Serie B, il fattore campo fa la differenza nella prima giornata

SERIE B/C 1° Giornata

BAKERY – TRAMEC 66 – 62

(19-9; 40-23; 51-46)

Piacenza: Maggio 4, Udom, Pedroni 11, Artioli 10, Orlandi ne, Bruno 12, De Zardo 10, Cena 11, Birindelli 6, Bracchi 2. All. Campanella.

Cento: Fallucca 6, Vannini ne, Ranuzzi 12, Morici 5, Venturoli ne, Rossi 15, Paesano 6, Leonzio 10, Vitale 2, Moreno 6. All. Mecacci.

La Bakery trionfa all’esordio stagionale contro i rivali di Cento al termine di un match che ha regalato mille emozioni. Dopo un primo tempo letteralmente dominato dai biancorossi, salgono in cattedra gli ospiti che con un terzo quarto giocato in maniera magistrale si riportano sotto col punteggio. Gli ultimi dieci minuti sono di fuoco, punto a punto, ma a sfangarla sono i padroni di casa, dimostrando di essere una squadra compatta e capace di rimanere a galla anche quando la situazione stava sfuggendo di mano. Miglior marcatore biancorosso è Bruno con 12 punti, seguito da Cena e Pedroni con 11. Tra le file di Cento spicca Rossi con 15 punti.

Cena apre le marcature biancorosse con una tripla, rispondendo ai continui attacchi di Cento che nella prima parte conduce. Campanella sprona i suoi e la Bakery rientra rigenerata. Piacenza segna 7 punti consecutivi su tiro libero visti i continui falli dei centesi, incapaci di arginare le linee offensive della squadra di casa. Bruno e De Zardo salgono in cattedra e la Bakery conclude così la prima frazione sul 19-9. I secondi 10 minuti sono solo biancorossi. Pedroni si diletta con 3 triple in pochi minuti, arrivando subito in doppia cifra (11) seguito dal numero 17, Enzo Cena (10) che, con un mix di bombe e buone azioni, scaraventa Cento all’angolo. Gli ospiti non riescono a reagire e allora Maggio e il neoentrato Bracchi piazzano il 40-23 con la quale le due squadre entrano negli spogliatoi. Tra le file dei ferraresi Ranuzzi e Rossi sono i migliori realizzatori con 7 punti. Rientrati dallo spogliatoio, gli ospiti sembrano più carichi e freschi e lo dimostrano in pochissimo tempo, piazzando un 4-11 che spezza le gambe ai biancorossi. Artioli suona la carica piacentina con colpi di esperienza limitando la risalita ospite. Salgono in cattedra Leonzio e Rossi che portano il punteggio fino al -3 ma Cena e Artioli non perdono le staffe e mantengono un vantaggio di 5 punti. Si conclude 51-46. L’ultima frazione si apre con Cento ancora affamata di punti, arrivando al -1 che si trasforma in pochissimo in un +1, facendo calare il silenzio al PalaBakery. La partita ora è un continuo batti e ribatti con le due squadre che si fronteggiano punto a punto. Cento non riesce mai a scappare definitivamente e allora ci pensa Bruno, con una bomba e Artioli in progressione, a piazzare il 64-60, facendo esplodere in un urlo di felicità il palazzetto. De Zardo stoppa il tentativo di Ranuzzi e vola in contropiede fissando il 66-62 finale, scatenando così la festa sugli spalti.

JANUS BK FABRIANO – LUCIANA MOSCONI ANCONA 96 – 59

SINERMATIC – AMADORI 66 – 62

(19-15; 40-26; 55-44)

Flying Balls Ozzano: Favali, Lolli ne, Morara 9, Chiusolo 10, Corcelli 3, Iattoni 11, Giannasi ne, Folli, Crespi 9, Dordei 11, Montanari 13. All. Grandi.

Cesena: Monticelli ne, Papa 9, Trapani 8, Rossi ne, Battisti 6, Hajrovic, Guidi ne Frassineti, Planezio 7, Scanzi 10, Chiappelli 2, Brkic 20. All. Di Lorenzo.

Non poteva essere che esordio migliore per i New Flying Balls, vittoriosi 66 a 62 contro la corazzata Tigers. Un match incredibile, dove per 25′ Ozzano ha letteralmente dominato contro una delle formazioni più accreditate del campionato, toccando a un certo punto della terza ripresa le venti lunghezze di vantaggio, prima di subire una clamorosa rimonta che ha portato l’Amadori addirittura a condurre a 4’ dalla fine. Il cuore e l’orgoglio di una Sinermatic ormai a corto di energia ha avuto la meglio, alla fine i primi due punti in palio della stagione sono rimasti in terra emiliana.

Come detto l’inizio del match è favorevole ai padroni di casa che si affidano alle giocate del trio Chiusolo-Iattoni-Crespi per prendere il controllo del match. Per Cesena l’avvio è caratterizzato da tanti errori dalla lunetta, mente da tre punti Planezio e Brkic riescono a contenere i danni. I problemi per la squadra romagnola arrivano sul finire di quarto quando Planezio commette il terzo fallo e Frassineti esce dai giochi per un infortunio alla caviglia. Dopo il +4 Flying alla prima sirena (19-14), sono Montanari e Gigi Dordei, quest’ultimo recuperato in extremis, a prendere le redini del gioco, lanciando Ozzano fino alla doppia cifra di vantaggio. +14 Flying (40-26 il parziale) all’intervallo lungo, con l’Amadori che paga il misero 6/16 dalla lunetta e appena il 30% dal campo. Nel terzo periodo ci si aspetta la reazione ospite, ma la prima metà del quarto è ancora tutta biancorossa, con Montanari e Morara protagonisti del massimo vantaggio Flying al minuto 26 (51-31).Nel finale di quarto Ozzano comincia a caricarsi di falli, i TIgers migliorano le percentuali al tiro dalla linea della carità con Trapani costantemente a tirare liberi rientrando fino al -11 all’ultimo mini break (55-44). Nell’ultimo quarto Cesena tira fuori gli artigli, mentre la Sinermatic comincia ad accusare ampi segnali di stanchezza. Ozzano smette di segnare, dalla’altra parte si scatena l’accoppiata Papa-Brikic, che piazza un 1-10 di parziale in cinque minuti e mezzo. Al 36’ Ozzano perde per falli Chiusolo, mentre Cesena (out per falli Planezio) completa clamorosamente la rimonta, con una tripla di Brkic (20 punti, miglior realizzatore dell’incontro)  che regala il primo vantaggio di serata ai nero arancio (56-57). La risposta di Montanari è immediata (58-57), rompendo così il digiuno Flying con la retina, ma in casa Amadori, Battisti firma immediatamente il controsorpasso (58-59). Dalla lunetta Dordei insacca il 60-59 e, dopo una tripla fallita da Scanzi, il numero 21 biancorosso realizza in sospensione una magia che vale un prezioso +3 (62-59)  a 2’30” dalla fine. Dopo qualche errore al tiro da entrambe le parti, Iattoni manda in lunetta Papa che sigla il -1 Amadori (62-61), Chiusolo perde palla e Dordei commette il 5° fallo spedendo ai liberi Brkic che, con 1/2, impatta il match a quota 62 quando le squadre entrano negli ultimi 75″. Morara dal pitturato fa esplodere il Pala Grafiche Reggiani (64-62), dall’altra parte Scanzi sbaglia, così come Montanari. Ancora Scanzi prova da tre il tiro del sorpasso a 5” dalla fine, ma la palla si infrange su ferro. Il rimbalzo è di Montanari, ma in contemporanea su Iattoni c’è un fallo di Trapani a 2” dalla fine. L’ala forte ex Montecatini fa 2/2 che vale il 66-62 finale.

GIULIANOVA BASKET 85 – TEATE BASKET CHIETI 68 – 64

VIRTUS BK CIVITANOVA – SUTOR BK MONTEGRANARO 72 – 61

RINASCITA BASKET – GOLDENGAS 79 – 74

(17-27; 31-40; 49-52)

R.B. Rimini: Pesaresi 17, Rivali 4, F. Bedetti 23, L. Bedetti 13, Rinaldi 6, Moffa 9, Ambrosin 2, Broglia 2, Bianchi 3, Chiari ne, Ramilli ne, Guziur ne. All. Bernardi.

Senigallia: Gurini 8, Giacomini 10, Paparella 12, Cicconi Massi 13, Caroli 14, Pierantoni 8, S. Pozzetti 7, Valentini 2, Moretti ne, Maiolatesi ne, S. Pozzetti ne. All. Foglietti.

AURORA BASKET JESI – TERAMO BASKET 1960 73 – 70

REKICO – PORTO S.ELPIDIO BASKET 81 – 55

(21-28; 41-41; 59-50)

Raggisolaris Faenza: Anumba 10, Rubbini 6, Oboe 10, Samorì ne, Zampa 2, Tiberti E. 12, Santucci 2, Bruni 9, Klyuchnyk 15, Sgobba 13, Petrini ne, Tiberti A. 2. All. Friso.

P.S.E.: Balilli 4, Costa 16, Borsato 9, Malagoli 2, De Sousa ne, Rosettani, Lusvarghi 2, Doneda 4, Sagripanti 3, Bastone 15. All. Pizi.

Belli, bravi e a tratti spettacolari. La Rekico non poteva esordire in campionato nella maniera migliore, bagnando il ritorno al PalaCattani con una convincente vittoria per 81-55 su Porto Sant’Elpidio. Oltre al risultato finale è stata la prestazione del collettivo ad essere stata perfetta, perché ognuno ha davvero dato il proprio contributo, come coach Friso aveva chiesto dal primo giorno di allenamento. La difesa intensa e l’attacco hanno girato al meglio in una giornata in cui il tiro da tre non è arrivato con continuità: un ottimo segnale, in attesa che questa arma venga affinata a dovere a cominciare dalla trasferta di domenica a Montegranaro. L’unico nota stonata è stata l’assenza di Calabrese, out per un problema muscolare, perfetto comunque nei panni di tifoso ad incitare i compagni e pronto a rientrare il prima possibile.

E pensare che nel primo quarto non si era vista la vera Rekico, poco attenta in difesa e lasciatasi aggredire da Porto Sant’Elpidio, brava a colpire con Costa (14 punti in dieci minuti) e a sfruttare qualche calo di tensione di troppo degli avversari. I 28 punti subiti nel primo periodo servono però a svegliare i Raggisolaris che dal secondo quarto rimettono le cose in chiaro, mostrando il loro vero volto. Sgobba e Oboe (autore di due giochi consecutivi da tre punti) ricuciono il gap (arrivato fino al 21-30 per i marchigiani) con il sorpasso firmato da Bruni (37-36), ancora una volta perfetto assistman. Il primo tempo si conclude sul 41-41, ma la sensazione è che la Rekico abbia ormai preso le redini del match. A renderla certezza è lo spirito con cui rientrano i giocatori dagli spogliatoi. La difesa recupera ogni pallone e in attacco Klyuchnyk ed Edoardo Tiberti diventano un rebus troppo complicato per coach Pizi, che vede i suoi lunghi caricarsi di falli per provare fermare le torri faentine. Minuto dopo minuto la Rekico macina punti e gioco trovando il 59-50 di fine periodo. L’ultimo quarto è semplicemente da applausi. Tutti i giocatori trovano il canestro con facilità segnando anche canestri spettacolari che infiammano il pubblico, non concedendo punti per cinque minuti. Quando Bastone dalla lunetta interrompe il digiuno, i Raggisolaris hanno già messo la freccia, conducendo 69-51. L’intensità non cala fino alla sirena finale, regalando l’81-55 con cui si chiude il match.

CLASSIFICA

PGVP%
Rossella Virtus Civitanova Marche2110100.0
Bakery Piacenza2110100.0
Rekico Faenza2110100.0
Giulianova Basket 852110100.0
Aurora Basket Jesi2110100.0
Sinermatic Ozzano2110100.0
Albergatore Pro Rinascita Basket Rimini2110100.0
Ristopro Fabriano2110100.0
Sutor Premiata Montegranaro01010.0
Tramec Cento01010.0
Porto Sant’Elpidio Basket01010.0
Esa Italia Chieti01010.0
Adriatica Press Teramo Basket 196001010.0
Amadori Tigers Cesena01010.0
Goldengas Pallacanestro Senigallia01010.0
Luciana Mosconi Ancona01010.0

Under 18, vincono Virtus, Fortitudo, Reggiana, Vis 2008 e San Marino. U16, Virtus a valanga sulla Reggiana

UNDER 18

GIRONE C 1° Giornata

CAB STAMURA – VIRTUS PALL. BOLOGNA 75 – 86

(17-16; 46-47; 59-72)

Ancona: Bendia 5, Caggiano 4, Gospodinov 13, Zandri 10, Cognigni 21, Tarozzi, Bartolucci 7, Sampaolesi, Gnoffo 5, Marinelli, Moltedo ne, Bolognini 10. All. Bigi.

Virtus: Barbieri 16, Guastamacchia 4, Orsi 1, Peterson 8, Deri 27, Grotti 7, Galli, Scagliarini 2, Colombo 8, Salsini, Ferdeghini, Frascari 13. All. Ansaloni.

B.S.L. – UNIBASKET 73 – 65    

(16-16; 35-34; 51-49)

San Lazzaro: Omicini 22, Saccone 2, Micheli 2, Moretti, Lanzarini 9, Baldi, Tepedino 9, Carletti, Domenichelli, Flocco 10, Naldi 8, Zecchini 11. All. Comastri.

Lanciano: Daja 11, Andreoli 8, Totaro, Maroloussou 30, D’Ottavio 9, Deminicis, Di Fonzo 2, Taglieri 5, D’Onofrio. All. Borromeo.

INTERNATIONAL BASKET IMOLA – VIS 2008 FERRARA 79 – 82

(18-20; 50-45; 59-66)

Imola: Fazzi, Poloni 9, Rayner 7, Franzoni 13, Mendez 3, Bollati, Fussi 16, Wiltshire 27, Alberti 4, Chiarati, Cai, Fini. All. Santi.

Ferrara: Dalpozzo 1, Ricci Galliera 2, Fabbri 2, Husam, Bonanni 16, Cristofori, Caloia 17, Ticic 10, Balducci 9, Mazzagatti 13, Simonetti, Manojlovic 12. All. Lilli.

GRISSIN BON REGGIANA – ASS. PESCARA BASKET 97 – 80

PALL.TITANO – SHARKS 79 – 77

(25-12; 50-27; 57-53)

San Marino: Flan 15, Squarcia 2, Buzzone 6, Palmieri 9, Felici 16, Gaspari 3, Torelli 2, Alviti, Pasolini 12, Riva, Semprini Cesari 13, Campajola 1. All. Padovano.

Roseto: Cocciaretto 8, Valentini, Pedicone 13, Alessandrini 12, Sebastianelli 27, Di Leonardo ne, Malatesta 9, Maule 3, Palmucci 5, Sottanelli. All. Rossi.

FORTITUDO BOLOGNA 103 – AURORA BASKET JESI 82 – 70

CRABS – CARPEGNA PROSCIUTTO VL 64 – 67

(20-11; 33-32; 44-52)

Rimini: Montanari 4, Rosario Cruz 13, Berardi 4, Ferrari 15, Rossi 21, Baroni, Curi Moraes 1, Gamboni ne, Giorgini, Jose, Santoro 6, Tisselli. All. Maghelli.

VL Pesaro: Calbini 12, Alessandrini 15, Re 8, Solari, Basso 6, Mazzotti, Formisano ne, Gulini 4, Mujakovic 2, Barzotti 3, Pagliaro 11, Pagnini. All. Luminati.

CLASSIFICA

Virtus Bologna, Fortitudo Bologna, VL Pesaro, BSL San Lazzaro, Reggiana, Vis 2008 Ferrara, Titano San Marino 2; Crabs Rimini, Lanciano, Roseto, Pescara, Jesi, Stamura Ancona, International Imola 0.

UNDER 16

1° Giornata

PALLACANESTRO 2.015 – VIS 2008 78 – 70

(21-28; 46-30; 64-54)

Forlì: Maltoni 5, Coralli, Bandini 12, Bellini 5, Spagnoli 20, Ceredi 8, Boschi 1, Ragazzini 6, Bondi, Bassi 6, Benzoni 4, Sabbioni 11. All. Gandolfi.

FORTITUDO BOLOGNA 103 – CRABS 1947 93 – 66

Fortitudo: Manna 20, Zedda 17, Sciarabba 12, Pavani 10, Gruppioni 9, Rando 8, Cavazzoni 7, Griguolo 6, Grigoli 4, Fantini ne. All. Fucka.

Rimini: Purboo 13, James 13, Solera 13, D’Agnano 11, Baietta 6, Stefanov 6, Arad 2, Baldisserri 2, Stella, Tombetti, Romani, Kimekwu. All. Montanari.

JUNIOR BASKET RAVENNA – VICO BASKET 90 – 81 dts

(16-28; 42-39; 61-60; 76-76)

Ravenna: Federici 7, Laghi 6, Raffoni, Giovannelli 36, Mancini, Montanari 8, Cattani 8, Manias 16, Baldini 2, Galzote 2, Fogli 5, Del Duca. All. Massari.

Vico Parma: Rastelli 9, Bellini L., Bellini T. 11, Parmiggiani 10, Guameri 8, Aielli, Bianchini 20, Guggia 6, Guareschi, Bernardi, Camurri 15, Savastano. All. Diotallevi.

BASKET SANTARCANGELO – B.S.L. 53 – 98

(11-30; 25-59; 42-76)

Santarcangelo: Neri 2, Ballarini 2, Buo 5, Karpuzzi 13, Mulazzani 6, Piacente 2, Ricci 11, Dellarosa 4, Lodovichetti, Polverelli, Amati 8, Vittori. All. Middleton.

San Lazzaro: Scheda 12, Tobia 7, Sibani 11, Parenti 3, Moretti 15, Scapinelli 10, Glinos 12, Landi 4, Torreggiani 3, Matera 8, Tripodi 13, All. Sanguettoli.

VIRTUS PALL. BOLOGNA – GRISSIN BON PALL. REGGIANA 139 – 72

CLASSIFICA

Bsl San Lazzaro, Virtus Bologna, Fortitudo Bologna, Pall. 2.015 Forlì, Junior Ravenna 2; Academy Fidenza, Santarcangelo, Reggiana, Vico Parma, Crabs Rimini, Vis 2008 Ferrara 0.

C Gold, il big-match va al Basket 2000. C Silver, esordio super per le 4 neopromosse!

SERIE C GOLD

1° Giornata

AVIATORS – MOLIX 65 – 68

(22-9; 36-34; 52-52)

Lugo: Carella ne, Alessandrini 2, Presentazi 11, Cappelli ne, Baroncini L. ne, Silimbani 12, Masrè 5, Cervellera ne, Santini 7, Bazzocchi ne, Salsini 12, Ravaioli 17. All. Casadei,

Molinella: Guazzaloca 21, Grazzi, Ranzolin 9, Zuccheri, Frignani, Bonanni 7, Lanzi 8, Manojlovic 8, Giuliani Gu. 11, Tedeschi 1, Caloia 3. All. Giuliani Ga.

GAETANO SCIREA BASKET – E80 BEMA 90 – 82 d2ts

(16-10; 32-27; 49-46; 61-61; 71-71)

Bertinoro: En. Solfrizzi 9, Rossi 32, Sampieri, Zambianchi 6, S. Ravaioli 10, Angeletti 2, Farabegoli 15, Bessan ne, Stoica ne, 19 Bracci 14, Em. Solfrizzi 2. All. Tumidei.

Castelnovo Monti: Mabilli ne, Del Pos 24, Magnani 7, Ferri, Longoni 21, Levinskis ne, Mallon 4, Provvidenza 15, Prosek 6, Pucci 5, Parma Benfenati. All. Diacci.

Inizio di stagione amaro per la E80 Bema, che viene superata dalla Gaetano Scirea con il finale di 90-82, ottenuto dopo aver disputato due tempi supplementari.

La LG inizia bene l’incontro portandosi avanti grazie ai punti di Dal Pos, ma poi l’attacco degli ospiti si inceppa e Bertinoro, trascinata da Bracci e Farabegoli, firma un parziale da 12-2 che vale il sorpasso e il +6. Nessuno riesce a segnare per quasi quattro minuti e il primo periodo si conclude sul 16-10 in favore dei padroni di casa. Nel secondo quarto la Gaetano Scirea (priva di Montaguti) continua ad imporre il proprio gioco limitando fortemente l’attacco dei reggiani e i ragazzi di Tumidei scappano sul +9 con i canestri di Rossi. Due importanti triple di Dal Pos fanno rientrare la LG in partita, ma un nuovo parziale di 7-0 permette ai forlivesi di raggiungere la doppia cifra di vantaggio. I Cinghiali reagiscono nel finale di quarto e grazie ad un contro-parziale da 7-2 si riportano a 5 punti di ritardo sul 32-27. Al rientro dall’intervallo lungo, Bertinoro sembra capace di controllare l’incontro sostenuta dai punti di un ottimo Rossi, ma Castelnovo non molla e grazie ad un break di 9-0 torna in vantaggio nel punteggio a 3 minuti dal termine della frazione (38-40). Il finale di periodo è un botta e risposta tra le due formazioni e al 30° i padroni di casa sono ancora in vantaggio di tre lunghezze. Si continua a segnare poco anche nell’ultimo quarto e Gaetano Scirea riesce comunque a riportarsi sul +7, ma dopo tre minuti senza canestri, la LG reagisce e con un parziale da 8-0 torna nuovamente in vantaggio (53-54). Controbreak di Bertinoro che si spinge sul +4 mentre il match si scalda con continui sorpassi tra le due formazioni, sino a 70 secondi dal termine quando Longoni insacca il canestro del 61-61. I padroni di casa perdono per ben due volte il pallone in attacco, ma ne’ Longoni ne’ Provvidenza riescono a segnare il canestro della vittoria per i montanari. Nel primo tempo supplementare nessuna delle due squadre riesce ad avere il sopravvento, anche se la tripla di Provvidenza vale il +4 LG. La Gaetano Scirea riesce però a rientrare a -1 con il canestro del solito Rossi, ma Provvidenza fa 2/2 ai liberi e spinge Castelnovo sul +3 a pochissimi secondi dal termine. Gli ospiti commettono fallo e Rossi segna il primo tiro dalla lunetta, ma non il secondo che è preda di Ravaioli, il quale subisce un fallo molto dubbio da Longoni: a tempo scaduto l’esterno di Bertinoro realizza entrambi i liberi che valgono il 71-71, obbligando le due squadre a giocare un secondo overtime. E’ molto animato il secondo tempo supplementare, con tanti canestri da una parte e dall’altra anche se, a 3 minuti dalla sirena, il risultato è ancora in perfetta parità a quota 77. La squadra di Tumidei è però più lucida e con un mini-break si porta sul +5 quando mancano 80 secondi alla conclusione. Dal Pos segna la tripla del -2, ma la coppia Rossi-Farabegoli firma la zampata decisiva che vale il +7 a 20″ dalla fine del match. Longoni segna velocemente, ma nelle ultime i padroni di casa arrotondano il vantaggio e al 50° la partita si conclude con il 90-82 a favore di Bertinoro.

BOLOGNA BASKET 2016 – BMR 73 – 76

(16-15; 47-42; 67-58)

BB2016: Resca 2, Folli 8, Mazzocchi ne, Zhytaryuk 9, Fontecchio 11, Elio ne, Guerri, Fin 12, Zanetti ne, Nucci 18, Aglio 9, Graziani 4. All. Lolli.

Basket 2000 Scandiano: Canovi ne, Cunico 13, Astolfi 13, Bertolini L. ne, Sakalas 15, Pini 6, Caiti ne, Bertolini F., Germani 19, Magni 10, Garofoli, Piccinini ne. All. Tassinari.

Comincia con una sconfitta casalinga il cammino del rinnovato Bologna Basket 2016. La squadra di Lolli riesce a stare davanti agli avversari del Basket 2000 di Reggio per quasi tutto l’incontro, fino a un +9 a 4′ dalla fine che sembra chiudere definitivamente i conti. Ma da lì alla conclusione del match un blackout abbastanza inspiegabile, fisico e mentale, ribalta il risultato. La difesa rossoblu, che fino a quel momento aveva funzionato con efficienza, tenendo i rivali a meno di 60 punti in tre quarti, inaspettatamente subisce un parziale di 14-2, non supportata sull’altro lato del campo da un attacco a salve che nell’ultima frazione segna solamente tre canestri.

Va, però, sottolineato come di fronte il BB2016 avesse una squadra solida, bene allenata e con alcune individualità di talento (Germani, Sakalas e Cunico), che sicuramente farà strada durante la stagione e che già nel precampionato aveva mostrato il suo valore contro Fiorenzuola ed altre aspiranti al passaggio in B. Probabilmente il Bologna Basket ha pagato i carichi di lavoro e il fatto di essere una compagine bisognosa di amalgama, con ben 8 nuovi giocatori su 12 arrivati quest’anno. Nei momenti decisivi è prevalsa la voglia di risolvere la partita con giocate individuali e non con quel gioco di squadra che, a tratti, si era visto durante l’incontro. Si tratta, comunque, di un’occasione perduta, perché buone cose ce ne sono state, specie nel secondo e terzo quarto. Il tiro da 3 è entrato con continuità (60% nel primo tempo, poi calato a un comunque buono 38%), il 15/16 ai liberi è un dato estremamente positivo così come la lotta ai rimbalzi, vinta per 42 a 35. Tra i singoli vanno ricordati Nucci, autore di 18 punti; Fin, che esordiva ufficialmente da capitano, con 12 punti; e la grinta del giovane Graziani.

INTECH – POL. ARENA 79 – 80

(25-27; 46-43; 64-62)

Virtus Imola: Dalpozzo 2, Spampinato 19, Marcone, Barattini11, Savino ne, Piani Gentile ne, Biandolino 5, Orlando 2, Errera 11, Agatensi 11, Begic 18. All. Regazzi

Montecchio: Ramenghi ne, D’Amore 5, Pasini 2, Tognato 4, Vecchi 12, Giannini 9, Degli Esposti 13, Lusetti 14, Trobbiani 2, Amadio 4, Negri 15. All. Martinelli

Finisce 79-80 per il Montecchio la prima di campionato della Intech. Una sconfitta giunta in un finale convulso, vissuto di episodi, con i gialloneri costretti a far a meno di Errera, Barattini e Begic, per 5 falli, proprio negli ultimi minuti. Montecchio sfrutta tutte le occasioni a disposizione e resiste nell’ultimo disperato tentativo imolese. La Virtus paga soprattutto gli errori nei momenti cruciali del match, sprecando il +6 a poco meno di 12’ dalla sirena finale. La gara vive sempre in grande equilibrio, con folate da entrambe le parti, ma con il finale a tinte biancoazzurre. Molto bene la coppia Spampinato e Begic (37 punti complessivi) in attacco.

Il primo quintetto della stagione scelto da coach Regazzi è composto da Barattini, Dalpozzo, Begic, Spampinato ed Errera. Ed il primo cesto giallonero porta la firma di Spampinato. Arena, però, avanti subito 2-7 e primo timeout riparatore di Regazzi che richiama i suoi. Errera da sotto infila 4 punti consecutivi che riportano in scia Imola sul 7-12 dopo 4’ di gioco. La tripla di Spampinato e il contropiede di Barattini producono il 12-14 a metà frazione. Con la penetrazione (con fallo subìto) di Ivan Begic che offre il vantaggio giallonero (15-14). Dopo 5’30” è il turno del coach ospite a chiedere il timeout. Al rientro in campo ancora Begic (dalla distanza) fa allungare i padroni di casa sul +4. Barattini dopo 6’ firma il 20-14. Il gioco scorre piacevolmente con la Virtus che mantiene il vantaggio anche grazie ai liberi di Barattini e Spampinato (23-20 all’8’). La tripla di D’Amore riporta avanti gli ospiti che chiudono avanti il primo quarto 25-27. La Virtus ritorna in campo con Marcone, Orlando, Spampinato, Agatensi e Biandolino a dimostrazione del fatto che coach Regazzi ha piena considerazione di tutti gli effettivi a disposizione. Il parziale, dopo il cesto di Spampinato in apertura, registra la tripla dall’angolo destro di Luca Agatensi che vale il 30-27 al 12’. Inizio di frazione con qualche errore di troppo e punteggio piuttosto fermo, rispetto al quarto precedente. Dopo 5’ il tabellone dice 32-31 con i liberi di Orlando. Gara in questo frangente molto fisica con qualche sprazzo di classe, come il contropiede lanciato da Dalpozzo e finalizzato da Errera in presa alta (38-36 a 3’ dall’intervallo). Il lungo imolese si esalta poi un minuto dopo con la tripla frontale con cui firma il 41-39. Quindi i 5 punti di fila di Agatensi fa scatenare i tifosi locali (46-41 a 40” dalla fine). La ripresa prende il via con la tripla di capitan Dalpozzo e la penetrazione di Begic (50-48 al 22’). Dall’altra la tabella aiuta Degli Esposti nella tripla del vantaggio. L’azione di potenza di Spampinato libera sotto le plance Biandolino che realizza, subisce fallo e segna il libero, per il 56-53 al 25’. E’ ancora l’ala forte Spampinato a segnare subendo fallo in penetrazione (58-55 al 27’). E la tripla di Begic firma il +6 a circa 2’ (61-55) dalla fine del quarto. Dopo la tripla di Giannini per gli ospiti è Spampinato, sempre dalla distanza, a riportare Imola avanti 64-58.  Negli ultimi istanti di parziale Arena rosicchia qualche punto, chiudendo sul 64-62. L’ultimo parziale inizia con tanti errori al tiro di entrambe le formazioni, con il primo cesto al 32’ di Giannini da 3 punti, con il nuovo vantaggio ospite. Imola non si sblocca nei primi 4’ e Arena tenta l’allungo (Barattini, Errera e Begic con 4 falli nel finale) sul 64-67. Errera si ferma a 5’3″ dalla fine per 5 falli. E’ una fantastica tripla di Ivan Begic a 3’30” a regalare il pareggio: 69-69. La tripla di Vecchi a  2’30” lancia gli ospiti sul 69-74. Imola reagisce con Begic che segna i liberi e in difesa recupera un rimbalzo (71-74). Imola sbaglia, Negri no e gli ospiti vanno avanti 71-76 quando manca meno di un minuto. Spampinato subisce fallo da Negri e va 3 volte in lunetta a 20”, segnandone due: 73-76 e time out reggiano. Al rientro in campo, 5° fallo di Begic e Vecchi segna solo un libero portando il punteggio sul 73-77 a 18″ dalla sirena finale. Time out Regazzi. Barattini si fa stoppare il tiro dalla distanza e commette il 5° fallo, regalando il possesso a Giannini quando mancano 10”. Sul -5 Spampinato mette la tripla della disperazione e dall’altra parte va in lunetta Lusetti per il 76-80 che chiude il match, nonostante la tripla di Agatensi sul filo della sirena.

OLIMPIA CASTELLO 2010 – FERRARA BASKET 2018 87 – 79

(20-21; 45-42; 73-63)

Castel San Pietro: Tomesani 19, Trombetti 15, Magagnoli 12, Benedetti 8, Procaccio 8, Ranocchi 8, Sabattani 8, Sangiorgi 7, Pedini 2, Albertini, Rosa ne, Righi ne. All. Serio.

Ferrara: Percan 22, Pusic 20, Agusto 14, Cattani 8, Seravalli 7, Cortesi 4, Ghirelli 3, Legnani 1, Benedetti ne, Ruina ne, Fortina ne, Poli ne. All. Furlani.

GRUPPO VENTURI – GUELFO BASKET 65 – 53

(19-17; 31-26; 43-45)

Anzola: Carpani, Parmeggiani F. 7, Parmeggiani S. 23, Perini, Baccilieri 14, Villani 5, Lullo ne, Venturi, Muzzi 2, Caroldi 3, Cappelli, Donati 11. All. Spaggiari.

CastelGuelfo: Bernabini 5, Spinosa ne, Bonetti ne, Baccarini 1, Bonazzi 4, Murati, Bergami 5, Musolesi 9, Amoni 11, Pieri 8, Govi ne, Wiltshire 10. All. Pavarelli.

VIRTUS MEDICINA – PALL. FIORENZUOLA 1972 89 – 104

(30-34; 52-61; 73-84)

Virtus Medicina: Galassi 9, Poluzzi 17, Curione 4, Dall’Osso 4, Polverelli 15, Casagrande 16, Allodi 17, Stellino, Lorenzini, Poli ne, Agriesti, Casadei 7. All. Curti.

Pallacanestro Fiorenzuola 1972: Galli 8, Sichel 2, Fowler 18, Fellegara, Zucchi, Marchetti 20, Dias 4, Bracci 6, Maggiotto 32, Livelli ne, Ricci 13, Rigoni 1. All. Galetti.

Prima partita in C Gold dopo oltre 20 anni, Palazzetto dello Sport di Medicina stracolmo, cornice di pubblico fantastica per una partita molto interessante. Che Fiorenzuola fosse forte lo si sapeva, ma la partenza degli ospiti è micidiale oltremisura; la Virtus Medicina è stoica e risponde colpo su colpo, primo quarto 30 a 34. Secondo periodo e il ritmo non cala, tutti tirano, tutti segnano, 39 a 39 e Virtus in partita, poi Fiorenzuola piazza un break che si rivelerà decisivo: all’intervallo 52-61. Terzo quarto e la Virtus vuole riavvicinarsi: Fiorenzuola non molla, continuo botta e risposta, 73 a 84 e ci sono ancora dieci minuti da giocare. Quarta frazione e ancora gialloneri che, con grande impegno, cercano di riavvicinarsi. Fiorenzuola non teme nulla, ultimi cinque minuti, le energie sono finite e gli ospiti, con merito, vincono la partita. Fiorenzuola realizza 16 bombe con oltre il 50% di realizzazione e questo è il dato che maggiormente condanna la Virtus Medicina alla sconfitta.

CLASSIFICA

PALL, FIORENZUOLA211010489+15
ANZOLA BASKET21106553+12
GAETANO SCIREA BERTINORO21109082+8
OLIMPIA CASTEL SAN PIETRO21108779+8
PALL. MOLINELLA21106865+3
BASKET 2000 SCANDIANO21107673+3
ARENA MONTECCHIO21108079+1
VSV IMOLA01017980-1
BASKET LUGO01016568-3
BOLOGNA BASKET 201601017376-3
LG COMPETITION CASTELNOVO01018290-8
FERRARA BASKET 201801017987-8
GUELFO BASKET01015365-12
VIRTUS MEDICINA010189104-15

SERIE C SILVER

1° Giornata

ZTL HOME – LA CANTINA DEI SAPORI 64 – 78

(18-18; 37-43; 54-60)

S.G. Fortitudo: Balducci 2, Zinelli 10, Tosini 7, Antola, Lalanne 9, Vicini ne, Pederzoli 7, Ranieri 10, David, Branzaglia 11, Ponteduro 6, Buscaroli 2. All. Mondini.

Zola Predosa: Degregori 7, Bavieri 4, Bianchini 5, Righi 17, Zappoli, Ramini 14, Masina, Bosi 3, Tubertini 5, Vivarelli 8, Almeoni 15. All. Cavicchi.

REBASKET – SANTARCANGIOLESE BASKET 56 – 75

(13-20; 25-38; 42-53)

Rebasket: Bonifazi 2, Cantagalli 3, Castagnaro 10, Defant 8, Pezzi 17, Barazzoni 8, Zecchetti 8, Azzani, Bellocchi, Putti, Foroni, Vezzali. All. Casoli.

Santarcangiolese: Zannoni 9, Nervegna 13, Fusco 7, Adeosun 4, Sirri 6, Raffaelli 8, Fornaciari 13, Grassi 15, Adduocchio, Malatesta. All Evangelisti.

Parte bene la Rebasket e dopo cinque minuti è avanti 11-7, ma le numerose palle perse dei biancorossi permettono a Santarcangelo di scappare e di condurre il primo quarto sul 13-20. Gli ospiti conducono sempre in doppia cifra nel prosieguo dell’incontro, la reazione della Rebasket arriva grazie alle giocate di Pezzi e Zecchetti e, a due minuti dal termine del terzo quarto, il punteggio è 40-46. La riposta dei ragazzi di coach Evangelisti non si fa attendere e con le triple di Nervegna, Fornaciari e Grassi ricacciano i biancorossi al -20, gestendo il vantaggio senza problemi fino al termine del match.

CREI – BELLARIA BASKET 76 – 98

(19-28; 37-52; 52-76)

Bellaria: Salicini 13, Bianchi 13, Tolomelli ne, Meluzzi 2, Nanni 1, Paoloni L. 27, Neviani 10, Bernardinello 5, Masetti ne, Ansaloni ne, Poggi, Pani 5. All. Millina.

Bellaria: Berardi 1, Ferrari 11, Mazzotti 13, Cruz 4, Gori 10, Moraes, Rossi 24, Giovanardi 13, Foiera 22, Santoro, Tamburini, Montanari. All. Maghelli.

La Crei esce meritatamente sconfitta dalla sfida con la neopromossa Bellaria, al termine di una partita che ha visto gli ospiti condurre per tutti i 40’ di gioco orchestrati magistralmente dalla coppia Foiera-Mazzotti. Granarolo ha peccato di grossolane ingenuità difensive concedendo troppi contropiede agli ospiti e ha inevitabilmente subito a rimbalzo la maggior prestanza fisica degli ospiti considerando le assenze del reparto lunghi (Brotza e Lorenzo Paoloni) che hanno costretto coach Millina a schierare Salicini pivot come cambio di Bianchi e Neviani e Paoloni in ala grande.

Il match ha visto la grande prestazione dei capitani delle 2 squadre (Foiera 22 punti, 10r. e 8 falli subiti con un eccellente 11/11 dalla lunetta e 35 di valutazione; Luca Paoloni 27 punti, 5 r., 7 falli subiti con un’ottimo 4/8 dall’arco e 30 di valutazione) con la differenza che  Bellaria ha mandato 6 uomini in doppia cifra (Rossi 24 p.) contro i 4 della Crei.

La cronaca: parte forte Bellaria, mentre la Crei spara a salve (0-9 al 3’30”). Bianchi rompe il ghiaccio con un gioco da 3 punti seguito da Paoloni, ma il Bellaria è più continuo e al 5’30” è a +12 (5-17). Paoloni e Neviani fermano l’emorragia e stabilizzano il distacco a 8 punti. Foiera è intoccabile per il duo in grigio e continua ad andare in lunetta (6 liberi tirati nel 1’ quarto), coadiuvato da un Rossi chirurgico (10 punti a testa nel 1’ quarto, come Paoloni dall’altra parte). Bellaria allunga a +14 al 9’, ma una tripla di Paoloni e 2 liberi di Pani permettono alla Crei di andare al primo riposo con uno svantaggio a una cifra (19-28). L’inizio del secondo quarto illude Granarolo: Bernardinello, due canestri consecutivi di Salicini e Paoloni da 3 riportano i padroni di casa a stretto contatto (28-32 al 13’). Time-out Maghelli e parziale di 0-11 per gli ospiti che ricaccia indietro la Crei (28-43). Gli arbitri continuano a fischiare di tutto (34 liberi complessivi tirati nei primi 2 quarti e 60 a fine match!) spezzettando non poco il gioco. Il Bellaria segna quasi solo dalla lunetta e mantiene le quindici lunghezze di vantaggio fino al riposo lungo (37-52). L’inizio del terzo periodo è un duello Bianchi-Foiera, autori rispettivamente di 6 e 5 punti consecutivi (43-57 al 3’30”). Botta e risposta Mazzotti-Paoloni dall’arco poi uno strappo di Rossi (7 punti consecutivi) condito da una tripla di Giovanardi sfrutta il blackout Crei, porta il vantaggio ospite a +24 (46-70 al 26’30”) mettendo la parola fine all’esito finale del match. Bellaria tocca anche il massimo vantaggio (50-76 al 28’) prima che due liberi di Neviani portino le squadre all’ultima pausa sul 52-76. Nell’ultimo quarto Granarolo encomiabilmente non smette mai di giocare e arriva a -15 su un canestro di capitan Paoloni (69-84 al 35’30”) costringendo al timeout coach Maghelli. È l’ultimo sussulto, Bellaria ristabilisce i 20 punti di vantaggio e chiude il match sul 76-98 finale.

PALL. CORREGGIO – B.S.L. 62 – 56

(11-15; 29-26; 43-38)

Correggio: Messori 4, Riccò Fe. 8, Morgotti 13, Ligabue, Branchini ne, Guardasoni L. 14, Riccò Fr. 11, Ferrari,  Guardasoni M. 2, Vivarelli,  Lavacchielli,  Frilli 10. All. Notari.

San Lazzaro: Salvardi 2, Tugnoli 9, Betti 11, Governatori 7, Verardi 14, Marega, Fabbri 2, Torriglia 3, Tepedino 3, Naldi, Cempini 5. All. Baiocchi.

CVD BASKET CLUB – ATLETICO BASKET 69 – 60

(15-10; 31-28; 50-46)

CVD Casalecchio: Baccilieri 11, Dawson 6, Parlatore ne, Malverdi 4, Penna 1, Ferraro ne, Corradini 8, Taddei ne, Cavallari, Fuzzi 16, Bertuzzi ne, Lelli 23. All. Gatti.

Atletico: Artese 12, Paolucci 1, Martelli 4, Conidi 6, Trebbi 2, Serra 3, De Simone 7, Pedroni, Veronesi G.I. 11, Tognazzi 1, Campanella E. 11. Cuppi 2. All. Guidetti.

OTTICA AMIDEI – CESTISTICA ARGENTA 56 – 77

(10-21; 26-39; 42-61)

Castelfranco: Ayiku 13, Marzo 10, Govoni 8, Zucchini 7, Torricelli R. 7, Tedeschi, Vannini 4, Del Papa 6, Torricelli F. Ne, Nebili ne, Youbi, Prampolini 1. All. Landini.

Argenta: Magnani 5, Alberti D. 16, Demartini 16, Nicoletti 2, Bonora, Alberti A. 2, Federici, Quaiotto 7, Montaguti 10, Malagolini 10, Di Tizio 6, Martini 3. All. Bacchilega.

Prende il via la nuova stagione per l’Ottica Amidei. Coach Landini si affida a Marzo, Zucchini, Torricelli, Prampolini e Youbi per cominciare il match, mentre coach Bacchilega risponde con Magnani, Demartini, Malagolini, Quaiotto e Montaguti.

Il primo canestro della stagione biancoverde lo segna Marzo in arresto e tiro dalla lunetta dando il primo e unico vantaggio locale della serata; da li infatti è un monologo della squadra ferrarese che mette a segno un parziale di 15-0, fatto di energia e voglia di lottare, caratteristica che non può mancare a qualsiasi squadra, alle neopromosse soprattutto. Peccato che i bianchi di casa non la pensino cosi, anzi giocano 8 dei 10 minuti del quarto veramente apatici da entrambi i lati del campo, venendo subissati a livello di intensità dagli ospiti. Il tabellone a fine frazione segna 10-21. Coach Landini prova a svegliare i suoi ragazzi durante l’intervallo corto, ma l’encefalogramma biancoverde rimane piatto, dietro si arriva in ritardo su tutti e davanti non si riesce a costruire nulla di organico, ma ci si affida spesso alle iniziative dei singoli, cosa che non paga grossi dividendi, vista la scarsa ispirazione delle principali bocche da fuoco castelfranchesi. Si arriva all’intervallo lungo con l’Ottica Amidei sotto di tredici lunghezze (26-39). Il terzo quarto sembra iniziare con un altro piglio, capitan Del Papa suona la carica e al 23’ arriva fino al -7 (34-41), ma è un fuoco di paglia prontamente spento da due triple in fila di Malagolini che ricacciano Castelfranco e -13 e sostanzialmente mettono la parola fine al match, poiché da quel momento Argenta rimane in pieno controllo senza mai rischiare nulla, anzi implementando via via il vantaggio che arriva ad essere anche di 27 lunghezze nelle prime battute dell’ultimo periodo (42-69). Coach Bacchilega riesce quindi a svuotare la panchina dando minuti di gioco a tutti i giovanissimi presenti a roster. La partita termina 56-77.

VIS BASKET PERSICETO – PALLACANESTRO CASTENASO 81 – 72

(17-18; 35-38; 53-51)

San Giovanni in Persiceto: Coslovi 7, Guidi 3, Zani ne, Baietti 10, Vaccari, Papotti 26, Tedeschini 8, Mancin 15, Barone, Drosi, Mazza 10, Pedretti 2. All. Berselli.

Castenaso: Pesino 8, Marinelli, Tubertini, Ballini 19, Galiano 6, Biguzzi 16, Cesario 2, Capobianco 3, Seracchioli 6, Ballardini 12, Zucchini. All. Castelli.

PALL. NOVELLARA – PALLACANESTRO FULGOR 78 – 81

(16-23; 38-40; 57-63)

Novellara: Ferrari N. 5, Doddi ne, Folloni 10, Rinaldi 20, Bagni 3, Franzoni 6, Ferrari T. 7, Aguzzoli 14 , Carpi 5, Ciavolella 8,  Accorsi ne. All. Boni.

Fidenza: Taddei ne, Gaudenzi 6, Brogio 6, Di Noia 17, Massari ne, Maggi 3, Montanari 3, Garofalo 10, Perego 22, Parmigiani 14, Paterlini, Bondani. All. Cavalieri.

CLASSIFICA

BELLARIA BASKET21109876+22
CESTISTICA ARGENTA21107756+21
SANTARCANGIOLESE BASKET21107556+19
FRANCESCO FRANCIA ZOLA21107864+14
CVD CASALECCHIO21106960+9
VIS SAN GIOVANNI IN PERS.21108172+9
PALL. CORREGGIO21106256+6
FULGOR FIDENZA21108178+3
NOVELLARA01017881-3
BSL SAN LAZZARO01015662-6
ATLETICO BORGO BOLOGNA01016069-9
CASTENASO01017281-9
S.G. FORTITUDO BOLOGNA01016478-14
REBASKET CASTELNOVO01015675-19
CASTELFRANCO EMILIA01015677-21
GRANAROLO BASKET01017698-22

Serie D, la Veni supera la Masi. Nel girone B, Grifo e Baskers fanno subito la voce grossa

SERIE D 1° Giornata

GIRONE A

BASKET VOLTONE – EMIL GAS 60 – 69

(14-24; 30-35: 42-49)

Monte San Pietro: Chiusoli 7, Ghinazzi 4, Giacometti A. 7, Boni 7, Poluzzi, Giacometti J. 9, Bastia 16, Magi 4, Venturelli ne, Parazza 4, Tinelli ne, Galli 2. All. Gambini.

Pallacanestro Scandiano 2012: Rivi 2, Belli 2, Taddei 11, Bartoccetti 20, Braglia 4, Mammi G. ne, Marani, Saard 4, Di Micco 2, Vanni 18, Corradini 4, Fontanili 2. All. Baroni.

Esordio vincente e convincente per la Pallacanestro Scandiano, che sbanca il campo bolognese di Monte San Pietro regolando 69-60 il Basket Voltone. La formazione di Baroni parte bene e dopo un quarto comanda con 10 lunghezze di vantaggio (14-24), poi subisce il tentativo di rimonta locale, ma si riprende nella seconda parte di gara, portando a casa i primi due punti della stagione.

SCUOLE BASKET CAVRIAGO – SCUOLA PALL. VIGNOLA 74 – 66

(20-11; 39-31; 62-40)

S.B. Cavriago: Penserini 1, Zambelli 8, Riquadri, Stellato 10, Ceci 14, Berlinguer, Giglioli 15, Gruosso 15, Mursa 5, Rubertelli, Sassi 6. All. Bellezza.

S.P. Vignola: Ganugi 7, Badiali, Fiorini 2, Barbieri 4, Galvan 17, Amici 6, Degliangeli 2, Cuzzani 19, Righetti, Miani, Trenti, Riccò 9. All. Smerieri.

BASKET PODENZANO – CRAVATTIFICIO CONTI 75 – 70

(16-17; 39-34; 62-56)

Podenzano: Carini 4, Bossi 8, Calzi 5, Coppeta G. 9, El Agbani 7, Galli 6, Guerra 7, Monti, Noé 12, Orlandi 11, Petrov 6. All. Coppeta C.

BasketReggio: Nunziato 8, Croci 10, Generali 6, Manghi 3, Giardina 4, Frigi, Borghi 13, Morelli 5, Alfano 9, Ardolino, 3 Giudici 3. All. Boni.

All’esordio nella categoria, un buon Cravattificio Conti cade a Podenzano. I biancoblu, privi di Canuti e Quadrelli, stanno ancora cercando la condizione migliore, ma i segnali arrivati dalla trasferta piacentina sono positivi: ben 11 giocatori a referto e prestazioni convincenti da parte dei 4 under in campo per diversi minuti. I piacentini, privi del lungo Chiozza, vincono meritatamente grazie al ritmo e alla maggior precisione al tiro.

MAGIK BASKET – PEPERONCINO LIBERTAS BK 94 – 70

(25-13; 60-27; 77-52)

Magik Parma: Larocca, Colonnelli 26, Mari 12, Donadei, Malinverni N. 1, Rollini 4, Bocchia 4, Malinverni L. 7, Paulig 25, Barcaroli, Diemmi 15, Roffi. All. Quintavalla.

Mascarino: Bellodi 7, Vinci 6, Ghidoni 8, Roncarati, Bartolozzi, Tosarelli, Patrese 2, Monari 10, Bianchini 17, Cilfone 7, Brochetto D. 7, Manzi 6. All. Brochetto L.

U.P. CALDERARA PALL. – SCUOLA BASKET FERRARA 53 – 49

(16-11; 28-22; 39-40)

Calderara: Rallo 3, Marchi, Cacciari 3, Soresi 7, Projetto 9, Pampani 6, Zocca 4, Vignoli 5, Gigli ne, Bertuzzi 12, Turchetti 1, Lambertini 3. All. Rusticelli.

S.B. Ferrara: Rimondi Ri. 8, Pusinanti 11, Rimondi Ro. 11, Bertocco 6, Rizzatti 11, Di Giusto, Grassi, Proner, Trinca, Beccari 2. All. Colantoni.

ANTAL PALLAVICINI – PALL. NAZARENO 74 – 84

(14-25; 32-45; 49-69)

Pallavicini: Cenesi 11, Finelli 5, Nanni 8, Monciatti 3, Consolini 6, Nadalini 5, Benuzzi 8, Sgargi 8, Tabellini 9, Zambonelli 5, Lorusso 6. All. Bignotti.

Nazareno Bertollo ne, Sabbadini 7, Sutera 6, Biello 17, Mantovani 13, Marra 12, Salami 13, Bonfiglioli 3, Rimauro, Foroni 5, Cavazzoli 8. All. Tasini.

PIZZOLI – SASSOMET 70 – 64

(13-22; 31-27; 51-46)

San Pietro in Casale: Nardi 7, Pastore 9, Ramzani 14, Oseliero 4, Ventura 1, Tomsa ne, Aspergo 3, Ghedini 16, Zanellati 2, Giovannini ne, Fiore 6, Bamania 8. All. Castriota.

Masi Casalecchio: Ballanti, Franchini 2, Barilli Fe. 6, Lograsso ne, Castaldini, Govi 10, Sighinolfi 17, Di Marzio 4, Sassoni, Barilli Fi. 8, Bertacchini 17. All. Forni.

Inizia nel migliore dei modi, la stagione della Pizzoli che, al Palasport di Via Massumatico, sorprende la più quotata Sassomet, aggiudicandosi ben tre parziali su quattro.

Il primo canestro della partita porta la firma di Nardi, ma la prima frazione è di marca ospite: Bertacchini scrive il +12 (5-17) al 6′, Pastore accorcia le distanze, ma l’ingresso in campo di Govi consente alla Sassomet di riprendere il largo (15-26, al 13′) . Nel momento in cui i bianco/verdi sembrano poter scappare, Castriota ordina ai suoi di cambiare marcia in difesa e il risultato è un break di 16-0 che, in 7′, cambia completamente il corso della sfida. All’intervallo lungo, i locali conducono per 31 a 27. Alla ripresa del gioco, la Veni tenta la fuga con Fiore (35-27), ma Sighinolfi ricuce lo strappo: 37-35. In seguito la Pizzoli allunga in due differenti occasioni sul +8, ma la Pol. G. Masi torna a farsi vedere negli specchietti con Bertacchini (51-50), in principio di ultimo quarto. Successivamente lo scarto tra le due formazioni non supera mai le sei lunghezze, ma sono sempre i bianconeri a comandare il punteggio, trascinati dalla forza di un collettivo già affiatato, al cospetto di avversari di indubbio talento, ma ancora alla ricerca della giusta alchimia, dati i tanti cambiamenti apportati in estate. A poco più di un minuto dalla fine, Sighinolfi punisce una distrazione dei padroni di casa col canestro del -3 ma Ramzani rimette due possessi tra le due squadre e Ghedini chiude i conti dalla lunetta, punendo un fallo antisportivo che comporta l’espulsione di Barilli.

NUBILARIA BASKET – U.S. LA TORRE 67 – 64

(19-11; 40-27; 60-39)

Novellara: Baracchi A. 6, Pizzetti 2, Margini 2, Bertani Fe. 10, Mariani Cerati 20, Bertani Fi. 1, Baracchi M. 3, Barazzoni 15, Castagnetti, Bertolini, Giorgino 5, Bartoli 3. All. Perricone.

La Torre Reggio: Magliani 11, Vezzosi 3, Davoli L., Pezzarossa 8, Mazzi 10, Melli 3, Margaria 11, Cantergiani 14, Giaroni ne, Giaroli ne. All. Corradini.

Il derby che segna l’esordio stagionale di Nubilaria e Torre è ricco di emozioni nel finale, dopo 30’ dominati dai padroni di casa. Infatti, i novellaresi, trascinati da Mariani Cerati e Barazzoni, sembrano avere il controllo totale del match, chiudendo il terzo quarto su un rassicurante +21 (60-39). Gli ospiti, però, cambiano passo nell’ultimo periodo, riannodando i fili del loro gioco e delle buone cose messe in mostra durante il precampionato. Si arriva così a un inaspettato finale punto a punto e la Torre ha il pallone del pareggio sul 66-64 a 40’’ dal termine. Vezzosi sbaglia e sul lato opposto un tiro libero di Mariani Cerati porta i suoi al +3 (67-64); poi, negli ultimi 9″, i tiri dai 6.75 di Mazzi e Margaria vengono respinti dal ferro.

CLASSIFICA

MAGIK PARMA21109470+24
NAZARENO CARPI21108474+10
SCANDIANO 201221106960+9
SCUOLA BASKET CAVRIAGO21107466+8
VENI SAN PIETRO IN CASALE21107064+6
BASKET PODENZANO21107570+5
CALDERARA21105349+4
NUBILARIA NOVELLARA21106764+3
LA TORRE REGGIO EMILIA01016467-3
SCUOLA BASKET FERRARA01014953-4
BASKETREGGIO01017075-5
MASI CASALECCHIO01016470-6
SCUOLA PALL. VIGNOLA01016674-8
VOLTONE ZOLA01016069-9
PALLAVICINI BOLOGNA01017484-10
PEPERONCINO MASCARINO01017094-24

GIRONE B

ROSE&CROWN – PALL. PIANORO 66 – 72 DTS

(27-12; 45-22; 57-38; 64-64)

Villa Verucchio: Calegari 3, Giordani, Panzeri 13, Buo 12, Mussoni ne, Fabbri O. ne, Semprini 2, Guiducci, Campidelli 7, Tomasi 3, Saccani 22, Bollini 4. All. Rustignoli.

Pianoro: Tosiani 23, Bonazzi 9, Pierini 11, Ricci 8, Vaccari, Grandi 1, Nobis 6, Minghetti 10, Nicoletti 1, Nanni 3. All. Fasone.

RIVIT – STEFY BASKET 71 – 49

{20-16; 39-29; 49-44)

Grifo Imola: Riguzzi F. 20, Simoni 5, Mondini 3, Russu 14, Pinza 2, Rossi, Cai 1, Parenti 16, Paciello 5, Riguzzi N. 5, Saibi. Castelli. All. Palumbi.

Stefy: Lamborghini L. 4, Bonesi 8, Marzioni, Franceschini 2, Cinti 3, Skocaj 10, Maldini 6, Cornale 2, Cuozzo 4, Agnoletti 10. All. Scandellari.

La Rivit bagna l’esordio stagionale con una convincente vittoria contro la Stefy. Risultato mai in discussione anche se gli avversari hanno fatto passare qualche brivido ai ragazzi di coach Palumbi. Fratelli Riguzzi sugli scudi: Filippo top scorer dell’incontro, Nicola MVP, perché a suon di recuperi, assist e regia illuminata ha voluto farsi rimpiangere dai suoi ex-compagni di squadra. Tutti gli altri a svolgere al meglio le indicazioni che arrivavano dalla panchina. Inizio scoppiettante della Grifo che, con un’ottima percentuale da tre, scava il primo solco (11-4 dopo poco meno di quattro minuti). Agnoletti (5p) si incarica di ricucire questo primo strappo (11-11). La Grifo riprende quota e un coast to coast del lungo Simoni chiude il nuovo parziale pro Rivit (19-13). Entrambi gli allenatori danno ampio spazio alle panchine e al termine del primo periodo già 20 giocatori su 22 hanno calcato le tavole del “Ruggi”. Il secondo periodo parte in equilibrio e il vantaggio della Rivit non dilata, ma la Stefy non rimonta. Poi, poco dopo metà quarto, la premiata famiglia Riguzzi porta il distacco alla doppia cifra. Dopo l’intervallo lungo ultima fiammata Stefy che, con Bones,i arriva fino al -3 (47-44). Da qui in poi (e mancano ancora 11′), la Stefy segnerà la miseria di 5 punti, sprecando anche il libero di un tecnico fischiato a coach Palumbi. Nell’ultima frazione, Pinza, Parenti e Russu chiudono la gara, dilatando man mano il vantaggio fino al +22 finale, con coach Palumbi a urlare ai suoi di stare concentrati fino alla sirena.

SELENE BK – BASKERS 70 – 76

(16-17; 32-44; 46-57)

Sant’Agata sul Santerno: Kertusha 5, Valgimigli 2, Poggi 20, Spinosa 5, Rubbini 9, Montigiani 4, Bercantini 12, Mastrilli 3, Isidoni ne, Del Zozzo 10, Sgorbati, Dal Pozzo L. ne. All. Dal Pozzo D.

Forlimpopoli: Gorini 2, Rossi 9, Rombaldoni 16, Cristofani 12, Biffi 8, Piazza 9, Servadei 19, Totaro 1, D’Angelo ne, Plachesi ne, Godoli, Stella ne. All. Agnoletti.

POL. STELLA – P.G.S. WELCOME 69 – 62

(18-13, 30-26, 47-41)

Stella Rimini: Tonti, Coralli, Bartoli ne, Bollini, Verni 9, Pulvirenti 4, Distante 6, Bindi, Insero 4, Pinto 17, Quartulli 6, Del Turco 23. All. Casoli.

Pgs Welcome Bologna: Benassi, Lelli 4, Bignami, Bernardi 2, Tapia 24, Bernardini 2, Guerra 10, Lamborghini 2, Giuliani, Barone ne, Fontana 8, Bush 10. All. Roveri.

CURTI – IMMOBILIARE 2000 78 – 79

(15-19; 38-44; 57-66)

International Imola: Wiltshire 10, Dalfiume 7, Fazzi 2, Zambrini 16, Poloni ne, Fussi 21, Poli 2, Ravaglia 15, Ricci Lucchi ne, Verde 2, Franzoni ne, Puntolini 3. All. Dalmonte.

Giardini Margherita Bologna: Lelli 12, Tuccillo 7, Deledda ne, Annunzi 11, Paolucci 3, Del Prete 7, De Denaro 16, Morra Ja. 2, Mazzini, Venturi 15, Lolli 6. All. Morra Jo.

DOLPHINS – BASKET VILLAGE 71 – 55

(20-12; 35-25; 61-41)

Riccione: Amadori 5, Diagne 3, Sartini, Bomba 4, Zanotti 14, Gardini 3, Serafini, De Martin Fabbro 16, Mazzotti 24, Stefani 2. All. Ferro.

BK Village Granarolo: Carini, Drago 12, Bertusi 6, Guastaroba 1, Masetti 2, Mongardi 2, Misciali 4, Tonelli 2, Marcheselli L 6, Martinelli 9, Nicotera 9, Chittaro 2. All. Marcheselli E.

CASTIGLIONE MURRI – CESENA BASKET 2005 75 – 62

(18-14; 41-30; 60-46)

Castiglione Murri Bologna: Melino 6, Buriani 12, Costantini 2, Gandolfi 12, Varotto 17, Mantovani 4, Stefanelli 4, Bersani, Casarini 2, Bartolini 10, Minerva, Parchi 6. All. Gessi.

Cesena: Montalti 5, Guidi 5, Ravaioli 12, Vandelli 7, Babbini 5, Pezzi Oscar, Sanzani 2, Ambrogi 2, Zoboli 22, Scarpellini, Monticelli 2. All. Ruggeri.

PALLACANESTRO BUDRIO – BASKET CLUB RUSSI 67 – 66

(14-12; 26-26; 41-36)

Budrio: Fornasari 17, Quaiotto 3, Tugnoli 15, Vacchi 4, Zitelli 12, Pirazzoli, Billi ne, Benetti, Tinti 2, Curti 3, Zambon 11. All. Simoncioni.

Russi: Morigi 11, Piani 10, Cortini 6, Basaglia 3, Samorì, Vistoli 3, Goi 17, Porcellini 12, Pambianco ne, Rosti 4, Rinaldini ne. All. Tesei.

CLASSIFICA

GRIFO IMOLA21107149+22
RICCIONE21107155+16
CASTIGLIONE MURRI BOLOGNA21107562+13
STELLA RIMINI21106962+7
BASKERS FORLIMPOPOLI21107670+6
PIANORO21107266+6
IMMOBILIARE 2000 BOLOGNA21107978+1
PALL. BUDRIO21106766+1
BASKET CLUB RUSSI01016667-1
INTERNATIONAL IMOLA01017879-1
SELENE S. AGATA01017076-6
VILLANOVA TIGERS01016672-6
PGS WELCOME BOLOGNA01016269-7
CESENA BASKET 200501016275-13
BASKET VILLAGE GRANAROLO01015571-16
STEFY BOLOGNA01014971-22

Serie B, colpaccio Raggisolaris, arriva l’ala Anumba

Viene dalla serie A1 il nuovo volto della Rekico. Ecco a voi Simon Anumba, guardia/ala classe 1996 di origini nigeriane, fattosi valere a livello italiano per l’esplosività e la fisicità che gli hanno permesso nella stagione 2018/19 di giocare nell’Auxilium Torino allenata da Larry Brown. Il giocatore, che nei Raggisolaris indosserà la canotta numero 4,  si sta già allenando con i nuovi compagni e domenica debutterà nel match casalingo della Rekico contro Porto Sant’Elpidio, gara inaugurale del campionato 2019/20.

Simon Ikechukwu Jr Anumba è nato a Reggio Emilia il 28 agosto 1996, iniziando a giocare a basket in giovane nella Pallacanestro Reggiana, dove ha compiuto tutta la trafila nel settore giovanile. Nel 2014 si trasferisce in Inghilterra giocando tre campionati in NBL Division 1 (seconda serie nazionale) con il Manchester Magic, segnando 12 punti di media e catturando 6 rimbalzi a gara. Nel 2017/18 ritorna in Italia, debuttando in serie B con la Treofan Battipaglia viaggiando sui 13 punti di media conditi da 7 rimbalzi. Prestazioni che gli valgono la chiamata di Torino in serie A1 dove raccoglie 10 presenze. Ora vuole ritornare protagonista in serie B con la Rekico.

Serie B, la Rekico è pronta per una stagione da protagonista

REKICO – RBR 102 – 94

(27-17; 52-38; 78-64)

Faenza: Rubbini 12, Oboe 13, Zampa 11, Calabrese 2, Tiberti E. 15, Santucci 5, Bruni 10, Mazzotti, Klyuchnyk 7, Sgobba 22, Petrini, Tiberti A. 5. All. Friso.

Rimini: Rivali 8, Broglia 12, Ambrosin 8, Rinaldi 23, Bedetti L. 11, Pesaresi 20, Chiari 7, Ramilli 4. All. Bernardi.

La Rekico si congeda dalla preseason segnando un “centello” nell’amichevole contro la Rinacita Basket Rimini vinta 102-94, confermando (se mai ce ne fosse stato bisogno) di avere grandi qualità offensive. Non è infatti un mistero che la squadra sia composta da giocatori di qualità, ma purtroppo qualche alto e basso di troppo non ha mai permesso di mostrarle al meglio durante le cinque gare di precampionato. Aver giocato un match convincente ad una settimana dal debutto in campionato contro Porto Sant’Elpidio è un segnale molto positivo, che dimostra quanto il gruppo sia pronto e determinato e non veda l’ora che siano le 18 di domenica 29 quando, al PalaCattani, ci sarà la prima palla a due ufficiale della stagione.

Che la vena offensiva fosse delle migliori lo si nota subito: le buone trame offensive regalano infatti molti canestri da sotto e dall’arco producendo 27 punti nei primi dieci minuti. Il resto lo fa la difesa ed infatti al primo riposo i Raggisolaris conducono 27-17. Riazzerato il punteggio al termine del quarto, come accaduto in tutti gli scrimmage di preseason, la musica non cambia. La Rekico trova Oboe e Zampa molto ispirati, ben supportati da Edoardo Tiberti e Sgobba, mentre nelle fila riminesi è Rinaldi il mattatore. I Raggisolaris vincono il parziale 25-21, chiudendo al meglio un primo tempo davvero positivo.  Nella seconda parte di gara non calano i punti segnati, mentre la difesa è meno attenta e soffre la pericolosità dei terminali offensivi ospiti. Il 26-26 del terzo periodo dimostra che gli attacchi prevalgono sulle difese, come nell’ultima frazione vinta da Rimini 27-30.

C Gold, il Basket 2000 chiude la preseason con un sorriso

BMR – ANZOLA 70 – 60

(22-14; 9-15; 25-16; 14-15)

BK 2000 Scandiano: Cunico 7, Astolfi 17, Bertolini L. 2, Sakalas 12, Canovi, Pini 4, Caiti 1, Bertolini F. 4, Germani 13, Magni 10, Garofoli, Paparella. All. Tassinari.

La Bmr chiude la propria preseason con un’altra buona prova, superando 70-60 tra le mura amiche i pari categoria di Anzola. Primo quarto giocato bene dai padroni di casa, che faticano all’inizio, ma riescono a spuntarla alla distanza; inerzia rovesciata nella seconda frazione, anche a causa di troppe pallone perse, con i bolognesi che ne approfittano e portano a casa la vittoria parziale. Nella ripresa gli uomini di Tassinari alzano il ritmo, colpendo ripetutamente dalla distanza, con un 25-16 che la dice lunga sul predominio sul parquet, mentre negli ultimi 10’, con tanti giovani in campo, per poco agli scandianesi non riesce il colpaccio.

Nello scrimmage di San Lazzaro, la Virtus Imola rimonta la Bsl

BSL – INTECH 69 – 77

(22-14; 34-27; 57-52)

Virtus Imola: Dalpozzo 10, Savino ne, Piani Gentile ne, Marcone 2, Biandolino 6, Begic 21, Errera 2, Orlando, Barattini 11, Spampinato 25. All. Regazzi

Buon successo per la Intech che supera 77-69 la BSL, a San Lazzaro, alla palestra Rodriguez. Debutto molto convincente per il nuovo acquisto Ivan Begic che si presenta con 21 punti, frutto di una buona prestazione, condita da 4 triple, una stoppata e buoni movimenti in transizione. Ottimo secondo tempo anche per Andrea Spampinato che domina sotto le plance e dall’arco con ben 3 triple. La squadra, ancora alle prese con la preparazione, mostra un buon affiatamento di gioco, soprattutto nella seconda frazione di gioco, quando molti schemi riescono in modo più preciso e lineare.

Primo quarto un po’ in sofferenza per i gialloneri che subiscono l’aggressività dei locali, finendo sotto 14-22. Primo squillo del match è la tripla proprio di Ivan Begic. Bene Dalpozzo nel frangente. Pochi squilli anche nel secondo parziale, con i biancoverdi avanti 27-34 all’intervallo. Dopo la pausa lunga, invece, la Virtus si scuote e senza strafare, comincia a porre le basi per il recupero e l’allungo decisivo. Sono certamente le 3 triple di Spampinato a metà frazione a spaccare il match a favore degli ospiti. San Lazzaro comincia stenta a replicare ed i ragazzi di coach Regazzi allungano con convinzione, con la seconda tripla di Begic che lancia avanti i suoi. Negli ultimi 10’ in campo si vede molta Virtus, con gli avversari che non riescono a tener testa alla guardia croata (8 punti nel frangente) ed alla verve di Dalpozzo e Barattini (tripla allo scadere). Imola vince lo scrimmage per 77-69, contro un avversario coriaceo e molto positivo nei primi venti minuti. I gialloneri, invece, escono alla distanza, con un secondo tempo da 50 punti e tanta sostanza e diversi spunti di spettacolo.

Foto – by Virtus Imola

Serie B, la Bakery domina Ozzano nell’ultima amichevole precampionato

BAKERY – SINERMATIC 95-62

(20-15; 45-29; 65-48)

Piacenza: Maggio 9, Udom 4, Pedroni 8, Artioli 9, Orlandi, Bruno 8, De Zardo 26, Cena 20, Birindelli 8, Bracchi 3. All. Campanella.

Flying Ozzano: Morara 4, Lolli, Favalli, Corcelli 19, Iattoni 11, Giannasi, Folli 3, Dordei 9, Montanari 6, Crespi 10. All. Grandi.

Al PalaBakery i biancorossi vincono e convincono nell’ultima amichevole prima dell’esordio in campionato contro Cento. A contendere il parquet dei padroni di casa i Flyings Ozzano, squadra che la Bakery affronterà nuovamente nel corso del campionato di serie B.

Palazzetto biancorosso riempito dai numerosissimi tifosi e dalla presenza di tutto il settore giovanile. Il fiore all’occhiello del mondo Bakery, durante l’intervallo, si è presentato al popolo biancorosso sfilando in mezzo al parquet.

Primo quarto che parte all’insegna di una tripla di De Zardo che fa gioire fin da subito i tifosi. Artioli e Bruno lo seguono a ruota fino a piazzare il 9-2 con la quale l’allenatore ospite chiama time-out. Salgono in cattedra Bruno e Maggio con due triple, ma Ozzano replica poco dopo con 6 punti di fila. Gli ospiti si fanno sotto fino al -4, ma Pedroni e Birindelli completano i primi 10 minuti sul 20-15. Maggio e Pedroni e De Zardo in contropiede schiantano la squadra in blu che dopo solo 1 minuto del secondo periodo è sotto di 11 lunghezze, 28-17. Il tandem Maggio-Pedroni si ripete poco dopo con la stessa arma, seguiti dai primi punti di Udom e la schiacciata di Artioli che manda in estasi il palazzetto. Parziale 38-17 con una Bakery praticamente perfetta. Gli ospiti si rifanno con 7 punti consecutivi ma De Zardo con ferocia e Cena con la tripla piazzano il finale di primo tempo sul 45-29. De Zardo già a quota 14 punti. Terzo quarto all’insegna di Enzo Cena che con 12 punti limita i continui tentativi di Ozzano di rientrare in partita. De Zardo si conferma con la sua prestanza fisica e le ottime giocate di Orlandi e Udom aiutano il team allenato da Campanella a rimanere sopra. Il periodo si conclude sul 65-48. Gli ultimi 10 minuti sono a senso unico, con i biancorossi capaci ancora di segnare a raffica fino alla sirena finale. De Zardo sfiora i 30 punti personali, seguito da un Cena molto ispirato e dai colpi da cecchino di Bruno e capitan Maggio. Il match si conclude con un netto 95-62.

Coppa Marchetti, Carpi cade in casa con Scandiano, Castiglione corsaro a Casalecchio

COPPA MARCHETTI

Ottavi di finale

BASKET PODENZANO – U.S. LA TORRE 61 – 75

(14-19; 26-29; 41-52)

Podenzano: Monti, El Agbani 3, Carini 8, Calzi 4, Galli 9, Guerra 4, Noé 9, Chiozza 10, Coppeta G. 4, Petrov 10. All. Coppeta.

La Torre Reggio: Giaroni 2, Giaroli 2, Magliani 15, Vezzosi 9, Davoli L. 5, Mazzi 10, Rivi, Margaria 10, Cantergiani 22. All. Corradini.

PALL. NAZARENO – PALL. SCANDIANO 2012 66 – 75

(15-18; 32-43; 46-61)

Carpi: Bertollo ne, Ravenna ne, Rimauro, Biello 11, Mantovani 22, Marra 18, Sutera 2, Salami 6, Bonfiglioli 2, Foroni, Rizzo ne, Cavazzoli 5. All. Tasini.

Scandiano: Catti ne, Rivi 7, Fontanili 4, Taddei 5, Bartoccetti 22, Braglia 2, Belli 10, Turrini ne, Marani 8, Fikri, Di Micco ne, Vanni 17. All. Baroni.

POL. GIOVANNI MASI – CASTIGLIONE MURRI BK 62 – 69

(16-15; 27-35; 41-51)

Casalecchio: Franchini 7, Barilli Fe. 8, Lo Grasso, Castaldini 3, Govi 6, Sighinolfi 19, Di Marzio 6, Sassoni, Barilli Fi. 6, Bertacchini 7. All. Forni.

Castiglione Murri: Melino 4, Buriani 9, Costantini 6, Gandolfi 14, Varotto 11, Stefanelli 4, Bersani, Casarini 10, Bartolini 2, Minerva, Parchi 9. All. Gessi.

PALLACANESTRO PIANORO – STEFY 79 – 69

(21-15; 32-33; 51-53)

Pianoro: Tosiani 20, Bonazzi 3, Pierini 4, Ricci 15, Vaccari, Grandi 5, Nobis 9, Minghetti 12, Nicoletti 4, Nanni 7. All Fasone.

Stefy: Lamborghini L. 10, Bonesi, Franceschini 12, Marzioni 1, Cinti 10, Skocaj 9, Cornale 4, Maldini 9, Agnoletti 9, Cuozzo 5. All. Scandellari.

SCUOLA BK FERRARA – PEPERONCINO LIBERTAS BK 57 – 64

(13-16; 30-31; 36-50)

Scuola BK Ferrara: Biolgati, Rimondi Ri. 1, Pusinanti 3, Rimondi Ro. 11, Gavagna 2, Bertocco 8, Rizzatti 14, Di Giusto, Grassi 9, Proner, Trinca 5, Beccari 4. All. Ferrara

Mascarino: Bellodi 8, Vinci 2, Ghidoni 5, Cilfone 2, Roncarati, Bartolozzi 8, Tosarelli 1, Patrese 8, Monari A. 11, Bianchini 7, Brochetto D. 3, Manzi 9. All. Brochetto L.

G.S. INTERNATIONAL BASKET – ANTAL PALLAVICINI 72 – 45

(17-15; 34-23; 55-34)

International Imola: Wiltshire 14, Dal Fiume 3, Fazzi 9, Zambrini 4, Fussi 15, Poli 13, Ravaglia 2, Ricci Lucchi 5, Verde 7, Puntolini ne. All. Dalmonte.

Antal Pallavicini: Cenesi 10, Finelli, Nanni 4, Monciatti, Consolini 2, Nadalini 5, Benuzzi 9, Sgarzi 3, Tabellini 6, Zambonelli 1, Lorusso 5. All. Bignotti.

RIVIT – BASKERS FORLIMPOPOLI 53 – 67

(15-21; 27-38; 38-60)

Grifo Imola: Riguzzi F. 9, Parenti 2, Mondini, Russu 24, Pinza 2, Cai 5, Simoni 3, Riguzzi N., Castelli, Sabai 1, Rossi; All. Palumbi.

Baskérs Forlimpopoli: Godoli 7, Servadei 8, Totaro 3, Rombaldoni 16, Rossi 7, Guaglione, Gorini, Piazza 10, Cristofani 8, Biffi 8, Stella, D’Angelo ne. All. Agnoletti.

POL. STELLA – BASKET RICCIONE 70 – 73

1 2 3 4 5 193