Category Archives: Regionali

I Diablos vincono il girone D! I risultati dell’ultima di Promozione

Ultimo giro di valzer. Gli scontri diretti più interessanti sono nel girone D con Audax-Diablos ed Argelato-Gallo, con Calderara che potrebbe approfittarne ospitando Comacchio.

GIRONE A

PLAZA DE TOROS – VALTARESE 70 – 60

(21-15, 44-31, 55-51)

Marconi Castelnovo: Montanari 3, Castagnaro 8, Rancati, Benassi 5, Mazza 5, Manghi 8, Bellagamba 16, Fornaciari 4, Davolio D. 16, Davolio A, Bedenghi 5. All. Grobberio.

La formazione castelnovese capitalizza al meglio la netta sconfitta della sera precedente rimediata dalla Primogenita sul campo del Cus Parma, battendo a domicilio una Valtarese ormai salva e agguantando in extremis l’ultima posizione utile per la qualificazione ai play-out, dove proverà a giocarsi le sue carte contro la decima classificata del Girone B. Successo obbligato contro una Valterese sempre a inseguire fin dalle prime battute, ma mai veramente morta, anche per demerito della formazione di Grobberio (senza Magliani e anche con Mazza e Rancati in serata negativa). L’allungo decisivo porta la firma di Bellagamba, miglior uomo biancorosso sul parquet, coadiuvato da Castagnaro e Davolio D.

CSI SANT’ILARIO – PLANET 66 – 61

(16-13, 29-23, 40-45)

Sant’Ilario: Sistici 6, Setti M 8, Medici, D’amore 22, Reggiani 10, Micucci 9, Setti P., Bigliardi 9, Rosi G. 1, Rosi F., Masini, Grossi 1. All. Violi /Ferrari.

Planet Parma: Ruozzi 11, Bozzetto, Modica 4, Giublesi 17, Adorni 12, Gasparini 2, Centofanti 9, Pignatelli 1, Anselmi 5, Finardi. All. Paletti.

Sant’Ilario vince l’ultima partita di fase regolare ed è una partita già in clima play off. Primi due quarti a favore di Sant’Ilario con Sistici, Reggiani, Setti su tutti insieme ad un ottimo Bigliardi. Poi nel terzo quarto Planet piazza un break di 22 a 11 con Giublesi e Adorni autori di 4 triple e Centofanti artefice dell’allungo. La maggior freschezza dei padroni di casa, un D’Amore inspirato e l’uscita dal campo di Giublesi, per somma di tecnici, spianano la strada per un contro parziale che porta Sant’Ilario al 56-53. Poi due bombe di Ruozzi riportano Planet sul 59 a 58 a 90” dalla fine. Micucci spara la tripla del sorpasso per Sant’Ilario: 61 a 59, poi D’Amore infila il 63 a 59. Non è finita: quinto fallo di Reggiani e Ruozzi fa 1/2 ai liberi, ma sul rimbalzo Setti commette fallo ed ancora Ruozzi ai liberi fa 1/2, e si va sul 63 a 61. Un canestro di D’Amore ed un libero di Rosi chiudono, poi, la partita.

CUS PARMA – PRIMOGENITA 67 – 42

(14-7, 28-15, 47-33)

Cus Parma: Pattini 10, Bettera 4, Andreoli 11, Bellicchi 3, Giampellegrini Gu. 2, Ricci 2, Lupi 6, Vitali, Drisaldi 5, Marzo 4, Stonfer 4, Cervi 13. All. Marafetti.

Calendasco: Pirolo 3, Zanangeli 6, Inzani ne, Botti ne, Paraboschi 5, Dallavalle 3, Bacigalupi 4, Cabrini 4, Totaro 2, Catozzi 2, Botti 2, Stecconi 7. All. Montefusco.

Dopo la brutta sconfitta con Planet, il Cus chiude la stagione regolare con una vittoria sulla Primogenita, vendicando la bruciante sconfitta dell’andata. Primogenita priva di Villani che, all’andata, aveva chiuso il match con due bombe impossibili. Cus che ritrova i punti di Andreoli, le incursioni di Bettera e la sapiente regia di Pattini. Buona la prova del giovane Ricci ed ottimo l’esordio dell’ala pisana Lupi, atletismo e determinazione al servizio della squadra. La Planet cade a Sant’Ilario e regala, così, al Cus la seconda piazza.

DUCALE – CASTELLANA 58 – 75

Ducale Parma: Ponticelli 14, Battilocchio 4, Pisano 1, Montanaro, Frazzi 8, Carretta, Vento, Di Brino 20, Gozzi 5, Rosi 6, Tinelli. All. Padovani.

Castel San Giovanni: Coppeta 14, Eccher 4, Di Giorgio 6, Fanaletti 2, Derba 2, Ziotti 11, Zamboni 20, Belli 6, Mazzocchi 10. All. Piva.

La Ducale chiude con la 3° sconfitta consecutiva, un epilogo non certo positivo in vista degli imminenti playoff. Il 1° quarto è avvincente: Castellana punge, specialmente in 1vs1 e in contropiede, la Ducale risponde sempre a tono, a tratti anche dimostrando un discreto gioco di squadra. Tuttavia i padroni di casa non sembrano difendere come dovrebbero, i piacentini invece, sfoderano un efficace zone-press che gli regala il primo break della partita. Tuttavia tra una tripla di Rosi e una schiacciata di Di Brino stiamo ancora in partita. Si va alla pausa lunga sul 42-40 Castellana. Al rientro dagli spogliatoi la svolta (in senso negativo). Il gioco diventa caos e le conclusioni dei padroni di casa perdono di efficacia. Non facciamo più canestro. Negli ospiti, invece, si risveglia dal letargo Zamboni che con un secco 11-0 chiude, di fatto, il match. Nell’ultimo quarto la zone-press Ducale cerca un difficile recupero ma la situazione non cambia. Nel disperato assalto finale, anzi, il divario aumenta fino al 58-75 finale.

BASKET SOLE – MONTEBELLO BASKET 2011 64 – 56

IRA TENAX CORTEMAGGIORE – SALSOMAGGIORE CITY 65 – 60

CLASSIFICA
Castellana Castelsangiovanni 32; Cus Parma 30; Planet Parma, Ira Tenax Cortemaggiore 28; Basket Sole Piacenza 26; Montebello Parma, S. Ilario 24; Ducale Parma 18; Valtarese 16; Salsomaggiore City 14; Marconi Castelnovo Sotto, Primogenita Calendasco 12.

GIRONE B

I GIGANTI – LA TORRE 68 – 73 dts

(20-11, 34-23, 46-42, 61-61)

Giganti Di Modena:  Panico 17, Giorgi 4, Bertelli 6, Manzotti 13, Baraldini 3, Quaresima 2, Barbanti 6, Odorici 1, Larghetti 4, Forastiere 12. All. Bertani.

La Torre Reggio: Galassi 4, Mazzi G., Pezzarossa 6, Mazzi F. 27, Mussini 3, Melli 12, Bertolini 7, Margaria 10, Orlandini 4. All. Spadacini.

I reggiani si presentano con soli nove uomini a referto e una squadra assai giovane (tre 1995, un 1993, tre 1992, un 1991), restando, nel primo quarto, probabilmente sorpresi dalla furia agonistica avversaria. Le percentuali al tiro da fuori sono deficitarie e tali resteranno per tutto l’incontro (1/19 da 3 punti, cui si aggiunge un non lusinghiero 3/18 da fuori dall’area colorata). Tra i Giganti, sono ben sette i giocatori ad iscriversi a referto in questi primi dieci minuti, mentre sul lato opposto è il solo Filippo Mazzi a tenere a galla i suoi. Pezzarossa commette il terzo fallo dopo appena 6 minuti ed il 20-11 con cui si va alla prima pausa breve è fedele specchio di quanto visto in campo. Nel secondo quarto, la Torre prova a scuotersi, fino ad arrivare al -6 sulla scia di alcune buone iniziative di Bertolini, ma gli errori di concentrazione in fase difensiva consentono ai modenesi di allungare nuovamente, portandosi sul 34-23 del 20’. Lo spogliatoio sembra far bene a Margaria e compagni, che rientrano con un’intensità diversa: pur continuando a litigare col canestro, mettono il cuore in campo, concedendo ai Giganti solo tiri difficili. Tra i modenesi è Panico ad ergersi a protagonista, realizzando 8 punti. Pezzarossa unisce alla lucida regia ed all’intensità difensiva anche alcune buone conclusioni, riportando i grigiorossi, con 6 punti in breve tempo, sul 46-42 del 30’. L’ultima frazione vive sul tentativo reggiano di recuperare l’ormai esiguo vantaggio modenese. La parità arriva al termine di un lungo inseguimento a quota 58, grazie a un canestro di Melli, però, Manzotti replica insaccando la bomba del +3 a 35” dal termine (61-58). Fino a questo momento la Torre ha uno 0/14 da tre punti che parla da solo, ma Filippo Mazzi si assume le sue responsabilità e mette la bomba del pareggio quando di secondi al termine ne mancano venti. I Giganti non riescono a costruire un buon attacco e perdono palla, lasciando l’ultimo tiro ai grigiorossi. Time out Torre, dopo il quale Pezzarossa e Margaria se la giocano benissimo in appena sette secondi; la conclusione dall’angolo per Margaria è quella che si vorrebbe sempre avere per decidere una partita, ma il canestro dei Giganti è stregato, così si va all’overtime. Qui, ancora Panico si prende sulle spalle i padroni di casa, realizza tutti i 7 punti del supplementare, ma i ragazzi di Spadacini hanno più benzina: dopo un bel canestro di Mussini, sono Bertolini, Melli ed il solito Mazzi a realizzare i liberi che, uniti ad un’imperiosa stoppata di Margaria, servono a chiudere la contesa.

BASKET CAMPAGNOLA – POLISPORTIVA BIBBIANESE 46 – 60

(15-13; 26-26; 36-55)

Campagnola: Manicardi 10, Gasparini 1, Pignanoli 4, Zaccarelli 2, Parmiggiani 8, Bigliardi, Sacchi, Rustichelli 11, Piccinini, Di Monte 4, Beltrami, Sueri 6. All. Nanetti.

Bibbianese: Menozzi 6, Zaccaria 5, Salati 4, Reni 2, Marchesini, Vignali 14, Olivares 17,   Francia, Codeluppi, Farioli 10. All. Reverberi.

NORDICA EXTRAFLAME – SCANDIANO 65 – 67

(17-17, 36-36, 44-49)

Aquile Gualtieri: Magnanini 8, Canova, Folloni 20, Bagni 12, Soliani 9, Guida 4, Pezzali 8, Manzali, Pellegrini 3. All. Volpato.

Scandiano 2012: Fontanesi 7, Colacicco 5, Guidetti 6, Ferrarini 15, Acosta 18, Bigi 3, Farioli 4, Garofoli 9. All. Torreggiani.

Ultima giornata di regular season ed ennesima sconfitta al fotofinish, che comunque, visto il risultato di Medolla non modifica la classifica e decreta anche quest’anno la decima posizione con conseguenti Play Out. Certamente gli obiettivi delle due formazioni erano opposti; da un lato i locali con l’esigenza di vincere, con tutte le tensioni del caso; dall’altra Scandiano, ormai quinta, che non voleva perdere il ritmo gara e prepararsi adeguatamente in vista dei play-off. Ne è venuta fuori una gara piacevole, per il limitato pubblico presente, ma con il risultato in bilico fino agli ultimi centesimi, quando un provato Magnanini (8pt), con il tabellone che recitava 65-67 a 8 decimi  dal gong, si è misurato con due tiri liberi che avrebbero potuto portare l’incontro al supplementare. Purtroppo la tensione non ha aiutato il povero Gianni che nonostante sia il miglior liberista della squadra, non è riuscito ad insaccare il primo e di conseguenza si è visto costretto a sbagliare il secondo per tentare la carta del tap-in. Primi due quarti in grande equilibrio con margini limitati al semplice possesso. Più corale il gioco locale a differenza di uno Scandiano che si basa molto sulle importanti personalità. Infatti Acosta (18pt) infila tra l’8’ e 5’ dal termine del 2°Q un filotto di 10pt consecutivi che salva il team di coach Torreggiani da una abulia di gioco evidente. Ma nel terzo quarto la difesa pedemontana stringe le maglie e manda in crisi i delicati equilibri Aquilotti che, con un Canova in serata da dimenticare, non fanno arrivare i locali alla doppia cifra, concedendo oltremodo secondi possessi puntualmente sfruttati da un Ferrarini (15pt) entrato in trance agonistica. Il +5 sa di beffa, per l’andamento in campo e quando nell’ultima frazione Scandiano arriva sul +8, a 5’ dal termine, la frittata sembra fatta. Ma un sapiente Volpato cambia le carte in tavola e al 5° fallo di uno spento Pellegrini, inserisce Soliani (8pt), per un quintetto con 4 esterni che cambia l’inerzia della partita. Le due provvidenziali bombe di Magnanini danno il via alla rimonta che si concretizza a 34” dal termine 65-65. Ma la roulette dei liberi è implacabile. Soliani commette fallo bonus su un lucidissimo Acosta che freddamente realizza entrambe le conclusioni, non imitato come detto dallo sfortunato Magnanini.

VIRTUS CASALGRANDE – MEDOLLA 53 – 62

Casalgrande: Torelli D, Govi 16, Bottazzi 5, Iemmi 11, Bonatesta, Grazi 9, Talami 10, Bucci ne, Fusco 2. All. Pacifico. Ass. All. Gibertoni.

Medolla: Ceretti 13, Galeotti 4, Maini 6, Aldrovandi 7, Tralli 15, Barbieri 11, Guarnieri 4, Spinelli 2, Bega. All. Carretti.

I Casalgrandesi si presentano a questa gara con l’obbligo di vincere per tentare di riagganciare Gualtieri al decimo posto e guadagnarsi così il vantaggio nel fattore campo nei play-out, le recenti prestazioni contro Gualtieri, La Torre e Carpi però sono di buon auspicio. Per Casalgrande ci sono due assenze importanti però, infatti oltre al lungodegente Torelli Mattia, si aggiunge l’assenza di Oleari Stefano e quella di Bonaccini che dovrà stare fermo altri dieci giorni per un colpo subito nella partita contro La Torre. La gara comincia e i Casalgrandesi partono bene essendo sin da subito molto aggressivi, Medolla però è brava a trovare con tanti passaggi buoni tiri e a portarsi avanti. Casalgrande risponde con contropiedi fulminei che gli permettono di rimanere in scia agli ospiti. Al termine dei primi 10′ Medolla è avanti per 12 a 17. Nel secondo quarto la difesa Casalgrandese stringe le maglie in attacco continua a fare buoni contropiedi trovando anche due triple in transizione con Iemmi e con Talami. Medolla però punisce i ceramici con tanti back-door, soprattutto di Tralli. Casalgrande non riesce mai a superare gli ospiti però resta a contatto e all’intervallo si va negli spogliatoi con il risultato di 27 a 30. Nell’intervallo Coach Pacifico chiede ai suoi più attenzione in difesa eliminando i piccoli errori fatti finora che hanno regalato punti facili agli ospiti mentre in attacco chiede più concentrazione ai tiri liberi dove le percentuali non sono delle migliori. Il match ricomincia ma la gara resta in equilibrio, Casalgrande continua a segnare con tanti contropiedi lanciati e finalizzati soprattutto da Govi (16 punti) ma in difesa continuano i piccoli errori e Medolla trova canestri facili. L’arbitraggio poi di certo non aiuta i padroni di casa che già fisicamente più piccoli subiscono tantissimi contatti non fischiati soprattutto in area e i lunghi di Medolla continuano a trarne vantaggi, A dieci minuti dalla fine il risultato è ancora in equilibrio sul 46 a 49. L’ultimo quarto comincia con Casalgrande che alza il ritmo e che riesce a recuperare e a portarsi anche in vantaggio, Medolla però resta fredda e riesce ad effettuare il contro sorpasso che sarà definitivo anche grazie a due o tre fischiate dubbie da parte della coppia arbitrale che non era proprio in serata. A nulla servono i tentativi dei padroni di casa del fallo sistematico così Medolla chiude la gara. Il risultato finale è di 53 a 62.Il divario di 9 punti non rispecchia le differenze viste in campo e consente a Medolla di chiudere il campionato al sesto posto. Casalgrande invece chiude il campionato all’undicesimo posto e gli toccano i play-out contro Salsomaggiore dovendo giocare la prima gara e la possibile terza fuori casa.

PALL. REGGIOLO – CENTRO LATTONIERI 45 – 62

(14-15; 21-30; 36-45)

Reggiolo: Fregni 11, Torreggiani, Verzellesi, Carnevali, Caramaschi 5, Ancellotti, Franzini 5, Arisi 4, Mambrini 6, Fagandini 4, Setti 4, Rosi 6. All. Notari.

Carpine: Meschiari 4, Testi 7, Piuca M. 5, Piuca R. 8, Gasparini 1, Verrini 5, Zanoli 4, Giovanardi 6, Martinelli 9, Braglia 14. All. Morettin.

Carpi vince l’ultima partita e chiude prima in classifica, aggiudicandosi così il fattore campo per tutte le partite dei play-off. Gara equilibrata nel primo quarto, con entrambe le formazioni a segno. Seconda frazione e Carpi riesce a creare il gap che conta con Braglia che mette due bombe e la difesa che regge i tentativi reggiani. Nella terza frazione però Reggiolo reagisce e inizia a recuperare, poi viene prontamente ricacciata indietro da tutto il quintetto carpigiano che va a segno. Ultimo quarto Reggiolo tenta il tutto per tutto, ma un Martinelli in vena elude il pressing reggiano e permette ai compagni di segnare canestri importanti.

GO IWONS – SCHIOCCHI BALLERS 55 – 65

(14-17, 29-37, 40-53)

Albinea: Negri ne, Rossi 7, Marcacci, Bonetta 3, Canalini 6, Ballabeni 3, Masoni 12, Casoni 2, Corradini 2, Sassi M. 3, Ferretti 9, Camellini 8. All. Brevini.

SB Modena: Binotti 10, Forghieri 2, Minarini 10, Twun 5, Sangermano 7, Righi R. 12, Alessandrini 10, Sassi G. 9, Vaccari, Malverti. All. Righi G.

Settima di fila per i ragazzi di coach Righi sul campo di Albinea per 65-55 e, con questa vittoria, ottengono un terzo posto finale che li proiettano direttamente ai playoff ad incrocio con il girone A. I modenesi, come da copione, portano a casa i 2 punti contro i padroni di casa che non avevano più niente da chiedere alla stagione, se non di onorare al meglio l’ultimo impegno casalingo, cosa che hanno fatto egregiamente. Per gli ospiti, da sottolineare, un’altra buona prova su ambo i lati del rettangolo per Sassi (9 punti e 2 recuperi), i canestri di Alessandrini, decisivo nell’ultimo periodo con due triple, ed il solito apporto del trio Minarini-Righi-Binotti (32 punti) asse portante del team.

CLASSIFICA
Carpine 34; Bibbianese, Schiocchi Ballers Modena 32; Scandiano, La Torre Reggio 28; Medolla 26; Campagnola 22; Reggiolo 20; Go Iwons Albinea 14; Aquile Gualtieri 12; Virtus Casalgrande 10; I Giganti Modena 6.

GIRONE C

PIUMAZZO 2002 – IMA BASKET 77 – 59

(17-22; 37-36; 63-45)

Piumazzo: De Martini 13, Mezzetti 4, Baroni 8, Luppi, Valenti 6, La Rocca 3, Cavani 4, Broda 2, Di Bona 2, Verdoliva 21, Montorsi 8, Stanzani 6. All. Vannini.

Ima: Benfenati 17, Di Rienzo 8, Mambelli 4, Querciola 4, Piccari 5, Bondi 5, Mazza 6, Dainese 10. All. Bertuzzi.

H4T – MASI 61 – 49

(16-9; 35-29; 47-35)

SP Vignola: Ganugi 9, Badiali 3, Quartieri, Mariani 4, Pantaleo 5, Zagni 9, Vannini 9, Guidotti 14, Midulla 4, Franchi 4, Malagodi. All. Smerieri

Masi Casalecchio: Campazzi 2, Penna  8, Castaldini G. 8, Sechi 11, Dalla 3, Forni 7, Manferdini 6, Cavana, Masi 1, Verde  3, Castaldini T. All. Guidetti.

F.FRANCIA – P.G.S. WELCOME 47 – 46

(8-10; 20-20; 31-32)

Francesco Francia Zola: Galli 13, Bosi, Migliori 3, Masina 4, Brochetto D. 3, Pagano 8, Gamberini 8, Guerrato 2, Zini 2, Cevenini, Barilli 2, Bettini 2. All. Brochetto L.

Pgs Welcome: Lamborghini L. ne, Lederi 6, Lamborghini S. 1, Ahmethodzic 5, Bernardini, Sabbioni 2, Palmieri 7, Rizzi 16, Petrini 2, Bortolazzi 7, Roveri. All. Lamborghini R.

CSI SASSO MARCONI – GARDENBO 83 – 77 d2ts

(19-22; 23-39; 43-49; 64-64; 72-72)

Csi Sasso: Magnani 8, Grande 2, Cremonini, Meluzzi 8, Vinerba, Tosarelli 3, Rillo 7, Mutolino 14, Borsari 27, Bellodi 12, Giuliani 2, Perrina. All. Coralli.

Sport Junior 2000: Peri 11, Ceresi 6, Rinaldi 14, Giacometti 4, Tinti 13, Trenti 2, Cavalieri 10, Jaboli 17, Campoli ne. All. Rizzi.

SPORT INSIEME – MONTEVENERE 2003 A.GIORGI 77 – 63

STEFY – IMMOBILIARE 2000 55 – 50

(13-18; 31-33; 44-42)

Stefy: Tradii 3, Francia 5, Vittuari 7, Mannini 2, Agnoletti 13, Evangelisti 5, Cabuli, Suero 4, Pozzati 15, Poli 1. All. Scandellari.

Giardini Margherita: Vittori Antisari 8, Grassitelli 10, Marcelli 2, Florio 5, Baldazzi 4, Grandi 3, Carafa 2, Poli 3, Brina 5, Pierini 8. All. Lanzi.

CLASSIFICA
Vignola 38; Stefy Bologna 36; F. Francia Zola 30; Immobiliare 2000 Bologna 28; Masi Casalecchio, Montevenere Bologna 24; Sport Insieme Bologna 22; Piumazzo 16; Gardenbo 14; Pgs Welcome Bologna, Csi Sasso Marconi 12; Pgs Ima Bologna 8.

GIRONE D

UP CALDERARA – DELTA 67 – 63 dts

(17-15; 31-24; 40-35; 50-50)

Calderara: Gallerani 4, Ventura, Mestieri 2, Guaraldi 22, Benuzzi 8, Rinaldi 2, Gentili 5, Bellodi 12, Angelini 6, Ansaloni 4. All. Murtas.

Comacchio: Carli D., Persanti 8, Peretti 14, Gregori M. 4, Boccaccini 2, Gelli 20, Ferroni 9, Cavalieri 2, Gregori G. 2, Carli M. 1. All. Bacchini.

Ultima di stagione regolare per Calderara che affronta in casa un Basket Delta Comacchio agguerritissimo e deciso a portare a casa i due punti che potrebbero valergli la qualificazione ai play off. Primo quarto sempre punto a punto, con Peretti per Comacchio che mette a referto 10 dei suoi finali 14 proprio in questo quarto, per Calderara ci sono le triple di Benuzzi a Guaraldi che fanno chiudere in vantaggio di un possesso  il primo quarto (17-15). Nel secondo periodo i padroni di casa tentano l’allungo ma gli ospiti restano sempre a contatto, si va negli spogliatoi sul 31-24. In avvio di terza frazione Comacchio piazza un break di 0-9 che ribalta completamente l’inerzia del match finora condotto dai padroni di casa che, però, reagiscono bene piazzando a loro volta un parziale di 9-2 che farà terminare anche il terzo quarto in vantaggio sul 40-35. Nel quarto conclusivo è ancora Comacchio a tentare il sorpasso, che arriva grazie a un parziale 0-10 firmato Gelli-Gregori M. Nell’altra metà campo Gallerani converte il rimbalzo in attacco in due punti, mentre Bellodi dalla lunetta fa 1/2. Guaraldi riporta avanti i suoi con 5 punti consecutivi sul 48-47. Peretti nell’altra metà campo subisce fallo e va in lunetta facendo 2/2, Calderara attacca a 22” dalla fine, ma Angelini fallisce la conclusione; fallo sistematico che porta in lunetta Persanti che fa 1/2. Mancano 12” alla fine e Calderara ha la palla in mano per i supplementari: Bellodi subisce fallo a -2” e fa 0/2, Angelini sbaglia il tap-in, ma è Guaraldi a rimediare l’errore e segnare sulla sirena i punti del pareggio. Calderara parte subito bene trascinata da Angelini e Bellodi, ma Comacchio non ne vuol sapere e ritorna ancora in partita grazie a Gelli. Guaraldi dalla lunga distanza insacca il +4 (60-56), Gelli accorcia le distanza per i suoi, mentre Gentili e Bellodi segnano 5 punti importantissimi, che permetteranno a Calderara di portare a casa la partita.

PALL. LA FENICE – A.MI.CA. 20 – 0

PEPERONCINO LIBERTAS – PALL. FORTITUDO CREVALCORE 63 – 51

(12-13; 35-24; 49-35)

Castello d’Argile: Bolgani 5, Manzi 4, Govoni, Vecchi 3, Frascaroli 4, Monari Mat. 11, Fanti 7, Bernardini 6, Cavallini 5, Monari A. 16, Comi 2, Cavicchi. All. Monari Mar.

Crevalcore: Bianconi, Querzà 2, Gambuzzi 4, Filippetti, Zerbini 2, Terzi 3, Garuti 12, Fregni 5, Floro 13, Simoni 10. All. Terzi.

VIS 2008 – PROGRESSO HAPPY BASKET ’07 81 – 68

Vis Ferrara: Ebeling 7, Ricci 2, Gnani 2, Mastrangelo 13, Brilli, Bianchini, Verrigni 21, Vivarelli 4, Cavicchioli 3, Gamberini 15, Fiorentini 7, Campi 7. All. Castaldi.

Castel Maggiore: Bernardinello, Pellegrino 16, Tugnoli 22, Baraldi 8, Tosi, Zocca 1, Pazzaglia 12, Maini 5, Mancini 2, Sitta 2. All. Ansaloni.

Contro Castelmaggiore, la Vis gioca a tratti un buon basket, prendendo il controllo del gioco dopo una prima fase di studio. Il divario arriva fino al +23 grazie ad una buona precisione dalla lunga distanza e alla presenza a rimbalzo offensivo. Partita comunque mai in discussione nella seconda metà di gioco tanto che il risultato finale sarà di 81 a 68.

ARGELATO BASKET – GALLO BASKET 53 – 56

(10-16; 20-27; 37-39)

Argelato: Leonelli 10, Rossi 2, Risi 3, Fontanella 6, Gadani 5, Accorsi 2, Campanile 21, Sgarzi 3, Fabulli, Nannetti 1. All. Iattoni.

Gallo: Fini 1, Malaguti J. ne, Del Principe 10, Schincaglia 6, Magni 10, Boscolo, Benetti, Pasquali 11, Gardenale 6, Malaguti F. 8, Caselli 4. All. De Simone.

AUDAX BASKET – DIABLOS BK 44 – 68

(11-7; 24-27; 29-50)

Audax Ferrara: Serravalli 2, Bertasi 11, Bolognesi 16, Marabini 3, Ricci, Vaianella 2, Ferraresi, Felletti Spadazzi, Zanchetta 2, Del Torto 5, Balboni 1, Bedetti 2. All. Folchi.

Diablos Sant’Agata Bolognese: Belosi 2, Violi 2, Terzi 9, Girotti 7, Patelli 7, Candini 8, Ballotta 17, Accorsi 6, Manganelli 2, Risi 8. All. Masetti.

RECUPERO

A.MI.CA – ICOS 71 – 82

(11-25; 29-53; 50-71)

Vis Ferrara: Ebeling 3, Gnani 4, Mastrangelo 20, Brilli, Bianchini 6, Verrigni 28, Vivarelli, Cavicchioli 9, Gamberini 12, Campi. All. Castaldi.

CLASSIFICA
Diablos Sant’Agata Bolognese 30; Argelato, Calderara, Gallo 28; Audax Ferrara, Peperoncino Mascarino 26; Vis Ferrara 24; La Fenice Codigoro 22; Delta Comacchio 20; Happy Basket CastelMaggiore 14; Crevalcore 12; A.MI.CA Minerbio 3***.

GIRONE E

MONTERENZIO BASKET – TITANS OZZANO BASKET 67 – 68

(16-16; 28-29; 38-50)

Monterenzio: Romagnoli 12, Tonelli 19, Lucchi 13, Ballestri 4, Pambianchi 3, Costa 3, Boccardo 13.

Titans Ozzano: Finessi 16, Passarelli, Rossi 8, Tuccillo 5, Gamberini 3, Boletti 4, Paolucci 4, Ungaro 16, Nannoni 12, Minoccheri. All. Torrella.

CASTIGLIONE MURRI – PGS BELLARIA 70 – 50

(17-8; 34-21; 58-35)

Castiglione Murri: Brini 2, Buriani 23, Dettori 10, Di Pasquale 2, Fermi 7, Maestri, Rizzardi  8, Salocchi, Samoggia 6, Stefanelli, Tacconi 12. All. Benini.

Pgs Bellaria:Ascari 4, Sudano 4, Urzino 2, Romanelli 9, Scarenzi 2, Pazzagllia 5, Franzoni 3, Traietta 2, Sanguettoli 2, Idà 5, Masoni 2, Bertini ne. All. Bendaglia.

BASKET CLUB RUSSI – PALL CASTEL S.P.T. 2010 61 – 50

(16-9; 29-22; 44-40)

BC Russi: Montanari 4, Bramante, Babini 4, Beghi 11, Bassi 10, Buffatti 3, Canali 1, Venturini 3, Bagioni, Santo 25, Fontanini. All. Milandri.

Castel San Pietro: Cavalieri 3, Mascagna 4, Graziani 4, Magurno 3, Manaresi 3, Farnè, Soldi 8, Vinera 9, Albertazzi, Conti 16. All. Martinelli.

MEDICINA BASKET 2007 – TATANKA BALONCESTO IMOLA 79 – 74 d2ts

(13-20; 30-34; 48-49; 61-61; 71-71)

Medicina 2007: Ugulini 6, Buresti 20, Lenzarini 18, Grassellino 4, Panico 2, Magli 14, Buscaroli 1, Lorenzini 7, Dall’Olio 5, Randazzo 2. All. Bandini.

Tatanka Imola: Bergamini 3, Costantino 15, La Ferla 6, Pirazzoli 6, Favilli 16, Franceschelli 2, Baldazzi 6, Castagnetti 15, Strada 5.

BASKET GIALLONERO – PARTY & SPORT 51 – 55

(19-13; 25-27; 34-36)

Giallonero Imola: Villa 11, Vicentini 4, Nanetti, Saloni, Spoglianti 2, Biancoli 6, Vannini 18, Calamelli ne, Campomori 6, Remondini 4. All. Creti.

P&S Imola: Lollini 3, Fioravanti 7, Buonfiglioli 7, Fierro, Zerbini 9, Pierantozzi 2, Zanaroli 2, Passatempi, Rizzoni 6, Salvadè, Avallone 19. All. Nannetti.

ISIS BASKET LUGO – SELENE BK S.AGATA 54 – 57

(18-17; 32-22; 42-33)

Lugo: Scardovi M. 7, Baroncini 14, Zanoni 7, Zanzi 6, Marchetti, Romagnoli 2, Scardovi E. 8, Plazzi, Savini 6, Bazzocchi 4. All. Ortasi.

Sant’Agata sul Santerno: Tagliaferri ne, Merendi ne, Gaddoni 2, Pirazzini 3, Sgalaberna 4, Fabbri 5, Simoni 4, Foronci 14, Totaro 14, Baldrati 6, Pantani 3, Taroni 2. All. Colombi.

CLASSIFICA
P&S Ozzano 38; Selene Sant’Agata sul Santerno 32; Giallonero Imola 30; Titans Ozzano, Castiglione Murri 24; Pgs Bellaria, Russi, Medicina 2007 22; Castel San Pietro 18; Tatanka Imola 16; Isis Lugo 14; Monterenzio 2.

GIRONE F

SKIZZO – POL. CESENATICO 2000 61 – 70

(17-21; 28-29; 45-47)

Skizzo Rimini: Saulle, Tamburini 7, Brolli, Ricciotti 8, Rizzo 16, Bascucci 13, Cappelli 4, Mantovani, Lanci 13, Apreda.

Basket CerviaCesenatico: Battistoni 4, Maraldi 11, Casali 11, Albertazzi 15, Capucci 7, Pasini 2, Bolognesi, Sponziello, Balestri 8, Farabegoli 2, Pillastrini 10. All. Domeniconi.

CESENA BASKET 2005 – POL. STELLA 63 – 69

(20-9; 28-36; 41-52)

Cesena: Romano 12, Senni F. 11, Martini 1, Vittori 8, Saletti, Cacchi, Babbini 7, Grassi 2, Chezzi, Mordenti, Rossi 9, Soldati 13. All. Senni P.P.

Stella Rimini: Distante 5, Naccari 8, Angeli 20, Muntangesu 5, Malagrida, Brunetta 11, Bascucci 2, Ferrini 6, Missiroli 5, Sarti ne, Golfieri 7. All. Bonaccorsi.

EAGLES – A.I.C.S. BASKET 57 – 79

(16-22; 29-45; 49-63)

Morciano: Tamai 12, Rastelli 3, Guastafierro 10, Bigini 6, Battelli 3, Badioli 2, Masia 16, Ciotti 3, Chistè 2. All. Villa.

Aics Forlì: Lasi 6, Turci ne, Baldini 15, Balzani 12, Maltoni 4, Rasi 17, Orioli 8, Molinari 9, Nostini 2, Del Testa 6. All. Montuschi.

BASKET 95 FAENZA – POL. FAVENTIA 2011 50 – 64

(8-19; 17-26; 39-48)

Basket ’95 Faenza: Santandrea 10, Dal Monte, Campanini, Romboli 4, Flauret, Laghi, Troni 12, Cerini 6, Samorì 8, Bombardini, Rosti 6, Belosi 4. All. Vespignani.

Faventia Faenza: Di Giulio, Ceroni 4, Graziani 1, Conti 16, Dalle Fabbriche 6, Ramadhani Tanesini 1, Boattini 10, Ercolani 9, Presicce 15, Liverani 2. All. Morigi.

La cornice può essere meravigliosa, ma se il quadro non rende, lo spettatore si volta e se ne va e per quanto riguarda la parte Faventia il primo quarto é di ottima fattura. Ercolani apre la contesa, Conti e Dalle Fabbriche gli fanno compagnia dall’arco e c’é un primo time-out Basket ’95 sul 4-13. Macina gioco la squadra “di casa”, ma non trova il fondo del secchiello, mentre con Presicce ed ancora Conti si va sul 8-19 al primo riposo. Come nel match di andata, i ragazzi di Vespignani aumentano la pressione difensiva, rendendo le conclusioni targate Faventia sempre più complesse, scardinando pignone e corona degli ingranaggi di gioco, ma continuando a non trovare efficacia in fase realizzativa. 4/12 dalla lunetta nel primo tempo e una tripla di Ercolani concedono sette punti sul referto di gara ed in pausa lunga il tabellone scrive 17-26. La terza frazione contrappone la voglia di rientro dei giovani guidati da Samorì e Troni, alla determinazione e precisione di Conti e l’intelligenza cestistica di Ceroni che legge con arguzia i mis-match. 22 pari il terzo quarto, bel gioco, emozioni, piccoli break, sempre rintuzzati, vantaggi in doppia cifra ricuciti sino al 2/3 ai liberi di Troni in gentil concessione allo scadere di quarto. Si riparte dal 39-48 e Rosti riporta presto al -7. Dopo qualche minuto di stasi é Dalle Fabbriche in penetrazione a gelare la difesa del Basket ’95 arrivando in penetrazione al ferro. Sul tocco post-canestro richiamo ufficiale e quando dall’altra parte sul successivo canestro di Rosti accade lo stesso la coppia arbitrale sancisce un tecnico. Presicce converte, Presicce mette una tripla con dedica, altre proteste e nuovo tecnico (risparmiabile), ancora Presicce a bersaglio e si completa il vantaggio (43-58) con la seconda tripla del lungo manfredo. A fare il killer del match é capitan Boattini, di ritorno da Marsa Alam, con sei punti consecutivi.

BASKET 2000 – FIORENZUOLA 70 – 73 dts

(15-16; 25-30; 42-51; 61-61)

Basket 2000 San Marino: Bombini 4, Guerra 6, Giannotti 5, Giacomini, Ugolini 16, Fabbri, Barrana 6, Sarti 6, Taddei 7, Berardi 14, Bronzetti 6, Borello. All. Liberti.

Fiorenzuola Cesena: Zampa, Faggi 12, Biondi 4, Ricci 19, Morsucci 7, Maestri ne, Neri 5, Bertani 15, Strada 9, Abbondanza 2. All. Baraghini.

CNO – TIGERS 56 – 59 

(11-13; 30-29; 46-52)

Santarcangelo: Rasponi 4, Lucchi 6, Donati 6, Ricci, Calisesi 6, Tinè, Tomassini 7, Nicoletti 13, Tassinari 3, Maioli 11. All. Morri.

Villanova: Domeniconi 4, Rossi 13, Magnani 14, Bronzetti 6, Cangini 2, Villa ne, Semprini, Donati 7, Tomasi 13, Falconi ne, Toni. All. Evangelisti.

CLASSIFICA
Tigers Villanova, Fiorenzuola Cesena, CNO Santarcangelo 36; Faventia Faenza, AICS Forlì 30; Skizzo Rimini 18; Basket 2000 San Marino, Basket’95 Faenza 16; Stella Rimini, Cesenatico 2000 14; Cesena 12; Eagles Morciano 6.

Un week end interessante in vetta ed in coda. I risultati di C Regionale e D

Non c’è neppure il tempo di respirare e si torna in campo. In C Regionale spicca Flying Balls-Budrio, mentre in chiave play out sono molto importanti le partite Bologna Basket 2011-Granarolo Basket e Stars-Arbor. In serie D i match più interessanti sono nel girone B: la capolista Guelfo rischia sul parquet dell’International, così come l’Olimpia a Forlimpopoli; in chiave quinto posto da vedere Basket Village-Molinella.

C REGIONALE

TECNOSISTEM – ARBOR 79 – 73

(18-10; 36-34; 62-56)

Stars: Bitelli, Yakobe 22, Orlando 6, Lalanne 13, Menarini, Skocaj 15, Testoni 1, Landuzzi ne, Bertoncello 3, Tazzara 3, Maestripieri, Parenti 16. All. Cantelli.

Arbor Reggio: Boselli 2, Visini, Braglia 8, Maione 22, Iori 13, Simonazzi 12, Marchi ne, Franzoni 7, Maioli, Gasparini ne, Bytyqi 9. All. Baroni.

Vittoria meritata per il felsinei che hanno quasi sempre condotto. Dopo le prime schermaglie (7-8 al 6’), alcuni palloni persi dai reggiani costavano facili contropiedi di Lalanne e, alla prima pausa, la Tecnosistem era a +8 (18-10). In avvio di seconda frazione, invece, erano gli Stars a gettare al vento qualche possesso di troppo; Braglia firmava il sorpasso dai 6.75 (20-21) e Franzoni, nell’azione successiva, infilava il piazzato del massimo vantaggio esterno. Ci pensava Parenti, però, a rimettere le cose a posto con una tripla ed un gioco da tre punti (26-23 al 16’). Skocaj si faceva trovare pronto, ma era Maione a mettersi decisamente in evidenza tenendo gli ospiti in linea di galleggiamento (36-34 al riposo). Alzando la difesa, la Tecnosistem ripartiva con nuovo slancio (51-39 al 24’ con un missile del ’96 Tazzara). L’Arbor era brava a non farsi travolgere (prezioso l’apporto offensivo di Simonazzi) e riusciva a chiudere il periodo a -6 (62-56). Nei dieci minuti conclusivi, i padroni di casa trovavano rimbalzi offensivi decisivi da parte di Orlando ed un Yakobe che cresceva col passare dei minuti. Maione, però, rimaneva un rebus per la difesa biancoblù e, a 2’ dalla fine, il tabellone segnava 72-68. La zampata, a 1’26” dal gong, la piazzava, dalla lunga distanza, Lalanne. I reggiani subivano il colpo e non riuscivano più a reagire, mentre l’Mvp Yakobe chiudeva i conti dalla lunetta.

DILPLAST – GIORGINA SAFFI 81 – 58

(11-19, 32-30, 51-41)

Montecchio: Grisendi 8, Lombardi 7, Ongarini 6, Guardasoni 28, Basso 6, Maggi 8, Colla 6, Ferrari 12, Giglioli. All. Cavalieri.

Giorgina Saffi Forlì: Frigoli 13, Marchioni 2, Biondi 5, Rava 2, Ravaioli 5, Piazza 12, Serrani 7, Emiliani 2, Agatensi 11. All. Agnoletti.

ME CART – NOVELLARA 61 – 73

(15-29; 37-37; 51-54)

Scuola Basket Cavriago: Violi ne, Fantini 4, D’Amore 13, Ligabue 6, Pellicciari 2, Cervi 22, Leonardi 2, Pezzi 4, Codeluppi 8, Caleffi ne, Baroni ne. All. Degli Incerti Tocci.

Pallacanestro Novellara: Ferrari, Bartoli 1, Folloni 9, Rinaldi 18, Mariani Cerati 5, El Ibrahimi, Carpi 5, Ciavolella 19, Colla 4, Croci 12, Verbitchi. All. Ligabue.

FOR – BANCO EMILIANO 64 – 74

(18-16; 29-35; 47-52)

Pontevecchio: Benuzzi 2, Tinti 20, Brancaleoni 3, Galeotti 8, Cruzat 9, Riguzzi, Donati, Vetere, Bergami 7, Falzetti 6, Santini 9, Galassi, All. Savini.

LG Competition Castelnovo Monti: Generali, Ovi 3, Siani 3, Filippi, Vezzosi, Paulig 21, Guarino 7, Baccarani ne, Vanni 24, Mallon 16. All. Djukic.

La partita appare subito in forte equilibrio con la formazione di casa decisa a dire la sua. Paulig e Mallon sono i principali realizzatori del primo periodo, contrassegnato da numerosissimi canestri sbagliati da sotto per Castelnovo. In evidenza la schiacciata di Mallon con l’uomo addosso e la sua stoppata in aiuto. Pontevecchio risponde con Tinti (playmaker di grande energia ed intelligenza) che mantiene lucidità fra le proprie fila e consente Santini di far valere la propria fisicità. Il primo quarto si chiude con i montanari sopra solo di due lunghezze. Si torna in campo e Castelnovo, sempre con fatica, riesce nell’intento di allungare con Vanni, Paulig e Mallon. Pontevecchio realizza solo 11 punti. Spesso riescono per gli ospiti i propri giochi con i lunghi in post basso. Si va negli spogliatoi sul 29 a 35. La For rientra molto determinata con un Tinti sempre in grande spolvero che riesce a rosicchiare un punto a fine tempo. Diverse le palle perse per i reggiani nel terzo quarto. Paulig e Guarino si caricano di falli e Castelnovo è il bonus dopo soli tre minuti. Ultimo quarto e la Pontevecchio quasi riesce nell’aggancio e arriva a -3, con Santini e Cruzat, mentre Castelnovo abbassa la percentuale di realizzazione. Generali commette fallo e prende un tecnico per proteste consentendo a Tinti di mettere tre liberi. Una bomba di Paulig riporta ossigeno a Castelnovo che chiude con un rassicurante +10.

CVD – DESPAR 54 – 68

(8-24; 19-46; 37-56)

CVD Casalecchio: Gamberini 6, Mazzoli 10, Marzioni, Lanzi 15, Masetti 4, Garagnani, Maggio 3, Fuzzi, Cuozzo, Taddei 1, Cempini 11, Marcheselli 4. All. Loperfido.

4 Torri Ferrara: Burresi 2, Bertocco 2, Fenati 2, Brandani 9, Parmeggiani 9, Lugli 12, Martini 2, Pasquini 9, Magni 10, Agusto 11. All. Cavicchioli.

VIRTUS MEDICINA – SPAL 71 – 53

(18-9; 24-20; 48-36)

Virtus Medicina: Govi F. 3, Panico, Persiani 6, Canova, Lorenzini 7, Govi G. 16, Sighinolfi 16, Rossi, Musolesi 15, Piccinini 8. All. Curti.

Correggio: Fassinou 4, Bonacini 6, Riccò, Ndour, Zamparelli, Lever 2, Lusvarghi 2, Galeotti 5, Stefanini 12, Rovatti 15, Villani 7. All. Paladini.

Alla palla a due coach Curti mette in campo Persiani, Sighinolfi, Govi Giacomo, Govi Filippo e Musolesi; Correggio risponde con Rovatti, Galeotti, Stefanini, Villani e Fassinou. A partire meglio è la Virtus che, con la regia di Persiani, imprime più ritmo e migliori geometrie; Sighinolfi, Govi Giacomo e Musolesi sono terminali attenti e precisi, la Virtus scappa a + 9 sul 18 a 9 della prima sirena. Secondo periodo e Correggio ingrana in attacco e alza il ritmo in difesa, proprio nel momento in cui si attendono i giovani reggiani sono invece i giovani medicinesi a fare la partita: prima Panico, poi Lorenzini tengono bene il campo e, in un momento di stanchezza, per una Virtus cortissima, è la bomba di Lorenzini a dare ossigeno ai gialloneri; all’intervallo ancora Virtus al comando sul 24 a 20. Negli spogliatoi coach Curti risistema e ridisegna l’attacco medicinese e, nel terzo quarto, si rivede la Virtus che tutti vogliamo; i padroni di casa intensi in difesa si aggrappano a capitan Musolesi che, di autorità, blinda l’area. Govi Filippo è su tutti i rimbalzi (3 punti, 20 rimbalzi), dalle ripartenze la Virtus trova il ritmo coi canestri di Govi Giacomo; rientra Piccinini che, subito, piazza un gioco da tre punti, poi bomba di Sighinolfi e altro canestro di Piccinini. La Virtus vola a +10 un paio di volte per poi finire il periodo a +12 sul 48 a 36. Quarta e decisiva frazione e Musolesi (15 punti, 4 rimbalzi, 4 recuperi e 2 stoppate) infila in sequenza due bombe che fanno volare la Virtus che, a 5’ da giocare, è ancora a +10 sul 55-45. Correggio risponde con Rovatti, ma la Virtus c’è e il trio Govi Giacomo-Musolesi-Sighinolfi risponde colpo su colpo e proprio dai canestri di Musolesi e Sighinolfi (16 punti) arriva l’allungo Virtus fino a +20. Nel finale la splendida regia di Persiani consente ai medicinesi di rifiatare e Lorenzini segna l’ultimo canestro. Stefanini, con 5 punti, rende meno pesante la sconfitta a Correggio.

NEW FLYING BALLS – PALL. BUDRIO 2012  69 – 80

(13-23; 34-43; 50-60)

Ozzano: Pasquali 3, Verardi 3, Mini 9, Rossi 20, Savic ne, Caprara, Regazzi, Tegli ne, Guazzaloca 15, Martelli, Rambelli 13, Gianasi 6. All. Grandi.

Budrio: Fimiani 4, Piazzi 12, Quarantotto ne, Casagrande 16, Bonaga ne, Nanni 14, Manini 5, Lazzari 2, Alberti, Quaiotto 9, Innocenti 18. All. Cinti.

Un’altra doccia fredda per i New Flying Balls che escono dal PalaGira sconfitti 80 a 69 da Budrio e incappano nel secondo stop casalingo consecutivo. Un risultato pesante perché arriva contro una diretta rivale per il secondo posto in classifica e permette alla formazione ospite di ribaltare il -8 dell’andata. Budrio costruisce il suo vantaggio nei primi 10’ (13-23 alla prima sirena). Ozzano appare confusa, stanca, perde diversi palloni nelle rimesse dal fondo e sbaglia tantissimi tiri liberi (percentuali dalla lunetta sotto al 40% che risulteranno fatali nel punteggio a fine partita) . I Flying tentano di riavvicinarsi agli ospiti in due occasioni: al 17’ (34-37) grazie alle bombe di Guazzaloca e Rambelli, e al 26’ (47-51). In entrambi i tentativi di rimonta però, Budrio ha sempre risposto. Trascinati da un super Innocenti (18 punti), da l’ex Nanni e da un precisissimo Casagrande, Budrio chiude il terzo quarto avanti di 10 lunghezze. La risposta ozzanese nell’ultimo periodo non c’è, e gli ospiti volano fino al +19. Nel finale Ozzano si riavvicina con tre bombe di Mini e prova nei secondi finali di difendere la differenza canestri. Cosa che però non avviene, perché l’ultima tripla finisce sul ferro e Budrio si aggiudica il derby con un sonoro +11.

BOLOGNA BASKET 2011 – GRANAROLO BASKET 56 – 75

(13-24; 30-44; 43-61)

Bologna Basket 2011: Gargioni 1, Chiarini A. 18, Tolomelli 2, Chiarini S. 5, Tugnoli A. 7, Tugnoli L., Lippa 1, Ballardini 8, Bianchini 11, Diop ne, Ayiku 3. All. Muscò.

Granarolo Basket: Spettoli 7, Paoloni 7, Tugnoli 19, Pedrelli, Calanchi 9, Marchi 16, Boneti ne, Fava, Bertuzzi ne, Banzi, Ferri 10, Torriglia 7. All. Trevisan.

Importantissima vittoria esterna di Granarolo che completa un tris di vittorie consecutive in una situazione di assoluta emergenza per gli infortuni che hanno tenuto fuori Bertuzzi (microfrattura a una mano procuratasi durante la partita di Novellara), Bonetti (strappo muscolare nel recupero contro Correggio) e da ultimo Luca Busi che ha terminato la stagione anzitempo per la lesione del crociato anteriore nella partita contro Cavriago; i ragazzi di Trevisan e Carrera sono stati magistrali nella conduzione della partita alla palestra Furla, non lasciando mai la speranza di rimontare ai padroni di casa.
Bologna Basket parte con due triple consecutive in 40″ per il primo e unico vantaggio della partita (6-0), ma i ragazzi di Trevisan non si fanno intimorire e piazzano un parzialone di 0-17 che praticamente chiude la partita già dopo 6′ (6-17) portandosi il divario fino alla prima sirena (13-24). Nel secondo periodo i padroni di casa provano a mettere un granello di sabbia nell’ingranaggio dei magnifici sette con cui è costretto a ruotare Trevisan e per un po’ ci riescono riducendo il divario a 6 lunghezze (25-31 al 16′), ma una tripla di uno splendido Andrea Tugnoli (MVP della partita) da il là ad un’altro allungo degli ospiti che con un parziale di 2-13, chiuso da una schiacciata in contropiede dello stesso Tugnoli, si portano a +17 (27-44 al 19’30”) prima che una tripla di Ballardini fissi il risultato sul 30-44 al riposo lungo. A inizio terzo quarto qualche palla persa di troppo da parte di Granarolo permette alla squadra di Muscò di tornare ad uno svantaggio ad una cifra (36-45 al 24′) ma basta un timeout di Trevisan per riordinare le idee ai suoi e un 0-6 in 1’30” riporta a + 15 Granarolo (36-51). Sul quarto fallo di Marchi Trevisan a sorpresa fa entrare in campo l’esordiente playmaker classe ’97 Banzi che, dopo un’iniziale difficoltà dovuta all’emozione, si rende utilissimo alla sua squadra permettendo ai suoi compagni di rifiatare e sfornando un assist per una tripla del solito Tugnoli che da il là ad un’altro strappo di Granarolo per il +18 con cui si va all’ultimo riposo (43-61). L’ultima frazione è una passerella per gli ospiti che controllano la partita con il divario che oscilla da un minimo di sedici al massimo vantaggio di +22, a 2’30” dalla fine, per chiudersi sul 56-75 finale.

CLASSIFICA

4 TORRI FERRARA 44 24 22 2 1955 1544 +411
FLYING BALLS OZZANO 36 24 18 6 1825 1712 +113
BUDRIO 34 24 17 7 1718 1612 +106
L.G. COMPETITION CAST. M. 32 23 16 7 1739 1562 +177
S.B. CAVRIAGO 32 24 16 8 1710 1559 +151
VIRTUS MEDICINA 30 24 15 9 1726 1587 +139
ARENA MONTECCHIO 28 23 14 9 1715 1528 +187
NOVELLARA 28 24 14 10 1656 1684 -28
G. SAFFI FORLI’ 22 24 11 13 1568 1676 -108
GRANAROLO BASKET 20 24 10 14 1661 1681 -20
CORREGGIO 18 24 9 15 1751 1829 -78
STARS BOLOGNA 18 24 9 15 1529 1672 -143
BOLOGNA BASKET 2011 16 24 8 16 1584 1778 -194
ARBOR REGGIO 12 24 6 18 1648 1814 -166
CVD CASALECCHIO 10 24 5 19 1502 1730 -228
PONTEVECCHIO BOLOGNA 2 24 1 23 1513 1832 -319

SERIE D

GIRONE A

VIS PERSICETO – SAMPOLESE 76 – 66

(20-20; 35-35; 59-51)

San Giovanni in Persiceto: Genovese 8, Scagliarini 6, Morisi 6, Parmeggiani 5, Almeoni 20, Missoni 11, Ramini 11, Ferrari  2, Rusticelli G. 5, Pederzini 2. All. Rusticelli M.

San Polo d’Enza: Di Maria 1, Minardi 8, Margini 22, Benevelli 4, Tognoni 14, Tondo 14, Nicolini ne, Bizzocchi 2, Pezzi 1. All. Immovilli

Una Sampolese in salute gioca alla pari con la blasonata compagine locale con belle prestazioni di Margini (18 punti nel 1′ tempo), Tondo (17 rimbalzi) e del giovanissimo Tognoni (14 punti). Fatale un parziale di 9 a 2, all’inizio del terzo quarto, per la Vis Persiceto, trascinata da un Almeoni in particolare spolvero che decide la gara a favore della squadra di Rusticelli.

MAGIK – SAN MAMOLO 56 – 47

(12-8; 25-30; 40-34)

Magik Parma: Donadei 4, Malinverni N. 3, Montagna, Tibollo 10, Malinverni L. 2, Caravita 5, Gibertini 3, Diemmi 6, Olagundoye 15, Guidi 7, Berlinguer 1, Fava. All. Lopez.

San Mamolo: Cavazza 5, Margelli 2, Quadri 1, Paracchini 10, Lamborghini 1, Fiorentini 10, Demetri 9, Candelaresi 9. All. Munzio.

PSA – RADIOCOOP.IT 77 – 82

(22-16; 34-41; 61-65)

PSA Modena: Macchelli 15, Petrella 28, Bertoni 18, Mezzetti 8, Tamagnini, Konadu 8, Tramaloni, Biscaro. All. Vassalli.

Piacenza BC: Garofalo 18, Antozzi 7, Scarionati 13, Massari 5, Pirolo 14, Zanangeli, Markovic 1, Popov 2, Gorla 15, Sela 7, Betti. All. Mambretti.

La PSA dimentica l’emergenza infortuni (ben 7 indisponibili più Biscaro in panca per onore di firma) e contro Piacenza disputa una gara epica, mettendo in difficoltà la seconda forza del campionato. Indisponibile anche coach Lunghini sostituito da Vassalli all’ultimo minuto, tutti si aspettano un monologo dei piacentini, invece vieni fuori la PSA che non ti aspetti. Al canestro di Massari risponde subito Modena con due triple di Petrella, è un batti e ribatti, Pirolo ne mette 3 di fila, il duo Macchelli e Bertoni producono 9 punti in 3’ ed il primo quarto si chiude con la PSA avanti di 6 lunghezze. Modena allunga ancora fino al + 10 con altre due bombe di un caldissimo Petrella.. Piacenza è in affanno e coach Mambretti ricorre ai pezzi da novanta che ripagano subito con gli interessi. Garofalo piazza 3 triple in meno di 4’ e Massari, per altro ben contenuto dalla difesa modenese, con un’altra tripla chiude un parziale che rimette in corsa i suoi, 29 a 28 dopo 14’ di gioco. Modena tiene bene il campo, Macchelli e Bertoni non si fanno intimorire dai lunghi piacentini e tirano giù rimbalzi a grappoli, ma è tutta la difesa che tiene e solo nel finale del quarto Piacenza approfitta della fatica dei modenesi per allungare fino al + 7. I ritmi sono alti e alte le percentuali al tiro, ben 8 triple nella terza frazione, 4 per parte con 3 firmate da Petrella da una parte e Scarionati dall’altra, Modena però corre e fa correre la palla e mette a referto 27 punti in 10’, Mezzetti e Konadu recuperano palloni importanti e danno vita ad un paio di giocate da manuale della pallacanestro. La PSA è viva e lotta tenendo sotto pressione i piacentini, a 4’ dalla fine infatti Modena è ancora li (70 a 73), e nonostante la tanta fatica spesa chieda dazio, non si arrende ma anzi lotta vendendo cara la pelle fino in fondo. Piacenza vince di solo 5 punti ma di fronte a questa PSA bisogna togliersi il cappello,e gli applausi di tutto il pubblico in piedi, amico ed ospite, sono tutti meritati.

EUROSYSTEMS – NAZARENO 76 – 58

(14-23; 41-33; 55-45)

Luzzara: Ploia, Costantino 3, Miglioli 6, Gelosini 14, Sereni 5, Neviani 12, Pesci, Neri 11, Petrolini 19, Riccò 4, Freddi 2. All. Beltrami.

Carpi: Sbisà, Compagnoni 25, Goldoni 6, Doddi 7, Pravettoni 7, Spasic, Antonicelli, Dondi, Salami 11, Menon 2. All. Testi.

Gli Aquilotti chiudono tra gli applausi una settimana iniziata male (la sconfitta con Piacenza) ed andata in crescendo, rendendo le difficoltà un’occasione per migliorarsi. Ad appena due giorni dalla bella vittoria di Bologna, i biancoverdi sono di nuovo sul parquet di casa, contro quel Carpi che all’andata aveva segnato uno dei momenti più complicati di stagione. Coach Beltrami ritrova Riccò, oltre che Pesci, ma sceglie gli stessi cinque di Pallavicini. Gli Eaglets giocano benino in attacco, ma faticano a trovare il canestro (8-11). Di contro, coach Testi ha un primo quarto di rara delizia da parte di Compagnoni, capace di metterne 15 in 10′ con un 4/4 consecutivo da 3 punti, a cui risponde il solo Gelosini (14-23). Si va fino sul 16-27 del 12′, quando l’inerzia della gara cambia improvvisamente: l’energia di Sereni e Miglioli, i canestri di un ottimo Petrolini, creano il giusto mix per un parziale di 25-6 che dà un nuovo padrone al match (41-33). Carpi esce dall’intervallo con la zona, ma gli Aquilotti, pur se non fluidi, hanno nella difesa l’arma giusta per non cedere (51-38 al 25′). Ancora Petrolini, poi Riccò e prima Neri trovano il bersaglio grosso; mentre Costantino e Sereni concedono a Compagnoni solamente briciole (64-54 al 35′). E’ Neviani, infine, a dare l’ultima spallata per la passerella finale.

BAOU TRIBE – COLLEGE FULGOR 64 – 48

(9-18; 24-22; 47-38)

Baou Tribe San Lazzaro: Campagna, Marinelli 13, Fornasari 12, Bernardi 4, Pirazzoli 2, Forni, Paladini 7, Governatori 6, Capobianco 4, Lodi 16. All. Lelli.

Fulgor: Rigoni 3, D’Esposito 2, Orsi, Rubini, Iacomino 13, Ceci 10, Zerbini 10, Imeri 10.  All. Fiesolani.

ATLETICO – FIORANO 70 – 58

(16-15; 35-36; 52-50)

Atletico Borgo: Campanella 4, Guidi, Proto 19, Grassi 4, De Simone 12, Sant 3, Artese 12, Turchetti 4, Rossi 10, De Fazio, Poluzzi, Martelli 2. All. Pietrantonio.

Libertas Pallacanestro Fiorano: Pivetti  M. 12, Cracco, Zogaj 6, Roncaglia 16, Galloni 2, Lanzellotto, Pivetti F., Marescotti 4, Lucchi 4, Ferrari 4, Melegari 10.  All. Casoli.

Per Fiorano prosegue il mal di trasferta; i modenesi cadono anche in quel di Borgo Panigale, cedendo ai padroni di casa solo nell’ultima frazione sotto i colpi dell’Mvp Proto. Fiorano parte bene, con Roncaglia e Lucchi sugli scudi a livello, rispettivamente, di realizzazione e rimbalzi. Dall’altra parte Rossi scalda la mano sia dalla lunga che dalla media distanza ed un palleggio arresto e tiro di Proto a fil di sirena porta le squadre sul 16-15 alla prima sirena. Nel secondo quarto Melegari esplode un paio di bombe consecutive che fanno ben sperare i ragazzi di coach Casoli, ben imbeccato da Zogaj e Pivetti F. Al rientro in campo dopo la pausa lunga, i padroni di casa sembrano avere una faccia diversa rispetto a quella del primo tempo; Artese comincia a capitalizzare gli assist dei compagni ed il solito Proto segna nei momenti di “magra” offensiva dei suoi. Fiorano, nonostante tutto, regge e ribatte alle realizzazioni felsinee, ma crolla inesorabilmente nell’ultimo quarto, quando cominciano a segnare anche Sant e De Simone, che con le loro penetrazioni mettono fine alla contesa.

VOLTONE – PALLAVICINI 62 – 76

(15-23; 29-40; 42-63)

Voltone Zola: Ghiacci 10, Giacometti A. 3, Tubertini 8, Lombardo 4, Giacometti J. 17, Baccilieri 5, Maresi 7, Polo 6, Varotto 2. All. Amanti.

Pallavicini: Tosiani 15, Cenesi 13, Bavieri, Nanni G. 2, Baraldi 11, Giunchedi 2, Nanni M. 6, Dawson 7, Bastia 6, Minghetti 14. All. Morra.

SALSO – ANZOLA 51 – 70

(12-23; 26-43; 41-60)

Salsomaggiore: Ceci 5, Zamboni 4, Aimi 8, Maccini 7, Rattotti 2, Zerbini 5, Lucchini, Lettieri, Merli 20. All. Allodi.

Anzola: Poluzzi 4, Venturi D., Venturi N., Pappalardo 14, Boldini 10, Fiorini 2, Lambertini 1, Franchini 2, Kalfus 2, Brancaccio, Mazza 23, Zanata 12. All. Sacchetti.

CLASSIFICA

ANZOLA 44 24 22 2 1775 1521 +254
PIACENZA BC 42 24 21 3 1735 1409 +326
VIS PERSICETO 36 24 18 6 1630 1485 +145
PALLAVICINI BOLOGNA 36 24 18 6 1587 1482 +105
BAOU TRIBE SAN LAZZARO 34 24 17 7 1603 1470 +133
MAGIK PARMA 28 24 14 10 1507 1510 -3
VOLTONE ZOLA 26 23 13 10 1547 1535 +12
AQUILA LUZZARA 24 24 12 12 1546 1519 +27
ATLETICO 22 24 11 13 1693 1624 +69
COLLEGE FIDENZA 22 23 11 12 1435 1455 -20
NAZARENO CARPI 20 24 10 14 1560 1663 -103
PSA MODENA 14 24 7 17 1586 1724 -138
FIORANO*** 7 24 5 19 1400 1521 -121
SAN MAMOLO BOLOGNA 10 24 5 19 1463 1707 -244
SAMPOLESE 8 24 4 20 1424 1598 -174
SALSOMAGGIORE 6 24 3 21 1200 1468 -268

GIRONE B

VENI – S.B. FERRARA 56 – 44

(12-20; 28-24; 44-32)

San Pietro in Casale: Settanni, Meola, Sgarzi 2, Luparello 3, Vinci 15, Minozzi G. 13, Gamberini ne, Ghedini ne, Tinti, Bartolozzi 9, Folesani 14, Neri. All. Minozzi M.

Scuola Basket Ferrara: Ferrarini 9, Pusinanti 10, Zavarini 3, Rimondi 4, Frignani 3, Fabbri 2, Vigna 11, Bottoni, Parigi, Bussolari 2, Malaguti. All. Colantoni.

BASKET VILLAGE – MOLINELLA 62 – 50

(11-15; 32-33; 46-44)

BK Village Granarolo: Paoloni ne, Ballini 5, Costa ne, Salicini 2, Carrera 5, Nicotera 2, Nobis 17, Marega 4, Neviani 7, Pedrielli 12, Marcheselli 2, Brotza 6. All. Calore.

Molinella: Calvi 8, Quartieri 5, Checcoli 5, Ricci 10, Zanellati, Testi 5, Alessandri 2, Tagliavini 9, Ugulini, Gualandi ne, Serio 6. All. Baiocchi.

ARTUSIANA – OLIMPIA 71 – 80

(16-22; 27-48; 39-54)

Forlimpopoli: Marzolini, Balistreri 12, Calboli 2, Manucci 23, Vandelli 12, Morabito ne, Crocini 4, Evangelisti ne, Servadei 6, Pena 12. All. Bondi.

Castel San Pietro: Galloni ne, Chillo ne, Franceschini 17, Corazza 16, Ziron 18, Boschi 2, Pancaldi 12, Prete, Binassi 4, Farnè 1, Sgorbati 4, Morales 6. All. Canè.

DOLPHINS – CASSANI&COSTANZI 86 – 90

(30-25, 49-55, 62-71)

Riccione: Silvestrini 19, Raffaelli 12, Ma. Amadori 14, Polverelli 6, De Martin 27, Mi. Amadori 4, Ambrassa, Brattoli, Calegari 4, Biagini ne. All. Foschi.

Basket’95 Imola: Deri, Dalmonte 6, Mastrilli 23, Rossi ne, Selva 6, Barbagelata 37, Foronci 2, Baruzzi F, Spagnoli 16. All. Brocchi.

CURTI – GUELFO 51 – 55

(10-13; 23-28; 36-46)

International Imola: Martini 9, Borgognoni 2, Benghi 8, Grandolfi 7, Genoni ne, Cai 6, Sgorbati 7, Caprara A. ne, Caprara J. ne, Scagliarini 1, Dirella, Masoni 11. All. Fazzi.

Castel Guelfo: Vastola 7, Bacci, Gianasi, Baccarini, Caprara 18, Bernabini ne, Miceli 3, Ventura 3, Minghetti 8, D’Andola 6, Giordani 2, Paluan 8. All. Serio.

SPEM MATTEI – VB 62 – 54

(18-8, 30-18, 48-41)

Spem Ravenna: Trerè 5, Ravaioli ne, Bianchini 6, Cirillo 16, Saccardi 9, Bartolotti 5, Scaccabarozzi 2, Raspa 5, Zannini, Senni 7, Morigi 7. All. Focarelli.

Grifo Imola: Turrini, Di Cillo, Sgubbi, Pasini 16, Lanzoni 10, Linguerri 2, Monna 4, Zaccherini, Guerra 1, Castelli 21. All. Pasotti.

BELLARIA – ARGENTA 84 – 86

(25-23; 46-46; 65-62)

Bellaria: Stabile 8, Pari 7, Sacchetti 3, Mussoni 10, Novello 4, De Gregori 4, Russu 17, Bindi 9, Samb 6, Balic 16, Gozzi, Della Motta. All. Ferro.

Argenta: Magnani 22, Quaiotto, Taglioli 5, Spinosa 16, Cesari 6, Rubbini 15, Stegani, Brignani 6, Dieng, Thiam 16, Rafan. All. Panizza.

ALTEDO – AICS 88 – 71

(26-16; 38-41; 68-55)

Altedo: Gnudi 3, Pigozzi 10, Lollini 26, Baccilieri 21, Bovo 13, Soresi 3, Bulgarelli 2, Gnan 2, Monari 7, Balboni 1, Ventura ne. All. Bacchilega.

Aics Forlì: Bergantini 5, Zamagni 8, Cantore 6, Cortini 19, Gaiotti 15, Ruffilli 4, Criveto 14, Ferri, Grossi ne, Ghetti ne, Pusateri ne. All. Chiadini.

CLASSIFICA

GUELFO 44 24 22 2 1646 1353 +293
DOLPHINS RICCIONE 34 24 17 7 1728 1523 +205
ALTEDO 34 24 17 7 1776 1661 +115
OLIMPIA CASTEL S. P. 32 24 16 8 1660 1548 +112
BASKET VILLAGE GRANAROLO 30 24 15 9 1582 1526 +56
ARTUSIANA FORLIMPOPOLI 26 24 13 11 1564 1484 +80
MOLINELLA 26 24 13 11 1429 1466 -37
VENI SAN PIETRO IN CASALE 22 24 11 13 1405 1359 +46
BASKET’95 IMOLA 22 24 11 13 1652 1670 -18
SPEM MATTEI RAVENNA 22 24 11 13 1489 1525 -36
ARGENTA 20 24 10 14 1637 1645 -8
INTERNATIONAL IMOLA 20 24 10 14 1495 1535 -40
S.B. FERRARA 16 24 8 16 1419 1546 -127
AICS FORLI’ 16 24 8 16 1467 1691 -224
BELLARIA 12 24 6 18 1494 1697 -203
GRIFO  IMOLA 8 24 4 20 1404 1618 -214

All’Argelato piace il Peperoncino. Castello, bel colpo! I risultati della Promozione

Penultimo appuntamento della stagione regolare. Nel girone A la Castellana rischia contro un’Ira Tenax in grandissima forma. Nel C scontro importante che potrebbe valere i play off tra Pgs Welcome e Piumazzo e, infine, nel D, Peperoncino-Argelato vale tantissimo.

GIRONE A

PLANET BASKET – CUS PARMA 66 – 53

SALSOMAGGIORE CITY – VALTARESE BORGOTARO 75 – 77

BASKET SOLE – MARCONI BASKET 63 – 57

POLISPORTIVA CASTELLANA – IRA TENAX CORTEMAGGIORE 68 – 75

MONTEBELLO BASKET 2011 – C.S.I. S.ILARIO D’ENZA 47 – 36

PRIMOGENITA – DUCALE 72 – 63

Calendasco: Botti N.,  Scarionati 14, Inzani, Bacigalupi 15, Stecconi 3, Passalacqua 16, Zanangeli 1, Cabrini 13, Paraboschi, Totaro 10, Catozzi, Dallavalle. All. Nadal.

Ducale Parma: Ponticelli, Frazzi 17, Rosi 8, Di Brino 7, Vento L 3, Vento S 3, Tinelli 3, Bertolini 3, Solimè 17, Gozzi 3. All. Padovani.

Una bella vittoria in casa per la  Primogenita, per sperare nei play out. Partono subito forte gli ospiti mettendo alle corde i giovani piacentini con la testa ancora negli spogliatoi fino ad un parziale di 13-4 nei primi minuti. Finalmente a metà del quarto Scarionati e Totaro riescono a mettere punti importanti per riacciuffare i fuggitivi, poi, altra pausa sul campo e altro allungo dei parmensi, che chiudono il quarto in vantaggio di nove lunghezze. Anche il secondo quarto è a due facce. Partono benissimo i biancoazzurri condotti da un ispirato bacigalupi e orchestrati dal giovane under 17 Passalacqua che al suo ritorno tra i “grandi” è protagonista di una grande partita. Un quarto appunto a due facce che vede i piacentini recuperare lo svantaggio e a portarsi a +12, per poi soffrire il pressing del Ducale e mangiarsi il vantaggio ottenuto fino a chiudere il quarto a +1. Al ritorno dagli spogliatoi si vede in campo una Primogenita più concentrata in difesa e ancora con buone soluzioni in attacco grazie al solito Passalacqua e Cabrini. E’ un quarto tutto ben giocato e chiuso a +11 sugli ospiti. La concentrazione non cala nell’ultimo quarto con una buona difesa e bei contropiedi e con buon ritmo nelle ripartenze. Il Ducale non riesce più nella rimonta e il quarto scivola via fino al +9 finale.

CLASSIFICA
Castellana Castelsangiovanni 30; Cus Parma, Planet Parma 28; Ira Tenax Cortemaggiore 26; Montebello Parma, Basket Sole Piacenza 24; S. Ilario 22; Ducale Parma 18; Valtarese 16; Salsomaggiore City 14; Primogenita Calendasco 12; Marconi Castelnovo Sotto 10.

GIRONE B

U.S. LA TORRE – PALL. REGGIOLO 76 – 57

(23-11, 41-29, 60-46)

La Torre Reggio: Galassi 6, Mazzi G. 3, Passiatore 7, Bochicchio 4 , Pezzarossa, Mazzi F. 16, Mussini 2, Melli 20, Bertolini 3, Margaria 12, Orlandini 3. All. Spadacini.

Reggiolo: Caramaschi 17, Torreggiani 3, Verzellesi 4, Carnevali, Cremaschi 4, Spaggiari, Parmigiani 2, Arisi, Mambrini 13, Fagandini, Setti 2, Bosi 8. All. Notari.

Il successo contro il Reggiolo, in formazione assai rimaneggiata per la contemporanea assenza degli squalificati Pirondini, Fregni e Franzini, poteva apparire in casa Torre come un semplice dovere, ma spesso dietro queste partite si celano insidie legate a cali di concentrazione, che possono portare a sgradite sorprese. I ragazzi di Spadacini, però, approcciano in modo corretto la partita ed ottengono un largo successo, mostrando, dopo un periodo di parziale appannamento, il giusto spirito, nonché un gioco piacevole. Pronti via e su Reggiolo si abbatte il ciclone Melli: un assist, un pallone recuperato, nove punti quasi consecutivi in meno di cinque minuti, così la Torre vola sul 13-2, ma la prestazione grigiorossa non si può ridurre all’exploit di un singolo. La difesa aggressiva di Pezzarossa e Filippo Mazzi, come il lavoro sotto canestro di Bochicchio e Galassi, consentono di recuperare palloni e correre in campo aperto. Poi Passiatore entra dalla panchina e arpiona due rimbalzi offensivi, convertendoli in quattro punti. Reggiolo cerca di tenere botta e limita il passivo (23-11 al 10’), grazie ad alcuni canestri da fuori. Nel secondo quarto, l’intensità dei torriani cala leggermente; la difesa concede ai reggiolesi tiri piedi per terra dai 4-5 metri, che i ragazzi di Notari realizzano con una continuità inusuale per la categoria, in particolare Caramaschi segna 8 dei suoi 17 punti in questo periodo. Sul fronte opposto, Filippo Mazzi e Melli si guadagnano molti viaggi in lunetta, che vanno poi a realizzare con ottime percentuali, mentre Orlandini entra dalla panchina per i primi minuti veri da diversi mesi e sfodera subito un bel canestro da post basso. La sensazione è che la Torre abbia in mano la sfida, ma il 41-29 con cui si va alla pausa lunga non può definirsi ancora un vantaggio del tutto rassicurante. Nella terza frazione, Caramaschi continua la sua trance agonistica e mette 9 punti di fila, Reggiolo tenta di riavvicinarsi, arrivando anche a -9, ma la Torre reagisce trovando punti da nuovi protagonisti: vanno a segno Galassi, Giovanni Mazzi con la solita bomba chirurgica, Mussini dall’angolo e Bertolini con una tripla sulla sirena, grazie alla quale il punteggio al 30’ è 60-46. Negli ultimi 10’ sono due tiri da tre frontali di Margaria ad allargare ulteriormente il solco; Reggiolo riprova a reagire, ma la stanchezza è tanta e l’impresa non riesce.

AQUILE PALL. GUALTIERI – PALL. TEAM MEDOLLA 68 – 61

PALLACANESTRO SCANDIANO 2012 – BASKET CAMPAGNOLA E. 73 – 69

CENTRO LATTONIERI – VIRTUS CASALGRANDE 54 – 48

(13-14; 22-16; 36-32)

Carpine: Meschiari, Piuca M. 2, Solera 4, Piuca R. 6, Verrini 7, Braglia 6, Giovanardi 11, Martinelli 15, Iacono 3, Berra. All. Morettin.

Virtus Casalgrande: Govi 14, Iemmi 9, Grazi 2, Talami 10, Fusco 6, Oleari 7, Bottazzi, Torelli. All. Pacifico.

Partita difficile per la Carpine che sottovaluta gli avversari e rischia fino agli ultimi minuti. Partenza con fuochi davvero spenti con la partita in netto equilibrio. Nella seconda frazione  modenesi, però, chiudono la difesa e concedono solo due punti agli avversari, ma non sono capaci di allungare di tanto poiché segnano solo nove punti. Terza frazione ancora equilibrio con Casalgrande che non molla un centimetro ed i padroni di casa che segnano con tutti i giocatori in campo. Si arriva all’ultimo quarto con Carpi avanti di quattro lunghezze, ma qualche errore di troppo al tiro e palle perse per disattenzioni, fanno in modo che i reggiani riescano anche ad effettuare il sorpasso. Timeout di coach Morettin che striglia i suoi e innesca così Giovanardi subito e poi Martinelli che segnano a ripetizione e recuperano palloni portando a casa così i due punti. Due punti davvero sudati, ora manca solo l’ultima partita a Reggiolo per finire il campionato in testa alla classifica e andare così ai play off come primi classificati e con il fattore campo a favore.

SCHIOCCHI BALLERS – I GIGANTI 65 – 52

(20-10 33-21 50-37)

SB Modena: Binotti 8, Sangermano, Marinelli 9, Forghieri 2, Righi R. 5, Alessandrini 23, Guidetti ne, Malverti 1, Sassi 2, Zara, Vaccari, Minarini 15. All. Righi G.

I Giganti di Modena: Panico 5, Giorgi ne, Bertelli 5, Manzotti, Berardi 12, Barbanti 9, Demattè 7, Odorici, Barbieri 5, Larghetti, Forastiere 9. All. Bertani.

Sesta vittoria consecutiva per i padroni di casa nel derby testa-coda di scena nella palestra di via Tamburini. Pronti via e subito i padroni di casa mettono il turbo con un 8-0 di parziale; Marinelli protagonista (5 punti) e Minarini dominante sotto le plance (15 punti e 14 rimbalzi) conducono per mano i bianconeri; gli ospiti riescono a rimanere a contatto grazie alle iniziative nell’area pitturata di Forastiere, si riavvicinano, ma chiudono il periodo sotto di dieci lunghezze (20-10). Nel secondo quarto entrambe le formazioni abbassano le percentuali di tiro e per alcuni minuti gli attacchi ristagnano, difesa a zona alternata alla uomo per i padroni casi, uomo e mista per i Giganti. Qualche risultato si vede, gli ospiti arrivano a -7, ma un rush finale firmato Alessandrini (top scorer dell’incontro con 23 punti, letale da ogni zona del campo) porta i ragazzi di coach Righi sul +12 (33-21). La ripresa parte sulla falsariga del primo  tempo con Righi (15 rimbalzi e 5 punti) dominante a rimbalzo, ma piuttosto impreciso al tiro, che mantiene i locali con un vantaggio di 13 punti (50-37). L’ultima frazione vede i Giganti gettare il cuore oltre l’ostacolo e, grazie al duo Panico-Berardi, arrivano fino al -5 (57-52), ma a questo punto torna in cattedra Alessandrini (Mvp) che, dalla media e dalla linea della carità, chiude la contesa sul 65-52 e firma, di fatto, la retrocessione in Prima Divisione dei Giganti.

BIBBIANESE – GO IWONS 68 – 64

(18-16; 34-36; 47-47)

Bibbiano: Menozzi 18, Zaccaria 4, Salati 2, Reni 2, Ghirardini 10, Olivares 6, Bartoli 15, Codeluppi 5, Camurri 2, Farioli 4. All. Reverberi

Albinea: Rossi 7, Marcacci 4, Bonetta 7, Canalini 7, Ballabeni 2, Masoni 7, Casoni 7, Corradini 6, Sassi 7, Ferretti 10, Camellini. All. Brevini.

CLASSIFICA

Carpine 32; Bibbianese, Schiocchi Ballers Modena 30; Scandiano, La Torre Reggio 26; Medolla 24; Campagnola 22; Reggiolo 20; Go Iwons Albinea 14; Aquile Gualtieri 12; Virtus Casalgrande 10; I Giganti Modena 6.

GIRONE C

POL. GIOVANNI MASI – CSI SASSO MARCONI 68 – 44

(20-15; 37-22; 50-36)

Masi: Campazzi 7, Penna 3, Castaldini G. 12, Sechi 10, Dalla 1, Forni 7, Barilli 8, Manferdini 13, Bertacchini ne, Cavana 1, Masi 2, Castaldini T. 4. All. Guidetti.

Csi Sasso Marconi: Magnani, Grandi, Cremonini 8, Meluzzi 5, Vinerba 6, Tosarelli 4, Mutolino 2, Borsari, Bellodi 9, Giuliani 6, Perrina 4. All. Coralli.

Vittoria della Masi nel derby della Porrettana. Dopo un inizio in sostanziale equilibrio (15-15) con Giacomo Castaldini in evidenza, i casalecchiesi prendevano in mano le redini dell’incontro con un parziale di 14 a 2 a cavallo delle prime due frazioni (29-17). I biancoverdi raggiungevano il massimo vantaggio sul 43-24, poi Sasso reagiba con un parziale di 0 a 9, ma, nel quarto conclusivo, nuovo break della Masi (14-2) e finale pesante per la formazione appenninica.

IMMOBILIARE 2000 – H4T 67 – 64

(13-19; 34-32; 46-39)

Giardini Margherita: Alaimo 10, Marcelli 6, Florio 8, Baldazzi 22, Grandi, Poli, Brina 3, Pierini 10, Carafa 3, Vittori Antisari 5. All. Lanzi.

SP Vignola: Ganugi 11, Badiali 7, Quartieri ne, Mariani 9, Pantaleo 5, Zagni 9, Vannini 3, Guidotti 10, Midulla 3, Franchi 7, Malagodi ne. All. Smerieri.

Match vero con Vignola che, nonostante l’arrivo del play titolare Zagni soltanto alla fine del primo quarto, scattava meglio dai blocchi (4-13), ma non riusciva a staccare i padroni di casa che, nel secondo periodo, difendevano fortissimo e trovavano in Pierini l’uomo della rimonta e del sorpasso (34-32). Nella ripresa l’Immobiliare 2000 prendeva anche tre possessi di vantaggio, ma gli ospiti, alzando la difesa, rientravano a -1. Decisivo il 7/7 dalla lunetta dell’Mvp Baldazzi che, sul 59-56, segnava una tripla fondamentale e, poi, sul 65-64, a -4”, faceva percorso netto dalla linea della carità.

MONTEVENERE 2003 – F.FRANCIA PALL. 69 – 68 dts

(19-26; 34-38; 49-47; 65-65)

Montevenere: Venturi, Romano 10, Gironi 1, Ottani 10, Ugliola, Truppi, Veronesi 10, Ghelli 8, Costa 12, Zappoli 18. All. Orefice.

Zola Predosa: Galli 17, Bosi 6, Migliori 16, Masina 6, Brochetto D. 2, Pagano 6, Gamberini 2, Guerrato, Zini 4, Lenzi 1, Barilli 8, Cevenini. All. Brochetto L

PGS WELCOME – PIUMAZZO 2002 64 – 65

(17-24; 34-41; 57-55)

PGS Welcome: Lamborghini L. 31, Lederi 2, Lamborghini S. 2, Capelli 4, Bernardini ne, Sabbioni 8, Palmieri 1, Rizzi 2, Bortolazzi, Roveri 3, Ferrari 11. All. Lamborghini R

Piumazzo2002: De Martini 11, Mezzetti, Baroni 11, Luppi ne, Valenti 17, La Rocca, Cavani 5, Broda 5, Di Bona, Verdoliva 12, Montorsi 4, Stanzani. All. Vannini.

E’ stata una partita combattuta e avvincente come si addice a due formazioni che si giocano tanto, ma un arbitraggio incerto e disattento – che ha scontentato ambedue le squadre – ne ha rovinato lo spettacolo. Nei primi minuti di gioco le due formazioni procedono appaiate ed in sostanziale equilibrio, poi la Welcome inizia a pressare i portatori di palla avversari con discreti risultati ma non con altrettanta precisione al tiro. Gli ospiti pur accusando il pressing giocano la loro gara con tranquillità e la loro precisione li porta sul +9 (15 a 24). Nel secondo quarto il Piumazzo mantiene il comando ben sorretto da De Martini, Broda e Verdoliva, ma il team di casa non demorde ed il recupero di parecchi palloni consente alla squadra di casa il suo riavvicinamento, con Luca Lamborghini trascinatore e realizzatore instancabile (32 a 38). Dopo il riposo Sabbioni trova finalmente la via del canestro e di questo se ne giova tutta la Welcome che recupera e sorpassa gli avversari (48 a 45) ritrovando finalmente la coralità del gioco. Il questo frangente il Piumazzo denota una leggera flessione, lasciando all’eccellente Valenti – in questo momento unico terminale offensivo – il compito di mantenere in scia la sua formazione. Il ritrovato equilibrio della Welcome si ferma però dopo due fischi arbitrali su altrettanti falli veniali. Il nervosismo già covava e questa è la scintilla che provoca due tecnici a breve distanza l’uno dall’altro. Nell’ultimo quarto Lamborghini e Sabbioni infilano i primi canestri iniziali (62 a 57), poi per i bolognesi il pallone si fa pesante, così ancora Valenti ne approfitta e con un break di 8 a 0 porta i suoi sul +3 a meno di 1’ dal termine. A seguire Luca Lamborghini viene fermato fallosamente e realizza i due tiri liberi a lui concessi (64 a 65), ma le emozioni non sono ancora finite. Dopo un errore avversario Palmieri ha ancora tra le mani la palla della vittoria, ma su una sua penetrazione gli viene fischiata un’infrazione di passi (anche questa molto dubbia) che toglie le ultime speranze di vittoria alla squadra di casa.

GARDENBO – STEFY BASKET 60 – 58

(6-14; 26-29; 44-42)

Sport Junior 2000: Peri 7, Vecchiatini, Ceresi 8, Rinaldi 4, Giacometti 14, Tinti 19, Consolini 5, Trenti ne, Cavalieri, Jaboli 3. All. Rizzi.

Stefy: Tradii 9, Dozza 9, Francia 7, Vittuari 9, Evangelisti 9, Mannini, Agnoletti 7, Suero 5, Poli 3. All. Scandellari.

IMA BASKET – SPORT INSIEME 51 – 59

(11-15; 21-33; 34-43)

Ima: Benfenati 13, Ariatti 2, Di Rienzo, Costa 8, Furlanetto 4, Mambelli 4, Riccobaldi 8, Bondi 2, Piccardi 6, Mazza, Dainese 4. All. Bertuzzi.

Sport Insieme: Nucci 1, Lalanne 3, Amabile, Regazzi 9, Somma 2, Marino 6, Patrignani 2, Cristiani 10, Guizzardi, Skocaj 15, De Lillo 2, Sakho 9. All. Bandiera.

CLASSIFICA
Vignola 36; Stefy Bologna 34; F. Francia Zola, Immobiliare 2000 Bologna 28; Masi Casalecchio, Montevenere Bologna 24; Sport Insieme Bologna 20; Gardenbo, Piumazzo 14; Pgs Welcome Bologna 12; Csi Sasso Marconi 10; Pgs Ima Bologna 8.

GIRONE D

DIABLOS BK S.AGATA – BASKET DELTA COMACCHIO 69 – 36

(19-10; 34-19; 57-27)

Sant’Agata Bolognese: Belosi 13, Violi 11, Terzi 11, Angelini 13, Girotti, Patelli 7, Candini 8, Accorsi 2, Manganelli 2, Risi 2. All. Masetti.

Comacchio: Carli D., Persanti 4, Gregori M. 3, Boccaccini 4, Gelli 14, Ferroni 2, Cavallini 6, Gregori G. 2, Carli M. 1. All. Bacchini.

VIS 2008 – PALL. LA FENICE 84 – 63

(35-11; 46-29; 64-51)

Vis Ferrara: Ebeling 7, Ricci, Gnani 1, Fiorentini 2, Brilli, Bianchini 6, Verrigni 25, Vivarelli 6, Cavicchioli 15, Gamberini 2, Mastrangelo 17, Campi. All. Castaldi.

Codigoro: Mossini 4, Ferretti 8, Tralli 21, Bademi, Bellinaso, Patroncini 12, Di Tizio 14, Reggiani 2, Gnan, Stella 2, Cavazzini. All. Bottoni.

Parte fortissimo ICOS con ben sette triple (saranno 15 a fine match portate a segno) aprendo un break importante. Nel secondo quarto gli ospiti si riorganizzano e con la zona imbrigliano l’attacco vissino. Al ritorno dall’intervallo continuano le difficoltà per ICOS soprattutto in fase di attacco della la zona avversaria. ICOS si scuote a cavallo tra terzo e quarto periodo, piazzando un break che allarga il gap di almeno una ventina di punti.

HAPPY BASKET – CALDERARA 75 – 61

(21-12; 30-20; 44-37)

Castelmaggiore: Bernardinello 5, Tugnoli 12, Baraldi 5, Tosi 17, Zocca, Pazzaglia 7, Maini 18, Monteventi ne, Bonora, Tolomelli 7, Sitta. All. Pillastrini.

Calderara: Pritoni 15, Gallerani, Ventura 4, Mestieri, Guaraldi 12, Rinaldi 2, Gentili 7, Bellodi 12, Angelini 9, Ansaloni. All. Murtas.

Termina con una sconfitta l’ultima trasferta di stagione regolare per i ragazzi di Calderara in quel di Castel Maggiore. Partono avanti proprio gli ospiti ma due bombe consecutive di Maini riportano in perfetta parità la partita, si continua con gli ospiti che in attacco sprecano troppo mentre di la i giovanissimi ragazzi di Castel Maggiore ne approfittano per portasi avanti, il primo quarto termina 21-12. Nel secondo quarto continua il trend negativo per la squadra di Coach Murtas che non riesce a riportasi a contatto; il parziale del quarto recita un impietoso 9-8 che porta le squadre negli spogliatoi sul 30-20. Nel terzo quarto Calderara sembra entrare con un piglio diverso, infatti si porta più volte sul -2, salvo poi buttare via tutto con errori banali e la frazione termina sul punteggio di 44-37. Nell’ultimo periodo di gioco Calderara tenta a riportarsi a contatto, ma ancora una volta, sul -4, butta via tutto perdendo l’incontro 75-61.

PEPERONCINO LIBERTAS – ARGELATO BASKET 46 – 64

(17-14; 28-36; 36-52)

Mascarino: Bergami 3, Manzi, Govoni 2, Vecchi, Balboni 2, Frascaroli ne, Monari Mat. 4, Fanti 5, Bernardini 8, Cavallini 2, Monari A. 20, Comi. All. Monari Mar.

Argelato: Leonelli 9, Benassi 8, Risi 2, Fontanella 4, Gadani 10, Campanile 8, Sgarzi 11, Fabulli 2, Trigari 7, Nannetti 3. All. Iattoni.

A.MI.CA. – AUDAX BASKET 27 – 82

(7-16; 14-30; 22-56)

Minerbio: De Pascale 3, Girolami 6, Musiani, Generali 1, Sommavilla 2, Gruppioni 5, Fiorini 8, Salicini 2 All. Vibio.

Audax Ferrara: Seravalli 6, Mantovani 12, Bolognesi 8, Bertasi 2, Ricci 8, Ferrarini 11, Ferraresi 4, Felletti Spadazzi 7, Zanchetta 2, Balboni 11, Del Torto 11. All. Folchi.

FORTITUDO – GALLO 68 – 59

(21-22; 42-33; 54-46)

Crevalcore: Bianconi, Gambuzzi 11, Filippetti 4, Zerbini ne, Terzi E. 12, Garuti 16, Gobbo, Fregni 5, Soverini 2, Monaco 7, Simoni 11. All. Terzi R.

Gallo: Del Principe, Schincaglia 12, Magni 8, Benetti 3, Cara, Boscolo 2, Pasquali 6, Gardenale 7, Malaguti 14, Caselli 7. All. De Simone.

CLASSIFICA
Diablos Sant’Agata Bolognese, Argelato 28; Gallo, Audax Ferrara, Calderara 26; Peperoncino Mascarino 24; Delta Comacchio, La Fenice Codigoro, Vis Ferrara* 20; Happy Basket CastelMaggiore 14; Crevalcore 12; A.MI.CA Minerbio* 3***.

GIRONE E

PALL CASTEL S.P.T. 2010 – BASKET GIALLONERO IMOLA 51 – 49

(15-14; 26-28; 38-38)

Castel San Pietro: Ruggeri, Marchi, Cavalieri 1, Mascagna 18, Magurno, Manaresi 13, Farnè 5, Calzolari, Vinera 9, Albertazzi 5. All. Martinelli.

Giallonero Imola: Villa 15, Vicentini 7, Ragazzi, Zanoni ne, Spoglianti 3, Biancoli 9, Calamelli ne, Vannini 13, Campomori 2, Remondini. All. Creti.

SELENE BK S.AGATA – MEDICINA BASKET 2007 NON DISPUTATA

A 13’ dalla palla a due si è rotto uno dei due ferri dell’impianto santagatese e non s’è riusciti a sostituirlo. La palla passa al Giudice Sportivo e ci sono buone possibilità che la gara venga omologata con lo 0-20.

PARTY & SPORT – CASTIGLIONE MURRI BK 80 – 70

(24-13; 41-26; 57-45)

P&S Ozzano: Fioravanti 8, Capra 7, Leale 6, Marchi 13, Fierro 12, Zerbini 13, Lazzari 4, Zanaroli, Rizzoni, Salvadè 8, Avallone 9. All. Nannetti.

Castiglione Murri: Dettori 5, Sandrolini 5, Salocchi 2, Buriani 15, Rizzardi 18, Di Pasquale 9, Pedrielli 2, Brini, Tacconi 5, Maestri 5, Fermi 4. All. Benini.

BASKET CLUB RUSSI – MONTERENZIO BASKET 77 – 61

(21-15; 42-25; 61-41)

Russi: Montanari 6, Bramante 4, Babini 8, Beghi 4, Bassi 13, Buffatti 4, Canali, Bigazzi 1, Venturini 6, Bagioni 2, Santo 29. All. Milandri.

Monterenzio: Romagnoli 11, Lucchi 10, Ballestri 5, Pambianchi 5, Costa 3, Boccardo 12, Tonelli 9, Fiordalisi, Monari 6.

TATANKA BALONCESTO – TITANS BASKET 48 – 63

(14-10; 27-28; 35-41)

Tatanka Imola: Galeati, Bergamini 3, Costantino 7, Laferla 5, Strada 3, Pirazzoli 6, Favilli 14, Franceschelli 4, Baldazzi 4, Castagnetti 2.

Titans Ozzano: Rossi 11, Tuccillo 15, Gamberini 17, Passarelli, Finessi 5, Bonetti, Paolucci 2, Zitelli 2, Ungaro 3, Nannoni 8, Minoccheri. All. Torrella.

PGS BELLARIA – ISIS BASKET 67 – 58

(18-18; 34-33; 44-44)

Pgs Bellaria: Ascari 14, Sudano 6, Urzino, Romanelli 7, Scarenzi 2, Bonetti ne, Pazzaglia 3, Franzioni 2, Traletta 3, Sanguettoli 19, Idà 11, Masoni. All. Bendaglia.

Isis Lugo: Scardovi M. 14, Baroncini 6, Zanoni 6, Zanzi, Marchetti, Romagnoli, Scardovi E. 11, Savini 15, Bazzocchi 6. All. Ortasi.

CLASSIFICA
P&S Ozzano 36; Selene Sant’Agata sul Santerno, Giallonero Imola 30; Castiglione Murri, Titans Ozzano, Pgs Bellaria 22; Russi, Medicina 2007 20; Castel San Pietro 18; Tatanka Imola 16; Isis Lugo 14; Monterenzio 2.

GIRONE F

POL. FIORENZUOLA CESENA – CESENA BASKET 2005 62 – 56

(16-13; 30-34; 42-47)

Fiorenzuola Cesena: Zampa 1, Lucchi 4, Biondi, Ricci 8, Bertani 15, Foschi 6, Faggi 16, Strada 4, Momi 3, Morsucci 5. All. Baraghini.

Basket 2005 Cesena: Romano 8, Martini, Vittori 2, Rossi 3, Soldati 13, Montalti 4, Senni 8, Cacchi, Babbini 7, Grassi 9, Chezzi 2, Mordenti.

MORCIANO EAGLES – SKIZZO 51 – 58

(16-14; 29-30; 44-40)

Morciano Eagles: Tamai, Guastafierro 9, Bigini 3, Battelli 2, Badioli, Morelli 8, Masia 13, Palazzi 5, Ciotti 6, Chiste 5, Tasini. All. Valli.

Skizzo Rimini: Saulle 2, Apreda, Brolli ne, Tamburini, Bascucci 7, Cappelli 7, Mantovani 5, Rizzo 33, Lanci 4, Sancisi.

POL. FAVENTIA 2011 – BK 2000 SAN MARINO 60 – 40

(17-4; 36-15; 42-29)

Faventia Faenza: Di Giulio 2, Ceroni, Graziani, Conti 13, Dalle Fabbriche 6, Ercolani 19, Presicce 17, Liverani, Chiarini 3, Morsiani. All. Morigi

Basket 2000 San Marino: Bombini 3, Fabbri 4, Guerra, Sarti, Taddei 4, Stefanelli, Bronzetti 4, Borello 4, Briganti 3, Ugolini 5, Giannotti 13. All. Liberti

A.I.C.S. BASKET FORLI’ – CNO SANTARCANGELO 74 – 72

(18-18; 38-35; 56-59)

Aics Forlì: Del Testa, Lasi 13, Balzani 2, Baldini 10, Maltoni 12, Rasi 10, Dall’Agata, Orioli 8, Molinari 15, Berto 4, Nostini. All. Montuschi.

Cno Santarcangelo: Calisesi 6, Donati 7, Gavagna, Maioli 16, Nicoletti 5, Rasponi, Ricci 2, Tassinari 4, Tinè 2, Tomassini 30. All. Morri.

POL. STELLA – VILLANOVA BASKET TIGERS 49 – 59

(19-17; 27-26; 38-39)

Stella Rimini: Distante 8, Naccari 11, Angeli 20, Verni 3, Muntangesu, Malagrida, Brunetti, Ferrini, Missiroli 5, Sarti 2, Golfieri, Fornaciari. All. Bonaccorsi.

Tigers Villanova: Domeniconi 8, Rossi 13, Magnani, Bronzetti 6, Cangini 11, Semprini 1, Donati 6, Tomasi 12, Falconi, Toni 2. All. Evangelisti.

POL. CESENATICO 2000 – BASKET 95 FAENZA 59 – 52

(8-14; 24-27; 41-41)

Cesenatico: Battistoni 3, Maraldi 12, Casali 5, Albertazzi 13, Capucci 3, Bolognesi, Balestri 5, Farabegoli 8, Pillastrini 10. All. Domeniconi.

Basket 95 Faenza: Dal Monte, Campanini 3, Romboli 8, Flauret 5, Troni 18, Cerini 4, Samorì 2, Catani ne, Bombardini 2, Rosti, Belosi 10, Pasi. All. Vespignani.

CLASSIFICA
CNO Santarcangelo 36; Tigers Villanova, Fiorenzuola Cesena 34; AICS Forlì, Faventia Faenza 28; Skizzo Rimini 18; Basket 2000 San Marino, Basket’95 Faenza 16; Stella Rimini, Cesena, Cesenatico 2000 12; Eagles Morciano 6.

Sorprese Veni. I risultati del turno infrasettimanale di C Regionale e Serie D

Nel turno infrasettimanale il big-match della C Regionale è quello di Ozzano tra Flying Balls e LG Competition; interessante anche Virtus Medicina-Montecchio. In serie D le prime della classe hanno tutte gare interne accessibili.

C REGIONALE

NOVELLARA – BUDRIO 80 – 87

(16-24; 41-45; 56-70)

Pallacanestro Novellara: Folloni M. ne, Margini 7, Bartoli, Folloni N. 11, Rinaldi 11, Mariani Cerati 3, Bagni ne, Verbitichi ne, Carpi 4, Ciavolella 8, Colla 17, Croci 19. All. Ligabue.

Pallacanestro Budrio 2012: Firmiani 10, Piazzi 11, Casagrande 18, Nanni 17, Manini 10, Lazzari 2, Alberti, Quaiotto 10, Innocenti 9. All. Cinti.

VIRTUS MEDICINA – MONTECCHIO 70 – 76

(17-12; 33-29; 52-55)

Virtus Medicina: Persiani 5, Rossi ne, Govi F. 10, Govi G. 6, Sighinolfi 16, Lorenzini 2, Piccinini 16, Astorri, Panico, Musolesi 15, Canovi, Barba ne. All Curti.

Montecchio: Grisendi 3, Lombardi 16, Ongarini 8, Guardasoni 3, Basso 3, Maggi 11, Colla 16, Ferrari 13, Giglioli 3. All. Cavalieri.

Parte meglio la Virtus che, orfana di Biguzzi, mette in campo un quintetto leggero e dinamico formato da Persiani, Sighinolfi, Govi Giacom, Govi Filippo e Musolesi. I medicinesi vanno in vantaggio con 3 punti di Govi Filippo (10 punti e 13 rimbalzi) e 6 punti di Musolesi (15 punti); Montecchio si riporta in contatto con Basso e Ongarini. Coach Curti inizia a rimescolare le carte e Piccinini (16 punti con 4 su 5 da 3), con una pregevole bomba, firma il vantaggio Virtus che al primo intervallo è a +5 sul 17 a 12. Secondo periodo e Montecchio rientra con i punti di Lombardi, Maggi e Ongarini; la Virtus, con 4 punti di Govi Giacomo, altrettanti di Sighinolfi e la solita presenza di Musolesi, riesce a mantenersi in vantaggio; bomba di Piccinini e al riposo lungo sono ancora avanti i gialloneri sul 33 a 29. Dagli spogliatoi esce un Montecchio più tonico e con ottima mira: infatti, i reggiani infilano sei bombe; è Colla, con tre triple quasi a fila, il pericolo pubblico numero uno per la difesa medicinese; la Virtus regge l’urto sull’asse Piccinini-Sighinolfi-Musolesi, ma è Montecchio a chiudere in vantaggio il periodo di tre lunghezze sul 52 a 55. Quarto e decisiva frazione e l’unica nota negativa di una Virtus combattiva sono i falli: Curti continua ad attingere dalla panchina per trovare energie aggiuntive; la Virtus grazie ai suoi tre alfieri resta in contatto e, con meno di 5’ da giocare, il punteggio è in perfetta parità. Purtroppo viene sanzionato in pochissimo tempo prima il quinto fallo di Persiani, poi il quinto di Musolesi e la Virtus da corta diviene cortissima, ma trova 2 punti in contropiede da Lorenzini; qualche libero sbagliato di troppo e Colla non perdona da 3p. in transizione. Medicina a –4 alla disperata ricerca di qualcosa. Piccinini prova a caricarsi tutto e tutti sulle spalle, ma nel finale Montecchio è brava ai tiri liberi e incrementa il vantaggio andando a vincere per 70-76.

TECNOSISTEM – CVD 85 – 69

(26-13; 44-33; 63-52)

Stars: Bitelli 3, Yakobe 12, Orlando 8, Lalanne 19, Menarini 5, Skocaj 5, Testoni 4, Flori, Morando 4, Tazzara, Maestripieri 2, Parenti 23. All. Cantelli.

Cvd: Gamberini, Mazzoli 4, Marzioni ne, Lanzi 12, Masetti 4, Garagnani, Maggio 9, Fuzzi 6, Cuozzo 10, Taddei 2, Cempini 6, Marcheselli 16. All. Loperfido.

Gli Stars rispondono alle vittorie di Granarolo e Correggio battendo il Cvd in una gara che la squadra di Cantelli ha sempre controllato, se si eccettua una partenza favorevole agli ospiti (3-8). Era la coppia Parenti-Lalanne (al rientro) a crivellare il canestro del Cvd dall’arco dei tre punti (8/10 alla fine per i due). Chiuso il primo quarto con un corposo +13 i bolognesi non riuscivano però a chiudere la partita e subivano il ritorno dei casalecchiesi che ricucivano lo strappo fino al –7 delle ultime curve del secondo parziale (38-31 al 18’). L’ennesima tripla a fil di sirena di uno scatenato Lalanne ridava però alle “stelle” il +11 all’intervallo. Stesso copione riservava la seconda parte di gara: padroni di casa che tentano di scappare (56-41 al 25’ su schiacciata di Skocaj) e la truppa di Loperfido che tenacemente non mollava e si riavvicinava fino al -6 sul 65-59 del 35’). Un preziosissimo rimbalzo offensivo di Orlando veniva tramutato nel canestro del +8 che ridava ossigeno ai biancoblù e la successiva tripla di Lalanne (rientro coi fiocchi per il giovane talento bolognese) rimetteva le cose a posto per un corroborante +11 (70-59). La partita di fatto si chiudeva su questo episodio.

GIORGINA SAFFI  – DESPAR 59 – 81

(19-28; 35-46; 42-59)

Giorgina Saffi Forlì: Frigoli 5, Marchioni, Biondi, Rava 8, Ravaioli 8, Piazza 16, Serrani 2, Emiliani, Del Zozzo, Agatensi 20. All. Agnoletti.

4 Torri Ferrara: Burresi 9, Bertocco 2, Fenati 2, Brandani 5, Parmeggiani 6, Lugli 17, Martini 1, Pasquini 18, Magni, Agusto 21. All. Cavicchioli.

SPAL – FOR 89 – 63

(22-20; 47-36; 64-54)

Correggio: Lever, Stefanini 12, Ndour 2, Strautins 17, Galeotti 4, Villani 15, Rovatti 11, Fassinou 2, Mussini 18, Lusvarghi 8, Riccò, Zamparelli All. Paladini.

Pontevecchio: Galeotti 10, Brancaleoni, Falzetti 4, Trost, Riguzzi, Tinti 14, Torresani, Bergami 14, Cruzat 9, Galassi, Benuzzi 2, Santini 10. All. Savini.

GRANAROLO BASKET – ME CART 60 – 52

(17-18; 39-27; 53-37)

Granarolo Basket: Spettoli 10, Paoloni Lu. 8, Tugnoli 14, Pedrelli ne, Calanchi 4, Marchi 13, Bonetti ne, Paoloni Lo. ne, Ferri 5, Busi 2, Torriglia 4. All. Trevisan.

Scuola Basket Cavriago: Fantini 5, Violi ne, D’Amore 3, Ligabue, Pellicciari 2, Cervi 19, Leonardi 11, Fontanesi, Pezzi 9, Codeluppi 3, Caleffi, Baroni ne. All. Dell’Incerti Tocci

Granarolo parte con Bertuzzi e l’under Bonetti ai box, viene da una vittoria in chiaroscuro con l’ultima della classe, incontra i terzi in classifica e l’icona del campionato Simone Cervi; ci sono i presupposti per una gara impari e invece sin dalle prime azioni si capisce che i reggiani non avranno serata comoda. I ragazzi di coach Trevisan partono bene, la palla gira bene in attacco e solo Pezzi e le giocate in area pitturata di Cervi consentono a Cavriago di essere avanti di un punto a fine primo quarto. Granarolo migliora ulteriormente riuscendo a trovare soluzioni all’alternanza di difese proposte dagli ospiti e nel contempo aumenta intensità e concentrazione i n fase difensiva mettendo in seria difficoltà gli avversari costruendo un parziale di quarto si 22-9; a 8” dal riposo altro episodio sfortunato di una stagione un po’ così: Busi subisce un colpo e rimane a terra, problemi al ginocchio nei prossimi giorni ne sapremo di più. Si riprende con rotazioni ancor più limitate sul + 12 aspettando la reazione di Cavriago ed invece, se possibile, Granarolo accelera ulteriormente portandosi sul +19 e costringendo Cavriago ad un (tardivo) time-out e solo l’esperienza di Cervi e Leonardi mantengono gli ospiti comunque sotto di sedici a fine quarto. La reazione degli ospiti arriva e produce un 8-0 nei primissimi minuti dell’ultima frazione; 5 punti in fila di Tugnoli scuotono Granarolo che rialza il muro difensivo e porta a casa meritatamente la vittoria.

ARBOR – BOLOGNA BASKET 2011 86 – 76

(18-20; 41-37; 61-51)

Arbor Reggio: Boselli 5, Visini ne, Braglia 16, Maione 6, Iori 17, Simonazzi 18, Maioli, Spaggiari ne, Alfano 9, Bytyqi 15. All. Baroni.

Bologna Basket 2011: Chiarini A. 7, Tolomelli 5, Chiarini S. 27, Tugnoli A. 15, Tugnoli L., Ballardini 4, Bianchini 9, Diop, Ayiku 9. All. Duo.

FLYING BALLS – BANCO EMILIANO 63 – 83

(14-24; 30-40; 41-65)

Ozzano: Pasquali 2, Verardi 3, Rorato 11, Mini 11, Rossi 9, Savic ne, Caprara, Regazzi, Guazzaloca 7, Martelli ne, Rambelli 3, Gianasi 17. All. Grandi.

LG Castelnovo Monti: Generali 3, Ovi, Siani 9, Filippi 1, Vezzosi 2, Paulig 26, Ferri ne, Benvenuti ne, Vanni 18, Ruffini ne, Mallon 24. All. Djukic.

Fallisce l’esame di maturità la formazione ozzanese, che saluta ogni ipotesi di aggancio alla prima della classe e, invece, dovrà pensare soltanto a difendere un secondo posto preziosissimo. La LG, al PalaGira senza alcuni titolari, ha vinto meritatamente comandando per quasi tutto l’incontro, grazie alle buone medie dalla lunga distanza e al controllo dei tabelloni, con Vanni e Mallon a fare la parte del leone.

Pronti, via e 2-7. I Flyng Balls, però, reagivano con un vigoroso parziale di 10 a 0 (bene Gianasi e Rossi), ma, improvvisamente, si spegneva la luce contro la zona dispari dei reggiani e scaturiva un contro break di 0-17 chiuso da due missili del 2,10 Mallon. Nel secondo periodo lo scarto rimaneva sempre attorno ai dieci punti e, se non peggiorava, era grazie ancora Gianasi e ad un pimpante Rorato. Nella ripresa altra tripla di Mallon, seguita da quella del giovane play Siani. Paulig firmava in campo aperto il +19 per l’LG (32-51). Ozzano era come un pugile sull’orlo del knock out e chiudeva la frazione sul -24 (41-65). Nell’ultimo quarto si svegliava Mini e, con un po’ di pressione sui giovani portatori di palla ospiti, i Flying Balls si riportavano a -12 (57-69). Il tempo per la rimonta ci sarebbe stato, ma una bomba di Paulig e la solidità sotto i tabelloni degli appennici, chiudeva anzitempo ogni discorso. Pesante, ma assolutamente legittimo, il disavanzo finale (63-83).

CLASSIFICA

4 TORRI FERRARA 42 23 21 2 1887 1490 +397
FLYING BALLS OZZANO 36 23 18 5 1756 1632 +124
S.B. CAVRIAGO 32 23 16 7 1649 1486 +163
BUDRIO 32 23 16 7 1638 1543 +95
L.G. COMPETITION CAST. M. 30 22 15 7 1665 1498 +167
VIRTUS MEDICINA 28 23 14 9 1655 1534 +121
ARENA MONTECCHIO 26 22 13 9 1634 1470 +164
NOVELLARA 26 23 13 10 1583 1623 -40
G. SAFFI FORLI’ 22 23 11 12 1510 1595 -85
GRANAROLO BASKET 18 23 9 14 1586 1625 -39
CORREGGIO 18 23 9 14 1698 1758 -60
STARS BOLOGNA 16 23 8 15 1450 1599 -149
BOLOGNA BASKET 2011 16 23 8 15 1528 1703 -175
ARBOR REGGIO 12 23 6 17 1575 1735 -160
CVD CASALECCHIO 10 23 5 18 1448 1662 -214
PONTEVECCHIO BOLOGNA 2 23 1 22 1449 1758 -309

 

SERIE D

GIRONE A

PALLAVICINI – EUROSYSTEMS 54 – 60

(19-15; 27-30; 38-43)

Antal Pallavicini Bologna: Tosiani 10, Cenesi 25, Bavieri ne, Nanni G., Berti ne, Giunchedi, Ferraro, Sgargi 3, Nanni M. 7, Minghetti 4, Bartalotta 5. All. Morra.

Luzzara: Ploia 2, Costantino 1, Miglioli 5, Gelosini 14, Sereni 3, Neviani 8, Neri 6, Petrolini 6, Freddi 15, Corradini. All. Beltrami.

Gli Aquilotti, nell’impegno infrasettimanale, regalano una prestazione di grande cuore e determinazione. Sul campo della terza in classifica, con un roster ridotto all’osso, i ragazzi di coach Beltrami raccolgono una bella vittoria, giocando 40′ generosi e di squadra. All’appello le assenze sono tantissime: da Riccò a Cani, passando per gli assenti ormai definitivi, e con in panchina Corradini, e gli infortunati Ploia e Miglioli, che stringono i denti per la squadra. La gara ha tantissimi insidie, ma gli Aquilotti scendono in campo con il piglio giusto. Neri e Gelosini si alternano in regia (8-10), Freddi si fa trovare pronto sia da sotto che dalla distanza (10-13) ed i bolognesi si devono aggrappare ad un super Cenesi per spuntarla alla prima sirena (19-15). E’ l’unico sussulto locale, perché i biancoverdi hanno 6 punti da Petrolini e con l’energia di Ploia si portano avanti (20-24), mentre Neviani fissa il +3 della pausa lunga (27-30). Le ostilità riprendono con due triple in rapida successione di Freddi e Gelosini fino al massimo vantaggio Eagles (33-40 al 27′). La fatica però si accumula nelle gambe Aquilotte e l’Antal trova l’entusiasmo per recuperare a passare avanti con Tosiani (47-45 al 34′). Ancora Freddi dall’angolo ed i liberi di Neviani riportano a +3 (47-50), quando Cenesi risponde con due giocate da campione (52-50). Gelosini e Nanni si annullano a vicenda (54-52), me è l’esordiente Miglioli a spezzare l’equilibrio con una tripla pesantissima (54-55). I bolognesi non si riprendono più, gli Aquilotti con 5/6 dalla lunetta mettono in cassaforte il risultato e portano a casa un successo impronosticabile alla palla a due.

ANZOLA BASKET – BASKET VOLTONE 79 – 60

(25-19; 42-32; 63-43)

Anzola: Venturi D. 7, Venturi N., Pappalardo 16, Boldini 4, Fiorini 20, Lambertini 3, Franchini 2, Kalfus 5, Brancaccio, Mazza 12, Zanata 10. All. Sacchetti.

Voltone Zola: Giacometti A. 6, Tubertini 22, Lombardo 3, Giacometti J. 6, Baccilieri 5, Damiani, Maresi 9, Polo 9, Varotto. All. Amanti.

RADIOCOOP.IT – MAGIK 83 – 54

(27-13; 46-28; 61-47)

Piacenza Basket Club: Massari 18, Antozzi 7, Scarionati 8, Gorla 17, Pirolo 9, Garofalo 14, Markovic 4, Zanangeli 2, Sela 2, Villa 2, Popov. All. Mambretti A.

Magik Parma: Donadei 5, Caravita 11, Gibertini 4, Diemmi 2, Olagundoye 10, Guidi 15, Malinverni L. 2, Berlinguer 2, Fava 2, Malinverni N. 1, Longinotti. All. Lopez A.

Il Piacenza Basket Club supera senza eccessive difficoltà l’esame del turno infrasettimanale del Campionato di Serie D. La vittoria con ampio margine contro la Magik Parma consolida quindi ulteriormente il secondo posto in classifica alla caccia della capolista Anzola Basket. Radiocoop.it parte forte e dopo 1’30” di gioco conduce già 7-0. All’improvviso, tuttavia, si mette in moto la Magik Parma, che riesce ad impattare a quota 12-12.  Piacenza Basket Club fa capire il ritmo del Pala San Lazzaro, e fa subire ai parmensi un massacrante parziale di 15-0 con le triple di Scarionati, Massari e Garofalo che scardinano la difesa a zona ospite.  L’infortunio che toglie dal campo Villa potrebbe risultare una botta al morale della Radiocoop.it, ma in realtà non ferma i piacentini, che al 13′ allungano fino al 35-15.  Una grande prova di Gorla attenua l’impatto di Olagundoye, che dopo una buona partenza con qualche canestro di notevole fattura, subisce la difesa fisica dell’ala milanese del Piacenza Basket Club. Dopo l’intervallo la partita sembra essere già decisa ma così non è: si passa dal 51-32 a 7′ dalla fine del 3° Quarto al 55-45 a 3′ dalla fine dello stesso, con il Piacenza Basket Club in difficoltà per le poche rotazioni del reparto lunghi che costringono coach Mambretti a provare quintetti atipici.  L’ultima frazione comincia sul +14 per i padroni di casa che nel giro di 4′ assestano un altro pesantissimo parziale da ko di 17-0, spegnendo definitivamente ogni velleità di rimonta per gli ospiti che nulla possono contro le molteplici opzioni offensive di Radiocoop.it.

SAN MAMOLO – VIS PERSICETO 64 – 67

(22-18; 43-36; 51-49)

San Mamolo: Rizzi 2, Cavazza, Margelli 2, Quadri S. 4, Paracchini 7, Martelli, Lamborghini 3, Boldarino 4, Quadri A. 8, Demetri 18, Candelaresi, Bruzzechesse 16. All. Munzio

San Giovanni in Persiceto: Scagliarini, Morisi 5, Parmeggiani 4, Almeoni 13, Missoni 14, Genovese 13, Ramini 10, Ferrari, Rusticelli G. 8, Pederzini ne. All. Rusticelli M.

COLLEGE FULGOR – SALSO 60 – 45

(17-9; 34-19; 50-37)

Fidenza: Rigoni M. 11, D’Esposito 3, Orsi 2, Rubini 4, Iacomino 11, Ceci M. 3, Zerbini M. 17, Imeri 4, Longhi 5, Rigoni P. All. Fiesolani.

Salsomaggiore: Biocchi 3, Zamboni 3, Ceci A. 3, Aimi 7, Maccini 3, Rattotti 1, Bonzani 6, Merli 14, Zerbini F., Ronchetti, Lucchini, Lettieri 5. All. Allodi.

ATLETICO – SAMPOLESE 71 – 55

(15-15; 33-32; 55-46)

Atletico: Campanella 8, Guidi, Proto 9, Grassi 6, De Simone 11, Sant 4, Artese 8, Turchetti 7, Rossi 9, De Fazio, Poluzzi 5, Martelli 4. All. Pietrantonio.

San Polo d’Enza: Davoli, Minardi 4, Maggiali ne, Margini 18, Benevelli 7, Tognoni 10, Tondo 6, Bizzocchi 4, Servidei 6, Pezzi ne. All. Immovilli.

PALL. NAZARENO CARPI – NUOVA PSA MODENA 76 – 82 dts

(15-16; 31-29; 54-55; 72-72)

Nazareno Carpi: Sbisà, Compagnoni 14, Goldoni 16, Doddi 17, Pravettoni, Spasic 15, Antonicelli 1, Dondi 2, Salami 9, Saetti, Menon 2, Cantarelli. All. Testi.

PSA Modena: Macchelli 4, Petrella 13, Bertoni 14, Mezzetti 6, Tamagnini ne, Santonastaso 17, Konadu 12, Frilli 16, Govi, D’Imprima. All. Lunghini.

Dopo quattro sconfitte ed in totale emergenza per la lunga lista infortunati, la PSA compie un’autentica impresa espugnando il parquet della Nazareno Carpi in un derby non certo privo di emozioni. Partono a briglia sciolta i padroni di casa, con una tripla di Compagnoni e 6 punti di Doddi, per il primo significativo vantaggio. Dopo appena 3’ e 13”, infatti, il tabellone recita un preoccupante 11 a 4. Coach Lunghini spende il primo time out e la risposta dei modenesi non si fa attendere: Konadu e Santonastaso riportano Modena a -1, un canestro dalla media di Macchelli, proprio sul finire del primo periodo, firma il primo sorpasso della PSA. La gara va avanti a strappi, alla tripla di Spasic risponde subito il rientrante Petrella e solo un canestro del solito Doddi, a 3” dalla pausa lunga, rompe l’equilibrio del punteggio: 31 a 29 per i padroni di casa. Alla ripresa del gioco il giovane Salami infila tre bombe una dietro l’altra, l’inerzia del match sembra virare decisamente a favore dei carpigiani e solo un gioco da tre punti di Santonastaso evita il colpo del ko: 40 a 34 il parziale. Ancora Santonastaso, con 6 punti in meno di 90”, riporta sotto Modena; la seconda bomba di Petrella proprio sulla terza sirena chiude la frazione con solo un punto da recuperare per la PSA. Ultimo quarto e subito Carpi con il duo Doddi-Compagnoni prova a chiudere i conti, ma Modena è viva e non si arrende: prima Frilli da tre per il 60 a 60 e poi Petrella, con la terza tripla della serata, per la nuova parità a 120’’ dal termine. La difesa dei padroni di casa ha il fiato corto e ricorre al fallo per fermare gli attacchi modenesi: dalla lunetta Santonastaso e Bertoni firmano il + 4 con soli 38” da giocare. Bertoni prova una tripla forse affrettata che si spegne sul ferro, dall’altra parte Spasic, invece, trova il canestro con fallo per il -1. Il Nazareno  sceglie di spendere un fallo per fermare il tempo: dalla lunetta Santonastaso fa 1 su 2 per il 72 a 70,  ma quando tutto sembrava finito, Compagnoni pesca un canestro ad alta difficoltà che rimanda tutto all’overtime. La Nazareno gongola, ma è la PSA che riparte decisa e senza nessun timore nel supplementare. Frilli sale in cattedra e costringe Carpi a spendere falli per fermare le sue incursioni a canestro; dalla lunetta non tradisce emozioni e Modena chiude, questa volta definitivamente, la gara a proprio favore.

LIBERTAS FIORANO – BAOU TRIBE 60 – 70

(12-26; 28-40; 43-53)

Libertas Pallacanestro Fiorano: Pivetti M. 10, Cracco 2, Zogaj 8, Roncaglia 9, Ruggeri ne, Galloni 2, Gazzotti, Marescotti 2, Lucchi, Ferrari 19, Melegari 8. All. Casoli.

Baou Tribe San Lazzaro: Campagna 2, Marinelli 16, Fornasari 10, Bernardi 11, Pirazzoli 10, Forni 4, Paladini 4, Governatori 13, Lodi. All. Lelli.

A far visita ai ragazzi di coach Casoli è il Baou Tribe di Dan Lazzaro di Savena; gli atleti di coach Gianfranco Lelli approdano in terra modenese con un solo obiettivo in testa, ovvero riscattare la opaca prova offerta in casa venerdì scorso nella sconfitta contro la Antal Pallavicini.  Per San Lazzaro non sono della partita né Masrè né Capobianco, mentre Fiorano deve rinunciare ancora per problemi fisici a Federico Pivetti e Ruggeri. Partita che inizia su buoni ritmi, con Fiorano che trova subito la via del canestro e San Lazzaro doma la squadra di casa, con Pirazzoli che non impiega molto a trovare confidenza coi ferri modenesi. Dall’altra parte Roncaglia prova a mettere una pezza all’attacco felsineo, reso ancora più proficuo dalle realizzazioni sia da 2 che da 3 punti di Marinelli. Nel secondo quarto arriva il primo allungo ospite, che vede tra i protagonisti Bernardi (10 punti già nella prima metà di gara per lui) e l’MVP Governatori, che con la sua fisicità ma soprattutto la sua precisione al tiro da qualsiasi posizione, è un autentico rebus per la retroguardia fioranese. Ferrari non vuole già alzare bandiera bianca e grazie a lui Fiorano rimane a contatto col match (12 punti, 5 rimbalzi e 3 falli subiti per lui nel solo secondo periodo). Al rientro in campo dopo la pausa lunga, ancora Governatori trova sin da subito la via del canestro e San Lazzaro continua a macinare punti grazie alle dormite della difesa fioranese, ma l’energia di Cracco e la potenza fisica di Lucchi a rimbalzo fanno si che ci sia ancora partita. Nel quarto ed ultimo periodo le bombe di Zogaj e Melegari fanno accendere un lumicino di speranza ai modenesi, spento con prepotenza dai canestri di Bernardi e Fornasari, dal cinismo firmato Forni, ma soprattutto dal recupero difensivo a centro campo del solito Marinelli, che la chiude a poco più di un minuto dalla fine mandando i suoi a guadagnarsi due punti di capitale importanza nella lotta playoff.

CLASSIFICA

ANZOLA 42 23 21 2 1705 1470 +235
PIACENZA BC 40 23 20 3 1653 1332 +321
VIS PERSICETO 34 23 17 6 1554 1419 +135
PALLAVICINI BOLOGNA 34 23 17 6 1511 1420 +91
BAOU TRIBE SAN LAZZARO 32 23 16 7 1539 1422 +117
VOLTONE ZOLA 26 22 13 9 1485 1459 +26
MAGIK PARMA 26 23 13 10 1451 1463 -12
AQUILA LUZZARA 22 23 11 12 1470 1461 +9
COLLEGE FIDENZA 22 22 11 11 1387 1391 -4
ATLETICO 20 23 10 13 1623 1566 +57
NAZARENO CARPI 20 23 10 13 1502 1587 -85
PSA MODENA 14 23 7 16 1509 1642 -133
SAN MAMOLO BOLOGNA 10 23 5 18 1416 1651 -235
SAMPOLESE 8 23 4 19 1358 1522 -164
FIORANO 7 23 5 18 1342 1451 -109
SALSOMAGGIORE 6 23 3 20 1149 1398 -249

 

GIRONE B

GRIFO BASKET IMOLA – BASKET RICCIONE 0 – 20 (assenza medico)

CASSANI&COSTANZI – BELLARIA 76 – 66

(29-10; 41-38; 58-50)

Basket’95 Imola: Baruzzi L. 17, Mastrilli 11, Barbagelata 18, Spagnoli 14, Selva 8, Rossi ne, Baruzzi F. 2, Foronci ne, Deri, Dalmonte 2, Crisà 6. All. Brocchi.

Bellaria: Stabile, Pari 11, Sacchetti 5, Mussoni 2, Novello, De Gregori 4, Bindi 19, Samb 4, Balic 21. All. Ferro.

ALTEDO – VENI 55 – 58

(18-19, 37-30, 46-43)

Altedo: Balboni ne, Monari 3, Gnan 4, Bovo 9, Ventura ne, Bulgarelli 3, Pigozzi 7, Lollini 15, Baccilieri 2, Soresi 4, Gnudi 8. All. Bacchilega.

Veni: Settanni 14, Meola, Sgarzi, Vinci 4, Minozzi G. 14, Iannicelli 2, Tinti 6, Bartolozzi 12, Folesani 6, Neri ne. All. Minozzi M.

OLIMPIA – CURTI 71 – 62

(22-14; 31-28; 54-43)

Olimpia Castel San Pietro: Galloni, Chillo ne, Franceschini 14, Corazza 22, Boschi, Pancaldi 9, Prete ne, Binassi 9, Farnè 13, Scala ne, Sgorbati 4, Morales. All. Canè.

International Imola: Folli 12, Grandolfi 6, Benghi 5, Genoni ne, Cai 8, Sgorbati 10, Martini 6, Caprara A. ne, Caprara J ne, Scagliarini 9, Dirella, Masoni 6. All. Fazzi.

Al termine di 40′ giocati punto su punto, la Curti cede alla ben più quotata Olimpia Castel San Pietro nel turno infrasettimanale. L’Olimpia piazza strappi importanti, grazie soprattutto a a un Corazza pericoloso su entrambe le metà-campo, ma i biancorossi riescono a recuperare. Il break decisivo da parte dei castellani arriva all’inizio del terzo quarto, con i biancorossi costretti a inseguire per il resto della partita. Nel finale la Curti prova a riavvicinarsi, ma qualche palla persa di troppo e scelte sbagliate in fase offensiva portano Castel San Pietro alla vittoria.

GUELFO – ARTUSIANA 62 – 59

(14-17; 27-27; 42-46)

Castel Guelfo: Vastola, Bacci ne, Gianasi 3, Baccarini 1, Caprara 19, Bernabini, Miceli 2, Ventura, Minghetti ne, D’Andola 8, Giordani 12, Paluan 17. All. Serio.

Forlimpopoli: Rossi 19, Balistreri 7, Chiarucci ne, Manucci 2, Vandelli 9, Evangelisti ne, Crocini 10, Arfelli, Pena 3, Servadei 9. All. Bondi.

Partenza da entrambe le parti con ottime percentuali, ma poi qualche canestro sbagliato da parte del Guelfo consegna alcune lunghezze di vantaggio all’Artusiana che si porteranno dietro per buona parte della partita. Rossi porta scompiglio nella difesa guelfese: tiri, penetrazioni ed è molto bravo anche a mettere in ritmo i compagni con ottimi assist. Ma i ragazzi di Serio rimangono attaccati all’avversario grazie alle triple nel terzo quarto di Paluan, Caprara e Gianasi. A inizio dell’ultimo periodo c’è l’aggancio e il sorpasso con 5 punti consecutivi di Caprara. Per tutto il resto del quarto sarà un continuo punto a punto, e a un giro di lancette dalla fine il tabellone segna 55 pari. A 56″ dal termine Rossi segna il piazzato che da il +2. Paluan replica immediatamente con una tripla (58-57). Sul ribaltamento di fronte Caprara commette fallo sul tiro di Rossi che in lunetta riporta in vantaggio l’Artusiana. Con 25″ da giocare Paluan viene mandato in lunetta ed effettua l’ennesimo sorpasso. A -10″ Rossi tira, ma stavolta il play artusiano sbaglia. Pallone catturato da D’Andola (quattordicesimo rimbalzo di serata) e lo consegna nelle mani di Paluan, immediatamente fermato. Altro 2/2 e possesso pieno di vantaggio, che rimarrà invariato perché l’ultima preghiera dell’Artusiana non verrà accolta.

AICS – S.B. FERRARA 73 – 84

(24-23; 44-43; 56-52)

Aics Forlì: Cantore 7, Pusateri ne, Bergantini 4, Grossi, Fumagalli 18, Ruffilli, Cortini 8, Gaiotti 24, Zamagni 2, Zannoni 10, Ferri. All. Chiadini.

Scuola Basket Ferrara: Bussolari 8, Costanzelli 4, Ferrarini 8, Frignani 9, Malaguti 7, Parigi, Pusinanti 18, Rimondi 6, Romagnoli, Vigna 19, Zavarini 5. All. Colantoni.

POLISPORTIVA MOLINELLA – CRAL E. MATTEI  81 – 65

(18-16; 38-35; 61-55)

Molinella: Calvi 12, Quartieri 15, Checcoli ne, Ricci 22, Zanellati 9, Testi 5, Alessandri 3, Tagliavini 11, Pascoli, Gualandi ne, Serio 1, Ugulini 3. All. Baiocchi.

Ravenna: Trerè 7, Ravioli 2, Bianchini 5, Cirillo 11, Saccardi 20, Bartolotti 7, Raspa 11, Morigi 2. All. Focarelli.

CESTISTICA ARGENTA – BASKET VILLAGE 72 – 76

(21-19; 42-38; 52-61)

Argenta: Magnani 36, Di Cristina ne, Taglioli, Spinosa 15, Cesari 5, Rubbini ne, Stegani 4, Brignani 4, Dieng, Thiam 8, Rafan ne. All. Panizza.

BK Village Granarolo: Banzi ne, Ballini 14, Costa ne, Salicini 15, Carrera 2, Nicotera 9, Nobis 8, Marega 5, Neviani, Pedrielli 6, Marcheselli 9, Brotza 8. All. Calore.

CLASSIFICA

GUELFO 42 23 21 2 1591 1302 +289
DOLPHINS RICCIONE 34 23 17 6 1642 1433 +209
ALTEDO 32 23 16 7 1688 1590 +98
OLIMPIA CASTEL S. P. 30 23 15 8 1580 1477 +103
BASKET VILLAGE GRANAROLO 28 23 14 9 1520 1476 +44
ARTUSIANA FORLIMPOPOLI 26 23 13 10 1493 1404 +89
MOLINELLA 26 23 13 10 1379 1404 -25
VENI SAN PIETRO IN CASALE 20 23 10 13 1349 1315 +34
BASKET’95 IMOLA 20 23 10 13 1562 1584 -22
INTERNATIONAL IMOLA 20 23 10 13 1444 1480 -36
SPEM MATTEI RAVENNA 20 23 10 13 1427 1471 -44
ARGENTA 18 23 9 14 1551 1561 -10
S.B. FERRARA 16 23 8 15 1375 1490 -115
AICS FORLI’ 16 23 8 15 1396 1603 -207
BELLARIA 12 23 6 17 1410 1611 -201
GRIFO  IMOLA 8 23 4 19 1350 1556 -206

I Flying Balls riaprono i giochi per il primo posto. I risultati di C Regionale e serie D

Fiate alle trombe: a Ferrara si gioca un match che vale una stagione per la 4 Torri; infatti, sconfiggendo i Flying Balls nello scontro diretto, gli estensi sono virtualmente promossi in C Gold (altro cambio di nome per l’ex C1, DNC e serie C). In chiave play off da non perdere Budrio-Medicina. In serie D, girone A, trasferta molto impegnativa per la capolista Anzola a San Giovanni in Persiceto, ma anche Piacenza non deve sottovalutare Luzzara. Nel girone B Guelfo ed Altedo saranno di scena, rispettivamente, a Ravenna e Forlimpopoli, mentre, in chiave salvezza, Bellaria-Grifo è una partita che vale doppio.

C REGIONALE

CVD – G. SAFFI 66 – 67

(14-13; 35-38; 51-55)

Cvd Casalecchio: Maggio 3, Mazzoli 1, Marzioni 19, Lanzi 16, Masetti 7, Gamberini, Fuzzi 9, Cuozzo 2, Taddei 2, Cempini 2, Marcheselli 5. All. Loperfido.

Giorgina Saffi Forlì: Ravaioli 12, Piazza 3, Serrani 9, Emiliani 2, Biondi 2, Del Zozzo, Frigoli 15, Agatensi 24. All. Agnoletti.

BOLOGNA BASKET 2011 – TECNOSISTEM 60 – 66

(19-15; 36-31; 53-45)

Bologna BK 2011: Gargioni 5, Chiarini A. 13, Tolomelli 1, Chiarini S. 6, Tugnoli A. 18, Tugnoli L. 6, Lippa 1, Ballardini 8, Diop, Ayiku 2. All. Duo

Stars: Bitelli 7, Yakobe 8, Orlando 4, Menarini 3, Skocaj 4, Testoni 5, Landuzzi 9, Bertoncello 4, Flori 2, Morando 4, Maestripieri 5, Parenti 11. All. Cantelli.

BUDRIO – VIRTUS MEDICINA 64 – 58

(16-12; 35-35; 53-43)

Budrio: Fimiani 7, Piazzi 6, Casagrande 12, Bonaga ne, Nanni 8, Manini 3, Lazzari 7  Alberti ne, Quaiotto 11, Innocenti 10  Quarantotto ne. All. Cinti

Virtus Medicina: Persiani 8, Rossi ne, Govi F. 6, Govi G. 1, Sighinolfi 2, Biguzzi 14, Lorenzini, Piccinini 9, Panico ne, Musolesi 18, Canovi ne, Barba ne. All. Curti.

Nel derby più sentito ad imporsi sono i padroni di casa del Budrio, al termine di una partita sicuramente non bella e giocata con poca intensità, soprattutto da una Virtus brutta e svagata. Pronti via, Casagrande e Innocenti provano a sospingere in avanti Budrio, Medicina gioca male e solo capitan Musolesi e a sprazzi Govi Filippo sono in partita; un primo quarto bruttino finisce con Budrio avanti sul 16 a 12. Secondo periodo e la Virtus addrizza la mira: Musolesi (18 punti e 10 rimbalzi) va a segno con continuità, Piccinini infila una bomba e Biguzzi si accende con 7 punti. Budrio, con un gioco più corale e un buon Casagrande, risponde colpo su colpo e alla sirena il punteggio è in perfetta parità a quota 35. Degli spogliatoi esce la Virtus più brutta dell’anno: i medicinesi sono sempre secondi su tutte le palla, Budrio trova spesso secondi tiri dai rimbalzi in attacco presi dai suoi esterni, la Virtus realizza la miseria di 8 punti e si scoglie come neve al sole inanellando una serie infinita di scelte sbagliate. I padroni di casa, che hanno solo il merito di essere più concentrati e reattivi, si portano a +10 (53-43 al 30’). Quarta frazione e la musica non cambia: i padroni di casa non fanno certo la loro miglior partita, in compenso la Virtus fa una delle sue peggiori; i medicinesi rientrano un paio di volte a -6 aggrappandosi a Musolesi che è l’unica certezza di un attacco orribile e di una difesa traballante e poco reattiva. Budrio si affida all’esperienza di Innocenti e alle giocate di Quaiotto per portare a casa una partita che la Virtus non riesce proprio a vincere. persa in una confusione figlia di un atteggiamento e un approccio completamente sbagliati.

ME CART – ARBOR 67 – 63

(18-14; 35-33; 55-53)

Cavriago: Fantini 8, Violi, D’Amore 7, Ligabue 20, Pellicciari, Cervi 13, Leonardi 9, Fontanesi, Pezzi 16, Codeluppi, Caleffi, Baroni 2. All. Degl’Incerti Tocci.

Arbor Reggio: Borelli, Boselli 11, Visini, Braglia 9, Maione 6, Iori 19, Simonazzi 6, Maioli, Spaggiari, Alfano 12. All. Baroni.

DESPAR – FLYING BALLS 73 – 89

(20-23; 37-55; 49-78)

4 Torri Ferrara: Burresi 5, Bertocco ne, Fenati 8, Brandani 9, Parmeggiani 7, Lugli 4, Martini 4, Ardizzoni ne, Pasquini 18, Magni 3,  Agusto 15. All. Cavicchioli.

Ozzano: Pasquali 4, Verardi 6, Mini 9, Rossi 12, Savic ne, Caprara ne, Regazzi 2, Teglia ne, Guazzaloca 10, Martelli ne, Rambelli 15, Gianasi 31. All. Grandi.

La partita perfetta. E’ questo l’aggettivo che si addice maggiormente straordinaria alla prestazione dei Flying che espugnano il campo della capolista Ferrara per 89 a 73 e, oltre ad avvicinarsi a -4 dalla vetta della classifica, ribaltano nettamente la differenza canestri del match di andata. Il +16 finale è un vantaggio importante, ma a sottolineare la grande prova di Ozzano è soprattutto il massimo vantaggio, quel +34 (44-78) ottenuto a 11’ dalla fine. Nonostante un primo quarto equilibrato (20-23 alla prima sirena), si era già notato che sul parquet del Pala4T capitan Gianasi era in grande spolvero. Per lui 10 punti e tanta sostanza in attacco e difesa nei primi 10’, ma sarà solo l’inizio. Chiuderà il match con 31 punti (non giocando quasi l’intera ultima frazione causa 5 falli!). Il vero break ozzanese, costruito con tanti bei canestri e con una difesa eccellente, arriva in apertura della seconda frazione: con i canestri a ripetizione di Gianasi, Mini e Guazzaloca si va al riposo lungo sul 37-55. Al rientro dagli spogliatoi la risposta estense tarda e Flying, con Gianasi, Rossi e Rambelli, volano fino al +34 al minuto 29 (44-78). Nell’ultimo quarto Ozzano tira un po’ il freno a mano e la 4 Torri riesce a ricucire parte del gap con i punti arrivati dai lunghi Pasquini e Agusto. Ma la vittoria e l’ampio vantaggio che ha portato Ozzano a ribaltare la differenza canestri non è mai stata in discussione. Il match termina 73-89 con una bomba sulla sirena di Fenati che riavvicina i padroni di casa fino al -16 finale.

DILPLAST – NOVELLARA 106 – 69

(30-25; 59-37: 90-46)

Montecchio: Grisendi 7, Lombardi 17, Ongarini 7, Guardasoni 7, Basso 5, Maggi 4, Colla 25, Ferrari 29, Marchini ne, Giglioli 5. All. Cavalieri.

Novellara: Margini 2, Bartoli 10, Folloni 13, Rinaldi 6, Carpi, Ciavolella 17, Colla 6, Mariani Cerati 4, Croci 5, Verbitchi 6. All. Ligabue.

FOR – GRANAROLO BASKET 80 – 83

(26-18; 42-43; 65-57)

Pontevecchio: Torresani 6, Tinti 12, Brancaleoni, Galeotti 8, Cruzat 8, Mantovani 2, Di Rauso 15, Bergami 12, Falzetti 7, Santini 10. All. Savini.

Granarolo Basket: Spettoli 17, Paoloni 14, Tugnoli 13, Pedrelli ne, Calanchi 5, Marchi 14, Bonetti ne, Fava 3, Ferri 14, Busi, Torriglia 3. All. Trevisan.

Vittoria in chiaroscuro per Granarolo in casa del fanalino di coda Pontevecchio: in chiaro sicuramente il risultato, importante per interrompere una striscia negativa pesante e agganciare Correggio al sest’ultimo posto e perchè giunto al termine di una settimana molto tribolata per le numerose assenze per infortuni e malattie varie; in scuro perchè obiettivamente i padroni di casa avrebbero meritato la vittoria avendo condotto praticamente fino a 5″ dalla fine e hanno perso solamente per la grande forza di volontà degli uomini di Trevisan che non hanno mollato mai e alla fine ce l’hanno fatta.
Trevisan parte con Torriglia e Fava in quintetto (non avendo avuto Ferri e Calanchi tutta la settimana) ma subito si vede che non è una gran giornata perchè Granarolo perde 4 palloni nei primi 5′ permettendo al Pontevecchio di scappare subito 15-6 sulla tripla di Galeotti. Trevisan manda in campo Marchi che subito dimezza lo svantaggio con 5 punti consecutivi (15-11). Le due squadre procedono con lo stesso divario fino a 1 minuto dalla fine del quarto poi i padroni di casa piazzano un 4-0 che li porta al primo riposo sul +8 (26-18). Il secondo quarto comincia con Granarolo più attenta e determinata e in 4′ gli ospiti si riportano a -2 (29-27 al 14′) per operare poi il primo sorpasso su un gioco da tre punti di Marchi (33-34 al 15’30”); Bergami risponde da 2 poi la tripla di Paoloni da il la alla mini fuga degli ospiti che arrivano al loro massimo vantaggio (35-39 al 16′). Due viaggi in lunetta di Santini e un canestro di Bergami e la parità è ristabilita (40-40 al 18’30”) poi un canestro di Spettoli dà agli ospiti il vantaggio all’intervallo (42-43 al 20′).
Nel terzo periodo Granarolo sembra rimasta negli spogliatoi: Pontevecchio aumenta l’energia difensiva, per 5’30” concede un solo punto agli ospiti e sulla tripla di Bergami volano a +9 (53-44 al 25’30”). Paoloni rompe il digiuno ma una tripla di Tinti e un recupero di Cruzat sulla rimessa di Granarolo con canestro susseguente danno ai padroni di casa il massimo vantaggio del match (58-46 al 26’30”); Trevisan chiama timeout e richiama i suoi ad alta voce ad un moto di orgoglio che diverse volte è stato il marchio di fabbrica della sua squadra e che oggi pare smarrito: la squadra risponde anche se l’entusiasmo dei padroni di casa consente agli ospiti di rosicchiare solo 4 punti (65-57 al 30′). Alla ripresa dei giochi gli uomini di Trevisan trainati da Tugnoli, Paoloni e Ferri accorciano le distanze e su una tripla di Spettoli si portano a -1 (67-66 al 33′); Torresani e Santini riportano il Pontevecchio a +7 (76-69 al 35’30”) ma un’altra tripla fondamentale di Spettoli impedisce la fuga e riavvicina Granarolo a -4. Sono sempre i due giovani giocatori di casa a ribattere ai canestri degli ospiti e tenerli a -4 (80-76 al 37′). Granarolo, con un quintetto pressochè immutato da inizio quarto che vede il solo Ferri come lungo e capitan Paoloni nel ruolo di 4, sfodera la sciabola e negli ultimi 3 minuti non fa più vedere il canestro ai padroni di casa e li aggancia sulla parità con un canestro di Ferri quando mancano 50″ alla fine. Nell’azione successiva lo stesso Ferri costringe Falzetti alla palla persa e Trevisan chiama timeout quando mancano 35″. Nell’attacco successivo Marchi sbaglia il sorpasso, ma Granarolo conquista la rimessa in attacco: nuovo timeout di Trevisan e Spettoli a 4″ e 6 decimi dalla fine firma il sorpasso ospite (80-82). Timeout Savini, ma sulla rimessa Ferri recupera il pallone e lo dà a Paoloni che subisce fallo da Falzetti e dalla lunetta suggella l’importante vittoria dei suoi.

L.G. COMPETITION – PALL. CORREGGIO 88 – 66

(17-12; 46-31; 68-42)

LG Competition Castelnovo Monti: Ovi 2, Benvenuti, Filippi, Vezzosi 5, Paulig 20, Guarino 15, Siani 3, Canuti F.M. 11, Vanni 21, Mallon 11. All. Djukic.

Correggio: Ndour 2, Strautins 9, Zamparelli 2, Rovatti 21, Galeotti 3, Amici 2, Magnani 5, Villani 2, Fassinou 7, Lusvarghi 2, Stefanini 8, Riccò 3. All. Paladini.

Si comincia con un sostanziale batti e ribatti in campo con Paulig e Mallon che dettano le regole in casa LG e Rovatti in gran spolvero dall’altra parte. Gli arbitri permettono un gioco maschio e gli animi si riscaldano specie sotto le plance, dove Mallon e Fassinou fanno a sportellate spesso e volentieri e allenano la lingua in lunghi battibecchi da playground; 17 a 11 a fine primo quarto, con una LG che, rientrata in campo, piazza il break partita con Paulig, Vanni e Canuti che chirurgicamente operano l’allungo. Scintille sotto i tabelloni dove Fassinou tenta di contenere la torre castelnovina a nome Mallon e può farlo solo facendo leva sul fisico e sull’agonismo. Al riposo lungo sul 46 a 31, la partita per i correggesi e’ già segnata. La reazione dopo l’intervallo non arriva per i giovani virgulti targati anche Pallacanestro Reggiana e coach Paladini non riesce a suonare la carica per scuotere i suoi; la gara scivola, così, via con i montanari che tengono ben salde le redini dell’incontro fino al +29 come massimo vantaggio (in due occasioni), per poi chiudere la tenzone con il risultato di 88-66.

RECUPERI

VIRTUS MEDICINA – ME CART 74 – 81

(16-18; 33-36; 54-60)

Medicina: Persiani 7, Rossi ne, Govi F. 2, Govi G. 14, Sighinolfi 18, Biguzzi, Lorenzini 4, Piccinini 20, Panico, Musolesi 9, Canovi ne, Barba. All. Curti.

Cavriago: Fantini 8, Violi ne, D’Amore 24, Ligabue 8, Pellicciari, Cervi 17, Leonardi 6, Fontanesi 2, Pezzi 9, Codeluppi 4, Caleffi ne, Baroni 3. All. Degl’Incerti Tocci.

Vittoria meritata per i reggiani che hanno sbancato Medicina, facendo un importante passo avanti in chiave terzo posto. Dopo una prima frazione sostanzialmente in equilibrio, nel secondo quarto Cavriago allungava grazie alla sostanza di Ligabue sotto i tabellini e ai soliti canestri del duo Cervi-D’Amore. La Virtus limitava i danni grazie a Piccinini e Giacomo Govi (33-36 al 20′), ma, nella ripresa, Fantini, D’Amore ed una bomba del pivot Leonardi scavavano il primo vero solco (37-47 al 24′). Nuova rincorsa medicinese (50-52), ma l’elastico si allargava per la seconda volta (57-65 al 32′). La situazione falli era perigliosa per entrambe la panchine e, quando Sighinolfi (11 punti in 10′) siglava da sotto il 65-67 al 35′, ci si aspettava un finale punto a punto. Errore, Musolesi forzava la tripla del possibile sorpasso a differenza di Cervi che era letale. Gli ospiti mantenevano sempre due possessi di vantaggio anche grazie alle buone percentuali dalla lunetta, a differenza dei padroni di casa che pagavano la serata storta, soprattutto, del reparto lunghi.

ARBOR – NOVELLARA 60 – 69

(15-21 ; 33-33; 47-47)

Arbor Reggio Emilia: Borelli, Boselli 5, Visini ne, Braglia 4, Maione 8, Iori 17, Simonazzi 8, Maioli 9, Spaggiari ne, Alfano 9. All. Baroni.

Pallacanestro Novellara: Ferrari ne, Margini 3, Bartoli, Folloni 4, Rinaldi 17, Mariani Cerati 11, Verbitchi ne, Carpi 7, Ciavolella 16, Colla 11, Croci ne. All. Ligabue.

CLASSIFICA

4 TORRI FERRARA 40 22 20 2 1806 1431 +375
FLYING BALLS OZZANO 36 22 18 4 1693 1549 +144
S.B. CAVRIAGO 32 22 16 6 1597 1426 +171
BUDRIO 30 22 15 7 1551 1463 +88
L.G. COMPETITION CAST. M. 28 21 14 7 1582 1435 +147
VIRTUS MEDICINA 28 22 14 8 1585 1458 +127
NOVELLARA 26 22 13 9 1503 1536 -33
ARENA MONTECCHIO 24 21 12 9 1558 1400 +158
G. SAFFI FORLI’ 22 22 11 11 1451 1514 -63
GRANAROLO BASKET 16 22 8 14 1526 1573 -47
CORREGGIO 16 22 8 14 1609 1695 -86
BOLOGNA BASKET 2011 16 22 8 14 1452 1617 -165
STARS BOLOGNA 14 22 7 15 1365 1530 -165
ARBOR REGGIO 10 22 5 17 1489 1659 -170
CVD CASALECCHIO 10 22 5 17 1379 1577 -198
PONTEVECCHIO BOLOGNA 2 22 1 21 1386 1669 -283

SERIE D

GIRONE A

BAOU TRIBE – PALLAVICINI 54 – 58

(15-10; 36-25; 47-45)

Baou Tribe San Lazzaro: Gruppi ne, Marinelli 3, Fornasari 10, Bernardi 4, Pirazzoli, Mellara 12, Forni 4, Masrè 7, Paladini 5, Governatori 7, Lodi 2. All. Lelli.

Pallavicini: Tosiani 3, Cenesi 7, Bavieri ne, Baraldi 9, Giunchedi 5, Ferraro 4, Nanni M. 6, Dawson 14, Bastia 6, Minghetti 4. All. Morra.

Alla fine ha ragione l’esperienza della Pallavicini sulla gioventù dei sanlazzaresi, ma quanta fatica! Nonostante l’assenza del play Gruppi, infatti, i Baou Tribe erano partiti subito forte (7-2) e, grazie ad alcuni canestri dalla lunga distanza, avevano raggiunto il massimo vantaggio sul 28-12 al 15’. Se nel primo quarto gli ospiti erano stati solo Dawson, nel secondo era la coppia Cenesi-Baraldi a tenere la truppa di Morra in linea di galleggiamento. Ad inizio ripresa nuovo allungo biancoverde (40-25), ma, contro la zona 1-3-1, i “surfisti” si arenavano e, pian piano, la Pallavicini si riportava a contatto (42-41 al 27’). L’inerzia era chiaramente girata e Baraldi impattava a quota 47 su rimbalzo offensivo e il duo Nanni-Minghetti siglava il +4 esterno (47-51). Gli ospiti, però, non riuscivano ad allungare e si arrivava alla volata sul 54-57. Marinelli forzava una tripla da otto metri e Tosiani, a 5” dalla fine, realizzava il libero decisivo.

SAMPOLESE – NAZARENO 71 – 52

(16-14, 31-19, 46-33)

San Polo d’Enza: Di Maria, Minardi 19, Benevelli 7, Margini 8, Nicolini, Davoli 2, Tognoni, Tondo 8, Bizzocchi 22, Servidei 3, Pezzi 2. All. Immovilli.

Nazareno Carpi: Sbisà 2, Compagnoni 16, Doddi 9, Spasic 8, Antonicelli, Dondi, Salami 10, Saetti 4, Barigazzi, Menon, Cantarelli 3. All. Testi.

Torna a sorridere la Sampolese davanti al suo pubblico. Vittoria meritata e mai in discussione: l’equilibrio dura un quarto, il primo, quando la capacità realizzativa di Compagnoni pareggia le buone soluzioni di un efficace gioco corale dei locali. La svolta è nel secondo quarto quando la Sampolese costruisce dieci minuti di grande intensità difensiva (solo la miseria 5 punti realizzati dagli gli ospiti), con un Minardi in gran spolvero insieme ad un ritrovato  Bizzocchi (alla fine sono 5 le sue triple realizzate). La compagine di Immovilli allunga poi progressivamente dopo il riposo: vantaggio massimo al 34′ (63-38) con un tiro dalla lunga distanza di Bizzocchi che, di fatto, chiude il match.

MAGIK – FIORANO 63 – 35

(20-5; 31-20; 45-28)

Magik Parma: Donadei 10, Malinverni N. 3, Montagna 2, Tibollo 4, Malinverni L. 2, Caravita 3, Gibertini 11, Diemmi 10, Olagundoye 2, Longinotti, Guidi 7, Fava 9. All. Lopez.

Libertas Pallacanestro Fiorano: Pivetti M. 3, Cracco 6, Zogaj 7, Roncaglia ne, Gazzotti 2, Galloni, Marescotti 4, Lucchi 7, Melegari 5, Lanzellotto 1. All. Casoli.

Brutta sconfitta per la Libertas Fiorano in quel di Parma. I modenesi si presentano a questa sfida con gli uomini contati e con Roncaglia in panca, ma non a disposizione, così come Zogaj non al meglio fisicamente nonostante i minuti giocati. Parma è mortifera dalla lunga distanza sin dalle prime battute e la precisione al tiro è stata buona per tutto l’arco della gara; Fiorano, nonostante il risveglio tardivo nella partita, pecca di scarse rotazioni e quindi di non perfetta lucidità in campo sia offensivamente che difensivamente. Da segnalare per i ducali, l’esordio di Montagna, classe 1999 ed autore di 2 punti.

BASKET VOLTONE – COLLEGE BK FULGOR FIDENZA RINVIATA

NUOVA PSA MODENA – ATLETICO BASKET 67 – 80

(20-18; 31-40; 51-62)

PSA Modena: Macchelli 5, Bertoni 12, Mezzetti 4, Tamagnini ne, Santonastaso 13, Konadu 11, Frilli 19, Govi ne, D’Imprima 3. All. Lunghini.

Atletico: Nanni 4, Campanella 13, Proto 4, Grassi 4, De Simone 20, Sant 2, Artese 9, Turchetti 5, Rossi, De Fazio 4, Poluzzi 7, Pedroni 8. All. Pietrantonio.

Una PSA largamente rimaneggiata si arrende all’Atletico Borgo con un De Simone sopra le righe. In avvio del match c’è la fiammata modenese, che accumula fino a sette lunghezze di vantaggio, ma già nei pressi della prima sirena i bolognesi si rifanno sotto fino al -2. La pausa della prima frazione arriva ad hoc per permettere alla PSA di recuperare un po’ le energie e risistemare le cose sul parquet. Ma così non è, anzi l’Atletico infila subito tre bombe con Campanella (due) e Artese per il primo sorpasso ospite, De Simone poi con 4 punti firma la prima fuga rilevante, 36 a 25 a 3’ dalla pausa. Modena subisce il break ma resta viva con Frilli e Santonastaso, ed il match va avanti con l’elastico, – 6 con 4 punti a metà del terzo quarto per poi ripiombare sul – 12, riportato sotto la doppia cifra dalla tripla di Santonastaso sulla terza sirena. Nell’ultima frazione la PSA prova a riaprire la gara, – 5 e palla in mano con ancora 3’ da giocare, ma il possesso viene banalmente sprecato dai ragazzi di coach Lunghini che, nel finale, mollano la presa.

AQUILA – RADIOCOOP.IT 59 – 86

(19-20; 33-37; 45-63)

Luzzara: Costantino 4, Gelosini 16, Neri 9, Petrolini 10, Riccò 5, Cani 7, Freddi 4, Pesci 2, Anani, Pasini. All. Beltrami.

Piacenza Basket Club: Massari 10, Antozzi 8, Scarionati 10, Gorla 8, Pirolo 6, Villa 14, Garofalo 10, Markovic 9, Popov 9, Sela 2. All. Mambretti.

Il Piacenza Basket Club inizia con il freno tirato e l’Aquila non esita a tirar fuori gli artigli: dopo 8′ i reggiani conducono 18-11 con buone geometrie di gioco e una notevole precisione al tiro con Gelosini e Petrolini in evidenza. Il risveglio di Piacenza coincide con l’ingresso in campo con tripla a segno di Garofalo che sprona il quintetto biancorosso che nel giro di un minuto ritrova la parità a quota 18. Da questo punto in avanti la partita prosegue con un avvincente punto a punto. I piacentini provano a scappare, con tentativi di fuga sempre ben rintuzzati dai padroni di casa. Villa è protagonista sotto canestro per gli ospiti dominando a rimbalzo e segnando a ripetizione grazie anche alle ottime assistenze di Garofalo.  Dopo il 19-26 del 12′, Luzzara esce bene dal necessario time out e recupera rimettendo avanti la testa sul 33-32 del 19′. Radiocoop.it chiude bene prima dell’intervallo lungo con 5 punti consecutivi firmati dal duo Gorla-Popov, finendo il secondo quarto con un piccolo bottino di quattro punti di vantaggio. Alla ripresa dei giochi è Massari a prendere per mano i suoi compagni, dando il la al primo vero allungo esterno con una tripla alla quale seguiranno quelle di Scarionati e Garofalo che varranno il 41-53 del 27′. L’ottimo equilibrio tra gioco sotto canestro e tiro da fuori consente ai piacentini di mettere definitivamente la freccia e allungare con decisione ad inizio del 4° quarto quando un ottimo Markovic ruba palla, segna in contropiede e mette a segno il libero aggiuntivo per il 45-70 del 31′. La partita prosegue fino alla fine con Radiocoop.it in assoluto controllo che porta a termine una preziosa vittoria ottenuta su un avversario di ottimo livello.

VIS PERSICETO – ANZOLA 69 – 74 d2ts

(15-17; 34-35; 46-44; 55-55; 63-63)

Vis: Scagliarini 14, Morisi 16, Parmeggiani 10, Almeoni 12, Missoni 7, Genovese 2, Gravinese ne, Ramini 8, Ferrari, Rusticelli G., Pederzini. All. Rusticelli M.

Anzola: Poluzzi F. 5, Venturi P., Venturi N. 11, Pappalardo 12, Boldini 20, Fiorini 8, Lambertini, Franchini 3, Kalfus 3, Gamberini ne, Poluzzi L., Zanata 12. All. Sacchetti.

SALSO – SAN MAMOLO 56 – 60

(14-13; 25-31; 40-50)

Salsomaggiore: Talassi 2, Zamboni, Ceci 4, Aimi 10, Maccini M. 14, Rattotti 2, Bonzani 6, Merli 10, Celia, Zerbini, Lucchini, Lettieri 8. All. Allodi.

San Mamolo: Rizzi, Cavazza, Margelli 2, Quadri S. 4, Paracchini 21, Martelli, Boldarino 3, Quadri A. 1, Demetri 11, Candelaresi 3, Bruzzechesse 15. All. Munzio.

CLASSIFICA

ANZOLA 40 22 20 2 1626 1410 +216
PIACENZA BC 38 22 19 3 1570 1278 +292
PALLAVICINI BOLOGNA 34 22 17 5 1457 1360 +97
VIS PERSICETO 32 22 16 6 1487 1355 +132
BAOU TRIBE SAN LAZZARO 30 22 15 7 1469 1362 +107
VOLTONE ZOLA 26 21 13 8 1425 1380 +45
MAGIK PARMA 26 22 13 9 1397 1380 +17
AQUILA LUZZARA 20 22 10 12 1410 1407 +3
COLLEGE FIDENZA 20 21 10 11 1327 1346 -19
NAZARENO CARPI 20 22 10 12 1426 1505 -79
ATLETICO 18 22 9 13 1552 1511 +41
PSA MODENA 12 22 6 16 1427 1566 -139
FIORANO 10 22 5 17 1282 1381 -99
SAN MAMOLO BOLOGNA 10 22 5 17 1352 1584 -232
SAMPOLESE 8 22 4 18 1303 1451 -148
SALSOMAGGIORE 6 22 3 19 1104 1338 -234

GIRONE B

ARTUSIANA BK FORLIMPOPOLI – ALTEDO BASKET 87 – 68

(29-22; 44-35; 63-49)

Forlimpopoli: Rossi 28, Marzolini 2, Balistreri 17, Manucci 10, Vandelli 5, Crocini 6, Arfelli 2, Evangelisti, Servadei 11, Pena 6. All. Bondi.

Altedo: Balboni 6, Gnam 8, Bovo 4, Bulgarelli, Dal Pozzo 3, Pigozzi 9, Lollini 21, Baccilieri 11, Soresi 1, Zanolli, Gnudi 5. All. Bacchilega.

VENI BASKET – OLIMPIA CASTELLO 2010 51 – 59

(15-19; 25-33; 37-43)

Veni San Pietro in Casale: Settanni 8, Meola ne, Luparello, Vinci, Minozzi G. 6, Iannicelli 6, Gamberini ne, Ghedini ne, Tinti 8, Bartolozzi 15, Folesani 8, Neri ne. All. Minozzi  M.

Olimpia Castel San Pietro: Galloni, Odorici ne, Franceschini 6, Corazza 9, Boschi 3, Pancaldi 16, Prete ne, Binassi 11, Farnè 3, Scala ne, Sgorbati 11. All. Canè.

SCUOLA BASKET FERRARA – POLISPORTIVA MOLINELLA 76 – 64

(20-16; 47-32; 56-52)

SBF: Ferrarini 11, Pusinanti 14, Zavarini, Rimondi 12, Frignani 10, Fabbri 10, Parigi 1, Bussolari 6, Vigna 10, Malaguti 2. All. Colantoni.

Molinella: Calvi 4, Quartieri 11, Checcoli 10, Ricci 9, Testi 8, Alessandri 1, Tagliavini 13, Ugulini, Pascoli 2, Gualandi ne, Serio 6, Trippa ne. All. Baiocchi.

BASKET VILLAGE – CURTI 57 – 50

(12-13; 32-32; 41-41)

BK Village Granarolo: Franchini ne, Ballini 12, Costa, Salicini, Carrera 5, Nicotera, Nobis 5, Marega 4, Neviani 14, Pedrielli 5, Marcheselli 4, Brotza 8. All. Calore.

International Imola: Folli 14, Benghi 15, Grandolfi 3, Genoni ne, Cai, Sgorbati 6, Martini 2, Caprara A. ne, Caprara J., Scagliarini, Masoni 10. All. Fazzi.

SPEM MATTEI – GUELFO 53 – 55

(18-7; 29-23; 44-31)

Ravenna: Basaglia 9, Ravaioli ne, Bianchini 13, Vistoli 2, Cirillo 6, Saccardi 8, Bartolotti 2, Scaccabarozzi ne, Raspa ne, Zannini 3, Senni 6, Morigi 4. All. Focarelli.

Castelguelfo: Vastola 2, Bacci ne, Gianasi 3, Baccarini 3, Caprara, Bernabini 20, Miceli 7, Ventura ne, Minghetti ne, D’Andola 8, Giordani 5, Paluan 7. All. Serio.

DOLPHINS – ARGENTA 98 – 71

(28-23; 57-42; 75-57)

Riccione: Silvestrini 11, Raffaelli 12, Ma. Amadori 20, De Martin 19, Polverelli 9, Mi. Amadori 3, Ambrassa, Tononi 7, Calegari 17, Brattoli. All. Foschi.

Argenta: Magnani 18, Spinosa 13, Stegnani 8, Rubbini 6, Thiam 8, Alberti, Taglioli 13, Cesari 1, Malagolini, Brignani 2, Dieng, Rafan 2. All. Panizza.

CASSANI&COSTANTI – AICS 62 – 69

(14-24; 31-43; 39-55)

Basket’95 Imola: Barbagelata 25, Baruzzi L. 3, Crisà 4, Dalmonte 4, Deri, Mastrilli 7, Selva 4, Spagnoli 15, Baruzzi F. ne, Foronci ne, Rossi ne. All. Brocchi.

AICS Junior Forlì: Criveto 1, Cantore 2, Bergantini 4, Grossi, Fumagalli 16, Ruffilli, Cortini, Gaiotti 13, Zamagni 5, Zannoni 28, Ferri. All. Chiadini.

BELLARIA – VB 79 – 70

(19-18; 34-33; 60-48)

Bellaria: Stabile, Pari 2, Sacchetti 16, Mussoni 9, Novello 12, De Gregori 5, Russu 6, Bindi, Samb 4, Balic 25. All. Ferro.

Grifo Imola: Di Cillo 4, Pasini 30, Lanzoni 16, Linguerri 2, Monna 8, Zaccherini 2, Guerra, Castelli 8. All. Pasotti.

CLASSIFICA

GUELFO 40 22 20 2 1529 1243 +286
DOLPHINS RICCIONE 32 22 16 6 1622 1433 +189
ALTEDO 32 22 16 6 1633 1532 +101
OLIMPIA CASTEL S. P. 28 22 14 8 1509 1415 +94
ARTUSIANA FORLIMPOPOLI 26 22 13 9 1434 1342 +92
BASKET VILLAGE GRANAROLO 26 22 13 9 1444 1404 +40
MOLINELLA 24 22 12 10 1298 1339 -41
INTERNATIONAL IMOLA 20 22 10 12 1382 1409 -27
SPEM MATTEI RAVENNA 20 22 10 12 1362 1390 -28
VENI SAN PIETRO IN CASALE 18 22 9 13 1291 1260 +31
ARGENTA 18 22 9 13 1479 1485 -6
BASKET’95 IMOLA 18 22 9 13 1486 1518 -32
AICS FORLI’ 16 22 8 14 1323 1519 -196
S.B. FERRARA 14 22 7 15 1291 1417 -126
BELLARIA 12 22 6 16 1344 1535 -191
GRIFO  IMOLA 8 22 4 18 1350 1536 -186

Carpine e Diablos si giocano il primato. I risultati della Promozione

Terzultimo appuntamento di stagione regolare. Nel girone B la Carpine rischia il primato nel derby con Medolla e lo stesso ragionamento vale per i Diablos ad Argelato. Infine, nel girone F, secondo posto in palio tra Tigers e Fiorenzuola.

GIRONE A

CUS PARMA – TRAVAGLINI 74 – 56

(31-14, 46-31, 65-42)

Cus Parma: Pattini 11, Bettera 7, Andreoli 8, Bellicchi 12, Bersini, Ricci 2, Marcucci 2, Imbimbo, Lusardi 2, Stonfer 2, Marzo 3, Cervi 25. All. Marafetti.

Montebello Parma: Dinoi 7, Buttafoco 5, Bocchia 6, D’Alò 12, Goldoni 3, Rastelli 11, Casalini 6, Vitale 4.

Cus che trova la prima vittoria in due anni contro una Montebello ai minimi termini. Cervi prova superlativa. Buona notizia per il ritorno in campo di Marcucci. Peccato per l’infortunio ad Andreoli dopo soli 8 minuti. Pattini gestisce la squadra sapientemente e nonostante la Montebello provi a recuperare lo svantaggio il Cus dimostra di valere la seconda piazza.

IRA TENAX – PRIMOGENITA 64 – 62

(15-15, 31-31, 43-49)

Cortemaggiore: Lazeta 8, Bertoni 2, Gorreri 8, Maccagni M. 17, Salardi 6, Righi 12, Filippa 1, Pezzani 10, Maccagni A., Spotti ne. All. Perciasepe.

Calendasco: Pirolo, Villani 2, Scarionati 16, Zanangeli, Inzani, Paraboschi 2, Dallavalle 4, Bacigalupi 13, Cabrini 10, Totaro, Catozzi , Stecconi 12. All. Nadal.

Match equilibrato fin dalle prime battute, i locali puntano su ritmi lenti cercando di sfruttare i chili e i centimetri in più nel pitturato, Righi in gran spolvero colpisce dalla lunga distanza e recupera qualche buon pallone, per gli ospiti è Scarionati a dettare legge su ambo i lati del campo sostenuto da una buona circolazione di palla dei suoi compagni. Seconda frazione di gioco, Calendasco riprende da dove aveva smesso trovando in Bacigalupi il terminale offensivo perfetto (9 punti consecutivi col 100% dal campo), qualche dormita di troppo dei biancoverdi viene puntellata dalle ottime giocate dell’asse play-pivot Righi-Salardi e una tripla di Maccagni, ed è ancora perfetta parità. Dopo l’intervallo lungo i ragazzi di Mambretti prendono il sopravvento, le buone rotazioni difensive costringono i magiostrini a soluzioni affrettate e a tiri difficili, in attacco il tridente Scarionati-Cabrini-Stecconi semina il letteralmente il panico nella metà campo dei padroni di casa, il quintetto locale si lancia senza paura ma sbaglia troppo dalla lunetta, nonostante la generosità di Lazeta e Filippa, Corte tocca anche il -11. Ultimo quarto, i locali tornano in campo con piglio autoritario, finalmente si vede una difesa efficace che concederà un solo canestro dal campo agli avversari, Gorreri e Pezzani si fano sentire sotto canestro con alcune zampate di grande esperienza, tripla ignorante di Maccagni e contropiede lanciato da un recupero di Filippa, a 3’ dalla fine Cortemaggiore è sotto di un punto, la tensione è palpabile, i ragazzini del Calendasco non mollano un centimetro; quinto fallo di Righi e timeout per coach Perciasepe; alla rimessa segue canestro più libero realizzato di Maccagni che porta i locali sul +2 ad una manciata di secondi dalla fine; timeout e rimessa del Calendasco con il tiro di Scarionati che si infrange sul ferro e Corte tiene saldo il quarto posto in classifica.

PLAZA DE TOROS – SALSOMAGGIORE CITY 72 – 69 dts

(18-18; 30-31; 44-43; 62-62)

Marconi Castelnovo: Montanari 4, Rancati 14, Magliani 13, Aldrovandi 19, Bedenghi 1, Benassi, Castagnaro 3, Manghi 5, Bellagamba, Fornaciari 4, Davolio D. 6, Davolio A. 3. All. Grobberio.

Tra mille sofferenze la formazione castelnovese ottiene due punti fondamentali per restare in corsa per evitare la retrocessione diretta e provare ad accedere alla lotteria dei play-out. Lo fa dopo una vera battaglia “sportiva”, con Salso che fallisce il tiro libero della vittoria a 1″ dal termine dei tempi regolamentari e dopo non essere colpevolmente riuscita a chiudere la partita sul + 7 a 3’ dal termine dei tempi regolamentari. Decisivo e Mvp uno stoico Aldrovandi, ben surrogato da un Magliani cresciuto alla distanza, capitan Rancati e Beep-beep Lollo Manghi. Salso recrimina per l’arbitraggio e l’infortunio del suo bomber nell’ultimo quarto di gioco.

PLANET – AMBA 67 – 58

Planet Parma: Ruozzi 14, Bozzetto 13, Modica 4, Giublesi 12, Adorni 3, Gasparini, Pignatelli, Vigani 7, Anselmi 11, Paganini 3. All. Paletti.

Ducale Parma: Ponticelli 5, Bertolini 8, Solimè 10, Montanaro 5, Frazzi 7, Carretta, Battilocchio 2, Vento L. 3, Vento S., Rosi 7, Di Bruno 10, Pisano 1. All. Padovani.

CSI SANT’ILARIO – BASKET SOLE 70 – 71 dts

(12-21, 38-30, 49-49)

Sant’Ilario: Sistici 19, Setti M. 11, Medici, D’Amore 3, Grossi 7, Micucci 9, Setti P. 2, Bigliardi, Dotti 9, Rosi G. 10, Simonazzi, Rosi F. All. Violi.

Basket Sole Piacenza: Ciuti 19, Poggi 5, Lucev 2, A. Sebastiani, R. Mori 6, Arata 9, S. Sebastiani 2, Azzali 19, M. Mori 9, Gelmini. All. Cavagnoli.

Sant’Ilario, priva di alcune pedine importanti, per l’ennesima volta, e con le polveri bagnate di alcuni giocatori, perde una partita all’overtime sbagliando un tiro libero su due a tempo scaduto per andare al secondo supplementare. Grande merito del Basket Sole che ha saputo approfittare delle 31 palle perse dei Sant’Ilariesi e a portare a casa una partita difficile. Primo quarto a favore del Basket Sole (12-21). Poi, nel secondo quarto Sistici suona la carica in attacco e Setti M. e Rosi G. chiudono in difesa e così sembra essere anche nel terzo quarto fino al massimo vantaggio sul 44 a 32, poi, il pressing del Basket Sole manda in tilt gli impauriti giocatori di Sant’Ilario che, improvvisamente, si trovano di fronte un ostacolo insormontabile e 7-8 palle perse consecutivamente portano addirittura il Basket Sole a sorpassare sul 47 a 44. Una bomba di Micucci e un altro canestro in penetrazione dello stesso play chiudono il terzo quarto in parità (49-49). Resta parità fino alla fine in un susseguirsi di canestri confusionari e colpi di fortuna dove la pallacanestro c’entra solo perché c’è un canestro. Fino a quando Rosi sbaglia un buon tiro della vittoria costringendo i pochi spettatori a gustarsi ancora un po’ di questo spettacolo… Overtime e parità fino al 4’, quando Ciuti, con una bomba fa 70-67, poi Michele Setti realizza 2 liberi 69-70, poi, sul fallo subito a 14” dalla fine, Ciuti fa 1/2 e si va 71 a 69. Time out e rimessa in attacco per ultimo tiro che vede Grossi sbagliare una penetrazione abbastanza facile, ma poi prende il rimbalzo e subisce fallo a tempo scaduto. Due tiri liberi, sbaglia il primo e realizza il secondo, game over.

VALTARESE BORGOTARO – POLISPORTIVA CASTELLANA 70 – 63

CLASSIFICA
Castellana Castelsangiovanni 30; Cus Parma 28; Planet Parma 26; Ira Tenax Cortemaggiore 24; Montebello Parma, S. Ilario, Basket Sole Piacenza 22; Ducale Parma 18; Salsomaggiore City, Valtarese 14; Primogenita Calendasco, Marconi Castelnovo Sotto 10.

GIRONE B

MEDOLLA – CENTRO LATTONIERI 51 – 54

(5-15; 19-24; 36-34)

Medolla: Ceretti 7, Galeotti F. 2, Maini 4, Aldrovandi 6, Tralli 13, Spinelli 4, Nardi  13, Barbieri 2, Guarnieri, Bega ne, Galeotti M. All. Carretti.

Carpine: Meschiari 10, Testi 4, Piuca M. 2, Solera 6, Piuca R. 4, Gasparini 1, Verrini 14, Zanoli 7, Martinelli, Braglia 6. All. Morettin.

Due punti importantissimi presi dalla Carpine in quel di Medolla, che permettono, alla squadra di Morettin, di restare in vetta alla classifica. Partono forte i carpigiani nel primo quarto che creano un parziale di 5-15 con una difesa coriacea. Poi coach Carretti mette pepe alla gara con le sue attenzioni difensive e i medollesi riescono a recuperare la gara che si protrae in totale equilibrio sino alla fine, dove, però, i carpigiani riescono ad avere uno spunto decisivo ed ad aggiudicarsi la gara riscattando la sconfitta dell’andata e tenendo dietro le inseguitrici.

PALL. REGGIOLO – SCHIOCCHI BALLERS MODENA 56 – 64

(19-14, 37-24, 42-45)

Reggiolo: Fregni 10, Pirondini 15, Franzini 5 , Fagandini, Cremaschi 7, Caramaschi 2, Bosi 10, Parmigiani ne, Spaggiari ne, Mambrini 5, Guerra ne, Carnevali 2. All. Notari.

SB Modena: Binotti 14, Zara 6 , Righi R. 10, Minarini 11, Forghieri, Guidetti, Alessandrini 6, Vaccari, Sassi 7, Twum, 10. All. Righi G.

Quinta di fila per i Ballers nella tana di Reggiolo che vincono per 64-56 una partita già in stile playoff. Partenza a razzo per i padroni di casa, con Pirondini mortifero dalla lunga che buca da ogni posizione la retina avversaria (12-4 al 6′). Gli ospiti, passato il momento di crisi, riescono grazie alle iniziative di Twun e alla buona prova corale del secondo quintetto ad avvicinarsi a -5 sul finire del quarto (19-14). La seconda frazione  si apre sulla falsariga della prima con i reggiani che continuano a colpire dall’arco sempre con Pirondini e poi con Fregni; i modenesi, troppo pasticcioni in attacco e molto statici in difesa, arrivano al riposo sul -13 (37-24), ma il passivo poteva essere assai più pesante. Gli ospiti rientrano dagli spogliatoi con un altro piglio: subito 7 punti di fila grazie ad una tripla di capitan Binotti, miglior realizzatore con 14 punti, e i canestri in penetrazione di Twun; ora la difesa graffia, la partita si fa spigolosa e dura agonisticamente; punto dopo punto gli Schiocchi si riavvicinano a Reggiolo. E qui accade l’episodio che cambia la partita: in un contatto sotto canestro Pirondini perde le staffe, inveisce contro i due grigi e viene espulso. Reggiolo perde completamente il controllo della gara,  i ragazzi di coach Righi colgono al volo l’occasione con un Sassi autore di una prova maiuscola su ambo i lati del campo; tutto questo unito a scelte molto più concrete in attacco. Il quarto si chiude sul 45-42 esterno. Reggiolo ancora scossa continua la sua guerra personale contro gli arbitri, smarrisce completamente la via del canestro e i modenesi grazie alle triple di Righi e Sassi volano sul +8. Binotti (Mvp) e Twun gestiscono bene gli ultimi giri di lancetta e  mandano i titoli di coda alla contesa (56-64).

RADIO BRUNO – NORDICA EXTRAFLAME 67 – 56

(14-17, 35-26, 56-36)

Campagnola: Manicardi 9, Gasparini, Pignagnoli, Nasi S. 9, Parmiggiani 7, Piuca 11, Nasi L. 5, Sacchi 4, Rustichelli 10, Di Monte, Beltrami 5, Sueri 7. All. Nanetti.

Gualtieri: Magnanini 16, Canova 9, Folloni 6, Gardini 2, Bagni, Soliani 4, Guida 7, Pezzali 1, Pellegrini 6, Berni 5. All. Volpato.

Parte meglio Gualtieri che al 6’ conduce 13-6, grazie particolarmente al tiro dalla lunga distanza di Magnanini e Canova. Campagnola recupera fino al 13 pari del 9’, ma due distrazioni locali riportano avanti gli ospiti e il quarto si chiude 13-17. Alla ripresa del gioco i padroni di casa sono decisamente più reattivi e si portano a condurre con margine sempre crescente fino al massimo vantaggio (61-37) del 31’. A questo punto però alcuni giocatori di casa perdono concentrazione, commettono banali errori e si innervosiscono senza apparente motivo, permettendo così agli avversari di recuperare fino al -10 (65-55) del 40’, prima che la sirena sancisca il 67-56 finale.

I GIGANTI – BIBBIANESE 75 – 78

(17-17, 28-38, 57-58)

Modena: Panico ne, Giorgi 2, Bertelli, Manzotti 17, Adamo 7, Bernardi 22, Barbanti 8, Demattè 2, Odorici 5, Larghetti, Barbieri 12. All. Bertani.

Bibbianese: Menozzi 6, Zaccaria 7, Reni 4 , Gala 9, Vignali 9, Olivares 10, Bartoli 5, Codeluppi 7, Camurri 15, Farioli 6. All. Reverberi.

Mors tua, vita mea. Si potrebbe riassumere con questa parole di latina saggezza la 20° giornata di regular season che vedeva opposte, in quel di Modena, i locali dei I Giganti di Modena e la Bibbianese di coach Reverberi; la partita era di fondamentale importanza per entrambe le formazioni, in lotta, rispettivamente, per la salvezza e per il primo posto nel girone. Hanno avuto la meglio gli ospiti Bibbianesi al termine di una partita eccezionale per la categoria (ben 153 i punti totali prodotti dalle due formazioni), che vincendo si sono mantenuti in “vita” per il primo posto nel girone, ma che hanno, di fatto , condanno la morte (cestistica) per i pur bravi locali. Che sia uno di quei match in cui si venda cara la pelle lo si capisce sin dalle prime battute: Menozzi in avvio ma soprattutto gli ottimi Vignali e Gala danno il vantaggio ai Reverberi Guys ma i padroni di casa sono lontano anni luce dal voler mollare di un centimetro la loro partita della vita. Sospinti da Demattè e Barbieri il quarto vede le I Giganti raggiungere la perfetta parità sul 17-17. Nel secondo parziale Bibbiano stringe le maglie in difesa e in attacco aumenta la sua coralità di squadra, dando vita ad azioni ben giocate in cui tutti e cinque gli effettivi in campo toccano la palla. Il risulto è inevitabilmente che gli ospiti allunghino con le realizzazioni che portano la firma a turno di Bartoli, Codeluppi, Olivares e da un Camurri che, dopo l’opaca prestazione di una settimana prima, ha tutte le intenzioni di questo mondo per farsi perdonare. Barbieri e Berardi (ad inizio show personale) ci provano a limitare i danni ma si va alla pausa lunga sul 38-28 vantaggio esterno. Al ritorno dalla pausa lunga I Giganti spazzano via in un amen l’illusoria quanto poco veritiera idea di Bibbiano di aver già vinto la partita: Barbanti, Manzotti e soprattutto Berardi bruciano a ripetizione la retina bibbianese, che reagisce in parte con Reni, Farioli e Vignali ma che deve subire l’uscita anzitempo di Gala per un muscolo ballerino. Si va così all’ultimo parziale sulla “parità di fatto” 57-58. Berardi di abbandonare la categoria (che merita ampiamente, poco ma sicuro ) non ne ha proprio voglia e alla quinta bomba di fila è Menozzi che lo prende (bene) in custodia, ma sono i Giganti che, grazie al proprio cecchino, riescono a portarsi avanti sul 72-69. A quel punto, però, Camurri certifica la pace con i proprio tifosi conquistando alcuni palloni in difesa e realizzando canestri importantissimi in attacco, riportando gli ospiti avanti. Olivares prende il buon esempio dal compagno e fa altrettanto siglando per altro i liberi finali della staffa per il 75-78 della sirena.

VIRTUS CASALGRANDE – U.S. LA TORRE 62 – 71

(18-22, 32-41, 49-55)

Virtus Casalgrande: Torelli D. 2, Govi 17, Bottazzi 2, Iemmi 7, Bonaccini 8, Bonatesta, Scianti 3, Torelli 11, Grazi 9, Talami 10, Bucci, Fusco 7. All. Pacifico.

La Torre Reggio: Galassi 2, Mazzi G. 6, Passiatore 8, Bochicchio 6, Nizzoli 3, Pezzarossa 6, Mazzi F. 18, Mussini 4, Melli 8, Margaria 10. All. Spadacini.

Ritorna al successo la Torre dopo i due stop consecutivi subiti contro Carpi e Bibbiano. Lo fa attraverso una prestazione con qualche luce e molte ombre: abbastanza positiva la fase offensiva, con tutti i dieci giocatori a referto, molto più deficitaria la fase difensiva, con aiuti timidi o inesistenti, oltre a tantissimi secondi tiri concessi alla Virtus Casalgrande, che, dal canto suo, gioca una buona partita, cedendo solo nel finale. L’inizio di primo quarto è tutto dei ragazzi di Pacifico, vogliosi di strappare i due punti che darebbero la certezza di giocare almeno i play-out, mantenendo aperta pure la possibilità di salvarsi direttamente. Casalgrande, quindi, si porta sul 9-5, prima che i grigiorossi reagiscano, infilando un break di 8-0. I padroni di casa trovano punti da parte dei soli Govi, Fusco e Grazi, bravi ad approfittare della leggerezza difensiva avversaria e degli ampi spazi all’interno dell’area. Sul fronte offensivo, la squadra di Spadacini è più concentrata e segnano sei diversi uomini, portando il punteggio sul +4 del 10’ (18-22). Nel secondo quarto l’inerzia rimane nelle mani della Torre, che però, a causa dei troppi secondi tiri concessi, non riesce a scavare un solco tale da indirizzare la partita su binari più tranquilli. In attacco, Giovanni Mazzi e capitan Nizzoli, entrando dalla panchina, infilano due bombe, il margine di vantaggio lentamente si amplia, ma la sensazione è che la squadra sia un po’ troppo compassata. La ricerca del contropiede è più di maniera che di sostanza e anche per questo non arriva il break decisivo. Vedere un tagliafuori dei grigiorossi resta una chimera, mentre sul fronte opposto sono Talami e Bonaccini a tenere a galla Casalgrande. Si va alla pausa lunga sul 32-41 e il canestro sulla sirena di Grazi, da solo contro quattro difensori, spiega molto bene i problemi degli ospiti nella propria metà campo. Al rientro, sembra che le parole di coach Spadacini sortiscano l’effetto voluto, un paio di difese “come si deve” portano a palloni recuperati e ad un paio di canestri in transizione di Melli. Purtroppo è solo un fuoco di paglia, l’intensità torna a calare e Govi torna a martellare il canestro: il +6 (49-55) di fine periodo non può lasciare tranquilli Bochicchio e compagni. Infatti, due canestri ad inizio di ultimo quarto di Talami e Bottazzi siglano il -2 per Casalgrande (53-55). La paura, si sa, può bloccare o stimolare. In questo caso serve a svegliare i torriani e arriva la reazione d’orgoglio: Pezzarossa con un arresto e tiro da pick and roll, Melli di forza, Giovanni Mazzi con una bomba fondamentale e Bochicchio riallargano il solco fino al +11 (55-66). Infine, la tripla di Margaria mette i titoli di coda all’incontro, per un successo prezioso.

GO IWONS BASKET – PALLACANESTRO SCANDIANO 2012 66 – 63

CLASSIFICA
Carpine 30; Bibbianese, Schiocchi Ballers Modena 28; Medolla, Scandiano, La Torre Reggio 24; Campagnola 22; Reggiolo 20; Go Iwons Albinea 14; Aquile Gualtieri, Virtus Casalgrande 10; I Giganti Modena 6.

GIRONE C

IMMOBILIARE 2000 – SPORT INSIEME 85 – 68

(20-23; 50-39; 70-47)

Giardini Margherita: Alaimo 25, Grassitelli 24, Marcelli, Florio 5, Baldazzi 5, Grandi 8, Poli 5, Brina 4, Pierini 5, Vittori Antisari 4. All. Lanzi.

Sport Insieme: Somma 8, Sakho 3, Morando 8, Amabile 3, Garrossi 4, Flori 20, Cristiani 4, Marino 5, Skocaj 13, De Lillo, Guizzardi. All. Bandiera.

SCUOLA PALL.PIUMAZZO 2002 – CSI SASSO MARCONI 79 – 64

(26-15; 47-28; 65-46)

Piumazzo2002: De Martini 14, Mezzetti, Baroni 9, Luppi, Valenti 10, La Rocca 3, Broda 6, Verdoliva 23, Montorsi 10, Stanzani 4. All. Vannini.

CSI Sasso Marconi: Magnani 6, Grande 3, Cremonini 8, Meluzzi 17, Tosarelli 8, Rillo 4, Mutolino, Borsari 9, Bellodi 5, Perrina 4. All. Coralli.

MONTEVENERE 2003 – GARDENBO 73 – 53

(15-18; 36-29; 46-41)

Montevenere: Romano 16, Gironi 8, Ottani 6, Venturini, Ugliola 6, Truppi ne, Veronesi 10, Brazioli, Costa 13, Zappoli 14. All. Orefice.

Gardenbo: Peri 5, Vecchiettini 5, Ceresi 10, Rinaldi 4, Giacometti 2, Tinti 13, Consolini, Trenti, Cavalieri 4, Jaboli 3. All. Rizzi.

FRANCESCO FRANCIA – MASI 71 – 64

(20-15; 36-35; 52-53)

Francesco Francia Zola: Galli 3, Bosi 14, Migliori, Masina 11, Brochetto D., Pagano 10, Gamberini 19, Guerrato 6, Zini 4, Cilfone 4, Barilli, Bettini. All. Brochetto L.

Masi Casalecchio: Amori, Campazzi 4, Castaldini G. 9, Sechi 12, Forni 6, Di Marzio, Barilli 13, Manfredini 2, Bertacchini 2, Masi 2, Verde, Castaldini T. 14. All. Guidetti.

H4T – IMA 61 – 47

(21-16; 37-28; 50-39)

SP Vignola: Ganugi 10, Badiali 6, Quartieri, Mariani 7, Pantaleo 8, Zagni 2, Vannini 5, Guidotti 14, Midulla 4, Franchi 5, Malagodi. All. Smerieri.

Ima Basket: Benfenati 7, Ariatti, Furlanetto 2, Mambelli 5, Quercioli 4, Piccari 5, Bondi 2, Mazza 12, Dainese 10. All. Bertuzzi.

STEFY BASKET – P.G.S. WELCOME 60 – 50

(19 -12; 32-28; 45-43)

Stefy Basket: Tradii 11, Dozza 3, Benetti, Francia 11, Gagliardi 6, Mannini 2, Evangelisti 14, Cabuli, Suero 6, Poli 7. All. Scandellari.

P.G.S. Welcome Basket: Lamborghini L. 7, Lederi, Ahmethodzic 2, Sabbioni 5, Palmieri 8, Rizzi 11, Petrini 3, Bortolazzi 4, Roveri, Ferrari. All. Lamborghini R.

La Welcome non è riuscita a sovvertire il pronostico che la voleva perdente contro i più titolati avversari, ma per la Stefy  la vittoria è stata più difficile del previsto, infatti solo negli ultimi minuti  è riuscita a scrollarsi di dosso gli insidiosi avversari. All’avvio la gara è avara di conclusioni, poi Evangelisti e Poli da una parte e Sabbioni e Lamborghini dall’altra sbloccano la partita. Nel secondo quarto la formazione di casa si avvantaggia di 5 punti ma ben presto viene raggiunta e superata dalla Welcome con Palmieri e Sabbioni a far da mattatori. La difesa del team della Bolognina mette alle strette la formazione di casa, ma sul finire del tempo Tradii e Poli riportano i loro colori sul +4. Nel terzo quarto le squadre procedono sempre punto a punto nonostante una flessione realizzativa da parte ospite, ma ai canestri di Evangelisti e Francia, la risposta di Lamborghini e Sabbioni è più che sufficiente. Nell’ultimo quarto gli ospiti prendono un leggero vantaggio con Palmieri e Rizzi (48 a 45), ma due sviste difensive consecutive consentono alla Stefy la realizzazione di due bombe, con Tradii e Suero che chiudono definitivamente la gara.

RECUPERO

SP PIUMAZZO – STEFY 53 – 65

(24-14; 37-31; 45-47)

Piumazzo2002: Lupato ne, De Martini 20, Baroni 3, Luppi, Valenti 2, La Rocca 7, Broda 6, Di Bona 2, Verdoliva 9, Montorsi 2, Stanzani 2. All. Vannini

Stefy Basket: Tradii 10, Dozza 18, Benetti 2, Evangelisti 13, Gagliardi 2, Mannini ne, Agnoletti 7, Suero 8, Poli 5, Cabuli ne. All. Scandellari.

CLASSIFICA
Vignola 36; Stefy Bologna 34; F. Francia Zola 28; Immobiliare 2000 Bologna 26; Masi Casalecchio, Montevenere Bologna 22; Sport Insieme Bologna 18; Gardenbo, Pgs Welcome Bologna, Piumazzo 12; Csi Sasso Marconi 10; Pgs Ima Bologna 8.

GIRONE D

GALLO BASKET – A.MI.CA. 78 – 64

(22-19; 41-33; 62-49)

Gallo: Fini, Malaguti J. 6, Del Principe 8, Schincaglia 7, Magni 13, Cara 1, Boscolo 1, Benetti 3, Pasquali 26, Vicini 2, Malaguti F. 10, Caselli 1. All. De Simone.

Minerbio: Moro 2, Gamberini ne, De Pascale 4, Girolami 5, Gubellini 27, Musiani, Generali 2, Mattei 13, Gruppioni 5, Salicini 6. All. Vibio.

ARGELATO BASKET – DIABLOS 63 – 58

(13-9; 33-22; 47-37)

Argelato: Leonelli 2, Benassi 11, Rossi 1, Risi, Fontanella 11, Gadani 19, Sgarzi 9, Fabulli 4, Nannetti 2, Accorsi 4. All. Iattoni.

Sant’Agata Bolognese: Belosi 11, Serra ne, Violi 9, Angelini 2, Girotti 9, Patelli 4, Candini 6, Ballotta 2, Risi 15. All. Masetti.

DELTA – FORTITUDO 54 – 64

(21-16; 27-28; 47-41)

Comacchio: Carli, Persanti 13, Peretti 9, Gregori 4, Boccaccini, Gelli 17, Ferroni, Cavalieri 4, Gregori 4, Carli 3.

Crevalcore: Bianconi 6, Querzà 2, Gambuzzi 9, Filippetti 3, Zerbini, Terzi E. 8, Garuti 16, Fregni, Floro 5, Simoni 15.

U.P. DIL. CALDERARA – PALL. PEPERONCINO LIBERTAS BK 66 – 62

(23-17; 34-35; 48-50)

Calderara: Pritoni, Gallerani 4, Ventura 8, Guaraldi 17, Benuzzi 4, Rinaldi 3, Gentili 13, Projetto ne, Bellodi 11, Angelini 3, Ansaloni 3, Scarlata ne. All. Murtas.

Peperoncino Castello d’Argile: Bergami 4, Manzi 2, Govoni 4, Vecchi 9, Balboni 2, Monari Mat. 5, Bonfiglioli, Monari A. 26, Comi 4, Cavicchi ne. All. Monari Mar.

Vittoria soffertissima per Calderara contro il Peperoncino nell’ottava giornata di ritorno. L’inizio del match è tutto a favore dei padroni di casa che dopo 6′ raggiungono il massimo vantaggio sul 22-11, gli ospiti però riescono a ridurre lo scarto grazie anche ai canestri di Alex Monari, il primo quarto termina sul punteggio di 23-17. Nel secondo quarto continua il momento no per i padroni di casa, Peperoncino ne approfitta e si porta avanti sul finire di quarto andando così negli spogliatoi con un punto di vantaggio sul 34-35. In avvio di terzo quarto Calderara tocca il -9, ma saranno 6 punti di Ventura e 5 di Guaraldi a riportare a contatto i padroni di casa che chiudono il quarto sotto sul 48-50. L’ultimo periodo è un continuo cambio di vantaggio con Gentili che, a 25″ dalla fine segna, subisce il fallo e realizza il tiro libero supplementare del +2 (64-62). Nell’altra metà campo Alex Monari, raddoppiato, perde palla; gli ospiti tentano il fallo sistematico che però arriva a tempo scaduto. Guaraldi dalla lunetta da 2/2 e la partita termina sul 66-62 per Calderara.

PALL. LA FENICE – PROGRESSO HAPPY BASKET ’07 62 – 54

(14-10; 33-16; 52-35)

Codigoro: Mossini 10, Ferretti 14, Tralli 9, Bademi, Bellinaso, Patroncini 7, Di Tizio 12, Finessi 2, Reggiani, Gnani 2, Stella 6, Cavazzini. All. Bottoni.

CastelMaggiore: Bernardinello 2, Tugnoli 10, Tosi 4, Zocca 4, Pazzaglia 14, Maini 6, Mancini 5, Monteventi, Bonora, Tolomelli 7, Sitta 2. All. Pillastrini.

AUDAX – ICOS 66 – 61

(17-20; 32-32; 46-45)

Audax Ferrara: Serravalli 6, Bolognesi 13, Bertasi, Ricci 8, Ferrarini 5, Ferraresi ne, Felletti Spadazzi 4, Vaianella 2, Del Torto 17, Balboni 5, Zanchetta 6. All. Folchi.

Vis Ferrara: Grazzi, Gnani, Fiore ne, Grilli 2, Bianchi 14, Bianchini 4, Verrigni 19, Vivarelli 4, Cavicchioli 8, Gamberini 2, Fiorentini 8, Campi. All. Castaldi.

CLASSIFICA
Gallo 28; Diablos Sant’Agata Bolognese,  Argelato, Calderara 26; Peperoncino Mascarino 24; Audax Ferrara 22; Delta Comacchio, La Fenice Codigoro 20; Vis Ferrara* 18; Happy Basket CastelMaggiore 12; Crevalcore 10; A.MI.CA Minerbio* 3***.

GIRONE E

TITANS OZZANO – SELENE BK S.AGATA 46 – 47

(10-3; 19-21; 36-32)

Titans Ozzano: Finessi 11, Rossi 8, Tuccillo 2, Gamberini 3, Boletti, Paolucci 2, Gardotti 2, Medda ne, Zitelli 7, Ungaro 6, Nannoni 5, Minoccheri. All. Torrella.

Sant’Agata sul Santerno: Merendi ne, Gaddoni 4, Pirazzini, Fabbri 8, Simoni 8, Foronci 5, Totaro A. 11, Pantani 3, Totaro L. 8. All. Colombi.

MEDICINA BASKET 2007 – PGS BELLARIA 40 – 59

(4-19; 15-31; 31-43)

Medicina: Ugulini 2, Buresti 7, Lenzarini 10, Pinardi 2, Lorenzini 2, Magli, Buscaroli 3, Zanella ne, Remondini 10, Dall’Olio, Randazzo 4.

Pgs Bellaria: Ascari 18, Sudano 3, Urzino, Romanelli 15, Scarenzi 11, Bonetti, Pazzaglia 2, Traietta 3, Sanguettoli, Idà 5, Masoni 2, Bertini. All. Bendaglia.

BASKET GIALLONERO IMOLA – BASKET CLUB RUSSI 60 – 43

(12-4; 28-12; 50-25)

Giallonero Imola: Villa 9, Vicentini 14, Ragazzini 6, Saloni 2, Spoglianti 11, Biancoli 5, Vannini 8, Calamelli 1, Campomori, Remondini 4. All. Creti.

Russi: Montanari 9, Bellanti 2, Beghi 6, Bassi 8, Prencipe, Buffatti 2, Canali, Bigazzi 2, Venturini 3, Santo 11. All. Milandri.

CASTIGLIONE MURRI – PALL CASTEL S.P.T. 2010 73 – 53

(15-16; 37-27; 48-42)

Pontevecchio: Brini 1, Buriani 14, Dettori 10, Di Pasquale, Fermi 4, Maestri 5, Salocchi 10, Samoggia 10, Sandrolini 2, Stefanelli 3, Tacconi 14. All. Benini.

Pall Castel S.P.T. 2010: Marchi, Cavalieri, Mascagna 3, Graziani, Naldi, Manaresi 11, Farnè, Soldi 2, Vinera 15, Albertazzi 2, Castellari 4, Conti 12. All. Tinarelli.

PARTY & SPORT – ISIS BASKET 67 – 47

(14-6; 34-16; 51-30)

P&S Ozzano: Lollini, Bonfiglioli, Capra 12, Leale 9, Zerbini 10, Lazzari 6, Pierantozzi 6, Passatempi 6, Rizzoni 8, Salvadè 4, Avallone 6. All. Nannetti.

Lugo: Scardovi M. 5, Zanoni 7, Zanzi 2, Ricci Maccarini 10, Marchetti 1, Romagnoli 4, Aguzzoni 2, Scardovi E. 10, Savini 6. All. Ortasi.

MONTERENZIO BASKET – TATANKA BALONCESTO IMOLA 57 – 68

(9-14; 22-30; 38-51)

Monterenzio: Tonelli 18, Lucchi 12, Ballestri 14, Pambianchi, Costa, Boccardo 13, Fiordalisi, Monari.

Tatanka Imola: Pirazzoli F., Costantino 4, La Ferla 9, Pirazzoli En. 9, Strada 6, Pirazzoli Ed. 4, Favilli 7, Franceschelli 1, Baldazzi 10, Castagnetti 18.

RECUPERO

MONTERENZIO – PGS BELLARIA 63 – 44

CLASSIFICA
P&S Ozzano 34; Selene Sant’Agata sul Santerno, Giallonero Imola 30; Castiglione Murri 22; Titans Ozzano, Pgs Bellaria 20; Medicina 2007, Russi 18; Castel San Pietro, Tatanka Imola 16; Isis Lugo 14; Monterenzio 2.

GIRONE F

CNO SANTARCANGELO – POL. STELLA 79 – 59

Santarcangelo: Donati 5, Ricci 2, Calisesi 2, Rasponi 2, Nicoletti 17, Maioli 11, Gavagna, Lucchi 4, Tassinari 10, Tomassini 26. All. Morri.

Stella Rimini: Distante 5, Angeli 18, Muntangesu 1, Malagrida, Brunetta 2, Missiroli 8, Sarti 4, Golfieri 21. All. Bonaccorsi.

VILLANOVA BASKET TIGERS – POL. FIORENZUOLA CESENA 38 – 49

(8-9; 24-25; 29-39)

Villanova Tigers: Domeniconi 11, Magnani 5, Cangini 6, Tomasi 6, Toni, Rossi 7, Bronzetti, Semprini, Donati 3, Falconi. All. Evangelisti.

Fiorenzuola Cesena: Zampa, Faggi 4, Maestri 5, Ricci 2, Morsucci 6, Lucchi 2, Bertani 23, Biondi 5, Strada 2.

BASKET 2000 – CESENATICO 61 – 69

(19-17; 33-34; 57-50)

Basket 2000 San Marino: Bombini 15, Fabbri, Pasolini, Barreva 12, Sarti 4, Berardi 8, Giannotti 4, Borello 2, Ugolini G. 6, Gambi 2, Giacomini, Ugolini N. 8. All. Liberti.

Basket CerviaCesenatico: Battistoni 9, Maraldi 7, Casali 4, Albertazzi 23, Capucci, Pasini 8, Bolognesi, Sponziello, Balestri ne, Farabegoli 6, Pillastrini 12. All. Domeniconi.

BASKET’95 – EAGLES 77 – 60

(19-15; 46-26; 66-43)

Basket 95 Faenza: Dal Monte 5, Samorì 11, Romboli 8, Flauret 6, Laghi 4, Troni 22, Cerini 6, Gallo, Rosti 8, Belosi 5, Pasi 2. All. Vespignani.

Morciano Eagles: Bigini 7, Palazzi 8, Battelli 6, Badioli 2, Morelli 7, Masia 3, Chiste 1, Tamai 7, Ciotti 19. All. Villa.

CESENA BASKET 2005 – POL. FAVENTIA 2011 62 – 71

(16-20;37-33;49-47)

Cesena 2005: Montalti, Romano, Senni 4, Martini 7, Vittori 10, Cacchi ne, Babbini 12, Grassi 13, Chezzi 12, Mordenti, Rossi 2, Soldati 2. All. Montalti.

Faventia Faenza: Ceroni 6, Conti 7, Dalle Fabbriche, Ramadhani Tanesini, Boattini 9, Ercolani 16, Presicce 19, Liverani, Pini, Morsiani 14. All. Morigi.

Si parte con Presicce in grande spolvero (12 sui 20 faentini provengono dalle sue mani), mentre Cesena é sempre dietro a rincorrere con un preciso Vittori nei pressi dell’area, con ficcanti contropiedi e giocate in 1c1 ad attaccare con decisione il ferro. Il primo quarto corre via veloce, in tutti i sensi, ritmi alti, punteggio alto, difese allegre ed é 16-20 per il Faventia al primo riposo. Nel secondo quarto cambia l’inerzia ed é Cesena a farla girare a suo favore. Difesa aggressiva, mani addosso, raddoppi a tutto campo ed il Faventia si slega un pò troppo, complice anche l’infortunio di Tanesini Ramadhani (out per il match), quello di Boattini (che rientrerà poi nel finale del terzo quarto) e i tre prematuri falli di Dalle Fabbriche che restringono notevolmente le rotazioni. Le triple di Babbini ed i contropiedi degli esterni della giovane truppa di Montalti mettono sul referto 21 punti, mentre per il Faventia (13 nel quarto), che nonostante tutto riesce a tornare a -2 grazie ai liberi di Conti a pochi secondi dal termine del secondo parziale, l’ultimo tagliafuori difensivo é enigmatico e preoccupante e regala a Vittori un canestro che vale il 37-33. Dagli spogliatoi si rientra più concentrati, con maggiore comprensione del match. Liverani fa il suo ingresso, anche se fuori ruolo ed é positivo, energia ed applicazione, mentre Morsiani e Presicce sono le armi principali per il rientro nel punteggio. Qualche disattenzione di troppo in fase difensiva, però, rimette avanti di sei lunghezze i padroni di casa con Chezzi abile nel convertire un 2+1 (47-41). Ercolani non ci sta e Presicce con 2/2 dalla lunetta ci rimettono sulla giusta via, -2 a 10′ dalla fine e tutto possibile. Aumenta la convinzione, Boattini dà i giusti ritmi e trova gli spazi per sé ed i compagni, Ercolani mette una tripla importante, Morsiani domina nel pitturato, ma ancora in difesa si latita, il che tiene Romano & Co. in parità. Morsiani battaglia nella tonnara, Ercolani da fuori, Conti in penetrazione e Presicce dalla media scavano un parziale di 8 punti, fondamentale (54-63). Ceroni mette la ciliegina sulla torta con un contropiede dopo un anticipo, ma a 1′ dalla fine Cesena rientra sul 62-67. Time-out per togliere pressione sulla palla, Cesena costretta a spendere e mandare in lunetta, ma le mani non tremano. Le forzature finali non trovano risposte positive e così i due punti in palio finiscono nelle tasche manfrede.

SKIZZO – A.I.C.S. BASKET FORLI’ 58 – 67

(10-22; 32-44; 50-60)

Skizzo Rimini: Saulle, Sancisi 10, Brolli ne, Ricciotti 9, Rizzo 22, Bascucci 8, Cappelli 6, Mantovani, Lanci 3.

Aics Forlì: Lasi 15, Baldini 18, Balzani 2, Maltoni 6, Rasi 12, Berto 4, Orioli, Molinari 10, Montanari, Nostini. All. Tinarelli.

CLASSIFICA
CNO Santarcangelo 36; Tigers Villanova, Fiorenzuola Cesena 32; AICS Forlì, Faventia Faenza 26; Skizzo Rimini, Basket 2000 San Marino, Basket’95 Faenza 16; Stella Rimini, Cesena 12; Cesenatico 2000 10; Eagles Morciano 6.

S’infiamma la lotta play off e play out. I risultati di C Regionale e serie D

Cavriago-Budrio è la gara più interessante di un week end che partirà di mercoledì con l’anticipo della “Pertini” dovuto alle finali di un “Ferrari” che doveva disputarsi il 7-8 marzo e che, invece, è rinviato, forse, a Pasqua. In serie D ci sono scontri interessanti come Anzola-San Mamolo, Guelfo-Basket Village e Molinella-Riccione

C REGIONALE

GIORGINA SAFFI – VIRTUS MEDICINA 48 – 65

(9-20; 19-37; 31-51)

Giorgina Saffi Forlì: Frigoli 5, Del Zozzo ne, Conocchiari 7, Rava 5, Ravaioli 6, Piazza 6, Serrani 4, Emiliani, Biondi, Agatensi 15. All. Agnoletti.

Virtus Medicina: Persiani 3, Rossi ne, Govi F. 8, Govi G. 5, Sighinolfi 18, Biguzzi 9, Lorenzini, Piccinini 5, Panico ne, Musolesi 17, Canovi ne. All. Curti.

Vince con merito la Virtus in quel di Forlimpopoli, al termine di una partita sempre condotta con buona personalità. Inizia la partita ed un sontuoso Musolesi, ottimamente assistito da Persiani, va a segno con continuità; Biguzzi e Sighinolfi segnano 4 punti a testa e la Virtus allunga portandosi in vantaggio sul 9 a 20 alla prima sirena. Secondo periodo e Musolesi da sontuoso diviene perfetto e segna 9 punti (chiuderà a quota 17, con 10 rimbalzi, 4 recuperi e 3 stoppate) che, sommati alla difesa perfetta di Govi Giacomo (5 punti, 11 rimbalzi, 3 recuperi), sono fondamentali per il decisivo allungo medicinese che scappa a +18 sul 19 a 37 con cui si va al riposo lungo. Terza frazione e ancora ottima Virtus che, con solida difesa, lascia a secco i tiratori forlivesi. Bomba di Piccinini, tripla di Sighinolfi, 6 punti a fila del solito utilissimo Govi Filippo e i gialloneri sono saldamente al comando sul +20. Quarto periodo e Forlì, fino a qui imbrigliata da una Virtus perfetta, si desta e in due minuti piazza un parziale di 10 a 0 che in parte riapre la partita. Coach Curti corre ai ripari e reinserisce Persiani e Govi Filippo; la mossa paga e la Virtus ritrova la via del canestro grazie a 3 liberi di Sighinolfi (18 punti e 5 recuperi). Forlì esaurisce la spinta propulsiva, la Virtus non più brillante ritrova la miglior difesa e, con tre liberi di Biguzzi ,chiude anzitempo le ostilità.

SPAL – CVD 67 – 69

(17-21; 32-34; 57-51)

Correggio: Giani, Stefanini 16, Lusvarghi 5, Lavacchielli 2, Rovatti 15, Galeotti 4, Amici 1, Magnani 6, Villani 14, Fassinou 2, Ndour, Riccò 2. All. Paladini.

Cvd Casalecchio Gamberini 4, Mazzoli 3, Marzioni 13, Lanzi 4, Truzzi 6, Masetti, Garagnani 20, Fuzzi 6, Taddei, Cempini 2, Marcheselli 9, Cuozzo 2. All. Loperfido.

In una delle partite decisive per evitare i playout, Correggio inizia con il piede sbagliato e dopo 3’30” Casalecchio è già 0-8 con i gialloneri già in bonus. Nel prosieguo la Spal comincia a trovare il canestro con Rovatti, Riccò, Lavacchielli e Stefanini, chiudendo il primo quarto sul 17-21. Si riprende con i reggiani più attivi sia in attacco che in difesa, ma con un paio di triple di Marzioni e Cempini, il CVD si mantiene avanti (22-29 al 14′ ). Rovatti e Galeotti propiziano il -3 (26-29), ma Correggio commette una serie di banali errori e fallisce più volte l’aggancio. Pur con una percentuale deficitaria al tiro dal campo, Rovatti capitalizza dalla lunetta e sul canestro di Stefanini si chiude il secondo quarto sul 32-34. Nella ripresa la Spal subisce un paio di bombe che danno 6 punti di vantaggio al Cvd, ma Magnani riesce finalmente ad operare il primo sorpasso dell’incontro (45-44 al 25′). ,Alternanza nel vantaggio con la Spal che, grazie a Stefanini, riesce a chiudere il terzo quarto sul +6 (57-51). Nell’ultima frazione è sempre Stefanini a segnare e distribuire assist che permettono alla Spal di portarsi sul 61-52 dopo 4′. Bastano tre minuti di follia per Correggio, che lascia a Cvd il controllo dei tabelloni ed uno 0-8 di parziale che riporta i bolognesi a -1 (63-62) a 4′ dal termine. Spal ancora in difficoltà e ritorna sotto 63-66 a -2’. Ancora errori per la Spal che manca tutte le occasioni per riportarsi in partita. Il CVD lotta con i denti e conquista due punti preziosi per la propria classifica.

BANCO EMILIANO – TECNOSISTEM 87 – 54

(24-6; 49-18; 71-35)

LG Competition Castelnovo Monti: Canuti 10, Filippi 3, Generali 3, Paulig 17, Siani 3, Vanni 27, Vezzosi 2, Mallon 14, Guarino 6, Ovi 2, Benvenuti. All. Djukic

Stars: Bitelli 4, Flori 5, Landuzzi 7, Maestripieri, Menarini 2, Orlando 9, Parenti 4, Skocaj 16, Testoni, Morando 5. All. Cantelli.

Partenza al fulmicotone di una forte LG trainata da un vulcanico Vanni. Gli Stars sembrano un pugile che ha incassato quattro “ganci” al volto. Appare appannata ed incapace di reagire alla prepotenza dei lunghi montanari. Djukic parte con Vezzosi, Guarino, Vanni, Mallon e Siani, disposti bene, aggressivi in difesa e pronti a lanciarsi su tutti i palloni. Gli ospiti sbaglianp tantissimo e il punteggio del primo quarto lascia intravvedere la incombente mattanza. Nel secondo quarto, Mallon sostituisce Vezzosi e la compresenza dei due lunghi consente a Paulig di distribuire palloni d’oro che si trasformano in punti con giocate di alto valore. Si va negli spogliatoi con Castelnovo sopra di trentuno lunghezze (49-18). La Tecnosistem indugia ad uscire dagli spogliatoi, probabilmente Cantelli sta tentando di risvegliare i suoi e in parte ci riesce, perché i suoi riescono a mantenere sostanzialmente invariato il divario. Ma il gioco è diverso. Paulig e Vanni sono lanciati e non basta il risveglio di Skocaj a far impensierire l’LG. Ultimo quarto ci prova Morando e Bologna torna sotto i trenta punti e Djukic schiera i suoi giovani. Canuti si prende le sue responsabilità e porta a casa un bottino personale di 10 punti. Gli Stars rubano qualche palla, ma non riescono a rosicchiare minimamente il vantaggio Banco Emiliano che chiude l’incontro a +33.

FOR – DESPAR 58 – 78

(16-25; 32-37; 39-62)

Pontevecchio: Benuzzi 6, Bergami 3, Cruzat, Di Rauso 9, Falzetti 6, Galeotti 9, Girotti 4, Mantovani 2, Melino, Santini 2, Tinti 5, Torresani 12. All. Savini.

4 Torri Ferrara: Agusto 24, Bertocco, Brandani 14, Burresi 7, De Togni, Fenati 3, Lugli 5, Magni, Parmeggiani 11, Pasquini 14. All. Cavicchioli.

ARBOR – MONTECCHIO 59 – 96

(9-26; 29-46; 41-69)

Arbor Reggio: Visini 11, Braglia, Maione 4, Iori 16, Simonazzi 11, Franzoni 2, Maioli, Alfano 10, Borelli 5. All. Baroni.

Montecchio: Grisendi 7, Lombardi, Ongarini 11, Guardasoni 30, Basso 2, Maggi, Colla 11, Ferrari 21, Marchini ne, Giglioli 14. All. Cavalieri.

FLYING BALLS – BOLOGNA BASKET 2011 101 – 74

(36-17; 44-37; 78-55)

Ozzano: Pasquali 4, Verardi 12, Mini 20, Rossi 19, Savic 2, Caprara 6, Regazzi 6, Teglia 4, Guazzaloca 3, Martelli, Rambelli 6, Gianasi 19. All. Grandi.

Bologna Basket 2011: Gargioni 6, Chiarini A. 17, Tolomelli 5, Chiarini S. 12, Guerri 4, Tugnoli A. 3, Tugnoli L. 3, Lippa, Ballardini 9, Bianchini 11, Diop, Ayiku 4. All. Duo.

Un’altra grande vittoria per i New Flying Balls che, davanti ad una buonissima cornice di pubblico, travolgono 101 a 74 il Bologna Basket 2011 ottenendo così la nona vittoria consecutiva e allungando a +6 sulle inseguitrici. Il primo quarto ozzanese è da applausi: 36 punti fatti e percentuali al tiro altissime. Dopo 10 minuti i Flying sono già sul +19 trascinati da Capitan Gianasi autore di 15 punti. La partita sembra in discesa per i padroni di casa, ma nella seconda frazione la musica cambia e gli ospiti, grazie ai canestri dei fratelli Chiarini, riaprono il match con un parziale di 8-20 portandosi a -7 all’intervallo lungo (44-37). Nella terza frazione, però, Ozzano ingrana la sesta marcia in attacco; arriva un nuovo super break biancorosso di 34 a 18; le Palle Volanti trovano così l’allungo decisivo portandosi sul +23 (78-55) con 10 minuti da giocare. Nell’ultimo quarto i Flying non si rilassano. Tutte le numerose rotazioni portano canestri e punti. Negli ultimi 60 secondi viene abbattuta anche la soglia dei 100 punti; alla sirena finale è 101 a 74 Ozzano, che esce fra gli applausi.

ME CART – BUDRIO 67 – 81

(12-20; 21-40; 48-52)

Cavriago: Fantini, Violi ne, D’Amore 15, Ligabue 4, Pellicciari, Cervi 27, Leonardi 7, Fontanesi 2, Pezzi 8, Codeluppi, Baroni 4. All. Degl’Incerti Tocci.

Budrio: Fimiani 8, Casagrande 19, Nanni 13, Manini 5. Piazzi, Lazzari 3. Alberti, Quaiotto 17, Innocenti 14, Quarantotto 2. Bonaga ne. All. Cinti.

PALL. NOVELLARA – GRANAROLO BASKET 76 – 71

(25-14; 39-40; 53-58)

Novellara: Lucchini ne, Margini 4, Bartoli, Folloni 8, Rinaldi 4, Mariani Cerati 2, El Ibrahimi ne, Cattellani ne, Carpi 6, Ciavolella 27, Colla 15, Croci 10. All. Ligabue.

Granarolo Basket: Spettoli 10, Paoloni Lu. 6, Tugnoli 12, Pedrelli ne, Brotza 4, Marchi 11, Fava, Neviani 8, Bertuzzi 13, Paoloni La. ne, Busi, Torriglia 7. All. Trevisan.

Una Granarolo con diverse assenze pesanti (Ferri, Calanchi e Bonetti) si presenta sul campo di Novellara imbottita di under e sfiora il colpaccio al termine di una partita giocata con carattere e intensità. Trevisan nello starting five dà fiducia al ’97 Michele Fava nel ruolo di centro, al cospetto del miglior giocatore avversario, il pariruolo Ciavolella, e viene ripagato da una partenza tutta sostanza del suo under che tiene bene in difesa e permette ai suoi di stare in scia (12-10 al 6′). Granarolo tiene fino al 7’30” poi, dopo 2 liberi di Carpi, è uno scatenato Ciavolella che  con 7 punti consecutivi permette a Novellara di andare alla prima sirena col vantaggio in doppia cifra (25-14 al 10′). Alla ripresa del gioco gli arbitri comminano un tecnico a Marchi e un antisportivo a Ciavolella nei primi 2′ dopo che entrambi avevano messo a segno 3 punti (canestro + personale di Marchi con tripla di Ciavolella nell’azione seguente). Granarolo rimane a distanza ma uno strappo di Spettoli con 5 punti consecutivi la riporta a -7 (30-23 al 13’30”). Ligabue chiama timeout e subito dopo viene ripagato da una tripla siderale di Croci; Trevisan dopo un timeout spedisce in campo contemporaneamente 3 dei suoi 6 under (Neviani ’94, Brotza ’96 e Fava ’97) coadiuvati da capitan Paoloni e Marchi e Granarolo piazza un parziale di 0-8 in 3′ ( 33-31 al 16’30”) costringendo Ligabue a spendere il secondo timeout. Un canestro di Folloni sembra arginare gli ospiti ma uno splendido Neviani (17 di valutazione, migliore dei suoi) e il solido Bertuzzi spingono Granarolo al sorpasso (37-40 al 19′) che viene mitigato da un canestro di Folloni sulla sirena del riposo lungo (39-40). Alla ripresa del gioco Trevisan mantiene in campo l’ottimo Brotza, schiera nuovamente Spettoli in cabina di regia e la sua squadra parte con il piede giusto mantenendo il vantaggio (41-44 al 22’30”). Dopo 30″, su un’azione d’attacco di Novellara, uno degli episodi che incideranno sull’esito finale del match: Spettoli sbuca dal lato cieco in raddoppio su Ciavolella e recupera la palla, Saletti fischia il 4 fallo al play bolognese e, sulla civilissima espressione di stupore di Spettoli, gli sanziona il tecnico che lo toglie anzitempo dal match, lasciando gli ospiti con il solo Neviani come play di ruolo. Granarolo reagisce con grinta al colpo e con lo stesso Neviani e Torriglia allunga a +8 (46-54 al 26’30”), divario che rimane tale fino alla tripla di Croci nell’ultimo minuto che fissa il punteggio sul 53-58 al 30′. Alla ripresa delle ostilità Ligabue schiera i suoi a zona 2-3 e ottiene subito ottimi risultati: Granarolo resta a secco per 3′ e un Colla, decisivo per i reggiani,  capovolge il risultato in +4 per i padroni di casa (62-58 al 33′). Comincia così un lungo testa a testa fra le due squadre con Bertuzzi che risponde ai canestri di Ciavolella e Granarolo che rimane a 2 lunghezze dai padroni di casa (71-69 al 38′). Dopo un dubbio sfondamento di Torriglia su Croci, Margini beneficia di uno splendido assist di Ciavolella e porta a +4 i suoi a 1’15” dalla fine; dall’altra parte Bertuzzi spara a salve da 3, Ciavolella arpiona il rimbalzo ma Granarolo pressa, costringe Novellara all’infrazione di 8 secondi e sul possesso successivo Marchi riavvicina gli ospiti (73-71 al 39’20”). Fallo dello stesso Marchi su Carpi che in lunetta fa 0/2, rimbalzo di Paoloni e Granarolo attacca per il pareggio o il vantaggio: Busi va in penetrazione a centroarea e non vede lo scarico per Bertuzzi libero in angolo, tiro sbagliato, rimbalzo di Colla e fallo Granarolo a 17″ dalla fine; Colla fa 1/2 (74-71) e Trevisan chiama timeout per chiamare il gioco del pareggio, ma Bertuzzi da 3 non la mette e Croci può arrotondare il punteggio dalla lunetta.

CLASSIFICA

4 TORRI FERRARA 40 21 20 1 1733 1342 +391
FLYING BALLS OZZANO 34 21 17 4 1604 1476 +128
S.B. CAVRIAGO 28 20 14 6 1449 1289 +160
VIRTUS MEDICINA 28 20 14 6 1453 1313 +140
BUDRIO 28 21 14 7 1487 1405 +82
L.G. COMPETITION CAST. M. 26 20 13 7 1494 1369 +125
NOVELLARA 24 20 12 8 1365 1370 -5
ARENA MONTECCHIO 22 20 11 9 1452 1331 +121
G. SAFFI FORLI’ 20 21 10 11 1384 1448 -64
CORREGGIO 16 21 8 13 1543 1607 -64
BOLOGNA BASKET 2011 16 21 8 13 1392 1551 -159
GRANAROLO BASKET 14 21 7 14 1443 1493 -50
STARS BOLOGNA 12 21 6 15 1299 1470 -171
ARBOR REGGIO 10 20 5 15 1366 1523 -157
CVD CASALECCHIO 10 21 5 16 1313 1510 -197
PONTEVECCHIO BOLOGNA 2 21 1 20 1306 1586 -280

 

SERIE D

GIRONE A

BAOU TRIBE – EUROSYSTEMS 49 – 53

(18-20, 24-34, 36-45)

Baou Tribe San Lazzaro: Gruppi 4, Marinelli 6, Fornasari 15, Bernardi 2, Pirazzoli, Mellara 10, Forni, Masrè 2, Paladini, Governatori 10, Lodi. All. Lelli.

Luzzara: Cani, Costantino 7, Caleffi 5, Gelosini 9, Sereni 4, Neviani 6, Neri 3, Petrolini 2, Riccò 13, Freddi 4. All. Beltrami.

Vittoria dolce-amara per gli Aquilotti. Da una parte dimostrano di essere competitivi su ogni campo e di aver potuto ambire ad un campionato di vertice; dall’altra si mangiano le mani riguardando i passi falsi di una stagione altamente travagliata che, in diverse situazioni, avrebbe potuto vederci interessanti protagonisti. Baou Tribe è sul terzo gradino della classifica, seppur in coabitazione e tra le mura amiche avevano ceduto solamente una volta, al fotofinish, con Carpi. Gli Eagles hanno, al contrario, una parvenza di roster quasi completo, con i rientri di Gelosini, Neri, Costantino. Promettente l’avvio (4-9), ma Mellara e Governatori mettono in difficoltà la scelta del quintetto small size (18-14); c’è però un Riccò molto presente (11 punti nei primi 10′) a tenere le redini della carrozza bianco-verde (18-20). I bolognesi, privati delle accelerazioni di un Gruppi francobollato, faticano a produrre e la difesa rivierasca ne approfitta lasciando 6 punti e sfruttando le opzioni offensive a disposizione (22-34 al 19′). Zona o uomo che sia, Baou Tribe non trova soluzione all’enigma Eagles che alternano vincenti dal perimetro, come solidità da sotto; pur nelle percentuali mediocri al 25′ è +16 (24-40). I bolognesi si aggrappano a Fornasari, mentre gli Aquilotti cominciano ad andare in riserva di energie, vista la variegata forma fisica di un roster tartassato da mesi: i locali trovano punti insperati, i ragazzi di coach Beltrami sbagliano l’inverosimile. Si giunge a 2′ dalla fine sul 49-49. Poi uno scarico per Sereni e due liberi di Caleffi, mettono fine ad una gara controllata per 33′ e che ha rischiato di divenire una beffa.

RADIOCOOP.IT – VOLTONE 98 – 66

(25-13; 47-30; 76-52)

Piacenza Basket Club: Massari 6, Antozzi 14, Scarionati 16, Gorla 21, Pirolo 10, Markovic 10, Garofalo 8, De Lillo 5, Popov 5, Villa 3, Betti. All. Mambretti.

Basket Voltone: Giacometti A. 7, Tubertini  14, Giacometti J. 13, Maresi 3, Varotto 9, Polo 18, Lombardo 2, Garau. All. Amanti.

Il Piacenza Basket Club supera anche l’ostacolo rappresentato da Basket Voltone e si aggiudica altri due importanti punti nella corsa alla testa della classifica. Lo fa giocando una gara che inizia con ritmi non altissimi per i primi minuti, dove Basket Voltone con Giacometti Jacopo e Polo riesce a tenere un sostanziale equilibrio. Piacenza inizia correndo, con azioni fotocopia che portano Massari a lunghi passaggi per i punti appoggiati di capitan Antozzi. Sul finale di primo quarto Gorla da il primo strappo alla partita, con percentuali al tiro non alte ma con un’infinità di rimbalzi offensivi che portano Piacenza ad accumulare un gran numero di extra-possessi. Pirolo e Popov lavorano di tecnica e fisico sotto le plance, mentre Basket Voltone abbassa drasticamente le percentuali al tiro della prima metà di quarto, terminando il parziale sotto di dodici lunghezze. 25-13. Nel secondo parziale l’ingresso di Garofalo aggiunge altre frecce all’arco della Radiocoop.it, con il suo primo canestro da 3 punti al Pala San Lazzaro salutato da un’ovazione dell’ancora caldo pubblico piacentino. Gorla continua a macinare il proprio gioco, dimostrandosi già un grande trascinatore della squadra biancorossa, mentre Scarionati e Markovic iniziano a punire ulteriormente Voltone dalla linea da 3. Il secondo quarto manda Radiocoop.it negli spogliatoi per l’intervallo lungo sul 47-30. Al rientro dagli spogliatoi non cambia il ritmo del Piacenza Basket Club: Massari dirige l’orchestra, mandando ancora a segno i propri esterni e facendo lavorare i lunghi biancorossi, sui quali gli ospiti gialloblu non riescono a difendere in modo arcigno. Basket Voltone a metà del terzo quarto alza nuovamente le percentuali dall’arco, con Tubertini e Polo che mandano a referto diversi punti dalla lunga distanza. Appena gli ospiti provano a ricucire parzialmente il gap, ecco che la Radiocoop.it serra le fila, andando nuovamente a segno con Antozzi e Pirolo. 76-52 a fine terzo quarto. Nell’ultimo parziale, forte di un vantaggio notevole, Piacenza Basket Club cerca di abbassare i ritmi; questo inizialmente non produce grandi frutti, ma i ragazzi di Amanti non riescono a provare un’ultima, disperata, prova per rientrare in partita. Markovic azzanna nuovamente la partita con due triple su assist di Scarionati e Garofalo, lo stesso Garofalo segna nuovamente dalla lunga distanza e De Lillo, dopo aver fintato un altro tiro da 3, punisce con un bel movimento e un tiro da 2 la difesa ospite. La partita si chiude sul 98-66, con un’altra grande prova di forza dei ragazzi di Mambretti.

PALLAVICINI – SAMPOLESE 65 – 44

(15-7, 32-21, 48-30)

Pallavicini: Tosiani 5, Cenesi 19, Bavieri, Nanni G. 2, Pierantoni 4, Giunchedi 6, Nanni M. 8, Dawson 7, Minghetti 14, Bartalotta. All. Morra

San Polo d’Enza: Di Maria 4, Davoli, Minardi 4, Margini 3, Benevelli 6, Tognoni 3, Tondo 10, Bizzocchi 2, Servidei 9, Pezzi 3. All.  Immovilli.

Una lanciatissima Pallavicini approfitta di una Sampolese generosa, ma troppo malandata per impensierire la compagine di coach Morra. Gara  a senso unico con i bolognesi a cui bastano pochi minuti per capire di avere in mano la partita solo difendendo con aggressività e correndo con due marce in più di quello che la Sampolese può disporre in questo momento. Di contro la squadra reggiana paga come al solito l’estrema difficoltà ad attaccare il canestro avversario e la particolare giornata negativa dei suoi tiratori Bizzocchi, Davoli e Margini.

FIORANO – PSA 78 – 45

(18-9; 35-20; 51-34)

Libertas Pallacanestro Fiorano: Pivetti M. 12, Cracco 4, Zogaj 19, Roncaglia 3, Galloni 10, Pivetti F. ne, Lanzellotto, Marescotti ne, Lucchi 16, Ferrari 7, Melegari 7. All. Casoli.

Psa Modena: Tejeda Castro 1, Tramaloni, Macchelli 4, Bertoni 9, Mezzetti 4, Santonastaso 10, Konadu 6, Frilli 11, Govi, D’Imprima. All. Lunghini.

Torna, finalmente, alla vittoria la Libertas Pallacanestro Fiorano e lo fa nel derby contro la Psa Modena, vincendo e convincendo ma soprattutto ribaltando ampiamente la differenza canestri. Le due formazioni si presentano al derby con varie assenze: Di Talia e Petrella per Modena, Ruggeri, Lambertini e Gazzotti per Fiorano. Una partita condotta dal primo al quarantesimo con, finalmente, un Lucchi MVP grazie alla strepitosa prestazione da 16 punti, 13 rimbalzi, 3 assist e 24 di valutazione. Modena si dimostra abbastanza disorganizzata in attacco e in difesa, è squadra giovane e molto spesso si affida alle individualità di Bertoni e Frilli, troppo soli in fase realizzativa.  Nel primo quarto i padroni di casa partono subito forte con Lucchi e Roncaglia, piazzando l’8-0 di parziale, costringendo coach Lunghini a chiamare timeout. Modena ricuce parzialmente lo strappo e stavolta è coach Casoli a richiamare in panca i suoi per la sospensione con entrambe le difese a zona, Fiorano è più cinica dalla lunga distanza con Melegari, ben imbeccato dagli assist del giovane Zogaj. Dall’altra parte Bertoni e Frilli continuano a giocare in isolamento ed è quest’ultimo che con un canestro manda i suoi negli spogliatoi per l’intervallo lungo col tabellone che recita 35-20 Libertas. Nel terzo quarto si viaggia sui binari dell’equilibrio, ma Fiorano ha già chiuso la pratica nel primo tempo e si limita a gestire ed amministrare il vantaggio ottenuto. Zogaj è una furia dalla lunga distanza e punisce le dormite della difesa ospite, Pivetti prende la metà dei propri rimbalzi in zona offensiva (ottima la prova del fratello minore che scrive 12 con 8 rimbalzi) e Galloni contribuisce con la doppia cifra.

NAZARENO – VIS PERSICETO 55 – 98

(24-25; 36-47; 38-73)

Carpi: Sbisà 2, Goldoni 4, Doddi 2, Pravettoni 7, Spasic 11, Dondi, Salami 20, Saetti 4, Barigazzi 3, Menon, Cantarelli 2. All. Testi

Vis San Giovanni in Persiceto: Genovese 6, Almeoni 11, Ramini 9, Rusticelli G. 6, Pederzini 11, Scagliarini 4, Morisi 7, Missoni 12, Parmeggiani 11, Gravinese 3. All. Rusticelli M.

COLLEGE FULGOR – MAGIK 68 – 74

(14-21; 32-42; 58-57)

Fidenza: Rigoni A. 1, Orsi 5, Iacomino 13, Ceci 12, Zerbini 24, Gelmini 4, Imeri 9, D’Esposito, Rigoni P. All. Fiesolani.

Magik Parma: Donadei 10, Malinverni N. 8, Tibollo 8, Malinverni L. 4, Calavita 12, Gibertini 10, Diemmi 10, Olagundoye 4, Longinotti, Guidi 8, Berlinguer, Fava. All. Lopez.

ATLETICO – SALSO 72 – 33

(20-7; 41-19; 57-23)

Atletico: Nanni, Proto 5, Grassi 7, De Simone 4, Sant 11, Artese 8, Turchetti 8, Rossi 1, De Fazio 5, Poluzzi 9, Pedroni 5, Veronesi 9. All. Cicchelli.

Salsomaggiore: Zamboni 5, Ceci 2, Maccini, Rattotti, Bonzani 5, Merli 10, Zerbini, Lucchini 2, Lettieri 9. All. Allodi.

ANZOLA – SAN MAMOLO 69 – 45

(21-15; 38-23; 54-30)

Anzola: Venturi D. 6, Venturi N. 6, Pappalardo 5, Boldini 4, Fiorini 5, Lambertini, Franchini 2, Kalfus 3, Mazza 14, Zanatta 20, Poluzzi F. 4, Poluzzi L. All. Sacchetti.

San Mamolo: Rizzi 1, Cavazza 2, Margelli 5, Quadri S. 2, Paracchini 10, Margelli, Lamborghini 2, Quadri A. 4, Fiorentini 1, Demetri 12, Candelaresi, Bruzzechesse 6. All. Munzio.

CLASSIFICA

ANZOLA 38 21 19 2 1552 1341 +211
PIACENZA BC 36 21 18 3 1484 1219 +265
VIS PERSICETO 32 21 16 5 1418 1281 +137
PALLAVICINI BOLOGNA 32 21 16 5 1399 1306 +93
BAOU TRIBE SAN LAZZARO 30 21 15 6 1415 1304 +111
VOLTONE ZOLA 26 21 13 8 1425 1380 +45
MAGIK PARMA 24 21 12 9 1334 1345 -11
AQUILA LUZZARA 20 21 10 11 1351 1321 +30
COLLEGE FIDENZA 20 21 10 11 1327 1346 -19
NAZARENO CARPI 20 21 10 11 1374 1434 -60
ATLETICO 16 21 8 13 1472 1444 +28
PSA MODENA 12 21 6 15 1360 1486 -126
FIORANO 10 21 5 16 1247 1318 -71
SAN MAMOLO BOLOGNA 8 21 4 17 1292 1528 -236
SAMPOLESE 6 21 3 18 1232 1399 -167
SALSOMAGGIORE 6 21 3 18 1048 1278 -230

GIRONE B

GUELFO – BASKET VILLAGE 73 – 65

(21-13; 48-31; 61-52)

Castel Guelfo: Bacci, Gianasi 3, Baccarini 7, Caprara 12, Bernabini 9, Miceli, Ventura, Minghetti ne, D’Andola 12, Giordani 12, Paluan 18. All. Serio.

BK Village Granarolo: Banzi ne, Paoloni, Ballini 7, Costa ne, Salicini 2, Carrera 8, Nicotera 6, Nobis 9, Neviani 12, Pedrielli 14, Marcheselli, Brotza 7. All. Calore.

AICS – ARTUSIANA 60 – 79

(14-24; 30-38; 40-64)

Aics Forlì: Grossi, Criveto 4, Fumagalli 13, Bergantini 1, Ruffilli 2, Cantore 6, Cortini 6, Gaiotti 18, Zamagni 3, Zannoni 7, Mariani, Ferri. All. Chiadini.

Forlimpopoli: Rossi 7, Marzolini ne, Balistreri 8, Manucci 8, Vandelli 9, Crocini 11, Arfelli 8, Evangelisti 3, Servadei 21, Pena 4. All. Bondi.

ALTEDO – BELLARIA 99 – 83

(28-17; 54-35; 81-59)

Altedo: Gnudi, Pigozzi 9, Bulgarelli 13, Baccilieri 16, Bovo 22, Gnan 14, Soresi 5, Monari 1, Dal Pozzo 6, Zanolli 8, Balboni 5, Lollini ne. All. Bacchilega.

Bellaria: Balic 31, Pari 7, Novello 3, Russu 22, De Gregori 4, Stabile 3, Sacchetti 5, Samb 8, Bindi. All. Ferro.

MOLINELLA – DOLPHINS 59 – 95

(7-26; 24-53; 40-76)

Molinella: Calvi 3, Quartieri 4, Checcoli 4, Ricci 9, Zanellati 3, Testi 10, Alessandri 4, Tagliavini 14, Ugulini, Pascoli 3, Gualandi, Serio 5. All. Baiocchi.

Riccione: Silvestrini 3, Amadori Mi., Raffaelli 12, Amadori Ma. 18, Brattoli, Tononi 12, Ambrassa, De Martin 21, Polverelli 13, Calegari 16. All. Foschi.

OLIMPIA – SPEM MATTEI 63 – 76

(19-18; 36-35; 45-53)

Olimpia Castel San Pietro: Fortunati ne, Franceschini 8, Corazza 5, Ziron 20, Boschi 2, Pancaldi 6, Prete ne, Binassi 10, Farnè 8, Sgorbati 4. All. Canè.

Ravenna: Trerè, Basaglia 19, Bianchini 19, Viscoli 7, Cirillo, Saccardi 16, Bartolotti 3, Scaccabarozzi, Raspa ne, Zannini 5, Senni ne, Morigi 7. All. Focarelli.

VB – VENI 60 – 80

(18-26, 26-44, 42-64)

Grifo Imola: Turrini 3, Di Cillo 11, Orlando 11, Sgubbi, Lanzoni 9, Linguerri 2, Zaccherini 5, Guerra, Pasini 17, Castelli 2. All. Pasotti

San Pietro in Casale: Settanni 11, Barbieri 4, Luparello 23, Minozzi G. 7, Iannicelli 10, Gamberini 2, Tinti 7, Bartolozzi 13, Folesani 3, Neri ne. All. Minozzi M.

ARGENTA – CASSANI&COSTANZI 63 – 69

(19-20; 27-29; 45-53)

Argenta: Quaiotto 2, Taglioli 2, Spinosa 12, Alberti, Cesari 12, Malagolini 4, Rubbini 6, Stegani 3, Brignani 4, Dieng, Thiam 18, Rafan. All. Panizza.

Basket’95 Imola: Mastrilli 14, Dalmonte 3, Barbagelata 15, Spagnoli 26, Selva, Rossi ne, Deri, Baruzzi L. 7, Baruzzi F., Crisà 4. All. Brocchi.

CURTI – S.B. FERRARA 82 – 64

(18-25, 36-34, 59-46)

International Imola: Folli 12, Benghi 14, Marchi, Grandolfi14, Genoni, Cai 2, Sgorbati 15, Caprara A., Scagliarini 8, Dirella, Masoni 17. All. Fazzi.

Scuola Basket Ferrara: Ferrarini 12, Pusinanti 18, Frignani 6, Fabbri 4, Romagnoni 3, Parigi 5, Bussolari 8, Malaguti 6, Costanzelli 2. All. Colantoni.

Buona prestazione della Curti che sconfigge nettamente la Scuola Basket Ferrara alla palestra Ravaglia. Gli ospiti partono bene con azioni in transizione di Ferrarini e Pusinanti e si aggiudicano il primo quarto. Nel secondo quarto il cambio difensivo tra le fila biancorosse, con il passaggio alla zona (con alternanza tra 3-2 e 2-3), mette pressione agli ospiti e grazie ad alcuni pregevoli canestri di Sgorbati permettono alla squadra di Fazzi di recuperare il gap e chiudere avanti prima del riposo grazie a una magia di Masoni sulla sirena. Nella ripresa grazie alla solidità della propria difesa la Curti riesce a distendersi meglio in attacco e nel corso dei minuti accumula un vantaggio costante che consente ai biancorossi di chiudere la partita con tranquillità (con ben cinque giocatori in doppia cifra) e conquistare il secondo successo consecutivo.

CLASSIFICA

GUELFO 38 21 19 2 1474 1190 +284
ALTEDO 32 21 16 5 1565 1445 +120
DOLPHINS RICCIONE 30 21 15 6 1524 1362 +162
OLIMPIA CASTEL S. P. 26 21 13 8 1450 1364 +86
ARTUSIANA FORLIMPOPOLI 24 21 12 9 1347 1274 +73
BASKET VILLAGE GRANAROLO 24 21 12 9 1387 1354 +33
MOLINELLA 24 21 12 9 1234 1263 -29
INTERNATIONAL IMOLA 20 21 10 11 1332 1352 -20
SPEM MATTEI RAVENNA 20 21 10 11 1309 1335 -26
VENI SAN PIETRO IN CASALE 18 21 9 12 1240 1201 +39
ARGENTA 18 21 9 12 1408 1387 +21
BASKET’95 IMOLA 18 21 9 12 1424 1449 -25
AICS FORLI’ 14 21 7 14 1254 1457 -203
S.B. FERRARA 12 21 6 15 1215 1353 -138
BELLARIA 10 21 5 16 1265 1465 -200
GRIFO  IMOLA 8 21 4 17 1280 1457 -177

Derby mozzafiato nel reggiano. I risultati di C Regionale e Serie D

Si riparte con gare interessanti in C Regionale come Medicina-BolognaBasket, Montecchio-Cavriago e Novellara-LG Competition. In serie D, girone A, da non perdere Vis Persiceto-Baou Tribe e, nel girone B, Riccione-Basket Village e Basket’95-Altedo.

C REGIONALE

GRANAROLO BASKET – ARBOR BASKET  67 – 69

(24-14; 34-30; 52-46)

Granarolo Basket: Spettoli 5, Paoloni 4, Salicini ne, Tugnoli 11, Pedrelli ne, Calanchi, Marchi 2, Fava ne, Bertuzzi 14, Ferri 21, Busi 10. All. Trevisan.

Arbor Reggio: Boselli 8, Visini ne, Braglia 6, Maione 12, Iori 8, Simonazzi 18, Franzoni 8, Maioli 3, Mencarelli ne, Alfano 6. All. Baroni.

CVD  – NEW FLYING BALLS 61 – 74

(18-26; 38-42; 46-57)

Casalecchio: Gamberini 6, Mazzoli 5, Marzioni 2, Lanzi 8, Truzzi 11, Masetti, Garagnani, Fuzzi 11, Cuozzo 2, Taddei 2, Cempini 2, Marcheselli 12. All. Loperfido.

Ozzano: Verardi 8, Rorato, Mini 3, Rossi 24, Caprara 2, Regazzi 7, Guazzaloca 6, Martelli ne, Rambelli 12, Gianasi 12. All. Grandi.

Ottavo successo consecutivo per i Flying Balls, che espugnano il palazzetto Cabral di Casalecchio per 74 a 61 dopo aver condotto il match per tutti e quaranta i minuti di gioco. Privi di Teglia, Savic e dell’influenzato Pasquali, Ozzano parte subito forte arrivando fino alla doppia cifra di vantaggio (10-20 al 7’). Trascinati dai 14 punti di Rossi nella prima frazione, i Flying vanno al primo mini intervallo sul +8 (18-26), ma nella seconda frazione il Cvd intensifica la difesa, creando qualche problema all’attacco ozzanese, e rimonta fino al -4 dell’intervallo lungo (38-42). Durante la pausa coach Grandi ordina ai propri ragazzi di difendere con maggior grinta e di concedere pochissimi punti agli avversari; e così sarà. Nella terza frazione Casalecchio realizza appena 8 punti, mentre Ozzano trova con due bombe consecutive di Rambelli e un canestro sulla sirena di Caprara il +11 all’ultima pausa (46-57). Nell’ultima frazione i Flying provano ad amministrare, ma il Cvd è bravo a non mollare e con le triple di Fuzzi e Marcheselli trovano il 60-66 con 3’30” da giocare. Federico Grandi corre ai ripari con un time-out, da cui i Flying usciranno a meraviglia: Rambelli prima e Guazzaloca poi segnano dai 6,75m e riportano a 10 il vantaggio ozzanese. E’ l’allungo decisivo. Nel finale i canestri di Rossi, miglior realizzatore dell’incontro con ben 24 punti all’attivo, portano Ozzano fino al +13 finale (61-74).

DESPAR – SPAL 93 – 58

(20-13; 50-30; 80-49)

4 Torri Ferrara: Burresi 21, Bertocco, Fenati 8, Brandani 13, Parmeggiani 12, Lugli 5, Martini, Pasquini 10, Magni 7, Agusto 17. All. Cavicchioli.

Correggio: Ndour 3, Lusvarghi 4, Lavacchielli 4, Rovatti 20, Galeotti 7, Amici 4, Magnani 5, Villani, Fassinou, Giani 2, Stefanini 9, Riccò. All. Paladini.

TECNOSISTEM – GIORGINA SAFFI 62 – 69

(14-11; 29-30; 47-47)

Stars: Bitelli 17, Tazzara 2, Orlando, Menarini 7, Skocaj, Testoni 3, Landuzzi 9, Bertoncello, Flori 12, Morando, Maestripieri 4, Parenti 8. All. Cantelli.

Giorgina Saffi Forlì: Frigoli 9, Del Zozzo ne, Conocchiari 13, Rava 13, Ravaioli 16, Piazza 3, Serrani 9, Emiliani, Biondi ne, Agatensi 6. All. Agnoletti.

NOVELLARA – BANCO EMILIANO 68 – 50

(21-12; 35-26; 51-40)

Novellara: Lucchini, Bartoli 4, Folloni 3, Rinaldi 12, Dilas, El Ibrahimi, Baracchi, Carpi 5, Ciavolella 8, Colla 10, Mariani Cerati 14, Croci 12. All. Ligabue.

LG Basket Castelnovo Monti: Generali, Filippi 4, Ovi, Vezzosi 2, Paulig 15, Guarino 4, Vanni 12, Siani 3, Canuti 6, Mallon 4. All. Djukic.

Djukic sforna subito un quintetto con Ovi, Paulig, Siani, Canuti e Mallon. Ligabue schiera Folloni, Rinaldi, Ciavolella, Colla e Mariani Cerati. L’Inizio è in sostanziale equilibrio fino al sesto minuto, nel quale Novellara mette un break di 9 a 0 con Rinaldi, Colla e Mariani Cerati. La formazione montanara è sicuramente più lunga, ma non riesce a capitalizzare i rimbalzi che dovrebbe. Mallon commette subito due falli e comincia ad opacizzare la propria prestazione. Il secondo periodo assomiglia molto al primo, con Novellara che appare più robusta anche con una panchina piuttosto generosa di punti. Filippi si prende un buon tiro e realizza una delle poche bombe della serata per LG (5 contro le 11 di Novellara).  Il divario di punteggio rimane invariato (35-26 al 20’). Al rientro dagli spogliatoi, Castelnovo, sembra aver recuperato un po’ di smalto e grazie a Paulig e Vanni, si porta a -2. La partita sembra riaperta, ma in un amen gli ospiti sotto di undici lunghezze. Ovi esce per una brutta gomitata di Ciavolella e comincia l’ultima frazione. Novellara continua a recuperare rimbalzi in attacco, realizza bene dall’arco con un Croci piuttosto efficace, mentre il gioco in attacco di Castelnovo è poco costruito e ha le sue origini nella mancanza di intensità difensiva. Raramente in anticipo sulle linee di passaggio e senza il Mallon tonico che ci si aspettava per questo incontro.

VIRTUS MEDICINA – BOLOGNA BASKET 2011 97 – 66

(26-12; 50-30; 73-52)

Medicina: Persiani 10, Rossi 4, Govi F. 8, Govi G 19, Sighinolfi 13, Biguzzi 12, Musolesi 14, Lorenzini 5, Panico 1, Canovi 2, Piccinini 9. All. Curti.

Bologna Basket 2011: Gargioni, Chiarini A. 2, Tolomelli, Chiarini S. 27, Guerri, Tugnoli A., Terenzi, Tugnoli L. 4, Ballardini 15, Bianchini 18, Diop, Ayiku. All. Duo.

DILPLAST – ME CART 67 – 70

(16-11; 31-31; 46-45)

Montecchio: Maggi 11, Ongarini 8, Ferrari 10, Grisendi 4, Colla 11, Basso 5, Giglioli 3, Guardasoni 10, Lombardi 5, Marchini ne. All. Cavalieri.

Cavriago: Cervi 36, Fantini, Ligabue 8, Pezzi 12, D’Amore 4, Baroni ne, Pellicciari, Violi ne, Codeluppi, Leonardi 10. All. Degl’Incerti Tocci.

BUDRIO – FOR 81 – 69

(14-13; 40-25; 59-52)

Budrio: Fimiani 11, Piazzi 7, Casagrande 14, Bonaga, Nanni 23, Manini 3, Lazzari 6, Alberti 2, Quaiotto 8, Innocenti 7, Quarantotto. All. Cinti.

Pontevecchio: Bergami 6, Cruzat 11, Galassi, Falzetti 13, Galeotti 11, Girotti 2, Mantovani, Riguzzi ne, Santini 1, Tinti 20, Torresani 2, Benuzzi 3. All. Savini.

CLASSIFICA

4 TORRI FERRARA 38 20 19 1 1655 1284 +371
FLYING BALLS OZZANO 32 20 16 4 1503 1402 +101
S.B. CAVRIAGO 28 19 14 5 1382 1208 +174
VIRTUS MEDICINA 26 19 13 6 1388 1265 +123
BUDRIO 26 20 13 7 1406 1338 +68
L.G. COMPETITION CAST. M. 24 19 12 7 1407 1315 +92
NOVELLARA 22 19 11 8 1289 1299 -10
ARENA MONTECCHIO 20 19 10 9 1356 1272 +84
G. SAFFI FORLI’ 20 20 10 10 1336 1383 -47
CORREGGIO 16 20 8 12 1476 1538 -62
BOLOGNA BASKET 2011 16 20 8 12 1318 1450 -132
GRANAROLO BASKET 14 20 7 13 1372 1417 -45
STARS BOLOGNA 12 20 6 14 1245 1383 -138
ARBOR REGGIO 10 19 5 14 1307 1427 -120
CVD CASALECCHIO 8 20 4 16 1244 1443 -199
PONTEVECCHIO BOLOGNA 2 20 1 19 1248 1508 -260

SERIE D

GIRONE A

BASKET SALSO – LIBERTAS FIORANO 53 – 52

(18-11; 30-17; 38-34)

Salsomaggiore: Talassi 11, Zamboni, Porcari 4, Aimi 4, Maccini 5, Rattotti 2, Bonzani 10, Merli 6, Celia 9, Zerbini, Lucchini ne, Lettieri 2. All. Allodi.

Libertas Fiorano: Pivetti M. 6, Zogaj 4, Roncaglia 6, Galloni, Gazzotti, Lambertini 5, Pivetti F. 11, Marescotti 2, Lucchi 2, Melegari 16. All. Casoli.

BASKET VOLTONE – PALL. NAZARENO CARPI 72 – 85

(18-23; 38-35; 53-65)

Voltone Zola: Galassi 2, Giacometti A., Tubertini 22, Lombardo 4, Giacometti J. 19, Baccilieri 6, Bonanno 2, Damiani, Maresi 6, Garau 2, Polo 4, Varotto 3. All. Amanti

Nazareno Carpi: Sbisà, Goldoni 6, Doddi 23, Pravettoni 16, Spasic 6, Antonicelli 2, Cavallotti, Salami 28, Saetti 2, Menon 2, Cantarelli. All. Testi.

EUROSYSTEMS – PSA 79 – 71

(14-18; 38-30; 64-54)

Luzzara: Ploia ne, Cani 8, Costantino 14, Caleffi 16, Salati ne, Sereni 5, Neviani 7, Pesci 2, Petrolini 14, Riccò 5, Freddi 8. All. Beltrami.

Modena: Teyedra Castro, Biscaro 7, Petrella 12, Bertoni 16, Mezzetti 6, Santonastaso 6, Konadu 12, Frilli 12, Govi. All. Lunghini.

Nell’insolito giovedì sera casalingo, i ragazzi di coach Beltrami rimettono insieme molti pezzi (Riccò, Neviani, Salati al primo timido rientro dopo l’infortunio), ma ancora devono oliare i meccanismi difensivi. Contro i volitivi modenesi, ne nasce una partita a strappi, con gli ospiti lesti a sprintare allo start (2-8); gli Eagles inseguono (7-8) ma soffrono di amnesie difensive latenti (7-14), che permettono a Konadu di evoluire a rimbalzo in attacco ed a Frilli di seminare il panico nell’area bianco-verde (16-20 al 13′). Il secondo quarto è decisamente il meglio interpretato dai nostri ragazzi, capaci di prendere controllo dell’area con Sereni, Petrolini, Costantino, Freddi e di aprire il campo con Riccò, Neviani e Caleffi (quest’ultimo chirurgico da oltre l’arco). Il parziale di 16-2 in 3′ potrebbe incanalare la gara verso un maggior quieto vivere (32-22 al 16′), invece Bertoni, che rimarrà un rebus per la difesa aquilotta fino al suo infortunio a metà di terza frazione, sospinge i suoi al -8 dell’intervallo lungo. Nella ripresa gli ospiti non si schiodano dalla zona dispari, utilizzata per quasi tutta la gara, ma i problemi rivieraschi nascono soprattutto dalla gestione dei rimbalzi difensivi e dal quintetto piccolo modenese (57-50 al 28′). Gli Eagles segnano, ma lasciano anche segnare, non riuscendo, di fatto, a scrollarsi mai di dosso il quintetto di oltre Secchia. Nemmeno il fallo tecnico alla panchina avversaria, a 3′ dal termine, mette la parola fine alla gara: il +15 che matura in quel momento (74-59) si perde, collassato dalle triple disperate di Biscaro e Petrella (74-70 a 47″). Solamente nelle ultime battute, con tre liberi ed un appoggio di Costantino, la nave, arrancante, giunge finalmente in porto.

SAMPOLESE BK – RADIOCOOP PIACENZA 53 – 66

(20-19, 30-35, 39-52)

San Polo d’Enza: Minardi 4, Margini 16, Nicolini ne, Davoli 9, Tognoni, Tondo 16, Maggiali, Bizzocchi 2, Servidei 6, Pezzi. All. Immovilli.

Pol. Piacenza Club: Garofalo, Antozzi 4, Scarionati 6, Massari 14, Pirolo 5, Villa 10, Markovic ne, De Lillo 4, Popov 7, Gorla 16, Betti. All. Mambretti.

La Sampolese paga l’assenza di Monti e Benevelli, Piacenza presenta i due nuovi acquisti entrambi con trascorsi in C1: Garofalo ed il milanese Gorla. Avvio brillante per la Sampolese, con Margini e Tondo in evidenza (10-2 al 4′), poi Piacenza, con sapiente alternanza di uomo e zona, riesce ad imporre gradatamente la propria superiore prestanza fisico-tecnica, con Massari e Gorla che salgono in cattedra in avvio del secondo periodo (20-28 al 14′) e, poi ,amministra  con sicurezza la gara approfittando dei colpi a salve dei tiratori della Sampolese, che mette in campo a lungo i giovanissimi Davoli e Tognoni.

COLLEGE FULGOR – ANZOLA BASKET 58 – 86

(15-17; 33-40; 47-63)

Fidenza: Rigoni 5, D’Esposito 4, Orsi, Rubini, Iacomino 11, Ceci 17, Zerbini 9, Imeri 2, Mari, Gelimini 10, Longhi. All. Fiesolani.

Anzola: Poluzzi F., Venturi D., Venturi N. 8, Pappalardo 33, Boldini 15, Fiorini 2, Mazza 10, Poluzzi L. 4, Zanata 10, Franchini, Lambertini, Kalfus. All. Sacchetti.

VIS BASKET PERSICETO – BAOU TRIBE 77 – 64

(23-18; 45-33; 61-44)

San Giovanni in Persiceto: Scagliarini, Morisi 11, Parmeggiani 5, Almeoni 19, Missoni 12, Genovese 10, Gravinese, Ramini 12, Rusticelli G. 8, Pederzini. All. Rusticelli M.

Baou Tribe San Lazzaro: Gruppi 4, Marinelli 7, Fornasari 6, Bernardi 9, Woldatensae 4, Pirazzoli 4, Mellara 3, Forni 1, Masrè 4, Paladini 5, Governatori 11, Lodi 6. All. Lelli.

MAGIK BASKET – ATLETICO BASKET 78 – 74

(20-19; 38-37; 57-50)

Magik Parma: Donadei 5, Malinverni N. 2, Montagna, Tibollo 8, Malinverni L., Caravita 6, Gibertini 13, Diemme 18, Olagundoye 14, Longinotti 6, Guidi 6, Fava. All. Lopez.

Atletico: Nanni 4, Proto 19, Grassi, De Simone 2, Sant 19, Artese 8, Turchetti 1, Rossi 13, De Fazio 2, Poluzzi 2, Pedroni 4, Veronesi. All. Pietrantonio.

Partita in assoluto equilibrio sia nel primo quarto (20 a 19) sia a metà partita (38 a 37). Terza frazione, invece, con enormi problemi a rimbalzo per l’Atletico e con attacchi “ansiogeni” che producono un break per i padroni di casa (57-50). Anche l’ultimo periodo inizia a favore degli avversari: felsinei fino a -10 a 5’ dalla fine. A questo punto, come spesso capita ai “reds”, esce il cuore e s’inizia a pressare più decisi, recuperando punto su punto fino al -2 a 50” dalla fine. I ducali eseguono un buon attacco, solo perimetrale, ma portano a tirare uno dei loro tiratori (saranno tante le triple subite e da diversi giocatori peraltro) dall’angolo da tre: bomba del +5 e virtuale game over.

SAN MAMOLO – PALLAVICINI 63 – 70

(14-22; 29-35; 51-49)

San Mamolo: Bruzzechesse 9, Cavazza 9, Margelli 3, Quadri S., Paracchini 5, Quadri A. 11, Fiorentini 8, Boldarino 2, Demetri 16. All. Munzio.

Pallavicini: Cenesi 17, Bavieri, Nanni G., Ferraro 3, Nanni M., Dawson 17, Bastia 3, Pierantoni 3, Giunchedi 15, Minghetti 12. All. Morra.

CLASSIFICA

ANZOLA 36 20 18 2 1483 1296 +187
PIACENZA BC 34 20 17 3 1386 1153 +233
BAOU TRIBE SAN LAZZARO 30 20 15 5 1366 1251 +115
VIS PERSICETO 30 20 15 5 1320 1226 +94
PALLAVICINI BOLOGNA 30 20 15 5 1334 1262 +72
VOLTONE ZOLA 26 20 13 7 1359 1282 +77
MAGIK PARMA 22 20 11 9 1260 1277 -17
COLLEGE FIDENZA 20 20 10 10 1259 1272 -13
NAZARENO CARPI 20 20 10 10 1319 1336 -17
AQUILA LUZZARA 18 20 9 11 1298 1272 +26
ATLETICO 14 20 7 13 1400 1411 -11
PSA MODENA 12 20 6 14 1315 1408 -93
FIORANO 8 20 4 16 1169 1273 -104
SAN MAMOLO BOLOGNA 8 20 4 16 1247 1459 -212
SAMPOLESE 6 20 3 17 1188 1334 -146
SALSOMAGGIORE 6 20 3 17 1015 1206 -191

GIRONE B

DOLPHINS – BASKET VILLAGE 78 – 65

(18-24; 44-37; 63-50)

Riccione: Silvestrini 25, Zaghini 8, Amadori Mi. ne, Raffaelli 10, Amadori Ma. 21, Brattoli 3, Tononi ne, Ambrassa 2, Biagini ne, Calegari 9. All. Foschi.

Granarolo: Banzi ne, Paoloni ne, Ballini 18, Costa, Salicini 3, Nicotera 5, Nobis 13, Marega 7, Neviani 4, Pedrielli 12, Marcheselli 1, Brotza 2. All. Calore.

ARTUSIANA BK FORLIMPOPOLI – CESTISTICA ARGENTA 79 – 47

(23-12; 41-25; 55-40)

Forlimpopoli: Rossi 13, Marzolini 2, Balistreri 13, Calboli 2, Vandelli 6, Crocini 10, Arfelli 5, Evangelisti, Servadei 19, Peña Mejia 9. All. Bondi.

Argenta: Magnani 11, Gribinet, Taglioli, Spinosa 2, Alberti, Cesari 15, Rubbini 4, Stegani, Brignani 6, Dieng 3, Thiam 6, Rafan. All. Panizza.

VB – GUELFO 69 – 83

(11-20; 25-40; 43-60)

Grifo Imola: Turrini, Di Cillo 18, Orlando 4, Sgubbi, Riga 4, Lanzoni 2, Linguerri 4, Monna, Zaccherini, Guerra, Pasini 16, Castelli 21. All. Pasotti.

Castel Guelfo: Vastola 5, Baccim Gianasi 4, Baccarini 4, Caprara 18, Bernabini 13, Miceli 2, Ventura, Minghetti 3, D’Andola 2, Giordani 15, Paluan 17. All. Serio.

BELLARIA – AICS 74 – 68

(20-15; 31-36; 48-54)

Bellaria: Mussoni Mi, Stabile 2, Pari 5, Sacchetti, Pinto, Mussoni Ma 6, Novello 11, Russu 19, Bindi 5, Samb, Balic 26. All. Ferro.

Aics Forlì: Bergantini, Grossi 4, Fumagalli 6, Guaglione 3, Cantore 11, Cortini 3, Gaiotti 23, Pusateri, Zamagni 6, Zannoni 12, Mariani, Ferri. All. Chiadini.

VENI – MOLINELLA 52 – 53

(6-14; 27-25; 39-43)

San Pietro in Casale: Settanni 9, Meola, Barbieri, Pastore, Luparello 4, Vinci 7, Minozzi G. 3, Iannicelli 8, Gamberini, Ghedini, Bartolozzi 10, Folesani 11. All. Minozzi M.

Molinella: Calvi, Quartieri 8, Checcoli 9, Ricci 5, Zanellati ne, Testi 19, Alessandri 2, Tagliavini 6, Ugulini, Pascoli, Gualandi, Serio 4. All. Baiocchi.

SPEM MATTEI – CURTI 67 – 69

(16-24, 29-41, 50-56)

Spem Mattei Ravenna: Trerè 2, Basaglia 33, Ravaioli,Bianchini 4, Vistoli 9, Cirillo 7, Saccardi 2, Bartoletti, Rapa 1, Zannini 5, Senni 4, Morigi. All. Focarelli.

International Imola: Folli 7, Benghi 4, Marchi, Grandolfi 7, Sgorbati 11, Cai 5, Martini 18, Caprara, Scagliarini 5, Dirella 1, Masoni 11. All. Fazzi.

Grandissima vittoria esterna per la Curti, che espugna la palestra Morigia al termine di 40′ combattutissimi, decisi da un canestro di Martini, Mvp senza ombra di dubbio, ad una manciata di secondi dalla sirena finale. Partono bene i biancorossi (contro un Ravenna priva di De Fanti), che nei primi due quarti dimostrano di avere il controllo della partita in mano e chiudendo a +12 all’intervallo. Mai problemi arrivano tra le fine del terzo e l’inizio dell’ultimo quarto, quando Ravenna piazza sul parquet una zona che manda in confusione l’attacco dell’International e davanti colpisce più volte con Basaglia, un rebus per la difesa biancorossa. Grazie ai canestri del suo uomo migliore (alla lunga penalizzato dai falli) Ravenna recupera, arriva fino al sorpasso a metà del’ultimo quarto, dando così vita a un punto su punto, fino ai secondi finali. A una decina di secondi dalla sirena, sul 67 pari, Benghi prova la tripla, il tiro non va ma appostato in area c’è lesto Martini che cattura il rimbalzo offensivo e segna il canestro del vantaggio imolese a 7” dalla fine. Ravenna prova un ultimo e disperato tentativo dalla lunga, ma non va e i due punti prendono la direzione di Imola.

CASSANI&COSTANZI – ALTEDO 77 – 79

(20-22; 39-42; 58-63)

Basket’95 Imola: Selva 10, Mastrilli 2, Rubini 14, Barbagelata 15, Spagnoli 13, Dalmonte, Deri, Baruzzi L. 15, Crisa’ 8, Rossi ne, Foronci ne, Baruzzi F. ne. All. Brocchi.

Altedo: Gnudi 13, Pigozzi 6, Bulgarelli 5, Baccilieri 6, Bovo 16, Gnan, Soresi 11, Dal Pozzo 11, Monari 3, Zanolli 8, Balboni ne. All. Bacchilega.

SCUOLA BASKET FERRARA – OLIMPIA CASTELLO 2010 58 – 73

CLASSIFICA

GUELFO 36 20 18 2 1401 1125 +276
ALTEDO 30 20 15 5 1466 1362 +104
DOLPHINS RICCIONE 28 20 14 6 1429 1303 +126
OLIMPIA CASTEL S. P. 26 20 13 7 1387 1288 +99
BASKET VILLAGE GRANAROLO 24 20 12 8 1322 1281 +41
MOLINELLA 24 20 12 8 1175 1168 +7
ARTUSIANA FORLIMPOPOLI 22 20 11 9 1268 1214 +54
ARGENTA 18 20 9 11 1345 1318 +27
INTERNATIONAL IMOLA 18 20 9 11 1250 1288 -38
SPEM MATTEI RAVENNA 18 20 9 11 1233 1272 -39
VENI SAN PIETRO IN CASALE 16 20 8 12 1160 1141 +19
BASKET’95 IMOLA 16 20 8 12 1355 1386 -31
AICS FORLI’ 14 20 7 13 1194 1378 -184
S.B. FERRARA 12 20 6 14 1151 1271 -120
BELLARIA 10 20 5 15 1182 1366 -184
GRIFO  IMOLA 8 20 4 16 1220 1377 -157

Un turno e numerosi recuperi per il campionato di Promozione

Quartultimo appuntamento della prima fase. Nel girone B spicca La Torre-Carpine, nel girone C si segnala, in zona salvezza, Ima-Welcome, mentre nel D trasferta trabocchetto, a Ferrara, per Calderara.

GIRONE A

POL. PRIMOGENITA – VALTARESE BORGOTARO 80 – 68

Calendasco: Villani T. 6, Scarionati 19, Inzani, Bacigalupi 7, Stecconi 17, Pirolo, Zanangeli 12, Cabrini 10, Paraboschi 4, Totaro 5, Catozzi, Dallavalle. All. Nadal.

Tornano finalmente alla vittoria i ragazzi della Primogenita dopo una partita intensa e giocata con determinazione contro la Valtarese, anch’essa  in lotta per rimanere in categoria. Positivo l’innesto di Federico Scarionati che ha messo la sua esperienza e la sua tecnica a disposizione della squadra. Entrambe le compagini non vogliono perdere l’incontro e sono ben concentrate; si gioca punto a punto fino alla fine del secondo quarto, con i piacentini che soffrono le penetrazioni dei valtaresi  che a loro volta subiscono le veloci ripartenze dei biancazzurri. Al ritorno dagli spogliatoi i ragazzi di Mambretti sembrano ancora più concentrati e azione dopo azione riescono a prendere qualche punto di vantaggio chiudendo il terzo quarto a +8. L’ultimo quarto si gioca tutto d’un fiato ma i padroni di casa non mollano nulla e riescono a chiudere in vantaggio di 12 punti.

CSI SANT’ILARIO – PLAZA DE TOROS 84 – 75

(22-17, 42-34, 65-44)

Sant’Ilario: Sistici 14, Simoni, Spaggiari 2, Medici, D’amore 22, Grossi 4, Micucci 6, Bigliardi 7, Dotti 18, Rosi G 7, Rosi F 2, Simonazzi 2. All. Violi/Ferrari.

Ottima vittoria per Sant’Ilario che porta a casa i due punti dopo aver prima dominato e poi sofferto. Primi venti minuti dove i padroni di casa prima toccano il +19 con un Dotti strepitoso, poi, complice un po’ di rilassatezza, il Marconi ricuce lo svantaggio e all’intervallo lungo il punteggio è 42 a 34. Terzo quarto allungo decisivo del Sant’Ilario propiziato da Sistici e Bigliardi poi condito da qualche tripla di D’Amore e Micucci e si chiude sul 65-44. Ultima frazone e il Marconi produce un sforzo notevole, si riporta sull’80 a 72 ad un minuto dalla fine, poi il fallo sistematico riporta Sant’Ilario sul 84 a 72 e solo una bomba allo scadere sancisce il risultato finale.

BAKERY – SALSOMAGGIORE CITY 69 – 52

Castel San Giovanni: Coppeta 20, Eccher 4, Fanaletti 12, Brandolini 2, Derba 6, Ziotti 4, Zamboni 5, Belli 4, Mazzocchi 10, Tresoldi, Georgiev. All. Piva.

Salsomaggiore: Antonicelli 4, Usai 10, Veronese, Marchesi 14, Besagni 2, Spurio 3, Cremaschi 11, Inzani, Tedeschi 8.

La Castellana consolida il primato in classifica battendo tra le mura domestiche il Salso City, nelle cui file spiccava l’assenza di Gianelli. Parte fortissimo Coppeta che, con 10 punti e grande precisione dai 6,75, in prima frazione spezza subito il match, dando ai suoi un vantaggio che Salso non colmerà più: 22-14 al primo intervallo. Il secondo quarto è più equilibrato, coach Piva mette mano alle rotazioni e la squadra corre forte, trovando punti dalla transizione, ma Salso trova abbastanza agevolmente la via del canestro, con Cremaschi e Usai in evidenza: 15-15 il parziale di frazione e risultato sul 37-29 all’intervallo lungo. Alla ripresa, Coppeta ribadisce il suo dominio del match ed, assieme ad un buon Fanaletti, propizia un altro strappo che Cremaschi e compagni non riescono ad arginare: 54-37 all’ultima sirena. L’ultimo quarto è normale amministrazione per Fanaletti e compagni, il distacco acquisito è pressochè incolmabile, la Bakery mette due punti in cascina, ed aspetta il big match del lanciatissimo Planet nel recupero del prossimo venerdì.

PLANET – IRA TENAX 58 – 49

Planet Parma: Ruozzi 9, Bozzetto 4, Coliva, Giublesi 14, Adorni 2, Centofanti 9, Vigani 3, Anselmi, Gianferrari 11, Teliak 2, Paganini 4. All. Paletti.

Cortemaggiore: Spotti 13, Maccagni A., Righi, Salardi 10, Gorreri 13, Paini, Lazeta 8, Maccagni m. 5, Guglielmetti, Bertoni. All. Perciasepe.

TRAVAGLINI – AMBA 57 – 70

Montebello Parma: Dinoi 2, Fantini 4, Brugnoli, Buttafuoco 5, Carretta 5, Bocchia 17, Goldoni 2, Rastelli 19, Vitale 3. All. Martinelli.

Ducale Parma: Ponticelli 4, Gozzi 2, Frazzi 20, Rosi 17, Tinelli, Pisano, Di Brino 6, Carretta, Malinverni 1, Guidi 17, Vento S. 3. All. Padovani.

Finalmente la Ducale ritrova la via della vittoria e per di più nel derby con Montebello in un match decisamente migliore rispetto alle ultime prestazioni. Grande equilibrio nel 1° quarto: l’atleticità di Guidi e Dibrino si fa sentire in attacco e gli ospiti riescono a giocare con un certo ritmo. Tuttavia, sul fronte opposto, gli stessi centimetri, faticano a contenere un indomabile Rastelli che, concretizzando diversi secondi tiri, tiene Montebello sempre in partita. Nel 2° periodo l’apparizione mistica di Gozzi in 1vs1 vincente è un chiaro segnale divino che non si può perdere. Il più è spiegarlo a Bocchia che, uscito dall’abituale area pitturata, punisce ripetutamente l’ingenua difesa ducale. Andiamo all’intervallo lungo sul +3 Ducale. Anche nella terza frazione regna l’equilibrio. Ad un iniziale accelerazione Ducale che faceva ben sperare per un finale tranquillo, corrisponde un inevitabile blocco psicologico con annesse sei palle perse consecutive. Montabello ringrazia, andiamo all’ultimo quarto sul +6. Negli ultimi dieci minuti gli ospiti riescono finalmente ad alzare il ritmo difensivo (ci voleva tanto?) recuperando diversi palloni, inoltre alle visoni mistiche di Gozzi si aggiunge l’altro fenomeno paranormale, Frazzi, che realizza i liberi (saranno sei consecutivi) fondamentali come antipasto al break finale firmato Rosi che chiude definitivamente la partita sul 70 – 52.

BASKET SOLE – CUS PARMA 54 – 69

Basket Sole Piacenza: Colombani 12, Poggi 1, Lucev 4, Arata 5, S.Sebastiani, R.Mori 13, Gelmini, Signaroldi 2, Ponzi 6, M.Mori 11. All. Cavagnoli.

Il Palasport è sempre più tabù per il Basket Sole, costretto a mandar giù la terza sconfitta consecutiva sul parquet di casa. Stavolta è il Cus Parma ad imporsi, sullo slancio di una prestazione decisamente più qualitativa rispetto a quella fornita dai rossoblù. Che giocano alla pari almeno per 25′, salvo poi arrendersi inevitabilmente al gioco ordinato e incisivo dei parmensi. La squadra di Cavagnoli si tuffa nel match con la testa lucida: 17-12 al primo intervallo. Il Cus resta in scia, per poi piazzare una brusca accelerazione in un secondo periodo decisamente dominato, chiuso con un parziale di 18-6. Gli ospiti agganciano e mettono la freccia, raggiungendo anche 9 lunghezze di margine. Il Basket Sole concede troppo nel pitturato, mentre in attacco il fosforo va via via esaurendosi. Così, all’intervallo lungo sono 7 i punti da recuperare: 23-30. Al rientro in campo i padroni di casa giocano il loro miglior basket di serata. Colombani trova i punti che valgono addirittura l’aggancio a quota 34. Sembra l’inizio di un nuovo panorama e, invece, scopriremo che quello sarà il canto del cigno dei rossoblù. Il Cus Parma comincia a mitragliare dal perimetro, infilando tre triple consecutive. E’ ancora break, stavolta quello decisivo. Il Basket Sole finisce ai margini della contesa, senza più trovare validi argomenti per rientrarci. I parmensi congelano la partita e in pratica bissano la larga vittoria conquistata all’andata al PalaCampus.

RECUPERI

IRA TENAX CORTEMAGGIORE – C.S.I. S.ILARIO D’ENZA 76 – 48

POLISPORTIVA CASTELLANA – PLANET BASKET 62 – 78

SALSOMAGGIORE CITY – MONTEBELLO BASKET 2011 71 – 45

VALTARESE BORGOTARO – BASKET SOLE 62 – 40

CLASSIFICA
Castellana Castelsangiovanni 30; Cus Parma 26; Planet Parma  24; Montebello Parma, S. Ilario, Ira Tenax Cortemaggiore 22; Basket Sole Piacenza 20; Ducale Parma 18; Salsomaggiore City 14; Valtarese 12; Primogenita Calendasco 10; Marconi Castelnovo Sotto 8.

GIRONE B

AQUILE PALL. GUALTIERI – GO IWONS BASKET 61 – 59

RADIO BRUNO – MEDOLLA 48 – 71

(16-24, 32-43, 38-56)

Campagnola: Manicardi 9, Gasparini, Pignagnoli, Nasi S. 8, Zaccarelli, Parmiggiani 9, Bigliardi, Piuca 5, Nasi L. 3, Sacchi 10, Piccinini, Di Monte 4. All. Nanetti.

P.T. Medolla: Galeotti F. 6, Maini 13, Tralli, Ceretti 5, Guarnieri 4, Galeotti M. 3, Barbieri 19, Aldrovandi 3, Spinelli 10, Bega, Nardi 8. All. Carretti.

Medolla si dimostra fin dall’inizio squadra meglio organizzata in tutti i reparti e dalla grande precisione al tiro; conduce per tutto l’incontro aumentando progressivamente il proprio vantaggio fino al +23 finale che non ammette repliche.

BIBBIANESE – REGGIOLO 70 – 53

(18-17; 35-27; 52-43)

Bibbianese: Menozzi 7, Salati 10, Reni, Ghirardini, Gala 7, Vignali 13, Olivares 6, Bartoli 12, Camurri 10, Farioli 5. All. Reverberi.

Reggiolo: Fregni 4, Torreggiani, Bassi 6, Pirondini 11, Caramasoni 8, Spaggiari, Franzini 10, Gambuzzi 2, Verzellesi, Pagandini 4, Lombardini 2, Bosi 6. All. Notari.

Prova di forza della Bibbianese di coach Reverberi che, grazie ad una partita gagliarda e di una sostanza incredibile, ha la meglio sulla Pallacanestro Reggiolo ,uscita sconfitta dal Palazzetto di Bibbiano nella 19° giornata di regular season del campionato di Promozione. Che sia una partita equilibrata e di livello lo si capisce subito dalle prima batture: Menozzi dà il buon esempio da due, ben imitato da un Vignali decisamente in palla. Dalla parte ospite Fregni e Pirondini (il migliore dei suoi) suonano la carica reggiolese, carica che è un po’ troppo eccessiva nel caso di Gambuzzi, espulso per uno schiaffo a Farioli (“reo colpevole” , forse, di aver realizzato una gran bomba poche battute prima) che , conoscendolo , è stato sicuramente felice di porre l’altra guancia mentre indicava all’avversario la via degli spogliatori per l’imminente provvedimento arbitrale. Un doppio Camurri (in formato da 2 e da 3) permette a Bibbiano di andare al primo gong della sirena sul 18-17. Coach Reverberi capisce però che , per aver la meglio su una formazione ostica come quella della bassa, serve “stringere” un po’ in difesa: Bartoli e Olivares seguono alla perfezione le istruzioni impartite dal loro coach e, oltre a contribuire nella loro metà campo non permettendo canestri facili agli avversari, segnano con una bellissima costanza e una pregevole fattura, ben coadiuvati , a turno, da Salati e Vignali. Sul fronte reggiolese la via del canestro nel secondo parziale è una via impervia e avara di soddisfazioni (solo 7): vi va così alla pausa lunga con il tabellone che dice 35-27 vantaggio interno. Alla ripresa delle ostilità il match vive del suo solito filo conduttore cestistico: difese forti che cercano di limitare attacchi solidi , con il risultato di un sostanziale equilibrio. Menozzi parte bene dopo il break di metà partita con una penetrazione e una bomba e qualche assistenza che un attento Vignali ben capitalizza. Dall’altra parte al solito Pirondini si aggiungono Franzini e Bosi ma è soprattutto un efficace quanto solidissimo Bartoli che realizza conclusioni degne di strappare gli applausi più convinti anche degli esigenti bambini del mini-basket di Bibbiano presenti in tribuna. Il terzo periodo si conclude con un canestro “premonitore”: Salati da 2 fissa il punteggio sul 52-43 interno. Ad inizio quarto periodo è infatti il numero 7 bibbianese che regala uno show personale di un certo livello : le sue due bombe consecutive (insieme ad una prestazione difensiva notevole) sono un bel fendente in faccia per le speranze di Reggiolo sulla partita e quando Bartoli (ancora lui) e il vecchio volpone Camurri con la specialità della casa (bomba da tre) lo seguono, per gli ospiti è veramente notte fonda. A poco servono le due triple consecutive ospiti di Caramasoni e Bassi: i liberi chirurgici di Vignali e Gala fatto scattare i titoli di coda sul match.

SCANDIANO 2012 – I GIGANTI 77 – 60

(23-10, 41-27, 58-45)

Scandiano: Fontanesi 9, Guarino 7, Colacicco 21, Fevola 11, Scianti 2, Guidetti 8, Ferrarini 10, Bigi 4, Viviani, Bianchi n.e., Garofoli 5.

Giganti di Modena: Panico, Giorgi, Manzotti 8, Pederzoli, Adamo 4, Berardi 6, Barbanti 7, Demattè 18, Odorici 3, Barbieri 8, Forastiere 6.

I Giganti non riescono a sfatare il tabù trasferta. Cominciano fortissimo i padroni di casa che grazie ad un’ottima difesa e ripartenze veloci in contropiede mandano a referto ben sei uomini già alla fine del primo quarto chiudendo in vantaggio 23-10. Gli ospiti provano a riorganizzarsi dopo l’avvio shock e grazie ad una buona circolazione di palla che coinvolge anche i lunghi restano in partita nonostante Colacicco semini il panico con contropiedi e penetrazioni che portano punti e tiri liberi. Alla ripresa delle ostilità dopo la pausa lunga i Giganti provano a riportarsi a contatto, ma Scandiano non perde la calma e riesce a conservare il vantaggio fino alla fine del terzo quarto. Nell’ultima frazione i modenesi provano l’ennesimo tentativo di rimonta abbozzando anche una zone press ma Scandiano con due triple e un Guarino che sale in cattedra (tutti nell’ultimo quarto i suoi 7 punti) respinge qualsiasi velleità di rimonta.

LA TORRE – CENTRO LATTONIERI 51 – 54

(7-16, 21-26, 35-37)

La Torre Reggio: Galassi, Mazzi G., Passiatore, Vezzosi 4, Bochicchio 7, Pezzarossa 2, Mazzi F. 15, Mussini 7, Melli 10, Bertolini 2, Margaria 4. All. Spadacini.

Carpine: Meschiari 11, Testi 5, Piuca M. 5, Solera 7, Piuca R. 7, Gasparini 4, Zanoli 5, Verrini 2, Giovanardi 6, Martinelli 2. All. Morettin.

Sconfitta al fotofinish per La Torre nel match di vertice contro il Carpine. I grigiorossi, che presentavano a referto 8 ragazzi nati dopo il 1991, pagano probabilmente nel finale una minore esperienza, non riuscendo a chiudere la contesa nel momento decisivo. Il primo quarto incomincia in salita per Vezzosi e compagni, che non riescono a trovare la via del canestro per oltre 5cinque minuti, lasciando scappare Carpi (0-8). E’ una bomba di Filippo Mazzi a mettere finalmente i primi punti sul tabellone, ma i ragazzi di Morettin sono padroni del campo e grazie a Giovanardi, Gasparini e Zanoli portano il punteggio sul 7-16 con cui si concludono i primi 10’. Al rientro dalla pausa breve, i padroni di casa mettono in campo una notevole intensità difensiva: pur continuando a litigare col canestro e insistendo esageratamente nel tiro da fuori, con molta fatica incominciano il loro recupero. Non c’è un vero protagonista nell’attacco torriano e i 14 punti di questo periodo vengono realizzati da ben 7 diversi giocatori; la sensazione è, però, che siano più frutto di iniziative personali, non di una manovra organica. Un canestro da centro area di Filippo Mazzi sulla sirena consente, comunque, di chiudere i primi 20’ sul 21-26. Al rientro in campo la musica non cambia, La Torre fatica moltissimo in attacco e così il divario si amplia fino ad arrivare al -12 del 27’ (24-36). Qui è capitan Bochicchio a suonare la carica con tre canestri da fuori che, uniti ad una bomba di Filippo Mazzi e ad un canestro del positivo Mussini, riportano sotto i grigiorossi sul 35-37 del 30’. L’inerzia sembra essere passata nelle mani della Torre: Mazzi e Melli prendono in mano la squadra, mentre da parte carpigiana è Meschiari ad ergersi a protagonista (tutti i suoi 11 punti vengono realizzati nel quarto conclusivo). Si entra nell’ultimo minuto sul 51-47 per i ragazzi di Spadacini, ma una bomba del solito Meschiari riduce il divario a -1. Errore torriano in attacco e sul ribaltamento di fronte altro canestro dall’angolo di Meschiari per il sorpasso. Il successivo possesso grigiorosso porta solo ad uno sfondamento di Melli, quindi fallo immediato a 4” dal termine che manda in lunetta Carpi: 0/2 di Testi, ma il rimbalzo casca proprio nelle sue mani, per il lay up sulla sirena che sancisce il 51-54 finale.

SCHIOCCHI BALLERS MODENA – VIRTUS CASALGRANDE 98 – 59

(28-17; 50-29; 75-45)

SB Modena: Binotti 8, Zara 2, Alessandrini 20, Sangermano 13, Righi R. 22, Twum 8, Guidetti 6, Sassi 2, Malverti 4, Forghieri 2, Minarini 11. All. Righi G.

Casalgrande: Oleari S 2, Govi 5, Grazi 10, Bonaccini 24, Fusco 7, Oleari A. 2, Talami 9, Bucci. All. Pacifico

Terza vittoria consecutiva per i Ballers contro Casalgrande per 98-59 tra le mura amiche della CDR. Partenza a razzo per i locali (10-0) grazie alle triple di Alessandrini (6/8 da 3 20 punti) e Sangermano (3/5 da 3 13 punti); gli ospiti presentatisi con solo 8 uomini a referto lamentano diversi infortunati, provano a ribattere colpo su colpo e trovano canestri piuttosto semplici dal cuore dell’area, complice una difesa a uomo ancora da registrare. Il quarto si chiude sul 28-17 interno. Nel secondo periodo Casalgrande prova rimanere a contatto con Talami efficace sempre nel pitturato, ma i locali non si scompongono e grazie al passaggio a zona dietro e alla precisione dalla lunga distanza di Righi (4/4 da 3 top scorer con 22 punti.) All’intervallo lungo i Ballers ci vanno sul +21 (50-29). Nella ripresa la musica non cambia, con i modenesi che continuano a mitragliare dall’arco del 6,25 (alla fine saranno 15 le conclusioni a bersaglio). I padroni di casa scavano una distanza incolmabile per Casalgrande, (75-45) al 30′, nonostante la buona prova di Bonaccini, un autentico grattacapo per la difesa modenese. Nell’ultima frazione di gioco i ragazzi di coach Righi continuano con il solito piglio sfiorando i 100 punti e chiudendo la contesa sul 98-59. Bene, in questa fase di gioco, Guidetti e Malverti efficaci per intensità su ambo i lati del rettangolo.

RECUPERI

PALL. TEAM MEDOLLA – SCHIOCCHI BALLERS MODENA 64 – 67 d2ts

(13-12; 17-20; 29-32; 50-50; 60-60)

Medolla: Galeotti F. 2, Maini 10, Tralli 7, Ceretti, Guarnieri, Galeotti M., Barbieri 15, Aldrovandi 12, Spinelli 11, Bega, Nardi 4. All. Carretti.

SB Modena: Binotti 7, Zara 4, Sangermano 4, Marinelli 5, Twum 2, Righi R. 16, Minarini 9, Alessandrini 15, Guidetti ne, Malverti, Sassi 5, Forghieri, All. Righi G.

Vittoria sul filo di lana per i Ballers corsari a Medolla per 67 a 64 dopo due overtime. La prima frazione vede i padroni di casa prendere in mano le operazioni (13-6) al 7’, ma i modenesi rimangono in scia e grazie ai canestri di Sangermano e Marinelli chiudono sul meno 1 (13-12) il primo quarto. Nel secondo periodo la partita non cambia e grazie alla difesa a uomo più attenta, la squadra di coach Righi mette il naso avanti andando all’intervallo sul +3 (17-20). Rammarico per i modenesi non avere un vantaggio più ampio, ma le percentuali dalla lunetta deficitarie e i troppi contropiedi non tramutati in due punti, hanno permesso a Medolla il minimo scarto. L’inizio del terzo quarto vede gli ospiti provare a scappare con Alessandrini (4/7 da 3) 15 punti che si sveglia dal torpore iniziale, ben coadiuvato in difesa da Sassi, ma ancora l’imprecisione dalla lunetta e la grinta dei padroni di casa fanno sì che il vantaggio alla sirena sia sempre di tre lunghezze (29-32). Nel quarto periodo Medolla fa la voce grossa sotto canestro, Spinelli e Aldrovandi dominano a rimbalzo, supportati da buone soluzioni dall’arco di Barbieri e Tralli; in un amen i padroni di casa si portano sul più 7 (50-43) a 100 secondi dalla sirena. Da questo momento accade l’impensabile, una tripla di Righi (15 punti) due recuperi difensivi di Sassi e alcuni palloni gestiti molto male dai ragazzi di coach Carretti fanno rientrare gli Schiocchi fino al meno 3 (50-47) e capitan Binotti piazza la giocata decisiva a dieci secondi dalla fine con una tripla tutto cuore: 50 pari e fine dei tempi regolamentari. Nel primo supplementare con Alessandrini pronto a colpire dall’arco gli ospiti guadagnano un piccolo vantaggio di cinque punti prontamente rintuzzato da Medolla che pareggia sul 60 pari. Si va al secondo overtime, la partita sembra non finire mai, ma la difesa unita a qualche scelta affrettata dei padroni di casa consentono alla freddezza ed esperienza di Righi (preciso dalla lunetta) di porre fine alla contesa sul 64-67.

U.S. LA TORRE – POLISPORTIVA BIBBIANESE 51 – 66

BASKET CAMPAGNOLA E. – PALL. REGGIOLO 68 – 54

CENTRO LATTONIERI – SCANDIANO 47 – 56

(10-11; 19-28; 35-42)

Carpine: Meschiari 6, Testi, Piuca M. 6, Solrea 12, Piuca R. 15, Gasparini, Martinelli 2, Iacono, Braglia 6. All. Morettin.

Scandiano: Guarino 2, Fevola 7, Ferrarini 8, Acosata 9, Bigi 10, Colacicco 9, Scianti, Guidetti 3, Viviani, Bianchi, Garofoli 8. All. Torreggiani.

Forse la più brutta partita dell’anno con la Carpine che parte scarica, trova canestri solo su azioni personali mancando la fluidità del gioco di squadra. Primo quarto equilibrato con le difese che la fanno da padrone e le mani di entrambe le squadre sono alquanto fredde. Nella seconda frazione Scandiano crea il gap che alla fine della gara sarà quello decisivo. Carpi perde completamente il senso del gioco in attacco e perde palloni a raffica. Carpi dopo la pausa cerca sempre il recupero, ma viene prontamente ricacciata indietro dai reggiani e da se stessa. Due punti lasciati sul campo che danno sicuramente fastidio, si spera che cambi il registro per il prossimo difficile match in trasferta in quel di Medolla.

VIRTUS CASALGRANDE – AQUILE PALL. GUALTIERI 62 – 57

CLASSIFICA
Carpine 28; Bibbianese, Schiocchi Ballers Modena 26; Medolla, Scandiano 24; La Torre Reggio 22; Reggiolo, Campagnola 20; Go Iwons Albinea 12; Aquile Gualtieri, Virtus Casalgrande 10; I Giganti Modena 6.

GIRONE C

MONTEVENERE 2003 – SCUOLA PALL.PIUMAZZO 2002 66 – 58

(19-15; 31-28; 42-43)

Montevenere2003: Venturi 19, Romano 5, Gironi 3, Ottani, Ugliola 2, Truppi, Veronesi 7, Costa 16, Fantoni 2, Zappoli 12. All. Orefice.

Piumazzo2002: De Martini 6, Mezzetti 7, Baroni 7, Valenti 8, La Rocca, Cavani 6, Broda 4, Di Bona, Verdoliva 8, Stanzani 12. All. Vannini.

CSI SASSO MARCONI – STEFY BASKET 55 – 61

(9-16; 29-31; 30-48)

CSI Sasso Marconi: Magnani 4, Grande 3, Cremonini 4, Meluzzi 2, Tosarelli 11, Mutolino 8, Borsari 6, Bellodi 10, Giuliani 3, Perrina 2, Vinerba 2. All. Coralli.

Stefy: Dozza 15, Gagliardi, Francia 10, Suero 9, Cabuli, Poli, Evangelisti 6, Tradii 8, Mannini 2, Agnoletti 11. All. Andreoli.

IMMOBILIARE 2000 – F. FRANCIA 72 – 58

(23-7; 29-29; 51-40)

Giardini Margherita: Alaimo 22, Grassitelli 15, Marcelli, Florio 7, Valenti 2, Baldazzi, Grandi 7, Brina 3, Pierini 12, Vittori Antisari 4. All. Lanzi.

Francesco Francia Zola: Galli 10, Barilli 2, Gamberini 4, Zini 9, Cevenini 2, Guerrato 2, Migliori 12, Cilfone 11, Masina, Brochetto D., Pagano 4, Bosi 2. All. Brochetto L.

Gara in altalena nei primi venti minuti con i Gardens dominanti, grazie ad un ottimo Alaimo, nella prima frazione e Francesco Francia che usciva fuori con prepotenza nel secondo quarto. Poi, nuova accelerazione dei padroni di casa e zolesi che rientravano, al massimo, sul -6 e palla in mano. Nel finale, ad un minuto dalla sirena, l’Immobiliare 2000 impattava il -20 dell’andata sul 72-52, ma, poi, un paio di grossolane sciocchezze permettevano agli ospiti di difendere la terza poltrona del girone.

SPORT INSIEME – H4T 79 – 83

(20-21; 36-35; 56-57)

Sport Insieme: Morando 18, Garrossi 10, Amabile, Regazzi 6, Curti, Ferrulli, Cristiani 10, De Lillo 2, Marino 8, Tazzara 7, Skolaj 14, Sakho 4. All. Bandiera.

SP Vignola: Ganugi 3, Badiali 1, Quartieri, Mariani 6, Pantaleo 9, Zagni 9, Vannini 21, Guidotti 27, Midulla 5, Malagodi 2. All. Smerieri.

POL. GIOVANNI MASI – GARDENBO 55 – 39

(4-22; 24-28; 40-34)

Masi Casalecchio: Campazzi 5, Penna 4, Castaldini G. 5, Sechi 12, Dalla, Forni, Di Marzio 2, Barilli 14, Manferdini 7, Masi 6, Castaldini T., Amori. All. Guidetti.

Sport Junior 2000: Peri 5, Vecchiatini 8, Ceresi 13, Rinaldi 4, Giacometti 2, Tinti 2, Consolini, Trenti, Jaboli 5. All. Rizzi.

Gara strana al “Cabral”. Gli ospiti arrivano all’ultimo momento e, a sorpresa, disputano un primo quarto perfetto (4-22). Nel secondo quarto parzialone di 16 a 2 per la Masi e 20-24. Nella ripresa prima gioco da tre punti di Castaldini per il 27-28, poi la tripla di Campazzi dava il la per l’allungo decisivo. Col passare dei minuti il Gardenbo s’afflosciava e i casalecchiesi aumentavano il vantaggio fino al +16 della sirena.

IMA BASKET – P.G.S. WELCOME 43 – 55

(9 -23; 14-31; 31-46)

IMA Basket: Benfenati, Ariatti J., Di Rienzo 4, Foti, Furlanetto, Riccobaldi 12, Quercioli 9, Bondi 6, Mazza 2, Fabrizi 10. All. Bertuzzi.

PGS Welcome: Lamborghini L. 11, Lederi, Capelli 4, Ahmethodzic, Bernardini, Sabbioni 11, Palmieri 6, Rizzi, Roveri 6, Ferrari 11, Cerri 6. All. Lamborghini R.

E’ stata una brutta partita, una partita che se avesse avuto un costo, certamente gli spettatori pur numerosi avrebbero reclamato la restituzione del biglietto. Diciamo che la gara ha ben fotografato due formazioni che giustamente arrancano nella bassa classifica, con punte di nervosismo eccessivo all’interno delle stesse squadre, poco gioco organizzato ed errori in fase realizzativa che gridano vendetta – per gli ospiti l’11 su 48 da due la dice lunga -. Alla palla a due gli ospiti prendono subito il largo con Cerri e Ferrari portandosi sull’8 a 0 ed occorrono quasi 5’ minuti prima che l’IMA realizzi il suo primo canestro con Bondi, nonostante alcuni rimbalzi in attacco concessi dagli avversari. Il team di casa sembra reagire andando a segno ancora con Bondi e Riccobaldi, ma dai 6,75 Cerri e due volte con Roveri la Welcome si porta sul +14. Il secondo quarto lo si racconta solamente per dovere di cronaca. Per metà quarto i punti segnati sono solamente 4 da parte ospite, ma con errori su errori da entrambe le formazioni in campo. Poi è Riccobaldi a rompere il ghiaccio con una bomba, mentre da parte Welcome è il solo Palmieri – in questo frangente – a creare grattacapi agli avversari caricandoli di falli e portandosi con frequenza in lunetta. Dopo il riposo la Welcome sciupa alcuni canestri da distanza ravvicinata, mentre l’IMA facendo leva su Quercioli e Riccobaldi sembra trovare quella pericolosità che fino ad ora gli era mancata. Ma a 7’20” dalla fine del quarto Riccobaldi viene espulso per un doppio tecnico e forse qui si ferma la rincorsa per la squadra di casa, mentre Sabbioni, Palmieri e Ferrari ne approfittano portando i loro colori sul +16 (30 a 46). Nell’ultima frazione l’IMA non si da per vinta andando a segno con Quercioli e Fabrizi, ma lo svantaggio non è colmabile, in aggiunta, gli ospiti gestiscono con oculatezza il vantaggio conseguito incrementandolo sul finire con due bombe, una di Lamborghini ed in chiusura da Ferrari.

RECUPERO

CSI SASSO – F. FRANCIA 69 – 66

(17-16; 39-31; 51-51)

Csi Sasso Marconi: Magnani 2, Grande 3, Cremonini 6, Meluzzi 11, Vinerba 5, Tosarelli 8, Mutolino 14, Borsari 2, Bellodi 16, Giuliani, Perrina 2. All. Coralli.

Francesco Francia Zola: Galli 5, Barilli, Cilfone 19, Bosi 7, Zini 1, Migliori 4, Masina 7, Pagano, Gamberini 20, Guerrato 3, Brochetto D., Cevenini. All. Brochetto L.

CLASSIFICA
Vignola 34; Stefy Bologna* 30; F. Francia Zola 26; Immobiliare 2000 Bologna 24; Masi Casalecchio 22; Montevenere Bologna 20; Sport Insieme Bologna 18; Gardenbo, Pgs Welcome Bolgna 12; Piumazzo*, Csi Sasso Marconi 10; Pgs Ima Bologna 8.

GIRONE D

DIABLOS BK S.AGATA – PALL. LA FENICE 67 – 57

(12-12; 35-26; 50-43)

Sant’Agata Bolognese: Belosi 3, Violi 8, Terzi 11, Angelini 15, Girotti 8, Patelli 9, Candini 7, Ballotta, Govoni ne, Testoni ne, Risi 6. All. Masetti.

Codigoro: Aboulfath, Ferretti 16, Tralli 12, Bademi, Bellinaso, Patroncini 11, Di Tizio 12, Finessi 4, Stella, Cavazzini 2. All. Bottoni.

ICOS – CALDERARA 72 – 56

(22-11; 35-28; 60-38)

Vis Ferrara: Ebeling 6, Oseliero, Cervellati 3, Gnani, Brilli 2, Bianchi 9, Bianchini 2, Verrigni 25, Vivarelli, Cavicchioli 10, Gamberini 2, Fiorentini 13. All. Castaldi.

Calderara: Pritoni 20, Gallerani 2, Ventura 5, Mestieri, Aspergo 2, Benuzzi 13, Gentili 6, Passarini 3, Bellodi 3, Angelini 2. All. Murtas.

Bruttissima sconfitta per Calderara al Pala Palestre di Ferrara dove la VIS resta avanti nel punteggio per tutti i 40’. Parte benissimo Ferrara grazie ai canestri di Verrigni e Fiorentini e Calderara è da subito costretta a inseguire, chiudendo il primo quarto sotto sul 22-11. Nel secondo quarto una reazione ospite riporta in discussione il punteggio sul 31-26; un appoggio sbagliato in contropiede di Benuzzi e una brutta palla persa di Pritoni, però, fanno si che i padroni di casa ritornino a distanza di sicurezza e chiudano anche il secondo quarto in vantaggio sul 35-28. Nel terzo quarto Calderara non entra letteralmente in campo e subisce un parziale di 25-10 che gli costerà la partita. L’ultimo periodo di fatto non serve a nulla, con Ferrara che amministra bene il vantaggio accumulato terminando il match sul 72-56.

PALL. FORTITUDO CREVALCORE – AUDAX BASKET FERRARA 60 – 51

(10–11; 26-20; 47-31)

Crevalcore: Querzà, Gambuzzi 12, Filippetti 5, Terzi 6, Garuti 11, Gobbo, Fregni, Soverini, Monaco 8, Simoni 8, Floro 10. All. Terzi.

Audax Ferrara: Seravalli 5, Mantovani 12, Bolognesi, Marabini 7, Ricci 4, Ferrarini 4, Ferraresi 5, Vaianella, Zanchetta 12, Balboni 2, Bertasi. All. Folchi.

A.MI.CA. – ARGELATO BASKET 44 – 67

(18-8; 26-33; 38-49)

Minerbio: Musiani, Generali 2, Mattei 4, Sommavilla 6, Gruppioni 14, Fiorini 13, Salicini 5. All. Vibio.

Argelato: Leonelli 6, Rossi 5, Risi 2, Baldassarre, Fontanella 11, Gadani 6, Trigari 24, Davide 4, Nanetti 7, Cremonini 2. All. Iattoni.

PROGRESSO HAPPY BASKET ’07 – PEPERONCINO LIBERTAS 44 – 51

(5-10; 16-19; 25-33)

Castel Maggiore: Bernardinello 2, Pellegrino 3, Tugnoli 13, Baraldi 1, Tosi 6, Zocca, Pazzaglia 2, Maini 5, Mancini 3, Graziosi 2, Tolomelli 7, Sitta ne. All. Ansaloni.

Castello d’Argile: Bergami 2, Manzi 12, Govoni 5, Vecchi 2, Balboni 2, Monari Mat. 9, Bonfiglioli, Fanti, Bernardini, Monari A. 17, Comi 2, Cavicchi ne. All. Monari Mar.

GALLO BASKET – BASKET DELTA COMACCHIO 80 – 68

(20-14; 44-29; 57-46)

Gallo: Fini 4, Malaguti J., Del Principe, Schincaglia 10, Magni 13, Cara, Boscolo 6, Benetti 2, Pasquali 25, Gardenale 12, Malaguti F. 8, Caselli ne. All. De Simone.

Comacchio: Carli D., Persanti 12, Peretti 17, Gregori M., Boccaccini 2, Gelli 21, Ferroni, Cavalieri 2, Gregori G. 12, Carli M. 2. All. Bacchini.

RECUPERO

LA FENICE – AUDAX 64 – 51

(15-14; 30-27; 50-35)

Codigoro: Mossini 6, Tralli 23, Bademi 1, Bellinaso, Patroncini 5, Di Tizio 15, Finessi 4, Reggiani, Sprocatti, Gnani, Stella 4, Cavazzini 6. All. Bottoni.

Audax Ferrara: Seravalli 2, Mantovani 7, Bolognesi 16, Ricci 6, Ferrarini, Felletti Spadazzi 10, Bertasi, Del Torto, Balboni 2, Zanchetta 8. All. Folchi.

CLASSIFICA
Diablos Sant’Agata Bolognese, Gallo 26; Calderara, Peperoncino Mascarino, Argelato 24; Audax Ferrara, Delta Comacchio 20; Vis Ferrara*, La Fenice Codigoro 18; Happy Basket CastelMaggiore 12; Crevalcore 8; A.MI.CA Minerbio* 6.

GIRONE E

PALL CASTEL S.P.T. 2010 – ISIS BASKET LUGO 61 – 39

(19-11; 31-18; 49-33)

Castel San Pietro: Cavalieri ne, Graziani 3, Magurno, Naldi 7, Manaresi 10, Farnè, Soldi 7, Vinera 9, Albertazzi 2, Castellari 8, Conti 15. All. Martinelli.

Isis Lugo: Scardovi M. 1, Baroncini 4, Zanoni, Zanzi 12, Marchetti 2, Romagnoli 5, Scardovi E. 11, Savini 2, Bazzocchi 2. All. Ortasi.

BASKET CLUB RUSSI – CASTIGLIONE MURRI 65 – 37

(14-7; 30-16; 52-27)

Russi: Montanari 3, Bramante 3, Babini 5, Beghi 5, Bassi 9, Buffatti 4, Canali 2, Bigazzi 2, venturini 4, Bagioni 3, Santo 25. All. Milandri.

Castiglione Murri: Brini 3, Buriani 13, Di Pasquale, Fermi, Maestri 2, Pedrielli 4, Rizzardi  5, Salocchi 6, Sandrolini 4, Tacconi. All. Benini.

PARTY & SPORT – MEDICINA BASKET 2007 82 – 61

(15-21; 42-37; 59-51)

P&S Ozzano: Buonfiglioli, Capra 18, Leale 8, Marchi 11, Fierro 12, Zerbini 4, Lazzari 5, Pierantozzi 4, Zanaroli 5, Salvadè, Avallone 15. All. Nannetti.

Medicina 2007: Zanella ne, Buresti 23, Lenzarini 7, Guccini 5, Ugulini, Panico 3, Magli 13, Buscaroli 3, Grassellino, Lorenzini 2, Dall’Olio 5, D’Onofrio.

SELENE BK – TATANKA BALONCESTO 59 – 48

(15-11; 32-26; 48-38)

Sant’Agata Bolognese: Tagliaferri ne, Gaddoni 9, Pirazzini M. 5, Fabbri 7, Simoni 13, Foronci, Merendi ne, Baldrati 16, Pantani, Camorani, Totaro 9. All. Colombi.

Tatanka Imola: Galeati ne, Costantino 3, La Ferla 7, Pirazzoli En. 13, Strada 4, Pirazzoli Ed. ne, Favilli, Franceschelli 2, Baldazzi 8, Castagnetti 11.

BASKET GIALLONERO – MONTERENZIO BASKET 70 – 50

(18-14; 32-31; 52-37)

Giallonero Imola: Villa 17, Vicentini 19, Ragazzini, Saloni, Spoglianti 11, Biancoli 13, Vannini 3, Bilardo 2, Calamelli 2, Remondini 3. All. Creti.

Monterenzio: Romagnoli 8, Lucchi 2, Ballestri 5, Pambianchi 2, Boccardo 16, Tonelli 9, Fiordalisi 3, Monari 5.

PGS BELLARIA – TITANS OZZANO BASKET 47 – 44

(8-14; 21-33; 32-35)

Pgs Bellaria: Ascari 12, Sudano 5, Urzino, Romanelli 11, Scarenzi 6, Bonetti, Pazzaglia 1, Sanguettoli, Idà 10, Masoni 2, Bertini. All. Bendaglia.

Titans Ozzano: Finessi 16, Rossi 7, Tuccillo 4, Gamberini 3, Passarelli 2, Boletti, Paolucci, Gardotti 2, Ungaro 10, Nannoni ne, Minoccheri. All. Torrella.

CLASSIFICA
P&S Ozzano 32; Selene Sant’Agata sul Santerno, Giallonero Imola 28; Titans Ozzano, Castiglione Murri 20; Medicina 2007, Russi , Pgs Bellaria* 18; Castel San Pietro 16; Isis Lugo, Tatanka Imola 14; Monterenzio* 0.

GIRONE F

SKIZZO – CNO 64 – 65

(9-6; 18-18; 37-27)

Skizzo Rimini: Saulle 3, Sancisi 2, Tamburini 4, Brolli ne, Ricciotti 12, Rizzo 30, Bascucci 4, Mantovani, Randazzo 2, Lanci 7.

Santarcangelo: Rasponi 4, Lucchi 19, Donati 5, Ricci 6, Calisesi 6, Tinè 2, Tomassini 15, Nicoletti 8, Gavagna ne. All. Morri.

EAGLES – BASKET 2000 56 – 57

(16-15; 33-24; 42-35)

Morciano: Tamai 15, Guastafierro 4, Bigini 6, Tacconi 2, Badioli 1, Morelli 13, Masca 13, Ciotti 2, Chistè. All. Villa.

BK 2000 San Marino: Bombini 9, Fabbri, Guerra 5, Barrena, Sarti 5, Berardi 9, Bronzetti 2, Borello 1, Giannotti 7, Gambi 2, Ugolini 15, Briganti 2. All. Liberti.

FIORENZUOLA – STELLA 68 – 57

(19-6; 37-25; 50-41)

Fiorenzuola Cesena: Zampa, Lucchi Max. 7, Bertani 11, Biondi 5, Ricci 17, Foschi 14, Faggi 5, Lucchi Mat. 6, Strada 3, Morsucci. All. Baraghini.

Stella Rimini: Verni 25, Malagrida 4, Missiroli 8, Sarti 4, Casadei 2, Brunetta 14. All. Bonaccorsi.

AICS – BASKET’95 67 – 60

(16-15; 37-27; 52-37)

Aics Forlì: Lasi 5, Baldini 8, Balzani ne, Maltoni 10, Rasi 17, Dall’Agata 12, Berto 8, Molinari 7, Nostini, Del Testa. All. Tinarelli.

Basket 95 Faenza: Dal Monte 2, Campanini 3, Romboli 13, Flauret, Laghi 4, Troni 12, Cerini 5, Samorì 13, Catani, Bombardini 2, Rosti 6. All. Vespignani.

FAVENTIA – TIGERS 65 – 58

(18-11; 40-29; 48-43)

Faventia Faenza: Ceroni 2, Graziani 2, Conti 12, Ramadhani Tanesini 2, Boattini 4, Ercolani 16, Presicce 16, Buti, Assirelli, Morsiani 11. All. Morigi.

Villanova Tigers Villa Verucchio: Domeniconi 7, Rossi 13, Magnani 5, Bronzetti, Cangini 9, Semprini 4, Donati 10, Tomasi 10, Rossi ne, Toni. All. Evangelisti.

CESENATICO 2000 – CESENA BASKET 83 – 61

(23-18; 43–33; 62–51)

Cesenatico 2000: Montalti, Battistoni 10, Maraldi 14, Cavalieri, Albertazzi 21, Capucci, Pasini 4, Bolognesi, Sponziello, Balestri 17, Pillastrini 12. All. Domeniconi.

Cesena Basket 2005: Montalti 1, Romano 2, Senni F. 9, Martini 3, Vittori 5, Cacchi, Babbini 11, Grassi 11, Mordenti, Di Meglio, Rossi 10, Soldati 9. All. Montalti.

RECUPERI

BASKET 2000 – BASKET’95 FAENZA 63 – 40

(24-11; 38-26; 49-28)

Basket 2000 San Marino: Bombini 8, Fabbri, Stefanelli, Barrena 2, Sarti 3, Taddei 2, Ugolini G. 2, Bronzetti 9, Giannotti 10, Gambi 6, Ugolini N. 16, Briganti 5. All. Liberti.

Basket’95 Faenza: Dal Monte 6, Campanini 2, Romboli 8, Flauret, Laghi 14, Cerini 6, Samorì 2, Catani 2, Bombardini, Rosti, Giorgetti ne. All. Vespignani.

FIORENZUOLA – CESENATICO 2000 69 – 55

(15-8; 27-20; 47-38)

Fiorenzuola Cesena: Zampa, Momi 6, Foschi 15, Faggi 4, Bertani 7, Biondi, Maestri 18, Strada 5, Ricci 12, Morsucci 2. All. Baraghini.

Basket CerviaCesenatico: Battistoni 7, Maraldi 6, Casali, Albertazzi 25, Capucci 2, Bolognesi, Balestri, Farabegoli 5, Pillastrini 10. All. Domeniconi.

CLASSIFICA
CNO Santarcangelo 34; Tigers Villanova 32; Fiorenzuola Cesena 30; AICS Forlì, Faventia Faenza 24; Skizzo Rimini , Basket 2000 San Marino 16; Basket’95 Faenza 14; Stella Rimini, Cesena 12; Cesenatico 2000 8; Eagles Morciano 6.

Una settimana di recuperi. I risultati di C Regionale e serie D

Se la serie D si metterà in pari con questo fine settimana dedicato ai recuperi, in C Regionale rimarranno ancora tre le partite da giocare del turno rivoluzionato dalla neve.

RECUPERI

C REGIONALE

GRANAROLO – SPAL 75 – 74 dts

(23-12; 40-27; 57-43; 69-69)

Granarolo Basket: Spettoli 17, Paoloni, Tugnoli 6, Calanchi, Marchi 13, Bonetti 4, Fava, Bertuzzi 16, Millina, Ferri 5, Busi 14, Torriglia All. Trevisan.

Correggio: Strautins 5, Lavacchielli 3, Rovatti 22, Galeotti 2, Lusvarghi 1, Amici 5, Magnani 5, Villani 4, Fassinou 5, Lever 4, Stefanini 16, Riccò 2. All. Paladini.

Granarolo porta a casa un’importantissima vittoria contro i baby terribili di Correggio dopo una partita che ha visto gli uomini di Trevisan condurre fino a 30″ dal termine dei regolamentari  e riacciuffare la parità agli ultimi secondi per poi arpionare i due punti nel supplementare.

Partita intensissima che i padroni di casa affrontano da subito con il giusto piglio e, dopo le schermaglie iniziali, prendono il largo già al 6′ (19-7). Bellelli ruota la panchina vorticosamente (nel primo quarto già 11 su 12 entrano in campo) ma non ottiene risultati visibili per l’ottima tenuta della difesa di Granarolo e il primo quarto si chiude con il divario pressochè invariato (23-12 al 10′). Ad inizio secondo quarto Correggio spedisce in campo anche il 12° giocatore (Riccò), che subito va a segno, mentre Trevisan continua sulla falsariga del primo quarto, limitando le rotazioni, e 4 punti consecutivi di Bertuzzi (assieme a Spettoli e Ferri il migliore dei suoi) portano i padroni di casa a +15 (29-14 al 13′). Capitan Fassinou e una tripla di uno splendido Rovatti (lui e Stefanini i migliori di Correggio) propiziano il 0-12 con cui gli scatenati reggiani si riportano a -3 (29-26 al 16’30”). Timeout di Trevisan e alla ripresa del gioco il trio Spettoli-Busi-Marchi mette il turbo ai padroni di casa che piazzano un controbreak di 11-1 vanno al riposo lungo con il vantaggio di nuovo in doppia cifra (40-27 al 20′). Nella terza frazione Correggio prova a recuperare ma Granarolo ribatte colpo su colpo e il divario rimane inalterato (46-33 al 25′). Correggio continua a ruotare i suoi uomini alla ricerca del quintetto giusto ma Bertuzzi con 9 punti quasi consecutivi spinge Granarolo a +16 (57-41 al 29’40”) prima che Stefanini sulla sirena arpioni un rimbalzo d’attacco e realizzi i due punti che mandano le squadre all’ultimo stop sul 57-43. A inizio ultimo quarto Trevisan perde Bonetti per infortunio muscolare, ma ancora una tripla di Bertuzzi dà ai padroni di casa il massimo vantaggio dell’incontro (64-46 al 31’30”). Correggio risponde subito dall’arco con Strautins e Spettoli risponde per il +17 (66-49 al 32′); Granarolo improvvisamente accusa la stanchezza e si spegne: Rovatti sale in cattedra e con 8 punti consecutivi porta Correggio a -7 quando mancano 2’30” alla fine, poi passa il testimone ad uno scatenato Stefanini (1999) che in un minuto recupera tre palloni (2 a Spettoli e 1 a Tugnoli, entrambi esausti) e segna 6 punti consecutivi che, a 30″ dalla fine, portano incredibilmente gli ospiti in vantaggio (68-69 con un parziale complessivo di 2-20 in 7’30”!). Trevisan chiama timeout e nell’azione successiva Marchi si guadagna un viaggio in lunetta a 20″ dalla fine: sbaglia il primo e realizza il secondo: 69-69 e timeout Correggio. L’azione d’attacco degli ospiti sfocia in un recupero di Granarolo che, con Spettoli, prova il tiro da metà campo senza successo. Nei supplementari il nervosismo e la stanchezza regnano per 2’30” e nessuno segna, poi Strautins rompe il ghiaccio e porta i suoi a +2 (69-71). Granarolo è brava a trovare le ultime risorse fisiche e nervose che le rimangono e reagisce subito con un canestro di Busi (71-71); Villani dalla lunetta fa 1/2 (71-72), Marchi dall’altra parte fa 0/2 ma prende il rimbalzo d’attacco e realizza il +1 Granarolo (73-72 al 43’20”); Strautins fallisce il tiro da 3, Villani prende l’ennesimo rimbalzo d’attacco di Correggio (alla fine saranno 20) ma perde il pallone; Granarolo con Marchi replica l’azione precedente: tiro sbagliato, rimbalzo d’attacco e tap-in vincente per il +3 (75-72 a 50″ dalla fine). Timeout Correggio e al rientro in campo è Stefanini che riporta sotto i reggiani (75-74 al 44’30”). Nell’azione successiva Granarolo tenta il suicidio perfetto: Busi va in incursione a centro area; triplicato non scarica il pallone e lo perde a 15″ dalla fine, Magnani dall’altra parte tenta la tripla della vittoria a fil di sirena, ma la fallisce e Granarolo può alzare le braccia al cielo.

TECNOSISTEM – DESPAR 59 – 77

(21-13, 31-34, 45-62)

Stars: Bitelli 2, Garrossi 2, Orlando 2, Menarini ne, Skocaj 6, Testoni, Landuzzi, Bertoncello 6, Flori 10, Morando 11, Maestripieri 7, Parenti 13. All. Cantelli.

4 Torri Ferrara: Burresi 11, Fenati 8, Brandani 5, De Togni, Parmeggiani 3, Lugli 13, Marchetti ne, Ardizzoni, Pasquini 20, Magni, Agusto 17. All. Cavicchioli.

Una Tecnosistem decimata dalle assenze (Menarini in panca in borghese) e con diversi uomini in non perfette condizioni fisiche fa soffrire per metà gara l’incontrastata capolista del campionato. Il primo quarto dei padroni di casa è da cineteca con Flori scatenato autore di 7 punti e un Parenti condizionato da problemi alla schiena che piazza comunque due triple che fanno scattare le “stelle” a +8. Nel secondo quarto arriva la prevedibile reazione del team di Cavicchioli che impatta per la prima volta a quota 24  e trova il primo vantaggio sul 29-31 del 18’ con una tripla di Brandani. Si va alla pausa sul +3 per i ferraresi e con i biancoblù che hanno molto da recriminare su un arbitraggio non certo casalingo. Alla ripresa dei giochi gli amaranto partono a tutto gas e con un devastante break di 0-10 propiziato dalla magnifica coppia Pasquini-Agusto ipotecano la contesa (31-44 al 23’). La squadra di Cantelli non riesce più a rialzare la testa ma comunque lotta con orgoglio fino alla fine nonostante l’infortunio alla mano (piove sul bagnato) di Landuzzi. Finisce come doveva finire, il 4 Torri rinsalda il primato mentre gli Stars hanno fatto un ottimo allenamento in vista dell’importante match casalingo di domenica con Forlì.

CLASSIFICA

4 TORRI FERRARA 36 19 18 1 1562 1226 +336
FLYING BALLS OZZANO 30 19 15 4 1429 1341 +88
S.B. CAVRIAGO 26 18 13 5 1312 1141 +171
L.G. COMPETITION CAST. M. 24 18 12 6 1357 1247 +110
VIRTUS MEDICINA 24 18 12 6 1291 1199 +92
BUDRIO 24 19 12 7 1325 1269 +56
ARENA MONTECCHIO 20 18 10 8 1289 1202 +87
NOVELLARA 20 18 10 8 1221 1249 -28
G. SAFFI FORLI’ 18 19 9 10 1267 1321 -54
CORREGGIO 16 19 8 11 1418 1445 -27
BOLOGNA BASKET 2011 16 19 8 11 1252 1353 -101
GRANAROLO BASKET 14 19 7 12 1305 1348 -43
STARS BOLOGNA 12 19 6 13 1183 1314 -131
ARBOR REGGIO 8 18 4 14 1238 1360 -122
CVD CASALECCHIO 8 19 4 15 1183 1369 -186
PONTEVECCHIO BOLOGNA 2 19 1 18 1179 1427 -248

SERIE D GIRONE A

SAMPOLESE – PSA 54 – 65

(12-15; 27-37; 42-58)

San Polo d’Enza: Di Maria, Monti 8, Minardi 5, Benevelli 5, Margini 8, Nicolini, Tognoni 1, Tondo 12, Maggiali 2, Bizzocchi 9, Servidei, Pezzi 4. All. Immovilli.

Psa Modena: Tejeda, Macchelli 6, Biscaro 9, Petrella 10, Bertoni 12, Santonastaso 10, Konadu 2, Frilli 16, D’Imprima. All. Lunghini.

SALSO – BAOU TRIBE 48 – 67

(13-16; 20-45; 35-52)

Salsomaggiore: Biocchi, Talassi 3, Zamboni, Aimi 4, Maccini M. 20, Rattotti 7, Bonzani 1, Maccini F. 2, Lucchini, Lettieri 11. All. Allodi.

San Lazzaro: Gruppi 2, Campagna 4, Fornasari 13, Woldetensae 6, Mellara 2, Forni 9, Masrè 10, Paladini 6, Governatori 10, Lodi 5. All. Lelli.

VIS PERSICETO – EUROSYSTEMS 62 – 59

(13-10; 27-26; 46-39)

San Giovanni in Persiceto: Scagliarini, Morisi 15, Parmeggiani 2, Almeoni 15, Missoni 9, Genovese 4, Ramini 11, Ferrari ne, Rusticelli G. 3, Pederzini 3. All. Rusticelli M.

Luzzara: Ploia 2, Cani 2, Costantino 7, Caleffi 14, Sereni 12, Neviani ne, Neri 6, Petrolini 14, Freddi, Corradini 2. All. Beltrami.

Il recupero con Persiceto si rivela un nuovo percorso ad ostacoli per gli Aquilotti, più per i nodi che, inevitabilmente vengono al pettine, che per un vero divario tecnico. Luzzara si presenta sul parquet che fu nido di Belinelli, privi di Gelosini (fermato nuovamente per una lesione muscolare), Riccò (via), Salati (in lento recupero) e con Neviani che preferisce non giocare dopo il colpo alla gamba del giorno prima. Con novi elementi, di cui solo quattro esterni, coach Beltrami deve fare i salti mortali per trovare soluzioni ad una Vis che ha lunghi atipici e mobili e che spesso gioca con quintetti piccoli. Tra le difficoltà gli Aquilotti riescono comunque a tenere gli ospiti, senza mai farsi staccare. Si va di batti e ribatti con i lunghi reggiani a rispondere alle folate di Almeoni e Ramini. Rimane però il cruccio dei tiri liberi: il 3/11 dalla linea per il -1 dell’intervallo grida vendetta. La ripresa si apre con il 4° fallo di Caleffi, unico play di ruolo, ma con gli Eagles che riescono a mettere la testa avanti (29-31 al 23′). Sono le triple di Morisi a scavare il primo solco e gli Aquilotti si aggrappano a 9 punti consecutivi di Sereni per non sbandare (46-39). Caleffi e Petrolini tengono in gara i rivieraschi che, a 2′ dalla fine, sono ancora a -3 (57-54). Ad una magia di Almeoni dall’angolo pressato (60-54), risponde un missile di Caleffi (60-57). Poi è Genovese a trovare due punti che si arrampicano letteralmente sul ferro chiudendo definitivamente la gara.

MAGIK – VOLTONE 74 – 68

(25-14; 43-34; 63-47)

Magik Parma: Donadei 11, Malinverni N. 14, Tibollo 7, Malinverni L. 2, Caravita 4, Gibertini, Diemme 14, Olagundoye 12, Longinotti, Guidi 8, Fava 2. All. Lopez

Voltone Zola: Galassi 14, Giacometti A. 5, Tubertini 9, Giacometti J. 14, Maresi 4, Polo 6, Baccilieri 9, Varotto 7. All. Amanti

COLLEGE FULGOR – ATLETICO 53 – 60

(13-7; 28-27; 38-45)

Fidenza: Rigoni 6, Orsi 3, Mari, D’Esposito, Galvani, Iacomino 16, Ceci 7, Zerbini 11, Gelmini 6, Imeri 2, Longhi 2. All. Fiesolani.

Atletico: Nanni 4, Proto 5, Farneti 3, De Simone 4, Sant 12, Artese 13, Turchetti 4, Rossi 8, De Fazio 4, Poluzzi, Pedroni 1, Veronesi.  2. All. Pietrantonio.

Ieri sera, in trasferta, i Reds recuperano la partita rinviata per neve alcuni giorni fa e vincono, ma soprattutto convincono, e non poco, in difesa. Partenza un po’ contratta per i bolognesi, forse per il palazzetto, forse per il viaggio, ma forse anche per la zona semi adattata (gli esterni stavano sulle linee di passaggio) dei giocatori locali. Secondo quarto e l’Atletico recupera tanti palloni e va sul +8. A ridosso della sirena della metà partita, però, arriva il momento no e al 20’ comanda ancora Fidenza (28-27). Terzo periodo: ancora difesa, i felsinei miglioriamo anche l’attacco che di fatto obbliga il Fidenza a cambiare sia la tipologia della zona, sia passando a uomo (38-45 al 30’). Nell’ultima frazione Reds a +12 a 4’ dalla fine, ma soltanto +2 a novanta secondi dalla sirena. Da qui, due ottime difese, un canestro di Rossi, i liberi di Sant e rimbalzo in attacco di Artese chiudono il match sul 53-60.

CLASSIFICA

ANZOLA 34 19 17 2 1397 1238 +159
PIACENZA BC 32 19 16 3 1320 1100 +220
BAOU TRIBE SAN LAZZARO 30 19 15 4 1302 1174 +128
VIS PERSICETO 28 19 14 5 1243 1162 +81
PALLAVICINI BOLOGNA 28 19 14 5 1264 1199 +65
VOLTONE ZOLA 26 19 13 6 1287 1197 +90
COLLEGE FIDENZA 20 19 10 9 1201 1186 +15
MAGIK PARMA 20 19 10 9 1182 1203 -21
NAZARENO CARPI 18 19 9 10 1234 1264 -30
AQUILA LUZZARA 16 19 8 11 1219 1201 +18
ATLETICO 14 19 7 12 1326 1333 -7
PSA MODENA 12 19 6 13 1244 1329 -85
FIORANO 8 19 4 15 1117 1220 -103
SAN MAMOLO BOLOGNA 8 19 4 15 1184 1389 -205
SAMPOLESE 6 19 3 16 1135 1268 -133
SALSOMAGGIORE 4 19 2 17 962 1154 -192

 

SERIE D GIRONE B

ALTEDO BASKET – CRAL E. MATTEI 77 – 63

(21-22; 35-32; 60-46)

Altedo: Gnudi 4, Pigozzi 8, Dal Pozzo 14, Baccilieri 20, Zanolli 3, Bovo 6, Soresi 4, Gnan 2, Bulgarelli 10, Monari 6, Balboni. All. Bacchilega.

Ravenna: Bianchini 12, Cirillo 11, Morigi 16, Vistoli 4, Saccardi 11, Trerè, Raspa 7, Senni, Bartolotti 2, Scaccabarozzi. All. Foschini.

POLISPORTIVA MOLINELLA – GUELFO BASKET 51 – 68

(22-24; 28-41; 36-52)

Molinella: Calvi, Quartieri 4, Checcoli 3, Ricci 20, Testi 8, Alessandri 7, Tagliavini 4, Ugulini, Pascoli ne, Gualandi, Serio L. 5. All. Baiocchi.

Castel Guelfo: Vastola 7, Bacci, Gianasi, Baccarini 9, Caprara 8, Bernabini 15, Miceli 2, Ventura ne, D’Andola 7, Giordani 11, Paluan 9. All. Serio G.

CLASSIFICA

GUELFO 34 19 17 2 1318 1056 +262
ALTEDO 28 19 14 5 1387 1285 +102
DOLPHINS RICCIONE 26 19 13 6 1351 1238 +113
OLIMPIA CASTEL S. P. 24 19 12 7 1314 1230 +84
BASKET VILLAGE GRANAROLO 24 19 12 7 1257 1203 +54
MOLINELLA 22 19 11 8 1122 1116 +6
ARTUSIANA FORLIMPOPOLI 20 19 10 9 1189 1167 +22
ARGENTA 18 19 9 10 1298 1239 +59
SPEM MATTEI RAVENNA 18 19 9 10 1166 1203 -37
VENI SAN PIETRO IN CASALE 16 19 8 11 1108 1088 +20
BASKET’95 IMOLA 16 19 8 11 1278 1307 -29
INTERNATIONAL IMOLA 16 19 8 11 1181 1221 -40
AICS FORLI’ 14 19 7 12 1126 1304 -178
S.B. FERRARA 12 19 6 13 1093 1198 -105
GRIFO  IMOLA 8 19 4 15 1151 1294 -143
BELLARIA 8 19 4 15 1108 1298 -190
1 80 81 82 83 84 87