Monthly Archives: luglio 2015

C.S. – Grande successo a Lido di Spina per il 3×3 Beach Basket

Si è svolta nella giornata di domenica presso il Bagno Kursaal del Lido di Spina la terza edizione del torneo Beach Basket 3×3; la vittoria è andata alla squadra dei “Los Pinos” di Nieri, Legnani, Caroldi e Pederzini, che hanno superato, dopo una incredibile partita finita dopo un tempo supplementare, la squadra “Job & Life” di Seravalli, Agusto, Casadei e Pignatti. Terzo posto per la squadra dei “Bradipi” di Sabatini, Borra, Fin e Ihedioha. MVP della Finale è stato un ispiratissimo Nicola Nieri.

Il torneo partito alle ore 9.30 di Domenica mattina ha visto sfidarsi 16 squadre che hanno dato vita – nonostante il grande caldo – a incredibili sfide nell’arena del bagno Kursaal. Livello altissimo a giustificare la grande presenza di pubblico che ha creato una splendida cornice ad ogni match il cui regolare svolgimento del torneo è stato garantito dagli arbitri della sezione di Ferrara e della sezione di Cento.

Per l’organizzazione un’altro motivo di orgoglio è stata la lotteria di beneficenza – grazie ai regali di numerosissimi giocatori – che ha permesso di effettuare una donazione al centro di ascolto “Uomini Maltrattanti“ ONLUS Ferrarese che si occupa di supporto a tutti i casi di violenza alle donne.

La Virtus si laurea a Bormio Campione d’Italia Under 14

UNIPOL- ROBUR ET FIDES 86-84
(22-20, 44-45, 61-66)
Bologna: Cavallari 12, Boni 18, Arletti, Nicolini 4, Casarini 2, Paratore 3, Deri 25, Corradini 2, Lucarini, Nicoli 16, Bianchini 4, Lambertini. All. Pezzoli
Varese: Zanasca, Torrente 6, Caruso 23, Somaschini 28, Valli, Civelli, Calcagni 7, Nicolini, Bessi 3, Dal Ben 4, Trentini 12, Schieppati 1. All. Pagani

L’Unipol Banca si laurea campione d’italia under 14. La formazione bianconera allenata da Riccardo Pezzoli ha superato in rimonta per 86-84 la Robur et Fides Varese conquistando il titolo tricolore.

La partita sul parquet del Pentagono di Bormio inizia a ritmi veramente alti con la Virtus che fa la partita e la formazione lombarda che insegue. Si arriva alla prima sirena con le squadre vicine nel punteggio ma il vantaggio è per le Vu Nere sul 22-20. Nel secondo quarto è la squadra di Pezzoli a trovare il primo break della serata con il vantaggio bolognese che arriva vicino alla doppia cifra. Nel finale di quarto controbreak Robur et Fides e sorpasso all’intervallo lungo sul 44-45.

Al ritorno in campo dopo la pausa l’Unipol Banca incassa il break di Varese che arriva ad avere fino a sette punti di vantaggio. La squadra di Pezzoli rimane lucida e prosegue la sua partita di energia stando in partita possesso dopo possesso. All’ultimo mini intervallo è vantaggio Varese sul 61-66. L’ultimo quarto di gioco è un capolavoro della Virtus che recupera minuto dopo minuto lo svantaggio e nel finale piazza il sorpasso decisivo per il titolo tricolore sul 86-84.

UNIPOL BANCA CAMPIONE D’ITALIA UNDER 14
Matteo Faldella, Nicolò Pasquali, Marco Cavalari, Riccardo Boni, Gianmarco Arletti, Giacomo Nicolini, Nicola Casarini, Filippo Paratore, Lorenzo Deri, Edoardo Corradini, Paolo Lucarini, Matteo Nicoli, Lorenzo Bianchini, Mattia Lambertini
Riccardo Pezzoli (capo allenatore), Giordano Consolini (assistente), Alessandro Gatti (assistente), Stefano Rubini (dirigente accompagnatore), Marco Patuelli (dirigente), Cristian Fedrigo (capo allenatore).

Da segnalare il terzo posto finale per la Pallacanestro Reggiana che ha sconfitto, nella finalina, la Benetton Treviso per 59- 47.

Grissin Bon Reggio Emilia – Benetton Treviso 59-47

(20-16; 35-29; 55-41)

Reggio: Ghirardini 8, Soviero 11, Ambrosi, Bratschi 4, Giannini 6, Porfilio 18, Accorsi 2, Sow, Turrini, Ligabue 8, Bertolini, Golfieri 2. All. Mangone.

Treviso: Cenedese, Biscaro 2, Tesser 13, De Rossi, Vendramin 10, Dalla Torre, Carniato, Visentin 8, Benzon 3, De Grandis 5, Martin 2, Manna 4. All. Lena

C.S. – LA.CO. nuovo main sponsor dei Flying Balls Ozzano

E’ stato presentato il nuovo main sponsor LA.CO, il cui marchio presenzierà sulle canotte Flying nella stagione 2015/2016.

Presenti Valter Conti, titolare della LA.CO., tutti i soci dei New Flying Balls, alcuni membri dello staff tecnico e del settore giovanile, il Team Manager Matteo Tassinari, il capitano Matteo Gianasi, il presidente della Consulta sportiva di Ozzano Giorgio Gambi e il Sindaco ed Assessore allo Sport Luca Lelli.

Valter Conti,  amante dello sport, della pallacanestro e già sostenitore delle “Palle Volanti” negli anni passati, ha espresso apprezzamenti per i NFB che anno dopo anno continuano il loro percorso di crescita, e si è detto entusiasta di questo nuovo rapporto di partnership con la società del Presidente Cuzzani auspicandosi che questo binomio possa proseguire anche negli anni futuri.

La società New Flying Balls ha poi ringraziato Valter, i suoi soci e tutta la LA.CO. per aver accettato questa proposta, consegnando a Conti la nuova maglia della prima squadra dei Flying marchiata LA.CO. e con il numero 1 sul retro. Contento, infine, anche il Sindaco di Ozzano Luca Lelli per i benefici che potranno arrivare in paese da questa partnership fra una delle principali realtà sportive locali e una storica azienda radicata da ormai tanti anni sul territorio ozzanese.

C.S. – La 4 Torri rinforza pesantemente il gruppo Under 20/prima squadra

Come si vociferava nell’ambiente della palla a spicchi regionale da qualche settimana è arrivata la conferma che la Despar 4 Torri quest’anno dedicherà ancora maggiori attenzioni e risorse al proprio settore giovanile. La prima mossa, tangibile, è stato l’inserimento di Fabio Frignani, un nuovo allenatore fortemente voluto dal R.S.G. Ravagni. Poi, come ulteriore passo, si è iniziato a lavorare sul gruppo che disputerà il nuovo campionato Under 20, riservato alle annate 1996 e 1997.
Con questo intento sono in arrivo quattro giovani “moschettieri” che andranno a rinforzare il giàottimo gruppo granata 1996/1997. I nomi nuovi sono quelli di Denis Bergamin, play in arrivo da Francavilla (serie B e DNG), ma di origine padovana come Matteo Sartore, ala con punti nelle mani, proveniente da San Martino dei Lupari (PD). Ad essi si aggiungeranno Lenard Zobec, ala di provenienza Jadran Trieste, un 1997 più volte compreso nelle selezioni regionali del Friuli e il ritorno di Antonio Guma, il pivottone di Potenza già in casacca granata nel 2013/2014. Questi ragazzi si uniranno al gruppo degli under 20 tra i quali ricordiamo Max Bertocco, Luca Marchetti, Francesco Ardizzoni e Matteo Magni già integrati nella scorsa stagione nella, supervincente, prima squadra. Per tutti gli under, oltre alla possibilità di essere compresi nel roster della serie C, ci sarà comunque l’opportunità di far capire quanto
valgono effettivamente affrontando, con una indubbia forza tecnica di gruppo, il loro campionato di categoria. A questa prima notizia sui movimenti giovanili granata si aggiunge anche la “chicca” dell’ufficializzazione del coach della squadra under 20. Oltre al ruolo di Responsabile del settore giovanile, Raffaele Ravagni ha accettato, considerate anche le premesse di cui sopra, di essere la guida della squadra “maggiore” tra i giovani. Ravagni, giusto ricordarlo, è l’allenatore che nelle ultime stagioni ha portato, con una serie impressionante di promozioni, la squadra femminile di Vigarano al massimo campionato della serie A guidandola, nella scorsa stagione, in una importante e difficile salvezza.

C.S. – La Lega Nazionale Pallacanestro vuole con forza la doppia promozione in serie A

Si è recentemente riunito, nella sede di Bologna, il Consiglio Direttivo di Lega Nazionale Pallacanestro.
Queste le determinazioni di maggior rilievo.
1) Il presidente Pietro Basciano presenzierà al Consiglio Federale del prossimo 17 luglio, in Roma, nel corso del quale saranno definite le squadre ammesse alla partecipazione ai campionati 2015/2016.
2) In materia di strutturazione dei campionati, il CD ha ribadito come il ritorno alla doppia promozione in Serie A sia ritenuta esigenza fondamentale da parte di LNP e, in quanto tale, sarà ulteriormente riproposta in FIP. Assieme alla necessità di ottenere una formula di svolgimento dei tornei garantita per un triennio agonistico. Sulla materia lavorerà una commissione ad hoc composta da  Marco Martelli (AS Junior Casale), Altero Lardinelli (Aurora Jesi), Gino Guastaferro (Scafati Basket), Pino Gonella (LNP) e Marco Petrini (Rappresentante LNP in Consiglio Federale).
3) In occasione del Consiglio Federale, sarà proposta alla FIP la data del 27 settembre per l’inizio del campionato di Serie B e del 4 ottobre per quello di Serie A2.
4) La presentazione della stagione LNP 2015/2016 si svolgerà il prossimo 22 settembre, ospitata dal Salone d’Onore del CONI. Nell’occasione saranno invitati alla partecipazione i Club, i Proprietari, i Presidenti e gli sponsor dei club di LNP. Saranno premiate le Società con 50 anni di affiliazione, ed a Marco Martelli (As Junior Casale Monferrato) sarà consegnato il trofeo “Gabriele Fioretti” quale manager dell’anno in Serie A2.
5) Il Consiglio Direttivo ha deliberato un contributo straordinario di euro 2000,00 alle Società partecipanti alla Final Four di Serie B (NPC Rieti, Fortitudo Bologna, Mens Sana 1871 Siena, Basket Agropoli).
6) Con la stagione 2015/2016, esaurita la fase di sperimentazione, entra in vigore
l’obbligo di presentare le liberatorie dei tesserati anche per i club di Serie B.
7) In riferimento all’All Star Game LNP, il CD ne aveva fissato lo svolgimento in data domenica 10 gennaio, con organizzazione di LNP Servizi. Alla luce di identica data successivamente resa nota da Legabasket, LNP ha deciso di offrire la massima disponibilità per ideare un evento comune, creando una sorta di “All Star Game Weekend” della pallacanestro italiana. LNP Servizi si attiverà al più presto per incontrare i rappresentanti di Legabasket e valutare assieme la fattibilità dell’iniziativa.
8) In riferimento all’evento RNB Basket Festival 2016, fase finale di Coppa Italia LNP, viene posta allo studio la possibilità di ampliare l’evento alla formula Final Eight per la Serie A2 e Serie B e Final Six per la Serie C, in subordine all’allestimento di un terzo campo da gioco.

C.S. – Chiusolo sarà il play titolare della 4 Torri Ferrara

Il DS Matteo Candini, con un lavoro silenzioso ma molto proficuo ha aggiunto un nuovo, importante, anello alla collana Despar 4 Torri Ferrara che proverà a brillare nel prossimo campionato di C Gold. Dopo l’ala Filippo Govi e il “quattro/cinque” Filippo Albertini è arrivato nello scacchiere granata Mario Chiusolo, un playmaker di 24 anni, di 182 centimetri e di scuola Virtus Bologna, società con la quale si è laureato campione d’Italia Juniores nel 2010. Le sue ultime tre stagioni Chiusolo le ha giocate nella Pallacanestro Castenaso dove nel 2013/2014 ha vinto il campionato di C Regionale approdando in DNC. Nell’ultima stagione, giocata nella stessa categoria che dovrà affrontare in maglia granata, ha disputato un ottimo campionato, come dicono le valutazioni statistiche che lo pongono in terza posizione di merito nella propria squadra. Ha giocato in tutto 27 partite, con minutaggi importanti (media di 27’29” a partita), realizzato 263 punti con 9,7 punti a partita (play out compresi), tirando con il 45% da due e il 31% a tre. Pezzo forte del nuovo play granata sono gli assist. Chiusolo è da sempre considerato un ottimo passatore e anche nell’ultima stagione, trascorsa a Castenaso, l’ha dimostrato fornendo 4,5 assist a partita. In un campionato dalla formula discutibile, senza acuti (ottavi alla fine della prima fase), ma conclusosi felicemente ai play out contro la Salus Bologna, proprio nelle ultime tre decisive gare Chiusolo ha lasciato il segno con i suoi 19 punti nella prima (60% da 2), 15 punti nella seconda (60% da 3) e 16 punti nella terza partita. L’arrivo in granata di Chiusolo, ottimo per la categoria, risponde, con piena soddisfazione, anche al quesito di chi dovrà essere il principale dispensatore di palloni per le tante bocche da fuoco che la compagine di Cavicchioli avrà a disposizione. Con questa ultima mossa di mercato il roster della prima squadra, almeno per i senior, appare completato. In questo faranno certamente parte anche diversi Under confermati dalla passata, ottima, stagione e forse anche ulteriori arrivi funzionali al campionato Under 20. In questo ultimo caso la società sta lavorando, in pieno accordo con Raffaele Ravagni, nuovo responsabile del settore giovanile e minibasket, Marco Cavicchioli e Matteo Candini per definire la più corretta strategia.

Novellara ingaggia Morgotti, La Torre perde Melli, ma trova Canuti

Pallacanestro Novellara ha il piacere di annunciare l’ingaggio di Alessandro Morgotti per la stagione sportiva 2015/2016

Ala-pivot, classe 1994, di 198 cm, ha militato nell’ultima stagione nella Rebasket Rubiera.

Dopo la magica serata al palasport di Via Guasco, che lo scorso 24 maggio ha sancito il ritorno della Torre in serie D a distanza di 17 anni, le settimane successive sono state dedicate dalla società a definire gran parte del roster per il prossimo campionato. Partendo dalla conferma dello staff tecnico, con il coach Lauro Spadacini e l’assistente Alberto Severini, l’idea di fondo è stata quella di conservare il gruppo della promozione, proprio perché la compattezza dello spogliatoio si è rivelata l’arma in più, a dispetto di squadre più titolate.Unico partente l’esterno Enrico Melli, classe ’95, tesserato Pallacanestro Reggiana e arrivato da Rubiera a stagione in corso: l’atleta ha deciso di rientrare proprio a Rubiera, per mettersi alla prova in C regionale e a lui vanno i migliori auguri della Torre.
Per sostituirlo e dare maggior profondità alla rosa, due sono finora gli innesti sicuri. Rientrerà dall’esperienza all’estero per studio il play Michele Vezzosi, classe ’91 e sarà aggiunta l’ala Federico Canuti, classe ’79, che aveva terminato la stagione allenandosi con i grigiorossi, dopo averla cominciata a Castelnovo Monti in C regionale. Per lui, in realtà, si tratta di un ritorno a distanza di molti anni, perché aveva già giocato in Torre al termine delle giovanili, esordendo all’epoca anche in serie D. Grande soddisfazione, inoltre, per le conferme di tutti i giocatori che hanno contribuito al salto di categoria, partendo dall’mvp della Promozione, la guardia Filippo Mazzi, fino al lungo Matteo Margaria. Quanto ad ulteriori innesti, ancora nulla di concreto, ma la società resta vigile sul mercato, per cogliere
eventuali opportunità.

C.S. – Il lungo Venturoli rafforza un ambizioso Guelfo

Continua il mercato in casa Guelfo che piazza un altro colpo. Inizialmente si era pensato di prendere un “vero 5” con D’Andola e Miceli pronti dalla panchina o addirittura con la possibilità di giocare con la doppia torre. Ma poi, l’uscita di D’Andola e l’occasione di portare a casa un play come Lucchi, hanno modificato il percorso intrapreso dalla dirigenza guelfese. Ed ecco la scelta di optare su un giocatore capace di ricoprire più ruoli: ALESSANDRO VENTUROLI. “Ventu” infatti è più un 4, ma grazie al suo fisico e alla esperienza (classe ’80) può, e la cosa non gli dispiace affatto, marcare un vero centro. È dotato di un ottimo tiro e gioco frontale, ma la sua determinazione lo porta anche ad avvicinarsi a canestro contro avversari più grossi di lui.
La sua carriera l’ha sempre trascorsa tra serie B e C partendo dalla Virtus Medicina (dove giocava già Caprara), poi Faenza, 6 anni in Salus, Budrio, Fortitudo, Cento. A parte Caprara, Alessandro ritrova anche Paluan con cui 2 stagioni fa ha vinto la C2 in quel di Castenaso. Poi Palu decise di venire a Guelfo mentre Ventu ha continuato la sua avventura in DnC a Castenaso chiudendo con quasi 14 punti ad ogni allacciata di scarpe…
Se è un piacere dare il benvenuto a Ventu, è con grande dispiacere che, dopo D’Andola e Bacci, il Guelfo saluta Nicolas Gianasi e Marco Vastola. Gianasi da anni calcava il parquet del Marchetti, oramai era diventato un autentico talismano. Il cambio di categoria lo avrebbe fatto partire dalla tribuna. Il ragazzo ci ha pensato veramente perché integrato in pieno col gruppo, ma la voglia di giocare ha prevalso così la scelta di accasarsi nei nuovi Titans di Ozzano. Discorso diverso per Vastola: è arrivato a dicembre per sostituire le partenze di Coraini e Buscemi, ma su di lui qualche dubbio c’era visto la sua inattività da sei anni e un carattere abbastanza introverso. Ma tutti i dubbi sono scomparsi nei mesi successivi: il suo gioco istintivo e spettacolare ha conquistato la squadra e il pubblico guelfese e nello spogliatoio è diventato letteralmente un punto di riferimento.

Mercato C Silver – A Medicina torna Marinelli, la LG conferma Paulig e Mallon e riprende Magnani

La Virtus Medicina ufficializza l’ingaggio della guardia/ala, classe 1982, Luca Marinelli. Il DS giallonero, Marco Monti: “Dopo aver ingaggiato il pivot Ballardini e aver rinnovato Persiani, Seracchioli, Govi Giacomo, Sighinolfi, Biguzzi e Musolesi, ci siamo interrogati su come fosse meglio procedere per arricchire la nostra squadra; “orfani” di Astorri, abbiamo pensato a Luca prima per le sue indubbie doti di leader, poi per le sue grandi qualità umane, poi per il fatto che un giocatore multiruolo capace di giocare anche spalle a canestro. Furbo, esperto, era la soluzione più adatta al nostro contesto attuale. Ho chiamato Luca e in pochi minuti ci siamo trovati d’accordo su tutto; lui è molto carico per questo suo ritorno a Medicina, la prossima stagione sarà per lui la decima in giallonero”.

Cristiano Magnani è, invece, il playmaker per la stagione 2015/2016 per la LG Competition. Dopo una stagione passata a Correggio, Cristiano torna a Castelnovo per dettare il ritmo e il gioco alla squadra. Classe 1996, è uno dei playmaker più giovani del campionato e con prospettive elevate. Da diversi anni nel vivaio della Pallacanestro Reggiana, è stato convocato quest’anno addirittura in prima squadra nella semifinale scudetto contro Venezia. Confermati anche Mallon e Paulig.  Ormai di casa a Castelnovo, Federico Mallon ha contribuito grandemente ai risultati della stagione 14/15. Ha realizzato 546 punti, posizionandosi al quarto posto nella classifica marcatori con una media di 16,1 punti a partita. Anche quest’anno seguirà i bimbi del Minibasket per Castelnovo e Carpineti. Grande risultato anche la riconferma di Damian Paulig, ala piccola classe 1985 che, con i suoi 625 punti in campionato, ha mantenuto la seconda posizione nella classifica marcatori alle spalle di Simone Cervi (Cavriago).

V Magazine Formosa trionfa al 34° Playground Giardini Margherita Ottica Giulietti e Guerra

V MAGAZINE FORMOSA – MATTEIPLAST ALICE 75-72
(20-20; 38-37; 54-53)
V Magazine Formosa Hotel Cosmopolitan: Politi 8, Castelli 25, Pulvirenti 2, Morara 1, Dal Pozzo 3, Lollini 5, Bianchini, Gasparin 4, Fin 2, Sanguinetti 14, Piunti 9, Ballardini 2. All. Bonora.
Matteiplast Alice: Andreani, Caroldi, Lugli 7, Beccari, Venturoli 8, Seravalli 3, Legnani, Parenti, Pederzini 24, Carretti 4, Canavesi 3, Amoroso 23. All. Roveri.
Certe volte sembra di stare tutti dalla stessa parte. E’ il messaggio della finale della 34esima edizione del Playground dei Giardini Margherita Ottica Giulietti e Guerra. E’ il messaggio di Bologna, che in un afoso giorno di luglio si dà, senza bisogno di parlarsi, appuntamento ai Gardens per vedere il meritato trionfo di V Magazine Formosa Hotel Cosmopolitan contro la fortissima Matteiplast Alice (75-72) nobilitata dai muscoli, i centimetri e la classe di Valerio Amoroso. E’ Bologna, bellezza. Ed è così grande stasera, così stipata fra sei-sette file di spettatori, che si può stimare l’affluenza attorno ai 2.500. Michele Vitali si confonde fra la folla, in campo arbitra Vicino e viene premiato il collega Lanzarini. Nei giorni scorsi sono passati Toto Forray in campo, e fuori Gus Binelli e Jack Zatti, Peppe Poeta e Angelo Gigli, Federico Mussini e Giovanni Pini. Tantissima Fortitudo, con Lamma in testa. Ma questo è il playground, e allora decide Riccardo Castelli della Pallacanestro Ferrara, non a caso Mvp del torneo, l’infuocato finale di una partita correttissima, intensa, sicuramente condizionata dal caldo e risolta solo nelle ultimissime curve, come la sceneggiatura non scritta del playground richiede. Oppure succede che Amoroso, incontenibile per lunghi momenti del match, venga raddoppiato e triplicato nei momenti decisivi dai ragazzi di Jack Bonora, con Piunti che gli soffia il pallone decisivo e Gasparin che mette il cesto più pesante. Piccoli particolari che fanno la differenza al termine di un match passato sempre spalla a spalla, con un massimo vantaggio di Matteiplast a +6, ma nessuna fuga vera. I vincitori avevano come piano obbligato quello di chiudere il canestro, riuscendoci con alterne fortune nel caso di Amoroso, molto meglio con Canavesi, altro temutissimo. Da Sanguinetti passa ogni pallone, anzi ogni idea di V Magazine, che non prescinde dalle giocate di Castelli. L’ala parte forte, si spegne e si riaccende nel finale, quando conta di più e quando serve ogni residua energia per andare a vincere partita e manifestazione. Dall’altra parte Venturoli mette due triple pesanti, che sullo strappetto già indicato, a fine terzo quarto, fanno pensare che il match possa cambiare. Anche perché Amoroso ci mette 12 punti consecutivi per la squadra di Roveri. E invece V Magazine resta in scia, attaccata, fino a quando non blinda l’area con Piunti. I conseguenti scarichi di Matteiplast trovano solo in Pederzini, grande sprint anche il suo, una risposta convincente, mentre Caroldi tradisce sbattendo più volte sui ferri. Così non basta, trionfa la squadra di Jack Bonora, Marinelli e del principe Steve Donati. V Magazine dimentica la beffa dello scorso anno e festeggia, ma Bologna ieri sera era bella per tutti, vincitori e sconfitti.
Giorgia Bellandi, figlia di Dario, omaggia di canotta un commosso Walter Bussolari. Il torneo non può dimenticare gli amici che non ci sono più è tanto hanno fatto: i premi dedicati a lui, a Di Cesare, il ricordo di Lucio e del Cev, resteranno altri momenti importanti di una cavalcata iniziata poco meno di un mese fa. Così come la partita giocata dai Bradipi con Lamma, Pilutti e Fin. Istantanee indelebili del playground più bello d’Italia, che con i suoi organizzatori, a partire dall’anima, Simone Motola, dà appuntamento al prossimo anno.
I PREMI
Mvp Trofeo Riccardo Di Cesare
Riccardo Castelli (V Magazine Formosa)
Top Scorer della Finale Trofeo Amaro Montenegro
Riccardo Castelli
Top Scorer del torneo Trofeo Dario Bellandi
Andrea Longobardi (Ciaccio Casa)
Miglior Giovane Trofeo Matteiplast
Martino Mastellari (Zurich Insurance Osteria Santa Caterina)
Premio Fair Play FIP
Jus Bologna Basket Banca Interprovinciale
Miglior Gesto di Fair Play (Quartiere Santo Stefano)
Alessandro Piazza (Trattoria Bertozzi) per aver cambiato decisione degli arbitri su una rimessa, ammettendo il tocco nel finale di un match equilibrato.

1 2 3 4 6