Monthly Archives: marzo 2016

A2, la Fortitudo sconfigge Treviglio e ribalta la differenza canestri. Serie B, colpaccio Crabs!

SERIE A2 26° Giornata

ETERNEDILE – TREVIGLIO 74 – 57

(15-17; 36-29; 56-45)

Fortitudo: Daniel 24, Quaglia 2, Candi 3, Montano 2, Sorrentino 6, Raucci 5, Carraretto 9, Amoroso, Errera ne, Flowers 16, Italiano 7. All. Boniciolli.

Treviglio: Savoldelli, Ferri, Chillo 5, Kyzlink 9, Sorokas 16, Marino 7, Spatti, Tambone 10, Rossi 2, Turel 8. All. Vertemati.

ANDREA COSTA – BONDI 76 – 70

(19-12; 36-36; 61-43)

Imola: Folli ne, Washington 14, Sgorbati 1, Maggioli 9, Cai ne, Amoni 5, De Nicolao 9, Prato 2, Preti, Anderson 20, Hassan 8, Sabatini 8 All. Ticchi.

Ferrara: Rush 10, Guarino 5, Udanoh 27, Ibarra, Bucci 4, Losi 8, Brighi ne, Salafia ne, Cacace ne, Ghirelli ne, Brkic 16. All. Morea.

TRIESTE – ORASÌ 74 – 68

(21-8; 41-23; 58-43)

Trieste: Parks 10, Bossi 17, Coronica 3, Gobbato E., Nelson 20, Gobbato G. ne, Donda ne, Pecile 7, Baldasso 6, Prandin 4, Pipitone 4, Canavesi 3. All. Dalmasson.

Ravenna: Smith 15, Deloach 29, Malaventura 5, Casini 3, Molinaro, Rivali 2, Raschi 6, Manetti ne, Masciadri 8, Seck ne, Salari ne. All. Martino.

Al termine di una partita ai due volti, OraSì cede per 74-68 ad Alma e si vede raggiunta in classifica dai giuliani a quota 28 punti. I giallorossi hanno ceduto nel minuto finale, dopo essere riusciti a risorgere dal -23 (56-33) al 26’ grazie ad una rimonta incredibile, reazione ad una prima parte di partita tutt’altro che positiva, nella quale era stata la fisicità di Trieste a fare la differenza. Il finale si gioca sugli episodi, con l’Alma in difesa ed OraSì protagonista di un recupero dal 65-53 del 34’ al 69-67 firmato Masciadri al 39’. Entrando nell’ultimo minuto sul -2, Malaventura in lunetta segna soltanto il secondo libero (69-68 Trieste a 48”); sul ribaltamento di fronte Nelson si isola in uno contro uno, realizzando il jumper del 71-68 a 26” dalla sirena. Dopo il timeout di coach Martino, Raschi va per il pareggio, ma il suo tiro viene sputato dal ferro, forzando lo stesso Raschi a commettere il fallo immediato che porta in lunetta Pecile e chiude i conti sul 73-68 a 19” dal termine. Prima della rimonta, alimentata da un Deloach monumentale (29 punti, 11 dei quali nel quarto periodo), Trieste aveva imposto il proprio ritmo sin dall’inizio, portandosi in vantaggio nella parte centrale del primo quarto con le scariche di punti di Nelson (13 punti in 7’, per il 18-6 Alma) e poi di Bossi, per il 21-8 del 10’. In avvio di secondo quarto Baldasso segna due triple consecutive e porta Trieste sul 29-14, vantaggio che OraSì non riesce a ridurre fino all’intervallo (41-23). Il copione non sembra cambiare in avvio di terzo quarto, con cinque punti consecutivi di Bossi ed una penetrazione di mano mancina di Pipitone per il 56-33 Alma del 26’, ma la svolta è dietro l’angolo. Cinque punti di Raschi e due liberi di Deloach scuotono OraSì, che sfrutta un tiro da tre punti dello stesso Deloach ed una schiacciata morbida di Smith per chiudere il terzo quarto con l’inerzia in mano, sul 58-43. Un’altra schiacciata di Smith apre il quarto periodo, poi sono Deloach e Casini a riportare OraSì a contatto, sul 62-51 del 33’. Ancora Deloach, indiavolato, firma gli otto punti che valgono il 67-61 al 36’, servendo poi a Masciadri i palloni che valgono il 67-64 al 37’, ed il 69-67 al 39’, dopo la penetrazione al ferro di Parks per il momentaneo 69-64. L’ondata giallorossa arriva al -1 firmato Malaventura, ma sull’ultimo metro è Trieste ad avere la forza di piazzare il guizzo vincente.

MEC ENERGY ROSETO – BETULLINE JESI 96 – 70

DINAM. GENERALE MANTOVA – CENT LATTE-AMICANAT. BRESCIA 84 – 80

BASKET RECANATI – PROGER CHIETI 80 – 70

EUROPROMOTION LEGNANO – DE’ LONGHI TREVISO 65 – 74

TEZENIS VERONA – BAWER MATERA 96 – 67

CLASSIFICA

26° giornata G V P
De’ Longhi Treviso 38 26 19 7 73
Dinamica Generale Mantova 38 26 19 7 73
Mec-Energy Roseto 34 26 17 9 65
Centrale del Latte-Amica Natura Brescia 34 26 17 9 65
Andrea Costa Imola 34 26 17 9 65
Remer Treviglio 28 26 14 12 54
Tezenis Verona 28 26 14 12 54
Eternedile Bologna 28 26 14 12 54
Alma-Agenzia per il Lavoro Trieste 28 26 14 12 54
OraSi’ Ravenna 28 26 14 12 54
Bondi Ferrara 24 26 12 14 46
Proger Chieti 20 26 10 16 38
Europromotion Legnano 18 26 9 17 35
Betulline Jesi 16 26 8 18 31
Basket Recanati 14 26 7 19 27
Bawer Matera 6 26 3 23 12

SERIE B/A 26° Giornata

UNIEURO – NTS 70 – 71

(17-18; 37-34; 55-51)

Forlì: Ferri 10, Pederzini 23, Maggio 6, Pignatti, Marsili 5, Vico ne, Rotondo 7, Ravaioli ne, Arrigoni 11, Bonacini 8. All. Garelli.

Crabs Rimini: Perez 16, Meluzzi ne, Panzini 14, Sirakov 5, Tassinari 12, Chiera 10, Chavdarov ne, Balic ne, Crotta 2, Romano: 12. All. Bernardi.

SOLBAT PIOMBINO – BASKET CLUB TRECATE 83 – 77

BOTTEGONE – TRAMEC 62 – 70

(13-19; 36-35; 51-56)

Pistoia: Magini, Giannini 19, Toppo 11, Fiorito 10, Divac 5, Rossi 1, Marconato ne, Maspeto 8, Taflaj ne, Cernivani 8. All. Russo.

Cento: Bedetti 19, Contento 14, Demartini 1, Benfatto 17, Andreaus 5, Fontecchio 2, Brighi, D’Alessandro 2, Locci ne, Caroldi 10. All. Giordani.

In quella Pistoia in cui finì la corsa della Benedetto XIV nel 2007, la Tramec supera l’ostacolo Bottegone e consolida il terzo posto in classifica, a cinque giornate dalla fine della stagione regolare. I locali si presentano all’appuntamento con Marconato in panchina ma soltanto per onor di firma e Divac nei primi cinque, mentre gli ospiti schierano Demartini in cabina di regia e possono contare sul supporto dei circa 150 tifosi al seguito. In apertura gli ospiti stentano contro la zona proposta dai padroni di casa ma il primo scatto porta la firma di Bedetti (4-8, 6-10), mentre Toppo commette il suo secondo fallo personale. La Valentina’s torna in carreggiata in seguito al time-out chiesto da Russo (13-10) ma il finale della frazione è tutto favorevole a Cento, che trova il “+6” (13-19) con D’Alessandro sulla sirena. In avvio di seconda frazione Bottegone risale dal 16-21 al 28-21, grazie a un parziale ispirato da Fiorito e Maspero, uscito dalla panchina ma autore di 8 punti in 7′. La Tramec litiga col ferro davanti (1/13 dall’arco a metà) e regala qualche canestro di troppo dietro, ma si riporta avanti con Bedetti e Contento (32-33) a pochi possessi dall’intervallo lungo, pur rientrando negli spogliatoi sul “-1” (36-35). Nella ripresa Andreaus impatta a quota 38 ma la Valentina’s ricaccia indietro gli avversari con una sequenza di Fiorito (45-40). Cento reagisce con un break di 12-0 con cui si riprende l’inerzia dell’incontro e tenta la fuga (47-54), ma l’espulsione di Fontecchio permette a Cernivani di accorciare le distanze e rimettere in discussione il risultato (51-54). In principio di ultima frazione Cento riprende il largo con Andreaus (51-61), la Valentina’s si riavvicina con Giannini (58-61) ma Giordani ferma la partita e alla ripresa del gioco Cento scappa con Bedetti e Caroldi (58-65). Nel finale la Tramec difende forte e chiude i conti coi canestri di Bedetti (su assist di Benfatto) e Caroldi (su assist di Bedetti).

BAKERY – RAGGISOLARIS 73 – 69

(11-23; 29-42; 50-54)

Piacenza: Sanguinetti 11, Soragna 7, Gasparin 15, Samoggia, Meschino, Infante 19, Cuccarese ne, Dordei 9, Fin, Magrini 12. All. Bizzozi.

Faenza: Dal Fiume 5, Boero 12, Castellari, Silimbani 24, Samorì ne, Benedetti 2, Penserini 7, Iattoni 17, Zambrini 2. All. Regazzi.

Peccato davvero, perchè davvero niente in questa stagione sta girando per il verso giusto. In casa della corazzata Piacenza, in serie positiva da nove giornate e ad un passo dal conquistare matematicamente il secondo posto, i Raggisolaris si presentano senza Casadei, messo ko poche ore prima del match da un virus intestinale, e con Pini in panchina soltanto per onore di firma, ancora alle prese con il problema alla schiena che lo ha tenuto fuori anche contro Valsesia. Nonostante tutto però Faenza gioca una grande partita venendo punita soltanto a 10″ dalla fine dopo aver condotto anche di diciassette lunghezze. L’ennesima dimostrazione del carattere di questo gruppo. Le rotazioni limitate e problemi fisici non condizionano i Raggisolaris che giocano un primo quarto fantastico. L’ottima circolazione di palla e la pressione difensiva mettono in difficoltà Piacenza che tira con il 27% e perde 8 palloni, mentre i romagnoli sono una sentenza dalla lunga distanza firmando quattro triple e arrivando al 10′ avanti 23-11. Un vantaggio assolutamente meritato che raggiunge addirittura le sedici lunghezze nel secondo periodo. La Bakery non riesce proprio a trovare le contromisure agli avversari affidandosi soltanto al tiro da tre. I canestri di Magrini e Gasparin fanno pensare ad una rimonta, ma Faenza non si scompone e risponde per le rime. Dal Fiume dalla lunga distanza segna il 32-20, facendo esplodere di gioia i tanti tifosi faentini sugli spalti. Piacenza inizia a segnare anche da sotto non riuscendo però a limitare le fiammate dei Raggisolaris che con la tripla di Boero toccano il 40-24 a 1’57” dall’intervallo: il playmaker segna ben 4 “canestri pesanti” nei primi venti minuti. Con la gara sempre in controllo i faentini arrivano al riposo avanti 42-29. Anche il secondo tempo inizia con lo stesso copione, con i Raggisolaris che toccano addirittura il 50-33 al 24′ con Iattoni, poi la Bakery innesca i suoi tiratori e si riporta sotto. Al 25′ dalla fine sul 35-52, gli emiliani piazzano un break di 13-2 con Infanti e Gasparini arrivando al 30′ sotto 50-54. Una tripla di Gasparin regala il primo vantaggio alla Bakery (56-54) poi inizia una lotta punto a punto, con i Raggisolaris che sono encomiabili a non mollare. Piacenza si porta avanti di quattro punti in un paio di occasioni, poi Silimbani a 2’18” dalla fine spara la tripla del sorpasso: 68-67. La battaglia continua a 1’09” dalla fine il punteggio è di 69-69. A gelare i Raggisolaris è una tripla di Magrini a dieci secondi dalla fine che punisce Faenza ben più del dovuto. La guardia segna poi il libero finale.

GESSI BORGO SESIA – GIOIELLERIE FABIANI MONSUMMANO 66 – 67

MAMY.EU OLEGGIO – CUS TORINO 85 – 77

BLUKART SAN MINIATO – BASKET CECINA 50 – 73

DULCA SANTARCANGELO – CFG LIVORNO 78 – 63

(17-19; 39-33; 56-44)

Santarcangelo: Canini 2, Bianchi 8, Pesaresi 10, Fusco, Pasini, Moretti 7, Cardellini 15, Bedetti 12, Botteghi 7, Saponi 17. All. Tassinari.

Don Bosco Livorno: Perin 11, Giampaoli 3, Creati M., Bruno 4, Creati F., Banchi 10, Lucarelli 23, Mariani 5, Soriani, Ravazzani 7. All. Quilici.

CLASSIFICA

26° giornata G V P
Unieuro 2.015 Forli’ 44 26 22 4 85
Bakery Piacenza 42 26 21 5 81
Tramec Cento 36 26 18 8 69
GR Service Cecina 34 26 17 9 65
Basket Golfo Piombino 32 26 16 10 62
Gessi Valsesia 32 26 16 10 62
Gioiellerie Fabiani Monsummano 30 26 15 11 58
Dulca Santarcangelo 30 26 15 11 58
NTS Informatica Rimini 30 26 15 11 58
Blukart Etrusca San Miniato 26 26 13 13 50
Mamy Oleggio 24 26 12 14 46
Raggisolaris Faenza 20 26 10 16 38
Valentina’s Bottegone 16 26 8 18 31
CFG Livorno 14 26 7 19 27
Cus Torino 4 26 2 24 8
Basket Club Trecate 2 26 1 25 4

A2, la Matteiplast si prende il quarto posto. Serie B, Magik Rosa corsara a Mirandola

A2/B 23° Giornata

LE FARINE MAGICHE ARIANO IRPINO – PALL. FEMMINILE VIAREGGIO 54 – 50

DEFENSOR VITERBO – C.M.O. CASTELLAMMARE DI STABIA 58 – 64

GUARNIERI BRINDISI – PFF GROUP FERRARA 42 – 74

(11-16; 24-31; 32-54)

Brindisi: Toscano, Falcone, Mariutti, Boccadamo 8, Rodriguez Perez 4, Lauria 4, Saracino, Miccoli, Sicari 6, Tollardo 18, D’Agnano 2. All. Ermito.

Bonfiglioli Ferrara: Nori 4, Rossi 8, Cecconi, Rulli 17, Innocenti 5, Rosset 11, Miccio 4, Savelli 3, Nako Moni 5, Missanelli 4, Bona 13. All. Stibiel.

INFA CIVITANOVA MARCHE – SALERNO BASKET 92 87 – 46

BASKET GIRLS ANCONA – SCOTTI VASCO EMPOLI 64 – 52

CESTISTICA SPEZZINA LA SPEZIA – MAGIKA CASTEL S. PIETRO 59 – 53

(13-13; 21-26; 40-39)

La Spezia: Aldrighetti, Corradino 9, Alesiani, Reke 20, Ardoino ne, Costa 10, Granzotto 9, Linguaglossa 5, Tosi ne, Caldaro, Valente 1, Reani 5. All. Corsolini.

Castel San Pietro: Gianolla 4, Venturi 4, Capucci 5, Melandri, Franceschelli 7, Brunetti 11, Pazzaglia 5, Pieropan 13, Furlani, Zarfaoui 4. All. Seletti.

La Magika è partita bene, in vantaggio 10-1 dopo 5’. Con l’utilizzo delle rotazioni, corte in particolare nel settore esterne della Magika, La Spezia ha ripreso la squadra castellana che, però, ha tenuto molto bene, comandando nel punteggio e andando sul +10 a metà terzo quarto. Il periodo è stato, però, chiuso da un fantastico buzzer beater di Lauma Reke, che ha dato il vantaggio, 40-39, alle sue. Punto a punto il l’ultima frazione fino alla svolta negli ultimi due minuti. Ancora Reke ha messo un canestro importante, con la tripla del +4; la Magika ha sbagliato alcune conclusioni e le giocatrici spezzine sono state bravissime ai tiri liberi (11/13 alla fine) allungando sino al conclusivo 59-53.

MATTEIPLAST BOLOGNA – MADDALENA VISION PALERMO 56 – 45

(20-8; 34-24; 40-39)

Progresso Bologna: Mini 13 (2/3, 1/5, 3/5), Nanucci 5 (1/5, 1/5), Tassinari 15 (5/5,5/8, 0/4), Morsiani 5 (1/7, 1/1), Cadoni 14 (2/2, 6/12), Cordisco 2 (1/2), Dall’Aglio (0/4, 0/3), Storer 2 (0/2, 1/4), Schweinbacher ne, Occhipinti ne. All. Lolli.

Palermo: C. Verona 8 (2/3, 3/8), Ferretti 3 (1/2, 1/11, 0/2), Manzotti (0/3, 0/1), Riccardi 10 (2/7, 2/7), Bungaite 10 (2/3, 4/9), Aleo 2 (1/1, 0/3), Ermito 2 (1/2), M. Verona 10 (5/5), Ferrara ne, Tennenini ne. All. Torriero.

CLASSIFICA

La Spezia 46; PFF Group Ferrara 40; Magika Castel San Pietro 30; Matteiplast Bologna, Palermo 28; Castellamare 24; Empoli 22; Viterbo 20; Civitanova, Ariano Irpino 20; Viareggio 18; Salerno 10; Brindisi, Ancona 8.

SERIE B 20° Giornata

A.I.C.S. BASKET FORLI’ – B.S.L.  42 – 64

(12-15; 22-35; 36-46)

San Lazzaro: Torresani 10, Gilioli 2, Melchioni 8, Talarico 14, Malandra 1, Richetta 5, Giacometti 12, Giorgetti 2, Alboni 10, Peli. All. Dalè.

BASKET CAVEZZO – HELLAS BASKET CERVIA 70 – 31

(23-9, 43-15, 56-24)

Cavezzo: Brevini 8, Zanoli 4, Balboni 2, Marchetti 15, Melloni 6, Ruini 2, Tardiani 8, Costi 15, Todisco 2, Calzolari 8. All. Bregoli.

CerviaCesenatico: Sabbatani 5, Varlamova 4, Zoffoli, Belli E., Zavalloni 6, Mordenti 1, Belli S. 4, Garaffoni 3, Tramontano 8, Gnoli. All. Montanari.

BK CLUB VALTARESE 2000 – LIBERTAS BASKET ROSA FORLI 55 – 52

BEACH PARK – BK CLUB VAL D’ARDA 56 – 51

(11-16; 27-25; 40-39)

S.B. Faenza: Ballardini C., Vespignani ne, Lolli Ceroni ne, Soglia 4, Ballardini S. 35, Bennoli, Morsiani 9, Guerrini 2, Samorè ne, Moriconi 6, Bornazzini. All. Ballardini S.

Obiettivo centrato. Il Beach Park conquista la salvezza diretta con due giornate d’anticipo: decisivi i risultati delle dirette concorrenti che hanno regalato alle faentine la matematica certezza di giocare in B Regionale anche nella prossima stagione. Il progetto nato la scorsa estate finalizzato alla promozione in prima squadra di tante ragazze del vivaio ha dato grandi frutti, perchè queste atlete si sono fatte trovare pronte anche contro avversarie ben più esperte disputando un ottimo campionato. L’ultima perla di questa incredibile stagione è arrivata contro il Basket Club Val d’Arda, una delle pretendenti ai play off, superata grazie all’ottima prestazione corale. Se in attacco Simona Ballardini ha segnato ben 35 punti, in difesa tutte le giocatrici si sono sacrificate dando il massimo, regalando una grandissima soddisfazione ai tanti tifosi presenti al PalaBubani.

REGGIANA GOURMET – LIBERTAS BASKET BOLOGNA 61 – 50

(18-7, 32-18, 49-31)

Tricolore Reggio: Oppo 11, Licia Corradini 4, Bervini 4, Accini 8, Denti 10, Costi 2, Petrocchi, Bernini 2, Leila Corradini 5, Boiardi, Fedolfi 5, Strada 9. All. Piatti.

Libertas Bologna: Magliaro 4, Venturi 11, Castelli, Bettini 10, Pradetti, Pazzaglia, Grassi 13, Iannuzzo 2, Giubilei 4, Palasciano, Trombetti 5. All. Pizzi.

NEW BASKET MIRANDOLA – MAGIK ROSA 55 – 59 dts

(16-7; 25-27; 39-38; 50-50)

Mirandola: Bocchi Gio. 5, Rinaldi, Guaitoli 2, Gibellini, Cantore, Mai, Bocchi Giu 11, Servillo 11, Bertan 6, Pincella, Romagnoli 20, Mariuzzo. All. Borghi.

Magik Rosa Parma: Basteri, Corsini 12, Tringale 4, Molinari 3, Tomassetti 2, Bertolotti 8, Vaccari 19, Costi 8, Pavarani 3, Zoni. All. Lopez.

L’Italgomma agguanta il terzo posto della classifica andando a vincere dopo un tempo supplementare sul campo del New Basket Mirandola in uno scontro da dentro o fuori per l’accesso ai play off per la serie A2. All’inizio il pallone pesa per entrambe le squadre che faticano a segnare, poi Mirandola trascinata da Romagnoli,dieci punti, piazza un primo parziale. La Magik fatica a reagire e innervosita dalla direzione arbitrale, tecnico alla panchina, segna a fatica i sette punti del primo quarto. Nel secondo capitan Corsini suona la carica con tutti i suoi 12 punti della gara mentre Costi in area e Molinari da fuori puniscono con costanza la difesa di casa. La Magik sorpassa e va al riposo avanti di due lunghezze. Dopo l’intervallo lungo la partita è avvincente, la paura è passata e le due squadre si affrontano a viso aperto. Giulia Bocchi e Servillo fanno la differenza per le modenesi, mentre dall’altra parte il buon gioco per Costi e Vaccari porta le ali parmigiane più volte a canestro. Contro sorpasso e Mirandola è avanti di un solo punto. Nell’ultimo e decisivo parziale nessuna delle due squadre riesce a dare la zampata finale. Romagnoli continua a trascinare le sue mentre l’Italgomma si aggrappa al cuore di Bertolotti e Pavarani fino al canestro di Vaccariche vale il più tre. Nell’ultimo possesso Mirandola fallisce il tiro del pareggio ma il rimbalzo non viene catturato dalle parmigiane che servono su un piatto d’argento a Giulia Bocchi la tripla del pareggio, overtime. Nel supplementare l’Italgomma mette in campo tutta la voglia e la rabbia di questa stagione non fortunatissima fino al 55-57 di Vaccari con l’ultima palla in mano a Mirandola. Le padrone di casa però sbagliano e Bertolotti viene fermata in contropiede in modo falloso dalla difesa giallo nera. Due tiri pesantissimi che vorrebbero dire oltre alla vittoria anche differenza canestri ribaltata. Due su due e l’Italgomma si abbraccia a metà campo per festeggiare una vittoria di grande prestigio, che le permetterà di avere tra le proprie mani l’accesso ai play off nazionali.

CLASSIFICA

Cavezzo 38; Tricolore Reggio 32; Magik Rosa Parma 30; Mirandola, Val d’Arda Fiorenzuola 28; Bsl San Lazzaro 20; Scuola Basket Faenza, Valtarese 18; Libertas Rosa Forlì 14; Libertas Bologna 8; Aics Forlì 6; Hellas Cervia 0.