Tag Archives: lugo

C.S. – Lugo si rinforza con l’ala friulana Ciman

A Lugo arriva il colpo che da qualche tempo si attendeva: è stato infatti trovato l’accordo, per la prossima stagione, con Mattia Ciman.

Classe 1993, ala guardia di 192 cm, Ciman è il tassello che coach Tumidei cercava: “Mattia è un ragazzo che ben si addice al tipo di gioco che penso per il Basket Lugo, giocatore tosto con atteggiamento piuttosto offensivo e forte nel tiro da tre. Con la sua esperienza in campionati trascorsi in serie B ha maturato inoltre una forte propensione all’aspetto difensivo completando un profilo di vero lottatore e combattente”.

C.S.- L’ala Muzzi approda agli Aviators Lugo

Con l’arrivo a Lugo di Tommaso Muzzi, potremmo dire che il roster per la prossima stagione sia fortemente  definito per gli Aviators e queste infatti le parole del coach Alessandro Tumidei: “Tommaso va ricoprire un ruolo molto importante nella struttura che abbiamo pensato per il prossimo anno con le sue caratteristiche di atletismo e solidità, ragazzo che mi darà garanzie anche a livello difensivo e che andrà a completare il reparto dei lunghi”.

Ala forte di 194 cm, del 2000, Tommaso Muzzi ha affrontato la sua prima esperienza senior la scorsa stagione ad Anzola e porta con sé l’esperienza nelle giovanili prima alla BSL di San Lazzaro e successivamente con due stagioni in Fortitudo.

C.S. – Luca Galassi passa da Medicina al Basket Lugo

Fortissimamente volli, potrebbe essere il sunto dell’operazione che con grande soddisfazione il Basket Lugo comunica di avere concluso con il play-guardia Luca Galassi, classe 1999, che approda così da Medicina agli ordini di coach Tumidei che conferma: “grande lavoratore, giocatore di assoluto talento che si mette a disposizione di squadra e allenatore per raggiungere i migliori obiettivi. Sarà molto utile nell’economia di squadra in quanto potrà convivere e anzi completare il reparto piccoli a disposizione. Ha scelto Lugo nonostante non fosse l’unica opzione e questo renderà noi tutti ancora più motivati e carichi nell’attesa dell’avvio della prossima stagione“.

Galassi, che inizia la sua carriera nelle giovanili tra Venezia e Rimini Crabs e dove vince anche un titolo nazionale, vanta anche un’annata da protagonista a Bellaria, in serie D, dove conduce i rivieraschi alla vittoria finale del torneo.

C.S. – Il giovane lungo Martini torna a Lugo alla corte di coach Tumidei

Un graditissimo ritorno è quello che viene annunciato oggi in casa Aviators con Giulio Martini, prodotto del vivaio lughese, che dopo tre stagioni trascorse nelle giovanili della Virtus Bologna torna al Basket Lugo per la sua prima esperienza in un campionato senior, che gli permetterà di avere cosi una importante vetrina dove potrà misurare le proprie ambizioni.

Classe 2002 con 2,05 di altezza, Martini si candida ad avere un ruolo importante nell’economia delle rotazioni: “Confidiamo molto nell’apporto che Giulio potrà dare alla causa lughese, viste le doti del ragazzo che ben già conosciamo”, ha dichiarato Coach Tumidei sul giovane lungo lughese, non nascondendo la grande soddisfazione che condivide assieme alla società per questo ritorno del giovane talento di casa.

C.S. – Matteo Bracci approda agli Aviators Lugo

Una nuova importante pedina si aggiunge al roster del Basket Lugo in attesa dell’avvio del prossimo campionato di C Gold. E’ quindi con grande soddisfazione che il team romagnolo conferma l’accordo con Matteo Bracci che va a rinforzare il reparto lunghi sotto le plance degli Aviators.

Sono molto contento che abbia accettato la nostra proposta di approdare a Lugo – conferma il coach lughese Tumidei, che continua – Matteo è un valore aggiunto sia a livello tecnico che umano e sono sicuro di questo avendolo allenato nelle ultime due stagioni nello Scirea a Bertinoro dove ha totalizzato 13,55 punti di media e più di 8 rimbalzi a partita ultimo anno“.

Matteo Bracci, ala forte di 1,95 classe 1995, fa della solidità una delle sue principali caratteristiche ed è fratello di Jonas che già in un recente passato ha calcato il parquet di Lugo.

C.S – A Lugo si riparte con coach Tumidei

Arriva nella giornata odierna l’importante annuncio da parte della società lughese. Registriamo le prime parole di Tumidei, nuovo coach biancoverde, che esordisce: “la forte motivazione trasferitami dal Presidente Giovannini e l’importanza che Lugo, con la sua tradizione, rappresenta nel mondo del basket hanno fatto sì che  non abbia avuto esitazioni nel cedere all’invito a sedermi sulla panchina degli Aviators

Il primo contatto è avvenuto infatti pochissimi giorni fa e così il neo allenatore biancoverde continua: “gli obiettivi posti rappresentano inoltre un ulteriore passo in avanti per la mia carriera, parto motivatissimo per questa nuova esperienza che porterà importanti traguardi da raggiungere”.

Ricordiamo che per Tumedei si tratta in realtà di un ritorno in quanto fu “assistente” di Ortasi e Galetti poi nella stagione 2014/2015.

La società comunica quindi il nuovo arrivo a Lugo precisando che si lavorerà con una prospettiva sul medio-lungo termine e considerate anche le condizioni estremamente incerte, legate all’emergenza sanitaria, ci limitiamo a un contratto che possa prevedere una estensione.

C Gold, lo Scirea vince il torneo di Bertinoro, ultima la Virtus Imola

1° TROFEO CITTÀ DI BERTINORO

1°-2° GAETANO SCIREA – SAN MARINO TITANS 95 – 69

3°-4° INTECH – BASKET LUGO 62 – 75

(18-18; 25-40; 43-65)

Virtus: Dalpozzo 9, Barattini 12, Orlando 10, Marcone, Biandolino 7, Agatensi 3, Savino 2, Errera 16, Spampinato 3. All. Regazzi.

Lugo: Masrè, Ravaioli, Presentazi, Carella, Silimbani, Santini, Salsini, Bazzocchi, Baroncini, Cervellera, Alessandrini. All. Casadei.

Finisce al 4° posto il cammino della Virtus Imola al 1° Trofeo Città di Bertinoro. Contro il Basket Lugo arriva la seconda sconfitta della sfortunata campagna sui colli forlivesi per i gialloneri. Primo e ultimo quarto equilibrato, con la Virtus spesso avanti nel parziale, mentre dei due quarti centrali, Presentazi (che realizza 23 punti) e compagni sono devastanti soprattutto nel tiro dalla lunga distanza. Apprensione per Luca Agatensi finito al pronto soccorso per un colpo ricevuto in pieno volto, con interessamento dell’occhio. Si attendono gli esiti degli esami di rito. Con un’arma offensiva in meno, coach Marco Regazzi si ritrova con poche rotazioni a disposizione e cerca comunque di giostrare il minutaggio di tutti gli effettivi.

Il punto nodale della sfida si registra negli ultimi minuti del 2° quarto, quando Presentazi trascina i biancoverdi che, sull’onda dell’entusiasmo, piazzano ben 5 triple consecutive che “spaccano” il match: si passa, infatti, dal 25-24 per la Virtus, al 25-40 (break 0-16) con cui ci si ferma per l’intervallo. La Virtus ha un’ottima reazione d’orgoglio nel finale di gara quando, sull’orlo del baratro, ritrova il coraggio di osare la rimonta: dal 43-70, l’Intech torna sotto sul 57-75 (break 14-0), ma il tempo a disposizione è ormai risicato e negli ultimi 2’ è ancora Presentazi a mettere il sigillo per gli Aviators.

Nel primo quarto Barattini infila due triple che mantengono i suoi in equilibrio (8-11 al 6’), prima dello strappo che spedisce avanti Imola, con tanto di schiacciata (ormai marchio di fabbrica) di Errera a 2’20” dalla prima sirena (15-14). Si arriva alla prima pausa breve sul 18-18 ed un sostanziale equilibrio. Con Agatensi costretto ad abbandonare la tenzone per il colpo ricevuto all’occhio sinistro, la Virtus tiene testa fino al 25-24 dopo 3’ col cesto di Biandolino, prima di un lungo periodo di errori da entrambe le parti che anticipa la grandinata lughese, condita da 5 triple consecutive, sulla retina giallonera: sul 25-40, fortunatamente, arriva la sirena che frena la veemenza dei ragazzi di coach Marcello Casadei. Al cambio campo la tripla di Barattini pare rianimare i gialloneri (30-46), ma durante il parziale Lugo prosegue la mattanza da lontano, con l’ispirato Salsini a segno a ripetizione. Il quarto non registra grandi emozioni per Spampinato e compagni che chiudono sotto 43-65. Dopo aver subìto il primo allungo avversario (43-70), Imola si sblocca mentalmente e comincia a mettere in cascina canestro dopo canestro, riavvicinandosi in maniera evidente nel punteggio: il 57-70 è frutto di buone iniziative offensive di capitan Dalpozzo, Errera e Orlando. Manca, però, la zampata decisiva negli ultimi due giri di lancette. Presentazi segna ancora e tiene a distanza di sicurezza i gialloneri.

C Gold, al torneo di Bertinoro, la Intech Imola cede ai padroni di casa dello Scirea

1° TROFEO CITTÀ DI BERTINORO

BASKET LUGO – SAN MARINO TITANS 63-68

INTECH – GAETANO SCIREA 69-78

(20-17; 34-30; 55-62)

Virtus Imola: Dalpozzo 10, Barattini 6, Marcone 2, Biandolino 6, Agatensi 17, Savino, Errera 7, Spampinato 22. All. Zotti.

Bertinoro: En. Solfrizzi, Bracci 8, Rossi 3, Montaguti 27, Angeletti, Zambianchi 7, Ravaioli 6, Bessan 4, Ricci 10, Farabegoli 10, Sampieri, Em. Solfrizzi 3. All. Tumidei.

Termina con una sconfitta la semifinale del 1° Trofeo Città di Bertinoro per la Virtus Imola che cade 69-78 contro i padroni di casa guidati da coach Tumidei. I gialloneri sono in pieno controllo per i primi due quarti, chiusi avanti 34-30. Dopo l’intervallo, esce la stanchezza per il tour de force delle ultime settimane e le poche rotazioni a disposizione fanno il resto. Assente coach Regazzi per impegni personali, la squadra è stata affidata all’esperto coach assistant Andrea Zotti. Tra gli atleti assenze di Orlando, Kos e Piani Gentile. La squadra gioca in modo ben organizzato nei primi 20’, mettendo in mostra un Andrea Spampinato monstre: 17 punti, con 5 canestri dal campo ed una tripla realizzati. Nella seconda parte di match, invece, la Virtus si aggrappa alle tante conclusioni dall’arco dei 3 punti, sfruttando la precisione di Agatensi con 5 triple e di capitan Dalpozzo con 3. Nel mezzo, buone cose da Barattini, soprattutto in fase di transizione e di passaggi filtranti.

La seconda semifinale registra il primo allungo iniziale dei padroni di casa che tentano la fuga sul 2-10, ma Errera, con la sua classica potente schiacciata, rilancia le quotazioni degli imolesi che impattano e superano i locali con 5 punti filati di Spampinato negli ultimi minuti di primo quarto. Alla ripresa del gioco, la Virtus infila un’altra zampata sul punteggio, raggiungendo il +11, massimo vantaggio di serata per Agatensi e compagni: il 31-20 è frutto di un ottimo momento di gioco collettivo, con tutti gli effettivi a disposizione coinvolti sia nella manovra che al tiro. Nel frangente migliore, i gialloneri subiscono la reazione dei bianconeri che accorciano il gap fino alla sirena che porta all’intervallo, sul 34-30. Dopo la sosta, la Virtus parte col turbo e appare in grado di scappare nel punteggio, raggiungendo il vantaggio di +9 (39-30) con la tripla di un motivato Agatensi. Ma sul più bello, i forlivesi ingranano la marcia giusta ed impattano con Montaguti sul 42-42 dopo 4’ di gioco. La battaglia delle triple coinvolge anche Dalpozzo che risponde a Ricci (48-45 al 6’). Ma il match lo “spacca” Montaguti che dall’arco centra il bersaglio grosso a ripetizione e il Gaetano Scirea mette la freccia, staccando gli ospiti sul 52-58 che anticipa il 55-62 con cui si arriva all’ultimo intervallo breve. Un po’ sulle gambe, nell’ultimo quarto la Virtus cerca di restare aggrappata agli avversari con gli acuti da 3 punti di Luca Agatensi (tre triple praticamente consecutive per l’ala di Forlì). Ormai le redini del gioco sono in mano ai ragazzi di coach Tumidei (58-67, 63-69 e 66-73). Dopo il cesto da sotto le plance di Errera (68-73 a 2’45”), è ancora Montaguti a mettere il sigillo su un’ottima prestazione balistica, con la tripla del 68-76 che frena ogni velleità giallonera nel finale di gara.

Foto – Credit by Virtus Imola

C.S. – Lugo passa a Faenza nel debutto casalingo dei Raggisolaris

REKICO – ORVA 81 – 84

(22-12; 48-41; 59-65)

Faenza: Fumagalli 7, Gay 27, Costanzelli, Silimbani 2, Casagrande, Venucci 17, Zampa 6, Petrucci 5, Chiappelli 17, Santini ne, Maroncelli ne, Petrini ne. All. Friso.

Lugo: Lucarelli, Demarchi 9, Bracci 8, Farabegoli 15, Galassi 12, Seravalli 19, Bazzocchi, Brighi, Leardini 18, Arosti ne, Bedin 3. All. Galetti.

La Rekico stecca il debutto casalingo perdendo il derby contro l’Orva. Non basta il gremito pubblico del PalaCattani a spingere i faentini, parsi poco attenti in difesa e deconcentrati per quasi tutto il match, un calo di tensione che porterà ad un lavoro ancora più intenso nelle ultime due settimane di preseason in vista del debutto in campionato di domenica 7 ottobre ad Orzinuovi.

L’inizio è gara è tutto di marca Rekico, con Venucci che dirige un’orchestra perfetta. L’attacco produce punti portando i faentini dall’11-2 al 13-3 in pochi minuti e la difesa cattura ogni rimbalzo non concedendo nulla. Il primo quarto si chiude sul 22-12 e tra gli applausi del pubblico do casa. Al rientro in campo però la Rekico si mostra meno concentrata, venendo colpita da Seravalli con nove punti consecutivi e dal gioco veloce dei lughesi, bravi nel segnare da sotto canestro con Farabegoli e dalla lunga distanza con Leardini e Galassi. Dal 25-21, la Rekico tocca il massimo vantaggio di 42-28 grazie ai siluri di Gay dalla lunga distanza, chiudendo il primo tempo avanti 48-41. Il problema però sono i 29 punti incassati, una lacuna che sarà decisiva anche nel terzo quarto, perchè Lugo continua a colpire, passando in vantaggio con Galassi (51-48) e toccando il 73-62 ad inizio ultimo periodo. Nel momento più difficile entra in gioco il carattere della Rekico e nel giro di poche azioni ricuce il passivo, piazzando il sorpasso con Chiappelli (81-80) nell’ultimo minuto. La buona difesa che ha portato alla rimonta, improvvisamente sparisce e nei secondi finali sono Farabegoli con un libero e Galassi con una tripla a fissare l’84-81 finale.

La Rekico ritornerà in campo mercoledì 26 settembre alle 20 in casa del Bologna Basket 2016 (C Gold), mentre sabato 29 alle 18.30 ospiterà i Tigers Cesena.

C.S. – Flying Balls, positivo lo scrimmage contro Lugo

SINERMATIC OZZANO – ORVA LUGO 97 – 80

(33-15; 24-16; 13-22; 27-27)

E’ positiva la prima uscita stagionale della Sinermatic. Davanti ad un nutrito gruppo di tifosi giunti al PalaSport di Ozzano ancora in fase di restyling, i ragazzi di coach Federico Grandi hanno affrontato il Basket Lugo, formazione che ritroveranno fra poco più di un mese nel campionato di Serie B. I Flying hanno avuto la meglio sugli Aviators,  97 a 80 il punteggio complessivo dei quattro quarti che hanno visto Ozzano prevalere nei primi due, Lugo nel terzo, mentre l’ultima frazione si è conclusa in perfetta parità.

C’era tanta voglia e curiosità nel vedere all’opera i biancorossi, nonostante i soli 10 giorni di preparazione sul groppone. Nel primo quarto ottima prestazione di Ozzano che con lo starting five identico a quello della passata stagione ha creato subito la doppia cifra di gap, incrementato minuto dopo minuto a suon di canestri fino al 33-15 della prima sirena.  Anche il secondo periodo sorride al Flying Balls, 24 a 16 il parziale con tutti i ragazzi scesi in campo che hanno portato il proprio contributo andando a canestro. Piccolo calo nel terzo quarto, complice un po’ la stanchezza e le gambe pesanti che si fanno sentire; i romagnoli trovano diverse soluzioni dall’arco dei tre punti e chiudono avanti 22 a 13. Equilibrato l’ultimo quarto con Ozzano che conduce i primi minuti, Lugo la seconda parte della frazione, fino alla tripla dall’angolo sulla sirena di Chiusolo che fissa il parziale finale sul 27 pari.

1 2 3