Category Archives: Regionali

Tanti sfide al vertice, i risultati della decima di Promozione

Penultimo appuntamento del 2014: nel girone A sfida in testa Sant’Ilario-Montebello, nel B spicca Campagnola-Scandiano, mentre nel C interessanti le gare Francesco Francia-Montevenere e Vignola-Giardini Margherita. Nel girone E test impegnativo per il Medicina 2007 che ospita il Selene e, infine, nell’F segnaliamo Cno-Aics e il derby di Cesena.

GIRONE A

DUCALE – PRIMOGENITA 69 – 50

Ducale Parma: Ponticelli 4, Bertolini 10, Montanaro 5, Frazzi 20, Ludergnani 2, Vento L 4, Rosi 15, Tinelli 5, Pisano 4. All. Padovani.

Calendasco: Pirolo 6, Botti N. 4,  Zanangeli 5, Inzani 2, Botti T.2 , Paraboschi,  Dallavalle, Bacigalupi 3, Gregori 4,  Cabrini 15, Guarnieri 9. All. Nadal.

Santa Lucia non porta in dono ai ragazzi della Primogenita la vittoria e il conseguente aggancio in classifica al Ducale Magik Parma. Dopo un primo quarto sostanzialmente in equilibrio con palle perse e contropiedi da entrambe le parti, la squadra di Nadal cala in intensità mandando in bonus nel secondo quarto dopo soli due minuti i parmensi che, grazie alla loro precisione dalla lunetta, chiudono il primo tempo sopra di 12 punti. Al rientro dagli spogliatoi la musica purtroppo non cambia e la determinazione maggiore dei padroni di casa, aiutata da una buona precisione al tiro e da una difesa ordinata, fanno si che la terza frazione si chiuda sul 59-35. L’ultimo quarto di amministrazione da parte della Ducale con qualche buona azione in più da parte della Primogenita  ma senza particolari sussulti.

PLAZA DE TOROS – BASKET SOLE 37 – 47

(11-8, 24-23, 32-36)

Marconi Castelnovo: Montanari 2, Rossi 2 , Bellagamba 2, Manghi 2, Rancati 2, Magliani 8, Bedenghi 8, Castagnaro 4, Davolio 3, Aldrovandi 2, Fornaciari 2, Fontanelli. All. Grobberio.

Basket Sole Piacenza: Ciuti 5, Poggi 3, S. Sebastiani 2, Cornelli, Protto 12, Lucev 8, Arata 2, A. Sebastiani, Azzali 8, M. Mori 5, Ponzi, Gelmini 2. All. Cavagnoli.

E colpaccio sia. Su un campo per niente facile, quello del Marconi, dove in questa stagione erano caduti Cortemaggiore e Ducale Parma. Il Basket Sole splende anche in terra reggiana, dove infila la seconda vittoria consecutiva, tornando a vincere fuori casa dopo quasi un mese e mezzo. E’ stato il trionfo della difesa, capace di contenere gli avversari a quota 37: da qui partono le meraviglie di una serata poi completata da eccellenti qualità dello spirito. Basket Sole concentrato, magari un po’ confusionario in attacco, ma sempre e comunque cuor di leone e lucido a sufficienza, soprattutto quando il pallone scottava tra le mani. Col condimento di gambe che girano, e forte, fino all’ultimo secondo. Partono meglio i padroni di casa, che volano sul 13-4. La squadra di Cavagnoli ha bisogno di 8 minuti per realizzare il primo canestro su azione, quello del rientrante Arata. I punti del capitano accendono le polveri dei rossoblù, che piazzano un parzialone di 15-0. Ma Marconi non si scoraggia e, con un guizzo, chiude avanti di un punto all’intervallo lungo. Seguono lunghi minuti gomito a gomito, poi esce il Basket Sole, che in difesa concede quasi nulla. Così, basta una manciata di punti realizzati per sorpassare e prendere un minimo di vantaggio: +3 all’ultimo intervallo. Nell’ultimo periodo, testa fredda e personalità a sufficienza permettono ai rossoblù di gestire con disinvoltura il ritorno dei reggiani. Basket Sole anche a +11, convinto e convincente pure nelle ultime curve, sullo slancio dei provvidenziali canestri di Azzali, quelli che tolgono al Marconi anche l’ultima speranza di rimonta.

CUS PARMA – PLANET 56 – 50

(10-16, 25-34, 45-36)

Cus Parma: Pattini 9, Bettera 4, Andreoli 8, Bellicchi 5, Faveri 2, Cervi 16, Marcucci 10, Imbimbo, Lusardi 2, Stonfer, Ricci, Giampellegrini. All. Marafetti.

Planet Parma: Ruozzi 14, Bozzetto 3, Veronese, Giublesi 9, Titi 4, Modica 10, Gasparini, Anselmi 3, Gianferrari 5, Vigani 2. All. Paletti

Pronti via e il Cus parte subito con il piede sull’acceleratore con il trio Andreoli-Cervi-Marcucci, ma la Planet non ci sta e Gianferrari e Ruozzi iniziano a sfoderare gli artigli. Planet chiude il primo quarto in vantaggio di sei lunghezze (10-16). Nel secondo periodo l’aggressività di Bozzetto e i canestri di Ruozzi fanno perdere la testa a Bellicchi e compagni e a metà gara un Cus brutto e nervoso chiude a meno nove (25-34). Ma un leone ferito si sa è sempre pronto a rialzarsi. Il parziale di 18 a 0 ad inizio ripresa per i cussini ne è la prova. Pattini ed Andreoli fanno girare i compagni in modo ammirevole, mentre Cervi, Lusardi e Faveri si fanno valere sotto canestro. La Planet chiude il quarto con solo due tiri liberi a segno di Giublesi (20-2 il parziale). Nell’ultimo periodo il Cus tiene la testa avanti fino alla fine e, nonostante la rimonta della Planet, Andreoli e compagni non hanno intenzione di farsi riprendere. E’ Pattini con una bomba da tre punti a porre fine al match.

CSI SANT’ILARIO – TRAVAGLINI 57 – 64

(27-15, 35-29, 42-43)

Sant’Ilario: Simoni 10, Setti 8, Spaggiari, Medici, D’Amore 11, Micucci 9, Bigliardi, Dotti 15, Rosi G. 2, Rosi F., Simonazzi 1, Grossi 1. All. Violi.

Montebello Parma: Di Noi 12, Buttafoco 1, Bocchia 17, D’Alò 2, Goldoni, Rastelli 9, Vitale 3, Giacovazzo 11, Tommei 9. All. Goldoni.

Sant’Ilario vittima delle sue paranoie e Montebello bravissima a sfruttarne le debolezze. Avvio bruciante per i padroni di casa che fa presagire una partita in discesa: 27-15 con tante occasioni sprecate per chiudere il mach già nel primo quarto. Chiaramente chi sbaglia e non chiude il mach quando ne ha l’occasione, poi finisce giustamente con il perdere la partita. Montebello (assente Carretta) con alternarsi di difesa 3-2 tutto campo, qualche zona adattata e difese a uomo, manda fuori giro l’attacco dei dei Sant’Ilariesi (già privi di Sistici e Reggiani) e, con una sequenza di falli subiti, che frutta ben 28 punti realizzati su tiro libero, macina a fuoco lento la partita e porta a termine il lavoro tattico del duo Goldoni/Martinelli (assente per squalifica sul campo, ma non dalla partita).

VALTARESE BORGOTARO – SALSOMAGGIORE CITY 80 – 60

IRA TENAX CORTEMAGGIORE – POLISPORTIVA CASTELLANA 59 – 68

CLASSIFICA
Montebello Parma, Castellana Castelsangiovanni 16; S. Ilario, Cus Parma, Basket Sole Piacenza 14; Planet Parma 12; Ira Tenax Cortemaggiore, Ducale Parma 10; Valtarese 6; Marconi Castelnovo Sotto, Primogenita Calendasco 4; Salsomaggiore City 2.

GIRONE B
I GIGANTI – SCHIOCCHI BALLERS 59 – 53

(12-18; 29-23; 44-40)

Modena: Panico 9, Bertelli, Manzotti 7, Ngansop 10, Baraldini, Odorici 8, Adamo 14, De Mattè 7, Larghetti 4,  All. Fossali.

SB Modena: Binotti 5, Zara 1, Righi R. 15, Minarini 13, Twum 8, Guidetti 1, Sassi 2, Vaccari 4, Forghieri 2, Alessandrini 2. All. Righi G.

Battuta d’arresto dei Ballers nel derby Geminiano. Partono forte gli ospiti che grazie al duo Righi-Twun si portano avanti raggiungendo un massimo vantaggio di 12 punti (4-16), ma poi, complice i troppi errori da sotto,  chiudono la frazione avanti di sei lunghezze (12-18). I padroni di casa non si scompongono e piano piano riescono a rosicchiare il vantaggio ai Ballers, irriconoscibili nel secondo quarto, e con una bomba sulla sirena chiudono il primo tempo su 29-23. Ripresa dove vede i padroni di casa andare sul +12 (40-28) bravi a chiudere l’area. Reazione degli Schiocchi che con la zona dispari si portano prima a meno 4 (44-40) e poi con Binotti hanno i liberi per impattare la contesa, ma un doppio errore del capitano e il seguente gioco da 4 punti di Panico è determinante a strozzare la rimonta degli ospiti che innervositi dalla situazione perdono lo stesso Binotti  per doppio tecnico e successiva espulsione, chiudendo le ostilità con quattro giocatori in campo.

VIRTUS CASALGRANDE – CENTRO LATTONIERI 43 – 63

(7-25; 16-39; 30-47)

Virtus Casalgrande: Campa 2, Govi 5, Iemmi 6, Bonaccini 9, Oleari 3, Scianti 2, Torelli 2, Grazi, Guidelli, Talami 14, Giacalone, Bucci. All. Pacifico.

Carpine: Meschiari 6, Testi 19, Piuca M. 4, Piuca R., Gasparini 6, Zanoli 12, Giovanardi 14, Iacono 2, Berra. All. Morettin.

Parte fortissimo Carpi con un parzialone di 25-7 nel primo quarto che tramortisce i reggiani, con Testi che segna 11 dei suoi 19 punti finali bombardando la zona casalinga. Secondo quarto continua il trend positivo degli ospiti con Giovanardi a bucare la difesa e Zanoli a prendere rimbalzi. Dopo la pausa netto calo di concentrazione e Casalgrande reagisce accorciando le distanze. Ultima frazione torna in cattedra Carpine e gestiste il vantaggio acquisito nella prima frazione sino alla fine.

MEDOLLA – NORDICA EXTRAFLAME 69 – 61

(15-14, 35-32, 48-46)

Medolla: Galeotti 2, Naini 12, Tralli 9, Ceretti 1, Guarnirei 2 Barbieri 8, Aldrovandi 8,Spinelli 10, Bega ne, Nardi 17. All. Carretti.

Gualtieri: Magnanini, Canova 12, Folloni 6, Bagni 9, Guida 4, Pezzali 6, Manzali, Pellegrini 14, Bernardelli 5, Berni S. 5. All. Volpato – Ass. Cavalaglio.

Più che raccontare l’incontro, in cui una navigata formazione locale (media 29 anni) ha dimostrato ad un gruppo di ragazzetti (media 24 anni) che le gare vanno vinte con quello che sta in alto e non solo con le gambe, citiamo le 23 palle perse, il 3/17 al tiro da 3, la ventina di secondi tiri concessi, i soli 5 rimbalzi offensivi, con l’ulteriore dono dei 28 tiri liberi fatti tirare (realizzati 22). Insomma, la gara è stato un’apoteosi di incapacità gestionali da parte di tutti i giallo-blu chiamati in causa di volta in volta; nessuno escluso ! Un ringraziamento va fatto agli avversari per la sportività che hanno dimostrato al termine della gara, riconoscendo con sinceri applausi che comunque le qualità ci sarebbero e la loro vittoria è stata sofferta. Tra i Locali bisogna certamente citare Nardi che, con 17pt e un 9/11 dalla lunetta, ha mostrato la via della vittoria. Ma anche il 38enne Tralli che, alzandosi dalla panchina, ha infilato un 3/4 dalla lunga che ha sempre permesso di tenere a distanza i distratti reggiani.

RADIO BRUNO – SCANDIANO 46 – 62

(10-16, 20-29, 35-51)

Campagnola: Manicardi 1, Gasparini, Pignagnoli 2, Nasi S. 3, Parmiggiani 9, Piuca F. 9, Nasi L., Sacchi 2, Rustichelli 13, Di Monte 3, Beltrami 2, Sueri 2. All. Nanetti.

Scandiano: Fontanesi 4, Guarino 1, Colacicco 11, Fevola 10, Guidetti 3, Ferrarini 19, Acosta 2, Bigi 4, Farioli 4, Viviani 4. All. Torreggiani.

Partita a senso unico con Scandiano che conduce dal primo all’ultimo minuto. Fin dall’inizio Ferrarini, per gli ospiti, la fa da padrone sotto canestro, mentre Campagnola fatica moltissimo ad arrivare al tiro e, quando ci arriva, il più delle volte sbaglia. Scandiano dimostra di meritare ampiamente l’attuale posizione di leader del girone.

GO IWONS – BIBBIANESE 59 – 81

(17-24, 31-41, 47-59)

Albinea: Rossi, Marcacci 14, Cervi 6, Canalini 6, Ballabeni 9, Masoni 6, Prati 7, Gualtieri 5, Ronzoni, Ferretti 6, Camellini. All. Brevini.

Bibbianese: Menozzi 17, Salati 2, Reni 8, Ghirardini 8, Gala, Vignali 11, Bartoli 2, Codeluppi 3 , Camurri 14., Farioli 16. All. Reverberi.

Gli Iwons si presentano al difficile match con tantissime assenze. Torna Prati dopo un mese di assenza, ma anche lui deve lasciare il campo dopo tre minuti di gioco per uno strappo al polpaccio. Bibbiano parte forte e nel primo quarto infila ben 6 canestri da 3 punti. Gli Iwons rimangono attaccati e il primo quarto si chiude sul 17-24. Nel secondo quarto Bibbiano prova ad allungare ancora, ma nel finale Ferretti e Ballabeni mandano all’intervallo lungo Albinea con solo dieci punti da recuperare (31-41). Purtroppo le poche rotazioni di coach Brevini, riportano Bibbiano avanti nel terzo quarto, c’è l’ultimo scatto di reni dei locali con Marcacci che grazie a due tecnici fischiati a Bibbiano con sette liberi tiene lo svantaggio a 12 punti, ma la gara è nelle mani degli esperti Menozzi, Farioli e Camurri che, nel quarto periodo, allungano definitivamente e portano a casa la vittoria.

REGGIOLO – LA TORRE 64 – 70

(13-22, 37-42, 51-59)

Reggiolo: Fregni 6, Torreggiani 1, Pirondini 33, Carnevali, Franzini 11, Arisi, Gambuzzi 6, Delbue 7, Fagandini, n.e. Parmigiani e Verzellesi. All. Notari.

La Torre Reggio: Galassi 1, Panciroli 8, Mazzi G. 3, Passiatore 4, Vezzosi 10, Bochicchio 6, Pezzarossa 1, Mazzi F. 17, Mussini 4, Margaria 16. All. Spadacini.

Probabilmente è la miglior Torre dell’anno quella che va a sbancare il campo di Reggiolo, storicamente ostico per i colori grigiorossi. I padroni di casa trovano una serata straordinaria di Pirondini, autore di 33 punti, ma al termine del match sono solo cinque gli uomini a referto. Invece, tra i torriani c’è una maggiore distribuzione delle responsabilità offensive, che porta tutti e dieci i giocatori a segno. Nel primo quarto, l’avvio della Torre è decisamente concentrato, la zona press schierata sin dalle prime azioni da Reggiolo viene attaccata chirurgicamente ed i canestri di Vezzosi, Mazzi e Panciroli regalano il primo break. La truppa di coach Notari, che non schiera nel quintetto di partenza Pirondini, fatica molto contro la difesa individuale e non riesce a trovare il canestro con continuità. Le prime rotazioni grigiorosse mostrano che anche chi viene dalla panchina ha la “testa giusta” ed i canestri di Mussini, Bochicchio e Pezzarossa ne sono la prova. L’ingresso di Pirondini incomincia a dare la sveglia ai reggiolesi, ma i primi dieci minuti si concludono sul 13-22 per Vezzosi e compagni. Qui arriva l’inevitabile reazione di Reggiolo e alcuni errori tattici nell’attaccare la pressione difensiva consentono recuperi, che cambiano l’inerzia del match. In questa fase sono Pirondini e Franzini i protagonisti: realizzano insieme 12 punti consecutivi, che portano al sorpasso reggiolese sul 25-24. La Torre ha il grande merito di non disunirsi e, guidata da Margaria, autore di 7 punti in questo quarto, riprende il comando delle operazioni. Anche Giovanni Mazzi, al rientro dopo alcune settimane di assenza per qualche acciacco fisico, entra e piazza una bomba importantissima nell’economia dell’incontro. I primi venti minuti si chiudono, quindi, sul 37-42 ospite. Il terzo periodo inizia con Filippo Mazzi in panchina a causa del terzo fallo, fischiatogli sul finire della prima metà di gara, ma sono Panciroli e Bochicchio a realizzare i canestri che consentono di mantenere il vantaggio, pur restando in bilico il punteggio. Pirondini, infatti, continua ad imperversare (11 punti in 10′), arriva anche il quarto fallo di Pezzarossa e Reggiolo si riavvicina fino al -3. Ancora Margaria piazza un paio di tiri da fuori, Mussini realizza un canestro di talento dopo un’iniziativa, a onor del vero, molto forzata ed il solco torna ad ampliarsi, grazie anche a due tiri liberi di Filippo Mazzi, che fissano il punteggio sul 51-59 di fine quarto. Negli ultimi dieci minuti sale la tensione e si abbassano proporzionalmente le percentuali. Una bomba sempre di Filippo Mazzi dà subito  il +11 ai grigiorossi (51-62). Le difese hanno la meglio sugli attacchi in questa fase, La Torre controlla, ma non riesce a scrollarsi di dosso definitivamente il Reggiolo. I padroni di casa si mantengono in linea di galleggiamento col solito Pirondini, che, però, probabilmente anche per stanchezza, forza alcune soluzioni nel finale, consentendo diversi recuperi difensivi. Infine, una bomba di Margaria mette sostanzialmente i titoli di coda all’incontro, che si conclude sul 64-70.

CLASSIFICA
Scandiano 16; Carpine, La Torre Reggio 14; Reggiolo, Campagnola, Bibbianese, Medolla 12; Schiocchi Ballers Modena 10; Go Iwons Albinea 8; Aquile Gualtieri 6; Virtus Casalgrande, I Giganti Modena 2.

GIRONE C

PIUMAZZO 2002 – PSG WELCOME 58 – 59

(19-13; 34-26; 50-45)

Piumazzo 2002: Lupato 4, De Martini 9, Dardi 2, Valenti 7, La Rocca ne, Cavani, Di Bona 2, Coloniali ne, Verdoliva 4, Montorsi 22, Stanzani 8. All. Vannini.

PSG Welcome: Lamborghini L. 17, Lederi 2, Capelli 4, Sabbioni 9, Ronchi 2, Palmieri 3, Rizzi 6, Petrini, Bortolazzi 5 Ferrari 11. All. Lamborghini R.

La gelida palestra che ha accolto la Welcome in quel di Piumazzo non le ha raffreddato di certo il suo desiderio di vittoria, particolarmente importante, perché scava un piccolo solco tra le ultime quattro squadre in fondo all’attuale classifica e quelle che si trovano in una zona più tranquilla, come appunto la formazione bolognese. All’avvio della gara è la PGS a prendere il comando colpendo sia da sotto che da fuori con Rizzi e Lamborghini. Coach Vannini corre immediatamente ai ripari facendo entrare in campo Montorsi e De Martini – non schierati nei primi 5 – ed immediatamente si notano i risultati, con un break di 15 a 2 la formazione di casa si porta sul 19 a 13. Nel secondo quarto il Piumazzo riesce ad imporre il proprio gioco rallentando i più veloci avversari e vanificando ogni loro contropiede. I rimbalzi in attacco sono preda di Stanzani e Montorsi, ma ciò nonostante il quarto ha un punteggio equilibrato, ed i bolognesi rimangono sempre ad una distanza tra i 6 e gli 8 punti. Dopo il riposo Sabbioni e Rizzi ritrovano la via del canestro riavvicinando le due formazioni, ma è ancora Montorsi a respingere l’offensiva bolognese – 9 degli 11 punti modenesi sono i suoi -, nonostante il pressing costante esercitato dalle guardie della Welcome. Nell’ultima frazione i bolognesi riprendono definitivamente in mano le redini della gara rendendola sempre più veloce, ma soprattutto ritrovano i punti di Ferrari – fino ad ora non ancora a referto – che, con due bombe consecutive e la sua ritrovata pericolosità sotto le plance, crea problemi irrisolvibili ai suoi avversari. Il Piumazzo è sempre più dipendente da Montorsi e De Martini, ma da soli non bastano perché la squadra sembra stanca, anche psicologicamente, tanto da commettere errori e falli inutili che contribuiranno lentamente a farsi ancora superare sull’ultima “curva”.

SPORT INSIEME – IMA BASKET 67 – 74

(9-14, 31-32, 51-56)

Sport Insieme: Amabile 10, Garrossi 19, Zambelli 3, Ferrulli 3, Rossi, Cristiani, Marino 10, Guizzardi 3, Salvi 12, Somma, Skocaj 4, Sakho 3. All. Bandiera

Ima: Ariatti 15, Bragaglia, Di Rienzo 2, Benfenati 5, Costa 5, Foti, Furlanetto 11, Mambelli 7, Riccobaldi 13, Piccari 6, Bondi 10. All. Bertuzzi

Una legge non scritta del basket recita di non sottovalutare mai l’avversario: lo Sport Insieme ignora questa norma e viene giustamente punito da un’Ima che col passare dei minuti prende sempre più confidenza fino a confezionare la sorpresona. Sono il primo tempo di Ariatti, il terzo quarto di Bondi e l’ultima frazione di Riccobaldi le chiavi del successo degli ospiti. Per i padroni di casa (ko ben presto un Cristiani scavigliato, della serie: quando piove grandina…) da salvare i soli Salvi e Garrossi in attacco, tutti bocciati invece in difesa dove anche le zone proposte da Bandiera non sortiscono l’effetto sperato.

H4T – GIARDINI MARGHERITA 71 – 65

(15-20; 32-39; 46-47)

Scuola Pallacanestro Vignola: Ganugi 9, Quartieri, Degli Angeli, Mariani 3, Pantaleo 19, Vannini 10, Guidotti 23, Midulla 4, Franchi 3, Malagodi. All. Smerieri.

Gardens: Alaimo 13, Grassitelli 16, Florio 2, Valenti 7, Grandi 3, Carafa 9, Brina 5, Pierini 6, Sangiorgi 2, Marchesi 2. All. Lanzi.

CSI SASSO – MASI 47 – 53

(10-19; 17-32; 33-37)

Csi Sasso Marconi: Magnani, Grande, Bruni 11, Meluzzi 6, Tosarelli 7, Rillo 6, Borsari 9, Bellodi 8, Giuliani, Perrina. All. Coralli.

Masi Casalecchio: Campazzi 5, Penna 6, Castaldini G. 4, Sechi 11, Murgia ne, Forni 3, Di Marzio 10, Barilli 4, Manferdini 6, Cavana, Masi 2, Castaldini T. 2. All. Guidetti.

Vittoria sofferta nel derby della Porrettana per la Masi. Dopo l’iniziale scorpacciata ospite (2-12 al 6’), si procedeva con vantaggi sempre a cavallo della doppia cifra con i biancoverdi che allungavano alla fine della seconda frazione con un parziale di 2 a 7 (da 15-25 a 17-32). Sasso, però, nella ripresa reagiva e metteva la testa avanti grazie ad un gioco da tre punti di Meluzzi al 32’. I casalecchiesi rispondevano e riallungavano (40-46), ma i padroni di casa non mollavano (45-46). La Masi ne veniva fuori con un break di 0-7 che chiudeva, negli ultimi tre minuti, ogni discorso.

F. FRANCIA – PALL. MONTEVENERE 2003 91 – 80

(21-17; 54-35; 67-58)

Francesco Francia Zola: Galli 7, Barilli 8, Cilfone 29, Bosi 4, Zini, Migliori 7, Masina 6, Brochetto D. 7, Pagano 4, Gamberini 19, Guerrato, Cevenini. All. Brochetto L.

Montevenere: Venturi 12, Lamandini, Gironi 7, Ottani 8, Venturini, Cremonini 2, Veronesi 21, Costa 20, Fantoni, Zappoli 10. All. Orefice.

STEFY – GARDENBO 47 – 37

(15-4; 21-18; 34-29)

Stefy: Carosi 2, Gagliardi, Francia 8, Benetti 5, Poli 2, Suero 5, Tradii 6, Evangelisti 10, Mannini, Agnoletti 9. All. Scandellari

Gardenbo: Peri 6, Vecchiatini 17, Ceresi, Rinaldi, Tinti 7, Consolini, Jaboli 3, Campoli 2, Matteuzzi 2, Gandolfi. All. Rizzi.

CLASSIFICA
F. Francia Zola, Vignola, Stefy Bologna 16; Montevenere Bologna, Giardini Margherita Bologna. Masi Casalecchio 12; Sport Insieme Bologna, Pgs Welcome Bologna 10; Piumazzo 6; Gardenbo, Pgs Ima Bologna 4; Csi Sasso Marconi 2.

GIRONE D

AUDAX – A.MI.CA. 63 – 37

(12-7; 34-17; 51-24)

Audax Ferrara: Seravalli 5, Mantovani 12, Bertasi 4, Marabini 5, Ricci 14, Ferrarini, Ferraresi 2, Felletti Spadazzi 1, Zanchetta 7, Del Torto 10, Balboni 1, Bedetti 2. All. Folchi.

Minerbio: Gamberini 2, Barbieri 4, Girolami, Musiani 2, Mazzanti 6, Generali 2, Sommavilla 6, Gruppioni 11, Fiorini 4. All. Vibio.

UP CALDERARA – HAPPY BASKET 70 – 58

(12-12; 24-34; 46-44)

Calderara: Pritoni, Rinaldi, Ventura 3, Mestieri, Guaraldi 25, Aspergo 2, Garofalo 4, Gentili 6, Passarini 8, Bellodi 20, Ansaloni 2, Scarlata ne. All. Murtas.

CastelMaggiore: Bernardiello 2, Pellegrino 5, Tugnoli 9, Tosi 8, Zocca, Pazzaglia 19, Maini 3, Graziosi 5, Bonora ne, Tolomelli 3, Sitta ne. All. Ansaloni.

Terzo successo consecutivo per i ragazzi dell’UP Calderara contro il fanalino di coda Happy Basket. La partita non parte con i migliori auspici, con i padroni di casa di Calderara che sbagliano facili conclusioni vicino a canestro e gli ospiti che ne approfittano per restare a contatto, il primo quarto si chiude in perfetta parità sul 12 pari. Nel secondo quarto i ragazzi di Castel Maggiore allungano le distanze, grazie a un parziale di 12-22 e possono andare negli spogliatoi sul punteggio di 24-34. Nel terzo periodo la musica cambia: Bellodi e Guaraldi riportano a contatto i loro che sul finire di quarto si riportano di nuovo in testa al match ribaltando completamente l’inerzia (46-44). L’inizio dell’ultima frazione si apre la con una sequenza di canestri per i padroni di casa, tra i quali due canestri consecutivi di Gentili, che portano Calderara sul +8; gli ospiti cambiano difesa e provano a rientrare, ma ancora una volta Bellodi e Guaraldi ricacciano indietro il tentativo di rimonta e la partita termina 70-58.

LA FENICE – ICOS 74 – 64

(20-13; 34-24; 56-40)

Codigoro: Aboulfath 4, Mossini 2, Ferretti 3, Tralli 16, Cavalieri, Natali 4, Bellinaso, Patroncini 7, Di Tizio 20, Finessi, Stella 4, Cavazzini 14. All. Bottoni.

Vis Ferrara: Vivarelli 1, Gnani 5, Brilli, Bianchini 2, Verrigni 14, Borsetti, Cavicchioli 12, Gamberini 10, Fiorentini 13, Campi 7. All. Castaldi.

Trasferta negativa per il team di coach Castaldi quella che si è svolta a Codigoro. I padroni di casa partono subito con la giusta aggressività in campo dando buona prova di sé sia in area che in difesa. Purtroppo la difesa dei biancazzurri non regge l’impatto e la partita non è mai in discussione. Solo nel terzo quarto, dopo aver “toccato” il massimo svantaggio, i Vissini, con ritrovato orgoglio, provano a ridurre il distacco, ma il tentativo rimane incompiuto.

GALLO BASKET – PALL. FORTITUDO CREVALCORE 76 – 60

(18-16; 38-30; 54-42)

Gallo: Fini 3, Malagutti 3, Del Principe 5, Schincaglia 12, Magni 6, Vicini, Benetti 2, Pasquali 10, Gardenale 20, Malaguti 6, Caselli 2, Boscolo 6. All. De Simone.

Crevalcore: Bianconi 7, Querzà, Gambuzzi 8, Filippetti 14, Bersani 4, Zerbini, Incerti, Fregni 8, Soverini 5, Simoni 14. All. Terzi.

ARGELATO BASKET – PEPERONCINO LIBERTAS 61 – 54
(11-10; 22-23; 41-36)

Argelato: Leonelli 11, Benassi 8, Rossi 4, Baldassarre 4, Fontanella 10, Cristofori 8, Gadani 2, Accorsi 4, Fabulli 5, Nannetti 5. All. Iattoni.

Castello d’Argile: Bergami 7, Manzi 10, Govoni 2, Vecchi 3, Balboni, Frascaroli 8, Monari Mat. 15, Fanti 1, Bernardini 1, Monari A. 7, Cavicchi ne. All. Monari Mar.

BASKET DELTA – DIABLOS BK 51 – 50
(15-9; 22-19; 34-35)

Comacchio: Persanti 2, Peretti 12, Gregori M. 5, Boccaccini 5, Gelli 13, Cavalieri 4, Gregori G. 5, Guidi ne, Iannello 3, Della Morte, Carli 2, Ferroni ne. All. Bacchini.

Sant’Agata Bolognese: Belosi 10, Violi 8, Terzi 5, Angelini 12, Patelli 4, Govoni ne, Sabattini ne, Bruni 4, Testoni 5, Manganelli 2, Risi. All. Masetti.

CLASSIFICA
Audax Ferrara 16; Calderara, Gallo 14; Diablos Sant’Agata Bolognese*, Argelato 12; Peperoncino Mascarino, Delta Comacchio, La Fenice Codigoro* 10; Vis Ferrara, A.MI.CA Minerbio 6; Happy Basket CastelMaggiore, Crevalcore 4.

GIRONE E

GIALLONERO – CASTEL SAN PIETRO 64 – 53

(16-15; 30-29; 44-46)

Giallonero Imola: Canè 11, Villa 5, Pederzoli 12, Ragazzini 5, Saloni, Spoglianti 10, Biancoli 6, Vannini 14, Bilardo ne, Campomori 1, Nanetti ne, Calamelli ne. All. Creti.

Castel San Pietro: Castellari 2, Mascagna 2, Graziani 12, Magurno ne, Naldi, Manaresi 8, Farnè, Soldi 3, Vinera 16, Albertazzi 2, Remondini 5, Conti 3. All. Martinelli.

MONTERENZIO BASKET – BASKET CLUB RUSSI 59 – 61

(17-22; 38-33; 49-48)

Monterenzio: Magagnoli 24, Vignudelli 20, Lucchi, Brusa, Pambianchi, Costa, Boccardo, Tonelli 5, Fiordalisi 7, Monari 3.

Russi: Montanari 5, Bellanti G., Bramante 4, Babini, Bellanti M. 18, Beghi 3, Basso, Santo 24, Venturini 7. All. Milandri.

CASTIGLIONE MURRI – PARTY & SPORT 60 – 62

(24-13; 38-36; 52-46)

Castiglione Murri: Buriani 10, Dettori 10, Di Pasquale, Fermi 2, Maestri, Pedrielli, Rizzardi 20, Salocchi 5, Samoggia 4, Sandrolini, Stefanelli, Tacconi 9. All. Benini.

P&S Ozzano: Fioravanti, Capra 6, Franceschini, Marchi 4, Fierro 2, Zerbini 13, Lazzari 12, Passatempi, Rizzoni 7, Salvadè 7, Avallone 11. All. Nannetti.

TITANS OZZANO – TATANKA BALONCESTO IMOLA 55 – 38

(15-14; 31-17; 37-35)

Titans Ozzano: Finessi 9, Rossi 4, Cairo 2, Tuccillo 15, Gamberini 7, Cucinotta 3, Gardotti, Paolucci 4, Ungaro 11, Minoccheri. All. Torrella.

Tatanka Imola: Galeati, Pirazzoli F, ne, Costantino, La Ferla, Beccari ne, Pirazzoli En., Pirazzoli Ed., Favilli, Franceschelli, Baldazzi.

ISIS– PGS BELLARIA 68 – 60

(14-16, 23-33, 43-43)

Lugo: Scardovi M. 10, Baroncini 24, Zanoni 2, Ricci Maccarini, Marchetti 2, Romagnoli 3, Scardovi E. 13, Savini 7, Bazzocchi 7. All. Ortasi.

Pgs Bellaria: Ascari 9, Sudano 5, Urzino, Romanelli 11, Scarenzi 5, Pazzaglia, Naim Waideh 12, Franzoni 9, Sanguettoli 4, Ida 5, Masoni. All. Sisti.

MEDICINA 2007 – SELENE 49 – 52

(3-10; 15-23; 30-38)

Medicina: Buresti 8, Ugolini 8, Lenzarini 7, Dall’Olio ne, Pinardi, Panico 2, Magli 2, Buscaroli 2, Martelli 6, Rimondini 14, Lorenzini, Randazzo. All. Bandini.

Sant’Agata sul Santerno: Tagliaferri, Gaddoni 4, Pirazzini 2, Fabbri, Simoni 9, Foronci 7, Merendi, Totaro 13, Baldrati 14, Pantani 3. All. Valli.

CLASSIFICA
P&S Ozzano 16; Medicina 2007, Titans Ozzano, Giallonero Imola, Selene Sant’Agata sul Santerno 14; Pgs Bellaria 12; Castiglione Murri, Isis Lugo 10; Russi 8; Castel San Pietro, Tatanka Imola 4; Monterenzio 0.

GIRONE F

CNO – AICS 58 – 48

(16-9; 33-19; 52-34)

Santarcangelo: Cherubini 4, Rasponi 4, Lucchi 12, Donati, Ricci 2, Fornari 14, Nicoletti, Tinè 2, Tasinari 3, Maioli 17. All. Morri.

Aics Forlì: Lasi 15, Turci, Baldini 9, Balzani 4, Maltoni 4, Dall’Agata 1, Laghi 8, Berto, Orioli 3, Molinari 4. All. Montuschi.

BASKET 2000 – FAVENTIA 58 – 50

(18-12; 37-27; 44-38)

San Marino: Bombini 6, Fabbri 2, Guerra 9, Barrina 4, Sarti, Taddei 1, Giannotti 6, Giardi 5, Gambi 12, Ugolini 9. All. Liberti

Faventia Faenza: Di Giulio, Ceroni, Graziani 2, Conti 12, Dalle Fabbriche 2, Tanesini Ramadhani, Boattini 6, Ercolani 11, Buti, Morsiani 17. All. Morigi.

BASKET’95 – CESENATICO 2000 64 – 53

(18-10; 31-23; 47-35)

Basket 95 Faenza: Santandrea 10, Dal Monte, Campanini, Romboli 7, Flauret, Troni 28, Cerini 6, Samorì 6, Bombardini 4, Rosti, Belosi 3. All. Vespignani.

Pol. Cesenatico 2000: Battistoni 8, Maraldi 12, Cavalieri, Drudi, Albertazzi 10, Capucci 6, Bolognesi, Casotti, Balestri 8, Pillastrini 9. All. Domeniconi.

TIGERS – STELLA 56 – 47

(14-10; 34-23; 39-35)

Villanova: Tomasi 9, Rossi 6, Magnani 5, Bronzetti 5, Giannoni, Cangini 1, Semprini 5, Donati 9, Domeniconi 11, Falconi n.e., Toni 5. All. Evangelisti.

Stella Rimini: Distante, Naccari 7, Azzollini 1, Pari 3, Muntangesu 2, Malagrida 2, Pinto 6, Missiroli, Brunetta, Bascucci 3, Angeli 23. All. Bonaccorsi.

BASKET 2005 CESENA – FIORENZUOLA 61 – 67

(14-18; 27-37; 47-53)

Cesena: Romano 7, Defrancesco L. 3, Vittori 2, Saletti 4, Babbini 13, Valdinosi ne, Defrancesco M. 4, Cacchi 6, Senni L. 13, Martini 5, Grassi 4, Mordenti. All. Senni P.P.

Fiorenzuola Cesena: Faggi 9, Bertani 20, Maestri 13, Strada 2, Morsucci 5, Neri ne, Lucchi Max. 5, Foschi 9, Biondi 4, Abbondanza. All. Baraghini.

SKIZZO – MORCIANO EAGLES 66 – 56

(10-17; 22-34; 44-44)

Skizzo Rimini: Saulle, Apreda 5, Rizzo 16, Bascucci 7, Ricciotti 16, Cappelli 3, Gaudenzi 3, Contini, Mantovani, Lanci 16.

Morciano: Bomba 15, Villa, Guastaferro 5, Tamai 4, Badioli 8, Masia 10, Palazzi ne, Ciotti, Morelli 4, Battelli 8, Angeli 2. All. Filippucci.

RECUPERO

BASKET’95 – AICS 65 – 75

(19-21, 37-39, 50-52)

Basket 95 Faenza: Santandrea 10, Dal Monte ne, Campanini 2, Romboli 9, Flauret ne, Troni 21, Cerini 4, Samorì, Bombardini, Rosti 12, Belosi 7. All. Vespignani.

Aics Forlì: Lasi 9, Turci, Baldini 17, Balzani, Maltoni 7, Dall’Agata 2, Laghi 10, Berto 4, Molinari 8, Montanari 18. All. Montuschi.

CLASSIFICA
CNO Santarcangelo 18; Fiorenzuola Cesena, Tigers Villanova 16; AICS Forlì 14; Faventia Faenza, Basket’95 Faenza* 10; Skizzo Rimini*, Basket 2000 San Marino 8; Eagles Morciano, Cesena 6; Stella Rimini 4; Cesenatico 2000 2.

Mamma mia il 4 Torri, derby alla Pallavicini. I risultati di C Regionale e serie D

Chi sarà la seconda forza della C Regionale? Appuntamento a Castelnovo Monti, domenica pomeriggio, ore 17,30. Trasferta insidiosa per i Flying Balls a Correggio. In serie D, girone A, ci aspettiamo un derby emozionante tra Pallavicini ed Atletico, due realtà che hanno sede nel quartiere bolognese di Borgo Panigale. Nel B spiccano Molinella-Forlimpopoli e Spem Ravenna-Riccione

C REGIONALE

PALL. NOVELLARA  – DESPAR 4 TORRI FERRARA 42 – 96

(12-27; 30-45; 36-76)

Novellara: Baracchi A, Margini 4, Bartoli 1, Folloni 2, Rinaldi 2, Mariani Cerati 7, Baracchi M, Cattelani, Carpi 2, Ciavolella 14, Colla 7, Croci 3. All. Ligabue.

4 Torri Ferrara: Burresi, Bertocco 9, Fenati 6, Brandani 14, De Togni 4, Lugli 6, Marchetti 2, Martini 4, Pasquini 18, Magni 14, Agusto 19. All. Cavicchioli.

ME-CART – GIORGINA SAFFI 74 – 61

(15-16; 33-42: 59-50)

Cavriago: Violi, Fantini 2, D’Amore 13, Pellicciari, Cervi 20, Leonardi 2, Fontanesi 9, Pezzi 12, Codeluppi 14, Caleffi, Giardina 2. All. Degl’Incerti Tocci.

Giorgina Saffi Forli: Frigoli 5, Pena 2, Conocchiari 18, Rava 5, Ravaioli 6, Piazza 12, Soldati, Serrani 3, Emiliani 4, Agatensi 6. All. Agnoletti.

INDUSTRIAL PACKAGING – BUDRIO 76 – 83

(17-27, 35-49, 56-67)

Arbor Reggio: Visini, Braglia 8, Maione 7, Iori 16, Simonazzi 6, Ligabue 13, Franzoni 2, Maioli 2, Alfano 7, Bytyqi 15. All. Baroni.

Budrio: Fimiani 15, Guidi, Casagrande 16, Nanni 8, Manini 10, Lazzari 2, Alberti 6, Quaiotto 8, Innocenti 15, Quarantotto, Bargiotti 3. All. Cinti.

SPAL – FLYING BALLS 90 – 91 dts

(23-22; 49-40; 61-59; 75-75)

Correggio: Casu 4 Zamparelli 3, Strautins 14, Giani, Rovatti 19, Galeotti 8, Amici 5, Magnani 15, Villani 11, Fassinou 11, Lever, Riccò. All. Paladini.

Ozzano: Pasquali, Verardi 6, Mini 11, Rossi 31, Savic, Caprara, Regazzi, Teglia, Guazzaloca 13, Martelli, Rambelli 11, Gianasi 19. All. Grandi.

Dopo una bella, tirata e sofferta partita, ad Ozzano serve un tempo supplementare per espugnare di misura (90-91) il difficile campo di Correggio e ottenere il quarto successo di fila, che consolida il secondo posto in classifica del gruppo di coach Grandi. Primi 10’ equilibrati con Fassinou e Strautins da una parte, Gianasi e Rossi dall’altra che regalano canestri a ripetizione. Alla prima sirena è +1 Correggio (23-22), ma è nella seconda frazione che i padroni di casa fanno la voce grossa. Ozzano fatica a trovare il tiro dalla lunga distanza, Correggio è più precisa e domina sotto canestro ottenendo diversi doppi possessi e un buon +9 all’intervallo lungo (49-40). Nella terza frazione la musica non cambia, la Spal vola sul +13 (56-43) al minuto 25. Time out obbligato per coach Grandi che da la carica al tutto il gruppo e, al rientro, Ozzano comincia a giocare come sa e con un parziale di 11 a 0 torna bruscamente in corsa. Guazzaloca sulla sirena firma il -2 con una disperata conclusione da metà campo e, al rientro dall’ultimo mini break, Mini trova subito il pareggio; Gianasi, poco dopo, ottiene il sorpasso (62-63 con 7’30” da giocare). Negli ultimi decisivi minuti c’è tempo anche per un tecnico fra i padroni di casa (proteste di Magnani), Ozzano trova il +6 a 4’ da giocare. Correggio non ci sta e in 150 secondi rimonta e torna davanti e si arriva sul 75 pari con 24 secondi da giocare. L’ultimo tiro se lo prende Magnani ma sbaglia, il rimbalzo offensivo di Fassionou non porta però alcun effetto e si va così all’overtime. Protagonista del supplementare è Rovatti (10 punti di fila) e la Spal tenta l’allungo decisivo (85-78). Un tecnico fischiato alla panchina e un antisportivo di Villani aiutano Ozzano a riportarsi sotto, grazie alla precisione ai liberi di un monumentale Riccardo Rossi (31 punti miglior realizzatore del match) e ai canestri di Mini (11 punti tutti negli ultimi 15’). A 5” dalla sirena finale Correggio trova con Villani il +1 (90-89) ma, in quella che doveva essere l’ultima disperata azione della partita per gli ozzanesi, viene fischiato un fallo su Rossi che manda su tutte le furie panchina e pubblico di casa e regala all’ala bolognese i due liberi decisivi. Riccardo si dimostra glaciale e fa 2/2, Ozzano mette così il naso avanti. Nei due secondi e mezzo finali, Magnani e Strautins cercano un disperato tiro senza esito. Ozzano vince così 91 a 90 contro un’ottima squadra, veloce e fisica, formata da una gruppo di ragazzi giovani davvero talentuosi.

FOR – BOLOGNA BASKET 2011 57 – 79

(13-24; 34-38; 47-54)

Pontevecchio: Tinti 6, Mantovani 10, Cruzat 6, Galeotti 3, Garagnani 12, Di Rauso 4, Bergami 3, Benuzzi 3, Girotti 2, Falzetti 3, Santini 5. All. Savini.

Bologna Basket 2011: Gargioni, Chiarini A. 8, Tolomelli, Chiarini S. 26, Guerri 2, Tugnoli 2, Terenzi 2, Lippa 5, Ballardini 14. Bianchini 18, Diop, Ayiku 2. All. Duo.

GRANAROLO – CVD 85 – 72

(17-22; 43-37; 67-54)

Granarolo Basket: Spettoli 17, Paoloni 4, Tugnoli 12, Calanchi, Marchi 20, Bonetti 4, Fava, Bertuzzi 6, Ferri 1, Governatori 2, Busi 16, Torriglia 3. All. Trevisan.

Cvd Casalecchio: Gamberini 3, Spadellini 10, Mazzoli 5, Marzioni 14, Lanzi 4, Truzzi 6, Masetti 3, Fuzzi 11, Cuozzo 4, Taddei 4, Nannetti 8. All. Loperfido.

Granarolo vince una partita che “doveva” vincere (per non essere risucchiata nei bassifondi della classifica ) giocando complessivamente una buona gara anche se condita, a tratti, da molti errori “banali”. L’inizio vede partire meglio il CVD che sfrutta benissimo le “dormite” difensive dei padroni di casa sui pick and roll e si porta sul +10 (8-18 al 6′). Timeout di un Trevisan “imbufalito” per la mollezza dei suoi e rimescolamento delle carte con ingresso in campo di Bonetti e Marchi: parziale di 9-4 e Granarolo va alla prima sosta sotto di cinque lunghezze (17-22 al 10′). Il secondo periodo, dopo un iniziale equilibrio (21-26 al 12’30”), vede i padroni di casa prendere gradualmente il sopravvento e passano in vantaggio per la prima volta sulla tripla di Tugnoli (30-28 al 14’30”). Grazie ad un Marchi ispirato (12 dei suoi 20 punti li realizza in questo periodo senza un solo errore) i padroni di casa dilatano il divario per andare al riposo lungo sul +6 (43-37 al 20′). A inizio terzo periodo Granarolo dà la spallata che sostanzialmente decide la partita: parziale di 8-3 nei primi due minuti e vantaggio in doppia cifra (51-40 al 22′) che si dilata col passare dei minuti fino al +15 sui liberi di Paoloni (62-47 al 28′). Il CVD tampona la falla e va all’ultimo riposo sul -13 (67-54 al 30′) ma nell’ultimo periodo non riesce mai a mettere in difficoltà i padroni di casa che raggiungono anche il massimo vantaggio del match su due triple consecutive di Spettoli (73-56 al 32’30”), per poi controllare agevolmente mantenendo sempre il vantaggio in doppia cifra fino al +13 finale.

DILPLAST – TECNOSISTEM 72 – 41

(12-14; 34-21; 48-33)

Montecchio: Grisendi 6, Lombardi 14, Ongarini 6, Guardasoni 1, Basso 2, Maggi, Colla 2, Ferrari 21, Marchini 18, Petrolini 2. All. Cavalieri.

Stars: Bitelli 9, Garrossi 1, Orlando 7, Lalanne 4, Menarini, Skocai, Testoni, Landuzzi, Flori 2, Maestripietri 4, Pecchia 3, Parenti 11. All. Cantelli.

BANCO EMILIANO – V. MEDICINA 88 – 61

(23-22; 39-32; 59-47)

LG Castelnovo Monti: Mallon 18, Vanni 17,  Fanelli 16, Canuti Fr. 15, Paulig 13, Siani 9,  Generali, Ovi, Filippi, Vezzosi ne, Baccarani ne. All. Djukic.

Medicina: Govi G. 12, Biguzzi 12, Persiani 11, Govi F. 9, Musolesi 7, Sighinolfi 7, Seracchioli 3, Lorenzini, Rossi. All. Curti.

E’ un’aria che fa bene all’LG Banco Emiliano che, in una partita spigolosa, almeno per due quarti, riesce prima a tenere testa e poi a dilagare contro una  avversaria “storica” da quando calca i parquet di C2. Si parte con i gialloneri felsinei che fanno girare molto bene la palla e trovano con pazienza i giocatori meglio posizionati per tiri facili e ad alta percentuale di realizzazione. Il Banco Emiliano accusa un po’ il colpo e, solo alla fine del periodo, alcune buone giocate dei lunghi castelnovesi riportano avanti sul 23 a 22 i locali. Il secondo quarto vede una Castelnovo Monti registrare un po’ di più la difesa e l’ingresso in campo di Paulig fa trovare più facilmente la via del canestro a tutti i compagni, con un Siani pericoloso anche in fase realizzativa. Ne beneficia soprattutto Mallon che, con 7 punti consecutivi, porta il vantaggio sul 39 a 32 dell’intervallo lungo. Al ritorno in campo la squadra di Djukic dà una ulteriore spallata alla gara , dopo un tentativo di riavvicinamento di Medicina che prova la pressing per recuperare palloni utili alla rimonta. Il solo Sighinolfi segna con una certa continuità nel terzo quarto, fino a quando non arriva il ”momento Fanelli” a deliziare il numeroso pubblico castelnovese e, con 9 punti consecutivi, il tarantino porta a +13 la l’LG, ben supportato sotto le plance da Vanni. Qui Medicina si incarta, lentamente esce dalla partita e, complici anche un tecnico fischiato dopo un antisportivo a Govi a inizio dell’ultimo tempo, la squadra reggiana vola via sul +15, per poi dilatare il suo vantaggio grazie ad un ispirato Francesco Canuti che, con tre bombe consecutive, e 11 dei suoi 15 punti complessivi, fa calare il sipario sulla gara, con un passivo troppo pesante per i bolognesi.

CLASSIFICA

4 TORRI FERRARA 22 11 11 0 892 680 +212
L.G. COMPETITION CAST. M. 16 11 8 3 814 735 +79
FLYING BALLS OZZANO 16 11 8 3 833 800 +33
S.B. CAVRIAGO 14 11 7 4 810 704 +106
BUDRIO 14 11 7 4 738 672 +66
VIRTUS MEDICINA 14 11 7 4 779 752 +27
ARENA MONTECCHIO 12 11 6 5 725 701 +24
BOLOGNA BASKET 2011 12 11 6 5 725 733 -8
GRANAROLO BASKET 10 11 5 6 741 752 -11
G. SAFFI FORLI’ 10 11 5 6 726 747 -21
NOVELLARA 10 11 5 6 715 780 -65
CORREGGIO 8 11 4 7 791 838 -47
STARS BOLOGNA 8 11 4 7 685 757 -72
ARBOR REGGIO 6 11 3 8 740 791 -51
CVD CASALECCHIO 4 11 2 9 680 783 -103
PONTEVECCHIO BOLOGNA 0 11 0 11 648 817 -169

SERIE D

GIRONE A

PALLAVICINI – ATLETICO 71 – 60

(14-12; 44-16; 52-31)

Pallavicini: Tosiani 6, Cenesi 13, Nanni G. 2, Giunchedi 13, Ferraro 13, Sgargi 9, Nanni M. 10, Bertarelli, Bastia 3, Minghetti 2. All. Morra.

Atletico: Campanella 2, Proto 1, Farneti 4, De Simone 2, Sant 2, Artese 18, Selvi 4, Turchetti 4, Rossi 15, De Fazio, Pedroni 2, Veronesi 6. All. Cicchelli.

Sarà stata la tensione, ma il derby del quartiere Borgo Panigale è durato poco più di un quarto. Un devastante parziale di 30 a 4 nella seconda frazione, infatti, ha permesso alla Pallavicini di vivere di rendita e di gestire, nella ripresa, il congruo vantaggio.

La partita, tutt’altro che piacevole, era iniziata ai mille all’ora con una marea di errori e con gli ospiti, continuamente aggressivi a tutto campo, in vantaggio fino all’8-10 dell’ottavo minuto. La 3-2 dei padroni di casa, però, frenava l’agonismo dei biancorossi e due triple di Sgargi davano il la all’allungo decisivo (22-12 al 13’). Era poi Cenesi, coadiuvato da Ferraro, ad aumentare il vantaggio fino al +28 del 20’ (44-16). Nella riprese Artese si svegliava (0 nei primi venti minuti) e l’Atletico risaliva sul 44-24, ma l’attacco ospite continuava a balbettare. All’inizio dell’ultima frazione, però, scarica di adrenalina sul parziale iniziale di 3 a 12 (55-43 al 34’), ma il giovane play Giunchedi, supportato da Matteo Nanni, prendeva per mano i compagni e le battute finale servivano soltanto agli ospiti a rendere meno amaro il fiele della sconfitta.

SAMPOLESE – MAGIK 79 – 68

(14-22, 34-37, 53-57)

San Polo d’Enza: Di Maria ne, Monti 9, Minardi 16, Benevelli 6, Nicolini ne, Davoli, Tognoni, Hasa ne, Bizzocchi 19, Servidei 12, Pezzi 17. All. Immovilli.

Magik Parma: Bazzoni 3, Donadei 16, Malinverni N. 6, Malinverni L. 13, Cavaglieri 5, Gibertini, Olagundoye 17, Langinotti 6, Guidi 2, Berlinguer ne, Fava ne. All. Lopez.

Torna finalmente alla vittoria la Sampolese, dopo una lunga serie di sconfitte causate  sopratutto dalle numerose assenze per infortuni. Il recupero di Benevelli e Servidei e le migliori  prestazioni stagionali di Minardi e Bizzocchi, supportati dal tifo  del calorosissimo pubblico sampolese, hanno propiziato una vittoria fortemente voluta da tutta la compagine di Immovilli. La gara è stata in gran parte condotta dagli ospiti di oltr’Enza: Olagundoye domina sotto i tabelloni (14 punti a metà gara), poi, quando Immovilli riesce ad adattare una zona che limita il lungo del Magik, cominciano a colpire pesantemente le bombe  di Donadei (5 triple alla fine); non molla, però, la Sampolese che ha il grande merito di riuscire sempre a stare a ruota degli ospiti e poi è capace (con Minardi Bizzocchi e Pezzi sugli scudi) di piazzare un terribile break di 25 a 6 negli ultimi otto minuti (dal 54-62 del 32′ al risultato finale).

FIORANO – VIS PERSICETO 44 – 55

(17-17; 28-24; 36-36)

Libertas Pallacanestro Fiorano: Di Curzio 3, Cracco, Zogaj, Ruggeri 17, Galloni 3, Bernabei ne, Lanzellotto 4, Fogliani ne, Marescotti 11, Domenichini 2, Lucchi 3, Melegari. All. Casoli

San Giovanni in Persiceto: Scagliarini 2, Morisi 10, Parmeggiani, Almeoni 17, Missoni 7, Genovese 7, Galli 1, Ramini 9, Ferrari ne, Rusticelli G. 2, Pederzini. All. Rusticelli M.

Persiceto vince anche a Fiorano, giocando una partita che non è stata la massima espressione di tecnica cestistica. Fiorano si presenta al via con il nuovo coach; alla corte del presidente Montermini, infatti, è arrivato Fernando Casoli dalla Rebasket. Fiorano parte bene grazie alle giocate di Stefano Marescotti su entrambi i lati del campo (doppia doppia da 11 punti e 12 rimbalzi), che segna 7 punti nella sola prima frazione, accompagnato da Ruggeri; per gli ospiti Morisi e l’MVP Almeoni (classe 1995) tengono in partita i propri compagni ed impattano il risultato a quota 17 alla prima sirena. Nel secondo quarto Fiorano sbaglia tutto ciò che si può sbagliare in fase realizzativa, ma nonostante ciò, arriva alla pausa lunga con il tabellone che recita 28-24, causa la parecchia imprecisione da parte dei bolognesi dalla linea del tiro libero. Al rientro in campo dopo la pausa lunga, la partita riprende come era finita, ossia con l’equilibrio a farla da padrone; meglio Persiceto che pareggia il parziale di 7-0 rifilatogli da Fiorano nel secondo quarto, con un altrettanto 7-0 per cominciare la seconda parte di gara. Lucchi è una garanzia a rimbalzo assieme al “gladiatore” Marescotti, mentre capitan Lanzellotto suona la carica e tiene i propri aggrappati al risultato. Nel quarto e decisivo periodo, però, si scatena Genovese, che manda a bersaglio tutti i propri 7 punti in questa frazione, grazie ad un uno-due di giochi da tre punti micidiali e anche ad un canestro degno dei più grandi “playground”. Sembra finita, ma non lo è mai; l’energia di Lanzellotto si fa sentire e Fiorano rientra fino al -4, ma poi Almeoni decide che è ora di chiuderla e ruba due palloni fondamentali andando a concludere in solitaria. Altri due canestri di Morisi servono, poi, per arrotondare il punteggio finale.

EUROSYSTEM – SALSO 54 – 35

(11-5; 26-15; 38-24)

Luzzara: Ploia, Vezzani, Cani 3, Costantino 9, Caleffi ne, Gelosini 13, Sereni 2, Neviani 8, Neri 9, Freddi 4, Corradini 6. All. Beltrami.

Salsomaggiore: Talassi 12, Zamboni 2, Aimi 9, Maccini 6, Rattotti, Bonzani 2, Biocchi, Ronchetti, Lucchini 3, Lettieri. All. Allodi.

Terza vittoria consecutiva per gli Aquilotti che sfruttano il (relativo) turno favorevole contro Salso. Ma ancora una volta sono gli infortuni a prendere il centro del palcoscenico. A Caleffi in panchina solo per fare numero (contrattura alla schiena), si aggiunge l’infortunio a Vezzani che si gira malamente il ginocchio sul finire della terza frazione e le cui condizioni andranno valutate nei prossimi giorni. E se Gelosini stringe i denti sulla caviglia malandata, è sempre out capitan Salati. Buon per gli Eaglets che la difesa ormai gira al meglio e sopperisce ad una serata asfittica in attacco (21/63 dal campo, di cui 4/21 da 3). Salso segna solamente 5 punti nei primi 10′ e addirittura 7 nei primi 17′ con gli Aquilotti che veleggiano su un comodo +16, con 7 punti consecutivi di Costantino (23-7). Nella ripresa i ragazzi di coach Beltrami tengono i parmensi a soli 2 punti per 8′ e, pur senza fuochi d’artificio in attacco, salgono a +21, sfruttando 8 punti di Gelosini (38-17 al 18′). Nessuno scossone di rilievo neppure nell’ultimo quarto, quando gli ospiti provano la zona, ma senza grande successo. A 5′ dalla sirena è sempre +21 (47-26) e si attende solo la fine con la testa alla prossima gara contro la neo-capolista Voltone, sperando di svuotare un po’ l’infermeria.

PSA – VOLTONE 56 – 73

(10-15; 31-35; 44-56)

Psa Modena: Tejeda, Malverti ne, Macchelli 9, Tamagnini, Mezzetti 6, Marasca 11, Santonastaso 9, Di Talia 5, Komadu 2, Frilli 12, D’Imprima 2. All. Lunghini.

Voltone Zola: Galassi 8, Ghiacci 17, Giacometti A. 5, Lombardo 15, Giacometti J. 13, Zanasi, Polo 9, Varotto 6. All. Amanti.

Dopo la bella prestazione con San Giovanni, la PSA torna pigra e svogliata contro il Voltone. I bolognesi partono subito a zona e Modena fatica a trovare le chiavi per aprire la difesa dei bolognesi; i primi tentativi di punire la zona da fuori sono imprecisi, ma è nella propria metà campo che la PSA non convince. Ghiacci, Lombardo e Giacometti giocano a loro piacimento, inarrestabili sotto canestro, ma ancora più letali dall’arco dei tre punti, 7 bombe su 11 tentativi, un autentico bombardamento a cui i ragazzi di Lunghini non hanno saputo dare l’alt. Con questo atteggiamento la PSA era costretta a giocare sempre contro la difesa schierata e visto la difficoltà al tiro si intestardiva nell’1c1, non proprio la soluzione migliore soprattutto se dal palleggio. Il Voltone però era in forte emergenza, con Ghiacci influenzato e ben quattro giocatori praticamente alla prima stagionale, a cui si aggiunge Polo che sulla sirena di metà si scaviglia tirandosi via dal match, quindi il parziale al riposo lascia ancora speranze ai modenesi. Ma al rientro in campo la svolta non si vede, anzi, la PSA continua a trotterellare e a sbattere letteralmente contro la zona. Il Voltone allunga e alterna alla bulgara anche la 1-3-1, il –17 finale non è bugiardo, Modena stasera non c’era con la testa e soprattutto con la voglia di provarci.

RADIOCOOP.IT – FULGOR 67 – 61

(12-19; 28-30; 49-42)

Piacenza Basket Club: Massari 12, Villa 14, Antozzi 16, De Lillo 2, Pirolo 11, Scarionati 5, Sela, Villani, Popov, Markovic 1, Betti 6, Zanangeli. All. Mambretti.

Fulgor Fidenza: D’Esposito, Troiano 3, Orsi, Iacomino 17, Molinari 7, Ceci 11, Zerbini 10, Gelmini 3, Imeri 8, Ceci 2. All. Fiesolani.

Il Piacenza Basket Club vince un’importante partita nell’11° Giornata del Girone d’Andata del Campionato di Serie D. Lo fa al termine di una partita di certo non bella, ma molto combattuta, giocata contro una Fulgor Fidenza che ha davvero venduto cara la pelle. Appena prima della partita momento da brividi per il Pala San Lazzaro, con il minuto di silenzio per ricordare Enzo Presta, indimenticabile volto del Piacenza Basket Club che purtroppo è venuto a mancare in settimana. La partita non è altresì da brividi tuttavia, con un inizio piuttosto lento da parte dei ragazzi di Mambretti che sembrano inizialmente soffrire le giocate fidentine. Iacomino e soci giostrano bene il pallone, mentre il Piacenza Basket Club fatica ad inserire le marce giuste, chiudendo il primo quarto sotto di 7 lunghezze, sul 12-19, complice anche una vena non buonissima dalla lunetta, con un 1/4 negli ultimi secondi che da la fotografia esatta di un quarto non esaltante. Nel secondo quarto si inizia con marce bassissime da parte di entrambe le squadre, si segnalano 3 punti tra entrambe le squadre nei primi 3′. E’ una bomba di Betti che prova a dare fiducia ai ragazzi di coach Mambretti, che iniziano a farsi sotto grazie al prezioso lavoro sotto le plance di Villa e Pirolo. A metà partita si registra un sostanziale equilibrio, con un punteggio di 28-30. Nel terzo periodo il Piacenza Basket Club alza le marce, e la Fulgor Fidenza pare sorpresa da ciò. Sale in cattedra capitan Antozzi, autore di un’ottima prova globale, che riesce in tandem con Pirolo a dare un vero strappo alla partita. Radiocoop.it Piacenza Basket Club arriva a toccare quota +11, con un punteggio di 53-42, ma è ancora Iacomino a dimostrarsi giocatore di categorie e inventarsi due triple importanti. Il finale di partita per il Piacenza Basket Club è tuttavia ancora targato Pirolo-Villa, con la coppia di lunghi che mette a referto 16 degli ultimi 17 punti per i piacentini e consentendo ai ragazzi di coach Mambretti di chiudere sul 67-61 una partita non certo spettacolare, ma che pesa ai fini di una classifica che vede il Piacenza Basket Club ancora in testa.

NAZARENO – ANZOLA 63 – 70

(12-21, 34-35, 54-49)

Nazareno Carpi: Sbisà 1, Compagnoni 23, Goldoni 8, Doddi 7, Spasic ne, Cavallotti 4, Salami 13, Saetti, Menon 4, Cantarelli 3. All. Testi.

Anzola: Poluzzi F., Venturi D. 1, Venturi N. 7, Boldini 7, Fiorini 20, Lambertini, Kalfus 1, Gamberini ne, Brancaccio, Mazza 23, Poluzzi L., Zanata 11. All. Sacchetti.

SAN MAMOLO – BAOU TRIBE 61 – 74

(15-17; 33-37; 45-53)

San Mamolo Basket: Gabrieli 8, Margelli 6, Beccari 3, Quadri 7, Rizzi 2, Martelli P. 14, Martelli L., Boldarino 4, Benfenati, Demetri 12, Candelaresi 4, Ghelli 1. All. Munzio.

Baou Tribe San Lazzaro: Marinelli 9, Fornasari 10, Bernardi 4, Pirazzoli, Mellara 16, Forni, Masrè 14, Paladini 2, Campagna, Capobianco 10, Lodi 9. All. Lelli.

CLASSIFICA

VOLTONE ZOLA 18 11 9 2 786 681 +105
PIACENZA BC 18 11 9 2 753 661 +92
ANZOLA 18 11 9 2 784 707 +77
BAOU TRIBE SAN LAZZARO 18 11 9 2 735 660 +75
PALLAVICINI BOLOGNA 18 11 9 2 747 678 +69
VIS PERSICETO 16 11 8 3 772 683 +89
AQUILA LUZZARA 12 11 6 5 687 657 +30
COLLEGE FIDENZA 10 11 5 6 705 716 -11
MAGIK PARMA 10 11 5 6 671 720 -49
ATLETICO 8 11 4 7 747 769 -22
NAZARENO CARPI 6 11 3 8 710 773 -63
PSA MODENA 6 11 3 8 708 782 -74
SAN MAMOLO BOLOGNA 6 11 3 8 699 799 -100
FIORANO 4 11 2 9 655 715 -60
SAMPOLESE 4 11 2 9 672 741 -69
SALSOMAGGIORE 4 11 2 9 578 667 -89

GIRONE B

GUELFO – BELLARIA 71 – 46

(18-15; 40-23; 53-33)

Castel Guelfo: Vastola, Coraini 8, Gianasi 9, Baccarini 12, Bernabini 6, Miceli 5, Ventura 1, Minghetti 7, D’Andola 12, Giordani ne, Bacci 3, Paluan 8. All. Serio.

Bellaria: Mussoni Mi. 2, Stabile, Sacchetti 13, Mbaye 3, Russu 3, Mussoni Ma. 4, Novello 4, De Gregori 4, Verni 9, Bindi 4. All. Ferro.

MOLINELLA – ARTUSIANA 67 – 58

(19-15; 36-34; 49-41)

Molinella: Calvi 6, Quartieri 4, Checcoli 15, Ricci 16, Vignudelli, Tagliavini 8, Ugolini, Pascoli, Gualandi 7, Serio 5, Trippa 6. All. Baiocchi.

Forlimpopoli: Rossi 28, Marzolini, Balistreri 1, Calboli 4, Manucci ne, Morabito, Arfelli 14, Chezzi 4, Evangelisti, Servadei 7. All. Bondi.

AICS – BASKET VILLAGE 78 – 83

(17-25; 30-45; 55-54)

Aics Forlì: Fumagalli 9, Guaglione 10, Cantore 10, Gaiotti 20, Zannoni 20, Pusateri ne, Ghetti ne, Zamagni ne, Ferri ne, Grossi, Ruffilli, Cortini 9. All. Chiadini.

Basket Village Granarolo: Ballini 9, Nicotera 2, Marega 12, Neviani 6, Pedrielli 21, Billecci ne, Paoloni ne, Costa ne, Carrera 7, Nobis 16, Marcheselli 2, Brotza 8. All. Calore.

Prova convincente dei ragazzi di coach Calore al glorioso Pala Romiti al cospetto di una formazione che recuperava i suoi giocatori più referenziati: Fumagalli e Gaiott,i oltre al ritorno di Cantore dopo la breve parentesi sanlazzarese. Partenza a razzo degli ospiti che imponevano i loro ritmi vertiginosi e si portavano dopo pochi minuti sul 4-16, con i padroni di casa vistosamente in affanno. La zona 2-3 ordinata da Chiadini e il pivot Zannoni con diversi viaggi in lunetta tengono in linea di galleggiamento i padroni di casa permettendo loro di chiudere il primo parziale cristallizzando lo svantaggio sul -8 (17-25 al 10′). Nel secondo periodo Forlì prova a riavvicinarsi ma Granarolo alza nuovamente il pressing difensivo recuperando diversi palloni e un ottimo Neviani in cabina di regia innesca a turno i compagni (smazzando anche 2 assist di assoluto rilievo di cui uno, per Marega in angolo, veramente spettacolare) che dilagano andando al riposo sul +15 (30-45 al 20′). Il terzo periodo comincia con una tripla degli ospiti per il massimo vantaggio dell’incontro (+18 sul 30-48) poi i padroni di casa, con un piglio decisamente diverso, abbassano il quintetto togliendo Zannoni e, giocando con Gaiotti da “falso cinque” inceppano i meccanismi di Granarolo piazzando un parziale di 12-0 che li riporta nel match. Granarolo rompe il digiuno ma ha smarrito completamente il gioco corale d’attacco che aveva nella prima parte e Forlì, grazie anche alle triple di Gaiotti e Fumagalli, mette la freccia e sorpassa sulla sirena (55-54 al 30′ con un parziale nel 3′ periodo di 25-9). Calore e Marcheselli riordinano le idee dei loro ragazzi e dopo, una fase iniziale di batti e ribatti, salgono in cattedra i giocatori “d’esperienza” di Granarolo, Nobis e Carrera (rispettivamente 24 e 23 anni!) che guidano i compagni fino al +10 (con tre triple di Nobis a demolire la zona avversaria) quando mancano 4’30” alla fine. Forlì non ci sta e torna a -3 a 2′ dalla fine ma l’MVP dell’incontro, “Charlie” Pedrielli decide il match con 5 punti consecutivi che riportano Granarolo a +8 e rendono vani gli ultimi tentativi dei padroni di casa per ricucire il divario.

OLIMPIA – CASSANI&COSTANZI 86 – 77

(20-21; 44-43; 63-63)

Olimpia Castel San Pietro: Fortunati ne, Chillo, Franceschini 6, Corazza 18, Ziron 11, Boschi 3, Pancaldi 10, Galloni ne, Binassi 10, Farnè 1, Gianninoni 8, Morales 19. All. Bonazzi.

Basket 95 Imola: Scala 9, Mezzini, Foronci ne, Mastrilli 16, Rossi ne, Dal Monte 9, Rubini 19, Gargioni 3, Baruzzi 6, Crisà 6, Spagnoli 9. All. Brocchi.

CURTI – VENI 61 – 52

(13-14, 32-23, 43-37)

International Imola: Folli 9, Marchi ne, Grandolfi 11, Genoni 3, Cai, Sgorbati 9, Caprara A. ne, Caprara J., Scaglierini 8, Dirella 7, Masoni 14. All. Fazzi.

San Pietro in Casale: Settanni 6, Barbieri 2, Pastore, Vinci, Minozzi G. 11, Iannicelli 12, Ghedini, Tinti, Bartolozzi 17, Folesani 4. All. Minozzi M.

Torna al successo la Curti al termine di una gara spigolosa dove, ai tentativi di fuga degli imolesi, il vantaggio massimo attorno ai dieci punti, hanno sempre risposto gli ospiti sia con Minozzi, ma soprattutto Bartolozzi. San Pietro in Casale si aggiudica il solo primo quarto, poi i ragazzi di Fazzi prendono in mano l’incontro chiudono il primo tempo in vantaggio grazie sopratutto a Dirella che insacca cinque liberi consecutivi. Gli ospiti si riavvicinano nel terzo quarto, mentre l’ultimo vive in completa parità, ma sei liberi segnati da Masoni consegnano la vittoria agli imolesi.

SPEM – DOLPHINS 66 – 86

(18-30, 27-51, 47-67)

Ravenna: Cirillo 8, De Fanti 11, Vistoli 1, Basaglia 7, Saccardi 13, Ravaioli 3, Saccabonni, Raspa 9, Senni 6, Morigi 8, Trerè ne. All. Focarelli.

Riccione: Ambrassa 5, Ma. Amadori 16, Tononi 18, Brattoli 6, Polverelli 12, Zaghini 3, Raffaelli 19, Ortenzi, Perini, Biagini 7. All. Foschi.

VB – ARGENTA 68 – 80

(17-15; 41-34; 53-54)

Grifo Imola: Di Cillo 3, Riga 11, Lanzoni 11, Dragicevic 4, Linguerri 4, Monna 6, Zaccherini 2, Guerra, Pasini 11, Castelli 16. All. Tampieri.

Argenta: Magnani 30, Gribinet, Taglioli, Spinosa 12, Cesari 7, Zanetti, Rubbini 4, Stegani 6, Brignani, Mortara 11, Thiam 10, Rafan. All. Panizza.

SCUOLA BASKET FERRARA – ALTEDO BASKET 56 – 68

(16-23; 22-44; 33-57)

Scuola Basket Ferrara: Ferrarini 7, Pusinanti 11, Rimondi Ri. 5, Rimondi Ro., Bereziartua 5, Malaguti 13, Parigi, Bussolari 3, Romagnoli 6, Costanzelli 6. All. Colantoni.

Altedo: Balboni, Gnan 4, Dal Pozzo 12, Pigozzi 2, Lollini 23, Baccilieri 8, Soresi 6, Zanolli 9, Gnudi 4. All. Bacchilega.

CLASSIFICA

GUELFO 20 11 10 1 774 616 +158
OLIMPIA CASTEL S. P. 16 11 8 3 771 683 +88
ALTEDO 16 11 8 3 779 717 +62
ARGENTA 14 11 7 4 772 685 +87
ARTUSIANA FORLIMPOPOLI 14 11 7 4 699 659 +40
BASKET VILLAGE GRANAROLO 14 11 7 4 739 705 +34
MOLINELLA 14 11 7 4 639 638 +1
SPEM MATTEI RAVENNA 14 11 7 4 651 669 -18
DOLPHINS RICCIONE 12 11 6 5 742 738 +4
VENI SAN PIETRO IN CASALE 10 11 5 6 639 601 +38
INTERNATIONAL IMOLA 8 11 4 7 682 701 -19
BASKET’95 IMOLA 8 11 4 7 738 771 -33
AICS FORLI’ 6 11 3 8 649 797 -148
S.B. FERRARA 4 11 2 9 602 673 -71
BELLARIA 4 11 2 9 647 733 -86
GRIFO  IMOLA 2 11 1 10 639 776 -137

 

Nel week end del “clasico”, attenzione a Pgs Bellaria-Medicina. I risultati della nona in Promo

Nona giornata in Promozione e sempre scontri interessanti. Nel girone A ostica trasferta a Piacenza per la capolista Sant’Ilario, mentre nel C andrà in scena un derby che ha il sapore del “clasico” e cioè Masi Casalecchio vs Francesco Francia Zola. Interessante derby estense, nel D, tra Vis ed Audax, mentre nell’E è importantissimo l’anticipo tra Pgs Bellaria e Medicina 2007. Chiudiamo col girone F ed il prelibato match Fiorenzuola-Tigers.

GIRONE A

TRAVAGLINI – CUS PARMA 64 – 60

(15-14, 36-25, 50-44)

Montebello Parma: Di Noi 2, Brugnoli, Buttafoco 2, Carretta 16, Bocchia 14, D’Alò 10, Rastelli 7, Maddiotto, Vitale 5, Giacovazzo 8, Tommei. All. Goldoni.

Cus Parma: Pattini 7, Bettera, Andreoli 11, Bellicchi 2, Giqampellegrini 7, Marcucci 14, Imbimbo, Lusardi, Bertoni 7, Cervi 12, Ricci, Stonfer. All. Maraffetti.

Tiratissimo, ma sostanzialmente corretto derby tra Montebello e Cus, con una Montebello alla fine vincente meritatamente, per determinazione e freddezza nei momenti chiave del quarto periodo; la molto maggiore esperienza dei cussini non serve per ribaltare nel finale la partita, nonostante un buon Giampellegrini, decisa nel secondo quarto quando il Montebello fa la differenza (+11).

BASKET SOLE – CSI SANT’ILARIO 62 – 58 dts

(13-15, 26-30, 36-41, 52-52)

Basket Sole Piacenza: Ciuti 20, Poggi 15, Signaroldi, D’Alessio 2, Protto 10, S. Sebastiani, A. Sebastiani, Rancati, Azzali 12, M. Mori 4, Lucev, Gelmini. All. Cavagnoli.

Sant’Ilario d’Enza: Sistici 11, Simoni 8, Setti M. 2, Spaggiari 5, Medici, D’Amore 18, Micucci 5, Setti P. 3, Rosi G. 3, Rosi F. 3, Simonazzi, Masini. All. Violi.

Magic Sole! Al Palasport, al termine di una serata scandita da mille emozioni, i rossoblù piegano la capolista S.Ilario e ora si trovano a due soli punti dalla vetta della classifica. Partita per cuori forti, cominciata benino dalla formazione di Cavagnoli, che sembra trovare fluidità nel gioco. E, invece, una miriade di palle perse, una ventina prima dell’intervallo lungo, diventerà un enorme freno. Così, S.Ilario, squadra molto rapida, dal pressing efficace e con le idee chiare, mette la freccia e a metà gara è avanti di 4 lunghezze: 30-26. Grande il rammarico sulla sponda rossoblù, soprattutto perché, fin lì, le occasioni gettate al vento non si contano. Riprende la partita, però il terzo periodo non aggiunge nulla di nuovo: S.Ilario avanti con un discreto margine, Basket Sole a inseguire, con affanno, ma senza mollare mai. Gli ospiti trovano i punti del +11: 49-38 al 34′. Sembra finita, però non per i ragazzi di coach Cavagnoli che, finiti con le spalle al muro, cominciano a esibire il meglio del loro repertorio. Le triple di Poggi e Protto danno ossigeno. Scorrono i minuti ed è aggancio a quota 49, sullo slancio di un basket adesso davvero convincente. Ma S.Ilario trova immediatamente il guizzo del 52-49. i rossoblù, però, hanno sette vite, pareggiano ancora e gestiscono l’ultimo possesso. Ma il ferro, a una manciata di secondi dalla fine, sputa prima il pallone di Poggi, poi quello di Mori. E’ supplementare. Che il Basket Sole gestisce con polso autoritario e con maggiori energie rispetto a un avversario che ormai ha dato quello che poteva. I rossoblù mettono da parte un gruzzolo di punti che permette loro di risparmiarsi un nuovo arrivo in volata. Così, finisce in gloria per un Basket Sole un po’ sregolatezza, ma tanto genio nei momenti bollenti della gara.

AMBA – PLANET 48 – 59

Ducale Parma: Tarricone 4, Ponticelli 2, Bertolini 4, Solimè 9, Montanaro, Frazzi 4, Ludergnani 7, Vento S. 4, Rosi 14, Vento L., Tinelli, Carretta 1. All. Padovani.

Planet Parma: Ruozzi 5, Bozzetto 8, Veronese 4, Giublesi 16, Titi 2, Gasparini 5, Anselmi 7, Gianferrari 7, Vigani 4. All. Paletti.

Ancora un amara sconfitta per la compagine Ducale, per di più nell’atteso derby con la Planet e davanti al pubblico amico del PalaIPSIA. Subito nel primo quarto, aldilà di qualche raro canestro in contropiede, i padroni di casa non riescono quasi mai a creare un’azione ben costruita. Gli avversari, al contrario, non sembrano subire per nulla il fattore campo. Nel 2° quarto Padovani mischia un po’ le carte, dando spazio ai giovani e cercando una maggiore corsa e una maggiore intensità difensiva. Il risultato non cambia, ma, grazie ad un paio di bombe di Rosi, la Ducale è comunque in partita (22-26). La ripresa inizia malino. Per i primi 5’ non si vedono canestri ducali. Planet, invece, chiude con un contropiede di Bozzetto un parziale di 8-0. Adesso è dura. Una tripla di Ludergnani ad inizio dell’ultimo quarto fa ben sperare. Ma Giublesi e suoi sono maggiormente determinati a portare a casa i due punti. Noi troppo confusi e con percentuali indegne. Niente da fare, finisce 59-49 Planet e tanta amarezza per una continuità di risultati positivi che sembra non arrivare mai.

BAKERY – VALTARESE 79 – 65

Castel San Giovanni: Coppeta 21, Faraone, Eccher 4, Di Giorgio 6, Fanaletti 7, Brandolini 6, Derba 3, Zamboni 24, Belli, Mazzocchi 8, Tresoldi, Georgiev. All. Piva.

Valtarese: Peloso 2, Leonardi 7, Verti E.9, Gonzato 4, Coppini 16, Del Maestro 12, Dellapina, Giraud 8, Verti N.4, Oppo 3. All. Baldi.

Non ci sta, la Valtarese, a fare da vittima sacrificale di fronte ad una lanciatissima Castellana Bakery. Ne esce una partita come se ne sono viste altre al “Silvia Viola”: primo quarto al fulmicotone per i locali, che poi subiscono una rimonta che agita gli animi dello staff tecnico Valtidonese. In prima frazione Coppeta mette nel canestro valtarese ben 11 punti, a stento controbattuto da un Coppini, che limita il gap a -10: 24-14. In seconda frazione, un buon Brandolini infila 6 punti in due minuti e dilata il vantaggio castellano, prima di infortunarsi lasciare il campo. Dal +19, la luce si spegne per i locali e, trascinati da una bomba di Giraud, gli ospiti piazzano un parziale di 7-0 e terminano il lavoro dalla lunetta: 41-3 all’intervallo lungo. Si riaccende Coppeta, ma il basket champagne degli ospiti, che alternano penetrazioni al ferro a raffiche dai 6,75, vedono addirittura la Castellana Bakery andare sotto di un punto, sul 50-51. La sorpresa, però, svanisce nell’ultimo quarto. Zamboni fa 6-7 minuti da par suo e, anche grazie al prezioso contributo di Di Giorgio, i locali piazzano un parziale di 20-10, che chiude una partita nel complesso positiva per entrambe le giovani compagini in campo.

PRIMOGENITA – IRA TENAX 40 – 49

Calendasco: Pirolo 8, Botti N. 3, Villani E. 4, Zanangeli 7, Botti T., Paraboschi 2, Dallavalle 7, Bacigalupi 3, Gregori,  Cabrini, Catozzi 2, Guarnieri 4. All. Nadal.

Cortemaggiore: Spotti 9, Righi 6, Valla 6, Maccagni M. 11, Guglielmetti 3, Maccagni A. 2, Pezzani 3, Paini 4, Laurenza 5. All. Podestà.

Dopo la trasferta negativa a Borgotaro, una sconfitta tra le mura amiche per i ragazzi di Nadal che si fanno superare dalla compagine di Cortemaggiore. La partita inizia con diversi errori alla conclusione da parte di entrambe le squadre fino a quando i giovani della Primogenita riescono a dare intensità al proprio basket portandosi anche a +8 a metà del secondo quarto. Poi un calo di ritmo legato a diversi errori e palle parse fanno recuperare i magiostrini che vanno al riposo in vantaggio per 27 a 20. Il ritorno dagli spogliatoi non cambia l’inerzia della partita che si trascina fino alla fine tra errori di conclusione e bassi ritmi ben gestiti dai più esperti dell’Ira Tenax.

SALSOMAGGIORE CITY – MARCONI BASKET 78 – 71

CLASSIFICA
S. Ilario, Montebello Parma, Castellana Castelsangiovanni 14; Cus Parma, Basket Sole Piacenza, Planet Parma 12; Ira Tenax Cortemaggiore 10; Ducale Parma 8; Marconi Castelnovo Sotto, Primogenita Calendasco, Valtarese 4; Salsomaggiore City 2.

GIRONE B

PALLACANESTRO SCANDIANO – GO IWONS BASKET 51 – 39

NORDICA EXTRAFLAME – RADIO BRUNO 61 – 73

(14-17, 39-35, 47-49)

Gualtieri: Magnanini 3, Canova 8, Folloni 6, Bagni 4, Pezzali 3, Miglioli ne, Soliani 5, Guida, Manzali 4, Pellegrini 14, Bernardelli 14, Berni. All. Cavalaglio.

Campagnola: Manicardi 13, Gasparini 2, Nasi S. 5, Zaccarelli 5, Parmiggiani 4, Bigliardi ne, Piuca 22, Sacchi, Rustichelli 17, Di Monte 1, Beltrami, Sueri 4.

Ancora privi di coach Volpato (sempre all’estero per impegni lavorativi), gli Aquilotti affrontano questa gara con fiducia ma con altrettanta apprensione, in quanto il roster di Campagnola è importante, con nomi altisonanti e navigati in Serie D. Quintetto locale che parte forte con un canestro di Pellegrini che evidenzia la serata positiva del lungo nostrano. Ma Campagnola non batte ciglio e inizia subito a martellare con la mano calda di Piuca (7 punti nei primi 10′), che quando scende al Pala Nido vede sempre il canestro. Il quarto si chiude sul 14-17 ma nel secondo coach Cavalaglio mischia le carte, schierando Bernardelli al fianco di un Manzali molto in palla. I locali trovano gli equilibri giusti, soverchiando il risultato con un break importante che li lancia sul +10 e una Campagnola che non sa come arginare le furie giallo-blu. Coach Nannetti esaurisce i time-out, ma la partita sembra incanalarsi in un vicolo cieco per gli ospiti, se non fosse per l’incredibile: a 11″ dal termine, sul 39-31, Bernardelli perde la maniglia ad opera di Manicardi , che si invola a canestro segnado e subendo un’ingenuo fallo da Magnanini che gli concede un suppletivo. Il play sbaglia dalla lunetta ma guadagna il rimbalzo subendo ancora fallo e facendo rientrare così gli avversari a -4 (39-35). Finale incandescente ed a tempo scaduto coach Nannetti prende tecnico permettendo ai locali di ripartire dopo la pausa lunga con il libero e possesso. Il colpo del ko non inferto apre la classica crisi nelle file Eaglets e l’inizio non è certamente da ricordare. Coach Cavalaglio si affida al quintetto iniziale, ma il libero sbagliato di Pezzali e la palla persa sul successivo possesso, fanno capire che la testa non è sul pezzo. Si segna con il contagocce e la gara è punto a punto ed a 3′ dal temine avviene il sorpasso degli ospiti per mano del solito Piuca (42-43). Le energie mentali vanno scemando e l’ultimo periodo è un calvario annunciato che vede scivolare i locali fino al -11 a 5′ dal termine. Ci prova Canova a dare uno scossono con un missile che scalda la platea; Pellegrini prima ed una bomba ignorante di Pezzali poi, rimettono in piedi la partita con ancora 170″ da giocare. Pellegrini ruba palla a Parmigiani e si invola a canestro e realizza subendo fallo. Ma gli arbitri non sono dello stesso avviso e vedono un fallo d’attacco (su cui permangono molti dubbi anche dopo aver rivisto le immagini). Gli aquilotti si sciolgono come neve al sole; Campagnola sfrutta al meglio lo scampato pericolo e porta a casa una vittoria che sa di beffa per gli Aquilotti.

BIBBIANESE – I GIGANTI 68 – 60

(17-9, 39-29, 56-39)

Bibbianese: Menozzi 6, Salati 2, Reni 8, Marchesini, Ghirardini 12, Gala 8, Vignali 15, Francia 4, Codeluppi 5 , Camurri 8. All. Reverberi.

Modena: Panico 13, Giorgi 2, Manzotti 10, Ngansop Singhe 2, Quaresima 9, Adamo ne, Demattè 4, Odorici 4, Larghetti 4, Forastiere 12. All. Fossali.

Cosa c’e’ fra il Dire e il Fare – il Mare – lo sanno anche i bambini ma per coach Reverberi era questo il problema più importante alla vigilia della 9° di andata del campionato di promozione fra la Bibbianese e i Giganti di Modena, giocata in quel di Bibbiano. Il “Mare” che dovevano affrontare i padroni di casa era infatti tormentato da “onde” che potevano rivelarsi pericolosissime: gli infortuni (in tribuna Farioli- vittima la settimana prima di una gamba “gigia” che ha ricordato quella subita dal grande Marco Materazzi con la nazionale – Olivares e Bartoli oltre al lungo degente Donia) e la classifica (che diceva incontestabilmente che gli ospiti erano ancora fermi al palo potendo sciaguratamente far rilassare i padroni di casa) erano tutti fattori che si sono sovrapposti fra il Dire che Bibbiano doveva battere gli ospiti e il Fare che avrebbe aggiunto 2 punti necessari alla sua classifica, dopo la sconfitta contro Reggiolo. Camurri, che alcune partite le ha giocate, ne è consapevole e con due canestri nelle prime azioni fa mettere subito la freccia ai padroni di casa, ben aiutato da un attento Codeluppi e da un Gala (bomba) preoccupato sia di far girar la squadra che di bruciare la retina. La reazione dei modenesi forse crea un pochino di panico fra i locali, sicuramente è creata da Panico: nonostante il gioco di parole è il 4 ospite che con 7 su 9 punti tiene su la baracca per Modena. Vignali, che ha 2 o 3 marce in più di tutti i presenti, inizia il suo show e porta alla prima pausa il match sul 17 a 9. Il secondo parziale comincia da dove era terminato quello precedente con il numero 12 locale che fa andare il turbo nelle sue gambe a pieno regime e permette ai suoi di allungare ulteriormente. Modena però non ci s sta e con Quaresima prima e Manzotti poi cerca di rimanere appesa alla partita. Ghirardini, Menozzi, Salati e Gala (altra bomba) “assistono” Vignali in attacco mentre Quaresima e Forestiere ne piazzano diversi dall’altra parte mantenendo in partita nel quarto Modena. Con una bomba di Codeluppi e altre due conclusioni di Vignali si va alla pausa lunga sul 39-29 interno. Coach Reverberi sa benissimo che con due spallate I Giganti possono cadere per ko anticipato e cerca di farlo capire ai suoi all’intervallo: di sicuro lo apprende Ghirardini, autore di 2 bombe dal forte peso specifico sul match, ben aiutato (dopo e nel mezzo) da Reni, Gala, Camurri e da Marchesini in difesa. Modena subisce il colpo e ne realizza solo 9: con due liberi di Menozzi si va all’ultimo mini-break sul 56 a 38. L’ultimo quarto inizia con l’ennesima nota suonata da Vignali, mentre Modena si aggrappa all’orgoglio di non subire un passivo importante e alle giocate di Panico alle quali però questa volta non è associato nessun stato d’animo di timore per i locali. Francia realizza un canestro che è più di Ghirardini (assist) che suo, prima di farne un altro senza aiuto. Reni è preciso dalla lunetta ma il pressing ospite cerca di far recuperare a Modena qualche punt : Forestiere sotto le plance e Manzotti al tiro ricuciono parte del gap, ma la partita finisce comunque su 68 a 60 per i padroni di casa. Bibbiano riesce a fare ciò che ha detto (e chiesto) il suo coach: ottenere i due punti.

SCHIOCCHI BALLERS – PALL. REGGIOLO 60 – 51

(19-20; 29-35; 46-41)

Schiocchi Ballers Modena: Binotti 5, Zara, Sassi, Sangermano 1, Righi R. 15, Twum 19, Forghieri 8, Minarini 2, Guidetti ne, Vaccari 5, Alessandrini 5. All. Righi G.

Reggiolo: Fregni 18, Torreggiani 10, Pirondini 6 Carnevali, Spaggiari 2, Franzini 2, Arisi, Gambuzzi 6, Ferrari ne, Del Bue, Setti 1, Fegandini 6. All. Notari.

Terza vittoria di fila dei Ballers che, tra le mura amiche sconfiggono, Reggiolo capolista. Primo quarto dove prevalgono gli attacchi sulle difese, con gli ospiti avanti nonostante le buone iniziative di Vaccari  e Forghieri (19-20). I reggiani, con uno scatenato Fregni, mantengono il vantaggio chiudendo il primo tempo sul 35 a 29. La ripresa vede i padroni di casa stringere le maglie difensive  e correre in contropiede grazie ai recuperi di Righi e Binotti e alle finalizzazioni di Twun, top scorer dell’incontro con 19 punti, il quarto si chiude 46-41 interno. Da segnalare in questo periodo il doppio tecnico inflitto a Pirondini, molto nervoso per tutta la gara, che priva i reggiani di un importante terminale offensivo. L’ultima frazione rimane sotto controllo Schiocchi, che ben respingono gli ultimi colpi di coda degli avversari chiudendo le ostilità per 60-51.

CENTRO LATTONIERI – MEDOLLA 37 – 51

(13-14; 23-26; 36-39)

Carpine: Meschiari 4, Testi 3, Piuca M. 3, Masini 2, Piuca R. 5, Gasparini 6, Zanoli 4, Giovanardi 8, Iacono, Berra 2. All. Morettin.

Medolla: Galeotti 4, Maini 11, Barbieri 6, Aldrovandi 10, Nardi 14, Tralli 7, Ceretti, Guarnieri, Spinelli, Bega. All. Carretti.

Carpi perde la prima partita casalinga in una gara caratterizzata dall’equilibrio fino a due minuti dalla fine. Gara ben preparata da coach Carretti che chiude letteralmente il proprio canestro, anche grazie ad una serata altamente infelice al tiro per i carpigiani. I locali però riescono fino a due minuti dal termine a tenere, poi mollano d’improvviso e la partita va a ramengo.

U.S. LA TORRE – VIRTUS CASALGRANDE 74 – 50

(25-13, 40-20, 57-34)

La Torre Reggio: Galassi 2, Panciroli, Passiatore 2, Vezzosi 9, Bochicchio 9, Pezzarossa 4, Mazzi F. 22, Mussini 6, Bertolini 3, Margaria 15, Orlandini 2. All. Spadacini.

Casalgrande: Govi, Bottazzi 2, Iemmi 11, Bonaccini 10, Scianti 3, Torelli 11, Grazi 4, Talami 2, Giacalone 7, Fusco. All. Pacifico.

Torna al successo La Torre dopo la sconfitta di Carpi della scorsa settimana e lo fa in modo decisamente convincente, mostrando a tratti anche un gioco fluido, che sembra indicare l’assimilazione dei concetti offensivi da sempre predicati da coach Spadacini. L’inizio non è, però, semplice, perché il Casalgrande entra in campo con il piglio giusto e batte ripetutamente la difesa grigiorossa. Tutto sembra girare alla perfezione per gli uomini di Pacifico, tanto che l’intero quintetto base dopo soli 5 minuti è già andato a segno, complice una difesa avversaria un po’ morbida. Sul 6-10 ospite, è l’ingresso di Pezzarossa dalla panchina a dare la svolta: forte pressione sugli esterni e tre palloni recuperati di fila danno il là ad un break di 13-0. Con Mazzi e Vezzosi sugli scudi nel ruolo di realizzatori, il punteggio per i torriani è di 25-13 al termine del primo quarto. Nel secondo, la musica non cambia. Margaria è il vero dominatore dell’area, raccogliendo moltissimi rimbalzi, che vengono trasformati in contropiedi e soluzioni in transizione da Mussini, molto positivo uscendo dalla panchina, Mazzi e Bertolini. L’attacco di Casalgrande, invece, si inceppa, mettendo a referto in questo quarto soli 7 punti, così alla pausa lunga il risultato è di 40-20 per Bochicchio e compagni. Al rientro in campo, Pacifico gioca la carta della zona 3-2, ma la Torre non si lascia intimorire, trovando il canestro con Margaria, Galassi e Vezzosi, per poi lasciare il finale di quarto nelle mani di un ispiratissimo Filippo Mazzi, che infila sette punti in un amen portando i suoi al +23 con cui si conclude il parziale. L’ultimo quarto serve solo per definire il punteggio finale (74-50), gustarsi uno spettacolare assist schiacciato a tutto campo di Mussini per il canestro di Pezzarossa e vedere l’intera panchina grigiorossa in piedi a salutare il ritorno al canestro di Filippo Orlandini, dopo un’assenza dai campi di più di un anno per vari problemi fisici.

CLASSIFICA

Scandiano 14; Carpine, Reggiolo, La Torre Reggio, Campagnola 12; Bibbianese, Medolla, Schiocchi Ballers Modena 10; Go Iwons Albinea 8; Aquile Gualtieri 6; Virtus Casalgrande 2; I Giganti Modena 0.

GIRONE C

IMA – H4T 44 – 76

(12-21; 18-37; 28-63)

Ima Basket: Ariatti S. 10, Bragaglia, Ariatti J. 4, Di Rienzo, Morelli 6, Costa 8, Furlanetto, Riccobaldi 12, Quercioli 2, Piccari 2, Bondi. All. Bertuzzi.

Scuola Pallacanestro Vignola: Ganugi 7, Quartieri 5, Degli Angeli 4, Mariani 7, Pantaleo 14, Vannini 2, Guidotti 9, Midulla 18, Franchi 10, Malagodi. All. Smerieri.

Ottima prova corale per i ragazzi di Coach Smerieri che riescono a chiudere il match dopo solo due quarti in casa dell’ultima in classifica. Inizio che sembra subito in salita per i giallo neri, con i padroni di casa che partono forte e si portano subito sul + 5 (7-2) dopo una paio di minuti; gli ospiti reagiscono subito e grazie al giro palla e a Franchi autore di 8 punti nel primo quarto riescono prima a impattare a metà quarto 7-7 e poi a mettere la freccia e a superare gli avversari chiudendo la difesa e sfruttando al massimo le occasioni concesse dai padroni di casa, chiudendo così avanti di nove punti il primo quarto (12-21). Nel secondo quarto non cambia molto, i ragazzi di Smerieri continuano a macinare gioco e a sfruttare gli errori avversari, concedendo poco o niente in difesa; i padroni di casa vanno a canestro con il solo Costa (6 punti), riuscendo così a scavare un solco che risulterà poi decisivo e già metà quarto i Vignolesi sono avanti di 14 punti (14-26) e, grazie ai 9 punti realizzati da Midulla, riescono a chiudere il periodo (e in parte anche la partita) sul 18-37. Al rientro dagli spogliatoi i bolognesi cercano subito di spingere sull’acceleratore cercando di riavvicinarsi nel tentativo di riaprire la partita, sfruttando subito le poche occasioni concesse dalla difesa della H4T, ma a nulla servono i tentativi in attacco. I ragazzi di coach Smerieri ribattono colpo su colpo e a metà quarto riescono ad allungare ulteriormente portandosi sul + 25 (28-53); i padroni di casa poco possono contro un ottimo gioco di attacco e una difesa ermetica e grazie ai canestri di Pantaleo, Guidotti, Midulla e all’under Degli Angeli, i gialloneri chiudono il quarto sul 28-63. Ultimo quarto di pura gestione senza tante emozioni la H4T riesce a gestire il risultato senza troppi patemi e senza correre grandi rischi e riesce nuovamente ad allungare sul + 36 a 5′ dalla fine grazie anche ai 5 punti realizzati da Quartieri e la partite procede verso la fine senza troppi sussulti e Vignolesi che chiudono il match sul 44-76. Per i modenesi quarta vittoria consecutiva e primo posto mantenuto in compagnia di Zola Predosa e Stefy Basket, in attesa della partita del Montevenere.

MASI – F. FRANCIA 59 – 69

(7-21; 22-38; 39-57)

Masi Casalecchio: Campazzi 4, Penna 4, Castaldini G. 6, Sechi ne, Dalla 7, Forni 5, Di Marzio 4, Barilli Fi. 4, Manferdini 12, Cavana 4, Masi 4, Castaldini T. 5. All. Guidetti.

Francesco Francia Zola: Galli 14, Barilli Fe. 2, Gamberini 20, Tubertini 4, Guerrato 4, Migliori 5, Cilfone 9, Masina 2, Brochetto D. 2, Pagano 4, Lenzi 2, Bosi 1. All. Brochetto L.

P.G.S. WELCOME – STEFY BASKET 57 – 65

(8-13; 31-32; 40-47)

Pgs Welcome: Lamborghini L. 14, Lederi 4, Capelli 4, Sabbioni 8, Ronchi 7, Palmieri 3, Rizzi 6, Roveri 2, Ferrari, Cerri  9. All. Lamborghini R.

Stefy: Dozza 6, Carosi 8, Benetti 9, Francia 4, Gagliardi 2, Poli 4, Suero 8, Tradii 12, Mannini 1, Agnoletti 11. All. Scandellari.

Una Stefy determinata, e già con il passo giusto per il suo proseguo di leader della classifica, supera con merito ed autorevolezza una Welcome incerottata, ancora alla ricerca di un rendimento costante ma caratterialmente mai doma. La squadra ospite fin dalle prime battute si dimostra molto determinata per il raggiungimento della vittoria,  affidandosi alle realizzazioni di Tradii, Carosi e Suero, mentre da parte PGS l’attacco stenta ed anche i pochi punti segnati da Lamborghini e Rizzi vengono accolti come una manna. Nel secondo quarto la formazione di casa si sblocca, affidandosi molto di più alla velocità e reagendo di conseguenza al gioco maggiormente fisico impostato dagli ospiti. Ora Lamborghini, Ferrari e Sabbioni rispondono con sicurezza alle realizzazioni di Tradii e Suero, recuperando l’intero svantaggio con un break di 12 a 2 sul finire del tempo. Dopo il riposo c’è la prevedibile reazione della Stefy che si affida ai suoi lunghi per mettere in difficoltà gli avversari e numerosi sono i punti conseguiti sui rimbalzi in attacco. La PGS ci mette pure del suo, realizzando una bomba ad inizio frazione per poi rimanere a “bocca asciutta” per quasi 8’, facendosi così staccare nuovamente di 7 punti. All’inizio dell’ultimo quarto coach Lamborghini sembra aver risolto il problema sotto le plance e di conseguenza il suo team recupera parte dello svantaggio ma, dopo due centri consecutivi dai 6,75, Benetti ristabilisce un margine di maggior sicurezza per i suoi colori. Sabbioni e Cerri portano la Welcome ancora a -5 (55 a 60) a poco più di 1’ dal termine, ma Agnoletti e Francia chiudono definitivamente l’incontro.

SPORT INSIEME – GIARDINI MARGHERITA 79 – 84 dts

(14-21; 45-39; 56-54; 71-71)

Sport Insieme: Morando, Amabile 9, Garrossi 11, Flori 16, Lalanne, Cristiani 2, Guizzardi 2, Marino 4, Salvi 15, Sanna, Skocaj 20, Sakho. All. Bandiera.

Giardini Margherita: Alaimo 14, Marcelli 2, Florio, Stefani 2, Valenti 29, Grandi 4, Brina 16, Pierini 4, Sangiorgi 8, Marchesi 5. All. Lanzi.

CSI SASSO MARCONI – SCUOLA PALL.PIUMAZZO 2002 66 – 69

Csi Sasso Marconi: Magnani 5, Grande, Bruni 12, Meluzzi, Tosarelli 3, Romano 7, Neretti 7, Mutolino 10, Borsari 8, Bellodi 8, Giuliani 6. All. Coralli.
Piumazzo2002: Lupato 2, De Martini 21, Baroni 13, Luppi 2, Valenti 13, Cavani, Colombari, Di Bona, Verdoliva 13, Montorsi 4, Stanzani 1. All. Vannini

GARDENBO – MONTEVENERE 2003 51 – 46

CLASSIFICA
F. Francia Zola, Vignola, Stefy Bologna 14; Montevenere Bologna, Giardini Margherita Bologna 12; Sport Insieme Bologna, Masi Casalecchio 10; Pgs Welcome Bologna 8; Piumazzo 6; Gardenbo 4; Pgs Ima Bologna, Csi Sasso Marconi 2.

GIRONE D

PEPERONCINO – CALDERARA 46 – 71

(8-16; 24-30; 33-57)

Castello d’Argile: Bergami 8, Manzi 2, Govoni 3, Vecchi 2, Balboni, Frascaroli 4, Gilli 4, Monari Mat. 9, Fanti 2, Bernardini 2, Monari A. 10, Comi ne. All. Monari Mar.

Calderara: Pritoni 12, Ventura, Mestieri, Guaraldi 4, Aspergo 8, Garofalo 5, Gentili 15, Passarini 6, Bellodi 6, Angelini 11, Ansaloni 1, Scarlata. All. Murtas

Successo esterno per l’UP Calderara in quel di Mascarino, con gli ospiti che si impongono col punteggio di 46-71. Nel primo quarto Calderara parte molto bene, mentre per i padroni di casa è Alex Monari a tenere a contatto i suoi, nel finire di quarto saranno 8 punti consecutivi di Pritoni a creare il primo divario tra le due formazioni che andranno al primo mini riposo sul punteggio di 8-16. Nel secondo quarto i padroni di casa accorciano le distanze grazie a un parziale di 8-0, ci penseranno Angelini e Passarini a tenere a distanza i ragazzi di Coach Monari; si va così negli spogliatoi sul 24-30. Nel terzo quarto i canestri di Alex Monari e Frascaroli riportano a –2 Mascarino, Calderara però reagisce con un parziale di 5-27, firmato dai canestri di Angelini e Aspergo, il periodo si chiude sul massimo vantaggio ospite, 33-57. Nell’ultima frazione Matteo Monari prova a rimettere in partita i suoi, ma ormai è troppo tardi e il divario tra le due formazioni resta pressoché invariato, la partita finisce sul punteggio di 46-71.

HAPPY BASKET – LA FENICE 48 – 63

(13-13; 24-33; 32-49)

Castel Maggiore: Bernardinello 5, Pellegrino 2, Tugnoli 2, Baraldi 2, Zocca 5, Pazzaglia 14, Maini 11, Mancini, 3, Bonora ne, Tolomelli 4, Sitta ne. All. Ansaloni.

Codigoro: Stella 2, Patroncini 14, Pinpinati ne, Ferretti 3, Tralli 24, Aboulfath, Gnani 6, Bellinaso 2, Cavazzini, Finessi 2, Di Tizio 10.

DIABLOS BK S.AGATA – ARGELATO BASKET 65 – 48

(27-7; 44-18; 57-30)

Sant’Agata sul Santerno: Belosi 10, Serra, Violi 7, Terzi 8, Angelini 13, Patelli 6, Bruni 8, Accorsi 2, Testoni, Manganelli 4, Risi 7. All. Masetti.

Argelato: Leonelli 15, Rossi, Risi 1, Baldassarre 5, Fontanella 4, Trigari 10, Sgargi 2, Nannetti 8, Cremonini 3. All. Iattoni.

FORTITUDO – DELTA 69 – 68

(21-19; 41-40; 55-56)

Crevalcore: Bianconi 1, Querzà 2, Gambuzzi 14, Filippetti 4, Bersani 4, Gobbo 6, Fregni 11, Simoni 22, Soverini 2, Incerti, Floro 3. All. Terzi R.

Comacchio: Persanti 8, Peretti 36, Gregori 4, Boccaccini, Gelli 13, Ferroni 3, Cavalieri 2, Dall’Oca, Gregori 2, Carli. All.  Bacchini.

A.MI.CA. – GALLO 31 – 53

(3-11; 8-30; 24-38)

Gallo: Fini 3, Malagutti, Del Principe 9, Schincaglia 6, Magni, Boscolo 5, Pasquali 5, Gardenale 4, Malaguti 4, Caselli 16. All. De Simone.

ICOS – AUDAX 52 – 61

(12-13; 22-29; 44-47)

Vis Ferrara: Vivarelli, Ricci 4, Gnani, Mastrangelo 13, Brilli, Bianchini 1, Verrigni 13, Borsetti 2, Cavicchioli 10, Gamberini 3, Fiorentini 2, Campi 4. All. Castaldi.

Audax Basket Ferrara: Seravalli 5, Mantovani 6, Bertasi, Marabini 6, Ricci 11, Ferrarini 8, Ferraresi 7, Felletti Spadazzi 8, Vaianella 2, Del Torto 2, Balboni 4, Bedetti 2. All. Folchi.

Un venerdì sera all’insegna del foglio giallo per Icos che, purtroppo, non ha retto allo scontro con Audax. Sul suolo del Palapalestre si è svolta una gara intensa ed emotivamente coinvolgente sia per i giocatori che per il pubblico presente. I primi due quarti hanno visto le due squadre contendersi la palla con spirito combattivo tanto che, in buona sostanza, è stato un rincorrersi punto a punto. La seconda metà di gioco, invece, è stata caratterizzata da un gioco sempre più attivo in fase di attacco e difesa da parte di Audax e da un calo di prestazioni da parte della formazione biancazzurra. Sia i giocatori in campo che quelli in panchina, per Audax, hanno dimostrato un forte spirito di squadra, cosa questa mancata ai ragazzi di Icos. Nonostante alcune buone prestazioni dei singoli la partita è terminata con la vittoria di Audax che continua la sua fase ascendente e rimane la prima in classifica. Per i ragazzi di Castaldi si prospetta un periodo di lavoro intenso, soprattutto per migliorare la coesione dei giocatori pur validi sotto il profilo tecnico-sportivo.

CLASSIFICA
Audax Ferrara 14; Diablos Sant’Agata Bolognese*, Calderara, Gallo 12; Peperoncino Mascarino, Argelato 10; Delta Comacchio, La Fenice Codigoro* 8; Vis Ferrara, A.MI.CA Minerbio 6; Happy Basket CastelMaggiore, Crevalcore 4.

GIRONE E

SELENE – TITANS 60 – 55

(15-12; 32-25; 50-41)

Sant’Agata sul Santerno: Tagliaferri ne, Gaddoni 8, Pirazzini 4, Fabbri 8, Simoni 10, Foronci 3, Merendi ne, Totaro 17, Baldrati 7, Pantani 3, Camorani ne. All. Valli.

Titans Ozzano: Finessi 5, Rossi 4, Tuccillo 2, Gamberini 17, Mungiguerra 5, Cucinotta 5, Gardotti, Paolucci 4, Ungaro 12, Minoccheri. All. Torrella.

BASKET CLUB RUSSI – BASKET GIALLONERO IMOLA 33 – 51

(15-14; 22-23; 24-36)

Russi: Montanari, Ballanti, Bramante 3, Babini 2, Bellanti 6, Beghi 2, Bassi 3, Guidi, Buffatti 2, Canali, Santo 8, Venturini 7. All. Milandri.

Giallonero Imola: Canè 2, Bertini ne, Ragazzini 5, Saloni, Spoglianti 2, Pederzoli 9, Biancoli 12, Calamelli, Bilardo ne, Vannini 6, Nanetti, Vicentini 15. All. Creti.

PGS BELLARIA – MEDICINA 2007 74 – 76

(14-10; 33-28; 45-47)

Pgs Bellaria: Ascari 20, Sudano 5, Urzino, Romanelli 6, Scarenzi 2, Pazzaglia 1, Naim 29, Franzioni 2, Cavallari 2, Sanguettoli 2, Idà 4, Masoni 1. All. Bendaglia.

Medicina Basket 2007: Buresti 14, Lenzarini 16, Guccini 4, Pinardi 4, Magli 10, Buscaroli 7, Martelli 2, Rimondini 16, Dall’Olio 1, Randazzo 2. All. Bandini.

ISIS BASKET LUGO – PARTY & SPORT 46 – 72

(13-17; 23-38; 34-57)

Lugo: Scardovi M. 2, Zanoni 5, Zanzi 6, Ricci Maccarini 1, Marchetti 7, Romagnoli 1, Vecchi, Scardovi E. 15, Plazzi 2, Savini 5, Bazzocchi 1. All. Ortasi.

Party&Sport: Leale 13, Franceschi 12, Marchi 3, Fierro 2, Zerbini 5, Lazzari 13, Zanaroli 5, Passatempi 2, Rizzoni 11, Salvadè, Avallone 6. All. Nannetti.

CASTEL SAN PIETRO – CASTIGLIONE MURRI 56 – 59

(11-18; 21-28; 36-43)

Pall. Castel S.P.T. 2010: Castellari 6, Marchi 1, Castelli, Graziani 10, Naldi 14, Manaresi 14, Farnè, Vinera 5, Remondini, Conti 6. All. Martinelli.

Castiglione Murri: Brini, Buriani 18, Cuevas, Dettori 11, Di Pasquale 2, Fermi, Ferraresi, Maestri 2, Pedrielli, Rizzardi 17, Samoggia 7, Tacconi 2. All. Benini.

TATANKA BALONCESTO IMOLA – MONTERENZIO BASKET 68 – 43

CLASSIFICA
P&S Ozzano, Medicina 2007 14; Titans Ozzano, Pgs Bellaria, Giallonero Imola, Selene Sant’Agata sul Santerno 12; Castiglione Murri 10; Isis Lugo 8; Russi 6; Castel San Pietro, Tatanka Imola 4; Monterenzio 0.

GIRONE F

CESENATICO 2000 – BASKET 2000 63 – 51

(16-12; 32-25; 43-39)

Basket CerviaCesenatico: Montalti, Battistoni 12, Maraldi 19, Cavalieri, Farabegoli 2, Capucci 1, Pasini 2, Albertazzi 4, Bravi 9, Balestri, Pillastrini 10. All. Domeniconi.

Titano Rsm: Bombini 9, Fabbri, Guerra 6, Barrena 2, Sarti, Taddei, Bronzetti 12, Borello 8, Giardi 4, Gambi 2, Ugolini 8, Giannotti. All. Liberti.

FIORENZUOLA – TIGERS 66 – 71

(17-16; 27-35; 45-47)

Fiorenzuola Cesena: Foschi 10, Faggi 11, Lucchi Mat. 19, Morsucci 6, Strada 4, Lucchi Max. 2, Biondi, Maestri 14, Abbondanza. All. Baraghini.

Tigers Villanova: Rossi 10, Magnani 14, Cangini 24, Donati 11, Domeniconi 3, Giannoni ne, Falconi ne, Toni, Semprini 2, Tomasi 7. All. Evangelisti.

AICS – SKIZZO 74 – 67

(24-15; 43-30; 60-50)

Aics Forlì: Lasi 14, Turci 4, Baldini 18, Balzani 7, Maltoni 6, Dall’Agata 6, Laghi 2, Berto, Molinari 10, Montanari 7. All. Montuschi.

Skizzo Rimini: Saulle, Apreda 7, Brolli 4, Ricciotti 21, Bascucci, Mantovani 2, Rizzo 6, Lanci 14, Gaudenzi 13.

STELLA – CNO 57 – 70

(17-14; 32-39; 45-51)

Stella Rimini: Distante, Azzolini, Carigi, Naccari 12, Fornaciari 7, Pinto 8, Angeli, Missiroli 22, Bascucci 1, Muntangesù, Brunetta, Bellucci 7. All. Bonaccorsi.

Cno Santarcangelo: Donati 2, Fornari 13, Tomassini 12, Tassinari 4, Maioli 13, Cherubini 5, Rasponi 6, Lucchi 13, Ricci 2. All. Morri.

FAVENTIA – CESENA 59 – 58

(18-22; 26-35; 43-39)

Faventia Faenza: Ceroni 4, Graziani, Conti 15, Dalle Fabbriche 2, Ramadhani Tanesini 2, Boattini 8, Liverani 6, Buti 7, Assirelli, Morsiani 15. All. Morigi.

Cesena Basket 2005: Defrancesco M. 3, Cacchi, Romano 8, Defrancesco L. 13, Senni F. 8, Martini, Vittori 6, Saletti 3, Babbini 11, Grassi 3, Mordenti 3, Valdinosi ne. All. Senni P.P.

MORCIANO EAGLES – BASKET 95 FAENZA 58 – 61

(10-17; 28-25; 42-44)

Morciano Eagles: Bomba 8, Villa, Guastafierro 7, Tanelli 1, Tamai 10, Badioli, Masia 15, Palazzi 2, Ciotti 2, Morelli 13, Angeli. All. Filippucci.

Basket 95 Faenza: Santandrea 14, Dal Monte, Campanini 1, Romboli 7, Flauret 4, Troni 18, Cerini 8, Samorì 4, Catani, Rosti 5, Pasi. All. Vespignani.

CLASSIFICA
CNO Santarcangelo 16; Fiorenzuola Cesena, Tigers Villanova 14; AICS Forlì* 12; Faventia Faenza 10; Basket’95 Faenza** 8; Skizzo Rimini*, Eagles Morciano, Basket 2000 San Marino, Cesena 6; Stella Rimini 4; Cesenatico 2000 2.

Impresa Correggio, cade il Guelfo, 5 in testa in serie D/A. I risultati del week end

Fiato alle trombe e tutti a Medicina per il big-match di C Regionale Virtus-4 Torri. In serie D Baou Tribe-Anzola, nel girone A, e Altedo-Guelfo, nel B, sono le due gare più interessanti.

C REGIONALE

ME CART – SPAL 76 – 77

(23-20; 39-40; 55-56)

Cavriago: Pellicciari, D’Amore 13, Pezzi 9, Leonardi 13, Cervi 31, Fantini, Giardina 2, Codeluppi 8, Caleffi, Baroni ne, Fontanesi ne. All. Degli Incerti Tocci.

Correggio: Coloretti 2, Giani, Magnani 12, Zamparelli 8, Stefanini 16, Lever 8, Rovatti 16, Villani 10, Fassinou, Strautins 3, Galeotti 2 All. Paladini.

Sì parte e 6-10 per la Spal con un 6 a 6 per Cervi e Rovatti, i più ispirati ad inizio partita. Pronta reazione di Cavriago che si porta sul 14-10. Risponde Magnani con i suoi primi due canestri dell’incontro. Cervi continua a segnare, ben supportato da Leonardi e Cavriago chiude il primo quarto sul 23-20 (Cervi 13). Con Cervi in panchina, tre iniziative di Zamparelli permettono a Correggio di rimettere la testa avanti (23-26 al 12′). Si rivede Cervi che pareggia con un gioco da tre su una palla vagante. Un ottimo Stefanini riporta avanti la Spal (28-30 a metà quarto). Si prosegue in equilibrio con nuovo sorpasso Spal sulla tripla di Villani, ancora Cervi e spettacolare conclusione di Stefanini che permette ai ragazzi di Paladini di andare al riposo in vantaggio (39-40). Due triple di Villani e Stefanini portano la Spal avanti, ribatte Leonardi sempre da tre e 42-46 al 23′ sul terzo fallo di Cervi. Correggio non ne approfitta e D’Amore sigla il pari a 46 al 5′. Spal ancora avanti con Rovatti. Pareggio di Cervi al rientro in campo (52-52 al 28′), ma Correggio insiste e Zamparelli permette ai suoi di chiudere il terzo quarto avanti 55-56. Ultimo quarto con Correggio in leggero vantaggio sulla spinta di Zamparelli. Antisportivo di Leonardi e tecnico alla panchina Cavriago. Strautins solo 1/3 dalla lunetta (57-61) e Cavriago si riporta sotto e, con due canestri di Cervi, avanti (63-61 al 35′). D’Amore infila la difesa Spal in contropiede e Cavriago è 66-61 a -3’30”. Rovatti protagonista ai liberi e da fuori, poi inchioda una schiacciata a rimbalzo che vale il 69-67 a -2’11”. Cervi in lunetta dopo il rimbalzo di Lever, poi Magnani segna la tripla del 72-72 a -1’20”. Sbaglia i liberi Galeotti, fallo a rimbalzo di Rovatti e Pezzi porta i suoi avanti di una lunghezza, ma ancora bomba di Magnani per il 73-75 a 35″ dal termine. D’Amore in lunetta: sbaglia il secondo, rapina di Cervi su Lever a rimbalzo e Cavriago a +1 (76-75 a -23″). Sbaglia Rovatti, fallo a rimbalzo di Leonardi su Stefanini a 2″ dal termine. 2/2 per il quindicenne ex Bsl che porta avanti la Spal (76-77). Sulla sirena sbaglia Cervi e la Spal può finalmente gioire aggiudicandosi, con pieno merito, l’incontro.

TECNOSISTEM – GRANAROLO BK 83 – 74

(17-26; 45-41; 61-53)

Stars: Bitelli 14, Garrossi 6, Orlando 2, Lalanne 6, Menarini 9, Skocaj 9, Testoni 2, Landuzzi 4, Flori 2, Maestripieri, Pecchia 16, Parenti 13. All. Cantelli.

Granarolo Basket: Spettoli 17, Paoloni 2, Tugnoli 7, Calanchi, Marchi 8, Bonetti 3, Bertuzzi 8, Ferri 11, Governatori, Busi 15, Torriglia 3. All. Trevisan.

Alla palestra “Corticella”, dopo un avvio tutto sommato equilibrato (13-10 al 5’), era Granarolo a piazzare un pesantissimo break di 0-16, grazie a Bertuzzi e all’ingresso di uno scatenato Marchi. Gli Stars erano però bravi a non disunirsi e, grazie anche alle alchimie del suo coach e all’apporto più che positivo dei suoi giovani (Skocaj su tutti), ribaltava le sorti dell’incontro portandosi anche a +8 (45-37), prima del parzialino finale degli ospiti per il 45-41 alla pausa. Nella ripresa subito striscia favorevole alla truppa di Trevisan che sorpassava sul 45-46, ma quello sarà l’ultimo vantaggio per Spettoli & c. Saliva infatti in cattedre Pecchia, ben coadiuvato da Parenti e dal “rookie” Skocaj e le “stelle” rimettevano la freccia per non farsi più riprendere, nonostante la zona proposta da Trevisan.

G. SAFFI – BUDRIO 55 – 70

(19-21; 29-35; 36-51)

Giorgina Saffi Forlì: Piazza 5, Frigoli 9, Serrani 2, Conocchiari 20, Ravaioli 2, Soldati, Rava 7, Emiliani, Pena, Agatensi 10, Marchioni. All. Agnoletti.

Budrio: Fimiani 8, Casagrande 15, Nanni 13, Lazzari 4, Innocenti 13, Bargiotti ne, Quaiotto 7, Manini 10, Quarantotto, Alberti, Guidi. All. Cinti.

VIRTUS MEDICINA – DESPAR 62 – 91

(24-24; 38-47; 54-71)

Virtus Medicina: Persiani 10, Rossi, Govi F. 4, Govi  G. 7, Sighinolfi 14, Biguzzi 16, Lorenzini, Martelli, Astorri 1, Panico, Musolesi 7, Seracchioli 3. All. Curti.

4 Torri Ferrara: Burresi 11, Bertocco, Fenati 6, Brandani 12, Parmeggiani 16, Lugli 16, Marchetti, Martini 2, Pasquini 14, Magni, Agusto 14. All. Cavicchioli.

Primo quarto e sono gli estensi a partire meglio grazie all’ottima regia di Burresi e al duo Parmeggiani-Agusto. La Virtus ricuce lo svantaggio con 7 punti a fila di Biguzzi e due bombe consecutive di Sighinolfi, poi ancora Ferrara con Brandani e nuova risposta Virtus con Musolesi; il primo quarto va via veloce e termina con il punteggio in parità (24-24). Secondo periodo e ancora avanti il 4 Torri: la Virtus regge per i primi cinque minuti sull’asse Persiani–Musolesi poi sono gli estensi a prendere un primo e decisivo vantaggiocon Lugli e Parmeggiani; all’intervallo lungo la Virtus insegue sul 38 a 47. Dagli spogliatoi esce un 4 Torri tonico e molto determinato: la Virtus non trova le giuste contromisure in difesa e si disunisce in attacco; gli estensi, con una ottima prova corale, piazzano un nuovo allungo e volano a +20. Medicina, con Govi G,. riesce solo a riavvicinarsi sul -17 con cui finisce il periodo. Quarta frazione e la Virtus già alle corde molla completamente la contesa e scivola malamente a -30. L’ultimo canestro di Biguzzi fissa il risultato sul 62 a 91.

FLYING BALLS – ARBOR 71 – 58

(26-12; 39-32; 64-40)

Ozzano: Pasquali 5, Verardi 4, Rorato 2, Mini 19, Rossi 15, Savic, Caprara 2, Regazzi 7, Guazzaloca, Martelli, Rambelli 3, Gianasi 14. All. Grandi.

Arbor Reggio Emilia: Boselli 2, Visini 2, Braglia 10, Iori, Simonazzi 12, Ligabue 5, Franzoni 3, Maioli 8, Alfano 3, Bytyqi 13. All. Baroni.

Per Ozzano le cose mettono bene fin da inizio match; dopo sette minuti e mezzo i padroni di casa si portano sul 24-6, vantaggio che viene leggermente limato dagli ospiti che danno segnali di vita con Simonazzi e trovano alla prima sirena il -14 (26-12). Nel secondo periodo l’Arbor entra in partita, trova con frequenza e precisione la via del canestro, mentre Ozzano pasticcia in fase offensiva e litiga più volte con il ferro. In 5 minuti la partita si complica peri Flying, in quanto un parziale di 2-14 regala il -2 ospite (28-26). Reggio è definitivamente rientrata sotto e in ben due occasioni fallisce il tiro del possibile aggancio o del sorpasso. Time out obbligato per coach Grandi; i biancorossi riordinano le idee e i canestri di Rossi e una tripla di Rambelli permettono ai Flying il salire sul +7 all’intervallo lungo (39-32). Il terzo quarto è decisivo per Ozzano che, oltre ad una buona e intensa difesa, trova un super Mini, un grande Gianasi e un clamoroso  25-4 di parziale che chiude ogni speranza di rimonta degli ospiti. Al minuto 29 i New Flying Balls comandano 64-37. Nei restanti 10’ coach Grandi parte con le rotazioni, tutti e dodici i giocatori a referto entrano sul parquet. Nel finale Ozzano concede più spazi e l’Arbor riduce il gap fino al -13 finale. Termina 71 a 58 fra gli applausi del soddisfatto pubblico ozzanese.

CVD – BANCO EMILIANO 55 – 63

(15-11; 29-30; 45-43)

CVD Casalecchio: Cuozzo, Fuzzi 9, Gamberini, Lanzi 5, Marcheselli 10, Marzioni 8, Masetti, Mazzoli 6, Nannetti 2, Spadellini 3, Taddei 2, Truzzi 10. All. Loperfido.

LG Basket: Baccarani, Canuti Fe. 1, Canuti Fr. 6, Ferri, Filippi, Generali 4, Paulig 19, Siani, Vanni 19, Vezzosi, Mallon 14. All. Djukic.

Inizio con punteggio ingessato sul 4 a 4 per oltre sei minuti. Entrambe le squadre sprecano molto e si preannuncia fin da subito una partita piuttosto maschia. Vanni è il principale realizzatore per Castelnovo, mentre il CVD risponde con tiri dalla distanza di Fuzzi, Marzioni e Truzzi. Nel secondo periodo la LG riesce a rimontare lo svantaggio grazie all’apporto costante di Vanni, ma soprattutto dalla presenza di un dolorante, ma coriaceo Paulig. Mallon mette 6 dei suoi 14 punti. Casalecchio continua a piazzare alcune bombe, soprattutto quando Castelnovo schiera la propria difesa a zona (saranno 11 le realizzazioni dalla distanza alla fine della partita). Si va negli spogliatoi con la squadra di casa sotto di un punto. La partita si mantiene acida anche per il terzo quarto, quando gli animi si scaldano in seguito una scorrettezza grave contro Mallon non vista dagli arbitri. Mallon, Paulig e Vanni chiudono la partita quando riescono a portare la propria squadra sopra di sei lunghezze a tre minuti dalla fine. Il CVD tenta di rimanere agganciato, ma  i reggiani riescono a rintuzzare ogni tentativo.

FOR – DILPLAST 49 – 65

(21-16; 33-34; 43-45)

Pontevecchio: Franchini 3, Mantovani 5, Luppi 4, Cruzat 2, Galeotti 9, Garagnani 8, Di Rauso 5, Bergami 9, Vetere, Falzetti 4, Santini. All. Savini.

Montecchio: Grisendi 6, Lombardi 7, Ongarini 1, Guardasoni 13, Basso 3, Maggi 2, Colla 5, Ferrari  23, Marchini 5, Petrolini, Giglioli. All. Cavalieri.

BOLOGNA BASKET 2011 – NOVELLARA 45 – 70

(11-20; 16-37; 33-54)

Bologna Basket 2011: Gargioni, Chiarini A. 12, Tolomelli, Chiarini S.1 1, Guerri, Tugnoli 2, Lippa 2, Ballardini 13, Bianchini 5, Diop, Ayiku. All. Duo.

Pallacanestro Novellara: Baracchi A., Margini 6, Bartoli, Folloni 8, Rinaldi 10, Mariani Cerati 2, Baracchi M. 2, Carpi, Ciavolella 17, Colla 16, Croci 9. All. Ligabue.

CLASSIFICA

4 TORRI FERRARA 20 10 10 0 796 638 +158
VIRTUS MEDICINA 14 10 7 3 718 664 +54
L.G. COMPETITION CAST. M. 14 10 7 3 726 674 +52
FLYING BALLS OZZANO 14 10 7 3 742 710 +32
S.B. CAVRIAGO 12 10 6 4 736 643 +93
BUDRIO 12 10 6 4 655 596 +59
ARENA MONTECCHIO 10 10 5 5 653 660 -7
G. SAFFI FORLI’ 10 10 5 5 665 673 -8
NOVELLARA 10 10 5 5 673 684 -11
BOLOGNA BASKET 2011 10 10 5 5 646 676 -30
GRANAROLO BASKET 8 10 4 6 657 680 -23
STARS BOLOGNA 8 10 4 6 644 685 -41
CORREGGIO 8 10 4 6 701 747 -46
ARBOR REGGIO 6 10 3 7 664 708 -44
CVD CASALECCHIO 4 10 2 8 608 699 -91
PONTEVECCHIO BOLOGNA 0 10 0 10 591 738 -147

SERIE D
GIRONE A
VIS PERSICETO – PSA 76 – 72

(15-15; 33-31; 54-51)

San Giovanni in Persiceto: Scagliarini 4, Busatto, Morici 12, Parmeggiani 7, Almeoni 18, Missoni 14, Genovese 3, Ramini 12, Ferrari, Rusticelli G. 2, Pederzini 4. All. Rusticelli M.

PSA Modena: Tejeda Castro,  Macchelli 6, Tamagnini, Bertoni 11, Mezzetti 2, Marasca 13, Santonastaso 17, Di Talia 2, Frilli 15, Govi, D’Imprima 6. All. Lunghini.

Una grintosa PSA sfiora il colpaccio a San Giovanni in Persiceto, con una gara maiuscola e intensa. Il nuovo coach Lunghini deve fare a meno del play Petrella all’ultimo minuto, sostituito dall’under D’Imprima nello starting five, insieme a Frilli, Marasca Santonastaso e Macchelli. Modena subito avanti, 4 a 0, con i bolognesi costretti ad inseguire. Una bomba di Frilli per il 13 a 9 a meno di 120” dalla prima sirena, ma 4 punti di Morici ed un’entrata di Almeoni  rimettono tutto in perfetta parità 15pari. San Giovanni prova a spingere , 5 punti di fila di Almeoni danno il primo vantaggio bolognese 21 a 17, ma la PSA stasera non molla, dopo il time out modenese, Marasca spacca in due la difesa ed appoggia al ferro per la nuova parità, il sorpasso è firmato da un’azione tutta under, Tejeda (3 recuperate e 2 rimbalzi in 11’) ruba palla a Morici e lancia in contropiede D’imprima che firma il nuovo sorpasso. I bolognesi hanno tante armi nel loro arco, questa volta Missoni si incarica di ricacciare indietro la PSA ed a 2’ dall’intervallo + 8 per San Giovanni. Ancora Marasca con 4 punti riaccende le micce modenesi, Mezzetti e Santonastaso mandano le squadre al riposo sul 33 a 31. Al ritorno in campo l’atmosfera si fa incandescente, Almeoni e Ramini spingono forte, ma la difesa modenese funziona per davvero, Persiceto non va oltre i due possessi di vantaggio, Santonastaso mette due bombe (3 su 4 da tre) ed altri 4 punti, San Giovanni deve sudare per tenere a bada Modena. Una tripla di Frilli apre le danze dell’ultimo quarto per il 54 pari, la PSA però ha speso molto, e deve rifiatare, Almeoni nonostante i 4 falli prova ad accelerare, i modenesi sembrano perdere la bussola, e sprofondano fino al – 12 a 3’ e 05” dal termine. Coach Lunghini brucia tre time out in meno di 120”, ma li spende bene, la terza tripla di Santonastaso rimette in moto il motore della PSA,  Macchelli con 4 punti, poi Frilli e Marasca per il – 3, 75 a 72 a 45” dalla sirena finale. San Giovanni non riesce a chiuderla,  il tentativo di Almeoni sbatte sulla difesa modenese, Frilli a in mano la palla dell’overtime, tenta l’entrata e viene abbattuto sotto canestro, fallo però sanzionato al modenese e gara finita.

ATLETICO – RADIOCOOP.IT 82 – 84

(15-27; 34-45; 67-63)

Atletico Borgo Bologna: Proto 9, Grassi, De Simone 5, Pedroni 4, Veronesi 2, Selvi 16, Sant 14, Rossi 10, De Fazio 10, Artese 8, Farmeti 4, Guidi. All. Pietrantonio.

Piacenza Basket Club: Massari 18, De Lillo 9, Antozzi 8, Sela 10, Pirolo 19, Scarionati 6, Villa 8, Betti 4, Markovic 2, Zanangeli, Villani, Popov. All. Mambretti.

Vittoria di cuore per la Radiocoop.it che batte l’Atletico e,  sfruttando il passo falso di Anzola, aggancia il primo posto in classifica, anche se in compagnia di diverse squadre. Avvio brillantissimo degli ospiti che giocano un basket stellare fatto di difesa, rimbalzi e transizioni velocissime: dopo 8′ il tabellone della Cavina mostra un impietoso 8-27 per i piacentini che dominano su ogni lato del campo. Alcune imprecisioni degli ospiti innescano la lenta, ma costante rimonta dei bolognesi che mettono sul campo una pallacanestro fatta di difesa intensa e tanto cuore in attacco. Complici tanti errori avversari l’Atletico Borgo al 14′ rientra definitivamente in partita sul 22-29. Nel terzo quarto la Radiocoop si mantiene avanti con un margine in doppia cifra, prima di avere un altro momento di black out in cui l’intensità dei padroni di casa e la precisione nel tiro da tre fanno nuovamente il break. Al 29′ si registra il primo vantaggio della partita per i bolognesi che chiudono sul +4 a fine terzo quarto. Inizio di ultima frazione a tutto gas per il Piacenza Basket Club che con un parziale di 7-0 si riporta avanti. Villa e Pirolo dominano sotto canestro e Massari è una sentenza dal tiro libero (13 su 13 per lui alla fine), ma, con 1’43” da giocare, il punteggio e’ ancora in parità a quota 77. Pirolo e Massari segnano, ma subito la risposta di Farneti e Sant. Pari 82 con 20″ e tiro decisivo, in sospensione, di Antozzi, che vale la partita ad un secondo dalla fine.

BASKET SALSO – SAMPOLESE 54 – 43

(10-9, 20-21, 39-36)

Salsomaggiore: Balbo 1, Talassi 4, Zamboni 13, Aimi 10, Maccini M. 17, Rattotti 4, Bonzani 3, Merli, Zerbini, Lucchini, Lettieri 2. All. Allodi.

San Polo d’Enza: Monti 11, Minardi 4, Margini 10 , Hasa ne, Davoli L. 2, Tognoni, Benevelli 5, Maggiali 2, Bizzocchi, Pezzi 9. All. Immovilli.

In una gara equilibratissima, con le difese che hanno la supremazia sugli attacchi, l’episodio decisivo è il serio infortunio al 23′ a Margini, sul punteggio di 23 a 27 per gli ospiti, che toglie alla Sampolese quello che fino a quel momento era stato il miglior realizzatore. Continua la sfortunatissima serie di infortuni che sta privando la compagine di Immovilli dei quattro quinti del quintetto base e di alcuni validi sostituti, relegando attualmente la squadra all’ultimo posto in classifica.

BAOU TRIBE – ANZOLA BASKET 73 – 55

(11-12, 34-26; 55-41)

Baou Tribe San Lazzaro: Gruppi 16, Marinelli 13, Fornasari 16, Bernardi, Mellara 5, Forni 2, Masrè 4, Paladini 5, Capobianco 6, Lodi 6. All. Lelli.

Anzola: Poluzzi F. 2, Venturi D. 3, Venturi N. 10, Boldini 8, Fiorini 8, Lambertini, Franchini 3, Brancaccio, Gamberini, Mazza 10, Zanata 11, Poluzzi L. All. Sacchetti.

MAGIK – TECNOFONDI 61 – 67

(15-12, 34-26, 53-49)

Magik Parma: Bazzoni 7, Donadei 5, Malinverni 2, Tibollo 1, Cavaglieri 4, Gibertini 7, Olangundoye 17, Longinotti 8, Guidi 10, Berlinguer ne, Fava ne. All. Lopez.

Nazareno Carpi: Sbisà, Compagnoni 26, Goldoni 4, Doddi 13, Pravettoni 4, Antonicelli, Cavallotti 2, Salami 14, Saetti 4, Menon ne, Cantarelli ne. All. Testi.

VOLTONE – FIORANO 74 – 56

(12-13; 35-28; 46-37)

Voltone Zola: Perrotta 5, Galassi 4, Ghiacci 16, Giacometti A., Mazzoli 4, Sterpi 5, Giacometti J. 11, Bruzzechesse 8, Romagnoli 16, Menzani 2, Orlandi 2, Varotto 1. All. Amanti

Libertas Pallacanestro Fiorano: Di Curzio 3, Pivetti 5, Zogaj 8, Ruggeri 14, Galloni 2, Lanzellotto ne, Fogliani, Marescotti 11, Domenichini 1, Lucchi 9, Melegari 3.

A Ponte Rivabella va in scena il match tra i padroni di casa del Basket Voltone e la Libertas Pallacanestro Fiorano, priva di Lambertini, Gazzotti, Cracco e Bernabei, ma, soprattutto, priva di un allenatore, visto che in settimana è stato esonerato dall’incarico di allenatore della prima squadra Andrea Davolio; temporaneamente, al suo posto, nelle veci di capo allenatore troviamo il capitano Fabio Lanzellotto. Fiorano parte bene con Lucchi che segna subito i primi 2 canestri dell’incontro, illuminato dalle giocate offensive del play Di Curzio; dall’altra parte l’MVP Ghiacci comincia a scaldare i motori, segnando in contropiede e dalla media distanza, grazie alle assistenze di Perrotta. Nel secondo quarto “l’altro MVP” (ci sarebbe un co-mvp per questo incontro, ma l’impressione che Ghiacci ha fatto dall’esterno è stata notevole, 198 cm classe 1995) Romagnoli piazza un “uno-due” mortifero dalla lunghissima distanza, che porta i suoi col naso avanti nell’incontro, supportato da Giacometti J. che manda a referto 4 punti in un amen in chiusura di primo tempo. Al rientro in campo dopo la pausa lunga, i ritmi si abbassano notevolmente e le palle perse crescono a dismisura, soprattutto in casa fioranese. Nonostante ciò, il “gladiatore” Marescotti non smette di lottare (11 punti e 14 rimbalzi per lui a fine gara) e non smette di crederci, fino alla fine. Gli dà una mano anche Ruggeri con le proprie scorribande offensive (14 punti e 6 rimbalzi per lui). La chiave del match, però, è tutta nel parziale del secondo tempo. Voltone, infatti, segna 39 punti negli ultimi due quarti, punendo i troppi errori di rotazione difensiva dei modenesi.

FULGOR – PALLAVICINI 55 – 68

(17-19; 33-30; 47-55)

Fidenza: Rigoni 4, Orsi 7, Iacomino 9, Rubini, Molinari 5, Ceci M. 6, Zerbini 10, Gelmini 4, Imeri 4, Longi 4, Ceci A. 2. All. Fiesolani.

Pallavicini: Tosiani 13, Cenesi 2, Giunchedi 4, Ferraro 9, Nanni 20, Dawson 3, Bertarelli, Bastia 6, Minghetti 11, Sgargi ne. All. Morra.

AQUILA – SAN MAMOLO 76 – 71

(24-14; 49-27; 62-46)

Luzzara: Cani 12, Costantino 8, Caleffi 7, Freddi 7, Gelosini, Sereni 8, Neviani 9, Pesci, Neri 23, Corradini 2. All. Beltrami.

San Mamolo: Quadri S. 7, Boldarino 3, Beccari 2, Martelli P. 19, Martelli L. Fiorentini, Benfenati 11, Margelli 4, Demetri 18, Candelaresi 3, Rizzi 2, Ghelli 2. All. Munzio.

Chi fosse entrato a pochi secondi dal termine in palestra, avrebbe a buon diritto potuto recriminare di essersi perso una gara punto a punto ed equilibrata. Il punteggio di 72-69 a 53″ dal termine è stato, invece, la foto di un’incredibile illusione (o di un quasi harakiri) che gli Aquilotti stavano commettendo. Recuperato Neviani, con Gelosini che gioca 10′ zoppicando per necessità, gli Eaglets, dopo un inizio balbettante (7-12 al 5′), cominciano a giocare una pallacanestro di rara bellezza, sopperendo anche ai problemi di falli di Freddi che aveva iniziato benissimo. I primi 20′ sono una cavalcata di basket rapido, innescato da una difesa che non fa sbavature (24-14 al 10′). Tutti partecipano alla festa mettendo alle corde i bolognesi e regalando al pubblico un intervallo più che tranquillo (49-27). Ma gli Aquilotti, probabilmente traditi dalla troppa sicurezza, sbandano improvvisamente dopo un giro di lancette del terzo quarto (51-27); tengono la partita in strada fino a metà terza frazione (56-35), poi, contro l’aggressività ed il nulla da perdere dei bolognesi, cedono il controllo della gara per 15′. Con il bandolo della matassa in mano a San Mamolo, i ragazzi di coach Beltrami perdono ogni riferimento ed il parziale di 34-19 ospite riapre la gara a 53″ quando il vantaggio è solo di un canestro (72-69 al 39′). Fortuna vuole che dalla linea dei liberi gli Aquilotti siano precisi e riescano a mantenere un minimo margine di sicurezza, negli ultimi secondi di fallo sistematico ospite.

CLASSIFICA

VOLTONE ZOLA 16 10 8 2 713 625 +88
PIACENZA BC 16 10 8 2 686 600 +86
ANZOLA 16 10 8 2 714 644 +70
BAOU TRIBE SAN LAZZARO 16 10 8 2 661 599 +62
PALLAVICINI BOLOGNA 16 10 8 2 676 618 +58
VIS PERSICETO 14 10 7 3 717 639 +78
AQUILA LUZZARA 10 10 5 5 633 622 +11
COLLEGE FIDENZA 10 10 5 5 644 649 -5
MAGIK PARMA 10 10 5 5 603 641 -38
ATLETICO 8 10 4 6 687 698 -11
NAZARENO CARPI 6 10 3 7 647 703 -56
PSA MODENA 6 10 3 7 652 709 -57
SAN MAMOLO BOLOGNA 6 10 3 7 638 725 -87
FIORANO 4 10 2 8 611 660 -49
SALSOMAGGIORE 4 10 2 8 543 613 -70
SAMPOLESE 2 10 1 9 593 673 -80

GIRONE B
ALTEDO – GUELFO 75 – 69

(16-17; 35-29; 55-48)

Altedo: Balboni 2, Gnan 6, Ventura ne, Bulgarelli 5, Dal Pozzo 6, Pigozzi 11, Lollini 21, Baccilieri 7, Soresi, Zanolli 6, Gnudi 11. All. Bacchilega.

Castel Guelfo: Buscemi 5, Gianasi 4, Baccarini 8, Bernabini 8, Bacci ne, Miceli 4, Ventura, Minghetti ne, D’Andola 13, Giordani 8, Paluan 19. All. Serio.

DOLPHINS – OLIMPIA 72 – 80

(20-21; 35-21; 53-43)

Riccione: Zaghini, Raffaelli 2, Ortenzi ne, Amadori 31, Brattoli ne, Tononi 5, Ambrassa 2, Biagini, De Martin 15, Polverelli 17. All. Foschi.

Olimpia Castel San Pietro: Fortunati ne, Franceschini 3, Corazza 6, Ziron 21, Boschi ne, Pancaldi 15, Binassi 13, Farnè 2, Gianninoni, Sgorbati 2, Morales 18. All. Bonazzi.

CASSANI&COSTANZI – MOLINELLA 76 – 56

(22-19; 35-34; 54-36)

Basket’95 Imola: Scala 6, Mastrilli 15, Barbagelata 17, Spagnoli 11, Crisà 3, Mezzini, Foronci, Baruzzi F., Rubini 11, Rossi 2, Gargioni 10, Dalmonte 1. All. Brocchi.

Molinella: Calvi 7, Quartieri 3, Checcoli, Ricci 12, Vignudelli 12, Alessandri, Tagliavini 2, Ugulini 7, Pascoli, Gualandi 4, Serio 7, Trippa 2. All. Baiocchi.

BELLARIA – SB FERRARA 62 – 40

(15-14; 25-18; 46-31)

Bellaria: Mussoni Mi., Stabile 4, Massa 4, Sacchetti 4, Mbaye, Russu 15, Mussoni Ma. 5, Novello 12, De Gregori 15, Bindi 3. All. Ferro.

Scuola Basket Ferrara: Ferrarini 5, Pusinanti 12, Rimondi 4, Frignani 9, Fabbri 6, Natali, Bottoni, Parigi, Bussolari 2, Aboulfath 2. All. Colantoni.

ARGENTA – AICS 76 – 48

(21-19; 48-30; 61-38)

Argenta: Brignani, Cesari F., Cesari R. 2, Thiam 13, Magnani 7, Mortara 9, Rafan, Rubbini 7, Spinosa 19, Stegani 3, Taglioli 2, Zanetti 14. All. Panizza.

Aics Forlì: Bergantini L., Pusateri, Bergantini F. 2, Grossi 13, Ruffilli 6, Cortini 10, Ghetti, Zannoni 15, Ferri 2. All. Chiadini.

VENI – SPEM MATTEI 65 – 46

(18-15; 27-22; 45-33)$

San Pietro in Casale: Settanni 7, Meola, Barbieri 4, Pederzoli, Vinci, Minozzi G. 18, Iannicelli 23, Ghedini, Tinti, Bartolozzi 6, Folesani 6. All. Minozzi M.

Ravenna: Tinti, Basaglia 4, De Fanti 9, Bianchi 5, Vistoli 6, Cirillo 6, Saccardi 4, Scacciabarozzi 2, Raspa 6, Senni 4. All. Focarelli.

BASKET VILLAGE – VB GRIFO 74 – 66

(16-17, 42-36, 60-50)

Basket Village Granarolo: Banzi ne, Paoloni ne, Ballini 5, Salicini 5, Carrera ne, Nicotera 6, Nobis 23, Marega 6, Neviani 7, Pedrielli 11, Marcheselli 5, Brotza 6. All. Calore.

VB Grifo: Orlando 18, Dragicevic 5, Castelli 6, Pasini 9, Lanzoni 8, Zaccherini 2, Riga 3, Guerra, Linguerri 2, Monna 13. All. Lelli.

ARTUSIANA – CURTI 59 – 51

(17-13; 31-27; 47-37)

Forlimpopoli: Rossi 23, Marzolini 2, Balistreri 6, Fabbri ne, Calboli 2, Morabito, Arfelli 8, Chezzi 6, Evangelisti ne, Servadei 12. All. Bondi.

International Imola: Folli 18, Sgorbati 7, Grandolfi 14, Genoni 1, Cai 2, Cardelli, Caprara, Scagliarini, Masoni 9. All. Fazzi.

CLASSIFICA

GUELFO 18 10 9 1 703 570 +133
OLIMPIA CASTEL S. P. 14 10 7 3 685 606 +79
ALTEDO 14 10 7 3 711 661 +50
ARTUSIANA FORLIMPOPOLI 14 10 7 3 641 592 +49
SPEM MATTEI RAVENNA 14 10 7 3 585 583 +2
ARGENTA 12 10 6 4 692 617 +75
BASKET VILLAGE GRANAROLO 12 10 6 4 656 627 +29
MOLINELLA 12 10 6 4 572 580 -8
VENI SAN PIETRO IN CASALE 10 10 5 5 587 540 +47
DOLPHINS RICCIONE 10 10 5 5 656 672 -16
BASKET’95 IMOLA 8 10 4 6 661 685 -24
INTERNATIONAL IMOLA 6 10 3 7 621 649 -28
AICS FORLI’ 6 10 3 7 571 714 -143
S.B. FERRARA 4 10 2 8 546 605 -59
BELLARIA 4 10 2 8 601 662 -61
GRIFO  IMOLA 2 10 1 9 571 696 -125

La Promozione sale sull’ottovolante: il programma di questo turno

Ottava giornata in Promozione e diverse, come sempre, sfide interessanti. Nel girone A spicca Cus Parma-Basket Sole, nel B Carpine-La Torre, nel C Francesco Francia-Giardini Margherita e, infine, nell’E le partite Medicina 2007-Party&Sport e Titans-Pgs Bellaria.

GIRONE A

SALSOMAGGIORE CITY – CASTELLANA 62 – 69
(19-22, 31-33, 46-52)
Castel San Giovanni: Coppeta 10, Eccher 7, Di Giorgio, Fanaletti 5, Brandolini, Derba 2, Ziotti 10, Zamboni 25, Belli 2, Mazzocchi 8. All. Piva.
Coach Piva aveva richiamato i suoi alla massima concentrazione, sul campo del Salso City. Egli, infatti, sapeva che, a dispetto della classifica, in queste sfide si possono nacondere i tranelli più insidiosi per le ambizioni della Castellana Bakery. E così è stato. I Salsesi, infatti, calandosi nella parte di quelli che non hanno nulla da perdere, hanno giocato una partita gagliarda, fatta di difesa aggressiva, rapidità, corri e tira. La tattica si è rivelata giusta ed il City si è giocato la partita fino alla fine. La partenza vede i locali in leggero vantaggio, grazie ad una buona prova collettiva e ad un paio di folate a testa di Tedeschi e Marchesi. Bakery, pur con qualche errore di troppo, tiene botta con Eccher e Mazzcchi. Il solito chirurgico Zamboni chiude la frazione avanti di 3: 19-22. Le difese vanno meglio, nel secondo quarto, F.Antonicelli e Cremaschi segnano tutti i punti del Salso, la Bakery, un pò in difficoltà, tiene botta mettendo insieme 11 punti, quas tutti dalla linea della carità: 31-33 all’intervallo lungo. Ogni volta che la Bakery sembra allungare, portandosi sui 6/7 punti di vantaggio, Salso puntualmente rintuzza. Una buona prestazione di Cesari, condita da qualche palla rubata ai distratti piccoli Castellani tengono Salso in partita. Sulla sponda Bakery, Coppeta e Zamboni fanno pentole e coperchi per l’attacco castellano, con Di Giorgio buona presenza sotto le plance: 46-52 all’ultimo intervallo. Finale thriller, con Bakery a dissipare il pur modesto vantaggio e con Salso a mettere addirittura il naso avanti sul 60-58. Una bomba di platino di un ottimo Ziotti ridà lo sprint ai Castellani, che mettono la palla nelle sicure mani di Fanaletti, il quale realizza e fa realizzare, con un assist a Mazzocchi, i punti necessari per la vittoria.

CUS PARMA – BASKET SOLE 69 – 58
(20-9, 35-23, 51-42)
Cus Parma: Pattini 3, Giampellegrini 5, Bettera 7, Bellicchi 7, Marcucci 7, Orsenigo 11, Lusardi 5, Imbimbo, Cervi 9, Stonfer 2, Ricci, Andreoli 13. All. Marafetti.
Basket Sole Piacenza: D’Alessio 2, Sebastiani A, Mori 10, Poggi 5, Rancati, Gelmini, Sebastiani S 4, Ponzi 6, Protto 12, Ciuti 3, Azzali 5, Lucev 8. All. Cavagnoli.
Il Cus Parma approfitta della caduta delle Montebello per battere i pari classifica del Basket Sole ed agganciare la squadra di Martinelli al secondo posto. Partita che il Cus comanda già dalle prime azioni con i canestri di Marcucci, Andreoli e Cervi e la regia sapiente di Pattini. 20 a 9 il primo quarto e la partita sembra chiusa. Il Sole però non molla mai e cerca con buoni rimbalzi offensivi e con una difesa a uomo sempre aggressiva a rosicchiare i punti di svantaggio. Giampellegrini, Stonfer e Lusardi cercano di mettere la museruola a Protto e a Mori, i più pericolosi tra gli ospiti. Nel terzo quarto Sole arriva a due possessi di distanza ma le triple di Orsenigo, Andreoli e Bellicchi riallontanano i piacentini. Nell’ultimo periodo il Cus è bravo ad amministrare il vantaggio e la partita si chiude con i canestri di Pattini e Cervi che portano il punteggio sul 69 a 58.

AMBA – TRAVAGLINI 66 – 60
Ducale Parma: Ponticelli 8, Bertolini 11, Solimè 19, Montanaro 2, Frazzi 7, Ludergnani, Vento S 1, Rosi 4, Guidi 10, Vento L 2, Fava 2, Battilocchio. All. Padovani.
Montebello Parma: DiNoi 6, Buttafuoco 5, Carretta 2, Bocchia 15, D’Alo 9, Goldoni 2, Rastelli 9, Madiotto 3, Casalini, Vitale, Tommei 9. All. Martinelli.
Come una birra nel deserto, come i cappelletti a Natale, alla fine è arrivata la dea vittoria che, dopo 5 sconfitte consecutive, figura come una vera e propria liberazione. Per di più con una big del campionato come Montebello, squadra combattiva con individualità importanti. Ma veniamo alla partita. Il 1°quarto non è dei migliori. Ducale contratta, fatica a stringere il ritmo-gara, concedendo agli avversari una velocità di gioco a loro congeniale. Equilibrio perfetto. Nel 2° periodo le panchine non cambiano di fatto la situazione anche se i giovani ducali cercano di mettere pepe alla partita. Montebello c’è, soprattutto con un Bocchia in gran evidenza. Si va all’intervallo su 34 pari. I primi segnali del miracolo si avvertono quando, inspiegabilmente, i Ducali riescono a non buttare via il 3° quarto. Tuttavia, l’inizio dell’ultima frazione è disastroso. Tante palle perse Ducali e un paio di triple degli avversari sembrano indicare l’ennesima sconfitta. Montebello avanti anche di 10pti, ma è serata di miracoli: gli ospiti sono troppo nervosi e, nel momento peggiore dei locali, regalano una decina di liberi con falli tecnici e affini, riportando la partita sul 60 pari. A 30” dalla fine Frazzi, circondato da una nube di avversari, scarica a Solimè che si inventa il canestro della vittoria, esplode il PalaIpsia. Montebello cerca tatticamente di recuperare, invano. I Ducali arrotondano e finisce 66-60.

MARCONI – CSI SANT’ILARIO 77 – 82
(21-24; 36-47; 52-69)
Castelnovo Sotto: Montanari 12, Rossi, Mazza 24, Aldrovandi 16, Rancati 11, Castagnaro 4, Benassi 3, Davolio 2, Bedogni 5, Bellagamba. All. Grobberio.
Sant’Ilario: Sistici 27, Simoni 6, Setti 9, Medici 2, D’amore 19, Grossi, Micucci 2, Bigliardi 2, Dotti 10, Rosi G. 1, Simonazzi 2, Rosi F. 2. All. Violi.
Bella partita, vibrante, ad un ritmo elevato, da entrambe le formazioni. Sant’Ilario conduce per 35′, con pieno merito, con uno strepitoso Sistici coadiuvato da un ottimo D’Amore e con una difesa che mette in difficoltà i giocatori di casa. Poi nel quarto periodo, sul 73 a 55 a meno di cinque minuti dalla fine, il Marconi, con le bombe di Montanari e i canestri di Mazza e qualche palla regalata dai Sant’ilariesi, arriva fino al -6 a 58″ dalla fine; una bomba di Sistici ed un libero di Rosi G. tengono, però, a distanza i padroni di casa.

IRA TENAX CORTEMAGGIORE – PLANET BASKET 54 – 63

VALTARESE BORGOTARO – POL. PRIMOGENITA 56 – 40

CLASSIFICA
S. Ilario 14; Montebello Parma, Cus Parma, Castellana Castelsangiovanni 12; Basket Sole Piacenza, Planet Parma 10; Ira Tenax Cortemaggiore, Ducale Parma 8; Marconi Castelnovo Sotto, Primogenita Calendasco, Valtarese 4; Salsomaggiore City 0.

GIRONE B

MEDOLLA – RADIO BRUNO 63 – 45
Medolla: Galeotti 2, Maini 8, Tralli 8, Ceretti 4, Guarnieri 2, Nussbaum n.e., Barbieri 14, Aldrovandi 6, Spinelli 9, Bega, Nardi 10. All. Carretti.
Campagnola: Manicardi 4, Gasparini, Pignagnoli ne, Nasi S., Zaccarelli 8, Parmiggiani 7, Piuca F. 7, Nasi L., Sacchi, Rustichelli 11, Beltrami 2, Sueri 6. All. Nanetti.
Serata da dimenticare in fretta per Campagnola al termine di quello che, per oltre metà gara (46-17 al 22°), è parso il confronto fra squadre di diversa categoria. Timida reazione degli ospiti che, però, non vanno mai sotto il -17 e padroni di casa che controllano agevolmente fino al termine.

REGGIOLO – BIBBIANESE 63 – 62
(16-13, 34-23, 52-43)
Reggiolo: Fregni 17, Torreggiani 11, Pirondini 15, Parmigiani Ne, Spaggiari, Arisi Ne, Gambuzzi, Ferrari, Delbue 2, Bigi ne, Fagandini 5, Bosi 13. All. Notari.
Bibbianese: Zaccaria 8, Salati 3, Reni, Ghirardini 6, Gala 3, Vignali 12, Olivares 16, Bartoli 12, Camurri, Farioli 2. All. Reverberi.
Partita di cartello al Palasport di Reggiolo che vede un primo quarto in equilibrio, poi il Reggiolo prova a dare la spallata decisiva nel secondo quarto che porta i padroni di casa all’intervallo lungo sul +11. La partita poi si accende e gli attacchi prendono il sopravvento, ma nel finale della terza frazione la squadra di coach Notari, che già deve sopperire all’assenza di Setti, perde per infortunio un Bosi (13) fin li prolifico in attacco. La Bibbianese, trascinata da Olivares (16), riesce a sorpassare a 2’ i padroni di casa che, però, reagiscono con due bombe di Torreggiani (11) e un libero di Pirondini (15) a 5” dalla fine. A nulla è valso il disperato tentativo dalla distanza di Zaccaria (8) che si è infranto sul ferro sulla sirena finale.

I GIGANTI – SCANDIANO 52 – 60
(16-14, 27-32, 35-43)
Modena: Panico 5, Bertelli, Manzotti 15, Baraldini, Adamo 1, Berardi 10, Demattè 8, Odorici 6, Larghetti 5, Forastiere 2. All. Fossali.
Scandiano: Fontanesi 8, Colacicco 10, Fevola 5, Guidetti 13, Ferrarini 6, Acosta Ponce 5, Bigi, Bianchi, Garofoli 13.
Gli ospiti partono forte, nonostante le assenze di Guarino e Farioli, e, dopo 3′, si portano già avanti 0-8; i Giganti si riorganizzano e, grazie ad una buona difesa che produce qualche recupero, due triple e una buona esecuzione dei giochi, piazzano un parziale di 14-2 che porta al 16-14 della fine del primo parziale. Nel secondo quarto inizialmente i padroni di casa continuano a giocare bene, tanto che si portano sul 22-16, ma vengono presto recuperati grazie ad un parziale di 6-0 targato Colacicco: da questo punto in poi Scandiano prende il comando delle operazioni e chiuderà sul 27-32 il primo tempo grazie alla tripla a fil di sirena di Garofoli. Alla ripresa delle ostilità gli ospiti riescono a mantenere sempre 5-6 punti di vantaggio nonostante i Giganti stringano le maglie in difesa (parziale terzo quarto 8-11). Nell’ultima frazione gli ospiti sembrano riuscire a prendere il largo, ma i padroni di casa, grazie ad un redivivo Berardi (8 dei suoi 10 punti nell’ultimo quarto), si riportano a -5 sul 49-54; a questo punto, però, le speranze di rimonta svaniscono a causa della precisione ai liberi e a qualche rimbalzo offensivo concesso agli ospiti di troppo.

CENTRO LATTONIERI – LA TORRE 65 – 53

(19-16, 34-30, 50-42)

Carpine: Meschiari 5, Testi 6, Masini, Solera, Piuca R. 9, Gasparini 3, Zanoli 16, Giovanardi 11, Iacono 7, Berra 7. All. Morettin.

La Torre Reggio: Galassi, Panciroli 2, Passiatore, Vezzosi 2, Bochicchio, Nizzoli, Pezzarossa 4, Mazzi F. 24, Mussini 2, Bertolini 7, Margaria 11 All. Spadacini.

E’ il Carpine ad aggiudicarsi con merito lo scontro al vertice dell’ottava giornata di campionato. La Torre paga le troppe disattenzioni difensive, che consentono ai carpigiani una marea di secondi tiri, e non trova l’usuale distribuzione di punti tra i suoi giocatori. Al termine, infatti, sono solo sei i grigiorossi che si iscrivono a referto, con 42 punti su 53 realizzati da tre soli elementi (Filippo Mazzi 24, Margaria 11, Bertolini 7, ossia il 79% del fatturato offensivo). Il primo quarto vive su di un sostanziale equilibrio, dove Zanoli (16) e Giovanardi (11) da un lato e Mazzi dall’altro guidano i rispettivi attacchi. Carpi si mette a zona, scelta che non abbandonerà per tutta la partita, mentre coach Spadacini opta per una difesa individuale, attaccata dai modenesi utilizzando con continuità i propri lunghi in posizione di post basso, per poi riaprire il gioco sugli esterni. Nel secondo quarto è Bertolini ad incominciare da protagonista, realizzando due bombe consecutive che riportano la Torre in parità a quota 22. Qui incomincia il “fil rouge” che caratterizzerà tutta la partita dei reggiani, ossia difese eseguite correttamente e con intensità sino al momento del tiro, ma completa assenza di tagliafuori e conseguenti secondi tiri, grazie ai quali i carpigiani riescono a capitalizzare la loro manovra. All’intervallo lungo il Carpine è avanti sul 34-30. L’inizio della terza frazione è tutto dei padroni di casa, che allargano il solco fino al +12, approfittando di una calo di concentrazione avversario. Anche la zona comandata da Spadacini non sortisce i risultati sperati, mentre l’attacco vive sulle fiammate di Mazzi, ma non riesce ad organizzare un gioco organico, che consenta di trovare soluzioni alternative. Il 50-42 al termine del terzo periodo lascerebbe aperte possibilità di rimonta, ma negli ultimi dieci minuti manca quella scintilla in grado di innescare il recupero: il giusto 65-53 finale sancisce il primo posto di Carpi, lasciando ai grigiorossi l’amara sensazione che qualcosa di più si sarebbe potuto e dovuto fare.

VIRTUS CASALGRANDE – SCHIOCCHI BALLERS 56 – 68

(8-16, 22-35, 43-51)

Virtus Casalgrande: Bonaccini 8, Bottazzi, Bucci ne, Campa 8, Govi 6, Grazi 5, Iemmi 8, Oleari 2, Scianti 6, Talami 8, Torelli D. 2, Torelli M. 3. All Pacifico.

Schiocchi Ballers: Binotti 7, Zara, Sangermano 5, Twum, Guidetti ne, Vaccari 5, Righi R. 15, Alessandrini 9, Forghieri 2, Sassi 3, Minarini 22. All Righi G.

Continua la striscia positiva dei Ballers corsari sul parquet di Casalgrande per 68 a 56. Primo quarto con gli ospiti che spingono subito sull’acceleratore con Forghieri e Minarini che si fanno sentire a rimbalzo, ma tutta la squadra difende aggressivamente costringendo i padroni di casa a tiri difficili (8-16). Il secondo periodo i modenesi, nonostante qualche errore di troppo ai tiri liberi e nell’area pitturata, aumentano il vantaggio grazie alle triple di Righi ai recuperi di capitan Binotti e ai canestri di Vaccari, andando all’intervallo lungo con il punteggio di 35-22. La Virtus non si arrende e nel terzo quarto, complice una difesa più aggressiva ed un calo di concentrazione in casa Schiocchi, si porta sul -2 (37-39), ma, grazie alle triple di Sangermano, Alessandrini e alla precisione nell’area di Minarini, Modena riesce a mantenere il vantaggio chiudendo 43-51. Nell’ ultimo parziale gli ospiti controllano la partita aumentando il vantaggio fino alla sirena che sancisce il 56-68.

GO IWONS – AQUILE 59 – 54

(20-12; 38-23; 49-40)

Albinea: Negri, Marcacci 6, Cervi, Canalini 5, Ballabeni, Masoni 21, Corradini 4, Guatteri, Sassi 2, Ferretti 17, Camellini 2. All. Brevini.

Gualtieri: Magnanini, Canovi 6, Miglioli, Folloni 6, Bagni 10, Soliani, Guida 6, Pezzali 13, Manzali, Pellegrini 8, Bernardelli, Berni 5. All. Iori.

Per una strano gioco del destino, la partita più attesa dell’anno dai due grandi amici Volpato e Brevini è andata delusa, in quanto un grave problema di lavoro ha trattenuto Volpato a Tel Aviv, privando la formazione Giallo Blu della sapiente guida che avrebbe districato la matassa di questo difficile match. Comunque positiva, nonostante la sconfitta, l’esperienza dell’assistente Cavalaglio che, catapultato per questa settimana alla guida come capo allenatore, ha sfiorato il colpo grosso nello scontro diretto con gli amici collinari. Nonostante le raccomandazioni del coach sulle caratteristiche degli avversari, la partenza è col freno a mano tirato e Pellegrini & C subiscono oltremodo le accelerazioni di un sfavillante Masoni (21pt) e un concentratissimo Ferretti (19pt) che dilatano subito il parziale su un perentorio +8. Cavalaglio inizia le rotazioni, ma la musica non cambia. Troppe distrazioni concedono agli avversari secondi tiri che vengono prontamente capitalizzati, mandando al riposo lungo il locali con un inimmaginabile +15. Partita finita ? Neanche per sogno. Guidati da un indomito Bagni (8pt solo nel 3°Q), i rivieraschi prendono animo e  cominciano a difendere, non concedendo punti su azione e nel massimo sforzo riescono ad arrivare al -7 palla in mano. Ma la dea bendata e dietro l’angolo e la banda di Brenno per mano di Canalini, Masoni e Ferretti inventa letteralmente tre tiri da 3 in serie, che ricacciano prepotentemente a -16 i malcapitati ospiti. Time Out e si cerca di schiarire le idee. La difesa ormai è una macchina oliata e il recupero non pare cosa impossibile e, anche dopo un generoso antisportivo fischiato a Canova, si continua a macinare azioni su azioni. Pezzali (15pt) entra in striscia e le due bombe ignoranti mandano su tutte le furie Brevini che in “breve” esaurisce i Time Out per cercare di arginare la forza delle Aquile. Ma a 4’ dal termine ci si mette anche l’arbitro che manda anzitempo negli spogliatoi l’accompagnatore Simonazzi, lasciando di stucco uno sbigottito palazzetto e concedendo un natalizio tiro più possesso. Quando manca un giro di orologio, il tabellone evidenzia un insperato 55-52 con palla nelle mani degli ospiti. Ma Canova prima e Bagni poi, non riescono nel miracolo e i successivi falli sistematici servono solo per fissato il punteggio di 59-54.

CLASSIFICA
Scandiano, Carpine, Reggiolo 12; La Torre Reggio, Campagnola 10; Bibbianese, Go Iwons Albinea, Medolla, Schiocchi Ballers Modena 8; Aquile Gualtieri 6; Virtus Casalgrande 2; I Giganti Modena 0.

GIRONE C

H4T – SPORT INSIEME 70 – 62

(27-14; 43-34; 54-45)

SP Vignola: Ganugi 9, Quartieri, Mariani 3, Calanca, Pantaleo 7, Vannini 4, Guidotti 26, Midulla 11, Franchi 10, Malagodi. All. Smerieri.

Sport Insieme: Somma, Morando 8, Amabile 2, Garrossi 10, Lalanne 15, Cristiani 2, Marino 10, Guizzardi 2, Skocaj 11, Sakho 2, Curti. All. Bandiera.

Ottima vittoria in ottica classifica per la H4T Scuola Pallacanestro Vignola che battendo Sport Insieme si porta prima in classifica raggiungendo Montevenere sconfitta in quel di Piumazzo. La H4T comincia sui binari giusti la partita innescando bene tutti i propri cinque giocatori del quintetto iniziale, e grazie a un ottimo giro palla si crea l’opportunità di buoni tiri ad alte percentuali chiudendo il primo quarto con ben 27 punti contro i 14 della squadra ospite. Secondo quarto meno brillante del primo, ma i cambi effettuati da coach Smerieri non fanno calare l’intensità e nonostante Sport Insieme entri finalmente in partita all’intervallo sono sempre i padroni dica a chiudere davanti 43-34. Al ritorno dagli spogliatoi la partita si mantiene sempre in equilibrio e grazie ai canestri di Franchi, Guidotti e Ganugi, si arriva ad inizio ultimo quarto con gli stessi nove punti di vantaggio che portarono all’intervallo. L’ultimo quarto non fa altro che dimostrare il buon approccio della H4T avuto fin dall’inizio che nonostante i vari tentativi di riportarsi sotto da parte dei giovani ragazzi Bolognesi, la H4T riesce a gestire il proprio vantaggio grazie soprattutto ai canestri di un ottimo Guidotti (26 punti alla fine per lui) e alla tripla di Midulla (11 per lui) che a poco più di un minuto dalla fine chiude definitivamente i conti.

PIUMAZZO 2002 – MONTEVENERE 61 – 54

(10-13; 30-33; 48-44)

Piumazzo 2002: Lupato ne, De Martini 21, Mezzetti 3, Baroni 12, Luppi, Valenti 13, Cavani, Colombari, Di Bona, Verdoliva 5, Montorsi 7, Stanzani. All. Vannini.

Montevenere: Venturi 11, Gironi 5, Ottani 6, Cicerchia, Venturini, Cremonini, Veronesi 12, Palazzini, Fantoni 4, Zappoli 16. All. Rossi.

PGS WELCOME – IMA 57 – 46

(16-15; 30-23; 44-34)

P.G.S. Welcome: Lederi 2, Calzolari 6, Lamborghini S., Sabbioni 4, Ronchi 8, Palmieri 7, Conti 3, Petrini, Roveri 3, Ferrari 13, Cerri 11. All. Righetti.

IMA Basket: Ariatti S. 14, Bragaglia 3, Fabrizi 8, Ariatti J., Di Rienzo 4, Costa 4, Foti, Benfenati 4, Mambelli 3, Piccari 5, Bondi 1. All. Bertuzzi.

Nel derby della Bolognina si sono trovate di fronte due squadre incomplete nei propri organici a causa di infortuni accaduti in questa prima parte del campionato. Va detto comunque che la Welcome ha condotto l’incontro fin dall’inizio, mostrando più aggressività, gioco e lucidità per quasi l’intero match, specialmente nella seconda parte della gara. Ma veniamo alla partita. Il primo quarto è molto equilibrato, quasi di studio. Ferrari da parte PGS mette sul piatto tutta la sua esperienza dominando sotto le plance sia a rimbalzo che in fase realizzativa, mentre da parte IMA, Bragaglia e Di Rienzo – con due bombe consecutive – rispondono per vie esterne, pur accusando un piccolo break di 8 a 0 sul finale del tempo. Nella seconda frazione la Welcome inizia ad avere un vantaggio costante di circa 8 punti, con Ronchi e Palmieri molto incisivi in fase realizzativa e Conti sicuro ed attento a rimbalzo. Gli ospiti incontrano più difficoltà per far breccia nella difesa PGS, trovando sostegno dai soli Simone Ariatti e Piccari. Dopo il riposo è ancora il team di casa a spingere sull’acceleratore con un break di 12 a 2, propiziato da Cerri, Ferrari e dal giovanissimo Calzolari (42 a 26). Ancora Simone Ariatti e Fabrizi cercano di contenere lo svantaggio, ma il risultato della gara sembra già essere scritto. Nell’ultimo quarto la Welcome gestisce il suo vantaggio con oculatezza, dominando a rimbalzo con Ferrari e Conti ed in campo aperto con Roveri e Palmieri, tutto ciò si rivela sufficiente per condurre in porto con sicurezza una partita vinta meritatamente.

FRANCESCO FRANCIA – GIARDINI MARGHERITA 67 – 47

(13-20; 33-32; 48-39)

Francesco Francia Zola: Galli 10, Barilli 4, Cilfone 11, Bosi 5, Zini 7, Migliori 3, Masina 7, Brochetto D., Pagano 2, Gamberini 15, Guerrato 1, Lenzi 2. All. Brochetto L.

Gardens: Alaimo 15, Marcelli, Florio 2, Stefani, Valenti 13, Grandi, Brina 12, Pierini 3, Sangiorgi 2, Marchesi. All. Lanzi.

STEFY BASKET – CSI SASSO MARCONI 71 – 63

(12-15; 33-27; 52-52)

Stefy: Dozza 8, Carosi 7, Benetti 5, Francia 8, Poli 7, Suero 5, Tradii 6, Evangelisti 4, Mannini 10, Agnoletti 11. All. Scandellari.

CSI Sasso Marconi: Magnani 1, Grande 5, Bruni, Meluzzi, Tosarelli 10, Romano 12, Neretti 4, Mutolino 2, Borasi 6, Bellodi 17, Giuliani 6. All. Coralli.

GARDENBO – POL. GIOVANNI MASI 49 – 54

CLASSIFICA
Montevenere Bologna, F. Francia Zola, Vignola, Stefy Bologna 12; Giardini Margherita Bologna, Sport Insieme Bologna, Masi Casalecchio 10; Pgs Welcome Bologna 8; Piumazzo 4; Pgs Ima Bologna, Gardenbo, Csi Sasso Marconi 2.

GIRONE D
BASKET DELTA COMACCHIO – GALLO BASKET 58 – 73

(22-18; 38-37; 49-55)
Comacchio: Carli D. ne, Persanti 5, Peretti 28, Gregori M., Boccaccini 5, Gelli 4, Ferroni 8, Cavalieri 4, Gregori G. 4, Guidi ne. All. Bacchini.
Gallo: Fini, Malagutti 2, Del Principe 6, Schincaglia 11, Magni, Boscolo 7, Pasquali 22, Malaguti 14, Caselli 11. All. Schincaglia.

AUDAX – FORTITUDO 62 – 38

(10-11; 21-20; 43-30)

Audax Ferrara: Seravalli 2, Mantovani 15, Marabini 11, Ricci 3, Ferrarini 2, Zanchetta 9, Ferraresi 5, Bertasi 4, Balboni 4, Del Torto 4, Bedetti 3. All. Folchi.

Crevalcore: Bianconi 1, Querzà 1, Filippetti, Floro, Zerbini, Gobbo, Fregni 8, Soverini 12, Monaco 2, Simoni 11. All. Terzi.

CALDERARA – ICOS 84 – 53

(21-9; 40-23; 62-35)

Calderara: Rinaldi 9, Ventura, Guaraldi 18, Aspergo 8, Benuzzi 14, Gentili 14,  Passarini 8, Bellodi 5, Angelini 6, Ansaloni 2. All. Murtas.

Vis Ferrara: Benetti 8, Vivarelli 4, Ricci, Gnani 5, Brilli 4, Bianchini 2, Verrigni 14, Borsetti, Cavicchioli, Gamberini 4, Fiorentini 10, Campi. All. Castaldi.

Buona prova per l’UP Calderara che si impone nettamente sugli estensi della Vis 2008 col punteggio di 84-53. L’avvio di partita è di marchio Calderara che si porta subito avanti sul 16-2 dopo 7’, qualche palle persa di troppo però fa rientrare gli ospiti che riescono a chiudere il quarto sul 21-9. Nel secondo quarto continua il momento no per l’attacco di Calderara che, registra solo 2 punti nei primi 5 minuti del quarto frutto di due liberi di Ansaloni. Vis accorcia così le distanze fino al 23-18 ma, l’entrata in campo di Rinaldi gira la partita per la squadra di casa che con un parziale di 17-5 va negli spogliatoi con il rassicurante punteggio di 40-23. A inizio terzo quarto i ferraresi tornano a farsi sotto ma la coppia Gentili-Benuzzi tiene a distanza gli ospiti che vedono aumentare il divario fino al 60-31 del 28’, il quarto finirà poi 62-35. Nell’ultima frazione di gioco Calderara gestisce il vantaggio anche grazie ai canestri di Guaraldi e Benuzzi; la partita finirà 84-53.

PEPERONCINO LIBERTAS – PROGRESSO HAPPY BASKET ’07 64 – 63 dts

(8-13; 27-19; 41-39; 56-56)
Castello d’Argile: Bergami 5, Manzi 7, Govoni 4, Balboni 4, Frascaroli 17, Monari Mat. 9, Bonfiglioli ne, Bernardini 7, Cerasi 1, Monari A. 10, Comi, Cavicchi ne. All. Monari Mar.
Castel Maggiore: Bernardiello 4, Pellegrino 6, Tugnoli 7, Baraldi 14, Zocca, Pazzaglia 11, Mancini 11, Bonora, Tolomelli 8, Sitta 2. All. Ansaloni.

ARGELATO BASKET – A.MI.CA. 50 – 45

PALL. LA FENICE – DIABLOS BK S.AGATA 23/12/2014 – 21:00

CLASSIFICA
Audax Ferrara 12; Diablos Sant’Agata Bolognese*, Calderara, Gallo, Peperoncino Mascarino, Argelato 10; Delta Comacchio 8; Vis Ferrara, La Fenice Codigoro*, A.MI.CA Minerbio 6; Happy Basket CastelMaggiore 4; Crevalcore 2.

GIRONE E

MEDICINA BASKET 2007 – PARTY & SPORT 68 – 63

Medicina 2007: Buresti 10, Ugulini 12, Lenzarini 2, Guccini 10, Pinardi 3, Panico 6, Magli 2, Buscaroli 4, Martelli 3, Rimondini 9, Lorenzini 5, Randazzo 2. All. Bandini.

P&S Ozzano: Lollini 2, Fioravanti 8, Capra 10, Leale 3, Marchi 18, Fierro 7, Zerbini 5, Pierantozzi 2, Passatempi, Salvadè, Avallone 8. All. Nannetti.

MONTERENZIO BASKET – BASKET GIALLONERO 54 – 65
(13-18; 23-37; 37-51)
Monterenzio: Magagnoli 7, Vignudelli 15, Ballestri 2, Brusa 5, Pambianchi 4, Costa 5, Boccardo 11, Tonelli, Fiordalisi 5, Bovolenta, Monari. All. Santini.
Giallonero Imola: Vicentini 12, Bertini 2, Ragazzini 3, Canè 9, Spoglianti 12, Biancoli 8, Pederzoli 3, Vannini 11, Campomori 5, Bilardo. All. Creti.

TITANS OZZANO – PGS BELLARIA 41 – 44
(8-11; 20-27; 28-34)
Titans: Finessi 11, Rossi, Cairo 2, Tuccillo 8, Gamberini 4, Mungiguerra 8, Cucinotta 6, Gardotti, Paolucci 2, Minoccheri. All. Torrella.
Pgs Bellaria Bologna: Ascari 5, Sudano, Urzino ne, Romanelli 6, Scarenzi 2, Pazzaglia 2, Naim 7, Franzioni, Sanguettoli 6, Idà 12, Masoni 4, Bertini ne. All. Bendaglia.

ISIS BASKET – PALL CASTEL S.P.T. 2010 48 – 41
(14-12; 22-21; 38-36)
Lugo: Scardovi M. 7, Baroncini 10, Zanoni, Aguzzoni, Ricci Maccarini, Marchetti 9, Romagnoli 4, Scardovi E. 12, Savini 6. All. Ortasi.
Castel San Pietro: Castellari 3, Marchi, Castelli, Mascagna 11, Graziani 3, Manaresi 13, Farnè, Soldi, Vinera 3, Albertazzi, Remondini 6, Conti 2. All. Martinelli.

CASTIGLIONE MURRI – BASKET CLUB RUSSI 71 – 67 dts

(17-10; 36-32; 51-49; 62-62)

Castiglione Murri: Buriani 8, Dettori 10, Di Pasquale, Fermi 2, Maestri 6, Pedrielli  4, Rizzardi  15, Salocchi 8, Samoggia 6, Sandrolini 8, Stefanelli, Tacconi 4. All. Benini.

Basket Club Russi: Bellanti G., Bramante 5, Babini 11, Bellanti M. 15, Beghi 14, Canali 2, Santo 20, Fontanini. All. Milandri.

TATANKA BALONCESTO IMOLA – SELENE BK S.AGATA 58 – 61

CLASSIFICA
P&S Ozzano, Titans Ozzano, Medicina 2007, Pgs Bellaria 12; Giallonero Imola, Selene Sant’Agata sul Santerno 10; Isis Lugo, Castiglione Murri 8; Russi 6; Castel San Pietro 4; Tatanka Imola 2; Monterenzio 0.

GIRONE F
BASKET 95 FAENZA – A.I.C.S. BASKET FORLI’ Rinviata

CNO – SKIZZO 70 – 52

(15-16; 40-26; 56-37)

Cno Santarcangelo: Rasponi 3, Donati 6, Ricci, Tinè 5, Tomassini 27, Nicoletti 12, Gavagna, Tassinari 7, Maioli 10. All. Morri

Skizzo Rimini: Saulle, Apreda, Brolli 5, Bascucci 4, Ricciotti 18, Cappelli 6, Contini 2, Mantovani 1, Lanci 16, Sancisi.

CESENA BASKET 2005 – POL. CESENATICO 2000 63 – 45

(12-15; 28-23; 49-33)

Cesena: Defrancesco M. 9, Cacchi, Romano 14, Defrancesco L. 3, Senni F. 5, Martini 2, Vittori 3, Saletti 8, Babbini 12, Grassi 2, Mordenti 5. All. Senni P.P.

Cesenatico 2000: Montalti, Battistoni 2, Maraldi 13, Cavalieri, Albertazzi 11, Capucci 4, Pasini 2, Bolognesi, Balestri 5, Pillastrini 8. All. Domeniconi.

VILLANOVA BASKET TIGERS – POL. FAVENTIA 2011 58 – 51

(22-15, 31-29, 44-39)
Villanova: Rossi 15, Magnani 5, Bronzetti, Cangini 11, Villa, Semprini 2, Donati 10, Domeniconi 13, Falconi, Toni 2. All. Evangelisti.
Faventia Faenza: Graziani 2, Conti 10, Ramadhani 3, Boattini 8, Ercolani 13, Liverani 2, Chiarini, Buti, Assirelli 4, Morsiani 9. All. Morigi.

BASKET 2000 – EAGLES 62 – 58

(15-17; 25-35; 44-50)

San Marino: Bombini, Guerra, Barrena 2, Sarti 6, Taddei ne, Berardi 10, Bronzetti 6, Giardi 14, Gambi 3, Borello, Ugolini 15, Giannotti 6. All. Liberti.

Morciano: Bomba 17, Guastafierro 6, Tanelli 7, Tamai 2, Masia 20, Palazzi 4, Morelli 2. All.: Filippucci.

STELLA – FIORENZUOLA 61 – 68

(14-13; 33-33; 45-55)

Stella Rimini: Naccari, Carigi 2, Muntagesu 7, Pinto 11, Bascucci, Distante, Pari 8, Missiroli 5, Brunetta 2, Bellucci 14, Fornaciari 12. All. Bonaccorsi.

Fiorenzuola Cesena: Zampa 2, Lucchi Max. 7, Faggi 14, Lucchi Mat. 5, Abbondanza 2, Foschi 12, Bertani 11, Maestri 9, Strada, Morsucci 6. All. Baraghini.

CLASSIFICA
CNO Santarcangelo, Fiorenzuola Cesena 14; Tigers Villanova 12; AICS Forlì* 10; Faventia Faenza 8; Basket’95 Faenza**, Skizzo Rimini*, Eagles Morciano, Basket 2000 San Marino, Cesena 6; Stella Rimini 4; Cesenatico 2000 0.

Prosegue il tour de force per C Regionale e serie D

Dopo poche ore le squadre di C Regionale e serie D tornano in campo. Budrio-Flying Balls è, probabilmente, la gara più interessante in serie C, mentre in D segnaliamo, nel girone A, Pallavicini-Voltone e, nel B, Olimpia-Artusiana.

C REGIONALE

BANCO EMILIANO – FOR 76 – 70

(20-19; 36-37; 52-50)

LG Castelnovo Monti: Canuti Fe. 3, Canuti Fr., Fanelli 11, Filippi 3, Paulig 22, Siani 5, Vezzosi 2, Mallon 28, Benvenuti ne, Ovi 3. All. Djukic.

Pontevecchio: Benuzzi 4, Bergami 14, Brancaleoni, Cruzat, Di Rauso 5, Falzetti 10, Galeotti 7, Garagnani 17, Luppi 5, Mantovani 5, Riguzzi 3, Santini. All. Savini.

Inizio in salita per la LG che si rende conto da subito di dover fronteggiare una formazione giovanissima e decisamente aggressiva. Deve anche fare i conti con l’infermeria, viste le assenze improvvise di Vanni e Generali e con Paulig e Fanelli a mezzo servizio. Djukic schiera un quintetto esperto, ma i bolognesi allungano anche di 8 punti prima di sollecitare una reazione da parte di Castelnovo. Gli esterni segnano molto dalla distanza e strappano parecchi rimbalzi sia in difesa che in attacco. Castelnovo rimonta e chiude il primo quarto in vantaggio di un punto. Secondo quarto impressionante per il giovane Garagnani di Pontevecchio che mette tre bombe nel periodo. Risponde con costanza un Mallon granitico e finalizzatore. Si va negli spogliatoi con Pontevecchio sopra di un punto. Dopo l’intervallo entra Paulig e Mallon è meglio servito, per cui Castelnovo allunga e potrebbe sfruttare il bonus, ma la Pontevecchio si appoggia a Bergami e rimane incollata. Ultimo quarto e gli ospiti fanno la voce grossa con  Garagnani che continua dalla distanza (5 triple per lui a fine partita). Un Paulig illuminato si prende sulle spalle la squadra e mette 17 punti in un quarto tenendo le squadre punto a punto sino alla fine. Castelnovo è +2 a 10” dalla fine, con la Pontevecchio che non riesce a piazzare la zampata finale e deve cedere per 76-70.

INDUSTRIAL PACKAGING – TECNOSISTEM 59 – 64

(15-17, 31-36, 49-44)

Arbor Reggio: Boselli 9, Visini, Braglia 6, Maione 7, Simonazzi 18, Franzoni 4, Costi, Maioli 3, Alfano 3, Bytyqi 9. All. Baroni.

Stars: Bitelli 21, Orlando 2, Lalanne 15, Menarini 11, Skocaj, Testoni 1, Marino, Landuzzi, Maestripieri 4, Pecchia 2, Guizzardi, Parenti 8. All. Cantelli.

SPAL – VIRTUS MEDICINA 65 – 75

(16-16; 38-36; 54-59)

Correggio: Coloretti 7, Giani, Strautins 10, Galeotti 4, Magnani 16, Zamparelli 2, Casu, Fassinou 4, Lever 4, Stefanini 4, Villani 14 All. Paladini.

Virtus Medicina: Govi F. 8, Govi G. 7, Seracchioli 10, Persiani 12, Sighinolfi 18, Musolesi 6, Astorri, Biguzzi 14, Rossi, Barba. All. Curti.

Magnani e Coloretti iniziano con due bombe, ma Medicina recupera quasi subito e si porta avanti 8-9 al 5′. Un paio di disattenzioni in difesa e Medicina si porta avanti (10-14 all’8′). La Spal si riprende subito e con Galeotti e due pregevoli conclusioni di Villani chiude il quarto sul 16-16. Ancora leggero vantaggio per Medicina sui canestri di Biguzzi e Sighinolfi, ai quali Correggio contrappone la sola tripla di Strautins ed il canestro di Magnani (21-28 al 15′). Due canestri di Magnani e Villani e la Spal è di nuovo in scia (27-30 al 17′). Ancora un ottimo Villani e Zamparelli per il -1 al 9′. Sorpasso di Strautins (tripla), poi Lever e 38-34 sui liberi di Stefanini. Il canestro di Persiani allo scadere fissa il punteggio di 38-36 all’intervallo. Si riprende con la Spal attiva in attacco a segno Fassinou, Villani e Magnani; Medicina fatica in attacco, ma rimane a ridosso dei gialloneri (45-43 al 24′ sulla tripla di Persiani). Accelerazione reggiana con Lever e Galeotti (51-46 al 26′). Reazione di Medicina che, prima con Biguzzi e poi con la tripla di Musolesi, opera il sorpasso (51-53 al 27′) e chiude il parziale sopra di cinque lunghezze (54-59) con la tripla di Musolesi. Nell’ultimo quarto la Spal perde precisione in attacco e, con mestiere Medicina, mantiene il vantaggio iniziale fino alla tripla di Magnani (59-61 al 35′). Quattro punti di Persiani e primo importante break per Medicina (59-67 al 37′). Gioco da tre per Biguzzi e Virtus a +10 a 1’42” dal termine, un vantaggio che conserverà con esperienza fino al 65-75 finale.

GIORGINA SAFFI – DILPLAST 65 – 82

(23-23, 35-45, 47-73)

Giorgina Saffi Forlì: Frigoli 11, Conocchiari 2, Soldati 8, Ravaioli 18, Emiliani 4, Pena Mejia 6, Serrani 6, Piazza 6, Agatesi 4. All. Agnoletti.

Montecchio: Grisendi 4, Lombardi 6, Marchini 24, Ongarini 8, Guardasoni 2, Basso 11, Colla 6, Ferrari  21, Petrolini, Giglioli. All. Cavalieri.

GRANAROLO BK – BOLOGNA BK 2011 71 – 67

(18-8; 31-29; 47-41)

Granarolo Basket: Spettoli 16, Paoloni, Tugnoli An. 6, Calanchi 5, Marchi 21, Bonetti, Fava ne, Bertuzzi 10, Ferri 2, Governatori 7, Busi 4, Torriglia ne. All. Trevisan.

Bologna Basket 2011: Gargioni 2, Chiarini A. 17, Tolomelli 5, Chiarini S. ne, Guerri, Tugnoli Al. 8, Terenzi, Lippa 4, Ballardini 22, Bianchini 7, Diop 2, Ayiku. All. Duo.

Bella vittoria dei ragazzi di Trevisan contro un Bologna Basket 2011 che si presentava a Granarolo alla ricerca della quarta vittoria consecutiva per consolidare il terzo posto in classifica.

Al via Granarolo sembra un centometrista ai blocchi di partenza: partenza a razzo e 9-0 in 2’30” con Spettoli scatenato autore dei primi 7 punti. Ballardini (migliore dei suoi assieme ad Adrian Chiarini) rompe il digiuno per i rossoblu, ma Spettoli continua ad imperversare nella metà campo avversaria (16-5 al 5’30” con 12 punti segnati dal play di Granarolo). Per Bologna Basket 2011 sono i soli Ballardini e Chiarini che riescono a forare la retina dei padroni di casa mentre per Granarolo, sostituito Spettoli con Bonetti, è Busi che realizza con una schiacciata il diciottesimo punto con cui Granarolo va al primo riposo (18-8). Il secondo periodo comincia con Bertuzzi e Marchi che portano Granarolo al massimo vantaggio dell’incontro (24-12 al 12’30”), dando l’impressione di poter chiudere il match già nel secondo quarto. Bologna Basket non ci sta e con parziale di 0-6 firmato Bianchini e Ballardini dimezza lo svantaggio (24-18 al 14′) e prende in mano l’inerzia del match: infatti, nonostante la replica immediata di Marchi che con 5 punti consecutivi riporta Granarolo alla doppia cifra di vantaggio (29-18 al 16′), Bologna Basket rosicchia quasi tutto il vantaggio dei padroni di casa e, sulla tripla allo scadere di un positivo Tolomelli, va al riposo lungo con 2  sole lunghezze di svantaggio (31-29). Ad inizio terza frazione  l’episodio che condiziona il match dei padroni di casa: sul 33-32 (al 21’30”) tiro da 3 sbagliato di Bertuzzi, Ferri conquista il rimbalzo d’attacco subendo un primo fallo non sanzionato e, mentre sta tirando, ne subisce un secondo, anche questo non sanzionato; il centro di Granarolo perde le staffe e protesta vivacemente con il primo arbitro che prima gli affibbia un tecnico e poi, visto il protrarsi delle proteste, gliene affibbia giustamente un secondo che porta all’espulsione del giocatore. Bologna Basket approfitta dello sbandamento dei padroni di casa e con Chiarini e Ballardini (sempre loro) piazza un parziale di 0-8 e si porta per la prima volta in vantaggio (33-40 al 24′). Trevisan chiama timeout per fermare l’emorragia e riordinare le idee ai suoi ragazzi e il risultato che ottiene è un parziale di 14-1 che consente a Granarolo di riprendere in mano l’inerzia del match e andare all’ultimo riposo sul 47-41. A inizio ultimo quarto, sul 49-47 per i padroni di casa, è Bianchini che, protestando dopo un fallo fischiatogli si vede affibbiare un tecnico dal secondo arbitro e, reiterando le proteste, subisce la stessa sorte di Ferri: secondo tecnico e doccia anticipata. Granarolo non ne approfitta e Bologna Basket rimane in scia (50-49 al 32’30”). E’ una tripla di Governatori seguita da un canestro di Tugnoli  (quello di Granarolo) che danno fiato ai padroni di casa (55-49 al 34′). Gli ospiti provano a rimenere in scia ma è uno scatenato Marchi che con 9 punti consecutivi riporta i suoi alla doppia cifra di vantaggio (64-53 al 36’30”). Bologna Basket non ci sta e si riporta a 6 lunghezze di svantaggio quando mancano 2′ alla fine, ma qui sale in cattedra il totem di Granarolo, Mirko Calanchi che realizza 5 punti consecutivi (gli unici del suo match) vanificando gli sforzi degli uomini di Duo e tenedoli a 7 punti di distanza (69-62 al 39’15”) consente ai suoi di resistere agli ultimi attacchi avversari e portare a casa una meritata vittoria.

DESPAR – CVD 73 – 58

(21-19; 42-36; 63-43)

4 Torri Ferrara: Burresi 8, Bertocco, Fenati 12, Brandani 12, Parmeggiani 6, Lugli 8, Marchetti 2, Martini 3, Pasquini 6, Magni 2, Agusto 14. All. Cavicchioli.

CVD Casalecchio: Cuozzo 5, Fuzzi 3, Gamberini 2, Lanzi 9, Marcheselli 2, Marzioni 6, Masetti, Mazzoli 2, Nannetti 8, Spadellini 8, Taddei, Truzzi 13. All. Loperfido.

La differenza palese nei risultati fin qui ottenuti diceva che tra le due squadre ci doveva essere un divario tecnico abbastanza netto. Con questa premessa-constatazione, che certamente poteva insidiarsi, anche inconsciamente, nelle teste dei giocatori di Ferrara, il coach granata ha deciso di iniziare l’incontro con un nuovo quintetto, ancora inedito. Così, proprio togliendo certezze ai suoi, coach Cavicchioli li ha costretti a non snobbare una squadra, che poi alla lunga, si è dimostrata più ostica di quello che diceva la classifica. Nei primi due quarti i rosso-blu bolognesi hanno costretto la capolista ad un testa a testa casalingo fin qui inedito (se si esclude la partita con Cavriago). Un testa a testa garantito dalle ottime percentuali ottenute dai casalecchiesi ed anche dalla possibilità a loro offerta nei troppi rimbalzi offensivi lasciati. A ribattere alla caparbia volontà degli ospiti ci ha pensato in gran parte capitan Agusto che ha segnato 12 dei suoi 14 punti in quella fase (vero anche che poi è stato tenuto molto in panca forse per preservarlo dai falli). Al rientro dalla pausa lunga le parole di coach Cavicchioli hanno certamente scosso i ferraresi che, con un perentorio terzo quarto, vinto per 21 a 7, hanno di fatto messo il margine della tranquillità tra loro e gli avversari. Nella frazione finale, spazio, poi, a tutti gli attori granata che, senza grandi patemi, pur perdendolo, hanno condotto in porto una partita che aveva un solo obiettivo, la vittoria.

NOVELLARA – ME CART 56 – 77

(12-19; 31-32; 43-51)

Pallacanestro Novellara: Baracchi A., Margini 5, Bartoli, Folloni 9, Rinaldi 3, Mariani Cerati 4, Baracchi M. ne, Verbitchi 2, Carpi 2, Ciavolella 13, Colla 2, Croci 16. All. Ligabue.

Scuola Basket Cavriago: Fantini 7, D’Amore 11, Pellicciari ne, Cervi 32, Leonardi 7, Fontanesi 2, Pezzi 5, Codeluppi 13, Caleffi, Zecchetti, Giardina, Baroni. All. Degli Incerti Tocci.

BUDRIO – FLYING BALLS 72 – 80

(21-13; 41-37; 63-56)

Budrio: Fimiani 8, Guidi ne, Casagrande 14, Nanni 8, Manini 8, Lazzari 10, Alberti 4, Innocenti 15, Quarantotto, Bargiotti 5. All. Cinti.

Ozzano: Pasquali 3, Verardi 10, Mini 10, Rossi 12, Savic ne, Caprara 2, Regazzi 6, Rorato 18, Guazzaloca 4, Martelli ne, Rambelli 7, Gianasi 8. All. Grandi.

Un’altra rimonta, un altro grande ultimo quarto. Arrivano così altri 2 punti per i New Flying Balls, alla seconda vittoria consecutiva in trasferta in pochi giorni. A Budrio va in scena una bella ed equilibrata partita dove, dopo il vantaggio iniziale dei Flying trascinati da Rossi (tutti i primi 11 punti ozzanesi arrivano dalla sua mano), i padroni di casa prendono in mano la partita fino alla fine del terzo quarto. Nella seconda frazione Budrio si affida al bomber Casagrande e cerca in più occasioni l’allungo ma Ozzano si aggrappa ai canestri di Marco Rorato (18 punti complessivi di cui 14 nel solo secondo quarto) per contenere il passivo sotto la doppia cifra (massimo vantaggio +8). Il capolavoro dei Flying arriva dopo l’ultimo mini-break. In 7 minuti i ragazzi di Federico Grandi creano un parziale di 19 a 2 che ribaltano il -7 del 30esimo (63-56) con un +10 al minuto 37 (65-75). Sembrava fatta per gli ospiti, vista l’inerzia tutta a favore e visto che stavano arrivando punti anche da quei giocatori come capitan Gianasi che non erano in forma vista la forte influenza avuta in settimana; ma due disattenzioni permettono a Budrio di trovare 5 punti consecutivi di Innocenti che riaprono l’incontro e rendono ancora più intenso il finale. Fondamentale il time-out chiesto da Grandi, Ozzano si riorganizza bene e riesce a reagire, portando a casa vittoria e terzo posto in classifica. Termina 80 a 72, con i New Flying Balls  ora concentrati verso la prossima sfida.

CLASSIFICA

4 TORRI FERRARA 18 9 9 0 705 576 +129
VIRTUS MEDICINA 14 9 7 2 656 573 +83
S.B. CAVRIAGO 12 9 6 3 660 566 +94
L.G. COMPETITION CAST. M. 12 9 6 3 663 619 +44
FLYING BALLS OZZANO 12 9 6 3 671 652 +19
BUDRIO 10 9 5 4 585 541 +44
G. SAFFI FORLI’ 10 9 5 4 610 603 +7
BOLOGNA BASKET 2011 10 9 5 4 601 606 -5
GRANAROLO BASKET 8 9 4 5 583 597 -14
ARENA MONTECCHIO 8 9 4 5 588 611 -23
NOVELLARA 8 9 4 5 603 639 -36
ARBOR REGGIO 6 9 3 6 606 637 -31
CORREGGIO 6 9 3 6 624 671 -47
STARS BOLOGNA 6 9 3 6 561 611 -50
CVD CASALECCHIO 4 9 2 7 553 636 -83
PONTEVECCHIO BOLOGNA 0 9 0 9 542 673 -131

SERIE D

GIRONE A

PALLAVICINI – VOLTONE 64 – 73

(12-22; 29-43; 50-58)

Pallavicini: Tosiani 14, Nanni G., Pierantoni 6, Zagano, Giunchedi 3, Ferraro 5, Sgargi 5, Nanni M. 4, Dawson 13, Bertarelli, Minghetti 14. All. Morra.

Voltone Zola: Perrotta 6, Galassi 2, Codicini ne, Ghiacci 20, Giacometti A., Sterpi 12, Lombardo ne, Giacometti J. 11, Bruzzechesse 2, Romagnoli 12, Menzioni 3, Orlandi 5. All. Amanti.

Vittoria meritata per il Voltone al cospetto di una Pallavicini orfana di Cenesi e con Ferraro debilitato dall’influenza. Gli ospiti hanno sempre comandato grazie ad una buona prestazione collettiva, con Ghiacci (ala di due metri, ex Virtus, del 1995) sicuro Mvp.

La cronaca: la prima spallata la dava l’ex Sterpi (4-10), poi Tosiani e Minghetti provavano a replicare, ma Ghiacci era inarrestabile (12-22 al 10’). Nella seconda frazione Dawson provava a tenere in linea di galleggiamento i padroni di casa, ma Romagnoli era una sentenza (22-35 al 16’) e all’intervallo il +14 esterno era decisamente legittimo. Nella ripresa coach Morra passava a zona ed era splendido il duello tra Minghetti e Ghiacci (39-49 al 24’). Il Voltone optava per la 1-3-1 con Ghiacci in punta, ma dal 43-57 del 28’, si passava al 58-58 del 32’ con gli unici missili di Ferraro e Sgargi. La rimonta, però, si fermava lì perché la benzina era praticamente esaurita e in centoventi secondi i gialli di coach Amanti si riportavano a +7 (58-65). Negli ultimi minuti tanta confusione, poche emozioni e zolesi che si confermano squadra con potenzialità da play off.

SAMPOLESE BASKET – VIS PERSICETO 67 – 96

(17-22, 31-45, 46-79)

San Polo d’Enza: Di Maria, Monti 18, Minardi 2, Davoli M. 2, Margini 6, Tognoni 10, Davoli L. 2, Nicolini, Maggiali 7, Bizzocchi 3, Pezzi 17. All. Immovilli.

San Giovanni in Persiceto: Morisi 15, Parmeggiani 6, Almeoni 14, Missoni 16, Genovese 8, Galli 1, Ramini 17, Ferrari 6, Rusticelli G. ne, Pederzini 11, Scagliarini 2. All. Rusticelli M.

Dura solo pochi minuti la vera partita della Sampolese (10-9 all’8′), poi l’eccessivo carico di falli decretati dagli arbitri su Margini, Bizzocchi, Pezzi (poi usciti di gara) e Minardi, costringe la compagine di casa (stante la persistente situazione delle assenze per infortuni) ad utilizzare i pur bravi giovanissimi rincalzi e la gara non ha più avuto storia, stante la netta supremazia fisica e di esperienza della compagine bolognese.

FIORANO – ATLETICO 64 – 72

(22-13; 37-36; 47-63)

Libertas Pallacanestro Fiorano: Di Curzio 7, Cracco 1, Zogaj 9, Ruggeri 17, Galloni, Bernabei ne, Lanzellotto, Fogliani ne, Marescotti 5, Domenichini, Lucchi 15, Melegari 10. All. Davolio.

Atletico Borgo: Campanella, Gherardi 9, Guidi, Proto 5, Farneti 5, De Simone 13, Sant 6, Artese 4, Selvi 4, Rossi 6, De Fazio 8, Veronesi 12. All. Pietrantonio.

I padroni di casa partono forte grazie all’energia di Lucchi ed all’esplosività realizzativa di Ruggeri (12 punti per lui nella prima frazione); per gli ospiti la grinta di Veronesi si fa sentire eccome a centro area e tiene in linea di galleggiamento gli uomini di Pietrantonio. Nel secondo quarto, cresce il pressing difensivo dei bolognesi, molto spesso aiutato dalle mani che sporcano i movimenti dei modenesi e  l’MVP De Simone mette a referto 8 punti, intervallati dalle giocate di Gherardi e Sant, molto ben innescati dal play Artese (3 assist per lui nel secondo quarto). Si arriva alla pausa lunga con il punteggio quasi in perfetto equilibrio, sul 37-36 Fiorano. La svolta arriva nel terzo periodo: il coach ospite strilla e bastona la squadra a dovere durante l’intervallo e l’Atletico piazza un break di 11-0 nei primi 2’ di gioco che manda in fumo tutto ciò che i padroni di casa si erano costruiti nel primo tempo. Continua il pressing “sporco” difensivo da parte dell’Atletico, al quale i padroni di casa non hanno saputo porre un rimedio; Fiorano prova a reagire ed a limitare i danni, ma i felsinei segnano 27 punti in 10’, mandando in archivio il risultato a fine terzo quarto sul 47-63, sfruttando anche gli innumerevoli errori fioranesi dalla linea del tiro libero (saranno 21 a fine serata) e le distrazioni a rimbalzo. Nell’ultimo quarto le residue energie di Di Curzio, Ruggeri e Lucchi fanno rientrare Fiorano fino a -5, ma un canestro di Farneti ed i tiri liberi di Artese mandano i titoli di coda all’incontro.

RADIOCOOP – PSA 73 – 49

(24-18; 45-23; 59-38)

Piacenza BC: Antozzi 8, Scarionati 2, Massari 15, Pirolo 19, Villa 6, Markovic 2, De Lillo 5, Papou 14, Sela 2, Betti. All. Mambretti.

PSA Modena: Barbieri 11, Macchelli 3, Govi, Petrella 4, Bertoni 9, Mezzetti 4, Marasca 6, Santonastaso 2, Di Talia 3, Frilli 7, D’Imprima. All. Bertani.

La partita si mette subito bene per i padroni di casa quando Massari mette segno al 6′ la tripla che vale il primo sostanziale vantaggio sul 18-11. Il Piacenza Basket Club aumenta ulteriormente il proprio ritmo di gioco sfruttando la superiorità fisica e tecnica del proprio reparto lunghi con Villa a dominare in difesa e Pirolo e Popov a depositare a canestro i palloni serviti da Massari e Betti. Nel secondo quarto si decide di fatto la partita grazie anche al suggello della bomba di Massari sulla sirena dell’intervallo che vale il riposo lungo sul +22. Al 24′ i biancorossi locali raggiungono il massimo vantaggio sul 51-26 quando devono fare i conti con una brutta botta rimediata da Massari che prudenzialmente non rimetterà più piede in campo ed egregiamente rimpiazzato dalla coppia Betti – Markovic in cabina di regia. Modena cerca di rimediare con orgoglio allo svantaggio che tuttavia si stabilizza sui venti punti. Piacenza Basket Club corre, e lo fa per davvero, Modena resta spettatore non pagante ed il divario è di quelli che fanno male. Piacenza smorza il ritmo, invece di assestare il colpo del ko, lascia a Modena uno spiraglio che riaccende la voglia di provarci dei ragazzi di coach Bertani, con ancora Bertoni che trova punti preziosi, ma sono troppi gli errori dei modenesi per poter concretizzare una rimonta. A 9′ dalla fine, la schiacciata di Popov dà inizio ad un lungo finale di partita, dove Pirolo trova ancora occasione per mettersi in evidenza infiammando il pubblico di San Lazzaro con un assist giocato dietro la schiena per il facile appoggio a canestro di Popov.

FULGOR – BAOU TRIBE 55 – 73

(21-12; 24-37; 37-45)

Fidenza: Rigoni 4, Troiano, Molinari 21, Ceci M. 10, Zerbini 3, Gelmini, Imeri 15, Ceci A. 2, Rubini ne. All. Fiesolani.

Baou Tribe San Lazzaro: Gruppi 14, Fornasari 8, Bernardi, Cantore 16, Pirazzoli 4, Mellara 3, Masrè 12, Paladini 7, Capobianco 4, Lodi 5. All. Lelli.

NAZARENO – EUROSYSTEM 64 – 59

(17-14; 35-27; 51-46)

Carpi: Sbisà 4, Compagnoni  15, Goldoni 10, Doddi 11, Pravettoni 2, Cantarelli ne, Antonicelli, Cavallotti 2, Barigazzi ne, Salami 20, Saetti, Menon. All. Testi.

Luzzara: Ploia, Anania ne, Cani 6, Costantino 12, Caleffi 13, Gelosini 9, Pesci 2, Neri 3, Pasini, Freddi 2, Corradini 12. All. Beltrami.

Quando sulla sirena di fine terzo quarto, dopo un’azione in cui gli Aquilotti sporcano due volte i passaggi avversari, con la palla che rimbalza fra tante mani e Salami che, fuori equilibrio, con una preghiera ad occhi chiusi segna da 3 punti di tabellone il +5, di fatto spezzando il recupero nostrano, ecco che ti accorgi che gli dei del basket non stanno per niente guardando dalla nostra parte. Si può riassumere così la serata di Carpi, dove gli Eaglets si presentano senza Vezzani, Neviani, Salati e Sereni e con Anania e Pasini, classe 1999, in lista (quest’ultimo avrà anche 3′ in campo). L’inizio però è positivo (6-12) con la palla che si muove bene dentro e fuori, creando soluzioni di tiro sempre diverse. Cambia però con l’ingresso di Salami, vero ago della bilancia di ieri sera, che con due triple (sulle 5 che realizzerà) ribalta il risultato (17-14). A corto di rotazioni e senza un playmaker a dare il fiato a Caleffi (il solo nel ruolo è il giovanissimo Anania), coach Beltrami è costretto ad inventarsi soluzione estemporanee (dal baby Ploia a Neri) ma con scarsi risultati. Ne approfittano i giovani carpigiani che, sostenuti da Compagnoni, arrivano al massimo vantaggio dell’intervallo (35-27). Recuperate le energie, gli Aquilotti rientrano più volitivi: un ottimo Corradini, coadiuvato da Caleffi e Gelosini riporta a -2 (48-46) prima che la preghiera di Salami, descritta all’inizio, spezzi il fiato Aquilotto. Lo stesso Salami mette la firma su 9 dei 13 punti della sua squadra nell’ultimo quarto. I ragazzi di coach Beltrami si aggrappano a Costantino e Caleffi per risalire da -12 (60-48) a -4, quando Neri ha la palla buona (60-56), ma paga la giornata disastrata (1/14 al tiro e 6 perse) ed ancora Salami punisce dalla lunghissima (63-56) chiudendo di fatto i conti.

VENTURI – SALSO 61 – 52

(16-7; 32-18; 42-36)

Anzola: Poluzzi F. 7, Venturi D. ne, Venturi N. 2, Pappalardo 5, Boldini 9, Fiorini 2, Franchini 2, Lambertini, Mazza 23, Zanata 11, Brancaccio, Poluzzi L. ne. All. Sacchetti.

Salsomaggiore: Balbo, Zamboni 5, Aimi 4, Maccini 13, Rattotti, Bonzani 15, Biocchi ne, Zerbini 2, Lucchini 2, Lettieri 11. All. Allodi.

SAN MAMOLO – MAGIK 61 – 69

(20-25; 33-42; 48-57)

San Mamolo: Cavazza 2, Margelli 8, Beccari 2, Quadri 2, Martelli P. 5, Martelli L. 4, Boldarino 4, Fiorentini 5, Benfenati 6, Demetri 17, Candelaresi 4, Ghelli 2. All. Munzio.

Magik Parma: Bazzoni 17, Donadei 2, Malinverni N. 3, Malinverni L. 5, Cavaglieri 5, Gibertini 2, Olagundoye 12, Longinotti 16, Guidi 5, Fava 2, Berlinguer ne. All. Lopez.

RECUPERO

PSA – EUROSYSTEM 60 – 72

(22-14; 34-32; 45-54)

PSA Modena: Barbieri 8, Malverti, Macchelli, Petrella, Bertoni 16, Mezzetti 4, Marasca 5, Santonastaso 7, Di Talia, Frilli 20, Govi ne, D’Imprima. All. Bertani.

Luzzara: Ploia, Cani 15, Costantino 10, Caleffi 19, Gelosini ne, Sereni 12, Pesci, Neri 13, Freddi, Corradini 3. All. Beltrami.

Nel recupero della gara del 2 novembre, gli Aquilotti espugnano Modena, interrompendo la striscia di tre sconfitte consecutive e reagendo alla lunga serie di infortuni. Se coach Beltrami recupera Sereni, perde però Gelosini, toccato duro alla caviglia sabato a Carpi ed in panchina solo per onor di firma. Corti e risicati, gli Aquilotti iniziano dunque a zona per contenere i falli, ma i modenesi partono subito in quarta con un pressing asfissiante e 10 punti di Bertoni (14-7). Si passa a uomo e pian piano gli Eaglets aumentano il ritmo, prendendo in mano la gara e dal -10 del 13′ (24-14), si passa al -2 dell’intervallo (34-32), fino al sorpasso netto del 26′ (38-47) per un break di 33-14. Sereni, Neri (con un ottimo 6/7 dal campo), Caleffi e Cani, tutti trovano la via del canestro, mentre la difesa, vero marchio di fabbrica di questo inizio di stagione, toglie ossigeno agli avversari (45-54). Modenesi che perdono anche Bertoni, e si sciolgono minuto dopo minuto, forse partiti troppo forte; Aquilotti che comandano, tranne ad inizio di quarta frazione, dove un 6-0 di Frilli riporta il match in equilibrio (51-54). I rivieraschi faticano fino al 55-58, poi riescono a scrollarsi di dosso gli avversari e chiudono con la doppia cifra di vantaggio.

CLASSIFICA

ANZOLA 16 9 8 1 659 571 +88
PIACENZA BC 14 9 7 2 602 518 +84
VOLTONE ZOLA 14 9 7 2 639 569 +70
PALLAVICINI BOLOGNA 14 9 7 2 608 563 +45
BAOU TRIBE SAN LAZZARO 14 9 7 2 588 544 +44
VIS PERSICETO 12 9 6 3 641 567 +74
COLLEGE FIDENZA 10 9 5 4 589 581 +8
MAGIK PARMA 10 9 5 4 542 574 -32
ATLETICO 8 9 4 5 605 614 -9
AQUILA LUZZARA 8 9 4 5 485 491 -6
PSA MODENA 6 9 3 6 520 561 -41
SAN MAMOLO BOLOGNA 6 9 3 6 567 649 -82
FIORANO 4 9 2 7 555 586 -31
NAZARENO CARPI 4 9 2 7 580 642 -62
SAMPOLESE 2 9 1 8 550 619 -69
SALSOMAGGIORE 2 9 1 8 489 570 -81

GIRONE B

GUELFO – CURTI 78 – 72

(13-25; 34-35; 58-54)

Castel Guelfo: Buscemi 2, Coraini, Gianasi, Baccarini 7, Bernabini 18, Miceli 2, Ventura ne, Minghetti ne, D’Andola 3, Giordani 21, Bacci ne, Paluan 25. All. Serio.

International Imola: Folli 7, Benghi 13, Sgorbati 14, Grandolfi 8, Genoni ne, Cai, Cardelli ne, Martini 9, Caprara, Scagliarini 4, Dirella 4, Masoni 13. All. Fazzi.

AICS – ALTEDO 49 – 82

(14-20; 29-39; 38-60)

Aics Forlì: Grossi 6, Guaglione 13, Ruffilli 7, Zamagni 9, Zannoni 4, Ferri, Arpaia, Ragazzi, Ghetti 8, Pusateri 2, Bergantini ne. All. Chiadini.

Altedo: Balboni 2, Pigozzi 11, Dal Pozzo 14, Baccilieri 20, Zanolli 6, Soresi 8, Bulgarelli 11, Monari 6, Gnan 4, Ventura ne. All. Bacchilega.

MOLINELLA – BASKET VILLAGE 66 – 56

(16-12; 38-25; 48-42)

Molinella: Calvi 18, Quartieri 3, Checcoli 5, Ricci 9, Vignudelli, Alessandri, Tagliavini 3, Ugulini 1, Pascoli, Gualandi 8, Serio 13, Trippa 6. All. Baiocchi.

Basket Village Granarolo: Banzi, Paoloni ne, Ballini 12, Salicini 4, Carrera 2, Nicotera 1, Nobis 14, Marega 14, Pedrielli 7, Marcheselli 2, Brotza, Billecci ne. All. Calore.

VB – SPEM MATTEI 47 – 54

(7-20; 22-27; 40-47)

Grifo Imola: Di Cillo 4, Orlando 2, Canè ne, Pasini 4, Riga 14, Lanzoni 3, Dragicevic 2, Linguerri 6, Monna 3, Zaccherini, Guerra ne, Castelli 9. All. Lelli.

Ravenna: Trerè, Basaglia 10, De Fanti 18, Bianchini 3, Vistoli 6, Saccardi 7, Scaccabarozzi ne, Raspa 2, Senni 6, Morigi 2. All. Focarelli.

CASSANI&COSTANZI – DOLPHINS 65 – 72

(11-20; 23-36; 45-46)

Basket 95 Imola: Baruzzi L. 23, Barbagelata 13, Gargioni 7, Spagnoli 10, Crisà 5, Mezzini, Baruzzi F., Foronci, Selva 3, Mastrilli 4. All. Brocchi.

Riccione: Amadori Mi. 6, Raffaelli 8, Ortenzi, Amadori Ma. 5, Brattoli 2, Perini, Tononi 12, Ambrassa 4, Biagini 9, De Martin 13, Polverelli 11. All. Foschi.

CESTISTICA ARGENTA – BELLARIA BASKET 80 – 55

(23-18; 39-24; 59-41)

Cestistica Argenta: Spinosa 20, Thiam 9, Magnani 10, Cesari F.12, Stegani, Mortara 6, Rubbini 9, Zanetti 7, Brignani, Cesari R. 3, Taglioli 4, Rafan. All. Panizza.

Bellaria: Sacchetti 6, Massa 4, Novello 14, Mussoni Ma. 10, Russu 17, De Gregori 4, Bindi, Mbaye, Stabile, Mussoni Mi. All. Ferro.

S.B. FERRARA – VENI 45 – 72

(11-21; 21-41; 33-61)

Scuola Basket Ferrara: Ferrarini 4, Pusinanti 3, Zavarini, Rimondi 14, Frignani 8, Fabbri 4, Bottoni 4, Parigi 1, Bussolari 7, Cuppini. All. Colantoni.

San Pietro in Casale: Settanni 5, Barbieri 7, Pastore 6, Vinci 12, Minozzi G. 12, Iannicelli 13, Ghedini, Tinti, Bartolozzi 10, Folesani 7. All. Minozzi M.

OLIMPIA – ARTUSIANA 55 – 71

(12-17; 28-32; 36-51)

Olimpia Castel San Pietro: Fortunati ne, Chillo ne, Franceschini 3, Corazza 2, Ziron 15, Boschi, Pancaldi 1, Binassi 9, Farnè 3, Gianninoni 2, Sgorbati 14, Morales 6. All. Zarifi.

Forlimpopoli: Rossi 23, Marzolini 3, Balistreri 11, Calboli 3, Manucci ne, Morabito, Arfelli 6, Chezzi 8, Evangelisti 17. All. Bondi.

CLASSIFICA

GUELFO 18 9 9 0 634 495 +139
SPEM MATTEI RAVENNA 14 9 7 2 539 518 +21
OLIMPIA CASTEL S. P. 12 9 6 3 605 534 +71
ALTEDO 12 9 6 3 636 592 +44
ARTUSIANA FORLIMPOPOLI 12 9 6 3 582 541 +41
MOLINELLA 12 9 6 3 516 504 +12
ARGENTA 10 9 5 4 616 569 +47
BASKET VILLAGE GRANAROLO 10 9 5 4 582 561 +21
DOLPHINS RICCIONE 10 9 5 4 584 592 -8
VENI SAN PIETRO IN CASALE 8 9 4 5 522 494 +28
INTERNATIONAL IMOLA 6 9 3 6 570 590 -20
BASKET’95 IMOLA 6 9 3 6 585 629 -44
AICS FORLI’ 6 9 3 6 523 638 -115
S.B. FERRARA 4 9 2 7 506 543 -37
BELLARIA 2 9 1 8 539 622 -83
GRIFO  IMOLA 2 9 1 8 505 622 -117

I Titans danno un… Party. I risultati della settima in Promozione

Nella settima giornata del campionato di Promozione spicca, nel girone E, il super derby di Ozzano e, nell’F, lo scontro fra Fiorenzuola e la CNO.

GIRONE A
POL. PRIMOGENITA – SALSOMAGGIORE CITY 68 – 59

BASKET SOLE – AMBA 61 – 47

(17-13, 26-25, 43-32)

Basket Sole Piacenza: Ciuti 4, Protto 8, Lucev 9, Signaroldi, A. Sebastiani 8, S. Sebastiani 4, Cornelli 3, Gelmini, M. Mori 13, Poggi 10, Rancati 2. All. Cavagnoli.

Ducale Parma: Tarricone 2, Bertolini, Montanaro 6, Frazzi 16, Ludergnani 3, Vento S 7, Rosi 4, Carretta, Vento L 8, Tinelli. All. Padovani.

Torna l’estate nel cielo del Basket Sole. Una prova gagliarda, piena di coraggio, determinazione e intensità difensiva permette ai rossoblù di superare di slancio la Ducale Parma al Palasport e di restare aggrappati al terzo posto in classifica. Parte meglio la squadra di Cavagnoli, che colleziona 6 punti di margine: 8-2. Ma sono solo assaggi: i parmensi rientrano immediatamente e mettono avanti il naso, andando a +1. Intanto, il Basket Sole comincia a costruirsi tanta fiducia in se stesso recuperando un grappolo di palloni e blindando il suo canestro, fino a concedere soltanto 25 punti in metà gara. Le basi di una serata incoraggiante sono gettate, anche se le tante palle perse in attacco non permettono il decollo. Così, ecco un risicato 26-25 all’intervallo lungo. Nella ripresa, i rossoblù focalizzano il loro miglior basket di serata. A fianco di una sempre apprezzabile tenuta mentale e atletica in difesa, ecco una resa offensiva ora costante, che permetterà ai padroni di casa di aprire del tutto le ali. Marcello Mori è un leone nel pitturato: per lui, doppia doppia, con 13 punti infilati e una cariolata di rimbalzi. Il vantaggio aumenta in maniera costante, la bomba di Protto manda i titoli di coda: 46-32 all’inizio dell’ultimo periodo. Il resto è oculata gestione del vantaggio e attenzione massima all’eventuale ritorno degli ospiti.

VALTARESE – PLANET 64 – 67

Borgotaro: Leonardi 13, Verti E. 12, Berni 12, Finardi, Reboli 11, Guri, Coppini 3, Delmaestro 6, Dellapina, Giraud 7, Veryti N. , Oppo. All. Baldi.

Planet Parma: Ruozzi 14, Veronese, Giublesi 31, Titi 6, Modica 3, Centofanti 2, Pignatelli 6, Gasparini, Gianferrari 5, Finardi. All. Paletti.

Nonostante una difesa giovane e aggressiva che non ha mollato per tutta la partita e che ha messo in grande difficoltà gli ospiti, un grande campione come Giublesi è riuscito nella grande impresa di segnare 31 punti regalando alla Planet i due punti. A 36 anni ha dimostrato di essere ancora in grande forma e solo la sua grande classe poteva permettergli questa grande impresa, confermando di essere uno dei migliori giocatori che abbia avuto Parma cestistica.

CSI SANT’ILARIO – CUS PARMA 64 – 77

(16-24, 34-42, 45-60)

Sant’Ilario: Sistici 7, Simoni 2, Setti 4, Spaggiari 8, Medici 1, D’Amore 13, Micucci 8, Bigliaridi 3, Doti 7, Rosi 5, Simonazzi 2. Coach Violi-Ferrari.

Cus Parma: Pattini 15, Giampellegrini 2, Bersini, Bellicchi 6, Marcucci 13, Orsenigo 5, Drisaldi 2, Imbimbo 4, Cervi 10, Stonfer 3, Ricci, Andreoli 17. Coach Marafetti-Guareschi.

Cade la capolista Sant’Ilario per merito di un ottimo Cus Parma. Primo quarto Cus fa il vuoto complice una difesa Santilariese inesistente, e solo per alcune prodezze estemporanee di D’amore e Sistici che lo svantaggio resta di soli 8 punti. Secondo periodo di sostanziale parità dove gli attacchi sono meglio delle difese. Poi nella terza frazione il Cus imprime alla partita la svolta decisiva con Andreoli, Marcucci, Pattini e, con due schiacciate spettacolari di Cervi, porta il divario a 15 punti. Nell’ultimo quarto il Cus arriva vicino ai venti punti di margine e solo con un timido recupero (ma con la pasta già buttata), Sant’Ilario chiude con un -13 che che rende meno pesante la sconfitta.

BAKERY – PLAZA DE TOROS 83 – 64

(28-12, 38-26, 62-44)

Castellana: Coppeta 16, Eccher 3, Di Giorgio 9, Fanaletti 2, Zanelli, Derba 3, Ziotti 5, Zamboni 24, Belli 10, Mazzocchi 7, Tresoldi 2. All.Piva.

Marconi Castelnovo Sotto: Montanari, Rossi, Mazza 12, Aldrovandi 6, Castagnaro 6, Benassi 11, Bellagamba, Fornaciari 7, Davolio 12, Bedenghi 10.All.Grobberio

Un’altra vittora per la Castellana Bakery, la quinta consecutiva, che consente ai ragazzi allenati da Piva e Corvi di consolidare il terzo posto. Forse più utile che bella, questa vittoria, dal momento che, pur su standard più che accettabili, il gioco della Castellana è stato un pò troppo soggetto ad alti e bassi, a pause, con lo staff tecnico alla ricerca di più continuità ed autorevolezza nell’imporre alla partita il proprio ritmo. La partenza a razzo di Super Zamboni (14 punti in prima frazione) consente alla Castellana Bakery di scavare sin da subito un canyon tra sè e Marconi, a dir poco frastornato dal passo dei locali. Anche Coppeta e Di Giorgio, sempre più “presenza” in campo per quest’ultimo, portano fieno alla cascina Castellana: 28-12 la prima frazione. Le pur necessarie rotazioni di Piva inceppano leggermente il motore castellano, 10-13 il parziale di seconda frazione, con i reggiani a prendere un pò di fiducia. Nel terzo quarto Marconi ingabbia ulteriormente la Castellana, Capitan Castagnaro trascina i suoi sino al -9. A questo punto la chiave della per aprire la scatola Marconi diventa Marco Belli: due bombe, un paio di palle recuperate, un paio di rimbalzi in attacco e la Castellana torna a volare. Non solo Belli, però, anche Di Giorgio, con bella presenza in difesa, rimbalzi e una tripla di peso specifico elevatissimo, spinge una ritrovata Castellana al +20 all’ultimo intervallo. Marconi non tira i remi in barca, si gioca con buona intensità fino alla fine, ma il divario rimane pressochè invariato. Nel finale c’è gloria anche per il giovanissimo Tresoldi (’98), che iscrive per la prima volta il suo nome su un tabellino della Promozione. TRAVAGLINI – IRA TENAX 70 – 60

TRAVAGLINI – IRA TENAX 70 – 60

(18-11, 31-31, 53-49)

Montebello Parma: Dinoi 8, Carretta 22, Bocchia 4, D’Alò 9, Rastelli 13, Vitale 2, Giacovazzo 10, Tommei 1, Buttafoco, Brugnoli. All. Martinelli.

Cortemaggiore: Spotti 6, Bertoni 7, Gorreri 19, Maccagni 6, Salardi 4, Pezzani 4, Righi 8, Valla 4, Paini 2, Gandolfi, Laurenza. All. Podestà.

Una Montebello “fuori casa”, anche nel turno casalingo, per indisponibilità della palestra e con qualche assenza di peso, riesce a vincere meritatamente su un Cortemaggiore mai domo, capace di fiammate che hanno sempre rimesso in discussione il risultato, specialmente con il tiro dalla lunga distanza (alla fine ben 9 bombe a segno). Nel primo quarto la Montebello sembra allungare fino a +7 con discreta facilità, ma al cambio di campo si è di nuovo in parità. Negli ultimi due quarti l’inerzia della partita cambia più volte direzione, ma alla fine Rastelli, Di Noi e Giacovazzo mettono al sicuro il risultato per la Montebello.

CLASSIFICA
S. Ilario, Montebello Parma 12; Basket Sole Piacenza, Cus Parma, Castellana Castelsangiovanni 10; Ira Tenax Cortemaggiore, Planet Parma 8; Ducale Parma, Marconi Castelnovo Sotto, Primogenita Calendasco 4; Valtarese 2; Salsomaggiore City 0.

GIRONE B

BIBBIANESE – VIRTUS CASALGRANDE 64 – 46

(17-8, 30-20, 46-32)

Bibbianese: Menozzi 2, Zaccaria 5, Salati, Ghirardini 5, Vignali 12, Olivares 14, Bartoli 13, Codeluppi, Camurri 11, Farioli 2. All. Reverberi.

Casalgrande: Torelli, Campa ne, Govi 11, Bottazzi ne, Iemmi 13, Bonaccini 5, Scianti 11, Grazi, Oleari, Tavani 6, Giacalone, Bucci. All. Pacifico.

Partita sempre saldamente nelle mani dei padroni di casa, sebbene ai giocatori di coach Pacifico non gli si possa rimproverare un impegno davvero encomiabile. Olivares parte subito in quinta e realizza il primo canestro dell’incontro che ovviamente coincide con i suoi primi due punri della partita: il “Cubano Cavriaghese” rappresenterà infatti un rebus di onnipresenza cestistica non risolto per gli ospiti. A ruota seguono l’esempio del compagno di squadra Menozzi, Ghirardini e un Vignali in formato “De Luxe”. Casalgrande dal canto suo ha pochi punti dai suoi effettivi e i soli Govi e Bonaccini cercano di arginare la corrazzata locale. Il quarto si conclude con l’unico canestro della partita di “Capitan di Fatto” Farioli che fissa il punteggio sul 17-8. Nel secondo parziale Casalgrande cerca, riuscendoci in parte, a stringere in difesa mentre in attacco si affida al sempre presente Govi, Iemmi e Bonacini per cercare di ricucire lo strappo. Ma Bibbiano questa sera ha le idee molto chiare e non ci sta a mollare per nulla il vantaggio acquisito: Reverberi fa le dovute rotazioni e i nuovi entrati Zaccaria, Camurri e Bartoli rispondo come non meglio si potrebbe. Si va alla pausa lunga sul 30-20 vantaggio interno. Alla ripresa dell’ ostilità Casalgrande opta per un difesa mista per mettere in difficoltà i locali, ma Bartoli, che detta legge nel terzo quarto ed è autore di conclusioni in avvicinamento e da fuori davvero lodevoli, rende vano ogni tentativo ospite. Olivares riprende il suo show personale e pure Vignali non si tira certo indietro: Bibbiano grazie ai tre lunghi allunga, non è un gioco di parola, ma è la semplice verità dimostrata dal tabellone alla sirena di fine 3° periodo: 46-32. L’ultimo periodo è una passerella finale per i Reverberi Guys che giocano in scioltezza e con la tranquillità che permette di rendere facile cose che non lo sarebbero in altre circostanze: in questo contesto Camurri impartisce qualche lezione cestistica delle sue, dove nei suoi tiri è contemplata sempre e solo la retina. Bartoli continua imperterrito a macinare azioni efficaci e con il un canestro di Vignali la partita finisce come giusto che sia: 64—46 per la Bibbianese.

REGGIOLO – SCANDIANO 2012 61 – 50

(14-14, 28-24, 47-38)

Reggiolo: Fregni 9, Torreggiani 8, Fagandini 2, Pirondini 7, Spaggiari, Franzini, Arisi 7, Delbue 9, Gambuzzi 11, Ferrari 2, Setti 4, Bosi 2. All. Notari.

Scandiano: Guarino 5, Colacicco 18, Garofoli 6, Bianchi 4, Fontanesi 2, Acosta 4, Guidetti 11, bigi, Fevola. All. Raele.

Ottima cornice di pubblico a Reggiolo per la sfida alla capolista Scandiano, allenata dallo storico ex allenatore reggiolese Torreggiani (presente solamente sugli spalti a causa di una squalifica). L’avvio è tutto di marca ospite, grazie a Guarino che parte alla grande e a qualche incertezza di troppo dei ragazzi di Notari. La risposta arriva prontamente da Gambuzzi, autore di una prova maiuscola sotto le plance e di 8 dei primi 10 punti reggiolesi. Dopo un primo quarto non entusiasmante, le due compagini si ritrovano in parità sul 14-14. Nel secondo quarto sono le “seconde linee” del Reggiolo ad avere la meglio, propiziando così un mini parziale che porta i locali sul +4 all’intervallo lungo. Nel terzo quarto l’inerzia del match non cambia e Notari sfrutta appieno l’ottima serata di molti suoi ragazzi, tra i quali spiccano Delbue (9 punti), Torreggiani (8 punti) e Arisi (7 punti). Grazie a quest’ottima gestione offensiva, il Reggiolo si porta fino al +9. Ad inizio ultimo quarto qualcosa però si inceppa e Scandiano ne approfitta per rientrare fino al -3, sfruttando l’ottima serata di Colacicco (18 punti) ben coadiuvato da Guidetti (11 punti). Nel rush finale, sotto la regia di Fregni (9 punti), il Reggiolo gestisce al meglio i possessi decisivi e incrementa man mano il divario fino al +11 finale.

NORDICA EXTRAFLAME – I GIGANTI 74 – 59

(20-13, 35-27, 52-37)

Gualtieri: Magnanini 11, Canova 9, Miglioli 8, Folloni, Bagni 17, Soliani 5, Guida 4, Manzali 8, Pellegrini 4, Bernardelli 4, Berni 4. All. Volpato.

Modena: Giorgi, Manzotti 12, Pederzoli, Baraldini, Adamo 6, Berardi 8, Barbanti 6, Demattè 16, Odorici, Larghetti 4, Forastiere 7. All. Fossali.

Partono molto forte i padroni di casa che sull’asse Canova-Manzali costruiscono il primo allungo della partita: 20-13 dopo 10′. Nel secondo quarto gli ospiti abbozzano una rimonta con discreti risultati, se non fosse per la tripla allo scadere del primo tempo di Magnanini che fissa il risultato sul 35-27. Alla ripresa delle ostilità dopo un primo strappo degli Aquilotti,i Giganti stringono le maglie in difesa e forzano qualche penetrazione raccogliendo qualche fallo; le percentuali dalla linea della carità non sono delle migliori, ma grazie a qualche rimbalzo offensivo i modenesi si riportano fino a -7 (39-32). A questo punto i padroni cambiano marcia, recuperano qualche pallone e alungano fino al 52-37 della sirena del terzo quarto. Nell’ultima frazione gli ospiti cercano di recuperare lo svantaggio, ottenendo il risultato opposto e sfiorando i 20 punti di svantaggio, contenuto nel finale da qualche palla rubata e qualche piazzato.

RADIO BRUNO – GO IWONS 59 – 47

(15-14, 31-20, 47-32)

Campagnola: Manicardi 4, Gasparini, Nasi S. 8, Zaccarelli 6, Parmiggiani 7, Bigliardi, Piuca F. 11, Nasi L. 3, Sacchi 1, Rustichelli 13, Beltrami 4, Sueri 2. All. Nanetti.

Albinea: Negri, Marcacci 7, Ferretti N., Ballabeni, Masoni 10, Prati n.e., Guatteri 2, Sassi 10, Ferretti M. 5, Camellini 13. All. Brevini.

Dopo il 3-0 iniziale per i padroni di casa, si procede con una perfetta alternanza di due punti per parte fino al 15-14 di fine parziale. Ad inizio secondo quarto gli ospiti operano il sorpasso (15-16) con Martinelli, ma Campagnola risponde con un break che al 13′ la porta avanti 25-18. Le retine rimangono inviolate per vari minuti, poi due bombe, di Nasi L. e Rustichelli, mandano al riposo sul 31-20. Il terzo periodo sembra dare tranquillità a Campagnola che chiude con un +15, ma all’inizio dell’ultima frazione Albinea piazza con Sassi e Masoni un parziale di 6 a 0. I padroni di casa perdono a lungo la via del canestro: al 37′ il tabellone segna 50-44, ma, dopo qualche attimo di smarrimento, sono Piuca, Rustichelli e Parmiggiani a riprendere le redini dell’incontro fino alla sirena finale.

SCHIOCCHI BALLERS – US CARPINE 61 – 51

(15-8, 25-27, 42-39)

SB Modena: Binotti 5, Zara, Sangermano 11, Righi R. 18, Minarini 8, Guidetti 2, Sassi 1, Vaccari, Forghieri 6, Twun 10. All. Righi G.

Us Carpine: Meschiari 5, Testi 11, Piuca R. 7, Piuca M. 9, Gasparini, Giovanardi 5, Iacono, Berra 8, Masini, Zanoli 6. All. Morettin.

Prestazione di carattere dei modenesi che infliggono lo stop alla capolista Carpine tra le mura amiche della CDR. Partenza ai mille all’ora dei Ballers che, con giocate di energia e ottima difesa, scombussolano i piani tattici dei carpigiani che si trovano sotto di otto punti (15-8) alla prima sirena. Carpine squadra esperta si riporta sotto chiudendo in vantaggio a metà gara di due lunghezze (25-27). Nel terzo periodo prova di maturità dei modenesi che riprendono in mano la gara portandosi in vantaggio prima di tre punti (42-39) e poi allungando nell’ultima frazione; i padroni di casa hanno la forza di mantenere il vantaggio fino al termine della contesa chiudendo con un vantaggio di dieci punti alla sirena (61-51). Guidati da Righi top scorer  (18 punti) ottimamente coadiuvato da Binotti, Sangermano e Twun, la squadra ha dimostrato un ottima amalgama tra gruppo storico e nuovi innesti con le ottime prove difensive di tutti i lunghi a referto.

U.S. LA TORRE – PALL. TEAM MEDOLLA 59 – 41

(16-2, 28-15, 42-28)

La Torre Reggio: Galassi, Panciroli 4, Passiatore 4, Vezzosi 2, Bochicchio 7, Nizzoli, Pezzarossa 5, Mazzi 15, Mussini 9, Bertolini 4, Margaria 9. All. Spadacini.

Medolla: Galeotti, Maini 8, Tralli 4, Ceretti, Guarnieri, Nussbaum, Barbieri, Aldrovandi 7, Spinelli 7, Nardi 15. All. Carretti.

La Torre infila la terza vittoria consecutiva ai danni del Medolla, con una partita praticamente decisa nel primo quarto, in cui i ragazzi di Spadacini scavano un solco di 14 punti, grazie ad una buona prestazione di squadra, che porta sei giocatori ad iscriversi a referto. Sull’altra sponda, invece, il Medolla fatica davvero tanto a trovare la via del canestro, pur costruendo molti più attacchi dei padroni di casa, e dopo 10′ il punteggio dice 16-2. Nel secondo periodo i modenesi iniziano a martellare la retina con continuità, spinti da Maini e Nardi, vere spine nel fianco della difesa torriana. Il vantaggio, però, resta sostanzialmente inalterato, perché il buon quarto di Mussini e Margaria consente ai padroni di casa di reggere il colpo (28-15 al 20′). L’intervallo lungo non cambia le cose ed anche al termine del terzo quarto il tabellone dice +14 per i grigiorossi (42-28). L’alternanza di difese dei padroni di casa porta il Medolla a forzare conclusioni e a giocare attacchi lunghi, ma la buona presenza nei rimbalzi offensivi consente loro diversi secondi tiri e di non perdere contatto. La Torre, dal canto suo, trova in questo frangente un sostanzioso Bochicchio, preciso anche dalla lunetta, e i primi punti di Mazzi, sia vicino a canestro che oltre la linea dei tre punti. Il quarto finale sembra favorevole agli ospiti, che risalgono in apertura sul 42-33, ma una bomba di Mussini e una palla rubata di Pezzarossa rispediscono il team di Carretti oltre la doppia cifra di svantaggio. La Torre ritrova fiducia, lucidità e attacchi fluidi, con buona circolazione di palla, in più Mazzi in questo parziale è imprendibile, segna dal campo e dai liberi, accompagnando la sua squadra fino al +18 finale (59-41).

CLASSIFICA
Scandiano, Carpine, Reggiolo, La Torre Reggio, Campagnola 10; Bibbianese 8; Go Iwons Albinea, Medolla, Schiocchi Ballers Modena, Aquile Gualtieri 6; Virtus Casalgrande 2; I Giganti Modena 0.

GIRONE C

H4T – GARDENBO 66 – 48

(22-10; 32-23; 54-35)

SP Vignola: Ganugi 11, Quartieri, Quansah, Mariani, Chini 5, Pantaleo 14, Zagni, Vannini 2, Guidotti 13, Midulla 6, Franchi 13, Malagodi 2. All. Smerieri.

Sport Junior 2000: Zanni 4, Cioni 3, Vecchiatini 6, Ceresi 8, Rinaldi 8, Giacometti 4, Tinti 4, Consolini 5, Trenti 2, Campoli, Matteuzzi. All. Rizzi.

Tra le mura amiche una convincente H4T coglie la sua quinta vittoria stagionale contro la squadra bolognese del GardenBo. Pronti, via e i padroni di casa partono subito con il piglio giusto e con ottime scelte di tiro contornate da buone difese portandosi subito sul 10 a 0. Gli ospiti non si fanno intimidire e con 5 punti in fila riescono ad accorciare le distanze, ma i padroni di casa, con un ottimo giro palla, riescono a colpire dall’arco con Chini, Midulla e Pantaleo chiudendo il primo quarto sul punteggio di 22-10. Nel secondo quarto la situazione non cambia, sono sempre i padroni di casa a fare la partita e Coach Smerieri manda in campo l’under 17 Quansah (debutto assoluto in prima squadra) nel ruolo non semplicissimo di play maker, il quale ricambia con una buona prestazione e il secondo quarto termina 32-23 all’insegna dell’equilibrio. Al ritorno dagli spogliatoi la H4T spinge sull’acceleratore nel tentativo di costruire il solco decisivo per la vittoria e infatti 4 giocate in fila al termine del quarto di Guidotti, Franchi, Pantaleo e Ganugi permettono a Vignola di cominciare l’ultimo quarto con il vantaggio di ben 19 punti sul 54-35. Ultimo quarto di sola gestione per la H4T dove da segnalare c’è il ritorno e quindi debutto stagionale per Andrea Mariani che per motivi personali fino ad ora aveva solo seguito la squadra dalla tribuna.

MONTEVENERE – PGS WELCOME 64 – 50

(16-18; 31-32; 47-38)

Montevenere: Venturi 12, Gironi 2, Ottani 8, Venturini, Cremonini 8, Veronesi 11, Costa 10, Palazzini, Fantoni, Zappoli 13. All. Rossi.

Pgs Welcome: Lamborghini L. 13, Lederi 2, Lamborghini S. 5, Capelli 3, Ahmethodzic, Cerri 7, Palmieri 10, Rizzi 2, Roveri, Ferrari 8. All. Lamborghini R.

Gli innumerevoli rimbalzi in attacco (20) lasciati agli avversari e l’aridità offensiva nel secondo tempo spianano la strada all’attuale capolista, più determinata e desiderosa di vittorie. Dopo un primo quarto all’insegna dell’equilibrio, nel quale emergono Zappoli e Veronesi da una parte e Luca Lamborghini e Palmieri dall’altra, verso la metà della seconda frazione la squadra di casa recupera interamente il piccolo svantaggio accumulato. Il Montevenere si porta in testa con determinazione sfruttando un break di 9 a 0 (29 a 25) propiziato da un buon momento di Venturi. La Welcome è sempre in partita e per niente intimorita, ma i rimbalzi in attacco catturati dagli avversari – già 10 a metà gara – allarmano e non poco il coach della PGS che spende time out a ripetizione per richiamare i suoi ragazzi ad una maggior concentrazione, in particolar modo sui tagliafuori. Dopo il riposo la Welcome si ripresenta in campo ancora in vantaggio, ma la sua sterilità offensiva (6 punti nel quarto) tende ad aggravare gli errori difensivi sotto le plance, accrescendo, invece di diminuire, i rimbalzi in attacco lasciati agli avversari (in questo quarto 8). Nell’ultima frazione la gara sembra ormai segnata, con il Montevenere a gestire il risultato e la Welcome incapace di invertire il trend della partita, se non con il solo Palmieri, caparbio e combattivo, ultimo ad arrendersi alla squadra capolista.

MASI – STEFY 47 – 69

(15-13; 20-34; 33-56)

Masi Casalecchio: Campazzi 4, Penna 6, Castaldini G. 10, Sechi, Murgia 2, Forni 5, Di Marzio 2, Manfredini 4, Bertacchini 6, Cavana 6, Masi 2, Castaldini T. All. Guidetti.

Stefy Basket: Carosi 7, Dozza 6, Benetti 6, Gagliardi 6, Francia 2, Poli 7, Tradii 10, Evangelisti 10, Mannini 1, Agnoletti 14. All. Scandellari.

Ha retto solo 15’ la Masi al cospetto della Stefy. Dopo aver chiuso la prima frazione in vantaggio, grazie a Castaldini, i casalecchiesi reggevano sino al 20-23 del 16’, poi. Il successivo break di 0 a 11 indirizzava la partita verso il team ospite. Nella ripresa si scatenava Evangelisti ed il solco cresceva fino al 35-66 del 34’. Nel finale i biancoverdi salvavano, almeno, la faccia.

GIARDINI MARGHERITA – PIUMAZZO 70 – 60

(25-19; 36-29; 51-47)

Gardens: Alaimo 22, Grassitelli 13, Marcelli, Valenti 4, Marchesi 4, Pierini 3, Stefani 11, Brina 6, Caridi, Sangiorgi 7. All. Lanzi.

Piumazzo: Lupato 3, De Martini 22, Mezzetti 5, Luppi 9, Valenti ne, La Rocca, Cavani 6, Colombari ne, Di Bona, Verdoliva 4, Montorsi 9, Stanzani 2. All. Vannini.

Bella gara alla “Moratello” con i padroni di casa quasi costantemente in vantaggio, ma con i modenesi che non si sono mai arresi attaccati al talento cristallino di De Martini e alle triple di Luppi. In partenza erano Alaimo, Grassitelli e Stefani a permettere di segnare 25 punti ai Giardini Margherita. Nel secondo quarto le percentuali si abbassavano, ma nella terza frazione si scatenava De Martini (12 punti sui 18 di Piumazzo); i biancoblù, però, reagivano negli ultimi 10’ trovando linfa da tutto il roster e chiudevano senza soverchi problemi, con Alaimo top scorer a quota 22.

CSI SASSO MARCONI – IMA BASKET 60 – 52

(12-17; 31-26; 47-41)

Csi Sasso Marconi: Magnani 2, Grande, Meluzzi 2, Vinerba, Rillo 4, Romano 15, Neretti 6, Mutolino 5, Borsari 5, Bellodi 15, Giuliani 5, Perrina 1. All. Coralli.

Ima: Ariatti 4, Bragaglia 7, Foti ne, Di Rienzo 4, Morelli 6, Costa 6, Benfenati 14, Riccobaldi 6, Quercioli, Dainese 1, Piccari 4. All. Bertuzzi.

SPORT INSIEME – F.FRANCIA 66 – 60

CLASSIFICA

Montevenere Bologna 12; F. Francia Zola, Stefy Bologna, Vignola, Giardini Margherita Bologna, Sport Insieme Bologna 10; Masi Casalecchio 8; Pgs Welcome Bologna 6; Piumazzo, Pgs Ima Bologna, Gardenbo, Csi Sasso Marconi 2.

GIRONE D

GALLO – AUDAX 56 – 52

(22–18; 32-32; 41-37)

Gallo: Fini, Malaguti J, Del Principe 5, Schincaglia 7, Magni, Boscolo 9, Vicini, Pasquali 8, Malaguti F. 17, Caselli 10. All. De Simone.

Audax Ferrara: Mantovani 7, Bolognesi 8, Marabini 7, Ricci 5, Ferrarini 6, Zanchetta 6, Ferraresi 5, Felletti Spadazzi 2, Vaianella, Balboni 4, Del Torto 2, Bedetti. All. Folchi.

PALL. FORTITUDO CREVALCORE – PALL. LA FENICE 62 – 67

(13-20; 35-34; 53-56)

Crevalcore: Querzà, Gambuzzi 6, Filippetti 2, Bersani, Terzi E. 10, Zerbini ne, Gobbo 2, Fregni 10, Soverini 6, Floro 20, Simoni 6. All. Terzi R.

Codigoro: Stella 17, Mossini 9, Ferretti 10, Tralli 20, Cavalieri 6, Bellinaso, Cavazzini 5, Sprocatti, Gnani. All. Bottoni.

DIABLOS BK S.AGATA – PROGRESSO HAPPY BASKET ’07 61 – 58

(8-15; 28-23; 41-46)

Sant’Agata Bolognese: Belosi 8, Violi 3, Terzi, Angelini 11, Patelli 6, Candini 13, Bruni 4, Accorsi 5, Testoni, Manganelli 2, Risi 9. All. Masetti.

CastelMaggiore: Bernardinello 6, Pellegrino 2, Tugnoli 19, Baraldi 5, Zocca 3, Pazzaglia 3, Maini 6, Mancini 5, Tolomelli 9, Sitta. All. Ansaloni.

ARGELATO BASKET – BASKET DELTA COMACCHIO 37 – 46

(11-9; 19-21; 30-26)

Argelato: Leonelli 2, Benassi 15, Risi, Baldassarre 1, Fontanella, Cristofori 9, Trevisan, Conti 2, Sgargi, Nannetti 8. All. Iattoni.

Comacchio: Carli D., Persanti 9, Gregori M. 4, Boccaccini, Gelli 11, Ferroni 2, Cavalieri 11, Dall’Oca, Gregori G. 9, Carli M. All. Bacchini.

A.MI.CA  – CALDERARA 46 – 40

(2-8; 18-18; 27-28)

Minerbio: Blanco 2, Cinti 2, Girolami, Gubellini 17, Accorsi 13, Mazzanti 2, Generali 2, Mattei 7, Sommavilla, Gruppioni 1, Fiorini, Salicini. All. Vibio

Calderara: Pritoni 6, Rinaldi, Ventura, Mestieri 2, Guaraldi 4, Aspergo 4, Benuzzi 12, Garofalo, Gentili, Angelini 10, Ansaloni 2. All. Murtas

Prima sconfitta in trasferta per Calderara in quel di Minerbio, al termine di un match punto a punto deciso solo negli ultimi 60”. Pronti, via e retine inviolate per 4’; ci pensa Generali per i padroni di casa a cui segue subito la risposta di Angelini dalla lunga distanza a cui seguono i canestri di Mestieri e Guaraldi, il primo quarto termina sul punteggio di 3-8. Nei secondi 10’ si fatica a trovare la via del canestro, con Minerbio che impatta il punteggio grazie a una rubata con schiacciata di Gubellini e si va così negli spogliatoi sul punteggio di 18-18. Al rientro dalla pausa Minerbio allunga sul +5, ma Calderara non malla e, grazie ai canestri di Benuzzi e Pritoni, rientra in partita e riesce a finire avanti anche il terzo quarto (27-28). L’ultimo periodo è sempre punto a punto in un susseguirsi di cambi di vantaggio fino a 40” dalla fine, dove Gubellini pesca il jolly dagli 8 metri che porta i suoi sul +4; l’attacco ospite non va e sul fallo sistematico, Minerbio gestisce bene il vantaggio.

ICOS – PEPERONCINO 59 – 71

(15-15; 33-37; 44-47)

Vis Ferrara: Benetti 3, Cervellati 5, Ricci 1, Gnani, Bianchini, Verrigni 16, Borsetti 2, Cavicchioli 9, Gamberini 6, Fiorentini 15, Campi 2. All. Castaldi.

Castello d’Argile: Bergami 2, Manzi 6, Govoni 4, Vecchi 4, Balboni 2, Frascaroli 24, Monari Mat. 4, Bonfiglioli, Fanti 2, Fernandini 2, Monari A. 18, Comi 3. All. Monari Mar.

Il Palapalestre ferrarese vede un incontro segnato da fasi di gioco altalenanti per i biancazzurri. Al termine del primo quarto il risultato è un pareggio per 15 a 15. Il secondo periodo di gioco è caratterizzato da alcuni momenti di incertezza da parte di Icos, ma anche da exploit positivi ad opera dei ferraresi che non ci stanno a dare la possibilità di vincere agli avversari giallorossi. Delle distrazioni nei momenti di passaggio della palla regalano, però, delle opportunità alla compagine ospite che ovviamente non se le fa sfuggire. Il secondo quarto si chiude a favore di Peperoncino Basket per 37 a 33, ma vede una buona ripresa dei biancazzurri che accorciano il gap venutosi a creare. Il terzo periodo segna una breve rimonta biancazzurra con i ragazzi di coach Castaldi che si fanno più agguerriti in attacco, ma lasciano ancora troppi spazi in difesa per gli avversari. A due minuti dalla fine del quarto gli estensi sono a -5 ed il gioco è ancora in mano ai giallorossi. La fine del terzo tempo vede il tabellone segnare per Peperoncino Basket 47 a 44. Nonostante l’orgoglio Vissino, che li porta a combattere strenuamente sul campo, l’ago della bilancia continua a pendere per gli avversari. L’espulsione di Coach Castaldi dà poi l’esatta misura di quello che è stata questa partita, ovvero un incontro che certo sarà spunto di riflessione per i futuri allenamenti, ma anche il chiaro indicatore di un arbitraggio quantomeno anomalo che ha concesso veramente troppo ai giallorossi.

CLASSIFICA
Audax Ferrara, Diablos Sant’Agata Bolognese 10; Calderara, Argelato, Delta Comacchio, Gallo, Peperoncino Mascarino 8; Vis Ferrara, La Fenice Codigoro, A.MI.CA Minerbio 6; Happy Basket CastelMaggiore 4; Crevalcore 2.

GIRONE E
BASKET GIALLONERO IMOLA – CASTIGLIONE MURRI 61 – 59

(12-18; 28-24; 42-41)

Giallonero Imola: Canè 3, Villa 10, Vicentini 15, Ragazzini, Bilardo 2, Spoglianti 5, Biancoli 4, Vannini 8, Esposito 9, Campomori 5, Franzoni. All. Creti.

Castiglione Murri: Brini, Buriani 4, Dettori 8, Di Pasquale, Fermi, Maestri 7, Pedrielli 4, Rizzardi 18, Salocchi 6, Samoggia 5, Stefanelli, Tacconi 7. All. Benini.

SELENE BK S.AGATA – MONTERENZIO BASKET 61 – 52

(22-11; 38-19; 50-33)

Sant’Agata sul Santerno: Foronci 10, Gaddoni 4, Pirazzini 10, Fabbri 2, Simoni 11, Tagliaferri, Merendi, Totaro ne, Baldrati 13, Pantani 11. All. Valli.

Monterenzio: Magagnoli 16, Vignudelli 3, Lucchi, Ballestri 7, Brusa 6, Pambianchi 2, Costa, Boccardo 14, Fiordalisi 2, Tonelli 2, Stasolla. All. Santini.

BASKET CLUB RUSSI – ISIS BASKET LUGO 69 – 53

(18-20, 31-29, 48-39)
Russi: Montanari 2, Bellanti 11, Bramante 5, Babini 12, Beghi, Bassi 9, Buffatti, Canali, Santo 18, Venturini 12, Fontanini. All. Milandri.

Lugo: Scardovi M. 8, Baroncini 6, Zanoni 3, Ricci Maccarini, Marchetti 5, Romagnoli, Scardovi E. 5, Plazzi 5, Savini 7, Bazzocchi 14. All. Ortasi.

PARTY & SPORT – TITANS 59 – 74

(8-20; 21-40; 41-58)

P&S Ozzano: Fioravanti 10, Buonfiglioli, Capra 4, Marchi 2, Zerbini 5, Lazzari 8, Pierantozzi 2, Zanaroli 6, Rizzoni 7, Salvadè 7, Avallone 8. All. Nannetti.

Titans Ozzano: Finessi 19, Ugdulena, Rossi 11, Cairo 10, Tuccillo 14, Gamberini 15, Mungiguerra, Paolucci 5, Medda, Gardotti, Minoccheri. All. Torrella,

PALL CASTEL S.P.T. 2010 – MEDICINA BASKET 2007 48 – 56

Castel San Pietro: Castellari 1, Marchi, Castelli 2, Mascagna 3, Graziani, Naldi 8, Manaresi 8, Farnè 3, Vinera 15, Albertazzi 2, Remondini 5, Conti 1. All. Martinelli.

Medicina 2007: Buresti 12, Lorenzini, Lenzarini, Guccini 1, Pinardi 3, Panico 7, Magli 5, Buscaroli 4, Martelli 12, Rimondini 9, Dall’Olio 1, Randazzo 2. All. Bandini.

PGS BELLARIA – TATANKA BALONCESTO IMOLA 56 – 54

CLASSIFICA
P&S Ozzano, Titans Ozzano 12; Medicina 2007, Pgs Bellaria 10; Selene Sant’Agata sul Santerno, Giallonero Imola 8; Isis Lugo, Castiglione Murri, Russi 6; Castel San Pietro 4; Tatanka Imola 2; Monterenzio 0.

GIRONE F
SKIZZO – BASKET 95 FAENZA rinviata

AICS – BASKET 2000 70 – 69

(18-15; 34-39; 53-57)

Aics Forlì: Lasi 10, Baldini 10, Balzani 6, Maltoni, Dall’Agata 9, Laghi 5, Montanari 6, Orioli 4, Molinari 17, Berto 3. All. Montuschi.

Basket 2000 San Marino: Bombini 7, Guerra 10, Barrena 3, Sarti 2, Taddei 6, Berardi 10, Bronzetti 12, Borello, Giardi 8, Giambi 5, Giannotti 4, Ugolini 2. All. Liberti.

FAVENTIA – STELLA 73 – 67

(14-26; 36-42; 55-59)

Faventia Faenza: Di Giulio 3, Graziani 5, Conti 17, Dalle Fabbriche 3, Ramadhani Tanesini 5, Boattini 18, Morsiani 11, Liverani 2, Buti 2, Ercolani 7. All. Morigi.

Stella Rimini: Pari 10, Carigi 13, Muntangesù, Malagrida, Bascucci, Missiroli 4, Brunetta 4, Angeli 25, Bellucci 11. All. Bonaccorsi.

CESENATICO 2000 – TIGERS 41 – 52

(13-8, 20-23, 28-35)

Cesenatico 2000: Montalti, Maraldi 3, Albertazzi 11, Pasini 4, Bolognesi 3, Capucci 2, Bravi 5, Balestri 2, Cavalieri, Farabegoli, Pillastrini 11. All. Domeniconi.

Villanova: Toni, Rossi 11, Magnani 3, Bronzetti 8, Cangini 7, Villa, Semprini 8, Donati 11, Domeniconi, Falconi 4. All. Evangelisti.

FIORENZUOLA – CNO 73 – 71 dts

(7-21; 26-32; 43-49; 66-66)

Fiorenzuola Cesena: Zampa 3, Faggi 5, Bertani 18, Lucchi Mat. 2, Morsucci 2, Lucchi Max. 16, Foschi 15, Maestri 5, Strada 5, Abbondanza 2. All. Baraghini.

CNO Santarcangelo: Donati 12, Fornari 9, Tomassini 14, Tassinari 4, Maioli 13, Cherubini 3, Rasponi 2, Lucchi C. 11, Tinè 1, Nicoletti 2. All. Morri.

EAGLES – CESENA 50 – 61

(12-5; 22-20; 38-39)

Morciano: Palazzi 15, Villa 2, Chistè ne, Guastafierro 4, Tamai 2, Masia 18, Bomba 9, Ciotti, Badioli, Morelli, Battelli ne.  All. Filippucci.

Cesena: Defrancesco M., Cacchi 2, Romano 4, Senni F. 16, Martini 12, Vittori 6, Saletti 5, Babbini 12, Grassi 4, Mordenti. All. Senni P.P.

CLASSIFICA
CNO Santarcangelo, Fiorenzuola Cesena 12; AICS Forlì, Tigers Villanova 10; Faventia Faenza 8; Basket’95 Faenza*, Skizzo Rimini*, Eagles Morciano 6; Basket 2000 San Marino, Stella Rimini, Cesena 4; Cesenatico 2000 0.

Riscatto Flying nel turno infrasettimanale. I risultati di C Regionale e serie D

Turno infrasettimanale spezzato in tre giorni. In C Regionale riscatto Flying Balls a Castelnovo Monti, mentre Medicina sembra essere l’anti-4 Torri. In serie D prima sconfitta per l’Anzola a Ponte Rivabella.

C REGIONALE

DILPLAST – VIRTUS MEDICINA 60 – 88

(16-20, 25-39, 43-66)

Montecchio: Grisendi 6, Lombardi 9, Ongarini 11, Guardasoni 8, Basso 3, Colla 8, Ferrari 15, Petrolini 2, Giglioli. All. Cavalieri.

Virtus Medicina: Persiani 7, Govi F. 15, Govi G. 15, Sighinolfi 19, Biguzzi 12, Lorenzini 2, Panico, Musolesi 16, Seracchioli 2. All. Curti.

DESPAR – GIORGINA SAFFI 72 – 58

(19-16; 35-27; 54-40)

4 Torri Ferrara: Burresi 6, Bertocco, Fenati 6, Brandani 2, Parmeggiani 13, Lugli 13, Marchetti, Martini 2, Pasquini 12, Magni 6, Agusto 12. All. Cavicchioli.

Giorgina Saffi Forlì: Frigoli 17, Pena Mejia, Conocchiari 22, Ravaioli 6, Piazza 2, Soldati 2, Serrani, Emiliani, Del Zozzo, Agatensi 9. All. Agnoletti.

La partita è iniziata con un perentorio e forse troppo semplice allungo dei granata che, dopo poco più di tre minuti, avevano già un vantaggio di dodici lunghezze, frutto di una ottima rotazione offensiva, ma anche dell’approccio molle dei romagnoli del Saffi. Sono proprio i giocatori ospiti che, rinserrando le fila e incominciando a bucare con Conocchiari e Frigoli la retroguardia granata, ricuciono lo strappo riportandosi sotto. Da quel momento la gara, sempre condotta dai padroni di casa, scorre fino alla pausa lunga che arriva sul punteggio di 35 a 27 per la Despar. La seconda parte di gara non si discosta da quanto fino a quel momento visto. In una serata non particolarmente brillante per i ferraresi occorre la solita forza del gruppo per portare a casa il risultato.

ME CART – GRANAROLO 79 – 66

(20-12; 35-33; 58-44)

Cavriago: Fantini 5, D’Amore 6, Pellicciari, Cervi 24, Leonardi 7, Fontanesi, Pezzi 18, Codeluppi 19, Caleffi ne, Zecchetti ne, Baroni ne, Giardina. All. Degl’Incerti Tocci.

Granarolo Basket: Spettoli 3, Paoloni 2, Tugnoli 5, Calanchi 1, Marchi 17, Bonetti 4, Fava ne, Bertuzzi 7, Ferri 11, Governatori 6, Busi 10, Torriglia. All. Trevisan.

Granarolo esce sconfitta da Cavriago alla fine di una gara dai due volti; nella prima parte di gara i ragazzi di coach Trevisan riescono a imbrigliare la verve offensiva di Simone Cervi (solo 4 punti nei primi 20′ e peraltro insolitamente impreciso) e rimangono in scia ai padroni di casa, mentre nella seconda parte subiscono la zona 2-3 ordinata da Degl’Incerti e concedono ai padroni di casa innumerevoli contropiede che scavano il divario decisivo. La partita comincia con i padroni di casa subito in allungo (8-2 al 3′) sfruttando il predominio sotto le plance di Pezzi; Granarolo comincia a carburare e rimane in scia (12-6 al 6’30”); Leonardi realizza 5 punti consecutivi e favorisce il +10 dei padroni di casa (20-10 al 8’30” sul sesto punto di Pezzi) prima che il baby Bonetti dalla lunetta fissi il risultato al 10′ sul 20-12. E’ ancora Bonetti che apre le danze nel secondo periodo poi per 2′ la partita si riassume in un botta e risposta tra Marchi e Pezzi (24-18 al 12′). Granarolo attacca con continue penetrazioni la difesa avversaria costringendo al fallo i padroni di casa e dalla lunetta comincia gradualmente a recuperare terreno fino ad arrivare ad una sola lunghezza sul canestro di Governatori (26-25 al 15’30”). E’ ancora una volta Pezzi che ricaccia gli ospiti a -5 con 3 canestri consecutivi (16 dei suoi 18 punti finali li ha realizzati nei primi 20′ con 8/8 al tiro) quando manca 1′ 30″ al riposo lungo. Sono Ferri e un botta e risposta dall’arco tra Fantini e Marchi che fissano il risultato sul 35-33 al 20′. A inizio terzo periodo è Busi che dà a Granarolo il primo vantaggio dell’incontro con 4 punti consecutivi (35-37 al 21′). Cavriago passa a zona 2-3 e subito recupera palla innescando Cervi in contropiede per quello che sarà il leit motiv di questa seconda parte di gara; Granarolo ha ancora un vantaggio sul tecnico sanzionato a Degl’Incerti nell’azione successiva (37-38) poi Cavriago piazza un parziale di 21-6 (con Cervi e Codeluppi che realizzano 18 dei 21 punti) che manda le squadre all’ultima pausa sul 58-44. A inizio ultima frazione Granarolo con Tugnoli e Paoloni si porta a -9 (58-49 al 31’30”) e sembra poter rientrare in scia ma 4 punti di Cervi e 11 punti consecutivi di Codeluppi vanificano ogni tentativo di recupero di Granarolo e mantengono il divario tra i 12 e 14 punti. Nel finale Cavriago tocca anche il massimo vantaggio (77-59 al 38′) che i ragazzi di Trevisan riducono a un -13 che fotografa meglio la partita.

LG COMPETITION – FLYING BALLS 78 – 81

(22-18; 35-40; 54-51)

Castelnovo Monti: Generali, Ovi 4, Fanelli 13, Filippi, Paulig 16, Canuti Fe., Benvenuti, Vanni 16, Siani 4, Canuti Fr. 3, Mallon 22. All. Djukic.

Ozzano: Pasquali, Verardi 11, Mini 26, Rossi 18, Savic, Caprara, Regazzi 5, Teglia ne, Guazzaloca 3, Martelli, Rambelli 18, Gianasi. All. Grandi.

Ottimo inizio biancorosso (2-10 al 3’), ma la reazione dei padroni di casa non si fa attendere e già a fine quarto c’è il sorpasso LG trascinati da Mallon. Nella seconda frazione un parziale di 18 a 2, firmato Mini-Rambelli, capovolge nuovamente il match e all’intervallo lungo si va sul +5 Ozzano. Nel terzo periodo coach Grandi perde per falli Guazzaloca e neanche l’influenzato Gianasi tornerà in campo. Castelnovo tenta più volte l’allungo, ma Ozzano riesce sempre a rimanere a braccetto. Nell’ultima frazione un tecnico per parte infiamma il match: Castelnovo va a +6, ma perde per falli Mallon e Vanni (38 punti in 2). In un finale punto a punto caratterizzato da quattro triple consecutive dei padroni di casa (avanti di sei lunghezze a 120 secondi dalla sirena finale), i Flying trovano il pareggio con i canestri dalla lunga distanza dei soliti Mini e Rambelli a poco più di trenta secondi dalla fine. Dall’altra parte LG commette infrazione di 3″ e nell’azione successiva Riccardo Rossi trova, a 8 secondi dalla fine, il canestro della vittoria (78-80). Nell’ultima azione del match i padroni di casa falliscono per due volte il canestro che poteva valere il supplementare e Mini, a tempo ormai scaduto, dalla lunetta fa 1/2 e la partita si chiude sul +3 Flying.

BOLOGNA BASKET 2011 – ARBOR 60 – 59

(15-16; 26-28; 46-39)

Bologna Basket 2011: Gargioni 2, Bianchini 25, Tugnoli 5, Chiarini A. 6, Chiarini S. ne, Lippa 1, Ayiku 5, Ballardini 16, Guerri, Tolomelli, Terenzi, Diop. All. Duo.

Arbor Reggio: Boselli 18, Maione 6, Maioli 2, Simonazzi 9, Alfano 13, Bytyqi 9, Ligabue 2, Borelli, Visini, Braglia. All. Baroni.

FOR – SPAL 68 – 70

(20-19; 34-34; 49-55)

Pontevecchio: Torresani 4, Franchini 4, Mantovani, Luppi 7, Cruz 11, Galeotti R. 4, Garagnani 8, Di Rauso 13, Bergami 5, Benzi, Girotti, Faletti 12. All. Savini

Correggio: Casu 8, Strautins 19, Giani, Rovatti 2, Stefanini 6, Galeotti G. 11, Magnani 18, Villani 4, Fassinou, Lever, Zamparelli 2, Coloretti. All. Paladini.

CVD BASKET CLUB – STARS BASKET 60 – 58

PALL. BUDRIO 2012 – PALL. NOVELLARA 70 – 64

(17-25; 35-33; 48-55)

Budrio: Fimiani 2, Guidi ne, Casagrande 28, Nanni 10, Manini 2, Lazzari 6, Alberti 4, Innocenti 16, Quarantotto 2, Bargiotti, Frazzoni ne. All. Cinti.

Novellara: Baracchi ne, Mangini 2, Bartoli, Folloni 11, Rinaldi 5, Mariani Cerati 3, Verbitchi ne, Carpi 5, Ciavolella 19, Colla 8, Croci 11. All. Ligabue.

Vittoria col cuore di un’incerottata Budrio contro un Novellara che ha sprecato una grossa occasione. Dopo una prima frazione pirotecnica con Ciavolella a far la voce grossa sotto i tabelloni (17-25 al 10’), la gara scendeva di qualità e dal 18-30 del 14’ si passava al 35-33 del 19’ con una tripla di Innocenti. Nella terza frazione Casagrande teneva a galla i felsinei, ma si svegliava Croci e, sul canestro di Ciavolella, i reggiani toccavano il massimo vantaggio (46-55 al 29’). Qui coach Cinti optava per la zona 1-3-1 che sarebbe risultata determinante. Novellara non segnava per sette minuti e Budrio rimetteva la testa avanti (57-55 al 36’). Tripla di Croci e doppietta di Ciavolella dalla lunetta (57-60), ma bastavano novanta secondi ai padroni di casa per rispondere, col break decisivo di 9 a 0 chiuso dalla bomba del solito Innocenti. Sul 64-62, 2/2 dell’Mvp Casagrande dalla linea della carità, errore di Croci da sette metri e nuova doppietta dell’esterno budriese a -18”. 68-62 e virtuale game over.

CLASSIFICA

4 TORRI FERRARA 16 8 8 0 632 518 +114
VIRTUS MEDICINA 12 8 6 2 581 508 +73
S.B. CAVRIAGO 10 8 5 3 583 510 +73
BUDRIO 10 8 5 3 513 461 +52
L.G. COMPETITION CAST. M. 10 8 5 3 587 549 +38
G. SAFFI FORLI’ 10 8 5 3 545 521 +24
FLYING BALLS OZZANO 10 8 5 3 591 580 +11
BOLOGNA BASKET 2011 10 8 5 3 534 535 -1
NOVELLARA 8 8 4 4 547 562 -15
GRANAROLO BASKET 6 8 3 5 512 530 -18
ARBOR REGGIO 6 8 3 5 547 573 -26
CORREGGIO 6 8 3 5 559 596 -37
ARENA MONTECCHIO 6 8 3 5 506 546 -40
STARS BOLOGNA 4 8 2 6 497 552 -55
CVD CASALECCHIO 4 8 2 6 495 563 -68
PONTEVECCHIO BOLOGNA 0 8 0 8 472 597 -125

SERIE D
GIRONE A

EUROSYSTEMS – PALLAVICINI 64 – 69

(19-17, 36-33, 45-48)

Luzzara: Ploia ne, Vezzani 2, Cani 2, Costantino 13, Caleffi 11, Salati 4, Gelosini 17, Sereni 2, Neri 5, Freddi 8, Corradini ne. All. Beltrami.

Antal Pallavicini Bologna: Tosiani 8, Cenesi 12, Zagano, Giunchedi 6, Ferraro 13, Sgargi 5, Nanni 5, Dawson 8, Bertarelli, Bastia 8, Minghetti 4. All. Morra.

Gli Aquilotti si inchinano alla pallacanestro di ritmo, ma soprattutto alla grandinata dalla distanza prodotta da Pallavicini. Gli uomini di coach Beltrami, privi di Neviani colpito duro a Piacenza, lottano alla pari contro i forti bolognesi, ma devono arrendersi alla capacità dei tiratori ospiti di colpire nei momenti cruciali. Eppure l’inizio aveva visto gli Aquilotti scattare sui blocchi di partenza con un super Gelosini (8-0), autore di 10 punti consecutivi (15-12). I nostri ragazzi costruiscono tanto ma i bolognesi rispondono colpo su colpo (19-17). Nella seconda frazione sono i lunghi aquilotti i protagonisti: la coppia Costantino-Freddi produce 14 punti in coppia (34-25). Pallavicini risponde come al solito dalla distanza, ed il +9 del 18′ viene ricucito dai missili di Cenesi e Giunchedi (34-31 al 19′). La ripresa vede gli Eagles bloccati a quota 40 per diversi minuti, bastanti però a Pallavicini per ribaltare la gara con canestri dalla distanza anche dall’elevato coefficiente di difficoltà (40-45 al 27′). Salati e compagni non si disuniscono; incassano colpi dalla lunghissima, ma non cedono (51-54 al 34′) fino alla tripla da 9 metri di Ferraro che rompe gli argini e lancia i suoi (53-62). Il tiro dalla distanza è ondivago ed il tempo per recuperare si infrange con il controllo del gioco bolognese. Finisce 64-69 con gli ospiti bravi a segnare 11/24 da oltre l’arco.

BAOU TRIBE – LIBERTAS FIORANO 63 – 58

(12-17, 24-26; 42-46)

Baou Tribe San Lazzaro: Gruppi 7, Marinelli 11, Bernardi 5, Cantore 2, Pirazzoli 8, Mellara 9, Masrè 17, Paladini 2, Capobianco 2, Lodi, All. Lelli.

Libertas Fiorano: Di Curzio 15, Pivetti 4, Cracco, Zogaj 2, Ruggeri 21, Gazzotti, Bernabei, Lanzellotto, Galloni 1, Marescotti 11, Fogliani, Melegari 4. All. Marotta.

SAMPOLESE – ATLETICO 67 – 74

(15-23, 27-34, 54-54)

San Polo d’Enza: Di Maria, Monti 18, Minardi 10, Davoli M. 7, Margini 9, Nicolini ne, Davoli L. 2, De Vizzi ne, Hasa ne, Maggiali, Bizzocchi 10, Pezzi 11. All. Immovilli.

Atletico Bologna: Gherardi 3, Guidi ne, Proto 3, Farneti 8, De Simone 13, Sant 2, Artese 7, Selvi 5, Turchetti 2, Rossi 19, De Fazio 4, Veronesi 8. All. Pietrantonio.

Ancora fatali gli ultimi minuti di gara per la compagine di Immovilli: dal 63 a 62 del 37’, un parziale di 15 a 4 per gli ospiti condanna i locali alla settima sconfitta consecutiva ed all’ultimo posto in classifica. Oltre la lunga serie di infortuni che tiene lontano dal parquet di gioco i vari Tondo, Servidei, Benevelli e Tognoni, ha pesato oltremodo sul risultato l’inesperienza dei pur bravi giovanissimi sostituti, in seria difficoltà di fronte all’asfissiante pressing dei bolognesi.

VOLTONE – ANZOLA 78 – 69

(15-16; 37-33; 58-54)

Voltone Zola: Perrotta 6, Galassi 2, Codicini, Ghiacci 20, Giacometti A. 2, Sterpi 2, Lombardo 2, Giacometti J. 6, Bruzzechesse 18, Romagnoli 14, Menzani 3, Orlandi 3. All. Amanti.

Anzola: Poluzzi, Venturi D., Venturi M. 3, Pappalardo, Boldini 14, Fiorini 2, Lambertini 5, Franchini 9, Kalfus ne, Brancaccio ne, Mazza 23, Zanata 13. All. Sacchetti.

PSA – NAZARENO 74 – 73

(18-23; 46-37; 57-52)

PSA Modena: Barbieri 4, Malverti, Macchelli 3, Tramaloni, Petrella 9, Bertoni 16, Mezzetti 4, Marasca 11, Santonastaso 8, Di Talia 2, Frilli 17, D’Imprima. All. Bertani.

Carpi: Sbisà 2, Compagnoni 27, Goldoni 6, Doddi 28, Pravettoni 3, Dondi, Antonicelli 2, Cavallotti 3, Barigazzi, Menon 2. All. Testi.

Dopo quello con il Fiorano, la PSA si aggiudica anche il derby più classico con la Nazareno Carpi, in una gara dalla mille emozioni. Solita partenza soft dei modenesi che faticano a trovare la giusta intensità: Carpi non concede sconti, 8 punti di Compagnoni con una tripla creano il primo break ospite. Doddi dalla linea dei tre punti e il parziale di 21 a 13 dopo 8’ giocati costringe al primo time out coach Bertani, mossa azzeccata perché Modena torna sul parquet trasformata: due triple di Marasca e Santonastaso rilanciano i modenesi,  ma ancora il duo Doddi-Compagnoni spengono gli entusiasmi della PSA,  il 21 a 32 al 13’ costa il secondo time out modenese e la seconda scossa dei padroni di casa che, stavolta, si giocano la carta del pressing. Carpi soffre e subisce nonostante le contromosse della panchina carpigiana. Il parziale è devastante e spazza via le certezze della Nazareno: 25 a 5 in 7’ con Modena che va al riposo avanti di nove lunghezze (46-37). Nella terza frazione di gioco, la PSA non trova la forza necessaria per chiudere il match, Carpi pian piano ritrova la necessaria fiducia per continuare a sperare.  A 7’ dal termine la tripla di Bertoni non accende Modena che, anzi, si spegne e subisce un break di 11 a 0, dal +6 piomba a -5 a soli 3’ dalla sirena finale.  Santonastaso firma il riaggancio, 70 a 70, ma ancora Compagnoni dalla media distanza riporta avanti la Nazareno.  Pravettoni dalla lunetta dà il +3 ospite con 93” ancora da giocare.  Il 5° fallo di Frilli riporta Pravettoni sulla linea dei liberi, ma il carpigiano fa 0 su 2. Sul rovesciamento di fronte finisce in lunetta Petrella, la sua mano non trema e con 2/2 riporta avanti Modena, 74 a 73 e la PSA può dar sfogo a tutta la sua gioia.

MAGIK – RADIOCOOP 60 – 75

(17-12; 30-28; 53-54)

Magik Parma: Bazzoni 3, Donadei 4, Cavaglieri 4, Longinotti, Olagundoye 23, Tibollo 13, Guidi 10, Malinverni L. 3, Malinverni N., Gibertini, Berlinguer, Fava. All. Lopez.

Piacenza Basket Club: Massari 14, Antozzi 5, Scarionati 10, De Lillo 10, Pirolo 23, Betti 4, Sela, Markovic 5 , Villa 2, Popov 2, Villani, Zanangeli. All. Mambretti.

Importantissima vittoria in trasferta per Radiocoop Piacenza che sfrutta al meglio il turno infrasettimanale per agganciare il secondo posto in classifica. Partita in salita sin dai primi minuti per i ragazzi di coach Mambretti che si trovano dopo 6′ ad inseguire l’avversario avanti sul 15-8. Tibollo da fuori ma soprattutto Olagundoye nel pitturato e dalla media sono cuore e sostanza per i parmigiani. Nel secondo quarto gli ospiti impattano a quota 17 con una tripla di Scarionati e da qui in avanti la partita procede sui binari del massimo equilibrio. Appena prima dell’intervallo una persa in attacco per i piacentini regala l’ultimo possesso messo a frutto ancora da Olagundoye per il +2 Magik. Nel terzo quarto la Radiocoop sembra poter allungare almeno un paio di volte ma i parmigiani non mollano arrivando ancora in parità a quota 57 al 32″.  I favorevoli segni premonitori trovano conferma negli ultimi 5′ minuti di gioco in cui i padroni di casa cedono di schianto subendo un parziale di 14-0 frutto di un’evidente superiorità fisica e atletica dei piacentini guidati da uno scatenato Pirolo, che mette a segno 15 dei suoi 23 punti finali nel solo quarto conclusivo.

BASKET SALSO COLLEGE – FULGOR FIDENZA 54 – 62

(22-17; 31-30; 43-40)

Salsomaggiore: Balbo 2, Zamboni, Porcari 11, Aimi 2, Maccini 6, Rattotti 7, Bonzani 8, Bocchi, Zerbini F., Lucchini 5, Lettieri 13, Ronchetti. All. Allodi.

Fidenza: Rigoni 10, Orsi 3, Rubini, Molinari 13, Ceci M. 9, Zerbini M. 14, Gelmini 7, Imeri 3, Longhi 3, Troiano, Ceci A. All. Fiesolani.

VIS BASKET PERSICETO – S. MAMOLO BASKET 78 – 61

(24-15; 35-33; 56-54)

San Giovanni in Persiceto: Scagliarini, Morisi 13, Parmeggiani 17, Almeoni 28, Missoni, Busatto, Genovese, Galli 2, Ramini 12, Ferrari, Rusticelli G., Pederzini 6. All. Rusticelli M.

San Mamolo: Gabrieli 11, Rizzi ne, Martelli L. 2, Fiorentini 8, Benfenati 3, Demetri 13, Candelaresi 6, Ghelli, Cavazza 8, Martelli P. 2, Quadri 2. All. Munzio.

CLASSIFICA

ANZOLA 14 8 7 1 598 519 +79
PALLAVICINI BOLOGNA 14 8 7 1 544 490 +54
VOLTONE ZOLA 12 8 6 2 566 505 +61
PIACENZA BC 12 8 6 2 529 469 +60
BAOU TRIBE SAN LAZZARO 12 8 6 2 515 489 +26
VIS PERSICETO 10 8 5 3 545 500 +45
COLLEGE FIDENZA 10 8 5 3 534 508 +26
MAGIK PARMA 8 8 4 4 475 513 -38
AQUILA LUZZARA 6 7 3 4 426 427 -1
ATLETICO 6 8 3 5 533 550 -17
PSA MODENA 6 7 3 4 471 488 -17
SAN MAMOLO BOLOGNA 6 8 3 5 506 582 -76
FIORANO 4 8 2 6 491 514 -23
SAMPOLESE 2 8 1 7 483 523 -40
NAZARENO CARPI 2 8 1 7 516 583 -67
SALSOMAGGIORE 2 8 1 7 437 509 -72

GIRONE B

ARTUSIANA – GUELFO 45 – 66

(7-17; 20-35; 26-47)

Forlimpopoli: Rossi 8, Marzolini, Balistreri 6, Calboli 6, Morabito, Arfelli 5, Chezzi 6, Evangelisti 2, Servadei 12. All. Bondi.

Castel Guelfo: Buscemi, Coraini 2, Gianasi, Baccarini 5, Bernabini 10, Bacci, Miceli, Minghetti, D’Andola 18, Giordani 18, Paluan 13. All. Serio.

DOLPHINS – GRIFO 94 – 72

(19-10; 51-30; 76-50)

Basket Riccione: Amadori Mi. 7, Raffaelli 11, Ortenzi, Amadori Ma. 20, Brattoli 4, Tononi 12, Ambrassa, Biagini ne, De Martin 18, Polverelli 21. All. Foschi.

VB Grifo Imola: Orlando 4, Pasini 17, Riga 5, Lanzoni 5, Dragicevic 13, Linguerri 4, Monna 9, Zaccherini, Castelli 15. All. Lelli.

VENI – ALTEDO 54 – 64

(16-23; 34-34; 41-46)

San Pietro in Casale: Settanni 5, Mangili 2, Sgarzi 3, Barbieri 7, Pastore ne, Armaroli ne, Vinci 5, Iannicelli 7, Pederzoli, Ghedini, Tinti 4, Folesani 18. All. Minozzi M.

Altedo: Balboni, Monari, Gnan, Ventura 2, Bulgarelli, Dal Pozzo 4, Pigozzi 9, Lollini 27, Baccilieri 8, Soresi, Zanolli 12, Gnudi. All. Bacchilega.

CURTI – OLIMPIA 52 – 77

(13-18; 27-37; 37-58)

International Imola: Folli 8, Benghi 4, Sgorbati 2, Grandolfi 3, Genoni, Cai 4, Martini 15, Caprara 4, Scagliarini 6, Dirella 6, Masoni. All. Nestori.

Olimpia Castel San Pietro: Fortunati, Franceschini 9, Corazza 9, Ziron 12, Boschi 1, Pancaldi 7, Binassi 13, Farnè 2, Gianninoni 4, Sgorbati 7, Morales 13. All. Zarifi.

Vince con pieno merito l’Olimpia, che si dimostra la squadra più forte fino ad ora vista alla Ravaglia con un quintetto di categoria superiore. L’inizio è della Curti che parte a razzo con un perentorio 6-0 costringendo Zarifi al time-out; al rientro  Ziron  ricuce lo strappo e da quel momento le redini dell’incontro passano nelle mani dei castellani. Il primo tempo si chiude con qualche speranza per gli imolesi, che subiscono il tracollo nel terzo quarto sprofondando a -20 e, di fatto, chiudendo l’incontro.

BASKET VILLAGE – CESTISTICA ARGENTA 57 – 66

(17-17; 30-41; 49-51)

Basket Village Granarolo: Banzi ne, Paoloni ne, Ballini 12, Salicini 2, Carrera 6, Nicotera 9, Nobis 1, Marega 8, Neviani 3, Pedrielli 6, Marcheselli L. 6, Brotza 4. All. Calore.

Cestistica Argenta: Magnani 9, Quaiotto ne, Taglioli, Spinosa 21, Cesari, Zanetti 2, Rubbini 4, Stegani 8, Brignani 2, Mortara 8, Thiam 12, Rafan ne. All. Panizza.

SPEM CRAL MATTEI – MOLINELLA 61 – 58

(16-12; 34-30; 46-41)

Spem Ravenna: Trerè, Basaglia 11, De Fanti 19, Bianchini 6, Vistoli 9, Cirillo 2, Saccardi 6, Fabbri ne, Raspa 3, Morigi 5. All. Focarelli.

Molinella: Quartieri 5, Checcoli 3, Ricci 9, Testi 20, Alessandri 9, Tagliavini 1, Ugolini 2, Pascoli ne, Gualandi, Serio 5, Trippa. All. Baiocchi.

SANIBOL – AICS JUNIOR 79 – 44

(18-8; 31-20; 51-31)

Scuola Basket Ferrara: Ferrarini 4, Pusinanti 16, Zavarini, Frignani 14, Fabbri 10, Bottoni 6, Parigi 4, Bussolari 9, Rimondi 11. All. Colantoni.

Aics Forlì: Bergantini L., Pusateri 2, Bergantini F., Grossi 5, Ragazzi, Ruffilli 4, Guaglione 5, Ghetti, Zamagni 3, Zannoni 16, Arpaia 7, Ferri 2. All. Chiadini.

BELLARIA BASKET – BASKET 95 IMOLA 64 – 68

(16-18; 33-30; 49-42)

Bellaria: Fornaciari 8, Stabile ne, Massa 8, Sacchetti 9, Mbaye, Mussoni 12, Novello 10, De Gregori 2, Verni 6, Bindi 9. All. Ricci.

Cassani&Costanzi Imola: Baruzzi L. 14, Rubini 9, Gargioni 8, Barbagelata 9, Mastrilli 7, Mezzini ne, Baruzzi F. ne, Foronci ne, Spagnoli 21. All. Brocchi.

Una Cassani&Costanzi dimezzata sbanca il Palatenda di Bellaria. Un primo tempo non brillante per la compagine biancoverde, che subisce il gioco veloce del Bellaria; negli ultimi due quarti, trascinati da un ottimo Baruzzi, gli imolesi trovano varchi in difesa e mettono in moto Spagnoli che butta a canestro tre bombe importantissime per portare a casa la vittoria.

CLASSIFICA

GUELFO 16 8 8 0 556 423 +133
OLIMPIA CASTEL S. P. 12 8 6 2 550 463 +87
SPEM MATTEI RAVENNA 12 8 6 2 485 471 +14
BASKET VILLAGE GRANAROLO 10 8 5 3 526 495 +31
ARTUSIANA FORLIMPOPOLI 10 8 5 3 511 486 +25
ALTEDO 10 8 5 3 554 543 +11
MOLINELLA 10 8 5 3 450 448 +2
ARGENTA 8 8 4 4 536 514 +22
DOLPHINS RICCIONE 8 8 4 4 512 527 -15
VENI SAN PIETRO IN CASALE 6 8 3 5 450 449 +1
INTERNATIONAL IMOLA 6 8 3 5 498 512 -14
BASKET’95 IMOLA 6 8 3 5 520 557 -37
AICS FORLI’ 6 8 3 5 474 556 -82
S.B. FERRARA 4 8 2 6 461 471 -10
BELLARIA 2 8 1 7 484 542 -58
GRIFO  IMOLA 2 8 1 7 458 568 -110

Vincono tutte le prime nella settima giornata di C Regionale e D

Riusciranno i Flying Balls ad arrestare la marcia del 4 Torri? Molto interessanti, sempre in C Regionale, i tre derby bolognesi e gli altrettanti derby reggiani.
In serie D, girone A, pericolo Via Persiceto per la capolista Anzola e da non perdere anche Pallavicini-Baou Tribe. Nel B, invece, il Guelfo ospita la Spem Ravenna, mentre l’Artusiana rischia tantissimo ad Altedo, squadra che non ha ancora espresso appieno il suo potenziale.

C REGIONALE

SPAL – LG COMPETITION 68 – 62

(12-19, 28-35; 42-48)

Correggio: Casu, Stefanini 16, Lusvarghi 2, Strautins 6, Rovatti 13, Galeotti 4, Coloretti 4, Magnani 5, Villani 9, Zamparelli 7, Fassinou, Mitt. All. Paladini.

Castelnovo Monti: Generali, Ovi 2, Siani 3, Filippi, Vezzosi 2, Paulig 10, Baccarini, Canuti Francesco 7, Benvenuti, Vanni 14, Canuti Federico 8, Mallon 16. All. Djukic.

Il Banco Emiliano cade a Correggio, che si  conferma campo a lui proibito, contro una volitiva  e pimpante Spal che fa suo l’incontro nell’ultimo quarto, complice anche un notevole appannamento fisico e tecnico della compagine di Djukic. Partita brutta a vedersi con le due squadre che sbagliano molto, ma che difendono anche con grinta e ciò permette di vedere tanto  dinamismo in campo, specie da parte giallonera. Castelnovo tiene bene per i primi due quarti segnando con continuità solo con Mallon (18 punti per lui e MVP per LG) l’unico a sembrare in palla nella formazione appenninica. Un acciaccato Paulig prova a supportare il connazionale, ma la palla ristagna spesso in regia e per la giovane squadra correggese è facile rialzare pian piano la cresta, per poi piazzare un bel break di 26 a 14 nell’ultimo giro di lancette che le permette di chiudere la gara a suo favore.

TECNOSISTEM – BOLOGNA BASKET 2011 73 – 83

(20-22; 30-47; 47-65)

Stars: Bitelli 6, Garrossi, Orlando 4, Lalanne 16, Menarini 10, Morando, Testoni 3, Flori 10, Maestripieri, Pecchia 9, Guizzardi, Parenti 15. All. Cantelli.

Bologna Basket 2011: Gargioni 2, Chiarini A. 18, Tolomelli 4, Chiarini S. 12, Guerri, Tugnoli 9, Lippa, Ballardini 12, Bianchini 19, Diop, Ayiku 7. All. Duo.

FLYING BALLS – 4 TORRI 74 – 84

(24-28; 37-42; 58-59)

Ozzano: Pasquali 1, Verardi 5, Rorato, Mini 25, Rossi 10, Savic ne, Caprara, Regazzi 5, Guazzaloca 7, Martelli ne, Rambelli 9, Gianasi 14. All. Grandi

Ferrara: Burresi 3, Bertocco ne, Fenati 5, Brandani 14, Parmeggiani 12, Lugli 3, Marchetti ne, Martini 2, Ardizzoni ne, Pasquini 20, Magni 3, Agusto 22. All. Cavicchioli.

Prosegue l’imbattibilità della 4 Torri, che espugna per la prima volta in stagione il PalaGira di Ozzano con il punteggio finale di 84 a 74. Partita bella e intensa. Nei primi due quarti regna un sostanziale equilibrio, ma sono i Flying Balls ad inseguire per tutti e venti i minuti grazie alle percentuali al tiro elevate della squadra di coach Cavicchioli. I punti di Mini e Rossi e due bombe di Rambelli, nel secondo quarto, permettono ad Ozzano di chiudere a -5 (37-42) all’intervallo lungo. Nel terzo periodo Ozzano prende l’inerzia del match e, in poco più di 120”, trova l’aggancio a quota 44; il parziale ozzanese prosegue fino al 50-44 al minuto 25 con le triple di Rambelli e Mini. I Flying, sul massimo vantaggio, sprecano cinque bombe consecutive per il potenziale +9, Ferrara ringrazia e un contro break firmato dal capitano Agusto e da Pasquini, permette agli ospiti di tornare avanti alla terza sirena (58-59). Nell’ultima frazione Ferrara ingrana la quinta marcia: 9-2 il parziale iniziale e +8. Ozzano perde Rossi per falli (per lui anche un tecnico), ma due triple del solito Mini (25 punti e miglior realizzatore dell’incontro) e Guazzaloca, permettono ai ragazzi di coach Grandi di tornare sul -2 (66-68) con poco più di cinque minuti da giocare. La 4 Torri, però, mostra tutta la sua forza e un super Brandani è protagonista di  un contro parziale che chiude le speranze ozzanesi. Nel finale, i falli sistematici per cercare di ridurre il passivo per la differenza canestri non aiutano i Flying, che precipitano fino al -10 del 40’.

GRANAROLO – FOR 71 – 56

(28-15; 44-24; 61-38)

Granarolo Basket: Spettoli 7, Paoloni 4, Tugnoli 2, Marchi 8, Bonetti, Fava 2, Bertuzzi 11, Millina 7, Ferri 16, Governatori 4, Busi 6, Torriglia 4. All. Trevisan.

Pontevecchio: Torresani, Franchini 2, Brancaleoni 4, Mantovani 4, Cruzat 2, Galeotti 11, Garagnani 5, Di Rauso 10, Bergami 12, Benuzzi, Falzetti 6, Santini. All. Savini.

Granarolo porta a casa la terza vittoria consecutiva contro la giovanissima Pontevecchio di coach Savini, al termine di un match condotto dal 4′ sino al termine senza grossi patemi. La For comincia subito con un buon piglio, mentre Granarolo sembra studiare l’avversario che ha di fronte e la partita rimane in equilibrio (8-8 al 4′ su un canestro di Spettoli). E’un ispirato Bertuzzi (tutti i suoi 11 punti segnati nel primo periodo) che dà il primo vantaggio ai padroni di casa, subito rintuzzato dalla lunetta dal positivo Di Rauso per l’ultimo mini vantaggio degli ospiti (10-11 al 4’30”); nei restanti 5’30” Granarolo piazza un parziale di 18-4 che scava il solco decisivo ai fini del risultato finale (28-15 al 10′). Nel secondo periodo il copione si ripete: fino al 13′ il divario rimane pressochè immutato (34-22 sulla tripla di Garagnani), poi i ragazzi di Trevisan stringono nuovamente le maglie difensive, facendo valere la maggiore fisicità e piazzano un altro parziale di 10-2 che li manda al riposo lungo sul +20 (44-24 al 20′). Nel terzo quarto Granarolo amministra il vantaggio toccando anche il massimo vantaggio del match (59-34 al 29′), prima che Galeotti, Bergami e Paoloni fissino il risultato al 30′ sul 61-38. Nell’ultima frazione i padroni di casa allentano un po’ la presa e il pressing a tutto campo ordinato da coach Savini produce cinque recuperi ed un parziale di 2-12, in 4’30”, che porta la Pontevecchio sul -13 (63-50 al 34’30”). E’ Ferri (migliore dei suoi con 16 punti, 8 rimbalzi e 27 di valutazione) che sveglia i suoi che si riportano a +19 (69-50 al 37′) e chiudono definitivamente la partita. Nel finale spazio per i primi due punti assoluti in C regionale di “Michelone” Fava, salutati con un’ovazione dalla panchina in previsione delle “paste” che porterà in settimana!

GIORGINA SAFFI – CVD BASKET CLUB 67 – 63

(19-15; 34-31; 51-41)

Giorgina Saffi Forlì: Piazza 4, Ravaioli 13, Conocchiari 30, Serrani 3, Frigoli 5, Dal Zozzo ne, Emiliani, Pena 2, Soldati, Agatensi 10. All. Agnoletti.

Cvd Casalecchio: Spadellini, Mazzoli 11, Lanzi 9, Taddei 6, Fuzzi 5, Truzzi ne, Nannetti 9, Marzioni 16, Marcheselli 4, Cuozzo 1, Gamberini 2. All. Loperfido.

ARBOR – ME-CART 54 – 78

(14-14, 27-29, 43-53)

Arbo Reggior: Borelli 2, Boselli 5, Visini, Braglia 5, Maione 7, Simonazzi 9, Ligabue, Costi, Maioli 9, Alfano 6, Bytyqi 11. All. Baroni.

S.B. Cavriago: Fantini 7, Fontanesi 6, Cervi 31, Codeluppi 16, D’Amore 11, Giardina, Leonardi, Pezzi 7, Zecchetti, Pellicciari. All. Degl’Incerti Tocci.

VIRTUS MEDICINA – BUDRIO 76 – 65

(18-22; 37-38; 63-46)

Virtus Medicina: Persiani 26, Rossi, Govi G. 2, Govi F. 3, Sighinolfi 5, Biguzzi 14, Lorenzini ne, Martelli ne, Panico ne, Musolesi 24, Canovi, Seracchioli 2. All. Curti.

Budrio: Fimiani 2, Guidi ne, Casagrande 22, Nanni 11, Mannini 5, Lazzari 6, Alberti 2, Quaiotto 6, Innocenti 9, Quarantotto 2, Bargiotti. All. Cinti.

Budrio è senza Frazzoni, infortunatosi nel turno precedente, mentre Medicina è al completo, anche se diversi giocatori non sono in perfette condizioni. Inizia la partita e subito la Virtus avanti con un 10 a 0 firmato da Persiani e Biguzzi. Budrio risponde e in 2’ ricuce tutto lo svantaggio (12-10); il primo quarto va via veloce e sono gli ospiti con maggior reattività a rimbalzo e le giocate di Nanni e Quaiotto a portarsi in vantaggio sul 18 a 22 con cui si va al primo riposo. Secondo periodo e ancora Budrio al comando: la Virtus, con 9 punti di un ottimo Persiani (26 punti, 5 rimbalzi, 3 assist), 5 punti di Musolesi (24 punti, 7 rimbalzi, 3 assist) e 5 punti di Biguzzi si riavvicina nel punteggio e all’intervallo lungo i gialloneri sono a -1 sul 37 a 38. Dagli spogliatoi esce una Virtus tonica, precisa nelle ripartenze e più reattiva che piazza un parziale devastante di 26 a 8 che seppellisce Budrio; apre le danze Sighinolfi, con una bomba dall’angolo, poi Biguzzi e Persiani scavano un primo solco. Budrio, in confusione, va sotto, poi Quaiotto combina la frittata commettendo prima fallo antisportivo poi facendosi espellere per proteste. Musolesi realizza i 4 liberi conseguenti, poi Govi F. e Biguzzi mettono i canestri decisivi; Medicina vola a +17. Quarta frazione e Budrio prova la rimonta sospinta dai canestri degli indomiti Casagrande e Nanni; la Virtus perde splendore e consente a Budrio di rientrare più volte a -8, ma Govi F. è buon guardiano dei tabelloni (16 rimbalzi) e la coppia Persiani-Musolesi, autori ambedue di una prestazione perfetta, consentono alla Virtus di portare a casa la partita sul 76 a 65 con cui si chiudono le ostilità.

NOVELLARA – MONTECCHIO 75 – 60

(24-14; 42-33; 56-44)

Pallacanestro Novellara: Baracchi A. 3, Margini 12, Bartoli, Folloni 3, Rinaldi 17, Mariani Cerati, Carpi, Verbitichi, Ciavolella 19, Colla 7, Croci 14, Baracchi M. ne. All. Ligabue.

Montecchio: Grisendi 7, Lombardi 4, Ongarini 12, Guardasoni 4, Basso 8, Colla 10, Ferrari 13, Petrolini 2. All. Cavalieri.

CLASSIFICA

4 TORRI FERRARA 14 7 7 0 560 460 +100
VIRTUS MEDICINA 10 7 5 2 493 448 +45
L.G. COMPETITION CAST. M. 10 7 5 2 509 468 +41
G. SAFFI FORLI’ 10 7 5 2 487 449 +38
S.B. CAVRIAGO 8 7 4 3 504 444 +60
BUDRIO 8 7 4 3 443 397 +46
FLYING BALLS OZZANO 8 7 4 3 510 502 +8
BOLOGNA BASKET 2011 8 7 4 3 474 476 -2
NOVELLARA 8 7 4 3 483 492 -9
GRANAROLO BASKET 6 7 3 4 446 451 -5
ARENA MONTECCHIO 6 7 3 4 446 458 -12
ARBOR REGGIO 6 7 3 4 488 513 -25
CORREGGIO 4 7 2 5 489 528 -39
STARS BOLOGNA 4 7 2 5 439 492 -53
CVD CASALECCHIO 2 7 1 6 435 505 -70
PONTEVECCHIO BOLOGNA 0 7 0 7 404 527 -123

SERIE D

GIRONE A

PALLAVICINI – BAOU TRIBE 72 – 59

(22-19; 32-36; 55-48)

Pallavicini Bologna: Tosiani 5, Cenesi 17, Bavieri, Nanni G. 2, Zagano 2, Giunchedi 2, Ferraro 8, Sgargi 2, Nanni M. 6, Dawson 15, Minghetti 13. All. Morra.

Baou Tribe San Lazzaro: Gruppi 4, Marinelli 17, Fornasari 12, Cantore 4, Pirazzoli, Mellara 9, Forni 2, Masrè 3, Paladini, Capobianco 5, Lodi 3. All. Lelli.

FIORANO – MAGIK 68 – 56

(19-16; 31-22; 50-37)

Libertas Pallacanestro Fiorano: Pivetti 13, Cracco 5, Zogaj 15, Galloni 7, Gazzotti 2, Bernabei, Lanzellotto, Fogliani, Marescotti 14, Lucchi 6, Melegari 6. All. Marotta.

Magik Parma: Bazzoni 2, Donadei 14, Malinverni N., Tibollo, Malinverni L., Cavaglieri 7, Gibertini 1, Olagundoye 17, Longinotti 9, Guidi 6, Fava. All. Lopez.

Dopo la brutta e pesante sconfitta nel derby di settimana scorsa, arriva pronto ed immediato il riscatto per la Libertas Pallacanestro Fiorano; i ragazzi di coach Luca Marotta (in sostituzione di Davolio, squalificato assieme a Ruggeri e Di Curzio), infatti, battono tra le mura amiche la Magik Parma, in un match condotto da protagonista dal primo all’ultimo secondo. Tra le fila dei padroni di casa spazio al giovane Zogaj in regia, vista la pesante assenza del play titolare; assenza che non si sente per nulla visto che l’under fioranese sfodera una prestazione da 15 punti, con 3/3 dall’arco dei 6,75 e risulta determinante per la vittoria finale. Fiorano parte bene e molto forte, con Zogaj che segna, prende rimbalzi e fa segnare i compagni, molto ben supportato dalla mano chirurgica dell’MVP Pivetti, che comincia a scavare il solco piazzando un mortifero 2/2 da 3 punti. Dall’altra parte Donadei è troppo solo e tiene i suoi in linea di galleggiamento segnando 4 canestri consecutivi e portando energia all’attacco ducale. Nel secondo quarto le due formazioni segnano poco, e Fiorano è molto più cinica sotto canestro, grazie ad un Marescotti che trasforma in oro ogni pallone che tocca (serata da 6/7 al tiro per lui); per la Magik da segnalare la bomba di Cavaglieri che prova a spronare i propri compagni, ma l’imprecisione al tiro di questi ultimi fa si che Parma segni soli 6 punti in questa frazione. Al rientro in campo dopo la pausa lunga (con tabellone che cita 30-22 Fiorano), entrambe le squadre ricominciano a segnare con continuità; ancora Zogaj protagonista da una parte (partita quasi perfetta se non fosse per le 7 palle perse, 3 delle quali in momenti cruciali dell’incontro, ma la giovane età fa spazio ad ampissimi margini di miglioramento nello stare in campo), mentre per gli ospiti Olagundoye segna 8 punti in questi dieci minuti, supportato dall’altro lungo Longinotti.  Nell’ultimo quarto Parma non molla ed azione dopo azione rosicchia punti ai padroni di casa, grazie a Guidi e agli inesauribili Donadei ed Olagundoye, che mettono pressione sia fisica che psicologica alla formazione modenese, ma fortunatamente succede quello che non ti aspetti vedendo le statistiche fioranesi nelle partite precedenti a quella odierna, ovvero la precisione semi-chirurgica di Fiorano dalla linea del tiro libero (saranno 20/30 a fine partita), grazie ad un glacialissimo Pivetti ed a Cracco e Marescotti; sono, infatti, 14 dei 18 punti del parziale, che arrivano dalla linea della carità.

COLLEGE FULGOR – VOLTONE 70 – 77

(13-15; 33-36; 50-62)

Fidenza: Rigoni A. 5, Rigoni P., Orsi 11, Di Esposito ne, Rubini ne, Molinari 4, Ceci 14, Zerbini 28, Gelmini 4, Imeri, Longhi 4, Toiano. All. Fiesolani.

Voltone Zola: Perrotta 9, Galassi, Codicini 2, Ghiacci 18, Giacometti A. 2, Sterpi 8, Lombardo, Giacometti J. 24, Bruzzechesse 2, Romagnoli 8, Menzani 4, Varotto ne. All. Amanti.

RADIOCOOP PIACENZA – UNIONE SPORTIVA AQUILA 51 – 45

(22-12; 32-29; 38-38)

Piacenza Basket Club: Massari 13, De Lillo 7, Scarionati 11, Sela 4, Pirolo 9, Antozzi 4, Markovic 3, Villa, Popov, Betti, Villani. All. Mambretti.

Luzzara: Caleffi 11, Gelosini 4, Neri 6, Freddi 2, Costantino 4, Cani 8, Neviani 5, Salati 5, Vezzani,  Sereni, Corradini. All. Beltrami.

In un Pala San Lazzaro rivisto nel look, con l’inserimento di tanti banner che richiamano la storia dello stesso Piacenza Basket Club e della storica Unione Cestistica Piacentina, la Radiocoop.it parte a marce altissime, stordendo i coriacei avversari in tenuta biancoverde. De Lillo e Massari prendono per mano la squadra, sotto un tifo assordante del buon numero di spettatori in tribuna (tra i quali spicca la rappresentanza del settore giovanile biancorosso). Le triple di Pirolo e allo scadere di Massari consentono al Piacenza Basket Club di terminare il primo quarto sul 22-12, con Luzzara che pare essere travolta dall’entusiasmo del Pala San Lazzaro e dalle giocate della squadra di Mambretti. Il secondo parziale, tuttavia, fa capire che la partita non sarà una passeggiata: i ritmi calano notevolmente, per Aquila Luzzara una buona prova di Caleffi inizia a ricucire il gap, fino al +3 per Piacenza Basket Club all’intervallo lungo. 32-29. Nella terza frazione la partita rimane difficile, esteticamente non bella, ma parecchio intensa. E’ Scarionati l’uomo in più del Piacenza Basket Club durante tutto il secondo tempo, e le sue giocate consentono a Piacenza di rimanere punto a punto con Luzzara. Quando gli ospiti mettono per la prima volta la freccia del sorpasso, è Antozzi a riportare il punteggio in parità (38-38). Coach Mambretti suona la carica e nel quarto parziale esce una buona condizione fisica di Radiocoop.it, con ancora un ottimo Scarionati, supportato dalle buone prove di Massari e Pirolo, a ridare linfa all’attacco biancorosso. Il quarto inizia con una bomba di Sela e con i punti del citato Scarionati, che portano la squadra piacentina a creare una nuova forbice tra i 5 e gli 8 punti di vantaggio, una costante che si ripeterà per tutto il quarto. Sulla bomba da 3 punti sbagliata da Luzzara a 40” dalla fine, sul +6 per Piacenza, si capisce che la partita è in ghiaccio, e sulla sirena è festa per i locali con il punteggio di 51-45.

ANZOLA – VIS PERSICETO 78 – 76

Anzola: Poluzzi 2, Venturi D. 2, Venturi N. 8, Pappalardo 13, Boldini 18, Fiorini 13, Mazza 13, Zanata 9, Lambertini, Franchini, Kalfus, Gamberini. All. Sacchetti.

San Giovanni in Persiceto: Scaglarini 9, Busatto, Morisi 9, Parmeggiani 4, Almeoni 23, Missoni 10, Genovese 2, Galli, Ramini 11, Ferrari, Rusticelli G, Pederzini 8. All. Rusticelli M.

TECNOFONDI – SAMPOLESE 78 – 75

(17-19; 47-35; 61-45)

Nazareno Carpi: Sbisà 2, Compagnoni 27, Goldoni, Doddi 25, Pravettoni 11, Antonicelli 2, Cavallotti 4, Saetti 2, Barigazzi, Menon 5, Cantarelli. All. Testi.

San Polo d’Enza: Di Maria, Davoli, Monti 29, Minardi 6, Maggiali 2, Margini 17, Hasa ne, Davoli L. 2, Tognoni, Devizzi, Bizzocchi 11, Pezzi 8. All. Immovilli.

Sfugge ancora una volta negli ultimi secondi la vittoria alla Sampolese. A pesare sulla compagine di Immovilli è stato l’infortunio a Pezzi al 12′ che toglie agli ospiti (fino allora in vantaggio 23 a 19) l’unico lungo rimasto a disposizione. Un Compagnoni immarcabile trascina  i locali anche sul +20 (73-52 al 32′), poi il disperato pressing della Sampolese consente di recuperare venti punti in sei minuti  (76-75 ad un minuto dalla fine), ma, mentre Monti e Davoli M. falliscono gli assalti finali, Doddi è freddissimo nei tiri liberi.

ATLETICO – PSA 78 – 71

(23-11; 40-31; 62-51)

Atletico: Gherardi 5, Proto 2, Farneti 2, Grassi, De Simone 15, Sant, Artese 12, Selvi 3, Turchetti 6, Rossi 9, De Fazio 8, Veronesi 16. All. Pietrantonio.

PSA: Barbieri 4, Macchelli 1, Petrella 4, Bertoni 22, Mezzetti 4, Marasca 8, Santonastaso 7, Di Talia 2, Frilli 19. All. Bertani.

Modena si fa sorprendere dal pressing a tutto campo dei bolognesi dell’Atletico Borgo; dopo soli 4’ il parziale di 14 a 2 rende il match dei modenesi una corsa ad handicap. La PSA ha il merito di non scoraggiarsi: un time out serve per risistemarsi in campo, Bertoni e Frilli mettono una toppa alla falla, 21-11 alla fine del primo quarto. Modena sembra aver trovato il modo per scardinare il pressing bolognese, ma, dopo la pausa, un parziale di 14 a 0, ispirato dal lungo Veronesi, sembra assestare il colpo del ko, 56 a 35 al 25’. Il +21 forse illude i bolognesi che ne approfittano per prendere fiato, Modena, però, non è ancora doma e il contro break (6 a 16) riaccende le speranze della PSA. I padroni di casa hanno perso la sicurezza fin qui mostrata, Modena corre e fa male, la tripla di Marasca rimette tutto in discussione, 70 pari a 120” dalla sirena finale. Sembra fatta per gli ospiti, ma i modenesi non trovano le forze per chiudere il match, nonostante il 5° fallo di Veronesi. Frilli fa 1/2 ai liberi, la tripla di De Simone riporta a +2 il Borgo. Modena ricorre al fallo sistematico, ma non trova più il canestro.

S. MAMOLO BASKET – BASKET SALSO 66 – 63 dts

(11-22; 25-30; 39-44; 55-55)

San Mamolo: Gabrieli 1, Cavazza, Beccari 3, Martelli P. 11, Boldarino 4, Candelaresi 3, Fiorentini 3, Benfenati 16, Margelli 10, Demetri 12, Ghelli 3, Martelli L. All. Munzio.

Salsomaggiore: Balbo, Zamboni 2, Porcari 12, Aimi 3, Maccini 30, Rattotti 4, Bonzani 5, Zerbini 2, Lucchini, Lettieri 5. All. Allodi.

CLASSIFICA

ANZOLA 14 7 7 0 529 441 +88
PALLAVICINI BOLOGNA 12 7 6 1 475 426 +49
VOLTONE ZOLA 10 7 5 2 488 436 +52
PIACENZA BC 10 7 5 2 454 409 +45
BAOU TRIBE SAN LAZZARO 10 7 5 2 452 431 +21
VIS PERSICETO 8 7 4 3 467 439 +28
COLLEGE FIDENZA 8 7 4 3 472 454 +18
MAGIK PARMA 8 7 4 3 415 438 -23
AQUILA LUZZARA 6 6 3 3 362 358 +4
SAN MAMOLO BOLOGNA 6 7 3 4 445 504 -59
FIORANO 4 7 2 5 433 451 -18
PSA MODENA 4 6 2 4 397 415 -18
ATLETICO 4 7 2 5 459 483 -24
SAMPOLESE 2 7 1 6 416 449 -33
SALSOMAGGIORE 2 7 1 6 383 447 -64
NAZARENO CARPI 2 7 1 6 443 509 -66

GIRONE B

GUELFO – SPEM MATTEI 60 – 54

(12-18; 27-26; 42-38)

Castel Guelfo: Buscemi 5, Coraini 4, Gianasi 6, Baccarini 6, Bernabini 5, Ventura ne, Minghetti ne, D’Andola 18, Giordani 10, Bacci ne, Paluan 6. All. Serio.

Ravenna: Trerè, Basaglia 2, De Fanti 12, Vistoli 16, Cirillo, Saccardi 17, Raspa, Scaccabarozzi ne, Senni 2, Morigi 5. All. Focarelli.

I padroni di casa si presentano senza Miceli per infortunio (oltre ai soliti Caprara e Coccaro), mentre gli ospiti non hanno Bianchini per squalifica. Partita a più facce, caratterizzate da break e controbreak: il primo lo mette subito a referto Ravenna che con 6 punti di Vistoli, dopo neanche 5 minuti di gioco, porta già gli ospiti in doppia cifra di vantaggio (13-2 esterno). L’ingresso di Coraini da verve alla squadra che si riporta a contatto e chiude il quarto sotto di 6. Poi arriva il 2° quarto e come a Granarolo l’attività difensiva del Guelfo si alza tantissimo e, come spiegato anche da coach Serio giovedì in trasmissione a Basket Regione, di conseguenza anche gli attacchi riescono più fluidi. Ai ravennate vengono concessi solo 8 punti, figli oltretutto di distrazione,  di appoggi su rimbalzi offensivi di un Vistoli in gran forma. È Baccarini a firmare l’aggancio e il sorpasso (23-22 a 3 minuti dall’intervallo). La partita prosegue sul filo dell’equilibrio per tutto il terzo periodo, ma le due squadre usano tattiche differenti. Se i padroni di casa si appoggiano molto sugli esterni, i ravennati continuano a imporsi sotto le plance grazie a Saccardi e Vistoli. Nell’ultima frazione il Guelfo cambia marcia: Buscemi e Bernabini armano D’Andola per due triple e poi ci pensa Paluan ad innescare Gianasi per un 9-0 che potrebbe decidere il match. Invece Ravenna si riorganizza e, con Saccardi e De Fanti, piazza un controparziale di 12-0 fino ad arrivare sul 51-50. D’Andola segna da 2 per il +3, ma De Fanti segna una tripla alla De Fanti per il pareggio a meno di due minuti dalla fine. D’Andola segna ancora e, sul capovolgimento di fronte, il tiro di De Fanti entra e poi esce per il più classico dei tiri non voluti dagli Dei del Basket. Paluan e Giordani infileranno, poi, i liberi della sicurezza.

VB GRIFO – BELLARIA 69 – 65

(18-14, 41-32, 57-48)

VB Grifo Imola: Sgubbi ne, Orlando 1, Pasini 11, Riga 26, Lanzoni 5, Dragicevic 7, Linguerri 2, Monna 3, Zacchierini 2, Guerra ne, Castelli 12. All. Lelli.

Bellaria: Fornaciari, Massa 13, Sacchetti 12, Mbaye 2, Mussoni 2, Novello 8, De Gregori 4, Verni 9, Bindi 7, Samb 8. All. Ferro.

OLIMPIA – VENI 59 – 37

(17-12; 36-21; 48-25)

Castel San Pietro: Fortunati, Franceschini 14, Corazza 6, Ziron 10, Boschi 2, Pancaldi 3, Binassi 3, Farnè 2, Gianninoni 5, Sgorbati 4, Morales 10. All. Zarifi.

San Pietro in Casale: Settanni 7, Mangili 2, Meola 5, Sgarzi 6, Barbieri 5, Vinci 2, Iannicelli 2, Pederzoli 2, Tinti 4, Folesani 2. All. Minozzi M.

ALTEDO BASKET – ARTUSIANA BK FORLIMPOPOLI 70 – 67

(25-19; 40-34; 58-44)

Altedo: Monari, Gnam, Bovo 9, Ventura 7, Bulgarelli 2, Dal Pozzo, Pigozzi 5, Lollini 20, Baccilieri 18, Soresi, Zanolli 5, Gnudi 4. All. Bacchilega.

Forlimpopoli: Rossi 17, Marzolini ne, Balistreri 17, Fabbri ne, Calboli 5, Manucci 5, Crocini 6, Arfelli 7, Chezzi 4, Servadei 6. All. Bondi.

Prima domina e poi rischia la sconfitta. Non ci si annoia mai a vedere le gare dell’Altedo che, per oltre tre frazioni, ha dominato la formazione artusiana, ma, nel finale, è stata graziata da Forlimpopoli, forse incredula per l’incredibile rimonta. Nelle prime schermaglie era Baccilieri vs Rossi (14-14 al 6’), poi, pian piano, i biancorossi di Bacchilega allungavano grazie a Lollini (34-23 al 13’). Nella terza frazione, l’iniziale parziale di 10 a 2 (50-36) sembrava aver segnato l’esito del match, ma, con la zona, coach Bondi limitava il passivo. Uno scatenato Bovo, però, con 9 punti quasi consecutivi, riapriva la forbice (63-45 al 32’, il massimo vantaggio), ma a quota 68 si fermava la corsa di Altedo, con i romagnoli che si riportavano sotto prima grazie a Balistreri (tre missili), poi al play Rossi (gioco da tre punti per il 68-64 al 36’). L’Artusiana arrivava anche a -1 (68-67), poi, dopo il canestro dell’Mvp Baccilieri, arrivavano due tiri dalla lunga distanza per portare la sfida al supplementare, ma entrambe le conclusioni erano decisamente errate.

CURTI – BASKET VILLAGE 76 – 83

(24-21; 39-46; 62-67)

International Imola: Folli, Benghi 10, Grandolfi 5, Genoni, Cai 4, Cardelli ne, Martini 11, Caprara A ne, Caprara J. 2, Scaglierini 10, Dirella 19, Masoni 15. All. Fazzi.

Basket Village Granarolo: Paoloni ne, Ballini 13, Costa, Carrera 10, Nicotera 9, Nobis 5, Marega 17, Neviani ne, Pedrielli 21, Marcheselli L 1, Brotza 7, Billecci ne. All. Calore.

Granarolo vince meritatamente ad Imola perchè si dimostra più preparato mentalmente a questo tipo di partite, pronto nei recuperi e sulle palle vaganti che danno, così, più possibilità di doppi possessi. La Curti è penalizzata da un arbitraggio infelice con ben quattro uomini usciti per  cinque falli, con Folli che praticamente non gioca la partita e con Benghi a cui viene fischiato  il quinto inesistente con conseguente fallo tecnico, La partita si svolge nel primo quarto in un piano di equilibrio ed è il migliore giocato dai ragazzi di Fazzi che riescono a svolgere ottime trame. La squadra di coach Calore mette già  in evidenza i due giocatori che si trasformeranno, nel corso dell’incontro, in vere spine nel fianco dei biancorossi: Marega e Pedrielli. Quest’ultimo, migliore in campo, ha dominato sotto le plance ed è risultato immarcabile per gli imolesi. Nel corso del secondo quarto Granarolo cambia marcia e sembra dominare l’incontro, la Curti smarrisce il gioco in attacco e sembra in affanno. Al rientro dall’in tervallo la sostanza non cambia, ma il meritato riposo a Pedrieli consente nella seconda parte del periodo ai biancorossi di recuperare giungendo a soli tre punti dagli avversari e di aggiudicarsi il medesimo (23-21). Il nervosismo imolese, nonostante il buon recupero, non scema e lo stillicidio arbitrale consegnano l’incontro al Granarolo.

ARGENTA – DOLPHINS 87 – 57

(32-13; 44-24, 66-39)

Argenta: Brignani 4, Cesari 4, Thiam 16, Magnani 19, Mortara 4, Rafan, Rubbini 5, Spinosa 17, Stegani 6, Taglioli 7, Zanetti 5. All. Panizza.

Riccione: Amadori Mi., Amadori Ma. 13, Raffaelli 12, Brattoli 4, De Martin 11, Locatelli 2, Polverelli 8, Biagini 7, Ortenzi. All. Foschi.

MOLINELLA – S.B. FERRARA 58 – 43

(11-13; 28-25; 35-31)

Molinella: Calvi, Quartieri 3, Checcoli 4, Ricci 15, Testi 4, Alessandri 6, Tagliavini 6, Ugulini 2, Pascoli 4, Gualandi 2, Serio 7, Trippa 5. All. Baiocchi.

Scuola Basket Ferrara: Ferrarini, Pusinanti 7, Zavarini 2, Rimondi 12, Frignani 4, Fabbri 4, Natali ne, Bottoni 3, Parigi 3, Bussolari 8. All. Colantoni.

AICS – CASSANI&COSTANZI 64 – 62

(22-16; 36-31; 51-43)

Aics Forlì: Grossi 15, Bergantini, Ragazzi, Ruffilli 5, Guaglione 19, Pusateri, Ghetti, Zamagni 6, Zannoni 12, Arpaia ne, Ferri 7. All. Chiadini.

Basket’95 Imola: Baruzzi L. 12, Mastrilli 6, Rossi ne, Mezzini ne, Barbagelata 5, Rubini 14, Gargioni 1, Baruzzi F., Crisà 4, Spagnoli 20. All. Brocchi.

CLASSIFICA

GUELFO 14 7 7 0 490 378 +112
OLIMPIA CASTEL S. P. 10 7 5 2 475 411 +64
ARTUSIANA FORLIMPOPOLI 10 7 5 2 466 420 +46
BK VILLAGE GRANAROLO 10 7 5 2 469 429 +40
SPEM MATTEI RAVENNA 10 7 5 2 424 413 +11
MOLINELLA 10 7 5 2 392 387 +5
ALTEDO 8 7 4 3 490 489 +1
ARGENTA 6 7 3 4 470 457 +13
VENI SAN PIETRO IN CASALE 6 7 3 4 396 385 +11
INTERNATIONAL IMOLA 6 7 3 4 446 437 +9
DOLPHINS RICCIONE 6 7 3 4 418 455 -37
AICS FORLI’ 6 7 3 4 430 477 -47
BASKET’95 IMOLA 4 7 2 5 452 493 -41
S.B. FERRARA 2 7 1 6 382 427 -45
BELLARIA 2 7 1 6 420 474 -54
GRIFO  IMOLA 2 7 1 6 386 474 -88

La sesta giornata di Promo s’è chiusa col “botto”

Sesta giornata del campionato di Promozione. Le partite che spiccano sono Stefy-Francesco Francia, nel girone C, Calderara-Audax, nel D, e CNO-Basket’95 nel girone F.

GIRONE A
POLISPORTIVA CASTELLANA – POL. PRIMOGENITA 84 – 59

IRA TENAX CORTEMAGGIORE – BASKET SOLE 69 – 58

MARCONI BASKET – CUS PARMA 63 – 77

SALSOMAGGIORE CITY – PLANET BASKET 56 – 67

VALTARESE BORGOTARO – MONTEBELLO BASKET 2011 49 – 54

DUCALE MAGIK PARMA – C.S.I. S.ILARIO D’ENZA 59 – 67

CLASSIFICA
S. Ilario 12; Montebello Parma 10; Basket Sole Piacenza, Ira Tenax Cortemaggiore, Cus Parma, Castellana Castelsangiovanni 8; Planet Parma 6; Ducale Parma, Marconi Castelnovo Sotto 4; Valtarese, Primogenita Calendasco 2; Salsomaggiore City 0.

GIRONE B

U.S.LA TORRE – SCHIOCCHI BALLERS MODENA 80 – 48

(26-6, 45-18, 61-31)

La Torre Reggio: Galassi 8, Panciroli 4, Passiatore 8, Vezzosi 7, Bochicchio 3, Pezzarossa 3, Nizzoli 4, Mazzi F. 19, Mussini 3, Bertolini 11, Margaria 10. All. Spadacini.

SB Modena: Binotti 7, Zara 5, Sangermano, Minarini 15, Twun 9, Alessandrini 2, Guidetti, Sassi 9, Vaccari, Forghieri 1, All. Righi.

E’ un primo quarto di straordinaria intensità da parte dei ragazzi di coach Spadacini ad indirizzare il match sui binari giusti. Pronti, via e Mazzi, Mussini e Margaria infilano tre bombe consecutive, la difesa aggressiva non lascia ragionare i ragazzi dello Schiocchi e apre spazi al contropiede grigiorosso per i canestri di Vezzosi e di nuovo di Mazzi. Bertolini e Passiatore entrano dalla panchina e si iscrivono subito a referto. I modenesi non ci capiscono molto in questo primo quarto ed il 26-6 finale ben fotografa la situazione. Nel secondo periodo La Torre non toglie il piede dall’acceleratore: Passiatore è una presenza costante sia nell’area difensiva che in quella offensiva; gli Schiocchi tentano di arginare i torriani con una zona 3-2 che viene, però, punita da due canestri consecutivi da sotto di Galassi. La concentrazione e l’aggressività difensiva restano una costante della prestazione della squadra di capitan Nizzoli. Tra i modenesi i soli Twun e Minarini trovano qualche canestro per alimentare le speranze di recupero, ma è solo un fuoco di paglia. Al termine del quarto, infatti, il tabellone dice 45-18. La partita sostanzialmente finisce qui, le ultime due frazioni non servono altro che a definire il punteggio finale e a dare la possibilità a tutti gli udici atleti portati in panchina da Spadacini di iscriversi a referto.

PALL. TEAM MEDOLLA – GO IWONS BASKET 45 – 41

CENTRO LATTONIERI – BIBBIANESE 45 – 39

(12-13; 23-21; 28-36)

Carpine: Meschiari 1, Testi 12, Piuca M. 5, Masini, Piuca R. 12, Gasparini 2, Zanoli 4, Giovanardi 6, Iacono 3, Solera ne. All. Morettin

Bibbiano: Menozzi 2, Gala 1, Vignali 7, Olivares 10, Farioli 13, Zaccaria, Salati, Reni, Ghirardini 6, Codeluppi.

Carpi centra un’altra vittoria casalinga, ma non senza patemi. In una partita alquanto brutta per percentuali di tiro, vince chi alla fine ci ha creduto di più nel finale. Partenza molto equilibrata da entrambe le compagini per i primi due quarti, dove si intravede che non sarà una gran giornata al tiro da fuori. Carpi potrebbe andare alla pausa con cinque lunghezze di vantaggio, ma un tiro da nove metri di Ghirardini riavvicina i reggiani. Galvanizzati da questo finale di tempo, nella ripresa i ragazzi di coach Reverberi hanno un’altra marcia e segnano con Olivares e Farioli, mentre Carpi non si sblocca e continua la sua serata no al tiro dalla lunga contro la difesa a zona reggiana chiudendo il terzo quarto sotto di 8 lunghezze. Coach Morettin da una “sferzata alla friulana” ai suoi che sembrano risvegliarsi da un lungo sonno e nell’ultimo quarto grazie ai 9 punti nel quarto di Roberto Piuca, alla bomba e recupero di Testi e alla solidità in attacco e difesa dei lunghi Zanoli, Iacono, GIovanardi, Carpi produce un parziale di 17-3 che ribalta le sorti della gara e questo risultato permette di rimanere in vetta alla classifica con Scandiano.

AQUILE PALL. GUALTIERI – PALL. REGGIOLO 52 – 60

VIRTUS CASALGRANDE – PALLACANESTRO SCANDIANO 2012 54 – 66

I GIGANTI DI MODENA – BASKET CAMPAGNOLA E. 61 – 65

CLASSIFICA
Scandiano, Carpine 10; Reggiolo, La Torre Reggio, Campagnola 8; Bibbianese, Go Iwons Albinea,  Medolla 6; Schiocchi Ballers Modena, Aquile Gualtieri 4; Virtus Casalgrande 2; I Giganti Modena 0.

GIRONE C

IMA BASKET – GIOVANNI MASI 54 – 70

(10-22; 22-35; 41-57)

Ima: Ariatti 4, Foti 6, Di Rienzo 9, Morelli 13, Costa 4, Mambelli 4, Ariatti, Quercioli, Piccari 10, Benfenati 4, Bondi. All. Bertuzzi.

Masi Casalecchio: Penna 8, Castaldini G. 7, Sechi 13, Murgia, Dalla 2, Forni 4, Di Marzio 10, Barilli 13, Manferdini, Bertacchini 5, Masi 6, Castagnetti T. 2. All. Paggetti.

MONTEVENERE 2003 – CSI SASSO MARCONI 60 – 56

(16-19; 34-32; 51-43)

Montevenere: Venturi 7, Gironi 10, Ottani 13, Cicerchia, Venturini, Cremonini, Veronesi 6, Costa 17, Fantoni, Zappoli 7. All. Rossi.

Csi Sasso Marconi: Grande 2, Vinerba 2, Tosarelli 4, Rillo 5, Romano 17, Neretti 2, Mutolino 3, Borsari 5, Bellodi 12, Giuliani 4. All. Coralli.

PGS WELCOME – SPORT INSIEME 73 – 69

(11-21; 31-36; 49-55)

P.G.S. Welcome Basket: Lamborghini L. 17, Lederi 6, Calzolari, Cerri 10, Sabbioni 16, Ronchi, Palmieri 2, Rizzi 8, Petrini 2, Roveri 3, Ferrari 9. All. Lamborghini R.

Sport Insieme: Morando 4, Guizzardi 4, Amabile 4, Flori 18, Marino 4, Somma, Lalanne, Salvi 13, Skocaj 8, Sakho 3, Ferrulli 3, Garrossi 8. All. Bandiera.

La partita si è aperta per lo Sport Insieme come meglio non si poteva e, dopo un momentaneo vantaggio interno (4 a 2), la squadra ospite, con un perentorio break di 19 a 5, propiziato da Salvi, Sakho e Flori, si avvantaggia di 12 punti. La PGS accusa il colpo, ma non perde la calma, tanto che nella seconda frazione sospinta da Lamborghini e Cerri, con pazienza recupera parte dello svantaggio rimettendosi in scia degli avversari. Dopo il riposo gli ospiti, ancora con Salvi – ottimo nei rimbalzi in attacco – e Flori riportano il loro team sul +6 (40 a 46). La reazione della PGS non si fa attendere tanto: ancora Cerri, Sabbioni e Ferrari riportano in vantaggio la Welcome (47 a 46), ma, sul finire del quarto Skocaj ed una realizzazione sul fil di sirena di Flori, ridanno il +6 allo Sport Insieme (49-55). La gara è bella e molto avvincente, ma purtroppo due incidentidi gioco tolgono dal match i due giocatori più determinanti ai fini realizzativi. Prima esce Salvi per una distorsione dopo un rimbalzo d’attacco, poi è Lamborghini a fratturarsi un dito della mano, a 7’ dal termine non facendo, – pure lui –  più rientro in campo. Le formazioni stringono i denti ed il quarto prosegue in modo avvincente, alternando i vantaggi ormai sempre più esigui. In questo frangente tra gli ospiti si evidenziano Skocaj e Garrossi, ma la Welcome sembra essere più squadra, trovando maggior positività da parte di tutti i suoi giocatori. Lederi riesce ad irretire Flori concretizzando con parsimonia i tiri liberi a lui concessi per i falli fischiati sulle sue penetrazioni, Rizzi con quattro efficaci  sospensioni dalla media e Palmieri esperto e concreto in questi momenti decisivi, chiudono definitivamente la partita.

PIUMAZZO – SPV 64 – 70

(19-16; 31-29; 52-47)

Piumazzo 2002: Lupato 10, De Martini 17, Mezzetti 4, Luppi 2, Valenti 7, La Rocca 2, Cavani 5, Di Bona 7, Coloniali ne, Montorsi 6, Stanzani 4. All. Vannini.

Vignola: Ganugi 12, Quartieri, Degli Angeli 3, Tondi, Chini, Pantaleo 10, Barbieri, Vannini 5, Guidotti 15, Midulla 11, Franchi 14, Malagodi. All. Smerieri.

Ottima vittoria per la H4T Scuola Pallacanestro Vignola nell’unico derby modenese della stagione, contro un Piumazzo sempre avanti fino agli ultimi minuti in una partita con il risultato in bilico fino alla fine.

Si parte e Piumazzo (senza Stanzani e Valenti fino all’inizio del secondo quarto e con Verdoliva a referto, ma infortunato) parte forte facendo subito capire agli avversari che la partita sarà alquanto dura; gli ospiti restano sempre dietro anche se di pochi punti e a metà quarto sono sotto di un punto (8-9), i padroni di casa continuano a far girare la palla e, grazie a un ottimo De Martini, riescono a tenere gli avversari sempre a distanza. Vignolesi che restano a contatto grazie sopratutto a Guidotti che si carica la squadra sulle spalle nella prima frazione (10 punti per lui) e il quarto si chiude sul risultato di 19-16. Nel secondo periodo la situazione non cambia: i ragazzi di Coach Smerieri spingono sull’acceleratore alla ricerca delle giocate che gli possano permettere di mettere la testa avanti, ma la difesa di casa tiene bene e in attacco riescono a forzare la difesa ospite mantenendo sempre un esiguo vantaggio: 24-20 a metà quarto; la H4T serra la difesa e riesce grazie anche ad alcuni errori avversari e al gioco di squadra a riavvicinarsi e le squadre vanno negli spogliatoi con i Bianco-verdi avanti di due lunghezze (31-29). Al ritorno in campo Vignola cerca di girare l’inerzia della gara. ma a nulla valgono i vari tentativi in attacco e i padroni di casa riescono a tenere bene in difesa, ma non sfruttano le occasioni in attacco e dopo 5′ il distacco rimane invariato 44-42; da qui in poi, però, l’attacco ospite si inceppa e Piumazzo ne approfitta grazie anche a Di Martina, autore di 9 punti nel solo 3° quarto e riesce ad allungare sugli avversari portandosi sul + 5 alla fine del terzo periodo (52-47). Inizia l’ultimo periodo e i ragazzi di Coach Smerieri entrano in campo  con il coltello fra i denti pronti a dare battaglia fino all’ultimo pallone, alla ricerca di recuperare i pochi punti che li separano dagli avversari e, grazie a una buona intensità difensiva e all’attacco che riesce a girare, riescono a concedere agli avversari solo 4 punti nel primi 5′ e ad impattare sul 56 pari. Per un paio di minuti di gioco le retine rimangono inviolate e a 3′ dalla fine il punteggio rimane fermo sul 56-56. Piumazzo riesce a realizzare 2 punti con Di Bona, ma la H4T riesce sul ribaltamento successivo a impattare prima con Degli Angeli, grazie a una bella penetrazione, e poi a portarsi avanti con due liberi di Ganugi. Da qui in poi Vignola si porta avanti e gli avversari cercano di recuperare, ma il loro attacco si blocca e i Vignolesi riescono ad allungare il vantaggio portandosi sul 58-62 ad un minuto dalla fine. Piumazzo sbaglia l’azione di attacco e partono in viaggi in lunetta per gli ospiti grazie ai falli sistematici dei padroni di casa; la buona lucidità nel finale di Franchi (6 su 7 ai liberi nel finale) permette di allungare il vantaggio e chiudere la contesa sul 64-70.

GARDENBO – GIARDINI MARGHERITA 44 – 46

(10-11; 21-22; 32-34)

Sport Junior 2000: Peri 1, Zanni 6, Cioni, Vecchiatini 15, Ceresi 3, Rinaldi 2, Tinti 10, Trenti, Cavalieri 1, Jaboli 4, Matteuzzi 2. All. Rizzi.

Gardens: Alaimo 7, Grassitelli 8, Marcelli 2, Florio 4, Valenti 3, Grandi 7, Carafa, Brina 2, Pierini 8, Sangiorgi 5. All. Lanzi.

Match equilibratissimo (+5 il massimo vantaggio Gardenbo; +4, invece, per i Gardens) deciso da un tap in acrobatico di Marcelli qualche decimo prima del suono della sirena.

STEFY – F. FRANCIA 70 – 75 dts

(13-21; 32-41; 49-50; 61-61)

Stefy: Tradii 18, Dozza 4, Carosi 8, Benetti 7, Vittuari 7, Mannini 2, Agnoletti 13, Evangelisti 4 Suero 4, Poli 3. All. Andreoli.

Francesco Francia Zola: Galli 9, Barilli, Gamberini 18, Zini, Bosi 4, Tubertini 7, Migliori 6, Cilfone 20, Masina 6, Brochetto D. 5, Pagano, Lenzi. All. Brochetto L.

CLASSIFICA
Montevenere Bologna, F. Francia Zola 10; Stefy Bologna, Sport Insieme Bologna, Vignola, Masi Casalecchio, Giardini Margherita Bologna 8; Pgs Welcome Bologna 6; Piumazzo, Pgs Ima Bologna, Gardenbo 2; Csi Sasso Marconi 0.

GIRONE D

ICOS – A.MI.CA 65 – 57

(20-16; 40-30; 53-46)

Vis Ferrara: Benetti 2, Mamadou, Ricci 10, Gnani, Alushani, Bianchini 2, Verrigni 27, Borsetti, Cavicchioli 12, Gamberini 1, Fiorentini 9, Campi 2. All. Castaldi.

Minerbio: Gamberini, Blanco 8, Barbieri 8, Cinti, Girolami, Gubellini 18, Accorsi 8, Generali, Mattei, Gruppioni 8, Fiorini 7. All. Vibio.

Ancora una vittoria per il team di Castaldi e Spettoli. Questa volta i biancazzurri capitanati da Campi hanno strappato la velina rosa nella “casa amica” del Palapalestre a Ferrara contro una formazione, quella di Minerbio, che, nonostante il suo nome, si è dimostrata tutt’altro che “amica”. Il primo ed il secondo quarto hanno visto gli atleti della Icos controllare la scena di gioco con i parziali a loro netto favore. Il terzo periodo di gioco, molto più duro, è terminato con un parziale di +3 per A.MI.CA., i cui giocatori hanno espresso in campo un gioco aggressivo e decisamente molto più fisico. Il quarto periodo ha visto la netta superiorità dell’Icos, i cui giocatori, con un gioco di squadra deciso, nonostante delle lacune, che coach Castaldi riuscirà a colmare con lavoro ed allenamento, hanno dato una buona prova sia in fase di attacco che in quella di difesa. Miglior realizzatore della giornata “Edo” Verrigni con 27 punti.

PROGRESSO HAPPY BASKET ’07 – DELTA COMACCHIO 66 – 55

(12-17; 30-25; 43-40)

Castel Maggiore: Bernardinello, Pellegrino 15, Tugnoli 6, Baraldi 6, Zocca 4, Pazzaglia 10, Maini 15, Mancini, Bonora, Tolomelli 9, Sitta 1. All. Ansaloni.

Delta Comacchio: Persanti 4, Gregori M. 8, Boccaccini 4, Gelli 22, Ferroni, Cavalieri 6, Dall’Oca, Gregori G. 11, Guidi, Carli.

LA FENICE – ARGELATO 46 – 73

(11-19; 18-38; 32-57)

Codigoro: Patroncini, Mossini 11, Pimpinati, Ferretti 7, Tralli 11, Bellinaso 4, Cavazzini 2, Mazziga, Stella 11, Gnani. All. Bottoni.

Argelato: Leonelli 15, Rossi 7, Baldassarre 8, Fontanella 4, Cristofori 7, Gadani, Cavazzoli 2, Fabulli 9, Sgarri 5, Nanetti 10, Cremonini 6. All. Iattoni.

PEPERONCINO – GALLO 69 – 55

(19-7; 30-29; 53-37)

Castello d’Argile: Bergami 14, Manzi 10, Govoni 4, Vecchi 8, Balboni, Monari Mat. 12, Bonfiglioli, Fanti 1, Bernardini 2, Monari A. 15, Comi 3, Cavicchi. All. Monari Mar.

Gallo: Fini 8, Malaguti, Del Principe, Schincaglia 17, Magni, Merlo 1, Boscolo 5, Pasquali 6, Gardenale 8, Malaguti 6, Caselli 4. All. De Simone.

FORTITUDO – DIABLOS 44 – 65

(8-11; 27-26; 32-45)

Crevalcore: Bianconi 5, Querzà 2, Gambuzzi 9, Filippetti 2, Bersani 3, Terzi E. 10, Zerbini, Gobbo 2, Fregni  6, Simoni 3, Monaco 2. All. Terzi.

Sant’Agata Bolognese: Belosi 7, Violi 12, Terzi S. 6, Angelini 7, Patelli 8, Candini 15, Bruni 9, Accorsi, Testoni, Manganelli 1, Risi. All. Masetti.

CALDERARA – AUDAX 57 – 50

(12-10; 26-25; 46-32)

Calderara: Pritoni 6, Rinaldi 7, Ventura 1, Mestieri 2, Guaraldi 11, Aspergo 4, Benuzzi 11, Garofalo 5, Gentili, Angelini 7, Ansaloni 3. All. Murtas.

Audax Ferrara: Serravalli, Mantovani 9, Bolognesi 11, Maranini, Ricci 4, Ferrarini, Ferraresi 11, Felletti Spadazzi, Zanchetta 6, Del Torto 2, Balboni 2, Bedetti 2. All. Folchi.

Primo successo casalingo per l’UP Calderara che ha la meglio sui Ferraresi del Audax. Primo quarto molto equilibrato dove Calderara trova punti un po’ da tutti, mentre gli ospiti sono tenuti a contatto dai canestri di Ferraresi e Mantovani, il primo quarto si chiude sul punteggio di 12-10. A inizio secondo periodo un break di 9-2 fa ben sperare i padroni di casa che, però, buttano via tutto il vantaggio accumulato sul finire di quarto, quando una potenziale giocata da tre punti sulla sirena di Bolognesi riporta a contatto l’Audax e si va così negli spogliatoi sul punteggio di 26-25. Alla ripresa è ancora una volta Calderara a tentare l’allungo che si concretizza con un parziale di 20-7 nel terzo periodo; il buon momento offensivo dei padroni di casa continua anche nell’ultima frazione quando la squadra di casa tocca il massimo vantaggio sul 52-38. Ferrara, però, riprova a farsi sotto e, a -120”, i punti di divario sono solo sei; sarà, però, la coppia Guaraldi/Benuzzi a tenere distanti gli ospiti e regalare, così, il primo referto rosa casalingo alla squadra di Calderara.

RECUPERO

HAPPY BASKET – AUDAX 43 – 57

CLASSIFICA
Audax Ferrara 10; Calderara, Argelato, Diablos Sant’Agata Bolognese 8; Delta Comacchio, Gallo, Peperoncino Mascarino, Vis Ferrara 6; Happy Basket CastelMaggiore, La Fenice Codigoro, A.MI.CA Minerbio 4; Crevalcore 2.

GIRONE E

SELENE – PGS BELLARIA 45 – 52

(10-20; 25-29; 41-43)

Sant’ Agata sul Santerno: Foronci, Pirazzini 7, Fabbri 4, Simoni, Tagliaferri, Gaddoni 6, Totaro 20, Baldrati 8, Pantani, Merendi. All. Valli.

Pgs Bellaria: Ascari 8, Sudano, Romanelli, Scarenzi 11, Pazzaglia 6, Naim 11, Franzioni, Cavallari, Sanguettoli 10, Idà 6, Masoni, Bertini. All. Bendaglia.

ISIS BASKET LUGO – BASKET GIALLONERO IMOLA 59 – 50

(13-8; 22-24; 38-38)

Isis Lugo: Scardovi M. 11, Baroncini 10, Zanoni 3, Ricci Maccarini, Marchetti 8, Romagnoli, Scardovi E. 5, Plazzi 5, Savini 7, Bazzocchi 10. All. Ortasi.

Giallonero Imola: Villa 13, Bertini, Canè 1, Saloni, Spoglianti 13, Pederzoli, Biancoli 11, Calamelli, Esposito 4, Nannini 5, Campomori 2, Franzoni 1. All. Creti.

TITANS OZZANO BASKET – PALL CASTEL S.P.T. 2010 62 – 60

(5-11; 36-19; 54-41)

Titans Ozzano: Finessi 24, Rossi, Cairo 6, Tuccillo 7, Gamberini 13, Mungiguerra 6, Cucinotta, Gardotti 4, Paolucci 2, Minoccheri, All. Torrella.

Castel San Pietro: Castellari 2, Cavalieri 3, Castelli, Mascagna 2, Graziani 16, Magurno, Naldi 10, Manaresi 7, Farnè, Vinera 11, Albertazzi, Remondini 9. All. Martinelli.

MEDICINA BASKET 2007 – BASKET CLUB RUSSI 59 – 69

(16-22; 27-33; 46-49)

Medicina 2007: Buresti 23, Ugulini 14, Lorenzini 2, Guccini 2, Pinardi, Panico, Magli 1, Buscaroli, Martelli 5, Rimondini 12, Dall’Olio, Martelli. All. Bandini.

BC Russi: Montanari 4, Bellanti 2, Bramante 6, Babini 15, Beghi, Bassi 5, Buffatti, Canali, Santo 23, Venturini 14, Fontanini. All. Milandri.

MONTERENZIO – CASTIGLIONE MURRI 63 – 74

(11-16; 34-35; 45-55)

Monterenzio Basket: Magagnoli 16, Vignudelli 7, Nonelli 2, Ballestri 13, Brusa 1, Pambianchi 3, Costa 4, Boccardo 6, Fiordalisi 7, Stasolla 2, Monari 2. All. Santini.

Castiglione Murri: Buriani 7, Cuevas 2, Dettori 12, Di Pasquale, Fermi 9, Maestri 9, Pedrielli 7, Rizzardi 9, Salocchi 6, Samoggia 10, Sandrolini, Tacconi 3. All. Benini.

TATANKA BALONCESTO – PARTY & SPORT 54 – 65

Tatanka Imola: Galeati, Bergamini 9, La Ferla 18, Pirazzoli F., Strada 4, Pirazzoli E. 11, Favilli, Franceschelli, Baldazzi 5, Castagnetti 7.
P&S Ozzano: Buonfiglioli, Capra 12, Leale 2, Franceschi 3, Zerbini 5, Lazzari 14, Pierantozzi 5, Passatempi 2, Rizzoni 7, Salvadè 8, Avallone 7. All. Nannetti.

CLASSIFICA
P&S Ozzano 12; Titans Ozzano 10; Pgs Bellaria, Medicina 2007 8; Selene Sant’Agata sul Santerno, Giallonero Imola, Isis Lugo, Castiglione Murri 6; Castel San Pietro, Russi 4; Tatanka Imola 2; Monterenzio 0.

GIRONE F
STELLA – CESENATICO 2000 74 – 54

(19-13, 34-24, 54-35)

Stella Rimini: Distante 2, Naccari10, Azzolini 6, Pari 10, Carigi 5, Muntangesu 5, Malagrida 2, Bascucci 7, Missiroli 6, Brunetta 2, Angeli 10, Bellucci 9. All. Bonaccorsi.

Cesenatico: Montalti 4, Maraldi 7, Albertazzi 19, Pasini 5, Bolognesi 5, Balestri 8, Pillastrini 6. All Domeniconi.

BK 2000 SAN MARINO – SKIZZO 51 – 50

(9-14; 24-24; 41-39)

Basket 2000 San Marino: Bombini 4, Guerra 5, Barrena, Sarti 2, Taddei ne, Berardi 12, Bronzetti 4, Giardi 2, Gambi 5, Borello 3, Ugolini 14, Giannotti. All. Liberti.

Skizzo Rimini: Saulle, Brolli 4, Tamburini, Ricciotti 10, Bascucci 9, Sancisi, Mantovani, Rizzo 12, Gaudenzi 4, Lanci 11.

CESENA BASKET 2005 – A.I.C.S. BASKET FORLI’ 62 – 64

(7-11; 24-33; 42-43)

Cesena: Defrancesco M. 1, Cacchi 2, Romano 10, De Francesco L. ne, Senni F. 16, Martini 5, Vittori, Saletti 7, Babbini 20, Grassi ne, Mordenti 1, Valdinosi. All. Senni P.P.

Aics Forlì: Lasi 12, Turci ne, Balzani 5, Baldini 8, Maltoni 14, Laghi 10, Orioli 2, Molinari 10, Berto 3, Nostini ne. All. Montuschi.

CNO SANTARCANGELO – BASKET 95 FAENZA 73 – 63

(21-20; 37-35; 60-52)

Santarcangelo: Cherubini 4, Rasponi 2, Lucchi 8, Donati 12, Fornari 8, Tinè 3, Tomassini 18, Gavagna, Tassinari 4, Maioli 14. All. Morri.

Faenza: Santandrea 22, Dal Monte, Campanini 2, Romboli 18, Flauret, Troni 8, Ceroni 2, Samorì 6, Bombardini 5, Rosti. All. Vespignani.

POL. FIORENZUOLA CESENA – POL. FAVENTIA 2011 68 – 50

(18-12; 28-31; 43-41)

Fiorenzuola Cesena: Zampa, Bertani 18, Lucchi Mat. 6, Ricci 9, Morsucci 5, Lucchi Max. 9, Faggi 13, Maestri 6, Abbondanza 2, Strada. All. Amadori.

Faventia Faenza: Graziani 6, Conti 15, Boattini, Morsiani 9, Buti 7, Di Giulio 4, Ceroni 3, Dalle Fabbriche 2, Liverani, Ercolani 4. All. Morigi.

TIGERS – EAGLES 54 – 38

(13-13; 32-17; 40-29)

Villanova Tigers: Tomasi 4, Rossi 4, Magnani 5, Bronzetti 11, Giannoni 2, Cangini 9, Semprini 4, Donati 3, Domeniconi 12, Falconi. All. Evangelisti.

Morciano Eagles: Palazzi 6, Guastafierro 2, LueVerri 3, Bomba 13, Angeli 3, Tanelli, Chistè 2, Ciotti, Badioli, Villa, Battelli, Morelli 9. All. Filippucci.

CLASSIFICA
CNO Santarcangelo 12; Fiorenzuola Cesena 10; AICS Forlì, Tigers Villanova 8; Faventia Faenza, Basket’95 Faenza, Skizzo Rimini, Eagles Morciano 6; Basket 2000 San Marino, Stella Rimini 4; Cesena 2; Cesenatico 2000 0.

1 85 86 87 88 89