Promozione, la Welcome cade in casa nel derby delle PGS

PROMOZIONE

6° Giornata

GIRONE A

GUNA OGLIO PO – CUS PARMA 68 – 74

PALL. FULGORATI – POLISPORTIVA BIBBIANESE 73 – 49

(24-2; 41-12; 56-33)

Fidenza: Avanzi 9, Guareschi, Baratta 6, Poggi 3, Longhi 4, D’Esposito 11, Rivetti 10, Iacomino 10, Parmigiani 7, Besagni 8, Fantini 3, Maggi 2. All. Antonicelli.

Bibbiano: Cornali 2, Valentini, Piccinotti 14, Panciroli, Imperatori, Ceci 13, Incerti, Mancini, Giglioli 8, Covi 8, Domenichini 4. All. Menozzi.

PLANET BASKET – SAMPOLESE BK 48 – 68

HERON BASKET – POLISPORTIVA CASTELLANA 48 – 44

S.ILARIO BASKETVOLLEY – AZZALI DUCALE PARMA 57 – 80

TSA – ARTARREDO 82 – 50

(21-13; 49-26; 69-41)

Piacenza: Dallavalle 18, Guglielminetti 8, Impesi 5, Monti 4, Perego 15, Sebastiani A. 6, Sebastiani S., Stecconi 6, Vecchio 11, Bisagni 2, Bragalini 7, Righi ne. All. Castellani.

Borgo Val di Taro: Leonardi 12, Ruggeri 5, Marchini 4, Gonzato S. 15 , Giraud 11, Bosi, Zecchinato 3,  Del Grosso, All. Picelli.

Niente da fare per l’Artarredo contro la corazzata piacentina capo classifica. Nonostante l’ormai croniche assenze, tra infortunati ed impegnati con il lavoro, ci hanno provato i Diavoli Rossi ad arginare gli uomini di Castellani, ma nulla hanno potuto contro il loro grande momento di forma. Partita dai ritmi non elevatissimi, ma tattica, dove la precisione al tiro per i padroni di casa è stata determinante. Con il calo fisico da parte dei ragazzi di Picelli, non avendo cambi essendo solo in 7, i piacentini, a mano a mano, prendevano le distanze chiudendo la gara con il severo punteggio di 82 a 50.

CLASSIFICA

Piacenza 12; Cus Parma, Sampolese 10; Fulgorati Fidenza 8; Castellana Castelsangiovanni, Heron Bagnolo, Bibbianese 6; S.Ilario d’Enza, Ducale Parma* 4; Valtarese Borgo Val di Taro, Oglio Po 2; Planet Parma* 0.

GIRONE B

G.S. ARBOR BASKET – RADIO BRUNO 72 – 75 dts

(20-19; 33-35; 44-43; 63-63)

Arbor Reggio: Maino, Pirelli 15, Ferguson 2, Kromah, Codeluppi 14, Superchi 15, Artoni, Gaddi 1, Simonazzi 4, Gampena 8, Cassoni 7, Rustichelli G. 6. All. Beltrami

Campagnola: Gasparini 12, Torreggiani 3, Folloni 10, Bartoli 2, Soccetti 6, Piuca 5, Carnevali 3, Rustichelli M. 12, Ligabue 16, Sacchi 2, Beltrami 4. All. Carpi.

Campagnola vince sul campo dell’Arbor al termine di 45′ equilibratissimi.

Match in equilibrio lungo tutti i quarti di gioco, contrassegnato da diverse distrazioni difensive da entrambe le parti e dalle basse percentuali al tiro degli ospiti. I divari per frazione rimangono nell’ordine di una o due lunghezze, talvolta per i padroni di casa, talvolta per gli ospiti. A pochi secondi dalla fine, Gasparini per la Radio Bruno raccoglie un rimbalzo in attacco, che gli permette di realizzare il canestro del pareggio portando gli ospiti all’overtime. Nei cinque minuti supplementari, Campagnola capitalizza al meglio i diversi giri in lunetta, assicurandosi la vittoria per 72-75.

GAZZE CANOSSA – POL. IWONS 64 – 45

Canossa: Bussei 7, Colli 7, Gatti, Giaroli 20, Guatteri 6, Manghi 2, Menechini 12, Pezzi 6, Pignedoli, Torlai 4, Zenevredi. All.Vacondio.

Albinea: Orlandini 8, Talami 4, Di Micco 9, Mammi 4, Benevelli 4, Marcacci 9, Gonzaga 3, Mazzoni 4. All. Romano.

U.S.D. GELSO – U.S. SATURNO GUASTALLA 57 – 64

L.G. COMPETITION – BASKET JOLLY 73 – 78        

Castelnovo Monti: Mallon 30, Canovi 10, Ferri G. 10, Guarino 9, Mabili 6, Baccarini 3, Torlai 3, Pompili 2, Ferri E., Vezzosi. All. Sessa.

Jolly Reggio: Rivi 23, Ferko 20, Costoli 13, Belli 7, Foroni M. 5, Foroni F. 4, Rika 4, Damiani F. 2, Braglia, Damiani E., Marino. All. Baroni.

UNIONE SPORTIVA AQUILA – AQUILE PALL. 72 – 57  

Luzzara: Vezzani 13, Carpi 12, Pellegrini L. 12, Sereni 10, Magnanini 9, Pellegrini C. 8, Bertolini 4, Capuozzo 4, Belletti, Terzi. All. Iori.

Gualtieri: Volpicelli 20, Simonazzi 16, Brugnano 5, Lamura 4, Dallasta 4, Lamponi 2, Mbengue 2, Kushi 1, Rossato 1, Benazzi 1, Zouaghi, Bellagamba ne. All. Simeone.

PALLACANESTRO REGGIOLO – PALL. CORREGGIO 97 – 77

(24-12; 55-37; 76-60)

Reggiolo: Mattioli 17, Barilli 7, Baldo 8, Pasini 14, Galeotti 2, Biello 13, Benatti 8, Marra 9, Bertacchi 1, Boschini, Ciavolella 19, Setti. All. Bosi.

Correggio: Valli 10, Ferrari 27, Nori 6, Montanari, Mazzini 5, Bacci 3, Berzieri 1, Bartoli 4, Serli 12, Campedelli 9. All. Cavalcabue.

CLASSIFICA

Reggiolo 12; LG Competition Castelnovo Monti, Aquila Luzzara, Jolly Reggio 10; Aquile Gualtieri, Campagnola, Gazze Canossa, Saturno Guastalla 6; Arbor Reggio, Iwons Albinea, Gelso Reggio 2; Correggio 0.

GIRONE C

MASSACRAMENTO KINGS – CUS MO.RE 47 – 79

CARPINE BASKET 2015 – UNIONE SPORTIVA ZOLA 65 – 60

(21-4; 32-24; 50-38)

Carpine: Gasparini Casari 7, Cavallotti 2, Fricatel 14, Fofie 4, Magrì, Marino 2, Marra 8, Guagliumi 15, Muzzioli 13, Guandalini ne, Marino ne. All. Notari.

Zola Predosa: Franchini 8, Brunelli 11, Baccilieri 15, Cerchiari 1, Paolucci 4, Mabelli 1, Gubbellini, Bini 15, Brolis, Cevenini 3, Zanetti 2, Buccarella ne.

PEPERONCINO LIB. – PALL. FORTITUDO 66 – 49

(16-16; 37-32; 49-37)

Mascarino: Vinci 6, Benfenati 7, Cilfone 6, Tolomelli 8, Giunchedi 4, Balducci 3, Brochetto D. 14, Solmi 4, Carpanelli 1, Guidetti, Nannetti A. 5, Stojkov 8. All. Brochetto L.

Crevalcore: Cremonini 13, Pederzini 9, Cristoni 8, Fedi 7, Govoni F. 5, Guido 3, Scagliarini 2, Terzi S. 2, Guarnieri. All. Lelli.

PALL. TEAM MEDOLLA – SASSO BASKET 78 – 67 d2ts

(15-18; 35-40; 51-56; 63-63; 65-65)

Medolla: Tommasino 3, Galeotti, Ziosi 2, Bernardi 18, Bergamini 17, Baccarani 3, Luppi 15, Salerno 7, Manfredini 4, Barbieri 9. All. Giliberti.

Castelfranco: Venturi N. 2, Gobbi 4, Violi 12, Franchini 9, Cavani 19, Grassi F. ne, Parisini 2, Mallil 3, Zucchini 9, Grassi R. 7. All. D’Alessandro.

Sconfitta che brucia per il Sasso Basket in quel di Medolla.

Gli arancionero si presentano senza Kalfus, Sciarabba, Bastia e Poluzzi; con Francesco Grassi nei 10 solo per onor di firma e privi all’ultimo minuto anche di coach Bignotti fermato dall’influenza. Nei primi due quarti il Sasso segna da fuori con continuità e mostra una buona fluidità di circolazione, i 40 punti in due quarti sono la logica conseguenza con Cavani sugli scudi a quota 17 e senza errori dal campo. Due disattenzioni di troppo permettono a Medolla di andare al riposo sul -5 anziché -10 (35-40). Il Sasso deve rinunciare anche a Nicola Venturi già dal secondo quarto; la caviglia del play anzolese va ko in un fortuito incidente a rimbalzo. Dagli spogliatoi esce molto meglio Medolla che torna subito in parità, Castelfranco è brava a riprendere il filo e rimettere qualche punto tra sé e i padroni di casa, ma l’ossigeno sta finendo e l’attacco inizia a faticare. Match punto a punto e Sasso avanti di 2 a 30″ dal gong. Dopo un confuso attacco neroarancio, Medolla cattura il rimbalzo, con 7″ sul cronometro e trova il tap-in del pareggio a fil di sirena, complice un rientro difensivo orrendo degli ospiti. Overtime! Nel primo non segna davvero nessuno, un 2-2 tutto su tiro libero. Il Sasso ha la palla per vincere, ma il tiro di Violi non trova fortuna. Secondo supplementare, le energie Sasso sono finite, Gobbi e Mallil sono fuori per falli e chi è in campo ha la riserva della benzina più rossa di un semaforo. Medolla ha vita facile e chiude con un bugiardo +11.

MAGIC BASKET – S.P. SPILAMBERTO 65 – 77

(19-18; 36-40; 50-61)

Scandiano: Gabrielli 12, Maioli 18, Rossi, Rossi D, Caleffi 2, Fedeli, Cattani 9, Lorenzi 7, Barioli 4, Bogani 3, Fiore 10. All. Martinelli

Spilamberto: Badiali 8, Smerieri 6, Franchi. 19, De Martini 7, Barbieri 3, Gavaini 4, Neri 5, Pala 12, Prandini, Panta 2, Dinuzzo, Ciccio 12. All. Espa.

Un Franchi finalmente travestito da Franchi (19 punti, 8/9 da 2), trascina Spilamberto ad un importante vittoria in terra reggiana. Dopo un primo tempo in cui Spilamberto faticava a trovare le misure su Maioli, nel secondo tempo gli ospiti alzavano l’intensità, mettendo in difficoltà soprattutto il lungo reggiano, vero faro dei padroni di casa. Esordio anche per Di Nuzzo, ennesimo under lanciato dal team modenese.

NAZARENO BASKET – DIABLOS BASKET 72 – 63

(16-20; 33-38; 56-47)

Carpi: Ferrari 3, Manzini 4, Righi 4, Losi 3, Bertollo 8, Beltrami M. 16, Canevazzi 12, Bonfiglioli, Beltrami P. 3, Prampolini 2, Rizzo 15, Termanini 2. All: Barberis.

Sant’Agata Bolognese: Almeoni 11, Baiesi 10, Kablan 9, Alvisi 6, Bianconi 6, Pellacani 5, Segata 4, Belosi 4, Muzzi 4, Barone 2, Mascagna 2, Papa. All. Cevenini.

Ci voleva, contro una delle squadre più in forma del momento è ancora più bello, ma ci voleva davvero”. Il soddisfatto commento di un sollevato capitano della Nazareno, Federico Manzini, fa da cornice ad una prestazione incoraggiante, forse inimmaginabile dopo il velenoso inizio di gara, dove gli ospiti sembravano pronti a fare il vuoto dietro di se; Carpi reagisce alle sfuriate iniziali dei bolognesi, pericolosi in tutte le zone del campo, ma vulnerabili sotto le plance, dove gli interni bianco-blù regalano extra-possessi in quantità: Bonfiglioli, Prampolini e Ferrari catturano rimbalzi come mai in questa stagione, affidandosi alle conclusioni degli esterni che, con fiducia, attaccano con regolarità il ferro ospite. Dopo una prima metà gara di sostanziale equilibrio (33-38 al 20’), il Nazareno accelera drasticamente nella ripresa, con Mauro e Paolo Beltrami a furoreggiare in tutto il rettangolo di gioco: Carpi mette in fila un quarto da 23-9 che ribalta l’inerzia del match, mentre i Diablos paiono inermi alle sfuriate di Canevazzi e di un rientrante e più che positivo Bertollo; gli ospiti, tuttavia, non demordono e affidandosi alla pressione e a una ritrovata vena offensiva, tentano l’aggancio che, però, si schianta contro la precisione dalla lunetta di Rizzo, mentre la retroguardia locale ritrova compattezza e energia proprio mentre Sant’Agata si sbilancia alla ricerca del pareggio.

CLASSIFICA

Cus Mo.Re. 10; U.S. Zola Predosa, Diablos Sant’Agata Bolognese, Peperoncino Mascarino*, S.P. Spilamberto 8; Massacramento Kings MSP, P.T. Medolla, Carpine 6; Nazareno Carpi 4; Sasso Castelfranco, Magic Scandiano*, Fortitudo Crevalcore 2.

GIRONE D

GALLO BASKET – POL. DIL. FARO 99 – 51

(24-11; 59-24; 80-37)

Gallo: Mandini 21, Lomazzi 16, Mantovani 12, Fortini 10, Grazia 8, Calzolari 6, Corbucci 6, Gaiba 6, Ramponi P. 5, Ramponi N. 3, Di Biase 3, Gozza 3. All. Mennitti.

Argenta: Fumolo 7, Mambelli 4, Fuschini, Macchia 5, Dal Pozzo 5, Bonora 5, Stabellini 15, Zanetti 3, Porcellini 5, Bianchi, Mottaran 2. All. Carnaroli.

BASKET VILLAGE – NAVILE BASKET 64 – 62

(16-16; 39-32; 49-51)

Granarolo: Misciali 3, Bertusi 3, Ventura A 8, Ferri 7, Guastaroba 4, Tonelli 11, Mongardi 4, Carati ne, Bertuzzi 9, Marcheselli 8, Banzi 7, Melillo. All. Cavicchioli.

Navile: Maccaferri 4, Nicolini 5, Carlotti 18, Behzadi 3, Zanarini 11, Billi 6, Fenderico, Santinelli ne, Bardasi 4, Sgherri 11. All. Corticelli.

Si ferma a due la striscia di vittorie del Navile Basket, che perde a Granarolo contro l’imbattuta capolista Basket Village al termine di un match molto equilibrato e combattuto.

Cronaca: quintetto Navile con Bardasi, Nicolini, Carlotti, Zanarini e Billi, mentre Coach Cavicchioli parte con Guastaroba, Tonelli, Bertusi, Marcheselli e Mongardi. Il primo canestro è di Marcheselli, al quale replica Zanarini con la tripla. Un libero di Bertusi e un canestro di Mongardi riportano avanti Granarolo, ma Carlotti e Nicolini, con la tripla, danno il 5-8 al Navile. Il match è equilibrato per tutto il periodo, al trio Bertusi-Marcheselli-Mongardi, rispondono Carlotti e un super Zanarini con 6 punti quasi consecutivi. Un canestro e un libero di Ferri fissano il punteggio sul 16 pari al termine dei primi 10’. Nel secondo quarto la difesa del Navile cala e cominciano a entrare le triple di Ventura e Bertuzzi, autore di 5 punti consecutivi. I biancorossi stanno in scia con 6 punti consecutivi di un ritrovato Sgherri, coadiuvato da Billi. Banzi però segna 4 punti, Tonelli punisce la difesa del Navile con 2 triple consecutive: i liberi di Maccaferri e Carlotti, unitamente al grande canestro di Billi di pura tecnica in post basso, tengono comunque il Navile in scia, 39-32 Granarolo all’intervallo di metà partita. Un po’ di convinzione in difesa è la chiave per recuperare, stavolta la zona 3-2 del Navile alza l’efficacia e si parte con una tripla di Carlotti e un canestro di Bardasi. Billi pareggia, Nicolini sorpassa, break di 0-9 per il Navile e 39-41. Ancora Tonelli, implacabile, sblocca Granarolo con la tripla del 42-41, ma il Navile è aggressivo e Carlotti risorpassa con un 2/2 dalla lunetta. Marcheselli impatta a quota 44 dopo il libero di Sgherri, Bardasi riporta avanti il Navile, 44-46. È il momento di Misciali, che trova il pareggio a quota 46, ma Sgherri e una tripla di Behzadi lanciano il Navile sul 47-51. Misciali chiude il periodo con il canestro del 49-51. L’avvio dell’ultia frazione, però, è favorevole ai biancorossi: Maccaferri segna un gran canestro che vale il 49-53, altra grande azione difensiva e la circolazione di palla porta Nicolini libero per scoccare la tripla, che però va sul primo ferro. Ancora Misciali, con il settimo punto consecutivo, riavvicina Granarolo a -2, poi dopo i liberi di Carlotti, Banzi infila la tripla del 54-55. Qui viene fischiato un dubbio fallo in attacco a Sgherri in palleggio. Rimessa per Granarolo e canestro di Ferri dalla media, errore in attacco del Navile e con il 2/4 ai liberi di Guastaroba e Marcheselli, il Basket Village si porta sul 58-55. Il Navile, però, in queste partite ha capito cosa vuol dire soffrire e avere cuore, trova 2 liberi e un pazzesco canestro con Carlotti e si riporta avanti 58-59 a 1’30” dalla fine. Guastaroba pareggia con un libero, fallo in attacco fischiato a Billi e canestro di Marcheselli, 61-59 Granarolo a 40” dal termine. Carlotti subisce fallo e segna il primo libero a 25”, sbagliando il secondo: 61-60 e fallo tattico su Marcheselli, che segna il primo e sbaglia il secondo, 62-60. La palla carambola fuori e sarà rimessa per il Navile, che chiama timeout. Dal minuto di sospensione esce fuori un grande Maccaferri, che serve un assist perfetto per Zanarini, che tutto solo appoggia il canestro del 62 pari (11 punti con 5/5 al tiro per l’ala forte in maglia n.13). Timeout Granarolo, il Navile non vuole fare fallo, però sull’entrata di Guastaroba, a -3”5, gli arbitri vedono un presunto contatto di Carlotti, 2 liberi per Granarolo. Dentro il primo, fuori il secondo, rimbalzo di Billi, apertura immediata per Nicolini, il quale subisce un contatto a metà campo non sanzionato. Proteste vigorose, tecnico dovuto ed un libero per Granarolo, che lo amministra bene e vince 64-62

CENTRO MB ARCOVEGGIO – VIS 2008 72 – 55

(17-9; 43-27; 59-37)

C.M.A: Piazzi 15, Rosati 19, Madron 10, Siena 8, Filippini 2, Venturi 4, Arletti, Caffagna, Barone 6, Venturini, Youbi 6, Pedron 2. All. Orefice.

Vis Ferrara: Santi 10, Garbo 2, Mangano 4, De Pisi 8, Garuti 2, Accorsi 10, Baseggio 12, Marianti Spadoni 4, Cervati 3. All. Sannini.

LOVERS – SPARTANS BASKET 49 – 47

(15-11; 23-28; 38-42)

Galliera: Malagutti 7, Benassi Bocciolini 18, Marmocchi 12, Gnan, Ramponi 2, Cerciello, Orsini, Borsari, Bernardini 4, Bonfiglioli 6, Colombara, Brintazzoli ne. All. Atti.

Spartans Ferrara: Virgili 1, Vaianella, Ricci, Marabini, Lever 7, Alassio 11, Terzi 1, Leprotti 10, Baraldi 11, Vivalda ne, Stocco 2, Ponsanesi 4. All. Ciliberti.

P.G.S. CORTICELLA – BNBA ROUTE64 49 – 67

(11-14; 29-32; 39-49)

PGS Corticella: Ardizzoni 14, Fiorentini 10, Simoni 8, Albazzi F. 4, Puzzo 4, Bernardinello 3, Polmonari 2, Tolomelli 2, Candini 2, Bartolini, Albazzi G., Tonelli. All. Totta.

Baricella: Minozzi G. 14, Frazzoni 13, De Pascale 9, Oseliero 8, Giordani 8, Pedrielli 4, Giordani 4, Sgarzi 3, Samorì 2, Donati 2, Gamberini, Mantovani. All. Minozzi M.

S. VANINI – PGS IMA 40 – 50

(10-10; 23-18; 32-41)

Horizon: Mele 15, Turrini 1, Pucci 2, Pasquali 2, Muscò, Varotto R. 4, Nasi 8, Cola, Guidi, Varotto M. 4, Ferrullo, Grippo 4. All. Muscò G.

Pgs Ima: Demetri 1, Montedoro, Tosiani 4, Cocchi 8, Neri 6, Masetti 1, Natalini 1, Lugli 10, Torriglia 13, Asciano 4, Baldazzi 2, Grandi ne. All. Salvarezza.

CLASSIFICA

Pgs Ima BO, Basket Village Granarolo 10; Bianconeriba Baricella, Spartans Ferrara 8; Horizon Trebbo, Navile BO 6; CMA Arcoveggio BO 4; Galliera Lovers, PGS Corticella BO, Vis 2008 FE, Faro Argenta 2; Gallo 0.

GIRONE E

40068 PIZZA&MORE – MEDICINA BASKET 2007 64 – 72

(24-19; 37-38; 46-53)

Medicina: Bacci 7, Lenzarini 7, Ventura 2, Barba 18, Vignudelli 12, Magli, Ugulini 3, Righi 7, Trippa 6, Martelli 6, Soldi 4. All. Pasquali.

TATANKA BALONCESTO – CSI SASSO 65 – 51

(22-17; 39-26; 59-39)

Tatanka: Costantini 15, Manaresi 14, Dall’Osso 9, La Ferla 9, Biavati 5, Selva 5, Ciampone 3, Gnudi 3, Marrobio 2, Spoglianti, Longhi, Righini. All. Alfieri.

Csi Sasso Marconi: Vinerba 11, Forni 7, Dal Pian 6, Berti 5, Galli 4, Siroli 4, Apadula 3, Tinelli 3, Benassi, Labanti. All. Bulgarelli.

PARTY & SPORT – POL. VIRTUS CASTENASO 64 – 52

(17-14; 27-28; 50-35)

P&S Ozzano: Sarti, Crivellari, Palma 3, La Forgia 11, Margelli 4, Cernera, Avallone 18, Pagani 3, Giove 15, Passatempi 8, Montroni 2, Landi. All. Bandini.

Castenaso: Aspergo 3, Fiolo, Buresti 12, Pazzaglia, Vacchi 2, Fontana, Bedosti 8, La Cascia 6, Pierini 11, Lombardo 7, Boccardo, Laghetti 3. All. Pizzi.

ARTBO BY PALL. PIANORO – BASKET 95 IMOLA 78 – 62

S. MAMOLO BASKET – HORNETS BASKET 55 – 70

San Mamolo: Massara, Quadri S., Fincato 13, Scarponi 2, Gebrehiwot 18, Cassani 9, Quadri A., Baldi 4, Bianco 7, Dobos, Somacher 2. All. Sisti.

Hornets: Canovi 8, Cataldo 3, Caruso 7, Guerrato 7, Cruzat 5, Mazzola, Fiorentini 17, Sirri 3, Gadani 5, Franciosi, Orlando 5, Maldini 10. All. Rocco di Torrepadula.

PGS WELCOME – PGS BELLARIA 71 – 86

(12-21; 32-43; 44-66)

Pgs Welcome: Schmitz, Lamborghini L. 6, Pasquali 14, Caprara 14, Verardi 21, Govoni 2, Lamborghini A. 2, Giuliani 2, Sovrani 2, Cavallone ne, Sanguettoli F. 8. All. Sanguettoli M.

Pgs Bellaria: Fabbri 9, Poluzzi, Scalorbi 2, Gianfagna 7, Ottani 19, Scarenzi 9, Capancioni 9, Marega 16, Neviani 6, Mazzacurati, Nobis 9, Zonarelli. All. Benini.

CLASSIFICA

Hornets BO 10; PGS Welcome BO*, San Mamolo BO*, PGS Bellaria BO, Medicina 2007, Pianoro 8; Virtus Castenaso, Sapory San Lazzaro 6; Basket’95 Imola 4; Party&Sport Ozzano, Tatanka Baloncesto Imola 2; Csi Sasso Marconi 0.

GIRONE F

SAN PATRIGNANO – SANTARCANGIOLESE BASKET 67 – 69

(22-10; 35-33; 48-48)

San Patrignano: Conocchiari 38, Magni, Trombin 14, Grimm, Sanna ne, Cardarelli 4, Bindi 6, Romboli 5, Caracciolo ne. All. Gregori.

Santarcangelo: Gueye, Fabri, Caverzan 10, Rusin 6, Fabbri 10, Mussoni Mi. 9, Ceccarelli 13, Mussoni Ma. 15, Bertaglia 2, Balducci 4, Rossi. All. Bezzi.

TIGERS BASKET 2014 – BELLARIA BASKET 82 – 47

(22-6; 45-24; 67-37)

Tigers Forlì: Gavelli 6, Rossi 12, Brunetti N. 8, Brunetti J. 9, Petrini 11, Ragazzi 14, Liverani 12, Paganelli 8, Cavina 2, Valpiani, Mariani. All. Lapenta.

Bellaria: Giorgetti, Semprini, Maggioli, Polanco, Vernocchi 2, Bussi 5, Re, Paganelli, Ricciotti L. 12, Lumini 6, Souihi 10, Donati 12. All. Ricciotti D.

S.C. CATTOLICA – SG TIBERIUS 71 – 63

(18-9; 37-33; 56-48)

Cattolica: Adanti 35, Bacoli 23, Arduini 8, Cavoli 5, Morini 2, Crugnale, Perazzini, Del Prete, Simoncini, Ferrini, Brioli. All. Cotignoli.

Basket 2000: Guziur 19, Campajola 9, Ferrini 8, Stabile 3, Accardo 7, Mazza 5, Del Fabbro 10, Baldassarri 2 Andreani, Tamburini, Fabbri, Neri. All. Brienza.

EAGLES – QUADRO PIANO 55 – 63

(8-14; 27-35; 32-53)

Morciano: Di Sciullo 8, Bacchini 11, Leardini 2, Guastafierro 4, Bologna 5, Zavatta 8, Ortenzi, Casadei 5, Maioli 5, Cenci 5, Tagliaferri 2, Casadei Massari. All. Chiodini.

Faenza: Santini 4, Marziali ne, Troni 16, Santo 13, Anghileanu 2, Boero 4, Pezzi 3, Melandri 2, Fabbri 2, Buricchi 17, Bulzacca. All. Vespignani.

LIBERTAS GREEN BK – LUSA BASKET 48 – 77

(16-27; 25-42; 32-64)

Lib. Green Forlì: Prandini 3, Vitali 3, Gasperini, Servadei 14, Adamo 4, Vittori, Perugini 6, Visani, Marzolini 10, Quercioli 4, Mambelli 2, Godoli 2. All. Lazzarini.

Massalombarda: Ugulini 4, Spinosa 6, Pietrini 27, Dalla Malva, Asioli 6, Orlando 7, Delvecchio 21, Rivola, Castelli, Brignani 2, Filippini 1, Berardi 3. All. Panizza.     

SUNRISE BASKET – AICS JUNIOR BASKET 62 – 64

(10-18; 31-37; 46-53)

Sunrise Rimini: Mussoni 2, Amadori 16, Peroni 8, Missere, Bronzetti 7, Monti 5, Casadei 3, Panzeri 6, Corsetti, Gatti, Sansone 15, Malagrida. All. Botteghi

Aics Forlì: Gori 9, Scozzoli 12, Celli, Siboni, Sansoni 4, Gigliotti, Corzani 4, Gardini 2, Martinelli 14, Ghetti 2, Barzanti 8, Ilinca 9. All. Mambelli.

CLASSIFICA

Lusa Basket MassaLombarda, Faenza Basket Project 12; Tigers 2014 Forlì 10; Basket 2000 San Marino 8; Libertas Green Forlì, Eagles Morciano, Aics Forlì 6; Sunrise Rimini, Santarcangiolese 4; S.C. Cattolica, Bellaria 2; San Patrignano 0.

Serie B, sorridono Virtus Imola e Faenza!

SERIE B

Girone C

7° Giornata

VIRTUS SPES VIS PALL – SINERMATIC 88 – 72

(20-24; 43-41; 62-59)

Virtus Imola: Galassi 19 (6/7, 1/4), Mladenov 17 (3/6, 2/7), Aglio 15 (1/3, 4/6), Magagnoli 9 (2/5, 1/4), Tommasini 8 (2/3), Carta 7 (2/3, 1/4), Morara 7 (0/2, 2/4), Milovanovic 4 (1/3), Soliani 2 (1/1, 0/1), Pellegrini, Neri. All. Regazzi.

Ozzano: Barattini 22 (4/5, 2/5), Klyuchnyk 17 (6/9, 1/4), Folli 14 (3/7, 2/3), Lasagni 6 (0/1, 2/4), Chiappelli 6 (3/5, 0/1), Buscaroli 5 (1/2, 1/2), Bonfiglio 2 (0/2, 0/1), Felici (0/1), Balducci (0/1). All. Loperfido.

Inutile negare che la vittoria 88-72 sulla Sinermatic, sia un passo fondamentale per la Virtus Imola nella stagione 2022/2023. Una vittoria che segna il ritorno alla supremazia nel “derby della via Emilia”.

La cronaca vede coach Regazzi mandare in campo Galassi, Mladenov, Magagnoli. Milovanovic e Carta, mentre l’omologo Loperfido sceglie Folli, Barattini, Lasagni, Felici e Klyuchnyk. Due triple immediate di Galassi e Carta aprono la contesa, ma è Ozzano che riesce a gestire l’inerzia del frangente con un Barattini incisivo fin da subito (8 punti nei primi 10’). Imola risponde con Carta (7), Galassi (7) e Mladenov (5), ma gli ospiti chiudono avanti 24-20 il primo quarto. Morara dall’arco, al 2’30” del 2° quarto, riporta avanti Imola sul 27-26, quindi si prosegue punto a punto con le due squadre che non riescono a “strappare”, con l’asticella dell’intensità che si alza notevolmente. All’intervallo ci si accomoda negli spogliatoi sul 43-41 per i gialloneri. Alla ripresa del gioco, la Virtus non trova continuità al proprio gioco, fallendo parecchie occasioni in attacco con un solo cesto di Galassi nei primi quattro minuti e regalando spazio agli avversari: Ozzano scappa per il massimo vantaggio sul 47-54 al 25’, con la tripla di capitan Folli, ma non riesce a catturare la fuga giusta. Imola, infatti, trascinata dal pubblico, alza la testa e, in due minuti, ribalta l’inerzia per il 55-54 con un break di 8-0 causato da Aglio, Morara (tripla) e Tommasini (un libero), ma, soprattutto, dalla schiacciata spettacolare di Mladenov, che recupera palla in area e si invola per il gesto tecnico che provoca un boato pazzesco dei tifosi locali. Il tempo si chiude su altre due triple di Aglio e Mladenov che firmano il 62-59 del 30’. La Virtus è pronta a mostrare i muscoli nell’ultimo scampolo di gara, che si chiuderà su un ottimo break di 26-13, frutto di ben 7 triple di Tommasini (2), Aglio (2), Galassi (2) e Mladenov, che mettono ko la resistenza della Sinermatic, che non riesce più a rialzare la testa nel finale. L’esperienza di Tommasini firma la prima e l’ultima tripla nel quarto, aprendo la “gragnola” di tiri dall’arco, con i gialloneri che stendono gli avversari che perdono tempo ed energie nelle proteste per fischiate dubbie, senza riuscire a impensierire più di tanto gli avversari. Nel finale escono per 5 falli due protagonisti come Morara e Chiappelli. Gli ultimi minuti sono una passerella per la Virtus, che finisce in crescendo, capace di cristalizzare il successo con i tiri pesanti e la lucida gestione degli ultimi minuti in campo.

COMPUTER GROSS EMPOLI – REAL SEBASTIANI RIETI 67 – 84

BLACKS – ANDREA COSTA 2022 80 – 77 dts

(19-9; 43-32; 60-61; 72-72)

Faenza: Bandini 1, Siberna 4, Vico 9, Mazzagatti ne, Poggi 9, Voltolini 12, Molinaro 11, Petrucci 8, Aromando 13, Ragazzini, Pastore 13, Nkot Nkot. All. Garelli.

Andrea Costa Imola: Restelli 13, Roli ne, Fazzi 4, Agostini ne, Barbieri 2, Ranuzzi 9, Corcelli 15, Marangoni 6, Spagnoli ne, Tognacci 1, Montanari 15, Trentin 12. All. Grandi.

I Blacks si aggiudicano un derby della mille emozioni dopo un tempo supplementare, superando al fotofinish un’ottima Andrea Costa. In 45’ succede davvero di tutto: 64 falli fischiati in totale (33 contro Faenza e 31 contro Imola), 7 giocatori usciti per falli e tanti tecnici per proteste sanzionati, ma nonostante tutto, i Raggisolaris sono bravi a mantenere la lucidità nei momenti decisivi e a conquistare la quinta vittoria consecutiva che permette di restare al secondo posto insieme a Firenze, a due punti dall’imbattuta capolista Rieti.

I Blacks approcciano il match nella maniera migliore partendo con un perentorio 7-0 e raggiungendo il 19-9 alla fine del primo quarto. Vantaggio che diventa 43-32 all’intervallo. Decisiva è la fisicità sotto canestro e il gioco corale, ma al rientro dalla pausa, Imola reagisce alla grande. La maggiore intensità permette di imbrigliare il gioco dei faentini e di conseguenza anche il canestro arriva con maggiore facilità. I Blacks, invece, abbassano le percentuali e soprattutto difendono con meno aggressività, incassando ben 29 punti nel quarto. L’Andrea Costa passa così a condurre 54-56 con la tripla di Marangoni per poi allungare sul 57-61. I Blacks, però, riordinano subito le idee e rispondono con un break che vale il 69-64 grazie alla tripla di Petrucci, poi si continua a lottare punto a punto in un accesissimo finale. Ai liberi di Aromando (72-70), risponde Ranuzzi (72-72) e soltanto pochi centesimi di secondo negano a Molinaro la soddisfazione del canestro vincente a fil di sirena. Si va al supplementare. I Raggisolaris iniziano a difendere con grande intensità spadroneggiando a rimbalzo, ma perdono per falli Vico e Petrucci, dopo aver visto uscire Poggi e Voltolini, riuscendo, comunque, dalla lunetta, ad arrivare al 44’ sul 79-77. A 35’’ dalla sirena finale Imola perde palla e poi commette fallo su Bandini a -22’’. Il play segna il secondo libero (80-77) costringendo l’Andrea Costa a tirare da tre. La difesa imbriglia Montanari che, con il suo tiro, colpisce soltanto il tabellone. Il PalaCattani esplode di gioia e riserva un lungo applauso ai giocatori dei Blacks.

PALLACANESTRO FIRENZE – ALBERTI E SANTI 93 – 90

(22-24; 46-55; 72-72)

Firenze: Di Pizzo, Laganà 30, Minnucci ne, Venuto 1, Ndoja 17, Passoni 8, Castelli 9, Mazzotti, Giannozzi ne, Scott 2, Bushati 26. All. Gresta.

Fiorenzuola Bees: Casagrande 12, Re 17, Devic ne, Caverni 5, Giacchè 10, Giorgi ne, Preti 20, Bettiolo ne, Ricci 16, Magrini 10. All. Galetti.

Una Fiorenzuola incerottata rischia il colpaccio sul parquet di una della favorite al salto di categoria. All’indisponibile Pederzini, si aggiunge per i Bees anche Giorgi, non recuperato dal problema alla caviglia che gli aveva fatto saltare la sfida contro Piacenza dello scorso weekend.

Fiorenzuola parte senza alcuna riverenza nei confronti dei padroni di casa, trovando ottimi canestri e buone giocate con i 5 punti di Preti; Bushati risponde con grande sagacia per i toscani, ma sull’inserimento di Giacchè, premiato da Casagrande per il 9-11 al 6’, la panchina locale è costretta al primo time out pieno della gara. Sul fallo antisportivo fischiato a Venuto al 7’, Fiorenzuola si porta al +4 (11-15), ma Ndoja con la sua prima tripla fa tornare Firenze attaccata al match. Castelli è il pericolo numero 1 in casa Pallacanestro Firenze, con ben 7 punti nel primo quarto (17-17 all’8’), ma Magrini spara la bomba che certifica un ottima frazione per i gialloblu (19-22 al 9’). Ndoja riesce a trovare un’ottima tripla sul finale, chiudendo il primo parziale sul 22-24 in favore dei Bees. Caverni, in uscita dalla panchina, disegna basket sia per la tripla di Casagrande che per il lay up di Ricci, mentre in difesa Laganà sfrutta alcuni vantaggi di stazza per tenere a un possesso di svantaggio Firenze al 12’ (27-29). Ricci si conferma un vero e proprio fattore in inizio secondo parziale, con Fiorenzuola che trova il massimo vantaggio sul +11 grazie ad una tripla di Magrini ed un parziale da 0-9, 29-38 al 14’. Laganà, con due fade away consecutivi, fa tornare i padroni di casa sotto la doppia cifra di svantaggio (37-46); Re è bravo a costruire un primo tempo solido in casa Bees e a far toccare quota 50 alla squadra di coach Galetti. Laganà costruisce un secondo tempo monstre a livello personale, toccando quota 22 punti in 20′, ma Fiorenzuola chiude un sontuoso primo tempo avanti di ben 9 lunghezze: 46-55. Preti incendia la retina con due conclusioni personali di alta fattura al rientro dagli spogliatoi; lo imita Bushati con 6 punti personali dall’arco, con il 50-62 al 22’ che certifica le alte percentuali per entrambe le compagini. Bushati continua a vivere un momento di altissimo livello, riuscendo a ricucire sul -6 al 26’ e costringendo coach Galetti al timeout pieno sul 56-62. Firenze, in un amen, gira la partita con un altro parziale da 9-0, grazie a Bushati e Ndoja (65-64 al 27’), ma Fiorenzuola è brava a tenersi viva nonostante la spallata della corazzata toscana e con un bel canestro da 4 metri di Casagrande, si riporta sul 68-67 al 29’. Con un problema muscolare di Preti, i due lunghi atipici di Fiorenzuola diventano Re e Ricci, che confermano una grande partita personale e chiudono in parità il terzo parziale a quota 72. Re inaugura l’ultimo parziale con la sua prima tripla della partita, che sancisce l’ascia di guerra alzata da parte di Fiorenzuola; Passoni riporta avanti Firenze sul 77-75 al 33’ con la stessa arma, ma Giacchè impatta nuovamente con una vera zingarata a centro area. La premiata coppia Ricci–Re confeziona un altro sorpasso in casa Fiorenzuola, con Magrini che aiuta per il 79-84 del 35’. Firenze si dimostra la corazzata preventivata, trovando con Laganà il modo di rientrare ed impattare sull’87-87 al 37’. Il sorpasso è servito con il piazzato di Laganà al 38’, ma per l’ennesima volta i Fiorenzuola Bees provano a tornare in volo e trovano la tripla del controsorpasso a novanta secondi dal termine (89-90). Sul pallone perso, a -8″, Bushati vola in contropiede, subisce fallo e va in lunetta con il libero che vale il 92-90; timeout pieno per Fiorenzuola e sugli sviluppi, il tiro di Giacchè è sul ferro e sul fallo sistematico seguente, Firenze chiude sul 93-90.

LE GAMBERI FOODS – BASKET JESI ACADEMY 74 – 82

(20-20; 44-43; 65-63)

Cervia: Lombardo 3, Lovisotto 24, Poggi ne, Favaretto 2, Rossi 9, Ferrari ne, Pierucci ne, Stella ne, Bracci 5, Chiapparini 11, Tomcic 8. All. Conti.

Jesi: Gatti 18, Cicconi Massi 10, Filippini 5, Merletto 3, Marulli 10, Giulietti ne, Valentini 6, Ferraro 20, Rocchi 10, Ginesi ne, Konteh. All. Ghizzinardi.

RISTOPRO – BAKERY 78 – 71

(24-23; 44-36; 64-51)

Fabriano: Verri 13, Stanic 9, Centanni 15, Fall 10, Papa 8, Gulini 8, Gianoli ne, Onesta ne, Corsetti ne, Patrizi ne, Petracca 13, Azzano 2. All. Aniello.

Piacenza: Angelucci 8, Berra 7, Korsunov 4, Coltro 19, Livelli 2, Cecchetti 22, Carone 1, Balestra ne, El Agbani 4, Agbortabi 4. All. Da Re.

IL CAMPETTO ANCONA – LA PATRIE SAN MINIATO Rinviata

PALL. SENIGALLIA – HALLEY INFORMATICA MATELICA 86 – 78

CLASSIFICA

PGVP%
Real Sebastiani Rieti14770100.0
Pallacanestro Firenze1276185.7
Blacks Faenza1276185.7
Ristopro Fabriano1075271.4
Pall. Goldengas Senigallia1075271.4
General Contractor Jesi874357.1
Bakery Basket Piacenza874357.1
Virtus Imola874357.1
Luciana Mosconi Ancona663350.0
Pallacanestro Fiorenzuola 1972673442.9
Sinermatic Ozzano673442.9
Andrea Costa Imola472533.3
La Patrie San Miniato462433.3
Tigers Romagna271614.3
Halley Informatica Matelica07070.0
USE Computer Gross Empoli07070.0

C Gold, sorpresa a Ferrara, vince LG Competition!

SERIE C GOLD

7° Giornata

CHEMIFARMA – NETSERVICE 69 – 63

(15-13; 34-28; 50-48)

Forlimpopoli: Benedetti 4, Brighi 17, Lazzari, Naldini 2, Agatensi 9, Rossi 15, Chiari 8, Donati ne, Gorini 3, Ruscelli 5, Biandolino 6. All. Agnoletti.

S.G. Fortitudo: Battilani ne, Balducci 3, Selvatici ne, Tosini 6, Serra 1, Lalanne, Cinti 4, Pederzoli 9, Ranieri 18, Degli Esposti Castori 6, Zinelli 14, Zedda 2. All. Mondini.

Tutto è “Bene” quel che finisce “Bene”: la indirizza definitivamente il neo laureato regista biancorosso, che realizza una tripla dal peso specifico abnorme, sul 63-63 a -1’15” e mettendo il punto esclamativo ad una sfida spesso in altalena, ma coi galletti avanti per lunghi tratti. Ancora in piena emergenza coi lunghi e col 17enne Naldini schierato da 4 in quintetto, lo staff tecnico romagnolo disegna un piano partita pressochè perfetto, costringendo a percentuali deficitarie nel tiro pesante (con reiterato ricorso alla zona) il pacchetto felsineo. Il fortino artusiano è ancor modo inespugnabile ed è il solo Ranieri, nel finale, ad inceppare i meccanismi. La solita abnegazione e ritmo nelle trame offensive fanno il resto, col fattivo contributo della panchina: se Agatensi e Chiari mostrano spesso grande lucidità, è ancora una volta l’under Ruscelli a tenere banco ed a dimostrare la lucidità di un veterano, ormai entrando in pianta stabile nelle rotazioni di Agnoletti.

Dopo un avvio al rallentatore (2-2 al 4’), i Baskérs provano a prendere il comando delle operazioni (31-23 al 17’30” con Brighi e Biandolino), fino al 46-37 del 26’, col missile di Rossi. L’unico peccato resta quello di non aver ucciso la contesa, per cui la squadra di Mondini si riporta addirittura avanti al 33’, sul 60-63, con Zinelli in doppia cifra dai 6,75. Il resto è storia già scritta: Forlimpopoli non si disunisce e grazie ai suoi alfieri Brighi e Benedetti torna alla vittoria, guardando al futuro con rinnovato ottimismo.

FERRARA BK 2018 – E80 GROUP 75 – 76 dts

(21-15; 32-33; 49-49; 64-64)

Ferrara: Romondia, Tognon, Costanzelli 11, Cattani, Mujakovic 4, Seravalli 11, Yarbanga 9, Ciaroni, Verrigni 18, Agusto 20, Fabbri 2. All. Castaldi.

Castelnovo Monti: Biraghi 11, Bucci, Sgura 5, Sieiro 14, Marazzi, Magnani 4, Pocius 24, Ciano, Saccone, Bravi 5, Morini 5, Parma Benfenati 8. All. Fels.

MOLIX – C.M.P. GLOBAL BASKET 64 – 62

(20-14; 34-25; 43-48)

Molinella: Guazzaloca 8, Brandani 4, Prati ne, Bianchi 7, Zanetti 4, Sanna 11, Govi 17, Lanzarini ne, Bosio ne, Besozzi 4, Ndaw 9, Cai. All. Giuliani.

CMP Global: Trepiccione ne, Valenti 2, Fin, Cresti, Tomesani 3, Sorrentino 22, Ranocchi 13, Lanzi 5, Trombetti 13, Laisz 4, Tinti ne. All. Rota.

OLIMPIA – DILPLAST 75 – 68

(19-13; 41-30; 63-50)

Castel San Pietro: Masrè 8, Costantini 8, Ferdeghini 7, Grotti 6, Gianninoni 17, Salsini ne, Galantini ne, Iattoni 12, Greco ne, Guidi, Biasco 2, Zhytaryuk 15. All. Berselli.

Montecchio: Valenti ne, Vecchi 12, Sinisi 3, Schianchi ne, Paulig 12, Pedrazzi 5, Paterlini 2, Riccò 5, Ramenghi 5, Germani 16, Illari 4, Negri 4. All. Cavalieri.

BMR – FOPPIANI 94 – 71

(25-14; 49-38; 69-55)

Basket 2000 Reggio: Aguzzoli 4, Paparella 6, Dias 3, Longoni 14, Terreni 9, Longagnani, Sakalas 22, Ferko, Vezzoli, Codeluppi 2, Magni 10, Merlo 24. All. Diacci.

Fidenza: Biorac 12, Sichel 6, Ramponi, Fainke 7, Marchetti 7, Scattolin, Galli 7, Di Noia 13, Massari, Obiekwe 19, Boriani, Beltadze. All. Bertozzi.

Vittoria casalinga per la Bmr, che esulta al PalaRegnani nel match ad alta quota contro la Fulgor. La squadra di Diacci, che presenta l’esordiente Terreni (prelevato in settimana dalla Juve Caserta), gioca 40’ di ottimo livello, trascinata dai 46 punti totali della coppia Merlo-Sakalas: dopo un buon avvio, con percentuali positive in attacco, i bianco-rosso-blu allungano con decisione nel finale, chiudendo sul 94-71.

PREVEN – ALLIANZ BANK 59 – 78

(12-15; 36-38; 53-56)

Zola Predosa: Chiusolo 5, Cesana 7, Folli 8, Pavani 8, Marzatico ne, Errera ne, Bavieri 4, Bianchini 7, Penna, Barbato ne, Albertini 11, Almeoni 9. All. Cavicchi.

Bologna Basket 2016: Ghini ne, Tinsley 5, Conti 7, Ballini ne, Oyeh ne, Fontecchio 8, Kuvekalovic 16, Tripodi ne, Beretta 12, Graziani 17, Ben Salem 8, Guerri 5. All. Lunghini.

Con un ultimo quarto infuocato (parziale di 22-6), il Bologna Basket 2016 risolve anche la pratica Francesco Francia e si avvicina sempre più alla vetta del campionato, approfittando anche della sconfitta di Ferrara. Una partita, quella con Zola, molto equilibrata per tre periodi, poi virata decisamente verso la sponda bolognese negli ultimi dieci minuti, con un’improvvisa accelerazione dei ragazzi di Lunghini, favorita da una raddoppiata intensità difensiva e da un attacco molto più preciso.

La cronaca. Primo quarto a basso punteggio, merito della zona di coach Lunghini che non permette ai padroni di casa di segnare per ben quattro minuti. Beretta smista 3 stoppate e Graziani ne impartisce un’altra in finale di tempo, ma sull’altro lato del campo le polveri sono bagnate e a fine quarto il punteggio è in equilibrio. Nel secondo periodo la gara procede punto a punto. A 3′ dall’intervallo, Zola prova ad allungare sul +4, ma una bomba di Guerri e due canestri in contropiede di Graziani e Conti, ridanno il vantaggio ai bolognesi, che chiudono metà gara sul +2 (36-38). Al ritorno dagli spogliatoi, non si rompe la parità: ad un allungo di 5-0 dei zolesi, risponde, infatti, un controparziale dei felsinei di 10-3, con Graziani che imperversa in difesa e in attacco. A 3’20” da fine terza frazione, il punteggio è 48 pari, poi un piccolo allungo degli ospiti li porta sul +3. Inizia l’ultimo quarto e tutti si aspettano una partita incertissima. Invece, il BB2016 scende in campo indemoniato e all’assalto, guidato in difesa da Guerri e Tinsley e in attacco dallo stesso Tinsley (5 punti di fila nei primi due minuti) e da Beretta. Mortifero parziale di 13-2, con la Francesco Francia che accusa il colpo e non riesce a reagire, spegnendosi pian piano. Negli ultimi minuti c’è ancora tempo per una bomba di Kuvekalovic e un canestro da sotto di Ben Salem, poi la meritata vittoria ospite è cosa fatta.

GUELFO BASKET – ZDUE 84 – 65

(18-11; 38-33; 55-46)

CastelGuelfo: Carella 8, Avoni ne, Torreggiani 6, Murati 17, Sinatra 10, Goi 6, Franchini 2, Frassineti 2, Savino ne, Naldi 6, Santini 14, Carpani 13. All. Agriesti.

Anzola: Parmeggiani F. 2, Montanari 11, Raimondi ne, De Ruvo 10, Parmeggiani S. 7, Zeneli 11, Papotti ne, Daly 11, Zanetti ne, Baccilieri 13, Beccafichi, Torkar. All. Moffa.

Tutto fin troppo facile per il Guelfo contro un’Anzola indifendibile.

Buona la partenza degli ospiti, 5-0 firmato dai Parmeggiani’s brothers e un libero di De Ruvo. Murati dall’altra parte replica con 5 filati (bomba e due liberi); Carella accorcia e primo time out Anzola sul 7-8. Carpani inizia un  parzialone di Guelfo (9-0, 16-8 a 2’ dalla fine), Daly accorcia con 3 liberi, Carella risponde sempre dalla (18-11al 10′). Si segna pochissimo. Secondo quarto per Anzola è la sagra della palla persa. Carella e Carpani fanno 4-0 in un amen, Baccilieri converte il 2+1 che ferma l’emorragia. Torreggiani scaglia la tripla del +10 Guelfo, risponde Zeneli con un personale 5-0; time out Guelfo. sul 27-22 a 5’45” dall’intervallo. Torreggiani segna un’altra bomba, Anzola reagisce con Baccilieri e nuovo time out Guelfo. Punteggio 33-26 a 3′ dalla fine; botta e risposta vari e il primo tempo si chiude sul 38-33. Ripresa e per quasi quattro minuti il punteggio non si sblocca, poi ci pensa Zeneli (38-35), ma Guelfo non molla ed i successivi quattro minuti sono una grandinata di triple che portano i padroni di casa sul massimo vantaggio (55-41 e 5/6 dall’arco). Montanari non ci sta e con 5 filati accorcia il divario, ma al 30’ Guelfo è saldamente in vantaggio sul 55-46. Quarto periodo ed è il Sinatra show: 7 punti dei 14 segnati da Guelfo portano la sua firma, il divario aumenta e time out Anzola sul 69-54 al 35′. La reazione anzolese non c’è, qualche sussulto di Daly e Montanari, ma Guelfo rimane saldamente in controllo. Finisce 84-65.

CLASSIFICA

FERRARA BASKET 201812761554503+51
BASKET 2000 SCANDIANO10752577519+58
BOLOGNA BASKET 201610752586531+55
FULGOR FIDENZA10752563542+21
S.G. FORTITUDO BOLOGNA8743537514+23
OLIMPIA CASTEL SAN PIETRO8743533521+12
LG COMPETITION CASTELNOVO8743551552-1
BASKERS FORLIMPOPOLI6734499515-16
ARENA MONTECCHIO6734551574-23
FRANCESCO FRANCIA ZOLA6734428453-25
GUELFO CASTEL GUELFO4725545560-15
ANZOLA BASKET4725544600-56
PALL. MOLINELLA2716450479-29
CMP GLOBAL BOLOGNA2716444500-56

C Silver, Ferrara stoppa Medicina, Scirea e Rebasket, punti d’oro!

SERIE C SILVER

8° Giornata

AVIATORS – DULCA 86 – 77 dts

(16-23; 31-40; 54-59; 71-71)

Lugo: Nucci 25, Ragazzini 3, Bianchi ne, Baroncini, Alessandrini 11, Merendi ne, Canzonieri 4, Mazzagatti 15, Meneghin 14, Arosti 2, Ravaioli 12. All. Baroncini F.

Santarcangelo: Buzzone 10, James 13, Quaglia 14, Mulazzani 19, Rossi 7, Macaru 12, Bonfè 2, Benzi, Lombardi ne, Panzeri ne, Mari ne, Antolini ne. All. Bernardi.

Lugo vince un rimonta una partita che sembrava segnata a favore degli Angels.

Pronti, via e subito zona per i padroni di casa che vengono puniti da una tripla di Buzzone. Dopo i primi cinque minuti il punteggio è in perfetta parità sul 12-12. Gli Angels, convinti, tirano da tre e realizzano. Una palla recuperata da Mulazzani, poi concretizzata in due punti, costringe Lugo al timeout sul 12-18 a 3′ dal termine del primo quarto. Lucci entra dalla panchina e mette a segno due canestri ad alta difficoltà e permette a Lugo di riavvicinarsi. Bonfè, con una penetrazione, sigla il +7 di fine primo quarto sul 16-23. Rientro in campo equilibrato, Nucci pericolo numero 1 di Lugo che punisce le scelte sbagliate Angels, che, però, non abbassano l’intensità. Le percentuali da tre punti calano e i padroni di casa si portano a -1. Mulazzani versione playmaker serve un cioccolatino per Rossi che segna con fallo e riporta gli Angels a due possessi grazie al libero aggiuntivo. Troppi rimbalzi offensivi concessi dai gialloblu tengono la partita in bilico, salvo poi un break finale ospite che porta la squadra cara al presidente Fabbri sul 31-40. Gli Angels toccano il massimo vantaggio sul +14. Il numero 15 di Lugo tiene in gara i padroni di casa piazzando un canestro dalla media, poi una tripla allo scadere. Dopo il primo parziale Angels, regna l’equilibrio con botta e risposta da una metà campo all’altra. Bernardi ci vuole ragionare su e chiama time out a 4′ dal termine del terzo quarto sul +10. Non ottimale il rientro in campo per gli Angels, che perdono una palla sanguinosa che permette ai padroni di casa di riportarsi sotto la doppia cifra di svantaggio e di capitalizzare le seconde occasioni dopo il rimbalzo offensivo. Santarcangelo spreca un vantaggio importante. Si va all’ultima pausa col punteggio di 54-59. La Dulca reagisce e si riporta sul +10. Lucci risponde da tre da una parte e Macaru ricaccia Lugo sul meno 10 e time out coach Baroncini. Il contro parziale non si fa attendere: Lugo è a -3 a 5′ dal termine. Finale al cardiopalma: Lugo a meno due quando manca un giro di orologio e Quaglia in lunetta. La mano trema a metà e regala un possesso pieno di vantaggio. Lucci piazza la tripla del pareggio. Gli Angels sprecano in attacco, ma poi, con una gran difesa, hanno sei secondi per il tiro decisivo. Mulazzani subisce un duro contatto non sanzionato e il tiro non va a bersaglio. I padroni di casa siglano il primo vantaggio da inizio partita. Mulazzani risponde da tre e ristabilisce il vantaggio Angels, seppur breve. Lugo è avanti di tre lunghezze quando mancano 3tre minuti. Macaru segna l’ultimo vantaggio con una tripla contro la zona. Parziale Lugo che, in venti secondi, si porta sul +7 e chiude i conti.

SCUOLA BASKET FERRARA – VIRTUS MEDICINA 76 – 71

(6-15; 30-24; 49-55)

S.B. Ferrara: Berti 12, Fiore 12, Mascaro 12, Trinca 12, Vigna 9, Manfrini 5, Romagnoni 5, Rimondi 4, Xausa 3, Seravalli 2, Poluzzi ne. All. Mancin.

Medicina: Curione 18, Cattani 4, Bergami 17, Sabattani 8, Musolesi 15, Poluzzi 6, Martelli, Lorenzini 3, Martini, Vandi ne, Gualandi ne. All Dalpozzo.

Partita dall’andamento “strano”, dopo un lungo tira e molla Medicina nell’ultimo quarto è a +11 e palla in mano, poi, possesso perso e Ferrara in una manciata di secondi realizza sei punti, un po’ fortuiti, ma molto pesanti. La Virtus tende ad eseguire, non attacca e nello sport è proprio quando hai paura di sbagliare che sbagli. Ferrara ci crede e passa al comando del punteggio negli ultimi minuti. Perde Medicina che esprime gioco, ma palle perse, errori al tiro e in generale insicurezza sono troppi, contro una Ferrara tonica, fisica e ben messa in campo.

PALL. NOVELLARA – CVD CASALECCHIO BASKET 64 – 69

(17-11; 34-23; 53-45)

Novellara: Ferrari N. 3, Frediani 7, Morini 2, Folloni 17, Ferrari T. 8, Brevini 3, Spaggiari ne, Grisendi ne, riccò 7, Malagoli 6, Doddi 11. All. Boni.

Casalecchio: Magnolfi 4, Tabellini 2, Sciarabba 8, Rossi 10, Fuzzi 3, Cappelletti ne, Venturi 6, Campanella 6, Bertuzzi 6, Lelli 19, Biguzzi 5. All. Baiocchi.

REBASKET – OMEGA BASKET 75 – 61

(14-16; 32-29; 49-34)

Rebasket: Piccinini 2, Bertozzi ne, Vezzali ne, Coradeschi 10, Oziegbe 4, Rovatti 10, Petrolini 4, Catellani, Amadio 13, Bertolini 23, Bovio 9, Maramotti ne. All. Casoli.

Omega: Madella, Balducci, Guazzaloca 16, Nanni 6, Mengoli 3, Ceccolini 8, Webber 12, Perini 3, Saccà ne, Demartini 13. All. Nannetti.

GAETANO SCIREA BASKET – ACQUA CERELIA 70 – 67

(18-14; 33-43; 53-54)

Bertinoro: Benzoni 24, Maltoni, 5, Sovera 2, Monticelli 8, Bassi 18, Coralli, Giorgini, Baietta, Zoboli 3, Bellini, Palazzi, Torelli 10. All. Rustignoli.

San Lazzaro: Gamberini 4, Rossi 6, Nanni 10, Negroni 7, Tapia 4, Micheli 18, Baldi 2, Domenichelli 12, Comastri 2, Pontieri 2. All. Nieddu.

PALL. CORREGGIO – DESPAR 79 – 64

(30-14;49-31; 65-49)

Correggio: Ferrari, Campedelli ne, Moscardini, Morgotti 6, Sutera 3, Pini 21, Zamparelli 10, Riccò 5, Guardasoni M. 4, Vivarelli 13, Lavacchielli 17. All. Stachezzini.

4 Torri Ferrara: Marchetti 3, Marongiu 3, Malfatto 6, Ghirelli L. 9, Cavazzoni 7, Ghirelli M. 26, Monaldi 3, Ghirelli D, D’Onofrio, Zaharia 6, Leopizzi 1, Scuderi. All. Tarquini.

Una brutta seconda metà di primo quarto rovina decisamente la partita della Despar, che si arrende sul campo della capolista Correggio giocandosela alla pari nei restanti tre parziali di gioco e, anzi, rimontando un distacco che sembrava insormontabile. Non si ferma dunque la corsa dei gialloneri, che centrano l’ottavo successo in altrettante gare, pur senza il capitano Luca Guardasoni. Dall’altra parte, non basta alla Despar il miglior Matteo Ghirelli di stagione, che con i suoi 26 punti e una partita di grande sostanza, ha sfoderato una delle prestazioni a cui eravamo abituati durante la scorsa annata.

Il primo parziale è la chiave di svolta della partita: quasi la metà dei punti totali di Correggio arriva proprio nel quarto di apertura. Nonostante una partenza spedita della Despar che, con Zaharia e capitan Ghirelli, si porta sul 4-7, la Spal si aggrappa a Pini e Lavacchielli (18 punti), per poi procedere punto a punto con grande equilibrio. Come molte volte in questo primo scorcio di stagione, la 4 Torri fatica tantissimo a rimbalzo, concedendo seconde occasioni a Correggio, che ne approfitta e inizia a scappare via non appena ritrova il tiro dall’arco: in breve tempo il tabellone segna 22-13 per i gialloneri. Il parziale casalingo è micidiale e si ferma sul 18-2, quando il libero di Cavazzoni ridà un po’ di ossigeno ai granata. Grande protagonista di serata nei momenti decisivi del match è Pini (11 punti nel periodo dei personali 24 complessivi), che firma il +16 per il 30-14 con cui si va al primo riposo. Terminato lo shock degli ultimi cinque minuti, la Despar cerca di non sprofondare: con il ritorno in maglia granata di Luca Marchetti, all’esordio stagionale, c’è più sostegno sotto il ferro, mentre capitan Ghirelli con una tripla delle sue, sblocca la 4 Torri. Correggio tuttavia non si ferma e Sutera porta i suoi sul +22, massimo vantaggio della gara; a lui risponde Marongiu con la tripla e così i ferraresi ritornano sotto le venti lunghezze di distacco, ma Correggio rimane tranquillamente in controllo sul 49-31 della sirena di metà partita. La Spal non cala neanche all’inizio della ripresa: fa girare la palla velocemente in attacco e si riporta sul +21. Quando la Despar sembra ormai aver rinunciato a ogni tentativo di rimonta, è Luca Ghirelli a suonare la carica e a combattere contro la difesa reggiana: segna 9 punti e con le triple di Malfatto ridà vivacità ai granata che, nella seconda metà di parziale, iniziano a ricucire lo strappo, mentre Correggio, visto il grande vantaggio, stacca un po’ la spina. Il periodo è vinto dai granata e termina con il risultato di 65-49. La 4 Torri evidenzia certamente problemi a rimbalzo, che aumentano quando subentra la stanchezza; tuttavia non rinuncia ad attaccare, con l’inerzia dalla propria parte: la tripla di Ghirelli e il libero di Marchetti segnano il -13 sul tabellone, distacco che non si vedeva da tanto. Cavazzoni buca ripetutamente la difesa giallonera, Leopizzi e Zaharia firmano il -8: il parziale dice 7-15 per gli ospiti e Stachezzini, con i suoi in evidente difficoltà, è costretto a fermare il gioco. A questo punto è ancora Pini a salire in cattedra: sono tutti suoi gli ultimi 10 punti dei padroni di casa e il numero 11 di Correggio, con un’altra tripla, fa partire i titoli di coda di una partita che termina 79-64.

VENI BASKET – EMIL GAS 51 – 70

(12-13; 18-29; 31-49)

San Pietro in Casale: Ghedini 4, Boughattas 2, Miolli 2, Lenzi 4, Frignani 6, Patrese 12, Bondioli 1, Zanellati 8, Gresia, Riolo 2, Ramzani 10. All. Castriota.

Scandiano: Mazzoli, Fikri, Imovilli 1, Astolfi 18, Fontanili 9, Coslovi 6, Levinskis 13, Franzoni 7, Galvan 11, Taddei 3, Canovi, Caiti 2. All. Spaggiari.

MAGIK BASKET – MBE 88 – 63

(15-15; 49-33; 69-46)

Parma: Pedron 2, Manzi 5, Parente 6, Malinverni 21, Colonnelli 20, Brogio ne, Gorreri 19, Arbidans 4, Diemmi 7, Tognato 2, Giorgino 2. All. Donadei.

Imola: Fussi 6, Barbieri ne, Bottau, Pessina, Creta 11, Bedeschi, Piazza 2, Pirazzini 12, Calzini 17, Conti, Marabini 6, Syla 9. All. Creti.

Troppo forti i parmensi per la giovane Grifo. La capolista si dimostra meritevole della posizione che occupa in classifica. Il primo canestro è di una Grifo che dura solo il primo quarto, in cui l’intensità difensiva fa il paio con le solite amnesie in attacco, ma permette ai biancoblu di restare appaiati ai padroni di casa. Dal secondo periodo la maggiore precisione dei parmensi dall’arco (48% contro il 20% della Grifo da tre punti) scardina la difesa della Grifo, che si riprende poco prima della sosta. Negli ultimi due periodi la Magik passeggia, controllando il divario che pian piano si allarga fino al +28 (88-60), in parte mitigato della tripla finale di Creta. Alla fine spazio per tutti. La Grifo non ha mai mollato nonostante la differenza fisica e di tecnica, ma la differenza vera l’hanno fatta (oltre al tiro pesante) le 25 palle perse a 6.

CLASSIFICA

CORREGGIO16880633487+146
MAGIK PARMA16880684552+132
VIRTUS MEDICINA14871559492+67
SCUOLA BASKET FERRARA10853602547+55
PALLACANESTRO SCANDIANO10853607559+48
CVD CASALECCHIO10853510464+46
VENI SAN PIETRO IN CASALE10853529540-11
BASKET LUGO8844635603+32
ANGELS SANTARCANGELO8844626622+4
OMEGA BOLOGNA8844569647-78
NOVELLARA6835588609-21
GAETANO SCIREA BERTINORO4826496581-85
REBASKET REGGIO E.4826536642-106
BSL SAN LAZZARO2817531596-65
GRIFO IMOLA2817515586-71
4 TORRI FERRARA0808536629-93

Serie B/F, Scandiano torna in corsa, Magika inarrestabile!

SERIE B/F

7° Giornata

GIRONE A

WAMGROUP – MAGIK ROSA 59 – 49

(16-13; 28-21; 36-33)

Cavezzo: Siligardi 3, Denti 6, Zanoli 12, Cariani, Kolar 2, Marchetti 2, Maini 11, Andreotti, Costi ne, Bellodi 2, Calzolari 20. All. Piatti.

Magik Parma: Maselli, Anfossi, Luciano 5, Petrilli 18, Farina, Montanari 2, Di Giorgio 11, Triani, Minari 13, Carbonell, Petrocchi Barini ne. All. Olivieri

ROBY PROFUMI – MORIAN 85 – 58

(25-13; 43-33; 61-48)

Borgo Val di Taro: Hvichiani 16, Presta 2, Bozzi 10, D’Ambros 10, Palacios 33, Mezini, Piscina G. 4, Giacopazzi 10, Vignali Gin. ne, Ferrari Giu. ne, Catellani ne, Bertani ne. All. Allodi.

Fidenza: Fava 3, Podestà 13, Ampollini 5, Chierici 8, Ghezzi 6, Giacchetti 19, Labò 2, Khalef, Parizzi, Zambelli 2, Fornasari. All. Antonicelli.

Arriva all’ultima gara di andata la prima vittoria per la Roby Profumi che sconfigge la Fulgor Fidenza con il punteggio di 85 a 58. Una gara mai in discussione, quella disputatasi domenica pomeriggio al Pala Raschi, dove le ragazze del presidente Delnevo hanno messo in gran spolvero le proprie doti offensive. Cinque atlete, delle otto scese in campo, in doppia cifra non si vedono così facilmente in una gara di basket femminile e se queste cinque tirano complessivamente con il 67% da due e con il 32% da tre, allora l’esito della gara appare abbastanza scontato.

Già dalle prime battute la Valtarese ha messo in chiaro le proprie intenzioni. Dopo due minuti di gioco le biancoblu conducono per 8 a 0. È l’ex Roby Profumi, Giacchetti, ha suonare la carica per le ospiti; dopo il primo canestro fidentino firmato da Ghezzi, che ha interrotto il primo break della Roby Profumi, sono ben 11 i punti messi a segno da Giacchetti. Nelle fila delle padrone di casa, Palacios, Hvichiani e D’Ambros sono ispiratissime e permetto alla Roby Profumi di chiudere il primo quarto sul 25 a 13. Anche nella seconda frazione le cose non cambiano e la Roby Profumi arriva anche a sfiorare i venti punti di vantaggio a metà della seconda frazione. Fidenza non molla e grazie ad un parziale di 7 a 0, quasi allo scadere del quarto, riduce il divario sino ad arrivare al 42 a 33 di fine secondo periodo. Ad inizio terza frazione, Fidenza, con un canestro di Podestà riporta lo svantaggio in singola cifra, ma Bozzi, con due conclusioni dalla lunga distanza, riporta la Roby Profumi a distanza di sicurezza, anzi le borgotaresi arrivano anche a mettere venti punti di distacco che la Fulgor riduce a 13 sul suono della sirena di fine quarto. Nell’ultima frazione, la Roby Profumi aumenta i giri del proprio motore e per Fidenza diventa impossibile tenere il ritmo della Roby Profumi, che chiude la gara con un sontuoso 85 a 58.

PARMA BK PROJECT – CHEMCO 54 – 67

(18-16; 29-28; 39-50)

PBP: Barsotti 6, Borelli ne, Nibbi, Soncini, Turicci 3, Piazza, Stefanini, Susca 13, Caruana 8, Dentoni 1, Musiari 23, Cavazzuti 2. All. Scanzani.

Puianello: Oppo 4, Castagnetti ne, Moretti 2, Manzini 13, Lippi 4, Martini 5, Dettori 19, Dzinic 12, Cherubini, Raiola 8, Torelli, Boiardi. All. Giroldi.

Puianello cala il settebello e conclude il girone di andata della prima fase senza mai conoscere la parola sconfitta. Le gialloblu di coach Giroldi si presentano a Vico Fertile, per fare bottino pieno e mantenere così imbattibilità in campionato, ma il match è iniziato con qualche difficoltà. Infatti, la formazione locale, piena zeppa di giovani promesse, nonostante i soli due punti in classifica, ha sempre espresso un buon basket e anche ieri sera ne ha dato prova, imbrigliando la manovra castellese nel primo tempo. Le ragazze di coach Giroldi, nella ripresa, si sono presentate con un piglio diverso sul parquet e nel terzo quarto è arrivato il break decisivo che ha segnato la contesa. Nell’ultimo periodo, infatti, la Chemco è stata brava a contenere gli sforzi di rimonta locale e portare a casa la settima vittoria consecutiva.

PALL. SCANDIANO – FBK FIORE BASKET VALDARDA 59 – 44

(10-11; 25-21; 44-33)

Scandiano: Fedolfi 13, Marino 8, Meglioli A. 12, Bocchi 2, Teti ne, Pellacani, Nalin, Brevini, Pignagnoli 8, Meglioli E. 5, Balboni 5, Cantore 6. All. Pozzi.

Fiorenzuola: Bernini ne, Patelli 6, Cremona, Negri ne, Bertoni 2, Sambou 14, Meschi 13, Zane 4, Nonni, Yamble 5, Rastelli. All. Russo.

CLASSIFICA

Puianello 14; Cavezzo, Valdarda Fiorenzuola 10; Magik Rosa Parma, Scandiano 8; Parma Basket Project, Fulgor Fidenza, Valtarese Borgo Val di Taro 2.

GIRONE B

MAGIKA PALLACANESTRO – REN AUTO 76 – 48

(12-15; 38-23; 55-35)

Castel San Pietro: Roccato, Venturoli 16, Rosier 19, Zuffa, Rizzati 5, Panighi, Melandri 12, Cerè 4, Albieri 6, D’Agnano 11, Daidone 3. All. Naldi.

Rimini: Novelli 9, Madonna, Duca E. 4, Pignieri 5, Duca N. 9, Renzi 2, Garaffoni 6, Borsetti, Capucci 13, Tiraferri, Gambetti, Mongiusti. All. Maghelli.

Bella e convincente prestazione della Magika che colleziona la sesta vittoria consecutiva e mantiene la testa della classifica. Un po’ di apprensione ha caratterizzato la vigilia della partita dove, oltre al valore della squadra avversaria, c’era molta incertezza sulle condizioni fisiche di Rosier, ferma da circa due settimane, la cui presenza è stata in ballo fino all’ultimo. La prestazione di Rosier è decisamente sopra le righe (gioca 28′, ne mette 19 con 3/5 da tre, 4/6 da due e 2/2 sul tl + 6 rimbalzi) ed è proprio lei che nel secondo quarto a suonare la carica e a dare il la alla cavalcata vittoriosa delle “maghette”.

Parte bene la squadra di casa nei primi minuti e poi l’attacco si inceppa, merito anche delle avversarie che difendono bene e la prima frazione si chiude sul 12-15. Nel secondo quarto una difesa molto attenta, unita ad una grande prestazione offensiva, permette alle “maghette” di piazzare un parziale di 25-8 indirizzando inequivocabilmente la gara. Nella terza frazione il divario tra le due squadre supera i 20 punti, con Rimini che fatica moltissimo a trovare la via del canestro, non riuscendo ad arginare la vena offensiva della squadra di casa. Nell’ultimo quarto la partita non ha più storia e il risultato finale si fissa sul 76-48 per le castellane.

FSE PROGETTI – SCUOLA BASKET SAMOGGIA 45 – 61

(18-17; 27-35; 34-52)

Cesena: Koral 25, Clementi 9, Sabbatani, Zoffoli, Battistini 6, Bertozzi, Gori 4, Currà 1, Nanni, Girelli, Abati, Sampieri. All. Lisoni.

Castelfranco: Diacci, Bortolani, Palmieri G. 8, Tartarini 5, Bernardini 5, Venturi, Cattabiani 4, Grandini 9, Melloni 12, Zarfaoui 14, Ronchetti, Parrinello 4. All. Palmieri L.

LIB. BASKET ROSA – BASKET FINALE EMILIA 72 – 55

(25-18, 43-29, 59-37)

Forlì: Balestra 10, Valensin 19, Vespignani 14, Montanari 7, Giorgetti, Silighini 6, Ragghianti 3, Ronchi 8, Pieraccini 5, Pierich, Bernabe. All. Brighina.

CLASSIFICA

Magika Castel San Pietro 12; SBS Sisters Castelfranco 10; Happy Basket Rimini 8; Libertas Rosa Forlì 6; BSL San Lazzaro 4; Finale Emilia 2; Nuova Virtus Cesena 0.

Serie D, Castelfranco ed Artusiana, che colpi!

SERIE D

7° Giornata

GIRONE A

BASKET PODENZANO – OTTICA AMIDEI 62 – 68

(18-17; 27-35; 46-46)

Podenzano: Pirolo P. 8, Fermi 4, Fellegara 10, Rigoni M. 8, Petrov 4, Rigoni F. 9, Galli 7, Pirolo M., Alessandrini 12. All. Locardi

Castelfranco: Cuzzani L. ne, Granata 19, Caroli ne, Govoni 21, Pizzirani, Prampolini 9, Vannini 1, Del Papa 4, Torricelli 6, Cuzzani M. 8, Lanzarini. All. Bartolini.

Sconfigge, finalmente, il “mal da trasferta” la Ottica Amidei e lo fa sbancando il campo di Podenzano. Per i biancoverdi si tratta del secondo successo consecutivo ed il primo lontano dal Pala “Reggiani”. L’avvio è tutto di marca piacentina: in un amen Podenzano si trova 10-4, spinta dalle realizzazioni di Fellegara, Alessandrini (tripla) e Pirolo P. Castelfranco si sblocca con i liberi di Govoni ed il primo canestro dal campo firmato capitan Del Papa. Podenzano crea tanto offensivamente, ma la Ottica Amidei è brava a rimanere lì trovando, inoltre, il primo vantaggio con la bomba di Torricelli (16-17); il numero 13 biancoverde anticipa i 2 punti di Petrov che chiudono la prima frazione sul 18- 17 locale. Nel secondo quarto esce allo scoperto Castelfranco: la difesa funziona (buon impatto di Pizzirani in uscita dalla panchina) e l’attacco anche. Due bombe di Govoni ed il successivo assist di quest’ultimo per Del Papa, provano a far scappare i viaggianti; Alessandrini, però, mette le cose a posto e punisce con i piedi oltre l’arco. Granata ed il “buzzer” di Matteo Rigoni mandano le squadre al riposo con Castelfranco avanti 27-35. Gli ospiti, però, rimangono negli spogliatoi e l’avvio di ripresa piacentino è, praticamente, perfetto: 11-0 di parziale e nuovo vantaggio sul 38-35 (Pirolo P., Rigoni M., Alessandrini tripla). La Ottica Amidei pone fine al dominio gialloblu grazie ai tiri liberi di Cuzzani. Granata recupera ed appoggia al vetro in contropiede, mentre i liberi di Prampolini fissano la totale parità sul 46 alla penultima sirena. L’appena citato numero 9 biancoverde ha un impatto sull’ultimo quarto (e sulla partita) a dir poco decisivo: canestro dal gomito, tripla (assist Granata) e passaggio al bacio per la seconda tripla di serata di Torricelli. La Ottica Amidei risponde, quindi, al brutto avvio di secondo tempo mettendo a referto il 3-11 di controbreak. Cinque punti consecutivi di Granata sembrano mettere la parola fine alla contesa, ma Podenzano non muore mai e non è seconda in classifica a caso, lo dimostra Fermi con l’appoggio al vetro per il -7. Govoni, però, pesca dal cilindro la “tabellata” frontale con i piedi abbondantemente dietro l’arco dei 3 punti. Rigoni F. segna subendo anche il fallo, ma Cuzzani, in netto “fuorigioco”, deposita i punti della staffa. Il canestro di Galli ed il libero di Alessandrini chiudono il referto per il 62-68.

S.B. CAVRIAGO – BERRUTIPLASTICS 65 – 58

(21-16; 42-37; 51-51)

Cavriago: Benevelli, Benvenuti 8, Minardi S. 13, Fassinou, Giaroli ne, Branchini 9, Nasi 3, Berlinguer 11, Rubertelli ne, Sandrolini 3, Minardi F. 18, Lari. All. Bellezza.

La Torre Reggio: Canuti 6, Folloni, Davoli A. 9, Frilli 12, Magliani 2, Martelli, Davoli L. 2,  Pezzarossa, Mazzi F. 9, Campani, Guidetti 11, Cantergiani 7. All. Corradini.

MODENA BASKET – NUBILARIA BASKET 72 – 58

(25-7; 38-25; 59-42)

Modena: Nasuti 8, Lopez, Twum 4, Berni 19, Cavallari 4, Casu 8, Mantovani 9, Macchelli 2, Mancin 8, Ayiku, Gentile 6, Mengozzi 4. All. Coppeta.

Novellara: Luppi 7, Grisendi, Margini 2, Bertani Fe. 6, Mariani Cerati 17, Bertani Fi. 3, Barazzoni, Pietri 7, Pizzetti, Gandellini 16, Bartoli. All. Freddi.

PARMA BASKET PROJECT – SCUOLA BASKET CAVRIAGO 88 – 84 d2ts

(6-15; 29-34; 49-46; 67-67; 77-77)

PBP: Canu 10, Calzi, Antozzi 7, Bellini 2, Schianchi, Secli 24, Murer 9, Cervi A., Guggia 1, Cervi L. 6, Giani 5, Guidi 24. All. De Martino.

S.B. Cavriago: Bonaccini 5, Montecchi 3, Dalla Mora 13, Generali 2, Borghi 10, Cannata 1, Alfano 2, La Rocca 23, Caldarola, Gabbi 11, Castagnetti, Marani 14. All. Croci.

CLASSIFICA

Modena 14; Podenzano, Castelfranco Emilia 8; La Torre RE, Nubilaria Novellara, Scuole Basket Cavriago, Parma Basket Project 6; Scuola Basket Cavriago 2.

GIRONE B

ANTAL PALLAVICINI – BENEDETTO 1964 61 – 70

(13-15; 30-30; 43-49)

Pallavicini: Morra, Santoro 3, Santini, Nanni G. 1, Mondini 5, Zuppiroli 1, Nanni M. 4, Ropa 14, Morara 11, Giannasi 11, Maestripieri 8, Fain 3. All. Paggetti.

Cento: Roncarati 18, Barbieri 14, Govoni 9, Basso 8, Salatini 7, Sgargi 6, Trazzi 4, Baraldi 2, Benedetti 2, Bardelli, Draghi, Maccagnani. All. Cilfone.

VIS BASKET PERSICETO – BASKET VOLTONE 75 – 62

(13-17; 30-24; 56-38)

San Giovanni in Persiceto: Marzo 5, Benuzzi, Palmieri 7, Francia 3, Lorusso 20, Ramini 6, Ferrari ne, Diop, Mazza 12, Rayner 12, Rando 2, Pedretti 8. All Sacchetti.

Monte San Pietro: Giacometti A, Brunetti 13, Ferraro 1, Messina, Porrovecchio ne, Giacometti J 3, Migliori 5, Zappoli 10, Nanni 7, Magi 4, Venturelli 4, Gherardi 15. All. Menichetti.

GIARDINI MARGHERITA – PALL CASTEL S.P.T. 90 – 65

(23-18; 53-28; 72-49)

Gardens: Argenti 8, Artese 7, Bernabini 11, Colombaro 2, De Simone 15, Fabbri 2, Fanelli 15, Finessi 5, Grassi 6, Lolli 4, Minghetti 15. All. Lanzi.

Castel San Pietro: Torri, Landini ne, Zuffa 3, Piani Gentile 5, Pedini 14, Cavina, Zaniboni 7, Omorodion 6, Mondanelli 8, Capobianco 17, Ballardini 5. All. Albertazzi.

CREI – AUDACE BOMBERS 81 – 74

(18-15; 45-34; 66-58)

Granarolo Basket: Salicini 6, Maccagnani, Piombo, Paoloni 10, Polo 13, Tugnoli ne, Salvardi 9, Poggi 9, Bertacchini 21, Tolomelli 8, Brotza ne. All. Millina.

Audace: Degli Esposti 12, Branchini 4, Cornale, Bernardi 10, Gandolfi 23, Ponteduro 2, Albertazzi, Marzioni 4, Buriani 13, Bartolini 2, Parchi 4. All. Rizzi.

CLASSIFICA

Vis San Giovanni in Persiceto 12; Audace BO, Giardini Margherita BO 10; Granarolo Basket 8; Voltone Monte San Pietro 6; Castel San Pietro 4; Benedetto Cento, Pallavicini BO 2.

GIRONE C

STARS BASKET – CENTRO MINIBASKET OZZANO 58 – 82

(20-19; 23-48; 36-60)

Stars: Sandrolini 5, Recchia 13, Barbieri 1, Di Marzio 2, Careddu 15, Cantelli 2, Brizzi 2, Marino 5, Zucchini 1, Benfenati 10, Penta 2, Albonetti. All. Piccolo.

Ozzano: Scapinelli 7, Margelli 3, Guarino 5, Landi 2, Salsini 17, Jokovic, Galletti 7, Cisbani 2, Tantini 5, Kholod 11, Odah 21, Fucka 2. All. Giroldi.

POL. GIOVANNI MASI – SCUOLA PALL. VIGNOLA 66 – 82

(12-26; 33-40; 46-57)

Casalecchio: Freddi, Nicoli 12, Samoggia 2, Ballanti 15, Masetti 2, Cassanelli 3, Lagna, Tabellini 3, Masina 13, Barilli 2, Versura 5, Micco 12. All. Forni.

Vignola: Colombini 3, Torricelli 15, Fiorini 8, Penna 3, Dawson 8, Miani 17, Espa 2, Cappelli 13, Mele, Cavazzoli 3, Betti 10. All. Landini.

U.P. DIL. CALDERARA PALL. – CESTISTICA ARGENTA 65 – 58

(21-8; 33-26; 55-41)

Calderara: Tazzara 2, Donati, Mazzoli 8, Serra 18, Lucarini, Vettore 12, Projetto 7, Vignoli 4, Turchetti, Serio 4, Guerra, Molinari G. 10. All. Lelli.

Argenta: Federici, Magnani A. 19, Magnani T. 2, Manias 2, Boggian 4, Ndiaye, Reggiani 5, Comitini 3, Pelliccia 3, Cai 3, Cortesi 13, Tumiati 4. All. Ortasi.

PALLACANESTRO BUDRIO – ATLETICO BASKET 76 – 68

(14-23; 40-47; 62-59)

Budrio: Pirazzoli 12, Fornasari 16, Cesario 10, Quarantotto 7, Bovoli 6, Tugnoli 2, Benetti 2, Turrini 9, Zuccheri 2, Quaiotto 8, Grilli 2, Trombetti. All. Ramini.

Atletico: Vaccari 5, Zecchini 21, Bortolani 8, Bergonzoni 6, Forino 2, Bosi, Lullo 9, Gamberini 4, Martelli 2, Albanelli 11, Priori, Simoni. All. Pietrantonio.

CLASSIFICA

Budrio, C.M.O. Ozzano 10; Stars BO 8; Argenta, Atletico BO, Masi Casalecchio, S.P. Vignola 6; Calderara 4.

GIRONE D

AGENZIA GENERALI – POL. STELLA 72 – 67

(16-19; 40-40; 59-58)

Riccione: Procaccio 33, Cortini, Gardini 7, Bomba 14, Calegari 10, Chistè 8, Mainetti, Amati, Aby, Nori. All. Ferro.

Rimini: Giovanardi 20, Russu 13, Serpieri 10, Naccari 9, Fornaciari 7, Nuvoli 6, Gori 2, Pulvirenti, Mancini, Rizzo. All. Casoli.

SELENE BK – ARTUSIANA BK 62 – 70

(20-15; 33-32; 54-52)

Sant’Agata sul Santerno: Dovganyuk, Montaguti 15, Valgimigli 5, Mondini, Cristofani 8, Piazza 6, Gaspari, Dalpozzo M. 13, Morigi 12, Gentile ne, Bessan 3. All. Dalpozzo D.

Forlimpopoli: Zammarchi, Squarcia 12, Spisni 10, Matteucci, Maltoni 1, Lanzoni 6, Colombo 13, Fabiani 26, Pinza 2. All. Grilli.

CESENA BASKET 2005 – CURTI 57 – 65

(21-20; 33-30; 45-42)

Cesena: Rossi, Piazza 19, Dalmonte 1, Domeniconi 3, Panzavolta 8, Ricci 4, Pezzi 10, Sanzani 4, Capucci 2, Balestri 6. All. Solfrizzi.

Imola: Bisi 5, Bergantini 8, Dall’osso 16, Poloni, Troisi 4, Franzoni 6, Poli 12, Ravaglia 4, Totaro 10, Di Antonio, Toniato, Neri. All. Baroncini.

La partita della possibile svolta vede Imola spuntarla su Cesena e raggiungere una posizione ormai consolidata per una post season nella fascia play off, mentre per i romagnoli si allontana quasi definitivamente l’analoga possibilità solo sognata. Una gara equilibratissima che Cesena conduce quasi sempre con vantaggi esigui e che le sfugge di mano in un ultimo quarto in cui viene martoriata da una serie di interpretazioni schizzofreniche (tecnici ed espulsioni incomprensibili anche per gli avversari) che Imola sfrutta per l’allungo decisivo.

L’avvio è frizzante e ricco di canestri sui due fronti, con Cesena assai precisa dall’arco (due triple a testa per Pezzi e Piazza) e Imola che manda a segno soprattutto i suoi talentuosi esterni, mentre Filippo Rossi è già quasi estromesso dalla gara (due falli in meno di quattro minuti). La parità appena sfiorata di fine quarto si mantiene per buona parte del secondo segmento, fino ad un mini allungo di Cesena (29 a 24), con la terza tripla di Piazza. Dell’Osso ricuce con 4 punti in fila, poi ai due liberi di Capucci risponde Poli per il 33 a 30 di fine quarto. Gioco intenso e piacevole anche in avvio di terzo quarto con uno spartito che prosegue di pari passo al primo tempo e Cesena che tiene quasi sempre la testa, seguita da vicino dagli imolesi bravissimi a non perdere mai la ruota. Solfrizzi riprova la carta Rossi, ma arriva quasi subito un cervellotico quarto fallo (giocherà appena 12 minuti senza un solo punto a referto) che, comunque, non pesa sul rendimento dei compagni che tengono il vantaggio fino al 45 a 42 di fine frazione. Le due squadre vanno a braccetto ancora per qualche minuto poi arriva la svolta, con le sanzioni a raffica che sfiancano la squadra di casa: l’inerzia pian piano passa a Imola che, del tutto incolpevole, ringrazia e mette la freccia pur rimanendo ancora a contatto con i padroni di casa che a due minuti e mezzo dal gong, sono ancora a -3: 52 a 55. Imola vede il traguardo, ma si guarda le spalle con attenzione, poi la perla finale (infrazione di 8 secondi certificata dagli ufficiali di campo, ma inspiegabilmente ribaltata dal direttore di gara) che mette la parola fine ad una gara bella e avvincente (fino a metà ultimo quarto), ma onestamente ingiudicabile.

FAST COFFEE – BASKET CLUB RUSSI 76 – 63

(18-11; 36-33, 53-51)

Fast Coffee: Mazzotti 12, Zannoni 23, Guiducci F. ne, Polverelli 25, Buo S. 2, Paduano ne, Guiducci T. 2, Rossi 2, Ballarini, Guiducci Fi. 10. All. Amadori.

Russi: Kertusha 5, Laghi 12, Cervellera 2, Galletti 20, Catenelli, Basaglia 12, De lorenzi, Samorì, Ceccarelli, Rosti 4, Lucchetta 5, Vistoli 3. All. Grilli.

I Tigers artigliano con le unghie una partita difficile e solo nel finale riescono ad avere la meglio della coriacea Russi.

Fast Coffee paga le numerose assenze (oltre a Buo squalificato, anche Thiam, mentre Fe. Guiducci e Paduano sono in panca, ma solo per onor di firma), ma anche Russi deve rinunciare a Cirillo e Porcellini. I padroni di casa partono forte e con 6 punti di Filippo Guiducci sono 13-4. Polverelli fa la voce grossa nel pitturato, ma la tripla alla scadere dell’ottimo Galletti tiene a galla Russi: 18-11. La tripla di Kertusha e il 2+1 di Galletti portano avanti Russi (18-21). Mazzotti rimette a posto le cose, l’assist di Ballarini per Polverelli vale il 27-26, La gara stenta a decollare, i Tigers non prendono ritmo, Zannoni dall’arco e il ritrovato Michele Rossi (in campo dopo due anni) sembrano dare il là ai ragazzi di coach Amadori; S. Buo prova a spingere, ma Russi non molla e la tripla di Laghi manda i ravennati negli spogliatoi sul -3, 36-33. Polverelli segna e cattura rimbalzi, ma gli ospiti battezzano la zona con le triple e vanno addirittura sul +6. Due entrate di Mazzotti riportano a contatto le squadre, Galletti prova ancora a mettere il naso avanti (46-48), poi i Tigers stringono i bulloni in difesa e riprendono vantaggio (+4) prima di beccare uno scellerato canestro sulla sirena: 53-51. I Tigers hanno birra in corpo, Polverelli e Zannoni sono incontenibili. Il tecnico a coach Tesei sfruttato dal capitano vale il 60-53. Russi prova a chiarirsi le idee con un time out. il 2+1 di Laghi rimette in scia gli ospiti (62-58), ma la difesa di casa è attenta, i fratelli Guiducci vedono il canestro e mettono in cassaforte il risultato (70-60 a -1’57”). Vistoli prova a non arrendersi, Mazzotti e Polverelli sono lucidi dalla lunetta, Zannoni la chiude con una gran tripla: 76-63. Sesta vittoria di fila dei Tigers che vale il primato solitario in classifica con 12 punti,

CLASSIFICA

Tigers Villa Verucchio 12; Artusiana Forlimpopoli*, International Imola 10;
Selene Sant’Agata sul Santerno* 8; Russi 6; Cesena 4; Riccione* 2; Stella Rimini* 0.

Promozione, gli Spartans fermano i Bianconeriba

PROMOZIONE

5° Giornata

GIRONE A

S.ILARIO BASKETVOLLEY – CUS PARMA 69 – 75 dts

(16-20; 27-31; 47-50; 64-64)

Sant’Ilario d’Enza: Pighini 17, Guasti T. 14, Greppi 12, Pergetti 10, Cattini 9, Corrias 5, Guasti M. 2, Galimberti, Sessie. All. Donelli.

Cus Parma: Lombardi 16, Pattini 13, Parizzi 8, Basso 7, Spiridon 7, Agricola 6, Bondani 6, Maggiali 6, Mancini 4, Mazzeo 2, Bettera, Dimonte. All. Cocconi.

TSA PIACENZA – HERON BASKET 73 – 44

ARTARREDO – FULGORATI 55 – 93

(18-28; 30-50; 46-81)

Borgo Val di Taro: Ruggeri 6, Leonardi 6, Gonzato A. 10, Marchini 2, Beccarelli 10, Giraud 5, Gonzato S. 5, Zecchinato 9, Bosi 2, Oppo ne. All. Picelli.

Fidenza: Iacomino 19, Maggi 8, Avanzi 4, D’Esposito 15, Rastelli 9, Rivetti 13, Molinari, Longhi 5, Guareschi 3, Parmigiani 12, Besagni 3, Fantini 2, All. Antonicelli.

Risulta difficile commentare la gara contro Fidenza perché non vi è stata partita. Gli ospiti hanno dominato per l’intera gara su tutti i fronti: voglia di vincere, grinta, intensità, precisione in attacco e difesa arcigna. Già il primo quarto sanciva un più dieci per i fidentini (18-28). La speranza si riversava sul riposo lungo nonostante un -20 a metà gara, ma neppure quello è servito per scuotere i ragazzi di Picelli. Si giunge così al termine di un vero e proprio calvario, con i Fulgorati che espugnano il Pala Raschi per 93 a 55.

POL. BIBBIANESE – POL. CASTELLANA 61 – 55

(11-14; 30-28; 46-41)

Bibbiano: Cornali, Derraa 23, Piccinocchi 5, Panciroli 3, Imperatori, Ceci 11, Mancini 2, Giglioli 8, Covi 7, Domenichini 2, Valentini ne, Incerti ne. All. Menozzi.

Castelsangiovanni: Baldini 7, Crisanti 4, Bossi 8, Zanelli 6, Brandolini 6, Giovannini 3, Militello 7, Villa 13, Lika. All. Ferri.

GUNA OGLIO PO – PLANET BASKET 71 – 55

AZZALI DUCALE MAGIK PARMA – SAMPOLESE BK 57 – 69

CLASSIFICA

Piacenza 10; Cus Parma, Sampolese 8; Castellana Castelsangiovanni, Fulgorati Fidenza, Bibbianese 6; S.Ilario d’Enza, Heron Bagnolo 4; Valtarese Borgo Val di Taro, Ducale Parma*, Oglio Po 2; Planet Parma* 0.

GIRONE B

AQUILE PALL. – GAZZE 82 – 80     

Gualtieri: Simonazzi 27. Dallasta 16, Lamponi 10, Mbengue 9, Lamura 6, Volpicelli 4, Brugnano 3, Benazzi 3, Rossato 2, Kushi 2, Zouaghi ne, Bellagamba ne. All. Simeone.

Canossa: Giaroli 24. Menechini 12, Guatteri 9, Borghi 9, Giaroni 8, Pignedoli 7, Colli 5, Zenevredi 4, Gatti 2, Manghi, Franzini ne, Torlai ne. All. Romano.

U.S. SATURNO – L.G. COMPETITION 45 – 62

(11-18; 28-43; 37-49)

Guastalla: Cani 9, Ruina 8, Parmiggiani 3, Ponzi 5, Arisi ne, Torreggiani 3, Bagni 7, Boldrini ne, Folloni 4, Martelli 1, Pavesi 5, Ferrari. All. Santini.

Castelnovo Monti: Mabili 13, Canovi 11, Mallon 11, Vezzosi F. 8, Torlai D. 6, Ferri G. 4, Pompili 3, Baccarani 2, Vezzosi M. 2, Torlai D. 2, Ferri.

PALL. CORREGGIO – UNIONE SPORTIVA AQUILA 51 – 71

(5-21; 19-37; 29-51)

Correggio: Ferrari 12, Nori 2, Montanari 3, Mazzini 2, Bernini 4, Bacci 6, Berzieri 11, Laorenti 1, Bartoli 2, Vezzani, Serli 4, Campedelli 4. All. Cavalcabue.

Luzzara: Magnanini 7, Vezzani, Belletti 1, Capuozzo 12, Altomani 8, Pellegrini L. 12, Bertolini, Sereni 7, Pellegrini C. 14, Carpi 8, Terzi 6. All. Iori.

RADIO BRUNO – PALL. REGGIOLO 50 – 77

(11-13; 25-38; 34-56)

Campagnola: Saguatti 3, Gasparini 2, Torreggiani 4, Rustichelli L., Soccetti 5, Piuca 8, Rustichelli M. 4, Ligabue 8, Sacchi 10, Beltrami 6. All. Carpi.

Reggiolo: Mattioli 11, Rossi 5, Barilli 2, Baldo 2, Pasini 11, Galeotti, Biello 23, Benatti 2, Marra 10, Bertacchi 3, Ciavolella 8, Boschini. All. Bosi.

Più facile del previsto l’affermazione, a Campagnola Emilia, della capolista Reggiolo.

I padroni di casa cercano di applicare fin da subito una intensa difesa sui punti cardine della squadra avversaria, riuscendo nel proprio intento e limitando a sole due lunghezze il divario al termine della prima frazione di gioco (11-13). Nei primi minuti del secondo quarto, Campagnola si porta avanti di 5 lunghezze, con gli ospiti che faticano a trovare la via del canestro, anche grazie alla ottima difesa dei padroni di casa. La vena realizzativa, però, si interrompe bruscamente per la Radio Bruno, a scapito di quella di Reggiolo che, con un minibreak, riesce invece a portarsi sul +13 (25-38) all’intervallo. Gli ospiti piazzano il break decisivo nel terzo quarto, andando a condurre anche di ventidue lunghezze e chiudendo la pratica anzitempo. Nell’ultima frazione di gioco i padroni di casa cercano di limitare i danni, senza però riuscire nel proprio intento, con gli avversari che si aggiudicano il match per 77 a 50.

POL. IWONS – U.S.D. GELSO 50 – 60

BASKET JOLLY – G.S. ARBOR BASKET 72 – 57

CLASSIFICA

Reggiolo, LG Competition Castelnovo Monti 10; Aquila Luzzara, Jolly Reggio 8; Aquile Gualtieri 6; Campagnola, Gazze Canossa, Saturno Guastalla 4; Arbor Reggio, Iwons Albinea, Gelso Reggio 2; Correggio 0.

GIRONE C

FORTITUDO – DIABLOS BASKET S.AGATA 53 – 55

(15-20; 36-32; 42-42)

Crevalcore: Cremonini 11, Acciarri 9, Scagliarini 9, Pederzini 8, Guidi 7, Govoni 5, Cristoni 2, Pedretti 2, Bergami, Terzi, Filippetti. All. Lelli.

Sant’Agata Bolognese: Almeoni 14, Baiesi 11, Achilli 10, Angelini 7, Kablan 4, Barone 3, Muzzi 2, Bianconi 2, Mascagna 2, Pellacani, Belosi, Machi. All. Cevenini.

NAZARENO BASKET – CARPINE BASKET 2015 61 – 73

(13-25; 33-40; 47-53)

Nazareno Carpi: Ferrari, Manzini 6, Righi, Losi 3, Guandalini, Beltrami M. 14, Canevazzi 3, Bonfiglioli 8, Beltrami P. 1, Prampolini 12, Rizzo 14, Termanini. All. Barberis.

Carpine: Gasparini 7, Cavallotti 13, Fricatel 8, Fofie 5, Magrì ne, Piuca 6, F. Marino ne, Marra 11, Guagliumi 15, Muzzioli 8, Guandalini ne, L. Marino ne. All. Notari.

Se da una parte è vero che in 7 giorni è davvero difficile fare miracoli, dall’altra si sa che il derby può regalare energie impensabili alla vigilia: è successo così qualche mese fa, quando la matricola Nazareno si imponeva all’overtime su una Carpine allora attrezzata per dire la sua nelle fasce alte di un girone sicuramente più facile di quello attuale. Così non è accaduto venerdì sera, dove, invece, ad avere la meglio è stata una Carpine cinica e resiliente, capace di mettere in luce le lacune offensive di Federico Manzini (6) e compagni, morbidi con la palla in mano e poco concentrati nelle retrovie.

CUS MO.RE – MAGIC BASKET SCANDIANO 89 – 56

(28-17; 43-27; 69-38)

Cus Mo.Re.: Botti 2, Fraccaroli 4, Petrella 7, Ferrari 10, Compostella, Roncaglia 1, Alessandrini 20, Fratelli 8, Rainer 2, Sassi 17, Carretti 8, Kashin 10. All. Bertano.

Magic Scandiano: Gabrielli 5, Maioli 21, Rossi R. 4, Farinelli 6, Caleffi 5, Fedeli 1, Lorenzi 2, Rossi D., Bartoli 11, Bogani 1, Cattani. All. Martinelli.

S.P. SPILAMBERTO – MASSACRAMENTO KINGS 58 – 61

(13-11; 24-22; 39-47)

Spilamberto: Bussoli, Smerieri 2, Franchi 7, Chini 4, Dema 10, Barbieri 4, Gavaini, Degli angeli 2, Neri 8, Paladini 16, Prandini, Caltabiano 5. All. Espa.

Kings: Mitri 5, Castano, Gamberini 10, Galassi 14, Amori M. 11, Luppi, Ghiacci 17, Baschieri, Amori L., Maresi 4. All. Fiori.

Bellissima serata in quel di Vignola, dove la Massacramento sbanca il campo di una delle squadre più in forma di questo inizio di campionato. Partita brutta e sporca nella prima metà di gioco, vinta dai padroni di casa per 24-22. Il terzo quarto è quello che, di fatto, decide la partita: i ragazzi di coach Fiori giocano 10′ di grande intensità e si portano avanti di otto lunghezze al 30′ (39-47). Nella quarta frazione la partita si accende e diventa decisamente piacevole, con Spilamberto che, spinta dalle triple di De Martini, cerca la rimonta. Vittoria molto importante per la Massacramento Kings, che trova due punti pesantissimi in un periodo veramente sfortunato in quanto a rotazioni ed assenze. Da segnalare una grandissima prova di Matteo Ghiacci che, oltre alla solita quasi doppia-doppia di punti e rimbalzi, aggiunge anche ben cinque stoppate.

UNIONE SPORTIVA ZOLA – PALL. TEAM MEDOLLA 77 – 64

(20-18; 37-37; 55-54)

Zola Predosa: Baccilieri 24, Franchini 20, Gubellini 8, Stefano 6, Maselli 6, Paolucci 4, Brolis 3, Cerchiari 3, Guidotti 3, Brunetti, Bini. All. Buccarella.

Medolla: Bergamini 15, Manfredini 14, Luppi 9, Salerno 9, Barbieri 8, Balboni, Baccarani 3, Bernardi 3, Tommasino, Ziosi, Baraldi, Galeotti. All. Giliberti.

Continua l’ottima partenza di Zola Predosa con il quarto successo consecutivo in altrettante partite.

Partita molto fisica e equilibrata fino a metà del terzo quarto, i padroni di casa, poi, riescono ad alzare il ritmo e a stringere la difesa limitando gli avversari a 27 punti nei secondi venti minuti.

MP RESTAURI – PEPERONCINO LIBERTAS BK 45 – 47

(18-13; 27-23; 34-34)

Castelfranco Emilia: Venturi N., Gobbi 9, Violi 7, Franchini 2, Cavani 5, Grassi F., Parisini ne, Sciarabba 4, Mallil 4, Zucchini 9, Grassi R. 5. All. Bignotti.

Mascarino: Vinci 8, Perrotta 3, Tolomelli 10, Tosarelli ne, Balducci 2, Brochetto D. 8, Solmi 5, Cristofori 4, Giovannini ne. Dal Fiume, Nannetti, Benfenati 7. All. Brochetto L.

Sfuma negli ultimi secondi il sogno Sasso di strappare due punti contro il Peperoncino. La Mp Restauri tiene la testa avanti quasi tutta la partita, contro una squadra di caratura superiore, sia pur orfana di bomber Stojkov, ma cede nel finale colpita dai canestri dell’eroe inatteso Benfenati.

L’incontro è, come sempre, a basso punteggio, con più palloni contro il muro che canestri, ma si è capito che quest’anno sarà probabilmente così ogni settimana. Peperoncino parte meglio (2-6), ma il Sasso risponde e tocca il +5 a fine primo quarto (18-13). Da lì continua un equilibrio totale con mai più di due possessi a dividere le squadre. Il classe 1975 Sciarabba macchia l’esordio con un doppio tecnico che lo estromette dal match nel giro di pochi secondi; Zucchini gioca un buon secondo tempo e aiuta il Sasso a tenere la testa avanti. Sul 43-40, a 4′ minuti dal termine, Benfenati trova la tripla del pareggio. Per tre minuti non segna nessuno, Gobbi fa 2/2 ai liberi, ma Vinci pareggia dal pitturato. Un pick & roll ben eseguito permette a Benfenati di appoggiare, di mancina, il +2 ospite. Timeout per coach Bignotti con 7″ da giocare: il Sasso libera Cavani per la tripla decisiva dall’angolo che, però, muore sul ferro.

RECUPERO

MASSACRAMENTO KINGS – U.S ZOLA 73 – 60

CLASSIFICA

U.S. Zola Predosa, Cus Mo.Re., Diablos Sant’Agata Bolognese 8; Peperoncino Mascarino*, S.P. Spilamberto, Massacramento Kings MSP 6; P.T. Medolla, Carpine 4; Nazareno Carpi, Sasso Castelfranco, Magic Scandiano*, Fortitudo Crevalcore 2.

GIRONE D

LOVERS – BASKET VILLAGE 58 – 65

(14-14; 30-31; 45-49)

Galliera: Malagutti 8, Benassi Bocciolini 14, Marmocchi ne, Gnan 15, Ramponi L., Ramponi D., Cerciello, Orsini, Bernardini 7, Bonfiglioli 5, Iannicelli 7, Nardi 2. All. Atti.

Granarolo: Misciali 7, Bertusi 5, Ventura A 5, Ferri 2, Guastaroba 9, Tonelli 12, Calanchi 2, Mongardi 5, Bertuzzi 8, Martinelli 10, Melillo, Kamta Ouemba ne. All. Cavicchioli.

PGS IMA – VIS 2008 86 – 59

(18-15; 43-35; 68-51)

PGS Ima: Baccilieri 15, Lugli 12, Demetri 10, Torriglia 10, Tosiani 9, Asciano 8, Baldazzi 6, Natalini 6, Neri 4, Cocchi 4, Masetti 2. All. Salvarezza.

Vis Ferrara: De Pisi 12, Santi 8, Chieregatti 7, Garbo 6, Baseggio 6, Cervati 6, Accorsi 4, Castaldini 4, Gilli 4, Bianconi 2, Marianti Spadoni, Mangano ne. All. Bonora.

CENTRO MB ARCOVEGGIO – P.G.S. CORTICELLA 79 – 70

(15-14; 33-28; 58-45)

CMA: Rosati 21, Venturi 16, Madron 10, Piazzi 6, Barone 6, Filippini 6, Caffagna 4, Pedron 4, Siena 3, Youbi 2, Arletti 1. All. Orefice.

PGS Corticella: Ardizzoni 20, Fiorentini 15, Bernardinello 13, Bartolini 8, Albazzi 6, Simoni 5, Dall’Olio 3, Valgimigli, Varignana, Polmonari, Puzzo, Tolomelli. All. Totta.

SPARTANS BASKET – BNBA ROUTE64 72 – 66

(21-23; 39-35; 55-51)

Spartans Ferrara: Ponsanesi 20, Alassio 14, Stocco 9, Marabini 6, Leprotti 6, Terzi 6, Madella 5, Lever 3, Vaianella 3, Ricci, Dell’Uomo, Baraldi. All. Ciliberti.

Baricella: Giordani 18, Pedrielli 13, Ricci 13, Legnani 7, Frazzoni 5, Minozzi G. 3, Donati 3, Mantovani 2, Oseliero 1, Gamberini, Sgarzi. All. Minozzi M.

S. VANINI – POL. DIL. FARO 49 – 38

(17-6; 24-15; 34-23)

Horizon Trebbo: Mele 4, Turrini 5, Pucci, Muscò, Raimondi, Varotto R. 14, Nasi, Guidi 5, Varotto S. 6, Varotto M. 6,  Ferrulli 9, Grippo. All. Muscò G.

Argenta : Fumolo, Mambelli 5, Fuschini, Macchia 4, Dal Pozzo 4, Bonora, Stabellini, Porcellini, Bianchi 4, Nicoletti 9, Malagolini 12. All. Carnaroli.

GALLO BASKET – NAVILE BASKET 64 – 68

(19-12; 27-27; 42-44)

Gallo: Fortini 18, Corbucci 10, Ramponi N. 9, Lomazzi 9, Amal 6, Ramponi P. 6, Mantovani 4, Gozza 2, Grazia, Magni, Mandini, Calzolari ne. All. Mennitti.

Navile: Carlotti 23, Fioravanti 12, Billi 8, Bardasi 6, Sgherri 6, Maccaferri 5, Zanarini 3, Scapinelli 3, Behzadi 2. All. Corticelli.

CLASSIFICA

Pgs Ima BO, Basket Village Granarolo 10; Bianconeriba Baricella, Spartans Ferrara 8; Horizon Trebbo, Navile BO 6; CMA Arcoveggio BO 4; Galliera Lovers, PGS Corticella BO, Vis 2008 FE, Faro Argenta 2; Gallo 0.

GIRONE E

S. MAMOLO BASKET – PARTY & SPORT 75 – 67

San Mamolo: Mandarà 4, Viezzoli 10, Quadri S., Fincato, Scarponi 6, Gebrehiwot 12, Cassani 7, Quadri A. 4, Baldi 22, Conti, Bianco, Somacher 5. All. Sisti.

P&S Ozzano: Sarti, Crivellari 2, Palma 9, Carelli 6, Buonfiglioli, Fiordalisi 4, Avallone 21, Carello 6, Zerbini 3, Giovi 7, Montroni 9, Landi. All. Bandini.

BASKET’95 – P.G.S. WELCOME 46 – 69

(13-19; 23-35; 35-57)

B’95 Imola: Calamelli, Mezzini 2, Gasparri 10, Sermenghi 3, Centulani, Grandolfi 15, Zanoni, Zaccherini 5, Dirella 1, Riga 9. All. Saragoni.

Pgs Welcome: Pasquali 24, Sovrani 12, Caprara 10, Sanguettoli F. 6, Govoni 6, Lamborghini L. 5, Verardi 2, Mattei 2, Giuliani 2, Lamborghini A. 1, Melchiorre. All. Sanguettoli M.

MEDICINA BASKET 2007 – HORNETS BASKET 77 – 67 

(9-20; 36-35; 54-50)

Medicina 2007: Bacci 1, Lenzarini 10, Barba 18, Vignudelli 3, Magli, Ugulini 9, Castellari 4, Righi 6, Trippa 8, Martelli 16, Soldi 2. All. Pasquali.

Hornets: Guerrato 17, Fiorentini 12, Sirri 9, Cruzat 8, Maldini 8, Caruso 5, Orlando 4, Canovi 2, Mazzola 2, Gadani. All. Rocco di Torrepadula.

40068 PIZZA&MORE – TATANKA BALONCESTO IMOLA 58 – 49

VIRTUS CASTENASO – ARTBO BY PALL. PIANORO 64 – 69

(21-20; 34-34; 50-51)

Castenaso: Aspergo 11, Fiolo, Buresti 20, Pazzaglia, Vacchi 3, Blaffard, Bedosti 7, La Cascia, Pierini 7, Nicolai, Boccardo 2, Laghetti 14. All. Pizzi.

Pianoro: Vernoni 2, Ceccardi 4, Bonazzi, Betti, Nicoletti 12, Maestri 9, Orsini 6, Vaccari 20, Brazioli 3, Chili 5, Tomada 5, Urzino 3. All. Munzio.

CSI SASSO MARCONI – PGS BELLARIA 48 – 57

(13-20; 23-34; 37-43)

Csi Sasso Marconi: Forni 6, Apadula 2, Berti 6, Cacciari, Labanti, Dal Pian 3, Monciatti 18, Benassi, Siroli 7, Davalli, Di Furia, Lenzi 6. All. Bulgarelli.

PGS Bellaria: Fabbri, Poluzzi 4, Gianfagna, Ottani 2, Scarenzi 3, Capancioni 4, Aleotti, Marega 13, Neviani 6, Mazzacurati 2, Nobis 23, Zonarelli. All. Benini.

CLASSIFICA

Hornets BO, PGS Welcome BO*, San Mamolo BO* 8; Medicina 2007, PGS Bellaria BO, Pianoro, Virtus Castenaso, Sapory San Lazzaro 6; Basket’95 Imola 4; Party&Sport Ozzano, CSI Sasso Marconi, Tatanka Baloncesto Imola 0.

GIRONE F

SG TIBERIUS – TIGERS BASKET 2014 55 – 71

(18-15; 26-26; 38-43)

SG Tiberius Rimini: Guziur 25, Campajola 7, Ferrini 8, Stabile 1, Accardo 5, Andreani 1, Mazza 6, Tamburini 2, Fabbri, Neri. All. Brienza.

Tigers Forlì: Lotti 7, Brunetti J. 11, Rossi 17, Naldi 9, Brunetti N. 14, Gnini 2, Mariani 6, Gavelli 2, Petrini 1, Grossi 2, All. Lapenta.

LUSA BASKET – SPORTING CLUB CATTOLICA 79 – 64

(21-12; 40-26; 59-45)

Massa Lombarda: Ugulini 9, Pietrini 31, Dalla Malva, Asioli 8, Orlando 6, Del Vecchio 20, Rivola, Castelli, Brignani 2, Filippini 3, Berardi. All. Panizza.

Cattolica: Adanti 9, Crugnale 1, Cardinali, Cavazzini 18, Cavoli 4, Simoncini Fuzzi 4, Ferrini 4, Bacoli 24. All. Cotignoli.

Quinta vittoria consecutiva del Lusa Basket Massa, che continua la sua cavalcata in testa alla classifica. Partiamo dal risultato finale di 79-64, al termine di una partita che i ragazzi di coach Panizza hanno condotto per 40′ mettendo da subito le gerarchie in chiaro, ma senza mai affondare definitivamente il colpo su una Cattolica sicuramente volitiva, ma non in grado di impensierire seriamente i padroni di casa.

Quintetto iniziale di Massa con Orlando, Pietrini, Dalla Malva, Del Vecchio e Brignani, mentre Cattolica risponde con Adanti, Ferrini, Cavoli, Simoncini Fuzzi e Bacoli. Brignani apre le danze, Del Vecchio disegna coreografie in area con la sua tecnica da categorie superiori e Pietrini è la stella che illumina il palcoscenico del Pala Melandri, con 13 punti già nel primo quarto. Cattolica non deraglia grazie ai giovani Cavazzini e Bacoli, ma alla prima sirena Massa è già avanti 21-12. Nel secondo quarto le cose non cambiano; sono ancora Pietrini e Del Vecchio i trascinatori del Lusa Basket, ai quali si affiancano Orlando, Ugulini ed Asioli, che si danno da fare in difesa e in attacco, fornendo un interessante contributo realizzativo. Cattolica si aggrappa ai punti di Cavazzini, ma perde per proteste in rapida sequenza, l’accompagnatore e l’allenatore Cotignoli, espulsi dagli arbitri. Col ritorno sul parquet ritroviamo le certezze del Lusa Basket; la tripla di Pietrini, la schiacciata di Del Vecchio e la concretezza di Ugulini, mentre Cattolica si affida sempre di più alla tecnica ed ai punti di Bacoli e Cavazzini. Massa arriva anche sul +21 (47-26), Cattolica risale fino a -12 (57-45). Nell’ultimo quarto per i locali c’è gloria anche per Filippini, che segna i suoi primi punti stagionali, mentre i pluricitati Pietrini e Del Vecchio arricchiscono i propri tabellini personali (31 Pietrini, 20 Del Vecchio), imitati dal giocatore Bacoli di Cattolica che, nel frangente, segna 13 dei suoi 24 punti complessivi.

AICS JUNIOR BASKET – EAGLES 51 – 56

(15-15; 36-26; 48-41)

Aics Forlì: Adamo 4, Scozzoli 6, Celli, Corsi 1, Bondi 10, Scozzese 2, Ricci 10, Sansoni 6, Giardini, Preda 2, Barzanti 8, Ilinca 2. All. Mambelli.

Morciano: Di Sciullo, Bacchini 11, Guastafierro 2, Bologna, Zavatta 7, Ortenzi 7, Casadei 2, Maioli 10, Cenci 14, Tagliaferri 3, Cupparoni ne, Casadei Massari. All. Chiadini.

QUADRO PIANO – SAN PATRIGNANO 90 – 48

(22-9; 42-18; 61-35)

Faenza: Buricchi 16, Fabbri 12, Troni 10, Boero 9, Santo 8, Pezzi 8, Melandri 8, Santini 6, Anghileanu 5, Marziali 4, Bulzacca 4. All. Vespignani.

San Patrignano: Randazzo 11, Bindi 11, Romboli 11, Trombini 9, Magni 4, Grimm 2, Sanna. All. Gregori.

BELLARIA BASKET – SUNRISE BASKET 41 – 69

(9-22; 19-36; 36-52)

Bellaria: Maggioli 2, Giorgetti, Polanco 1, Vernocchi 4, Squadroni 2, Bussi 3, Re, Paganelli 1, Ricciotti L. 10, Lumini 8, Souihi 8, Donati 2. All. Ricciotti D.

Sunrise Rimini: Mussoni 2, Amadori 9, Peroni 9, Missere, Bronzetti 10, Monti 9, Casadei, Panzeri 12, Corsetti 3, Gatti 2, Sansone 6, Malagrida 7. All. Botteghi.

SANTARCANGIOLESE BK – LIB. GREEN BK 54 – 70

(19-23; 31-43; 42-60)

Santarcangelo: Ceccarelli, Fabbri ne, Adduocchio 4, Caverzan 16, Zaghini 4, Fabbri 4, Mussoni Mi. 13, Azarenko, Mussoni Ma. 6, Vertaglia ne, Balducci 1, Rossi 6. All. Bezzi.

Libertas Green Forlì: Prandini, Vitali, Menghini 3, Gasperini 1, Servadei 15, Adamo 7, Matteucci, Perugini 7, Visani 7, Marzolini 12, Quercioli 7, Godoli 11. All. Lazzarini.

CLASSIFICA

Lusa Basket MassaLombarda, Faenza Basket Project 10; Basket 2000 San Marino, Tigers 2014 Forlì 8; Libertas Green Forlì, Eagles Morciano 6; Aics Forlì, Sunrise Rimini 4; Santarcangiolese, Bellaria 2; San Patrignano, S.C. Cattolica 0.

U19, tanti rinvii per la Next Gen Cup, U17 bene Reggiana e Forlì

CAMPIONATI ECCELLENZA

UNDER 19

7° Giornata

Girone 2

CARPEGNA PROSCIUTTO VL – PERUGIA BASKET 28-11-2022 – 18:45 

Palestra Galilei – Via Concordia-villa Fastiggi  PESARO PU

CAB STAMURA BK – UNIBASKET 64 – 60

(26-19; 41-34; 53-47)

Ancona: Covacci, Monaco, Virgili 20, Filippetti 5, Piccionne 23, Pagliarecci, Ponzella 8, Bora 4, Barletta 4, Rossini 2, Vernelli, Balducci. All. Petitto.

Lanciano: Cesarino, Ciaroni 2, Harinkovic 7, Del Prete 8, Testa 4, Seve, Perella 5, Kamatè 12, Cicchetti 2, Palicivic, Cissè 20. All. Canzano.

BSL – BRAMANTE BASKET 69 – 66

(16-20; 35-28; 50-52)

San Lazzaro: Negroni 7, Baldi 8, Gamberini 14, Piras 7, Comastri 5, Tripodi 4, Vanti, Pappolla 2, Villa, Ceccato 11, Rossi 11. All. Nieddu.

Bramante Pesaro: Cavedine 7, Guerra 8, Cevolini 3, Sablich, Dzimo 2, Nicolini E. 4, Rovedi, Druda 8, D’Angeli 2, Stefani 20, Federico, Fabbri 12. All. Nicolini M.

BASKET SANTARCANGELO – UNIEURO BASKET 83 – 82

(13-21; 42-43; 66-61)

Santarcangelo: Amati ne, Bonfè 7, Panzeri 2, Mulazzani, Benzi, Rossi 5, Macaru 19, Lombardi ne, Mari 6, Morandotti 30, Sirri, James 14. All. Bernardi.

Forlì: Bandini 15, Borciu, Zilio 14, Moretti 19, Benzoni 20, Munari 6, Pinza 5, Palazzi, Bellini 3, Errede 2. All. Grison.

Gli Angels si aggiudicano il derby romagnolo.

Bel primo quarto quello disputato al Palazzetto in via della Resistenza. Santarcangelo parte bene, il punteggio è in equilibrio. Gli Angels perdono il ritmo in attacco e perdono palle che regalano il sorpasso a Forlì. Comincia il secondo quarto e gli Angels provano a rientrare. Gli ospiti fanno valere la loro fisicità, ma Santarcangelo risponde con Bonfè e Morandotti, riaprendo la partita portandosi prima sul -1, poi impattando. Prende vita un avvincente secondo quarto che, negli ultimi minuti, sfugge di mano a Santarcangelo che incassa un parziale di 6-0 e costringe Bernardi al TimeOut. Al rientro la risposta dei giallo blu non si fa attendere e riescono a tornare in partita nuovamente. Si va alla pausa lunga sul 40-41. Bellissimo terzo quarto giocato dai padroni di casa, che partono forte in difesa e precisi in  attacco guidati da un super Daniel James protagonista di un parziale caratterizzato da un gancio, una tripla ed una schiacciata bimane. Dopo un grande sforzo, gli Angels vanno in debito di ossigeno e si fanno recuperare con una bomba allo scadere del quarto che tiene in partita Forlì sul 66-61. Si torna a giocare per gli ultimi 10’ e Forlì prova a rientrare. Gli Angels reagiscono e tengono a distanza i biancorossi. Nelle ultime curve, Morandotti in lunetta fa 2/2. Una grande difesa finale concede solo 2 dei 3 punti di divario tra le squadre. La spuntano così gli Angels/RBR per 83-82.

VIRTUS PALL. ROSETO – VIRTUS SIENA 19-12-2022 – 18:30  

PALASPORT – PIAZZA OLIMPIA ROSETO DEGLI ABRUZZI TE

BK CLUB FRATTA – METAURO BK ACADEMY 43 – 93

(4-32; 25-46; 34-70)

Umbertide: Palleri, Venti 2, Crispoltoni A. 5, Fiorucci 8, Pelloni L., Pelloni G. 12, Giornelli 13, Babucci, Monsignori 3, Mariotti, Guidi. All. Crispoltoni M.

Fossombrone: Arduini 24, Drahanchuk 13, Tamburini 5, Ferri 8, Rossi 4, Mei 7, Nikolaichuk 12, Olivi 8, Curic 4, Buttarini 8. All. Paolini.

CLASSIFICA

VL Pesaro* 12; Forlì, Fossombrone 10; Lanciano, Roseto*, Ancona 8; Virtus Siena*, Santarcangelo, Bsl San Lazzaro 6; Bramante Pesaro 4; Perugia* 2; Fratta Umbertide 0.

Girone 3

POL DIL. LIBERTAS CERNUSCO – COLUMBUS CANTU’ 67 – 78

SEGAFREDO BOLOGNA – FORTITUDO ACADEMY RINVIATA

UNAHOTELS – RIMADESIO 68 – 74

(11-16; 23-34; 46-43)

Reggiana: Gilberti 10, Ferrari 4, Ruggeri 11, Vaccari, Camara, Faye 30, Vecchi, Pastorelli 6, Suljanovic 5, Iannelli 2, Belloni. All. Menozzi.

Desio: Trucchetti 16, Toffanin 3, Corti, Barbieri 15, La Mantia 3, Arienti, Colzani 3, Basso 21, Pogna, Fumagalli, Raffaldi 3, Rossi 10. All. Longoni.

EA7 EMPORIO ARMANI – VIS 2008 28-11-2022 – 19:00          

SPORT VILLAGE ASSAGO -Palestra – Via di Vittorio 1 ASSAGO MI

PALLACANESTRO VARESE – NIPPON EXPRESS 93 – 82

Fidenza: Biorac 29, Arbidans 15, Kumer 11, Ramponi 5, Di Cola 5, Trevisan 4, El Hadij Maodo 4, Beltadze 4, Boriani 3, Cortese 2, Ranieri, Rastelli. All. Arnetoli.

GUERINO VANOLI BK – URANIA BK 66 – 75

Cremona: Vecchiola 16, Gallo 13, Ndzie 10, Zacchigna 9, Zanetti 9, Taino 5, Ivanovskis 4, Maineri, Redini, Valenti, Manganotti. All. Campigotto.

Urania Milano: Cavallero 37, Valsecchi 17, Pezzola 10, Bellini 8, Marra 3, Manzoli, Di Liberto, Tesoro, Solimeno, Emanuelli, Tacchini. All. Montefusco.

CLASSIFICA

Urania Milano 12; Cremona, Cantù*, Desio 10; Fortitudo Bologna*, Varese 8; Olimpia Milano*, Reggiana* 6; Virtus Bologna* 4; Vis Ferrara*, Fulgor Fidenza 2; Cernusco 0.

UNDER 17

8° Giornata

Girone A

BENEDETTO 1964 – VIS 2008 67 – 84

(19-28; 29-51; 50-67)

Cento: Gavazzo 4, Lunghini, Ferrari 2, Esposito 2, Govoni 4, Magni 24, Salvietti 5, Giovanelli 6, Seck 4, Lanzoni, Alberghini 16, Ghini. All. Savini

POL. PONTEVECCHIO – NIPPON EXPRESS FIDENZA 60 – 85

UNAHOTELS REGGIO EMILIA – FORTITUDO ACADEMY 87 – 69

(30-22; 44-42; 63-57)

Reggiana: Bacchelli 23, Beltrami 4, Mainini 10, Obayagbona 7, Suljanovic 26, Yadde 1, Carboni 2, Deme 6, Emokhare, Fornasiero 8, Lavacchielli ne, Lusetti. All. Consolini.

Fortitudo: Cavani 21, Boldrini 8, Neri 3, Bonifazi, De Rosa 14, Di Pace, Naldi 10, Silvestrelli 2, Polombito 2, Ferrucci, Braccio 9, Bozianu. All. Lopez.

SEGAFREDO BOLOGNA – PARMA BASKET PROJECT RINVIATA

CLASSIFICA

Virtus BO* 12; Fortitudo Academy BO, Reggiana*, Fulgor Fidenza 10; Vis 2008 FE 8; Parma Basket Project* 6; Piacenza BC*, Pontevecchio BO* 2; Benedetto Cento* 0.

Girone B

BASKET SOC.POL.COMPAGNIA  – POL. CESENATICO 2000 64 – 82

B.S.L. SAN LAZZARO – EMILBANCA S.G. FORTITUDO 81 – 59

CESTISTICA ARGENTA – BASKET SANTARCANGELO SOSPESA

UNIEURO FORLI – G.S. INTERNATIONAL BASKET 74 – 44

RECUPERO

ONETEAM FORLI’ – STARS 82 – 63

CLASSIFICA

Forlì 14, Stars BO, Bsl San Lazzaro 10; S.G. Fortitudo, International Imola, Cesenatico 2000 8; Argenta*, Compagnia dell’Albero RA 2; Santarcangelo* 0.

UNDER 15

6° Giornata

GIRONE A

UNAHOTELS REGGIO EMILIA – PROGRESSO HAPPY BASKET ’07 90 – 68

MAGIK BASKET – SEGAFREDO BOLOGNA RINVIATA

ASSIGECO PIACENZA – VIS 2008 43 – 108

RENOVA SERVICE – EMILBANCA 59 – 56

(11-18; 32-36; 42-51)

Imola: Roli 16, Dapporto 13, Scala 9, Broccoli 5, Martini 5, Fabbi 4, Bonazza 3, Calderoni 2, De Razza 2, Savino, Vicentini, Sassatelli. All. Brusa.

S.G. Fortitudo: Zagnoni 19, Ansaloni 11, Colliva 6, Beghi 4, Mallano 4, Giacomelli 4, Guerra 3, Bracchetti 3, Russo 2, Spisni, Webber, Cianti. All. Mondini.

L’International ci ha preso gusto e vince di nuovo in rimonta. I biancorossi superano una agguerrita S.G. Fortitudo 59-56, ribaltando il match nel finale.

La partita ha ritmi intensi sin dall’inizio, con i bolognesi che accumulano una manciata di punti di vantaggio a fine primo quarto, sfruttando i rimbalzi offensivi e chiudendo sul +7 al 10′ (11-18). Nella seconda frazione le squadre si danno battaglia: prima l’International accorcia, poi la S.G. reagisce e trova il +10, ma i ragazzi di coach Brusa hanno la forza di andare all’intervallo sul -4, merito di una maggiore attenzione difensiva e dei numerosi falli subiti (29 a fine partita, 10 subiti da Roli, 8 da Dapporto). Nel secondo tempo il copione sembra identico a quanto già visto, con gli ospiti che cercano di scappare, ma la Renova Service non molla. Poi nei minuti finali arriva la svolta: i 2008 biancorossi piazzano un parziale di 8-0 con pazienza, intensità e determinazione, così, al 38′ passano in vantaggio con un canestro di Fabbi, sfruttando anche i numerosi errori e le infrazioni degli ospiti. La S.G. Fortitudo non riesce a ribattere, l’International fa buona guardia a rimbalzo difensivo e infine Roli sigilla il successo a quota +3 con un 2/2 in lunetta, ad un secondo dal termine.

CLASSIFICA

Vis Ferrara 12; Virtus BO*, Reggiana* 8; International Imola 6; S.G. Fortitudo BO*, Magik PR* 4; Happy Basket CastelMaggiore 2; Piacenza 0.

GIRONE B

POL. CESENATICO 2000 – INSEGNARE BASKET RIMINI 68 – 69

BASKET SOC.POL.COMPAGNIA  – CESTISTICA ARGENTA 51 – 55

B.S.L. SAN LAZZARO – FORTITUDO ACADEMY 139 – 36

RAGGISOLARIS ACADEMY – STARS BASKET 49 – 70

CLASSIFICA

Bsl San Lazzaro 12; Stars BO, I.B.R. Rimini 8; Cesenatico 2000, Argenta 6; Compagnia Ravenna 4; Forlì, Raggisolaris Academy Faenza 2; Fortitudo Academy BO 0.

C Silver, Correggio salta anche l’ostacolo Lugo

SERIE C SILVER

7° Giornata

CVD – DESPAR 65 – 58

(15-14; 38-35; 49-40)

Casalecchio: Magnolfi, Tabellini 4, Sciarabba 3, Rossi 3, Fuzzi 9, Cappelletti ne, Corradini 2. Venturi 9, Campanella 10, Bertuzzi, Lelli 15, Biguzzi 10. All. Baiocchi.

4 Torri Ferrara: Marongiu ne, Scuderi 6, Ghirelli L. 5, Cavazzoni 3, Pevere 3, Ghirelli M. 20, Monaldi 2, Ghirelli D. 3, D’Onofrio, Zaharia 10, Leopizzi, Gavagna 6. All. Tarquini.

Nello sport va a finire che vince spesso chi sbaglia meno. Ed è quello che è capitato al PalaCabral di Casalecchio di Reno, dove i padroni di casa dell’ex Magnolfi hanno condannato la Despar alla settima sconfitta stagionale, in una partita non di certo bella, con pochi alti e con moltissimi errori da parte di entrambe le formazioni.

Le due squadre iniziano fin dal primo minuto a litigare con i ferri: dopo l’immediato 2-0 firmato da Biguzzi, la partita avanza a rilento, finché Gavagna non colpisce con due triple di fila per gli unici punti della sua gara. La Despar, come spesso accade, si affida al tiro dall’arco: Daniele Ghirelli riprende da dove aveva lasciato mercoledì contro Novellara, infilando subito tre punti. Ma si chiude solamente 15-14 un primo quarto senza grandi fiammate. Nel secondo periodo vengono fuori le giocate di gran lunga migliori delle due squadre. Scuderi entra e segna 4 punti in fila per portare avanti i ferraresi sul 17-18, poi si comincia a sparare da tre su entrambi i lati del campo, con Rossi, Fuzzi e Pevere. Si rimane punto a punto: Zaharia (10 punti) mette sul parquet fisicità e difesa e insieme a Matteo Ghirelli, regala un piccolo strappo alla Despar, che si porta sul 27-31; vantaggio però subito ricucito da Bertuzzi, che fa male alla 4 Torri sia sotto canestro sia da lontano. Il distacco tra le due squadre rimane costantemente di un punto: Campanella e Venturi, prima della sirena, danno respiro al CVD, che chiude la prima metà di gara 38-35, senza trovare il canestro del +5, grazie a una bella stoppata di Zaharia. Forti di questi tre punti, i bolognesi provano a scappare nel terzo quarto con la tripla di capitan Lelli (16 punti). La 4 Torri, invece, costruisce ottimi tiri, che però non vanno mai a segno. Le percentuali al tiro sono bassissime per entrambe le squadre, le palle perse invece sono un’infinità: fatto sta che la Despar, alzando la difesa, evita l’allungo decisivo di Casalecchio, almeno fino alla nuova tripla di Lelli per il 46-37. La 4 Torri segna nel periodo solamente due canestri dal campo; d’altro canto le percentuali di CVD non sono tanto più alte, ma permettono tuttavia ai padroni di casa di chiudere sul 49-40 alla penultima sirena, con un parziale di 11-5. La 4 Torri è una squadra che prova sempre a uscire dalle difficoltà: Cavazzoni rientra e piazza la tripla che fa riavvicinare i suoi. La Despar, però, deve fare i conti con Campanella, un costante problema sotto i ferri per i granata: il numero 21 di Casalecchio mette a referto 8 punti dei 16 totali di squadra del periodo e arpiona ogni rimbalzo. La partita si fa nervosa, un tecnico sanzionato alla panchina di casa sembra cambiare l’inerzia della gara con sei minuti sul cronometro. Matteo Ghirelli, da capitano, cerca di riavvicinare i suoi segnando 8 punti dei 20 totali di serata: la Despar si rifà sotto sul 54-48, ma è sempre Campanella a ricacciarla indietro. Ancora Ghirelli da lontanissimo segna la tripla con l’ausilio del tabellone per il -5, ma a lui risponde, prontamente, Fuzzi. I granata hanno anche a disposizione i tiri per riavvicinarsi, ma non vanno mai oltre al -5 di distacco e con il tecnico sanzionato a Luca Ghirelli, si chiude sostanzialmente la partita, con il punteggio finale di 65-58.

VIRTUS MEDICINA – REBASKET 88 – 57

(20-15; 42-27; 70-40)

Medicina: Vandi ne, Curione 10, Poluzzi ne, Sabattani 11, Cattani 19, Lorenzini 3, Bergami 24, Musolesi 13, Gualandi 3, Martini 2, Martelli 3. All. Dalpozzo.

Rebasket: Piccinini 4, Bertozzi, Vezzali, Coradeschi, Oziegbe 10, Rovatti 12, Petrolini 9, Catellani 5, Amadio 5, Bertolini 4, Bovio 8, Maramotti. All. Casoli.

Vince una Virtus versione “settebellezze”.

Apre la contesa Bergami (24 punti, 4 rimbalzi) che sarà MVP della partita; la Rebasket gioca bene, ma Cattani (19 punti, 7 recuperi) propizia il primo allungo Medicina. Secondo quarto e Virtus che scappa, difesa attenta e controllo dei tabelloni consentono di ripartire in velocità; Musolesi (13 punti, 5 assist) è perfetto regista di un gioco corale che cresce di intensità ogni minuto e Curione (10 punti, 8 rimbalzi) spinge Medicina +15 all’intervallo. Terzo periodo e Sabattani (11 punti, 4 assist) è ovunque, sempre Bergami a bombardare il canestro avversario (alla fine saranno 6 le triple a segno). La Virtus c’è, mentre i reggiani non ci sono più. Lorenzini (3 punti, 8 rimbalzi) e Martini (2 punti, 5 rimbalzi) blindano l’area, Medicina a +30. Gualandi e Martelli amministrano, sulla bomba di Gualandi (primi punti in serie C Silver) è festa grande. Vince Medicina con 19 assist e 5 giocatori in doppia cifra, a dimostrazione di una partita corale.

PALL. NOVELLARA – MAGIK BASKET 63 – 77

(17-19; 32-39; 51-55)

Novellara: Ferrari N. 4, Frediani 4, Morini 7, Folloni 15, Ferrari T. 3, Brevini 2, Spaggiari ne, Grisendi ne, Riccò 7, Malagoli 2, Doddi 19. All. Boni.

Magik Parma: Pedron 4, Manzi 9, Parente 3, Malinverni 4, Colonnelli 16, Brogio 7, Gorreri 13, Arbidans 7, Tognato 13, Giorgino 1. All. Donadei.

EMIL GAS – GAETANO SCIREA BASKET 83 – 48

(24-10; 44-26; 59-35)

Scandiano: Mazzoli, Fikri 6, Astolfi 10, Fontanili 5, Coslovi 2, Levinskis 15, Franzoni 5, Galvan 22, Taddei 4, Canovi 6, Caiti 8. All. Spaggiari.

Bertinoro: Benzoni 14, Sovera 2, Monticelli 9, Bassi 5, Coralli 10, Baietta, Zoboli 5, Bellini, Palazzi, Torelli 3. All. Rustignoli.

GRIFO BASKET IMOLA 1996 – VENI BASKET 61 – 64

(17-21; 27-39; 48-51)

Imola: Baldissera, Fussi 11, Giovannelli 12, Bottau, Creta 7, Bedeschi, Piazza 4, Pirazzini 2, Calzini 11, Conti, Marabini 5, Syla 9. All. Cappelletti.

San Pietro in Casale: Pastore 12, Ghedini, Boughattas, Miolli, Lenzi 10, Frignani 4, Mariani 3, Patrese 7, Bondioli, Zanellati 9, Ramzani 10, Ghidoni 9. All. Castriota.

Cominciamo dalla fine a raccontare questa partita che la Grifo butta letteralmente nel cestino. Orbene, mancano 11″ alla fine con la Grifo sul 61-60. Rimessa per la Veni davanti alla panchina della Grifo, Ramzani butta la palla alle ortiche e quindi la rimessa diventa della Grifo. Qui scoppia un battibecco tra Ramzani e coach Cappelletti, perché il giocatore della Veni rinfaccia al coach di averlo ostacolato. Risposta del tecnico imolese e gli arbitri decidono che debba essere espulso. Espulsione con conseguenti due liberi che Patrese mette a segno e palla in mano. La Grifo non è ancora in bonus. Passano i secondi e finalmente per la Grifo scatta il bonus, ma Lenzi è glaciale. Restano poco meno di cinque secondi, troppo pochi per sperare in un tiro pulito da tre sul pressing ospite. Ma veniamo all’antefatto. Partenza con Syla in quintetto al posto di Conti, per il resto i soliti Marabini, Fussi, Carta e Calzini. La Grifo va subito sul 6-0, poi si accende Ghidoni che segna i suoi 9 punti in un batter d’occhio, prima di infortunarsi ed essere costretto ad andare al pronto soccorso per farsi ricucire una profonda ferita ad una mano. La Veni mostra una difesa allungata ed asfissiante che rende faticoso il passaggio della metà campo alla MBE, che spesso rischia gli 8″, mentre in attacco cercano sempre di chiudere nei primi dieci secondi dell’azione, per impedire alla Grifo di organizzare la difesa. Così il vantaggio degli ospiti si dilata man mano fino a raggiungere i 12 punti di metà gara. Al rientro c’è un’altra Grifo e dopo alcune triple di qua e di là, la difesa imolese diventa impenetrabile, mentre quella della Veni è meno asfissiante e dal 41-51, in 10 minuti, a cavallo dell’ultimo intervallo, si passa al 59-51. Fiammata ospite per tornare a ruota 59-58, poi altri due minuti e mezzo senza canestro, poi la Veni passa sul 59-60 a trenta secondi dalla fine, Calzini replica a 15 secondi dal termine e poi… arriviamo al “fattaccio”.

DULCA – SCUOLA BASKET FERRARA 76 – 74

(23-17; 44-39; 64-52)

Santarcangelo: Buzzone 14, James 10, Quaglia 17, Mulazzani 6, Rossi 4, Macaru 23, Bonfè 2, Benzi ne, Lombardi ne, Panzeri ne, Mari ne, Antolini ne. All. Bernardi.

Scuola Basket Ferrara: Seravalli 8, Vigna 13, Trinca 10, Berti 12, Fiore 5, Xausa 4, Mascaro 9, Manfrini 4, Ferraro 9, Proner. All. Schincaglia.

Un’altra serata magica al PalaSGR dove la Dulca passa tra le mura amiche con un pubblico accorso ancora in massa. I ragazzi di Bernardi, privi dei due senior Pesaresi e Rivali, vanno a referto con un età media di 17 anni e mezzo.

Primo quarto di un ottimo basket per gli Angels che, dopo 5 minuti, si trovano avanti 15-8 grazie ad una difesa impenetrabile che permette di spingere forte in contropiede. La schiacciata di James e le triple di Macaru infiammano il pubblico, che aiuta la squadra a chiudere avanti la frazione 23-17. Nel secondo periodo i locali tentano la fuga sul 32-24, grazie alle penetrazioni di Buzzone, ma Ferrara riesce, con caparbietà, a recuperare lo svantaggio passando avanti sul 37-38. Pronto timeout di Bernardi con la reazione che non si fa attendere e il finale di tempo regala altre giocate superbe che mandano le squadre al riposo sul 44-39 per gli Angels. Nel terzo quarto regna l’equilibrio, nessuna delle sue squadre riesce a dare la zampata vincente, si commettono errori da entrambe le parti e solo nel finale la Dulca ingrana e conquista il massimo vantaggio sul +12 (64-52). Nel quarto periodo succede praticamente di tutto. Prima un parziale micidiale firmato da Mulazzani, James e Rossi manda gli Angels sul 72-54, poi Ferrara che non molla riporta la partita quasi in equilibrio, sul 74-70 a due minuti dalla sirena. Il finale è da cardiopalma: Quaglia firma il canestro del +6, Ferrara segna il 76-72, ma gli Angels non gestiscono bene i possessi e la SBF ha molte occasioni. Il canestro del 76-74, a -35″, lascia a Ferrara un altro possesso. A 3″ dalla fine, gli estensi prendono un tiro che gira due volte sul ferro ed esce. Si lotta a rimbalzo e la palla esce fuori. Possesso Santarcangelo che vince, così, 76-74.

AVIATORS – PALL. CORREGGIO 64 – 76

(11-19; 28-38; 42-57)

Lugo: Nucci 10, Ragazzini 3, Bardi ne, Baroncini, Alessandrini 16, Ricci ne, Merendi ne, Canzonieri 10, Mazzagatti 3, Meneghin 14, Arosti 2, Ravaioli 9. All. Baroncini F.

Correggio: Messori 11, Manicardi, Moscardini ne, Morgotti 3, Sutera ne, Pini 12, Guardasoni L. 15, Zamparelli 7, Riccò 3, Guardasoni M. 5, Vivarelli 10, Lavacchielli 10. All. Stachezzini.

OMEGA BASKET – ACQUA CERELIA 75 – 66

(20-29; 40-41; 66-50)

Omega Basket: Madella, Balducci, Guazzaloca 23, Nanni 9, Mengoli, Ceccolini 6, Webber 4, Perini 8, Saccà 14, De Martini 11. All. Nannetti.

San Lazzaro: Negroni, Micheli 6, Baldi 12, Piras, Domenichelli 6, Nanni 5, Comastri 4, Vanti, Pontieri 4, Rossi 11, Tapia 18. All. Nieddu.

CLASSIFICA

CORREGGIO14770554423+131
MAGIK PARMA14770596489+107
VIRTUS MEDICINA14770488416+72
VENI SAN PIETRO IN CASALE10752478470+8
SCUOLA BASKET FERRARA8743526476+50
CVD CASALECCHIO8743441400+41
PALLACANESTRO SCANDIANO8743537508+29
ANGELS SANTARCANGELO8743549536+13
OMEGA BOLOGNA8743508572-64
BASKET LUGO6734549526+23
NOVELLARA6734524540-16
GRIFO IMOLA2716452498-46
BSL SAN LAZZARO2716464526-62
GAETANO SCIREA BERTINORO2716426514-88
REBASKET REGGIO E.2716461581-120
4 TORRI FERRARA0707472550-78

Serie B, Piacenza è Bakery! Il primo graffio dei Tigers…

SERIE B

Girone C

6° Giornata

ALBERTI E SANTI – BAKERY 65 – 76

(17-17; 36-35; 48-54)

Fiorenzuola Bees: Casagrande 13, Re 2, Devic ne, Caverni 2, Pederzini 8, Giacchè 9, Giorgi ne, Preti 9, Bettiolo ne, Ricci 6, Magrini 16. All. Galetti.

Piacenza: Agbortabi, Angelucci 8, Korsunov 3, El Agbani 2, Livelli 13, Balestra ne, Carone ne, Ringressi ne, Visentin ne, Berra 12, Cecchetti 24, Coltro 14. All. Del Re.

Nel derby piacentino a sorridere sono gli ospiti della Bakery.

In un ambiente elettrizzante, le due squadre iniziano da subito a ritmi altissimi, con Pederzini a fare esplodere per primo il palazzetto con un grande movimento spalle a canestro: fallo, buono (primo) canestro e libero supplementare per l’8-7 al 3’. Berra risponde con la tripla del vantaggio Bakery, ma Preti arma la mano in modo bidimensionale e riporta avanti i Bees con un parziale personale da 5-0: 13-10 al 5’. La partita è vibrante e molto bella; Cecchetti spalle a canestro si conferma un fattore vero e proprio per la Bakery (15-17 al 9’), con i due liberi di Re che chiudono il primo parziale in perfetta parità, 17-17. Pederzini trova un altro canestro funambolico al 14’, ma Angelucci impatta a quota 23 con un bel movimento spalle a canestro. Con due tiri spalle a canestro, Cecchetti prova a far mettere il muso avanti ai lupi piacentini, ma Preti punge ed in virata impatta nuovamente per il 27-27 al 17’. Giacchè inventa una tripla da 8 metri mettendosi in ritmo da solo, con la partita che rimane appesa su un rasoio grazie ad un continuo botta e risposta. In casa Bakery il semigancio in terzo tempo di Coltro va a segno con tiro libero supplementare, grazie all’esitazione finale del numero 21 biancorosso, con Fiorenzuola che fa circolare il pallone sul perimetro per trovare il long-two di Casagrande. A fine primo tempo è 36-35. Angelucci riesce a portare avanti la Bakery ad inizio terzo parziale, facendo scattare meglio gli ospiti, ma il terzo tempo destro di Casagrande ricuce da subito il gap sul 39-39 al 23’. Gli attacchi faticano a produrre conclusioni vincenti in questo frangente di gara; un contatto duro in area tra Preti e Cecchetti vede il primo rimanere contuso; sugli sviluppi, allo stesso Preti viene fischiato il 4° fallo personale con vantaggio Bakery (40-44), col terzo tempo seguente di Coltro che obbliga i Bees al timeout sul massimo vantaggio ospite (40-46 al 27’). Livelli si accende con due conclusioni consecutive per la doppia cifra di vantaggio di Bakery, ma Fiorenzuola, nell’ultimo minuto, riesce a rimanere aggrappata all’incontro grazie al canestro sotto le plance di Casagrande e due liberi di Magrini (46-52 al 29′). La bomba di Korsunov dà tutta l’inerzia del vantaggio alla Bakery ad inizio ultimo parziale, col break da 0-5 per il 48-59. Fiorenzuola non trova la via del canestro nei primi tre minuti, col ferro che sembra stringersi. Sono Ricci e Preti a trovare da sotto canestro il -7 per Fiorenzuola, costringendo al timeout Del Re al 36’; in uscita, i biancorossi trovano con la tripla dall’angolo di Berra per il +10, esaltando il tifo ospite: 55-65. La parola fine alla sfida la mette Cecchetti, con l’ennesimo movimento in virata spalle a canestro sulla linea di fondo. 55-67 al 37’. Magrini con la tripla che prova a scaldare ancora i Bees al 39’ dice -6, ma Berra è nuovamente esiziale e chiude la gara sul 65-76 per Piacenza.

COMPUTER GROSS EMPOLI – PALL. SENIGALLIA 50 – 69

BASKET JESI ACADEMY – BLACKS FAENZA 68 – 78

(20-17; 38-33; 56-53)

Jesi: Ferraro 5, Giulietti ne, Moretti ne, Konteh ne, Filippini 17, Merletto 13, Ginesi ne, Cicconi Massi, Valentini, Marulli 13, Rocchi 14, Gatti 6. All. Ghizzinardi

Faenza: Bandini, Siberna 8, Vico 10, Poggi 10, Voltolini 5, Molinaro 6, Petrucci 6, Aromando 13, Pastore 21, Nkot Nkot ne. All. Garelli.

Capolavoro Blacks! Grazie ad una grande prestazione corale e con una incredibile forza mentale, i Raggisolaris sbancano il difficile campo di Jesi, mai violato durante la stagione. Un ulteriore segnale di crescita del gruppo. Questo successo allunga a quattro la striscia positiva e permette di restare al secondo posto insieme a Firenze, a due lunghezze da Rieti. La vittoria è dedicata a Bandini, protagonista di un fortuito scontro di gioco durante la partita che gli ha procurato un piccolo taglio al sopracciglio non permettendogli più di scendere in campo.

Jesi mostra subito di avere un grande potenziale offensivo, segnando quattro triple nel solo primo quarto, ma anche i Blacks non sono da meno. Pastore realizza infatti due canestri pesanti, permettendo ai suoi di ricucire il gap dal 18-11 al 18-17 preludio del 20-17 di fine primo quarto. Nel secondo periodo il gioco veloce dei marchigiani mette in difficoltà i Blacks, parsi troppo confusi in attacco e poco attenti in difesa. Per quattro lunghissimi minuti non arrivano punti e Jesi allunga fino al 30-19. Garelli chiama time out e al rientro in campo la squadra è trasformata. Poggi inaugura il break del 10-0 (30-29), poi riprova ad andare di fuga, ma ormai i Raggisolaris sono entrati in partita. Poggi segna il libero del 40-40, poi la General Contractor si porta sul 51-43 e allora i Blacks iniziano a giocare d’astuzia e soprattutto ad essere più aggressivi in difesa. La squadra conquista molti tiri liberi e proprio dalla lunetta arriva il sorpasso (56-57), grazie ad un 2/2 di Aromando. Jesi non trova punti per cinque minuti, mentre Faenza spadroneggia sotto canestro e segna con continuità. Aromando da sotto e Pastore da fuori sono i maggiori terminali offensivi, propiziando un vantaggio intorno ai 6-7 punti mantenuto dagli attacchi degli avversari fino a quando, al 39’ , Vico segna da oltre sette metri la tripla del 77-67, facendo calare il sipario.

REAL SEBASTIANI RIETI – IL CAMPETTO ANCONA 100 – 62

LA PATRIE SAN MINIATO – VIRTUS SPES VIS IMOLA 72 – 75

(19-14; 42-31; 58-56)

San Miniato: Quartuccio, Spatti 9, Guglielmi 8, Cipriani 3, Tozzi 7, Ohenhen 6, Cautiero ne, Bellavia ne, Iacopini ne, Capozio 8, Venturoli 22, Bellachioma 9. All. Marchini.

Virtus Imola: Dalpozzo, Morara 11, Milovanovic 6, Aglio 13, Magagnoli 12, Galassi 13, Mladenov 16, Carta 4, Soliani, Pellegrini ne, Neri ne. All. Regazzi.

SINERMATIC – PALLACANESTRO FIRENZE 71 – 82

(27-27; 45-41; 65-63)

Ozzano: Folli 5, Salsini ne, Radovanovic ne, Felici 7, Galletti ne, Balducci, Klyuchnyk 11, Chiappelli 22, Barattini 3, Bonfiglio 4, Buscaroli 7, Lasagni 12. All. Loperfido.

Firenze: Di Pizzo 13, Minnucci ne, Laganà 18, Ndoja 8, Venuto, Passoni 15, Mazzotti, Giannozzi ne, Nnabuife, Castelli 8, Bushati 20. All. Gresta.

Non riesce il colpaccio per la Sinermatic, sconfitta 71-82 dalla corazzata Firenze autore di un ultimo quarto perfetto. Ozzano conduce per oltre trenta minuti, ma nell’ultimo quarto si blocca, si innervosisce, permettendo agli ospiti di ribaltare il punteggio e portare a casa il bottino.

Primo quarto davvero scoppiettante e divertente, con entrambe le formazioni che si affrontano a viso aperto fin dalla palla a due. Dopo un avvio equilibrato, Firenze trascinata da Laganà e Bushati trova il +5 (10-15), ma dall’altra parte è pronta la risposta ozzanese con un Chiappelli ispirato, che guida i suoi al +2 (19-17). La prima frazione resta in equilibrio, come testimonia il 27 pari alla prima sirena. In avvio di secondo periodo, Felici e Buscaroli timbrano il +4 ozzanese, subito contrastato dai toscani che, con Passoni tornano avanti (31-33); le bombe di Buscaroli e Lasagni infiammano il Pala Arti Grafiche Reggiani ed Ozzano torna avanti (37-31); vantaggio che manterrà fino all’intervallo lungo col punteggio fissato sul 45-41. Nel terzo quarto partenza a razzo degli uomini di coach Loperfido: Chiappelli dai 6,75, Bonfiglio e Klyuchnyk dal pitturato, timbrano la prima vera fuga di giornata, con la Sinermatic  che tocca al minuto 22 il massimo vantaggio sul +11 (54-43). Passoni e Castelli si fanno trovare pronti dopo il time-out di coach Gresta e ricuciono sul -6, ma una tripla di Lasagni, al 26’, manda i visibilio i quasi 400 del Palasport di Viale 2 Giugno per il nuovo +9 Sinermatic (59-50). Sul finire della frazione, dopo il +10 Ozzano siglato da Chiappelli dalla lunetta, Firenze è brava a tornare sotto, portandosi fino al -2 (65-63) alla terza sirena, con le prodezze di Ndoja. Nei dieci minuti conclusivi, Firenze si prende l’inerzia del match con una intensa difesa che manda in tilt l’attacco ozzanese, che non trova per oltre cinque minuti la via del canestro. Nel mentre viene espulso Barattini per doppio fallo tecnico e Firenze si prende il comando del match e prova ad allungare (65-72 al 35’). La Sinermatic, però, ci crede, insieme ai propri tifosi, merito di Lasagni che infila la quarta bomba di serata (68-72). Castelli e Laganà tengono Ozzano a distanza; i padroni di casa, ormai nervosi, perdono anche Klyuchnyk per un fallo tecnico che risulta essere anche la sua quinta penalità. Di Pizzo e Laganà fanno +13 e il solo Chiappelli (22 punti) riesce a segnare nel finale di gara. Finisce 71-82 per Firenze, un -11 forse immeritato per i ragazzi di coach Loperfido, che bene han fatto per tre quarti, per poi crollare nell’ultima decisiva frazione, sia sul campo sia mentalmente.

HALLEY INFOR. MATELICA – RISTOPRO FABRIANO 82 – 85

ANDREA COSTA – LE GAMBERI FOODS 65 – 70 dts

(16-21; 37-35; 50-49; 62-62)

A. Costa Imola: Ranuzzi 15, Corcelli 10, Agostini 3, Montanari 8, Trentin 16, Tognacci 2, Barbieri 2, Marangoni 3, Fazzi 2, Restelli 4. All. Grandi.

Cervia: Lombardo 15, Lovisotto 10, Poggi ne, Favaretto 5, Rossi, Ferrari, Brighi 10, Pierucci, Stella ne, Bracci 11, Chiapparini 2, Tomcic 17. All. Conti.

Continua il momento no in casa Andrea Costa. I biancorossi faticano in particolar modo a livello mentale e incassano la terza sconfitta consecutiva. Nella sesta giornata, i biancorossi sono stati battuti sul parquet di casa dai Tigers Romagna con il punteggio finale di 65-70. Una dura battaglia terminata all’overtime, ma che ha mostrato ancora una volta i limiti degli imolesi nell’attaccare il ferro e nel trovare la via del canestro, oltre ad un evidente blocco psicologico che dovranno essere bravi a risolvere il prima possibile, per ritrovare l’entusiasmo visto dai tifosi durante la Supercoppa e nelle sfide con Ancona e Fabriano.
Le statistiche sono impietose e rispecchiano lo stato d’animo dell’Andrea Costa: 7/37 da tre punti, 14/32 da due punti e 16/29 dalla linea del tiro libero. Fin dal momento della palla a due si percepiva la tensione da parte di entrambe le squadre e la musica non è cambiata nemmeno durante la partita. Un match equilibrato, una sfida punto a punto. I biancorossi, dopo aver chiuso il primo quarto sotto di cinque punti (16-21), sono riusciti a mettere la testa avanti con una buona seconda frazione di gara che li ha visti arrivare all’intervallo lungo in vantaggio per 37-35. L’Andrea Costa, tuttavia, non è mai riuscita a dare lo strappo decisivo alla partita e i Tigers Romagna ne hanno approfittato trovando i due punti del pareggio a pochi secondi dalla sirena finale. Gli ospiti, nell’overtime, hanno dimostrato di averne di più chiudendo la pratica sul 65-70 e conquistando i loro primi due punti in campionato. Una sconfitta che fa male, è inutile nascondersi. Una sconfitta che però deve servire come stimolo per ripartire e ritrovare grinta e motivazioni in vista dei prossimi appuntamenti.

CLASSIFICA

PGVP%
Real Sebastiani Rieti10550100.0
Pallacanestro Firenze854180.0
Blacks Faenza854180.0
Ristopro Fabriano653260.0
Bakery Basket Piacenza653260.0
General Contractor Jesi653260.0
Pallacanestro Fiorenzuola 1972653260.0
Sinermatic Ozzano653260.0
Pall. Goldengas Senigallia653260.0
Luciana Mosconi Ancona653260.0
La Patrie San Miniato452340.0
Virtus Imola452340.0
Andrea Costa Imola452340.0
Tigers Romagna05050.0
Halley Informatica Matelica05050.0
USE Computer Gross Empoli05050.0
1 2 3 4 5 269