rubbini 3, Rossi, Dellosto 4, Cerulli, Penna 29, Ebeling 2, Lovisotto. All. Vecchi.

Milano: Giardini, Bortolani, Baldasso 20, Lagana, Vecerina, Sovera 10, Toffali 10, Carrara, Serpilli 5, D’Ambrosio 13, Dincic, Dieng 5. All. Galbiati.

Vittoria e meritato terzo posto per le Vu Nere nel derby italiano con Milano. Ottima partenza per i bianconeri che allungano subito a +10, ma l’Olimpia ricuce grazie al tiro da fuori e la gara poi si mantiene in equilibrio fino all’intervallo lungo (35-32). Nella terza frazione, nonostante il forzato forfait di Oxilia, costretto a uscire dal campo per uno scontro di gioco che gli provoca una contusione al viso, l’ottima difesa bianconera propizia numerosi contropiedi che valgono il +10 all’ultimo mini-intervallo. Milano però non si arrende e col tiro da fuori prova a ricucire. I giovani bianconeri però non perdono lucidità e con giocate di altruismo si affidano al gioco di squadra per respingere il tentativo di rimonta dei biancorossi. L’ultimo minuto è una meritata passerella per tutta la squadra che si è confrontata con avversari di ottimo livello.

Stella Azzurra Roma – MEGA LEKS BELGRADO 71 – 73

Tornei giovanili: Trento domina ad Anzola, Bassano vince meritatamente a Gallo

Dal 27 al 29 dicembre sono in programma due tornei giovanili nazionali: ad Anzola Emilia per gli Under 16 e a Gallo per il consueto “Santo Stefano” riservato agli Under 15.

TORNEO ANZOLA UNDER 16

GIRONE A

PIACENZA – VIS FERRARA 74 – 96

PIACENZA – VERONA 72 – 107

TRENTO – VIS FERRARA 100 – 67

TRENTO – VERONA 90 – 48

PIACENZA – TRENTO 44 – 107

VIS FERRARA – VERONA 85 – 81

CLASSIFICA

Trento 6; Vis Ferrara 4; Verona 2; Piacenza 0.

GIRONE B

ANZOLA – J.B. CURTATONE 73 – 66

MENS SANA SIENA – ANZOLA 76 – 61

PALL. VARESE – J.B. CURTATONE 68 – 54

MENS SANA SIENA – PALL. VARESE 60 – 59

ANZOLA – PALL. VARESE 55 – 80

MENS SANA SIENA – J.B. CURTATONE 74 – 59

CLASSIFICA

Mens Sana Siena 6; Pallacanestro Varese 4; Anzola Basket 2; J.B. Curtatone 0.

SEMIFINALI (Martedì 29 dicembre)

Trento – Pall. Varese 80 – 67

Mens Sana Siena – Vis Ferrara 81 – 74

FINALI

7°-8° J.B. CURTATONE – PIACENZA 79 – 62

Curtatone: Sissa G. 4, Rosignoli A. 8, Monti F. 2, Tosi A. 28, Guariglia D. 6, Ferri F. , Cantore A. 2, Accorsi E. 21, Pavesi P. 2, Gorni F. 2, Veneri G. 4, Pavesi. All. Lesignoli.

Piacenza: El Agbani Z. 4, Giovannini D. 3, Misuri P. 2, Guglielmetti N. 4, Bossi D. 7, Grilli L., Orlandi A. 13, Pettenati F. 12, Viani L., Crisanti F. 7, Illari D. 10, Beltame. All. Coppeta

5°-6° VERONA – ANZOLA 70 – 47

Verona: Romanò A. 8, Visonà 4, Refosco 5, Barcarolo A. 7, Bortolotto M. 8, Pintus L. 1, Mezzanini M. 5, Ruffo L., Sasso F. 16, Anselmi D. 16. All. Brentegan.

Anzola: Barigazzi M. 2, Filippin L. 15, Ravenna G. 10, Cacciari R. 4, Montanari L., Valenti R. 10, Castagnetti A., Dalimonte L., Cavallotti A. 5, Neri F. , Fanti D., Morris 1. All. Coppeta.

3°-4° PALL. VARESE- VIS FERRARA 68 – 56

Varese: Squillace A., Argieri M., Mai L., Calzavara A. 15, Moscatelli I., Iaquinta J., Montano J. 3, Parravicini M. 31, Camurati M., Seck O. 15, Brotto L. 4, Van Velsen A. All. Bianchi.

Vis Ferrara: Ghirelli L. 2, Stefani T., Natali M. 8, Boarini P. , Franchella F. 6, Castaldini E. 5, Sanguettoli T. 8, Faccini M., Ricci Lucchi G. 6, Vallesani E. 11, Zanirato F. 10. All. Carretto.

1°-2° AQUILA TRENTO – MENS SANA SIENA 72 – 64

Trento: Endrizzi D., Bertolini L. 10, Tomasi D. 1, Sighel M. 8, Meneghini N. 2, Zobele M., Czumbel M. 15, Czumbel E. 11, Della Pietra D. 3, Cestari O. 2, Accordi M. 16. Voltolini A. 4. All. Marchini.

Siena: Corbini T. 1, Maestrini S., Bellachioma L. 12, Monnecchi E., Balani D. 3, Ticciati G. 8, Di Domenico R. 4, Rettori M. 9, Lenzi A., Cuccini M. 3, Collet G. 23, Cappelli S. All. Monciatti.

 

TORNEO GALLO UNDER 15

QUARTI DI FINALE

BASKET BASSANO – BSL SAN LAZZARO 84 – 52

REYER VENEZIA – PALL. REGGIANA 90 – 97

BENETTON TREVISO – VIRTUS BOLOGNA 80 – 92

ROBURT ET FIDES VARESE – VIS FERRARA 88 – 58

SEMIFINALI

BSL SAN LAZZARO – REYER VENEZIA 58 – 62

BENETTON TREVISO – VIS FERRARA 81 – 59

BASKET BASSANO – PALL. REGGIANA 88 – 69

VIRTUS BOLOGNA – ROBUR ET FIDES VARESE 96 – 94

FINALI (martedì 29 dicembre)

7° – 8° posto BSL San Lazzaro – Vis 2008 Ferrara 75 – 67
5° – 6° posto Benetton Treviso – Reyer Venezia 68 – 87
3° – 4° posto REGGIANA – ROBUR ET FIDES 63 – 67

(18-10; 32-40; 44-51)

Reggiana: Soviero 10, Cecchinato 2, Bratschi 3, Giannini 10, Accorsi, Sow, Ligabue 2, Bertolini 8, Castagnetti 2, Azzali 13, Golfieri 2, Cherubini 8. All. Mangone.

RetF Varese: Garagiola 4, Torrente 10, Caruso 28, Somaschini ne, Trentini 6, Schieppati 2, Calcagni 1, Dao, Bessi 8, Dal Ben 8. All. Pagani.

Gara dai due volti. La Reggiana (orfana di Porfilio) scattava meglio dai blocchi (8-0, 16-5), ma Varese (con Somaschini in panchina per onor di firma) usciva fuori alla distanza, mettendo la freccia al 18′ sul 32-33 con un Caruso incontenibile. Nella ripresa la Robur dava l’impressione di gestire bene il vantaggio, ma, con un rush finale, i biancorossi si riportavano ad una sola lunghezza, sul 62-63. Qui Varese stringeva i denti e portava a casa meritatamente il terzo posto.

1° – 2° posto VIRTUS – BASSANO 81 – 94

(24-23; 43-48; 60-75)

Virtus Bologna: Deri 17, Nicoli 14, Cavallari 11, Boni 9, Berti 2, Nicolini, Paratore, Corradini 12, Guidi 6, Bianchini 4, Lambertini, Perini 6. All. Consolini.

Bassano del Grappa: Bargnesi 27, Nnana Ole 29, Gajic 14, Bovo 6, Da Campo 6, Basso 6, Borsetto 2, Scalco 2, Bizzotto 2, Melchioretto, Marcon, Bugarelli. All. Pauletto.

Niente da fare per la Virtus (Campione d’Italia uscente col gruppo 2001) contro i centimetri del Bassano ed il talento del play Bargnesi (reclutato dall’Aurora Jesi). I bianconeri hanno fatto gara pari per due quarti, poi le qualità fisiche dei veneti sono uscite fuori con un Nnana assolutamente incontenibile vicino a canestro. Il primo allungo nella terza frazione col vantaggio che toccava la doppia cifra sul 62-52 (canestro di Gajic). Nel periodo conclusivo Bassano volava subito a +20 (83-63), i bianconeri avevano la forza di rientrare a -13 (85-72), ma la successiva accelerazione (92-72 al 37′) chiudeva ogni discorso.

Ultimo turno dell’anno per A2 e B: la Fortitudo non fa regali a Ferrara, colpaccio Imola

SERIE A2/EST 14° Giornata

DE’ LONGHI TREVISO – REMER TREVIGLIO 77 – 55

ETERNEDILE BOLOGNA – BONDI FERRARA 74 – 68

(15-17; 35-34; 54-50)

Fortitudo: Daniel 4, Rovatti ne, Quaglia 2, Candi 8, Iannilli 4, Campogrande ne, Montano 18, Sorrentino 17, Raucci, Carraretto 9, Italiano 12. All. Boniciolli.

Ferrara: Rush 11, Ebelingne, Lestini 3, Bucci 18, Losi 6, Salafia ne, Verrigni, Henderson 11, Ferrara ne, Soloperto, Brkic 19. All. Morea.

VERONA – ANDREA COSTA 71 – 79

(13-20; 36-41; 51-58)

Verona: Bernardi, Saccaggi 4 (2/3, 0/3), Ricci 7 (2/2, 1/4), Boscagin 19 (3/9, 1/3), Cortese 9 (2/7, 1/6), Michelori 2, Chikoko 18 (7/10, 1/2), Spanghero 12 (3/8, 2/4), Petronio ne, Ba ne, Da Ros ne. All. Crespi.

Andrea Costa Imola: Washington 16 (4/8, 2/2), Sgorbati, Maggioli 14 (6/8, 0/1), Cai, Amoni, De Nicolao 1 (0/2 da tre), Prato 13 (4/6, 1/5), Preti, Anderson 15 (5/6, 1/2), Hassan 15 (3/3, 3/11), Sabatini 5 (2/3 da due). All. Ticchi.

MANTOVA – ORASÌ 75 – 69

(25-12, 42-37, 61-51)

Mantova: Ndoja 12, Alviti ne, Fumagalli 3, Moraschini 11, Maiorino ne, Di Bella 5, Simms 23, Hurtt 12, Gandini 2, Amici 7, Masenelli ne,Gergati ne. All. Martelossi.

Ravenna: Smith 4, Deloach 23, Malaventura 9, Casini 8, Cicognani 2, Rivali, Raschi 9, Manetti ne, Masciadri 14, Smorto, Seck ne, Salari ne. All. Martino.

BAWER MATERA – PROGER CHIETI 59 – 89

MEC ENERGY ROSETO – BASKET RECANATI 88 – 73

CENT LATTE-AMICANATURA BRESCIA – AURORA BASKET JESI 92 – 80

EUROPROMOTION LEGNANO – PALL. TRIESTE 2004 85 – 87

CLASSIFICA

14° giornata G V P
Centrale del Latte-Amica Natura Brescia 22 14 11 3 79
De’ Longhi Treviso 20 14 10 4 71
Andrea Costa Imola 20 14 10 4 71
Tezenis Verona 18 14 9 5 64
Mec-Energy Roseto 18 14 9 5 64
Dinamica Generale Mantova 18 14 9 5 64
Eternedile Bologna 16 14 8 6 57
OraSi’ Ravenna 14 14 7 7 50
Pallacanestro Trieste 2004 12 14 6 8 43
Bondi Ferrara 12 14 6 8 43
Europromotion Legnano 12 14 6 8 43
Remer Treviglio 12 14 6 8 43
Proger Chieti 10 14 5 9 36
Basket Recanati 8 14 4 10 29
Aurora Basket Jesi 8 14 4 10 29
Bawer Matera 4 14 2 12 14

SERIE B/A 14° Giornata

TRAMEC – BAKERY 80 – 68

(15-26; 34-41; 56-57)

Cento: Stupazzoni ne, Fontecchio 14, Brighi 3, Contento 25, D’Alessandro 6, Demartini 3, Pederzini NE, Benfatto 17, Andreaus 6, Caroldi 6. All. Giordani.

Piacenza: Sanguinetti 20, Soragna 7, Gasparin 9, Meschino 8, Nicoletti, Infante 10, Cuccarese, Bianchi ne, Fin, Magrini 14. All. Bizzozi.

Ancora una entusiasmante vittoria, la quarta in fila: questa volta lo scarto è inferiore a quello delle precedenti uscite ma il successo conseguito al Pala Ahrcos dalla Tramec contro la Bakery Piacenza è il più bello della serie perché conseguito in rimonta, contro una squadra piena di talento e giunta a questa sfida in fiducia e salute, e grazie a una prestazione in crescendo, come testimoniato dai parziali di una gara che riporta Cento tra le “big” del girone e certifica i progressi di una squadra capace di fare il pieno di consensi tra addetti ai lavori e tifosi. Davanti a oltre milleduecento spettatori, tra i quali Gabriele Giuliani e Pierfilippo Rossi, e dopo il minuto di silenzio in memoria di Gianni Lazzari, collaboratore e tifoso biancorosso scomparso in settimana, la Tramec si presenta alla palla a due con Demartini in cabina di regia e Andreaus da secondo lungo. I primi 10’ sono un vero e proprio incubo per i padroni di casa, che incassano ben 26 punti e in particolare subiscono Infante e Sanguinetti, autori di 18 dei primi 26 punti di marca ospite. Piacenza doppia Cento in apertura di secondo periodo sul 15-30, ma Giordani lascia che i suoi entrino in partita e trova la giusta alchimia con l’ingresso in campo di Caroldi, Brighi e Fontecchio, che riportano la Tramec in scia grazie a un parziale di 13-2 che costringe Bizzozi a fermare la partita. Contento firma in seguito il “-2” (34-36), ma cinque punti consecutivi di Sanguinetti spediscono le due squadre negli spogliatoi sul 34-41. Nella ripresa Gasparin mette nove lunghezze tra le due, ma Brighi e Benfatto ispirano il break che ripristina la parità a quota 43. Per il sorpasso bisogna però attendere il quarto e ultimo periodo, perché Gasparin si carica la Bakery sulle spalle (52-57, 29’). La Tramec ricuce lo strappo con Andreaus, che dopo tre quarti di abnegazione difensiva ma scarso feeling col canestro si sblocca nel momento più delicato della partita, e mette la freccia con Benfatto (58-57, 31’). Un gioco da tre punti di Fontecchio vale il doppio possesso di vantaggio per i locali, che successivamente volano sul “+8” ricevendo un contributo sostanzioso da tutti gli uomini in rotazione. Nel finale Contento legittima il successo con un paio di canestri di puro talento mentre sugli spalti è già festa, una festa che prosegue nel post partita presso il chiosco adiacente il palasport, dove gli Old Lions servono prelibati tortellini per tutti, rendendo ancor più perfetta la giornata di una Cento che domenica 3 gennaio salirà in provincia di Novara per affrontare il fanalino di coda Trecate.

OLEGGIO – RAGGISOLARIS 71 – 83

(15-17; 33-31; 49-56)

Oleggio: Gallinari 2, Gay 2, Ferrari 15, Dongiovanni ne, Coviello 21, Crusca 7, Paesano 12, Sacco 12, Okeke. All. Vescovi.

Faenza: Dal Fiume 9, Boero, Castellari ne, Silimbani 15, Benedetti, Casadei 15, Penserini 3, Pini 12, Zambrini 17, Sangiorgi ne. All. Regazzi.

Senza Resca e con soltanto sette uomini nelle rotazioni, Oleggio si affida esclusivamente al tiro da tre ed è una buona strategia nei primi venti minuti, perchè i Raggisolaris non riescono a trovare le contromisure. L’attacco faentino gira comunque al meglio e a fine periodo arriva un mini break fino al 17-12, subito bloccato dalla tripla di Ferrari (15-17). Il copione nel secondo quarto non cambia e inizia una lotta punto che arriva fino all’intervallo: alla pausa la Mamy guida 33-31 dopo aver messo a referto sei triple. Faenza paga le basse percentuali offensive negli ultimi tre minuti del quarto. Al rientro in campo i Raggisolaris iniziano a fare sul serio trascinati in attacco dal tandem Zambrini (13) – Silimbani (9) autori di 22 dei 25 punti complessivi segnati nel periodo. L’ala insacca sei punti filati, poi cede il testimone al compagno e al 29′ arriva il primo vantaggio in doppia cifra: 55-45. Ferrari realizza un gioco da quattro punti e ricuce il passivo, ma è l’ultima fiammata dei padroni di casa prima del dominio manfredo. Un fulminante break di 8-0 in 1’20” ad inizio quarto periodo, frutto di due triple di Pini e di un canestro di Silimbani, regala il 64-49 poi Penserini dalla lunetta firma il massimo vantaggio: 69-52 al 34′, facendo calare il sipario sulla gara. Oleggio prova a rifarsi sotto riuscendo al massimo ad arrivare fino al meno dieci (65-75), ma i Raggisolaris hanno il controllo del match e non lo perdono fino al quarantesimo, conquistando la quarta vittoria in trasferta.

DON BOSCO – UNIEURO 53 – 63

(9-19, 35-33, 46-40)

Don Bosco Livorno: Perin 14, Giampaoli 9, Mariani 8, Artioli, Ravazzani 10, Banchi 8, Thiam 4; Bruno Ceriglio, Soriani e Bartalucci ne. All. Quillici.

Forlì: Ferri, Vico 22, Pederzini 10, Pignatti 15, Rotondo 1; Bonacini 5, Rombaldoni 5, Arrigoni 5, Iattoni e Ravaioli ne. All. Garelli

Quella dell’Ardenza è certamente la Pallacanestro 2.015 meno convincente dai tempi della scoppola interna con Cecina e, allora, non resta che abbracciare e stringere forte questa dodicesima vittoria consecutiva, con la lucida consapevolezza che contro avversari più scafati del pur volenterosissimo Don Bosco (gli Angels Santarcangelo in visita al Palafiera il 3 gennaio, per esempio), giocando così si finisce per rischiare il capitombolo.

E dire che sembrava la “solita” cavalcata trionfale dell’Unieuro, protagonista di un primo quarto positivo, subito avanti (0-8 dopo nemmeno 4′) con Vico e Pederzini subito connessi, la “uomo” di Garelli che toglie ossigeno ai baldi livornesi, il massimo vantaggio +10 (7-17, 8′, sulla tripla dell’ala bolognese), fino al 9-19 firmato da Pignatti in chiusura di 1° quarto, a far presagire una partita tutta in discesa per Forlì. Nulla di più fuorivante, perchè se il tabellone elettronico del PalaMacchia va in corto circuito (obbligando l’organizzazione locale a riparare in un antidilviano segnapunti manuale) non è da meno la difesa della Pallacanestro 2.015: Banchi, Perin e Mariani, dando manforte all’applicatissimo “veterano” (si fa per dire, essendo un 1985) Ravazzani, non solo mettono la partita su binari di un inaspettato equilibrio, ma addirittura portano Livorno avanti anche di 6 (33-27, 18′, Banchi da 3). Tocca a Vico – ancora una volta di gran lunga il miglior forlivese – mettere una pezza su un 2° periodo da incubo (26-14 il parziale) per Forlì. Dopo la prevedibile sfuriata di Garelli negli spogliatoi le cose se possibile peggiorano: adesso, ad inchiodarsi paurosamente è l’attacco dell’Unieuro, e buon per Forlì che l’atrocità del 3° periodo in qualche modo attanagli anche Livorno, che pure dopo il canestro&fallo di Perin (40-35 del 22′) tira addirittura da 3 – sbagliando – con Giampaoli per il il possibile +8 e comunque chiude avanti 46-40 alla sirena del 30′. Al rientro in campo, finalmente, Forlì gioca “da capolista”. Col Don Bosco in debito d’ossigeno e una difesa tornata tale, Pignatti impatta a metà frazione (46-46, 34′), poi 3 triple in sequenza (2 di Vico e 1 dello stesso Pignatti) mandano ko il morale di Livorno, “finita” dall’uncino al tabellone di Rombaldoni.

MONSUMMANO – NTS INFORMATICA 99 – 81

(17-18, 40-35, 72-55)

Monsummano: Tempestini 17 (0/2, 3/6), Tommei 15 (4/10, 1/7), Maggiotto 13 (3/6, 2/6), Sgobba 20 (8/14, 1/2), Giarelli 18 (8/15), Scarone 10 (1/2, 2/6), Petrucci (0/1), Vannini 3 (1/1), Camerini 3 (0/1), Morini. All. Niccolai.

Rimini: Panzini 7 (2/6, 0/3), Chiera 15 (3/7, 2/4), Romano 8 (3/4, 0/2), Tassinari 3 (0/2, 1/2), Crotta 3 (1/3), Sirakov 24 (4/5, 3/7), Foiera 15 (3/4), Perez 4 (2/3, 0/1), Meluzzi 2 (0/1, 0/1), Balic. All. Mladenov.

GESSI BORGO SESIA – BASKET CLUB TRECATE 97 – 68

SOLBAT PIOMBINO – BLUKART SAN MINIATO 79 – 59

VALENTINA’S BOTTEGONE – CUS TORINO 95 – 73

DULCA  – BASKET CECINA 71 – 73

(21-14, 34-36, 49-51)

Santarcangelo: Bianchi, Pesaresi 15, Fusco ne, Pasini ne, Gualtieri 5, Bedetti 11, Moretti 12, Cardellini 4, Botteghi 9, Saponi 15. All. Tassinari.

Cecina: Fratto 5, Toscano 10, Favilli, Zaccariello 2, Del Testa 10, Gambolati 10, Caroti 13, Bruni 21, Medizza 2, Pistillo ne. All. Campanella.

CLASSIFICA

14° giornata G V P
Unieuro 2.015 Forli’ 26 14 13 1 93
GR Service Cecina 24 14 12 2 86
Bakery Piacenza 22 14 11 3 79
Dulca Santarcangelo 20 14 10 4 71
Basket Golfo Piombino 18 14 9 5 64
Tramec Cento 18 14 9 5 64
Gioiellerie Fabiani Monsummano 16 14 8 6 57
Blukart Etrusca San Miniato 14 14 7 7 50
Gessi Valsesia 14 14 7 7 50
Raggisolaris Faenza 12 14 6 8 43
NTS Basket Rimini Crabs 10 14 5 9 36
Mamy Oleggio 10 14 5 9 36
Valentina’s Bottegone 10 14 5 9 36
CFG Livorno 8 14 4 10 29
Cus Torino 2 14 1 13 7
Basket Club Trecate 0 14 0 14 0

Sarà Olimpia-Argenta, il 6 gennaio a CastelGuelfo, la finale del “Trofeo Marchetti”

ANZOLA – OLIMPIA 74 – 76

(16-21; 35-40; 58-56)

Anzola: Poluzzi F. 7, Venturi D. 7, Venturi N. 8, Luparello 18, Boldini 2, Poluzzi L. 3, Bastoni 6, Franchini 2, Kalfus ne, Bastia 5, Regazzi 6, Zanata 10. All. Coppeta.

Castel San Pietro: Galloni ne, Franceschini 2, Corazza 6, Pancaldi 10, Boschi 4, Ziron 16, Farnè, Marzioni 7, Binassi 11, Cilfone 12, Venturi T. 8. All. Canè.

Si è decisa in volata la prima semifinale. Partiamo dalla fine: sul 72-72, Marzioni realizzava la tripla del +3 a -37”; Anzola (ha esordito il neoacquisto Matteo Bastoni) perdeva palla, ma anche l’Olimpia la gettava via. Sul recupero, clamorosa incomprensione a metà campo e altra possesso gettato al vento; Ziron, però, faceva incredibilmente 0/2 dalla lunetta. Luparello, invece, era glaciale dalla “linea della carita” (74-75). Fallo su Tobia Venturi e 1/2, rimbalzo di Anzola e buona conclusione da 3 punti per Nicola Venturi che, però, non era fortunato.

Nei precedenti 39’ si era andato a strappi: pronti, via e 11-2 per Anzola che dominava vicino a canestro. Le penetrazioni di Tobia Venturi ed i canestri da fuori degli esterni castellani, però, cambiavano volto al match. L’Olimpia tentava la fuga una prima volta sul 16-23 che diventava 20-31 al 14’ (missili di Ziron e Pancaldi). Reazione anzolese firmata Francesco Poluzzi (27-33 al 16’) e nuovo +11 esterno (29-40 al 18’). Il finale di quarto era, però, taumaturgico per i boys di coach Coppeta, perché al 23’ tornavano avanti nel punteggio sul 43-42 (doppia tripla per Luparello). Da quel momento iniziava una lunghissima volata (sempre un possesso di differenza) che si decideva come già descritto in precedenza.

ARBOR – CESTISTICA ARGENTA 54 – 58

(16-13; 30-34; 46-42)

Arbor Reggio Emilia: Fontanesi 5, Petri 7, Monti 3, Visini 1, Pedrazzi 7, Braglia, Franzoni 14, Ndiaye ne, Davoli 13, Insolia 4. All. Bellezza.

Argenta: Spinosa 10, Alberti 5, Cesari 10, Checcoli 5, Caprara 3, Lazzari 3, Cavallini 6, Brignani, Mortara 2, Rubbini 2, Capobianco 10, Governatori 2. All. Panizza.

Anche la seconda semifinale ha avuto un finale thrilling. Il match è stato tutt’altro che piacevole, ma, per lo meno è sempre stato in equilibrio. Nella prima frazione il reparto lunghi dell’Arbor faceva la differenza con i reggiani che salivano fino al 16-9 dell’8’. Argenta rispondeva con una box and one sul play e metteva la freccia con cinque punti del giovanissimo Alberti, classe 1998 (22-25); Bellezza rispondeva con la 3-2, la gara scendeva di tono, ma aveva uno scossone al 24’ quando, dal 35-36, si passava al 42-36 con un gioco da tre punti di Pedrazzi. Il 5° fallo (tecnico) della stessa ala reggiana, però, era una mazzata per l’Arbor che, comunque, non mollava neanche un centimetro. Bomba di un ottimo Cesari e 46-48, poi, controbreak di 5 a 0 e nuovo sorpasso (51-50 al 35’). Nel concitato finale erano determinanti due triple, la prima di tabella, di Cavallini che risultava il match winner a sorpresa, mentre i reggiani finivano completamente la benzina.

Under 20 Elite, la Bsl inciampa a Ravenna nell’ultima giornata del 2015

UNDER 20 ELITE 11° Giornata

GIRONE A

SCUOLA BASKET FERRARA – POL. GIOVANNI MASI 87 – 79

CASTIGLIONE MURRI BK – PALL. REGGIANA 37 – 60

POL. PIACENZA CLUB – ELLEPPI 1976 72 – 55

POL.VIS TREBBO – G.S. INTERNATIONAL BASKET 75 – 61

CLASSIFICA

Reggiana 20; Elleppi Bologna 16; Masi Casalecchio 14; S.B. Ferrara 12; International Imola 10; Vis Trebbo, Piacenza 8; Castiglione Murri 0.

GIRONE B

BASKET GIALLONERO IMOLA – ANZOLA BASKET 53 – 54

PALL. CORREGGIO – VIS 2008 52 – 75

JUNIOR BASKET RAVENNA – B.S.L. SAN LAZZARO 88 – 86 dts

(12-18, 33-40; 64-61, 75-75)

Ravenna: Montaguti 31, Biancoli 6, Emiliani 3, Trerè 15, Polyeshchuk, Scaccabarozzi 10, Ghinassi 2, Bartocci 3, Ravaioli 2, Cinte, Seck 16. All. Massari.

S.Lazzaro: Grilli ne, Fornasari 28, Forni 2, Mellara 14, Campagna 4, Masrè 14, Allodi 12, Ginevri 8, Pezzano 2, Baietti 2. All. Lelli.

AICS JUNIOR BASKET FORLI’ – DESPAR 4 TORRI FERRARA 61 – 90

CLASSIFICA

Vis Ferrara 20; BSL San Lazzaro, 4 Torri Ferrara 16; Anzola 12; Junior Ravenna 10; Correggio 8; Giallonero Imola 6; Aics Forlì 0.

C.S. – VSV, coach Alfieri “promosso” fino a giugno

La VIRTUS SPES VIS comunica di avere affidato la panchina della prima squadra ad Alberto Alfieri. Alfieri guiderà la formazione giallonera fino alla fine della stagione 2015-16. Ad affiancarlo, in qualità di vice allenatore, Andrea Zotti, attuale tecnico dell’under 13 Vsv, che continuerà comunque il suo lavoro con la formazione giovanile. Carlo Marchi resterà a disposizione della squadra e dell’allenatore in qualità collaboratore.

«Dopo alcuni giorni di riflessione, abbiamo optato per la continuità – le parole del presidente Luigi Dall’Alpi – La nostra è una dimostrazione di fiducia nei confronti di Alfieri e, al tempo stesso, un incentivo per lui e per i giocatori a proseguire il lavoro portato avanti in questo periodo».
1 2 3 4