Monthly Archives: dicembre 2017

Serie B, il graffio dei Tigers fa male a Piacenza. La Baltur è nuovamente solitaria in vetta

SERIE B/B 12° Giornata

REKICO – LISSONE INTERNI 91 – 61

(24-16; 49-28; 69-45)

Raggisolaris Faenza: Aromando 7, Neri, Perin 17, Silimbani 6, Benedetti 6, Venucci 14, Iattoni 11, Pagani 6, Milosevic 3, Chiappelli 10, Maroncelli, Brighi 11. All. Regazzi

Bernareggio: Ruiu 7, Vignoli, Vecerina 5, Bossola 12, Restelli 11, Bortolani 5, De Bettin 11, Monina, Pastori 4, Tomba 4, Baldini 2. All. Cardani.

Tutti in piedi per la Rekico. La squadra di coach Regazzi continua a viaggiare a pieno ritmo al PalaCattani e a farne le spese questa volta è Bernareggio, sesta formazione caduta sul parquet manfredo in altrettante gare disputate. Oltre all’ampia vittoria, c’è da sottolineare la prestazione del collettivo, dove tutti i giocatori sono stati protagonisti con ottime giocate che hanno infiammato il pubblico. Menzione particolare merita Aromando, l’ex di turno del match, che ha segnato 7 punti catturando altrettanti in rimbalzi, facendosi sempre trovare al posto giusto e al momento giusto.

Che la Rekico si esalti respirando l’aria di casa è ormai risaputo e dunque non c’è da stupirsi dell’ennesima partenza a tutto gas. Dopo pochi minuti i faentini comandano 10-2 mostrando di essere padroni a rimbalzo e soltanto un calo di tensione permette a Bernareggio di piazzare un break di 8-0 che vale il 14-14. La risposta faentina non tarda ad arrivare, e proprio con un 8-0 i Raggisolaris rimettono le cose a posto sul 22-14. Nel secondo quarto c’è l’allungo decisivo a suon di giocate da applausi e di triple (saranno 6 nei primi venti minuti). In difesa Bernareggio non trova varchi e ogni rimbalzo finisce nelle mani dei manfredi che ripartono a tutta velocità colpendo in transizione. Emblematica la palla recuperata a metà campo da Venucci, trasformata poi in tripla. Azione dopo azione la Rekico prende il largo, trovando il 49-28 con un canestro di Aromando a fil di sirena del primo tempo. Il copione del match dimostra che non sembrano proprio esserci le basi per una incredibile rimonta ospite, anche se Bernareggio prova a riaprire la gara affidandosi al tiro da tre, ma gli sforzi regalano al massimo il -15 (41-56). Perin spegne la fiammata con un assolo di 6 punti consecutivi per il 62-41, chiudendo definitivamente i conti al 25′, permettendo così a Regazzi di ruotare tutti gli uomini e di dare spazio anche ai giovani Neri e Maroncelli, al debutto in serie B.

VIRTUS BASKET PADOVA – RIMADESIO DESIO 70 – 59

TIGERS – BAKERY 81 – 71

(25-20; 44-36; 61-53)

Tigers Forlì: Zani 1, Papa 13, Carpanzano 6, Battisti 15, Cicchetti 2, De Fabbritiis 13, Villani 4, Rossi ne, Antonaci 8, Plachesi ne, Sacchettini 14, Agatensi 5. All. Di Lorenzo.

Piacenza: Bracchi NE, Rombaldoni 9, Stanic 9, Bruno 9, Perego 14, Guerra, Pederzini 12, Maresca NE, Guaccio 10, Birindelli 8. All. Coppeta.

Cade la Bakery, dopo nove successi consecutivi, e lo fa contro un’ottima Tigers che si mette a guidare la partita dal minuto 1 e la conduce con grande autorità. Palle perse e rimbalzi offensivi i due fattori che fanno capitolare per la seconda volta in stagione la formazione di coach Coppeta.

Partono forte i padroni di casa cavalcando in quasi tutti i possessi Antonaci e la vena da 3 punti di De Fabritiis che ne piazzano 12 complessivi nel primo periodo. La Bakery reagisce andando sulle sicurezze chiamate Perego, Pederzini e Birindelli per ricucire il gap sull’ 11-9. Forlì però carica a testa bassa e mette a tabellone il +7 con la bomba di Carpanzano. Nel finale di periodo si sveglia la difesa Bakery e il distacco viene ridotto a 5 punti. Ad inizio secondo quarto entrano in campo Battisti e Sacchettini e il loro gioco a 2 punisce una pigra Bakery in ogni situazione. Il lungo Forlì in maglia 18 ne mette 10 e il suo play ha 4 assistenze che aiutano i ragazzi di Di Lorenzo a raggiungere il +9, sul 33-24. I biancorossi non brillano, però rimangono attaccati alla partita con l’energia di Guaccio e la leadership di Nico Stanic (7) che aiutano il controbreak Piacenza sul 33-30. Quando sembrava tornata nella partita, la Bakery subisce un’altra sgasata di Forlì guidata da Agatensi e Papa tornando così a -8 alla sirena di metà partita. Ad inizio del secondo tempo la partita diventa “di parziali” presi e dati per entrambe le formazioni. La Bakery alterna fasi di grande difesa ad altri momenti di totale blackout dove spegne la luce. Forlì sta ad aspettare e si inserisce quando riesce. De Fabritiis continua a martellare, Sacchettini mette il solito apporto e Carpanzano infila la bomba del +13, sul 49-36 al 25′. Piacenza dopo aver toccato anche il -14, riprende a giocare e piazza il parziale che la riporta a -8 alla fine del tempo con i 10 di Guaccio. Nell’ultimo periodo i biancorossi tornano ad essere ondivaghi. Tornano a -6 e poi ripiombano a -12. Poi la svolta con le giocate di Rombaldoni, in chiaro-scuro fino a quel momento, che mette grande intensità e classe sui due lati del campo. I compagni lo seguono e il -5, sul 72-67 è servito. Quando l’inerzia sembra della parte dei biancorossi si sveglia Battisti (15) che segna tutti gli ultimi possessi degli uomini in arancio e chiude la partita sul +10.

BMR – PALLACANESTRO CREMA 61 – 64

(17-17; 39-29; 52-48)

Basket 2000 Scandiano: Malagutti 3, Verrigni 3, Fontanili, Bertolini 14, Farioli 10, Manini ne, Degli Esposti Castori, Dias ne, Motta 15, Pugi 14, Caiti ne, Germani 2. All. Eliantonio.

Crema: Dagnello 15, Del Sorbo 7, Ciaramella ne, Poggi 7, Paolin 12, Ferraro 3, Molteni 4, Benzi ne, Gazzillo ne, Amanti 2, Bianchi 14. All. Salieri.

Una Bmr coriacea lotta fino all’ultimo con Crema, terza della classe, cadendo solo negli ultimi minuti. Il primo tempo vede un sostanziale equilibrio nei primi 10’, poi la Bmr allunga e va all’intervallo sopra di 10 lunghezze grazie al 9/22 dalla lunga distanza, con Bertolini già a quota 11 punti al 20’ grazie alle tre triple messe a segno. Un altro dato interessante, sempre a metà gara, è il predominio bianco-rosso-blu sotto i tabelloni, col computo dei rimbalzi che vede avanti i padroni di casa 21-11. Nella ripresa Dagnello porta a stretto contatto i lombardi, che al 25’ sono a -3 (44-41), ma Pugi e Farioli tengono avanti gli uomini di Eliantonio; Crema sorpassa al 32’, con uno 0-5 firmato Dagnello-Amanti, poi è Motta che ristabilisce la parità a quota 57 con la terza conclusione pesante della sua partita. Gli ospiti si riportano avanti con un 2/3 ai liberi di Bianchi che vale il 58-61, mentre dall’altra parte Eliantonio è costretto al time out dopo due sanguinose palle perse con gli avversari avanti di cinque lunghezze; Bertolini dall’arco firma il 61-63, Paolin fa 0/2 ai liberi, ma la Bmr non riesce ad impattare.

TRAMAROSSA – ORVA 101 – 86

(23-21; 47-42; 75-61)

Vicenza: Mezzalira, Contrino, Svoboda 18, De Martini 21, Montanari 4, Corral 25, Elio, Campiello U., Chinellato 14, Campiello A. 19, Chemello ne, Rigon ne. All. Silvestrucci

Lugo: Valentini 12, Seravalli 12, Moretti 4, Stanzani 9, Filippini 18, Thiam 2, Rubbini 18, Tynsley 3, Galassi 8, Collina, Gatto ne. All. Galetti

BASKET LECCO – ISEO SERRATURE COSTA VOLPINO 89 – 65

BALTUR – GREEN BASKET’99 94 – 54

(23-9; 47-31; 67-52)

Cento: Ba, Piunti, Chiera 12, Vico 8, Graziani 6, Pasqualin 11, D’Alessandro 8, Govoni, Benfatto 18, Cantone 14, Mastrangelo 6, Rizzitiello 11. All. Benedetto.

Palermo: Gullo 2, Nicosia, Vitale, Strotz 4, Cecchetti 8, Genovese 4, Marchini 2, Lombardo 12, Venturelli 22. All. Verderosa.

Il ritorno della Baltur al Pala Ahrcos coincide col ritorno alla vittoria dei centesi, che con Palermo ottengono la dodicesima vittoria stagionale, al termine di una partita praticamente mai in discussione. All’appuntamento con l’unica squadra siciliana del girone la Baltur ci arriva portandosi dietro la rabbia per la prima sconfitta in campionato, la voglia di riscattare una prestazione soltanto parzialmente all’altezza delle aspettative ma anche la consapevolezza di aver perso soltanto una battaglia e mica la guerra, più l’allettante prospettiva di ritrovarsi nuovamente con il coltello dalla parte del manico a soli quattro giorni dal primo KO stagionale, data la sconfitta rimediata da Piacenza sul campo di Forlì. Alla palla a due Benedetto conferma gli stessi cinque che avevano iniziato la gara precedente e porta in panchina Piunti nonostante il giocatore sia inutilizzabile per un infortunio alla mano destra, mentre Verderosa è privo di Giuseppe Lombardo e si affida a Gullo, Venturelli, Andrea Lombardo, Trevisano e Cecchetti. Dopo il canestro iniziale di Cecchetti, la Baltur produce subito un break di 13-0 con cui manifesta le sue intenzioni migliori. Il vantaggio dei padroni di casa raggiunge le 15 lunghezze (23-8) a un paio di possessi dalla fine del primo quarto, ma Palermo non è a Cento per una vacanza e nelle frazioni centrali mette in campo l’intensità e l’orgoglio che prima le consentono di dimezzare lo scarto (26-19) e poi di risalire dal -23 (58-35), figlio di un parziale prodotto principalmente da un sontuoso Benfatto (18 punti, 11 rimbalzi, 5 falli subiti e 4 assist e 34 di valutazione in 23’) e da un chirurgico Cantone da 14 punti e 12 assist in 25’, al “-15” (67-52) con cui si conclude il terzo periodo. Negli ultimi dieci minuti la formazione ospite non trova la via del canestro per quasi 8’ e Cento ne approfitta per arrotondare lo scarto fino al +40 con cui si conclude la contesa.

NTS INFORMATICA – GORDON 65 – 80

Rimini: Caroli 22 (6/10, 3/4), Foiera 14 (3/6, 1/3),  Signorini 9 (0/1, 3/7), Toniato 5 (2/5, 0/1), Myers 5 (1/3, 1/5), Busetto 4 (2/6), Tiberti 4 (2/6), Sipala 2 (1/2, 0/2), Altavilla, Moffa, Galassi, Tartaglia. All. Maghelli.

Olginate: Tagliabue 19 (6/6, 1/4), Planezio 16 (4/7, 2/7), Siberna 16 (4/6, 2/5), Rota 9 (3/5, 1/1), Todeschini 8 (1/4, 2/4), Marinò 5 (1/2, 1/4), Bassani 5 (1/3), Seck 2 (1/1), Bonfanti, Moretti, Butta, Maver. All. Galli.

CLASSIFICA

P G V P
Baltur Cento 22 12 11 1 91.7
Bakery Piacenza 20 12 10 2 83.3
Gimar Basket Lecco 18 12 9 3 75.0
Pallacanestro Crema 18 12 9 3 75.0
Tramarossa Vicenza 14 12 7 5 58.3
Rekico Faenza 14 12 7 5 58.3
Tigers Forlì 14 12 7 5 58.3
Virtus Padova 12 12 6 6 50.0
Gordon Nuova Pall. Olginate 12 12 6 6 50.0
Pallacanestro Aurora Desio 10 12 5 7 41.7
Lissone Interni Bernareggio 10 12 5 7 41.7
Orva Lugo 8 12 4 8 33.3
NTS Informatica Rimini 8 12 4 8 33.3
Bmr Basket 2000 Reggio Emilia 6 12 3 9 25.0
Green Basket Palermo 4 12 2 10 16.7
Iseo Serrature Costa Volpino 2 12 1 11 8.3