Category Archives: Comunicati

Serie B, buon scrimmage per Benedetto Cento e Flying Balls Ozzano

TRAMEC – SINERMATIC 73 – 65

(24-14; 10-16; 25-14; 14-21)

Cento: Idrissou 6, Manzi, Vannini, Fallucca 15, Roncarati, Ranuzzi 5, Morici 3, Venturoli 11, Paesano 7, Leonzio 24, Vitale 1, Moreno ne. All. Mecacci.

Ozzano: Chiusolo 10, Mastrangelo 1, Iattoni 14, Giannasi, Folli 3, Favali 2, Dordei 19, Montanari 6, Crespi 9, Lolli 1, Gianninoni. All. Grandi.

E’ andato in scena al PalaReno di Sant’Agostino il secondo scrimmage stagionale della Sinermatic Ozzano, ospite della Benedetto Cento, prossima avversaria nel Girone C della Serie B e seria pretendente alla lotta per centrare la promozione in A2.

Dopo quello di sabato scorso contro Castelnovo, per i ragazzi di coach Grandi si è trattato di un altro test importante, utile per amalgamare gli schemi e continuare a crescere soprattutto di squadra, cercando di integrare al meglio i nuovi arrivati nel gioco impartito dallo staff tecnico biancorosso.  L’amichevole  contro Cento va in archivio con i padroni di casa vittoriosi nel punteggio complessivo per 73 a 65, ma due dei quattro quarti disputati hanno sorriso ai nostri ragazzi.

Innanzitutto al PalaReno spiccano assenti illustri: in casa Sinermatic, oltre a Nunzio Corcelli, c’è da registrare la defezione di Marco Morara, messo ko da un virus febbrile. Per la Tramec, invece, parcheggiati ai box in via precauzionale sia il play titolare Moreno, sia capitan Emanuele Rossi.

Nella prima frazione il mattatore è l’ex Pescara Leonzio, che a suon di canestri e triple fa da solo 13 punti. Per Ozzano a segno Crespi, Iattoni e dalla lunga distanza Chiusolo, ma dopo i primi dieci minuti Cento è riuscita a trovare la doppia cifra di vantaggio (24-14 il parziale). Nel secondo periodo molto bene Ozzano, sia dal punto di vista difensivo (Cento non segna per quasi 4 minuti), sia offensivo, in particolare con gli ispirati Dordei e Iattoni. Il secondo quarto ha così visto la Sinermatic prevalere 16 a 10, mentre è il terzo quello in cui i Flying hanno sofferto di più: trascinati da Leonzio e Fallucca, Cento segna 25 punti in dieci minuti, mentre Ozzano, dopo un digiuno di tre minuti, ne fa solo 14 con Dordei, Chiusolo e una tripla di Folli. Nell’ultimo quarto, con la stanchezza che incombe su entrambe le formazioni, è la Sinermatic ad avere la meglio. I punti di Ranuzzi e del giovane Venturoli sono presto cancellati dalla coppia Iattoni-Montanari, mentre Crespi si mostra attento a rimbalzo e sulla sirena finale realizza il tap-in che vale il 14 a 21 che pone fine alle ostilità.

Serie B, ottimo test per la Bakery a Piadena

CORONA PLATINA – BAKERY 70-88

(24-14; 13-33; 11-23; 22-18)

Piadena: Leone, De Ros, Tinsley, Lorenzetti, Giovara, Sereni, Olivieri, Vignali, Dal Maso, Dorno. All. Tritto.

Piacenza: Maggio 13, Udom 6, Pedroni 3, Artioli 17, Orlandi 2, Bruno 11, De Zardo 10, Cena 9, Birindelli 4, Bracchi 13. All. Campanella.

Terzo appuntamento del preseason per la Bakery: Corona Platina Piadena milita in serie B, nel girone B. Il roster biancorosso è al completo, pronto a riconfermarsi dopo i primi due test affrontati in maniera positiva e convincente.

Le prime battute sono all’insegna dell’equilibrio con un continuo batti e ribatti. Bracchi incide con 4/4 ai liberi, seguito poco dopo dalle triple di Bruno e Artioli che piazzano il 7-12. Col passare dei minuti il ritmo cala e Piadena ne approfitta piazzando 15 punti consecutivi spiazzando così la difesa biancorossa. Il primo quarto si conclude sul 24-14. Il secondo quarto si apre con due triple cremonesi, preoccupando così coach Campanella. Time out, indicazioni e la Bakery cambia registro. Artioli ne mette 6, Bracchi lo segue con un tiro da fuori e il punteggio è ribaltato sul 6-11. Maggio e Udom si sbloccano prima dell’inizio del tango argentino targato Bruno-Cena che piazzano in pochi minuti 11 punti. Pedroni e Udom in lunetta e De Zardo da 3 chiudono un quarto giocato in maniera magistrale. Il risultato finale recita 13-33. Maggio si infiamma e mette a segno 3 triple nei primi 2 minuti, aiutato dai primi punti di Birindelli e l’ottima prova di Bracchi che segnano il 7-15. Maggio infila il suo 11esimo punto con Piadena esausta ed incapace di arginare i colpi piacentini. De Zardo e Cena fissano il finale sul 11-23, scandendo altri 10 minuti giocati alla grande dall’intero roster. Due bei tiri dell’ottimo Bracchi aprono il sipario degli ultimi 10 minuti del match. Piadena insorge e comincia a dar fastidio passando in vantaggio sul 13-8. Spazio per i primi punti di Orlandi, conditi anche dai colpi del solito Artioli e De Zardo. I lombardi non mollano e ritornano in vantaggio, mantenendolo fino alla fine del quarto che si conclude con il 22-18. Il risultato finale recita 70-88.

C Gold, il BB2016 si aggiudica la terza edizione del “Torneo FOR”

Alla prima uscita ufficiale della stagione, sul nuovo campo del Palasavena di San Lazzaro, il Bologna Basket 2016 vince per la terza volta consecutiva il Torneo FOR.

Nella partita di ieri sera i rossoblù hanno battuto Molinella per 82-58, dimostrando di aver già raggiunto una buona intesa collettiva, nonostante le numerose “new entries”, frutto di un’intensa campagna acquisti durante il periodo estivo.

Il BB2016 ha esibito un gioco veloce, mettendo in mostra una difesa aggressiva e rapide ripartenze, che fin dal 1° quarto – chiuso 21 a 9 per i bolognesi – ha messo in difficoltà gli avversari. Un altro parziale nella seconda frazione di 31-18 ha definitivamente chiuso il discorso. Più equilibrati gli ultimi due quarti (17-14 e 13-17), in cui hanno avuto spazio le seconde linee. Migliori marcatori BB2016: Alessandro Nucci (20), Luca Fontecchio (17) e “Slava” Zhytaryuk (12).

Prossimo impegno per la squadra felsinea sabato 7 – domenica 8 settembre al Torneo di Ozzano, presso il Palagira.

C Gold, prima uscita in equilibrio tra Medicina e Virtus Imola

VIRTUS MEDICINA – VIRTUS IMOLA 61 – 65

Buona la prima per la rinnovata Virtus Imola.

A Medicina scende in campo per la prima volta, in amichevole, la squadra di coach Marco Regazzi che supera 65-61 i cugini uguali nel nome Virtus e nei colori gialloneri.

In un clima afoso, Dalpozzo e compagni debuttano nella pre-season 2019/20 conquistando una vittoria valida solo per il morale e per i primi applausi dei tanti tifosi giunti da Imola.

Coach Regazzi schiera il primo quintetto della stagione affidandosi a Barattini in cabina di regia, Kos ed Orlando in fase di guardia, con Spampinato ed Errera a lottare sotto le plance. Entrano tutti i 12 elementi a disposizione del nuovo roster giallonero, compresi i giovani imolesi Savino e Piani Gentile.

Miglior marcatore di serata il play Marco Barattini, autore di 3 triple, seguito dall’altro giovane play Filippo Marcone e dal pivot Danilo Errera, entrambi ad un soffio dalla doppia cifra.

Serie B, positivo il primo test per i Flying Balls Ozzano

SINERMATIC – LG COMPETITION 90 – 73

(14-17; 29-24; 21-14; 26-18)

Ozzano: Morara 17, Chiusolo 7, Iattoni 12, Giannasi, Folli 5, Favali 2, Dordei 12, Montanari 24, Crespi 7, Lolli, Gianninoni 4. All. Grandi.

Sono arrivate prime importanti indicazioni per coach Federico Grandi e il suo staff dall’amichevole disputata Sabato pomeriggio contro Castelnovo Monti, formazione che parteciperà al prossimo campionato di C Gold.

Davanti ad un centinaio di tifosi incuriositi da questa prima uscita delle nuove “Palle Volanti”, i biancorossi hanno vinto tre dei quattro quarti disputati contro la compagine reggiana. All’assenza già nota di Corcelli si è aggiunta la defezione di Nicola Matsrangelo, tenuto precauzionalmente ai box per un fastidio muscolare. Al roster ozzanese sono stati aggregati per l’occasione Jacopo Gianninoni, play classe 1999 lo scorso anno a Crema in B, e Alessandro Lolli, giovane 2002 del settore giovanile; entrambi nei giorni scorsi si sono allenati più di una volta con la squadra guidata da coach Grandi.

Venendo al basket giocato, lo scrimmage ha visto un primo quarto equilibrato, chiuso con gli ospiti vittoriosi di 3 punti, mentre in casa Flying sono arrivati punti solo dal trio Iattoni-Montanari-Crespi (le tre new entry senior del mercato estivo).

La seconda frazione è a due facce: Castelnovo parte forte e sfrutta un po’ di indecisione della Sinermatic per volare fino al +10 (2-12). La risposta ozzanese non tarda e trascinati da Montanari, Dordei e Morara la squadra di casa rimonta, sorpassa e chiude il quarto con un parziale di 29 a 24.

Di Ozzano anche la terza frazione (21-14), con Chiusolo, Iattoni e ancora Montanari fra i principali realizzatori. Nell’ultimo periodo regna da entrambe le parti la stanchezza, complice i carichi di lavoro pesanti di queste prime due settimane di preparazione. La spunta ancora una volta la Sinermatic, che con il parziale di 26 a 18 fissa il punteggio totale dell’amichevole sul 90-73.

I ragazzi di coach Grandi torneranno in campo Mercoledì alle 18:30, quanto al PalaReno di Sant’Agostino (Fe) saranno impegnati nel secondo test prestagionale, questa volta contro un avversario di categoria, la Baltur Cento, una delle  favorite per il salto di categoria per il ritorno in Serie A2.

Serie B, la Bakery non convince contro Lumezzane

BAKERY – VIRTUS LUMEZZANE 81-78

(15-16; 27-19; 21-26; 18-17)

Piacenza: Maggio, Udom 15, Pedroni 3, Artioli 25, Orlandi, Bruno 15, De Zardo 9, Chiozza, Birindelli 11, Bracchi 3. All. Campanella.

Lumezzane: Fossati, Malagutti, Gamazo, Ciaramella, Mastrangelo, Borghetti, Brajkovic, Nebuloni, Contini. All. Crotti.

Davanti al pubblico amico, i biancorossi esordiscono contro la formazione del Lumezzane, squadra militante in serie C gold. Tutti a disposizione per coach Campanella ad eccezione di Enzo Cena, tenuto a riposo per motivi precauzionali. Al suo posto è stato chiamato il classe 2000 Michele Chiozza.

Primo quarto che si apre con 8 punti di “Tato” Bruno che accende subito il gruppo di tifosi presenti al palazzetto. Col passare dei minuti insorge la formazione ospite che sfrutta le lacune difensive biancorosse, piazzando un 8-0. I primi 10 minuti si concludono con il vantaggio lombardo per 15-16, con Bruno, Artioli e Birindelli unici marcatori per Piacenza.

La seconda frazione vede Campanella inserire tutti gli under, portando il punteggio inizialmente sul 9-4 con i colpi di Artioli e Udom. Il numero 1 si ripete nel finale con 5 punti consecutivi, conditi da potenza e prestanza fisica. Lumezzane non ci sta e continua a macinare punti fino alla sfuriata di Lorenzo De Zardo che piazza 6 punti che fissano sul 27-19 il finale.

Bruno ruba palla e da il via al terzo quarto. Sale in cattedra anche Duilio Birindelli che infila 6 punti consecutivi a cui Lumezzane risponde con diversi tiri fuori dall’area. Pedroni e Bracchi con 3 punti cadauno si sbloccano, ma la squadra lombarda è troppo precisa e così si porta a casa il terzo quarto sul 21-26.

L’ultimo quarto è la fotocopia del terzo, con Lumezzane che prende il sopravvento all’inizio. Campanella chiama timeout e riesce a svegliare i suoi. Bruno, Artioli e Udom suonano la carica riuscendo a piazzare 6 punti nell’ultimo minuto, così da pareggiare il conto dei tempi vinti. Il finale recita 81-78 per i biancorossi la somma dei punteggi.

Contro una formazione di categoria inferiore la Bakery è andata ad ondate. Artioli è stato il mattatore del match con 25 punti, seguito da Bruno e Udom con 15 punti a testa.

Serie B, i Raggisolaris non sfigurano contro Forlì

REKICO – UNIEURO 50 – 78

(4-19; 22-40; 31-56)

Faenza: Rubbini 7, Oboe 3, Zampa 3, Calabrese, Tiberti E. 3, Santucci 4, Bruni 5, Mazzotti ne, Klyuchnyk 12, Sgobba 7, Petrini ne, Tiberti A. 6. All. Friso.

Forlì: Kitsing 10, Giacchetti 7, Watson 12, Petrovic 5, Marini 15, Dilas 4, Oxilia, Benvenuti 5, Bruttini 2, Ndoja 14. All. Dell’Agnello.

Una cosa è certa: dopo i primi quaranta minuti della preseason si è visto che il carattere alla Rekico non manca di certo. In un PalaCattani da incorniciare con oltre 500 spettatori, i Raggisolaris non sfigurano davanti all’Unieuro Forlì, mettendo sempre in campo grinta e aggressività per tutti i quaranta minuti, armi che sono servite a sopperire il gap tecnico e fisico tra le due formazioni (Forlì è tra le candidate alla promozione in A1) e alla stanchezza nelle gambe dovuta alla preparazione atletica.

Dopo un avvio contratto con soli 4 punti segnati nel primo quarto nonostante le buone conclusioni costruite da dentro e fuori dall’arco, la Rekico acquista fiducia nei propri mezzi, giocando a testa alta e ad armi pari i restanti tre quarti, vincendo l’ultimo 19-18. Ricordiamo che si trattava come sempre di uno scrimmage e che il punteggio veniva sempre riazzerato al termine di ogni periodo.

Le prime alchimie di coach Friso hanno mostrato una squadra affiatata e giocatori bravi ad adattarsi ad ogni ruolo, che devono lavorare per trovare i migliori automatismi. È piaciuto molto il quintetto con il doppio play, con Bruni e Rubbini che hanno giocato bene insieme, la fisicità dei lunghi, la sfrontatezza degli esterni, bravi a rubare palla e ad attaccare il canestro senza paura e lo spirito di squadra. L’applauso finale del PalaCattani dimostra che coach Friso sta lavorando sulla strada giusta per far arrivare pronta la Rekico all’esordio in campionato del 29 settembre con Porto Sant’Elpidio.

Serie D, la Grifo annuncia Parenti, i “cugini” dell’International rispondono con Zambrini

Francesco Parenti (1984 centro di 195 cm) è un giocatore della Grifo Imola. Reduce dalla promozione in C Gold con Castel San Pietro nello scorso campionato, Francesco (Gnotto per gli amici) negli ultimi 9 anni ha sempre giocato in serie C vestendo le maglie della Pontevecchio, degli Stars e di Castenaso prima dell’ultima stagione, come già detto, vissuta da capitano a Castello. Le sue statistiche parlano di quasi 10 punti a partita nelle 222 gare disputate negli ultimi nove anni.

L’International Imola, invece, è lieta di annunciare l’ingaggio di Federico Zambrini, ultimo tassello della formazione che affronterà la serie D 2019-2020. Ala di 193 cm, classe 1985, è cresciuto a Imola nel settore giovanile di Spes Vis e Andrea Costa, per poi calcare numerosi parquet e categorie nel corso della sua lunga carriera, compresa l’A2. Fra le sue numerose esperienze ci sono Pavia, Jesi, Virtus Siena, Molfetta, Raggisolaris Faenza, Virtus Imola e Olimpia Castello. Nella scorsa stagione è stato protagonista con Faenza Basket Project nel campionato di Promozione.

C Gold, il play Barattini approda alla Virtus Imola

Marco Barattini è un nuovo cestista della Virtus Imola per la stagione 2019/2020.

Playmaker, classe 2000, Barattini proviene dalla SG Fortitudo, con cui si è messo in luce nell’ultima stagione di serie C Silver, facendo registrare 12,7 punti di media a partita e risultando il miglior marcatore della squadra. Trafila delle giovanili alla BSL San Lazzaro, quindi il salto alla Fortitudo con cui ha saputo mettersi in evidenza, ottenendo anche l’onore di allenarsi con la formazione di serie A2 di coach Martino. Buon tiratore e passatore, possiede il giusto temperamento nei momenti caldi del match.

C’è una curiosità legata al suo record di punti segnati in una singola gara: il 1° marzo 2019, a Forlimpopoli, Barattini realizzò ben 34 punti nella vittoria 77-68 della Fortitudo sull’Artusiana dell’altro neogiallonero Luca Agatensi, anch’egli miglior marcatore dei suoi con 21 punti.

Serie B, il lungo Birindelli torna a Piacenza, torna alla Bakery

La Bakery Piacenza – Pallacanestro Piacentina ufficializza l’acquisto di Duilio Ernesto Birindelli per la stagione 2019/20.

“El Gringo” ritorna alla corte del presidente Beccari per aiutare nuovamente i biancorossi in un’annata che metterà a dura prova gli uomini di coach Campanella. Dopo una sola stagione trascorsa a Vigevano, il lungo argentino potrà tornare ad abbracciare Roberto Maggio, Santiago Bruno ed il pubblico che tanto lo ha amato e sostenuto. Con la maglia biancorossa Duilio ha giocato (tra Campionato, Playoff e Coppa Italia) 24,38 minuti mettendo insieme le cifre di 8.6 punti, 2 assist e 5.68 rimbalzi di media.

Duilio Ernesto Birindelli è nato a Rufino (Argentina),il 21/11/1984 ed è un’ala grande di 200 cm.
Arriva in Italia nel 2004 ed entra nel basket italiano dalla porta principale, la Serie A1, nella quale disputa due Campionati con la maglia dei Roseto Sharks. Dopo un paio di anni sul Lido delle Rose passa alla Dinamo Sassari, con la quale gioca un anno. In seguito alle nuove norme che regolano l’utilizzo dei cosiddetti “passaportati” nei campionati professionistici è costretto a scendere nelle “minors”, vestendo in successione le maglie di Catanzaro (Serie B2), Atri (Serie B1) Canicattì (Serie B2) e Massafra (Serie B2) con la quale conquista la promozione in Serie B1. Nel campionato 2011/2012 porta anche Agrigento alla promozione in Serie B1 e alla conquista della Coppa Italia di Serie B. Dopo l’esperienza con la Assi Basket Ostuni (DNB), nel Campionato 2013/2014, decide di ritornare un anno in Argentina. Il suo periodo albiceleste dura poco perché la stagione 2015/16 vale un’altra promozione. Con la maglia dell’Eurobasket Roma vince il proprio girone nel Campionato di Serie B, e conquista nuovamente l’accesso in Serie A2 nella Final Four di Montecatini. Nel campionato successivo si muove verso la Virtus Cassino, ma viene eliminato ai playoff da Napoli nella gara decisiva. La passata stagione l’ha vissuta a Vigevano. Con la nuova casacca ha raggiunto le semifinali per poi essere sconfitto da Orzinuovi, futura promossa in Serie A2.

1 2 3 4 5 51