Tag Archives: C gold

C Gold, Imola batte Ferrara e rimane l’unica imbattuta a sud…

SERIE C GOLD 7° Giornata

Girone Nord

SECIS – WITH-U 71 – 40

(19-6; 28-24; 58-30)

Jesolo: Bovo 14 (6/7), Biancotto 10 (2/2, 2/5), Favaretto ne, Rosada 9 (3/6, 1/2), Maestrello M. 5 (1/1, 1/3), Busetto 6 (1/4, 0/4), Maschietto 1, Sipala 6 (2/2, 0/2), Zamattio 10 (3/6), Maestrello N. 6 (1/4, 1/2), Mei (0/1, 0/1), Ruffo 4 (2/2). All. Teso.

Verona: Marchetti 3, Pacione 3, Massimo Bovo 6, Basso, Buzzi 5, Adobah, Bertocchi, Ferrazza 2, Samuele Bovo 3, Natali 2, Trentini 5, Crosato 11. All. Bianchi

CALORFLEX – BASKET PIANI JUNIOR 71 – 74

(16-18; 36-31; 52-50)

Oderzo: Boaro 14, Cagnoni 5, Bucciol R., Tadiotto 3, Nardin 14, Ibarra 4, Rizzetto 11, Ndaye 2, Vita Sadi 15, Zaharia, Bucciol T. 3, Pietrobon. All. Guerra.

Bolzano: Cravedi 13, Morghen, Pedron 4, Trentini 15, Gabrielli 3, D’Alessandro 10, Ramoni 20, Marchetto 2, Bragin 5, Dieng 2, Bicaku ne. All. Massai.

RECUPERO

CALORFLEX ODERZO – WITH-U VERONA 28-04-2021 – 20:30

PALASPORT ODERZO – Via Pontremoli ODERZO TV

CLASSIFICA

Jesolo 10; Cestistica Verona*, Oderzo*, Bassano del Grappa, Piani Junior Bolzano 4.

Girone Sud

JUNIOR BK LEONCINO – MOLIX 64 – 75

(19-17; 33-39; 47-57)

Leoncino Mestre: Marzaro 10, Galdiolo 15, Gamberoni 4, Buogo 2, Toffanin 5, Coassin 2, Rossato 9, Valverde, Boateng 1, Stavia 11, Calzolari 5, Pravato. All. Montena.

Molinella: Guazzaloca 6, Brandani 8, Cobianchi, Degli Esposti 15, Ranzolin 9, Zuccheri 2, Gianninoni 14, Bacilieri 3, Balducci, Ouattara, Zhytaryuk 18. All. Castaldi.

MIRANO – INTECH 76 – 80 dts

(19-29; 35-41; 50-56; 70-70)

Mirano: Al. Minincleri 25, Zorzi 10, Negri 5, Benzon, De Lazzari 12, Ragazzo, Cardazzo 2, Casarin 3, Gomirato 4, Musco 6, Bobbo 8, Rocco. All. An. Minincleri.

Imola: Salsini 8, Aglio 2, Ramilli 8, Murati 3, Locci 6, Magagnoli 5, Ranocchi 14, Barattini 10, Piani Gentile, Begic 22, Savino. All. Regazzi.

E sono 5 su 5! La squadra di coach Marco Regazzi supera 80-76 Mirano e si mantiene in vetta alla classifica, a punteggio pieno, a braccetto con Ferrara. Non è certo una partita che passerà alla storia a livello tecnico, ma i gialloneri raggiungono il successo attraverso una prestazione di sostanza, dovendo sopperire a percentuali non entusiasmanti. Grande tensione e battaglia sotto le plance, con parecchi falli ed infrazioni e diverse palle perse.

Pronti via e Minincleri comincia lo show personale con due triple di fila, intervallate da quella di Ramilli. Quindi Begic e Salsini segnano subendo, entrambi, fallo: Imola si ritrova sul 6-12. Dopo un paio di minuti di errori e falli sparsi, Mirano pareggia sul 16-16 con una bella iniziativa di Bobbo. L’invenzione di Magagnoli libera Ranocchi sotto canestro per il 18-23 La Virtus con qualche libero allunga sul 19-27 e Ranocchi penetra per il +10 con cui si va al primo intervallo breve. Ramilli firma dall’arco centrale la tripla del 21-34 dopo un minuto. Nei centottanta secondi successivi, tanta confusione in campo, col tabellone che si “sporca” solo coi 2 liberi di Minincleri. Nel frattempo parecchie palle perse e ancora parecchi falli e infrazioni da ambo i lati. Mirano comincia a rosicchiare qualche punto (27-34) con De Lazzari, ma i gialloneri mantengono 6-7 lunghezze di vantaggio, mentre ci si avvicina all’intervallo. A 40” dalla sirena, capitan Negri si infila dalla destra in mezzo all’area per appoggiare al tabellone il -3 veneto (35-38). Zorzi, a 7” dalla fine, perde malamente la palla in palleggio e la Virtus ne approfitta, con lo scarico su penetrazione di Begic per Murati che, libero, infila la tripla del +6 sul fil di sirena. Al cambio campo, super stoppata di Begic ai danni di Minincleri lanciato in contropiede. Lo stesso Minincleri realizza la tripla che vale il 40-41 e il 17esimo punto personale. Il contropiede di Musco conduce Mirano al vantaggio (42-41). Dopo il timeout di coach Regazzi, Begic vola per il +1. Lo stesso croato realizza il 14esimo punto personale per il 42-45. Per diversi minuti il punteggio non si sposta dal 45-45, con entrambe le squadre che litigano col ferro ed il gioco è spesso interrotto per un discreto numero di falli. Sblocca Begic dalla lunetta al 27′, quindi un’invenzione di Barattini (canestro più fallo) manda l’Intech sul 45-49. Molto importante la tripla dal versante sinistro di Ranocchi che fa respirare i gialloneri sul 45-52 ad un minuto dalla sirena. Begic segna ancora a ripetizione (19 al 30’) e il quarto si chiude sul 50-56. Ultimo quarto iniziato con un po’ di tensione in campo. Locci col piede perno si fa notare sotto canestro che vale il +5. Salsini inventa una serpentina che manda in tilt gli avversari, ma subisce fallo. Gomirato commette il 5° fallo sempre su Salsini nell’azione successiva a 7’30” da giocare (53-60). Un fallo di Barattini, sul tiro dalla distanza di Zorzi, permette ai locali di accorciare sul -4. Minincleri dilaga (22 per lui) e dalla lunetta riporta a 2 soli i punti di distacco tra le due squadre. A metà frazione Imola in campo con Aglio, Salsini, Ranocchi, Begic e e Magagnoli, ovvero senza play di ruolo. Minincleri piazza la tripla che vale il pareggio a quota 61. Dall’altra parte, replica Begic. Mirano ritrova avanti +2, con Ranocchi che impatta a 2’30” sul 65-65. Con un paio di errori al tiro, ci si avvicina alla sirena: Negri fa 0/2 dalla lunetta, Ranocchi penetra dalla sinistra e segna il +2, subendo pure il fallo. Sul rimbalzo è lesto Magagnoli ad arpionare il pallone e subire un altro fallo: dalla lunetta l’ala realizza il 65-69, con immediato timeout della panchina miranese. Salsini fa 0/2 e Zorzi 2/2 dalla lunetta (67-69) a 42” dalla sirena. Aglio porta palla e sulla riga di metà campo si scontra con De Lazzari: per l’arbitro è fallo intenzionale della stessa ala giallonera. L’ala locale segna solo il primo dei due liberi a disposizione, ma la palla resta a disposizione di Mirano a 30” dalla sirena (68-69). Minincleri cerca la giocata fuori equilibrio, ma il ferro respinge il tiro. Sulla penetrazione di Salsini, arriva il fallo dello stesso playmaker veneto. Sbaglia il primo libero, segna il secondo per il 68-70 a 16” dalla fine. Dopo il timeout locale, lo stesso Salsini commette fallo su Zorzi che si trova sulla linea della carità (2/2 per il 70-70) a -11”. Dopo il timeout, Ranocchi rimette in gioco nella metà campo offensiva, Begic spalla a canestro non trova lo spunto per tentare la giocata e allarga a Magagnoli che penetra, ma commette fallo di sfondamento. Allo scadere Zorzi tenta la fuga per la penetrazione ma non fa in tempo a tirare prima della sirena. Overtime. La tensione in campo è altissima, De Lazzari segna cadendo all’indietro per il vantaggio locale (72-70). Magagnoli sbaglia e Imola fallisce altre conclusioni che rischiano di compromettere la partita. Intanto Salsini esce per falli, mentre Bobbo dalla lunetta fa +3 per Mirano. La Virtus, nel punto più basso della sua serata, sbaglia ben 3 tiri consecutivi dalla distanza. Ci pensa Barattini a penetrare per incassare il fallo (5° per Bobbo): dalla lunetta il play imolese fa 2/2 per il 73-72. Ranocchi recupera palla in difesa e nell’attacco successivo, Locci è lesto a raccattare una palla vagante sotto le plance, per segnare il +1 Imola a -2’40”. Su un’altra penetrazione di Barattini, De Lazzari commette il 5° fallo ed esce dal match. Il play porta i gialloneri sul 73-76. Sul tiro sul ferro di Ramilli, viene fischiato il fallo a Magagnoli. Dalla lunetta Negri fa 0/2, ma proseguendo l’azione, la guardia realizza la tripla del 76-76 a 35” dalla sirena. Virtus in attacco, con Ramilli che infila il tap in sull’errore di Ranocchi dalla distanza. Mentre la panchina miranese chiama il timeout, capitan Negri si arrabbia con la coppia arbitrale per una presunta infrazione “non fischiata”. L’arbitro non può non fischiare il fallo tecnico. Dopo il minuto di pausa, Barattini è glaciale dalla lunetta: 76-79. Nell’attacco locale, Minincleri non trova il bersaglio grosso e Begic si impadronisce della sfera, ricevendo immediato fallo. Dalla lunetta segna solo il primo libero (+4), ma è sufficiente per l’Intech per portare a casa i due punti.

FERRARA BK 2018 – BASKET LUGO 84 – 73

(23-23; 40-40; 60-56)

Ferrara: Tornimbeni ne, Labovic 5, Costanzelli 6, Cortesi 9, Bianchi 11, Seravalli 26, Gibertini ne, Cavicchi ne, Zanirato ne, Verrigni 5, Agusto 22. All. Furlani.

Lugo: Ciman 22, Bravi 10, Fussi ne, Bracci 6, Di Poce 16, Campajola ne, Masrè 6, Silimbani 6, Baroncini ne, Galassi 5, Arosti ne, Benedetti 2. All. Tumidei.

RECUPERI

FERRARA BK 2018 – INTECH 72 – 80

(19-22; 41-45; 55-68)

Ferrara: Tornimbeni ne, Labovic 2, Costanzelli 15, Cortesi 10, Bianchi 13, Seravalli 12, Gibertini ne, Cavicchi ne, Frigatti ne, Verrigni 9, Agusto 11. All. Furlani.

VSV Imola: Salsini, Dalpozzo ne, Aglio 8, Salsini, Begic 15, Savino ne, Piani Gentile ne, Barattini 15, Ranocchi 14, Magagnoli 9, Locci 6, Murati 5, Ramilli 8. All. Regazzi.

MOLIX MOLINELLA – JUNIOR BK LEONCINO 66 – 72

CLASSIFICA

Virtus Imola* 12; Ferrara 2018* 10; Lugo* 6; Molinella** 4; Mirano*, Junior Leoncino Mestre 2.

C Gold, turno infrasettimanale fatale per Lugo che cade a Molinella

SERIE C GOLD

Recupero 3° Giornata

Girone Sud

MOLIX – BASKET LUGO 68 – 57

(18-14; 34-32; 54-48)

Molinella: Guazzaloca 3, Brandani 6, Cobianchi ne, Degli Esposti 6, Ranzolin 4, Zuccheri 6, Gianninoni 15, Bacilieri, Zanetti, Balducci 8, Ouattara, Zhytaryuk 20. All. Castaldi.

Lugo: Ciman 6, Fussi ne, Bravi 2, Cambajola ne, Di Poce 11, Baroncini ne, Silimbani 11, Masrè 3, Galassi 9, Bracci 12, Benedetti 3. All. Tumidei.

JUNIOR BK LEONCINO – INTECH 69 – 72

(17-24; 37-47; 52-62)

Leoncino: Marzaro 16, Galdiolo 10, Gamberoni 4, Buogo, Toffanin 12, Coassin 5, Rossato 2, Boateng 2, Cavinato 2, Stavla 5, Calzolari 10, Pravato 1. All. Montena.

Virtus Imola: Salsini 2, Aglio 10, Magagnoli 7, Ranocchi 11, Barattini 7, Savino ne, Piani Gentile ne, Begic 21, Ramilli 6, Murati 3, Locci. All. Regazzi.

E sono 4 su 4 per la Virtus Imola. A Mestre, contro un Basket Leoncino imbottito di under molto motivati, la squadra di coach Regazzi pesca il successo 72-69, non senza qualche patema, nel recupero della terza giornata di andata. Imola comanda le operazioni per tutto il match, gestendo un vantaggio in doppia cifra fino a metà del terzo quarto. Da quel momento vari fattori fanno implodere la manovra giallonera: la stanchezza accumulata per via del secondo match in tre giorni, il ritmo forsennato e la difesa sempre al limite del fallo dei padroni di casa e qualche scelta sbagliata nei passaggi e nei tiri. Imola, però, resta sempre avanti fino a 1’52” dalla sirena finale, quando Toffanin chiude in sottomano il contropiede del 69-68 per Leoncino, con immediato timeout di Regazzi. Alla ripresa del gioco, sui giri in lunetta di Begic, Barattini e Magagnoli, la Virtus ottiene il 72-69 con cui si chiude il match, con tanto di brivido finale.

La partita viene “varata” dalla penetrazione da sinistra di Ranocchi, mentre, dopo 2’30”, Begic segna la tripla del 7-7. Montena ruota continuamente gli effettivi a disposizione, fin dalle primissime battute della partita, per sfruttare al meglio le energie, soprattutto in difesa, dove il Leoncino mantiene costantemente un ritmo molto alto. Dopo 4 punti filati di Ramilli, Aglio realizza la palombella morbida per il 9-16, quindi, nell’azione successiva, il 9-18 a 3’ dal primo intervallo breve. Prima di fermarsi, Magagnoli e Salsini firmano il 17-24, con Calzolari e Gamberoni a segno a pochi secondi dalla sirena. Ivan Begic trasforma in oro il tentativo frontale dalla distanza sulla difesa di Stavla (20-27 dopo un minuto di gioco). La penetrazione dell’ala croata produce 3 punti (con il tiro libero aggiuntivo) e subito dopo, Barattini alza la palombella per il 24-32. I liberi di Barattini e Ranocchi portano al +10 a 3’15” dall’intervallo (28-38). Ranocchi segna il 34-47, strappando il rimbalzo offensivo, mentre allo scadere, il Leoncino accorcia sul 37-47, con cui ci si ferma per l’intervallo. Al cambio campo, Marzaro (da 3) e Begic (in penetrazione) aprono subito le marcature per il 40-49, con Aglio che realizza il 40-51, un passo dentro l’area, dopo 2’ di gioco. Il fallo tecnico allo stesso Aglio manda (inutilmente) in lunetta Leoncino che non ne approfitta (44-51 al 24′). Inizia in questa fase un momento di poca lucidità, con la Intech che spreca diversi palloni in attacco. La tripla di Toffanin accorcia ulteriormente sul 47-51. A 4’50” dalla terza sirena, Imola è avanti 50-51. Dopo altri errori al tiro dei gialloneri, è Begic a far rifiatare la squadra, indovinando un jolly dai 9 metri che vale il +4. Anche Murati piazza la tripla dal fronte sinistro che regala il 51-57 al 28′. In chiusura di frazione, fallo tecnico a coach Montena per reiterate proteste (Begic segna il libero derivante). Il quarto si chiude con i due canestri di Jacopo Aglio che fermano il tabellone sul 52-62. Entra meglio in campo il Leoncino nell’ultima frazione: nei primi 3’ i biancoazzurri recuperano diversi palloni, pur senza concretizzare i vari possessi conquistati (54-62). Quando ci riescono, ecco che il vantaggio imolese svanisce sul 59-62 dopo 3’30” di gioco. Timeout di coach Regazzi. Al rientro in campo, sul ferro colpito da Ranocchi, Ramilli traduce in canestro il rimbalzo strappato agli avversari. Il canestro di Locci, poi, allunga sul 59-67 a metà frazione. La tripla di Coassin accorcia il gap per i padroni di casa. I giovani locali non demordono e continuano a pressare la Virtus fin dalla rimessa sotto canestro e, a -3’20”, il punteggio li vede in rimonta sul 67-68. Addirittura, Toffanin vola in contropiede per il sorpasso in sottomano: a 1’52” dalla sirena finale il Leoncino si ritrova in vantaggio 69-68, con coach Marco Regazzi che ferma tutto per il timeout vitale per la sua squadra. Begic subisce fallo da Rossato e con il 2/2 dalla lunetta riporta avanti Imola. Dall’altra parte, Marzaro prima “gioca” coi secondi a disposizione, quindi pretende troppo, tentando la conclusione dai 10 metri circa che si ferma sul ferro. Quindi due errori da ambo i lati, con il tempo che scorre inesorabile. Quando ci si avvicina ai trenta secondi finali, Imola fa scadere i 24” a disposizione per l’attacco. E dall’altra parte anche Rossato non trova il canestro allo scadere. Barattini si ritrova in lunetta a 10” dalla sirena: fa 1/2 per il 69-71 e Montena blocca il tempo con il timeout che consentirà ai veneti di ripartire in zona d’attacco. Ma la rimessa in gioco di Toffanin è un invito a nozze per Magagnoli, che giganteggia in area, intercettando la palla del match. Immediato il fallo di Marzaro a 8” dalla fine. Magagnoli fa 1/2 dalla lunetta, portando la Virtus sul 69-71. Francesco Rossato si trova tra le mani la tripla del pareggio, ma sbaglia e sul rimbalzo, a 1” dal gong, arriva il fallo di Magagnoli su Enrico Stavla: dalla lunetta, la guardia sbaglia il primo libero, quindi scaglia la palla sul tabellone per favorire il rimbalzo e, magari, l’ultima conclusione da tre, alla ricerca del pareggio. Ma non toccando il ferro, la palla a 9 decimi la rimessa laterale è della Virtus Imola. Nel concitato frangente, l’Intech può amministrare un +3 importante e basterebbe rimettere la palla in gioco per chiudere il match. Ma la tensione in campo è alta e Ramilli, anzichè lanciare la palla nell’altra metà campo, cerca le mani di Begic con un passaggio nella retroguardia. Rossato intuisce le intenzioni ed intercetta clamorosamente la linea di passaggio: il suo tiro al volo dall’angolo sinistro non trova (fortunatamente per la Virtus) la retina e la sirena sancisce il successo esterno numero 2 (su 2) dei gialloneri in campionato.

FERRARA BK 2018 – VETORIX 79 – 62

(24-22; 45-42; 68-46)

Ferrara 2018: Tornimbeni, Labovic 3, Costanzelli 16, Cortesi 14, Bianchi 15, Seravalli 9, Gibertini, Frigatti, Zanirato 2, Verrigni 9, Agusto 11. All. Furlani.

Mirano: Minincleri Al. 8, Zorzi 4, Negri 7, Benzon, De Lazzari 7, Povellato 5, Cardazzo 13, Casarin, Ranzato, Gomirato 10, Musco 4, Bobbo 4. All. Minincleri An.

CLASSIFICA

Virtus Imola**, Ferrara 2018** 8; Lugo* 6; Mirano*, Molinella*** 2; Junior Leoncino Mestre* 0.

C Gold, sorridono Ferrara, Imola e Lugo

SERIE C GOLD 6° Giornata

Girone Nord

BASKET PIANI JUNIOR – SECIS JESOLO 48 – 80

(13-22; 27-43; 41-57)

Bolzano: Cravedi 5, Morghen 4, Pedron 4, Trentini 11, Gabrielli 5, D’Alessandro 13, Ramoni 1, Marchetto 5, Braghin, Dieng, Raffaelli, Bicaku. All. Michele Massai

Jesolo: Bovo 13, Biancotto 17, Favaretto ne, Rosada 6, Maestrello M. 12, Busetto 4, Maschietto, Sipala 12, Zamattio 10, Maestrello N. 4, Mei, Ruffo 2. All. Teso.

WITH-U VERONA – BASKET BASSANO 58 – 70

CLASSIFICA

Jesolo 8; Cestistica Verona*, Oderzo*, Bassano del Grappa 4; Piani Junior Bolzano 2.

Girone Sud

INTECH – MOLIX 76 – 59

(22-15; 39-38; 60-44)

VSV Imola: Salsini, Dalpozzo ne, Aglio 13, Ramilli 9, Murati 4, Locci 5, Magagnoli 16, Ranocchi 4, Barattini 8, Piani Gentile, Begic 17, Savino. All. Regazzi

Molinella: Guazzaloca 4, Brandani 12, Cobianchi, Degli Esposti Castori, Ranzolin, Zuccheri, Gianninoni 10, Baccilieri 2, Zanetti 2, Balducci 11, Ouattara 2, Zytharyuk 16. All. Castaldi

Vittoria importante della Virtus Imola, che supera di slancio 76-59 la Pallacanestro Molinella, con una prestazione solida e concreta con diversi spunti interessanti da registrare. Innanzitutto il debutto in campionato di Jacopo Aglio, autore di 13 punti e di una schiacciata da categoria ben superiore che vale il 65-50 a 6’ esatti dalla sirena finale. Altra gara senza forzature per Ivan Begic che mette in saccoccia altri 17 punti e tanta sostanza. Sotto le plance scontro ad alta quota tra Locci e Zhytaryuk, mentre per Regazzi ottime cose in regia da Barattini e Murati. Solito bottino sostanzioso per Francesco Magagnoli che si conferma tra i più prolifici della squadra in questo avvio di campionato.

Molinella parte forte, con uno 0-6 che fa tremare i locali, ma la tripla fuori equilibrio di Barattini, dall’angolo destro, è la prima fiammata della serata imolese (5-6 al 2’30”), che anticipa l’avvitamento sotto canestro di Begic per il primo vantaggio giallonero. Inizia un frizzante botta e risposta che vede primeggiare di qualche lunghezza i padroni di casa, che siglano il 16-11 a 3’ dalla sirena, con la tripla dall’angolo di Magagnoli. Ranocchi e Aglio chiudono il primo quarto sul 22-15. Al rientro in campo, Imola vola con Ranocchi da sotto sul 24-15, ma Molinella replica con Zytharyuk e le due triple in pochi istanti di Gianninoni e Brandani che ricuciono il gap (24-23 al 13’). Quindi, ancora dall’arco, si stuzzicano Brandani e Barattini per il 27-26, un minuto dopo. Gianninoni, in penetrazione, riporta avanti i suoi, ma le due squadre procedono a braccetto verso l’intervallo. Nel mezzo un fallo tecnico alla panchina imolese ed una tripla di Ivan Begic (32-28 a 4’ dalla fine). Aglio tiene avanti Imola sul 34-31 al 18′. A 1’30” da giocare, la Virtus scappa sul 37-31 con i liberi di Begic, ma Molinella ha un moto d’orgoglio che lo porta a recuperare fino al 39-38 con cui ci si ferma all’intervallo lungo. Dopo la pausa, l’Intech appare più sciolta e comincia a spingere sull’acceleratore, lasciando a Molinella pochi spazi in attacco: gli ospiti sbagliano molto di più al tiro, tant’è che al 30’, gli ospiti ci arrivano con solo due canestri in azione (più due liberi), con 6 punti totali. E’ il momento clou del match, con la Virtus che trova il coraggio per allargare il vantaggio fino al +16. Il parziale si apre con la tripla di Aglio, quindi Barattini e Begic firmano il 46-40 dopo 4’20” di gioco. A metà frazione Aglio corre a campo aperto per il 50-42, con gli ospiti che stentano a restare aggrappati ai locali. Aglio nel traffico alza il ritmo (53-42) raggiungendo la doppia cifra di vantaggio. Per un paio di minuti nessuno segna ed è Murati a firmare il 55-43 al 28′. Quando mancano 45”, Magagnoli si mette in proprio dall’arco frontalmente e realizza il +16 (60-44) che obbliga coach Castaldi a chiamare il timeout. Dopo 2’30” dell’ultimo quarto, Ouattara si aggrappa al ferro per inchiodare la schiacciata del 61-46, seguita dalla tripla di Balducci (+12 Imola), mentre dall’altra parte Begic segna in penetrazione. Il capolavoro di serata lo firma Jacopo Aglio, che si trasforma in supereroe giallonero andando a inchiodare una splendida schiacciata: è il 65-50 che segna il match e consegna, in pratica, i 2 punti in palio nelle mani della Virtus Imola, anche se mancano ancora sei minuti. A metà frazione, Begic appoggia a canestro il +17 che induce gli ospiti a rifugiarsi nel timeout. Dalla media distanza, Murati replica a Gianninoni (69-52), mentre Brandani segna da lontano. Il match si avvia verso l’archivio quando Ramilli, prima segna la sua prima tripla di serata, quindi chiude il match sul 76-59. In campo negli ultimi scampoli di gioco anche i giovani imolesi Savino e Piani Gentile.

JUNIOR BK LEONCINO – FERRARA BK 2018 64 – 77

(16-28; 29-38; 50-59)

Leoncino Mestre: Marzaro, Galdiolo 14, Gamberoni 2, Buogo, Toffanin 10, Coassin 5, Tonon 5, Rossato 12, Boateng 4, Stavia 7, Calzolari 5, Pravato. All. Montena.

Ferrara 2018: Tornimbeni, Costanzelli 13, Cortesi 8, Bianchi 10, Seravalli 6, Yarbanga, Cavicchi, Zanirato, Verrigni 16, Agusto 24. All. Furlani.

BASKET LUGO – VETORIX 79 – 58

(24-8; 44-32; 58-43)

Lugo: Ciman 17, Fussi, Bravi 11, Campajola ne, Di Poce 5, Baroncini. Silimbani 10, Masrè 9, Galassi 12, Bracci 10, Benedetti 2, Arosti 3. All. Tumidei.

Mirano: Minincleri Al., Zorzi 19, Negri 9, Benzon 6, Musco, Povelato 4, Cardazzo 7, Gomirato, Casarin, Ranzato, De Lazzari 9, Bobbo 4. All. Minincleri An.

CLASSIFICA

Virtus Imola***, Ferrara 2018***, Lugo** 6; Mirano** 2; Junior Leoncino Mestre**, Molinella**** 0.

Foto: www.virtusspesvis.it

C Gold, Mirano vince il derby veneto del Sud…

SERIE C GOLD 5° Giornata

GIRONE Nord

BASKET BASSANO – CALORFLEX ODERZO 57 – 66

WITH-U VERONA – BASKET PIANI JUNIOR 65 – 67

RECUPERO

SECIS – BASKET PIANI JUNIOR 62 – 33

(16-25; 39-31; 51-33)

Jesolo: Bovo 14 (4/6, 1/2), Biancotto 3 (1/5 da tre), Favaretto ne, Simone Rosada 6 (1/3, 0/1), Maestrello M. 6 (0/2, 2/2), Busetto 7 (2/4, 1/3), Maschietto (0/1), Sipala 6 (3/5), Zamattio 6 (3/8), Maestrello N. 8 (1/5, 2/3), Mei (0/1 da tre), Ruffo 6 (0/1, 2/2). All. Teso.

Bolzano: Paoli, Cravedi, Morgen 3, Pedron 6, Trentini 4, Gabrielli 3, D’Alessandro 3, Ramoni ne, Marchetto, Braghin 3, Dieng 11, Raffaelli. All. Massai.

CLASSIFICA

Jesolo 6; Cestistica Verona*, Oderzo* 4; Bassano del Grappa, Piani Junior Bolzano 2.

Girone Sud

VIRTUS PALL. IMOLA – BASKET LUGO Rinviata    

JUNIOR BK LEONCINO – VETORIX MIRANO 65 – 71

MOLIX MOLINELLA – FERRARA BK 2018 Rinviata         

PAL.TO DELLO SPORT – Viale Della Liberta’ 21 MOLINELLA BO

RECUPERO

JUNIOR BK LEONCINO – MOLIX MOLINELLA Rinviata  

PALESTRA LUZZATTI-GRAMSCI – Mestre – Via Mattuglie VENEZIA VE

CLASSIFICA

Virtus Imola**, Ferrara 2018**, Lugo* 4; Mirano** 2; Junior Leoncino Mestre**, , Molinella*** 0.

C Gold, nel girone Sud, Lugo doma il Leoncino…

SERIE C GOLD 4° Giornata

Girone Nord

SECIS JESOLO – BASKET BASSANO 63 – 55

(18-9; 28-23; 49-41)

Jesolo: Bovo 13 (4/8, 0/2), Biancotto 8 (2/5, 1/4), Favaretto 6 (2/4, 1/2), Simone Rosada 6 (3/5, 0/5), Maestrello M. 7 (2/3, 1/4), Busetto 7 (3/3, 0/1), Sipala 14 (2/2, 1/3, 7/8 ai liberi), Zamattio (0/1), Maestrello N. 2 (1/2), Ruffo (0/1 da tre), Mei. All. Teso.

Bassano del Grappa: Naoni 11 (2/7, 1/1), Brescianini (0/1 da tre), Valesin 5 (2/5, 0/5), Creta 6 (0/1, 2/5), Rigon, Valente, Kissima, Nnabuife 7 (2/4, 1/2), Bamba 11 (2/4, 1/1), Torrigiani (0/1), Fabiani 8 (2/2), Calamita 7 (2/2, 1/2). All. Gallea.

CALORFLEX ODERZO – WITH U VERONA Rinviata 

PALASPORT ODERZO – Via Pontremoli ODERZO TV

CLASSIFICA

Cestistica Verona*, Jesolo* 4; Oderzo*, Bassano del Grappa 2; Piani Junior Bolzano* 0.

Girone Sud

BASKET LUGO – JUNIOR BK LEONCINO 78 – 67

(20-17; 41-36; 54-52)

Lugo: Ciman 19, Bravi 12, Baroncini, Silimbani 5, Masrè 3, Galassi 10, Bracci 22, Benedetti 7, Arosti, Fussi ne, Campajola ne, Di Poce ne. All. Tumidei.

Leoncino Mestre: Marzano 16, Galdiolo 6, Gamberoni 2, Buogo 5, Toffanin 2, Coassin 2, Rossato 11, Boateng, Stalva 18, Calzolari 5, Ruggiero, Pavan. All. Montena.

FERRARA BK 2018 – VIRTUS PALL. IMOLA Rinviata

PALAVIGARANO – Via P.P. Pasolini VIGARANO MAINARDA FE

VETORIX MIRANO – MOLIX MOLINELLA Rinviata 

Palestra Sc.El. ‘Azzolini’ – Via Villafranca 20 MIRANO VE

CLASSIFICA

Virtus Imola**, Ferrara 2018**, Lugo* 4; Junior Leoncino Mestre**, Mirano**, Molinella*** 0.

C Gold, il Covid vince per 3-0 nel Girone Sud…

SERIE C GOLD 3° Giornata

Girone Nord

CALORFLEX ODERZO – SECIS JESOLO 65 – 68

Oderzo: Boaro 1, Masocco 11, Albereti 6, Nardin 4, Ibarra 19, Rizzetto 9, Ndiaye 2, Vita Sadi 13, Ongaro, Bucciol, Pietrobon, Zaharia ne.

Jesolo: Bovo 12, Biancotto 11, Favaretto 16, Rosada 11, Maestrello M. ne, Busetto 4, Sipala 1, Zamattio 6, Maestrello N. 4, Ruffo 3, Mei ne.

BASKET BASSANO – BASKET PIANI JUNIOR 92 – 89

(15-29; 45-56; 63-67)

Bassano del Grappa: Naoni 15, Brescianini ne, Valesin 11, Creta 18, Maiga ne, Valente 2, Kissima 8, Nnabuife 6, Mazzotti 14, Bamba, Torrigiani 8, Fabiani 10. All. Gallea.

Bolzano: Cravedi 21, Pedron, 10, Trentini 10, Gabrielli 5, D’Alessandro 15, Ramoni 13, Marchetto 3, Dieng 12, Braghin, Raffaelli. All. Massai.

CLASSIFICA

Cestistica Verona 4; Oderzo, Jesolo*, Bassano del Grappa 2; Piani Junior Bolzano* 0.

GIRONE SUD

MOLIX MOLINELLA – BASKET LUGO Rinviata

PAL.TO DELLO SPORT – Viale Della Libertà 21 MOLINELLA BO

JUNIOR BK LEONCINO – VIRTUS PALL. IMOLA Rinviata  

PALESTRA LUZZATTI-GRAMSCI – Mestre – Via Mattuglie VENEZIA VE

FERRARA BK 2018 – VETORIX MIRANO Rinviata  

PALAVIGARANO – Via P.P. Pasolini VIGARANO MAINARDA FE

CLASSIFICA

Virtus Imola, Ferrara 2018 4; Lugo 2; Junior Leoncino Mestre*, Mirano, Molinella* 0.

C Gold, a Sud comanda la coppia Ferrara-Imola

SERIE C GOLD 2° Giornata

Girone Nord

WITH-U VERONA – SECIS JESOLO 62 – 60

BASKET PIANI JUNIOR – CALORFLEX ODERZO 73 – 81

CLASSIFICA

Cestistica Verona 4; Oderzo 2; Piani Junior Bolzano*, Jesolo*, Bassano del Grappa 0.

Girone Sud

JUNIOR BK LEONCINO – MOLIX MOLINELLA Rinviata      

PALESTRA LUZZATTI-GRAMSCI – Mestre – Via Mattuglie VENEZIA VE

BASKET LUGO – FERRARA BK 2018 73 – 90

(24-12; 35-35; 55-64)

Lugo: Ciman 28, Fussi ne, Bravi 13, Campajola ne, Di Poce ne, Baroncini ne, Silimbani, Masré 7, Galassi 14, Bracci 11, Benedetti, Arosti. All. Tumidei.

Ferrara: Tongue Zuko 5, Tornimbeni, Costanzelli 6, Cattani 6, Cortesi 13, Bianchi 24, Seravalli 11, Gavagna 3, Manyaka ne, Tengueu, Agusto 22. All. Furlani.

INTECH – VETORIX 88 – 75

(24-22; 47-41; 75-55)

VSV Imola: Fusella ne, Salsini 11, Ramilli 5, Murati 8, Locci 3, Magagnoli 12, Ranocchi 22, Barattini 11, Piani Gentile, Begic 16, Savino. All. Marchi.

Mirano: Minincleri, Dalle Fratte ne, Zorzi 5, Negri, Zanatta 3, Vit 14, Bonivento 8, Serena 12, Ranzato, Gambato, Scancelli 19, Bellato 14. All. Cibin.

Due su due per la Intech, che supera, in casa, la Pallacanestro Mirano 88-75 con una bella prestazione corale. Ne è la controprova la doppia cifra raggiunta da ben 5 atleti, con l’apice di Alessandro Ranocchi che festeggia sul parquet di casa la laurea appena “conquistata”, infilando 22 punti. Barattini segna e fa segnare, grazie a 10 assist al bacio per i compagni, seguito da Murati con 4. Magagnoli è solido nei momenti decisivi, soprattutto quando Mirano tenta il tutto per tutto nel finale. Locci è sempre di più il totem giallonero nell’area pitturata, con una presenza di valore, macchiata da 2 falli nei primi minuti che ne hanno limitato il minutaggio. Fondamentali nelle rotazioni Ramilli, Murati e Salsini che mettono fisico e punti quando serve.

L’inedita coppia di coach Marchi-Brusa, manda in campo Barattini, Locci, Begic, Ramilli e Ranocchi. Coach Cibin risponde con Scancelli, Vit, Zorzi, Bonivento e Ranzato. Inizia con 2 falli in 30” la partita della Virtus, prima della tripla di Ramilli dall’angolo destro (al 2’), che fa capire fin da subito che l’aria (rispetto al 2/26 di Molinella) è completamente diversa (6-1). Bonivento replica con due triple che valgono il primo vantaggio consistente di Mirano (9-11 al 4’). L’azione in velocità di Barattini manda a canestro Magagnoli, quindi Salsini si sblocca in serata con un ottimo movimento col piede perno sotto canestro e Ranocchi si infila nella difesa ospite con una penetrazione di potenza che vale il primo allungo imolese: 17-13. Poi Magagnoli e Salsini, sempre da sotto, realizzano il 21-19 al minuto 8. Il tempo si chiude con Vit che infila il 9° punto personale per il nuovo vantaggio ospite a -40” e Ranocchi che mette la tripla del 24-22, con cui ci si ferma per il primo intervallo breve. Inizia meglio Mirano nel 2° quarto (27-29), ma Barattini piazza la tripla del +1, con Imola che non riesce a prendere un vantaggio significativo. La tripla frontale di Murati a 4’54” è pura adrenalina per la Virtus (33-31), come quella di Ranocchi (41-35 a 3’ dalla sirena), subito replicato da Zanatta. Anche Salsini partecipa alla pioggia di triple (44-38). Nel finale di tempo, Murati va in velocità, attaccando il ferro, segnando e subendo fallo (47-40). L’inizio della ripresa è favorevole all’Intech, con Barattini che trascina la squadra in attacco (49-41), quindi Ranocchi in penetrazione sigla il 53-44. Aumenta il vantaggio imolese, mentre dall’altra parte i due pivot Bellato e Scancelli segnano dalla distanza, mentre Ranocchi segna il 17esimo punto personale. Quando Magagnoli, dall’angolo destro, infila la tripla del 58-47, al 23’, l’inerzia del match comincia a pendere decisamente dalla parte della Virtus. Dopo il timeout chiesto da coach Cibin, il capitano Serena mette la tripla che accorcia il gap sul -8. Il +10 (60-50 al 25’) arriva su uno scambio spettacolare tra Ranocchi e Locci, che segna il primo cesto di serata. Poi Begic comincia lo show personale, sfruttando un grande lavoro di squadra in velocità (64-50). Scancelli ancora da tre, subito replicato da Ranocchi che firma il 67-53 a 2’30” dalla sirena. Begic alza il livello e segna in due azioni consecutive, firmando il +20 con cui si arriva all’ultimo intervallo breve (75-55). L’ultimo quarto vede l’arrembaggio di Mirano che tenta il tutto per tutto, mentre Imola prova a gestire un ottimo vantaggio: a 6’ dalla fine Virtus avanti 81-67. Quindi la scena se la guadagna Francesco Magagnoli che mette la tripla, dalla sinistra, del 84-69 a 5’20” dalla sirena; poi intercetta e strappa dalle mani di Zorzi la palla che va a depositare in solitaria per il 86-72 (a 2’30” dalla sirena) che spezza il ritmo e le velleità degli ospiti. E come a Molinella, l’ala si dimostra uomo prezioso nei minuti finali. L’assist a una mano di Locci fa volare Begic con l’ultimo canestro della gara (88-75).

CLASSIFICA

Virtus Imola, Ferrara 2018 4; Lugo 2; Junior Leoncino Mestre*, Mirano, Molinella* 0.

C Gold, il primo derby della stagione premia Imola. Bene Ferrara e Lugo

SERIE C GOLD 1° Giornata

Girone Nord

SECIS JESOLO – BASKET PIANI JUNIOR 02-04-2021 – 20:30   

PALASPORT ‘E. CORNARO’ – Via M.L. King 5 JESOLO VE

BASKET BASSANO – CESTISTICA VERONA 56 – 57 dts

(17-9; 30-19; 39-30; 46-46)

Bassano del Grappa: Marangoni 1, Naoni 16, Bresciani 2, Creta 4, Valente 2, Nnabuife 5, Mandocchio 14, Bamba 2, Torreggiani 4, Fabiani 6, Malga ne, Zilio ne. All. Gallea.

Verona: Marchetti 20, Basso 7, Pacione, Bovo M. 11, Buzzi 1, Adobah, Bertocchi 4, Bovo S., Natali 2, Crosato 12, Trentini ne, Ferrazza ne. All. Bianchi.

CLASSIFICA

Cestistica Verona 2; Jesolo*, Piani Junior Bolzano*, Oderzo, Bassano del Grappa 0.

Girone Sud

MOLIX – VIRTUS PALL. IMOLA 81 – 85 dts

(28-22; 44-40; 61-59; 74-74)

Molinella: Guazzaloca 3, Brandani 9, Degli Esposti Castori 1, Ranzolin 6, Zuccheri 2, Gianninoni 20, Bonanni 18, Bacilieri ne, Zanetti 5, Balducci 7, Ouattar, Zytharyuk 10. All. Castaldi.

Virtus Imola: Salsini 9, Ramilli 4, Murati 5, Locci 12, Magagnoli 16, Ranocchi 9, Barattini 9, Piani Gentile, Begic 21, Savino ne. All. Regazzi.

Che fosse dura rientrare in campo dopo 377 giorni di lontananza, lo si sapeva. Che fosse delicata questa trasferta, anche. Che si dovesse lottare fino alla fine contro una squadra giovane e motivata, non c’erano dubbi. Alla fine, in ogni caso, vince la Virtus Imola all’esordio.

Primo quintetto della stagione scelto da coach Regazzi vede in campo Barattini, Locci, Begic, Ramilli e Ranocchi. Parte meglio decisamente la squadra di casa (6-3) che prende da subito l’iniziativa, alzando i ritmi fin dalle primissime battute. Effettivamente in difficoltà l’attacco imolese nelle prime transizioni. Locci lotta sotto le plance realizzando il 13-12, ma Molinella sfrutta qualche giro dalla lunetta per portarsi sul 22-a14 a 2’45” dal primo intervallo breve. Quindi l’assist impressionante di Begic, in pratica un “no look” per Ramilli che raccoglie l’invito e firma il 23-20; dopo il timeout di Castaldi, ottima tripla frontale di Balducci, che anticipa la prenotazione in sottomano dell’asso croato (26-22). Alla ripresa del gioco dopo l’intervallo breve, Bonanni segna da 3 dall’angolo destro, subito replicato da Magagnoli (ma l’ala calpesta la riga dell’arco) dall’altra parte (31-24). Ranocchi penetra per il 33-27 e dall’altra parte Magagnoli rifila una stoppata all’avversario, dopo poco più di un minuto, quindi lancia Ramilli in contropiede per il -4. Al 3’ Murati realizza la prima tripla della Virtus in partita per il 33-32. Dalla linea della carità, Ranocchi impatta a quota 36, ma Molinella sfrutta due canestri da sotto di Zhytaryuk e Zuccheri, per riportarsi avanti di quattro lunghezze. Brandani pesca il tiro che vale il 44-40 con cui ci si ferma per l’intervallo di metà gara. Ranocchi, in penetrazione su Zhytaryuk, apre le danze della ripresa, mentre Locci impatta a quota 44 dopo 50” di gioco. Dall’altra parte, Gianninoni si eleva dalla distanza e sigla il nuovo +3 Molinella. Quindi in campo si registrano diversi errori da ambo le parti, prima che le triple di Zhytaryuk e Brandani facciano “voltare” la freccia del pronostico verso i locali (57-49 al 26′). A 3’36” dalla terza sirena, lo stesso pivot ucraino centra il libero del 60-50. Nel momento peggiore, la Virtus si ritrova con Begic, che trova 4 punti consecutivi (tra cui un contropiede lanciato da Barattini), Locci (canestro e fallo) e un libero a testa per Begic e Magagnoli. Il rush finale del parziale riporta Imola sul -2, con migliori prospettive in vista dell’ultimo quarto. L’inizio della quarta frazione vede il doppio fallo di Zhytaryuk in una manciata di secondi, con conseguente espulsione del pivot ucraino. Tegola pesantissima per la squadra di coach Castaldi già scarna sotto le plance: da questo momento, in pratica, è il solo Zanetti a lottare sul pitturato. Particolarmente contestato dai locali il 5° fallo (tecnico), fischiato per l’esultanza ritenuta troppo accesa nei confronti di Begic, dopo una stoppata al croato. Barattini segna il libero relativo al fallo tecnico e Begic infila una tripla dal lato sinistro che vale il vantaggio 61-63. Bonanni, a metà frazione esatta, colpisce dalla distanza (68-66). A 4’ dalla sirena, Begic intercetta la linea del passaggio degli esterni e parte in contropiede per favorire il 68-70 di Ranocchi, con immediato timeout di Castaldi. A 3’ esatti dalla fine Gianninoni mette la ciliegina sulla torta della sua prestazione con una tripla dall’angolo sinistro, per il nuovo vantaggio Molinella (71-70). Magagnoli dalla media distanza infila il +1 (71-72 a 1’25”). A -33” Ranzolin segna, Ranocchi sbaglia e commette fallo a rimbalzo. Zanetti fa solo 1/2 (74-72 a 15” dalla fine). Barattini si getta all’arrembaggio e viene contrastato fallosamente dallo stesso Zanetti a -8”: il capitano segna i due liberi, con timeout immediato. Nell’ultima azione Gianninoni non trova varchi, marcato strettissimo da Magagnoli, finchè non cerca Zanetti sotto canestro, ma il tempo non è più sufficiente e la gara si protrae al tempo supplementare. All’overtime, è Magagnoli ad ingranare la marcia giusta con due canestri consecutivi, subito seguito da Salsini che finalizza il +6 a 3’18”, su assist a tutto campo di Barattini, con relativo 5° fallo di Ranzolin. Il suo canestro dalla linea della carità firma il 74-81. Sul più bello, Gianninoni fa tremare l’Intech con una tripla perfetta con tanto di fallo di Barattini: il tiro libero segnato dal play in maglia bianca, concede il -3 ai suoi (78-81 a 2’57” dalla sirena). Magagnoli nel traffico sotto canestro pesca il +5, quindi Begic dapprima sbaglia l’ennesima tripla della Virtus, ma, poi, si fa perdonare andare a stoppare l’incursione di Zuccheri, per l’esultanza di tutti i gialloneri presenti (e di certo anche di tutti i tifosi davanti agli schermi). A 1’17” dalla fine, uno scontro pericolosissimo (e assolutamente involontario) tra Magagnoli e Balducci mette fuori gioco entrambi: 5° fallo all’ala imolese, infortunio per quella di Molinella. Al suo posto Guazzaloca segna 2/2 ai liberi (80-83). Imola sbaglia con Barattini a cavallo dell’ultimo minuto. A 15” dalla fine, Brandani sbaglia entrambi i liberi e nel recupero della palla arriva il fallo su Guazzaloca: il play dalla lunetta fa 1/2 quando mancano solo 8” dalla sirena (81-83). Murati si prende la palla sulla rimessa e riceve il fallo che lo manda in lunetta. Glaciale il play imolese non sbaglia e firma l’81-85 con cui si chiude il match.

VETORIX – AVIATORS 52 – 69

(13-22; 28-41; 45-55)

Mirano: Minincleri, Zorzi, Negri, Zanatta 6, Vit 15, Bonivento 6, Ragazz ne, Serena 9, Ranzato 1, Gambato, Scancelli 11, Bellato 4. All. Cibin.

Lugo: Ciman 26, Fussi, Bravi 4, Campajola ne, Di Poce ne, Baroncini ne, Silimbani 12, Masrè, Galassi 8, Baracci 18, Benedetti 1, Arosti. All Tumidei.

FERRARA BK 2018 – JUNIOR BK LEONCINO 79 – 58

(22-16; 47-26; 60-38)

Ferrara 2018: Tongue Zuko 11, Tornimbeni 5, Labovic 2, Costanzelli 10, Cattani 6, Cortesi, Bianchi, Seravalli 5, Gavagna, Verrigni 24, Tengueu ne, Agusto 16. All. Furlani.

Leoncino Mestre: Marzaro 6, Galdiolo 10, Gamberoni 2, Buogo, Toffanin, Coassin 6, Rossato 9, Boateng 3, Stavla 10, Calzolari 10, Pavan. All. Pederzolli.

CLASSIFICA

Virtus Imola, Lugo, Ferrara 2018 2; Junior Leoncino Mestre, Mirano, Molinella 0.

C.S. – Nell’amichevole di Imola, l’Olimpia supera la Grifo

RIVIT – OLIMPIA 58 – 82

(12-16; 36-36; 50-60)

Grifo Imola: Orlando 5, Ricci 14, Grassi 4, Fusco 20, Parenti 2; Dall’Osso 6, Riguzzi 2, Bergantini 4, Castelli, Franchini 1, Bottau, Mattei. All. Palumbi.

Castel San Pietro: Pieri, Ranocchi 12, Magagnoli 14, Pierich 21, Musolesi 11; Benedetti 1, Tomesani 9, Dell’Omo 11, Malverdi 4, Merendi, Biagi. All. Serio.

Seconda uscita stagionale della Rivit, questa vota al PalaRuggi, sempre contro un avversario di categoria superiore. A dieci giorni dal test con Medicina, i biancoblù tornano in campo per affrontare un’altra formazione di C Gold, la compagine castellana guidata da coach Serio che, dopo aver perso Spampinato e Sangiorgi per le note vicende legate alla non obbligatorietà dei controlli Covid, ha inserito il 39enne Simone Pierich, giocatore dal passato glorioso che fino all’anno scorso segnava quasi 10 punti di media a Roseto, in Legadue, e il giovane Dall’Omo. Assente tra i gli ospiti l’imolese Jack Sabatani, mentre i padroni di casa devono fare a meno di Luca Simoni – ancora in attesa di sapere l’iter di recupero dopo l’infortunio al ginocchio – e di Thomas Bush, scavigliato.

Alla prima palla a due Castello scappa via, mentre la Rivit trova il canestro solo con Ricci (3-12). Palumbi scuote i suoi che, col passare dei minuti, si sciolgono, aumentano l’aggressività, impattano a quota 16 e sorpassano con Ricci dalla lunetta (17-16 al 12’). Il secondo quarto è molto combattuto, Pierich capisce di doversi azionare in attacco per non fare scappare la Grifo e, dal 36-33 per Parenti e compagni, firma un parziale di 12-0 a cavallo dell’intervallo che riporta avanti l’Olimpia (36-45). La scarsa mira dai tre punti (4/17) degli imolesi, viene compensata dalla grande presenza vicino a canestro, dove soprattutto Fusco (7/11 da 2 e 1/1 da tre per lui) fa malissimo all’Olimpia. Alla terza sirena la Rivit è ancora in partita, ma la maggiore condizione di Castello – più avanti nella preparazione – si esprime con il gran finale di Tomesani, Magagnoli e Dall’Omo che firmano il massimo vantaggio proprio negli ultimi secondi.

Moderata soddisfazione per coach Palumbi, che sa di essere sulla strada giusta, e che adesso spera di recuperare almeno Bush per il prossimo scrimmage, in programma venerdì 16 a Lugo.

C.S. – Nello scrimmage di Medicina, la Virtus che vince è quella di Imola

VIRTUS MEDICNA – INTECH 81 – 85

(17-16; 35-34; 63-60)

Medicina: Tugnoli 4, Poluzzi 16, Allodi 13, Polverelli 11, Casadei 20, Bonazzi 9, Curione, Lorenzini 5, Ricci Lucchi 3, Impastato. All. Curti.

VSV Imola: Dalpozzo 4, Militerno ne, Barattini 20, Begic 21, Murati, Piani Gentile ne, Savino, Ramilli 17, Salsini 15, Locci 8. All. Regazzi.

L’Intech torna vittoriosa dall’allenamento congiunto di Medicina contro una Virtus piuttosto rodata. Entrambe le formazioni sono falcidiate dagli infortuni, con le importanti assenze di Percan e Agli per Imola, Casagrande per i padroni di casa. Durante il match infortunio per Curione e Tugnoli per Medicina e diverse contusioni per i gialloneri griffati Intech.

Purtroppo, l’Intech è costretta a rinunciare allo scrimmage in programma mercoledi 14 ottobre in quel di Ferrara, dopo aver riscontrato qualche criticità fisica in alcuni atleti, usciti malconci dalla gara di Medicina. Sarà necessario verificare le condizioni fisiche di questi atleti, oltre alle sicure assenze di Aglio, Fusella e Percan, già fermi da alcuni giorni.

Inizio a ritmi alti, con varie combinazioni in velocità su entrambi i fronti d’attacco e con ottimi spunti di Tugnoli e Polverelli per i locali e Barattini e Ramilli per Imola. Alza i giri del motore Ivan Begic che dimostra un buono stato di forma, anche alla distanza, realizzando 9 punti nell’ultimo quarto. Pioggia di triple a segno per i ragazzi di coach Regazzi che festeggiano in ben 13 occasioni, con Barattini principe di serata (5), seguito da Begic (4). Gara dopo gara sta emergendo la fisicità e la possenza di Locci nell’area pitturata, con le costanti buone prestazioni di Ramilli e Salsini. Per i locali si mettono in mostra il grande ex di turno Casadei, Polverelli, Poluzzi e Allodi: 60 punti portano la firma dei “senatori” della squadra.

Foto – www.virtusspesvis.it

1 2 3 39