Tag Archives: C silver

Nello scrimmage di San Lazzaro, la Virtus Imola rimonta la Bsl

BSL – INTECH 69 – 77

(22-14; 34-27; 57-52)

Virtus Imola: Dalpozzo 10, Savino ne, Piani Gentile ne, Marcone 2, Biandolino 6, Begic 21, Errera 2, Orlando, Barattini 11, Spampinato 25. All. Regazzi

Buon successo per la Intech che supera 77-69 la BSL, a San Lazzaro, alla palestra Rodriguez. Debutto molto convincente per il nuovo acquisto Ivan Begic che si presenta con 21 punti, frutto di una buona prestazione, condita da 4 triple, una stoppata e buoni movimenti in transizione. Ottimo secondo tempo anche per Andrea Spampinato che domina sotto le plance e dall’arco con ben 3 triple. La squadra, ancora alle prese con la preparazione, mostra un buon affiatamento di gioco, soprattutto nella seconda frazione di gioco, quando molti schemi riescono in modo più preciso e lineare.

Primo quarto un po’ in sofferenza per i gialloneri che subiscono l’aggressività dei locali, finendo sotto 14-22. Primo squillo del match è la tripla proprio di Ivan Begic. Bene Dalpozzo nel frangente. Pochi squilli anche nel secondo parziale, con i biancoverdi avanti 27-34 all’intervallo. Dopo la pausa lunga, invece, la Virtus si scuote e senza strafare, comincia a porre le basi per il recupero e l’allungo decisivo. Sono certamente le 3 triple di Spampinato a metà frazione a spaccare il match a favore degli ospiti. San Lazzaro comincia stenta a replicare ed i ragazzi di coach Regazzi allungano con convinzione, con la seconda tripla di Begic che lancia avanti i suoi. Negli ultimi 10’ in campo si vede molta Virtus, con gli avversari che non riescono a tener testa alla guardia croata (8 punti nel frangente) ed alla verve di Dalpozzo e Barattini (tripla allo scadere). Imola vince lo scrimmage per 77-69, contro un avversario coriaceo e molto positivo nei primi venti minuti. I gialloneri, invece, escono alla distanza, con un secondo tempo da 50 punti e tanta sostanza e diversi spunti di spettacolo.

Foto – by Virtus Imola

C Gold, al torneo di Bertinoro, la Intech Imola cede ai padroni di casa dello Scirea

1° TROFEO CITTÀ DI BERTINORO

BASKET LUGO – SAN MARINO TITANS 63-68

INTECH – GAETANO SCIREA 69-78

(20-17; 34-30; 55-62)

Virtus Imola: Dalpozzo 10, Barattini 6, Marcone 2, Biandolino 6, Agatensi 17, Savino, Errera 7, Spampinato 22. All. Zotti.

Bertinoro: En. Solfrizzi, Bracci 8, Rossi 3, Montaguti 27, Angeletti, Zambianchi 7, Ravaioli 6, Bessan 4, Ricci 10, Farabegoli 10, Sampieri, Em. Solfrizzi 3. All. Tumidei.

Termina con una sconfitta la semifinale del 1° Trofeo Città di Bertinoro per la Virtus Imola che cade 69-78 contro i padroni di casa guidati da coach Tumidei. I gialloneri sono in pieno controllo per i primi due quarti, chiusi avanti 34-30. Dopo l’intervallo, esce la stanchezza per il tour de force delle ultime settimane e le poche rotazioni a disposizione fanno il resto. Assente coach Regazzi per impegni personali, la squadra è stata affidata all’esperto coach assistant Andrea Zotti. Tra gli atleti assenze di Orlando, Kos e Piani Gentile. La squadra gioca in modo ben organizzato nei primi 20’, mettendo in mostra un Andrea Spampinato monstre: 17 punti, con 5 canestri dal campo ed una tripla realizzati. Nella seconda parte di match, invece, la Virtus si aggrappa alle tante conclusioni dall’arco dei 3 punti, sfruttando la precisione di Agatensi con 5 triple e di capitan Dalpozzo con 3. Nel mezzo, buone cose da Barattini, soprattutto in fase di transizione e di passaggi filtranti.

La seconda semifinale registra il primo allungo iniziale dei padroni di casa che tentano la fuga sul 2-10, ma Errera, con la sua classica potente schiacciata, rilancia le quotazioni degli imolesi che impattano e superano i locali con 5 punti filati di Spampinato negli ultimi minuti di primo quarto. Alla ripresa del gioco, la Virtus infila un’altra zampata sul punteggio, raggiungendo il +11, massimo vantaggio di serata per Agatensi e compagni: il 31-20 è frutto di un ottimo momento di gioco collettivo, con tutti gli effettivi a disposizione coinvolti sia nella manovra che al tiro. Nel frangente migliore, i gialloneri subiscono la reazione dei bianconeri che accorciano il gap fino alla sirena che porta all’intervallo, sul 34-30. Dopo la sosta, la Virtus parte col turbo e appare in grado di scappare nel punteggio, raggiungendo il vantaggio di +9 (39-30) con la tripla di un motivato Agatensi. Ma sul più bello, i forlivesi ingranano la marcia giusta ed impattano con Montaguti sul 42-42 dopo 4’ di gioco. La battaglia delle triple coinvolge anche Dalpozzo che risponde a Ricci (48-45 al 6’). Ma il match lo “spacca” Montaguti che dall’arco centra il bersaglio grosso a ripetizione e il Gaetano Scirea mette la freccia, staccando gli ospiti sul 52-58 che anticipa il 55-62 con cui si arriva all’ultimo intervallo breve. Un po’ sulle gambe, nell’ultimo quarto la Virtus cerca di restare aggrappata agli avversari con gli acuti da 3 punti di Luca Agatensi (tre triple praticamente consecutive per l’ala di Forlì). Ormai le redini del gioco sono in mano ai ragazzi di coach Tumidei (58-67, 63-69 e 66-73). Dopo il cesto da sotto le plance di Errera (68-73 a 2’45”), è ancora Montaguti a mettere il sigillo su un’ottima prestazione balistica, con la tripla del 68-76 che frena ogni velleità giallonera nel finale di gara.

Foto – Credit by Virtus Imola

C Silver, i roster provvisori al 14 agosto 2019

C SILVER

ROSTER PROVVISORI

ARGENTA CESTISTICA
Play: Magnani, Alberti A., Bonora (U)
Guardie: Alberti D., Malagolini, FEDERICI (U)
Ali: Quaiotto, Montaguti, Nicoletti (U)
Pivot: MARTINI, Di Tizio
Allenatore: Michele Bacchilega (c)
BELLARIA BASKET
Play: Mazzotti
Guardie: SIRENA
Ali: Gori (U)
Pivot: Foiera
Allenatore: Andrea Maghelli (n)
BOLOGNA ATLETICO
Play: Artese, PAOLUCCI
Guardia: Veronesi Gr., Tubertini (U), De Simone, Martelli
Ala: Campanella E., SERRA (U), Tognazzi (U)
Pivot: Veronesi G.I., CUPPI (U), Pedroni
Allenatore: Christian Guidetti (n)
BOLOGNA S.G. FORTITUDO
Play: BRANZAGLIA (U), BALDUCCI (U), NESTOLA (U), DAVID (U)
Guardie: Tosini (U), Chiarini, Ponteduro (U)
Ali/Pivot: LALANNE, BUSCAROLI (U), Zinelli (U), Pederzoli, Nanni, Ranieri (U), ANTOLA (U), VICINI (U)
Allenatore: Andrea Mondini (n)
CASALECCHIO CVD
Play: Penna, FERRARO, CORRADINI (U)
Guardie: Dawson, PARATORE (U)
Ali: Lelli, Baccilieri (U), CAVALLARI (U), Fuzzi
Pivot: BERTUZZI (U), Taddei
Allenatore: Federico Gatti (c)
CASTELFRANCO BASKET
Play: Pizzirani (U), Marzo, GOVONI (U)
Guardie: Tedeschi, Zucchini, Torricelli F. (U), Cuzzani (U)
Ali: Ayiku, Torricelli R. (U), Del Papa, Prampolini
Pivot: Vannini, YOUBI (U)
Allenatore: Andrea Landini (c)
CASTELNOVO SOTTO REBASKET
Play: PUTTI, BONIFAZI
Guardie: CANTAGALLI, BARAZZONI (U), Vezzali (U)
Ali: Castagnaro, AZZALI (U), Defant, Foroni (U)
Pivot: PEZZI, ZECCHETTI, BELLOCCHI (U)
Allenatore: Fernando Casoli (c)
CASTENASO PALLACANESTRO
Play: TINTI, SERACCHIOLI
Guardie: Ballini, CESARIO (U)
Ali: Ballardini, Zucchini (U)
Pivot: Capobianco, BIGUZZI
Allenatore: Andrea Castelli (c)
CORREGGIO PALLACANESTRO
Play: Messori (U), Ligabue (U)
Guardie: Ricco Fe., FRILLI, LAVACCHIELLI
Ali: Conte, Guardasoni L. (U), Ricco Fr. (U), Guardasoni M., VIVARELLI (U), Branchini (U)
Pivot: Morgotti
Allenatore: Stefano Notari (c)
FIDENZA FULGOR 2014
Play: MASSARI, Parmigiani
Guardie: Di Noia, Iacomino, Gaudenzi (U)
Ali: Garofalo, Maggi, Montanari (U), ARBIDANS (U)
Pivot: PEREGO, BROGIO
Allenatore: Davide Cavalieri (c)
GRANAROLO BASKET
Play: Bernardinello, Pani (U)
Guardie: Paoloni Lu., NEVIANI, MELUZZI
Ali: Salicini, Nanni (U), Brotza
Pivot: Bianchi, PAOLONI LO.
Allenatore: Matteo Millina (n)
NOVELLARA PALLACANESTRO
Play: Carpi, Ferrari N. (U)
Guardie: Aguzzoli (U), DODDI, Folloni, Grisendi (U), Rinaldi
Ali: Accorsi (U), Bagni, FERRARI T.
Pivot: Ciavolella, Franzoni
Allenatore: Guido Boni (c)
SAN GIOVANNI VIS PERSICETO
Play: Coslovi, BAIETTI (U)
Guardie: Vaccari (U), Rusticelli, PEDRETTI (U)
Ali: Papotti (U), ZANI, MAZZA, BARONE (U)
Pivot: Mancin, Guidi (U)
Allenatore: Marco Berselli (c)
SAN LAZZARO BSL
Play: VERARDI, SALVARDI (U)
Guardie: Fabbri, BETTI A., Tepedino (U)
Ali: Governatori, TUGNOLI, Naldi (U), MAREGA
Pivot: Cempini, TORRIGLIA, Betti M. (U)
Allenatore: Matteo Baiocchi (n)
SANTARCANGIOLESE BASKET
Play: NERVEGNA, Adduocchio (U)
Guardie: Fornaciari, Raffaelli
Ali: Zannoni, Fusco
Pivot: DINI, SIRRI (U)
Allenatore: Cristian Evangelisti (c)
ZOLA PREDOSA FRANCESCO FRANCIA
Play: Perrotta, Degregori, Bavieri (U)
Guardie: RIGHI, Bosi, TUBERTINI
Ali: Masina, Bonaiuti, Almeoni, Bianchini (U)
Pivot: Zappoli, RAMINI
Allenatore: Daniele Cavicchi (n)

C Silver, Castelfranco scommette sul play Govoni

La A.D. Basket Castelfranco Emilia è lieta di ufficializzare l’arrivo in prima squadra dell’atleta Andrea Govoni, classe ’96, nato a Cento (Fe). Playmaker, alto 186 cm per 78 kg di peso, fra le sue caratteristiche vanta un buon tiro da tre punti e visione di gioco. Arriva dal Veni Basket, ma il suo ingresso nel mondo della palla a spicchi avviene tramite le giovanili della Benedetto 1964 Cento per poi essere aggregato alla serie B di Cento fra il 2012 e il 2015. Nel 2016/17 milita in C2 a Granarolo per poi mettersi ben in evidenza ad Altedo, in serie D.

C Silver, sarà il giovanissimo Matteo Millina l’head coach del Granarolo Basket

La società Granarolo Basket è lieta di comunicare che Matteo Millina sarà il nuovo head coach della CREI  che disputerà il campionato di Serie C Silver.
Figlio d’arte, classe 1994, Matteo si candida ad essere il più giovane allenatore del campionato. Già nostro giocatore in età under, è da tre anni alla guida del gruppo 2003 che guiderà anche in questa stagione.
Luca Ansaloni, sino alla scorsa stagione allenatore della Serie D targata Basket Village, sarà il nuovo assistant coach, formando con Matteo una coppia di giovani dall’indubbia e riconosciuta qualità.
Granarolose DOC, sempre con noi sin dai primi palleggi nel minibasket, va a completare lo staff tecnico Gabriele Bernaroli, lo scorso anno nello staff della Serie D e già vice di Millina nel campionato Under 16 Gold della scorsa stagione.
La Società saluta Luca Carrera, ringraziandolo del lavoro svolto e, soprattutto, per il magnifico rapporto umano che ha instaurato con ognuno di noi. Siamo sicuri che è solo un arrivederci ed auguriamo a Luca le migliori fortune e soddisfazioni per la sua nuova avventura in SG Fortitudo.

C Silver, l’ultima a festeggiare è la Virtus Medicina!

C SILVER SPAREGGIO

DULCA – BERNAITALIA 51 – 68

(15-9; 26-30; 38-50)

Santarcangelo: Lucchi 2, Fornaciari 8, Zannoni 9, Fusco 5, De Martin 12, Colombo 2, Russu 5, Raffaelli 8, Adduocchio, Massaria, Riva, Buzzone. All. Evangelisti.

Virtus Medicina: Tinti 11, Mini 11, Casagrande 11, Mellara 3, Lorenzini 4, Curione 8, Giani 11, Marinelli 5, Seracchioli 4, Agriesti, Stagni, Stellino. All. Curti.

Sul neutro di Bertinoro, parte forte Santarcangelo, la Virtus sbaglia i primi nove tiri dal campo e il punteggio recita 15 a 1 per i romagnoli; coach Curti non si scompone, incita i suoi ragazzi, li galvanizza, trasmette fiducia, butta nella mischia Marinelli che piazza 5 punti e mette in partita la Bernaitalia: alla sirena 15 a 9 Dulca. Secondo periodo, Casagrande-Giani-Mini-Curione suonano la carica, è pareggio, bomba di Seracchioli e Virtus che passa al comando sul 26 a 30 con cui si va negli spogliatoi. Tera frazione e Medicina mette il turbo: sotto la regia di Tinti ispirato, vanno a bersaglio Mini, Casagrande e Curione. Giani (11 punti e 9 rimbalzi), insieme a Mellara e Lorenzini (4 punti e 7 rimbalzi), è un fattore determinante perché l’area giallonera è blindata. Virtus che scappa via sul 38 a 50 e per il gioco espresso è vantaggio stretto perché palle recuperate e contropiede, rimbalzo e transizione… si gioca il basket della Bernaitalia. Quarto periodo e Tinti (11 punti, 7 rimbalzi, 5 assist) macina canestri, Casagrande (11 punti, 8 rimbalzi, 5 recuperi) è ovunque, Mini (11 punti, 4 assist) porta dalla lunetta la Virtus a +20. Mellara & Giani presidiano i tabelloni, Lorenzini si sacrifica in difesa, ultimi minuti e c’è spazio per tutti. Virtus Bernaitalia Medicina vince e sale in C Gold. Punteggio finale 51 a 68. Bertinoro si tinge di giallonero, esplode la festa.

C Silver, Olimpia Castello promossa alla “bella”. Santarcangelo-Virtus Medicina sarà lo spareggio

FINALE A Gara 2

OLIMPIA CASTELLO 2010 – DULCA SANTARCANGELO 71 – 68 (1-1)

(22-28; 42-40; 54-58)

Castel San Pietro: Sangiorgi 11, Dall’Osso 7, Mondanelli ne, Sabattani 7, Procaccio 23, Pedini 8, Curti ne, Benedetti ne, Lalanne 2, Parenti 7, Trombetti 6, Mazza ne. All Regazzi.

Santarcangelo: Zannoni 15, Colombo, Lucchi 10, Adduocchio ne, Fusco 17, Russu 5, Riva ne, Raffaelli 2, Fornaciari 10, Massaria, De Martin 9. All. Evangelisti.

FINALE A Gara 3

DULCA CNO – OLIMPIA CASTELLO 2010 47 – 57 (1-2)

(10-17; 19-22; 37-37)

Santarcangelo: Zannoni 6, Colombo 3, Lucchi 10, Adduocchio ne, Fusco 5, Russu 10, Raffaelli, Buzzoni ne, Fornaciari 7, Massaria ne, De Martin 6. All. Evangelisti.

Castel San Pietro: Sangiorgi 4, Dall’Osso, Mondanelli ne, Sabattani 3, Procaccio 12, Pedini 6, Curti ne, Benedetti ne, Lalanne 14, Parenti 4, Trombetti 9, Mazza 5. All. Regazzi.

FINALE B Gara 2

NOVA ELEVATORS – BERNAITALIA 90 – 95 (0-2)

(19-26; 43-48; 66-63)

San Giovanni in Persiceto: Tomesani 5, Coslovi 20, Guidi ne, Vaccari, Papotti 13, Alvisi ne, Mancin 13, Lorusso 4, Rusticelli 28, Albertini 7. All. Berselli.

Medicina: Mini 21, Curione 10, Marinelli 2, Giani 6, Casagrande 16, Mellara 17, Stagni ne, Stellino ne, Lorenzini 4, Seracchioli, Agriesti ne, Tinti 19. All. Curti.

Si parte e la Bernaitalia spinge apre il gas, al galoppo la squadra di coach Curti confeziona belle giocate e scappa via sotto la regia di Tinti ispirato. Vis che ricuce coi canestri di Albertini e Rusticelli, ancora Medicina e Lorenzini realizza sulla sirena il +7 (19-26). Secondo periodo e sempre Virtus a dettare i ritmi: 14 punti di un sontuoso Mini, Persiceto con gioco corale, Coslovi mette la bomba a fil di sirena e si va all’intervallo con la Bernaitalia in vantaggio sul 43 a 48. La partita è bellissima e nel terzo periodo Medicina piazza la fiammata e vola a +12 , ma qui i gialloneri si incartano e San Giovanni con grande lucidità, prima impatta e poi sorpassa capovolgendo l’inerzia della partita (66-63 al 30′). Quarto periodo e il ritmo sale, si gioca bene e ad un canestro Medicina, risponde San Giovanni. Mellara, Tinti, Mini, Casagrande sono gli alfieri di una Virtus mai doma, San Giovanni non molla con Mancin, Rusticelli e uno strepitoso Coslovi che innesca, con Tinti, un duello da applausi. Si arriva alle ultime azioni: bomba di Mellara, Casagrande a bersaglio, la Virtus rimette il naso avanti, l’energia di Curione è l’aggiunta e proprio Curione e Mini, dalla lunetta, chiudono la partita nel solito finale in volata tra due formazioni che hanno giocato bene e mostrato tutti il proprio talento, in una serata dove Giani mette 6 punti e arpiona 9 rimbalzi, Lorenzini si sacrifica su Mancin e piazza un 2/2 ai liberi nel momento più difficile per i gialloneri, Seracchioli mette ordine in regia e Marinelli, in precarie condizioni fisiche, si sbatte e aiuta la squadra.

C Gold, Rimini festeggia la promozione! C Silver, in gara1 prevale il fattore campo

SERIE C GOLD

PLAY OFF FINALE Gara 2

BOLOGNA BASKET 2016 – ALBERGATORE PRO 68 – 79

(24-15; 47-45; 54-65)

BB2016: Legnani 4, Poluzzi 4, Mazzocchi ne, Polverelli 17, Cortesi 9, Losi 6, Guerri 3, Fin 8, Antola ne, Tugnoli 3, Folli 14, Bartolini ne. All. Lolli.

Rinascita Basket Rimini: Bianchi 7, Pesaresi 13, Moffa 7, Ramilli, Dini ne, Rivali 15, Bedetti L. 13, Guziur ne, Bedetti F. 14, Chiari ne, Saponi 2, Broglia 8. All. Bernardi.

Rimini sbanca il CSB e viene promosso in serie B, ma il Bologna Basket 2016, orfano di Fontecchio, esce dalla sfida a testa alta.

A scattare meglio dai blocchi erano i padroni di casa con un ottimo Polverelli, un preciso Fin dai 6.75 ed una difesa a zona (adattata) che imbrigliava l’attacco romagnolo. Nella prima parte del secondo quarto la musica non cambiava col solito Polverelli ed il “millenials” Folli in evidenza (36-25 al 14′). Era Pesaresi a suonare la carica e Rivali impattava a quota 40. L’inerzia era totalmente girata e nella terza frazione gli ospiti prendevano in mano le redini dell’incontro: i fratelli Bedetti erano incontenibili e la difesa riminese concedeva solo le briciole ai felsinei. Morale: 49-60 al 28′ sulla tripla del giovane Moffa. Coach Lolli le provava tutte, ma Polverelli non era più quelli dei primi venti minuti, Losi non la metteva quasi mai ed il solo Folli rispondeva sempre presente. Saponi, dalla media, realizzava il +15 (57-72 al 34′), poi ci pensava la difesa ospite a non permettere al BB2016 di rientrare nel match. Finale senza particolari emozioni e la festa poteva iniziare addirittura a 35″ dalla sirena…

Iniziano le due finali e il pronostico non può che essere incerto. In quella che regalerà l’accesso diretto alla C Gold, puntiamo sull’esperienza dell’Olimpia, ma Santarcangelo ha le carte per salire. Mentre, nella finale che regalerà lo spareggio per la terza promozione, puntiamo su Medicina, anche se sotto canestro la Vis Persiceto può fare la differenza.

SERIE C SILVER

PLAY OFF FINALE A Gara1

DULCA – OLIMPIA CASTELLO 2010 58 – 56

(13-15; 25-29; 44-45)

Santarcangelo: Zannoni 17, Colombo, Lucchi 2, Fusco 4, Russu 17, Raffaelli 5, Fornaciari 3, De Martin 10, Adduocchio né, Massaria ne, Riva ne. All. Evangelisti.

Castel San Pietro: Trombetti 24, Benedetti ne, Sangiorgi 8, Dall’Osso 7, Pedini 1, Lalanne 5, Curti ne, Parenti 3, Mazza ne, Procaccio 4, Sabbatani 4, Mondanelli ne. All. Regazzi.

PLAY OFF FINALE B Gara1

BERNAITALIA – NOVA ELEVATORS 78 – 74

(21-21; 43-40; 61-49)

Virtus Medicina: Tinti 16, Mini 10, Casagrande 12, Giani 10, Mellara 8, Curione 15, Lorenzini 7, Seracchioli, Marinelli ne, Agriesti, Stagni, Stellino ne. All Curti.

San Giovanni in Persiceto Tomesani 12, Coslovi 6, Guidi 2, Cornale 5, Vaccari 4, Papotti 15, Alvisi ne, Barone ne, Lorusso 3, Rusticelli 10, Albertini 17. All. Berselli.

Parte forte la Virtus, poi Persiceto recupera e si porta in vantaggio, prima sirena e perfetta parità sul 21 a 21. Secondo periodo e ancora equilibrio; sul filo della sirena super bomba di Tinti e Bernaitalia a +3 sul 43 a 40 e tanta fiducia alla pausa lunga. Terzo quarto e si vede la Virtus che sempre si vorrebbe vedere: pressione difensiva, anticipo sulle linee di passaggio, ripartenze veloci e la palla viene mossa ad arte, risultato che porta tutti a segnare canestri importanti e parziale di 18-9 con Medicina che passa al comando sul 61-49. Quarto periodo e San Giovanni in Persiceto mostra tutto il suo valore e, con calma e molto cinicamente, recupera punto su punto. Si arriva negli ultimi 30″ con il punteggio in perfetta parità sul 74-74: la Virtus sbaglia il tiro, sulla lotta a rimbalzo esce vincente Curione che subisce fallo antisportivo da Tomesani; 2/2 e palla a Medicina. Sulla rimessa la Vis deve fermare il cronometro e in lunetta manda Tinti che piazza un altro 2 su 2 e Bernaitalia a +4 , non c’è più tempo per San Giovanni in Persiceto di reagire, la prima battaglia se l’aggiudica la Virtus Medicina.

C Gold: Rimini domina gara1. C Silver, Santarcangelo e Olimpia in finale! Play out, Granarolo e Castenaso salvi in sole due sfide

SERIE C GOLD

PLAY OFF FINALE Gara1

ALBERGATORE PRO – BOLOGNA BASKET 2016 83 – 46

(17-15; 46-24; 64-34)

Rinascita Basket Rimini: Bianchi 5, Pesaresi 7, Moffa 12, Ramilli, Rivali 4, Bedetti L. 21, Guziur, Bedetti F. 19, Chiari, Saponi 6, Broglia 9, Dini ne. All. Bernardi.

Bologna Basket 2016: Poluzzi 7, Guerri, Fin 5, Legnani 5, Cortesi 10, Folli 2, Fontecchio 11, Polverelli 6, Losi, Mazzocchi ne, Bartolini ne, Antola ne. All. Lolli.

Resta maledetto il parquet del Flaminio di Rimini per il Bologna Basket 2016. Sul campo della capolista si ripete la punizione dello scorso dicembre, con i bolognesi che reggono solamente nel primo quarto di gara. Il parziale decisivo già nella seconda frazione, quando alcune accelerate in contropiede e una difesa più fisica dei giocatori di Bernardi scavano un solco di 20 punti che chiude definitivamente i giochi. Eppure nei primi dieci minuti i ragazzi di Lolli erano riusciti ad imbrigliare gli avversari, intasando l’area e marcando strettamente i lunghi riminesi. Ma nel proseguo della gara emergeva l’intensità del RBR su ogni pallone e la capacità scientifica dei padroni di casa a monetizzare ogni errore dei rossoblù. In più ci si metteva anche la sfortuna, con Fontecchio prima colpito da virus intestinale e poi da un infortunio alla gamba, Guerri scavigliato e Fin ancora in recupero da una slogatura.

Le cifre sono purtroppo impietose: 13% dalla lunga distanza e 29% in totale. Il BB2016 è sotto nei rimbalzi (37/30), negli assist (15/8) e nelle palle perse (11/15) e continua inoltre ad avere difficoltà ai liberi (56% con 9/16). È chiaro a tutti che per battere i primi della classe occorreva fare la partita perfetta e così non è stato.

C SILVER

PLAY OFF SEMIFINALI Gara3

DULCA – NOVA ELEVATORS 79 – 66 (2-1)

(14-18; 35-35; 49-53)

Santarcangelo: Zannoni 28, Colombo 11, Lucchi 6, Fusco 2, Russu 8, Raffaelli 8, Fornaciari 8, De Martin 8, Adduocchio ne, Massaria ne, Buzzone ne, Riva ne. All. Evangelisti.

San Giovanni in Persiceto: Tomesani 10, Coslovi 2, Cornale 3, Vaccari 3, Papotti 16, Mancin 3, Lorusso, Rusticelli 24, Albertini 5, Guidi ne, Alvisi ne, Baroni ne. All. Berselli

OLIMPIA CASTELLO 2010 – BERNAITALIA 73 – 67 (2-1)

(21-21; 44-39; 61-52)

Castel San Pietro: Sangiorgi 3, Dall’Osso 12, Mondanelli, Sabattani 2, Procaccio 17, Pedini 15, Curti, Benedetti, Lalanne 5, Parenti 9, Trombetti 10, Mazza. All. Regazzi,

Virtus Medicina: Mini 11, Curione 11, Giani, Rossi 3, Casagrande 21, Mellara 5, Stagni, Stellino, Lorenzini 9, Seracchioli 6, Agresti, Tinti 1. All. Curti.

PLAY OFF SEMIFINALI Gara2

NOVA ELEVATORS – DULCA 74 – 78 (1-1)

(19-15; 40-40; 60-56)

San Giovanni in Persiceto: Tomesani 7, Coslovi 12, Guidi ne, Cornale 2, Vaccari 4, Papotti 20, Alvisi ne, Mancin 18, Barone ne, Lorusso, Rusticelli 4, Albertini 7. All Berselli.

Santarcangelo: Zannoni 15, Colombo 11, Lucchi, Adduocchio ne, Fusco 10, Russu 9, Riva ne, Raffaelli 14, Buzzone ne, Fornaciari 12, Massaria ne, De Martin 7. All Evangelisti.

BERNAITALIA – OLIMPIA CASTELLO 2010 58 – 68 (1-1)

(15-20; 32-31; 46-54)

Virtus Medicina: Tinti 7, Mini 6, Rossi 4, Casagrande 6, Mellara 17, Lorenzini 4, Curione 4, Giani 3, Seracchioli 5, Agriesti ne, Stellino ne, Stagni ne. All. Curti.

Castel San Pietro: Sangiorgi 12, Dall’Osso 7, Mondanelli, Sabattani 15, Procaccio 9, Pedini 5, Curti, Benedetti 4, Lalanne 6, Parenti, Trombetti 5, Mazza 5. All. Regazzi.

PLAY OUT FINALI Gara2

OTTICA AMIDEI – CREI 69 – 81 (0-2)

(13-19; 34-35; 54-61)

Castelfranco Emilia: Ayiku 8, Pizzirani ne, Marzo 2, Cappelli 2, Zucchini 24, Torricelli R. 16, Tedeschi, Vannini 3, Del Papa 11, Torricelli F. ne, Fratelli ne, Prampolini 3. All. Landini.

Granarolo Basket: Salicini 16, Masetti ne, Spettoli 14, Paoloni 6, Nanni 4, Tonelli ne, Bernardinello 2, Marega 18, Drago ne, Pani 9, Brotza 12. All. Carrera.

Una Crei autoritaria sfrutta il primo match point salvezza e sbanca il Pala Reggiani di Castelfranco condannando i padroni di casa alla serie D. Dopo lo spavento di gara 1, la squadra di Carrera mantiene meritatamente la categoria, sfoderando una delle migliori prestazioni dell’anno con una grande difesa e un attacco fluido e brillante (16 assist totali), nonostante l’ennesima emergenza occorsa in settimana (oltre alla ormai cronica assenza di Marchi, si sono aggiunte la pesante assenza di Bianchi (lavoro) e la brutta influenza che ha colpito capitan Paoloni, costretto a saltare gli allenamenti per sottoporsi alle cure antibiotiche che gli permettessero di essere almeno in grado di scendere in campo, anche se in precarie condizioni). L’Ottica Amidei, al completo, si è trovata a rincorrere per quasi tutta la partita e ogni volta che Granarolo ha allungato è stata riportata in partita da un monumentale Zucchini (24 punti, con 6/11 da 3 e capace di realizzare ogni volta 3 punti: oltre alle 6 triple, 3/3 ai liberi per un fallo su tiro da oltre l’arco e un canestro + aggiuntivo per il fallo subito) nonostante la solita cura personalizzata che la difesa Crei gli ha riservato (anche stavolta, come all’andata, molte triple sono andate a segno col difensore incollato a lui). Per i felsinei grande prestazione di squadra con Salicini, Spettoli, Marega e Brotza in doppia cifra, che si sono alternati al traino della carovana biancoblu. La cronaca: Spettoli apre le danze con una tripla, subito rintuzzato da un 6-0 dei padroni di casa firmato Aiyku-Torricelli. La difesa Crei ingrana le marce alte, stringe al collo l’Ottica Amidei e gli ospiti piazzano un parziale di 2-13 con Brotza-Spettoli-Salicini-Nanni e Pani che permette loro di prendere in mano le redini del match (8-16 al 5’30”). Reazione dell’Ottica Amidei con la prima tripla di Zucchini e un canestro di Del Papa (altro match da doppia doppia con 11 p. e 10 r.) per il -3, ma Granarolo reagisce prontamente con Pani e un libero di Paoloni che sanciscono il 13-19 del primo quarto. Il secondo periodo si apre con un canestro dell’ottimo Nanni assistito da Marega. Del Papa risponde, Salicini spara da 3, ancora Del Papa, Nanni restituisce l’assist a Marega, Torricelli risponde e Spettoli realizza un gioco da 3 punti che permette alla Crei, per la prima volta nel match, di raggiungere la doppia cifra di vantaggio (19-29 al 15′) costringendo Landini al timeout. Come prima, Zucchini spara da 3, Vannini realizza due liberi e Castelfranco dimezza lo svantaggio (24-29 al 16′). Spettoli realizza, ma nell’azione d’attacco successiva viene stoppato e il solito Zucchini spara un’altra tripla per il -4 (27-39 al 17′). Bernardinello, assistito da Paoloni, e Torricelli, assistito da Del Papa, mantengono lo status quo, Paoloni sbaglia da 3, mentre Zucchini tira da 3 come se in campo ci fosse solo lui: canestro e padroni di casa a -1 (32-33 al 18’30”), con gli ospiti che si guardano in faccia chiedendosi come poterlo fermare! Brotza e Torricelli mandano le squadre negli spogliatoi sul 34-35, con la Crei che si sente un po’ Penelope, che disfa di notte la tela fatta di giorno. Il terzo quarto si apre con un missile di Torricelli che ridà il vantaggio e l’entusiasmo ai padroni di casa (37-35). Granarolo è prontissimo col secchio dell’acqua: Paoloni to Salicini (5 assist per il capitano biancoblù, in campo per 35′ nonostante le precarie condizioni fisiche e un pallore da fantasma dell’opera!), tripla di Spettoli e ancora Salicini per il +5 (37-42 al 22’30”). Zucchini spara l’ennesima tripla, ma Paoloni risponde dall’altra parte con la stessa arma, dando il là all’ennesimo allungo degli ospiti, che si riportano in doppia cifra di vantaggio con i canestri di Brotza e Salicini assistiti da Nanni e Spettoli (42-52 al 25’30”). Zucchini cambia spartito, ma il risultato è lo stesso: penetrazione, canestro e fallo di Brotza con aggiuntivo realizzato e sono sempre 3 i punti per il bomber biancoverde. Stavolta la prodezza della guardia di andini non ha l’effetto trascinamento per i suoi e la Crei, con le triple di Pani e Salicini raggiunge il +11 (46-57 al 27′). Zucchini sfrutta un fallo di Paoloni, mentre tira dall’arco e fa 3/3 dalla lunetta, stavolta Torricelli gli va dietro e recupera palla, subisce fallo e anche lui fa percorso netto dalla lunetta riducendo il divario a due possessi pieni. Pani realizza ancora, ma Prampolini da 3 accorcia il divario a soli 5 punti (54-59 al 28′). Salicini e l’ottima difesa ospite mandano le squadre all’ultimo riposo sul 54-61. L’ultimo quarto si apre con un tap-in di Marega che fa da aperitivo alla sua prestazione nell’ultimo periodo (16 punti in 10′!). Due minuti in cui non segna nessuno, poi Vannini fa 1/2 ai liberi per il -8. Brotza trasforma un altro tap-in su tiro di Bernardinello, Del Papa realizza dall’angolo, Paoloni cattura un rimbalzo d’attacco e realizza il +10, ma ancora una volta Zucchini realizza da 3 e tiene aperta la partita (60-67 al 35′). Da qui comincia lo show di Andrea Marega: sulla pressione difensiva dei padroni di casa che raddoppiano gli esterni bolognesi, l’ala grande di Carrera è abilissimo con i suoi tagli dentro l’area a farsi trovare dai compagni e perfora la difesa dell’Ottica Amidei realizzando tutti gli ultimi 14 punti della Crei (con 6 assist distribuiti tra Paoloni, Spettoli, Pani e Brotza) in 5′ e scatenando l’entusiasmo della panchina e dei tifosi sugli spalti. L’Ottica Amidei, questa volta, non trova la forza di reagire e scivola a -13 senza più riuscire a scendere sotto la doppia cifra di svantaggio, con Granarolo padrone del campo grazie alla sua difesa aggressiva e soffocante. Nelle ultime curve la Crei raggiunge il massimo vantaggio (67-81), prima che il canestro di Del Papa sancisca il risultato finale di 69-81.

PALLACANESTRO CASTENASO – CVD BASKET CLUB 64 – 48 (2-0)

(15-16; 29-25; 50-39)

Castenaso: Masini 2, Recchia, Ballini 9, Baietti 13, Righi 7, Capobianco 8, Ginevri, Cantore 8, Ballardini 13, Zucchini, Quarantotto 4. All. Castelli.

CVD Casalecchio: Baccilieri, Dawson 3, Trois 7, Bernardi 3, Sighinolfi 10, Penna 7, Ghiacci 4, Fuzzi 7, Taddei 5, Santilli 2, Lelli. All. Gatti.

C Gold, BB2016 in finale, Montecchio salvo. C Silver, colpacci Vis Persiceto e Castenaso. Medicina sbanca il “PalaFerrari”

SERIE C GOLD

PLAY OFF SEMIFINALI Gara3

BOLOGNA BASKET 2016 – VIRTUS SPES VIS PALL IMOLA 74 – 69 (2-1)

(11-19; 33-38; 55-57)

BB2016: Legnani 2, Mazzocchi ne, Polverelli 4, Cortesi 16, Losi 19, Guerri, Fin 7, Antola ne, Fontecchio 24, Tugnoli, Bartolini ne, Folli 2. All. Lolli.

Virtus Imola: Dalpozzo 6, Dal Fiume 4, Turrini ne, Nucci 3, Percan 25, Murati ne, Casadei 12, Magagnoli 4, Giuliani ne, Aglio 11, Zani ne, Zhytariuk 4. All. Tassinari.

Con una partita tutta ad inseguire ed un finale in crescendo il Bologna Basket conquista meritatamente la finale di C Gold contro un avversario ostico come Imola che lo impegna fino allo stremo. Raccontiamo l’incredibile finale. A quattro minuti e mezzo dal termine i padroni di casa sono ancora sotto di sette lunghezze, tenuti in vita fin lì da Fontecchio e Cortesi, quando improvvisamente si accende Jordan Losi (19 punti, 5 rimbalzi e 6 assist le sue cifre): due triple da distanza siderale e canestro in acrobazia. È quindi il turno di Fontecchio con un canestro da sotto e di Fin che infila l’unica, ma importantissima tripletta di serata. Sopra di 4 (72-68) a 15 secondi dalla fine sembra finita, ma Magagnoli subisce fallo mentre tira dalla lunga distanza. Incredibilmente sbaglia i primi due e il terzo gli viene annullato per invasione. Rimessa a 10” e intercetto imolese con fallo su Aglio, che fa 1 su 2. Dopo il time out di Lolli è ancora Losi a subire fallo e a chiudere i conti dalla lunetta.

Il BB2016 vince così una gara da subito in salita, con un primo tempo in cui le bocche da fuoco dei bolognesi erano rimaste asciutte (0 su 11 dalla grande distanza) e in cui Percan aveva maramaldeggiato con 20 punti sul tabellino. Imola era arrivata anche a +13 palla in mano, ma piano piano i ragazzi di Lolli avevano rosicchiato il vantaggio degli ospiti, senza mai mollare il colpo e combattendo su tutti i palloni. Nella seconda parte il coach di casa mette a posto la difesa, con Tugnoli che minimizza Percan (solo 5 punti nella ripresa), Legnani a recuperare palloni e in generale tutti i giocatori rossoblù a salire di colpi nella metà campo amica. Fontecchio (24 punti con 7/10 da 2 e 8 rimbalzi) e Cortesi (16 punti e 9 rimbalzi) tengono in vita l’attacco prima del “Losi show”. Alla fine il 56% da 2 e il 26% da 3 sono sufficienti per andare a sfidare al Flaminio di Rimini la vincitrice della stagione regolare.

PLAY OUT FINALE Gara3

B.S.L. – DILPLAST 66 – 90 (1-2)

(12-31; 28-50; 45-70)

San Lazzaro: Riguzzi 7, Degli Esposti 10, Cempini 2, Tedeschini 18, De Pascale 6, Lolli 3. Fabbri 3, Pederzini 12, Rosa 3, Bertuzzi ne, Perini ne, Governatori 2. All. Bettazzi.

Montecchio: Bertolini 18, Vecchi 10, Astolfi 20, Vanni 19, Negri 7, Secli 6, Borghi, Pasini ne, Guidi 10, Riccò, Gruosso. All. Martinelli.

SERIE C SILVER

PLAY OFF SEMIFINALI Gara1

DULCA – NOVA ELEVATORS 66 – 67

(22-23; 38-39; 57-52)

Santarcangelo: Zannoni 16, Colombo, Lucchi 5, Adduocchio ne, Fusco, Russu 10, Riva ne, Raffaelli 6, Buzzone ne, Fornaciari 19, Massaria ne, De Martin 10. All Evangelisti.

San Giovanni in Persiceto: Tomesani 24, Coslovi 7, Guidi ne, Cornale, Vaccari, Papotti, Alvisi ne, Mancin 16, Lorusso, Rusticelli 11, Albertini 9. All Berselli.

OLIMPIA CASTELLO 2010 – BERNAITALIA 62 – 65

(18-16; 32-29; 47-44)

Castel San Pietro: Sangorgi 2, Dall’Osso, Mondanelli, Sabattani 4, Procaccio 2, Pedini 2, Curti, Benedetti 21, Lalanne 8, Parenti 4, Trombetti 15, Mazza 4. All. Regazzi.

Virtus Medicina: Tinti 5, Mini 14, Casagrande 12, Rossi 3, Mellara 13, Lorenzini 4, Curione 9, Seracchioli 3, Giani 2, Agriesti, Stellino ne, Stagni ne. All. Curti.

PLAY OUT FINALI Gara1

CREI – OTTICA AMIDEI 67 – 65

(19-19; 38-37; 53-51)

Granarolo Basket: Salicini 4, Bianchi 13, Masetti ne, Spettoli 3, Paoloni 12, Nanni 6, Tonelli ne, Bernardinello, Marega 5, Drago ne, Pani 14, Brotza 10. All. Carrera.

Castelfranco Emilia: Ayiku 6, Pizzirani ne, Marzo, Cappelli 4, Zucchini 20, Torricelli R. 8, Tedeschi 2, Vannini 6, Del Papa 19, Torricelli F. ne, Marchesi ne, Prampolini. All. Landini.

Usando una terminologia cara a chi vi scrive, la Crei “tiene il servizio” e butta la palla nel campo dell’Ottica Amidei che, ora, “serve per rimanere nel match”, mentre Granarolo cercherà di sfruttare questo primo match point per evitare un tie break finale da roulette russa. Il sapore di questa sfida è proprio quello di un match di tennis giunto ai momenti decisivi, la tensione è altissima, i valori si appiattiscono e i colpi entrano a chi non tremano i polsi. La Crei lo porta a casa sulle ultime curve, dopo che, a inizio terzo quarto, sembrava poter scappare sfiorando la doppia cifra di vantaggio. L’Ottica Amidei ha giocato una partita gagliarda, sorretta dalla prestazione monumentale di Tony Del Papa (MVP per gli ospiti) e da uno Zucchini che, pur non tirando con buone percentuali, francobollato da Paoloni per tutto il match, ha sfornato una serie di canestri ad altissimo coefficiente di difficoltà (con il difensore praticamente nelle mutande!) che hanno permesso agli ospiti di rimanere in scia. I padroni di casa hanno avuto nel giovane playmaker Pani l’uomo decisivo, Bianchi ad un soffio della doppia doppia. oltre a capitan Paoloni per la seconda volta in questo campionato in versione Iron Man (40′ filati in campo) e comunque una prova positiva di tutti gli effettivi scesi sul parquet.

La cronaca: davanti a spalti gremiti da due tifoserie calde, ma molto corrette (un bell’esempio di sportività, complimenti a tutti), l’Ottica Amidei parte forte con un quintetto privo di un pivot di ruolo, molto aggressivo sui pick&roll che provoca subito due palle perse alla Crei e scappa sul 0-6 al 2′, costringendo Carrera al timeout. Granarolo si appoggia al suo totem Bianchi per rompere il ghiaccio e restituisce il break (6-6 al 3’30”) grazie ad un Nanni subito dentro al match. Si procede a strappi, controbreak Castelfranco propiziato da una tripla di Torricelli (8-13 al 6’30”). Gli ospiti tengono le cinque lunghezze di vantaggio per 1’30”, poi Marega e 5 punti di Pani mandano le squadre al primo riposo in perfetta parità (19-19). Zucchini apre le danze nel secondo periodo con una tripla, subito seguita da un canestro di Vannini ed è di nuovo +5 ospite (19-24 al 11′). La Crei va da Brotza e Bianchi e al 13′ è a +2 con la tripla di Pani (26-24). Torricelli risponde anche lui dall’arco, 2′ di errori da ambo le parti poi Paoloni da 3 riporta i locali a +2 (29-27 al 15′). Partita tiratissima, sembra uno scambio di colpi ravvicinati a centro ring: Del Papa-Pani-Ayiku, Paoloni da 3 spariglia (34-31 al 16’30”). Il botta e risposta si protrae fino a fine quarto con le squadre che vanno al riposo lungo con un solo punto a dividerle (38-37 al 20′). Inizio di terzo quarto con Granarolo che, per cinque minuti, chiude a doppia mandata il suo canestro e allunga decisa con Salicini e Bianchi, dando la sensazione di mettere le mani sulla partita (46-37 al 25′). Il torto dei padroni di casa è di sprecare l’occasione di allungare ulteriormente per errori banali; Del Papa e Zucchini accorciano le distanze, ma Spettoli infila una tripla allo scadere dei 24″ che ridà il +8 ai padroni di casa (49-41 al 27′). Blackout Crei e l’Ottica Amidei ne approfitta: Torricelli e Cappelli da 2, Zucchini con 3/3 dalla lunetta e gli ospiti in un amen sono a -1 (49-48 al 29′). Paoloni è bravo a trovare un viaggio in lunetta per il +3, Brotza stoppa Vannini e va a prendersi un fallo da Prampolini: 2/2 e +5 interno al 29’50”. Ultima azione ospite e Zucchini si inventa un canestro dalla lunga distanza nonostante il difensore gli sia incollato addosso: 53-51 al 30′ e ultimi dieci minuti al cardiopalma. L’ultimo quarto inizia da dove era finito: Zucchini è on fire e realizza altri due canestri (prima da 2 e poi da 3) ancora francobollato dalla difesa dei padroni di casa. La Crei sembra sbandare sul canestro di Cappelli (53-58 al 31′), ma Marega realizza una tripla provvidenziale che rianima gli spalti biancoblu. Brotza cattura un bel rimbalzo d’attacco su errore di Spettoli ed è di nuovo parità (58-58 al 33′). Un gioco da 3 punti di Del Papa dà l’ultimo vantaggio agli ospiti, poi sale in cattedra Bianchi con 5 punti consecutivi per il +2 Granarolo (63-61 al 37′). Zucchini realizza un altro canestro ad alto coefficiente di difficoltà per la parità a 63. Pani ruba splendidamente palla a metà campo a Cappelli e si invola in 1 contro 0 per il +2 Crei (65-63 al 38′). Timeout ospite, un errore di Zucchini e uno di Bianchi dall’altra parte, nell’azione d’attacco successiva Castelfranco fallisce la conclusione per ben tre volte, ma riesce a conquistare altrettanti rimbalzi offensivi che alla fine consentono a Del Papa di conquistare un viaggio in lunetta: 2/2 e 65-65 al 39′. I padroni di casa sbagliano ancora in attacco, ma Marzo perde il pallone e lascia il possesso alla Crei a 30″ dalla fine. Timeout Carrera, che sceglie la rimessa dalla metà campo difensiva; Granarolo fa trascorrere il tempo e a 1″ e 5 decimi dallo scadere dei 24″, Pani, in penetrazione, costringe al fallo Cappelli. Il giovane play sardo ha cuore caldo e testa fredda, la mano è salda, 2/2, 67-65 CREI e 7″ e 5 decimi per l’Ottica Amidei per trovare la via del canestro. Tutti sanno che la palla andrà a Zucchini, quello che nessuno si aspetta è che la guardia ospite riesca a costruirsi un tiro da 3 aperto: la palla parte, nel palazzetto si crea un attimo irreale di silenzio con 600 occhi che guardano la traiettoria trattenendo il fiato… secondo ferro… capitan Paoloni cattura il pallone e gli spalti “casalinghi” esplodono in un urlo liberatorio.

CVD BASKET CLUB – PALLACANESTRO CASTENASO 62 – 66

(17-19; 28-32; 45-49)

CVD Casalecchio: Baccilieri, Dawson 5, Trois 6, Bernardi 1, Sighinolfi 16, Penna 11, Barbato, Ghiacci 7, Fuzzi 9, Taddei 4, Santilli 3, Lelli. All. Gatti.

Castenaso: Masini 11, Ballini 8, Baietti 2, Righi 7, Capobianco 1, Ginevri, Cantore 15, Ballardini 17, Zucchini, Quarantotto 5. All. Castelli.

1 2 3 4 21