Tag Archives: serie d

Riscatto 4 Torri e Piacenza. I risultati di C Regionale e serie D

Ultima d’andata sia in C Regionale che in serie D. Esame Montecchio per il 4 Torri Ferrara che dovrà riscattare la sconfitta interna di sabato scorso. In serie D, girone A, big-match a Piacenza dove saranno di scena i Baou Tribe San Lazzaro; potrebbe approfittarne Anzola, ma la trasferta di Parma sarà tutt’altro che agevole. Nel girone B puntiamo su Veni-Riccione e International-Altedo.

C REGIONALE

ME CART – CVD 82 – 54

(12-12, 34-26, 55-40)

Cavriago: Violi 2, Fantini, D’Amore 9, Ligabue 10, Pellicciari, Cervi 35, Leonardi 5, Pezzi 15, Codeluppi 3, Caleffi 3, Zecchetti, Baroni. All. Degl’Incerti Tocci.

Cvd Casalecchio: Gamberini 4, Mazzoli 2, Marzioni 10, Lanzi 8, Truzzi 7, Masetti, Maggio 1, Fuzzi 7, Cuozzo 3, Taddei 6, Marcheselli 6. All. Loperfido.

DIL PLAST – DESPAR 71 – 80

(18-18; 37-32; 48-52)

Montecchio: Grisendi 3, Lombardi 3, Ongarini 13, Guardasoni 7, Basso 11, Maggi 3, Ferrari 23, Marchini 6, Giglioli 2. All. Cavalieri.

4 Torri Ferrara: Burresi 6, Bertocco, Fenati 2, Brandani 11, Parmeggiani 15, Lugli 14, Martini, Pasquini 8, Magni 8, Agusto 16. All. Cavicchioli.

TECNOSISTEM – SPAL 83 – 79 dts

(15-24; 33-39; 51-51; 69-69)

Stars: Bitelli 2, Orlando 15, Lalanne 22, Menarini 15, Skocaj, Testoni 3, Landuzzi 7, Flori, Marino ne, Morando 2, Maestripieri 1, Parenti 16. All. Cantelli.

Correggio: Casu, Lusvarghi 2, Lavacchielli 2, Rovatti 16, Galeotti 7, Amici 14, Magnani 10, Villani 17, Fassinou, Ndour ne, Stefanini 6, Riccò 5. All. Paladini.

Gli Stars ritrovano se stessi al termine di una dura battaglia contro la giovane compagine reggiana. L’avvio era tutto in salita per la truppa di Cantelli che imbarcava acqua da tutte le parti in difesa: il binomio Rovatti-Villani faceva sfracelli e gli ospiti gialloneri raggiungevano un vantaggio massimo di undici punti (13-24) sul tramonto del primo quarto. Le “stelle”, però, trovavano la forza di reagire e, con un parziale di 11-0, rimettevano in equilibrio le sorti della gara (24-24 al 14’). L’inerzia però cambiava ben presto padrone e con un controbreak di 0-12, chiuso da un gioco da tre punti di Rovatti, Correggio scappava di nuovo a +12 (24-36). Qui i padroni di casa erano bravi a non scoraggiarsi e alla pausa del the lo svantaggio era dimezzato a soli sei punti. La rimonta dei biancoblu proseguiva anche nel terzo periodo e la prima parità si registrava a quota 47 al 28’, con cinque punti consecutivi del rientrante Orlando: c’era anche il tempo per il primo vantaggio locale sul 51-49, ma il terzo quarto si chiudeva in perfetta parità a quota 51. Equilibratissimo il quarto parziale con gli Stars che acciuffavano l’overtime con un cesto di uno scatenato Lalanne a –3”; Paladini chiamava prontamente timeout per avere la rimessa in attacco e per disegnare l’ultimo schema, ma il tiro di Villani si spegneva sul ferro. Nel supplementare erano una pesantissima tripla di Landuzzi a –1’20” (77-75) e uno 0/4 sanguinoso dalla lunetta dei gialloneri a dare quattro pesantissimi punti di vantaggio ai bolognesi (81-77 con panierissimo di Lalanne in penetrazione a –11”). Amici siglava il cesto della speranza a –7”, ma era Menarini a chiudere la contesa con un glaciale 2/2 dalla linea della carità a –3”. Game over (G.R.).

FOR – VIRTUS MEDICINA 62 – 79

(19-20; 28-47; 42-60)

Pontevecchio: Benuzzi 2, Bergami 7, Cruzat, Di Rauso 12, Falzetti 9, Franchini 5, Galeotti 5, Girotti, Mantovani 1, Tinti 16, Torresani 5. All. Cilfone.

Virtus Medicina: Biguzzi 19, Canovi 2, Govi 15, Govi 5, Lorenzini, Musolesi 2, Panico, Persiani 3, Rossi, Seracchioli 14, Sighinolfi 19. All. Curti.

NOVELLARA – FLYING BALLS 69 – 79

(27-19; 39-41; 55- 69)

Pallacanestro Novellara: Lucchini, Margini 8, Bartoli 2, Rinaldi 13, Mariani Cerati 7, Baracchi M. ne, Bagni ne, Carpi 14, Ciavolella 8, Colla 17. All. Ligabue.

Ozzano: Pasquali 14, Verardi 20, Rorato, Guazzaloca 3, Mini 18, Caprara 1, Teglia, Rambelli 15, Gianasi 8. All. Grandi.

Si chiude con una vittoria, la terza consecutiva, il girone di andata per i New Flying Balls, che espugnano per 79-69 il difficile campo di Novellara. Partita impegnativa, sia per la fisicità della formazione avversaria,sia per le numerose assenza in casa Flying: Rossi, Regazzi, Savic e Martelli a casa con la febbre, Ozzano si presenta in nove unità. Il primo quarto è tutto dei padroni di casa che trovano diversi tiri dalla lunga distanza frutto anche di una difesa ozzanese molle e disattenta e ottengono al minuto 8 il massimo vantaggio sul 27 a 15. Troppi 27 punti in poco più di 8 minuti giocati; coach Grandi chiama subito time-out. I Flying reagiscono con Gianasi, Verardi e Pasquali in apertura della seconda frazione, rientrano fino al -3 (29-26), ma un nuovo contro break firmato Alberto Carpi riporta al 16’ Novellara avanti di 12 (36-24). Negli ultimi due minuti di quarto si spegne l’attacco reggiano, grazie anche ad Ozzano che finalmente difende con grinta e determinazione. Il parziale è devastante, 12 a 0 e +2 Ozzano (39-41) alla seconda sirena. Nel terzo quarto gli ospiti tentano la fuga, trascinati dai canestri e dalle triple di Mini, Rambelli, Verardi e Pasquali, e volano fino al +18 chiudendo poi il 3° quarto avanti di quattordici lunghezze sul 55 a 69. Nell’ultimo periodo i Flying sembrano più stanchi, sbagliano diversi tiri, ma Novellara dall’altra parte non ne approfitta. Si avvicina al massimo fino sul -6, prima di una tripla di Verardi che a 120″ dalla fine chiude definitivamente il match.

BANCO EMILIANO – BOLOGNA BASKET 2011 87 – 48

(30-16; 45-33; 69-42)

Lg Castelnovo Monti: Baccarani, Fanelli 26, Filippi 3, Generali, Paulig 14, Siani 3, Vanni 11, Vezzosi 6, Mallon 13, Benvenuti 2, Guarino 9, Ovi. All. Djukic.

BolognaBasket 2011: Gargioni 7, Tolomelli 2, Chiarini S. 9, Guerri, Tugnoli 6, Terenzi, Lippa 4, Ballardini 6, Bianchini 14, Diop, Ayiku. All. Duo.

Altra prova convincente della formazione montanara dopo la ripresa dalle vacanze natalizie. Parte fortissimo col quintetto di Forlì, con Vanni al posto di Mallon. Fanelli è scatenato e tenta di piegare il morale degli avversari con cinque bombe. La palla gira bene in attacco e la difesa castelnovina concede davvero pochissimo. Vanni gioca un ottimo primo quarto e si conquista il diritto di giocarsi quasi tutta la partita. Anche Vezzosi gioca di cuore, prende rimbalzi e anche qualche recupero. Ballardini e Chiarini tentano di tenere a galla la propria squadra che, però, subisce un parziale pesante (30-16). Nel secondo periodo ci si aspetta un allargamento dello scarto, ma Bologna non ci sta e vuole rimanere nella partita. Ci riesce bene sfruttando alcune opacità difensive di Castelnovo e il bonus raggiunto dopo solo due minuti. Bianchini comincia a farsi vedere e Gargioni realizza dalla lunetta. Si va negli spogliatoi con Bologna che porta a -12 il proprio svantaggio. La terza frazione è monopolio dei lunghi. Vanni realizza sia servito bene da sotto che dalla distanza (bella tripla al termine di una elegante azione d’attacco). Da segnalare la stoppata di Mallon in aiuto, contropiede sbagliato, rimbalzo e canestro dello stesso Mallon. Castelnovo corre parecchio e sente la graduale ripresa di Ovi e, soprattutto, Guarino che alla fine realizzerà tre bombe difendendo con grande intensità. La ferita ormai è aperta e il terzo quarto si chiude con la LG a +27. Nel quarto periodo il bel pubblico montanaro deve attendere sette minuti per vedere il primo canestro dei felsinei, mentre Fanelli segna con regolarità dalla lunetta. Coach Duo concede minuti a Lippa che sembra essere rimasto l’unico a lottare contro gli Under della LG. La partita si chiude con Paulig, Filippi, Generali, Vezzosi e il giovanissimo Benvenuti che fa il suo esordio nel migliore dei modi andando a referto in terzo tempo.

GRANAROLO – BUDRIO 68 – 80

(14-18; 34-36; 44-53)

Granarolo Basket: Paoloni 1, Tugnoli 9, Calanchi 9, Marchi 22, Bonetti 4, Fava ne, Bertuzzi, Millina 2, Ferri 14, Governatori ne, Busi 5, Torriglia 2. All. Trevisan.

Budrio: Fimiani 14, Guidi ne, Casagrande 26, Bonaga, Nanni 6, Manini 11, Lazzari, Alberti 4, Quaiotto 10, Innocenti 7, Quarantotto 2, Bargiotti. All. Cinti.

Budrio passa meritatamente sul campo di Granarolo conducendo la partita per 40’ e dimostrandosi squadra sicuramente più quadrata e solida rispetto ai troppo incostanti padroni di casa, capaci la scorsa settimana di interrompere a domicilio l’imbattibilità della capolista 4Torri Ferrara come di tirare con il 28% dal campo in questa partita.

La partita nel primo quarto comincia sul filo dell’equilibrio (5-6 al 4’30”) e si capisce subito che sarà una partita dura e spigolosa, con un elevato tasso di fisicità; Fimiani e Manini firmano il primo mini allungo degli ospiti (5-11 al 6’30”), Granarolo ricuce il divario ad un possesso (10-12 al 8′) con Marchi e si procede fino alla sirena con le squacre a braccetto (14-18 al 10′). Nel secondo periodo Granarolo inizialmente trova con buona continuità la via del canestro ma un Casagrande in ottima vena, con 8 punti consecutivi impedisce ai padroni di casa di passare in vantaggio (23-26 al 14′). Budrio ribatte colpo su colpo alle realizzazioni di Granarolo e continua a mantenere un vantaggio che oscilla tra i 2 e 5 punti fino al termine del periodo, quando una tripla sulla sirena di Calanchi consente agli uomini di Trevisan di andare negli spogliatoi con solo 2 lunghezze da recuperare (34-36 al 20′). Nel terzo periodo Cinti ordina ai suoi la 1-3-1 fin dall’inizio e la mossa inizialmente produce un minibreak che porta Budrio sul +7 (37-44 al 22’30”); una tripla di Tugnoli sembra suonare la carica ai padroni di casa ma è un fuoco di paglia: Granarolo spara a salve, con scelte offensive spesso discutibili, e realizza solo 1 punto in 5’30” e Budrio scappa a +12 (41-53 al 29′) prima che ancora una volta Calanchi sulla sirena infili la tripla che permette a Granarolo di giocarsi l’ultimo quarto con uno svantaggio sotto la doppia cifra (44-53 al 30′). A inizio ultima frazione è Quaiotto, con 5 punti consecutivi, che tiene a distanza i padroni di casa (45-58 al 32’30”); Granarolo ha un sussulto e in un minuto dimezza lo svantaggio (52-58 al 33’30”). Budrio qui vince la partita: prima Innocenti da 3 ricaccia Granarolo a -9, Ferri dalla lunetta la riporta a -7, ma Fimiani (MVP), con freddezza glaciale colpisce da 3 punti e riporta i suoi alla doppia cifra di vantaggio, poi arma la mano di Casagrande con uno splendido assist per un canestro al volo (54-66 al 36′); Granarolo, colpita nel momento di maggior sforzo per riavvicinarsi, si disunisce e cerca la giocata individuale, ma ancora Fimiani firma un 6/7 dalla lunetta poi seguito dal 2/2 di Casagrande per il massimo vantaggio degli ospiti (58-76 al 38’30”). I due allenatori danno spazio alle seconde linee: Granarolo recupera tre palloni consecutivi che le permettono di limitare i danni nel finale e chiudere con un -12 che fotografa meglio l’andamento della partita.

ARBOR BASKET  – GIORGINA SAFFI BASKET 62 – 63

(19-23; 31-36; 40-48)

Arbor Reggio: Boselli 4, Maione 17, Iori 15, Franzoni 4, Bytyqi 5, Marchi ne, Visini ne, Gasparini ne, Braglia, Simonazzi 14, Maioli 3. All. Baroni.

Giorgina Saffi Forlì: Piazza 6, Conocchiari 12, Ravaioli 10, Serrani 2, Frigoli 19, Del Zozzo ne, Agatensi 8, Emiliani 3, Rava 3, Marchioni. All. Agnoletti.

CLASSIFICA

4 TORRI FERRARA 28 15 14 1 1209 953 +256
S.B. CAVRIAGO 22 15 11 4 1100 933 +167
FLYING BALLS OZZANO 22 15 11 4 1140 1096 +44
L.G. COMPETITION CAST. M. 20 15 10 5 1122 1020 +102
BUDRIO 20 15 10 5 1018 948 +70
VIRTUS MEDICINA 20 15 10 5 1090 1021 +69
ARENA MONTECCHIO 16 15 8 7 1030 985 +45
G. SAFFI FORLI’ 16 15 8 7 996 1018 -22
CORREGGIO 14 15 7 8 1123 1131 -8
NOVELLARA 14 15 7 8 989 1064 -75
GRANAROLO BASKET 12 15 6 9 1006 1015 -9
BOLOGNA BASKET 2011 12 15 6 9 979 1075 -96
STARS BOLOGNA 10 15 5 10 940 1031 -91
ARBOR REGGIO 8 15 4 11 1009 1098 -89
CVD CASALECCHIO 6 15 3 12 922 1066 -144
PONTEVECCHIO BOLOGNA 0 15 0 15 892 1111 -219

SERIE D

GIRONE A

SAMPOLESE – FIORANO 61 – 52

(18-3; 31-19; 35-25)

San Polo d’Enza: Esposito ne, Minardi 9, Margini 7, Nicolini ne, Davoli 2, Tognoni 2, Tondo 18, Maggiali, Bizzocchi 17, Servidei 6, Pezzi. All. Immovilli.

Libertas Pallacanestro Fiorano: Pivetti, Cracco 4, Zogaj 17, Roncaglia 2, Ruggeri 7, Galloni, Lanzellotto, Marescotti 2, Lucchi 4, Melegari 16. All. Casoli.

Un micidiale parziale di 24 a 3 nei primi 12′ di gara, permette alla Sampolese di ritornare alla vittoria dopo un lungo digiuno. Chiave della gara la efficacissima zona predisposta da Immovilli e la particolare vena di Bizzocchi (sue 5 triple) e Tondo (18 punti, 14 rimbalzi e 9 falli subiti). Fiorano, dopo lo shock iniziale, tenta di recuperare intensificando il pressing difensivo ed appoggiando il gioco offensivo sugli ottimi Melegari e Zogaj, ma riesce solo ad avvicinarsi pericolosamente (51-48) a 2’ dalla fine; non trema, però, la mano di Tondo e Minardi che, nel nervoso e convulso finale, trovano la giusta concentrazione per  infilare i necessari tiri liberi che assicurano ai locali il meritato successo.

RADIOCOOP.IT – BAOU TRIBE 72 – 55

(18-7; 37-24; 55-34)

Piacenza Basket Club: Massari 16, De Lillo 11, Antozzi 14, Sela 4, Pirolo 5, Villa 10, Scarionati 9, Betti 3, Markovic, Popov. All. Mambretti.

Baou Tribe San Lazzaro: Gruppi 4, Marinelli 6, Woldetensae, Mellara 2, Capobianco 14, Masrè 12, Lodi 6, Bernardi 5, Pirazzoli 5, Paladini 1, Fornasari. All. Lelli.

Il Piacenza Basket Club vince con grande merito il big match dell’ultima giornata del Girone d’Andata contro il Baou Tribe San Lazzaro. Piacenza fa vedere subito che partita intende fare, iniziando a difendere aggressivamente e a sfruttare Pirolo dal post basso. Dopo qualche minuto di assestamento, Baou Tribe prova a rispondere con Masrè, ma sono ancora i ragazzi di Mambretti a difendere forte e a ripartire in contropiede grazie anche alla vena di un ispirato Massari. Il primo quarto si chiude sul 18-7 ma la forbice sarebbe potuta anche essere maggiore senza un periodo tra il 4′ ed il 6′ dove Piacenza ha collezionato diverse palle perse. Nel secondo parziale Piacenza continua sulla falsariga del primo e anche il Pala San Lazzaro pare essere un fattore per gli ospiti, che collezionano percentuali non alte dal tiro da 3. Al contrario i ragazzi di Mambretti riescono in questo parziale ad avere un’alta percentuale dall’arco, grazie a Massari, Scarionati e Betti.Quando Baou Tribe prova a mettere fuori la testa dal guscio con Capobianco, ecco un passaggio su rimessa a tutto campo che porta immediati altri due punti della Radiocoop.it. La fotografia del match. I biancoverdi, sul finire di parziale, provano a rientrare sotto la doppia cifra di svantaggio, ma sulla sirena Villa cattura un rimbalzo offensivo e segna il 37-24.Si tratta un canestro importante, che mette Piacenza in una condizione di inerzia positiva che continua nel terzo parziale. De Lillo e capitan Antozzi ampliano il proprio bottino personale, mentre i ragazzi di Lelli non riescono a contrastare i biancorossi, chiudendo la frazione sul -21 (55-34). Nell’ultimo quarto ancora Capobianco e Masrè, ultimi ad arrendersi in casa bolognese, provano a ricucire il gap, ma il Piacenza Basket Club ne ha ancora e riesce a gestire il finale chiudendo la partita sul 72-55.

NUOVA PSA MODENA – ANTAL PALLAVICINI 73 – 78

(22-19; 39-41; 49-59)

Psa Modena: Macchelli 2, Biscaro 2, Petrella 8, Bertoni 10, Mezzetti, Santonastasio 14, Konadu 16, Frilli 17, Govi, D’Imprima 4. All. Lunghini.

Pallavicini: Tosiani 7, Nanni G., Pierantoni 5, Giunchedi 6, Ferraro 9, Nanni M. 13,  Dawson 12,   Bertarelli, Bastia 10, Minghetti 16. All. Morra.

TECNOFONDI – SALSO 68 – 51

(25-6; 46-27; 54-37)

Nazareno Carpi: Sbisà  2, Compagnoni 17, Goldoni 8, Doddi 20, Pravettoni 5, Antonicelli, Cavallotti, Salami 12, Saetti, Barigazzi, Menon 4, Cantarelli. All. Testi.

Salsomaggiore: Talassi 5, Zamboni, Porcari 7, Aimi 11, Maccini 2, Rattoppi 4, Bonzani 5, Merli 2, Biocchi, Zerbini 6, Lucchini, Lettieri 9. All. Allodi.

MAGIK – VENTURI 53 – 63

(11-12; 25-28; 32-40)

Magik Parma: Bazzoni 2, Donadei 14, Malinverni N., Tibollo 5, Caravita 5, Gibertini 5, Diemmi 6, Olagundoye 2, Longinotti 4, Guidi 10. All. Lopez.

Anzola: Poluzzi F. 4, Venturi N. 6, Pappalardo 19, Boldini 7, Fiorini 3, Mazza 15, Zanata 9, Lambertini, Venturi D., Kalfus, Brancaccio. All. Sacchetti.

VIS PERSICETO – COLLEGE FULGOR 57 – 49

(22-11; 37-22; 47-37)

San Giovanni in Persiceto: Scagliarini 4, Chiusoli, Morisi 7, Parmeggiani 13, Almeoni 15, Missoni 2, Genovese, Gravinese ne, Ferrari 2, Ramini 10, Pederzini 4. All. Rusticelli.

Fidenza: Iacomino 14, Zerbini 14, Rigoni, Ceci 6, Longhi 2, Imeri 9, Orsi 4, D’Esposito, Rubini. All. Fiesolani.

EUROSYSTEMS – ATLETICO 80 – 86

(19-12; 45-36; 63-61)

Luzzara: Cani 7, Costantino 10, Gelosini 11, Neviani 8, Pesci 3, Neri 12, Petrolini 8, Riccò 14, Freddi 8, Ploia ne. All. Beltrami.

Atletico: Pedroni, Gherardi 17, Farneti 5, Grassi, De Simone 7, Sant 13, Artese 22, Selvi 4, Turchetti 8, Rossi 4, De Fazio 4, Poluzzi 2. All. Cicchelli.

Certo, il turnover delle assenze, tra infortuni e lavoro, hanno messo più di un granello negli ingranaggi rivieraschi, ma il concetto, lo spirito che faceva della difesa Eagles il primo momento per attaccare gli avversari non si vede più, coperto dagli aristocratici desideri dei singoli di ergersi a protagonisti del tabellino. Peccato perché per 15′ i reggiani la spiegano ai bolognesi senza tanto dire: 42-26 recita il tabellone dopo la tripla di Pesci. Ed è lì che gli Aquilotti compiono l’errore più grave: si specchiano nella loro bellezza, si ammirano, e vengono inevitabilmente travolti dal desiderio di vittoria di Atletico che getta un cuore enorme sul campo e rosicchia, punto dopo punto, il vantaggio e le certezze dei ragazzi di coach Beltrami. A poco cambia il drammatico infortunio di Selvi a 5’39” dalla fine, con la caviglia sinistra girata in una posizione “impressionantemente” innaturale, che ferma il match per 30′. L’uscita dell’atleta bolognese (a cui auguriamo un pronto recupero) evidenzia la totale di diversità di “fame” delle due squadre: i bolognesi azzannano famelici; gli Aquilotti sono schizzinosi anche solo all’idea di sporcarsi le mani.

SAN MAMOLO – VOLTONE 56 – 64

(14-18; 32-31; 46-48)

San Mamolo: Margelli 3, Paracchini, Quadri S. 7, Candelaresi, Martelli P. 19, Martelli L., Lamborghini 2, Boldarino 8, Quadri A., Fiorentini 3, Benfenati, Demetri 14. All. Munzio.

Zola: Galassi 12, Ghiacci 20, Giacometti A. 4, Tibertini 12, Giacometti J. 4, Luppi 8, Lombardo, Polo, Marasi 4, Garau ne, Gardamone, Varotto. All. Amanti.

CLASSIFICA

ANZOLA 26 15 13 2 1097 983 +114
PIACENZA BC 24 15 12 3 1022 892 +130
VIS PERSICETO 24 15 12 3 1027 904 +123
BAOU TRIBE SAN LAZZARO 24 15 12 3 1000 921 +79
PALLAVICINI BOLOGNA 24 15 12 3 1024 946 +78
VOLTONE ZOLA 22 15 11 4 1034 931 +103
AQUILA LUZZARA 14 15 7 8 976 952 +24
COLLEGE FIDENZA 14 15 7 8 963 962 +1
ATLETICO 12 15 6 9 1047 1047 +0
NAZARENO CARPI 12 15 6 9 983 1031 -48
MAGIK PARMA 12 15 6 9 900 956 -56
FIORANO 8 15 4 11 899 965 -66
PSA MODENA 8 15 4 11 970 1070 -100
SAMPOLESE 6 15 3 12 923 1011 -88
SAN MAMOLO BOLOGNA 6 15 3 12 950 1095 -145
SALSOMAGGIORE 4 15 2 13 768 917 -149

GIRONE B

AICS – GUELFO 52 – 71

(13-15; 26-31; 38-50)

Aics Forlì: Fumagalli 19, Mariani ne, Ruffini, Guaglione 4, Cantore 10, Cortini 5, Gaiotti 3, Zamagni 2, Zannoni 9, Pusateri, Ferri. All. Chiadini.

Castel Guelfo: Vastola 7, Gianasi, Baccarini 10, Caprara 13, Bernabini 4, Bacci, Miceli, Ventura, Minghetti 3, D’Andola 7, Giordani 17, Paluan 10. All. Serio.

MOLINELLA – BELLARIA 67 – 44

(21-12; 39-23; 50-36)

Molinella: Calvi 12, Quartieri 6, Checcoli 8, Ricci 6, Testi 6, Alessandri, Tagliavini 8, Pascoli 2, Gualandi 4, Serio 9, Trippa 6. All. Baiocchi.

Bellaria: Mussoni Mi., Fornaciari 2, Pari, Sacchetti 8, Pinto 7, Mussoni Ma. 2, Novello, De Gregori 6, Verni 3, Russu 14, Bindi 2. All. Ferro.

VB – ARTUSIANA 71 – 60

(18-14, 36-31, 50-49)

Grifo Imola: Turrini ne, Di Cillo 4, Orlando 1, Sgubbi ne, Pasini 18, Riga 5, Lanzoni 14, Linguerri 5, Monna 2, Zaccherini, Guerra 4, Castelli 18. All. Tampieri.

Forlimpopoli: Rossi 15, Marzolini 5, Balistrieri 10, Calboli 6, Manucci 6, Morabito, Arfelli 8, Chezzi 2, Evangelista, Servidei 8. All. Bondi.

SPEM – C&C 68 – 79

(11-27; 29-48; 44-63)

Spem Mattei Ravenna: De Fanti 12, Trerè 4, Basaglia 7, Vistoli 3, Cirillo, Saccardi 15, Bartoletti 5, Raspa 9, Senni 3, Morigi 10. All. Focarelli.

Basket’95 Imola: Baruzzi L. 24, Gargioni 10, Barbagelata 15, Spagnoli 13, Selva 6, Mezzini, Rossi ne, Dalmonte 4, Baruzzi F, Crisà 7. All. Brocchi

OLIMPIA – ARGENTA 81 – 68

(19-18; 34-38; 53-48)

Olimpia Castel San Pietro: Fortunati ne, Franceschini 21, Ziron 24, Boschi 2, Pancaldi 14, Prete ne, Farnè 4, Gianninoni 3, Sgorbati, Morales 13. All. Canè.

Argenta: Magnani 11, Di Cristina ne, Taglioli, Spinosa 5, Quaiotto 2, Cesari 10, Malagolini 12, Rubbini 6, Stegani 4, Brignani, Thiam 18, Rafan ne. All. Panizza.

CURTI – ALTEDO 53 – 69

(11-23, 22-37, 40-55)

International Imola: Folli 14, Benghi 3, Marchi, Grandolfi 5, Genoni, Cai, Martini 7, Sgorbati 8, Caprara J, Scagliarini, Dirella 2, Masoni 12. All. Fazzi.

Altedo: Balboni 1, Monari 4, Gnan 2, Bovo 4, Dal Pozzo 5, Pigozzi 13, Lollini 22, Baccilieri 8, Soresi, Zanolli 8, Gnudi 2. All. Bacchilega.

Vince con merito l’Altedo che espugna la “Ravaglia” e si dimostra squadra compatta e che può, senza alcun dubbio, puntare alla promozione diretta. La Curti, sin dal primo quarto, approccia la partita in modo sbagliato presentandosi come agnello sacrificale senza la dovuta concentrazione difensiva e con troppa foga al tiro, senza la necessaria pazienza. L’Altedo prende un discreto vantaggio grazie sopratutto a Lollini, il migliore in campo, non solo per i punti ma per i continui assist ai compagni nei pochi momenti di calo della tensione degli ospiti. Solo all’inizio dell’ultimo quarto gli imolesi con alcune giocate si portano sul -10 e provano a riaprire la partita, ma una tripla di Dal Pozzo spegne ogni velleità e consegna la vittoria agli ospiti.

SCUOLA BASKET FERRARA – BASKET VILLAGE 55 – 82

(19-16; 34-42; 39-62)

Scuola Basket Ferrara: Ferrarini 10, Pusinanti 9, Zavarini, Rimondi Ro 10, Frignani 4, Fabbri 2, Romagnoni 5, Bottoni 8, Bussolari 5, Rimondi Ri, Costanzelli 2. All. Colantoni.

Basket Village Granarolo: Banzi 5, Paoloni, Ballini 13, Nicotera 4, Nobis 7, Marega 20, Neviani 10, Pedrielli 14, Marcheselli L, Brotza 6, Billecci 3. All. Calore.

VENI – DOLPHINS 70 – 73

(19-18; 41-33; 54-49)

San Pietro in Casale: Settanni 6, Meola ne, Barbieri 2, Pastore ne, Luparello 9, Vinci 9, Minozzi G. 15, Iannicelli 9, Ghedini ne, Bartolozzi 14, Folesani 6. All. Minozzi M.

Riccione: Silvestrini 13, Raffaelli 5, Amadori 25, Brattoli 2, Pirani, Tononi 4, Ambrassa, Biagini, De Martin 6, Polverelli 18. All. Foschi.

CLASSIFICA

GUELFO 26 15 13 2 1044 832 +212
ALTEDO 24 15 12 3 1097 993 +104
OLIMPIA CASTEL S. P. 22 15 11 4 1065 956 +109
DOLPHINS RICCIONE 20 15 10 5 1050 993 +57
MOLINELLA 20 15 10 5 913 870 +43
BASKET VILLAGE GRANAROLO 18 15 9 6 999 948 +51
ARTUSIANA FORLIMPOPOLI 18 15 9 6 961 931 +30
SPEM MATTEI RAVENNA 16 15 8 7 935 951 -16
ARGENTA 14 15 7 8 1028 986 +42
VENI SAN PIETRO IN CASALE 12 15 6 9 873 854 +19
INTERNATIONAL IMOLA 12 15 6 9 942 964 -22
BASKET’95 IMOLA 12 15 6 9 1007 1045 -38
S.B. FERRARA 8 15 4 11 853 953 -100
GRIFO  IMOLA 6 15 3 12 907 1039 -132
BELLARIA 6 15 3 12 877 1025 -148
AICS FORLI’ 6 15 3 12 869 1080 -211

Piacenza e Olimpia bocciate da Anzola e Altedo. Sorpresa Granarolo in C regionale

La serie D fa la parte del leone in questo primo week end del 2015. Nel girone A tutte le attenzioni vanno su Anzola-Piacenza BC, mentre nel girone B spicca Altedo-Olimpia, le due principali inseguitrici del Guelfo. In C regionale la partita più interessante è forse quella di Ozzano dove arriva Montecchio; in chiave salvezza segnaliamo Cvd-Pontevecchio.

C REGIONALE

GIORGINA SAFFI – BANCO EMILIANO 82 – 101

(12-30: 30-53; 59-76)

Giorgina Saffi Forlì: Agatensi 21, Conocchiari 13, Emiliani 2, Frigoli 13, Marchioni, Piazza 8, Rava, Ravaioli 20, Serrani, Soldati 5. All. Agnoletti.

LG Competition Castelnovo Monti: Baccarani 2, Fanelli 29, Ferri, Filippi 2, Paulig 10, Siani 9, Vanni 10, Vezzosi, Mallon 35, Guarino 4. All. Djukic.

Djukic parte subito con un quintetto alto con Mallon, Fanelli, Paulig, Siani e Vezzosi. Si vede bel gioco e si capisce che, se servito bene, Mallon è in partita. Anche Fanelli risponde “presente” fin dai primi minuti mettendo 12 dei suoi 29 punti nel primo periodo. Per Forlì, risponde solo Ravaioli che si fa trovare spesso al posto giusto e non perdona, mentre Conocchiari non riesce ad esprimersi a causa di un Siani moto aggressivo ed efficace in difesa. I montanari sembrano essere nella loro forma migliore e staccano subito di diciotto lunghezze i romagnoli alla fine del primo periodo. Si torna in campo e si continua a vedere una LG robusta e dinamica. Riescono bene i giochi in attacco e si costringe spesso Forlì al fallo (7 liberi realizzati nonostante la insolita percentuale del 50% di Mallon). Si va negli spogliatoi con la Giorgina Saffi sotto di 23 che rientra decisa a rosicchiare parte dello svantaggio. Agatensi si comincia a far sentire e Conocchiari realizza dalla lunetta e Frigoli mette due delle sue tre bombe. Per Castelnovo rispondono Mallon, Siani e Paulig. Si vede bel gioco in attacco per i reggiani sicuramente molto concentrati. Nell’ultima frazione qualche ingenuità difensiva per LG mette Conocchiari in condizione di colpire portando Forlì a -11 a 3’ dalla fine. Ma di là c’è ancora Fanelli e il granitico Guarino, rientrato dopo l’infortunio di inizio stagione, che mette una tripla in un momento decisivo e rompendo una inerzia che sarebbe potuta diventare pericolosa. Si torna a + 16 e Djukic decide di dare spazio anche ai giovani Ferri e Baccarani.

SPAL – NOVELLARA 74 – 67 dts

(15-19; 30-34; 38-43; 60-60)

Correggio: Lusvarghi 2, Magnani 9, Galeotti 11, Rovatti 23, Riccò, Villani 10, Casu, Stefanini 11, Amici 5, Lavacchielli, Fassinou 3, Giani. All. Paladini.

Novellara: Mariani Cerati 6, Carpi 8, Rinaldi 16, El Ibrahim, Ciavolella 23, Margini, Verbitchi 2, Croci 3, Colla 7, Bartoli 2, Baracchi. All. Ligabue.

Nel “classico” della bassa parte bene Correggio con Rovatti e Villani (7-0 dopo 3′). Novellara non ci sta e con due triple di Rinaldi opera il sorpasso a metà quarto. Ciavolella fa valere il proprio peso da sotto e propizia il primo minibreak ospite (10-14 al 7′). La Spal si dimostra imprecisa e solo grazie a due conclusioni di Amici e Lusvarghi chiude il quarto sul 15-19. Nel secondo quarto la musica non cambia con il solo Stefanini fra i gialloneri a trovare la via del canestro e Novellara mantiene costantemente un paio di possessi di vantaggio (21-25 al 15′). Dopo la schiacciata di Rovatti, sono due sprazzi di un ottimo Galeotti a riportare la Spal ad una sola lunghezza, ma Novellara riesce a chiudere il quarto ancora con 4 punti di margine (30-34). In apertura del terzo periodo sono due canestri di Villani a riportare Correggio in parità, ma nelle azioni successive i ragazzi di Paladini continuano ad avere difficoltà in attacco e Novellara senza strafare si riporta avanti (35-39 al 25′) chiudendo il quarto sul 38-43. Nell’ultima frazione, approfittando della scarsa determinazione difensiva della Spal, Novellara scende in campo più convinta e sulla tripla di Ciavolella si porta sul 42-53 dopo 34′. Otto punti consecutivi di Rovatti riportano sotto la Spal (52-56 al 36′). Due canestri di Magnani per il pareggio la Spal a 1’10” dal termine. Ciavolella fa 0/2 dalla lunetta, ma non sbaglia Rinaldi (56-58 a -50″). Perde palla Stefanini in attacco e ancora Rinaldi in lunetta (0/2) e palla Spal a -40″. Magnani per il 58-58, poi realizza Rinaldi in entrata e alla Spal restano gli ultimi 4″ per cercare di pareggiare o vincere l’incontro. Sbaglia Magnani, ma la palla finisce a Rovatti che, sulla sirena, porta Correggio ai supplementari. Apre ancora Rovatti con un canestro da sotto e la schiacciata su rubata (64-60 dopo 1′ per Correggio). Galeotti con una entrata e un libero porta la Spal sul 67-62 a -1’50”. Liberi di Rinaldi e Carpi e 67-65 a -1’20”. Gioco da tre per Galeotti e Liberi di Carpi (70-67 a -60″). Stefanini due volte in lunetta fa 3/4 e sigla il 73-67 per la Spal a 24″ dalla sirena, consegnando, di fatto, a Correggio l’ennesimo derby.

FLYING BALLS – MONTECCHIO 76 – 72

(19-15; 38-33; 56-53)

Ozzano: Pasquali, Verardi 11, Mini 7, Rossi 17, Savic ne, Caprara 3, Regazzi 8, Teglia ne, Guazzaloca 7, Martelli, Rambelli, Gianasi 23. All. Grandi.

Montecchio: Grisendi 10, Lombardi 11, Ongarini 6, Guardasoni, Basso 2, Maggi 2, Colla 5, Ferrari 11, Marchini 25, Petrolini ne, Giglioli. All. Cavalieri.

Si è decisa solo negli ultimi secondi la prima partita del 2015 dei New Flying Balls. Alla fine, dopo 40’ di assoluto equilibrio, i ragazzi di coach Grandi hanno avuto la meglio per 76 a 72 sulla Polisportiva Arena Montecchio e si sono aggiudicati il decimo incontro stagionale su quattordici match disputati. Come detto, al PalaGira regna l’equilibrio. Montecchio comanda per i primi tre minuti di partita, poi Rossi e Gianasi trascinano Ozzano al sorpasso ed al 5’ il tabellone segna 11-7 per i biancorossi; i Flying non riescono mai a superare le 6 lunghezze di vantaggio ma riescono a mantenere il vantaggio fino al minuto 23, prima che Lombardi e Marchini firmino il 42-44 ospite. Ozzano reagisce e una bomba di Verardi a metà terzo quarto riporta  i padroni di casa avanti (47-46). L’Arena rimane sempre lì, incollata all’avversario, e nell’ultimo quarto al 34’ arriva il nuovo vantaggio (60-61) firmato ancora una volta Davide Marchini. Gianasi risponde a Marchini in un duello fra due giocatori fuori categoria (62-61), Lombardi da oltre 7 metri trova la bomba del +2 Arena (62-64) con 4 minuti da giocare. Finale al cardiopalma, fatto di sorpassi e controsorpassi. Ancora una volta Marchini, miglior realizzatore del match con 25 punti, trova un bellissimo canestro e un potenziale gioco da tre punti che potrebbe chiudere il match visto che Montecchio sul 67-70 potrebbe portare a 4 le lunghezze di vantaggio con solo 68 secondi da giocare. Marchini sbaglia però il primo libero della serata, dall’altra parte Ozzano segna il -1 e inspiegabilmente Montecchio regala la rimessa a Guazzaloca che da sotto realizza comodamente il 71-70 Ozzano. Durante il canestro del play ozzanese l’arbitro vede un fallo di Rossi, l’Arena va così in lunetta e fa 2 su 2 (71-72). Quando ormai mancano meno di 35 secondi alla fine, Marco Mini (appena 4 punti fino a quel momento) trova la prima e unica tripla della serata. Il numeroso pubblico PalaGira esplode, Ozzano va a +2 (74-72). Nell’azione successiva capitan Basso affretta il tiro dalla distanza che fatica ad arrivare al ferro; il rimbalzo è dei Flying che in lunetta vanno sul definitivo +4 (76-72).

DESPAR – GRANAROLO 79 – 87

(30-21; 51-49; 68-64)

4 Torri Ferrara: Burresi 12, Bertocco, Fenati 6, Brandani 6, De Togni, Parmeggiani 14, Lugli 13, Marchetti, Pasquini 17, Magni 5, Agusto 6. All. Cavicchioli.

Granarolo Basket: Spettoli 7, Paoloni 6, Tugnoli 7, Calanchi 6, Marchi 19, Bonetti 4, Bertuzzi 13, Millina, Ferri 9, Governatori, Busi 16, Torriglia. All. Trevisan.

Grande impresa degli uomini di Trevisan e Carrera che, espugnando meritatamente il Pala 4Torri della fin qui imbattuta capolista del campionato allenata da Cavicchioli, si dimostrano capaci di qualsiasi cosa. Il merito degli ospiti è stato quello di non disunirsi mai di fronte agli allunghi della capolista e rientrare sempre a contatto in pochi minuti per poi piazzare la zampata vincente nell’ultimo quarto; inoltre, dopo una prima metà gara in sostanziale equilibrio sotto le plance (19-18 i rimbalzi per gli ospiti), hanno dominato i tabelloni nella seconda parte di gara (26-15) soprattutto grazie al contributo degli esterni (Marchi su tutti con 11 rimbalzi) che hanno stravinto il confronto con i pari ruolo avversari in questa statistica (27-15). L’avvio del match è scoppiettante, con le due squadre che infilano le retine a ripetizione (9-7 al 3′) poi i padroni di casa operano il primo allungo con un parziale di 6-0 in un minuto (15-7 al 4′) che costringe Trevisan a chiamare timeout e sostituire Ferri già gravato di 2 falli. Subito una tripla di un Bertuzzi ispiratissimo (tutti i suoi 13 punti li ha segnati nel primo periodo) ricuce il divario ma Burresi con 6 punti consecutivi porta il vantaggio del 4Torri in doppia cifra (21-10 al 5’30”). Busi e un’altra tripla di Bertuzzi riportano Granarolo a -6 ma Pasquini e Parmeggiani ristabiliscono la doppia cifra di vantaggio (27-17 al 7’30”). Gli ospiti serrano le fila e riescono a chiudere il 1′ quarto senza ulteriori danni (30-21 al 10′) ma con i lunghi titolari (Calanchi e Ferri) gravati di 3 e 2 falli. In avvio di secondo quarto Ferrara prova ad allungare ma è Marchi con 7 punti consecutivi che tiene in scia Granarolo e da il la al parziale 1-8 con cui gli ospiti rientrano ad un possesso di distacco (35-33 al 14′). Lugli e Magni riportano Ferrara a +7 ma è ancora una volta un Marchi incontenibile in questo 2′ periodo (dove realizza 16 dei suoi 19 punti totali) che con 9 punti consecutivi propizia un altro break di 5-16 che porta Granarolo in vantaggio di 4 lunghezze a 20″ dal riposo lungo (45-49 al 19’40”). In questi 20″ arriva quella che potrebbe essere la svolta del match: canestro di Fenati (47-49) da centro area, contestatissimo dai bolognesi per un’evidente infrazione di passi non rilevata, fallo tecnico sanzionato a Ferri per il suo quarto personale, libero realizzato da Brandani (48-49) per il tecnico e tripla di tabella di Lugli sulla sirena, da due metri dietro la linea di metà campo, per il 51-49 con cui le due squadre vanno negli spogliatoi! Alla ripresa delle ostilità gli ospiti sembrano accusare il colpo tant’è che realizzano solo 2 punti con Ferri all’inizio (53-51 al 21′) poi restano a secco per 5’30” subendo un parziale di 13-0 (66-51 al 26’30”) che sembra chiudere il match. Come detto in precedenza, i ragazzi di Trevisan hanno il merito di non disunirsi mai, chiudono a chiave il loro canestro con le difese miste e alternate ordinate dal coach (zona press con rientro a zona e nel corso dell’azione diventava marcatura a uomo, o viceversa) e piazzano un controparziale di 2-13 (propiziato da due triple di Busi e Calanchi) andando all’ultimo riposo con sole quattro lunghezze da recuperare (68-64 al 30′) e costruendo le basi del successo finale. L’ultimo periodo comincia subito con la seconda tripla di Calanchi, poi una serie di falli da ambo le parti (tra cui un antisportivo sanzionato a Busi) mandano in lunetta da un lato Fenati e dall’altro Spettoli e il baby Bonetti (classe ’96 che ha sostituito proprio Spettoli infortunatosi nell’azione successiva ai liberi realizzati) per il 72-71 al 31′; il gioco si fa nervoso e, su una tripla di Brandani dall’angolo, si registra l’ultimo vantaggio dei padroni di casa (75-74 al 34′). Granarolo replica subito con una tripla di Busi e un canestro in contropiede di Bonetti, rintuzzati da Pasquini (77-79 al 35′). Cavicchioli chiama timeout sul successivo canestro di Tugnoli e Trevisan chiude a chiave la partita schierando un quintetto senza playmaker di ruolo, con i tre esterni più fisici che ha (Paoloni, Tugnoli e Marchi), Busi ala grande e Ferri centro: Granarolo domina i tabelloni, concede solo due punti a Parmeggiani dalla lunetta, a 13″ dalla fine, e vince meritatamente 79-87.

V. MEDICINA – ARBOR 91 – 68

(23-12; 50-28; 66-45)

Virtus Medicina: Persiani 14, Rossi 2, Govi F. 10, Govi G. 6, Sighinolfi 7, Biguzzi 20, Lorenzini 1, Panico, Musolesi 20, Canovi 4, Seracchioli 7. All. Curti.

Arbor Reggio: Marchi, Boselli 8, Visini 2, Braglia 2, Maione 12, Iori 16, Simonazzi 21, Franzoni 3, Alfano, Bytyqi 4. All. Baroni.

CVD – FOR 55 – 42

(11-8; 30-17; 46-31)

Cvd Casalecchio: Gamberini 2, Spadellini, Mazzoli 10, Marzioni 8, Lanzi, Truzzi 14, Masetti, Maggio 2, Fuzzi 3, Cuozzo 4, Taddei 1, Marcheselli 11 All. Loperfido.

Pontevecchio: Benuzzi  1, Bergami 2, Brancaleoni 12, Cruzat, Di Rauso, Falzetti 4, Galeotti 8, Garagnani, Luppi 3, Mantovani, Tinti 9, Torresani 3. All. Savini.

BOLOGNA BASKET 2011 – ME CART 60 – 80

(23-17; 42-34; 46-59)

Bologna Basket 2011: Gargioni, Chiarini S. 24, Tolomelli, Guerri 3, Chiarini A. 4, Tugnoli 2, Ballardini 12, Lippa 3, Ayiku 2, Bianchini 10. All. Duo.

SB Cavriago: Cervi 27, Pezzi 17, Fantini, Violi, D’Amore 7, Ligabue 8, Leonardi 7, Fontanesi, Codeluppi 14, Giardina. All. Degl’Incerti Tocci.

BUDRIO – TECNOSISTEM 75 – 63

(16-6; 37-20; 61-36)

Budrio: Fimiani 9, Guidi, Casagrande 20, Nanni 2, Manini 5, Lazzari 2, Alberti 4, Quaiotto 11, Innocenti 13, Quarantotto 3, Bargiotti 6. All. Cinti.

Stars: Bitelli 11, Flori 10, Molise, Lalanne, Landuzzi 10, Maestripieri 5, Menarini 16, Guizzardi 2, Parenti 2, Testoni, Marino 1, Skocaj 6. All. Cantelli.

CLASSIFICA

4 TORRI FERRARA 26 14 13 1 1129 882 +247
S.B. CAVRIAGO 20 14 10 4 1018 879 +139
FLYING BALLS OZZANO 20 14 10 4 1061 1027 +34
BUDRIO 18 14 9 5 955 886 +69
L.G. COMPETITION CAST. M. 18 14 9 5 1035 972 +63
VIRTUS MEDICINA 18 14 9 5 1011 959 +52
ARENA MONTECCHIO 16 14 8 6 959 905 +54
CORREGGIO 14 14 7 7 1044 1048 -4
G. SAFFI FORLI’ 14 14 7 7 933 956 -23
NOVELLARA 14 14 7 7 920 985 -65
GRANAROLO BASKET 12 14 6 8 944 952 -8
BOLOGNA BASKET 2011 12 14 6 8 931 988 -57
ARBOR REGGIO 8 14 4 10 947 1035 -88
STARS BOLOGNA 8 14 4 10 857 952 -95
CVD CASALECCHIO 6 14 3 11 868 984 -116
PONTEVECCHIO BOLOGNA 0 14 0 14 830 1032 -202

SERIE D

GIRONE A

FIORANO – EUROSYSTEMS 58 – 51

(8-9; 23-20: 46-38)

Libertas Fiorano: Bernabei ne, Pivetti, Cracco, Zogaj 3, Roncaglia 7, Ruggeri 9, Galloni, Lambertini 15, Lanzellotto 6, Fogliani ne, Marescotti 10, Melegari 8. All. Casoli.

Luzzara: Anania ne, Cani 7, Costantino 14, Caleffi 5, Gelosini 8, Sereni 5, Neviani 3, Neri 9, Freddi, Corradini. All. Beltrami.

Fiorano riprende da dove aveva lasciato l’anno vecchio, da una vittoria, anche se sofferta, perché Fiorano si diverte tutta la partita a fare e disfare quello che di buono costruisce, perdendo un sacco di palloni (a fine partita saranno 18) e sbagliando incredibili canestri da sotto, per allunghi che avrebbero potuto chiudere la partita molto prima. Fiorano parte forte e scappa subito sul 6 a 0, campanello d’allarme che suona nelle orecchie di Luzzara, che rientra subito trascinati dal duo Costantino-Cani, e porta fuori giri i ragazzi di Casoli che iniziano a perdere palle in transizione, permettendo alle aquile di chiudere il primo quarto 8 a 9. Fiorano si riorganizza e arma le mani di Melegari, che dalla stessa mattonella sgancia due bombe consecutive per il controsorpasso e addirittura riprova l’allungo riportandosi a +6, ma Fiorano ci ricasca, abbassa la guardia, e il solito Costantino aiutato dalla bomba di Caleffi e da 4 punti consecutivi di Neri riporta le aquile sotto, e alla sirena di metà partita il tabellone recita 23 a 20. Al rientro in campo, Luzzara accorcia ancora con Neri, ma Fiorano reagisce subito e trascinata da Lambertini (8 punti nel quarto sui 15 totali) che realizza due bombe consecutive, e da una attentissima difesa, allunga fino al + 11 con la bomba spettacolare di Cracco (il tavolo l’ha assegna a Lanzellotto) che al termine dei 24″ e completamente fuori equilibrio, lascia andare il pallone, trovando il fondo della retina. Ma i fioranesi, questa sera sono a corrente alternata e fanno rientrate nuovamente Luzzara a -5 a 6′ dal termine. Coach Casoli corre ai ripari, chiama time out, e ottiene quello che voleva. Ruggieri e Marescotti si ergono ad insuperabili baluardi sotto canestro facendo loro i rimbalzi in difesa e attacco (saranno 22 in totale a fine partita del duo), e le stoppate di Melegari e dello stesso Marescotti spengono anche le ultime velleità delle aquile, per il 58 a 51 finale.

BASKET VOLTONE – SAMPOLESE BK 60 – 55

(18-12, 28-28, 38-39)

Voltone Zola: Galassi, Ghiacci 23, Giacometti A. 6, Tubertini 7, Giacometti J. 10, Baccilieri 3, Zanasi ne, Bonanno 2, Maresi 6, Garau ne, Cardamone, Varotto 3. All.  Amanti.

San Polo d’Enza: Monti 18, Minardi 12, Davoli ne, Tognoni ne, Benevelli, Tondo 14, Nicolini, Bizzocchi 6, Servidei, Pezzi 5. All. Immovilli.

I novanta secondi finali sono fatali per la Sampolese che, dal 48-53, subisce un micidiale 12 a 2, propiziato da un Ghiacci incontenibile da una parte e da una serie di errori imperdonabili  dalla parte reggiana. Un’occasione importantissima persa dalla compagine di Immovilli nella sempre più difficile lotta per la salvezza.

BAOU TRIBE – MAGIK BASKET 59 – 57 dts

(14-13; 23-25; 38-39; 48-48)

Baou Tribe San Lazzaro: Gruppi ne, Marinelli 16, Fornasari 4, Bernardi 4, Woldetensae 5, Pirazzoli, Mellara 10, Forni, Masrè 10, Campagna ne, Capobianco 5, Lodi 5. All. Lelli.

Magik Parma: Bazzoni 4, Donadei 10, Malinverni N. 3, Tibollo 10, Malvinverni L. 2, Caravita 4, Gibertini, Olagundoye 10, Longinotti 4, Guidi 10, Fava. All. Lopez.

VENTURI – RADIOCOOP.IT 83 – 72

(16-17; 39-35; 65-45)

Anzola: Poluzzi F. 4, Pappalardo 22, Boldini 16, Mazza 23, Zanata 19, Venturi N., Venturi D., Fiorini, Lambertini, Kalfus, Brancaccio, Poluzzi L. All. Sacchetti.

Piacenza BC: Villani, Antozzi 21, Scarionati 8, Massari 9, Pirolo 6, Zanangeli 2, Villa 4, Markovic, De Lillo 9, Popov 7, Sela 2, Betti 4. All. Mambretti.

Il Piacenza Basket Club perde lo scontro al vertice giocato in trasferta contro l’Anzola Basket. L’inizio di partita è caratterizzato da un sostanziale equilibrio, con Piacenza che prova nei primi istanti a portarsi avanti ma Anzola riesce a rimanere a contatto. Radiocoop.it commette diversi falli, tanto che a metà quarto entra già in bonus con Anzola ancora ferma al primo fallo commesso. Il terzo fallo di Sela cambia le rotazioni di Mambretti in corsa, ma Piacenza rimane aggrappata alla partita con una gran stoppata di Popov; sul contropiede, il lay up di Antozzi dà il nuovo vantaggio biancorosso (12-13). Il quarto prosegue nell’equilibrio, terminando 16-17 in favore del Piacenza Basket Club. Nel periodo successivo sono Betti e capitan Antozzi a tenere Piacenza avanti qualche punto con i loro tiri da 3. Anzola tuttavia è una squadra di grande sostanza e, con Boldini e Fiorini, rimane ampiamente in partita. Radiocoop.it inizia a perdere qualche pallone di troppo, saranno 6 in totale, e ad allargare leggermente le maglie difensive, non sfruttando a dovere l’inerzia positiva della partita e tenendo Anzola attaccata a sé. Piacenza continua a commettere fallo (con 8 fischi a 1 nel secondo parziale), ma ha la fortuna di un Anzola Basket che converte pochi tiri dalla linea della carità e rimane sul +4 a metà partita (39-35). Nella terza frazione il Piacenza Basket Club perde letteralmente la partita. Che sia un quarto difficile lo testimonia l’istantaneo 4° fallo fischiato a Sela dopo appena 45”. Un successivo fallo di De Lillo, a cui segue anche un fallo tecnico allo stesso giocatore, inizia a far girare prepotentemente la partita per i padroni di casa bolognesi. Verso metà quarto una fase di superficialità difensiva piacentina, consente ad Anzola di portarsi sulla doppia cifra di vantaggio. Pappalardo in casa bolognese inizia a dare spettacolo con diversi canestri, mentre Piacenza sembra tramortita. A fine del terzo quarto il parziale è netto, sul 65-45 in favore di Anzola, un +20 che ha del clamoroso se si pensa ai primi venti minuti. Coach Mambretti deve suonare la sveglia e così è. Piacenza prova nel quarto periodo una rimonta sulla carta impossibile, guidata da capitan Antozzi in gran giornata (21 punti finali per lui). Complice una difesa più rilassata da parte dei padroni di casa, Piacenza riesce a rientrare anche sotto la doppia cifra, ma lo sforzo profuso non riesce a dare effetti. Il finale è 83-72 per Anzola.

ATLETICO BASKET – VIS BASKET PERSICETO 57 – 68

(25-21; 30-42; 47-57)

Atletico: Nanni 2, Gherardi 2, Grassi, De Simone 9, Artese 14, Selvi 4, Turchetti 7, Rossi 5, De Fazio 5, Poluzzi 4, Pedroni 1, Veronesi 4. All. Pietrantonio.

San Giovanni in Persiceto: Scagliarini 4, Chiusoli, Morisi 14, Parmeggiani 8, Almeoni 18, Messori 4, Genovese 3, Gravinese, Ranini 10, Ferrari, Pederzini 7. All. Rusticelli.

PALLAVICINI – TECNOFONDI 77 – 69

(19-17; 43-35; 54-52)

Pallavicini: Tosiani 15, Nanni G. 1, Pierantoni 2, Giunchedi 7, Ferraro 8, Nanni M. 12, Dawson 8, Bertarelli, Bastia 2, Minghetti 22. All. Morra.

Nazareno Carpi: Sbisà 2, Compagnoni 18, Goldoni 9, Doddi 14, Pravettoni 2, Ligabue, Foroni ne, Salami 16, Saetti 2, Menon 6. All. Testi.

COLLEGE FULGOR – SAN MAMOLO 71 – 69

(23-17; 36-40; 52-47)

Fidenza: Rigoni A., Orsi, Iacomino 24, Rubini, Ceci 18, Zerbini 9, Gelmini 5, Imeri 2, Longhi 13, D’Esposito ne, Rigoni P., Sichel ne. All. Fiesolani.

San Mamolo: Margelli, Beccari, Quadri S. 3, Rizzi, Martelli P. 17, Martelli L., Lamborghini, Boldarino 21, Quadri A. 12, Fiorentini, Benfenati 10, Demetri 6. All. Munzio.

ALBERTI e SANTI – PSA 58 – 67

(13-24; 26-35; 38-52)

Salso: Zamboni, Porcari 9, Aimi 14, Maccini 14, Rattotti 4, Bonzani 5, Merli 4, Lettieri 8, Biocchi ne, Zerbini ne, Lucchini ne. All. Allodi.

PSA Modena: Macchelli 4, Biscaro, Petrella 5, Bertoni 24, Mezzetti 2, Santonastaso 13, Di Talia 3, Konadu 6, Frilli 10, D’Imprima. All. Lunghini.

CLASSIFICA

ANZOLA 24 14 12 2 1034 930 +104
BAOU TRIBE SAN LAZZARO 24 14 12 2 945 849 +96
VIS PERSICETO 22 14 11 3 970 855 +115
PIACENZA BC 22 14 11 3 950 837 +113
PALLAVICINI BOLOGNA 22 14 11 3 946 873 +73
VOLTONE ZOLA 20 14 10 4 970 875 +95
AQUILA LUZZARA 14 14 7 7 896 866 +30
COLLEGE FIDENZA 14 14 7 7 914 905 +9
MAGIK PARMA 12 14 6 8 847 893 -46
ATLETICO 10 14 5 9 961 967 -6
NAZARENO CARPI 10 14 5 9 915 980 -65
FIORANO 8 14 4 10 847 904 -57
PSA MODENA 8 14 4 10 897 992 -95
SAN MAMOLO BOLOGNA 6 14 3 11 894 1031 -137
SAMPOLESE 4 14 2 12 862 959 -97
SALSOMAGGIORE 4 14 2 12 717 849 -132

GIRONE B

BASKET VILLAGE – VENI 45 – 59

(6-16; 18-33; 30-40)

Granarolo: Paoloni ne, Ballini 14, Costa, Carrera 1, Nicotera 2, Nobis 5, Marega, Neviani 4, Pedrielli 7, Marcheselli 4, Brotza 8. All. Calore.

San Pietro in Casale: Settanni 6, Meola ne, Luparello 6, Vinci 6, Minozzi G. 18, Iannicelli 7, Ghedini ne, Tinti, Bartolozzi 6, Folesani 10. All. Minozzi M.

ARTUSIANA – SPEM MATTEI 68 – 66

(10-16; 35-35; 51-52)

Forlimpopoli: Rossi 22, Marzolini, Balistreri 9, Fabbri ne, Calboli 3, Manucci 17, Morabito, Arfelli 8, Chezzi 5, Servadei 4. All. Bondi.

Ravenna: Trerè, Basaglia 12, Ravaioli, De Fanti 21, Vistoli 6, Cirillo 10, Saccardi 4, Bartolotti, Scaccabarozzi, Raspa 4, Senni 3, Morigi 6. All. Focarelli.

AICS – MOLINELLA 49 – 71

(12-11; 22-38; 34-60)

Aics Forlì: Grossi 5, Mariani 4, Ruffilli 2, Guaglione 4, Cantore 4, Cortini 2, Gaiotti 10, Ghetti ne, Zamagni 7, Zannoni 9, Pusateri 2, Ferri. All. Chiadini.

Molinella: Calvi 16, Quartieri 1, Checcoli 13, Ricci 17, Testi 6, Alessandri 4, Tagliavini, Ugulini 2, Pascoli, Gualandi 6, Serio 2, Trippa 4. All. Baiocchi.

DOLPHINS – S.B. FERRARA 84 – 55

(26-19, 34-35, 60-41)

Riccione: Silvestrini 5, Ma. Amadori 12, Tononi 19, De Martin 8, Polverelli 16, Mi. Amadori 3, Raffaelli 7, Zaghini 1, Brattoli 13, Ortenzi, Ambrassa ne. All. Foschi.

Scuola Basket Ferrara: Ferrarini 7, Rimondi 11, Pusinanti 2, Fabbri 5, Frignani 8, Romagnoni, Ottoni 10, Parigi 2, Bussolari 10, Malaguti, Zavarini. All. Colantoni.

BELLARIA – CURTI 69 – 66

(10-16; 25-37; 51-55)

Bellaria: Mussoni, Fornaciari, Pari A. 2, Pinto 11, Mussoni 11, Novello 5, De Gregori 6, Verni 2, Pari F. 27, Bindi 4, Cozzi ne, Venturi ne. All. Ferro.

International Imola: Folli 6, Sgorbati 6, marchi 8, Grandolfi 6, Genoni ne, Cai 2, Martini 20, Caprara A. ne, Caprara J. ne, Scagliarini 5, Dirella 5, Masoni 8.

I freschi vincitori della Coppa Marchetti inciampano contro il fanalino di coda del Bellaria alla ripresa del campionato dopo la sosta natalizia. Il match dei biancorossi è condizionato dall’assenza di coach Fazzi, impossibilito ad essere presente, con la squadra gestita da capitan Jonathan Caprara. Buona comunque la partenza di Imola, grazie ai contropiedi orchestrati da Masoni, con la Curti avanti all’intervallo. Nella ripresa l’inerzia cambia. La zona di Bellaria frutta il lento recupero, fino al finale caratterizzato da troppi sbagli al tiro per la Curti, mentre il Bellaria si ritrova avanti 69-66 a 30” dalla fine: vantaggio che i tentativi dalla lunga di Imola non riescono a recuperare.

CASSANI&COSTANZI – GRIFO 75 – 68

(20-21; 43-29; 59-48)

Basket’95 Imola: Mastrilli 7, Spagnoli 32, Barbagelata 17, Gargioni 1, Selva 4, Crisà 7, Mezzini ne, Rossi ne, Baruzzi 7, Rubini Dalmonte ne, Baruzzi F. ne. All. Brocchi.

Grifo Imola: Turrini, Lanzoni 10, Riga 17, Pasini 11, Linguerri 2, Di Cillo 23, Castelli 5, Monna, Zaccherini, Guerra. All. Tampieri.

ALTEDO – OLIMPIA 90 – 75

(23-20; 51-35; 74-55)

Altedo: Balboni ne, Monari 6, Gnam, Bovo 11, Ventura ne, Dal Pozzo 20, Pigozzi, Lollini 22, Baccilieri 21, Soresi ne, Zanolli 6, Gnudi 4. All. Bacchilega.

Olimpia Castel San Pietro: Fortunati ne, Chillo ne, Franceschini 10, Ziron 19, Boschi ne, Pancaldi 6, Binassi 6, Farnè 2, Gianninoni 3, Scala ne, Sgorbati 8, Morales 21. All. Bonazzi.

Poche emozioni nel big-match del girone B. Altedo ha preso il comando delle operazioni fin dai primi minuti e ha continuato a crivellare di canestri un’Olimpia sì orfana di Corazza, ma troppo tenera in fase difensiva e con Binassi completamente fuori partita. Nelle prime battute si metteva in evidenza Baccilieri (9-4 al 2’ con 7 punti dell’ala biancorossa), poi era il turno di Lollini (17-10), ma uno Ziron formato Spanoulis riportava i suoi a contatto (20-18 all’8’ con 10 punti dell’ex Salus). Anche Dal Pozzo rispondeva presente e, nel secondo quarto, lo scarto diventava importante, anche perché Baccilieri e Lollini non smettevano di fare canestro. “Power” realizzava il +17 (47-30) e si andava all’intervallo con Altedo a +16 (51-35). Nella ripresa Castello era, in attacco, solo Morales e, così, i padroni di casa toccavano le ventuno lunghezze di vantaggio sul 65-44 (canestro di Bovo). Le uniche emozioni arrivavano nei primi centocinquanta secondi della frazione conclusiva: l’Olimpia iniziava a difendere con maggiore vigore e Ziron trascinava i compagni al -10 (74-64, canestro di Sgorbati). Un gioco da tre punti di Lollini e l’espulsione di Binassi, però, chiudevano ogni discorso e gli ultimi 6’ erano soltanto un lunghissimo garbage time.

ARGENTA – GUELFO 64 – 79

(17-20; 38-42; 48-63)

Argenta: Magnani 2, Catalin 2, Taglioli 3, Spinosa 19, Quaiotto 6, Cesari 8, Malagolini 2, Rubbini, Stegani 3, Brignani 4, Thiam 15, Rafan. All. Panizza.

Castel Guelfo: Vastola 5, Gianasi, Baccarini 7, Caprara 15, Bernabini 18, Bacci, Miceli 4, Ventura, Minghetti, D’Andola 12, Giordani 14, Paluan 4. All. Serio.

CLASSIFICA

GUELFO 24 14 12 2 973 780 +193
ALTEDO 22 14 11 3 1028 940 +88
OLIMPIA CASTEL S. P. 20 14 10 4 984 888 +96
ARTUSIANA FORLIMPOPOLI 18 14 9 5 901 860 +41
DOLPHINS RICCIONE 18 14 9 5 977 923 +54
MOLINELLA 18 14 9 5 846 826 +20
BASKET VILLAGE GRANAROLO 16 14 8 6 917 893 +24
SPEM MATTEI RAVENNA 16 14 8 6 867 872 -5
ARGENTA 14 14 7 7 960 905 +55
INTERNATIONAL IMOLA 12 14 6 8 889 895 -6
VENI SAN PIETRO IN CASALE 12 14 6 8 803 781 +22
BASKET’95 IMOLA 10 14 5 9 928 977 -49
S.B. FERRARA 8 14 4 10 798 871 -73
AICS FORLI’ 6 14 3 11 817 1009 -192
BELLARIA 6 14 3 11 833 958 -125
GRIFO  IMOLA 4 14 2 12 836 979 -143

Trofeo Marchetti: vince, a sorpresa, l’International Imola

RADIOCOOP.IT – CURTI 60 – 68

(17-11; 34-26; 46-50)

Piacenza BC: Paraboschi ne, Villani ne, Antozzi 10, Scarionati 6, Massari 22, Pirolo 6, Zanangeli 5, Villa 6, Markovic 2, Popov 3, Sela, Betti. All. Mambretti.

International Imola: Folli 15, Sgorbati 14, Marchi 4, Grandolfi 8, Cai 2, Martini 12, Caprara A., Caprara J. ne, Scagliarini 2, Dirella 6, Masoni 5. All. Fazzi.

L’International Imola vince a sorpresa, ma con merito, la dodicesima edizione del “Trofeo Marchetti – Coppa Emilia Romagna”. La formazione guidata da Cristiano Fazzi ha vinto in rimonta grazie ad una difesa attenta e ad un attacco produttivo nei secondi venti minuti. Folli e Sgorbati i migliori marcatori, ma la presenza di un crack come Masoni ha fatto la differenza nei momenti decisivi della finale. Per Piacenza, oltre ad un Massari vera anima della squadra, gli altri sono andati a sprazzi, pagando, forse, la tensione di essere i favoriti.

Piacenza scattava meglio dai blocchi grazie alle tre bombe del play Massari (9-4 al 4’), ma l’International trovava in Folli (7 punti) l’uomo dell’immediato aggancio (9-9). Le squadre giravano a vuoto per qualche minuto, poi la truppa di Mambretti ritrovava vigore in attacco e chiudeva il quarto con un parziale di 6 a 0 (17-11 al 10’). Nel secondo periodo il margine oscillava costantemente tra i 5 (24-19 e 29-24) e i 10 punti (29-19, tripla del pivot Popov), con Imola che provava a rientrare facendo uso della zona dispari (3-2). Nella ripresa i ragazzi di Fazzi avevano la faccia giusta e con due canestri del lungo Martini si portavano a contatto (37-36 al 24’). Piacenza reagiva, ma non poteva evitare il sorpasso, dai 6,75, di Sgorbati (44-46); negli ultimi secondi della frazione l’International allungava grazie ad un poker di Dirella, ma Zanangeli era letale un attimo prima del suono della sirena (46-50). Emozionanti gli ultimi dieci minuti: la Radiocoop.it riusciva a tornare davanti nel punteggio, grazie ad un 2+1 di Antozzi, sul 53-52 al 33’, ma quello era il suo ultimo vantaggio. Un missile del play Grandolfi e due liberi di Masoni regalavano il +8 ad Imola (55-63). Massari realizzava la bomba della speranza (60-64 a -1’), ma il suo successivo quinto fallo, in attacco, chiudeva ogni porta ai piacentini ed era Sgorbati, dall’angolo, ad infilare il canestro del +8 (60-68), a -30”. Game Over e Trofeo alla Curti.

Il 13 non spaventa la 4 Torri. I risultati di C Regionale e Serie D

Porterà fortuna o sfortuna il numero 13? Magari se lo chiedono a Ferrara, nella sede dell’imbattuta 4 Torri, capolista della C Regionale che sarà di scena domenica, nell’ultimo turno del 2014, a Castelnovo Monti. Intrigante Correggio-Budrio, mentre in serie D seguite con attenzione Luzzara-Anzola e Guelfo-Riccione.

C REGIONALE

SPAL – BUDRIO 89 – 68

(30-16; 48-34; 66-55)

Correggio: Amici 4, Lusvarghi 3, Stefanini 7, Coloretti 3, Villani 6, Fassinou, Galeotti 7, Strautins 18, Casu, Magnani 11, Rovatti 27, Riccò 3. All. Paladini.

Budrio: Innocenti 4, Bonaga, Fimiani 7, Guidi, Casagrande 17, Bargiotti, Lazzari, Mannini 2, Quaiotto 18, Nanni 14, Quarantotto 2, Franzoni All. Cinti.

Buona partenza per la Spal con Rovatti in grande spolvero (22-11 dopo 5′ con 15 punti dell’ala reggiana); la buona intensità difensiva e la determinazione in attacco permettono ai gialloneri di arrivare al 27-13 sul gioco da tre di Coloretti a -3’30”. Il primo quarto si chiude con la tripla di Quattro che limita riduce lo svantaggio di Budrio (30-16). Primo canestro della ripresa per il rientrante Lusvarghi, tripla e canestro da fuori per Strautins e Correggio vola sul 37-16. Un minibreak di Budrio riduce il distacco (37-22 al 15′). Rientra anche Rovatti e segna subito il suo diciannovesimo punto (43-26 a -2’). Due conclusioni di Riccò e la tripla di Nanni fissano il punteggio all’intervallo sul 48-34. Nel terzo quarto Budrio prova a mettere in difficoltà l’attacco giallonero, ma sono Galeotti, Magnani e Rovatti a mantenere avanti la Spal. Due triple di Nanni e Quaiotto accorciano le distanze (54-44 al 24′). Magnani ed il gioco da tre di Stefanini mantengono la Spal avanti (61-48 al 27′). Sempre Quaiotto riporta sotto Budrio, ma sono due canestri di Strautins a fissare il terzo parziale sul 66-55. Sempre Quaiotto con una tripla e poi Nanni e Fimiani portano Budrio a -4 (66-62 al 33′). Tripla di Strautins e successivo canestro su assist di Stefanini che danno un po’ di ossigeno ai ragazzi di Paladini (75-66 al 35′). Tripla di Magnani e offensivo di Strautins e Spal ancora avanti sui liberi di Magnani (84-66 a -3′). Grazie a questa reazione per la Spal anche questi due punti sono ormai in cassaforte.

NOVELLARA – V. MEDICINA 74 – 72

(11-18; 29-41; 52-59)

Pallacanestro Novellara: Baracchi A. ne, Margini 8, Bartoli 1, Folloni 7, Rinaldi 3, Mariani Cerati 6, Bagni ne, Verbitchi ne, Carpi, Ciavolella 19, Colla 19, Croci 11. All. Ligabue.

Virtus Medicina: Persiani 13, Govi G. 17, Seracchioli 8, Biguzzi 12, Musolesi 11, Panico, Sighinolfi 4, Govi F. 2, Lorenzini, Astorri 3, Rossi, Canovi. All. Curti.

ME-CART – TECNOSISTEM 56 – 50

(11-15, 31-24, 47-38)

Cavriago: Violi, Fantini, D’Amore 6, Pellicciari, Ligabue 7, Leonardi 2, Fontanesi 3, Pezzi 11, Codeluppi 22, Caleffi 5, Giardina, All. Degl’Incerti Tocci.

Stars Bologna: Bitelli 6, Garrossi, Lalanne 15, Menarini 10, Skocaj 1, Landuzzi 5, Parenti 8, Flori 5, Orlando, Maestripieri. All. Cantelli

DILPLAST – BOLOGNA BASKET 2011 85 – 71

(15-21, 38-42, 60-60)

Montecchio: Grisendi 3, Lombardi 9, Ongarini 4, Guardasoni 15, Basso 16, Maggi 15, Colla, Ferrari 9, Marchini 11, Petrolini, Giglioli 3. All. Cavalieri.

Bologna Basket 2011: Gargioni 6, Chiarini A. 4, Tolomelli, Chiarini S. 11, Guerri, Lippa, Ballardini 18, Bianchini 17, Diop 4, Ayiku 11. All. Duo.

GRANAROLO – G. SAFFI 51 – 52

(17-18; 28-27; 45-40)

Granarolo Basket: Spettoli 3, Paoloni 1, Tugnoli 2, Calanchi 4, Marchi 4, Bonetti, Fava ne, Bertuzzi 4, Ferri 20, Governatori, Busi 13, Torriglia. All. Trevisan.

Giorgina Saffi Forlì: Frigoli 10, Pena 2, Conocchiari 11, Rava 3, Ravaioli 7, Piazza 6, Soldati, Serrani 4, Emiliani, Agatensi 9. All. Agnoletti.

A Granarolo va in scena un “suicidio assistito” in piena regola: infatti se la squadra di Trevisan fa di tutto per far rientrare gli avversari nell’ultimo quarto, a darle la spinta decisiva nel baratro della sconfitta ci pensa il secondo arbitro che fischia un fallo a Busi (a 1″ e 3 decimi dalla fine sul 51 pari!) che definire dubbio è quanto di più ‘delicato’ si possa scrivere al riguardo. La partita, tutt’altro che bella, si dipana fin dalle prime battute sul filo dell’equilibrio: parte meglio Forlì (5-10 al 4′) e Granarolo comincia ad appoggiare il gioco su un Ferri incontenibile (alla fine 20 punti con 10/15 al tiro, 13 rimbalzi e 27 di valutazione) che, con 10 punti consecutivi, permette ai suoi di chiudere il primo quarto ad una lunghezza dagli avversari (17-18 al 10′). Il secondo quarto comincia con un canestro di Agatensi (17-20 al 11′), poi Granarolo mette la museruola agli ospiti per 4′ e con un parziale di 6-0 passa per la prima volta a condurre (23-20 al 15′). E’ ancora Agatensi a spezzare il digiuno ospite poi le due squadre procedono a braccetto fino alla sirena di metà gara (28-27 al 20′). Al rientro dagli spogliatoi, dopo il +3 iniziale dei padroni di casa firmato da Calanchi (32-29 al 22′), gli ospiti, sfruttando un tecnico fischiato a Trevisan, rimettono il naso avanti con un 0-5 suggellato ancora da Agatensi (32-34 al 23′) che firma anche il canestro del +4 (34-38 al 25′). Granarolo torna ancora da Ferri che tiene in scia i suoi poi Busi con una fiammata delle sue firma 7 punti consecutivi confeziona il 9-0 con cui Granarolo si porta all’ultimo riposo sul +5 (45-40 al 30′). A inizio ultimo quarto Granarolo va sul +7 (49-42 al 32′) e sembra aver preso il controllo del match (7 punti in una partita a punteggi bassissimi sono tanti), ma sul più bello comincia a pasticciare in attacco non riuscendo più ad attaccare con lucidità la zona 3-2 che gli ospiti hanno adottato fin dal secondo periodo per limitare Ferri: per 4’30” non segna permettendo a Forlì di tornare a -2; Spettoli realizza ricacciando a -4 gli ospiti che subito replicano con Serrani (51-49 al 37′). Le squadre continuano a litigare con il canestro ma sull’ennesima tripla di Conocchiari andata a vuoto, Frigoli è lesto ad approfittare di una dormita a rimbalzo dei padroni di casa e sigla il pari (51-51 al 38′). Nell’azione successiva Granarolo perde palla, Forlì in attacco si affida a Conocchiari che ancora da 3 spara a salve, Rimbalzo di Ferri e 5° fallo di Serrani che manda in lunetta il centro bolognese a 45″ dalla fine: 0/2, ma rimbalzo in attacco di Spettoli che viene stoppato, ma recupera di nuovo il pallone e la dà a Ferri per una nuova palla persa. Granarolo ha ancora falli da spendere e Spettoli commette due falli su Frigoli per mangiare secondi sul cronometro. Sul secondo fallo timeout chiamato da Agnoletti a 3″ dalla fine: sulla rimessa la palla va a finire ad Agatensi in angolo marcato da Busi che è vicino all’avversario, ma fermo a braccia alte e nel suo cilindro: Agatensi nell’azione di tiro va verso Busi (ripetiamo assolutamente fermo e nel suo cilindro) e l’arbitro, tra l’altro posizionato a centro campo (con il suo collega sulla linea di fondo ad un metro dall’azione che non accenna minimamente a fischiare…), a 1″ e 3 decimi fischia il fallo che manda in lunetta l’ala ospite: primo libero realizzato e secondo sbagliato volutamente per la gioia della panchina forlivese.

FOR – NEW FLYING BALLS 83 – 87

(23-26; 53-40; 68-62)

Pontevecchio: Tinti 14, Brancaleoni 5, Galeotti 12, Luppi 2, Cruzat 7, Mantovani 2,Garagnani 19, Di Rauso 7, Bergami 7, Benuzzi 2, Girotti ne, Falzetti 6. All. Savini.

Ozzano: Pasquali, Verardi 17, Mini 7, Rossi 15, Savic, Caprara, Regazzi 15, Teglia, Guazzaloca 3, Martelli 2, Rambelli ne, Gianasi 28. All. Grandi

Priva di Rambelli, Ozzano si affida sotto le plance a Regazzi ed è proprio lui a regalare i primi punti agli ospiti. Difese un po’ allegre nella prima frazione, da una parte Bergami e Galeotti, dall’altra Regazzi e Gianasi fissano il punteggio sul 23-26 alla prima sirena. Nella seconda frazione, complice una Ozzano in bambola e una difesa troppo molle, Pontevecchio si porta in vantaggio (33-30 al 15’) e trascinati da un monumentale Garagnani (4 triple consecutive) trova un incredibile +13 all’intervallo lungo. La musica non cambia ad inizio ripresa e i padroni di casa sul +17 (59-42 al 22’) trovano il massimo vantaggio. I Flying finalmente si svegliano: Gianasi e Verardi danno la carica e questa volta è la Pontevecchio ad andare in tilt grazie anche ad una attenda e aggressiva difesa biancorossa. In 5’ un parziale di 2-18 riporta Ozzano a -1 (61-60), prima di una bomba di Di Rauso che dà la sveglia ai propri compagni. Si va all’ultimo minibreak con la For avanti di sei lunghezze (68-62). Nell’ultimo quarto i padroni di casa provano a contenere il rientro ospite, ma Gianasi si scatena e il capitano azzanese, al minuto 35, trova la bomba del sorpasso (73-74). Rossi conquista importanti rimbalzi, recupera palle in difesa e realizza canestri fino al +7. Pontevecchio risponde con il solito Garagnani che realizza 5 punti di fila, ma Gianasi, ancora dai 6,75, riporta a cinque le lunghezze di vantaggio. Nel finale la Pontevecchio spreca due rimesse, Ozzano ringrazia e i canestri di Rossi e la precisione dalla lunetta di Mini fissano il punteggio sull’81-87. Sulla sirena la For, con Tinti, accorcia fino al -4 finale. Vince Ozzano, ma onore ai ragazzi della Pontevecchio.

INDUSTRIAL PACKAGING – CVD 82 – 76

(13-24; 43-38; 60-61)

Arbor Reggio: Boselli 15, Visini ne, Braglia 2, Maione 12, Iori 19, Simonazzi 12, Franzoni 2, Costi ne, Mencarelli ne, Rustichelli ne, Alfano 5, Bytyqi 15. All. Baroni.

CVD: Gamberini ne, Spadellini 2, Mazzoli 7, Marzioni 30, Lanzi 10, Truzzi, Masetti 3, Fuzzi ne, Cuozzo 6, Taddei 1, Nannetti 8, Marcheselli 9. All. Loperfido.

LG COMPETITION – DESPAR 58 – 81

(17-26; 28-39; 49-61)

Castelnovo Monti: Canuti 9, Della Porta, Fanelli, Ferri, Generali, Paulig 24, Siani 8, Vanni, Vezzosi 4, Mallon 13, Benvenuti. All. Djukic.

4 Torri Ferrara: Burresi 4, Bertocco, Fenati 2, Brandani 18, Parmeggiani 9, Lugli 7, Martini 1, Pasquini 18, Magni, Agusto 22. All. Cavicchioli.

La partita si apre, davanti al solito magnifico pubblico di Castelnovo, con il  “Teddy Bear Toss” dopo il primo tiro libero di Francesco Canuti. Il primo quarto sembra piuttosto equilibrato con 4 Torri sempre avanti, ma di 2-3 lunghezze fino al 9’. Poi, in pochi secondi, Brandani, Pasquini e Augusto allungano a nove la distanza fra le due formazioni. Nel secondo periodo entrambe le squadre segnano poco. Si vedono Paulig, Siani e Mallon per Castelnovo e tanti liberi per Ferrara. Si va negli spogliatoi con la 4 Torri a +11 (28-39). Il rientro è Paulig contro tutti (17 punti nel quarto), con Pasquini e Agusto che continuano a realizzare con continuità. Castelnovo sbaglia tanto da sotto e non riesce a far valere fino in fondo i centimetri sotto Canestro. Ferrara non perdona i momenti di appannamento e mette un altro punto di distanza. Pessimo l’avvio dell’ultima frazione per i reggiani che segnano solo dopo quattro minuti con Siani, mentre Ferrara continua imperterrita nella propria azione di martellamento mettendo un parziale di 20 a 9. Bella davvero la capolista, sia in difesa che in attacco, ancora alla ricerca di una propria identità di gruppo, invece, Castelnovo.

CLASSIFICA

4 TORRI FERRARA 26 13 13 0 1050 795 +255
S.B. CAVRIAGO 18 13 9 4 938 819 +119
FLYING BALLS OZZANO 18 13 9 4 985 955 +30
ARENA MONTECCHIO 16 13 8 5 887 829 +58
BUDRIO 16 13 8 5 880 823 +57
L.G. COMPETITION CAST. M. 16 13 8 5 934 890 +44
VIRTUS MEDICINA 16 13 8 5 920 891 +29
G. SAFFI FORLI’ 14 13 7 6 851 855 -4
NOVELLARA 14 13 7 6 853 911 -58
CORREGGIO 12 13 6 7 970 981 -11
BOLOGNA BASKET 2011 12 13 6 7 871 908 -37
GRANAROLO BASKET 10 13 5 8 857 873 -16
ARBOR REGGIO 8 13 4 9 879 944 -65
STARS BOLOGNA 8 13 4 9 794 877 -83
CVD CASALECCHIO 4 13 2 11 813 942 -129
PONTEVECCHIO BOLOGNA 0 13 0 13 788 977 -189

SERIE D

GIRONE A

SAMPOLESE  – BAOU TRIBE 68 – 78

(21-23, 46-40, 60-60)

San Polo d’Enza: Di Maria ne, Monti 12, Minardi 16, Benevelli 2, Davoli 5, Tognoni 4, Hasa ne, Tondo 16, Maggiali ne, Bizzocchi 3, Servidei 6, Pezzi 4. All. Immovilli.

Baou Tribe San Lazzaro: Gruppi 12, Marinelli 11, Fornasari 13, Bernardi, Pirazzoli 3, Mellara 6, Forni 2, Masrè 24, Paladini ne, Capobianco 7. All. Lelli.

Una bella Sampolese, rinfrancata dal ritorno di un sostanzioso Tondo tornato a presidiare l’area dei locali dopo un lungo infortunio, dopo una partenza da paura (2-14 al 4′), illude a lungo i tifosi locali con una maiuscola prestazione di squadra contro la capolista bolognese. Trascinata da un ottimo Minardi, la compagine di casa recupera rapidamente il gap iniziale (pareggio 21-21 al  9′) passa addirittura a condurre in un secondo quarto di grande intensità (46-37 al 19′). La reazione d’orgoglio dei Baou Tribe arriva puntualmente nel secondo tempo, riuscendo a portare a casa il bottino pieno sfruttando a pieno, oltre alla intensificata aggressività difensiva, il carico di falli dei locali (Minardi, Davoli e Servidei costretti ad uscire) e la conseguente  progressiva difficoltà della compagine di Immovilli nel trovare la via del canestro (pareggio sul 60-60 al 30′ e parziale di 8 a 18 nell’ultimo quarto).

RADIOCOOP.IT –  SALSO 57 – 34

(19-9; 28-21; 47-23)

Piacenza Basket Club: Massari 6, Antozzi 11, Scarionati, Sela 1, Pirolo 10, Betti 18, Villa 5, De Lillo 4, Popov 2, Villani, Zanangeli, Markovic. All. Mambretti.

Basket Salso: Talassi 5, Aimi 6, Maccini 2, Rattotti 4, Lettieri 3, Bonzani 7, Lucchini 7, Ronchetti, Zerbini, Merli. All. Allodi.

Radiocoop.it manda in onda la nona sinfonia che vale la conferma del primo posto in classifica frutto di una striscia vincente di nove partite consecutive. Il Piacenza Basket Club conferma l’imbattibilità casalinga con 7 vittorie su 7 partite disputate (oltre all’imbattibilità casalinga di Coppa Emilia) avendo la meglio su Salso che nulla ha potuto per impensierire la capolista. Il Pala San Lazzaro, che ad ogni occasione viene puntellato con una novità (non ultima, la scritta del motto societario Never Give Up dietro i canestri), è un fattore e lo dimostra una volta in più. Se a questo aggiungiamo un gioco che va sempre più migliorando grazie al lavoro settimanale e alla disponibilità dei piacentini, il ritratto è in fase avanzata. Ma andiamo alla partita:  gli ospiti provano a partire forte portandosi in vantaggio sul 4-5, lanciando il primo guanto di sfida. E’ De Lillo, in vistosa crescita nelle ultime apparizioni, con un’azione da 3 punti con canestro e tiro libero aggiuntivo ad garantire il sorpasso per il 7-5 del 5′. Villa domina sotto canestro e con un tap in su rimbalzo d’attacco, costringe coach Allodi al primo time out della serata tra il chiasso del palazzetto. Una tripla di Massari e una di Betti allungano il vantaggio fino alla doppia cifra di scarto. 19-9. Nel secondo quarto i padroni di casa soffrono la difesa di Salso e la partita cala di ritmo e spettacolarità e con due canestri consecutivi di Maccini, Salso si riporta in scia sul 25-19 del 18′. Radiocoop.it, dopo essersi guardata allo specchio negli spogliatoi, riparte nel secondo tempio dal +7 ritrovando nel quintetto base quell’incisività sia in attacco che in difesa che le consente di fatto di chiudere in anticipo la partita. Nel terzo quarto la fiammata iniziale di Capitan Antozzi, con 7 punti consecutivi, sveglia i biancorossi e innesca l’eloquente parziale di 19-2 per Piacenza, consentendo a coach Mambretti di allungare le rotazioni sfruttando tutti e dodici i giocatori a referto.  Al 32′ la tripla di uno scatenato Betti (18 punti finali per lui con 4/6 da tre) vale il massimo vantaggio sul 50-25, che apre un lungo finale di una gara che ormai non ha più molto da dire.

TECNOFONDI – ATLETICO 74 – 71

(14-23, 27-39, 53-52)

Nazareno Carpi: Sbisà  2, Compagnoni  17, Goldoni 7, Doddi  25, Pravettoni 10, Antonicelli ne, Cavallotti, Salami 9, Saetti, Menon 4, Cantarelli ne. All. Testi.

Atletico Borgo: Campanella ne, Proto 3, Grassi 2, Sant 9, Artese 20, Selvi 6, Turchetti 8, Rossi 5, De Fazio 2, Poluzzi 2, Pedroni 6, Veronesi 8. All. Pietrantonio.

MAGIK – PALLAVICINI 61 – 67

(15-15; 33-31; 47-53)

Magik Parma: Bazzoni 14, Donadei 6, Malinverni N. 1, Malinverni L. 5, Allodi, Caravita, Diemmi, Olagundoye 13, Longinotti 14, Guidi 8, Berlinguer, Fava. All. Lopez.

Pallavicini:Tosiani 11, Pierantoni 3, Giunchedi 1, Ferraro 13, Sgargi 8, Nanni 6, Dawson 9, Bertarelli, Bastia 4, Minghetti 12. All. Morra.

PSA – FULGOR 58 – 79

(21-23; 37-46; 42-60)

Psa Modena: Tajeda, Macchelli 2, Tamagnini 2, Bertoni 22, Mezzetti, Santonastaso 9, Di Talia 2, Konadu 4, Frilli 17, Govi, D’Imprima. All. Lunghini.

Fidenza: Rigoni 11, Orsi, Rubini, D’Esposito, Ceci M. 6, Iacomino 26, Zerbini 22, Gelmini 6, Imeri 6, Longhi 2. All. Fiesolani.

AQUILA – ANZOLA 84 – 87

(24-24; 40-44; 64-62)

Luzzara: Cani 16, Costantino 18, Riccò 17, Freddi 4, Gelosini 17, Corradini, Neviani 4, Neri 8, Pasini ne, Anania ne. All. Beltrami.

Anzola: Poluzzi F. 6, Venturi D., Venturi N. 14, Acciarri, Fiorini 12, Lambertini, Kalfus 5, Gamberini, Mazza 30, Poluzzi L. 2, Zanata 18, Brancaccio. All. Sacchetti.

VIS PERSICETO – VOLTONE 65 – 60

(20-17; 34-26; 50-41)

San Giovanni in Persiceto: Scagliarini 4, Chiusoli, Morisi 6, Parmeggiani 10, Almeoni 17, Missoni 12, Genovese 10, Ramini 2, Ferrari, Rusticelli G. 2, Pederzini. All. Rusticelli M.

Voltone: Galassi 7, Ghiacci 18, Giacometti A. 13, Tubertini 3, Lombardo 2, Giacometti J. 6, Zanasi ne, Maresi 9, Varotto 2. All. Amanti.

SAN MAMOLO – FIORANO 70 – 75

(13-18; 32-29; 50-49)

San Mamolo: Gabrieli 11, Margelli 1, Beccari 5, Quadri S. 5, Rizzi ne, Martelli 4, Lamborghini 2, Boldarino 10, Quadri A. 5, Fiorentini 1, Benfenati 11, Demetri 15. All. Munzio.

Libertas Fiorano: Pivetti 4, Cracco 2, Zogaj 2, Roncaglia 21, Ruggeri 10, Galloni, Bernabei ne, Lambertini 2, Lanzellotto 4, Marescotti 18, Melegari 12, All. Casoli.

Palla a due iniziale e subito 3 a 0 per San Mamolo con una bomba di Gabrieli. Fiorano fatica subito  trovare le misure, ma con Melegari e Marescotti rimane incollato. Il neo acquisto Roncaglia (MVP a fine partita) inizia ad entrare negli schemi di coach Casoli e a far girare la squadra; in un amen, Fiorano si porta sul 12 a 4. Coach Munzio corre ai ripari e butta in campo il top scorer dei bolognesi Demetri che, con le sue scorribande nell’area di Fiorano, e aiutato dalle bombe di Benfenati (3 su 5), recupera punti per il 13 a 18 del primo quarto, per poi mettere la freccia e portarsi sul 32 a 29 della sirena lunga. Coach Casoli, decide di passare il riposo lungo sul campo e scuote i suoi ragazzi. Al rientro i risultati si vedono, l’atteggiamento sembra quello giusto, si lotta punto a punto, si difende a gomiti alti e non si contano le scintille sotto canestro e al 30’ il parziale è 50 a 49. Ultimi dieci minuti, nessuna delle due squadre vuole perdere. Coach Casoli consegna le chiavi del gioco a Roncaglia e lui risponde presente e mette a referto 13 dei 21 punti. Manda a canestro subito Marescotti per il 50-51 ed è il sorpasso decisivo. Il San Mamolo le prova tutte, anche a difendere veramente sopra le righe, ma a ogni tentativo di riportarsi sotto, è vanificato prima dalla bomba di Ruggeri, poi Marescotti, da sotto canestro, le bombe e le scorribande in area di Roncaglia, spengono poco a poco le velleità dei bolognesi e, alla sirena finale, il tabellone recita San Mamolo 70 Libertas Fiorano 75.

CLASSIFICA

PIACENZA BC 22 13 11 2 878 754 +124
BAOU TRIBE SAN LAZZARO 22 13 11 2 886 792 +94
ANZOLA 22 13 11 2 951 858 +93
VIS PERSICETO 20 13 10 3 902 798 +104
PALLAVICINI BOLOGNA 20 13 10 3 869 804 +65
VOLTONE ZOLA 18 13 9 4 910 820 +90
AQUILA LUZZARA 14 13 7 6 845 808 +37
COLLEGE FIDENZA 12 13 6 7 843 836 +7
MAGIK PARMA 12 13 6 7 790 834 -44
ATLETICO 10 13 5 8 904 899 +5
NAZARENO CARPI 10 13 5 8 846 903 -57
FIORANO 6 13 3 10 789 853 -64
PSA MODENA 6 13 3 10 830 934 -104
SAN MAMOLO BOLOGNA 6 13 3 10 825 960 -135
SAMPOLESE 4 13 2 11 807 899 -92
SALSOMAGGIORE 4 13 2 11 659 782 -123

GIRONE B

GUELFO – DOLPHINS 54 – 59

(12-19; 29-34; 40-44)

Castel Guelfo: Vastola 12, Coraini 2, Gianasi, Baccarini 6, Bernabini 10, Miceli 4, Ventura ne, Minghetti ne, D’Andola 9, Giordani 10, Bacci ne, Paluan 1. All. Serio.

Riccione: Silvestrini 17, Zaghini 3, Raffaelli 4, Amadori 13, Brattoli 4, Perini ne, Tononi, Ambrassa, Biagini, De Martin 10, Polverelli 8. All. Foschi.

Vittoria meritata per i romagnoli contro un Guelfo che ha pagato una serata al tiro da fuori negativa, con un Paluan insufficiente al cospetto dell’Mvp Silvestrini (17 punti e una marea di assist). Dopo le prime schermaglie (8-6), Riccione metteva il turbo con un parziale di 0 a 9 e poi continuava a condurre nel secondo quarto anche con vantaggi in doppia cifra (19-30 al 15’ è stato il massimo gap tra le due squadre). D’Andola riportava sotto i suoi e, poi, nella ripresa, Giordani, nonostante i suoi problemi di falli, e Baccarini, permettevano agli imolesi prima d’impattare a quota 36 e poi di mettere nuovamente la testa avanti (37-36) grazie ad un libero di Bernabini. Silvestrini, però, era immarcabile e, quando Amadori infilava anche lui una “bomba”, il tabellone segnava 41-50 a 6’ dalla fine. Vastola trascinava i padroni di casa al -4 (52-56), ma due liberi di Silvestrini, a 12” dalla fine, chiudevano ogni discorso (54-59).

MOLINELLA – ALTEDO 68 – 77

(15-11; 25-38; 38-47)

Molinella: Quartieri 6, Checcoli 12, Ricci 21, Tagliavini 2, Serio 6, Calvi 10, Ugulini, Gualandi 5, Vignudelli 6, Pascoli ne, Rubini ne. All. Baiocchi.

Altedo: Gnudi 20, Pigozzi 11, Dal Pozzo 2, Baccilieri 15, Monari 19, Zanolli 8, Balboni, Gnan 2, Ventura ne, Bulgarelli ne, Soresi ne. All. Bacchilega.

SPEM MATTEI – BELLARIA 87 – 61

(18-17; 39-31; 65-43)

Ravenna: Trerè, Basaglia 23, De Fanti 23, Vistoli 4, Cirillo, Saccardi 6, Bartolotti 6, Scaccabarozzi 2, Raspa 6, Senni 9, Morigi 8. All. Focarelli.

Bellaria: Mussoni Mi., Fornacciari 4, Stabile, Sacchetti 15, Mbaye 2, Mussoni Ma. 10, Novello 4, De Gregori 5, Verni 6, Russu 13, Bindi 2. All. Ferro.

VB – AICS 49 – 46

(7-11; 18-24; 32-40)

Grifo Imola: Di Cillo 4, Orlando 11, Pasini 13, Riga 3, Lanzoni 2, Linguerri 5, Monna, Guerra, Castelli 11, Sgubbi ne, Turrini ne. All. Tampieri.

AICS Forlì: Grossi, Bergantini, Mariani, Ruffilli, Guaglione 11, Cantore 6, Cortini 9, Gaiotti 17, Ghetti, Zamagni 3, Pusateri, Ferri. All. Chiadini.

CURTI – CESTISTICA ARGENTA 73 – 62

(19-16, 31-34, 54-49)

International Imola: Folli 15, Benghi 9.  Marchi 4, Grandolfi 7, Genoni ne, Cai, Sgorbati 18, Caprara A ne, Caprara J 2, Scaglierini 2, Dirella 2, Masoni 14. All. Fazzi.

Argenta: Magnani 4. Gribnet ne,  Taglioli 3, Spinosa 10, Cesari R. ne, Malagolini 3, Rubbini 12, Stefani 1, Brignani 5, Thiam 10, Rafan ne, Cesari F. 8. All. Panizza.

Nuovo successo della Curti, al termine di una gara spigolosa, combattuta fino quasi al termine prima che Argenta deponesse le armi. Gli imolesi partano bene con uno Sgorbati che infila alcune pregevoli triple, ma il passaggio ad un pressing a tutto campo operato da coach Panizza manda in confusione la Curti, che chiude il primo tempo sotto grazie ad uno scatenato Magnani che sostiene, si può dire da solo, il peso dell’attacco della Cestistica. Al ritorno dagli spogliatoi i ragazzi di Fazzi dimostrano più presenza nel battere la difesa asfissiante degli avversari e, sospinti da Folli, acquisiscono quel vantaggio di cinque/sei punti che riescono a mantenere sia per il terzo che per il quarto periodo, quando, solo sul finire, si dilata ad oltre i dieci punti grazie alla freddezza di Masoni dalla linea dei tiri liberi.

VENI – ARTUSIANA 64 – 72

(16-15; 28-36; 40-52)

San Pietro in Casale: Settanni, Meola, Barbieri 3, Vinci 12, Minozzi G. 12, Iannicelli 13, Ghedini, Tinti 2, Bartolozzi 20, Folesani 3. All. Minozzi M.

Forlimpopoli: Rossi 22, Manzolini, Balistreri 15, Calboli 4, Manucci 14, Vandelli, Ravaioli, Morabito 1, Chezzi 2, Evangelisti 2, Servadei 12. All. Bondi.

OLIMPIA CASTELLO 2010 – BASKET VILLAGE 66 – 59

(17-16; 37-26; 52-48)

Olimpia Castel San Pietro: Chillo ne, Franceschini 6, Corazza 22, Ziron ne, Boschi 3, Pancaldi 7, Galloni ne, Binassi 10, Farnè 2, Gianninoni 2, Sgorbati 1, Morales 10. All. Bonazzi.

Granarolo: Banzi ne, Paoloni ne, Ballini 5, Costa ne, Carrera 6, Nicotera, Nobis 6, Marega 5, Neviani 9, Pedrielli 10, Marcheselli 6, Brotza 12. All. Calore.

S.B. FERRARA – CASSANI&COSTANZI 70 – 52

(14-13; 32-25; 50-42)

Scuola Basket Ferrara: Ferrarini 14, Pusinanti 12, Zavarini, Rimondi 11, Frignani 3, Fabbri 7, Bereziartua, Romagnoni, Bottoni 6, Parigi, Bussolari 6, Malaguti 11. All. Colantoni.

Basket’95 Imola: Baruzzi 5, Spagnoli 20, Mastrilli 15, Gargioni 2, Dalmonte 1, Crisà 2, Foronci 2, Scala 5, Rossi, Mezzini. All. Brocchi.

CLASSIFICA

GUELFO 22 13 11 2 894 716 +178
OLIMPIA CASTEL S. P. 20 13 10 3 909 798 +111
ALTEDO 20 13 10 3 938 865 +73
ARTUSIANA FORLIMPOPOLI 16 13 8 5 833 794 +39
BASKET VILLAGE GRANAROLO 16 13 8 5 872 834 +38
DOLPHINS RICCIONE 16 13 8 5 893 868 +25
MOLINELLA 16 13 8 5 775 777 -2
SPEM MATTEI RAVENNA 16 13 8 5 801 804 -3
ARGENTA 14 13 7 6 896 826 +70
INTERNATIONAL IMOLA 12 13 6 7 823 826 -3
VENI SAN PIETRO IN CASALE 10 13 5 8 744 736 +8
S.B. FERRARA 8 13 4 9 743 787 -44
BASKET’95 IMOLA 8 13 4 9 853 909 -56
AICS FORLI’ 6 13 3 10 768 938 -170
BELLARIA 4 13 2 11 764 892 -128
GRIFO  IMOLA 4 13 2 11 768 904 -136

Cavriago si riscopre “grande”. La Vis supera l’esame Pallavicini. I risultati di C Regionale e Serie D

In C Regionale succose le gare di Ozzano (arriva Cavriago) e Budrio (la LG è la seconda forza del campionato). In serie D la Vis Persiceto prova a diventare grande ospitando la Pallavicini, mentre nel girone B è interessante il match di Granarolo tra Basket Village e Spem Ravenna.

C REGIONALE

TECNOSISTEM – NOVELLARA 59 – 64

(14-16, 31-31, 43-41)

Stars: Bitelli 15, Garrossi, Orlando, Lalanne 7, Menarini 5, Skocaj, Testoni 2, Landuzzi, Flori, Maestripieri 3, Pecchia 16, Parenti 11. All. Cantelli.

Novellara: Baracchi, Margini 3, Bartoli 2, Folloni 7, Rinaldi 6, Mariani Cerati 15, Carpi 2, Ciavolella 11, Colla 8, Croci 10. All. Ligabue.

Serata da dimenticare al più presto per i ragazzi di coach Cantelli che, oltre a perdere un fondamentale scontro diretto in casa, dovranno fare a meno per il resto della stagione di un giocatore imprescindibile come Pecchia: lo sfortunato atleta si è, infatti, molto probabilmente rotto tibia e perone in un fortuito scontro di gioco a -2’55” dalla sirena finale sul punteggio di 50-58. Gara sospesa per oltre mezzora (col giocatore steso per terra e dolorante) per prestare i dovuti primi soccorsi sanitari all’ex di San Mamolo e Fortitudo, al quale vanno ovviamente i nostri più sinceri auguri di una serena guarigione. Ciò che è successo dopo onestamente interessa davvero poco o niente anche se, per onore di cronaca, va segnalato che i padroni di casa avevano completamente riaperto la gara con un parziale di 6-0 (56-58 al 39’) grazie all’unico sprazzo della gara di Lalanne. La giocata partita la firmava, per i biancorossi ospiti, un 2+1 di Colla a 28” dal gong. In precedenza, come si può facilmente desumere dalla lettura dei parziali, grande equilibrio in campo, in un match bruttino e spigoloso.

GIORGINA SAFFI – FOR 73 – 57

(20-14; 40-29; 52-41)

Giorgina Saffi Forlì: Piazza 3, Conocchiari 22, Ravaioli 21, Serrani 8, Frigoli 9, Pena 2, Soldati 2, Emiliani 4, Rava, Agatensi 2. All. Agnoletti.

Pontevecchio: Falzetti 15, Tinti 16, Galeotti 4, Di Rauso 3, Bergami 6, Santini ne, Riguzzi ne, Mantovani 5, Franchini 2, Cruzat 6, Vetere, Luppi. All. Savini.

FLYING BALLS – ME CART 65 – 72

(12-18; 30-41; 48-50)

Ozzano: Pasquali 1, Verardi 2, Mini 12, Rossi 12, Savic 3, Regazzi 6, Teglia ne, Guazzaloca 7, Martelli ne, Rambelli 4, Gianasi 18. All. Grandi.

Cavriago: Fantini 2, Violi ne, D’Amore 15, Pellicciari, Cervi 23, Leonardi 5, Fontanesi 2, Pezzi 9, Codeluppi 16, Caleffi ne,Giardina ne. All. Degli Incerti.

Si ferma a quattro la striscia di vittorie dei Flying Balls, fermati in casa da un’agguerrita Cavriago per 72 a 65 dopo una partita equilibrata, ma condotta in larga parte dalla formazione ospite. Merito di questo successo della Scuola Basket va senza dubbio al proprio bomber Simone Cervi, 23 punti in tutto, ma 11 nell’ultima e decisiva frazione. Nei primi tre quarti, quando la buona difesa ozzanese era riuscita a limitare le soluzioni offensive di questo fuoriclasse, Cavriago ha sfruttato la profondità del proprio roster trovando 15 punti con D’Amore e 16 da Codeluppi. In casa Flying non bastati i 18 di Gianasi e i 12 della coppia Rossi-Mini. Dopo cinque minuti di sostanziale equilibrio, il primo tentativo di fuga è targato Cavriago (9-18 al 9’); Ozzano accorcia il gap in avvio di seconda frazione con i canestri di Gianasi e Rossi, ma dall’altra parte il già citato D’Amore realizza 6 punti di fila che porta Cavriago fino al +9 all’intervallo lungo. Terza frazione ad inseguire per i ragazzi di coach Grandi, ma tra il minuto 25 e 30 un parziale di 9 a 2, sigillato da una tripla sulla sirena di Savic, riporta i Flying sul -2 all’ultimo mini-break. Si preannuncia quindi un ultimo quarto tiratissimo; Ozzano al minuto 33 impatta il match a quota 55, Rambelli trova la bomba del primo sorpasso della serata (58-55) ma dall’altra parte D’Amore risponde sempre dalla lunga distanza (58-58). Gianasi realizza il 60 a 58 interno (35’), ma per i padroni di casa, questo, è l’ultimo vantaggio della serata. Cervi comincia il suo show, i Flying segnano appena 5 punti negli ultimi 5’, troppo pochi per impensierire una Cavriago più precisa al tiro dai 6,75 e infallibile dalla lunetta (oltre il 90% ai liberi per Cavriago contro una imprecisa Ozzano che viaggia intorno al 60%). Finisce 72 a 65 per la Scuola Basket che aggancia, così, i Flying Balls a quota 16 in classifica.

VIRTUS MEDICINA – GRANAROLO BASKET 69 – 65

(26-12; 42-34; 53-53)

Virtus Medicina: Persiani 15, Rossi ne, Govi F. 8, Govi G. 8, Sighinolfi 9, Biguzzi 4, Lorenzini ne, Astorri 2, Panico ne, Musolesi 21, Canovi ne, Seracchioli 2. All. Curti.

Granarolo Basket: Spettoli 10, Paoloni 2, Tugnoli 3, Calanchi 2, Marchi 10, Fava ne, Neviani ne, Bertuzzi 4, Ferri 12, Governatori 4, Busi 18, Torriglia ne. All. Trevisan.

CVD – DILPLAST 57 – 77

(18-19, 31-43, 48-60)

Casalecchio: Spadellini 2, Mazzoli 8, Marzioni 10, Lanzi 8, Truzzi 4, Masetti 2, Maggio 3, Fuzzi 5, Cuozzo, Taddei 2, Nanetti 13, Marcheselli. All. Loperfido.

Montecchio: Grisendi 1, Ferrari 12, Marchini 27, Maggi 9, Ongarini 11, Colla, Guardasoni 2, Lombardi 10, Basso 5, Petrolini, Giglioli. All. Cavalieri.

DESPAR – ARBOR RE  77 – 57 

(17-13; 28-24; 57-41)

4 Torri Ferrara: Burresi, Bertocco, Fenati 5, Brandani 12, De Togni,  Lugli 10, Marchetti, Martini, Pasquini 23, Magni 9, Agusto 18. All. Cavicchioli.

Arbor Reggio: Corsini, Boselli 2, Visini, Braglia 4, Maione 6, Iori 13, Simonazzi 10, Franzoni 12, Maioli 6, Mencarelli, Alfano 4. All. Baroni.

BUDRIO – LG COMPETITION 74 – 62

(25-11; 43-30; 58-44)

Budrio: Fimiani 12, Guidi ne, Casagrande 14, Bonaga ne, Nanni 13, Manini 2, Lazzari 2, Alberti, Quaiotto 15, Innocenti 14, Quarantotto 2, Bargiotti. All. Cinti.

Castelnovo Monti: Ovi 2, Fanelli 4, Generali, Filippi, Paulig 22, Siani 3, Vanni 9, Canuti 8, Mallon 14. All. Djukic.

BOLOGNA BASKET 2011 – SPAL 75 – 90

(20-24; 44-57; 61-77)

Bologna BK 2011: Lippa 2, Tugnoli 2, Tolomelli 2, Chiarini A. 15, Ayiku 5, Ballardini 13, Bianchini 10, Gargioni 2, Guerri, Chiarini S. 24, Diop All. Duo.

Correggio: Casu, Strautins 17, Coloretti 4, Rovatti 22, Galeotti 1, Amici 2, Magnani 8, Villani 11, Fassinou, Lever 4, Stefanini 21, Riccò. All. Paladini.

Parte bene la Spal sospinta da Magnani e Galeotti, Villani e Rovatti (11 punti nel quarto) finalizzatori (9-13 al 5′). Correggio concede qualcosa di troppo in difesa e, solo gli ultimi due canestri di Coloretti e Stefanini, permettono ai gialloneri di rimanere in vantaggio (20-24 il primo parziale). Ancora Stefanini, poi la tripla di Strautins e il contropiede di Coloretti portano avanti la Spal (22-31 dopo un minuto). Si prosegue con Correggio sempre avanti, ma Bologna recupera qualcosa grazie a Adrian Chiarini e ad un ottimo Ballardini (33-41 al 15′). Quattro punti di Lever e sei di Stefanini (tripla e gioco da tre) propiziano il break per gli ospiti (40-55 al 19′ ) che chiudono il quarto sul 44-57. Nel terzo periodo la Spal si disunisce contro la zona dei locali e Bologna recupera qualcosa (51-61 al 25′). Con la tripla di Magnani, il gioco da tre di Stefanini e la tripla di Strautins la Spal si porta a +20 (53-73 al 28’). 7-0 per Bologna e il terzo quarto si chiude sul 61-77 sui liberi di Stefanini e Strautins. Nell’ultima frazione attacchi spuntati ed i primi punti per la Spal arrivano dopo 3′ dalla lunetta (Rovatti) e a 5′ dal termine il tabellone segna 65-81. Ultimi due minuti con la Spal avanti di nove lunghezze e, pur con qualche indecisione e nonostante il fallo sistematico dei locali, Correggio si aggiudica meritatamente l’incontro per 75-90.

CLASSIFICA

4 TORRI FERRARA 24 12 12 0 969 737 +232
S.B. CAVRIAGO 16 12 8 4 882 769 +113
BUDRIO 16 12 8 4 812 734 +78
L.G. COMPETITION CAST. M. 16 12 8 4 876 809 +67
VIRTUS MEDICINA 16 12 8 4 848 817 +31
FLYING BALLS OZZANO 16 12 8 4 898 872 +26
ARENA MONTECCHIO 14 12 7 5 802 758 +44
G. SAFFI FORLI’ 12 12 6 6 799 804 -5
BOLOGNA BASKET 2011 12 12 6 6 800 823 -23
NOVELLARA 12 12 6 6 779 839 -60
GRANAROLO BASKET 10 12 5 7 806 821 -15
CORREGGIO 10 12 5 7 881 913 -32
STARS BOLOGNA 8 12 4 8 744 821 -77
ARBOR REGGIO 6 12 3 9 797 868 -71
CVD CASALECCHIO 4 12 2 10 737 860 -123
PONTEVECCHIO BOLOGNA 0 12 0 12 705 890 -185

SERIE D

GIRONE A

ANZOLA – SAMPOLESE 80 – 67

(21-20; 41-27; 64-43)

Anzola: Poluzzi F. 11, Venturi D. 4, Venturi N. 5, Fiorini 5, Lambertini, Acciarri, Kalfus 15, Gamberini, Bastia 3, Mazza 20, Poluzzi L. 4, Zanata 12. All. Sacchetti.

San Polo d’Enza: Monti 23, Minardi 16, Tognoni 2, Bizzocchi 9, Servidei 7, Pezzi 10, Nicolini, Benevelli, Davoli, Hasa. All. Immovilli.

Solo una partenza a razzo per la Sampolese (0 a 9 al 3′) ad Anzola, poi la capolista prende rapidamente le redini della gara ed impone progressivamente la propria superiorità fisico-atletica sulla ancora giovanissima e rabberciata squadra di Immovilli, a cui non resta che un encomiabile impegno per limitare i danni.

FIORANO – RADIOCOOP 59 – 68

(17-18; 24-38; 42-55)

Libertas Pallacanestro Fiorano: Pivetti 4, Cracco 5, Zogaj 7, Ruggeri 10, Galloni 6, Gazzotti 2, Lanzellotto 5, Fogliani n.e., Marescotti 5, Lucchi 2, Melegari 13. All. Casoli

Piacenza Basket Club: Antozzi 12, Scarionati 13, Massari 6, Pirolo 8, Zanangeli, Villa 2, Markovic 4, De Lillo 16, Popov 4, Sela 1, Betti 2. All. Mambretti

Il Piacenza Basket Club vince anche a Fiorano e consolida la propria leadership; in una partita dai mille capovolgimenti di fronte, la truppa di coach Mambretti riesce ad esprimere e ad alternare azioni di gioco da categoria superiore con palle perse banali. In un primo quarto dove Fiorano parte subito fortissimo (7-1 dopo due minuti di gioco), grazie al lancio di bombe da parte di Melegari, Piacenza trova la pronta reazione grazie ad un ispiratissimo Massari, che buca la difesa modenese con le sue penetrazioni ed i suoi tiri dalla lunga distanza; Pirolo è una sentenza a rimbalzo, ma pecca in qualche violazione di passi di troppo, prontamente rilevata dalla coppia in grigio. Nella seconda frazione Fiorano crolla pesantemente a livello di gioco, subendo le ripartenze e le splendide giocate piacentine, che maturano un parziale di 7-20 (0 i punti segnati dai fioranesi nei primi 6 minuti di secondo quarto) grazie e soprattutto al “one-man-show” dell’MVP De Lillo, che segna a ripetizione da 2, da 3 e dalla linea di tiro libero, mandando le due squadre negli spogliatoi per l’intervallo lungo con il tabellone che segna 24-38 Piacenza. Nel terzo quarto il fattore equilibrio predomina, e gli ospiti riescono praticamente a mantenere invariato il loro vantaggio accumulato sin qui; un appunto va fatto per capitan Lanzellotto, autentico trascinatore del proprio team (3 su 4 ai liberi con 1 assist e 3 falli subiti nel solo terzo periodo). Dall’altra parte, invece, Villa e Markovic segnano da sotto con irrisoria facilità, ben assistiti da Sela e dal solito De Lillo. Nell’ultimo quarto, però, Fiorano ha una bella reazione, e l’orgoglio di Zogaj e compagni porta i padroni di casa a rosicchiare punto su punto e ad arrivare alla singola cifra di svantaggio; ma proprio nel momento top di Fiorano, arriva la stangata firmata Scarionati, ovvero un gioco da 3 punti con fallo subito che ricaccia al mittente i tentativi di rimonta; a poco servono le 2 bombe consecutive di Melegari, perché Antozzi e De Lillo sono glaciali dalla linea della carità.

VOLTONE – LUZZARA 64 – 74

(18-17; 34-43; 46-61)

Voltone Zola: Galassi 8, Ferri 4, Ghiacci 20, Giacometti A. 2, Tubertini 18, Lombardo 2, Giacometti J. 8, Zanasi ne, Galeotti ne, Cardamone, Varotto 2. All. Amanti.

Luzzara: Anania ne, Cani 2, Costantino 10, Gelosini 9, Sereni 7, Neviani 14, Neri 13, Pasini ne, Riccò 13, Freddi 6. All. Beltrami.

BAOU TRIBE – PSA 73 – 64

(23-19; 45-34; 60-55)

Baou Tribe San Lazzaro: Gruppi 8, Marinelli 17, Fornasari 2, Bernardi 5, Pirazzoli 7, Mellara 12, Forni 3, Paladini 5, Capobianco 6, Lodi 8. All. Lelli.

Modena: Tejeda Castro 2, Malverti, Macchelli 1, Tamagnini, Bertoni 15, Mezzetti 6, Santonastaso 19, Di Talia 7, Konadu 3, Frilli 11, Tramaloni, All. Lunghini.

FULGOR – TECNOFONDI 59 – 62

(19-26; 30-44; 52-45)

Fidenza: Rigoni 2, D’Esposito, Orsi 2, Iacomino 16, Molinari 9, Ceci 4, Zerbini 20, Gelmini 4, Imeri , Longhi 2, Ceci ne. All. Fiesolani.

Nazareno Carpi: Sbisà 2, Compagnoni 25, Goldoni 5, Doddi  19, Pravettoni 2, Antonicelli ne, Cavallotti ne, Salami 6, Saetti 2, Menon 1. All. Testi.

ATLETICO – SAN MAMOLO 86 – 56

(26-11; 40-30; 54-47)

Atletico: Gherardi 5, Farneti, Grassi 2, Sant 4, Artese 8, Selvi 10, Turchetti 18, Rossi 9, De Fazio 10, Pedroni 5, Veronesi 9, Campanella 6. All. Pietrantonio.

San Mamolo: Margelli 8, Beccari 5, Quadri 3, Martelli P. 2, Martelli L. 1, Boldarino 14, Demetri 4, Candelaresi 1, Fiorentini 15, Benfenati 3. All. Munzio.

VIS PERSICETO – PALLAVICINI 65 – 55

(17-10; 34-21; 53-40)

San Giovanni in Persiceto: Scagliarini 3, Chiusoli ne, Parmeggiani 4, Almeoni 14, Missoni 15, Genovese 3, Ramini 11, Ferrari 1, Rusticelli G. 2, Morisi 10, Pederzini 2. All. Rusticelli M.

Pallavicini: Tosiani 2, Cenesi 6, Nanni G. 3, Giunchedi 7, Sgargi 5, Nanni M. 11, Bertarelli ne, Bastia 6, Dawson 9, Minghetti 6. All. Morra.

SALSO – MAGIK 47 – 58

(22-17; 31-34; 35-46)

Salsomaggiore: Talassi 4, Zamboni 3, Ronchetti, Aimi 2, Maccini 15, Rattotti 6, Bonzani 11, Biocchi, Zerbini, Lucchini 1, Lettieri 5. All. Allodi.

Magik Parma: Bazzoni 11, Donadei 10, Malinverni L. 1, Allodi, Cavaglieri 8, Gibertini 9, Olagundoye 2, Longinotti 10, Guidi 4, Fava 3, Berlinguer. All. Lopez.

CLASSIFICA

PIACENZA BC 20 12 10 2 821 720 +101
ANZOLA 20 12 10 2 864 774 +90
BAOU TRIBE SAN LAZZARO 20 12 10 2 808 724 +84
VIS PERSICETO 18 12 9 3 837 738 +99
VOLTONE ZOLA 18 12 9 3 850 755 +95
PALLAVICINI BOLOGNA 18 12 9 3 802 743 +59
AQUILA LUZZARA 14 12 7 5 761 721 +40
MAGIK PARMA 12 12 6 6 729 767 -38
ATLETICO 10 12 5 7 833 825 +8
COLLEGE FIDENZA 10 12 5 7 764 778 -14
NAZARENO CARPI 8 12 4 8 772 832 -60
PSA MODENA 6 12 3 9 772 855 -83
SAN MAMOLO BOLOGNA 6 12 3 9 755 885 -130
FIORANO 4 12 2 10 714 783 -69
SAMPOLESE 4 12 2 10 739 821 -82
SALSOMAGGIORE 4 12 2 10 625 725 -100

GIRONE B

ALTEDO – VB 82 – 80 dts

(17-16, 37-37, 57-53, 70-70)

Altedo: Balboni, Monari 9, Gnam, Ventura, Bulgarelli, Dal Pozzo 15, Pigozzi 8, Lollini 23, Baccillieri 17, Soresi 10, Zanolli, Gnudi. All. Bacchilega.

Grifo Imola: Di Cillo 4, Lanzoni 8, Riga 6, Pasini 28, Linguerri 4, Orlando 8, Castelli 14, Monna 8, Zaccherini, Guerra. All. Tampieri.

DOLPHINS – AICS 92 – 73

(18-25; 42-44; 69-58)

Riccione: Amadori 21, Ambrassa, Biagini 2, Brattoli 2, De Martin 22, Perini, Polverelli 4, Raffaelli 18, Silvestrini 5, Tononi 18, Zaghini. All. Foschi.

Aics Forlì: Cantore 9, Pusateri ne, Bergantini ne, Grossi 5, Fumagalli 10, Ruffilli 2, Guaglione 4, Cortini 9, Gaiotti 9, Zamagni ne, Zannoni 23, Ferri 2. All. Chiadini.

CASSANI&COSTANZI – CURTI 63 – 68 dts

(13-30; 25-42; 39-49; 59-59)

Basket’95  Imola: Scala 3, Baruzzi L. 5, Mezzini ne, Mastrilli 4, Dalmonte 2, Rubini 8, Foronci, Barbagelata 5, Baruzzi F. ne, Crisà 2, Spagnoli 34. All. Brocchi.

International Imola: Folli 26, Benghi 4, Marchi, Grandolfi 10, Genoni, Cai 2, Sgorbati 8, Caprara A. ne, Caprara J, Scagliarini 4, Dirella 4, Masoni 10. All. Fazzi.

Una grande Curti si aggiudica il sentitissimo derby contro la Cassani e Costanzi al termine di una gara vorticosa decisa solo dopo un supplementare. Partita dai due volti quella andata in scena sabato sera alla Ravaglia. I primi due quarti sono di marca Curti con i biancorossi trascinati dalla grande prova di Folli assoluto protagonista ed autore di 23 punti all’intervallo. Le cose cambiano radicalmente dopo la pausa lunga, con l’inerzia che passa di colpo nelle mani della Cassani e Costanzi di coach Brocchi. Il trascinatore della compagine biancoverde è Spagnoli autore di una serie infinita di triple che lentamente ricuciono il gap: si arriva così agli ultimi secondi con la partita in perfetta parità e la CeC che avrebbe l’ultimo tiro per chiudere i giochi ma la tripla da metà campo non va a bersaglio. Serve così l’extra gioco, nei quali sale in cattedra l’esperto Masoni che con cinque punti di fila propizia il break dei biancorossi a cui Rubini e  Mastrilli provano a  replicare, ma senza successo.

BELLARIA – OLIMPIA 56 – 72

(6-27; 16-43; 37-60)

Bellaria: Mussoni, Fornaciari, Stabile 8, Sacchetti 14, Mbaye 2, Mussoni 6, Novello 3, De Gregori 1, Russu 19, Bindi 3. All. Ferro.

Olimpia Castel San Pietro: Fortunati 3, Odorici, Franceschini 9, Corazza 34, Boschi 2, Pancaldi 9, Chillo, Binassi 9, Farnè 1, Gianninoni 3, Morales 2. All. Bonazzi.

CESTISTICA ARGENTA – MOLINELLA 62 – 68

(31-14; 42-35; 52-46)

Argenta: Magnani 10, Taglioli 3, Spinosa 5, Cesari R. ne, Cesari F. 2, Zanetti 2, Rubbini 17, Stegani 7, Brignani, Mortara 2, Thiam 14, Rafan ne. All. Panizza.

Molinella: Calvi 2, Quartieri 10, Checcoli 13, Ricci 3, Vignudelli 10, Alessandri 4, Tagliavini 3, Ugulini 2, Pascoli ne, Gualandi 4, Serio 11, Trippa 6. All. Baiocchi.

VENI – GUELFO 41 – 63

(8-18; 21-34; 32-45)

San Pietro in Casale: Settanni 2, Meola 1, Barbieri ne, Pastore, Mangili, Minozzi G. 2, Iannicelli 10, Ghedini 4, Tinti, Bartolozzi 13, Folesani 9. All. Minozzi M.

Castel Guelfo: Vastola 11, Coraini ne, Gianasi 3, Baccarini 9, Bernabini 9, Bacci, Miceli, Ventura 1, Minghetti 2, D’Andola 10, Giordani 11, Paluan 7. All. Serio.

BASKET VILLAGE – SPEM MATTEI 74 – 63

(22-17; 38-30; 53-42)

Granarolo: Banzi ne, Paoloni ne, Ballini 6, Costa ne, Carrera 4, Nicotera 8, Nobis 19, Marega 6, Neviani 14, Pedrielli 5, Marcheselli L 6, Brotza 6. All. Calore.

Ravenna: Trerè, Basaglia 6, De Fanti 21, Bianchini 7, Vistoli 7, Saccardi 14, Bartolotti 1, Raspa 2, Senni 2, Morigi 3. All. Focarelli.

ARTUSIANA – S.B. FERRARA 62 – 71

(17-19; 30-42; 51-46)

Forlimpopoli: Rossi 4, Marzolini, Balistreri 3, Fabbri ne, Calboli 2, Manucci 17, Morabito 6, Arfelli 16, Servadei 14. All. Bondi.

Scuola Basket Ferrara: Ferrarini 14, Pusinanti 18, Rimondi 15, Frignani 8, Fabbri 8, Malaguti, Bottoni 6, Bussolari 2, Costanzelli. All. Colantoni.

CLASSIFICA

GUELFO 22 12 11 1 837 657 +180
OLIMPIA CASTEL S. P. 18 12 9 3 843 739 +104
ALTEDO 18 12 9 3 861 797 +64
BASKET VILLAGE GRANAROLO 16 12 8 4 813 768 +45
MOLINELLA 16 12 8 4 707 700 +7
ARGENTA 14 12 7 5 834 753 +81
ARTUSIANA FORLIMPOPOLI 14 12 7 5 761 730 +31
DOLPHINS RICCIONE 14 12 7 5 834 811 +23
SPEM MATTEI RAVENNA 14 12 7 5 714 743 -29
VENI SAN PIETRO IN CASALE 10 12 5 7 680 664 +16
INTERNATIONAL IMOLA 10 12 5 7 750 764 -14
BASKET’95 IMOLA 8 12 4 8 801 839 -38
S.B. FERRARA 6 12 3 9 673 735 -62
AICS FORLI’ 6 12 3 9 722 889 -167
BELLARIA 4 12 2 10 703 805 -102
GRIFO  IMOLA 2 12 1 11 719 858 -139

Mamma mia il 4 Torri, derby alla Pallavicini. I risultati di C Regionale e serie D

Chi sarà la seconda forza della C Regionale? Appuntamento a Castelnovo Monti, domenica pomeriggio, ore 17,30. Trasferta insidiosa per i Flying Balls a Correggio. In serie D, girone A, ci aspettiamo un derby emozionante tra Pallavicini ed Atletico, due realtà che hanno sede nel quartiere bolognese di Borgo Panigale. Nel B spiccano Molinella-Forlimpopoli e Spem Ravenna-Riccione

C REGIONALE

PALL. NOVELLARA  – DESPAR 4 TORRI FERRARA 42 – 96

(12-27; 30-45; 36-76)

Novellara: Baracchi A, Margini 4, Bartoli 1, Folloni 2, Rinaldi 2, Mariani Cerati 7, Baracchi M, Cattelani, Carpi 2, Ciavolella 14, Colla 7, Croci 3. All. Ligabue.

4 Torri Ferrara: Burresi, Bertocco 9, Fenati 6, Brandani 14, De Togni 4, Lugli 6, Marchetti 2, Martini 4, Pasquini 18, Magni 14, Agusto 19. All. Cavicchioli.

ME-CART – GIORGINA SAFFI 74 – 61

(15-16; 33-42: 59-50)

Cavriago: Violi, Fantini 2, D’Amore 13, Pellicciari, Cervi 20, Leonardi 2, Fontanesi 9, Pezzi 12, Codeluppi 14, Caleffi, Giardina 2. All. Degl’Incerti Tocci.

Giorgina Saffi Forli: Frigoli 5, Pena 2, Conocchiari 18, Rava 5, Ravaioli 6, Piazza 12, Soldati, Serrani 3, Emiliani 4, Agatensi 6. All. Agnoletti.

INDUSTRIAL PACKAGING – BUDRIO 76 – 83

(17-27, 35-49, 56-67)

Arbor Reggio: Visini, Braglia 8, Maione 7, Iori 16, Simonazzi 6, Ligabue 13, Franzoni 2, Maioli 2, Alfano 7, Bytyqi 15. All. Baroni.

Budrio: Fimiani 15, Guidi, Casagrande 16, Nanni 8, Manini 10, Lazzari 2, Alberti 6, Quaiotto 8, Innocenti 15, Quarantotto, Bargiotti 3. All. Cinti.

SPAL – FLYING BALLS 90 – 91 dts

(23-22; 49-40; 61-59; 75-75)

Correggio: Casu 4 Zamparelli 3, Strautins 14, Giani, Rovatti 19, Galeotti 8, Amici 5, Magnani 15, Villani 11, Fassinou 11, Lever, Riccò. All. Paladini.

Ozzano: Pasquali, Verardi 6, Mini 11, Rossi 31, Savic, Caprara, Regazzi, Teglia, Guazzaloca 13, Martelli, Rambelli 11, Gianasi 19. All. Grandi.

Dopo una bella, tirata e sofferta partita, ad Ozzano serve un tempo supplementare per espugnare di misura (90-91) il difficile campo di Correggio e ottenere il quarto successo di fila, che consolida il secondo posto in classifica del gruppo di coach Grandi. Primi 10’ equilibrati con Fassinou e Strautins da una parte, Gianasi e Rossi dall’altra che regalano canestri a ripetizione. Alla prima sirena è +1 Correggio (23-22), ma è nella seconda frazione che i padroni di casa fanno la voce grossa. Ozzano fatica a trovare il tiro dalla lunga distanza, Correggio è più precisa e domina sotto canestro ottenendo diversi doppi possessi e un buon +9 all’intervallo lungo (49-40). Nella terza frazione la musica non cambia, la Spal vola sul +13 (56-43) al minuto 25. Time out obbligato per coach Grandi che da la carica al tutto il gruppo e, al rientro, Ozzano comincia a giocare come sa e con un parziale di 11 a 0 torna bruscamente in corsa. Guazzaloca sulla sirena firma il -2 con una disperata conclusione da metà campo e, al rientro dall’ultimo mini break, Mini trova subito il pareggio; Gianasi, poco dopo, ottiene il sorpasso (62-63 con 7’30” da giocare). Negli ultimi decisivi minuti c’è tempo anche per un tecnico fra i padroni di casa (proteste di Magnani), Ozzano trova il +6 a 4’ da giocare. Correggio non ci sta e in 150 secondi rimonta e torna davanti e si arriva sul 75 pari con 24 secondi da giocare. L’ultimo tiro se lo prende Magnani ma sbaglia, il rimbalzo offensivo di Fassionou non porta però alcun effetto e si va così all’overtime. Protagonista del supplementare è Rovatti (10 punti di fila) e la Spal tenta l’allungo decisivo (85-78). Un tecnico fischiato alla panchina e un antisportivo di Villani aiutano Ozzano a riportarsi sotto, grazie alla precisione ai liberi di un monumentale Riccardo Rossi (31 punti miglior realizzatore del match) e ai canestri di Mini (11 punti tutti negli ultimi 15’). A 5” dalla sirena finale Correggio trova con Villani il +1 (90-89) ma, in quella che doveva essere l’ultima disperata azione della partita per gli ozzanesi, viene fischiato un fallo su Rossi che manda su tutte le furie panchina e pubblico di casa e regala all’ala bolognese i due liberi decisivi. Riccardo si dimostra glaciale e fa 2/2, Ozzano mette così il naso avanti. Nei due secondi e mezzo finali, Magnani e Strautins cercano un disperato tiro senza esito. Ozzano vince così 91 a 90 contro un’ottima squadra, veloce e fisica, formata da una gruppo di ragazzi giovani davvero talentuosi.

FOR – BOLOGNA BASKET 2011 57 – 79

(13-24; 34-38; 47-54)

Pontevecchio: Tinti 6, Mantovani 10, Cruzat 6, Galeotti 3, Garagnani 12, Di Rauso 4, Bergami 3, Benuzzi 3, Girotti 2, Falzetti 3, Santini 5. All. Savini.

Bologna Basket 2011: Gargioni, Chiarini A. 8, Tolomelli, Chiarini S. 26, Guerri 2, Tugnoli 2, Terenzi 2, Lippa 5, Ballardini 14. Bianchini 18, Diop, Ayiku 2. All. Duo.

GRANAROLO – CVD 85 – 72

(17-22; 43-37; 67-54)

Granarolo Basket: Spettoli 17, Paoloni 4, Tugnoli 12, Calanchi, Marchi 20, Bonetti 4, Fava, Bertuzzi 6, Ferri 1, Governatori 2, Busi 16, Torriglia 3. All. Trevisan.

Cvd Casalecchio: Gamberini 3, Spadellini 10, Mazzoli 5, Marzioni 14, Lanzi 4, Truzzi 6, Masetti 3, Fuzzi 11, Cuozzo 4, Taddei 4, Nannetti 8. All. Loperfido.

Granarolo vince una partita che “doveva” vincere (per non essere risucchiata nei bassifondi della classifica ) giocando complessivamente una buona gara anche se condita, a tratti, da molti errori “banali”. L’inizio vede partire meglio il CVD che sfrutta benissimo le “dormite” difensive dei padroni di casa sui pick and roll e si porta sul +10 (8-18 al 6′). Timeout di un Trevisan “imbufalito” per la mollezza dei suoi e rimescolamento delle carte con ingresso in campo di Bonetti e Marchi: parziale di 9-4 e Granarolo va alla prima sosta sotto di cinque lunghezze (17-22 al 10′). Il secondo periodo, dopo un iniziale equilibrio (21-26 al 12’30”), vede i padroni di casa prendere gradualmente il sopravvento e passano in vantaggio per la prima volta sulla tripla di Tugnoli (30-28 al 14’30”). Grazie ad un Marchi ispirato (12 dei suoi 20 punti li realizza in questo periodo senza un solo errore) i padroni di casa dilatano il divario per andare al riposo lungo sul +6 (43-37 al 20′). A inizio terzo periodo Granarolo dà la spallata che sostanzialmente decide la partita: parziale di 8-3 nei primi due minuti e vantaggio in doppia cifra (51-40 al 22′) che si dilata col passare dei minuti fino al +15 sui liberi di Paoloni (62-47 al 28′). Il CVD tampona la falla e va all’ultimo riposo sul -13 (67-54 al 30′) ma nell’ultimo periodo non riesce mai a mettere in difficoltà i padroni di casa che raggiungono anche il massimo vantaggio del match su due triple consecutive di Spettoli (73-56 al 32’30”), per poi controllare agevolmente mantenendo sempre il vantaggio in doppia cifra fino al +13 finale.

DILPLAST – TECNOSISTEM 72 – 41

(12-14; 34-21; 48-33)

Montecchio: Grisendi 6, Lombardi 14, Ongarini 6, Guardasoni 1, Basso 2, Maggi, Colla 2, Ferrari 21, Marchini 18, Petrolini 2. All. Cavalieri.

Stars: Bitelli 9, Garrossi 1, Orlando 7, Lalanne 4, Menarini, Skocai, Testoni, Landuzzi, Flori 2, Maestripietri 4, Pecchia 3, Parenti 11. All. Cantelli.

BANCO EMILIANO – V. MEDICINA 88 – 61

(23-22; 39-32; 59-47)

LG Castelnovo Monti: Mallon 18, Vanni 17,  Fanelli 16, Canuti Fr. 15, Paulig 13, Siani 9,  Generali, Ovi, Filippi, Vezzosi ne, Baccarani ne. All. Djukic.

Medicina: Govi G. 12, Biguzzi 12, Persiani 11, Govi F. 9, Musolesi 7, Sighinolfi 7, Seracchioli 3, Lorenzini, Rossi. All. Curti.

E’ un’aria che fa bene all’LG Banco Emiliano che, in una partita spigolosa, almeno per due quarti, riesce prima a tenere testa e poi a dilagare contro una  avversaria “storica” da quando calca i parquet di C2. Si parte con i gialloneri felsinei che fanno girare molto bene la palla e trovano con pazienza i giocatori meglio posizionati per tiri facili e ad alta percentuale di realizzazione. Il Banco Emiliano accusa un po’ il colpo e, solo alla fine del periodo, alcune buone giocate dei lunghi castelnovesi riportano avanti sul 23 a 22 i locali. Il secondo quarto vede una Castelnovo Monti registrare un po’ di più la difesa e l’ingresso in campo di Paulig fa trovare più facilmente la via del canestro a tutti i compagni, con un Siani pericoloso anche in fase realizzativa. Ne beneficia soprattutto Mallon che, con 7 punti consecutivi, porta il vantaggio sul 39 a 32 dell’intervallo lungo. Al ritorno in campo la squadra di Djukic dà una ulteriore spallata alla gara , dopo un tentativo di riavvicinamento di Medicina che prova la pressing per recuperare palloni utili alla rimonta. Il solo Sighinolfi segna con una certa continuità nel terzo quarto, fino a quando non arriva il ”momento Fanelli” a deliziare il numeroso pubblico castelnovese e, con 9 punti consecutivi, il tarantino porta a +13 la l’LG, ben supportato sotto le plance da Vanni. Qui Medicina si incarta, lentamente esce dalla partita e, complici anche un tecnico fischiato dopo un antisportivo a Govi a inizio dell’ultimo tempo, la squadra reggiana vola via sul +15, per poi dilatare il suo vantaggio grazie ad un ispirato Francesco Canuti che, con tre bombe consecutive, e 11 dei suoi 15 punti complessivi, fa calare il sipario sulla gara, con un passivo troppo pesante per i bolognesi.

CLASSIFICA

4 TORRI FERRARA 22 11 11 0 892 680 +212
L.G. COMPETITION CAST. M. 16 11 8 3 814 735 +79
FLYING BALLS OZZANO 16 11 8 3 833 800 +33
S.B. CAVRIAGO 14 11 7 4 810 704 +106
BUDRIO 14 11 7 4 738 672 +66
VIRTUS MEDICINA 14 11 7 4 779 752 +27
ARENA MONTECCHIO 12 11 6 5 725 701 +24
BOLOGNA BASKET 2011 12 11 6 5 725 733 -8
GRANAROLO BASKET 10 11 5 6 741 752 -11
G. SAFFI FORLI’ 10 11 5 6 726 747 -21
NOVELLARA 10 11 5 6 715 780 -65
CORREGGIO 8 11 4 7 791 838 -47
STARS BOLOGNA 8 11 4 7 685 757 -72
ARBOR REGGIO 6 11 3 8 740 791 -51
CVD CASALECCHIO 4 11 2 9 680 783 -103
PONTEVECCHIO BOLOGNA 0 11 0 11 648 817 -169

SERIE D

GIRONE A

PALLAVICINI – ATLETICO 71 – 60

(14-12; 44-16; 52-31)

Pallavicini: Tosiani 6, Cenesi 13, Nanni G. 2, Giunchedi 13, Ferraro 13, Sgargi 9, Nanni M. 10, Bertarelli, Bastia 3, Minghetti 2. All. Morra.

Atletico: Campanella 2, Proto 1, Farneti 4, De Simone 2, Sant 2, Artese 18, Selvi 4, Turchetti 4, Rossi 15, De Fazio, Pedroni 2, Veronesi 6. All. Cicchelli.

Sarà stata la tensione, ma il derby del quartiere Borgo Panigale è durato poco più di un quarto. Un devastante parziale di 30 a 4 nella seconda frazione, infatti, ha permesso alla Pallavicini di vivere di rendita e di gestire, nella ripresa, il congruo vantaggio.

La partita, tutt’altro che piacevole, era iniziata ai mille all’ora con una marea di errori e con gli ospiti, continuamente aggressivi a tutto campo, in vantaggio fino all’8-10 dell’ottavo minuto. La 3-2 dei padroni di casa, però, frenava l’agonismo dei biancorossi e due triple di Sgargi davano il la all’allungo decisivo (22-12 al 13’). Era poi Cenesi, coadiuvato da Ferraro, ad aumentare il vantaggio fino al +28 del 20’ (44-16). Nella riprese Artese si svegliava (0 nei primi venti minuti) e l’Atletico risaliva sul 44-24, ma l’attacco ospite continuava a balbettare. All’inizio dell’ultima frazione, però, scarica di adrenalina sul parziale iniziale di 3 a 12 (55-43 al 34’), ma il giovane play Giunchedi, supportato da Matteo Nanni, prendeva per mano i compagni e le battute finale servivano soltanto agli ospiti a rendere meno amaro il fiele della sconfitta.

SAMPOLESE – MAGIK 79 – 68

(14-22, 34-37, 53-57)

San Polo d’Enza: Di Maria ne, Monti 9, Minardi 16, Benevelli 6, Nicolini ne, Davoli, Tognoni, Hasa ne, Bizzocchi 19, Servidei 12, Pezzi 17. All. Immovilli.

Magik Parma: Bazzoni 3, Donadei 16, Malinverni N. 6, Malinverni L. 13, Cavaglieri 5, Gibertini, Olagundoye 17, Langinotti 6, Guidi 2, Berlinguer ne, Fava ne. All. Lopez.

Torna finalmente alla vittoria la Sampolese, dopo una lunga serie di sconfitte causate  sopratutto dalle numerose assenze per infortuni. Il recupero di Benevelli e Servidei e le migliori  prestazioni stagionali di Minardi e Bizzocchi, supportati dal tifo  del calorosissimo pubblico sampolese, hanno propiziato una vittoria fortemente voluta da tutta la compagine di Immovilli. La gara è stata in gran parte condotta dagli ospiti di oltr’Enza: Olagundoye domina sotto i tabelloni (14 punti a metà gara), poi, quando Immovilli riesce ad adattare una zona che limita il lungo del Magik, cominciano a colpire pesantemente le bombe  di Donadei (5 triple alla fine); non molla, però, la Sampolese che ha il grande merito di riuscire sempre a stare a ruota degli ospiti e poi è capace (con Minardi Bizzocchi e Pezzi sugli scudi) di piazzare un terribile break di 25 a 6 negli ultimi otto minuti (dal 54-62 del 32′ al risultato finale).

FIORANO – VIS PERSICETO 44 – 55

(17-17; 28-24; 36-36)

Libertas Pallacanestro Fiorano: Di Curzio 3, Cracco, Zogaj, Ruggeri 17, Galloni 3, Bernabei ne, Lanzellotto 4, Fogliani ne, Marescotti 11, Domenichini 2, Lucchi 3, Melegari. All. Casoli

San Giovanni in Persiceto: Scagliarini 2, Morisi 10, Parmeggiani, Almeoni 17, Missoni 7, Genovese 7, Galli 1, Ramini 9, Ferrari ne, Rusticelli G. 2, Pederzini. All. Rusticelli M.

Persiceto vince anche a Fiorano, giocando una partita che non è stata la massima espressione di tecnica cestistica. Fiorano si presenta al via con il nuovo coach; alla corte del presidente Montermini, infatti, è arrivato Fernando Casoli dalla Rebasket. Fiorano parte bene grazie alle giocate di Stefano Marescotti su entrambi i lati del campo (doppia doppia da 11 punti e 12 rimbalzi), che segna 7 punti nella sola prima frazione, accompagnato da Ruggeri; per gli ospiti Morisi e l’MVP Almeoni (classe 1995) tengono in partita i propri compagni ed impattano il risultato a quota 17 alla prima sirena. Nel secondo quarto Fiorano sbaglia tutto ciò che si può sbagliare in fase realizzativa, ma nonostante ciò, arriva alla pausa lunga con il tabellone che recita 28-24, causa la parecchia imprecisione da parte dei bolognesi dalla linea del tiro libero. Al rientro in campo dopo la pausa lunga, la partita riprende come era finita, ossia con l’equilibrio a farla da padrone; meglio Persiceto che pareggia il parziale di 7-0 rifilatogli da Fiorano nel secondo quarto, con un altrettanto 7-0 per cominciare la seconda parte di gara. Lucchi è una garanzia a rimbalzo assieme al “gladiatore” Marescotti, mentre capitan Lanzellotto suona la carica e tiene i propri aggrappati al risultato. Nel quarto e decisivo periodo, però, si scatena Genovese, che manda a bersaglio tutti i propri 7 punti in questa frazione, grazie ad un uno-due di giochi da tre punti micidiali e anche ad un canestro degno dei più grandi “playground”. Sembra finita, ma non lo è mai; l’energia di Lanzellotto si fa sentire e Fiorano rientra fino al -4, ma poi Almeoni decide che è ora di chiuderla e ruba due palloni fondamentali andando a concludere in solitaria. Altri due canestri di Morisi servono, poi, per arrotondare il punteggio finale.

EUROSYSTEM – SALSO 54 – 35

(11-5; 26-15; 38-24)

Luzzara: Ploia, Vezzani, Cani 3, Costantino 9, Caleffi ne, Gelosini 13, Sereni 2, Neviani 8, Neri 9, Freddi 4, Corradini 6. All. Beltrami.

Salsomaggiore: Talassi 12, Zamboni 2, Aimi 9, Maccini 6, Rattotti, Bonzani 2, Biocchi, Ronchetti, Lucchini 3, Lettieri. All. Allodi.

Terza vittoria consecutiva per gli Aquilotti che sfruttano il (relativo) turno favorevole contro Salso. Ma ancora una volta sono gli infortuni a prendere il centro del palcoscenico. A Caleffi in panchina solo per fare numero (contrattura alla schiena), si aggiunge l’infortunio a Vezzani che si gira malamente il ginocchio sul finire della terza frazione e le cui condizioni andranno valutate nei prossimi giorni. E se Gelosini stringe i denti sulla caviglia malandata, è sempre out capitan Salati. Buon per gli Eaglets che la difesa ormai gira al meglio e sopperisce ad una serata asfittica in attacco (21/63 dal campo, di cui 4/21 da 3). Salso segna solamente 5 punti nei primi 10′ e addirittura 7 nei primi 17′ con gli Aquilotti che veleggiano su un comodo +16, con 7 punti consecutivi di Costantino (23-7). Nella ripresa i ragazzi di coach Beltrami tengono i parmensi a soli 2 punti per 8′ e, pur senza fuochi d’artificio in attacco, salgono a +21, sfruttando 8 punti di Gelosini (38-17 al 18′). Nessuno scossone di rilievo neppure nell’ultimo quarto, quando gli ospiti provano la zona, ma senza grande successo. A 5′ dalla sirena è sempre +21 (47-26) e si attende solo la fine con la testa alla prossima gara contro la neo-capolista Voltone, sperando di svuotare un po’ l’infermeria.

PSA – VOLTONE 56 – 73

(10-15; 31-35; 44-56)

Psa Modena: Tejeda, Malverti ne, Macchelli 9, Tamagnini, Mezzetti 6, Marasca 11, Santonastaso 9, Di Talia 5, Komadu 2, Frilli 12, D’Imprima 2. All. Lunghini.

Voltone Zola: Galassi 8, Ghiacci 17, Giacometti A. 5, Lombardo 15, Giacometti J. 13, Zanasi, Polo 9, Varotto 6. All. Amanti.

Dopo la bella prestazione con San Giovanni, la PSA torna pigra e svogliata contro il Voltone. I bolognesi partono subito a zona e Modena fatica a trovare le chiavi per aprire la difesa dei bolognesi; i primi tentativi di punire la zona da fuori sono imprecisi, ma è nella propria metà campo che la PSA non convince. Ghiacci, Lombardo e Giacometti giocano a loro piacimento, inarrestabili sotto canestro, ma ancora più letali dall’arco dei tre punti, 7 bombe su 11 tentativi, un autentico bombardamento a cui i ragazzi di Lunghini non hanno saputo dare l’alt. Con questo atteggiamento la PSA era costretta a giocare sempre contro la difesa schierata e visto la difficoltà al tiro si intestardiva nell’1c1, non proprio la soluzione migliore soprattutto se dal palleggio. Il Voltone però era in forte emergenza, con Ghiacci influenzato e ben quattro giocatori praticamente alla prima stagionale, a cui si aggiunge Polo che sulla sirena di metà si scaviglia tirandosi via dal match, quindi il parziale al riposo lascia ancora speranze ai modenesi. Ma al rientro in campo la svolta non si vede, anzi, la PSA continua a trotterellare e a sbattere letteralmente contro la zona. Il Voltone allunga e alterna alla bulgara anche la 1-3-1, il –17 finale non è bugiardo, Modena stasera non c’era con la testa e soprattutto con la voglia di provarci.

RADIOCOOP.IT – FULGOR 67 – 61

(12-19; 28-30; 49-42)

Piacenza Basket Club: Massari 12, Villa 14, Antozzi 16, De Lillo 2, Pirolo 11, Scarionati 5, Sela, Villani, Popov, Markovic 1, Betti 6, Zanangeli. All. Mambretti.

Fulgor Fidenza: D’Esposito, Troiano 3, Orsi, Iacomino 17, Molinari 7, Ceci 11, Zerbini 10, Gelmini 3, Imeri 8, Ceci 2. All. Fiesolani.

Il Piacenza Basket Club vince un’importante partita nell’11° Giornata del Girone d’Andata del Campionato di Serie D. Lo fa al termine di una partita di certo non bella, ma molto combattuta, giocata contro una Fulgor Fidenza che ha davvero venduto cara la pelle. Appena prima della partita momento da brividi per il Pala San Lazzaro, con il minuto di silenzio per ricordare Enzo Presta, indimenticabile volto del Piacenza Basket Club che purtroppo è venuto a mancare in settimana. La partita non è altresì da brividi tuttavia, con un inizio piuttosto lento da parte dei ragazzi di Mambretti che sembrano inizialmente soffrire le giocate fidentine. Iacomino e soci giostrano bene il pallone, mentre il Piacenza Basket Club fatica ad inserire le marce giuste, chiudendo il primo quarto sotto di 7 lunghezze, sul 12-19, complice anche una vena non buonissima dalla lunetta, con un 1/4 negli ultimi secondi che da la fotografia esatta di un quarto non esaltante. Nel secondo quarto si inizia con marce bassissime da parte di entrambe le squadre, si segnalano 3 punti tra entrambe le squadre nei primi 3′. E’ una bomba di Betti che prova a dare fiducia ai ragazzi di coach Mambretti, che iniziano a farsi sotto grazie al prezioso lavoro sotto le plance di Villa e Pirolo. A metà partita si registra un sostanziale equilibrio, con un punteggio di 28-30. Nel terzo periodo il Piacenza Basket Club alza le marce, e la Fulgor Fidenza pare sorpresa da ciò. Sale in cattedra capitan Antozzi, autore di un’ottima prova globale, che riesce in tandem con Pirolo a dare un vero strappo alla partita. Radiocoop.it Piacenza Basket Club arriva a toccare quota +11, con un punteggio di 53-42, ma è ancora Iacomino a dimostrarsi giocatore di categorie e inventarsi due triple importanti. Il finale di partita per il Piacenza Basket Club è tuttavia ancora targato Pirolo-Villa, con la coppia di lunghi che mette a referto 16 degli ultimi 17 punti per i piacentini e consentendo ai ragazzi di coach Mambretti di chiudere sul 67-61 una partita non certo spettacolare, ma che pesa ai fini di una classifica che vede il Piacenza Basket Club ancora in testa.

NAZARENO – ANZOLA 63 – 70

(12-21, 34-35, 54-49)

Nazareno Carpi: Sbisà 1, Compagnoni 23, Goldoni 8, Doddi 7, Spasic ne, Cavallotti 4, Salami 13, Saetti, Menon 4, Cantarelli 3. All. Testi.

Anzola: Poluzzi F., Venturi D. 1, Venturi N. 7, Boldini 7, Fiorini 20, Lambertini, Kalfus 1, Gamberini ne, Brancaccio, Mazza 23, Poluzzi L., Zanata 11. All. Sacchetti.

SAN MAMOLO – BAOU TRIBE 61 – 74

(15-17; 33-37; 45-53)

San Mamolo Basket: Gabrieli 8, Margelli 6, Beccari 3, Quadri 7, Rizzi 2, Martelli P. 14, Martelli L., Boldarino 4, Benfenati, Demetri 12, Candelaresi 4, Ghelli 1. All. Munzio.

Baou Tribe San Lazzaro: Marinelli 9, Fornasari 10, Bernardi 4, Pirazzoli, Mellara 16, Forni, Masrè 14, Paladini 2, Campagna, Capobianco 10, Lodi 9. All. Lelli.

CLASSIFICA

VOLTONE ZOLA 18 11 9 2 786 681 +105
PIACENZA BC 18 11 9 2 753 661 +92
ANZOLA 18 11 9 2 784 707 +77
BAOU TRIBE SAN LAZZARO 18 11 9 2 735 660 +75
PALLAVICINI BOLOGNA 18 11 9 2 747 678 +69
VIS PERSICETO 16 11 8 3 772 683 +89
AQUILA LUZZARA 12 11 6 5 687 657 +30
COLLEGE FIDENZA 10 11 5 6 705 716 -11
MAGIK PARMA 10 11 5 6 671 720 -49
ATLETICO 8 11 4 7 747 769 -22
NAZARENO CARPI 6 11 3 8 710 773 -63
PSA MODENA 6 11 3 8 708 782 -74
SAN MAMOLO BOLOGNA 6 11 3 8 699 799 -100
FIORANO 4 11 2 9 655 715 -60
SAMPOLESE 4 11 2 9 672 741 -69
SALSOMAGGIORE 4 11 2 9 578 667 -89

GIRONE B

GUELFO – BELLARIA 71 – 46

(18-15; 40-23; 53-33)

Castel Guelfo: Vastola, Coraini 8, Gianasi 9, Baccarini 12, Bernabini 6, Miceli 5, Ventura 1, Minghetti 7, D’Andola 12, Giordani ne, Bacci 3, Paluan 8. All. Serio.

Bellaria: Mussoni Mi. 2, Stabile, Sacchetti 13, Mbaye 3, Russu 3, Mussoni Ma. 4, Novello 4, De Gregori 4, Verni 9, Bindi 4. All. Ferro.

MOLINELLA – ARTUSIANA 67 – 58

(19-15; 36-34; 49-41)

Molinella: Calvi 6, Quartieri 4, Checcoli 15, Ricci 16, Vignudelli, Tagliavini 8, Ugolini, Pascoli, Gualandi 7, Serio 5, Trippa 6. All. Baiocchi.

Forlimpopoli: Rossi 28, Marzolini, Balistreri 1, Calboli 4, Manucci ne, Morabito, Arfelli 14, Chezzi 4, Evangelisti, Servadei 7. All. Bondi.

AICS – BASKET VILLAGE 78 – 83

(17-25; 30-45; 55-54)

Aics Forlì: Fumagalli 9, Guaglione 10, Cantore 10, Gaiotti 20, Zannoni 20, Pusateri ne, Ghetti ne, Zamagni ne, Ferri ne, Grossi, Ruffilli, Cortini 9. All. Chiadini.

Basket Village Granarolo: Ballini 9, Nicotera 2, Marega 12, Neviani 6, Pedrielli 21, Billecci ne, Paoloni ne, Costa ne, Carrera 7, Nobis 16, Marcheselli 2, Brotza 8. All. Calore.

Prova convincente dei ragazzi di coach Calore al glorioso Pala Romiti al cospetto di una formazione che recuperava i suoi giocatori più referenziati: Fumagalli e Gaiott,i oltre al ritorno di Cantore dopo la breve parentesi sanlazzarese. Partenza a razzo degli ospiti che imponevano i loro ritmi vertiginosi e si portavano dopo pochi minuti sul 4-16, con i padroni di casa vistosamente in affanno. La zona 2-3 ordinata da Chiadini e il pivot Zannoni con diversi viaggi in lunetta tengono in linea di galleggiamento i padroni di casa permettendo loro di chiudere il primo parziale cristallizzando lo svantaggio sul -8 (17-25 al 10′). Nel secondo periodo Forlì prova a riavvicinarsi ma Granarolo alza nuovamente il pressing difensivo recuperando diversi palloni e un ottimo Neviani in cabina di regia innesca a turno i compagni (smazzando anche 2 assist di assoluto rilievo di cui uno, per Marega in angolo, veramente spettacolare) che dilagano andando al riposo sul +15 (30-45 al 20′). Il terzo periodo comincia con una tripla degli ospiti per il massimo vantaggio dell’incontro (+18 sul 30-48) poi i padroni di casa, con un piglio decisamente diverso, abbassano il quintetto togliendo Zannoni e, giocando con Gaiotti da “falso cinque” inceppano i meccanismi di Granarolo piazzando un parziale di 12-0 che li riporta nel match. Granarolo rompe il digiuno ma ha smarrito completamente il gioco corale d’attacco che aveva nella prima parte e Forlì, grazie anche alle triple di Gaiotti e Fumagalli, mette la freccia e sorpassa sulla sirena (55-54 al 30′ con un parziale nel 3′ periodo di 25-9). Calore e Marcheselli riordinano le idee dei loro ragazzi e dopo, una fase iniziale di batti e ribatti, salgono in cattedra i giocatori “d’esperienza” di Granarolo, Nobis e Carrera (rispettivamente 24 e 23 anni!) che guidano i compagni fino al +10 (con tre triple di Nobis a demolire la zona avversaria) quando mancano 4’30” alla fine. Forlì non ci sta e torna a -3 a 2′ dalla fine ma l’MVP dell’incontro, “Charlie” Pedrielli decide il match con 5 punti consecutivi che riportano Granarolo a +8 e rendono vani gli ultimi tentativi dei padroni di casa per ricucire il divario.

OLIMPIA – CASSANI&COSTANZI 86 – 77

(20-21; 44-43; 63-63)

Olimpia Castel San Pietro: Fortunati ne, Chillo, Franceschini 6, Corazza 18, Ziron 11, Boschi 3, Pancaldi 10, Galloni ne, Binassi 10, Farnè 1, Gianninoni 8, Morales 19. All. Bonazzi.

Basket 95 Imola: Scala 9, Mezzini, Foronci ne, Mastrilli 16, Rossi ne, Dal Monte 9, Rubini 19, Gargioni 3, Baruzzi 6, Crisà 6, Spagnoli 9. All. Brocchi.

CURTI – VENI 61 – 52

(13-14, 32-23, 43-37)

International Imola: Folli 9, Marchi ne, Grandolfi 11, Genoni 3, Cai, Sgorbati 9, Caprara A. ne, Caprara J., Scaglierini 8, Dirella 7, Masoni 14. All. Fazzi.

San Pietro in Casale: Settanni 6, Barbieri 2, Pastore, Vinci, Minozzi G. 11, Iannicelli 12, Ghedini, Tinti, Bartolozzi 17, Folesani 4. All. Minozzi M.

Torna al successo la Curti al termine di una gara spigolosa dove, ai tentativi di fuga degli imolesi, il vantaggio massimo attorno ai dieci punti, hanno sempre risposto gli ospiti sia con Minozzi, ma soprattutto Bartolozzi. San Pietro in Casale si aggiudica il solo primo quarto, poi i ragazzi di Fazzi prendono in mano l’incontro chiudono il primo tempo in vantaggio grazie sopratutto a Dirella che insacca cinque liberi consecutivi. Gli ospiti si riavvicinano nel terzo quarto, mentre l’ultimo vive in completa parità, ma sei liberi segnati da Masoni consegnano la vittoria agli imolesi.

SPEM – DOLPHINS 66 – 86

(18-30, 27-51, 47-67)

Ravenna: Cirillo 8, De Fanti 11, Vistoli 1, Basaglia 7, Saccardi 13, Ravaioli 3, Saccabonni, Raspa 9, Senni 6, Morigi 8, Trerè ne. All. Focarelli.

Riccione: Ambrassa 5, Ma. Amadori 16, Tononi 18, Brattoli 6, Polverelli 12, Zaghini 3, Raffaelli 19, Ortenzi, Perini, Biagini 7. All. Foschi.

VB – ARGENTA 68 – 80

(17-15; 41-34; 53-54)

Grifo Imola: Di Cillo 3, Riga 11, Lanzoni 11, Dragicevic 4, Linguerri 4, Monna 6, Zaccherini 2, Guerra, Pasini 11, Castelli 16. All. Tampieri.

Argenta: Magnani 30, Gribinet, Taglioli, Spinosa 12, Cesari 7, Zanetti, Rubbini 4, Stegani 6, Brignani, Mortara 11, Thiam 10, Rafan. All. Panizza.

SCUOLA BASKET FERRARA – ALTEDO BASKET 56 – 68

(16-23; 22-44; 33-57)

Scuola Basket Ferrara: Ferrarini 7, Pusinanti 11, Rimondi Ri. 5, Rimondi Ro., Bereziartua 5, Malaguti 13, Parigi, Bussolari 3, Romagnoli 6, Costanzelli 6. All. Colantoni.

Altedo: Balboni, Gnan 4, Dal Pozzo 12, Pigozzi 2, Lollini 23, Baccilieri 8, Soresi 6, Zanolli 9, Gnudi 4. All. Bacchilega.

CLASSIFICA

GUELFO 20 11 10 1 774 616 +158
OLIMPIA CASTEL S. P. 16 11 8 3 771 683 +88
ALTEDO 16 11 8 3 779 717 +62
ARGENTA 14 11 7 4 772 685 +87
ARTUSIANA FORLIMPOPOLI 14 11 7 4 699 659 +40
BASKET VILLAGE GRANAROLO 14 11 7 4 739 705 +34
MOLINELLA 14 11 7 4 639 638 +1
SPEM MATTEI RAVENNA 14 11 7 4 651 669 -18
DOLPHINS RICCIONE 12 11 6 5 742 738 +4
VENI SAN PIETRO IN CASALE 10 11 5 6 639 601 +38
INTERNATIONAL IMOLA 8 11 4 7 682 701 -19
BASKET’95 IMOLA 8 11 4 7 738 771 -33
AICS FORLI’ 6 11 3 8 649 797 -148
S.B. FERRARA 4 11 2 9 602 673 -71
BELLARIA 4 11 2 9 647 733 -86
GRIFO  IMOLA 2 11 1 10 639 776 -137

 

Impresa Correggio, cade il Guelfo, 5 in testa in serie D/A. I risultati del week end

Fiato alle trombe e tutti a Medicina per il big-match di C Regionale Virtus-4 Torri. In serie D Baou Tribe-Anzola, nel girone A, e Altedo-Guelfo, nel B, sono le due gare più interessanti.

C REGIONALE

ME CART – SPAL 76 – 77

(23-20; 39-40; 55-56)

Cavriago: Pellicciari, D’Amore 13, Pezzi 9, Leonardi 13, Cervi 31, Fantini, Giardina 2, Codeluppi 8, Caleffi, Baroni ne, Fontanesi ne. All. Degli Incerti Tocci.

Correggio: Coloretti 2, Giani, Magnani 12, Zamparelli 8, Stefanini 16, Lever 8, Rovatti 16, Villani 10, Fassinou, Strautins 3, Galeotti 2 All. Paladini.

Sì parte e 6-10 per la Spal con un 6 a 6 per Cervi e Rovatti, i più ispirati ad inizio partita. Pronta reazione di Cavriago che si porta sul 14-10. Risponde Magnani con i suoi primi due canestri dell’incontro. Cervi continua a segnare, ben supportato da Leonardi e Cavriago chiude il primo quarto sul 23-20 (Cervi 13). Con Cervi in panchina, tre iniziative di Zamparelli permettono a Correggio di rimettere la testa avanti (23-26 al 12′). Si rivede Cervi che pareggia con un gioco da tre su una palla vagante. Un ottimo Stefanini riporta avanti la Spal (28-30 a metà quarto). Si prosegue in equilibrio con nuovo sorpasso Spal sulla tripla di Villani, ancora Cervi e spettacolare conclusione di Stefanini che permette ai ragazzi di Paladini di andare al riposo in vantaggio (39-40). Due triple di Villani e Stefanini portano la Spal avanti, ribatte Leonardi sempre da tre e 42-46 al 23′ sul terzo fallo di Cervi. Correggio non ne approfitta e D’Amore sigla il pari a 46 al 5′. Spal ancora avanti con Rovatti. Pareggio di Cervi al rientro in campo (52-52 al 28′), ma Correggio insiste e Zamparelli permette ai suoi di chiudere il terzo quarto avanti 55-56. Ultimo quarto con Correggio in leggero vantaggio sulla spinta di Zamparelli. Antisportivo di Leonardi e tecnico alla panchina Cavriago. Strautins solo 1/3 dalla lunetta (57-61) e Cavriago si riporta sotto e, con due canestri di Cervi, avanti (63-61 al 35′). D’Amore infila la difesa Spal in contropiede e Cavriago è 66-61 a -3’30”. Rovatti protagonista ai liberi e da fuori, poi inchioda una schiacciata a rimbalzo che vale il 69-67 a -2’11”. Cervi in lunetta dopo il rimbalzo di Lever, poi Magnani segna la tripla del 72-72 a -1’20”. Sbaglia i liberi Galeotti, fallo a rimbalzo di Rovatti e Pezzi porta i suoi avanti di una lunghezza, ma ancora bomba di Magnani per il 73-75 a 35″ dal termine. D’Amore in lunetta: sbaglia il secondo, rapina di Cervi su Lever a rimbalzo e Cavriago a +1 (76-75 a -23″). Sbaglia Rovatti, fallo a rimbalzo di Leonardi su Stefanini a 2″ dal termine. 2/2 per il quindicenne ex Bsl che porta avanti la Spal (76-77). Sulla sirena sbaglia Cervi e la Spal può finalmente gioire aggiudicandosi, con pieno merito, l’incontro.

TECNOSISTEM – GRANAROLO BK 83 – 74

(17-26; 45-41; 61-53)

Stars: Bitelli 14, Garrossi 6, Orlando 2, Lalanne 6, Menarini 9, Skocaj 9, Testoni 2, Landuzzi 4, Flori 2, Maestripieri, Pecchia 16, Parenti 13. All. Cantelli.

Granarolo Basket: Spettoli 17, Paoloni 2, Tugnoli 7, Calanchi, Marchi 8, Bonetti 3, Bertuzzi 8, Ferri 11, Governatori, Busi 15, Torriglia 3. All. Trevisan.

Alla palestra “Corticella”, dopo un avvio tutto sommato equilibrato (13-10 al 5’), era Granarolo a piazzare un pesantissimo break di 0-16, grazie a Bertuzzi e all’ingresso di uno scatenato Marchi. Gli Stars erano però bravi a non disunirsi e, grazie anche alle alchimie del suo coach e all’apporto più che positivo dei suoi giovani (Skocaj su tutti), ribaltava le sorti dell’incontro portandosi anche a +8 (45-37), prima del parzialino finale degli ospiti per il 45-41 alla pausa. Nella ripresa subito striscia favorevole alla truppa di Trevisan che sorpassava sul 45-46, ma quello sarà l’ultimo vantaggio per Spettoli & c. Saliva infatti in cattedre Pecchia, ben coadiuvato da Parenti e dal “rookie” Skocaj e le “stelle” rimettevano la freccia per non farsi più riprendere, nonostante la zona proposta da Trevisan.

G. SAFFI – BUDRIO 55 – 70

(19-21; 29-35; 36-51)

Giorgina Saffi Forlì: Piazza 5, Frigoli 9, Serrani 2, Conocchiari 20, Ravaioli 2, Soldati, Rava 7, Emiliani, Pena, Agatensi 10, Marchioni. All. Agnoletti.

Budrio: Fimiani 8, Casagrande 15, Nanni 13, Lazzari 4, Innocenti 13, Bargiotti ne, Quaiotto 7, Manini 10, Quarantotto, Alberti, Guidi. All. Cinti.

VIRTUS MEDICINA – DESPAR 62 – 91

(24-24; 38-47; 54-71)

Virtus Medicina: Persiani 10, Rossi, Govi F. 4, Govi  G. 7, Sighinolfi 14, Biguzzi 16, Lorenzini, Martelli, Astorri 1, Panico, Musolesi 7, Seracchioli 3. All. Curti.

4 Torri Ferrara: Burresi 11, Bertocco, Fenati 6, Brandani 12, Parmeggiani 16, Lugli 16, Marchetti, Martini 2, Pasquini 14, Magni, Agusto 14. All. Cavicchioli.

Primo quarto e sono gli estensi a partire meglio grazie all’ottima regia di Burresi e al duo Parmeggiani-Agusto. La Virtus ricuce lo svantaggio con 7 punti a fila di Biguzzi e due bombe consecutive di Sighinolfi, poi ancora Ferrara con Brandani e nuova risposta Virtus con Musolesi; il primo quarto va via veloce e termina con il punteggio in parità (24-24). Secondo periodo e ancora avanti il 4 Torri: la Virtus regge per i primi cinque minuti sull’asse Persiani–Musolesi poi sono gli estensi a prendere un primo e decisivo vantaggiocon Lugli e Parmeggiani; all’intervallo lungo la Virtus insegue sul 38 a 47. Dagli spogliatoi esce un 4 Torri tonico e molto determinato: la Virtus non trova le giuste contromisure in difesa e si disunisce in attacco; gli estensi, con una ottima prova corale, piazzano un nuovo allungo e volano a +20. Medicina, con Govi G,. riesce solo a riavvicinarsi sul -17 con cui finisce il periodo. Quarta frazione e la Virtus già alle corde molla completamente la contesa e scivola malamente a -30. L’ultimo canestro di Biguzzi fissa il risultato sul 62 a 91.

FLYING BALLS – ARBOR 71 – 58

(26-12; 39-32; 64-40)

Ozzano: Pasquali 5, Verardi 4, Rorato 2, Mini 19, Rossi 15, Savic, Caprara 2, Regazzi 7, Guazzaloca, Martelli, Rambelli 3, Gianasi 14. All. Grandi.

Arbor Reggio Emilia: Boselli 2, Visini 2, Braglia 10, Iori, Simonazzi 12, Ligabue 5, Franzoni 3, Maioli 8, Alfano 3, Bytyqi 13. All. Baroni.

Per Ozzano le cose mettono bene fin da inizio match; dopo sette minuti e mezzo i padroni di casa si portano sul 24-6, vantaggio che viene leggermente limato dagli ospiti che danno segnali di vita con Simonazzi e trovano alla prima sirena il -14 (26-12). Nel secondo periodo l’Arbor entra in partita, trova con frequenza e precisione la via del canestro, mentre Ozzano pasticcia in fase offensiva e litiga più volte con il ferro. In 5 minuti la partita si complica peri Flying, in quanto un parziale di 2-14 regala il -2 ospite (28-26). Reggio è definitivamente rientrata sotto e in ben due occasioni fallisce il tiro del possibile aggancio o del sorpasso. Time out obbligato per coach Grandi; i biancorossi riordinano le idee e i canestri di Rossi e una tripla di Rambelli permettono ai Flying il salire sul +7 all’intervallo lungo (39-32). Il terzo quarto è decisivo per Ozzano che, oltre ad una buona e intensa difesa, trova un super Mini, un grande Gianasi e un clamoroso  25-4 di parziale che chiude ogni speranza di rimonta degli ospiti. Al minuto 29 i New Flying Balls comandano 64-37. Nei restanti 10’ coach Grandi parte con le rotazioni, tutti e dodici i giocatori a referto entrano sul parquet. Nel finale Ozzano concede più spazi e l’Arbor riduce il gap fino al -13 finale. Termina 71 a 58 fra gli applausi del soddisfatto pubblico ozzanese.

CVD – BANCO EMILIANO 55 – 63

(15-11; 29-30; 45-43)

CVD Casalecchio: Cuozzo, Fuzzi 9, Gamberini, Lanzi 5, Marcheselli 10, Marzioni 8, Masetti, Mazzoli 6, Nannetti 2, Spadellini 3, Taddei 2, Truzzi 10. All. Loperfido.

LG Basket: Baccarani, Canuti Fe. 1, Canuti Fr. 6, Ferri, Filippi, Generali 4, Paulig 19, Siani, Vanni 19, Vezzosi, Mallon 14. All. Djukic.

Inizio con punteggio ingessato sul 4 a 4 per oltre sei minuti. Entrambe le squadre sprecano molto e si preannuncia fin da subito una partita piuttosto maschia. Vanni è il principale realizzatore per Castelnovo, mentre il CVD risponde con tiri dalla distanza di Fuzzi, Marzioni e Truzzi. Nel secondo periodo la LG riesce a rimontare lo svantaggio grazie all’apporto costante di Vanni, ma soprattutto dalla presenza di un dolorante, ma coriaceo Paulig. Mallon mette 6 dei suoi 14 punti. Casalecchio continua a piazzare alcune bombe, soprattutto quando Castelnovo schiera la propria difesa a zona (saranno 11 le realizzazioni dalla distanza alla fine della partita). Si va negli spogliatoi con la squadra di casa sotto di un punto. La partita si mantiene acida anche per il terzo quarto, quando gli animi si scaldano in seguito una scorrettezza grave contro Mallon non vista dagli arbitri. Mallon, Paulig e Vanni chiudono la partita quando riescono a portare la propria squadra sopra di sei lunghezze a tre minuti dalla fine. Il CVD tenta di rimanere agganciato, ma  i reggiani riescono a rintuzzare ogni tentativo.

FOR – DILPLAST 49 – 65

(21-16; 33-34; 43-45)

Pontevecchio: Franchini 3, Mantovani 5, Luppi 4, Cruzat 2, Galeotti 9, Garagnani 8, Di Rauso 5, Bergami 9, Vetere, Falzetti 4, Santini. All. Savini.

Montecchio: Grisendi 6, Lombardi 7, Ongarini 1, Guardasoni 13, Basso 3, Maggi 2, Colla 5, Ferrari  23, Marchini 5, Petrolini, Giglioli. All. Cavalieri.

BOLOGNA BASKET 2011 – NOVELLARA 45 – 70

(11-20; 16-37; 33-54)

Bologna Basket 2011: Gargioni, Chiarini A. 12, Tolomelli, Chiarini S.1 1, Guerri, Tugnoli 2, Lippa 2, Ballardini 13, Bianchini 5, Diop, Ayiku. All. Duo.

Pallacanestro Novellara: Baracchi A., Margini 6, Bartoli, Folloni 8, Rinaldi 10, Mariani Cerati 2, Baracchi M. 2, Carpi, Ciavolella 17, Colla 16, Croci 9. All. Ligabue.

CLASSIFICA

4 TORRI FERRARA 20 10 10 0 796 638 +158
VIRTUS MEDICINA 14 10 7 3 718 664 +54
L.G. COMPETITION CAST. M. 14 10 7 3 726 674 +52
FLYING BALLS OZZANO 14 10 7 3 742 710 +32
S.B. CAVRIAGO 12 10 6 4 736 643 +93
BUDRIO 12 10 6 4 655 596 +59
ARENA MONTECCHIO 10 10 5 5 653 660 -7
G. SAFFI FORLI’ 10 10 5 5 665 673 -8
NOVELLARA 10 10 5 5 673 684 -11
BOLOGNA BASKET 2011 10 10 5 5 646 676 -30
GRANAROLO BASKET 8 10 4 6 657 680 -23
STARS BOLOGNA 8 10 4 6 644 685 -41
CORREGGIO 8 10 4 6 701 747 -46
ARBOR REGGIO 6 10 3 7 664 708 -44
CVD CASALECCHIO 4 10 2 8 608 699 -91
PONTEVECCHIO BOLOGNA 0 10 0 10 591 738 -147

SERIE D
GIRONE A
VIS PERSICETO – PSA 76 – 72

(15-15; 33-31; 54-51)

San Giovanni in Persiceto: Scagliarini 4, Busatto, Morici 12, Parmeggiani 7, Almeoni 18, Missoni 14, Genovese 3, Ramini 12, Ferrari, Rusticelli G. 2, Pederzini 4. All. Rusticelli M.

PSA Modena: Tejeda Castro,  Macchelli 6, Tamagnini, Bertoni 11, Mezzetti 2, Marasca 13, Santonastaso 17, Di Talia 2, Frilli 15, Govi, D’Imprima 6. All. Lunghini.

Una grintosa PSA sfiora il colpaccio a San Giovanni in Persiceto, con una gara maiuscola e intensa. Il nuovo coach Lunghini deve fare a meno del play Petrella all’ultimo minuto, sostituito dall’under D’Imprima nello starting five, insieme a Frilli, Marasca Santonastaso e Macchelli. Modena subito avanti, 4 a 0, con i bolognesi costretti ad inseguire. Una bomba di Frilli per il 13 a 9 a meno di 120” dalla prima sirena, ma 4 punti di Morici ed un’entrata di Almeoni  rimettono tutto in perfetta parità 15pari. San Giovanni prova a spingere , 5 punti di fila di Almeoni danno il primo vantaggio bolognese 21 a 17, ma la PSA stasera non molla, dopo il time out modenese, Marasca spacca in due la difesa ed appoggia al ferro per la nuova parità, il sorpasso è firmato da un’azione tutta under, Tejeda (3 recuperate e 2 rimbalzi in 11’) ruba palla a Morici e lancia in contropiede D’imprima che firma il nuovo sorpasso. I bolognesi hanno tante armi nel loro arco, questa volta Missoni si incarica di ricacciare indietro la PSA ed a 2’ dall’intervallo + 8 per San Giovanni. Ancora Marasca con 4 punti riaccende le micce modenesi, Mezzetti e Santonastaso mandano le squadre al riposo sul 33 a 31. Al ritorno in campo l’atmosfera si fa incandescente, Almeoni e Ramini spingono forte, ma la difesa modenese funziona per davvero, Persiceto non va oltre i due possessi di vantaggio, Santonastaso mette due bombe (3 su 4 da tre) ed altri 4 punti, San Giovanni deve sudare per tenere a bada Modena. Una tripla di Frilli apre le danze dell’ultimo quarto per il 54 pari, la PSA però ha speso molto, e deve rifiatare, Almeoni nonostante i 4 falli prova ad accelerare, i modenesi sembrano perdere la bussola, e sprofondano fino al – 12 a 3’ e 05” dal termine. Coach Lunghini brucia tre time out in meno di 120”, ma li spende bene, la terza tripla di Santonastaso rimette in moto il motore della PSA,  Macchelli con 4 punti, poi Frilli e Marasca per il – 3, 75 a 72 a 45” dalla sirena finale. San Giovanni non riesce a chiuderla,  il tentativo di Almeoni sbatte sulla difesa modenese, Frilli a in mano la palla dell’overtime, tenta l’entrata e viene abbattuto sotto canestro, fallo però sanzionato al modenese e gara finita.

ATLETICO – RADIOCOOP.IT 82 – 84

(15-27; 34-45; 67-63)

Atletico Borgo Bologna: Proto 9, Grassi, De Simone 5, Pedroni 4, Veronesi 2, Selvi 16, Sant 14, Rossi 10, De Fazio 10, Artese 8, Farmeti 4, Guidi. All. Pietrantonio.

Piacenza Basket Club: Massari 18, De Lillo 9, Antozzi 8, Sela 10, Pirolo 19, Scarionati 6, Villa 8, Betti 4, Markovic 2, Zanangeli, Villani, Popov. All. Mambretti.

Vittoria di cuore per la Radiocoop.it che batte l’Atletico e,  sfruttando il passo falso di Anzola, aggancia il primo posto in classifica, anche se in compagnia di diverse squadre. Avvio brillantissimo degli ospiti che giocano un basket stellare fatto di difesa, rimbalzi e transizioni velocissime: dopo 8′ il tabellone della Cavina mostra un impietoso 8-27 per i piacentini che dominano su ogni lato del campo. Alcune imprecisioni degli ospiti innescano la lenta, ma costante rimonta dei bolognesi che mettono sul campo una pallacanestro fatta di difesa intensa e tanto cuore in attacco. Complici tanti errori avversari l’Atletico Borgo al 14′ rientra definitivamente in partita sul 22-29. Nel terzo quarto la Radiocoop si mantiene avanti con un margine in doppia cifra, prima di avere un altro momento di black out in cui l’intensità dei padroni di casa e la precisione nel tiro da tre fanno nuovamente il break. Al 29′ si registra il primo vantaggio della partita per i bolognesi che chiudono sul +4 a fine terzo quarto. Inizio di ultima frazione a tutto gas per il Piacenza Basket Club che con un parziale di 7-0 si riporta avanti. Villa e Pirolo dominano sotto canestro e Massari è una sentenza dal tiro libero (13 su 13 per lui alla fine), ma, con 1’43” da giocare, il punteggio e’ ancora in parità a quota 77. Pirolo e Massari segnano, ma subito la risposta di Farneti e Sant. Pari 82 con 20″ e tiro decisivo, in sospensione, di Antozzi, che vale la partita ad un secondo dalla fine.

BASKET SALSO – SAMPOLESE 54 – 43

(10-9, 20-21, 39-36)

Salsomaggiore: Balbo 1, Talassi 4, Zamboni 13, Aimi 10, Maccini M. 17, Rattotti 4, Bonzani 3, Merli, Zerbini, Lucchini, Lettieri 2. All. Allodi.

San Polo d’Enza: Monti 11, Minardi 4, Margini 10 , Hasa ne, Davoli L. 2, Tognoni, Benevelli 5, Maggiali 2, Bizzocchi, Pezzi 9. All. Immovilli.

In una gara equilibratissima, con le difese che hanno la supremazia sugli attacchi, l’episodio decisivo è il serio infortunio al 23′ a Margini, sul punteggio di 23 a 27 per gli ospiti, che toglie alla Sampolese quello che fino a quel momento era stato il miglior realizzatore. Continua la sfortunatissima serie di infortuni che sta privando la compagine di Immovilli dei quattro quinti del quintetto base e di alcuni validi sostituti, relegando attualmente la squadra all’ultimo posto in classifica.

BAOU TRIBE – ANZOLA BASKET 73 – 55

(11-12, 34-26; 55-41)

Baou Tribe San Lazzaro: Gruppi 16, Marinelli 13, Fornasari 16, Bernardi, Mellara 5, Forni 2, Masrè 4, Paladini 5, Capobianco 6, Lodi 6. All. Lelli.

Anzola: Poluzzi F. 2, Venturi D. 3, Venturi N. 10, Boldini 8, Fiorini 8, Lambertini, Franchini 3, Brancaccio, Gamberini, Mazza 10, Zanata 11, Poluzzi L. All. Sacchetti.

MAGIK – TECNOFONDI 61 – 67

(15-12, 34-26, 53-49)

Magik Parma: Bazzoni 7, Donadei 5, Malinverni 2, Tibollo 1, Cavaglieri 4, Gibertini 7, Olangundoye 17, Longinotti 8, Guidi 10, Berlinguer ne, Fava ne. All. Lopez.

Nazareno Carpi: Sbisà, Compagnoni 26, Goldoni 4, Doddi 13, Pravettoni 4, Antonicelli, Cavallotti 2, Salami 14, Saetti 4, Menon ne, Cantarelli ne. All. Testi.

VOLTONE – FIORANO 74 – 56

(12-13; 35-28; 46-37)

Voltone Zola: Perrotta 5, Galassi 4, Ghiacci 16, Giacometti A., Mazzoli 4, Sterpi 5, Giacometti J. 11, Bruzzechesse 8, Romagnoli 16, Menzani 2, Orlandi 2, Varotto 1. All. Amanti

Libertas Pallacanestro Fiorano: Di Curzio 3, Pivetti 5, Zogaj 8, Ruggeri 14, Galloni 2, Lanzellotto ne, Fogliani, Marescotti 11, Domenichini 1, Lucchi 9, Melegari 3.

A Ponte Rivabella va in scena il match tra i padroni di casa del Basket Voltone e la Libertas Pallacanestro Fiorano, priva di Lambertini, Gazzotti, Cracco e Bernabei, ma, soprattutto, priva di un allenatore, visto che in settimana è stato esonerato dall’incarico di allenatore della prima squadra Andrea Davolio; temporaneamente, al suo posto, nelle veci di capo allenatore troviamo il capitano Fabio Lanzellotto. Fiorano parte bene con Lucchi che segna subito i primi 2 canestri dell’incontro, illuminato dalle giocate offensive del play Di Curzio; dall’altra parte l’MVP Ghiacci comincia a scaldare i motori, segnando in contropiede e dalla media distanza, grazie alle assistenze di Perrotta. Nel secondo quarto “l’altro MVP” (ci sarebbe un co-mvp per questo incontro, ma l’impressione che Ghiacci ha fatto dall’esterno è stata notevole, 198 cm classe 1995) Romagnoli piazza un “uno-due” mortifero dalla lunghissima distanza, che porta i suoi col naso avanti nell’incontro, supportato da Giacometti J. che manda a referto 4 punti in un amen in chiusura di primo tempo. Al rientro in campo dopo la pausa lunga, i ritmi si abbassano notevolmente e le palle perse crescono a dismisura, soprattutto in casa fioranese. Nonostante ciò, il “gladiatore” Marescotti non smette di lottare (11 punti e 14 rimbalzi per lui a fine gara) e non smette di crederci, fino alla fine. Gli dà una mano anche Ruggeri con le proprie scorribande offensive (14 punti e 6 rimbalzi per lui). La chiave del match, però, è tutta nel parziale del secondo tempo. Voltone, infatti, segna 39 punti negli ultimi due quarti, punendo i troppi errori di rotazione difensiva dei modenesi.

FULGOR – PALLAVICINI 55 – 68

(17-19; 33-30; 47-55)

Fidenza: Rigoni 4, Orsi 7, Iacomino 9, Rubini, Molinari 5, Ceci M. 6, Zerbini 10, Gelmini 4, Imeri 4, Longi 4, Ceci A. 2. All. Fiesolani.

Pallavicini: Tosiani 13, Cenesi 2, Giunchedi 4, Ferraro 9, Nanni 20, Dawson 3, Bertarelli, Bastia 6, Minghetti 11, Sgargi ne. All. Morra.

AQUILA – SAN MAMOLO 76 – 71

(24-14; 49-27; 62-46)

Luzzara: Cani 12, Costantino 8, Caleffi 7, Freddi 7, Gelosini, Sereni 8, Neviani 9, Pesci, Neri 23, Corradini 2. All. Beltrami.

San Mamolo: Quadri S. 7, Boldarino 3, Beccari 2, Martelli P. 19, Martelli L. Fiorentini, Benfenati 11, Margelli 4, Demetri 18, Candelaresi 3, Rizzi 2, Ghelli 2. All. Munzio.

Chi fosse entrato a pochi secondi dal termine in palestra, avrebbe a buon diritto potuto recriminare di essersi perso una gara punto a punto ed equilibrata. Il punteggio di 72-69 a 53″ dal termine è stato, invece, la foto di un’incredibile illusione (o di un quasi harakiri) che gli Aquilotti stavano commettendo. Recuperato Neviani, con Gelosini che gioca 10′ zoppicando per necessità, gli Eaglets, dopo un inizio balbettante (7-12 al 5′), cominciano a giocare una pallacanestro di rara bellezza, sopperendo anche ai problemi di falli di Freddi che aveva iniziato benissimo. I primi 20′ sono una cavalcata di basket rapido, innescato da una difesa che non fa sbavature (24-14 al 10′). Tutti partecipano alla festa mettendo alle corde i bolognesi e regalando al pubblico un intervallo più che tranquillo (49-27). Ma gli Aquilotti, probabilmente traditi dalla troppa sicurezza, sbandano improvvisamente dopo un giro di lancette del terzo quarto (51-27); tengono la partita in strada fino a metà terza frazione (56-35), poi, contro l’aggressività ed il nulla da perdere dei bolognesi, cedono il controllo della gara per 15′. Con il bandolo della matassa in mano a San Mamolo, i ragazzi di coach Beltrami perdono ogni riferimento ed il parziale di 34-19 ospite riapre la gara a 53″ quando il vantaggio è solo di un canestro (72-69 al 39′). Fortuna vuole che dalla linea dei liberi gli Aquilotti siano precisi e riescano a mantenere un minimo margine di sicurezza, negli ultimi secondi di fallo sistematico ospite.

CLASSIFICA

VOLTONE ZOLA 16 10 8 2 713 625 +88
PIACENZA BC 16 10 8 2 686 600 +86
ANZOLA 16 10 8 2 714 644 +70
BAOU TRIBE SAN LAZZARO 16 10 8 2 661 599 +62
PALLAVICINI BOLOGNA 16 10 8 2 676 618 +58
VIS PERSICETO 14 10 7 3 717 639 +78
AQUILA LUZZARA 10 10 5 5 633 622 +11
COLLEGE FIDENZA 10 10 5 5 644 649 -5
MAGIK PARMA 10 10 5 5 603 641 -38
ATLETICO 8 10 4 6 687 698 -11
NAZARENO CARPI 6 10 3 7 647 703 -56
PSA MODENA 6 10 3 7 652 709 -57
SAN MAMOLO BOLOGNA 6 10 3 7 638 725 -87
FIORANO 4 10 2 8 611 660 -49
SALSOMAGGIORE 4 10 2 8 543 613 -70
SAMPOLESE 2 10 1 9 593 673 -80

GIRONE B
ALTEDO – GUELFO 75 – 69

(16-17; 35-29; 55-48)

Altedo: Balboni 2, Gnan 6, Ventura ne, Bulgarelli 5, Dal Pozzo 6, Pigozzi 11, Lollini 21, Baccilieri 7, Soresi, Zanolli 6, Gnudi 11. All. Bacchilega.

Castel Guelfo: Buscemi 5, Gianasi 4, Baccarini 8, Bernabini 8, Bacci ne, Miceli 4, Ventura, Minghetti ne, D’Andola 13, Giordani 8, Paluan 19. All. Serio.

DOLPHINS – OLIMPIA 72 – 80

(20-21; 35-21; 53-43)

Riccione: Zaghini, Raffaelli 2, Ortenzi ne, Amadori 31, Brattoli ne, Tononi 5, Ambrassa 2, Biagini, De Martin 15, Polverelli 17. All. Foschi.

Olimpia Castel San Pietro: Fortunati ne, Franceschini 3, Corazza 6, Ziron 21, Boschi ne, Pancaldi 15, Binassi 13, Farnè 2, Gianninoni, Sgorbati 2, Morales 18. All. Bonazzi.

CASSANI&COSTANZI – MOLINELLA 76 – 56

(22-19; 35-34; 54-36)

Basket’95 Imola: Scala 6, Mastrilli 15, Barbagelata 17, Spagnoli 11, Crisà 3, Mezzini, Foronci, Baruzzi F., Rubini 11, Rossi 2, Gargioni 10, Dalmonte 1. All. Brocchi.

Molinella: Calvi 7, Quartieri 3, Checcoli, Ricci 12, Vignudelli 12, Alessandri, Tagliavini 2, Ugulini 7, Pascoli, Gualandi 4, Serio 7, Trippa 2. All. Baiocchi.

BELLARIA – SB FERRARA 62 – 40

(15-14; 25-18; 46-31)

Bellaria: Mussoni Mi., Stabile 4, Massa 4, Sacchetti 4, Mbaye, Russu 15, Mussoni Ma. 5, Novello 12, De Gregori 15, Bindi 3. All. Ferro.

Scuola Basket Ferrara: Ferrarini 5, Pusinanti 12, Rimondi 4, Frignani 9, Fabbri 6, Natali, Bottoni, Parigi, Bussolari 2, Aboulfath 2. All. Colantoni.

ARGENTA – AICS 76 – 48

(21-19; 48-30; 61-38)

Argenta: Brignani, Cesari F., Cesari R. 2, Thiam 13, Magnani 7, Mortara 9, Rafan, Rubbini 7, Spinosa 19, Stegani 3, Taglioli 2, Zanetti 14. All. Panizza.

Aics Forlì: Bergantini L., Pusateri, Bergantini F. 2, Grossi 13, Ruffilli 6, Cortini 10, Ghetti, Zannoni 15, Ferri 2. All. Chiadini.

VENI – SPEM MATTEI 65 – 46

(18-15; 27-22; 45-33)$

San Pietro in Casale: Settanni 7, Meola, Barbieri 4, Pederzoli, Vinci, Minozzi G. 18, Iannicelli 23, Ghedini, Tinti, Bartolozzi 6, Folesani 6. All. Minozzi M.

Ravenna: Tinti, Basaglia 4, De Fanti 9, Bianchi 5, Vistoli 6, Cirillo 6, Saccardi 4, Scacciabarozzi 2, Raspa 6, Senni 4. All. Focarelli.

BASKET VILLAGE – VB GRIFO 74 – 66

(16-17, 42-36, 60-50)

Basket Village Granarolo: Banzi ne, Paoloni ne, Ballini 5, Salicini 5, Carrera ne, Nicotera 6, Nobis 23, Marega 6, Neviani 7, Pedrielli 11, Marcheselli 5, Brotza 6. All. Calore.

VB Grifo: Orlando 18, Dragicevic 5, Castelli 6, Pasini 9, Lanzoni 8, Zaccherini 2, Riga 3, Guerra, Linguerri 2, Monna 13. All. Lelli.

ARTUSIANA – CURTI 59 – 51

(17-13; 31-27; 47-37)

Forlimpopoli: Rossi 23, Marzolini 2, Balistreri 6, Fabbri ne, Calboli 2, Morabito, Arfelli 8, Chezzi 6, Evangelisti ne, Servadei 12. All. Bondi.

International Imola: Folli 18, Sgorbati 7, Grandolfi 14, Genoni 1, Cai 2, Cardelli, Caprara, Scagliarini, Masoni 9. All. Fazzi.

CLASSIFICA

GUELFO 18 10 9 1 703 570 +133
OLIMPIA CASTEL S. P. 14 10 7 3 685 606 +79
ALTEDO 14 10 7 3 711 661 +50
ARTUSIANA FORLIMPOPOLI 14 10 7 3 641 592 +49
SPEM MATTEI RAVENNA 14 10 7 3 585 583 +2
ARGENTA 12 10 6 4 692 617 +75
BASKET VILLAGE GRANAROLO 12 10 6 4 656 627 +29
MOLINELLA 12 10 6 4 572 580 -8
VENI SAN PIETRO IN CASALE 10 10 5 5 587 540 +47
DOLPHINS RICCIONE 10 10 5 5 656 672 -16
BASKET’95 IMOLA 8 10 4 6 661 685 -24
INTERNATIONAL IMOLA 6 10 3 7 621 649 -28
AICS FORLI’ 6 10 3 7 571 714 -143
S.B. FERRARA 4 10 2 8 546 605 -59
BELLARIA 4 10 2 8 601 662 -61
GRIFO  IMOLA 2 10 1 9 571 696 -125

Prosegue il tour de force per C Regionale e serie D

Dopo poche ore le squadre di C Regionale e serie D tornano in campo. Budrio-Flying Balls è, probabilmente, la gara più interessante in serie C, mentre in D segnaliamo, nel girone A, Pallavicini-Voltone e, nel B, Olimpia-Artusiana.

C REGIONALE

BANCO EMILIANO – FOR 76 – 70

(20-19; 36-37; 52-50)

LG Castelnovo Monti: Canuti Fe. 3, Canuti Fr., Fanelli 11, Filippi 3, Paulig 22, Siani 5, Vezzosi 2, Mallon 28, Benvenuti ne, Ovi 3. All. Djukic.

Pontevecchio: Benuzzi 4, Bergami 14, Brancaleoni, Cruzat, Di Rauso 5, Falzetti 10, Galeotti 7, Garagnani 17, Luppi 5, Mantovani 5, Riguzzi 3, Santini. All. Savini.

Inizio in salita per la LG che si rende conto da subito di dover fronteggiare una formazione giovanissima e decisamente aggressiva. Deve anche fare i conti con l’infermeria, viste le assenze improvvise di Vanni e Generali e con Paulig e Fanelli a mezzo servizio. Djukic schiera un quintetto esperto, ma i bolognesi allungano anche di 8 punti prima di sollecitare una reazione da parte di Castelnovo. Gli esterni segnano molto dalla distanza e strappano parecchi rimbalzi sia in difesa che in attacco. Castelnovo rimonta e chiude il primo quarto in vantaggio di un punto. Secondo quarto impressionante per il giovane Garagnani di Pontevecchio che mette tre bombe nel periodo. Risponde con costanza un Mallon granitico e finalizzatore. Si va negli spogliatoi con Pontevecchio sopra di un punto. Dopo l’intervallo entra Paulig e Mallon è meglio servito, per cui Castelnovo allunga e potrebbe sfruttare il bonus, ma la Pontevecchio si appoggia a Bergami e rimane incollata. Ultimo quarto e gli ospiti fanno la voce grossa con  Garagnani che continua dalla distanza (5 triple per lui a fine partita). Un Paulig illuminato si prende sulle spalle la squadra e mette 17 punti in un quarto tenendo le squadre punto a punto sino alla fine. Castelnovo è +2 a 10” dalla fine, con la Pontevecchio che non riesce a piazzare la zampata finale e deve cedere per 76-70.

INDUSTRIAL PACKAGING – TECNOSISTEM 59 – 64

(15-17, 31-36, 49-44)

Arbor Reggio: Boselli 9, Visini, Braglia 6, Maione 7, Simonazzi 18, Franzoni 4, Costi, Maioli 3, Alfano 3, Bytyqi 9. All. Baroni.

Stars: Bitelli 21, Orlando 2, Lalanne 15, Menarini 11, Skocaj, Testoni 1, Marino, Landuzzi, Maestripieri 4, Pecchia 2, Guizzardi, Parenti 8. All. Cantelli.

SPAL – VIRTUS MEDICINA 65 – 75

(16-16; 38-36; 54-59)

Correggio: Coloretti 7, Giani, Strautins 10, Galeotti 4, Magnani 16, Zamparelli 2, Casu, Fassinou 4, Lever 4, Stefanini 4, Villani 14 All. Paladini.

Virtus Medicina: Govi F. 8, Govi G. 7, Seracchioli 10, Persiani 12, Sighinolfi 18, Musolesi 6, Astorri, Biguzzi 14, Rossi, Barba. All. Curti.

Magnani e Coloretti iniziano con due bombe, ma Medicina recupera quasi subito e si porta avanti 8-9 al 5′. Un paio di disattenzioni in difesa e Medicina si porta avanti (10-14 all’8′). La Spal si riprende subito e con Galeotti e due pregevoli conclusioni di Villani chiude il quarto sul 16-16. Ancora leggero vantaggio per Medicina sui canestri di Biguzzi e Sighinolfi, ai quali Correggio contrappone la sola tripla di Strautins ed il canestro di Magnani (21-28 al 15′). Due canestri di Magnani e Villani e la Spal è di nuovo in scia (27-30 al 17′). Ancora un ottimo Villani e Zamparelli per il -1 al 9′. Sorpasso di Strautins (tripla), poi Lever e 38-34 sui liberi di Stefanini. Il canestro di Persiani allo scadere fissa il punteggio di 38-36 all’intervallo. Si riprende con la Spal attiva in attacco a segno Fassinou, Villani e Magnani; Medicina fatica in attacco, ma rimane a ridosso dei gialloneri (45-43 al 24′ sulla tripla di Persiani). Accelerazione reggiana con Lever e Galeotti (51-46 al 26′). Reazione di Medicina che, prima con Biguzzi e poi con la tripla di Musolesi, opera il sorpasso (51-53 al 27′) e chiude il parziale sopra di cinque lunghezze (54-59) con la tripla di Musolesi. Nell’ultimo quarto la Spal perde precisione in attacco e, con mestiere Medicina, mantiene il vantaggio iniziale fino alla tripla di Magnani (59-61 al 35′). Quattro punti di Persiani e primo importante break per Medicina (59-67 al 37′). Gioco da tre per Biguzzi e Virtus a +10 a 1’42” dal termine, un vantaggio che conserverà con esperienza fino al 65-75 finale.

GIORGINA SAFFI – DILPLAST 65 – 82

(23-23, 35-45, 47-73)

Giorgina Saffi Forlì: Frigoli 11, Conocchiari 2, Soldati 8, Ravaioli 18, Emiliani 4, Pena Mejia 6, Serrani 6, Piazza 6, Agatesi 4. All. Agnoletti.

Montecchio: Grisendi 4, Lombardi 6, Marchini 24, Ongarini 8, Guardasoni 2, Basso 11, Colla 6, Ferrari  21, Petrolini, Giglioli. All. Cavalieri.

GRANAROLO BK – BOLOGNA BK 2011 71 – 67

(18-8; 31-29; 47-41)

Granarolo Basket: Spettoli 16, Paoloni, Tugnoli An. 6, Calanchi 5, Marchi 21, Bonetti, Fava ne, Bertuzzi 10, Ferri 2, Governatori 7, Busi 4, Torriglia ne. All. Trevisan.

Bologna Basket 2011: Gargioni 2, Chiarini A. 17, Tolomelli 5, Chiarini S. ne, Guerri, Tugnoli Al. 8, Terenzi, Lippa 4, Ballardini 22, Bianchini 7, Diop 2, Ayiku. All. Duo.

Bella vittoria dei ragazzi di Trevisan contro un Bologna Basket 2011 che si presentava a Granarolo alla ricerca della quarta vittoria consecutiva per consolidare il terzo posto in classifica.

Al via Granarolo sembra un centometrista ai blocchi di partenza: partenza a razzo e 9-0 in 2’30” con Spettoli scatenato autore dei primi 7 punti. Ballardini (migliore dei suoi assieme ad Adrian Chiarini) rompe il digiuno per i rossoblu, ma Spettoli continua ad imperversare nella metà campo avversaria (16-5 al 5’30” con 12 punti segnati dal play di Granarolo). Per Bologna Basket 2011 sono i soli Ballardini e Chiarini che riescono a forare la retina dei padroni di casa mentre per Granarolo, sostituito Spettoli con Bonetti, è Busi che realizza con una schiacciata il diciottesimo punto con cui Granarolo va al primo riposo (18-8). Il secondo periodo comincia con Bertuzzi e Marchi che portano Granarolo al massimo vantaggio dell’incontro (24-12 al 12’30”), dando l’impressione di poter chiudere il match già nel secondo quarto. Bologna Basket non ci sta e con parziale di 0-6 firmato Bianchini e Ballardini dimezza lo svantaggio (24-18 al 14′) e prende in mano l’inerzia del match: infatti, nonostante la replica immediata di Marchi che con 5 punti consecutivi riporta Granarolo alla doppia cifra di vantaggio (29-18 al 16′), Bologna Basket rosicchia quasi tutto il vantaggio dei padroni di casa e, sulla tripla allo scadere di un positivo Tolomelli, va al riposo lungo con 2  sole lunghezze di svantaggio (31-29). Ad inizio terza frazione  l’episodio che condiziona il match dei padroni di casa: sul 33-32 (al 21’30”) tiro da 3 sbagliato di Bertuzzi, Ferri conquista il rimbalzo d’attacco subendo un primo fallo non sanzionato e, mentre sta tirando, ne subisce un secondo, anche questo non sanzionato; il centro di Granarolo perde le staffe e protesta vivacemente con il primo arbitro che prima gli affibbia un tecnico e poi, visto il protrarsi delle proteste, gliene affibbia giustamente un secondo che porta all’espulsione del giocatore. Bologna Basket approfitta dello sbandamento dei padroni di casa e con Chiarini e Ballardini (sempre loro) piazza un parziale di 0-8 e si porta per la prima volta in vantaggio (33-40 al 24′). Trevisan chiama timeout per fermare l’emorragia e riordinare le idee ai suoi ragazzi e il risultato che ottiene è un parziale di 14-1 che consente a Granarolo di riprendere in mano l’inerzia del match e andare all’ultimo riposo sul 47-41. A inizio ultimo quarto, sul 49-47 per i padroni di casa, è Bianchini che, protestando dopo un fallo fischiatogli si vede affibbiare un tecnico dal secondo arbitro e, reiterando le proteste, subisce la stessa sorte di Ferri: secondo tecnico e doccia anticipata. Granarolo non ne approfitta e Bologna Basket rimane in scia (50-49 al 32’30”). E’ una tripla di Governatori seguita da un canestro di Tugnoli  (quello di Granarolo) che danno fiato ai padroni di casa (55-49 al 34′). Gli ospiti provano a rimenere in scia ma è uno scatenato Marchi che con 9 punti consecutivi riporta i suoi alla doppia cifra di vantaggio (64-53 al 36’30”). Bologna Basket non ci sta e si riporta a 6 lunghezze di svantaggio quando mancano 2′ alla fine, ma qui sale in cattedra il totem di Granarolo, Mirko Calanchi che realizza 5 punti consecutivi (gli unici del suo match) vanificando gli sforzi degli uomini di Duo e tenedoli a 7 punti di distanza (69-62 al 39’15”) consente ai suoi di resistere agli ultimi attacchi avversari e portare a casa una meritata vittoria.

DESPAR – CVD 73 – 58

(21-19; 42-36; 63-43)

4 Torri Ferrara: Burresi 8, Bertocco, Fenati 12, Brandani 12, Parmeggiani 6, Lugli 8, Marchetti 2, Martini 3, Pasquini 6, Magni 2, Agusto 14. All. Cavicchioli.

CVD Casalecchio: Cuozzo 5, Fuzzi 3, Gamberini 2, Lanzi 9, Marcheselli 2, Marzioni 6, Masetti, Mazzoli 2, Nannetti 8, Spadellini 8, Taddei, Truzzi 13. All. Loperfido.

La differenza palese nei risultati fin qui ottenuti diceva che tra le due squadre ci doveva essere un divario tecnico abbastanza netto. Con questa premessa-constatazione, che certamente poteva insidiarsi, anche inconsciamente, nelle teste dei giocatori di Ferrara, il coach granata ha deciso di iniziare l’incontro con un nuovo quintetto, ancora inedito. Così, proprio togliendo certezze ai suoi, coach Cavicchioli li ha costretti a non snobbare una squadra, che poi alla lunga, si è dimostrata più ostica di quello che diceva la classifica. Nei primi due quarti i rosso-blu bolognesi hanno costretto la capolista ad un testa a testa casalingo fin qui inedito (se si esclude la partita con Cavriago). Un testa a testa garantito dalle ottime percentuali ottenute dai casalecchiesi ed anche dalla possibilità a loro offerta nei troppi rimbalzi offensivi lasciati. A ribattere alla caparbia volontà degli ospiti ci ha pensato in gran parte capitan Agusto che ha segnato 12 dei suoi 14 punti in quella fase (vero anche che poi è stato tenuto molto in panca forse per preservarlo dai falli). Al rientro dalla pausa lunga le parole di coach Cavicchioli hanno certamente scosso i ferraresi che, con un perentorio terzo quarto, vinto per 21 a 7, hanno di fatto messo il margine della tranquillità tra loro e gli avversari. Nella frazione finale, spazio, poi, a tutti gli attori granata che, senza grandi patemi, pur perdendolo, hanno condotto in porto una partita che aveva un solo obiettivo, la vittoria.

NOVELLARA – ME CART 56 – 77

(12-19; 31-32; 43-51)

Pallacanestro Novellara: Baracchi A., Margini 5, Bartoli, Folloni 9, Rinaldi 3, Mariani Cerati 4, Baracchi M. ne, Verbitchi 2, Carpi 2, Ciavolella 13, Colla 2, Croci 16. All. Ligabue.

Scuola Basket Cavriago: Fantini 7, D’Amore 11, Pellicciari ne, Cervi 32, Leonardi 7, Fontanesi 2, Pezzi 5, Codeluppi 13, Caleffi, Zecchetti, Giardina, Baroni. All. Degli Incerti Tocci.

BUDRIO – FLYING BALLS 72 – 80

(21-13; 41-37; 63-56)

Budrio: Fimiani 8, Guidi ne, Casagrande 14, Nanni 8, Manini 8, Lazzari 10, Alberti 4, Innocenti 15, Quarantotto, Bargiotti 5. All. Cinti.

Ozzano: Pasquali 3, Verardi 10, Mini 10, Rossi 12, Savic ne, Caprara 2, Regazzi 6, Rorato 18, Guazzaloca 4, Martelli ne, Rambelli 7, Gianasi 8. All. Grandi.

Un’altra rimonta, un altro grande ultimo quarto. Arrivano così altri 2 punti per i New Flying Balls, alla seconda vittoria consecutiva in trasferta in pochi giorni. A Budrio va in scena una bella ed equilibrata partita dove, dopo il vantaggio iniziale dei Flying trascinati da Rossi (tutti i primi 11 punti ozzanesi arrivano dalla sua mano), i padroni di casa prendono in mano la partita fino alla fine del terzo quarto. Nella seconda frazione Budrio si affida al bomber Casagrande e cerca in più occasioni l’allungo ma Ozzano si aggrappa ai canestri di Marco Rorato (18 punti complessivi di cui 14 nel solo secondo quarto) per contenere il passivo sotto la doppia cifra (massimo vantaggio +8). Il capolavoro dei Flying arriva dopo l’ultimo mini-break. In 7 minuti i ragazzi di Federico Grandi creano un parziale di 19 a 2 che ribaltano il -7 del 30esimo (63-56) con un +10 al minuto 37 (65-75). Sembrava fatta per gli ospiti, vista l’inerzia tutta a favore e visto che stavano arrivando punti anche da quei giocatori come capitan Gianasi che non erano in forma vista la forte influenza avuta in settimana; ma due disattenzioni permettono a Budrio di trovare 5 punti consecutivi di Innocenti che riaprono l’incontro e rendono ancora più intenso il finale. Fondamentale il time-out chiesto da Grandi, Ozzano si riorganizza bene e riesce a reagire, portando a casa vittoria e terzo posto in classifica. Termina 80 a 72, con i New Flying Balls  ora concentrati verso la prossima sfida.

CLASSIFICA

4 TORRI FERRARA 18 9 9 0 705 576 +129
VIRTUS MEDICINA 14 9 7 2 656 573 +83
S.B. CAVRIAGO 12 9 6 3 660 566 +94
L.G. COMPETITION CAST. M. 12 9 6 3 663 619 +44
FLYING BALLS OZZANO 12 9 6 3 671 652 +19
BUDRIO 10 9 5 4 585 541 +44
G. SAFFI FORLI’ 10 9 5 4 610 603 +7
BOLOGNA BASKET 2011 10 9 5 4 601 606 -5
GRANAROLO BASKET 8 9 4 5 583 597 -14
ARENA MONTECCHIO 8 9 4 5 588 611 -23
NOVELLARA 8 9 4 5 603 639 -36
ARBOR REGGIO 6 9 3 6 606 637 -31
CORREGGIO 6 9 3 6 624 671 -47
STARS BOLOGNA 6 9 3 6 561 611 -50
CVD CASALECCHIO 4 9 2 7 553 636 -83
PONTEVECCHIO BOLOGNA 0 9 0 9 542 673 -131

SERIE D

GIRONE A

PALLAVICINI – VOLTONE 64 – 73

(12-22; 29-43; 50-58)

Pallavicini: Tosiani 14, Nanni G., Pierantoni 6, Zagano, Giunchedi 3, Ferraro 5, Sgargi 5, Nanni M. 4, Dawson 13, Bertarelli, Minghetti 14. All. Morra.

Voltone Zola: Perrotta 6, Galassi 2, Codicini ne, Ghiacci 20, Giacometti A., Sterpi 12, Lombardo ne, Giacometti J. 11, Bruzzechesse 2, Romagnoli 12, Menzioni 3, Orlandi 5. All. Amanti.

Vittoria meritata per il Voltone al cospetto di una Pallavicini orfana di Cenesi e con Ferraro debilitato dall’influenza. Gli ospiti hanno sempre comandato grazie ad una buona prestazione collettiva, con Ghiacci (ala di due metri, ex Virtus, del 1995) sicuro Mvp.

La cronaca: la prima spallata la dava l’ex Sterpi (4-10), poi Tosiani e Minghetti provavano a replicare, ma Ghiacci era inarrestabile (12-22 al 10’). Nella seconda frazione Dawson provava a tenere in linea di galleggiamento i padroni di casa, ma Romagnoli era una sentenza (22-35 al 16’) e all’intervallo il +14 esterno era decisamente legittimo. Nella ripresa coach Morra passava a zona ed era splendido il duello tra Minghetti e Ghiacci (39-49 al 24’). Il Voltone optava per la 1-3-1 con Ghiacci in punta, ma dal 43-57 del 28’, si passava al 58-58 del 32’ con gli unici missili di Ferraro e Sgargi. La rimonta, però, si fermava lì perché la benzina era praticamente esaurita e in centoventi secondi i gialli di coach Amanti si riportavano a +7 (58-65). Negli ultimi minuti tanta confusione, poche emozioni e zolesi che si confermano squadra con potenzialità da play off.

SAMPOLESE BASKET – VIS PERSICETO 67 – 96

(17-22, 31-45, 46-79)

San Polo d’Enza: Di Maria, Monti 18, Minardi 2, Davoli M. 2, Margini 6, Tognoni 10, Davoli L. 2, Nicolini, Maggiali 7, Bizzocchi 3, Pezzi 17. All. Immovilli.

San Giovanni in Persiceto: Morisi 15, Parmeggiani 6, Almeoni 14, Missoni 16, Genovese 8, Galli 1, Ramini 17, Ferrari 6, Rusticelli G. ne, Pederzini 11, Scagliarini 2. All. Rusticelli M.

Dura solo pochi minuti la vera partita della Sampolese (10-9 all’8′), poi l’eccessivo carico di falli decretati dagli arbitri su Margini, Bizzocchi, Pezzi (poi usciti di gara) e Minardi, costringe la compagine di casa (stante la persistente situazione delle assenze per infortuni) ad utilizzare i pur bravi giovanissimi rincalzi e la gara non ha più avuto storia, stante la netta supremazia fisica e di esperienza della compagine bolognese.

FIORANO – ATLETICO 64 – 72

(22-13; 37-36; 47-63)

Libertas Pallacanestro Fiorano: Di Curzio 7, Cracco 1, Zogaj 9, Ruggeri 17, Galloni, Bernabei ne, Lanzellotto, Fogliani ne, Marescotti 5, Domenichini, Lucchi 15, Melegari 10. All. Davolio.

Atletico Borgo: Campanella, Gherardi 9, Guidi, Proto 5, Farneti 5, De Simone 13, Sant 6, Artese 4, Selvi 4, Rossi 6, De Fazio 8, Veronesi 12. All. Pietrantonio.

I padroni di casa partono forte grazie all’energia di Lucchi ed all’esplosività realizzativa di Ruggeri (12 punti per lui nella prima frazione); per gli ospiti la grinta di Veronesi si fa sentire eccome a centro area e tiene in linea di galleggiamento gli uomini di Pietrantonio. Nel secondo quarto, cresce il pressing difensivo dei bolognesi, molto spesso aiutato dalle mani che sporcano i movimenti dei modenesi e  l’MVP De Simone mette a referto 8 punti, intervallati dalle giocate di Gherardi e Sant, molto ben innescati dal play Artese (3 assist per lui nel secondo quarto). Si arriva alla pausa lunga con il punteggio quasi in perfetto equilibrio, sul 37-36 Fiorano. La svolta arriva nel terzo periodo: il coach ospite strilla e bastona la squadra a dovere durante l’intervallo e l’Atletico piazza un break di 11-0 nei primi 2’ di gioco che manda in fumo tutto ciò che i padroni di casa si erano costruiti nel primo tempo. Continua il pressing “sporco” difensivo da parte dell’Atletico, al quale i padroni di casa non hanno saputo porre un rimedio; Fiorano prova a reagire ed a limitare i danni, ma i felsinei segnano 27 punti in 10’, mandando in archivio il risultato a fine terzo quarto sul 47-63, sfruttando anche gli innumerevoli errori fioranesi dalla linea del tiro libero (saranno 21 a fine serata) e le distrazioni a rimbalzo. Nell’ultimo quarto le residue energie di Di Curzio, Ruggeri e Lucchi fanno rientrare Fiorano fino a -5, ma un canestro di Farneti ed i tiri liberi di Artese mandano i titoli di coda all’incontro.

RADIOCOOP – PSA 73 – 49

(24-18; 45-23; 59-38)

Piacenza BC: Antozzi 8, Scarionati 2, Massari 15, Pirolo 19, Villa 6, Markovic 2, De Lillo 5, Papou 14, Sela 2, Betti. All. Mambretti.

PSA Modena: Barbieri 11, Macchelli 3, Govi, Petrella 4, Bertoni 9, Mezzetti 4, Marasca 6, Santonastaso 2, Di Talia 3, Frilli 7, D’Imprima. All. Bertani.

La partita si mette subito bene per i padroni di casa quando Massari mette segno al 6′ la tripla che vale il primo sostanziale vantaggio sul 18-11. Il Piacenza Basket Club aumenta ulteriormente il proprio ritmo di gioco sfruttando la superiorità fisica e tecnica del proprio reparto lunghi con Villa a dominare in difesa e Pirolo e Popov a depositare a canestro i palloni serviti da Massari e Betti. Nel secondo quarto si decide di fatto la partita grazie anche al suggello della bomba di Massari sulla sirena dell’intervallo che vale il riposo lungo sul +22. Al 24′ i biancorossi locali raggiungono il massimo vantaggio sul 51-26 quando devono fare i conti con una brutta botta rimediata da Massari che prudenzialmente non rimetterà più piede in campo ed egregiamente rimpiazzato dalla coppia Betti – Markovic in cabina di regia. Modena cerca di rimediare con orgoglio allo svantaggio che tuttavia si stabilizza sui venti punti. Piacenza Basket Club corre, e lo fa per davvero, Modena resta spettatore non pagante ed il divario è di quelli che fanno male. Piacenza smorza il ritmo, invece di assestare il colpo del ko, lascia a Modena uno spiraglio che riaccende la voglia di provarci dei ragazzi di coach Bertani, con ancora Bertoni che trova punti preziosi, ma sono troppi gli errori dei modenesi per poter concretizzare una rimonta. A 9′ dalla fine, la schiacciata di Popov dà inizio ad un lungo finale di partita, dove Pirolo trova ancora occasione per mettersi in evidenza infiammando il pubblico di San Lazzaro con un assist giocato dietro la schiena per il facile appoggio a canestro di Popov.

FULGOR – BAOU TRIBE 55 – 73

(21-12; 24-37; 37-45)

Fidenza: Rigoni 4, Troiano, Molinari 21, Ceci M. 10, Zerbini 3, Gelmini, Imeri 15, Ceci A. 2, Rubini ne. All. Fiesolani.

Baou Tribe San Lazzaro: Gruppi 14, Fornasari 8, Bernardi, Cantore 16, Pirazzoli 4, Mellara 3, Masrè 12, Paladini 7, Capobianco 4, Lodi 5. All. Lelli.

NAZARENO – EUROSYSTEM 64 – 59

(17-14; 35-27; 51-46)

Carpi: Sbisà 4, Compagnoni  15, Goldoni 10, Doddi 11, Pravettoni 2, Cantarelli ne, Antonicelli, Cavallotti 2, Barigazzi ne, Salami 20, Saetti, Menon. All. Testi.

Luzzara: Ploia, Anania ne, Cani 6, Costantino 12, Caleffi 13, Gelosini 9, Pesci 2, Neri 3, Pasini, Freddi 2, Corradini 12. All. Beltrami.

Quando sulla sirena di fine terzo quarto, dopo un’azione in cui gli Aquilotti sporcano due volte i passaggi avversari, con la palla che rimbalza fra tante mani e Salami che, fuori equilibrio, con una preghiera ad occhi chiusi segna da 3 punti di tabellone il +5, di fatto spezzando il recupero nostrano, ecco che ti accorgi che gli dei del basket non stanno per niente guardando dalla nostra parte. Si può riassumere così la serata di Carpi, dove gli Eaglets si presentano senza Vezzani, Neviani, Salati e Sereni e con Anania e Pasini, classe 1999, in lista (quest’ultimo avrà anche 3′ in campo). L’inizio però è positivo (6-12) con la palla che si muove bene dentro e fuori, creando soluzioni di tiro sempre diverse. Cambia però con l’ingresso di Salami, vero ago della bilancia di ieri sera, che con due triple (sulle 5 che realizzerà) ribalta il risultato (17-14). A corto di rotazioni e senza un playmaker a dare il fiato a Caleffi (il solo nel ruolo è il giovanissimo Anania), coach Beltrami è costretto ad inventarsi soluzione estemporanee (dal baby Ploia a Neri) ma con scarsi risultati. Ne approfittano i giovani carpigiani che, sostenuti da Compagnoni, arrivano al massimo vantaggio dell’intervallo (35-27). Recuperate le energie, gli Aquilotti rientrano più volitivi: un ottimo Corradini, coadiuvato da Caleffi e Gelosini riporta a -2 (48-46) prima che la preghiera di Salami, descritta all’inizio, spezzi il fiato Aquilotto. Lo stesso Salami mette la firma su 9 dei 13 punti della sua squadra nell’ultimo quarto. I ragazzi di coach Beltrami si aggrappano a Costantino e Caleffi per risalire da -12 (60-48) a -4, quando Neri ha la palla buona (60-56), ma paga la giornata disastrata (1/14 al tiro e 6 perse) ed ancora Salami punisce dalla lunghissima (63-56) chiudendo di fatto i conti.

VENTURI – SALSO 61 – 52

(16-7; 32-18; 42-36)

Anzola: Poluzzi F. 7, Venturi D. ne, Venturi N. 2, Pappalardo 5, Boldini 9, Fiorini 2, Franchini 2, Lambertini, Mazza 23, Zanata 11, Brancaccio, Poluzzi L. ne. All. Sacchetti.

Salsomaggiore: Balbo, Zamboni 5, Aimi 4, Maccini 13, Rattotti, Bonzani 15, Biocchi ne, Zerbini 2, Lucchini 2, Lettieri 11. All. Allodi.

SAN MAMOLO – MAGIK 61 – 69

(20-25; 33-42; 48-57)

San Mamolo: Cavazza 2, Margelli 8, Beccari 2, Quadri 2, Martelli P. 5, Martelli L. 4, Boldarino 4, Fiorentini 5, Benfenati 6, Demetri 17, Candelaresi 4, Ghelli 2. All. Munzio.

Magik Parma: Bazzoni 17, Donadei 2, Malinverni N. 3, Malinverni L. 5, Cavaglieri 5, Gibertini 2, Olagundoye 12, Longinotti 16, Guidi 5, Fava 2, Berlinguer ne. All. Lopez.

RECUPERO

PSA – EUROSYSTEM 60 – 72

(22-14; 34-32; 45-54)

PSA Modena: Barbieri 8, Malverti, Macchelli, Petrella, Bertoni 16, Mezzetti 4, Marasca 5, Santonastaso 7, Di Talia, Frilli 20, Govi ne, D’Imprima. All. Bertani.

Luzzara: Ploia, Cani 15, Costantino 10, Caleffi 19, Gelosini ne, Sereni 12, Pesci, Neri 13, Freddi, Corradini 3. All. Beltrami.

Nel recupero della gara del 2 novembre, gli Aquilotti espugnano Modena, interrompendo la striscia di tre sconfitte consecutive e reagendo alla lunga serie di infortuni. Se coach Beltrami recupera Sereni, perde però Gelosini, toccato duro alla caviglia sabato a Carpi ed in panchina solo per onor di firma. Corti e risicati, gli Aquilotti iniziano dunque a zona per contenere i falli, ma i modenesi partono subito in quarta con un pressing asfissiante e 10 punti di Bertoni (14-7). Si passa a uomo e pian piano gli Eaglets aumentano il ritmo, prendendo in mano la gara e dal -10 del 13′ (24-14), si passa al -2 dell’intervallo (34-32), fino al sorpasso netto del 26′ (38-47) per un break di 33-14. Sereni, Neri (con un ottimo 6/7 dal campo), Caleffi e Cani, tutti trovano la via del canestro, mentre la difesa, vero marchio di fabbrica di questo inizio di stagione, toglie ossigeno agli avversari (45-54). Modenesi che perdono anche Bertoni, e si sciolgono minuto dopo minuto, forse partiti troppo forte; Aquilotti che comandano, tranne ad inizio di quarta frazione, dove un 6-0 di Frilli riporta il match in equilibrio (51-54). I rivieraschi faticano fino al 55-58, poi riescono a scrollarsi di dosso gli avversari e chiudono con la doppia cifra di vantaggio.

CLASSIFICA

ANZOLA 16 9 8 1 659 571 +88
PIACENZA BC 14 9 7 2 602 518 +84
VOLTONE ZOLA 14 9 7 2 639 569 +70
PALLAVICINI BOLOGNA 14 9 7 2 608 563 +45
BAOU TRIBE SAN LAZZARO 14 9 7 2 588 544 +44
VIS PERSICETO 12 9 6 3 641 567 +74
COLLEGE FIDENZA 10 9 5 4 589 581 +8
MAGIK PARMA 10 9 5 4 542 574 -32
ATLETICO 8 9 4 5 605 614 -9
AQUILA LUZZARA 8 9 4 5 485 491 -6
PSA MODENA 6 9 3 6 520 561 -41
SAN MAMOLO BOLOGNA 6 9 3 6 567 649 -82
FIORANO 4 9 2 7 555 586 -31
NAZARENO CARPI 4 9 2 7 580 642 -62
SAMPOLESE 2 9 1 8 550 619 -69
SALSOMAGGIORE 2 9 1 8 489 570 -81

GIRONE B

GUELFO – CURTI 78 – 72

(13-25; 34-35; 58-54)

Castel Guelfo: Buscemi 2, Coraini, Gianasi, Baccarini 7, Bernabini 18, Miceli 2, Ventura ne, Minghetti ne, D’Andola 3, Giordani 21, Bacci ne, Paluan 25. All. Serio.

International Imola: Folli 7, Benghi 13, Sgorbati 14, Grandolfi 8, Genoni ne, Cai, Cardelli ne, Martini 9, Caprara, Scagliarini 4, Dirella 4, Masoni 13. All. Fazzi.

AICS – ALTEDO 49 – 82

(14-20; 29-39; 38-60)

Aics Forlì: Grossi 6, Guaglione 13, Ruffilli 7, Zamagni 9, Zannoni 4, Ferri, Arpaia, Ragazzi, Ghetti 8, Pusateri 2, Bergantini ne. All. Chiadini.

Altedo: Balboni 2, Pigozzi 11, Dal Pozzo 14, Baccilieri 20, Zanolli 6, Soresi 8, Bulgarelli 11, Monari 6, Gnan 4, Ventura ne. All. Bacchilega.

MOLINELLA – BASKET VILLAGE 66 – 56

(16-12; 38-25; 48-42)

Molinella: Calvi 18, Quartieri 3, Checcoli 5, Ricci 9, Vignudelli, Alessandri, Tagliavini 3, Ugulini 1, Pascoli, Gualandi 8, Serio 13, Trippa 6. All. Baiocchi.

Basket Village Granarolo: Banzi, Paoloni ne, Ballini 12, Salicini 4, Carrera 2, Nicotera 1, Nobis 14, Marega 14, Pedrielli 7, Marcheselli 2, Brotza, Billecci ne. All. Calore.

VB – SPEM MATTEI 47 – 54

(7-20; 22-27; 40-47)

Grifo Imola: Di Cillo 4, Orlando 2, Canè ne, Pasini 4, Riga 14, Lanzoni 3, Dragicevic 2, Linguerri 6, Monna 3, Zaccherini, Guerra ne, Castelli 9. All. Lelli.

Ravenna: Trerè, Basaglia 10, De Fanti 18, Bianchini 3, Vistoli 6, Saccardi 7, Scaccabarozzi ne, Raspa 2, Senni 6, Morigi 2. All. Focarelli.

CASSANI&COSTANZI – DOLPHINS 65 – 72

(11-20; 23-36; 45-46)

Basket 95 Imola: Baruzzi L. 23, Barbagelata 13, Gargioni 7, Spagnoli 10, Crisà 5, Mezzini, Baruzzi F., Foronci, Selva 3, Mastrilli 4. All. Brocchi.

Riccione: Amadori Mi. 6, Raffaelli 8, Ortenzi, Amadori Ma. 5, Brattoli 2, Perini, Tononi 12, Ambrassa 4, Biagini 9, De Martin 13, Polverelli 11. All. Foschi.

CESTISTICA ARGENTA – BELLARIA BASKET 80 – 55

(23-18; 39-24; 59-41)

Cestistica Argenta: Spinosa 20, Thiam 9, Magnani 10, Cesari F.12, Stegani, Mortara 6, Rubbini 9, Zanetti 7, Brignani, Cesari R. 3, Taglioli 4, Rafan. All. Panizza.

Bellaria: Sacchetti 6, Massa 4, Novello 14, Mussoni Ma. 10, Russu 17, De Gregori 4, Bindi, Mbaye, Stabile, Mussoni Mi. All. Ferro.

S.B. FERRARA – VENI 45 – 72

(11-21; 21-41; 33-61)

Scuola Basket Ferrara: Ferrarini 4, Pusinanti 3, Zavarini, Rimondi 14, Frignani 8, Fabbri 4, Bottoni 4, Parigi 1, Bussolari 7, Cuppini. All. Colantoni.

San Pietro in Casale: Settanni 5, Barbieri 7, Pastore 6, Vinci 12, Minozzi G. 12, Iannicelli 13, Ghedini, Tinti, Bartolozzi 10, Folesani 7. All. Minozzi M.

OLIMPIA – ARTUSIANA 55 – 71

(12-17; 28-32; 36-51)

Olimpia Castel San Pietro: Fortunati ne, Chillo ne, Franceschini 3, Corazza 2, Ziron 15, Boschi, Pancaldi 1, Binassi 9, Farnè 3, Gianninoni 2, Sgorbati 14, Morales 6. All. Zarifi.

Forlimpopoli: Rossi 23, Marzolini 3, Balistreri 11, Calboli 3, Manucci ne, Morabito, Arfelli 6, Chezzi 8, Evangelisti 17. All. Bondi.

CLASSIFICA

GUELFO 18 9 9 0 634 495 +139
SPEM MATTEI RAVENNA 14 9 7 2 539 518 +21
OLIMPIA CASTEL S. P. 12 9 6 3 605 534 +71
ALTEDO 12 9 6 3 636 592 +44
ARTUSIANA FORLIMPOPOLI 12 9 6 3 582 541 +41
MOLINELLA 12 9 6 3 516 504 +12
ARGENTA 10 9 5 4 616 569 +47
BASKET VILLAGE GRANAROLO 10 9 5 4 582 561 +21
DOLPHINS RICCIONE 10 9 5 4 584 592 -8
VENI SAN PIETRO IN CASALE 8 9 4 5 522 494 +28
INTERNATIONAL IMOLA 6 9 3 6 570 590 -20
BASKET’95 IMOLA 6 9 3 6 585 629 -44
AICS FORLI’ 6 9 3 6 523 638 -115
S.B. FERRARA 4 9 2 7 506 543 -37
BELLARIA 2 9 1 8 539 622 -83
GRIFO  IMOLA 2 9 1 8 505 622 -117

Riscatto Flying nel turno infrasettimanale. I risultati di C Regionale e serie D

Turno infrasettimanale spezzato in tre giorni. In C Regionale riscatto Flying Balls a Castelnovo Monti, mentre Medicina sembra essere l’anti-4 Torri. In serie D prima sconfitta per l’Anzola a Ponte Rivabella.

C REGIONALE

DILPLAST – VIRTUS MEDICINA 60 – 88

(16-20, 25-39, 43-66)

Montecchio: Grisendi 6, Lombardi 9, Ongarini 11, Guardasoni 8, Basso 3, Colla 8, Ferrari 15, Petrolini 2, Giglioli. All. Cavalieri.

Virtus Medicina: Persiani 7, Govi F. 15, Govi G. 15, Sighinolfi 19, Biguzzi 12, Lorenzini 2, Panico, Musolesi 16, Seracchioli 2. All. Curti.

DESPAR – GIORGINA SAFFI 72 – 58

(19-16; 35-27; 54-40)

4 Torri Ferrara: Burresi 6, Bertocco, Fenati 6, Brandani 2, Parmeggiani 13, Lugli 13, Marchetti, Martini 2, Pasquini 12, Magni 6, Agusto 12. All. Cavicchioli.

Giorgina Saffi Forlì: Frigoli 17, Pena Mejia, Conocchiari 22, Ravaioli 6, Piazza 2, Soldati 2, Serrani, Emiliani, Del Zozzo, Agatensi 9. All. Agnoletti.

La partita è iniziata con un perentorio e forse troppo semplice allungo dei granata che, dopo poco più di tre minuti, avevano già un vantaggio di dodici lunghezze, frutto di una ottima rotazione offensiva, ma anche dell’approccio molle dei romagnoli del Saffi. Sono proprio i giocatori ospiti che, rinserrando le fila e incominciando a bucare con Conocchiari e Frigoli la retroguardia granata, ricuciono lo strappo riportandosi sotto. Da quel momento la gara, sempre condotta dai padroni di casa, scorre fino alla pausa lunga che arriva sul punteggio di 35 a 27 per la Despar. La seconda parte di gara non si discosta da quanto fino a quel momento visto. In una serata non particolarmente brillante per i ferraresi occorre la solita forza del gruppo per portare a casa il risultato.

ME CART – GRANAROLO 79 – 66

(20-12; 35-33; 58-44)

Cavriago: Fantini 5, D’Amore 6, Pellicciari, Cervi 24, Leonardi 7, Fontanesi, Pezzi 18, Codeluppi 19, Caleffi ne, Zecchetti ne, Baroni ne, Giardina. All. Degl’Incerti Tocci.

Granarolo Basket: Spettoli 3, Paoloni 2, Tugnoli 5, Calanchi 1, Marchi 17, Bonetti 4, Fava ne, Bertuzzi 7, Ferri 11, Governatori 6, Busi 10, Torriglia. All. Trevisan.

Granarolo esce sconfitta da Cavriago alla fine di una gara dai due volti; nella prima parte di gara i ragazzi di coach Trevisan riescono a imbrigliare la verve offensiva di Simone Cervi (solo 4 punti nei primi 20′ e peraltro insolitamente impreciso) e rimangono in scia ai padroni di casa, mentre nella seconda parte subiscono la zona 2-3 ordinata da Degl’Incerti e concedono ai padroni di casa innumerevoli contropiede che scavano il divario decisivo. La partita comincia con i padroni di casa subito in allungo (8-2 al 3′) sfruttando il predominio sotto le plance di Pezzi; Granarolo comincia a carburare e rimane in scia (12-6 al 6’30”); Leonardi realizza 5 punti consecutivi e favorisce il +10 dei padroni di casa (20-10 al 8’30” sul sesto punto di Pezzi) prima che il baby Bonetti dalla lunetta fissi il risultato al 10′ sul 20-12. E’ ancora Bonetti che apre le danze nel secondo periodo poi per 2′ la partita si riassume in un botta e risposta tra Marchi e Pezzi (24-18 al 12′). Granarolo attacca con continue penetrazioni la difesa avversaria costringendo al fallo i padroni di casa e dalla lunetta comincia gradualmente a recuperare terreno fino ad arrivare ad una sola lunghezza sul canestro di Governatori (26-25 al 15’30”). E’ ancora una volta Pezzi che ricaccia gli ospiti a -5 con 3 canestri consecutivi (16 dei suoi 18 punti finali li ha realizzati nei primi 20′ con 8/8 al tiro) quando manca 1′ 30″ al riposo lungo. Sono Ferri e un botta e risposta dall’arco tra Fantini e Marchi che fissano il risultato sul 35-33 al 20′. A inizio terzo periodo è Busi che dà a Granarolo il primo vantaggio dell’incontro con 4 punti consecutivi (35-37 al 21′). Cavriago passa a zona 2-3 e subito recupera palla innescando Cervi in contropiede per quello che sarà il leit motiv di questa seconda parte di gara; Granarolo ha ancora un vantaggio sul tecnico sanzionato a Degl’Incerti nell’azione successiva (37-38) poi Cavriago piazza un parziale di 21-6 (con Cervi e Codeluppi che realizzano 18 dei 21 punti) che manda le squadre all’ultima pausa sul 58-44. A inizio ultima frazione Granarolo con Tugnoli e Paoloni si porta a -9 (58-49 al 31’30”) e sembra poter rientrare in scia ma 4 punti di Cervi e 11 punti consecutivi di Codeluppi vanificano ogni tentativo di recupero di Granarolo e mantengono il divario tra i 12 e 14 punti. Nel finale Cavriago tocca anche il massimo vantaggio (77-59 al 38′) che i ragazzi di Trevisan riducono a un -13 che fotografa meglio la partita.

LG COMPETITION – FLYING BALLS 78 – 81

(22-18; 35-40; 54-51)

Castelnovo Monti: Generali, Ovi 4, Fanelli 13, Filippi, Paulig 16, Canuti Fe., Benvenuti, Vanni 16, Siani 4, Canuti Fr. 3, Mallon 22. All. Djukic.

Ozzano: Pasquali, Verardi 11, Mini 26, Rossi 18, Savic, Caprara, Regazzi 5, Teglia ne, Guazzaloca 3, Martelli, Rambelli 18, Gianasi. All. Grandi.

Ottimo inizio biancorosso (2-10 al 3’), ma la reazione dei padroni di casa non si fa attendere e già a fine quarto c’è il sorpasso LG trascinati da Mallon. Nella seconda frazione un parziale di 18 a 2, firmato Mini-Rambelli, capovolge nuovamente il match e all’intervallo lungo si va sul +5 Ozzano. Nel terzo periodo coach Grandi perde per falli Guazzaloca e neanche l’influenzato Gianasi tornerà in campo. Castelnovo tenta più volte l’allungo, ma Ozzano riesce sempre a rimanere a braccetto. Nell’ultima frazione un tecnico per parte infiamma il match: Castelnovo va a +6, ma perde per falli Mallon e Vanni (38 punti in 2). In un finale punto a punto caratterizzato da quattro triple consecutive dei padroni di casa (avanti di sei lunghezze a 120 secondi dalla sirena finale), i Flying trovano il pareggio con i canestri dalla lunga distanza dei soliti Mini e Rambelli a poco più di trenta secondi dalla fine. Dall’altra parte LG commette infrazione di 3″ e nell’azione successiva Riccardo Rossi trova, a 8 secondi dalla fine, il canestro della vittoria (78-80). Nell’ultima azione del match i padroni di casa falliscono per due volte il canestro che poteva valere il supplementare e Mini, a tempo ormai scaduto, dalla lunetta fa 1/2 e la partita si chiude sul +3 Flying.

BOLOGNA BASKET 2011 – ARBOR 60 – 59

(15-16; 26-28; 46-39)

Bologna Basket 2011: Gargioni 2, Bianchini 25, Tugnoli 5, Chiarini A. 6, Chiarini S. ne, Lippa 1, Ayiku 5, Ballardini 16, Guerri, Tolomelli, Terenzi, Diop. All. Duo.

Arbor Reggio: Boselli 18, Maione 6, Maioli 2, Simonazzi 9, Alfano 13, Bytyqi 9, Ligabue 2, Borelli, Visini, Braglia. All. Baroni.

FOR – SPAL 68 – 70

(20-19; 34-34; 49-55)

Pontevecchio: Torresani 4, Franchini 4, Mantovani, Luppi 7, Cruz 11, Galeotti R. 4, Garagnani 8, Di Rauso 13, Bergami 5, Benzi, Girotti, Faletti 12. All. Savini

Correggio: Casu 8, Strautins 19, Giani, Rovatti 2, Stefanini 6, Galeotti G. 11, Magnani 18, Villani 4, Fassinou, Lever, Zamparelli 2, Coloretti. All. Paladini.

CVD BASKET CLUB – STARS BASKET 60 – 58

PALL. BUDRIO 2012 – PALL. NOVELLARA 70 – 64

(17-25; 35-33; 48-55)

Budrio: Fimiani 2, Guidi ne, Casagrande 28, Nanni 10, Manini 2, Lazzari 6, Alberti 4, Innocenti 16, Quarantotto 2, Bargiotti, Frazzoni ne. All. Cinti.

Novellara: Baracchi ne, Mangini 2, Bartoli, Folloni 11, Rinaldi 5, Mariani Cerati 3, Verbitchi ne, Carpi 5, Ciavolella 19, Colla 8, Croci 11. All. Ligabue.

Vittoria col cuore di un’incerottata Budrio contro un Novellara che ha sprecato una grossa occasione. Dopo una prima frazione pirotecnica con Ciavolella a far la voce grossa sotto i tabelloni (17-25 al 10’), la gara scendeva di qualità e dal 18-30 del 14’ si passava al 35-33 del 19’ con una tripla di Innocenti. Nella terza frazione Casagrande teneva a galla i felsinei, ma si svegliava Croci e, sul canestro di Ciavolella, i reggiani toccavano il massimo vantaggio (46-55 al 29’). Qui coach Cinti optava per la zona 1-3-1 che sarebbe risultata determinante. Novellara non segnava per sette minuti e Budrio rimetteva la testa avanti (57-55 al 36’). Tripla di Croci e doppietta di Ciavolella dalla lunetta (57-60), ma bastavano novanta secondi ai padroni di casa per rispondere, col break decisivo di 9 a 0 chiuso dalla bomba del solito Innocenti. Sul 64-62, 2/2 dell’Mvp Casagrande dalla linea della carità, errore di Croci da sette metri e nuova doppietta dell’esterno budriese a -18”. 68-62 e virtuale game over.

CLASSIFICA

4 TORRI FERRARA 16 8 8 0 632 518 +114
VIRTUS MEDICINA 12 8 6 2 581 508 +73
S.B. CAVRIAGO 10 8 5 3 583 510 +73
BUDRIO 10 8 5 3 513 461 +52
L.G. COMPETITION CAST. M. 10 8 5 3 587 549 +38
G. SAFFI FORLI’ 10 8 5 3 545 521 +24
FLYING BALLS OZZANO 10 8 5 3 591 580 +11
BOLOGNA BASKET 2011 10 8 5 3 534 535 -1
NOVELLARA 8 8 4 4 547 562 -15
GRANAROLO BASKET 6 8 3 5 512 530 -18
ARBOR REGGIO 6 8 3 5 547 573 -26
CORREGGIO 6 8 3 5 559 596 -37
ARENA MONTECCHIO 6 8 3 5 506 546 -40
STARS BOLOGNA 4 8 2 6 497 552 -55
CVD CASALECCHIO 4 8 2 6 495 563 -68
PONTEVECCHIO BOLOGNA 0 8 0 8 472 597 -125

SERIE D
GIRONE A

EUROSYSTEMS – PALLAVICINI 64 – 69

(19-17, 36-33, 45-48)

Luzzara: Ploia ne, Vezzani 2, Cani 2, Costantino 13, Caleffi 11, Salati 4, Gelosini 17, Sereni 2, Neri 5, Freddi 8, Corradini ne. All. Beltrami.

Antal Pallavicini Bologna: Tosiani 8, Cenesi 12, Zagano, Giunchedi 6, Ferraro 13, Sgargi 5, Nanni 5, Dawson 8, Bertarelli, Bastia 8, Minghetti 4. All. Morra.

Gli Aquilotti si inchinano alla pallacanestro di ritmo, ma soprattutto alla grandinata dalla distanza prodotta da Pallavicini. Gli uomini di coach Beltrami, privi di Neviani colpito duro a Piacenza, lottano alla pari contro i forti bolognesi, ma devono arrendersi alla capacità dei tiratori ospiti di colpire nei momenti cruciali. Eppure l’inizio aveva visto gli Aquilotti scattare sui blocchi di partenza con un super Gelosini (8-0), autore di 10 punti consecutivi (15-12). I nostri ragazzi costruiscono tanto ma i bolognesi rispondono colpo su colpo (19-17). Nella seconda frazione sono i lunghi aquilotti i protagonisti: la coppia Costantino-Freddi produce 14 punti in coppia (34-25). Pallavicini risponde come al solito dalla distanza, ed il +9 del 18′ viene ricucito dai missili di Cenesi e Giunchedi (34-31 al 19′). La ripresa vede gli Eagles bloccati a quota 40 per diversi minuti, bastanti però a Pallavicini per ribaltare la gara con canestri dalla distanza anche dall’elevato coefficiente di difficoltà (40-45 al 27′). Salati e compagni non si disuniscono; incassano colpi dalla lunghissima, ma non cedono (51-54 al 34′) fino alla tripla da 9 metri di Ferraro che rompe gli argini e lancia i suoi (53-62). Il tiro dalla distanza è ondivago ed il tempo per recuperare si infrange con il controllo del gioco bolognese. Finisce 64-69 con gli ospiti bravi a segnare 11/24 da oltre l’arco.

BAOU TRIBE – LIBERTAS FIORANO 63 – 58

(12-17, 24-26; 42-46)

Baou Tribe San Lazzaro: Gruppi 7, Marinelli 11, Bernardi 5, Cantore 2, Pirazzoli 8, Mellara 9, Masrè 17, Paladini 2, Capobianco 2, Lodi, All. Lelli.

Libertas Fiorano: Di Curzio 15, Pivetti 4, Cracco, Zogaj 2, Ruggeri 21, Gazzotti, Bernabei, Lanzellotto, Galloni 1, Marescotti 11, Fogliani, Melegari 4. All. Marotta.

SAMPOLESE – ATLETICO 67 – 74

(15-23, 27-34, 54-54)

San Polo d’Enza: Di Maria, Monti 18, Minardi 10, Davoli M. 7, Margini 9, Nicolini ne, Davoli L. 2, De Vizzi ne, Hasa ne, Maggiali, Bizzocchi 10, Pezzi 11. All. Immovilli.

Atletico Bologna: Gherardi 3, Guidi ne, Proto 3, Farneti 8, De Simone 13, Sant 2, Artese 7, Selvi 5, Turchetti 2, Rossi 19, De Fazio 4, Veronesi 8. All. Pietrantonio.

Ancora fatali gli ultimi minuti di gara per la compagine di Immovilli: dal 63 a 62 del 37’, un parziale di 15 a 4 per gli ospiti condanna i locali alla settima sconfitta consecutiva ed all’ultimo posto in classifica. Oltre la lunga serie di infortuni che tiene lontano dal parquet di gioco i vari Tondo, Servidei, Benevelli e Tognoni, ha pesato oltremodo sul risultato l’inesperienza dei pur bravi giovanissimi sostituti, in seria difficoltà di fronte all’asfissiante pressing dei bolognesi.

VOLTONE – ANZOLA 78 – 69

(15-16; 37-33; 58-54)

Voltone Zola: Perrotta 6, Galassi 2, Codicini, Ghiacci 20, Giacometti A. 2, Sterpi 2, Lombardo 2, Giacometti J. 6, Bruzzechesse 18, Romagnoli 14, Menzani 3, Orlandi 3. All. Amanti.

Anzola: Poluzzi, Venturi D., Venturi M. 3, Pappalardo, Boldini 14, Fiorini 2, Lambertini 5, Franchini 9, Kalfus ne, Brancaccio ne, Mazza 23, Zanata 13. All. Sacchetti.

PSA – NAZARENO 74 – 73

(18-23; 46-37; 57-52)

PSA Modena: Barbieri 4, Malverti, Macchelli 3, Tramaloni, Petrella 9, Bertoni 16, Mezzetti 4, Marasca 11, Santonastaso 8, Di Talia 2, Frilli 17, D’Imprima. All. Bertani.

Carpi: Sbisà 2, Compagnoni 27, Goldoni 6, Doddi 28, Pravettoni 3, Dondi, Antonicelli 2, Cavallotti 3, Barigazzi, Menon 2. All. Testi.

Dopo quello con il Fiorano, la PSA si aggiudica anche il derby più classico con la Nazareno Carpi, in una gara dalla mille emozioni. Solita partenza soft dei modenesi che faticano a trovare la giusta intensità: Carpi non concede sconti, 8 punti di Compagnoni con una tripla creano il primo break ospite. Doddi dalla linea dei tre punti e il parziale di 21 a 13 dopo 8’ giocati costringe al primo time out coach Bertani, mossa azzeccata perché Modena torna sul parquet trasformata: due triple di Marasca e Santonastaso rilanciano i modenesi,  ma ancora il duo Doddi-Compagnoni spengono gli entusiasmi della PSA,  il 21 a 32 al 13’ costa il secondo time out modenese e la seconda scossa dei padroni di casa che, stavolta, si giocano la carta del pressing. Carpi soffre e subisce nonostante le contromosse della panchina carpigiana. Il parziale è devastante e spazza via le certezze della Nazareno: 25 a 5 in 7’ con Modena che va al riposo avanti di nove lunghezze (46-37). Nella terza frazione di gioco, la PSA non trova la forza necessaria per chiudere il match, Carpi pian piano ritrova la necessaria fiducia per continuare a sperare.  A 7’ dal termine la tripla di Bertoni non accende Modena che, anzi, si spegne e subisce un break di 11 a 0, dal +6 piomba a -5 a soli 3’ dalla sirena finale.  Santonastaso firma il riaggancio, 70 a 70, ma ancora Compagnoni dalla media distanza riporta avanti la Nazareno.  Pravettoni dalla lunetta dà il +3 ospite con 93” ancora da giocare.  Il 5° fallo di Frilli riporta Pravettoni sulla linea dei liberi, ma il carpigiano fa 0 su 2. Sul rovesciamento di fronte finisce in lunetta Petrella, la sua mano non trema e con 2/2 riporta avanti Modena, 74 a 73 e la PSA può dar sfogo a tutta la sua gioia.

MAGIK – RADIOCOOP 60 – 75

(17-12; 30-28; 53-54)

Magik Parma: Bazzoni 3, Donadei 4, Cavaglieri 4, Longinotti, Olagundoye 23, Tibollo 13, Guidi 10, Malinverni L. 3, Malinverni N., Gibertini, Berlinguer, Fava. All. Lopez.

Piacenza Basket Club: Massari 14, Antozzi 5, Scarionati 10, De Lillo 10, Pirolo 23, Betti 4, Sela, Markovic 5 , Villa 2, Popov 2, Villani, Zanangeli. All. Mambretti.

Importantissima vittoria in trasferta per Radiocoop Piacenza che sfrutta al meglio il turno infrasettimanale per agganciare il secondo posto in classifica. Partita in salita sin dai primi minuti per i ragazzi di coach Mambretti che si trovano dopo 6′ ad inseguire l’avversario avanti sul 15-8. Tibollo da fuori ma soprattutto Olagundoye nel pitturato e dalla media sono cuore e sostanza per i parmigiani. Nel secondo quarto gli ospiti impattano a quota 17 con una tripla di Scarionati e da qui in avanti la partita procede sui binari del massimo equilibrio. Appena prima dell’intervallo una persa in attacco per i piacentini regala l’ultimo possesso messo a frutto ancora da Olagundoye per il +2 Magik. Nel terzo quarto la Radiocoop sembra poter allungare almeno un paio di volte ma i parmigiani non mollano arrivando ancora in parità a quota 57 al 32″.  I favorevoli segni premonitori trovano conferma negli ultimi 5′ minuti di gioco in cui i padroni di casa cedono di schianto subendo un parziale di 14-0 frutto di un’evidente superiorità fisica e atletica dei piacentini guidati da uno scatenato Pirolo, che mette a segno 15 dei suoi 23 punti finali nel solo quarto conclusivo.

BASKET SALSO COLLEGE – FULGOR FIDENZA 54 – 62

(22-17; 31-30; 43-40)

Salsomaggiore: Balbo 2, Zamboni, Porcari 11, Aimi 2, Maccini 6, Rattotti 7, Bonzani 8, Bocchi, Zerbini F., Lucchini 5, Lettieri 13, Ronchetti. All. Allodi.

Fidenza: Rigoni 10, Orsi 3, Rubini, Molinari 13, Ceci M. 9, Zerbini M. 14, Gelmini 7, Imeri 3, Longhi 3, Troiano, Ceci A. All. Fiesolani.

VIS BASKET PERSICETO – S. MAMOLO BASKET 78 – 61

(24-15; 35-33; 56-54)

San Giovanni in Persiceto: Scagliarini, Morisi 13, Parmeggiani 17, Almeoni 28, Missoni, Busatto, Genovese, Galli 2, Ramini 12, Ferrari, Rusticelli G., Pederzini 6. All. Rusticelli M.

San Mamolo: Gabrieli 11, Rizzi ne, Martelli L. 2, Fiorentini 8, Benfenati 3, Demetri 13, Candelaresi 6, Ghelli, Cavazza 8, Martelli P. 2, Quadri 2. All. Munzio.

CLASSIFICA

ANZOLA 14 8 7 1 598 519 +79
PALLAVICINI BOLOGNA 14 8 7 1 544 490 +54
VOLTONE ZOLA 12 8 6 2 566 505 +61
PIACENZA BC 12 8 6 2 529 469 +60
BAOU TRIBE SAN LAZZARO 12 8 6 2 515 489 +26
VIS PERSICETO 10 8 5 3 545 500 +45
COLLEGE FIDENZA 10 8 5 3 534 508 +26
MAGIK PARMA 8 8 4 4 475 513 -38
AQUILA LUZZARA 6 7 3 4 426 427 -1
ATLETICO 6 8 3 5 533 550 -17
PSA MODENA 6 7 3 4 471 488 -17
SAN MAMOLO BOLOGNA 6 8 3 5 506 582 -76
FIORANO 4 8 2 6 491 514 -23
SAMPOLESE 2 8 1 7 483 523 -40
NAZARENO CARPI 2 8 1 7 516 583 -67
SALSOMAGGIORE 2 8 1 7 437 509 -72

GIRONE B

ARTUSIANA – GUELFO 45 – 66

(7-17; 20-35; 26-47)

Forlimpopoli: Rossi 8, Marzolini, Balistreri 6, Calboli 6, Morabito, Arfelli 5, Chezzi 6, Evangelisti 2, Servadei 12. All. Bondi.

Castel Guelfo: Buscemi, Coraini 2, Gianasi, Baccarini 5, Bernabini 10, Bacci, Miceli, Minghetti, D’Andola 18, Giordani 18, Paluan 13. All. Serio.

DOLPHINS – GRIFO 94 – 72

(19-10; 51-30; 76-50)

Basket Riccione: Amadori Mi. 7, Raffaelli 11, Ortenzi, Amadori Ma. 20, Brattoli 4, Tononi 12, Ambrassa, Biagini ne, De Martin 18, Polverelli 21. All. Foschi.

VB Grifo Imola: Orlando 4, Pasini 17, Riga 5, Lanzoni 5, Dragicevic 13, Linguerri 4, Monna 9, Zaccherini, Castelli 15. All. Lelli.

VENI – ALTEDO 54 – 64

(16-23; 34-34; 41-46)

San Pietro in Casale: Settanni 5, Mangili 2, Sgarzi 3, Barbieri 7, Pastore ne, Armaroli ne, Vinci 5, Iannicelli 7, Pederzoli, Ghedini, Tinti 4, Folesani 18. All. Minozzi M.

Altedo: Balboni, Monari, Gnan, Ventura 2, Bulgarelli, Dal Pozzo 4, Pigozzi 9, Lollini 27, Baccilieri 8, Soresi, Zanolli 12, Gnudi. All. Bacchilega.

CURTI – OLIMPIA 52 – 77

(13-18; 27-37; 37-58)

International Imola: Folli 8, Benghi 4, Sgorbati 2, Grandolfi 3, Genoni, Cai 4, Martini 15, Caprara 4, Scagliarini 6, Dirella 6, Masoni. All. Nestori.

Olimpia Castel San Pietro: Fortunati, Franceschini 9, Corazza 9, Ziron 12, Boschi 1, Pancaldi 7, Binassi 13, Farnè 2, Gianninoni 4, Sgorbati 7, Morales 13. All. Zarifi.

Vince con pieno merito l’Olimpia, che si dimostra la squadra più forte fino ad ora vista alla Ravaglia con un quintetto di categoria superiore. L’inizio è della Curti che parte a razzo con un perentorio 6-0 costringendo Zarifi al time-out; al rientro  Ziron  ricuce lo strappo e da quel momento le redini dell’incontro passano nelle mani dei castellani. Il primo tempo si chiude con qualche speranza per gli imolesi, che subiscono il tracollo nel terzo quarto sprofondando a -20 e, di fatto, chiudendo l’incontro.

BASKET VILLAGE – CESTISTICA ARGENTA 57 – 66

(17-17; 30-41; 49-51)

Basket Village Granarolo: Banzi ne, Paoloni ne, Ballini 12, Salicini 2, Carrera 6, Nicotera 9, Nobis 1, Marega 8, Neviani 3, Pedrielli 6, Marcheselli L. 6, Brotza 4. All. Calore.

Cestistica Argenta: Magnani 9, Quaiotto ne, Taglioli, Spinosa 21, Cesari, Zanetti 2, Rubbini 4, Stegani 8, Brignani 2, Mortara 8, Thiam 12, Rafan ne. All. Panizza.

SPEM CRAL MATTEI – MOLINELLA 61 – 58

(16-12; 34-30; 46-41)

Spem Ravenna: Trerè, Basaglia 11, De Fanti 19, Bianchini 6, Vistoli 9, Cirillo 2, Saccardi 6, Fabbri ne, Raspa 3, Morigi 5. All. Focarelli.

Molinella: Quartieri 5, Checcoli 3, Ricci 9, Testi 20, Alessandri 9, Tagliavini 1, Ugolini 2, Pascoli ne, Gualandi, Serio 5, Trippa. All. Baiocchi.

SANIBOL – AICS JUNIOR 79 – 44

(18-8; 31-20; 51-31)

Scuola Basket Ferrara: Ferrarini 4, Pusinanti 16, Zavarini, Frignani 14, Fabbri 10, Bottoni 6, Parigi 4, Bussolari 9, Rimondi 11. All. Colantoni.

Aics Forlì: Bergantini L., Pusateri 2, Bergantini F., Grossi 5, Ragazzi, Ruffilli 4, Guaglione 5, Ghetti, Zamagni 3, Zannoni 16, Arpaia 7, Ferri 2. All. Chiadini.

BELLARIA BASKET – BASKET 95 IMOLA 64 – 68

(16-18; 33-30; 49-42)

Bellaria: Fornaciari 8, Stabile ne, Massa 8, Sacchetti 9, Mbaye, Mussoni 12, Novello 10, De Gregori 2, Verni 6, Bindi 9. All. Ricci.

Cassani&Costanzi Imola: Baruzzi L. 14, Rubini 9, Gargioni 8, Barbagelata 9, Mastrilli 7, Mezzini ne, Baruzzi F. ne, Foronci ne, Spagnoli 21. All. Brocchi.

Una Cassani&Costanzi dimezzata sbanca il Palatenda di Bellaria. Un primo tempo non brillante per la compagine biancoverde, che subisce il gioco veloce del Bellaria; negli ultimi due quarti, trascinati da un ottimo Baruzzi, gli imolesi trovano varchi in difesa e mettono in moto Spagnoli che butta a canestro tre bombe importantissime per portare a casa la vittoria.

CLASSIFICA

GUELFO 16 8 8 0 556 423 +133
OLIMPIA CASTEL S. P. 12 8 6 2 550 463 +87
SPEM MATTEI RAVENNA 12 8 6 2 485 471 +14
BASKET VILLAGE GRANAROLO 10 8 5 3 526 495 +31
ARTUSIANA FORLIMPOPOLI 10 8 5 3 511 486 +25
ALTEDO 10 8 5 3 554 543 +11
MOLINELLA 10 8 5 3 450 448 +2
ARGENTA 8 8 4 4 536 514 +22
DOLPHINS RICCIONE 8 8 4 4 512 527 -15
VENI SAN PIETRO IN CASALE 6 8 3 5 450 449 +1
INTERNATIONAL IMOLA 6 8 3 5 498 512 -14
BASKET’95 IMOLA 6 8 3 5 520 557 -37
AICS FORLI’ 6 8 3 5 474 556 -82
S.B. FERRARA 4 8 2 6 461 471 -10
BELLARIA 2 8 1 7 484 542 -58
GRIFO  IMOLA 2 8 1 7 458 568 -110

Guelfo e Anzola corsari e capoliste solitarie. I risultati di Serie C e D

Sesta giornata nei massimi campionati regionali maschili. In serie C Budrio-Cavriago sempre la gara più interessante, mentre in D non ci sono dubbi che il match più interessante è nel girone B con il Basket Village che ospita a Granarolo la capolista Guelfo.

C REGIONALE

DILPLAST – ARBOR 78 – 84

(13-19, 36-45, 51-65)

Montecchio: Grisendi 8, Lombardi 19, Storchi ne, Ongarini 6, Guardasoni 4, Basso 5, Colla 3, Ferrari 13, Marchini 15, Petrolini 2, Giglioli 3. All. Cavalieri.

Arbor Reggio Emilia: Boselli 11, Visini, Braglia 6, Maione 10, Iori 16, Ligabue 11, Franzoni 8, Maioli, Alfano 3, Bytyqi 19. All. Baroni.

Vittoria di spessore per l’Arbor che sorprende tutti e vince sul campo della più quotata Montecchio. In un derby ricolmo di ex compagni e di grandi amici, gli arborini giocano alla grande (5 giocatori in doppia cifra e 8 punti per Franzoni) guidando il match per 38′ e rischiando solo nel finale di farsi scivolare dalle mani la vittoria. Parte subito molto forte la formazione di Baroni che, spinta dai canestri di Bytyqi, chiude il primo quarto con 6 lunghezze di vantaggio (13-19). Nel secondo periodo arriva, immediata, la reazione dei padroni di casa che, trascinati dal play Lombardi, firmano un break di 7-0 che riporta in vantaggio il team di Cavalieri. La gara torna in equilibrio: alle triple di Iori, Boselli e Braglia rispondono Colla e Basso; il canestro del capitano locale vale il 32-34. L’Industrial Packaging, però, non allenta l’intensità e grazie all’energia di Franzoni e alla bomba di Bytyqi si porta al riposo lungo nuovamente sul +9 (36-45). In avvio di ripresa la musica non sembra cambiare con Ligabue che guida gli arborini fino al +12, ma Montecchio ancora una volta rialza la testa e il canestro dall’arco del giovane Giglioli riavvicina i suoi fino al -4 (49-53). Nel finale di quarto, però, esce tutta la leadership di Boselli che, ben coadiuvato da Maione, riporta i suoi alla doppia cifra di vantaggio. L’inizio del quarto periodo è scioccante per i padroni di casa che in 3 minuti, colpiti dalle bombe di Iori e Bytyqi, subiscono un parziale di 2-11 e finiscono a -18 (53-71). La gara sembra aver preso una direzione, ma Lombardi si carica la squadra sulle spalle e grazie alle triple di Ferrari il vantaggio della truppa di Baroni torna ad essere ad una cifra sola (70-75 a 2’30” dalla fine). Al 39′ l’espulsione di Iori, per fallo di reazione, rischia di compromettere la gara degli arborini: Grisendi colpisce da 3 e Lombardi, dalla lunetta, porta i suoi fino al -1 (78-79), ma Ligabue è freddissimo dalla linea della carità e il canestro finale di Bytyqi può far esplodere di gioia l’intera panchina arborina, che vince e conquista due punti importantissimi per il suo cammino.

DESPAR  – FOR 90 – 55

(25-11; 53-24; 72-41)

4Torri Ferrara: Burresi 10, Bertocco 2, Fenati 14, Brandani 18, Parmeggiani 11, Lugli 11, Marchetti 5, Martini, Pasquini 8, Magni 6, Agusto 6. All. Cavicchioli.

Pontevecchio: Torresani 1, Tinti 3, Franchini 2, Brancaleoni 3, Mantovani 10, Galeotti 6, Di Rauso 10, Bergami 9, Vetere, Girotti, Falzetti 9, Santini 2. All. Savini.

La partita di sabato sera, iniziata con un minuto di silenzio in memoria del coach BSL, Alessandro Lunati scomparso tragicamente in settimana, ha visto confrontarsi due formazioni con ambizioni e attuali posizioni in classifica diametralmente opposte. Da una parte c’era la squadra di Ferrara, forte della sua imbattibilità e di un roster di primo livello per la categoria. Dall’altra c’era una formazione costruita su un gruppo di giovanissimi atleti (sei addirittura del 1997) che partecipa a questo campionato per cercare di forgiare i propri giovani. Ne è venuta fuori una gara mai in discussione e per certi tratti quasi noiosa. Troppa la differenza in campo e seppur con tutta la buona volontà e anche il talento, la Pontevecchio nulla ha potuto. E’ stata per coach Cavicchioli una buona occasione per dare molto spazio ai giovani ‘96 granata che hanno dimostrato di esser competitivi con i loro pari età. Dopo 5’ la gara era praticamente instradata sui binari voluti dai ferraresi e il parziale di 25 a 11 del primo quarto lo dimostra. Tra le note positive della serata ci sono certamente la consueta prova di squadra offerta dai granata Despar confermata dalle ottime prestazioni balistiche di “Lallo” Brandani (6/7 da 3), di Tommy Fenati (6/6 dal campo), Lugli (3/3 da 3) e Burresi (3/4).

GRANAROLO BK – NOVELLARA 76 – 64

(21-13; 35-36; 60-48)

Granarolo Basket: Spettoli 4, Paoloni, Tugnoli 13, Marchi 12, Bertuzzi 6, Torriglia, Bonetti 5, Millina 5, Ferri 7, Governatori, Fava, Busi 24. All. Trevisan.

Pallacanestro Novellara: Baracchi A. 5, Margini 2, Folloni 2, Rinaldi 17, Baracchi M. ne, Bagni ne, Carpi ne, Ciavolella 17, Colla 11, Croci 9, Verbitchi. All. Ligabue.

Buona prova dei ragazzi di Trevisan che vale la seconda vittoria consecutiva di campionato. Si parte a ritmi alti, consueti alla squadra di casa che mette in difficoltà gli ospiti raggiungendo anche la doppia cifra di vantaggio; nel secondo questo Granarolo sembra rilassarsi sul vantaggio e si scompone favorendo Ciavolella (il migliore dei suo per tutto l’arco della partita) e Rinaldi che costruiscono la rimonta sino al sorpasso poco prima dell’intervallo. Il rientro in campo vede la squadra di casa ritornare al suo gioco consueto pieno di energia ed intensità, nessun canestro dal campo nei primi sei minuti del quarto per Novellara e Busi che sfrutta i suoi mezzi atletici per attaccare sempre il ferro, il vantaggio si assesta nella doppia cifra; nell’ ultima frazione il coach ospite mischia le carte con la difesa a zona ma i ragazzi di casa sono bravi a rimanere concentrati, due bombe consecutivi di Croci riportano gli emiliani a due possessi, ma l’esperienza di Ferri ristabilisce le distanze e la partita si chiude senza particolari patemi per Granarolo.

TECNOSISTEM – BANCO EMILIANO 55 – 64

(17-15: 28-32; 37-53)

Stars: Bitelli, Flori 10, Garrossi 2, Guizzardi 1, Lalanne 5, Landuzzi 11, Menarini 2, Orlando 4, Parenti 14, Pecchia 3, Testoni 3, Morando. All. Cantelli.

Lg Castelnovo Monti: Canuti Fe., Canuti Fr. 8, Fanelli 5, Filippi, Generali ne, Paulig 16, Siani 2, Vanni 15, Vezzosi, Mallon 18. All. Djukic.

Vittoria meritata per la formazione reggiana anche se gli Stars non hanno demeritato, ma hanno pagato le insufficienti percentuali nel tiro da fuori. Per circa 15’ i padroni di casa hanno comandato (benissimo Landuzzi), ma con la LG sempre ad una incollatura. Le triple del pivot Mallon regalavano il primo sorriso agli ospiti (26-27 e 28-32) che, nella ripresa, inserivano il turbo grazie ad un Paulig scatenato (31-41 e poi 37-53 sulla terza sirena). Nella frazione conclusiva la Tecnosistem provava il tutto per tutto e rientrava a -9 sul 44-53, ma due canestri da fuori dell’altro lungo, Vanni, chiudevano ogni discorso (44-58 al 37’).

CVD – SPAL 77 – 67

(10-15; 33-33; 54-54)

Casalecchio: Fuzzi 5, Gamberini 5, Cuomo, Truzzi, Spadellini 1, Lanzi 16, Marcheselli 2, Marzioni 23, Taddei 6, Masetti, Mazzoli 1, Nannetti 18 All. Loperfido.

Correggio: Coloretti 5, Lusvarghi, Villani 18, Lever 1, Galeotti 6, Magnani 15, Zamparelli 3, Fassinou 4, Stefanini, Rovatti 13, Casu 2, Giani. All. Paladini.

Le due squadre si affrontano a viso aperto, ma il gioco rapido favorisce la Spal che al 5′ si porta 2-11 con la tripla di un vivace Coloretti. La reazione CVD porta ad un 6-0 ed il quarto si chiude con il vantaggio di Correggio (10-15). Nel secondo quarto approfitta dell’imprecisione in attacco della Spal e si porta un paio di volte a -1; Villani e Galeotti mantengono qualche punto di vantaggio per i gialloneri (22-26 al 15′). La Spal concede troppo a rimbalzo e grazie ai secondi e terzi tiri – anche da tre – Casalecchio si porta avanti nel punteggio. Si prosegue con le due squadre che si alternano nel vantaggio è si va al riposo sul 33 pari. Gioco duro ad inizio del terzo quarto; la Spal guadagna qualche punto (36-41 dopo 3’30), ma CVD a metà quarto è ancora a -1 (40-41). Due triple di Rovatti propiziano un minibreak giallonero (44-51 al 28′), subito vanificato dai tiri da tre di Casalecchio che chiude a 54 pari il terzo quarto. Ancora banali errori della Spal e Casalecchio ne approfitta piazzando un parziale di 9-2 (63-56 al 34′) e prendendo decisamente in mano l’inerzia dell’incontro; 69-58 a -3’30”. Con i canestri di Galeotti e Magnani (tripla più liberi), Correggio si rifa sotto (69-67 a -2:13), ma non trova lo spunto per il pareggio. Sono due canestri di Nannetti a siglare il 73-67, a -24″, sui liberi di Marzioni che di fatto chiudono l’incontro.

VIRTUS MEDICINA – GIORGINA SAFFI 69 – 56

(15-20; 30-30; 46-48)

Virtus Medicina: Persiani 5, Rossi ne, Govi F. 14, Govi G. 6, Sighinolfi 9, Biguzzi 16, Lorenzini ne, Martelli ne, Panico ne, Musolesi 13, Canovi ne, Seracchioli 6. All. Curti.

Giorgina Saffi Forlì: Frigoli 15, Pena 4, Conocchiari 8, Ravaioli 10, Piazza 12, Soldati, Serrani ne, Emiliani, Del Zozzo ne, Agatensi 7. All. Agnoletti.

La partita è importante e l’avvio non tradisce le attese: Forlì più reattiva a rimbalzo ha, dai secondi tiri, ottime conclusioni ravvicinate; la brillante regia di Frigoli consegna ai romagnoli un primo quarto dove la Virtus non affonda grazie alla precisione ai liberi di Sighinolfi e alle giocate del duo Govi G. e Biguzzi (15-20). Secondo periodo e la Virtus registra la difesa: Biguzzi e Govi F. sono gli alfieri della rimonta giallonera, le percentuali calano da ambo le parti e all’intervallo lungo la partita è in perfetta parità sul 30 a 3 . Negli spogliatoi coach Curti richiama la squadra ad un maggior gioco corale e, soprattutto, a un maggior coinvolgimento dei lunghi. Il terzo periodo si apre con Medicina che innesca a ripetizione dentro l’area prima Musolesi e poi Biguzzi; i gialloneri scappano a + 6 un paio di volte, Forlì, con freddezza, sempre risponde con gioco di squadra e un Frigoli molto positivo e propositivo; la Virtus resta in scia con una bomba di Seracchioli e il periodo si chiude con i medicinesi a -2 sul 46 a 48. Quarto e decisivo periodo e si scatena l’attacco medicinese. Infatti, i gialloneri realizzano 5 bombe a fila: inizia la sparatoria Govi F. dall’ala, poi Seracchioli, Musolesi, Signinolfi dall’angolo e ancora Musolesi (13 punti e 6 rimbalzi); la Virtus scappa e Forlì, che dalla zona 3-2 aveva trovato la chiave per bloccare i medi cinesi, adesso a -3’30” è a -10 sul 63 a 53. Quattro punti di Govi F. (14 punti e 10 rimbalzi) mettono fine anzitempo alla contesa, Forlì non trova più il canestro, Biguzzi (16 punti e 11 rimbalzi) sigilla la fine dell’incontro con un canestro da sotto e vince la Virtus 69 a 56.

BOLOGNA BASKET 2011 – NEW FLYING BALLS 65 – 53

(17-16; 32-24; 54-38)

Bologna Basket 2011:  Gargioni 2, Chiarini A. 6, Tolomelli 2, Chiarini S. 10, Guerri 3, Tugnoli 10, Terenzi, Lippa, Ballardini 16, Bianchini 11, Diop 2, Ayiku 3. All. Duo.

Ozzano: Pasquali 11, Verardi ne, Mini 9, Rossi 13, Savic ne, Caprara, Regazzi 2, Teglia ne, Guazzaloca 10, Martelli, Rambelli 8, Gianasi ne. All. Grandi.

BUDRIO – S.B. CAVRIAGO 72 – 67

(23-19; 35-33; 53-50)

Budrio: Fimiani 5, Guidi ne, Casagrande 14, Nanni 7, Manini, Lazzari 6, Alberti 1, Quaiotto 23, Innocenti 12, Quarantotto 2, Bargiotti ne, Frazzoni 2. All. Cinti.

Cavriago: Fantini 2, D’Amore 9, Pellicciari ne, Cervi 28, Leonardi 14, Fontanesi, Pezzi 4, Codeluppi 8, Zecchetti ne, Giardina 2. All. Degl’Incerti Tocci.

CLASSIFICA

4 TORRI FERRARA 12 6 6 0 476 386 +90
L.G. COMPETITION CAST. M. 10 6 5 1 447 400 +47
BUDRIO 8 6 4 2 378 321 +57
G. SAFFI FORLI’ 8 6 4 2 420 386 +34
VIRTUS MEDICINA 8 6 4 2 417 383 +34
FLYING BALLS OZZANO 8 6 4 2 436 418 +18
S.B. CAVRIAGO 6 6 3 3 426 390 +36
ARENA MONTECCHIO 6 6 3 3 386 383 +3
ARBOR REGGIO 6 6 3 3 434 435 -1
BOLOGNA BASKET 2011 6 6 3 3 391 403 -12
NOVELLARA 6 6 3 3 408 432 -24
GRANAROLO BASKET 4 6 2 4 375 395 -20
STARS BOLOGNA 4 6 2 4 366 409 -43
CORREGGIO 2 6 1 5 421 466 -45
CVD CASALECCHIO 2 6 1 5 372 438 -66
PONTEVECCHIO BOLOGNA 0 6 0 6 348 456 -108

SERIE D

GIRONE A

BASKET VOLTONE – RADIOCOOP PIACENZA 58 – 73

(12-21; 28-43; 44-60)

Voltone Zola: Galassi 2, Codicini 4, Ghiacci 17, Giacometti A. 7, Mazzoli 2, Sterpi, Lombardo, Giacometti J. 7, Zanasi ne, Romagnoli 9, Menzani 4, Orlandi 6. All. Amanti.

Piacenza: Villani ne, Antozzi 16, Scarionati 4, Massari 18, Pirolo 6, Zanangeli, Villa 14, Markovic 3, De Lillo 9, Popov, Sela 3, Betti. All. Mambretti.

Una vittoria esterna netta, figlia di una gara di testa fin dall’inizio. Nel primo quarto l’attacco piacentino è notevole, con buona circolazione di palla, buoni tiri dalla lunga distanza con metri di spazio e un lavoro di penetrazione con qualche errore di troppo, ma con il bonus dei bolognesi che si esaurisce piuttosto rapidamente. La stoppata di De Lillo, sul contropiede generato da una rara palla persa di Massari, inchioda il punteggio sul 12-21. Il secondo quarto inizia sulla falsa riga del primo, ma con il passare dei minuti il Voltone si fa sotto, grazie a una buona prestazione di Ghiacci. Villa inizia ad ergere le sue mura sotto le plance, sia a rimbalzo offensivo che a rimbalzo difensivo. Un nuovo allungo verso la fine del periodo, che dà il massimo vantaggio di 16 punti, consegna al Piacenza un intervallo lungo in netto vantaggio sul 28-43. L’inizio della terza frazione vede entrambe le squadre partire concentrate e dare vita a scambi molto interessanti. Voltone pare più reattivo difensivamente e tenta un’ardua rimonta grazie a buoni recuperi e falli subiti in contropiede. Nel momento migliore dei locali, arriva, però, una tripla importante da parte di Markovic che taglia le gambe ai padroni di casa. Negli ultimi minuti di terzo quarto, la gestione della palla di Massari consente ad Antozzi e a De Lillo di costruirsi due ottimi giochi da tre punti e di chiudere il parziale sul 44-60. L’ultimo periodo inizia con qualche palla persa da parte di Piacenza, che fa provare l’ultimo tentativo di ricucire lo strappo da parte dei padroni di casa. Villa si dimostra solidissimo ancora una volta su ambo i lati del campo, prima segnando e poi recuperando palla sull’azione seguente, dando un nuovo break alla partita. Il Voltone issa bandiera bianca, commettendo diversi falli e chiudendo i rubinetti delle idee offensive. Un finale tutto sommato tranquillo consegna i due punti a Radiocoop.it Piacenza Basket Club, con il finale di 58-73.

VIS PERSICETO – TECNOFONDI 69 – 56

(28-15, 44-27, 59-38)

San Giovanni Persiceto: Scagliarini 3, Morisi, Parmeggiani 12, Cornale 2, Almeoni 22, Missoni 12, Genovese, Galli 2, Ramini 10, Ferrari 2, Rusticelli, Pederzini 4. All. Rusticelli.

Nazareno Carpi: Sbisà 2, Compagnoni 36, Goldoni 2, Doddi 10, Pravettoni 6, Antonicelli, Cavallotti, Saetti, Barigazzi, Menon, Cantarelli. All. Testi

Partenza ad handicap per il Nazareno, Persiceto nel primo quarto prende un margine che i carpigiani non riescono più a recuperare. Sontuoso Compagnoni che, con schiena dolorante, ne piazza 36 con 6sei bombe al cospetto della gigantografia di Belinelli, ma non basta.

PSA – FIORANO 80 – 76 dts

(16-21; 39-32; 51-52; 69-69)

PSA Modena: Barbieri 6, Tejeda Castro, Macchelli 12, Tramaloni, Bertoni 17, Mezzetti 2, Marasca 11, Santonastaso 18, Di Talia, Frilli 10, D’Imprima 4. All. Bertani.

Fiorano: Di Curzio 17, Pivetti 2, Zogas, Ruggeri 19, Galloni 2, Gazzotti 6, Lambertini 5, Fogliani ne, Marescotti 4, Lucchi 10, Melegari 11. All. Davolio.

Parte meglio Modena che prova subito a scappare, Fiorano resta aggrappata con i tiri liberi, ben 8. Macchelli, Bertoni e Santonastaso trascinano la PSA a + 7 a metà gara. Il ritorno in campo di Modena non è dei migliori: due triple dell’ex di Di Curzio e 10 punti di uno scatenato Ruggeri, sanciscono il primo sorpasso di Fiorano proprio sul finire del 3° quarto +1. Ultimi 10’ da autentica battaglia, Melegari, Ruggeri e Di Curzio con 3 triple provano a chiudere il match, ma una bomba di Santonastaso e un incontenibile Bertoni riportano avanti Modena a 3’ dal termine, per poco perché l’ex Lucchi pareggia a 69 pari , poi per 2 minuti non segna più nessuno. Si va all’overtime. Ancora una bomba di Melegari, ma per i modenesi risponde Bertoni e Modena, a 16’’ dalla sirena, è ancora avanti di una lunghezza. Un fallo di Melegari per fermare il tempo  viene sancito dagli arbitri come antisportivo. Fiorano perde la testa e Di Curzio si fa espellere. Sembra finita, ma dalla lunetta Frilli fa 0/4. Sulla rimessa di Modena, Fiorano pressa nel tentativo di rubare la palla, Santonastaso fa carambolare la palla sulla schiena di Melegari, recupera la stessa e chiude il match con una tripla.

MAGIK – FULGOR 64 – 60 dts

(11-15; 24-25; 43-38; 55-55)

Magik Parma: Bazzoni 9, Donadei 20, Malinverni N. 1, Malinverni L., Cavaglieri 6, Gibertini 7, Olagundoye 13, Longinotti 4, Guidi 4, Berlinguer. All. Lopez.

Fidenza: D’Esposito, Orsi 5, Iacomino 10, Troiano 2, Molinari 11, Ceci M. 8, Zerbini 10, Gelmini 7, Imeri 7, Rubini. All. Fiesolani.

SALSO – ATLETICO 60 – 69

(17-12; 30-28; 42-53)

Salsomaggiore: Balbo, Zamboni, Porcari 13, Aimi 6, Maccini M. 17, Rattotti 6, Bonzani 7, Zerbini, Biocchi, Ronchetti, Lettieri 11.

Atletico: De Simone 21, Proto 7, De Fazio 3, Sant 3, Artese 10, Selvi 7, Turchetti 2, Rossi 6, Pedroni 6, Veronesi 4. All. Pietrantonio.

E’ arrivata, finalmente, la prima vittoria dell’Atletico. Onestamente forse giocando la più brutta partita della stagione, ma bisogna pur guardare anche al lato positivo alle volte. Pronti via ed i bolognesi sembrano apparentemente in palla; la difesa tutto campo dà tanti frutti e si chiude in vantaggo la prima frazione per 17 a 11. Inizia ancora meglio il secondo quarto (+7), ma alcuni contropiedi dei termali cambiavano le carte in tavola (30-28 al 20’). Nel terzo periodo i “reds” sfruttano le palle recuperate e, con contropiedi e penetrazioni del “cinno” De Simone (vero match winner con 21 punti, 7 falli subiti, 4 recuperi e 5 rimbalzi), si piazza il break decisivo (42-53). Ultima frazione che sembra in controllo fino al +13 a pochi minuti dalla fine; poi arriva “l’ansia da prestazione” unita al caos in attacco e Salso arriva fino a -4, ma, comunque, l’Atletico regge e chiude senza patemi.

SAN MAMOLO – ANZOLA 54 – 80

(11-18; 24-42; 41-61)

San Mamolo: Gabrieli 14, Cavazza 9, Beccari 8, Martelli P. 9, Boldarino 2, Candelaresi 2, Ghelli 1, Margelli 5, Rizzi ne, Lamborghini 1, Martelli L. 3. All. Munzio.

Anzola: Poluzzi 2, Venturi D. 1, Venturi N. 13, Pappalardo 17, Boldini 11, Fiorini 13, Lambertini 3, Franchini 4, Kalfus 2, Brancaccio, Mazza 8, Zanata 7. All. Sacchetti.

EUROSYSTEMS – BAOU TRIBE 72 – 65

(22-18, 40-33, 57-48)

Luzzara: Ploia ne, Vezzani 3, Cani 2, Costantino 10, Caleffi 16, Gelosini 9, Sereni 10, Neviani 11, Pesci, Neri 9, Freddi 2, Corradini ne. All. Beltrami.

Baou Tribe San Lazzaro Bo: Gruppi 2, Marinelli 23, Fornasari 4, Bernardi, Cantore 6, Pirazzoli 5, Mellara 9, Masrè, Paladini 4, Capobianco 8, Lodi 4. All. Lelli.

Riprendono la marcia gli Aquilotti, dopo la forzata sosta del match rinviato con Modena, e lo fanno sconfiggendo la capolista Baou Tribe dopo 40′ di gara che non ha lesinato emozioni. Gli Eagles, pur privi di capitan Salati oltreché del lungodegente Teodori, sono quasi al completo; i bolognesi hanno recuperato in settimana Lodi, quarto dei seniores a fare da chioccia ai giovani. Se si attende il trio Gruppi-Marinelli-Cantore, in realtà ad aprire lo spettacolo sono Caleffi-Neri-Costantino: quest’ultimo inizia con 5 punti consecutivi; il primo ne aggiunge 7 in striscia; ed il baby chiude con 2 contropiedi (20-15). La tripla di Cantore, replicata dal canestro in mischia di Vezzani mettono il punto a 10′ scoppiettanti. La difesa aquilotta comincia a macinare: Gruppi dopo il primo canestro della partita non segnerà più; Cantore esce dalla partita e Marinelli viene limitato a 7 punti nei primi 25′. Nonostante ciò San Lazzaro rimane in partita grazie al lavoro sotto canestro che produce passaggi in lunetta (7 punti su 15 dalla linea della carità nel secondo quarto) approfittando anche delle tante, troppe palle perse. Il +7 sulla sirena di Sereni potrebbe anche sembrare striminzito, considerata la mole di gioco (40-33). Nella ripresa la musica non cambia: gli Eagles giocano a buon ritmo pur con percentuali più basse (48-44 al 25′), ma hanno nella difesa un collante che chiude ogni possibile crepa, sfruttando le iniziative di Neviani (57-48). Ma BSL non è prima per caso, soprattutto Marinelli non è uomo da arrendersi. Con 16 punti in 15′ trascina di forza i suoi nuovamente in partita. E’ sua la tripla dell’unico sorpasso ospite (59-60 al 33′) a cui immediatamente risponde con la medesima moneta Gelosini (62-60). Ancora Marinelli per il pareggio a 5′ dalla fine (62-62). E nuovamente pari un giro di lancette dopo (64-64 al 36′). Dopodiché gli Aquilotti non faranno più segnare gli ospiti: un libero di Neri, ma soprattutto il 2+1 di Neviani spezzano l’equilibrio (68-64). Ancora liberi di Sereni, canestro della staffa per Caleffi e la terza vittoria consecutiva è negli annali.

SAMPOLESE – PALLAVICINI 59 – 68

(17-15, 31-28, 45-43)

San Polo d’Enza: Di Maria 2, Monti 16, Minardi 6, Davoli 2, Margini 14, Tognoni, Benevelli 3, De Vizzi ne, Hasa ne, Maggiali 2, Bizzocchi 9, Pezzi 5. All. Immovilli.

Antal Pallavicini: Tosiani 15, Genesi 2, Pierantoni 2, Dawson 6, Giunchedi 10, Ferraro 9, Sgargi 2, Nanni 13, Bertarelli, Minghetti 9.  All. Morra.

Un micidiale break di 15 a 0, dal 34′ al 38′, consente alla Pallavicini di espugnare la palestra di San Polo. La compagine locale, orfana dei lungodegenti Tondo e Servidei, schiera 8 Under su 12 giocatori a referto, conduce per gran parte della gara sfruttando, soprattutto, una efficacissima intensità difensiva, poi, cede di schianto nei minuti finali in cui, mentre gli ospiti non sbagliano più niente, l’anello respinge perentoriamente ogni tentativo dei giocatori reggiani.

CLASSIFICA

ANZOLA 12 6 6 0 451 365 +86
PALLAVICINI BOLOGNA 10 6 5 1 403 367 +36
BAOU TRIBE SAN LAZZARO 10 6 5 1 393 359 +34
VOLTONE ZOLA 8 6 4 2 411 366 +45
PIACENZA BC 8 6 4 2 403 364 +39
VIS PERSICETO 8 6 4 2 391 361 +30
COLLEGE FIDENZA 8 6 4 2 402 377 +25
MAGIK PARMA 8 6 4 2 359 370 -11
AQUILA LUZZARA 6 5 3 2 317 307 +10
PSA MODENA 4 5 2 3 326 337 -11
SAN MAMOLO BOLOGNA 4 6 2 4 379 441 -62
FIORANO 2 6 1 5 365 395 -30
SAMPOLESE 2 6 1 5 341 371 -30
ATLETICO 2 6 1 5 381 412 -31
SALSOMAGGIORE 2 6 1 5 320 381 -61
NAZARENO CARPI 0 6 0 6 365 434 -69

GIRONE B
BASKET VILLAGE – GUELFO BASKET 48 – 69

(14-14; 20-32; 35-54)

Basket Village Granarolo: Franchini ne, Ballini 14, Costa, Salicini 4, Carrera 1, Nicotera 2, Nobis 3, Marega 10, Pedrielli 6, Marcheselli L 2, Brotza 6, Moretti ne. All. Calore.

Castel Guelfo: Buscemi 3, Coraini 2, Gianasi, Baccarini 9, Bernabini 11, Bacci, Miceli 2, Ventura, Minghetti, D’Andola 2, Giordani 27, Paluan 13. All. Serio.

Per 15’ Granarolo ha retto il passo della capolista, poi il Guelfo ha inserito il turbo (parziale di 0 a 10) ed è andata al riposo sul 20-32, mantenendo ed incrementando il vantaggio nel secondo tempo grazie ad un Giordani in serata di grazia e all’esperienza di Paluan.

CASSANI&COSTANZI – CESTISTICA ARGENTA 66 – 52

(21-14; 40-22; 53-38)

Basket’95 Imola: Baruzzi L 13, Barbagelata 18, Spagnoli 9, Gargioni 16, Crisà, Mezzini, Foronci, Rossi, Rubini 7, Baruzzi F, Mastrilli 3. All. Brocchi.

Argenta: Magnani 14, Taglioli 6, Spinosa 5, Malagolini, Cesari, Zanetti 3, Rubbini 4, Stegani 3, Brignani 4, Mortara, Rafan, Thiam 13. All. Panizza.

Il gioco della Cassani&Costanzi convince fin dall’inizio, la partita viene chiusa nel primo tempo grazie a un gioco fatto di scarichi su Barbagelata, con una percentuale del 100% dal campo. Ottime le prestazioni di Baruzzi (40’ in campo per assenza di Giovannini) che prende la squadra per mano e con ottime letture sui giochi rende facile i tiri dei suoi. Ottimo Gargioni, che tramite le sue penetrazioni mette in piena confusione la difesa avversaria. Da segnalare sotto le plance un ottimo Crisà che si sacrifica per la squadra, andando a prende una serie di rimbalzi utili. Ottimo in difesa, diventa un muro impenetrabile per gli avversari; giocatore in crescita.

SCUOLA BASKET FERRARA – CURTI 55 – 63

(11-18; 18-28; 31-44)

Scuola Basket Ferrara: Ferrarini 11, Pusinati 11, Zavarini, Rimondi 2, Frignani, Fabbri 10, Bottoni 12, Parigi, Bussolari 9, Abonlenth, Cuppini. All. Colantoni.

International Imola: Folli 4, Benghi 16, Grandolfi 16, Cai, Ciampone, Martini 11, Caprara A., Caprara J., Scaglierini, Dirella 7, Masoni 9. All. Fazzi.

Preziosa vittoria fuori casa per la Curti Imola che espugna il campo della Scuola Basket Ferrara al termine di u incontro che l’ha vista prevalere in ogni quarto. Si scontravano due formazioni composte da giocatori giovani ed alla fine ha prevalso la squadra imolese.

DOLPHINS – MOLINELLA 52 – 57

(16-7; 32-25; 43-37)

Riccione: Locatelli 2, Amadori Mi. 2, Raffaelli 15, Amadori Ma. 9, Brattoli 9, Ambrassa 5, Biagini 4, Polverelli 6. All. Foschi.

Molinella: Calvi 3, Quartieri 10, Checcoli 5, Ricci 10, Vignudelli ne, Testi 7, Alessandri 4, Tagliavini 2, Pascoli, Gualandi 10, Trippa 6. All. Baiocchi.

SPEM MATTEI – OLIMPIA 56 – 72

(11-25; 28-40; 39-54)

Ravenna: Trerè, Basaglia 5, De Fanti 19, Bianchini 2, Vistoli 4, Cirillo 1, Saccardi 8, Fabbri, Scaccabarozzi , Senni 9, Morigi 8. All. Focarelli.

Olimpia Castel San Pietro: Fortunati ne, Franceschini 5, Corazza 17, Ziron 19, Boschi, Pancaldi 5, Binassi 14, Farnè 1, Gianninoni, Sgorbati 6, Morales 5. All. Zarifi.

BELLARIA BASKET – ALTEDO BASKET 64 – 68

(21-23; 38-41; 51-55)

Bellaria: Sacchetti 10, Massa 5, Mussoni 2, Novello 6, Samb 11, De Gregori 15, Bindi 8, Verni 1, Fornaciari 6, Mbaye. All. Ferro.

Altedo: Ventura 2, Pigozzi 6, Lollini 29, Baccilieri 4, Bovo 10, Gnan, Gnudi, Zanolli 5, Dal Pozzo 9, Bulgarelli 2, Soresi, Balboni ne. All. Bacchilega.

VENI  – GRIFO  58 – 36

(8-11; 26-16; 49-24)

Veni San Pietro in Casale: Settanni 16, Frascaroli 2, Meola, Sgarzi, Barbieri 6, Pastore 3, Vinci 3, Minozzi G. 13, Iannicelli, Ghedini, Bartolozzi 13, Folesani 2. All. Minozzi M.

Grifo Imola: Sgubbi, Orlando 4, Lanzoni 4, Dragicevic 2, Linguerri 7, Monna 9, Zaccherini 2, Guerra 2, Castelli 6. All. Lelli.

ARTUSIANA – AICS 70 – 44

(27-5; 46-23; 61-30)

Forlimpopoli: Rossi 10, Marzolini 2, Balistreri 13, Fabbri, Calboli 8, Vandelli 5, Crocini 8, Arfelli 4, Chezzi 7, Servadei 13. All. Bondi.

Aics Forlì: Grossi, Ragazzi 3, Ruffilli 3, Guaglione 18, Brighi, Cortini 5, Ghetti 2, Zamagni, Zannoni 11, Pusateri, Ferri 2. All. Chiadini.

CLASSIFICA

GUELFO 12 6 6 0 430 324 +106
ARTUSIANA FORLIMPOPOLI 10 6 5 1 399 350 +49
SPEM MATTEI RAVENNA 10 6 5 1 370 353 +17
OLIMPIA CASTEL S. P. 8 6 4 2 416 374 +42
BASKET VILLAGE GRANAROLO 8 6 4 2 386 353 +33
MOLINELLA 8 6 4 2 334 344 -10
VENI SAN PIETRO IN CASALE 6 6 3 3 359 326 +33
INTERNATIONAL IMOLA 6 6 3 3 370 354 +16
ALTEDO 6 6 3 3 420 422 -2
DOLPHINS RICCIONE 6 6 3 3 361 368 -7
ARGENTA 4 6 2 4 383 400 -17
BASKET’95 IMOLA 4 6 2 4 390 429 -39
AICS FORLI’ 4 6 2 4 366 415 -49
S.B. FERRARA 2 6 1 5 339 369 -30
BELLARIA 2 6 1 5 355 405 -50
GRIFO  IMOLA 0 6 0 6 317 409 -92
1 21 22 23 24