Serie B, un sereno sabato sera per Bakery e Tramec… I Raggisolaris sconfiggono i Tigers

SERIE B 21° Giornata

REKICO FAENZA – AMADORI CESENA 76 – 66

(19-14; 38-35; 58-50)

Faenza: Marabini ne, Anumba 14, Rubbini 8, Oboe 4, Zampa 1, Calabrese, Tiberti 6, Bruni 10, Klyuchnyk 9, Sgobba 17, Petrini ne, Petrucci 7. All. Friso.

Cesena: Papa 6, Trapani 9, Rossi F. ne, Battisti 9, Hajrovic 2, Guidi ne, Frassineti 20, Planezio 6, Scanzi, Chiappelli 4, Brkic 10. All. Di Lorenzo.

Una serata che verrà ricordata a lungo. La Rekico non solo vince il derby con Cesena, ma se lo aggiudica grazie ad una grande prova del collettivo, bravo a reagire soprattutto nei momenti difficili. Non era semplice tenere testa ad un avversario come l’Amadori, presentatosi al PalaCattani dall’alto del quarto posto e in ottima forma, ma la Rekico ha mostrato il suo lato migliore, sfoderando una prestazione da applausi che ha fatto esultare di gioia il numeroso pubblico. È impossibile stabilire il migliore in campo, perché davvero mai come questa volta tutti i giocatori si sono fatti trovare pronti quando chiamati in causa.

In una cornice da categoria superiore, con tanti tifosi sugli spalti di entrambe le squadre, si gioca un derby acceso e combattuto, vinto dalla squadra che ha mostrato maggiore lucidità fino all’ultimo. Parte forte la Rekico portandosi sul 14-6 grazie alla fisicità dei suoi lunghi poi Cesena chiama time out e riordina le idee. La maggiore aggressività permette di recuperare palloni d’oro che vengono poi trasformati in contropiede letali e così gli ospiti ricuciono il gap fino al 14-12. I Raggisolaris non subiscono il contraccolpo psicologico e prima trovano una tripla con Rubbini, poi un canestro incredibile con Sgobba ad un secondo dalla fine del quarto, nato da un assist da una rimessa laterale a centrocampo, ad un secondo dalla fine: si va quindi al primo riposo sul 19-14. Il secondo periodo inizia nel migliore dei modi, con un gioco da tre punti di Rubbini per il 22-14, poi Di Lorenzo getta nella mischia Trapani e il copione cambia. Il play permette a Cesena di giocare a ritmi più alti e in pochi minuti arriva il sorpasso grazie a Planezio (22-25). Ancora una volta Rekico non accusa il colpo e ritorna avanti sul 37-30 grazie a capitan Bruni, commettendo nel finale di quarto l’unica ingenuità, quando lascia libero Battisti all’ultimo secondo, bravo a segnare la tripla del 38-35 dell’intervallo. Si arriva così al terzo periodo, dove si vedono i pregi e i difetti delle due contendenti. La Rekico mantiene l’inerzia volando sul 52-41, grazie ad un gioco da tre punti di Tiberti. Cesena è cinica nel rispondere con due tiri da tre consecutivi (52-47), dovendosi, però, poi affidare al solo Brkic, che si carica sulle spalle la squadra. Il pivot, oltre a segnare, porta Tiberti e Klyuchnyk a commettere il quarto fallo personale, altra situazione critica che Faenza gestisce alla grande. Il match continua ad essere ricco di colpi di scena, con gli ospiti che arrivano ad un passo dalla rimonta al 35’ portandosi sotto 65-64. In questo momento la Rekico compie il capolavoro. La pressione difensiva è perfetta in attacco, arrivano assist al bacio come quello di Tiberti per Rubbini che, tutto solo sotto canestro, firma il 71-64. Cesena non è attenta neanche su Petrucci, che dopo aver fatto saltare a vuoto due avversari, realizza il 73-66 a -1’58’’. Brkic prova il ‘tiro della speranza’, ma la sua tripla non va a segno e sul capovolgimento di fronte, Oboe segna i punti della vittoria che, a 41’’ dalla fine, fanno esplodere il PalaCattani.

GIULIANOVA BASKET 85 – RISTOPRO FABRIANO 57 – 74

BAKERY – TERAMO BASKET 1960 112 – 69

(28-7; 58-27; 92-52)

Piacenza: Udom 11, Pedroni 24, Artioli 10, Perin 23, Chiozza 2, Bruno 9, De Zardo 10, El Agbani 2, Cena 11, Birindelli 2, Vangelov 8. All. Campanella.

Teramo: Banach 19, Montanari 9, Cucchiaro 9, Bruno 2, Tremolada 4, Lestini 7, Di Febo 3, Del Sole ne, Matic 8, Forte 8. All. Cilio.

Una Bakery da 112 e lode cala il tris di vittorie, contro una Teramo che poco ha potuto. Tutti gli uomini a disposizione a segno, due giocatori sopra a 20 punti e 6 in doppia cifra: la Bakery ha dominato e ha regalato vere emozioni. Sono 11 vittorie su 11 in casa e l’entusiasmo è a mille per i biancorossi. Tra le file ospiti da segnalare i 21 punti di Banach.

La Bakery chiude la pratica Teramo nei primi cinque minuti dell’incontro, in seguito ad una prova da insegnare al minibasket. Dopo 5 giri di orologio, i biancorossi conducono per 19-2, ai danni di un’Adriatica che può ben poco alla corte dei biancorossi. Gli unici a provarci tra le file ospiti sono Lestini e Cucchiaro, ma ogni volta vengono travolti dalla valanga biancorossa. Il primo quarto dice 28-7, con sei uomini piacentini a segno. Piacenza non molla il ritmo, ma per lo meno Teramo cerca di giocarsela, riuscendo a segnare venti punti contro i 31 della Bakery. Ad eccezione di Bruno, tutti vanno a segno, con Pedroni, Artioli e Perin già in doppia cifra. C’è spazio per Vangelov che si fa valere in mezzo all’area, da cui ottiene 5 punti, con Lestini incapace di arginarlo. Le bombe di De Zardo e Pedroni sono un gioiello, accompagnate da un super Giorgio Artioli che, in area, fa ciò che vuole. La Bakery alla pausa lunga conduce 58-27, dopo venti minuti all’insegna del bel gioco. La terza frazione è aperta da tre bombe di Santiago Bruno e una di Udom, che portano la Bakery in vantaggio di 40 punti. Teramo gioca la sua partita, tanto da concludere il terzo quarto con 25 punti segnati, grazie alle prodezze di Forte e Banach. Pedroni fa a gara con il Tato, realizzandone solo due di triple, con Perin che raggiunge, per la seconda volta in altrettante partite, i 20 punti. La Bakery conduce verso gli ultimi 10′, con Vangelov e Cena che scandiscono il 92-52. E’ la partita di Edo Padroni: 24 punti, 5 triple e una partita di sacrificio che gli valgono il titolo di best scorer. La Bakery conduce, lasciando qualche spazio a Teramo, ma rimanendo sempre con quaranta punti di vantaggio. Udom e De Zardo raggiungono la doppia cifra e così arriva il momento di Chiozza ed El Agbani. I due giovani biancorossi giocano quasi tutto l’ultimo quarto, cercando l’ormai disperata via del canestro che, dopo tanti tentativi, finalmente arriva. Chiozza di libero e El Agbani di rimbalzo, firmano per la prima volta il referto che fa volare il PalaBakery e la squadra di Campanella. I biancorossi surclassano Teramo 112-69.

TRAMEC – LUCIANA MOSCONI 77 – 60

(19-16; 36-24; 65-46)

Benedetto Cento: Rossi 14, Ranuzzi 21, Moreno 2, Fallucca ne, Paesano, Leonzio 15, Idrissou ne, Vitale 5, Morici 17, Manzi, Venturoli 3, Vannini. All. Mecacci.

Ancona: Baldoni 3, Quaglia 6, Centanni 17, Rinaldi, Timperi 5, Ferri 8, Iannelli 5, Monina 1, Guete 13, Demarchi 2. All. Rajola.

ALBERGATORE PRO – SINERMATIC 77 – 68

(17-19; 42-34; 60-50)

R.B. Rimini: Vandi ne, Pesaresi 13, Moffa 12, Ramilli ne, Rivali ne, Bedetti L. 19, Simoncelli, Bedetti F. 11, Rinaldi 4, Broglia 16, Rossi ne, Ambrosin 2. All. Bernardi.

Ozzano: Morara 4, Chiusolo, Mastrangelo ne, Corcelli 11, Iattoni 5, Folli, Favali 12, Dordei 6, Lolli ne, Galassi, Montanari 8, Crespi 22. All. Grandi

Continua la striscia positiva della Rinascita Basket Rimini, che battendo i New Flying Balls per 77 a 68 centrano l’undicesimo sigillo consecutivo in campionato consolidando così il terzo posto in classifica. La Sinermatic, invece, lotta per quasi tutti i quaranta minuti e non si da mai per vinta, ma alla fine i ragazzi di coach Grandi si devono inchinare e alzare bandiera bianca.

Iattoni apre le danze del match con un canestro da fuori, poi è Rimini a segnare con Moffa. Il primo quarto è davvero molto tirato, con sorpassi e controsorpassi da una parte e dall’altra. Per Ozzano molto bene Favali (9 punti nei primi 10 minuti, 12 a fine gara), dall’altra, invece, Giorgio Broglia parte molto forte e alla prima sirena la Sinermatic chiude avanti 17-19. In apertura di secondo quarto, 5 punti di fila di Dordei valgono il massimo vantaggio ozzanese di serata (19-24 al 12’). Dopo la replica di Francesco Bedetti della RBR, è Corcelli dai 6,75 a siglare il nuovo è+4 Flying (23-27 al 13’); a seguire però arriva un perentorio 15-0 di parziale firmato Albergatore Pro. Trascinata da Luca Bedetti e Pasaresi, infatti, i padroni casa trovano così il primo allungo di serata, mentre la Sinermatic si innervosisce (complice qualche fischiata mal digerita) e sbaglia numerosi tiri aperti. Sul 38-27 al minuto 17 è Luca Montanari a sbloccare e dare la scossa ai Flying (38-31). Dopo il +8 Rimini all’intervallo lungo, in avvio di terzo quarto è Ozzano a prendere in mano il gioco, con Crespi e Favali che segnano i canestri del -3 (42-39 al 21’). Una fortunosa tripla di tabella di Moffa da ossigeno a padroni di casa, i quali, nell’azione successiva, ritrovano il +9 grazie ancora una volta allo stesso Moffa (48-39 al 22’). Dall’altra parte, però, arriva la giusta reazione dagli uomini di coach Grandi, con Montanari e Crespi che infilano le bombe del -3 Ozzano (48-45 al 24’). Dopo tre minuti di digiuno, Luca Bedetti sblocca i romagnoli, per Ozzano invece nuova emorragia offensiva; punti con i canestri di Bedetti e Moffa per il massimo vantaggio Rimini di serata (+11 al 28’ sul 56-45). Corcelli dall’arco interrompe il momento negativo ozzanese, ma dall’altra parte è Pesaresi a mettere la doppia cifra di vantaggio all’ultimo mini riposo (60-50). In apertura dell’ultima frazione un ispirato Luca Bedetti porta Rimini al massimo vantaggio (+16 sul 56-50); un nuovo break riminese che sa tanto di allungo decisivo, ma così non è: in quattro minuti, trascinati da uno strepitoso Crespi (a fine serata sarà doppia doppia per lui con 22 punti e 10 rimbalzi), arriva un parziale emiliano di 0-13 che riavvicina Ozzano sul -3 (66-63), a 5 minuti da giocare. Servono due timeout a coach Bernardi per trovare la dritta e ancora Bedetti e Broglia da fuori fanno +9. Morara e Corcelli rispondono nuovamente e con 3’30” da giocare Rimini è a +4 (72-68). Negli ultimi minuti, però, entrambe le squadre sprecano diverse opportunità. Tanti errori, che fanno comodo ai padroni di casa avanti di due possessi. Ozzano non trova più la via del canestro, nell’ultimo giro di lancette Francesco Bedetti mette al sicuro il risultato. Alla sirena finale è 77-68 Rimini. Onore ai Flying, che hanno lottato e non hanno mai mollato. Giù il cappello invece ad una Rimini che sta vivendo un momento di grazia e un terzo posto in classifica assolutamente meritato. Il tutto davanti a quasi 2.400 spettatori, per un’atmosfera di altra categoria e un colpo d’occhio del Flaminio davvero eccezionale.

GOLDENGAS SENIGALLIA – ESA LUCE + GAS CHIETI 69 – 79

ROSSELLA CIVITANOVA M. – AURORA BASKET JESI 58 – 70

PREMIATA MONTEGRANARO – PORTO S.ELPIDIO BASKET 71 – 66

CLASSIFICA

PGVP%
Tramec Cento342117481.0
Ristopro Fabriano342117481.0
Albergatore Pro Rinascita Basket Rimini322116576.2
Bakery Piacenza302115671.4
Amadori Tigers Cesena282114766.7
Rossella Virtus Civitanova Marche242112957.1
Esa Italia Chieti242112957.1
Sinermatic Ozzano2221111052.4
Rekico Faenza2021101147.6
Aurora Basket Jesi2021101147.6
Giulianova Basket 85162181338.1
Goldengas Pallacanestro Senigallia142171433.3
Sutor Premiata Montegranaro142171433.3
Luciana Mosconi Ancona122161528.6
Adriatica Press Teramo Basket 196082141719.0
Porto Sant’Elpidio Basket4212199.5

C Gold, impresa LG Competition! C Silver, Argenta cade in casa e Zola è da sola in vetta

SERIE C GOLD 18° Giornata

BASKET LUGO – 2G FERRARA DESIGN 79 – 98

(26-25; 47-49; 62-70)

Lugo: Carella 6, Alessandrini ne, Presentazi 14, Cappelli, Baroncini, Silimbani ne, Masrè 5, Cervellera, Santini 8, Salsini 18, Arosti, Ravaioli 28. All. Casadei.

Ferrara 2018: Benedetti, Cattani 2, Cortesi 21, Percan 21, Seravalli 3, Legnani 15, Fortini, Poli, Pusic 10, Zaharie 12, L. Ghirelli, M .Ghirelli 14. All. Furlani.

Primo successo del 2020 per la 2G Ferrara Design, che espugna Lugo grazie ad una prestazione convincente di squadra: 79-98 il finale, con cinque uomini in doppia cifra per i biancazzurri, partiti con il giusto atteggiamento, bravi a restare attaccati ai romagnoli che, nei primi 20’, hanno tirato con il 70% al tiro da fuori. Dopo l’intervallo lungo, la 2G Ferrara Design ha registrato la difesa sui pick&roll e sugli aiuti dal lato debole, punendo i locali in attacco.

Prova corale, quella della compagine del coach Adriano Furlani, con Cortesi e Legnani (36 punti in due) su tutti, ben coadiuvati da Zaharie, che a Lugo ha mostrato fisicità e talento. Finalmente si è vista la vera 2G Ferrara Design che, ora, dovrà continuare su questa lunghezza d’onda nelle prossime due uscite casalinghe.

E80 BEMA – PALL. FIORENZUOLA 1972 72 – 71

(20-20; 32-39; 53-56)

LG Competition Castelnovo Monti: Lovatti 1, Sabah 10, Dal Pos 12, Magnani 5, Longoni 15, Levinskis 2, Mallon 17, Ferri ne, Provvidenza 5, Prošek 2, Barigazzi ne, Parma Benfenati 3. All. Diacci.

Fiorenzuola: Galli 6, Sichel 6, Bracci 7, Rigoni ne, Marchetti 10, Dias 5, Livelli ne, Superina ne, Fowler 6, Fellegara ne, Ricci 8, Maggiotto 23. All. Galetti.

Splendida vittoria della E80 Bema che sconfigge, al fotofinish, la capolista Pallacanestro Fiorenzuola. È di 72-71 il risultato finale al PalaGiovanelli, con i montanari che raccolgono un importante e prestigioso successo dopo aver subito due brucianti sconfitte contro Medicina e Imola.

L’inizio di partita è intenso, ma poco spettacolare, con diversi errori in entrambi i lati del campo. Dopo quattro minuti il risultato è in perfetta parità sul 4-4, poi la gara si accende: prima arrivano 4 punti in fila di Maggiotto, poi il contro parziale 6-0 della LG riporta in vantaggio i castelnovesi. Il match si mantiene in grande equilibrio, anche se il break di 6-0 di Fiorenzuola vale il +5 per gli ospiti a 3′ dalla fine del primo quarto. Non tarda, però, ad arrivare la reazione dei montanari, con Dal Pos e Longoni protagonisti dell’8-0 che permette alla E80 Bema di riportarsi in vantaggio. Il periodo si conclude con tre punti in fila di Marchetti che, negli ultimi secondi, riporta il risultato in totale equilibrio (20-20). L’inizio del secondo periodo segue la falsariga dei primi dieci minuti, con le due squadre che continuano a mantenersi a distanza ravvicinata e senza che nessuna delle due compagini sia capace di prendere il sopravvento. Mallon è protagonista nell’allungo della LG (27-22), ma il solito Maggiotto e capitan Sichel pareggiano l’incontro sul 29 pari, quando mancano ancora 3′ alla sirena di metà di gara. Lo stesso Maggiotto sale in cattedra e da una prima “spallata” alla partita: il play di Fiorenzuola segna infatti 10 punti in fila che permettono al proprio team di raggiungere la doppia cifra di vantaggio. A placare, parzialmente, la situazione ci pensa il castelnovese Magnani che, con la tripla allo scadere, fissa lo score di metà tempo sul 32-39. Ad inizio della terza frazione gli ospiti continuano ad avere il controllo dell’incontro e Castelnovo fatica a trovare la via del canestro. A metà periodo arriva un mini-break della LG che riporta i padroni di casa ad un solo possesso di ritardo (42-45). Le segnature di Dal Pos e Sabah spingono gli Appenninici sino al -1, ma Sichel e Fowler sono bravi a ristabilire le distanze nel punteggio. Nel finale di periodo, al canestro di Levinskis, risponde Maggiotto e la terza frazione si conclude sul 53-56. Il risultato torna in perfetta parità nei primi minuti del quarto conclusivo e i punti di un ottimo Mallon valgono addirittura il sorpasso della E80 Bema. L’esito dell’incontro è sempre molto incerto e a quattro minuti dal termine lo score è di 63-63. Bracci realizza da sotto il +2 Fiorenzuola, ma dall’altra parte del campo ci pensa capitan Mallon a firmare la tripla del +1. Maggiotto segna dall’area il contro sorpasso, ma il lungo argentino fa un 2/2 dalla lunetta che vale il 68-67 con due minuti ancora da giocare. In pochi istanti segnano Ricci, Longoni e Galli e ad ottanta secondi dalla sirena, Fiorenzuola è sempre avanti di una sola lunghezza. Castelnovo perde una sanguinosa palla in attacco e con 45″ sul cronometro i piacentini possono firmare l’allungo decisivo. Il tiro di Galli non vede, però, il fondo della retina e sul ribaltamento di fronte, la penetrazione di Sabah va a buon fine: a 25″ dal termine Castelnovo è ora sul +1. Gli ospiti hanno in mano la palla del possibile sorpasso, ma il tiro di Maggiotto si ferma sul ferro e il rimbalzo è preda di Galli che, però, perde la sfera. Arriva quindi il 40′ che permette ad un caldissimo e strapieno Pala Giovanelli di festeggiare il 72-71 finale in favore dei padroni di casa.

ALLIANZ BANK – GAETANO SCIREA BK 86 – 79

(28-23; 51-45; 67-58)

BB2016: Pasquali ne, Resca ne, Folli 4, Mazzocchi 2, Fontecchio 13, Elio, Guerri, Fin 17, Zanetti ne, Nucci 34, Aglio 14, Graziani 2. All. Rota.

Bertinoro: Rossi 13, Cinti 3, Piazza ne, Zambianchi 6, S.Ravaioli 7, Angeletti ne, Ricci 19, Farabegoli 4, Bessan ne., Brighi 13, Bracci 14, Em. Solfrizzi. All. Tumidei.

Un Alessandro Nucci formato MVP (34 punti con il 60% dal campo, 6/9 da 2 e 6/11 da 3; 8 rimbalzi; 4 recuperate e 36 di valutazione) si prende sulle spalle il Bologna Basket 2016 e lo trascina alla settima vittoria consecutiva, contro il Gaetano Scirea Bertinoro. Flagellati come al solito dagli infortuni (Zhytariuk in convalescenza; Resca fermo ai box per una contrattura; Folli, Guerri e Fontecchio a mezzo servizio), i rossoblu stringono i denti e seppur con qualche patema, riescono a portare a casa il match. Coach Rota miscela i quintetti e velocizza i cambi, costretto anche dalle ridotte rotazioni a giocare “small ball” con Aglio centro. I romagnoli dimostrano da parte loro che l’ultimo posto in classifica è bugiardo, restando in partita fino a qualche minuto dal termine e mettendoci sempre grinta e tenacia. Ma il BB2016 si affida al tiro da 3, mai così efficiente (13/25 col 52%), e alla voglia di fare un passaggio in più (16 assist), vendicando così la brutta sconfitta dell’andata.

La cronaca: partenza sprint del BB2016, con Aglio e Fin a sfondare ripetutamente il canestro avversario. A 6’30” della prima frazione il vantaggio è di 12-4, poi Bertinoro rientra fino al -5. Tra fine primo quarto e inizio secondo comincia il “Nucci-show”: serie di triple, imitato anche da Fin e Fontecchio. Il vantaggio si dilata fino al +18 e la partita sembra segnata. Ma un controparziale degli ospiti di 15-3 riporta il match in equilibrio. Dopo l’intervallo, altro break di Bertinoro che arriva a -2, ma ci pensa ancora Nucci, con 9 punti consecutivi,a ricacciare indietro i rivali. Massimo sforzo allora nel quarto periodo degli “All Black” romagnoli che, a 3’20” dal termine, si riportano ad una sola lunghezza di distanza. A quel punto è Mazzocchi che, senza paura, infila il suo unico, ma importantissimo canestro, per poi lasciare a Fin e ancora a Nucci i punti decisivi per il +7 finale.

DILPLAST CLEVERTECH – GUELFO BASKET 54 – 91

(13-23; 18-50; 38-74)

Montecchio: Ramenghi 6, D’Amore 4, Tognato 17, Vecchi 2, Giannini 3, Degli Esposti 5, Pedrazzi 3, Trobbiani, Amadio 7, Negri, Bovio 7. All. Martinelli.

CastelGuelfo: Wiltshire 5, Bernabini 13, Bonetti, Baccarini 5, Bonazzi, Murati 10, Bergami 2, Musolesi 16, Pieri 7, Govi 16, Pederzini 2, Amoni 15. All. Cavicchioli.

Dilplast-Clevertech ancora sconfitta in una partita che ha visto gli ospiti dominare in tutte le fasi ed in ogni lato del campo. La squadra di casa non riesce ad impostare una difesa efficace e soccombe a rimbalzo. In attacco, oltre ad una scarsa vena realizzativa, le azioni si sviluppano confuse e poco concrete. Le 23 palle perse completano, in negativo, una prestazione da dimenticare. Guelfo, d’altra parte, arriva a Montecchio decisa a fare quel risultato molto importante per la classifica e vi riesce giocando una buona pallacanestro e portando ben cinque uomini in doppia cifra. L’esperto Amoni in evidenza con una doppia doppia (15 punti e 10 rimbalzi), condita da un paio di assist, ma tutto il collettivo contribuisce alla meritata vittoria.

OLIMPIA CASTELLO 2010 – INTECH 82 – 88

(17-22; 38-44; 57-67)

Castel San Pietro: Benedetti 14, Sangiorgi 11, Ranocchi 11, Tomesani 10, Trombetti 10, Procaccio 9, Magagnoli 8, Sabattani 7, Albertini 2, Righi ne, Torreggiani ne, Malverdi ne. All. Serio.

Virtus Imola: Begic 26, Errera 23, Barattini 13, Planinic 7, Colombo 6, Orlando 4, Biandolino 4, Dal Pozzo 3, Agatensi 2, Marcone, Savino ne, Piani Gentile ne. All. Regazzi.

La  Virtus festeggiano sul parquet del PalaFerrari abbracciati ai tanti tifosi: questa è la fotografia che rimarrà a lungo nella mente di dirigenti, giocatori, tecnici e tifosi imolesi. Una Virtus immensa che riesce a mantenere la testa del match dal primo all’ultimo minuto, rischiando qualcosa nei minuti finali, quando l’Olimpia ha un’accelerazione d’orgoglio. Ma per Ranocchi e compagni è tutto inutile.

Coach Regazzi spedisce in campo Dalpozzo, Barattini, Begic, Planinic ed Errera. Begic la apre, Errera segna una buona doppietta, nel mezzo la tripla di Benedetti: 3-6 dopo 2’30”. Il rapido contropiede di Barattini (5-13), obbliga coach Serio a chiedere il timeout. Trombetti da sotto accorcia il gap (9-13), con Regazzi che ferma di nuovo il gioco. Nel finale di quarto Errera e Sabattani realizzano in sequenza rendendo subito altissimo il frastuono all’interno del PalaFerrari: 15-17 ad un minuto dalla sirena. Ivan Begic firma la prima perla dalla distanza della sua serata ed una magia di Orlando rilancia Imola sul 15-22. In apertura del secondo periodo, due falli tecnici per proteste a Dalpozzo e Colombo. Marcone strappa un gran rimbalzo, dando il là alla penetrazione spettacolare di Begic (19-24). Anche Agatensi e Biandolino graffiano sotto canestro, costringendo Serio a chiedere il timeout (19-28 al 13’). Sulla tripla stellare di Ivan Begic a poco più di sei minuti dall’intervallo lungo, tutta Imola salta sugli spalti per la doppia cifra di vantaggio (21-31). Biandolino si merita gli applausi per una bella iniziativa da sotto, ma, a fil di sirena, Procaccio inquadra la tripla che chiude i conti sul 38-44. Al cambio campo, scatta meglio l’Olimpia con Sangiorgi e Benedetti che accelerano, Barattini fa 2/3 dalla lunetta e a Planinic viene fischiato un fallo antisportivo nei primi 2’30”. Alessandro Ranocchi, l’ex più temuto dai tifosi gialloneri, insacca una tripla stilisticamente perfetta, impattando a quota 46 al 2’40”. Lo stesso Planinic si riscatta con un bel canestro, errore dei locali, quindi Errera si prende la scena con un ottimo canestro e tiro libero (realizzato) aggiuntivo: a 5’40” l’Intech scatta avanti 46-51. Botta e risposta tra Procaccio ed Errera per il 55-59 a -2’40” ; dopo il contropiede di Begic ed il 2/2 di Magagnoli, arriva il gancio “aria-terra” di un monumentale Danilo Errera (a quota 17 punti personali) che riporta avanti Imola 57-63. Un ottimo assist di Orlando pone Colombo nella condizioni di segnare da sotto, con Errera che chiude il quarto con un altro gioiello, sul 57-67. L’ultimo parziale si apre con la tripla frontale realizzata da Colombo sul suono della sirena dei 24”, che  fa registrare un’altra esplosione del tifo imolese (59-70). A 4’24” dalla sirena finale, gli arbitri comminano un fallo antisportivo a Dalpozzo che è, dunque, costretto a lasciare il campo (nel momento cruciale) per somma di infrazioni (tecnico+antisportivo). Anche Sabattani incassa un fallo antisportivo, con Barattini che realizza il 2/2 dalla lunetta (70-76). Mentre mancano meno di tre minuti alla sirena, Barattini prima incassa un fallo in attacco, quindi riceve lo sfondamento di Benedetti dall’altra parte. Colombo stoppa Tomesani ed il clima del PalaFerrari è incandescente. Begic racimola punti dalla lunetta (70-79), Ranocchi alza l’asticella con la tripla del 73-79. A 1’06” Benedetti offre l’assist a Tomesani che dall’angolo destro infila la tripla del 76-79. A 41” Colombo pesca Planinic libero e solitario sotto le plance (76-81). Dall’altra parte, Ranocchi, su rimessa laterale, libera Bedenetti che non perde tempo, alzandosi dietro l’arco per il canestro che vale -2 Castello (79-81 a 29” dalla sirena). Palla a Barattini con immediato fallo dei locali, ma il play è glaciale dalla linea della carità. Alla ripresa del gioco, Ranocchi penetra e realizza (con fallo) sia il canestro che il libero aggiuntivo (82-83 a -20”). Sulla rimessa, Colombo trova Orlando che incassa fallo: nel momento topico del match, la guardia imolese trova le risorse mentali necessarie per infilare i liberi decisivi (82-85) e strappare la palla dalle mani di Sabattani, nella veloce corsa offensiva dei castellani a 13” dalla sirena. Tomesani spedisce Barattini all’ennesimo giro dalla linea della carità: il folletto casacca numero 21 infila la doppietta e decreta la parola fine (82-87). Ranocchi tenta inutilmente il tiro della disperazione, Colombo strappa il rimbalzo e il fallo di Sabattani: sulla lunetta fa 1/2 e Barattini conquista il rimbalzo finale portando la palla fino alla sirena. Vince la Virtus Imola 88-82

BMR – GRUPPO VENTURI 81 – 65

(18-18; 36-32; 61-45)

Basket 2000 Scandiano: Brevini, Cunico 2, Bianchi 5, Astolfi 10, Bertolini 5, Sakalas 14, Canovi ne, Pini 12, Caiti 2, Germani 15, Magni 16, Piccinini ne. All. Tassinari.

Anzola: Carpani ne, Parmeggiani F. 13, Parmeggiani S. 6, Franco 5, Perini ne, Baccilieri 2, Villani 11, Venturi 3, De Ruvo 7, Muzzi 1, Caroldi 7, Donati 10. All. Spaggiari.

La Bmr non trema e batte in casa Anzola con cinque uomini in doppia cifra, trascinata dai 16 punti di Magni e dalla doppia doppia di capitan Germani (15 punti e 13 rimbalzi). L’inizio di gara è di marca ospite, con la squadra dell’ex Spaggiari che resta praticamente sempre avanti – salvo qualche raro momento in parità – fino al 10’, dopo aver condotto anche 10-16; il primo vantaggio interno arriva sul 24-22 con Bianchi, poi è Germani a firmare il massimo vantaggio del primo tempo sul 34-27, prima della replica di Caroldi dalla lunga distanza a riportare sotto gli avversari. A metà gara il punteggio è ancora in bilico (36-32), con Donati che risponde a Sakalas. E’ nel terzo periodo, tuttavia, che la Bmr prende in mano con piglio le redini dell’incontro e, dal 40-35, piazza un 19-5 chiuso da un canestro di Bertolini che indirizza di fatto il match. Nei 10’ finali, infatti, c’è spazio per una tranquilla gestione del punteggio, che porta al quarto successo consecutivo e al mantenimento del secondo posto in compagnia del Bologna Basket 2016

MOLINELLA – VIRTUS MEDICINA 73 – 71

(19-16; 47-35; 58-53)

Molinella: Guazzaloca ne, Brandani 5, Ranzolin 10, Zuccheri 4, Frignani 8, Gianninoni 14, Bonanni ne, Lanzi 1, Manojlovic 4, Giuliani Gu. 12, Tedeschi 12, Caloia 3. All. Giuliani Ga.

Medicina: Galassi 6, Curione 2, Poluzzi 5, Polverelli 11, Rossi 2, Casagrande 16, Allodi 11, Stellino ne, Lorenzini 1, Agriesti, Poli ne, Casadei 17. All. Curti.

Prosegue il momento magico per la formazione di coach Giuliani.

Primo quarto e partenza molle per la Virtus, Molinella più pimpante merita il primo vantaggio sul 19 a 16. Secondo periodo e Medicina imbarazzante, tra palle perse, tiri sbagliati, nessuna difesa, va sotto e solo per una ingenuità di Molinella, all’intervallo gli ospiti sono a -12 che, per quello che è stati fatto, è già troppo bello così. Terzo periodo e la Virtus Medicina morde in difesa, si entra in attacco ad un ritmo più alto, la palla gira meglio e grazie ad un Casagrande caldissimo, i gialloneri tornano in partita (58-53 al 30′). Quarto periodo e Virtus che, a 2′ dal termine, impatta a quota 69 e palla in mano; da qui errori e ingenuità che consentono a Molinella di avere tre possessi a fila negli ultimi 30″ e al terzo tiro, la formazione di casa va a bersaglio per il +2, con Medicina che non trova l’ultima conclusione in tempo utile per pareggiare.

CLASSIFICA

PALL. FIORENZUOLA321816216621423+239
BOLOGNA BASKET 2016261813514901319+171
BASKET 2000 SCANDIANO261813513941275+119
OLIMPIA CASTEL SAN PIETRO221811714111350+61
VIRTUS MEDICINA201810813491345+4
FERRARA BASKET 201818189914311403+28
LG COMPETITION CASTELNOVO18189913241337-13
VSV IMOLA18189913331380-47
BASKET LUGO161881013021358-56
PALL. MOLINELLA141871112891359-70
GUELFO BASKET121861212861355-69
ANZOLA BASKET121861212261313-87
ARENA MONTECCHIO101851312441421-177
GAETANO SCIREA BERTINORO81841412241327-103

SERIE C SILVER 18° Giornata

LIMITLESS – ZTL HOME 66 – 85

(22-25; 41-49; 57-70)

Bellaria: Rossi 26, Ferrari 14, Foiera 11, Cruz 7, Mazzotti 5, Giovanardi 3, Gori, Curi, Montanari, Tamburini, Berardi. All. Maghelli.

S.G Fortitudo: Balducci 12, Branzaglia 21, Buscaroli 3, Chiarini 10, Lalanne 11, Nestola, Pederzoli 6, Ponteduro, Ranieri 10, Vicini, Zinelli 12. All. Mondini.

LA CANTINA DEI SAPORI – REBASKET 79 – 64

(22-16; 44-33; 62-50)

Zola Predosa: Degregori 21, Bavieri 2, Bianchini 13, Righi 10, Zappoli, Ramini 5, Bonaiuti 5, Masina 5, Bosi, Tubertini 14, Vivarelli 4. All. Cavicchi.

Castelnovo Sotto: Bonifazi, Azzali 10, Beltran 3, Castagnaro 15, Defant 2, Pezzi 4, Barazzoni, Bertolini 8, Bellocchi, Putti 15, Foroni, Zecchetti 7. All. Casoli.

PALL. CASTENASO – CREI 55 – 63

(15-14; 30-36; 40-52)

Castenaso: Pesino, Ballini 4, Galiano ne, Biguzzi 22, Cesario 2, Capobianco 6, Ballardini 10, Zucchini, Tinti 8, Marinelli 2, Saccardin 1, Giannasi ne. All. Castelli.

Granarolo Basket: Salicini 2, Bianchi 16, Meluzzi 12, Nanni 2, Paoloni Lu. 9, Neviani 4, Bernardinello, Ansaloni ne, Paoloni Lo., Pani 18. All. Millina.

La Crei si aggiudica il derby nella tana di Castenaso al termine di una gara non bella, condizionata probabilmente dall’importanza della posta in palio, che gli uomini di Millina hanno portato a casa in virtù di una migliore prestazione collettiva (3 uomini in doppia cifra, con Pani e Bianchi in evidenza con rispettivamente 18 e 16 punti) e di una maggior lucidità nei momenti chiave del match. Per Castenaso una prestazione complessivamente sotto tono a parte un super Biguzzi (MVP del match con 22p., 5/7 da 2, 2/2 da 3, 6/7 ai liberi, 9r. e 29 di valutazione) che non è stato sufficiente per girare l’esito del match.

La cronaca: Millina schiera un quintetto con Pani-Luca Paoloni-Nanni-Lorenzo Paoloni-Bianchi per controbattere al quintetto “fisico”dei padroni di casa che schierano Tinti-Saccardin-Ballini-Ballardini-Capobianco; l’avvio è nel segno degli esterni di Granarolo: Pani-Nanni-Pani e Luca Paoloni e Castelli è costretto al timeout (2-8 al 4’30”). L’entrata in campo di Biguzzi spariglia le carte: il lungo di Castenaso e Tinti si caricano il peso dell’attacco sulle spalle ricucendo il divario fino al 13-14 al 9’30”. Lorenzo Paoloni spara a salve e Capobianco in acrobazia, su un airball da 3 di Zucchini allo scadere, beffa la difesa ospite per il 15-14 con cui le squadre vanno a sedersi in panchina.La strigliata di un Millina infuriato non sembra avere effetto: 4 punti di Biguzzi e Castenaso a +5 (19-14 al 12′). Il rientro in campo di Bianchi e capitan Paoloni scaturisce un break di 2-9 che riporta gli ospiti in vantaggio (21-23 al 15′). Dopo il 2/2 dalla lunetta di Ballini che ristabilisce la parità, gli esterni ospiti colpiscono ancora con una serie di penetrazioni che portano al +5 Granarolo (23-28 al 16’30”) costringendo Castelli a spendere il secondo timeout per chiedere ai suoi maggior intensità in difesa. Tinti e Marinelli rispondono presente e riportano Castenaso a contatto (30-31 al 19′), ma Pani fa il diavolo a quattro e nell’ultimo minuto del primo tempo, prima realizza un gioco da 3 punti, poi imbecca Bianchi per il 30-36 con cui le squadre rientrano negli spogliatoi a metà gara. In avvio di terzo periodo Capobianco si fa sentire con 4 punti consecutivi e Castenaso è di nuovo a contatto (34-36 al 23′). La Crei ha le idee chiare e varia le scelte in attacco: assist di Luca Paoloni per Bianchi da sotto, penetrazione del capitano biancoblù che si procura un viaggio in lunetta, palla ancora a Bianchi dopo uno sfondamento preso da un ottimo Nanni e due punti dalla media, recupero di Salicini e assist di Pani per Meluzzi: +10 Granarolo e timeout Castenaso (34-44 al 27′). I padroni di casa cercano i lunghi e vanno a segno con Biguzzi e Ballardini, intervallati da un canestro di Bianchi. Meluzzi è caldo e spara la seconda tripla della gara, Biguzzi risponde dalla lunetta e Pani si inventa un tiro da 3 in corsa, da 9 metri, che si insacca sulla sirena per il massimo vantaggio Crei (40-52 al 30′). Avvio di quarto periodo favorevole ai padroni di casa, che producono il massimo sforzo per ricucire il gap e per farlo si appoggiano al duo Ballardini-Biguzzi: i due lunghi producono 9 punti e propiziano il break di 11-2 che, sul canestro di Ballini, riporta Castenaso a -3 (51-54 al 36′). La Crei mantiene la calma e si riporta a +7 con Meluzzi e Bianchi, costringendo Castelli a chiamare timeout (51-58 al 37′). Tinti assiste Ballardini per il -5 ,ma dall’altra parte Bianchi, su assist di Neviani, ristabilisce il +7 schiacciando imperiosamente (53-60 al 38′). Un minuto di errori da entrambi i lati del campo, poi Cesario pesca un viaggio in lunetta per il 55-60 a -45″; timeout di Millina e Pani chiude la partita con un canestro e un 1/2 dalla lunetta per il 55-63 finale.

SANTARCANGIOLESE BASKET – ATLETICO BASKET 77 – 79

(23-19; 42-42; 58-58)

Santarcangelo: Nervegna 16, Zannoni 16, Adesoun 2, Fornaciari 12, Raffaelli 12, Dimonte, Sirri 2, Dini, Fusco 17, Malatesta ne, Adduocchio ne, Grassi ne. All. Evangelisti.

Atletico: Conidi 23, Frascaroli ne, Serra 9, Veronesi Gr. 10, Paolucci, Veronesi G.I. 4, Campanella 23, Tognazzi S. 4, Trebbi, Artese 6, Vipoosan ne, Tognazzi M ne. All. Guidetti.

CESTISTICA ARGENTA – PALL. CORREGGIO 74 – 82

(20-25; 32-46; 59-63)

Argenta: Magnani 12, Alberti D. 7, Demartini 13, Bonora ne, Alberti A. 2, Federici ne, Zanirato 10, Montaguti 9, Malagolini 14, Nicoletti, Martini 7. All. Bacchilega.

Correggio: Messori 9, Tulumello ne, Ricco Fe. 8, Morgotti 14, Ligabue ne, Guardasoni L. 11, Ricco Fr. 24, Guardasoni M. 3, Vivarelli 5, Lavacchielli 8, Frilli. All. Stachezzini.

Per la terza volta in stagione, il Don Minzoni diventa terreno di conquista; Correggio supera con merito una Cestistica che, solo a sprazzi, riesce a mettere in campo quell’intensità difensiva che, sin dalle prime giornate, è stata il valore aggiunto dei ragazzi di coach Bacchilega. Il match è stata una continua rincorsa agli ospiti, più lucidi in attacco, con un Riccò immarcabile ed un Morgotti dominatore nel pitturato, e straripanti a rimbalzo. Troppo discontinui i padroni di casa che, se all’inizio del secondo parziale  lucravano cinque lunghezze di vantaggio grazie alla pressione difensiva e a veloci ripartenze, finivano poi per sprofondare sul -14 (32-46) all’intervallo, complice conclusioni frettolose, egoistiche iniziative individuali ed eccessiva “morbidezza” a rimbalzo. Alla ripresa, la reazione rabbiosa con Zanirato sugli scudi, ma lo svantaggio permaneva in doppia cifra causa la superiorità ospite in vernice. Sul finire del quarto conclusivo una tripla di Malagolini riduce a tre lunghezze (74-77) lo svantaggio argentano, errore ospite nel possesso seguente e sul ribaltamento di fronte Magnani ha la tripla del pareggio che, beffardamente, esce. Il rimbalzo è arpionato dai reggiani che subiscono fallo e dalla lunetta, con freddezza, portano a casa l’intera posta.

MISTER TIGELLA – CVD BASKET CLUB 81 – 76

(25-23; 51-44; 66-58)

San Lazzaro: Salvardi 5, Cempini 12, Tugnoli 10, Governatori 2, Verardi 18, Stojkov 14, Fabbri 11, Torriglia, Grazzi 1, Naldi 2, Betti M. 6. All. Baiocchi.

CVD Casalecchio: Baccilieri 7, Dawson 17, Paratore 13, Ferraro, Rosa 3, Corradini 5, Taddei 2, Cavallari 2, Fuzzi 2, Bertuzzi 12, Lelli 13. All. Gatti.

La BSL spezza la maledizione che la vedeva sconfitta da tre partite e ritrova la via della vittoria battendo, per 81-76, il CVD. La vittoria è maturata grazie alla grande prestazione offensiva dei biancoverdi, che hanno snocciolato un’ottima pallacanestro, trovando buoni tiri e facendosi trascinare dalle giocate di capitan Verardi e Stojkov. Anche la difesa, soprattutto nel secondo tempo in cui ha concesso soltanto 33 punti agli ospiti, merita però una menzione d’onore, così come Manuel Naldi che ha giocato una gara di grande solidità e grinta in fase difensiva. Dall’altra parte, invece, non sono bastate le prove generose di Dawson (17 punti) e degli ex biancoverdi Paratore e Bertuzzi.

Dopo un’avvio equilibrato, il CVD ha provato a scavare il break con Bertuzzi, Rosa e Paratore (10-17), ma la BSL è stata subito brava a rintuzzare l’allungo, con Verardi, Tugnoli, Fabbri e Sjokov, che hanno firmato il 15-6 del sorpasso a fine primo quarto (25-23). Preludio all’allungo Mister Tigella, arrivato quando sono ulteriormente saliti di colpi Fabbri e Salvardi, che hanno iniziato lo show dall’arco, con la Mister Tigella che, in un amen, è volata a +9 (37-28). Baccilieri ha cercato di aggiustare le cose per il CVD, che si è spinto fino al -3 (39-36), prima di scivolare di nuovo a -7 sotto i colpi dalla lunga di Stojkov (51-44). Da quel momento e per tutto il secondo tempo, è partito l’inseguimento della formazione ospite che, aiutata da Lelli e Dawson, ha provato più volte a riavvicinarsi, senza mai riuscire a dare il colpo di reni vincente: i guizzi finali di Betti, Stojkov e Verardi hanno, infatti, permesso alla BSL di mettere le mani sulla vittoria.

FOPPIANI – OTTICA AMIDEI 89 – 76

(28-21; 52-41; 69-53)

Fulgor Fidenza: Taddei 4, Gaudenzi 3, Sabotig 5, Brogio 1, Di Noia 13, Massari 13, Montanari 5, Garofalo 9, Arbidans 4, Koljanin 14, Perego 14, Parmigiani 4. All. Braidotti.

Castelfranco Emilia: Ayiku 14, Marzo 5, Govoni 2, Zucchini 12, Torricelli R. 17, Tedeschi 5, Vannini 6, Del Prete 9, Torricelli F., Nebili 2, Youbi 4, Prampolini. All. Ansaloni.

PALL. NOVELLARA – VIS BASKET PERSICETO 80 – 71

(22-19; 39-37; 59-56)

Novellara: Ferrari N. 4, Grisendi M., Doddi ne, Folloni 9, Rinaldi 4, Bagni, Franzoni 5, Ferrari T. 26, Aguzzoli 18, Carpi 9, Ciavolella 5, Accorsi. All. Boni.

San Giovanni in Persiceto: Coslovi 3, Zani 5, Baietti 9, Vaccari ne, Papotti 22, Tedeschini 7, Mancin 9, Rusticelli 11, Mazza 3, Pedretti 2. All. Berselli.

CLASSIFICA

FRANCESCO FRANCIA ZOLA301815313551224+131
NOVELLARA281814415241353+171
FULGOR FIDENZA281814414561309+147
CESTISTICA ARGENTA281814414571325+132
PALL. CORREGGIO241812612571184+73
VIS SAN GIOVANNI IN PERS.241812613201267+53
S.G. FORTITUDO BOLOGNA221811713571311+46
SANTARCANGIOLESE BASKET201810813501286+64
BELLARIA BASKET201810813531322+31
CVD CASALECCHIO161881011471211-64
ATLETICO BORGO BOLOGNA121861212921387-95
BSL SAN LAZZARO101851312431301-58
GRANAROLO BASKET101851311991302-103
REBASKET CASTELNOVO81841412291368-139
CASTENASO61831512521406-154
CASTELFRANCO EMILIA21811711681403-235

Serie B/F, Tigers inarrestabili, giochi fatti nel girone B

SERIE B/F 17° Giornata

GIRONE A

TIGERS BK ACADEMY – BK CLUB VAL D’ARDA 70 – 58

(19-11; 44-26; 64-42)

Tigers Parma: Podestà 2, Accini 11, Rizzi 10, Vaccari 22, Minari 8, Petrilli 3, Vettori 4, Fatadey 6, Rinaldi 4, Ghezzi, Stefanini. All. Lopez.

Fiorenzuola: Sogni 3, Periti 4, Patelli 4, Dettori 17, Zane 5, Yamble 14, Bosio, Bertoni 4, Raiola 7, Nonni ne, Perciasepe ne, Rutigliani ne. All. Cavanna.

ACETUM – BASKET FINALE 62 – 39

(15-10; 31-25; 46-38)

Cavezzo: Siligardi 11, Bocchi 4,  Gasparetto, Marchetti 10, Righini, Balboni, Brevini 10, Bozzali, Maini 2, Calzolari 21, Bellodi 4. All. Carretti.

Finale Emilia: Melloni, Malaguti 5, Bozzoli F. 5, Sacchetti 5, Todisco 7, Molinari ne, Bergamini 6,  Biagiola 2, Guerra, Benedusi 3, Bozzoli C. 5, Pincella 1. All. Bregoli.

ROBY PROFUMI – MAGIK ROSA 33 – 59

(7-15; 19-30; 24-43)

Valtarese: Piscina 3, Bozzi 5, Montanari, Ferrari G. 6, Vignali 1, Ferrari V., Gonzato 6, Corti 1, Cremona 2, D’Ambros C. 6, Diagne, Triani 3. All. Scanzani.

Magik Rosa Parma: Lucca 16, Nuzzo, Zambon 4, Zuin 9, Aiello 10, Raggi 5, Nagy, Farina 2, Ferrari C. 13, Tringale ne. All. Gardellin.

CHEMCO 1974 – LIBERTAS BK BOLOGNA 76 – 40

(15-15; 42-24; 62-40)

Puianello: Oppo 5, Ligabue 6, Montanari 16, Dall’Asta 3, Gervex 2, Graffagnino, Pignagnoli 2, Martini 12, Codeluppi 6, Manzini 20, Fontanili 2, Boiardi 2. All. Olivari.

Libertas: Antonellini 2, Gandolfi, Perrinello 6, Castelli Gia. 6, Castelli Gio. 3, Benadduce 11, Grazian 8, Palladinelli, Poletti, Simoncini 4. All. Castelli A.

CLASSIFICA

Tigers Parma 30; Magik Rosa Parma 24; Cavezzo, Val d’Arda Fiorenzuola 22; Puianello 14; Valtarese 10; Finale Emilia, SBS Piumazzo 6; Libertas Bologna 2.

GIRONE B

MAGIKA PALLACANESTRO – B.S.L. 42 – 88

(8-28: 18-39; 31-64)

Castel San Pietro: Bassi, Venturoli, Zuffa 10, Panighi 4, Melandri 11, Roccato 2, Farnè 1, Rubbi 1, D’Agnano 13, Leonelli, Curti. All. Martinelli.

San Lazzaro: Zarfaoui 9, Melchioni 5, Cappellotto 6, Mantovani 2, Colli 7, Talarico 19, Ghigi 6, Trombetti 10, Romagnoli 7, Zanetti 8, Viviani 9. All. Dalè.

BASKET GIRLS – MYCICERO 64 – 48

(18-19; 34-30; 52-40)

Ancona: Pierdicca 9, D’Amico 2, Yusuf 2, Koshanin, Palmieri, Bolognini 20, Marinelli 11, Mandolesi 4, Lattanzi 5, Maroglio 12, Borghetti. All. Castorina.

Senigallia: Catani, Mingucci, Catalini 2, El Haiti 14, Sordi 17, Baracaglia, Vecchietti 1, Formica 1, Lazzari, Castagnolo 1, Bonacci 2, Angeletti 10. All. Tonucci.

REN AUTO – MATTEIPLAST 46 – 48

(13-16; 27-31; 42-46)

HB Rimini: Novelli, Re 6, La Forgia 6, Vespignani 4, Duca E. 4, Pignieri 7, Duca N. 7, Palmisano 6, Renzi 4, Farinello, Borsetti, Lazzarini 2. All. Rossi.

Progresso: Ferraro, Mezzetti, Marchi, Papotti, Bernardini, Cadovi 16, Palmisani, Ruggeri 9, Tridello 2, Bregu 8, Prisco 8, Melloni 5. All. Simeone

Vince la Matteiplast a Rimini al termine di una gara rocambolesca.

Coach Rossi parte con un quintetto composto da Vespignani, Novelli, Pignieri, Eleonora e Noemi Duca. Il primo canestro dell’incontro lo segnano le ospiti, brave a colpire da fuori la chiusa difesa Happy. Dopo un minuto e mezzo la Ren-Auto deve rinunciare a capitan Novelli, colpita fortuitamente al volto: per la n.4 la gara finisce qui. Il Progresso colpisce da tre e si porta sul 5-0, ma Re, appena subentrata a Novelli, metti i primi punti con una bella penetrazione, 5-2. La Ren-Auto è molto intensa in difesa, riesce a coprire bene l’area, ma si espone inevitabilmente ai tiri da fuori che Bologna segna con buona continuità. A 3′ dalla prima pausa le ospiti sono avanti 5-11, complici i tanti errori della Ren-Auto su tiri costruiti più che bene. Un paio di buone difese, però, valgono due transizioni vincenti, di Palmisano ed Eleonora Duca, che riportano l’Happy a -2, 9-11. Due triple consecutive sembrano poter dare il largo al Progresso nell’ultimo minuto, ma una penetrazione di La Forgia e un canestro di Renzi, su assist di Vespignani, tiene le romagnole ad un possesso di distanza a fine quarto, 13-16. Il secondo periodo è la sagra dell’errore: dopo 4′ di gioco il parziale è di 3-2 per la Matteiplast, con Pignieri autrice dell’unico canestro rosanero. Bologna piazza un improvviso parziale di 4-0 e prova a scappare sul 15-23, ma la Ren-Auto risponde con le gemelle Duca, che segnano un canestro a testa e riequilibrano il punteggio, 19-23. In un ultimo minuto di grande equilibro, sono da segnalare una tripla di Pignieri e un bel canestro in reverse di Re, che tuttavia non limano il divario. Si va al riposo lungo sul 27-31. Un canestro di Renzi in avvio di secondo tempo riporta la Ren-Auto ad un possesso di distanza dopo una vita, 30-33. Da questo momento in poi, però, il Progresso prende in mano la partita e con un micidiale parziale di 8-0, scollina oltre la doppia cifra di vantaggio, 34-45. Sembra una confronto ormai scappato di mano, invece, la Ren-Auto trova una nuova reazione, costruita sulla difesa e con un controparziale, sempre di 8-0, chiude il terzo periodo sotto di 4, 42-46. Un match già intenso diventa ancora più tosto al punto che nessuno segna per 3′: a sbloccare il punteggio ci pensa Palmisano, che firma il canestro del -2, poi, dall’ennesima buona difesa, arriva il pareggio, grazie ad una transizione vincente di Vespignani. La Ren-Auto sbaglia addirittura il “rigore” del vantaggio, dopo un 12-0 di parziale e Bologna ne approfitta per tornare sopra, 46-48. Dopo quasi 9′ di gara il punteggio del quarto è 4-2, ma nonostante questo, la partita è godibilissima, perché le squadre giocano con grande energia. Il finale è infarcito di errori da entrambe le parti: la Ren-Auto ha un paio di opportunità per pareggiare o vincerla, ma la palla non entra mai e il Progresso porta a casa i due punti pur senza brillare. Finisce 46-48.   

OLIMPIA BASKET – THUNDER BASKET 52 – 41

(6-12, 15-23, 37-30)

Pesaro: Canossini 4, Barulli 6, Gjinaj, Benedetti 2, Magi 2, Paccapelo 15, Pentucci 19, Cecchini, Cancellieri, Canestrari 4. All. Alexander.

Matelica: Sbai 10, Franciolini 5, Michelini 2, Baldelli 8, Bernardi, Zamparini 8, Zito, Gargiulo, Ceccarelli 2, Ricciutelli 6. All. Rapanotti.

CLASSIFICA

Basket Girls Ancona 28; Progresso Bologna 24; BSL San Lazzaro 20; Libertas Rosa Forlì 16; Thunder Matelica 14; Happy Basket Rimini 12; Magika Castel San Pietro 10; Olimpia Pesaro 8; BK 2000 Senigallia 4.

Serie D, i Gardens vincono al “PalaRuggi” e agganciano la Grifo sul secondo gradino. Bagarre play off nel girone A

SERIE D 19° Giornata

GIRONE A

BASKET VOLTONE – SCUOLA PALL. VIGNOLA 77 – 79

(21-20; 37-37; 57-61)

Monte San Pietro: Chiusoli, Ghinazzi 6, Giacometti A. 2, Boni 26, Poluzzi 2, Giacometti J. 8, Casarini 2, Bastia 7, Magi 8, Venturelli 7, Bernardini 6, Galli 3. All. Gambini.

S.P. Vignola: Ganugi 6, Badiali 14, Fiorini 2, Smerieri P. ne, Barbieri, Galvan 25, Amici 6, Degliangeli, Cuzzani 15, Righetti ne, Riccò 11. All. Smerieri S.

MAGIK BASKET – SCUOLA BASKET FERRARA 66 – 58

(19-17; 39-39; 52-42)

Magik Parma: Angella ne, Colonnelli 11, Illari, Stellato 5, Malinverni N. 3, Pollina 9, Bocchia, Malimverni L. 5, Paulig 26, Lannutti, Diemmi 7, Volpicelli ne. All. Donadei.

S.B. Ferrara: Pusinanti 14, Rimondi Ro. 5, Rimondi Ri., Biolcati, Beccari 3, Vigna 6, Trinca 5, Proner 3, Bertocco 17, Gavagna 3, Grassi 2, Di Giusto. All. Colantoni.

EMIL GAS SCANDIANO 2012 – PEPERONCINO LIB. BK 78 – 64

(29-10; 45-31; 61-43)

Scandiano 2012: Mammi M. 6, Catti, Rivi, Belli 9, Taddei 4, Bartoccetti 24, Braglia, Turrini 2, Fikri 7, Vanni 9, Corradini 13, Fontalini 4. All. Baroni.

Mascarino: Bellodi 7, Vinci 2, Ghidoni 6, Roncarati 5, Bartolozzi 3, Tosarelli, Patrese 11, Bianchini 5, Cilfone 9, Brochetto D. 2, Manzi 14. All. Brochetto L.

Prosegue la corsa dell’Emil Gas. Ad alzare bandiera bianca di fronte a Bartoccetti e compagni, è il Peperoncino, costretto ad inseguire già dal primo quarto, chiuso sul +19 dai bianco-blu. Nel proseguo i padroni di casa gestiscono il punteggio, centrando così la diciannovesima vittoria di fila.

NUBILARIA BASKET – SASSOMET 71 – 81

(20-17; 34-42; 56-62)

Novellara: Baracchi A. 6, Margini 4, Pietri, Bertani 10, Mariani Cerati 8, Bertani Fi., Baracchi M. 3, Rossi, Barazzoni 27, Accorsi, Giorgino 8, Bartoli 5. All. Beltrami.

Masi Casalecchio: Ballanti 2, Fiordalisi 2, Franchini 4, Barilli Fe. 20, Castaldini 2, Govi 15, Sighinolfi 11, Di Marzo 8, Barilli Fi. 10, Abagnato, Bertacchini 7, Zanotti. All. Forni.

SCUOLE BASKET CAVRIAGO – PALL. NAZARENO 65 – 75

(8-19; 26-39; 43-63)

Cavriago: Penserini 7, Zambelli 2, Minardi 5, Riquadri, Berlinguer 6, Lorenzani 7, Cantagalli 11, Lari 1, Mursa 12, Bertozzi 8, Ancora ne, Rubertelli 6. All. Bellezza.

Carpi: Sabbadini 8, Sutera 8, Biello 16, Mantovani 10, Marra ne, Cavallotti 4, Salami 9, Bonfiglioli, Rimauro 3, Foroni 9, Branchini 5, Cavazzoli 3. All. Tasini.

U.P. CALDERARA PALL. – ANTAL PALLAVICINI 74 – 65

(21-21; 34-35; 54-50)

Calderara: Pampani 22, Bertuzzi 20, Projetto 9, Soresi 7, Molinari 6, Zocca 4, Vignoli 2, Turchetti 2, Lambertini 2, Marchi, Iannicelli. All. Rusticelli.

Pallavicini: Benuzzi 21, Sgargi 10, Zambonelli 7, Guizzardi 6, Nanni G. 6, Nanni M. 5, Tabellini 4, Cenesi 3, Lorusso 3, Finelli, Lolli. All. Bignotti.

PIZZOLI – CRAVATTIFICIO CONTI 55 – 65

(16-11; 30-30; 50-52)          

San Pietro in Casale: Nardi 3, Pastore, Ramzani 4, Mandini, Gozza ne, Tomsa 3, Aspergo 12, Ghedini 9, Zanellati 14, Guidi, Fiore 7, Bamania 3. All. Castriota.

BasketReggio: Canuti 17, Nunziato 8, Croci 12, Generali 5, Maresca, Quadrelli 3, Borghi 1, Bartoli 9, Ardolino, Frigi 3, Giudici 7. All. Boni.

Raggiunge quota sei la striscia di sconfitte consecutive della Pizzoli che, al Palasport di Via Massumatico, cede il passo anche al Basketreggio, che porta a casa i 2 punti e consolida la propria candidatura in zona play-off. I locali sono orfani di Michele Ghedini, Oseliero e Ventura, ma recuperano Bamania, subito in quintetto insieme a Giovanni Ghedini, Aspergo, Fiore e Pastore. Nelle prime battute la Veni difende forte, scappa subito sull’8-2 e poi costringe gli avversari a segnare soltanto dalla lunetta, portandosi sul 13-4. Ciò nonostante, il Basketreggio risale fino al 13-11, prima del canestro dalla lunga distanza di Nardi, che fissa il punteggio di fine primo quarto sul 16-11. In principio di secondo periodo la formazione ospite mette la freccia con Bartoli e Giudici, ma la risposta di Ghedini è immediata e in seguito, i bianconeri riprendono il comando delle operazioni con Bamania e Zanellati: 25-20. La seconda parte di frazione è però favorevole ai biancoblu, che impattano a quota 30. La ripresa si apre con una sequenza di Canuti, che vale il +5 esterno (30-35). La Veni riaggancia gli avversari a quota 41, grazie ai canestri di Aspergo, Ghedini e Zanellati. Croci e Nunziato ritentano successivamente la fuga (45-51), ma i padroni di casa rispondono colpo su colpo e a dieci minuti dalla fine il punteggio è ancora in discussione: 50-52. Nel quarto conclusivo, la Pizzoli  si incaponisce nel tiro dall’arco per scardinare l’altrui zona, ma spara a salve. Zanellati riduce lo strappo con palla rubata e appoggio (52-56), ma il successivo canestro di marca locale, firmato da Tomsa, arriva a buoi scappati.

U.S. LA TORRE – BASKET PODENZANO 85 – 77

(22-18; 38-41; 59-58)

La Torre Reggio: Davoli A. 6, Giaroni, Campani, Magliani 16, Vezzosi 4, Davoli L. 4, Pezzarossa 4, Mazzi 8, Rivi 3, Melli 31, Margaria 9, Cantergiani. All. Corradini.

Podenzano: Monti 2, El Agbani 4, Carini 6, Calzi, Galli 8, Bossi 6, Guerra 21, Noè 5, Chiozza 12, Villa 8, Coppeta G. 3, Petrov 2. All. Coppeta C.

Ritorna al successo la Torre, che supera il Podenzano al termine di una sfida equilibrata. Gli ospiti, infatti, giocano una partita molto positiva dal punto di vista offensivo, trovando spesso il canestro dalla lunga distanza, in particolare con Guerra. Nei grigiorossi brilla un notevole Melli, autore di 31 punti in appena 25′, determinante anche nell’allungo decisivo, maturato durante gli ultimi cinque minuti. Dalla lunetta, sono sempre lui e Magliani che, nelle battute conclusive, consentono alla Torre di difendere il vantaggio, portando a casa la vittoria.

CLASSIFICA

SCANDIANO 2012381919014171117+300
MASI CASALECCHIO281914513751251+124
SCUOLA PALL. VIGNOLA261913613701301+69
SCUOLA BASKET FERRARA241912712231073+150
MAGIK PARMA241912713411240+101
BASKETREGGIO241912712981325-27
PEPERONCINO MASCARINO221911812991263+36
NAZARENO CARPI201910913491278+71
LA TORRE REGGIO EMILIA201910912441240+4
NUBILARIA NOVELLARA181991013291391-62
CALDERARA141971211891274-85
VENI SAN PIETRO IN CASALE141971212221313-91
PALLAVICINI BOLOGNA121961312621312-50
BASKET PODENZANO101951412461476-230
VOLTONE ZOLA81941512761356-80
SCUOLE BASKET CAVRIAGO21911811421372-230

GIRONE B

ROSE&CROWN – P.G.S. WELCOME 78 – 53

(19-5; 41-27; 60-34)

Villa Verucchio: Buo 18, Bronzetti 11, Bollini 9, Panzeri 9, Tomasi 8, Rossi M. 8, Guiducci 7, Rossi A. 6, Campidelli 2, Semprini, Calegari, Mussoni. All. Rustignoli.

PGS Welcome: Bush 17, Bernardi 10, Clemente 9, Bignami 5, Guerra 4, Giuliani 4, Lelli 2, Mannini 2, Benassi Bondi, Lamborghini, Barone. All. Roveri.

PRIMO MIGLIO – BASKET VILLAGE 80 – 64

(20-21; 46-24; 66-40)

Stella Rimini: Insero 8, Coralli 2, Naccari 21, Pulvirenti 4, Lonfernini 4, Pari 3, Pinto 12, Quartulli 4, Del Turco 10, Grandi, Distante 12. All. Casoli.

BK Village Granarolo: Carini 5, Drago 8, Bertusi 2, Bianchi 7, Masetti ne, Brigotti ne, Mongardi 12, Misciali 13, Tonelli 2, Martinelli 8, Nicotera 7, Chittaro. All. Marcheselli E.

PALL. PIANORO – BASKET CLUB RUSSI 69 – 60

(19-12; 35-29; 51-40)

Pianoro: Tosiani 10, Bonazzi, Naim 11, Nicoletti 2, Grandi 9, Nobis 8, Ricci 5, Pierini 10, Minghetti 11, Vaccari 3. All. Fasone.

Basket Russi: Morini 7, Senni 2, Piani 10, Coraini 10, Vistoli 6, Goi 12, Porcellini 11, Pambianco 2, Barba, Rossi, Pirini. All. Tesei

CURTI – CESENA BASKET 2005 70 – 75 dts

(14-16; 28-34; 49-53; 65-65)

International Imola: Wiltshire, Dal Fiume, Fazzi, Zambrini 19, Poloni 6, Fussi 13, Poli, Ravaglia 1, Ricci Lucchi 6, Totaro 15, Canovi 10, Puntolini. All. Dalmonte.

Cesena 2005: Montalti 7, Rossi 9, Romano 6, Dini, Ravaioli 11, Vandelli 8, Babbini 12, Pezzi 2, Sanzani, Zoboli 16, Forni, Balestri 4. All. Ruggeri.

Dopo 45′ di gara, la Curti esce sconfitta dalla “Ravaglia”, superata da Cesena 70-75. Gli uomini in biancorosso inseguono gli avversari per tutta la partita, faticando a contenere le palle perse e commettendo molti errori difensivi. Arrivati al 40′ però si ritrovano in mano il possesso della vittoria sul 65-65, ma lo sprecano con una infrazione di passi. Nel supplementare Cesena è più cinica e con due giocate di Zoboli (16 punti) scrive i titoli di coda. All’International non bastano i 25 punti degli ultimi arrivati Totaro-Canovi né i 19 di Zambrini; in doppia cifra realizzativa anche Fussi (13).

RIVIT – IMMOBILIARE 2000 73 – 79 dts

(14-11; 33-27; 53-52; 65-65)

Grifo Imola: Riguzzi F. 16, Riguzzi N. 8, Mondini, Russu 14, Lanzoni 5, Cai 9, Paciello 3, Saibi ne, Guglielmo 5, Rossi ne, Simoni 11, Castelli 2.

Giardini Margherita: Lelli 10, Capancioni, Tuccillo, Deledda 2, Giudici 4, Annunzi 16, Del Prete 9, De Denaro 12, Morra Ja., Mazzini 2, Venturi 11, Lolli 13. All. Morra Jo.

Terza sconfitta per la Grifo nelle gare di questo 2020 e ancora una volta maturata nel finale della gara, stavolta addirittura non sono bastati i classici 40′ per decretare la vincitrice. Unica consolazione, aver impattato, con una bomba di Cai allo scadere dell’extra-time, la differenza canestri nello scontro diretto.

Partita dai ritmi altissimi per tutti e 45 i minuti, con un Immobiliare 2000 in costante pressione sui portatori di palla imolesi e questo, un po’ alla volta, ha fatto perdere lucidità ai padroni di casa causando così la sconfitta. Si parte con la Grifo che dopo quattro minuti, con una bomba di Cai, si porta sul 9-2, per la prima volta con tre possessi di vantaggio. Ben presto entrambi i coach svuotano le panchine, ma la Grifo riesce a mantenere i 7 punti di vantaggio fino al 14-7. Poi, a cavallo della prima sirena, subisce uno 0-6 che riporta i bolognesi in scia e costringe coach Palumbi al time out. Contro-break imolese con Simoni, Riguzzi e Russu per il 25-14 a metà periodo, che segna anche la prima vola per la Rivit con la doppia cifra di vantaggio. Di nuovo 0-6 per gli ospiti, interrotto da un tecnico a Lolli. Anche coach Palumbi prende tecnico in avvio di terza frazione e i Gardens si avvicinano fino al 40-38. Nicola Riguzzi, Guglielmo e Simoni ridanno fiato alla Grifo, ma Venturi entra in partita e riporta i suoi a contatto. All’inizio dell’ultimo periodo, i Giardini Margherita sciupano quattro azioni per andare in vantaggio e la Rivit non ne approfitta, finché Lanzoni non punisce dall’arco. Ma è un fuoco di paglia: Annunzi pareggia a quota 58 a metà periodo, poi la paura attanaglia le due squadre che vanno in confusione e non segnano per due minuti e mezzo. Del Prete da tre dà il primo vantaggio esterno 59-61, dopo un 1/2 di N. Riguzzi. Si va avanti punto a punto fino alla sirena. Nell’overtime, la Grifo non sfrutta un antisportivo a favore e nell’ultimo minuto e mezzo subisce l’affondo decisivo degli ospiti che arrivano anche a ribaltare la differenza canestri (-6 all’andata), finché Cai, come detto in apertura, non rimedia (parzialmente) almeno in questo.

SELENE BK – BASKET RICCIONE 99 – 91

(27-25; 54-49; 78-64)

Sant’Agata sul Santerno: Scaccabarozzi 5, Valgimigli 16, Rubbini 6, Bergantini 15, Sgorbati 22, Poggi 20, Del Zozzo 7, Mastrilli 3, Montigiani 5, Kertusha, Spinosa, Dalpozzo M. All. Dalpozzo D.

Riccione: Amadori Mi. 16, Bomba 23, Amadori Ma. 15, Zanotti 1, Gardini, Brattoli 7, De Martin 15, Mazzotti 12, Stefani 2. All. Ferro.

CASTIGLIONE MURRI – STEFY BASKET 66 – 77

(16-31; 32-39; 47-60)

Castiglione Murri: Melino 7, Buriani 7, Costantini 7, Gandolfi 16, Varotto 10, Mantovani 2, Stefanelli ne, Bersani, Casarini 2, Bartolini, Minerva, Parchi 15. All. Gessi.

Audace: Lamborghini L. 4 Bonesi, Carasso, Franceschini, Marzioni 16, Cinti 6, Skocaj 16, Cornale 4, Maldini 16, Falzetti 4, Agnoletti 11. All. Scandellari.

Nel match della quarta giornata di ritorno del campionato di serie D girone B, la Stefy Audace coglie un’importante vittoria in chiave play off in casa del Castiglione Murri. Gli ospiti comandano praticamente tutta la partita e agganciano a quota 24 punti in classifica proprio la squadra di coach Gessi.

Nel primo quarto, tuttavia, sono i locali a partire meglio, portandosi avanti di sei lunghezze dopo 5’ (16-10). Coach Scandellari chiama time out e la Stefy reagisce, piazzando un parziale di 0-21, con cui prende definitivamente in mano le redini della partita. Il parziale degli ospiti viene costruito sia grazie alla forte presenza di Agnoletti sotto canestro, sia grazie alle triple di capitan Marzioni che, sulla sirena, spara da metà campo il canestro del +15, chiudendo il periodo sul 16-31. L’aggressività dei biancoblu cala, però, nella seconda frazione, quando mettono a referto solo 8 punti, firmati da Skocaj, Agnoletti e Maldini. Il Castiglione Murri, tuttavia, sbaglia molti attacchi e, nonostante i 6 punti consecutivi messi a referto ad inizio frazione da Parchi e Gandolfi a chiudere il sanguinoso parziale del primo quarto, non riesce a ribaltare completamente la situazione, arrivando all’intervallo lungo sotto di sette lunghezze (32-39). La squadra di casa prende subito due falli tecnici in apertura di terzo periodo e in poco tempo ritorna a -14 (46-50). Da segnalare, in questo momento di difficoltà del match, la buona prova di Stefano Costantini, il giovane classe 2003 che mette a referto 4 punti e che apre l’ultimo quarto con una tripla che, insieme alle finalizzazioni di Varotto, riporta i locali fino al -5, sul 55-60. La Stefy è, però, brava a non farsi intimorire: l’attacco continua a girare bene grazie all’apporto della panchina, con Falzetti e Cornale che segnano e mettono fine al tentativo di rimonta dei padroni di casa, sconfitti per 66-77. Per la Stefy spiccano le ottime prive di Maldini, Skocaj e Marzioni, tutti autori di 16 punti, mentre al Castiglione non bastano i 16 del capitano Gandolfi e i 15 di Parchi (l.b.).

PALLACANESTRO BUDRIO – BASKERS 68 – 82

(24-16; 39-39; 52-57)

Budrio: Fornasari 17, Magnolfi 6, Tugnoli 10, Vacchi 3, Pirazzoli 7, Billi 4, Tinti 5, Curti 4, Campagna 12, Giordani. All. Simoncioni.

Forlimpopoli: Piazza 27, Rossi 14, Rombaldoni 12, Servadei 11, Serrani 8, Cristofani 5, Godoli 5, Torelli, Gorini, Squarcia, Biffi ne, Stella ne. All. Agnoletti.

CLASSIFICA

BASKERS FORLIMPOPOLI321916314111206+205
GRIFO IMOLA281914513521166+186
IMMOBILIARE 2000 BOLOGNA281914514051261+144
SELENE S. AGATA261913614731355+118
CASTIGLIONE MURRI BOLOGNA241912714471330+117
RICCIONE241912714971412+85
STEFY BOLOGNA241912713841324+60
BASKET CLUB RUSSI221911813121289+23
CESENA BASKET 2005181991012711284-13
PALL. BUDRIO161981113191342-23
PIANORO161981113161387-71
STELLA RIMINI141971212861380-94
VILLANOVA TIGERS141971212831398-115
INTERNATIONAL IMOLA101951413081403-95
BASKET VILLAGE GRANAROLO61931611801379-199
PGS WELCOME BOLOGNA21911811891517-328

Under 18, Pesaro vince a Reggio Emilia e torna a guidare la classifica

UNDER 18

GIRONE C 17° Giornata

BPER BANCA VIRTUS – VIS 2008 80 – 58

(15-14; 35-27 59-47)

Virtus Bologna: Deri 19, Solaroli 9, Guastamacchia 14, Ferdeghini, Martini 8, Grotti 4, Colombo 5, Frascari 7, Salsini, Orsi 9, Galli, Barbieri 5. All. Ansaloni.

Ferrara: Bacilieri 3, Bonanni 5, Caloia 4, Balducci 7, Manojlovic 4, Dalpozzo 3, Galliera Ricci 8, Fabbri 2, Husam 6, Mazzagatti 5, Simonetti 9, Ouattara 2. All. Lilli.

B.S.L. – SAPORI VERI SHARKS 77 – 71

(18-18; 41-34; 52-54)

San Lazzaro: Omicini 22, Lanzarini 17, Flocco 14, Naldi 10, Betti, Micheli 2, Moretti 1, Baldi, Tepedino 3, Carletti 2, Domenichelli, Negroni 6. All. Comastri.

Roseto: Pedicone 10, Palmucci 8, Valentini, Cocciarello 6, Sebastianelli 18, Gaeta 16, Caruso 2, Malatesta, Cianella 11, Maule. All. Rossi.

INTERNATIONAL BK – UNIBASKET 90 – 72

(22-20; 48-36; 68-54)

Imola: Fazzi 6, Franzoni 7, Bollati 6, Fussi 11, Wiltshire 36, Poloni 3, Rayner 13, Ravaglia 8, Cai, Chiarati, Fini. All. Santi

Lanciano: Civitarese 9, Daja 16, D’Ottavio 16, Boussoukns 2, Bantsevich 19, Brasile ne, Andreoli 6, Corte, Deminicis 2, Di Fonzo 2. All. Corà.

GRISSIN BON – CARPEGNA PROSCIUTTO 74 – 80

(17-19; 34-45; 49-63)

Reggiana: Carta 3, Porfilio 24, Giannini 11, Besozzi 7, Cham 11, Morini, Riccò 2, Maddaloni, Soliani, Codeluppi, Lusvarghi, Diouf 16. All. Menozzi.

Pesaro: Solari 6, Calbini 9, Mujakovic, Basso 23, Alessandrini 10, Barzotti 7, Re 9, Gulini 9, Mazzotti 7, Pagnini ne, Pagliaro, Komolov ne. All. Luminati.

PALL.TITANO – ASS. PESCARA BASKET 98 – 66

(29-14; 52-31; 73-43)

San Marino: Palmieri 6, Campajola 14, Buzzone 20, Felici 25, Flan 9, Torelli, Gaspari 3, Alveti, squarcia, riva 4, Semprini Cesari 9, Buo 8. All. Padovano.

Pescara: Bravetti 4, Pucci 13, Najafi 5, Policari 23, Cocco 11, Corbo, Peres 5, Del Principe, Perella 5, Seye, Traore, Zazzetta.

CAB STAMURA BK – AURORA BASKET 88 – 87

(21-24; 47-52; 66-74)

Ancona: Zandri 9, Sampaolesi 6, Gospodinov 11, Gnoffo 5, Anibaldi 8, Bartolucci 4, Caggiano 4, Giombi ne, Cognigni 35, Bendia, Petrilli 6. All. Bigi.

Jesi: Mentonelli 8, Memed 11, Montanari 14, Konteh 18, Elling 14, Zoppi 12, Moretti ne, Ginesi 7, Biondini ne, Rinaldi ne, Paccamicci ne, Chiariotti. All. Francioni.

CASSA DI RAVENNA – BASKET CRABS 80 – 55

(15-10; 29-31; 49-42)

Fortitudo Bologna: Battilani 2, Franco 10, Giacomi 1, Simon 13, Buscaroli 11, Biasco 14, Micheletto 2, Brancini 3, Niang 3, Longagnani 14, Pronotto 7, Torninbeni. All. Politi.

Rimini: Berardi 4, Ferrari 14, Rosario Cruz 16, Rossi 14, Montanari 6, Curi, Giorgini ne, Tisselli ne, Santoro 1, Bertini, Tamburini ne, Jose ne. All. Maghelli.

RECUPERO

REGGIANA – JESI 104 – 74

CLASSIFICA

Reggiana, VL Pesaro* 24; Fortitudo Bologna 22; Vis 2008 Ferrara, Crabs Rimini, Virtus Bologna* 20; Roseto, Jesi, Titano San Marino* 18; International Imola, Stamura Ancona 16; BSL San Lazzaro* 10; Pescara 6; Lanciano 2.

UNDER 16

19° Giornata

VICO BASKET – PALLACANESTRO 2.015 73 – 82

(24-23; 39-50; 56-68)

Forlì: Maltoni 10, Coralli, Bandini 8, Bellini 23, Guardigli ne, Spagnoli 11, Ceredi 1, Boschi  4, Ragazzini 9, Bassi 5, Rondoni, Benzoni 11. All. Gandolfi

CRABS 1947 – VIS 2008 85 – 82

(21-18; 45-36; 58-53)

Vis Ferrara: Bonfà, Carnevali 6, Ebeling 5, Fabbri 7, Mezzapelle,
Zanirato 12, Frigatti, Cavicchi 13, Yarbanga 13, Simonetti 19, Ouattara
7. All. Cigarini.

ACADEMY BK FIDENZA 2014 – JUNIOR BASKET RAVENNA 12/02/2020 – 19:00

Pal.to CENTRO GIOV/LE DON BOSC – Via Berzieri 24 FIDENZA (PR)

CASSA DI RAVENNA FORTITUDO – BK SANTARCANGELO 113 – 57

(32-6; 59-26; 84-40)

Fortitudo: Sciarabba 23, Manna 17, Niang 15, Grigoli 15, Pavani 12, Cavazzoni 10, Rando 9, Zedda 7, Griguolo 3, Fantini 2, Cilloni, Gruppioni ne. All. Fucka.

Santarcangelo: Mulazzani 18, Piacente 13, Karpuzi 8, Ricci 7, Amati 6, Buo 3, Ballardini 2, Vimori, Polverelli, Lodovichetti. All. Middleton.

GRISSIN BON – B.S.L. 57 – 113

(12-26; 30-54; 42-81)

Reggiana: Gandellini, Magnani 2, Vaccari 17, Vecchi 6, Fontanili 4, Catellani, Giberti 6, Lugli 6, Ferrari 5, Miele 11, Press, Giroldi. All. Mastellari.

San Lazzaro: Sibani 22, Parenti 8, Scapinelli 2, Glinos 4, Landi 17, Torreggiani 3, Cisbani 10, Matera 14, Tripodi 23, Tamborino 10. All. Sanguettoli.

CLASSIFICA

Bsl San Lazzaro 34; Virtus Bologna 30; Fortitudo Bologna 26; Vis 2008 Ferrara, Crabs Rimini* 18; Academy Fidenza* 16; Vico Parma* 14;
Pall. 2.015 Forlì* 12; Junior Ravenna* 10; Santarcangelo 6; Reggiana* 0.

UNDER 15

14° Giornata

CASSA DI RAVENNA – BASKERS FORLIMPOPOLI 95 – 92

Fortitudo: Bonfiglioli 18, Masina 6, Venturi 11, Natalini 12, Callegari 1, Lagna 25, Zagnoni 12, Gabrielli 8, Savino 2, Fazio, Pietrantonio, Angelini. All. Menichetti

Forlimpopoli: Caramella 17, Garavini 14, Naldini 16, Ravaioli L. 8, Compagni 7, Montanari 2, Sassi 17, Roncuzzi 2, Grementieri 7, Ravaioli M. 3, Ruscelli ne, Lazzari ne. All. Golinucci

CRABS 1947 – ACADEMY BASKET FIDENZA 2014 88 – 60

B.S.L. SAN LAZZARO – VIS 2008 90 – 58

(19-21; 46-36; 66-54)

San Lazzaro: Gamberini 27, Manzoni 3, Palmieri 2, Ziglio 6, Margelli 5, Lusignani 13, Rossi 9, Colletta, Fucka 5, Piras 14, Piazzi 2, Cuccoli 2. All. Zaffarani.

Vis Ferrara: Germensi ne, Righini 4, Riciucci 2 Dirani 2, Ebeling 8, Pulito 4, Bondesani 2, Toksimovic 4, Blemonte 14, Yarbanga 18. All. Bottoni.

JUNIOR BASKET RAVENNA – BENEDETTO 1964 72 – 76

(26-24; 41-40; 54-60)

Cento: Galantini 21, Di Rienzo, Miceli, Accardi 3, Negrini 2, Ramponi 11, Balletti 3, Orsini 14, Pascucci 12, Tundo, Jebali 10, Fabbris. All. Brochetto.

BPER BANCA VIRTUS PALL. – BASKET SANTARCANGELO 60 – 57

(20-14; 34-25; 49-39)

Virtus: Cappellotto 15, Ciobanu 6, Faldini 13, Francesconi 3, Franzoni 9, Gambini, Kindt, Landi 5, Mondini Branzi 4, Montanari, Pesci ne, Roversi 5.
All. Rota

POL. PONTEVECCHIO – GRISSIN BON PALL. REGGIANA 72 – 86

Pontevecchio: Collina, Pilutti, De Novellis 6, Martinelli 17, Sica, Romagnoli , Trivarelli 2, Benini 8, Labanti 12, Valeriani 11, Testoni, Gervasoni 16. All. Baffetti.

CLASSIFICA

Benedetto 1964 Cento* 26; Bsl San Lazzaro, Vis 2008 Ferrara 22; Baskers Forlimpopoli 20; Fortitudo 103 Bologna 20; Crabs 1947 Rimini* 16; Junior Ravenna*** 14; Reggiana 10; Santarcangelo**, Virtus Bologna* 8; Academy 2014 Fidenza** 4; Pontevecchio Bologna 0.

Promozione: Fulgorati ko a Castelsangiovanni. La Libertas Green fa suo il derby con l’Aics

PROMOZIONE 18° Giornata

GIRONE A

BASKET OGLIO PO – POL. D. VIRTUS PONTEDELLOLIO 76 – 80

IRA TENAX BASKET CORTEMAGGIORE – CUS PARMA 61 – 47

SCUOLA BASKET CAVRIAGO – SAMPOLESE BK 69 – 59

VICO BASKET – POLISPORTIVA BIBBIANESE 58 – 63

POL. CASTELLANA – PALL. FULGORATI 67 – 55

(18-7; 38-21; 55-36)

Castelsangiovanni: Eccher, Boselli 10, Baldini 11, Tresoldi, Brandolini, Bonatti 9, Derba 6, Faraone 1, Militello 8, Mori 7, Villa 15, Georgiev. All. Ferri.

Fulgorati Fidenza:  Rivetti 2, Baratta, Bondani 4, Canali 11, Giraud 2, Molinari 4, D’Esposito, Iacomino 3, Marletta 16, Gelmini 5, Cabrini 6, Longhi 2. All. Giacobbi.

PLANET BASKET – S.ILARIO BASKETVOLLEY 51 – 59

CLASSIFICA

Fulgorati Fidenza*, Cus Parma 24; Sampolese* 22; Virtus Pontedellolio 20; Planet Parma, Ira Tenax Cortemaggiore 18; Ducale Parma* 16; S.Ilario d’Enza*, Scuola Basket Cavriago, Castellana Castelsangiovanni 14; Guna Oglio Po**, Vico Parma*, Bibbianese* 8.

GIRONE B

MABO BASKET – GAZZE CANOSSA 83 – 86

POL. IWONS – GELSO 67 – 46

BASKET CAMPAGNOLA E. – SBM BASKETBALL 75 – 60

(14-14; 42-26; 63-48)

Campagnola: Gasparini, Valli 14, Torreggiani 4, Delbue, Piuca Rob. 15, Gelosini 6, Soccetti, Sueri 4, Rustichelli 24, Ligabue 6, Sacchi 2. All. Carpi.

Sbm Modena: Ferrari 5, Monari 3, Tagliazucchi 13, Benati 4, Lanza 2, Ullo 1, Kashin 9, Manzotti 6, Mengozzi 4, Rainer 13. All. Gatti.

Seconda sconfitta consecutiva per l’Sbm a Campagnola. I modenesi, privi di Asperti e Fantinati, cedono alla formazione reggiana cui hanno concesso troppo in fase difensiva, non riuscendo ad essere sempre concentrati nelle varie fasi del gioco. Inizio equilibrato nel primo quarto, poi primo strappo reggiano con 3 triple consecutive di Valli sul 23-17, rientro modenese con le incursioni di Rainer, sul 28-26, poi, un lungo black out, fino al 47-26 di inizio terza frazione. A questo punto, Modena recupera fino al 55-46, per poi ricadere fino al 64-48, ad inizio ultimo quarto. Di nuovo recupero, sotto la spinta di Tagliazucchi e Rainer, fino al 57-48, poi, a 3′ dal termine, un canestro fallito da sotto ed un successivo tecnico chiudono la contesa, accesa solo per la ricerca di Campagnola di ribaltare la differenza canestri. L’SBM, però, si salva in extremis per un solo punto.

AQUILE PALL. GUALTIERI – PALL. GUASTALLA 57 – 58

I GIGANTI DI MODENA – NUOVA PSA MODENA 69 – 46

BASKET JOLLY – UNIONE SPORTIVA AQUILA 78 – 56

PALL. REGGIOLO – CUS MO.RE 73 – 78

CLASSIFICA

Cus MO.RE. 30; Reggiolo, I Giganti di Modena 28; SBM Modena, Jolly Reggio, Gazze Canossa 24; Campagnola Emilia 22; Mabo Pomponesco 18; Iwons Albinea 16; Guastalla 14; Aquila Luzzara 12; Gelso Reggio 8; Aquile Gualtieri 4; PSA Modena 0.

GIRONE C

PGS IMA – C.U.S. FERRARA BASKET 72 – 26

(16-10; 30-17; 49-20)

Pgs Ima; Demetri 9, Stagnoli 9, Cristiani 2, Cocchi 2, Varignana 2, Martelli 9, Natalini 3, Lugli 15, Serio 11, Asciano 5, Balducci 3, Righetti 2. All. Salvarezza.

Cus Ferrara: Maggini, Danieli A. 4, Fogli 4, Ometto 4, Danieli G. 2, Otuedon, Alassio 5, Gulotta 2, Bellinazzi 4, Barcaro 1, Perniola, Galliera. All. Bani.

PALLACANESTRO SANGIORGIO – GALLO BASKET 73 – 63

San Giorgio: Rosati 16, Tolomelli 14, Grassi 9, Argenti 9, Solmi 8, Baldazzi 5, Savic 5, Morando 3, Giunchedi 2, Dal Pian 2, Alberti. All. Gemelli.

SPARTANS BASKET – VIS 2008 71 – 66

(17-17; 32-32; 49-46)

Spartans Ferrara: Virgili 12, Bichi, Ferrarini, Traore ne, Dell’Uomo 9, Marabini 2, Merlo, Terzi 4, Marzola 2, Roversi 17, Santini 9, Zanolli 16. All. Ciliberti.

Vis Ferrara: Bianchi 22, Tuccillo 5, Pauletto 6, Corsato, Forcellini 2, Vaianella ne, Tralli 7, Baraldi, Bottoni 11, Gnani, Bereziartua 13. All. Cigarini.

PALL. TEAM MEDOLLA – DIABLOS BASKET S.AGATA 58 – 66 dts

(19-10; 33-20; 46-43; 55-55)

Medolla: Baccarani 18, Barbieri 17, Bega 14, Cresta 4, Balboni 3, Banin 2, Zanoli, Ceretti, Galeotti F., Guarnieri, Marchetti, Ferretti ne. All. Sacchetti.

Sant’Agata Bolognese: Belosi 18, Mascagna 9, Angelini 7, De Martini 7, Gamberini 7, Achilli 6, Verdoliva 4, Marchi 4, Almeoni 2, Bruni 2, Abbottoni, Scagliarini. All. Serra.

BIANCONERIBA – GHEPARD BASKET 69 – 55

(10-19; 34-31; 61-48)

Baricella: Gamberini, Barbieri 4, Ballarin 17, Frazzoni 5, Sitta 12, Pedrielli 2, Villani ne, Ricci 18, Mantovani 3, Oretti ne, Donati 8, Samorè ne. All. Calandriello.

Ghepard: Romagnoli 10, Innamorati, Sanmarchi 2, Grillini 20, Aldieri P. ne, Aldieri A. 3, Ferri 10, Rizzardi 4, Dallasta 2, Sanguettoli 4. All. Rossi.

LIONS BASKET – DESPAR 60 – 47

(11-12; 28-24; 50-36)

Lions Cento: Fiocchi 4, Gallerani ne, Nannetti, Bonazzi 4, Borghi 2, Cristofori 12, Bonzagni 2, Guaraldi 8, Guidi 7, Guidetti, Passarini 6, Ansaloni 15. All. Alberghini.

4 Torri Ferrara: Soloperto 19, Patroncini 9, Villani 6, Monaldi 5, Marianti Spadoni 4, Amati 2, Vecchio 2, Bigoni, Volpin, Minzoni, Marongiu ne, Paltrinieri ne. All. Moffa.

CLASSIFICA

San Giorgio di Piano, PGS Ima Bologna 28; Bianconeriba Baricella 26; Ghepard Bologna* 24; Medolla 20; Lions Cento, Spartans Ferrara 18; Diablos Sant’Agata Bolognese** 16; Vis 2008 Ferrara* 14; Cus Ferrara 10; Gallo, Fortitudo Crevalcore 4; 4 Torri Ferrara 2.

GIRONE D

HORNETS BASKET BOLOGNA – CENTRO MB ARCOVEGGIO 63 – 51

(17-17; 32-28; 46-42)

Hornets: Nannetti 14, De Leo 13, Gadani 10, Orlando 8, Genovese 7, Zambelli 5, Brina 4, Orpelli 2, Fabulli, Lambertini, Ascari, Jelich. All. Rocco di Torrepadula.

C.M.B. Arcoveggio: Cavallone 10, Cillone, Scalone 8, Forcione 14, Siena, Baraldi, Filippini 3, Venturi 4, Benfenati 4, Caffagna 4, Maldarelli ne, Ferroni Battaglia 4.

MONTEVENERE 2003 A.GIORGI – NAVILE BASKET 47 – 58

(8-12; 22-24; 37-40)

Montevenere: Fiorentini 13, Cruzat 9, Mazzetti 6, Cavana 6, Campeggi 3, Guerrato 3, Bortolan 3, Gamberini 2, Pedron 2, Maresi, Venturini, Testoni. All. Orefice.

Navile: Romagnoli 12, Pasquali 10, Mazzoli 8, Maccaferri 6, Landuzzi 6, Credi 4, Boccardo 4, Perrotta 3, Serboni 2, Polo 2, D’Emilio 1, Chiapparini. All. Corticelli.

Importantissima vittoria del Navile in chiave terzo posto, con la vittoria nello scontro diretto contro il Montevenere, abbellita ancora di più dall’aver ribaltato la differenza canestri. Prova difensiva davvero sensazionale dei biancorossi, capaci di tenere a 47 un attacco che viaggiava a quasi 70 di media.

Cronaca: quintetto Navile con Perrotta, Pasquali, Credi, Romagnoli e Mazzoli, mentre coach Orefice parte con Guerrato, Fiorentini, Cruzat, Cavana e Maresi.

Inizio molto teso, la partita è sentita e dopo il canestro di Fiorentini (unico vantaggio dei locali), il Navile sorpassa con un libero di Mazzoli e un canestro di Romagnoli. Ancora Romagnoli e Pasquali allungano fino al 2-7 del 6’, con il Montevenere totalmente bloccato in attacco. Il Navile lascia per strada qualche punto con i liberi e con i tiri da 3 punti (0 canestri nel primo tempo) e con Guerrato ed un gioco da 3 punti di Mazzetti, il Montevenere si riavvicina, 7-9. Un libero di Maccaferri ed uno di Bortolan fanno 8-10, ma nell’ultima azione una grande giocata difensiva di Boccardo e Maccaferri, manda quest’ultimo ad appoggiare il layup dell’8-12, con il quale si chiude il primo tempo. Nel secondo quarto continua la grande difesa del Navile, che imbriglia l’attacco del Montevenere. Boccardo segna due liberi, 8-14, Mazzetti replica in entrata, 10-14, Polo segna un bel canestro dei suoi, 10-16. Un libero di Guerrato sblocca il Montevenere, ma altri 2 liberi di Boccardo ed un canestro di Serboni lanciano il Navile sull’11-20. I biancorossi non monetizzano, però, il gigantesco lavoro difensivo, il Montevenere alza l’intensità e trova un bel canestro con Cruzat, 13-20, al quale replica Romagnoli con due liberi 13-22. Segna Fiorentini, Cruzat mette due liberi, il Montevenere è di nuovo a contatto, 17-22, ma una bella azione in transizione del Navile, che batte il pressing avversario, manda Romagnoli a canestro, 17-24. Qui i biancorossi hanno un blackout, subiscono il gioco sporco degli avversari e un 5-0 firmato Pedron, libero di Fiorentini e canestro di Gamberini riporta in partita il Montevenere, 22-24 Navile all’intervallo lungo. Qualche recriminazione per i buoni tiri non segnati e per il calo che ha visto negli ultimi 2’30” del quarto il rientro del Montevenere, ma la consapevolezza di aver difeso alla grande e che basta migliorare la circolazione di palla per fare punti. Cruzat pareggia subito in apertura di quarto, ma Pasquali corona un ottimo giro di palla e punisce con la tripla la zona 3-2 di Coach Orefice, 24-27. Mazzoli da sotto segna il 24-29, Fiorentini mette 2 liberi, Mazzoli un altro canestro e Cruzat e Credi si scambiano una tripla, 29-34 Navile. In campo c’è tanta intensità, Romagnoli segna il +7, ricuce Cavana e adesso le due squadre vanno spesso in lunetta, perché ogni azione è piena di contatti. Pasquali segna due liberi, Mazzetti e Credi uno a testa, 32-39: lo stesso Credi è beffato dal ferro con una tripla presa benissimo, che però balla tre volte sull’anello ed esce, dall’altra parte Cavana segna, subisce fallo e trasforma il libero, 35-39. Un libero di Maccaferri e un canestro di Bortolan fissano il punteggio sul 37-40, quando dopo trenta minuti di gioco si va all’ultimo mini riposo. Maccaferri apre il quarto periodo con uno splendido taglio per il 37-42, poi, dopo alcune azioni confuse, la palla arriva in angolo a Campeggi, che, da libero, segna la tripla, 40-42. È un momento difficile per il Navile, ma Perrotta e Landuzzi, da grandi campioni, segnano due triple consecutive e lanciano il Navile, 40-48 a -5’30”. Cavana segna un libero, Romagnoli un bellissimo floater e il Navile è a +9, stesso distacco dell’andata. I biancorossi si intestardiscono, però, con alcuni tiri da fuori, ma non pagano dazio più di tanto, solo un canestro di Fiorentini, 43-50. Il Montevenere si innervosisce, Landuzzi subisce fallo e fa 2/2 ai liberi, Guerrato viene espulso per doppio tecnico e un 4/5 dei biancorossi dalla charity line, vale il 45-56 all’ultimo giro di lancette. Segna Fiorentini, ma nell’ultima azione Romagnoli, pescato benissimo sotto canestro, segna il canestro che vale il 47-58, col Navile che vendica con gli interessi la sconfitta dell’andata.

CSI SASSO – VANINI 68 – 60

(20-13; 42-31; 51-50)

Csi Sasso Marconi: Labanti 7, Davalli 4, Orlandi 14, Previati 4, Versura 2, Vanzini 4, Palmieri 7, Lenzi 4, Vinerba 2, Monciatti 8, Zerbini 10, Borsari 2. All. Bulgarelli.

Horizon: Sebastianutti 8, Di Stefano 7, Turrini 2, Baiesi 8, Nasi, Tinti, Cola, Caverzan 6, Maldini 4, Varotto S. 5, Varotto M. 10, Grippo 10. All. Muscò.

POL. PONTEVECCHIO – OMEGA BASKET 63 – 80

(16-15; 31-42; 50-65)

Pontevecchio: Giorgi, Di Noto 16, Ricci 6, Canino 2, Venturi 6, Scalorbi 3, Mansutti 4, Poluzzi 4, Olimbo 6, Mazzacurati 5, Angeletti 4, Grilli 7. All. Bonfiglioli.

Omega: De Pascale 9, Coccaro 8, Midulla 18, Bolelli 7, Sterpi 10, Fenderico 4, Saccà 6, Morales Cassara 13, Palad 5. All. Nannoni.

S. MAMOLO BASKET – STARS BASKET 79 – 73

(20-15; 37-39; 58-61)

San Mamolo: Trotta ne, Rebeggiani 1, Mengoli 14, Omodei 2, Guidetti 2, Tazzara 13, Quadri S. 4, Lanzerotti, Albertazzi 16, Placanica 1, Quadri A. 9, Balzan 17. All. Nannetti.

Stars: Molise 5, Venturi 6, Somma 4, Barbieri, Pomentale, Musolesi 2, Ostapyuk 19, Branchini 6, Stanghellini 14, Bordonaro, Benfenati 14, Raffaelli 3. All. Piccolo.

PGS BELLARIA – ANZOLA BASKET 71 – 77

(16-19; 31-33; 51-56)

PGS Bellaria: Menna 6, Fae 17, Balistreri, Ottani 18, Scarenzi 4, Bulgarelli 27, Giorgio, Furlanetto, Brini. All. Benini.

Anzola: Gobbi 13, Lambertini 5, Galli 5, Gherardi, Poli 1, Franchini 8, Venturi 12, Missoni 4, Di Pasquale ne, Cappelli 29, Taoufik ne. All. Righi.

Importante successo esterno di Anzola, che espugna la palestra Don Bosco e continua la corsa verso una tranquilla salvezza. Nonostante le assenze di Violi e Lullo, i biancoblu ospiti giocano una partita gagliarda, meritando di fatto l’intera posta e comandando, a parte i minuti iniziali, per tutto l’incontro. Partono meglio i bolognesi, che trovano canestri dalla lunga distanza (12-7), ma controparziale ospite con tre triple di Venturi che chiudono la prima frazione sul 16-19. Anzola continua a macinare gioco e va in contropiede, i padroni di casa sbagliano tante conclusioni da dentro l’area pitturata e Gobbi e compagni raggiungono il massimo vantaggio sul +9 (21-30). La PGS passa a zona e qualche pallone perso di troppo permette ai ragazzi di Benini di rientrare sul 31-33. Terza frazione dove Anzola ribatte colpo su colpo al trio di casa Bulgarelli, Fae e Ottani. Cappelli colpisce dalla lunga, Gobbi distribuisce cioccolatini che i compagni devono solo scartare e depositare a canestro; alla terza sirena il vantaggio è ancora ospite sul 51-56. Ultimo quarto vibrante, Venturi deve anzitempo uscire dalla contesa per raggiunto limite di falli. Bulgarelli e Ottani riportano avanti la PGS sul 67-66. Cappelli trova due canestri in penetrazione, i padroni di casa ribattono con la tripla di Ottani; Franchini segna in passo e tiro, da sotto. Anzola difende bene gli ultimi possessi mostrando una buona condizione atletica, il Bellaria è sulle gambe e non segna più. Cappelli è glaciale dalla lunetta e fissa il punteggio sul 71-77 ospite.

CLASSIFICA

San Mamolo Bologna 34; Hornets Bologna 28; Navile Bologna 22; Montevenere Bologna 20; Omega Bologna* 18; C.M.B. Arcoveggio*, Horizon Bologna, Stars Bologna, Anzola 16; PGS Bellaria Bologna, PGS Corticella Bologna 8; Pontevecchio Bologna, CSI Sasso Marconi 6.

GIRONE E

BASKET PROJECT – MASSA BASKET 2010 58 – 45

(13-21; 28-30; 40-40)

Faenza: Troni 7, Santo 10, Anghileanu 2, Boero 18, Ragazzi 6, Turchiarulo, Picone 2, Fabbri, Babini, Pantani 6, Conti 4, Morsiani 3. All. Morigi.

MassaLombarda: Ugolini L. 4, Montanari 2, Orselli ne, Ugolini V., Berardi L. 11, Brignani 3, Berardi R. ne, Asioli 4, Pinardi 7, Rivola 7, Linguerri 7, Spadoni. All. Landi.

PALL CASTEL S.P.T. 2010 – PARTY & SPORT 67 – 47

(10-10; 29-22; 48-34)

Castel San Pietro 2010: Cavina 13, Pedini 3, Creti T. 12, Mondanelli 11, Pondrelli 2, Curti 4, Turrini 9, Righi 3, Zuffa 6, Cenni 4, Landini, Trivisonno. All. Creti A.

P&S Ozzano: Dozza 9, Passatempi 1, Carelli Mat. 2, Lazzari 5, Avallone 13, Migliori, Fabbri, Bertarelli, Martelli 17, Carelli Mar., Tagliati, Ziron ne.

TATANKA BALONCESTO IMOLA – MEDICINA BK 2007 48 – 61

Medicina 2007: Ventura 9, Miceli 8, Vignudelli 13, Magli 3, Buscaroli 2, Pazzaglia 1, Castellari 5, Impastato 1, Trippa 8, Martelli 8, Dall’Olio ne, Soldi 4. All. Pasquali.

POL. DIL. FARO – IN FIERI 69 – 46

(17-9; 36-24; 59-35)

Faro Argenta: Federici 16, Pasetti 12, Dalpozzo 10, Bonora 7, Zanetti 6, Checcoli 6, Porcellini 6, Baldi 4, Taglioli 2, Cesari, Nicoletti, Fuschini ne. All. Santoro.

In Fieri San Lazzaro: Tradii 9, Gianasi 7, Magni 6, Zanaroli 5, Fiordalisi 5, Venturoli 4, Fornasari 4, Fiumi 3, Bosi 3, Campedelli. All. Guidetti.

SALUS PALL. BOLOGNA – POL. VIRTUS CASTENASO 65 – 52

(22-15; 41-21; 53-34)

Salus: Tabellini M., Grilli 8, Tabellini G. 3, Nanni 17, Grassi 15, Chirco 3, Stignani, Bucca 10, Cocchi 6, Dallacasa 3. All. Nieddu.

Castenaso: Fiolo 6, Magagnoli 8, Lombardo L.P. 2, Tonelli 15, Lombardo N. 4, Sighinolfi 2, Bernardoni 6, Orsini 3, Consolo 6, Urzino, Zini. All. Pizzi.

289 ACADEMY – BASKET GIALLONERO 58 – 68

(14-19; 17-35; 38-43)

289 Budrio: Zinzi, Grlli 2, Barone, Zitelli 13, Semilia 13, Sarti 6, La Cascia 14, Gherardi 2, Draghetti 3, Palladino 5. All. Baraldi.

Giallonero Imola: Militerno ne, Biavati, Guastamacchia 9, Grandolfi 13, Pirazzini 7, Spoglianti 6, Fusella, Brusa 3, Vignoli 4, Laaboudi 13, Sassi 13. All. Alfieri.

CLASSIFICA

Castel San Pietro 2010 30; Medicina 2007, Giallonero Imola 24; Project Faenza 22; Faro Argenta 20; Massa 2010, Salus Bologna 18; Tatanka Imola, Party&Sport Ozzano 16; Virtus Castenaso 12; Gardini Fusignano* 8; In Fieri San Lazzaro* 6; 289 Academy Budrio 0.

GIRONE F

FISIOKINETIC – SAN PATRIGNANO 89 – 77

(21-17; 36-36; 67-57)

Coriano: Casadei 23, Bigini A. 23, Ortenzi 9, Bigini G. 5, Thiam 4, Casali 12, Chistè 10, Buscherini 3. All. Chistè.

San Patrignano: Pesarini 28, Romboli 17, Randazzo 16, Panzeri 7, Bologna 5, Baldassarri 2, Romano 2, Taddei, Cianni, Mirabile, Persici ne, Raimo ne.

PIRATES – FADAMAT BASKET 47 – 62

(12-23; 23-31; 30-51)

Misano: Cupparoni 2, Poggi ne, Migani, Ferri L., Sabattini 5, Boldrini, Bordini 2, Ferri A. 22, Galvani, Cevoli 16, Martini. All. Chiadini.

Fadamat Rimini: Del Fabbro 4, Zaghini 5, Stabile, Borello 2, Cardinali 2, Magnani 17, Ferrini 14, Toni, Accardo 12, Serpieri 4, Guglielmi 2, Missiroli ne. All. Podeschi.

LIBERTAS GREEN BK – AICS JUNIOR BK 57 – 45

(13-13; 33-22; 44-27)

Lib. Green Forlì: Ruscelli 17, Vadi 11, Brunetti J. 8, Panzavolta 7, Gnini 4, Galeotti 4, Bessan 4, Brunetti N. 2, Gavelli, Graziani ne. All. Laghi.

Aics Forlì: Liverani 14, Russo 12, Rossi 6, Naldi 5, Ruffilli 5, Perugini 2, Guaglione 1, Zanotti, Imperadori, Mariani, Guerzoni ne. All. Sanzani.

SPORTING CLUB CATTOLICA – EAGLES 63 – 65

(12-15; 22-28; 42-40)

Cattolica: D’Orazio 4, Ugolini 4, Bergna ne, Adanti 21, Cavazzini 10, Giorgi 5, Cavoli 7, Ciandrini 3, Massanelli, Siracusa 4, Simoncini Fuzzi ne, Bacoli 5. All. Cotignoli.

Morciano: Bacchini 14, Morelli 12, Guastafierro 6, D’Aurizio 6, Tontini 7, Cevoli 1, Ricci 6, Rossi ne, Cenci 13. All. Villa.

TIGERS BASKET 2014 – LIVIO NERI 57 – 82

(22-21; 35-43; 46-55)

Tigers 2014 Forlì: Pedrizzi 5, Valgimigli 6, Biondi 11, Ruffilli 3, Plachesi 3, Boi 10, Poggi 4, Bergantini 6, Valpiani 3, Visani, Asani 6. All. Lapenta.

L.N. Cesena: Gollinucci 8, Foschi 8, Zampa 7, Syla 18, Ricci G. 5, Ricci G.L. 8, Laghi, Pirazzini 2, Palazzi, Orioli 9, Montanari 8, Lucchi 9. All. Focarelli.

BASKET 2000 – CRAL E. MATTEI 79 – 61

(19-18; 42-31; 55-48)

BK 2000 San Marino: Giancecchi 27, Fiorani 15, Liberti Lo. 11, Agostinelli 6, Pasolini 6, Giovannini 5, Bombini 4, Zafferani 3, Campajola 2, Liberti Leo, Lioi, Botteghi. All. Morri.

Spem Ravenna: Bomben, Polyeschuk 10, Bramante 3, Molea 6, Caccamo 11, Palazzi 8, Fumolo, Bindi 5, Camassa 9, Niang 9, Ferizi. All. Borghi.

RECUPERO

FADAMAT – LIBERTAS GREEN 63 – 57

CLASSIFICA

Aics Forlì*, BK 2000 San Marino, Fadamat Rimini 24; Artusiana Forlimpopoli**, Libertas Green Forlì 22; Cral Mattei Ravenna 20; Livio Neri Cesena, Eagles Morciano 16; S.C. Cattolica, San Patrignano, Fisiokinetic Coriano 10; Tigers Forlì* 8; Pirates Misano 6.

Serie B, Romagna in festa, mentre Cento perde a Chieti ed è raggiunto da Fabriano

SERIE B/C 20° Giornata

TERAMO BASKET 1960 – GIULIANOVA BASKET 85 72 – 80

LUCIANA MOSCONI – REKICO 80 – 72

(29-18; 44-40; 62-59)

Ancona: Demarchi ne, Centanni 22, Ferri 3, Quaglia 13, Monina ne, Timperi 13, Ianelli, Baldoni 6, Gueye 8, Rinaldi 15. All. Rajola.

Faenza: Anumba 2, Rubbini 8, Oboe 10, Zampa, Calabrese ne, Tiberti, Bruni 14, Klyuchnyk 8, Sgobba 16, Petrucci 8. All. Friso.

Peccato davvero. La Rekico non riesce a dare continuità alla vittoria ottenuta mercoledì scorso contro Chieti, cadendo ad Ancona dopo aver, a lungo, dimostrato di potersi aggiudicare il match. A condannarla sono stati i troppi alti e bassi che l’hanno ancora una volta obbligata alla sconfitta lontano dal PalaCattani.

Avvio di gara da dimenticare per Faenza, con la Luciana Mosconi che vola sul 20-4, grazie alle triple dei suoi frombolieri Centanni e Gueye. La Rekico reagisce e, grazie al gioco di squadra, riesce a ridurre il gap fino al 24-18. L’aggancio, però, non arriva, perché alcune palle perse di troppo ed una difesa non sempre attenta, permettono ad Ancona di mantenere il vantaggio, pur soffrendo il ritorno degli avversari, bravi a non mollare. I Raggisolaris infatti mettono in campo l’orgoglio e con cinque punti consecutivi di Bruni si portano sotto 38-37 a fine secondo quarto, con lo stesso copione che va in scena alla fine del terzo. Questa volta sono due liberi di Rubbini a valere il 62-59 al 30’. Tutto si decide negli ultimi dieci minuti: la Rekico compie l’errore di avere un calo di tensione, Ancona ne approfitta e con Timperi e le triple di Rinaldi passa a condurre 76-61. Nel finale i faentini non riescono a concretizzare la rimonta, difendendo, comunque, la differenza canestri nel doppio confronto.

SINERMATIC – RISTOPRO 64 – 88

(17-22; 29-36; 46-70)

Ozzano: Morara 6, Chiusolo 3, Mastrangelo 11, Corcelli, Iattoni 10, Folli 4, Favali 6, Dordei ne, Lolli, Galassi 4, Montanari 12, Crespi 8. All. Grandi.

Fabriano: Fratto 4, Petrucci 11, Del Testa 5, Paolin 9, Merletto 19, Cicconcelli, Garri 12, Radonjic 15, Cianci 2, Fontana 11. All. Pansa.

Dopo tre successi di fila, arriva una pesante battuta d’arresto per la Sinermatic, sconfitta 88 a 64 sul parquet amico da una Janus Fabriano che disputa un match ai limiti della perfezione.

L’approccio dei New Flying Balls alla partita, contro una delle favorite del campionato, è positivo: Crespi da 3 punti, Iattoni dall’area e Chiusolo dall’arco, fanno 8-0 Ozzano dopo 90″, costringendo il coach ospite Pansa al primo timeout di serata. La Ristopro entra così in partita e con Radonjic, Merletto e Fontana, arriva il contro break di 0-11. Questa volta è coach Grandi a rifugiarsi nel timeout, ma Fabriano sfrutta ancora l’inerzia per portarsi sul +6 (8-14), grazie ad una bomba di un ispirato Radonjic. Mastrangelo e Galassi fermano l’emorragia dei Flying con due importanti canestri dal pitturato (12-14 al 7’). Dall’altra parte, Garri e Paolin segnano i loro primi canestri del match e la Ristopro prova a riallungare; una tripla di Montanari riavvicina Ozzano sul -5 alla prima sirena (17-22 il parziale). Nel secondo quarto, le difese hanno la meglio sugli attacchi, il punteggio si abbassa drasticamente e la partita a tratti si innervosisce, con alcune fischiate dubbie che portano numerose proteste da entrambe le panchine.  Favali dai 6,75 fa -2 (20-22), Monatanari e Crespi rispondono ai canestri di Luca Garri, ma, da fuori, le triple di Del Testa e Merletto fanno volare Fabriano fino al +9 (27-36 al 18’). Si va alla pausa lunga con i padroni di casa sotto di sette lunghezze, grazie ad un canestro di Mastrangelo (29-36). Nel terzo quarto, come già successo nel match d’andata, arriva lo strappo decisivo per la formazione marchigiana: sfruttando tutta la propria fisicità sotto canestro e trascinati da una splendida prova di Merletto, Fabriano, in quattro minuti, chiude la partita con un perentorio 16 a 0 di parziale. Al minuto 24 il tabellone del Pala Arti Grafiche Reggiani dice 29-52, 23 lunghezze da recuperare per la Sinermatic, che pecca in fisicità rispetto agli avversari (non dimentichiamo l’assenza forzata di Gigi Dordei), una serata da dimenticare ai liberi (1/9 fino a quel momento, 8/18 a fine serata) e tanti tiri aperti e comodi da 3 punti non concretizzati. Dopo i 4′ di digiuno, i Flying Balls trovano un bel canestro di Folli, una tripla di Iattoni e ancora un piazzato del giovane Folli, ma sempre dall’altra parte, in qualche modo, Fabriano risponde, o con Fratto, o con Fontana, o con Paolin. La Sinermatic finisce fino anche a -25 (38-63 al 28’), segue un 8-0 di parziale firmato Iattoni-Monatanari (46-63 al 29’) ribattuto però da uno 0-6 di Merletto e Petrucci. Alla terza sirena Fabriano è a +24. Nell’ultima frazione la partita per gli ospiti è ormai in cassaforte, nonostante questo arrivano nuovi bei canestri da parte dei bianco blu, in particolare da Merletto e Fontana. A 180″ dalla fine la Ristopro trova il massimo vantaggio (+29), Ozzano, con Mastrangelo, Morara e Favali, ricuce un po’ il gap fino al -22. Nel finale Paolin segna il canestro del 64-88 finale. A partita conclusa, grande gesto di sportività delle due tifoserie, con scambi di applausi ed apprezzamenti.

ESA LUCE + GAS – TRAMEC 69 – 65

(19-20; 37-36; 55-55)

Chieti: Stanic 16 (5/9, 0/3), Ponziani 14 (6/10), Meluzzi 14 (4/7, 2/6), Rezzano 7 (0/2, 2/2), Ruggiero 7 (3/7, 0/4), Di Carmine 6 (0/4, 2/3), Pederzini 3 (1/5), Gialloreto 2 (1/1, 0/2), Signorini (0/1), Mijatovic ne. All. Sorgentone.

Cento: Ranuzzi 14 (2/9, 3/6), Leonzio 13 (2/6, 2/4), Morici 12 (4/5, 1/7), Rossi 10 (5/8, 0/0), Moreno 9 (0/3, 3/6), Paesano 5 (1/3, 1/2), Vitale 2 (1/3, 0/3), Bedin, Venturoli, Fallucca ne, Idrissou ne. All. Mecacci.

AMADORI – ROSSELLA 74 – 57

(23-16; 30-31; 55-41)

Cesena: Frassineti 23 (7/9, 2/4), Battisti 15 (5/6, 1/2), Brkic 10 (2/3, 1/2), Trapani E. 7 (2/4, 0/2), Hajrovic 6 (3/7), Chiappelli 5 (2/2, 0/3), Scanzi 4 (2/3, 0/3), Planezio 2 (0/3, 0/5), Rossi 2 (1/1), Papa, Guidi. All. Di Lorenzo.

Civitanova Marche: Amoroso V. 15 (4/8, 2/9), Felicioni 12 (2/3, 2/5), Alessandri 7 (1/4, 1/2), Amoroso F. 7 (0/3, 2/5), Rajcevic 6 (3/3, 0/1), Pierini 5 (1/3, 1/3), Trapani F. 3 (1/2), Rocchi 2 (0/1, 0/3), Vallasciani (0/1, 0/2), Masciarelli, Montanari. All. Domizioli.

GOLDENGAS SENIGALLIA – PREMIATA MONTEGRANARO 83 – 75

AURORA BASKET – ALBERGATORE PRO 70 – 82

(23-24; 43-47; 53-65)

Jesi: Lovisotto 16 (7/11), Sgorbati 15 (5/12, 1/4), Bottioni 14 (4/8, 1/3), Magrini 12 (2/2, 2/7), Giampieri 7 (1/2, 1/5), Giacchè 6 (2/6 da tre), Montanari, Konteh, Elling ne, Ginesi ne, Casagrande ne, Migliori ne. All. Ghizzinardi.

Rinascita Basket Rimini: Rinaldi 19 (5/9, 1/2), Bedetti F. 16 (6/6, 0/1), Broglia 12 (6/11), Simoncelli 11 (2/3, 2/2), Pesaresi 7 (1/2, 1/5), Bedetti L. 6 (3/7), Rivali 5 (2/3), Moffa 4 (1/1, 0/4), Ambrosin 2 (1/1, 0/1), Ramilli ne. All. Bernardi.

PORTO S.ELPIDIO BASKET – BAKERY 72 – 80

(24-19; 43-48; 53-68)

Porto Sant’Elpidio: Giammò 8, Di Pietro ne, Balilli, Costa 10, Borsato 16, Malagoli 13, De Sousa ne, Rosettani ne, Lusvarghi 4, Sagripanti 3, Bastone 18. All. Sebastiano.

Piacenza: Udom 2, Pedroni 5, Artioli 3, Perin 20, Bruno 17, De Zardo 10, El Agbani, Cena 11, Birindelli 7, Vangelov 5. All. Campanella.

La Bakery ritorna alla vittoria in trasferta, in un match che ha riservato non poche insidie. I biancorossi, dopo cinque sconfitte su campo ostile, sfatano il tabù e continuano la marcia nelle zone alte della classifica. Il presidente Beccari, oggi in panca con la squadra e i numerosi tifosi biancorossi hanno sostenuto incessantemente gli uomini di Campanella, in un match dominato da Perin (20 pt.) e Bruno (17 pt.) contro un Porto Sant’Elpidio con nulla da perdere.

Malagoli e Vangelov aprono le marcature in un palazzetto semi deserto. Il numero 8 è l’unico marcatore marchigiano, fino alle due triple di Bastone ed una di Borsato che spazzano via i canestri di Cena e De Zardo. La Bakery prova a riprendersi con la tripla di Bruno e i liberi, ma Giammò, all’esordio in casacca blu, piazza il 20-16 che costringe Campanella al time-out. I biancorossi escono rinforzati con i punti di Birindelli e Bruno, ma a pochi istanti dalla sirena, Borsato scaglia la tripla vincente e Bastone di libero, sanciscono il 24-19 finale. Porto Sant’Elpidio, a sorpresa, conduce in maniera convincente con cinque triple andate a segno contro le due ospiti. La Bakery rientra convinta e con il fuoco negli occhi, cominciando a macinare punti su punti. Da il via alle danze Pedroni con la tripla, seguito da uno splendido Marco Perin, che confeziona sei punti filati, rispondendo ai continui colpi di Borsato. Sul 27-30, Porto Sant’Elpidio ricomincia con i tiri dall’arco, firmati Malagoli e Sagripanti, riportando i locali prepotentemente in vantaggio. La Bakery non ci sta e con due contropiedi fulminanti ed una tripla di Artioli, viene cambiata l’egemonia del match, conducendo fino alla seconda sirena, non dando più spunti agli avversari: 43-48. Il terzo quarto sembra concludere definitivamente il match, con i biancorossi corsari ai danni dei blu di casa: solo 10 punti per Borsato e compagni contro i 18 biancorossi. Perin e De Zardo incrementano, Bruno non fallisce la tripla e Cena, per la terza volta in altrettanti match, arriva in doppia cifra (11 pt.). Vangelov ne fa 3 e Perin lo segue a ruota, firmando ancora una volta un match da vero leader. Per Porto Sant’Elpidio gli unici tumulti di ripresa li siglano Borsato e Giammò dalla linea della carità. La terza frazione dice 53-66. L’ultima frazione si apre con un gioco da quattro di Santiago Bruno, sancendo il +15. Quando la partita sempre ormai giunta ai titoli di coda, Bastone e Borsato, con 8 punti filati, insediano una Bakery distratta fino al 63-71, costringendo Campanella a rifugiarsi in un time-out forzato. Al rientro, la tegola peggiore per Porto Sant’Elpidio: Borsato insulta l’arbitro e per lui è doccia anticipata. I padroni di casa perdono lucidità e i biancorossi a suon di libero, sfuggono con il punteggio. La Bakery gestisce fino al termine, con Perin e Bruno che raggiungono i 20 e 17 punti, accompagnati da un ispirato Valerio Costa con nove punti negli istanti finali.

CLASSIFICA

PGVP%
Tramec Cento322016480.0
Ristopro Fabriano322016480.0
Albergatore Pro Rinascita Basket Rimini302015575.0
Amadori Tigers Cesena282014670.0
Bakery Piacenza282014670.0
Rossella Virtus Civitanova Marche242012860.0
Esa Italia Chieti222011955.0
Sinermatic Ozzano222011955.0
Rekico Faenza182091145.0
Aurora Basket Jesi182091145.0
Giulianova Basket 85162081240.0
Goldengas Pallacanestro Senigallia142071335.0
Luciana Mosconi Ancona122061430.0
Sutor Premiata Montegranaro122061430.0
Adriatica Press Teramo Basket 196082041620.0
Porto Sant’Elpidio Basket42021810.0

C Gold, Medicina indigesta per l’Olimpia… C Silver, riscatto Vis Persiceto, Fidenza va ko!

SERIE C GOLD 17° Giornata

2G FERRARA DESIGN – ALLIANZ BANK 76 – 77

(17-25; 38-44; 53-56)

Ferrara 2018: Benedetti ne, Cattani 2, Cortesi 16, Percan 14, Seravalli 9, Legnani 1, Poli ne, Pusic 15, Ruina ne, Zaharie 9, L. Ghirelli ne, M. Ghirelli 10. All. Furlani.

BB2016: Resca 9, Folli 2, Mazzocchi, Fontecchio 15, Elio ne, Guerri, Fin 13, Zanetti ne, Nucci 8, Aglio 17, Graziani 13. All. Rota.  

Ha lottato fino alla fine, la 2G Ferrara Design, punita dagli episodi nel finale concitato contro il Bologna Basket 2016, che espugna il Pala Palestre costringendo al quarto ko consecutivo i biancazzurri.

Dopo un avvio equilibrato, con Cortesi e Seravalli mattatori, ci pensano le triple di Resca e Fin a consegnare ai bolognesi il primo mini vantaggio sul 17-25. Buon avvio della seconda frazione di Percan, ma sarà Fontecchio a riportare avanti gli ospiti sul 21-29 al 13’. Ghirelli, Percan e Pusic non ci stanno e rimettono Ferrara in carreggiata: al 14’ è 27-29. Aglio c’è (27-33 al 16’), ma Ghirelli non è da meno, sua la bomba del -1 2G Ferrara Design: 32-33 al 17’. Bel finale della seconda frazione firmata Fin (32-39 al 18’), così il Bologna Basket 2016 va all’intervallo lungo in vantaggio sul38-44. Bene Matteo Ghirelli e Percan da una parte, Aglio, Fin e Fontecchio dall’altra. Inizio della ripresa di marca Cortesi (5 punti consecutivi) e Pusic, bravo a salire in cattedra: al 25’ è 47-49. La 2G Ferrara Design è bravissima a restare attaccata ai quotati avversari e in avvio degli ultimi 10’, prima Seravalli (tripla del 56 pari al 31’), poi Cattani (azione da tre punti del 59 pari al 32’), quindi Zaharie (bomba del 62-59 sempre al 32’), portano i padroni di casa in vantaggio. Il derbissimo fra ferraresi e bolognesi si decide in un finale davvero infuocato: Pusic è freddissimo ai liberi (64-59 al 33’), ma Fontecchio non è da meno, poi Resca risponde a Cortesi (68-67 al 35’) e Fontecchio lavora con l’esperienza e risponde a Pusic (69 pari). Percan e Zaharie salgono in cattedra (73-69 al 37’), ma gli ospiti, complice pure il fallo antisportivo comminato a Cortesi, con Fin ritornano avanti al 38’: 73-75. Finale da vietare ai deboli di cuore. Seravalli perde palla, Cortesi sbaglia da fuori e a -50” dalla fine Fontecchio, ancora e sempre lui, manda a bersaglio il 73-77, mandando in visibilio il popolo bolognese al seguito. Finisce così, con la tripla di Cortesi sulla sirena che riduce solamente le distanze.

PALLACANESTRO FIORENZUOLA 1972 – GUELFO BASKET 92 – 62

(24-27; 45-40; 71-47)

Fiorenzuola: Galli 10, Sichel 7, Bracci 2, Rigoni 2, Marchetti 11, Dias 8, Livelli 11, Superina, Fowler 12, Fellegara, Ricci 20, Maggiotto 9. All. Galetti.

CastelGuelfo Basket: Wiltshire, Bernabini 7, Bonetti ne, Baccarini 2, Bonazzi 3, Murati, Bergami 2, Musolesi 9, Pieri 2, Govi 20, Pederzini 2, Amoni 15. All. Cavicchioli.

Non conosce soste la corsa della capolista, che supera agevolmente anche il Guelfo.

Le squadre partono subito a buon ritmo, con Amoni per gli ospiti da 3 punti e Livelli in casa gialloblu a inaugurare il match sul 7-7 al 2’. Marchetti, in campo aperto dopo una bella combinazione tra lunghi Dias-Bracci, fa allungare i Bees fino al +5 al 4’ (12-7), prima che ancora Amoni da 3 impatti sul 16-16. Dias, con il fade-away, fa esultare il PalaMagni sul +5, ma la squadra di Cavicchioli attacca con buone percentuali e si riaggrappa a contatto al 7’. 21-20. Govi, sulla sirena, chiude il primo quarto ad appannaggio della formazione ospite (24-27). Fowler inaugura il secondo parziale con il layup su assist di Marchetti, seguito da Galli che, in uscita dalla panchina, compie il break di 8-0 aperto. 32-27 al 13’ e timeout obbligato per Guelfo. Baccarini buca la difesa gialloblu e pareggia al 14’, ma Sichel, dai 5 metri, riconsegna a coach Galetti due possessi di vantaggio: 36-32. Ricci cattura rimbalzi offensivi a grappoli e converte in punti fondamentali per i gialloblu, 43-38 al 19’. Al rientro dagli spogliatoi, Dias e Marchetti dicono 5-2 di mini-parziale, facendo iniziare la seconda metà di gara nel migliore dei modi alla squadra di coach Galetti. La partita diventa spezzettata e con tanti fischi da parte della coppia arbitrale; Livelli incendia la retina al 25’, lo segue Marchetti che recupera palla e vola in contropiede: 57-42 e timeout pieno per gli ospiti. Fiorenzuola stringe le maglie e inizia a volare in contropiede, scavando un gap importante con gli avversari; Galli inventa basket al 29’ con un cioccolatino per Ricci: 64-45. E’ Galli show sul finire del terzo quarto; la guardia fidentina disegna basket, chiudendo il parziale sul 71-47. Sichel non cambia lo spartito e da 3 punti costruisce il 78-49 al 32’, con Guelfo che prova a trovare in Govi le ultime once di energia, in una gara che si avvia al garbage time. Rigoni, con l’euro-step, diventa il beniamino del PalaMagni nel finale per l’87-55 al 37’, con la tripla di Dias che chiude l’incontro. E’ 92-62, i Bees avanzano ancora insieme.

GAETANO SCIREA BASKET – BMR 69 – 77

(14-15; 31-41; 52-52)

Bertinoro: Rossi 14, Cinti, Piazza ne, Zambianchi, Ravaioli 3, Angeletti, Ricci 6, Farabegoli 15, Bessan ne, Brighi 11, Bracci 17, Solfrizzi. All. Tumidei.

Basket 2000 Scandiano: Brevini 2, Cunico, Bianchi 19, Astolfi 6, Bertolini L. 7, Sakalas 20, Canovi ne, Caiti ne, Germani 6, Magni 17, Piccinini ne. All. Tassinari.

Vittoria sofferta per la Bmr che, solo nel finale, riesce ad avere la meglio sul Gaetano Scirea, dopo aver sofferto parecchio, specie nel terzo quarto: decisivo un Bianchi da 19 punti (7/8 dal campo), affiancato da Sakalas (20 punti e 7 rimbalzi) e Magni.

Priva del febbricitante Pini, la squadra di Tassinari parte forte e piazza un parziale iniziale di 0-10, cui i padroni di casa replicano immediatamente con un 14-2, andando a condurre grazie ai canestri di sei giocatori diversi; il 14-15 del 10’ è di Magni, che sale a quota 9 punti realizzati proprio prima del termine del primo quarto. La seconda frazione vede gli ospiti allungare sul 23-31 (15’), grazie a 9 punti di Bianchi; dall’altra parte si mette in luce l’ex di giornata Farabegoli, con 8 punti che tengono a galla i compagni. Dopo il 29-41 di metà gara, si torna in campo per la ripresa ed il Gaetano Scirea piazza subito un 10-2 che gli vale il -2 (41-43), poi impatta a quota 45, andando poi all’ultimo riposo sul 52 pari; la Bmr si sveglia nel periodo conclusivo e con un parziale iniziale di 2-12, rimette le cose in chiaro, gestendo poi il punteggio nel proseguo. Nel finale i forlivesi arrivano nuovamente a -8, costringendo coach Tassinari al time out, ma nell’azione successiva Sakalas rimette i suoi a distanza di sicurezza.

INTECH – E80 BEMA 75 – 72

(9-22; 32-33; 52-58)

VSV Imola: Colombo 11, Marcone, Dalpozzo 12, Agatensi 9, Errera 13, Planinic 1, Orlando 1, Biandolino 2, Fusella ne, Savino ne, Barattini 3, Begic 23. All. Regazzi

Castelnovo Monti: Lovatti 7, Sabah 5, Mabilli ne, Dal Pos 6, Magnani 9, Longoni 17, Levinskis, Mallon 3, Provvidenza 3, Prosek 14, Barigazzi ne, Parma Benfenati 8. All. Diacci.

E’ pazzesca la vittoria allo scadere dell’Intech ai danni del Castelnovo Monti. Con un 75-72 che racconta un successo focalizzato sul tiro da 3 punti di Ivan Begic, a meno di un secondo dalla sirena finale. Ospiti praticamente sempre avanti nel punteggio, ma la sensazione sul parquet imolese è che la Virtus possa rientrare in partita. Ed è così. I gialloneri si aggrappano alla classe di Begic ed alla grinta di Dalpozzo ed Errera. Ed al 40’ tutto il popolo giallonero esulta lungamente sugli spalti.

Iniziano meglio gli ospiti, con Magnani, Longoni e Provvidenza pronti a punire la retroguardia locale con triple pesanti (6-16 al 4’). Coach Regazzi è costretto a consumare i due timeout a disposizione per rianimare la squadra, che fatica ad arginare gli ospiti, sbagliando poi qualche conclusione di troppo. Nei primi 5’ a segno solo Begic, Dalpozzo e Errera. I reggiani si presentano molto reattivi fin dalla palla a due e per Imola è dura. E la tripla in transizione del neo entrato Dal Pos, manda Castelnovo sul +15 (6-21). Al primo intervallo breve ci si arriva sul 9-22. Imola riparte decisamente più concentrata ed in partita, con Colombo che, dopo i liberi di Biandolino, infila in rapidissima successione due splendidi cesti, con tanto di tripla di nuovo dall’angolo per il 16-22. Capitan Dalpozzo pesca il jolly dall’angolo sinistro con una tripla che riporta sotto Imola sul 19-24. A metà frazione ci si arriva sul 20-25. Con una bella e veloce penetrazione Ivan Begic trova il 23-27 a -3’50”. Con una magia, che onora il ricordo di Kobe Bryant, Dalpozzo realizza il 25-29 a 3’ dall’intervallo. E nell’azione successiva Begic indovina la tripla del 28-29, dall’angolo destro. Imitato a 20” dallo scadere ancora da Tommaso Colombo che segna il 32-33 (11 punti). Il primo vantaggio Intech arriva, pronti via, nella ripresa, con l’acrobazia di Begic da sotto le plance (34-33). Agatensi infila una doppia tripla (prima frontale poi dall’angolo destro) che vale il 40-41 al 23′. Magnani realizza la tripla al 4’30” per il +6 Castelnovo (40-46), che raggiunge poco dopo il 40-50. A 2’20” dall’ultimo intervallo breve, si registra la tripla dall’angolo di Begic (49-53) che riaccende il motore Virtus. Continuano le schermaglie ad inizio ultimo quarto, con Begic che segna in penetrazione e Prosek replica dalla distanza (55-61 al 32’30”). Sotto le plance lo scontro tra Errera e Prosek è un qualcosa di epico, d’altri tempi. Errera impatta a quota 64 dalla linea della carità, quindi conquista un rimbalzo e subisce fallo che tramuta nel vantaggio Intech: 65-64. Orlando manda in lunetta Magnani che realizza solo il primo per il nuovo pareggio a 4’ dalla sirena. Sul contropiede di Dal Pos, i reggiani tornano sul +4 (65-69 a 3’40”). Coach Regazzi interrompe il gioco per rischiarare le idee ai suoi ragazzi. Accorcia Errera su assist di Orlando (67-69). Mallon commette il 5° fallo a 2’46” dalla sirena su Errera (68-69). Parma Benfenati ed Errera fanno “a sportellate” e fanno anche canestro (70-71 a -2’). Gli ospiti segnano un libero e dall’altra parte Dalpozzo vede il ferro ribattere il suo tentativo da 3 punti. Begic, dalla lunett,a fa uno strano 0/2 (70-72 a 50” dalla sirena). Sull’errore di Magnani, a rimbalzo lottano Dalpozzo e Prosek che commette fallo a -41”. Dalla lunetta il capitano impatta a quota 72-72. Ospiti in attacco, ma Provvidenza sotto le plance non trova sbocchi per compagni liberi ed il suo passaggio si spegne sul ginocchio di Parma Benfenati a 19” dalla sirena. La sfera a spicchi termina nelle mani di Begic che scatta in avanti per il probabile ultimo possesso della gara. Palla a Barattini, che gestisce il trascorrere dei secondi con accelerata a 7” dalla fine: il suo cross per Errera viene intercettato da Parma Benfenati che mette fuori. Time out per coach Marco Regazzi. Alla ripresa del gioco, Colombo alza la palla per Begic che infila la tripla che vale la vittoria. Il PalaRuggi esplode in un boato clamoroso, da brividi. Il tabellone indica che mancano ancora 5 decimi prima della sirena e l’immediato timeout di coach Diacci offre l’ultimo assalto, con rimessa in attacco per i reggiani. Sul fil di sirena, Longoni cerca il tiro della vita, ma non raggiunge il ferro, sulla buona copertura difensiva proprio di Begic. E’ tripudio Virtus, è la vittoria incredibile allo scadere, dopo aver spesso rincorso gli ospiti.

AVIATORS – DILPLAST CLEVERTECH 76 – 56

(23-14; 47-24; 67-46)

Lugo: Carella 2, Alessandrini ne, Presentazi 12, Cappelli 2, Baroncini, Silimbani 14, Masrè 17, Cervellera, Santini 8, Salsini 11, Arosti, Ravaioli 10. All. Casadei.

Montecchio: Ramenghi 3, D’Amore 4, Tognato 6, Vecchi 9, Giannini 3, Degli Esposti 7, Pedrazzi 5, Trobbiani, Amadio 7, Lusetti 8, Negri 2, Bovio 2. All. Martinelli.

GRUPPO VENTURI – MOLIX 64 – 66

(22-22; 32-41; 47-47)

Anzola: Carpani, Parmeggiani F. 6, Pareggiani S. 3, Franco 8, Baccilieri 13, Villani 19, Venturi, De Ruvo 4, Caroldi 7, Cappelli ne, Perini ne, Donati 4. All. Spaggiari.

Molinella: Guazzaloca ne, Brandani 9, Ranzolin 2, Zuccheri 4, Frignani, Gianninoni 8, Bonanni 3, Lanzi 3, Manojlovic 14, Giuliani 15, Tedeschi 6, Caloia 2. All. Giuliani.

VIRTUS MEDICINA – OLIMPIA CASTELLO 2010 87 – 81

(26-13; 43-36; 66-64)

Medicina: Casagrande 16, Allodi 14, Polverelli 14, Galassi 12, Casadei 11, Curione 11, Poluzzi 9, Agriesti, Rossi, Lorenzini, Stellino ne, Ricci Lucchi ne. All. Curti

Castel San Pietro: Ranocchi 20, Procaccio 13, Magagnoli 12, Albertini 8, Tomesani 7, Benedetti 7, Trombetti 6, Sangiorgi 4, Sabattani 4, Pedini, Torreggiani ne. All. Serio.

Palazzetto dello Sport di Medicina pieno in ogni ordine di posto, pubblico bellissimo a testimoniare quanto sia sentita la partita e quanto le due città vivano con grande passione il basket.

Partenza super per Medicina, con Casadei e Polverelli; al timido tentativo di risposta, è Casagrande a salire in cattedra e spingere in vantaggio i gialloneri al +10. Castello tramortita, prima sirena e Virtus a +13. Secondo periodo e l’Olimpia cerca di riavvicinarsi, ma sotto la sapiente regia di Poluzzi è un caldo Allodi ad infilare due bombe pesantissime, poi Galassi cinico e all’intervallo la Virtus conduce 43-36. Terzo periodo e sempre i locali al comando. Castello abbassa il quintetto, fino a giocare con cinque esterni e alza la difesa; Medicina sbanda, ma Casagrande-Polverelli-Curione mantengono la Virtus in vantaggio. Galassi è caldo, alla sirena Medicina a +2. Quarto periodo e l’Olimpia scivola diverse volte a -7 , poi la coppia Procaccio-Ranocchi segna a ripetizione e negli ultimi minuti i castellani trovano l’unico vantaggio di serata sul +2. Curione pareggia a quota 81 e siamo negli ultimi due minuti. Castello affretta il tiro, Casadei (11 punti, 12 rimbalzi, 7 assist) illumina e pesca Curione in angolo per la bomba; Medicina a +3, time out Castello, tiro di Magagnoli corto, Casadei e Polverelli (14 punti, 11 rimbalzi) controllano il rimbalzo, Castello fa fallo, ma la Virtus, con Poluzzi dalla lunetta, chiude ogni discorso. Vince Medicina ed esplode la festa sugli spalti!

CLASSIFICA

PALL. FIORENZUOLA321716115911351+240
BOLOGNA BASKET 2016241712514041240+164
BASKET 2000 SCANDIANO241712513131210+103
OLIMPIA CASTEL SAN PIETRO221711613291262+67
VIRTUS MEDICINA201710712781272+6
FERRARA BASKET 201816178913331324+9
LG COMPETITION CASTELNOVO16178912521266-14
BASKET LUGO16178912231260-37
VSV IMOLA16178912451298-53
ANZOLA BASKET121761111611232-71
PALL. MOLINELLA121761112161288-72
GUELFO BASKET101751211951301-106
ARENA MONTECCHIO101751211901330-140
GAETANO SCIREA BERTINORO81741311451241-96

SERIE C SILVER

ZTL HOME – MISTER TIGELLA 83 – 82

(18-17, 33-35; 64-57)

S.G. Fortitudo: Balducci 5, Chiarini 7, Zinelli 3, Nguesso ne, Lalanne 16, Vicini, Pederzoli 20, Ranieri 14, David ne, Branzaglia 12, Ponteduro 2, Buscaroli 4. All. Mondini.

San Lazzaro: Salvardi, Cempini 12, Tugnoli 4, Governatori ne, Verardi 20, Stojkov 18, Fabbri 16, Grazzi 4, Naldi, Betti 8. All. Baiocchi.

Vittoria in volata per la S.G. Fortitudo che, nella seconda giornata del girone di ritorno, batte in casa, di un punto, la BSL. Per i biancoblu di coach Mandini spiccano i 20 punti di Pederzoli, ma anche le ottime prestazioni di Lalanne e Ranieri, quest’ultimo a referto con 14 punti in uscita dalla panchina. Venti anche per il capitano biancoverde Verardi, che non bastano, però, ai sanlazzaresi per portare a casa i due punti.

La partita è combattuta, ma all’inizio le due squadre fanno fatica a carburare e si segna poco da entrambe le parti. Gli ospiti perdono, infatti, diversi palloni, ma i locali non riescono a capitalizzare. A dare la scossa alla Fortitudo sono Lalanne e Pederzoli, che infilano due giochi da tre punti consecutivi e che fanno 2/2 anche dalla lunetta. La squadra di coach Baiocchi riesce, però, a restare a contatto grazie alle triple di Fabbri e Stojkov e a fine primo quarto è sotto di un solo punto, sul 18-17. Nel primo possesso della seconda frazione, San Lazzaro trova il sorpasso, firmato da capitan Verardi e grazie al 3/3 in lunetta di Fabbri e al canestro di Betti si porta avanti di quattro lunghezze sul 26-22. La Fortitudo, però, esce bene dal time out di coach Mondini e ritrova la parità con Pederzoli e Ranieri, che appoggia anche il canestro del momentaneo sorpasso. All’intervallo lungo i biancoblu sono sotto di due (33-35), ma partono bene nel terzo periodo, ottenendo un parziale di 19-5 che mette 12 punti di distacco tra le due formazioni (52-40). È il massimo vantaggio per i padroni di casa e nasce dai recuperi difensivi di Lalanne e dalle finalizzazioni sue, di Pederzoli e di Balducci. I ragazzi di coach Baiocchi cercano di arginare la situazione con Stojkov e Verardi e riescono ad arrivare fino al -5, per chiudere poi il periodo a sole sette lunghezze di distanza (64-57). Nell’ultimo quarto, la BSL risale fino al -2, ma la S.G. riesce a ricacciarla indietro, nella prima metà, grazie ai canestri di Lalanne e Ranieri. La squadra ospite, però, non molla e approfittando degli errori dalla lunga distanza dei padroni di casa, torna in parità a quota 78, con la realizzazione di Cempini. A firmare il sorpasso, ad un minuto e mezzo dalla fine, ci pensa Tugnoli, con un canestro dalla media (79-80). Il quinto fallo di Cempini manda in lunetta Pederzoli che fa 1/2 e riporta le due formazioni in parità. Negli ultimi rocamboleschi 27”, Verardi porta avanti i biancoverdi, ma la Fortitudo risponde con la tripla decisiva di Branzaglia a pochi secondi dalla fine, che fissa il risultato sull’83-82 e consegna i due punti alla squadra di coach Mondini (L.B.).

CREI – CESTISTICA ARGENTA 72 – 77

(15-15; 38-40; 53-46)

Granarolo Basket: Salicini 3, Bianchi 16, Meluzzi 15, Nanni 10, Paoloni Lu. 14, Neviani 2, Bernardinello 2, Rapparini ne, Paoloni Lo. 2, Pani 8. All. Millina.

Argenta: Magnani 12, Zanirato, Alberti D. 8, Demartini 17, Bonora ne, Alberti A. 2, Federici ne, Quaiotto 16, Montaguti 6, Malagolini 6, Nicoletti, Martini 10. All. Bacchilega.

La Crei disputa un’ottima gara contro la capolista Argenta ma, come con la Francesco Francia, si disunisce nell’ultimo quarto e getta al vento l’occasione per portare a casa una vittoria importante per la classifica ed il morale. Per Millina la consapevolezza dei progressi della squadra grazie anche ad un organico quasi al completo (Brotza out per il resto della stagione) ed il rammarico di un quarto periodo da soli 9 punti, con 0/12 da 2, che sta a testimoniare come la squadra abbia improvvisamente smesso di girare in attacco, dopo che nel secondo e terzo quarto aveva tirato rispettivamente con il 60% e il 64% dal campo. Argenta si conferma come la vera rivelazione del campionato, guidata dagli esperti Demartini e Quaiotto e dimostrando una grande tenuta mentale nel reagire prontamente ogni volta che Granarolo tentava l’allungo.
La cronaca: in avvio le squadre commettono volontariamente infrazione di 24” e 8” per un emozionante tributo a Kobe Bryant, poi cominciano le ostilità all’insegna dell’equilibrio, con Nanni in evidenza (9-8 al 5’30”). La Crei tenta l’allungo con Bianchi e la tripla di Meluzzi 14-10 al 8’30”), ma un paio di disattenzioni permettono ad Argenta di impattare a 15 alla prima sirena. Il secondo quarto comincia nel segno di Bianchi (per lui una doppia doppia da 16p. e 12r.) che, con un appoggio ed una tripla, regala il +7 ai padroni di casa (22-15 al 12’). Argenta reagisce e con Martini-Quaiotto e Davide Alberti piazza un 2-15 in 4’30” che la porta in vantaggio (24-30 al 16’30”). La Crei accorcia fino al -3, ma Magnani e Martini la rimandano a -7 (31-38 al 18’30”). Meluzzi ( autore di una prova controversa al tiro con 0/4 da 2 e uno strepitoso 5/7 da 3) spara la sua seconda tripla all’ultimo dei 24”, su assist volante di Pani, poi lo stesso Pani prima realizza da 2, poi subisce fallo su tiro da tre a fil di sirena e con un 2/3 dalla lunetta manda le squadre negli spogliatoi sul 38-40. Ad inizio terzo quarto Bianchi-Luca Paoloni- Neviani riportano a +4 Granarolo (44-40). Martini e Magnani ristabiliscono la parità, poi la Crei strappa con 2 liberi di Pani, la seconda tripla di Bianchi, ancora Bianchi su assist di Paoloni e lo stesso capitano dei padroni di casa, con un gioco da tre punti, per il 54-46 al 26’. Malagolini da 3 ferma l’emorragia poi, dopo 2 liberi di Nanni ed un canestro di Quaiotto, spara ancora da 3 per il -2 (56-54 al 27’30”). Granarolo spinge nuovamente sull’acceleratore e su un gioco da 3 punti di capitan Paoloni, raggiunge il massimo vantaggio del match (63-54 al 39’). Alessandro Alberti fissa il 63-56 con cui le squadre si apprestano ad affrontare gli ultimi 10’. Inizio di ultima frazione pirotecnico: Demartini da 2, Meluzzi da 3, Magnani da 3 e ancora Meluzzi da 3 per il 69-61 al 32’. La Crei, improvvisamente, si inceppa sulla 3-2 che in precedenza aveva ben attaccato ed incomincia ad attaccare in maniera confusa e Argenta, con una tripla fortunata di Magnani e Demartini da due, si riporta a due lunghezze (69-67 al 33’30”). Un paio di errori per parte poi capitan Paoloni, dall’angolo, infila la tripla del +5 con 4’30” da giocare. I padroni di casa perdono l’occasione per piazzare l’allungo decisivo, non sfruttando 2’ di digiuno degli ospiti e fatalmente viene punita: Magnani in entrata fa il -3, Neviani si vede fischiare un passi abbastanza fiscale, Demartini, con freddezza, segna il canestro del 72-71 a 2’ dalla fine. Meluzzi sbaglia, ma Davide Alberti, dalla lunetta, fa un’insolito 0/2. Lo stesso esterno si fa perdonare recuperando palla su Bianchi e dando il la all’azione che termina con l’assist di Magnani per Quaiotto che, da 3, firma il sorpasso (72-74 a 58” dalla fine). Dopo il timeout di Millina, Paoloni sulla rimessa perde palla e commette fallo su Demartini con la Crei in bonus: 1/2 dalla lunetta dell’esterno ospite e +3 Argenta (72-75 a 54” dal gong). Granarolo va da Meluzzi per il pari (fin lì 5/6 da tre…); il giocatore felsineo ha lo spazio per scoccare la tripla del pareggio: ferro-ferro-fuori, rimbalzo Argenta e facile canestro in contropiede di Montaguti per il 72-77 finale.

REBASKET – ATLETICO BASKET 91 – 80

(27-23; 56-49; 73-67)

Castelnovo Sotto: Bonifazi 2, Beltran 10, Azzali, Castagnaro 12, Defant 22, Pezzi 17, Barazzoni, Bellocchi, Putti 14, Vezzali 3, Foroni, Zecchetti 11. All. Casoli.

Atletico: Artese 6, Paolucci 4, Serra 21, De Simone 4, Pedroni 1. Veronesi Gr. 12, Veronesi G.I. 16, Tognazzi M, Campanella 10, Trebbi 2, Frascaroli, Tognazzi S. 4. All. Guidetti.

PALL. CORREGGIO – LIMITLESS 64 – 71

(15-24; 27-36; 46-52)

Correggio: Messori, Conte ne, Riccò Fe. 12, Morgotti 6, Guardasoni L. 18, Riccò Fr. 3, Ferrari 7, Guardasoni M. 7, Beltrami ne, Lavacchielli 10, Frilli 1. All. Stachezzini.

Bellaria: Ferrari 17, Mazzotti 16, Foiera 13, Giovanardi 10, Rossi 6, Gori 4, Montanari 3, Cruz 2. All. Maghelli.

CVD BASKET CLUB – LA CANTINA DEI SAPORI 65 – 76

(7-19; 32-35; 51-53)

Cvd Casalecchio: Bertuzzi 5, Lelli 8, Cavallari 5, Penna, Rosa 7, Corradini 6, Dawson 6, Taddei 6, Paratore 18, Fuzzi 4, Baccilieri. All. Gatti.

Zola Predosa: Vivarelli 12, De Gregori 18, Ramini 6, Tubertini 11, Bianchini 14, Bavieri 6, Bonaiuti 5, Righi 2, Zappoli 2, Masina. Bosi. All. Cavicchi.

OTTICA AMIDEI CASTELFRANCO – PALL. CASTENASO 68 – 72

(25-13; 42-37; 56-60)

Castelfranco Emilia: Ayiku, Marzo 3, Govoni 11, Zucchini 21, Torricelli R. 19, Tedeschi, Vannini, Del Papa 3, Torricelli F. 5, Lanzarini, Youbi, Prampolini 6. All. Ansaloni.

Castenaso: Pesino, Ballini 5, Biguzzi 15, Cesario 1, Capobianco 10, Ballardini 11, Zucchini 4, Tinti 8, Marinelli 14, Saccardin 4. All. Castelli.

Una discreta Ottica Amidei battaglia fino alla fine contro Castenaso, ma sono i bianconeri a spuntarla, guidati da un solidissimo Marinelli.

Inizio fulminante per i biancoverdi, consci dell’importanza del match, 12-0 per cominciare la disputa, dopo il minuto di silenzio per onorare la memoria di Kobe e Gianna Bryant. Minuto istantaneo di coach Castelli, ma Castelfranco tiene le distanze intatte fino alla sirena del primo quarto, che si chiude sul 25-13. Nel secondo periodosi va molto più a strappi: l’Ottica Amidei comincia a uscire dal seminato, soprattutto in attacco, e questo porta brutti possessi anche nella meta campo difensiva, in special modo nel pitturato, dove Castenaso riesce a trovare punti facili con tutti gli effettivi. Castelfranco riesce comunque a mantenere il comando delle operazioni, andando a riposo sul 42-37. Il terzo quarto, che già si era rivelato decisivo sabato scorso ad Argenta, colpisce ancora: fino a metà periodo, i biancoverdi mantengono la testa anche se solo di due lunghezze (49-47), poi la luce si spegne e nella seconda metà, l’Ottica Amidei subisce un parziale di 12-3 che porta gli ospiti avanti di 7 (52-59 al 27′). Nonostante tutto, Zucchini e compagni riescono a rimanere aggrappati al match, chiudendo la frazione sotto di 4 (56-60). Gli ultimi dieci minuti vedono le squadre battagliare all’arma bianca. I padroni di casa riescono a rimettere il naso avanti grazie ad una tripla di Torricelli F. (65-64 al 36′ ), ma la situazione è sempre sul filo del rasoio. Castelfranco si ritrova anche senza un uomo fondamentale come capitan Del Papa, sanzionato di 5 falli. Si arriva al minuto finale con Castenaso avanti di una lunghezza (67-68), grazie a un floater di Tinti. Castelfranco va in attacco, Marzo subisce fallo, ma fa solo 1/2 e impatta la partita. Sul possesso successivo, gli ospiti sfruttano il mismatch col play castelfranchese e Marinelli appoggia il +2 a 15″ dalla fine. Time out di coach Ansaloni per avanzare la rimessa, la palla arriva a Zucchini, che prova ad andare a subire fallo in penetrazione, senza fortuna, con la palla recuperata dallo stesso Marinelli, che subisce fallo e col 2/2 in lunetta sigilla la vittoria ospite con il finale di 68-72.

VIS BASKET PERSICETO – FOPPIANI 71 – 63

(20-18; 39-33; 51-40)

San Giovanni in Persiceto: Sgargi, Coslovi 8, Zani, Baietti 1, Vaccari ne, Papotti 23, Tedeschini 16, Mancin 12, Rusticell 6, Mazza 3, Pedretti 2. All Berselli.

Fidenza: Taddei, Gaudenzi, Sabotig 2, Brogio 4, Di Noia 12, Massari 9, Montanari 6, Garofalo ne, Arbidans, Koljanin 11, Perego 14, Parmigiani 5. All Braidotti.

PALL. NOVELLARA – SANTARCANGIOLESE BASKET 73 – 69

(17-16; 38-27; 56-48)

Novellara: Ferrari N., Grisendi M. ne, Doddi ne, Folloni 5, Rinaldi 7, Bagni 11, Franzoni ne, Ferrari T. 11, Aguzzoli 22, Carpi 6, Ciavolella 11. All. Boni.

Santarcangelo: Zannoni 16, Nervegna 7, Malatesta ne, Fusco 14, Aduosun 5, Sirri ne, Dini 4, Raffaelli 14, Dimonte 2, Fornaciari 7. All. Evangelisti.

CLASSIFICA

CESTISTICA ARGENTA281714313831243+140
FRANCESCO FRANCIA ZOLA281714312761160+116
NOVELLARA261713414441282+162
FULGOR FIDENZA261713413671233+134
VIS SAN GIOVANNI IN PERS.241712512491187+62
PALL. CORREGGIO221711611751110+65
SANTARCANGIOLESE BASKET201710712731207+66
BELLARIA BASKET201710712871237+50
S.G. FORTITUDO BOLOGNA201710712721245+27
CVD CASALECCHIO16178910711130-59
ATLETICO BORGO BOLOGNA101751212131310-97
BSL SAN LAZZARO81741311621225-63
GRANAROLO BASKET81741311361247-111
REBASKET CASTELNOVO81741311651289-124
CASTENASO61731411971343-146
CASTELFRANCO EMILIA21711610921314-222

Serie B/F, bagarre nel girone A, mentre ad est i giochi sono (quasi) fatti

SERIE B/F 16° Giornata

GIRONE A

TIGERS BK ACADEMY – CHEMCO 1974 68 – 40

(20-11; 34-24; 48- 36)

Tigers Parma: Podestà 12, Petrilli 8, Cosini 2, Accini 3, Rinaldi 2, Rizzi 11, Vaccari 6, Minari 13, Fatadey 9, Ghezzi, Vettori 2. All. Lopez.

Puianello: Oppo 5, Ligabue 2, Montanari 4, Dall’Asta, Gervex 3, Libri, Pignagnoli 7, Martini 1, Manzini 12, Boiardi 6, Stefani. All. Olivari.

BK CLUB VAL D’ARDA – ACETUM 52 – 39

(17-16; 23-27; 38-36)

Fiorenzuola: Sogni, Periti 4, Bertoni, Dettori 15, Zane 5, Patelli 3, Bosio 4, Yamblè 5, Rastelli ne, Rutigliani ne, Raiola 16, Perciasepe ne. All. Cavanna.

Cavezzo: Siligardi 4, Bocchi 5, Gasparetto, Marchetti 6, Righini, Balboni, Brevini 9, Finetti ne, Maini 7, Calzolari 4, Bellodi 4. All. Carretti.

BK FINALE – ROBY PROFUMI 78 – 67

(16-18; 37-35; 52-43)

Finale Emilia: Melloni 7, Malaguti 10, Bozzoli F. 2, Sacchetti 7, Todisco 17, Molinari, Bergamini 9, Biagiola 6, Benedusi 2, Guerra, Bozzoli C. 7, Pincella 11. All. Bregoli.

Borgotaro: Piscina 8, Bozzi 10, Montanari, Ferrari G. 5, Vignali 2, Ferrari V., Gonzato 27, Corti, Cremona 5, D’Ambros C. 10, Diagne, Triani. All. Scanzani.

LIBERTAS BK BOLOGNA – SCUOLA BASKET SAMOGGIA 37 – 60

(6-13; 17-26; 27-38)

Libertas Bologna: Antonellini, Grassi, Gandolfi, Righi 12, Castelli Gia. 5, Castelli Gio. 3, Benadducce 9, Mirrione, Grazian 6, Palladinelli, Poletti 2, Simonicini 2. All. Castelli A.

Piumazzo: Reggiani 10, Cavallieri 8, Fregni  2, Matteuzzi, Ferrara 5, Olezzi, Calamosca 9, Alboni 7, Palmieri A. 2, Raimondi 6, Varini 11. All. Roffi.

CLASSIFICA

Tigers Parma 28; Val d’Arda Fiorenzuola, Magik Rosa Parma 22; Cavezzo 20; Puianello 12; Valtarese 10; Finale Emilia, SBS Piumazzo 6; Libertas Bologna 2.

GIRONE B

B.S.L. – MYCICERO 88 – 65

(16-19; 49-34: 71-46)

San Lazzaro: Zarfaoui 12, Cappellotto 8, Mantovani 4, Colli 13, Talarico 17, Ghigi 12, Trombetti 8, Romagnoli 2, Zanetti 9, Viviani 3. All. Dalè.

Basket 2000 Senigallia: Cattalani 5, Amadei 6, El Haiti 14, Sordi 20, Baracaglia ne, Vecchietti 2, Formica, Lazzari 1, Castagnolo 2, Bonacci, Angeletti 15. All. Tonucci.

MATTEIPLAST – LIBERTAS BASKET ROSA 62 – 52

(25-14; 35-22; 52-32)

Progresso: Ferraro, Mezzetti, Marchi 11, Papotti, Bernardini, Cadoni 14, Ruggeri, Tridello, Bregu 6, Mini 7, Prisco 15,  Melloni 9. All. Simeone.

Lib. Rosa Forlì: Guidi, Tasevska, Atanasovska 6, Pieraccini 8, Valensin 16, Ronchi 5, Ragazzini 6, Balestra 6, Bollini 5, Pirazzini. All. Montuschi.

Il match comincia molto bene per le felsinee, con un buonissimo primo periodo caratterizzato da molti canestri ed un bel gioco di squadra, testimoniato dai punti realizzati da Prisco, Marchi e Cadoni che, assieme, riescono a concludere con ben 25 punti, contro i 14 delle avversarie. I dieci minuti successivi confermano il quarto precedente, mantenendo un vantaggio pressoché costante, continuando a mostrare buone azioni e anche dei bei contropiedi, che mettono in difficoltà le romagnole. E’ però al rientro dall’intervallo che le ragazze della Matteiplast cominciano una vera e propria fuga, distaccando le avversarie di addirittura 20 punti, con un’ottima prestazione di Melloni e Cadoni. La partita si conclude, quindi, senza troppe difficoltà, con un 62-52 che dimostra come, finalmente, si stiano creando dei nuovi equilibri fra il nuovo coach e le ragazze, che hanno mostrato un bel gioco di squadra ed anche un’ottima difesa, che ha permesso di recuperare palloni decisivi, per poi realizzare canestri facili ed in vantaggio numerico.

THUNDER BASKET – BASKET GIRLS 57 – 60 dts

(10-16; 24-26; 46-39; 55-55)

Matelica: Bernardi, Stronati 3, Sbai 6, Zito 2, Baldelli 2, Ricciutelli, Gargiulo, Ceccarelli, Zamparini 7, Michelini 19, Paffi 7, Franciolini 11. All. Rapanotti.

Ancona: Pierdicca 8, D’Amico 2, Yusuf 5, Koshanin, Palmieri, Bolognini 20, Marinelli 15, Mandolesi 3, Lattanzi, Maroglio 7, Borghetti. All. Castorina.

REN AUTO – OLIMPIA BASKET 58 – 39

(17-11; 31-18; 44-24)

HB Rimini: Novelli 12, Re 3, La Forgia 4, Vespignani 8, Duca E. 5, Pignieri 2, Duca N. 5, Palmisano 4, Renzi 8, Farinello 5, Borsetti 2, Lazzarini. All. Rossi.

Pesaro: Cioppi, Canossini 7, Barulli 8, Gjnaj, Caiozzo 2, Benedetti 6, Paccapelo 6, Pentucci, Cecchini 3, Cencellieri, Canestrari 7. All. Alexander.

L’Happy Basket si conferma sesta, battendo nettamente Pesaro.

Coach Rossi sceglie un quintetto composto da Vespignani, Novelli, Palmisano, Pignieri e Noemi Duca. Comincia il match e dopo un paio di minuti confusi, Novelli sblocca il punteggio con la tripla del 3-0. E’ un avvio tutto di marca Ren-Auto: le rosanero trovano la via del canestro in più modi con Palmisano, La Forgia, Farinello e Noemi Duca e si portano sul 15-5 a 3′ dalla prima pausa. La reazione dell’Olimpia non si fa attendere: 6-0 di parziale per il 15-11. Si va al cambio di quarto con l’Happy Basket avanti di sei lunghezze sul 17-11. Ottimo avvio rosanero anche nella seconda frazione: le scatenate Vespignani ed Eleonora Duca firmano il nuovo +10, 23-13 a 6′ dall’intervallo. La Ren-Auto sembra in controllo, ma in attacco si blocca e non segna più per 4′; Pesaro, dal canto suo, non fa granché, ma lima qualche punto, 23-18. Serve un bel passo d’incrocio a centro area di La Forgia, per togliere finalmente il coperchio dal canestro, poi, sulla difesa successiva, l’Happy ruba palla e Noemi Duca in transizione subisce un fallo antisportivo: un libero per lei ed uno di Vespignani valgono il 27-18. L’Olimpia torna in attacco per provare a sbloccarsi, ma gli arbitri puniscono con un tecnico ingiusto coach Alexander, rea di aver protestato per un “non fischio” su un contatto onestamente falloso. Novelli capitalizza nel migliore dei modi il regalo: segna il libero e sul possesso successivo mette la tripla del 31-18. Il primo tempo finisce qui. Novelli segna ancora da tre in apertura di terzo quarto per il 34-18. Un paio di belle giocate di Laura Renzi, bravissima a tagliare e ben servita dalle compagne, danno il nuovo massimo vantaggio, +17 sul 38-21. La Ren-Auto è totalmente in controllo del match, impone il proprio ritmo in attacco e la propria aggressività in difesa e chiude il terzo quarto sul 44-24. In avvio di ultima frazione si iscrivono a referto anche Re, che segna in penetrazione, subisce fallo e realizza il libero aggiuntivo e Borsetti, autrice di un pregevole semigancio dallo “smile”. La tripla di Farinello con dedica ai genitori, arrivati da Cantù, è l’ultima giocata degna di nota della partita. Finisce 58-39.

CLASSIFICA

Basket Girls Ancona 26; Progresso Bologna 22; BSL San Lazzaro 18; Libertas Rosa Forlì 16; Thunder Matelica 14; Happy Basket Rimini 12; Magika Castel San Pietro 10; Olimpia Pesaro 6; BK 2000 Senigallia 4.

Under 16, la Bsl doma la Fortitudo. U15, colpaccio Crabs a San Lazzaro, la Vis 2008 supera i Baskers

UNDER 18

GIRONE C 16° Giornata

ASS. PESCARA BASKET – CAB STAMURA BK ANCONA 66 – 72

SAPORI VERI SHARKS – BPER BANCA VIRTUS 93 – 87 dts

(29-16; 43-40; 62-57; 82-82)

Roseto: Pedicone 31, Palmucci 8, Valentini 3, Cocciaretto, Sebastianelli 26, Cavatassi ne, Gaeta 4, Malatesta 3, Di Leonardo 1, Mariani ne, Menalo 17, Llukacej. All. Rossi.

Bologna: Deri 10, Grotti 2, Solaroli 20, Guastamacchia 17, Martini 6, Colombo 9, Frascari 9, Scagliarini 6, Salsini, Orsi, Ferdeghini, Galli 8. All. Ansaloni.

CARPEGNA PROSCIUTTO – CASSA DI RAVENNA FORTITUDO 67 – 50

(18-14; 33-18; 45-34)

Pesaro: Solari 6, Calbini 8, Mujakovic 2, Basso 10, Alessandrini 18, Re 12, Gulini 7, Sablich, Ferri, Mazzotti 4, Pagliaro, Foglietti. All. Luminati.

Bologna: Franco 4, Prunotto 2, Giacomi 3, Simon 20, Buscaroli 8, Battilani 3, Biasco, Micheletto, Branchini 5, Niang 1, Longagnani 4, Marini ne. All. Politi.

UNIBASKET – GRISSIN BON 49 – 82

(10-16; 26-39; 41-60)

Lanciano: Andreoli 5, Maralossoudabangadata 17, Deminicis 2, Di Fonzo 3, Bantsevich 15, Civitarese 3, Daja 2, D’Ottavio 2, Corte, Brasile ne. All. Corà.

Reggio Emilia: Carta 2, Soviero 18, Giannini 4, Besozzi 6, Cham 23, Morini 5, Riccò 2, Maddaloni 8, Codeluppi 3, Lusvarghi 6, Vezzoli 3, Diouf 2. All. Menozzi.

VIS 2008 – PALL.TITANO 60 – 72

(21-16; 28-33; 42-50)

Ferrara: Bacilieri 8, Husam 6, Ticic 2, Balducci 8, Manojlovic 8, Dalpozzo, Galliera Ricci 7, Fabbri, Bonanni ne, Caloia 6, Mazzagatti 10, Simonetti 5. All. Lilli.

San Marino: Squarcia 2, Palmieri 12, Buzzone 6, Felici 18, Flan 8, Torelli, Gaspari 6, Alviti, Riva ne, Pasolini ne, Semprini Cesari 6, Buo 14. All. Padovano.

AURORA BASKET – INTERNATIONAL BK 75 – 59

(16-16; 34-29; 54-47)

Jesi: Elling T. 2, Memed 15, Montanari 9, Giacchè 25, Konteh 14, Mentonelli 4, Zoppi 4, Mattiacci, Ginesi 2, Rinaldi, Chiariotti ne. All. Francioni.

Imola: Poloni 2, Fussi 9, Wiltshire 17, Alberti 3, Fini, Fazzi 8, Rayner 7, Franzoni 2, Ravaglia 9, Bollati, Cai, Chiarati 2. All. Santi.

BASKET CRABS – B.S.L. 68 – 65

(20-15; 36-27; 52-55)

Rimini: Ferrari 22, Rosario Cruz 5, Rossi 22, Santoro 11, Montanari 7, Curi Moraes Seixas, Giorgini, Tisselli 1, Bertini, Tamburini, Jose ne. All. Maghelli

San Lazzaro: Omicini 18, Micheli 10, Flocco 3, Naldi 18, Betti 4, Moretti ne, Baldi, Carletti 3, Domenichelli 3, Negroni 6. All. Comastri.

CLASSIFICA

VL Pesaro*, Reggiana* 22; Vis 2008 Ferrara, Fortitudo Bologna, Crabs Rimini 20; Virtus Bologna*, Roseto, Jesi* 18; Titano San Marino* 16; International Imola, Stamura Ancona 14; BSL San Lazzaro* 8; Pescara 6; Lanciano 2.

UNDER 16

18° Giornata

VIS 2008 – BPER BANCA VIRTUS PALL. 72 – 81

(23-26; 46-55; 61-67)

Vis Ferrara: Salvi, Bonfà, Tripodo, Carnevali 9, Ebeling 9, Fabbri, Zanirato 2, Frigatti, Cavicchi 10, Yarbanga 21, Simonetti 9, Ouattara 12. All. Cigarini

Virtus: Collina 5, Malaguti 12, Penna 6, Franceschi 8, Cappellotto, Cattani 25, Cassanelli 6, Barbato 6, Venturi 2, Martini, Bianchini 3, Terzi 8. All. Consolini.

B.S.L. – CASSA DI RAVENNA FORTITUDO 75 – 68

(12-16; 37-33; 53-46)

San Lazzaro: Scheda, Sibani 13, Parenti 5, Moretti 15, Scapinelli 5, Glinos 12, Landi 8, Torreggiani ne, Cisbani ne, Matera 13, Tripodi, Tamborino 4. All. Sanguettoli.

Fortitudo Bologna 103: Pavani 16, Fantini, Manna 11, Grigoli, Cavazzoni 4, Niang 35, Cilloni, Rando, Zedda 2, Sciarabba. All. Fucka.

JUNIOR BASKET – CRABS 1947 51 – 71

(17-30; 30-46; 47-60)

Ravenna: Federici 8, Laghi 6, Raffoni, Giovannelli 7, Mancini, Montanari 9, Cattani 6, Manias 12, Baldini, Fogli 3, Pattuelli, Minori. All. Massari.

Rimini: Tombetti 4, Stella, Romani 3, Purboo 13, D’Agnano 10, Sovera 12, Baldisseri, Baietta 2, Nascimento 4, James 23, Kihekwu. All. Montanari.

BASKET SANTARCANGELO – ACADEMY BK 2014 72 – 80

Santarcangelo: Ricci 7, Amati 13, Piacente 12, Polverelli 4, Ballarini, Karpuzi 14, Vittori, Buo 19, Dellarosa 3, Neri, Lodovichetti. All. Middleton.

Fidenza: Pepe 23, Cane 17, Lato 8, Tengue 2, Codeluppi, Armanino 9, Diop 2, Capocotta 19. All. Zanardi.

VICO BASKET – GRISSIN BON PALL. REGGIANA 68 – 53

ViCus Parma: Guareschi, Bianchini 10, Bernardi , Camurri 5, Guatteri 6, Guggia 7, Bellini T. 15, Rastelli 10, Aielli 1, Branchi 8, Savastano, Parmiggiani 6. All. Diotallevi.

Reggiani che si presentano con una grande voglia di giocare, tanto che dopo pochi minuti si ritrova già sopra nel punteggio. ViCus un po’ in bambola, non riesce a reagire e quasi da spettatore si ritrova sotto di dieci lunghezze all’intervallo. Nella pausa lunga Coach Diotallevi sveglia i suoi ragazzi e nel terzo quarto i ragazzi di Parma segnano 26 punti, contro i 27 dei primi due quarti! Partita ribaltata con ViCus che gioca in fiducia, trovando ora buoni tiri arrivati da collaborazioni. A fine partita il tabellone recita un +15 a favore di ViCus, che trova due punti fondamentali per la classifica.

RECUPERI

ACADEMY – BSL 60 – 92

Fidenza: Pepe 5, Chiarella, Cane 6, Boriani 2, Lato 8, Tengueu 2, Codeluppi 6, Armanino 9, Diop 6, Capocotta 16. All. Zanardi.

San Lazzaro: Scheda 2, Sibani 10, Parenti 7, Moretti 21, Scapinelli 12, Glinos 13, Landi 16, Torreggiani, Cisbani 2, Matera 2, Tripodi, Tamborino 7. All. Sanguettoli.

CRABS – PALL. 2.015 71 – 77

ACADEMY – VICO 70 – 63

CLASSIFICA

Bsl San Lazzaro 32; Virtus Bologna 30; Fortitudo Bologna 24; Vis 2008 Ferrara 18; Crabs Rimini*, Academy Fidenza 16; Vico Parma* 14; Junior Ravenna, Pall. 2.015 Forlì* 10; Santarcangelo 6; Reggiana* 0.

UNDER 15

14° Giornata

VIS 2008 – BASKERS FORLIMPOPOLI 84 – 72

ACADEMY BASKET 2014 – BPER BANCA VIRTUS 69 – 63

(16-8; 26-33; 49-45)

Fidenza: Chiarella 7, Codeluppi 28, Marani, Piccinelli, Cordani, Diop 22, Bertinelli 6, Bottazzi 6. All. Zanardi.

Virtus: Cappellotto 12, Ciobanu 12, Faldini 7, Francesconi 2, Franzoni 11, Gambini 5, Kindt, Landi 2, Mondini Branzi 8, Montanari 2, Pesci, Roversi 2.
All. Rota.

B.S.L. – CRABS 1947 74 – 80

(28-22; 53-40; 64-58)

San Lazzaro: Gamberini 33, Manzoni 5, Palmieri, Ziglio 4, Margelli 1, Lusignani, Rossi 14, Colletta, Fucka 5, Piras 5, Piazzi 5, Cuccoli 2. All. Zaffarani.

Rimini: D’Agnano 32, Nascimento 22, Stefanov ne, Rinaldi 2, Kimekwu, Baldiserri 24, Macrelli, Halili, Bacchemi, Veroni. All. Firic.

BENEDETTO 1964 – CASSA DI RAVENNA 73 – 56

(14-17; 37-27; 51-40)

Cento: Carpanelli, Di Rienzo 1, Galantini 21, Miceli, Accardi, Negrini, Ramponi 19, Balletti, Orsini 4, Pascucci 20, Veronesi, Fabbris 8. All. Brochetto.

Fortitudo Bologna: Callegari 7, Bonfiglioli 10, Zagnoni 12, Lagna 7, Masina 4, Venturi 9, Savino 2, Natalini 4, Angelini 1, Bernardi, Pietrantonio, Gabrielli. All. Menichetti.

GRISSIN BON PALL. REGGIANA – JUNIOR BK RAVENNA 60 – 78

BASKET SANTARCANGELO – POL. PONTEVECCHIO 71 – 65

Santarcangelo: Antolini 1, Bonfè 11, Macaru 25, Benzi 5, Paduano, Pacucci 1, Fabbri, Morandotti 15, Panzeri 7, Pini, Morri 6. All. Miriello.

Pontevecchio: Collina, Pilutti 3, Anderlini 3, De Novellis 6, Romagnoli, Trivarelli 8, Benini 7, Labanti 10, Valeriani 20, Testoni 2, Gervasoni 6. All. Baffetti.

CLASSIFICA

Benedetto 1964 Cento* 24; Vis 2008 Ferrara 22; Baskers Forlimpopoli, BSL San Lazzaro 20; Fortitudo 103 Bologna 18; Crabs 1947 Rimini*, Junior Ravenna*** 14; Reggiana, Santarcangelo** 8; Virtus Bologna* 6; Academy 2014 Fidenza** 4; Pontevecchio Bologna 0.

1 2 3 4 5 205