Tag Archives: bologna basket 2016

Serie B, il “Trofeo For” lo portano a casa i Tigers Cesena

FINALE 3°- 4°

SINERMATIC – BB2016 66 – 58

(8-16; 28-26; 52-42)

New Flying Balls: Folli 3, Bertocco 13, Galassi 17, Mastrangelo 10, Bedin, Naldi, Lolli, Lovisotto 11, Okijlievic 4, Guastamacchia 8. All. Grandi.

Bologna Basket 2016: Conti 8, Fontecchio 9, Fin 9, Myers 12, Bianco, Soviero 8, Costantini, Beretta 4, Felici 6, Graziani 2, Guerri ne, Trepiccione ne. All. Rota.

Quarto posto per il Bologna Basket 2016 nella quarta edizione del Trofeo FOR. La squadra di coach Rota esce sconfitta nel derby per la terza piazza con i New Flying Balls di Ozzano, partita caratterizzata da continui saliscendi di punteggio. A un primo quarto in cui i padroni di casa, con una difesa tenace e giochi in contropiede, riescono a tenere gli ospiti a soli 8 punti, segue una seconda frazione di rilassamento che fa rientrare i NFB che all’intervallo mettono la testa avanti di due lunghezze, nonostante due triple consecutive di Myers (alla fine migliore realizzatore con 12 punti). Nel terzo quarto la gara si mantiene equilibrata (40 pari a 2’30” dal termine), ma un improvviso blackout dei rossoblu permette agli ozzanesi di scavare col tiro pesante e una difesa arcigna un solco di 10 punti. Quattro liberi di Fin a inizio quarta frazione fanno sperare in un rientro in gara, ma la maggior consistenza a rimbalzo di Ozzano (51 a 36 alla fine) concede seconde e terze chance che si concretizzano in troppi canestri facili, fino all’amara conclusione. Da segnalare comunque la buona prova difensiva di Soviero, la grinta di Fin, la crescita di Felici.

FINALE 1°- 2°

TIGERS – REKICO 63 – 56

(16-14; 26-28; 38-37)

Cesena: Dagnello, Trapani 1, Battisti 3, Borsato 15, Alessandrini 6, Terenzi 3, Tedeschi, Marini 14, Chiappelli 4, Dell’Agnello 17. All. Di Lorenzo.

Faenza: Testa 12, Anumba 12, Rubbini, Marabini ne, Calabrese, Ballabio 4, Ly-Lee 4, Filippini 7, Iattoni 11, Solaroli 3, Petrucci ne. All. Serra.

La Rekico non riesce a vincere il Trofeo For, perdendo una combattuta finale contro i Tigers. Ai faentini resta qualche recriminazione visto che hanno dovuto fare i conti con gli infortuni: Petrucci non è entrato a scopo precauzionale come era già accaduto nella semifinale contro il Bologna Basket 2016 per i postumi della distorsione alla caviglia subita ad inizio ottobre, e Rubbini si è infortunato alla caviglia a metà del secondo quarto, dovendo salutare il match in grande anticipo. Nonostante tutto però la squadra di coach Serra ha compiuto un altro passo avanti nel percorso di crescita, mostrando ancora una volta grande determinazione e lo spirito di chi non molla mai.

Il derby tra Faenza e Cesena, ormai una classica del basket romagnolo, non delude le attese, ma nel primo tempo si vede soltanto l’agonismo e non i canestri. All’intervallo, infatti, la Rekico conduce 28-26, un punteggio decisamente basso. Il momento chiave del match è l’infortunio di Rubbini, che toglie a Faenza uno dei suoi uomini più in forma e il motore del gioco offensivo. Nel terzo quarto la Rekico ritrova la mira e prova ad andare in fuga portandosi sul 28-34, subendo poi il break di 7-0 e così ancora all’insegna del massimo equilibrio si arriva alla fine del terzo quarto con i Tigers avanti 38-37. A spostare l’inerzia nelle mani cesenati è la difesa che non concede nulla a Faenza nei primi minuti dell’ultimo quarto, mentre in attacco è Borsato il mattatore con ben quattro triple. La guardia porta i Tigers sul 56-43, allungo che risulterà decisivo nonostante la Rekico, fino all’ultimo, lotti per trovare la parità, chiudendo il match sul 63-56.

Serie B, nel “Torneo For” la finale sarà tutta romagnola: Tigers vs Raggisolaris

SINERMATIC – TIGERS 59 – 74

(25-17; 34-39; 44-57)

Ozzano: Folli 3, Bertocco 15, Galassi 3, Chiusolo 7, Mastrangelo 3, Bedin, Naldi, Lolli, Lovisotto 14, Okiljevic 6, Guastamacchia 8. All. Grandi.

Cesena: Dagnello 12, Trapani 8, Battisti 4, Borsato 5, Alessandrini 6, Terenzi 10, Tedeschi, Marini 6, Chiappelli 9, Dell’Agnello 14. All. Di Lorenzo.

Si apre con la vittoria di Cesena il quadrangolare “Torneo For”, organizzato dal Bologna Basket al PalaSavena di San Lazzaro. La squadra romagnola ha infatti superato con autorità la Sinermatic che, dopo una partenza sprint, si è persa sul più bello cedendo alla sirena finale 59 a 74.

Dopo lo 0-4 iniziale dei Tigers, Ozzano entra in partita e trova confidenza col canestro. Spinti da Lovisotto e Bertocco, la Sinermatic disegna un break di 9 a 0, costringendo coach Di Lorenzo al time-out. Cesena, dopo la sospensione, risponde immediatamente con Dell’Agnello e Marini, ma la precisione dall’arco ozzanese (triple di Mastrangelo, Chiusolo, Lovisotto e Bertocco) fanno volare una buona Sinermatic fino al +10 (25-15 al 9’). Il primo quarto va in archivio con i biancorossi avanti 25-17, ma il vantaggio biancorosso cresce in avvio del secondo periodo, quando il giovane Guastamacchia è protagonista di un 5-0 di parziale che porta Ozzano sul massimo vantaggio (30-19 al 12’). Da quel momento, però, la partita cambia completamente: da un lato la Sinermatic si disunisce, perdendo diversi palloni in costruzione del gioco e concedendo troppo in difesa, dall’altra Cesena si prende a favore l’inerzia del match e trova con facilità la retina. In poco meno di sette minuti i Tigers fanno 20-4 di parziale, ribaltando completamente la situazione e andando all’intervallo lungo avanti 39-34. La musica non cambia nel terzo periodo, con la Sinermatic che dopo aver tenuto i due possessi di ritardo nei primi cinque minuti nel restante periodo subisce un nuovo break (sugli scudi in casa Tigers Dagnello e Dell’Agnello) e finendo a -13. Trascinati da Terenzi e Trapani, la formazione romagnola tocca al minuto 34 il massimo vantaggio (+21 sul 46-67), mentre Ozzano deve fare i conti con 20 palle perse complessive ed una percentuale ai liberi non eccelsa. Entrati negli ultimi 5’, i canestri di Okiljevic, Bertocco e una bomba di Guastamacchia danno ossigeno ai Flying, che ritornano anche sul -11 quando mancano centoventi secondi dalla fine. Cesena, però, è brava ad amministrare il vantaggio, mai in discussione dopo l’intervallo lungo, e negli ultimi giri di lancetta, fissa il punteggio finale sul 59-74.

BB2016 – REKICO 72 – 80

(26-15; 45-36; 60-56)

Bologna Basket 2016: Conti 14, Fontecchio 18, Fin 14, Myers 1, Bianco 3, Soviero 5, Costantini, Beretta 12, Felici, Graziani 5, Guerri, Trepiccioni ne. All. Rota.

Faenza: Testa 10, Anumba 14, Rubbini 17, Marabini 2, Calabresi 5, Ballabio 12, Ly-Lee, Filippini 9, Iattoni 11, Solaroli, Bartolini, Petrucci ne. All. Serra.

Nella sfida del sabato, il Bologna Basket 2016 perde il derby regionale, pur avendo chiuso al comando nei primi tre quarti. Sopra di 15 punti nella seconda frazione e di 13 nella terza, i rossoblu non sono riusciti, però, a dare il colpo del ko, subendo invece controparziali importanti da parte degli ospiti (rispettivamente 9-0 e 17-5). Alla distanza la maggiore fisicità e il pressing allungato dei faentini hanno finito per prevalere, anche se il +8 finale appare troppo punitivo. A 1’30” dalla fine, infatti, i padroni di casa erano sotto di soli 3 punti palla in mano (72-75), ma un blocco in attacco di Fontecchio giudicato falloso, ha girato definitivamente la gara.

I bolognesi pagano l’inesperienza e le percentuali deficitarie da 2 (43%), ma pesano anche i 48 rimbalzi concessi (contro 42) e le 18 palle perse. Una partita a fasi alterne, dunque, così come alterni sono stati i rendimenti dei giocatori. Top scorer Fontecchio con 18 punti, pure limitato dai falli, Beretta raggiunge la doppia doppia (12 punti e 12 rimbalzi), ma subisce a tratti dai lunghi avversari e commette per il nervosismo un fallo tecnico di un certo peso negativo nella parte finale del match. Conti segna 14 punti, ma con medie dal campo insufficienti (6/17). Bene Fin nel tiro pesante (4/6 da 3), anche se calato alla distanza per un colpo subito al viso. Corretta la regia di Guerri, autore anche di un sontuoso assist sottomano a Beretta, uscito pure lui anzitempo per una botta alla coscia.

Oggi, domenica, gran finale del trofeo FOR, prima con il match alle 17.00 per il 3° e 4° posto tra BB2016 e New Flying Balls Ozzano e poi con la finale alle 19.30 tra Raggisolaris Faenza e Tigers Cesena.

Nella prima uscita stagionale, i Flying Balls si aggiudicano il derby col BB2016

SINERMATIC – BOLOGNA BASKET 2016 73 – 68

(24-20; 11-15; 14-11; 24-22)

Ozzano: Folli 7, Bertocco 17, Galassi 22, Chiusolo 2, Mastrangelo 13, Bedin 6, Zecchini, Lovisotto 4, Okiljevic, Guastamacchia 2, Bisi ne, Naldi ne. All. Grandi.

Sette mesi e mezzo dalla partita memorabile contro Piacenza torna ad alzarsi una palla a due al Pala Arti Grafiche Reggiani. Sono le 18:15 di un tiepido e ventoso pomeriggio di ottobre quando in Viale 2 Giugno scatta la prima amichevole della stagione 2020/21, con i nuovi e giovani New Flying Balls pronti a rompere il ghiaccio sfidando i vicini di casa del Bologna Basket 2016, anch’essi vogliosi di fare bene in vista della prima stagione in Serie B della loro giovane storia.

Come capita per gran parte degli scrimmage del caso, si giocano quattro quarti da dieci minuti, con punteggio azzerato per ogni periodo e senza il conteggio dei falli personali. A sirena finale saranno tre i quarti vinti dalla Sinermatic, uno quello del Bologna Basket, un punteggio complessivo che recita 73 a 68 per i padroni di casa, a testimonianza di 40’ di assoluto equilibrio.

Nel primo quarto partono meglio gli ospiti, che dopo una manciata di minuti trovano anche il +7. Ozzano deve carburare, i ragazzi si stanno conoscendo in queste settimane e gli schemi devono ancora essere rodati. Ci pensa uno dei nuovi arrivi estivi Nicolò Bertocco a dare la carica e ricucire il gap, mentre nel finale punto a punto preziose sono le due triple di Galassi che regalano il primo periodo ad Ozzano con un parziale di 24 a 20. Nel secondo periodo si segna con il contagocce, le difese di ambo le squadre prevalgono e i ferri del Pala Grafiche Reggiani respingono molti tiri delle due squadre bolognesi. I Flying durante il periodo perdono Lovisotto, fermato precauzionalmente dallo staff medico per un problema alla schiena. Bologna Basket si aggiudica il quarto 15 a 11, con Ozzano che resta vicina nel punteggio grazie a due triple firmate Galassi-Folli. Nella terza frazione continuano i guai in casa Sinermatic: coach Grandi dopo Lovisotto perde anche Bedin, per un forte colpo ad un occhio. Si chiedono così minuti straordinari ai giovanissimi Guastamacchia e Okiljevic, con quest’ultimo che non trova la via del canestro ma la sua presenza si fa sentire in area e in particolar modo a rimbalzo. Il protagonista in attacco di questo quarto è invece Nicola Mastrangelo, che sfrutta la meglio gli assist di Bertocco e Chiusolo e segna 8 dei 14 punti realizzati dai Flying che vincono il periodo per 14 a 11. Nell’ultimo quarto la stanchezza comincia a farsi sentire, le difese si allentano un po’ e gli attacchi trovano canestri più comodi. Sfruttano così l’occasione il duo Bertocco-Galassi con 20 punti dei 24 totali arrivati dalle loro mani. Dopo un bel finale punto a punto alla fine la Sinermatic si aggiudica anche l’ultimo periodo, 24 a 22 il parziale che fissa così sul 73 a 68 per i biancorossi il punteggio complessivo del test.

C Gold, il BB2016 si aggiudica la terza edizione del “Torneo FOR”

Alla prima uscita ufficiale della stagione, sul nuovo campo del Palasavena di San Lazzaro, il Bologna Basket 2016 vince per la terza volta consecutiva il Torneo FOR.

Nella partita di ieri sera i rossoblù hanno battuto Molinella per 82-58, dimostrando di aver già raggiunto una buona intesa collettiva, nonostante le numerose “new entries”, frutto di un’intensa campagna acquisti durante il periodo estivo.

Il BB2016 ha esibito un gioco veloce, mettendo in mostra una difesa aggressiva e rapide ripartenze, che fin dal 1° quarto – chiuso 21 a 9 per i bolognesi – ha messo in difficoltà gli avversari. Un altro parziale nella seconda frazione di 31-18 ha definitivamente chiuso il discorso. Più equilibrati gli ultimi due quarti (17-14 e 13-17), in cui hanno avuto spazio le seconde linee. Migliori marcatori BB2016: Alessandro Nucci (20), Luca Fontecchio (17) e “Slava” Zhytaryuk (12).

Prossimo impegno per la squadra felsinea sabato 7 – domenica 8 settembre al Torneo di Ozzano, presso il Palagira.

C Gold, l’esterno imolese Folli approda al Bologna Basket 2016

Arriva dalla serie B il nuovo pezzo da 90 del Bologna Basket 2016 e precisamente dai New Flying Balls di Ozzano. Si tratta di Matteo Folli, esterno di 1,97 m e 23 anni d’età.

Folli è reduce da una stagione nella serie superiore da 28 partite giocate, segnando 207 punti con una media di 7,4 a partita e una migliore prestazione di 14 punti.

Oltre che a Ozzano, dove è stato uno dei punti di forza della squadra negli ultimi tre campionati, Matteo ha giocato dal 2013 al 2016 ad Imola.

Player di grande solidità e con una profonda conoscenza del gioco, Folli è noto per la sua capacità di inserirsi negli schemi e fare gruppo. È ottimo tiratore, ma sa anche andare con decisione a canestro.

C Gold, Graziani è il terzo volto nuovo del Bologna Basket 2016

Il Bologna Basket 2016 è lieto di annunciare l’arrivo in squadra di Andrea Graziani, terzo volto nuovo del mercato rossoblu dopo Nucci e Zhytaryuk. Classe 1998 per 194 cm d’altezza, capace di ricoprire i ruoli di guardia e di ala piccola, Graziani giunge sotto le Due Torri dopo una stagione alla Bmr di Scandiano con 34 partite giocate, segnando 123 punti con una media di 3,6 a partita e un ‘best’ di 15 punti.

Giocatore di grande energia e forte difensore, Andrea precedentemente aveva giocato alla Baltur Cento, squadra con cui aveva conquistato la promozione in A2.

Nato ad Anzola dell’Emilia e cresciuto nel settore giovanile della Virtus Bologna, ha all’attivo anche un’annata in C Gold con Pontevecchio, purtroppo rovinata da un infortunio. Il suo quindi è una sorta di “homecoming” con forti ambizioni di rivincita.

C.S. – Il Bologna Basket si ripresenta ambizioso ai nastri di partenza

Per la nuova stagione di C Gold Emilia Romagna il Bologna Basket 2016 si presenterà con la squadra dell’anno scorso confermata all’80%. Da Poluzzi a De Pascale, da Cortesi a Legnani, da Fin a Guerri al rientrante Tugnoli, il blocco che nell’ultimo campionato è riuscito per la prima volta ad accedere ai playoff affronterà compatto l’appuntamento di questo autunno. All’appello mancheranno solo Lorenzo Bertuzzi e Alessandro Brotza, che passeranno a Granarolo in C Silver e che la società vuole fin da ora ringraziare per l’impegno e la dedizione dimostrati.

È una stagione piena di novità per il BB 2016. La nuova joint venture con Pontevecchio non solo metterà insieme i loghi delle due società sulle maglie rossoblù, ma incrementerà i contatti e le attività di collaborazione, con benefici per entrambe le società. Inoltre, come comunicato nei giorni scorsi, la sede di gioco si sposterà al Csb di Bologna (ex Cierrebi).

Ma buone nuove arrivano anche sul fronte giocatori. Si vedranno in campo con i colori del BB2016-Pontevecchio due volti nuovi: Matteo Polverelli e Lorenzo Folli.

Polverelli, che ha vestito la maglia dei Crabs di Rimini, dei Titani di San Marino e nel 2017 della Salus, è un pivot romagnolo del ’92, atletico e ottimo rimbalzista, specializzato nel pick’n roll e dotato di buona tecnica individuale. Darà grande solidità e concretezza sotto canestro, ovviando così a una certa “leggerezza” del BB2016 emersa negli incontri con squadre più muscolari.

Folli, in arrivo dal Pontevecchio, è invece una guardia realizzatrice di 1,90 del 2000, di grande interesse come prospetto per i prossimi anni. A Matteo e Lorenzo il Bologna Basket dà il benvenuto nella famiglia rossoblù ed augura loro una grande stagione di successi.

Nello staff tecnico del BB2016 entrerà infine Flavio Rota, allenatore del settore giovanile della Pontevecchio.

Per completare la squadra manca ora solo un pezzo. In questi giorni sono in corso contatti per portare al BB2016 un altro giocatore importante, di livello elevato per le Minors. Sarà cura della società informare nei prossimi giorni i media sulla buona riuscita della trattativa.

I GIOCATORI

Federico Legnani, playmaker

Lorenzo Guerri, playmaker

Michele Poluzzi, play/guardia

Lorenzo Folli, guardia

Filippo De Pascale, guardia/ala

Andrea Tugnoli, guardia/ala

Gabriele Fin, ala

Simone Cortesi, ala

Matteo Polverelli, centro

STAFF TECNICO

Matteo Lolli, capo allenatore

Marco Mezzetti, allenatore

Flavio Rota, allenatore

Bologna Basket 2016, ingaggiato (via Pontevecchio) il pivot Franci Zeneli

Nuovo arrivo per il BB2016: la settimana scorsa è stato tesserato Franci Zeneli.

Il giocatore, classe 1994 e proveniente dal Pontevecchio, è un’ala-centro di 1.98, già selezionato per la Nazionale albanese. Nuova entrata anche nella dirigenza con l’arrivo dell’ex giocatore di Reggio Calabria e Ozzano Emilia Dario Sigon. Il Bologna Basket 2016 rinforza il suo settore lunghi con l’innesto di Franci Zeneli, 22 anni, ala-centro di 1.98 m. Zeneli ha esordito con una prestazione convincente (16 punti e 8 rimbalzi) nella sfortunata partita di sabato scorso con la Polisportiva Arena di Montecchio. In uscita dalla Pontevecchio, stava viaggiando nell’attuale stagione di C Gold alla media di 12,5 p., con un top score di 22 punti contro la BSL San Lazzaro. Pivot moderno, robusto e atletico, ha tra le sue armi anche il tiro dalla media e dalla lunga distanza.

Il giocatore, nato a Korce (Albania) il 24 settembre 1994, ha disputato due anni di campionato U19 nel settore giovanile della Virtus Siena, conquistando gli ottavi di finale, nel secondo anno, nel campionato di Eccellenza. È poi passato in prima squadra nella stagione 2013/2014, sempre a Siena, nell’anno della promozione dalla C2 alla C1, per poi qualificarsi l’anno dopo ai play-off di C Gold. Nel 2015/16 ha giocato ancora nella C toscana, vinta da Siena che è stata promossa in B. La scorsa estate è stato chiamato dal commissario tecnico dell’Albania, il greco Antonis Costantinides, al raduno della Nazionale in vista di Eurobasket 2017.

Nuova entrata anche nella dirigenza della società con l’arrivo di Dario Sigon. Sigon si occuperà dei rapporti con il territorio dal punto di vista tecnico-sportivo e delle relazioni con il management di Granarolo. Alfredo Gabrielli ricoprirà invece il ruolo di responsabile del marketing e dei rapporti con gli sponsor, occupando una posizione chiave per la crescita strategica della società. Sigon, nato a Palermo nel 1972, vanta un passato di giocatore di basket professionista nel ruolo di ala-pivot. All’inizio degli anni ’90 fece parte per un paio di stagioni della Viola Reggio Calabria in serie A e successivamente giocò ad Imola. La sua vicenda sportiva è però particolarmente legata al Gira Ozzano, dove fu grande protagonista nella stagione 2001–2002, anno della conquista della Coppa di Lega da parte degli arancioneri con un suo decisivo tiro da 3, e della finale promozione, persa di un soffio contro Teramo. Arrivò poi a Castelmaggiore, squadra con cui passò dalla Promozione alla Serie C2. Al Gira Ozzano ha iniziato anche la sua esperienza dirigenziale con il ruolo di Direttore Sportivo, sviluppando le sue doti di “uomo spogliatoio” già note ai tempi della sua attività da giocatore.

C.S. – Il Bologna Basket 2016 giocherà, la C Gold, a Granarolo

Anno nuovo, vita nuova. Dopo due anni di permanenza in C Silver, Bologna Basket 2011 cambia pelle e si trasforma in una società nuova di zecca, la Bologna Basket 2016. La BB2016 si presenta con una nuova organizzazione societaria per affrontare la sfida della C Gold, dopo aver sottoscritto l’accordo di collaborazione con Granarolo Basket Village, importante realtà della pallacanestro locale, che fornirà il settore giovanile. Completamente rinnovati anche lo staff tecnico e i giocatori. La squadra di Granarolo parteciperà alla C Silver e il Basket Village alla serie D.

BB 2016 si trasferisce così in provincia, pronta a investire in un territorio fertile e sensibile alla “palla a spicchi” come quello granarolese. La sede delle partite sarà il Palazzetto dello Sport di Granarolo, in via Roma 30/2. L’operazione è un ulteriore sviluppo del progetto triennale lanciato lo scorso anno per portare idee nuove e mentalità imprenditoriale nel mondo delle minors bolognesi. L’obiettivo è duplice: da un lato far crescere gli under e lanciare giovani di talento in C Gold; dall’altro attrarre giocatori di solida esperienza, che hanno speso la loro vita agonistica nei campionati regionali emiliano-romagnoli o di altre parti d’Italia, che possano così confrontarsi con rilevanti realtà territoriali e trasmettere la loro esperienza alle nuove leve.

La dirigenza – Il presidente della società sarà Rossano Guerri, già direttore generale di BB2011. Nel consiglio siederanno Alfredo Gabrielli e Marco Landuzzi, mentre Massimiliano Midulla ricoprirà il ruolo di team manager.  Confermato Luca Regazzi come responsabile della comunicazione.

Lo staff tecnico – Rinnovata completamente, come accennato, la conduzione tecnica della squadra, affidata a un collaudato team di allenatori. Capo allenatore sarà Gianni Trevisan, coach di provata esperienza, con alle spalle una lunga e prestigiosa carriera in panchina. Trevisan ha allenato, tra l’altro, la Virtus Padova, il Montebelluna in B2 e, nella stagione 1991-1992, la Scaligera Verona in A1, sostituendo Mario Blasone. Sarà coadiuvato dai vice Claudio Migliari e Roberto Gentili. A Francesco Zucchini, esperto ex allenatore di Cento che vanta anche esperienze nella massima serie (allenò nel 1984 la Yoga Fortitudo in Serie A), è stato affidato lo scouting.

Nei prossimi giorni informeremo sul roster completo della squadra, formato dai migliori under del BB 2011 e del Granarolo Basket su cui sono stati innestati giocatori di grande qualità ed affidabilità.