Serie D, i Baskers espugnano la “Moratello”. Girone A, il derby “canarino” è di Vignola!

SERIE D 12° Giornata

GIRONE A

CRAVATTIFICIO CONTI – SCUOLA BASKET FERRARA 71 – 68 dts

(10-14; 33-35; 49-54; 61-61)

BasketReggio: Canuti 17, Nunziato 4, Croci, Generali, Giardina, Frigi 2, Borghi 8, Bartoli 7, Alfano 10, Ardolino 5, Menozzi 4, Giudici 14. All. Boni.

Scuola Basket Ferrara: Pusinanti 19, Rimondi Ri. 9, Rimondi Ro. 8, Beccari 12, Vigna 6, Trinca, Proner, Bertocco 12, Grassi 2, Di Giusto ne. All. Colantoni.

SCUOLE BASKET CAVRIAGO – NUBILARIA BASKET 76 – 81

(16-16; 43-30; 59-55)

S.B. Cavriago: Bertozzi 4, Ceci 4, Mursa 22, Penserini 4, Riquadri, Rubertelli, Sassi 8, Stellato 23, Zambelli, Mazzoni, Berlinguer 11. All. Bellezza.

Novellara: Baracchi A. 4, Pizzetti 2, Margini 2, Bertani Fe. 12, Mariani Cerati 25, Bertani Fi. 2, Rossi, Barazzoni 20, Castagnetti, Accorsi, Giorgino 8, Bartoli 6, All. Perricone.

BASKET PODENZANO – PEPERONCINO LIBERTAS BK 74 – 76

(23-18; 48-35; 63-59)

Podenzano: Coppeta G. 16, Bossi 15, Chiozza 9, El Agbani 8, Guerra 7, Carini 5, Calzi 5, Petrov 5, Noa 4, Monti, Marafetti. All. Coppeta C.

Mascarino: Cilfone 19, Bartolozzi 17, Brochetto D. 11, Ghidoni 10, Monari 7, Vinci 4, Vannini 4, Manzi 2, Patrese 2, Orsini, Tosarelli. All. Brochetto L.

U.P. CALDERARA – EMIL GAS 60 – 76

(15-25; 36-44; 49-66)

Calderara: Donati, Soresi 8, Projetto 6, Pampani 20, Vecchio, Vignoli, Bertuzzi 5, Turchetti 6, Lambertini 5, Molinari 10. All. Rusticelli.

Scandiano 2012: Mammi M., Catti 2, Rivi 2, Belli 9, Taddei 11, Bartoccetti 20, Braglia, Fikri 12, Di Micco, Vanni 12, Corradini 6, Fontanili 2. All. Baroni.

SCUOLA PALL. VIGNOLA – PALL. NAZARENO 72 – 64

(17-15; 34-32; 54-43)

Vignola: Ganugi 17, Badiali 4, Fiorini 10, Smerieri ne, Barbieri, Galvan 17, Amici 4, Degli Angeli, Cuzzani 15, Miani ne, Trenti ne, Riccó 5. All. Smerieri.

Carpi: Sabbadini, Sutera 6, Biello 14, Mantovani 11, Marra 9, Ravenna, Salami 13, Bonfiglioli 3, Rimauro ne, Foroni , Rizzo ne, Cavazzoli 8. All. Tasini.

ANTAL PALLAVICINI – SASSOMET POL. G. MASI 72 – 76

PIZZOLI – BASKET VOLTONE 44 – 55

(9-18; 15-32; 32-39)

San Pietro in Casale: Pastore 7, Ramzani 7, Mandini, Oseliero, Gozza, Ventura 2, Tomsa 4, Aspergo 10, Ghedini 4, Zanellati 10, Fiore ne, Bamania. All. Castriota.

Monte San Pietro: Chiusoli 6, Ghinazzi, Giacometti A. 2, Boni 5, Poluzzi, Zanotti ne, Giacometti J. 12, Bastia 10, Magi 18, Venturelli 2, Tinelli ne, Galli. All. Gambini.

Dopo due trasferta consecutive, la Pizzoli torna a San Pietro in Casale per sfidare il Basket Voltone. ma ne esce sconfitta, al termine di un incontro che rappresenta un brutto passo indietro per capitan Pastore e soci. All’appuntamento la Veni si presenta, ancora una volta, con problemi di organico: alle assenze dei lungodegenti Giovannini e Nardi, infatti, si aggiunge la defezione di Fiore, tenuto a riposo per motivi precauzionali, dopo l’infortunio rimediato durante un allenamento in settimana. La nota lieta, per la compagine di casa, è rappresentata da Andrea Ventura, che fa il suo ritorno in campo, a distanza di oltre un mese dalla sua ultima apparizione in bianconero.

Alla palla a due, gli esperti Aspergo e Zanellati affiancano Ghedini, Pastore e Tomsa. Nella fase iniziale, la partita stenta a trovare un padrone. L’equilibrio perdura fino al 9-12, poi il Voltone scappa con Bastia e Magi, doppiando gli avversari sul 9-18, punteggio col quale si conclude il primo quarto. Nella seconda frazione, la Veni accorcia le distanze con Aspergo (15-21), ma la formazione ospite risponde con un break di 11 a 0, propiziato da sette punti personali di Giacometti, con il quale prende il largo: 15 a 32, all’intervallo lungo. La Pizzoli si riavvicina successivamente coi canestri di Pastore e Zanellati (27-35), ma i locali continuano a litigare col ferro e il Voltone ne approfitta per riallungare con Magi (34-49). Nel finale, la Veni risale fino al -9, ma non riesce nell’impresa di riaprire una partita compromessa in precedenza e pertanto il Voltone si aggiudica l’incontro col punteggio di 44-55.

U.S. LA TORRE – MAGIK BASKET 66 – 69 dts

(15-16; 29-27; 40-43; 58-58)

La Torre Reggio: Davoli A. 12, Magliani 7, Vezzosi 5, Davoli L. 1, Pezzarossa 6, Mazzi 7, Rivi 2, Melli 6, Margaria 9, Cantergiani 11. All. Corradini.

Magik Parma: Colonnelli 29, Illari, Donadei 4, Malinverni N. 2, Pollina 15, Bocchia, Malinverni L. 11, Paulig 1, Barcaroli 2, Diemmi 5. All. Quintavalla.

Nel posticipo, la Torre accarezza solo la possibilità di sgambettare la Magik Parma, seconda forza del campionato, ma si arrende all’overtime. In una sfida all’insegna dell’equilibrio, i ducali agguantano gli avversari grazie al top scorer Colonelli, che impatta a 3’’ dal termine del quarto periodo, sul 58-58. Ancora il play è decisivo nel supplementare, dove segna gli ultimi otto punti della sua squadra, portandola al +3 che vale la vittoria (66-69), nonostante l’ultimo possesso torriano, nel quale Mazzi non trova la tripla del pareggio.

CLASSIFICA

SCANDIANO 20122412120871678+193
MAGIK PARMA181293871754+117
MASI CASALECCHIO161284837784+53
NAZARENO CARPI141275849790+59
SCUOLA PALL. VIGNOLA141275822806+16
SCUOLA BASKET FERRARA121266789766+23
PEPERONCINO MASCARINO121266832825+7
VENI SAN PIETRO IN CASALE121266787793-6
CALDERARA121266768794-26
NUBILARIA NOVELLARA121266842870-28
BASKETREGGIO121266793843-50
LA TORRE REGGIO EMILIA101257754772-18
PALLAVICINI BOLOGNA81248791840-49
BASKET PODENZANO81248779894-115
VOLTONE ZOLA61239770826-56
SCUOLE BASKET CAVRIAGO212111759879-120

GIRONE B

RIVIT – ROSE&CROWN 72 – 62

(20-18; 37-30; 53-48)

Grifo Imola: F. Riguzzi 21, Simoni 9, Mondini 9, Russu 17, Lanzoni, Cai 4, Paciello 7, Guglielmo, N. Riguzzi 6, Fadi ne, F. Rossi ne, Castelli. All. Palumbi.

Villa Verucchio: Bronzetti 5, Giordani 3, Panzeri 14, Buo 9, Semprini, Guiducci 4, A. Rossi ne, Campedelli 4, Calegari 13, Tomasi 7, Saccani ne, Bollini. All. Rustignoli.

La Grifo piega abbastanza agevolmente i Tigers, anche se gli avversari non mollano mai la presa, per cui la concentrazione dei locali deve restare alta per tutta la partita. Da segnalare il ritorno in campo del capitano Matteo Lanzoni, assente da quasi un anno per l’infortunio al ginocchio patito nel campionato scorso. Coach Palumbi lo butta subito in campo nel quintetto di partenza, anche se poi il suo minutaggio non può ancora essere importante. Esordisce, invece, nel secondo quarto, la seconda novità del roster, ovvero Michele Guglielmo, chiamato a sostituire nei numeri anche se non nel ruolo “Gnotto” Parenti, anche lui assente per molto tempo causa infortunio al ginocchio patito nel derby contro l’International e che lo porterà sotto i ferri la prossima settimana.

Ma veniamo alla gara: un 2/2 di Filippo Riguzzi, subito doppiato da un canestro di Paciello, danno il primo vantaggio consistente alla Rivit (13-7) dopo quattro minuti. I Tigers sono tenuti a galla da un Panzeri scatenato che, con 10 punti, rimette i suoi in scia (poi nel resto della contesa, l’all-around dei verucchuesi verrà annullato dalla difesa Grifo). Altro strappo Rivit fino al 20-14, per poi tornare in parità sul 20-20 col primo canestro del secondo quarto. I Tigers sorpassano per la prima e unica volta sul 20-21 (libero di Tomasi). Sono Mondini e Russu a riportare i bianco blu di casa avanti con Filippo Riguzzi che dà il +10 (35-25). Al rientro dalla pausa lunga, errori da entrambe le parti per i primi tre minuti, poi ancora F. Riguzzi mette la tripla del +12 (46-34) a metà periodo. Nel finale di periodo i Tigers si rifanno sotto (53-48 sul finale). Riportati a +10 dal solito F. Riguzzi (60-50 a 7′ dalla fine), la Rivit subisce un parziale di 0-7, che rimette in corsa gli avversari (64-59 a -3’30”). Ci pensano i fratelli Riguzzi e Mondini a rimettere le cose a posto e a permettere nel finale di provare lo spettacolo con un tentativo di alley-oop di Russu per la schiacciata di Simoni che, se fosse andato a segno, avrebbe fatto venire giù il palazzo.

SELENE BK – PALL. PIANORO 65 – 55

(14-10; 17-19; 42-32)

Sant’Agata sul Santerno: Scaccabarozzi 1, Kertusha 1, Valgimigli 11, Spinosa 9, Rubbini 11, Montigiani, Mastrilli 10, Del Zozzo 7, Poggi 9, Sgorbati, Dalpozzo M. 2. All. Dalpozzo D.

Pianoro: Tosiani 9, Bonazzi 1, Nicoletti ne, Grandi 3, Nobis 4, Ricci 7, Pierini 8, Minghetti 20, Vaccari, Nanni 3. All. Fasone.

BASKET VILLAGE – P.G.S. WELCOME 69 – 61

(25-18; 37-35; 52-48)

BK Village Granarolo: Carini 5, Dalla 18, Drago 14, Bertusi, Guastaroba, Mongardi 2, Misciali 17, Tonelli 6, Marcheselli L. 2, Martinelli ne, Nicotera 5, Chittaro ne. All. Marcheselli E.

Pgs Welcome: Lelli 7, Bignami 5, Bernardi 8, Bernardini 4, Guerra 10, Lamborghini, Giuliani 6, Mannini 2, Forlani, Ukabamikael ne, Fontana 8, Bush 11. All. Roveri.

CURTI – BASKET CLUB RUSSI 70 – 82

(20-23; 35-47; 48-65)

Internatonal Imola: Wiltshire T. 10, Dal Fiume 10, Fazzi 2, Zambrini 3, Poloni 5, Fussi 8, Poli 4, Ricci Lucchi 21, Verde 6, Puntolini 1. All. Dalmonte.

Russi: Senni 4, Piani 9, Cortini 16, Vistoli 6, Goi 6, Porcellini 22, Cirillo 6, Panbianco 4, Barba 1, Rosti 5, Pirini 3, Argnani. All. Tesei.

La dodicesima giornata porta in dote una sconfitta casalinga per la Curti, superata 70-82 dal Basket Club Russi. Gli ospiti controllano la gara per quaranta minuti e ottengono due punti meritati, punendo con impressionante regolarità ogni singolo errore difensivo imolese, guidati nei minuti finali dalle giocate di un chirurgico Porcellini.

Sul fronte biancorosso, la volontà di coinvolgersi in attacco fra compagni di squadra si è tramutata in una buona circolazione di palla, non supportata, però, da una adeguata precisione al tiro, impedendo di competere alla pari con gli avversari. Positiva infine la reazione del terzo quarto, quando una International sul -20 non ha mollato, cercando la rimonta con la difesa allungata a tutto campo.

IMMOBILIARE 2000 – BASKERS 62 – 76

(11-17; 24-37; 45-56)

Giardini Margherita: Morra Ja., Venturi 6, Tuccillo 8, Francovicchio 2, Lelli 8, De Denaro 8, Mazzini 1, Lolli 14, Deledda 2, Del Prete 11, Paolucci 2, Annunzi ne. All. Morra Jo.

Forlimpopoli: Gorini 2, Rossi 15, Rombaldoni 12, Cristofani 5, Biffi 6, Adamo ne, Piazza 19, Servadei 13, Totaro 4, Godoli. All. Agnoletti.

BASKET RICCIONE – STEFY BASKET 90 – 86 dts

(24-24; 43-40; 64-60; 78-78)

Riccione: Amadori Mi. ne, Nutini, Sartini, Tardini, Bomba, Amadori Ma. 20, Zanotti 25, Gardini 9, De Martin 11, Mazzotti 25, Stefani. All. Ferro.

Stefy: Carasso, Lamborghini L. 12, Bonesi 2, Franceschini 16, Marzioni 14, Cinti 6, Skocaj 7, Lamborghini A. 2, Maldini 20, Cuozzo 1, Agnoletti 6. All. Scandellari.

PRIMO MIGLIO – CASTIGLIONE MURRI 71 – 79

(27-20; 39-41; 61-67)

Stella Rimini: Insero 1, Coralli 1, Bartoli, Verni 15, Naccari 8, Puvirenti 8, Pinto 12, Del Turco 24, Distante 2, Grandi ne. All. Casoli.

Castiglione Murri: Melino 4, Buriani 22, Costantini 4, Gandolfi 15, Varotto 17, Mantovani 5, Bersani, Casarini, Bartolini, Minerva 2, Parchi 10. All. Gessi.

CESENA BASKET 2005 – PALLACANESTRO BUDRIO 55 – 54

(10-9; 24-30; 42-43)

Cesena 2005: Montalti 2, Rossi 18, Romano, Guidi, Ravaioli 12, Vandelli, Babbini 9, Pezzi, Sanzani, Ambrogi 2, Monticelli 2, Balestri 10. All. Ruggeri.

Budrio 2012: Fornasari 8, Magnolfi 4, Tugnoli 11, Vacchi, Zitelli 2, Pirazzoli 7, Billi, Benetti, Tinti, Zambon 19, Campagna 3, Giordani. All. Simoncioni.

Cesena batte in volata Budrio dopo una gara intensa ed equilibratissima e la raggiunge in classifica a quota 8, staccando momentaneamente il plotone in fondo alla classifica. Reduce da due ottime, ma sfortunate prestazioni con le capoliste Grifo Imola e Baskers Forlimpopoli, dalle quali avrebbe meritato addirittura il bottino pieno, Cesena torna al Palaippo con una convinzione nei propri mezzi nettamente migliorata e confortata dalle tre vittorie consecutive centrate a metà novembre in appena una settimana. La buona notizia è il rientro di Luca Romano dopo quasi un anno di stop (molto bene già a Forlimpopoli), quella cattiva è la seconda assenza in fila di Zoboli che sembra comunque pronto al rientro. Partita fisica e molto tattica con gli attacchi un po’ sottotono e si viaggia costantemente sul filo dell’equilibrio. Balestri e Ravaioli sono i più prolifici in avvio, emulati da Zambon e Tugnoli che si dividono l’intero bottino del primo quarto per ospiti. Seconda frazione con Cesena che parte con maggior convinzione e si sgancia da Budrio che, però, dopo la tripla di Campagna opera l’aggancio e il sorpasso con i soliti Tugnoli e Zambon che, quasi sulla sirena, mette la tripla del +6. Al rientro dall’intervallo lungo, Cesena scatta sui blocchi sorprendendo Budrio che accusa il colpo e frana a -6 (40 a 34), grazie alla tripla di Rossi che chiude un parziale di 16 a 4 a tratti spettacolare e pirotecnico. La partita è ancora tutta da scrivere e infatti i bolognesi si rimettono in pista e con un contro parziale di 9 a 2 vanno all’ultimo intervallo avanti di una lunghezza (42-43). Ultima frazione piena di colpi di scena e intensissima che viaggia in sostanziale equilibrio per diversi minuti, con Budrio che scappa prima a + (44 a 47) poi a +4 con due canestri consecutivi di un super Zambon. Siamo già nell’ultimo minuto di gara e Federico Rossi (man of the match con 9 punti nell’ultimo quarto) si inventa un clamoroso gioco da 4 punti (tripla + libero) sull’ingenuo fallo di Zambon (a rischio di venir sbranato sul campo da coach Simoncini) e rimette le sorti in assoluta parità. Con diciannove secondi sul cronometro è Montalti a fare fallo sulla tripla (sbagliata) di Magnolfi, che ne mette solo 1/3 ma riporta vanti i suoi sul 54 a 53; Cesena manovra in attacco e Rossi pesca il fallo da Magnolfi a 3″ dal gong. Nel silenzio generale Rossi fa percorso netto dalla lunetta per il vantaggio di casa e Simoncini utilizza l’ultimo time out per disegnare un gioco rapido e vincente. Sono tre secondi da seguire con il cuore in gola, con Ravaioli che scippa la palla dalle mani di Fornasari, impedendo a Budrio il tiro della possibile vittoria che invece arride ai padroni di casa.

CLASSIFICA

BASKERS FORLIMPOPOLI2011101785663+122
GRIFO IMOLA2012102821704+117
IMMOBILIARE 2000 BOLOGNA181293884789+95
CASTIGLIONE MURRI BOLOGNA181293937852+85
RICCIONE141275929882+47
BASKET CLUB RUSSI141275828810+18
SELENE S. AGATA121165800760+40
STEFY BOLOGNA121165799771+28
PIANORO121266808822-14
VILLANOVA TIGERS101257793859-66
PALL. BUDRIO81147698717-19
STELLA RIMINI81248802854-52
CESENA BASKET 200581248792855-63
INTERNATIONAL IMOLA61239840895-55
BASKET VILLAGE GRANAROLO61239746849-103
PGS WELCOME BOLOGNA212111745925-180

Promozione, bagarre in vetta nel girone B. Artusiana squadra da battere in Romagna

PROMOZIONE 10° Giornata

GIRONE A

IRA TENAX BASKET CORTEMAGGIORE – PLANET BASKET 45 – 54

DUCALE MAGIK PARMA – SCUOLA BASKET CAVRIAGO 76 – 62

POL. D. VIRTUS PONTEDELLOLIO – CUS PARMA 57 – 69

(17-17; 27-35; 47-53)

Pontedellolio: Di Giorgio 3, Bacigalupi, Cottini 16, Bricchi 13, Pirolo 2, Villani T., Villani E. 5, Massari, Gregori 2, Pari 7, Markovic 9, Mori. All. Lucev.

CUS Parma Pattini, Bettera, Menconi, Parizzi F. 10, Carretta 10, Giorgi 10, Ghezzi ne, Petiziol 8, Pellegrino 12, Rastelli 2, Di Brino 6, Lanzi 11. All. Marcucci

PALL. FULGORATI FIDENZA- SAMPOLESE BK E VOLLEY 13-02-2020 – 21:30

PALASPORT – Via Togliatti 42  FIDENZA PR

VICO BASKET – POLISPORTIVA CASTELLANA 51 – 49

S.ILARIO BASKETVOLLEY – POL. BIBBIANESE 87 – 59

CLASSIFICA

Cus Parma 18; Planet Parma 14; Sampolese*, Virtus Pontedellolio 12; Ira Tenax Cortemaggiore, Fulgorati Fidenza*, Ducale Parma 10; S.Ilario d’Enza 8; Castellana Castelsangiovanni, Vico Parma 6; Bibbianese, Guna Oglio Po, Scuola Basket Cavriago 4.

GIRONE B

BASKET JOLLY – POL. IWONS 77 – 58

(21-17; 36-32; 60-44)

Jolly Reggio: La Rocca 9, Fontanelli 9, Foroni, Manini 13, Vologni 19, Zannini 2, Spaggiari A. 15, Spaggiari M. 4, Luppi 4, Caldarola, Damiani 2. All. Bartoli.

Albinea: Cervi ne, Bonaccini 11, Masoni 11, Marcacci ne, Ferretti 8, Canalini, Gonzaga 4, Orlandini 2, Galassi 8, De Palma ne, Bonacini 12, Camuncoli 2. All. Pastorelli.

CUS MO.RE – SBM BASKETBALL 69 – 80

(17-23; 36-38; 57-57)

Cus MO.RE: Pivetti 2, Petrella 20, Compostella 5, Alessandrini 7, Carretti 9, Sassi 17, Spinelli 4, Galli, Fincato 5. All. Bertani.

SBM Modena: Ferrari 6, Monari 6, Tagliazucchi 9, Benati 6, Asperti 9, Fantinati 4, Lanza 2, Kashin 22, Ullo, Manzotti 16, Sarhani ne, Purboo ne. All. Gatti.

L’Sbm si aggiudica il derby contro la capolista Cus MO.RE. e la raggiunge in classifica. Intensità e determinazione sono le armi che hanno permesso agli ospiti di prevalere su un buon Cus, che si è arreso solo nel finale.

Partenza sprint di Sbm che si porta rapidamente sul 7-17, con i canestri di Asperti. La reazione del Cus era affidata a Sassi, che ricuciva sul 17-23. In avvio di secondo quarto, Petrella guidava i suoi al sorpasso sul 26-25, subito respinto da tre bombe di Kashin che permettevano a Sbm di andare al riposo sul 36-38. Il terzo periodo era un susseguirsi di allunghi Sbm, con 4 bombe nel quarto di Manzotti, e recuperi del Cus, con i canestri di Sassi e Petrella. La frazione finale si apriva con i canestri di Tagliazucchi e Kashin, che davano il +10 sul 60-70. Il Cus si arrendeva, fiaccata dalla difesa asfissiante di Fantinati, Monari, Ferrari e di tutta Sbm, che concludeva fra l’entusiasmo dei suoi sostenitori. Mvp Kashin, 22 punti con 7/10 al tiro, cinque bombe e 5/5 ai liberi.

MABO BASKET – I GIGANTI DI MODENA 74 – 76

AQUILE PALL. GUALTIERI – GAZZE CANOSSA 59 – 82

BASKET CAMPAGNOLA E. – GELSO 84 – 38

(26-6; 41-16; 63-23)

Campagnola Emilia: Valli 18, S. Torreggiani 3, Delbue 2, Beltrami 12, Gelosini 12, L. Rustichelli 7, Soccetti, F. Piuca 6, Carnevali, M. Rustichelli 13, Ligabue 3, Sacchi 8. All. Carpi.

US Gelso Reggio: Ferretti 2, Clemente, Bigi 6, Panciroli, Vaiani 3, Ferrarini 3, Bizzocchi 10, Domenichini 6, Gramoli 1, Negri 5, Cassano 2. All. Iotti.

Alla palla due entrambe le compagini impiegano qualche minuto per studiarsi, procedendo a pari punteggio per alcune lunghezze, finché M. Rustichelli, Beltrami e Gelosini, non piazzano il primo break che porterà i padroni di casa a chiudere la prima frazione con un ampio margine. Alla ripresa del gioco, gli ospiti litigano con il canestro, complice anche una difesa attenta dei padroni di casa, la quale permette alla Radio Bruno di allungare di ulteriori cinque lunghezze alla pausa lunga (41-16). Il terzo quarto vede proseguire il trend del primo tempo, con Campagnola che allunga ulteriormente grazie ai canestri di Gelosini, Sacchi, Beltrami, Ligabue e L. Rustichelli, che, di fatto, chiudono il match anzitempo. L’ultima frazione è giocata a viso aperto da entrambe le compagini, con Valli che si afferma top scorer di partita (15 dei suoi 18 punti realizzati nell’ultimo quarto) e Campagnola che si aggiudica il match per 84-38.

NUOVA PSA – UNIONE SPORTIVA AQUILA 43 – 63

(12-16; 26-28; 39-48)

PSA Modena: Cambiati, Pavesi, Naletto 11, Luppi 12, Lopez 4, Righi 2, Macchelli 6, Muzzioli, Umana, Pifferi 4, Fortini 4, Radjeb. All. Masini.

Luzzara: Magnanini 8, Folloni M. 9, Poma L. 5, Altomani 2, Pellegrini 12, Corradini 10, Bertolini 2, Poma G. 5, Mazzola 5, Capuozzo, Folloni F. 5. All. Cavalaglio.

PALL. GUASTALLA – PALL. REGGIOLO 49 – 69

CLASSIFICA

Cus MO.RE, I Giganti di Modena, SBM Modena 16; Reggiolo, Gazze Canossa, Jolly Reggio 14; Campagnola Emilia, Mabo Pomponesco, Guastalla 10; Iwons Albinea, Aquila Luzzara 8; Gelso Reggio 6; Aquile Gualtieri 2; PSA Modena 0.

GIRONE C

LIONS BASKET – GHEPARD BASKET 70 – 92

(14-19; 28-42; 51-62)

Lions Cento: Fiocchi 9, Gallerani ne, Nannetti 7, Bonazzi 1, Maini ne, Borghi 7, Cristofori 11, Bonzagni, Malaguti 9, Guidi 11, Passarini 10, Ansaloni 5. All. Alberghini.

Ghepard: Romagnoli 18, Innamorati, Sanmarchi 4, Grillini 20, Aldieri P., Aldieri A., Ferri 12, Rizzardi 5, Ghedini 17, Dallasta ne, Sanguettoli 9, Rossi PierLudovico 7. All. Rossi “Pigi”.

SPARTANS – DIABLOS BASKET 76 – 45

(16-11; 34-25; 59-37)

Spartans Ferrara: Zanolli 15, Cuppini 13, Roversi 10, Ferrarini 8, Terzi 8, Virgili 6, Santini 6, Cavallini 3, Dell’Uomo 3, Bichi 2, Marzola 2, Merlo. All. Ciliberti.

Sant’Agata Bolognese: Belosi 2, Achilli 4, De Martini 5, Gamberini 5, Bruni, Scagliarini, Stanzani 5, Machi ne, Vannini 10, Serra An., Almeoni, Verdoliva 14. All. Serra Ad.

PALL. TEAM MEDOLLA – C.U.S. FERRARA BASKET 55 – 68

(8-16; 24-34; 40-46)

Medolla: Baccarani 12, Nicolini 9, Ceretti 9, Barbieri 7, Bega 7, Galeotti 5, Cresta 4, Balboni 2, Meschiari, Berni, Guarnieri, Marchetti. All. Sacchetti.

Cus Ferrara: Battaglia ne, Maggini 2, Danielli A. 6, Fantoni 4, Fogli 3, Ometto 5, Danieli G. 22, Alassio 22, Gulotta ne, Bellinazzi 4, Barcaro, Rossi. All. Bani.

PGS IMA – BIANCONERIBA 78 – 59

(10-15; 32-30; 56-46)

Pgs Ima; Demetri 15, Montedoro, Stagnoli 3, Cocchi 2, Martelli 10, Sorghini, Natalini 3, Lugli 25, Serio 6, Asciano 9, Tinti ne, Balducci 5. All. Salvarezza.

Baricella: Gamberini 2, Sgarzi, Barbieri 4, Ballarin 1, Frazzoni 5, Sitta 17, Pedrielli 15, Villani, Ricci, Mantovani 2, Donati 8, Minozzi 5. All. Calandriello.

VIS 2008 – PALL. FORTITUDO 68 – 57

(15-13; 33-20; 48-44)

Vis Ferrara: Leprotti 1, Pauletto 15, Corsato, Forcellini 5, Vaianella 9, Franchella 6, Tralli 11, Bottoni 4, Gnani 7, Berezertua 10. All. Cigarini.

Crevalcore: Govoni E. 16, Simoni 12, Filippetti 7, Forni 5, Govoni F. 5, Guido 4, Lelli 4, Terzi 2, Floro 2, Cremonini, Morselli, Pederzini. All. Gobbo.

DESPAR – GALLO BASKET 66 – 75

(17-11; 35-28; 53-53)

4 Torri Ferrara: Villani 29, Patroncini ne, Amati, Marianti Spadoni 5, Vecchio, Oussois 3, Bigoni 4, Gambale 2, Minzoni 4, Volpin 7, Marongiu, Monaldi 12. All. Moffa.

Gallo: Corbucci 6, Arisaldi, Buzzolani 2, Degli Esposti ne, Ramponi ne, De Bellonio 15, Schincaglia 20, Calazolari ne, Di Biase 5, Tartari 8, Cara 3, Amal 16. All. De Simone.

RECUPERO

GHEPARD BIANCONERIBA 48 – 67

(10-16; 25-30; 31-49)

Ghepard: Romagnoli 6, Innamorati, Sammarchi 6, Grillini 16, Aldieri P., Aldieri A. 4, Rizzardi 6, Dall’Asta 2, Sanguettoli 4, Rossi P. Lud. 4. All. Bonacorsi.

Baricella: Gamberini 6, Sgarzi, Barbieri 4, Ballarin 2, Frazzoni (K) 6, Sitta, Pedrielli 6, Villani 2, Ricci 15, Mantovani 10, Donati 8, Minozzi 8. All. Calandriello,

CLASSIFICA

Medolla, San Giorgio di Piano, Bianconeriba Baricella, Ghepard Bologna, PGS Ima Bologna 14; Lions Cento 12; Spartans Ferrara, Vis 2008 Ferrara 10; Diablos Sant’Agata Bolognese 8; Cus Ferrara 6; Fortitudo Crevalcore, Gallo 2; 4 Torri Ferrara 0.

GIRONE D

PGS BELLARIA – OMEGA BASKET 61 – 67

(20-17; 32-30; 49-48)

PGS Bellaria: Balistreri 21, Ottani 15, Scarenzi 4, Foresti, Cuoghi 4, Chili 4, Calzini, Menna, Bulgarelli 13. All. Benini.

Omega Basket: De Pascale 12, Scalorbi, Ferrulli 14, Palad, Sterpi 11, Midulla 7, D’Angelo ne, Saccà 11, Morales 12, Coccaro ne. All. Nannoni.

VANINI – P.G.S. CORTICELLA 74 – 64

(17-16; 40-33; 57-51)

Horizon: Sebastianutti 13, Distefano 4, Turrini 3, Pretto, Baiesi 14, Degli Esposti D., Bottazzi 3, Nasi 8, Caverzan 6, Maldini 5, Varotto S. 4, Grippo 14. All. Muscò.

PGS Corticella: Albazzi 14, Piazzi 1, Vargiligli 3, Gulotta 2, Tolomelli 2, Fiorentini 10, Candini 3, Ardizzoni 16, Puzzo 4, Marcheselli 1, Bartolini 7, Brighetti 1. All Lorenzoni.

S. MAMOLO BASKET – CENTRO MB ARCOVEGGIO 64 – 51

(21-23; 38-37; 51-46)

San Mamolo: Rebeggiani, Mengoli 7, Guidetti 2, Tazzara 10, Quadri S. 4, Bartolini 2, Albertazzi 11, Placanica 4, Quadri A. 5, Balzan 5, Ceccolini 14, Trotta ne. All. Nannetti.

CMB Arcoveggio: Ballandi 5, Cavallone 2, Cilloni, Scalone, Siena 12, Filippini 2, Venturi 4, Benfenati 3, Caffagna ne, Maldarelli 2, Ferroni 19, Baraldi 2.

HORNETS BASKET – POL. PONTEVECCHIO 57 – 49

(18-5; 28-18; 40-31)

Hornets: Bellodi 17, Gadani 12, Nannetti 9, Caruso 7, Fabulli 5, Zambelli 5, Marchesi 2, Fiacchi, De Leo, Ascari, Alvisi. All. Rocco di Torrepadula.

Pontevecchio: Di Noto 8, Ricci, Bianchini 12, Venturi 8, Gualandi, Piccinini ne, Scalorbi ne, Mansutti 6, Poluzzi 8, Olimbo 2, Mazzacurati 1, Angeletti 4. All. Bonfiglioli.

CSI SASSO MARCONI – STARS BASKET 67 – 71

(10-11; 32-28; 47-51)

CSI Sasso Marconi: Labanti, Baschieri, Davalli 15, Orlandi 15, Previati 2, Cancello ne, Vanzini 4, Palmieri 1, Lenzi 9, Vinerba 6, Zerbini 6, Borsari 9. All. Bulgarelli.

Stars: Venturi 4, Somma 4, Barbieri 6, Pomentale 10, Musolesi 5, Ostapyuk 9, Branchini 2, Pistacchio, Bordonaro 1, Benfenati 20, Bertoncello 10, Raffaelli. All. Piccolo.

ANZOLA BASKET – NAVILE BASKET 62 – 71

(13-23; 33-35; 49-56)

Anzola: Gobbi 1, Violi 14, Lambertini 4, Lullo 8, Franchini 5, Di Pasquale 4, Gherardi ne, Poli 5, Venturi 5, Cappelli 6, Missoni 10. All. Righi.

Navile: Serboni 9, Pasquali 18, Lazzari 4, Maccaferri 6, Romagnoli 16, Credi L. 11, Chiapparini 2, Landuzzi 3, Boccardo 2, Valenti. All. Corticelli.

Altro stop casalingo per Anzola, che tiene testa ad coriaceo Navile, ma che capitola nei minuti finali.

Partenza timida per i padroni di casa che buttano alle ortiche alcuni contropiedi e vengono puniti dalla lunga distanza dalle guardie ospiti (13-23 alla prima sirena). Difesa più attenta nel secondo quarto, mani addosso e giocatori più aggressivi; Anzola impatta e mette il naso avanti sul 31-30, poi una tripla di Serboni inchioda il risultato sul 33-35 esterno. Molti errori alla ripresa del gioco, Anzola non ne approfitta e Credi sale in cattedra e con tre triple consecutive permette al Navile di andare sul 49-56 al 30′. Ultima frazione con i padroni di casa sempre a rincorrere; ultimo sussulto dei biancoblu che si portano a -3 (61-64), ma i canestri di Pasquali e Romagnoli chiudono la gara sul 62-71.

CLASSIFICA

San Mamolo Bologna 20; Hornets Bologna 16; C.M.B. Arcoveggio 14; Omega Bologna, Montevenere Bologna 12; Horizon Bologna, Navile Bologna 10; Anzola 8; Stars Bologna 6; PGS Corticella Bologna, PGS Bellaria Bologna, Pontevecchio Bologna 4; CSI Sasso Marconi 0.

GIRONE E

289 ACADEMY – IN FIERI 51 – 76

(19-12; 35-39; 43-59)

Budrio 289: Zinzi 5, La Forgia 13, Barone, Semilia 11, Sarti 7, La Cascia 6, Gherardi 6, Palladino 1, Draghetti, Grilli 2. All. Baraldi.

San Lazzaro: Magni 7, Gianasi 14, Venturoli 2, Lollini 6, Zanaroli 5, Corradini 2, Fornasari 23, Bosi 2, Bacocco 1. All. Guidetti.

TATANKA BALONCESTO – VIRTUS CASTENASO 62 – 45

(18-13; 42-29; 55-34)

Tatanka Imola: Ciampone 4, Pederzoli 5, Manaresi 4, Giudici 6, Selva 1, Costantino 2, La Ferla 6, Franceschelli 5, Castagnetti 16, Simoni 3, Conti 3, Marrobio 7.

Castenaso: Fusco 4, Fiolo 2, Brusa 2, Lombardo L.P. 2, Urzino 3, Lombardo N. 7, Sighinolfi 2, Vignudelli 4, Bedosti 8, Consolo 10, Orsini 1, Zini. All. Pizzi.

MEDICINA BASKET 2007 – BASKET A. GARDINI 2001 47 – 52

(12-12; 26-18; 37-33)

Medicina 2007: Bacci 2, Lenzarini 17, Miceli 14, Vignudelli 5, Buscaroli, Pazzaglia, Castellari, Trippa 2, Martelli 2, Dall’Olio, Soldi 5. All. Pasquali.

Fusignano: Lugaresi 4, Babini, Scardovi 5, Dalla Malva 6, Melandri 2, Zanzi 6, Berardinelli 3, Nigro 2, Vecchi 4, Bertazzoli 2, Pelliccia 7, Mariani 11. All. Ortasi.

POL. DIL. FARO – BASKET PROJECT 75 – 66

(17-12; 37-34; 60-56)

Faro Argenta: Pasetti 8, Baldi, Cesari, Taglioli 3, Dalpozzo L. 3, Fuschini 1, Bonora 10, Porcellini 4, Federici 15, Nicoletti 14, Mortara 4, Checcoli 13. All. Santoro.

Faenza: Troni 12, Santo 7, Boero 13, Ragazzi 4, Dal Monte 4, Turchiarolo, Picone 13, Fabbri 1, Babini 6, Fontana 6, Morsiani. All. Morigi.

SALUS PALL. BOLOGNA – MASSA BASKET 2010 66 – 69

(21-17; 37-29; 56-43)

Salus: Tabellini M. 11, Arletti 6, Grilli, Tabellini G., Grassi 26, Chirco 10, Stignani, Cocchi 6, Dallacasa 7. All. Nieddu.

MassaLombarda: Ugulini L. 12, Montanari 8, Orselli, Ugulini V. 13, Berardi 10, Asioli 7, Pinardi 1, Rivola 13, Valenti, Linguerri 2, Spadon 2, Brignani 1.
All. Landi.

INTECH – PARTY & SPORT 56 – 42

(18-12; 26-23; 37-32)

Giallonero Imola: Fusella 5, Militerno 1, Vannini 6, Pirazzini 5, Laaboudi 6, Piani Gentile 8, Brusa 3, Spoglianti 2, Grandolfi 17, Guastamacchia 2, Biavati. All. Alfieri.

P&S Ozzano: Mar. Carelli 3, Mat. Carelli 6, Margelli, Fabbri 3, Marcato 5, Tagliati 2, Avallone, Zerbini 13, Migliori 4, Passatempi 4, Bertarelli 2, Dozza 4. All. Simeone.

CLASSIFICA

Castel San Pietro 2010 16; Medicina 2007, Giallonero Imola 14; Project Faenza, Tatanka Imola 12; Faro Argenta, Massa 2010 10; Salus Bologna, Gardini Fusignano 8; Virtus Castenaso, Party&Sport Ozzano 6; In Fieri Fresk’o San Lazzaro 4; 289 Academy Budrio 0.

GIRONE F

AICS JUNIOR BASKET FORLI’ – MORCIANO EAGLES 17/12/2019 – 21:15

POL. G.MONTI – Via Sillaro 45 – Q.re Cava FORLI’ (FC)

BASKET 2000 – LIVIO NERI 77 – 59

(21-13; 36-24; 61-37)

BK 2000 San Marino: Bombini 3, Carlini 3, Fiorani 10, Lioi 4, Riccardi 14, Lo. Liberti 10, Agostinelli 7, Pasolini 8, Zafferani 2, Guida, Giancecchi 9, Campajola 7. All. Morri.

Livio Neri Cesena: Gollinucci 7, Foschi 4, Zampa, Lucchi, Ricci 17, Laghi 4, Plazzi, Benzi 9, Orioli 2, Montanari 1, Lucchi 15. All. Focarelli.

Nello scontro d’alta classifica col Livio Neri, arriva una vittoria d’autorità per il Basket 2000. Sempre in controllo, grazie ad una partenza convincente e una prosecuzione altrettanto efficace, i ragazzi di coach Morri mostrano buon gioco e soprattutto grande continuità nell’arco dei 40′, restando sempre con una buona dote di vantaggio e operando la fuga decisiva nel terzo quarto. Significativo il 77-59 finale.

Si diceva dell’avvio. Ecco, all’alba del match il Basket 2000 sembra non poter sbagliare mai: 5/5 dal campo, tripla di Bombini e 11-4 dopo tre minuti. Poi ci si ferma? Non proprio: Fiorani ne mette otto nel primo quarto, segna in acrobazia e in contropiede e il punteggio sul tabellone del Multieventi dice 15-7 al 5′. Cesena, poi, si riassesta, ma al termine del primo periodo il vantaggio sammarinese è comunque consistente (21-13). L’inizio di secondo parziale è ancor più travolgente, con le triple di Campajola, Pasolini e Carlini, il tap-in volante di Lioi e il canestro di Giancecchi a dare il 36-19 al 17’. +17 dopo altrettanti minuti: niente male, ma il Livio Neri, con un parziale di 5-0, prova a ridurre il gap prima dell’intervallo (36-24 al 20’). Il terzo quarto, però, chiude ogni discorso: Riccardi mette la tripla del +17 (44-27), Agostinelli firma il +20 (52-32) e il contropiede, ancora di Riccardi, fa salire il Basket 2000 sul 56-32. Il massimo vantaggio arriva sul 61-35, a dimostrazione di una squadra che non accenna ad abbassare il livello di concentrazione, col rendimento che naturalmente ne beneficia. Triple e contropiede, per San Marino è una partita davvero di buona qualità. La gara, sostanzialmente chiusa, rimane sul +25 per i padroni di casa fino al 35’ (71-46) e va agli archivi sul 77-59 al suono della sirena finale.

SPORTING CLUB CATTOLICA – SAN PATRIGNANO 61 – 55

(18-25; 36-38; 48-49)

Cattolica: D’Orazio 10, Crugnale 2, Ugolini 2, Bergna 1, Adanti 11, Giorgi 7, Cavoli 15, Ciandrini, Massanelli 6, Simoncini Fuzzi ne, Bacoli 7. All. Cotignoli.

San Patrignano: Panzeri 11, Pesarini 11, Taddei 10, Bologna 8, Lanci 6, Randazzo 5, Baldassarri 4, Romboli ne, Lissandron ne, Mirabile ne, Persici ne, Raimo ne.

FISIOKINETIC – TIGERS BASKET 2014 81 – 59

(21-20; 45-36; 61-47)

Coriano: Casali 2, Chistè M. 27, Bigini A. 20, Casadei 8, Ortenzi 2, Bigini G. 3, Pulzakov 3, Zavatta 9, Pirani 7. All. Chistè C.

Tigers2014 Forlì: Palazzi 7, Ghezzi 12, Bergantini 13, Valpiani 10, Poggi 4, Boi 3, Dall’Agata 4, Asani 4, Pedrizzi 1, De Lorenzi 1. All. Lapenta.

LIB. GREEN BK – ARTUSIANA BK 40 – 54

(8-18; 21-31; 27-48)

Lib. Green Forlì: Gnini, Ruscelli 4, Brunetti J. 6, Gavelli 11, Vadi, Galeotti 3, Fossi 3, Brunetti N. 8, Panzavolta 3, Bessan 2. All. Laghi.

Forlimpopoli: Tiselli 4, Mambelli 4, Berlati 2, Gasperini G. 9, Spisni 6, Attanasio 13, Bourkadi 5, Maltoni 1, Vitali 6, Zammarchi 4, Gasperini A., Marzolini. All. Laghi.

CRAL E. MATTEI – FADAMAT BASKET 74 – 71

(17-25; 28-40; 52-46)

Spem Ravenna: Angeli 27, Camassa 22, Caccamo 10, Polyeschuk 5, Molea 4, Niang 4, Fumolo 2, Bomben, Bramante, Ferizi. All. Borghi.

Fadamat Rimini: Zaghini 16, Stabile 2, Borello 3, Cardinali 12, Magnani 9, Ferrini 12, Toni 2, Del Fabbro 2, Accardo 9, Serpieri 1, Guglielmi, Missiroli 3. All. Podeschi.

CLASSIFICA

BK 2000 San Marino, Artusiana Forlimpopoli**, Fadamat Rimini, Libertas Green Forlì, Cral Mattei Ravenna 12; Livio Neri Cesena, Aics Forlì** 10; San Patrignano, Tigers Forlì*, Eagles Morciano*, Pirates Misano, Fisiokinetic Coriano 6; S.C. Cattolica 4.

Serie B, Piacenza non sbaglia e doma Civitanova. Sorridono anche Tigers e RBR

SERIE B 11° Giornata

TRAMEC – TERAMO BASKET 1960 81 – 57

(22-16; 46-24; 68-39)

Benedetto Cento: Vannini, Venturoli 7, Leonzio 17, Idrissou, Manzi, Moreno 11, Paesano 12, Ranuzzi 5, Rossi 7, Vitale 2, Morici 2, Fallucca 18. All. Mecacci.

Teramo: Matic 5, Cucchiaro 2, Banach 9, Di Diomede 8, Melchiorri 10, Forte 5, Montanari 2, Nolli, Lestini 16, Del Sole ne. All. Cilio.

PREMIATA – AMADORI 82 – 87 dts

(13-11; 35-30; 46-52; 66-66; 75-75)

Motegranaro: Panzieri 18, Ciarpella 5, Polonara 4, Caverni 12, Lupetti 22, Tremolada ne, Di Angilla 2, Ragusa 2, Jovovic 2, Villa 15. All. Ciarpella.

Tigers Cesena: Hajrovic 6, Frassineti 10, Battisti 16, Brkic 11, Trapani 12, Chiappelli 14, Rossi 1, Scanzi 4, Papa 13, Planezio ne. All. Di Lorenzo.

REKICO – RISTOPRO 61 – 67

(16-16; 32-32; 44-52)

Faenza: Anumba 11, Rubbini 6, Oboe 11, Wang ne, Samorì ne, Zampa 5, Calabrese, Tiberti E. 17, Bruni 1, Klyuchnyk ne, Sgobba 10, Petrini ne. All. Friso.

Fabriano: Fratto 9, Pacini, Petrucci 12, Del Testa 9, Paolin 5, Merletto 4, Garri 10, Guaccio 2, Radonjic 16, Cianci ne. All. Pansa.

Un vero peccato. Alla Rekico restano gli applausi per avere giocato una buona partita contro Fabriano, una delle corazzate del campionato che ha vinto nove delle dieci gare disputate e la convinzione di essere sulla strada giusta, avendo dato continuità alla vittoria di Rimini. Onore e merito a Fabriano che conferma tutte le sue qualità e quel cinismo tipico di chi punta alla vittoria del campionato. Con un pizzico in più di fortuna in alcuni episodi, la Rekico avrebbe però potuto centrare il colpo grosso…

Avvio di gara perfetto per i faentini che aggrediscono sin dalla prima azione la Ristopro, lottando su ogni pallone e trovando punti con Anumba. I marchigiani si affidano a Garri sotto canestro e al tiro da tre sparando, però, a salve, con Faenza che non ne approfitta, tanto che il primo quarto termina 16-16. Anche nel secondo i Raggisolaris sono i mattatori, lottando senza timore reverenziale e portandosi avanti 30-22. Fabriano ha, però, un roster esperto e ricco di soluzioni e così a spostare gli equilibri è Radonjic, ottimo sotto canestro nell’aprire gli spazi ai compagni, tanto che in pochi minuti, gli ospiti piazzano un break di 10-0. A rimettere le cose a posto è Zampa allo scadere per il 32-32 dell’intervallo. Al rientro in campo, la Ristopro alza l’intensità difensiva mandando in confusione la Rekico, che tra i troppi falli commessi e i canestri sbagliati, si ritrova ad inseguire. Prima 44-52 al 30’ e poi 48-60 al 35’. Proprio in questo difficile momento arriva la reazione che infiamma il PalaCattani. Edoardo Tiberti segna 6 punti consecutivi, cedendo poi il testimone a Sgobba che piazza la tripla del 59-63 ad un minuto dalla fine. A -48’’, la Rekico è sfortunata nel non vedersi assegnare una rimessa e proprio nell’azione successiva, Fratto firma il 59-65. Ma non è finita: Bruni recupera palla a centrocampo servendo Zampa che, a 10’’ dalla sirena, ha la tripla della rimonta. La sua conclusione finisce sul ferro, poi Radonjic, dalla lunetta, chiude i conti.

ESA LUCE + GAS CHIETI – LUCIANA MOSCONI ANCONA 91 – 71

BAKERY – ROSSELLA 61 – 54

(22-14; 34-24; 48-37)

Piacenza: Maggio ne, Udom 4, Pedroni 5, Artioli 6, Chiozza ne, Bruno 15, De Zardo 15, El Agbani, Cena 8, Birindelli 8. All. Campanella.

Civitanova: Masciarelli 6, Alessandri 2, Pierini 1, Montanari ne, Felicioni 6, Vallasciani, Amoroso F. 15, Cimini, Amoroso V. 11, Rocchi 8, Trapani 5. All. Domizioli.

La Bakery ritorna alla vittoria e lo fa tra le mure amiche contro un’ostica Civitanova che, fino all’ultimo respiro, non ha mollato il colpo, rimanendo incollata ai biancorossi. Un’altra prova di grande sacrificio per gli uomini di Campanella, che anche oggi hanno dovuto fare a meno del loro capitano Maggio, oltre che dei lungodegenti Bracchi ed Orlandi.

Cena e De Zardo aprono le danze prima di una fulminea tripla di Rocchi, che calma l’entusiasmo iniziale. Pedroni, Cena e Artioli cercano di allungare sul +7, ma Valerio Amoroso dice no, imponendosi in area e siglando 4 punti. Poco dopo Artioli si ripete e Bruno scaglia una freccia dritta nel canestro: è 22-11. El Agbani fa il suo esordio in campionato per far rifiatare il numero 8 e negli ultimi scampoli di quarto è Francesco Amoroso che infila la tripla del -8. Un secondo periodo molto strano vede solo 22 punti realizzati. Aprono Liam Udom e Birindelli per il massimo vantaggio di 12 punti, ma da tre risponde Trapani. Da qui il blackout sul match, con cinque minuti di pressing e palle perse. Interrompe la carenza di canestri ancora Udom, prima di una fantastica schiacciata di De Zardo, che piega il canestro e fa ripartire l’entusiasmo biancorosso. Rocchi e Pierini provano a far rientrare i biancoblù nel match, ma Bruno, poco prima della sirena, sancisce il 34-24 con la quale le squadre si avviano nello spogliatoio. Nel terzo quarto la partita ritorna ad essere appassionante. Tra le file dei marchigiani segnano solo ed unicamente i fratelli Amoroso: Valerio comanda in area e Francesco la mette da fuori. I piacentini, però, non perdono la testa e nonostante i tentativi di rimonta marchigiani, sono bravi a rubare con De Zardo ed a segnare con Bruno e Birindelli. La partita rimane agli stessi livelli e dopo tre frazioni la Bakery è avanti di 11 lunghezze: 48-37. Un break di 0-6 siglato Masciarelli fa infuriare coach Campanella. La rabbia del condottiero biancorosso viene smaltita dalla provvidenziale tripla di Bruno, per il 51-43. Poco dopo, il numero 8 di Las Varillas si ripete per altre due volte, mettendo alle corde Civitanova. Amoroso non non ne vuole sapere e continua a sgomitare in area per riprendere il match. Il resto della squadra non trova la via tracciata dal veterano e Piacenza torna a controllare il discorso. Negli ultimi due minuti c’è spazio per la tripla di Lorenzo De Zardo ed i successivi tiri liberi che lasciano trascorrere il cronometro fino alla sirena. Piacenza ritorna alla vittoria tra le mure amiche e ritrova l’entusiasmo del pubblico. Il punteggio finale recita 61-54.

GOLDENGAS – SINERMATIC 79 – 63

(26-11; 43-28; 59-43)

Senigallia: Pierantoni 7, Paparella 24, Giacomini 5, Caroli 11, Canullo ne, Gurini 11, Valentini, Cicconi Massi, Costantini ne, Moretti, Pozzetti 21, Maiolatesi ne. All. Foglietti.

Flying Balls Ozzano: Bisi ne, Morara 13, Chiusolo 4, Mastrangelo 5, Corcelli 5, Iattoni 4, Folli 2, Favali, Dordei 22, Galassi 3, Montanari 5, Crespi. All. Grandi.

I New Flying Balls tornano da Senigallia con un altro -16, dopo quello subìto sette giorni fa contro Cento. Questa volta, però, la sconfitta fa più male, sia perché arriva contro una diretta contendente, sia perché è maturata da un errato approccio alla partita dei biancorossi, che lasciano già 15 punti nei primi dieci minuti di gioco, un ritardo che le Palle Volanti non sono più riuscite a ricucire nei restanti 30′.

Dopo i primi 5 punti firmati tutti da Mastrangelo (3-5 Ozzano dopo 60”), Senigallia sfrutta una difesa ozzanese un po’ distratta, una percentuale al tiro stellare e in otto minuti fa il pieno di canestri e triple: 23-2 il perentorio parziale (26-7 il punteggio al 9′), con Paparella e Pozzetti protagonisti indiscussi. Quattro punti di Gigi Dordei, nell’ultimo giro di lancette, riducono a quindici lunghezze il ritardo Sinermatic alla prima sirena (26-11), ma i primi segnali di risveglio ozzanese arrivano solo in avvio di secondo quarto, quando 5 punti di fila di Corcelli e ancora Dordei da sotto avvicinano Ozzano al -8 (28-20), concedendo qualche speranza ai tifosi biancorossi presenti al PalaPanzini.  Dall’altra parte, però, Senigallia non ci sta e in due minuti arriva un 7-0 di parziale, con la SInermatic che ripiomba a -15 (35-20 al 16’). Dordei e Morara non mollano e segnano 6 punti che valgono il -9, ma nell’ultimo minuto prima dell’intervallo lungo, con due triple pesantissime firmate dai soliti Paparella e Pozzetti (45 punti in due a fine match), la Sinermatic precipita nuovamente a -15 (43-28). Nella terza frazione il bomber della Goldengas, Gurini, riporta i padroni di casa sul massimo vantaggio (+21 sul 54-33 al 24’); Ozzano è in difficoltà e stenta a reagire. Con il contropiede di Folli e i canestri di Morara, i Flying ritrovano al 26’ il -15, ma in casa marchigiana Paparella è letale e in meno di un minuto, Senigallia è nuovamente a +19. All’ultimo mini break i padroni di casa hanno la partita in pungo, il +16 da poche chance di rimonta ad una Sinermatic che fatica a trovare la via del canestro dalla lunga distanza (appena il 17%, contro il 42% marchigiano). Una tripla di Galassi da una piccola scossa ad Ozzano (-13), ma è il rientrante Gigi Dordei a dare qualche speranza e sussulto ai tifosi ozzanesi. L’ala-pivot numero 21, infatti (22 punti in tutto), segna dal campo e dalla lunetta fino al -7 (64-57 al 34’). Nel momento in cui la partita si poteva definitivamente riaprire, però, Paparella da oltre 8 metri infila una bomba letale per il morale biancorosso. Nonostante questo, Dordei e Morara sono gli ultimi a mollare e la Sinermatic ritorna a -8, con palla in mano, a 4’30” dalla fine. “Gigi” questa volta fallisce il tiro del possibile -6 e dall’altra parte il solito Paparella infila la tripla (la sesta della serata!) che sa di sentenza: +11 a 120” dalla fine. La partita si chiude praticamente qui, poi si aspetta solo la sirena finale che decreta il 79-63 finale.

GIULIANOVA BASKET 85 – AURORA BASKET JESI 68 – 76

PORTO S.ELPIDIO BASKET – ALBERGATORE PRO 88 – 92

(25-29; 41-51; 58-69)

Porto Sant’Elpidio: Sirakov 22 (3/5, 3/7), Costa 19 (6/9, 2/4), Bastone 17 (3/6, 2/5), Borsato 17 (4/4, 3/4), Lusvarghi 9 (3/5, 1/2), Doneda 2 (1/2, 0/1), Balilli 2 (1/1, 0/1), Sagripanti, De Sousa, Di Pietro ne, Malagoli ne, Cappella ne. All. Pizi.

R.B. Rimini: Bedetti F. 23 (9/12), Ramilli 14 (6/7, 0/3), Rinaldi 14 (7/10), Bedetti L. 13 (4/7, 1/1), Rivali 8 (1/4, 1/2), Broglia 7 (3/4, 0/1), Bianchi 4 (2/2, 0/1), Moffa 4 (2/3, 0/3), Pesaresi 3 (1/5 da tre), Ambrosin 2 (1/1), Vandi ne, Chiari ne. All. Bernardi.

CLASSIFICA

PGVP%
Tramec Cento201110190.9
Ristopro Fabriano18119281.8
Bakery Piacenza18119281.8
Rossella Virtus Civitanova Marche14117463.6
Amadori Tigers Cesena14117463.6
Esa Italia Chieti12116554.5
Albergatore Pro Rinascita Basket Rimini12116554.5
Sutor Premiata Montegranaro10115645.5
Aurora Basket Jesi10115645.5
Goldengas Pallacanestro Senigallia10115645.5
Sinermatic Ozzano10115645.5
Rekico Faenza8114736.4
Giulianova Basket 858114736.4
Adriatica Press Teramo Basket 19606113827.3
Luciana Mosconi Ancona4112918.2
Porto Sant’Elpidio Basket2111109.1

C Gold, BB2016 batte il Guelfo in volata. C Silver, colpo Correggio a Santarcangelo

SERIE C GOLD 10° Giornata

BASKET LUGO – PALLACANESTRO FIORENZUOLA 1972 77 – 86

(15-28; 35-51; 54-66)

Lugo: Carella 12, Alessandrini 2, Presentazi 9, Cappelli ne, Baroncini ne, Silimbani 14, Masrè 5, Cervellera, Santini 3, Salsini 3, Ariosti ne, Ravaioli 29. All. Casadei.

Fiorenzuola: Galli 6, Sichel 6, Bracci 19, Rigoni ne, Marchetti 6, Dias 8, Livelli 6, Zucchi 5, Fowler 9, Fellegara ne, Ricci 8, Maggiotto 13. All. Galetti.

E’ una bella atmosfera quella che si respira a Lugo prima dell’inizio della gara contro gli Aviators, dove le quattro stagioni dell’attuale coach gialloblu Gianluigi Galetti con la maglia biancoverde, vengono celebrate da un bell’applauso del pubblico presente.

Fiorenzuola parte forte, con Zucchi confermato in quintetto base che è bravo a sfruttare i primi minuti di gara per mettersi in luce. Maggiotto con la tripla porta Fiorenzuola avanti di otto lunghezze, con Silimbani in casa Lugo che prova a metterci una pezza nel primo parziale. Bracci sotto le plance fa la voce grossa, ricevendo tanti palloni e convertendoli in punti che fanno allungare i gialloblu. In uscita dalla panchina, è Galli a chiudere il primo parziale sul 15-28 in favore dei gialloblu. Nel secondo quarto tra le fila dei padroni di casa è Ravaioli a farla da padrone, iniziando una serata importante dal punto di vista personale, che lo vedrà chiudere con 29 punti con un impressionante 11/15 al tiro. Fowler mette una tripla importante al 14′, prima che Dias e Ricci contribuiscano in modo determinante ancora nel pitturato, per chiudere il primo tempo sul +16 in favore di Fiorenzuola: 35-51. Al rientro dalla pausa lunga Presentazi ed il solito Ravaioli provano a scuotere la squadra di coach Casadei, con Fiorenzuola che vive un quarto di tante palle perse (saranno 17 in totale a fine gara). Coach Galetti trova in Bracci l’alleato primario nel muovere il tabellino, con Livelli che dal perimetro dice +12 per i Bees al termine del terzo parziale, 54-66. Nell’ultimo quarto Lugo, sorretta dal proprio pubblico, ci prova ancora con Ravaioli, ma Maggiotto e Bracci, in combinata, sbarrano la strada ad ogni velleità di rimonta da parte dei locali.

ALLIANZ BANK – GUELFO BASKET 82 – 80

(31-17; 49-41; 67-59)

BB2016: Pasquali ne, Resca 22, Mazzocchi, Zhytaryuk 11, Fontecchio 6, Elio ne, Guerri ne, Fin 10, Zanetti, Nucci 18, Aglio 8, Graziani 7. All. Lolli.

CastelGuelfo: Wiltshire 2, Bernabini 3, Bonetti ne, Baccarini ne, Bonazzi 2, Murati 2, Bergami 8, Musolesi ne, Pieri 8, Govi 19, Pederzini 14, Amoni 22. All. Cavicchioli.

Vittoria sul filo di lana per il Bologna Basket 2016 nell’incontro casalingo col Guelfo, che si dimostra, ancora una volta, squadra ostica che darà filo da torcere a parecchie compagini nel proseguo del campionato. I castellani riescono infatti a rimanere in partita sino alla fine, creando non pochi problemi ai bolognesi con Amoni, Govi e Pederzini. Ancora una volta la sorte non è amica dei padroni di casa: già privi di Folli e di Guerri, devono fare i conti con un infortunio iniziale alla mano di Fontecchio – che ne condiziona la gara – e una botta alla coscia per Graziani. Ma il BB2016 riesce anche a battere la sfortuna, con Andrea Resca che sfodera la miglior prestazione della stagione (22 punti, con 7/11 dal campo e 5/6 da 3), coadiuvato da un Nucci quasi infallibile dalla lunetta (14/16) e dal solito concreto Zhytariuk in doppia doppia (11 punti e 13 rimbalzi).
Il match, molto combattuto, offre tante emozioni soprattutto negli ultimi cento secondi di gioco, quando il Guelfo arriva a un solo punto dai rossoblu con un gioco da 3 punti di Amoni (72-71). Ma il centro castellano commette il 5° fallo e si fa espellere per proteste. Nucci infila tre liberi su quattro e la rimessa è bolognese. Niente canestro e fallo ancora di Nucci su Govi che fa 2/2 dalla mezzaluna. Sulla replica del BB2016, Resca mette una bomba mortifera allo scadere dei 24″ e sopra di cinque lunghezze, i giochi sembrano fatti. Ma ancora Nucci prende tecnico e, dopo il libero realizzato, Govi infila un tiro pesante che rimette tutto in discussione. Al seguente fallo su Nucci (2/2), fa seguito quello di Zhytariuk su Govi che non sbaglia. A 7” dalla fine i felsinei sono ancora sopra di un punto e vanno di nuovo in lunetta con Nucci, cui non trema la mano (82-79). Sull’azione successiva Resca ferma Pieri che segna il primo libero e sbaglia di proposito il secondo, ma Fontecchio afferra il rimbalzo e il BB2016 può festeggiare lo scampato pericolo.

BMR – E80 BEMA 90 – 64

(29-8; 57-23; 72-45)

Basket 2000 Scandiano: Canovi 2, Cunico 9, Astolfi 8, Bertolini L. 11, Sakalas 19, Paparella, Pini 16, Caiti 2, Bertolini F. 5, Germani 15, Magni 3, Piccinini. All. Tassinari.

Lg Competition Castelnovo Monti: Sabah 7, Mabilli, Dal Pos 6, Magnani 3, Longoni 12, Levinskis, Mallon 4, Ferri, Provvidenza 6, Prosek 5, Barigazzi, Parma Benfenati 21. All. Diacci.

La Bmr domina il derby, aggiudicandosi un match condotto dal primo all’ultimo minuto la sfida tutta reggiana contro l’E80 Bema. Tante le buone notizie per coach Tassinari: dai canestri di Sakalas e Germani, all’ottima prova di Pini, fino ad un Luca Bertolini per la prima volta in stagione in doppia cifra.

L’inizio di gara dei padroni di casa è roboante: Sakalas segna quattro canestri, più uno Cunico, e trascina i suoi al 10-0; il lituano va ben presto in doppia cifra ed è fautore del +13 sul 21-8, con la Bmr che poi allunga ancora toccando il +21 a fine primo quarto con un canestro di Astolfi. Nella seconda frazione il massimo vantaggio si aggiorna col passare dei minuti, toccando il +30, sul 46-16, grazie alla tripla di Pini, mentre dall’altra parte è il solo Parma Benfenati a provarci. Luca Bertolini firma dall’arco il 54-20, poi è ancora Sakalas a ritrovare il canestro, firmando dalla lunetta il 57-23 di metà gara. Nella ripresa, dopo il 59-36 del solito Sakalas, Castelnovo cerca di rendere meno amaro il passivo e torna a -25 nel finale del terzo quarto, con un parziale di 0-7 chiuso dalle triple di Dal Pos e Prosek, mentre dall’altra parte è il baby Caiti a trovare il canestro del 72-45, che manda le due squadre all’ultima pausa. Negli ultimi 10’ non c’è partita, con la Bmr che gestisce senza affanni il punteggio e torna a sorridere dopo il ko con Castel Guelfo.

2G DESIGN – INTECH 83 – 76

(22-22, 47-41, 65-61)

Ferrara2018: Benedetti ne, Cattani 4, Cortesi 14, Percan 29, Seravalli 9, Legnani 6, Fortini 2, Poli, Pusic 10, L. Ghirelli ne, M. Ghirelli 9. All. Furlani.

VSV Imola: Fusella ne, Marcone 3, Dalpozzo 5, Agatensi 4, Errera 14, Planinic 13, Biandolino 4, Barattini 14, Gentile, Begic 19, Savino ne. All. Regazzi.

La 2G Ferrara Design supera Imola, centrando due punti d’oro in una situazione fisica sicuramente non delle migliori.

L’avvio della gara è di marca giallonera, con Planinic bravo a rispondere ai colpi estensi di Pusic e Ghirelli. Chiuso il primo parziale sul 22 pari, il primo sprint della seconda frazione è targato Barattini, bravo da fuori a consegnare ai compagni sette lunghezze di vantaggio, sul 25-32 al 13’. Percan sale in cattedra, ma Imola resta avanti pure dopo la metà del secondo periodo: al 16’ è 30-36. Il finale del primo tempo è tutto di marca biancazzurra, bravi Seravalli, Fortini (42-40 al 19’) e soprattutto Percan, da buon ex di turno, a trovare i punti che significano 47-41 al 20’. Dopo l’intervallo lungo, la 2G Ferrara Design difende duramente e trova due triple di Seravalli per il 53-45 del 22’. Imola non molla di un millimetro e trova, con il debuttante Planinic, la bomba del -3 al 28’ (61-58). Cortesi e Begic fissano il 63-61, ma sarà in avvio degli ultimi, decisivi, 10’ che i padroni di casa trovano, con Percan e Pusic, i punti del 70-61. Gara chiusa? Neanche per sogno, anche perché al 35’ è già 70 pari, grazie a Marcone e Planinic. Per la 2G Ferrara Design, tutto da rifare. Al 36’, Begic da fuori completa il controbreak di 3-13 in 5’ e riporta avanti 73-74 gli ospiti. Pusic esce per falli, Cortesi e Cattani fissano il 77-74, prima dei due liberi del 77-76 di Errera. Al 39’, il momento clou: la tripla dell’80-76 di Cortesi che chiude i conti.

MOLIX – VB IMPIANTI 75 – 80

(14-27; 38-46; 59-59)

Molinella: Brandani 13, Razzi, Ranzolin 16, Zuccheri, Frignani 3, Gianninoni 4, Bonanni 7, Lanzi, Manojlovic, Giuliani 14, Tedeschi 16, Caloia 2. All. Giuliani.

Castel San Pietro: Sangiorgi 2, Righi ne, Tomesani 14, Sabattani 3, Procaccio 7, Pedini ne, Benedetti 3, Magagnoli 13, Ranocchi 14, Albertini 9, Trombetti 15. All. Serio.

DILPLAST CLEVERTECH – GRUPPO VENTURI 68 – 62

(22-15; 40-33; 50-48)

Montecchio: Ramenghi 4, D’Amore 7, Pasini ne, Tognato 8, Vecchi 7, Giannini 3, Degli Esposti 11, Pedrazzi 9, Trobbiani, Amadio 5, Lusetti 4, Negri 10. All. Martinelli.

Anzola: Carpani, Parmeggiani F. 9, Parmeggiani S. ne, Perini 4, Villani 16, Venturi, Muzzi 5, Caroldi 19, Cappelli, Donati 4. All. Spaggiari.

Una Dilplast- Clevertech volitiva ha la meglio contro una rimaneggiata Anzola. Partita difficile per entrambe le squadre, seppur Montecchio sia stata in vantaggio dal primo all’ultimo minuto della contesa. Una vittoria non scontata dopo la batosta del turno precedente che permette alla squadra della Val d’Enza di risalire parecchie posizioni in classifica.

La cronaca: quintetto iniziale di Montecchio con il rientrante D’Amore, Vecchi, Pedrazzi, Lusetti e capitan Negri. Per Anzola partono sul parquet Federico Parmeggiani, Perini, Villani, capitan Caroldi e Donati. Il primo mini-break lo abbiamo a metà periodo, grazie ad una tripla di Degli Esposti Castori, appena entrato al posto di D’Amore, seguito da un canestro in appoggio di Negri (+7 Montecchio); coach Spaggiari vuole spezzare subito l’inerzia e chiama il primo time out a sua disposizione. Anzola ha una reazione che coincide con la scarsa mira dalla lunga distanza dei padroni di casa e recupera nel punteggio fino al -2 a due minuti dall’intervallo. Vecchi non ci sta e con ben 7 punti consecutivi, riporta la sua squadra al vantaggio massimo (+9); il periodo si chiude, poi, con il canestro di Parmeggiani. La prima parte del secondo quarto scorre con lo stesso andamento, con Tognato e Degli Esposti Castori in evidenza, ben contrastati dagli anzolesi Parmeggiani e Caroldi che riportano sotto gli ospiti. Al sesto minuto è coach Martinelli costretto a chiamare time-out per spezzare l’inerzia positiva di Anzola. Ramenghi, con 4 punti, cerca di ristabilire le distanze, ma una tripla di Villani porta Anzola in pareggio per la prima volta. Una difesa più arcigna di Montecchio permette, però, di recuperare un paio di palloni con successivi canestri di Amadio e Pedrazzi, chiudendo la metà gara sul +7. Terza frazione all’insegna dell’equilibrio, con bella lotta sotto le plance fra i lunghi Negri e Villani, ma Anzola recupera punto su punto e con Caroldi, Donati e Muzzi chiude il periodo a -2 (50-48). Riparte bene Montecchio nell’ultimo quarto, con Tognato che segna 5 punti consecutivi. Due liberi realizzati da Giannini riportano il +9 interno. Anzola mette in campo tutte le ultime energie e la precisione al tiro di Caroldi, rimette la contesa in bilico. A quattro minuti dalla fine, una palla contesa fra Vecchi e Parmeggiani induce la coppia arbitrale a fischiate multiple, con l’espulsione dell’esterno ospite per fallo di reazione. I due liberi successivi realizzati da Degli Esposti Castori sembrano chiudere la partita, ma non è così. Segnano ancora Muzzi e Caroldi per Anzola, ma la tripla di D’Amore spegne le speranze degli ospiti. Gli ultimi due liberi realizzati da Degli Esposti Castori (6/6 alla fine), regalano a Montecchio una meritata vittoria.   

GAETANO SCIREA BASKET – VIRTUS MEDICINA 63 – 72

(24-26; 40-37; 53-61)

Bertinoro: Solfrizzi En. 7, Rossi 14, Cinti 6, Piazza ne, Zambianchi 3, Ravaioli, Angeletti ne, Ricci 8, Farabegoli 2, Bessan, Bracci 19, Solfrizzi Em. 4. All. Tumidei.

Medicina: Galassi 16, Curione 6, Poluzzi 22, Dall’Osso, Casagrande 8, Polverelli 6, Stellino ne, Lorenzini, Agriesti, Casadei 14. All. Curti.

Si parte con i medicinesi privi di Allodi causa influenza e padroni di casa orfani, dall’inizio del campionato, di Montaguti. Coach Curti ridisegna il quintetto base inserendo Agriesti; avvio gradevole, Poluzzi inizia a dettare i ritmi, Casagrande e Casadei a bersaglio, Galassi propizia il primo vantaggio, sirena e tabellone dicono 24-26 al 10′. Secondo periodo e Bertinoro, con buona circolazione di palla e secondi tiri, è molto pimpante e tonica. La Virtus arranca tra palle perse e tiri scentrati; Casadei e Curione tengono a contatto i medicinesi e all’intervallo i felsinei inseguono sul 40 a 37. Negli spogliatoi, coach Curti sistema alcune cose in difesa e richiama la squadra ad una maggiore attenzione a rimbalzo. Terzo periodo: due bombe incredibili di Poluzzi ed una di Curione e la Virtus decolla; Bertinoro risponde, Casadei efficace e Galassi chirurgico e Medicina che allunga anche a +12; il quarto vede la Virtus in vantaggio sul 53 a 61. Quarta e decisiva frazione e l’attacco giallonero si inceppa. Bertinoro si riavvicina pericolosamente, ma Polverelli, Poluzzi e Casagrande mantengono la Virtus in vantaggio, vantaggio che si costruisce con una solida difesa guidata da un super Casadei e grazie al grande lavoro del duo Polverelli-Curione che tocca tutti i palloni. Menzione particolare per Poluzzi, autore di una prestazione eccellente, e per Galassi, che spacca la partita in due occasioni, dando alla Virtus i due vantaggi su cui poi si è costruita la vittoria.

CLASSIFICA

PALL. FIORENZUOLA181091931824+107
OLIMPIA CASTEL SAN PIETRO161082797713+84
BOLOGNA BASKET 2016121064816742+74
BASKET 2000 SCANDIANO121064773728+45
FERRARA BASKET 2018121064777756+21
VIRTUS MEDICINA121064752745+7
LG COMPETITION CASTELNOVO101055752781-29
GAETANO SCIREA BERTINORO81046719728-9
ANZOLA BASKET81046693736-43
ARENA MONTECCHIO81046718773-55
VSV IMOLA81046744801-57
GUELFO BASKET61037735775-40
BASKET LUGO61037702757-55
PALL. MOLINELLA41028737787-50

SERIE C SILVER 10° Giornata

CESTISTICA ARGENTA – LIMITLESS BELLARIA BASKET 85 – 77

(19 -15; 39-38; 63-64)

Argenta: Magnani 13, Alberti D. 5, Demartini 17, Bonora ne, Federici ne,  Alberti A., Zanirato, Quaiotto 16, Montaguti 14, Malagolini 9, Nicoletti 2, Martini 9. All. Bacchilega.

Bellaria: Brighi 17, Rossi 17, Giovanardi 13, Cruz 12, Ferrari 7, Mazzotti 7, Berardi 4, Santoro ne, Giorgini ne, Bozovic ne, Gori, José ne. All. Maghelli.

Una Cestistica sotto tono e confusionaria, lontana parente di quella scintillante vista contro la Francesco Francia, le prova tutte per perdere contro il Bellaria senza, per fortuna, riuscirci. 

L’inizio gara è  promettente: buona circolazione di palla, ritmi sostenuti e in un amen Argenta sul +10 (15-5 dopo 3 minuti), con i romagnoli,  privi del “totem” Foiera, che arrancano. Poi, l’improvviso quanto inspiegabile black out: conclusioni frettolose ed estemporanee, palle perse ed amnesie difensive sempre più frequenti. Bellaria ne approfitta immediatamente e con Giovanardi e Ferrari ricuce sino al -4 di fine parziale (19-15). Stesso copione alla ripresa del gioco e i romagnoli mettono la freccia con Cruz mattatore da oltre l’arco per il +5 ospite (20-25), con Argenta che mette a referto la miseria di un solo punto dopo quattro giri di lancette, sparando a salve con Quaiotto, Malagolini e Alberti Davide. Demartini, da leader,  guida la reazione biancoblu, ricucendo lo strappo e firmando il controsorpasso; Cruz, ancora dalla lunga distanza, tiene gli ospiti a contatto prima che due liberi di Magnani firmino il +1 Cestistica dell’intervallo (39-38). Nel terzo parziale, Bellaria mette nuovamente il naso avanti con un Rossi assoluto protagonista, ben assistono da Brighi e ospiti che toccano anche le sette lunghezze di margine. Complice una situazione falli deficitaria, coach Bacchilega schiera i suoi a zona e la mossa da i frutti sperati: i meccanismi offensivi dei romagnoli si inceppano, Argenta riconquista il controllo del pitturato e colpisce in ripartenza con Demartini, un redivivo Quaiotto e Magnani, che firmano il -1 con cui inizia l’ultimo parziale. Cruz infila l’ennesima tripla di serata, ma la replica di Malagolini è istantanea. Il protagonista del parziale è però Martini: il centro argentano, dopo tre quarti incolori, gravato quasi subito di tre falli, sale in cattedra, dominando a rimbalzo e segnando a ripetizione per il +5 (75-70) a 3’18” dalla sirena. Brighi, nonostante l’ottima guardia di Zanirato, tiene i suoi a contatto, ma una tripla di Demartini ed un gioco da tre punti di Montaguti, chiudono definitivamente i conti.

PALLACANESTRO CASTENASO – B.S.L. 83 – 89

(21-23; 43-50; 55-70)

Castenaso: Pesino 9, Ballini 6, Galiano, Biguzzi 27, Cesario, Capobianco 9, Seracchioli, Ballardini 20, Zucchini, Tinti 10, Marinelli 2. All. Castelli.

San Lazzaro: Salvardi 5, Cempini 18, Tugnoli 6, Betti 3, Governatori 16, Verardi 11, Marega 6, Fabbri 15, Torriglia 7, Tepedino 2. All. Baiocchi.

FOPPIANI – LA CANTINA DEI SAPORI 70 – 65

(13-19; 38-37; 55-44)

Fidenza: Taddei ne, Gaudenzi, Montanari F. ne, Brogio 3, Di Noia 15, Massari 15, Maggi 9, Montanar L. 9, Garofalo ne, Bondani ne, Perego 17, Parmigiani 2. All. Ghezzi.

Zola Predosa: Degregori 15, Bavieri, Bianchini 4, Righi, Zappoli 2, Ramini 11, Masina 4, Bosi ne, Tubertini 10, Vivarelli 2, Almeoni 17. All. Cavicchi.

CREI – ZTL HOME 61 – 74

(8-17; 31-36; 43-59)

Granarolo Basket: Bianchi 22, Meluzzi 11, Nanni 1, Paoloni L. 15, Bernardinello 5, Prantner ne, Ansaloni, Masetti 2, Brotza 5. All. Millina.

S.G. Fortitudo: Balducci 6, Chiarini 12, Zinelli 3, Tosini 13, Antola 2, Lalanne 13, Pederzoli 5, Ranieri ne, David ne, Nanni M. 6, Ponteduro, Buscaroli 14. All. Mondini.

La S.G. Fortitudo sbanca il palasport di Granarolo al termine di una partita non bella, ma combattuta, che l’ha vista condurre nel punteggio praticamente dall’inizio. La Crei, oltre alle solite assenze di lungo corso, ha dovuto rinunciare all’ultimo momento anche a Pani (per un risentimento muscolare la cui entità sarà da valutare nei prossimi giorni) e alla lunga ha pagato le sole 6 rotazioni “titolari”, nonostante la buona prova dei 2003 Alessandro Masetti (all’esordio stagionale e autore del primo canestro del match condito da 4 rimbalzi in 14’30” di utilizzo) e Matteo Ansaloni (5’ di utilizzo per lui). Per coach Millina sugli scudi un Bianchi incontenibile (22p., 15 r. e 26 di valutazione) e capitan Paoloni, ultimo ad ammainare bandiera (15p., 4r. e 7 falli subiti), oltre alla buona prova di Meluzzi (11p.), limitato però da una situazione falli problematica fin dall’inizio. Per la Fortitudo, buona prova collettiva con 4 giocatori in doppia cifra e una menzione particolare per Adrian Chiarini, autore di alcuni canestri ad elevato coefficiente di difficoltà.

La cronaca:  in avvio Millina lancia nella mischia il giovane Masetti che si fa trovare prontissimo, segnando il primo canestro del match, per l’unico vantaggio della gara dei padroni di casa. Tosini prende in mano la situazione e realizza 6 dei 10 punti con cui la SG va a condurre (4-10 al 5’30”). La Crei ha la mira storta e il Nanni ospite regala il +9 alle aquile (5-14 al 8’). Una tripla di Buscaroli e 3 liberi di Brotza mandano le squadre al primo riposo sull’8-17 ospite. L’inizio del secondo quarto vede le due squadre andare a segno in ogni azione, ma la Fortitudo mette una tripla in più e al 12’30” è avanti di 12 (14-26). Meluzzi e Bianchi provano a ricucire, ma è una tripla di Bernardinello, seguita da un canestro ed un libero di Bianchi, che riaccendono gli entusiasmi del pubblico di casa (27-31 al 18’). La Fortitudo è precisa dalla lunetta e riallunga a +7, ma un canestro di Bianchi, con un tap-in al volo allo scadere, manda le squadre negli spogliatoi sul 31-36. L’avvio di terzo periodo della Fortitudo di fatto decide la partita: 3 triple in sequenza (una di Tosini e 2 di Lalanne, la seconda di tabella cadendo all’indietro sulla sirena dei 24”) portano gli ospiti sul +14 in 1’30” (31-45) e per Granarolo è tutto da rifare. Paoloni prova a reagire con un gioco da 3 punti ma, dopo dopo due minuti di errori da ambo le parti, Zinelli (1) e Balducci (2) colpiscono ancora dalla lunga distanza, con la Fortitudo che dilata il divario a +19, con un impressionante score di 6/8 da tre e 0/2 da due in 6’ (35-54 al 24’). Paoloni e Bianchi si caricano la squadra sulle spalle in attacco e provano ad andare a giocare gli ultimi 10’ con un divario che possa essere rimontabile (43-59 al 30’). In avvio di quarto periodo, la Crei prova a riavvicinarsi sempre con Bianchi e Paoloni (autori di 25 dei 30 punti realizzati dalla squadra nei secondi 20′,) ma tre canestri consecutivi di Chiarini mantengono la Fortitudo a +15 (50-65 al 33′). Granarolo aumenta l’aggressività difensiva, realizza due giochi da 3 punti con Meluzzi e Paoloni e lo stesso capitano dei padroni di casa realizza da due, portando il divario sotto la doppia cifra e costringendo la panchina ospite al timeout (58-67 al 36′). Il minuto fa bene alla Fortitudo che, da lì alla fine, concede solo 3 punti ai padroni di casa, chiudendo la contesa sul 61-74.

SANTARCANGIOLESE BASKET – PALL. CORREGGIO 65 – 70

(15-17; 46-38; 54-53)

Santarcangelo: Fusco 17, Nervegna 14, Zannoni 13, Adesoun 4, Raffaelli 14, Dimonte 3, Sirri, Grassi, Malatesta ne, Dini ne, Adduocchio ne. All. Evangelisti.

Correggio: Morgotti 13, Guardasoni L. 13, Ricco Fe. 8, Lavacchielli 7, Frilli 13, Vivarelli 5, Ricco Fr. 5, Ferrari 3, Messori 3, Guardasoni M. ne, Ligabue ne, Branchini ne. All. Stachezzini.

OTTICA AMIDEI – CVD B.C. 61 – 75

(21-23; 34-39; 46-56)

Castelfranco Emilia: Ayiku ne, Marzo 6, Govoni, Zucchini 23, Torricelli R. 14, Tedeschi, Vannini 2, Del Papa 7, Torricelli F. 2, Youbi, Prampolini 7. All. Landini.

Cvd Casalecchio: Baccilieri 5, Dawson 5, Malverdi 7, Paratore 10, Penna 7, Ferraro ne, Corradini ne, Taddei ne, Cavallari 10, Fuzzi 5, Bertuzzi 18, Lelli 8. All. Gatti.

Nel primo quarto, Castelfranco tine anche il naso avanti per buona parte del tempo, ma solo dopo che coach Landini chiama un minuto di sospensione per scuotere i ragazzi, responsabili di un avvio da 3-8 in favore dei casalecchiesi. Un 5/6 da 3 della coppia Zucchini-Torricelli, permette di arrivare sul 18-15 al 6’. Castelfranco tenta l’arma della zona che non paga grossi dividendi, anzi il Cvd compie il controsorpasso che gli permette di chiudere il parziale avanti di due lunghezze (21-23). Il secondo periodo continua sulla falsa riga del primo, con l’Ottica Amidei che rimane davanti fino a metà tempo, poi l’attacco si inceppa e mette a nudo tutte le magagne difensive dei biancoverdi, soprattutto nell’1v1. Così il Cvd va all’intervallo lungo sopra di 5 (34-39). Nel terzo quarto il divario si allarga fino alla doppia cifra (36-46 al 24’), Bertuzzi sotto canestro fa il bello e il cattivo tempo; il lungo scuola Virtus è molto abile a farsi trovare fra le larghe maglie della difesa biancoverde e a capitalizzare ogni pallone che gli passa per le mani. L’Ottica Amidei ha un sussulto a inizio ultima frazione, quando riesce a rientrare fino al -6 (54-60 al 32’), ma è un po’ il canto del cigno, perchéil Cvd non va mai in affanno, continua a macinare gioco e ad approfittare delle lacune difensive biancoverdi fino al massimo vantaggio di +17 (56-73 al 38’). La partita poi si chiuderà sul punteggio di 61-76.

VIS BASKET PERSICETO – REBASKET 86 – 72

(17-23; 45-41; 66-56)

San Giovanni in Persiceto: Coslovi 5, Guidi, Zani 3, Bortolani, Baietti 14, Vaccari 2, Papotti 9, Tedeschini 21, Mancin 12, Barone, Mazza 15, Pedretti 5. All. Berselli.

Castelnovo Sotto: Azzali 13, Cantagalli 4, Castagnaro 8, Defant 17, Pezzi 13, Barazzoni 3, Bellocchi, Putti 8, Vezzali 3, Foroni, Zecchetti 3. All. Casoli.

PALL. NOVELLARA – ATLETICO BASKET 81 – 90

(19-26; 41-53; 54-76)

Novellara: Ferrari N. 8, Grisendi M. 7, Folloni 1, Rinaldi ne, Bagni ne, Franzoni 16, Ferrari T. 14, Aguzzoli 21, Ciavolella 6, Carpi 6, Accorsi 2, Grisendi T. ne. All. Boni.

Atletico Borgo: Conidi 13, Serra 9, Veronesi Gr. 18, Tubertini, Paolucci, De Simone 2, Alberti, Pedroni 1, Veronesi Gi. 14, Camapanella 23, Tognazzi 2, Artese 8. All. Guidetti.

CLASSIFICA

FULGOR FIDENZA181091801674+127
CESTISTICA ARGENTA181091786694+92
FRANCESCO FRANCIA ZOLA161082743685+58
SANTARCANGIOLESE BASKET141073750661+89
NOVELLARA141073817737+80
S.G. FORTITUDO BOLOGNA141073758743+15
BELLARIA BASKET121064767747+20
PALL. CORREGGIO121064678663+15
VIS SAN GIOVANNI IN PERS.121064715706+9
CVD CASALECCHIO81046651682-31
BSL SAN LAZZARO61037678703-25
ATLETICO BORGO BOLOGNA61037713748-35
GRANAROLO BASKET41028680753-73
CASTENASO21019699780-81
REBASKET CASTELNOVO21019672794-122
CASTELFRANCO EMILIA21019662800-138

Serie B/F, le Tigers dominano il derby. Girone B, l’Happy Basket supera la Bsl

SERIE B/F

GIRONE A 9° Giornata

TIGERS PARMA BK ACADEMY – STAFF 75 – 33

(14-12; 32-20; 53-28)

Tigers Parma: Podestà 9, Petrilli 15, Corsini 7, Accini 2, Rinaldi 3, Rizzi 6, Vaccari 17, Minari 2, Fatadey 6, Ghezzi 2, Vettori 6. All. Lopez.

Magik Rosa Parma: Ercoli ne, Lucca 7, Raggi, Nuzzo 2, Farina, Tringale 3, Aiello 2, Zuin 2, Nagy 2, Salsi ne, Zambon 15, Sandiano. All. Gardellin.

CHEMCO 1974 – BK CLUB VAL D’ARDA 50 – 62

(17-12; 31-34; 41-42)

Puianello: Oppo 6, Montanari 8, Miari 2, Gervex ne, Graffagnino 2, Pignagnoli 1, Martini 8, Codeluppi ne, Manzini 18, Fontanili 2, Boiardi 3. All. Ligabue.

Fiorenzuola: Sogni 8, Periti 2, Bertoni 9, Dettori 18, Zane 19, Patelli, Bosio 2, Yamblè 4, Nonni ne, Rastelli ne, Rutigliani ne. All. Cavanna.

SCUOLA BASKET SAMOGGIA – BASKET FINALE 50 – 62

(6-20; 18-41; 33-49)

Piumazzo: Reggiani 4, Cavallieri 12, Fregni, Palmieri G. 12, Ferrara, Olezzi 4, Tugnoli 2, Alboni 6, Palmieri A. 2, Gamberini, Raimondi 2, Varini 2. All. Roffi.

Finale Emilia: Melloni 2, Malaguti 5, Mantovani, Bozzoli F. 11, Sacchetti 1, Todisco 2, Bergamini 4,Guerra 6, Benedus 10, Bozzoli C. 8, Pincella 11. All. Bregoli.

Parte malissimo Piumazzo che, nel primo quarto, sembra essersi dimenticato di entrare in campo: difesa blanda ed attacco impreciso fanno dilagare Finale Emilia che va all’intervallo lungo a +23 (18-41). Nella terza frazione le “sisters”, finalmente, si risvegliano dal torpore e trascinate da Cavallieri e Palmieri G. si rimettono in partita (15 a 8 il parziale del quarto). Finale Emilia non ci sta, si alzano i toni della partita; la bomba di Pincella ed i contropiedi di Bozzoli, mantengono a debita distanza Piumazzo e le ospiti portano meritatamente a casa i 2 punti.

ACETUM – LIBERTAS BASKET BOLOGNA 77 – 32

(24-5; 42-12; 56-27)

Cavezzi: Siligardi 23, Bocchi 2, Gasparetto 2, Marchetti 13, Righini, Balboni 2, Brevini 14, Bozzali 2, Maini 9, Berra, Calzolari ne, Bellodi 10. All. Carretti.

Libertas Bologna: Gamberini 4, Grassi 2, Gandolfi, Righi 3, Castelli Gia. 3, Castelli Gio. 2, Benadduce 4, Grazian, Parrinello 7, Poletti 2, Simoncini, Mirrione 5. All. Castelli A.

CLASSIFICA

Tigers Parma 16; Cavezzo 14; Val d’Arda Fiorenzuola 12; Magik Rosa Parma 10; Puianello 8; Valtarese 6; Finale Emilia 4; SBS Piumazzo 2; Libertas Bologna 0.

GIRONE B

MAGIKA PALLACANESTRO – MYCICERO 71 – 55

(13-16; 30-29; 54-44)

Castel San Pietro: Venturoli 6, Patera 13, Zuffa 10, Panighi 1, Melandri 14, Roccato 9, Rubbi 3, D’Agnano 15, Curti, Bassi ne, Leonelli ne, Strada ne. All. Martinelli.

Senigallia: Mengucci 2, Cattalani 6, Veroli, El Haiti 8, Sordi 19, Baracaglia, Vecchietti, Formica 4, Lazzari, Bonacci 10, Angeletti 6. All. Tonucci.

REN AUTO – ELETTROMARKETING 55 – 52

(20-15; 33-33; 46-52)

HB Rimini: Novelli 11, Nanni, La Forgia, Vespignani 4, Duca E. 8, Pigneri 3, Duca N. 6, Palmisano 13, Renzi 4, Farinello 6, Borsetti, Lazzarini. All. Rossi.

San Lazzaro: Zarfaoui 13, Melchioni 2, Cappellotto 7, Nardelli, Colli, Talarico 16, Ghigi 1, Trombetti 5, Romagnoli 2, Viviani 6. All. Dalé.

Coach Rossi sceglie un quintetto composto da Vespignani, La Forgia, Palmisano, Farinello e Noemi Duca. Il primo canestro dell’incontro lo segna San Lazzaro, squadra che abbina velocità a prestanza fisica. Una bella transizione guidata da Farinello e chiusa da Noemi Duca vale il 2-4 ed è ancora la lunga dell’Happy a firmare il pareggio con un bel giro e tiro dal post. Poco dopo la Ren-Auto trova il vantaggio, grazie ad una tripla di Farinello, 7-6, ma le ospiti rispondono immediatamente e sempre con una canestro da tre tornano avanti, 7-9. Partita molto intensa: l’Happy sembra avere qualcosa in più e forza tante perse delle avversarie, poi, però, in attacco non concretizza anche quando costruisce bene. Serve un bel canestro in penetrazione di Eleonora Duca per dare una scossa all’attacco: due liberi di Pigneri e due transizioni vincenti di Palmisano firmano il parziale di 8-0 che costringe San Lazzaro al time-out sul 18-11. Un bellissimo primo quarto si chiude con la Ren-Auto avanti 20-15. In avvio di seconda frazione è Laura Renzi ad aprire le danze con un canestro di forza, 22-15. Due strepitose iniziative di Eleonora Duca, la seconda dopo un perfetto pick’n’roll con Vespignani, danno alla Happy Basket il massimo vantaggio, 26-17. Il momento d’oro continua subito dopo: Novelli punisce un antisportivo realizzando entrambi i liberi e infilando una tripla allo scadere dei 24″, con la Bsl appena passata a zona 2-3. La reazione delle ospiti, però, non si fa attendere: la zona sortisce i primi effetti e il controparziale di 5-0 forza il time-out, questa volta di coach Rossi. San Lazzaro continua a macinare gioco, il parziale si fa ampio, 14-0, e il pareggio è cosa fatta, 31-31. Un arresto e tiro dal gomito di Palmisano toglie il coperchio dal canestro e riporta avanti la Ren-Auto a poco più di un minuto dall’intervallo, 33-31. San Lazzaro pareggia nuovamente e si va così al riposo sul 33-33. Al rientro in campo sono le ospiti a ritrovare il vantaggio con un canestro da tre e ad allungare subito dopo in transizione, 33-38. San Lazzaro non si ferma più, trova la via del canestro in ogni modo possibile, aggredisce in difesa e si porta sul +12, 33-45. Un bel penetra e scarica di Vespignani per Renzi e una penetrazione di Palmisano, riportano la Ren-Auto sotto la doppia cifra di svantaggio, 41-48, poi una delle rare distrazioni di San Lazzaro, infrazione di 8″, concede all’Happy un possesso extra, che Novelli trasforma nella preziosissima tripla del -4, 44-48. Il divario resta pressoché invariato e il terzo quarto si chiude sul 46-52. Palmisano da tre rimette un possesso tra le squadre in apertura di ultima frazione, 49-52. A testimoniare che l’inerzia è definitivamente passata di mano arrivano in successione una poderosa transizione di Eleonora Duca e la tripla del nuovo vantaggio, 54-52, firmata da Farinello. Fase convulsa della partita: la stanchezza comincia a farsi sentire e le due squadre sbagliano tantissimo, tanto che il punteggio rimane invariato per oltre sette minuti. A pochi secondi dal termine San Lazzaro ha il possesso per vincere o almeno forzare l’overtime, ma perde palla. Novelli riceve palla, brucia qualche secondo e subisce fallo con 3″ sul cronometro. Il primo libero entra e mette tre punti tra le squadre, il secondo sbatte sul ferro ed esce; le ospiti raccolgono il rimbalzo, ma non riescono a costruire un tiro. Vince con pieno merito la Ren-Auto nel tripudio della Carim: 55-52 e zero punti concessi nel quarto quarto alla seconda in classifica.

LIBERTAS BASKET ROSA FORLI – THUNDER BASKET 71 – 68

(21-21; 42-38; 53-60)

Libertas Forlì: Valensin 18, Atanasouska 14, Tasevska 9, Guidi 2, Bollini 4, Pirazzini 2, Ronchi 13, Ragazzini 9, Pinza, Valli ne, Maltoni ne, Balestra ne. All. Montuschi.

Matelica: Gonzalez 33, Franciolini 5, Michelini 12, Zamparini 11, Bernardi, Baldelli 4, Stronati 3, Sbai ne, Ricciutelli, Zito, Gargiulo ne. All. Rapanotti.

OLIMPIA BASKET – MATTEIPLAST 48 – 64

(14-9; 26-31; 35-50)

Pesaro: Barulli 4, Gjinas, Caiozzo, Benedetti 3, Magi 2, Paccapelo 17, Pentucci 10, Cecchini 2, Cancellieri, Canestrari 10. All. Alexander.

Progresso: Ferraro 2, Marchi 4, Ruggeri, Bernardini, Vaccari 2, Grandini, Tridello 5, Prisco 7, Bregu 11, Cadoni 15, Mezzetti, Melloni 18. All. Borghi.

CLASSIFICA

Progresso Bologna 16; BSL San Lazzaro, Basket Girls Ancona 12; Libertas Rosa Forlì, Happy Basket Rimini 8; Thunder Matelica 6; Olimpia Pesaro, Magika Castel San Pietro 4; BK 2000 Senigallia 2.

Serie D, la Masi doma la Nazareno. Girone B, la Grifo ed i Gardens si salvano in volata

SERIE D 11° Giornata

GIRONE A

BASKET VOLTONE – SCUOLE BASKET CAVRIAGO 78 – 63

(15-15; 29-27; 51-45)

Monte San Pietro: Chiusoli 2, Ghinazzi 5, Giacometti A. 2, Boni 17, Poluzzi 7, Giacometti J. 17, Bastia, Malill 2, Magi 15, Venturelli, Tinelli 5, Galli 6. All. Gambini.

S.B. Cavriago: Penserini 4, Zambelli, Riquadri, Stellato 23, Ceci, Giglioli 7, Gruosso 24, Mursa 4, Bertozzi 1, Sassi. All. Bellezza.

SCUOLA PALL. VIGNOLA – CRAVATTIFICIO CONTI 86 – 63

(20-16; 41-36; 65-44)

S.P. Vignola: Ganugi 5, Badiali 12, Fiorini 11, Neri 2, Barbieri 2, Pantaleo 5, Galvan 17, Amici 10, Degliangeli, Cuzzani 18, Righetti 4. All. Smerieri.

Basketreggio: Canuti 17, Nunziato 6, Croci 5, Manghi 3, Giardina, Frigi 2, Quadrelli, Borghi, Morelli 5, Alfano 6, Ardolino 5, Giudici 14. All. Boni.

Il Cravattificio Conti sprofonda a Vignola al termine di una gara dalle due facce. Nel primo tempo i gialloneri di casa provano a scappare, ma la squadra di coach Boni regge l’urto, con Canuti bravo in attacco e soprattutto efficace in difesa nel contenere Cuzzani. Le folate di Galvan e la fisicità di Amici si fanno sentire, la zona 1-3-1 dei reggiani viene puntualmente punita, ma la gara resta aperta fino all’intervallo (41-36). Al rientro dagli spogliatoi, Vignola alza l’intensità e la precaria condizione atletica dei biancoblu emerge in pochi minuti. Cuzzani si accende e scava il solco con tre triple consecutive, solo l’ingresso degli Under permette a Basketreggio di contenere il passivo, comunque pesantissimo, che si fissa sul -23 finale.

EMIL GAS – BASKET PODENZANO 81 – 59

(22-14, 42-33, 62-44)

Scandiano2012: Catti 2, Rivi 5, Belli 7, Taddei 9, Bartoccetti 23, Braglia, Mammi G., Fikri 2, Di Micco 2, Vanni 12, Corradini 9, Fontanili 10. All. Baroni.

Podenzano: Monti 6, El Agbani 2, Carini 5, Calzi 1, Galli 8, Bossi 3, Guerra 6, Chiozza 2, Coppeta G. 9, Petrov 14. All. Coppeta C.

La vittoriosa marcia della capolista Emil Gas prosegue anche nel match casalingo con Podenzano, uscito sconfitto al PalaRegnani col punteggio di 81-59. Decisivo l’avvio di ripresa degli uomini di coach Baroni che, al rientro dall’intervallo lungo, piazzano il break decisivo, trascinati dai 23 punti di Bartoccetti.

NUBILARIA BASKET – MASTER SEDUTE 60 – 69

(16-12; 25-33; 43-54)

Novellara: Baracchi 6, Pizzetti 6, Bertani Fe. 22, Mariani Cerati 18, Bertani Fi. 2, Rossi ne, Barazzoni 2, Castagnetti ne, Accorsi 1, Grisendi 3, Giorgino, Bartoli. All. Perricone.

Calderara: Paselli, Marchi ne, Soresi 11, Projetto 8, Pampani 10, Vignoli 11, Bertuzzi 16, Turchetti 4, Lambertini 3, Gigli 1, Molinari 5. All. Rusticelli

SASSOMET – PALL. NAZARENO 75 – 62

(6-21; 34-37; 56-45)

Masi Casalecchio: Ballanti 11, Fiordalisi ne, Franchini 2, Barilli Fe. 6, Castaldini 2, Govi 12, Sighinolfi 19, Di Marzio 2, Sassoni ne, Truppi ne, Barilli Fi. 14, Bertacchini 7. All. Forni.

Carpi: Bertollo ne, Sabbadini 3, Sutera 4, Biello 14, Mantovani 18, Marra 8, Salami 4, Bonfiglioli 3, Rimauro ne, Foroni 1, Cavazzoli 7. All. Tasini.

La Masi aggancia Carpi al terzo posto in classifica dopo un match vissuto, nella prima parte, all’inseguimento. Ripresa (quasi) a senso unico, con i casalecchiesi che hanno chiuso con un +13 che è un plus in chiave doppio incontro.

La cronaca: dopo le prime schermaglie (5-5 al 4′), la Nazareno inseriva il turbo in virtù di alcune triple e toccava il massimo vantaggio, grazie a Salami, sul 5-21. Nel secondo quarto coach Forni alzava la difesa, l’intensità cambiava e grazie alle bombe di Bertacchini e Sighinolfi (2), i padroni di casa rientravano a -2, sul 26-28. Mantovani e Biello respingevano l’assalto, ma solo momentaneamente (29-35 al 18′). Nella ripresa, Govi impattava a quota 42 dai 6.75 e Franchini metteva la freccia, con rubata a metà campo e conseguente contropiede. Sull’onda lunga la Masi allungava (56-45 al 29′), grazie alla verve di Ballanti prima e Filippo Barilli poi. Massimo vantaggio interno sul 58-45, poi Biello ed un gioco da tre punti del pivot Cavazzoli, riportavano sotto gli ospiti (62-56 al 35′). Mantovani falliva la conclusione del -3 ed i biancoverdi, in un amen, erano nuovamente a +10 (66-56). Mantovani, sempre da 3 punti, era l’ultimo ad arrendersi (68-62), ma un gioco da tre punti di Govi, era l’ultima mazzata alle speranze di rimonta dei ragazzi di coach Tasini.

PEPERONCINO LIBERTAS BK – ANTAL PALLAVICINI 73 – 62

(16-15; 38-32; 52-41)

Mascarino: Vinci 4, Ghidoni 4, Roncarati, Bartolozzi 15, Tosarelli 6, Patrese 11, Monari 4, Bianchini, Cilfone 13, Brochetto D. 2, Manzi 4, Vannini 10. All. Brochetto L.

Pallavicini: Cenesi 12, Finelli 3, Nanni 5, Consolini 5, Nadalini 11, Benuzzi 8, Sgargi 5, Lolli ne, Guizzardi ne, Tabellini, Zambonelli, Lorusso 13. All. Bignotti.

MAGIK BASKET – PIZZOLI 66 – 52

(15-13; 33-27; 55-44)

Magik Parma: Larocca ne, Colonnelli 12, Illari 4, Donadei 2, Niccolò Malinverni 6, Pollina 8, Bocchia, Leonardo Malinverni 7, Paulig 25, Barcaroli, Diemmi 2, Botti. All. Quintavalla.

San Pietro in Casale: Pastore, Ramzani 5, Mandini, Oseliero 2, Gozza, Tomsa 2, Aspergo 2, Ghedini 18, Zanellati 15, Fiore 3, Bamania 5. All. Castriota.

S’interrompe a Parma la striscia positiva della Pizzoli che, al cospetto della seconda della classe, regge un tempo, ma crolla nella ripresa, al cospetto di una formazione più pronta, fisicamente e mentalmente, per una partita di alto livello.

Alla palla a due Castriota sceglie Ghedini, Ramzani, Fiore, Pastore e Tomsa. La partenza degli ospiti è migliore: Ghedini e Fiore firmano il 4-0 con cui si apre la sfida, mentre la Magik deve registrare il forfait di Bocchia per infortunio a una caviglia. Ciò nonostante, i canestri di Paulig e l’ingresso di Pollina bastano per invertire la tendenza dell’incontro, che vede i locali portarsi sull’8-4, a poco meno di quattro minuti dal primo intervallo. In seguito, la Pizzoli sorpassa con Ghedini e Zanellati e in principio di seconda frazione, la Veni continua a fare l’andatura, ma con vantaggio mai superiore al singolo possesso: 15-17, al 13’. Parma sorpassa con cinque punti consecutivi di Paulig (20-15), ma Ghedini la riacciuffa a quota 20. Successivamente si accende Colonnelli (28-22), Fiore e Ramzani accorciano le distanze (30-27), ma la tripla di Colonnelli ad una manciata di secondi dal riposo fissa il punteggio di metà gara sul 33-27. Alla ripresa del gioco la Magik scappa con Paulig e Pollina (40-29) e la panchina avversaria è costretta a fermare il gioco nel tentativo di cambiare l’inerzia della partita. La Veni riduce le distanze con Ghedini e Zanellati (45-37), ma Parma è in fiducia e prende il largo: 53-37, al 27’. A fine terzo quarto Zanellati riduce lo scarto tra le due formazioni (53-42), ma la Magik risponde colpo su colpo e nonostante l’uscita di Colonnelli per infortunio, ripristina subito le distanze, per poi gestire un finale di gara privo di storia.

SCUOLA BASKET FERRARA – U.S. LA TORRE 68 – 54

(16-11; 35-23; 49-41)

Scuola Basket Ferrara: Pusinanti 10, Rimondi Ro. 2, Rimondi Ri. 9, Beccari 14, Trinca 7, Proner 1, Bertocco 11, Grassi 2, Di Giusto 12, Gavagna ne. All. Colantoni.

La Torre Reggio: Davoli A. 6, Magliani 4, Vezzosi 3, Davoli L., Pezzarossa, Mazzi 25, Rivi, Melli 2, Margaria 3, Cantergiani 11, Giaroli ne. All. Corradini.

Ci sarebbe voluta una Torre in grande spolvero, per sbancare il difficile campo della Scuola Basket Ferrara. Campo che, eccezionalmente, è quello di Vigarano Mainarda, data l’indisponibilità dell’MF Palace. Invece, i reggiani faticano a trovare il ritmo e la truppa di Colantoni riesce a imporre il proprio gioco, portandosi in vantaggio sin dalle prime battute. Dopo il -12 del 20’ (35-23), la Torre ha un sussulto e trascinata da Mazzi, risale fino al 38-37 del 24’, ma la pronta reazione avversaria, con quattro tiri liberi di Bertocco ed una tripla di Pusinanti, ristabilisce le distanza. Da lì in poi, gli estensi sono bravi a ad amministrare il punteggio, senza farsi più riprendere, affidandosi in particolare a Beccari e Di Giusto.

CLASSIFICA

SCANDIANO 20122211110795618+177
MAGIK PARMA161183803688+115
NAZARENO CARPI141174785718+67
MASI CASALECCHIO141174761712+49
SCUOLA BASKET FERRARA121165721695+26
SCUOLA PALL. VIGNOLA121165750742+8
VENI SAN PIETRO IN CASALE121165743738+5
CALDERARA121165708718-10
PEPERONCINO MASCARINO101156756751+5
LA TORRE REGGIO EMILIA101156688704-16
NUBILARIA NOVELLARA101156761794-33
BASKETREGGIO101156722775-53
PALLAVICINI BOLOGNA81147719764-45
BASKET PODENZANO81147705818-113
VOLTONE ZOLA41129715782-67
SCUOLE BASKET CAVRIAGO211110683798-115

GIRONE B

STEFY BASKET – BASKET VILLAGE 65 – 56

(10-11; 24-32; 49-38)

Stefy: Carasso 2, Lamborghini L., 7 Bonesi 2, Franceschini 28, Cinti, Skocaj 4, Poli, Cornale, Maldini 8, Cuozzo 4, Agnoletti 10. All. Scandellari.

Basket Village Granarolo: Carini 2, Dalla 6, Drago 6, Bertusi 7, Guardaroba 4, Masetti, Mongardi 2, Misciali 12, Tonelli 2, Marcheselli L. 8, Nicotera 5, Chittaro 2. All. Marcheselli E.

BASKERS – CESENA BASKET 2005 62 – 56

(26-17; 34-32; 48-46)

Forlimpopoli: Gorini 2, Rossi E. 8, Rombaldoni 16, Cristofani 14, Biffi, Adamo, Piazza 9, Servadei 11, Totaro 2, Plachesi, Godoli, Stella. All. Agnoletti.

Cesena 2005: Montalti, Rossi F. 3, Romano 7, Dini, Ravaioli 18, Vandelli 4, Babbini 3, Pezzi 2, Ambrogi 4, Forni, Monticelli 5, Balestri 10. All. Ruggeri.

ROSE&CROWN – PRIMO MIGLIO 69 – 64

(18-12; 36-28; 59-36)

Villa Verucchio: Buo 24, Bronzetti 16, Tomasi 11, Panzeri 10, Calegari 6, Campidelli 2, Bollini, Semprini, Giordani, Guiducci, Rossi ne, Saccani ne. All. Rustignoli.

Stella Rimini: Del Turco 26, Pulvirenti 10, Insero 6, Quartulli 6, Verni 6, Pinto 6, Distante 2, Naccari 2, Coralli ne, Bartoli ne, Grandi ne. All. Casoli.

PALL. PIANORO – CURTI 81 – 70

16-17; 46-38; 59-46

Pall. Pianoro: Tosiani 13, Bonazzi 4, Nicoletti 6, Grandi 4, Nobis 3, Ricci 15, Pierini 12, Minghetti 12, Vaccari, Nanni 12. All. Fasone.

International Imola: T. Wiltshire 10, Dal Fiume 6, Fazzi, Zambrini 10, Poloni 2, Fussi 16, Poli, Ricci Lucchi 9, Verde 2, Puntolini 15. All. Dalmonte.

La striscia di risultati negativi della Curti resta aperta anche dopo la trasferta di Pianoro, che coincide con la quinta sconfitta consecutiva in campionato. La formazione di coach Fasone si aggiudica la sfida per 81-70.

Dopo un avvio equilibrato, Pianoro scappa a +8 all’intervallo, sfruttando la vena realizzativa del cecchino Ricci (10 punti nel secondo quarto). Al rientro in campo, i biancorossi si rifanno immediatamente sotto, arrivando a -4 al 22′ (42-46). La reazione dei “Lupi”, però, non tarda ad arrivare e così al 29′ è di nuovo -11. Le percentuali al tiro continuano a calare anche nell’ultima frazione e i padroni di casa ne approfittano per allungare a +14, prima di un encomiabile, ma inutile ultimo assalto imolese.

P.G.S. WELCOME – IMMOBILIARE 2000 BK 69 – 71

(17-22; 39-42; 50-60)

Pgs Welcome: Benassi, Lelli F. 6, Bignami 3, Bernardi 17, Bernardini 4, Guerra 9, Giuliani 2, Mannini 10, Forlani ne, Ukubanikael ne, Fontana 7, Bush 11. All. Roveri.

Giardini Margherita: Lelli L. 10, Tuccillo 5, Deledda 4, Francovicchio, Paolucci 2, Del Prete 9, De Denaro 6, Morra Ja. 3, Venturi 20, Lolli 12. All. Morra Jo.

BASKET CLUB RUSSI – DOLPHINS 86 – 79

(29-16; 50-36; 73-60)

Russi: Senni 8, Piani 12, Cortini 10, Vistoli 12, Cirillo 7, Morigi, Tagliaferri, Goi 4, Porcellini 16, Pambianco 12, Rosti 2, Pirini 3. All. Tesei.

Riccione: Amadori Mi. 8, Bomba 6, Amadori Ma. 18, Zanotti 3, De Martin 24, Mazzotti 12, Stefani 8, Zangheri ne, Gardini ne. All. Ferro.

CASTIGLIONE MURRI – SELENE BK 81 – 66

(21-14; 36-30; 54-47)

Castiglione Murri: Buriani 26, Varotto 11, Parchi 11, Mantovani 10, Gandolfi 9, Casarini 6, Melino 4, Bartolini 2, Minerva 2, Bersani, Stefanelli ne. All. Gessi.

Sant’Agata sul Santerno: Del Zozzo 11, Montigiani 10, Bergantini 10, Sgorbati 9, Spinosa 6, Rubbini 5, Mastrilli 5, Poggi 5, Scaccabarozzi 3, Valgimigli 2, Kertusha, Dal Pozzo M. All. Dal Pozzo D.

PALLACANESTRO BUDRIO – RIVIT 63 – 65

(17-12; 31-29; 51-40)

Budrio: Fornasari 13, Magnolfi 7, Tugnoli 6, Vacchi 9, Zitelli 7, Pirazzoli 5, Benetti 2, Curti ne, Zambon 14, Campagna, Giordani ne. All. Simoncini.

Grifo Imola: Baruzzi 2, Riguzzi F. 18, Simoni 6, Mondini 2, Russu 27, Rossi, Cai, Paciello 2, Riguzzi N. 8, Saibi ne, Castelli. All. Palumbi.

CLASSIFICA

IMMOBILIARE 2000 BOLOGNA181192822713+109
BASKERS FORLIMPOPOLI181091709601+108
GRIFO IMOLA181192749642+107
CASTIGLIONE MURRI BOLOGNA161183858781+77
RICCIONE121165839796+43
STEFY BOLOGNA121064713681+32
BASKET CLUB RUSSI121165746740+6
PIANORO121165753757-4
SELENE S. AGATA101055735705+30
VILLANOVA TIGERS101156731787-56
PALL. BUDRIO81046644662-18
STELLA RIMINI81147731775-44
INTERNATIONAL IMOLA61138770813-43
CESENA BASKET 200561138737801-64
BASKET VILLAGE GRANAROLO41129677788-111
PGS WELCOME BOLOGNA211110684856-172

Under 18, fattore campo rispettato. U16, la Bsl vince il recupero con la Effe

UNDER 18

GIRONE C 10° Giornata

B.S.L. SAN LAZZARO – UNIPOL BANCA VIRTUS BO 19-12-2019 – 21:00       

Palestra RODRIGUEZ – Via Repubblica 2 SAN LAZZARO DI SAVENA BO

CARPEGNA PROSCIUTTO VL – ASS. PESCARA BASKET 81 – 60

(22-13; 43-21; 58-38)

Pesaro: Calbini 19, Solari 3, Mazzotti 14, Basso 12, Alessandrini 13, Gulini, Ferri 3, Pagnini 8, Sablich 2, Formisano, Pagliaro 2, Komolov 5. All. Luminati

Pescara: Del Principe, Najafi 10, Traore 7, Zazzetta 2, Cocco 18, Corbo ne, Peres 3, Ciampoli, Perella Manolo 11, Leone 2, Policari 7. All. Di Tommaso

SAPORI VERI SHARKS – INTERNATIONAL 91 – 63

(28-9; 53-27; 73-41)

Roseto: Pedicone 18, Palmucci 8, Cocciaretto 11, Sebastianelli 18, Cianella 6, Cavatassi, Valentini 4, Malatesta 8, Mariani, Menalo ne, Passamonti, Gaeta 18. All. Rossi

Imola: Fazzi 3, Fussi, Wiltshire 19, Alberti 17, Fini, Poloni 4, Rayner 11, Franzoni 3, Mendez Rodriguez, Cai 2, Chiarati 4. All. Santi.

Lo Studio Montevecchi torna dalla trasferta di Roseto con una pesante sconfitta 63-91, al termine di un match mai iniziato. Come successo spesso in stagione lontano dalla “Ravaglia”, l’approccio mentale alla gara dei biancorossi è stato carente, già sotto 15-6 dopo appena 3′, poi 28-9 al 10′. Gli Sharks hanno approfittato dei 14 rimbalzi offensivi nel solo primo tempo, nonostante una taglia fisica più piccola, per mettere al sicuro la vittoria dopo appena due quarti. Per l’International male tutti, come dimostrano le cifre: 113-40 la valutazione, 5 assist contro 17, 3/19 da 3 punti.

GRISSIN BON – CAB STAMURA 101 – 68

(29-17; 51-34; 77-52)

Reggiana: Soviero 11, Maddaloni 12, Besozzi 3, Vezzoli 7, Diouf 15, Giannini 14, Soliani 15, Codeluppi 2, Lusvarghi 4, Cham 18, Vaccari, Press. All. Menozzi

Ancona: Caggiano 4, Zandri 11, Gospodinov 23, Cognigni 9, Petrilli 6, Bartolucci 4, Giombi, Mancini 4, Niger, Gnoffo 7. All. Bigi.

CA.RI.RA. FORTITUDO – PALL.TITANO 60 – 55

(12-20; 29-30; 46-39)

Fortitudo Bologna: Battilani 10, Zanetti 7, Micheletto 4, Simon 16, Buscaroli 7, Biasco ne, Branchini 10, Gibertini ne, Longagnani, Tornimbeni 2, Marini 2, Giacomi 2. All. Politi.

San Marino: Gaspari 5, Palmieri 14, Semprini Cesari 20, Buzzone 5, Flan 3, Torelli, Alviti 3, Riva, Campajola 5, Pasolini, Buo ne, Syla. All. Padovano.

UNIBASKET – AURORA BASKET 62 – 75

(18-18; 33-40; 49-54)

Lanciano: Daja 9, Maralossoudabangadata 17, D’Ottavio 8, Di Fonzo, Bantsevich 20, Civitarese 5, Andreoli 3, Corte, Deminicis, Gnagnarella. All. Borromeo.

Jesi: Memed 13, Montanari 11, Giacchè 19, Konteh 12, Elling 14, Mentonelli 4, Zuccaro ne, Ginesi 2, De Santis ne, Chiariotti ne. All. Francioni.

BASKET CRABS – VIS 2008 75 – 69

(23-20; 45-33; 54-54)

Rimini: Berardi 3, Ferrari 9, Rosario Cruz 21, Rossi 25, Tisselli, Curi Moraes 9, Giorgini, Gamboni ne, Santoro 3, Bertini, Tamburi, Jose 5. All. Maghelli

Ferrara: Galliera Ricci, Bonanni 14, Ticic, Balducci 13, Manojlovic 16, Dalpozzo, Bacilieri, Fabbri 6, Husam 6, Caloia 7, Mazzagatti 7, Simonetti. All. Lilli.

CLASSIFICA

VL Pesaro 18; Vis 2008 Ferrara, Reggiana, Fortitudo Bologna 14; Titano San Marino, Virtus Bologna* 12; Crabs Rimini, Roseto 10; Stamura Ancona, International Imola, Jesi 8; BSL San Lazzaro* 6; Pescara 4; Lanciano 0.

UNDER 16

10° Giornata

VIS 2008 – CASSA DI RAVENNA FORTITUDO 72 – 68

Vis 2008: Yarbanga 20, Simonetti 17, Ebeling 17, Carnevali 9, Outtara 6, Zanirato 2, Belmonte 1, Costa, Bonfà, Fabbri, Mezzapelle, Frigitti ne. All. Cigarini.

Fortitudo: Manna 18, Gruppioni 12, Zedda 12, Fantini 11, Sciarabba 5, Pavani 4, Rando 4, Cavazzoni 2, Grigoli, Griguolo ne, Cilloni ne. All. Fucka

ACADEMY BASKET FIDENZA 2014 – UNIPOL BANCA VIRTUS 96 – 110

B.S.L. SAN LAZZARO – VICO BASKET 11/12/2019 – 20:30

Palestra RODRIGUEZ – Via Repubblica 2 SAN LAZZARO DI SAVENA (BO)

BASKET SANTARCANGELO – PALLACANESTRO 2.015 61 – 97

(21-21; 33-48; 47-78)

Forlì: Maltoni 19, Bandini 22, Bellini 8, Guardigli, Spagnoli 11, Ceredi 9, Ragazzini 3, Bassi 2, Rondoni 6, Benzoni 4, Sabbioni 12, Barzanti 1. All. Gandolfi.

JUNIOR BASKET – GRISSIN BON 73 – 67

(15-30; 37-45; 58-59)

Ravenna: Federici 9, Laghi 5, Raffoni 2, Giovannelli 24, Montanari 2, Cattani 4, Manias 12, Casadei, Galzote 8, Fogli 7, Del Duca, Pattuelli. All. Massari.

Reggiana: Magnani 2, Vaccari 12, Vecchi, Fontanili, Catellani 3, Gatti 3, Giberti 14, Lugli 11, Ferrari 14, Miele 7, Pressi 1, Giroldi. All. Mastellari.

RECUPERI

CASSA DI RAVENNA – B.S.L. 82 – 84

Fortitudo Bologna: Griguolo 5, Manna 31, Sciarabba 8, Fantini 4, Gruppioni 7, Grigoli 2, Cavazzoni 8, Pavani 17, Zedda 2, Rando, Cilloni. All. Fucka.

San Lazzaro: Scheda 1, Sibani 18, Parenti 9, Moretti 31, Scapinelli ne, Glinos, Landi 6, Torreggiani 2, Cisbani 2, Matera 3, Tripodi 10, Tamborino 2. All. Sanguettoli.

CLASSIFICA

Virtus Bologna 18; Bsl San Lazzaro* 16; Fortitudo Bologna 12; Crabs Rimini 10; Vico Parma**, Junior Ravenna, Vis 2008 Ferrara 8; Academy Fidenza*, Pall. 2.015 Forlì 6; Santarcangelo 4; Reggiana 0.

UNDER 15

8° Giornata

VIS 2008 – CASSA DI RAVENNA FORTITUDO 110 – 70

Via Ferrara: Yarbanga 28, Ebeling 18, Ghirelli 7, Pulito 7, Belmonte 10, Ricciuti 7, Righini 11, Joksimovic 17, Bondesani 2, Dirani 3, Iguma. All. Bottoni

Fortitudo 103: Callegari 3, Bonfiglioli 8, Zagnoni 19, Lagna 4, Natalini 22, Fazio 2, Venturi 8, Bernardi 2, Gabrielli 2, Masina, Savino, Pietrantonio. All. Menichetti

CRABS 1947 – JUNIOR BASKET RAVENNA 05/02/2020 – 18:20

Palestra CARIM – Via Cuneo 11 RIMINI (RN)

BENEDETTO 1964 – UNIPOL BANCA VIRTUS PALL. 81 – 55

(25-10; 52-23; 70-39)

Cento: Galantini 25, Di Rienzo 7, Miceli, Accardi 4, Negrini, Ramponi 8, Orsini 4, Pascucci 16, Tundo, Jebali 12, Veronesi 2, Fabbris 3. All. Brochetto.

Virtus Bologna: Cappellotto 18, Ciobanu 11, Faldini 4, Francesconi 5, Franzoni 7, Kindt, Landi 6, Mondini Branzi, Pappolla, Pesci 2, Gambini 2. All. Rota.

B.S.L. – BASKET SANTARCANGELO 83 – 64

(19-19; 32-32; 56-47)

San Lazzaro: Gamberini 17, Manzoni, Palmieri 6, Ziglio 4, Margelli, Pini 5, Lusignani 8, Rossi 14, Fucka 3, Piras 20, Alves 4, Piazzi 2. All. Zaffarani.

Santarcangelo: Antolini, Bonfè 18, Macaru 23, Benzi 7, Lombardi 1, Padovano, Morri 12, Fabbri 4, Morandotti 4, Mari 2, Pini 2. All. Miriello.

BASKERS – GRISSIN BON 85 – 75

Forlimpopoli: Ruscelli 5, Compagni 8, Naldini 17, Garavini 6, Ravaioli, Righi 2, Lazzari 27, Gremantieri, Ravaioli, Ronuzzi, Caramella 15, Sassi 5. All. Gollinucci.

Reggiana: Gandellini 9, Bertolini, Camara, Torreggiani 4, Marino 16, Soncini 2, Agnesini 16, Bartoli, Pastorelli, Iannelli 16, Foppiano 6, Cappiello 6. All. Bertozzi.

Academy Basket Fidenza 2014 – POL. PONTEVECCHIO 10/12/2019 – 19:00

Pal.to CENTRO GIOV/LE DON BOSCO – Via Berzieri 24 FIDENZA (PR)

ANTICIPO 9° Giornata

JUNIOR BASKET RAVENNA – VIS 2008 78 – 86

(20-21; 40-45; 60-65)

Vis Ferrara: Ghirelli 1, Righini 17, Ricciuti, Dirani, Ebeling 20, Pulito 6,
Bondesani 7, Iguma, Joksimovic 4, Belmonte 6, Yarbanga 25. All. Bottoni,

CLASSIFICA

Benedetto 1964 Cento 16; BSL San Lazzaro 14; Baskers Forlimpopoli, Vis 2008 Ferrara 12; Fortitudo 103 Bologna 10; Junior Ravenna* 8; Crabs 1947 Rimini*, Santarcangelo, Reggiana 6; Virtus Bologna* 2; Pontevecchio Bologna*, Academy 2014 Fidenza** 0.

Promozione, Sangiorgio ha la sua rivincita… Girone F, Aics e Basket 2000: che colpi!

PROMOZIONE 9°Giornata

GIRONE A

DUCALE MAGIK PARMA – PLANET BASKET 75 – 74

SCUOLA BASKET CAVRIAGO – VIRTUS PONTEDELLOLIO 67 – 71

SAMPOLESE BK – BASKET OGLIO PO 67 – 61

POL. BIBBIANESE – PALL. FULGORATI 45 – 84

(14-15; 24-43; 32-62)

Bibbiano: Cornali, Santacaterina 2, Fedeli 8, Acosta Ponce 4, Rosi 14, Rancati 5, Sola 3, Incerti, Panizzi, Terzi 4, Sinisi 5, Lari. All. Reverberi.

Fulgorati Fidenza: Rivetti 13, Baratta 9, Canali 8, Giraud 3, Molinari, Iacomino 13, Besagni 10, Marletta 7, Gelmini 7, Cabrini 10, Longhi 4. All. Giacobbi.

POL. CASTELLANA – IRA TENAX BK CORTEMAGGIORE 58 – 56

Castelsangiovanni: Eccher 4, Boselli 1, Baldini 14, Brandolini 3, Derba 7, Faraone 1, Militello 4, Mori 20, Villa 4, Tresoldi ne, D’Oca, Georgiev, All. Ferri.

Cortemaggiore: Di Paolo 14, Vecchio 4, Bazzani 5, Sebastiani 5, Righi 3, Mazza, Stecconi 5, Perini 9, Mirashi, Dallavalle, Velloso 11, Aeolabi. All. Gabriel Alesandro.

CUS PARMA – S.ILARIO BASKETVOLLEY 83 – 69

(24-12; 41-36; 64-45)

CUS Parma: Diemmi 4, Pattini 2, Menconi 4, Parizzi F. 10, Carretta 5, Giorgi 16, Lezzerini 7, Pellegrino 9, Petiziol 8, Rastelli, Di Brino 4, Lanzi 14. All. Marcucci.

Sant’Ilario d’Enza: Gaibazzi, Manghi 11, Melotti, Giglioli 3, Violi 12, Micucci 5, Guasti P. 12, Guasti T. 13, Fava 5, Dellargine 8. All. Violi.

CLASSIFICA

Cus Parma 16; Planet Parma, Sampolese, Virtus Pontedellolio 12; Ira Tenax Cortemaggiore, Fulgorati Fidenza 10; Ducale Parma 8; S.Ilario d’Enza, Castellana Castelsangiovanni 6; Bibbianese, Vico Parma, Guna Oglio Po, Scuola Basket Cavriago 4.

GIRONE B

POL. IWONS – CUS MO.RE 72 – 64

BASKET JOLLY – MABO BASKET 67 – 59

I GIGANTI – GAZZE 55 – 62

(17-14; 30-35; 45-47)

I Giganti di Modena: Scattolin 4, Nasuti 15, Ruiu 7, Pederzoli ne, Fantuzzi 5, Baraldini, Vellata 4, Bernabei, Taveras Penalo, Bardelli 20, Franceschi. All. Barbieri.

Canossa: Franzini 3, Lavaggi 9, Bigliardi, Zenevredi 10, Benvenuti 18, Maggiali 10, Salati, Pezzi, Fontanesi 12, Torlai ne., Pignedoli ne, Fantuzzi ne. All. Romano.

GELSO – AQUILE PALL. GUALTIERI 83 – 73

SBM BASKETBALL – NUOVA PSA 59 – 54

(12-17; 23-36; 32-43)

SBM Modena: Ferrari 7, Monari 8, Tagliazucchi 11, Benati 22, Asperti, Fantinati, Lanza, Manzotti 5, Kashin 6, Purboo, Ullo, Sarhani ne. All. Gatti.

Psa Modena: Cambiati, Pavesi 17, Naletto 10, Luppi, Lopez 5, Righi 2, Macchelli 12, Muzzioli 4, Umana, Fortini 2, Radjeb 2. All. Masini.

La Sbm si aggiudica, con estrema sofferenza, il derby con la Psa. Di fronte alle Ferraris delle grandi occasioni, circa 200 spettatori mobilitati per il Family day di autofinanziamento, la squadra di Gatti gioca la peggiore partita di questo positivo inizio di campionato. Naturalmente la pressione è tutta sulla SBM, mentre la Psa gioca con la mente sgombra e il risultato è che i ragazzi di Masini giocano un primo tempo perfetto e vanno meritatamente alla pausa sul 23-36. Gatti ruota inutilmente tutti i ragazzi a disposizione, senza trovare risposte positive. Nel terzo quarto l’SBM si ricorda almeno di difendere e pur non segnando tanto, inizia a fiaccare pian piano la resistenza della Psa, che conclude sotto la spinta di Macchelli e Pavesi ancora avanti sul 32-43. Il quarto finale è vietato ai deboli di cuore. Sostenuti dalla spinta delle Ferraris, i ragazzi di Gatti recuperano punto su punto, con i canestri di Benati, Ferrari e Tagliazucchi, fino al sorpasso, sul 52-51, con un canestro Manzotti, successivo ad un recupero di Monari. Il Psa, che nel frattempo ha visto uscire per 5 falli Macchelli e Pavesi, accusa il colpo e nonostante Naletto sia l’ultimo ad arrendersi, lascia la vittoria che aveva lungamente accarezzato.

UNIONE SPORTIVA AQUILA – PALL. GUASTALLA 55 – 69

PALL. REGGIOLO – BASKET CAMPAGNOLA E. 70 – 81

(14-20; 32-37; 47-64)

Reggiolo: Mattioli 5, Caramaschi 7, Setti, Farioli 8, Casu 9, Vezzani 5, Galeotti 4, Fassinou 14, Sereni, Bagni 3, Arletti 10, Freddi 5. All. Bosi.

Campagnola Emilia: Valli, S. Torreggiani 3, Delbue ne, Beltrami 12, Gelosini 8, L. Rustichelli 6, Soccetti 6, Sueri ne, M. Rustichelli 17, Ligabue 20, F. Torreggiani 3, Sacchi 6. All. Carpi.

Palla a due ed i padroni di casa fanno subito sentire la loro presenza, piazzando un parziale di 5 punti (7-2), anche grazie ad alcuni tiri ospiti scodellati fuori dal ferro. La Radio Bruno prende, però, ben presto le misure ai reggiolesi, serrando le fila in difesa e trovando con Ligabue, F. Torreggiani, Beltrami, Gelosini e Luca Rustichelli, i canestri che gli permettono di chiudere la prima frazione avanti di sei lunghezze (14-20). Al rientro in campo, è Marco Rustichelli che, assieme a Beltrami, Gelosini, Soccetti ed ancora play Ligabue, tiene viva la vena realizzativa degli ospiti, mettendo in seria difficoltà la Pallacanestro Reggiolo che, verso il termine della frazione, riduce il distacco a cinque lunghezze (32-37). Nel terzo quarto la Radio Bruno riesce ad imporre il proprio gioco e la propria difesa con maggior incisività, aumentando il divario anche a venti lunghezze, grazie ai canestri dei fratelli Rustichelli, dei lunghi Beltrami, Soccetti e Sacchi, nonché alle iniziative di Gelosini e di Ligabue, per un punteggio al termine della frazione che vede gli ospiti avanti per 47-64. Ultimo periodo dove Reggiolo cerca di recuperare terreno e ci riesce con Casu che, dall’arco, riporta i padroni di casa a -9. Campagnola, però, gestisce bene i minuti finali aggiudicandosi il match per 70-81.

CLASSIFICA

Cus MO.RE 16; I Giganti di Modena, SBM Modena 14; Reggiolo, Gazze Canossa, Jolly Reggio 12; Mabo Pomponesco, Guastalla 10; Iwons Albinea, Campagnola Emilia 8; Gelso Reggio, Aquila Luzzara 6; Aquile Gualtieri 2; PSA Modena 0.

GIRONE C

GALLO BASKET – LIONS BASKET 61 – 70

(12-24; 25-35; 37-49)

Gallo: Cara 3, Dabellonio, Schincaglia 11, Amal 16, Corbucci 12, Tartari 8, Di Biase 2, Ramponi P., Degli Esposti 4, Buzzolani ne, Arisaldi 5, Calzolari ne. All. De Simone.

Lions Cento: Fiocchi, Gallerani ne, Nannetti 4, Bonazzi 2, Borghi 12, Cristofori 22, Bonzagni 2, Malaguti 5, Guidi 10, Guidetti, Passarini 10, Ansaloni 3. All. Alberghini.

GHEPARD BASKET – SPARTANS BASKET 66 – 58

(5-19; 26-27; 46-38)

Ghepard: Romagnoli 11, Innamorati 1, Sanmarchi, Aldieri P., Ghedini 16, Aldieri A. 2, Ferri 10, Rizzardi 15, Gigli 3, Sanguettoli 6, Rossi P.L. 2. All. Rossi “Pigi”

Spartans Ferrara: Virgili 3, Bichi ne, Dell’Uomo, Merlo 4, Ferrarini 16, Baruffa 2, Del Principe 2, Zanolli 7, Roversi 5, Cuppini 10, Santini, Cavallini 9. All. Ciliberti.

In atesa del rientro dagli USA del play Grillini, i Ghepardi fanno esordire  Gigli, ex pivot della nazionale (oltre cento presenze!), puntando a dominare il campionato. Alla presenza di Mancinelli e Poeta, si è assistito ad un incontro equilibrato, vinto solo alla fine dai ragazzi di capitan “Pas” Aldieri. Dopo un 1° quarto dominato dai ferraresi (5-14), che si è dimostrata una buona squadra, con il trio Ferrarini, Cuppini e Cavallini sugli scudi, i felsinei hanno pian piano recuperato, ma solo alla fine del 3° quarto i Ghepardi hanno messa la freccia (46-38 al 30′), per poi chiuderla facilmente.

DIABLOS BASKET – PGS IMA 64 – 67

(18-18; 36-32; 50-50)

S.Agata Bolognese: Angelini ne, Belosi 8, Achilli 12, De Martini 21, Gamberini 4, Bruni 2, Stanzani 3, Machi 3, Serra An. 2, Almeoni 5, Verdoliva 4. All. Serra Ad.

Pgs Ima; Demetri 16, Stagnoli 6, Vallerin ne, Cocchi 2, Martelli 8, Sorghini 9, Lugli 14, Serio 5, Nannuzzi, Asciano, Tinti 2, Balducci 5. All. Salvarezza

C.U.S. FERRARA BASKET – VIS 2008 73 – 90

(21-26; 45-48; 55-70)

Cus Ferrara: Maggini 2, Danieli A. 4, Fantoni 9, Fogli 1, Ometto 3, Danieli G. 20, Terzi 8, Alassio 18, Gulotta ne, Bellinazzi 4, Barcaro 4, Rossi. All. Bani.

Vis Ferrara: Bianchi 15, Tuccillo 4, Corsato 5, Forcellini 2, Tralli 17, Vaianella 19, Baraldi 12, Bottoni 10, Gnani 2, Bereziartua 4. All. Cigarini.

PALL. SANGIORGIO – PALL. TEAM MEDOLLA 73 – 50

(24-13; 45-28; 57-40)

San Giorgio di Piano: Guidi ne, Grassi 7, Giunchedi 11, Solmi 8, Baldazzi 2, Tolomelli 4, Rosati 12, Magliaro ne, Savic 6, Neretti 3, Dal Pian 2, Argenti 18. All. Binelli.

Medolla: Barbieri 15, Bega 11, Baccarani 7, Galeotti R. 5, Nicolini 3, Galeotti F. 3, Zanoli 2, Bergamini 2, Ceretti 2, Balboni, Guarnieri, Meschiari ne. All. Sacchetti.

PALL. FORTITUDO – DESPAR 69 – 38

(19-4; 41-21; 55-31)

Crevalcore: Forni 12, Terzi 11, Simoni 8, Pederzini 7, Contri 6, Ramponi 6, Govoni E. 5, Govoni F. 5, Filippetti 4, Pedretti 4, Guido 1, Floro. All. Gobbo.

4 Torri Ferrara: Villani 13, Patroncini 2, Amati, Marianti Spadoni 10, Vecchio, Iavarone, Oussous, Minzoni, Volpin 3, Faccini 3, Monaldi 7. All. Moffa.

CLASSIFICA

Medolla, San Giorgio di Piano 14; Bianconeriba Baricella*, Ghepard Bologna*, PGS Ima Bologna, Lions Cento 12; Diablos Sant’Agata Bolognese, Spartans Ferrara, Vis 2008 Ferrara 8; Cus Ferrara 4; Fortitudo Crevalcore 2; 4 Torri Ferrara, Gallo 0.

GIRONE D

OMEGA BASKET – CSI SASSO 78 – 65

(23-11; 38-30; 56-47)

Omega: Twun 9, De Pascale 13, Piccinini 2, Scalorbi 5, Ferrulli 2, Palad ne, Sterpi 10, Midulla, D’Angelo ne, Saccà 10, Morales 15, Clemente 12. All. Nannoni.

CSI Sasso Marconi: Labanti, Davalli 12, Bitelli 20, Orlandi 9, Previati 4, Perrina ne, Vanzini, Palmieri 6, Lenzi 4, Vinerba 3, Zerbini 7, Borsari.
All. Bulgarelli.

NAVILE BASKET – PGS BELLARIA 68 – 66

(18-23; 42-33; 58-47)

Navile: Pasquali 22, Romagnoli 11, Boccardo 8, Maccaferri 8, Landuzzi 6, Serboni 4, Lazzari 4, Chiapparini 3, D’Emilio 2, Credi, Bonvicini, Valenti. All. Corticelli.

Pgs Bellaria: Ottani 20, Scarenzi 13, Fae 8, Bulgarelli 8, Balistreri 5, Menna 5, Chili 4, Brini 3, Sudano, Foresti. All. Benini.

Importante vittoria per il Navile Basket che, al termine di una partita molto combattuta, batte il PGS Bellaria e compie un passo avanti in classifica. I biancorossi giocano un’ottima parte centrale di gara, ma nel finale subiscono il veemente ritorno degli ospiti: serve la freddezza di Landuzzi e Pasquali per portare a casa i 2 punti.

Cronaca: quintetto Navile con Francesco D’Emilio, Matteo Pasquali, Luca Credi, Matteo Landuzzi e il Capitano Alessandro Chiapparini, mentre il PGS Bellaria schiera Menna, Brini, Bulgarelli, Fae e Scarenzi. L’inizio di partita vede protagonisti Pasquali e Scarenzi, autori di 5 punti a testa, col PGS Bellaria che allunga sul 5-10 grazie a una tripla di Bulgarelli e ad un canestro ancora di Scarenzi. Pasquali col gioco da 3 punti ricuce, 8-10, Landuzzi sorpassa con la tripla, Brini restituisce il vantaggio agli ospiti colpendo dall’angolo, 11-13. D’Emilio in entrata segna il 13-13, ma Fae con 5 punti consecutivi riporta avanti i propri colori, 13-18. Boccardo e Romagnoli tengono a contatto il Navile, punito però da 2 liberi di Ottani e da un bellissimo canestro proprio sulla sirena del quarto da parte di Bulgarelli: 18-23 ospite al 10’. Il secondo periodo comincia con 5 punti consecutivi di Ottani, che danno agli ospiti il vantaggio in doppia cifra, 18-28: qui Maccaferri e Lazzari aumentano la pressione e il ritmo. Maccaferri segna 7 punti, Lazzari 2 e il 9-0 di contro break a favore del Navile rimette in equilibrio la partita, 27-28. Chiapparini da sotto sorpassa, 29-28, Scarenzi sorpassa ancora, 29-30, Pasquali ridà ancora una volta il vantaggio al Navile, 31-30. Ora i biancorossi sono nel loro miglior momento, Pasquali e Romagnoli vengono imbeccati da un Lazzari super in regia e dilatano il vantaggio fino al 42-33, punteggio con il quale si va all’intervallo lungo: da 18-28 a 42-33 il parziale è 24-5. Negli spogliatoi del Navile la parola d’ordine è mantenere alta l’intensità, consapevoli di una reazione ospite, che in effetti arriva subito: 2 liberi di Balistreri e 4 punti di Ottani confezionano il break di 0-6, subito sotto 42-39. Due liberi di Pasquali e un canestro di Boccardo ridanno fiato al Navile, 46-39, ma ancora Ottani, scatenato, trova una tripla senza ritmo, 46-42. Il PGS Bellaria passa a zona 2-3 e il Navile l’attacca bene, trovando un canestro ancora a firma di Boccardo, 48-42, al quale risponde Chili, 48-44. È il momento di Serboni, che punisce la zona ospite con la tripla del 51-44, canestro che ridà energia ai propri compagni, bravi a trovare canestri con Boccardo e Pasquali. Scarenzi da 3 riporta sotto Bellaria, ma nell’ultima azione del terzo quarto Pasquali spara da quasi 8 metri una tripla pazzesca, 58-47 Navile quando si va all’ultimo mini riposo. Ultimi 10’ con le riserve di energia in rosso per i padroni di casa, che per 3’ tengono la partita in controllo, trovando con Romagnoli il canestro in risposta a quello di Chili. Poi però anche i buoni tiri non vanno a segno, Bellaria trova un gioco da 3 punti di Bulgarelli (60-52), un canestro di Scarenzi e un libero di Menna, 60-55 Navile, quando si entra negli ultimi 4’. Pasquali segna un libero, 61-55, Scarenzi da sotto segna il -4, 61-57, Menna trova altri 2 liberi, 61-59. Il PGS Bellaria sbaglia da sotto il pareggio, poi recupera il rimbalzo su un altro errore del Navile, ma Lazzari con una magia ruba palla e serve a Romagnoli l’assist del 63-59 a 1’45”. Ottima azione difensiva di Pasquali, che per un nonnulla recupera palla, ma la rimessa sarà per il PGS Bellaria, dopo il timeout di Coach Benini. La rimessa disegnata è efficace, Ottani spara da 3 punti e insacca, 63-62 a 1’20”. Serve un eroe per il Navile, ed è giusto che sia Matteo Landuzzi: dopo una partita monumentale in difesa su Bulgarelli, tenuto a soli 8 punti, riceve l’assist da Romagnoli e dall’angolo insacca una tripla pesantissima, 66-62! Fallo su Menna, che freddamente segna entrambi i liberi, 66-64: nel successivo attacco Pasquali d’astuzia inganna il proprio difensore, che si aspettava un’uscita dal blocco “zipper”: il bomber biancorosso invece va verso la linea di fondo e in reverse corona una partita da 22 punti (6/7 da 2, 2/4 da 3, 4/5 ai liberi e 7 falli subiti), per il 68-64 a 35”. Errore degli ospiti, fallo su Lazzari, che stremato fa però 0/2 a 25”: il play in maglia Navile però con una deviazione fa perdere preziosi secondi all’attacco ospite, che segna solo a fil di sirena il canestro del 68-66.

CENTRO MB ARCOVEGGIO – VANINI HORIZON BK RENO 73 – 71

(13-23; 27-37; 45-56)

C.M.B. Arcoveggio: Ballandi 23, Cavallone 5, Cilloni 4, Scalone 6, Forcione 1, Siena 2, Filippini 4, Venturi 10, Caffagna ne, Maldarelli 4, Battaglia Ferroni 14, Baraldi.

MONTEVENERE 2003 A.GIORGI – CAFFE’ 7 CHIESE 64 – 70

(9-20; 24-35; 42-54)

Montevenere: Mazzetti 2, Campeggi 2, Gironi 1, Testoni, Guerrato 10, Cruzat 15, Venturini, Fiorentini 17, Pedron 3, Cavana 6, Zapparoli, Gamberini 8. All. Orefice.

San Mamolo: Trotta ne, Rebeggiani 2, Mengoli 10, Omodei 3, Guidetti 4, Tazzara 14, Bartolini, Albertazzi 21, Placanica 2, Quadri A. 7, Ceccolini 7. All. Nannetti.

STARS BASKET – HORNETS BASKET 64 – 50

(29-14; 42-25; 50-31)

Stars: Venturi 6, Somma 8, Muzio, Bertoncello 16, Barbieri 6, Pomentale 3, Musolesi 6, Ostapyuk 2, Pistacchio, Bordonaro 3, Benfenati 14, Raffaelli. All. Cantelli.

Hornets: Caruso 1, De Leo 6, Florio 1, Nannetti 6, Ascari 6, Gadani, Bellodi 11, Brina 5, Orlando 12, Alvisi, Marchesi 2, Fabulli. All. Rocco di Torrepadula.

P.G.S. CORTICELLA – ANZOLA BASKET 74 – 85

(21-20; 35-36; 55-59)

PGS Corticella: Albazzi 8, Piazzi 8, Ardizzoni 23, Marcheselli 8, Candini 4, Tonelli 12, Mainardi 2, Brighenti 2, Fiorentini 7, Tolomelli, Gulotta, Bartolini. All. Lorenzoni.

Anzola: Violi 22, Di Pasquale 8, Poli 11, Gherardi, Missoni 6, Lullo 14, Venturi 5, Gobbi 8, Franchini 10, Lambertini 1. All. Righi.

Anzola torna al successo dopo tre stop consecutivi, nella difficile location della palestra Vicuna, contro i bolognesi del PGS Corticella. Partita equilibrata nei primi due quarti: partono meglio i padroni di casa (7-2) con Ardizzoni e Albazzi sugli scudi, ma Anzola si aggrappa a Violi e ricuce sul finire del quarto con Poli e Lullo (21-20). Stesso equilibrio nella seconda frazione, con il finale di marca anzolese e minimo vantaggio esterno all’intervallo (35-36). Al rientro, Anzola prova a scappare, sale in cattedra Violi, ben coadiuvato da Franchini autore di alcune conclusioni dalla lunga distanza. Gli ospiti sono più presenti a rimbalzo difensivo e non concedono più secondi tiri ai padroni di casa, che faticano a trovare la via del canestro e si aggrappano alla buona serata realizzativa di Ardizzoni; alla fine del periodo, però, il tabellone segna 55-59. Ultima frazione con Anzola che allunga sul +12 (57-69), ma le triple riavvicinano i bolognesi. Anzola gioca ordinata e fluida in attacco e sale in cattedra Lullo, autore di alcuni pregevoli canestri. Ultimo sussulto dei padroni di casa che arrivano a -5 (74-79), ma i biancoblù ospiti chiudono la contesa dalla lunetta sul 74-85 finale.

CLASSIFICA

San Mamolo Bologna 18; Hornets Bologna, C.M.B. Arcoveggio 14; Montevenere Bologna, 12; Omega Bologna 10; Horizon Bologna, Anzola, Navile Bologna 8; PGS Corticella Bologna, PGS Bellaria Bologna, Pontevecchio Bologna, Stars Bologna 4; CSI Sasso Marconi 0.

GIRONE E

MASSA BASKET 2010 – MEDICINA BASKET 2007 56 – 71

(12-22; 24-43; 42-55)

Massa Lombarda: Ugulini L. 2, Montanari 9, Orselli 2, Ugulini V. 5, Berardi L. 4, Brignani 2, Berardi R., Asioli M., Pinardi 4, Rivola 17, Linguerri 4, Spadoni 7. All. Landi.

Medicina 2007: Bacci 20, Lenzarini 5, Miceli 12, Vignudelli 5, Magli 3, Buscaroli 3, Castellari, Impastato 2, Trippa 10, Martelli 11, Soldi, Pazzaglia. All. Pasquali.

Medicina espugna il campo di Massa con autorità, grazie ad una prova di sostanza e concretezza; pronti, via e gli ospiti fanno capire di essere in giornata e i padroni di casa subiscono un pesante break di 2-12. La velocità di Bacci mette scompiglio nella difesa massese, ben coadiuvato da Martelli e Lenzarini. Rivola e Spadoni tentano una reazione per i padroni di casa, ma il 12 a 22 a fine primo quarto parla chiaro. La musica non cambia nel secondo quarto, con Medicina che realizza altre 4 triple che spediscono Massa a -19, con i padroni di casa che, da una parte non riescono a limitare le scorribande offensive degli ospiti e dall’altra faticano a trovare la via del canestro. A metà partita il risultato sembra già incanalato a favore di Medicina, tuttavia Massa non è d’accordo e tenta una reazione; i padroni di casa ritrovano i meccanismi difensivi ed in attacco Rivola, con 8 punti consecutivi e Montanari con 5, cercano di ricucire il break, ma la rincorsa massese manca di continuità e gli ospiti, a fine terzo quarto, conducono ancora di tredici lunghezze (42-55). Nell’ultimo quarto, Massa tenta di dare il tutto per tutto per recuperare, ma le idee di gioco non sono particolarmente lucide ed in campo si respira troppo nervosismo; non aiutano nemmeno i molti tiri liberi sbagliati dai locali. Medicina controlla la partita e la chiude a proprio favore sul 56-71.

IN FIERI – TATANKA BALONCESTO IMOLA 47 – 56

(14-20; 29-31; 34-40)

San Lazzaro: Magni, Tradii 8, Fiordalisi 5, Gianasi, Venturoli 13, Pascoli 2, Zanaroli 3, Corradini 1, Fornasari 9, Bosi, Bacocco 6. All. Guidetti.

Tatanka Imola: Ciampone 2, Pederzoli 9, Manaresi 5, Giudici 8, Selva, Costantino 6, La Ferla 3, Tabellini 19, Franceschelli 2, Simoni ne, Conti 2. All. Munzio.

PARTY & SPORT – 289 ACADEMY 73 – 51

(28-17; 47-24; 63-30)

P&S Ozzano: Carelli Mar. 4, Carelli Mat. 3, Margelli 6, Fabbri 8, Marcato 6, Avallone 10, Fierro 10, Zerbini 13, Lazzari ne, Passatempi 4, Bertarelli 4, Dozza 5. All. Simeone.

Budrio 289: Zinzi 2, Cavazza, Grilli 2, La Forgia 4, Rosini, Natali 25, Semilia 4, Sarti 6, La Cascia, Gherardi, Palladino 4, Draghetti 4. All. Baraldi.

POL. VIRTUS CASTENASO – BASKET PROJECT 70 – 74

(20-20; 31-43; 55-56)

Faenza: Troni 13, Santo 11, Anghileanu, Boero 20, Ragazzi 3, Dal Monte 4, Fabbri, Picone 3, Babini 7, Pantani 1, Conti 7, Morsiani 5. All. Morigi.

PALL CASTEL S.P.T. 2010 – SALUS PALL. BOLOGNA 76 – 54

(18-10; 37-21; 57-38)

Castel San Pietro 2010: Cavina 12, Zuffa 2 Pontrelli 2, Creti T. 11, Mondanelli 12, Curti 11, Zaniboni 10, Righi 6, Landini 2, Trivisonno, Dal Pozzo, Cenni 8. All. Creti A.

Salus: Tabellini M. 5, Cocchi 6, Grassi 6, Favaloro 3, Arletti 5, Dallacasa 11, Tabellini G. 3, Stignani, Grilli 4, Chirco 11. All. Nieddu.

BASKET A. GARDINI 2001 – INTECH 64 – 65

(20-16; 35-31; 47-52)

Fusignano: Lugaresi 1, A. Montanari 13, M. Montanari, Scardovi 8, Dalla Malva 3, Melandri, Zanzi 3, Nigro 4, Vecchi 4, Bertazzoli 18, Pelliccia 4,
Mariani 6. All. Ortasi.

Giallonero Imola: Fusella 2, Militerno ne, Biavati 2, Grandolfi 8, Spoglianti 16, Brusa 4, Vannini 10, Guastamacchia 2, Piani Gentile 17, Laaboudi 4. All. Alfieri

CLASSIFICA

Castel San Pietro 2010 16; Medicina 2007 14; Giallonero Imola, Project Faenza 12; Tatanka Imola 10; Faro Argenta, Salus Bologna, Massa 2010 8; Virtus Castenaso, Gardini Fusignano, Party&Sport Ozzano 6; In Fieri Fresk’o San Lazzaro 2; 289 Academy Budrio 0.

GIRONE F

EAGLES – FISIOKINETIC 70 – 45

(11-15; 34-22; 50-38)

Morciano: Bacchini 7, Borelli 8, Guastafierro 14, D’Aurizio 4, Tontini, Cevoli 4, Farizi 2, Ricci 15, Rossi 2, Cenci 7, Tagliaferri 7. All. Villa.

Coriano: Buscherini ne, Bigini G. 2, Ceccolini ne, Pirani 4, Casadei 8, Bigini A. 12, Chistè M. 7, Ortenzi 5, Puzalkov 2, Thiam ne, Zavatta 3, Casali 2. All. Chistè C.

LIVIO NERI – AICS JUNIOR BASKET FORLI’ 55 – 78

(10-19; 27-39; 42-63)

Livio Neri Cesena: Gollinucci 3, Foschi 21, Zampa 1, Plazzi, Ricci G. 2, Ricci G.L. 11, Laghi 2, Pirazzini, Bertani, Orioli 2, Montanari 5, Lucchi 8. All. Focarelli.

Aics Forlì: Perugini 15, Naldi 2, Zanotti 10, Liverani 20, Imperadori 4, Guaglione 8, Ruffilli 7, Rossi 5, Mariani 2, Russo 5. All. Sanzani.

FADAMAT BASKET – BASKET 2000 51 – 62

(20-18; 31-34; 43-52)

Fadamat Rimini: Serpieri 12, Ferrini 8, Missiroli 6, Stabile 5, Borello 5, Cardinali 5, Zaghini 3, Magnani 3, Toni 2, Accardo 2, Del Fabbro ne. All. Podeschi.

BK 2000 San Marino: Liberti Lo. 16, Riccardi 14, Agostinelli 8, Campajola 7, Fiorani 7, Bombini 4, Giancecchi 4, Carlini 2, Pasolini, Liberti Leo ne, Lioi ne, Guida ne. All. Morri

LIBERTAS GREEN BK – SAN PATRIGNANO 71 – 51

(19-19; 33-27; 55-36)

Lib. Green Forlì: Panzavolta 18, Ruscelli 11, Brunetti N. 9, Gnini 8, Gavelli 7, Brunetti J. 5, Galeotti 5, Vadi 4, Fossi 2, Bessani 2, Graziani. All. Laghi.

San Patrignano: Pesarini 13, Taddei 12, Baldassarri 9, Randazzo 9, Panzaeri 4, Mirabile 2, Lanci 2, Bologna, Romano, Lissandron ne, Cianni ne, Romboli ne. All. Gregori.

PIRATES – SPORTING CLUB CATTOLICA 57 – 53

(16-19; 28-32; 44-40)

Misano: Ferri 19, Arduini 13, Bordini 7, Gobbi 6, Sabattini 4, Cevoli 4, Cupparoni 2, Del Prete 2, Boldrini, Palomba, Martini, Merli Bedetti. All. Chiadini.

Cattolica: D’Orazio 3, Crugnale 2, Ugolini 4, Bergna, Adanti 3, Giorgi 12, Cavoli 17, Ciandrini 5, Massanelli 4, Simoncini Fuzzi, Bacoli 3. All. Cotignoli.

ARTUSIANA BK FORLIMPOPOLI – CRAL E. MATTEI 67 – 59

(13-14; 33-37; 47-49)

Forlimpopoli: Berlati, Gasperini G. 13, Spisni 8, Attanasio 12, Bourkadi 5, Maltoni 4, Vitali 8, Trinidad 8, Zammarchi 1, Gasperini A. 2, Marzolini 6. All. Grilli.

Spem Ravenna: Bramante, Bomben 5, Angeli 22, Polyeschuk 9, Caccamo 8, Fumolo, Camassa 15, Niang, Mazzotti ne, Ferizi. All. Borghi.

CLASSIFICA

Fadamat Rimini, Libertas Green Forlì 12; Livio Neri Cesena, Cral Mattei Ravenna, Aics Forlì*, BK 2000 San Marino, Artusiana Forlimpopoli** 10; San Patrignano, Tigers Forlì*, Eagles Morciano, Pirates Misano 6; Fisiokinetic Coriano 4; S.C. Cattolica 2.

Serie B, Cento passa ad Ozzano con un filo di gas ed è solitaria capolista

SERIE B 9° Giornata

ALBERGATORE PRO – REKICO 66 – 78

(20-23; 39-42; 50-60)

R.B. Rimini: Vandi ne, Bianchi 6, Pesaresi, Moffa 7, Ramilli ne, Chiari ne, Rivali, Bedetti L. 13, Bedetti F. 23, Rinaldi 16, Broglia ne, Ambrosin 1. All. Bernardi.

Raggisolaris Faenza: Anumba 21, Rubbini 12, Oboe 7, Zampa 8, Calabrese 6, Tiberti E. 12, Bruni 8, Klyuchnyk ne, Sgobba 4, Petrini ne, Tiberti A. ne. All. Friso.

Una sontuosa Rekico gioca un derby ai limiti della perfezione in casa dell’Albergatore Pro e sbanca il Flaminio, allungando la striscia positiva che l’ha sempre vista vincere sul parquet riminese. Il segreto della vittoria sono stati la mentalità vincente e la grande intensità mostrate sin dal primo minuto e diventate determinanti ogni volta in cui Rimini ha provato a rifarsi sotto. Una grande prestazione arrivata pur dovendo fare a meno di Klyuchnyk, trascinatore della squadra dalla panchina, non venendo schierato per il solito problema alla schiena.

La Rekico impone subito i propri ritmi aggredendo l’Albergatore Pro e volando sul 2-9 grazie ad Anumba e a Zampa. Rimini si affida in attacco al solo Rinaldi, poi trova le penetrazioni di Francesco Bedetti, perfetto nel piazzare il break che vale il sorpasso: 14-13. Faenza non si scompone: chiude avanti il primo quarto avanti 20-23, poi mette la freccia andando sul 25-34 grazie alla tripla dell’ex Bruni. La RBR, ovviamente, ritorna alla carica e ancora una volta ci pensa la difesa faentina a mettere le cose a posto e a tenerla a distanza, permettendo così di chiudere il primo tempo avanti 39-42. Al rientro in campo, Rimini prova ad alzare i ritmi, ma non è l’arma migliore contro una Rekico che si esalta in campo aperto e colpisce con giocate veloci. La morale è che dal 47-47, i Raggisolaris volano sul 47-60 grazie al contributo offensivo di tutti: dalle triple di Oboe e Rubbini, ai canestri da sotto di Edoardo Tiberti, senza dimenticare il solito Anumba, autore di 21 punti, sempre al posto giusto e al momento giusto. Il tutto condito dalla solita grande difesa. All’ultimo riposo si arriva sul 50-60 per gli ospiti, bravi a rispondere colpo su colpo quando Rimini prova a dare il tutto per tutto per riaprire i conti, arrivando a 4′ dalla fine sotto 63-68. La voglia di vincere della Rekico è, però, troppa e così dalla lunetta Anumba ed Edoardo Tiberti mettono i liberi della sicurezza, poi tocca proprio al pivot ex di turno, firmare il canestro decisivo che vale il primo successo in trasferta della stagione.

TERAMO BASKET 1960 – PREMIATA MONTEGRANARO 82 – 70

RISTOPRO – BAKERY 66 – 57

(17-18; 38-37; 52-51)

Fabriano: Fratto 6, Pacini ne, Petrucci 8, Del Testa 3, Paolin 15, Merletto 9, Cola ne, Cicconcelli ne, Garri 16, Guaccio, Radonjic 9, Cianci ne. All. Pansa.

Bakery Piacenza: Maggio ne, Udom 4, Pedroni 9, Artioli 6, Del Bono ne, Bruno 9, De Zardo 12, El Agbani ne, Cena 8, Birindelli 9. All. Campanella.

Si conclude a Fabriano la striscia di vittorie consecutive della Bakery. Una partita complicata sin dall’inizio, viste le numerose assenze, ha confermato la forza e la qualità della squadra di Campanella, rimasta in partita fino alla fine. I biancorossi si sono presentati con tre assenti al PalaGuerrieri: Orlandi, Bracchi (sostituiti da Del Bono ed El Agbani) e Roberto Maggio, che a causa di un problema alla spalla non ha potuto dare il suo apporto alla partita. Dopo tre quarti molto equilibrati è emersa la stanchezza fisica di Piacenza, con i marchigiani guidati da uno splendido Garri (16 punti) e dalle prodezze di Paolin (15 punti) che hanno staccato il pass per il secondo posto, lasciando alla Bakery la terza posizione.

I primi dieci minuti non deludono le aspettative della vigilia, con le due squadre che iniziano una partita scacchistica colpendosi con azioni individuali. De Zardo apre le marcature come da consuetudine, per poi ripetersi altre due volte sotto il ferro e una volta da fuori area, raggiungendo i 9 punti personali in meno di dieci minuti. Luca Garri è l’uomo più pericoloso tra i marchigiani, dominando l’area piccola, accompagnato dai colpi delle guardie Petrucci e Merletto. Pedroni inserito nel quintetto base opera alla grande e la Bakery alla prima sirena è sopra di una lunghezza: 17-18. La partita non cala d’intensità con le due squadre pronte a darsi battaglia. Apre Pedroni ed il suo canestro fa da riscaldamento alla furia di Enzo Cena, che scaglia due triple consecutive piazzando il massimo vantaggio (+7). Petrucci non ci sta e con un po’ di fortuna riporta sotto i suoi con 6 punti. Poco dopo è cuore argentino-Bakery, con Bruno e Birindelli che costringono al timeout Pansa (29-34). Dalla pausa sale in cattedra l’eterno Luca Garri: il medagliato di Atene 2004 mette sei punti e vola in doppia cifra, prima della tripla di Del Testa che sancisce il sorpasso marchigiano sul 38-34. A 4″ dal termine del primo tempo, lo schema disegnato da Campanella prende forma nella tripla del -1, a firma Duilio Birindelli. La terza frazione riparte all’insegna dell’equilibrio, con i biancorossi che rimangono incollati al punteggio, impedendo la fuga dei padroni di casa. Grande intensità in campo, ma pochi punti, con i giocatori che sentono l’importanza del match. Radonjic prova a tracciare la strada ma, dall’altra parte, De Zardo, Birindelli e Pedroni non demordono. Un punto di Fratto ed uno di De Zardo, dalla lunetta, sembrano chiudere il quarto con una differenza di tre punti, ma proprio il ’99 scuola Treviso segna ancora e riduce lo svantaggio ad una lunghezza: 52-51. Nei primi cinque minuti dell’ultimo periodo vengono segnati solo otto punti: quattro da un lato e quattro dall’altro, con le firme di Garri, Merletto e Udom. La Bakery è esausta, visti anche i soli 7 giocatori disponibili per Campanella, ma non demorde mai. Fabriano fa la voce grossa e Paolin infila due triple con la quale spezza le redini della contesa. Radonjic e Merletto partecipano alla vittoria biancoblu con due punti a testa, rendendo inutili gli ultimi due punti di Artioli.

SINERMATIC – TRAMEC 63 – 79

(16-19; 32-44; 54-71)

Flying Balls Ozzano: Busi ne, Morara 10, Chiusolo 2, Mastrangelo, Corcelli 8, Iattoni 9, Folli 6, Favali, Fantuzzi ne, Galassi 5, Montanari 17, Crespi 6. All. Grandi.

Benedetto Cento: Idrossou, Manzi, Fallucca 14, Ranuzzi 14, Morici 5, Venturoli, Rossi 8, Pausano 16, Leonzio 13, Vitale 7, Moreno 2. All. Mecacci.

Troppo forte la capolista per una Sinermatic non al completo e fisicamente decisamente inferiore. Il derby è durato circa quindici minuti, poi la Tramec è uscita prepotentemente e nella ripresa ha sempre controllato agevolmente. Più equilibrato, invece, lo “scontro” tra le tifoserie, che non hanno mai smesso d’incitare la propria squadra.

La cronaca: 4-4 al 2′, poi la Benedetto tentava una prima mini-fuga (8-12 col pivottone Rossi in evidenza), ma Montanari, quasi da solo, la fermava (14-13 al 6′). Fallucca era una sentenza dai 6,75, ma prezioso era anche il contributo del lungo Paesano che, sul 25-28 del 14′, aveva già segnato 10 punti. Altro missile di Fallucca e 27-35, poi Ozzano si bloccava a quota 30 ed i biancorossi andavano in vantaggio in doppia cifra (30-40 e poi 32-44 all’intervallo). Nella ripresa, l’ex Ranuzzi segnava 6 punti quasi consecutivi (36-51 al 24′). Ogni attacco Flying era un’avventura, a causa della diversa taglia fisica nel reparto esterni e così Cento saliva sul +18 (36-54 e 42-60). Morara s’affiancava in attacco a qualche lampo di Montanari, ma non c’era più nulla da fare, con un lunghissimo garbage time (massimo vantaggio al 35′, 56-79) e con la Sinermatic che, per lo meno, salvava la faccia. Da segnalare, nelle ultime curve, l’infortunio a Corcelli. Speriamo non sia nulla di serio…

ROSSELLA CIVITANOVA M. – ESA LUCE + GAS CHIETI 77 – 72

AMADORI – GOLDENGAS 85 – 71

(22-9; 45-24; 69-45)

Tigers Cesena: Papa 20 (7/11, 1/3), Scanzi 17 (4/7, 2/6), Hajrovic 16 (8/11), Frassineti 13 (2/5, 3/5), Battisti 9 (1/2, 2/6), Chiappelli 5 (1/1, 1/1), Trapani 5 (1/5, 1/3), Rossi (0/1), Guidi (0/1), Planezio ne, Brkic ne. All. Di Lorenzo.

Senigallia: Caroli 18 (5/6, 1/4), Gurini 14 (2/4, 3/8), Valentini 11 (1/2, 3/5), Pierantoni 9 (1/3, 2/6), Paparella 8 (0/6, 2/5), Cicconi Massi 6 (3/6), Giacomini 3 (0/2, 1/2), Pozzetti 2 (1/3, 0/1), Moretti 0 (0/2), Maiolatesi ne. All. Foglietti.

AURORA BASKET JESI – LUCIANA MOSCONI ANCONA 58 – 68

GIULIANOVA BASKET 85 – PORTO S.ELPIDIO BASKET 75 – 66

CLASSIFICA

PGVP%
Tramec Cento18109190.0
Ristopro Fabriano16108280.0
Bakery Piacenza16108280.0
Rossella Virtus Civitanova Marche14107370.0
Amadori Tigers Cesena12106460.0
Esa Italia Chieti10105550.0
Albergatore Pro Rinascita Basket Rimini10105550.0
Sutor Premiata Montegranaro10105550.0
Sinermatic Ozzano10105550.0
Rekico Faenza8104640.0
Giulianova Basket 858104640.0
Aurora Basket Jesi8104640.0
Goldengas Pallacanestro Senigallia8104640.0
Adriatica Press Teramo Basket 19606103730.0
Luciana Mosconi Ancona4102820.0
Porto Sant’Elpidio Basket2101910.0

C Gold, Fiorenzuola caput mundi! C Silver, in Romagna comanda la Santarcangiolese

SERIE C GOLD 9° Giornata

PALL. FIORENZUOLA 1972 – ALLIANZ BANK BOBK2016 106 – 92

(29-30; 57-53; 86-66)

Fiorenzuola: Galli 20, Sichel 13, Bracci 12, Rigoni, Marchetti 15, Dias 4, Livelli 13, Zucchi 2, Fowler 6, Fellegara, Ricci 2, Maggiotto 19. All. Galetti.

Bologna Basket 2016: Pasquali 2, Resca 6, Folli 2, Mazzocchi, Fontecchio 30, Elio, Guerri, Fin 14, Zanetti, Nucci 8, Aglio 20, Graziani 10. All. Lolli.

La schiacciatona di Bracci inaugura la partita in favore dei Bees, ma la fisicità sotto le plance del Bologna Basket 2016, consente a Fontecchio di dare il primo strappo alla gara in favore degli ospiti: 4-10 al 3’. Livelli è l’uomo in più nell’inizio gialloblu, attaccando continuamente l’ex della gara Resca e riportando la gara sul +3 gialloblu, con un parziale da 9-0, 13-10 al 5’. Marchetti spara da 3, Maggiotto fa saltare tutti per il lay-up. Fiorenzuola dice presente, con gli ospiti che si affidano a Fin ed al solito Fontecchio per rimanere a due possessi di svantaggio (18-14 al 7’). Due giochi da 3 punti ciascuno per Fin e Fontecchio cambiano nuovamente l’inerzia della gara, ma al 9’ Galli inventa un assist clamoroso per la tripla di Fowler. E’ 27-24. Dias schiaccia negli ultimi secondi, ma il tap in volante di Nucci chiude il primo parziale in favore dei felsinei, 29-30. Nel secondo quarto Galli alza il volume della banda. Livelli lo imita con due triple consecutive senza ritmo per il 38-35, ma il Bologna Basket rimane in partita grazie alla buona prova di Nucci. Fowler dice +6 al 15’ con l’arma da 3 che funziona bene per i ragazzi di Galetti, ma Aglio risponde pan per focaccia al 17’. 48-40 gialloblu e time out per il coach valdardese. Fontecchio da 3 punti fa entrare le squadre nell’ultimo minuto sul 54-50, subito dopo Resca da 3 punti porta Bologna a -2, obbligando coach Galetti ad un altro time out. Galli con il lay-up chiude il primo tempo sul 57-53 in favore dei Bees. Al rientro dagli spogliatoi, Marchetti per Fiorenzuola e Fin per Bologna Basket 2016 dimostrano che l’arma principale delle due squadre è il tiro da 3 punti. Fiorenzuola allunga con le triple ancora di Marchetti e poi di Galli, che fanno espolodere il PalaMagni e consegnano il massimo vantaggio al 25’: 70-56. Fiorenzuola vola letteralmente, mentre gli ospiti rimangono tramortiti e non riescono a reagire. Bracci e Marchetti inchiodano l’80-57 al 27’ che costringe coach Lolli a fermare la gara per evitare guai ancora peggiori. Fontecchio ed Aglio provano a limitare i danni sul finire del terzo parziale con belle giocate personali, ma il finale di terzo parziale dice +20 per i Bees, 86-66. Nell’ultimo parziale è Bologna Basket 2016 a partire meglio con un parzialino da 0-5 che tiene la tensione alta in casa fiorenzuolana. Aglio sotto le plance è abile, in un amen, a riportare la squadra di Lolli a -12 al 33’, rosicchiando punti importanti ai valdardesi. Galli, con il movimento ‘’a cameriere’’, trova punti preziosi per i gialloblu, ma ancora Fontecchio porta a -10 Bologna per il 92-82 del 35’. Sono Galli e Sichel a chiudere la partita facendo scavallare i Bees oltre quota 100, con il 106-88 con cui Bologna Basket 2016, sostanzialmente, si arrende.

E80 BEMA – MOLIX 81 – 79 dts

(11-13; 25-34; 46-48; 71-71)

LG Competition Castelnovo Monti: Sabah 11, Mabilli ne, Dal Pos 7, Magnani 17, Longoni 15, Levinskis 3, Mallon 10, Ferri ne, Provvidenza 2, Prosek, Barigazzi ne, Parma Benfenati 16. All. Diacci.

Molinella: Brandani 17, Grazzi ne, Ranzolin 17, Zuccheri, Frignani 2, Gianninoni 2, Bonanni 1, Lanzi 1, Manojlovic 10, Giuliani Gu. 10, Tedeschi 14, Caloia 5. All. Giuliani Ga.

Vittoria in volata per la E80 Bema che supera la Pallacanestro Molinella con il punteggio finale di 81-79. È necessario un tempo supplementare per decidere il vincitore della sfida del Pala Giovanelli, con i padroni di casa che compiono un passo indietro a livello di prestazione rispetto alle precedenti uscite, anche se sono bravi a conquistare due preziosi punti per la classifica.

Il primo quarto è poco spettacolare, con le difese delle due formazioni capaci di mettere in difficoltà gli attacchi e le organizzazioni tattiche che hanno la meglio rispetto alle iniziative personali. L’incontro procede punto a punto e il massimo vantaggio arriva a metà quarto, con il canestro di Magnani, che vale il +3 LG. Negli ultimi quattro minuti, l’attacco dei Cinghiali produce solo due miseri punti e gli ospiti ne approfittano per firmare un break da 7-2 che sigilla l’11-13 con cui si conclude il primo quarto. Il match si mantiene equilibrato e poco avvincente anche ad inizio secondo periodo, ma Molinella è brava ad imbrigliare l’attacco della E80 Bema e sfrutta la propria fisicità per portarsi sul +6, grazie ai canestri di Tedeschi e alle triple di Brandani. I castelnovesi continuano a sbagliare molto, così gli ospiti scappano sul +9, con un parziale da 6-0 costruito nel pitturato. Magnani e Dal Pos provano a ricucire il gap, ma il tiro allo scadere di Giuliani vale il +9 Molinella dopo 20′ (25-34). Diacci è deluso dalla prestazione dei suoi e il confronto con i giocatori a metà gara da nuova linfa e verve ai montanari: al rientro in campo la E80 Bema firma, infatti, un parziale da 10-0, riaprendo il match e trovandosi addirittura in vantaggio dopo quasi quindici minuti passati a inseguire. I felsinei subiscono psicologicamente la rimonta dei padroni di casa, ma l’ennesimo canestro di un infuocato Brandani, interrompe il momento positivo della LG. A metà periodo il punteggio è in perfetto equilibrio e già da qui si intuisce che sarà necessaria una lunga volata per decidere il vincitore di giornata. Grazie ad un mini-break, Molinella torna sul +4, anche se Castelnovo risponde colpo su colpo e pareggia il conto a 43. Nel finale di periodo arriva un piccolo allungo dei bolognesi, ma Levinskis dalla lunetta chiude il quarto sul 46-48. La partita si infiamma nell’ultima frazione e il primo sprint è firmato Molinella che, grazie ad un 5-0, si porta sul +7. Castelnovo non ci sta e con un ottimo Parma Benfenati, si mantiene a distanza. Gli ospiti sembrano, però, avere l’inerzia a proprio favore e a metà quarto hanno di nuovo raggiunto il +7 con i punti di un positivo Ranzolin. La LG riprende a segnare e il canestro di Longoni, a 3’30 dalla sirena, vale il -1, anche se l’ennesima tripla di Brandani respinge indietro i reggiani. Longoni e Parma Benfenati provano ad attaccare il canestro per far rientrare la E80 Bema, ma di nuovo Brandani, dall’arco, firma il +4 Molinella a 71″ dal termine. I Cinghiali subiscono fallo e Magnani dalla lunetta realizza un solo tiro libero, mentre sul capovolgimento di fronte Ranzolin riporta i suoi a +4, con soli 40″ sul cronometro. Sembra finita per Castelnovo e nemmeno l’appoggio a canestro di Longoni pare dare speranze ai padroni di casa. E, invece, sulla stessa rimessa dal fondo, Brandani perde malamente palla e a 15″ dalla sirena, i reggiani hanno in mano il possesso del potenziale pareggio. Dal Pos cerca il tiro della vittoria sbagliandolo e il rimbalzo è preda di Longoni, che serve Magnani, il quale segna con freddezza da 2 il canestro del 71-71. Coach Giuliani chiama time-out e cerca di costruire il tiro della vittoria con 5″ ancora da giocare, ma gli ospiti non riescono ad assemblare nulla di buono e sono quindi necessari i tempi supplementari per decretare l’assegnazione dei 2 punti. Ad inizio overtime, Ranzolin segna il primo vantaggio, poi un controbreak da 4-0, firmato Longoni-Sabah, vale il +2 dei padroni di casa. Al canestro di Manojlovic risponde Magnani e poi, nell’azione successiva, il tiro in sospensione messo a segno da Ranzolin riporta il punteggio sul 77 pari a -2′. Sul ribaltamento di fronte, Levinskis raccoglie un rimbalzo offensivo, subisce il fallo e dalla lunetta segna il 2/2 che vale il 79-77 per la LG. Nessuna delle due formazioni trova più la via del canestro, con Castelnovo che non riesce ad allungare e Molinella incapace di pareggiare l’incontro. A 20″ dal termine, una disattenzione difensiva dei Cinghiali, permette, però, a Ranzolin di siglare il 79-79. Nell’azione successiva, la palla è di nuovo nelle sagge mani di un glaciale Magnani che, con un bellissimo quanto difficile tiro in corsa, segna il vantaggio della LG. L’ultimo possesso è nuovamente di Molinella che ha ancora otto secondi a disposizione per costruire il tiro del pareggio o della vittoria: la palla arriva nella mani di Brandani, che sbaglia la prima tripla della sua partita, poi il rimbalzo è preda di Tedeschi, che non riesce, però, a crearsi un buon tiro e la sua conclusione si spegne sul ferro. Alla sirena è quindi 81-79 per i montanari, che possono così festeggiare la quinta vittoria in campionato.

GUELFO BASKET – BMR 79 – 74

(15-24; 36-42; 59-65)

Castel Guelfo: Wiltshire 6, Bernabini 11, Bonetti ne, Baccarini, Bonazzi 2, Murati 5, Bergami 6, Musolesi ne, Pieri 6, Govi 16, Pederzini 18, Amoni 9. All. Cavicchioli.

Basket 2000 Scandiano: Brevini ne, Cunico 10, Astolfi, Bertolini L. 5, Sakalas 19, Paparella ne, Pini 7, Caiti ne, Bertolini F. ne, Germani 19, Magni 14, Piccinini ne. All. Tassinari.

I ragazzi di Cavicchioli sono partiti fin da subito motivati e grintosi, con una tripla di Govi, poi un canestro di Wiltshire ed un secondo di Bonazzi. In pochi minuti il Guelfo si è portato in testa per 7-2. Sono bastate, però, poche azioni ai reggiani per pareggiare i conti e portarsi in vantaggio, ma i padroni di casa non hanno mollato l’osso e non si sono fatti distanziare di troppe lunghezze. Nel secondo quarto, Germani e Sakalas fanno la differenza, mentre, tra le fila del Guelfo, Bernabini mette a segno un paio di triple vincenti e Bergami fa il resto. Il parziale si chiude con soli 6 punti di differenza. Le formazioni rientrano in campo e questa volta è l’esperto Amoni a mettere a segno una tripla per i padroni di casa. I reggiani iniziano a sbagliare e ne approfitta Pederzini portando il Guelfo sul 41-42. E’ancora Pederzini che infila una tripla che consente il sorpasso e da qui in poi è un testa a testa da cardiopalma, in cui le decisioni arbitrali pesano. Fischiato un tecnico ad Amoni e poi un tecnico all’allenatore dei reggiani, Tassinari. Si chiude il parziale sul 59-65. Il Basket 2000 sente la pressione e commette qualche errore di troppo e qualche fallo di troppo; i bolognesi sono bravi questa volta a rimanere concentrati. Importantissimi i due liberi messi a segno da Pieri negli ultimi secondi di gioco, così come l’ultimo canestro di Govi, che assegnano ai padroni di casa due meritatissimi punti in classifica.

INTECH – BASKET LUGO 79 – 71

(23-20; 37-38; 63-50)

VSV Imola: Fusella ne, Marcone 14, Dalpozzo 20, Biandolino, Barattini ne, Agatensi 12, Errera 5, Piani Gentile, Orlando 6, Savino ne, Begic 22. All. Regazzi        

Lugo: Carella 12, Alessandrini 2, Presentazi 18, Cappelli ne, Silimbani 13, Masrè 12, Cervellera, Santini, Bazzocchi ne, Salsini 7, Arosti ne, Ravaioli 7. All. Casadei.

Grande festa in casa Intech! Contro Lugo arriva un successo incredibile per 79-71, frutto di un’intensità favolosa per i ragazzi di coach Regazzi. Sugli scudi il trio Ivan Begic, Lorenzo Dalpozzo e Filippo Marcone, che firmano ben 56 punti complessivi. Prestazione impressionante di Dalpozzo, che inizia con un fallo tecnico subìto e conclude portato in trionfo dai tifosi gialloneri. Marcone, alla miglior gara in maglia Intech, dimostra di aver superato il momento critico, risultando determinante nei 40’. Di Begic va sottolineata la solita freddezza nei momenti decisivi. In sala stampa, il nuovo arrivato Ante Planinic si è gustato un ottimo incontro, in attesa di poter scendere in campo alla prossima occasione.

VSV in campo con Dalpozzo, Errera, Begic, Agatensi ed Orlando. Risponde Lugo con Carella, Silimbani, Presentazi, Ravaioli e Masrè. Nel primo minuto, solo errori da ambo le parti a dimostrazione che la partita è molto sentita. Segna dalla lunetta Begic per l’1-0 di calcistica memoria. Dopo Errera è la volta dell’altro lungo Presentazi (da 3 punti). A rimbalzo (al 3’) viene fischiato un fallo antisportivo a capitan Dalpozzo, che regala il primo vantaggio consistente per Lugo con Masrè (3-9). Agatensi segna dalla distanza, scaldando il tifo imolese (6-9). Sulla palla persa da Begic, Silimbani lancia Presentazi in campo aperto per il contropiede del 6-13 a 5’35” dalla sirena. Timeout di coach Regazzi. Ci pensa Ivan Begic un minuto dopo a segnare dalla distanza, subito replicato da Silimbani (9-16), con Errera che riporta a -5 il margine. Ma Lugo schiaccia due volte consecutive con Carella e Silimbani, trovando il +9 (11-20 a 3’ esatti dal primo intervallo breve). Begic prima infila la tripla, quindi si presenta in lunetta nell’azione successiva per il 15-20 e l’ottavo punto personale; quindi anche capitan Dalpozzo sporca il tabellino con una precisa tripla dall’angolo sinistro (18-20 a -2’10”, con immediato timeout voluto da coach Casadei). Vortice di cambi per ambo le parti, con Marcone che entra in campo. Errera segna 1/2 dalla lunetta per il -1. Marcone sempre in lunetta, poi in penetrazione folgorante, riporta avanti la Virtus sul 23-20 a pochi secondi dalla sirena. Il secondo periodo inizia con Marcone, Dalpozzo, Errera, Piani Gentile ed Agatensi, mentre i biancoverdi schierano Presentazi, Alessandrini, Masrè, Presentazi e Salsini. Primo minuto sterile come nel parziale precedente. Ravaioli dalla distanza e Marcone da sotto sporcano il tabellone del quarto. Lugo mette la testa avanti al 13’ con i liberi di Salsini. Masrè, dalla distanza, tocca solo la retina e per gli ospiti è di nuovo +4. Dopo il timeout di coach Regazzi, è l’ispirato Marcone a bruciare la retina dalla distanza per il 30-31 al 15′. Dopo qualche errore da ambo i lati del campo, Agatensi impatta a quota 33 con una tripla dall’angolo destro. Presentazi segna il 33-38 quando manca un minuto all’intervallo lungo. Agatensi segna da sotto due volte consecutive, chiudendo il tempo sul 37-38. Rientrano in campo Dalpozzo, Orlando, Errera, Agatensi e Begic. Per Lugo, Carella, Alessandrini, Masrè, Ravaioli e Silimbani. Begic ed Orlando firmano il vantaggio sul 41-40 dopo un minuto. Al 22’ Dalpozzo inventa una penetrazione, con canestro più fallo, che trasforma per il 44-40. Dalpozzo da 2 e Presentazi da 3 portano il punteggio sul 48-45 a metà frazione. A 3’30” dalla sirena, sempre Dalpozzo pesca il jolly, con la tripla frontale allo scadere dei 24”, per il 51-45 Imola. Agatensi dalla lunetta allunga sul 53-45. Presentazi dalla distanza è chirurgico (53-48) e dall’altra parte Lugo è già in bonus: Orlando ne approfitta a metà (54-48 a 2’30”). Errera stoppa Carella e nel ribaltamento di fronte Dalpozzo si getta in penetrazione col canestro più fallo (il 4° di Presentazi) che trasforma dalla lunetta: a 2’ dalla sirena, Intech avanti 57-48. Silimbani accorcia dalla distanza (57-51), La sinfonia giallonera ha la regia di Dalpozzo che, dalla mattonella sinistra, mette la tripla del 60-51 a meno di 30” dalla sirena (capitano a quota 19 al 30’). La frazione si chiude sulla magia di Begic, sul fil di sirena, con tre difensori addosso per il 63-50. Marcone, Biandolino, Begic, Dalpozzo ed Errera. Per Lugo, Silimbani, Alessandrini, Masrè, Ravaioli e Santini. Iniziano forte gli ospiti (63-56), ma Marcone si riprende la scena con un’altra tripla ed una penetrazione (68-58 al 32’). Begic nfila il 17° punto personale in penetrazione, toccando quota 70. Schiaccia Carella per il 70-60 Imola, a 6’ esatti alla sirena finale. Masrè da 3 punti accorcia a -5’30”, mentre dall’altra parte arrivano gli errori dalla distanza di Begic e Dalpozzo. Anche Ravaioli e Agatensi sbagliano dalla distanza ed Imola si ritrova ancora sul +7. La magia dalla distanza di Ivan Begic (20 punti) riporta avanti per 73-65 i locali. A 2’40” dalla fine, coach Regazzi chiama a sedere i suoi ragazzi. Lugo spreca l’attacco e Orlando vola in contropiede subendo fallo (0/2) a 2’15” dalla sirena, Silimbani da 3 punti non perdona e al 38′ il vantaggio è +3 per Imola. Agatensi sbaglia e in difesa Dalpozzo commette fallo. Silimbani sbaglia la tripla del pareggio e Orlando castiga gli ospiti con una tripla che fa esplodere il PalaRuggi ad un minuto dalla fine. Silimbani esce per 5 falli e Begic dalla lunetta allunga sul 78-70. Dalpozzo raggiunge quota 20 dalla lunetta (79-70 a poco più di 30” dal termine). Cala, così, il sipario sulla gara sul 79-71, con tutto il popolo giallonero che festeggia lungamente la squadra.

OLIMPIA CASTELLO 2010 – DILPLAST CLEVERTECH 95 – 66

(27-12; 57-40; 83-53)

Castel San Pietro: Sangorgi 6, Righi 6, Tomesani 18, Sabattani ne, Procaccio 11, Benedetti 12, Magagnoli 13, Torreggiani, Ranocchi 16, Albertini 5, Trombetti 8. All. Serio.

Montecchio: Ramenghi 3, Pasini, Tognato 11, Vecchi 6, Giannini, Degli Esposti 2, Pedrazzi 9, Trobbiani 4, Amadio 12, Lusetti 11, Negri 2, Bovio 6. All. Martinelli.

ANZOLA BASKET – GAETANO SCIREA BASKET 72 – 70

(22-18; 28-37; 50-49)

Anzola: Carpani 6, F. Parmeggiani 7, S. Parmeggiani, Perini 7, Villani 5, Venturi 8, Muzzi 4, Caroldi 21, Cappelli ne, Donati 14. All. Spaggiari.

Bertinoro: En. Solfrizzi 9, Rossi 20, Cinti 5, Piazza ne, Zambianchi 2, S. Ravaioli 3, Angeletti, Ricci 15, Farabegoli 14, Bessan ne, Bracci 2, Em. Solfrizzi. All. Tumidei.

VIRTUS MEDICINA – 2G DESIGN 85 – 84

(21-16, 45-36, 63-56)

Medicina: Galassi 6, Curione 6, Poluzzi 15, Dall’Osso, Polverelli 22, Casagrande 20, Allodi 10, Stellino ne, Lorenzini, Poli ne, Agriesti, Casadei 6. All. Curti.

Ferrara 2018: Benedetti, Cattani, Cortesi 12, Percan 25, Seravalli 21, Legnani 14, Fortini, Poli ne, Ruina ne, L. Ghirelli 5, M. Ghirelli 5. All. Furlani.

Si parte con Medicina al completo ed estensi che all’assenza di Agusto, vede sommarsi quella del pivot croato Pusic.

Pronti, via e sotto la regia di un ispirato Poluzzi, la Virtus allunga. L’alto-basso tra Casadei e Polverelli funziona bene, Medicina prova la prima fuga; Ferrara, con il talento di Seravalli, Percan e Cortesi, resta in scia sul 21 a 16 del primo quarto. Secondo periodo e l’energia di Dall’Osso, unita ai canestri di Poluzzi-Casagrande-Polverelli, sono gli ingredienti per un secondo tentativo di fuga dei gialloneri. Ferrara, da squadra forte, non demorde e all’intervallo Virtus Medicina al comando sul 45 a 36. Terza frazione e la Virtus riesce ad arginare Percan, ma sale in cattedra Seravalli, autore di una prestazione eccellente, sempre coadiuvato da Cortesi e Legnani che mettono sul parquet tutta la classe e l’esperienza di cui dispongono. I padroni di casa sbandano, ma restano sempre al comando. Galassi-Curione e passa la paura, Polverelli è immenso con 22 punti, 12 rimbalzi, 3 recuperi. Medicina chiude il quarto in vantaggio per63-56. Quarto decisivo periodo e Ferrara ritrova Percan. Casadei continua a produrre gioco e assist che Casagrande (20 punti, 8 rimbalzi) converte in canestri importantissimi. Ferrara non molla e con canestri di pregevole fattura si riavvicina; bomba clamorosa di Allodi che si accende e trascina i gialloneri, tripla incredibile di Poluzzi, Medicina vede il traguardo, un libero di Casagrande ed uno di Poluzzi portano la Virtus a +4. Seravalli, con l’ultimo tiro, accorcia le distanze, ma non basta, vince Medicina col punteggio di 85 a 84.

CLASSIFICA

PALL. FIORENZUOLA16981845747+98
OLIMPIA CASTEL SAN PIETRO14972717638+79
BOLOGNA BASKET 201610954734662+72
BASKET 2000 SCANDIANO10954683664+19
FERRARA BASKET 201810954694680+14
VIRTUS MEDICINA10954680682-2
LG COMPETITION CASTELNOVO10954688691-3
GAETANO SCIREA BERTINORO8945656656+0
ANZOLA BASKET8945631668-37
VSV IMOLA8945668718-50
GUELFO BASKET6936655693-38
BASKET LUGO6936625671-46
ARENA MONTECCHIO6936650711-61
PALL. MOLINELLA4927662707-45

SERIE C SILVER

BELLARIA BASKET – SANTARCANGIOLESE BASKET 75 – 84

(21-24; 37-45; 55-65)

Bellaria: Foiera 23, Brighi 22, Rossi 16, Ferrari 10, Gori, Cruz 2, Mazzotti 2 Montanari, Santoro, Tamburini ne. Berardi ne. All. Maghelli.

Santarcangiolese: Zannoni 23, Fusco 15, Nervegna 14, Adeosun, Sirri, Raffaelli 8, Fornaciari 18, Grassi 3, Dimonte 3, Massaria ne, Dini ne, Malatesta ne. All. Evangelisti.

MISTER TIGELLA – CESTISTICA ARGENTA 60 – 67

(18-15; 28-27; 33-48)

San Lazzaro: Salvardi, Cempini 7, Tugnoli 2, Betti A. 7, Governatori, Verardi 28, Marega 7, Fabbri 3, Torriglia 6, Tepedino. All. Baiocchi.

Argenta: Magnani 5, Alberti 2, Federici, Zanirato, Quaiotto, Montaguti 9, Malagolini 8, Nicoletti, Martini 10. All: Bacchilega.

Sul -1, ad una manciata di secondi dalla sirena finale, la BSL ha accarezzato il sogno di coronare una straordinaria rimonta contro la Cestistica Argenta che, però, nel momento clou ha fatto vedere perché si è presentata al PalaRodriguez con i galloni della capolista, chiudendo i conti con le giocate vincenti di De Martini (miglior realizzatore ospite con 20 punti) e di Quaiotto, glaciale in lunetta al fotofinish. Ai sanlazzaresi, a cui non sono bastati i 28 punti di capitan Filippo Verardi, resta invece il rammarico di aver sprecato tante ghiotte occasioni per pareggiare nei secondi finali  (23/68 dal campo e 8/34 da tre punti) e di aver ancora una volta subito un parziale (14-0 nel terzo quarto) che ha compromesso in maniera molto seria l’esito del match.

Una difesa intensa e i canestri di Verardi e Cempini hanno ispirato il primo tentativo di fuga biancoverde (8-1). Un +7 tamponato con prontezza dal timeout degli estensi che, al ritorno in campo, hanno risposto con un controbreak di 7-0, chiuso dalla tripla di Malagolini, che ha riportato in equilibrio il punteggio. La BSL ha, però, a sua volta retto l’urto e grazie a Torriglia e Verardi, è riuscita a chiudere in crescendo la frazione d’apertura (18-15). Sul più bello, però, l’attacco di San Lazzaro ha subito un blackout di 5′ che la BSL ha, comunque, pagato solo parzialmente: Argenta, dopo aver trovato il sorpasso con Bonora, è infatti riuscita a guadagnarsi soltanto cinque lunghezze di vantaggio (18-23). Quando poi la Mister Tigella è riuscita a ritrovare un po’ di fluidità e di fiducia grazie alla difesa e al buon lavoro a rimbalzo d’attacco, è arrivato il nuovo aggancio e il +1 di fine primo tempo (28-27). Buone cose a cui la BSL non è, però, riuscita a dar seguito nella terza frazione in cui il suo attacco, dopo aver messo a segno il +4 (32-28) si è di nuovo inceppato. Non quello di Argenta che, con un break di 14-0 ispirato da Martini, ha dato una poderosa spallata, volando a +10 e trovando quel feeling con il canestro che ha poi permesso agli ospiti di portarsi a +15 (33-48). Sul punto di capitolare, i padroni di casa hanno avuto il merito di trovare la forza per reagire e per riportarsi, trascinata da capitan Verardi, prepotentemente in partita. Nel finale i biancoverdi sono addirittura rientrati a -1, sbagliando con Torriglia prima e Fabbri poi, il colpo dell’aggancio. Errori pagati a caro prezzo, perché un Quaiotto molto preciso nel finale, ha messo in ghiaccio la vittoria degli estensi. 

LA CANTINA DEI SAPORI – PALL. CASTENASO 81 – 72

(16-19; 41-39; 57-54)

Zola Predosa: Perrotta, Bavieri 8, Bianchini, Righi G. 10, Zappoli 4, Ramini 24, Masina 4, Bosi, Tubertini 10, Vivarelli 2, Almeoni 19. All. Cavicchi.

Castenaso: Pesino 5, Marinelli 4, Ballini 19, Galiano, Biguzzi 13, Righi S. ne, Cesario 10, Capobianco 9, Seracchioli 6, Giannasi 2, Ballardini ne, Zucchini 4. All. Castelli.

ATLETICO BASKET – FOPPIANI 56 – 73

(16-21; 30-35; 41-60)

Atletico Borgo: Conidi 14, Serra 6, Veronesi Gr. 6, Paolucci, De Simone 4, Pedroni, Veronesi G. I. 5, Campanella 16, Tognazzi 2, Bertolini, Trebbi 1, Artese 2. All. Guidetti.

Fidenza: Taddei ne, Gaudenzi 8, Brogio 3, Di Noia 15, Massari 4, Maggi 5, Montanari 7, Garofalo ne, Bondani, Perego 16, Parmigiani 15. All. Ghezzi.

PALL. CORREGGIO – CREI 72 – 71

(15-20; 33-37; 55-48)

Correggio: Messori 8, Conte 10, Riccò Fe. 6, Morgotti 7, Ligabue ne, Branchini, Guardasoni 9, Riccò Fr. 16, Ferrari, Vivarelli 6, Lavacchielli 5, Frilli 5. All. Stachezzini.

Granarolo Basket: Bianchi 6, Meluzzi 11, Nanni 13, Paoloni L. 18, Bernardinello 5, Misciali ne, Pani 16, Brotza 2. All. Millina.

Una  Crei mai doma, con soli otto effettivi a referto per l’eterna emergenza infortuni, disputa una partita gagliarda in quel di Correggio ma, parafrasando Dan Peterson, dà un calcio al secchio pieno di latte, con un 15/29 dalla lunetta che grida vendetta. I padroni di casa fanno loro il match grazie ad un terzo quarto dove sfruttano appieno un passaggio a vuoto degli uomini di Millina e alla buona precisione dalla lunetta (21/26), ma non riescono a sfruttare la lunghezza della panchina rispetto agli ospiti per chiudere la partita. Per Millina buone risposte dagli esterni con Nanni  (doppia doppia da 13p. e 15r. condita anche da 2 assist e 3 recuperi per 22 di valutazione) e capitan Paoloni (18p., 4a., 6r., 3 rec. con 21 di valutazione) entrambi costretti a giocare oltre 38’ per i problemi di falli di Bianchi e Brotza, i meno brillanti tra i bolognesi. Per Correggio in evidenza Francesco Riccò (16 p.  e 19 di valutazione) autore di una spettacolare schiacciata e il magistero di Conte,  vero allenatore in campo dei reggiani.

La cronaca: dopo una fase di iniziale equilibrio (7-5 al 4’), la CREI dà il primo strappo alla partita con un parziale di 0-13 mandando a segno 4/5 degli effettivi in campo (7-18 all’8’30”). Correggio si aggrappa al tiro dalla lunga distanza e con due triple di Guardasoni in rapida sequenza si porta a -5 (13-18 al 9’). Nel secondo quarto continua il bombardamento dei padroni di casa dalla lunga distanza, mentre Granarolo realizza solo 2 punti nei primi 4’; il parziale recita 12-2 per i padroni di casa e inerzia della partita che sembra ribaltata (27-22 al 14’).  Niente di più sbagliato: Millina ordina la zona e in 3’ i suoi mettono a segno uno 0-10 che ristabilisce le distanze (27-32 al 17’).  Correggio prova a riavvicinarsi, ma alla seconda sirena è a -4 ( 33-37 al 20’). Inizio di terza frazione favorevole ai padroni di casa che in 4’ raggiungono la parità (41-41 al 24’); la Crei fatica a segnare, ma tiene la partita in leggero vantaggio (43-45 al 26’30”). Una schiacciata di Francesco Riccò infiamma il palasport e Correggio prende l’abbrivio per un 12-0 in 2’ che la porta alla doppia cifra di vantaggio, per la prima volta nella partita (55-45 al 38’30”). Capitan Paoloni scuote i suoi con un siluro dalla lunga e permette ai felsinei di andare alla terza sirena con uno svantaggio ad una sola cifra (55-48 al 30’). Federico Riccò apre, con una tripla, gli ultimi 10’, ma Paoloni prima da due, poi da tre, avvicina la Crei a sole cinque lunghezze (58-53 al 32’). Vivarelli si fa valere sotto le plance, sfruttando l’uscita per raggiunto limite di falli di Bianchi e segna 4 punti consecutivi, la Crei è nervosa e non segna più, Correggio va dai suoi lunghi e con Morgotti e Conte raggiunge il massimo vantaggio (65-53 al 34’). Nell’azione successiva, Granarolo perde anche Brotza che commette il suo quinto fallo; a Millina rimangono solo esterni e sembra la fine del match. Il coach ospite ordina il pressing a tutto campo e mischia le carte alternando zona e uomo; Correggio non si raccapezza e la Crei comincia a recuperare palloni: Meluzzi e Nanni  accorciano a -8 (65-57 al 36’); botta e risposta Conte-Pani-Frilli, poi una tripla di Pani dà a Granarolo il -7 a 1’20” dalla fine (69-62).  Frilli sbaglia da 3, Meluzzi fa solo 1/2 dalla lunetta, ma Nanni recupera palla sul passaggio d’uscita di Conte e Pani serve Paoloni per il 69-65 al 39’. Messori dalla lunetta è freddo per il +6 a 36” dalla fine. Meluzzi spara la tripla del -3 a -30”, poi commette fallo su Lavacchielli per fermare il cronometro: 1/2 e Correggio a +4 con 22” da giocare. La Crei va da Paoloni che tira da 3 ma sbaglia. Stachezzini chiama l’ultimo timeout, ma sulla rimessa di Conte, Granarolo recupera palla e Pani realizza da 3 per il 72-71, ma non c’è più tempo e Correggio porta a casa i 2 punti.

ZTL HOME – OTTICA AMIDEI 82 – 76

(23-21; 41-36; 60-48)

S.G. Fortitudo: Balducci 12, Chiarini 10, Nguesso ne, Tosini 12, Antola ne, Lalanne 14, Pederzoli 7, Ranieri ne, David 1, Nanni 8, Ponteduro, Buscaroli 18. All. Mondini.

Castelfranco Emilia: Ayiku ne, Marzo 10, Govoni 3, Zucchini 12, Torricelli R. 18, Tedeschi 5, Vannini 7, Del Papa 13, Torricelli F. 2, Nebili ne, Youbi 2, Prampolini 4. All. Landini.

Prestazione di ben altra caratura per i biancoverdi, rispetto a quella incolore e scialba di sei giorni fa contro Correggio, ma qualche piccolo errore li costringe alla resa contro una squadra giovane, come la S.G. Fortitudo, ma molto ben allenata. Un’assenza per parte condisce il pre match: Ayiku per Castelfranco, Ranieri per Sg Fortitudo.

L’inizio è di marca ospite, con l’ex di giornata Riccardo Torricelli (per quello che riguarda le giovanili) a farla da padrone. I biancoblu di casa iniziano ad alzare il ritmo e l’Ottica Amidei si fa prendere dalla frenesia del prendi e tira, andando fuori giri, anche se il tabellone recita un sostanziale equilibrio; infatti, solo un “buzzer beater” di Buscaroli, che si rivelerà poi essere uno dei protagonisti del match, dà il +2 ai locali alla fine dei primi dieci minuti. Nel secondo quarto la musica non cambia: la panchina di Castelfranco mantiene alta l’intensità anche attraverso qualche cambio di difesa, mentre per la SG è sempre il numero 35 Buscaroli a farla da padrone con 10 punti nel quarto. Negli ultimi secondi, due palle perse sanguinose in attacco costano il 4-0 con cui la squadra di casa riesce a portarsi sopra di cinque lunghezze all’intervallo (41-36). I primi minuti del terzo quarto sono quelli che indirizzano il match: i bolognesi scappano sul +16 (57-41 al 25’), grazie soprattutto alle palle recuperate con un pressing molto efficace, che costringe coach Landini ad investire ben due sospensioni per bloccare il parziale. L’Ottica Amidei ritrova il filo del discorso, ma non riesce ad andare oltre il -12 a fine terzo periodo (60-48). La quarta e ultima frazione segue il flow delle precedenti, con la difesa di Castelfranco che tiene e permette di recuperare qualche punto (60-54 al 32’), ma altre palle perse direttamente da rimessa ricacciano gli ospiti indietro, lasciando la Fortitudo sempre avanti di due o tre possessi pieni. La partita finisce sull’82-76 per i ragazzi di coach Mondini.

CVD BASKET CLUB – VIS BASKET PERSICETO 52 – 61

(12-16; 19-31; 41-52)

Cvd Casalecchio: Baccilieri, Malverdi, Paratore 2, Penna 4, Ferraro 2, Taddei 5, Cavallari 13, Fuzzi, Bertuzzi 12, Lelli 14. All. Gatti.

San Giovanni in Persiceto: Coslovi 4, Guidi, Zani ne, Baietti 9, Vaccari, Papotti 21, Tedeschini 1, Mancin 12, Barone, Mazza 10, Pedretti 4. All. Berselli.

REBASKET – PALL. NOVELLARA 68 – 89

(22-22; 41-38; 50-71)

Castelnovo Sotto: Azzali 5, Cantagalli ne, Castagnaro 21, Defant 11, Pezzi 9, Barazzoni 5, Bellocchi 2, Putti 8, Vezzali 3, Foroni, Zecchetti 4. All. Casoli.

Novellara: Ferrari N. 9, Grisendi 2, Folloni 18, Rinaldi ne, Bagni 5, Franzoni 12, Ferrari T. 8, Aguzzoli 18, Ciavolella 8, Carpi 9, Simonazzi. All. Boni.

CLASSIFICA

FULGOR FIDENZA16981731609+122
CESTISTICA ARGENTA16981701617+84
FRANCESCO FRANCIA ZOLA16981678615+63
SANTARCANGIOLESE BASKET14972685591+94
NOVELLARA14972736647+89
BELLARIA BASKET12963690662+28
S.G. FORTITUDO BOLOGNA12963684682+2
PALL. CORREGGIO10954608598+10
VIS SAN GIOVANNI IN PERS.10954629634-5
CVD CASALECCHIO6936575621-46
BSL SAN LAZZARO4927589620-31
ATLETICO BORGO BOLOGNA4927623667-44
GRANAROLO BASKET4927619679-60
CASTENASO2918616691-75
REBASKET CASTELNOVO2918600708-108
CASTELFRANCO EMILIA2918601724-123
1 2 3 4 198