Monthly Archives: Mar 2016

A2, Ravenna supera la Fortitudo, Ferrara e Imola ko. Serie B, Cento sconfigge Piombino

SERIE A2 25° Giornata

BONDI FERRARA – DINAMICA GENERALE MANTOVA 68 – 77

(25-12; 44-25; 59-48)

Ferrara: Rush 12, Guarino 7, Udanoh 9, Bucci 17, Losi 12, Brighi ne, Salafia, Cacace, Ghirelli ne, Soloperto 2, Brkic 9. All. Morea.

Mantova: Ndoja 17, Alviti ne, Fumagalli ne, Moraschini 13, Maiorino ne, Di Bella 6, Simms 3, Hurtt 10, Gandini 2, Amici 11, Battistini ne, Gergati 15.  All. Martelossi.

ORASI’ RAVENNA – ETERNEDILE BOLOGNA 74 – 66

(14-22; 35-33; 52-52)

Ravenna: Smith 14, Deloach 10, Malaventura 13, Masciadri 14, Rivali 1, Montaguti, Biancoli, Casini 6, Molinaro, Raschi 16, Manetti, Salari. All. Martino.

Fortitudo: Daniel 8, Candi 9, Raucci 4, Flowers 6, Italiano 5, Rovatti, Quaglia 2, Campogrande, Montano 15, Sorrentino 7, Carraretto 10. All. Boniciolli.

Nella giornata dei record, con il primo tutto esaurito della storia del basket al Pala de André, OraSì Ravenna si regala una notte da ricordare, superando la Fortitudo Bologna ed i suoi mille calorosi sostenitori al termine di una partita intensa, combattuta ed appassionante. Opposti ad una avversaria di grande valore e fisicità, capitan Rivali e compagni hanno preso forza da un’atmosfera e da una cornice di pubblico da Serie A grazie allo spettacolo nello spettacolo offerto da entrambe le tifoserie, riuscendo a prendere il controllo delle operazioni nel corso del secondo quarto. Da lì i giallorossi hanno tentato un primo allungo nel terzo quarto, stoppato dalla rimonta bolognese, per poi riuscire a guadagnare nelle battute finali quel margine di sicurezza che ha permesso di concretizzare un successo indimenticabile.
L’avvio è segnato dal grande successo del Teddy Bear Toss, iniziativa goliardica e benefica che ha visto lanciare peluches in campo dai tifosi di entrambe le squadre sul primo canestro della partita, segnato da Masciadri su assist dietro la schiena di Taylor Smith. Il gioco riprende con un altro canestro pesante di Malaventura, che forza il timeout di Boniciolli sull’8-0 OraSì dopo 3’. La sospensione sveglia Bologna, che pareggia con la tripla di Candi e sorpassa con Daniel (10-12); è il preludio del parziale di 2-16 che porta la Fortitudo al massimo vantaggio sul 14-22 del 10’, ritoccato poi sul 14-24 in avvio di secondo periodo. Coach Antimo Martino registra la difesa e la riscossa arriva dal reparto ali, con Raschi e Masciadri (22-26) ad accorciare e poi a sorpassare con il canestro di mano sinistra di Taylor Smith (30-28). Deloach da tre punti tenta il colpo dell’allungo, ma all’intervallo Bologna è ancora lì (35-33).  La pausa ricarica Taylor Smith, che apre il terzo quarto con tre strepitose schiacciate e crea le condizioni per il massimo vantaggio giallorosso (48-35 firmato Casini). La rimonta ospite non tarda ad arrivare; Carraretto e Montano armano la mano dalla distanza e dalla lunetta, ed il pareggio a quota 52 sulla terza sirena è cosa fatta. Raschi e Smith aprono la volata finale, Deloach e Masciadri prosegono per il +7 OraSì (64-57 al 35’); Montano accorcia dalla lunetta (64-60), ma Malaventura punisce dalla distanza (69-62 al 37’), consentendo a Ravenna di guadagnare il vantaggio che si rivelerà decisivo. Candi e Deloach si scambiano due canestri, poi Daniel commette il quinto fallo personale e si vede fischiare un tecnico a seguire; Raschi segna due dei tre liberi, Smith stoppa Montano sul possesso successivo, e sul libero di Rivali può cominciare l’apoteosi giallorossa.

BAWER MATERA – MEC ENERGY ROSETO 85 – 105

REMER TREVIGLIO – A. COSTA IMOLA 84 – 80 dts

(23-21; 40-32; 53-47; 69-69)

Treviglio: Savoldelli, Ferri ne, Chillo 9, Kyzlink 4, Sorokas 17, Marino 16, Spatti 2, Tambone 10, Rossi 15, Turel 11. All. Vertemati.

Andrea Costa Imola: Washington 17, Sgorbati, Maggioli 8, Amoni, De Nicolao 4, Prato 7, Preti, Anderson 23, Hassan 13, Sabatini 8. All. Ticchi.

DE’ LONGHI TREVISO – PROGER CHIETI 84 – 50

CENT LATTE-AMICANATURA BRESCIA – ALMA TRIESTE 80 – 59

BETULLINE JESI – EUROPROMOTION LEGNANO 74 – 77

TEZENIS VERONA – BASKET RECANATI 74 – 83

CLASSIFICA

25° giornata G V P
De’ Longhi Treviso 36 25 18 7 72
Dinamica Generale Mantova 36 25 18 7 72
Centrale del Latte-Amica Natura Brescia 34 25 17 8 68
Andrea Costa Imola 32 25 16 9 64
Mec-Energy Roseto 32 25 16 9 64
OraSi’ Ravenna 28 25 14 11 56
Remer Treviglio 28 25 14 11 56
Tezenis Verona 26 25 13 12 52
Eternedile Bologna 26 25 13 12 52
Alma-Agenzia per il Lavoro Trieste 26 25 13 12 52
Bondi Ferrara 24 25 12 13 48
Proger Chieti 20 25 10 15 40
Europromotion Legnano 18 25 9 16 36
Betulline Jesi 16 25 8 17 32
Basket Recanati 12 25 6 19 24
Bawer Matera 6 25 3 22 12

SERIE B/A 25° Giornata

BASKET CECINA – VALENTINA’S BOTTEGONE 86 – 89 dts

TRAMEC – PIOMBINO 87 – 69

(21-14; 44-30; 62-50)

Cento: Bedetti 16, Contento 5, Benfatto 18, Andreaus 16, Caroldi 8, Fontecchio 14, Brighi 2, D’Alessandro 4, Demartini 4, Locci. All. Giordani.

Piombino: Pedroni 9, Persico 12, Venucci 18, Bianchi 7, Gigena 12, Iardella 2, Guerrieri 2, Franceschini 5, Mari 2, Gabellieri ne. All. Padovano.

La Tramec recupera gli infortunati e travolge Piombino al Pala Ahrcos, ribaltando la differenza canestri e blindando la terza posizione in classifica. Alla palla a due Cento si presenta con Caroldi in cabina di regia e Bedetti sul perimetro accanto a Contento mentre Piombino, che recupera Franceschini e porta Gabellieri nei dieci, risponde con Pedroni in cabina di regia e Iardella dalla panchina. Sin dalle prima battute sono i padroni di casa a dettare il ritmo, trascinati da un Andreaus ispirato su entrambi i lati del campo (11-4). Il vantaggio interno raggiunge la doppia cifra sul canestro di Benfatto che vale il 16-7, Piombino accorcia le distanze in chiusura di prima frazione ma Cento ristabilisce le distanze con Bedetti (25-14). In seguito Persico dimezza lo scarto tra le due (25-20), il ritorno in campo di Andreaus e la presenza in area di Benfatto consentono ai locali di riprendere il largo (39-23 prima, 44-25 poi) ma cinque punti consecutivi di Venucci rendono meno severo il passivo per gli ospiti (44-30). A campi invertiti, la partita si fa maschia. Benfatto è costretto a chiedere l’intervento dello staff medico guerciniano dopo un colpo subito da Gigena e nel frattempo Contento rimedia un fallo tecnico per proteste. I toscani ne approfittano per limare punto su punto e risalire fino al “-6” (51-45) ma Giordani ferma la partita e, alla ripresa del gioco, i biancorossi riprendono a macinare gioco e punti con Bedetti, D’Alessandro e Fontecchio sugli scudi (62-50, 30′). Gli ultimi 10′ sono privi di storia: la Tramec scappa con un gioco da tre punti di Demartini e un canestro pesante di Caroldi (82-58) e, a due minuti dalla fine, coach “Lupo” può concedere la meritata standing ovation a Bedetti (16 punti col 70% dal campoin 24′) e Benfatto (18 punti e 7 rimbalzi in 25′).

BASKET CLUB TRECATE – UNIEURO FORLI’ 59 – 89

(16-25, 35-47, 51-68)
Basket Club Trecate: Taffettani 15, Grossini 3, Scrocco 2, Gerli 4, Cantone 8, Peroni 11, Scaglia 3, Colombo 15, Legejza ne, Larizzate ne. All. Cerina
Forlì: Ferri 13, Bonacini 10, Pederzini 14, Arrigoni 13, Rotondo 7, Maggio 6, Pignatti 15, Marsili 9, Biandolino 2, Vico ne. All. Garelli

BASKET RIMINI CRABS – MAMY.EU OLEGGIO 84 – 59

(16-15, 35-36, 60-58)

Rimini: Panzini 15 (3/7, 2/5), Perez 19 (5/10, 2/5), Chiera 13 (3/7, 2/6), Romano 2 (1/3, 0/5), Crotta 14 (4/5, 0/1), Tassinari 17 (4/5, 3/5), Foiera 2 (1/2), Meluzzi 2 (1/1), Balic (0/2, 0/1), Sirakov ne. All. Bernardi.

Oleggio: Resca 8 (4/7, 0/2), Ferrari 13 (1/6, 2/4), Coviello 3 (0/4, 1/6), Paesano 6 (3/6), Okeke 4 (1/2), Gallinari 3 (0/2, 0/1), Crusca 5 (1/2, 1/4), Sacco 17 (4/5, 3/6), Gay ne, Dongiovanni ne. All. Vescovi.

DULCA – SAN MINIATO 64 – 76

(15-18; 28-45; 48-58)

Santarcangelo: Bianchi, Pesaresi 19, Fusco 3, Pasini ne, Gualtieri, Moretti 3, Cardellini 14, Bedetti 13, Botteghi 5, Saponi 7. All. Tassinari.

San Miniato: Stefanelli 15, Zita 6, Bruno 11, Bertolini 17, Gaye 2, Rinaldi 10, Sollitto 2, Pagni 5, Di Noia 4, Capozio 4. All. Barsotti.

CFG LIVORNO – BAKERY PIACENZA 38 – 77

(4-19, 20-38, 25-66)

Livorno: Ravazzani 4, Giampaoli 11, Banchi, Lucarelli 12, Thiam 2, Perin, Creati 7, Bruno Ceriglio 2, Soriani, Artioli. All. Quilici.

Piacenza: Soragna 6, Gasparin 7, Infante 6, Dordei 19, Magrini 10, Sanguinetti 8, Samoggia 10, Meschino 2, Cuccarese 2, Fin 7. All. Bizzozi.

Comincia nel migliore dei modi l’avventura della “Bakery 3.0″, l’assetto definitivo di una Pallacanestro Piacentina che, a causa dei vari infortuni, non ha mai avuto la possibilità di esprimere tutto il proprio potenziale. Rientrato Sanguinetti, che resterà in campo per più di trenta minuti realizzando 8 punti, coach Bizzozi può quindi contare su tutti gli effettivi: il quintetto di partenza scelto è quello delle ultime giornate con Gasparin, Magrini, Soragna, Dordei e Infante. I biancorossi partono a rilento, segnando soli 4 punti nei primi 5’30”, gli stessi della formazione toscana. La chiusura della prima frazione però è appannaggio della Bakery che con uno 0-15 mette da subito distanza fra le due formazioni. Il divario è destinato ad allargarsi sempre più, specie nel terzo quarto (5-28 il parziale della frazione). Piacenza tocca anche il +42, coach Bizzozi concede minuti importanti a tutti i propri giocatori ricevendo per altro ottime risposte da ognuno di loro. Il finale è 38-77 contro una Livorno che ha pagato le assenze di due elementi fondamentali nelle proprie rotazioni come Mariani e capitan Artioli.

RAGGISOLARIS FAENZA – GESSI BORGO SESIA 69 – 76

(23-22; 43-39; 62-56)

Faenza: Dal Fiume 11, Boero, Castellari ne, Silimbani 19, Benedetti, Casadei 19, Penserini 13, Iattoni 5, Pini ne, Zambrini 2. All. Regazzi.

BorgoSesia: Giacomelli 11, Quartuccio 3, Tomasini 17, Dottin ne, Giovara, Santarossa 6, Gatti 12, Zucca 6, Giorgi 4, Paolin 17. All. Pansa.

GIOIELLERIE FABIANI MONSUMMANO – CUS TORINO 101 – 41

CLASSIFICA

25° giornata G V P
Unieuro 2.015 Forli’ 44 25 22 3 88
Bakery Piacenza 40 25 20 5 80
Tramec Cento 34 25 17 8 68
GR Service Cecina 32 25 16 9 64
Gessi Valsesia 32 25 16 9 64
Basket Golfo Piombino 30 25 15 10 60
Gioiellerie Fabiani Monsummano 28 25 14 11 56
Dulca Santarcangelo 28 25 14 11 56
NTS Informatica Rimini 28 25 14 11 56
Blukart Etrusca San Miniato 26 25 13 12 52
Mamy Oleggio 22 25 11 14 44
Raggisolaris Faenza 20 25 10 15 40
Valentina’s Bottegone 16 25 8 17 32
CFG Livorno 14 25 7 18 28
Cus Torino 4 25 2 23 8
Basket Club Trecate 2 25 1 24 4

A2, la Bonfiglioli vince, ma soffre con la Matteiplast. La Magika supera Viterbo

SERIE A2/B 22° Giornata

PFF GROUP – MATTEIPLAST 58 – 52

(17-16; 32-25; 41-31)

Bonfiglioli Ferrara: Nori 4, Rossi 6, D’Aloja ne, Cecconi ne, Rulli 6, Innocenti 7, Rosset 12, Miccio 8, Savelli, Nako Moni ne, Missanelli 5, Bona 10. All. Stibiel.

Progresso Bologna: Morsiani 10, Cordisco 3, Occhipinti, Tassinari 14, Dall’Aglio 2, Storer 2, Mini 15, Cadoni 1, Schweinbacher, Nannucci 5. All. Lolli.

E’ mancata la lode, ma la Matteiplast esce confortata e con un buon voto sul libretto dall’esame Ferrara. Sotto di dodici lunghezze, alzando la difesa e con il quintetto piccolo in campo, le bolognesi sorpassano sul 49-48 a 3 minuti dalla fine, prima di venire condannate da un fallo antisportivo molto fiscale fischiato a Dall’Aglio e da una bomba di Rossi. Proprio la percentuale dall’arco delle estensi si rivelerà decisiva, sia per l’allungo iniziale, propiziato dalle triple di Rosset e Miccio, che per la lunga voltata finale che ha fatto tremare la seconda forza del campionato che sul 53-41 pensava di avere risolto la pratica. Non aveva però fatto i conti, la compagine ferrarese con il cuore di Mini e compagne, che grazie a una prestazione extra lusso di Tassinari (14 punti in 20 minuti) e alla concretezza di Morsiani sotto le plance, rimaneva nella scia della squadra di casa. Il duo Nori-Bona limitano Cadoni, ma Mini trova giocate che permettono di non affondare, poi sotto di 12 la mossa che poteva svoltare la gara: 4 piccole e difesa aggressiva e Ferrara viene lentamente soffocata fino a subire il sorpasso, quando la partita sta per arrivare alle ultime curve. Il fiscale antisportivo e la bomba di Rossi però fanno pendere la bilancia dalla parte di Ferrara che porta a casa lo scalpo di una orgogliosa Matteiplast, non prima di avere sudato le proverbiali sette camicie.

SCOTTI VASCO EMPOLI – CESTISTICA SPEZZINA LA SPEZIA 56 – 78

PALL. FEMMINILE VIAREGGIO – BASKET GIRLS ANCONA 61 – 47

SALERNO BASKET 92 – LE FARINE MAGICHE ARIANO IRPINO 33 – 64

C.M.O. CASTELLAMMARE DI STABIA – INFA CIVITANOVA MARCHE 64 – 53

MADDALENA VISION PALERMO – GUARNIERI BRINDISI 92 – 43

MAGIKA CASTEL SAN PIETRO TERME – DEFENSOR VITERBO 58 – 49

(8-10; 27-27; 40-39)

Castel San Pietro: Gianolla 12, Venturi ne, Michelini, Capucci 2, Melandri 5, Franceschelli 5, Brunetti 10, Pazzaglia 2, Santucci 12, Pieropan 10, Furlani, Zarfaoui. All. Seletti.

Viterbo: Orchi 4, Yordanova 2, Riccobono 4, Ciavarella 14, Raiola, Romagnoli 14, Puggioni 3, Flauret, Porcu, Cutrupi, Ndiaye, Spirito 8. All. Scaramuccia.

Parte male la Magika nei primi minuti: continui errori al tiro mentre Viterbo segna tutti i primi tentativi. Sotto 0-6, le maghette si riprendono e sorpassano con la prima tripla stagionale di Carlotta Gianolla. Franceschelli e Santucci sono le più ispirate, ma Lella commette il terzo fallo personale dopo un minuto di secondo quarto. La Magika vive il momento più difficile della gara: continuano gli errori delle maghette, Viterbo allunga fino al 15-26 (massimo vantaggio) dopo un tecnico fischiato a Coach Seletti. Poi un canestro di Federica Brunetti apre la reazione delle castellane, canestro al quale seguono due punti di Melandri, la tripla di Pieropan dopo una rapida e bella serie di passaggi e alcuni liberi: 27 pari all’intervallo e gara riaperta. La Magika forte dell’entusiasmo del suo pubblico e della reazione messa in campo continua nel secondo tempo a giocare a testa alta e con grande carattere. Torna avanti Viterbo nei primi minuti del terzo quarto, ma la Magika si riprende il comando del match. Vengono alzati i giri difensivamente col reparto guidato con impeto da coach Martinelli dalla panchina e Ciavarella e Yordanova vengono limitate. Se il secondo quarto era stato quello del recupero e il terzo è quello d’assestamento, il quarto diventa il periodo dell’allungo. Alice Melandri si guadagna i tanti minuti in campo del secondo tempo e Pieropan segna punti importanti. Viterbo si riporta a -3 (50-47) con una tripla di Romagnoli a metà quarto. Seletti chiama time-out, perdere l’inerzia conquistata sarebbe letale. Al rientro in campo Lella segna subito il +5 e Brunetti allunga a +7 (54-47). Viterbo prova a rispondere, ma il tempo scorre e ad ogni errore la Magika è pronta a ripartire. Segna ancora Santucci e poi Brunetti a un minuto della fine mette il canestro della staffa. Finisce 58-49 e la Magika esce tra gli applausi del suo pubblico.

CLASSIFICA

La Spezia 42; PFF Group Ferrara 38; Magika Castel San Pietro 30; Palermo 28; Matteiplast Bologna 26; Empoli, Castellamare 22; Viterbo 20; Civitanova, Ariano Irpino, Viareggio 18; Salerno*, Brindisi 8; Ancona* 6.

SERIE B 19° Giornata

B.S.L. SAN LAZZARO – BASKET CAVEZZO 49 – 62

(9-18; 26-31; 36-49)

San Lazzaro: Torresani 10, Gilioli 2, Melchioni ne, Talarico 15, Malandra 2, Richetta 2, Giacometti 10, Giorgetti 2, Alboni 6, Peli. All. Dalè.

Cavezzo: Righini ne, Brevini 8, Zanoli 4, Balboni, Marchetti 20, Melloni 6, Ruini ne, Tardiani, Bernardoni 8, Todisco 3, Calzolari 13. All. Bregoli.

MAGIK ROSA – A.I.C.S. BASKET FORLI’ 65 – 27

(23-5; 36-10; 48-19)

Magik Rosa Parma: Basteri, Corsini 12, Tringale 10, Molinari 13, Tomassetti 6, Bertolotti 10, Vaccari 6, Costi, Pavarani 3, Zoni 5. All. Lopez.

Aics Forlì: Bosi 1,Maldini, Giunchi L. 6, Bozzi 8, Giunchi G. 2, Cedrini 4, Donati 2, Bargellini 3, Sampieri 1, Fabris 2. All. Montuschi.

Una Italgomma memore della sconfitta subita all’andata è scesa in campo al PalaMagik determinata e grintosa contro un Aics Forlì che dopo sette minuti di gioco ha subito un devastante 21 a 0. Bertolotti, Vaccari e Tringale sono sembrate immarcabili per la difesa romagnola che alla fine del periodo si è trovata 21 a 5 grazie ai due canestri Di Giunchi L. Il secondo tempo è iniziato con la Magik protagonista trascinata dal suo capitano Corsini che mette a segno tre canestri consecutivi ben servita da una Tomassetti sempre più padrona e regista di questa squadra, capace di chiudere il quarto con una tripla che fa segnare sul tabellone un 36 a 10 che lascia poche speranze alle ospiti. Dopo l’intervallo lungo è Tringale a portare la Magik sul più trenta al massimo vantaggio grazie anche all’ottima serata difensiva di Vaccari e Pavarani che spazzolano entrambe le aree a rimbalzo.Nell’ultimo parziale Forlì ci prova ma tre triple di Molinari spengono di fatto ogni speranza per Cedrini e compagne che devono cedere il passo ad un’Italgomma già con la testa a Domenica 20, quando alle ore 19 incontrerà il New Basket Mirandola, nella sfida decisiva per l’acceso ai play off per la promozione in serie A2.

HELLAS BASKET CERVIA – BK CLUB VAL D’ARDA 50 – 65

(8-20; 15-32; 27-50)

CerviaCesenatico: Ravaglia 4, Sabbatani 6, Varlamova 2, Zoffoli 2, Belli E., Zavalloni 7, Mordenti 3, Belli S. 2, Garaffoni 9, Nanni 2, Tramontano 13. All. Montanari.

Fiorenzuola: Podestà 11, Borghi ne., Perati 3, Ghittoni, Rizzi 11, Rossi 28, Bertoni 2, Rocca, Menta, Berna, Besagni 10. All. Bacchini

LIBERTAS BASKET BOLOGNA – BK CLUB VALTARESE 2000 46 – 56

Libertas Bologna: Magliaro 2, Castelli, Bettini 9, Frabetti, Pazzaglia, Grassi 12, Iannuzzi, Giubilei 16, Palasciano, Trombetti 7. All. Castelli.

Borgo Val di Taro: Bazzani 4, Bozzi 4, Petrini 7, Montanari 7, Marchini 20, Mezzini 4, Fastaday 8, Ferrari, Leonardi. All. Scanzani.

REGGIANA GOURMET – BEACH PARK 57 – 53

(13-12; 32-24; 41-36)

Tricolore Reggio: Oppo 8, Licia Corradini 21, Gambetti Bervini 10, Accini, Pieracci, Denti 12, Fedolfi 3, Boiardi, Costi, Leila Corradini 2, Petrocchi, Strada 1. All. Fantesini.

S.B. Faenza: Vespignani ne, Ballardini C., Lolli Ceroni, Soglia 13, Moriconi 2, Caccoli 3, Morsiani 10, Bennoli, Guerrini, Samorè ne, Ballardini S. 22. All. Ballardini S.

Il Beach Park rientra dalla difficile trasferta in casa del Basket Tricolore con l’amaro in bocca e con la sensazione di aver gettato via la possibilità di espugnare il campo della seconda forza del campionato. Le faentine hanno giocato la solita gara di grande carattere e determinazione non soffrendo mai un’avversaria con maggiore esperienza e con un roster ben più abituato a questo campionato. Il match è sempre stato in grande equilibrio e si è deciso soltanto nei minuti finali, quando le romagnole non hanno mostrato lucidità nei momenti chiave. Questa sconfitta non influisce sulla classifica, perché il vantaggio sulla zona play out è ancora di due punti, distanza da mantenere nelle ultime tre partite di stagione regolare per conquistare la salvezza diretta.

LIBERTAS BASKET ROSA FORLI – NEW BASKET MIRANDOLA 38 – 77

(19-18; 32-32; 38-56)
Libertas Forlì: Calabrese 8, Coraducci 11, Andrenacci 5, Quercioli, Gentile, Seskute, Balestra, Paleari 10, Tunguz 2, Zacchini, Tampieri 2. All. Balistreri.
Mirandola: Bocchi Gio. 6, Rinaldi 3, Guaitoli 3, Gibellini, Cantore 9, Mai 2, Bocchi Giu. 5, Servillo 6, Bertan 10, Pincella 14, Romagnoli 14, Mariuzzo 5. All. Borghi.

RECUPERO

HELLAS – MAGIK ROSA 36 – 53

(5-25; 18-31; 32-35)

Cervia: Ravaglia 2, Sabbatani 5, Varlamova 2, Zoffoli, Belli E., Zavalloni 14, Mordenti 5, Belli S. 2,  Garaffoni 4, Nanni, Tramontano 2, Renzi. All. Montanari.

Parma: Basteri, Corsini 8, Tringale 5, Molinari, Tomasetti 8, Bertolotti 6, Vaccari 17, Costi 2, Pavarani 2, Zoni 5. All. Lopez.

L’Italgomma conquista i due punti in Romagna nel recupero della quinta giornata contro le giovani gialloblu del Cervia. Le parmigiane partono forte e con ottime percentuali mettono la partita subito sui giusti binari. Vaccari e Tringale dominano l’area pitturata mentre Corsini, Bertolotti e Tomasetti alternano buone penetrazioni ai tiri piazzati ad alta percentuale. Cervia riesce ad andare a segno solo con l’ottima Zavalloni e il parziale è un pesante 05 a 25 per le parmigiane. Il secondo parziale per la Magik è una festa per il rientro di Molinari dopo quattro mesi di stop e la concentrazione cala. Cervia argina le parmigiane grazie alla difesa a zona, con le ospiti che riescono a mettere a segno solo tre canestri con Pavarani, Zoni e Costi. Cervia si rifà sotto con Zavalloni sempre protagonista. Le squadre vanno al riposo sul 18-31. Dopo l’intervallo le cose non cambiano, l’Italgomma va segno solo due volte con Tomasetti e Corsini e le padrone di casa arrivano a -3. Nell’ultimo periodo la Magik allunga la difesa e costringe Cervia a soli due canestri, mentre 11 punti di Vaccari, sui 18 segnati complessivamente, regalano un finale più tranquillo alle biancoblu che possono festeggiare sulla sirena.

CLASSIFICA

Cavezzo 36; Tricolore Reggio 30; Mirandola, Val d’Arda Fiorenzuola, Magik Rosa Parma 28; Bsl San Lazzaro 18; Scuola Basket Faenza, Valtarese 16; Libertas Rosa Forlì 14; Libertas Bologna 8; Aics Forlì 6; Hellas Cervia 0.

C Gold, ultimissimo treno salvezza per la Ghepard. C Silver, LG ko a Medicina, aggancio Montecchio

SERIE C GOLD 22° Giornata

PONTEVECCHIO – LA.CO. 53 – 69

(11-25; 22-42; 35-60)

Pontevecchio: De Pascale 5, Martelli 8, Tinti 12, Riguzzi 4, Brancaleoni 3, Verdi 2, Mantovani 3, Varotto ne, Benuzzi, Di Rauso 9, Bergami ne, Buriani 7. All. Lepore.

Ozzano: Pasquali 9, Verardi 11, Mini 3, Rossi 5, Lalanne 8, Carretti 8, Guazzaloca 13, Ballestri ne, Rambelli 12. All. Grandi.

Vittoria importantissima in ottica salvezza per i New Flying Balls alla Palestra Pertini. I ragazzi di coach Grandi hanno espugnato il difficile campo della Pontevecchio per 69 a 53 dopo un match il cui risultato non è mai stato in discussione grazie ad un ottimo approccio che ha portato le Palle Volanti già in fuga nel corso del primo tempo. Pontevecchio recupera Tinti, Ozzano invece è decimata dagli infortuni e si presenta in otto unità più Ballestri, quest’ultimo solo in panchina ad onor di firma, ma indisponibile; nonostante questo, l’atteggiamento della La.Co. è ottimo e fin dai primi minuti Ozzano costruisce un cospicuo vantaggio. Una bomba di Mini porta i Flying sul +7 al minuto 4, ma sono le triple di Guazzaloca tra la fine del primo e l’inizio del secondo periodo a fare male al Pontevecchio, che al minuto 11 si trova già sotto 11-28. Da quel momento gli ospiti incrementano il proprio bottino grazie ai punti arrivati da tutti i ragazzi scesi in campo. Il massimo vantaggio (+30 sul 28-58) arriva a 2’ dalla terza sirena. Ozzano gestisce poi il vantaggio ed evita di sprecare troppe energie, viste le due partite di campionato in programma la prossima settimana. Pontevecchio, con i canestri di Tinti, limita i danni chiudendo l’incontro sotto di sedici lunghezze (53–69).

NPC – GAETANO SCIREA 74 – 61

(13-16, 34-29, 56-48)

VSV Imola: Sassi ne, Poluzzi 4, Minghè ne, Grillini, Morara 7, Di Placido ne, Corcelli 11, Guglielmo 7, Francesconi ne, Porcellini 13, Chiappelli 21, Filippini 11. All. Alfieri.

Bertinoro: Fossi, En. Solfrizzi 5, Riguzzi 13, Ruscelli, Merenda 9, Bravi 5, Brunetti, Ricci 7, Farabegoli 2, Delvecchio 7, Godoli 2, Em. Solfrizzi 11. All. Brighina.

E il record è servito. Decima vittoria su dieci partite per la Virtus che batte anche il Gaetano Scirea e conquista il record di successi consecutivi dall’anno della promozione in C nazionale. Dall’avvento di Alfieri in panchina al posto di Bettazzi, Imola giallonera conosce una sola parola: vittoria. Mercoledì sera, nel big match contro i Tigers Forlì, si deciderà probabilmente il primo posto in classifica. Dice il saggio: le grandi squadre si vedono quando vincono e convincono, ma anche quando vincono senza entusiasmare. Così è per la Virtus di questa sera, per lo meno quella della prima metà di partita. Una Virtus che soffre più del dovuto Gaetano Scirea e il suo tiro dalla lunga distanza. Una Virtus che impiega quasi 20 minuti per registrare la difesa e migliorare la mira in attacco. Poi, finalmente, Corcelli accende la lampadina, stoppa di netto Riguzzi, serve un assist al bacio per il dunk di Morara e si mette in proprio con cinque punti in rapida sequenza. È il 7-0 che cambia il volto alla partita giallonera: Imola, che aveva inseguito fino a quel momento, prende in mano le redini del gioco. Scirea, però, non ha alcuna intenzione di arrendersi e resta sempre a contatto con i padroni di casa. Tra le triple della premiata ditta Solfrizzi-Riguzzi e qualche palla persa di troppo dai gialloneri in attacco, il vantaggio non lievita più di tanto. Ad una sirena dalla fine, i bianconeri sono ancora lì, staccati appena di otto punti.  E, pure nell’ultimo quarto, la “tigna” di Scirea crea più di un grattacapo alla Virtus che però ha il grande merito di restare sempre concentrata. È Corcelli, che per tutta la partita si diverte a servire bon bon a Chiappelli e Porcellini, a mettere il sigillo definitivo sul match a 1’08”: il suo tiro da tre vale il +11 che fa scorrere definitivamente i titoli di coda sul match. Di Porcellini il canestro che vale i 74-61 finale.

COPRA ELIOR LPR – ASSET BANCA 80 – 59

(15-24; 35-43; 62-52)

Piacenza Basket Club: Verri 20, Galli M. 16, Villani, Degrada 16, Massari 9, Inzani, Livelli, Gorla 8, Tagliabue 6, Sifford 5, Petrov, Bracci. All. Galli A.

San Marino: Frigoli 13, Gamberini, Macina 3, Polverelli 6, Cardinali 3, Borello, Ravaioli 13, Zannoni 6, Balestri, Tonini 2, Caronna 13. All. Foschi.

L’inizio di partita è piuttosto rapido da ambo le parti, entrambe le squadre sembrano piuttosto sciolte. Tagliabue e Verri riescono a dare il primo vantaggio al Piacenza Basket Club, con Frigoli bravo a tenere le distanze serrate sul 7-5 al 3′. Le squadre continuano ad affrontarsi a viso aperto; San Marino si dimostra più lucida nelle conclusioni, dopo un inizio di partita a favore dei ragazzi di coach Galli, con Ravaioli e Caronna che danno il primo vantaggio agli ospiti al 6′. 9-12. Piacenza Basket Club, grazie a Galli e Sifford, prova a rimanere attaccata alla partita, nonostante ottime percentuali dal campo dei sanmarinesi. Cardinali, con un’altra tripla per i ragazzi di coach Foschi, prova a dare la prima spallata alla partita alla fine del primo quarto. 15-24. Nel secondo quarto si inizia con grande fisicità da ambo le parti: la posta in gioco è alta, e l’aggressività e la presenza di Sifford diventano un vero fattore a rimbalzo. Piacenza continua a latitare offensivamente, e Macina è abile a punire con un’altra tripla. 21-30 al 15′. E’ capitan Massari a provare a dare fiducia ai ragazzi di coach Galli al 17′, con la tripla che vale il 26-34. San Marino conferma tuttavia le sue caratteristiche molto temibili, con una panchina profonda in grado di garantire punti di sostanza. Con un importante gioco da 3 punti Verri riesce a portare Piacenza a due possessi pieni di vantaggio, ma Caronna di prepotenza, sull’azione seguente, riporta il punteggio sul 33-41. La prima metà di gara si chiude sul 35-43, con Asset Banca San Marino meritatamente in vantaggio. Al rientro in campo dagli spogliatoi, Degrada prova subito a scuotere i biancorossi con una importante tripla personale, prima che Sifford mandi in visibilio il PalaBanca. 42-43, con time out obbligato per coach Foschi al 24′. Piacenza Basket Club non si ferma, anzi mette prepotentemente la freccia e sorpassa con il fade away di Verri in contropiede. 47-43. Asset Banca San Marino, grazie soprattutto a Caronna, riesce a rimanere a contatto, ma i ragazzi di Alessandro Galli sembrano aver messo la giusta marcia. Sifford continua a catturare rimbalzi, mentre Gorla con 5 punti personali consecutivi apre la forbice tra le squadre. 57-48 al 28′. Milo Galli si traveste da Manu Ginobili, e con scorribande personali riesce a portare i biancorossi sopra la doppia cifra di vantaggio. 62-52, punteggio con cui si chiude il terzo quarto. Gli ultimi 10’ iniziano con Piacenza che continua a portare l’inerzia della gara a suo favore, grazie a 6 punti personali di Degrada che stordiscono ulteriormente San Marino 71-52 al 33′. La partita scivola via senza troppi ulteriori sussulti, San Marino non riesce ad avere una reazione all’ondata che lo ha travolto nel secondo tempo. Massari con un’altra penetrazione puntella il risultato al 39′ sull’80-59, con i titoli di coda che scorrono alla gara.

POL. CASTELFRANCO EMILIA – DESPAR 4 TORRI  70 – 96

(15-26; 32-47; 57-67)

Castelfranco: Romagnoli, Tomesani 18, Zucchini 12, Lavacchielli 5, Biello 5, Del Papa 12, Tedeschini 10, Pedroni, Lusvarghi 8, Righi. All. Boni.

Ferrara: Chiusolo 5, Bergamin, Fenati 2, Brandani 14, Govi 3, Parmeggiani 9, Lugli 17, Martini ne, Pasquini 16, Magni 3, Agusto 20, Albertini 7. All. Cavicchioli.

BASKET 2000 R.E. – NUOVA PSA MODENA 107 – 50

(24-9, 62-23, 80-40)

Basket 2000 Scandiano: Malagutti 15, Ferrari ne, Bertolini 13, Bartoccetti 9, Astolfi Gia., Astolfi Giu. 20, Farioli 6, Levinskis 21, Pugi 7, Rika 4, Germani 12. All. Spaggiari.

Psa Modena: Tejeda 2, Urresi 21, Macchelli, Pulvirenti 7, Bertoni 2, Tamagnini ne, Govi ne, Frilli 8, Ritacco ne, Biscaro 4, Bianchini 6. All. Solaroli.

La Bmr conferma il buon momento regolando senza difficoltà la PSA, risultato che mantiene Astolfi e compagni a -2 dalla vetta e dalla coppia Tigers Forlì-Virtus Imola. Le cattive notizie, però, arrivano dall’infermeria: nel terzo periodo, infatti, si è scapigliato Farioli, che andrà valutato nelle prossime ore: peccato perché il contrasto che ha visto protagonista il lungo scandianese è avvenuto un istante prima del cambio, già pronto sul cubo. Per il resto la contesa è stata segnata fin dall’inizio dalle accelerazioni dei padroni di casa, trascinati dalla coppia Levinskis-Astolfi, che ha fatto pentole e coperchi.

SALUS PALL. BOLOGNA – TIGERS BASKET 2014 68 – 81

(21-21; 39-37; 48-60)

Salus: Busi 6, Finiani 12, Savio 6, Nucci 7, Zuccheri 9, Granata, Sangiorgi 8, Parma Benfenati 20, Trentin Bercan. All Giuliani.

Tigers: Velgimigli, Tugnoli 18, Giampieri 12, Mossi 21, Gurini 14, Poggi, Valentini 2, Little 2, Donati 4, Agatensi, Jovic 6, Cacciavillani 2. All. Conti.

POL. LIBERTAS GHEPARD – B.S.L. SAN LAZZARO 56 – 64

(9-23; 28-33; 45-51)

Ghepard: Romagnoli 2, Sandrolini 4, Millina, Tapia 6, Aldieri 7, Beccaletto 6, Dalla 8, Rizzatti 4, Cempini 3, Fantuzzi 2, Ghedini 14. All. Damaschi.

San Lazzaro: Lolli 23, Saccaro 2, Binassi 5, Baietti, Mellara 4, Masrè, Bianchi 10, Bernardi, Cavazzoli ne, Vercellino 15, Allodi 5. All. Rocca.

CLASSIFICA

TIGERS FORLI’ 34 20 17 3 1681 1340 +341
VSV IMOLA 34 21 17 4 1597 1318 +279
BASKET 2000 SCANDIANO 32 21 16 5 1567 1322 +245
PIACENZA BC 32 20 16 4 1586 1337 +249
4 TORRI FERRARA 30 20 15 5 1559 1355 +204
SAN MARINO 26 21 13 8 1536 1429 +107
FIORENZUOLA 1972 22 20 11 9 1532 1465 +67
FLYING BALLS OZZANO 20 20 10 10 1498 1400 +98
SALUS BOLOGNA 20 20 10 10 1373 1397 -24
BSL SAN LAZZARO 14 20 7 13 1169 1338 -169
CASTELFRANCO EMILIA 12 21 6 15 1578 1719 -141
GAETANO SCIREA BERTINORO 12 21 6 15 1235 1395 -160
PONTEVECCHIO BOLOGNA 10 21 5 16 1347 1551 -204
PSA MODENA 8 21 4 17 1223 1740 -517
GHEPARD BOLOGNA 2 21 1 20 1265 1640 -375

SERIE C SILVER 21° Giornata

STARS BASKET – BOLOGNA BASKET 2011 60 – 87

(16-24, 31-46, 45-64)

Stars: Bitelli, Bertoncello 2, Di Marzio, Morando 10, Skocaj 10, Cristalli 1, Galvan 24, Landuzzi, Flori 5, Barilli 2, Bamania 6. All. Cantelli.

Bologna Basket 2011: Leone 4, Chiarini A. 7, Tugnoli 2, Chiarini S. 17, Nanni 19, Maldini, Bianchini 11, Storchi 23, Pappalardo 4. All. Morra.

BERNAITALIA – FB ASSICURAZIONI 67 – 63

(16-13; 37-35; 51-51)

Virtus Medicina: Marinelli 11, Govi 12, Sighinolfi 6, Biguzzi 11, Lorenzini 2, Spadoni ne, Barba 7, Musolesi 7, Canovi, Seracchioli 11. All. Curti.

LG Competition Castelnovo Monti: Mammi, Canuti 4, Grulli ne, Ovi ne, Guarino 11, Rossetti 11, Paulig 15, Magnani 1, Vanni 2, Vezzosi 3, Mallon 16, Benvenuti ne. All. Diacci.

Alla palla a due coach Curti schiera Seracchioli, Govi, Sighinolfi, Biguzzi e Musolesi; coach Diacci risponde con Magnani, Paulig, Rossetti, Guarino e Vanni. Inizia la partita e la Virtus in velocità colpisce con Biguzzi e Musolesi. La LG ribatte colpo su colpo e trova in Mallon la chiave per mettere in difficoltà i gialloneri. Seracchioli , Govi e Sighinolfi realizzano con precisione i liberi e la Virtus si mantiene in vantaggio; Marinelli firma il +5 Bernaitalia, Vezzosi allo scadere riavvicina Castelnovo e alla prima sirena Medicina è avanti sul punteggio di 16 a 13. Secondo periodo e coach Curti continua con sagacia e senza timori ad attingere da tutta la sua giovanissima panchina: Marinelli infila la bomba, poi Lorenzini  (2 punti, 7 rimbalzi, 1 recupero) da sotto propiziano un nuovo allungo Bernaitalia. Rossetti e Mallon sono l’asse su cui i reggiani si reggono; Govi (12 punti, 5 rimbalzi, 6 falli subiti, 2 recuperi) e Biguzzi (11 punti, 8 rimbalzi, 5 falli subiti, 5 recuperi) sono gli alfieri di una Bernaitalia in spolvero che trova dalle ripartenze le giocate giuste per colpire in velocità la difesa LG. Paulig e Rossetti fanno vedere tutto il loro talento e bombardano da ogni posizione una Virtus che, trincerata a zona, ha fatto una scelta precisa non volendo concedere tiri in area e lascia agli ospiti dei tiri da lontano aperti; alla seconda sirena ancora Bernaitalia in vantaggio sul 37 a 35 con un Marinelli in formato MVP su tutti e due i lati del campo. Dagli spogliatoi escono meglio i reggiani: coach Diacci ha ridisegnato la difesa che adesso è ancora più arcigna e fisica, gli argentini Paulig e Mallon iniziano a giostrare da campioni, la Virtus è in difficoltà e i soli Sighinolfi (6 punti, 4 rimbalzi) e Govi non bastano a frenare l’impeto degli ospiti che passano con merito al comando. Coach Curti corre ai ripari e rimette in campo il giovane Barba che subito ripaga con una bomba che mette in partita il numerosissimo pubblico medicinese; due liberi di Musolesi e ancora Barba (7 punti, 3 rimbalzi, 1 recupero) show: canestro dall’angolo, poi palla rubata e appoggio al ferro. La Virtus è viva e raggiunge nuovamente LG sul 51 a 51 con cui finisce il terzo periodo. Quarta frazione e coach Curti manda in campo Barba, Canovi, Sighinolfi, Biguzzi e Musolesi; anche questa mossa paga tantissimo perché è Canovi, in versione stopper difensivo, a dare fastidio a un Paulig in partita. Mallon realizza da vicino, la Virtus regge, poi bomba del capitano Musolesi (7 punti, 5 rimbalzi, 1 recupero) e Bernaitalia nuovamente al comando sul 58 a 57; il pubblico, sempre corretto, inizia a essere anche molto caldo e incita i suoi beniamini all’impresa. Marinelli (11 punti, 3 rimbalzi, 3 recuperi, 3 falli subiti) è l’anima di una Virtus indomita; si entra negli ultimi tre minuti e ancora tutto può succedere. Govi dalla lunetta fa 2/2, Guarino di esperienza al ferro, Seracchioli dalla linea della carità risponde con un 1/2. Rossetti di contro è perfetto e fa 2/2; ribaltamento di fronte e ancora Seracchioli in lunetta (11 punti, 8 falli subiti, 4 rimbalzi, 3 assist) e questa volta è percorso netto. Bernaitalia a +3 e minuto chiesto da LG: forse per troppa fretta Mallon spara da tre, ma non realizza e la palla esce, la Virtus vince e Marinelli sigilla dalla lunetta il trionfo giallonero sul 67 a 63.

SCUOLA BASKET CAVRIAGO – GUELFO BASKET 72 – 60

(20-17; 36-28; 49-44)

Scuola Basket Cavriago: Cacciavillani 7, Fantini 5, Caleffi, D’Amore 20, Baroni 12, Pezzi 5, Tognato ne, Dias 10, Brogio 4, Bernardoni ne, Iori 9, Zecchetti ne. All. Martinelli.

Castel Guelfo: Bernabini 4, Pieri 5, Ventura, Baccarini 7, Sabattani 4, Minghetti ne, Venturoli 13, Giordani 4, Paluan 8, Casagrande 10, Miceli 5, Ginevri ne. All. Serio.

La sconfitta a Cavriago del Guelfo, dopo lo stop del campionato, interrompe un filotto di vittorie. La stessa cosa accadde dopo la pausa natalizia. E se la prima volta è una coincidenza, la seconda è un indizio e si spera di non averne la conferma con la terza visto che tra due settimane ci si fermerà nuovamente per la Pasqua. Fatto sta che i giocatori di coach Serio falsano la partita omettendo di buttare in campo le proprie qualità. Se poi ci si aggiunge la buona intensità di Cavriago, il risultato è presto trovato. Nonostante tutto, il Guelfo riesce nei primi tre quarti a rimanere comunque in partita. Infatti Cavriago alle ottime percentuali dal campo (soprattutto dalla lunga distanza, 8/14 finale) unisce quelle palle perse che permette agli ospiti di non scendere mai sotto la doppia cifra di svantaggio. Addirittura nel primo minuto dell’ultimo quarto, Baccarini (l’unico positivo tra gli ospiti) pareggia sul 51 e Venturoli con una tripla compie il sorpasso. Ma da quel 51-54, Cavriago mette a segno un parziale di 21-6 e porta a casa meritatamente il referto rosa.

REBASKET – GRANAROLO BASKET 79 – 88

(22-16; 38-43; 61-61)

Rubiera: Doddi 1, Roncaglia 18, Castagnaro 19, Mazza 7, Bizzarri ne, Gruosso 12, Amici 4, Melli 9, Riccò 9. All. Casoli.

Granarolo Bk: Nobis 13, Govoni, Marchi 12, Spettoli 20, Paoloni, Bonetti 5, Torriglia 8, Bertuzzi 13, Brotza 2, Ferri 15. All. Trevisan.

Granarolo conferma la sua vocazione di squadra corsara e coglie la sesta vittoria esterna (su 11 partite finora disputate lontano dal palazzatto di via Roma) del suo campionato, avvicinando la quinta piazza complice la concomitante sconfitta di Guelfo a Cavriago.
Sulla carta potrebbe sembrare una partita semplice per gli uomini di Trevisan, ma la Crisden sta attraversando un ottimo momento di forma (3 vittorie nelle ultime 4 partite) e lo dimostra partendo a razzo: 11-2 in 2’30” con gli ospiti che si aggirano per il campo non capendo cosa succede. E’ il capitano di giornata Paoloni (Tugnoli ha dato forfait all’ultimo momento assieme a Iannicelli, entrambi per una forma influenzale improvvisa) che scuote i suoi: recupero su Melli con assist a Ferri e Trevisan si convince a non chiamare timeout. Adesso Granarolo difende e attacca con decisione la difesa avversaria, caricandola di falli; su uno di questi Paoloni rimane a terra tenendosi la spalla destra e deve uscire, sostituito da Marchi. Ferri raccoglie il testimone e completa il personale parziale di 0-6 (tutti suoi) con cui Granarolo si riporta a contatto (11-8 al 5’30”). Timeout Rubiera che rientra rinfrancata: 2 rimbalzi d’attacco nella stessa azione e capitan Riccò rompe il digiuno con un gioco da 3 punti. Marchi risponde con una tripla ma Gruosso e Riccò confezionano un 7-0 con cui la Crisden arriva al massimo vantaggio della gara (21-11 al 7’30”). Stavolta Trevisan spende il minuto e trova subito un 0-5 sull’asse Ferri-Nobis. Doddi con 1/2 dalla lunetta manda le squadre al primo riposo sul 22-16 casalingo. Ad inizio secondo quarto Trevisan manda in campo Spettoli (con Ferri MVP del match) assieme a Paoloni (che sembra aver recuperato), Marchi, Bertuzzi e Torriglia: i lunghi ospiti finalizzano in attacco il lavoro difensivo della squadra e in 3’30” Granarolo è a -1 (26-25 al 13’30”). Trevisan perde definitivamente Paoloni che non ce la fa, Rubiera riallunga a +5 ma prima Bertuzzi da 3 poi Spettoli le danno la parità a 30 al 16’30”. Castagnaro mette la sua unica tripla del match, ma poi si becca un tecnico che dà il la all’allungo degli ospiti: 0-10 in 2′ e +7 Granarolo (35-42 al 19’40”). Castagnaro e Bertuzzi mandano le squadre negli spogliatoi sul 38-43 ospite ma con Ferri già gravato di 4 falli. L’inizio della terza frazione è favorevole a Rubiera che si riavvicina a due lunghezze e fa commettere il terzo fallo a Marchi e il quarto a Bertuzzi costringendo Trevisan a cambiarli e a schierare un quintetto con tre under contemporaneamente in campo (Bonetti-Brotza e Torriglia); Spettoli e Nobis prendono in mano la squadra e la spingono al +8 (45-53 al 26′ sulla tripla da distanza siderale del mancino bolognese); Castagnaro imperversa sfruttando la sua superiorità fisica sui pariruolo avversari e, assieme a Mazza riporta Rubiera a -2, ma ancora Nobis dalla lunga distanza punisce i padroni di casa (51-56 al 27’30”). Granarolo mantiene il vantaggio fino a 20″ dalla terza sirena quando il terzo fallo di Brotza, seguito da un tecnico costa carissimo a Trevisan e Carrera: 3/3 di Roncaglia e tripla dall’angolo dello stesso n° 9 (migliore dei suoi) e Crisden di nuovo avanti (61-60). Spettoli dalla lunetta ristabilisce la parità al 30′. Nell’ultimo quarto, dopo l’iniziale vantaggio di Castagnaro, Spettoli e Ferri riportano gli ospiti avanti di sei lunghezze (63-69 al 32’30”). L’imprecisione dalla lunetta impedisce a Granarolo di sfruttare il precoce bonus della Crisden per allungare e sulla tripla di Melli sulla sirena dei 24″ è di nuovo parità (71-71 al 35′). Qui Granarolo vince la partita perchè chiude a doppia mandata il suo canestro e concede solo 2 punti in 3’30” ai padroni di casa, portandosi sul 73-80 a 1′ dalla fine; Marchi prova a riaprire i giochi facendosi fischiare un tecnico dopo il 5° personale, ma Rubiera realizza solo il libero ed una lunga serie di falli sistematici definiscono il risultato nel 79-88 finale.

DILPLAST – GIORGINA SAFFI 87 – 73

(20-16; 47-29; 71-50)

Montecchio: Grisendi 7, Lombardi 16, Conte 16, Riccò 3, Guardasoni 5, Giorgi, Basso 5, Maggi 6, Colla 10, Ferrari 10, Marchini 9, Ghezzi. All. Cavalieri.

Giorgina Saffi Forlì: Guaglione 4, Marchioni 2, Dall’Osso 13, Monday, Ravaioli 17, Piazza 6, Nero, De Fanti 3, Serrani 14, Del Zozzo 2, Troni 12. All. Giannetti.

PALL. NOVELLARA – BASKET RICCIONE 75 – 62

(19-19; 38-29; 61-42)

Pallacanestro Novellara: Margini 10, Folloni 7, Rinaldi 4, Mariani Cerati 10, Morgotti 6, Bartoli 3, El Ibrahimi 3, Carpi 6, Ciavolella 14, Colla 12. All. Ligabue.

Riccione: Ortenzi 5, Saccani 13, Amadori Mi. 5, Mazzotti 11, Bomba 10, Biagini 5, De Martin 13, Serafini 2, Calegari 5. All. Domeniconi.

PALLACANESTRO CASTENASO – BASKET LUGO 77 – 90

(18-25; 41-51; 64-66)

Castenaso: Magnani 2, Pesino, Dalpozzo 24, Cantore 10, Montanari ne, Masini ne, Truzzi, Stanghellini ne, Guazzaloca 3, Parenti 9, Trombetti 29. All. Castelli.

Lugo: Baroncini G. 2, Baroncini F. 1, Pasquali ne, Cortesi ne, Nieri 5, Legnani 21, Hand 16, Presentazi 18, Scardovi ne, Guerra ne, Ruini 3, Zhytaryuk 24. All. Galetti.

Due punti meritati per Lugo che continua nella rincorsa verso una posizione nobile della classifica, mentre per Castenaso (spesso a zona 2-3) le possibilità di accedere ai play off si sono, ora, ridotte al lumicino.

La cronaca: nei primi sette minuti Dalpozzo e Trombetti facevano il bello ed il cattivo tempo ed i bianconeri raggiungevano il massimo vantaggio sul 18-10. L’entrata sul parquet, però, del lungo Zhytaryuk (Mvp) cambiava faccia al match: Lugo prendeva possesso di entrambi i tabelloni e piazzava un break di 0-13 (18-23 al 10’). La seconda frazione era uno show dei biancoverdi fino al 30-46 del 18’, poi Castenaso trovava le forze per reagire e andava al riposo sul -10. Nella ripresa le facce degli uomini di Castelli erano quelle giuste: poker di Trombetti e canestro di Cantore e 47-51 dopo novanta secondi. Trombetti era inarrestabile, ma la bomba del sorpasso la infilava “il gemello” Dalpozzo (64-63). Nel loro momento peggiore, i romagnoli pescavano un pesantissimo missile dell’americano Hand e, grazie a cinque punti di Presentazi, respingevano l’assalto dei padroni di casa (64-71 al 32’). Un gioco da tre punti del solito Trombetti riportava Castenaso ad un possesso (74-77), ma due pesantissimi canestri di Hand facevano la differenza. I felsinei non mollavano, ma, sul 77-83, il solito Zhytaryuk chiudeva ogni discorso con un 2+1 che veniva amplificato dal tecnico ed espulsione di Trombetti e coach Castelli. Game over.

CLASSIFICA
LG COMPETITION CAST. MONTI 36 21 18 3 1678 1374 +304
MONTECCHIO 36 21 18 3 1725 1464 +261
VIRTUS MEDICINA 32 21 16 5 1533 1431 +102
LUGO 30 21 15 6 1568 1377 +191
GUELFO CASTEL GUELFO 26 21 13 8 1573 1490 +83
GRANAROLO BASKET 24 21 12 9 1455 1485 -30
CASTENASO 22 21 11 10 1411 1398 +13
NOVELLARA 18 21 9 12 1504 1533 -29
SCUOLA BASKET CAVRIAGO 16 21 8 13 1387 1439 -52
BOLOGNA BASKET 2011 14 21 7 14 1444 1530 -86
REBASKET RUBIERA 14 21 7 14 1521 1621 -100
RICCIONE 14 21 7 14 1508 1633 -125
GIORGINA SAFFI FORLI’ 8 21 4 17 1344 1584 -240
STARS BOLOGNA 4 21 2 19 1302 1594 -292

Serie D, la zampata del San Mamolo a Forlì, punti d’oro per Atletico, Bellaria e Voltone

SERIE D/A 22° giornata

VOLTONE – PALLAVICINI 71 – 67

(8-14; 25-33; 52-47)

Voltone Zola: Calvi 8, Galassi Gu., Giacometti A. 10, Sanguettoli 3, Galassi Gi. ne, Giacometti J. 18, Ferraro 4, Verdoliva 2, Magi 4, Tubertini 13, Nini, Lelli 9. All. D’Atri.

Pallavicini: Maestripieri 4, Spadellini 15, Tosiani 8, Pellegrino 4, Bavieri, Nanni G. 1, Minghetti 17, Sgargi 5, Nanni M., Galeotti 11, Bartalotta 2. All. Torrella.

SCHIOCCHIBALLERS – AQUILA 67 – 53

(14-13; 26-24; 47-38)

SB Modena: Sangermano, Righi R. 5, Minarini S. 8, Bernabei 5, Carretti 4, Sassi, Petrella 15, Falbo ne, Minarini T. ne, Alessandrini 3, Cavazzoli 12, Twun 15. All. Righi G.

Luzzara: Ploia ne, Magnanini, Cani, Costantino 7, Neviani 3, Galeotti 10, Simonazzi 12, Gelosini 1, Petrolini 8, Benatti 6, Folloni 3. All. Campedelli.

Settima vittoria consecutiva per gli Schiocchi che tra le mura amiche del Palamadiba sconfiggono con qualche affanno Luzzara. Formazione reggiana che scende in quel di Modena reduce dalla bella vittoria con il Voltone, ma invischiata più che mai nella lotta playout e quindi desiderosa di fare suoi due punti di capitale importanza. La partenza non è delle migliori per i modenesi che si trovano sotto 0-6 dopo pochi minuti; pronta reazione e controsorpasso sul 8-6. Quarto che scivola via con tanti errori da ambo le parti (14-13) al 10’, gli Schiocchi buttano al vento tante conclusioni da sotto canestro, mentre Luzzara fatica a trovare la via del canestro dalla lunga distanza, complice una zona modenese che crea parecchi grattacapi ai ragazzi di Campedelli. Un canestro di Twun a fil di sirena, manda le squadre all’intervallo lungo sul più 2 interno (26-24). Alla ripresa della gara i Ballers provano l’allungo (31-26) con i canestri di Twun e Petrella. Righi, Carretti e Alessandrini sono ben presto carichi di falli, ma la difesa a uomo e qualche ripartenza veloce provoca il primo sostanziale allungo sul finire del quarto 47-38. Un canestro da tre punti di Simonazzi apre l’ultima frazione, ma la risposta modenese non si fa attendere: Twun in solitaria e le triple di Alessandrini e dello stesso Twun mettono una seria ipoteca sul risultato finale 57-41 al 35’. Ultimo tentativo di rimonta ospite fino al -9 (61-52), ma Petrella e compagni controllano con grande freddezza fino al 67-53 finale.

H4T – VENI 65 – 52

(20-15, 32-22; 53-32)

Vignola: Ganugi 7, Chini, Barbieri, Pantaleo 7, De Martini 11, Caltabiano, Vannini, Paladini 11, Guidotti 18, Pevarello, Lolli 6, Lelli 5. All. Smerieri.

San Pietro in Casale: Gamberini 2, Minozzi G. 2, Vinci 2, Poluzzi ne., Sgarzi 1, Frignani 4, Gentili 10, Dal Pozzo 9, Ghedini 2, Ballarin, Angelini 1, Bartolozzi 19. All. Minozzi M.

NAZARENO – LA TORRE 70 – 59

(20-10; 42-24; 54-41)

Carpi: Sbisà ne, Compagnoni 19, Goldoni Sa. 4, Pivetti 1, Pravettoni 9, Spasic 5, Antonicelli ne, Salami 12, Saetti 4, Goldoni Si. ne, Menon 2, Marra 14. All. Testi.

La Torre Reggio: Panciroli ne, Mazzi G., Vezzosi 8, Bochicchio 4, Canuti 15, Pezzarossa 3, Mazzi F. 7, Bertolini 3, Margaria 9, Orlandini 9. All. Spadacini.

La Tecnofondi interrompe la striscia della Torre, dominando il primo tempo e segnando 42 punti nei primi venti minuti. La reazione reggiana nella ripresa limita il passivo, ma Carpi non perde mai la bussola ruotando con efficacia i giocatori in campo e raggiungendo quota 26 in classifica.

VIS BASKET PERSICETO – MAGIK BASKET 71 – 68

(14-23; 36-39; 48-54)

San Giovanni in Persiceto: Scagliarini, Chiusoli 6, Morisi 4, Cornale 2, Chiapparini 5, Genovese 16, Gamberini, Papotti 5, Ramini 17, Ferrari ne, Ranzolin 16. All. Rusticelli.

Magik Parma: Bazzoni, Donadei 5, Malinverni N., Malinverni L. 8, Aimi 8, Allodi ne, Diemmi 17, Croci 11, Guidi 19, Fava. All. Lopez.

Non riesce l’impresa all’Azzali che, a San Giovanni in Persiceto, rischia di portare a casa una vittoria di prestigio contro la terza della classe. Partono forte i parmigiani trascinati da un immenso Guidi, autore di dieci punti consecutivi e agli scarichi precisi di Malinverni Leonardo che trova smarcati prima Diemmi e poi Croci che regalano il primo quarto alla Magik 14 a 23. Genovese e Ranzolin tengono a galla i padroni di casa che reagiscono grazie alle triple dei giovani Chiusoli e Papotti, con le squadre che vanno a riposo sul 36 a 39. Nel terzo parziale l’Azzali tiene botta con le penetrazioni di Malinverni e i tiri da fuori di Diemmi, mentre Aimi aggiusta la mira contro la difesa a zona dei padroni di casa. Nel quarto periodo la Vis ci crede e tenta il tutto per tutto, mentre a Donadei&C viene la classica paura di vincere. Ramini in area e le penetrazioni di Genovese fanno male alla difesa parmigiana che, però, non molla fino alla fine grazie alle triple di Donadei e Diemmi. A 10” dalla fine gli arbitri decidono che il canestro del pareggio di Leonardo Malinverni è da annullare. Il fallo sistematico dell’Azzali concede soltanto la possibilità ai padroni di casa di chiudere a +3.

ALTEDO BASKET – ATLETICO BASKET 64 – 81

(20-30; 38-44; 51-61)

Altedo: Settanni 9, Gnan, Bulgarelli 9, Vettore 8, Ventura 6, Missoni 10, Zocca ne, Teglia 5, Vitale 5, Gnudi 3, Lambertini 2, Harizaj 7. All. Venturi.

Atletico: Gherardi, Rossi 12, Grassi, De Simone 11, Diop 17, Artese 18, Veronesi G. 4, Pedevani, Veronesi M. 4, Savic 2, Pedroni, Zappoli 13. All. Pietrantonio.

CVD BASKET CLUB – SAMPOLESE BK 62 – 52

(11-13, 36-21, 45-36)

CVD Casalecchio: Beccari 4, Testoni ne, Gamberini 5, Dozza 1, Fuzzi 2, Perini 11, Masetti 10, Ghiacci 4, Taddei 13, Marcheselli 11, Federico, Fermi. All. Loperfido.

San Polo d’Enza: Tognoni, Siani 3, Magliani 4, Minbardi 8, Benevelli 11, Maggiali, Pezzi 2, Tondo 10, Margini 11, Bizzocchi 3, Domenichini.  All. Immovilli.

Continua la corsa solitaria in testa del CVD che batte, con qualche sofferenza di troppo, il fanalino di coda Sampolese, trovando nel finale la botta di adrenalina per superare una mai doma squadra ospite. E’ fatale alla Sampolese un micidiale parziale di 17 a 0, subito dal 10′ al 16′ da un CVD trascinato da Masetti, Perini e Taddei, dopo un promettente primo quarto (11-13). Con un grande carattere, sciorinando un grande prestazione difensiva, la compagine di Immovilli riesce pian piano a rimettersi in partita lottando su ogni palla e riuscendo a limitare le bocche da fuoco avversarie. Al 37′, sul punteggio di 54-52, viene annullato un canestro da 3 punti di Minardi per un discutibilissimo fallo in attacco, poi Perini, in asse con Fuzzi, dà lo strappo con un 7-0 finale che chiude la gara.

VENTURI – ARBOR 73 – 62

(22-16; 36-30; 55-45)

Anzola: Poluzzi F., Venturi D., Venturi N. 13, Boldini 3, Poluzzi L. 2, Lambertini, Franchini 1, Bastia 4, Bastoni 5, Mazza 15, Regazzi 14, Zanata 16. All. Coppeta.

Arbor: Fontanesi 8, Monti 20, Visini 5, Pedrazzi 9, Braglia 3, Franzoni 10, Davoli 2, Insolia 2, Marani 3. All. Bellezza.

CLASSIFICA

CVD CASALECCHIO 38 22 19 3 1460 1275 +185
ANZOLA 34 22 17 5 1497 1353 +144
VIS PERSICETO 32 22 16 6 1582 1434 +148
SCHIOCCHI BALLERS MODENA 28 22 14 8 1523 1407 +116
ATLETICO BOLOGNA 26 22 13 9 1521 1433 +88
NAZARENO CARPI 26 22 13 9 1525 1486 +39
VENI SAN PIETRO IN CASALE 24 22 12 10 1456 1392 +64
PALLAVICINI BOLOGNA 24 22 12 10 1412 1404 +8
SCUOLA PALL. VIGNOLA 24 22 12 10 1404 1418 -14
ALTEDO 20 22 10 12 1515 1486 +29
VOLTONE ZOLA 18 22 9 13 1492 1493 -1
MAGIK PARMA 18 22 9 13 1331 1409 -78
LA TORRE REGGIO EMILIA 14 22 7 15 1325 1420 -95
AQUILA LUZZARA 12 22 6 16 1322 1459 -137
ARBOR REGGIO EMILIA 12 22 6 16 1373 1584 -211
SAMPOLESE 2 22 1 21 1215 1500 -285

SERIE D/B 22° giornata

AICS JUNIOR BASKET – S. MAMOLO BASKET 68 – 69

(20-16; 33-33; 61-56)

Aics Forlì: Bergantini 4, Valgimigli 10, Perugini ne, Gasperini 6, Bacchini ne, Ferri ne, Totaro 22, Molinari 6, Crocini 6, Zamagni 14, Cotani ne, Bombardini ne. All. Chiadini.

San Mamolo: Cavazza 3, Gargioni 15, Margelli, Quadri S. 1, Martelli 13, Sterpi 11, Candelaresi, Zanchi 2, Brunello 11, Demetri 13. All. Munzio.

PARTY & SPORT – BASKET VILLAGE 67 – 74

(17-14; 34-32; 48-52)

Party & Sport: Callea 8, Beccari 3, Avallone 9, Marchi 9, Cannova 1, Fierro 12, Zerbini 6, Lazzari 8, Rizzoni 6, Fornasari 5, Martelli. All. Morigi.

Basket Village Granarolo: Costa 2, Salicini 16, Banzi 5, Nicotera 6, Carrera 8, Neviani 12, Pedrielli 5, Fava 7, Pedrelli 4, Marcheselli L. ne, Marega 9. All. Marcheselli E.

Partono meglio gli ozzanesi, seppur privi di Fioravanti, che preferiscono tenere il ritmo della gara piuttosto basso confermandosi una squadra di tiratori. Sono 4 bombe a spingere i P&S sul +3 a fine 1° quarto (17-14), ed altri due siluri di Lazzari a sancire il massimo vantaggio a metà 2° periodo (+10, 30-20 al 15′). Gli ospiti sono in difficoltà con l’esecuzione dei giochi, ma trovano buone risposte dalla panchina; è un canestro di Marega allo scadere dei 24” a riportare le due squadre a contatto in chiusura di tempo (34-32, 20′). Nella ripresa il Village continua a macinare poco in attacco cambiando, però, l’atteggiamento difensivo. La gara diventa sempre più spezzettata e i giocatori di casa perdono ritmo, facendosi riacciuffare per la prima volta grazie a due liberi di Pedrelli (39 pari al 25′) e sorpassare, successivamente, dopo un altro cesto di Marega. Ozzano rimane incollata alla partita trovando giocate più legate al talento e all’esperienza che a schemi costruiti, tuttavia Granarolo controlla abbastanza agelvomente l’ultimo parziale, toccando anche il +11 per effetto del fallo sistematico (58-69 al 39′). Finisce 67-74.

SPEM MATTEI – VB 56 – 62

(14-19; 28-29; 41-49)

Cral E. Mattei Ravenna: Trerè 9, Emiliani 3, Casciello 8, Lasi 2, Vistoli 6, Saccardi 4, Zannoni 13, Magnani ne, Zannini 6, Morigi 5. All. Focarelli.

Grifo Imola: Cantoni, Castelli ne, Bartoli 3, Dirella 10, Pasini 8, Baruzzi 10, Pejicic 12, Zaccherini 1, Sgorbati 9, Zudetich 9. All. Zarifi.

Arriva la vittoria sul campo di Ravenna per la VB in una partita sempre condotta, ma che è stata davvero sofferta. Nel primo quarto la Grifo parte bene in difesa, ma spreca molto in attacco perdendo ben otto palloni nel solo tempo d’apertura. Nonostante ciò, sul finire di quarto, alcuni canestri portano la Grifo in vantaggio sul 19 a 14. Nel secondo quarto la grande pressione difensiva della squadra di casa porta i suoi frutti e la Grifo si inceppa segnando solo 9 punti. Fortunatamente la difesa tiene e la squadra di coach Zarifi va all’intervallo lungo in svantaggio di una sola lunghezza (29-28). La Grifo esce dagli spogliatoi meglio di Ravenna e torna subito in vantaggio dando l’idea di poter anche allungare. Ciò parzialmente avviene grazie al grande nervosismo della squadra di casa che gli costa ben tre falli tecnici nel terzo quarto. La Grifo ne approfitta e si presenta all’inizio dell’ultimo quarto con otto lunghezze di vantaggio (49-41). Gli imolesi mantengono il vantaggio nei primi minuti del quarto, non riuscendo, però, ad allungare ulteriormente nonostante alcune buone chance e, così, una mai doma Ravenna torna ad avvicinarsi fino ad arrivare addirittura al pareggio. Si entra nell’ultimo minuto con la partita totalmente in equilibrio. L’equilibrio è rotto da due liberi di Baruzzi, a cui risponde un canestro da parte di Zannini. Saranno poi due liberi di Dirella, a 20” dalla fine, a ridare nuovamente il +2 alla VB che, nell’azione successiva, riuscirà a recuperare palla e, con altri quattro liberi sul fallo sistematico di Ravenna, a chiudere definitivamente il match.

CNO – ARTUSIANA 63 – 70

(16-23; 30-32; 41-51)

Santarcangelo: Cherubini, Rasponi, Donati 3, Fornari 5, Calisesi, Tomassini 13, Tonini, Dini 24, Tassinari 2, Maioli 16. All. Zannoni.

Forlimpopoli: Chiarucci ne, Manucci 13, Rossi 17, Balisteri 10, Calboli 3, Vandelli, Morabito ne, Evangelisti, Arfelli 4, Servadei 23, Serra ne. All. Bondi.

S.B. FERRARA – IMMOBILIARE 2000 77 – 69 dts

(19-19; 38-33; 55-49; 63-63)

Scuola Basket Ferrara: Ferrarini 7, Rimondi Ri. 16, Costanzelli 17, Rimondi Ro. 3, Schincaglia, Roversi ne, Pappalardo 7, Proner 5, Bereziartua 9, Romagnoli 9, Cattani 4, Malaguti. All. Bonora.

Giardini Margherita: Alaimo 12, Dawson 2, Marcelli 3, Stefani 3, Lippa 2, Baccilieri 4, Paracchini 6, Brina 7, Cataldo 13, Pierini 8, Vittori Antisari 5, Lambertini 4. All. Lanzi.

Vittoria meritata per gli estensi che hanno quasi sempre condotto, ma occasione sprecata per i felsinei che avevano messo la testa avanti nelle ultime curve e, successivamente, avevano fallito l’ultimo tiro dei tempi regolamentari.

CESTISTICA ARGENTA – OLIMPIA CASTELLO 2010 79 – 91

(22-28; 40-48; 55-73)

Argenta: Zanetti 10, Caprara 6, Cesario, Lazzari 7, Pascoli 7, Spinosa 33, Rubbini 2, Governatori 14, Mortara ne, Di Cristina, Cesari, Scanavini ne. All. Panizza.

Castel San Pietro: Venturi 14, Franceschini 10, Corazza 14, Pancaldi 6, Boschi 13, Marzioni 14 Benassi 10, Cilfone 9, Chillo 1, Ziron ne, Farnè ne. All. Canè.

Nonostante una prestazione coraggiosa, la Cestistica è costretta a “cedere il passo” alla capolista Castel San Pietro, dimostratasi ancora una volta più forte e che prosegue nella sua marcia trionfale. Primo quarto giocato a ritmi alti dalle due compagini con Zanetti e Pascoli ad aggredire il canestro avversario e Governatori che replica ai piazzati di Binassi e Cilfone. A metà parziale sale in cattedra Corazza che, con sette punti in fila, tenta il primo strappo per gli ospiti, subito ricucito da Governatori  e Spinosa che firma sulla sirena il – 6 (22-28). Nel secondo parziale il tema della partita non cambia, con i castellani che tentano la fuga e i padroni di casa ad inseguire; a Boschi e Franceschini che puniscono dalla media, replica Spinosa che, con due triple consecutive, firma il – 2 (36-38) al 17′. Rubbini in penetrazione firma la parità (40-40) e, quando l’inerzia della gara sembra cambiare, Castello “abbassa il ponte levatoio” piazzando un terrificante 19 a 2 tra la fine del secondo quarto e l’inizio del terzo, frutto di cinque triple targate Venturi, Corazza, Cilfone e Marzioni (2). A metà della frazione Argenta sprofonda a – 17 (42-59), ma ha il merito di non arrendersi e con Lazzari e Caprara, pur limitato dai falli, replica ai soliti Venturi e Marzioni. Nel quarto conclusivo coach Panizza gioca la carta della 1-3-1 e la mossa dà i suoi frutti: la manovra ospite si inceppa e i biancoblu ne approfittano tornando a – 12 con le bombe di Zanetti e Spinosa. Coach Canè decide che Venturi si è riposato abbastanza e lo rimette a dirigere le operazioni: il play castellano rimette ordine e innesca Boschi e Franceschini che puniscono con continuità mantenendo la Cestistica a distanza di sicurezza replicando ad un immarcabile Spinosa e a un inesauribile Zanetti che, dai 6,75, firma il 79-91 finale.

TITANS BASKET – BELLARIA BASKET 68 – 81

(24-19; 36-47; 51-61)

Titans Ozzano: Fornasari 23, Curione 2, Alberti 2, Finessi, Bargiotti 6, Gianasi 3, Quarantotto 3, Tuccillo 2, Gamberini 15, Campagna 7, Paolucci, Benfenati 5. All. Cinti.

Bellaria: Janev 4, Egbutu 15, Sacchetti 13, Mbaye, De Gregorio 5, Fornaciari 15, Popov 8, Chavdarov 7, Bindi 6, Stabile 6. All. Ferro.

CURTI – MOLINELLA 78 – 66

(13-25; 29-34; 50-45)

International Imola: Peliconi 9, Folli 8, Benghi 8, Scagliarini 13, Barbagelata11, Ciampone ne, Genoni ne, Spagnoli 12, Gargioni 10, Masoni 7. All. Bindi.

Molinella: Ugulini ne, Quartieri 6, Pusinati 6, Piazzi 8, Ricci 6, Lanzi 13, Quaiotto 11, Trippa 1, Serio 2, Frazzoni 13. All. Baiocchi.

Vittoria scaccia-pensieri per la Curti che supera, dopo una gara in rimonta, il Molinella secondo in classifica e torna a sperare nella corsa play-off, dopo i due punti persi per la sconfitta a tavolino con Ozzano. Inizio tutto di marca ospite, con Molinella che supera la doppia cifra di gap al primo quarto, ma la reazione dei biancorossi arriva nei due quarti centrali, con gli avversari tenuti rispettivamente a 9 e 11 punti in tutto, mentre in attacco il trio Barbagelata-Scagliarini-Gargioni avvia la rimonta e il sorpasso definitivo che si compie nel corso del terzo quarto. Nell’ultima frazione l’attacco imolese ha il sopravvento (28-21 il parziale) e, a suon di tiri liberi (22 infilati nel solo ultimo quarto), tiene il vantaggio accumulato in precedenza e porta a casa una vittoria di grande prestigio.

CLASSIFICA

OLIMPIA CASTEL S. P. 42 22 21 1 1693 1416 +277
MOLINELLA 32 22 16 6 1489 1292 +197
IMMOBILIARE 2000 BOLOGNA 28 22 14 8 1443 1369 +74
BASKET VILLAGE GRANAROLO 28 22 14 8 1441 1393 +48
GRIFO  IMOLA 24 22 12 10 1457 1418 +39
TITANS OZZANO 24 22 12 10 1549 1510 +39
INTERNATIONAL IMOLA 24 22 12 10 1544 1525 +19
S.B. FERRARA 24 22 12 10 1444 1494 -50
ARTUSIANA FORLIMPOPOLI 22 22 11 11 1530 1447 +83
ARGENTA 20 22 10 12 1552 1506 +46
CNO SANTARCANGELO 18 22 9 13 1364 1478 -114
BELLARIA 14 22 7 15 1411 1506 -95
AICS FORLI’ 14 22 7 15 1461 1569 -108
SPEM MATTEI RAVENNA 14 22 7 15 1366 1487 -121
PARTY&SPORT OZZANO 12 22 6 16 1374 1510 -136
SAN MAMOLO BOLOGNA 12 22 6 16 1326 1524 -198

Promozione, il Pgs Corticella sorride, Piumazzo impreca. Welcome, che colpo!

20° Giornata

GIRONE A

C.S.I. S.ILARIO D’ENZA – CUS PARMA 81 – 70

(15-24; 40-43; 57-58)

Sant’Ilario: Setti 4, Sistici, Grossi 7, D’Amore 19, Rosi, Violi 14, Micucci 17, Reverberi, Dotti 6, Gianotti, Reggiani 14. All. Ferrari.

Cus Parma: Pattini 12, Bettera 6, Schianchi, Giampellegrini Gui., Marcucci 3, Carretta 16, Franchini 4, Vitali, Drisaldi, Stonfer, Marzo 15, Cervi 14. All. Guareschi.

PLANET BASKET – GS SALSOMAGGIORE CITY 59 – 43

(24-7, 35-23, 51-30)

Planet Parma: Bozzetto 4, Modica 1, Coliva 11, Giublesi 14, Franchini 7, Paschetta, Centofanti, Rosi 2, Anselmi 12, Gianferrari 8, Finardi, Medici. All. Paletti.

Salsomaggiore City: Zamboni, Maccini 6, Zerbini, Lucchini 5, Cicala, Avanzini Fi. 3, Usai, Lettieri 7, Rattotti 1, Longhi 4, Avanzini Fa. 17, Antonicelli. All. Allodi.

MONTEBELLO BASKET 2011 – VALTARESE BORGOTARO 66 – 60

PALLACANESTRO FULGOR FIDENZA – DUCALE MAGIK PARMA 67 – 53

Fidenza: D’Esposito, Rigoni 5, Orsi 2, Iacomino 6, Galvani, Molinari 3, Roma 15, Gelmini 4, Dodi 4, Parmigiani 20, Ceci 1.

Ducale Parma: Tarricone 6, Vento 4, Bertolini 2, Gozzi 4, Solimè 14, Seclì 7, Frazzi 3, Cappelletti 2, Tinelli, Pensotti 5, Fava 5, Landini 1.

POLISPORTIVA CASTELLANA – IRA TENAX B. CORTEMAGGIORE 80 – 49

(24-10; 41-30; 60-37)

Castelsangiovanni: Coppeta 6, Faravelli 2, Eccher 3, Di Giorgio 10, Fanaletti 2, Markovic 28, Derba 5, Zamboni 10, Villa 9, Mazzocchi 4, Belli 1, Lika ne. All. Piva.

Cortemaggiore: Stecconi 2, Pirolo 5, Maccagni A, Pezzani 11, Cabrini 5, Righi 8, Mazza, Salardi 4, Lucchini 1, Maccagni M. 2, Zanangeli 4, Ejaita 6. All. Melone.

CLASSIFICA

Castellana Castel Sangiovanni, Fulgor Fidenza 28; Salsomaggiore City 26; Cus Parma 22; Ducale Parma 20; Planet Parma 18; S. Ilario d’Enza 16; Basket Sole Piacenza 14; Ira Tenax Cortemaggiore* 10; Valtarese*, Montebello Parma 8.

GIRONE B

NAZARENO BASKET CARPI – PALLACANESTRO SCANDIANO 2012 38 – 75

MARCONI BASKET – PALL. REGGIOLO 57 – 62

(15-20; 25-35; 46-51)

Reggiolo: Caramaschi 4, Verzellesi ne, Torreggiani 3, Fregni 15, Pirondini 16, Bosi 8, Spaggiari 2, Arisi ne, Gambuzzi,Carnevali, Bagni 10, Bonacini 4. All. Bortesi.

GO IWONS BASKET – BASKET CAMPAGNOLA E. 63 – 54

(9-17; 21-28; 34-45)

Albinea: Rossi, Marcacci 9, Bonacini 13, Farioli 11, Masoni, Bonaccini ne, Talami 11, Pellegrini 5, Casoni, Ferretti 10, Corradini 4. All. Brevini.

Campagnola: Manicardi 3, Gasparini 5, Delbue 15, Rondini 3, Foroni P. ne, Pignagnoli ne, Piuca 20, Sacchi 5, Piccinini 1, Carpi, Sermolini 2. All. Nanetti.

SPORT CLUB CASINA – PALL. CORREGGIO 75 – 57

(20-19; 34-27; 53-45)

Casina: Farinelli 6, Cassinadri, Menechini 20, Mammi, Grisanti 18, Meglioli 6, Nasi 7, Costi 17. All. Torlai.

Correggio: Zaccarelli 3, Conte, Montanari 4, Riccò 4, Rustichelli 9, Guardasoni 7, Messori 5, Setti 6, Valli 8, Giaroni 5, Santini 6. All. Lodi.

NUBILARIA BASKET – POLISPORTIVA BIBBIANESE 42 – 65

(10-18; 20-29; 32-43)

Novellara: Pezzi 2, Lucchini 7, Folloni 4, Bagni 8, Bertani ne, Beltrami 6, Baracchi M. 3, El Ibrahimi 12, Bigliardi, Verbitchi. All. Rubertelli.

Bibbianese: Menozzi 5, Donia 2, Salati 2, Reni 8, Ghirardini 5, Olivares Grau 14, Giardina, Bartoli 11, Scalabrini 2, Ferrarini 6, Lusetti 10. All. Reverberi.
UNIONE SPORTIVA CARPINE – ROSTA NUOVA NAISMITH’S 55 – 46

(12-11; 27-25; 35-36)

Carpine: Meschiari 3, Piuca M. 5, Solera 6, Piuca R. 4, Losi 6, Verrini 2, Zanoli 4, Marchi 2, Felettigh 13, Iacono 2, Manzini 6. All. Lugli.

Rosta Nuova Reggio: Riascos, Tassoni, Baroni, Arata 2, Margaria, Laquintana 3, Pezzuto 6, De Vecchi 8, Iori 27.

Torna finalmente alla vittoria la Carpine tra le mura amiche contro un Rosta Nuova agguerrito che prima di questo match era appaiato a pari punti con i carpigiani. Carpi, senza il coach Morettin influenzato, deve vincere per mantenere il sesto posto in classifica e la zona play-off. La partita è molto tesa ed entrambe le compagini e si vede dal punteggio basso e dalle difese alquanto arcigne. L’equilibrio la fa da padrone con Iori tra i reggiani che viene marcato a uomo faccia a faccia, ma riesce comunque a mettere punti a referto, mentre tra i padroni di casa le marcature si alternano tra i vari giocatori in campo. Dopo la pausa continua sempre lo scambio alla testa della gara tra le due squadre con però i reggiani che qualcosa in più e si mettono davanti di un punto. Poi la svolta da parte dei carpigiani con “Meteora” Felettigh che impazza sul campo segnando tutti i suoi 13 punti della gara nell’ultimo quarto, comprese tre bombe siderali e in difesa si chiudono gli scuri creando così il gap per portare a casa due punti importantissimi non solo per la classifica, ma anche per il morale.

CLASSIFICA

Scandiano* 34; Bibbianese 32; Go Iwons Albinea 26; Nubilaria Novellara* 24; Correggio 22; Carpine 20; Rosta Nuova Reggio, Reggiolo 18; Campagnola, Casina 16; Nazareno Carpi 10; Marconi Castelnovo 2.

GIRONE C

AUDAX BASKET FERRARA – PALL. FORTITUDO CREVALCORE 78 – 45

(19-15; 35-23; 56-39)

Audax Ferrara: Seravalli 5, Ricci, Fabbri 7, Narabini 4, Virgili 9, Pigozzi 9, Ferraresi, Spadazzi 10, Terzi 9, Del Targa 11, Lazzari 11, Zanchetta 2. All. Folchi.

Crevalcore: Gallerani 4, Guido 2, Gambuzzi 5, Filippetti 6, Broglia 4, Garuti 9, Poggi 3, Pedretti, Querzà, Rusticelli 13. All. Terzi.

DIABLOS BASKET  – PEPERONCINO LIBERTAS 64 – 58

(18-18; 26-32; 47-43)

Sant’Agata Bolognese: Risi 16, Belosi 8, Violi 4, Terzi, Angelini 3, Girotti, Patelli 4, Capponcelli 3, Bruni 9, Stanzani 4, Accorsi 3, Pederzini 10. All. Serra.

Castello d’Argile: Trevisan 6, Bergami 1, Govoni ne, Balboni 5, Frascaroli  9, Mezzetti  10, Monari Mat. 11, Fanti 2, Bernardini  5, Monari A. 6, Comi ne, Malaguti 3. All. Monari Mar.

BASKET DELTA COMACCHIO – NEW BASKET MIRANDOLA 84 – 68

(18-7; 41-21; 67-44)

Comacchio: Carli M. 2, Bottoni 11, Carli D., Peretti 23, Ferretti 5, Boccaccini 2, Gelli 12, Ferroni 2, Cavalieri 5, Gregori 9, Di Tizio 8, Tralli 5. All. Bacchini.

Mirandola: Baccarani 10, Duca 6, Giannetti 10, Scaravelli 4, Arletti 10, Nicolini 12, Battelli, De Zaiacomo 6, Mattioli 6, Barbi 4. All. Giglioli.

BASKET FINALE – ACLI G 88 91 – 53

(24-9; 44-24; 68-36)

Finale Emilia: Poletti 1, Todesco 10, Borghi 4, Bergamini F. 6, Musto 15, Orri 3, Campanile 15, Aspergo 11, Bergamini A. 23, Golinelli 3, Grassilli. All. Ferrari.

Acli G 88 Ferrara: De Marco, Dolzani 8, Morelli 7, Maggiolo 8, Panzera 5, Tamoni 8, Gangarella 8, Govoni G., Rollo 3, Govoni N. 6. All. Gallini.

GALLO BASKET – PALL. TEAM MEDOLLA 56 – 66

(17-22; 31-38; 43-51)

Gallo: Malaguti 8, Proietti ne, Fioratto 3, Amorati, Fioresi 18, Hinek 2, Del Principe 7, Cara 1, Ramazzotti ne, Gardinale 3, Caselli 6, Manfredini 8. All. De Simone.

Medolla: Ceretti 7, Galeotti 13, Aldrovandi 3, Spinelli 4, Barbieri 18, Guarnieri 2, Berra, Marchetti ne, Vincenzi ne, Fiume 3, Bega, Testi 16. All. Carretti.

Alla ripresa del campionato dopo la mini-sosta extra-invernale, buon successo della P.T. Medolla sul difficile campo del Gallo. La gara ha visto un piccolo ma costante predominio degli ospiti, che ogni periodo hanno visto sempre aumentare, sia pure di pochissimo, il proprio vantaggio sugli avversari, rispetto al periodo precedente. La P.T. Medolla parte con un quintetto inedito schierando il giovanissimo ed esordiente Forte, il quale si disimpegna benissimo dando un pizzico di brillantezza e imprevedibilità a tutta la manovra della squadra; con una ottima partenza, quindi, il Medolla ha accumulato subito un piccolo ma importante vantaggio, determinante, come detto, per il resto della gara. Tutte le rotazioni imposte dal coach Carretti infatti non hanno alterato il livello di gioco della squadra che, trascinata dalla fantasia di Testi, dalla solidità di Barbieri e Aldrovandi, nonché dalla saggia regolarità del capitano Galeotti, ha senza troppi patemi portato a casa una difficile vittoria di prestigio importantissima in vista della lotta per i play-off.

CLASSIFICA

Audax Ferrara, Delta Comacchio 26; Argelato, Diablos Sant’Agata Bolognese 22; Gallo, Peperoncino Castello d’Argile 20; Finale Emilia, Medolla 18; Fortitudo Crevalcore 14; Mirandola 10; Acli G 88 Ferrara 4.

GIRONE D

LIBERTAS FIORANO – PROGRESSO HAPPY BASKET ’07 75 – 68

(18-11; 39-28; 57-47)

Fiorano: Mezzetti ne, Zogaj 12, Barbolini 4, Panico 3, Minarini, Berardi 12, Gasparini 16, Lucchi 9, Melegari 12, Barbieri 7. All. Bertani.

CastelMaggiore: Nanetti 7, Pazzaglia 2, Zinoni 13, Mancini, Baraldi ne, Carelli Mar. 7, Maini 3, Pirazzoli 8, Carelli Mat. 13, Busi 4, Bordonaro 10, Tinti ne.

SPORT INSIEME – STEFY BASKET 51 – 65

(9-13 19-34 33-44)

Sport Insieme: Ragazzi 3, Di Marzio 4, Skocaj 17, Amabile 3, Sacchi, Flori 17, Gambetti, Do Rosario Rocha 2, Passarelli, De Lillo 2, Taroni 1, Farati 2. All. Cantelli.

Stefy: Gabrieli 4, Piccinini 4, Carosi, Brochetto 10, Francia 6, Benetti 13, Vittuari 6, Tradii 2, Mannini, Agnoletti 14, Lamborghini 4, Poli 2. All. Lamborghini R.

POL. GIOVANNI MASI – U.P. CALDERARA PALL. 67 – 53

(22-17; 29-26; 48-43)

Masi Casalecchio: Abagnato 2, Malavasi 5, Penna 5, Veratti 2, Manfredini 13, Tossani ne, Cavana 10, Castaldini 14, Proto 9, Neretti 4, Calzini 3. All. Gemelli.

Calderara: Guaraldi 10, Poli, Marchi 1, Leonelli 3, Rigliaco, Nanni 3, Comastri ne, Selvi 9, Turchetti 15, Gallerani 2, Rubino, Bellodi 10. All. Murtas.

Secondo KO consecutivo per Calderara che cade alla Palestra Cabral contro la Masi. Avvio del match tutto a favore dei padroni di casa che trovano subito due canestri dalla lunga distanza con Castaldini, per Calderara sono invece Bellodi e Turchetti a realizzare i primi nove punti, il primo quarto si chiude sul 22-17. Nel secondo periodo si fa fatica a trovare la via del canestro per entrambe le formazioni, con Calderara che riesce ad agganciare i padroni di casa a quota 26, ma poi spreca nel finale portandosi negli spogliatoi sul punteggio di 29-26. Anche il terzo quarto è molto equilibrato: la Masi prova a dilatare le distanze a fine quarto con 8 punti consecutivi di Castaldini. per gli ospiti risponde Selvi con 5 punti consecutivi che fanno finire il tempo sul 48-43. Nell’ultima frazione è, però, la Masi a piazzare la zampata decisiva sul match guidati dagli 11 punti di Manfredini; il divario tra le due formazioni tocca i 14 punti a 4′ dal termine, Calderara ci prova fino alla fine, ma è inutile, vincono i biancoverdi 67-53.

P.G.S. CORTICELLA – SCUOLA PALL.PIUMAZZO 2002 80 – 70 dts

(24-15; 41-41; 60-56; 70-70)

Pgs Corticella: Bolelli 2, Marcheselli 5, Vallerin, Righetti 11, Sorghini 19, Cocchi 15, Cristiani 5, Fedeli, Albazzi, Asciano 8, Tiozzo 9, Ceciliani 9. All. Amanti.

Piumazzo: Pezzi 1, Luppi 3, Zuffi 2, Di Bona 3, Cavani 2, Zagni 5, Gobbi 5, Kalfus 16, Dardi 13, Di Talia 14, Mezzetti 6. All. Marchesini.

I GIGANTI DI MODENA – F.FRANCIA PALL. 57 – 72

(6-19; 18-37; 32-56)

I Giganti di Modena: Barbanti 10, Giorgi 2, Dolci, Malverti, Pederzoli 5, Baraldini 5, Macchitelli 4, Odorici 2, Larghetti 2, Franceschi 18, Manzotti 9. All. Davolio.

Francesco Francia Zola Predosa: Galli 4, Barilli 6, Bettini 4, Mazzoli 6, Lenzi 8, Zini, Masina 12, Balducci 7, Bosi 3, Romagnoli 20, Pagano 2. All. Brochetto.

La Francesco Francia espugna le Ferraris e continua la sua corsa solitaria in vetta al girone D. Inizio col gas aperto per gli ospiti che trascinati da uno scatenato Romagnoli (7 punti nel primo quarto) prendono il comando delle operazioni; i Giganti restano faticosamente attaccati al match ma sul finire del primo quarto i bolognesi piazzano un letale 8-0 che fissa il risultato alla prima pausa sul 6-19. I padroni di casa faticano a trovare la via del canestro e perdono qualche palla di troppo mentre gli ospiti con un’ottima circolazione di palla e una difesa aggressiva segnano a ripetizione, arrivando anche sul 12-35; grazie ad un mini parziale di 6-2 si arriva alla pausa lunga sul 18-37. Alla ripresa delle ostilità i padroni di casa provano a scuotersi, ma gli ospiti grazie al duo Masina-Romagnoli (14 dei 19 punti del quarto provengono dalle loro mani) continuano a martellare il canestro toccando sul finire del terzo quarto il vantaggio massimo del match: 32-56. Nell’ultima frazione i Giganti trascinati da un ottimo Franceschi, autore di una prova maiuscola, riducono le distanze anche grazie ad un comprensibile rilassamento da parte della Francesco Francia che comunque non rischia nulla e porta a casa i due punti.

MONTEVENERE 2003 A.GIORGI – S.VANINI HORIZON BK RENO 56 – 70

(17-21; 31-41; 47-54)

Montevenere: Costa 10, Venturini, Gironi 7, Sechi 5, Grande 3, Forni 11, Truppi 1, Orlandi 8, Tosarelli 5, Castaldini 6. All. Orefice.

Horizon: Migliori 11, Vanini ne, Vanelli 1, Vignudelli 8, Ferraro 9, Neri 12, Guccini 2, Lelli 5, Terra, Dall’Omo 4, Menichetti 7, Maldini 11. All. Muscò.

CLASSIFICA

Francesco Francia Zola 34; Masi Casalecchio 30; Stefy BO 30; Sport Insieme BO 24; Montevenere BO 22; I Giganti di Modena 18; Fiorano, Horizon BO 16; Calderara, Happy Basket CastelMaggiore 14; PGS Corticella BO 12; Piumazzo 10.

GIRONE E

TATANKA BALONCESTO IMOLA – PGS BELLARIA 62 – 49

(13-7; 34-27; 42-42)

Tatanka Imola: Seracchioli 4, Sgorbati 14, Galeati, Crisà 12, Costantino 3, La Ferla 2, Strada, Pirazzoli 2, Franceschelli 2, Foronci 23. All. Fiera.

Pgs Bellaria: Ascari 10, Sudano 2, Carafa, Ugliola 2, Scarenzi 5, Murgia 10, De Fazio 4, Poluzzi 12, Brazzini ne, Urzino, Di Rienzo 4, Di Giulio. All. Bertuzzi.

OMEGA BASKET – SELENE BK S.AGATA 69 – 62

(16-14; 32-32; 49-44)

Omega: Bonetti 12, Tassi, Belleri ne, Bignami 3, Roggi 19, Lombardo ne, Pizzi 5, Midulla 5, Cavazza, D’Andola 14, Castagna 11. All. Garavini.

Sant’Agata sul Santerno: Esposito 2, Gaddoni 4, Pirazzini 6, Canè 2, Mastrilli 17, Dalpozzo 10, Taglioli 3, Baldrati 4, Brignani 7, Mazzotti 3, Beltrami 4. All. Bolognesi.

CASTIGLIONE MURRI BK – PALL CASTEL S.P.T. 2010 37 – 51

(15-19; 26-24; 28-37)

Castiglione Murri: Bernardoni 2, Dettori, Maestri 8, Melino 11, Rizzardi 9, Samoggia, Sandrolini 2, Stefanelli 2, Tacconi 4, All. Pillastrini.

Castel San Pietro: Chiluzzi, Mascagna 5, Galloni 6, Naldi, Manaresi 9, Farnè 2, Soldi 9, Vinera 5, Albertazzi, Conti 15. All. Morigi.

BASKET CLUB RUSSI – BASKET 95 FAENZA 63 – 58

(19-28; 38-36; 55-53)

Basket Club Russi: Casali 7, Bramante 5, Ballanti 10, Martini 9, Beghi 9, Bassi, Zhang, Canali, Venturini 2, Bagioni, Ercolani 10, Conti 11. All. Milandri.

B’95 Faenza: Santandrea 19, Burbassi 4, Biondi, Romboli 10, Fabbri 6, Morsiani 14, Samorì 4, Rosti 1, Pantani, Gallo.

BASKET GIALLONERO IMOLA – P.G.S. WELCOME 49 – 54

Giallonero Imola: Dall’Osso 6, Vicentini 4, Grandolfi 7, Pederzoli 1, Spoglianti 10, Biancoli 7, Campomori, Orlando 4, Villa 2, Odorici, Bilardo 2, Simoni 6. All. Creti.

Pgs Welcome: Lamborghini L. 9, Sakho, Calzolari 7, Lamborghini S. 4, Bernardini, Betti 9, Sabbioni 10, Palmieri ne, Alessandri 6, Ferrulli 4, Magelli, Ferrari 5. All. Bulgarelli.

MEDICINA BASKET 2007 – PALL. BUDRIO 2012 68 – 75

(20-14; 35-35; 56-58)

Medicina 2007: Barba 8, Bacci 8, Rossi, Tazzara 11, Canovi 4, Magli 5, Buscaroli 1, Guccini 4, Rimondini 10, Martelli 17. All. Nisbet.

Budrio 2012: Serpieri 11, Lenzarini 1, Ugulini L. 11, Billi 4, Pazzaglia 6, Kolaj 11, Buresti 7, Ugulini V. 12, Russo 3, Lanzi 5, Bonaga 3. All. Cantelmi.

CLASSIFICA

Omega BO 38; Giallonero Imola 32; PGS Welcome BO 24; Castiglione Murri BO, Selene Sant’Agata sul Santerno, BC Russi 22; Tatanka Imola 20; Pgs Bellaria BO, Castel San Pietro 16; Basket’95 Faenza 12; Medicina 2007 10; Budrio 6.

GIRONE F

SKIZZO – INSEGNARE BK RIMINI 44 – 85

(11-28; 26-48; 39-68)

Skizzo Viserba: Saulle, Contini 2, Brolli ne, Ricciotti 10, Bascucci 4, Cappelli 8, Randazzo ne, Lanci 12, Apreda 8.

I.B. Rimini: Zaghini 15, Pari 13, Mei 2, Tosi 4, Quartulli 12, Mussoni 3, Campidelli 11, Barabesi 6, Monti 9, Accardo 10, Sansone. All. Nannini.

A.I.C.S. BASKET FORLI’ – CESENA BASKET 2005 49 – 42

(11-1; 19-13; 33-28)

Aics Forlì: Baldini 10, De Lorenzi 4, Maltoni 3, Dall’Agata 9, Laghi 2, Bombardi, Orioli 11, Grazzi, Ghetti, Ruffilli 4, Ragazzi 6. All. Tinarelli.

Cesena 2005: Rossi Fi. 10, Cacchi, Romano 19, Ekolongo 4, Leoni, Bartolini 5, Montalti Am. 2, Foresti, Mordenti, Di Meglio 2. All. Montalti An.

AROUND SPORT – POL. CESENATICO 2000 56 – 59

(17-15; 29-24; 47-42)

Around Cesena: Zampa 9, Biondi 7, Lucchi Max. 7, Morsucci 1, Faggi 14, Bianchi 2, Neri, Lucchi Mat. Gollinucci 3, Bertani 13. All. Amadori.

CerviaCesenatico: Benedettini 13, Capucci 10, Tentori 13, Danesi 4, Risi 10, Casali ne, Gori 7, Sponziello, Casotti 2, Neri. All. Cardoso.

BASKET 2000 SAN MARINO – VILLANOVA BASKET TIGERS 64 – 69

(15-20; 42-32; 49-50)

Basket 2000 San Marino: Bombini, Gambuti 2, Borello ne, Bronzetti, Riccardi 7, Giacomini 13, Liberti L. 7, Gambi 10, Guerra 4, Barrena, Liberti L. 20, Bollini 1. All. Liberti L.

Villanova: Domeniconi, Rossi 1, Magnani 11, Bronzetti, Arlotti, Cangini 14, Semprini 1, Tomasi 5, Russu 26, Toni 11. All. Evangelisti.

JUNIOR BASKET RAVENNA – POL. STELLA 63 – 56 dts

(20-15; 34-32; 46-47; 54-54)

Junior Ravenna: Montaguti 19, Biancoli 16, Mazzei 2, Emiliani 4, Montigiani 2, Scaccabarozzi, Ghinassi 8, Ravaioli 3, Pozzi 1, Mercatali, Bomben 8. All. Casadei.

Stella Rimini: Verni 3, Orsoni 2, Muntangesu, Carigi 2, Naccari 21, Raffaelli 2, Rillo 5, Distante 5, Del Turco 16. All. Miriello.

CLASSIFICA

La Fiorita San Marino, Insegnare Basket Rimini, Junior Ravenna 26; Tigers Villanova 24; Around Cesena, Cesena Basket 20; Skizzo Viserba 16; Stella Rimini, Aics Forlì 14; Basket 2000 San Marino 10; Cesenatico 2000 4.

U18, Reggiana nettamente sconfitta a Borgomanero, Virtus +63! U16, colpaccio Pontevecchio

Terzo turno per gli Under 18 e sfide al vertice nel girone A con la Reggiana impegnata a Borgomanero e, nel D, con la Virtus che ospita il Petrarca Padova. Parte anche la fase ad orologio negli U16 e U15: quattro giornate per definire la classifica finale.

UNDER 18 Fase Nazionale 3° Giornata

GIRONE A

COLLEGE BK BORGOMANERO – PALL. REGGIANA 82 – 54

21-11, 46-30, 57-39)

Borgomanero: Dal Maso 1, Gay 26, Zanoletti ne, Borsato ne, Oglina, Gnecchi ne, Okeke 21, Buldo 14, Pioppi, Brustia, Cesani 2, Tsirikidze 18. All. Di Cerbo.

Reggiana: Dias 2, Zamparelli 13, Bondioli, Strautins 15, Degli Esposti 2, Salzano, Bonacini 12, Zucchi 8, Dilas 2, Ndour, Vigori. All. Menozzi.

PALL. VADO LIGURE – COCOON APL LISSONE 57 – 54 dts

POL. PONTEVECCHIO – PALL.OLIMPIA 48 – 63

(12-12; 22-38; 37-48)

Pontevecchio: Masetti 2, Trost 3, Galassi 24, Secchi, Folli 6, Varotto 4, Angeletti 4, Nardi, Grassigli, Conti 5. All. Angori.

Olimpia Milano: Piatti 6, Tomba 12, Giardini, Cattarin, Vecerina 4, Riggi 2, Sovera 18, Carrara 2, D’Ambrosio 5, Calò 5, Dieng 9. All. Galbiati.

Un’encomiabile Pontevecchio ha perso, ma ha retto il confronto con Milano. Si partiva con due assenze pesanti: Giudici per i felsinei e Toffali per i meneghini. Dopo centiventi secondi di niente, l’Olimpia tentava subito la fuga (0-6 al 4′), ma un monumentale Galassi segnava 12 punti e trascinava gli amaranto al pareggio dopo dieci minuti (12-12). Qualche recupero difensivo, un po’ di zona, qualche contropiede e gli ospiti scappavano via: 14-23. La Pontevecchio traballava, ma non crollava e nella ripresa, grazie ad una maggiore concentrazione difensiva, si riportava a -9, sul 31-40, grazie a quattro punti di Varotto. Milano era, erò, troppo più forte fisicamente, ma, nonostante tutto, lo scarto rimaneva un gradino sopra la doppia cifra (41-52, 45-56) e solo nelle ultime curve, con Galassi che aveva finito la benzina, l’Armani volava a +15 (48-63).

CLASSIFICA

College Borgomanero 6; Reggiana, Olimpia Milano 4; Vado Ligure* 2; Pontevecchio Bologna*, APL Lissone 0.

GIRONE D

PALL. MONCALIERI S MAURO – BASKET RIMINI CRABS 94 – 71

(25-15; 48-38; 76-49)

Moncalieri: Treier 22, Mosca 4, Baldasso 4, Neri 4, Abrate 2, Pavicevic 12, Buffo 6, Ceccatelli, Zampini 13, Giustetto 4, Fontana 10, Caruso 13. All. Di Meglio.

Rimini: Muccioli, Meluzzi 11, Bologna 7, De Maio 2, Galassi 5, Stella, Calasso 4, Provesi 12, Moffa 24, Casadei 2, Janev 4, Clementi. All. Firic.

VIRTUS FELETTO – 3 S BASKET CORDENONS 31/03/2016 – 21:15

Palazzetto ‘Angelo G. Giumanin – Via Delle Scienze, 100 UDINE (UD)

VIRTUS PALL. BOLOGNA – ZAPI PETRARCA PADOVA 109 – 46

(35-14; 63-20; 86-34)

Virtus: Pajola 14, Graziani 8, Orsi 2, Gianninoni 10, Petrovic 17, Oxilia 10, Ranocchi 8, Carella 12, Rossi 5, Cerulli 11, Penna 12. All. Vecchi.

Padova: Agostini, Stefani 2, Toniato 8, Ciaramella 1, De Lucchi, Bonaldo, Peroni 10, Dainese 10, Canazzo, Zampieri 4, Panaccione, Frasson 11. All. Zanatta.

Sette giocatori in doppia cifra e due a quota otto, centonove punti segnati, insomma, un massacro. Dopo 4′ il tabellone segnava 13-1 e dopo 7′, 27-6. L’ala Frasson infilava un paio di triple, ma era troppo poco perchè la Virtus continuava a spingere sull’acceleratore e andava al riposo sul 63-20. Un’altra squadra, forse, avrebbe mollato, ma i bianconeri non ne volevano sapere e per il Petrarca era una Caporetto. Dainese e Peroni salvavano la faccia in attacco, ma il +63 della sirena ha dell’incredibile, se pensiamo che gli ospiti erano arrivati alla “Porelli” ancora imbattuti.

CLASSIFICA

Virtus Bologna, Moncalieri 6; Petrarca Padova 4; Virtus Feletto*, Crabs Rimini, 3S Cordenons* 0.

GIRONE E

HOTEL MARINETTA BK CECINA – VIS 2008 FERRARA 60 – 69

(17-23, 33-42, 46-62)

Cecina: Cherubini, Volpi, Bruci 16, Calandrino 2, Agosti, Arzulli 3, Barontini 2, Thiam, Bongini, Trassinelli 4, Turini 20, Quagli 13. All. Bandieri.

Vis Ferrara: Grazzi 2, Cervellati 2, Bianchi 5, Brilli 3, Chemello 14, Caselli 7, Vivarelli 4, Kerkovic 3, Fiore 3, Mastangelo 7, Ebeling 19, Caridi. All. Franchella

PODEROSA BK – AURORA BASKET JESI 74 – 68

(21-18; 36-29; 53-44)

Montegranaro: Raccichini ne, Migliorelli ne, D’Amico, Piccone 28, Urso 2, Lodico, Cesana 15, Marzullo 8, Ciarpella, Piergentili ne, Milojevic 21. All. Domizioli.

Jesi: Lorenzetti 2, Valentini 6, Espinosa 2, Scali 23, Galiano, Moretti 9, Mentonelli 12, Cinti 12, Zabulica ne, Melderis 2, Gasparrini ne. All. Cagnazzo.

OFFICINA FATTORI MAURIZIO PISTOIA – PERUGIA BASKET 73 – 40

Pistoia: Banchelli 4, Angelucci 15, Cipriani 15, Galli 8, Pomposi 2, Divac 11, Maspero 2, Gangale, Di Pizzo 2, Converso 7, Tartamella 7. All. Biagini.

Perugia: Saccomandi 16, Luzi 2, Busetto 2, Nana 6, De Paola, Provvidenza, Donati 2, Rinaudo 2, Baldinotti 4, Gomez 6. All. Martina.

CLASSIFICA

Pistoia, Poderosa Montegranaro 6; Aurora Jesi*, Vis Ferrara* 2; Cecina, Perugia 0.

UNDER 16 19° Giornata

FORTITUDO103 ACADEMY – POL. PONTEVECCHIO 70 – 72

(17-15; 25-33; 52-47)

Pontevecchio: Antola 5, Arcidiacono, Brancaccio, Conti 8, Cosco 28, Dervishi, Folli 5, Giordano 8, Neri, Polizzi 2, Sassoni 12, Secchi 5, All. Bartolini.

PALL. REGGIANA – BASKET CRABS 87 – 65

(14-24; 43-36; 74-51)

Rimini: Zambianchi, Gregori 4, Del Fabbro 6, Giorgi, Berni 4, Guglielmi 8, Lonfernini, Mavric 9, Ferrari, Mladenov 25, Rossi 5, Abrescia 4. All. Maghelli.

SALUS PALL. BOLOGNA – POL. GIOVANNI MASI 56 – 59

(13-22; 29-34; 42-44)

Salus: Arletti G., Drago 2, De Paoli 13, Chirco 4, Lelli 1, Dinelli 2, Marchetta 23, Sarzi Braga 3, Favaloro 8. All. Loperfido.

BASKET FORLI’ – VIRTUS PALL. BOLOGNA 40 – 97

B.S.L. SAN LAZZARO – BASKET SANTARCANGELO 56 – 51

(13-18; 30-27; 38-38)

San Lazzaro: Recchia 2, Malverdi 8, Barattini 21, Salvardi 13, Serra, Brusa, Giorgio 5, Campedelli, Venturi, Tobia, Stefanelli 3, Muzzi 4. All. Comastri.

Santarcangelo: Carasso 4, Vandi, Bugli 4, Chiari, Rossi 4, Pambianco 4, Frascio, Favali 5, Tognacci 7, Colombo 10, Semprini, Guziur 13. All. Oppi.

CLASSIFICA

BSL San Lazzaro, Virtus Bologna 30; Santarcangelo, Fortitudo103 Academy Bologna 26; Pontevecchio Bologna, Reggiana 22; Crabs Rimini 20; Masi Casalecchio 8; Salus Bologna 6; Forlì 0.

UNDER 15 19° Giornata

POL. PONTEVECCHIO – VIRTUS PALL. BOLOGNA 66 – 97

FORTITUDO103 ACADEMY – B.S.L. 81 – 63

Fortitudo 103: Prunotto 15, Magnolfi 14, Zanetti 37, Veneroso 8, Lanfranchi 5, Calatraba 2, Vicini, Buscaroli, Gherardi, Jussi, Schiavina. All. Pampani.

San Lazzaro: Bettocchi 4, Sani, Scapinelli 19, Grilli, Laurenti 2, Vacchi 2, Candini 13, Carbognin, Benetti 2, Pistillo 16, Zambon 5. All. Baffetti.

GINNASTICA FORTITUDO – POL.COMPAGNIA 57 – 72

PALL. REGGIANA – BASKET RIMINI CRABS 17/03/2016 – 20:15

Palestra D.Chierici – Via Cassala 10/d REGGIO NELL’EMILIA (RE)

G.S. INTERNATIONAL BASKET – POL. GIOVANNI MASI 68 – 64

CLASSIFICA

Reggiana*, Virtus Bologna 34; Crabs Rimini* 28; Fortitudo103 Academy Bologna 24; S.G. Fortitudo Bologna 20; BSL San Lazzaro 18; Compagnia dell’Albero Ravenna 14; International Imola 10; Masi Casalecchio 4; Pontevecchio Bologna 2.